Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu laterale
 

Torna al menù principale

INTRODUZIONE

FAQ - Le domande
più frequenti


Introduzione all' 11 settembre


I "neocons"


10 settembre: qualcuno sapeva


I precedenti storici


Patrioti per l'11 settembre

 
 Una questione di metodo

 
Un punto di partenza

1 - LA VERSIONE UFFICIALE

Colpevoli e mandanti


I 19 assi del cielo


  Le prove sospette


 Le identità al condizionale




La vera storia di Al-Queda

 
Chi  è Osama bin Laden?


La prova del nove


Sintesi capitolo 1

2 - GLI AEREI DIROTTATI

La difesa inesistente


Chi ha cambiato le procedure?


Cronologia comparata dei 4 voli


 War games
(in preparazione)

 
5 cronologie in 5 anni

 
 Il fallimento della difesa


LA PROVA DEL NOVE:

Un piano inesistente


Sintesi capitolo 2

 
3 - Il SEGRETO del PENTAGONO

Il doppio problema del Pentagono


Dove è finito l'aereo?


  I testimoni oculari


Il black-out di Grande Fratello

 
I falsi video del Pentagono


La tesi della disintegrazione


La tesi della penetrazione

 
Simulazione di reato


Operazione "Aquila Nobile"


LA PROVA DEL NOVE:

Il segreto del Pentagono


Hani Hanjour,
dilettante miracolato


Sintesi capitolo 3

4 - IL MISTERO DI UNITED 93

Un altro Boeing scomparso


I fatti riscontrati

DA QUI IN POI IL LAVORO E' ANCORA DA COMPLETARE

Le telefonate dal cielo
 
 
Lo schianto misterioso


  Abbattuto in volo?


  Il Jet bianco


LA PROVA DEL NOVE:
Una complicazione inutile


Sintesi capitolo 4
 
5 - Il WORLD TRADE CENTER

Le Torri che non dovevano crollare


Larry Silverstein,
l'uomo delle Torri



Il World Trade Center Plaza

 
5 anni di teorie contraddittorie

 
Le Torri gemelle

 
Un lampo sul muso del Boeing

 
Il mistero del pod 


La prova del nove

 
 Rapporto NIST: simulazione di collasso


Una potenza misteriosa
   
 
Le pozze di metallo incandescente

 
Acciaio: la cancellazione delle prove


Le demolizioni controllate


World trade center 7:
il più strano di tutti


Smoking Gun?


I pompieri raccontano


Crolli o demolizioni?


Sotto gli occhi di tutti

 
20 domande sulle Torrri Gemelle

 
Confutazione della versione
ufficiale del collasso


  Analisi del trasferimento
della quantità di moto

 
La distruzione del WTC: perché la versione ufficiale non può essere vera

 
Dieci teorie diverse a confronto


Rapporto 911 - Omissioni e distorsioni


115 menzogne sugli attentati
dell'11 settembre


Sintesi capitolo 5
 
6 - I  FAMILIARI DELLE VITTIME

Un popolo a parte


100 domande senza risposta


Sintesi capitolo 6

CONCLUSIONE

Un quadro di insieme


11 settembre

Il punto della situazione

Appendice 1:
STAMPA E TV

 
2006: Un'estate sorprendente


"OGGI"


Le Monde Diplomatique
 
 
 Il caso Diario / Popular Mechanics

PAGINE DI SERVIZIO

LE FONTI

Torna alla homepage di luogocomune

 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE



Questa sezione stata visitata: 4806051 volte




UN FALSO ASSOLUTAMENTE INUTILE


Questo video, comparso in maniera poco chiara circa sei mesi dopo gli attentati, è stato da più parti acclamato come la "prova" che "l'aereo ci fosse".

Sinceramente, però, non si riesce a capire tutta questa passione per questo spezzone, il quale, se anche fosse del tutto genuino, non dimostrerebbe assolutamente niente a favore della tesi ufficiale. (Anzi).

Che un velivolo abbia colpito il Pentagono, infatti, non si discute. Ora, sia i caccia, sia i missili, sia tutti gli altri oggetti volanti conosciuti hanno una coda. E siccome è la coda di un velivolo l'unica cosa che si vede nel filmato - e pure male - non si capisce appunto a cosa possa servire mostrarlo.


***

Passiamo invece ad indicare gli aspetti di questo filmato che lo rendono, caso mai, una prova a favore della tesi cospirazionista:

Prima di tutto, ricordiamo che il filmato, pur proveniendo da una telecamera del parcheggio del Pentagono, è stranamente giunto ai media senza l'ufficialità del medesimo, che non lo ha mai nè disconosciuto nè riconosciuto.

In secondo luogo, non si capisce perchè ci sia stato mostrato questo filmato, in cui non si vede praticamente nulla, mentre non ci vengono fatti vedere gli svariati filmati che debbono sicuramente esistere, oltre a quelli che sono stati sequestrati dall'FBI subito dopo l'attentato stesso (vedi "Il black-out di grande fratello"), e nei quali invece l'aereo dovrebbe vedersi benissimo.  Perchè questo sì, ma quelli no?

Terzo: facciamo notare come, se il filmato fosse autentico, dietro alla coda del velivolo compaia chiaramente una scia bianca, che è il tipico effetto lasciato nell'aria da un missile che sarebbe stato sparato pochi istanti prima dell'impatto. Ma non certo da un Boeing di linea.

Quarto: il filmato mostra con chiarezza come il velivolo approcci il Pentagono in perfetta orizzontale. Nella pagina "il grande errore di Hani Hanjour" mostriamo come questo, per un Boeing 757, sia assolutamente impossibile, per più di un motivo.

Quinto: da un punto di vista tecnico, non si tratta di un vero e proprio filmato, ma di una animazione di 5 fotogrammi fissi. Lo diciamo perchè una cosa è ritoccare un filmato vero e proprio, con centinaia e centinaia di fotogrammi, un'altra è ritoccare 5 fotografie, ed assemblarle poi come animazione.





Mostriamo infatti, più sotto, alcuni aspetti tecnici che alimentano il sospetto che il filmato sia stato creato ad hoc, proprio per supplire alla inspiegabile mancanza di quelli veri.







Avrete sicuro notato come il fotogramma n. 2  risulti anomalo rispetto agli altri. Innanzitutto, il fotogramma è molto più chiaro degli altri, quando al massimo, visto che ritrae il momento più luminoso della fiammata, l'esposizione automatica avrebbe dovuto reagire chiudendo leggermente il diaframma. Questa anomalìa però può essere sempre spiegata con un malfunzionamento momentaneo dell'apparecchio (visto il lavoro che deve fare, non deve essere necessariamente dei più sofisticati).

Quello che invece è difficile da spiegare è il chiarore della fiammata, che nel fot. 2 raggiunge addirittura il retro della torretta dell'eliporto, e buona parte degli alberi che si trovano sull'angolo dell'edificio (sulla sinistra del fotogramma.)



Mentre nel 3, e nei fotogrammi successivi, non illumina minimamente le parti appena descritte. Apparentemente, la maggiore luminosità dell'esplosione, nel fot. 2, potrebbe aver causato quell'effetto, ma la cosa diventa poco credibile se si osserva (sotto) la distanza effettiva fra gli oggetti interessati.

La telecamera del parcheggio è quella nel cerchio in alto a sinistra (abbiamo scurito noi i contorni, per vedere meglio la parte interessata), e la freccia gialla indica la parete posteriore della torretta dell'eliporto.



Siamo circa a metà della distanza fra obbiettivo e zona d'impatto. Guardate poi dove si trova l'angolo dell'edificio con gli alberi che erano stati prima illuminati dalla fiammata (a destra del veicolo rosso, a metà della freccia gialla).  Decisamente lontani, anche per un lanciafiamme vero e proprio.

Quella fiammata cioè dovrebbe 1) essere stata sprigionata dai serbatoi del Boeing appena questo ha toccato l'edificio, 2) dovrebbe aver avvolto addirittura mezzo Pentagono (senza lasciare però la minima traccia da nessuna parte), e 3) dovrebbe essere durata solo un quarto di secondo, visto che nel fotogramma successivo è rientrata del tutto.

Quello potrebbe essere etilene, al massimo, o comunque un carburante ad altissima volatilità. Ma di certo il gasolio non si comporta così.

Mentre, se si cerca di ritoccare delle foto aggiungendo un'esplosione presa da un'altra parte (noi in questo esempio abbiamo usato proprio la fiamma del fotogramma 3), si rischia facilmente di  "invadere" con gli aloni della fiammata certe zone della fotografia che non dovrebbero invece esserne toccate.

Vi sono poi ulteriori aspetti di questo strano filmato che destano sospetti, come ad esempio il fatto che la fiammata arrivi addirittura ad avvolgere tutto il tetto dell'edificio (fot 3, 4 e 5), quando sappiamo benissimo che invece il tetto risultava perfettamente integro dopo l'impatto.

Come abbiamo già detto, però, questi sono tutti elementi che rinforzano la tesi cospirazionistica*, ma nulla di ciò che ha a che fare con questo filmato può comunque servire in nessun modo da supporto a quella ufficiale.

(* Nel senso che sarebbe un falso, messo in circolazione apposta dopo che ci si è accorti che stavano sorgendo i primi dubbi sulla presenza effettiva del 757. A quei tempi però non ci si sognava minimamente che sarebbe saltato fuori un Meyssan, con la tesi del missile, e quindi può essere sembrato sufficiente fare vedere una coda "di qualcosa", per credere di tacitare le voci dei più sospettosi).









Powered by XOOPS 2.0 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA