Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


politica italiana : Le ferrovie sono su scherzi a parte
Inviato da marcocedol il 5/5/2007 7:10:00 (5196 letture)

di Marco Cedolin

Si fatica davvero molto nel prendere sul serio i contenuti del nuovo piano industriale 2007-2011 delle Ferrovie, che ieri al termine di una riunione a Palazzo Chigi, presieduta dal premier Romano Prodi ha ricevuto il benestare del governo, a conclusione di un’analisi durata tre mesi.

Proviamo allora ad immaginare si tratti di uno scherzo quando leggiamo che l’amministratore delegato Moretti prevede che le Ferrovie italiane riusciranno a generare utili già tra il 2009 ed il 2010. Utili da conseguire nel giro di un paio d’anni tramite un’azienda che oggi si trova sull’orlo del collasso, al punto da dovere sopprimere giornalmente fra i 200 ed i 300 treni poiché manca il personale che dovrebbe guidarli oppure mancano fisicamente le carrozze o le motrici.

Proviamo ad immaginare che si continui a scherzare di fronte all’affermazione secondo cui sarà “rivolta grande attenzione ai pendolari delle grandi città, con un aumento del 70-80% e in alcuni casi anche del 100% dei servizi per il trasporto locale”. Tutto ciò attraverso l’acquisto nei prossimi 4 anni di ben 1000 treni da destinare ai pendolari, …

… con un investimento di 6,4 miliardi di euro. Molto probabilmente scherzava anche il governo quando ha esaminato per tre mesi il piano senza rendersi conto che non si stava facendo riferimento alle ferrovie svizzere, bensì a quelle italiane.

Quelle ferrovie italiane il cui materiale rotabile è talmente vecchio e in cattivo stato da risultare più adatto ad un museo ferroviario che non all’attività su rotaia di un paese che ama definirsi tecnologicamente avanzato. Le locomotive diesel usate per il trasporto regionale hanno un’età media di 23,8 anni, quelle elettriche di 21,3 anni, le motrici diesel cargo di 31,4 anni, i vagoni delle vecchie “littorine” ancora numerosissimi arrivano a un’età media di 44 anni. La maggior parte dei 50.000 carri merci esistenti sulla rete ferroviaria italiana ha un’età media di 30/40 anni.

Se anche si acquistassero sul serio 1000 treni come prospettato, questi basterebbero a malapena per garantire la sostituzione dei residuati museali che oggi accompagnano le infelici giornate dei pendolari, insieme alle immarcescibili zecche a cui proprio non c’è verso di riuscire a fare pagare il biglietto.

Il biglietto lo si farà invece pagare sempre più salato ai viaggiatori, attraverso una nuova serie di aumenti che partiranno il prossimo autunno e poi si riproporranno a scadenze regolari, a dimostrazione che quella nell’aumento è l’unico tipo di puntualità che fino ad oggi siamo riusciti ad importare dalla Svizzera. Poco male, afferma Moretti perseverando nella celia, perché comunque i prezzi dei biglietti ferroviari in Italia sono inferiori alla media degli altri paesi europei. Già, gli altri paesi europei, quelli che hanno un sistema ferroviario che a differenza del nostro garantisce un servizio ben al di sopra di quella soglia della decenza a noi sconosciuta, verrebbe da aggiungere quasi contagiati dall’approccio ridanciano con cui ci è stata posta fin qui la questione.

Purtroppo la voglia di scherzare scompare senza lasciare traccia non appena si realizza il tipo di programma che il nuovo piano delle Ferrovie intende mettere in atto nei confronti dei suoi dipendenti. I ferrovieri da licenziare che il protocollo del bon ton politicamente corretto preferisce etichettare come esuberi o “uscite pianificate” saranno 4.500 nel 2007 e poi 3.000 nel 2008 e 2.500 nel 2009, per un totale di 10.000 unità (in realtà persone che devono mangiare almeno un paio di volte al giorno, possibilmente con un tetto sopra la testa che li preservi dalle intemperie) nei prossimi tre anni. Le Ferrovie assicurano però che nel 2007 verranno assunte 1000 persone, la metà delle quali a tempo determinato (quel precariato che il governo si ripromette da sempre di combattere, pur non trovandone il tempo essendo in altre cose più importanti indaffarato) e affermano che il turn over, cioè i licenziamenti, sono legati soprattutto all'introduzione di nuove tecnologie e al progressivo abbandono del doppio macchinista alla guida.

Sarebbe interessante approfondire la natura di codeste mirabolanti tecnologie, nella speranza che non si tratti dell’arcinoto apparecchio VACMA, un congegno inutile e dannoso che ben lungi dall’esprimere un qualche contenuto tecnologico consiste semplicemente in un pedale che il macchinista deve pigiare ripetutamente come un robot ogni 55 secondi per tutta la durata del viaggio, con il solo scopo di permettere alle Ferrovie di “aggirare” l’obbligo di un secondo macchinista in cabina di guida.

Così come sarebbe oltremodo interessante comprendere in base a quale cortocircuito logico l’ad Moretti pretenda di raddoppiare i treni per i pendolari dimezzando al contempo il numero dei ferrovieri e macchinisti necessari per portarli a destinazione.

Sicuramente se tutte le aziende impostassero piani industriali sulla falsariga di quello proposto dalle Ferrovie ed approvato dal governo, il problema dei pendolari troverebbe immediata soluzione con la scomparsa immediata degli stessi, ma tutto ciò sarebbe in contraddizione con l’obiettivo di costruire utili entro il 2011, sembra uno scherzo, ma se pensiamo che il governo ha ponderato ben tre mesi su questa materia arriviamo a comprendere che sarebbe anche di pessimo gusto.

Marco Cedolin

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
Bambooboy
Inviato: 5/5/2007 12:27  Aggiornato: 5/5/2007 12:27
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/12/2006
Da:
Inviati: 535
 Re: Le ferrovie sono su scherzi a parte
Ottimo articolo Marco.
semplice. diretto. pulito. conciso. assolutamente veritiero.

da segnalare anche [ per rimanere in tema SPRECO&NAIF ], che
dal lunedì 19/09 Trenitalia ha cominciato sul territorio nazionale, dei controlli straordinari dei biglietti/abbonamenti effettuato al binario, sia ai treni in arrivo che in partenza.
E fin qua, tenendo conto che durante il viaggio i controllori ormai quasi non passan piu' [ sempre per carenza di personale ], si puo' benissimo anche capirne il perchè [ se nessuno controlla, pagare il biglietto puo' diventare un optional ].
Ma quello che mi sta meno bene, è che [ visti di persona e per alcune ore consecutive causa ritardi nei convogli, a Vicenza, in occasione del solar-expo 07.... ], per effettuare i controlli a terra i dipendenti delle ffss, vengano accompagnati da ben 4 dicesi 4 poliziotti italiani.
ora, ma a quei poliziotti, chi glielo paga lo stipendio? lo stato iatliano [ per cui tutti i cittadini ] o le ffss? cosa sono: poliziotti in affitto?
gli addetti delle ffss, son già di per sè autorizzati a elevare multe; e allora quale ragione c'è per sottrarre ai loro doveri [ prevenire furti, borseggi e rapine ad esempio ] tutori delle forze dell'ordine in nome del bilancio delle ffss?
misteri di un'italia sempre piu' allo sbaraglio nelle mani [ bucate ] di ladri arroganti e inetti.

Iskandar
Inviato: 5/5/2007 13:01  Aggiornato: 5/5/2007 13:01
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/6/2006
Da: pistoia
Inviati: 104
 Re: Le ferrovie sono su scherzi a parte
beh, probabilmente 4 poliziotti devono sempre essere in stazione, essendo un luogo molto frequentato. In tal senso, meglio che accompagnino il controllore, piuttosto che star seduti nell'ufficio a far passare il tempo.

se poi ci dovesse essere chi reagisce in modo violento se trovato sprovvisto di biglietto, la cosa è ancora più giustificata.

Linucs
Inviato: 5/5/2007 13:10  Aggiornato: 5/5/2007 13:24
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Le ferrovie sono su scherzi a parte
Si fatica davvero molto nel prendere sul serio i contenuti del nuovo piano industriale 2007-2011 delle Ferrovie, che ieri al termine di una riunione a Palazzo Chigi, presieduta dal premier Romano Prodi ha ricevuto il benestare del governo, a conclusione di un’analisi durata tre mesi.

Mi ricorda il giochino: "una parola non fa parte del gruppo, quale?" (governo, piano industriale...)


===

beh, probabilmente 4 poliziotti devono sempre essere in stazione, essendo un luogo molto frequentato. In tal senso, meglio che accompagnino il controllore, piuttosto che star seduti nell'ufficio a far passare il tempo.

Ma come, non dovevano guardare le preziose telecamere?

se poi ci dovesse essere chi reagisce in modo violento se trovato sprovvisto di biglietto, la cosa è ancora più giustificata.

Certo, certo, occorrono quattro scimmie armate per fronteggiare un pericoloso passeggero. Salvo poi scoprire che nessuno si azzarda a chiedere il "biglietto" alla consueta sporca, fottuta e strafottente "minoranza" che poi trovi sul vagone ad accattonare col cartello, indisturbata.

===

gli addetti delle ffss, son già di per sè autorizzati a elevare multe; e allora quale ragione c'è per sottrarre ai loro doveri [ prevenire furti, borseggi e rapine ad esempio ] tutori delle forze dell'ordine in nome del bilancio delle ffss?

Sai quanto gliene sbatte alle forze dell'ordine di tutelare te dalla rapina? Son lì a tutelare l'ordine, mica il "cittadino". Quindi al massimo verranno ad intervenire quando ti verrà l'istinto di prendere il "rapinatore" e sbatterlo contro un muro, perché "ti sei sostituito allo SSStato e hai dato un cattivo esempio ai cittadini".

misteri di un'italia sempre piu' allo sbaraglio nelle mani [ bucate ] di ladri arroganti e inetti.

"Se solo i politici fossero onesti..."

marcocedol
Inviato: 5/5/2007 13:14  Aggiornato: 5/5/2007 13:14
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/6/2006
Da: Torino
Inviati: 1340
 Re: Le ferrovie sono su scherzi a parte
Ciao Bambooboy,

quello che hai segnalato è molto interessante.
In realtà credo che le pesantissime riduzioni di organico già effettuate dalle Ferrovie fino ad oggi abbiano creato una situazione di caos totale.

Moltissimi servizi sono stati affidati a ditte esterne tramite appalti al ribasso, i controllori sono pochissimi e in molti casi per legge dovrebbero stare in cabina in quanto manca il secondo macchinista ecc. L'uso della polizia che descrivi tu credo s'inserisca in questo contesto.

In effetti la polizia sta venendo sempre più usata per operazioni "private" che poco hanno a che fare con il suo ruolo precipuo, come operazioni di controllo dentro e fuori gli stadi di calcio, protezione dei vip e altre amenità sui generis.
Poi naturalmente arrivano gli appelli perchè gli agenti sono pochi, i mezzi a loro disposizione sono pochi e manca perfino la benzina. Se li facessero lavorare nell'interesse del cittadino che li paga sono sicuro sarebbero più che sufficienti

marcocedol
Inviato: 5/5/2007 13:16  Aggiornato: 5/5/2007 13:16
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/6/2006
Da: Torino
Inviati: 1340
 Re: Le ferrovie sono su scherzi a parte
Credo industriale Linucs

Thibault
Inviato: 5/5/2007 13:31  Aggiornato: 5/5/2007 13:31
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/5/2006
Da: Un mondo folle
Inviati: 343
 Re: Le ferrovie sono su scherzi a parte
Me lo immagino già il dialogo alla banchina del treno:
"Biglietto prego"
"Non ce l'ho"
"mi spaice devo farle la multa favorisca un documento"
"Ma perchè? Sto aspettando mio fratello che arriva col prossimo treno che è in ritardo pirla"

P.S. Visto che sulla stragrande maggioranza dei treni il ritardo è cronico, e in molti casi per "fortuna" è costante, a sto punto non possono riscrivere l'orario così almeno uno sa di che morte muore?
Oppure se aggiornano l'orario poi ci devono aggiungere altro ritardo?

E' una tranquilla notte di regime
carloooooo
Inviato: 5/5/2007 13:54  Aggiornato: 5/5/2007 13:54
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/7/2006
Da: marca gioiosa et amorosa
Inviati: 1386
 Re: Le ferrovie sono su scherzi a parte
Citazione:
Visto che sulla stragrande maggioranza dei treni il ritardo è cronico, e in molti casi per "fortuna" è costante, a sto punto non possono riscrivere l'orario così almeno uno sa di che morte muore?


Quasi. Visto che la Regione Veneto ha già multato Trenitalia una volta e si appresta a farlo in maniera molto pesante una seconda (da quel che ho capito dovrei avere uno sconto di abbonamento del 90% il prossimo mese), e visto che la multa si basa sui minuti complessivi di ritardo, sulla tratta Udine-Venezia l'allegra azienda ha pensato furbescamente di allungare di due minuti i tempi di percorrenza per quasi tutti i treni.

Carlo

Bambooboy
Inviato: 5/5/2007 15:13  Aggiornato: 5/5/2007 15:14
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/12/2006
Da:
Inviati: 535
 Re: Le ferrovie sono su scherzi a parte
per quello che ho visto a Vicenza pero', fa cosi':
- 2 poliziotti per scale sopra e 2 sotto
- controllori FFSS in cima alle scale che ferman tutti: se non esibisci il biglietto, ti metton da parte acccanto alle ringhiere, e solo dopo che han controllato tutti, ti fan la multa e quindi ti fan passare

[ praticamente un altro "bel" modo per farti accumulare un altro ritardo aggiuntivo infatti, se mi controlli il boglietto sul treno, il treno è in movimento e non perdo tempo. se mi crei anche una coda una volta a terra, perdo altri minuti oltre i classici ritardi dovuti ai FFSS ].

@carlo
la reg Veneto, avrà anche multato trenitalia [ come credo anche piemonte e lombardia ], ma bisogna vedere se poi ste multe le han pagate o no lorsignori [ magari aumentando il prezzo dei biglietti ]

Pausania
Inviato: 5/5/2007 15:23  Aggiornato: 5/5/2007 15:24
Sono certo di non sapere
Iscritto: 6/4/2006
Da:
Inviati: 3872
 Re: Le ferrovie sono su scherzi a parte
Citazione:
- 2 poliziotti per scale sopra e 2 sotto
- controllori FFSS in cima alle scale che ferman tutti: se non esibisci il biglietto, ti metton da parte acccanto alle ringhiere, e solo dopo che han controllato tutti, ti fan la multa e quindi ti fan passare

Come molte volte il Veneto, lungi dall'essere banalmente la Regione delle fabbrichette e dei capannoni, diventa il laboratorio per il futuro della società italiana.

La scena descritta da Bambooboy fa rabbrividire: quattro poliziotti e un controllore che formano un check-point alla stazione con lo scopo di controllare a tappeto i documenti (di viaggio) di tutti quelli che passano di là. Quelli che secondo loro non sono in regola (perché se non sei sul treno non hai nessun motivo per essere multato) li tengono in stato di fermo (fosse anche solo per dieci minuti) senza motivo e poi gli applicano una multa irragionevole ed immotivata.

Fra un po' ci metteranno dietro le ringhiere (per controllare il biglietto, s'intende) ed infine ci obbligheranno a salire sul treno, destinazione non si sa dove.

Lentamente ci stiamo abituando al peggio

Bambooboy
Inviato: 5/5/2007 15:27  Aggiornato: 5/5/2007 15:27
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/12/2006
Da:
Inviati: 535
 Re: Le ferrovie sono su scherzi a parte
@marcedol
...."Se li facessero lavorare nell'interesse del cittadino che li paga sono sicuro sarebbero più che sufficienti"....
concordo. e come scrivava Altan, in una vecchia vignetta [ 1984?]
"si licenziano operai. si assumono carabinieri"

una comune costante da troppi anni a questa parte: la "pace sociale" [sic] la potrebbero mantenere con una parvenza di democrazia e di diritti civili o con una sempre maggior numero di manganelli. ma i manganelli costano di meno delle politiche sociali [ e di maggior effetto nel prevenire le richieste delle popolazioni ], e così non han nemmeno piu' l'obbligo di doversi sbattere ad aver almeno la parvenza di persone oneste e capaci.

resto tutt'ora stupito di come per poter arruolarti in polizia o nei carbinieri, uno debba essere incensurato [ anche vari gradi di parentela ], mentre per farsi eleggere in parlamento o in senato [ che teoreticamente dovrebbero essere le istituzioni piu' alte e pure in quello che è il loro concetto di Stato ], non ci sia nemmeno bisogno di avere la fedina penale pulita [ mi sa che....anzi!!!!]

ptimolla
Inviato: 5/5/2007 15:33  Aggiornato: 5/5/2007 15:33
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/7/2006
Da: Taranto
Inviati: 353
 Re: Le ferrovie sono su scherzi a parte
Certo che dove passa Cimoli non cresce piu' l'erba manco se fosse Attila !!!

Beppe Grillo dice che bisogna asssegnare Cimoli all'imigrazione clandestina tra l'africa e Lampedusa....in men che non si dica ,il traffico fallirebbe !!!

Legge di Murphy sulla ricerca
Una ricerca abbastanza lunga tendera' a confermare ogni teoria.


Legge di Maier
Se i dati non corrispondono alla teoria, vanno eliminati.
Rugito
Inviato: 5/5/2007 15:36  Aggiornato: 5/5/2007 15:36
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/4/2007
Da: Napoli
Inviati: 105
 Re: Le ferrovie sono su scherzi a parte
Io vorrei solo far notare che nell'intervento del governo non si menziona neanche la Sicilia, e il fatto che là le ferrovie semplicemente non ci sono. Palermo-Messina è a un solo binario. E quelli parlano di risanamento. Che nervi.

"How can the wicked smile while the world is burning?"
marcocedol
Inviato: 5/5/2007 15:49  Aggiornato: 5/5/2007 15:49
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/6/2006
Da: Torino
Inviati: 1340
 Re: Le ferrovie sono su scherzi a parte
Rugito,
in effetti in Sicilia è quasi come se le ferrovie non esistessero, tanto risultano antiquate le infrastrutture ferroviarie e scadente il servizio.

Su 1387 km totali di linee ferroviarie (pochissime) solo 146 sono a doppio binario, una vergogna!

ptimolla
Inviato: 5/5/2007 16:02  Aggiornato: 5/5/2007 16:02
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/7/2006
Da: Taranto
Inviati: 353
 Re: Le ferrovie sono su scherzi a parte
Invece a Matera ,se non sbaglio,non c'e' proprio nulla;
ne' binari ,ne' stazione!!!

Legge di Murphy sulla ricerca
Una ricerca abbastanza lunga tendera' a confermare ogni teoria.


Legge di Maier
Se i dati non corrispondono alla teoria, vanno eliminati.
marcocedol
Inviato: 5/5/2007 16:10  Aggiornato: 5/5/2007 16:10
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/6/2006
Da: Torino
Inviati: 1340
 Re: Le ferrovie sono su scherzi a parte
In effetti Ptimolla, in Basilicata i km di linea ferroviaria a doppio binario sono 24 sui 368 totali, una percentuale inferiore perfino a quella della Sicilia

ptimolla
Inviato: 5/5/2007 16:17  Aggiornato: 5/5/2007 16:17
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/7/2006
Da: Taranto
Inviati: 353
 Re: Le ferrovie sono su scherzi a parte
Ummhhh...
mi sa che la percentuale e' inferiore anche a quella del Burundi !

Legge di Murphy sulla ricerca
Una ricerca abbastanza lunga tendera' a confermare ogni teoria.


Legge di Maier
Se i dati non corrispondono alla teoria, vanno eliminati.
carloooooo
Inviato: 5/5/2007 19:06  Aggiornato: 5/5/2007 19:06
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/7/2006
Da: marca gioiosa et amorosa
Inviati: 1386
 Re: Le ferrovie sono su scherzi a parte
Citazione:
la reg Veneto, avrà anche multato trenitalia [ come credo anche piemonte e lombardia ], ma bisogna vedere se poi ste multe le han pagate o no lorsignori [ magari aumentando il prezzo dei biglietti ]


Guarda, già l'anno scorso ottenni un ingente sconto del biglietto per il mese di aprile. Per un paio di mesi le cose vanno un pochino meglio, poi ricomincia il solito tran-tran dei ritardi.

Ma la cosa divertente è sentire i politici minacciare, se il servizio non migliora, di rescindere il contratto a Trenitalia. Nel qual caso non capisco in quale curioso modo potrei arrivare a Venezia.

Carlo

cocis
Inviato: 5/5/2007 19:59  Aggiornato: 5/5/2007 19:59
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/1/2006
Da: V
Inviati: 1430
 Re: Le ferrovie sono su scherzi a parte
Citazione:
Autore: Iskandar Inviato: 5/5/2007 13:01:23

beh, probabilmente 4 poliziotti devono sempre essere in stazione, essendo un luogo molto frequentato. In tal senso, meglio che accompagnino il controllore, piuttosto che star seduti nell'ufficio a far passare il tempo.

se poi ci dovesse essere chi reagisce in modo violento se trovato sprovvisto di biglietto, la cosa è ancora più giustificata.


visto le merdose ferrovie del veneto .. penso che ne abbiano utto il diritto ..

ogni settimana c'è un articolo sulla schifezza delle ferrovie del nordest--
zecche .. senza riscaldamento .. senza clima d'estate ..
porte che non si aprono.. treni guasti ..
ritardi continui .. treni soppressi ..
carri bestiame .. ecc..

ci sono + animali selvatici nei carri bestiame di trenitalia che nel resto del mondo ...

clausneghe
Inviato: 6/5/2007 10:48  Aggiornato: 6/5/2007 10:48
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/4/2006
Da: nordcentro
Inviati: 1679
 Re: Le ferrovie sono su scherzi a parte
@ Marco Ced.

Quando "prenderemo il potere" un posto di ministro dei treni non te lo leva nessuno

Tornando seri, ottimo articolo che conferma la tua competenza in materia..

Prendiamo atto che questo governo che procede nel solco del precedente
continua a fumigarci con la presunta necessità del costosissimo Tav tacendo ovviamente sullo stato penoso degli altri trasporti su rotaia rimasti al livello di paese del terzo mondo...

Ricordiamoci anche che questo governo che non ha soldi per ammodernare i treni e i trasporti in genere

non lesina danari (i nostri) per dotare il nostro Paese di 113 nuovi fiammanti caccia multiruolo F-35 del costo di 100.000.000 di Euro cadauno , più le spese di manutenzione a parte...

Essi, i nostri giaccoincravattati al comando, preferiscono evidentemente

avere una flotta aerea da guerra "che ci faccia rispettare" piuttosto che migliorare la qualità dei servizi per i tartassati sudditi che vivono a terra...

ziomao
Inviato: 6/5/2007 11:02  Aggiornato: 6/5/2007 11:02
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/10/2005
Da:
Inviati: 339
 Re: Le ferrovie sono su scherzi a parte
Bell'articolo ! complimenti !

Ma in fondo ce la vogliamo ( come popolo ),per non parlare poi dei ferrovieri che meritano ben poca pubblica pieta'.

Sono convinto che se si presentasse qualche decina di migliaia di ferrovieri armati di spranghe davanti al pappamento le cose andrebbero diversamente.

Per le proprie idee e i propri diritti bisogna essere disposti a lottare, anche a costo di morti e feriti ( francia docet ), in caso contrario come diceva Proud o le persone o le loro idee non valgono nulla.

Il primo colpevole delle future stragi di pendolari non sara' il governo o la cricca banco-mafiosa che lo manovra, ma i ferrovieri che con il loro silenzio condannano anche tutti gli utenti a delle stragi annunciate.

Io spero che vengano licenziati e cocoprotizzati in massa !
per quello che valgono sono anche troppo buono.

Mao

fiammifero
Inviato: 7/5/2007 13:26  Aggiornato: 7/5/2007 13:26
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/2/2005
Da: ROMA
Inviati: 5691
 Re: Le ferrovie sono su scherzi a parte
Ma perchè i pendolari devono pagare il biglietto per il treno?
Non dovrebbero pagarlo i "padroni" visto che assumono fuori zona e/o regione?

Citazione:
le cose di cui ci sentiamo assolutamente certi non sono mai vere (Oscar Wilde)
marcocedol
Inviato: 7/5/2007 14:46  Aggiornato: 7/5/2007 14:46
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/6/2006
Da: Torino
Inviati: 1340
 Re: Le ferrovie sono su scherzi a parte
Fiammifero,
questa è una domanda molto intelligente, alla quale credo andrebbe aggiunto "Perchè gli industriali assumono fuori zona/regione quando potrebbero tranquillamente assumere persone che vivono vicino allo stabilimento?"

marcocedol
Inviato: 7/5/2007 15:51  Aggiornato: 7/5/2007 15:51
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/6/2006
Da: Torino
Inviati: 1340
 Re: Le ferrovie sono su scherzi a parte
E lo scherzo continua.......

07 mag 15:23
Ferrovie: Cipolletta, "Nuovo piano dedicato a pendolari"
ROMA - Il presidente delle Fs Innocenzo Cipolletta risponde a Romano Prodi, che ha definito "da terzo mondo" i servizi delle Ferrovie per i pendolari. Il nuovo piano varato la scorsa settimana e' ''dedicato in larga parte proprio ai pendolari'' ha dichiarato Cipolletta a margine della presentazione del rapporto 2007 di Unioncamere. "Servono piu' treni - ha aggiunto - e abbiamo in programma di acquistarne mille. Puntiamo a piu' quantita' e qualita'''. (Agr)


Si tratterà di treni telecomandati a distanza dallo stesso Copolletta?

E perchè mai Cipolletta ragguaglia Prodi riguardo al nuovo Piano industriale delle Ferrovie che Prodi ed il governo hanno "studiato per ben 3 mesi prima di approvare?


Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA