Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


news internazionali : Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Inviato da Redazione il 18/12/2012 22:30:00 (7854 letture)

La coda di paglia brucia vistosamente sotto il sottile velo dell'ipocrisia americana.

Con la scusa di "onorare la memoria delle vittime" della scuola elementare, due major hollywoodiane hanno deciso di rimandare la prima del loro rispettivo "film di Natale".

Chi sa qualcosa di cinema sa bene cosa significhi fare una scelta del genere in termini di perdita economica.

La Columbia aveva in programma la prima di "Django Unchained", il nuovo film di Quentin Tarantino che racconta di un nero liberato dalla schiavitù che diventa un cacciatore di taglie. Insomma, il solito minestrone di sangue, fucilate e situazioni improbabili, al quale questo speculatore dello splatter patinato ci ha abituato fin dai tempi di "Reservoir Dogs".

Anche la Paramount ha pensato che non sarebbe stato saggio uscire questa settimana con il nuovo film di Tom Cruise, "Jack Reacher", che inizia proprio - guarda caso - con un tiratore solitario che uccide alla cieca una dozzina di persone.

Chi se l'è presa a male naturalmente è proprio Tarantino ...

... il quale ha dichiarato: "Sono stufo di dover difendere i miei film ogni volta che gli Stati Uniti rimangono scioccati da un episodio di violenza. Il mondo è semplicemente un posto violento, le tragedie succedono, prendetevela con i protagonisti di quelle tragedie".

Naturalmente, che vi sia un legame fra il fatto che "il mondo è un posto violento" e che nei suoi film - e non soltanto nei suoi, sia chiaro - si mostri gente che ammazza altra gente dal mattino alla sera, non gli è nemmeno passato per la testa.

O forse davvero la Columbia e la Paramount hanno deciso di rinunciare a dozzine di milioni di dollari di incassi solo perchè vogliono onorare la memoria delle vittime di Newtown?

Massimo Mazzucco

Fonte BBC

Voto: 7.00 (3 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
Homero
Inviato: 18/12/2012 22:47  Aggiornato: 18/12/2012 22:49
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/4/2007
Da:
Inviati: 466
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Massimo, non mi toccare Tarantino!...scherzo ovviamente

La violenza nell'arte c'è sempre stata, basta vedere quanta "violenza" c'è nelle opere del mio amato Caravaggio...il problema semmai ( e mi sembra di capire sia questo il punto) è la violenza "gratuita" nei mass media (quindi cinema, ma anche tv, giornali etc.), in un mondo che in realtà è meno violento di come viene rappresentato (attenzione, non sto dicendo che non c'è violenza)

Per quanto mi riguarda, ad esempio, il genere horror l'ho abbandonato da tempo (che palle la classica inquadratura fissa sul volto, camera che gira di scatto, suono improvviso...ah, scusate, era solo il gatto! Ma vaff....! )

Giano
Inviato: 18/12/2012 23:46  Aggiornato: 18/12/2012 23:49
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/3/2011
Da:
Inviati: 1424
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Redazione Citazione:
O forse davvero la Columbia e la Paramount hanno deciso di rinunciare a dozzine di milioni di dollari di incassi solo perchè vogliono onorare la memoria delle vittime di Newtown?

La stampa italiana dice che i film saranno nelle sale statunitensi come da programma e che si sono limitati a posticipare la "prima", la presentazione ufficiale.

Non hai apprezzato " Dal tramonto all' alba".

Shavo
Inviato: 18/12/2012 23:57  Aggiornato: 18/12/2012 23:57
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/5/2008
Da:
Inviati: 334
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Stavolta non sono d'accordo. Adoro Tarantino e sono la persona meno violenta che conosca. La violenza nell'arte non è nociva quanto innumerevoli e sottili forme di violenza che ci circondano e che viviamo ogni giorno sulla pelle.
Mi spiace per Tarantino, lui di certo non lo meritava.

Redazione
Inviato: 19/12/2012 0:11  Aggiornato: 19/12/2012 0:12
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
GIANO: "i film saranno nelle sale statunitensi come da programma e che si sono limitati a posticipare la "prima", la presentazione ufficiale."

Certo che si sono "limitati" a posticipare la prima (mica buttano il film nella spazzatura, se è solo per quello). Ma sai cosa significa saltare la serata di lanciamento, in termini di incassi perduti, con dei blockbuster del genere?

***

SHAVO: "Adoro Tarantino e sono la persona meno violenta che conosca."

Il cinema - per quanto commercializzato - rimane una forma di espressione artistica, per cui ciascuno ha diritto alle proprie opinioni, e nessuno può stabilire a priori cosa sia "bello" e cosa "brutto", cosa sia "giusto" e cosa sia "sbagliato".

Detto ciò, non vorrei che questa diventasse una discussione su Tarantino (se volete facciamola, e partecipo volentieri anch'io - ma in un forum apposito).

Io ho citato lui perchè è stato il suo film ad incappare nel ritiro della prima, e perchè lui rappresenta proprio - a mio parere - la quintessenza della violenza gratuita. Ma è della violenza al cinema in generale che vorrei si parlasse, e non del grande discepolo di Oliver Stone.

Aigor
Inviato: 19/12/2012 0:33  Aggiornato: 19/12/2012 0:33
Ho qualche dubbio
Iscritto: 1/7/2011
Da: GE
Inviati: 211
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
@ Shavo

Faccio una doverosa premessa: sono stato un appassionato di film horror finché lo splatter è diventato più importante di tutto il resto.

Vedi, bisogna stare attenti a "personalizzare" i ragionamenti... purtroppo la gente è diversa da te, o meglio: in alcune cose uguale in altre diversa.
Quindi ciò che a te non fa nulla ad altri potrebbe fare molto, e basta faccia un pochino a chi è predisposto.
Non puoi separare la violenza dell'arte da tutte le altre solo perché a te piace

Detto questo, il problema è che in questi ultimi 30 anni (almeno) si è sempre più "spersonalizzato" il concetto di "togliere la vita".
Il cinema purtroppo ha dato un grande aiuto, perché mostrare squartamenti, ecc. ecc. è via via stato sempre più facile grazie agli effetti speciali.
E i videogiochi di conseguenza.

Bisogna cominciare a pensare che non è vero che ognuno è libero di guardare ciò che vuole tanto non succede nulla. Che è solo intrattenimento.

Purtroppo ciò che guardi e ascolti ti forma, ti cambia e quindi sei soggetto ad un condizionamento senza nemmeno rendertene conto.
Magari hai dei meccanismi di difesa molto più agguerriti di altri, ma è un dato scientifico che gli input sensoriali ti modificano, addirittura a livello cellulare. Puoi immaginare psicologico...

Ma perché si ritiene che il cervello sia al sicuro da qualsiasi spazzatura gli mettiamo dentro?
Forse perché una ferita infetta la vedi mentre un cervello infetto risalta solo quando dai fuori di matto (e magari fai una strage)?

Abbiamo esempi sotto gli occhi in casa nostra tutti i giorni: 30 anni di televisiva identificazione della donna in mero oggetto ha aiutato gli insani (potenziali) a pensare di avere diritto di vita e di morte sulla fidanzata/sorella/moglie...

E ci si lamenta dei musulmani... chissà perché mi viene in mente la faccenda della pagliuzza e della trave...

La violenza è l'ultimo rifugio degli incapaci
(I. Asimov - Il crollo della galassia centrale)
Giano
Inviato: 19/12/2012 0:34  Aggiornato: 19/12/2012 0:34
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/3/2011
Da:
Inviati: 1424
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Redazione Citazione:
Certo che si sono "limitati" a posticipare la prima (mica buttano il film nella spazzatura, se è solo per quello). Ma sai cosa significa saltare la serata di lanciamento, in termini di incassi perduti, con dei blockbuster del genere?

Veramente no!
Ma sono pronto a scommettere che qualcuno sta gongolando per questa dose di pubblicità gratuita.

La violenza vende, nun ce sta nient 'a fa'.

Kenshiro
Inviato: 19/12/2012 2:14  Aggiornato: 19/12/2012 2:14
Mi sento vacillare
Iscritto: 21/5/2010
Da: Croce del Sud
Inviati: 318
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Aigor:

Bisogna cominciare a pensare che non è vero che ognuno è libero di guardare ciò che vuole tanto non succede nulla.

Che è solo intrattenimento. Purtroppo ciò che guardi e ascolti ti forma, ti cambia e quindi sei soggetto ad un condizionamento senza nemmeno rendertene conto.

Magari hai dei meccanismi di difesa molto più agguerriti di altri, ma è un dato scientifico che gli input sensoriali ti modificano, addirittura a livello cellulare. Puoi immaginare psicologico...

Ma perché si ritiene che il cervello sia al sicuro da qualsiasi spazzatura gli mettiamo dentro?


BRAVO Aigor! Hai centrato il problema!
Oramai film,musica e videogames vengono USATI allo scopo di EDUCARE alla violenza.

Ma attenzione: anche se azioni violente venivano mostrate già nei decenni scorsi nei film,oggi si sta sviluppando un tipo di violenza nuova:

Spietata,facile,gratuita,fredda,senza nessun riferimento alla sofferenza e al dolore che questa provoca e alla tragedia umana che causa.

Insomma,violenza fine a se stessa.

Faccio un esempio:

Da ragazzino seguivo un cartone animato in Tv (potete intuirlo dal mio Nickname) dove effettivamente c'era violenza.
Ma veniva presentata insieme a sofferenza e tragedia umana,rendendola qualcosa di poco piacevole.
Benché il protagonista si trovasse ad essere costretto a farne uso,questo avveniva per porre fine alla violenza stessa a danno dei più deboli perpetrata da spietati assassini (di cui spesso poi in punto di morte si mostrava il lato umano).

Con questo non sto assolutamente giustificando la violenza. Ma sto dicendo che la si sta "spersonalizzando" nascondendo la tragedia umana, la sofferenza,e il dolore che invece è fondamentale per far capire che CAUSA DELLE CONSEGUENZE estremamente negative.

Questo avviene in particolare dal cinema di Hollywood,che non esito a definire strumento di (cattiva) educazione nelle mani degli Illuminati.
(non tutto,ma in buona parte).

Mondo marcio!!!
Redazione
Inviato: 19/12/2012 3:15  Aggiornato: 19/12/2012 3:16
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
GIANO: "Ma sono pronto a scommettere che qualcuno sta gongolando per questa dose di pubblicità gratuita."

E' esattamente il contrario. Questa è pubblicità NEGATIVA, nessuno la vuole.

Quello a cui hanno rinunciato invece (cancellando le prime dei film), sono tonnellate di pagine di giornale e ore intere di copertura radio e TV gratuite che avrebbero avuto sui media mainstream.

Ecco perchè dico che perdono milioni di dollari: perchè non hanno più il riscontro al botteghino di tutte quelle ore di copertura mediatica gratuita che avrebbero avuto facendo la prima.

Ora invece, per sopperire, devono comperarsi molti più spazi pubblicitari per i trailer TV, che costano ovviamente un sacco di soldi.

ivan
Inviato: 19/12/2012 4:34  Aggiornato: 19/12/2012 4:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Citazione:


Insomma, il solito minestrone di sangue, fucilate e situazioni improbabili,



Il punto è capire perchè il marketing di film e fumetti ci propone sempre questo minestrone in tutte le sue varianti sapzio-temporali.

E' solo perchè questo genere di "cucina" garantisce tanti biglietti venduti o c'è dell'altro tipo una sottile propaganda avente un qualche fine oscuro ?

Secondo me sono entrambe le cose, ma il guaio sono le conseguenze (il fenomeno spiacevole delle emulazioni, su cui ci si potrebbe dilungare parecchio).

Ci vorrebbe un minimo di serietà in piu' e proporre films e fumetti che non siano sempre lo stesso clichè del cow-boy con i problemi personali che lotta sua malgrado ocntro il male per conto del presidente affiancato sempre dalla bella principessa che lo toglie dagli impicci sempre lì quasi alla fine del film.

Anche nei films la creatività di un tempo pare essere scomparsa visto che propongono sempre le stesse situazioni; si, vabbè che, come il flop di Dune insegna, ci deve essere un ritorno economico però non se ne può piu' sempre dello stesso minestrone; sono corto di fantasia lì nella fabbrica dei film visto che usano sempre la stessa ricetta ?

Quanto all'aspetto della propaganda veicolata attraverso i films , cosa già discussa in un 3ad proposto dal buon Dj, c'è poco da dire: è incredibile dove possa arrivare la mancanza di serietà di certi politici al governo delle nazioni.

crunch
Inviato: 19/12/2012 5:10  Aggiornato: 19/12/2012 5:10
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/5/2012
Da:
Inviati: 560
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Citazione:
.il problema semmai ( e mi sembra di capire sia questo il punto) è la violenza "gratuita" nei mass media (quindi cinema, ma anche tv, giornali etc.), in un mondo che in realtà è meno violento di come viene rappresentato


Quoto in pieno, convincere la gente che il mondo sia piu violento di quanto in realta sia o possa essere comunemente percepito e' il lasciapassare per un invisibile terrorismo dentro ciascuno di noi che in ultimo ci porta a tollerare qualsiasi guerra in giro per il mondo.
Lo scopo di certi film, telefilm, cartoni e' proprio assuefarci allla violenza al punto che finito il telefilm se per caso inizia il TG con la notizia di israele che ammazza un po' di palestinesi si e' naturalmente portati a confondere finzione e realta' tanto da non farci nemmeno piu caso.
Pensiamo a top gun, rambo e menate simili....quando ci fu l'attacco in Ex Jugoslavia i padri portavano i figli ad Aviano a vedere i caccia che partivano carichi di missili e di morte, e a loro pareva probabilmente ne piu e ne meno che essere al cinema senza minimamente pensare alle persone che di li a poco sarebbero morte. Queste cose le sanno bene alla Columbia e alla Paramount........

Bakunin
Inviato: 19/12/2012 6:11  Aggiornato: 19/12/2012 6:16
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/5/2012
Da:
Inviati: 49
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Messo così il discorso è secondo me assai parziale, nel senso di limitato.
Proiettati in un contesto sociale differente, i film violenti non sortirebbero alcun effetto secondario o terziario, il problema è che sparatorie e uccisioni varie vanno ad aggiungersi allo spregio assoluto della vita umana intesa come tale, al di là se essa venga interrotta da uno sparo o devastata da meccanismi economici perversi.
Immaginate qualcosa di più violento, cinico, freddo e disumano di ciò che è accaduto all'Ilva di Taranto, ovvero "o ti ammali di cancro o crepi di fame" ?
Forse che il ricatto di Marchionne "O lavori come una bestia rinunciando ai tuoi diritti o crepi di fame" sia poi così lontano dal primo esempio ?
Ciò che sta accadendo in Grecia e in Spagna, con famiglie e persone di tutti i generi ridotte sul lastrico dall'oggi al domani per folli interessi di pochi bastardi, è forse un messaggio meno devastante di un film di Tarantino ?
Non dimentichiamoci dei suicidi italiani che allo stato ("s" minuscola voluta) pare non facciano un baffo, così come gli allucinanti pignoramenti e sfratti dei criminali di Equitalia.
Nella realtà americana del "tutti contro tutti" e "vinca il più forte e il più carogna", che spazio volete che rimanga per l'umana compassione e il reciproco rispetto ? A quali pressioni sono sottoposti gli adolescenti per non essere considerati degli "sfigati" ?
Che rispetto della vita umana e della sua dignità c'è in tutto questo ?
In realtà c'è solo da meravigliarsi che di stragi non ne accadano decine al giorno e non solo in America, questa è la verità !

Per cui, personalmente, prima di dare la caccia alle streghe hollywoodiane, comincerei a mettere sotto processo i media "reali", ovvero tv e stampa che, raccontando e propronendo la "realtà" con un certo taglio, inaridiscono menti e cuori più del peggiore splatter sul mercato.
Da poco mi sono visto "Bitch slapt", classico movie in stile tarantiniano e mi sono divertito un sacco senza che la mia mente venisse sfiorata da pensieri violenti, poi leggo le interviste a Monti, Passera, Merkel e Marchionne e, chissà com'è, mi viene voglia di andare in cerca di un AK47...

Jurij
Inviato: 19/12/2012 6:47  Aggiornato: 19/12/2012 6:51
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Citazione:
... il quale ha dichiarato: "Sono stufo di dover difendere i miei film ogni volta che gli Stati Uniti rimangono scioccati da un episodio di violenza. Il mondo è semplicemente un posto violento, le tragedie succedono, prendetevela con i protagonisti di quelle tragedie".

Ohhhhhh … finalmente …. Dopo anni che “sparo” su Tarantino, proprio lui mi da ragione.

Proprio una "gran persona" ...

Citazione:
Naturalmente, che vi sia un legame fra il fatto che "il mondo è un posto violento" e che nei suoi film - e non soltanto nei suoi, sia chiaro - si mostri gente che ammazza altra gente dal mattino alla sera, non gli è nemmeno passato per la testa.

In una "testa" del genere ?
Niente di nuovo.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Jurij
Inviato: 19/12/2012 6:55  Aggiornato: 19/12/2012 6:56
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Aigor
Citazione:
Bisogna cominciare a pensare che non è vero che ognuno è libero di guardare ciò che vuole tanto non succede nulla. Che è solo intrattenimento.

Purtroppo ciò che guardi e ascolti ti forma, ti cambia e quindi sei soggetto ad un condizionamento senza nemmeno rendertene conto.
Magari hai dei meccanismi di difesa molto più agguerriti di altri, ma è un dato scientifico che gli input sensoriali ti modificano, addirittura a livello cellulare. Puoi immaginare psicologico...

Ma perché si ritiene che il cervello sia al sicuro da qualsiasi spazzatura gli mettiamo dentro?

Che dire, complimenti Aigor.

p.s. Ricordo che il "proibito" è il motore della perversione, motore molto potente (mica minardi motori moderni).

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
peonia
Inviato: 19/12/2012 7:31  Aggiornato: 19/12/2012 7:31
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
straquoto Igor e Kenshiro, stavo per scrivere le stesse constatazioni e, per quanto possa sembrare assurdo quanto scrisse Icke in La Verità vi renderà liberi - l'ho già detto e lo ripeto - il "complotto" del Potere verso l'umanità, deciso nel 1954, a tavolino....(e poi dicono che ti pare che delle persone si riuniscono a tavolino per decidere.....ahahah! ) era svilire le coscienze attraverso droga,pornografia e violenza....
Mi pare che sia riuscito appieno....ne vediamo sia i mezzi che i risultati!

p.s.:io non lo capisco Tarantino.....

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Fabrizio70
Inviato: 19/12/2012 8:22  Aggiornato: 19/12/2012 8:22
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Citazione:
BRAVO Aigor! Hai centrato il problema! Oramai film,musica e videogames vengono USATI allo scopo di EDUCARE alla violenza.


Scusa ma penso che ci stiamo dimenticando un piccolo particolare , ovvero la facoltà di scelta . non è che vengono a casa nostra per un trasporto coatto al cinema che proiettano hostel III , non ti puntano una pistola per giocare a Call of duty , non ti legano alla sedia per ascoltare 19 di Paul Hardcastle (Che poi durante la guerra del Kossovo era la canzone più trasmessa dalle radio albanesi è un altro discorso ), tutte queste azioni le compiamo noi stessi , del resto pure tu che ti lamenti della violenza poi hai un avatar di un personaggio violento , come se possa esistere una violenza buona , chissà perchè non hai scelto qualcuno dei personaggi Heidi.....

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
Spiderman
Inviato: 19/12/2012 8:35  Aggiornato: 19/12/2012 8:35
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 19/9/2009
Da:
Inviati: 2722
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Oddio, non è che prima dell'avvento del cinema dei videogames e della tv spazzatura, sulla terra regnasse pace e giustizia. E' proprio nell'uomo che c'è qualcosa che non va. A mio modo di vedere, il cinema riflette e prende spunto da quello che "vede" nella società e non il contrario.

"Ogni giorno racconto la favola mia, la racconto ogni giorno chiunque tu sia, e mi vesto di sogno per darti se vuoi, l'illusione di un bimbo che gioca agli eroi. (Renato Zero)
Aironeblu
Inviato: 19/12/2012 9:02  Aggiornato: 19/12/2012 9:02
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/1/2012
Da: Ha Noi
Inviati: 1947
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Riprendo le osservaziomi di @Kenshiro, che mi sembrano sottolineare un fattore fondamentale:

Oramai film,musica e videogames vengono USATI allo scopo di EDUCARE alla violenza. Ma attenzione: anche se azioni violente venivano mostrate già nei decenni scorsi nei film,oggi si sta sviluppando un tipo di violenza nuova: Spietata,facile,gratuita,fredda,senza nessun riferimento alla sofferenza e al dolore che questa provoca e alla tragedia umana che causa.
Insomma, violenza fine a sè stessa.


È proprio il tipo di violenza introdotto da Tarantino nei suoi film, "pulp fiction" in primis, dove i protagonisti uccidono indifferentemente amici e nemici senza la minima emozione, spappolano cervelli per la macchina per distrazione, vivono in una specie di realtà onirica dove nulla ha più valore. Inizialmente ho pensato che si trattasse di satira, una maniera geniale e scioccante per denunciare la deriva violenta presa dalla produzione Hollywoodiana, ma presto ho dovuto riconoscere che si trattava di un omaggio alla violenza puro e semplice.
C'è un bel salto dai films (già ignobili) in cui i "buoni" cowboys o soldati uccidevano come formiche i "cattivissimi" indiani o tedeschi, stendendone a centinaia senza mai farsi neppure un graffio. Oppure dagli stupidissimi Rambi e Commandos in cui i nemici erano vietnamiti o bande di cattivissimi criminali. Quella era semplice propaganda volta a giustificare scellerate scelte politiche.
Ma con Tarantino siamo passati all'elogio della violenza per la violenza, che cancella con un colpo di spugna il valore della vita e il dramma della morte, che non è più un sacrificio da accettare "per la vittoria del bene" ma diventa qualcosa di totalmente indifferente.
Non si può non pensare al piano citato da @Peonia per annullare le coscienze con stupefacenti, pornografia, violenza, e tanto altro, sradicare i cittadini dalla realtà per controllarli più facilmente. Poi, se il calcolo economico consiglia di rimandare la prima, pazienza, non c'è fretta.

peonia
Inviato: 19/12/2012 9:38  Aggiornato: 19/12/2012 9:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Scusa ma penso che ci stiamo dimenticando un piccolo particolare , ovvero la facoltà di scelta ...


Questo vale per molte cose ma non per tutto, quando cresci insieme a certe scene, sin da piccolo - e per i maschi è facile, non a caso le femmine magari scelgono Heidi - diventano quasi naturali e ne ho sentiti di discorsi assurdi del tipo "a me non fanno effetto"....ne abbiamo già parlato, le immagini sono, molto profondamente nell'inconscio, dannose..



"Non c'è peggior schiavo di colui che è falsamente convinto di essere libero" [Goethe] ...

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Piero68
Inviato: 19/12/2012 9:44  Aggiornato: 19/12/2012 9:45
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/9/2012
Da:
Inviati: 134
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Secondo me è il solito vecchio discorso se è nato prima l'uovo o prima la gallina. Nel senso che sono decenni che ci chiediamo se e quanto la finzione (cinema, libri, TV, cartoon) possa influenzare persone a commettere determinte azioni o se, viceversa, sono alcuni episodi che ispirano la produzione di film e quant'altro.
Io, nel mio piccolo, credo che da sempre tutti i lavori di fantasia siano influenzati dal periodo in cui vengono fatti. Un esempio legato al nostro cinema. Nel dopo-guerra (periodo duro) c'era il neo realismo. Nel periodo del boom andavano di moda i film pecorecci (periodo leggero, film leggero). Finedo ad oggi dove sono sempre più i film che hanno per protagonisti persone con problemi di lavoro.
Chiaro è che in un periodo dove la violenza si respira ovunque non c'è da meravigliarsi che abbondino film violenti.
Sull'influenzabilità delle persone bisognerebbe aprire un discorso a parte. A parte che non credo che un giovane decida di fare una strage semplicemente perchè ha visto un film di Tarantino o Rodriguez. I prodotti di fantasia possono influenzare aspetti caratteriali di una persona non fargli commettere un'azione piuttosto che un'altra. Ergo, per quel che mi riguarda, un pazzo rimane un pazzo e le sue azioni rimarranno sempre legate alla sua follia e non al fatto se abbia visto o meno Pulp Fiction o Reservoir dogs

Shavo
Inviato: 19/12/2012 9:46  Aggiornato: 19/12/2012 9:46
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/5/2008
Da:
Inviati: 334
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Io mi impegnerò a rifletterci ma, come prima, l'idea che i film violenti vengano pubblicizzati per favorire un'educazione alla violenza mi suona molto da "manie da complottista"... e lo dice uno che è già stato accusato più volte di questo ^^
I film violenti vendono, perciò vengono finanziati e pubblicizzati. Ho detto tutto, sempre a mio modesto parere..

incredulo
Inviato: 19/12/2012 10:06  Aggiornato: 19/12/2012 10:06
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Citazione:
un pazzo rimane un pazzo e le sue azioni rimarranno sempre legate alla sua follia


Il problema e' diventato che questa FOLLIA non viene piu' considerata tale.

La normalita' della violenza GRATUITA, l'abitudine alla violenza GRATUITA e' ATTUALITA'.

E lo e' nelle menti assuefatte al bombardamento continuo di violenza GRATUITA che viene propagandato quotidianamente.

Il mondo e' violento ma non e' CRUDELE.

La crudelta' e' un "valore" aggiunto, un "valore" costruito, un "valore" per pochi ESSERI, quelli che comandano.

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
liberta11
Inviato: 19/12/2012 10:25  Aggiornato: 19/12/2012 10:26
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/10/2011
Da:
Inviati: 388
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
@Massimo Mazzucco.

I film di Tarantino li vedono anche in Svizzera, Danimarca, Olanda, ecc... quante volte senti parlare di stragi?

I film e i videogiochi influiscono POCHISSIMO in una società.

L'America era violenta prima che esistessero i videogiochi, l'Italia è sempre stata una nazione piena di criminali, anche prima dell'arrivo dei film di Tarantino... e in Messico? Vogliamo parlare del Messico di oggi?
Quelli non hanno certo bisogno di Tarantino e dei suoi film, anche perchè SONO PEGGIO (basti vedersi qualche video su internet).

Perciò, per me la discussione non ha nemmeno senso di esistere.



P.S. L'unica differenza che c'è tra ieri e oggi, è che riusciamo a "sopportare" meglio certe immagini in TV, ma questo non vuol dire che ci fanno piacere o godiamo nell'andare in giro ad ammazzare le persone come NEI FILM di Quentin.

Sertes
Inviato: 19/12/2012 10:28  Aggiornato: 19/12/2012 10:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Citazione:
liberta11 ha scritto:
Perciò, per me la discussione non ha nemmeno senso di esistere.


Infatti non hai capito che la violenza nei mass media serve per de-sensibilizzare la gente e far sì che accetti che i suoi eserciti vadano in giro per il mondo a compiere le peggiori nefandezze. (Sì, anche Danimarca, Olanda e compagnia bella... la Svizzera, da sempre, fa caso a parte, ma è l'eccezione che conferma la regola)

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Maksi
Inviato: 19/12/2012 11:00  Aggiornato: 19/12/2012 11:01
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/10/2011
Da:
Inviati: 1219
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Hollywood e' propaganda a piu' livelli, certamente... ma non so se sia giusto parlare di "educare la violenza". Piu' che altro mi sembra che vogliano provocare un certa catarsi sadica nello spettatore, che vede la sofferenza dall'esterno, come un dio intoccabile, che guarda il destino di personaggi virtuale, senza nessuna connessione al reale. Questo lo desensibilizza a certe scene, perche' tutto e' portato a livello di spettacolo. Non ci piace la violenza, ma quando si presenta come uno show, diventa cool e persino glamour. Lady Gaga fa del sadomasochismo estremo, fine a se stesso, un gioco per bambini.
Un problema, secondo me, non e' mostrare tanto la violenza in TV, ma quello di volgalizzarla e banalizzarla. Nelle tragedie greche e sheakspeariane muoiono tutti in maniera estremamente violenta, dove l'apice della tragedia diventa proprio la morte stessa, che appare nella scena un protagonista vivo, senza banalizzazioni. Persino i romani, durante i "giochi" gladiatori non banalizzavano la morte, ma anzi, la esorcizzavano, perche' la vedevano nuda e cruda e non banalizzata. C'e' molta differenza...

Mi sono ricordato di una scena de I Soprano di una violenza inaudita - nei Soprano la violenza e' sempre presente, ma mai banale -, ma la scena diventa cosi' "vera" che recepisci la drammaticita', la tragicita' e una inesorabile repulsione verso la violenza. In questo caso la violenza si espone in tutta la sua crudezza, che educa in modo positivo, secondo me. Sui film splatter o pulp c'e' invece una morbosista della violenza che quasi eccita' lo spettatore (non e' neanche un caso che ci siano sempre belle figliole a morire spesso)... Ma comunque Tarantino e' un altro livello, sopratutto per i Reservior Dogs (Le Iene), che e' piu' una tragedia umana che altro, nemmeno lontanamente paragonabile ai suoi film attuali... delle ciofeche vere e proprie.

cheddyved
Inviato: 19/12/2012 11:20  Aggiornato: 19/12/2012 11:20
Ho qualche dubbio
Iscritto: 16/2/2007
Da:
Inviati: 109
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Più che Tarantino e soci sono gli antidepressivi che provocano stragi e suicidi..Prozac e Xanax più di Pulp fiction..

liberta11
Inviato: 19/12/2012 11:28  Aggiornato: 19/12/2012 11:32
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/10/2011
Da:
Inviati: 388
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
@Sertes

Ma basta!!!!

Conosco tantissima gente che si vede i film più violenti di questo mondo e che è sempre contro le guerre americane COME e più di voi, perciò basta co ste caxxate del "de-sensibilizzare la gente".

In Danimarca, Olanda e altri luoghi NON SUCCEDONO le cose che accadono in America, punto.

E poi vogliamo parlare della Germania o della Francia?
Io non ricordo un loro intervento militare in Iraq... COME LA METTIAMO?
Lì non li vedono i film di Tarantino?

Se intervengono in un conflitto è solo perchè evidentemente gli fa comodo a livello politico o economico, NON PERCHE' VENGONO PROIETTATI I FILM DI TARANTINO E SOCI.

E la gente protesta sempre e ha sempre protestato negli anni passati contro certe guerre (altro che de-sensibilizzazione)... vedi 1 milione di persone a Roma nel 2004 (nessuno di loro vede Tarantino?).

Ogni volta per voi c'è sempre dietro un complotto, poi chiedetevi perchè alla lunga non siete più credibili e il CICAP riesce ad ottenere certe "attenzioni" raccontando SOLO quello che gli fa comodo e io lì, su wikipedia, a farmi il deretano per riportare altre notizie che raccontino cose al di là del CICAP, MA CHE SIANO CREDIBILI e non teorie stramapalate che fuoriescono spesso dai siti complottisti.



Stampede
Inviato: 19/12/2012 11:33  Aggiornato: 19/12/2012 11:33
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/11/2006
Da:
Inviati: 53
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Premessa: Non sono una persona violenta ma mi chiedo cosa questo voglia dire. In realtà nessuno di noi può sapere come reagirà di fronte a certe situazioni. Ad esempio anche la persona più mite, nel momento in cui gli viene ucciso un figlio, non può forse trasformarsi in un assassino?

Detto questo, credo che il cinema così come ogni forma d'arte rappresenti solamente ciò che è presente nel mondo. Il cinema racconta storie. Se ci sono film violenti è perchè la violenza fa parte della natura umana e non è certo facendone una crociata che essa verrà superata.

Personalmente non mi piacciono i film horror mentre per i film dove è presente della violenza faccio delle distinzioni. Ad esempio, non avrei mai guardato "Natural Born Killers" di Oliver Stone di mia iniziativa ma una sera di cinema tra amici è stato proposto quel film e l'ho visto. Devo dire che il film è fatto bene e alla fine della visione può venir voglia di uscire per strada con una pistola e mettersi a sparare all'impazzata, ma se sei una persona equilibrata non lo fai.

Tarantino nei suoi film non fa altro che parodiare la violenza, credo che ci siano film ben peggiori e molto più violenti dei suoi.

Giustamente de gustibus non est disputandum, è vero che nei suoi film ci sono un sacco di situazioni improbabili ma è proprio questo il bello. Sono fatti per non essere presi sul serio. Hai mai visto Pulp Fiction oppure Four Rooms?

Credo che le cause della violenza vadano cercate altrove, ciò che viene espresso nel cinema è solo una coseguenza.

Red_Max
Inviato: 19/12/2012 11:37  Aggiornato: 19/12/2012 11:37
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/7/2012
Da: in volo
Inviati: 975
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
é il classico cane che si morde la coda
i films vengono fatti per incassare tanti soldi, e determinati ingredienti garantiscono questo risultato in mancanza di altre idee.
Col tempo si crea assuefazione e i registi aumentano il dosaggio.
Io sono dell'idea che ogni comunicazione ci condiziona in qualche modo, percui anche una singola immagine ha un qualche effetto.
Negli anni 90 per fare un film di successo bastava inventarsi un serial killer, ora probabilmente non basta più...
Si potrebbe fare un film dove alcuni registi famosi si ritrovano in una casa isolata...

L'anoressia è un "orientamento" alimentare?

Non ti piacciono i crauti? allora sei crautofobo...
E' un reato gravissimo...

Aspirare gli embrioni è indice di civiltà!!!

Io non sono un complottista...
mi interesso di leggende metropolitane...
Aigor
Inviato: 19/12/2012 11:46  Aggiornato: 19/12/2012 11:46
Ho qualche dubbio
Iscritto: 1/7/2011
Da: GE
Inviati: 211
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
@ libertà11

Leggendo "Uomini che odiano le donne" ti accorgi che nei paesi nordici la violenza c'è, magari viene sfogata in modi diversi.

Il problema è "culturale", quindi lo stesso messaggio, a seconda del paese, viene recepito in modo più o meno diverso.

Ovviamente l'essere umano in quanto tale è predisposto a "ravanare nel marcio", basta guardare come si formano le code se avviene un incidente nella carreggiata di marcia opposta.
Ma anche questo è frutto di una "cultura" particolare.

Se fossimo educati a prenderci cura (con l'esempio *reale* non con l'ipocrisia religiosa) del prossimo fin da quando siamo in culla, probabilmente i film violenti non se li cagherebbe nessuno.

In ogni modo, è fatto "dimostrato scientificamente" che ciò che proviene dai sensi (immagini, suoni, ecc. ecc.) provoca dei cambiamenti profondi in un essere umano. Sia dal punto di vista fisico che psichico.

Quindi dire che abbiamo facoltà di scelta equivale a nascondersi dietro un dito (nonché dimostrarsi molto presuntuosi): un po' come dire che vivi in un ambiente saturo di vapori di cianuro ma che scegli tu se avvelenarti o no...

La violenza è l'ultimo rifugio degli incapaci
(I. Asimov - Il crollo della galassia centrale)
Sertes
Inviato: 19/12/2012 11:46  Aggiornato: 19/12/2012 11:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
@liberta11:
Vedo che ti si è incendiata subito la coda di paglia, mamma mia che livore!!
Però questo sfogo è stato proprio divertente, non parla di quello che dicevo io, ma fa nulla.

Citazione:
e io lì, su wikipedia, a farmi il deretano per riportare altre notizie che raccontino cose al di là del CICAP, MA CHE SIANO CREDIBILI e non teorie stramapalate che fuoriescono spesso dai siti complottisti.


Azz, mi hai incuriosito! Che modifiche invise al CICAP sei riuscito a far passare su wikipedia, esattamente?

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Maksi
Inviato: 19/12/2012 11:47  Aggiornato: 19/12/2012 11:47
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/10/2011
Da:
Inviati: 1219
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
L’incredibile sincronicità presente nel film Batman The Dark Knight Rises – L’unica scritta visibile in questa scena è Sandy Hook, ovvero il nome della scuola in Connecticut dove è avvenuto il recente massacro



... un codice di avviamento mentale?
Ma non era in una premiere, proprio di questo film, che successe il massacro al cinema Aurora?

Spiderman
Inviato: 19/12/2012 11:48  Aggiornato: 19/12/2012 11:50
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 19/9/2009
Da:
Inviati: 2722
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Citazione:
Più che Tarantino e soci sono gli antidepressivi che provocano stragi e suicidi..Prozac e Xanax più di Pulp fiction..


"Interessante"

Killer dell’asilo autistico, in "cura" con psicofarmaci?

- 8 marzo 2012, John Shick, ha sparato e ucciso 1 persona ferendone 6 all'interno dell'Istituto di psichiatra. Prendeva ben 9 antidepressivi.

- 12 ottobre 2012, Scott DeKraai, è entrato nel salone di bellezza ha ucciso la sua ex-moglie, assieme ad altre 7 persone. Era in “cura” con gli antidepressivi Trazodone e Topamax.

- 3 maggio 2009, Troy Bellar ha sparato e ucciso la moglie e 2 figli, prima di suicidarsi. Era in “cura” con Tegretol, un farmaco per il "disturbo bipolare"

- 26 aprile 2009, Fred Davis ha sparato e ucciso un poliziotto, ed era in “cura” con l’antipsicotico Geodon.

- 17 aprile 2009, Christopher Wood ha sparato e ucciso la moglie, 3 figli piccoli e se stesso. Stava prendendo Cymbalta, l’antidepressivo Paxil e gli ansiolitici Buspar e Xanax.

- 11 gennaio 2009, Jason Montes ha sparato e ucciso la moglie e stava prendendo l'antidepressivo Prozac.

- 14 agosto 2008, Timothy Johnson ha sparato e ucciso Bill Gwatney, la polizia ha trovato in casa l'antidepressivo Effexor.

- 14 febbraio 2008, Steven Kazmierczak ha sparato e ucciso 5 persone prima di uccidersi. Era stato in cura con Prozac, Xanax e Ambien.

- 5 dicembre 2007, Robert Hawkins ha ucciso 8 persone. Stava prendendo antidepressivi e i risultati dell’autopsia hanno confermato che era sotto l’influenza dell’ansiolitico Valium.

- 7 novembre 2007, Pekka-Eric Auvinen stava prendendo antidepressivi prima di uccidere 8 persone in Finlandia meridionale.

- 10 ottobre 2007, Asa Coon ha sparato in una scuola con una pistola ferendo 4 persone prima di togliersi la vita. I documenti del tribunale mostrano che usava l’antidepressivo Trazadone. - 21 marzo 2005, Jeff Weise era sotto l’influenza dell’antidepressivo Prozac quando ha ucciso 9 persone prima di suicidarsi.

- Febbraio 2004, Jon Romano ha aperto il fuoco con una pistola in una scuola. Stava prendendo “medicinali per la depressione”.

- 22 marzo 2001, Jason Hoffman era in cura con 2 antidepressivi, Effexor e Celexa, quando ha aperto il fuoco nella sua scuola superiore della California ferendo 5 ragazzi.

- 7 marzo 2000, Elizabeth Bush era sotto l’effetto del Prozac quando a sparato ai suoi compagni.

- 20 maggio 1999, T.J. Solomon era stato trattato con una combinazione di antidepressivi quando ha aperto il fuoco e ferito 6 dei suoi compagni di classe.

- 20 aprile 1999, Eric Harris era in cura con l’antidepressivo Luvox quando lui e Dylan Klebold hanno ucciso 12 compagni di classe prima di suicidarsi in uno dei più sanguinosi massacri scolastici (Columbine).

- 16 aprile 1999, Shawn Cooper ha sparato a scuola 2 caricatori e stava prendendo un mix di antidepressivi.

- 21 maggio 1998, Kip Kinkel ha assassinato i genitori poi è andato a scuola ed ha aperto il fuoco sugli studenti della caffetteria, ammazzandone 2. Kinkel stava prendendo Prozac.

- 8 luglio 2003, Doug Williams uccise 5 persone prima di uccidersi. Usava 2 antidepressivi, Zoloft e Celexa.

- 26 dicembre 2000, Michael McDermott ha ucciso 7 persone e stava prendendo 3 antidepressivi.

"Ogni giorno racconto la favola mia, la racconto ogni giorno chiunque tu sia, e mi vesto di sogno per darti se vuoi, l'illusione di un bimbo che gioca agli eroi. (Renato Zero)
PadijtLee
Inviato: 19/12/2012 11:56  Aggiornato: 19/12/2012 12:03
Mi sento vacillare
Iscritto: 4/6/2010
Da:
Inviati: 447
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Citazione:

Spiderman:
Oddio, non è che prima dell'avvento del cinema dei videogames e della tv spazzatura, sulla terra regnasse pace e giustizia. E' proprio nell'uomo che c'è qualcosa che non va. A mio modo di vedere, il cinema riflette e prende spunto da quello che "vede" nella società e non il contrario.


Complimenti Spiderman per la lucidissima analisi.


Citazione:

libertà11:
Se intervengono in un conflitto è solo perchè evidentemente gli fa comodo a livello politico o economico, NON PERCHE' VENGONO PROIETTATI I FILM DI TARANTINO E SOCI.


Anche questa non è male.

invisibile
Inviato: 19/12/2012 11:59  Aggiornato: 19/12/2012 11:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Sembra che queste "medicine" inducano (liberino) odio in chi le assume. Sono mai stati fatti studi seri in questo senso?
Mi interessa personalmente: qualcuno a me vicino le sta assumendo per "curare" la depressione e purtroppo fino ad ora non sono riuscito a dissuaderlo.

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
Calvero
Inviato: 19/12/2012 12:01  Aggiornato: 19/12/2012 12:01
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Tranquillo Maksi, non è una coincidenza.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Sertes
Inviato: 19/12/2012 12:06  Aggiornato: 19/12/2012 12:06
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Citazione:
PadijtLee ha scritto:
Citazione:
libertà11:
Se intervengono in un conflitto è solo perchè evidentemente gli fa comodo a livello politico o economico, NON PERCHE' VENGONO PROIETTATI I FILM DI TARANTINO E SOCI.

Anche questa non è male.


Beh, peccato che non stessimo discutendo del "perchè lo fanno", quello spero che sia chiaro a tutti
Stavamo discutendo del "perchè nessuno si oppone".

Ma stando in tema liberta11 non avrebbe potuto fare il suo sfogo contro "i complottisti"...

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
PadijtLee
Inviato: 19/12/2012 12:17  Aggiornato: 19/12/2012 12:17
Mi sento vacillare
Iscritto: 4/6/2010
Da:
Inviati: 447
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Citazione:

Beh, peccato che non stessimo discutendo del "perchè lo fanno", quello spero che sia chiaro a tutti
Stavamo discutendo del "perchè nessuno si oppone".



Ah no? E come mai mi sembra di scorgere un "perchè lo fanno" in questo tuo precedente commento: non hai capito che la violenza nei mass media serve per de-sensibilizzare la gente e far sì che accetti che i suoi eserciti vadano in giro per il mondo a compiere le peggiori nefandezze?

Sertes
Inviato: 19/12/2012 12:19  Aggiornato: 19/12/2012 12:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Citazione:
PadijtLee ha scritto:
Ah no? E come mai mi sembra di scorgere un "perchè lo fanno" in questo tuo precedente commento: non hai capito che la violenza nei mass media serve per de-sensibilizzare la gente e far sì che accetti che i suoi eserciti vadano in giro per il mondo a compiere le peggiori nefandezze?


Solo perchè ti va di attacar briga, ma caschi male

Gli eserciti vanno in giro per il mondo per motivi economici e di opportunità. Questo è il perchè lo fanno

La gente accetta tutto ciò perchè pur capendo, non vuol sapere, e quando sà, è de-sensibilizzata alla violenza. Questo è il perchè lo possono fare: perchè la gente non si oppone alla violenza di stato.

Tutto chiaro?

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
ildieffe
Inviato: 19/12/2012 12:52  Aggiornato: 19/12/2012 12:52
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/12/2009
Da:
Inviati: 141
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Io ho il dubbio che molti di quegli utenti del sito che si indignano per la violenza nel cinema o nei videogame si indignerebbero allo stesso modo se non ci fossero film che denunciano guerre e massacri. Già immagino i commenti negativi nei confronti di Oliver Stone e Kubrik asserviti al potere..

I miei amici più bravi al videogioco "Tekken" sono i più buoni di tutti:
credo che la vera violenza sia regalare una pistola giocattolo ad un bambino oppure mitizzare squallidi personaggi come Riina o la banda della magliana dipingendoli quasi come eroi in serie TV e DVD ( "il capo dei capi" o "Romanzo criminale"): qui vedo nettamente una identificazione da parte del pubblico!

saluti

InFlames
Inviato: 19/12/2012 12:54  Aggiornato: 19/12/2012 12:54
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/3/2008
Da:
Inviati: 300
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Senza offesa ma chi si fa influenzare dai film oppure dopo un paio d'ora a Call of duty esce e ammazza un sacco di persone ha problemi già a monte.
Bisognerebbe piantarla di pensare che siamo tipo i cani di pavlov che reagiscono agli stimoli, che diamine.
Ps: è mia opinione personale che in robe tipo call of duty dovrebbero aumentare in modo esponenziale la violenza, dovrebbero mostrarmi la violenza nel modo più dettagliato possibile cosa che attualmente non è. Non vedo corpi smembrati ne teste aperte da colpi headshot, non vedi lo schifo e questo è il vero problema della cosa si smaterializza la morte. Spari e il nemico viene giù, solo quello, niente urla niente dolore ne sofferenza. Diventa facile così.

Tutto sarà rivelato
f_z
Inviato: 19/12/2012 13:03  Aggiornato: 19/12/2012 13:03
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/1/2012
Da: Un mondo popolato da (troppi)pezzi di merda
Inviati: 958
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Citazione:
Autore: liberta11 Inviato: 19/12/2012 10:25:31

I film e i videogiochi influiscono POCHISSIMO in una società.


Hai mai provato a pensare a cosa succede quando questi film e giochi (di merda NDR) vengono visti/usati da bambini?

Codardo e' il soldato che "esegue gli ordini".

Eroe e' il soldato che ha il coraggio di sparare in faccia ai suoi "superiori".

Peccato che i soldati siano tutti scelti minuziosamente tra gli appartenenti alla prima categoria.
Shavo
Inviato: 19/12/2012 13:14  Aggiornato: 19/12/2012 13:14
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/5/2008
Da:
Inviati: 334
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
l'educazione dei bambini è affidata a Tarantino?

"Qualcuno pensi ai bambini per l'amor di Dio!"

santjago
Inviato: 19/12/2012 13:15  Aggiornato: 19/12/2012 13:15
Ho qualche dubbio
Iscritto: 22/7/2005
Da: Roma
Inviati: 67
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
«Tutto nei film è manipolazione. Quando entri al cinema, compri un biglietto per essere manipolato [...]. L'intero processo consiste nel manipolare qualcuno che non lo era, finché è entrato nel cinema ed è stato manipolato».
- Steven Spielberg, regista

«Credo che l'immagine adeguatamente manipolata possa portare il pubblico sull'orlo di una rivolta, al sesso sfrenato e alla morte istantanea. Il materiale cruento include elementi primari e potenzialmente spaventosi come la violenza, il sesso e la morte. Quel mondo primordiale fatto di sangue e di fiamme è ancora dentro di noi».
- Gus Van Sant, regista

e altre frasi interessanti :
http://www.centrosangiorgio.com/piaghe_sociali/hollywood/pagine_articoli/hollywood_senza_maschera.htm

La presunzione che ciò che esiste debba
necessariamente esistere,
è l'acido corrosivo
di ogni pensiero immaginativo.

Snowcrash Project
f_z
Inviato: 19/12/2012 14:06  Aggiornato: 19/12/2012 14:06
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/1/2012
Da: Un mondo popolato da (troppi)pezzi di merda
Inviati: 958
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Citazione:
Autore: santjago Inviato: 19/12/2012 13:15:32
«Tutto nei film è manipolazione. Quando entri al cinema, compri un biglietto per essere manipolato [...]. L'intero processo consiste nel manipolare qualcuno che non lo era, finché è entrato nel cinema ed è stato manipolato».
- Steven Spielberg, regista


Esatto: questo e' Hollywood e qui lo ammette uno che se ne intende...

Come se ne intendeva il defunto (assassinato) John Kleeves, del quale consiglio di leggere qualche articolo a riguardo QUI

Codardo e' il soldato che "esegue gli ordini".

Eroe e' il soldato che ha il coraggio di sparare in faccia ai suoi "superiori".

Peccato che i soldati siano tutti scelti minuziosamente tra gli appartenenti alla prima categoria.
slashrs
Inviato: 19/12/2012 14:16  Aggiornato: 19/12/2012 14:22
So tutto
Iscritto: 6/11/2010
Da:
Inviati: 9
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Mi dispiace Massimo ma come nel precedente post che hai fatto (Il NWO dietro ai massacri nelle scuole?) non condivido la tua opinione;per me il punto sta nelle armi gratuite e chi ha visto Bownling for a columbine sa di cosa parlo.Non mi importa se è un emendamento sacro ma finche venderanno armi come fossero caramelle in ogni supermercato o quasi e addirittura armi d'assalto quindi a raffica non potrà che esserci continuamente violenza gratuita.Lo stesso Michael Moore nel film prima citato fa un confronto tra tutte le nazioni moderne e alla fine esce che in america se non ricordo male c'erano qualcosa come ben 10.000 vittime di armi da fuoco e nonostante ciò la gente si ostina a togliere quell'emendamento e ad incolpare tutto il resto (videogiochi e film in primis) distogliendo l'attenzione da quel punto primario.Quindi non diamo colpa per esempio a Tarantino per i film o per esempio all'Activision per i videogames perchè io come tutta la gente normale razionale ed intelligente che guarda quei film o gioca a quei videogames (guardo horror e thriller e gioco a call of duty e resident evil :)) e non mi è mai venuta voglia di fare massacri (forse anche perchè non mi regalano armi nel 80% dei supermercati???).Quindi io non giustifico il fatto che in America le armi a gratis sono come la mania del calcio qui perchè sono 2 cos eun pochino diverse .
Non te la prendere Massimo è solo una mia opinione ;) io ti seguo dal 2005 e ho sempre dato ragione a te perchè la penso sul 99% delle cose come te.

santjago
Inviato: 19/12/2012 14:33  Aggiornato: 19/12/2012 14:33
Ho qualche dubbio
Iscritto: 22/7/2005
Da: Roma
Inviati: 67
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
In Bowling a Columbine Moore fa vedere anche un'altra cosa :
http://it.wikipedia.org/wiki/Bowling_a_Columbine

"Spostatosi in Canada per approfondire il tema dell'uso delle armi, Moore giunge alla conclusione che non è l'arma in sé a creare il crimine, ma la paura del crimine stesso che negli Stati Uniti, attraverso i suoi mezzi d'informazione e l'uso politico delle differenze sociali, porta chiunque a diffidare del prossimo, trascinando questi contrasti a forme di difesa personale eccessiva."

infatti fa vedere che anche in Canada circolano tante armi ma non ci sono i 10000 morti da arma da fuoco all'anno...

La presunzione che ciò che esiste debba
necessariamente esistere,
è l'acido corrosivo
di ogni pensiero immaginativo.

Snowcrash Project
DrHouse
Inviato: 19/12/2012 14:52  Aggiornato: 19/12/2012 14:52
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/11/2007
Da:
Inviati: 2394
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Citazione:
"Interessante"
Killer dell’asilo autistico, in "cura" con psicofarmaci?

Spider,
mi trovi assolutamente d'accordo nel sollevare obiezioni contro l'uso sconsiderato degli psicofarmaci. Ma, ad oggi, non esiste alcuna prova che Adam Lanza ne assumesse o fosse comunque in trattamento presso uno specialista o una clinica. È una delle notizie che infatti sto ricercando da venerdì, ma per ora non ho trovato nessun riferimento a questo e anche il tuo articolo non porta alcuna informazione in più in tal senso.

Inoltre, se mi è consentito, ricordati sempre che una cosa non esclude l'altra. Il fatto che l'uso di psicofarmaci abbia letteralmente fottuto a vita moltissimi giovani, diventando in alcuni casi addirittura la probabile causa di stragi o gesti violenti, non rende le armi meno pericolose in sé e non rende, almeno a mio avviso, meno folle accumularle in casa come faceva la madre di questo ragazzo. Certo, non sono le armi che uccidono, ma chi preme il grilletto, tutto vero, come è vero che si può fare una strage anche senza un'arma da fuoco, ad esempio imbottendo un furgone di materiale infiammabile o esplosivo e lanciandosi a tutta velocità contro un'ala della scuola, ma questo non toglie il fatto che sia molto, ma molto più semplice farlo quando in casa si dispone di un fucile militare come il Bushmaster .223 e di una quantità impressionante di munizioni che, a detta di un poliziotto, sarebbe bastata ad Adam Lanza per far fuori in pochi minuti l'intera scuola. Se solo avesse voluto.

E dopo 10 anni, siamo a discutere se il Volo 77 è arrivato proprio lungo questa linea, o piuttosto è arrivato due metri più a sinistra, o due metri più a destra? (Perle complottiste)
Spiderman
Inviato: 19/12/2012 15:05  Aggiornato: 19/12/2012 15:05
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 19/9/2009
Da:
Inviati: 2722
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
@DrHouse

Citazione:
Inoltre, se mi è consentito, ricordati sempre che una cosa non esclude l'altra. Il fatto che l'uso di psicofarmaci abbia letteralmente fottuto a vita moltissimi giovani, diventando in alcuni casi addirittura la probabile causa di stragi o gesti violenti, non rende le armi meno pericolose in sé e non rende, almeno a mio avviso, meno folle accumularle in casa come faceva la madre di questo ragazzo. Certo, non sono le armi che uccidono, ma chi preme il grilletto, tutto vero, come è vero che si può fare una strage anche senza un'arma da fuoco, ad esempio imbottendo un furgone di materiale infiammabile o esplosivo e lanciandosi a tutta velocità contro un'ala della scuola, ma questo non toglie il fatto che sia molto, ma molto più semplice farlo quando in casa si dispone di un fucile militare come il Bushmaster .223 e di una quantità impressionante di munizioni che, a detta di un poliziotto, sarebbe bastata ad Adam Lanza per far fuori in pochi minuti l'intera scuola. Se solo avesse voluto.


Concordo, dipendesse da me le armi le eliminerei dalla faccia della terra. Toglierle dalla circolazione eliminerebbe una bella fetta di problema, come giustamente fai notare tu.

"Ogni giorno racconto la favola mia, la racconto ogni giorno chiunque tu sia, e mi vesto di sogno per darti se vuoi, l'illusione di un bimbo che gioca agli eroi. (Renato Zero)
DrHouse
Inviato: 19/12/2012 15:24  Aggiornato: 19/12/2012 15:24
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/11/2007
Da:
Inviati: 2394
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Wellington Menezes de Oliveira era affetto da schizofrenia, viveva completamente solo e volutamente separato dal resto del mondo dopo la morte della madre e del padre adottivi. Aveva fatto uso di psicofarmaci all'età di 7-8 anni, quando gli era stata diagnosticata la malattia. Ma aveva smesso di andare dalla psichiatra dopo qualche mese e non c'è alcun registro che dimostri che abbia mai assunto psicofarmaci successivamente.

Questo non gli ha impedito il 7 aprile 2011, all'età di 24 anni, di entrare in una scuola in un sobborgo di Rio de Janeiro (come nel caso di Adam Lanza, guarda caso la stessa scuola che aveva frequentato anni prima e dove era stato comprovatamente oggetto di forte bullismo) e ammazzare 12 alunni e ferirne più di 20, prima apparentemente di suicidarsi all'arrivo della polizia.

Dico questo non per difendere gli psicofarmaci, ma solo per completezza di informazione. Per la cronaca, le due pistole che aveva con sé non erano registrate, le aveva comprate clandestinamente per pochi reais (è stato beccato anche chi gliele ha vendute).

E dopo 10 anni, siamo a discutere se il Volo 77 è arrivato proprio lungo questa linea, o piuttosto è arrivato due metri più a sinistra, o due metri più a destra? (Perle complottiste)
fefochip
Inviato: 19/12/2012 15:31  Aggiornato: 19/12/2012 15:31
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
sembra un po come il discorso dell'uovo e della gallina.

mi pare chiaro che i film e i videogiochi in quanto prodotti di una società e quindi di una cultura siano un espressione della società e quindi della violenza della società stessa.

è anche vero che però c'è un certo "feedback", una sorta di ritorno con il quale dal cinema (o dal videogioco) il messaggio torna alla società e la influenza nel "bene" e nel "male".

poi non sempre la cultura è espressione della società in quanto la propaganda è proprio l'arte di raccontare cazzate per depistare e/o deviare la cultura e quindi la società tramite proprio quel feedback di cui ho parlato in precedenza.


una cosa è certa : io mi sono rotto le balle di vedere sempre e comunque in copertina di un film americano che non sia uno di natale o una commedia (e non è detto) un arma , una pistola , un mitra o qualche altra arma .
è una cosa veramente non piu sopportabile ,pare quasi che se vuoi intrattenere e fare un opera devi tirare fuori il pistolone.

tutto questo la dice lunga sui gusti delle persone

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
slashrs
Inviato: 19/12/2012 15:42  Aggiornato: 19/12/2012 17:24
So tutto
Iscritto: 6/11/2010
Da:
Inviati: 9
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
@ Santjago : Gia dimenticavo beh questo è un motivo in più per dire che è un problema di cultura e sopratutto mentale degli stati uniti.

Aironeblu
Inviato: 19/12/2012 16:11  Aggiornato: 19/12/2012 16:11
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/1/2012
Da: Ha Noi
Inviati: 1947
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
@Maksi, guarda che a me pare di leggere "Sandy Moon"

@Santjago:
«Tutto nei film è manipolazione. Quando entri al cinema, compri un biglietto per essere manipolato [...]. L'intero processo consiste nel manipolare qualcuno che non lo era, finché è entrato nel cinema ed è stato manipolato». - Steven Spielberg, regista
Più esplicito di così.....

Ragazzi, qui si sta facendo un po' di confusione tra causa ed effetto: nessuno afferma che i film violenti siano la causa prima delle stragi nelle scuole, ma come ha espresso chiaramente @Sertes,

la violenza nei mass media serve per de-sensibilizzare la gente.

Si chiama PROPAGANDA

«La manipolazione consapevole e intelligente delle abitudini organizzate e delle opinioni delle masse sono un importante elemento in una società democratica. Coloro che manipolano questo meccanismo nascosto della società costituiscono un governo invisibile che è il vero potere dominante del nostro Paese. Noi siamo dominati, la nostra mente plasmata, i nostri gusti formati, le nostre idee suggerite, da gente di cui non abbiamo mai sentito parlare. Sono loro che manovrano i fili». Edward Bernays (1892-1995), pubblicista e pubblicitario austriaco, «padre» delle pubbliche relazioni, nel suo libro Propaganda (1928).

O vogliamo forse negare che negli anni '40 il Ministero della Guerra USA ha commissiomato a F. Capra e J. Huston film per mobilitare le coscienze, aprendo per l'occasione il suo UFFICIO DI RELAZIONI CON HOLLYWOOD, che ha avuto modo di evolversi e perfezionarsi per oltre 70 anni, allo stesso passo dei suoi effetti speciali?

black
Inviato: 19/12/2012 16:29  Aggiornato: 19/12/2012 16:49
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/8/2009
Da:
Inviati: 844
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
"in quest'epoca di pazzi ci mancavano gli idioti dell'orrore"

http://www.youtube.com/watch?feature=player_detailpage&v=7dWysmpb9yA#t=7s

Red_Knight
Inviato: 19/12/2012 16:56  Aggiornato: 19/12/2012 16:56
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Nel 1914 alla vigilia della Prima Guerra Mondiale la gente nelle piazze salutava la dichiarazione di guerra applaudendo e sventolando bandierine mentre gli studenti universitari facevano la fila per arruolarsi. La violenza su donne, bambini e animali era trattata con ilarità nei libri di testo delle elementari e praticamente ovunque vigevano la pena di morte e le pene corporali.

Nel 2012 dopo quasi 70 anni di fumetti, film, videogames e cartoni animati violenti l'unico modo per far accettare una guerra alla popolazione, senza che la parte più avanzata smetta comunque di manifestare sdegno e protesta, è spacciarla per una faccenda umanitaria e nascondere i bollettini; la pena di morte è quasi ovunque abolita, le pene corporali soppresse ed esistono innumerevoli associazioni che si battono perfino per l'incolumità dei topi.

Se lo scopo era desensibilizzarci alla violenza e farcela accettare, beh, allora molto semplicemente hanno toppato alla grande. Non solo l'associazione tra rappresentazione della violenza e induzione alla violenza è un mito dimostrabile falso in dozzine di modi diversi, ma è molto probabilmente vero il contrario: la rappresentazione della violenza, anche gratuita, contribuisce alla formazione del sacro senso di ripugnanza nei confronti della stessa.

A conferma di ciò c'è anche da dire che statisticamente i folli hanno complessivamente meno chance di essere esposti alla rappresentazione della violenza: meno amici con cui guardare film, meno familiarità con la tecnologia (specialmente se sotto psicofarmaci), meno soldi per fruire dei mezzi multimediali, e soprattutto meno interesse personale per gli stessi.

Vorrei davvero vedere dei dati precisi sulle abitudini degli autori di questi gesti folli prima di commetterli.

fefochip
Inviato: 19/12/2012 16:58  Aggiornato: 19/12/2012 16:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
@Maksi



ho cercato il fotogramma originale in 1080p e da li ho un po zoomato la K non c'è proprio perche non può essere confusa con una "N" ,poi però ho guardato un altro fotogramma ed effettivamente non si può essere cosi sicuri di non leggere SANDY MOON anche perche la scritta è fatta su una mappa e i segni della mappa interferiscono con la lettura della parola.

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Sertes
Inviato: 19/12/2012 17:16  Aggiornato: 19/12/2012 17:22
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Citazione:
fefochip ha scritto:
ho cercato il fotogramma originale in 1080p e da li ho un po zoomato la K non c'è proprio perche non può essere confusa con una "N" ,poi però ho guardato un altro fotogramma ed effettivamente non si può essere cosi sicuri di non leggere SANDY MOON anche perche la scritta è fatta su una mappa e i segni della mappa interferiscono con la lettura della parola.


Purtroppo esiste anche l'originale usata nel film, presa dal sito paramount, dove si vede chiaramente Sandy Hook.

Secondo me si tratta di una polpetta avvelenate per i complottisti di internet, ma questa è l'opinione, il fatto invece è quello sopra.

Se invece uno volesse indugiare nel complottismo più sfrenato, la zona 1 era quelle di sandy hook, la zona 2 è vicino a Fort Clinton, e Hillary Clinton ha appunto "battuto la testa", mentre la zona 3 parla di Queen River. Basta aspettare qualche giorno e se alla regina capita qualcosa, magari tocca riabilitare qualche "pazzoide"

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Stampede
Inviato: 19/12/2012 17:32  Aggiornato: 19/12/2012 17:32
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/11/2006
Da:
Inviati: 53
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Piccolo cartone animato che la dice lunga sul problema armi in America...

http://www.youtube.com/watch?v=vDmjYsdCrnI

Salva81
Inviato: 19/12/2012 17:41  Aggiornato: 19/12/2012 17:41
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/9/2011
Da: Torino
Inviati: 344
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
La de-sensibilizzazione credo che sia qualcosa di soggettivo, qualcosa che sparata nel mucchio prende un po' tutti a casaccio, ed è qualcosa di sottile, di velato e di estremamente lento...basta guardare indietro di decennio in decennio e ci si rende conto che TUTTO con la dovuta calma è divenuto sempre più violento e cruento e gratuito.

La prima cosa che viene in mente è che essendo assuefatti un qualsiavoglia prodotto debba essere sempre "di più" per riuscire a suscitare reazioni emotive, alla stregua di un percorso di maturazione simile a quello di un bambino, ciò che suscita una qualsiasi reazione anche di disagio a 5 anni ovviamente è innocua per un adulto...se confrontiamo quindi l'aumento di violenza nel tempo possiamo paragonarlo ad un adeguamento dell'assuefazione collettiva alla violenza stessa.

Quindi che ci piaccia o no, che sia voluto o meno, è fisiologico che più si va avanti e più ci troviamo di fronte a prodotti che sono sempre più spinti.

Ma la domanda da porsi è:
siamo noi con le nostre scelte che determiniamo l'aumento di intensità di un film? (l'indice di gradimento determina il successo o meno di una pellicola)

Questo aumento è dato dall'assuefazione a certe situazioni che non "scatenano" più una reazione in noi? Quindi siamo di fronte ad una de-sensibilizzazione data dalla maturità collettiva o da una de-sensibilizzazione causata e forzata?

E' possibile individuare il "giorno zero" nel quale per la prima volta si è fatto il salto di intensità? (così a naso ad esempio mi viene in mente che so, Arancia meccanica? Allora fu qualcosa di quasi inaudito oggi lo guarda un bimbo di 10 anni e si mette a ridere)

La colpa è quindi nostra che indirettamente abbiamo spinto i produttori a "cambiare passo" per stupirci nuovamente o esiste davvero un disegno portato avanti da decenni per de-sensibilizzare tutti noi?

Leggendo qualche intervento più su ho visto citare Ken, data la mia età è ovvio che come altri di voi sono cresciuto con quel cartone ma non credo di essere più violento per via di quel cartone, ma al contrario credo di esser più empatico verso le situazioni di violenza, ad alcuni suonerà strano ma io mi commuovevo, vivevo un insieme di emozioni che partono dalla pancia, che chiaramente un bambino non comprende a fondo, certo è che la distinzione tra fare del bene e fare del male e comprendere quindi quanta sofferenza causa fare del male e al suo contrario quanta gioia dona fare del bene quel cartone la dava tutta, quindi per quanto ai suoi tempi fu criticato, personalmente (e qui torniamo al discorso dei quanto sia soggettiva la de-sensibilizzazione) ritengo che quel cartone sia un prodotto controcorrente.

Piuttosto, come tanti di voi ho avuto modo negli anni di provare e divertirmi con svariati videogiochi, considerati violenti e de-sensibilizzanti quindi. Non nascondo che di sicuro c'è un età per tutto, anche se la violenza entra dentro e ti "abitua" poco a poco senza che tu te ne accorga.

C'è però da aggiungere una cosa.
Senza entrare nel merito del perché, ho avuto la sfortuna (ma me la sono cercata) di visionare il materiale fotografico degli eventi occorsi nella scuola a Beslan, ovvero, le foto di ciò che i soccorritori hanno trovato.

La stessa cosa è successa ad esempio col materiale del disastro aereo della Helios Airways.

Ora, come ben saprete la frase sarà scontata, ma il succo è vero, la realtà è qualcosa di inimmaginabile, alla stregua del concetto che non si riesce ad immaginare qualcosa di cui non se ne conosce l'esistenza.

Non c'è film o videogioco o altro prodotto sottoposto alle masse che minimamente si avvicina alla realtà.

Chi lavora ad esempio come volontario in ambulanza, in ospedale o nelle forze dell'ordine, lo sa bene.

Quindi mi chiedo:
se davvero si volesse de-sensibilizzare le masse, perché determinate situazioni non vengono anche in minima parte sottoposte alle masse?
Le stesse immagini dei jumper del 9/11 e dei resti umani perché non si trovano o ciò che si trova è davvero poco e difficilmente distinguibile?

Si cerca in qualche modo di preservare "l'innocenza" e la sensibilità delle masse?

Qual'è lo scopo del lenzuolo bianco che copre il cadavere o i suoi resti in strada, proteggere i cittadini o la dignità del defunto?

Cos'è ipocrisia?

Non pensate che quindi, l'aumento di violenza è un riflesso dei nostri gusti, figlia di strategie sugli indici di gradimento dei film, dei libri, dei videogiochi? Insomma, semplicemente una reazione alla maturità collettiva, data dalle esperienze di vita di ciascuno di noi, dal nostro crescere, da eventi che essendo molteplici e diffusi che non è possibile veicolare o controllare. Episodi che colpiscono le masse tanto quanto i registi, i politici i produttori cinematografici, i programmatori di videogiochi e compagnia cantando. E non parlo di guerre o eventi sociali di massa, che quelli si sono veicolabili. Parlo degli eventi quotidiani, come incidenti, rapine, violenze subite direttamente o indirettamente, cose che esistono da quando esiste l'uomo e difficilmente sono state perpetrate a suo tempo da un individuo per un condizionamento sociale subito, ma semplicemente per la natura stessa dell'uomo.

Ciao

Salva

ByB
Inviato: 19/12/2012 18:12  Aggiornato: 19/12/2012 18:12
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/5/2011
Da:
Inviati: 382
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
però "bastardi senza gloria"....

ciao By B.

Redazione
Inviato: 19/12/2012 18:30  Aggiornato: 19/12/2012 18:36
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
LIBERTA: Citazione:
I film di Tarantino li vedono anche in Svizzera, Danimarca, Olanda, ecc... quante volte senti parlare di stragi?
Li vedono anche in Norvegia, se è solo per quello. (Breivik anyone?)

+++

SPIDERMAN: Citazione:
Oddio, non è che prima dell'avvento del cinema dei videogames e della tv spazzatura, sulla terra regnasse pace e giustizia. E' proprio nell'uomo che c'è qualcosa che non va.
Però una volta non c'erano persone che facessero stragi all'impazzata nelle scuole solo perchè avevano perso qualche bullone nel cervello.

Come mai?

+++

SLASHRS: Citazione:
Quindi non diamo colpa per esempio a Tarantino per i film o per esempio all'Activision per i videogames perchè io come tutta la gente normale razionale ed intelligente che guarda quei film o gioca a quei videogames e non mi è mai venuta voglia di fare massacri.
Lo hai detto tu stesso: "gente normale razionale ed intelligente". Ma non tutti purtroppo lo sono. E non è che all'ingresso al cinema, oppure al bancone di vendita dei videogams, puoi fare il "test della razionalità" alle persone.

Finchè si continua a misurare il mondo con il proprio metro personale resta molto difficile vedere i problemi altrui.

Aigor
Inviato: 19/12/2012 18:43  Aggiornato: 19/12/2012 18:43
Ho qualche dubbio
Iscritto: 1/7/2011
Da: GE
Inviati: 211
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
@ Redazione

Che poi è quello che cercavo di dire io... ma non ho il tuo dono di sintesi

La violenza è l'ultimo rifugio degli incapaci
(I. Asimov - Il crollo della galassia centrale)
fefochip
Inviato: 19/12/2012 18:52  Aggiornato: 19/12/2012 18:52
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Citazione:
Finchè si continua a misurare il mondo con il proprio metro personale resta molto difficile vedere i problemi altrui.


piu sintesi di cosi ....

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
fefochip
Inviato: 19/12/2012 18:57  Aggiornato: 19/12/2012 18:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Citazione:
Purtroppo esiste anche l'originale usata nel film, presa dal sito paramount, dove si vede chiaramente Sandy Hook.

l' "originale" tuttavia può essere stato taroccato a piacere per dare un ulteriore aura di malvagità al film o comunque a posteriori ,mentre i fotogrammi ormai distribuiti in migliaia di copie replicate a loro volta su internet non si possono taroccare tutte no?

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Sertes
Inviato: 19/12/2012 19:06  Aggiornato: 19/12/2012 19:06
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Citazione:
fefochip ha scritto:
l' "originale" tuttavia può essere stato taroccato a piacere per dare un ulteriore aura di malvagità al film o comunque a posteriori ,mentre i fotogrammi ormai distribuiti in migliaia di copie replicate a loro volta su internet non si possono taroccare tutte no?


Beh, io penso che l'aura di malvagità se l'è già guadagnata a pieno titolo dopo la strage alla prima del film.
Però tutto può essere.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
slashrs
Inviato: 19/12/2012 19:12  Aggiornato: 19/12/2012 19:12
So tutto
Iscritto: 6/11/2010
Da:
Inviati: 9
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
@ Massimo : aspetta Massimo Breivik come ha detto lo stesso Adam Kadmon non era da solo come racconta la versione ufficiale e a me puzza tanto di mkultra.
Per quanto riguarda il metro personale allora non vedo perchè 450 milioni di statunitensi non possano adattarsi alla civiltà come il resto del mondo (parlo di nazioni più sviluppate e senza guerre quindi togliersi mediorente) e abbandonare quel tanto amato emendamento e proibire al civile l'acquisto di un vasto arsenale di armi cosi facilmente?Quando faranno questo allora mi ricrederò sul metrò personale e non lo dico da italiano perchè lo stesso Michael Moore come altri statiunitensi vuole ciò

slashrs
Inviato: 19/12/2012 19:15  Aggiornato: 19/12/2012 19:15
So tutto
Iscritto: 6/11/2010
Da:
Inviati: 9
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
@ Sertes : a me il film è piaciuto tantissimo credo il migliore dei 3 ma ti posso anche dire che nessuno è entrato brandendo armi e sparando alla caxxo.

Truth79
Inviato: 19/12/2012 19:25  Aggiornato: 19/12/2012 19:25
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/8/2009
Da:
Inviati: 244
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Passino i film di Tarantino,tranne gl'ultimi,abbastanza deludenti,ma pellicole come i vari Saw e Hostel e altri di quel genere che adesso non mi sovvengono,sono pura follia secondo me.Non dovrebbero essere trasmessi e chi li ha girati dovrebbbe essere arrestato immediatamente,ci sono torture fisiche e psicologiche di ogni tipo immaginabile,non ha senso vedere cose del genere...ripeto pura follia...

Di tutte le cose sicure,la piú certa è il dubbio.
Redazione
Inviato: 19/12/2012 19:57  Aggiornato: 19/12/2012 19:59
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
SLASHRS: Hai ragione, lo ammetto, citare Breivik è stato un colpo basso, perchè quello era chiaramente un assassino programmato.

Il problema, come dicevo, è culturale: in Europa fortunatamente siamo un pò più avanti degli ammmericani - almeno in questo. Ecco perchè su di noi un certo cinema fa meno effetto. Ma lo fa comunque, non credere. Noi non avremo gli sterminatori di massa, ma l'assuefazione alla violenza colpisce tutti, in una misura o nell'altra.

Fabrizio70
Inviato: 19/12/2012 19:59  Aggiornato: 19/12/2012 19:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Citazione:
Però una volta non c'erano persone che facessero stragi all'impazzata nelle scuole solo perchè avevano perso qualche bullone nel cervello.

Come mai?


http://en.wikipedia.org/wiki/List_of_rampage_killers

Sr ti riferisci al 1400 circa 1500 forse perchè non esistevano le scuole ....

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
DrHouse
Inviato: 19/12/2012 20:29  Aggiornato: 19/12/2012 20:29
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/11/2007
Da:
Inviati: 2394
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Citazione:
Sr ti riferisci al 1400 circa 1500 forse perchè non esistevano le scuole

Prendo spunto dall'amaro, ma lucido sarcasmo di Fabrizio70 per fare alcune considerazioni.

L'idea che la violenza in TV o al cinema faccia parte di un preciso piano di de-sensibilizzazione delle masse contiene, a mio avviso, una parte di indubbia verità, ma anche una larga parte di wishful thinking. Se è vero infatti che i programmi di controllo mentale delle masse sono esistiti, esistono e probabilmente diventeranno ancora più sofisticati in futuro e che, con ogni probabilità, cinema e TV ne rappresentano una componente essenziale, è altrettanto vero che la violenza non è un'esclusiva dei governi, della CIA, del Mossad, dei massoni, dei rettiliani o di qualsivoglia altra organizzazione, reale o immaginaria, alla quale viene sistematicamente attribuita la paternità di tutto il male possibile che vediamo nel mondo. La verità, pura e semplice, è che la violenza fa parte della nostra società, più ancora, la violenza fa parte di ognuno di noi. Non sto dicendo che l'essere umano è violento o cattivo per natura. Sto dicendo che l'essere umano contiene in sé il bene e il male, è capace del gesto folle che toglie la vita a un'intera classe di ragazzini di 5 anni come del gesto umanitario o eroico che si immola per salvarle (pensiamo all'insegnante che ha perso la vita per questo). È comodo ed estremamente riduttivo ricercare sempre tutto il male al di fuori di noi stessi e attribuirlo a non meglio precisate entità sovraindividuali che tutto vedono e tutto pianificano, siano essi governi, organizzazioni paragovernative o sette più o meno segrete. Le quali, peraltro, sono anch'esse pur sempre costituite da esseri umani. Stronzi e spietati quanto vogliamo, ma infondo neppure troppo diversi dal resto dell'umanità.

Ci piacerebbe, insomma, poter attribuire ogni strage, ogni sciagura, ogni attentato a un piano mefistofelico di qualche società segreta differenziata dal resto dell'umanità, perché questo ci permetterebbe in qualche modo di sentirci puri, incolpevoli ed estranei a ogni responsabilità. Sfortunatamente non è così. Questo modo di ragionare è puro e semplice wishful thinking. Se i film di violenza si producono, è perché hanno successo. Magari questo rientra anche in un preciso piano di controllo e de-sensibilizzazione del pubblico, non lo escludo, ma è anche vero che il successo lo riscuotono. A meno che non pensiamo che Hollywood si diverta a buttare i soldi nel cesso, dobbiamo concludere che i film di violenza si fanno perché alla gente piacciono, così come piacciono indiscutibilmente videogame come Contact killer o Call of duty. Paura, necessità di scaricare pulsioni e istinti, senso di potenza, di dominio, di appagamento, è questo che induce molta gente negli USA, come nel resto del mondo, ad acquistare un'arma e a sparare al poligono. Ahimé, non l'intenzione di difendersi dal governo, come a molti piacerebbe credere. Se mai, di difendersi dallo straccione che oserà penetrare in casa o si azzarderà a oltrepassare il recinto del giardino. Paura, pura e semplice, altro che secondo emendamento e altri presunti nobili propositi politici.

La paura, insomma, è un sentimento tipicamente umano e la violenza è una delle forme più primordiali e più "naturali" che esistano per difendersi e reagire alla paura. Mi si potrà obiettare, a questo punto, che i governi fanno proprio leva sulla paura della gente per portare a termine i loro obiettivi. Questo è innegabile, l'11 settembre, tra le altre cose, è lì a ricordarcelo ogni giorno. Ma si può anche rispondere che usare la paura della gente non è prerogativa dei governi. Molti altri lo fanno o, quanto meno, ci provano e non sempre con finalità nobili. Prendiamo uno come Alex Jones, che in home page ti mette il link a un video in cui prima vieni preparato psicologicamente alla catastrofe che sta per arrivare, poi vieni indotto ad acquistare un CD, un libro o un kit survivalista. O quello in cui ti dice che le élite stanno uccidendo intenzionalmente il tuo livello di testosterone, prima di proporti l'immancabile fialetta che ti rimetterà a posto e, chissà, magari ti proteggerà anche dal cancro, oltre ad aggiustare il pitch della tua asta. È davvero così diverso il suo modus operandi da quello usato dal governo? Certo, mi direte, Alex Jones non fa attentati, non avvelena la gente, non semina bombe e guerre nel mondo. Ovviamente, non dico sia da mettere allo stesso livello, magari crede anche in parte a quello che dice, ma io non posso fare a meno di constatare che il criterio che usa per convincere la gente non è troppo diverso da quello usato dal governo che, a parole, critica tutti i giorni: crea o ingigantisce un problema, magari reale, sfruttando la paura della gente e poi offre la soluzione. Da un lato terroristi islamici, dall'altro il governo assetato di sangue e di denaro del cittadino, da cui dobbiamo imparare a difenderci con le armi, con l'erba malese o il kit di sopravvivenza. Gira e rigira, c'è sempre un nemico, un problema e una soluzione.

Occhio. Non vorrei che il nemico qualche volta fosse molto più vicino a noi di quanto crediamo.

E dopo 10 anni, siamo a discutere se il Volo 77 è arrivato proprio lungo questa linea, o piuttosto è arrivato due metri più a sinistra, o due metri più a destra? (Perle complottiste)
Merio
Inviato: 19/12/2012 20:37  Aggiornato: 19/12/2012 20:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/4/2011
Da:
Inviati: 3677
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
OT

Risulta chiaro a tutti che difatti esistono due tipi di persone al mondo*:
- quelle che riescono ad uccidere a sangue freddo.
- quelle che non riescono a farlo.

e le seconde saranno sempre in balia delle prime... da qui derivano molte conseguenze ovvero una certa cultura della "morte" il cui senso potrebbe essere restituito dalla frase:

Violence for the Violence's sake

*
il concetto è detto dal personaggio del Sgt Brad "Iceman" Colbert della serie "Generation Kill"... purtroppo non ricordo la puntata in cui dice la frase...

fine OT

La libertà di parola senza la libertà di diffusione è come un pesce rosso in una vasca sferica...
Ezra Pound
Pyter
Inviato: 19/12/2012 20:44  Aggiornato: 19/12/2012 20:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Non riesco a capire perchè le guardie armate cii siano da tutte le parti ti giri (banche, istituti, centri commerciali, negozi, centri istituzionali), mentre il bidello armato sarebbe disdicevole.
Si ha più a cuore la sorte dei bigliettoni verdi o delle mercanzie che quella dei ragazzi di una scuola?
E allora lo si dica.


DrHouse
Ci piacerebbe, insomma, poter attribuire ogni strage, ogni sciagura, ogni attentato a un piano mefistofelico di qualche società segreta differenziata dal resto dell'umanità, perché questo ci permetterebbe in qualche modo di sentirci puri, incolpevoli ed estranei a ogni responsabilità.


E' vero. Cercherò di rendermi utile.
Intanto vado subito a costituirmi.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
Sertes
Inviato: 19/12/2012 20:49  Aggiornato: 19/12/2012 20:49
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Citazione:
DrHouse ha scritto:
Paura, necessità di scaricare pulsioni e istinti, senso di potenza, di dominio, di appagamento, è questo che induce molta gente negli USA, come nel resto del mondo, ad acquistare un'arma e a sparare al poligono. Ahimé, non l'intenzione di difendersi dal governo, come a molti piacerebbe credere. Se mai, di difendersi dallo straccione che oserà penetrare in casa o si azzarderà a oltrepassare il recinto del giardino. Paura, pura e semplice, altro che secondo emendamento e altri presunti nobili propositi politici.


Questo è un altro aspetto molto interessante.
Se esistesse l'economia basata sulle risorse "alla Zeitgeist" saremmo tutti ricchi uguale e non ci sarebbe nessuno che ti viene a rubare in casa, e quindi svanirebbe anche la tua necessità di armarti.
E per dirla invece alla "George Carlin" lo straccione esiste perchè tu borghese vada a lavorare tutti i giorni sennò diventi come lui, poi paghi le tasse e mantieni ricchi i ricchi. Tu devi avere paura, perchè il ricco resti ricco.

Guarda, lui lo dice MOOOLTO meglio di qualsiasi frase possa scrivere io adesso:
http://www.youtube.com/watch?v=cgps85scy1g
da 0:58 a 1:12

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
DrHouse
Inviato: 19/12/2012 20:52  Aggiornato: 19/12/2012 20:58
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/11/2007
Da:
Inviati: 2394
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Citazione:
Pyter:
E' vero. Cercherò di rendermi utile.
Intanto vado subito a costituirmi.

Se io ho un'arma e la uso per ucciderti a sangue freddo e senza motivo, devo assumermi le responsabilità del mio atto oppure posso difendermi accusando il governo, perché mi tassa troppo, fa le guerre in Afghanistan e costruisce droni con cui controllarmi meglio?

Giusto per chiarezza, il tuo concetto di libertà include anche la responsabilità o è qualcosa di assoluto e inviolabile?

E dopo 10 anni, siamo a discutere se il Volo 77 è arrivato proprio lungo questa linea, o piuttosto è arrivato due metri più a sinistra, o due metri più a destra? (Perle complottiste)
Jurij
Inviato: 19/12/2012 21:11  Aggiornato: 19/12/2012 21:11
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Maksi
Citazione:
... un codice di avviamento mentale?
Ma non era in una premiere, proprio di questo film, che successe il massacro al cinema Aurora?

Quando lo avrà visto il film Lanza ?

Uomo ragno, la tua lista di collegamenti farmaci-massacri è molto interessante.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
bubu7
Inviato: 19/12/2012 21:12  Aggiornato: 19/12/2012 21:12
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/2/2007
Da: Tomania
Inviati: 528
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Io credo che semplicemente le due major abbiano fatto la scelta ipocrita più conveniente.
E' meglio che facciamo uscire il film adesso e rischiare qualche ipocrita campagna contro la violenza con boicottaggio del film o aspettare sbandierando un ipocrita desiderio di rispetto verso le vittime catturando con molta probabilità l'appoggio dei media?
Hanno solo messo le due scelte ipocrite su una ipocrita bilancia e ci guadagneranno comunque.
Per quanto riguarda Tarantino è l'odierno capro esspiatorio. Mi ricordo che nel film "bowling for columbine" il Male era Marilyn Manson.

Lui che offrì la faccia al vento la gola al vino e mai un pensiero non al denaro, non all'amore né al cielo.

Fabrizio De Andrè
Calvero
Inviato: 19/12/2012 21:29  Aggiornato: 19/12/2012 21:32
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
__________________
_____________

Quello che mi fa girare i coglioni è che non c'è lo stesso fervore da scandalizzarsi all'idea che possa essere accettabile esista l'arruolamento.

Lo dico a TUTTI e solo in questo senso, sia chiaro. In questa prospettiva. Andate un po a fanculo. Sul serio. TUTTI.

Stiamo ragionando seriamente su cosa? ... e quando in questo mondo, poi, si reputa appartenere alla civiltà dove si insegna l'arte della Guerra, e stiamo a parlare di Films.


RIDICOLI siamo RIDICOLI

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
santjago
Inviato: 19/12/2012 21:31  Aggiornato: 19/12/2012 21:31
Ho qualche dubbio
Iscritto: 22/7/2005
Da: Roma
Inviati: 67
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti

La presunzione che ciò che esiste debba
necessariamente esistere,
è l'acido corrosivo
di ogni pensiero immaginativo.

Snowcrash Project
Jurij
Inviato: 19/12/2012 21:35  Aggiornato: 19/12/2012 21:35
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
slashrs
Citazione:
@ Massimo : aspetta Massimo Breivik come ha detto lo stesso Adam Kadmon non era da solo come racconta la versione ufficiale e a me puzza tanto di mkultra.

Vi erano 2 testimoni che hanno affermato di aver visto 2 sparatori … mai più sentito niente.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
InFlames
Inviato: 19/12/2012 21:35  Aggiornato: 19/12/2012 21:35
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/3/2008
Da:
Inviati: 300
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Forse forse, dico io, se gli americani avessero provato la gioia della loro medicina (la guerra) sul loro sacro suolo magari sarebbero più propensi a non massacrarsi l'un l'altro.

Tutto sarà rivelato
Cleaner
Inviato: 19/12/2012 22:05  Aggiornato: 19/12/2012 22:05
Mi sento vacillare
Iscritto: 17/10/2006
Da:
Inviati: 402
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
L'istigazione alla violenza parte da molto prima di Tarantino,i videogiochi e i TG

"Oh che bel castello marcondiro ndiro ndello,
oh che bel castello marcondiro ndiro ndà"

"Il mio è ancora più bello marcondiro ndiro ndello,
il mio è ancora più bello marcondiro ndiro ndà"

"E noi lo ruberemo marcondiro ndiro ndello,
e noi lo ruberemo marcondiro ndiro ndà"

"E noi lo rifaremo marcondiro ndiro ndello,
e noi lo rifaremo marcondiro ndiro ndà"

"E noi lo bruceremo marcondiro ndiro ndello,
e noi lo bruceremo marcondiro ndiro ndà"

Canzoncina (d)istruttiva..... dice veramente così.

Per non parlare di Tom & Jerry,Titti e Silvestro, Braccio di Ferro etc etc passando per i vari robottoni fino ad arrivare a Naruto, Dragonball ,Pokemon etc etc

Siamo tutti cresciuti a pane marmellata e...... legnate.

La violenza fa parte del nostro bagaglio culturale subconscio perchè instillata nei momenti (infanzia) in cui non c'è modo di filtrarla con la ragione,specie per chi ha la sfortuna di crescere in un ambiente familiare poco sereno e poco presente.

invisibile
Inviato: 19/12/2012 22:06  Aggiornato: 19/12/2012 22:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Citazione:
Pyter
Non riesco a capire perchè le guardie armate ci siano da tutte le parti ti giri (banche, istituti, centri commerciali, negozi, centri istituzionali), mentre il bidello armato sarebbe disdicevole.
Si ha più a cuore la sorte dei bigliettoni verdi o delle mercanzie che quella dei ragazzi di una scuola?

Si.
Ma non per tutti.
Per chi "gestisce".

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
Manfred
Inviato: 19/12/2012 22:08  Aggiornato: 19/12/2012 22:08
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 3/11/2009
Da: Osnabrück
Inviati: 2094
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
La violenza edulcorata dalla pseudo arte è ancora più vomitevole della violenza filmica prettamente commerciale che è in qualche maniera ristretta a se stessa e perciò non giustificabile.


PS

Arte è sinonimo di grazia.

Andre81
Inviato: 19/12/2012 22:16  Aggiornato: 19/12/2012 22:16
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/11/2011
Da:
Inviati: 53
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Citazione:
Senza offesa ma chi si fa influenzare dai film oppure dopo un paio d'ora a Call of duty esce e ammazza un sacco di persone ha problemi già a monte. Bisognerebbe piantarla di pensare che siamo tipo i cani di pavlov che reagiscono agli stimoli, che diamine. Ps: è mia opinione personale che in robe tipo call of duty dovrebbero aumentare in modo esponenziale la violenza, dovrebbero mostrarmi la violenza nel modo più dettagliato possibile cosa che attualmente non è. Non vedo corpi smembrati ne teste aperte da colpi headshot, non vedi lo schifo e questo è il vero problema della cosa si smaterializza la morte. Spari e il nemico viene giù, solo quello, niente urla niente dolore ne sofferenza. Diventa facile così.


Sicuramente se faccio una giocata a call of duty non è che esco e ammazzo qualcuno, però io qui un paio di domande me le faccio:

per quale motivo l'essere umano ha bisogno di violenza virtuale?
per quale motivo si ama giocare a call of duty, oppure si ama guardare i film di tarantino?

Vmagic
Inviato: 19/12/2012 22:31  Aggiornato: 19/12/2012 22:31
Ho qualche dubbio
Iscritto: 1/10/2012
Da:
Inviati: 135
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
@Airone..

No, no nella cartina c'è proprio scritto Sandy Hook e possiamo prevedere anche lo strike 2!!


Qui il link dal sito batmangothamcity.net se per vedere l'immagine della cartina: http://batmangothamcity.net/gotham-city-map-archive/gotham-map-dark-knight-rises/

Come si vede lo STRIKE 2 è vicino Narrows. La prossima suola dove accadrà qualcos'altro è questa: Fall River Narrows School. http://maps.google.com.uy/maps?hl=en&psj=1&bav=on.2,or.r_gc.r_pw.r_qf.&bpcl=40096503&biw=1366&bih=630&um=1&ie=UTF-8&q=fall+river+narrows+school&fb=1&gl=uy&hq=fall+river+narrows+school&cid=0,0,15954470989590400346&sa=X&ei=bSTSUPbfBo3g8ASKjYCoAg&ved=0CIEBEPwSMAA

Ecco il sito di "Batman" come definisce Narrows... http://batman.wikia.com/wiki/The_Narrows Quindi la scuola sarà quella.

Speriamo di no..

matteog
Inviato: 19/12/2012 22:40  Aggiornato: 19/12/2012 22:40
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/9/2009
Da: Roma
Inviati: 966
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
@Massimo

non sono d'accordo.

La violenza fa parte dell'uomo e come diceva Spiderman morte, sopraffazione e massacri esistevano anche prima dei violenti Blockbusters.

Per caso i nazisti avevano visto i film di Tarantino?

O gli spagnoli che hanno trucidato gli americani nativi nel centro America cosa avevano visto?

Forse adesso sono cambiate le forme della violenza, ma in sostanza un pazzo che armato di fucile fa fuori 20 bambini non mi sembra molto diverso da un colonizzatore spagnolo.

La violenza viene soltanto liberata, perché noi nasciamo violenti (basta vedere i bambini quanto possono essere "cattivi" con altri bambini) poi crescendo "adottiamo" un sistema socio-culturale che ci frena, blocca e limita questa violenza. Alcuni sistemi socio-culturali non sono così efficaci.
Ed in questi sistemi "inefficaci" l'arte è ininfluente.

Negli States, per me, queste stragi sono del tutto fisiologiche per 2 motivi:

1) la quantità di popolazione di un Paese: basti pensare che gli Stati Uniti contano circa 300 milioni di persone, mentre il Canada solo 34 milioni. Dove c'è più probabilità di trovare un pazzo omicida?

2) il tipo di società in cui tutto è portato all'estremo: competizione fino all'esasperazione, considerazione del prossimo in base a parametri più economici che umani ecc.

I film, l'arte ecc. non c'entrano niente. Infatti gli stessi film li vediamo in tutta Europa, li vedono anche in Asia. Anzi ma vogliamo parlare della violenza di alcuni film asiatici? Eppure di queste stragi in Cina, Giappone, Korea ecc. non se ne sentono.

In Italia per esempio, per come siamo messi socio-culturalmente va molto di moda ammazzare la propria moglie, compagna ecc. Perché non facciamo anche noi le stragi? Mancanza di armi? No, semplicemente perché socio-culturalmente siamo diversi.

Ora per capire la società americana, bisogna andare a studiare il passato e scovare perché si sia instaurato questo sistema socio-culturale basato sull'estremo.

"Cercare il complotto è sano, trovarlo dappertutto è follia." M. Galante
crunch
Inviato: 19/12/2012 22:42  Aggiornato: 19/12/2012 22:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/5/2012
Da:
Inviati: 560
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Ho visto il filmato fuorionda sul padre della bimba uccisa in USA

Agghiacciante....altro che mkultra....


Red_Knight

Citazione:
Nel 1914 alla vigilia della Prima Guerra Mondiale la gente nelle piazze salutava la dichiarazione di guerra applaudendo e sventolando bandierine mentre gli studenti universitari facevano la fila per arruolarsi. La violenza su donne, bambini e animali ....CUT...


Nel 1914 la gente aveva un problema esistenziale superiore a qualunque altro chiamato FAME, le crisi (inclusa quella dei nostri tempi) servono proprio a creare SOLDATI....

Red_Knight
Inviato: 19/12/2012 23:01  Aggiornato: 19/12/2012 23:06
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Citazione:
per quale motivo l'essere umano ha bisogno di violenza virtuale?
per quale motivo si ama giocare a call of duty, oppure si ama guardare i film di tarantino?


Semplicemente perché è divertente. Esistono diversi tipi di fruzione della rappresentazione della violenza che non possono essere unificati, ma l'unica cosa che hanno in comune è l'essere divertente.

La rappresentazione della violenza è la soddisfazione di un desiderio istintivo nei confronti di tutto ciò che odiamo compiuta attraverso un alter ego che è il protagonista della rappresentazione stessa, in cui possiamo identificarci senza assumere su noi stessi alcuna colpa. È sovvertimento senza conseguenze del senso del sacro.
Kenshiro apre in due i malvagi in nome e per conto nostro esercitando un infantile concetto di giustizia manichea così che noi non dobbiamo farlo. Attraverso di lui noi infrangiamo un tabù senza pagare pegno, sconfiniamo nell'immoralità avendo la possibilità di esplorarla senza doverci contaminare.
Anche quando la violenza è gratuita e non è inserita in un contesto di soddisfazione del suddetto manicheismo primitivo essa serve comunque a solleticare l'infantile pulsione alla distruzione, la stessa che da piccoli ci spingeva a smontare i giocattoli per vedere com'erano fatti dentro.
Nei videogiochi, che sono rappresentazione con simulazione, la violenza assurge a simbolo dell'onnipotenza psicopatica di cui siamo investiti dal Creatore. La violenza spinta in un universo virtuale è la conferma che in quell'universo noi possiamo tutto: esercitarla e/o approvarla come anche combatterla ed evitarla, senza Giudice alcuno. Ma il discorso in ambito videoludico è di un ordine di grandezza più complesso.

ivan
Inviato: 19/12/2012 23:41  Aggiornato: 19/12/2012 23:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Analisi e considerazioni nella maggior parte dei casi condivisibili.

Purtuttavia per me la faccenda è semplice: a) nei films il modello "violento" fa audiences e quindi garantisce il ritorno economico ; b) le cronache violente americane di cui alla presente discussione sono solo la conseguenza di una politica poco seria dei governi perchè solo dei politici poco seri possono permettere di andare al negozio sotto casa e farsi una scorta di armi esagerata pure per gli scenari della guerra di Corea.

La storia dell'emedamneto costituzionale del diritto alle armi poi semplicemente non regge: una cosa è la situazione di secoli fa, quando la propri avita era sempre appesa ad un filo che le corcostanze potevano recidere in gni istante, altra cosa è la società di oggi incui la violenza è l'ultima cosa di cui si ha bisogno.

Quando i politici americani decideranno di darsi una regolata vietando la vendita di armi sarà sempre tardi.

La storia che l'uomo è cattivo per natura è in parte vera ma è anche vero che una società che si voglia definire civile si pone delle regole severe per evitare che l'id vada in giro per il pianeta a lanciare materia di ogni forma e colore dove gli pare e contro chi gli pare.

Infine, c'è l'aspetto piu' truce in queste vicende ed è l'atteggiamento dei media: dopo i tragici fatti era tutto un sussegursi di "patch" giustificative nei confronti degli yankee con tanto di spezzoni di films, di dotte citazioni e così via. Non ci sono parole per quello che si è sentito nei tg e letto su molti giornali.

ELFLACO
Inviato: 19/12/2012 23:46  Aggiornato: 19/12/2012 23:46
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/10/2005
Da:
Inviati: 1839
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
EEEhhh ma che due coglioni con le stragi nelle scuole!!,non se ne può più.

Dalla mattina alla sera a parlare di bambini morti nelle scuole in USA!! Eh Basta!!

E i film si fermano per i morti,e Obama piange per i bambini morti.


Mmmm... non mi ricordo di cose simili quando a morire a vagonate erano i bambini iracheni per colpa dei "danni colaterali" delle bome o perchè negli ospedali non c'erano bendaggi puliti...

Mmmmm ,no non mi viene in mente niente .


Ma che si fotta Tarantino. Ma chi se ne frega!!!!

“Le persone non dovrebbero avere paura dei propri governi, sono i governi a dover aver paura delle persone.”
ivan
Inviato: 19/12/2012 23:48  Aggiornato: 19/12/2012 23:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Appunto, ci sono tanti altri bei films da vedere.

o_dotor
Inviato: 20/12/2012 2:55  Aggiornato: 20/12/2012 2:55
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/11/2006
Da:
Inviati: 82
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Come si fa ad ipotizzare un qualche legame tra i film di Tarantino e gli eccidi nelle scuole o comunque con la violenza nella società? Questa è socio-antropologia da strapazzo, bigotta e prodromo di richieste di censure per la “protezione delle menti deboli”.
Simile ma non proprio sovrapponibile al filone di pensiero bigotto che, correlando forzatamente il contenuto dei film alla realtà, ritiene di far cosa giusta facendo slittare ipocritamente le date delle prime cinematografiche a seconda di cosa accade nel mondo..

Senza contare che considerare Tarantino solo il re dello splatter gratuito e dell’elogio della violenza per la violenza, come si legge nell’articolo ed in diversi commenti, denota un approccio decisamente contratto ed limitato alla fruizione delle opere filmiche ( a proposito: perchè molti di coloro che si dicono estimatori di Tarantino denigrano la sua produzione più recente? "Bastardi senza gloria" è un piccolo capolavoro).

Anche trovare un legame, come pure ho letto tra i commenti, tra “30 anni di televisiva identificazione della donna come mero oggetto” e gli attuali omicidi di mogli o ex ( fenomeno mediatico) mi sembra la quintessenza della superficialità, che sembra ignorare come fossero considerate la donne prima di cinquant’anni fa, quando ad esempio nemmeno votavano ed esisteva ancora il “delitto d’onore”.
Buonanotte, è tardissimo!

Pispax
Inviato: 20/12/2012 3:01  Aggiornato: 20/12/2012 3:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Spiderman

Citazione:
- 8 marzo 2012, John Shick, ha sparato e ucciso 1 persona ferendone 6 all'interno dell'Istituto di psichiatra. Prendeva ben 9 antidepressivi.

- 12 ottobre 2012, Scott DeKraai, è entrato nel salone di bellezza ha ucciso la sua ex-moglie, assieme ad altre 7 persone. Era in “cura” con gli antidepressivi Trazodone e Topamax.

- 3 maggio 2009, Troy Bellar ha sparato e ucciso la moglie e 2 figli, prima di suicidarsi. Era in “cura” con Tegretol, un farmaco per il "disturbo bipolare"

- 26 aprile 2009, Fred Davis ha sparato e ucciso un poliziotto, ed era in “cura” con l’antipsicotico Geodon.

- 17 aprile 2009, Christopher Wood ha sparato e ucciso la moglie, 3 figli piccoli e se stesso. Stava prendendo Cymbalta, l’antidepressivo Paxil e gli ansiolitici Buspar e Xanax.

- 11 gennaio 2009, Jason Montes ha sparato e ucciso la moglie e stava prendendo l'antidepressivo Prozac.

- 14 agosto 2008, Timothy Johnson ha sparato e ucciso Bill Gwatney, la polizia ha trovato in casa l'antidepressivo Effexor.

- 14 febbraio 2008, Steven Kazmierczak ha sparato e ucciso 5 persone prima di uccidersi. Era stato in cura con Prozac, Xanax e Ambien.

- 5 dicembre 2007, Robert Hawkins ha ucciso 8 persone. Stava prendendo antidepressivi e i risultati dell’autopsia hanno confermato che era sotto l’influenza dell’ansiolitico Valium.

- 7 novembre 2007, Pekka-Eric Auvinen stava prendendo antidepressivi prima di uccidere 8 persone in Finlandia meridionale.

- 10 ottobre 2007, Asa Coon ha sparato in una scuola con una pistola ferendo 4 persone prima di togliersi la vita. I documenti del tribunale mostrano che usava l’antidepressivo Trazadone. - 21 marzo 2005, Jeff Weise era sotto l’influenza dell’antidepressivo Prozac quando ha ucciso 9 persone prima di suicidarsi.

- Febbraio 2004, Jon Romano ha aperto il fuoco con una pistola in una scuola. Stava prendendo “medicinali per la depressione”.

- 22 marzo 2001, Jason Hoffman era in cura con 2 antidepressivi, Effexor e Celexa, quando ha aperto il fuoco nella sua scuola superiore della California ferendo 5 ragazzi.

- 7 marzo 2000, Elizabeth Bush era sotto l’effetto del Prozac quando a sparato ai suoi compagni.

- 20 maggio 1999, T.J. Solomon era stato trattato con una combinazione di antidepressivi quando ha aperto il fuoco e ferito 6 dei suoi compagni di classe.

- 20 aprile 1999, Eric Harris era in cura con l’antidepressivo Luvox quando lui e Dylan Klebold hanno ucciso 12 compagni di classe prima di suicidarsi in uno dei più sanguinosi massacri scolastici (Columbine).

- 16 aprile 1999, Shawn Cooper ha sparato a scuola 2 caricatori e stava prendendo un mix di antidepressivi.

- 21 maggio 1998, Kip Kinkel ha assassinato i genitori poi è andato a scuola ed ha aperto il fuoco sugli studenti della caffetteria, ammazzandone 2. Kinkel stava prendendo Prozac.

- 8 luglio 2003, Doug Williams uccise 5 persone prima di uccidersi. Usava 2 antidepressivi, Zoloft e Celexa.

- 26 dicembre 2000, Michael McDermott ha ucciso 7 persone e stava prendendo 3 antidepressivi.


La prima ipotesi che viene in mente è che gli antidepressivi scatenino la violenza.
Però è un'ipotesi abbastanza cretina: di antidepressivi ne vengono vendute MILIARDI di confezioni all'anno in tutto il mondo. Ma nin ci sono miliardi di stragi di quel tipo. Negli Usa ne vengono vendute all'anno oltre cento milioni di confezioni(*). Ma di stragi di quel tipo non ce ne sono nemmeno milioni. Nemmeno migliaia. Nemmeno centinaia.
A voler guardare i fatti, nemmeno decine
C'è voluto un elenco su QUATTORDICI ANNI per radunarne venti con quel denominatore comune.

(*) In realtà si sta parlando 118 milioni di prescrizioni all'anno. Su un totale di 2,4 miliardi di ricette. Non necessariamente una ricetta implica che venga venduta UNA SOLA confezione.
I dati sono del 2005.
Fonte :http://health.howstuffworks.com/medicine/medication/antidepressant-most-prescribed.htm



Un'altra ipotesi possibile è che negli USA una scatoletta di antidepressivi ogni tanto venga manomessa per metterci dentro cose un po' differenti. Magari cose che scatenano l'aggressività.
Però anche questa è una cosa davvero difficile da credere, visto che i farmaci perlopiù sono diversi e prodotti da Case farmaceutiche diverse.


Resta una sola ipotesi plausibile: che gli psichiatri del (farlocchissimo) sistema sanitario USA abbiano semplicemente fatto una diagnosi sbagliata. Che abbiano correttamente individuato una patologia mentale ma che l'abbiano grossolanamente sottovalutata.
E di conseguenza che abbiano prescritto farmaci o sbagliati o semplicemente insufficienti.


Interessante notare come la terza ipotesi sia contemporaneamente quella "meno complottista" e anche quella che produce più interrogativi.
Oltretutto il risolvere quegli interrogativi passa in assoluto per le soluzioni più scomode, visto che implicherebbe una riforma molto pesante e molto costosa del sistema medico.
Costosa sia (e soprattutto) per le casse dello Stato, che la dovrebbe finanziare (anche spendendo il meno possibile l'impegno è gravoso); costosa per i medici, che si troverebbero obbligati a dover lavorare un po' anche in condizioni economicamente subottimali; e costosa per le Case farmaceutiche, che vedrebbero calare le vendite di quei prodotti che stanno così abbondantemente sponsorizzando per migliorare i propri bilanci (p.es. Xanax e Prozac)

Non sempre il complottismo combatte il Potere.
In questo caso se ci fermiamo alle tesi "più complottiste" quello che succede al contrario è che lo aiuta, e molto.

Spiderman
Inviato: 20/12/2012 8:05  Aggiornato: 20/12/2012 8:05
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 19/9/2009
Da:
Inviati: 2722
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
@Max

Citazione:
Però una volta non c'erano persone che facessero stragi all'impazzata nelle scuole solo perchè avevano perso qualche bullone nel cervello.


Una volta facevano stragi gratuite nei villaggi senza risparmiare nessuno, la storia è piena di macelli insensati su donne, bambini o anziani. Tu pensi che la violenza di oggi sia causata da quello che ci propina il cinema e videogames, io, invece, credo che ci sia qualcosa di profondamente marcio nell'uomo. Come ho già detto, cinema, tv o videogames, ripropongono quella che è la nostra società odierna e anche quella che era la società prima di noi, sicuramente non farà bene alle nostre menti già malate di suo, ma non è la causa del delirio che impazza un po' ovunque. Non è li che dobbiamo guardare.

"Ogni giorno racconto la favola mia, la racconto ogni giorno chiunque tu sia, e mi vesto di sogno per darti se vuoi, l'illusione di un bimbo che gioca agli eroi. (Renato Zero)
Spiderman
Inviato: 20/12/2012 8:22  Aggiornato: 20/12/2012 8:22
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 19/9/2009
Da:
Inviati: 2722
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
@pispax

Ci devo rimuginare un po' sopra, rimuginare e guardare cos'altro si dice in giro riguardo questo argomento. Ho trovato interessante l'articolo che ho postato, trovo però interessante (MIRACOLO!!! ) anche quello che hai scritto tu.

"Ogni giorno racconto la favola mia, la racconto ogni giorno chiunque tu sia, e mi vesto di sogno per darti se vuoi, l'illusione di un bimbo che gioca agli eroi. (Renato Zero)
peonia
Inviato: 20/12/2012 9:31  Aggiornato: 20/12/2012 9:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Mi torna in mente "Cattiva maestra televisione" di Karl Popper, i cui diceva che i palinsesti erano sovraccarichi di violenze, di ogni genere, e che tutto ciò nuoceva ai bambini e ragazzi:

"Un tipico ragazzo americano, che non ha ancora compiuto 18 anni, ha visto 200mila scene di violenza e 40mila omicidi
Dal mondo di immagini che la televisione propina, i ragazzi
prendono ispirazione per i loro crimini.
Quello che vedono passa per una descrizione attendibile
di un possibile modo di vivere.

Gli spot sottolineano valori egoistici , di rado si pone l’accento
su valori altruisti.
La televisione non è soltanto uno strumento di comunicazione;
la televisione, ha una funzione educativa......"

Ricordo che disse che parlando con coloro che facevano i palinsesti televisi, e cercando di spronarli a creare format più adatti ed educativi, in generale, questi ultimi si difendevano dicendo che era il pubblico e richiederli....
Io penso che se uno Stato volesse davvero il bene del suo popolo, dovrebbe seriamente impegnarsi a farlo crescere ed evolvere, perchè se dentro di noi c'è sia il bene che il male, si possono entrambe sollecitare ed educare, la scelta è quella...e finchè non eravamo stati colonizzati dall'America, la nostra RAI era ben diversa....culturalmente era tutta un'altra storia! quindi si può, se si vuole.....

"Una democrazia non può esistere se non si mette sotto controllo la televisione, o più precisamente non può esistere a lungo fino a quando il potere della televisione non sarà pienamente scoperto". Karl R. Popper.

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
f_z
Inviato: 20/12/2012 10:52  Aggiornato: 20/12/2012 10:52
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/1/2012
Da: Un mondo popolato da (troppi)pezzi di merda
Inviati: 958
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Citazione:
Autore: peonia Inviato: 20/12/2012 9:31:26

La televisione non è soltanto uno strumento di comunicazione; la televisione, ha una funzione educativa......


In realta' oggigiorno la tv, cosi' come tutti i media, e' usata come potentissimo mezzo di propaganda, ed e' probabilmente il piu' efficace di tutti nel fare il lavaggio del cervello.

Basta guardare quanti zombie sono stati sfornati con le ultime generazioni cresciute a tv, videogiochi e genitori dementi che inoltre li alimentano con merda sintetica.

Ma naturalmente i piu' condizionati da questi media dicono "su di me non fa effetto".

Codardo e' il soldato che "esegue gli ordini".

Eroe e' il soldato che ha il coraggio di sparare in faccia ai suoi "superiori".

Peccato che i soldati siano tutti scelti minuziosamente tra gli appartenenti alla prima categoria.
Maksi
Inviato: 20/12/2012 10:52  Aggiornato: 20/12/2012 10:52
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/10/2011
Da:
Inviati: 1219
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Citazione:
Questo non e' il padre della bambina. Cosa significa allora tutto questo? Il tutto diventa molto inquietante.

Citazione:
Jurij:
Quando lo avrà visto il film Lanza ?

Non lo so... Ma comunque mi considerero' un teorico della cospirazione, quando gli altri si considereranno teorici della casualita'.

Citazione:
Nel 1914 la gente aveva un problema esistenziale superiore a qualunque altro chiamato FAME, le crisi (inclusa quella dei nostri tempi) servono proprio a creare SOLDATI....

Nel 1914 l'Europa non era il terzo mondo, ma il centro del mondo. La guerra era un ideale di fede romantico; erano le tifoserie di calcio dei giorni nostri.




Sui psicofarmarci.
E' solo un fattore, ma e' l'insieme del trattamento psicologico che puo' provocare stati mentali alterati.
Per me poi il modus operandi ripetitivo di queste stragi e' la dimostrazione che ci sia un programma comune dietro. I detective non analizzano sempre i modus operandi per individuare la matrice del delitto?
Le stragi di stato sono una realta' storica... Cosa fareste voi per cambiare un diritto costitutivo, di un paese "democratico", senza l'appoggio della popolazione?

Calvero
Inviato: 20/12/2012 12:46  Aggiornato: 20/12/2012 13:03
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
____________________________
_____________________

Al Cinema la violenza serve (e non in tutti i casi) a de-responsabilzzare, non a renderci violenti. Discorso meglio non intavolare visto il livore infantile verso questi temi.

Red_Knight ha anche ragione sui videogiochi. Che quelli peggiori, servono a far sì che si perda la dignità e rimanere inattivi di fronte alla gravità e alla violenza esercitata da Potere e a giustificarla ... ben altro discorso ...

Volete un film che porta al gusto della Violenza? Schindler's List e Salvate il Soldato Ryan ...

.. trattati con una dose morbosa letale di gusto per la sofferenza e con il linguaggio rovescio che incasella il Bene & il Male, in bene e male di Stato.

Tarantino non induce alla violenza, tantomeno la induceva Peckimpah, tanto meno Kubrick ... e non qui paragonati in senso artistico e critico, sia mai

.. coloro che vogliono emulare la violenza dei film sino a questi livelli: - o hanno subito il lavaggio del cervello, o hanno problemi tali che ogni occasione è buona.


Che Tarantino, come un bambino viziato, abbia mostrato la sua ridotta sensibilità sul problema e non vuole gli si rompa il giocattolo, è un discorso ... ma non riguarda queste tragiche vicende.

Ovviamente sbaglia anche Pispax, questo mondo non ha mai viaggiato seguendo mentalità "complottiste" e infatti i risultati sono sotto al naso, il complottismo da Internet non ha nessuna influenza, se non far fare discorsi IDIOTI alla Piero Angela o divertirsi a perdere tempo. Se qualcuno è realmente uno che considera la realtà odierna come manipolata nei punti cruciali da élite e dalla propaganda, allora prima di tutto non andrebbe a votare. E le cose migliorerebbero. Le cose non migliorano infatti, perché tutti avallano questo Sistema. Nessuno in realtà, in maniere influente, è complottista. Sono ancora acerbi i tempi. Questi sono i tempi dei coglioni e come coglioni infatti subiamo il Potere degli Stolti e delle scelte dei "mali minori". Ri-buona crocetta a tutti. Il Potere ringrazia.

PS

Il layout è in vacca

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Red_Knight
Inviato: 20/12/2012 13:18  Aggiornato: 20/12/2012 13:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
@Calvero

Temo che tu abbia frainteso ciò che ho detto. Quello che ho detto io era da intendersi in senso assolutamente positivo. Io i videogiochi violenti, anche/soprattutto i più violenti, li benedico, li approvo, li creo e se dipendesse da me li renderei obbligatori nelle scuole elementari.

DrHouse
Inviato: 20/12/2012 14:28  Aggiornato: 20/12/2012 14:29
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/11/2007
Da:
Inviati: 2394
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
@ Red_Knight
Approvo con applauso il tuo primo post. Solo tu, probabilmente, hai qui dentro i mezzi intellettivi e linguistici per esprimere un concetto così complesso e sensibile con quella precisione e quella chiarezza.

Citazione:
Temo che tu abbia frainteso ciò che ho detto. Quello che ho detto io era da intendersi in senso assolutamente positivo. Io i videogiochi violenti, anche/soprattutto i più violenti, li benedico, li approvo, li creo e se dipendesse da me li renderei obbligatori nelle scuole elementari.

Beh, ora però non esageriamo. Per le stesse ragioni per cui non esiste una correlazione scientifica, o comunque dimostrabile, tra videogiochi violenti (violenza rappresentata) e stragi nelle scuole o altri atti di efferata violenza (violenza reale provocata), è tutto da dimostrare che la fruizione di videogiochi violenti abbia un effetto opposto, cioè positivo e quindi benefico tanto per il fruitore quanto per le potenziali vittime della sua violenza.

In altre parole, concordo sul non demonizzare eccessivamente i videogiochi violenti. Ho altresì qualche perplessità sull'elevarli addirittura a strumento educativo. O forse la tua era solo una provocazione e ho interpretato male io.

E dopo 10 anni, siamo a discutere se il Volo 77 è arrivato proprio lungo questa linea, o piuttosto è arrivato due metri più a sinistra, o due metri più a destra? (Perle complottiste)
crunch
Inviato: 20/12/2012 14:47  Aggiornato: 20/12/2012 14:48
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/5/2012
Da:
Inviati: 560
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Citazione:
Nel 1914 l'Europa non era il terzo mondo, ma il centro del mondo. La guerra era un ideale di fede romantico; erano le tifoserie di calcio dei giorni nostri.


Nel 1914 non c'erano i MASS media e dunque per controllare le MASSE serviva ignoranza, miseria e rigido autoritarismo unito alla legge del taglione. Queste cose portavano nelle masse paura, dipendenza o addirittura nessuna autonomia dal potere/regime in carica. Quando il potere veniva minacciato di pericolo o cosi' veniva propagandato allora il popoletto si sentiva parte di esso e in dovere di morire per difendere il suo pezzo di pane. Questa e' la realta', non mi si venga a parlare di romantici idealismi da pseudo intellettuale..... che neanche gli pseudo intellettuali di allora ci credevano.

Oggi il controllo delle masse avviene diversamente.... TV in primis.
Il problema vero oggi e' che il benessere e i diritti di cui godiamo accumulati in questo secolo sono considerati eccessivi dalle elite, specie in un ottica di accettazione di possibili futuri scenari di guerra che potrebbero toccarci da vicino.

Probabilmente non basta piu' il lavaggio del cervello, molti ormai pensano che il sistema collassato dell'occidente possa salvarsi solo attraverso una guerra mondiale e risorgere dalle sole ceneri.
Ma ricordati che nel 1914 a parte qualche intellettualoide o fortunato borghesuccio mezza europa soffriva per fame e freddo e l'altra meta' emigrava in USA.

slashrs
Inviato: 20/12/2012 15:49  Aggiornato: 20/12/2012 15:52
So tutto
Iscritto: 6/11/2010
Da:
Inviati: 9
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Autore: Jurij Inviato: 19/12/2012 21:35:12

slashrs
Citazione:
@ Massimo : aspetta Massimo Breivik come ha detto lo stesso Adam Kadmon non era da solo come racconta la versione ufficiale e a me puzza tanto di mkultra.

Vi erano 2 testimoni che hanno affermato di aver visto 2 sparatori … mai più sentito niente.

mi sa che ne sai poco non berti la versione ufficiale e informati gia solo gli orari in cui è stato visto in più isole non coincide e poi più testimoni hanno affermato che c'erano più persone che sparavano sulla folla e non solo 2

guardati questo video http://www.video.mediaset.it/video/mistero/puntate/243652/adam-kadmon-luomo-del-mistero.html#tc-s1-c1-o1-p1

abbidubbi
Inviato: 20/12/2012 16:35  Aggiornato: 20/12/2012 16:35
Mi sento vacillare
Iscritto: 31/8/2005
Da: roma
Inviati: 671
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti

Io sto mentendo. (Eubulide, V secolo a.C.)
Calvero
Inviato: 20/12/2012 16:40  Aggiornato: 20/12/2012 16:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Citazione:
Temo che tu abbia frainteso ciò che ho detto. Quello che ho detto io era da intendersi in senso assolutamente positivo. Io i videogiochi violenti, anche/soprattutto i più violenti, li benedico, li approvo, li creo e se dipendesse da me li renderei obbligatori nelle scuole elementari.


Non credo di aver frainteso. Penso tu abbia fatto un bel ragionamento invece. Valido e, come tuo solito, razionale. Condivido in gran parte.

Magari si potrà continuare il discorso nel Topic che avevo aperto sui VG (almeno, mi sembra che ero stato io ad aprirlo) .. dove ho delle riserve da esprimere riguardo non la violenza ma la morbosità di rendere il bene e il male cosa politica.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Red_Knight
Inviato: 20/12/2012 17:00  Aggiornato: 20/12/2012 17:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
@Calvero

Ah, ok, allora io avevo frainteso te!
Mi piacerebbe continuare quel topic ma essendo troppo coinvolto nei tecnicismi della materia finisco sempre col valutare i post che scrivo troppo imprecisi o troppo prolissi, e finisce che li cancello e lascio perdere!

Fabrizio70
Inviato: 20/12/2012 17:19  Aggiornato: 20/12/2012 17:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Citazione:
è tutto da dimostrare che la fruizione di videogiochi violenti abbia un effetto opposto, cioè positivo e quindi benefico tanto per il fruitore quanto per le potenziali vittime della sua violenza.


Da questo punto di vista vorrei aggiungere una considerazione , oggigiorno viviamo in una civiltà in cui si cerca di minimizzare lo sfogo dell'aggressività , già il solo mandare a quel paese l'imbecille di turno che ti taglia la strada in macchina è considerato "disdicevole" , una volta inoltre se avevi tendenze psicopatiche ti bastava partecipare ad una delle frequenti guerre ed oltre a sfogare i tuoi istinti ti davano pure una bella medaglia , oggi queste possibilità sono inferiori , non può essere che questa violenza simulata aiuti a contenere gli sfoghi della maggior parte delle persone ?

P.S:Abbidubbi hai perfettamente ragione

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
complo
Inviato: 20/12/2012 17:29  Aggiornato: 20/12/2012 17:29
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Citazione:
...non può essere che questa violenza simulata aiuti a contenere gli sfoghi della maggior parte delle persone ?


Come in tutte le cose basta avere il senso della misura.
La violenza può essere "pedagogica" addirittura per i bambini.
Anche i dottirii sconsigliano di reprimere sempre l'aggressività di un bambino per insegnargli invece a dominarla e a ricomporre i conflitti nei momenti di ira.
Certo se lasci tutto il giorno un bambino abbandonato con un videogioco violento.......

Pyter
Inviato: 20/12/2012 17:45  Aggiornato: 20/12/2012 17:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Red_Knight
Anche quando la violenza è gratuita e non è inserita in un contesto di soddisfazione del suddetto manicheismo primitivo essa serve comunque a solleticare l'infantile pulsione alla distruzione, la stessa che da piccoli ci spingeva a smontare i giocattoli per vedere com'erano fatti dentro.


Io l'ho sempre chiamata curiosità, una cosa positiva e utile.

Se i troiani l'avessero avuta avrebbero smontato il cavallo e scoperto gli achei, ma non sono riusciti a violare il sacro perchè ancora non avevano inventato i videogiochi e la psicologia collettiva applicata.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
mc
Inviato: 20/12/2012 18:40  Aggiornato: 20/12/2012 18:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/5/2004
Da:
Inviati: 7222
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Credo che le generazioni di oggi comprendano fino in fondo la natura ludico-intrattenitrice del cinema e della televisione.
Non credo che la sola esposizione a ricostruzioni filmiche o televisive violente sia sufficiente a generare i mostri di cui si parla. Penso che sia necessaria viverla sulla propria pelle quella violenza.

L'utilizzo degli psicofarmaci spesso e' indicato e suggerito ad individui che hanno subito nel mondo reale traumi (presumo che sia cosi' nella maggior parte dei casi...) violenti o assistito-vissuto nella "vita reale" (persone vicine?) a situazioni analoghe.
Il che' sposterebbe le cause delle manifestazioni omicide dall'assunzione verso le causali per cui l'assunzione.

P.s.:
Personalmente, sono i soprusi che mi rendono piu' violento, non i film... ma se fossi influenzato a livello inconscio (dai vari Tarantino nel mondo della fiction) non me ne accorgerei mai a livello cosciente, immagino...quindi... chissa'-

mc

R_Deckard
Inviato: 20/12/2012 19:46  Aggiornato: 20/12/2012 19:46
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/7/2011
Da:
Inviati: 54
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Quando MM scrive di questi post rivela una brutta parte di sé (chi di noi non ne ha).
Quella che prova grande invidia nei confronti di chi nell'ambito cinematografico ha ottenuto risultati brillanti. Tarantino praticamente dal nulla, Ridley Scott dalla pubblicità.
Che colpa ne hanno se hanno più immaginazione e fegato e fibra di noi. Non c'è motivo di essere invidiosi. Sono forti, hanno una intelligenza narrativa e visiva da far spavento.

In Bowling for Columbine si dice che in Canada ci sono 6.000.000 di armi da fuoco su circa 30.000.000 di abitanti ma lassù la gente non si spara. Ci va a caccia.
Eppure anche lassù guardano film violenti e giocano a call of duty.
Il punto, lascia intendere Michael Moore, è che hanno dei mass media che non puntano a terrorizzarli come invece negli U.S.A. dove la gente è costantemente spaventata a morte dai tempi dei "galeotti" pellegrini.
L'invasione (mai avvenuta) delle api "africanizzate", e via così fino alla paura dell'uomo "negro" che minaccia il w.a.s.p.
Tutti i discorsi sulla minaccia terroristica, gli arabi cattivi, il pericolo dell'islam.

La paura per ignoranza conduce alla violenza.
Altro che gli scenari surreali di Tarantino e John Carpenter...

slashrs
Inviato: 20/12/2012 20:56  Aggiornato: 20/12/2012 20:56
So tutto
Iscritto: 6/11/2010
Da:
Inviati: 9
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Autore: R_Deckard:

In Bowling for Columbine si dice che in Canada ci sono 6.000.000 di armi da fuoco su circa 30.000.000 di abitanti ma lassù la gente non si spara. Ci va a caccia.
Eppure anche lassù guardano film violenti e giocano a call of duty.
Il punto, lascia intendere Michael Moore, è che hanno dei mass media che non puntano a terrorizzarli come invece negli U.S.A. dove la gente è costantemente spaventata a morte dai tempi dei "galeotti" pellegrini.
L'invasione (mai avvenuta) delle api "africanizzate", e via così fino alla paura dell'uomo "negro" che minaccia il w.a.s.p.
Tutti i discorsi sulla minaccia terroristica, gli arabi cattivi, il pericolo dell'islam.

La paura per ignoranza conduce alla violenza.
Altro che gli scenari surreali di Tarantino e John Carpenter...

concordo in pieno

Redazione
Inviato: 20/12/2012 21:28  Aggiornato: 20/12/2012 21:39
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
R_DECKARD: Citazione:
"Quando MM scrive di questi post rivela una brutta parte di sé (chi di noi non ne ha). Quella che prova grande invidia nei confronti di chi nell'ambito cinematografico ha ottenuto risultati brillanti. Tarantino praticamente dal nulla, Ridley Scott dalla pubblicità. Che colpa ne hanno se hanno più immaginazione e fegato e fibra di noi. Non c'è motivo di essere invidiosi. Sono forti, hanno una intelligenza narrativa e visiva da far spavento"
Hai scritto una stupidaggine enorme, perchè evidentemente non mi conosci (e conosci poco anche il cinema, a quando pare).

Trovami una sola riga che io abbia mai scritto contro i VERI maestri del cinema - Lang, Kurosawa, Bergman, Altman, Visconti, Fellini, Renoir, Bunuel, Kubrick (tutta gente che di successo ne ha avuto in abbondanza), e la tua tesi forse acquisterà un minimo di solidità.

Fino ad allora resterai soltanto una persona che confonde "successo" con "astuzia commerciale". (E' contro la seconda che mi batto, nel caso non si fosse capito, e non contro il primo).

Redazione
Inviato: 20/12/2012 21:33  Aggiornato: 20/12/2012 21:40
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
SPIDERMAN: "Una volta facevano stragi gratuite nei villaggi senza risparmiare nessuno, la storia è piena di macelli insensati su donne, bambini o anziani."

Non credo che sia così. Quelli che tu chiami "macelli insensati" facevano sempre parte di strategie di conquista, di razzia, o comunque di predominio.

In altre parole, erano sempre stragi fatte da gruppi (etnici, religiosi od altro) finalizzate in qualche modo alla conquista o al possesso (o ad ambedue le cose).

Nessuno usciva da solo al mattino ed andava a sterminare donne e bambini solo perchè non aveva niente di meglio da fare.

E' la GRATUITA' del gesto che fa la differenza.

Jurij
Inviato: 20/12/2012 21:41  Aggiornato: 20/12/2012 21:41
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Calvero
Inviato: 20/12/2012 21:45  Aggiornato: 20/12/2012 21:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
BERGMAN !!!! mon amour .... perché non ci sei più?

---==)*(==---

Comunque mi riservo di ri-elaborare un discorsetto su Tarantino, non tutto il disprezzo che metti è lecito.

---==)*(==---

Dersu Uzala ... proteggici tu, my Hero

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
R_Deckard
Inviato: 21/12/2012 20:23  Aggiornato: 21/12/2012 20:36
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/7/2011
Da:
Inviati: 54
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Redazione: Citazione

Hai scritto una stupidaggine enorme, perchè evidentemente non mi conosci (e conosci poco anche il cinema, a quando pare).

Trovami una sola riga che io abbia mai scritto contro i VERI maestri del cinema - Lang, Kurosawa, Bergman, Altman, Visconti, Fellini, Renoir, Bunuel, Kubrick (tutta gente che di successo ne ha avuto in abbondanza), e la tua tesi forse acquisterà un minimo di solidità.

Fino ad allora resterai soltanto una persona che confonde "successo" con "astuzia commerciale". (E' contro la seconda che mi batto, nel caso non si fosse capito, e non contro il primo).

--------------------------------------------------------------------------------------------------------

Cosa vuol dire. Che siccome non hai parlato male de "Le charme discret de la bourgeoisie", di "Shichinin no samurai", "La grande illusion ", "Paths of glory", "Otto e mezzo", "Smultronstället" e cioè delle opere di ALCUNI dei VERI maestri del cinema, ma hai parlato male di ALTRI VERI maestri del cinema, allora il discorso sull'invidia per Tarantino e Scott non sta in piedi?
Che questi ultimi due non siano maestri del cinema lo dici tu.
Io, ma è riconosciuto universalmente, penso che il primo abbia delle doti da narratore e una cultura visiva che con l'astuzia commerciale hanno avuto ben poco a che vedere, almeno da principio.
- Perché Reservoir dogs lo ha girato con 1,200,000 $ nel 1992, e cioè con più o meno lo stesso budget delle scoreggione panettonianitaliche odierne. E negli USA incassò all'incirca 2,800,000. Una cifra misera. Altro che astuzia commericale. A momenti pure Pulp fiction (8,000,000 budget) gli diventava un flop perché la gente preferiva Forrest Gump (che resta sempre un buonissimo film) e infatti negli USA incassò soltanto 44 milioni nella sua stagione. Ha ricevuto più riconoscimenti all'estero che in patria.
Su Scott e quello che hai scritto di Prometheus sono daccordo, ma anche lui solo per aver diretto Alien e Blade Runner merita di essere considerato VERO maestro del cinema. Perché sono opere che hanno fatto "mondo". Hanno rivoluzionato linguaggi e stravolto codici.

Quindi riassumendo hai usato un esempio di astuzia commerciale a mio parere infelice. E sempre a mio parere hai sbaglaito ad argomentare. Se te la fossi presa con i giochi sparatutto non avrei avuto nulla da ridire, perché ci può anche stare o se non altro riflettiamoci (e sono uno che a call of duty ci gioca da quando aveva le braghe corte).

Nel frattempo che ne pensi tu di quello che ho riportato del film documentario di Moore a proposito della paura e delle gocce di terrore somministrate quotidianamente alle masse? (perché in fondo anche tu ti occupi da una vita di falso terrore, di controllo delle menti tramite i miti, i falsi sillogismi e via discorrendo.)

Maksi
Inviato: 22/12/2012 13:13  Aggiornato: 22/12/2012 13:13
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/10/2011
Da:
Inviati: 1219
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Citazione:
crunch ha scritto:
Nel 1914 non c'erano i MASS media e dunque per controllare le MASSE serviva ignoranza, miseria e rigido autoritarismo unito alla legge del taglione. Queste cose portavano nelle masse paura, dipendenza o addirittura nessuna autonomia dal potere/regime in carica. Quando il potere veniva minacciato di pericolo o cosi' veniva propagandato allora il popoletto si sentiva parte di esso e in dovere di morire per difendere il suo pezzo di pane. Questa e' la realta', non mi si venga a parlare di romantici idealismi da pseudo intellettuale..... che neanche gli pseudo intellettuali di allora ci credevano.

Il MASS media c'era, magari uno solo, ma c'era. Era la stampa (gia' di predominio ebraico comunque).
Non so quanto si avesse paura dell'autorita', ma so che il mio bis-nonno viveva in un regime feudale, era povero, ma non gli mancava da mangiare... non aveva fame, come un luogo comune vorrebbe far credereriguardo all'esistenza nei regimi "autoritari". L'entusiamo per la guerra non si manifestava nella popolazione contadina (la maggioranza della popolazione dell'apoca), ma negli ambenti istruiti borghesi ed urbani... dagli intellettuali, insomma... canalizzati dai mass media dell'epoca. Ai contadini non importava niente della guerra, perche' la loro sopravivenza dipendeva dall'agricoltura, come per gli stessi feudatari, che certamente non premevano per far spedire i contadini delle loro terre a fare la guerra. La guerra era spinta da circoli finanziari internaZIONali... allora come ora.
Anche riguardo all'emigrazione verso l'amerika ci sono molti luoghi comuni, come quella di fare credere che fosse la "terra dell'opportunita". C'e' una frase esplicita di Tony Soprano riguardo a questo, quando spiega che l'unico motivo dell'immigrazione (italiana e non) era perche' ai Rockefeller e ai Morgan servivano api operaie per le loro industrie. Era un'immigrazione programmata e selezionata, come lo e' ora. Anche adesso ci lamentiamo della "fuga di cervelli", ma e' solo un'esigenza d'affari che produce tali situazioni, non direttamente per fame (anche se casi specifici ci sono stati).

redribbon
Inviato: 23/12/2012 6:16  Aggiornato: 23/12/2012 6:16
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/1/2006
Da: Firenze
Inviati: 614
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
Citazione:
Autore: Kenshiro Inviato: 19/12/2012 2:14:47
Da ragazzino seguivo un cartone animato in Tv (potete intuirlo dal mio Nickname) dove effettivamente c'era violenza.
Ma veniva presentata insieme a sofferenza e tragedia umana,rendendola qualcosa di poco piacevole.
Benché il protagonista si trovasse ad essere costretto a farne uso,questo avveniva per porre fine alla violenza stessa a danno dei più deboli perpetrata da spietati assassini (di cui spesso poi in punto di morte si mostrava il lato umano)



Il mio preferito era conan il ragazzo del futuro, ma a volte vedevo anche l'uomo tigre,
ken dopo qualche anno, a scuola ci si scherzava con gli amici rifacendo le mosse di ken, non mi sembrava poi così educativo, non so, forse mi sbaglio, ma non mi ha lasciato niente quel cartone,
mentre invece considero l'uomo tigre un altro mondo: rappresenta la vera lotta del bene contro il male, e diverse cose me le ricordo ancora oggi,
come non ricordare l'aiuto ai bambini orfani?
E poi aveva una trama eccezionale quanto Conan.
Inoltre era fatto bene, tra le mie puntate preferite quando combatte contro maschera di morte, che lo fa incazzare e finisce per prenderlo a calci nelle pa**e e gli pianta le due assi di legno della panca spezzata nella schiena... fantastico
a avercene di cartoni così....
oggi ci sono tutte schifezze.

E qualcuno, tra cui anche un mio amico, sostiene che l'uomo tigre è violento e per questo non deve essere fatto vedere ai bambini,
tutta gente che non capisce un emerito ca**o (ho provato a dirglielo educatamente al mio amico) :
proprio come dice bene Bakunin è la vita che è violenta, e quella dell'uomo tigre è la parodia dell'uomo che combatte per vivere cercando di rispettare sempre le regole del combattimento (le leggi nella vita civile), senza esserne un fan particolare, riconosco che l'uomo tigre è un eccellente strumento educativo e pieno di solidi valori.

Dovrebbero continuare a trasmetterlo ininterrottamente per educare i bambini, o finisce che coi cartoni di oggi si forma un popolo di instupiditi (o forse è questo che vuole il potere?) .

w l'uomo tigre


per il resto non posso che quotare Bakunin


Citazione:
Messo così il discorso è secondo me assai parziale, nel senso di limitato.
Proiettati in un contesto sociale differente, i film violenti non sortirebbero alcun effetto secondario o terziario, il problema è che sparatorie e uccisioni varie vanno ad aggiungersi allo spregio assoluto della vita umana intesa come tale, al di là se essa venga interrotta da uno sparo o devastata da meccanismi economici perversi.
Immaginate qualcosa di più violento, cinico, freddo e disumano di ciò che è accaduto all'Ilva di Taranto, ovvero "o ti ammali di cancro o crepi di fame" ?
Forse che il ricatto di Marchionne "O lavori come una bestia rinunciando ai tuoi diritti o crepi di fame" sia poi così lontano dal primo esempio ?
Ciò che sta accadendo in Grecia e in Spagna, con famiglie e persone di tutti i generi ridotte sul lastrico dall'oggi al domani per folli interessi di pochi bastardi, è forse un messaggio meno devastante di un film di Tarantino ?
Non dimentichiamoci dei suicidi italiani che allo stato ("s" minuscola voluta) pare non facciano un baffo, così come gli allucinanti pignoramenti e sfratti dei criminali di Equitalia.
Nella realtà americana del "tutti contro tutti" e "vinca il più forte e il più carogna", che spazio volete che rimanga per l'umana compassione e il reciproco rispetto ? A quali pressioni sono sottoposti gli adolescenti per non essere considerati degli "sfigati" ?
Che rispetto della vita umana e della sua dignità c'è in tutto questo ?
In realtà c'è solo da meravigliarsi che di stragi non ne accadano decine al giorno e non solo in America, questa è la verità !

Per cui, personalmente, prima di dare la caccia alle streghe hollywoodiane, comincerei a mettere sotto processo i media "reali", ovvero tv e stampa che, raccontando e propronendo la "realtà" con un certo taglio, inaridiscono menti e cuori più del peggiore splatter sul mercato.
Da poco mi sono visto "Bitch slapt", classico movie in stile tarantiniano e mi sono divertito un sacco senza che la mia mente venisse sfiorata da pensieri violenti, poi leggo le interviste a Monti, Passera, Merkel e Marchionne e, chissà com'è, mi viene voglia di andare in cerca di un AK47...

“datemi il controllo della moneta di una nazione e non mi importa di chi farà le sue leggi”

Mayer Amschel Rothschild
crunch
Inviato: 23/12/2012 22:01  Aggiornato: 23/12/2012 22:04
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/5/2012
Da:
Inviati: 560
 Re: Hollywood rimanda il lancio dei film violenti
@Maksi

comunque dico solo che la storia si ripropone con terribile cinismo, e' sempre andata cosi', guarda caso nel '19 la grande guerra sfocio' nella societa' delle nazioni, una specie di onu creata dagli USA ma a cui questi ultimi decisero di non aggregarsi. Niente di nuovo all'orizzonte, la storia come sappiamo si ripete' nel '45 con l'onu, stavolta con gli USA in in pompa magna per un deciso 'upgrade', in mezzo sempre popoli 'liberati' e 'partigiani' o presunti tali...... oggi in medioriente assistiamo allo stesso scenario europeo di 70 anni fa, ora manca solo il passo definitivo....

Intanto a tal proposito consiglio a tutti una lettura qui

http://terrarealtime.blogspot.it/2012/12/mario-monti-weimar-reloaded.html


Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA