Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


Commenti Liberi : Commenti liberi
Inviato da Redazione il 20/3/2009 11:46:46 (7973 letture)

Commenti liberi e segnalazioni sulle notizie più recenti.

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
Redazione
Inviato: 20/3/2009 11:49  Aggiornato: 20/3/2009 11:58
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Commenti liberi
Chiedo scusa, pensavo di pubblicare la seconda parte del "Manuale antidebunker", ma non sono ancora riuscito a finirlo. (Pensavo che le "mosse" del debunker da denunciare fossero solo quattro o cinque, invece ne ho scoperto già più del doppio).

piggaz
Inviato: 20/3/2009 11:58  Aggiornato: 20/3/2009 11:58
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/3/2009
Da:
Inviati: 167
 Re: Commenti liberi
ciao!
ripropongo il mio primo intervento su luogocomune passato inosservato... eravate troppo occupati a discutere di prostituzione per occuparvi d'erba...
mi sono registrato ora dopo anni che vi seguo perche' penso di avere trovato qualcosa di interessante.
nella pagina iniziale della mail di yahoo:
http://mail.yahoo.it
c'e' un messaggio di benvenuto che fa:

l'email piu'
furba che c'e'

che letto con la coda dell' occhio come quando si e' impegnati ad immettere la password viene letto, come capita a me:

l'eMA/il piu'
FUrba/ che c'e'

cioe' "fuma l'erba il piu' che c'e'"
...
la prima volta che ho letto coscientemente il messaggio nella sua versione subliminale e' stato subito dopo aver fumato effettivamente per 2/3 settimane erba in quantita' industriale, cosa assolutamente non usuale per me...
affari illegali hanno bisogno di pubblicita' subliminali?
la recessione rende necessario calmare la gente?
fra l'altro yahoo e' politicamente vicina al mafioso di arcore...
saluti a tutti voi e a massimo
piggaz

gen
Inviato: 20/3/2009 12:07  Aggiornato: 20/3/2009 12:07
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/11/2006
Da:
Inviati: 142
 Re: Commenti liberi
io invece volevo chiedere se qualcuno ha ascoltatoil radiotg3 delle 9 stamattina e ha notato il taglio al servizio da Israele che parlava di regole d'ingaggio, me lo sono sognato o era censura in diretta?

Willo
Inviato: 20/3/2009 12:29  Aggiornato: 20/3/2009 12:29
Ho qualche dubbio
Iscritto: 29/5/2007
Da: Olanda
Inviati: 62
 Re: Commenti liberi
Beh, segnalo che ierisera mi sono guardato The Obama Deception e ne ho fatto una recensione sul mio blog:

L'Inganno di Obama

Consiglio a tutti di vederlo, e prenderlo ovviamente con le pinze....

Infettato
Inviato: 20/3/2009 12:33  Aggiornato: 20/3/2009 12:33
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/11/2006
Da: Roma
Inviati: 1499
 Re: Commenti liberi
io invece volevo chiedere se qualcuno ha ascoltatoil radiotg3 delle 9 stamattina e ha notato il taglio al servizio da Israele che parlava di regole d'ingaggio, me lo sono sognato o era censura in diretta?

Si sapeva, nulla di nuovo o quasi, visto che questa volta sono i soldati israeliani che raccontano.

Infettato dal morbo di Ashcroft
---------------------------------------------
Quando ci immergiamo totalmente negli affari quotidiani, noi smettiamo di fare distinzioni fondamentali, o di porci le domande veramente basilari. Rothbard
cnj
Inviato: 20/3/2009 12:45  Aggiornato: 20/3/2009 12:45
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da: Romagna
Inviati: 795
 Re: Commenti liberi
Mi ha colpito quest'articolo di un blogger di New York così ve lo sorbite anche voi . Ringrazio thesynopticon.blogspot.com per la traduzione!

The Age of Uncertainty (L’era dell’incertezza)
di Daniel Pinchbeck

Articolo originale di Daniel Pinchbeck
Traduzione

Recentemente, ho adottato come mio mantra personale la per nulla trascendente frase “Non lo so”. La lista delle cose di cui mi sento insicuro sembra aumentare incessantemente giorno dopo giorno.



Per esempio, non so se la nostra solipsistica specie sopravviverà ancora a lungo, e a volte non sono neanche sicuro che me ne importi molto. Non so se Barack Obama è un leader buono che riuscirà ad unire le persone anche nell’ora avversa, o la piu brillante marionetta mai messa dai cospiratori del Nuovo Ordine Mondiale (che, come il giornalista e regista Alex Jones suggerisce, potrebbero tramare di attuare un piano di rapida depopolazione mondiale).

Non so se l’aumento di avvistamenti UFO stia a significare che ci stiamo avvicinando ad un benevolo contatto alieno o ad un orrifica predatoria imboscata.

Non so se il riscaldamento globale è maggiormente causato dall’ uomo, o se è parte di una fase di transizione dell’intero sistema solare, come lo scienziato Russo Alexey N. Dmitriev propone.

Non so se uomini e donne debbano essere monogami o se sia meglio saltare da un letto all’altro.

Non so se riusciremo mai a sfruttare una qualche nuova forma di energia che ci salverà dal Peak Oil, o se siamo destinati a vedere la civiltà industriale devolvere e disintegrarsi con lo stesso ritmo con cui il carburante fossile sta esaurendo. Non so se imparare a coltivare la terra e filtrare acqua piovana o se imparare a praticare qualche nuova e strana disciplina esoterica come il Vortex Healing o la Scienza Keylontica.

Non so se il libero arbitrio esiste, o se siamo soltanto dei robot che partecipano ad un illusorio spettacolo scritturato da divinità Indù o dagli Antenati del Dreamtime Australiano. Non so se dovremmo liberarci dalle religioni o crearne una nuova.

Non so se mettere da parte lingotti d’oro o se creare una Comunità Intenzionale. Non so se restare a Manhattan o dirigermi in campagna.

Non so se stiamo raggiungendo uno stato di illuminamento globale o se stiamo regredendo al barbarismo. Non so se biotecnologia e nanotecnologia si fonderanno assieme per donarci corpi immortali o se esaleremo l’ultimo respiro in concomitanza con il collasso dell’ecosistema della nostra abusata terra.

Non so se qualcosa di speciale accadrà nel 21 Dicembre 2012. Non so se dovrei fomentare una rivolta o se organizzare una festa. Non so se aver paura o se rilassarmi.

Stiamo assistendo al collasso di un sistema vecchio e rigido, ma nel frattempo, nessuno si sta adoperando per realizzarne uno nuovo — semmai ce ne sarà bisogno. Sembra che qualcosa stia cambiando a livello logico, la logica diventa meno dualistica, meno “questo-o”, e piu binaria, “entrambi-e”. Principi diametralmente opposti si spostano verso una confluenza comune, provocando dissonanza in svariate aree: come degli svitati psiconauti, gli scienziati al CERN cercano di aprire portali su altre dimensioni. Nel frattempo il sistema finanziario evapora, ed incredibili trovate commerciali come Pandora e Cool Iris sguinzagliano libere nella rete. Obama nel suo discorso d’accettazione al Grant Park menziona la Convention Democratica del ‘68, ed assume come consiglieri economici gli stessi tizi che sotto l’ammnistrazione di Clinton, deregolarono il sistema bancario causando l’attuale disastro.

La realtà diventa sempre più improvvisata e veloce. Sebbene io non pretenda di esserne sicuro, la teoria che Jose Arguelles, Terence McKenna ed altre persone hanno proposto riguardo alla velocizzazione del tempo che s’incanala in frattali-spiralici di storiche pantomime — includendo, ahimè, la sofferenza di massa causata dalle convulsioni storiche - sembra mano a mano piu realistica.

Se ci stiamo spostando dalla separazione dualistica e dalla logica lineare verso un modello di pensiero binario marcato dalle polarità, questo suggerisce anche uno spostamento dalla prospettiva storica moderna verso una consapevolezza mitologica rivissuta. Come un processo innescato nell’inconscio, il mito risolve l’opposizione attraverso simboli ed immagini, senza aver il bisogno di fornire una spiegazione razionale. Una società in grado di reintegrare il pensiero mitico ad un livello di risveglio piu profondo sarà abile nel gestire prospettive apparentemente contraddittorie senza collassare.

Non so se vivremo così a lungo da vedere la nascita di una nuova prospettiva mondiale parte di una civiltà rigenerata e guarita, o se vedremo soltanto il declino e la caduta della nostra era dei dinosauri. Sembra che un crescente numero di persone stiano diventando pronte a muoversi, ma muoversi verso cosa?

Alcuni teorici propongono che abbiamo raggiunto un tale punto nell’evoluzione da essere in grado di co-creare consciamente la realtà, e scegliere il copione del nostro futuro. A volte questo mi sembra approssimativamente plausibile. D’altro canto, le nostre azioni ed intenzioni passate hanno creato ciò che stiamo vivendo e sperimentando ora.

Sembra piuttosto inverosimile l’ipotesi di uno spostamento verso l’iperspazio, la quinta dimensione, o qualsiasi altra cosa sia, fin quando noi non avremmo imparato a prenderci cura del nostro mondo materiale e di coloro che lo condividono con noi. Ma può essere che io mi stia sbagliando e che tutto ciò, ci spetterà di diritto comunque. Non lo so.

Articolo originale di Daniel Pinchbeck
Traduzione

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. Nikola Tesla
gen
Inviato: 20/3/2009 13:40  Aggiornato: 20/3/2009 13:40
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/11/2006
Da:
Inviati: 142
 Re: Commenti liberi
x Infettato
non la rivelazione in sé, che, sono d'accordo, si sapeva, ma il modo in cui il servizio è stato censurato. Mentre l'inviato parlava la conduttrice ha incominciato a dare la notizia seguente e le due voci si sono sovrapposte, a proposito dei non so, non so se è stato un incidente tecnico o un taglio voluto, ma improvvisato.

donfrengo
Inviato: 20/3/2009 13:49  Aggiornato: 20/3/2009 13:49
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/11/2008
Da:
Inviati: 62
 Re: Commenti liberi
Secondo alcune testate giornalistiche legate ad Hamas o ad Al Qaeda (scegliete voi mica posso inventare tutto io) il Papa durante il suo viaggio in Africa avrebbe commentato le prestazioni sessuali della moglie di un’ Abbronzatissima Carica dello Stato.
Per farsi perdonare subito dopo avrebbe detto un’ altra cazzata.


Sani & Sponsorizzati

Quando parli con me ti devi stare zitto
"Sani & Sponsorizzati" : contro il ceto medio
gen
Inviato: 20/3/2009 13:55  Aggiornato: 20/3/2009 13:55
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/11/2006
Da:
Inviati: 142
 Re: Commenti liberi
Bé oguno puà provare a rispondere ai "non so" con sono "quasi sicuro che":

Per esempio, non so se la nostra solipsistica specie sopravviverà ancora a lungo, e a volte non sono neanche sicuro che me ne importi molto.

R:Sono quasi sicuro che la nostra sopravvivenza andrà oltre la mia e le prossime 10 generazioni, il che mi dà un discreto distacco su come potrà andare avanti dopo e sono quasi sicuro che non me ne importi molto.

Non so se Barack Obama è un leader buono che riuscirà ad unire le persone anche nell’ora avversa, o la piu brillante marionetta mai messa dai cospiratori del Nuovo Ordine Mondiale (che, come il giornalista e regista Alex Jones suggerisce, potrebbero tramare di attuare un piano di rapida depopolazione mondiale).

R: Sono quasi sicuro che Obama farà gli interessi di una parte degli elettori USA e se questo coinciderà con gli interessi di altri se ne approfitterà, altrimenti si fa come al solito.

Non so se l’aumento di avvistamenti UFO stia a significare che ci stiamo avvicinando ad un benevolo contatto alieno o ad un orrifica predatoria imboscata.

R:Sono sicuro che il contatto alieno sarebbe un'esperienza da provare, ma sono sicuro che il non-contatto non mi cambierebbe la vita.

Non so se il riscaldamento globale è maggiormente causato dall’ uomo, o se è parte di una fase di transizione dell’intero sistema solare, come lo scienziato Russo Alexey N. Dmitriev propone.

R:sono quasi sicuro che i cambiamtni climatici siano troppo complessi per essere campiti in un breve tempo di osservazione e che i dati del passato geologico minimizzano il supposto danno umano. In ogni modo sono quasi sicuro che nessuna catastrofe si abbatterà su di noi o su altre specie a causa dell'aumento di CO2.

Non so se uomini e donne debbano essere monogami o se sia meglio saltare da un letto all’altro.

R: sono quasi sicuro che la monogamia sia migliore in ottica di risparmio energetico, mentre la poligamia sia migliore in un'ottica altamente competitiva e dispendiosa.

Non so se riusciremo mai a sfruttare una qualche nuova forma di energia che ci salverà dal Peak Oil, o se siamo destinati a vedere la civiltà industriale devolvere e disintegrarsi con lo stesso ritmo con cui il carburante fossile sta esaurendo. Non so se imparare a coltivare la terra e filtrare acqua piovana o se imparare a praticare qualche nuova e strana disciplina esoterica come il Vortex Healing o la Scienza Keylontica.

R:Sono quasi sicuro che quando succederà, troveremo un rimedio o diminuiremo il consumo di idrocarburi. Altrimenti sono quasi sicuro che ci ammazzeremo tutti l'uno con l'altro

Non so se il libero arbitrio esiste, o se siamo soltanto dei robot che partecipano ad un illusorio spettacolo scritturato da divinità Indù o dagli Antenati del Dreamtime Australiano. Non so se dovremmo liberarci dalle religioni o crearne una nuova.

R:Sono quasi sicuro che certe domande sono inutili.

Non so se mettere da parte lingotti d’oro o se creare una Comunità Intenzionale. Non so se restare a Manhattan o dirigermi in campagna.

R: Sono quasi sicuro di voler vivere in città e spostarmi in montagna nei week-end.

Non so se stiamo raggiungendo uno stato di illuminamento globale o se stiamo regredendo al barbarismo. Non so se biotecnologia e nanotecnologia si fonderanno assieme per donarci corpi immortali o se esaleremo l’ultimo respiro in concomitanza con il collasso dell’ecosistema della nostra abusata terra.

R:come per la religione.

Non so se qualcosa di speciale accadrà nel 21 Dicembre 2012. Non so se dovrei fomentare una rivolta o se organizzare una festa. Non so se aver paura o se rilassarmi.

R: che cazzo di paturnie ha questo?

Non so se vivremo così a lungo da vedere la nascita di una nuova prospettiva mondiale parte di una civiltà rigenerata e guarita, o se vedremo soltanto il declino e la caduta della nostra era dei dinosauri. Sembra che un crescente numero di persone stiano diventando pronte a muoversi, ma muoversi verso cosa?

R: Sono quasi sicuro che le cose cambieranno, ma non so quando.

Sembra piuttosto inverosimile l’ipotesi di uno spostamento verso l’iperspazio, la quinta dimensione, o qualsiasi altra cosa sia, fin quando noi non avremmo imparato a prenderci cura del nostro mondo materiale e di coloro che lo condividono con noi. Ma può essere che io mi stia sbagliando e che tutto ciò, ci spetterà di diritto comunque. Non lo so.

R:E' sorprendente il fatto di concepire domande partendo dall'ipotesi di non saperne la risposta.

blu23
Inviato: 20/3/2009 13:58  Aggiornato: 20/3/2009 13:58
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/2/2009
Da:
Inviati: 585
 Re: Commenti liberi
Trascrivo il testo di una pubblicità dell'IBM trovata a pagina 27 del mensile Focus N°197 marzo 2009... l'ho trovata agghiacciante...

Conversazioni su un Pianeta più intelligente: Prima di un serie


Costruire il cambiamento in un mondo più intelligente


Il mondo è pronto per il cambiamento. Questo momento offre a chi sta a capo di aziende e istituzioni un’opportunità straordinaria. Perché il pianeta non solo continua a diventare più piccolo e più “piatto”. Sta diventando anche più intelligente. Questo significa che abbiamo la possibilità di trasformare il mondo e il modo in cui funziona.

Dovunque troviamo sensori e dispositivi intelligenti: nelle auto, nei macchinari, nelle telecamere, nelle autostrade… persino nei prodotti farmaceutici e negli animali. Tutte queste cose vengono interconnesse in rete per poter comunicare tra loro. E nuovi e potenti sistemi, insieme a sofisticati strumenti di analisi, ci permettono di trasformare l’enorme mole di dati in conoscenza e intelligenza operative.

Pensiamo un attimo ai cambiamenti che sono già in atto. Sistemi intelligenti per il controllo del traffico stanno contribuendo a ridurre gli ingorghi del 20%, diminuendo le emissioni nocive e incrementando l’utilizzo dei mezzi pubblici.

Sistemi intelligenti nel settore alimentare usano la tecnologia RFID per tracciare carne e pollame dall’azienda agricola fino agli scaffali dei supermercati, lungo tutta la filiera.

Sistemi sanitari intelligenti possono ridurre i costi delle terapie anche del 90%. I servizi di polizia possono utilizzare le informazioni provenienti dai dispositivi di sicurezza e sorveglianza sul territorio per identificare i crimini e così poterli prevenire, non semplicemente combatterli.

La trasformazione è appena all’inizio ma la lista è già lunga. E i suoi benefici andranno non solo ai cittadini o alle comunità, ma a chi ovunque è il motore della crescita economica: le aziende, grandi o piccole che siano.

Proviamo a immaginare come un mondo più intelligente potrà trasformare tutto. Il nostro modo di ricercare la crescita economica, il progresso sociale, la sostenibilità ambientale o le terapie per i malati. Il modo in cui interagiamo. Tra di noi o con il mondo.

Ci sono tutte le premesse per realizzare il cambiamento. E questo momento non durerà per sempre. Sapremo farne tesoro? Mentre cerchiamo di rivitalizzare la nostra economia e ricostruire le infrastrutture, ci limiteremo semplicemente a riparare i danni? Oppure sapremo prepararci ad un futuro più intelligente?

Per saperne di più, visita ibm.com/think/it


Cosa ne pensate eruditi naviganti??? io ci aggiungerei BENVENUTI NEL NWO


Attendo la seconda della serie, con trepidazione

Ribellatevi al mondo corrotto di Babilonia, emancipate la vostra razza, riconquistate la vostra terra. (Bob Marley)
peonia
Inviato: 20/3/2009 16:28  Aggiornato: 20/3/2009 16:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Commenti liberi
ripropongo il mio primo intervento su luogocomune passato inosservato... eravate troppo occupati a discutere di prostituzione per occuparvi d'erba...

Visto che nessuno ti risponde, giusto per darti un minimo di feed back che non passi inosservato, ti rispondo io.
Potrebbe anche essere come dici tu Piggaz, non mi stupirebbe nemmeno, ma forse funziona con chi la conosce molto bene??? ehheh
A me Yahoo comunque mi sta istintivamente antipatico....da sempre!

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
peonia
Inviato: 20/3/2009 16:32  Aggiornato: 20/3/2009 16:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Commenti liberi
CNJ

Recentemente, ho adottato come mio mantra personale la per nulla trascendente frase “Non lo so”. La lista delle cose di cui mi sento insicuro sembra aumentare incessantemente giorno dopo giorno.


Penso che invece dire NON SO sarebbe la pratica piu' giusta....perche' in effetti nessuno sa, tutti scegliamo di credere a qualcosa piuttosto che ad un'altra...ma la verita' sulla esattezza di qualcosa e' sempre certa???
Essere certi di sapere e' solo un lavoro dell'Ego....

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
peonia
Inviato: 20/3/2009 16:36  Aggiornato: 20/3/2009 16:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Commenti liberi
Trascrivo il testo di una pubblicità dell'IBM trovata a pagina 27 del mensile Focus N°197 marzo 2009... l'ho trovata agghiacciante... Conversazioni su un Pianeta più intelligente: Prima di un serie


In effetti, penso che sia una subdola, accattivante pubblicita' preparatoria alla
adozione dei microchips, su scala planetaria.....
che diocenescampieliberi!

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
gen
Inviato: 20/3/2009 16:47  Aggiornato: 20/3/2009 16:47
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/11/2006
Da:
Inviati: 142
 Re: Commenti liberi
Citazione:
Penso che invece dire NON SO sarebbe la pratica piu' giusta....


Beh, anche sono abbastanza sicura o sono quasi sicuro esprime un'incertezza. Dipende da quanto si conosce una cosa e da qunato interessa.

stg44
Inviato: 20/3/2009 18:08  Aggiornato: 20/3/2009 18:08
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/3/2008
Da:
Inviati: 79
 Re: Commenti liberi
Italia. Tribunale: esame delle urine non sufficiente a dimostrare guida sotto effetto di stupefacenti

Il Tribunale di Savona ha assolto un automobilista savonese finito sotto processo per guida sotto l'effetto di sostanze stupefacenti perche', secondo i giudici, il test delle urine non e' sufficiente per affermare che un automobilista abbia guidato sotto l'effetto di sostanze stupefacenti.
'Tracce di cannabis e cocaina restano nelle urine molto piu' a lungo di quello che si possa ritenere: fino a 27 giorni i cannabinoidi e fino a tre giorni la coca' ha scritto nella sua perizia di parte un medico del Sert di Savona. Per questo motivo, come scrive oggi Il Secolo XIX, i giudici savonesi hanno accolto l'opposizione al decreto penale di condanna di un automobilista che era stato denunciato per aver guidato sotto l'effetto di droga, situazione scoperta dopo che era stato sottoposto ad una serie di accertamenti medici al San Paolo dopo un incidente stradale avvenuto nel 2006.
L'avvocato difensore, Gianfranco Nasuti, e' riuscito a ribaltare la situazione contestando le modalita' del test ospedaliero, considerato 'impreciso e insufficiente'.

Qui sotto c'è la fonte
" target="_blank">http://droghe.aduc.it/php/articolo.php?id=19420

piggaz
Inviato: 20/3/2009 21:44  Aggiornato: 20/3/2009 21:44
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/3/2009
Da:
Inviati: 167
 Re: Commenti liberi
grazie peonia per avermi preso in considerazione... mi sentivo trascurato!
mi sarebbe piaciuto che tutta luogocomune in coro avesse lodato il mio spirito d'osservazione nello smascherare il subliminale... manie di protagonismo!
comunque la tua risposta mi risolleva il morale.
ciao ciao
piggaz

Nieuport
Inviato: 20/3/2009 21:52  Aggiornato: 20/3/2009 21:52
Ho qualche dubbio
Iscritto: 16/12/2007
Da: Firenze
Inviati: 189
 Re: Commenti liberi
Una piccola storia italiana, tratta dalla cronaca di Firenze de La Repubblica del 15 marzo, di cui non so trarre la morale, ma che fa perdere le ultime speranze su questo paese.
In Toscana sono state fatte delle cooperative per zingari romeni, a Pistoia, Prato e Firenze, presso il famigerato storico campo rom dell’Olmatello. I romeni, molti dei quali ex detenuti in reinserimento, raccattano rifiuti e rottami metallici presso i cassonetti della spazzatura e i cantieri, e li portano ai centri di raccolta autorizzati, dove gli sono pagati ai prezzi correnti per simili materiali. I rom ci guadagnano, e con questi modesti redditi mantengono le famiglie senza dover ricorrere al crimine, la città ci guadagna, perché i rifiuti sono rimossi, dando un aiuto anche alle aziende di pulizia urbana, l’ecologia ci guadagna perché i rifiuti vengono riciclati.
Tutto bene? No, stiamo violando la legge, e qui interviene il Corpo Forestale dello Stato. Che è uno dei tanti corpi di polizia del nostro paese, saggiamente sempre stato fuori dall’attenzione del pubblico, il cui primo compito è proteggere le foreste, per cui si è dotato di una flotta di elicotteri che lo US Forestry Service se la sogna, e perfino di alcuni aerei executive (ossia da trasporto VIP) bimotori Piaggio 180.
Allora, la Forestale ferma i romeni, e li multa per avere trasportato “rifiuti speciali non pericolosi con formulari d’identificazione rifiuti (FIR) recanti dati inesatti.”
Si tratta di questo: per legge il FIR deve indicare la tracciabilità dei rifiuti, ossia il nome e l’indirizzo del produttore dei rifiuti. Ma siccome tali materiali erano abbandonati per strada, i rom non potevano sapere chi li avesse prodotti, e allora indicavano come produttore la loro cooperativa. Ma la Forestale ha contestato che la cooperativa stessa non può produrre rifiuti, e quindi ha sequestrato i furgoni per la raccolta e ha multato i romeni per 19 milioni di euro. Davvero, 19 milioni di euro, a dei disgraziati che dormono nelle roulotte. Per concludere: “Una via d’uscita per non distruggere il lavoro dei ferraioli potrebbe esserci. La legge sui rifiuti esenta gli ambulanti dalla compilazione dei formulari. Ma chi rilascia la licenza di ambulante? La Camera di Commercio dice che deve farlo il Comune. Il Comune dice che con la legge Bersani la licenza non c’è più. E allora? E’ stato chiesto un parere all’Albo nazionale gestori ambientali, ma nessuno ha risposto.”
La Forestale perderà forse qualche battuta in Campania, dove pare che abbondino i depositi clandestini di rifiuti pericolosi della camorra, ma in Toscana il rispetto della legge è pieno e assoluto.
Nieuport

LoneWolf58
Inviato: 20/3/2009 22:10  Aggiornato: 20/3/2009 22:10
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: Commenti liberi
Citazione:
Autore: Nieuport Inviato: 20/3/2009 21:52:05
...
Una via d’uscita per non distruggere il lavoro dei ferraioli potrebbe esserci. La legge sui rifiuti esenta gli ambulanti dalla compilazione dei formulari. Ma chi rilascia la licenza di ambulante? La Camera di Commercio dice che deve farlo il Comune. Il Comune dice che con la legge Bersani la licenza non c’è più. E allora?
...
Allora si va in tribunale e si aspetta il giudizio, poi qualcuno s'incazza perchè i magistrati non devono "legiferare". Situazione emblematica dello caos normativo in Italia... dove il "delitto" paga... essere onesti no!

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
dr_julius
Inviato: 21/3/2009 0:18  Aggiornato: 21/3/2009 0:21
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/8/2006
Da:
Inviati: 1637
 Re: Commenti liberi
Madagascar: il popolo contro la multinazionale.
Consiglio a tutti la brevissima lettura che spiega bene come la "shock economy" esagera sempre: Citazione:
quando lo scorso novembre il presidente [...] ha deciso di cedere, gratuitamente, l'uso di metà del territorio coltivabile alla multinazionale coreana Daewoo per sfamare Seoul, la popolazione ha deciso di mettere un punto. Si trattava di 1,3 milioni di ettari che alimentavano quattro milioni di persone, e la Daewoo li riceveva in dono limitandosi a ricambiare con "infrastrutture".


---

Per sdrammatizzare rispondo a questa domanda:
Citazione:
Non so se uomini e donne debbano essere monogami o se sia meglio saltare da un letto all’altro.


...e proporre la monogamia solo per le donne? magari è politically very scorrect, ma se mi candido con questo programma vinco le elezioni!

Per rifornire di elettricità un terzo dell’Italia, un’area equivalente a 15 centrali nucleari da un gigawatt, basterebbe un anello solare grande come il raccordo di Roma. (Carlo Rubbia)
ivan
Inviato: 21/3/2009 8:28  Aggiornato: 21/3/2009 10:35
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: Commenti liberi
Una notiziola che non è rimbalzata sui media nazionali (chissà perchè poi...):

Citazione:


TROVATE ALTE CONCENTRAZIONI DI DIOSSINA NEL LATTE OVINO
Una notizia che desta inquietudine arriva da alcuni allevamenti della provincia di Lecce. Nei dintorni di Maglie e nella vicina Cursi, sono state trovate alte concentrazioni di diossina nel latte di pecora: è stato disposto il sequestro sanitario delle scorte rimaste nelle aziende casearie. Il risultato si evince dalle analisi dell’Asl di Lecce: nel caso di Maglie le concentrazioni sono risultate pari a 7,33 picogrammi per grammo, in quella di Cursi addirittura a 12,33 per grammo.




link

Quali le cause ?

Bè, suvvia, ovvie ... (qui) .
Ma ovviamente da parte di chi deteniene il potere dell'informazione è meglio non instillare troppo il germe "causa-effetto" hai visto mai che si inneschi una pericolosa epidemia di "ma allora ..." (cosa magistralmente descritta qui: link video).

Ma possiamo stare piu' che tranquilli, stanno già provvedendo a fare prevenzione:link.

Come diceva l'esperto? ...link ...

Ah! ecco, diceva: "l’Italia non è la Corea del Nord"

E non è nemmeno il Pakistan

gnaffetto
Inviato: 21/3/2009 15:24  Aggiornato: 21/3/2009 15:24
Mi sento vacillare
Iscritto: 4/1/2008
Da:
Inviati: 336
 Re: Commenti liberi
commento:
chissa' se massimo non prende in considerazione la richiesta di cambiare titolo al post sulla prostituzione in nuova zelanda perche' non ha visto le 2 richieste dirette (piu' altri utenti che lo facevano notare) o perche' non vuole rispondere o peche' quell'articolo pecca di oggettivita' e parte da dei presupposti che sono tutt'altro che accettati....

grande è chi accetta di mettersi in discussione ed eventualmente correggersi

fase 2

Vivi
Inviato: 21/3/2009 18:01  Aggiornato: 21/3/2009 18:01
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/10/2004
Da: nord Italia
Inviati: 198
 Re: Commenti liberi
A T-shirt printed at the request of an IDF soldier in the sniper unit reading 'I shot two kills.'


Last update - 22:41 20/03/2009
Dead Palestinian babies and bombed mosques - IDF fashion 2009
http://www.haaretz.com/hasen/spages/1072466.html

padegre
Inviato: 21/3/2009 19:29  Aggiornato: 21/3/2009 19:29
Mi sento vacillare
Iscritto: 28/11/2007
Da:
Inviati: 496
 Re: Commenti liberi
- notizie del giorno (21 marzo) -

-Straordinaria rivelazione della cultura sociale degli italiani: la maggioranza di essi, interrogata riguardo l’energia nucleare, nella proporzione del 55% dice sì al nucleare a patto che sia realizzato ad almeno 160 km dalla propria casa, mentre il sì al nucleare diventa solo del 15% se si tratta di costruirlo a 40 km dalla propria residenza.
Siamo un popolo di merda, profondamente di destra, e ci meritiamo la dittatura sotto cui viviamo. Ammiriamo e rispettiamo solo i più ricchi e i più prepotenti, e non possediamo assolutamente un comune senso di appartenenza, una identità di popolo.
Siamo nella culla della civiltà e ci dichiariamo cristiani nel 90%, ma non c’è traccia del “non fare agli altri ciò che non vorresti fosse fatto a te”, c’è solo squallido e solitario egoismo, situazione ideale per i poteri forti che dominano su poveri zombi che hanno buttato al cesso le sole armi che avevano: identità di classe e compattezza.

-Ad Albenga, in Liguria, il sindaco del PD, Antonello Tabbò, si appella ai Ministeri dell’Interno e della Difesa, per ottenere più polizia, più carabinieri, ma anche l’esercito per fronteggiare il troppo elevato numero di immigrati clandestini nel territorio comunale.
Il partito di questo sindaco si è sempre distinto per la totale inerzia a fronte del problema immigrazione, senza capire ciò che bisognava capire prima, e che io ho denunciato da tempo, prendendomi anche del razzista, cioè che il fenomeno immigrazione in Italia ha favorito tutta quella miriade di imprenditori che usano il lavoro nero, soprattutto nelle campagne e nell’edilizia, e visto che questa gente in qualche posto doveva pur vivere, ha creato nelle periferie urbane situazioni invivibili al punto di spostare a destra l’asse politico, poiché solo i leghisti alzavano la voce contro questo fenomeno mentre chiesa cattolica e PD cianciavano di integrazione e utilità del fenomeno migratorio. Ora chiamano l’esercito, ma c’è un solo modo di fermare l’immigrazione, vietare per legge l’assunzione al lavoro di altri stranieri.
Il paese che ha fatto diventare legge il “lodo Alfano” stravolgendo la Costituzione non si vede quale scrupolo dovrebbe avere per fermare pacificamente l’invasione migratoria. I fogli di via, le espulsioni non hanno funzionato, ma se non c’è lavoro non arriveranno proprio.

-La guida suprema dell’Iran, l’ayatollah Khameney, a fronte dell’apertura di Obama nei rapporti con gli Usa, ha risposto con una sintesi mirabile: “non vedo novità, gli Usa smettano di ingerirsi negli affari degli altri paesi”. Punto.
Paolo De Gregorio

Icke
Inviato: 22/3/2009 1:51  Aggiornato: 22/3/2009 1:51
So tutto
Iscritto: 25/7/2004
Da: Canicattì
Inviati: 14
 Re: Commenti liberi
Salve a tutti
Vorrei raccontarvi un esempio di come funziona il nostro splendido Paese:
6 anni fa (SEI!!!) una pattuglia della Polizia Stradale sequestrava una carta di circolazione ad un utente poichè aveva l'adesivo della revisione falso.
Una settimana fa i tre poliziotti che hanno eseguito il sequestro partono dalla Sicilia per andare in Piemonte per essere sentiti come testimoni sulla vicenda. Naturalmente viaggio, vitto e alloggio tutto a spese dello Stato.
Arrivati davanti alla Procura, si sentono dire che non possono essere ascoltati, poichè l'udienza è stata rinviata a luglio.........

La cosa che fa veramente rabbia, è che quando si esegue un sequestro del genere, si mette nero su bianco quello che è successo. Davanti ai giudici non si fa altro che confermare che quello che si è scritto corrisponde al vero (del resto dopo SEI anni ogni altra domanda è nella stragrande maggior parte dei casi liquidata con un semplice NON POSSO RICORDARE...), e poi perchè TUTTI E TRE GLI AGENTI ?!? E' ovvio che in questi casi ne verrà ascoltato SOLO UNO!!!

Proviamo a fare pagare l'un per cento delle trasferte ai giudici, vediamo che succede....

Affidare la nostra salute alle case farmaceutiche, è come affidare la sicurezza delle strade all'Associazione Mondiale Carrozzieri...
Redazione
Inviato: 22/3/2009 2:00  Aggiornato: 22/3/2009 2:00
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Commenti liberi
"chissa' se massimo non prende in considerazione la richiesta di cambiare titolo al post sulla prostituzione in nuova zelanda perche' non ha visto le 2 richieste dirette (piu' altri utenti che lo facevano notare) o perche' non vuole rispondere o peche' quell'articolo pecca di oggettivita' e parte da dei presupposti che sono tutt'altro che accettati..."

Non so chi abbia scritto questo messaggio, ma la risposta è molto semplice: Massimo non passa le giornate a leggere i thread all'infinito. Come la maggior parte delle persone, quando ritiene una discussione esaurita non la segue più e basta.

Se qualcuno ha richieste di questo tipo dovrebbe quindi contattarlo in PM, invece di perdere tempo a fantasticare sui motivi per cui faccio o non faccio un cosa.

dr_julius
Inviato: 22/3/2009 10:42  Aggiornato: 22/3/2009 10:42
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/8/2006
Da:
Inviati: 1637
 Re: Commenti liberi - Cavie, veleni e mangime
Non illudiamoci di avere in Italia l'unico esempio di Paese totalmente inquinabile.... se noi possiamo competere per i livelli di diossina e se altri ci possono superare in fantasia nell'uso di melamina, sembra che con i metalli pesanti si riesca perfino a trovare l'arsenico nel mangime dato alle cavie, con l'ovvio conseguenza che anche gli studi condotti ne risultino seriamente avvelenati!!!
il mangime delle cavie (da Pensiero Scientifico Editore)-

Per rifornire di elettricità un terzo dell’Italia, un’area equivalente a 15 centrali nucleari da un gigawatt, basterebbe un anello solare grande come il raccordo di Roma. (Carlo Rubbia)
ivan
Inviato: 22/3/2009 11:58  Aggiornato: 22/3/2009 12:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: Commenti liberi - Cavie, veleni e mangime
A proposito di esempio di Paese totalmente inquinabile, uno sconfortante articolo di Repubblica:


link

Citazione:


Appennino, i torrenti inghiottiti dagli scavi dell'Alta velocità

Viaggio nel Mugello dove il sistema idrico è stato distrutto e le falde sono precipitate di centinaia di metri. Dove un tempo proliferavano trote, gamberi e vegetazione protetta ora ci sono solo profondi canyon dall'inviato PAOLO RUMIZ

SAN PIERO A SIEVE - Non servono sismografi per capire dove passa il tunnel dalla Tav tra Bologna e Firenze. Basta seguire una traccia di foreste rinsecchite, alvei vuoti, macerie. Persino i cinghiali rifiutano di vivere lassù. Sopra la "grande opera" esiste una scia di "grandi disastri" che la segnala fedelmente.

L'abbiamo percorsa, verso Nord, e per capire ci è bastata la parte toscana. Il Mugello, snodo cruciale dello scavalco appenninico. I danni li hanno appena quantificati i giudici: 150 milioni di euro solo per lo smaltimento abusivo dei terreni di scavo. Poi vengono i cantieri abbandonati, le cave e le frane.

Il peggio è il sistema idrico distrutto: per ripagarlo non basterebbe una mezza finanziaria. Fra 750 milioni e un miliardo 200 milioni, per ventidue minuti di viaggio in meno. Spariti o quasi 81 torrenti, 37 sorgenti, 30 pozzi, 5 acquedotti: in tutto 100 chilometri di corsi d'acqua.

Ma le cifre non sono niente. Per farsi un'idea bisogna sentire il tanfo polveroso della montagna morta. Rifare i sentieri della Linea Gotica, tra i rovi, come in guerra. Solo che stavolta i danni non li hanno fatti i generali ma gli ingegneri, che possono essere peggio. Le ferite delle bombe si rimarginano. Queste restano per sempre. Siete avvertiti: non siamo di fronte a un evento naturale, ma a qualcosa di biblico.

Tace la valle del torrente Carzola. Niente più uccelli. La falda è precipitata di trecento metri e la montagna è sotto choc idrico. Ha piovuto tutto l'inverno, ma le conifere sono morte, le querce moribonde. C'erano salmoni, trote, gamberi: ora più nulla. Un catastrofe come il Vajont, ma alla rovescia

Polvere, silenzio. Nel canyon si spalanca una finestra di servizio. È sguarnita, potrebbero entrarci uomini e bestie. Cento metri sotto, il tunnel che ha inghiottito tutto. I tecnici ricordano quando avvenne. Esplose un getto da 400 litri al secondo a tredici atmosfere. Da allora, anche se in superficie la valle scende a Nord, le falde scaricano a Sud, verso Firenze. E del Mugello a secco chi se ne frega.

Paolo Chiarini, 30 anni, ingegnere ambientale, è cresciuto sui fiumi e, quando il Carza sparì di colpo un giorno di febbraio di 11 anni fa, fu il primo ad accorgersene. Corse in Comune ad avvertire, ma gli risposero giulivi: "Per forza, non è nevicato". Capì subito che l'unica acqua che interessava gli italiani era quella del rubinetto, e fece l'unica scelta possibile: combattere da solo.

Da allora Paolo ha battuto ogni rigagnolo e raccolto dati. Oggi ci fa da guida su questa strada partigiana. A Campomigliaio c'era la piscina naturale dei fiorentini. Poi è arrivata la talpa maledetta che ha "impattato" la falda e oggi sul greto resta solo un ridicolo cartello "Divieto pesca" e, a monte, uno scolo fognario a secco.

Il Carlone era il paradiso dei pescatori. Oggi è ingombro di bungalow dai vetri rotti, rottami, tubi, cisterne, caterpillar arrugginiti. Su un muro, la scritta "Ciao, è stato bello". Sotto, un torrente in agonia. Ma a monte è peggio. Una strada bianca in mezzo a una foresta sbiadita, fiancheggiata dai tubi che fino a ieri hanno pompato acqua per tenere in vita il torrente. Una finzione.

Sopra, una montagna di rocce intrise di asfalto collante, oli e bitumi. Quando piove, la morchia scola sulla vasca di captazione del comune di Vaglia, che raccoglie la poca acqua. Purissima, era, da imbottigliare senza filtro. Tutto quel materiale poteva essere reimpiegato nel tunnel, come in Svizzera nella galleria del Gottardo. Qui invece s'è portato tutto in superficie. E nel buco hanno portato ghiaia fresca, aprendo decine di cave inutili sul monte. Ecco perché la Tav è costata il quintuplo del previsto.

A San Piero a Sieve la ferrovia veloce esce a palla di fucile e s'infila sotto l'autodromo del Mugello. Siamo nel cuore della conca, l'Appennino perde asprezza, l'orrore diventa bucolico. Tra le fattorie il torrente Bagnone è scomparso. Poco in là, anche il Bosso. Nove anni fa le sorgenti saltarono tutte assieme, ricorda l'avvocato Marco Rossi che segue le cause civili. "Quando sparì il torrente la gente pensò che sarebbe tornato. Invece non tornò. Finita. Arrivarono le autobotti. Poi il disseccamento salì fino a Farfereto e Striano".

A Sergio Pietracito hanno fatto di tutto. Gli hanno tolto l'acqua per gli animali, fatto franare il bosco, aperto crepe in casa, semidistrutto i frutteti con le polveri, terremotato il sonno con esplosioni, ventole al massimo, bip di cicalini, fischio di allarmi, rombo di tir in retromarcia. Poi, a cantiere chiuso, gli hanno ripristinato i terreni con zolle miste a cemento, plastica e ferri arrugginiti.

Pietracito ha speso 30 mila euro in avvocati, senza aiuto degli enti locali. L'italiano è solo davanti al potente. Lui non molla, ma molti altri sono stanchi. Sanno che, più dei danni, sono i processi a mangiarti la vita. Finisce che sei tu a dover pagare. La politica cala le brache: è già tanto se i sindaci sono riusciti a farsi dare il tracciato della galleria.

Risaliamo verso il Giogo della Scarperia. Ormai è un "trek" nella devastazione. Conifere moribonde, castagni in sofferenza. Fra un mese gli animali scapperanno anche da qui. A Lugo hanno visto "i caprioli scendere a valle per bere dai sottovasi dei giardini". Non era mai successo prima del 2006, quando la Tav ha smesso di pompare acqua "finta" in quota.

Dopo il crinale, il versante del Santerno ci sbatte davanti l'ultimo sacrilegio. Sul lato della Sieve avevamo censito pozzi defunti col nome di santi e beati. Qui, nell'abbazia di Moscheta, succede di peggio. Hanno rubato l'acqua santa. La pieve, per riempire il suo secolare abbeveratoio rimasto a secco, deve farsi sparare acqua da Fiorenzuola. Sempre per quei maledetti ventidue minuti.

Oltre si spalanca un abisso dantesco, il canyon chiamato Inferno. Era il top del Mugello, segnato su tutte le guide. Trote, gamberi, muschi. Sopra, il sentiero dove un tempo Dino Campana andava a Firenze incontrando bande di musicanti e pescatori di fiume. Oggi si cammina a secco tra massi enormi e smerigliati, segno della sacra potenza uccisa dall'uomo. Chi pagherà tutto questo? Quale nazione chiederà il conto?

Il fiume infernale si butta nel Santerno, dove s'apre il cratere della colossale stazione intermedia della Tav. Intorno, la devastazione. Novanta cave. Novanta cicatrici. Ed è solo il preludio dell'ultima è più spaventosa ferita. La più lontana, la meno visibile. La condanna, esecuzione e morte del torrente Diaterna, con la doppia sorgente biforcuta sotto il Sasso di San Zanobi.

Ora si procede solo a piedi, tra ghiaie terribili, guadi algerini, qui nell'Italia di mezzo a fine inverno. Tre anni fa Chiarini vide e fotografò vasche piene di pesci putrefatti. Da allora è morte biologica. Querce cadute, polvere, vento, lucertole. Sotto, la galleria spara la sua traiettoria in un fondale umido carico di bitumi. Qui sopra, il biancore abbacinante di un greto. La frazione di Castelvecchio - sopra l'ultima finestra della Tav in terra toscana - ha perso il suo acquedotto nel '98. Ora vorrebbero costruire un invaso per compensare lo scippo.

Ma per metterci quale acqua? Con quale canalizzazione? Cementificando gli impluvi? Ricoprendoli di resine? Coprendo lo scempio con uno scempio ulteriore? La parola catastrofe non basta.
Il viaggio è finito. "Cosa ci riserva il futuro Dio solo sa" brontola Piera Ballabio, della Comunità montana del Mugello. "Con la nuova legge sulle grandi opere, i Comuni avranno ancora meno voce in capitolo. Siamo vicini a una militarizzazione del territorio. Alla faccia del federalismo".



"Cosa ci riserva il futuro Dio solo sa" brontola Piera Ballabio, della Comunità montana del Mugello. "Con la nuova legge sulle grandi opere, i Comuni avranno ancora meno voce in capitolo. Siamo vicini a una militarizzazione del territorio. Alla faccia del federalismo".

Non ci vuole molto ad indovinare cosa ci riserva il futuro.
Il futuro è già qui, è ha già preso forma, è quello illustrato dall'articolo.
Anni fa la gente protestava contro i ripetitori e i politici hanno preso i provvedimenti del caso affinchè la gente non potesse piu' protestare mettendo in atto in pratica una specie di segreto di stato( e la gente medesima ha poi alle elezioni premiato quei politici - ma possibile che alle elezioni la gente dimentichi tutto ?)
Lo stesso dicasi per le discariche, i rifiuti e i siti inquinati.
Sullo scempio edilizio i politici hanno poi giocato la carta di cui si discuetva qualche froum fa strizzando l'occhiolino al popolo ("ecco vedete conviene pure a voi" - link) .

Il futuro del bel paese è asfalto, cemento, discariche grandi e piccole, boschi bruciati, montagne sventrate, ripetitori di ogni genere e sorta alla faccia della tecnologia statellitare.

Ma tranquilli , alle prossime elezioni questo triste scenario futuro verrà acclamato vincitore a furor di popolo.
Basteranno un pò di spot giusti con le tecniche giuste e nessun che sogna un futuro diverso , magari fatto di coste non cementificate, magari fatto di un qualcosa di diverso dell ormai solito "prendiamo l'auto e andiamo a fare shopping al megaipermercato ", avrà la minima possibilità non solo di vincere, ma di contare piu' del due di coppe con la briscola a spade.

E il federalismo, cioè la democrazia dal basso, estesa ad ogni comune, ad ogni quartiere, c'era già, e da un bel pezzo (cosa erano i comuni e gli uffici della pubblica amminstarzioen disclocate su base regionale ?) .
E quelal democrazia che nasceva dal basso, frutto di decenni di lotte e di passioni, adesso la stanno togliendo un pezzo alla volta: la gente non si può piu' opporre a nulla, nemmeno attarverso i propri rappresentanti locali a cui vengono tolte sempre piu' competenze, a cui vengono tolti sempre piu' poteri (link ).

_gaia_
Inviato: 22/3/2009 18:05  Aggiornato: 22/3/2009 18:05
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/2/2006
Da:
Inviati: 1460
 Re: Commenti liberi - i danni del TAV sull'Appennino
Appennino, i torrenti inghiottiti dagli scavi dell'Alta velocità.
Viaggio nel Mugello dove il sistema idrico è stato distrutto e le falde sono precipitate di centinaia di metri.
Dove un tempo proliferavano trote, gamberi e vegetazione protetta ora ci sono solo profondi canyon


Non servono sismografi per capire dove passa il tunnel dalla Tav tra Bologna e Firenze. Basta seguire una traccia di foreste rinsecchite, alvei vuoti, macerie. Persino i cinghiali rifiutano di vivere lassù. Sopra la "grande opera" esiste una scia di "grandi disastri" che la segnala fedelmente.

L'abbiamo percorsa, verso Nord, e per capire ci è bastata la parte toscana. Il Mugello, snodo cruciale dello scavalco appenninico. I danni li hanno appena quantificati i giudici: 150 milioni di euro solo per lo smaltimento abusivo dei terreni di scavo. Poi vengono i cantieri abbandonati, le cave e le frane.

Il peggio è il sistema idrico distrutto: per ripagarlo non basterebbe una mezza finanziaria. Fra 750 milioni e un miliardo 200 milioni, per ventidue minuti di viaggio in meno. Spariti o quasi 81 torrenti, 37 sorgenti, 30 pozzi, 5 acquedotti: in tutto 100 chilometri di corsi d'acqua.

Ma le cifre non sono niente. Per farsi un'idea bisogna sentire il tanfo polveroso della montagna morta.

(continua...)

Freman
Inviato: 23/3/2009 18:26  Aggiornato: 23/3/2009 18:26
So tutto
Iscritto: 6/7/2008
Da:
Inviati: 2
 Re: Commenti liberi
L'ASSURDITA' DEL RAZZISMO
(vi propongo questo mio articolo molto attuale, dato il vergognoso declino culturale che sta subendo questo Paese)

http://onestamente.net/lassurdita-del-razzismo/

Di OnestaMente

Passano gli anni, i secoli e i millenni ma la gente è sempre razzista.
La tecnologia fa passi da gigante ma le coscienze regrediscono.
Guerre e stermini si susseguono.
Fiumi di inchiostro e sangue vengono versati,
sulla carta e sulla terra
e la storia, con assoluta idiozia
si ripete
sempre.

L’unica cosa cambiata, è che un tempo si era consapevoli di essere razzisti; oggi
quasi tutti negano, convinti di non essere dei veri razzisti e premettendolo sempre quando parlano.
S sentono cose tipo: “Io non sono razzista ma… tutti questi immigrati bla bla bla…”; il che li rende addirittura ridicoli (volendo essere gentili). La globalizzazione e le grandi migrazioni degli ultimi anni, rese possibili dall’enorme progresso tecnologico, non sono state seguite da un’altrettanto intenso progresso culturale. In Italia il risultato di questa mancanza sono i campi nomadi bruciati, la prigionia dei migranti nei CPT, il degrado rivoltante dei nostri centri cittadini e delle periferie dove si pensa di poter migliorare le cose a suon di divieti di ogni tipo e di esercito nelle strade.

Beh signore e signori ve lo dirò chiaro e tondo: il razzismo è una gigantesca assurdità!

Il perché ve lo dirò tra poco… Prima vorrei puntualizzare che esistono tre tipi di razzismo: etnico, culturale e autolesionista.

Il razzismo di tipo etnico è il più classico dei tre; l’odio e disprezzo di una etnia per un’altra, di diverso colore e tratti somatici (bianchi contro neri).
E’ anche il più stupido e facile da smontare, dato che se si prende neonato di un etnia e lo si fa crescere in una famiglia di una qualsiasi altra; esso crescerà e diventerà figlio della società in cui ha vissuto senza minori potenzialità celebrali, differenze nel comportamento o altre sciocchezze.
Un buon esempio di questo sono tutti quei bambini che adottati vivono (nel bene e nel male) come membri qualsiasi della società che li circonda.

Il razzismo culturale è quello più fine e “dotto”; nel senso che ci sono molti sedicenti intellettuali, politici e sacerdoti, che lo divulgano tra le masse. Il più in uso è quello di tipo religioso. Due esempi di questo sono le recenti violenze indù contro i cristiani in india, e le esternazioni con cui, molti intellettuali, giustificano la pulizia etnica in Palestina e in Libano, con l’esigenza di Israele a difendersi, o con altre balle colossali, che sarebbero smascherabili da tutti se non avessero un appoggio mediatico così potente.
Questo tipo razzismo si accompagna spesso al precedente.

Certo c’è chi affermerà che il razzismo religioso (per esempio) non esiste, ma si tratta bensi di semplice discriminazione. Ma io intendo dare un significato più ampio al concetto di razzismo; perchè chi discrimina qualcuno in base alla religione, tende di conseguenza a trattare il “diverso” , come fosse una razza inferiore.

Il razzismo autolesionista infine, è quello che un gruppo etnico/culturale ha verso sé stesso. L’esempio più lampante e quello dei neri americani che chiamano ‘nigger’ (negro) gli altri neri americani e non la prendono come un offesa, a meno che non sia un bianco a chiamarli così, naturalmente. Ditemi se non è da idioti non rendersi conto di giustificare il razzismo dei bianchi verso i neri, usando su sé stessi il nome che avevano da schiavi. Come dire, ci mettiamo le catene da soli.

Già questo sarebbe sufficiente per rendersi conto della stupidità del razzismo, ma la cosa più interessante è la sua totale assurdità.
Ciò è dimostrato dal fatto che, sono i razzisti a dipendere da chi disprezzano, non il contrario. Pensateci…

Perché senza il diverso non avrebbero nessuno da odiare e da additare come colpevole, perderebbero ragione ad esistere.
Immaginatevi Calderoli, Alemanno e company. Se non ci fossero gli immigrati; chi incolperebbero del declino economico e culturale del paese?
Chi voterebbe lega e alleanza nazionale senza la paura dello straniero? C'era l'albanese e poi il marocchino, ora il mostro è il rumeno, che ti ruba il lavoro e ti violenta le figlie.

Insomma! Ci vuole tanto a capire che se adesso viviamo in queste situazioni di tensione, è stato grazie ai nostri governanti, che in quindici anni di destra e sinistra più o meno con centro, non hanno mai saputo né voluto gestire i flussi migratori, ovvia conseguenza della globalizzazione, di decenni di guerre per le risorse naturali e di politiche estere scellerate da parte dei paesi europei?

C’è poco da sperare negli accordi con la Libia quando questi migranti non sono quasi mai libici, ma vengono da luoghi molto più lontani (Etiopia, Sudan, Nigeria, Cameroon, ecc.). C’è poco da sperare, perchè le ‘carrette del mare’ partiranno da altre sponde: Marocco, Algeria, o Tunisia. C’è poco da sperare dalla politica, perchè è solo puntando sull’ignoranza e conseguente idiozia delle persone, che certi gruppi restano al potere.

Essi non desiderano veramente che si interrompano gli ingressi clandestini, ora illegali. La maggior durezza nei confronti di queste persone, serve a evitare di dargli alcun diritto come lavoratori e essere umani; trasformarli ancor più, in una manodopera abbondante e a basso prezzo per l’impianto agricolo, industriale, edilizio, eccetera; ben contento di dar lavoro a gente che prende 3 euro l’ora e lavora 15 ore al giorno senza lamentarsi, perché sa che se no è sulla strada. Gente facile da additare come colpevole, facile da perseguitare.

Così la casta politica che ha creato il problema
cerca di farci credere che i colpevoli siano altre vittime
facendoci dimenticare
che il vero problema
sono loro.

E’ ora di svegliarsi.

http://onestamente.net

trotzkij
Inviato: 23/3/2009 20:34  Aggiornato: 23/3/2009 20:34
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/9/2006
Da:
Inviati: 3704
 Re: Commenti liberi
ROMA/22-03-2009
KOLOSIMO, IL FONDATORE DELL' ARCHEOLOGIA MISTERIOSA, SOSTENITORE DEI CONTATTI ALIENI NEL LONTANO PASSATO
A 25 anni dalla sua morte



ROMA (UNONOTIZIE.IT)
Venticinque anni fa moriva Peter Kolosimo. Forse non tutti sanno che dietro quello pseudonimo in realtà si celava tale Pier Domenico Colosimo, nato a Modena nel 1922.
Apprezzato scrittore e giornalista, Kolosimo divenne famoso al mondo per aver in qualche modo fondato la così detta archeologia misteriosa, da molti detta anche fanta archeologia.
L'obiettivo era studiare le antiche civiltà e tutti i misteri del passato nel tentativo di arrivare a rispondere ai quesiti principali dell'essere umano legati alle sue origini.
Naturalmente i metodi utilizzati da Kolosimo non furono mai accettati e nè visti di buon occhio dalla comunità scientifica accademica.
Kolosimo avanzò numerose teorie che vogliono che gli extraterrestri essere entrati in contatto con i nostri antenati alle origine dei tempi.
Sostiene tutto questo a seguito di numerosissimi studi su testi antichi e opere architettoniche del passato che Kolosimo condusse fino alla fine della sua esistenza, il 23 marzo 1984.

I complotti non esistono, ... tranne quando ci sono
LoneWolf58
Inviato: 24/3/2009 9:31  Aggiornato: 24/3/2009 10:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Commenti liberi : Disastri Italici...
Che dire.... e vogliamo fare il ponte sullo stretto?? o l'alta velocità europea?... peggio delle piaghe bibliche.
Mi piacerebbe un commento di chi vive in quelle zone.
Appennino, i torrenti inghiottiti
dagli scavi dell'Alta velocità

Viaggio nel Mugello dove il sistema idrico è stato distrutto e le falde sono precipitate di centinaia di metri.
Dove un tempo proliferavano trote, gamberi e vegetazione protetta ora ci sono solo profondi canyon
dall'inviato PAOLO RUMIZ


edit
acc... non avevo notato che _gaia_ mi ha anticipato...

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
padegre
Inviato: 25/3/2009 20:44  Aggiornato: 25/3/2009 20:44
Mi sento vacillare
Iscritto: 28/11/2007
Da:
Inviati: 496
 Re: Commenti liberi
- notizie del giorno (25 marzo)

-L’America culla della democrazia, impegnata nella missione storica di diffonderla nel mondo, magari con metodi un po’ rudi, produce al suo interno personaggi imbarazzanti che di democratico hanno ben poco.
La gentile signora Michelle Bachman, deputato eletta nello stato del Minnesota, ha incitato alla lotta armata contro la coppia presidenziali.
Una celebrità della radio, tale Tommy Bruce, commentando la presenza di Michelle Obama alla Casa Bianca, l’ha definita “trash” (ossia spazzatura).
Un network “cristiano” Towhall, per bocca di un suo giornalista, il signor Burt Prelutsky, sostiene che se la famiglia presidenziale prende un cane femmina, la moglie del presidente sarà la seconda cagna, una cagna nera.

-Dietro le atrocità commesse dall’esercito israeliano a Gaza, c’è con certezza la predicazione dei rabbini militari, che incitano alla “guerra santa” e a sterminare i non ebrei in terra d’Israele.
Ma chi sostiene che le religioni sono utili al progresso umano è sano di mente o è da ricoverare?

-Silvio Berlusconi esorta: gli italiani lavorino di più! Mirabile sintesi di Alzheimer conclamato: il lavoro non c’è e se anche si producesse di più, a causa della crisi globale, non si saprebbe a chi vendere le merci prodotte.
I disoccupati, i cassaintegrati e i precari in attesa di licenziamento, si ricordino della lungimiranza del loro premier alle prossime elezioni.
Paolo De Gregorio


Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA