Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


chiesa e religione : Così parlò Santaruina
Inviato da Redazione il 16/6/2007 3:50:00 (13669 letture)

Ieri mattina Carlo Brevi (per noi Santaruina) ha partecipato alla trasmissione di Rai Utile dedicata alla Massoneria.

La discussione, corretta e pacata, è stata a tratti interessante, e può anche aver fornito al pubblico meno esperto in materia alcuni “sprazzi” utili ad inquadrare in qualche modo la questione generale, mentre ha sicuramente fornito ai più esperti degli “sprazzi” in senso opposto: parlare di Massoneria dall’interno di un paese profondamente cattolico come il nostro significa partire già da certi presupposti che possono anche non essere corretti.

Non solo la professoressa de La Sapienza, che “da 30 anni studia la Massoneria”, è riuscita a sconcertare il conduttore al punto da fargli prendere un “cazziatone” dalla regia, ma lo stesso conduttore ha esordito con una frase che la dice lunga sulla angolazione – palesemente, profondamente, inconsciamente cattolica - con cui viene recepita nel nostro paese la tradizione esoterico-massonica: “Papa Woytila e il Cardinale Ratzinger – ha detto all’inizio Andrea Piersanti - hanno scritto nel 1983 che i principi della Massoneria sono considerati inconciliabili con la dottrina della Chiesa. Ecco, che bisogno abbiamo oggi in Italia della Massoneria?”

Perchè non fare invece un giorno una bella trasmissione in cui si discuta, ad esempio, “che bisogno abbiamo oggi in Italia della Chiesa cattolica?" Ma questa è una domanda che, evidentemente, non viene in mente a nessuno.

Non a caso Carlo Brevi, cristiano ma non cattolico ...

... (e nemmeno protestante, sia chiaro) è stato l’unico a presentare gli argomenti da un punto di vista “esterno” rispetto all’infinita diatriba fra Massoneria e Chiesa di Roma.

M.M.

Quello che segue è l’estratto dei suoi interventi. Qui invece potete vedere l’intera puntata. (Grazie a Pier69 per aver fornito la registrazione)



Di Carlo Brevi vedi anche:

Massoneria (Scheda storica)

La Chiesa greco-ortodossa (Scheda storica)

Verso il Governo Mondiale. Il volto oscuro delle Nazioni Unite (Forum)

Voto: 9.00 (2 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
tommasso
Inviato: 16/6/2007 9:30  Aggiornato: 16/6/2007 9:30
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/5/2006
Da: ZENA
Inviati: 722
 Re: Così parlò Santaruina
quindi stanno qui a spiarci?

salud!

"I nostri nemici sono creativi e pieni di risorse, e lo siamo anche noi. Loro non smettono mai di pensare a nuovi modi per danneggiare il nostro paese e la nostra gente, e nemmeno noi." 5 agosto 2004 G.W.Bush
Krya
Inviato: 16/6/2007 10:39  Aggiornato: 16/6/2007 10:39
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/8/2005
Da: Toscana
Inviati: 438
 Re: Così parlò Santaruina
Dica 33, anche questo è un difetto di comunicazione.

Un saluto Santa.

Riccardo

Ci sono crimini peggiori del bruciare libri, uno di questi è non leggerli. (brodsky)
Dorian
Inviato: 16/6/2007 10:47  Aggiornato: 16/6/2007 10:47
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/1/2007
Da:
Inviati: 1275
 Re: Così parlò Santaruina
Uno dei luoghi-comuni più diffusi, circa la massoneria, è che essa sia una organizzazione basata su principi "laici".
Quindi è stato interessante l'intervento di Santaruina.

A proposito dell'origine del nome Lucifero wikipedia riporta questa interpretazione:

Lucifero è il nome con cui si identifica Satana. Il termine significa "portatore di luce" derivando dal latino lux ("luce") e ferre ("portare") e in origine indicava la "stella del mattino" (Lucifero, ovvero il pianeta Venere).
Il termine deriva dalla Patristica (Girolamo, Tertulliano, Gregorio Magno) che lo desunse da un passo di Isaia (14,12) in cui è riferito a un re babilonese e fa riferimento allo stato precedente alla caduta nell'inferno, quando Satana era il piu bello e splendente degli angeli di Dio.

Linucs
Inviato: 16/6/2007 11:08  Aggiornato: 16/6/2007 11:08
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Così parlò Santaruina
Che figata, a saperlo si poteva andar lì con un discorso di Ciampi ed una copia di Erasmo, e fare il confronto davanti al pubblico.


(lo so, non avrebbero capito un cazzo comunque, era così per dire...)

Ramingo
Inviato: 16/6/2007 11:30  Aggiornato: 16/6/2007 11:30
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/10/2005
Da: Puglia
Inviati: 657
 Re: Così parlò Santaruina
M.M.,
grazie per la segnalazione...

Citazione:
Perchè non fare invece un giorno una bella trasmissione in cui si discuta, ad esempio, “che bisogno abbiamo oggi in Italia della Chiesa cattolica?" Ma questa è una domanda che, evidentemente, non viene in mente a nessuno.

Come Oddifreddi o Augias,che mi pare facciano un ottimo lavoro in giro per le tv e le librerie.....

Per il resto...il conduttore ha manifestato un atteggiamento "piacionico" più che cattolico.
La domanda da te incriminata mi pareva più giornalistica che dottrinale.
Per il resto ha manifestato l'ottica di un cattolico che il catechismo l'ha frequentato e se lo ricorda...ma niente di più:E se la prof ha detto qualcosa che lo ha sconcertato,perchè non dirla!?
Perchè cattolico!?
I presenti in sala,a parte l'oratore aggiunto che definirei "onesto",più che pro-massoni mi parevano anti-cattolici.
Il cazziatone della regia;il fatto che Santa fosse l'unico "contro";i 3 titolati (Santa, sei stato presentato "solo" come collaboratore di un sito) Professoressa/uomo d'affari/oratore aggiunto del G.O.I.,il sommenzionato cazziatone....più di un'angolazione inconsciamente cattolica mi pareva un angolazione consciamente prona a certi signori.
Santa ha dato sprazzi di sapere che i più addentrati potevano apprezzare;quelli meno addentrati,se si erano già presi la briga di sciropparsi una trasmissione di RauìiUtile,avranno spunti da approfondire.
Dimostrando che non bisogna impantanarsi sulla querelle Chiesa vs Massoneria,o essere più o meno inconsciamente cattolici, per andare contro questi "contro-iniziati".
Mha...in fondo ne ho visto solo 45 min.(di più non c'era)
Forse dovrei riuscire a vederlo tutto per pensarla diversamente.

La storia insegna che quando si diventa indifferenti e si perde la volontà di combattere, qualcuno che ha la volontà di combattere prenderà il sopravvento. Colonel Arthur "Bull" Simons
Ramingo
Inviato: 16/6/2007 11:33  Aggiornato: 16/6/2007 11:33
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/10/2005
Da: Puglia
Inviati: 657
 Re: Così parlò Santaruina
Citazione:
Che figata, a saperlo si poteva andar lì con un discorso di Ciampi ed una copia di Erasmo, e fare il confronto davanti al pubblico.


E tu manderesti a "farsi suicidare" il nostro amato Santaruina!!!???

Sarebbe stato bello però....(non il farti uccidere,Santa! )

La storia insegna che quando si diventa indifferenti e si perde la volontà di combattere, qualcuno che ha la volontà di combattere prenderà il sopravvento. Colonel Arthur "Bull" Simons
saul
Inviato: 16/6/2007 11:36  Aggiornato: 16/6/2007 11:36
So tutto
Iscritto: 11/9/2005
Da:
Inviati: 27
 Re: Così parlò Santaruina
Si potrebbe fare uno speciale anche per discutere se abbiamo bisogno in Italia dell'Islam o del buddhismo o delle religioni in generale, oppure se abbiamo bisogno di Luogocomune, oppure se abbiamo bisogno di internet o addirittura del parlamento italiano.
Lo speciale possiamo farlo su quello che ci pare.

Santaruina
Inviato: 16/6/2007 11:55  Aggiornato: 16/6/2007 11:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 13/10/2004
Da: Sud Europa
Inviati: 5123
 Re: Così parlò Santaruina
Il cazziatone della regia;il fatto che Santa fosse l'unico "contro";i 3 titolati (Santa, sei stato presentato "solo" come collaboratore di un sito) Professoressa/uomo d'affari/oratore aggiunto del G.O.I.,il sommenzionato cazziatone....più di un'angolazione inconsciamente cattolica mi pareva un angolazione consciamente prona a certi signori.

Ramingo ha colto perfettamente lo spirito della trasmissione.

La trasmissione è stata un approfondimento su delle realtà poco note, ma non era il caso di "eccedere" in accuse, diciamo così...

In pratica, la professoressa poteva ben dire tranquillamente che la chiesa cattolica era l'origine di tutti i mali della nostra società negli ultimi 300 anni, mentre dall'altra parte fare un'affermazione del genere accusando di questo la massoneria sarebbe stato "azzardato".

E questo forse dà una indicazione su quali siano i veri "poteri" da queste parti...

Blessed be

p.s: portare la rivista Erasmo in trasmissione era una buona idea... hehehe..

-o- Ama e fa' ciò che vuoi -o-
Redazione
Inviato: 16/6/2007 12:01  Aggiornato: 16/6/2007 12:01
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Così parlò Santaruina
Quello che non riesco a capire è come abbia fatto Santa a rimanere serio, quando ad esempio ha sentito dire che "Garibaldi intrepretava la Massoneria un pò alla garibaldina", mentre "Mazzini era troppo mazziniano per essere massone". Mancava qualcuno che dicesse che Woytila era troppo intelligente per essere un polacco, e la frittata era completa.

Perchè il commento della Prof. che "la Massoneria è interamente contenuta dal cristianesimo", ma è anche "totalmente altra, del tutto antitetica rispetto al cristianesimo"?

Anche quel personaggio che "badate bene che io sono esperto non solo di comunicazione in uscita, ma anche in entrata" non era male. (Come se ti venisse a casa un tecnico delle Telecom, e ti dicesse "io riparo solo l'auricolare della cornetta, di microfono non me ne intendo").

"Boh".

sitchinite
Inviato: 16/6/2007 12:05  Aggiornato: 16/6/2007 12:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/6/2007
Da: Roma - Pomezia
Inviati: 3270
 Re: Così parlò Santaruina
complimenti a Santaruina, ho apprezzato tantissimo i suoi interventi, equilibrati e molto ben esposti...

riguardo al bisogno della religione cattolica, direi che bisognerebbe chiedersi il motivo per cui la gente in generale ha bisogno di una religione, qualunque essa sia.
A mio avviso non ha granchè senso, per esempio, rivolgersi contro il cristianesimo, o l islamismo, e auspicare invece al paganesimo o a filosofie altrettanto deistiche (in senso proprio o in senso lato).
Il mio percorso interiore da 15 anni a questa parte si é sempre basato sull' idea di un distacco da ogni forma di culto che non sia rivolto a se stessi, e son fermamente convinto che la chiave per liberarsi dai dogmi morali-etici-sociali sia proprio il culto di se stessi.

Ramingo
Inviato: 16/6/2007 12:19  Aggiornato: 16/6/2007 12:19
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/10/2005
Da: Puglia
Inviati: 657
 Re: Così parlò Santaruina
Citazione:
Quello che non riesco a capire è come abbia fatto Santa a rimanere serio

Perchè,quando la professorona ha dato i meriti,e poi li ha negati,alla Massoneria dell'illuminismo,della rivoluzione francese,dell'unità d'Italia,del socialismo,del comunismo,(in fondo anche del protestantesimo)....e poi ha negato che ci sia un filo portante in tutto ciò!?
La battuta del presentatore sulla "incongruenza" era il minimo che ci si potesse aspettare..........

La storia insegna che quando si diventa indifferenti e si perde la volontà di combattere, qualcuno che ha la volontà di combattere prenderà il sopravvento. Colonel Arthur "Bull" Simons
utrevolver
Inviato: 16/6/2007 13:00  Aggiornato: 16/6/2007 13:00
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/6/2007
Da: Sandalia
Inviati: 411
 Re: Così parlò Santaruina
Sembra che essere cattolici ormai sia diventato un crimine, un qualcosa di vergognarsi.
Invece l'orgoglio omosessuale di oggi pare che sia un motivo di spavalderia lecito.
Bah, tempi che cambiano.

fiammifero
Inviato: 16/6/2007 13:54  Aggiornato: 16/6/2007 13:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/2/2005
Da: ROMA
Inviati: 5691
 Re: Così parlò Santaruina
effettivamente di qualche cosina dovrebbero vergognarsi i cattolici,ma non solo loro,tutti i credenti che credono di detenere la verità assoluta e che la vogliono imporre agli altri.
Fino a quando non si riuscirà a separare la spiritualità dalla religione,continueremo a perpretare ingiustizie in nome di e per nome di,e proliferanno nuove religioni,sette,credenze,superstizioni perchè nessuna soddisfa veramente

Citazione:
le cose di cui ci sentiamo assolutamente certi non sono mai vere (Oscar Wilde)
magickstar
Inviato: 16/6/2007 14:35  Aggiornato: 16/6/2007 14:35
So tutto
Iscritto: 7/1/2007
Da:
Inviati: 26
 Re: Così parlò Santaruina
Sono d'accordo con fiammifero.Le grandi religioni sembrano rincorrere loro stesse,affossandosi nella melma dei simboli mal interpretati ed ormai diventati sterili relitti per le masse...le varie forme rituali,le scritture,le tradizioni proprie di ogni credo sono unicamente dei mezzi tecnici che dovrebbero favorire la crescita interiore dell'individuo e la sua consapevolezza,ma troppo spesso tali mezzi tecnici vengono visti come il fine e non come il mezzo.Da qui derivano la chiusura nei confronti di altre forme di religiosità,lo sfruttamento anche in area politica delle differenze di credo ed in ultima analisi la perdita del background comune a tutte le forme di ricerca interiore.

God Bless

eco3
Inviato: 16/6/2007 15:00  Aggiornato: 16/6/2007 15:00
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/10/2006
Da:
Inviati: 229
 Re: Così parlò Santaruina
utrevolver Citazione:
Sembra che essere cattolici ormai sia diventato un crimine, un qualcosa di vergognarsi.


"...tornano alla mente le parole che affidò anni fa a Vittorio Messori un grande intellettuale ateo come Leo Moulin, per mezzo secolo docente di storia e di sociologia all’Università di Bruxelles.

«Il capolavoro della propaganda anticristiana è l’essere riusciti a creare nei cristiani, nei cattolici soprattutto, una cattiva coscienza; a instillargli l’imbarazzo, quando non la vergogna, per la loro storia... da tutti vi siete lasciati presentare il conto, spesso truccato, senza quasi discutere. Non c’è problema o errore o sofferenza della storia che non vi siano stati addebitati. Invece io, agnostico ma storico che cerca di essere oggettivo, vi dico che dovete reagire, in nome della verità. Spesso, infatti, non è vero. E se talvolta del vero c’è, è anche vero che, in un bilancio di venti secoli di cristianesimo, le luci prevalgono di gran lunga sulle ombre. Ma poi: perché non chiedere a vostra volta il conto a chi lo presenta a voi? Sono forse stati migliori i risultati di ciò che è venuto dopo? Da quali pulpiti ascoltate, contriti, certe prediche?».

Già, da quali pulpiti."

motus in fine velocior
nike
Inviato: 16/6/2007 15:14  Aggiornato: 16/6/2007 15:14
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/3/2006
Da:
Inviati: 845
 Re: Così parlò Santaruina
Congratulations! A Santaruina “l’incapucciato”, “il verbo” di lc&massoneria dot…
Ma vorrei aggiungere: “certo che quel Andrea Piersanti è proprio un personaggio! Averne di conduttori così!”.
Fuori come dei balconi……..LOL

Citazione:
Quelli che creano sono duri di cuore. Nietzsche, Friedrich. Così parlò Zarathustra: II, Dei compassionevoli
Dorian
Inviato: 16/6/2007 15:44  Aggiornato: 16/6/2007 15:44
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/1/2007
Da:
Inviati: 1275
 Re: Così parlò Santaruina
Eviterei di confondere il cattolicesimo della gente - di quelli che "vanno in chiesa la domenica" - con gli alti gradi della chiesa che senza troppo imbarazzo si sono alleati con politici, banche, mafiosi e massoni e chi più ne ha più ne metta (solo due esempi: caso calvi, crack ambrosiano, la strana cripta dedicata a De Petris, ...).
Ad ogni modo i cattolici dovrebbero vergognarsi non una ma mille volte: hanno permesso che gentaglia di tal risma gettasse nel fango il nome di Cristo!

Bambooboy
Inviato: 16/6/2007 16:09  Aggiornato: 16/6/2007 16:09
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/12/2006
Da:
Inviati: 535
 Re: Così parlò Santaruina
Il leader di An e la consorte Daniela verso il divorzio. L'avvocato Giulia Bongiorno, che segue la coppia, spiega: "E' stata una decisione maturata con sofferenza"


...e poi vanno in giro a spaccare i maroni sui "valori cristiani"....

utrevolver
Inviato: 16/6/2007 16:46  Aggiornato: 16/6/2007 16:46
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/6/2007
Da: Sandalia
Inviati: 411
 Re: Così parlò Santaruina
Ma la religione cristiana offre tutte queste cose:
Citazione:
favorire la crescita interiore dell'individuo e la sua consapevolezza
.
E' tutta la demagogia che ci ricamano sopra i media e i nemici della cristianità a creare:
Citazione:
chiusura nei confronti di altre forme di religiosità,lo sfruttamento anche in area politica delle differenze di credo ed in ultima analisi la perdita del background comune a tutte le forme di ricerca interiore
.
A proposito di Fini... un anticlimax incarnato.

Santaruina
Inviato: 16/6/2007 17:26  Aggiornato: 16/6/2007 17:26
Sono certo di non sapere
Iscritto: 13/10/2004
Da: Sud Europa
Inviati: 5123
 Re: Così parlò Santaruina
eh già, la massoneria...

Blessed be

-o- Ama e fa' ciò che vuoi -o-
redna
Inviato: 16/6/2007 18:04  Aggiornato: 16/6/2007 18:04
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Così parlò Santaruina
@Dorian
cito-eviterei di confondere il cattolicesimo della gente.....con gli alti gradi della chiesa...
----
E' giustisssimo sottolinearlo. Non credo che il fedele sia quello che si allea a banche, politici ecc...chi si allea si finge fedele per fare i propri interessi.
Penso che i cristiani (il cattolicesimo è una branca del cristianesimo) sono, anche dopo secoli, leggermente arrabbiati sul fatto che il nome di Cristo in questa maniera venga infangato.
Comunque chi ha letto Angeli e Demoni di Dam Brown sa che la sede degli illuminati era "all'interno" della chiesa. Sarà un romanzo...però...

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Dorian
Inviato: 16/6/2007 18:36  Aggiornato: 16/6/2007 18:36
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/1/2007
Da:
Inviati: 1275
 Re: Così parlò Santaruina
Comunque chi ha letto Angeli e Demoni di Dam Brown sa che la sede degli illuminati era "all'interno" della chiesa. Sarà un romanzo...però...

Il punto più buio
è ai piedi della candela.


Se ci fidiamo poco della cosiddetta "democrazia" ancora meno dovremmo fidarci di una organizzazione - la Chiesa - le cui cariche vengono assegnate in modo non proprio trasparente: una gerarchia piramidale di questo tipo (che si auto-impone e si auto-assolve) può subire facilmente, nel corso dei secoli, derive curiose. E dovremmo fidarci poco anche per il fatto che i legami con i poteri forti dell'economia e della politica sono più saldi che mai: ma forse i Cattolici (quelli che contano, quelli con la "C" maiuscola) hanno imparato da altri a fare la parte delle povere vittime indifese.

Non sono così ingenuo da pensare che il laicismo non sia un'altra forma (subdola) di religione: un po' come l'ateo, affermando che Dio non esiste, fa un'affermazione forte come quella del credente. Ma non posso provare simpatia per chi vorrebbe usare la legge per imporre i propri dogmi etico-religiosi.. tanto più che non ritengo essi abbiano un reale fondamento negli insegnamenti di Gesù Cristo o in quello che la gente sente, dal profondo del cuore, essere giusto.

Linucs
Inviato: 16/6/2007 19:47  Aggiornato: 16/6/2007 19:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Così parlò Santaruina
Ma non posso provare simpatia per chi vorrebbe usare la legge per imporre i propri dogmi etico-religiosi..

Mastellaaaa... dove seiii Mastellaaa...

tanto più che non ritengo essi abbiano un reale fondamento negli insegnamenti di Gesù Cristo o in quello che la gente sente, dal profondo del cuore, essere giusto.

Se vogliamo parlare di reali fondamenti direi che possiamo affossare un bel po' di religioni - compresa quella secolare prodotta ad uso e consumo dell'Europa, per chi vuol capire...

BRASA
Inviato: 16/6/2007 20:36  Aggiornato: 16/6/2007 20:36
Mi sento vacillare
Iscritto: 28/8/2005
Da: 1600 Pennsylvania Avenue NW Washington, DC 20500
Inviati: 442
 Re: Così parlò Santaruina
santa, giù il cappello!


ispirazione e visione sono in se stesse il fine ed il risultato
redna
Inviato: 16/6/2007 22:02  Aggiornato: 16/6/2007 22:02
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Così parlò Santaruina
@dorian
su www.disinformazione.it l'articolo "le due chiese cristiane" chiarisce un pò di cose oscure (a mio avviso).

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
vulcan
Inviato: 16/6/2007 23:38  Aggiornato: 16/6/2007 23:38
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/1/2005
Da: Sardigna
Inviati: 2092
 Re: Così parlò Santaruina
Bè .. sentire Carlo Brevi non è come leggere una scheda…
Bella lezione …

grazie Carlo!

"Indaga le parole a partire dalle cose e non le cose a partire dalle parole." Misone
Dorian
Inviato: 17/6/2007 1:20  Aggiornato: 17/6/2007 1:20
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/1/2007
Da:
Inviati: 1275
 Re: Così parlò Santaruina
Se vogliamo parlare di reali fondamenti direi che possiamo affossare un bel po' di religioni - compresa quella secolare prodotta ad uso e consumo dell'Europa, per chi vuol capire...

Capire vorrei capire ma a volte risulti troppo ermetico anche per me..

saul
Inviato: 17/6/2007 15:35  Aggiornato: 17/6/2007 15:35
So tutto
Iscritto: 11/9/2005
Da:
Inviati: 27
 Re: Così parlò Santaruina
Nel computo della storia il cristianesimo ha fatto molto più bene che male. Per fare solo un piccolo accenno a scopo esemplificativo (ricostituito un elemento comune nella civiltà europea postromana costituita da popoli barbari. Ha civilizzato i popoli ungari, vichinghi, e fermato l'avanza dell'Islam prima a Poitiers poi a Levanto, evitando l'islamizzazione dell'Europa). Comuqnue non è questo lo scopo del post, coiè elogiare la chiesa, assolutamente. Dico solo che è facile attaccare la Chiesa oggi per il passato, perchè essa è rimasta l'unico istituto da sempre presente e per questo viene chiamata in causa per il passato. In altre parole, oggi è impossibile attaccare ogni altra istituzione del passato perchè questa sarebbe solo accusata in costumacia.

Integro il post aggiungendo: solo fortemente cattolico non solo perchè mi riconosco con i precetti della fede, ma anche perchè non ritengo un caso l'apparizione della Madonna in paesi cattolici e perchè nei suoi messaggi (della Madonna) ella riconosce la Chiesa cattolica come la più vicina ai precetti e al messaggio cristiano. A ciò aggiungo i tanti miracoli e le grazie che la scienza non spiega.

La mia riflessione è frutto di ragionamento. Ricerco la verità come tutti voi, credo, e l'ho trovata attraverso Cristo.

L'articolo iniziale mette in evidenza una inconscia essenza cattolica nel nostro popolo. Capisco che alcuni possono non gradirlo, ma allo stesso modo io non potrei gradire una presa di posizione tout court contro la chiesa.
Non fermiamoci all'apparenza, ma, come ho già scritto in un altro articolo, invito a interessarsi alla verità così come ci si è dimostrati interessati quando si doveva analizzare minuziosamente l'"attentato" dell'9/11, cosa che tra l'altro ha dimostrato un grande sprito di ricerca in tutti.

redna
Inviato: 17/6/2007 20:23  Aggiornato: 17/6/2007 20:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Così parlò Santaruina
cito:Non fermiamoci all'apparenza, ma, come ho già scritto in un altro articolo, invito ad intressarsi alla verità....

---
da www.adnkronos.com
Assisi: i paramenti del papa firmati dallo stilista Mariotto.

---
Le notizie che arrivano dal Vaticano non incoraggiano molto per la ricerca della verità.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
fiammifero
Inviato: 17/6/2007 20:38  Aggiornato: 17/6/2007 20:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/2/2005
Da: ROMA
Inviati: 5691
 Re: Così parlò Santaruina
Citazione:
Non fermiamoci all'apparenza,

appunto !

Citazione:
le cose di cui ci sentiamo assolutamente certi non sono mai vere (Oscar Wilde)
redna
Inviato: 17/6/2007 20:45  Aggiornato: 17/6/2007 20:45
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Così parlò Santaruina
cito- appunto!

appunto perchè l'agenzia manda certi pettegolezzi?

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
fiammifero
Inviato: 17/6/2007 21:46  Aggiornato: 17/6/2007 21:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/2/2005
Da: ROMA
Inviati: 5691
 Re: Così parlò Santaruina
Gossip di superficie per distrarre dal dissenso interno ,per non parlare del chierichetto Fioroni o di questo .
In ogni caso se ne parla, no? Parlatene male, purché se ne parli…

Citazione:
le cose di cui ci sentiamo assolutamente certi non sono mai vere (Oscar Wilde)
Calvero
Inviato: 17/6/2007 22:24  Aggiornato: 17/6/2007 22:36
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Così parlò Santaruina
Per Saul.

La tua controbattuta pone un'amletico dubbio più sulla forma che sulla sostanza. La replica in cui tu spieghi con passione quanto e perchè senti nel cuore la fede cattolica è appunto - sacrosanta-. E nessuno può discuterla, nè io, ne altri su questo forum e oltre. Primo per rispetto. Secondo perchè la coscienza ha un richiamo personale inviolabile. Di fatto c'è un però.

Se attaccare la chiesa con faciloneria, come quando davanti al bar si discute delle partite di calcio, è diventata anche una moda, questo è certamente opinabile ed è dovuto al fatto che l'ignoranza e la sciatteria regnano sovrani in questa società. E io anche lo ripudio come atteggiamento.

Alla stessa maniera non condivido però come la tua Fede trascenda alle considerazioni (in questo caso in linea generale molto serie) che nero su bianco dimostrano quanto la Chiesa nella storia, intesa come ufficio, come "santa" sede, come attivista politica, come concatenata all'economia mondiale e quindi al Potere, come facciata di gestione, nel tempo (da millenni) ha sempre (senza mai lasciare la presa) prepotentemente fatto i comodi suoi in nome di un Cristo o di un Dio che nulla avevano di che gioire di una chiesa incoerente, quanto traditrice dell'amore cristiano. Non ha mai preso posizione se non con parole dette da una finestra. E cio, sia chiaro, non mette in dubbio l'opera di persone che si sono dedicate anche fino alla morte per i poveri, i bisognosi e tanto ancora. Ma quelli sono i martiri. E sono comodi alla chiesa tanto quanto Falcone saltando per aria fu' utile allo Stato per far vedere il valore dei suoi uomini. Ma sappiamo cos'è il nostro Stato, o no?

Tu stesso dici che l'hai trovata attraverso Cristo. Non attraverso la chiesa. Cristo è un'esempio magnifico, che io stesso porto nel cuore, e la chiesa ne è sempre stata all'antitesi nei fatti e nelle intenzioni; nei propositi ha solo giocato il gioco più sporco che nella storia dell'uomo sia mai stato giocato. E tutt'ora lo fa. La chiesa è destinata a capitolare , è agli sgoccioli.
La Chiesa proprio - tout court - ha sempre negato con il senso di colpa per la povera gente una sana e vera spiritualità. Un distinguo questo, che il tempo stesso ha dimostrato con i suoi frutti. In Nome dell'amore hanno versato più sangue del terzo Richt, e in nome di Cristo ha abbattuto culture, popoli, e Libertà immense.
Il problema pedofilia è solo la punta dell'iceberg, per una istituzione che vacilla sui suoi stessi piedi di argilla e che sta arrancando sugli specchi e si affanna senza la minima vergogna dei suoi misfatti. Non sa più a che santo votarsi (in senso di immagine, perchè in senso di lucro è ben piazzata) per dare una parvenza di credibilità spirituale.

Credo che il tuo discorso sia semplicemente bigotto.

Una sola domanda. Tu sai il significato vero di civilizzare?

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Linucs
Inviato: 17/6/2007 22:31  Aggiornato: 17/6/2007 22:31
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Così parlò Santaruina
Una sola domanda. Tu sai il significato vero di civilizzare?

Provo a indovinare: è il contrario di quello che vedo fuori dalla mia finestra?

massonkill
Inviato: 17/6/2007 22:39  Aggiornato: 17/6/2007 22:39
So tutto
Iscritto: 27/5/2006
Da:
Inviati: 11
 Re: Così parlò Santaruina
Ma perchè tante balle e paroloni sensa senso? La Massoneria è null'altro che Mafia!

redna
Inviato: 17/6/2007 22:39  Aggiornato: 17/6/2007 22:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Così parlò Santaruina
@saul

cito-...ma anche perchè non ritengo un caso l'apparizione della Madonna in paesi cattolici ...

a tal proposito sul www.secretum-omega.com c'è un bell'articolo che vede sotto un altro aspetto l'apparizione della madonna di fatima.

cito- Ricerco la verità come tutti voi, credo, e l'ho trovata attraverso Cristo.

Io mi auguro che tu abbia trovato il Cristo del Vangelo di Tommaso.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
redna
Inviato: 17/6/2007 22:44  Aggiornato: 17/6/2007 22:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Così parlò Santaruina
@massonkill

semplicistico, troppo semplicistico.
Secondo il principio :nulla si crea, nulla si distrugge, ma si trasforma, anche la massoneria era all'inizio quello che restava dei cavalieri templari, o anche della cavalleria in genere.
Se ora si associa alla mafia, probabilmente nel corso del tempo si è trasformata in qualcosa d'altro...

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
nicolo
Inviato: 17/6/2007 23:26  Aggiornato: 17/6/2007 23:33
So tutto
Iscritto: 16/6/2007
Da:
Inviati: 1
 Re: Così parlò Santaruina
per pochissimo tempo ho assistito alla trasmissione sul canale 816 di Sky e ad onor del vero ho sentito delle sensatezze da parte di Santaruina, dette in quanto a conoscenza reale della problematica in discussione, ma contemporaneamente ho assistito alla faziosità sia del conduttore (chi era costui?) che da parte della Rai. Perchè il collegamento telefonico con il Prof. Aldo Mola, profondo conoscitore di cose e della storia massonica, era scadentissimo al punto che parecchie frasi non si sono comprese? forse la Rai non ha i mezzi tecnici per effettuare un collegamento a regola d'arte? Peccato, in quanto Aldo Mola poteva aggiungere altre verità a quanto,onestamente devo dirlo, la Professoressa andava sottolineando. Speriamo che se ci sarà una prossima volta questi "inconvenienti" non si verifichino
nicolò

mc
Inviato: 18/6/2007 12:01  Aggiornato: 18/6/2007 12:01
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/5/2004
Da:
Inviati: 7222
 Re: Così parlò Santaruina
Che cazzo di accento c'hai?!!
Nei post non si sente...

mc

saul
Inviato: 18/6/2007 12:53  Aggiornato: 18/6/2007 21:11
So tutto
Iscritto: 11/9/2005
Da:
Inviati: 27
 Re: Così parlò Santaruina
Per redna:
- dai, la notizia sui paramenti l'ha pubblicata adnkronos, non il vaticano. casomai il superficiale è adnkronos (e il giornalismo).
- riguardno fatima; si è una opinione sul disco volante, ma in quel caso molto più rilevante è l'apparizione della Madonna e i tre segreti sul futuro

Per calvero:
-apprezzo molto l'analisi dettagliata e ricercata sul tema.
Anch'io mi accorgo degli errori della Chiesa. preferirei non ce ne fossero (per la pedofilia ti rimando a link
Sarebbe molto più facile negare una gerarchia di uomini e lasciare tutto a ogni singola coscienza. Ma non è risultato questo il modo per mantenere la fede. Abolire una gerarchia, come nel protestantesimo, ha portato a uan frammentazione della fede e alla divisione in sette, abbandonando la visione per appunto cattolica (nel senso di universle) che ha la chiesa cattolica. Ritengo necessaria perciò la presenza della chiesa come guida del cristiano, sottolineando il lavoro puntiglioso che riesce a fare in ogni parrocchia. Con ciò aggiungo che la mia fede viene e va verso Cristo, ma è nata e coltivata nell'ambiente parrocchiale.

redna
Inviato: 18/6/2007 13:50  Aggiornato: 18/6/2007 13:50
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Così parlò Santaruina
@saul
penso funzioni così.
Il vaticano ha un ufficio stampa che divulga a varie agenzie delle notizie.
Questo papa fa parlare di se per le scarpette rosse, i vari cappelli nelle varie stagioni, e ora per i paramenti firmati.
---
cito-...molto più rilevante è l'apparizione della Madonna e i tre segreti sul futuro.

- l'apparizione della madonna è per il cattolico.
L'islam dice che fatima era una figlia del profeta...e anche loro vantano qualcosa su quel fatto;
- i pastorelli erano quattro e non tre,
- la stanza di suor lucia, alla sua morte, è stata chiusa e i suoi scritti secretati;
- suor lucia, l'unica sopravvisssuta, non ha parlato a nessuno dell'apparizione se non alle autorità religiose;
- circa i tre segreti del futuro se non si conosce la loro veridicità come possiamo dire che riguardano il passato o il futuro?

----
cito: Ritengo necessaria perciùò la presenza della chiesa come quida del cristiano,...

Vorrai dire come guida del cattolico.
Il cattolicesimo è una branca del cristianesimo e non è nemmeno la più grande. Forse la più ricca, però.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
shevek
Inviato: 18/6/2007 14:08  Aggiornato: 18/6/2007 14:08
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/4/2005
Da: Napoli
Inviati: 1249
 Re: Così parlò Santaruina
Salut y Libertad redna e massonkill!


Massonkill ha dettoCitazione:
Ma perchè tante balle e paroloni sensa senso? La Massoneria è null'altro che Mafia!


e tu l'hai accusato di essere troppo semplicistico. Può darsi, ma io credo - massonkill mi smentirà se l'ho interpretato male - che lui intendesse dire che, vista la storia della massoneria, il livello esoterico su cui afferma di fondarsi è solo un orpello ideologico e, stringi stringi, resta il suo comportamento effettivo, che è quello di un apparato di dominio "mafioso". D'altronde, anche la mafia in senso stretto utilizza un bel po' di orpelli ideologici a matrice religiosa...


Shevek

"Il potere è l'immondizia nella storia degli umani" - F. Guccini
www.portadimassa.net - WEB-TV e non solo di Filosofia
Calvero
Inviato: 18/6/2007 14:19  Aggiornato: 18/6/2007 14:19
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Così parlò Santaruina
Per Saul

Comprendo che io e te siamo agli antipodi, ma il paradosso è che non è per una questione di Fede, anzi.
Non comprendo la tua ostinazione, nell'osservare una realtà storico-culturale, che dimostra come l'uomo in sè non ha bisogno delle Religioni. Di nessuna forma e sostanza. L'uomo è un'essere spirituale che per illuminazione o perchè grazie all'esempio di grandi cuori, siano essi Ghandi, Gesù, o Maometto possono trovare il regno dei cieli dentro di essi. Il gioco sporco delle religioni (su cui la chiesa cattolica primeggia) ha sfruttato l'umanità con la forza del senso di colpa; con la paura dell'inferno e del paradiso; con la paura non farti troppe P***E che diventi cieco; con il potere del celibato per creare eserciti di frustrati che comunque nello squilibrio della loro umiliazione devono rispettare gerarchie ecclasiastiche che nulla hanno da invidiare per forza e prepotenza a quelle militari e di cui nulla da Gesù Cristo era stato lasciato come esempio in questo senso; con la forza del confessionale (che grazie all'arretratezza culturale di un'epoca) ha creato generazioni di turbati e turbamenti e allo stesso tempo acquisito un potere capillare (quello che una "volta" era dato al farmacista, al maresciallo dei carabinieri e al prete, per capirci) sul territorio fino a plagiare la Libera forma di ogni essere umano che in Sè porta una scintilla divina. La stessa che portava Gesù Cristo, e che con un bastone prese a calci nelle balle chi di Dio e del suo Regno faceva commercio. La Chiesa è una società a delinquere di stampo mafioso che da millenni ha sfruttato la migliore opportunità che 2000 anni fa' nacque in quelle terre lontane. La stessa cosa sotto altre forme fanno gli islamici (se pur più coerenti di noi in senso di fede) con il loro popolo. Un'altra prigione mentale e spirituale per ingabbiare la Spiritualità, quella vera.
Se tu hai bisogno di una guida parrocchiale per sentire la scintilla divina dovresti incomiciare a chiederti il perchè io ne ho trovate mille da "anarchico".
Ma più di tutto non capisco (e poi su questo forum!) come non intravedi che la chiesa non ha mai commesso errori, non ha mai fatto qualcosa se non con l'intenzione consapevole di farla. Funziona così perchè è il suo modus-operandi, ti piaccia o no. Cosa credi che se il Medioevo fosse ancora qui, io non starei bruciando su di un rogo in nome di Dio? E tu comunque al mio fianco perchè ti sei intrattenuto con un infedele.
Saul per favore, chiudiamo qui questa nostra. E non mi portare articoli sui pedofili o altro. Il punto è che tutt'ora la chiesa, se ne sta parlando, è soltanto perchè come ho già spiegato è agli sgoccioli, e tutt'ora fino a 7 (ripeto SETTE) anni fa negava l'evidenza di proposito con tutte le intenzioni di farlo. Se ora si muove e piange lacrime di coccodrillo è soltanto per il sistema dell'informazione non è quello di 30 anni fa'. La verità vi renderà liberi. Chi lo ha detto? Tu? io? La trasparanza della chiesa è pari a una tavola di legno.

Ti consiglio di leggerti il Libro che più di tutti sferra un attacco contro la Chiesa. Si chiama la Bibbia. Nello specifico il nuovo testamento. Lo hai mai sentito?

Lasciamo perdere poi il discorso dei libri "apocrifi" e delle centinaia di traduzioni che la chiesa con l'aiuto del potere che da sempre l'affianca, ha girato e voltato, censurato a suo uso e consumo.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
redna
Inviato: 18/6/2007 15:07  Aggiornato: 18/6/2007 15:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Così parlò Santaruina
@shevek

non era 'un'accusa' a massonkill.
Il mio dire semplicistico era inteso al fatto che, come tu dici, stringi stringi si può dire:
le istituzione non sono null'altro che mafia..
la religione non è null'altro che mafia
e via discorrendo...
Gli ideali sono sempre stati belli agli inizi per tutti.
Poi scontrandosi con la cruda realtà, o anche la realtà del più forte, si arriva al solito punto: occorre allearsi con qulacuno...

Come fai giustamente notare anche la mafia in senso stretto utilizza un bel pò di orpelli ....

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Dorian
Inviato: 18/6/2007 16:51  Aggiornato: 18/6/2007 16:51
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/1/2007
Da:
Inviati: 1275
 Re: Così parlò Santaruina
Ma perchè tante balle e paroloni sensa senso? La Massoneria è null'altro che Mafia!



D'altronde, anche la mafia in senso stretto utilizza un bel po' di orpelli ideologici a matrice religiosa...



Come direbbe Marzullo: la massoneria è null'altro che mafia o la mafia è null'altro che massoneria?

E quale miglior anello di congiunzione di..

La corte d'appello di Venezia, nel 1990, dichiara [omissis] colpevole di aver giurato il falso davanti al Tribunale di Verona a proposito della sua iscrizione alla P2 ed ha applicato l'amnistia, stabilita nel 1990, chiesta dal Procuratore generale. La Corte di Cassazione nel 1991 conferma la sentenza.

redna
Inviato: 18/6/2007 16:56  Aggiornato: 18/6/2007 16:56
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Così parlò Santaruina
su www.repubblica.it troviamo un articolo a proposito di denaro prubblico e di come viene gestito.
Ma solo a Catanzaro sono arrivati a tal punto?

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Calvero
Inviato: 18/6/2007 17:41  Aggiornato: 18/6/2007 17:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Così parlò Santaruina
Per Shevek e Massonkill.

Però ragazzi, correggetemi se sbaglio.
Che Massonkill sia stato semplicistico è innegabile. Il fatto che era una maniera per considerare poi come alla fine dei conti tutto si stringe in un modus-operandi mafioso, anche questo ci stà.
Però si stanno dimenticando dei punti fondamentali, che in un topic così interessante, a mio vedere, fanno la differenza.
Innanzitutto se non si guarda alle origini con un occhio critico, di una certa levatura, non si può "attaccare" il presente se non si ha a fuoco il passato.
La mafia a tutti i livelli è a delinquere punto; la massoneria no.
Conosco persone (massoni) che sono, come noi, rispettabili (almeno socialmente sia chiaro). L'intento della massoneria, appunto, in una chiave esoterica e in quella di una ricerca dell'illuminazione dell'uomo, la trovo più coerente e meno pericolosa della New Age se è per questo. E non sto difendendo queste, di fatto, società segrete, Anzi. Tutt'altro. Le considero più pericolose della mafia. Basti ricordare la P2 e Licio Gelli; le connsessioni con Gladio e la loro (pare tutt'ora) intenzione a far sorgere ancor di più un potere che da sotto la cenere cova da secoli.
In questo senso ha certo ragione Icke quando spiega che a certi livelli, appunto perchè a compartimenti stagni, (diciamo ai livelli elementari, dove fondamentalmente si gioca, è così) non hanno la minima idea di quanto ideologicamente il vertice pianifica mire di gravissime intenzioni.Per paradosso sono più ignoranti di noi.

La massoneria, ripeto se si vuole fare una disamina più coerente, gioca su fattori internazionali che la rendono "a delinquere" al di là della delinquenza stessa. Perchè di fatto tutto può essere mafioso. Lo sappiamo. La nostra stessa società ne è la forma più rappresentativa, dove tutti facciamo gli gnorri, facciamo finta di non vedere, di non sentire, siamo tutti bravi su questo forum (io compreso); ma avremo lo stesso fervore se messi davanti alla possibilità di fare nomi, di mostrarci?

Quindi in sostanza credo che i paroloni, o certi voli pindarici che chiamar si vogliano, in questo caso servono. Anche perchè il discorso davanti al bancone di un Bar lì inizia e lì finisce.
Se Mazzucco avesse come filosofia portante quella, di comprendere come tutto poi sia fondamentalmente legato ai soldi, al potere, e al petrolio.. allora la sua incisività, la sua corrosività, non avrebbe modo di essere costruttiva. O no?

..quì, in questo forum, io li ritengo necessari i paroloni, e anche una certa padronanza del Sapere. Perchè dobbiamo distinguerci. Perchè ci crediamo. Perchè dobbiamo anche rispettare chi si mette in mostra al posto nostro. Così è bello, è costruttivo. E certo c'è un confine, che è quello di rischiare di essere saccenti se non snob addirittura.. e perderemmo autorevolezza. Quello no.

La massoneria, per quel che concerne una visione che tocca le così dette trame della cospirazione, e la collusione che la intreccia al potere ecclesiatico, ai gesuiti, ai servizi segreti, è una INTELLIGENCE da considerare con molta attenzione.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Fabrizio70
Inviato: 18/6/2007 18:26  Aggiornato: 18/6/2007 18:26
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Così parlò Santaruina
A proposito di massoneria , alcune dichiarazioni di Ricucci......

Da Repubblica.it

Citazione:

I pubblici ministeri ritornano ancora, e più volte, sulla Finnat: "Perché lei assegna alla banca Finnat questo ruolo centrale?".

Ricucci sbotta: "Ah, da quando ero piccolo così, lo sa tutta Italia che la massoneria... De Bustis, Caltagirone, Nattino sono tutti... la massoneria". Ci mancava soltanto la massoneria in questa metà del "caso" - Unipol-Bnl-Caltagirone - secondo Stefano Ricucci

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
Santaruina
Inviato: 18/6/2007 21:10  Aggiornato: 18/6/2007 21:10
Sono certo di non sapere
Iscritto: 13/10/2004
Da: Sud Europa
Inviati: 5123
 Re: Così parlò Santaruina
Mc: per la questione accento, sei ufficialmente invitato a stare venti anni a Bergamo, poi ne riparliamo...

Leggendo gli interventi mi premeva aggiungere una considerazione: secondo il mio parere sarebbe importante stabilire se il "retroterra" esoterico della massoneria sia solo una veste, oppure se i suoi membri, o alcuni tra di essi, ci credano davvero.

Io credo che nei "piani bassi" i massoni siano più interessati alle "pubbliche relazioni" e alla possibilità di fare conoscenze importanti, mentre in cima alla piramide vi è veramente una visone religiosa, ispirata al serpente, come si diceva.

Notare che il Grande Oratore Bent parodi non ha avuto nulla da ridire sul fatto che la Massoneria considera Lucifero in maniera totalmente contrapposta rispetto al cristianesimo.

Non è un aspetto marginale...

Blessed be

-o- Ama e fa' ciò che vuoi -o-
Dorian
Inviato: 18/6/2007 22:35  Aggiornato: 18/6/2007 22:35
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/1/2007
Da:
Inviati: 1275
 Re: Così parlò Santaruina
Mc: per la questione accento, sei ufficialmente invitato a stare venti anni a Bergamo

Acc.. io pensavo che fossi di Siviglia..



Notare che il Grande Oratore Bent parodi non ha avuto nulla da ridire sul fatto che la Massoneria considera Lucifero in maniera totalmente contrapposta rispetto al cristianesimo.

Non è un aspetto marginale...


Molto vero

Redazione
Inviato: 18/6/2007 22:37  Aggiornato: 18/6/2007 22:37
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Così parlò Santaruina
Tento una punizione da 40 metri, controvento, al 91’ minuto, con dieci uomini in barriera, nel tentativo di mettere tutti d’accordo:

La Massoneria come “entità fisica” (le diverse Logge) può anche agire come la mafia, ma il messaggio originale era sostanzialmente sano e positivo.

La Chiesa come entità fisica (il clero) può anche agire male, ma il messaggio originale era sostanzialmente sano e positivo.

E così, volendo, Stalin e Castro possono anche aver agito come dittatori, ma il messaggio originale era sostanzialmente sano e positivo.

Ovvero: non bastano le buone idee per compiere delle buone azioni.

Me la passate?

Dorian
Inviato: 18/6/2007 22:53  Aggiornato: 18/6/2007 22:53
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/1/2007
Da:
Inviati: 1275
 Re: Così parlò Santaruina
Ovvero: non bastano le buone idee per compiere delle buone azioni.

Me la passate?


Sì ma..
il serpente dove lo mettiamo?

fiammifero
Inviato: 18/6/2007 22:54  Aggiornato: 18/6/2007 22:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/2/2005
Da: ROMA
Inviati: 5691
 Re: Così parlò Santaruina
Allora aggiungiamoci anche Santoro e Fisichella ad Anno Zero,possono avere dato l'impressione di aver agito in par condicio,ma il messaggio originale era sostanzialmente sano e positivo almeno per una delle parti
Citazione:
non bastano le buone idee per compiere delle buone azioni.

le buone idee servono a giustificare ed imbonire affinchè l'ideatore ne tragga il maggior vantaggio.
Rassegnazione,docilità,obbedienza ora si chiamano buone idee?

Citazione:
le cose di cui ci sentiamo assolutamente certi non sono mai vere (Oscar Wilde)
redna
Inviato: 18/6/2007 23:31  Aggiornato: 18/6/2007 23:31
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Così parlò Santaruina
@fiammifero

cito-..il messaggio...almeno per una delle parti.

Già, chi è che detta legge alla rai?
Santoro?
Ovvero: il conto corrente di Santoro è direttamente proporzionale a quello del Vaticano?

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Dorian
Inviato: 18/6/2007 23:39  Aggiornato: 18/6/2007 23:39
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/1/2007
Da:
Inviati: 1275
 Re: Così parlò Santaruina
@Santaruina:

visto che ora mi hai messo la pulce nell'orecchio ti faccio una domanda scomoda che tutti vorrebbero fare ma nessuno osa:

Sei libero di non rispondere però secondo me sei quello che ne sa di più..

Ok eccola:

A parte sti discorsi a metà strada tra la filosofia e la zoologia sul serpente buono/serpente cattivo.. ok sono interessanti.. però rimangono certi dubbi..

metti caso che un domani dobbiamo adorare Lucifero.. che ci tocca fare?
Mica infilarci crocifissi su per.. in quel posto là, spero..
Le orge sfrenate invece ci toccano, vero?
Che fa esattamente, in pratica, il satanista verace?
Mette crocifissi al contrario? Bestemmia.. dice parolacce?

ok.. seriamente.. come credi che definisca, nella sua essenza, Dio?
Definisce Dio come i cristiani ma adora il suo opposto? O lo definisce diversamente?

redna
Inviato: 18/6/2007 23:42  Aggiornato: 18/6/2007 23:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Così parlò Santaruina
@dorian

cito-il serpente dove lo mettiamo?

Io lo metterei allo zoo. Se lo prendono.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
cherubino
Inviato: 19/6/2007 2:46  Aggiornato: 19/6/2007 3:11
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: Così parlò Santaruina
Questo presentatore mi ricorda Luca Giurato (è fissato con la religione "castolica"). Odio le sue battute (no, scherzo!)
Parola chiave: "via laica al trascendente". Mi sembra ovvio.
Manipolazione e controllo delle coscienze: nihil sub sole novi.
Ma poi... si può invitare uno che si chiama Purgatorio??


Citazioni.
- Meglio pochi secondi ben spesi che il NULLA.
- Non c'è nulla di più evidente dell'esoterico: è il lato nascosto delle cose!

fiammifero
Inviato: 19/6/2007 8:59  Aggiornato: 19/6/2007 8:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/2/2005
Da: ROMA
Inviati: 5691
 Re: Così parlò Santaruina
Citazione:
metti caso che un domani dobbiamo adorare Lucifero.. che ci tocca fare?

tutto uguale,tranquillo solo un rirstyling esteriore
si fà ma non si dice,ci si batte il petto,una lavatina e poi si ricomincia di nuovo,ora,dopo .....lo stesso

Citazione:
le cose di cui ci sentiamo assolutamente certi non sono mai vere (Oscar Wilde)
Dorian
Inviato: 19/6/2007 9:10  Aggiornato: 19/6/2007 9:10
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/1/2007
Da:
Inviati: 1275
 Re: Così parlò Santaruina
tutto uguale,tranquillo solo un rirstyling esteriore
si fà ma non si dice,ci si batte il petto,una lavatina e poi si ricomincia di nuovo,ora,dopo .....lo stesso


Stai forse dicendo che è un po' come destra/sinistra.. ?

Redazione
Inviato: 19/6/2007 9:41  Aggiornato: 19/6/2007 9:45
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Così parlò Santaruina
DORIAN: Non sono esperto come Santa, ma intanto provo a darti la mia risposta.

Secondo la tradizione esoterica – cioè “l’altra” religione – il Dio della Bibbia non è assolutamente “il Dio unico”, ma semplicemente un generale a quattro stelle in una gerarchia molto più complessa ed estesa sopra di lui. Javeh/Geova è quello che è stato incaricato del sistema solare, ma già alle Pleiadi, per dire, non se lo fila più nessuno.

Sotto di sè ha gli arcangeli, che sono i creatori del mondo materiale (lui è il progettista, o architetto), che corrispondono ai Cohan nella equivalente tradizione orientale (btw, la Blavatsky inizialmente non fa che “importare” questa tradizione traducendola per noi occidentali in “teosofia”. La faccenda di Lucifero viene fuori in un secondo momento).

In qualche modo, Javeh avrebbe creato un mondo imperfetto, ma è orgoglioso e non vuole ammetterlo, mentre ci tace anche il fatto di non essere l’unico. (In effetti, che bisogno c’è nella Bibbia di ripetere ogni momento “io sono il tuo unico Dio”, “non avrai altro Dio all’infuori di me”? Se sei davvero l’unico, scusa, di cosa ti preoccupi?)

A questo punto il Cristo, che nella tradizione esoterica non è una sua emanazione diretta, ma un avatar come già molti altri, viene per avvisarci proprio di questo. In effetti, va notato che nello stesso Vangelo dice spesso “il Padre mio che è nei cieli”, non dice “il nostro Padre”. Perchè dire “il Padre mio”, se Javeh è l’unico davvero?

I capovolgimenti di cui parlava Santa, quindi, andrebbero letti in questa chiave, e non come semplice negazione dell’unico Dio dell’Universo.

javaseth
Inviato: 19/6/2007 9:59  Aggiornato: 19/6/2007 10:01
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/3/2006
Da:
Inviati: 1182
 Re: Così parlò Santaruina
Citazione:
“non avrai altro Dio all’infuori di me”? Se sei davvero l’unico, scusa, di cosa ti preoccupi?


Lucifero?

Magari, che so, il denaro, il potere, la figa....

Citazione:
non dice “il nostro Padre”


Si, ma dice il "Padre Nostro", no?

Ciao
-javaseth

[edit] Btw, grande Santa!

"..io vi mando come pecore in mezzo ai lupi; siate dunque prudenti come serpenti e semplici come colombe"
fiammifero
Inviato: 19/6/2007 10:08  Aggiornato: 19/6/2007 10:08
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/2/2005
Da: ROMA
Inviati: 5691
 Re: Così parlò Santaruina
Ammazza quanto è antica la mafia

Citazione:
le cose di cui ci sentiamo assolutamente certi non sono mai vere (Oscar Wilde)
mc
Inviato: 19/6/2007 11:09  Aggiornato: 19/6/2007 11:16
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/5/2004
Da:
Inviati: 7222
 Re: Così parlò Santaruina
Un bel bivio per i credenti:
Dio o lucifero?
Se scelgo uno, piuttosto che un altro ?
Sicuramente, uno di loro s'incazza...




...Bello essere non credenti...


(Santa : Bergamo... de suta? ... pota... (mi sa che non e' un granche' il mio bergamasco... )

mc

Linucs
Inviato: 19/6/2007 11:16  Aggiornato: 19/6/2007 11:16
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Così parlò Santaruina
E così, volendo, Stalin e Castro possono anche aver agito come dittatori, ma il messaggio originale era sostanzialmente sano e positivo.

Aggiungi Abdul al-Gore e hai fatto "bingooo!"

LaoTzu
Inviato: 19/6/2007 11:40  Aggiornato: 19/6/2007 11:40
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/2/2006
Da: Prefettura di Ku stato di Chu provincia di Henan o forse Gouyang in Anhui o forse ...
Inviati: 672
 Re: Così parlò Santaruina
E che dire di quelle religioni che non hanno neanche il messaggio sano e positivo in radice ...

Sto quieto a non far nulla, arriva la primavera e l'erba cresce rigogliosa.
FOTO
florizel
Inviato: 19/6/2007 11:54  Aggiornato: 19/6/2007 11:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Così parlò Santaruina
A parte aggiungermi a quanti si complimentano con Santa (dmc) per la sua preparazione e la sua passione per la materia, c'è qualcosa che continua a lasciarmi perplessa: ad un certo punto Bent Parodi afferma che per la massoneria l'universo è come un geroglifico che va decriptato, aggiungendo che a questo seguirebbe un "lavoro verso l'unificazione" dei saperi; e lo afferma come contrapponendosi alla "frammentazione, parcellizzazione, della conoscenza razionale".

La mia perplessità deriva da quella che appare una contraddizione, poichè la "decriptazione" della realtà implica un percorso di schematizzazione, e di "separazione" dei fenomeni gli uni dagli altri, che non può prescindere dall'approccio razionale.

Una spiegazione me la sono data interrogandomi sull'OGGETTO della conoscenza: trattandosi di materia ESOTERICA, quella schematizzazione ne consentirebbe l'indagine e quindi, a seguire, l'incastro tra le cose esaminate, contrariamente ad un percorso che contempla la "razionalità" non solo come approccio, ma anche come fine ultimo, e che quindi deve necessariamente tenere separati quei saperi.

Sperando di non essermi espressa come un libro strappato, chiedo ulteriori delucidazioni al "nostro" esperto.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
javaseth
Inviato: 19/6/2007 12:28  Aggiornato: 19/6/2007 12:47
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/3/2006
Da:
Inviati: 1182
 Re: Così parlò Santaruina
Citazione:
Sperando di non essermi espressa come un libro strappato, chiedo ulteriori delucidazioni al "nostro" esperto.


Ci provo io, florizel, nel frattempo che aspettiamo la risposta di Santa.

Da quello che mi è dato di capire dal poco che ho letto, la vera conoscenza non deriverebbe dall'approccio deduttivo tipico della scienza moderna bensì sarebbe di tipo intuitivo e perciò immediato.

L'approccio scientifico infatti (quello che schematizza e sistemizza) partirebbe da un presupposto sbagliato, ovvero quello di spiegare il più con il meno, ovvero di partire dal basso per capire ciò che è in alto, partire dalla manifestazione piuttosto che dai princìpi.

Questa è anche la ragione per cui i famosi "segreti" esoterici rimangono, a dispetto della quantità di informazioni oggi disponibili sull'argomento, per l'appunto, segreti.

Questo è dovuto alla loro natura intrinseca, di fatto incomunicabile, e sono apprendibili solamente attraverso un percorso iniziatico che utilizza come supporto all'insegnamento i mestieri e i simboli.

E' come quando Morpheus dice a Neo qualcosa tipo "una cosa è conoscere il cammino, un'altra e percorrerlo"

Ciao
-javaseth

[edit]
florizel
Citazione:
La mia perplessità deriva da quella che appare una contraddizione


Il decriptare in fondo è trovare una chiave di lettura che ti permetta di vedere un senso dove prima ne vedevi un altro o non ne vedevi nessuno..

"..io vi mando come pecore in mezzo ai lupi; siate dunque prudenti come serpenti e semplici come colombe"
Calvero
Inviato: 19/6/2007 13:19  Aggiornato: 19/6/2007 13:19
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Così parlò Santaruina
Ciao Florizel, io provo a dirti la mia. Leggendo della tua perplessità, comprendo di fondo che hai, a mio vedere, intuito il nesso o quanto meno il cardine su cui gira la questione.

Di fatto bisogna immaginare la Massoneria come un bimbo goloso di dolci davanti da una grande e bellissima torta. Ora tieni questa premessa a mente, mentre la metto in parte e vado avanti con un'altro esempio.

In un film (per altro mal riuscito) c'è una sequenza e un dialogo in cui si spiegano le differenze di chi è nato con la passione per essere astronauta e chi per essere astronomo: l'astronomo sublima la sua passione con l'osservazione, mentre l'astronauta vuole esserne parte con cognizione di causa, andando a visitare il "suo mondo" di persona. Di fatto l'approccio è di enorma differenza, ma questo non può comunque trascendere all'amore di ognuno per l'universo, o pregiudicare ad entrambi scoperte più o meno di rilievo. Giusto?

La religione cristiana è come l'astronomo mentre la massoneria come l'astronauta.

Cosa significa? Che entrambi hanno ragione delle loro differenze? Non proprio. L'unica cosa su cui collimano entrambe le vedute, è soltanto nella Fede che nell'essere umano suggella questa Ricerca immensa. Niente di pù, niente di meno.

Ma un punto fondamentale è indiscutibile; se vogliamo dare atto alle ricerche che ovviamente in linea generale divergono (ovviamente) da quelle accademiche. Che la religione, così come oggi la conosciamo, è nata dopo l'antico Sapere. E questo non per dire che chi nasce prima ha più "diritti". Ma perchè proprio l'uomo "ermetico" era portatore, messaggero, iniziatico di una conoscenza che nel corso dell' "evoluzione" umana, soltanto sotto la pelle della storia ha potuto tutelare i segreti della Spiritualità. E tramandare questi segreti (mentre nel contempo si evolvevano) è stato l'atto generatore di una moltitudine di eventi che nel corso della storia hanno creato fazioni che combattevano sotto la cenere.
E hanno fatto la storia. Vedasi la Balla della rivoluzione francese, studiata a tavolino dai massoni in America appunto per cercare di instaurare un nuovo inizio, altro che... (ma è altra storia).

Le Religioni, in primis quelle cristiane, hanno fatto il gioco più sporco. 1) Perchè anche loro a conoscenza di principi che nascevano dalle costole dell'ermetismo hanno sfruttato il "caso" Gesù come destabilizzante per lo spirito umano, mettendo davanti al naso degli uomini la carota dell'irraggiungibile, combinato alla ricetta del senso di colpa e del terrore dell'inferno. 2) Perchè i loro intrecci sono comunque combinati, a livello di potere, con la Massoneria di alto livello. E di fatto su una cosa concordano, se pur litigano per spartirsela: il controllo degli uomini.
E finchè noi cederemo la nostra mente con questi presupposti saremo sempre comunque ingabbiati in un dualismo che blocca le strade "all'illluminazione". Socrate di cosa parlava?

La massoneria, vige su principi che oggi collimano con la Fisica quantistica e non solo, e con quanto diceva Giordano bruno. Guarda caso nella storia i più grandi nomi sono legati a doppia mandata con le conoscenze iniziatiche. Questo non toglie le qualità di intelligenze magnifiche; ma i vari Leonardo, se non avevano gli strumenti necessari.. col piffero! che ci sarebbero stati. Lo stesso -Rinascimento- in Italia si è ri-forgiato sulle ceneri di questo antico Sapere (altra storia anche questa).

Per tornare a noi e al bambino goloso davanti alla sua torta, bisogna pensare come se la massoneria si forgiasse negli ingredienti di quella splendida torta; mentre la religione nella contemplazione della stessa.
Siamo tutti golosi di questa torta. Perchè in noi vive la scintilla divina e ci chiede sempre di essere elevata alla migliore spiritualità.

Se vuoi, non se l'hai letto, leggi il mio post -Magnoilia-Nietzche-Bruno e Chaplin- con occhio critico.
E dimmi cosa ne pensi.
Un saluto
Calvero

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Redazione
Inviato: 19/6/2007 13:33  Aggiornato: 19/6/2007 13:33
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Così parlò Santaruina
Mi sa che Santa già non ci caga più...

redna
Inviato: 19/6/2007 13:42  Aggiornato: 19/6/2007 13:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Così parlò Santaruina
cito-...sono apprendibili solamente attraverso un percorso iniziatico che utilizza come supporto all'insegnamento i mestieri e i simboli.
---
L'iniziato che percorre un cammino, anche se lo fa con altri, il cammino che lui compie è unico.
Pertanto occorre che sia codificato "un comportamento comune" da seguire nel percorso.
La segretezza della massoneria che vigeva era in virtù del fatto che il percorso o le linee del percorco comune non dovevano essere note ad altri perchè , senza precauzioni, potevano anche finire in altra maniera...
Ma ora che la massoneria non è più associazione segreta, non è cambiato nulla.Semplicemente, da quello che capisco, è stato fatto in modo che tutta la segretezza vada altrove. La segretezza rimane ma noi abbiamo preso lucciole per lanterne.
Anche all'interno della chiesa vige questo. Ci sono delle pratiche religiose ignote. La vera religione ha un percorso iniziatico. Poi c'è la parte nota a tutti, per attirare gente e avere il "consenso" nel condurre un certo tipo di pensiero che vada al maggior numero di persone e ne costituisca il perno.
In effetti se non si tiene un certo tipo di segretezza non si può far molto.
In tutte le cose c'è una parte nota e una ignota, una parte alla luce e l'altra all'ombra.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
hi-speed
Inviato: 19/6/2007 14:28  Aggiornato: 19/6/2007 14:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/12/2004
Da: preda lunga
Inviati: 3211
 Re: Così parlò Santaruina
Un bravo a Santaruina!!

Citazione:
il "Padre Nostro", no?


Non ho mai capito la terz'ultima frase della preghiera.

Purtroppo non riesco a scaricare il video completo su Google ma quello che ha detto Santa penso che sia bastato ai telespettatori.

Hi-speed

Cosa Sta Succedendo? Madre, madre Ci sono troppi di voi che piangono Fratello, fratello, fratello Ci sono troppi di voi che stanno morendo Sai che dobbiamo trovare una maniera Per portare un pò di amore qui oggi
redna
Inviato: 19/6/2007 15:09  Aggiornato: 19/6/2007 15:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Così parlò Santaruina
cito-non ho mai capito lan terz'ultima fase della preghiera.

---
Io non ho capito cosa centri l'amen finale.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Ashoka
Inviato: 19/6/2007 15:24  Aggiornato: 19/6/2007 15:24
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/7/2005
Da:
Inviati: 3660
 Re: Così parlò Santaruina
Citazione:
Non ho mai capito la terz'ultima frase della preghiera.


E' perché non sono capaci di tradurre dal greco

Ashoka

redna
Inviato: 19/6/2007 15:30  Aggiornato: 19/6/2007 15:30
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Così parlò Santaruina
cito-E'perchè non sono capaci di tradurre dal greco

Chi non è capace di tradurre dal greco?

Ma se la preghiera è stata fata da gesucristo (come si legge nei vangeli) non è stata detta in greco.
Probabilmente in qualche altra lingua.
Poi se gsucristo l'abbia appresa da altri....

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Fabrizio70
Inviato: 19/6/2007 17:20  Aggiornato: 19/6/2007 17:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Così parlò Santaruina
Citazione:
Io non ho capito cosa centri l'amen finale.


Sostituisci la e con una o ed ottieni Amon.....

http://it.wikipedia.org/wiki/Amon

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
redna
Inviato: 19/6/2007 18:12  Aggiornato: 19/6/2007 18:12
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Così parlò Santaruina
cito-sostituisci la e con la o ed ottieni Amon...

---
Quindi la principale preghiera cattolica ha da fare con Amon...
quindi Egitto...quindi idoli. Non un dio unico.
E allora si invoca qualcos'altro?

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Fabrizio70
Inviato: 19/6/2007 19:24  Aggiornato: 19/6/2007 19:24
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Così parlò Santaruina
Citazione:
quindi idoli. Non un dio unico.


Da Bibbia on line

Levitico , 16-5

Citazione:

5Dalla comunità degli Israeliti riceverà due capri per un sacrificio per il perdono, e un montone destinato a un sacrificio completo.
6"Aronne offrirà un toro per i suoi peccati, così compirà il sacrificio per il perdono a favore di se stesso e della sua famiglia. 7Poi porterà i due capri davanti al Signore, all'entrata della tenda dell'incontro, 8e tirerà a sorte per sapere quale spetta al Signore e quale è destinato ad Azazel. 9Egli allora presenta al Signore quello che la sorte ha indicato e lo offre in sacrificio per il perdono dei peccati. 10Invece il capro destinato ad Azazel deve servire per la cerimonia del perdono dei peccati, e deve essere messo vivo davanti al Signore, prima di mandarlo ad Azazel, nel deserto.


La Bibbia stessa ammette l'esistenza di altri dei,non dimentichiamolo , solo che "Dio" li ha sconfitti con molte battaglie,e si sà , la storia la fanno i vincitori,l'invocazione finale Amen dovrebbe servire a chiedere un "controllo" sul patto tra gli uomini e Dio,se Dio é l'unico ed incommensurabile ecc. ecc. non dovrebbe servire tale invocazione

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
Santaruina
Inviato: 19/6/2007 19:34  Aggiornato: 19/6/2007 19:34
Sono certo di non sapere
Iscritto: 13/10/2004
Da: Sud Europa
Inviati: 5123
 Re: Così parlò Santaruina
Mi scuso per il ritardo delle risposte

Ola Dorian

metti caso che un domani dobbiamo adorare Lucifero.. che ci tocca fare?

negli occhi di coloro che rivalutano il culto di Lucifero, l'angelo della luce rappresenta la spinta verso la conoscenza e l'elevazione personale.
Si tratta in pratica del "satanismo colto".
A mio parere i pericoli che un tale ribaltamento può portare vanno ascritti nella cosiddetta "anomia", ovvero assenza di legge.
Per legge qui si si intende quell'insieme di "convenzioni" che fino al XVIII secolo non venivano "discusse" a livello filosofico, e di cui le religioni tradizionali bene o male si facevano custodi, o avrebbero dovuto farlo.

Si tratta basilarmente di una netta divisione dei concetti di bene e male.
Uccidere è male, la pedofilia è male, l'incesto e male, e così via.

E' la stessa legge universale indiscutibile già dai tempi di Antigone.
Il culto del serpente, di Lucifero, , porta all'anomia, al sconvolgimento di ogni canone morale, in quanto in base a questa ideologia tutto il creato è frutto di un Dio malvagio, a cui Lucifero si era giustamente ribellato.
Quindi contravvenire le leggi "morali" è auspicato, in quanto accelera la fine di "questo" mondo.
L'ultimo scopo di tale visione infatti è l'edificazione di una nuova società posta sotto la tutela di Lucifero, questa volta.

In tutto questo gli "iniziati" avranno il compito di fare da guida.
La massa in questa ottica è un mero strumento da usare, in quanto incapace di cogliere l'essenza di tale insegnamento.
...........

Flo querida: la mia opinione è che la confusione nasce nel momento in cui queste persone vorrebbero mostrarsi al mondo quali "iniziati" senza avere la possibilità di spiegare cosa "l'esoterismo" sia.
E questo per definizione.
L'esoterismo non è argomento di discussione per come normalmente la intendiamo.
Non vi è nulla di "oscuro" in esso, semplicemente per essere trasmesso richiede un altro livello di trasmissione.
Un iniziato che si presenta come tale è poco credibile, e allo stesso modo è poco credibile la massoneria nel suo complesso quando fa sfoggio di vari titoli e discorsi che andrebbero sviluppati in ben altro modo...

........

Un grazie a tutti, e tenete conto che Luogocomune resta sempre la migliore "palestra" per allenarsi nelle discussioni.

Blessed be

-o- Ama e fa' ciò che vuoi -o-
magickstar
Inviato: 19/6/2007 20:27  Aggiornato: 19/6/2007 20:27
So tutto
Iscritto: 7/1/2007
Da:
Inviati: 26
 Re: Così parlò Santaruina
Voglio aggiungere due concetti a quanto già ottimamente espresso da Santa:
1- L' "amen" pronunciato alla fine delle preghiere è la "deformazione"e la translitterazione volgare dell'AUM,o suono cosmico,radice della voce di Dio,etc.

2- Il serpente è simbolo di uno stato superiore,"iniziato" per l'appunto,dell'essere umano.Nela Cabala come nell'esoterismo orientale si ipotizza l'esistenza di una corrente viva e vivificatrice(nel corpo fisico come nell'astrale)situata alla base della colonna vertebrale e chiamata Kundalini od Antico Serpente...allorquando la coscienza superiore dell'individuo si ridesta,la kundalini corre avvolgendosi in spire e conferisce il"potere magico"(unione tra mente soggettiva-mortale ed io superiore sotto l'influenza dello spirito).
Il pericolo insito nell'abuso del suddetto potere magico giustifica,secondo gli occultisti,le leggende relative a Lucifero-Serpente inteso come portatore di luce(Illuminazione data dal contatto con la scintilla Divina in noi).

redna
Inviato: 19/6/2007 20:43  Aggiornato: 19/6/2007 20:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Così parlò Santaruina
@fabrizio 70

la bibbia non ci aiuta certo.La prima frase di genesi è tradotta come:in principio dio creò i cieli e la terra, mentre l'esatta traduzione è :in principio gli dei crearono i cieli e la terra.
Questo per sostenere la tesi monoteistica.
Quindi se già dall'inizio si parte così.
Anche gli altri libri, scritti successivamente si pensa siano stati scritti per uno scopo preciso e quindi l'attendibilità storica non è certa.

Per quanto riguarda la parola Amen. amon della preghiera bisogna capire il suo significato per trovare un motivo di inserimento alla fine della preghiera.
Amon pur essendo una divinità egzia, la sua provenienza era altrove.
L'esatto significato è "il nascosto".

cito- ...se dio è l'unico ed incommensurabile ecc. non dovrebbe servire tale invocazione.

---
Prrobabilmente è necessario ricordare Amon...per qualche motivo che non ci viene spiegato.Ma chi l'ha messa sta invocazione?

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
andal
Inviato: 19/6/2007 21:36  Aggiornato: 19/6/2007 21:36
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/10/2006
Da:
Inviati: 58
 Re: Così parlò Santaruina
ciao a tutti,

anche i mussulmani dicono Amen nella loro preghiera,

credo che sia una specie di invocazione perché si realizzi qualcosa, tipo desiderio.

non credo che abbia a che fare con Amon ...

eco3
Inviato: 19/6/2007 21:38  Aggiornato: 19/6/2007 21:38
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/10/2006
Da:
Inviati: 229
 Re: Così parlò Santaruina
redna Citazione:
Per quanto riguarda la parola Amen. amon della preghiera bisogna capire il suo significato per trovare un motivo di inserimento alla fine della preghiera.
Amon pur essendo una divinità egzia, la sua provenienza era altrove.
L'esatto significato è "il nascosto".

cito- ...se dio è l'unico ed incommensurabile ecc. non dovrebbe servire tale invocazione.

---
Prrobabilmente è necessario ricordare Amon...per qualche motivo che non ci viene spiegato.Ma chi l'ha messa sta invocazione?



Dal Catechismo della Chiesa Cattolica:

"AMEN"

1061 Il Credo, come pure l'ultimo libro della Sacra Scrittura, [Cf Ap 22,21 ] termina con la parola ebraica Amen. La si trova frequentemente alla fine delle preghiere del Nuovo Testamento. Anche la Chiesa termina le sue preghiere con "Amen".

1062 In ebraico, "Amen" si ricongiunge alla stessa radice della parola "credere". Tale radice esprime la solidità, l'affidabilità, la fedeltà. Si capisce allora perché l'"Amen" può esprimere tanto la fedeltà di Dio verso di noi quanto la nostra fiducia in lui.

1063 Nel profeta Isaia si trova l'espressione "Dio di verità", letteralmente "Dio dell'Amen", cioè il Dio fedele alle sue promesse: "Chi vorrà essere benedetto nel paese, vorrà esserlo per il Dio fedele" (Is 65,16). Nostro Signore usa spesso il termine Amen, [Cf Mt 6,2; Mt 6,5; Mt 6,16 ] a volte in forma doppia, [Cf Gv 5,19 ] per sottolineare l'affidabilità del suo insegnamento, la sua autorità fondata sulla verità di Dio.

1064 L'"Amen" finale del Credo riprende quindi e conferma le due parole con cui inizia: "Io credo". Credere significa dire "Amen" alle parole, alle promesse, ai comandamenti di Dio, significa fidarsi totalmente di colui che è l'"Amen" d'infinito amore e di perfetta fedeltà. La vita cristiana di ogni giorno sarà allora l'"Amen" all'"Io credo" della professione di fede del nostro Battesimo:

Il Simbolo sia per te come uno specchio. Guardati in esso, per vedere se tu credi tutto quello che dichiari di credere e rallegrati ogni giorno per la tua fede [Sant'Agostino, Sermones, 58, 11, 13: PL 38, 399].

1065 Gesù Cristo stesso è l'"Amen" (Ap 3,14). Egli è l'"Amen" definitivo dell'amore del Padre per noi; assume e porta alla sua pienezza il nostro "Amen" al Padre: "Tutte le promesse di Dio in lui sono divenute "sì". Per questo sempre attraverso lui sale a Dio il nostro Amen per la sua gloria" (2Cor 1,20):

...

motus in fine velocior
javaseth
Inviato: 19/6/2007 21:50  Aggiornato: 19/6/2007 21:52
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/3/2006
Da:
Inviati: 1182
 Re: Così parlò Santaruina
Citazione:

Dal Catechismo della Chiesa Cattolica:

"AMEN"


E già...

Citazione:


Sostituisci la e con una o ed ottieni Amon.....

http://it.wikipedia.org/wiki/Amon


e se metti la a

http://it.wikipedia.org/wiki/Aman

Lasciarono quindi la Terra di Mezzo e si recarono nella Terra di Aman, la più occidentale di tutte le regioni ai confini del mondo

ma se lasci la e lì dove stava..

http://it.wikipedia.org/wiki/Amen

Amen...

Ciao
-javaseth

"..io vi mando come pecore in mezzo ai lupi; siate dunque prudenti come serpenti e semplici come colombe"
redna
Inviato: 19/6/2007 21:59  Aggiornato: 19/6/2007 21:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Così parlò Santaruina
@eco3

ti ringrazio di avermi fatto capire, attraverso il catechismo.

Quello che volevo sottolineare è la precisa connotazione dei periodo biblico in cui si sono svolte le cose e, ti assicuro, che se si studia la storia mediorientale di quel periodo le cose sono messe diversamente.
Se poi la chiesa cattolica nel suo catechiscmo ha messo nel suo modo le cose un certo motivo lo avrà.
Si dceva che la parola amen, amon è riferita ad un dio egizio.
Ora se la chiesa cattolica invece di inserire nel catechismo il nome di amen lo avesse tolto, che motivo ora aveva di spiegare le cose a modo suo?
Chiaramente lo spiega la chiesa cattolica. come spiega molte altre cose della dottrina che lo studioso è libero di ritenere vero, o meno, alla luce degli studi che fa.
Certamente per uno storico dire che amen è quello che asserisce la chiesa cattolica, penso che ne corra.
Casomai al fedele dovrà dire queste cose, perchè il fedele accetta attraverso la fede la spiegazione.
Se amen significa credere allora bisognerà trovare lo scritto che attesti il significato della parola, essendo la lingua antica difficile da tradurre.(e trovare anche chi può tradurre...)

Per quanto riguarda il padre nostro.
Dyaius Pitar (poi dio padre) era una divinità indiana più tardi mutata in Juppiter, Jovis cioè il Giove latino.
...sia fatta la tua volontà così in cielo, come in terra...
fa parte dela mitologia sumera, dove si insegnava che tutto quello che succedeva in cielo succedeva anche nella controparte terrestre..
Gli "dei" avevano specifiche controparti celesti.
Anche il ..dacci oggi il nostro pane quotidiano...ci sarebbe da dire.
Ma si aprirebbe, anche per una frase alquanto banale, una finestra completamente diversa.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Redazione
Inviato: 19/6/2007 22:49  Aggiornato: 19/6/2007 22:49
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Così parlò Santaruina
Curioso davvero...


florizel
Inviato: 20/6/2007 0:19  Aggiornato: 20/6/2007 0:19
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Così parlò Santaruina
javasethCitazione:
la vera conoscenza non deriverebbe dall'approccio deduttivo tipico della scienza moderna bensì sarebbe di tipo intuitivo e perciò immediato.

Vero, in realtà mi ha deviata il fatto che Parodi ha parlato di "decriptazione" e poi di "unificazione", e se c'è "unificazione vuol dire che c'è anche separazione, molto affine alla "parcellizzazione" dell'approccio razionale.
Grazie per la spiegazione, anche in termini di "chiave di interpretazione".

CalveroCitazione:
Che la religione, così come oggi la conosciamo, è nata dopo l'antico Sapere.

Credo che forse quello che chiami "Antico Sapere" era intriso di spiritualità, che, a mio "sentire", pervade ancora l'animo umano, esprimendosi in maniere differenti, secondo le differenti circostanze in cui i popoli sono avanzati.
Il punto che non condivido è quando affermi:
Citazione:
Le Religioni, in primis quelle cristiane, hanno fatto il gioco più sporco.

Credo che bisogna qui operare un distinguo tra il culto dei popoli e l'uso di esso da parte delle autorità religiose, e sto parlando di rapporti tra poteri diversi tra loro che lavorano tutt'oggi in sinergia.
Prima di Gesù c'era solo "dio", e non sappiamo per certo che l'attribuzione dello status di "trascendenza" proviene dalla realtà dei fatti o da un preciso progetto che perdura da secoli.
Quando dici "loro", a chi ti riferisci, in particolare?

Considerando ciò che affermi nel punto 2

Citazione:
i loro intrecci sono comunque combinati, a livello di potere, con la Massoneria di alto livello. E di fatto su una cosa concordano, se pur litigano per spartirsela: il controllo degli uomini.


mi pare che tu ti riferisca alle istituzioni ecclesiastiche. In questo caso, posso concordare sugli intrecci con la massoneria.
Confermi?

Un grazie anche a Santa dmc per gli ulteriori approfondimenti.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
Calvero
Inviato: 20/6/2007 19:37  Aggiornato: 20/6/2007 19:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Così parlò Santaruina
Esatto Florizel: quando dici di quella spiritualità che pervade ancora l'animo Umano. Concordo.
E devo aggiungere per coerenza al mio scritto, che non solo di spiritualità in senso Puro si parla.

L'antico Sapere se da un lato era meno spurio perchè di fatto l'uomo, nel bene e nel male, non viveva in una "società", chiamiamola lobotomizzata come la nostra (taglio i concetti con l'accetta), da un'altro attingeva a conoscenze che dalla Spiritulità trascendevano sino all'Alchimia e alla Scienza che adesso gli stolti chiamano (furbamente) stregoneria, al solo fine di mistificarla. Con trucchi di mezze verità mischiate a mezze bugie. In gioco la posta è molto alta!
Per cosa credi sia nata la New Age? O il codice da Vinci.. Rientra tutto nel programma della cospirazione che cerca di ingabbiare le persone che si fanno qualche domanda in più ma ugualmente cadono in una prigione mentale.
Quell'esoterismo, di cui noi ne vediamo solo la punta dell'Ice-berg, è quello che la "cristianità" (intesa nelle religioni che la manifestano), ha sempre voluto (lo ha sempre fatto e sempre lo farà fino alla loro capitolazione) nascondere ai "comuni mortali" appunto per non dare la possibilità di un risveglio che in noi è latente, in primis per una piena questione che attende un risveglio individuale, e secondo perchè le prigioni mentali che nei secoli hanno assoggettato i popoli hanno di fatto negato conoscenze, che solo pochi eletti si tramandavano sotto la pelle della storia. Ed è qui che entrano in gioco quei personaggi che vuoi per intelligenza, vuoi per scintilla, vuoi per cultura etc. etc. hanno trovato i trucchi dell'antico Sapere e puntualmente bruciati sul rogo non potevano lasciare eredità a breve distanza. Ma qualcosa è rimasto. Ora emerge con forza.
Ma di cosa crediamo che Parla il dott. R.G.Hamer svelando il "segreto" dei tumori? Di cosa parlava Paracelso?

Ti consiglio di leggerti "avidamente" il libro -la futura scienza di Giordano Bruno- di Giuliana Conforto, e -Il Talismano- scritto a due mani di Hancock & Bauval. Fidati. Ho letto i tuoi post e sono certo che nuove porte si apriranno sulle tue perplessità.

quando dico "loro"..
..mi riferisco ad una Elite globale, che al Vertice attinge a conoscenze non comuni; e hanno piani che viaggiano su frequenze che non sono solo legate al Potere che comunemente noi riteniamo tale.
Ripeto la posta in gioco è alta. Il segreto è in me come in te, come in Saul. Di fatto rimane che nel giocoforza che gestisce il mondo (11 settembre compreso) queste "questioni" sono di una importanza vitale. Le facciate o i teatrini della politica, fungono da burattini e non da burattinai.

Mi farai sapere..
Calvero

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
muratore
Inviato: 11/7/2007 1:01  Aggiornato: 11/7/2007 1:01
Mi sento vacillare
Iscritto: 29/8/2006
Da:
Inviati: 306
 Re: Così parlò Santaruina
Citazione:

1061 Il Credo, come pure l'ultimo libro della Sacra Scrittura, [Cf Ap 22,21 ] termina con la parola ebraica Amen. La si trova frequentemente alla fine delle preghiere del Nuovo Testamento. Anche la Chiesa termina le sue preghiere con "Amen".

Faccio notare per chi non lo sapesse che le parole ebraiche che conosciamo sono state riportate per iscritto da millenni PRIVE di vocali. La vocalizzazione è un'aggiunta postuma non necessariamente attendibile.
Quindi che la parola ebraica amen coincida, nelle lettere, alla parola amon, è un fatto.

Confermo poi ciò che ha detto qualcuno prima.
Elohim, Adonai....
Nella sua versione originale, ebraica, la bibbia non si fa nessun problema linguistico a ripetere termini sempre uguali, eppure per nominare colui che traduciamo quasi indifferentemente con "Dio" o "Signore" vengono usate parole diverse, a volte composte.
In particolare Elohim è indubbiamente un maschile plurale, anche se ogni volta che al corso di ebraico della parrocchia traduco istintivamente con "gli dei" vengo richiamato.

@Santaruina, io credo che Parodi non ha contestato alcuna tua definizione innanzitutto perchè, educatamente, non ha mai preso la parola di sua iniziativa, e ha solo risposto alle domande che gli venivano poste.
Il conduttore, che a volte mi ha fatto ridere di gusto, era più interessato a mostrarsi shokkato ogni volta che la prof parlava facendo un'apologia della massoneria, che ad indagare su quest'aspetto che su luogocomune tu chiarisci con particolari diversi, che a mio parere piuttosto che chiarire confondono.
Ti anticipo che la maggior parte dei tuoi commenti in tv mi è piaciuta... ma... questi i miei però.
Tu attribuisci alla Massoneria una distinzione "dio cattivo creatore" "dio buono lucifero" propria delle chiese gnostiche. Ma lo gnosticismo incrocia la massoneria non più di ogni altra religione, cristianesimo incluso.
Bent Parodi fa, ed è questa la "distinzione" che per me è molto più condivisibile della tua, tra il "diavolo" che è colui che divide e separa, dunque il male, e l'Uno che è Unione e Amore dunque il bene.
Attribuire a lucifero il suo significato di "portatore di luce" vuol dire distinguerlo nettamente dal diavolo, colui che divide.
E se non ci mettiamo daccordo sui termini ricadiamo in quella confusione tipica dei profani (coloro che stanno fuori dal tempio) e che tu citavi alla fine del video che ho potuto vedere su google.

PS ma la seconda parte della trasmissione? C'è online da qualche parte?
PPS @santa.... sto leggendo tutto quel che posso di Guenòn e credo che tu l'abbia frainteso. Condivido in larghissima parte le critiche alla massoneria fatte da Guenòn, che pur lamentava di essere troppo spesso incompreso già dai suoi contemporanei che gli attribuivano frasi da lui non dette e pensieri che non gli appartenevano.
Più tempo passa più condivido l'opinione di Guenòn secondo la quale la massoneria è troppo spesso "deviata". Deviazione, Guenòn non si stancava mai di ripeterlo anche se la P2 non faceva ancora parte della storia, che non ha nulla a che vedere con i complottiplutogiudaico massonici, o con le messe sataniche, o con i riti orgiastici, ma piuttosto deviazione dalla Tradizione che porta alcuni a interessarsi più ad attività benefiche che allo studio della Tradizione stessa, studio che per altro in Massoneria Guenòn ha riscontrato essere esclusivamente speculativo, ulteriore deviazione dalla Tradizione che necessita di persone capaci di operare e non solo di speculare.
Una Tradizione Regolare detenuta però da persone troppo spesso incapaci. Fornisce tutto l'essenziale che la fa corrispondere a qualunque altro Ordine Iniziatico regolare, ma è molto difficile incontrarvi Maestri degni di tale nome.
Ma ricordo un passo del vangelo dove si invitava a non chiamar nessuno maestro, o padre... L'essenziale è fornito... il resto bisogna sudarselo.

muratore
Inviato: 11/7/2007 1:22  Aggiornato: 11/7/2007 1:22
Mi sento vacillare
Iscritto: 29/8/2006
Da:
Inviati: 306
 Re: Così parlò Santaruina
Dimenticavo....
senza voler essere contradditorio faccio notare un'altra cosa.
Il Demiurgo (dio cattivo degli gnostici) è costruttore del mondo, ed è identificato come dici col "dio delle religioni tradizionali".
Il grande architetto è tecnicamente il costruttore del mondo... dunque a me pare strano contrapporre le due figure se la cosa venisse posta su questo piano.

Se invece rileggi Guenòn, forse è possibile superare i limiti delle parole e vedere un po di capirsi meglio.
Se il diavolo è colui che divide, se la manifestazione è per sua natura divisa, e se con demiurgo intendiamo ciò che è manifesto, dunque diviso, guenòn gnostici induisti buttisti e Iniziati di ogni Ordine ma non grado, credo concordino sul attribuirgli il termine "male".
Mentre al grande architetto, al Dio Uno, senza secondo, all'Essere Supremo che è principio, origine, di ogni cosa, e che non conosce divisioni, nulla all'infuori di sè, il termine di "bene".

Basta capirsi.... ;)


Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA