Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata
 La voce del sito
La verità deve avere un senso biologico, altrimenti con tutti gli sforzi che si fanno per neutralizzarla, non esisterebbe già più.

Edo
 Luogocomune On Air




 Indice SEZIONI




























 Sponsor
Sai come creare un sito web? Prova ora con EditArea!

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


RSS

« 1 2 3 4 (5) 6 7 8 9 »
Economia : Grecia - Verso un “genocidio finanziario”
Inviato da Redazione il 26/9/2011 7:19:14 (6818 letture)

di Günter Tews

Non si può rimanere zitti di fronte alle dichiarazioni dei più alti responsabili europei, talvolta al limite dell'assurdo, su questi "fannulloni" greci che si rifiutano di "risparmiare".

Da 16 mesi ho una seconda casa ad Atene, e ho vissuto questa drammatica situazione sul posto. Ci si lamenta che i piani di risparmio non funzionano perché i redditi fiscali diminuiscono. Si rimette in discussione la volontà dei greci di fare economie. Ma diamo qualche cifra concreta:

- Riduzione degli stipendi e delle pensione fino al 30 per cento.

- Taglio dello stipendio minimo a 600 euro.

- Drastico aumento dei prezzi (gasolio e benzina, 100 per cento; elettricità, riscaldamento, gas, trasporti pubblici, 50 per cento).

- Un terzo delle 165mila imprese commerciali è fallito, un terzo non è più in grado di pagare gli stipendi. Ovunque ad Atene si possono vedere cartelli gialli con la scritta "Enoikiazetai" in rosso – "Affittasi".

- In questa miseria i consumi (l'economia greca è stata sempre molto incentrata sui consumi) si sono ridotti in modo catastrofico. Le coppie con un doppio stipendio (il cui reddito familiare arrivava fino a 4mila euro) si trovano improvvisamente ad avere solo due sussidi di disoccupazione di 400 euro, che per di più cominciano a essere versati con due mesi di ritardo.

- I dipendenti statali o delle imprese parastatali, come l'Olympic Airlines o gli ospedali, non sono più pagati da mesi …

Voto: 4.00 (9 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 6761 bytes | 91 commenti OK Notizie
Economia : Oro, denaro indipendente
Inviato da Dusty il 18/9/2011 22:30:00 (6482 letture)


Citazione:

"Ho infine determinato che il punto cruciale era scegliere se avere guerra o pace"
-- Murray Rothbard


Sta finalmente cominciando a diventare conoscenza comune il fatto che convertire i propri risparmi in oro è un buon modo per evitare che vengano mangiati dall'inflazione, ma le proprietà dell'oro non si fermano certo qui.

Se infatti l'oro venisse usato correntemente come moneta al posto del denaro "fiat" (cioè creato dal nulla) imposto per legge, le conseguenze sarebbero molteplici, e tutte positive per la maggioranza delle persone.

Una delle più rilevanti sarebbe che non sarebbe più facile come adesso finanziare le guerre che in maniera così disinvolte vengono combattute dai cosiddetti "paesi civilizzati" in giro per il mondo, e che tanti danni e sofferenze causano, anche se queste ultime vengono di solito taciute o descritte come inevitabili danni collaterali necessari per esportare la nostra grande democrazia nel resto del mondo.

L'utilizzo dell'oro come moneta limita così tanto l'operato del governo, ed in particolare la sua possibilità di poter finanziare operazioni arbitrarie senza doverne rendere conto all'elettorato che negli Stati Uniti sono arrivati all'assurdità di definire "operazione terroristica" chi mette in circolazione monete d'oro.

Il video che presentiamo riassume alcuni dei concetti chiave dell'uso dell'oro come moneta e, per quanto sia possibile fare in uno spazio di tre minuti, dovrebbe dare molto da riflettere.





Fonte: il blog di Dusty sul Portico Dipinto

Voto: 6.00 (3 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | 126 commenti OK Notizie
Economia : L'inizio della riforma monetaria
Inviato da Dusty il 16/8/2011 4:40:00 (8039 letture)


L'uso di una moneta legata all'oro al giorno d'oggi sarebbe rivoluzionaria e risolvere alla radice la maggior parte delle grandi crisi che il sistema monetario mondiale sta attraversando proprio in questo periodo.

Pare che in Svizzera, terra da sempre teatro di stabilità finanziaria, si stia muovendo proprio in questa direzione.

Speriamo che riesca ad arrivare a compimento.

Ce ne parla Charles Kadlec sulla famosa rivista statunitense Forbes in un articolo intitolato "La riforma monetaria: l'inizio degli inizi".

Voto: 9.00 (3 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 10057 bytes | 161 commenti OK Notizie
Economia : La FED regala in segreto miliardi di dollari
Inviato da Redazione il 8/8/2011 5:20:00 (9446 letture)

ATTENZIONE: SONO SORTI DEI DUBBI SULLE CIFRE EFFETTIVE DICHIARATE DALL'ARTICOLO. STIAMO CERCANDO DI VERIFICARE. (M.M.)

di Roberto Savio

La prima revisione dei conti nella storia della Federal Reserve (GAO=Government Accountability Office) è stata condotta negli ultimi mesi, grazie all’emendamento introdotto da Ron Paul e Alan Grayson nella legge Dodd-Frank approvata l’anno scorso.

Il senatore repubblicano Jim DeMint e il senatore indipendente Bernie Sanders hanno guidato la carica in Senato per la revisione dei conti della FED, anche se hanno annacquato il testo originale della Camera (HR1207), in modo che non si potesse realizzare una revisione integrale. Ben Bernanke, Alan Greenspan e diversi altri banchieri si erano opposti con forza alla revisione, mentendo al Parlamento sugli effetti che tale revisione avrebbe avuto sui mercati. Nonostante questo, i risultati della prima revisione in 100 anni di storia della Federal Reserve sono stati pubblicati questa mattina sul sito web del senatore Sander.

Il risultato della revisione è stupefacente: 16 trilioni di dollari sono stati segretamente elargiti a banche e corporations americane e a banche straniere,…

Voto: 10.00 (3 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 3510 bytes | 42 commenti OK Notizie
Economia : Webster Tarpley: attacco USA all'Europa
Inviato da Redazione il 19/7/2011 0:50:00 (6583 letture)

di Stefania Limiti

Abbiamo di nuovo scelto
Webster G. Tarpley per approfondire uno dei più temi urgenti di questi giorni, l'attacco speculativo all'euro e i suoi effetti su alcuni paesi, tra cui l'Italia. Tarpley, infatti, oltre ad essere un profondo conoscitore del sistema finanziario internazionale è, soprattutto, un osservatore di assoluta indipendenza e paladino delle battaglie contro tutte le oligarchie, come è possibile constatare dalle sue opere (tra le quali segnaliamo, per l'attinenza al tema, il recentissimo Obama dietro la maschera: golpismo mondiale sotto un fantoccio di Wall Street). Le sue sono caratteristiche essenziali, dunque, se si vuole scoprire dove siano le verità nascoste: per questo la prima domanda è diretta al cuore del problema:

1. Esiste un'intelligence che ha pensato e attuato il piano speculativo nei confronti dei paesi europei?

- Sì, questo era già chiaro dal febbraio 2010, quando il
Wall Street Journal pubblicò un servizio su una cena cospiratoria (8 febbraio) tenuta nella sede di una piccola banca d'affari specializzata, la Monness Crespi and Hardt, alla quale parteciparono persone di grande influenza. In quell'occasione si cercavano strategie per evitare un'ondata di vendite di dollari da parte delle banche centrali ed il conseguente crollo del dollaro. L'unica maniera per rafforzare il biglietto verde passava attraverso un attacco all'euro le cui compravendite ammontavano circa a mille miliardi (one trillion) al giorno: impossibile pensare ad un attacco frontale contro una moneta così forte. Quindi, gli sciacalli degli hedge funds di New York - fra cui anche certi protagonisti della distruzione di Lehman Brothers - hanno cercato i fianchi più deboli del sistema europeo ...

Voto: 7.00 (2 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 17476 bytes | 25 commenti OK Notizie
Economia : Misure urgenti per difendere l’economia italiana contro l’attacco coordinato degli speculatori internazionali
Inviato da Redazione il 13/7/2011 3:00:00 (7465 letture)

di Webster Tarpley

Il governo italiano deve agire quanto prima per:

1. Dichiarare lo stato di emergenza.

2. Vietare in maniera permanente i titoli derivati di assicurazione (credit default swaps), lo strumento preferito usato per l’assalto alle obbligazioni dello Stato Italiano. Disporre serie pene criminali per i trasgressori di tale divieto. Se questi titoli sono considerati assicurazioni, i venditori non hanno adempito alle precondizioni legali per poter funzionare come ditta assicuratrice. Se sono giochi di azzardo, la loro vendita rappresenta una bisca abusiva. In ogni caso sono illegali e devono essere puniti dalla legge.

3. Vietare le vendite di titoli allo scoperto di qualsiasi genere ...

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 2068 bytes | 46 commenti OK Notizie
Economia : Agenzia cinese Dagong: "Il debito Usa è spazzatura"
Inviato da Redazione il 8/7/2011 1:26:04 (5927 letture)

di Attilio Folliero

Il 27 giugno del 2010, il presidente cinese Hu Jintao durante la riunione del G20 a Toronto, dichiarò che era necessario riformare il sistema di qualificazione del debito pubblico, sistema incentrato su tre agenzie di rating, tutte statunitensi. Hu Jintao parlò della necessità di arrivare ad un nuovo sistema di qualificazione del debito pubblico più giusto e che riflettesse pienamente la situazione economica del paese. 
Oggi, praticamente ad un anno di distanza da quella dichiarazione, interviene Guan Jianzhong, presidente dell’unica agencia cinese di qualificazione del credito. la Dagong Global Credit Rating Co. Ltd. e ribadisce nuovamente che è necessario cambiare il sistema di qualificazione del credito; inoltre, avverte che il debito pubblico degli USA è di fatto spazzatura.

Guan Jianzhong in una nota pubblicata nel sito della sua agenzia analizza la situazione internazionale, che continua ad essere incentrata su tre agenzie di qualificazione statunitensi ...

Voto: 9.00 (1 voto) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 5807 bytes | 24 commenti OK Notizie
Economia : La Federal Reserve ammette di non possedere oro
Inviato da Redazione il 13/6/2011 7:20:00 (9733 letture)

di Attilio Folliero

La notizia è di quelle importanti, anche se nei media ufficiali non troveremo traccia. Alvarez Scott, avvocato della Federal Reserve, il banco centrale degli Stati Uniti, lo scorso primo giugno, in un dibattito con il congressista republicano Ron Paul, ha ammesso che la Federal Reserve non possiede oro ed ha spiegato che l’oro ascritto al bilancio del Banco Centrale USA si riferisce a certificati in oro del 1934. Vedasi il video del dibattito in cui l'avvocato Alvarez Scott afferma che la FED non possiede oro dal 1934.



Nel 1934, la legge sulle riserve in oro, obbligò la Federal Reserve, il banco centrale USA a consegnare tutto il suo oro al Ministero del Tesoro, ottenendo in cambio certificati in oro, equivalenti al valore dell’oro consegnato a prezzo del 1934; tale valore è stato rivalutato negli anni successivi, ma attualmente è fermo dal 1973 a 42,22 dollari l’oncia.

A parte la possibilità per la FED di demandare il Tesoro, ...

Voto: 10.00 (1 voto) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 6931 bytes | 26 commenti OK Notizie
Economia : Bitcoin è il Wikileaks delle politiche monetarie?
Inviato da Dusty il 2/6/2011 0:20:00 (14500 letture)



Qualche settimana fa ha suscitato scalpore l'articolo di Jason Calacanis1, un imprenditore di successo della Silicon Valley ed anche noto blogger2 con un pezzo intitolato "Bitcoin, una moneta digitale peer2peer: il progetto più pericoloso che abbiamo mai visto"3 in cui riassumeva le sue impressioni dopo essersi imbattuto in Bitcoin ed averne studiato le caratteristiche.

Per capire quanto Jason sia rimasto colpito da Bitcoin è sufficiente leggere le battute iniziali:

Dopo mesi di ricerche e scoperte, abbiamo capito questo:

  1. Bitcoin è un progetto tecnologicamente corretto.

  2. Bitcoin è inarrestabile senza perseguire il singolo l'utente finale.

  3. Bitcoin è il progetto Open Source più pericoloso che sia mai stato creato.

  4. Bitcoin può essere il progetto tecnologico più pericoloso dopo Internet stessa.

  5. Bitcoin è una dichiarazione politica di technotarian (definiti come libertari tecnologici).

  6. Bitcoin cambierà il mondo a meno che i governi non lo vieteranno con dura repressione.


Jason ha quindi chiesto ad un amico, Robert Tercek45, un altro imprenditore di successo del mondo digitale, di esprimersi in merito e capire se era completamente impazzito.

Quella che pubblichiamo è la traduzione della sua risposta.

Voto: 9.00 (1 voto) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 19298 bytes | 122 commenti OK Notizie
Economia : L'egemonia del dollaro e lo strano caso di Dominique Strauss-Kahn
Inviato da Redazione il 30/5/2011 21:00:00 (8363 letture)

di Attilio Folliero

Prima di parlare dello strano caso di Dominique Strauss-Khan è necessario capire cos’è il Fondo Monetario Internazionale e come si è arrivati al ruolo egemonico degli Stati Uniti. Il ruolo egemonico degli Stati Uniti fu favorito dagli accordi di Bretton Woods.

Infatti, nella conferenza di Bretton Woods, che si tenne dal 1° al 22 luglio del 1944, si accordò il dollaro come unica moneta convertibile in oro. Con questa mossa, fortemente voluta dal delegato statunitense Harry Dexter White, il dollaro, essendo l’unica moneta convertibile in oro, divenne automaticamente la moneta utilizzata negli scambi internazionali. 

Gli USA, oltre ad imporre il dollaro come moneta di riferimento mondiale impulsarono la creazione di due organismi: la Banca Mondiale ed il Fondo Monetario Internazionale (FMI). Soffermiamoci ad analizzare il FMI, il cui segretario generale, Dominique Strauss-Khan è finito nell’occhio del ciclone.

Il FMI ha il compito di promuovere la cooperazione monetaria internazionale e facilitare l’espansione del commercio. A tale organismo venne affidato anche un altro importante compito: aiutare gli stati membri in difficoltà economiche, attraverso il prestito di risorse; ossia, se uno stato membro ha un deficit di bilancio, il FMI interviene prestandogli soldi e quindi lo aiuta a superare la momentanea crisi.

Il sistema uscito da Bretton Woods era stato disegnato per favorire gli Stati Uniti ed infatti dopo la seconda guerra mondiale gli USA ascesero al ruolo di superpotenza, assieme alla ex Unione Sovietica; praticamente tutti gli altri stati del mondo si ritrovarono sottomessi.

Aver imposto la propria moneta, il dollaro, come unica moneta di riferimento per gli scambi internazionali ha determinato che tutti i paesi del mondo per poter operare a livello internazionale debbono rifornirsi di dollari.

In secondo luogo, il FMI lungi dall’essere l’organismo destinato ad aiutare i paesi in difficoltà, ...

Voto: 7.00 (10 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 16373 bytes | 40 commenti OK Notizie
Economia : Bitcoin: una moneta online che sfida banche e governi
Inviato da Dusty il 25/4/2011 23:30:00 (37692 letture)



Bitcoin comincia già a far notizia di sè in qualche giornale mainstream. L'articolo che proponiamo è stato pubblicato il 16 Aprile su techland.time.com e scritto da Jerry Brito, un ricercatorie senior al Mercatus Center[1] della George Mason University[2] e direttore del suo programma tecnologico. E' anche Adjunt Professor nella stessa università. Il suo articolo dimostra di aver capito la portata potenzialmente rivoluzionaria di questa nuova tecnologia.

Bitcoin: una moneta online che sfida banche e governi

di Jerry Brito, techland.time.com

Sul finire dell'anno scorso, quando WikiLeaks cominciò a rilasciare le scottanti comunicazioni di svariati dipartimenti statali, molte persone hanno pensato di mostrare solidarietà con il gruppo facendo loro una donazione. Scoprirono però che molte agenzie di pagamento si rifiutavano di trasferire i fondi a WikiLeaks a causa, secondo alcuni, di pressioni governative. Paypal addirittura arrivò a bloccare il loro account impedendogli quindi di accedere ai fondi che avevano già disponibili.

"Hey Visa, Mastercard, Paypal: quelli sono soldi miei!", scrisse su tweeter Jeff Darvis all'epoca. "Come vi permettete di di dirmi come devo o non devo spenderli?"

Gli intermediari come punto di passaggio obbligato

Che le agenzie di pagamento debbano o meno poterci dire come spendere online i nostri soldi, il fatto è che possono farlo. Facciamo affidamento su terzi per le transazioni online, e quando il governo vuole in qualche modo limitare il modo con cui usiamo i nostri soldi online è a loro che si rivolge.

Il gioco d'azzardo online oppure le scommesse sportive sono perfettamente legali in paesi come Inghilterra, Irlanda ed Australia, ed un residente degli Stati Uniti non avrebbe nessuna difficoltà ad accedere a siti web di quelle nazioni. Ma poter effettuare una scommessa è un altro paio di maniche, …

Voto: 10.00 (3 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 13697 bytes | 265 commenti OK Notizie
Economia : Una forma molto speciale di terrorismo
Inviato da Dusty il 4/4/2011 7:53:53 (6443 letture)


Ecco un difficile esperimento che riguarda due persone che hanno emesso del danaro. Uno di loro ha emesso monete di oro ed argento che oggi valgono, in dollari, più di quanto sono costate all'epoca dell'acquisto. L'altro ha emesso dei biglietti di carta che oggi valgono solo una frazione dell'oro ed argento che valevano al tempo dell'emissione.

Una di queste due persone sta affrontando la possibilità di dover passare anni in prigione perchè una giuria federale ha valutato l'emissione di denaro che ha fatto, un crimine. L'altra persona invece non solo è a piede libero, ma viene trattato dalle autorità con rispetto e deferenza.

Chi dei due è chi?

Voto: 9.00 (2 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 6628 bytes | 25 commenti OK Notizie
Economia : 20 dati statistici sulla distribuzione della ricchezza
Inviato da Dusty il 23/12/2010 7:50:00 (15624 letture)

Traduzione dell’articolo:20 dati statistici che provano che la ricchezza mondiale viene riversata nelle mani dell’élite - lasciando il resto del mondo sventuratamente povero, di The Economic Collapse Blog


Al giorno d’oggi la ricchezza mondiale è più concentrata nelle mani di una élite di quanto lo sia mai stata nella storia moderna. 

Un tempo la maggior parte della popolazione sul pianeta sapeva come coltivare i propri alimenti, allevare i propri animali e prendersi cura di sè. Non c’erano molte persone favolosamente ricche, ma c’era una certa dignità nell’avere un pezzo di terra che potevi chiamare tuo, o nell’avere un’abilità che potevi far fruttare.

Tristemente, nelle ultime decine di anni, una percentuale sempre maggiore di terre coltivabili è stata inghiottita da grosse corporation e da governi corrotti. Centinaia di milioni di persone sono state cacciate dalle proprie terre verso aree urbane sempre più dense.

Nel frattempo, è diventato sempre più difficile avviare un’attività propria, dal momento che poche monolitiche corporation globali hanno iniziato a dominare quasi ogni settore dell’economia mondiale. Così, un numero sempre maggiore di persone nel mondo è stata obbligata a lavorare per “il sistema” per riuscire appena a sopravvivere. Allo stesso tempo, coloro che sono al vertice della catena alimentare (l’élite) hanno impiegato decenni per implementare il sistema in modo da assicurarsi nelle proprie tasche porzioni sempre più vaste di ricchezza.

E così oggi, nel 2010, abbiamo un sistema globale in cui pochissime persone al vertice ...

Voto: 9.00 (3 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 13117 bytes | 113 commenti OK Notizie
Economia : Proprietà della moneta
Inviato da Redazione il 21/12/2010 2:20:00 (8054 letture)

di Daniele Framarin

E' un pensiero comune che la proprietà del denaro che conserviamo nel portafoglio od in banca sia nostra, ma è veramente così? La risposta è più complessa di quanto non sembri, e non è per nulla scontata. Per cercare una soluzione all'enigma cominciamo col definire cosa sia la proprietà.

Proprietà:

Art. 832 Contenuto del diritto [1]
Il proprietario ha diritto di godere e disporre delle cose in modo pieno ed esclusivo, entro i limiti e con l’osservanza degli obblighi stabiliti dall’ordinamento giuridico.


Questa la definizione di proprietà secondo il nostro codice civile. Non tutte le scuole di pensiero o culture mondiali potrebbero convenire con questa affermazione, ma non di meno secondo l'ordinamento giuridico italiano la proprietà è descritta in questi termini.

Ma come si ottiene questo “diritto pieno ed esclusivo”?[2] Mediante il trasferimento da parte di qualcuno che lo possedeva prima di noi. Un caso semplice e conosciuto è l'eredità, mediante la quale l'erede riceve la piena proprietà dei beni di un defunto. Altro caso comune per ottenere una proprietà è la compravendita, ove il soggetto proprietario di un bene cede il suo diritto in cambio di una contropartita monetaria, oppure il baratto, nel quale si scambiano due diritti di proprietà tra le parti.

In pratica dunque per acquisire la proprietà di un bene ...

Voto: 7.00 (4 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 9785 bytes | 112 commenti OK Notizie
Economia : Il fantasma della crisi e la sudditanza delle masse
Inviato da Redazione il 13/12/2010 7:30:00 (15770 letture)

di Antonio Perrotta

Sono due storie, la storia ufficiale, menzognera, che ci viene insegnata, la storia ad usum delphini, e poi la storia segreta, dove si trovano le vere cause degli avvenimenti, una storia vergognosa - Honoré de Balzac

Le premesse della crisi: banche, usura, schiavitù, illusione e connivenza politica

Quando un governo dipende dai banchieri per il denaro, questi ultimi, e non i capi del governo, controllano la situazione, dato che la mano che dà è al di sopra della mano che riceve... Il denaro non ha madrepatria e i finanzieri non hanno patriottismo, né decenza:il loro unico obiettivo è il profitto. - Napoleone Bonaparte, 1815

1. Il fantasma dell'attuale crisi globale, nel suo trito clichè, è l'ennesima secolare partita fittizia che i soliti bari intentano a danno di popoli e governi. L'ennesimo giochetto, perfezionatosi col tempo, che un manipolo di congiurati settari (sempre gli stessi) organizzano sulla pelle delle persone.

E' talmente evidente antico e collaudato che riesce davvero difficile constatare il consenso che l'ignoranza globale ad esso accorda . Ma, direbbe Chamfort, "ci sono scemenze ben presentate come ci sono scemi ben vestiti"...

Il che non attenua minimamente la responsabilità di ciascuno visto che l'osservazione tende a biasimare l'incapacità divisante delle menti in generale più che lodare le doti trasformiste degli scemi al potere.

Come l'universo, il denaro è un'illusione o, per dirla con Kierkegaard, "pura astrazione".

Ma a differenza dell'illusione originaria indagata da tanta filosofia indiana, oltre che da Platone Berkeley Schopenhauer Ighina o David Bohm, la seconda è artificiosa e interessata.

Il denaro comunemente inteso non esiste, se non nella vostra mente. La sua convenzione strumentale è solo uno tra gli innumerevoli dogmi instillati nel corso dei secoli: riposa sul vostro sonno.

Il sistema monetario viene mantenuto in vita sano (cioè malato) ...

Voto: 8.00 (11 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 43680 bytes | 440 commenti OK Notizie
« 1 2 3 4 (5) 6 7 8 9 »

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA