Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


opinione : Lo sport che uccide
Inviato da Redazione il 15/6/2006 23:24:31 (5294 letture)

di Maurizio Ceraudo

C’era una volta un ragazzo dotato di un talento straordinario, amava andare in bicicletta e la sua forza quasi misteriosa, gigante in un corpo piccolo, esplodeva nelle salite più impervie delle tappe di montagna, eppure anche quel talento così acceso andava piegato alle regole del gioco, un gioco senza pause, senza riposo, senza respiro, un gioco in cui bisogna mostrare, vendere, ostentare ed esagerare sempre e comunque, e così quel ragazzo, come tanti del suo giro, si trovò ad alterare il suo stato fisico per migliorare il gioco e peggiorare la vita; scoperto, condannato, esiliato ed umiliato, cadde in una profonda depressione che lo condusse alla morte.

Questo è il finale tragico di una storia come tante, in questo tipo di sport business che da tempo ormai non è più palestra di vita. Oggi si sta consumando ai nostri occhi attoniti, un’altra triste storia, un talento straordinario, enorme e cristallino, un ragazzo soprannominato “il fenomeno“ per la sua incredibile vocazione allo sport del calcio, chi non si ricorda delle sue giocate, dei suoi gol stratosferici …


… (il più famoso quello contro il Velez), una macchina da gol e da soldi, tutto concentrato in un ragazzetto dall’aria un po’ goffa con i denti incisivi sporgenti in avanti, un’aria tenera ed un carattere semplice ed umile, eppure anche il fenomeno cadde inevitabilmente nella trappola; non poteva sfuggire alle reti distruttive degli sponsor, delle 90 partite all’anno, delle presenze forzate, delle quotazioni miliardarie; un essere umano per quanto forte e dalla tempra solida, non può resistere a questi ritmi forsennati e disumani, obbedire a regole stupide ed insensate, come quella di far giocare una partita, la finale della coppa del mondo tra l’altro, non una partitella così, alle 2 del pomeriggio del mese di luglio, in U.S. California, sembra una barzelletta e invece è la verità; tu organizzatore, che spettacolo pensi di ottenere, ma in fondo chi se ne frega dello spettacolo, l’importante è che in quel momento c’erano le televisioni di tutto il mondo, che gli spettatori collegati siano centinaia di milioni, poi quello che succede in campo è relativo, poco importa che i 22 calciatori sono miracolosamente sopravvissuti a quella mattanza durata più di due ore, queste sono le regole, e così anche se il fenomeno sta male, deve giocare lo stesso, sennò come si fa con lo sponsor, gli si fa un infiltrazione o anche due, in fondo lo paghiamo bene anzi benissimo, come se questa fosse una motivazione valida per poter disporre di una persona a proprio piacimento, sì perché dietro l’atleta e il personaggio c’è sempre l’essere umano, il suo corpo che si ammala irrimediabilmente, così 8 anni fa in Francia, Ronaldo, sì di lui stiamo parlando, dopo 8 infiltrazioni alla vigilia della finale, cadde… cadde in preda a terribili convulsioni e chissà quali acrobazie farmacologiche dovette sostenere per stare in piedi, ma giusto quello, in quella partita.

Così anche oggi 8 anni dopo lo si vede trottare per il campo in uno stato di salute chiaramente difficoltoso, come si fa a non capire che non è grasso ma gonfio, gonfio di farmaci e la cosa più triste è che i giornalisti “specializzati” ci fanno credere che ha mangiato troppa Paella, che non si allena, sono ciechi o semplicemente stupidi. Fatto sta che lo sport killer ha compiuto un altro miracolo negativo e cioè trasformare un talento portentoso in un malato, nell’ombra anzi nello spettro di se stesso. Questo sport come molti altri non può pensare, se pur ripulitosi dei padrini, di poter ricominciare tutto daccapo con le stesse regole assurde ed insensate, con gli stessi ritmi, gli stessi ingaggi, le stesse venerazioni agli Dei “Diritti televisivi” e ad altre amenità, perché altrimenti cadrà sempre negli stessi errori e nelle stesse mostruosità, la più grave di tutte, quella di uccidere.

Maurizio Ceraudo

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
edo
Inviato: 15/6/2006 23:42  Aggiornato: 15/6/2006 23:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 9/2/2006
Da: casa
Inviati: 4529
 Re: Lo sport che uccide
chissà che differenza c'è tra Ronaldo in queste condizioni e chi lo guarda attraverso la tv.

miuro
Inviato: 15/6/2006 23:47  Aggiornato: 15/6/2006 23:47
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/2/2006
Da:
Inviati: 66
 Re: Lo sport che uccide
io la faccio sempre troppo semplice, ma a me sembra semplicemente cicciottello... Lo era maradona in alcuni periodi (senza che questo difettuccio alterasse minimamente la qualità del suo gioco...) lo è ronaldo....

Paxtibi
Inviato: 16/6/2006 0:16  Aggiornato: 16/6/2006 0:16
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Lo sport che uccide
In un forum si discute amabilmente di Costanzo e della De Filippi, qua si versano lacrimucce sulla sorte di un calciatore miliardario...

Siamo entrati in una tempesta elettromagnetica interdimensionale o sbaglio?


salistrari
Inviato: 16/6/2006 0:19  Aggiornato: 16/6/2006 0:19
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/5/2006
Da: Cosenza (CALAFRICA)
Inviati: 528
 Re: Lo sport che uccide
Il problema dell'ipersfruttamento dei campioni a fini di pubblicità e sponsor,è una durissima realtà che i giornalisti "dabbene" nemmeno registrano. Ma è pur sempre una realtà ed il caso di Ronaldo, è solo la punta dell'iceberg di un SISTEMA che è in moto da molto tempo e che sta uccidendo lo spirito di ogni sport seguito da un vasto pubblico (adesso penso toccherà al Rugby...).

Vorrei ricordare, oltre ai casi Ronaldo e (più tragicamnete) Pantani, quelli dei giocatori delle Fiorentina degli anni 70-80 che, simili a mosche, stanno morendo di malattie orribili, causate dall'assunzione prolungata durante l'attività agonistica, di farmaci e terapie per il miglioramento delle prestazioni fisiche.
Le famiglie dei calciatori malati (e morti!), stanno chiedendo giustizia almeno nelle aule di tribunale, anche se tutti sappiamo quanto duro sia il muro che lo "sport" abbia eretto a difesa dei suoi privilegi finanziari e mediatici.

Purtroppo, fintanto che il profitto resterà il fine supremo ANCHE dello sport, lo spettacolo che ci verrà offerto sarà sempre in qualche modo falsato...
... e noi come tanti idioti continueremo a gridare e a dannarci, mentre qualcuno alla fine delle partite e delle competizioni starà contando i guadagni che avrà fatto alle spalle dei cosiddetti "campioni" e di noi "spettatori".

miuro
Inviato: 16/6/2006 0:32  Aggiornato: 16/6/2006 0:32
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/2/2006
Da:
Inviati: 66
 Re: Lo sport che uccide
"...noi come tanti idioti continueremo a gridare e a dannarci, mentre qualcuno alla fine delle partite e delle competizioni starà contando i guadagni che avrà fatto alle spalle dei cosiddetti "campioni" e di noi "spettatori"..."


Finchè mi piacerà guardare una partita di calcio mi starà benissimo che qualcuno ci guadagni (anche tanto)..

A mio parere comunque devono essere i calciatori a ribellarsi alla somministrazione di farmaci.... Nessun altro può farlo se non loro.

salistrari
Inviato: 16/6/2006 0:38  Aggiornato: 16/6/2006 0:38
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/5/2006
Da: Cosenza (CALAFRICA)
Inviati: 528
 Re: Lo sport che uccide
Il fatto è che fino a che il profitto sarà più importante di ogni altro valore dello sport, continueremo a guardare una farsa...
Faremo finta di guardare una gara, mentre staremo guardando una passerella di moda...

miuro
Inviato: 16/6/2006 0:45  Aggiornato: 16/6/2006 0:45
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/2/2006
Da:
Inviati: 66
 Re: Lo sport che uccide
Scusate, ma che guadagnino 10, 100 o 1000 non rimane sempre una partita di calcio?

Santaruina
Inviato: 16/6/2006 0:46  Aggiornato: 16/6/2006 0:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 13/10/2004
Da: Sud Europa
Inviati: 5123
 Re: Lo sport che uccide
Massimo Carrera

Arde Vieri e Nesta a zuegà
L’è pioe l’tep chi pasa a sircà ‘ppetenàs
I sistema ol cerchietto coi mà
Al party mondano
Col telefonino in mano
...

Glenn Peter Stromberg
Evair, Magnocavallo
Rustico e Gallo
Suegadùr de tegnì a mà…

Che importa se ha un’autonomia di un quarto d’ora
L’è oena bandiera
Grande Massimo Carrera
Al sarès mei dì “l’era”
Ma ‘l pioe grant to sé amò te!

-o- Ama e fa' ciò che vuoi -o-
Max_Piano
Inviato: 16/6/2006 1:05  Aggiornato: 16/6/2006 1:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 10/12/2005
Da:
Inviati: 3666
 Re: Lo sport che uccide
Il doping non è solo quello dei grandi campioni ( che poi a pensarci bene non sono neppure campioni ma aberrazioni chimiche ) ma di quelli che praticano sport a livello amatoriale magari neppure agonistico ( diffusissimo nella pesistica e nel ciclismo ).

Il doping è una stronzata non solo perchè distrugge la TUA vita ( "affari tuoi" si potrebbe pensare ) ma obbliga gli ALTRI a perdere o a doparsi pure loro.

Il doping funziona : il problema è che ti ammazza.
Certo se un campione è seguito da una equipe medica specializzata e se è fortunato può uscirne quasi illeso ma ci sono troppi ragazzini che seguono i consigli del primo "personal trainer" che suggerisce loro una "terapia".
Come dicevo alcuni ne escono illesi altri meno : chi ha visto Ronaldo l'altro giorno credo che capisca cosa voglio dire.
Schwarzenegger ha 60 anni ed è in gran forma anche come governatore della california ( condanne a morte a parte ) : certo tanta genetica ma, ammettiamolo, anche tanto doping. Ha avuto culo o forse non si è drogato tanto quanto lui stesso ha ammesso.

Citazione:
A mio parere comunque devono essere i calciatori a ribellarsi alla somministrazione di farmaci.... Nessun altro può farlo se non loro.


Non ci vuole niente a sostituire un giocatore "ribelle" con un qualsiasi altro giocatore di serie B o C a cui piacciano i milioni, le letterine e le macchinine.
E se non li obbligassero si farebbero loro : puoi scommetterci.

L'unica soluzione se il sistema non fosse marcio sarebbe fare più controlli e non truccarli ( soprattutto ) : sappiamo benissimo che i turn over servono a ripulire i giocatori dai dopanti ( tanto già si sa quando e se il controllo verrà fatto )!

PS: ok non è doping è LEGALISSIMO ... ma è normale che sotto l'articolo ci sia un bannerone che mi sponsorizza integratori, creatina, ecc... ?

miuro
Inviato: 16/6/2006 1:19  Aggiornato: 16/6/2006 1:19
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/2/2006
Da:
Inviati: 66
 Re: Lo sport che uccide
Ovvio che non mi riferivo ad un giocatore singolo che si ribella, ma all'intera "classe" calciatori professionisti. E a dire il vero non mi riferivo neanche a sostanze dopanti ma a quei farmaci che (per quello che ne so io) vengono considerati legali, normali, utili (definiteli come volete)

Facci oun esempio pratico. Un anno fa è venuto fuori il video di Cannavaro che prendeva via flebo una sostanza per recuperare dalla fatica (parole di Cannavaro a cui credo).
Sempre Cannavaro sosteneva "che è brutto veder un giocatore che si fa una flebo ma che in realtà era tutto più che normale".
Ora, anche se non si trattava di doping, un calciatore dovrebbe rendersi conto da solo che per giocare non ha bisogno dei farmaci.

Più che il vero e proprio doping secondo me è questo che deve cambiare. Via gli antidolorifici, via la creatina e i medicinali assortiti che ad oggi passano come legali.

PikeBishop
Inviato: 16/6/2006 1:29  Aggiornato: 16/6/2006 2:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Lo sport che uccide
Mi si e'incastrato il comando dell'iperspazio e continuo a saltare fra spazi interdimensionali non contigui come se fossi Carlo Croccolo e Giovanna la nonna del Corsaro Nero (tutti e due contemporaneamente) sotto l'effetto di allucinogeni alla guida di un tram a propulsione criceto-anfetamina (tanto per restare in tema di doping). La tempesta magnetica si sta facendo brutta.

Pax, dio mio, le vibrazioni sono tremende, mi sa che sforiamo in un forum sul Grande Fratello e facciamo harakiri con l'apriscatole omaggio della Manzotin. Speriamo che sia solo un effetto delle perturbazioni mentali-demenziali sulla Germania.

Alvermann, accendi l'acciarino e andiamo via, che ora arriva Belfagor, il mostro del Louvre

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
Paxtibi
Inviato: 16/6/2006 1:45  Aggiornato: 16/6/2006 1:45
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Lo sport che uccide
"Nella Pampa sconfinata, dove le pistole dettano legge, va il Caballero misterioso in cerca della bellissima donna che ha visto sul giornale. S'ode un grido nella Pampa: Carmencita abita qui?"

Lo squarcio nel continuum spazio-tempo si allarga! Si salvi chi può!!!
______________________


Per inciso: gli "sportivi" che si dopano lo fanno a loro rischio e pericolo e per guadagnare di più, nessuno vi obbliga a seguire lo sport professionistico, e ci sono drogati che muoiono dimenticati ad ogni angolo di strada, probabilmente tutti uomini potenzialmente di maggior valore rispetto ai vari Buffoni e Canninmano che vestono la divisa azzurra.

Ergo: ma di che cavolo state parlando?
______________________

"Matilde, la mattina l'olio Sasso, lo voglio qui, sul tavolo".

(Aaaaargh!)

PikeBishop
Inviato: 16/6/2006 2:10  Aggiornato: 16/6/2006 2:11
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Lo sport che uccide
Ispettore Rock, ma lei non sbaglia mai! No, anch'io ho fatto un errore non ho mai usato la brillantina AAAAARGH!

Questi sono i risultati della passione sportiva, poveri miliardari costretti a drogarsi, se lo sapesse la mamma. Quasi quasi chiamo il Gigante Buono (no, non quel gallese che giocava nella giuve, Diu Charles!) che Jo Condor si sta sodomizzando l'olandesina.

Come si fa a non drogarsi per i soldi quando c'e' gente che lo fa pagando? Quando danno gli psicofarmaci ai bambini che ormai sono tutti dislessici (una volta gli davano l'olio di fegato di Mazzucco...no di Merluzzo crudo chiudendogli il naso)?

Ma chi se ne frega se si drogano, lo spettacolo deve continuare, e' il gioco piu' bello del mondo, non potete capire la passione sportiva, Maradona sei grande ma siamo sempre italiani, azzo, questo corto circuito intergalattico con scappellamento a destra e' troppo forte, quasi quasi mi drogo anch'io con una Courage Strong Pale Ale, perche' il futuro e' incerto e la morte e' sempre vicina (si, Morrison, citiamo anche te basta che la pianti di soffiare dentro a quel fungo che ormai e' alto 30 metri).

Comandante Striker ci pensi lei gli ufo si sono mangiata tutta la Nutella.......Oh Oh, oH oH Orzoro

E fondarono i Nuclei Sconvolti Clandestini. Passo, chiudo e morra. Adieu, Vive la legion! Brigate Viola, le brigate della piola!

Che noia e' arrivata la bonaccia magnetica e mi metto in ibernazione. Buone allucinazioni a tutti i naviganti.

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
Paxtibi
Inviato: 16/6/2006 2:18  Aggiornato: 16/6/2006 2:19
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Lo sport che uccide
"Lei è un fenomeno, ispettore: non sbaglia mai"

Resisti Pike, chiudete i boccaporti, cazzate la randa!

"Non è esatto! Anch'io ho commesso un errore: non ho mai usato la brillantina Linetti"
________________________

Fuggi Pike, la telepolizia!!!




UncasO
Inviato: 16/6/2006 4:12  Aggiornato: 16/6/2006 4:31
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/7/2005
Da: ss11 "Rivoltana"
Inviati: 267
 Re: Lo sport che uccide

Non vorrei mai morire per le mie idee, perchè potrebbero essere sbagliate.
Bertrand Russell
Max_Piano
Inviato: 16/6/2006 9:19  Aggiornato: 16/6/2006 9:24
Sono certo di non sapere
Iscritto: 10/12/2005
Da:
Inviati: 3666
 Re: Lo sport che uccide
Citazione:
Facci oun esempio pratico. Un anno fa è venuto fuori il video di Cannavaro che prendeva via flebo una sostanza per recuperare dalla fatica (parole di Cannavaro a cui credo).
Sempre Cannavaro sosteneva "che è brutto veder un giocatore che si fa una flebo ma che in realtà era tutto più che normale".


Ecco : sarebbe bello sapere da un medico se è normale che di norma ragazzoni allenati, in perfetta salute, bennutriti e giovani debbano assumere sali minerali e vitamine attraverso una flebo anzichè attraverso un beverone. A me tanto normale non pare. In effetti non ho sentito nessuno dire che lo fosse e ho parlato con gente avente decine d'anni di esperienza nel settore.
Cannavaro ? Non dica cazzate !

Fra l'altro Mr Cannavaro mi sembra un pò stempiato ora ( e non solo lui ) ...

Citazione:
Ora, anche se non si trattava di doping, un calciatore dovrebbe rendersi conto da solo che per giocare non ha bisogno dei farmaci.


Gli integratori NON sono doping : questo va chiarito. Il punto è che non stiamo parlando solo di integratori. Ci stanno prendendo per il culo e riescono a mettere a tacere tutto anche quando lo scandalo viene fuori.

Se vi ricordate qualche anno fa uscì la faccenda creatina alla juve ( dopo le inchieste di guariniello a torino ). Ora, la creatina è una proteina normalissima ( si trova anche nella carne di manzo ) e viene assunta come integratore nelle palestre, dai ciclisti oppure come in questo caso dai calciatori ( ora la troviamo praticamente anche nei biscotti !)

L'utilità è quella di "pompare" acqua nei muscoli e dovrebbe migliorare la resa, il recupero e la crescita.
Lasciamo perdere l'utilità o l'inutilità : il ministero della salute ha stabilito un limite giornaliero di circa 5g.
Essendo che le bustine di creatina fornite alla juve erano da 3 grammi l'una ne venivano somministrate 2 al giorno per ogni giocatore. Questo fu come venne spiegato lo scandalo.

In effetti non esiste una dose "pericolosa" : conosco molta gente che ne prende 10-15 grammi al giorno ( o anche più ) durante periodi di "carico" ( il di più lo elimini quando "vai a fare acqua" ). Soldi buttati.

tuttavia

trattandosi di abuso di una sostanza è, legalmente parlando, doping quindi è probabile che si potrebbe venire squalificati alle olimpiadi; sempre teoricamente si potrebbe esser squalificati per aver fumato una canna due settimane prima o aver assunto troppo caffè !

Ma il vero doping è altro !

Il doping che uccide è dato dalla somministrazione di ormoni a partire dal GH o il testosterone fino ad arrivare a sostanze sconosciute che dio-solo-sa a cosa servano, alcune delle quali addirittura non rilevabili !
Ricordiamo l'uso di EPO nel ciclismo : si parla di ciclisti costretti a svegliarsi nel cuore della notte e mettersi a pedalare per non rischiare che il sangue troppo denso gli mandi in blocco il sistema cardio-circolatorio ! Roba da film dell'orrore !
Quando i carabinieri fanno irruzione negli alberghi dei ciclisti ci sono sempre valigette piene di farmaci e siringhe gettate fuori dalla finestra che sembra di stare a capodanno !

Citazione:

Più che il vero e proprio doping secondo me è questo che deve cambiare. Via gli antidolorifici, via la creatina e i medicinali assortiti che ad oggi passano come legali.


Cominciamo prima dalla merda che uccide poi semmai andiamo anche ad abolire la brillantina per i capelli ! ( posto che gli integratori, come dice il nome stesso, NON sono doping )
Se si volessero abolire anche gli integratori si dovrebbe ridurre il numero di partite, l'età dei giocatori e il volume di allenamento a cui sono sottoposti !

Ma il problema di fondo sono gli immensi interessi che portano a spremere i giocatori fino alla fine della carriera quando sono al massimo del valore di mercato (ottenuto con le "triangolazioni" nel calciomercato e che sono uscite allo scoperto ) ma ahimè al minimo della capacità fisica ( età, troppi allenamenti e partite, farmaci, stress, ecc... )

Ad ogni modo il doping sale alla ribalta quando c'è un Pantani o un Ronaldo che si fanno male ( il primo per cocaina a dire il vero ) ma il doping è diffuso soprattutto tra ragazzini che magari non praticano sport neppure a livello agonistico, solo "just for fun" ... tanto anche cannavaro dice che è normale infilarsi una ago in vena dopo l'allenamento ...

-----------------------------------------------------------------------------------------

Citazione:
chissà che differenza c'è tra Ronaldo in queste condizioni e chi lo guarda attraverso la tv.


Secondo me ci rimette anche il valore del giocatore.
Capisco gli sponsor ma così è troppo : Ronaldo non era praticamente in grado di camminare !
Dalla TV non credo si sia visto lo spettacolo pietoso di chi era allo stadio !
Ad ogni modo potrebbe anche pensare di ritirarsi prima che sia troppo tardi .... personalmente volevo vedere una bella partita in stile carioca mica un morto che cammina !

JiZmO
Inviato: 16/6/2006 9:29  Aggiornato: 16/6/2006 9:29
Ho qualche dubbio
Iscritto: 12/5/2006
Da: Turenum (BA)
Inviati: 72
 Re: Lo sport che uccide
E non dimentichiamoci che alcuni sportivi lo fanno consapevolmente accettandone i rischi mentre altri non conoscono assolutamente gli effetti a lungo termine delle sostanze che prendono!!! Ancora una volta gli interessi economici vengono anteposti alla salute! Questo dovrebbe essere considerato un vero e proprio reato, fra i più gravi! Tali pratiche devono essere assolutamente sanzionate! Non vanno puniti i giocatori che si dopano o le società con una multarella: vanno totalmente azzerate! Se anche un solo ciclista, calciatore, sciatore di una squadra o società vengano scoperti positivi all'antidoping andrebbero immediatamente radiati e le rispettive società "distrutte" per usare un eufemismo. E i dirigenti, medici, direttori sportivi delle stesse dovrebbero pagarla cara. Non si può schermirsi sempre con la solita solfa "era un'iniziativa personale"...quello alla salute è un diritto inalienabile e ci voglione serie regolamentazioni che pongano fine al suo eradicamento per fini economici!

A volte e meglio stare zitti e dare l'impressione di essere stupidi, che parlare e togliere ogni dubbio
Tor
Inviato: 16/6/2006 9:47  Aggiornato: 16/6/2006 9:47
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/10/2005
Da: Gran burrone
Inviati: 129
 Re: Lo sport che uccide
La cosa che più mi fà schifo è che sia la televisione a decidere se condannare o meno una persona che fà uso di queste sostanze.....

Mi ricordo benissimo la vicenda del grande Pantani, le televisioni hanno fatto di tutto per farlo affogare nella merda e sputtanarlo in tutte le maniere.
Poi quando è morto da solo come un cane...., gli stessi "AVVOLTOI" che l' hanno condannato erano lì a montare filmati strappalacrime per ricordare la vita del loro "campione".....

Ce ne fosse stato UNO, e dico "UNO" di questi sciacalli che avesse detto qualcosa che ci portasse alla vera radice del problema!!!

....quì stà il punto secondo me: non ci vogliono far capire il perchè e il percome succedono certe cose.
Potrebbero mostrarci cosa c'è nel vaso di pandora, ma si limitano a farcelo vedere per bene dall' esterno.....

Per fortuna i giornalisti non sono tutti così, ma quelli buoni bisogna andarseli a cercare lontano dalla TV.


"Non puoi chiuderti in una stanza buia e affermare che il sole non esiste solo perchè non vuoi aprire la porta e guardare fuori..."
vernavideo
Inviato: 16/6/2006 9:51  Aggiornato: 16/6/2006 9:51
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/3/2006
Da: Lussemburgo
Inviati: 1200
 Re: Lo sport che uccide
Non credo che Maurizio volesse pronunciare una prece per ronaldo (o pantani), ma solo denunciare che ormai il calcio non e' uno sport, ma semplicemente un business, che in proprio virtu' della sua popolarita', puo permettersi comportamenti anti-etici alla luce del sole.
E lo stesso per tutti quegli sport che vivono di sponsor e diritti televisivi

Se vi piace il calcio...giocatelo
(e tifate per il ghana!)

Ciao,
Stefano

Ogni critica circostanziata e tecnicamente pertinente sarà utile a tutti per capire meglio i termini della questione
Abulafia
Inviato: 16/6/2006 10:00  Aggiornato: 16/6/2006 10:00
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/11/2005
Da:
Inviati: 1612
 Re: Lo sport che uccide
Il vortice che sta viziando questo sport, e a ruota tutti quelli che guadagnano visibilità, è il risultato del contributo di molti attori, non esclusi quelli che ne sono vittima.

C'è a mio parere la curiosa opinione che il destino abbia nelle nostre vite una parte maggiore di quanto avvenga invece in realtà: nella stragrande maggioranza dei casi accade nient'altro se non ciò che abbiamo voluto e cercato giorno per giorno con le nostre azioni.

Azione - reazione.
Il fatto che poi questa semplice regola sia spesso ignorata non può sollevare l'ignorante da alcuna colpa: semmai lo rende più misero. Tra stupidità e cattiveria non saprei proprio cosa dire peggio.

...Ars adeo latet arte sua...
Santro
Inviato: 16/6/2006 10:11  Aggiornato: 16/6/2006 10:11
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/11/2005
Da:
Inviati: 748
 Re: Lo sport che uccide
Che bello sarebbe il calcio se il suo significato fosse ancora "giocare a pallone".....
Ronaldo sarà anche miliardario ma non è che per questo non mi faccia pena...



UncasO; bellissima la citazione di B. Russell....... persino meglio della mia!

ETERNAL SALVATION
(or triple your money back)
PikeBishop
Inviato: 16/6/2006 11:15  Aggiornato: 16/6/2006 11:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Lo sport che uccide
Tornato alle funzioni vitali dopo l'ibernazione scopro che la tempesta continua.....

Non e' SPAM e' Jambonet, ed e' un prodotto sano, italiano ed un modo per liberare il cretino che c'e' in me:

Laggiù nel Montana tra mandrie e cow-boys/c'è sempre qualcuno di troppo tra noi/Black Jack va dicendo che troverà il modo/di farmi sembrare un bel colabrodo/per' se a provarci un bel dì lo costringo/vedremo chi cola, parola di Gringo//Dal più antipatico dei suoi brutti grugni/m'ha fatto sfidare a un incontro di pugni/e per ricevuta quel grugno demente/con mezza percossa rispedisco al mittente/ed ora a noi due sporco fiore del fingo/eh sarebbe 'del fango' ma è per far rima con Gringo//In piazza in attesa c'è tutto il villaggio/la Dolly è tremante e le faccio coraggio/saliamo sul ring ed inizia il gran ballo/ma Black ha per pugno un ferron di cavallo/così che di un metro all'ingiù mi restringo/ma adesso gli faccio vedere chi è Gringo//Lo invito alla carica lui parte in seconda/mi scanso e le corde facendo da fionda/ti fanno volare quel grosso salame/a testa all'ingiù in un bidon di catrame/così che ora sembra un nativo del Chingo/ ehm Congo, mannaggia la rima con Gringo//E adesso siam giunti alla resa dei conti/siam fermi di fronte immobili e pronti/qualcuno di noi deve fare trasloco/sarà mezzogiorno, mezzogiorno di cuoco/e vedendo la carne Montana che stringo/alé, vengon tutti a mangiare con Gringo//Mangiate Montana, è carne ben scelta, così, in gelatina, è pratica, svelta, il tipo normale o esportazione, in casa, all'aperto, in ogni occasione. C'è poi Jambonet che puoi fare a fette, comunque le mangi son sempre perfette. Così nutriente, appetibile, sana, è carne ben scelta, è carne Montana.

GRINGO!!!

Si, hai ragione, e' inutile che tu infierisca, che vuoi che ti dica, Carlito, avevi ragione tu, a questi qui i Voladores gli mangiano i piedi e loro stanno li a parlare di calciocapperate.......

Beam me up, Scotty!

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
PikeBishop
Inviato: 16/6/2006 11:18  Aggiornato: 16/6/2006 11:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Lo sport che uccide
Si, lo so, con Jambonet ve l'ho fatto a fette.......chiedo perdono e mi tolgo dai maroni.......vado a produrre 55 litri di birra Strong Pale Ale che potro' bere fra 14 giorni. Uno sport salutare ed affascinante. Ma l'alcol sara' una droga?

Non spaccio, ma se qualcuno insiste.......

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
Satirus
Inviato: 16/6/2006 12:29  Aggiornato: 16/6/2006 12:29
Mi sento vacillare
Iscritto: 24/4/2006
Da: Luogocomune
Inviati: 511
 Re: Lo sport che uccide

cherubino
Inviato: 16/6/2006 12:32  Aggiornato: 16/6/2006 12:32
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: Lo sport che uccide
1) PER MAX_PIANO
Citazione:
la creatina è una proteina normalissima ( si trova anche nella carne di manzo ) e viene assunta come integratore nelle palestre, dai ciclisti oppure come in questo caso dai calciatori (ora la troviamo praticamente anche nei biscotti !). L'utilità è quella di "pompare" acqua nei muscoli e dovrebbe migliorare la resa, il recupero e la crescita.


più precisamente la creatina, sotto forma di creatinafosfato CP (che si produce nel muscolo a riposo) funge da riserva di radicali energetici nel muscolo in attività (CP + ADP ----> C + ATP)
in modo che il pool di ATP venga ad essere consumato più lentamente e il muscolo abbia a disposizione energia per un tempo più lungo.
è prodotta a livello endogeno ma viene anche introdotta con la dieta carnea. l'unico effetto secondario dimostrato è l'aumento di peso corporeo.

2) Quoto Salistrari: Citazione:
che sta uccidendo lo spirito di ogni sport seguito da un vasto pubblico (adesso penso toccherà al Rugby...).


3) sport..... : tutto ciò che non è connesso al business e al profitto economico (es. fare una cosa per sport")

4) ricordiamo tutti i campioni di Wrestling (ultimo il grande Eddie Guerrero) che non muoiono per i calci i pugni le cadute da 10 metri i traumi cranici le commozioni cerebrali, ma per arresto cardiaco, nella loro stanza di hotel mentre guardano la TV.

Max_Piano
Inviato: 16/6/2006 12:40  Aggiornato: 16/6/2006 12:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 10/12/2005
Da:
Inviati: 3666
 Re: Lo sport che uccide
Citazione:
è prodotta a livello endogeno ma viene anche introdotta con la dieta carnea. l'unico effetto secondario dimostrato è l'aumento di peso corporeo.


Vedo che sei preparato !

In parole povere : pompi acqua nei muscoli !
Anche perchè aumenti di peso corporeo così veloci non possono che provenire da ritenzione idrica ( nel BB la creatina è sconsigliatissima nei periodi di "definizione" )

pseudoTale
Inviato: 16/6/2006 13:23  Aggiornato: 16/6/2006 13:23
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/5/2006
Da:
Inviati: 451
 Re: Lo sport che uccide
Paxtibi scrive:
gli "sportivi" che si dopano lo fanno a loro rischio e pericolo e per guadagnare di più, nessuno vi obbliga a seguire lo sport professionistico, e ci sono drogati che muoiono dimenticati ad ogni angolo di strada, probabilmente tutti uomini potenzialmente di maggior valore rispetto ai vari Buffoni e Canninmano che vestono la divisa azzurra.
Ergo: ma di che cavolo state parlando?

faccio rispettosamente notare che questo modo di ragionare sta all'articolo di Ceraudo come Taradash sta a Giulietto Chiesa, durante Matrix.

cheffai, Pax, quando l'argomento non è di tuo gradimento... debunki???

Peo
Inviato: 16/6/2006 13:38  Aggiornato: 16/6/2006 13:38
So tutto
Iscritto: 13/6/2006
Da: Napoli
Inviati: 17
 Re: Lo sport che uccide
Fu davvero triste la presenza di Ronaldo in quella finale. La prova inconfutabile dello "SHOW MUST GO ON".
che ne dite della partita ITALIA - USA????
una gara da campionato mondiale o un'amichevole tra il grande colosso della menzonga e il suo umile servo??

ciao

Impossibile non è un fatto, è solo un'opinione
cherubino
Inviato: 16/6/2006 13:40  Aggiornato: 16/6/2006 13:40
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: Lo sport che uccide
Citazione:
In parole povere : pompi acqua nei muscoli !


certo, è assolutamente così. Gli effetti osmotici sono preponderanti (vedi attacchi diarroici dovuti a creatina non assorbita).
Ma si badi che per ritenzione idrica propriamente detta intendiamo quella interstiziale, non quella muscolare.
fraternamente

Paxtibi
Inviato: 16/6/2006 13:54  Aggiornato: 16/6/2006 13:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Lo sport che uccide
faccio rispettosamente notare che questo modo di ragionare sta all'articolo di Ceraudo come Taradash sta a Giulietto Chiesa, durante Matrix.

Opinione tua personale che reputo completamente sballata.

Evidentemente non hai nemmeno capito quello che ho scritto.

A proposito: ovviamente la causa di tutti i problemi è il profitto, non l'imbecillità di professionisti strapagati ben felici di rovinarsi il futuro pur di poter girare in Porsche nel presente con al fianco veline e letterine varie, non la coglioneria di chi continua a spendere migliaia di euro per vederli giocare dal vivo o in tv, no, la colpa è del profitto, mi raccomando!

Se tutti sono ben coscienti e felici di fare la loro parte in questo circo, dove sta il problema? Non vi piace più?

E non seguitelo allora!

hi-speed
Inviato: 16/6/2006 14:22  Aggiornato: 16/6/2006 14:22
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/12/2004
Da: preda lunga
Inviati: 3211
 Re: Lo sport che uccide
A proposito di ciclisti e doping

E' vecchia ma molti non l'hanno letta. Mah

Hi-speed
PS: non ho ancora visto una partita dei mondiali

Cosa Sta Succedendo? Madre, madre Ci sono troppi di voi che piangono Fratello, fratello, fratello Ci sono troppi di voi che stanno morendo Sai che dobbiamo trovare una maniera Per portare un pò di amore qui oggi
Wintermute
Inviato: 16/6/2006 16:02  Aggiornato: 16/6/2006 16:02
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/1/2006
Da: aree riservate e protette
Inviati: 1096
 Re: Lo sport che uccide
Paxtibi, probabilmente in questo collasso interdimensionale della Barriera abbiamo la stessa frequenza di Fase Quantica ( anche se non siamo lo stesso gatto... ) !

Effettivamente dev'esserci una qualche oscillazione residua da qualche parte (nell'Albero degli Eventi)...

eppure l'indirizzo è giusto, questo è proprio LuogoComune !


cmq il calcio ("pubblico", non il gioco!) è da un pò di tempo che mi fa letteralmente skifo:
una volta c'era solo la domenica ("e vabbè, teniamocelo, per 'na volta alla settimana") poi hanno iniziato a farlo anche al sabato ("e vabbè, finchè son solo gli anticipi"") poi anche il venerdì e il mercoledì...ora lo fanno tutti i santi giorni.
e perchè?
forse per qualche impedimento dei giocatori, degli arbitri o chèssoio?

no, solamente per
i diritti TV delle trasmissioni !!!

mi fa una nausea anche solo sentir parlare di calcio.
tanto più che deriva dal periodo fascista

il calcio è utilizzato dai potenti per distrarre le masse (panem et circensis, appunto, in qualunque modo si scrivi), per non farci preoccupare del macello che stanno facendo a questo povero pianeta (se volessero abiteremmo tutti in un vero paradiso! sarà un'utopia ma è proprio così...) e per fornire modelli e principi ai giovani, che se una volta erano la Lealtà e il Gioco Di Squadra oggi sono diventati il "fatti furbo", il barare (negando anche l'evidenza), il pensare a se stessi mettendosi al centro dell'attenzione (Vip style: veline, la macchinona, le feste, etc... tutte cose egocentriche).

Una volta i ragazzini volevano diventare Astronauti, da grandi (me compreso...anzi, io diventerò astronauta, un giorno è una promessa!)
Ora vogliono diventare Calciatori...

bha....

ed ora scusate, ho degli ammortizzatori inerziali
da riallineare, non vorrei finire male.

PS: satirus, meno male che ci sei tu a rallegrarci! Continua così!

Salvo il mondo...
ma con quale estensione?
pseudoTale
Inviato: 17/6/2006 0:04  Aggiornato: 17/6/2006 0:04
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/5/2006
Da:
Inviati: 451
 Re: Lo sport che uccide
Paxtibi scrive: "Evidentemente non hai nemmeno capito quello che ho scritto".

Oppure l'ho capito e lo reputo completamente sballato.

impossibile?

Paxtibi
Inviato: 17/6/2006 0:14  Aggiornato: 17/6/2006 0:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Lo sport che uccide
Oppure l'ho capito e lo reputo completamente sballato.

Possibilissimo.

Bimbodeoro
Inviato: 17/6/2006 1:03  Aggiornato: 17/6/2006 1:03
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/6/2006
Da: Amicoland
Inviati: 388
 Re: Lo sport che uccide
Essendo gli sponsor i colpevoli indiscussi di queste situazioni, chissà se sono loro a decidere chi vince il mondiale, magari se la giocano a scopa, o a bimbumbalegiù.

"Non è il popolo che deve aver paura del proprio governo, ma è il governo che deve avere paura del proprio POPOLO."

"Sotto questa maschera non c'è solo carne, sotto questa maschera c'è un idea e le idee sono a prova di proiettile."
Paxtibi
Inviato: 17/6/2006 1:06  Aggiornato: 17/6/2006 1:06
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Lo sport che uccide
Essendo gli sponsor i colpevoli indiscussi di queste situazioni

Ah ecco, la colpa è degli sponsor, non si discute.

Degli sponsor e del profitto.

Come no.

pseudoTale
Inviato: 17/6/2006 9:08  Aggiornato: 17/6/2006 9:08
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/5/2006
Da:
Inviati: 451
 Re: Lo sport che uccide
no, pax, la colpa è di virus chiamati darwinismo sociale e neoliberismo che ormai dilagano in ogni singolo settore, ivi compreso il calcio.

è una forma mentis, o se preferisci un analfabetismo etico, che si applica ormai dappertutto e che impone l'idea, non so se più stupida o più disgustosa, che ricchezza e potere giustifichino ogni sorta di malefatta.

è per questo che reputo abbastanza peregrina la tua idea di reagire alle macroscopiche degenerazioni del Sistema calcio, semplicemente non parlandone e non seguendolo.
(applicheresti la stessa logica alla politica o all'11 settembre?)

non mi sembra una buona idea lasciare sempre i giocattoli più belli in mano ai bambini più furbi e più arroganti (moggi, galliani, blatter, tronchetti e compagnia cagando...).

ma che mollassero la presa loro, 'stemmerde, e ci restituissero il nostro balocco onanistico...

eccheccazzo!

pseudoTale
Inviato: 17/6/2006 9:22  Aggiornato: 17/6/2006 9:22
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/5/2006
Da:
Inviati: 451
 Re: Lo sport che uccide
e aggiungo, prevenendo la tua obiezione, che non sono tra quelli che operano una distinzione manichea tra società civile e classe dirigente.

mi è perfettamente chiaro che senza l'imbelle quiescenza e complicità della prima, la seconda non potrebbe essere così orrendamente inadeguata.

ma pensavo di aver capito che questo sito servisse a darsi una svegliata gli uni con gli altri mettendo un po' di dita su un po' di piaghe...

per me costanzo e moggi fanno parte del problema, eccome.
e allora perché puntar lo sguardo altrove?

bom, basta così.
che mi sono venuto a noia da solo.

ciao.

RedO
Inviato: 17/6/2006 9:33  Aggiornato: 17/6/2006 9:33
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/12/2005
Da: Giulianova
Inviati: 60
 Re: Lo sport che uccide
Oggi la maggior parte di automi si identifica con la vittoria della squadra e non con la squadra stessa. Questa distorsione creata dai media e da chi domina lo sport porta sempre più a dissociare lo sport dall'atleta.
Basti pensare che il gesto di un calciatore spesso viene giudicato stupido da chi magari non è capace di coorsinarsi per infilare i calzini stando in piedi.
La medicina per il virus sarebbe proprio quella inversa al disinteresse tanto invocato dai facili giudici: tornare ad appassionarsi, a seguire le giovanili e le piccole squadre... godersi ancora quello che una volta ci piaceva ed ancor oggi sul rettangolo verde si può vedere!
Buona Giornata

Linucs
Inviato: 17/6/2006 12:10  Aggiornato: 17/6/2006 12:10
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Lo sport che uccide
no, pax, la colpa è di virus chiamati darwinismo sociale e neoliberismo che ormai dilagano in ogni singolo settore, ivi compreso il calcio. è una forma mentis, o se preferisci un analfabetismo etico, che si applica ormai dappertutto e che impone l'idea, non so se più stupida o più disgustosa, che ricchezza e potere giustifichino ogni sorta di malefatta.

Buona questa. Dove l'hai letta?

Hai letto di quel progetto che propone di offrire la cittadinanza ai migranti, ma solo in cambio della loro partecipazione ai Giochi nel Colosseo in diretta mondiale su Sky? Ci sono anche i leoni rapiti in Africa dai ricchi latifondisti sudamericani in trasferta, dietro falsa promessa di una bistecca piena di ormoni. Solo che Legambiente ha fatto pressioni, quindi già sappiamo che vinceranno i leoni, in omaggio all'ecologia e alla Madre Terra. Foxman, dal canto suo, ha già spedito il suo campione per i Giochi, solo che grazie ad una apposita legge speciale potrà partecipare non con la consueta clava, bensì con un'arma automatica già collautata sulla testa di un ragazzino palestinese, ovviamente nel generale silenzio dei media, che però sono antisemiti.

Ah, il neoliberismo darwinista...

Paxtibi
Inviato: 17/6/2006 12:15  Aggiornato: 17/6/2006 12:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Lo sport che uccide
è per questo che reputo abbastanza peregrina la tua idea di reagire alle macroscopiche degenerazioni del Sistema calcio, semplicemente non parlandone e non seguendolo.
(applicheresti la stessa logica alla politica o all'11 settembre?)


Scusa la domanda, ma 11 settembre e calcio ti sembrano la stessa cosa? Forse devi regolare meglio il tuo sistema di valori interno.

per me costanzo e moggi fanno parte del problema, eccome.

Anche secondo me, e la soluzione è proprio non occuparsene.

non mi sembra una buona idea lasciare sempre i giocattoli più belli in mano ai bambini più furbi e più arroganti (moggi, galliani, blatter, tronchetti e compagnia cagando...).

Non so se te ne sei accorto, forse no, ma non è più tempo di giocare con le figurine.

ma che mollassero la presa loro, 'stemmerde, e ci restituissero il nostro balocco onanistico...

Incredibile: ci stanno portando al macello tutti assieme e c'è chi si lamenta che gli hanno rubato l'orsacchiotto.
________________________


"Pun... pun... appuntamento yes, appuntamento con Punt e Mes!"

(Nooooo!...)

Ashoka
Inviato: 17/6/2006 13:00  Aggiornato: 17/6/2006 13:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/7/2005
Da:
Inviati: 3660
 Re: Lo sport che uccide
Citazione:
no, pax, la colpa è di virus chiamati darwinismo sociale e neoliberismo che ormai dilagano in ogni singolo settore, ivi compreso il calcio.

è una forma mentis, o se preferisci un analfabetismo etico, che si applica ormai dappertutto e che impone l'idea, non so se più stupida o più disgustosa, che ricchezza e potere giustifichino ogni sorta di malefatta.


Quindi la colpa è dei troppi soldi che girano e della logica della vittoria ad ogni costo.

Citazione:
è per questo che reputo abbastanza peregrina la tua idea di reagire alle macroscopiche degenerazioni del Sistema calcio, semplicemente non parlandone e non seguendolo.


C'è doping nei campionati regionali di bocce in Piemonte? Se girano quelle cifre, nel calcio è perchè da una parte arrivano i diritti televisivi ed i finanziamenti degli sponsor, dall'altra perché lo Stato interviene per ripianare situazioni finanziare disastrate.

Ma perché i diritti televisivi sono così generosi?
Quanto durerebbe ad esempio Sky, senza nessun abbonamento x il calcio? Per quanto gli sponsor pagherebbero per non essere visti?
Per quanto le società potrebbero spendere milioni di euro per comprare giocatori quando gli stadi rimangono vuoti?
E se non vi fossero più trasferimenti da parte dello Stato alla FIGC quanto durerebbe questa situazione?

Citazione:
non mi sembra una buona idea lasciare sempre i giocattoli più belli in mano ai bambini più furbi e più arroganti (moggi, galliani, blatter, tronchetti e compagnia cagando...).


Però poi siam tutti davanti alla TV a guardare lo spettacolo, a far festa quando la squadra del cuore vince o quella odiata perde, a discutere al bar del rigore o del fuorigioco non fischiato.

Citazione:
ma che mollassero la presa loro, 'stemmerde, e ci restituissero il nostro balocco onanistico...


vivono dei “nostri soldi”. Quale sarà mai la soluzione?

Ashoka

Ashoka
Inviato: 17/6/2006 13:02  Aggiornato: 17/6/2006 13:02
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/7/2005
Da:
Inviati: 3660
 Re: Lo sport che uccide
Prendiamo ad esempio uno sport a caso: il ciclismo. A e B sono due ciclisti ed A è più forte di B. B però sa che se prende la flebo magica andrà sicuramente più forte di A. A sa che se non prende la flebo verrà battuto da B e quindi la prende anche lui. Risultato: la gerarchia di valori non cambia.

Possiamo allora dichiarare la flebo illegale, bastonarne alcuni ogni tanto e far finta che tutti gli altri siano puliti. In questo caso ogni volta medici e ciclisti beccati saranno indicati come “mele marce”, con onta e vergogna per loro e quando un ciclista inizia a vincere troppe corse di seguito la logica del sospetto la farà da padrone.

Ma la domanda è: c'è qualcuno che non fa uso di doping?

L'incentivo sarà quello di non farsi beccare non di rimanere puliti. Nel secondo caso, infatti, qualsiasi altro ciclista che non sia stato beccato andrà più forte di te e quindi non vinceresti comunque mai mentre nel primo hai sempre la speranza di essere tu quello ad andare più forte o che vengano beccati quelli che ti sono arrivati davanti.

Per chi produce queste sostanze quindi l'obiettivo sarà di renderle non rintracciabili, magari aggiungendo qualche altra porcheria ulteriore....

Immaginiamo ora invece di rendere il doping “legale”, informando per bene tutti, dai ciclisti agli spettatori a casa, quali sono i prodotti usati maggiormente, quali sono le implicazioni per la salute, e tc. Etc.

Che cosa accadrà?

Ashoka

Max_Piano
Inviato: 17/6/2006 13:08  Aggiornato: 17/6/2006 13:08
Sono certo di non sapere
Iscritto: 10/12/2005
Da:
Inviati: 3666
 Re: Lo sport che uccide
Citazione:
Immaginiamo ora invece di rendere il doping “legale”, informando per bene tutti, dai ciclisti agli spettatori a casa, quali sono i prodotti usati maggiormente, quali sono le implicazioni per la salute, e tc. Etc.

Che cosa accadrà?


Fammi indovinare :

iniziano a doparsi anche le casalinghe ?

Ashoka
Inviato: 17/6/2006 13:16  Aggiornato: 17/6/2006 13:16
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/7/2005
Da:
Inviati: 3660
 Re: Lo sport che uccide
Citazione:
Fammi indovinare :

iniziano a doparsi anche le casalinghe ?


Per adesso hanno iniziato a doparsi i cicloamatori per fare il proprio record personale nello scalare il Mortirolo piuttosto che il Pordoi o lo Stelvio...

Smettere di seguire il ciclismo (o qualsiasi altro sport) perché si usano certe sostanze e fare quindi mancare i soldi, la visibilità (e quindi gli sponsor), etc. non è mai un'opzione?

Non ti farebbe schifo sentire che tizio ha usato il prodotto X mentre caio viene fornito da quello Y, mentre oggi senti soltanto dire che sono tutti puliti e sono soltanto casi isolati a far uso di quei prodotti?

Ashoka

Paxtibi
Inviato: 17/6/2006 13:19  Aggiornato: 17/6/2006 13:19
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Lo sport che uccide
iniziano a doparsi anche le casalinghe ?

Lo fanno già!


Linucs
Inviato: 17/6/2006 13:37  Aggiornato: 17/6/2006 13:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Lo sport che uccide
iniziano a doparsi anche le casalinghe ?

Quindi, liberalizzando la droga, le casalinghe finiranno tutte a San Patrignano?

Max_Piano
Inviato: 17/6/2006 14:09  Aggiornato: 17/6/2006 14:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 10/12/2005
Da:
Inviati: 3666
 Re: Lo sport che uccide
Citazione:
Non ti farebbe schifo sentire che tizio ha usato il prodotto X mentre caio viene fornito da quello Y, mentre oggi senti soltanto dire che sono tutti puliti e sono soltanto casi isolati a far uso di quei prodotti?


Bene : così con i testimonial sarà più facile scegliere l'anabolizzante o l'ormone migliore !
Purtroppo non è detto che il prodotto usato sia DAVVERO quello pubblicizzato dall'atleta ( il quale così facendo potrà arricchirsi ulteriormente ... e in modo LEGALE !).

Basti pensare al ricchissimo mercato degli integratori sportivi, sponsorizzati da personaggi le cui performance non sono certo dovute solo all'uso di tali prodotti !

Max_Piano
Inviato: 17/6/2006 14:10  Aggiornato: 17/6/2006 14:10
Sono certo di non sapere
Iscritto: 10/12/2005
Da:
Inviati: 3666
 Re: Lo sport che uccide
Citazione:
Quindi, liberalizzando la droga, le casalinghe finiranno tutte a San Patrignano?


Sai che risate ?

pseudoTale
Inviato: 17/6/2006 17:43  Aggiornato: 17/6/2006 17:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/5/2006
Da:
Inviati: 451
 Re: Lo sport che uccide
accidempoli!

torno or ora da judo e scopro di essere stato duramente canzonato da quei due monelli di Pax e Linucs che , lungi dal ribattere i miei bei ragionamenti (che tanta fatica mi sono costati), cercano di convincermi della mia pochezza umana.

amichevoli amici, in verità in verità vi dico: non ve n'era alcun bisogno.
poche cose, in effetti, mi risultano altrettanto chiare e lampanti.

un affettuoso abbraccio cadauno.

ps
I TOPI NON AVEVANO NIPOTI
buffissima frase palindroma che si legge uguale da sinistra a destra e viceversa.
è un altro esempio di qualcosa che ho sicuramente letto da qualche parte, ma non ricordo dove.

Max_Piano
Inviato: 17/6/2006 17:53  Aggiornato: 17/6/2006 17:53
Sono certo di non sapere
Iscritto: 10/12/2005
Da:
Inviati: 3666
 Re: Lo sport che uccide
Citazione:
I TOPI NON AVEVANO NIPOTI


vero!

un'altra frase che si può leggere da destra a sinistra e viceversa è

AI LATI D'ITALIA

( dove appunto stanno la destra e la sinistra )


fiammifero
Inviato: 17/6/2006 17:59  Aggiornato: 17/6/2006 17:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/2/2005
Da: ROMA
Inviati: 5691
 Re: Lo sport che uccide
Citazione:
iniziano a doparsi anche le casalinghe ?


Vi siete mai chiesti come fanno a rifare tutti i giorni i letti,fare la lavatrice,stemdere i panni,stirare,passare l'aspirapolvere,lavare per terra,spolverare,fare la spesa,cucinare per il pranzo e per la cena,andare alla posta e fare la fila per pagare le bollette,accudire i figli,portarli a sport,e poi la sera essere tutte pimpanti entreneuse e geishe quando il maritino torna a casa stanco per un solo lavoro fatto?

Doping casalingo= amore,responsabilità,millenni di costrizioni e ricatti sublimali ?

Citazione:
le cose di cui ci sentiamo assolutamente certi non sono mai vere (Oscar Wilde)
Paxtibi
Inviato: 17/6/2006 18:02  Aggiornato: 17/6/2006 18:02
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Lo sport che uccide
lungi dal ribattere i miei bei ragionamenti (che tanta fatica mi sono costati)

In realtà io mi sono sprecato persino a fare il copiaincolla, dei tuoi "bei ragionamenti", e li ho pure editati per controbattere meglio, ma vedo che non hai interesse al confronto e preferisci fare la vittima.

Ok, come vuoi: sono taaanto cattivo.

Max_Piano
Inviato: 17/6/2006 18:12  Aggiornato: 17/6/2006 18:12
Sono certo di non sapere
Iscritto: 10/12/2005
Da:
Inviati: 3666
 Re: Lo sport che uccide
eheh !!! Mi scuso con le casalinghe !

A parte gli skerzi : la mia era una battuta riguardo al fatto che qui si discute del doping a livello professionistico ma non si tiene in conto che le vere vittime sono tutti quei ragazzi che si dopano nella palestre ( e non solo ) e che evidentemente non godono del supporto di una equipe medica.

E' un fenomeno sempre più diffuso che non mi sembra il caso di "incentivare" normalizzandone la pratica !

Insomma : il problema del doping non è che fa male, è che funziona !

pseudoTale
Inviato: 17/6/2006 18:17  Aggiornato: 17/6/2006 18:17
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/5/2006
Da:
Inviati: 451
 Re: Lo sport che uccide
domanda retorica di Ashoka: vivono dei “nostri soldi”. Quale sarà mai la soluzione?

capisco il punto.
io personalmente non do soldi al Sistema Calcio dall'ultima volta che sono andato a San Siro e mi sembra che in porta ci fosse ancora Bordon...
detto questo, continuo a non capire lo schema mentale, sinistramente "Lippiano", secondo il quale se ti piace il calcio devi accettarlo così com'è o smettere di guardarlo e di parlarne.

non è meglio che un po' di "massa critica" rimanga a presidio del fortino anziché abbandonare sempre tutto al saccheggio dei Predoni, in nome di una logica vagamente pilatesca?
non è possibile che uno ami il calcio e proprio per questo detesti e denunci chi ne fa un uso politico e/o criminale?

NO!
se parli di calcio, sei schiavo del sistema, hai la struttura mentale di un 7enne e ti meriti Bush alla Casa Bianca.
FINE DELLE TRASMISSIONI!

ripeto: la trovo una posizione un po' ottusa... ma me ne farò una ragione.

Paxtibi
Inviato: 17/6/2006 18:31  Aggiornato: 17/6/2006 18:31
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Lo sport che uccide
PseudoTale, vedo che alla fine hai deciso di entrare nel merito: bene.

detto questo, continuo a non capire lo schema mentale, sinistramente "Lippiano", secondo il quale se ti piace il calcio devi accettarlo così com'è o smettere di guardarlo e di parlarne.

Dimentichi un particolare: non "il calcio", ma "questo" calcio, il calcio professionistico e mediatico.
Chi ti impedisce di giocare a calcetto con gli amici, o di seguire campionati di dilettanti?
Il calcio non è bello se non ci sono le star?

non è meglio che un po' di "massa critica" rimanga a presidio del fortino anziché abbandonare sempre tutto al saccheggio dei Predoni, in nome di una logica vagamente pilatesca?

Dimentichi un secondo particolare: le star non sono certo obbligate con la forza a vendersi ai "predoni", né i tifosi a sostenere economicamente il sistema.

pseudoTale
Inviato: 17/6/2006 18:32  Aggiornato: 17/6/2006 18:32
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/5/2006
Da:
Inviati: 451
 Re: Lo sport che uccide
dai pax, non facevo la vittima... facevo un po' il cretinetti...

la realtà è che le posizioni radicalmente rigorose come le tue mi sortiscono sempre un duplice effetto: mi affascinano e mi fanno incazzare.
ed è questo il motivo per cui cerco sempre i confronti (che mi interessano eccome) con i portatori sani di codesto pensiero corsaro.

però mi rifiuto di credere che tu non capisca cosa intendo dire quando parlo di bambini, balocchi e orsacchiotti vari.

e allora ne concludo che quello non interessato al confronto sei tu e la butto un po' in vacca anch'io...

cos'altro potrei risponderti
se non che effettivamente hai ragione...
quello che è successo l'11 settembre
è un po' più grave
del gol annullato a Turone!

Paxtibi
Inviato: 17/6/2006 18:42  Aggiornato: 17/6/2006 18:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Lo sport che uccide
la realtà è che le posizioni radicalmente rigorose come le tue mi sortiscono sempre un duplice effetto: mi affascinano e mi fanno incazzare.

Quindi funziona.

Per mettere in moto un motore c'è sempre bisogno di una scintilla.

però mi rifiuto di credere che tu non capisca cosa intendo dire quando parlo di bambini, balocchi e orsacchiotti vari.

I bambini cattivi sono arrivati e ci hanno fregato il pallone, e ci giocano solo loro, e l'hanno tutto rovinato.
Perché insistere a volerlo indietro quando ci sono tutti i palloni del mondo?

pseudoTale
Inviato: 17/6/2006 18:43  Aggiornato: 17/6/2006 18:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/5/2006
Da:
Inviati: 451
 Re: Lo sport che uccide
pax, non semplificare così orrendamente!

va da sè che gioco a calcio con gli amichetti.
però, credimi: se sei appassionato a questo gioco, vedere giocare Ronaldo, Zidane o Maradona è un filo più interessante che vedere giocare me.

però mi sembra evidente che NON sei appassionato a questo gioco e che quindi rifiuterai alla radice quest'impostazione.

e torniamo da dove siam partiti: mi dai del pirla perché mi piace il gioco del pallone e mi fa girare i maroni vederlo ridotto così.

rispetto al fatto che nessuno è costretto a vendersi ai predoni ti cito un vecchio adagio anarchico: "non è importante come guadagni i soldi, l'importante è come li spendi".

se ti offrissero 1 miliardo all'anno per fare i tuoi fumetti né più né meno come vuoi e come sai farli tu... rifiuteresti?
e in questo caso, 9 volte su 10, stiamo parlando di gente che non credo parta dal tuo livello di istruzione o dalla tua capacità critica...
son cose di cui devi tener conto.
o no?

pseudoTale
Inviato: 17/6/2006 18:44  Aggiornato: 17/6/2006 18:44
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/5/2006
Da:
Inviati: 451
 Re: Lo sport che uccide
pax!
siamo fuori sincro!

mannaggia a li pescetti...

Paxtibi
Inviato: 17/6/2006 18:53  Aggiornato: 17/6/2006 18:53
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Lo sport che uccide
però mi sembra evidente che NON sei appassionato a questo gioco e che quindi rifiuterai alla radice quest'impostazione.

Sbagliato! Il calcio è il mio sport preferito.

vedere giocare Ronaldo, Zidane o Maradona è un filo più interessante che vedere giocare me.

Probabilmente. Ma se loro preferiscono giocare per il circo miliardario, ti dovrai adeguare. Non si può sempre avere la botte piena e la moglie ubriaca.

se ti offrissero 1 miliardo all'anno per fare i tuoi fumetti né più né meno come vuoi e come sai farli tu... rifiuteresti?
e in questo caso, 9 volte su 10, stiamo parlando di gente che non credo parta dal tuo livello di istruzione o dalla tua capacità critica...


Intanto, se mi offrissero 1 miliardo l'anno per fare quello che piace a me capirei subito che c'è sotto qualcosa (), nonostante la mia istruzione che è più o meno quella del calciatore medio.
In ogni caso bisogna essere deficienti per non capire cosa ti mettono nella flebo.

Linucs
Inviato: 17/6/2006 18:55  Aggiornato: 17/6/2006 18:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Lo sport che uccide
Vi siete mai chiesti come fanno a rifare tutti i giorni i letti,fare la lavatrice,stemdere i panni,stirare,passare l'aspirapolvere,lavare per terra,spolverare,fare la spesa,cucinare per il pranzo e per la cena,andare alla posta e fare la fila per pagare le bollette,accudire i figli,portarli a sport,e poi la sera essere tutte pimpanti entreneuse e geishe quando il maritino torna a casa stanco per un solo lavoro fatto?

Che bastardo! Un solo lavoro! Scommetto che l'hanno pure pagato. Ma che schifo.


fiammifero
Inviato: 17/6/2006 19:05  Aggiornato: 17/6/2006 19:06
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/2/2005
Da: ROMA
Inviati: 5691
 Re: Lo sport che uccide
Linucs per farti continuare a ridere ti dirò che quello da me citato è solo il lavoro della casalinga a tempo pieno,e a gratis,senza parlare quando la donna lavora full time come ho fatto io per pagarmi il mutuo
Prima di rispondermi ,parla con la tua mamma

Citazione:
le cose di cui ci sentiamo assolutamente certi non sono mai vere (Oscar Wilde)
pseudoTale
Inviato: 17/6/2006 19:07  Aggiornato: 17/6/2006 19:07
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/5/2006
Da:
Inviati: 451
 Re: Lo sport che uccide
effettivamente credo che nella flebo di Platini nessuno ci abbia mai messo dentro niente!

è per questo che dico che fa tutto parte dello stesso problema!!!

qui non stavamo parlando del calcio come al Bar Sport.
discutevamo - a mio parere- di un aspetto specifico della cancrena che innerva quasi tutti i settori del vivere sociale, professionale, politico e sportivo e che impedisce alla gente di venir su con uno straccio di strumento critico di decodificazione della realtà circostante.

è per questo che, diversamente da te, non mi stupiva particolarmente leggere un post sul caso umano di Ronaldo su LC.
ed è per questo che mi dava un po' fastidio che tu e quell'altro Pike prendeste tutti per il culo, facendo i di più e dandovi vicendevolmente di gomito.

per il momento passo e chiudo.

devo andare, si sta facendo tardi...

ehmm... non ti dico per che cosa si sta facendo tardi... sennò ti incazzi come un puma

è stato un piacere "accapigliarsi" un po' con te...

alla prossima!

Linucs
Inviato: 17/6/2006 19:58  Aggiornato: 17/6/2006 19:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Lo sport che uccide
Linucs per farti continuare a ridere ti dirò che quello da me citato è solo il lavoro della casalinga a tempo pieno,e a gratis,senza parlare quando la donna lavora full time come ho fatto io per pagarmi il mutuo

Che importa? Dovresti comunque sentirti in colpa pensando agli abitanti della Badombia, altro che storie!



Prima di rispondermi ,parla con la tua mamma

Ci potrei provare, ma sul pianerottolo ci sono due arabi incazzatissimi che litigano per qualche futile motivo, quindi non riusciamo a sentirci. Però sguazziamo nella diversità.

A proposito, secondo voi cosa vorrà mai dire ABDALLAHALLAMBDALLAH, pronunciato brandendo un bastone con aria decisa?

(boh?)

Penso che uno sia volato dalle scale, vado a controllare se si è liberato un appartamento.

Ah, la vecchia Europa...


Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA