Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


news internazionali : L'Europa contro le prigioni segrete di Bush
Inviato da Redazione il 23/11/2005 7:34:58 (3262 letture)

Che esistessero prigioni "sporche", fuori dal controllo di qualunque entità internazionale, di cui gli USA si servivano per interrogare la gente come piace a loro - ovvero torturandoli - lo si sapeva già da un pò.

Ora però la cosa diventa ufficiale, e viene anche ad assumere un certo peso internazionale, visto che l'Unione Europea ha deciso che vuole chiarezza sull'argomento dagli amici americani.

Che di questi tempi sarebbe un pò come chiedere ad un ladro dove ama nascondere il suo bottino, ma facciamo finta per un attimo di vivere ancora in un mondo dove esista un minimo di rispetto per le convenzioni internazionali.

Girano voci di strani aerei privati, che la CIA affitterebbe in giro per il mondo, e che si sarebbero fermati …


… più di una volta in Polonia e in Romania, a scaricare non si sa bene chi nè per che cosa. Polonia e Romania naturalmente negano tutto.

La Svezia intanto ha aperto un'indagine sul transito interno di certi voli di natura poco chiara, e così stanno facendo anche Spagna e Islanda.

El Paìs pubblica addirittura una cartina - e la BBC la riprende - con il presunto traffico del torturando, che origina naturalmente dalla parti di Langley, la sede centrale della CIA vicino a Washington.

A guardarla bene sembra quasi una mappa del traffico di droga all'incontrario. In queste, il male origina in paesi oscuri, ed "entra" nel paese attraverso certi canali preferenziali, nel caso delle torture il male "esce" dal paese, e viaggia verso i torbidi confini di nazioni oscure e poco definite. Quello che hanno in comune, ironicamente, è che ambedue i traffici sarebbero gestiti dalla stessa organizzazione.

Permettetemi però a questo punto di giocarmi, sulle cosiddette "prigioni sporche", la carta dello scettico ad oltranza: che la gente della CIA sia dotata di una mente malata fino alla radice non si discute nemmeno. Quando vieni allevato in un ambiente dove la premessa di base è che vivi in un mondo da conquistare, dove chiunque non parli inglese è tuo nemico, e dove anche i sassi ti ascoltano e ti vogliono male, è chiaro che poi sviluppi dei progetti come "Baia dei Porci" oppure "Operazione Northwoods" nel modo più naturale e spontaneo possibile. Ti vengono anche se non ci pensi, a quel punto, e su questa mentalità non si discute. Ma è anzi partendo da questa, ed aggiungendoci sopra che

a) i neoconquistadores stile Wolfowitz, Cheney o Rumsfeld, dichiarano apertamente - e lo hanno fatto più di una volta - che mentire fa parte delle regole del gioco, e che hanno tutto il diritto di farlo anche verso i propri concittadini, e

b) che secondo una certa logica, che fino a prova contraria vorrei continuare a rispettare, gli unici "terroristi" al mondo in realtà sono loro,

viene da domandarsi se questa non sia soltanto un'altra bufala colossale, messa in piedi e fatta "trafugare" ad arte, per rendere ancora più cupa e minacciosa la loro immagine "stile Guantanamo", che sembra tanto andare di moda di questi tempi.

Nessuno infatti si illude per un solo istante che le immagini di Guantanamo siano arrivate a noi grazie allo scoop di un eroico giornalista indipendente. Se le vediamo possiamo stare certi che è stato deciso che dovessimo vederle, e pure molto da vicino.

E' tipica infatti nella personalità meno progredita, che viaggia soprattutto a testosterone, la convinzione che mostrarsi macho, rude e cattivo imponga rispetto ad ogni costo. Confondono naturalmente il vero rispetto con gli effetti visibili della paura, che sono due cose ben diverse. Mentre gli effetti visibili ti procurano quel comportamento asservito che tanto pare gratificarti, quelli invisibili non fanno che seminare altro odio e altra cattiveria, che non potrà un giorno non ritorcersi contro te stesso.

Ma tant'è, vai a spiegare a un pazzo che è pazzo, al grezzo che è un grezzo, o al cieco cosa sono i colori.

Che la storia delle prigioni sia vera, quindi, oppure una bufala peggio di tante altre, non cambia poi granchè. Si tratta solo di scegliere fra una malattia grave e un'altra ancora peggiore. Questa gente bisogna semplicemente aspettare che si estingua, e basta. Non c'è speranza che cambino, e non c'è altro modo di liberarsene.

Ecco, magari se i nostri politici evitassero di allearsi così chiassosamente con costoro, magari una mano in quel senso potremmo pure dargliela, no? O davvero i nostri prodi - con la maiuscola e con la minuscola - queste cose non arrivano a capirle?

Massimo Mazzucco

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
vulcan
Inviato: 23/11/2005 16:25  Aggiornato: 23/11/2005 16:25
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/1/2005
Da: Sardigna
Inviati: 2092
 Re: L'Europa contro le prigioni segrete di Bush
I sottomarini a propulsione nucleare
lasciano L'Isola di La Maddalena



Questo l'annuncio di Martino dopo un vertice con Rumsfeld.

Fonte :
comunicato stampa del ministero della difesa. www.difesa.it
.........

Mi scuso per il fuori tema!

"Indaga le parole a partire dalle cose e non le cose a partire dalle parole." Misone
Krya
Inviato: 23/11/2005 16:41  Aggiornato: 23/11/2005 16:41
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/8/2005
Da: Toscana
Inviati: 438
 Re: L'Europa contro le prigioni segrete di Bush
Grande notizia, ma ancor più grande se avessero indicato quando e come, invece di un generico "prossimo futuro", noi viviamo vicino a Camp Darby

Due anni fa la base americana sgombrò dai bunker pericolanti 100 mila ordigni. Roma non fu avvisata
Camp Darby, il più grande arsenale Usa all' estero
Da questa cittadella nascosta nella pineta toscana provenivano quasi tutte le munizioni usate in Iraq nel 1991 e il 60 per cento delle bombe scagliate sulla Serbia nel 1999

Darby

e sono anni che gli abbiamo dato lo sfratto ma.... niente da fare.

Te lo auguro con tutto il cuore

Riccardo

Ci sono crimini peggiori del bruciare libri, uno di questi è non leggerli. (brodsky)
frankad
Inviato: 23/11/2005 16:59  Aggiornato: 23/11/2005 17:01
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 10/10/2005
Da: ICHNOS
Inviati: 1921
 Re: L'Europa contro le prigioni segrete di Bush
Che la CIA ne combini sempre e dappertutto, con l'arroganza e lo stile da assassini che li contaddistingue non è nulla di nuovo. Direi, piuttosto, che ogni tanto si scopre "uno dei nervi" ed allora gli si da ddosso. Ma la gamba in cancrena non guarisce tagliando l'alluce. Sono li, sono il braccio assassino soprattutto dei neocons, hanno complici in tutti i governi del mondo e non saprei sognare un mondo senza loro, troppo difficile anche per un cancro anarchico come me.

L'Europa vuole vederci chiaro? Ma va? Chi Blair, , del resto il servo più fedele degli USA è di turno nel girotondo europeo..... Forse Barroso? Certo, uomo messo li dagli americani, fedele servitore, organizzò il famigerato vertice delle Azzorre in maniera perfetta e non fu scelto lui per caso.
E' inutile azzardare. Ai proclami delle fasi iniziali di queste notizie bisognerebbe dar seguito fino a quando si arriva al sodo. Cercansi volontari per il monitoraggio.

Scusate se ripeto questo (scusa Goldstein) ma giusto pochi giorni fa un'agenzia aveva battuto questa notizia:

Esteri 21 nov 13:56

Terrorismo: direttore della Cia, "non torturiamo, ma usiamo tecniche innovative"

WASHINGTON - Il direttore della Cia, Porter Goss, ha ammesso che i suoi agenti utilizzano tecniche "uniche e innovative" per estorcere informazioni ai sospetti durante gli interrogatori ma senza torturare, ne' violare le leggi. "Questa agenzia non ricorre alla tortura, la tortura non funziona. Utilizziamo tecniche legittime per raccogliere informazioni vitali e lo facciamo con modalita' uniche e innovative", ha affermato. (Agr)

Questi assassini vanno combattuti innanzittutto facendo capire alle nuove generazioni com'è il mondo per davvero. Ci vuole tempo, ma in caso contrario si gioca con le loro regole e con mezzi nettamente inferiori.

Franco

La democrazia è il sistema perfetto per tenere mansueti e silenziosi i cittadini, facendo loro credere di possedere un potere di scelta che in realtà non hanno e non hanno mai avuto.
cacciucco
Inviato: 23/11/2005 17:00  Aggiornato: 23/11/2005 17:00
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/5/2005
Da: la terra
Inviati: 347
 Re: L'Europa contro le prigioni segrete di Bush
Salve a tutti,
a proposito di CIA ed Europa vi segnalo questo
ciao
cacciucco

Esser colto per essere libero: la cultura è un'arma, non un fronzolo. Martì
ingfiglia
Inviato: 23/11/2005 21:56  Aggiornato: 23/11/2005 21:56
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/10/2005
Da: Ballarò
Inviati: 96
 Re: L'Europa contro le prigioni segrete di Bush
Alla richiesta al Parlamento degli On.li Fava e Chiesa potremmo unirci con le ns. e-mail, magari richiedendo un controllo delle opere edili da realizzare in quelle basi: ma ancora per quanto dobbiamo tenerci questi signori in casa nostra ed a nostre spese?

Redazione
Inviato: 23/11/2005 22:26  Aggiornato: 23/11/2005 22:26
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: L'Europa contro le prigioni segrete di Bush
VULCAN: Proprio perchè so quanto da vicino ti tocchi il problemna della Maddalena, mi unisco a krya in un saggio scetticismo precauzionale.

Non me lo vedo un Martino - specialmente se in ritorno da Washington - fare un gesto gratuito "una tantum", anche se dovuto ormai da troppo tempo.

Comunque sia, tutti i sardi sono autorizzati a usare questo thread anche per la questione Maddalena.

*****************

FRANKAD: "Utilizziamo tecniche legittime per raccogliere informazioni vitali e lo facciamo con modalita' uniche e innovative", ha affermato".

Ecco dov'era finita Barbara Olson!

"Questi assassini vanno combattuti innanzittutto facendo capire alle nuove generazioni com'è il mondo per davvero. Ci vuole tempo, ma in caso contrario si gioca con le loro regole e con mezzi nettamente inferiori."

Tipo bisogna aspettare che si estinguano, più o meno? (La faccina non te la metto, perchè so che non ti piacciono, però è come se ci fosse)

Gianlvca
Inviato: 23/11/2005 22:44  Aggiornato: 23/11/2005 22:44
Mi sento vacillare
Iscritto: 28/9/2005
Da: ROMA
Inviati: 347
 Re: L'Europa contro le prigioni segrete di Bush
ciao vulcan, lasciano la Maddalena ma si spostano da un'altra parte sempre in Sardegna.
diciamo che escono dalla porta e rientrano dalla finestra.

GIORNALISTA TERRORISTA
frankad
Inviato: 23/11/2005 22:52  Aggiornato: 23/11/2005 22:52
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 10/10/2005
Da: ICHNOS
Inviati: 1921
 Re: L'Europa contro le prigioni segrete di Bush
Hola

Ho già espresso nel forum "servitù militari" a Vulcan le mie perplessità, così come la mia attesa di sue indicazioni. Oltre al suo spessore di persona, e di Grazia, loro vivono a ridosso di una delle più vergognose e pericolose occupazioni militari yankee che subiamo in Sardegna.

Per il resto io credo nei giovani. Sarà che sono padre di due "bimbe" di 20 e 18 anni ed adoro i giovani e parlo con loro, cosa che gli "adulti" non fanno sovente. So che sono "persi" ed hanno bisogno di valori e di capire, per mezzo di persone delle quali si fidano, che strada prendere.

Chiarissimo che papà lotta e lotterà fino a quando ce ne sarà bisogno e con me tutti gli altri. Ma sarai d'accordo che la lotta è diversa. Un conto è combattere contro pezzenti come Gentiloni e Teodori, un conto è, nel frattempo, coltivare le nuove generazioni in Italia perchè comunque loro hanno e devono avere un peso in una speranza di cambio.

La democrazia è il sistema perfetto per tenere mansueti e silenziosi i cittadini, facendo loro credere di possedere un potere di scelta che in realtà non hanno e non hanno mai avuto.
Rufus
Inviato: 23/11/2005 22:56  Aggiornato: 23/11/2005 22:56
So tutto
Iscritto: 24/9/2005
Da:
Inviati: 24
 Re: L'Europa contro le prigioni segrete di Bush
Anche nel caso del rapimento dell'imam Abu Omar a Milano,
pare che dopo essere stato portato nella base di Aviano
sia stato trasferito con un aereo non segnalato ne come civile ne come militare
in Germania e per finire da li in Egitto.
Lo dice l'onorevole Mauro Bulgarelli in un interessante intervista in cui parla
delle basi Usa in Italia che potete trovare su onorevole mauro bulgarelli.
Comunque è di oggi la notizia dello smantellamento completo della base della Maddalena, anche se sono ancora da definire i tempi.Mah!
Saluti.Rufus

Kolza
Inviato: 23/11/2005 23:00  Aggiornato: 23/11/2005 23:00
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/6/2004
Da: MMMMMMonza
Inviati: 916
 Re: L'Europa contro le prigioni segrete di Bush
Salve a tutti,
Spero che qualcuno abbia una risposta a questo interrogativo.
Alcuni degli agenti CIA responsabili del rapimento dell'imam egiziano Abu Omar hanno trascorso, a cavallo dell'operazione, diversi giorni in Valtellina, e più precisamente a Chiesa Valmalenco. Per cosa non si sa.
Guido Olimpio su Feltrinelli.it
I carabinieri di Chiesa, sollecitati dal pm che sta indagando, ricordano alcuni israeliani (ops) in vacanza nella medesima zona, e "sgamati" in visita alla diga della Valmalenco.

Orbene, visto che basterebbe andare a Bormio (sempre in provincia di Sondrio) per mischiarsi alla massa di turisti, perchè rifugiarsi in una simile località (soprattutto quando non vi sono manifestazioni turistiche in grado di "giustificare" la loro presenza?

Saludos
Kolza
(Simone Colzani)

frankad
Inviato: 23/11/2005 23:02  Aggiornato: 23/11/2005 23:03
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 10/10/2005
Da: ICHNOS
Inviati: 1921
 Re: L'Europa contro le prigioni segrete di Bush
Rufus,

anche se spostassero La Maddalena,ho seri dubbi su tante cose, la Sardegna è impestata da basi militari.

Dalla base aerea di Decimomannu, una delle altre, partivano gli aerei che poi bombardavano la Serbia.

Che bello....

Fuori tutto, o non serve a nulla solo una base

La democrazia è il sistema perfetto per tenere mansueti e silenziosi i cittadini, facendo loro credere di possedere un potere di scelta che in realtà non hanno e non hanno mai avuto.
winston
Inviato: 23/11/2005 23:05  Aggiornato: 23/11/2005 23:05
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/10/2005
Da: Eurasia
Inviati: 392
 Re: L'Europa contro le prigioni segrete di Bush
Cito <<Ecco, magari se i nostri politici evitassero di allearsi così chiassosamente con costoro, magari una mano in quel senso potremmo pure dargliela, no? O davvero i nostri prodi - con la maiuscola e con la minuscola - queste cose non arrivano a capirle?>>

Quali nostri politici?
i compagni di merende della prima repubblica o gli stessi diventati nani & ballerine della seconda?
Quelli che celebrano la “liberaZIONe” dagli “alleati” exportatori di democrazia?
Fate conto… avete un incendio in casa & arriva l’alleato a liberarvi dal fuoco : bene.bravo, belo, belo!
Poi, a cinquantanni dall’incendio (pompiere piromane?) ve lo ritrovate in tutte le stanze sempre alleati: << non si sa mai, non si sa mai..>>, sempre a giocare coi fiammiferi, facendo il Razzo che gli pare. In casa vostra.

Alleati eravamo & così siamo rimasti (Devoto: dal lat. alligare = legare insieme), legati, appunto, come il cane alla catena. E si è mai visto un cane (destra o sinistra non fa differenza) che morda il padrone?

E’ come chiedere ai politici di stagione di decretare contro Babbo Natale…:
Ma come? Ci quello che ci porta i regali & canta GingleBell.. ?
I nostri prodi (mai dimenticarne le facce) lo faranno solo quando una massa critica avrà già capito per conto suo che il barbuto in rosso è solo una reclàme della CocaCola, & che i “regali” che porta li paghiamo noi & profumatamente. Per non parlare del foraggiamento al Polo per il resto dell’anno.

Forse è è triste ammetterlo, ma babbo natale non è mai esistito: spargete la voce.
Non bisogna farsi ingannare dalle corna: non sono renne, sono solo i tristi figuri che gli tirano il carro.

Winston

"Chi controlla il presente controlla il passato, chi controlla il passato controlla il futuro" Orwell, 1984
Rufus
Inviato: 23/11/2005 23:08  Aggiornato: 23/11/2005 23:08
So tutto
Iscritto: 24/9/2005
Da:
Inviati: 24
 Re: L'Europa contro le prigioni segrete di Bush
Ciao Frankad,io ho 21 anni e purtroppo devo confermare quello che hai detto,
mi ritrovo spesso a parlare con persone adulte anche 50enni al lavoro,o anche
con i miei a casa, che non so se non capiscono o hanno delle fettazze da 1 etto di salame sugli occhi,per non dire peggio!Preferiscono tutti parlare di reality o dell' ultima
fiction.E i giovani non sono meglio,per trovare qualcuno con cui parlare di queste cose si fa fatica.Anzi se c'è qualcuno della mia zona a qui piace parlare oltre che scrivere si faccia
vivo! Saluti.Rufus

Kolza
Inviato: 23/11/2005 23:25  Aggiornato: 23/11/2005 23:25
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/6/2004
Da: MMMMMMonza
Inviati: 916
 Re: L'Europa contro le prigioni segrete di Bush
L'Italia è vincolata agli USA (e alla conseguente influenza atlantica) dalla sconfitta della II Guerra Mondiale. Conseguentemente, tra il 1951 e il 1954 i nostri governanti di allora firmarono alcuni Protocolli a Londra. Tali documenti sono tuttora secretati e lo rimangono, nonostante i propositi di qualcuno (Lord D'Alema) di riverlarli. Tuttavia, qualche settimana addietro, la trasmissione Blu Notte parlò proprio della anomalia italica (il più grande partito PCI nell'area di influenza atlantica).

Da quelle carte che i nostri politici firmarono (e poi si rimangiarono una volta a casa) discende il ruolo dell' "Amico Americano" (titolo di un bel libro di Sergio Flamigni). Se questa ingombrante amicizia vi sembra qualcosa di talmente evidente che neppure il sole potrebbe rivaleggiare, pensate che alcuni maccartisti e debunker di casa nostra (con un atteggiamento che io denomino pugliattismo) negano il tutto (da comiche il recente libro di un certo Mastrolilli).

Per me, la cosa più sconfortante rimane tuttavia constatare quanto abbia ragione quella vecchia volpe di Gore Vidal, che disse "Il più grande successo dello Stato italiano è essersi separato dai cittadini", sottintendendo l'incompiutezza della democrazia italiana. Quando si pensa a quella frase, e a quanto è successo in 60 anni di sudditanza atlantica, il doppio stato sembra non essere mai esistito. Nel senso che esistono i maneggi, i depistaggi e tutto l'armamentario complottistico. Quello che è evanescente è lo Stato democratico in Italia, tanto che mi viene da chiedermi se sia mai esistito o se sia tutta una finzione in stile Matrix (il recente caso di Irving non aiuta certo i pessimisti).

Mentre compivo queste mie cogitazioni, un altro frequentatore di LC.net (Marcello alias Edantes) diceva queste parole, sebbene in altro forum:
"La risposta all'azione politica dell'Urss non poteva essere una guerra, facilmente nucleare, che non avrebbe lasciato vita sulla faccia della terra. La risposta dell'Occidente americano o americanizzato doveva realizzarsi in un quadro politico '' accettabile '': infatti, secondo loro, la strategia della tensione era, appunto, il quadro politico ''accettabile''.

Non sono mai esistiti ''servizi segreti deviati'', ma servizi segreti che hanno puntualmente realizzato i programmi loro imposti dagli obblighi contratti - dalle strutture istituzionali nazionali - nel quadro di alleanze internazionali consolidate. Non erano giochi di potere o iniziative di pochi."

Allora non ero l'unico pazzo: l'Italia è veramente uno Stato "di sovranità limitata", non una ma ben due volte: la prima come Stato-Apparato, nei confronti degli USA, secondo i Protocolli di Londra del 1951-4; la seconda siamo noi cittadini nei confronti dell'Apparato statale, dominato da una sorta di cleptocrazia (il caso TAV è l'ultimo di una lunga serie).

Saludos,
Kolza
(Simone Colzani)

frankad
Inviato: 25/11/2005 8:00  Aggiornato: 26/11/2005 12:20
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 10/10/2005
Da: ICHNOS
Inviati: 1921
 Re: L'Europa contro le prigioni segrete di Bush
Ciao Rufus.

Tu non fai altro che confermare che le mie non sono solo speranze ma certezze. Ragazzi come te ce ne sono tanti e la maggior parte di loro soffre delle tue "situazioni". Sappi che anche io non credo di essere il solo, della mia generazione, che capisce che ci si deve sforzare in due per trovarci e che crede in voi. Quello che tu racconti, la pochezza che vedi intorno a te, è il risultato di una società che ha prodotto l'appiattimento che angoscia sia te che me.
Siamo qui per combattere questo, tu ed io, 21 e 45, lo possiamo fare intorno a noi ed anche da Luogocomune.

Franco

La democrazia è il sistema perfetto per tenere mansueti e silenziosi i cittadini, facendo loro credere di possedere un potere di scelta che in realtà non hanno e non hanno mai avuto.
Mnz86
Inviato: 25/11/2005 9:46  Aggiornato: 25/11/2005 9:46
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/7/2005
Da: BS
Inviati: 246
 Re: L'Europa contro le prigioni segrete di Bush
Nessuno l'ha aggiunto, evidentemente perch¨¨ (anche visto lo sviluppo del discorso)¨¨ sottinteso: almeno uno di questi voli (e precisamente quello del 5 maggio 2004) ha fatto scalo a Roma prima di andare a Cipro e Israele.

Comunque, scanso equivoci, badate che nemmeno questa cosa, bench¨¨ sia diventata (non in Italia, ma all'estero) di pubblico dominio, ha smosso nemmeno di un centimetro la posizione dell'Europa (o l'etica degli americani). Oltre alla richiesta ufficiale di chiarimenti (del 5 Novembre, un paio di giorni dopo, io ne avevo scritto il 4), alla richiesta della croce rossa di poter visitare i campi e all'interrogazione di Giulietto Chiesa (che mi pare non abbia meritato nemmeno una menzione nei tg italiani: una volta che l'europarlamento finge di lavorare -non per conto dei banchieri- facciamolo notare), non s'¨¨ combinato come sempre niente.

frankad
Inviato: 27/11/2005 17:06  Aggiornato: 27/11/2005 17:07
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 10/10/2005
Da: ICHNOS
Inviati: 1921
 Re: L'Europa contro le prigioni segrete di Bush
In riferimento ai due ultimi paragrafi di Massimo,

ho ritenuto opportuno segnalare un brano tratto da un'articolo di Travaglio sull'Unità il quale, dopo averne dette di tutti i colori a Castelli anche chiamandolo somaro fesso e volonteroso, afferma:

.........L'altro giorno il cosiddetto Guardasigilli annunciava giulivo alle Camere penali che «la giustizia va meglio»: poteva raccontarlo ai macellai, ai ciabattini, ai violinisti, invece è andato a dirlo proprio agli avvocati, che sanno bene come va la giustizia: infatti l'hanno accolto a pernacchie. Non contento, l'eventuale ministro vuole sabotare l'estradizione dei 12 spioni della Cia che sequestrarono un imam a Milano e lo fecero torturare in Egitto, in quanto il pm Spataro ha votato alle primarie dell'Unione, dunque è «un magistrato militante», ergo è affetto «antiamericanismo»......

Ma scusate, che speranze abbiamo con questi atteggiamenti?

Franco

La democrazia è il sistema perfetto per tenere mansueti e silenziosi i cittadini, facendo loro credere di possedere un potere di scelta che in realtà non hanno e non hanno mai avuto.
zinzula
Inviato: 30/11/2005 18:30  Aggiornato: 30/11/2005 18:30
So tutto
Iscritto: 27/10/2005
Da: sandalia
Inviati: 6
 Re: L'Europa contro le prigioni segrete di Bush
Caro Vulcan leggo nelle tue poche righe una certa soddisfazione,spero solo che tutto cio non sia solo una presa per ........!comunque io sarei più che felice,anche perchè non hanno mai capito chi sono i padroni di casa.

secondo tale legge certi soggetti fanno strada assumendo via via incarichi sempre più impegnativi, fino a raggiungere... il loro massimo livello di incompetenza
frankad
Inviato: 30/11/2005 19:06  Aggiornato: 30/11/2005 19:06
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 10/10/2005
Da: ICHNOS
Inviati: 1921
 Re: L'Europa contro le prigioni segrete di Bush
Ciao zinzula.

se è o no una presa per il culo, la situazione non riguarda Vilcan ma tutti noi sardi.
Siamo noi a dovergli fare capire chi sono i padroni di casa. Quindi non bastano 2000 persone in una manifestazione indetta dagli amici dell'IRS, ci vuole un qualcosa di grande: sogno 200.000 sadri che vanno di base in base e dicono: basta!!!

Forza Paris


p.s. occhio ai nostri forum sulla Sardegna, ti aspettiamo.

La democrazia è il sistema perfetto per tenere mansueti e silenziosi i cittadini, facendo loro credere di possedere un potere di scelta che in realtà non hanno e non hanno mai avuto.

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA