Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


politica italiana : Sempre più treni, sempre più vuoti
Inviato da Redazione il 16/3/2009 4:40:00 (5434 letture)

di Marco Cedolin

La notizia viene riportata all’interno di un articolo della Stampa nella sezione cronaca di Torino e riguarda il traffico merci fra Italia e Francia ai valichi piemontesi e valdostani, ma la situazione risulta essere molto simile un po’ dappertutto in Italia, dal momento che secondo un’analisi della Fita Cna datata 23 gennaio 2009, sarebbero oltre 10.000 le aziende di autotrasporto destinate a chiudere i battenti entro la fine dell’anno.

La diminuzione dei traffici merci è iniziata nel 2001 con il deteriorarsi della situazione economica, ma nell’ultimo anno ha raggiunto livelli davvero imponenti. Al valico del Frejus, in Valle di Susa, i transiti dei mezzi pesanti sono diminuiti del 25%, al tunnel del Monte Bianco di circa il 20% ed a Ventimiglia del 16%. A causa di questa enorme riduzione dei transiti merci ai valichi di frontiera, il traffico risulta essere diminuito del 13,1% anche sulla tangenziale di Torino e sull’autostrada Torino – Aosta, secondo i dati diffusi dall’Ativa che gestisce entrambe le tratte.

La notizia resterà con tutta probabilità relegata nel novero della cronaca locale, ...

... in quanto troppo scomoda per tutta la schiera di “cantastorie” ed esperti da salotto buono che continuano pedissequamente a giustificare proprio con l’incremento esponenziale del traffico merci, la necessità di costruire sempre nuovi tunnel, nuove linee ferroviarie ad alta velocità e nuove autostrade. Mentre la movimentazione delle merci, in virtù di una crisi economica tanto profonda quanto destinata a protrarsi molto a lungo nel tempo, risulta in fase di rilevante e progressiva riduzione, l’Italia sta investendo e si appresta ad investire decine di miliardi per costruire grandi opere destinate proprio al trasporto delle merci, che dovrebbero affiancare quelle esistenti, attualmente sottoutilizzate.

Il lavori di costruzione del doppio tunnel del Brennero (BBT) della lunghezza di 55 km stanno per partire, dopo che l’opera è stata formalmente inaugurata dal presidente Napolitano nello scorso mese di aprile 2008. Al Frejus, proprio dove il crollo del traffico risulta maggiore, stanno per aprirsi i cantieri relativi alla costruzione di un secondo tunnel parallelo che benché venga spacciato come canna di sicurezza, avrà le stesse dimensioni di una normale galleria autostradale. Sempre in Val di Susa il governo ha confermato la volontà di procedere in tempi brevi allo scavo del tunnel di 54 km sotto al massiccio dell’Ambin, che risulta parte integrante del controverso progetto TAV Torino-Lione, senza preoccuparsi minimamente del fatto che oltre alla totale mancanza dei traffici ferroviari (la linea ferroviaria attuale risulta sfruttata al 35% delle proprie potenzialità) stanno diminuendo in maniera sempre più marcata anche quelli su gomma.

Quando i lavori saranno terminati, dentro a questi tunnel e sulle relative infrastrutture di accesso non ci sarà con tutta probabilità nulla da trasportare, ma questo ovviamente è di secondaria importanza per tutti coloro (ultimo in ordine di tempo l'architetto Fuksas) che vivono di slogan e sono soliti plasmare la realtà ad uso e consumo dei propri padroni.

Marco Cedolin

http://ilcorrosivo.blogspot.com/
http://marcocedolin.blogspot.com/

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
Red_Knight
Inviato: 16/3/2009 4:55  Aggiornato: 16/3/2009 4:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Sempre più treni, sempre più vuoti
Mi è parso di sentire che Fuksas è favorevole agli inceneritori e ad altri mostri, ma che c'è di male nel desiderare un incremento dell'edilizia popolare (chiedo senza polemica)?

peonia
Inviato: 16/3/2009 8:14  Aggiornato: 16/3/2009 8:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Sempre più treni, sempre più vuoti
ma che c'è di male nel desiderare un incremento dell'edilizia popolare

Nulle di male in se', ma e' fondamentale che sia fatto in tempi e luoghi idonei e per scopi utili! In un momento di crisi tutto serve meno che sprechi!
Red, prenditi un altro caffe'.......

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Pyter
Inviato: 16/3/2009 11:28  Aggiornato: 16/3/2009 11:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Sempre più treni, sempre più vuoti
Dove invece le strade sono necessarie (Sassari-Olbia) i soldi non ci sono....ci sono...non ci sono...ma sì che ci sono...guarda che non ci sono...ma se liho visti io....io non li ho visti...eppure c'erano...ma adesso non ci sono più...probabilmente ci saranno...non ci saranno...

Per chi vuole saperne di più:
Appuntamento a tutti alle prossime elezioni regionali.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
BlSabbatH
Inviato: 16/3/2009 11:48  Aggiornato: 16/3/2009 11:48
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/9/2005
Da: Bergamo
Inviati: 837
 Re: Sempre più treni, sempre più vuoti
Citazione:
Mi è parso di sentire che Fuksas è favorevole agli inceneritori

a proposito di inceneritori.. il decremento di merci si ripercuote anche sui rifiuti e quindi sul materiale da bruciare. Ma nonostante ciò qui da me continuano ad ampliare..

è la magia del cdr.

-- Under capitalism, man exploits man. Under communism, it's just the opposite. -- J.K. Galbraith
AlbaKan
Inviato: 16/3/2009 18:12  Aggiornato: 16/3/2009 18:12
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/3/2009
Da:
Inviati: 117
 Re: Sempre più treni, sempre più vuoti
Le grandi imprese dietro la Tav e gli inceneritori sono sempre quelle....con il silenzio-assenzo e avolte nemmeno tanto "silenzio" dei partiti...
In quest'intervista Stefano Montanari parla senza peli sulla lingua di tante cose...
RESPIRARE MORTE MANGIANDO VELENO

"Ai liberali che non sono tutti usurai, chiedo: come mai gli usurai sono tutti liberali"? Ezra Pound
marcocedol
Inviato: 16/3/2009 19:26  Aggiornato: 16/3/2009 19:26
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/6/2006
Da: Torino
Inviati: 1340
 Re: Sempre più treni, sempre più vuoti
Red_Knight,
la mia critica alle parole di Fuksas nell'articolo che ho linkato non si riferiva ovviamente alla sua opposizione al piano casa, ma al suo giudizio in merito al TAV che compare nelle ultime righe dell'articolo stesso.

illupodeicieli
Inviato: 16/3/2009 19:55  Aggiornato: 16/3/2009 19:55
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/1/2005
Da:
Inviati: 323
 Re: Sempre più treni, sempre più vuoti
Dici bene Marco , alcune opere non servono: forse sarebbero anche servite se appaltate e realizzate in tempi brevissimi. Se mai occorrerebbe risistemare e mettere in sicurezza e migliorare quanto già esiste: a parte la Sassari-Olbia, noi sardi abbiamo le linee ferroviarie e il traghetto merci (mi pare Ex-FFSS ora Tirrenia) ferme e dismesse:cioè da noi,non funzionano più i vagoni merci. (Se privatizzi, ti licenzieranno). So bene e sono contrario a opere faraoniche che poi hanno scarsa utilità, o peggio a quelle iniziate e mai terminate o peggio finite a metà.Non voglio allargare il discorso o portarlo fuori tema, ma ritengo che mettere in sicurezza i trasporti e razionalizzare sopratutto quelli merci, sia prioritario. Darebbe anche questo posti di lavoro?Penso di sì se pensiamo a togliere l'erba che ricopre la segnaletica stradale o i cespugli che coprono i cartelli stradali, se ripariamo e facciamo funzionare i segnali visivi e acustici nei passaggi a livello. O ripristinare il doppio conducente nei treni e nei camion. Cose da fare a mio parere. ( ma posso sbagliarmi)

peonia
Inviato: 16/3/2009 20:14  Aggiornato: 16/3/2009 20:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Sempre più treni, sempre più vuoti
........Penso di sì se pensiamo a togliere l'erba che ricopre la segnaletica stradale o i cespugli che coprono i cartelli stradali, se ripariamo e facciamo funzionare i segnali visivi e acustici nei passaggi a livello. O ripristinare il doppio conducente nei treni e nei camion. Cose da fare a mio parere. ( ma posso sbagliarmi)

Non ti sbagli Lupo, il fatto e' che da molti anni, troppi, non abbiamo persone degne di governare con intelligenza, efficienza ed onesta'!
Tutto qui, e' solo un magna magna....e chissenefottedelpopolo....

Aggiungo, sai quante cose importanti e fondamentali ci sarebbero da fare, da tempo, che non fanno? e pensiamo al ponte sullo stretto????????????????

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
marcocedol
Inviato: 16/3/2009 20:36  Aggiornato: 16/3/2009 20:36
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/6/2006
Da: Torino
Inviati: 1340
 Re: Sempre più treni, sempre più vuoti
Gentile Lupodeicieli,
quello che dici è verissimo, avevo trattato il problema del trasporto merci ferroviario in Sardegna, con l'aiuto del mio amico Antonio Costa che lavora proprio in quel campo, in questo articolo dello scorso luglio:

Meno treni più gomma

ivan
Inviato: 16/3/2009 20:52  Aggiornato: 17/3/2009 3:52
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: Sempre più treni, sempre più vuoti
Citazione:


l fatto e' che da molti anni, troppi, non abbiamo persone degne di governare con intelligenza, efficienza ed onesta'!
Tutto qui, e' solo un magna magna....e chissenefottedelpopolo....



Purtuttavia ai medesimi il popolo rinnova la fiducia, anzi, l'aumenta.

Alle prossime elezioni quanto prenderanno ? il 45 % ? Il 51% come auspicato ?

Quel che è certo è che sono scomparsi dalla scena politica, sono stai spazzati via, non trovano tererno fertile, ogni genere di cose che siano alternative diverse dallo scenario di cui ci lamentiamo da sempre.

I modelli che usano per creare consenso sono piu' che efficaci e concetti ovvi ed autoevidenti come quelli citati della dimunizione del tarffico di merci, delle famose battute di Grillo "ma che serve ? a far viaggaire le mozzarelle a 140 km/h? Ma perchè ognuno non si mangia le mozzarelle del paese suo e si beve l'acqua delle sue fonti senza così bruciare petrolio e sventare montagne ?" semplicemente non sortiscono nessun effetto tangibile e concreto.
Viceversa storie come quella del ponte sullo stretto si radicano in fretta e diventano fonte di un forte consenso.

Citazione:

Aggiungo, sai quante cose importanti e fondamentali ci sarebbero da fare, da tempo, che non fanno? e pensiamo al ponte sullo stretto????????????????


Concordo.

Si potrebbe inizare dalle piccole cose a dare il buon esempio:


link

Citazione:


Il presidente Usa "rinnova" la Food and Drug Administration e dà un segnale in famiglia: verdura e frutta fresca, rigorosamente "local".
Obama, rivoluzione a tavola :un orticello alla Casa Bianca.



Per poi passare a cose un pò piu' grandi : link

Citazione:


Il presidente Usa si scaglia contro il colosso Aig, in grosse difficoltà finanziarie, che ha annunciato il pagamento di 165 mln di dollari ai dirigenti
Obama contro i bonus ai manager: "E' un oltraggio, li bloccheremo".
E chiede al ministro del Tesoro di adottare tutte le misure necessarie per fermarli



Vedremo mai cose simili nel bel paese?

Al massimo vedremo altri miraggi, altre cattedrali nel deserto, altri stipendi da record, altri privilegi, vederemo insomma le cose che vediamo da sempre, che da sempre ci lamentiamo e che da sempre perpetuiamo.

Red_Knight
Inviato: 17/3/2009 0:06  Aggiornato: 17/3/2009 0:06
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Sempre più treni, sempre più vuoti
@marcocedol

Oh sì, scusa, che sciocco. Ma alla fine come stanno messi i cantieri per la TAV?

twinge
Inviato: 17/3/2009 0:13  Aggiornato: 17/3/2009 0:13
Ho qualche dubbio
Iscritto: 16/3/2009
Da:
Inviati: 62
 Re: Sempre più treni, sempre più vuoti
Ciao a tutti!

Concordo con l'articolo e con l'autore, segnalo però questa frase che secondo me è eccessiva. Non che modifichi il senso del tutto, è giusto per essere precisi, non si sa mai:

Citazione:
La diminuzione dei traffici merci è iniziata nel 2001 con il deteriorarsi della situazione economica, ma nell’ultimo anno ha raggiunto livelli davvero imponenti.


In realtà tecnicamente parlando non si tratta di una crisi che va dal 2001 ad oggi come sembra di capire leggendo, ma di due crisi distinte (una iniziata nel 2000 e l'altra nel 2007) che rispecchiano l'andamento del ciclo economico.
Infatti tra le due crisi ci sono stati circa 5 anni di crescita più o meno sostenuta.
Certo se si guarda ai numeri dell'Italia la parola crescita fa ridere, ma parlando di trasporti comunque ci relazioniamo ad altre nazioni dove magari i dati sono più evidenti.

Ciao

eBay: ai confini dell'eticamente scorretto.
Quello che non tutti sanno su eBay Italia
marcocedol
Inviato: 17/3/2009 3:13  Aggiornato: 17/3/2009 3:13
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/6/2006
Da: Torino
Inviati: 1340
 Re: Sempre più treni, sempre più vuoti
Citazione:
Ma alla fine come stanno messi i cantieri per la TAV?


In Valle di Susa per fortuna fino ad oggi di cantieri non c'è neanche l'ombra, attendiamo fiduciosi

marcocedol
Inviato: 17/3/2009 3:21  Aggiornato: 17/3/2009 3:21
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/6/2006
Da: Torino
Inviati: 1340
 Re: Sempre più treni, sempre più vuoti
Gentile Twinge,
probabilmente sono io a non essermi spiegato bene.
La diminuzione del traffico merci cui faccio riferimento, iniziata nel 2001 e proseguita fino ad oggi acuendosi notevolmente nell'ultimo anno, si riferisce esclusivamente ai 3 valichi di Piemonte e Valle D'Aosta.

Ciao

twinge
Inviato: 17/3/2009 9:39  Aggiornato: 17/3/2009 9:39
Ho qualche dubbio
Iscritto: 16/3/2009
Da:
Inviati: 62
 Re: Sempre più treni, sempre più vuoti
OK, tutto chiaro.

Ciao

eBay: ai confini dell'eticamente scorretto.
Quello che non tutti sanno su eBay Italia
Cinqui
Inviato: 17/3/2009 13:28  Aggiornato: 17/3/2009 13:28
Ho qualche dubbio
Iscritto: 24/3/2006
Da:
Inviati: 227
 Re: Sempre più treni, sempre più vuoti
Citazione:
La diminuzione dei traffici merci è iniziata nel 2001 con il deteriorarsi della situazione economica, ma nell’ultimo anno ha raggiunto livelli davvero imponenti.


Ma che dite!
La crisi non c'è e gli italiani seguiranno il suo verbo, continuando a spendere come hanno sempre fatto, vedrete che il traffico aumenterà nuovamente....SICURO!

E cosi questi progetti saranno il frutto di concezioni lungimiranti, che hanno ben guardato aldilà della crisi momentanea...

e le marmotte che confezionavano la cioccolata....

"Una bella donna non è colei di cui si lodano le gambe o le braccia, ma quella la cui bellezza complessiva è tale da togliere la possibilità di ammirare le singole parti..." - Seneca - .

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA