Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


11 settembre : Affondamento preventivo
Inviato da Redazione il 13/12/2005 0:28:22 (8486 letture)

Giungono segnali sempre più forti, dalle "stanze del potere", riguardo all'11 Settembre. Dopo le sortite esplorative di Panorama & soci (dalle parti di casa nostra), dopo il terrorismo preventivo alla Gentiloni ("infame" ci chi prova), dopo la "calata agli inferi" di Vittorio Zucconi (che ha dovuto ricorrere ad un Attivissimo qualunque, per difendersi dalla sete di verità dei suoi lettori), dopo il "garantismo" capovolto alla Teodori (la Commissione 9/11 ha confermato tutto, quindi è vero), dopo... beh, su Minoli stendiamo un p.v., è toccato ieri al Giornale sparare una bordata preventiva su Maurizio Blondet, da tempo in prima linea per la verità sull'11 Settembre.

Il quotidiano lo ha fatto ricorrendo a tutti i veleni conosciuti nel mondo dei pennaioli, ma soprattutto nell'ambito rigoroso della più grandiosa fallacia mai insegnata da Aristotele in poi: l'argomento ad personam. Screditare l'individuo, nel tentativo di screditare anche tutto ciò che dice.

Il titolo non si preoccupa certo di essere ambiguo: "Da Cuccia a bin Laden, le dietrologie dello specialista in complotti planetari". E già dal sottotitolo vieni a sapere che "Blondet fu licenziato in tronco da Avvenire", e che "al Corriere della Sera scriveva una rubrica intitolata realtà romanzata". Nella didascalia della foto ...

... trovi poi che Blondet "è citatissimo sul sito no-global di Indymedia", che è "considerato membro dell'Opus Dei", e che è "accusato di essere un ultrà di destra".

Non solo i vigliacchi giocano senza regole, ma il "lavoro sporco" lo fanno sempre fare agli altri ("citatissimo…, considerato…, accusato…." Loro, poverini, che c'entrano?).

Sulle stesse note, l'articolo esordisce con un lapidario: "Lo chiamano il complottista". E quando finalmente prende un minimo di coraggio, l'autore ci spiega che Blondet è ora al soldo del miliardario americano Walter, un personaggio che sembra aver fatto della verità sull'11 Settembre - da come ci viene descritto - un suo giocattolo personale. (Ovviamente anche qui il bersaglio vero non è "il miliardario", ma la sua tesi).

A questo punto, chi ha ancora voglia si può leggere il resto. Scoprirà così che fra le "follie" propagandate da Blondet c'è il fatto che "le torri crollate furono tre, non due, una era minata", e che " Attà sniffava la cocaina, beveva alcohol, e mangiava carne di maiale".

Inutile commentare, almeno qui fra noi.

Se c'è una consolazione, è che "il Giornale" è letto da persone che hanno scelto di leggere "il Giornale", e non un qualunque giornale. Hanno cioè già scelto in partenza di respingere ogni tesi che li obblighi in qualunque modo ad assumere posizioni contrarie a chi comanda in questo momento.

Ma è sintomatico, rispetto al nostro discorso iniziale, che per la prima volta un quotidiano a cosiddetta ampia tiratura abbia voluto esorcizzare pubblicamente, con un'intera pagina, qualcosa che evidentemente teme più del necessario.

Blondet peraltro è l'unico personaggio di un certo livello, nel panorama letterario italiano, ad aver assunto una posizione così netta rispetto alla bugia dell'11 Settembre, e lui non mai ha fatto certamente nulla per nascondersi. Anzi, a volte sembra quasi che il problema dell'11 Settembre lo riguardi in modo personale, ed è forse questo eccesso di identificazione che Blondet ha finito per pagare con l'ostracismo compatto di tutti i suoi ex-colleghi. Volersi "incaricare personalmente" di una causa talmente più grande di chiunque, può anche costare l'azzoppamento anticipato della persona, nella battaglia per la causa stessa.

Qui non si vuole insegnare niente a nessuno, ovviamente, ma proprio per la magnitudine del confronto, che potrebbe esplodere in qualunque momento (le avvisaglie ormai ci sono tutte), è sempre più importante che chi combatte per la stessa idea si faccia ritrovare compatto e preparato dietro alla medesima, piuttosto che non esposto, in prima persona, davanti alla stessa.

In fondo, gli uomini passano, le idee restano. Sono quelle che lasciamo ai nostri figli, più di ogni nostro ritratto di famiglia, di ogni nostro bene materiale, più di qualunque splendida e insostituibile "pipa del nonno."

Ebbi l'occasione di ringraziare personalmente Blondet, durate una diretta radio, per tutto quello che aveva fatto per la verità sul 9/11, e in quest'occasione gli voglio esprimere la più piena solidarietà, anche a nome di tutti gli iscritti al sito, di destra, centro o sinistra che siano. La Verità non ha colore, sapore o religione.

Massimo Mazzucco


****************************

Ecco il testo completo delle pagina. Purtroppo è "estratto" da PDF, con la nota cortesia (refusi) che la "mentalità Adobe" concede ai suoi utenti. Ma anche mischiando l'ordine degli addendi, il risultato non cambia.

****************************

16 Cronache il Giornale Domenica 11 dicembre 2005

Allievo di Zucconi, Rusconi e Montanelli. Alla «Domenica del Corriere» compilava una rubrica: «La realtà romanzesca»... Licenziato da «Avvenire», ora indaga sull’11 settembre col miliardario Walter

STEFANO LORENZETTO

Lo chiamano il complottista. Nella sua specialità, la dietrologia, non ha rivali. Infatti JimmyWalter, miliardario americano che da Amsterdam finanzia un movimento d’opinione per la riapertura delle indagini sugli attentati terroristici dell’11 settembre e che l’anno scorso ha speso per questa causa 3,5 milioni di dollari, l’ha prescelto come suo referente per l’Italia.

Maurizio Blondet, giornalista e scrittore, è convinto da anni che l’umanità soggiaccia a una macchinazione planetaria. Tre ore di conversazione con lui e la storia del mondo è bell’e riscritta. Prima rivelazione: «Agli inizi della mia carriera intervistai Gianni Brera. Che mi avvertì: “Amico Blondet, stia attento ai comunisti. Sono cattivissimi!”. E mi confessò d’aver militato nella Repubblica sociale italiana». Seconda rivelazione: «Dietro la strategia della tensione c’era il ministero dell’Interno ». Terza rivelazione: «Ho il fondato sospetto che i più alti esponenti della massoneria bancaria, da Raffaele Mattioli a Enrico Cuccia, facessero parte di uncenacolo esoterico dedito al culto gnostico delle reliquie, al quale non sarebbero estranei il filosofo Massimo Cacciari e i cantanti Franco Battiato e Alice.

Non a caso la salma di Cuccia fu trafugata dal cimitero di Meina, mentre l’ateo Mattioli scelse di farsi seppellire nell’abbazia di Chiaravalle in una tomba dove un tempo riposavano le spoglie di Guglielma la Boema. Quest’eretica del 1300 sosteneva che Dio è femmina e che lei era Dio, tanto che i suoi seguaci parodiavano l’eucarestia mangiando pezzi di pane dopo averli strusciati sul sepolcro ». Quarta rivelazione: «Dal 4 al 14 luglio 2001, due mesi prima dell’attacco alle Torri gemelle, Osama Bin Laden fu in dialisi nell’American hospital di Dubai, negli Emirati arabi uniti. Dove ricevette la visita del capostazione della Cia in quell’area, che gli chiese di uccidere Ahmad Shah Massud, il “leone del Panshir”, una specie di Alessandro Magno per gli afgani. Il 9 settembre Massud viene assassinato, due giorni dopo le Twin towers crollano, passa meno di un mese e il presidente George Bush può dare il via all’operazione Enduring freedom, occupando l’Afghanistan dei talebani». Quinta rivelazione: «Quelli contro il World trade center di New York e il Pentagono furono in realtà autoattentati organizzati da un’ala deviata dei servizi segreti americani ». Bum! Credo che abbia una sua verità anche sulle guerre puniche, madopo tre ore di stupefacenti rivelazioni ero così spossato, che non me la sono sentita di chiedergliela.

Per il momento in questo guazzabuglio vi è una sola certezza, sotto forma di ossimoro: il cronista che scava neimisteri del passato è stato licenziato da Avvenire. In tronco. Manon per le sue investigazioni private, tradotte più in libri che in articoli, bensì per aver denunciato di poter scrivere sul proprio giornale soltanto «le moderate verità che il cardinale Ruini consente».

Blondet s’era permesso d’aggiungere che l’editore porporato «da un decennio ha affidato l’intera costellazione dei media cattolici a un suo uomo incapace di partecipare a un dibattito pubblico, di esprimere idee, di fare una qualunque battaglia culturale », e siccome il ritratto al vetriolo, farcito di altri apprezzamenti da querela, era riferito al direttore Dino Boffo, l’inviato speciale è stato cacciato per giusta causa dalla testata della Conferenza episcopale italiana. A 61 anni compiuti Blondet si ritrova al punto di partenza: su una strada. Milanese, consideratomembro dell’Opus Dei («non è vero, però nonmi dispiace che la leggenda circoli, così almeno posso dire di far parte anch’io d’una consorteria»), di famiglia non ricca, dovette abbandonare la facoltà di filosofia della Statale per cercarsi un lavoro. Il compagno di scuola Vittorio Zucconi, oggi inviato di Repubblica negli Stati Uniti, lo presentò al padre Guglielmo, allora direttore della Domenica del Corriere, che gli offrì di sostituire Pacifico Fiori, un redattore ottantenne addetto alla rubrica Il segretario di tutti. «Dovevo rispondere alle più strampalate domande legali, scientifiche o mediche dei lettori. Da impazzire».

La seconda rubrica che gli fu affidata da Zucconi non depone a favore della sua attendibilità: La realtà romanzesca. Resa un po’ meno fantasiosa dalle veristiche tavole diMario Uggeri. «Avolte bisognava inventarsi le storie, lo ammetto». Quindi il passaggio a Famiglia mese e a Jesus, mensili di Famiglia Cristiana, e l’assunzione al Settimanale di Edilio Rusconi, che anni dopo se lo riprese a Gente. «Indro Montanelli mi assunse al Giornale. Lo tradii per soldi: me ne andai ad Avvenire perché in quel momento era in fase di rilancio e pagava di più». Lo sa, vero, che nel nostro ambiente lei è ritenuto inguaribilmente affetto da complottismo? «Il senso etico del giornalismo risiede nell’essere ausiliario della democrazia. Spiegare i retroscena del potere dovrebbe essere il nostro mestiere. Jimmy Walter ha convocato a Roma tre giorni di dibattito sugli attacchi terroristici di New York e Washington. Io ero il moderatore. Ha letto qualcosa sulla stampa?».

Per forza, vede servizi segreti deviati dappertutto! «Ho avvicinato ex agenti pentiti della Cia e della Nsa, la National security agency, che ordivano attentati da attribuire al nemico. Ricorda il colonnello Kurtz interpretato da MarlonBrando in Apocalypsenowquando parla dei vietcong che tagliavano un braccio ai bambini dei villaggi perché sulla pelle avevano il segno della vaccinazione antipolio praticata dagli americani? “Così dobbiamo fare la guerra anche noi”, dice. Ecco, è un personaggio esistito davvero: si chiamava Ted Shackley, è morto nel 2002.Dacapo della Cia in Vietnam, si mise in proprio: si finanziava con i traffici di oppio delle tribù Meo, torturava con i metodi più brutali. Ho conosciuto alcuni dei suoi uomini attraverso i loro confessori, gesuiti americani. Mi hanno spiegato che avevano trovato un garante politico in George Bush senior, direttore della Cia prima d’essere eletto presidente ».

Ma queste sono tesi tutte da dimostrare, tipiche degli ultrà di sinistra. «In Italia sono citatissimo dal sito dei no global Indymedia, eppure vengo considerato un ultrà di destra, un fascista, un nazista. La verità è che l’industria militare americana fattura da sola 450 miliardi di dollari l’anno, la stessa cifra che il comparto bellico raggiunge in tutto il resto del mondo, e ha un solo cliente: il Pentagono. Grazie a gentecomeDonald Rumsfeld, segretario alla Difesa, s’è impadronita del cliente. È questa gente ad aver scatenato la guerra mondiale al terrorismo con la scusa dell’11 settembre. Una terza guerra mondiale che durerà almeno 15 anni. Pura follia: come bombardare le mosche. E a che serve questa follia se non a consumare armamenti?».

Non è stato certo Rumsfeld, scusi, ad attaccare l’America. «Tutte le volte che gli Usa sono entrati in guerra, il casus belli è sempre stato un autoattentato. Fin dal 1898, quando all’Avana saltò in aria la corazzata Maine, inviata a Cuba allo scopo di proteggere i cittadini americani colà residenti, e fu dichiarata guerra alla Spagna. Ci sono decine di libri che documentano come persino l’attacco giapponese di Pearl Harbor sia stato funzionale all’ingresso nel secondo conflitto mondiale, che dopo quella tragedia venne accettato senza una sola voce discorde dall’opinione pubblica statunitense, prima assai riluttante. Il presidente Franklin Delano Roosevelt spostò la flotta dalla California alle Hawaii col preciso scopo di trasformarla in un’esca. Per farlo, non esitò a destituire l’ammiraglio che si opponeva all’assurda decisione». Ma ci sono decine di libri che accreditano tesi opposte. Vabbè, lasciamo perdere.

Mi dica che cosa sarebbe accaduto secondo lei l’11 settembre 2001? «Non lo so». Meno male. «Però osservo unaserie di fatti illogici emi pongo delle domande. Dirottare quattro aerei contemporaneamente è già difficile. Saperli pilotare dopo aver frequentato una scuola di volo è ancora più difficile. Portarli a schiantarsi contro degli edifici senza avere l’assistenza da terra è impossibile.

Mentre aspettavo d’imbarcarmi da Malpensa per andare come inviato a Ground Zero, con i colleghi di altri giornali ho interrogato alcuni piloti dell’Alitalia abituati da molti anni a stare ai comandi dei Boeing 747 e 777. “Noi non ci saremmo mai riusciti”, scuotevano la testa». Che c’è di strano? Si vede che Mohamed Atta era più bravo di loro.

«L’unica attività certa di Mohamed Atta è stata quella di far sapere in giro che era musulmano. Viveva a Venice, in Florida, con una spogliarellista, Amanda Keller. Incredibile: nessuno è andato a intervistarla, tranne lo scrittore Daniel Hopsicker che l’ha interrogata e ci ha ricavato un libro. Nel quale la Keller racconta che Atta sniffava cocaina, beveva alcolici, mangiava cotolette di maiale e ascoltava ossessivamente i Beastie Boys. Non mi sembrano le abitudini di un martire islamico». Accidenti,maè la testimonianza di una spogliarellista, magari pure mitomane.

«Prima del dirottamento gli attentatori spendono 200 dollari in un night, lasciando in bella vista una copia del Corano. Però assistono a uno spettacolo di lap dance». La carne è debole. «Nel parcheggio dell’aeroporto si preoccupano di litigare con un automobilista, come se volessero avere la certezza d’essere riconosciuti l’indomani nelle foto segnaletiche. E uno dei loro passaporti viene ritrovato, intatto, fra le macerie di Ground Zero». Che c’è di strano? «Non sono mai state recuperate nemmenole scatole nere degli aerei a Ground Zero.

L’esplosione ha lasciato solo polvere formata da particelle di diametro inferiore a 100 micron. Milioni di tonnellate di detriti sono stati fatti sparire affinché nessuna ricostruzione forense fosse possibile. Contro ogni logica investigativa, la scena del crimine è stata ripulita tenacemente. Il Nisti, National institute of standards and technology, ha ricevuto appena 240 reperti su cui indagare. Lo stesso Nisti respinge la teoria del collasso delle Torri gemelle e propende per un crollo simultaneo dei piani. Jeff King, fisico del Mit di Boston, parla apertamente di demolizione controllata mediante cariche di esplosivo. Le stesse che hanno tirato giù la terza torre». Terza torre? Di che sta parlando? «Del Building 7, un edificio di 47 piani adiacente alle Torri gemelle, che era stato minato da due settimane e finì in briciole alle 17.30 di quel giorno. Era noto che Larry Silverstein, l’imprenditore che l’aveva in affitto, intendeva farlo abbattere.

L’impatto degli aerei produsse nella terza torre solo due piccoli incendi. Inspiegabilmente, il Building 7 crollò. Non è unmistero che il sindaco Rudolph Giuliani stesse valutando da tempo la demolizione controllata anche delle Twin towers, ormai obsolete e impestate di amianto e vanadio. Il grattacielo non è una casa, è una macchina, la sua gestione ha costi paurosi. Una cosa è certa: Osama Bin Laden, scegliendo quei bersagli, ha reso un grosso servizio alla municipalità di New York»». Avrebbero buttato giù due grattacieli, anzi tre, con dentro migliaia di persone per risparmiare sulle spese di manutenzione. È assurdo.

E poi non vorrà negare che due aerei di linea si siano infilati nelle Torri gemelle? Ci sarà ben stato qualcuno ai comandi. «Già nel 1962 l’ammiraglio Lyman Lemnitzer sottopose al presidente John Kennedy un progetto di attentati simulati da addebitare a Fidel Castro, in modo da impressionare l’opinione pubblica per giustificare l’invasione di Cuba. Uno di questi progetti, come narra James Bamford, giornalista televisivo dell’Abc, nel suo libro Body of secrets, prevedeva di creare un esatto duplicato di un aereo civile di linea, riempito con passeggeri selezionati, poi convertito in un drone, velivolo senza pilota, telecomandato, da distruggere con un segnale via radio». Maqui abbiamo nomi e cognomi di piloti in carne e ossa che sono morti nei dirottamenti. «L’11 settembre il volo AA77 dell’AmericanAirlines finì contro il Pentagono. L’aereo era inmano, ci è stato detto, di terroristi arabi, le cui foto furono diramate dall’Fbi. Ebbene, Thomas Olmsted, un medico psichiatra di New Orleans, ex ufficiale della Marina, ha ottenuto la prova definitiva che non c’era a bordo nessun arabo su quel volo. Lo ha fatto nel modo più semplice: esigendo, in forza della Freedom of information act, la legge sulla libertà d’informazione, i risultati delle autopsie sui resti delle vittime. L’ente che ha compiuto i rilievi sui cadaveri è quanto di più ufficiale esista: l’Istituto di patologia delle forze armate». Milasci indovinare: Bin Ladenè impersonato da un attore.

«Di Osama si sa con certezza che ha lavorato per la Cia a Peshawar. Con i dollari degli americani reclutava i mujahiddin che hanno combattuto contro i russi, invasori dell’Afghanistan ». Questo me l’aveva già raccontato Gino Strada. Sta’ a vedere che in Irak gli americani si sparano addosso da soli. «La guerra in Irak si fa per il controllo diretto dei pozzi petroliferi, per consumare armi e per favorire Israele, smembrandouno dei suoi nemici in tre staterelli corrispondenti ad altrettanti gruppi etnico-religiosi: uno sciita, uno sunnita e uno curdo. Saddam Hussein era un criminale che però aveva costruito uno Stato nazionale assai diverso dalle teocrazie islamiche e assicurava una certa stabilità nella zona». Già. Invadendo il Kuwait.

«Edward Luttwak, l’analista che è stato consulente del segretario alla Difesa americano, ai tempi della prima guerra del Golfo mi disse: “Saddam dobbiamo farlo regredire all’età della pietra perché non è come i sauditi, che spendono tutti i proventi del petrolio in puttane e champagne. Questo sta facendo centrali elettriche, ferrovie, industrie, strade”. Vediamola dal punto di vista deimusulmani: hanno due nazioni, Afghanistan e Irak, occupate dai cristiani. Nessun Paese cristiano è stato occupato da musulmani». Quindi l’Italia in Irak sarebbe un Paese occupante anziché in missione di pace su mandato dell’Onu? «Silvio Berlusconi, per il quale simpatizzo, ha fatto bene a mandare il nostro esercito in Irak. Era una scelta obbligata, perché l’Italia non ha un ombrello atomico sulla testa. Si poteva sottrarre alla missione giusto la Francia, che dispone di una force de frappe nucleare estesa alla Germania fin dai tempi di De Gaulle. Bush è stato chiaro: “O con noi o contro di noi”. Non è una minaccia da poco.

Io capisco che a queste condizioni anche l’Iran voglia farsi la bombaatomica.Odavvero pensiamo che gli ultimi 60 anni senza guerre mondiali siano stati garantiti dal Papa di turno che gridava: “Pace, pace”?». Insomma, esiste o no la minaccia del fondamentalismo islamico? «L’unica immigrazione priva di pericoli sarebbe quella buddista. È chiaro che se i musulmani diventassero maggioranza relativa in qualsiasi Paese occidentale introdurrebbero i precetti coranici. Colpa nostra che non facciamo più figli. Qualunque governo islamico è dispotico, perché Allah stesso è un despota benefico». Adesso dà pure del despota a Dio. «Per la teologia musulmana Allah ha fatto il fuoco caldo, ma poteva farlo freddo. Egli crea il mondo istante per istante, con un atto ripetuto della sua volontà. Per conseguenza non esistono nell’Islam né scienza, né leggi di natura, né democrazia. Ma c’è una buona notizia: il pericolo fondamentalista cesserà entro 50 anni, quando il petrolio verrà sostituito da altre fonti energetiche o sarà esaurito. Se dall’export si toglie la voce petrolio, tutti i Paesi islamici messi insieme esportano quanto la Finlandia. Il loro potere economico è zero».

Il colonnello Kurtz interpretato da Marlon Brando in «Apocalypse now». «Esistì davvero: si chiamava Ted Shackley» La Cia parallela creata in Vietnam Attraverso i gesuiti ho conosciuto alcuni agenti pentiti. Le Torri crollate furono tre, non due: una era stata minata. Mohamed Atta sniffava cocaina, beveva alcol e mangiava cotolette di maiale ‘ Ahmad Shah Massud. «Fu la Cia a ordinare a Osama Bin Laden, ricoverato a Dubai, di far fuori l’eroe degli afgani» Da Cuccia a Bin Laden: le dietrologie dello specialista in complotti planetari Sul volo AA77 non c’erano arabi Cancellata la scena del crimine: s’è indagato su appena 240 reperti. L’autoattentato con l’aereo era già stato suggerito a Kennedy per la crisi di Cuba. Luttwak mi disse: «Saddam deve tornare all’età della pietra»

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
santommaso
Inviato: 13/12/2005 1:10  Aggiornato: 13/12/2005 1:10
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/12/2005
Da:
Inviati: 66
 Re: Affondamento preventivo
Vorrei tanto parlare con il tipo che ha scritto l'articolo,metterlo su un palco davanti a un mare di gente e fargli vedere qualche filmato,vorrei tanto vedere la sua faccia.
Ma come fanno certi tipi a fare i giornalisti??
Posso farlo anch'io allora!!!!

Pendolo
Inviato: 13/12/2005 1:19  Aggiornato: 13/12/2005 1:19
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/11/2005
Da: Giu' al nord
Inviati: 100
 Re: Affondamento preventivo
"Penna rossa penna nera" dice una vecchia canzone di Venditti , infatti di qualunque sia il "colore" di scrive menzogne , l'obbiettivo e ' sempre quello di screditare chi della verita' si fa portatore.
Mi sembra che i destrorsi del giornale lo "Stalinismo"culturale lo conoscono bene.
Che vegogna, che strazio questo paese sempre piu' in balia della corrente.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Fesso si ma con Nesquik.

Fesso si , ma con Nesquik
Kolza
Inviato: 13/12/2005 1:20  Aggiornato: 13/12/2005 1:33
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/6/2004
Da: MMMMMMonza
Inviati: 916
 Re: Affondamento preventivo
Piccoli spaccati di vita: quando giocavo a calcio a 11, c'era di solito, nelle file avversarie, il "giocatore di categoria superiore". Per marcarlo, evitando ritorsioni da parte dell'arbitro (cartellini), due o tre miei compagni di squadra lo attaccavano a turno. Alla fine il fenomeno perdeva sistematicamente palla e pazienza.
Nel mondo dell'informazione non c'è bisogno di ingabbiare con simili marcature i battitori liberi: basta indicare chi è scomodo a chi e i cacciatori di scalpi partono in quarta con una bella entrata a gamba tesa, sapendo che nessun arbitro lì ammonirà od espellerà.
In questo caso il bersaglio grosso è Blondet e l'input dell'establishment è così sostenuto (la taglia è sostanziosa) che c'è solo l'imbarazzo della scelta sulle modalità di attacco. Per ciò che concerne la carriera del nostro giornalista, Avvenire mi pare un giornale pessimo (opinione derivatami da anni di letture familiari): per noi forse è un bene che il talentuoso Blondet sia stato ostracizzato; anche se le modalità (un favore di Ruini a Ratzinger?) lasciano perplessi, il Maurizio cospirativo, libero da ordini di scuderia, ha potuto accelerare certi impegni letterari (Schiavi delle Banche è un vero pugno nello stomaco!).
Ovvio che il potere, avendo nelle orecchie troppi fischi (chi legge Blondet non può non aggiungersi al partito degli scontenti) ha "ingaggiato" qualche franco tiratore: il Giornale si è ben prestato all'uopo, visto che da da anni (secoli) è serva della destra, con risultati inconcepibili persino per il Corriere Piduista.
Se i debunkers e i cospiratori si lasciano andare così scientemente a simili attacchi ad personam, è evidente che temono il loro Crepuscolo degli Dei. E che Blondet sia il loro Fenrir. Loki si è già destato dal suo Ragnarok, pardon Mazzucco ci ha liberato dalle catene delle menzogne .

Saludos
Kolza (Skoll)

goldstein
Inviato: 13/12/2005 2:04  Aggiornato: 13/12/2005 2:04
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 4/11/2004
Da:
Inviati: 2827
 Re: Affondamento preventivo
Potete leggere la scansione dell'articolo in PDF qui. (cliccare "download", e poi ancora "click here to download)
Ne consiglio la visione perche', come descritto ad inizio articolo, l'impaginazione ha l'ovvia intenzione di gettare discredito su Blondet, e' infatti palese che al lettore venga somministrata la dose di scetticismo quotidiana gia' solamente col titolo e relativo sottotitolo...

MaxFico
Inviato: 13/12/2005 7:28  Aggiornato: 13/12/2005 7:28
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/6/2004
Da: Cupramontana
Inviati: 57
 Re: Affondamento preventivo
In questa notizia vedo un risvolto decisamente positivo.
Penso infatti che su certi argomenti tabù il giornalismo scelga sempre di tacere, se invece decide di parlarne ( anche se in modo negativo ) vuol dire che in loro comincia a serpeggiare una certa paura.....

Max

il tragitto è sempre più interessante della meta
vulcan
Inviato: 13/12/2005 8:37  Aggiornato: 13/12/2005 8:37
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/1/2005
Da: Sardigna
Inviati: 2092
 Re: Affondamento preventivo
Citazione:
un risvolto decisamente positivo


.. condivido questa interpretazione; è la prova lampante che la questione 11 settembre stà corrodendo l'opinione pubblica e giunge in parte alla attenzione dei media.

.. e non solo come esercizio intellettuale... avere bisogno di "difendere una posizione".. significa semplicemente sentirsi minacciati!

Parlavo ieri con un giornalista sulla possibilità di un articolo "propositivo " su l'11 settembre...ne condivide sostanzialmente i contenuti cospirazionisti ..ed intende approfondire con il materiale a disposizione.

Tuttavia sulla possibilità di un articolo era particolarmente cauto .. la paura è sempre quella di doversi esporre oltre misura incorrendo in effetti non valutabili!

"Indaga le parole a partire dalle cose e non le cose a partire dalle parole." Misone
fiammifero
Inviato: 13/12/2005 8:51  Aggiornato: 13/12/2005 8:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/2/2005
Da: ROMA
Inviati: 5691
 Re: Affondamento preventivo
Elementare Whatson !
E' così che tra destra e sinistra nasce il Centro! (il piede in due staffe)
Dire e non dire,affermare e negare,creare confusione e depistaggi,scegliere tra il meno peggio e tirare avanti parandosi sempre il c^^o!
Da sempre,per creare consenso e pilotare il voto,gli addetti ai lavori prezzolati dal potere di turno manipolano a loro piacimento i fatti e le notizie,dov'è la novità?
E si permettono pure di fare uno sciopero per la libertà di stampa!
Almeno abbiano il coraggio di dire che vogliono più soldi per compiacere il potere!
L'ha detto o non l'ha detto il Bandana che in Italia c'è piena libertà di stampa ed opinione?

PS: Ben trovati,sono ritornata dal mio esilio forzato!

Citazione:
le cose di cui ci sentiamo assolutamente certi non sono mai vere (Oscar Wilde)
cacciucco
Inviato: 13/12/2005 8:54  Aggiornato: 13/12/2005 8:54
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/5/2005
Da: la terra
Inviati: 347
 Re: Affondamento preventivo
Ciao Massimo,
>>Blondet peraltro è l'unico personaggio di un certo livello, nel panorama letterario italiano, ad aver assunto una posizione così netta rispetto alla bugia dell'11 Settembre
Senza nulla togliere al sempre preciso e bravo Blondet, mi sembra doveroso segnalare come anche altri "personaggi di un certo livello" abbiano preso "posizioni certe" riguardo alla bugia dell'11 settembre.
Di seguito riporto un estratto di un intervista a Giulietto Chiesa:
Veniamo ai misteri dell'undici settembre. Pensi che esistano dei retroscena importanti che non sono stati svelati?
E' ovvio che la verità non è stata raccontata. Solo Angelo Panebianco del Corriere della sera può credere alle versioni ufficiali. In realtà quasi nulla di ciò che è stato detto corrisponde al vero [...] E' una fandonia mediatica
etc.etc.
Il testo integrale dell'intervista si trova qui
Oppure anche qua e la possiamo trovare dichiarazioni interessanti del sempre attento Chiesa.
Infine mi preme anche segnalare il troppo spesso dimenticato Fulvio Grimaldi che dal suo interessantissimo Mondocane fuorilinea non lascia adito a dubbi su quale sia la sua presa di posizione riguardo alla fandonia 11 settembre.
Un saluto ed un abbraccio a tutti
cacciucco

Esser colto per essere libero: la cultura è un'arma, non un fronzolo. Martì
Kolza
Inviato: 13/12/2005 10:25  Aggiornato: 13/12/2005 10:45
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/6/2004
Da: MMMMMMonza
Inviati: 916
 Re: Affondamento preventivo
Ciao Cacciucco,
Se hai notato, anche altri fonti han dubitato della versione ufficiale dell'11/09, ma anzichè sposare la tesi hard (se lo son fatti gli USA), sono andati a nozze con la tesi soft (se lo son fatti fare). Basta vedere Fahreheit 911 di Michael Moore (un'immensa opera disinformativa), o leggere i libri di Noam Chomsky (belli, ma incompleti). in Italia, oltre a Blondet rimane ben poco: Massimo Fini? Anticonformista, a la page, maledetto... certo, ma se avesse preso una posizione così netta, gli avrebbero segato ben altro che le gambe John Kleeves si salva perchè lui ha sempre attaccato gli USA, evidenziando nelle sue opere i numerosi casus belli autocreati o provocati dallo Zio Sam: purtroppo manca un suo libro sull'11/09. Un altro soggetto emerso nelle ultime nebbie è stato Sbancor, ma anche lì, poco arrosto (leggi: un solo libro) per giudicare.
Che dire? Ci vivrà, vedrà... per ora concentriamoci su Blondet e chissà mai che la massa critica informata cresca...
Saludos
Kolza

Max_Piano
Inviato: 13/12/2005 10:39  Aggiornato: 13/12/2005 10:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 10/12/2005
Da:
Inviati: 3666
 Re: Affondamento preventivo
Citazione:

Che dire? Chi vivrà, vedrà... per ora concentriamoci su Blondet e chissà mai che la massa critica informata cresca...


Cresce, cresce...già vedo un enorme ed inesorabile contagio del Morbo di Ashcroft !!!

Troppo ottimista ?

MarcoBZ
Inviato: 13/12/2005 10:58  Aggiornato: 13/12/2005 10:58
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/9/2005
Da: Bolzano - Alto Adige - Italy
Inviati: 192
 Re: Affondamento preventivo
Ciao a tutti,

leggendo l´articolo in pdf io ho avuto un´impressione diversa. Il tono canzonatorio dell´intervistatore mi sembra piu rivolto a incalzare Blondet, come per invitarlo ad esporsi al posto suo. Non so se mi sono riuscito a spiegare, ma la mia sensazione é che Lorenzetti fosse gia a conoscenza degli argomenti trattati, e che non potendo scriverne in prima persona, abbia affidato questo scomodo ruolo ad un autore giá "screditato".

Fatto sta che Blondet, nel suo sito oggi non fa minimamente accenno all´accaduto, come se accettasse di buon grado il contenuto dell´articolo.

Rileggendolo una seconda volta, anche nei passaggi dove si fa menzione del licenziamento da Avvenire, noto quasi una vena di ammirazione da parte dello scrivente che testualmente dice:

Citazione:
il cronista che scava neimisteri del passato è stato licenziato da Avvenire. In tronco. Ma non per le sue investigazioni private,tradotte più in libri che in articoli,bensì per aver denunciato di poter scrivere sul proprio giornale soltanto «le moderate verità che il cardinale Ruini consente».


ammirazione o invidia?

x MASSIMO:

non me la sento di condividere le tue considerazioni sul giornalista autore dell´articolo, in quanto per le motivazioni di cui sopra, potrebbe essere stato un intelligente modo di superare le limitazioni imposte dal suo editore, e far conoscere una veritá scomoda ai lettori piu attenti della testata.

Gli eventi si stanno susseguendo così rapidamente che è quasi impossibile per noi compilare, assorbire, analizzare, e distillare la mole di informazioni. - Gerald Clemente
pierone
Inviato: 13/12/2005 11:27  Aggiornato: 13/12/2005 11:27
Ho qualche dubbio
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 299
 Re: Affondamento preventivo
Ciao a tutti.

Mi sembra molto strano che Blondet non abbia ancora reagito sul suo sito

Eppure è uno che "non si tiene niente".

Forse ha "concordato" la presentazione con l'intervistatore, pur di usufruire di qualche "spazio"?

D'altra parte sicuramente l'intervista non sarebbe stata pubblicata senza la "cornice" di denigrativa (o apparentemente tale) segnalata da Massimo.

Forse sto sbagliando o sono diventato "troppo dietrologo". Staremo a vedere.

cacciucco
Inviato: 13/12/2005 11:40  Aggiornato: 13/12/2005 11:40
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/5/2005
Da: la terra
Inviati: 347
 Re: Affondamento preventivo
Ciao Kolza,
so che altre fonti hanno dubitato della versione ufficiale dell'11/9, ma io mi riferivo solo alle fonti italiane...giusto per correggere l'affermazione di Massimo citata all'inizio del mio precedente post.
Non so se hai avuto il tempo per leggere cosa Grimaldi pensi degli attentati dell'11/9 ma non mi sembra proprio che abbia sposato la tesi soft...anzi! Forse "va giù" molto più duro dello stesso Blondet...
In ogni caso non voglio fare il tifo per nessuno... ci mancherebe altro, anzi... Spero proprio che almeno tutti i succitati giornalisti italiani (pochi rimasti in circolazione ormai) di un certo spessore abbiano la forza e la voglia di unirsi in questa "lotta" per la ricerca della verità mettendo per un attimo da parte le loro diversissime ideologie politiche!
un saluto
cacciucco

Esser colto per essere libero: la cultura è un'arma, non un fronzolo. Martì
giool
Inviato: 13/12/2005 11:49  Aggiornato: 13/12/2005 11:49
Ho qualche dubbio
Iscritto: 22/5/2004
Da:
Inviati: 249
 Re: Affondamento preventivo
Premesso che un Giornale mai avrebbe potuto scrivere il contrario, vedo l'articolo molto positivo. Ne parlano, hanno paura e attaccano usando il modo che loro appartiene. Parla come mangi, si diceva.
Non credo proprio che queste metodologie siano più sufficiente per vincere le oneste perplessità dei molti... anzi, forse forse, giovano pure alla causa... Blondet un nuovo "eroe" del giornalismo?
Interessante l'esito della esercitazione fatta dal prof. Calafati sulla capacità di informazione dei maggiori quotidiani italiani (e che sta iniziando a circolare in rete). Sebbene non riguardi segnatamente l'11 settembre, mi sembra utile a questa discussione.

Krya
Inviato: 13/12/2005 11:59  Aggiornato: 13/12/2005 11:59
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/8/2005
Da: Toscana
Inviati: 438
 Re: Affondamento preventivo
Citazione:
Forse ha "concordato" la presentazione con l'intervistatore, pur di usufruire di qualche "spazio"?


Trasecolo, se conoscete un minimo di tattiche di distruzione sociale, e parlo con molto distacco, non ho particolarmente simpatico Blondet, ma non è questo il punto, dovreste sapere che si apre sempre di pedone, in questo caso attacco giornalistico non troppo di firma, si saggia la reazione e poi, avendo sicuramente in mano qualche scheletrino, ci si comporta di conseguenza.

Aspettiamo le reazioni, se i toni degli articoli del nostro iniziano a cambiare, qualcosa è stato concordato, se il nostro (nostro inteso come personaggio "X")reagisce, aspettiamoci reazioni di ben più ampia portata.

Non credete che anche LC abbia contribuito ad arrivare a questa situazione di attacco alle tesi non ufficiali?

Non credete che si inizi a cercare di tamponare le falle?, la massa critica è già stata raggiunta da tempo, ora stanno solo limitando i danni opponendo il discredito ad personam alle prove oggettive, se chi mi racconta che, cappuccetto rosso l'ha mangiato il lupo, è un'assodato bugiardo magari un pò pedofilo (tanto per rafforzare), magari firmo per fermare la caccia al lupo tanto discreditato da Cappuccetto rosso .

Massimo dovrebbe sapere, visto che ci vive, e io di riflesso, visto che ci vive la famiglia di mia moglie, che negli USA ci sono movimenti di non poco conto che la raccontano come noi, peccato arrivi ben poco, non parlo solo dei siti sul 9/11, parlo di molte aggregazioni spontanee che sono "contro" su molti temi di politica interna ed estera USA, ma avrete notato che vediamo a malapena le manifestazioni antiTAV, ma delle manifestazioni davanti alla Casa Bianca si vede ancor meno per non dire niente.

Beh aspettiamo un poco.......Massimo se vedi 2 tipi in giacca nera occhiali scuri e cravatta nera inizia a recitare a voce alta " Sono amico di Silvio..Sono amico di Silvio..Sono amico di Silvio..

Riccardo

Ci sono crimini peggiori del bruciare libri, uno di questi è non leggerli. (brodsky)
SWE
Inviato: 13/12/2005 12:02  Aggiornato: 13/12/2005 12:05
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 744
 Re: Affondamento preventivo
*****

X MarcoBZ

stavo per intervenire con una considerazione del tutto coincidente con la tua, ma
leggendo ill tuo commento mi sono accorta che mi hai preceduto

L 'articolo su Blondet di fatto rende note ad un vasto pubblico "verità" finora in circolazione solo attraverso canali trasversali

L' autore era cosciente o no di questo risvolto ?
Me lo sono chiesto anch'io...

emanuela

padma
Inviato: 13/12/2005 12:20  Aggiornato: 13/12/2005 12:20
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/3/2005
Da: torino
Inviati: 416
 Re: Affondamento preventivo
Io ho la nettissima sensazione, (come altri ho visto nei commenti) che le parole di Blondet suonino molto più forti di quelle dell'intervistatore, che si limita a tentare di prenderlo in giro senza peraltro riuscirci minimamente. Certo i titoli sono denigratori, ma si tratta del Giornale.
Strano.. Propendo anch'io per la tesi secondo cui a Blondet vada bene questo tipo di intervista-denigrazione-pubblicità.

Chi è questo Lorenzetto?

The assumption that what currently exists must necessarily exist is the acid that corrodes all visionary thinking.
M.Bookchin
franco8
Inviato: 13/12/2005 13:53  Aggiornato: 13/12/2005 13:53
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/12/2005
Da:
Inviati: 1561
 Re: Affondamento preventivo
Chi lo sa!? Potremmo anche sperare che qualche lettore de il Giornale, leggendo:
"...JimmyWalter, miliardario americano che da Amsterdam finanzia un movimento d’opinione..."
riflette su quali miliardari finanzi il giornale che legge e tutto il "circo mediatico".....
(e quali vantaggi ne ricava..)

.... ....io non mi definisco affatto volentieri ateo, non più di quanto io sia a-MickeyMouse.
..
(detto, fatto)
hi-speed
Inviato: 13/12/2005 14:55  Aggiornato: 13/12/2005 14:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/12/2004
Da: preda lunga
Inviati: 3211
 Re: Affondamento preventivo
La pochezza giornalistica del Giornale e di Lorenzetto si denota da suoi commenti. Non c’è un minimo di discussione vera o voglia di un confronto con idee opposte.
Questo è giornalismo ignorante prodotto da deficienti (pagati…e da chi?!).

Ho cancellato tutti i “commenti” di Lorenzetto (lei è proprio piccolo come giornalista) e ne ho ricavato un testo interessante di Blondet.

Per quanto riguarda il Giornale si potrebbe usare per incartare le uova o l’insalata e penso che esca solo per questo motivo.
In alternativa si può tenere nello zainetto per una passeggiata in montagna. Non si sa mai che ci venga voglia di c……e.
Hi-speed
PS: mi immagino la soddisfazione per l’articolo del “direttore” Belpietro! Complimenti.

Cosa Sta Succedendo? Madre, madre Ci sono troppi di voi che piangono Fratello, fratello, fratello Ci sono troppi di voi che stanno morendo Sai che dobbiamo trovare una maniera Per portare un pò di amore qui oggi
lamefarmer
Inviato: 13/12/2005 14:58  Aggiornato: 13/12/2005 14:58
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/9/2005
Da: vacu°u(m)
Inviati: 334
 Re: Affondamento preventivo
("infame" ci chi prova)

Errata corridge: "infame" chi ci prova

:)

Ognuno parla di se stesso, sempre e comunque
gius
Inviato: 13/12/2005 15:13  Aggiornato: 13/12/2005 15:13
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/10/2005
Da: Roma
Inviati: 33
 Re: Affondamento preventivo
Con tutto il rispetto parlando per chi non fosse d'accordo, ma non riesco proprio a trovare altro intento dell'articolo e di chi l'ha scritto se non quello di screditare l'intervistato in maniera tale da screditarne le idee.
C'è modo e modo di riportare un'intervista e la metodologia eseguita è chiaramente provocatoria ed irriverente, specie dopo la parte virgolettata che prosegue con un commento-risposta lapidario e chiarmante offensivo (<<...Mentre aspettavo d’imbarcarmi da Malpensa per andare come inviato a Ground Zero, con i colleghi di altri giornali ho interrogato alcuni piloti dell’Alitalia abituati da molti anni a stare ai comandi dei Boeing 747 e 777. “Noi non ci saremmo mai riusciti”, scuotevano la testa». Che c’è di strano? Si vede che Mohamed Atta era più bravo di loro...>>).
Diciamocela tutta: la libertà di stampa esiste ancora, ma sono sparisti i giornalisti !!
Buona giornata a tutti.

Non ho certezze, al massimo probabilita' (Renato Caccioppoli)
MarcoBZ
Inviato: 13/12/2005 15:40  Aggiornato: 13/12/2005 15:40
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/9/2005
Da: Bolzano - Alto Adige - Italy
Inviati: 192
 Re: Affondamento preventivo
X GIUS:

Citazione:
Che c’è di strano? Si vede che Mohamed Atta era più bravo di loro...


Questa domanda non puó essere usata seriamente da nessuno, che non voglia essere preso per demente.

E un giornalista anche mediocre e inesperto, capisce che é troppo facile smontare una replica come questa, e questo non fa che rafforzare la mia ipotesi.

Ossia che il Lorenzetti non volesse smontare le tesi di Blondet, ma che piuttosto volesse in qualche modo riuscire a pubblicarle senza rischiare il posto.

Gli eventi si stanno susseguendo così rapidamente che è quasi impossibile per noi compilare, assorbire, analizzare, e distillare la mole di informazioni. - Gerald Clemente
Eric
Inviato: 13/12/2005 15:46  Aggiornato: 13/12/2005 15:46
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/8/2005
Da: Provincia di Pisa
Inviati: 54
 Re: Affondamento preventivo
Concordo in pieno con l'osservazione di Gius.
Fra l'altro la "statura" del giornalista è evidenziata nell'osservazione che Atta poteva essere un pilota più abile di quelli dell'Alitalia.
Davvero, quando manca il senso del ridicolo...

Eric
Inviato: 13/12/2005 15:54  Aggiornato: 13/12/2005 15:54
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/8/2005
Da: Provincia di Pisa
Inviati: 54
 Re: Affondamento preventivo
Caro MarcoBZ,
ho visto la tua replica a Gius. Sinceramente penso che tu stia sopravvalutando il Lorenzetti...
Comunque se tu avessi ragione, non pensare che mi dispiacerebbe. Ti immagini che bello: Lorenzetti, ovvero il "nostro agente" al Giornale !!!
Ciao.


MarcoBZ
Inviato: 13/12/2005 16:28  Aggiornato: 13/12/2005 16:33
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/9/2005
Da: Bolzano - Alto Adige - Italy
Inviati: 192
 Re: Affondamento preventivo
Vedi Eric, io sono un inguaribile ottimista, e spero sempre che il bicchiere sia mezzo pieno... e che quindi il Lorenzetti abbia infiltrato le ns. tesi sul suo giornale.

Perche l´alternativa é che questo giornalista abbia una dialettica molto limitata. Le sue repliche a Blondet hanno il peso che avrebbero potuto avere le repliche di un bambino di dieci anni.

Mi piace pensare che i ns. giornalisti, seppur piegati alla forza dei potenti, siano delle persone imbelli ma almeno in potenza professionalmente capaci.

Greetz

Gli eventi si stanno susseguendo così rapidamente che è quasi impossibile per noi compilare, assorbire, analizzare, e distillare la mole di informazioni. - Gerald Clemente
Paxtibi
Inviato: 13/12/2005 16:39  Aggiornato: 13/12/2005 16:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Affondamento preventivo
Le sue repliche a Blondet hanno il peso che potrebbero avere avuto le repliche di un bambino di dieci anni.

Sono d'accordo, è evidente il tentativo di denigrare, ma i risultati sono deludenti, e in fondo tutte le informazioni che Blondet voleva passare, sono passate. Un colpo da maestro la citazione di Luttwak!

Sinceramente penso che tu stia sopravvalutando il Lorenzetti...

Sono d'accordo anche su questo!

La mia idea è che si sia cominciato a preparare il terreno.
Si pubblica quindi Blondet, ma lo si affida ad un dilettante come Lorenzetti, così da salvare l'apparenza, ma senza rischiare di squalificare completamente la tesi complottista.

MarcoBZ
Inviato: 13/12/2005 17:00  Aggiornato: 13/12/2005 17:00
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/9/2005
Da: Bolzano - Alto Adige - Italy
Inviati: 192
 Re: Affondamento preventivo
lo riscrivo perche mi sa che il forum si é mangiato il mio post precedente...

Ho guardato meglio e l´autore si chiama Lorenzetto (mi scuso per la svista).

A questo punto mi sono informato velocemente in Google e non mi sembra proprio un dilettante:

Citazione:
Stefano Lorenzetto è stato vicedirettore vicario del Giornale, del quale è oggi editorialista. Scrive anche per Panorama e altre testate. Ha pubblicato Fatti in casa e Dimenticati, che ha vinto il premio Estense. Nel 2002 gli è stato conferito dal Presidente della Repubblica il premio Saint-Vincent di giornalismo.


Che ne dici Paxtibi?

Ciao e buona serata!

Gli eventi si stanno susseguendo così rapidamente che è quasi impossibile per noi compilare, assorbire, analizzare, e distillare la mole di informazioni. - Gerald Clemente
Krya
Inviato: 13/12/2005 17:03  Aggiornato: 13/12/2005 17:03
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/8/2005
Da: Toscana
Inviati: 438
 Re: Affondamento preventivo
Citazione:
La mia idea è che si sia cominciato a preparare il terreno.


Ma stai a scherzare, prepari il terreno sul "GIORNALE", direttore M.Belpietro, uomo Mediaset, giornale sponsor del Silvio nazionale.

L'unico terreno che vorrebbero praparare, è quello della fossa comune dove seppellire tutti i "complottari".

Non vediamo Sirene dove ci sono solo Boe per favore.

Ripeto , per me e sottolineo il per me, è l'inizio della contro-controinformazione.

Riccardo

Ci sono crimini peggiori del bruciare libri, uno di questi è non leggerli. (brodsky)
yarebon
Inviato: 13/12/2005 17:03  Aggiornato: 13/12/2005 17:03
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2366
 Re: Affondamento preventivo
<<...uno dei loro passaporti viene ritrovato, intatto, fra le macerie di Ground Zero». Che c’è di strano?


Gia Lorenzetti che c'è di strano che un pezzo di carta venga trovato intatto dopo un'esplosione mentre le scatole nere progettate apposta no?
Cmq Paxtibi sei troppo ottimista riguardo l'11 settembre, io non penso si arriverà allo svelare il complotto! crollerebbero molti poteri e non solo quello statunitense. Si può arrivare al governo mondiale per vie più agevoli!

Paxtibi
Inviato: 13/12/2005 17:12  Aggiornato: 13/12/2005 17:12
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Affondamento preventivo
Cmq Paxtibi sei troppo ottimista riguardo l'11 settembre, io non penso si arriverà allo svelare il complotto!

Ottimismo? Quale ottimismo?
State dando troppo per scontato che la rivelazione della verità coinciderebbe con un trionfo degli uomini liberi.
In realtà, se la rivelazione della verità verrà gestita dai media, strumenti del potere, diventerà un ulteriore arma nelle loro mani.
Nello specifico, diventerà il motivo supremo che convincerà i popoli della Terra a levarsi in armi per combattere gli USA.

Troppo ottimisti siete voi, se credete che il Giornale pensi di debunkare Blondet con Lorenzetti!

frankad
Inviato: 13/12/2005 17:13  Aggiornato: 13/12/2005 17:20
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 10/10/2005
Da: ICHNOS
Inviati: 1921
 Re: Affondamento preventivo
Non volevo intervenire per la mia indisponibilità a trattare e/o commentare e/o giudicare qualsiasi scemenza esca fuori da un giornale di partito, men che meno se mascherato pateticamente da giornale "autonomo", il che li rende ancor più vigliacchi, e per finire...di proprietà del nano.

Ma il tasto l'ha toccato Riccardo ed è ciò che mi ha fatto riflettere: Ripeto , per me e sottolineo il per me, è l'inizio della contro-controinformazione.

Sono d'accordissimo ma metto in secondo piano questa, se vogliamo, logica reazione del sistema rispetto ad un'altra situazione, secondo me più importante: noi, come reagiremo?

Franco

p.s.

peccato per una mancata constatazione (Pax..). Se questo fosse avvenuto con uno "spostamento" post - elezioni 2006, il centro sinistra sarebbe sicuramente insorto ed i loro giornali avrebbero "sepolto" quell'ammasso di carta che ha pubblicato l'articolo spazzatura? Avrebbero anche detto che il sig. Bush non è persona gradita in Italia?

La democrazia è il sistema perfetto per tenere mansueti e silenziosi i cittadini, facendo loro credere di possedere un potere di scelta che in realtà non hanno e non hanno mai avuto.
Paxtibi
Inviato: 13/12/2005 17:18  Aggiornato: 13/12/2005 17:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Affondamento preventivo
Non ho capito la domanda!

frankad
Inviato: 13/12/2005 17:26  Aggiornato: 13/12/2005 17:26
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 10/10/2005
Da: ICHNOS
Inviati: 1921
 Re: Affondamento preventivo
Il solito discorso su questo sistema, i suoi "valori e/o ideali bla bla. La desta è scontata sull'11 settembre, Iraq, cospirazione americani, no? Quale sorpresa un articolo su un giornale spazzatura di destra? scontato!!

Ma la sinistra come si porrebbe al posto della destra? Solo illazioni adesso, chiaramente, ma dureranno poco. Perchè dopo aprile 2006 se questi vincono le.....come si chiamano.....elezioni, come si porranno di fronte a tutto ciò? Amministrazione Bush non gradita perchè assassini di massa...oppure...tappeto rosso a Ciampino?

Ciao Pax

La democrazia è il sistema perfetto per tenere mansueti e silenziosi i cittadini, facendo loro credere di possedere un potere di scelta che in realtà non hanno e non hanno mai avuto.
soleluna
Inviato: 13/12/2005 17:26  Aggiornato: 13/12/2005 17:26
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/3/2005
Da: orbita di Anarres
Inviati: 1309
 Re: Affondamento preventivo
L'articolo me lo devo ancora leggere per bene..... intervengo solo per...
...dare il mio caloroso abbraccio a Fiammifero
la pungente penna femminile che tanto mi è mancata....

Ciao
Pat

"perche' ballate e vi fate l'acconciatura, visto che qua e' impossibile anche comprare da mangiare?"
"perche' magari oggi e' l'ultimo giorno che viviamo, e vogliamo amarlo quanto piu' possibile"
Grozny
Paxtibi
Inviato: 13/12/2005 17:30  Aggiornato: 13/12/2005 17:30
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Affondamento preventivo
...dare il mio caloroso abbraccio a Fiammifero

Mi unisco anch'io! Bentornata Fiammifero!
____________________________

Ma la sinistra come si porrebbe al posto della destra?

Basta guardare al passato...

frankad
Inviato: 13/12/2005 17:39  Aggiornato: 13/12/2005 17:39
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 10/10/2005
Da: ICHNOS
Inviati: 1921
 Re: Affondamento preventivo
Pax,

sassolino con effetto.....vediamo se cade e dove...


Basta guardare al passato...

Basta guardare adesso

La democrazia è il sistema perfetto per tenere mansueti e silenziosi i cittadini, facendo loro credere di possedere un potere di scelta che in realtà non hanno e non hanno mai avuto.
florizel
Inviato: 13/12/2005 17:42  Aggiornato: 13/12/2005 17:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Affondamento preventivo
Frankad
Citazione:
Amministrazione Bush non gradita perchè assassini di massa...oppure...tappeto rosso a Ciampino?

Guerra nei Balcani docet...e tappeto rosso alla destra per il dopo centro-sinistra.

FIAMMIFERO,BENTORNATA!!!
E non potevi proprio più mancare...
Un bacio.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
razor
Inviato: 13/12/2005 17:50  Aggiornato: 13/12/2005 17:50
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/7/2005
Da:
Inviati: 287
 Re: Affondamento preventivo
@ MarcoBZ

Comincio anch'io a pensarla come te, ci sono alcuni buoni motivi:

1 a tutt'ora non una parola di Blondet sul suo sito.

2 effettivamente i commenti sulle affermazioni di Blondet sembrano usciti da un idiota troppo idiota.

3 e più importante: ma vi pare che Blondet sia così fesso da rilasciare un'intervista con tanto di foto in posa proprio al giornale senza sapere o pianificare come sarebbe stata impaginata?

Credo che lui (Blondet) sapesse benissimo a cosa andava incontro, ma ci avrà fatto senz'altro due calcoli, e poi ha deciso di conseguenza.

Kolza
Inviato: 13/12/2005 18:00  Aggiornato: 13/12/2005 18:10
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/6/2004
Da: MMMMMMonza
Inviati: 916
 Re: Affondamento preventivo
Più di mezzo secolo fa i nostri governanti ci hanno venduto agli occupanti Americani, rendendo l'Italia una terra Atlantica... Al di là delle considerazioni kleevesiane in merito, il corollario di questa egemonia nel Belpaese è che le pubblicazioni di regime (solo il Corsera fa eccezione a momenti alterni...) sparano propaganda in stile MinCulPop. Che sia il Giornale o Panorama, L'Espresso o La Repubblica, l'ultimo editoriale di Battista piuttosto che un misconosciuto libro sulla fine di JFK [secondo il Vangelo della Commissione Warren], la dura realtà è che da Via Veneto 118 - Roma (sede di un'importante ambasciata) arrivano determinati input (non chiamiamoli ordini... sarebbe oltremodo umiliante per certe persone).
Se vedete Mieli, Luttwak, Floris, Minoli o altri in TV quando si parla di 11/09, sembra che sia in atto un copione su fatti "acclarati" come tali, senza complotti nè ombre alcune. Non conta l'orientamento politico di chi parla, sono gli stimoli pavloviani a farla da padrone... e ormai sono pochi gli oppositori a questa perversione!

Per Razor: è possibile che Blondet e Lorenzetto si siano messi d'accordo per un'intervista alla Gian Antonio Stella (ironico cantore dei mali italici); chissà mai che il Maurizio cospirativo abbia in serbo qualche sorpresuccia...

Saludos
Kolza

nnimporta
Inviato: 13/12/2005 18:12  Aggiornato: 13/12/2005 18:12
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/9/2005
Da: Torino
Inviati: 53
 Re: Affondamento preventivo
Maurizio Belpietro...
MAMMA MIA. DIO CE NE SCAMPI. Se avete visto qualche volta l'antipatico, saprete bene che razza di intelligenza subumana si celi dietro quel nome e cognome.
Tra l'altro, leggendo spesso effedieffe, anche i virgolettati che lui attribuisce a Blondet nn mi paiono proprio autentici... "perchè nn facciamo più figli", "simpatizzo per Berlusconi" "il Papa che dice pace", bah... solitamente ha un modo molto più elegante e "accademico" di esporre i concetti.
Resto dubbioso...

Krya
Inviato: 13/12/2005 18:27  Aggiornato: 13/12/2005 18:27
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/8/2005
Da: Toscana
Inviati: 438
 Re: Affondamento preventivo
Mentre noi discutiamo sul, "ma ha risposto bene", "forse iniziamo a parlarne in modo più diffuso" etc etc, sai che rimane al lettore, rimane questo:

Citazione:
Accidenti,ma è la testimonianza di una spogliarellista, magari pure mitomane.

Citazione:
A 61 anni compiuti Blondet si ritrova al punto di partenza: su una strada. Milanese, considerato membro dell’Opus Dei

Citazione:
M ilasci indovinare: Bin Ladenè impersonato da un attore

Citazione:
Ma ci sono decine di libri che accreditano tesi opposte. Vabbè, lasciamo perdere.

Citazione:
Bum! Credo che abbia una sua verità anche sulle guerre puniche, ma dopo tre ore di stupefacenti rivelazioni ero così spossato, che non me la sono sentita di chiedergliela.


.... e quando parleremo sul 9/11 diranno... ahhhh ma si... lo diceva anche quello storico, convinto che le guerre puniche furono combattute dal Mossad.... povero matto.

Non credo che sia stata una grande mossa, spero di sbagliarmi, ma dovete guardare la cosa non con il cuore e citando dove è stato bravo, noi ci ragioniamo da una vita su queste cose , ma con gli occhi ed il cuore di chi legge e crede che l'Immacolata sia la De Filippi, senza gli strumenti per dire che tizio ha ragione o meno, quei lettori hanno trovato il giullare, e si fanno solo grasse risate, ed il risultato cercato era questo.

La domanda è perchè Blondet si è prestato, o meglio fino a che punto ha capito quale target di pubblico si voleva interessare, ha messo in conto fino a che punto potevano perdere di credibilità certe teorie, in un'articolo condotto in quel modo e con quel titolo di apertura.
Citazione:
Da Cuccia a Bin Laden: le dietrologie dello specialista in complotti planetari


Che dite?

Riccardo

P.S

ma apre lentissimo anche a Voi o decriptano solo me in real time.

Ci sono crimini peggiori del bruciare libri, uno di questi è non leggerli. (brodsky)
Paxtibi
Inviato: 13/12/2005 18:46  Aggiornato: 13/12/2005 18:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Affondamento preventivo
Riccardo, tu hai ragione se prendi in considerazione i lettori meno attenti e più condizionati, che, te lo concedo, saranno sicuramente la maggioranza. Ma rimane una percentuale di lettori più preparati e più dubbiosi, i quali credo trarranno anche altre conclusioni, aiutati dalla evidente differenza culturale tra Blondet e Lorenzetti.
Per quanto pochi costoro possano essere, ricordiamoci che è tra questi che si trovano gli opinion leader, le persone in grado di influenzarne altre anche solo nel privato.
Inoltre, non puoi essere affatto sicuro che i messaggi che riporti siano gli unici che si fissino nella mente delle "casalinghe di Voghera", in fondo Blondet ha anche un certo fascino...


hi-speed
Inviato: 13/12/2005 18:57  Aggiornato: 13/12/2005 18:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/12/2004
Da: preda lunga
Inviati: 3211
 Re: Affondamento preventivo
Citazione:
ma apre lentissimo anche a Voi o decriptano solo me in real time.


Oggi non se ne parla proprio di aprire i Google adsense! Per ritornare a Luogocomune ci impiego cinque minuti!
E sto "viaggiando a 100.0 Mbps!
Delle volte compare un avvertimento della Xoops Project
hi-speed

Cosa Sta Succedendo? Madre, madre Ci sono troppi di voi che piangono Fratello, fratello, fratello Ci sono troppi di voi che stanno morendo Sai che dobbiamo trovare una maniera Per portare un pò di amore qui oggi
kex
Inviato: 13/12/2005 19:06  Aggiornato: 13/12/2005 19:24
Ho qualche dubbio
Iscritto: 19/7/2005
Da: calabria
Inviati: 180
 Re: Affondamento preventivo
Comunque sia,
Citazione:
Giungono segnali sempre più forti, dalle "stanze del potere", riguardo all'11 Settembre.

qualche cosa sta' comunque succedendo...
Credo che abbiate saputo del film che Oliver Stone sta' girando su "Ground 0" qui qualche news, lontano da NY per non "offendere la sua popolazione", ma ricostruendo in maniera meticolosa, gli ultimi momenti della vita delle torri viste da due pompieri (uno e' impersonato da Nicolas Cage l'altro non me lo ricordo ).
E quando Hollywood si muove, sicuramente non lo fa' per cavalcare la tigre, ma solitamente per scoprirne il suo punto debole ed abbatterla.

una goccia fara' traboccare il vaso

vorrei regalare ai miei figli un po' di consapevolezza in piu'
Krya
Inviato: 13/12/2005 19:38  Aggiornato: 13/12/2005 19:38
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/8/2005
Da: Toscana
Inviati: 438
 Re: Affondamento preventivo
Ok riprendiamo da capo, credo che un poco di psicologia dovrei conoscerla, e non solo perché l’ho studiata, comunque se SoleLuna che ha più capitolo di me vorrà intervenire mi potrà smentire.

Intanto il Giornale ha un target di lettori preciso, qualunquista-destra, ha discreta tiratura, ma perfettamente controllabile, per intenderci, difficile trovarlo nel pacchetto di quotidiani di chi legge multi tipo Rep/Cors/Locale/Foglio/Sport, in pratica chi compra il giornale compra quello e basta. Quindi è perfetto per il classico test a portata di danno limitato, male male che vada, faccio un dubbioso ma ridono in 1000, quindi alla fine chi esce massacrato, può essere anche la reincarnazione di Ghandi tanto è lo stesso.

Non sono d’accordo sulla presunta e conclamata idiozia del giornalista, se leggete le citazioni in ordine, vi accorgete che ha fatto un preciso uso delle tecniche pubblicitarie alla rovescia, ha lanciato un messaggio preciso, senza toccare l’argomento trattato, ma costruendo un profilo che è comune al linguaggio dei media di oggi.

Parlate di complotti e poi vi rompete il capo sul cartellone della pubblicità con il culetto di Roberta.

- Testimonianza di una ballerina pure mitomane - Sesso e bugia
- A 61 anni si ritrova su una strada , seppur membro Opus Dei - Fallimento e fanatismo religioso
- Bin Laden un’attore - Perdità della realtà
- Ci sono decine di libri Vabbè lasciamo stare - Negazione della verità
- Bum dopo 3 ore ero spossato e non me la sentivo di chiedergli - Sopportazione e commiserazione

Ma guarda questo vecchio sacrestano fallito, che farebbe di tutto per soddisfare il suo ego (leggi farsi una scopata (scusate il termine)), pur di essere al centro dell’attenzione nega la verità, ma in fondo và compatito sopportandolo come noi sappiamo ben fare.

Dite che chi ha fatto l’intervista era un’idiota?

Comunque domani faccio la prova del 9, faccio leggere l’articolo a mia suocera, quella che crede che la Bindi è comunista, e vi riporto le sue impressioni, considerate che sono andato sul rozzo come approfondimento, ma sono interrotto continuamente, del resto lavoro e non posso far attendere.

Riccardo

Ci sono crimini peggiori del bruciare libri, uno di questi è non leggerli. (brodsky)
Krya
Inviato: 13/12/2005 19:51  Aggiornato: 13/12/2005 19:51
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/8/2005
Da: Toscana
Inviati: 438
 Re: Affondamento preventivo
Vi ricordate quella pubblicità della vespa, che fece alzare le vendite del 30%?

Chi Vespa mangia le mele"

Chi vespa- vespa ha il pungiglione-pungiglione= fallo=uomo
mangia le mele-Eva dà la mela ad Adamo

Chi compra la Vespa è un maschio che fà sesso con le donne.

Sono passati 30 anni ma funziona ancora.

Riccardo

Ci sono crimini peggiori del bruciare libri, uno di questi è non leggerli. (brodsky)
ELFLACO
Inviato: 13/12/2005 20:09  Aggiornato: 13/12/2005 20:09
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/10/2005
Da:
Inviati: 1839
 Re: Affondamento preventivo
Con Nicholas Cage ho appena visto "Lord of War" abbatanza guardabile.
Usa molti argomenti di cui si è discusso in questo LC.
Come il fatto che i 5 principali fabbricanti di armi al mondo sono menbri fissi del consiglio di sicurezza ,etc.(USA,Russia,UK,China;Francia)
Non lo so ,vederlo in un teleschermo fa un altro effetto,come se fosse più...no meno dificile crederci.Lo so è solo un film,una rappresentazione ma..
Comunque l'effetto è quello di una collata di vom... Beh si capisce.
Scusate se è un pò OT.

“Le persone non dovrebbero avere paura dei propri governi, sono i governi a dover aver paura delle persone.”
Paxtibi
Inviato: 13/12/2005 20:27  Aggiornato: 13/12/2005 20:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Affondamento preventivo
Parlate di complotti e poi vi rompete il capo sul cartellone della pubblicità con il culetto di Roberta.

Riccardo, ehm... ero creative director in Publicis...


Krya
Inviato: 13/12/2005 20:48  Aggiornato: 13/12/2005 20:48
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/8/2005
Da: Toscana
Inviati: 438
 Re: Affondamento preventivo
Complimenti per la scelta, ma questo è un'aggravante prrrrrrrrr

Riccardo

Ci sono crimini peggiori del bruciare libri, uno di questi è non leggerli. (brodsky)
yarebon
Inviato: 13/12/2005 20:51  Aggiornato: 13/12/2005 20:51
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2366
 Re: Affondamento preventivo
no paxtibi per ottimismo intendevo solo la rivelazione, non le sue conseguenze, infatti so come la pensi su questo, ossia per te le conseguenze spianerebbero un conflitto verso gli usa cosa per me impossibile. L'elite è per lo più dell'occidente e gli Stati Uniti sono il loro maggior braccio. Già c'è tanto odio contro gli Usa senza bisogno di tirare in ballo dei complotti. Gli Usa sono l'unica nazione ad aver accellerato i piani dell'nwo nel nostro tempo e presto il loro patriottismo dannoso sarà abattuto ma non come pensi tu paxtibi, ossia rivelando i retroscena dell'11 settembre (cosa impossibile per me) ma aumentando gli attentati e gli episodi di violenza, così da richiedere l'aiuto dell'onu e di enti mondiali! Tutti gli studiosi sull'nwo concordano che sarà la terza guerra mondiale collegata ad altri eventi che si stanno verificando anche adesso a creare un governo mondiale, non certo la rivelazione sull'11 settembre che rimane un loro piano che viene usato per diminuire le libertà dei cittadini del mondo, cosa che verrebbe a mancare se si rivelasse il complotto. Tocca a noi gente comune rivelare i retroscena, dai mass-media non avremo aiuto da questo punto di vista. se qualcosina si smuove è perchè molta gente non è più disposta a bersi quella colossale bugia tante sono le incongruenze.

Paxtibi
Inviato: 13/12/2005 21:03  Aggiornato: 13/12/2005 21:03
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Affondamento preventivo
Complimenti per la scelta, ma questo è un'aggravante

Io non credo di saper fare un massaggio cardiaco meglio di te, tu com'è che sei convinto di saperne più di me di comunicazione e pubblicità?
Presuntuosetto, il Riccardo.
____________________________

A proposito di scelte, non vorrai che cominci con i link sulle ONG, vero?

Paxtibi
Inviato: 13/12/2005 21:05  Aggiornato: 13/12/2005 21:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Affondamento preventivo
Yarebon: chi vivrà vedrà.
Per il resto sono d'accordo con te:

Tocca a noi gente comune rivelare i retroscena

frankad
Inviato: 13/12/2005 21:11  Aggiornato: 13/12/2005 21:14
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 10/10/2005
Da: ICHNOS
Inviati: 1921
 Re: Affondamento preventivo
ho visto da poco un lunghissimo documentario, non ricordo l'autore, che con dovizia di particolari (oltre a soffermarsi su simbologia e roba del genere) spiegava tutto ciò che poteva in più di 2 ore sugli "Illuminati". La sua, e non solo, versione sembrerebbe dare ragione a Yarebon relativamente alla dipendenza totale degli USA alle logiche e macchinazioni di questi. I quali, derivando dalle casate reali o nobili europee, qui stanno (Europa...)

Per il resto, Yarebon, credo che studiosi o quant'altro sembrino rappresentare un ancestrale ruolo di "indovini" su queste faccende. Non vi sono elementi noti che possano dare spunti certi su chi attacca cosa o come si sovverte quell'altro. La situazione non è certo rosea, ma è troppo azzardato indicare cosa succederà. Troppi, variabili, differenti valori in campo.

Vorrei ricordare che è ingiusto, sicuramente in buona fede, parlare di "odio contro USA o americani". Io ricordo sempre a me stesso "quando arriva la furia" che chi soffre di più in questo momento in quel posto sono gli americani tipo M. Moore, ostaggi di brogli elettorali e di un governo assassino ed illegale.

Condivido l'analisi di Riccardo, per il resto. Nel mio piccolo sto pensando che più di 200 DVD distribuiti in questa cittadina (ho tante richieste ma adesso aspettiamo il DVD di Massimo) siano un vantaggio. Perchè per qualsiasi baggianata possano tentare di fare loro si rivolgeranno al target che è lo stesso de "Il Giornale". Ossia, rimescolano sempre la stessa minestra, del resto anche il loro obiettivo elettorale è "tenere" il loro elettorato. Ecco fatto: ho la mia strategia. da adesso attaccherò tutti quelli che leggono quella roba li e che votano quella cosa che c'è dietro.
Io ho più possibilità di aumentare i miei margini percentuali di successo. Loro possono, al massimo, conservare le loro posizioni.

La democrazia è il sistema perfetto per tenere mansueti e silenziosi i cittadini, facendo loro credere di possedere un potere di scelta che in realtà non hanno e non hanno mai avuto.
yarebon
Inviato: 13/12/2005 21:28  Aggiornato: 13/12/2005 21:28
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2366
 Re: Affondamento preventivo
Frankad hai ragione sulle variabili, secondo me sono tante ed alcune inaspettate ed è inutile fare gli indovini per non rischiare di fare brutte figure, ad esempio penso che l'elite molte cose non se le aspettava, in primis una così grande reazione della gente. Penso che avevano in mente anche altri attentati ed altri brutti fatti che non abbiano compiuto per paura di "forzare troppo la mano". Internet da questo punto di vista ha aiutato molto la gente, ma è un'arma a doppio taglio, usata anche per propagare pornografia e pedofilia soprattutto tra i più giovani e per controllare meglio i cittadini! Cmq se molti studiosi spesso assumono il ruolo per così dire di "indovini" è anche perchè cmq c'è una precisa agenda e dei piani già prestabiliti che aspettano di essere attuati. Compito dello studioso di questa materia e rivelarli, per evitare che avvengano o che abbiano influenza nella gente!

Redazione
Inviato: 13/12/2005 21:29  Aggiornato: 13/12/2005 21:29
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Affondamento preventivo
Dissento con forza dalla tesi dell'intervista in qualche modo "utile anche alla causa".

E' un po' come cercare di sostenere la tesi del "se lo sono lasciato succedere", in ambito 11 settembre: è impossibile che il cattivo agisca contemporaneamente nel proprio interesse, pur facendo in qualche modo anche quello dell'avversario.

Certo, apparentemente, siccome "le notizie escono" - dite voi - sembrerebbe che in qualche modo aiutino la diffusione di quella che noi conosciamo come verità.

Il problema è che NOI le leggiamo in quel senso, poiché già siamo convinti che lo siano, ma per chi è vergine rispetto all'11 settembre, suonano esattamente come altre mille baggianate qualunque.

Con la dofferenza che queste verità, rese pubbliche in maniera canzonatoria, funzionano preventivamente da " vaccino", nel senso che il giorno che l'ignaro (che le ha udite) venisse a contatto con queste "verità", reagirebbe automaticamente con un rifiuto e con lo scherno.

Ricordate Gentiloni, che diceva "pensate che c'è addirittura chi sostiene che quel giorno non fosse andato lavorare nessun ebreo "? Ebbene, che sia vero o meno, la persona che lo ente, ma ignora i fatti, è pre-vaccinata di fronte a questa possibile rivelazione. Se per caso un giorno incontrasse uno che gli racconta che "quel giorno nessun ebreo è andato lavorare", si metterà a ridere e gli dirà "anche tu sei uno di quei cretini che credono a queste baggianate". *

Il fatto che siano la verità non conta assolutamente nulla, quello che conta è che chi non le conosce come tale, una volta di fronte ad esse, le rifiuti automaticamente.

Massimo

* per la cronaca, non è vero che "quel giorno nessun ebreo è andato lavorare", mentre è vero che "alcuni ebrei" non andarono a lavorare, in circostanze poco chiare, citate da uno stesso quotidiano israeliano.

°°°

CACCIUCCO: Proprio per farci le pulci a vicenda, Chiesa non fa parte del "panorama letterario", ma di quello politicoi, mentre Grimaldi non ha certo la visibilità di un Blondet.

Ma qui, come già ha detto qualcun altro, non si tratta di stilare classifiche, quanto di notare che sono talmente pochi, i personaggi pubblici che sostengpono queste tesi, che "si vedono comunque".

°°°

TUTTI: Ho buone notizie per il film, che spero di potervi dare ufficialmente al più presto. Diciamo che, male che vada, avremo comunque un'arma in mano
che vale almeno il dioppio di quella precedente. E' inoltre fatto per chi non ne sa nulla, mentre il pimo prevedeva già una certa conoscernza dei fatti avvenuti.

*** Ciao FIAMMIFERO, dov'eri finita?

frankad
Inviato: 13/12/2005 21:33  Aggiornato: 13/12/2005 21:34
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 10/10/2005
Da: ICHNOS
Inviati: 1921
 Re: Affondamento preventivo
Hola Yarebon

Compito dello studioso di questa materia e rivelarli, per evitare che avvengano o che abbiano influenza nella gente!

La versione o le versioni delle faccende, converrai, dipenderanno da chi paga lo stipendio......

La democrazia è il sistema perfetto per tenere mansueti e silenziosi i cittadini, facendo loro credere di possedere un potere di scelta che in realtà non hanno e non hanno mai avuto.
Krya
Inviato: 13/12/2005 21:34  Aggiornato: 13/12/2005 21:34
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/8/2005
Da: Toscana
Inviati: 438
 Re: Affondamento preventivo
Citazione:
com'è che sei convinto di saperne più di me di comunicazione e pubblicità?


Non più di te ci mancherebbe, ma immagina andare da un familiare e dirgli,
"Beh volendo se il culo ci assisteva, e se magari i valori restavano stabili un 10 minuti di più, forse ce la faceva, ma visto che così non è andata, mi rendo conto che sono cavoli suoi, senta, già che ci sono, visto che ho sporcato di sangue la camicia buona sotto il camice, dove le mando il conto della tintoria".

Mancanza di tatto e di psicologia credo, comunque ho fatto un corsettino di psicologia clinica, che mi ha aiutato finora non poco.

Ma lo sai che mi stò affezionando alle tue brontolate.

Franco io ne ho distribuiti un 100 circa, peccato non poterlo proiettare in sala di attesa come momento teraupetico e preparatorio, serie, c'è sempre qualcuno che stà peggio.

Riccardo

Ps.
Ma "Roberta" l'avevi scelta tu?

Ci sono crimini peggiori del bruciare libri, uno di questi è non leggerli. (brodsky)
frankad
Inviato: 13/12/2005 21:41  Aggiornato: 13/12/2005 21:41
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 10/10/2005
Da: ICHNOS
Inviati: 1921
 Re: Affondamento preventivo
Riccardo,

non riesco a trovare una tipologia di paziente al quale non provocheresti tachicardie e scompensi di media gravità nel mentre che, loro già terrorizzati in sala d'attesa, tu proietti il DVD......proprio momento terapeutico e preparatorio non direi...
Al limite prepara un questionario e fagli sputare cosa votano e cosa leggono
Direi che così la selezione è naturale & giusta.

Saludos

La democrazia è il sistema perfetto per tenere mansueti e silenziosi i cittadini, facendo loro credere di possedere un potere di scelta che in realtà non hanno e non hanno mai avuto.
Paxtibi
Inviato: 13/12/2005 21:48  Aggiornato: 13/12/2005 21:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Affondamento preventivo
Il problema è che NOI le leggiamo in quel senso, poiché già siamo convinti che lo siano, ma per chi è vergine rispetto all'11 settembre, suonano esattamente come altre mille baggianate qualunque.

Massimo, con questa frase stai dicendo che chi la pensa come me non è in grado di immaginare come gli "ignari" assorbiranno la notizia, mentre tu, e chi la pensa come te, sì.
Non mi pare giusto.
Rifletto anch'io, prima di scrivere, sai?
E tanto per rispondere anche a Riccardo che fa tanto il saputello, ripeto che la vostra analisi è incompleta perché non prende in considerazione i diversi livelli della comunicazione, e i diversi target group che vi corrispondono.
Come ho scritto prima, se il grosso del gruppo riceve l'informazione come l'avete descritta, rimane una frazione di esso che vi accede ad un livello più alto, cioè opera con un filtro diverso sulle informazioni.
Inoltre, il target group del Giornale non si limita ai suoi lettori abituali, né lo stesso quotidiano si può considerarlo avulso dalla totalità delle testate, che, al di là delle differenze di facciata rispondono ai comandi degli stessi poteri forti.
Questi sono altri elementi a cui non avete dato peso.
E Blondet non sembra preoccupato.

Krya
Inviato: 13/12/2005 21:51  Aggiornato: 13/12/2005 21:51
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/8/2005
Da: Toscana
Inviati: 438
 Re: Affondamento preventivo
Franco,
In effetti aumenterei il lavoro.
Mossa sciocca in effetti, però nel secondo caso, rischierei di non essere "democratico" a seconda del risultato.

Insomma, ora stiamo dicendo grosse castronerie, ma ogni tanto alleggerire mi sembra giusto.

Concordo con il Massimo nonchè Buana del sito, soprattutto sulla teoria del vaccino, abbiamo detto la stessa cosa in modi diversi, ma la consolazione credo sia, nella consapevolezza che ancora non ci hanno fregato.

Comunque ora chi lo dice al Blondet?

Riccardo

Ci sono crimini peggiori del bruciare libri, uno di questi è non leggerli. (brodsky)
frankad
Inviato: 13/12/2005 22:04  Aggiornato: 13/12/2005 22:04
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 10/10/2005
Da: ICHNOS
Inviati: 1921
 Re: Affondamento preventivo
Non credo, a mio parere, che l'uscita de "Il Giornale" cambi carte in tavola. Mai ipotizzato ad un'intervista "boomerang" ma, del resto, si può sapere qual'è il motivo di questa agitazione? Che un pezzo di carta spazzatura tra coloro i quali non sono del partito del nano ha cominciato ciò che era logico che accadesse?
C'è davvero qualcuno che pensa che si potrà tanquillamente andare in giro per l'Italia urlando a squarciagola "Bush & Co. hanno assassinato migliaia di connazionali" e poi il resto?
Da una parte o dall'altra stanno arrivando ed arriveranno dandosi manforte, anche sottobanco secondo le logiche di questa pagliacciata chiamata democrazia.
E allora? Come prima, almeno per me. Io ho preso un'impegno con me stesso, i miei figli e le persone che meritano, di lottare per la verità. Qualcuno ha pensato di lottare a cuscinate?
Io "passo" da troppo attente valutazioni delle virgole dell'articolo. Io penso al DVD di Massimo ed a quante centinaia riuscirò va farne entrare nelle case il che significa qualche centinaio di discussioni.
Non ho tempo per il giornale, per Minoli o roba del genere. Io devo dire alla gente cosa è successo e che li hanno presi per i fondelli ed ancora li stanno prendendo in patria. Il Giornale, semmai, sarà un'altra dimostrazione delle complicità nostrane "passive" nel genocidio di Bush & Co.

La democrazia è il sistema perfetto per tenere mansueti e silenziosi i cittadini, facendo loro credere di possedere un potere di scelta che in realtà non hanno e non hanno mai avuto.
Krya
Inviato: 13/12/2005 22:21  Aggiornato: 13/12/2005 22:24
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/8/2005
Da: Toscana
Inviati: 438
 Re: Affondamento preventivo
Ritorno serio, tanto ho ancora 2 ore circa.

Certo che rifletti prima di scrivere e pure bene, ma ti pongo una domanda.
Perchè il giornale e non il manifesto?

Come si sceglie il target, in base al rapporto prodotto/ricezione bisogno indotto.

Se devo pubblicizzare una lampada tascabile, non ha senso fare una pubblicità in formato Braille, ma cercherò minatori-guardie notturne e tutte quelle categorie che possano usarla.

Quindi se usciva sul manifesto, puro esempio, il 70% avrebbe detto.. mah insomma mi sembra grossa, ma avrebbe metabolizzato e forse sarebbe finita lì, ma il restante avrebbe sposato di getto la teoria, non tanto per convizione del fatto, ma perchè rispondente ad un bisogno,... Giorgino zozzone lo sapevo che eri una carogna ed ora ho le prove, c'ho pure il video!!!.

al contrario il lettore evoluto del "giornale" sà che il giornalista in questione, tiene una rubrica che si chiama "Tipi Italiani" dove si raccontano i tipi "strani" nei vari campi in Italia

"Stefano Lorenzetto, che cinque anni fa ha inaugurato sul quotidiano per cui lavora una galleria di ritratti settimanali di un’intera pagina, presto divenuta un genere giornalistico. "Tipi italiani", li ha chiamati: nelle loro vite trovano infatti compendio i migliori pregi e i peggiori difetti nazionali dalla pronipote di Garibaldi al Divino Otelma, dal cameriere di Hitler alla bambinaia di Fermi.
Stefano Lorenzetto è stato vicedirettore vicario del "Giornale", del quale è oggi editorialista. Scrive anche per "Panorama" e altre testate. Ha pubblicato con Marsilio Dimenticati (Premio Estense) e Italiani per bene (tre edizioni). Come autore televisivo, ha firmato Internet café per Rai Educational. Ha vinto il Premio Saint-Vincent di giornalismo."

Pensi che una presentazione del genere con il titolo "SPECIALISTA IN COMPLOTTI PLANETARI" abbia una qualche parvenza di serietà?, il buon lettore, al massimo pensa, che sia una via di mezzo tra Asimov e Peter Kolosimo.

Blondet non sembra preoccupato, onestamente io si.

Riccardo


"

Ci sono crimini peggiori del bruciare libri, uno di questi è non leggerli. (brodsky)
Redazione
Inviato: 13/12/2005 22:48  Aggiornato: 13/12/2005 22:48
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Affondamento preventivo
PAX, sarà che sono sveglio da poco, ma non ho MINIMAMENTE capito il tuo intervento. Giuro, zero. Puoi riprovare in greco, please?

Redazione
Inviato: 13/12/2005 22:57  Aggiornato: 13/12/2005 22:58
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Affondamento preventivo
FRANCO: "Non ho tempo per il giornale, per Minoli o roba del genere"

Il problema, purtroppo, è che loro non hanno (avuto) tempo per noi. E "tutta l'agitazione" sta nell' accorgersi del fatto che ora cominciano ad averne.

Quando io parlo del conflitto che sta per esplodere da un momento all'altro, dove pensi che me lo veda esplodere? "Nelle strada", tipo Masaniello, o sui media?

Hanno cominciato ad accendere i riflettori in campo, e io che devo giocare non dovrei cominciare ad agitarmi?

Kolza
Inviato: 13/12/2005 23:10  Aggiornato: 13/12/2005 23:14
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/6/2004
Da: MMMMMMonza
Inviati: 916
 Re: Affondamento preventivo
Ciao MMM,
Fai bene ad agitarti, ma ricordati che sei tu il talento di categoria superiore. Noi altri ti faremo da scudo e vinceremo la Champions League (lo Scudetto se lo sta ciucciando la Juventus ). Anche se dall'altra parte i segagambe stanno affilando i tacchetti, ma tu, che ti sei allenato nella dura palestra di JK.it, puoi (devi) fare la differenza!

PER FRANCO: certo, non sono molti a leggere il Giornale, ma i debunker nostrani guadagnano terreno pure su altri media, come wikipedia (qualche benpensante ha fatto una biografia di Lee Harvey Oswald da diffamazione!). Come la mettiamo?

Saludos
Kolza

Paxtibi
Inviato: 14/12/2005 0:07  Aggiornato: 14/12/2005 0:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Affondamento preventivo
Il problema è che NOI le leggiamo in quel senso, poiché già siamo convinti che lo siano,

Leggiamo essendo preparati, quindi non sappiamo come reagirà chi legge senza questa preparazione.

ma per chi è vergine rispetto all'11 settembre, suonano esattamente come altre mille baggianate qualunque.

Ma qui interpreti la reazione degli ignari.
Quindi se tu hai interpretato, non pensi che l'abbia fatto anch'io?
Semplicemente, oltre a provare ad interpretare la reazione del lettore tipo del Giornale, ho provato ad immedesimarmi anche in una figura di lettore diversa, che magari non legge solo il Giornale, e che tende ad analizzare più a fondo ciò che legge.
Questo lettore, secondo me, sicuramente non cambierà idea sull'11/9, ma è altrettanto certo che conserverà anche alcune informazioni che potrebbero far nascere qualche dubbio: in questo senso sottolineavo l'astuta citazione da Luttwak, in questa maniera Blondet ha portato uno "dei loro" a sostegno delle sue affermazioni.
Se consideri poi che il lettore più smaliziato è in genere opinion leader, ovvero fa parte di quella percentuale di persone che hanno una qualche influenza nella loro sfera di relazioni, capirai che è un fattore molto più importante di quello che potrebbe sembrare.
Intere campagne pubblicitarie sono focalizzate su questo particolare target group, per esempio la campagna "Keep Walking" di Johnnie Walker, che non a caso non sfrutta le solite forme femminili ma preferisce un approccio più sottile e ispirato.
La mia critica è che ho l'impressione che, talvolta, l'analisi si fermi al primo livello, all'apparente, tralasciando di approfondire. In fondo, questa è la prima volta che questa storia viene fuori su un quotidiano nazionale, e con tanto rilievo. Il taglio che viene dato all'informazione, scusate, ma a me pare secondario.

Comunque, concordo sulla tua analisi secondo cui questi sono i segni della verità che viene a galla.
Io non mi preoccuperei delle illazioni di Lorenzetto, quanto del fatto che i media mostrino il tentativo di gestire la notizia.

GAROUN
Inviato: 14/12/2005 0:17  Aggiornato: 14/12/2005 0:17
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/10/2005
Da:
Inviati: 43
 Re: Affondamento preventivo
Buonasera a tutti , il mio sostegno e solidarità Vanno a il Sig.re Maurizio Blondet per la sua perseveranza nello smascherare le menzogne e i Piani segreti dei padroni del mondo quelli Veri , grazie a lui e tanti altri come lui ,sono stato illuminato dalla Verità è riesco a vedere il mondo da un altra prospettiva .
ormai la ragnatela dei Savi di Sionne sta da tutti le parte , controlla Tutto e Tutti .
che possa Dio darti la Forza per continuare questa battaglia contro i Maghi della Menzogna .

Jean Jaurès: «È coraggio cercare la verità e dirla».
neno
Inviato: 14/12/2005 0:49  Aggiornato: 14/12/2005 0:53
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/10/2005
Da:
Inviati: 80
 Re: Affondamento preventivo
Ho letto attentamente il fondo ed i commenti e mi è venuto in mente questo
modo di dire che si usa dopo un confronto impari .

QUANTE ME NE HA DATE ..............MA QUANTE GLIENE HO DETTE !!!!!!!!!

Individuando , dal nostro punto di osservazione , il soggetto che le ha date in Blondet ed in Lorenzetto quello che le ha prese .

Se però ribaltiamo la situazione partendo dal punto di osservazione del lettore del Giornale ( quindi opposto al nostro modo di vedere,pensare e credere ) allora la situazione si capovolge e l'effetto che avremmo dopo l'intervista sui lettori benpensanti/belpietrini sarà che a darle è Lorenzetto ed a dirle Blondet.

Provo comunque a vedere il bicchiere mezzo pieno citando un vecchio detto che non sò quanto sia valido ma per il momento è meglio del silenzio :
che si parli bene o male l'importante è che se ne parli.

Ci si può accontentare ?

Bohh !!!

Certo è che quanto più emerge la questione quanto più bisogna stare attenti e fà molto bene il "GUARDIANO DEL FARO" a metterci in guardia dalle "sirenette" di turno : con i potenti mezzi che hanno a disposizione potrebbero cantarcele e suonarcele di brutto.

Ieri mi sono scordato di cliccare e leggere : chiedo clemenza è Natale.

hi-speed
Inviato: 14/12/2005 1:21  Aggiornato: 14/12/2005 1:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/12/2004
Da: preda lunga
Inviati: 3211
 Re: Affondamento preventivo
Mettiamo che sia andata così.
Lorenzetto telefona per conto di Belpietro a Blondet mettendosi d’accordo per un intervista. Blondet pretende (a ragione) che venga fatta nel suo studio.
Blondet, che deficiente non è, piazza (minimo) due telecamere e due registratori nel suo studio. Chiaramente l’intervista sarà stata fatta con domande mirate e risposte altrettanto specifiche e forse manca qualcosa nella versione del Giornale.
Tutto si è svolto nella massima cordialità.
In questo modo, un domani, se la presa per il “naso” sarà intollerabile, metterà sul suo sito la registrazione di come effettivamente è andata.
Hi-speed

Cosa Sta Succedendo? Madre, madre Ci sono troppi di voi che piangono Fratello, fratello, fratello Ci sono troppi di voi che stanno morendo Sai che dobbiamo trovare una maniera Per portare un pò di amore qui oggi
Paxtibi
Inviato: 14/12/2005 1:33  Aggiornato: 14/12/2005 1:35
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Affondamento preventivo
A quel che vedo Blondet ha preferito dedicarsi ad altri argomenti, in questo momento forse più importanti:

Israele accusa l’UE di «terrorismo»
Aharon Zeevi Farkash, il capo dello spionaggio militare israeliano, è stato chiaro: parlando davanti al parlamento sionista, ha indicato marzo come il punto di non ritorno: «se per la fine di marzo la comunità internazionale è incapace di portare la questione nucleare iraniana al Consiglio di Sicurezza, allora diremo che gli sforzi della diplomazia internazionale hanno esaurito la loro utilità».
Le quali fonti hanno soffiato che Israele sta già conducendo operazioni (per ora) di «raccolta di informazioni» oltre le linee iraniane, partendo da una base nel nord Iraq, evidentemente con la complicità americana.
Questa base avrebbe le «prove» che Teheran cela impianti per la purificazione dell'uranio in abitati, e che non lo ha detto alla IAEA.
Se si tratti di «prove» come quelle sulle armi di distruzione di massa di Saddam, comprovate inesistenti, lo sapremo solo a cose fatte.
Ad invasione avvenuta.


Ma è stata la Siria?
«E' stata la Siria!»: il grido unanime di tutti i mass media asserviti risuona dopo l'uccisione in Libano di Gebran Tueni, un noto giornalista e parlamentare cristiano ortodosso, caduto vittima di un'autobomba lunedì mattina.
Anti-siriano certo Tueni lo era, come direttore del giornale An-Nahar.
Era il primo di una lista siriana di bersagli, stranamente scoperta dopo l'assassinio di Rafik Hariri, l'altro grande libanese che si dice eliminato dai siriani.
E tuttavia, qualcosa non quadra.
Perché il regime di Damasco, debole e sotto minaccia di attacco americano, avrebbe dovuto commettere questo omicidio sotto gli occhi del mondo?
Che vantaggio ne avrebbe ricavato?


Quel popolo che piace agli usurai
Sono 85 milioni gli americani che possiedono almeno una carta di credito.
Di questi, il 60 % è «in rosso», ossia non paga interamente il debito contratto ogni mese.
Il debito medio di ciascuno di loro si aggira sui 9 mila dollari.
Non è una cifra enorme.
Ma, ha calcolato la Federazione dei Consumatori USA, basta per agganciarli nella trappola.
Le banche consentono di pagare solo il 2% mensile del «rosso»: il che significa che per ripagare i 9 mila dollari, ci vogliono - al tasso del 18% - ben 42 anni.

____________________________

OT ma credo importante:

Pay for click, bufera su Google

Krya
Inviato: 14/12/2005 8:26  Aggiornato: 14/12/2005 8:26
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/8/2005
Da: Toscana
Inviati: 438
 Re: Affondamento preventivo
Citazione:
QUANTE ME NE HA DATE ..............MA QUANTE GLIENE HO DETTE !!!!!!!!!


Mi ricordo di un film con Alberto Sordi, viene arrestato per l'omicidio di un tedesco.

Lui non ricorda ma poi esce con una battuta:

"Ora ricordo me ne ha date talmente tante, che deve essere morto"

Riccardo

Ci sono crimini peggiori del bruciare libri, uno di questi è non leggerli. (brodsky)
Santaruina
Inviato: 14/12/2005 10:13  Aggiornato: 14/12/2005 10:13
Sono certo di non sapere
Iscritto: 13/10/2004
Da: Sud Europa
Inviati: 5123
 Re: Affondamento preventivo
Ho letto e riletto con attenzione l’intervista, e alla fine credo che blondet abbia piazzato solo un altro dei suoi colpi.

Era l’unico modo per fare pubblicare su un giornale nazionale tante informazioni ancora non note al grande pubblico.
E la scelta del Giornale credo confermi questa teoria.

Questa stessa intervista all’Unità, mettiamo, sarebbe stata una debacle totale.
Se fosse apparsa in un giornale di sinistra o “impegnato”, sarebbe stato l’affossamento delle teorie “complottistiche”.

Questo perché i lettori di quei giornali si considerano “colti” e ”attenti”, credono di essere meglio informati perché leggono giornali “scomodi”.

Quindi una intervista del genere sarebbe stata letta come “Il mio giornale colto, informato e scomodo ha ridicolizzato quel complottista”.

Ma con il Giornale è diverso.

Chi legge il Giornale non è la casalinga non istruita che vota Berlusconi perché “è uno che ce l’ha fatta”.

I lettori del Giornale sono perfettamente consapevoli di cosa il governo Berlusconi sia, rappresentano l’elettorato “colto” del centrodestra che ha deciso che quella parte politica rappresenta i loro interessi.

Sono i primi a sapere che il Giornale scrive un sacco di menzogne, ma a loro va benissimo così, visto che la menzogna e l’inganno sono le carte vincenti nel mondo in cui si vogliono imporre.

Da questo punto di vista, il lettore del giornale è molto più “scafato” di quello dell’Unità o di Liberazione, che si sente “informato” perché legge giornali scomodi.

Il lettore del giornale sa che compra un quotidiano che gli dirà esattamente quello che vuol sentirsi dire.
Il lettore di Liberazione crede che compra un quotidiano che gli racconta la “verità”.

Chi è il “fesso”?

Così l’intervista di Blondet proprio sul Giornale ha fatto centro, Blondet ha fatto una scelta ponderata e ha lanciato un segnale molto chiaro ad una certa tipologia di persone.

Blessed be

-o- Ama e fa' ciò che vuoi -o-
cacciucco
Inviato: 14/12/2005 10:40  Aggiornato: 14/12/2005 10:40
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/5/2005
Da: la terra
Inviati: 347
 Re: Affondamento preventivo
Hola santa,
innanzitutto non so fino a che punto posso condividere questa tua affermazione:
>>I lettori del Giornale sono perfettamente consapevoli di cosa il governo Berlusconi sia, rappresentano l’elettorato “colto” del centrodestra che ha deciso che quella parte politica rappresenta i loro interessi
o quest'altra:
>>Il lettore di Liberazione crede che compra un quotidiano che gli racconta la “verità”
che sono poi le affermazioni su cui hai impostato il tuo ragionamento e che ti hanno portato a concludere che Blondet ha messo a segno un "buon colpo".
Molto spesso le persone comprano un determinato quotidiano per diciamo così "tradizione" (perchè lo hanno sempre comprato)...in ogni caso non credo sia qui il problema!
Volevo però farti notare come, dal mio personalissimo punto di vista, un "buon colpo" poteva essere quello di riunirsi insieme ad altri giornalisti (Chiesa è un Europarlamentare, è vero, ma ha pur sempre scritto diversi libri per cui mi sento di inserirlo tranquillamente nel "panorama letterario", senza paura di cadere in errore...questo era per Massimo!eheheh) magari lontani anni luce dalle sue idee politiche come Grimaldi per esempio che per inciso non piace alla destra perchè di sinistra, non piace al centro perchè estremista, e non piace alla sinistra perchè troppo di sinistra (...non gliele "manda certo a dire" a Bertinotti & C.) ma che in questa particolare "battaglia" per la verità si sono trovati in perfetta sintonia, da persone intelligenti e ragionevoli quali sono.
Ma ti immagini come si sentirebbe spiazzata la gente comune, fino ad ieri tronfia delle proprie "sicurezze politiche", se vedesse personaggi così diversi, e dalle idee così opposte, che tutti insieme appassionatamente ti spiattellano davanti la verità con tanto di prove...
Questo secondo me sarebbe un "buon colpo" indirizzato fra l'altro alle più disparate tipologie di persone.
un affettuoso saluto e un abbraccio
cacciucco
P.S. Inoltre, ma perchè stare a discutere fra noi se è stata una sua mossa o se è stato un colpo basso dell'informazione ufficiale, basterebbe chiederglielo in privato a Blondet cosa ne pensa...a me non interessa molto, l'importante è che se ne sia parlato, se poi Blondet si è sentito offeso dall'articolo non mancherà di replicare, credo!
ariciao

Esser colto per essere libero: la cultura è un'arma, non un fronzolo. Martì
Kolza
Inviato: 14/12/2005 10:43  Aggiornato: 14/12/2005 10:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/6/2004
Da: MMMMMMonza
Inviati: 916
 Re: Affondamento preventivo
Dopo tutte queste considerazioni, resto convinto che Blondet abbia optato per la filosofia del "bene o male, purchè se ne parli". E infatti... quanti post abbiamo lasciato in due giorni!
Saludos
Kolza

Paxtibi
Inviato: 14/12/2005 10:55  Aggiornato: 14/12/2005 10:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Affondamento preventivo
Ma ti immagini come si sentirebbe spiazzata la gente comune, fino ad ieri tronfia delle proprie "sicurezze politiche", se vedesse personaggi così diversi, e dalle idee così opposte, che tutti insieme appassionatamente ti spiattellano davanti la verità con tanto di prove...

Non male come idea, Cacciucco, anche se non credo che insieme raggiungerebbero un numero di persone superiore alla somma dei loro lettori abituali.
Sarebbe però un bel segnale, un invito ad abbattere le barriere.

Per il resto, condivido l'analisi di Santa. Se riusciamo a capire che destra e sinistra non esistono in realtà, perché mai dovremmo credere che esista la stampa di destra o di sinistra?
L'unica vera divisione è tra padroni e schiavi, lo stesso Blondet ne parla oggi, confrontando i Demoni di Dostoevsky con i neocon americani.

«tutti sono schiavi, e uguali nella schiavitù. In casi estremi ci sono la calunnia e l'assassinio, ma la cosa principale è l'eguaglianza. Tanto per cominciare, il livello di istruzione, la scienza, il talento vanno livellati. Un alto livello di scienza e talento non sono richiesti…gli schiavi sono obbligati ad essere eguali. Senza dispotismo non ci sono mai stati libertà ed eguaglianza; ma nel gregge, bisogna che ci sia dispotismo».

frankad
Inviato: 14/12/2005 10:59  Aggiornato: 14/12/2005 11:01
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 10/10/2005
Da: ICHNOS
Inviati: 1921
 Re: Affondamento preventivo
MASSIMO:

FRANCO: "Non ho tempo per il giornale, per Minoli o roba del genere"

Il problema, purtroppo, è che loro non hanno (avuto) tempo per noi. E "tutta l'agitazione" sta nell' accorgersi del fatto che ora cominciano ad averne.Quando io parlo del conflitto che sta per esplodere da un momento all'altro, dove pensi che me lo veda esplodere? "Nelle strada", tipo Masaniello, o sui media?Hanno cominciato ad accendere i riflettori in campo, e io che devo giocare non dovrei cominciare ad agitarmi?

La vedo in un’altra maniera, per quanto si tenti di rigirare questa questione. Per me esiste il sistema, da una parte, ed un certo “resto” dall’altra. Se il sistema, articolato e diffuso capillarmente, mostra una falla, intesa come non riuscire a nascondere un omicidio plurimo premeditato di massa e di stato, e “nel resto” un determinato numero di persone prendono la decisione di mostrare a tutti LA VERITA’, è ovvio, dal mio punto di vista, che vi sarà la reazione del sistema. I suoi mezzi sono i soliti: diffusione menzogne a mezzo stampa Tv o radio, servi “leader opinion di casalinghe” in azione, servi “leader opinion” di altre fasce sociali in azione, e così via.
Ma dimmi un po tu: qualcuno si aspettava qualcosa di diverso? Qualcuno si aspettava che “Il Giornale” chiamasse Massimo Mazzucco e lo intervistasse sull’11 settembre?
Oppure che qualche testata italiana, dopo che il direttore ha visto il filmato invocasse a gran voce l'interruzzione delle relazioni diplomatiche con gli USA fino al chiarimento?
Loro, di tempo per noi, non ne avranno mai ed il fatto che comincino ad averne adesso non è altro che la reazione del sistema, anche per colpa di LC e di chi ci scrive dentro cioè noi.
Non mi interessa maggiormente dove esplode il conflitto Massimo, mi interessa di più pensare come affrontare il nemico.
Ma la situazione ha un risvolto: tu hai un ruolo, io ne ho un altro. Assieme, comunque, facciamo la nostra squadra. Io non mi agito, mi eccito all’idea di aver scalfito la corazza del mostro al punto tale da vederlo “iniziare” una reazione, sono pronto, per ciò che mi compete e posso fare, a continuare la lotta secondo un copione che mi aspettavo di già. Era logico che dovevano accendere i riflettori, ma non vedo motivo di agitazione prima della partita.
La nostra partita non è tirare dentro al nostro mulino i Teodori della situazione, ma la maggior parte di gente comune possibile.
Il tuo compito lo conosciamo bene, le capacità per affrontarlo sono le tue.

KOLZA

PER FRANCO: certo, non sono molti a leggere il Giornale, ma i debunker nostrani guadagnano terreno pure su altri media, come wikipedia (qualche benpensante ha fatto una biografia di Lee Harvey Oswald da diffamazione!). Come la mettiamo?

Ho scritto sopra anche in riferimento a ciò che scrivi tu. Ciao

La democrazia è il sistema perfetto per tenere mansueti e silenziosi i cittadini, facendo loro credere di possedere un potere di scelta che in realtà non hanno e non hanno mai avuto.
freemind
Inviato: 14/12/2005 11:24  Aggiornato: 14/12/2005 11:24
Mi sento vacillare
Iscritto: 17/6/2004
Da:
Inviati: 380
 Re: Affondamento preventivo
Ragazzi, mi dispiace, io vadio controcorrente. E ci vado di brutto. Rischio d'essere bannato. Ma Massimo mi perdonerà, alla fine, ne sono convinto.

Controcorrente 1) NON MI PIACE BLONDET.

Controcorrente 2) Secondo me ha fatto una figura di mer** (leggasi barbina)

Controcorrente 3) Secondo me l'aveva fatta anche a ad Omnibus.

Controcorrente 4) Secondo me ha fatto un PESSIMO servizio alla causa verità su 911

Controcorrente 5) NESSUNO dei lettori secondo me s'è fatto dopo questa intervista una idea diversa da quella che già aveva. Nessuno s'è posto dei dubbi.
Hanno solo pensato: poverino, quello lì è proprio andato di testa!

Controcorrente 6) Secondo me faceva bene a non farsi intervistare (ma si sa, lui simpatizza per Berlusca... l'ha detto lui!)

Controcorrente 7) Secondo me Blondet è un cattivo asset per la causa verità su 911

Controcorrente 8) Ora temo che si dovrà faticare di più.

... Ed ora crocifiggetemi pure.

Noi non ci realizziamo mai. Siamo due abissi: un pozzo che fissa il cielo - FERNANDO PESSOA
Santaruina
Inviato: 14/12/2005 11:51  Aggiornato: 14/12/2005 11:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 13/10/2004
Da: Sud Europa
Inviati: 5123
 Re: Affondamento preventivo
Ciao Freemind

nessuna crocifissione, per carità… hehehe…

Blondet può essere simpatico o meno, ma le informazioni di cui viene a capo e che divulga sono sempre utilissime.

Se dai un’occhiata al suo sito capirai, a partire dal bel articolo segnalato da Pax.

Comunque non credo proprio che abbia fatto una idea barbina, anzi , ha piazzato due o tre colpi da maestro (la citazione di Luttwac che ricordava anche Pax, ad esempio.)

Rispondendo anche a Cacciucco (sempre in gamba), direi che in effetti stiamo facendo “dietrologia” su di un “dietrologo”, hehehe…

Credo comunque che l’argomento meriti approfondimento, visto che il compito che tutti qua ci unisce è la diffusione di u certo tipo di informazioni, e quando vediamo che qualcosa comincia ad emergere nei media “ufficiali” è giusto fermaci e chiederci come interpretare il fatto.

Condivido il giudizio su Giulietto Chiesa, “La Guerra Infinita” e “Superclan” sono due libri ottimi, e per me personalmente hanno rappresentato un trampolino di lancio verso questi temi.

Resto comunque convinto della grande disparità di reazioni che l’intervista di Blondet avrebbe suscitato se fosse apparsa su un giornale di sinistra.

Li’ sì che si sarebbe definitivamente “compromessa”.

Ma nel Giornale ha più un’ aria del: “Salve truffatori e falsificatori di bilanci, c’è gente che la sa lunga, cominciate pure a ca***vi sotto…”

Blessed be

-o- Ama e fa' ciò che vuoi -o-
Paxtibi
Inviato: 14/12/2005 11:53  Aggiornato: 14/12/2005 11:53
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Affondamento preventivo
Nessuno s'è posto dei dubbi.

Freemind, sicuramente tu te ne poni pochissimi...

(Senza offesa, eh?)


padma
Inviato: 14/12/2005 11:58  Aggiornato: 14/12/2005 11:58
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/3/2005
Da: torino
Inviati: 416
 Re: Affondamento preventivo
Concordo con l'analisi di Santaruina, basta un minimo di intelligenza in un lettore del Giornale per capire che tanti commenti, in particolare questo

Citazione:
Mentre aspettavo d’imbarcarmi da Malpensa per andare come inviato a Ground Zero, con i colleghi di altri giornali ho interrogato alcuni piloti dell’Alitalia abituati da molti anni a stare ai comandi dei Boeing 747 e 777. “Noi non ci saremmo mai riusciti”, scuotevano la testa».

Che c’è di strano? Si vede che Mohamed Atta era più bravo di loro.


sono veramente da lobotomizzati. Sta veramente rispondendo a Blondet che Atta era più bravo di loro. Non ci credo..

Chi sembra il fesso, dei due?

The assumption that what currently exists must necessarily exist is the acid that corrodes all visionary thinking.
M.Bookchin
Redazione
Inviato: 14/12/2005 12:03  Aggiornato: 14/12/2005 12:03
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Affondamento preventivo
FREEMIND: a parte la forma, ovviamente, non mi sembra di avere poi scritto delle cose così diverse da quelle che dici tu. A questo punto direi ci facciamo bannare in due, e non se ne parla più

TUTTI: Non che esiga di essere cagato per forza, sia chiaro, ma a parte Krya, per caso il concetto del vaccino l'ha beccato qualcuno? Non mi sembrava poi una castronata improponibile...

Avete tutti ragionato dal VOSTRO punto di vista, nel sostenere il "doppiogioco", valutando le informazioni disseminate dall'articolo sul 9/11 "comunque valide", come se fosse il numero di informazoni corrette che circolano che un giorno farà la differenza, e non la convinzione di fondo di ciascuno...

Se il fatto che siano corrette lo sappiamo solo noi, me lo volete dire che differenza può fare?

Paxtibi
Inviato: 14/12/2005 12:25  Aggiornato: 14/12/2005 12:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Affondamento preventivo
Massimo, a me sembra che stavolta sia tu a non cagare le opinioni diverse dalle tue.

Quanti discorsi abbiamo fatto sull'importanza dell'instillare il seme del dubbio?

Se il fatto che siano corrette lo sappiamo solo noi, me lo volete dire che differenza può fare?

Solo noi e almeno tutta la classe politica mondiale e i loro servi...

Max_Piano
Inviato: 14/12/2005 12:35  Aggiornato: 14/12/2005 12:35
Sono certo di non sapere
Iscritto: 10/12/2005
Da:
Inviati: 3666
 Re: Affondamento preventivo
"E' più facile vincere una guerra [anche da solo] che cambiare una idea"
a parte Piero Pelù non mi ricordo chi altri l'avesse detta questa

Voglio dire

Le persone si suddividono in due gruppi : quelli che vogliono informarsi e quelli a cui non importa.
Per i secondi non vi è speranza.

Il problema è che quelli che si sono informati sono i più difficili da convincere perchè sono entrati in contatto con versioni ufficiali che politicamente e tecnicamente hanno fornito una spiegazione dei fatti avvenuti.
Inverosimili quanto volete però sono arrivate per prime vendendo il loro prodotto.

Per capire serve un azzeramento non una nuova versione shock della storia.
Alla gente non piace cambiare idea, anche se solo gli scemi non lo fanno!

Se una persona viene brutalizzata con frasi del tipo :

"Le Torri del WTC sono crollate perchè sono state minate dagli USA"

la sua reazione è quella di rifiuto e visto che la prima impressione è sempre la più importante, quella persona non accetterà più queste tesi anche se gli venissero proposte in modo più garbato.

Serve un azzeramento.

L'azzeramento può essere ottenuto attraverso una prima fase che è quella del dubbio.
I dubbi possono venire alimentati effettuando ragionamenti per assurdo.
L'assurdo da cui si parte è proprio la versione ufficiale.
Non mi pare che la versione proposta dai media in questi anni manchi di spunti su cui riflettere!

Invece di imporre una nuova versione occorre lasciare che sia la persona interessata a pretenderla.

Questo è un bell'esempio di quello che intendo:


Ho interrogato alcuni piloti dell’Alitalia abituati da molti anni a stare ai comandi dei Boeing 747 e 777. “Noi non ci saremmo mai riusciti”, scuotevano la testa.
Che c’è di strano? Si vede che Mohamed Atta era più bravo di loro.


Non solo!

Fondamentale diffondere anche un altra consapevolezza : non importa che tutti gli aspetti della versione ufficiale vengano invalidati.
Se si accetta che sono state raccontate delle menzogne su diversi aspetti allora è logico, per induzione, estendere questa certezza anche al resto della favola ufficiale.
Un pò come raccontava il giornalista nel documentario 9/11 - Plane in Site

Non entro nel merito dell'intervista di Blondet che dal canto suo ha l'onestà e l'impegno ma sarebbe meglio evitare, secondo me, uscite troppo brutali perchè potrebbero sortire l'effetto opposto.

MarcoBZ
Inviato: 14/12/2005 12:38  Aggiornato: 14/12/2005 12:38
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/9/2005
Da: Bolzano - Alto Adige - Italy
Inviati: 192
 Re: Affondamento preventivo
Mi ripeto solo per puntare i riflettori su un unico fatto:

Citazione:
Stefano Lorenzetto è stato vicedirettore vicario del Giornale, del quale è oggi editorialista. Scrive anche per Panorama e altre testate. Ha pubblicato Fatti in casa e Dimenticati, che ha vinto il premio Estense. Nel 2002 gli è stato conferito dal Presidente della Repubblica il premio Saint-Vincent di giornalismo.


Quest´uomo (Lorenzetto) mi sembra tutto tranne che un dilettante o uno sprovveduto, mentre nell´intervista a Blondet sembra una persona di dubbie capacitá che tenta di ribattere usando come unica argomentazione dell´umorismo da quattro soldi.

Il fatto che poi getti discredito sulla figura di Blondet, non minimizza l´effetto sortito dagli argomenti sviscerati, perlomeno su di me, se poi i lettori del Giornale sono tutti una marea di lobotomizzati asserviti, beh allora é un altro discorso e non vale la pena di continuare a soffermarci ulteriormente.

Piccola precisazione: per quanto riguarda la mia ammirazione su Blondet, questa si limita alle sue osservazioni geopolitiche, tutt´altra faccenda quando si mette a disquisire di religione o etica morale... In quel caso mi permetto di divergere da lui.

Un gorsso saluto a tutti,

Gli eventi si stanno susseguendo così rapidamente che è quasi impossibile per noi compilare, assorbire, analizzare, e distillare la mole di informazioni. - Gerald Clemente
padma
Inviato: 14/12/2005 12:41  Aggiornato: 14/12/2005 12:41
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/3/2005
Da: torino
Inviati: 416
 Re: Affondamento preventivo
Ok, mettiamo allora che i lettori del Giornale si "vaccinino" con interventi anche come questo articolo di Lorenzetto.

Allora, un giorno, di fronte ad un "complottista" che gli dicesse che ci sono fior fiore di piloti che sostengono di non potere eseguire una manovra come quella di Atta (e non solo, anche dell'altro il cui nome mi è ignoto), lui risponderebbe Atta era più bravo.

Bella argomentazione...

o dicendo che la spogliarellista era mitomane (certo, tutte lo sono...)

C'è però da dire che purtroppo chi legge il Giornale è molto probabilmente irrecuperabile..

The assumption that what currently exists must necessarily exist is the acid that corrodes all visionary thinking.
M.Bookchin
freemind
Inviato: 14/12/2005 12:44  Aggiornato: 14/12/2005 12:44
Mi sento vacillare
Iscritto: 17/6/2004
Da:
Inviati: 380
 Re: Affondamento preventivo
Ragazzi, oggi ho la luna un po’ di traverso. Quindi scusa a tutti.

Poi, nello specifico.

Per Pax:

Freemind, sicuramente tu te ne poni pochissimi…
(Senza offesa, eh?)

Offesa? No, per carità! Rilevo comunque che un po’ TUTTI siamo bravissimi a ammantarci da un’aria da dubbio cosmico-cartesiano e poi invece finiamo per sparare le NOSTRE convinzioni che per NOI sono le NOSTRE verità. Che ci vuoi fare? E’ una china molto difficile da contrastare.
Ma in questo caso, a ben vedere, mi sono parato il sedere ripetutamente con un ossessivo “secondo me” magari posticcio ed ipocrita. Ma c’era. Ed allora concludo così: Ma la tua espressione “sicuramente tu te ne poni pochissimi” rileva un animo dubbioso o un’apodittica affermazione senza tema d’essere smentita?

(Senza offesa, eh?)


Per Santa:

Ciao Freemind
nessuna crocifissione, per carità… hehehe…
…Ma nel Giornale ha più un’ aria del: “Salve truffatori e falsificatori di bilanci, c’è gente che la sa lunga, cominciate pure a ca***vi sotto…”

Ora, intanto grazie per la tua consueta indulgenza (he he he bis )

Sul secondo punto confermo la mia posizione un po’ diversa. Uno che si fa intervistare da uno pseudo giornalista dello pseudo quotidiano il Giornale non può non sapere la maniera di fare gli articoli di questa gente. Costoro (Fede docet) o fanno lo zerbino del proprietario o cercano solo di ridicolizzare gli “avversari”.
E il loro target (come lo ama definire Pax) è copstituito per lo più da gente che APPREZZA tale modalità di fare “giornalismo” (con tanto di virgolette). Quindi da gente che perlopiù avrà usato tale intervista per farsi due risate di scherno alle spalle del povero scemo. Se poi ci aggiungete la non peregrina osservazione di Max sull’ipotesi “vaccino”, ecco che non posso far altro che concludere che la performance finale, magari ben al di là delle nobili intenzioni di Blondet (di cui non mi piace NEANCHE UN PO’ nemmeno il sito), è stata grottesca, messo alla berlina da chi manipola le frasi dell’interlocutore e le usa solo per renderlo ridicolo. Ora non può nemmeno smentire… Insomma, in una parola, CONTROPRODUCENTE.


Per Max:

a parte la forma, ovviamente, non mi sembra di avere poi scritto delle cose così diverse da quelle che dici tu. A questo punto direi ci facciamo bannare in due, e non se ne parla più

Non ho detto che avevi scritto qualcosa di diverso, ho solo scherzato con il discorso della bannata…

Noi non ci realizziamo mai. Siamo due abissi: un pozzo che fissa il cielo - FERNANDO PESSOA
Paxtibi
Inviato: 14/12/2005 13:32  Aggiornato: 14/12/2005 13:32
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Affondamento preventivo
Ma la tua espressione “sicuramente tu te ne poni pochissimi” rileva un animo dubbioso o un’apodittica affermazione senza tema d’essere smentita?

Semplicemente la constatazione che, secondo te, gli 8 punti che hai elencato non sono in discussione.
Se mi dici che così non è, ben lieto di cambiare opinione.


Santaruina
Inviato: 14/12/2005 14:20  Aggiornato: 14/12/2005 14:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 13/10/2004
Da: Sud Europa
Inviati: 5123
 Re: Affondamento preventivo
per caso il concetto del vaccino l'ha beccato qualcuno? Non mi sembrava poi una castronata improponibile...

Ola Massimo

forse non sono stato chiaro ma quando dicevo che la stessa intervista avrebbe avuto un effetto deleterio sull’Unità mi riferivo proprio al tuo concetto di vaccino, che è molto valido.

Ma non si applica al Giornale, secondo me.

Io non sottovaluterei i lettori del Giornale, è gente che ha fatto una scelta.
L’elettore di Forza Italia che si lascia “ammantare” dalla Tv non legge i quotidiani.

Chi compra il Giornale è una persona con una certa istruzione che ha sposato l’ideologia (non condivisibile, se si vuole) del non-partito Forza Italia.

Queste persone sanno che i loro rappresentanti sono dei “non del tutto onesti”, ma rispecchiano il loro modo di essere.
Sanno ad es.che Prev. è colpevole, e sanno anche che il loro quotidiano sosterrà il contrario, cosa che loro stessi fanno con i loro interlocutori del fronte opposto.

Sanno che la guerra in Iraq è sbagliata, ma probabilmente sono tra coloro che in qualche modo ci guadagnano (anche solo in virtù del “Da qualche parte il petrolio dobbiamo prenderlo”).

E sanno anche che il Bush non è propriamente un “santo”.
Vedersi questa intervista è per loro un bel colpo: sanno che c’è qualcuno che ha le prove della colpevolezza dei loro idoli.

Ripeto: in un lettore di “sinistra” avrebbe fatto l’effetto di cui parli (“Se queste cose fossero vere il mio giornale me ne avrebbe già parlato”)

Quando ne avrebbe risentito parlare avrebbe detto “Il mio quotidiano le ha già smentite”.

Ma un lettore del Giornale sa che il quotidiano che si trova tra le mani è un organo di propaganda, una specie di avvocato difensivo del suo partito.

E sa che gli avvocati mentono, e a lui va bene.

Se c’era una tipologia di lettori su cui questa intervista poteva far colpo, questa era proprio quella del Giornale.

Infine, sul Blondet giornalista: tra le prime cose che si dovrebbero tenere conto nel giudicare uno scritto, è la distinzione tra idee dell’autore e i “dati”, le informazioni che nello scritto sono contenuti.

Noi siamo abbastanza capaci di fare ciò, e se si va oltre l’antipatia personale si scopre che le “informazioni” che Blondet dispensa sono di notevole interesse.

Rifiutare i suoi scritti per questioni di basso profilo (è antipatico, è snob, è cattolico, è fondamentalista, è di destra ecc.) è un’occasione veramente persa.

Considerato anche che in Italia i giornalisti che fanno informazione saranno due o tre.

Blessed be

-o- Ama e fa' ciò che vuoi -o-
SWE
Inviato: 14/12/2005 14:49  Aggiornato: 14/12/2005 14:49
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 744
 Re: Affondamento preventivo
****
Non mi sono letta tutti i commenti quindi potrei dire qualcosa che è già stato messo in evidenza...
Comunque,
Che ci fa Blondet nel CIRCOLO DI DELL' UTRI in "buona" compagnia con Lorenzetto ?

Blondet non è uno sprovvedito ( anzi è un "volpone"...) Lorenzetto idem....
Questa intervista ha qualcosa di strano, tant'è vero che fra di noi ha suscitato interpretazioni contrastanti
Che ci sfugga "qualcosa" ?

Emanuela

Ivy
Inviato: 14/12/2005 14:54  Aggiornato: 14/12/2005 14:54
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/7/2005
Da: Cantù [VAAAAAAAAAAAAAAA BENE!]
Inviati: 335
 Re: Affondamento preventivo
Questo sig. Lorenzetto direi che ha davvero scritto un articolo degno di occupare spazio su un quotidiano come "Il Giornale"... D'altronde, per quanto sia fin troppo palese il tono assolutamente diffamatorio utilizzato da Lorenzetto, ci sono persone a cui piace leggere articoli cosi: insomma, le loro menti, poverini, sentono queste storie sull'11 settembre, sentono le parole "autoattentati" e si mettono le mani nei capelli, si confondono... Poi per fortuna escono e comprano "Il Giornale", pagandolo addirittura, e trovano chi come Lorenzetto li rassicura: continuate pure a vivere la vostra vita tranquillamente, questi qui sono solo complottisti, fantasticano troppo; il mondo è cosi come ve lo descrive "Il Giornale". L'autore dell'articolo si stupisce, dice che Blondet in 3 ore di conversazione ha riscritto la storia: bhè la storia "riscritta" non è quella di Blondet, ma quella che cosi, per soldi forse, sostiene lui. Questi quotidiani esistono purtroppo, ed esistono anche persone che è fin troppo gentile chiamare giornalisti, perchè scrivono solo a comando, non come i veri giornalisti... I veri giornalisti sono coloro che fanno di tutto per scoprire cosa c'è dietro al potere, quelli che con le loro rivelazioni fanno davvero riflettere la gente, quelli che non liquidano questioni importantissime con un semplice "vabbè lasciamo perdere"... Il tono dell'articolo, tornando al succo della questione, è assolutamente da denuncia: l'impaginazione (grazie a chi ha postato il pdf), le parole usate, le domande poste, insomma, tutto... A leggere frasi cosi, scritte da un giornalista su un quotidiano nazionale, si perde proprio la speranza: se questa è la carta stampata, se l'informazione in tv sappiamo tutti com'è, ma cosa dobbiamo fare per avere un po' di informazione corretta??? Per fortuna ci sono siti come luogocomune.net, dove un articolo del genere solleva forti discussioni e molta indignazione... Per quanto riguarda il discorso specifico sull'11 settembre, a me capita spessissimo di imbattermi in persone ancora "fedeli" alla versione ufficiale che, appena messi di fronte all'evidenza (video, documenti, etc.), se non dicono chiaramente di aver capito come stanno veramente le cose, quantomeno iniziano a tacere. La cosa che fa piacere, come dicevo prima, è che in questo sito, ma anche in molti altri, la gente parla, discute, e di argomenti "reali" per fortuna, non delle solite cretinate che si vogliono far passare e che si leggono su certi quotidiani. Seppure in Italia magari succeda meno che altrove, anche in quanto a libri ormai si nota un certo movimento verso argomenti di questo tipo, segnale credo che queste cose (la Verità ad esempio) interessano alla gente...

We live in the age of the overworked, and the under-educated; the age in which people are so industrious that they become absolutely stupid. Oscar Wilde
SWE
Inviato: 14/12/2005 15:15  Aggiornato: 14/12/2005 15:15
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 744
 Re: Affondamento preventivo

Santaruina
Inviato: 14/12/2005 15:27  Aggiornato: 14/12/2005 15:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 13/10/2004
Da: Sud Europa
Inviati: 5123
 Re: Affondamento preventivo
Ciao Emanuela

interessante l’articolo che hai postato, ma credo significativo fino ad un certo punto.
Il Circolo “Culturale” di dell’Utri e tra i più attivi in Italia, organizza molte manifestazioni, e si sa come la gente che bazzica nel mondo del giornalismo e della politica di conferenze e di incontri culturali ci vive.

Ti ricordi la polemica dell’anno scorso che investì Cacciari “reo” di aver partecipato ad un convegno su Aristotele organizzato dal Circolo dell’Utri?

Fare parte della lista degli ospiti non mi pare così scandaloso, considerato che si trovano anche degli “insospettabili” come l’architetto “di sinistra” Fuksas (che addirittura si rifiutò di partecipare all’inaugurazione della fiera di Rho che aveva progettato giudicandola un’operazione da campagna elettorale del governo), il super censurato Massimo fini, nonché Massimo Introvigne, acerrimo “nemico” di Blondet e sostenitore dei neo con americani.

Se aver partecipato a qualche conferenza organizzata dal Circolo di Dell’Utri è il suo peggior peccato, direi che come giornalista è abbastanza affidabile.

Comunque sei brava a trovare le “magagne” dei personaggi pubblici.
Prova con “Prodi” + “Soros” + “Trilaterale” a vedere se esce qualcosa…

Blessed be

-o- Ama e fa' ciò che vuoi -o-
SWE
Inviato: 14/12/2005 16:06  Aggiornato: 14/12/2005 16:07
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 744
 Re: Affondamento preventivo
*****

Carlo,
per il momento sto cercando di "capire" chi sia questo Blondet attraverso canali che non siano google & Affini.

Ho segnalato quei i lnk perchè - per vari motivi - li ho ritenuti più "comodi"....

Una cosa per volta , poi se ce ne sarà bisogno, ci occuperemo anche de il Britannia, di Andreatta, Prodi, Soros,Trlaterale ecc.. ecc non preoccuparti

emanuela

Santaruina
Inviato: 14/12/2005 16:28  Aggiornato: 14/12/2005 16:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 13/10/2004
Da: Sud Europa
Inviati: 5123
 Re: Affondamento preventivo
va benissimo Emanuela

anche perché qua da noi il fare le pulci a qualsiasi personaggio venga presentato quale “autorità” è diventata ottima prassi comune.

Quindi ben vengano anche le ricerche su Blondet.

Bisogna però tenere conto che gran parte del lavoro “investigativo” del suo ottimo sito consiste nel riprendere e riportare ottimamente sintetizzate le notizie della controinformazione americana, molto più attiva, e le sue fonti sono spesso le stesse a cui noi facciamo riferimento.

Piccola divagazione.

Verso la fine di Luglio ebbi una interessante discussione con una persona molto vicina a Blondet che mi confidò che la sera stessa ci sarebbe stato un incontro tra gli avvocati del giornalista e quelli dell’Avvenire, per trattare del suo licenziamento.

“Pare che l’ordine sia arrivato da Ruini in persona…”, mi disse.

Effettivamente da lì a poco Blondet fu licenziato, e questo dovrebbe far riflettere coloro che lo consideravano in qualche modo “protetto” dal Vaticano.

Sicuramente è uno che ha molti “nemici”, da gran parte del Vaticano, all’ “esperto” di sette Introvigne, ai Neo-cat di Giuliano Ferrara.

Almeno i “nemici” sono quelli giusti.

Blessed be

-o- Ama e fa' ciò che vuoi -o-
titano75
Inviato: 14/12/2005 17:09  Aggiornato: 14/12/2005 17:09
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/4/2005
Da: Roma
Inviati: 704
 Re: Affondamento preventivo
Ciao a tutti,
vorrei fare solo una considerazione, del tutto personale quindi del tutto opinabile;il fatto che se ne parli , in negativo o in positivo l'importante è parlarne , rimane qualcosa di importante, ma da qui a pensare che ci sia contro-controinformazione o dire "la verità verrà a galla" , dove per altro ancora non sò se con lo non-mentalità del cittadino qualunque tale verità sordisca degli effetti realmente positivi , ce ne passa.Comunque a parte questo , rimango dell'idea che.........al momento , dove il MOMENTO è troppo ancora "tempo" , non cambia assolutamente nulla.....

Emiliano.

a faccià in giù su di uno specchio d'acqua....
ascolto il mondo e vedo il fondo...
yarebon
Inviato: 14/12/2005 17:33  Aggiornato: 14/12/2005 17:33
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2366
 Re: Affondamento preventivo
secondo me Blondet è stato intervistato dal "giornale" semplicemente perchè era l'unico quotidiano che poteva dargli uno spazio che era dovuto, anche perchè il movimento che vuole la verità verso l'11 settembre si sta allargando e il sistema si deve difendere in qualche modo. Su un giornale cattolico non può scrivere perchè se è stato licenziato da avvenire dal cardinal Ruini che è una delle eminenze grige del vaticano, questa situazione pregiudica tutto. Su un giornale di sinistra neanche, Blondet è più un uomo di destra ed ha attaccato molte volte la sinistra "neo gnostica" italiana secondo la sua visione. Poi ricordiamoci che il complottismo, almeno questo fino a pochi anni fa in Italia, erano un pensiero che proveniva soprattutto da ambienti di destra non solo estrema e che si collegavano anche a revisionisti che negavano alcune verità ufficiali sull'olocausto (cosa mai messa in dubbio dalla sinistra) e che leggevano "i protocolli dei savi anziani di sion" come una seconda bibbia. Poi autori soprattutto di destra quali guenon, Evola e varie altre dottrine esoteriche, nonchè una visione escatologica del cristianesimo più adatta ad ambienti di destra, hanno fatto si che l'nwo e le sue malefatte fossero discusse soprattutto in ambienti di destra. La caduta del comunismo e l'affermarsi dell'ultracapitalismo, ha avvicinato anche molti uomini di sinistra alle tesi complottiste, anche grazie ad un opera culturale (descritta bene da blondet) che ha recuperato alcuni autori di destra, a sinistra (tipo nietsche, scritto male sicuramente). facendola breve, la destra italiana che finalmente dopo il fascismo ha riacquistato il potere, ora rigetta le tesi complottiste (perchè non le conviene) e abbraccia l'ebraismo internazionale (fini insegna), naturalmente dei reduci esistono e la sinistra, anche se si sta scoprendo da poco complottista, non ha l'esperienza in questi fatti che ha la destra, libera invece da alcuni tabù, quali il sionismo buono ad esempio. Blondet insomma non ha premeditato niente secondo me, era l'unico giornale che gli rimaneva in cui farsi intervistare!

Krya
Inviato: 14/12/2005 17:53  Aggiornato: 14/12/2005 17:53
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/8/2005
Da: Toscana
Inviati: 438
 Re: Affondamento preventivo
Santa, perchè questo amore per Blondet?

Spiego meglio, sei sicuro che tutto sia oro, questa cosa me la sono chiesto, dalle mie prime letture di LC, premetto che (orrore) io Blondet non lo conoscevo, ma aveva questo alone di intoccabilità che mi ha un pò stuccato.

Credo sia giusto capire chi è, chi diventa un mio riferimento, come credo sia giusto che la Finanza abbia visitato 5000 volte Mediaset, credo sia atto dovuto, hai quella carica, sei onesto, che ti frega se ti controllo, anzi dovresti agevolarli, compreresti un'auto usata da chi non vuole controlli?.

Stessa cosa, su chi scrive cose che a me possono star bene per principio o per assonanza di interessi, ma avrò il diritto di verificare se quello che scrive è oro o piombo?.

Rapida ricerca ed esce fuori, Google grande cosa, che il nostro ha diversi rapporti con "Il Giornale" tanto per fare l'esempio, prima manco lo sapevo, non mi stupisco, ma arriccio il naso.

Rapporti di che tipo, beh nulla di serio, è cofondatore e collabora insieme a:

MASSIMO CAPRARA. Già segretario di Palmiro Togliatti e
deputato, espulso dal Partito comunista italiano nel 1969.
Collabora a "Il Giornale". Autore di saggi di storia
politica.
ANDREA TORNIELLI. Vaticanista di "Il Giornale" e autore
di saggi sulla Chiesa contemporanea.
Gli apologeti sono per definizione i difensori della
dottrina cattolica.
RINO CAMMILLERI. Scrittore e giornalista, scrive su
"Avvenire", "Il Giornale" e "Studi Cattolici". Ha
pubblicato numerosi libri, tra i quali "I mostri della
ragione", Ares, ed "Elogio del Sillabo", Leonardo

al lTimone rivista del circuito totustuus

nulla di che ci mancherebbe,

Andiamo oltre, leggo in giro e mi capita di sapere che nell'articolo sulla Siria, usa come fonte Brian Harring giornalista del Washington Post, peccato che non esiste nessun giornalista con quel nome,
Citazione:
Poche righe che Brian Harring, giornalista del Washington Post, ha scritto l'8 novembre, spiegano

ma il pezzo si riferiva W.M. Arkin, l'altro è uno sviluppatore software che ha un blog ma comunque capace di leggere il rapporto segreto di Bush sulla Siria.

Piccole cose, piccole cose, tanto per fare un'esempio, io avrei fatto una figuraccia se in una discussione avessi citato "guarda che Harring il rapporto lo ha letto!!!" e se l'altro, magari informato mi dice Harring chi?....

Stai attento non è polemica spicciola, può sembrare un piccolo errore, ma quanto citi nomi e fonti al livello di Blondet, non sono ammessi errori, a me fà poca impressione sbaglio fisso, ma quando inciampo cerco di riflettere.

Con questo nulla voglio togliere al Blondet, anche se continuo ad essere convinto che l'intervista su Il Giornale non è stata una bella mossa, il nemico del mio nemico, non sempre è amico del mio amico.

Mò sfogati

Riccardo

Non è che sapere che Prodi o Pinco Pallino sono farabutti renda mondi il resto degli uomini.

Ci sono crimini peggiori del bruciare libri, uno di questi è non leggerli. (brodsky)
SWE
Inviato: 14/12/2005 18:01  Aggiornato: 14/12/2005 18:06
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 744
 Re: Affondamento preventivo
*****

Citazione:
Almeno i “nemici” sono quelli giusti.


Dici ?

Carlo, è proprio perchè ha questo genere di "nemici" ( fino a poco fa tanto "amici") che tutta questa storia mi lascia perplessa... al di là delle possibili reazioni che la sua intervista potrebbe o non potrebbe aver provocato tra i lettori de Il Giornale...

emanuela

Ps....mi scuso ! Non ho fatto in tempo a leggere il commento di Riccardo.
Avrei evitato di pubblicare "un doppione"

Paxtibi
Inviato: 14/12/2005 18:21  Aggiornato: 14/12/2005 18:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Affondamento preventivo
Citazione:
Google grande cosa


A saperlo usare...

The rationale behind the obvious concept, and probably the planning, for a U.S. military adventure into Syria is based entirely on economics, not military need. There is a great deal of oil in northern Iraq. Northern Iraq is Kurdish territory.

At the present time, there is no practical way to use the current Iraqi pipeline system to ship this oil out. This is due to the guerrilla activities against the pipeline system. The postulation is that if Syria were occupied by American troops, an oil pipeline could be built across that country to Israel and their port city of Haifa on the Mediterranean.

In this way, much needed oil can be accessed by both the United States and Israel, a potential breeding ground for pan-Muslim activists can be neutralized and the state of Israel will benefit, not only from oil revenues but from the removal of an old enemy.

The simplest answer to a complex problem is generally the correct one, bloggers not withstanding.

Brian Harring: Washington Post, Nov 8, 2005

_________________________

Chissà perché vi divertite tanto a sparare su Blondet, che dice le nostre stesse cose, quando poi ve la prendete tanto se vi si toccano i Prodi e i Fassini che non han vissuto un giorno senza mentire.
Blondet l'ho criticato anch'io più di una volta, soprattutto su certe sbavature su sionisti/ebrei che spesso confonde.
Ma è su questo, su ciò che scrive, che bisogna criticarlo, non certo per la sua fede né per le sue amicizie, vere o presunte.
A me pare che le difficoltà che temeva Freemind le state creando voi dell'"ala sinistra", con questa mania di spezzare il fronte per la vostra palese incapacità di accettare chi arriva da una strada diversa dalla vostra.
Per qualche strano motivo mi viene in mente la guerra civile in Spagna e il tradimento dei comunisti...

Santaruina
Inviato: 14/12/2005 18:26  Aggiornato: 14/12/2005 18:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 13/10/2004
Da: Sud Europa
Inviati: 5123
 Re: Affondamento preventivo
Ciao Riccardo

Blondet lo apprezzo come giornalista, a volte non condivido il suo pensiero ma credo che nessuno in Italia si avvicini anche minimamente alla sua capacità investigativa (ho scritto “in Italia”, quindi i residenti all’estero non rientrano nel discorso ).

Non è il fatto che si critichi proprio Blondet che non mi va, nessuno è intoccabile, è il fatto che lo si faccia spesso in base a pregiudizi, senza considerare il suo lavoro.

Sinceramente, io non riesco ad immaginare uno che come noi cerca gli aspetti occulti della verità possa non apprezzare gli articoli di Blondet.

La verità è che la colpa di Blondet è quella di essere “diverso” da quello che è il comune sentire che anima il mondo della “controinformazione”.

E’ cattolico, è di destra, è reazionario…

Io queste categorie le ho superate da molto tempo, ma non per tutti è così.

Io da sempre porto con me una immensa gratitudine verso tutti coloro che mi forniscono nozioni che ignoravo.

Sarò sempre grato al nostro Massimo, agli utenti di questo forum, a Giulietto Chiesa, a Blondet.

Hai letto “gli Adelphi”? “Complotti”? “Chi comanda in America”?
Sai chi è il rabbi Menachem Mendel Schneerson?
Le leggi Noachide?
E perché Massimo Cacciari ce l’ha con il Katechon?

Io non posso che essere grato alla persona che mi svelato tutti questi particolari, senza i quali la comprensione, seppur ancora confusa, di quello che mi circonda non sarebbe possibile.

La cosa migliore per conoscere un giornalista è leggere i suoi articoli, i suoi libri, trovare risconti.

Infine

Non è che sapere che Prodi o Pinco Pallino sono farabutti renda mondi il resto degli uomini.

In verità scherzavo su un altro aspetto: migliaia di link che dimostrano che “il meno peggio” è formato da una banda di delinquenti vengono sistematicamente ignorati e non impediscono di andarli comunque a votare, mentre se appare uno che ci sta un po’ antipatico ecco che lo spirito del segugio magicamente ricompare.

Giusto, giustissimo, ma non capisco perché due pesi e due misure.

Blessed be

-o- Ama e fa' ciò che vuoi -o-
soleluna
Inviato: 14/12/2005 18:31  Aggiornato: 14/12/2005 18:31
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/3/2005
Da: orbita di Anarres
Inviati: 1309
 Re: Affondamento preventivo


...ma dite davvero quando affermate che l'articolo vi è sembra tagliato in modo da portare persone a riflettere???
A parte il fatto che anche per me, non completamente digiuna di altre interpretazioni che non quelle ufficiali, la metà delle cose scritte sono di difficilissima comprensione, mi pongo un paio di domande..
- voi pensate davvero che le persone che comprano qualunque quotidiano leggano interamente gli articoli? E non si limitino solo ai titoli e sottotitoli?
- e che avere messo tutta quella carne al fuoco, dall'11 settembre ai precedenti ai musulmani sia stato chiarificatore?
- e che, sicuramente voi siete più attenti meno stanchi, ma io ho faticato a leggerlo tutto, molte persone lo abbiano fatto? E che in questo numero di persone alcuni si siano incuriositi in modo propositivo?

siete ottimisti, sarà il Natale

libera-mente
Pat

"perche' ballate e vi fate l'acconciatura, visto che qua e' impossibile anche comprare da mangiare?"
"perche' magari oggi e' l'ultimo giorno che viviamo, e vogliamo amarlo quanto piu' possibile"
Grozny
razor
Inviato: 14/12/2005 18:46  Aggiornato: 14/12/2005 18:46
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/7/2005
Da:
Inviati: 287
 Re: Affondamento preventivo
2 domandine secche:

Perchè non ha risposto dal suo sito ?

Perchè ha deciso di rilasciare l'intervista ?

Pasquino
Inviato: 14/12/2005 19:18  Aggiornato: 14/12/2005 19:18
Ho qualche dubbio
Iscritto: 22/7/2005
Da:
Inviati: 234
 Re: Affondamento preventivo
ULTIME NOTIZIE


estrabolato dal corriere della sera del 13/12/2005

Esteri
14 dic 17:33
Iraq: Bush, "informazioni intelligence sbagliate a vigilia della guerra"
WASHINGTON - Il presidente degli Stati Uniti George W. Bush, parlando oggi agli esperti in politica estera del Woodrow Wilson Center di Washington, ha ammesso che 'gran parte delle informazioni raccolte dai servizi di intelligence sull'Iraq alla vigilia della guerra erano sbagliate'. (Agr)

Lo Stato al cittadino pignora, all'industriale elargisce, al banchiere regala.
Krya
Inviato: 14/12/2005 19:29  Aggiornato: 14/12/2005 19:29
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/8/2005
Da: Toscana
Inviati: 438
 Re: Affondamento preventivo
Hai ragione Pax a saperlo usare peccato che ....

Posted by: Americans for Real Blogs | Nov 8, 2005 4:36:34 PM

The rationale behind the obvious concept, and probably the planning, for a U.S. military adventure into Syria is based entirely on economics, not military need. There is a great deal of oil in northern Iraq. Northern Iraq is Kurdish territory. At the present time, there is no practical way to use the current Iraqi pipeline system to ship this oil out. This is due to the guerrilla activities against the pipeline system. The postulation is that if Syria were occupied by American troops, an oil pipeline could be built across that country to Israel and their port city of Haifa on the Mediterranean. In this way, much needed oil can be accessed by both the United States and Israel, a potential breeding ground for pan-Muslim activitists can be neutralized and the state of Israel will benefit, not only from oil revenues but from the removal of an old enemy.
The simplest answer to a complex problem is generally the correct one, bloggers not withstanding. Brian Harring

Posted by: Brian Harring | Nov 8, 2005 4:34:08 PM

Great comment James. The only intelligent one on the site.

Posted by: Bloomer | Nov 8, 2005 4:15:35 PM

il giornalista è il 5° utente che commenta la notizia di

Harring

cliccare per credere, ma non era importante, il mio era un discorso più generale.

e non l'ho con Blondet, era solo per mantenere vivo il mio spririto critico.

Riccardo

Ci sono crimini peggiori del bruciare libri, uno di questi è non leggerli. (brodsky)
Krya
Inviato: 14/12/2005 19:34  Aggiornato: 14/12/2005 19:34
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/8/2005
Da: Toscana
Inviati: 438
 Re: Affondamento preventivo
Pax

Dove hai trovato il link? come vedi il tuo non è originale ma rimaneggiato.....

Riccardo

Ci sono crimini peggiori del bruciare libri, uno di questi è non leggerli. (brodsky)
hi-speed
Inviato: 14/12/2005 19:41  Aggiornato: 14/12/2005 19:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/12/2004
Da: preda lunga
Inviati: 3211
 Re: Affondamento preventivo
Però! Sto rivalutando quei due riquadri nell'intervista sul giornale (sempre minuscolo):

La Cia parallela creata in Vietnam

Attraverso i gesuiti ho conosciuto
alcuni agenti pentiti.
Le Torri
crollate furono tre, non due:
una era stata minata.
Mohamed Atta
sniffava cocaina, beveva alcol
e mangiava cotolette di maiale


Sul volo AA77 non c’erano arabi

Cancellata la scena del crimine:
s’è indagato su appena 240 reperti.
L’autoattentato con l’aereo era già
stato suggerito a Kennedy per la crisi
di Cuba. Luttwak mi disse: "Saddam
deve tornare all’età della pietra"

Se uno leggesse solamente i due trafiletti saremmo a posto!
hi-speed

Cosa Sta Succedendo? Madre, madre Ci sono troppi di voi che piangono Fratello, fratello, fratello Ci sono troppi di voi che stanno morendo Sai che dobbiamo trovare una maniera Per portare un pò di amore qui oggi
AG
Inviato: 14/12/2005 19:55  Aggiornato: 14/12/2005 19:55
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/7/2005
Da: Torino
Inviati: 194
 Re: Affondamento preventivo
"Bene o male purchè se ne parli" in questo caso non mi convince affatto. O meglio... Sono d'accordo sul fatto che sia un bene che finalmente venga alla ribalta la verità seppur mascherata, ma certo è che il modo in cui questa verità viene presentata la porta ad essere ridicolizzata.
Mi starebbe anche bene se poi spuntasse fuori un qualche giornalista con i contro...fiocchi... a confutare questa ridicolizzazione, apportando alla sua tesi l'oggettività dei fatti che fa da fondamenta a tutta la documentazione sull'11/9 di LC...
Il problema è che un simile giornalista con lo stesso bacino di utenza del Lorenzetto io non lo vedo...
In fin dei conti, secondo me, un bell'autogol!

SWE
Inviato: 14/12/2005 20:33  Aggiornato: 14/12/2005 20:33
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 744
 Re: Affondamento preventivo
****

Eh no , scusate !
Si può sapere perchè si continua incollare tutta ' sta robba in inglese ?
L'abbiamo capito che conoscete già molto bene la lingua dei "conquistatori"
ma si da il caso che , almeno per il momento - nonostante la nostra indiscussa condizione
di colonia americana – gli occupanti ancora ci permettono generosamente, di comunicare fra di noi in italiano

Non so cosa ne pensano gli altri utenti del sito ma, per quanto mi riguarda,
io mi sento tagliata fuori dalla discussione .
Non è un grave danno, per carità, però se volete continuare
la conversazione fra di voi ditelo così uno si regola !

优质胡萝卜汁加工技术
研究项目通过鉴定

( trad : ce fate capì pure a noi ?)

教育新闻
( trad : emanuela)

Krya
Inviato: 14/12/2005 20:41  Aggiornato: 14/12/2005 20:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/8/2005
Da: Toscana
Inviati: 438
 Re: Affondamento preventivo
Citazione:
Si può sapere perchè si continua incollare tutta ' sta robba in inglese ?

Emanuela, scusa ma la robbba in inglese c'entra poco, io ho trovato un'inesattezza su un articolo di Blondet, cosa da poco, ed ho postato, Pax ha postato la stessa cosa per dimostrarmi che sbagliavo, ed io a mia volte ho ripostato la stessa-stessa cosa per dimostrare che mi stava tirando un pacco.

Quindi il contendere non era la parte in lingua, ma il discorso sull'esattezza delle fonti.

In pratica è uscito che uno prende un mio post ed afferma cha M.M dice che....
non lo troveri corretto nè giusto, che dici?

Scusami se è sembrato diversamente.

Riccardo

Ci sono crimini peggiori del bruciare libri, uno di questi è non leggerli. (brodsky)
Paxtibi
Inviato: 14/12/2005 20:42  Aggiornato: 14/12/2005 20:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Affondamento preventivo
Emanuela, scusa tanto ma non ho tempo di tradurre tutte le notizie che trovo.
In italiano purtroppo si trova poco, poi a voi se le scrive Blondet non va bene, di Fini neanche a parlarne, facciamo che mettere un link fisso a Giulietto Chiesa e chi s'è visto s'è visto.

Perché non usi babelfish come tutti?

Per chiudere con Harring, si tratta di un giornalista, non del Washington Post, ma del gruppo TRB.
Non mi pare un errore da matita rossa.
Soprattutto se lo fa notare chi solitamente sorvola su menzogne ben più gravi, come giustamente notava Santa.

Mai sentita la storia della pagliuzza e della trave? Ah, già, non rispondetemi, lo so: la "fonte" non va bene...

Krya
Inviato: 14/12/2005 20:56  Aggiornato: 14/12/2005 20:56
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/8/2005
Da: Toscana
Inviati: 438
 Re: Affondamento preventivo
Citazione:
Non mi pare un errore da matita rossa.


mai usate nè matite rosse nè blu, era solo una costatazione portata ad esempio.


Citazione:
Soprattutto se lo fa notare chi solitamente sorvola su menzogne ben più gravi, come giustamente notava Santa.


Sento rumore di unghie sugli specchi

Citazione:
Mai sentita la storia della pagliuzza e della trave? Ah, già, non rispondetemi, lo so: la "fonte" non va bene...


ma non puoi pretendere di averle tutte vinte che diamine.

E pensa che se leggi bene, avevo fatto un discorso generale, mentre è spropositata la vostra reazione se vi rileggete.

Come non mi fido di chi vuole convincermi che nulla è successo, così non mi fido di chi mi dice che sà esattamente cosa è successo, comunque" lo so: la "fonte"non va bene...", dovrebbe essere più grave per te che per me.

Ma siete permalosi forte.....

Riccardo

Ci sono crimini peggiori del bruciare libri, uno di questi è non leggerli. (brodsky)
Paxtibi
Inviato: 14/12/2005 21:01  Aggiornato: 14/12/2005 21:01
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Affondamento preventivo
Perché non "ci" rileggi anche tu, ci sono diverse domande a cui ancora non hai risposto, e non parlo solo di questo thread.

SWE
Inviato: 14/12/2005 21:12  Aggiornato: 14/12/2005 21:12
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 744
 Re: Affondamento preventivo
****
Riccardo,
che si trattasse de 'na sòla l'avevo intuito ma non ne avevo capito i termini quindi capisci bene che uno ci resta un po' così...come dire... come un fesso ?

Paxtibi
Citazione:
Perché non usi babelfish come tutti?
ì
Cooosa ? Ma tu hai voglia di scherzare, vero ?
Ci manca pure che adesso sto incollata al pc anche per tradurre i mallopponi che ci propini per illuminare le nostri menti ottenebrate sommergendoci di link e di copiaincolla !

Guarda che le discussioni su questo sito le trovo assai utili ma, graziaddio, nella vita ho anche "altre "cose altrettanto utili da fare,

Comunque grazie per esserti preoccupato di fornirmi gli strumenti per ridurre la mia "inaccettabile" ignoranza della lingua inglese ( che - come Massimo sa bene - mi rifiuto d'imparare perchè la ritengo il " linguaggio dei bottegai.".. dimmi snob, tant'è !)

Baci baci
emanuela

Krya
Inviato: 14/12/2005 21:31  Aggiornato: 14/12/2005 21:34
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/8/2005
Da: Toscana
Inviati: 438
 Re: Affondamento preventivo
Citazione:
Perché non "ci" rileggi anche tu, ci sono diverse domande a cui ancora non hai risposto, e non parlo solo di questo thread


Questa è cattiva, e ti rispondo con un, non ho risposte a molte domande, perchè alcune cose le ignoro.

E ti rispondo anche che la cosa, ad essere precisi, è più grave di una matita rossa, perchè:

Posted by: Brian Harring | Nov 8, 2005 4:34:08 PM (ORIGINALE)

Brian Harring: Washington Post, Nov 8, 2005 (TAROCCO)

taroccare una fonte in questo modo, non è un mero errore, soprattutto se è l'incipit di un ragionamento, da cui derivano precise conclusioni, visti i fatti che la fonte riporta, è una FRODE, perchè hai modificato intenzionalmente.

Se io scrivo un commento ad un articolo,su Repubblica (esempio) che parla male dei cinesi dicendo che vorrei nuclearizzarli, e riporti:

Da Repubblica XX/XX/05

Krya wrote:

I Cinesi vanno nuclearizzati,

Come riporta il giornalista di Repubblica, che avvalora la mia ipotesi che i cinesi vanno segati/cut

Ho fatto un'operazione gravissima, se per voi non è così, allora si che esistono 2 pesi e 2 misure

Riccardo

ps

Io l'avrei finita 3 post fà, ma neanche l'evidenza basta.

Ci sono crimini peggiori del bruciare libri, uno di questi è non leggerli. (brodsky)
Paxtibi
Inviato: 14/12/2005 21:33  Aggiornato: 14/12/2005 21:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Affondamento preventivo
Ci manca pure che adesso sto incollata al pc anche per tradurre i mallopponi che ci propini per illuminare le nostri menti ottenebrate sommergendoci di link e di copiaincolla !

Allora, semplicemente, non leggerli.

Guarda che le discussioni su questo sito le trovo assai utili ma, graziaddio, nella vita ho anche "altre "cose altrettanto utili da fare,

Anch'io avrei parecchie altre cose da fare, ma ognuno ha le sue priorità. Per me quello che cerco di fare qui è importante, per te è probabilmente solo un passatempo come un altro. Non vedo però come puoi pretendere di dirmi quello che devo postare o meno.

Buon divertimento.

Paxtibi
Inviato: 14/12/2005 21:36  Aggiornato: 14/12/2005 21:36
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Affondamento preventivo
Il pezzo l'ho riportato da qui:

http://www.thetruthseeker.co.uk/article.asp?ID=3812

Scusa tanto per l'imprecisione.

Krya
Inviato: 14/12/2005 21:42  Aggiornato: 14/12/2005 21:42
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/8/2005
Da: Toscana
Inviati: 438
 Re: Affondamento preventivo
Pax.... Pace

Avrebbe fregato anche me, ma ti assicuro che il tipo non scrive sul WP, se non come noi scriviamo su LC.


Non ti arrabbiare, ora vado a casa e cerco di destressarmi da una giornata orribile.

Spero che capirai perchè cerco il rigore sulle fonti, si parla di cose delicate, e nessuno, su queste cose ci farebbe sconti.

Un abbraccio

Riccardo

Ci sono crimini peggiori del bruciare libri, uno di questi è non leggerli. (brodsky)
SWE
Inviato: 14/12/2005 21:59  Aggiornato: 14/12/2005 22:01
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 744
 Re: Affondamento preventivo
****

Citazione:
Allora, semplicemente, non leggerli

difatti non li leggo

Citazione:
Per me quello che cerco di fare qui è importante,

...e allora cerca di essere meno palloso e soprattutto meno presuntuoso perchè va a finire che non ti si legge neanche se scrivi in italiano e così la tua "missione" va a farsi benedire....

Posta pure quello che ti pare ma lascia che poi gli altri facciano le osservazioni che vogliono.
O non ti va bene neanche questo ?
Alla faccia dell'anarchia !

em.

frankad
Inviato: 14/12/2005 22:06  Aggiornato: 14/12/2005 22:11
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 10/10/2005
Da: ICHNOS
Inviati: 1921
 Re: Affondamento preventivo
Ciao.

La visione della situazione di Manuela mi porta dalla sua parte per una ragione che non ho visto sottolineata da nessuno.
Dimenticati i nostri giovani? Abbiamo discusso poco tempo fa, li abbiamo sentiti entusiasti ed affaticati nel tentativo di seguire discussioni complesse, siamo rimasti a bocca aperta per le loro considerazioni. Crediamo in loro? Facciamo il possibile, dico il possibile nel rispetto delle discussioni e del loro valore e sostanza per andargli incontro, o no? E' questa la giusta via di mezzo?

Franco

La democrazia è il sistema perfetto per tenere mansueti e silenziosi i cittadini, facendo loro credere di possedere un potere di scelta che in realtà non hanno e non hanno mai avuto.
Paxtibi
Inviato: 14/12/2005 22:33  Aggiornato: 14/12/2005 22:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Affondamento preventivo
E agli stranieri, che magari l'italiano lo capiscono poco, non ci vogliamo pensare?

frankad
Inviato: 14/12/2005 22:39  Aggiornato: 14/12/2005 22:39
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 10/10/2005
Da: ICHNOS
Inviati: 1921
 Re: Affondamento preventivo
Ciao Pax.

Sarà una deformazione "personale" ma credo che io e te nella nostra "vita utile" non saremo in grado di cambiare il mondo, è una questione di tempo. Forse potremo impostare delle "cose", del resto lo stiamo già facendo. Qualcuno dovrà pur continuare. Gli stranieri oppure i nostri ragazzi?

La democrazia è il sistema perfetto per tenere mansueti e silenziosi i cittadini, facendo loro credere di possedere un potere di scelta che in realtà non hanno e non hanno mai avuto.
gobbo
Inviato: 14/12/2005 22:41  Aggiornato: 14/12/2005 22:41
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 19/9/2005
Da: Neverland
Inviati: 1347
 Re: Affondamento preventivo
Si, ma non è il caso tuo Pax?

I LINK.VOGLIO VEDERE I LINK,PLEASE.
Santaruina
Inviato: 14/12/2005 23:01  Aggiornato: 14/12/2005 23:01
Sono certo di non sapere
Iscritto: 13/10/2004
Da: Sud Europa
Inviati: 5123
 Re: Affondamento preventivo
Una veloce considerazione su questi ultimi scambi prima di passare oltre.

innanzitutto:

Eh no , scusate !
Si può sapere perchè si continua incollare tutta ' sta robba in inglese ?
L'abbiamo capito che conoscete già molto bene la lingua dei "conquistatori"
ma si da il caso che , almeno per il momento - nonostante la nostra indiscussa condizione
di colonia americana – gli occupanti ancora ci permettono generosamente, di comunicare fra di noi in italiano


Sinceramente la forma di questa considerazione mi pare eccessivamente provocatoria e fuori luogo.
E’ così che si rischia di rovinare le discussioni.

Sulla questione link in inglese, bisogna ammettere che nella “lingua dell’impero” si trova del materiale in quantità infinitamente superiore che in Italiano.

E per dare a Cesare quello che è di Cesare, Pax più volte ha riassunto articoli interessanti traducendoli dall’inglese all’italiano, io stesso ho tradotto una decina di pagine sintetizzando un ottimo articolo sull’ONU dedicandoci del tempo perché mi sembravano essenziali le informazioni che vi erano contenute.

Chi dedica del tempo in queste attività è perché le ritiene importanti, chi crede di avere di meglio da fare è pregato almeno di non farlo notare in modo così sprezzante.

Ci sono migliaia di forum “leggeri”, chi è qua è perché ha fatto una scelta.

Noi facciamo di tutto per rendere fruibili le informazioni, lo sforzo deve essere però di tutti.

E il primo sforzo deve essere quello di mantenere i toni calmi.

________

p.s.:Riccardo, quando hai tempo fammi sapere che ne pensi della mia risposta alle tue considerazioni su Blondet, post delle 18.27.
L’ho scritto col cuore e tu l’hai saltato a piè pari…

Blessed be

-o- Ama e fa' ciò che vuoi -o-
Ashoka
Inviato: 14/12/2005 23:03  Aggiornato: 14/12/2005 23:03
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/7/2005
Da:
Inviati: 3660
 Re: Affondamento preventivo
parlarne male purche' se ne parli

verissimo ma.. nell'articolo se ne parla? Da come e' impaginato il tutto il rischio che l'articolo non venga letto per niente o che venga letto solo il titolo o poco piu' e' grande...

dopotutto la frase piu' citata di Machiavelli e' "il fine giustifica i mezzi" e non l'ha mai scritta...

Questo articolo mi riporta alla mente una recensione di un libro, pubblicata poco tempo fa sulla Stampa, che tratta di leggende metropolitane. Indovinate qual era la prima citata?

Nessun ebreo e' morto l'11 settembre

e si continuava dicendo questa, come molte altre false leggende su quel tragico giorno, che circolano su Internet. Il lettore che non ha prima esaminato, vagliato, verificato i fatti cosa potra' mai pensare delle tesi di Blondet se non che siano le famigerate... false leggende?

Ashoka

goldstein
Inviato: 14/12/2005 23:05  Aggiornato: 14/12/2005 23:06
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 4/11/2004
Da:
Inviati: 2827
 Re: Affondamento preventivo
..e allora cerca di essere meno palloso e soprattutto meno presuntuoso perchè va a finire che non ti si legge neanche se scrivi in italiano e così la tua "missione" va a farsi benedire....

Emanuela, vorrei farti notare che stai prendendotela proprio con uno dei pochi del sito (e si contano sulle dita di una mano) che spesso, o quando serve, sacrifica il proprio tempo per tradurre articoli dai siti esteri per postarli nel forum, cosi da consentirne a tutti la lettura.
Perche' c'e' poco da fare, la maggior parte degli articoli e delle analisi interessanti non sono in italiano.
Tradurre sempre non e' possibile, e riportare stralci in inglese diventa inevitabile.
E visto che parliamo di Blondet: e' proprio grazie a lui che anche chi si informa in internet e non conosce l'inglese puo' venire a conoscenza di certe notizie ed informazioni di intelligence.
Qualche volta potra' sbagliarsi, e mi sembra ovvio: Blondet crede in Dio, ma non e' Dio.
Riguardo all'articolo, come ho gia' accennato mi sembra avere un effetto decisamente negativo sul lettore medio di quel giornale, che peraltro non reputo mediamente cosi colto ed arguto come qualcuno osa sperare.
Se ci illudiamo poi che leggere risposte come "Ma Atta era certamente piu' bravo" porti l'ignaro lettore a dare piu' credito ad uno etichettato come "Cospirazionista planetario", non staremmo di certo su questo sito ad esporre certe versioni ufficiali degne della penna dei fratelli Grimm.
Cosa che Blondet fa da piu' tempo di tutti noi messi insieme (vedere l'ottima trilogia "complotti" gia' segnalata da Santaruina), e solo per questo meriterebbe il nostro silenzioso applauso.

manolete
Inviato: 14/12/2005 23:12  Aggiornato: 14/12/2005 23:12
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/2/2005
Da:
Inviati: 470
 Re: Affondamento preventivo
Salute/i a tutte/i.

Santaruina y Paxtibi: clap, clap, clap: ovacìon, orejas y rabo.

Goldstein: eres un gran alcalde!

Suerte a todos,
manolete

neno
Inviato: 14/12/2005 23:16  Aggiornato: 14/12/2005 23:27
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/10/2005
Da:
Inviati: 80
 Re: Affondamento preventivo
Perchè questa intervista a "il Giornale" da parte di Blondet ?
Provo a dare una chiave di lettura un pò all'ingrosso .
Blondet è di "destra" , Il Giornale è di destra ma anche Il Foglio è di destra e Ferrara è di destra così come Jmmy Walter è di destra e la cricca dei neo-con
sono di destra .

Dal momento che emergono tante falle nella ricostruzione uficiale dell'11 Settembre ,in gran parte "movimentate" da siti ecc.... identificabili con la sinistra,con i "comunisti" , gli "atei " i gay e chi più ne ha più ne metta .......................
NOI che siamo portatori di una serie di valori ,di idee , di tradizioni culturali ,sociali, politiche religiose dobbiamo fare in modo che la "PIENA" quando avverrà (io penso che ci sarà prima o poi ) non travolga tutto e tutti ma possa salvare qualcosa di quello in cui crediamo e possa buttare a mare sola la cricca dei criminali,guerrafondai di Bush e soci.

Per farla breve : non lasciare che la verità sia scoperchiata da quanti ( luogocomune fra essi) hanno una visione del mondo contrapposta alla nostra.

Data per plausibile questa spiegazione si capisce "l'ostilità" o meglio l'indifferenza di Blondet nei confronti dell'enorme lavoro portato avanti da Mazzucco e c. e/o altre cose del genere .

Benpensanti/borghesi/liberali a giorni alterni/monopolisti/industrialotti della Brianza state attenti che una cricca di criminali ha organizzato tutto questo non per difendere i valori in cui crediamo ma per affari loro e se non ne prendiamo atto in tempo i "bolscevici" fanno caput .

Su altro sono d'accordissimo con Emanuela specialmente per quanto riguarda Paxtibi : bravissimo,preparatissimo,intelligentissimo,documentatissimo ma che vuole avere sempre ragione lui .
Quando si trova in difficoltà ti rifila una serie di link in inglese come a dire lascia stare e rimane nella tua ignoranza .....ed in effetti io decido di ignorarlo .
Pur con tutto il rispetto e la stima passo oltre i suoi chilometrici commenti.

Basta poco per farmi contento ....hanno arrestato GIAMPI !!!
Forse è per questo che il PADANO Calderoli ed il PADANO Castelli se l'erano presa
tanto con la dott. Forleo per la storia dei marocchini terroristi .
A loro non gliene frega un cazzo dei terroristi , dei marocchini , degli immigrati , dei padani .......... hanno a cuore ben altro!

manolete
Inviato: 14/12/2005 23:22  Aggiornato: 14/12/2005 23:22
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/2/2005
Da:
Inviati: 470
 Re: Affondamento preventivo
Citazione:
Su altro sono d'accordissimo con Emanuela specialmente per quanto riguarda Paxtibi : bravissimo,preparatissimo,intelligentissimo,documentatissimo ma che vuole avere sempre ragione lui .
Quando si trova in difficoltà ti rifila una serie di link in inglese come a dire lascia stare e rimane nella tua ignoranza .....ed in effetti io decido di ignorarlo .
Pur con tutto il rispetto e la stima passo oltre i suoi chilometrici commenti.


Hay, que malo camino!

Suerte,
manolete

Kolza
Inviato: 14/12/2005 23:46  Aggiornato: 14/12/2005 23:46
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/6/2004
Da: MMMMMMonza
Inviati: 916
 Re: Affondamento preventivo
Per Ashoka:
Anch'io considero strano che Blondet non abbia mai citato il Macchiavelli così caro ai nazicons (quello del Principe - il fine giustifica i mezzi). Neanche il Guicciardini delle "oscure machinazioni" è stato utilizzato nell'intervista. Ma si sa, non bisogna pretendere troppo, visti i debunker nostrani (c'è ancora chi crede a Lee Harvey Oswald ) e quelli d'oltreoceano (basta vedere l'ultimo Pipes ).
Il libro in questione è l'ennesima opera antibufala del CICAP, o meglio dell'esimio Paolo Toselli. Si chiama 11 settembre - Leggende di guerra ed è edito dalla Avverbi (casa editrice CICAP). L'ho letto in 20 minuti: si vede che è stato buttato lì in qualche settimana, perchè non ci sono hard facts, ma solo illazioni, congetture lontane mille miglia da quanto si tratta in libri ben più impegnativi (come Meyssan). Nonostante ciò ha servito la causa dei debunker, che il CICAP sta prendendo sempre più a cuore (basta vedere i toni di certi suoi membri su fatti non certo paranormali ). Mi sembrano tanto gli Uomini in Nero di Martin Mystere.

Per Neno:
Concordo con la tua interpretazione. Il bubbone sta per scoppiare e certuni stanno iniziando l'operazione "Paramose er diddietro". In tempi elettorali basta un articolo a doppio senso per ingraziarsi i vincitori...

Saludos a Todos
Kolza

Paxtibi
Inviato: 14/12/2005 23:59  Aggiornato: 14/12/2005 23:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Affondamento preventivo
Il bubbone sta per scoppiare e certuni stanno iniziando l'operazione "Paramose er diddietro". In tempi elettorali basta un articolo a doppio senso per ingraziarsi i vincitori...

Sai le risate se la destra, sacrificando magari il Berlusca, tira fuori la verità prima della sinistra?

neno
Inviato: 15/12/2005 0:01  Aggiornato: 15/12/2005 0:19
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/10/2005
Da:
Inviati: 80
 Re: Affondamento preventivo
Per Paxtibi .... passando per Manolete

Chiarisco meglio per non sembrare offensivo riconoscendo l'enorme
contributo che Paxtibi dà al sito ed alla discussione .
Questo non vuol dire che pur di difendere la sue opinioni debba citare una serie di articoli o altro in inglese poichè impedisce all'interlocutore che non conosce l'inglese di poter continuare la discussione .
E' pur vero che non può nemmeno tradurre tutto ma magari fare uno sforzo di sintesi che aiuta anche gli altri a dialogare ed a crescere nella discussione.
Se poi una opinione così rispettosa suscita la permalosità di qualcuno potrei provare a rinverdire le mie conoscenze di latino : non mi pare il caso.

P.S. - a conferma della mia buona fede nel dire quello che ho detto ho preso atto di una sua risposta ad un mio intervento sulla questione petrolio/dollaro ecc....e lo ringrazio di cuore .

goldstein
Inviato: 15/12/2005 0:19  Aggiornato: 15/12/2005 0:25
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 4/11/2004
Da:
Inviati: 2827
 Re: Affondamento preventivo
E se torna sui suoi passi perfino Michael Moore...
Era ospite (non so la data precisa, perlomeno a me l'informazione e' nuova) di una chat di Channel4.

Marc: Prima della proiezione di Fahrenheit 911, hai sostenuto di avere il video dell'aereo che ha colpito il Pentagono e di volerlo includere nel film. Ancora oggi, quel video non e' visto. Lo hai ancora e, nel caso, perche' non l'hai mostrato al mondo? Grazie.

Michael Moore: E' proprio il contrario. Ho detto che non ho il video e che nessuno l'ha visto, e non e' strano tutto cio'? ... Abbiamo visto gli arei impattare le torri un migliaio di volte e, avendo filmato dalle parti del Pentagono, ho notato che il tetto ed il parcheggio sono circondate da almeno un centinaio di telecamere, se non di piu'. DEVONO esistere delle riprese da numerose angolature e non ce le hanno mai fatte vedere. Perche' questo? Con questo non voglio dire che non ci sia stato un aereo. Sto dicendo che c'e' un motivo per il quale il Governo non vuole che il mondo veda l'aereo che ha colpito il Pentagono, e mi piacerebbe conoscerla.


Ricordo a tutti che Moore non solo ha girato la nota opera di disinformazione sull'11 settembre chiamata Fahrenheit 911, ma che ha anche spesso evitato parecchie domande scomode.
Alex Jones (uno che aveva messo in guardia dall'imminente attacco di "Bin Laden" - altro che Condoleeza Rice - vedere il weekly report del 25-7-2001) una volta lo avvicino' in mezzo ad una folla di gente e gli chiese: "Michael, perche' non hai parlato della difesa aerea, del NORAD?" e Moore rispose, "Perche' sarebbe stato anti-americano"; la scena e' inclusa nel penultimo film di Jones, "Martial Law 9/11".

freemind
Inviato: 15/12/2005 0:27  Aggiornato: 15/12/2005 0:29
Mi sento vacillare
Iscritto: 17/6/2004
Da:
Inviati: 380
 Re: Affondamento preventivo
Quando uno fa un pezzo di strada con un compagno di viaggio accanto per non rompersi le palle alla svelta e finire per prendere traiettorie divergenti occorre che ci sia un po' di sintonia, qualcosa che si condivide, visioni del mondo, sogni, valori...
Con Blondet potrei percorrere al massimo il percorso fra due fermate d'autobus.
Leviamo l'argomento 911. Cosa resta? Parliamo di Aborto? Di Unioni fra gay? Parliamo di Ratzinger? Di Lefebvre? Litigheremmo su tutto INCONCILIABILMENTE.
Cosa ci trovate di tanto fascinoso in un reazionario di tal fatta, secondo solo (forse) a Socci?
Davvero non mi basta saperlo su posizioni coincidenti sull'11 settembre.
Ribadisco che non MI PIACE.
ed ora vado rapido come un siluro a fiondarmi nel letto.
Buona notte a tutti, amici, vi leggerò domani.

Noi non ci realizziamo mai. Siamo due abissi: un pozzo che fissa il cielo - FERNANDO PESSOA
goldstein
Inviato: 15/12/2005 0:28  Aggiornato: 15/12/2005 0:28
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 4/11/2004
Da:
Inviati: 2827
 Re: Affondamento preventivo
Freemind: io considero Blondet uno scrittore, e non un compagno di strada.
Te quali dei suoi libri hai letto?

freemind
Inviato: 15/12/2005 0:32  Aggiornato: 15/12/2005 0:32
Mi sento vacillare
Iscritto: 17/6/2004
Da:
Inviati: 380
 Re: Affondamento preventivo
Freemind: io considero Blondet uno scrittore, e non un compagno di strada.

nessuno, mica uno può leggere tutto. Nella scaletta delle mie prossime letture è posizionato sì e no fra 3 milioni di autori, all'incirca fra Susanna Tamaro e Dan Brown.

Detto questo, può non piacermi lo stesso?

Noi non ci realizziamo mai. Siamo due abissi: un pozzo che fissa il cielo - FERNANDO PESSOA
Paxtibi
Inviato: 15/12/2005 0:33  Aggiornato: 15/12/2005 0:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Affondamento preventivo
Questo non vuol dire che pur di difendere la sue opinioni debba citare una serie di articoli o altro in inglese poichè impedisce all'interlocutore che non conosce l'inglese di poter continuare la discussione .

Neno, io cerco sempre, nel limite del possibile, di postare in italiano, o di tradurre.
Chiaro che nella foga di una discussione spesso questo tempo non c'è, ma se i dati che supportano una mia opinione li trovo solo in inglese, che faccio, non li posto?
Io preferisco postare, chi sa l'inglese - o altre lingue, a volte ho postato in spagnolo - capisce, chi è interessato e ha tempo può usare babelfish, chi è interessato e non ha tempo di provare a tradurselo può sempre gentilmente chiedere se lo posso fare io: non ho mai avuto problemi a farlo. Certo che se nessuno chiede niente perché si sente offeso dalla lingua dell'impero (e guarda che a me l'inglese non piace per niente!) o perché preferisce ignorare, è una decisione sua.

Personalmente io mi sforzo di leggere tutti gli interventi, e se qualcosa non lo capisco chiedo spiegazioni.
____________________________

E se torna sui suoi passi perfino Michael Moore...

Questo Michael Moore?


goldstein
Inviato: 15/12/2005 0:45  Aggiornato: 15/12/2005 0:45
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 4/11/2004
Da:
Inviati: 2827
 Re: Affondamento preventivo
Freemind, poteva non piacerti anche prima: attieniti pero' alla mera antipatia personale.
Su cosa abbia da dire Blondet ti consiglio di coltivare il beneficio del dubbio, se no fai come Attivissimo che sconfessa Meyssan senza averne letto il libro.
Io la penso diversamente da lui su alcuni temi, tra cui l'aborto da te stesso citato, ed anche sull'11 settembre di divergenze ne ho diverse; eppure te credi che (solo) su quell'argomento ti ci intenderesti, vedi che sbagli che si fanno a criticare senza conoscere...
Mi fermo qui, ti lascio andare a letto, buonanotte.

freemind
Inviato: 15/12/2005 0:53  Aggiornato: 15/12/2005 0:53
Mi sento vacillare
Iscritto: 17/6/2004
Da:
Inviati: 380
 Re: Affondamento preventivo
A' Pax, ma le tue fonti sono TUTTE di destra? Va bene essere laici, moderni, superare gli steccati, non ascoltare sempre solo UNA campana (come giustamente critichi spesso tu per indymedia).
Ora mi citi Peter Schweizer.
Ma com'è che tu dai credito SOLTANTO ai siti ed agli autori di destra? Non ti ho mai visto postare qualcosa di diverso.
Ma non ne trovi mai neanche uno che ti va a genio?

Noi non ci realizziamo mai. Siamo due abissi: un pozzo che fissa il cielo - FERNANDO PESSOA
Paxtibi
Inviato: 15/12/2005 0:58  Aggiornato: 15/12/2005 0:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Affondamento preventivo

freemind
Inviato: 15/12/2005 1:01  Aggiornato: 15/12/2005 1:01
Mi sento vacillare
Iscritto: 17/6/2004
Da:
Inviati: 380
 Re: Affondamento preventivo
Freemind, poteva non piacerti anche prima: attieniti pero' alla mera antipatia personale.

E perché? Non mi piace quello che dice, ciò mi basta e avanza per non ardere dalla voglia di leggere i suoi libri. Il verbo attieniti è coniugato all'imperativo. Spero che fosse solo un consiglio da parte tua e non un ordine, di sicuro molto meno simpatico da ricevere.

Su cosa abbia da dire Blondet ti consiglio di coltivare il beneficio del dubbio, se no fai come Attivissimo che sconfessa Meyssan senza averne letto il libro.

Però io ho detto solo che non mi piace, non che dice stupidaggini o falsità. ti chiedo quindi di legger meglio le cose che ho scritto prima di criticarmi o di paragonarmi ad Attivissimo.

vedi che sbagli che si fanno a criticare senza conoscere...

Vedi che sbagli che si fanno quando non si legge con attenzione...

Noi non ci realizziamo mai. Siamo due abissi: un pozzo che fissa il cielo - FERNANDO PESSOA
Paxtibi
Inviato: 15/12/2005 1:09  Aggiornato: 15/12/2005 1:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Affondamento preventivo
Se no, c'è anche Indymedia.
A dir la verità era una delle notizie bomba degli ultimi tempi.

Google: Results 1 - 10 of about 51,300 for moore owns halliburton stock.

freemind
Inviato: 15/12/2005 1:11  Aggiornato: 15/12/2005 1:13
Mi sento vacillare
Iscritto: 17/6/2004
Da:
Inviati: 380
 Re: Affondamento preventivo
Dai, Pax, non fare l'offeso!. Un po' scherzavo...
Anche se il sospetto a volte ce l'ho. L'idea che mi sono fatto di te leggendo i tuoi post è di un ragazzo vispo, molto intelligente, colto, ma anche un po' di destra, del tipo anarco individualista.
Io sono un marxiano di ferro, uno che dopo mille peregrinazioni e dubbi ritorna sempre alla casa madre (la mia, è ovvio).
Però rilevo, in generale, questo: Tendiamo a dar credito (forse anche senza volerlo sino in fondo) ad alcune fonti lasciando il resto più sullo sfondo.
Io confesso che il sito di Blondet proprio lo evito, mi viene l'orticaria.
Mentre poi passo un bel po' in siti come Aurora, Indymedia, Comedonchisciotte. Lo so, è la solita minestra, ma credo che sia un vizio diffuso, come dicevo prima.
Infine un sito che proprio non digerisco: disinformazione punto qualcosa.
E' di quel genere che non sopporto: medicine alternative (a proposito, un altro ossimoro: CURE OMEOPATICHE), alieni nei reperti archeologici ed Atlantide: spazzatura!
Ed ora vado a nanna sul serio.
buona notte a tutti.

Noi non ci realizziamo mai. Siamo due abissi: un pozzo che fissa il cielo - FERNANDO PESSOA
Paxtibi
Inviato: 15/12/2005 1:29  Aggiornato: 15/12/2005 1:29
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Affondamento preventivo
L'idea che mi sono fatto di te leggendo i tuoi post è di un ragazzo vispo, molto intelligente, colto, ma anche un po' di destra, del tipo anarco individualista.

A parte il ragazzo, che insomma, lo prendo come complimento , ma come fa un anarco-individualista ad essere di destra? Un altro ossimoro?
Io non voglio capi, non voglio ordini, se qualcuno vuole qualcosa da me me lo chiede per piacere.
Destra e sinistra per me sono le due fauci della tagliola, non vedo differenze sostanziali.

Per quanto riguarda le fonti, ho linkato anche da siti marxisti "hardcore", cerco solo di controllare che i dati che riportano siano corretti.
Non ho pregiudizi, e questo nella ricerca aiuta.
Del resto, anche un sito come comedonchisciotte ospita spesso e volentieri articoli di Fini, ora c'è anche Sbancor che consiglia di non votare...

Del resto, basta che Blondet non voglia imporre la sua visione del mondo a te, e tu a lui, e tutto andrà bene.
Ma soprattutto, basta che non vogliate imporre niente a me!


Redazione
Inviato: 15/12/2005 4:26  Aggiornato: 15/12/2005 4:32
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Affondamento preventivo
Approfitto della notte (vostra) per proporre una tregua simultanea sui vari fronti di questa discussione. Non solo mi sembra che l'argomento principale sia stato abbondantemente approfondito, ma quelli collaterali mi paiono di tutto meno che costruttivi. (E faccio notare che io sono uno di quelli che ne esce bastonato, in questo caso).

Per quel che riguarda la faccenda dell'inglese, Emanuela aveva già avuto una risposta simile circa un anno fa, e le cose non sono cambiate affatto, anzi. Come già dettole da altri, i materiali in lingua inglese sono 100 volte di più di quelli in lingua italiana, e purtroppo spesso anche molto più interessanti. Visto il ricorso relativamente ristretto che ne viene fatto dai vari utenti, e visti gli sforzi di tutti facciamo comunque per tradurre, quando possibile, direi che Manuela pone un problema che non esiste nemmeno.

Ringrazio comunque pax per non aver reagito ai suoi apprezzamenti personali: palloso e presuntuoso sarebbero stati sufficienti a molti altri per scatenare un inutile battibecco.

Ciò detto, mi sembra che la soluzione a questa lunghissima discussione possa essere una soltanto, ed è semplicissima: scriviamo a Blondet, gli spieghiamo che ci siamo scannati per due giorni nel dilemma, e gli chiediamo a) perché ha concesso l'intervista, e b) se ritiene che sia più un bene che un male che un certo tipo di notizie sull'11 settembre, che noi consideriamo vere, siano comunque andate in circolazione, anche se in maniera decisamente scorretta.

Che ne dite?

Se non altro, potrebbe essere un modo come un altro per aprire un dialogo potenzialmente utile riguardo alla causa che ci accomuna.

MaxFico
Inviato: 15/12/2005 7:52  Aggiornato: 15/12/2005 7:52
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/6/2004
Da: Cupramontana
Inviati: 57
 Re: Affondamento preventivo
"E' di quel genere che non sopporto: medicine alternative (a proposito, un altro ossimoro: CURE OMEOPATICHE), alieni nei reperti archeologici ed Atlantide: spazzatura!"

Medicine Alternative ( Alternative a cosa, alla Medicina con la M maiuscola? )
Archeologia alternativa ( a quella Vera che ci insegnano a scuola.....? )

Spero che la notte ti porti consiglio.....

Ciao Massimiliano

il tragitto è sempre più interessante della meta
Kolza
Inviato: 15/12/2005 8:42  Aggiornato: 15/12/2005 8:53
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/6/2004
Da: MMMMMMonza
Inviati: 916
 Re: Affondamento preventivo
Una chiusura generale ai miei post la pongo... (Scribendum Est)

Blondet non ha scritto solo di vetero-cattolicesimo, ma anche di potentati bancari (Schiavi delle Banche), di Teoria dell'Evoluzione (dovrebbero fischiare le orecchie agli evoluzionisti sfegatati, visto che elenca tutti i reperti che cozzano contro la tesi dominante) e di complotti (non per fare il paranoico, ma date un'occhiata alla trilogia omonima). Detto questo, può piacere o meno, ci si può prender un caffè insieme ma almeno bisogna riconoscergli un certo impegno letterario ed una dignità sconosciuta a gente come Dan Brown.
Visto che ho già parlato di oscurantismo razionalista (una nota associazione mentale e fisica), cari marxiani di ferro ricordatevi che ci sono scienziati mooolto di sinistra e mooolto di destra (oltre a quelli più equilibrati ) giunti alle stesse conclusioni (positive), sia sull'omeopatia che sull'archeologia. Ovviamente in contrasto con i dogmi dominanti. Ma penso che questa discussione sia degna di un nuovo post .

Saludos
Kolza

mc
Inviato: 15/12/2005 9:29  Aggiornato: 15/12/2005 9:29
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/5/2004
Da:
Inviati: 7222
 Re: Affondamento preventivo
...bravi, bravi : scannatevi come veri nemici. Tutti contro tutti... Giusto cosi'!

Quando sono stressato e' l'unico modo ... (eheh)

mc

padma
Inviato: 15/12/2005 11:10  Aggiornato: 15/12/2005 11:10
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/3/2005
Da: torino
Inviati: 416
 Re: Affondamento preventivo
Sono d'accordo con l'idea di massimo di risolvere la diatriba chiedendo a blondet stesso la questione.

Personalmente, continuo ad essere del pensiero che dall'articolo esce lui molto più forte dell'interlocutore a livello dialettico e di solidità argomentative. Ovviamente, per un lettore attento e che abbia voglia di approfondire. Comunque, l'articolo stesso, sia per l'impaginazione che per l'argomento mi sembra "accattivante", in grado di "farsi leggere" molto volentieri.

Detto questo ho comunque "apprezzato" chi ha fatto le pulci a Blondet, che anche a me fa venire qualche conato e qualche istinto violento (come ha detto qualcuno, è vero che non c'è solo l'11 settembre).
Se da un lato apprezzo molto chi come Santa ruina si dice grato chi come Blondet ha contribuito a fornire preziose informazioni in vari contesti, non riesco a non storcere il naso (ed è dire poco) di fronte ad uno che chiama gli omosessuali invertiti o finocchi pubblicamente e giudica i casi di aborto quali violenze carnali, aborto terapeutico per sindrome di Down, ecc. SOFISMI creati ad arte.

Anzi, proprio per questo vorrei capire a che gioco sta giocando, con quelli del giornale e con tutti.

The assumption that what currently exists must necessarily exist is the acid that corrodes all visionary thinking.
M.Bookchin
cacciucco
Inviato: 15/12/2005 11:12  Aggiornato: 15/12/2005 11:14
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/5/2005
Da: la terra
Inviati: 347
 Re: Affondamento preventivo
Carissimo Massimo,
>>Ciò detto, mi sembra che la soluzione a questa lunghissima discussione possa essere una soltanto, ed è semplicissima: scriviamo a Blondet, gli spieghiamo che ci siamo scannati per due giorni nel dilemma, e gli chiediamo a) perché ha concesso l'intervista, e b) se ritiene che sia più un bene che un male che un certo tipo di notizie sull'11 settembre, che noi consideriamo vere, siano comunque andate in circolazione, anche se in maniera decisamente scorretta.
Che ne dite?

Cosa vuoi che ti dica, io la stessa cosa l'avevo proposta diversi post fa (14/12/2005, ore 10.40)...ma evidentemente non a tutti è piaciuta eheheh. Ora magari, a te che sei il "capo", daranno ascolto....eheheh
Fra l'altro nel mio succitato post avevo anche detto che a me non interessava sapere cosa pensa Blondet, per questo non gli ho scritto (saranno ben affarini suoi se ha toppato o se tutto fa parte di una sua strategia....). Fra parentesi, poi, se fa parte di un suo piano per far breccia nel "grande pubblico" non ce lo viene certo a dire a noi...per soddisfare le nostre curiosità o i nostri dubbi...dai risvolti molto importanti...) sarebbe un po' come giocare a carte scoperte. Al massimo ti può rispondere in privato perchè ti conosce personalmente, con la preghiera peraltro di non renderlo pubblico...
Beh..a questo punto non mi resta che mettervi questo bel link che può sembrare un po' fuori tema...ma non certo per i lettori più attenti!!
Collaborare... collaborare...e ragionare sempre con la propria testa!!
un abbraccio
cacciucco
P.S. Pax, l'esistenza di anarchici di destra o anarco-comunisti non è poi così impossibile...basta capire il significato che viene dato alle parole destra e sinistra...ihihihih
un abbraccio anche a te..

Esser colto per essere libero: la cultura è un'arma, non un fronzolo. Martì
SWE
Inviato: 15/12/2005 12:34  Aggiornato: 15/12/2005 12:34
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 744
 Re: Affondamento preventivo
****

Buongiorno a tutti e scusatemi se intervengo con un appunto del tutto personale ma mi sono vista chiamare in causa pubblicamente, dunque pubblicamente rispondo

Citazione:
Per quel che riguarda la faccenda dell'inglese, Emanuela aveva già avuto una risposta simile circa un anno fa, e le cose non sono cambiate affatto, anzi ecc..ecc.. direi che Manuela pone un problema che non esiste nemmeno


Massimo, il problema esiste, eccome ! tanto è vero che tu stesso, molto correttamente, te lo sei sempre posto dato che io non ti ho visto MAI - dico MAI - pubblicare un riferimento in inglese senza riportare immediatamente al di sotto la corretta traduzione in italiano.
Cosa che ho sempre apprezzato e ritenuto, non solo una forma di rispetto per chi non conoscesse la lingua ma soprattutto una forza in più a sostegno della attendibilità dei tuoi scritti

Citazione:
Ringrazio comunque pax per non aver reagito ai suoi apprezzamenti personali: palloso e presuntuoso sarebbero stati sufficienti a molti altri per scatenare un inutile battibecco


Mi rendo conto che tu debba dire parole a sostegno di chi si spende tanto per arricchire il sito “scrivendo”, tuttavia credo che debbano essere tutelati con la medesima intensità anche coloro che vorrebbero arricchire se stessi “leggendo”.
I quali spesso si astengono dall’intervenire ( ne ho prove concrete…) per evitare di essere immediatamente sommersi da valanghe di parole il più delle volte fastidiosamente esclusiviste
Comunque, questo è solo il mio punto di vista e, come tale, discutibile finchè ti pare ma sarei grata che mi si permettesse di esprimerlo anche con i termini spicciativi che ho usato in precedenza e che confermo perché li ritengo del tutto inoffensivi nonostante la tua volontà di “aver voluto sottolinearne” il contrario….

emanuela

freemind
Inviato: 15/12/2005 12:50  Aggiornato: 15/12/2005 12:50
Mi sento vacillare
Iscritto: 17/6/2004
Da:
Inviati: 380
 Re: Affondamento preventivo
Medicine Alternative ( Alternative a cosa, alla Medicina con la M maiuscola? )
Archeologia alternativa ( a quella Vera che ci insegnano a scuola.....? )

Spero che la notte ti porti consiglio.....

Ciao Massimiliano....


Una chiusura generale ai miei post la pongo... (Scribendum Est)
Blondet non ha scritto solo di vetero-cattolicesimo, ma anche di potentati bancari (Schiavi delle Banche), di Teoria dell'Evoluzione (dovrebbero fischiare le orecchie agli evoluzionisti sfegatati, visto che elenca tutti i reperti che cozzano contro la tesi dominante) e di complotti (non per fare il paranoico, ma date un'occhiata alla trilogia omonima). Detto questo, può piacere o meno, ci si può prender un caffè insieme ma almeno bisogna riconoscergli un certo impegno letterario ed una dignità sconosciuta a gente come Dan Brown. Visto che ho già parlato di oscurantismo razionalista (una nota associazione mentale e fisica), cari marxiani di ferro ricordatevi che ci sono scienziati mooolto di sinistra e mooolto di destra (oltre a quelli più equilibrati ) giunti alle stesse conclusioni (positive), sia sull'omeopatia che sull'archeologia. Ovviamente in contrasto con i dogmi dominanti. Ma penso che questa discussione sia degna di un nuovo post .
Saludos
Kolza


Un saluto a voi, amici Kolza e Massimiliano.
La notte ha effettivamente portato consiglio e, da un lato, mi associo a Kolza nel ritenere che questi argomenti siano un po’ fuori tema qui e vadano trattati altrove, magari in uno spazio ad hoc, oppure non vadano trattati affatto, visto che non ho idea di quale appeal possano avere per il popolo di LC.
Dall’altro lato mi voglio scusare se ho involontariamente urtato la sensibilità di qualcuno con i miei giudizi tranchant su questo o quello. Essi comunque sono e restano soltanto opinioni personali e non insulti a nessuno.
Sui temi specifici accennati, in attesa che effettivamente nasca uno spazio apposito loro dedicato, ribadisco e raddoppio: per me non solo sono PURA SPAZZATURA, ma gli operatori che lucrano su queste cose sono a mio modo di vedere dei MASCALZONI TRUFFALDINI.
Consapevole di meritare adesso il vostro dileggio, mi preparo al pubblico ludibrio con un sorriso sulle labbra. Comunque vada un affettuoso saluto a tutti.

Noi non ci realizziamo mai. Siamo due abissi: un pozzo che fissa il cielo - FERNANDO PESSOA
freemind
Inviato: 15/12/2005 13:05  Aggiornato: 15/12/2005 13:05
Mi sento vacillare
Iscritto: 17/6/2004
Da:
Inviati: 380
 Il ritorno di Bastian Contrario
Ora voglio esprimere una riflessione sul perché il mio apprezzamento su Blondet finisce per essere discriminante rispetto all’attendibilità delle cose che dice.

Purtroppo nessuno possiede la verità, e quindi l’attendibilità GENERALE di un critico è umano DESUMERLA dal livello complessivo di credibilità che ciascuno di noi gli attribuisce.
I temi riguardanti massonerie, sette segrete, templari e simili, mi sbaglierò, ma li giudico solo come una folkloristica rappresentazione delle dinamiche della storia (Già avverto i fulmini ed i lampi che mi giungono da Santa). In poche parole cioè assegno loro un’importanza vicina allo zero Kelvin. Io ritengo che questi fenomeni, per quanto molto diffusi e presenti nella storia, non abbiano nulla di misterioso ma siano semplicemente la riproposizione in forme sempre diverse di niente più che associazioni a delinquere di stampo mafioso, anche quando in partenza le ragioni di fondo erano soltanto di mutuo soccorso e di costituzione legittima di fronti comuni per combattere efficacemente nemici comuni.
Non riesco proprio, d’altro canto, a scorgere nell’intimo di tali fenomeni, particolari differenze fra Opus Dei, Mafia, Massoneria, ‘Ndrangheta, e tutte le cose del genere che confesso non sono il principale argomento di interesse della mia vita.
Ma tornando a Blondet, se uno continua a sparare contro i gay, la legge 194, il relativismo, gli ebrei e l’evoluzionismo ai miei occhi perde credibilità anche quando mi racconta di aerei fantasma al Pentagono. Sospetto che in fondo ai suoi pensieri alberghi la convinzione che ci sia un complotto planetario di stampo sionista alla base di tutto ciò che avviene nel mondo, dalle repressioni in Tibet all’intasamento in autostrada durante i week-end.
Un po’ come Umberto Eco ironizzava nel “Pendolo di Foucault” quando uno dei personaggi era talmente ossessionato da misteri e simili da scorgere significati pregnanti pure nell’innocuo elenco telefonico.
Ragazzi, io la vedo così. Quel tipo lì secondo me fa più danni alla scoperta della verità di un Magdi Allam o di un Teodori perché scredita l’intero movimento.

Noi non ci realizziamo mai. Siamo due abissi: un pozzo che fissa il cielo - FERNANDO PESSOA
goldstein
Inviato: 15/12/2005 13:30  Aggiornato: 15/12/2005 13:30
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 4/11/2004
Da:
Inviati: 2827
 Re: Il ritorno di Bastian Contrario
l’attendibilità GENERALE di un critico è umano DESUMERLA dal livello complessivo di credibilità che ciascuno di noi gli attribuisce.

Se ti riferisci alla massa, l'attendibilita' generale di internet e' quasi nulla poiche' in rete "c'e' di tutto", e si preferisce pendere dalle labbra dei conduttori dei telegiornali.
Se invece con quel noi ti riferisci agli iscritti del sito, la credibilita' che viene generalmente attribuita a Blondet e' discreta. Alta quando parla di argomenti come terrorismo ed economia, variabile in altri temi piu' complessi e soggettivi.
In entrambi i casi questa tua premessa - che precede una nota visione da left gatekeeper - mi sembra non abbia alcun senso.

Paxtibi
Inviato: 15/12/2005 13:32  Aggiornato: 15/12/2005 13:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Il ritorno di Bastian Contrario
Mi rendo conto che tu debba dire parole a sostegno di chi si spende tanto per arricchire il sito “scrivendo”, tuttavia credo che debbano essere tutelati con la medesima intensità anche coloro che vorrebbero arricchire se stessi “leggendo”.

Non è colpa mia se chi sa l'inglese ha la possibilità di arricchirsi di più rispetto a chi non lo conosce.
D'altro canto, sarebbe assurdo negare ai primi la possibilità di "arricchirsi" maggiormente per non "discriminare" i secondi: seguendo questa logica dovremmo tutti adattare il nostro vocabolario al livello del più analfabeta tra noi, e le nostre argomentazioni al livello del meno intelligente.
Combinazione, è proprio quello che la tv fa ogni giorno. Del resto mi ero già reso conto che, tra i tanti casi di morbo di Ashcroft, si aggirasse qualche affetto da sindrome di Costanzo.

I quali spesso si astengono dall’intervenire ( ne ho prove concrete…) per evitare di essere immediatamente sommersi da valanghe di parole il più delle volte fastidiosamente esclusiviste

Se si astengono forse si rendono conto di non avere argomentazioni sufficientemente valide, quindi fanno bene.
Io, quando mi rendo conto di saperne poco su un argomento, taccio, ascolto, e cerco di imparare qualcosa.

ma sarei grata che mi si permettesse di esprimerlo anche con i termini spicciativi che ho usato in precedenza e che confermo perché li ritengo del tutto inoffensivi nonostante la tua volontà di “aver voluto sottolinearne” il contrario….

In base a cosa vorresti questo trattamento di favore? Perché dovresti essere esentata dalla regola che esclude gli attacchi ad personam?
Forse perché è l'ultimo argomento che ti rimane, visto che ogni volta che tu o altri avete cercato di "vendere" il "meno peggio" vi siete ritirati con le ossa rotte. Bene, per me fai pure, le offese non mi toccano, e non credo che tirerai acqua al tuo mulino in questa maniera, anzi.
__________________________

A Freemind, invece, vorrei far notare una cosa:

Ma l’affermazione più drammatica e riassuntiva la fa Allen Roses, vicepresidente della linea genetica della Glaxo, quando afferma che «la stragrande maggioranza dei farmaci — più del 90% — funziona solo nel 30-50% degli individui».

Questa è la medicina ufficiale. Se quella alternativa è merda, allora siamo fottuti.

Io ritengo che questi fenomeni, per quanto molto diffusi e presenti nella storia, non abbiano nulla di misterioso ma siano semplicemente la riproposizione in forme sempre diverse di niente più che associazioni a delinquere di stampo mafioso

Naturalmente che gli adepti di queste sette o società segrete si trovino ad occupare i luoghi del potere in quasi tutto il mondo ti sembrerà un dettaglio trascurabile.
Piuttosto, ti sei reso conto che per fare il bastian contrario hai finito per schierarti con Lorenzetto nel caso di Blondet, e con Bush e Rumsfeld parlando di medicina?
Alla faccia del pensiero ribelle...

freemind
Inviato: 15/12/2005 13:59  Aggiornato: 15/12/2005 14:06
Mi sento vacillare
Iscritto: 17/6/2004
Da:
Inviati: 380
 Re: Il ritorno di Bastian Contrario
Se ti riferisci alla massa, l'attendibilita' generale di internet e' quasi nulla poiche' in rete "c'e' di tutto", e si preferisce pendere dalle labbra dei conduttori dei telegiornali.
Se invece con quel noi ti riferisci agli iscritti del sito, la credibilita' che viene generalmente attribuita a Blondet e' discreta. Alta quando parla di argomenti come terrorismo ed economia, variabile in altri temi piu' complessi e soggettivi.
In entrambi i casi questa tua premessa - che precede una nota visione da left gatekeeper - mi sembra non abbia alcun senso.

Caro Gold, mi riferisco alla attendibilità AI MIEI OCCHI. Perché IO sto prendendo una decisione se credere o no a Blondet ed IO sto dando un giudizio su di lui.
In entrambi i casi non ha alcun senso la critica da te mossa nei miei confronti (ti concedo tuttavia, scevrandolo dai risvolti critici legati al tuo “nota visione” che il mio è un discorso da uomo di sinistra. D’altro canto diffido FORTEMENTE di chi, al contrario, asserisce di fare discorsi non di parte. Non esistono discorsi NON di parte. Questa è la mia opinione DI PARTE).


E veniamo a Pax che mi ha sparato due bordate non da poco. Cominciamo con il primo carico:

Questa è la medicina ufficiale. Se anche quella alternativa è merda, allora siamo fottuti.

Sebbene sia in parte d’accordo (che siamo fottuti) provo lo stesso a replicare:

la stragrande maggioranza dei farmaci — più del 90% — funziona solo nel 30-50% degli individui.

Ebbene ho il sospetto che una percentuale vicina al 100% delle pratiche delle medicine cosiddette alternative funzioni solo con una percentuale assai prossima allo 0 degli individui. Quindi meglio che niente.

Secondo carico:

Naturalmente che gli adepti di queste sette o società segrete si trovino ad occupare i luoghi del potere in quasi tutto il mondo ti sembrerà un dettaglio trascurabile.
Piuttosto, ti sei reso conto che per fare il bastian contrario hai finito per schierarti con Lorenzetto nel caso di Blondet, e con Bush e Rumsfeld parlando di medicina?
Alla faccia del pensiero ribelle...

Dubito d’essermi SCHIERATO con Lorenzetto o con Rumsfeld, a meno di lasciar per buona la logica di “Chi non è con me è con i miei avversari” versione riveduta e corretta del “Chi non è con me è contro di me”.
Io sono E contro Blondet (ma poi ho detto che sono CONTRO? Ho solo detto che non mi piace…) E contro Lorenzetto; E contro i maghi ed i guaritori da strapazzo E contro le multinazionali del farmaco.
Secondo te si può?

P.S. A parte il solito affetto con cui si scambiano queste 4 chiacchiere, voglio confessarvi una cosa: Mi diverto a tal punto che continuo a seguire LC anziché lavorare, pur rischiando ormai che il datore di lavoro mi mandi a casa...

Noi non ci realizziamo mai. Siamo due abissi: un pozzo che fissa il cielo - FERNANDO PESSOA
Paxtibi
Inviato: 15/12/2005 14:23  Aggiornato: 15/12/2005 14:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Il ritorno di Bastian Contrario
Non esistono discorsi NON di parte. Questa è la mia opinione DI PARTE

L'informazione, se non è manipolata, non è di parte. Le opinioni sono di parte.
Ma noi non siamo qui per scambiarci opinioni.
Possiamo farlo, possiamo anche sfogarci, ma non è questa la ragion d'essere di questo sito.
Se per te Blondet, così come i vari complotti massonici e le sette esoteriche di cui anche lui parla spesso, non sono credibili, è solo la tua opinione e vale per quello che vale. Non si capisce però cosa dovrebbe aggiungere alla discussione il fatto che ce la fai conoscere: i fatti si confutano con i fatti, non con le opinioni.
Non siamo al Costanzo Show.

Ebbene ho il sospetto che una percentuale vicina al 100% delle pratiche delle medicine cosiddette alternative funzioni solo con una percentuale assai prossima allo 0 degli individui.

Dopo le opinioni, anche i sospetti...

Dubito d’essermi SCHIERATO con Lorenzetto o con Rumsfeld

Eppure, l'opinione, anzi il sospetto che hai espresso, è esattamente ciò che Chemical Rummy propugna, così come l'attacco a base di pregiudizi ed opinioni che porti a Blondet è equivalente ai commentini sarcastici di Lorenzetto.

Mi diverto a tal punto che continuo a seguire LC anziché lavorare

Male, perché non dovrebbe essere un divertimento.
La sindrome di Costanzo dilaga...


nnimporta
Inviato: 15/12/2005 14:39  Aggiornato: 15/12/2005 14:41
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/9/2005
Da: Torino
Inviati: 53
 Re: Il ritorno di Bastian Contrario
Ciao a tutti, seguo con interesse la discussione.
Vorrei esprimere il mio punto di vista.
Nn capisco davvero quale sia il problema: paxtibi trova notizie pertinenti in inglese e le posta; qualcuno risente di ciò perchè vorrebbe che fossero postate in italiano.
Probabilmente sarebbe più comdo anche per lui trovare materiale in italiano ma se ciò nn avviene credo che sia più onesto riportare il testo originale citando la fonte, dimodochè ognuno possa farsi la sua idea e trarre le propie conseguenze.
D'altronde nn credo sia faticoso copiare il testo e incollarlo su un traduttore.
Riassumendo: credo che il problema non sussista.
Per quanto riguarda Blondet, personalmente lo stimo molto.
grazie per l'attenzione
Riciao a tutti

freemind
Inviato: 15/12/2005 14:44  Aggiornato: 15/12/2005 14:48
Mi sento vacillare
Iscritto: 17/6/2004
Da:
Inviati: 380
 Re: Il ritorno di Bastian Contrario
Caro Pax, sinceramente, io di fatti qui a LC nei post non ne scorgo poi tanti. Citare link, fonti e quant'altro non è un "fatto". E' molto più spesso un cercare di far accreditare la propria opinione dimostrando che c'è qualcun altro, presunto più attendibile, che la pensa come noi.
A rigore solo l'ISTAT cita fatti, e forse neanche, visto che tutto è manipolabile, nei modi e nelle forme più sofisticate e diverse.
Dunque su questo concludo così: non son d'accordo con ciò che hai detto. E QUESTO E' UN FATTO.

Per quanto attiene poi all'essersi schierati con o contro qualcuno, non basta aver detto APPARENTEMENTE qualcosa di simile per essere di colpo arruolati a questa o a quella fazione. Da questo punto di vista io tu e Blondet siamo schierati dalla stessa parte, allora, almeno su ciò che pensiamo NON sia avvenuto l'11 settembre. Poi però io sono schierato da tutt'altra parte su mille e più questioni. Cos'è, sono io un traditore o non è possibile trovare UNA parte sulla base di simili ragionamenti? Dal mio punto di vista uno che sul proprio sito difende Paolo Di Canio ed il suo saluto fascista è da tutt'altra parte rispetto alla mia, e Lorenzetto, per me, è un SUO vicino di casa.

Eccoci al sospetto. Era, ovviamente, un modo di dire. Riformulo così la frase: Rispetto alla medicina tradizionale esistono studi e statistiche a supporto. Sulle paccottiglie alternative no. Concludo così: IO DI QUESTE COSE NON MI FIDO.
Poi lo sappiamo che le multinazionali farmaceutiche son condotte da pescecani. Dunque lascio l'intera compagnia e mi affranco dagli uni e dagli altri. Ma, se devo curarmi, non cerco di sicuro pillolette placebo o intrugli vari. Vado da un medico di fiducia e mi affido a lui. Punto.

Infine sulla sindrome di Costanzo. Ho paura (già sento la tua risposta: adesso anche i timori... No, è solo un modo di dire!) che LC SIA un enorme Maurizio Costanzo Show. Nient'altro. Me nel senso nobile del termine. Di sicuro non è un'accademia o un centro di ricerca. Anche le tue e le mie partecipazioni, non me ne volere, sono a mio avviso questo: espressioni delle nostre libere opinioni rivolte ad un pubblico che ci sta a cuore e che ci interessa che ci ascolti.

P.S. Sul lavoro scherzavo, fortunatamente me lo posso permettere di stare ogni tanto un po' al pc.

Noi non ci realizziamo mai. Siamo due abissi: un pozzo che fissa il cielo - FERNANDO PESSOA
padma
Inviato: 15/12/2005 14:48  Aggiornato: 15/12/2005 14:48
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/3/2005
Da: torino
Inviati: 416
 Re: Il ritorno di Bastian Contrario
Citazione:
Per quanto riguarda Blondet, personalmente lo stimo molto.


Hai letto qualche articolo su effedieffe?
Diciamo che si trovano spunti interessanti, principalmente per quanto mi riguarda su economia e 11 settembre.

Ma prova a leggere qualcosa su aborto e omosessualità.
A me vengono i brividi.

pa'

The assumption that what currently exists must necessarily exist is the acid that corrodes all visionary thinking.
M.Bookchin
padma
Inviato: 15/12/2005 14:55  Aggiornato: 15/12/2005 14:55
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/3/2005
Da: torino
Inviati: 416
 Re: Il ritorno di Bastian Contrario
Citazione:
Eccoci al sospetto. Era, ovviamente, un modo di dire. Riformulo così la frase: Rispetto alla medicina tradizionale esistono studi e statistiche a supporto. Sulle paccottiglie alternative no.


Caro freemind,
farei molta attenzione a dire queste cose, ed altrettanto ad usare termini come paccottaglie alternative, anche solo per questioni di rispetto. Sii degno del tuo nick.
Il problema è che con alternativo si intende TUTTO quello che non è ufficiale, è come dire "dell'informazionaccia di internet non mi fido". Il problema è, come ha detto Goldstein, che su internet si trova di tutto.

Ora non è questo il posto per discutere di medicina alternativa, ma ti consiglio di approfondire l'argomento, magari passando anche dal forum sull'HIV di questo sito.

E dico, non è che non esistono statistiche (anche questo non è del tutto vero) sulla medicina alternativa semplicemente perché non viene lasciata praticare?

hasta

The assumption that what currently exists must necessarily exist is the acid that corrodes all visionary thinking.
M.Bookchin
Paxtibi
Inviato: 15/12/2005 15:04  Aggiornato: 15/12/2005 15:04
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Il ritorno di Bastian Contrario
Caro Pax, sinceramente, io di fatti qui a LC nei post non ne scorgo poi tanti

Forse non leggi attentamente.
O forse, ed è più probabile, leggi con pregiudizio e scarti a priori i dati che contrastano con il tuo sistema di pensiero.
Liberissimo di farlo, ma continuo a non capire perché partecipare alle discussioni.

Tempo fa su LC si parlò della necessità di "rifare l'arredamento" al proprio cervello: più o meno tutti si trovarono d'accordo nel testimoniare della necessità di questo cambiamento, da chi si limitava a spostare i mobili a chi li aveva bruciati tutti in cortile.
Tu non vuoi cambiare neanche la carta da parati, chi dovrebbe arricchire la tua partecipazione?
Ora che sappiamo come la pensi ci siamo arricchiti?

E non venirmi a dire che per me è lo stesso, perché vado a copiare gli ultimi duecento post e te li incollo di seguito.
Poi vieni a dirmi che non ci sono fatti. 2000 civili morti in Serbia a fronte di 13 carri distrutti è un'opinione? Il 25% scarso - con molte schede bianche - di votanti in Venezuela è un'opinione? La percentuale di efficacia dei farmaci, il plutonio sul monte Rosa, la cessione della sovranità monetaria ad opera di Prodi&Ciampi sono opinioni?

Ho paura (già sento la tua risposta: adesso anche i timori... No, è solo un modo di dire!) che LC SIA un enorme Maurizio Costanzo Show.

Viviamo in mondi paralleli, non c'è altra spiegazione.

nnimporta
Inviato: 15/12/2005 15:08  Aggiornato: 15/12/2005 15:08
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/9/2005
Da: Torino
Inviati: 53
 Re: Il ritorno di Bastian Contrario
Hai pienamente ragione. Nn condivido tutto quello che dice. Ho letto anche articoli molto pesanti sugli "squatters" o sui centri sociali (li definisce "ciarpame") e più in generale sui giovani di oggi, sulla "lobby degli omosessuali", sui crani refratattari "egoisti" della val di susa, sulla pochezza culturale di alcune categorie di persone alle quali nn risparmia insulti. Su questi e su altri argomenti nn sn assolutamente d'accordo.
Lungi da me giustificarlo. Forse definirla stima è sbagliato, semplicemente lo leggo spesso e, soprattuto per ciò che riguarda l'11 settembre e le cospirazioni globali in generale, lo ringrazio per le informazioni che porta a mia conoscenza.

freemind
Inviato: 15/12/2005 15:32  Aggiornato: 15/12/2005 15:32
Mi sento vacillare
Iscritto: 17/6/2004
Da:
Inviati: 380
 Re: Il ritorno di Bastian Contrario
Viviamo in mondi paralleli, non c'è altra spiegazione.

Caro Pax, incomincio dalla fine. Per dirti che è vero.
Tutto ciò che tu affermi sul mio conto io lo penso sul tuo. Guarda un po':

Forse non leggi attentamente.
O forse, ed è più probabile, leggi con pregiudizio e scarti a priori i dati che contrastano con il tuo sistema di pensiero.

Sorpresa! Ohibò! E' ESATTAMENTE quello che io penso sul tuo conto.

Trovo inossidabile la caparbietà con la quale ti sei arroccato dietro la convinzione che citare citare citare citare opinioni altrui finisca per diventare un fatto.
Non lo è. Un fatto è un qualcosa ASSODATO E CONDIVISO ma anche FREDDO E INESPRESSIVO. Non vale nulla se non interpretato.

2000 morti in serbia e 13 carri armati distrutti sono un fatto? forse, non ho controllato, ma diamolo buono. diciamo che è un fatto (ASSODATO E CONDIIVISO).
Ma se LC fosse in piedi solo per snocciolare fatti ( e per fortuna NON LO E') sarebbe una specie di bollettino meteorologico.
Invece ciò che leggo (e ti prego di credermi che lo faccio attentamente, ALMENO quanto te) è (ancora per fortuna) una serie di DISCUSSIONI (cioè scambi di OPINIONI) su tali presunti fatti.
incollami pure 200 o duemila post, son sicuro che CONTINUEREMMO a divergere nella loro interpretazione.

Ma capisco che la NOSTRA conversazione sta per assumere toni forti: suggerirei di arrivare su questo argomento rapidamente a conclusione.

Noi non ci realizziamo mai. Siamo due abissi: un pozzo che fissa il cielo - FERNANDO PESSOA
cacciucco
Inviato: 15/12/2005 15:41  Aggiornato: 15/12/2005 15:41
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/5/2005
Da: la terra
Inviati: 347
 Re: Il ritorno di Bastian Contrario
Ciao Massimo,
io mi sto trovando bene nel mondo dei "non cagatur"... tu invece, che hai più esperienza di me (eh eh eh) in questo mondo, come ti trovi?
Che dici continuiamo qui a formulare le nostre proposte? eheheh magari qualcuno ci ascolta eh eh eh
un abbraccione
cacciucco

Esser colto per essere libero: la cultura è un'arma, non un fronzolo. Martì
Paxtibi
Inviato: 15/12/2005 15:50  Aggiornato: 15/12/2005 15:50
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Il ritorno di Bastian Contrario
Trovo inossidabile la caparbietà con la quale ti sei arroccato dietro la convinzione che citare citare citare citare opinioni altrui finisca per diventare un fatto.

Io a questo punto trovo ridicolo che tu insista su questo tasto: i dati, i fatti e le cifre non sono soggettive.

È come dire che tra LC e Attivissimo c'è solo una differenza di opinione.

Invece ciò che leggo (e ti prego di credermi che lo faccio attentamente, ALMENO quanto te) è (ancora per fortuna) una serie di DISCUSSIONI (cioè scambi di OPINIONI) su tali presunti fatti.

Presunti fatti?
Noi presumiamo che le torri se le siano buttate giù gli americani?

SWE
Inviato: 15/12/2005 15:53  Aggiornato: 15/12/2005 15:53
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 744
 Re: Il ritorno di Bastian Contrario
****
Paxtibi scrive :

Citazione:
In base a cosa vorresti questo trattamento di favore?


Forse non mi sono spiegata. Non lo “chiedo come un favore” : io lo pretendo come un diritto del quale anche tu ti avvali andandoci sempre con la mano pesante con chi non è d’accordo con te

ESEMPIO ( hai scritto in risposta a Freemind ) :

Citazione:
Tempo fa su LC si parlò della necessità di "rifare l'arredamento" al proprio cervello: più o meno tutti si trovarono d'accordo nel testimoniare della necessità di questo cambiamento, da chi si limitava a spostare i mobili a chi li aveva bruciati tutti in cortile.
Tu non vuoi cambiare neanche la carta da parati, chi dovrebbe arricchire la tua partecipazione?


Ma chi ti autorizza ad affermare : “Tu non vuoi cambiare neanche la carta da parati” ? Ma che ne sai ? Ma come fai a sparare certi giudizi a raffica ?

Inoltre :

Citazione:
Ora che sappiamo come la pensi ci siamo arricchiti?


Forse no, forse si… o forse vorresti che ci “arricchissimo” SOLO sapendo come la pensi TU ?

E adesso la pianto qui, Paxtibi, perché credo che ti abbiamo dato corda abbastanza e penso proprio che tu possa ritenerti più che gratificato per il buon esito della tua giornata.

Ciao e alla prossima !

emanuela

Ps Quanto a Blondet non piace neanche a me comunque è un personaggio la cui "collocazione" va approfondita

Paxtibi
Inviato: 15/12/2005 16:03  Aggiornato: 15/12/2005 16:03
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Il ritorno di Bastian Contrario
Forse non mi sono spiegata. Non lo “chiedo come un favore” : io lo pretendo come un diritto del quale anche tu ti avvali andandoci sempre con la mano pesante con chi non è d’accordo con te

Io non ho mai usato termini offensivi gratutitamente con nessuno, quindi non fare la lagna.

Ma chi ti autorizza ad affermare : “Tu non vuoi cambiare neanche la carta da parati” ?

Mi autorizza lo stesso Freemind che ha rivendicato più volte la sua appartenenza e fedeltà ad una determinata ideologia.

Forse no, forse si… o forse vorresti che ci “arricchissimo” SOLO sapendo come la pensi TU ?

Ci si arricchisce venendo a conoscenza di dati e notizie nascoste dai media tradizionali e ragionandoci sopra.

perché credo che ti abbiamo dato corda abbastanza e penso proprio che tu possa ritenerti più che gratificato per il buon esito della tua giornata.

Sono invece piuttosto stanco e nauseato di questa diatriba. E, a proposito di chi mi accusa di voler avere sempre ragione, non mi pare di vederne molti, qui, disposti ad avere torto.

Ciao e alla prossima !

Non c'è fretta.

freemind
Inviato: 15/12/2005 17:34  Aggiornato: 15/12/2005 17:34
Mi sento vacillare
Iscritto: 17/6/2004
Da:
Inviati: 380
 Re: Il ritorno di Bastian Contrario
"Noi presumiamo che le torri se le siano buttate giù gli americani?"

Sì, purtroppo, almeno allo stato attuale. Se tu invece hai in mano fatti (cioè prove inoppugnabili) tirali fuori e usiamoli. Invece, ahimè, per quanto ne siamo convinti io, tu e la maggior parte dei Elleiccini, di prove ho paura che non ne abbiamo.
O mi sbaglio?

Per tutto il resto: NO COMMENT

Noi non ci realizziamo mai. Siamo due abissi: un pozzo che fissa il cielo - FERNANDO PESSOA
Paxtibi
Inviato: 15/12/2005 18:09  Aggiornato: 15/12/2005 18:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Il ritorno di Bastian Contrario
Invece, ahimè, per quanto ne siamo convinti io, tu e la maggior parte dei Elleiccini, di prove ho paura che non ne abbiamo.

Non c'è spazio nemmeno per l'un per cento di insicurezza, nell'affermare che la versione ufficiale sull'11/9, ma non solo quella, è un'accozzaglia di balle clamorose.

Se questo non fosse un fatto certo, dovremmo chiuderla qua immediatamente.

Krya
Inviato: 15/12/2005 19:07  Aggiornato: 15/12/2005 19:07
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/8/2005
Da: Toscana
Inviati: 438
 Re: Affondamento preventivo
Smettetela di litigare diamine.

Quello che non porta a nulla è il litigio che diventa fatto personale, le diversità sono la forza che ci porta avanti, e ci permette di aggiungere sempre una "riga" in più alle pagine scritte ogni giorno.

LC è grande finchè dà cittadinanza, a destri-sinistri-centrini-anarchici-gialli-rossi-pisani, no pisani no, quando queste differenze diventano trincee, si raggiunge la fine, cessa l'agonismo dialettico e si entra negli schemi rigidi che ognuno alla fine dimostra di avere.

Io ho conosciuto Blondet da poco, l'ho antipatico fin dall'inizio, che posso farci, cerco però il meglio di quello che scrive, mica devo accettare tutto e tutti in toto.

Su Di Canio, ha sparato caxxate, ma lo capisco è a lui vicino stesso romanticismo, come si fà a dire che uno non è un provocatore, se fà il saluto romano ad una curva che sventola l'immagine del "Che"? (oltretutto a casa mia orca eva ), cavaliere del piffero, ma non è poi così importante, la prendo lo valuto e la metto da una parte.

Come fai a dire a Freemind, che non dà nulla, Pax è da cartellino giallo questa, avete due rigori diversi, però non potrai mai sapere quanto Pax cambia Krya e quanto Krya cambia Freemind e via dicendo, il cambiare discutendo, è un processo lungo e nascosto, eccettuato le rivelazioni sulla via di damasco sempre più rare, e anche Freemind è da cartellino giallo, quando restringe il campo e si chiude in posizione poco elestiche, io mi autosospendo così faccio pari con tutti.

E' possibile ritonare a fare pugilato come è sempre stato fatto, con i guantoni infilati?

Se le idee divergono è indispensabile che una parte si arrenda e si suicidi, o possiamo accettare, che siamo solo su opinioni diverse, e proprio per questo continuiamo a freguentarci, perchè la differenza stimola l'intelligenza, mentre l'assoluta accettazione porta solo all'omologazione..

Immaginate che tristezza una piazza dove il primo che entra dice "PRIMO" e tutti di seguito "secondo-terzo-quarto-quinto-etc", se volete questo, apritevi un post, fatevi una domanda poi rispondetevi, e chiudete il post, non sò a chi possa giovare ma "de gustibus".

Riccardo

Ci sono crimini peggiori del bruciare libri, uno di questi è non leggerli. (brodsky)
manolete
Inviato: 15/12/2005 21:36  Aggiornato: 15/12/2005 21:36
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/2/2005
Da:
Inviati: 470
 Re: Affondamento preventivo
Citazione:
Se poi una opinione così rispettosa suscita la permalosità di qualcuno potrei provare a rinverdire le mie conoscenze di latino : non mi pare il caso.


Salud Neno,

da parte mia niente di "personale" (se così fosse sono abituato a dirlo in faccia).

Prendila così: da un po' di tempo a questa parte su questo sito si ripropongono "temi", "problemi", "soluzioni" già visti, trattati e ritrattati numerose volte.

Forse questa immagine di "ouroboros" può piacere a qualcuno (Santaruina ha anche avuto l'ouroboros, o serpente che si mangia la coda, come avatar...), però a furia di riaffrontare cose già trattate fino all'ignoranza, puoò darsi che scappino un po' i cavalli....

Sul latino poi, sarebbe per me "intrigante", visto che (pur ammettendo di essere oggi un tantino arrugginito) mi ha permesso di leggere autori come G.B.Vico o Marsilio Ficino in "originale" .

Chiudo, se ti può consolare, che, pur "masticandolo" a sufficienza, di fronte all'inglese provo sempre un nodo allo stomaco: purtroppo, non è sufficiente il malox a farmelo passare... ma cosa dire?, oggi come oggi ha sostituito il latino nelle comunicazioni che "contano"...

Suerte,
manolete

Redazione
Inviato: 15/12/2005 21:45  Aggiornato: 15/12/2005 21:50
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Affondamento preventivo
Cara Emanuela, trovo la tua polemica fuori luogo, sproporzionata e inutile, e ti rispondo solo perchè me lo impone il ruolo.

Citazione:
Massimo, il problema esiste, eccome ! tanto è vero che tu stesso, molto correttamente, te lo sei sempre posto dato che io non ti ho visto MAI - dico MAI - pubblicare un riferimento in inglese senza riportare immediatamente al di sotto la corretta traduzione in italiano.


Vediamo di essere chiari, a questo punto, al di là dell'ovvio:

"Il problema" della lingua inglese esiste, visto che a) è la più diffusa in rete, e b) non tutti la conoscono. Quello che "non esiste" è che TU ponga un problema di questo genere, quando TU non capisci qualcosa che altri hanno postato.

Spero che ora la differenza sia chiara.

lI fatto che io voglia sempre mettere la traduzione in inglese, dipende dal piccolo particolare che sono l'autore della maggioranza degli articoli, nonchè il responsabile del sito. E' quindi sia mio DOVERE, sia mio INTERESSE, farlo.

Questo non obbliga invece il comune utente, che non ha necessariamente le stesse priorità, a fare la stessa cosa. Se lo fa è apprezzato, se non lo fa non gli si può dire assolutamente nulla.

Spero che anche questa differenza sia chiara.

Citazione:
Mi rendo conto che tu debba dire parole a sostegno di chi si spende tanto per arricchire il sito “scrivendo”,


Se permetti, io difendo TUTTI nella stessa maniera, su questo sito, a volte anche a costo di andare proprio contro quelli che potrebbero essere i miei "favoriti". O per caso ti sei già dimenticata del caso Ercolina Milanesi? Chi delle due difesi, allora, nel suo diritto alla parola, e chi invece se ne andò, tutta infuriata, perchè mi ero messo contro di lei?

In secondo luogo, Pax non ha certo bisogno di "sostegno" da nessuno. Sei tu che non puoi permetterti di usare parole come quelle che hai usato, per poi dire che "secondo te non sono offensive". Il vocabolario - almeno qui a luogocomune - non è ancora diventato un'opinione.

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

CACCIUCCO: Sul "non cagatur" ora so che c'è qualcuno che mi capisce. Va anche detto che questa discussione era ormai diventata obsoleta, e io avevo infatti suggerito di non insistere già da un pò.

TUTTI: Ma voi pensavate che io davvero volessi scrivere a Blondet? Suvvìa, pensateci un attimo: Blondet si fa tutti i suoi calcoli strategici, decide se, da chi, come e quando farsi intervistare, decide cosa dire, cosa non dire, e come dirlo, e poi viene qui e spiega tutto a noi????

Provate a rileggere la mia proposta con accanto una "faccina", e vedrete che tutto torna.

cacciucco
Inviato: 16/12/2005 9:45  Aggiornato: 16/12/2005 9:51
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/5/2005
Da: la terra
Inviati: 347
 Re: Affondamento preventivo
MASSIMO: Ora basta rubarmi le battute!!
Tu (15/12/2005 21:45)>Blondet si fa tutti i suoi calcoli strategici, decide se, da chi, come e quando farsi intervistare, decide cosa dire, cosa non dire, e come dirlo, e poi viene qui e spiega tutto a noi????
Io (15/12/2005) 11:12> Fra parentesi, poi, se fa parte di un suo piano per far breccia nel "grande pubblico" non ce lo viene certo a dire a noi...per soddisfare le nostre curiosità o i nostri dubbi...
Ora ti cito per plagio!! eh eh eh
Suggerimento> Per evitare problemi potresti sempre farmi sedere alla tua destra... anzi alla tua sinistra... mi ci trovo meglio eheheh
un saluto e un abbraccio
cacciucco
P.S. solidarietà ai non cagatur!! FIRMA qui

Esser colto per essere libero: la cultura è un'arma, non un fronzolo. Martì
Redazione
Inviato: 16/12/2005 10:18  Aggiornato: 16/12/2005 10:18
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Affondamento preventivo
Va bene, confesso - codam inter gambas - che non avevo letto tutti i post

Mi autocondanno a mezz'ora dietro la lavagna. (cacciucco.eheh però non risponde. L'hai scritto giusto?)

cacciucco
Inviato: 16/12/2005 10:22  Aggiornato: 16/12/2005 10:25
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/5/2005
Da: la terra
Inviati: 347
 Re: Affondamento preventivo
>>cacciucco.eheh però non risponde. L'hai scritto giusto?
Non ci cascooo!!!
Dai, dimmi la verità che li per li ci hai creduto che fosse un link serio ahahah
ciao
cacciucco

Esser colto per essere libero: la cultura è un'arma, non un fronzolo. Martì
SWE
Inviato: 16/12/2005 10:22  Aggiornato: 17/12/2005 18:21
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 744
 Re: Affondamento preventivo
***
Ah, ecco, volevo ben dire ! Mi sembrava stano, Massimo, che non fossi ancora apparso a bacchettarmi senza motivo come è tuo solito.
Adesso che lo hai fatto, ti senti meglio ?
Emanuela
(" il resto" in pvt..)

neno
Inviato: 16/12/2005 21:57  Aggiornato: 16/12/2005 21:57
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/10/2005
Da:
Inviati: 80
 Re: Affondamento preventivo
x manolete

Mi fà piacere sentirti dire che se hai da dire qualcosa lo dici in faccia ( o si dovrebbe dire in video) .
Un consiglio : non usare il Malox perchè fà male, lo dice la parola stessa .
In ogni caso abbiamo in comune la stima per il Guardiano del Faro e per i suoi collaboratori per cui lunga vita a te Manolete ed a tutti quelli che hanno a buon cuore questo spazio di conoscenza,approfondimento ,informaziione .
Non sarà certamente una piccola goccia che non ci farà apprezzare il grande mare su cui abbiamo la fortuna di navigare.

Hasta siempre !!!!!

Destino
Inviato: 17/12/2005 12:48  Aggiornato: 17/12/2005 12:51
So tutto
Iscritto: 24/7/2005
Da:
Inviati: 26
 Re: Affondamento preventivo
11/09/2005
Maurizio Blondet MILANO - Ci scusiamo con i lettori perché l'annunciata l'intervista a Blondet, prevista su "Il Giornale" di oggi, 11/9/2005, non è passata.
Al momento non ne conosciamo le cause; probabilmente la versione ufficiale sarà la mancanza di spazio per il rapimento del giornalista; ci dispiace per quelli che hanno inutilmente comprato uno dei quotidiani,
in Italia, più allineati al potere mondialista; vi informeremo. (www.effedieffe.com)

Comunque poi M. Blondet ha riparlato di questa faccenda sul giornale on-line.

Allora, vorrei fare alcune considerazioni.
Il tono dell'intervista era decisamente sprezzante, ma tuttavia bisogna considerare che non è stato intervistato un idiota. M. Blondet ha fatto buoni riferimenti a fonti sicure, anche se in qualche occasione si è lasciato andare a suoi personali ragionamenti (ma non è forse un giornalista? Non deve avere un'opinione?).
I media li controllano loro, quindi possono, quando vogliono farlo, prendere il primo idiota che passa (qualche giornalista emergente incompetente, politici estremisti disinformati sull'11 settembre) e fargli dire delle scemenze. Questo lo faranno quando avranno bisogno di limitare le importanti informazioni che girano su internet (e non solo).
Allora io, pur non esaltandomi affatto per l'intervista a M. Blondet (visto la conduzione dell'intervista da parte del Giornale), ritengo positivo il fatto che è uscito il nome di Maurizio Blondet. Poi chi vorrà lo cercherà in rete e vedrà che non si tratta di un babbeo (come lo hanno dipinto, senza opporre una minima fonte a quello che diceva).

Io ho visto e registrato la puntata di Omnibus sull'11 settembre. Quello per me è stato un grande successo (e ho subito capito perchè ritardavano a trasmetterla). Anche M. Blondet ha smontato completamente il "tanto temuto" Magdi Allam. Non capisco perchè qualcuno parla di disfatta. Certo, magari l'ultima battuta sui rapporti Bush-Bin Laden puo' avere avuto un effetto negativo per la causa e ci potrebbe essere stata un'esposizione non perfetta di certi argomenti. Tuttavia M. Blondet e il miliardario Walter hanno provato molte illogicità palesi e vergognose della versione ufficiale dell'11 settembre. E quel giorno l'unica tesi contraria è stata: "Siete antisemiti".


Massimo: quando uscirà il nuovo film? Ma quello che si trova su Arcoiris ma è difficile da scaricare quale è? Massimo, hai mai pensato di scrivere un libro sull'11 settembre (magari qualcosa di veramente completo)? O forse preferisci continuare a dare il tuo apporto nella maniera di adesso che ritieni più efficace per la causa?

Krya
Inviato: 17/12/2005 14:27  Aggiornato: 17/12/2005 14:32
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/8/2005
Da: Toscana
Inviati: 438
 Re: Affondamento preventivo
Dovrei fare una precisazione, sento spesso accostare il 9/1, come fosse una "causa", per quanto mi riguarda, personalmente non ho sposato nessuna causa, il 9/11, per me, rimane e rimarrà un momento vissuto nella mia vita, che ha una spiegazione diversa da quella data ufficialmente, quindi è il culmine di un corollario di fatti che deve essere spiegato. Se viene visto come "causa" diventa un casus belli, ed inficia la ricerca della verità stessa, in quanto non mossa per amore di verità, ma mossa principalmente per dimostrare qualcosa a prescindere.

Chiunque abbia fatto un minimo di ricerca, sà che i passaggi per essere validi sono: fatto,conseguenze del fatto, ipotesi del fatto, dimostrazione e verifica della validità dell'ipotesi da dimostrare, il cui prodest e le teorie socio-politico-economiche etc vengono dopo e di conseguenza. Se così non è, credo che siamo al livello di attivissimo che dimostra per appartenenza ideologica, senza una logica vera.

Semplifico, Fatto: abbiamo un buco di 3 metri, conseguenza da verificare, un areo grosso una cifra è entrato in un buco di 3 metri, ipotesi, non era un'aereo, dimostrazione aereo e buco sono un'ossimero fisico, fin qui è tutto lineare, se dico che non era un'aereo solo perchè ho sugli zibidei Giorgino, mi merito una pernacchia dal mondo.

Che poi le cose possano essere ricondotte ad un piano più generale diventa causale e conseguente.

Quersto per spiegare anche perchè, cerco antipaticamente, di stare attento agli errori delle fonti, perchè se gli altri basano la loro ragione sulle bugie, ne basta una sola a noi, che opponiamo solo verità, per essere screditati.

Quindi la mia personale antipatia per Blondet, giornalista tuttologo, che ha accesso ad un dossier riservato al giorno, poco c'entra, se cerco di leggerlo con spirito critico, lo faccio principalmente perchè su questo fatto, è vicino alla mia interpretazione, partendo però dal presupposto opposto al mio,perchè io vorrei prima dimostrare, in modo inoppugnabile, qual'è la verità e poi passare alla fase 2 del perchè e del per come, altrimenti si usa l'evento come un'arma, da una parte per dimostrare una ragione, partedo quindi da cosa voglio dimostrare e modellando il cammino in base a questo, dall'altra uguale, anche se per fini contrari.

Se per voi è diverso, non avete che da dirmelo.

Riccardo

Ci sono crimini peggiori del bruciare libri, uno di questi è non leggerli. (brodsky)
manolete
Inviato: 17/12/2005 17:20  Aggiornato: 17/12/2005 17:20
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/2/2005
Da:
Inviati: 470
 Re: Affondamento preventivo
Querido Neno,

no te preocupes, citando il Malox ne ho fatto un uso meta-forico (so bene che i "fori" veri te li fa lui nello stomaco).
Citazione:
non usare il Malox perchè fà male, lo dice la parola stessa

La tua battuta mi ha veramente divertito (sarò "distratto", ma non mi ero mai soffermato sull'etimo ).

Suerte,
manolete


Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA