Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


opinione : Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
Inviato da Redazione il 21/3/2009 8:50:00 (17928 letture)

MANUALE OPERATIVO dell'Acchiappabebunker

"Se lo conosci lo combatti"


STRATEGIA E FINALITA’


Bisogna innanzitutto tenere presente che quando il debunker scende in campo non è più un uomo, ma una MACCHINA: egli cioè agisce meccanicamente, comportandosi nello stesso modo di fronte ai problemi più disparati, poichè ha un’unica finalità che li accomuna tutti: smontare una teoria pericolosa per il sistema vigente, qualunque essa sia.

Questo offre da un lato il vantaggio della prevedibilità – ogni macchina è programmata per agire in un modo determinato – ma impone di lottare contro un avversario privo di ogni condizionamento morale, la cui unica finalità sia quella di schiacciare l’avversario, con qualunque mezzo a disposizione.

Alla fine Kasparov ha perso contro Deep Blue per un crollo emotivo, non perchè la macchina dell'IBM giocasse meglio di lui a schacchi.

Per il debunker quindi non c’è nessuna differenza fra il caso Kennedy o l’undici settembre: sono ambedue "teorie cospiratorie" che minacciano lo status quo, e vanno ambedue combattute con l'unico fine di poter dire che “non stanno in piedi”.

Per questo motivo, il debunker assomiglia alla squadra di provincia che vada a giocare in trasferta contro la regina del campionato. Per lui il pareggio basta e avanza: non deve segnare goal, deve solo evitare di prenderne. In altre parole, lui non deve dimostrare nulla rispetto al caso in questione, poichè la versione ufficiale gli dà già ragione per default. Sta invece al complottista trovarne il punto debole, perforare la difesa e segnare almeno un goal nei canonici 90 minuti.

Occhio naturalmente al contropiede, perchè capita spesso di buttarsi all’attacco con tale furia accecante (specialità del debunker è proprio quella di farti perdere prima o poi la pazienza) da ritovarsi ogni tanto a dire una stupidaggine, che il debunker ti fa subito pagare a carissimo prezzo: ti infilza sotto lo sguardo attonito dei tuoi tifosi,...



... e poi ne approfitta per farci su un  Carnevale di Rio che dura almeno una settimana.


ANALISI COMPLESSIVA

L’operazione complessiva di debunking avviene secondo due direttive immutabili:

1 - SCOMPOSIZIONE DEL SISTEMA
2 - EQUALIZZAZIONE PROBABILISTICA

Per portare a termine ciascuna operazione il debunker si avvale di una serie di FUNZIONI,  che descriveremo in seguito nel dettaglio.

DEVIAZIONE DAL SIGNIFICANTE
SOPRAVVALUTAZIONE DELL’ININFLUENTE
PROMOZIONE DEL DEQUALIFICANTE
PUBBLICIZZAZIONE DELL’EVIDENTE
AUTOTITOLATURA DELL'IGNORANTE
VACCINAZIONE DEL GIUDICANTE
IGNORANZA DEL DEPONENTE
UNIVERSALIZZAZIONE DEL PENALIZZANTE

Vi sono poi due SUB-FUNZIONI AGGIUNTIVE, RFT e SPF.


ANALISI OPERATIVA

1 - SCOMPOSIZIONE DEL SISTEMA

E’ il principio fondamentale secondo cui opera per il debunker: scomporre immediatamente l’impianto di accusa nel maggior numero possibile di elementi isolati, con l’intento evidente di ridurne la forza d’urto complessiva. Nello stesso modo, il buon catenacciaro non si lascia impressionare dalla forza dell’avversario, e si dedica caparbiamente a neutralizzare ogni sua incursione con qualunque mezzo a disposizione: una volta con un fallo di mano, la seconda con una simulazione a suo favore, la terza con una parata eccezionale, la quarta con il classico colpo di culo… il debunker arranca instancabile per tutto l’incontro, azione dopo azione, finchè il fischio finale lo ritrova a reti inviolate. A quel punto i giornali scriveranno che “moralmente ha vinto la capolista”, ma al debunker non gliene può fregare di meno: lui si porta a casa il suo prezioso pareggio, e potrà sempre dire che la versione ufficiale non sta in piedi, “poichè nemmeno una delle accuse è stata dimostrata”.

NOTA IMPORTANTE: Il complottista che dimentichi per un solo istante questo principio fondamentale è condannato a soffrire lunghe ore di frustrazione lancinante.

2 - EQUALIZZAZIONE PROBABILISTICA

E’ la seconda fase della procedura di debunking, legata direttamente alla prima. Non appena scomposto il problema nei singoli elementi, diventa indispensabile rendere innocua la portata accusatoria di ciascuno.

Il debunker quindi si ingegna nel trovare una spiegazione alternativa plausibile per ciascun elemento probante, che non porti necessariamente alla condanna dell’imputato. A quel punto cercherà in tutti i modi di estendere l’impressione di debolezza dei singoli elementi all’intero sistema di accusa.

Si tratta in realtà di una variante della classica FALLACIA DI COMPOSIZIONE, che si verifica quando si cerchi di attribuire al tutto la qualità di una parte.

Es.: Gli appartamenti di quell'edificio sono piccoli. Quell'edificio ha tanti appartamenti. Quell'edificio è piccolo.

Mutatis mutandis, il debunker dice: i singoli capi di accusa sono deboli, quindi l’intera teoria del complotto non sta in piedi. In realtà si dimentica che esiste una cosa chiamata processo indiziario, nel quale invece tanti piccoli indizi, che da soli non basterebbero a condannare l’imputato, si trasformano spesso in una schiacciante dimostrazione di colpevolezza.

Ma il debunker più di così non può fare, e trova comunque molta gente che si accontenta di quel risultato.



ESEMPIO PRATICO

Vediamo ora la tecnica di SCOMPOSIZIONE/EQUALIZZAZIONE applicata ad uno dei casi più famosi della storia: l’omicidio Kennedy. Come noto, la caterva di incongruenze, contraddizioni e bugie vere e proprie, nella versione ufficiale del caso Kennedy è ormai stata sviscerata al punto da renderla insostenibile, ma è proprio in questi casi che si può vedere al meglio l’efficacia della tecnica del debunker.

Per semplicità, diciamo che l’impianto accusatorio contro la tesi ufficiale, che vuole Oswald come assassino unico, sia costituito da questi 3 elementi probanti:

a) Svariate testimonianze confermano che Oswald non fosse un bravo tiratore
b) Il fucile che ha usato era praticamente un pezzo di ferro con il manico
c) Dalla posizione da cui sparava Oswald era impossibile colpire James Tague (in seguito la spiegazione di questo fatto).

Si conclude quindi che molto difficilmente Oswald abbia ucciso Kennedy da solo.

A questo punto il debunker scalda le sue valvole, si mette all’opera, e ti risponde più o meno così:

"Prima di tutto, non è affatto vero che Oswald fosse un tiratore mediocre. C’è un sergente dei Marines che lo ha visto abbattere una quaglia in volo al primo colpo, da trecento metri di distanza."

A quel punto tu hai due possibilità, ma devi sapere che sei comunque fottuto:

Se dici “sarà stato un colpo di culo” sei fottuto perchè ti senti rispondere che nulla vieta che “il colpo di culo” si sia ripetuto anche a Dallas. (Ricordi l’ ”equalizzazione probabilistica?” Piano piano l’assurdo diventa improbabile, l’improbabile diventa possibile, il possibile diventa probabile, finchè ti ritrovi a stupirti perchè il fatto non si verifichi ogni santo giorno della settimana).

Se invece tu dici “E chi sarebbe ‘sto sergente, che ha visto Oswald abbattere la quaglia al volo?” ti senti rispondere dal debunker che il sergente è suo cugino. Tu educatamente chiedi di poter parlare con questo cugino, e ti viene risposto che non c’è nessun problema a farlo, ma che adesso è all’estero, e bisognerà aspettare che ritorni.

A quel punto tu credi di aver incastrato il debunker, e corri a festeggiare con gli amici dicendo: “Ah ah, voglio proprio vederlo, questo cugino che ci racconta come Oswald abbattesse le quaglie al volo!”  E invece ti sei fottuto con le tue mani, perchè ti sei già dimenticato la regola numero 1, secondo la quale al debunker basta il nulla di fatto: lui non dovrà mai dimostrare nulla, gli basta inficiare in qualunque modo la TUA accusa. Sappi infatti che quel cugino non rientrerà MAI dal suo viaggio, perchè in questo modo sarà sempre possibile insinuare il dubbio che Oswald avesse una mira eccezionale, e questo basta al debunker per annullare in qualche modo la TUA accusa che fosse una schiappa col fucile.

Ricorda quindi sempre che il debunker combatte con finalità diverse dalle tue, per cui tu devi giocare una partita asimmetrica, nella quale quello che vale per te non vale necessariamente per lui, e viceversa.
 
Mentre sei lì che chiedi per l’ennesima volta, con tono sempre meno rilassato, “Insomma, quando cacchio torna ‘sto cugino?”, ti arriva la risposta al secondo elemento di accusa, ancora più sorprendente:

“E poi non è affatto vero che il Carcano fosse un ferrovecchio. Ci sono restauratori che ancora oggi vendono vecchi modelli di Carcano perfettamente funzionanti ed efficienti. Quarda qui, qui e qui”.

A quel punto tu cosa fai? Ti metti a chiedegli perchè mai Oswald avrebbe dovuto mettersi a cercare un “restauratore” di Carcano, sperando di trovarne uno “in perfetta efficienza”, quando con gli stessi soldi poteva tranquillamente comprarsi un Mauser ad alta precisione, che spacca il culo ai passeri senza nemmeno bisogno di farlo calibrare? E’ chiaro che di fronte a questa mossa del "restauratore" ti conviene rinunciare subito a quel capo di accusa, e concentrarti invece sul più solido e indistruttibile di tutti: la scheggia di James Tague.

Facciamo una breve parentesi per chi non conoscesse questo importante particolare del caso Kennedy, che QUI è analizzato nel dettaglio:

Mentre tutti pensano che il punto debole della versione ufficiale sia il cosiddetto “proiettile magico“, reso famoso dal film di Oliver Stone, quello è solo un clamoroso specchietto per allodole, tanto vistoso per il pubblico di bocca buona quanto inefficace in una reale discussione sul caso Kennedy. Puoi ridere finché vuoi delle mille deviazioni a cui sarebbe costretto il proiettile magico, infatti, ma non riuscirai mai a dimostrare in modo inconfutabile che non possa essere esistito. (Sempre per via della famosa “equalizzazione probabilistica”, che nel caso Kennedy ha fatto miracoli mai ripetuti fino ad oggi nella storia del debunking).

Il vero tallone d’Achille della versione ufficiale si trova invece - a mio parere - nel primo sparo, che deve essere andato a vuoto poiché un passante che si trovava sotto il cavalcavia, James Tague, rimase colpito al volto da una scheggia staccatasi dal marciapiede accanto a lui. E poiché sappiamo che il secondo e il terzo colpo andarono a segno (uno è il “magic bullett”, l’altro il colpo fatale alla testa), nessuno mette in dubbio il fatto che debba essere stato il primo colpo ad andare a vuoto.

Il primo colpo però – per una serie di calcoli che non stiamo a ripetere – deve essere stato sparato quando la limousine presidenziale si trovava ancora sotto la finestra di Oswald, e da quel punto

a) era praticamente impossibile mancare il bersaglio,
b) è ancora più impossibile spiegare come il proiettile abbia potuto subire una deviazione di almeno 40 gradi, necessaria per raggiungere la zona in cui si trovava Tague.

In altre parole, se stai sparando al televisore che hai davanti al naso, spiegami come fai a mancarlo, e a colpire nel frattempo tua zia che sta sulla porta alla tua destra che ti guarda.

Nell'immagine a sx: la visuale dalla finestra di Oswald. La posizione della limousine, che sta praticamente sotto di lui, è indicata dalla freccia gialla B, mentre quella di Tague (visibile nel riquadro B/N) è indicata dal puntino rosso sotto A+C. Nell'immagine a dx: la stessa deviazione impossibile, vista dal lato opposto della piazza. (Per correttezza, la deviazione è "altamente improbabile", ma diventa impossibile per un complicato discorso di camiciatura del proiettile, che permette di dimostrare in modo inconfutabile l'impossibilità che Oswald abbia agito da solo).


Forte di tutto questo, tu esponi con calma il tuo ragionamento, e poni al debunker la domanda finale:

Mi spieghi come fa il primo proiettile, sparato quando la limousine si trova ancora sotto la finestra di Oswald, a NON colpire il presidente, e a colpire invece il marciapiede accanto a James Tague, che sta sulla destra a quasi 100 metri di distanza?

A quel punto allacciati le cinture, amico mio, perché non solo non avrai la soddisfazione che ti meriti, ma stai per scoprire fino a che punto arrivino la fantasia del debunker da un lato, e la sua faccia di palta dall’altro:

“Il colpo può essere stato deviato da un ramo della quercia, che stava proprio fra la limousine e la finestra del sesto piano”. (*)

Ma scusa - chiedi tu stupito - perchè mai Oswald dovrebbe aspettare a sparare quando Kennedy si infila sotto la quercia, quando l’ha avuto pulito sotto il naso fino a un attimo prima?

“Probabilmente avrà sparato prima - ti rispode imperterrito il debunker - ma un ramo spinto dal vento può essergli entrato nella traiettoria proprio in quel momento”.

“Come un ramo spinto dal vento? – chiedi tu incredulo – ma cosa stai dicendo?

C’era molto vento a Dallas quel giorno, lo sanno tutti”.

Ho capito che c’era vento, ma se lo sanno tutti lo sapeva anche Oswald, no? Se vedi ’sta quercia che ti balla fra i coglioni spari prima che ti si metta di mezzo, no?

“E’ possibile che nell’agitazione Oswald non ci abbia pensato”. 

Ma scusa, spiegami una cosa! - esplodi tu furibondo – Com’è che fino a un minuto fa questo Oswald era un campione mondiale di tiro al piattello, e adesso diventa un perfetto imbecille che va in giro a colpire le quercie al posto dei presidenti?”

Ma non c’è nulla da fare. Non solo l’equalizzazione probabilistica ha già fatto il suo miracolo quotidiano, ma il debunker si rifiuterà sistematicamente di riconoscere una sua qualunque affermazione fatta in precedenza. Per lui passato e futuro non esistono, esiste solo il presente (e pure quello dura molto poco: appena hai finito di dire una cosa se l’è già dimenticata).

Inoltre, con la fatica che ha fatto a separare tutti gli elementi della discussione, tu credi che sia disposto così facilmente a riconoscere che ne esistono altri al di fuori di quello che state dibattendo?

Ricordati che lui viaggia a 6 volts, e si affida ad un sistema operativo che ha già sfiorato più volte il collasso per riuscire a dare l’apparenza di ragionare in modo normale. Se ora gli chiedi di compendiare due informazioni separate e contraddittorie, rischi che ti esploda in faccia come una caffettiera a cui abbiano sigillato il cannello di uscita del caffè.

Guarda piuttosto come ti ritrovi alla fine della prima giornata di scontri: il tuo grandioso impianto d’accusa, apparentemente inconfutabile, è stato disintegrato in mille pezzi, e su ciascuno di quei pezzi regna già una tale confusione che rischi tu stesso di dubitare che non sia stato davvero Oswald a fare tutto da solo.

Preparati quindi a una lunga ed estenuante battaglia, se vuoi vincere il confronto, perchè non solo dovrai affrontare e dimostrare ogni singolo elemento come se fosse l’unico al mondo, ma alla fine dovrai cercare di ricomporre il tutto in qualche modo, prima di poter affermare che la tua tesi abbia un minimo di fondamento.

* Questa è la risposta che mi fu data ufficialmente sul forum JohnKennedy.it, quando posi la stessa domanda ai suoi responsabili. (Anche perchè io non sarei mai riuscito ad inventarmi da solo una risposta del genere, sia chiaro). Come ho detto, fu poi possibile superare anche questo ostacolo della "deviazione della quercia", ma solo grazie al problema di camiciatura del proiettile accennato più sopra. Altrimenti la equalizzazione probabilistica avrebbe compiuto anche qui l'ennesimo miracolo, lasciando aperta quella remotissima possibilità che ti impediva nuovamente di chiudere un caso di complotto lampante.


Vediamo ora nel dettaglio le varie
FUNZIONI

DEVIAZIONE DAL SIGNIFICANTE: Avviene quando il debunker riesce a spostare l’attenzione dal vero oggetto della discussione ad uno meno influente, se non innocuo del tutto per l’imputato. A quel punto, se l’avversario abbocca, scatta la

SOPRAVVALUTAZIONE DELL’ININFLUENTE - In cui il fattore poco influente diventa pian piano di importanza capitale, nell’interesse esclusivo del debunker di far passare più tempo possibile. Dicesi anche “melina”, nelle quale il debunker è il massimo esperto universale.

Una forma particolarmente raffinata di DEVIAZIONE DAL SIGNIFICANTE è quella che contiene anche la PROMOZIONE DEL DEQUALIFICANTE. Avviene quando il debunker riesce ad introdurre nella deviazione un apparente aspetto penalizzante per l’accusato, riuscendo in questo modo a fugare ogni sospetto di trarre possibili vantaggi da quella deviazione.

E il caso della difesa aerea americana (NORAD), che si presta talmente volentieri alle critiche di “incompetenza” da suggerirle spesso lei stessa: “Eh, sì – dice con vistosa contrizione il generale del NORAD - in effetti siamo stati dei grandi pasticcioni quel giorno”. In questo modo non solo sposta l’attenzione dal vero problema (la complicità di alcuni suoi membri negli attentati), ma sembra anche subire la giusta “penitenza”, allontanando eventuali sospetti di trarre invece un buon vantaggio dalla sua autocritica.

Dinamica molto simile per la Chiesa di Roma, sempre disposta a riconoscere con grande contrizione il “peccato di alcuni suoi membri” (i preti pedofili), pur di allontanare l’attenzione dal fatto che Ratzinger non abbia mai abolito il documento che li proteggeva sistematicamente nelle loro scorribande proibite. (E’ il notorio Crimen Solicitationis, LINK documento che per oltre 20 anni Ratzinger avrebbe potuto abolire, e che invece ha mantenuto e implementato con tenacia sconcertante).

REGOLA PER INDIVIDUARE LA PROMOZIONE DEL DEQUALIFICANTE: Domandarsi se il tale individuo o istituzione abbiano normalmente l’abitudine di procedere a pubbliche autocritiche, arrivando in certi casi a proporle spontaneamente. In altre parole, vi risulta che il Pentagono o la Chiesa di Roma amino solitamente riconoscere i propri errori pubblicamente? Se la risposta è no, sappiate che molto probabilmente lo stanno facendo solo per coprirne uno peggiore.



PUBBLICIZZAZIONE DELL’EVIDENTE.
Noto anche come trucco del “come potete vedere”, utilizzato dagli albori dell’umnanità da imbonitori e ciarlatani di mezzo mondo. Avviene quando il debunker citi delle prove apparentemente “evidenti”, che invece non esistono affatto, contando sulla fiducia che nel frattempo il pubblico ha imparato a riporre in lui.

REGOLA PER INDIVIDUARE la PUBBLICIZZAZIONE DELL’EVIDENTE. Un modo eccellente per rilevare questo tipo di atteggiamento è domandarsi come mai il debunker ami spendere intere pagine per raccontarci quanto lui sia informato, quanto sia uso a fare solo affermazioni verificate, e quanto disprezzi tutti coloro che invece procedono in modo superficiale e dilettantesco. (Voglio dire, la cosa dovrebbe essere implicita, e solo chi abbia una coda di paglia lunga un chilometro sente il bisogno di rassicurarti in quel senso).



AUTOTITOLATURA DELL'IGNORANTE - Altro paravento di cui il debunker ama spesso farsi scudo è il cosiddetto “metodo scientifico”, che solo lui sembra possedere, che solo lui sembra saper maneggiare, e che secondo lui lo distingue nettamente da tutti gli altri cialtroni che popolano la rete. Questo avviene anche, paradossalmente, quando il debunker sia il primo a non aver conseguito una sola laurea, e possa vantare al massimo un misero diploma di doganiere.

Proprio per questa sua insicurezza, il debunker ama ammantarsi di appellativi autoqualificanti, come ad esempio “cacciatore di bufale”, che serve anche ad allontanare eventuali sospetti di “bufalare” lui stesso il suo pubblico. Significativo in questo senso il caso del CICAP, che si è autoeletto addirittura a “verificatore delle affermazioni paranorali”, quando sono loro i primi a rifilare spiegazioni “paranormali” agli affezionati frequentatori.

D’altronde, ormai lo sappiamo: i repubblicani che si scagliano “contro l’immoralità di Washington” sono i primi a frequentare i festini gay; i ministri di giustizia di mezzo mondo sono i primi a violare le leggi per tornaconto personale; i cardinali che si riempiono la bocca di “pietà cristiana“ sono i primi a ignorare il pezzente che gli muore di fame davanti agli occhi; i medici che dicono di combattere il cancro contribuiscono per primi alla morte del paziente, ...

... mentre l’ultimo pirla senza credenziali viene trattato da tutti costoro come un appestato, se solo si prova a mettere in dubbio la loro autorità. Signore e signori, benvenuti nel mondo all’incontrario, dove quello che ce l’ha storto è l’unico che rischia di infilare il buco giusto.



VACCINAZIONE DEL GIUDICANTE: Avviene quando il debunker riveli volontariamente l’esistenza di un elemento particolarmente devastante nei suoi confronti, prima che il pubblico la scopra da solo. I più bravi cercano anche di invertire nel frattempo la valenza negativa di quell'elemento a sfavore del complottista.

Esempio: nel caso del Building 7, il debunker sa bene che esiste una serie di testimonianze che indicano in modo incontestabile come il crollo dell’edificio fosse stato previsto con molte ore di anticipo (rendendo quindi insostenibile la tesi del cedimento spontaneo: non solo non vi erano elementi per giustificarlo in quel momento, ma di certo non lo si sarebbe potuto prevedere con svariate ore di anticipo, visto che nessun edificio in acciaio al mondo era mai crollato prima a causa di un incendio. Li fanno in acciaio apposta per quello).

Ecco quindi cosa fece Paolo Attivissimo per sventare questa minaccia incombente, nel filmato che presentò a Matrix (nel settembre 2007) in contrapposizione al mio.

Presumendo che il mio filmato (che riassumeva le accuse più recenti alla verisone ufficiale) avrebbe posto l’accento in modo particolare su quelle testimonianze, Attivissimo pensò bene di “vaccinare” il pubblico in questo modo: approfittando di una frase presa dal film “Confronting the Evidence”, in cui Jimmy Walker dice che “l’edificio 7 è improvvisamente crollato alle 5.20 del pomeriggio”, ci costruì sopra una filippica tanto spettacolare quanto efficace, che recitava più o meno così: “Ma quale ‘improvvisamente?’ Lo sanno tutti che il crollo dell’edificio era stato previsto con largo anticipo! Pensate, i pompieri addirittura avevano fatto sgomberare la zona dalle due del pomeriggio! Perchè i complottisti ci nascondono tutti questi fatti?”

Dopodichè Attivissimo passava disinvoltamente ad altro, dimenticandosi a) di dire che "quei fatti li hanno invece scoperti i complottisti, e b) di spiegare al pubblico come facessero pompieri e polizia a sapere del crollo con tale anticipo, visto appunto che un caso del genere non si era mai verificato prima nella storia.

In questo modo il debunker aveva ottenuto il doppio risultato di vaccinare il pubblico contro la bordata imminente, ottenendo nel frattempo di riversare sul complottista il sospetto di ingannare il pubblico (cosa che invece aveva appena fatto lui).

Sfortuna volle che il suo filmato sia passato dopo il mio, per cui la “vaccinazione preventiva” si rivelò inutile, apparendo anzi ai più attenti come la classica "toppa peggio del buso”. Ma l’intenzione maligna di invertire a proprio favore degli elementi altamente incriminanti rimane immutata.



IGNORANZA DEL DEPONENTE: Nei casi estremi, quanto risulti impossibile “equalizzare” una testimoniaza particolarmente scomoda (quando cioè il debunker non riesca a trovare una sola spiegazione valida per un certo capo d’accusa), risolve con grande fermezza che sicuramente “il testimone si è sbagliato”.

Non importa se a udire le esplosioni durante i crolli delle Torri Gemelle siano state più di 40 persone. Se la loro testimonianza rischia di confermare la teoria del complotto, i testimoni che "si sbagliano" possono diventare anche 4.000: avranno udito tutti delle bombole del gas che scoppiavano, dei cassetti che cadevano, o delle porte che sbattevano, ma quelle semplicemente non erano esplosioni, perchè non potevano esserlo.

Talmente disperato è il ricorso all’ignoranza del deponente, che a volte il debunker ne fa uso quando non sia nemmeno possibile sostenerla. Prendiamo ad esempio il caso dei Ministro dei Trasporti Mineta, che durante la sua testimonianza denunciò involontariamente il fatto che Cheney fosse al corrente dell’aereo in avvicinamento su Washington (mentre la versione ufficiale sostiene che non ne sapesse più nulla da tempo).




In questo caso i debunker furono costretti a dire che Mineta “si sbagliava”, poichè non trovavano altre spiegazioni plausibili per quelle dichiarazioni palesemente incriminanti. Peccato che Mineta avesse deposto sotto giuramento, per cui sarebbe stato il primo a voler ritrattare una dichiarazione errata che incolpasse in modo così plateale il suo vicepresidente. Invece Mineta non l’ha mai corretta, e nessuno ha mai pensato di chiedergli di farlo. (Voglio dire, se tu vai davanti al giudice e per errore dichiari che io ho ucciso venti persone, come minimo ti chiedo di fargli sapere che ti sei sbagliato, no?)

Trattandosi di risorsa estrema, l’ignoranza del deponente è stata utilizzata in maniera autolesionistica anche in casi diversi dall’undici settembre. Nel caso Kennedy, ad esempio, vi sono almeno venti persone che dicono di aver visto un foro di circa 15 centimetri nella nuca del presidente ucciso (confermando quindi che il colpo mortale fu sparato dal davanti). Nonostante questo i debunklers del caso Kennedy (Federico Ferrero e Diego Verdegliglio i leader indiscussi, in Italia), sostengono che tutte queste persone si sarebbero semplicemente sbagliate, poiché “non erano medici patologi specializzati”. In altre parole, se tu non hai visto almeno 400 cadaveri nella tua vita, non sei in grado di distinguere un buco di 15 cm.-  dal quale oltretutto “fuoriesce materia cerebrale in abbondanza”, come dissero molti dei testimoni - da un piccolo foro d’entrata nascosto fra i capelli, dove non riesci nemmeno ad infilare il dito mignolo.



Di solito il ricorso all’IGNORANZA DEL DEPONENTE indica che il debunker ha esaurito tutte le possibilità dialettiche a sua disposizione, e si prepara a dare fondo alla sua vera specialità, che è l’attacco diretto alla persona e alla credibilità dell’avversario. Il metodo preferito dal debunker in questo caso è la

UNIVERSALIZZAZIONE DEL PENALIZZANTE: Avviene quando il complottista commetta un errore, o presunto tale, che immediatamente il debunker metabolizza con voracità sorprendente, cercando di trasformarlo in prova definitiva, universale e irreversibile della più totale e completa malafede del suo avversario. E non soltanto.

Uno degli esempi più eclatanti è quello del professor Steven Jones, cattedra trentennale di Fisica all’Università dello Utah, e uno dei più noti scienziati ad aver accusato pubblicamente il governo americano di essere stato complice negli attentati dell’undici settembre.

Nell’ambito di una sua ricerca, il Prof. Jones pubblicò per sbaglio una fotografia di Ground Zero in cui alcune lampade dei soccorritori apparivano come pozze di metallo fuso, dando corpo alla tesi, da lui sostenuta, delle demolizioni controllate.

Fu proprio il sottoscritto a far notare l’errore al Prof. Jones, che lo corresse immediatamente. Ma ormai era tardi: i debunkers se ne erano appropriati con avidità sconcertante, e già lo presentavano ovunque – televisione compresa - come prova evidente della totale malafede di Steven Jones. Non contenti, i debunkers ne approfittavano per dire “lo vedete come lavorano i complottisti?”, cercando di allargare il discredito anche a tutti gli altri complottisti, passati presenti e futuri.

La meschinità del gesto, e l’evidente sproporzione fra il fatto e le conclusioni suggerite dai debunker, indicano in realtà lo stato di disperazione a cui si riesce a ridurre questi personaggi, se affrontati con la giusta dose di determinazione e preparazione.

Ricordiamo però che ormai siamo entrati nella “zona grigia”, dove nulla è più proibito al debunker che ormai sta lottando per la sua sopravvivenza.

E’ in queste circostanze che a volte il debunker è obbligato a ricorrere alle due sub-funzioni aggiuntive di cui abbiamo parlato in precedenza, la RFT e la SPF.

RFT sta per RAPPRESENTAZIONE DEL FINTO TONTO, e avviene quando il debunker, chiaramente messo in angolo, finge di non capire quello che è assolutamente evidente per chiunque altro. E quando l’avversario abbia la costanza di ripetergli il concetto finchè diventi impossibile eluderlo (molti si stancano prima, provocando il classico rumore - pam! pam! - delle palle che cascano secche sul pavimento), il debunker ricorre all’ultima possibilità che ancora gli rimane, la SPF.

L'acronimo sta per SINDROME DELLA PICCOLA FIAMMIFERAIA, nella quale il debunker si ricorda improvvisamente di un presunto torto subito in passato, che di colpo sembra ripresentarsi con dolori insopportabili, al punto da dover abbandonare temporaneamente il teatro di battaglia. (La SPF corrisponde all’opzione “buttati a terra ululando di dolore” che abbiamo descritto nel pannello di controllo di WINDOW 1.0).

Per illustrare meglio queste due sub-funzioni abbiamo scelto un esempio nel quale il debunker in questione – sempre il solito, purtroppo, ma è obiettivamente il più bravo di tutti - è riuscito ad attivare contemporaneamente ambedue le funzioni.

Si tratta del famoso “caso della portaerei”, nel quale Paolo Attivissimo fu accusato di aver abusato della fiduca dei suoi lettori, fingendo di aver scovato prove a supporto della sua tesi che non esistevano affatto. (Ne abbiamo già parlato sotto la funzione PUBBLICIZZAZIONE DELL’EVIDENTE).

Ebbene, pare che ultimamente il nostro abbia reagito ad un attacco particolarmente pressante, da parte di un altro complottista, dicendo (del sottoscritto):

"Una persona che non trova di meglio da fare che accanirsi contro di me perché a suo parere non ho indagato abbastanza pedantemente sulle origini di una barzelletta mi sembra decisamente a corto di argomenti migliori ma molto desideroso di rendersi ridicolo".

In questo modo ha dato uno splendido esempio di RFT (fingendo di non capire che il problema non è quello della “scarsa pedanteria”, ma dell’inganno intenzionale dei suoi lettori), e di SPF, spargendo per la rete un piagnucolio talmente penetrante da aver fatto piangere dozzine e dozzine di signore perbene.

Io stesso, lo confesso, non ho saputo trattenere una lacrimuccia.



CONCLUSIONE

Il percorso del debunker a difesa dello status quo è una specie di vortice, che inizia con spire ampie e maestose, eleganti e apparentemente disinteressate, per stringersi sempre di più in un gorgo scuro di aggressioni e scorrettezze, che aumentano di ferocia man mano che ci si avvicina al centro della spirale.

E' solo negli ultimi momenti che ci si gioca il tutto per tutto. Tutto quello che è avvenuto prima è stata solo una estenuante guerra di nervi, tesa a logorare l'avversario in vista dello scontro finale.

Chi ha avuto la forza di resistere fino a quel punto si trova ad un passo da una meritata vittoria contro l’impero della menzogna, ma chiunque decida di affrontare questo tipo di avventura deve prima accertarsi di essersi preparato al meglio per riuscire ad arrivare fino in fondo. Cedere in qualunque momento prima della fine significherà semplicemente aver sprecato tutte le energie per nulla.

Questo manuale può solo dare un piccolo aiuto in quella direzione, ma il resto deve mettercelo tutto chi voglia impegnarsi in questo genere di battaglia, con lo scopo ben preciso di ripulire al meglio la rete da questi professionisti della disinformazione.

Buone battaglie a tutti, debunkers compresi.

Massimo Mazzucco





Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
LoneWolf58
Inviato: 21/3/2009 9:08  Aggiornato: 21/3/2009 10:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
Non so se ridere o piangere (dal ridere!)
Mitico....

edit
p.s. ma che c'hai contro i doganieri?
Citazione:
e possa vantare al massimo un misero diploma di doganiere.

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
swaxyant
Inviato: 21/3/2009 11:04  Aggiornato: 21/3/2009 11:04
So tutto
Iscritto: 21/6/2008
Da:
Inviati: 3
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
spettacolo,semplicemente grandioso

luca2012
Inviato: 21/3/2009 11:10  Aggiornato: 21/3/2009 11:10
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/12/2006
Da:
Inviati: 69
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
Ormai Mazzucco è diventato paranoico...

6025
Inviato: 21/3/2009 11:49  Aggiornato: 21/3/2009 11:49
So tutto
Iscritto: 15/3/2009
Da:
Inviati: 10
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
quanto segue è un analisi, direi perfetta fatta da un utente di luogocomune che non so se bazzica ancora qua, è tratta da una discussione animata tra Massimo e un altro utente di luogocomune,

Ora è tutto chiaro e l'ultimo scambio tra Neoprog e Mazzucco chiarisce definitivamente tutto.


Mazzucco ripete la solita domanda

Neoprog tenta di rispondere ma, cercando di essere costruttivo, non vede il punto della questione, che gli viene nascosto, in quanto la domanda è una forzatura che non tenta di analizzare gli elementi disponibili ma cerca di introdurne uno inesistente e renderlo il più importante di tutti anche più delle leggi della fisica e di quello che si vede chiaramente nei video del thread.

Mazzucco rispiega la forzatura inesistente insistendo anche con la sua analisi cinematografica sul video naudet e trae una conclusione apparentemente logica ed costruttiva: non è possibile che non ci fosse nulla in cielo al momento delle esplosioni. Il lettore rimane interdetto poichè nessun no planer ha mai sostenuto niente del genere ma Mazzucco esulta, e ne ha ben donde, in quanto ora si può discutere all'infinito su cosa sia passato in cielo.

Neoprog casca quindi nel cerchio abilmente creato ed è costretto a ripetere ciò che ha già scritto chiaramente più di una volta ma

Mazzucco nel post successivo salta piè pari le giuste obiezioni in quanto il suo obiettivo è raggiunto: ha distolto abilmente l'attenzione dalla base dell'idea no plane con la scusa che no plane indicherebbe l'assenza completa di oggetti in volo e quindi non è un nome adatto.

Neoprog inutilmente tenta di riallacciare un discorso ma

Mazzucco è lapidario perchè a questo punto ha ampiamente raggiunto lo scopo in quanto ora, per chi cercherà su luogocomune, il termine no plane finora associato a ben determinate idee, in cui i video sono un corollario, ha assunto un nuovo significato che lo autodistrugge agli occhi di chi vi si dovesse avvicinare per la prima volta fidandosi dell'aurea di ricerca della verità e di confronto senza censura: il termine no plane usato finora non va bene perche "purtroppo suggerisce" (MAzzucco qui si dispiace) l'assenza completa di velivoli e questo diventa IL PROBLEMA anche se nessun no planer e neanche Neoprog abbiano mai suggerito niente di simile

Infatti:

Mazzucco:"Da qui in poi che sia stato un missile, un aliante o un aeroplanino di carta che ci appariva come un enorme jet della UNITED mi interessa relativamente poco."

Questione quasi irrilevante per i no planer ma...discutetene pure finchè volete.... poiché:

"[...]lo spazio per la discussione è a disposizione di tutti, te compreso.

Come vedi, nessuna censura, ma solo necessità di chiarezza."

Si, è solo che "chiarezza" in questo caso significa "necessità che discutiate solo di argomenti che vi faranno girare all'infinito senza meta". Abilissimo poi qui nel rafforzare la sua immagine di ricercatore che mette a disposizione spazi di libertà.


CONCLUSIONE: subdolamente si è trattato un argomento smontandolo, senza neppure analizzarlo, addirittura inventandosi dal nulla un elemento mai esistito "non si spiega la completa mancanza di una voce di strada". Mi inchino di fronte ad un capolavoro. Veramente.

Ecco perchè i link non ti interessavano.
Ecco perchè mi sembrava impossibile che finora non avessi mai letto niente sui no planers che sono li da anni.
Ecco perchè la continua ripetizione della domanda.

Sinceramente, senza ironia, ho capito il senso di questa domanda.

http://www.luogocomune.net/site/modules/newbb/viewtopic.php?topic_id=4437&viewmode=flat&order=ASC&start=60

AlbaKan
Inviato: 21/3/2009 12:02  Aggiornato: 21/3/2009 12:02
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/3/2009
Da:
Inviati: 117
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
Fantastico davvero, sarebbe divertente, se non fosse così tragico!

"Ai liberali che non sono tutti usurai, chiedo: come mai gli usurai sono tutti liberali"? Ezra Pound
gio911
Inviato: 21/3/2009 12:26  Aggiornato: 21/3/2009 12:26
Ho qualche dubbio
Iscritto: 24/5/2006
Da: Gela
Inviati: 131
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
veramente molto preciso questo manuale Massimo, ma dove li trovi tutti sti termini....

certo ke la vita del debunker è proprio uno skifo

Sertes
Inviato: 21/3/2009 12:28  Aggiornato: 21/3/2009 12:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
Citazione:
6025 ha scritto:

quanto segue è un analisi, direi perfetta fatta da un utente di luogocomune che non so se bazzica ancora qua, è tratta da una discussione animata tra Massimo e un altro utente di luogocomune,


Sì buonanotte! Neoprog ti sei fatto sgamare quando hai riscritto la stronzata dell "aereo che fonde l'acciaio", solo te potresti scrivere una simile bestialità.

Ti è già stato detto che se vuoi parlare di una teoria la devi prima esporre con precisione, e non semplicemente postare 100 foto e 100 dubbi sperando che poi gli altri traggano conclusioni per te.

E poi devi anche accettare le risposte che gli esperti del settore ti danno riguardo foto, filmati, prospettiva, compressione, moti, urti, materiali, oppure confutarle a tua volta.

Se hai avuto tempo, durante il ban, di pensare alla teoria e mettere in fila le tue idee io sono ancora pronto a discuterne, ma solo se lo facciamo civilmente e solo se ti lasci da parte la tua tremenda arroganza.

E nei forum appositi, non off-topic in homepage.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
cirocat
Inviato: 21/3/2009 12:44  Aggiornato: 21/3/2009 12:44
Ho qualche dubbio
Iscritto: 31/7/2007
Da:
Inviati: 157
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
Grande Massimo , ora ho molti più elementi per rispondermi al “ma perchè sti debunker non li sopporto propio”, solo che ora sono un po' preoccupato, ultimamente mio figlio mostra (per non andare a scuola) dei chiari sintomi da SPF , è contagiosa ?? ci sono delle cure?, mi rincuora il fatto che per il momento è tranquillo e non certo aaattivissimo.

lalonde
Inviato: 21/3/2009 12:55  Aggiornato: 21/3/2009 13:09
Ho qualche dubbio
Iscritto: 29/11/2005
Da:
Inviati: 294
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
Chiedo scusa per l'OT.
A proposito di Kasparov.
Chi non sarebbe andato via di testa?

Kasparov accuses IBM of conspiracy after loss against Deep Blue

Citazione:
The one important thing to remember is the old axiom "a computer is only as smart as its user." Whatever humans create, their creations are bound by the creativity of the creator. Deep Blue could perform millions of calculations and see 12 ply ahead because its creators gave it that ability. The computer only did exactly as it was programmed to do. Even if there were some unpredictable results, that was because of the flaws in the humans writing the code, not a superhuman feat by a bunch of processors. Gary Kasparov's accusation that there might have been cheating involved was at least partially true. IBM engineers had access to Kasparov's and thousands of other player's moves and strategies when creating Deep Blue. After each match, they could tweak Deep Blue to match a player's moves more efficiently. When Kasparov asked to be reciprocated with printouts of Deep Blue's programming after each match, the IBM team initially refused. Eventually they agreed to do so, but failed to turn over the results at any point in the match. Whether or not there was a human behind the curtain during the match may never be known, but the computer's adaptation to Kasparov is no miracle of science; it is the ingenuity of humans and the unfair playing field involved.

Sertes
Inviato: 21/3/2009 13:11  Aggiornato: 21/3/2009 13:11
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
Citazione:
IGNORANZA DEL DEPONENTE: Nei casi estremi, quanto risulti impossibile “equalizzare” una testimoniaza particolarmente scomoda (quando cioè il debunker non riesca a trovare una sola spiegazione valida per un certo capo d’accusa), risolve con grande fermezza che sicuramente “il testimone si è sbagliato”.


Nel caso specifico della testimonianza del Ministro dei Trasporti Norman Mineta i debunker contestano che si sarebbe confuso tra AA77 e UA93, "dimenticandosi" ovviamente che se UA93 è caduto in un prato a seguito di una lotta dei passeggeri con i terroristi, non avrebbe nemmeno senso la frase "l'aereo è a 50 miglia, l'aereo è a 30 miglia, l'aereo ora è a 10 miglia, gli ordini rimangono gli stessi?"
Applicare la testimonianza di Mineta a UA93 rimane una delle più clamorose arrampicate sugli specchi che io abbia mai letto, e fa capire perchè così tanti debunker abbiano scelto l'anonimato.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Cassandra
Inviato: 21/3/2009 13:30  Aggiornato: 21/3/2009 13:30
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 10/5/2006
Da:
Inviati: 1551
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
Io censurerei gli interventi di tutti coloro che hanno meno di 50 interventi finché non abbiano raggiunto i 50 interventi.


"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto,
per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)
Dr-Jackal
Inviato: 21/3/2009 13:46  Aggiornato: 21/3/2009 13:46
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/3/2006
Da:
Inviati: 1028
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
Citazione:
Ormai Mazzucco è diventato paranoico...

Già, perchè non è vero che tutti i debunker che sono passati di qui hanno fatto tutte le cose che elenca, una per una, diverse volte ognuna, vero?
No, non sono i debunker scorretti e in malafede, è Mazzucco che è paranoico...

jennaj
Inviato: 21/3/2009 14:02  Aggiornato: 21/3/2009 14:02
So tutto
Iscritto: 21/3/2009
Da:
Inviati: 8
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
http://it.blogbabel.com/metrics/page=1/
http://it.blogbabel.com/metrics/page=4/

Dobbiamo solo scalzare 333 posizioni in classifica, ma se teniamo duro e continuiamo a scrivere articoli così intelligenti alla fine vinceremo la guerra e "ripuliremo la rete" dai professionisti della disinformazione.
Però occorrono fondi, per cui propongo di lanciare una nuova colletta, Massimo: non è giusto che gli adolescenti che ti leggono si tengano le paghette tutte per sé o magari le spendano per comprarsi un videogioco con messaggi subliminali. Devi smetterla di dare via cure per il cancro gratis!
E caccia tutti gli sporchi debunkers da questo sito, che cavoli. Uno come minimo prima di postare un messaggio in home dovrebbe essere costretto come prova di fedeltà a tatuarsi il tuo nome sui glutei, altrimenti è destino essere infestati dai maledetti troll.

donfrengo
Inviato: 21/3/2009 14:04  Aggiornato: 21/3/2009 14:05
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/11/2008
Da:
Inviati: 62
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
Non vorrei sembrare offensivo.
Penso pero' che i "bufalini" manchino di "materia grigia"

Quando parli con me ti devi stare zitto
"Sani & Sponsorizzati" : contro il ceto medio
Mande
Inviato: 21/3/2009 15:47  Aggiornato: 21/3/2009 15:47
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/1/2008
Da: Cologna veneta
Inviati: 1301
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
jennaj
Citazione:


http://it.blogbabel.com/metrics/page=1/
http://it.blogbabel.com/metrics/page=4/

Dobbiamo solo scalzare 333 posizioni in classifica, ma se teniamo duro e continuiamo a scrivere articoli così intelligenti alla fine vinceremo la guerra e "ripuliremo la rete" dai professionisti della disinformazione.
Però occorrono fondi, per cui propongo di lanciare una nuova colletta, Massimo: non è giusto che gli adolescenti che ti leggono si tengano le paghette tutte per sé o magari le spendano per comprarsi un videogioco con messaggi subliminali. Devi smetterla di dare via cure per il cancro gratis!
E caccia tutti gli sporchi debunkers da questo sito, che cavoli. Uno come minimo prima di postare un messaggio in home dovrebbe essere costretto come prova di fedeltà a tatuarsi il tuo nome sui glutei, altrimenti è destino essere infestati dai maledetti troll.

mmm....
vediamo un po'...

L'articolo propone un manuale per riconoscere un debunker dal comportamento e tu sposti la discussione su di un particolare insignificante quale la "diffusione o popolarità" del sito...

Come si chiamava?
Citazione:

DEVIAZIONE DAL SIGNIFICANTE: Avviene quando il debunker riesce a spostare l’attenzione dal vero oggetto della discussione ad uno meno influente, se non innocuo del tutto per l’imputato. A quel punto, se l’avversario abbocca, scatta la

E' giusto? Era un test? Ho vinto qualcosa?

A questo punto la domanda che ti pongo è questa:
Vuoi proseguire con la:
Citazione:

SOPRAVVALUTAZIONE DELL’ININFLUENTE - In cui il fattore poco influente diventa pian piano di importanza capitale, nell’interesse esclusivo del debunker di far passare più tempo possibile. Dicesi anche “melina”, nelle quale il debunker è il massimo esperto universale.

oppure vuoi stupirci con la tua immensa cultura donandoci uno stratagemma nuovo e mai visto dall'aspetto sfavillante?

Sono convinto che dall'alto della tua magnificente sapienza ed erudizione sarai in grado di sorvolare le "cime" più inaccessibili.

Forza, facci vedere la tua vera potenza. Sei il migliore. Dimostra che puoi metterci nel "sacco". Dai sfoggio di un'arma retorica nuova ed inusitata.

Illuminaci.

peonia
Inviato: 21/3/2009 15:49  Aggiornato: 21/3/2009 15:49
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
Cassandra,
Ahahahahhahahahahahahahahhaha, geniale!ahahahahahahhahaha

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
jennaj
Inviato: 21/3/2009 16:26  Aggiornato: 21/3/2009 16:26
So tutto
Iscritto: 21/3/2009
Da:
Inviati: 8
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
Citazione:
E' giusto? Era un test? Ho vinto qualcosa?


Certo che hai vinto qualcosa. Hai dimostrato di aver letto davvero tutto l'articolo di Massimo (complimenti), di averne assimilate le nozioni, e di padroneggiare senza difficoltà la neo-lingua di cui da oggi dovremo servirci per sconfiggere i debunker e distruggere finalmente "l'impero della menzogna". Sei un bravo soldatino e ti meriti un premio: dammi il tuo indirizzo che ti spedisco a casa una scatola di bicarbonato, oppure se preferisci un plastico della terra cava.

Ora ripetete con me:
"io penso con la mia testa e odio i maledetti debunker"
"io penso con la mia testa e odio i maledetti debunker"
"io penso con la mia testa e odio i maledetti debunker"
"io penso con la mia testa e odio i maledetti debunker"
"io penso con la mia testa e odio i maledetti debunker"
"io penso con la mia testa e odio i maledetti debunker"
...

kataclisma
Inviato: 21/3/2009 16:44  Aggiornato: 21/3/2009 16:44
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/12/2008
Da:
Inviati: 325
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
Bella trattazione Massimo, anche se io per natura non preferisco attaccare etichette.
Inoltre credo che sarebbe costruttivo anche definire un po' le caratteristiche dei "complottisti", che spesso di "particolaità" e difetti ne hanno altrettanti.
Ad ogni modo, bazzicando un po' l'informazione sul web, ho notato un'altra caratteristica del debunker messo alle strette, spesso l'ultimo colpo di conda è quello di cominciare a mescolare le carte e fare di tutta l'erba un fascio.
Per esempio, si parla di 11 settembre e come per magia esce fuori l'argomento terra cava o Simoncini, e con un coupe de theatre tutti quelli che sostengono le teorie alternative sull'11 settembre divengono sostenitori di qualsiasi altra teoria che alla prima occhiata superficiale pare assurda. In questo modo per screditare l'avversario non ha bisogno nè di continuare a discutere nel merito della questione di partenza, nè dimostrare come e perchè le teorie citate a sproposito sarebbero assurde.
Penso sia il caso di creare una nuova definizione, e proporrei che fossi tu ad inventarne la denominazione, visti i nomignoli simpatici che hai trovato per ogni aspetto del debunker.

E' preferibile essere ottimisti e avere torto, piuttosto che pessimisti e aver ragione.
Einstein
edo
Inviato: 21/3/2009 16:46  Aggiornato: 21/3/2009 16:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 9/2/2006
Da: casa
Inviati: 4529
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
Quesi due blocchi del manuale rimarranno visibili in homepage?

Mande
Inviato: 21/3/2009 16:57  Aggiornato: 21/3/2009 16:58
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/1/2008
Da: Cologna veneta
Inviati: 1301
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
jennaj
Citazione:

Certo che hai vinto qualcosa. Hai dimostrato di aver letto davvero tutto l'articolo di Massimo (complimenti), di averne assimilate le nozioni, e di padroneggiare senza difficoltà la neo-lingua di cui da oggi dovremo servirci per sconfiggere i debunker e distruggere finalmente "l'impero della menzogna". Sei un bravo soldatino e ti meriti un premio: dammi il tuo indirizzo che ti spedisco a casa una scatola di bicarbonato, oppure se preferisci un plastico della terra cava.

Ora ripetete con me:
"io penso con la mia testa e odio i maledetti debunker"
"io penso con la mia testa e odio i maledetti debunker"
"io penso con la mia testa e odio i maledetti debunker"
"io penso con la mia testa e odio i maledetti debunker"
"io penso con la mia testa e odio i maledetti debunker"
"io penso con la mia testa e odio i maledetti debunker"

Complimentoni...
Rispondi ad un "attacco" senza perdere di vista l'obiettivo primario.
Complimentandoti per la lettura dell'articolo esprimi anche un "giudizio velato" sullo stesso definendolo in pratica lungo ed inutilmente tedioso. Difficile da leggere dunque.
Dopo una serie di complimenti rilevi che la mia bravura è paragonabile a quella di un soldatino. Una sfumatura lieve ma efficace che oltrepassa l'usuale "indottrinato" per portare verso l'automa senza volontà che esegue meccanicamente ordini.
Prosegui con l'etichettarmi quale "credente mistico" rispetto a bicarbonato o "terra cava" senza che io mi sia espresso in merito cercando di dequalificare le mie facoltà intellettive.

Quello che però mi sfugge è come posso "io penso con la mia testa" se sono un soldatino?
Ma se fosse uno sprone all'uscire dalla logica del soldatino come mai lo leghi al "e odio i maledetti debunker"?

Questa se mi permetti appare come una caduta di stile...

ZioTibia
Inviato: 21/3/2009 17:01  Aggiornato: 21/3/2009 17:01
So tutto
Iscritto: 18/3/2009
Da:
Inviati: 4
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
Buone Tibie a tutti,

articolo godereccio sicuramente, ma anche dal sapore pecoreccio; etichettare i molti nella rete che hanno il prosciutto sugli occhi mi sembra eccessivo anche perchè si tende a conferirgli una sagacia e una professionalità che molto spesso non posseggono: vedasi ad esempio come ulteriore prova il tempestivo intervento proprio qui sopra del nuovo iscritto "jennaj", probabile ennesimo clone delle ormai vetuste "clone wars" che farebbero impallidire l'originale di George Lucas.

Ma dato il sapore ironico dell'operazione mi chiedevo se non fosse previsto un articoletto anche sui complottisti che fanno di tutto per rendere vani gli sforzi del buon Mazzucco con i loro fondamentali contributi come quelli citati qui sotto:

Citazione:
Cassandra:
Io censurerei gli interventi di tutti coloro che hanno meno di 50 interventi finché non abbiano raggiunto i 50 interventi.


Citazione:
Peonia:
Cassandra, Ahahahahhahahahahahahahahhaha, geniale!ahahahahahahhahaha

jennaj
Inviato: 21/3/2009 17:06  Aggiornato: 21/3/2009 17:06
So tutto
Iscritto: 21/3/2009
Da:
Inviati: 8
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
Citazione:
er esempio, si parla di 11 settembre e come per magia esce fuori l'argomento terra cava o Simoncini, e con un coupe de theatre tutti quelli che sostengono le teorie alternative sull'11 settembre divengono sostenitori di qualsiasi altra teoria che alla prima occhiata superficiale pare assurda. In questo modo per screditare l'avversario non ha bisogno nè di continuare a discutere nel merito della questione di partenza, nè dimostrare come e perchè le teorie citate a sproposito sarebbero assurde.


Già, per non parlare di quei disinformatori che si attaccano a piccoli dettagli come "Mazzucco non sa nemmeno quanti piani avevano le Torri Gemelle", come se fosse necessaria una qualsiasi competenza specifica per criticare la versione ufficiale, oppure quelli che lo denigrano perché scambia i siti ufficiali della Nasa con quelli di un qualsiasi amatore.
Finché ci sarà gente così maledettamente pignola, non riusciremo a averla vinta. Il nostro primo obiettivo è quello di far capire a tutti che non perché qualcuno ha detto una cazzata, o due, o un centinaio, è necessario che anche la centounesima sia una cazzata.
Quello che conta infatti non è il numero di cazzate, ma avere la mano appoggiata sul pulsante "ban". E' quello che conferisce il potere.

Mande
Inviato: 21/3/2009 17:22  Aggiornato: 21/3/2009 17:22
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/1/2008
Da: Cologna veneta
Inviati: 1301
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
Ziotibia
Citazione:

Buone Tibie a tutti,

articolo godereccio sicuramente, ma anche dal sapore pecoreccio; etichettare i molti nella rete che hanno il prosciutto sugli occhi mi sembra eccessivo anche perchè si tende a conferirgli una sagacia e una professionalità che molto spesso non posseggono: vedasi ad esempio come ulteriore prova il tempestivo intervento proprio qui sopra del nuovo iscritto "jennaj", probabile ennesimo clone delle ormai vetuste "clone wars" che farebbero impallidire l'originale di George Lucas.

Ho capito... ti stai autodequalificando?
Citazione:

REGOLA PER INDIVIDUARE LA PROMOZIONE DEL DEQUALIFICANTE: Domandarsi se il tale individuo o istituzione abbiano normalmente l’abitudine di procedere a pubbliche autocritiche, arrivando in certi casi a proporle spontaneamente. In altre parole, vi risulta che il Pentagono o la Chiesa di Roma amino solitamente riconoscere i propri errori pubblicamente? Se la risposta è no, sappiate che molto probabilmente lo stanno facendo solo per coprirne uno peggiore.


Jennaj
Citazione:

Per esempio, si parla di 11 settembre e come per magia esce fuori l'argomento terra cava o Simoncini, e con un coupe de theatre tutti quelli che sostengono le teorie alternative sull'11 settembre divengono sostenitori di qualsiasi altra teoria che alla prima occhiata superficiale pare assurda.

E tu mi citi un pezzo dell'articolo di Massimo col quale avrei dovuto/potuto rispondere?

Dite la verità...

Dietro di voi si nasconde... si è celato...

Il Mazzucco "nazionale" che vuol vedere se i suoi articoli sono letti o meno

Abbastanza "complottista" così?

kataclisma
Inviato: 21/3/2009 17:36  Aggiornato: 21/3/2009 17:36
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/12/2008
Da:
Inviati: 325
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
Citazione:
Già, per non parlare di quei disinformatori che si attaccano a piccoli dettagli come "Mazzucco non sa nemmeno quanti piani avevano le Torri Gemelle", come se fosse necessaria una qualsiasi competenza specifica per criticare la versione ufficiale, oppure quelli che lo denigrano perché scambia i siti ufficiali della Nasa con quelli di un qualsiasi amatore.

Cos'è ti sei sentito chiamato in causa?
Ad ogni modo lo hai rifatto, cosa centra la nasa con l'11 settembre?
Lo vedi che prorpio non riesci a farne a meno?
Citazione:
Finché ci sarà gente così maledettamente pignola, non riusciremo a averla vinta. Il nostro primo obiettivo è quello di far capire a tutti che non perché qualcuno ha detto una cazzata, o due, o un centinaio, è necessario che anche la centounesima sia una cazzata

Ironia spicciola e immotivata, non centra con quello che ho detto, una cosa è cambiare discorso, un'altra è attaccarsi ai dettagli ed essere pignoli.
Inoltre, almeno per quanto mi riguarda, va bene attacare anche i dettagli se questi vengono citati a sproposito per sostenere una prorpia teoria, ma è un'altra storia...

E' preferibile essere ottimisti e avere torto, piuttosto che pessimisti e aver ragione.
Einstein
kataclisma
Inviato: 21/3/2009 17:39  Aggiornato: 21/3/2009 17:39
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/12/2008
Da:
Inviati: 325
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
Mande:
Citazione:
...Jennaj
Citazione:

Per esempio, si parla di 11 settembre e come per magia esce fuori l'argomento terra cava o Simoncini, e con un coupe de theatre tutti quelli che sostengono le teorie alternative sull'11 settembre divengono sostenitori di qualsiasi altra teoria che alla prima occhiata superficiale pare assurda.


E tu mi citi un pezzo dell'articolo di Massimo col quale avrei dovuto/potuto rispondere?

Dite la verità...

Dietro di voi si nasconde... si è celato...

Il Mazzucco "nazionale" che vuol vedere se i suoi articoli sono letti o meno

Abbastanza "complottista" così?

Quel pezzo che hai citato era mio e non di jennaj, e aveva un certo significato, non ho capito le tue obiezioni sinceramente, senza polemica

E' preferibile essere ottimisti e avere torto, piuttosto che pessimisti e aver ragione.
Einstein
Infettato
Inviato: 21/3/2009 18:06  Aggiornato: 21/3/2009 18:06
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/11/2006
Da: Roma
Inviati: 1499
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
Impara "l'arte" e mettila da parte.

Leggo con molto dispiacere che, a volte, le "tattiche" dei debunker, si prolificano dove meno te lo aspetti, eventi rari ma ci sono.

Roberto

Infettato dal morbo di Ashcroft
---------------------------------------------
Quando ci immergiamo totalmente negli affari quotidiani, noi smettiamo di fare distinzioni fondamentali, o di porci le domande veramente basilari. Rothbard
shm
Inviato: 21/3/2009 18:29  Aggiornato: 21/3/2009 18:29
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/8/2007
Da: perugia
Inviati: 1802
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
siredward! Come tuo ritratto questo è veramente azzeccato!


“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
twinge
Inviato: 21/3/2009 18:39  Aggiornato: 21/3/2009 18:39
Ho qualche dubbio
Iscritto: 16/3/2009
Da:
Inviati: 62
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
Questi 2 articoli mi sono piaciuti, soprattutto questa seconda parte.
Anni di battaglie hanno lasciato il segno tanto che se la Redazione volesse, potrebbe fingersi debunker, ormai conosce alla perfezione il modus operandi

Ma al di là di tutto penso che principalmente si voglia porre l'accento su una forma mentis che si cerca di combattere, nella ricerca della verità che si suppone debba essere il fine di tutti.

A tal scopo penso siano servite quelle generalizzazioni e qualche forzatura negli articoli che, leggendo alcuni commenti, mi pare di capire non tutti abbiano gradito.

Ciao

eBay: ai confini dell'eticamente scorretto.
Quello che non tutti sanno su eBay Italia
Redazione
Inviato: 21/3/2009 19:00  Aggiornato: 21/3/2009 19:03
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
Aggiungerò alla scheda questo paragrafo, di cui si sentiva chiaramente la mancanza:


Naturalmente, con il diffondersi di manuali come questo, il debunker diventa sempre più facile da individuare, e quindi sviluppa a sua volta nuove tecniche di camuffamento che gli permettano di sopravvivere nell’ambiente sempre più ostile.

Una delle più comuni è la tecnica del salto della quaglia, nella quale il debunker cerca di dissimularsi direttamente fra le fila dei complottisti, illudendosi in quel modo di sembrare invisibile, per poter poi in seguito creare chissà quali danni. Per fare questo adotta un nome vistosamente rivoluzionario, tipo “nemicodelpotere”, oppure “Piùrossodicosìnonsipuò”, oppure “Che-89” (dove ’89 è chiaramente il suo anno di nascita, e non quello di Guevara, che manco conosce). Dopodichè comincia ad aggirarsi dappertutto, preoccupandosi di lanciare continuamente slogan altisonanti, anche quando la cosa non sia assolutamente necessaria. In certi thread a volte capita di leggere:

GARBUGLIO – Scusate, ma secondo voi Andreotti va in Senato tutti i giorni?
SOOED – Non credo. Ormai non ci vanno nemmeno più i deputati normali, figuriamoci lui se si comoda.
CHE-89 - Bastardi borghesi, non avrete scampo! Forza ragazzi, facciamogli un culo così, in modo che la verità venga fuori una volta per tutte!

Al che gli altri si fermano e si guardano per un attimo con l’aria un pò bonaria, poi fanno finta di niente e ricominciano a discutere come se non fosse successo nulla.

jennaj
Inviato: 21/3/2009 19:12  Aggiornato: 21/3/2009 19:12
So tutto
Iscritto: 21/3/2009
Da:
Inviati: 8
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
Hai ragione Katalisma, il fatto è che per un attimo ho dimenticato che il pezzo è stato scritto apposta allo scopo di far dimenticare per un attimo Simoncini e ricompattare le fila dei complottisti indicando un nemico comune. Meglio quindi non menzionare il bicarbonato, sennò qualcuno potrebbe nuovamente ritirare la storia di quei video falsi, e poi se ne accorge pure Wikipedia e poi a Mazzucco tocca fare la piccola fiammiferaia pure a lui strepitando e minacciando di scrivere niente po' di meno che alla sede americana di Wiki (com'è che non è stata menzionata l'ipocrisia tra le tecniche di disinformazione?).
Sarebbe stato meglio dire qualcosa di nuovo sull'11 settembre, ma capisco che ormai è stato detto tutto il possibile, e i complottisti nel frattempo sono rimasti quattro ragazzini coi brufoli e due svitati. Meglio andare sul sicuro puntando sull'odio per chi ti fa sentire un povero sfigato incompreso.

LoneWolf58
Inviato: 21/3/2009 19:21  Aggiornato: 21/3/2009 19:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
Scusa Massimo... ma la fase DM (debunker martire) la ritieni una variante della SPF o una delle fasi prodromiche? che vedo un buon candidato...

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
Teba
Inviato: 21/3/2009 19:23  Aggiornato: 21/3/2009 19:23
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/9/2007
Da:
Inviati: 1846
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
Citazione:
Una delle più comuni è la tecnica del salto della quaglia


per chi ama il rischio insomma...

kataclisma
Inviato: 21/3/2009 19:34  Aggiornato: 21/3/2009 19:37
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/12/2008
Da:
Inviati: 325
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
Non insistere jennaj non ti accuserò mai di essere un debunker, per quanto mi riguarda non esistono categorie, esistono solo persone dotate di capacità logiche e di comprensione che vogliono cercare la verità e altre che credono di sapere già tutto e quindi si dimostrano già solo per questo poco intelligenti e poco sapienti.
Il mio era solo un esempio non ho mai detto che non si debba parlare di Simoncini e invece si debba parlare dell'11/9, o viceversa, ho solo detto che non bisogna sovrapporre i discorsi...dai che ce la fai anche tu a capire...è semplice il concetto.
Perciò se continui a non capire o dovresti preoccuparti delle tue facoltà intellettive, oppure lo fai apposta e stai qua solo per rompere....gli scogli quelli grossi e senza la "s".

E' preferibile essere ottimisti e avere torto, piuttosto che pessimisti e aver ragione.
Einstein
6025
Inviato: 21/3/2009 19:41  Aggiornato: 21/3/2009 19:41
So tutto
Iscritto: 15/3/2009
Da:
Inviati: 10
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
sertes caro piccolo e innocuo getekeepers , non sono neoprog , se pensi che raccontare favole ti apporti vantaggio fallo pure , chi vuole approfondire il vostro modus operandi in particolare di soggetti come te e lonewolf lo farà la cosa è troppo evidendente per passare inosservata .

Sandman
Inviato: 21/3/2009 19:52  Aggiornato: 21/3/2009 19:52
Mi sento vacillare
Iscritto: 29/5/2006
Da:
Inviati: 666
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
Massimo però a questo punto dovrebbe essere aperta una rubrica dal nome "Risvegli",dove ognuno racconta,se mai ci sono stati,episodi di debunker che si sono "svegliati".Un filo di speranza ci vuole sempre credo...

LoneWolf58
Inviato: 21/3/2009 20:07  Aggiornato: 21/3/2009 20:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
Citazione:
Autore: 6025 Inviato: 21/3/2009 19:41:43

sertes caro piccolo e innocuo getekeepers , non sono neoprog , se pensi che raccontare favole ti apporti vantaggio fallo pure , chi vuole approfondire il vostro modus operandi in particolare di soggetti come te e lonewolf lo farà la cosa è troppo evidendente per passare inosservata .
Credo che il web sia abbastanza libero da poterti consentire un blog... ti propongo il primo argomento "Manuale Operativo dell'AcchiappaLoneWolf/Sertes" sempreché qualcun'altro non rivendichi i diritti sul titolo...

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
Redazione
Inviato: 21/3/2009 20:28  Aggiornato: 21/3/2009 20:28
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
E il bello che una volta cuccati insistono e fanno finta di niente.

Poi ci rimangono male se li definiamo "pietosi".

Redazione
Inviato: 21/3/2009 20:31  Aggiornato: 22/3/2009 0:08
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
SANDMAN: "Massimo però a questo punto dovrebbe essere aperta una rubrica dal nome "Risvegli",dove ognuno racconta,se mai ci sono stati,episodi di debunker che si sono "svegliati".Un filo di speranza ci vuole sempre credo..."

Il debunker PER DEFINIZIONE non cambia posizione. Se lo fa non era un debunker, ma solo un "confuso".

I debunkers della mia definizione si chiamano Attivissimo, CICAP, Popular Mechanics, Clavius, MythBusters, .... questi sono i debunkers: professionisti della disinformazione.

Gli altri sono solo dei pischelli che hanno perso la mamma ai giardinetti.

jennaj
Inviato: 21/3/2009 20:47  Aggiornato: 21/3/2009 20:47
So tutto
Iscritto: 21/3/2009
Da:
Inviati: 8
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
Citazione:
Il debunker PER DEFINIZIONE non cambia posizione. Se lo fa non era un debunker, ma solo un "confuso".


Dai, mi dici da quale dizionario o autorità linguistica trai le tue definizioni? Mi interessa l'argomento, sul serio. Voglio capire come ti vengono certe cazzate.

6025
Inviato: 21/3/2009 21:01  Aggiornato: 21/3/2009 21:01
So tutto
Iscritto: 15/3/2009
Da:
Inviati: 10
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
Massimo : . E il bello che una volta cuccati insistono e fanno finta di niente.

Poi ci rimangono male se li definiamo "pietosi".

io ancora sto aspettando le motivazioni e il perchè non è stato ancora corretto il tuo articolo no plane una teoria insostenibile dove usi il video fake di naudet per avvalorare la tua teoria , ma forse il sig lonewolf58 mi può rispondere .

a me sembra che vi riesce bene rigirare la frittata questo si lo devo ammettere.

Teba
Inviato: 21/3/2009 21:03  Aggiornato: 21/3/2009 21:03
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/9/2007
Da:
Inviati: 1846
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
ma c'è sempre stata tutta sta gente così nervosetta???

eddai ragazzi...

LoneWolf58
Inviato: 21/3/2009 21:07  Aggiornato: 21/3/2009 23:08
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
Citazione:
Autore: 6025 Inviato: 21/3/2009 21:01:25
...
io ancora sto aspettando le motivazioni e il perchè non è stato ancora corretto il tuo articolo no plane una teoria insostenibile dove usi il video fake di naudet per avvalorare la tua teoria , ma forse il sig lonewolf58 mi può rispondere .
...
Io rispondo per me, anche se qui siamo OT... che sia un'altra tattica per sviare dall'argomento del thread ... comunque non mi sembra un video fake, ne ho visto prove avvalorare tale ipotesi.
Ma credo di aver espresso le mie perplessità nel thread che hai linkato... e che tutti possono leggere (anche al fine di poter sgamare il mio modus operandi)...

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
Stefo
Inviato: 21/3/2009 22:14  Aggiornato: 21/3/2009 22:14
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/2/2009
Da: Roma
Inviati: 324
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
x Jennaj

Gli svitati sono quei quattro poveracci lobotomizzati che credono ancora alla versione ufficiale. Per fortuna invece gli americani si stanno svegliando.

6025
Inviato: 21/3/2009 23:33  Aggiornato: 21/3/2009 23:33
So tutto
Iscritto: 15/3/2009
Da:
Inviati: 10
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
cioè scusa lonewolf58 LEI va nei thread a controbattere con il suo stile sarcastico, chi espone la teoria no plane e non sa che il film di naudet è un falso storico? senza offesa ma questa deve essere una delle sue barzellette.
cmq ora linko due video identici, il primo è quello di Massimo usato nel suo articolo e l 'altro è quello che ti spiega perchè è falso ,ma mi pare strano che ad un attenta e soprattutto imparziale personcina come lei sia sfuggita questa piccolezza.

http://www.youtube.com/watch?v=RR3GUvxehTU

http://www.youtube.com/watch?v=hQ3NUS4MzOU

LoneWolf58
Inviato: 21/3/2009 23:42  Aggiornato: 22/3/2009 0:19
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
Massimo ci sono cascato... è un'altra tattica... 6025 se ha dati da apportare alla discussione che le sta tanto a cuore perchè non lo fa nel forum che ben conosce?

OT
p.s. visti i video ed a parte la penosa risoluzione non noto nulla che avvalori la sua ipotesi... e qui la chiudo sempre lieto, eventualmente, di controbattere con il mio stile sarcastico quando posterà nel thread adatto (vediamo di rispettarle ste benedette regole del forum...)
/OT

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
Redazione
Inviato: 22/3/2009 0:12  Aggiornato: 22/3/2009 0:15
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
L'utente 6025 è stato espulso.

Non solo si era reiscritto con un nick diverso dal precedente, ma esiste un limite al numero di volte che mi si può obbligare a ripetere la stessa cosa. E lui lo ha superato in abbondanza.

Capisco essere ossessionati da un problema, ma non si può pretendere che il mondo intero lo condivida - riproponendolo nei commenti in home all'infinito - se il mondo non ha voglia di farlo.

fefochip
Inviato: 22/3/2009 0:21  Aggiornato: 22/3/2009 0:24
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
auto-rimosso

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
carfilippo
Inviato: 22/3/2009 3:36  Aggiornato: 22/3/2009 3:36
So tutto
Iscritto: 26/11/2008
Da: Roma
Inviati: 28
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
Bene, davvero.
Intervengo per la prima volta, sono completamente d'accordo con l'esposizione delle ragioni. Una sola nota: più sintesi.
Approfitto di questo spazio per presentarmi e salutare la comunità edi Luogocomune.
Seguo i vostiri articoli e le volstre opinioni da qualche mese.
Mi piagce il progetto di questo sito.
Non sonao un complottista ma certco di pentsare con la mia testa.
Tempo fa mi soano imbattuto in Yuotube, hob visto filmati vari, fra questi molti su 11 Settembre 2001. Sono un uomo maturo, purtroppo non più giovane, anagraficamente, e feci molte battaglie contro "verità" fasulle che ci furono propinate. Mi sembrò di essermi risvegliato, dopo 7 anni ho rivisto quel maledetto 11 settembre con occhi nuovi e così molte altre cose che condizionano la mia vita, quella dei miei cari, e quella delle persone che vivono con me su questo pianeta.
Grazie a tutti voi che lottate per apreire la mente delle persone.
Carlo

carfilippo
Inviato: 22/3/2009 3:39  Aggiornato: 22/3/2009 3:39
So tutto
Iscritto: 26/11/2008
Da: Roma
Inviati: 28
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
Scusate per i refusi di stampa, sembra la lettera di un analfabeta

masmarupor
Inviato: 22/3/2009 4:28  Aggiornato: 22/3/2009 4:28
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/1/2006
Da: treviso
Inviati: 64
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
Pazzesco!
favolosa questa guida,
avevo letto ed assimilato la guida sulla logica in home
(già da molto tempo, sono anni che vi seguo...anche se non posto quasi mai)
proprio oggi, durante una discussione su economia/crisi/forme politiche,
ho accusato mio padre di usare fallace, uomo di paglia ecc.
(finirò x farmi odiare ) ed ora trovo finalmente la 2° parte.
quando poi scopro dei commenti cosi piccanti e/o piccati, uno spasso vedere i debunker/trool cadere palesemente negli stessi orrori descritti nell'articolo, c'è stata pure un espulsione vedo...
hai fatto bene redazzucco, anche la tolleranza ha un limite!
spero che non si ricominci con le solite polemiche in stile wewe perché ne ho gli zebedei pieni di queste polemiche che trolleggiano ultimamente...
grazie massimo.
Adoro questi argomenti e li trovo molto COSTRUTTIVI,
spesso mi capita di dire ai miei interlocutori che bisogna imparare ad imparare


PS.
aproposito di trool mi sbaglio o ultimamente
il sito e vittima di attacchi di questa natura???
per poi accusare massimo di espulsioni arbitrarie, e fanghiglia varia.

ci sono persone che sanno tutto...
e purtoppo e tutto quello he sanno!!!
O.Wilde
masmarupor.blogspot
masmarupor
Inviato: 22/3/2009 4:41  Aggiornato: 22/3/2009 4:41
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/1/2006
Da: treviso
Inviati: 64
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
Citazione:
carfilippo


buon risveglio
e benvenuto tra noi

@Cassandra

aaarrrgg... che cattiveria.. mi ci vorranno 6 anni x raggiungere i 50

ci sono persone che sanno tutto...
e purtoppo e tutto quello he sanno!!!
O.Wilde
masmarupor.blogspot
Pispax
Inviato: 22/3/2009 5:14  Aggiornato: 22/3/2009 5:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)


Articolo molto divertente, arguto e soprattutto non astioso.

Con tutto il carico di risentimenti personali che si possono portare dietro anni di "conflitti" con i debunker non era scontato un tono così brillante e leggero.

Bravo!


E comunque ho visto che questa cosetta tutto sommato simpatica anche per gli interessati ha scatenato le ire di parecchi..



@Cassandra
Citazione:
Io censurerei gli interventi di tutti coloro che hanno meno di 50 interventi finché non abbiano raggiunto i 50 interventi.


Rilancio: Io IMPEDIREI a chiunque di intervenire finché non abbia raggiunto i 50 interventi!

io posso dirlo: ne ho 9

imike
Inviato: 22/3/2009 11:35  Aggiornato: 22/3/2009 11:35
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/1/2008
Da: Milano
Inviati: 85
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
caspita Massimo !! bella analisi, complimenti !!

kataclisma
Inviato: 22/3/2009 12:50  Aggiornato: 22/3/2009 12:50
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/12/2008
Da:
Inviati: 325
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
Allora Massimo, non ti è piaciuta la funzione aggiuntiva che ti avevo segnalato qualche post fa?
La si potrebbe chiamare confondimento idraulico o attribuzione di falso convincimento, o... come diresti tu?

E' preferibile essere ottimisti e avere torto, piuttosto che pessimisti e aver ragione.
Einstein
ClaudioC
Inviato: 22/3/2009 13:01  Aggiornato: 22/3/2009 13:01
So tutto
Iscritto: 4/1/2009
Da:
Inviati: 22
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
Mi permetto di suggerire a tutti un libro che probabilmente già conoscete: L'arte di ottenere ragione di Schopenhauer.
Non sono un filosofo e quindi non entro nel commento della qualità del pensiero, ma è come leggere un manuale dei debunker.
Sono una serie di esempi e situazioni in cui viene dimostrato come avere ragione e far tornarte qualunque discorso a proprio favore, anche se per farlo dobbiamo essere pronti a dire tutto ed il contrario di tutto.
In buon modo per dubitare di ogni cosa.


A presto!

-Claudio Cecchetti-

peonia
Inviato: 22/3/2009 18:40  Aggiornato: 22/3/2009 18:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
ZIO TIBIA MI SPIACE MA NON HA ALCUN SENSO DELL'HUMOUR.....

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
peonia
Inviato: 22/3/2009 19:04  Aggiornato: 22/3/2009 19:04
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
OT p.s. visti i video ed a parte la penosa risoluzione non noto nulla che avvalori la sua ipotesi... e qui la chiudo sempre lieto, eventualmente, di controbattere con il mio stile sarcastico quando posterà nel thread adatto (vediamo di rispettarle ste benedette regole del forum...) /OT


Scusate se continuo nell'OT...ma io mica ho capito che dovrebbero dimostrare i due video no plane...e perche sono in antitesi....(forse sono stata superficiale?)

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
peonia
Inviato: 22/3/2009 20:35  Aggiornato: 22/3/2009 20:35
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
Benvenuto fra noi Carfilippo...si capisce che eri lievemente emozionato nello scrivere....dont worry.....
ciaoo

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
peonia
Inviato: 22/3/2009 20:38  Aggiornato: 22/3/2009 20:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
Ma dato il sapore ironico dell'operazione mi chiedevo se non fosse previsto un articoletto anche sui complottisti che fanno di tutto per rendere vani gli sforzi del buon Mazzucco con i loro fondamentali contributi come quelli citati qui sotto: Citazione: Cassandra: Io censurerei gli interventi di tutti coloro che hanno meno di 50 interventi finché non abbiano raggiunto i 50 interventi. Citazione: Peonia: Cassandra, Ahahahahhahahahahahahahahhaha, geniale!ahahahahahahhahaha


Avevo gia' scritto una risposta ma non la vedo....allora ripeto:
ZIO TIBIA, MI SPIACE MA NON HAI SENSO DELL'HUMOUR......

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
fefochip
Inviato: 23/3/2009 1:35  Aggiornato: 23/3/2009 1:35
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
io vorrei sottolineare che il CICAP è per definizione qui data è un associazione di debunkers.

la cosa che lascia veramente perplessi è che si definiscono scienziati quando tradiscono il vero spirito dello scienziato che è quello di trovare qualcosa di nuono e non di spiegare tutto con quello che ha a disposizione la scienza ...insomma sono degli scienziati ...con i paraocchi ma tutto questo per definizione.

non hanno mai e poi mai indagato su un qualunque fenomeno ufo trovandolo genuino quando ormai solo i male informati o chi ha uno stoccafisso al posto del cervello può pensare, studiando anche solo un po di materiali a disposizione, che siano tutte balle.

sono i sacerdoti con il camice di scienziati ma dotati piu di fede che di curiosità scientifica
insomma il debunker perfetto

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
carfilippo
Inviato: 23/3/2009 1:54  Aggiornato: 23/3/2009 1:54
So tutto
Iscritto: 26/11/2008
Da: Roma
Inviati: 28
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
Un grazie di cuore a Peonia.
Spero di poter prendere confidenza un po' per volta.

carfilippo
Inviato: 23/3/2009 2:06  Aggiornato: 23/3/2009 2:06
So tutto
Iscritto: 26/11/2008
Da: Roma
Inviati: 28
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
Devo ammettere che iniziando a seguire i siti di dei debunkers che mi sono nati i primai sospetti. Sembra un paradosso, ma è così. Si dimostrano talmente in mala fede da farti venire i dubbi.

carfilippo
Inviato: 23/3/2009 2:13  Aggiornato: 23/3/2009 2:13
So tutto
Iscritto: 26/11/2008
Da: Roma
Inviati: 28
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
Ancora un po' grezzo, spero di migliorare.
Scusatemi.
Il punto di partenza è nella logica, meglio dire nel discorso logico.
Spero di parlarne in futuro. Ora è tardi. Buona notte a tutti.
Grazie.
Carlo

Redazione
Inviato: 23/3/2009 5:49  Aggiornato: 23/3/2009 5:55
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
KATACLISMA: Mi era sfuggita, ora la guardo.

°°°

Citazione:
L'arte di ottenere ragione di Schopenhauer. Sono una serie di esempi e situazioni in cui viene dimostrato come avere ragione e far tornarte qualunque discorso a proprio favore, anche se per farlo dobbiamo essere pronti a dire tutto ed il contrario di tutto."


Viene "dimostrato"? O viene mostrato?

Perchè a me risulta che puoi "far tornare qualunque discorso a tuo favore" solo se hai di fronte uno meno preparato di te.

Altrimenti sono cazzi amari per chi cerca di sostenere cose non vere: la logica è UNA soltanto, e la verità (relativa a ciascun caso, sia chiaro) è UNA soltanto.

Se quindi l'altro ha la costanza e la preparazione sufficienti per controbattere, non credo proprio che sia possibile riuscirci, se stai dalla parte sbagliata.

(infatti parla di "arte" di ottenere ragione, non di "metodo").

Redazione
Inviato: 23/3/2009 5:53  Aggiornato: 23/3/2009 5:56
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
JENNA:"sennò qualcuno potrebbe nuovamente ritirare la storia di quei video falsi,"

di quali video falsi stai parlando?

(Non esiste l'emoticon di quello che tiene la mazza da 40 kg. nascosta dietro alla schiena, ma potete immaginarlo ).

gnaffetto
Inviato: 23/3/2009 9:01  Aggiornato: 23/3/2009 9:01
Mi sento vacillare
Iscritto: 4/1/2008
Da:
Inviati: 336
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
potrebbe essere anche un manuale letto al contrario...

manuale operativo su come fare il debunker.

ps: massimo hai un pm

jennaj
Inviato: 23/3/2009 12:36  Aggiornato: 23/3/2009 12:36
So tutto
Iscritto: 21/3/2009
Da:
Inviati: 8
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
Ciao Massimo, al momento mi preme maggiormente sottolineare queste righe dalla scheda su Kennedy che hai linkato in quest'articolo:

"Per calcolare quindi la forza d'impatto di un proiettile bisogna prima conoscerne l'energia cinetica (E), che è espressa in Joule, ed è data dalla formula E=(mV2)/2 (dove m è la massa in chilogrammi e V è la velocità in metri al secondo). Facendo un calcolo approssimativo (per difetto), se un proiettile calibro 6.5 pesa circa 150 grani = 10 grammi (0,01 Kg), e viaggia a 600 metri al secondo, abbiamo
0.01 x 600 = 6
6 x 6 = 36
36 / 2 = 18 E (Joules di energia cinetica)."

C'è un piccolissimo errore. Lo vedi? Pensa che quest'errore è stato segnalato da un debunker, non molto tempo fa. C'è chi sa la matematica e chi non ne capisce niente ma vuole avere ragione lo stesso.

tccom
Inviato: 23/3/2009 15:36  Aggiornato: 23/3/2009 15:42
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/11/2005
Da: civitavecchia
Inviati: 903
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
Citazione:
C'è un piccolissimo errore. Lo vedi? Pensa che quest'errore è stato segnalato da un debunker, non molto tempo fa. C'è chi sa la matematica e chi non ne capisce niente ma vuole avere ragione lo stesso.

scusa, ma non vedo l'errore nel calcolo: mi illumineresti?

Citazione:
Ciao Massimo, al momento mi preme maggiormente sottolineare queste righe


...e te pare...

EDIT: trovato: (600^2)*0,01/2 = 1800 E
...e suppongo che l'errore infici tutta la scheda...suppongo perchè non l'ho letta...giusto?
...o no...

...gli Stati Uniti non ci hanno guadagnato nulla dall'11 settembre (c'è bisogno di dirlo?)...[].... Ragioniamo: chi ci guadagna quando piove? i produttori di ombrelli. Da questo si deduce che i produttori di ombrelli controllano la pioggia.
LoneWolf58
Inviato: 23/3/2009 15:49  Aggiornato: 23/3/2009 15:49
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
Citazione:
Autore: tccom Inviato: 23/3/2009 15:36:22

Citazione:

C'è un piccolissimo errore. Lo vedi? Pensa che quest'errore è stato segnalato da un debunker, non molto tempo fa. C'è chi sa la matematica e chi non ne capisce niente ma vuole avere ragione lo stesso.


scusa, ma non vedo l'errore nel calcolo: mi illumineresti?

Citazione:

Ciao Massimo, al momento mi preme maggiormente sottolineare queste righe



...e te pare...

EDIT: trovato: (600^2)*0,01/2 = 1800 E
...e suppongo che l'errore infici tutta la scheda...suppongo perchè non l'ho letta...giusto?
...o no...
In effeti... si... manda a puttane tutto, anche se è parzialmente giustificabile
magari il calcolo è stato fatto in RPN da qualcuno che di solito usa AOS

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
tccom
Inviato: 23/3/2009 16:21  Aggiornato: 23/3/2009 16:49
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/11/2005
Da: civitavecchia
Inviati: 903
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
Citazione:
magari il calcolo è stato fatto in RPN da qualcuno che di solito usa AOS

pò esse!


ps: cmq non postavo da una vita...ci vogliono sti fenomeni per ringalluzzirmi un pò

...gli Stati Uniti non ci hanno guadagnato nulla dall'11 settembre (c'è bisogno di dirlo?)...[].... Ragioniamo: chi ci guadagna quando piove? i produttori di ombrelli. Da questo si deduce che i produttori di ombrelli controllano la pioggia.
Sertes
Inviato: 23/3/2009 17:58  Aggiornato: 23/3/2009 18:06
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
Citazione:

jennaj ha scritto:

C'è un piccolissimo errore. Lo vedi? Pensa che quest'errore è stato segnalato da un debunker, non molto tempo fa. C'è chi sa la matematica e chi non ne capisce niente ma vuole avere ragione lo stesso.


Se ho capito bene stai dicendo che l'energia del proiettile è 100 volte più grande di quanto asserisce Massimo.

Quindi con questo hai debunkato la matematica e confermato la parte fisica?

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
jennaj
Inviato: 23/3/2009 19:36  Aggiornato: 23/3/2009 19:38
So tutto
Iscritto: 21/3/2009
Da:
Inviati: 8
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
Citazione:
Se ho capito bene stai dicendo che l'energia del proiettile è 100 volte più grande di quanto asserisce Massimo.


Non lo dico io. C'è una cosa che si chiama matematica.
E già, immagino che Massimo farà salti di gioia. Dev'essere gratificante farsi condurre per mano passo passo da un debunker.

Sertes
Inviato: 23/3/2009 20:08  Aggiornato: 23/3/2009 20:08
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
Citazione:
jennaj ha scritto:
Non lo dico io. C'è una cosa che si chiama matematica.
E già, immagino che Massimo farà salti di gioia. Dev'essere gratificante farsi condurre per mano passo passo da un debunker.


Non hai risposto alla mia domanda.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
masmarupor
Inviato: 23/3/2009 22:49  Aggiornato: 23/3/2009 22:49
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/1/2006
Da: treviso
Inviati: 64
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
Citazione:
Autore: carfilippo Inviato: 23/3/2009 2:06:20 Devo ammettere che iniziando a seguire i siti di dei debunkers che mi sono nati i primai sospetti. Sembra un paradosso, ma è così. Si dimostrano talmente in mala fede da farti venire i dubbi.


effettivamente anc'io ho avuto un percorso simile
ero... e sono iscritto ancora alla mailing list del CICAP,
particolarmente per le mie posizioni di ateo/agnostico/razionalista

ma quella mailing list e stracolma solo di pubblicità di libri conferenze ecc.
una delusione totale,ho cercato di DISiscrivermi ma non c'é stato verso...
ora finisce direttamente nella mia posta indesiderata, SPAM solo cosi si può definire!

ci sono persone che sanno tutto...
e purtoppo e tutto quello he sanno!!!
O.Wilde
masmarupor.blogspot
Redazione
Inviato: 23/3/2009 22:57  Aggiornato: 23/3/2009 22:59
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
JENNA: Conosco l'errore da tempo, grazie. Me l'aveva segnalato una persona normale, non un debunker ridontante e inutile come te.

°°°°

Citazione:
Ciao Massimo, al momento mi preme maggiormente sottolineare queste righe


Io ti avevo fatto un'ALTRA domanda, per cui se permetti RISPONDI a quello che PREME A ME, e non a te.

E cerca pure di sbrigarti. Visto che sei molto rapido a sparare cazzate, dimostrati almeno altrettanto rapido a difenderle.

Dopo te lo dico io cosa ti preme di più.

tccom
Inviato: 23/3/2009 22:59  Aggiornato: 23/3/2009 22:59
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/11/2005
Da: civitavecchia
Inviati: 903
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
Citazione:
Non lo dico io. C'è una cosa che si chiama matematica. E già, immagino che Massimo farà salti di gioia. Dev'essere gratificante farsi condurre per mano passo passo da un debunker.


si....va bene...ma riguardo la materia del contendere?
...
...
mah....citando il buon vecchio Quentin: intervento "utlile come un buco del culo sul gomito"

...gli Stati Uniti non ci hanno guadagnato nulla dall'11 settembre (c'è bisogno di dirlo?)...[].... Ragioniamo: chi ci guadagna quando piove? i produttori di ombrelli. Da questo si deduce che i produttori di ombrelli controllano la pioggia.
jennaj
Inviato: 23/3/2009 23:35  Aggiornato: 23/3/2009 23:37
So tutto
Iscritto: 21/3/2009
Da:
Inviati: 8
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
Ammetto che mi ecciti quando fai il duro, ma non pensare che abbia molto tempo o voglia per giocare con te. È solo che ci voleva un minimo di contradditorio per dare un po' di verve a questo sito, e altrimenti come potresti divertirti a fare il cowboy?

fàl|so
agg., avv., s.m.
FO
I agg.
1a non vero; che non corrisponde alla realtà, alla verità; sbagliato, erroneo: una notizia, un’affermazione, un’opinione, un’interpretazione falsa; un indizio, un sospetto f.; farsi un f. concetto di qcn.
1b diverso da ciò che vuole apparire, che non corrisponde a ciò che sembra; f. scopo, f. problema, che nasconde la vera natura di ciò che si vuole raggiungere o di ciò che si sta esaminando | che altera, che falsa in modo innaturale suoni, colori e sim.: luce falsa, una falsa acustica | fig., mettere in falsa luce, presentare, mostrare sotto falsa luce: dare un’interpretazione tendenziosa di qcs. o denigrare qcn.
1c alterato, falsato rispetto al normale: aveva la voce falsa per l’emozione; questo bicchiere dà un suono f., fesso, a causa di una probabile incrinatura del vetro
1d mal riuscito: un suono f.; una corda falsa, stonata, non accordata con le altre
2 falsificato, contraffatto; truccato: una moneta, una firma falsa; gioielli falsi; un certificato, un documento f.; chiave falsa, usata dai ladri per aprire serrature altrui; sotto f. nome, presentandosi, spec. fraudolentemente, con un nome che non è il proprio: viaggiare, nascondersi sotto f. nome | di edificio o mobile che imita un particolare stile architettonico: questo cassettone è un f. rinascimento, la chiesa è un f. gotico
3a che manca di sincerità; finto, simulato; bugiardo, menzognero: falsa amicizia; un sorriso, uno sguardo f.; false lacrime; falsa modestia, vanità, superbia celate sotto un atteggiamento apparentemente umile e modesto | essere, sentirsi in una posizione falsa, trovarsi in una situazione imbarazzante o ambigua
3b di qcn., che si comporta in modo ipocrita e subdolo: un amico f., una persona falsa; anche s.m.: Giorgio è un f. e un ipocrita
3c di qcn., che millanta spec. fraudolentemente di essere quello che non è: è stato truffato da un f. commercialista, ha operato per anni, ma era un f. medico; testimone f., quello che testimonia in un processo, ma che non ha realmente assistito agli avvenimenti e mente secondo le esigenze dei processati, spec. perché pagato per farlo
4a TS mat., non com. ⇒negativo: un valore f., una radice falsa
4b TS mat., in logica matematica, corrispondente a uno dei due valori di verità
5 TS anat., bot., di organo: che è simile a un altro, ma con diversa funzione e natura

Come si può vedere, ci sono diverse accezioni del termine "falso". Quella che interessa in questo caso è la 1b: "diverso da ciò che vuole apparire, che non corrisponde a ciò che sembra". Il video su Lorna era un falso perché presentato come prova di efficacia del bicarbonato ("cura il cancro per e-mail") quando non lo era. Nel difendere l'indifendibile, si è poi scivolati anche nell'accezione 3a.

P.s. Io le definizioni non me le sono inventate.

carfilippo
Inviato: 24/3/2009 0:17  Aggiornato: 24/3/2009 0:17
So tutto
Iscritto: 26/11/2008
Da: Roma
Inviati: 28
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
Le definizioni sono certamente corrette. Il punto è che si possono usare in modo scorretto.
Io sarei felice per una persona che è guarita. Non me ne fregherebbe una sega se è guarita facendosi una pera o mangiando un cremino.
Che stia bene.
Se la persona dice di essere guarita in un modo, che stia bene.
Serenità a tutti quelli che guardano lontano.

carfilippo
Inviato: 24/3/2009 0:22  Aggiornato: 24/3/2009 0:22
So tutto
Iscritto: 26/11/2008
Da: Roma
Inviati: 28
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
Sapevamo leggere un dizionario anche prima.

Redazione
Inviato: 24/3/2009 1:25  Aggiornato: 24/3/2009 6:51
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
JENNA è stato espulso per diffamazione.

Doveva ricordarsi prima di spiegare che usa il dizionario in modo molto particolare.

Nella descrizione del debunker dovrei anche aggiungere che sono dei vigliacchi ributtanti, oltre che degli emeriti imbecilli.

"Alla definizione 1b", naturalmente.

masmarupor
Inviato: 24/3/2009 1:28  Aggiornato: 24/3/2009 1:39
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/1/2006
Da: treviso
Inviati: 64
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
autorimoRso

ci sono persone che sanno tutto...
e purtoppo e tutto quello he sanno!!!
O.Wilde
masmarupor.blogspot
Redazione
Inviato: 24/3/2009 6:52  Aggiornato: 24/3/2009 6:52
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
MASMARUPOR: "autorimorso"

Trenchiu

Kolza
Inviato: 24/3/2009 11:24  Aggiornato: 24/3/2009 11:24
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/6/2004
Da: MMMMMMonza
Inviati: 916
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
Massimo quoque tu complottista mi!
Federico Ferrero, non Fabrizio

Ciao
Kolza

ahmbar
Inviato: 24/3/2009 13:28  Aggiornato: 24/3/2009 13:28
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/3/2007
Da: Milano
Inviati: 1785
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
UNIVERSALIZZAZIONE DEL PENALIZZANTE: Avviene quando il complottista commetta un errore, o presunto tale, che immediatamente il debunker metabolizza con voracità sorprendente, cercando di trasformarlo in prova definitiva, universale e irreversibile della più totale e completa malafede del suo avversario. E non soltanto.


Autore: jennaj Inviato: 23/3/2009 12:36:38

Ciao Massimo, al momento mi preme maggiormente sottolineare queste righe dalla scheda su Kennedy che hai linkato in quest'articolo:

"Per calcolare quindi la forza d'impatto di un proiettile bisogna prima conoscerne l'energia cinetica (E), che è espressa in Joule, ed è data dalla formula E=(mV2)/2 (dove m è la massa in chilogrammi e V è la velocità in metri al secondo). Facendo un calcolo approssimativo (per difetto), se un proiettile calibro 6.5 pesa circa 150 grani = 10 grammi (0,01 Kg), e viaggia a 600 metri al secondo, abbiamo
0.01 x 600 = 6
6 x 6 = 36
36 / 2 = 18 E (Joules di energia cinetica)."

C'è un piccolissimo errore. Lo vedi? Pensa che quest'errore è stato segnalato da un debunker, non molto tempo fa. C'è chi sa la matematica e chi non ne capisce niente ma vuole avere ragione lo stesso.




Hai sbagliato un dato? L'energia era diversa? Sei un maledetto balordo che non sa nemmeno fare un conto, figurati tutto il resto

Anche se non vorrebbero, dimostrano quanto la scheda sia esatta
Debunker, se li conosci li eviti

Per chi desidera informarsi sulla piu' grande menzogna dell'era moderna
FAQ 11 settembre 2001
Redazione
Inviato: 24/3/2009 19:08  Aggiornato: 24/3/2009 19:08
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
KOLZA: Perdona, mio Signore e Padrone, correggo subito.

(Per chi non lo sapesse, fu il buon Kolza ad instradarmi sui lidi di JFK).

LoneWolf58
Inviato: 24/3/2009 19:14  Aggiornato: 24/3/2009 19:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
OT
Citazione:
(Per chi non lo sapesse, fu il buon Kolza ad instradarmi sui lidi di JFK).
Perdonalo Signore... non sa quello che ha fatto?!...
/OT

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
medicialbe
Inviato: 25/3/2009 11:18  Aggiornato: 25/3/2009 11:18
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/2/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
Massimo, vista la tua grande competenza sui Kennedy, cosa pensi di questa serie?:
http://www.youtube.com/view_play_list?p=1B788BBFCCAAA4E1

Kolza
Inviato: 26/3/2009 18:29  Aggiornato: 26/3/2009 18:29
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/6/2004
Da: MMMMMMonza
Inviati: 916
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
Caro Massimo,
Ti ci sei tuffato tu a capofitto :)))) dopo che io e gli altri due "barboni" fummo espulsi con ignominia dal forum (a pensarci oggi un po' mi viene da ridere).
Nel mentre, segnalo che su Youtube compaiono da tempo gli interessanti contributi di GJJDude, con video inediti o poco conosciuti! Ogni tanto cerco di sottotitolarne qualcuno...
Saluti a tutti, e ricordate www.jfkennedy.it! (Perdonami Massimo)
A presto
Kolza

CatOrcio
Inviato: 30/3/2009 12:32  Aggiornato: 30/3/2009 12:32
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/7/2008
Da:
Inviati: 109
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
Secondo me una caratteristica tipica del debunker è quella di crearsi un personaggio immaginario, potenzialmente simile (almeno come estrazione sociale) al lettore e quindi accattivante. Spesso ciò accade in un preambolo dei primi post.
Ricordo un certo presunto medico che si proponeva come padre di famiglia con la punto che lavorava per una asl.
Mentre credo sia più corretto venire subito al sodo, ed esporre pacatamente il proprio ragionamento. A meno che l'identità non sia, per qualche arcano motivo, particolarmente significativa per la discussione, ma in questo caso bisogna dare prove evidenti.

ciaruffolo
Inviato: 31/3/2009 13:10  Aggiornato: 31/3/2009 13:10
So tutto
Iscritto: 4/9/2006
Da:
Inviati: 20
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
Grande Shon,

un bell'articolo.


Pispax
Inviato: 3/4/2009 0:49  Aggiornato: 3/4/2009 0:49
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
Non solo 9/11.

Questo articolo è utile sotto un gran numero di aspetti.

Una roba che sta a metà fra la PUBBLICIZZAZIONE DELL’EVIDENTE e l'IGNORANZA DEL DEPONENTE: Brunetta.

http://tv.repubblica.it/copertina/brunetta-show-e-cosi-e-cosi/31296?video

peonia
Inviato: 10/9/2013 14:37  Aggiornato: 10/9/2013 14:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Manuale operativo dell'Acchiappadebunker (II parte)
Nella descrizione del debunker dovrei anche aggiungere che sono dei vigliacchi ributtanti, oltre che degli emeriti imbecilli. "Alla definizione 1b", naturalmente.

STRAQUOTO!!!

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA