Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


politica italiana : Un euro alla volta
Inviato da Redazione il 10/1/2006 23:32:15 (4437 letture)

Ti aggiri per la città, senza nemmeno sapere bene dove andare. Sei di pessimo umore, perché ha litigato con la moglie, sei uscito sbattendo la porta, ma ora ti sei reso conto di avere torto. Sai di avere sbagliato, e vorresti rimediare. Vedi un bel mazzo di fiori nella vetrina del fiorista sotto casa, entri e chiedi di comparlo. Ma al momento di tirare fuori i soldi, ti accorgi di aver lasciato a casa il portafoglio. Affondi allora le mani nelle tasche della giacca, e in quelle dei pantaloni, alla ricerca di tutte le monete che riesci a trovare. Pare che ce ne siano abbastanza, ma alla fine te ne manca una. Ti manca un euro. Il fiorista non vuole saperne di venderti i fiori ad un euro di meno, e tu finisci per tornare a casa a mani vuote, e ancora più incazzato di prima.

A quel punto ti è passata pure la voglia di spiegarti con tua moglie, e così quella che poteva diventare una importante e piacevole serata fra voi,...

... per un maledetto euro finisce nel dimenticatoio, insieme a mille altre.

Voi sapere dov'è finito l'euro che ti mancava quella sera? Te lo ha fregato lo stato, circa un mese fa, con la scusa della aviaria. Fu allora che si accaparrò 50 milioni di euro - uno per ciascun italiano - da regalare agli amici delle industrie farmaceutiche, sotto forma di un vaccino che non sarebbe mai servito a nessuno.

Te lo eri già dimenticato, dì la verità?

Non preoccuparti, non sei l'unico. Ci hanno abituato così, e lo hanno fatto al punto tale che ora non c'è nemmeno un portaborse dell'ultimo lacchè che senta il bisogno di venire davanti noi a scusarsi per l'errore compiuto.

Ma la cosa più importante è che nessuno ha fatto notare questo "piccolo sbaglio" nemmeno da parte dell'opposizione.

La "sinistra", sarebbe. Sarebbe quella che sta con te, lavoratore, quella che ti difende dai soprusi del "padrone".

Dov'erano, allora, a porre dei sani dubbi su quel furto legalizzato? E dove sono oggi, a denunciarlo davanti al mondo?

Mi raccomando, quindi: quando andrai alla urne, fra qualche mese, preoccupati soprattutto di scacciare quel cattivaccio di Berlusconi, senza minimamente domandarti se per caso siano invece tutta una combriccola di farabutti che ci prendono solennemente per i fondelli dal mattino alla sera, mentre ci sfilano ogni soldo guadagnato mentre dormiamo tranquilli e beati.

Non domandartelo mai, caro elettore, perchè la cosa potrebbe farti davvero molto male.

Massimo Mazzucco

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
Linucs
Inviato: 10/1/2006 23:55  Aggiornato: 10/1/2006 23:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Un euro alla volta
Voi sapere dov'è finito l'euro che ti mancava quella sera? Te lo ha fregato lo stato, circa un mese fa, con la scusa della aviaria.

Ah, ecco.

Io vorrei sapere dove sono finite le altre svariate migliaia di euro che l'elettore medio sborsa per far pascolare la manica di imbecilli in parlamento (minuscolo, ovviamente) nonché foraggiare il banchiere centrale.

Forse la moglie era incazzata perché non c'erano più soldi per pagare il mutuo?

Dov'erano, allora, a porre dei sani dubbi su quel furto legalizzato? E dove sono oggi, a denunciarlo davanti al mondo?

Ottima domanda.

EdGreen
Inviato: 11/1/2006 0:04  Aggiornato: 11/1/2006 0:04
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/1/2006
Da:
Inviati: 131
 Re: Un euro alla volta
Salve a tutti.Sono uno nuovo, anche se vi seguo da parecchio tempo.

L'ennesima campagna mediatica ha arrichito per l'ennesima volta, attraverso l'uso sistematico della paura, le solite multinazionali.La fregatura è iniziata molto tempo fà, ma ora sta assumendo toni inquietanti.Le campagne diventano sempre più sistematiche e sempre più sistematiche diventano le inscurezze della gente.Si arriverà ad un punto che la gente impazzirà e l'ennesimo uomo fatale arriverà a placare la loro sete di sicurezza, con un nuovo totalitarismo.
I partiti di sinistra sono ormai partiti di sistema, allineati e sottomessi dall'onnipotente potere economico globale.Non bisogna più aspettarsi niente da loro, non bisogna più aspettarsi niente da questo sistema.E' giunto il momento di porre le basi per un nuovo mondo, costi quel che costi.Ho visto che Massimo Fini ci sta provando.Proviamoci anche noi.

EdGreen

Citazione:
Ciò che non ti uccide, ti rende più forte ( Nietzsche )
antony80
Inviato: 11/1/2006 0:30  Aggiornato: 11/1/2006 0:30
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/12/2005
Da:
Inviati: 151
 Re: Un euro alla volta
più passa tempo e più mi convinco che andare a votare sia la scelta migliore. Ho letto da qualche parte che chi va a votare è come se regalasse 1 euro al partito per cui vota. Nel caso votasse scheda bianca quell'euro verrebbe ripartito per tutti i partiti candidati.
Non mi ricordo dove ho letto questo, magari è una balla. Però in effetti non credo sia del tutto sbagliato. Se non sbaglio la legge sul rimborso elettorale prevede una cosa simile.
Alla fine quindi non andare a votare è tutto di guadagnato.

hi-speed
Inviato: 11/1/2006 0:33  Aggiornato: 11/1/2006 0:34
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/12/2004
Da: preda lunga
Inviati: 3211
 Re: Un euro alla volta
Domanda "intelligente" di un giornalista al famoso collezionista di orologi e libri antichi di FI:
-Esiste la mafia per lei?
Risposta "intelligente"
-se esiste l'antimafia..!

hi-speed
PS: forse a Chicago hanno smesso di fare casini, qui in Italia no

Cosa Sta Succedendo? Madre, madre Ci sono troppi di voi che piangono Fratello, fratello, fratello Ci sono troppi di voi che stanno morendo Sai che dobbiamo trovare una maniera Per portare un pò di amore qui oggi
vincenzo
Inviato: 11/1/2006 1:01  Aggiornato: 11/1/2006 3:05
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/6/2004
Da: u-oy-topos middle Oceania
Inviati: 1304
 Re: Un euro alla volta
AT Massimo

Spero tu non abbia litigato con tua moglie!

Citazione:
Voi sapere dov'è finito l'euro che ti mancava quella sera?


Anche tutti gli altri euro che ho ma che comunque sono di proprietà di qualcun'altro!

Citazione:
quando andrai alla urne, fra qualche mese, preoccupati soprattutto di scacciare quel cattivaccio di Berlusconi, senza minimamente domandarti se per caso siano invece tutta una combriccola di farabutti che ci prendono solennemente per i fondelli dal mattino alla sera, mentre ci sfilano ogni soldo guadagnato mentre dormiamo tranquilli e beati.


Gli angeli oggi cantano di gioia. Allelujia Allelujia!

qui 1

qui 2

qui 3

qui 4

qui 5

AT antony80

autorimosso!

1 - Non fanno caso, costoro, che quando in Internet compare qualcosa di veramente scottante, scompare nell’arco di pochi minuti? Se invece qualcosa ci rimane per sempre – e pure in bella vista - vuole dire che lì da nascondere c’è ben poco.
nessuno
Inviato: 11/1/2006 1:06  Aggiornato: 11/1/2006 1:06
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/7/2005
Da: Albino (BG) - Bassa Valle Seriana
Inviati: 501
 Re: Un euro alla volta
Citazione:
La "sinistra", sarebbe. Sarebbe quella che sta con te, lavoratore, quella che ti difende dai soprusi del "padrone".


Scusa? Non credo di aver capito bene. La "sinistra" qui sembra essere assai evangelica. Difatti non solo sembra non sapere affatto quel che fa la destra ma, non appena ne ha l'occasione, sembra fare esattamente le stesse cose.

I soprusi del padrone ci sono eccome, solo, che, tra padrone, destra e sinistra, in questo dannato paese sembrano moltiplicati per tre.

Nonostante tutto

Buona vita

Guglielmo

"Quieremos organizar lo entusiasmo, no la obediencia" - Buenaventura Durruti
Redazione
Inviato: 11/1/2006 1:36  Aggiornato: 11/1/2006 1:36
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Un euro alla volta
A me sembra che Anthony intendesse scrivere NON andare a votare, nella prima frase. Che si sia cioè soltanto sbagliato con la tastiera. Leggete il resto del suo commento, e di colpo tutto quadra molto meglio.

gobbo
Inviato: 11/1/2006 2:16  Aggiornato: 11/1/2006 2:22
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 19/9/2005
Da: Neverland
Inviati: 1347
 Re: Un euro alla volta
Redazione ha scritto:Citazione:
A me sembra che Anthony intendesse scrivere NON andare a votare, nella prima frase. Che si sia cioè soltanto sbagliato con la tastiera. Leggete il resto del suo commento, e di colpo tutto quadra molto meglio.


Io l'avevo letto con il "Non" incorporato,non ho fato neanche caso alla mancanza perche il ragionamento per me e chiaro e lineare.Ma aldilà della mancanza penso che si era gia capito o mi sbaglio?

il gobbo

I LINK.VOGLIO VEDERE I LINK,PLEASE.
UncasO
Inviato: 11/1/2006 4:02  Aggiornato: 11/1/2006 4:21
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/7/2005
Da: ss11 "Rivoltana"
Inviati: 267
 Re: Un euro alla volta
Dopo aver letto mi sento in obbligo di "dare" ancora...

...magari un grasso e sentito insulto alla strapagata(dalle Big pharma) categoria semi-umana degli "esperto risponde", hanno contribuito a fornire un pò di mezze verità a tutti ed hanno sollevato i giornalisti dal gravoso compito di documentarsi. Se l'esperto usa l' inusuale formuletta "rischio pandemia" per definire meno di 200 casi di morte tra allevatori di pollame nel terzo mondo perchè chiedersi semplicemente se è logico?

Un sarcastico complimento lo meritano gli esperti di marketing, dopo una piccola pausa mediatica hanno sostituito il tristemente ironico "influenza dei polli" con il vecchio "aviaria" e il tecnoterico* "H5N1".
E' infatti dimostrato che "Un posto al sole" fatica a far dimenticare la notizia del tg3 sui tot milioni stanziati per l'influenza dei polli, il pollo e i soldi li conoscono tutti e qualcuno potrebbe far domande serie, mentre l' "H5N1" fa l'effetto del "Welfare": "passami il sale e cambia canale che c'è Striscia".

Un incoraggiamento ai medici, smettete di guardare con ammirazione la macchina aziendale dell'informatore scientifico che viene a vendervi i suoi prodotti, provate a spiegare ai vostri pazienti perchè non dovrebbero prestare la minima attenzione ad un virus che li ucciderà come potrebbe farlo uno squalo tigre.


Curiosità, su National Geographic Channel, pacchetto(pacco!) MondoSky(cane!), sta girando un promo propagandistico molto interessante. Riguarda un documentario sul rischio di guerra biologica, mentre una voce minacciosa dice qualcosa del tipo "Un singolo radicale lasciato libero di esprimersi contagia le cellule vicine...blablabla...fino alla distruzione totale della razza umana", si vede un animazione volutamente giocata sul doppiosenso internazionalterroristico. Su un planisfero schematizzato una serie di esagoni si espandono fino ad ingiallire tutto il pianeta, la prima di queste cellule maligne casualmente nasce proprio dove si trova l'Iraq. Propaganda mon amour, sono sempre più espliciti.

Grazie e ciao

(*)= da tecnico+esoterico, non se se esiste, io ci aggettivo quelle sigle e nomi ,solitamente utilizzati dagli addetti ai lavori, che vengono utilizzati per conferire un alone di mistero accademico.

Non vorrei mai morire per le mie idee, perchè potrebbero essere sbagliate.
Bertrand Russell
vulcan
Inviato: 11/1/2006 8:44  Aggiornato: 11/1/2006 8:44
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/1/2005
Da: Sardigna
Inviati: 2092
 Re: Un euro alla volta
Che ci stiano strizzando come dei limoni ormai è roba aquisita! Euro, banche, scalate varie, buffonate alla vaccinazione globale e cosi via.
Vittime per lo più inconsapevoli di un sistema che ci sta macinando come i pomodori.

Ma la cosa ancor più grave è che all'interno di questo sistema c'è chi alla faccia di "quell'amico di Massimo" che gli mancava un euro, contemporaneamente fà enormi affari di milioni di euro come se si trattasse di noccioline.

L'Italia è piena di ..
....noi diciamo "cani magnoni" che si azzannano l'un l'altro davanti all'osso da spolpare, sia negli affari bancari che nella politica.

e pensare che appena pochi anni fà la sinistra mi sembrava troppo a sinistra mentre adesso , sarà perché mi si sono “storcinati” gli occhi, la sinistra mi sembra sembre più alla “deriva verso destra!”

Altro che A B D .. ormai sono arrivato alla fine dell’alfabeto.

Ma che fare?

"Indaga le parole a partire dalle cose e non le cose a partire dalle parole." Misone
Supernova
Inviato: 11/1/2006 10:09  Aggiornato: 11/1/2006 10:09
Ho qualche dubbio
Iscritto: 1/1/2006
Da:
Inviati: 156
 Re: Un euro alla volta
Che siano una combriccola di farabutti a destra e a manca lo sappiamo bene credo, e come ce ne liberiamo che vorremmo sapere caro Massimo.

Perchè non credo veramente che la grande maggioranza non vada a votare, l'unico risultato IMHO e che ci facciamo un'altro governo di impegni concreti del cavaliere così. Se esistono dei politici che val pena votare allora discutiamo un pò su di loro piuttosto che sempre su Silvio, Romano e compagnia al seguito.

Non vi è differenza fra illusione e realtà per chi la sta vivendo.
Faurio
Inviato: 11/1/2006 10:31  Aggiornato: 11/1/2006 10:34
Ho qualche dubbio
Iscritto: 29/4/2005
Da: Lombardia
Inviati: 36
 Re: Un euro alla volta
Caro Mazzucco e cari tutti i partecipanti del sito

la domanda è sempre la stessa: che possiamo fare? (come ha gia scritto Vulcan)

Sinceramente chi dice di non andare a votare non mi convince. Potrebbe funzionare solo se tutti gli Italiani fossero daccordo ma è pura utopia.

Io sono convinto che si debba votare qualcuno che sia alternativo a questo sistema, qualcuno che sia svincolato dalle logiche di partito, che lavori per il bene comune ed abbia il coraggio di far conoscere al grande pubblico le tematiche che vengono trattate da questo ed altri siti "alternativi". E non mi riferisco all'11 settembre in particolare ma a tutti i metodi di inganno che vengono usati per aggirare le persone.

Vorrei sinceramente discutere di possibili candidati o se veramente non ce ne dovessero essere ok al voto di protesta con scheda annullata.

Io se andassi oggi a votare voterei Di Pietro xchè mi sembra uno di noi che sa quelle che sono le cose che non vanno (chiaramente non rispecchia le caratteristiche che ho elencato sopra ma è solo quello che mi sembra il meno peggio)
Però Di Pietro è con la sinistra e votare lui significa votare Prodi e non so se sia la cosa migliore. Bisognerebbe avere un'alternativa svincolata dai 2 poli, ma al momento non la conosco.

A voi la parola.

Saluti
Faurio

Redazione
Inviato: 11/1/2006 10:36  Aggiornato: 11/1/2006 10:37
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Un euro alla volta
Io una risposta ce l'ho, e mò la scrivo pure. Ma mi doverte giurare di leggere ogni riga, non solo la prima la seconda e la quartultima. Dopo mi date tutte le legnate che volete. Ma dopo aver letto tutte le parole, non soltanto la proposta e basta.

tccom
Inviato: 11/1/2006 10:39  Aggiornato: 11/1/2006 10:39
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/11/2005
Da: civitavecchia
Inviati: 903
 Re: Un euro alla volta
Citazione:
l'unico risultato IMHO e che ci facciamo un'altro governo di impegni concreti del cavaliere così

tremo di terrore...ma il rischio è concreto
Citazione:
Se esistono dei politici che val pena votare allora discutiamo un pò su di loro piuttosto che sempre su Silvio, Romano e compagnia al seguito.

sono daccordo con te...se con la discussione riusciamo ad individuare qualcuno per cui valga la pena di andare, sarei contentissimo di votare (con buona pace di paxtibi); lo dico perchè se da un lto mi rendo conto della quasi inutilità del gesto, dall'altra essere complice di un'altro governo come quello prospettato da supernova mi fa venire voglia di suicidarmi;
per quanto riguarda la truffa aviaria, ho un'aneddoto: se ricordata, all'inizio del casino, il dipendente (permettetemi la citazione) storace andò in televisione cercando di buttare acqua su fuoco e sostenendo che l'italia era al sicureo e di non allarmarsi per quello che sarebbe potuto essere "un'allarme esagerato";
al tempo rimasi stupito soprattutto perchè ero daccordo con storace e ricordo di aver pensato che per una volta un ministro aveva fatto "la cosa giusta"...
ovviamente l'appello di storace alla ragione non è più ricomparso
ohhh...ora mi sento meglio
le cose sono tornate alla normalità

che Dio (o chi per lui) ce la mandi buona ragazzi!!!!

...gli Stati Uniti non ci hanno guadagnato nulla dall'11 settembre (c'è bisogno di dirlo?)...[].... Ragioniamo: chi ci guadagna quando piove? i produttori di ombrelli. Da questo si deduce che i produttori di ombrelli controllano la pioggia.
Nico
Inviato: 11/1/2006 10:47  Aggiornato: 11/1/2006 10:52
Ho qualche dubbio
Iscritto: 24/8/2005
Da: Biella
Inviati: 42
 Re: Un euro alla volta
Citazione:
Bisognerebbe avere un'alternativa svincolata dai 2 poli, ma al momento non la conosco.


Non la conosce nessuno essendo un sistema bipolare.

Citazione:
Sinceramente chi dice di non andare a votare non mi convince.


A me però non convince neanche chi dice di andarci.

Citazione:
Io se andassi oggi a votare voterei Di Pietro xchè mi sembra uno di noi che sa quelle che sono le cose che non vanno (chiaramente non rispecchia le caratteristiche che ho elencato sopra ma è solo quello che mi sembra il meno peggio)


Il meno peggio appunto...
E' stato fatto per anni e siamo qua al punto di partenza.

Forse bisogna incominciare dal non voto compatto e con un sistema informativo in forte sviluppo quale internet forse la gente prima o poi capirà...
Non a queste elezioni, ma se già da adesso il partito degli annullatori di schede aumenta i suoi sostenitori il messaggio potrebbe, dico potrebbe prendere piede.
Il difficile è far prendere coscienza alla gente che non andando a votare fa la cosa migliore che possa e non consegna lo stato all' "anarchia" che la spaventa tanto. Ci ho perso tre mesi con mia madre e ancora lei crede che se un giorno tutti non si presentassero a votare si instaurerebbe una dittatura modello Stalin o Hitler. Ma perchè rispondo io e lei afferma che bisogna comunque mantenere l'ordine.
Cazzo di ordine è proprio quello che ci frega.

Saluti e libertà.
Nico

Citazione:
In tempi di menzogna universale, dire la verità diventa un atto rivoluzionario. (George Orwell)
tccom
Inviato: 11/1/2006 10:51  Aggiornato: 11/1/2006 10:51
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/11/2005
Da: civitavecchia
Inviati: 903
 Re: Un euro alla volta
Citazione:
Io se andassi oggi a votare voterei Di Pietro xchè mi sembra uno di noi che sa quelle che sono le cose che non vanno (chiaramente non rispecchia le caratteristiche che ho elencato sopra ma è solo quello che mi sembra il meno peggio)

alle ultime elezioni l'ho fatto...ma poi mi sono vergognato quando gli ho sentito dire che "adesso non possiamo andare via dall'Iraq"

...gli Stati Uniti non ci hanno guadagnato nulla dall'11 settembre (c'è bisogno di dirlo?)...[].... Ragioniamo: chi ci guadagna quando piove? i produttori di ombrelli. Da questo si deduce che i produttori di ombrelli controllano la pioggia.
thom
Inviato: 11/1/2006 10:53  Aggiornato: 11/1/2006 10:53
So tutto
Iscritto: 11/1/2006
Da:
Inviati: 6
 Re: Un euro alla volta
Qual'è la soluzione allora? A cosa serve non andare a votare? Sappiamo tutti che in Italia bisogna sempre scegliere il meno-peggio! La sinistra spesso ha le sue colpe e potrebbe e dovrebbe informare di più ilcittadino su questi fatti...ma è abbastanza evidente a tutte le persone ragionevoli, che pur essendo una coalizione litigiosa e spesso disorganizzata (per colpa purtroppo di alcuni elementi interni inutili) da più garanzie e credibilità (anche all'estero) rispetto alla Casa delle Libertà (!!!), che non ha fatto altro che seguire gli interessi del Cavaliere ed applicare progressivamente in questi anni il programma che fu della P2 di Licio Gelli ... un disastro!

tccom
Inviato: 11/1/2006 11:01  Aggiornato: 11/1/2006 11:09
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/11/2005
Da: civitavecchia
Inviati: 903
 Re: Un euro alla volta
benvenuto thom!!! (Massimo, ho fatto io gli onori di casa, spero di non essermi allargato)
volevo dirti che sottoscrivo IN PIENO il tuo primo post....applauso!
una piccola correzione però: oltr al programma di Gelli mi pare sia stato seguito anche il famoso "papello" di totò riina...o mi sbaglio?(ciao Blisset )

...gli Stati Uniti non ci hanno guadagnato nulla dall'11 settembre (c'è bisogno di dirlo?)...[].... Ragioniamo: chi ci guadagna quando piove? i produttori di ombrelli. Da questo si deduce che i produttori di ombrelli controllano la pioggia.
donnie
Inviato: 11/1/2006 11:01  Aggiornato: 11/1/2006 11:01
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/1/2006
Da:
Inviati: 33
 Re: Un euro alla volta
Ho postato poco fa ma il mio commento non risulta vabbé poco male in sintesi ripeto il mio pensiero: sull'euro paghiamo una tassa di copyright ad una socetà privata e questo dice che l'euro è il simbolo dei poteri forti, ossia dei banchieri i veri padroni del mondo. Non dimentichiamo neanche che l'euro non è emesso in serie e infatti non risulta alcun numero di serie, il che dice tutto...
io proporrei come in germania una moneta complementare emessa dal basso (regioni province comuni) diciamo una moneta che tenga conto del principio guiridico della sussidiarietà, ossia prima emessa dai comuni, poi se necessario da province e regioni, ma sempre di moneta locale deve trattarsi.
So che è utopia, però in germania l'euro circola insieme a queste monete, il problema è la ns. classe dirigente, troppo suddita del mondo finanziario.
l'euro serve solo ad inbebitarci nei confronti delle banche, tant'è che oggi da noi il debito pubblico si è raddoppiato (se i prezzi sono praticamente raddoppiati d'altronde...) Prodi è più filo-americano di berlusconi (vedasi il suo cv... goldman sachs britannia 92 ) e anche più democristiano dell'altro (all'iri si sa ricoprì quella carica solo perché lo decise il suo amico De Mita...), è la dimostrazione che le ideologie non esistono +, e dx e sx sono ormai morte da un pezzo. Bertinotti ad es. mai si sognerebbe di far propaganda anti-americana o anti-vaticana in un paese come il ns., semplicemente non lo voterebbe nessuno! così sui grandi temi (economia, politica interna ed estera) i 2 schieramenti sono identici, e il fatto se votare o no non deriva da un'ideologia o dal volere una politica estera ad es. - legata agli USA, deriva solo dal fatto se vogliamo o no altri 5 anni di governo berlusconi. Io non li voglio, sono d'accordo sul non voto, però il discorso è complesso, non votare vuol dire dare il voto implicitamente a berlusconi (nel mio caso) e questo se vincesse non me lo perdonerei mai... è inammissibile! quindi la cosa va ponderata con calma. Neanche io mi sento rappresentato da prodi o da questa sx che non è affatto sx però ripeto è un ragionamento complesso e comunque ti muovi rischi di sbagliare.
Massimo ho notato che batti spesso il tasto sui "meno peggio" la verità è che in politica interna ripeto se vuoi far politica devi scendere a compromessi, cioè devi inchinarti a chi veramente detiene le fila senza voler far il don chisciotte della situazione, altrimenti non ti voterebbe nessuno e non saresti sponsorizzato da nessuno, cioè sei finito! In poltica estera è la stessa cosa, siamo servi purtroppo e lo siamo da oltre 50 anni per colpa dei democristiani che in tutto questo tempo si sono prostrati e hanno permesso agli americani di fare il comodo loro qui da noi, ora le cose non possono più cambiare, è troppo tardi! rassegniamoci alla servitù eterna! AN lo ha capito bene, tant'è che prima di andare al governo i nazionalisti di dx andavano alla maddalena a imbrattare i muri delle caserme americane con scritte del tipo"andatevene" "l'italia agli italiani", oggi sono i più amici degli americani e dei loro "parenti" israeliani. Dall'altra parte fassino e bertinotti hanno sempre parlato di chiesa cattolica troppo potente in italia, e del fatto che sono atei che si sono sposati in comune e non in chiesa... oggi hanno già cambiato idea, e dicono esattamente l'opposto...
La mentalità di dx di una volta oggi la si ritrova a sx ma non in questa sx, in una sx più estrema e viceversa.
Infine sull'aviaria meglio stendere un velo pietoso: la multinazionale che prende i soldi del vaccino è amministrata da Rumsfield, può bastare... l'unica cosa che possiamo fare è non vaccinarci!

ottimista è colui che ritiene che le cose non possano andar peggio di come vanno (Alessandro Morandotti).
Linucs
Inviato: 11/1/2006 11:09  Aggiornato: 11/1/2006 11:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Un euro alla volta
io proporrei come in germania una moneta complementare emessa dal basso (regioni province comuni) diciamo una moneta che tenga conto del principio guiridico della sussidiarietà, ossia prima emessa dai comuni, poi se necessario da province e regioni, ma sempre di moneta locale deve trattarsi.

Non mi dire... mi ricorda... qualcosa...

Nico
Inviato: 11/1/2006 11:25  Aggiornato: 11/1/2006 11:25
Ho qualche dubbio
Iscritto: 24/8/2005
Da: Biella
Inviati: 42
 Re: Un euro alla volta
Ciao thom benvenuto
Citazione:
La sinistra spesso ha le sue colpe e potrebbe e dovrebbe......da più garanzie e credibilità


E mi potresti spiegare quali sono queste garanzie e da dove hanno preso credibilità, visto che sono quelli che ti fanno la bella faccia davanti e poi te lo infilano a secco e senza pietà.

Dai un occhiata ai governi precedenti di sinistra o centro sinistra o tecnici... cosa ci hanno combinato e poi dimmi se sono tanto meglio di nanetto liftato

Non dirmi che pensi che alla P2 siano solo iscritti i "forzisti"...

Citazione:
da più garanzie e credibilità (anche all'estero)


Già come fece D'Alema per la guerra in Jugoslavia.

Saluti e libertà.
Nico

Citazione:
In tempi di menzogna universale, dire la verità diventa un atto rivoluzionario. (George Orwell)
thom
Inviato: 11/1/2006 11:27  Aggiornato: 11/1/2006 11:27
So tutto
Iscritto: 11/1/2006
Da:
Inviati: 6
 Re: Un euro alla volta
Grazie per l'ospitalità....

vi seguo da percchio, è anche grazie a voi che ho iniziato ad avere piena consapevolezza sull'11 Settembre, avete fatto un grande lavoro! Complimenti...

Keevan
Inviato: 11/1/2006 11:31  Aggiornato: 11/1/2006 11:31
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/10/2005
Da:
Inviati: 126
 Re: Un euro alla volta
Citazione:
Autore: Redazione Inviato: 11/1/2006 10:36:25

Citazione:
Io una risposta ce l'ho, e mò la scrivo pure. Ma mi doverte giurare di leggere ogni riga, non solo la prima la seconda e la quartultima. Dopo mi date tutte le legnate che volete. Ma dopo aver letto tutte le parole, non soltanto la proposta e basta.


Vai, spara! ;)

Intanto dico anch'io la mia:
non andare a votare non mi sembra la soluzione. Può esserlo a livello personale, ma a livello nazionale non risolve nulla, secondo me. Si finirebbe per dare indirettamente il voto alla futura maggioranza e basta. Questo perchè non c'è in Italia un reale movimento del non-voto, un qualcosa che davvero possa attirare l'attenzione dell'opinione pubblica.
Quindi qual è la soluzione? Personalmente voterò il meno peggio, non appena riuscirò a individuarlo... Naturalmente escludo a priori di votare l'attuale maggioranza mafia/P2/fascisti e post-fascisti.
A livello nazionale, "basterebbe" conoscere davvero i vari candidati. Ma come farlo se l'informazione è sempre e comunque di parte?

Keevan

tccom
Inviato: 11/1/2006 11:51  Aggiornato: 11/1/2006 11:51
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/11/2005
Da: civitavecchia
Inviati: 903
 Re: Un euro alla volta
Citazione:
E mi potresti spiegare quali sono queste garanzie e da dove hanno preso credibilità, visto che sono quelli che ti fanno la bella faccia davanti e poi te lo infilano a secco e senza pietà.

purtroppo , mi vedo costretto a dare ragione a Nico...

un'esempio dell'infilamento a secco è la demolizione, in combutta con i sindacati, dei diritti dei lavoratori italiani; la suddetta demolizione infatti è iniziata con i governi di "sinistra"...
che poi in nome di Biagi (il professore ucciso dalla caricatura delle BR) il nano maledetto abbia dato il colpo di grazia è innegabile

altra cosaccia per me fu la privatizzazione di alcune aziende di stato...soprattutto quelle in attivo

Cmq, Nico, secondo me il post di thom, intendeva riassumere quel senso di frustrazione che SOPRATTUTTO gli ultimi 5 anni ci hanno trasmesso;
la vergogna nel sentirsi governati da chi della logica della pagnotta ha fatto uno stile di vita che si cerca di tramandare a chi in questi 5 anni magari è più giovane e si deve fare un'idea di quello che è giusto o sbagliato;
il senso di impotente fastidio che ti assale qunado senti parlare qualcuno che mente sapendo di mentire solo nel suo interesse e non in quello del paese;
il senso di fastidio che assale quando capisci che se non governasse, sarebbe tranquillamente in galera

...gli Stati Uniti non ci hanno guadagnato nulla dall'11 settembre (c'è bisogno di dirlo?)...[].... Ragioniamo: chi ci guadagna quando piove? i produttori di ombrelli. Da questo si deduce che i produttori di ombrelli controllano la pioggia.
partynight
Inviato: 11/1/2006 11:53  Aggiornato: 11/1/2006 11:56
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/11/2005
Da: NE
Inviati: 195
 Re: Un euro alla volta
Un saluto a tutti..

non andare a votare non mi sembra la soluzione
Però
Può esserlo a livello personale
Quindi intanto non vado a votare.
ma a livello nazionale non risolve nulla, secondo me. Si finirebbe per dare indirettamente il voto alla futura maggioranza e basta. Questo perchè non c'è in Italia un reale movimento del non-voto
Più che altro ci sarà pur sempre qualcuno che a votare ci andrà: tutti quelli ai quali questa situazione va più che bene (e ce ne sono).
Personalmente per coerenza con ciò che penso non andrò più a votare, tuttavia non sono ancora riuscito a "trovare" una alternativa valida al sistema attuale.

Paxtibi
Inviato: 11/1/2006 11:54  Aggiornato: 11/1/2006 11:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Un euro alla volta
Quindi qual è la soluzione? Personalmente voterò il meno peggio, non appena riuscirò a individuarlo... Naturalmente escludo a priori di votare l'attuale maggioranza mafia/P2/fascisti e post-fascisti.

Allora voterai per gli allegri bombaroli della Serbia nonché euroladri deregolatori del mondo del lavoro e figli illegittimi di Soros, come hai sempre fatto.
Perché tanta titubanza?

Comunque, approfitto per ricordare che un qualsiasi nuovo schieramento, dovesse mai apparire dal nulla, parte da una percentuale del 0%. Considerato che dovrebbe arrivare almeno al 40-50 per governare, chi spera in qualcosa del genere non dovrebbe dare dell'utopista agli altri troppo alla leggera.

Magari però comparirà qualche messia antropocratico od umanista e ci salverà tutti con il voto dal cellulare.

Adeste, fideles, laeti triumphantes... lalala...

SWE
Inviato: 11/1/2006 11:55  Aggiornato: 11/1/2006 17:47
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 744
 Re: Un euro alla volta
****

Questa è la prima volta che andrò a votare convinta di farlo perché è necessario e indispensabile .

Ma per me sarà anche l’ultima se la vera battaglia che ognuno di noi dovrà impegnarsi a combattere un secondo dopo aver eliminato questo governo da barzelletta, non produrrà alcun effetto sulla classe politica a cui verrebbe affidato ( con riserva !) il compito di “governare” il paese.

Emanuela

Ps A titolo unicamente informativo

Tempo fa a causa di una situazione del tutto fortuita, (giusto durante il mese di aprile dello scorso anno dopo la batosta delle amministrative…) mi è capitato di ascoltare alcuni appartenenti ai club di FI e ad altre associazioni contigue che “si stavano organizzando” proprio per adottare una strategia volta ad insinuare nell'animo di quegli elettori interdetti (vuoi per le delusioni a sinistra ma anche per quelle subite a destra ) l’idea che “ tanto sono tutti canaglie “ al fine di far disertare le urne e tentare così di ridurre l’assai probabile aumento di consensi della parte politica avversa

hi-speed
Inviato: 11/1/2006 11:55  Aggiornato: 11/1/2006 11:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/12/2004
Da: preda lunga
Inviati: 3211
 Re: Un euro alla volta
Citazione:
Dai un occhiata ai governi precedenti di sinistra o centro sinistra o tecnici... cosa ci hanno combinato e poi dimmi se sono tanto meglio di nanetto liftato


Ma non abbiamo ancora capito che siamo la Portorico (o Guam) mediterranea da 60 anni?
hi-speed

Cosa Sta Succedendo? Madre, madre Ci sono troppi di voi che piangono Fratello, fratello, fratello Ci sono troppi di voi che stanno morendo Sai che dobbiamo trovare una maniera Per portare un pò di amore qui oggi
Linucs
Inviato: 11/1/2006 12:01  Aggiornato: 11/1/2006 12:01
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Un euro alla volta
Comunque, approfitto per ricordare che un qualsiasi nuovo schieramento, dovesse mai apparire dal nulla, parte da una percentuale del 0%.

A meno che non si verifichi una convergenza NO EURO - De Simone - Bellia - Grillo e soci, per qualche motivo del tutto casuale, magari con qualche diretta da qualche piazza, con tante sciarpe colorate...

Nico
Inviato: 11/1/2006 12:02  Aggiornato: 11/1/2006 12:02
Ho qualche dubbio
Iscritto: 24/8/2005
Da: Biella
Inviati: 42
 Re: Un euro alla volta
E chi non è frustrato lo sono anche io, ma non do il mio consenso a qualcuno solo perchè gli altri sono un po' più infami.

Hi-speed me ne rendo conto purtroppo e a volte solo per cinque minuti vorrei essere ignorante di molte cose così riuscirei a essere un momento felice e beato.

Pax mi spacchi dal ridere

Saluti e libertà.
Nico

Citazione:
In tempi di menzogna universale, dire la verità diventa un atto rivoluzionario. (George Orwell)
SWE
Inviato: 11/1/2006 12:06  Aggiornato: 11/1/2006 12:08
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 744
 Re: Un euro alla volta
****
[Allora voterai per gli allegri bombaroli della Serbia nonché euroladri deregolatori del mondo del lavoro e figli illegittimi di Soros, come hai sempre fatto. ]

PAXTIBI,

ho notato che nei tuoi 2000 e passa post (scritti nell’arco di soli 9 mesi ), tutte le volte che l’argomento entrava “nello specifico” delle elezioni italiane ti sei sempre scagliato ( non senza ragione, sia ben chiaro ! ) SOLO ed ESCLUSIVAMENTE sui “danni” provocati dal governo di centrosinistra e sulla guerra in Serbia.

Mai che io abbia letto una tua parola di condanna sulla sciagurata decisione della guerra in Iraq, sulla anomalia di un capo di governo proprietario di tutti i mezzi d’informazione, sui “fatti “ di Genova, sugli attacchi alla magistratura, sulle vergognose leggi ad personam, sullo stravolgimento della legge elettorale, sulla mancata emanazione di una legge per la tutela del risparmio, sulla disastrosa riforma Moratti, sulla presa per i fondelli delle “grandi opere” , sui tagli alla ricerca, sul mancato controllo sui prezzi, sui tagli agli enti locali, sulla inesistenza di una politica a tutela dei giovani e delle fasce più deboli, sulla presa in giro della abbassamento del prelievo fiscale a vantaggio dei ricchi, ecc..ecc.. per non parlare di amenità varie tipo la megagalattica costruzione di villa Certosa a spese del contribuente ed altre “piccolezze” di cui in questo momento ho perso il conto e soprattutto, per fortuna! ho perso la memoria ma che ci hanno sputtanato agli occhi della comunità internazionale…oltre che averci ridotti in mutande

Com’è mai ?

emanuela

hi-speed
Inviato: 11/1/2006 12:14  Aggiornato: 11/1/2006 12:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/12/2004
Da: preda lunga
Inviati: 3211
 Re: Un euro alla volta
Citazione:
ed altre “piccolezze” di cui in questo momento ho perso il conto e soprattutto


prima legge del governo berlusco:
abolizione della tassa di successione.
abolizione tassa di stazionamento nei porti per le barche
non si sa mai!

hi-speed
PS:una serie di leggi davvero molto utili e da emanare immediatamente nei primi giorni di governo.

Cosa Sta Succedendo? Madre, madre Ci sono troppi di voi che piangono Fratello, fratello, fratello Ci sono troppi di voi che stanno morendo Sai che dobbiamo trovare una maniera Per portare un pò di amore qui oggi
Paxtibi
Inviato: 11/1/2006 12:15  Aggiornato: 11/1/2006 12:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Un euro alla volta
ho notato che nei tuoi 2000 e passa post (scritti nell’arco di soli 9 mesi ), tutte le volte che l’argomento entrava “nello specifico” delle elezioni italiane ti sei sempre scagliato ( non senza ragione, sia ben chiaro ! ) SOLO ed ESCLUSIVAMENTE sui “danni” provocati dal governo di centrosinistra e sulla guerra in Serbia.

Scusa Emanuela ma ti sbagli. Quando è stato necessario ho gettato le mie sane palate di merda anche sull'allegra combriccola al governo. Sicuramente è successo più raramente, non lo nego, ma solo perché sul centrodestra ci si accaniscono ormai tutti, quindi non c'è di solito bisogno del mio aiuto.
____________________________

A meno che non si verifichi una convergenza NO EURO - De Simone - Bellia - Grillo e soci, per qualche motivo del tutto casuale, magari con qualche diretta da qualche piazza, con tante sciarpe colorate...

Dove si firma?


Linucs
Inviato: 11/1/2006 12:16  Aggiornato: 11/1/2006 12:16
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Un euro alla volta
Com’è mai ?

Forse perché sono cose note a tutti, mentre qualcuno tende a dimenticare le porcherie dei nostri amici solidali.

E dato che non ti piacciono le leggi ad personam, attendiamo anche una condanna di tutte le varie leggi speciali e solidali a tutela di ogni finta minoranza oppressa dei miei stivali che abbia il culo parato da qualche lobby piena di soldi. Tanto per essere chiari.

Linucs
Inviato: 11/1/2006 12:17  Aggiornato: 11/1/2006 12:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Un euro alla volta
abolizione della tassa di successione.

E quale sarebbe il problema?

antony80
Inviato: 11/1/2006 12:17  Aggiornato: 11/1/2006 12:17
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/12/2005
Da:
Inviati: 151
 Re: Un euro alla volta
scusate ho per sbaglio scritto "andare a votare" dovevo scrivere "non andare a votare".

vincenzo
Inviato: 11/1/2006 12:22  Aggiornato: 11/1/2006 12:24
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/6/2004
Da: u-oy-topos middle Oceania
Inviati: 1304
 Re: Un euro alla volta
Citazione:
con tante sciarpe colorate...


arancione?

Siccome ultimamente in due topic sul forum abbiamo discusso della tematica voto o meno riporto i link, in più riquoto totalmente un post per capire dove sono andati a finire tutti i compagni della sinistra!

Elezioni 2006: votiamo così!

fate attenzione di seguito a quante volte si ripete la frase nuova civilizzazione e nuovo ordine mondiale e varie, almeno spiegassero cosa intendono! Io dico, prima di votare almeno capiamo a chi andiamo a dare il voto. Sappiamo chi sono al centro destra quindi inutile discuterne, ma i compagni della sinistra, con il loro volto buonista, sono dei "fascisti" vestiti di rosa. Non c'è il meno peggio, è solo un esercizio lessicale.

Stanno un pò dappertutto, rimane a decidere se siano consapevoli o meno, ma l'obiettivo sembra essere quello. Votiamo..ops, vediamo insieme di

seguito:

The World Political Forum

The World Political Forum was the original idea of the Nobel Prize Laureate Mikhail Gorbachev, with a specific mission: to foster contacts between politicians, scientists, high level personalities in the cultural and religious life of different continents, faiths, languages and cultures, in order to analyse the issue of interdependence, but above all to suggest solutions for the problems of the governance of globalisation and the crucial problems that affect humankind today.

Un idea di Laureate Mikhail Gorbachev premio nobel per la pace con lo scopo di suggerire soluzioni ai problemi inerenti alla globalizzazione i problemi che affligono l'umanità.

The current international order has become unhinged and unstable. Supranational political and economic institutions are ridden with conflict and disagreement between their members. The co-operation between states and the new world order hoped for at the end of the Cold War has failed to transpire. International affairs are now characterised, instead, by world disorder, as recent events have exacerbated fundamental differences of opinion across the globe.

La cooperazione tra gli stati e il nuovo ordine mondiale sperato per la fine della guerra fredda è fallita nel manifestarsi.

The World Political Forum seeks to examine how to arrange the best possible co-ordination of international institutions and what models for future order are desirable and achievable to reduce these imbalances and differences in the search for a new political space where civilisations can meet and come to an agreement to manage international disorder. Only determined and concerted multi-lateral and trans-societal effort by international actors can avert this spiral of disorder.

modelli per l'ordine futuro sono desiderabili e conseguibili per ridurre questi scompensi e differenze volti a cercare un nuovo spazio politico dove le civiltà possono incontrarsi e trovare un accordo al disordine internazionale

The World Political Forum seeks to become a meeting point and crossroads for cultures, religions, and leaders, an open forum for the whole world that, through analysis and discussion will give guidance and provide new solutions to global problems and strive toward a New World Civilisation and a framework for a democratic international order.

Il WPF mira a diventare un punto di incontro e di incrocio tra culture, religioni, leaders, un forum aperto per al mondo intero che, attraverso l'analisi e discussioni potra dare una guida e provvedere a nuove soluzioni ai problemi globali e sforzarsi verso una Nuova Civilizzazione Mondiale e una struttura per un ordine internazionale democratico

In its founding conference in May 2003 and inaugural working session in October 2003, in the symbolic cities of Alessandria and Turin, in the Italian region of Piedmont, the World Political Forum defined the path for a new culture of global peace. World leaders past and present responded to the invitation of President Gorbachev and the Italian sponsoring committee and assembled at the World Political Forum to seek out new solutions for the problems of the world and begin to construct the foundations for their resolution by examining the causes of world disorder and how best they can be managed or solved.

Ad Alessandria, città simbolo, [...] il WPF ha definito il percosrso per una nuova cultura di pace globale. I leaders mondiali passati e presenti hanno risposto all'invito di Gorbachev [...] tirar fuori nuove soluzioni per i problemi del mondo e inizare a construire fondazioni per le risoluzioni esaminando le cause del disordine mondiale....

The Forum’s aim is to create a permanent structure for international political and cultural debate regarding the 21st century’s problems, dedicating particular attention to the inextricable geopolitical and economic interdependence between the different areas of the planet. It was resolved at the founding conference to continue the work of the World Political Forum in annual assemblies and regional sessions to examine the challenges of the new century. The WPF is not, however, just an annual meeting of eminent and authoritative personalities. Its founding members have proclaimed the intention to transform it into a fully-fledged international research centre based in the Bosco Marengo Complex, to deal with the themes of governance and globalisation.

dedicando particolare attenzione alle inestricabili interdipendenze geopolitiche ed economiche tra le diverse regioni del pianeta. [...] Il WPF non è, tuttavia, solo un incontro annuale tra personalità eminenti e autoritarie. I membri fondatori hanno proclamato l'intenzione di trasformarlo in un importante centro di ricerca con sede nel compolesso di Bosco Marengo, per trattare temi di governo e globalizzazioneThe goal of the World Political Forum is to identify, through intense analysis and the exchange of diverse experiences, concrete and politically feasible solutions to the unprecedented challenges of the global and multi-polar world, opening the way towards a new civilisation.

L'obiettivo del WPF è quello di identificare, attraverso analisi intense e lo scambio di diverse esperienze, concretamente e politicamente soluzioni fattibili per sfide senza precedenti delmondo globale e multi polare, aprendo le strade alla nuova civiltà.

+++++ Aprire le strade alla nuova civiltà quindi dovrà essere una bella cosa per il futuro. Vediamo chi sono i membri:

Ne riporto quelli che saltano subito agli occhi, qui la lista completa dove trovate mini biografie

Presidente e Direttore Esecutivo

Mikhail S. Gorbachev,
President of the WPF - Russia

Rolando Picchioni,
Executive Director of The World Political Forum - Italy

Fondatori, riporto quelli italiani

Giulio Andreotti
Senator,former Prime Minister of Italy - Italy

Aldo Bonomi,
Founder and leader of AASTER (Association Agents for Territory Development) - Italy

Mercedes Bresso,
Member of the European Parliament - Italy

Luigi Guidobono Cavalchini
Former Ambassador, President UniCredit Private Banking - Italy

Giulietto Chiesa
Member of the European Parliament - Italy

Francesco Cossiga
Senator,former President of Italy - Italy

Gianni De Michelis
Member of the European Parliament - Italy

H.E. Mons. Fernando Charrier
Bishop of Alessandria - Italy

Emilio Colombo
Senator,former Prime Minister of Italy - Italy

Mara Scagni
Mayor of Alessandria - Italy

Ilario Viano
Full Professor of Chemoterapy and former President of the II Faculty of Medicine - Italy

Sergio Chiamparino
Mayor of Turin - Italy

Andrea Comba
President of the CRT Foundation - Italy

Carlo Mario Demicheli
Former Mayor of Bosco marengo - Italy

Enzo Ghigo
President of the Region of Piedmont - Italy

Oscar Luigi Scalfaro
Senator,former President of Italy - Italy

+++++ Nomi interessanti direi, e questa regione piemonte, dove c'è quindi anche la sede, Bosco Marengo, che è una chiesa sconsacrata!?


+++++ Da dare un'occhiatina all'agenda, compaiono altri nomi interessanti che hanno preso parte alle varie conferenze, tra gli altri Jeremy Rifkin

1 - Non fanno caso, costoro, che quando in Internet compare qualcosa di veramente scottante, scompare nell’arco di pochi minuti? Se invece qualcosa ci rimane per sempre – e pure in bella vista - vuole dire che lì da nascondere c’è ben poco.
hi-speed
Inviato: 11/1/2006 12:24  Aggiornato: 11/1/2006 12:24
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/12/2004
Da: preda lunga
Inviati: 3211
 Re: Un euro alla volta
Citazione:
E quale sarebbe il problema?


perdita dello stato italiano nel 2001 di 1.100 miliardi di lire del vecchio conio
Bruscolini o berluscolini?
hi-speed

Cosa Sta Succedendo? Madre, madre Ci sono troppi di voi che piangono Fratello, fratello, fratello Ci sono troppi di voi che stanno morendo Sai che dobbiamo trovare una maniera Per portare un pò di amore qui oggi
hi-speed
Inviato: 11/1/2006 12:28  Aggiornato: 11/1/2006 12:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/12/2004
Da: preda lunga
Inviati: 3211
 Re: Un euro alla volta
Adesso mando una mail a Giulietto se sa di essere in quest'elenco.
Qualcuno ha la mail
provo su megachip
hi-speed

Cosa Sta Succedendo? Madre, madre Ci sono troppi di voi che piangono Fratello, fratello, fratello Ci sono troppi di voi che stanno morendo Sai che dobbiamo trovare una maniera Per portare un pò di amore qui oggi
Linucs
Inviato: 11/1/2006 12:29  Aggiornato: 11/1/2006 12:29
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Un euro alla volta
perdita dello stato italiano nel 2001 di 1.100 miliardi di lire del vecchio conio

Temo di non aver capito. Come ha potuto lo "stato italiano" perdere qualcosa che non era suo?

antony80
Inviato: 11/1/2006 12:31  Aggiornato: 11/1/2006 12:31
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/12/2005
Da:
Inviati: 151
 Re: Un euro alla volta
non sono d'accordo con quello che scrivi faurio.
In primo luogo se ho ragione riguardo alla legge del rimborso elettorale se non vado a votare evito di regalare il valore del mio voto (pari ad un euro..se solo ritrovassi quell'articolo di cui se ne parlava..)al partito stesso e in secondo luogo non credo esista il concetto di utopia quando è in gioco l'amministrazione e la gestione del Paese.
Nel XIV secolo era consideata un'utopia andare in Cina via mare o circumnavigare il globo...poi fu fatto. e ai tempi dei romani era considerata utopia la tesi di molti filosofi secondo i quali ogni abitante avrebbe dovuto votare in un sistema democratico, poi anche a questo siamo arrivati, anche se la democrazia oggi pare sia solo questo!
e comunque l'astensione potrebbe funzionare anche se ad astenersi dal voto fossero almeno un 30-40% dei votanti. Comunque pare che negli ultimi anni l'astensione sia aumentata progressivamente, non è detto che si possa arrivare ad un punto in cui i non votanti superino percentualmente i votanti.
per quanto riguarda la tua affermazione di votare chi è svincolato dalle logiche di partito è praticamente impossibile. Perché quelle logiche non sono solo di partito ma sono insite nel sistema politico stesso. Il fine del politico è quello di esercitare un potere, non più di amministrare seriamente, in altre parole di sedersi alla poltrona e fare i propri commodi.
Qualsiasi politico in italia governa con tale scopo.
un'alternativa ci potrebbe essere se non ci fosse tale logica, ma non c'è. Non ci sono politici svincolati a questa logica, non se ne vedono negli ultimi 50 anni.
è strano che parli di utopia e poi scrivi questo, che magari non è utopico ma oggi in Italia a me sembra un po' fantascientifico.
su di pietro ci avevo fatto un pensierino pure io, se non fosse che il suo non è un partito ma un movimento, estremamente eterogeneo, con un programma estremamente vago. conosco direttamente delle persone della sezione provinciale di questo movimento e non fanno altro che litigare dalla mattina alla sera sulla necessità di trovarsi un posto nel panorama provinciale e regionale per infilare i propri figli, nipoti e parenti vari.
E questa logica è un po' triste non trovi? molto simile a quella di altri partiti. Va be che questi non rappresentano completamente l'anima di tutto il partito a livello nazionale però mi pare che il clientelismo in Italia sia ben radicato e presumo che un simile ragionamento si possa fare a tutti i livelli.

in definitiva continuo a pensare che sia meglio non votare.

ciao a tutti

hi-speed
Inviato: 11/1/2006 12:31  Aggiornato: 11/1/2006 12:31
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/12/2004
Da: preda lunga
Inviati: 3211
 Re: Un euro alla volta
Linucs imprestami 1000 euro perchè nel mio ospedale non abbiamo i soldi per mettere la segnaletica nei reparti.
hi-speed
oppure ce li faremo regalare da telethon

Cosa Sta Succedendo? Madre, madre Ci sono troppi di voi che piangono Fratello, fratello, fratello Ci sono troppi di voi che stanno morendo Sai che dobbiamo trovare una maniera Per portare un pò di amore qui oggi
Linucs
Inviato: 11/1/2006 12:36  Aggiornato: 11/1/2006 12:36
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Un euro alla volta
Linucs imprestami 1000 euro perchè nel mio ospedale non abbiamo i soldi per mettere la segnaletica nei reparti.

Te li darei volentieri, se qualcuno non li avesse spesi per pagare la guardia-pagliaccio con l'elmo che fa la guardia all'ufficio di Ciampi.

A sentire il quotidiano, un'ora di volo di un elicottero Mangusta costa 900 euro. Fatti prestare un'ora e qualche minuto dall'esercito italiano, che esiste proprio per servire i cittadini, non certo per svolgere la funzione di sbirro mondiale e solidale per portare la sporca "democrazia" in ogni sporco angolo di mondo. Sicuramente i 1000 euro non verranno usati per curare i militari con i polmoni imbottiti di uranio, per via del welfare selettivo.

antony80
Inviato: 11/1/2006 12:37  Aggiornato: 11/1/2006 12:37
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/12/2005
Da:
Inviati: 151
 Re: Un euro alla volta
e poi un'altra cosa..
ma se votare è un diritto sarà un diritto anche non votare nel momento in cui ci si rende conto che sia a sinistra che a centro che a destra che in alto o che in basso sono tutti una manica di farabutti. agli italiani non cambia nulla se al governo va la sinistra o la destra. tra i due non si sa chi sia peggio.
E' un po' come se io entrassi in un negozio che vende roba scadente e mi sentissi obbligato comunque a comprare qualcosa, magari l'oggetto meno scadente. POsso anche leggitimamente uscire senza acquistare nulla.
Nella politica l'analogia mi pare calzante.
Metteteci anche che i politici, di ogni schieramento, sono nauseanti, bugiardi, ipocriti e imbroglioni. tutti!
Non si salva nessuno.

donnie
Inviato: 11/1/2006 12:44  Aggiornato: 11/1/2006 12:44
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/1/2006
Da:
Inviati: 33
 Re: Un euro alla volta
Sono d'accordo con linucs.
la dx passa per quella legata ai giochi occulti di potere e malaffare. la sx per quella che difende i deboli e i lavoratori.
Leggi ad personam per berlusconi, ma finte leggi di tutela dei deboli da parte degli altri: questa è la verità.
Prodi ad es. si trincera dietro i "valori di sx" poi la sua campagna elettorale la finanzia la moglie di Costamagna ossia l'amministratore delegato Goldman Sachs Europa, la più grande e potente banca d'affari al mondo! Prodi che recentemente è andato in USA assieme a "cicoria" rutelli a baciare la mani a Soros, il protagonista indiscusso di Britannia 92.
Inoltre la vicenda unipol mostra chiaramente il connubio affari - sinistra attualmente.
Per emanuela: vedo che sei decisa a votare, molto più di me, che invece sono ancora titubante per i motivi da me elencati nel precedente post. buon x te. vorrei anche io essere altrettanto convinto, ma al momento purtroppo non lo sono. Cmq in riferimento ai "bombaroli" della serbia mi permetto di precisare che anche clinton (pur definendosi di sx) ha bombardato la serbia... è l'ennesima dimostrazione secondo me che dx e sx fanno le stesse cose, come già ho scritto.
Penso infatti che se vince prodi le truppe italiane non andranno via dall'iraq, prima prodi parlava di "truppe di occupazione", oggi ha già cambiato idea e dice che il ritiro SEMMAI avverrà in un secondo tempo... non subito... con l'approvazione della cosiddetta "sx estrema" rappresentata da bertinotti cossutta &C. che oggi già non osano più parlare di occupazione, ritiro delle truppe ecc.
Alla faccia della dx guerrafondaia e della sx pacifista... sono curioso di sapere se i + estremisti di sx voteranno comnque prodi e cosa diranno se non ritirerà le truppe...

ottimista è colui che ritiene che le cose non possano andar peggio di come vanno (Alessandro Morandotti).
bianca
Inviato: 11/1/2006 12:59  Aggiornato: 11/1/2006 12:59
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/10/2004
Da: bologna
Inviati: 569
 Re: Un euro alla volta
Citazione:
Mi raccomando, quindi: quando andrai alla urne, fra qualche mese, preoccupati soprattutto di scacciare quel cattivaccio di Berlusconi, senza minimamente domandarti se per caso siano invece tutta una combriccola di farabutti che ci prendono solennemente per i fondelli dal mattino alla sera, mentre ci sfilano ogni soldo guadagnato mentre dormiamo tranquilli e beati.



L'ho detto e ribadito più volte, Berlusconi non rappresenta il "male assoluto"di questo paese.
Ma non basta una sinistra inadempiente a rivalutarne la figura...

Mala tempora currunt...
ed io sono sempre più confusa...


p.s.
Citazione:
Pax,ho notato che nei tuoi 2000 e passa post (scritti nell’arco di soli 9 mesi ), tutte le volte che l’argomento entrava “nello specifico” delle elezioni italiane ti sei sempre scagliato ( non senza ragione, sia ben chiaro ! ) SOLO ed ESCLUSIVAMENTE sui “danni” provocati dal governo di centrosinistra e sulla guerra in Serbia.


L'ho notato anche io.
Ma pensavo di essere preda delle solite allucinazioni cospirazioniste

Citazione:
Il futuro dell’uomo
è a una drammatica stretta
ho visto un panda
con la mia faccia sulla maglietta.
Stefano Benni
Paxtibi
Inviato: 11/1/2006 13:04  Aggiornato: 11/1/2006 13:04
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Un euro alla volta
Bianca, perché non ti leggi, ad esempio, il forum su Nassirya, prima di parlare?
Eviteresti di fare queste brutte figure.

Senza rancore, eh?

bianca
Inviato: 11/1/2006 13:11  Aggiornato: 11/1/2006 13:11
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/10/2004
Da: bologna
Inviati: 569
 Re: Un euro alla volta
Citazione:
Bianca, perché non ti leggi, ad esempio, il forum su Nassirya, prima di parlare?


Che tempismo!
(ah.. l'efficienza dei servizi segreti! )

Mi fido sulla parola Pax, e sospendo il valium..


Senza rancore, eh!

Citazione:
Il futuro dell’uomo
è a una drammatica stretta
ho visto un panda
con la mia faccia sulla maglietta.
Stefano Benni
Linucs
Inviato: 11/1/2006 13:20  Aggiornato: 11/1/2006 13:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Un euro alla volta
Senza rancore, eh?

E' tutto molto bello e divertente: l'idiota Bush serve come trampolino di lancio per Hillary (magari con il maritino piazzato all'ONU) mentre Berlusconi ci serve per dare "una grande legittimazione" ai nostri cari amici del Bilderberg (leggi: Prodi.)

Votiamo, votiamo in massa, tutti insieme...

bianca
Inviato: 11/1/2006 13:28  Aggiornato: 11/1/2006 13:28
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/10/2004
Da: bologna
Inviati: 569
 Re: Un euro alla volta
Votiamo, votiamo in massa, tutti insieme..

Io non voto,
ma temo che non sia sufficiente per delegittimare i nostri cari amici del Bilderberg...

suggerimenti?

Citazione:
Il futuro dell’uomo
è a una drammatica stretta
ho visto un panda
con la mia faccia sulla maglietta.
Stefano Benni
tccom
Inviato: 11/1/2006 13:31  Aggiornato: 11/1/2006 13:32
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/11/2005
Da: civitavecchia
Inviati: 903
 Re: Un euro alla volta
mi sbaglio o le discussioni di politica interna hanno sempre lo stesso iter?

1) stamo co na mano davanti e una di dietro
2) colpa della chiavica di arcore
3) eh si perchè a sx sono meglio?
4) loro fanno più schifo di tutti perchè si ammantano di una morale che non gli appartiene

a seguire l'iter la cosa più logica sarebbe non andare a votare
e forse è quello che farò anch'io
ma se ci ricapitano 5 anni della suddetta chiavica di arcore?
ok...rubano e fanno schifo tutti...ma questo mi fa anche vergognare di appartenere al genere umano...in particolare quello che vive a sud delle alpi

i'm little bit confused...sorry

ps:Massimo? ci sei?

...gli Stati Uniti non ci hanno guadagnato nulla dall'11 settembre (c'è bisogno di dirlo?)...[].... Ragioniamo: chi ci guadagna quando piove? i produttori di ombrelli. Da questo si deduce che i produttori di ombrelli controllano la pioggia.
ma
Inviato: 11/1/2006 13:39  Aggiornato: 11/1/2006 13:39
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/1/2005
Da:
Inviati: 37
 Re: Un euro alla volta
la confusione nella mia testa regna sovrana da quando leggo linucs e paxtipi, condivido ogni contrasto che sollevano e mi hanno dato un punto di vista nuovo di guardare le cose...ma....a conclusione di questa prospettiva bush e berlusconi dovrebbero essere i miei eroi???....ma

Paxtibi
Inviato: 11/1/2006 13:46  Aggiornato: 11/1/2006 13:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Un euro alla volta
a conclusione di questa prospettiva bush e berlusconi dovrebbero essere i miei eroi???

Uh?



Ma a vivere senza eroi proprio non ci si riesce?

cnj
Inviato: 11/1/2006 13:49  Aggiornato: 11/1/2006 13:49
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da: Romagna
Inviati: 795
 Re: Un euro alla volta
Hai ragione caro Massimo e non ti chiedo una soluzione. Ti dico cosa faccio io. Negli ultimi anni ho scelto la protesta. Ci vado, eccome che ci vado a votare ma sulla scheda tiro una bella riga obliqua (gli scrutatori, spesso conoscenti, sentono l'effetto e sogghignano) e in più ci scrivo "NULLA" a caratteri cubitali.
Serve a qualcosa? Credo di no.
Servirebbe a qualcosa se di schede "NULLE" (E NON BIANCHE!!!) ce ne fossero 5 o 10 milioni o 20 milioni? Credo proprio di si!
Mi piace pensare che sia l'anticamera di una rivoluzione pacifica perchè in fondo in fondo non amo le rivoluzioni violente e soprattutto le guerre.
Il futuro dell'umanità ha bisogno di uomini onesti e capaci che al momento non vedo, di principi sani, di qualità e non quantità, di valori veri e non solo denaro e soprattutto di pace.
Prendo atto però delle parole di un collega saggio ora in pensione che mi diceva: "A volte una dose di sana violenza è utile e quanto mai necessaria".
....che avesse ragione?

PS
C'è qualcuno che mi sa spiegare come funzionano le schede bianche e le schede nulle? ...penso di sapere come si dividono e/o vanno a finire ma non trovo da nessuna parte un testo che lo spieghi in maniera "fiscale". Thanx

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. Nikola Tesla
Linucs
Inviato: 11/1/2006 13:49  Aggiornato: 11/1/2006 13:52
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Un euro alla volta
ma....a conclusione di questa prospettiva bush e berlusconi dovrebbero essere i miei eroi???

Quale parte di problem-reaction-solution ti sfugge?

Il futuro dell'umanità ha bisogno di uomini onesti e capaci che al momento non vedo, di principi sani, di qualità e non quantità, di valori veri e non solo denaro e soprattutto di pace.

E fin qui ci siamo, anche se temo di immaginare quale dovrebbe essere il compito di questi uomini "onesti" e "capaci"...

Keevan
Inviato: 11/1/2006 14:15  Aggiornato: 11/1/2006 14:15
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/10/2005
Da:
Inviati: 126
 Re: Un euro alla volta
Citazione:
Autore: Paxtibi Inviato: 11/1/2006 11:54:40

Citazione:
Quindi qual è la soluzione? Personalmente voterò il meno peggio, non appena riuscirò a individuarlo... Naturalmente escludo a priori di votare l'attuale maggioranza mafia/P2/fascisti e post-fascisti.

Citazione:
Allora voterai per gli allegri bombaroli della Serbia nonché euroladri deregolatori del mondo del lavoro e figli illegittimi di Soros, come hai sempre fatto.

Citazione:
Perché tanta titubanza?


Ti ricordo la prima regola di questo sito.
E, in ogni caso, mi puoi dire cosa intendi per "euroladri"?

SWE
Inviato: 11/1/2006 15:29  Aggiornato: 11/1/2006 15:51
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 744
 Re: Un euro alla volta
****


Il problema di “controllare” con quali “personaggi” si decida di compiere un certo percorso insieme è senza dubbio un obbligo morale e di corretezza intellettuale a cui dovrebbero sentirsi legati molti rappresentanti della politica, della cultura, dell’informazione, dell’economia prima di sottoscrivere iniziative o manifesti teorici di varia natura

Tuttavia qui ( mi riferisco all’elenco parziale riportato da Vincenzo) si sta parlando del progetto a livello internazionale che ha visto la nascita di un Forum mondiale della politica ( WPF) inteso come centro di ricerca permanente e articolato su tre punti essenziali, politici, sociali e intellettuali, la cui finalità è quella di avviare un dialogo fra le istituzioni della società civile, gli intellettuali, le fondazioni scientifiche di tutto il mondo con particolare attenzione verso quelle del Sud senza distinzioni di cultura e di religione
Il progetto è nato come associazione tra esponenti significativi ( anche se appartenenti a opposte collocazioni e anche se legati a “passati” discutibili) appartenenti al mondo della politica, dell’economia, dell’arte e della scienza.
Si può legittimamente discutere sulla validità o meno di tale iniziativa ma demonizzarla con un approccio superficiale per “accostarla” surrettiziamente alle teorie che ipotizzano diabolici “disegni” del tipo " il filo rosso che, partendo più o meno da “I Protocolli dei Savi di Sion” e da Albert Pike , passando per Giuseppe Mazzini, si srotola fino ai giorni nostri per arrivare a Renato Ruggiero a Francesco Giavazzi ecc.. e, a fine corsa, agganciare persino una enigmatica Emma Bonino......" ( come ho già avuto modo di dire in altra sede) mi pare a dir poco azzardato

******
Piuttosto sarebbe bene invece affrontare seriamente il problema del “controllo” da parte dei politici su “personaggi” tipo Fiorani, Ricucci, Consorte e compagnia …a proposito dei quali io sono assai felice sia scoppiato lo scandalo che è scoppiato….e soprattutto che sia scoppiato “ adesso” !
( so di essere poco comprensibile ma non voglio appesantire ulteriormente un commento già troppo lungo )

Emanuela

Ps
x hi-speed : non c’è bisogno che tu mandi un email a Giulietto : chiamalo al telefono e parlaci “a voce”….

hi-speed
Inviato: 11/1/2006 18:02  Aggiornato: 11/1/2006 18:02
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/12/2004
Da: preda lunga
Inviati: 3211
 Re: Un euro alla volta
Citazione:
x hi-speed : non c’è bisogno che tu mandi un email a Giulietto : chiamalo al telefono e parlaci “a voce”….


azz...l'ho già spedita!!
hi-speed

Cosa Sta Succedendo? Madre, madre Ci sono troppi di voi che piangono Fratello, fratello, fratello Ci sono troppi di voi che stanno morendo Sai che dobbiamo trovare una maniera Per portare un pò di amore qui oggi
Paxtibi
Inviato: 11/1/2006 18:15  Aggiornato: 11/1/2006 18:31
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Un euro alla volta
demonizzarla con un approccio superficiale per “accostarla” surrettiziamente alle teorie che ipotizzano diabolici “disegni” del tipo " il filo rosso che, partendo più o meno da “I Protocolli dei Savi di Sion” e da Albert Pike , passando per Giuseppe Mazzini, si srotola fino ai giorni nostri per arrivare a Renato Ruggiero a Francesco Giavazzi ecc.. e, a fine corsa, agganciare persino una enigmatica Emma Bonino......" ( come ho già avuto modo di dire in altra sede) mi pare a dir poco azzardato

Ma non siamo certo noi a demonizzarli, se si scelgono come simbolo un pentagramma rovesciato ci riescono benissimo da soli.

Sciamano77
Inviato: 12/1/2006 0:48  Aggiornato: 12/1/2006 0:48
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/9/2005
Da:
Inviati: 168
 Re: Un euro alla volta
Certamente....una persona con un minimo di inteligenza aveva capito che l'aviaria si trattava di una bufala o meglio...scusate nel mondo ci sono malattie infettive che fanno migliaia di vittime e non si parla di pandemia...di aviaria si sentono di tanto in tanto quei 10, 15 casi e sembra che arriva la pandemia.... lo stesso fu fatto per la sars! che fine ha fatto? Certamente il nostro è un sistema finto che vive in funzione dei colossi militari, chimici e delle banche centrali..... destra e sinistra si dimostrano facce di una stessa medaglia...a volte penso che il voto vada per simpatia o per (giusto) malcoltento su ciò che ha fatto (o non ha fatto) il governo precedente.....
Un altro esempio è che destra e sinistra condannano le scalate finanziarie ma nessuno dei due schieramenti mette in discussione le banche centrali...i politici infatti sono i camerieri dei banchieri..... NESSUNO DEI DUE SCHIERAMENTI PROPONE LA SOVRANITA' MONETARIA.... occore un terzo polo INDIPENDENTE E INCORRUTTIBILE...

Un nuovo mondo è già qui, non potranno più far finta di non vedere...
Linucs
Inviato: 13/1/2006 16:36  Aggiornato: 13/1/2006 16:36
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Un euro alla volta
Un altro esempio è che destra e sinistra condannano le scalate finanziarie ma nessuno dei due schieramenti mette in discussione le banche centrali...i politici infatti sono i camerieri dei banchieri..... NESSUNO DEI DUE SCHIERAMENTI PROPONE LA SOVRANITA' MONETARIA.... occore un terzo polo INDIPENDENTE E INCORRUTTIBILE...

Certo, con Bellia, De Simone, una stampante e tanta carta straccia...

cocis
Inviato: 13/1/2006 16:39  Aggiornato: 13/1/2006 16:40
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/1/2006
Da: V
Inviati: 1430
 Re: Un euro alla volta
l'aviaria serve solo alle case farmaceutiche a fare soldi... e basta...
non importa se + di 30.000 lavoratori italiani sono a rischio.. causa chiusura degli allevamenti di pollo.. basta fare soldi.. e i TG di oggi non hanno fatto alto che ingigantire la cosa... che addirittura possono arrivare all'uomo... intanto però negli ospedali muoiono + persone a casusa delgi errori dei medici incapaci.. muonono persone per una banale frattura.. o una semplice influenza diagnosticata...

mi pare che il vaccino costi 48€.. se non ho letto male.. possono ficcarselo nel culo i loro falsi vaccini...


Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA