Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


palestina : Forse i palestinesi hanno scoperto di avere un cervello
Inviato da Redazione il 24/9/2007 21:10:00 (6773 letture)

Frustrati da decenni di soprusi ininterrotti, nati e cresciuti nello stesso ribollire di una spirale infinita di violenza, i palestinesi hanno iniziato a comprendere di essere in quel modo la causa involontaria dei loro stessi problemi.

Finché un palestinese lancerà un solo sasso, gli israeliani potranno sempre sostenere di mettere in atto la repressione “in difesa e a salvaguardia della propria sicurezza“.

Ma nel momento in cui i palestinesi perseguissero i loro diritti attraverso la strada della non-violenza, verrebbero a togliere agli israeliani la scusa stessa per trattarli come li stanno trattando ormai da decenni: prigionieri in casa propria.

E’ quello che è accaduto in un piccolo ma significativo episodio, l’altro giorno, sulla strada di Betlemme, ...

... quando un gruppetto di 10 palestinesi, invece di prendere di mira come al solito i soldati di guardia ai posti di blocco, ha rimosso il grande masso che bloccava le comunicazioni con il villaggio vicino, per poi mettersi in pacifica attesa di un bulldozer israeliano, che sarebbe certamente venuto per rimetterlo a posto.

Con loro grande sorpresa, i palestinesi si sono ritrovati al loro fianco un attivista israeliano, che nella premessa della non-violenza ha difeso volentieri i loro diritti, schierandosi apertamente accanto a loro.

Abbiamo scritto più volte come in realtà la soluzione possa venire solo dall’interno di Israele stesso, nel giorno in cui i sostenitori del diritto palestinese alla loro terra riuscissero in qualche modo a contrapporre la propria filosofia a quella fondamentalista e repressiva, finora dominante.

L’episodio di Betlemme diventa ancora più significativo in luce di una recente risoluzione della Corte Suprema israeliana, che ha imposto la rimozione di 18 chilometri del famoso “muro”, attorno al villaggio di Bilin (West Bank, a nord-est di Gerusalemme), in quanto “il transito dei palestinesi in quella zona non avrebbe rappresentato un rischio immediato per la sicurezza nazionale”.

In altre parole, mostrando di perseguire i propri diritti senza ricorrere alla violenza, i palestinesi tolgono ad Israele la ragione stessa - o la scusa stessa, secondo i punti di vista - per mantenerli in un vero e proprio stato di cattività, non lontano da quello delle bestie nei nostri moderni “zoo filo-ambientali“, in cui i leoni hanno tre alberi simili a quelli della savana, sotto i quali accontentarsi di fingere di essere i re della foresta. Ma alla sera, lontano dagli occhi dei turisti inconsapevoli, arriva il forcone per ricacciarli nella tana.

Pare che il messaggio non violento si stia espandendo rapidamente nei villaggi oppressi dall’occupazione israeliana. In fondo, con quel metodo, un certo Gandhi è riuscito a liberare una intera nazione, grande 100 volte la Palestina stessa.

E gli inglesi di allora non erano certo più teneri degli israeliani di oggi.

Massimo Mazzucco

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
BlSabbatH
Inviato: 24/9/2007 21:34  Aggiornato: 24/9/2007 21:34
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/9/2005
Da: Bergamo
Inviati: 837
 Re: Forse i palestinesi hanno scoperto di avere un cervello
ci spero nella non violenza.
ma già vedo all'orizzonte israeliani con la kefia intenti ad accendere la miccia. ci vuol poco.

-- Under capitalism, man exploits man. Under communism, it's just the opposite. -- J.K. Galbraith
clausneghe
Inviato: 24/9/2007 21:51  Aggiornato: 24/9/2007 23:07
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/4/2006
Da: nordcentro
Inviati: 1679
 Re: Forse i palestinesi hanno scoperto di avere un cervello
Bello credere alle favole a lieto fine...

Utopia credere che i palestinesi vengano "folgorati sulla via del Ghandismo"

Ciò in parte anche perchè le ferite e i dolori inferti dal Sion sono troppo fresche e bruciano,chiamando il linguaggio delle pietre e del sangue..

Dovrebbero evolversi i palestinesi ma dovrebbero farlo anche gli israeliani poichè sembra,stà scritto da qualche parte:" O si salveranno insieme o insieme periranno"

LoneWolf58
Inviato: 24/9/2007 22:11  Aggiornato: 24/9/2007 22:11
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: Forse i palestinesi hanno scoperto di avere un cervello
Il problema è che è sufficiente un infiltrato per dare il via alla repressione...
basta vedere cosa succede appena si aprano degli spiragli per la road map... un kassam... un suicida... non c'è bisogno che faccia l'elenco.
La non violenza è una strada lunga e dura... ma l'unica che può portare alla pacificazione.

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
Lestaat
Inviato: 24/9/2007 22:15  Aggiornato: 24/9/2007 22:17
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/7/2005
Da: Perugia
Inviati: 1774
 Re: Forse i palestinesi hanno scoperto di avere un cervello
Non per fare il polemico eh...
Solo
per ricordare
come finiscono
queste belle azioni

Potrei farlo con il testo della divina commedia riga per riga, linkando notizie di quello che succede in Israele e in palestina con il pacifismo e il mettersi dalla parte di un palestinese.
Suvvia, siamo seri.
E' un bellissimo sogno un atteggiamento ghandiano da parte dei palestinesi, ma non dimenticatevi che Ghandi era un uomo e un leader fuori dal comune. Per ripetere eventi di quella portata è assolutamente necessaria la presenza di un catalizzatore mostruosamente potente. Non illudiamoci che persone, anime, come quella di Ghandi nascano sotto un cavolo, sotto al quale poi nasconderci.
A parte la persona gigantesca di cui stiamo parlando poi, non è certo un caso se il tutto è avvenuto in India. Le radici di quell'evento spiritualmente così elevato sono da osservare anche nelle millenarie radici di quel paese e di quella cultura.
Qui poi siamo di fronte non già ad una guerra civile come fu quella, ma ad un vero e proprio genocidio perpetrato per XENOFOBIA per di più fondata su un credo religioso che solleva da qualsiasi colpa le coscenze di chi su questo genocidio lucra.
E' bellissimo quello che è accaduto, ma come già ho detto in passato, i palestinesi hanno bisogno di missili anti-carro, sistemi di puntamento, e batterie terra-aria, a quel punto probabilmente non sopravvivrebbero lo stesso, ma lo farebbero combattendo per la propria vita, e forse non si sentirebbero più trattati come animali, almeno in quel momento.

PS
LOL è il mio post 888
da quel che ho scritto non mi sarei sorpreso fosse stato 666.
E' terribile, ma la triste verità, i palestinesi,quel popolo di cui mio figlio leggera solo sui libri di storia!

In nomine libertatis vincula edificamus.
In nomine veritatis mendacia efferimus.
shm
Inviato: 24/9/2007 22:20  Aggiornato: 24/9/2007 22:20
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/8/2007
Da: perugia
Inviati: 1802
 Re: Forse i palestinesi hanno scoperto di avere un cervello
Non credo che la soluzione arriverà mai da Israele.
Il pacifista potrebbe essere stato un Neturei Karta, ebreo anti-sionista.
Ebrei che attraverso la diplomazia cercano di smantellare pacificamente l'autoproclamato stato d'Israele.

E' difficile per me credere che una base di un pretesto perpetuo possa autoestinguersi con riappacificazione delle etnie.

Non credo avverrà mai.

“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
shm
Inviato: 24/9/2007 22:23  Aggiornato: 24/9/2007 22:23
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/8/2007
Da: perugia
Inviati: 1802
 Re: Forse i palestinesi hanno scoperto di avere un cervello
Utopia, utopia e solo utopia.
Sono morte 60000000 di persone prima di dare uno spazio comprato a suon di dollari e corruzione per gli ebrei.

“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
shm
Inviato: 24/9/2007 22:26  Aggiornato: 24/9/2007 22:32
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/8/2007
Da: perugia
Inviati: 1802
 Re: Forse i palestinesi hanno scoperto di avere un cervello
Esistenza stato d'Israele
Olocausto
Persecuzioni xenofobe
Negazionismo
Leggi anti-negazioniste


PRETESTO della CAUSA dell'avvicendarsi delle banche ebree.

Non ci si dovrebbe stupire, la guerra in Iran si farà, e l'oggetto d'importanza predominante sarà l'acquisizione della Banca Centrale dell'Iran.

All'appello delle acquisizioni mancheranno poi le Banche centrali di:
- Cuba
- Sudan
- Korea del Nord
- Libia

Poi si procederà ai raggruppamenti geografici degli stati, prima dell'unificazione definitiva in un unico governo mondiale...
... e questa non è un'otopia.

Chi pensa all'11 settembre solo in chiave economica e non in chiave di potenza commette un errore.

Leggendo i libri sacri, la promessa è questa.
Israele un pretesto.

Non mi stupirei se vi fosse lanciata un'atomica o più di una, in un prossimo futuro.

“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
Aseptik
Inviato: 24/9/2007 22:36  Aggiornato: 24/9/2007 22:36
Ho qualche dubbio
Iscritto: 24/1/2007
Da: Messapia
Inviati: 139
 Re: Forse i palestinesi hanno scoperto di avere un cervello
Caro Massimo ci credo poco al tuo sogno.
I sionisti pur di mantenere vivo il terrore dei palestinesi sarebbero capacissimi di fare un false flag e mettersi una bomba da soli, pazienza se poi si uccidono alcuni concittadini. Almeno..così la penso io..

La politica è l’arte cortese di ottenere voti dai poveri e finanziamenti dai ricchi, promettendo di difendere gli uni dagli altri.
Oscar Ameringer
edo
Inviato: 24/9/2007 23:21  Aggiornato: 24/9/2007 23:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 9/2/2006
Da: casa
Inviati: 4529
 Re: Forse i palestinesi hanno scoperto di avere un cervello
un esempio contemporaneo c'è: saharawi (cliccate sulla colomba)
certo, anche per loro i tempi si preannunciano lunghi, le sorti e gli umori (alcuni vorrebbero tornare alla lotta armata), alterni.

Dubito comunque che la lotta violenta possa riservare ai palestinesi un destino diverso da quello che i più fanatici sionisti gli stanno costruendo da "almeno" sessant'anni.

Potrebbe non essere una cattiva idea per i palestinesi, quella di mettersi un segno di riconoscimento al braccio che ricordi agli ebrei la stella di davide di hitleriana memoria.
Forse questo "effetto specchio" potrebbe risvegliare una coscienza che vede l'altro solo in termini di nemico e mai come un "se stesso" trasportato da un tempo ed un luogo che gli appartiene ancora; e dal quale cerca inutilmente di fuggire cercando di esorcizzare la paura di non riuscirci, con un rituale di coazione a ripetere che ottiene solo di mantenere tutti (carnefici e vittime), ancora nell'incantesimo di una sofferenza che appare senza fine.

nessuno
Inviato: 24/9/2007 23:24  Aggiornato: 24/9/2007 23:24
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/7/2005
Da: Albino (BG) - Bassa Valle Seriana
Inviati: 501
 Re: Forse i palestinesi hanno scoperto di avere un cervello
Citazione:
E' un bellissimo sogno un atteggiamento ghandiano da parte dei palestinesi, ma non dimenticatevi che Ghandi era un uomo e un leader fuori dal comune. Per ripetere eventi di quella portata è assolutamente necessaria la presenza di un catalizzatore mostruosamente potente. Non illudiamoci che persone, anime, come quella di Ghandi nascano sotto un cavolo, sotto al quale poi nasconderci.


Gandhi era un uomo come tutti gli altri. Con il coraggio di fare quel che pensava fosse giusto anche contro tutti gli altri.

A me, che penso che la violenza sia l'ultimo rifugio degli incapaci, questo è un articolo che dà un briciolo di speranza. E come andrà a finire importa poco. Importa che cominci.

Buona vita

Guglielmo

P.S. 888 è un numero estremamente fortunato nelle culture cinesi e coreane...

"Quieremos organizar lo entusiasmo, no la obediencia" - Buenaventura Durruti
fefochip
Inviato: 24/9/2007 23:32  Aggiornato: 24/9/2007 23:32
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Forse i palestinesi hanno scoperto di avere un cervello
secondo me il paragone non regge non tanto per la "tenerezza" o meno degli israeliani o degli inglesi ma per il paragone tra l'indiani e i palestinesi.

sia come territorio che come numero di persone ghandi si è potuto permettere di far capire che 100000 inglesi non potevano fisicamente controllare un paese grande come l'europa con centinaia di milioni di individui.

israele può tecnicamente spianare il popolo palestinese gli inglesi non potevano proprio

la differenza non è da poco quindi il paragone non regge .
che poi iniziare a non spararsi e a tirare pietre sia l'inizio per non ammazzarsi piu questo è tacito ....ma bisogna vedere se i palestinesi nel adottare questa tecnica saranno disposti a sopportare umiliazioni volute per provocarli , uccisioni,false flag,ecc

purtroppo la situazione è sempre peggio.

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Bambooboy
Inviato: 24/9/2007 23:39  Aggiornato: 24/9/2007 23:39
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/12/2006
Da:
Inviati: 535
 Re: Forse i palestinesi hanno scoperto di avere un cervello
Finché un palestinese lancerà anche solo un sasso, continueranno a dimostrare di non essersi arresi all'invasione militare israeliana.
Palestina Libera.

Pausania
Inviato: 25/9/2007 0:16  Aggiornato: 25/9/2007 0:16
Sono certo di non sapere
Iscritto: 6/4/2006
Da:
Inviati: 3872
 Re: Forse i palestinesi hanno scoperto di avere un cervello
C'era un film... l'Amico ritrovato. Ricordo questo ufficiale dell'esercito tedesco che si veste in alta uniforme, veterano della Grande Guerra, che non fa una piega quando le SS lo portano via. Lui aveva servito lo Stato, non aveva nulla da temere. Era ebreo, e non sarebbe mai più tornato a casa.

Non un ebreo si sollevò in armi contro la Gestapo, perché la violenza non porta a niente. E finirono in Polonia.

Quando le camicie nere imperversavano in Italia, chi le combatteva venne obbligato a deporre le armi, perché la violenza non porta a niente. I fascisti si guardarono bene dal fare lo stesso, e furono vent'anni di violenza e guerra.

A Genova nel 2001 la gente ci andò con le mani dipinte di bianco e le bottiglie di plastica legate intorno alla testa. Se non facciamo violenza, nessuno ci farà violenza. Al quarto giorno c'erano pozzanghere di sangue nella scuola Diaz, un ragazzo con una pallottola in volto, centinaia di persone rapite e torturate a Bolzaneto, e gente a cui erano state rotte le braccia con i manganelli (per i più lenti di comprendonio: vuol dire che i colpi di manganello erano diretti alla testa e che le braccia erano l'unica protezione contro morte sicura).

L'altro giorno un ragazzo viene immobilizzato a terra da sei poliziotti e sottoposto a 50000 volt di gradimento. Colpa del ragazzo, naturalmente.

Oggi sentiamo che i Palestinesi devono smettere di provocare gli Israeliani (come le donne, che lo stupro se lo sono cercato...). Perché se smetteranno di difendersi, allora Israele smetterà di ammazzarli.

Ma ci crediamo veramente?

nessuno
Inviato: 25/9/2007 0:23  Aggiornato: 25/9/2007 0:23
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/7/2005
Da: Albino (BG) - Bassa Valle Seriana
Inviati: 501
 Re: Forse i palestinesi hanno scoperto di avere un cervello
Citazione:
Ma ci crediamo veramente?


Io sono "nessuno", quindi non mi metto ad insegnare ad altri quel che dovrebbero fare. Dico solo la mia, come tutti voi.

Ma mi pare che la violenza sia stupida, per molte ragioni:

1) Perché pretendere di vincere con la violenzxa contro un apparato statale è come per il pollo pensare di uccidere il contadino a beccate

2) Perché, se ti costruisci un apparato statale per rispondere alla violenza in modo adeguato, ottieni risultati già visti: oppressione interna, sopravvivenza di una casta corrotta e nessun risultato decente

3) Perché tra uccidere e morire c'è sempre la possibilità di vivere.

Buona vita

Guglielmo

"Quieremos organizar lo entusiasmo, no la obediencia" - Buenaventura Durruti
nessuno
Inviato: 25/9/2007 0:26  Aggiornato: 25/9/2007 0:26
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/7/2005
Da: Albino (BG) - Bassa Valle Seriana
Inviati: 501
 Re: Forse i palestinesi hanno scoperto di avere un cervello
Inoltre, Pausania, non confondere la non-violenza con la passività:

In Denmark during World War II

When the Wehrmacht invaded Denmark in 1940, the Danes soon saw that military confrontation would change little except the number of surviving Danes. The Danish government therefore adopted a policy of official co-operation (and unofficial obstruction) which they called "negotiation under protest."

On the industrial front, Danish workers subtly slowed all production that might feed the German war machine, sometimes to a perfect standstill. On the cultural front, Danes engaged in symbolic defiance by organizing mass celebrations of their own history and traditions.

On the legislative front, the Danish government insisted that since they officially co-operated with Germany, they had an ally's right to negotiate with Germany, and then proceeded to create bureaucratic quagmires which stalled or blocked German orders without having to refuse them outright. Danish authorities also proved conveniently inept at controlling the underground Danish resistance press, which at one point reached circulation numbers equivalent to the entire adult population.

The Danish government also gave room (and even secret assistance) to underground groups involved in sabotage of machinery and railway lines needed to extract Danish resources or to supply the Wehrmacht. Some may argue that the classification of this kind of resistance as "nonviolent" remains debatable, but there is a strong case also to be made for the theory that it is nonviolent to save life by destroying inanimate material that is itself about to be used to destroy human life.[1]

Even after the official dissolution of their government, the Danes managed to block German goals without resorting to bloodshed. Underground groups smuggled over 7000 of Denmark's 8000 Jews temporarily into Sweden, at great personal risk. Workers (and even entire cities like Copenhagen) went on mass strikes, refusing to work for the occupier's benefit on the occupier's terms. After an initial response of greatly increased repression, the war-distracted Germans abandoned strike-breaking efforts in exasperation.

The Danish resistance against the Nazis proved highly effective[2], but it raises characteristic questions about the efficacy of nonviolence. The Danes clearly lost very few lives, while annoying and draining their foreign occupiers. But some people wonder whether the Danish strategy might not have failed abysmally if applied in other countries occupied by Germany and where German forces ruled through naked terror.

It almost certainly would have proved a more painful strategy for Denmark in such a circumstance (as in the case of the successful but agonizing nonviolent resistance to apartheid in South Africa), but as in the case of the Gandhian solution of perfect global surrender to the Nazis followed by perfect global non-cooperation with them, many questions of efficacy remain in the realm of the hypothetical. And due to the decentralized and various nature of nonviolent advocacy, questions about possible compatibility with violent resistance, or even about precise definitions of "nonviolent tactics" have no categorical answers.


Buona vita

Guglielmo

"Quieremos organizar lo entusiasmo, no la obediencia" - Buenaventura Durruti
cherubino
Inviato: 25/9/2007 0:28  Aggiornato: 25/9/2007 0:31
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: Forse i palestinesi hanno scoperto di avere un cervello
BlSabbatH:
Citazione:
ci spero nella non violenza.
ma già vedo all'orizzonte israeliani con la kefia intenti ad accendere la miccia. ci vuol poco.

Basta un video marcato CIA di un palestinese che accende la miccia sotto una kefia...
cioè non è necessario che avvenga realmente... è sufficiente farlo credere.
è la morale che luogocomune ci insegna.

Redazione
Inviato: 25/9/2007 5:13  Aggiornato: 25/9/2007 5:13
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Forse i palestinesi hanno scoperto di avere un cervello
PAUSANIA: "Oggi sentiamo che i Palestinesi devono smettere di provocare gli Israeliani..."

Veramente sono loro che lo stanno facendo. Nessuno gli ha "detto" niente.

Immagino che abbiano fatto i loro buoni ragionamenti. Forse hanno capito che se continuano con l'intifada sono davvero condannati all'estinzione.

Ma bisognerebbere essere nella loro pelle, prima di dare giudizi assoluti, in un senso come nell'altro.

edo
Inviato: 25/9/2007 7:50  Aggiornato: 25/9/2007 7:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 9/2/2006
Da: casa
Inviati: 4529
 Re: Forse i palestinesi hanno scoperto di avere un cervello
Ma ci crediamo veramente?
qualcuno si!

http://www.rete-eco.it/

SpikeZ
Inviato: 25/9/2007 9:12  Aggiornato: 25/9/2007 9:12
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/9/2007
Da: Karalis
Inviati: 341
 Re: Forse i palestinesi hanno scoperto di avere un cervello
Sai cosa ci fanno i sionisti con la non-violenza dei palestinesi?
Ci passano sopra coi bulldozer.

yarebon
Inviato: 25/9/2007 9:30  Aggiornato: 25/9/2007 9:31
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2366
 Re: Forse i palestinesi hanno scoperto di avere un cervello
la non-violenza è l'unica seria garanzia di successo per i palestinesi.
Militarmente la Palestina confrontata all'esercito sionista è una formica ed Israele è un elefante.
I sionisti amano le provocazioni e se i palestinesi cadono nella trappola delle provocazioni entro qualche decennio si estingueranno come popolo.
Le guerre alla fine esistono solamente perchè ci sono dei militari disposti a combatterle, la non violenza invece, altro che passività potrebbe cambiare davvero il mondo, perchè è uno strumento fuori dalle leggi repressive del sistema!
Utopia? Attualmente sicuramente si, ma quante cose nel passato erano utopia? Non importa se il risultato non si avrà subito, spesso gesti disperati sono il fulcro per un futuro migliore.

shm
Inviato: 25/9/2007 9:31  Aggiornato: 25/9/2007 9:31
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/8/2007
Da: perugia
Inviati: 1802
 Re: Forse i palestinesi hanno scoperto di avere un cervello
Tra provocazione e induzione alla provocazione la differenza è pressochè inesistente

“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
redna
Inviato: 25/9/2007 9:41  Aggiornato: 25/9/2007 9:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Forse i palestinesi hanno scoperto di avere un cervello
Israele se non combatte continuamente non può sopravvivere.Lo hanno sempre saputo, e lo sanno anche gli USA che gli forniscono armamenti in continuo.
Allora se hanno la supremazia bellica, come mai hanno tanta paura?
Paura di un popolo che lancia pietre, che non ha da mangiare, che gli tagliano l'acqua?Si i suppone non abbiano più la convinzione che quel posto,dato da dio al popolo eletto, secondo loro, sia proprio il loro posto...
Sembra quasi che si trovino male, che non gli appartenga...
Anche all'interno la popolazione ebraica sta andando altrove, in altri stati.
I reduci del campi di sterminio reclamano che israele da pochi aiuti,malgrado abbia fondi ingenti da parte delle germania, per loro.L'olanda invece è più generosa...
Che dire delle nuove generazioni che hanno davanti a loro solo la prospettiva di una guerra infinita?Saranno d'accordo?
Sarebbe questo il momento per i palestinesi di aspettare e pensare.
A volte la natura stessa "sistema le cose"in maniera inaspettata.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
calmino
Inviato: 25/9/2007 10:23  Aggiornato: 25/9/2007 10:37
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/9/2006
Da: bionda Sardegna
Inviati: 79
 Re: Forse i palestinesi hanno scoperto di avere un cervello
Chiedo scusa in anticipo per l'O.T.

Il Washington Post del 24 (ieri) pubblica in prima pagina lo scoop dal titolo:

U.S. Aims To Lure Insurgents With 'Bait'
Snipers Describe Classified Program
By Josh White & Joshua Partlow
A Pentagon group has encouraged some U.S. military snipers in Iraq to target suspected insurgents by scattering pieces of "bait," such as detonation cords, plastic explosives and ammunition, and then killing Iraqis who pick up the items, according to military court documents.

Gli Usa cercavano di provocare gli insorti con ''esche''
«Un gruppo del Pentagono incoraggiava alcuni cecchini delle forze Usa in Iraq a prendere di mira sospetti insorti diffondendo “esche”, come cavi di detonazione, esplosivi al plastico e munizioni, per poi uccidere gli iracheni che se ne appropriavano. Lo rivelano documenti del tribunale militare.»

http://www.washingtonpost.com/wp-dyn/content/article/2007/09/23/AR2007092301431.html?hpid=topnews

Non mi consta che nessun "grande" quotidiano italiano ne abbia riferito, a parte la rassegna stampa dall'estero del poco visibile Epolis.
Eppure non è una notizia da poco. Eppure non è uscita sulla blogosfera, ma sul WP che è uno dei quotidiani più consultati del mondo online da tutte le redazioni.

Scusate ancora l'O.T.


Secoli e secoli di pensiero razionale e ancora siamo inclini all'atto di fede
Redazione
Inviato: 25/9/2007 10:34  Aggiornato: 25/9/2007 10:34
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: scoop del Washington Post
CALMINO: va benel'OT, ma perfavore non cambiate il titolo al thread, se no in home non si capisce più niente. Appena puoi, perfavore rimetti quello originale

rogwaters
Inviato: 25/9/2007 10:48  Aggiornato: 25/9/2007 10:48
So tutto
Iscritto: 20/9/2006
Da:
Inviati: 11
 Re: Forse i palestinesi hanno scoperto di avere un cervello
finchè non si svecchia la classe politica i problemi rimangono sempre quelli... e le soluzioni che non risolvono anche.
sono i politici anziani che tengono gli affari di stato fermi...

Al2012
Inviato: 25/9/2007 11:22  Aggiornato: 25/9/2007 11:22
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2158
 Re: Forse i palestinesi hanno scoperto di avere un cervello
Mi associo al pensiero “anti-violenza, che non deve essere confuso con il pensiero di sottomissione, rassegnazione, che subisce passivamente il proprio destino.

“Anti-violenza” non accetta atti violenti, dove si cerca l’annientamento e la capitolazione dell’avversario, sia per fini egoistici che per fini altruistici, ma questo non vuol dire rinunciare al diritto e dovere di lottare per ottenere giustizia ed eguaglianza.

“Anti-violenza” richiede uno sforzo ed un coraggio notevole, occorre avere “fede” nell’essere umano, nel lato positivo dell’essere umano cercando di risvegliarlo in più gente possibile.

“Anti-violenza” vuol dire unione di molti per contrastare la prepotenza dell’atto violento di pochi, vuol dire comprendere che la violenza, qualsiasi atto violento, è ingiusto ed alimenta sempre quella spirale di rancore e odio che è l’energia da cui trae forza la manifestazione del “potere oppressivo”.

Penso che il primo posto in cui dobbiamo iniziare la resistenza alla violenza, sia proprio dentro noi stessi.

“Capire … significa trasformare quello che è"
Giacula
Inviato: 25/9/2007 11:38  Aggiornato: 25/9/2007 11:38
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/11/2005
Da:
Inviati: 215
 Re: Forse i palestinesi hanno scoperto di avere un cervello
Non riesco ad essere così fiducioso come Mazzucco. L'esercito di sion non si commuove! Di sicuro non avranno più pretesti, ma non credo gli manchi l'esperienza per costruirseli, come fanno in fondo da 60 anni.

Sono incerto, qualcosa si sta muovendo è vero, ma attendo una reazione di israele. Una contromossa arriverà, perchè israele non può permettersi che il mondo veda l'aspetto civile e non violento del popolo Palestinese.

Saluti.

Arcadia
Inviato: 25/9/2007 11:54  Aggiornato: 25/9/2007 11:54
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/5/2007
Da:
Inviati: 122
 Re: Forse i palestinesi hanno scoperto di avere un cervello
Apprezzo i buoni intenti dell'articolo e in generale sono per la non-violenza, ma ho grossi dubbi che una qualsiasi forma di ghandismo possa funzionare in questo caso. Non affermo che i palestinesi debbano bombardare il loro nemico (non sono ne' anti-israeliana, ne' anti-palestinese, sia chiaro, e vorrei vedere finalmente la pace tra questi due popoli), il punto e' un altro e la situazione mi sembra molto piu' complessa di come appare nell'articolo. Mi sembra ingiusto e inesatto accollare ai palestinesi la responsabilita' di essere la causa del proprio male.

L'anno scorso una donna inglese (se non erro) che era li' per una protesta pacifica, venne tranciata in due da una ruspa israeliana. Di proposito. Infatti, chi manovrava la ruspa aveva visto benissimo la donna che gridava, disarmata, con le braccia alzate, visibilmente non-palestinese. Una scena che ho visto in un filmato e che non dimentichero' mai piu'. Terribile.
Altre volte sono successe cose analoghe, anche negli ultimi giorni.
E poi, che violenza e' quella di gettare una pietra contro un mezzo militare?
Giustifica una volenza di risposta che sarebbe come ammazzare una mosca con l'atomica?

Gli israeliani non sono contro i palestinesi solo perche' gli lanciano sassi e qualche missile, ma perche' i palestinesi continuano a lottare per i propri diritti e perche' (io sospetto) alla lunga I. vorrebbe semplicemente espandersi su tutti i loro - e forse anche su altri - territori. Trovo difficile spiegarmi il comportamento di I. altrimenti.

Quindi, anche se tutti i palestinesi si dovessero sedere per terra e tenere le mani alzate 24/24, dubito che verrebbero risparmiati comunque. E' la politica di I. che dovrebbe cambiare in primo luogo, perche' sono loro che hanno occupato i territori, non viceversa. Non ce lo dimentichiamo, I. e' un paese che e' stato creato artificialmente in un luogo che era densamente abitato da altre popolazioni da centinaia d'anni. Ma ora che esiste, dovrebbe essere quello stato per primo a trovare finalmente un equilibrio e convivere alla pari con tutti i suoi vicini e considerarli esseri umani alla loro stessa stregua. Non dovrebbe essere il piu' forte, il piu' armato a mostrare il desiderio di fare pace?

6463
Inviato: 25/9/2007 13:13  Aggiornato: 25/9/2007 13:13
Ho qualche dubbio
Iscritto: 16/2/2007
Da:
Inviati: 38
 Re: Forse i palestinesi hanno scoperto di avere un cervello
Dopo sessant'anni di pulizia etnica, vari massacri, la costruzione del muro..
parlare di non-violenza è come dire che ai Palestinesi non rimane altra strada che il suicidio collettivo.
Se cercate la parola 'terrorismo' in un dizionario del 1946, non la troverete.
E' stata inventata da un giornalista inglese per descrivere il comportamento
della banda Stern nei villaggi palestinesi nel '47-48. (tanto per precisare)
La politica della non violenza è efficace proporzionalmente alla copertura mediatica che riceve: non poco del successo di Gandhi fu dovuto all'opinione pubblica americana. Considerate quello che è, e di chi è, l'informazione in Europa oggi e poi ditemi.
Come è stato per il Sudafrica, solo una generale mobilitazione dell'opinione pubblica potrà portare alla creazione di uno stato per due popoli.

Dopo tutti gli orrori che hanno vissuto, l'estrema miseria attuale,
non possiamo dire ai Palestinesi quello che devono fare, piuttosto fare noi qualcosa per loro.

scusate lo sfogo.

supermagna
Inviato: 25/9/2007 13:15  Aggiornato: 25/9/2007 13:15
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/9/2005
Da: marche
Inviati: 40
 Re: Forse i palestinesi hanno scoperto di avere un cervello
Ho avuto una visione...
....... grazie al lavoro di Massimo e tutti quelli che come lui si danno da fare, ESPLODE il caso 11 SETTEMBRE : un inarrestabile fiume di merda trascina nelle fogne Bush, il suo governo, la sua opposizione, i nostri pagliacci parlamentari, i potenti Israeliani e i loro templi biblici da costruire, le armi, le banche che guadagnano sulle guerre, i giornalisti "ufficiali", gli "opinionisti" etc. ...
L'intera popolazione mondiale all'improvviso vede la realtà, e comprende che siamo fratelli e sorelle, con buona pace del Papocchio e dei suoi rivali, e che non ha senso scannarci a vicenda per fare arricchire quattro stronzi.
Gli americani smettono di essere consumatori ingordi, i francesi smettono di testare le loro atomiche sugli atolli, gli inglesi eleggono una regina africana, gli italiani chiudono i cpt e trasformano la città del vaticano in un enorme ostello gratuito per gli immigrati (più cristiano di così..), israeliani e palestinesi si fondono in un unico paese chiamato PACE, la russia manda via a calci in culo Putin, i mafiosi ed i loro amici e distrugge per sempre tutto l'arsenale atomico, così che il suo popolo possa finalmente essere libero, i cinesi inventano il preservativo al tofu e si danno una calmata, india e pakistan si gemellano, e fidel castro va al mare.
Non male come visione, forse ho mangiato troppo ieri sera...ma se non avessi queste visioni che cosa ci verrei a fare su luogocomune?

Linucs
Inviato: 25/9/2007 13:27  Aggiornato: 25/9/2007 13:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Forse i palestinesi hanno scoperto di avere un cervello
Pare che il messaggio non violento si stia espandendo rapidamente nei villaggi oppressi dall’occupazione israeliana. In fondo, con quel metodo, un certo Gandhi è riuscito a liberare una intera nazione, grande 100 volte la Palestina stessa.

Noialtri pirla invece riusciamo solo a farci scrivere le "leggi speciali". E siamo pure contenti, questo è il bello.

Se a Gandhi avessero fatto vedere Schindler's List per 15 volte di fila probabilmente gli sarebbe passata la voglia...

===

Non male come visione...

Mi ricorda... vagamente... qualcosa...

===

Allora se hanno la supremazia bellica, come mai hanno tanta paura?

Apri Haaretz.com e fai il conto di quante pubblicità di jdate.com saltano fuori per ciascun articolo, poi fai altri due conti...

SMU
Inviato: 25/9/2007 13:47  Aggiornato: 25/9/2007 13:47
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/1/2007
Da:
Inviati: 158
 Re: Forse i palestinesi hanno scoperto di avere un cervello
Forse i palestinesi hanno scoperto di avere il cervello?

Non capisco il titolo...cosa si vuole affermare? che fino ad ora si comportavano come dei senza cervello? senza voler giustificare nessuno, ma vedere la propria famiglia sterminata può mai condurre ad un atteggiamento pacifico?...e non sono state porte entrambe le guance da un bel po' di tempo? semmai una pietra dovesse infliggere i danni di un proiettile siamo certi che sia una questione di cervello?...Massimo, come al solito apprezzo il buon intento..però mi viene da aggiungere una cosa...
(traggo spunto da wikipedia)...Hamas vinse le elezioni palestinesi del 2006. Di conseguenza, Israele, gli Stati Uniti, l'Unione Europea, molte nazioni occidentali e i paesi arabi imposero sanzioni sospendendo tutti gli aiuti stranieri, dai quali i Palestinesi dipendono..e inoltre l'amministrazione statunitense finanziò e armò la Guardia Presidenziale di Mahmoud Abbas. Il 15 dicembre 2006 scoppiarono i combattimenti nella Cisgiordania dopo che le forze di sicurezza palestinesi sparararono su un raduno di Hamas a Ramallah. Almeno 20 persone furono ferite nei combattimenti che arrivarono poco dopo l'accusa a Fatah da parte di Hamas di tentare di uccidere Ismail Haniya, il primo ministro palestinese.
....
ecco....vi ricordate di Arafat? oltre ad essere il simbolo per la liberazione della Palestina è stato il fondatore di Al Fatah nel 1959: al-Fatḥ ha rappresentato per decenni - come vero e proprio partito combattente - la spina dorsale della lotta armata palestinese allo Stato d'Israele. Dal dicembre del 2001 Arafat fu confinato di fatto dall'esercito israeliano nella sede dell'Autorità Nazionale Palestinese di Rāmallāh, in Cisgiordania. Uscirà di qui solo per andare a morire a Parigi, il 4 novembre 2004...
...ma come, quando c'era Arafat Al Fatah non andava bene...ed ora che Hamas vince le elezioni neanche lei va bene?...e non mi venite a dire che Al Fatah era pacifista; eppure Rabin con Arafat arrivò a trattare la nascita della Palestina...

...vorrei scrivere altre cose ancora...ma mi prendo tempo per riflettere...
p.s.: una curiosità, ma se volessi postare un articolo io? come si fa?

...a buon intenditor, poche parole...
tccom
Inviato: 25/9/2007 15:01  Aggiornato: 25/9/2007 15:01
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/11/2005
Da: civitavecchia
Inviati: 903
 Re: Forse i palestinesi hanno scoperto di avere un cervello
come Nellibus, anche io ho un pò di difficoltà a capire il senso del titolo.
Mi sembra un giudizio tout-court (?) dell'agire palestinese, che sappiamo benissimo da cosa deriva e perchè

Citazione:
Finché un palestinese lancerà un solo sasso, gli israeliani potranno sempre sostenere di mettere in atto la repressione “in difesa e a salvaguardia della propria sicurezza“.

questa poi...è stupenda: adesso la colpa è dei palestinesi perchè si difendono...

...gli Stati Uniti non ci hanno guadagnato nulla dall'11 settembre (c'è bisogno di dirlo?)...[].... Ragioniamo: chi ci guadagna quando piove? i produttori di ombrelli. Da questo si deduce che i produttori di ombrelli controllano la pioggia.
winston
Inviato: 25/9/2007 15:29  Aggiornato: 25/9/2007 15:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/10/2005
Da: Eurasia
Inviati: 392
 Re: Forse i palestinesi hanno scoperto di avere un cervello
...........................................Chissà gli imboniti dal grande fratello...

L’episodio di Betlemme risulta come produzione del "PPS, Palestine Solidarity Project", movimiento-non-viulento che dall'esordio ha fatto degli “attacchi” ai posti di blocco strumento preferito di protesta, efficacemente amplificata dal sito web pregevolmente impaginato:

sorprendenti la professionalità di documentazione del dettaglio senza l’assillo di un contesto (fumus?) persecutorio, così come la moderazione e tolleranza, quasi quid pro quo fra protestanti ed occupanti..., questi fra i tanti: risultato da artisti per gli illu-sionisti.

Ma i termini specifici della questione (medioriente ed oltre) rimarranno evanescenti senza capacitarsi delle fondamenta su cui poggia una costruzione, secondo progetto e contratto. Sopratutto se i maestri muratori attirano l’attenzione sulla facciata della costru-zion-e: lo sforzo si fa arte, contor-sionismo.

Per restare fra personaggi locali, Marco ci riporta il Verbo <<“Voi avete udito che fu detto: "Ama il tuo PROSSIMO e odia il tuo nemico". Ma io vi dico: Amate i vostri nemici...”>> Ovvia chiarezza nell’ aggiunta, ma contrastante la logica precedente (già Levitico)... Sembrerebbe però che per “prossimo” nell’originale aramaico (preservato dalla tradizione talmudica) si intenda esclusivamente “ebreo”.... Indi, “l’altro, non-ebreo” è nemico per antonomasia!

La “chiave” è indispensabile per spiegare sia la “novità” che l’essenza della “tra-di-zion-e”; interpretare il presente IMPONE uno sforzo di approfondimento; PREZIOSO sussidiario è “Storia Ebraica e Giudaismo”, sono 15€, ma ben spesi.

"Chi controlla il presente controlla il passato, chi controlla il passato controlla il futuro" Orwell, 1984
SpikeZ
Inviato: 25/9/2007 15:54  Aggiornato: 25/9/2007 16:02
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/9/2007
Da: Karalis
Inviati: 341
 Re: Forse i palestinesi hanno scoperto di avere un cervello
Ma davvero qualcuno crede che con la non-violenza cambieranno le cose? Sara', ma temo che sottovalutiate l'odio.

Poco tempo fa, forse 1 anno fa, ho letto di un ragazzo israeliano che e' salito su un autobus di palestinesi e ha sparato alla "chi prendo, prendo". Ed ha continuato fino a quando non l'hanno fermato (non ricordo se ucciso dalla polizia...boh). Il punto, comunque, e' che ha fatto di tutto per farne fuori il piu' possibile.
Non vi ricordate di quando un ragazzo palestinese fu adescato via internet da una ragazza israeliana? Lui ando' all'appuntamento pensando a chissa' quale storia d'amore ma trovo' ad attenderlo gli amici della ragazza... e lo massacrarono.

E voi pensate che con la non-violenza, si puo' fermare un odio verso la Palestina che viene insegnato gia' alle scuole elementari?

Se foste palestinesi, vi suggerirei di lottare. Se io fossi palestinese, non riuscirei mai a sposare la non-violenza contro gente che mi avvelena l'acqua, mi butta giu' la casa, mi impedisce di spostarmi con posti di blocco e cinte murarie, mi impone confini, e uccide i miei parenti, amici, le persone con cui sono cresciuto. E' vero che Ghandi ha avuto successo, ma davanti aveva degli inglesi non dei sionisti, perche' in caso contrario l'avrebbero mandato al creatore da subito.

Questo pianeta e' alla frutta e pensate alla non-violenza? Non lo so... credo che il tempo della non-violenza sia finito.

Edit: il titolo del post lascia perplessi comunque...

Giacula
Inviato: 25/9/2007 16:20  Aggiornato: 25/9/2007 16:20
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/11/2005
Da:
Inviati: 215
 Re: Forse i palestinesi hanno scoperto di avere un cervello
Per SpikeZ

Condivido pienamente il tuo pensiero, però faccio una considerazione.
Che possibilità hanno i Palestinesi di sconfiggere le armate sioniste tramite azioni violente? Io credo sia più saggio per loro cercare una strada diversa dalla violenza.

Saluti.

Doctor
Inviato: 25/9/2007 16:27  Aggiornato: 25/9/2007 16:27
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/10/2005
Da: Lisboa
Inviati: 108
 Re: Forse i palestinesi hanno scoperto di avere un cervello
Penso che il paragone con l'India sia fuori luogo. Gli indiani erano, allora, un popolo di almeno mezzo miliardo di persone...
Trovo il titolo dell'articolo un po' fuorviante e lievemente offensivo per il popolo palestinese.

"EMANCIPATE YOURSELF FROM MENTAL SLAVERY.
NONE BUT OURSELVES CAN FREE OUR MINDS"
Bob Marley
Doctor
Inviato: 25/9/2007 16:28  Aggiornato: 25/9/2007 16:28
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/10/2005
Da: Lisboa
Inviati: 108
 Re: Forse i palestinesi hanno scoperto di avere un cervello
So che MM non intendeva offendere ovviamente, ma chi capitasse per caso su LC potrebbe fraintendere.

"EMANCIPATE YOURSELF FROM MENTAL SLAVERY.
NONE BUT OURSELVES CAN FREE OUR MINDS"
Bob Marley
SpikeZ
Inviato: 25/9/2007 16:36  Aggiornato: 25/9/2007 16:36
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/9/2007
Da: Karalis
Inviati: 341
 Re: Forse i palestinesi hanno scoperto di avere un cervello
Ciao Giacula

Io penso che arrivati a un certa quantita' di ingiustizie subite si supera il punto di sopportazione e scatta l'istinto di sopravvivenza. Non credo che un palestinese, nemmeno uno, combatta per sconfiggere Israele. Combattono perche' sono stanchi.

E d'altronde, come non capirli.

Salut.

shm
Inviato: 25/9/2007 17:09  Aggiornato: 25/9/2007 17:09
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/8/2007
Da: perugia
Inviati: 1802
 Re: Forse i palestinesi hanno scoperto di avere un cervello
NETUREI KARTA: EBREI ANTI-SIONISTI



Dichiarazione di solidariet? degli ebrei
di Neturei Karta
con il popolo palestinese
In occasione della commemorazione della Nakba
Che la benedizione del Creatore sia su di Voi, nostri cari fratelli, popolo palestinese che soffre da lungo tempo.

Noi, Di Neturei Karta Internazionale, Vi salutiamo da Gerusalemme, New York, Londra e da tutto il mondo. Come molti di Voi sapranno gi?, il movimento sionista ? stato contrastato da ebrei ortodossi osservanti sino dall’inizio. Gli ebrei ortodossi hanno sempre creduto che per Decreto Divino il popolo ebreo sia tenuto a rimanere in esilio e vivere come cittadini leali nelle nazioni che li ospitano fino a che l’Onnipotente non avr? deciso la redenzione dell’umanit? intera.

Nell’anno 1948 il nostro Rabbino Capo Yossef Tzvi aveva inviato un telegramma alla Lega delle Nazioni a Lake Success, chiedendo loro di non incorporare le 60 000 famiglie ebree residenti a Gerusalemme nello stato di “Israele”, la cui proclamazione costituisce un sacrilegio. Cos?, i residenti ebrei sarebbero stati lasciati senza un potere sovrano che si occupasse delle faccende di Neturei Karta. In realt?, fummo trasformati in profughi perch? non c’? differenza tra un popolo cacciato via dalla sua terra ed un popolo cui la terra ? stata rimossa da sotto i piedi. Ci siamo appellati alle Nazioni Unite per ottenere un passaporto per rifugiati ed a tutt’oggi siamo in attesa di una risposta.

Oggi, decine di migliaia di Neturai Karta, guardiani di Gerusalemme nel significato di “guardiani della fede”, risiedono a Meah Shearim e nelle sue vicinanze, su terreni comprati da proprietari arabi, non confiscati contro la volont? dei proprietari. Il nostro Rabbino Capo defunto, Joel Teitelbaum, aveva proibito agli ebrei di stabilirsi in Terra Santa, considerando che ci? avrebbe messo in pericolo sia il corpo che l’anima. Naturei Karta aveva dato il benvenuto all’Autorit? Palestinese, guidata da Yassir Arafat ritornato in Palestina ed il Rabbino Moshe Hirsh fu proclamato “Ministro per gli Affari Ebrei” dell’Autorit? Palestinese – un gesto volto a dimostrare al mondo che la lotta in Terra Santa non ? tra ebrei ed arabi, bens? tra sionisti ed arabi.

Noi vediamo l’oppressione e l’umiliazione del popolo palestinese, innanzitutto ci? che gli viene inflitto oggi, dalle politiche criminali del “Ministro del Crimine” Sharon. E’ inammissibile che il popolo ebreo compaia quale oppressore, persecutore, ladro. Dappertutto nel mondo si trovano numerosi ebrei credenti che si dichiarano inorriditi dal comportamento criminale e razzista verso i palestinesi da parte dei sionisti. Per questi ebrei il Giorno dell’Indipendenza di Israele segna la pi? grande tragedia nella storia degli ebrei e nella storia dell’umanit?. Quel giorno, molti ebrei lo passano digiuni ed in preghiera.

Noi vogliamo che tutta la terra palestinese, naturalmente comprendente il complesso di Al Aqsa, sia restituita ad un governo palestinese.

Noi vogliamo il ritorno di tutti i profughi umiliati, anziani e giovani, alla loro legittima patria.

Noi vogliamo vivere nella terra della Palestina come ebrei anti-sionisti, risiedere qui come cittadini palestinesi leali e pacifici, cos? come i nostri avi che avevano vissuto in Palestina per secoli prima della tragica usurpazione di questo paese.

Invochiamo il Creatore che l’odierna commemorazione della Nakba possa essere l’ultima e che conceda che l’attuale stato di occupazione volga verso una rapida fine, ancora nei nostri giorni, sicch? ebrei e palestinesi possano vivere felici ed in armonia e pace in una Terra Santa tutta sotto sovranit? palestinese.

Vi saluto.

Rabbi David Weiss
Presidente di Neturei Karta International, New York

“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
dibba
Inviato: 25/9/2007 18:09  Aggiornato: 25/9/2007 18:09
So tutto
Iscritto: 23/9/2007
Da:
Inviati: 1
 Re: Forse i palestinesi hanno scoperto di avere un cervello
dobbiamo ricordare che non è la prima volta che accadono episodi del genere... e tutti questi sono stati sempre stroncati... purtroppo è la minoranza fondamentalista che danneggia questi due paesi... sia da una parte sia dall altra... speriamo che questa sia la volta buona in cui un intero popolo non è condannato per l'azione di pochi...

Redazione
Inviato: 25/9/2007 18:34  Aggiornato: 25/9/2007 18:34
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Forse i palestinesi hanno scoperto di avere un cervello
Ciao a tutti, soprattutto ai nuovi iscritti. (Bentornato Doctor).

A chi chiedeva come scrivere un articolo, devi mandarlo a [email protected] I forum sono liberi,nel senso che se vuoi parlare di un nuovo argomento cerchi la sezione adatta e apri un forum. Gli articoli degli utenti vengono normalmente pubblicati, ma debbono avere un minimo di requisiti, che verifichiamo prima noi in redazione.

A chi era perplesso sul titolo. Ovviamente non vuole essere offensivo, ma significa esattamente quello che dice; forse i palestinesi si sono finalmente accorti che continuando la spirale di violenza fanno soltanto il gioco di Israele. Se quindi ieri non erano “scemi”, erano sicuramentre accecati dalla violenza stessa. E’ facile per Israele annebbiargli la vista, e ricordandogli di avere un cervello significa semplicememte esortarli ad usarlo.

Bambooboy
Inviato: 25/9/2007 19:11  Aggiornato: 25/9/2007 19:11
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/12/2006
Da:
Inviati: 535
 Re: Forse i palestinesi hanno scoperto di avere un cervello
"Perché tra uccidere e morire c'è sempre la possibilità di vivere."

...non così tante possibilità, se ti sparano addosso [ o ti seppeliiscono sotto le macerie coi bulldozer; o tu sganciano missili in testa ], per il semplice fatto che altri reputano che per diritto divino quella terra appartenga a solo a loro.

"la non-violenza è l'unica seria garanzia di successo per i palestinesi."

...e quand'è che avrebbero usato la violenza? difendersi in armi contro un esercito invasore che nemmeno rispette le regole della Convenzione di Ginevra, a casa mia non si chiama violenza, ma autodifesa e/o resistenza.

"...se i palestinesi cadono nella trappola delle provocazioni..."

...piu' che cadere nella trappola, cadono sotto le bombe e i colpi di carriarmato o le fucilate dei cecchini con mirino telescopico che sparano in faccia ai bambini.

"“Anti-violenza” richiede uno sforzo ed un coraggio notevole, occorre avere “fede” nell’essere umano, nel lato positivo dell’essere umano cercando di risvegliarlo in più gente possibile."

...vaglielo a raccontare ai genitori dei civili assassinati dalle bombe sganciate sui civili

e poi questo, che a parer mio è il vero punto saliente della situazione:

"Che possibilità hanno i Palestinesi di sconfiggere le armate sioniste tramite azioni violente? Io credo sia più saggio per loro cercare una strada diversa dalla violenza."

ma i palestinesi non hanno alcuna intenzione di sconfiggere gli israeliani! i palestinesi stanno solo difendendosi per sopravvivere alle sopraffazioni degli israeliani.
i palestinesi da anni cercano una via diversa, come sostieni, solo che ogni volta che firmano un accordo [ che pure li penalizza ], passan un po' di giorni e ecco che arrivan gli areoplani, gli elicotteri, i carriarmati a sparare un po' di razzi nel mucchio dei civili. ecco che un muro gli divide casa, ecco che ti fermano ad un checkpoint un ambulanza e non la lasciano passare anche se crepa chi ci è dentro.

Vivi
Inviato: 25/9/2007 20:00  Aggiornato: 25/9/2007 20:00
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/10/2004
Da: nord Italia
Inviati: 198
 Re: Forse i palestinesi hanno scoperto di avere un cervello
Basterebbe leggersi i famosi accordi di pace per capire che non hanno alcuna scelta.. Mai avuta!

SMU
Inviato: 25/9/2007 20:01  Aggiornato: 25/9/2007 20:01
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/1/2007
Da:
Inviati: 158
 Re: Forse i palestinesi hanno scoperto di avere un cervello
http://it.youtube.com/watch?v=Z7cOwKHUFuQ

no comment

....fate su youtube ricerche su israeli soldiers e ne troverete a bizzeffe...

...a buon intenditor, poche parole...
shm
Inviato: 25/9/2007 20:40  Aggiornato: 25/9/2007 20:40
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/8/2007
Da: perugia
Inviati: 1802
 Re: Forse i palestinesi hanno scoperto di avere un cervello
Visto

...è il pretesto perpetuo.

Cattivi palestinesi, ci si deve difendere: gli invasori invasi...

“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
Linucs
Inviato: 25/9/2007 20:52  Aggiornato: 25/9/2007 20:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Forse i palestinesi hanno scoperto di avere un cervello
Ricordate che il palestinese, per il puro e semplice fatto di esistere, nega l'OLOCAUSTO.

Non capisco il titolo...cosa si vuole affermare? che fino ad ora si comportavano come dei senza cervello? senza voler giustificare nessuno, ma vedere la propria famiglia sterminata può mai condurre ad un atteggiamento pacifico?

Ma infatti: Israele non potrebbe semplicemente tassarli e distribuire assegni in modo mirato, in modo da farli estinguere come noialtri? Diobòno, un po' di fantasia! Imparate dall'Europa, che tanto vi ha dato, a parte i sommergibili e le valigie piene di soldi.

shm
Inviato: 25/9/2007 20:56  Aggiornato: 25/9/2007 20:56
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/8/2007
Da: perugia
Inviati: 1802
 Re: Forse i palestinesi hanno scoperto di avere un cervello
Ciao Massimo non sono d'accordo, non tanto sul titolo, ma sul concetto per cui attribuendo ai palestinesi la scelta della violenza o meno, a chiaro vantaggio d'Israele.
Credo infatti che quella della violenza sia per loro l'unica strada percorribile ahimè e indipendentemente dal fatto che a fianco vi siano israeliani, ebrei e/o altro.
E' indubbio sostenere che per quanto tu possa relegare entro confini un popolo, questo non si risolleverà mai dal territorio usurpato, ma attribuire ad un episodio di non violenza, una nuova via intrapresa per la pace, possa immediatamente trasformarsi inevitabilmente in un'aspettativa delusa.

“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
Dancar
Inviato: 25/9/2007 21:07  Aggiornato: 25/9/2007 21:07
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/11/2005
Da:
Inviati: 33
 Re: Forse i palestinesi hanno scoperto di avere un cervello
ANCORA INFORMZIONI DISTORTE

Premetto che non ero presente ma come è possibile che la tv di stato dia una informazione in un certo modo e la stessa notizia su tg La7 sia totalmente diversa:

AHMADINEJIAD è intervenuto alla Columbia University:

-vedi il tg1 delle 13.30 (il servzio si trova poco prima della metà del tg) vedi qui

-poi vedi il servizio su La7 QUI

URGE un articolo.
(PS. all'interno c'è anche il problema palestinese)

redna
Inviato: 25/9/2007 21:09  Aggiornato: 25/9/2007 21:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Forse i palestinesi hanno scoperto di avere un cervello
l'olocausto ebraico è stato l'inizio dell'olocausto palestinese.
La storia renderà merito che quanto viene propugnato dagli ebrei non corrisponde a quanto scoperto dai ricercatori archeologi.
Pertanto i testi che potrebbero contraddire sia la vera storia dell'esodo, e la conquista di canaan vengono annebbiati con i musei che ricordano l'olocausto. L'olocausto è lo specchietto in cui i sensi d colpa degli occidentali vengono presi, come in una rete.
Quando tutte le nazioni hanno avuto un loro olocausto, che senso ha celebrarne solo uno,per un popolo?
Ahmadinejad ogni tanto dice che l'olocausto deve essere rivisto, non è come ce lo raccontano.Dovrebbe,nel contempo, tirar fuori le ragioni per cui dice questo.O i documenti che lo comprovano.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
shm
Inviato: 25/9/2007 21:17  Aggiornato: 25/9/2007 21:17
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/8/2007
Da: perugia
Inviati: 1802
 Re: Forse i palestinesi hanno scoperto di avere un cervello
Non riesco a vedere tg1

“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
shm
Inviato: 25/9/2007 21:21  Aggiornato: 25/9/2007 21:21
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/8/2007
Da: perugia
Inviati: 1802
 Re: Forse i palestinesi hanno scoperto di avere un cervello
l'olocausto ebraico è stato l'inizio dell'olocausto palestinese.


L'olocausto così come viene rappresentato a scuola e tutti i giorni dai politici è una nebbia che affligge semplicemente il raziocinio umano.

Dire che l'olocausto è l'inizio dell'olocausto palestinese è molto riduttivo.
...direi che l'olocausto è l'11 settembre di 60 anni fa...

Controllo mentale
Potere sovvertito

“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
redna
Inviato: 25/9/2007 21:41  Aggiornato: 25/9/2007 21:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Forse i palestinesi hanno scoperto di avere un cervello
La nebbia, se si vuole, si fa presto a dissiparla...
Non si capisce perchè rimane ancora così fitta...
Se il raziocinio umano viene azzerato dalla nebbia...allora...

L'11 settembre di 60 anni fa non fu l'olocausto....
e ridajje ancora sta importanza....

Controllo mentale?
Potere sovvertito? cioè.....
Io direi piuttosto sensi di colpa....paura...preoccupazione che le cose andassero in maniera diversa.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
shm
Inviato: 25/9/2007 21:57  Aggiornato: 25/9/2007 21:57
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/8/2007
Da: perugia
Inviati: 1802
 Re: Forse i palestinesi hanno scoperto di avere un cervello
spiegami come la dissipi, nell'animo umano e nella coscienza collettiva delle persone abituate a vedere documentari, libri, film ecc. ecc. in continuazione e a ripetizione.
C'è un continuo bombardamento di questo... e se dici che ciò non provoca influenza o che riesci a dissiparla tranquillamente, ti faccio veramente i miei complimenti.


L'11 settembre di 60 anni fa non fu l'olocausto....
e ridajje ancora sta importanza....

Solo il futuro dimostrerà se è vero, per il momento non si può dire che l'11/9 non abbia cambiato il mondo ed abbia influenzato l'umanità.

Me sò spiegato fine'qui?

Io direi piuttosto sensi di colpa....paura...preoccupazione che le cose andassero in maniera diversa.
???

“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
redna
Inviato: 25/9/2007 22:11  Aggiornato: 25/9/2007 22:11
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Forse i palestinesi hanno scoperto di avere un cervello
Guarda che nessuno viene a dirti le cose stanno.
Nessuno ti viene a dire che molte cose non sono vere.
Bisogna prima capire quello che sembra vero, da quello che è falso.
Allora si può incominciare a capire qualcosa.
Non è andando a dire che tutti ci ingannano che si riesce a far cambiare l'andazzo del sistema di vita di oggi.

Certo che il bombardamento continua.Perchè vogliono che anche chi si azzarda ad uscire dal sistema, si senta pauroso, si dica:sono la mosca bianca...come è possibile....
Nel dire che la nebbia è facile dissiparla voglio dire che, come si è fatto questo genere di propaganda, allo stesso tempo POTREBBE essere possibile fare il giro inverso....La possibilità di per se esiste, questo è innegabile.
Per quanto riguarda l'11-9, non occorre aspettare tanto.TUTTI dicono che l'evento ha cambiato il mondo.
E te credo.Hanno fatto tutto sto casino per niente?

PS-per l'ultima parte mi rifaccio al post di wiston e al libro che ha proposto...sapere qualcosa del sionismo-giudaismo...non guasta....

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
shm
Inviato: 25/9/2007 22:28  Aggiornato: 25/9/2007 22:28
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/8/2007
Da: perugia
Inviati: 1802
 Re: Forse i palestinesi hanno scoperto di avere un cervello
Non si può capire e discernere ciò che è vero e ciò che non lo è dei fatti di cui parliamo, ed è un dato di fatto.

E infatti si cerca di far luce in questo modo... "controllato"!

Un palestinese, o meglio un cittadino non-ebreo non può fare quel tipo di propaganda inversa di cui tu affermi la possibilità.

La possibilità potrebbe essere un'eroistico atto dell'umanità all'unisono, ma ciò equivale ad un'utopia, a mio avviso.

Ho letto altro sul sionismo, ma sinceramente non so dell'autore che mi dici...

Comunque sopra ho postato del gruppo Netureu Karta ebrei anti-sionisti e la loro dichiarazione, non sò se l'hai letta ma se non l'avessi letta t'invito a farlo...
Anche alcuni ebrei la pensano come i palestinesi...

ciao

“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
Lestaat
Inviato: 26/9/2007 0:41  Aggiornato: 26/9/2007 0:41
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/7/2005
Da: Perugia
Inviati: 1774
 Re: Forse i palestinesi hanno scoperto di avere un cervello
Citazione:
Ovviamente non vuole essere offensivo, ma significa esattamente quello che dice; forse i palestinesi si sono finalmente accorti che continuando la spirale di violenza fanno soltanto il gioco di Israele. Se quindi ieri non erano “scemi”, erano sicuramentre accecati dalla violenza stessa. E’ facile per Israele annebbiargli la vista, e ricordandogli di avere un cervello significa semplicememte esortarli ad usarlo.


Massimo sei recidivo.
:P
Ma li hai letti gli articoli che ho postato?
O fai finta di niente?
Che diamine.
Quando i palestinesi fanno i pacifici, così come quando lo fanno gli israeliani, o quando sempre gli israeliani "osano" difendere un palestinese, nella migliore delle ipotesi finisce in ospedale CAZZO.
E' perfettamente inutile stare qui a discettare sulla bonta della non violenza se poi quando la si applica si crepa lo stesso.
Andiamo. Cerchiamo di essere seri.
Movimenti non violenti in palestina ci sono sempre stati, così come ci sono sempre stati anche in israele, solo che i primi vengono dispersi con i mitra, i secondi con le cariche della polizia.
Non idealizziamo un evento solo perchè dimostra quanto sia sacrosanto il nostro pacifismo, quello lo sappiamo già che è la cosa giusta, li crepano anche i pacifisti però eh.....se alzi le mani davanti allo Tsahal gli faciliti soltanto la mira.
Ma sul serio...finchè Massimo ci fa un articolo esprimendo un idea va bene, ma ora che stiamo qui a masturbarci a vicenda su quanto sia giusta e intelligente e costruttiva la non-violenza mi pare davvero fuori luogo quando, è bene ricordarlo ancora, I PALESTINESI STANNO FINENDO...e non per modo di dire, stanno proprio finendo le persone, gli uomini, le donne e i bambini.....FINISCONO....
Buoni, cattivi, volenti, non-violenti, colti, ignoranti, intelligenti o deficienti....stanno crepando TUTTI indistintamente.

In nomine libertatis vincula edificamus.
In nomine veritatis mendacia efferimus.
shm
Inviato: 26/9/2007 1:11  Aggiornato: 26/9/2007 1:11
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/8/2007
Da: perugia
Inviati: 1802
 Re: Forse i palestinesi hanno scoperto di avere un cervello
finchè non si intende il pretesto non si può constatare le conseguenze a cui porterà immancabilmente non solo in Palestina

“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
theMatrix
Inviato: 26/9/2007 9:52  Aggiornato: 26/9/2007 9:52
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/4/2007
Da:
Inviati: 86
 Re: Forse i palestinesi hanno scoperto di avere un cervello
Forza Palestinesi... continuate su questa linea, sono con voi.

florizel
Inviato: 26/9/2007 10:09  Aggiornato: 26/9/2007 10:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Forse i palestinesi hanno scoperto di avere un cervello
Citazione:
nel momento in cui i palestinesi perseguissero i loro diritti attraverso la strada della non-violenza, verrebbero a togliere agli israeliani la scusa stessa per trattarli come li stanno trattando ormai da decenni: prigionieri in casa propria.


Massimo, io trovo ingenua questa tua riflessione. Fosse solo per il fatto che omette di considerare che nessun tentativo di liberazione palestinese, né violento né pacifico, verrà mai accettato da israele, finchè lo stato di israele stesso non verrà svergognato nel suo ruolo chiave per l’instaurazione della politica del dominio mondiale.
Come al solito, almeno per quello che riguarda l’episodio del militare israeliano, il punto non è costituito dai rapporti tra individui ed individui, ma tra STATO ed individui.
Anche ammesso che quella della non violenza sia una strada percorribile, e che schieri la società civile israeliana contro i suoi rappresentanti istituzionali, resta da capire quali possano essere le reazioni di Israele nei confronti dei suoi stessi militari, o cittadini.
A quel punto, ritengo molto più probabile che una reazione violenta coinvolga gli stessi israeliani, piuttosto che i soli palestinesi.

Prendere coscienza degli orrori che il proprio stato ha perpetrato per giustificare la propria esistenza su quei territori, implica il superamento della logica persecutoria strumentalmente utilizzata dalla politica sionista. Implica prendere atto del fatto che sionismo e cultura ebraica rappresentano due cose completamente in antitesi, ed una coscienza tale sovvertirebbe a tal punto l’equilibrio interno dello stato sionista da rendere inevitabile la repressione sugli stessi cittadini israeliani.

Del resto, è già accaduto, ed accade sistematicamente, nei confronti degli ebrei ortodossi.

Citazione:
i palestinesi si sono ritrovati al loro fianco un attivista israeliano, che nella premessa della non-violenza ha difeso volentieri i loro diritti, schierandosi apertamente accanto a loro.


Se lo stato sionista consente che un suo militare si schieri dalla parte dei palestinesi senza intervenire, dovremmo chiederci se ciò non sia utilizzato come una sorta di propaganda a testimonianza della “democrazia” sionista, o che venga accettato solo finché rappresenta un caso isolato del tutto innocuo; o se le ragioni del militare non vengano poi smontate facilmente attraverso la reiterata questione della persecuzione ebraica, strumento senza il quale allo stato di israele stesso verrebbero a mancare le basi per giustificare lo spadroneggiare su quella terra.

La cartina al tornasole svela l’immobilità delle cose nel fatto che i refusenik siano ancora prigionieri nelle galere del loro stesso stato.
Ciò significa che ufficialmente lo stato israeliano è ben lungi dall’accettare che dal suo interno possano prendere piede e concretizzarsi riflessioni che la mettano in discussione.

La stessa rimozione di quella porzione di muro, più che un’apertura dello stato israeliano sembra un tentativo diplomatico di salvaguardare Betlemme per quello che rappresenta: il simbolo della convivenza tra le tre grandi religioni monoteiste. Mi chiedo, e chiedo, se quell’apertura non sia da considerarsi solo dal punto di vista diplomatico.

Bil'in, a village of Palestine.

Giusto dopo un'azione diretta condotta da palestinesi, attivisti internazionali ed alcuni israeliani tesa a sradicare un vigneto piantato dai coloni ebrei su terreni palestinesi vicino al villaggio di Bir Zeit. Forse è stata questa la ragione di una minore partecipazione alla 133^ manifestazione del venerdì a Bil'in.

Militanti di sinstra e Palestinesi danneggiano il muro della separazione

Citazione:
i leoni hanno tre alberi simili a quelli della savana, sotto i quali accontentarsi di fingere di essere i re della foresta. Ma alla sera, lontano dagli occhi dei turisti inconsapevoli, arriva il forcone per ricacciarli nella tana.


Ecco, questa la ritengo una metafora efficace di quello che sarebbe costretta a diventare la Palestina qualora eventuali risultati di quella lotta dovessero rivelarsi solo delle “concessioni” di Israele motivate da dinamiche tutt’altro che positive.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
redna
Inviato: 26/9/2007 11:24  Aggiornato: 26/9/2007 11:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Forse i palestinesi hanno scoperto di avere un cervello
lestaat

per quanto riguarda che i palestinesi stanno finendo, mi pare azzardato...e vorrei dire che potrebbe essere il contrario.
La recrudescenza di israele verso i palestinesi è data dal fatto che l'incremento democratico dei primi è inferiore ai secondi.
Pertanto quello che non vogliono è sparire come gruppo.
Gli ebrei non vogliono essere integrati, non lo hanno mai voluto.
I ghetti fatti nelle città a avevano lo scopo di tenerli isolati dal resto della gente.Di sera le porte venivano chiuse,nessuno entrava e usciva.

In tutta questa faccenda se non teniamo presente che siamo di fronte non allo scontro fra due fazione ma, fra due mentalità,la razza eletta del dio degli eserciti e gli altri...Potrebbe essere chiunque, in questo caso sono i palestinesi.
Mettersi a dire che sono uguali, è falso.
Non lo sono mai stati. Gli ebrei sono stati aiutati da molti.I palestinesi quasi mai, anche dagli stessi arabi.
Ai palestinesi manca tutto e ogni giorno gli tolgono di più...
Agli altri la la germania sta ancora pagando per le vittime di guerra.

I palestinesi non stanno finendo,come crudamente hai detto.
Vedi solo una parte. Stanno finendo gli ebrei
con i soldi e gli armamenti.La storia ora va avanti inversa.
Hanno fatto in modo che i palestinesi risultassero una razza inferiore.
Grazie alla propaganda ci sono riusciti.C'è un genocidio palestinese ed è aiutato dall'occdente, succube di chi un tempo cacciava dalla proprie città.

shm
hai fatto un'osservazione molto interessante....

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Lestaat
Inviato: 26/9/2007 17:20  Aggiornato: 26/9/2007 17:20
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/7/2005
Da: Perugia
Inviati: 1774
 Re: Forse i palestinesi hanno scoperto di avere un cervello
@redna
forse non mi sono spiegato.
Non era in senso lato lo spariscono.....era proprio un numero.....
nel 1997 i palestinesi erano 6.800.000, oggi sono meno della metà, soprattutto dal 2005 (anno in cui si stimavano 5.000.000 di palestinesi) il numero è in costante diminuzione.

In nomine libertatis vincula edificamus.
In nomine veritatis mendacia efferimus.
redna
Inviato: 26/9/2007 17:29  Aggiornato: 26/9/2007 17:29
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Forse i palestinesi hanno scoperto di avere un cervello
Bisog1nerebbe guardare diverse fonti e poi anche vedere gli israeliani come sono messi.
Pare che in molti se ne stiano andando di li spontaneamente.
Se i palestinesi sono in diminuzione potrebbe essere che vanno in altri stati perchè la natalità in palestina è sempre stata superiore a israele.
Mi sembra che in poco tempo l numero sia sceso troppo.
C'è anche da dire che nella situazione che c'è li bisogna fidarsi dei dati, quando ad essere sicuri dell'esattezza però....

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Enrico
Inviato: 26/9/2007 17:32  Aggiornato: 26/9/2007 17:32
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/1/2006
Da:
Inviati: 873
 Re: Forse i palestinesi hanno scoperto di avere un cervello
26 set 17:05
Israele: raid aereo su Gaza, 4 morti

GAZA - Israele ha effettuato un raid aereo su Gaza, nel corso del quale sono morte almeno quattro palestinesi. Almeno 40 mezzi corazzati dell'esercito israeliano, inoltre, secondo quanto riferito da testimoni, sono entrati a Beit Hanun bloccando tutti gli accessi. Beit Hanun e' il principale campo nomadi del nord della Striscia e viene considerato il rifugio dei miliziani palestinesi.

www.corriere.it

P.S. L'ennesimo esempio di cosa succede quando c'è un Paese senza esercito e armi pesanti per difendersi......altro che Gandhi....

Lestaat
Inviato: 26/9/2007 17:50  Aggiornato: 26/9/2007 17:50
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/7/2005
Da: Perugia
Inviati: 1774
 Re: Forse i palestinesi hanno scoperto di avere un cervello
@redna
ossignore...ma sul serio vuoi polemizzare su questo?
Vuoi che invece di dirti quanti palestinesi in meno ci sono ti dico quanti ne son morti in questi ultimi 10 anni?
Va bene lo stesso eh
sono più di UN MILIONE e CENTOMILA i morti palestinesi ufficialmente riconosciuti dalle associazioni indipendenti. Secondo fonti di parte invece sarebbero quasi DUEMILIONI E MEZZO.
Resta il fatto poi che quelli residenti in palestina oggi si sono ridotti a circa 2 milioni e mezzo, quindi riformulo più correttamente se vuoi:
I palestinesi IN PALESTINA stanno finendo.
Contento?

In nomine libertatis vincula edificamus.
In nomine veritatis mendacia efferimus.
shm
Inviato: 27/9/2007 0:16  Aggiornato: 27/9/2007 0:16
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/8/2007
Da: perugia
Inviati: 1802
 Re: Forse i palestinesi hanno scoperto di avere un cervello
http://bugietotali.blogspot.com/2007/08/vittime-degli-usa-o-signorotti-voi-la.html
Il video di questo post è molto chiarificanti sugli "aiuti" ricevuti da Israele da quand'è nato fino a oggi confrontando con gli aiuti di Africa e America latina messi insieme...
Gli USA sono il polmone, o la mammella di uno stato che vive come un parassita del corpo umano, per fare continuare un pretesto...

“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA