Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


11 settembre : 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Inviato da Redazione il 10/9/2005 9:28:08 (6787 letture)

di Massimo Mazzucco

Lentamente, la verità sull'11 Settembre comincia a prendere forma, e soprattutto consistenza. Almeno per chi la vuole vedere, naturalmente.

Grazie alla pervicacia dei mille "detectives in pantofole" - gli instancabili ricercatori dell'11 Settembre in Internet - e grazie soprattutto al loro spirito di collaborazione, che si estende ormai a tutto il mondo, la paziente ricostruzione degli eventi di quel giorno comincia ad avere finalmente quell'aria di credibilità che manca del tutto alla versone ufficiale.

Hanno cominciato in sordina nel 2002, i primi "blogghisti" che commentavano esterrefatti il contenuto del libro di Meyssan, L'Effroyable Imposture, da poco uscito in Europa, ma mai arrivato ufficialmente negli Stati Uniti.

Poi sono nati dei siti veri e propri, che raccoglievano quel poco di informazione allora a disposizione di tutti, e cercavano in qualche modo di riorganizzarla in maniera sensata. Si trattava soprattutto degli articoli originali della stampa statunitense, i quali però, una volta messi a confronto, ...

... cominciavano a mostrare evidenti segni di contraddizione nella versione ufficiale.

Perchè il Washington Post - ci si chiedeva ad esempio - nella sua edizione straordinaria delle 4 del pomeriggio (del giorno 11), parlava ripetutamente di "un missile con le ali", che molti testimoni avevano visto colpire il Pentagono, ma poi nulla di ciò è più ricomparso sulle pagine di nessun giornale?

Come ha fatto l'FBI a darci i nomi di tutti i dirottatori, con tanto di fotografia, in sole 48 ore, quando sei mesi dopo esce un articolo che afferma che almeno la metà dei dirottatori era del tutto sconosciuta alle autorità statunitensi, al momento degli attentati?

Perchè mai Attà sarebbe partito per Portland, la sera del 10, per poi dover prendere un volo locale, alle 5 del mattino, che lo riportava a Boston, costringendosi ad una coincidenza con il volo per Los Angeles così stretta che gli sarebbe costata la perdita della valigia? (Visto soprattutto che quella valigia regalava agli investigatori il suo passaporto, i "manuali di volo", il testamento autografo, e le "ultime istruzioni" per i morituri?)

Perchè la Rice disse che nell'amministrazione non avevano mai pensato ad un attacco fatto con aerei civili sequestrati, quando poi il suo vice Clark la smentisce clamorosamente, in un libro uscito l'anno dopo? Eccetera eccetera.

Dice infatti un cartello, affisso in molte delle stazioni di polizia americane, "nessuno ha una memoria così buona da riuscire a mentire per sempre, senza prima o poi contraddirsi."

La crescita spontanea di questi siti portò presto alla sua conseguenza naturale - che è poi la quintessenza di Internet - e cioè quella di poter "collegare" in tempo reale, "trasversalmente", qualunque tipo di informazione con qualunque altra. Il sito A mandava così al sito B, il sito B al sito C, ciascuno scopriva qualcosa di nuovo, ed ecco nascere, altrettanto spontaneamente, il "9/11 Truth Movement", senza che nessuno lo avesse mai invocato.

A questo punto iniziò la prima fase di sintesi, che si cristallizzò in una serie di libri come Painful Deceptions di Eric Hufschmidt, The New Pearl Harbor di David Griffin, The War on Freedom di Ahmed Nafeez.

Parallelamente, nacquero anche i primi "film" sull'11 Settembre, che sono in realtà il frutto di un paziente lavoro di assemblaggio, fatto con spezzoni video e foto originali degli eventi di quel giorno, commentati da autori come Eric von Kleist (In Plane Site), o lo stesso Eric Hufschmidt (Painful Questions).

Ci fu infine chi raccolse il lavoro di tutti questi autori, sia di libri che di film, e iniziò a cercare di diffonderlo "fra le masse", con interventi alla radio, in pubbliche conferenze, in interviste e dovunque possibile. Questa diffusione a livello popolare portò a sua volta ad un nuovo afflusso di utenti verso la rete, alla ricerca di conferme di quanto appreso in pubblico….

Si giunge così a cavallo fra il 2003 e il 2004. Il "problema 9/11", da lontano fantasma frutto di qualche mente malata, è diventato una realtà sia per chi ha il coraggio di guardarla in faccia, sia per chi preferisce volgere altrove lo sguardo. Costui infatti può ancora rifiutarla, ma non può più dire di non sapere che esista un problema.

Da qui in poi inizia una seconda fase, molto più delicata e meno spontanea, in cui vengono a cambiare I parametri di fondo all'interno del "911 Truth Movement".

Qualcuno si deve infatti essere accorto di quello che sta succedendo in rete, ed ha iniziato a diffondere "disinformazione" in maniera tanto subdola quanto sistematica.

Finito lo spontaneismo univoco, la spaccatura cresce lentamente, fino a diventare palese nell'estate del 2004, con il film di Michael Moore "Fahrenheit 911". Vince a Cannes, trova ampia distribuzione negli Stati Uniti, e sembra per un attimo mettere in crisi addirittura la rielezione di George W. Bush. Ma la sua scelta - discutibile ma comprensibile - di limitarsi a denunciare una "mezza verità" (le complicità delle famiglie Bush e bin Laden, ma non le vere responsabilità degli attentati), finisce per regalare alle famose "masse" un succulento appiglio, sul quale attestarsi senza doversi scomodare fino in fondo: è la nota tesi del "se lo sono lasciato succedere".

In inglese nascono addirittura due sigle, TLIH, e TMIH. per definire le due posizioni di fondo: they let it happen, e they made it happen (lo hanno lasciato succedere, lo hanno fatto succedere).

Noi abbiamo più volte mostrato come in realtà la prima tesi sia improponibile, da un punto di vista logico, ma ormai ha preso piede un pò dappertutto, ed il danno è fatto. (Paradossalmente infatti è molto più difficile convincere un TLIH della colpevolezza degli alti comandi americani, che non farlo con una persona che sia ancora convinta della validità della versione ufficiale. Più il balzo è grande, in un certo senso, più è facile vederlo).

Oggi, a quattro anni di distanza, quello dell'11 Settembre è diventato un universo troppo ampio per essere definibile in qualunque modo. Ci si perde dentro, da qualunque parte si entri, e indipendentemente dal livello di conoscenza che se ne abbia. Diventa quindi utile cercare almeno di stabilire dei punti fermi, oggettivi, che sono emersi in questi anni di ricerca, e che vanno separati da quel nuvolone di ipotesi, illazioni e sospetti che debbono comunque essere sottoposti, in ultima analisi, ad una valutazione soggettiva. (Ampia documentazione a supporto di quanto segue è naturalmente disponibile nella Sezione 11 Settembre del sito).

1- L'attentato del '93 alle Torri Gemelle fu condotto con la piena complicità, se non per diretta volontà, dell'FBI.

2 - Molteplici legami, soprattutto di natura economica, sono stati accertati fra i vari "terroristi" ed i servizi segreti pakistani, che a loro volta sono stettamente collegati a quelli occidentali.

3 - Di fronte ad alcune immagini, sulla cui veridicità non esistono dubbi, è praticamente impossibile sostenere che contro il Pentagono si sia schiantato un Boeing 757, senza rischiare di apparire ridicoli. (Nel momento in cui sia stato un qualunque altro velivolo a colpire il Pentagono, e non avendo questo certo potuto partire dal giardino di una villa qualunque, ciò implica automaticamente la complicità di almeno una parte degli alti livelli della difesa americana).

4. Parallelamente infatti, non è mai stata spiegata in alcun modo la completa debacle della difesa aerea americana, mentre stupisce il fatto che nessuno sia stato nè punito nè anche soltanto messo sotto accusa per questa "figuraccia" a livello mondiale.

5 - Altrettanto inspiegabili, alla luce della documentazione visiva e delle testimonianze emerse nel tempo, i presunti crolli passivi delle Torri Gemelle, ed ancor di più del WTC7, che rappresenterebbe in questo caso un vero "miracolo all'incontrario" dell'ingegneria moderna.

6 - Di fatto tutti gli agenti dell'FBI che in qualche modo sono stati sospettati di aver messo le pastoie alle indagini, permettendo così agli attentati di avere luogo, sono stati promossi di grado.

In aggiunta, rimandiamo direttamente alla lista che trovate nel capitolo "Un riassunto del riassunto", nella Sezione 11 Settembre.

Da qui in poi, sta a ciascuno di noi trarre le sue conclusioni. Ci sia permesso solo di ricordare che qui non si tratta di esprimere una semplice opinione, pro o contro: agli attentati dell'11 Settembre sono state fatte conseguire guerre, costate centinaia di migliaia di vite, che sono ancora in corso, e per le quali è stato necessario il nostro avallo, espresso attraverso le nostre democratiche istituzioni.

Dopo 4 anni di disorientamento e di confusione, in parte comprensibili, è giunto il momento per ciascuno di assumersi, di fronte ai fatti dell'11 Settembre, le proprie responsabilità di cittadino del mondo. Anche questo, volendo, è "globalizzazione".

Massimo Mazzucco
descr

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
cnj
Inviato: 10/9/2005 12:37  Aggiornato: 10/9/2005 12:38
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da: Romagna
Inviati: 795
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Ciao Massimo, il tuo link "11 settembre" è sicuramente il + esaustivo in Italia per la questione 9/11. Mi chiedo se sia possibile metterlo su DVD. Sto pensando ad una versione italiana di "In plane site" fatta da LuogoComune, chiaramente al posto di VanKliest ci devi essere tu. Produzione e distribuzione a basso costo o addirittura gratuita a chi ne fa richiesta o allegata a riviste etc.etc.. Sarebbe di estrema efficacia perchè mi rendo conto che tanta gente ancora non ha ne tempo ne un vero e proprio interesse a sfogliare per ore pagine internet. Però se aiutati magari 1 ora o 1 ora e mezzo a sedere sulla poltrona ci potrebbero stare e noi ci sentiremo felici di aver fatto qualcosa in +.
Il finanziamento deve avvenire dal popolo cioè da noi (alla beppe grillo). Io ci sto. Forse è una cosa esagerata ma è da quando ero piccolo che sono un instancabile sognatore. Sono cresciuto con la musica dei menestrelli americani nel cuore (hobo's and loners) e meglio di così non so fare. Se non la conosci ascolta "American dreamers" di Gene Clark e leggi il testo... capirari di cosa parlo. Con affetto, Code Name: Jumper.

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. Nikola Tesla
goldstein
Inviato: 10/9/2005 13:52  Aggiornato: 10/9/2005 13:54
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 4/11/2004
Da:
Inviati: 2827
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
La verità sull'11 settembre è stata sfiorata dalle televisioni di mezzo mondo, di recente anche in Italia, e proprio ieri in Olanda.
Cio' che ha accomunato quasi tutte le trasmissioni è stato il modo di presentare gli argomenti dei giornalisti dei media ufficiali, che hanno quasi sempre premesso che sarebbero teorie della cospirazione che girano in internet.
Quantomeno una nota a parte va, sorprendentemente, ad un canale americano, C-Span, che ha trasmesso senza commento le conferenze di alcuni tra i più importanti rappresentanti della corrente 9/11 Truth: Nafeez Ahmed, David Ray Griffin, e soprattutto i familiari delle vittime.
Gente come Ahmed, che è uno studioso serio, ha giustamente tributato all'inizio di ogni suo intervento un giusto riconoscimento a tutte le persone che lavorano e denunciano le anomalie lontani dalla luce dei riflettori, oltretutto essendo stato lui uno dei primi e fondamentali ricercatori.
Questo non l'hanno mai fatto i giornalisti mainstream.
Alcuni in buona fede avranno subito delle pressioni, altri in malafede avranno scelto loro stessi di presentare i fatti in un certo modo, probabilmente nel tentativo di non ridicolizzare l'intera categoria di cui fanno parte.
Comunque siano andati i fatti almeno qualcuno ha osato parlarne.
Teniamo conto che una delle prime direttive di George Bush, autoinvestitosi condottiero delle forze del bene contro quelle del male, fu: “Non tollereremo nessuna oltraggiosa teoria della cospirazione. O con noi, o contro di noi”.
Questa situazione cosi complicata ha fatto si che, curiosamente, il primo media ufficiale americano a parlarne sia stato il popolare magazine porno Hustler di Larry Flint, che ha dedicato un'intervista a...
...David Ray Griffin, rinomato insegnante di teologia ed autore di oltre 20 libri sull'argomento.
Dopo una coltre di silenzio che ha retto per tanto tempo ultimamente ci provano in parecchi, solo negli ultimi due giorni ne hanno parlato la tv Iraniana e quella Olandese.
Mancano ancora all'appello, stranamente, i canali televisivi di quello che viene considerato l'unico stato democratico mediorientale.

Beta
Inviato: 10/9/2005 13:58  Aggiornato: 10/9/2005 13:58
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/7/2005
Da:
Inviati: 230
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Ottima idea questa del DVD!

spettatore
Inviato: 10/9/2005 20:45  Aggiornato: 10/9/2005 20:45
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da:
Inviati: 883
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Oggi ho acquistato e visionato il dvd con annesso numero speciale di Nexus. Non è stato particolarmente "rivelatore" nel suo insieme, forse perchè erano argomenti a me tristemente noti. Comunque può rivelarsi un ottimo Svitol per le arruginite meningi di qualcuno che crede alla favoletta di "Alì Attà, le Torri ed i ladroni". Il dvd esamina alcuni,ma salienti, punti degli aerei sul pentagono (in minuscolo) e le Twin Tower, oltre al famoso gioco "Cerca l'aereo sul prato del Pentagono" (in maiuscolo perchè titolo del gioco). Il lavoro della sezione 911 su LC è impareggiabile, ma temo che occorrerebbe un cofanetto di dvd per poter rendere esaustivo quanto riportato nel sito. Per i costi Mazzuccman potrebbe rivolgersi al miliardario Walter, il quale, proprio sulle pagine del numero speciale di Nexus, si augura che l'Europa dia il "la" ad una severa ed imparziale disamina dei fatti in questione. In definitiva ne consiglio l'acquisto e la detenzione in casa, così da tediare gli amici nelle lunghe serate invernali.


Lo spettatore

Citazione:
Non metterti a discutere con un idiota. La gente potrebbe non accorgersi della differenza.
Redazione
Inviato: 10/9/2005 21:28  Aggiornato: 10/9/2005 21:28
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
D V D et impera. La direzione è quella già da tempo (video + sez.911 completa), ma essendo tutto materiale "fatto in casa", si accumula piano piano, e mancano ancora alcune cose importanti. (Per Natale magari...)

Grazie per l'entusiasmo, è di ottimo aiuto.

Massimo

Beta
Inviato: 11/9/2005 2:01  Aggiornato: 11/9/2005 2:01
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/7/2005
Da:
Inviati: 230
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Grazie per le tue info, Goldstein.
Anche Al Jazeera sta mandando in onda un documentario, in 4 puntate.

goldstein
Inviato: 11/9/2005 4:07  Aggiornato: 11/9/2005 4:15
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 4/11/2004
Da:
Inviati: 2827
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Beta, crociato si chiedeva se tu fossi un altro utente che si chiama beta_lord, capisco la tua perplessità..
Quando dimentichi di scrivere qualcosa nel testo, invece di "reply" clicca "edit" per modificarlo.
A proposito della serie di Al Jazeera ho letto solo questo articolo, nel giro di qualche giorno sapremo qualcosa in più.

nique
Inviato: 11/9/2005 7:36  Aggiornato: 11/9/2005 7:36
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/7/2005
Da: Milano
Inviati: 111
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Sig. Mazzucco,

le do del lei in quanto è la prima volta che intervengo, in futuro mi sentiro libero di darle del tu.

Scrivo queste righe per dimostrarle la mia stima per lo splendido lavoro sul 11/9 da lei svolto in questo sito, sicuramento il migliore ed acritico in Italia.

Un caro saluto a Lei ed a tutti gli altri utenti.

Massimo.

Chi sa di essere profondo, si sforza di esser chiaro. Chi vuole apparire profondo alla folla, si sforza di esser oscuro. Infatti la folla ritiene profondo tutto quel di cui non riesce a vedere il fondo: è tanto timorosa e scende tanto mal volentieri ne...
Bacco
Inviato: 11/9/2005 9:46  Aggiornato: 11/9/2005 9:46
So tutto
Iscritto: 21/6/2004
Da: Lugo (RA)
Inviati: 30
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Buongiorno, volevo solo intervenire per fare un grosso in bocca al lupo per stasera... e tenete a "guinzaglio" Maurizio Blondet (anche se non sarà facile), a volte tende a straparlare com' è successo su La7 nella trasmissione mattiniera Omnibus.

Ciao, Andrea.

cnj
Inviato: 11/9/2005 11:06  Aggiornato: 11/9/2005 11:06
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da: Romagna
Inviati: 795
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Buona domenica. Questa mattina ho acquistato "Il Giornale" nella speranza di leggere l'intervista fatta da Lorenzetti a Blondet. Nelle pagine di effedieffe infatti è da giorni che c'è scritto:
"Domenica 11 settembre 2005, su «Il Giornale», sarà pubblicata un' ampia intervista (l'intera pagina) di Stefano Lorenzetto a Maurizio Blondet.In essa Blondet espone il suo pensiero, spesso volutamente occultato o deformato, sui principali temi dell'attualità politica e culturale."
NON C'E' !
La mia sensazione è che sia stata sostituita dalla pagina del rapimento e rialscio di Cremonesi a Gaza, proprio a fianco alla pagina sulla commemorazione dell'11/9.
Ma quando verrà pubblicata?
In bocca al lupo per stasera. Poi ci farai un riassunto di ciò che è stato detto

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. Nikola Tesla
shevek
Inviato: 11/9/2005 11:21  Aggiornato: 11/9/2005 11:21
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/4/2005
Da: Napoli
Inviati: 1249
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Salut y Libertad, gente...

Come già detto in un forum, sto provando a fare il von Kleist dei poverii: mi è uscito un documentario di un ora e cinque minuti attualmente in fase di "beta test" e che oggi, comunque, verrà trasmesso a livello internazionale (ehm... ehm... tre telestreet di Napoli, Cosenza e Zagabria...).
Già così piace agli amici cui l'ho fatto vedere. Entro la prossima settimana dovrei aver tolto gli errori più significativi, recuperare tutti i filmati in alta definizione che mi mancano e per la fine del mese dovrei rifare le mie parti davanti ad una telecamera professionale. Ovviamente il CD/DVD risultante sarà liberamente riproducibile, privo cioè di diritti d'autore, ecc. e quindi liberamente utilizzabile. Ne farò anche una versione relativamente leggera da scaricare in rete.
Vi terrò aggiornati.

Shevek che si sta montando la testa

"Il potere è l'immondizia nella storia degli umani" - F. Guccini
www.portadimassa.net - WEB-TV e non solo di Filosofia
goldstein
Inviato: 11/9/2005 11:59  Aggiornato: 11/9/2005 11:59
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 4/11/2004
Da:
Inviati: 2827
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Blondet l'ha segnalato..

Ci scusiamo con i lettori perché l'annunciata l'intervista a Blondet, prevista su "Il Giornale" di oggi, 11/9/2005, non è passata.

Al momento non ne conosciamo le cause; probabilmente la versione ufficiale sarà la mancanza di spazio per il rapimento del giornalista; ci dispiace per quelli che hanno inutilmente comprato uno dei quotidiani,
in Italia, più allineati al potere mondialista; vi informeremo.

crociato
Inviato: 11/9/2005 12:09  Aggiornato: 11/9/2005 12:10
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 20/4/2005
Da: Costantinopoli
Inviati: 1026
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Pentagono: sì a uso armi nucleari
"Per dissuadere terroristi da attacchi"
Contro i terroristi si possono usare le armi nucleari. Lo afferma un documento del Pentagono, basato sulla "dottrina dell'attacco preventivo" formulata dal presidente Bush nel 2002. In uno scenario internazionale in continuo cambiamento, sostiene il documento, "i terroristi metteranno alla prova gli impegni sulla sicurezza presi dagli Usa nei confronti degli alleati". Da qui il sì all'uso delle armi nucleari.
La "Dottrina per le operazioni nucleari congiunte" - così si chiama nel documento del Pentagono, in cui si dice che questa dottrina è stata aggiornata 10 anni fa - chiarisce che "la decisione dell'impiego di armi nucleari ad ogni livello richiede ordini espliciti dal presidente".
In uno scenario internazionale in continuo cambiamento, sostiene il documento, "terroristi o stati in possesso di armi di distruzione di massa metteranno alla prova gli impegni sulla sicurezza presi dagli Usa nei confronti degli alleati o degli amici". Davanti ad una situazione siffatta, continua il documento, "gli Stati uniti necessitano di una gamma di possibili tipi di reazione, in grado di impressionare amici e nemici circa la propria determinazione".
Questo è uno dei più grandi moniti contro l'Iran!

Christus vincit, Christus regnat, Christus imperat
grazia
Inviato: 11/9/2005 12:58  Aggiornato: 11/9/2005 12:58
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/1/2005
Da:
Inviati: 337
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Oggi 11 settembre. “Il primo anniversario in cui conosco la verità” Il primo in cui guardando quelle immagini della “commemorazione” penso alla rabbia esplosiva che ho in corpo contro questi pazzi che stanno distruggendo l’umanità. Ci hanno ingannati con certosina meticolosità,costruendo la loro menzogna come un cesellatore incide e crea. Non riesco ad accettare.

Ricordo il giorno in cui ho aperto il sito per la prima volta e ho letto, con gli occhi dell’irrazionalità: “11 settembre”. Ho pensato: “ma guarda, anche qui si parla dell’11 settembre”…….ho aperto la pagina e giungevo a :

….se lo siano fatti da soli". E' un'idea talmente difficile da accettare, che la prima reazione di una qualunque persona normale è di dire: "No, non è possibile. Non si può arrivare a tanto."

leggevo e rileggevo di continuo quella frase, con incredulità, cercando di analizzarla nella sua semplicità, nel suo più “palese” contenuto..

Ma, parlano a me??

Sono andata avanti poi con voracità, volendo leggere e capire tutto nell’immediatezza, nella speranza di non vedere distrutta completamente non solo la mia razionalità ma anche la mia irrazionalità quella che mi aveva consentito di “giustificare” la strage. Ci sono dovuta ritornare più volte per leggere tutto e digerirlo. Ho metabolizzato questo ulteriore inganno che ha prodotto poi energico cinismo, diffidenza, necessità di continuo confronto e, ahimè, di autocontrollo verso chi si lascia andare a frasi che fanno parte del mio passato.

Oggi 11 settembre sento di commemorare veramente le vittime di questa strage di stato; penso, in termini di condivisione, al dolore dei familiari delle vittime dell’11 settembre; a quelli che hanno potuto piangere sulla tomba e a quelli che non lo hanno potuto fare pur avendo visto le immagine dei propri cari lanciarsi,con disperazione, nel vuoto.

Oggi so qual’è la verità. Non c’è più alcun margine per questo presidente – fantoccio che spudoratamente si reca a portare conforto alla disgraziata popolazione di New Orleans. Oggi so con certezza che il potere può essere gestito dalla più pura follia umana.

Grazia

"Solo la verità può rendere liberi quanti oggi non vogliono essere servi..."

Paolo Sylos Labini
da "Intoccabili" di Lodato-Travaglio
RedErik
Inviato: 11/9/2005 13:00  Aggiornato: 11/9/2005 13:00
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/9/2005
Da:
Inviati: 35
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Già una volta ho lanciato un appello per un'approfondimento sull'ultimo filmato di rivendicazioni di Al-Quaeda in cui comparirebbe anche uno dei presunti attentatori del 7/7.
Vorrei ora lanciarne un altro sul 11/9, prendendo le mosse da quanto riportato su http://www.attivissimo.net/antibufala/index.htm.
Infatti vi mostrano parecchie foto sui resti dell'aereo che avrebbe colpito il Pentagono.
Poiché sono totalmente a favore della versione "made in USA", sarebbe il caso di non chiudere gli occhi davanti a prove che danneggiano le nostre (spero che non vi offendiate se uso nostre) tesi.
Studiando la storia e l'attualità, sincermente non serve assolutamente sapere cosa abbia colpito il Pentagono o se le Torri siano collassate o meno per trovare i veri colpevoli, però certo la gente tende sempre a fregarsene della storia e vuole solo fatti estremanente concreti e limitati per essere convinta.

"Se davvero dei terroristi arabi hanno distrutto il World Trade Center,
sarebbe di fatto l’unica volta, durante il suo mandato come presidente,
che George W. Bush ha detto la verità."
- JOHN KAMINSKI -
fiammifero
Inviato: 11/9/2005 14:22  Aggiornato: 11/9/2005 14:22
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/2/2005
Da: ROMA
Inviati: 5691
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
L' 11/9 ha segnato la nascita esplicita della tirannia USA con la sua guerra preventiva,e ogni giorno trascorso sta andando sempre più verso l'Apocalisse!


Stati Uniti - 2005-09-11 13:53:00
Nuova dottrina Pentagono propone attacchi nucleari preventivi

Secondo la bozza di nuova dottrina sulle armi atomiche elaborata dal Pentagono, non ancora firmato dal segretario alla Difesa Donald Rumsfeld, gli Stati Uniti considerano d’ora in avanti possibili attacchi preventivi con armi nucleari per anticipare il nemico, impedendogli di colpire per primo con armi di distruzione di massa. Nel documento si invitano le forze armate degli Stati Uniti a “prepararsi ad utilizzare effettivamente armi nucleari”, ricordando che almeno 30 Paesi e “numerose organizzazioni non statali”, di criminalità comune o terroristiche, indipendenti o sponsorizzate da uno stato, dispongono di armi di distruzione di massa, un fatto che costituisce una “grave minaccia di proliferazione”. La bozza è stato elaborata da una commissione interna al Dipartimento incaricato di riadattare le procedure ed i criteri di dissuasione sulle armi di distruzione di massa alla luce delle mutate condizioni successive agli attacchi terroristici dell'11 settembre di quattro anni fa.

Ecco cosa è servito l'11/9 per chi ha ancora dei dubbi

Citazione:
le cose di cui ci sentiamo assolutamente certi non sono mai vere (Oscar Wilde)
mamino
Inviato: 11/9/2005 14:38  Aggiornato: 11/9/2005 14:38
So tutto
Iscritto: 9/9/2005
Da:
Inviati: 5
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Qual'è la fonte?
Se è così,veramente,cosa aspettiamo ad isolarci da quest'amministrazione U.S.A.?
Immagino poi che avranno da imbastire un'altra bella scenografia..e cosa faranno,si tireranno una piccola atomichetta in casa?

mamino
Inviato: 11/9/2005 14:41  Aggiornato: 11/9/2005 14:41
So tutto
Iscritto: 9/9/2005
Da:
Inviati: 5
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Potresti correggere il link che non funziona?

fiammifero
Inviato: 11/9/2005 15:10  Aggiornato: 11/9/2005 15:10
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/2/2005
Da: ROMA
Inviati: 5691
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
la notizia è riportata anche QUI ma io l'ho ripresa da Peace Reporter che ti consiglio di mettere tra i preferiti!
Ciao

Citazione:
le cose di cui ci sentiamo assolutamente certi non sono mai vere (Oscar Wilde)
vincenzo
Inviato: 11/9/2005 19:09  Aggiornato: 11/9/2005 19:12
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/6/2004
Da: u-oy-topos middle Oceania
Inviati: 1304
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
tanto tempo passato a ricercare a capire e a discuterne con la gente....tanto ancora da fare e capire....tanti coloro che spesso mi/ci prendono per pazzi cospiratori antiamericani e terroristi.

scisate il cinismo:auguri



dimenticavo: proprio oggi che volevo far pubblicare qst articolo su un sito dove ho scritto negli ultimi tempi (non riguardo al 911) pubblica in home page....guardate un pò:

http://www.elezionipositano.it/Default.asp

1 - Non fanno caso, costoro, che quando in Internet compare qualcosa di veramente scottante, scompare nell’arco di pochi minuti? Se invece qualcosa ci rimane per sempre – e pure in bella vista - vuole dire che lì da nascondere c’è ben poco.
soleluna
Inviato: 11/9/2005 20:31  Aggiornato: 11/9/2005 20:31
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/3/2005
Da: orbita di Anarres
Inviati: 1309
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Vincenzo non ti avvilire
faccio un po' il mio mestiere: ci sono vari meccanismi cognitivi sottesi a questo rifiuto.... uno è quello detto dissonanza cognitiva, cioè se un'informazione è troppo lontana dalle strutture di pensiero di chi la dovrebbe recepire essa viene semplicemente ignorata, il nostro cervello funziona sempre in regime di risparmio, per questo categorizza: bianco/nero, buoni/cattivi, muoversi attraverso le sfumature implica lavoro in più, pertanto è più semplice assimilare un'informazione se essa non implica una revisione totale di tutta la struttura, e le nostre strutture mentali si sono formate negli anni seguendo i mass media canonici, ergo...
Altro noto meccanismo è la negazione, che vuoi che sia semplice ammettere che per 30/40/65 anni ci hanno bellamente presi per fondelli? Eh no! Significa ammettere con se stessi che non si è capito un ciufolo.....
Chi vorrà approfondire potrà avere la buona predisposizione per accedere al materiale sconosciuto (perchè tale è) "senza memoria e senza desiderio" e trarre da sè le debite conclusioni, cercare di "convincere" chi non ha questa predisposizione alla revisione costante e al dubbio perenne, è un esercizio di spreco energico. Non vale la pena.
Libera-mente
Pat

"perche' ballate e vi fate l'acconciatura, visto che qua e' impossibile anche comprare da mangiare?"
"perche' magari oggi e' l'ultimo giorno che viviamo, e vogliamo amarlo quanto piu' possibile"
Grozny
vulcan
Inviato: 11/9/2005 22:50  Aggiornato: 11/9/2005 22:50
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/1/2005
Da: Sardigna
Inviati: 2092
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Citazione:
pazzi cospiratori antiamericani e terroristi.


oh Vincenzo

ho letto il tuo sfogo ...io credo che questa questione sia veramente tosta da digerire per mille ragioni e soleluna ne ha elencato un paio.
Antiamericanismo non può essere comunque la ricerca della verità o la verità stessa, poichè questa non ha un colore nè una ideologia, è una cosa di cui parlo spesso ed in parte viene anche recepita.

Quattro anni dopo.."oggi" ..forse si cominciano a porre solo le fondamenta di una visione diversa delle cose ...non dimentichiamo che le verità storiche spesso emergono a distanza ..anche grazie a

<ricercare a capire e a discuterne con la gente>

... anche se in apparenza l'oggetto del " desiderio" sembra sfuggirci.
Dunque tutto questo parlare .. a mio avviso non è per niente tempo perso.

4 anni dopo anche la mia consapevolezza è profondamente e radicalmente cambiata grazie a qualcuno che con me ha avuto anche pazienza ..ed io utilizzo questa pazienza con gli altri..ben consapevole delle infinite resistenze che l'essere umano nasconde.

4 anni dopo anche io ..anche noi ...abbiamo l'opportunità di essere "protagonisti " per la verità e non semplici comparse.

ciao
sergio

"Indaga le parole a partire dalle cose e non le cose a partire dalle parole." Misone
fiammifero
Inviato: 11/9/2005 22:51  Aggiornato: 11/9/2005 22:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/2/2005
Da: ROMA
Inviati: 5691
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Dissonanza cognitiva e negazione,aggiungiamo anche il sublimale ed i giochi sono fatti: Il Potere è servito.

E pensare che io li ho semplicemente chiamati: prese per il c^^^o!

Ciao Soleluna,raffinata come sempre

Citazione:
le cose di cui ci sentiamo assolutamente certi non sono mai vere (Oscar Wilde)
vulcan
Inviato: 11/9/2005 22:56  Aggiornato: 11/9/2005 22:56
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/1/2005
Da: Sardigna
Inviati: 2092
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Citazione:
pazzi cospiratori


l'11 settembre visto dai cospiratori è in realtà un episodio di fantapolitica cosi come fu fantapolitica la strage di piazza fontana e cosi tutti gli avvenimenti Italiani
avvolti dalle cospirazioni segrete e meno segrete in una strategia della tensione nella'ambito del'eversione di estrema destra.

Questo per esempio è un buon argomento che normalmente fà breccia nella mente di chi utilizza spontaneamente i meccanismi di difesa.

"Indaga le parole a partire dalle cose e non le cose a partire dalle parole." Misone
vulcan
Inviato: 11/9/2005 23:00  Aggiornato: 11/9/2005 23:00
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/1/2005
Da: Sardigna
Inviati: 2092
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Citazione:
Dissonanza cognitiva e negazione


Alle 23'10 su raiuno pare che trasmettano uno "speciale " 11 settembre ...
sto affilando le unghie!
lo seguirò tutto .. in modo che domani subisserò dalla mia postazione pc la Rai ed i giornalisti in questione con richieste di spiegazione sulle mille cose che non avranno il coraggio di dire!


ciao fiamma

"Indaga le parole a partire dalle cose e non le cose a partire dalle parole." Misone
UncasO
Inviato: 11/9/2005 23:13  Aggiornato: 11/9/2005 23:13
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/7/2005
Da: ss11 "Rivoltana"
Inviati: 267
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Ho appena visto un documentario su National Geographic riguardante l'attacco al Pentagono.

Vi si può trovare una ricostruzione animata tridimensionale dove l'aereo entra nel piano terra del Pentagono leggermente inclinato su un lato, come se 38 metri di apertura alare a 5 metri di altitudine lo rendessero possibile. Durante l'animazione si capisce perchè non viene mostrata la fotografia degli istanti immediatamente successivi all'esplosione, i piloni di sostegno del piano terra vengono spazzati via dal modellino 3d del boeing mentre nella realtà sono tutti lì a dimostrare il contrario esatto. Ma questo è già stato detto nell'apposita sezione del sito.

Nonostante non venga menzionata l'esistenza di critiche alla versione uffciale questo documentario sembrava improntato al debunking; si indugia curiosamente sull'intervista all' occupante di uno degli uffici ai piani immediatamente superiori al punto d'impatto, che spiega come al momento avesse trovato assurda l'installazione di vetri anti-esplosione alle finestre del suo ufficio.

Qui mi improvviso debunker chiedendo anticipatamente scusa nel caso non si tratti della sezione più adatta o questa critica sia già stata espressa da altri prima di me.

Si tratta di un brevetto detenuto dalla 3M, Scotchshield, una combinazione di strati di vetro e policarbonato fissati fra di loro ad alte temperature, ho personalmente visto il filmato di una dimostrazione fatta dalla ditta produttrice presso le autorità militari e posso dire che sono in grado di resistere, se montati su un adeguato telaio, all'esplosione di un kg di TNT ad un metro di distanza.
Nel documentario di NG vengono poi mostrate immagini in cui uno di questi vetri viene abbattuto dall'interno e si comporta esattamente come dovrebbe, si incurva e si stacca dalla sua cornice come un parabrezza, rimanendo integro per via della pellicola interna.

Quindi mi chiedo se non sia il caso di depennare l'apparentemente inspiegabile fenomeno dei vetri "intatti" dalla lista delle incongruenze che rendono impossibile l'impatto di un Boeing, per quanto apparentemente "ridicolo" sia è forse la più attaccabile delle prove mostrate in questo sito.

Grazie

Non vorrei mai morire per le mie idee, perchè potrebbero essere sbagliate.
Bertrand Russell
fiammifero
Inviato: 11/9/2005 23:20  Aggiornato: 11/9/2005 23:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/2/2005
Da: ROMA
Inviati: 5691
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Se è per questo,alla La7 ieri sera hanno trasmesso uno special sull'11/9 ed hanno intervistato i pompieri e poliziotti intervenuti,e devo dire che i miei succhi gastrici hanno incominciato a reagire!

Ti ricordi le discussioni su Terry Schiavo? Bhè questo è un'altra cosa che mi ha fatto vomitare,e siamo solo a 4 anni dopo l'011/9:

Katrina: media, uccisi dai medici i malati terminali
11/09/2005 - 14:55
Bush chiede aiuto a Blair per uscire da 'buco nero'
(ANSA) - LONDRA, 11 SET - A New Orleans, medici sono stati costretti a uccidere pazienti malati terminali quando e' stato chiaro che non sarebbero sopravvissuti. Lo scrive il Mail on Sunday, citando uno di questi medici: 'a quelli che non avevano speranza di farcela e' stata data molta morfina, poi sono stati messi in un luogo buio a morire'. Bush intanto, secondo il Sunday Mirror, ha chiesto a Blair 'aiuto per uscire dal buco nero' con pubblico apprezzamento sulla gestione della crisi scatenata da Katrina.
copyright @ 2005 ANSA

Penso che fra poco compariranno oleogrammi giganteschi per affidarci al divino. Manca solo questo per fiaccare i cospirazionisti!

Ho ricominciato a prendere il Malox,ciao Vulcan,vola sempre più alto!

Citazione:
le cose di cui ci sentiamo assolutamente certi non sono mai vere (Oscar Wilde)
cnj
Inviato: 11/9/2005 23:49  Aggiornato: 11/9/2005 23:49
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da: Romagna
Inviati: 795
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Interessante la teoria 3M. In parte può spiegare il fatto che le finestre siano rimaste intatte. Vorrei aggiungere che alcune sono rimaste intatte mentre altre vicino a quello NO... e il discorso si complica.
Per chiarire questi dubbi volevo chiedere se quando hanno costruito quell'ala del pentagono fu adottata la ricetta 3M visto che da qualche parte mi sembra di aver letto che quell'ala era la + vecchia.

Certo che quel segno sul giardino del pentagono (si vede nelle foto riprese dall'alto giorni prima) è veramente inquietante! Di per se non può significare nulla e non è certo una prova. Però rimane inquitante! Ma chi cazzo l'ha fatto quel segno? Il giardiniere? C'è qualcuno che ha sentito parlare di possibili spiegazioni nelle interviste o nei documentari? Mi sembra una striscia di Nazca...

Per fiammifero consiglio una buona birra ghiacciata e buon cd (tempo fa avrei detto vinile, ahimé) di musica (stasera scegli tra Miles Davis, Jerry Jeff Walker o David Gray). Evita il Malox e vedrai che ti sentirai molto meglio.

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. Nikola Tesla
vincenzo
Inviato: 12/9/2005 0:02  Aggiornato: 12/9/2005 0:04
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/6/2004
Da: u-oy-topos middle Oceania
Inviati: 1304
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
nessuno sfogo, tra l'altro non mi tange più. ne ho letto di cose e visionato filmati fino alla nausea (nel vero senso della parola) dalla stanchezza e, anche qualora non si possa porre psicologicamente o per altri motivi la partecipazione attiva degli usa, certo non si può far finta di niente.....e io che ci posso fare? ecco, questo è stato il leti motiv da più di un anno a questa parte, tante volte ne abbiamo discusso...ciò che si deve fare in effetti è ciò che si sta facendo, va molto bene così. vedere mille iscritti su questo sito, quando ci venni la prima volta erano molto meno di cento(!!!!!) e vedere le discussioni che nel giro di poche ore superano i cento commenti, è per me molto positivo, è la conferma di quanto pensavo, c'è molta gente che vuole capire con la propria testa. sarà banale, ma io vivo in un paese di meno di 4mila abitanti////

si, questo bisogna fare, il resto verrà da se!

1 - Non fanno caso, costoro, che quando in Internet compare qualcosa di veramente scottante, scompare nell’arco di pochi minuti? Se invece qualcosa ci rimane per sempre – e pure in bella vista - vuole dire che lì da nascondere c’è ben poco.
stayfree
Inviato: 12/9/2005 0:04  Aggiornato: 12/9/2005 0:04
So tutto
Iscritto: 5/9/2005
Da: sesapessidovesono
Inviati: 10
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
devo ammettere che sono stato davvero illuminato da quello che ho trovato in questo sito (e in alcuni altri).
ma una domanda mi assilla, e l'unica risposta che riesco a darle purtroppo non può che ridimensionare tutte queste "rivelazioni", mettendole anch'esse nel calderone del "tutto, anche le prove più cospirazioniste, fa parte del grande gioco, e dal grande gioco è compreso e accettato"...
ecco: che senso ha a questo punto, dopo tutte queste prove, continuare la "battaglia" contro bush e i suoi burattinai invece che concentrarla sull'uso dei mezzi di informazione? se è tutto vero quello che ci viene citato dal buon mazzucco (o anche se lo fosse solo in piccolissima parte), lo scandalo contro cui lottare non può essere più il crimine ormai smascherato, ma piuttosto i meccanismi di potere per cui tutto, dico TUTTO, il sistema informativo internazionale (comprese le voci più lucidamente antagoniste) è supinato sul messaggio dei burattina: sto guardando lo speciale di raiuno in questo momento e capita a fagiolo, stanno mostrando una foto della famiglia bin laden; ma non posso non pensare a moore, al manifesto, a tutti gli articoli dei grandi mezzi di informazione da cui tutte le prove del bluff sono state tratte.
in questo Luogo tutti, compreso la volpe Moore, vengono criticati magari bonariamente per non essersi spinti avanti nella critica al potere: ma, e mi ripeto, secondo voi un Moore quali motivi può avere per non citare nemmeno lontanamente le tesi come le "nostre"? forse perché non ne è a conoscenza? o forse perché è complice anche lui?
nessuna delle due risposte mi sembra credibile, mi sembra invece, ancora più angosciantemente, credibile che alla fin fine, come dicevo all'inizio, forse fa tutto parte del gioco, compresa la possibilità che il bluff sia smascherato.
aiutatemi a vedere altre possibilità!

noi pensiamo tante cose, ma in fondo in fondo pensiamo ciò che siamo
vincenzo
Inviato: 12/9/2005 0:06  Aggiornato: 12/9/2005 0:06
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/6/2004
Da: u-oy-topos middle Oceania
Inviati: 1304
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
anche io stavo guardando lo speciale tg1/spento.

Citazione:
i meccanismi di potere


\stop/

1 - Non fanno caso, costoro, che quando in Internet compare qualcosa di veramente scottante, scompare nell’arco di pochi minuti? Se invece qualcosa ci rimane per sempre – e pure in bella vista - vuole dire che lì da nascondere c’è ben poco.
babone
Inviato: 12/9/2005 0:11  Aggiornato: 12/9/2005 0:11
So tutto
Iscritto: 9/9/2005
Da:
Inviati: 14
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Cosa penso del suo lavoro l'ho gia scritto sul forum, mi permetto di insistere, chissà magari questo ragionamento da debunker riesce a smuovere qualcuno di voi che, sembra essere più propenso a rispondere a tutti quegli stolti che reagiscono con sdegno violento e cieco alle vostre ipotesi di complotto interno.

Cosi come il crollo perfetto delle torri, il pertugio ridicolamente piccolo trovato sul pentagono attribuito ad un mastodontico aereo di linea, il crollo per solidarietà verso le torri del WCT7, anche alcune prove schiaccianti circa il coinvolgimento dell'amministrazione americana sembrano ridicole, eccessivamente ridicole per essere state prodotte da menti tanto fini, mi riferisco alla FBI o CIA.

Proverò a spiegarmi meglio. Gli americani sono grandi strateghi, la CIA, FBI è fatta di persone dalle menti acute, colte, capaci di ordire un complotto perfetto: provocare la strage dell'11 settembre e dare la colpa a Bin Laden.

Un complotto come questo, studiato fino nei suoi minimi particolari, da perfetto profano, mi viene da pensare che debba essere stato concepito ed eseguito tenendo conto di quante più variabili possibile, compresa una certa abilità nel non lasciare tracce e/o la possibilità di accendere dubbi in futuro.
Se attribuiamo all'amministrazione americana la paternità dell'attentato, dobbiamo per forza di cose concedere loro una certa intelligenza, lei stesso riporta rapporti della CIA con informative segrete circa la possibilità di creare falsi incidenti, golpe, il documento dimostra la grande preparazione degli agenti della CIA, FBI.

Gli americani sono intelligentissimi, preparati, diabolici quindi, solitamente lo sono quando organizzano i complotti, diventano però stranamente assolutamente incompetenti e superficiali quando si tratta produrre quelle prove che serviranno ad incolpare chi vogliono loro. Si perchè un agente dell'FBI che si presenta con passaporto bruciacchiato dichiarando di averlo trovato casualmente per strada non può pensare di essere creduto, non può non considerare che qualcuno inizi a dubitare. Se l'FBI voleva davvero spararsi un missile contro non poteva limitarsi a prendere un missile e tirarselo, doveva rendere la cosa verosimile per evitare illazioni, perchè magari sul momento la gente ci avrebbe creduto ma dopo, dopo qualche anno non potevano non considerare che qualcuno iniziasse a scrupuliare sull'intera vicenda. Solo uno che ci vuole veramente credere, magari perchè odia Bush a prescindere, è disposto a bersi la versione che l'FBI prende una valigia, la riempie di corani, testamenti, manuali di volo e la esibisce come prova. Insomma se io fossi un agente coinvolto nel complotto farei in modo di produrre prove fasulle dotate di una certa credibilità, non crede? Potrei continuare all'infinito prendendo in esame ogni singola prova riportata sulla sua sezione 11 settembre e smontarla dicendo semplicemente:"è troppo evidente"

Le do prova della mia buona fede dicendole che proprio la finezza delle menti in questione potrebbe aver contemplato proprio questo tipo di dubbio. Non lo escludo, ma sono americani, quelli che sono riusciti a sdoganare in tutto il mondo la musica Hip Hop, la trasposizione inglese di quella sottomusica napoletana tutta omicidi, regolamenti di conti e galere. Mi sembra tuttavia difficile, ma ripeto non lo escludo.

Sto diventando odioso come Michael Moore, me ne rendo conto, rischio di passare per antipatico e buttarmi la zappa sui piedi come ha fatto il simpatico regista con Fareneit 9/11, no battute a parte, ritengo cosi come ho già scritto sul forum che le cose di certo non stanno come tentano di farci credere, ma da qui a dire che se non è stato Bin Laden è stato Bush ne passa.

La mia opinione è che il vero responsabile dell'11 settembre non ha lasciato alcuna traccia, anzi forse ne ha lasciate appositamente tantissime ma false per alimentare lavori di controinformazione e quelli dei debunkers, lei ed i suoi più accaniti oppositori potreste essere inconsapevolmente parte di questo meccanismo. Chissà perchè ma mi viene in mente l'azione di alcuni virus informatici che si duplicano all'infinito creando "spazzatura elettronica" fino a riempire l'hard disk e bloccare il computer.

No, non mi attribuisca posizioni politiche che non mi competono.

Saluti

stayfree
Inviato: 12/9/2005 0:19  Aggiornato: 12/9/2005 0:19
So tutto
Iscritto: 5/9/2005
Da: sesapessidovesono
Inviati: 10
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
ecco, babone, forse hai spiegato meglio quello che intendevo dire io.
ma non ne sono sicuro

noi pensiamo tante cose, ma in fondo in fondo pensiamo ciò che siamo
Refosco
Inviato: 12/9/2005 0:26  Aggiornato: 12/9/2005 0:26
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/5/2004
Da: Bologna
Inviati: 785
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
caro babone,

il suo commento mi appare ben strano.
credo non credo... sembra strano che... l'avrebbero fatto meglio... l'avrebbero fatto peggio... non lasciare tracce... oppure lasciarne tantissime... CIA... FBI...

qui intanto, non mi sembra che venga fornita una risposta.
al contrario, c'è il desiderio di dimostrare che le cose non sono andate come ce l'hanno venduta, e sarebbe assolutamente indispensabile una inchiesta realmente indipendente, al fine di far luce su quello che è successo veramente.

non credo che qui nessuno abbia detto "è stata la CIA" oppure "è stata l'FBI"... la verità per una cosa come questa è sicuramente molto più complessa...

di certo, per poter funzionare, un piano del genere deve avere complicità e connivenze a tutti i livelli, ovviamente anche altissimi.

Per quanto riguarda il risultato finale, devo dire, purtroppo, che fino a prova contraria hanno avuto ragione loro (almeno per il momento): a 4 anni dai fatti, il 99,99% della popolazione occidentale crede alla favola di Ali babà e i quaranta ladroni (o meglio Ali Attà e i 19 dirottatori)... mentre scrivo, va in onda sul TG1 uno speciale 11 settembre: vergognoso per la disinformazione che passa... eppure è così.

la libertà è un bene incommensurabile solo per chi brama essere eretico

(non ricordo di chi)
babone
Inviato: 12/9/2005 0:27  Aggiornato: 12/9/2005 0:27
So tutto
Iscritto: 9/9/2005
Da:
Inviati: 14
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Ciao, qualcuno sostiene che Moore è parte del gioco. Una cosa è certa dopo Fareneit 9/11 la popolarità di Bush risalità come ai tempi d'oro. La sua grande colpa è stata di aver fatto un film troppo di sinistra, troppe prese in giro plateali, musichette divertenti, primi piani dissacratori. Insomma troppa ironia di sinistra incomprensibile dalle grandi masse, un abitante di quell'america profonda, provinciale e sopratutto enorme che campa di bandiera&pistola difficilmente tollera di vedere il proprio presidente preso in giro da uno che gli hanno presentato come comunista.

vulcan
Inviato: 12/9/2005 0:28  Aggiornato: 12/9/2005 0:28
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/1/2005
Da: Sardigna
Inviati: 2092
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Citazione:
anche io stavo guardando lo speciale tg1/spento.


ho provato a guardare e mi è venuto un conato ...

"Indaga le parole a partire dalle cose e non le cose a partire dalle parole." Misone
babone
Inviato: 12/9/2005 0:34  Aggiornato: 12/9/2005 0:34
So tutto
Iscritto: 9/9/2005
Da:
Inviati: 14
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
è stato complicato scriverlo, capisco che recepirlo deve esserlo ancora di più.
Quello che voglio dire è che non è affatto scontato dire che se non è stato Bin Laden allora è stato Bush perchè i nemici, americani e non, dell'america sono tanti.

stayfree
Inviato: 12/9/2005 0:40  Aggiornato: 12/9/2005 0:40
So tutto
Iscritto: 5/9/2005
Da: sesapessidovesono
Inviati: 10
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
mi voglio ripetere: perché tanto accanimento su una cosa ormai appurata, almeno in questi luoghi, e zero, dico zero tentativo di indagare le dinamiche per cui queste tesi non escono da questi luoghi?

noi pensiamo tante cose, ma in fondo in fondo pensiamo ciò che siamo
vincenzo
Inviato: 12/9/2005 0:44  Aggiornato: 12/9/2005 0:44
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/6/2004
Da: u-oy-topos middle Oceania
Inviati: 1304
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
proprio perché sono talmente bravi.....farlo in modo deficiente tra l'altro potrebbe essere un buon alibi. ma non possiamo discutere per astratto, solo su i fatti. e non riguardano solo il pentagono, le torri gemelle, le telefonate dal cielo, bush che sotto effetto droga vedeva gli aerei in diretta, cheney che dichiarava(lapsus foreudiano?) che un missile avesse colpito il pentagono....e poi è inutile continura visto che nella sez 911 di questo sito, ma anche su altri siti come indicius e asile, si possono trovare decine di altri interrogativi. ora focalizzare la disuccione sul fatto che alla cia siano degli intelligentoni mi sembra quantomeno riduttivo...non ti pare.

un pò come le finestre alcune rotte alcune no e il prato del pentagono intatto, e iresti, ecc ecc

bisogna discutere sui singoli fatti e porli nel complesso. questo forse è stata una grande furbata: far accadere quel giorno molte cose strane in modo da rendere difficile le "indagini". ma sembra non sia stato così...vedremo

1 - Non fanno caso, costoro, che quando in Internet compare qualcosa di veramente scottante, scompare nell’arco di pochi minuti? Se invece qualcosa ci rimane per sempre – e pure in bella vista - vuole dire che lì da nascondere c’è ben poco.
F.Capretta
Inviato: 12/9/2005 0:45  Aggiornato: 12/9/2005 0:45
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/1/2005
Da: Le Felici Fattorie
Inviati: 855
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
babone
> nemici, americani e non, dell'america sono tanti.

vatti a fidare deglii amici..
a partire da un piccolo stato mediorientale...

saluti felici

Felice Capretta

vincenzo
Inviato: 12/9/2005 0:49  Aggiornato: 12/9/2005 0:49
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/6/2004
Da: u-oy-topos middle Oceania
Inviati: 1304
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
qui nessuno ha detto che è stato bush! forse ciò ti è sfuggito. qui più che dare le colpe abbiamo tentato di mettre a nudo le falle della tesi ufficiale...diplomatico/

1 - Non fanno caso, costoro, che quando in Internet compare qualcosa di veramente scottante, scompare nell’arco di pochi minuti? Se invece qualcosa ci rimane per sempre – e pure in bella vista - vuole dire che lì da nascondere c’è ben poco.
F.Capretta
Inviato: 12/9/2005 0:50  Aggiornato: 12/9/2005 0:50
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/1/2005
Da: Le Felici Fattorie
Inviati: 855
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
vincenzo

> bush
> vedeva gli aerei in diretta,

il punto debole del piano perfetto: il cervello del presidente.

> cheney
> missile sul pentagono

ehm.. era rumsfeld.. beh, si vede che sta invecchiando (rumsfeld, non tu :) .

saluti felici

Felice Capretta

soleluna
Inviato: 12/9/2005 0:55  Aggiornato: 12/9/2005 0:55
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/3/2005
Da: orbita di Anarres
Inviati: 1309
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Ok avete letto la sezione 11/9
Ok siete convinti non si tutto in linea con la versione ufficiale
Ok non vi sta bene la "possibile alternativa"
sarò stata io? Radazzucco?
cioè VOI cosa proponete? Chi ha interessi ENORMI affinchè tutto passi come la tv e i media (vomito) passano?
Siate propositivi, amplificate il pensiero....

"perche' ballate e vi fate l'acconciatura, visto che qua e' impossibile anche comprare da mangiare?"
"perche' magari oggi e' l'ultimo giorno che viviamo, e vogliamo amarlo quanto piu' possibile"
Grozny
vincenzo
Inviato: 12/9/2005 0:57  Aggiornato: 12/9/2005 0:59
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/6/2004
Da: u-oy-topos middle Oceania
Inviati: 1304
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
rumsfeld non cheney, cheney non rumsfeld

si vede che sto fuori, che mi sono fatto prendere dall'emozione, che il cervello nell'ultimo anno si è arruginito e, direbbero gli offlaga, qualcuno sa perché....c+++o

si vede che non devo più postare dopo lavorato!!!

soleluna, non dobbiamo dare per assodato tutto, non dobbiamo andare oltre, li dove potremo perderci in discussioni infinite, ma se vuoi forse è meglio aprire una discussione sul forum o un altro articolo. che pensi?

1 - Non fanno caso, costoro, che quando in Internet compare qualcosa di veramente scottante, scompare nell’arco di pochi minuti? Se invece qualcosa ci rimane per sempre – e pure in bella vista - vuole dire che lì da nascondere c’è ben poco.
goldstein
Inviato: 12/9/2005 0:59  Aggiornato: 12/9/2005 0:59
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 4/11/2004
Da:
Inviati: 2827
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Babone, su M.Moore concordo con te.
Per quanto riguarda il resto non vorrei ripetere quello che ha scritto refosco...
Noi al massimo, come sempre accade in questi casi, possiamo azzardare ipotesi sul primo ed in parte sul secondo livello organizzativo, cioè rispettivamente la manovalanza e coloro che li coprono e li supervisionano.
Non è nostro compito o nelle possibilità di normali cittadini dimostrare chi muova i fili.
Per inciso, personalmente credo che Bush figlio non arrivi neanche al secondo livello.
A mio parere sbagli quando dici che secondo te le incongruenze dell'11 settembre sono troppo grossolane: ciò è certamente vero, ma non lo trovo strano.
Le versioni ufficiali fanno spesso acqua da tutte le parti, da quelle degli assassinii dei Kennedy (John, Bob e John John) ad Oklahoma City, ma nonostante questo sono sempre state sufficienti per raggirare l'opinione pubblica.
"Una bugia grande verra' piu' creduta di una piccola" insegnavano i gerarchi nazisti, nella loro cinica e calcolata razionalità.

babone
Inviato: 12/9/2005 1:05  Aggiornato: 12/9/2005 1:05
So tutto
Iscritto: 9/9/2005
Da:
Inviati: 14
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
il gioco si fa sottile, c'è una intera sezione individua in Bush il responsabile altrochè. Pagine e pagine sul silenzio di sei minuti in Florida, la finestra intatta, l'albero integro ecc. Faccio il saputello, mi espongo, sul Pentagono è arrivato un missile, non ci sono altre spiegazioni plausibili.
Beh ci sto, ti faccio una domanda secca, parliamo di cose reali, l'ho fatta sul forum ma in ben 38 l'hanno letta e nessuno ha risposto:

"quanta gente ci sarà voluta per organizzare il complotto dell'11 settembre?"

Ti ricordo che una sezione del documento parla del POD, ammesso che ci sia stato davvero, chi l'ha montato, dove e dove è stato preso? Il bagliore sul muso del secondo aereo, era esplosivo, chi l'ha messo e dove? E' possibile che nessun tecnico aeroportuale ha visto movimenti strani?

Se ancora non è chiaro la mia posizione è neutra e sopratutto tento di non fare in modo che l'antipatia che provo per quel decerebrato di Bush non mi obnubili la mente.

Redazione
Inviato: 12/9/2005 1:08  Aggiornato: 12/9/2005 1:08
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Salve a tutti, e soprattutto ai nuovi iscritti. Ho visto un paio di domande che meritano una risposta seria, proverò a dare la mia al più presto.

Nel frattempo vi informo che la manifestazione di Roma (organizzata da Nexus e Radio Spazio Aperto) pare essere andata molto bene. Hanno proiettato parte del nuovo DVD di In Plane Site, e il mio filmato (che ancora non avete visto per intero). Sarà su Arcoiris appena possibile.

Io sono intervenuto telefonicamente, anche se c'è stato qualche problema tecnico. Ho fatto comunque in tempo a sentire un Blondet scatenato contro chi usa l'etichetta di "antisemita" come arma impropria, e poi ho detto un paio di cose veloci, sulle resonsabilità di ogni cittadino di informarsi personalmente su quello che è successo davvero quel giorno. O almeno su quello che NON è successo.

Ho poi fatto un appello a tutti i siti come il nostro a lavorare uniti, a scambiarsi materiali, idee e informazioni, invece di coltivare ognuno gelosamente il suo piccolo orto.

Ci risentiamo per il resto, buonanotte a voi.

Massimo

vincenzo
Inviato: 12/9/2005 1:11  Aggiornato: 12/9/2005 1:11
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/6/2004
Da: u-oy-topos middle Oceania
Inviati: 1304
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
domande da 100gb, state tutti on line, postate domande a ripetizione, che famo ci incontriamo a teano? o chiediamo a massimo di mettere su pure una bella chat così siamo al completo?!

scusa se non ho seguito le tue sul forum, non ho molto tempo, spero di rifarmi.
per tutte le domande.....ora vado a dormire sono stanchissimo

1 - Non fanno caso, costoro, che quando in Internet compare qualcosa di veramente scottante, scompare nell’arco di pochi minuti? Se invece qualcosa ci rimane per sempre – e pure in bella vista - vuole dire che lì da nascondere c’è ben poco.
wuorf40
Inviato: 12/9/2005 1:12  Aggiornato: 12/9/2005 1:12
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/4/2005
Da:
Inviati: 335
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Vorrei spezzare una lancia in favore del tg3 con il suo breve speciale sul 9/11 in studio Vittorio Zucconi e ......??? Simona Torretta ?? che oltre a presentare il suo libro e dire che gli iracheni sono un popolo che soffre non ha dato alcun apporto intelligente alla discussione.. ma tornando sui contenuti dello speciale... devo dire che sono rimasto felicemente colpito sia da Zucconi che dal giornalista in studio quando hanno brevemente esposto i fatti del 9/11.....bhe'....mai stato fatto nome di Bin Laden ...mai accennatto al termine terroristi ( riferito ai dirottatori) ....hanno criticato la guerra sia prima in afghanistan che dopo in irak e alla fine solo critiche a bush ....
devo dire che non me lo sarei mai aspettato da una tv di stato!!....peccato lo speciale sia stato troppo breve!!

elpueblo
Inviato: 12/9/2005 1:14  Aggiornato: 12/9/2005 1:14
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/11/2004
Da: Abruzzo meridionale
Inviati: 349
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Stasera su raitre è andata in onda una puntata di blunotte in cui si parlava della strage di Piazza fontana avvenuta nel 1969 a Milano e di cui restano molti interrogativi.
Per quella strage ha pagato solo il capro espiatorio di turno, tale Valpreda, un ballerino anarchico!
E' lampante il fattoi che le nostre istituzioni non abbiano mai voluto indagare fino a fondo per coprire i colpevoli, cioè lo Stato italiano o magari qualche servizio segreto straniero, così com'è allo stesso tempo sconvolgente che i veri autori dopo 36 anni siano impuniti e coperti tramite silenzi e depistaggi.
Ho inoltre proprio la sensazione che di stragi di stato il mondo ne sia pieno e non sarebbe male dedicare una pagina del sito a tali stragi o attentati in cui le istituzioni sono presenti come responsabili. So che è un impresa titanica ma una bella lista aggiornata col passare del tempo non sarebbe male...

soleluna
Inviato: 12/9/2005 1:14  Aggiornato: 12/9/2005 1:14
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/3/2005
Da: orbita di Anarres
Inviati: 1309
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Vincenzo
Citazione:
soleluna, non dobbiamo dare per assodato tutto, non dobbiamo andare oltre, li dove potremo perderci in discussioni infinite, ma se vuoi forse è meglio aprire una discussione sul forum o un altro articolo. che pensi?


qui non si tratta di dare per assodato proprio nulla Vincenzo, anzi! Si tratta di cercare di passare l'informazione che il nostro neurone centrale che connette gli ultimi due superstiti è ancora attivo!
L'unica plausibile informazione è, secondo me, che se ho TUTTI i dati dei fatti posso avere una mia opinione, giusta o meno dipende solo da me e dalle mie capacità intellettive, ma se tu (generico) mi racconti solo una parte della storia è ovvio che le conclusioni, date le premesse, non saranno realistiche....
da qui poi a cercare di capire chi "manovra" la faccenda a suo uso e consumo... è un'altra storia...
fatto sta che la gente viene intenzionalemente uccisa nell'indifferenza più assoluta, credo che solo questo giustificherebbe una nostra rapida estinzione.
Libera-mente
Pat

"perche' ballate e vi fate l'acconciatura, visto che qua e' impossibile anche comprare da mangiare?"
"perche' magari oggi e' l'ultimo giorno che viviamo, e vogliamo amarlo quanto piu' possibile"
Grozny
vincenzo
Inviato: 12/9/2005 1:17  Aggiornato: 12/9/2005 1:17
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/6/2004
Da: u-oy-topos middle Oceania
Inviati: 1304
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
pat

in piena sintonia con te.

wuorf40

Una cosa è vedere, ben altra è guardare!! (riferito al tg3)

1 - Non fanno caso, costoro, che quando in Internet compare qualcosa di veramente scottante, scompare nell’arco di pochi minuti? Se invece qualcosa ci rimane per sempre – e pure in bella vista - vuole dire che lì da nascondere c’è ben poco.
wuorf40
Inviato: 12/9/2005 1:19  Aggiornato: 12/9/2005 1:42
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/4/2005
Da:
Inviati: 335
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Vincenzo..
Tu hai visto lo speciale sul tg3?
Zucchoni ha fatto addirittura autocritica x la sua posizione presa subito dopo il 9/11 ..dicendo che era sbagliata!!
...
sempre meglio del tg1 che ha fatto uno "speciale tg1" e non "speciale 11/9"... e gia' dal titolo....poi mandano un servizio che poteva essere mandato in onda in qualsiasi altro giorno dell' anno che parla solo di bin laden....fa intuire a grandi linee che lui c'entra con tutto quello che succede nel mondo e finisce la' senza neanche uno straccio di giornalista in studio..... sigla chiusura e basta!

vincenzo
Inviato: 12/9/2005 1:23  Aggiornato: 12/9/2005 1:23
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/6/2004
Da: u-oy-topos middle Oceania
Inviati: 1304
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
no. la mia risposta era riferita più in generale, e mo è una parola spiegarmi! diciamo che sono rimasto un pò deluso in passato, un pò come è successo per il manifesto, l'allineamento su determinate questioni importanti.....

1 - Non fanno caso, costoro, che quando in Internet compare qualcosa di veramente scottante, scompare nell’arco di pochi minuti? Se invece qualcosa ci rimane per sempre – e pure in bella vista - vuole dire che lì da nascondere c’è ben poco.
goldstein
Inviato: 12/9/2005 1:28  Aggiornato: 12/9/2005 1:31
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 4/11/2004
Da:
Inviati: 2827
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
il gioco si fa sottile, c'è una intera sezione individua in Bush il responsabile altrochè. Pagine e pagine sul silenzio di sei minuti in Florida

Stai parlando di un'altra cosa. Quelle pagine hanno il compito, che ogni giornalista avrebbe in teoria, di esporre le incongruenze della giornata che ha vissuto quello che non era un cittadino qualunque, ma il Comandante in Capo delle forze armate, che si suppone quindi fosse uno dei primi bersagli dei terroristi.
Ricordi i giornali come il NY Post che titolarono a caratteri cubitali "BUSH KNEW" ?
Non vorrei ripetermi ancora, ma nessuno vuole far passare Bush per pianificatore degli attentati, chi ha scritto quelle pagine della sezione 11 settembre ha solo avuto l'onestà intellettuale di riportare le anomalie di quella giornata.
Converrai con me che l'atteggiamento di Bush e le successive dichiarazioni sono strane, a parte i suoi problemi di dipendenza da certe sostanze.

Beh ci sto, ti faccio una domanda secca, parliamo di cose reali, l'ho fatta sul forum ma in ben 38 l'hanno letta e nessuno ha risposto:
"quanta gente ci sarà voluta per organizzare il complotto dell'11 settembre?"


Se non ti ha risposto nessuno forse può esistere un motivo: a cosa serve quantificare un numero del genere?
Se ho detto nel post precedente che in casi del genere l'obiettivo primario è denunciare ciò che non quadra delle versioni ufficiali e non scovare chi muove veramente i fili perchè è impensabile, mi sembra ovvio che questa domanda da quiz a premi non abbia alcun senso.

soleluna
Inviato: 12/9/2005 1:29  Aggiornato: 12/9/2005 1:29
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/3/2005
Da: orbita di Anarres
Inviati: 1309
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Per tutti coloro i quali si chiedono come è possibile che tanti sappiano (complici conniventi autori o solo spettatori) e nessuno parli...
sarò un po' ot
io sono siciliana... e di cose che "tutti sanno" ma nessuno osa dire, qualcuna l'ho vista... è semplicissimo, si tratta di salvare la pelle, a te stesso in primis e alle persone che ami. Non ci sono nè se, nè ma, nè forse, se sgarri sei morto. Punto e basta. Si chiama terrore.
Altri vengono comprati, a peso, tanto vali tanto ti offro, se sei a questo livello ti offro un passaggio di grado e sistemo figlio, nuora, genero e nipote. Allucinante direte voi, sicuramente affermo io. Ma viverci in certi contesti non è come disquisire del sesso degli angeli, e il mondo ha bisogno di persone vive, non di eroi morti. Che oltre le commemorazioni, false come le lapidi, poi tutti dimenticano. Servono voci, ma parlanti, pensanti e colorate.
Non è così difficile tacitare molti, più arduo pensarlo che non attuarlo.
Libera-mente
Pat

"perche' ballate e vi fate l'acconciatura, visto che qua e' impossibile anche comprare da mangiare?"
"perche' magari oggi e' l'ultimo giorno che viviamo, e vogliamo amarlo quanto piu' possibile"
Grozny
maurozio
Inviato: 12/9/2005 1:41  Aggiornato: 12/9/2005 1:41
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/7/2005
Da: Torino
Inviati: 100
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Chi è stato? Bush?
Forse no, il complotto potrebbe essere ordito da una parte della sua amministrazione, una parte della CIA e alti comandi militari ma non si tratta del solo Bush che anzi potrebbe anche essere convinto delle nefandezze che dice ed esseremanovrato ad arte! Potrebbe, chi può saperlo?
Possibile che non si siano posti il problema di uccidere + di 3000 persone?
Magari il problema se lo sono posto ed hanno cercato di coinvolgere il minor numero di persone possibile, ed è possibile che per loro 3000 sia un numero accettabile....
Infondo sappiamo che la CIA è responsabile di nefandezze in tutto il mondo, per quale motivo dovremmo stupirci scoprendo che sono degli assassini?
Pazzi sanguinari?
Si ma anche freddi calcolatori, perchè perseguono un disegno di controllo e di potere.... e questo ci deve preoccupare, perchè di questo disegno ne facciamo parte tutti, e noi come Italia siamo in una brutta e pericolosa posizione, siamo geograficamente e quindi strategicamente importanti.
Questo mi porta a pensare che un cambio di governo non è molto ben visto dai nostri principali alleati.......
Mi fermo qua, perchè sto diventando paranoico,
e la colpa è solo vostra....

soleluna
Inviato: 12/9/2005 1:50  Aggiornato: 12/9/2005 1:50
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/3/2005
Da: orbita di Anarres
Inviati: 1309
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Maurozio
cosa temi? Che un cambio della guardia B/P sia significante? Mah! Vorrei essere così ottimista, mi pare tutta parvenza......Cambiano i nomi e basta, il resto resta tutto uguale, manovreranno P (eventualmente) come fanno con B.... daltronde non mi pare che la sinistra sia stata illuminata riguardo alla politica internazionale (vedi D'Alema) neppure nella interna a dire il vero, cambia il carretto ma il giogo, sulle nostre carni resta uguale, cambiare padrone non ci renderà liberi....
sarà l'orario, ma di ottimismo neppure l'ombra da queste parti...
Notte a tutti
Pat

"perche' ballate e vi fate l'acconciatura, visto che qua e' impossibile anche comprare da mangiare?"
"perche' magari oggi e' l'ultimo giorno che viviamo, e vogliamo amarlo quanto piu' possibile"
Grozny
shevek
Inviato: 12/9/2005 1:51  Aggiornato: 12/9/2005 1:51
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/4/2005
Da: Napoli
Inviati: 1249
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Salut y Libertad, Soleluna...

Credo che la tua spiegazione "mafiosa" del silenzio che circonda i grandi complotti sia azzeccatissima ed anche più convincente di quella proposta solitamente da Mazzucco (la "seconda falsità"), che al massimo può essere di contorno alla portata principale: il terrore, che per di più colpise persone che - tra l'altro - dovrebbero autoaccusarsi di crimini esecrandi. Non va dimenticato che Mafia, Camorra, Yakuza et similia derivano da strutture religiose di stampo esoterico da cui mutuamo molto dei loro modus operandi. Qui ci vorrebbe Santaruina, che è un po' che non sento...

Shevek

"Il potere è l'immondizia nella storia degli umani" - F. Guccini
www.portadimassa.net - WEB-TV e non solo di Filosofia
goldstein
Inviato: 12/9/2005 1:53  Aggiornato: 12/9/2005 1:55
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 4/11/2004
Da:
Inviati: 2827
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Altro che ot soleluna... nella sua drammaticità hai scelto un esempio prezioso.
E' un problema che abbiamo vicino eppure lo dimentichiamo ogni giorno, o peggio ignoriamo, conviviamo.
Report denunciò che dalla calabria in giù circa il 90% delle ditte pagano il pizzo, l'unico commento che si sentì dopo fu il governatore Cuffaro che attaccò la trasmissione dicendo: "Ha danneggiato l'immagine della Sicilia".
Eppure è una vergogna che sembra non sfiorarci, queste situazioni non ci scandalizzano, abbiamo metabolizzato tutto.. come è accaduto praticamente ogni volta nella storia dell'uomo, i cui processi cognitivi sono come hai fatto notare in precedenza molto più "semplici" di quello che comunemente si crede.
Ma ogni volta ci stupiamo che non ci siano reazioni, non vogliamo credere di essere manipolabili, e ci stupiamo che cosi poche persone controllino cosi grandi moltitudini.
Vado a dormire, chiudo con una citazione che dovrebbe essere scritta sui muri di ogni classe scolastica sin dalle elementari:

"Naturalmente la gente comune non vuole la guerra: nè in Russia, nè in Inghilterra, nè in Germania. Questo è comprensibile. Ma, dopotutto, sono i governanti del paese che determinano la politica, ed è sempre facile trascinare con sè il popolo, sia che si tratti di una democrazia, o di una dittatura fascista, o di un parlamento, o di una dittatura comunista. Che abbia voce o no, il popolo può essere sempre portato al volere dei capi. È facile. Tutto quello che dovete fare è dir loro che sono attaccati, e di denunciare i pacifisti per mancanza di patriottismo, in quanto espongono il paese al pericolo. Funziona allo stesso modo in tutti i paesi."
Hermann Goring

fiammifero
Inviato: 12/9/2005 1:56  Aggiornato: 12/9/2005 1:56
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/2/2005
Da: ROMA
Inviati: 5691
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Le tre scimmiette: non vedo,non sento,non parlo e Bush somiglia proprio ad una scimmia!
Ci sono state molte morti misteriose dopo l' 11/9 un po' quà ed un po' là,e guarda caso non gente comune,ingegnieri,militari,politici e chimici.
E' logico che chi sà tace ed il perchè è evidente,dove non può il denaro vince il terrore.
Maurozio non è paranoia,se solo pensi al caso Moro che voleva aprire a sinistra....
un certo " avviso di garanzia" ,tanto per non perdere il vizio,ci toccherà anche per confermare che il terrorismo non guarda in faccia nessuno

Citazione:
le cose di cui ci sentiamo assolutamente certi non sono mai vere (Oscar Wilde)
maurozio
Inviato: 12/9/2005 1:56  Aggiornato: 12/9/2005 1:56
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/7/2005
Da: Torino
Inviati: 100
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Citazione:
Per tutti coloro i quali si chiedono come è possibile che tanti sappiano (complici conniventi autori o solo spettatori) e nessuno parli...


Non c'è necessità di vivere in sicilia per capire il discorso, io nella città in cui vivo TORINO ho subito una piccola violenza alla fermata dell'autobus, un gruppetto di ragazzi mi ha circondato ed hanno iniziato a malmenarmi, lo scopo era quello di rubarmi la catenina d'oro che portavo al collo, beh alla fermata non ero solo, c'erano diverse persone, e tutti hanno pensato bene di farsi gli affari propri.
Questo per dire che la parola mafia definisce non solo una organizzazione di malaffare, ma anche una filosofia che è purtroppo radicata ovunque...
Fatti i cxxxi che campi 100 anni...

fiammifero
Inviato: 12/9/2005 2:07  Aggiornato: 12/9/2005 2:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/2/2005
Da: ROMA
Inviati: 5691
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Puntuali come un'orologio svizzero!

Al Qaida giura vendetta in Europa
11/09/2005 - 23:57
Nuove minacce su un sito web
(ANSA) - DUBAI, 11 SET - Al Qaida giura nuove vendette in Europa e di fare attacchi come quelli perpetrati a luglio a Londra. Il messaggio su un sito web. 'Noi, dell'organizzazione di al Qaida nel nord dell'Europa, giuriamo di vendicare i nostri fratelli che sono stati uccisi, imprigionati, torturati o il cui onore e' stato infangato in ogni parte del mondo', scrive l'organizzazione sul sito solitamente utilizzato dal gruppo di al Zarqawi, capo di al Qaida in Iraq.
copyright @ 2005 ANSA

Tanto per non dimenticare

Citazione:
le cose di cui ci sentiamo assolutamente certi non sono mai vere (Oscar Wilde)
maurozio
Inviato: 12/9/2005 2:20  Aggiornato: 12/9/2005 2:20
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/7/2005
Da: Torino
Inviati: 100
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Citazione:
'Noi, dell'organizzazione di al Qaida nel nord dell'Europa


Chissà se esiste una organizzazione di al Qaida dell'antartide, potremmo attribuirle lo scioglimento dei ghiacci come atto terroristico e dichiarare guerra ai pinguini

Beta
Inviato: 12/9/2005 3:17  Aggiornato: 12/9/2005 3:17
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/7/2005
Da:
Inviati: 230
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Questa notte (è finito alle 0.30) una tv iraniana (ma di lingua araba) ha mandato in onda una produzione americana (non l'ho vista dall'inizio), a un certo punto ha mostrato la scritta "In plane site", quindi ne deduco che fosse quello. Ciò è senz'altro un fatto positivo, perchè fa vedere a paesi di lingua araba che esiste un versante che sta dalla stessa parte, che cerca di lottare contro questa creazione neonazi di un capro espiatorio islamico sul quale scaricare tutte le colpe. Ma perchè nessuna tv eruopea ha il coraggio di acqusitare e madare in onda serivizi così?

soleluna
Inviato: 12/9/2005 7:36  Aggiornato: 12/9/2005 7:36
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/3/2005
Da: orbita di Anarres
Inviati: 1309
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Beta
mi sovviene, ma abbi comprensione mi sono appena alzata , che magari che so, da noi in Italia, uno che fa', compra e manda in onda una cosa in cui, come minimo, è connivente? In europa dici, eheheheh gli "amici" (i complici? quelli messi a busta paga?) sono una cosa seria!
Questo potrebbe essere il polso, tornando semiseri, di quanto "democrazia" "libertà" e "informazione" siano parole svuotate di senso, noi, occidentali, che pretendiamo di esportarle, il lupo travestito da agnello.

ot: grazie Fiammifero per i tuoi complimenti

"perche' ballate e vi fate l'acconciatura, visto che qua e' impossibile anche comprare da mangiare?"
"perche' magari oggi e' l'ultimo giorno che viviamo, e vogliamo amarlo quanto piu' possibile"
Grozny
Refosco
Inviato: 12/9/2005 9:30  Aggiornato: 12/9/2005 10:00
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/5/2004
Da: Bologna
Inviati: 785
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
un pò in ritardo, scusate (ma poi ieri sera sono andato a dormire), ma volevo esprimere anche io l'adesione all'ipotesi di soleluna sulle connivenze, le complicità e i silenzi che circondano l'11 setembre.

la maggior parte delle volte che provo a parlare con qualcuno dell'11 settembre mi viene rivolta proprio la fatidica domanda... "ma ti pare che se fosse come dici tu, non ci sarebbe già stato qualcuno che avrebbe parlato...?".. ecc. ecc.

bene.
prima: intanto diciamo che di gente che ha parlato e che parla comunque ce n'è: il problema è che se non la vedi a "porta a porta" non esiste... tant'è che la maggior parte della gente, compresi gli organi di informazioni NON SA che esistono delle ipotesi diverse per l'11 settembre;

secondo: sicuramente non conosciamo il numero di morti ammazzati (o per "incidenti" avvenuti successivamente all'11 settembre in USA; tanto già se ne ammazzano a migliaia, tra di loro, che pure i gatti c'hanno una pistola, figurati se sappiamo (noi, che per Ustica abbiamo avuto almeno 16 morti "sospette") se c'è stato un "regolamento di conti" o una "sistemazione" per manovalanza di cui non ci si può fidare;

terzo: mi piacerebbe sapere chi (e come anche) avrebbe il coraggio e la possibilità di portare all'attenzione del grande pubblico eventi di questo tipo che coinvolgono servizi segreti (and company) che non si sarebbero fatti scrupolo di ammazzare migliaia di persone... prima di tutto pensi quale fine ti aspetta, olte tutto per portare l'informazione a gente CHE NON VUOLE SAPERLA LA VERITA'.

la sensazione che provo, quando parlo di queste cose (con amici, colleghi, ecc.) è proprio questa, in sintesi, la reazione (implicita) è di questo tipo: "ma cosa vuoi da me?... ma lasciami in pace!... io sto tanto bene con i miei giocarelli... non me ne può fregare di meno di quello che hai da raccontarmi... metteresti in discussione le mie certezze e soprattutto mi metteresti nella condizione di dover fare i conti con la mia coscienza... per cui, fammi il favore, falla finita e non parlarmene più... non voglio vedere le foto che hai da mostrarmi... non voglio visionare i tuoi cazzo di video... non voglio seguirti nei ragionamenti... VOGLIO SOLO CHE MI LASCI IN PACE!!!!... io così sto bene... ho il mio telefonino, la mia macchina nuova, la sera mi guardo il mio bel film, l'estate mi faccio una vacanza... non voglio assolutamente modificare questo stato di fatto... STOP... CAPITO?.. CI SENTI?..." ecooc, tutto questo emerge dalla quasi totalità delle persone che ho coinvolto. Forse non sono stato capace di coinvolgerle meglio, però qualcuno meglio predisposto l'avrei dovuto incontrare, non credete?... invece praticamente tutto così

però, sempre questa gente, PRETENDEREBBE che ci fossero degli EROI che a discapito della propria vita e di quella dei familiari, magari si immolasse, coma Jan Palah dandosi fuoco davanti al pentagono per rivelare magari di aver visto o sentito che una squadra di operai un giorno è venuto a fare manutenzione all'impianto di aria condizionata delle torri gemelle dove lavorava, e che gli sono sembrati tipi sospetti...

la libertà è un bene incommensurabile solo per chi brama essere eretico

(non ricordo di chi)
RedErik
Inviato: 12/9/2005 10:08  Aggiornato: 12/9/2005 10:08
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/9/2005
Da:
Inviati: 35
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Quoto Refosco.
Il tipico commento che fanno quando illustro cio` "che non e` stato" e racconto un po' di vera storia americana (ma non solo) e` un rifiuto in nome del quieto vivere.

"Se davvero dei terroristi arabi hanno distrutto il World Trade Center,
sarebbe di fatto l’unica volta, durante il suo mandato come presidente,
che George W. Bush ha detto la verità."
- JOHN KAMINSKI -
UncasO
Inviato: 12/9/2005 10:28  Aggiornato: 12/9/2005 10:28
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/7/2005
Da: ss11 "Rivoltana"
Inviati: 267
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Volevo segnalare che ho aperto un topic nella sezione apposita riguardo al dubbio sulle finestre anti-attentato.

Non vorrei mai morire per le mie idee, perchè potrebbero essere sbagliate.
Bertrand Russell
Beta
Inviato: 12/9/2005 10:53  Aggiornato: 12/9/2005 10:53
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/7/2005
Da:
Inviati: 230
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
La mia era una domanda retorica, Soleluna!
E comunque, per assurdo, il problema si pone lo stesso: secondo me c'è una sorta di ostacolo a compiere il primo passo, nessuno ha il coraggio di farlo. Però non credo che, concretamente, qualcosa impedisca a un giornale o a una televisione di acquistare un servizio e mandarlo in onda. E non credo che nessuno verrebbe ammazzato per strada il giorno dopo, per questo! (magari in un incidente mesi o anni dopo...., ma non è detto, soprattutto se la notizia facesse un grande scalpore mediatico, come un secondo Watergate).
Secondo me, si tratta di una connivenza a un livello più profondo. Ed è ancora più grave, questo, della semplice paura. Perchè significa che, di fatto, nessuno ha la minima intenzione di opporsi allo status quo. Come uscirne? Jimmy Walter sta raccogliendo fondi per comperare minispot televisivi da mandare in onda sui canali mainstream. Spero che almeno la futura Aljazeera in inglese avrà il coraggio di informare in modo esaustivo sulla controteoria del 911. Allora non sarà più possibile, per il pubblico anglofono e anche europeo, fare finta di non sapere. Altre speranze non ne vedo, a breve termine.

Gargoyle
Inviato: 12/9/2005 11:02  Aggiornato: 12/9/2005 11:02
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/4/2005
Da: Roma
Inviati: 421
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Per la serie a volte ritornano, ieri dove guardavi guardavi c'era sempre l'immagine di qualche povero cristo ricoperto di polvere o coperto di sangue....c'erano immagini di mamme disperate e di bambini con occhi grandi come uova al tegamino....veramente toccante...non lo dico con ironia, mi sono commosso....però ad un certo punto mi sono ridetto ma perchè questa gente ha sofferto? e daje con tutte le foto di tutti gli attentatori e di bin laden e di al-zawairi e altre cose trite e ritrite....ma davvero è colpa loro?solo loro? cosa vorranno da noi perchè ci massacrano? ma scusate un'atimo gente CHI MASSACRA CHI? e tutti i poveracci morti DOPO l'11/9...quelli non sono morti che hanno madri che piangono o bimbi che guardano nel vuoto? non sono esseri umani quanto e più di chi a causato tutto questo? bhè per chi ci governa e ci mostra la VERITA' pare proprio di no....invece di fare speciali su un dramma scatenato solo dall'occidente perchè non fanno uno speciale sui morti ammazzati da America e company?

durerebbe troppo forse...e forse Vespa non riuscirebbe ad invitare abbastanza esperti....sì sì e per quello che non fanno uno speciale del genere.....


Ricordiamoli i morti causati in quella sciagura e non dimentichiamo i morti provocati da quella sciagura....

Gargoyle

L'illusione è la gramigna più tenace della coscienza collettiva: la storia insegna, ma non ha scolari. A. GRAMSCI
Lestaat
Inviato: 12/9/2005 11:12  Aggiornato: 12/9/2005 11:12
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/7/2005
Da: Perugia
Inviati: 1774
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Ieri sera ho intravisto su raitre lo speciale su piazza fontana.
Mi è sembrato corretto e fatto bene ma non l'ho seguito del tutto.
Ero perso nei miei pensieri. Pensavo: "Il governo italiano ha usato un gruppetto di fascistelli per mettere in pratica la strategia della tensione, oggi ormai lo sappiamo. Perchè c'è però così tanta ostinazione nelle persone? perchè non si vuole accettare che l'11 settembre sia accaduta la stessa cosa?"
Forse perchè ancora oggi, qui in italia, dove proprio ieri sera è andato in odno un documentario che ha raccontato la verità, quella VERA, sono ancora tutti convinti che gli anni di piombo siano opera delle BR.
E' allucinante. Fate una prova. Chiedete al primo che passa per strada chi è che ha fatto le stragi negli anni 70 e vi risponderà le BR.
Le BR sono una pagina orribile della nostra storia ma che c'entrano le stragi con loro?
Eppure vi giuro che 8 su 10 risponderanno così.
Forse caro Massimo l'idea del DVD non è una brutta idea.

In nomine libertatis vincula edificamus.
In nomine veritatis mendacia efferimus.
Redazione
Inviato: 12/9/2005 11:46  Aggiornato: 12/9/2005 11:49
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Ciao Babone, e benvenuto. Sappi intanto che non risulti affatto "antipatico" - almeno non a me - per come poni la questione, anzi. Finchè si prepone la ragione al pregiudizio c'è sempre e soltanto da guadagnare.

Qui però il problema mi sembra che vada preso alla radice. Non so da quanto tempo tu frequenti il sito, e quanto tu sappia della mia "ossessione" a dividere il modo di ragionare in "induttivo" e "deduttivo" (sono addirittura riuscito a parlarne alla radio, questa mattina, proprio a proposito dell'11 Settembre).

L'induttivo dice: ci sono dei dati di fatto, ben difficili da confutare, che indicano con chiarezza la complicità di CIA, FBI e Difesa americani. QUINDI sono stati loro, QUINDI Al-Queda non è che una loro invenzione.

Il deduttivo dice: siccome è impossibile mantenere un segreto così grosso, nel quale sono necessariamente implicate moltissime persone, la tesi dell'autoattentato è poco credibile.

Ovvero, dai fatti alla ragione, oppure dalla ragione ai fatti.

Che vuoi che ti dica? Non posso certo pretendere che tu - inteso come chiunque la pensi come te - cambi maniera di ragionare. Anche perchè non sta scritto da nessuna parte che la "mia" sia meglio della "tua".

Di sicuro ti posso dire una cosa. Se approfondisci un pò la materia "top secret", scoprirai che in America tutto ruota intorno al principio della struttura "compartimentata", che fu inventato da Allen Dulles negli anni della guerra fredda. Tu stai confezionando la bomba che magari verrà piazzata dal tuo collega di ufficio, e manco lo sai. Idem per lui. Tu menti a lui, dicendo che è la torta per tua nonna, e lui mente a te, dicendo che dopo deve andare a fare una commissione per suo zio. E il giorno dopo vi rivedete e dite stupefatti: "Cazzo, hai visto cosa è successo ieri?"

Questo sistema ha un grosso vantaggio, e un grosso svantaggio: il primo è che riesci a mettere in piedi delle birichinate grandi anche come il 9/11, e queste bene o male funzionano sempre. La seconda è appunto che funzionano "bene o male", ovvero quando la mano destra non sa quello che fa la sinistra, prima o poi vengono fuori le contraddizioni reciproche fra i vari reparti. Si spiegano anche così, almeno in parte, gli scivoloni mastodontici che ogni tanto ti fanno pensare "ma non possono essere stati così stupidi" (mi sembra che ne avessi parlato proprio tu). Non sono stupidi, in un'operazione così complessa è semplicemente impossibile prevedere tutte le variabili, se gli elementi rimangono indipendenti.

°°°°°°°°°°°°

Stayfree (benvenuto anche a te). Tu parli di "zero tentativo di indagare le dinamiche per cui queste tesi non escono da questi luoghi", ma forse non conosci bene il sito e la sua breve storia. Quella infatti è una delle domande che ci poniamo più spesso, al punto da far partire ogni tanto nuovi articoli e nuovi dibattiti proprio sulla questione. L'ultimo è questo, ed è di Luglio

Resta comunque il fatto che hai perfettamente ragione, e che non bisogna assolutamente accontentarsi di stare qui a raccontarcela l'uno con l'altro. Ma a giudicare dal modo in cui stanno salendo i numeri di LC, la maggior parte di noi non sta certo con le mani in mano: alla fine è sempre il passaparola il modo principale un cui un sito espande la sua utenza.

°°°°°°°°

Se ho saltato risposte che dovevo ad altri, perfavore riditemelo. Sto recuperando in gran fretta.

Massimo

florizel
Inviato: 12/9/2005 12:09  Aggiornato: 12/9/2005 12:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Redazucco:Citazione:
è giunto il momento per ciascuno di assumersi, di fronte ai fatti dell'11 Settembre, le proprie responsabilità di cittadino del mondo. Anche questo, volendo, è "globalizzazione".


La tua esortazione,Massimo,sarà certamente ben accolta da tutti quelli che sentono puzza di menzogna(e di business), e ben vengano i "risvegli" di coloro che ancora dormono. Ma,almeno personalmente, credo che il prendersi le proprie responsabilità di "cittadino del mondo" sia un percorso estremamente ostacolato dalla stessa "globalizzazione" da te citata.
Anche su questa parola ci sarebbe da fare luce,e credo che essa valga solo per quanto riguarda la "globalizzazione" del potere,certo non per il dissenso ad esso.Come al solito(e fortunatamente) i tuoi articoli mettono tanta carne a cuocere,ed in questo caso toccano un tasto delicato,quello su cui i siti come il tuo si arrovellano e fondano la loro ragion d'essere:la deviazione dell'informazione e l'occultamento della verità.E' quello che vorrei dire:per quanto cittadini del mondo possiamo sentirci,mi piacerebbe sapere e capire COSA in concreto si potrebbe fare,in termini di controinformazione, per evitare le centinaia di migliaia di vittime della guerra globale,visto che delle partecipatissime manifestazioni contro l'attacco in Iraq se ne sono sistematicamente fottuti tutti i governi che vi hanno partecipato, e chissà perchè mi viene in mente la famosa scena di Piazza Tien an Men...ho paura che il carrarmato passerebbe addosso a chiunque,in nome del dio dollaro.In Israele sono stati uccisi cittadini americani contro la politica di Sharon senza troppi complimenti.
E credo che le popolazioni direttamente interessate alla "verità",cioè,quelle sulle cui teste cadono le bombe,non siano esattamente messe in condizioni di poter usufruire della rete, e questa è una scelta della globalizzazione dei potenti.Credo inoltre che a quella chiamata "globalizzazione" vada dato il nome che merita:imperialismo.Da questo,invito ad una riflessione:è possibile combattere il sistema informativo del potere utilizzando le sue stesse armi?
Credo che,almeno su lc, i tempi siano maturi per cominciare almeno a porsi domande del genere.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
Redazione
Inviato: 12/9/2005 12:15  Aggiornato: 12/9/2005 12:15
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
FLORIZEL: Citazione:
... mi piacerebbe sapere e capire COSA in concreto si potrebbe fare,in termini di controinformazione, per evitare le centinaia di migliaia di vittime della guerra globale


Rompere i coglioni a tutti quelli che incontri.

Sistematicamente, incessantemente, inesorabilmente. Non c'è altro modo. (Pensando in termini di anni, ovviamente, e non di mesi). Se ognuno lo facesse come lo fa ad esempio Refosco...

florizel
Inviato: 12/9/2005 12:22  Aggiornato: 12/9/2005 12:22
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
LestaatCitazione:
lo speciale su piazza fontana.

Ho visto anch'io quella trasmissione,Lestaat, così come i servizi dedicati all'11/9,e pensavo che forse anche il tg3 è costretto a pagare un prezzo,se è costretto ad ospitare personaggi che poco hanno a che vedere con la verità...
Ritengo che l'occultamento della verità sia un processo stabilito ed iniziato da molto tempo,e che solo di fronte ad un fatto della portata dell'11/9 sia iniziato un certo "risveglio", anche se c'è da dire che delle tante inchieste e controinformazioni degli anni della "strategia della tensione",ben poco si sa, anche se esistevano.La morte di Pinelli,la strage del Cermis,Ustica ed i fatti dell'11/9,credo che vadano accomunati, ed imputati allo stesso progetto di dominio globale.Forse tutto è iniziato molto prima di quanto crediamo di sapere.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
florizel
Inviato: 12/9/2005 12:30  Aggiornato: 12/9/2005 12:30
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Redazzucco:Citazione:
Rompere i coglioni a tutti quelli che incontri.

Bhè, in quello dovrei essere brava, credo...il problema è riuscire a darsi una credibilità "documentata",ed in questo il dvd è di grande aiuto,come il lavoro di Shevek.Grande Shevek.E bisognerebbe ripristinare la capacità di parlare alla gente.
Creare occasioni di incontro basati anche sul recupero delle relazioni umane, le cose non le vedo separate,anzi, in vicendevole rapporto.Ristabilire la verità non è cosa diversa dal ristabilire il bisogno delle relazioni tra esseri umani.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
Lestaat
Inviato: 12/9/2005 12:40  Aggiornato: 12/9/2005 12:40
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/7/2005
Da: Perugia
Inviati: 1774
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Ti assicuro Massimo che Refosco è in buona compagnia, alcuni amici cominciano a sopportarmi poco.... :P
A parte questo volevo dire una cosa a Babone e a te.
Butto li. Le mie idee attorno all'11 sett e in senso più generale ala strategia del terrore in atto non sono molto diverse da quanto accadde negli anni '70 in Italia. Forse è davvero stato Bin Laden ad organizzare tutto, forse davvero erano quelli gli attentatori di Londra, ma che importa? O meglio, cosa cambierebbe in fondo?
Negli anni '60 il Mossad addestrava gruppi di integralisti islamici tramite i propri agenti arabi. Il SID organizzava, addestrava e gestiva il terrorismo nero. Perchè la CIA non dovrebbe poter usare il terrorismo islamico di Al Qaeda quando tra l'altro già sappiamo che i più alti esponenti sono stati agenti CIA in passato? Come ricordava il procuratore Garrison la CIA ha il motto "una volta dei nostri sempre dei nostri"
Diventa tutto più semplice, dal confondere le acque con personaggi veramente arabi e veramente fanatici e convinti alla propaganda.
Questa è l'idea che sta prendendo corpo nel mio cervellino, del resto Gladio dovrebbe averci insegnato qualcosa! :)

In nomine libertatis vincula edificamus.
In nomine veritatis mendacia efferimus.
goldstein
Inviato: 12/9/2005 12:41  Aggiornato: 12/9/2005 12:45
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 4/11/2004
Da:
Inviati: 2827
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Ottime notizie dal Giappone.
Hanno trasmesso uno speciale di 90 minuti su una delle principali reti nazionali, in cui sembra che abbiano distrutto le tesi ufficiali della casa bianca, immagino non risparmiandosi delle ironie visto il conduttore, che era...
...un certo Takeshi Kitano, probabilmente il persionaggio più popolare in patria nonchè uno dei maggiori registi giapponesi di sempre.
Nella parte inziale hanno fatto volare una troupe sopra gli 8000 piedi per constatare che il cellulare non prende .

vincenzo
Inviato: 12/9/2005 12:47  Aggiornato: 12/9/2005 12:47
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/6/2004
Da: u-oy-topos middle Oceania
Inviati: 1304
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Citazione:
ma cosa vuoi da me?... ma lasciami in pace!... io sto tanto bene con i miei giocarelli
ecc ecc
qui si tocca anche un altro tasto dolente che credo non riguardi solo la paura di qualcuno di mettere in discussione le proprie certezze. qui si tratta anche di capire che non tutti hanno la possibilità di accedere a tutte le informazioni necessarie per i più svariati motivi, quindi non è che ti puoi presentare da uno qualsiasi e dirgli:"sai l'11 settembre come lo hanno raccontato è una grande boiata", poi discuterci per una settimana e mostrandoli tutte le prove, le immagini, i filmati.....ergo: non si può pretendere che uno ti creda al volo, sulla parola e ancora, non si può pretendere che ti dedichi ore (io per mesi, e ancora a desso continuo a leggere e a guardare, ecc ecc), che potrebbero non essere necessarie, per visionare tutta o in parte la documentazione sul 911. ripeto ciò che ho scritto, quello che si sta facendo è già molto....

avete letto l'editoriale di zucconi di stamattina su repubblica? se riporta qualcosa dello speciale del tg3 di ieri sera allora non ha detto nulla di nuovo. ma forse qui ritorniamo ad un problema vecchio quanto il mondo, chi può parlare? nessuno la tesi ufficiale non ha bisogno di prove a sostegno, le tesi non ufficiale ha bisogno continuamente di provare sin nei minimi poarticolari ciò che si sta dicendo. questo sui media si sa non è possibile per problemi di tempo, pubblicità, ecc ecc

1 - Non fanno caso, costoro, che quando in Internet compare qualcosa di veramente scottante, scompare nell’arco di pochi minuti? Se invece qualcosa ci rimane per sempre – e pure in bella vista - vuole dire che lì da nascondere c’è ben poco.
florizel
Inviato: 12/9/2005 12:53  Aggiornato: 12/9/2005 12:53
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Citazione:
ma che importa? O meglio, cosa cambierebbe in fondo?

Quello che importa è chiamare le cose col loro nome:se Bin Laden sia arabo o meno può essere marginale,se si riesce a dimostrare in che rapporti è con gli USA e con la famiglia Bush, allora diventa determinante,questa notizia.Gli esempi che hai fatto sono importanti al fine di mettere in evidenza i rapporti di potere tra le parti cosiddette "avversarie".Parli di Gladio...l'Italia non ha nulla da invidiare al resto del mondo politico internazionale, in fatto di misteri...
Ma Santaruina com'è che non lo leggo?

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
Abarna
Inviato: 12/9/2005 13:54  Aggiornato: 12/9/2005 13:54
So tutto
Iscritto: 13/7/2005
Da:
Inviati: 14
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Massimo, in queste giornate di pioggia ho preparato un pdf con il tuo lavoro sull'11 settembre, è di circa 15mb, se vuoi te lo mando e sempre se lo ritiene opportuno lo puoi mettere nei download.
Ho meramente copiato tutte le pagine della sezione, vagamente impaginate e messe in pdf.
Potrebbe essere utile per chi magari non ha la possibilità di stare connesso e leggersi tutto l'argomento.

Fammi sapere.
Grazie.

ciao

Lestaat
Inviato: 12/9/2005 13:54  Aggiornato: 12/9/2005 13:54
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/7/2005
Da: Perugia
Inviati: 1774
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO

In nomine libertatis vincula edificamus.
In nomine veritatis mendacia efferimus.
hi-speed
Inviato: 12/9/2005 14:36  Aggiornato: 12/9/2005 14:36
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/12/2004
Da: preda lunga
Inviati: 3211
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
finalmente sono riuscito dal pc di lavoro a scrivere qualcosa!!!!!!!!!
con quello di casa nada de nada ...solo anteprima e non riesco ad inviare un nuovo commento e nessun pm!! boh
Un saluto a tutti dopo circa un mese e posterò al più presto!
ciao ciao

Cosa Sta Succedendo? Madre, madre Ci sono troppi di voi che piangono Fratello, fratello, fratello Ci sono troppi di voi che stanno morendo Sai che dobbiamo trovare una maniera Per portare un pò di amore qui oggi
shevek
Inviato: 12/9/2005 15:36  Aggiornato: 12/9/2005 15:36
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/4/2005
Da: Napoli
Inviati: 1249
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Salut y Libertad...

Stimolato da Lestaat, intervengo sulla questione "Al Qaueda". Ho appena terminato di leggere la prima parte dell'ultimo lavoro di Ahmed ("Guerra alla Verità") e devo dire che ha fatto un enorme ed ottimo lavoro per documentare la sua tesi: Al Qaueda non è un'organizzazione terroristica, ma una vera e propria agenzia di contractors, soldati mercenari al servizio dei governi occidentali o filooccidentali cui fornisce attentati su richiesta e dietro lauto compenso - non solo, ma anche, monetario.
Devo dire che le prove documentarie portate nel libro di Ahmed mi hanno convinto. Ora, la cosa cambia parrecchio nel rapporto che noi abbiamo con chi sostiene la tesi del "lo sapevano e l'hanno lasciato accadere", che diventa automaticamente insostenibile: un killer a pagamento non agisce gratis, autonomamente. Chi allora avrebbe commissionato ad Al Qaueda l'11/9? Tutti i paesi che, finora, si sono serviti dei suoi servigi sono tutti paesi filooccidentali, ed i loro servizi segreti sono legati a doppio filo alla CIA...
Insomma, la tesi del "se lo sono lasciato fare" diventa indistinguibile dal "se lo sono fatto da soli", anche ammettendo e non concedendo che Al Qaueda abbia agito da sola e sia la colpevole principale dell'11/9.
Detto questo - che, oltre ad essere a quanto pare la verità, può avere un discreto ruolo nei confronti dei nostri interlocutori paradossalmente più coriacei - devo dire che la questione Strage di Stato del 12 dicembre 1969 come matrice di tutte le Stragi di Stato - adombrata da alcuni - a mio modo di vedere, apre uno spiraglio assai interessante su quello che può essere davvero accaduto l'11/9.
La Strage di Stato del 1969 fu organizzata dall'Ufficio Affari Riservati del Ministero dell'Interno e dagli altri servizi segreti italiani e stranieri (USA, Grecia). Ai "fascistelli" fu riservato un ruolo del tutto marginale, ma facilmente documentabile processualmente, allo scopo di garantirsi una "cintura di salvataggio" ove mai qualcosa fosse andato storto. Quando la favola degli "anarchici sanguinari" fece cilecca, si lanciò in pasto alla magistratura i cretinetti destrorsi che erano entrati nella storia.
L'11/9 mi pare sostanzialmente aver seguito lo stesso copione. Una parte dei servizi USA e, probabilmente, israeliani hanno organizzato tutta la faccenda, assoldando Al Qaueda, sostanzialmente, per lasciare tracce in giro e fungere da capro espiatorio. Unica differenza con i nazistelli anni '60 che potevano essere coinvolti gratis, per pura motivazione ideologica, questi li avranno dovuti pagare profumatamente...

Shevek

"Il potere è l'immondizia nella storia degli umani" - F. Guccini
www.portadimassa.net - WEB-TV e non solo di Filosofia
vulcan
Inviato: 12/9/2005 15:41  Aggiornato: 12/9/2005 15:41
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/1/2005
Da: Sardigna
Inviati: 2092
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Citazione:
piazza fontana.


leestat ieri riflettevo esattamente su questi concetti .. anche a me il documento di piazza fontana mi sembrava fatto bene ..

pensavo .. quelle stragi degli anni 60 ed altre con i capi epiatori "finalizzati" e depistanti trasportate virtualmente negli anni odierni ..

come sarebbe facile per una strategia del terrore attribuirne la paternità al terrorismo islamico!!

"Indaga le parole a partire dalle cose e non le cose a partire dalle parole." Misone
vulcan
Inviato: 12/9/2005 15:44  Aggiornato: 12/9/2005 15:44
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/1/2005
Da: Sardigna
Inviati: 2092
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Citazione:
Shevek


azz..
mi hai letto nel pensiero?

"Indaga le parole a partire dalle cose e non le cose a partire dalle parole." Misone
Lestaat
Inviato: 12/9/2005 15:54  Aggiornato: 12/9/2005 15:54
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/7/2005
Da: Perugia
Inviati: 1774
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Come al solito i contorni del tutto non sono così nitidi e precisi da poter dire "lo hanno fatto" o "se lo sono lasciato fare".
Fondamentalmente non c'è differenza infatti. Un po' come JFK e Oswald. Un gruppetto di fanatici, militaristi, immischiati con i servizi segreti hanno un idea per farlo fuori, contemporaneamente i pezzi grossi vorrebbero farlo fuori perchè da fastidio, si manda un uomo tra i fanatici a fomentare, a dare appoggio, a passare le informazioni importanti in entrambi i sensi, le due parti non sono in contatto mai, poi accade e si ammazza il "contatto". Lo facevano i romani. Non è follia. Spartaco ve lo ricordate?
Succede da sempre ma nonostante sia scritto pure sui libri di storia non lo si vuole vedere quando accade. Incredibile.
I contorni sono talmente sfumati che sopravvive solo il sospetto. Veramente l'uovo di colombo. Per questo rompo le balle di continuo con il mio amato "COME FACCIAMO A CAMBIARE IL MONDO?" e non cosa fare se si ha la possibilità. Combattere con una cosa così semplice è quasi impossibile, sarebbe stato tutto più semplice se fosse stato bin laden e basta o un agente della Cia direttamente ma purtroppo non è così, è tutto molto semplicemente sonfuso e torbido. Tremendamente geniale.

In nomine libertatis vincula edificamus.
In nomine veritatis mendacia efferimus.
Kolza
Inviato: 12/9/2005 16:00  Aggiornato: 12/9/2005 16:07
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/6/2004
Da: MMMMMMonza
Inviati: 916
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Ho letto questo thread e tutti i commenti, ma i punti salienti (eccezion fatta per la storia delle finestre infrangibili) stanno arrivando in queste ultime ore, un po' in stile "nodi al pettine". L'idea degli esecutori (e dei persuasori occulti) mi pare sempre più una serie di scatole cinesi, ove i colpevoli hanno una buona percentuale di possibilità di non venir mai identificati: già il primo livello (Atta e il suo Flyng Circus) è stato smontato, l'idea del secondo (Mossad e studenti in stile Erasmus) è analizzata, e si profila un terzo...
Comunque sia, oggi ho avuto una lieta sorpresa da La Padania che ha riportato la teoria del complotto in prima pagina... Tuttavia, a mio parere (e come il buon VonKleist insegna) non si può più parlare di teoria, ma di prove.
E, come si capisce dalle tonnellate di analisi su luogocomune, ce ne sono parecchie.

Saluti a tutti
Kolza

Lestaat
Inviato: 12/9/2005 16:11  Aggiornato: 12/9/2005 16:11
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/7/2005
Da: Perugia
Inviati: 1774
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Kolza è proprio quello che non volevo dire. LOL
I contorni di vicende come l'11 settembre sono talmente frastagliati che non mi viene nemmeno da dire "L'idea degli esecutori e dei persuasori occulti". Ci sono implicazioni dirette, colpe precise, e percorsi indefinibili. Credo che non ci sia una teoria vera e una sbagliata. E', molto probabilmente, l'insieme che dovrebbe far riflettere. Proprio quello che hai appena fatto tu. Togliere l'etichetta al tutto e capire l'idea di fondo. Niente più. Ognuno a suo modo scopre dei fatti e delle colpe e bisogna cercare di rimettere tutto insieme, senza etichette di sorta e non dimenticando che tra le molte teorie ce ne sono create ad hoc per non essere vere e confondere il tutto ancora di più (avete presente l'inutile pod?). Alcune idee nascono sbagliate, altre vengono coltivate sbagliate, altre sono solo una parte del tutto. Credo che sia utilissimo che ognuno segua le proprie idee cercando di dimostrarle ma credo anche che sia anche molto interessante capire come si possono mettere insieme le idee per trarne scampoli di verità sempre più grandi.

In nomine libertatis vincula edificamus.
In nomine veritatis mendacia efferimus.
Kolza
Inviato: 12/9/2005 17:55  Aggiornato: 12/9/2005 17:55
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/6/2004
Da: MMMMMMonza
Inviati: 916
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Ciao Lestaat,
Grazie per aver letto e commentato il mio post. Un unico appunto:
ritengo che il pod non sia stato inutile, perchè, a mio modesto avviso, se vuoi fare casino e impressionare la gente (soprattutto quella a casa davanti alla TV) devi "inventare" un innesco per far vaporizzare l'aereo, magari riciclando tecnologie militari.
Tuttavia, il motivo di questo post è un altro: verso la fine di In Plane Site, VonKleist parla di Oklahoma City e dell'attentato del 1995, ribadendo che diversi media parlarono di ordigni e non della sola bomba ascritta al capro espiatorio Timothy McVeigh, come invece ci ha propinato il complesso mediatico mondiale. Per la solita serie delle convergenze parallele, non molti sanno che quando fu rapito Aldo Moro (1978), venne parcheggiata lì vicino (a via Fani, intendo) una giardinetta imbottita di esplosivo, proprio nell'eventualità che nel rapimento dello statista DC qualcosa non fosse andato bene. Eppure, a fronte di una notizia del genere, filtrata come quella di O.C. '95, pochi sono quelli che conoscono questa circostanza.
Ritornando all'11 Settembre 2001, l'esplosivo fu fatto detonare, togliendo ogni dubbio sulla demolizione controllata del WTC. Eppure, tornando in una sorta di circolo vizioso, che cosa è comparso sui media USA e Italiani?
Niente...

Saluti a tutti
Kolza

SirPaint
Inviato: 12/9/2005 18:00  Aggiornato: 12/9/2005 18:00
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/5/2005
Da: Laputa
Inviati: 355
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Per Refosco:

da buon dietrologo dovresti sapere che non esiste una risposta unica; esiste in realtà una risposta a strati: una cosa è ciò che si risponde immediatamente a botta calda e una cosa è la risposta meditata
Per l'11 Settembre esistono molte risposte immediate: "Non mi scocciare" "E' stato un fatto interno" " Sono stati gli arabi" ed esistono delle risposte più meditate "Basta che io ci guadagni sopra" "Nnon voglio essere coinvolto da questo" etc.
Combinando le tipologie delle risposte immediate con quello delle risposte a medio termine si ottiene l'universo delle risposte.
Ad esempio qualcuno ti dirà "Non mi scocciare" e poi andrà dietro l'angolo a rivendersi la notizia, altri in faccia ti daranno ragione ma girato l'angolo diranno "ma questo è pazzo".
Da buon statistico ho contato gli amici ed ho scoperto che il 60% dice "Non so e mi interessa poco", ed un 2% dice in faccia che questa è dietrologia pura ma in cuor loro c'è il gagliardetto di Washington.
Se interessa ho fatto uno studio statistico che dovrei avere da qualche parte.
Saluti a tutti,
SirPaint

No Plane!
wuorf40
Inviato: 12/9/2005 18:55  Aggiornato: 12/9/2005 18:55
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/4/2005
Da:
Inviati: 335
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Citazione:
non molti sanno che quando fu rapito Aldo Moro (1978), venne parcheggiata lì vicino (a via Fani, intendo) una giardinetta imbottita di esplosivo, proprio nell'eventualità che nel rapimento dello statista DC qualcosa non fosse andato bene


Kolza..
azz.......e io che pensavo di sapere.......ma dove lo hai appreso??...hai fonti o link a me sconosciuti?

manolete
Inviato: 12/9/2005 19:19  Aggiornato: 12/9/2005 19:40
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/2/2005
Da:
Inviati: 470
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Saluti a tutti.

Grazie per le interessanti considerazioni espresse sul vero/falso delle e nelle notizie.

Credo che possa ben riassumere molto di quanto avete espresso una canzone di Gaber, una delle ultime.
(Le sottolineature sono mie e sono per i versi che ritengo più sincroni con quanto avete esposto)

Il tutto è falso
di Gaber - Luporini

Questo mondo
corre come un aeroplano
e mi appare
più sfumato e più lontano.
Per fermarlo
tiro un sasso controvento
ma è già qui che mi rimbalza
pochi metri accanto.

Questo è un mondo
che ti logora di dentro
ma non vedo
come fare ad essere contro.
Non mi arrendo
ma per essere sincero
io non trovo proprio niente
che assomigli al vero.

Il tutto è falso
il falso è tutto.
Il tutto è falso
il falso è tutto.

E allora siamo un po' preoccupati
per i nostri figli
ci spaventano i loro silenzi
i nostri sbagli.
L'importante è insegnare quei valori
che sembrano perduti
con il rischio di creare nuovi disperati.

Il tutto è falso
il falso è tutto.

Non a caso la nostra coscienza
ci sembra inadeguata
quest'assalto di tecnologia
ci ha sconvolto la vita.
Forse un uomo che allena la mente
sarebbe già pronto
ma a guardarlo di dentro
è rimasto all'ottocento.

Il tutto è falso
il falso è tutto.

Io
che non riesco più a giudicare
non so neanche che cosa dire
della mia solitudine.
Guardo
con il mio telecomando
e mi trovo in mezzo al mondo
e alla sua ambiguità.

C'è qualcuno che pensa
di affrontare qualsiasi male
con la forza innovatrice
di uno Stato liberale.
Che il mercato risolva da solo
tutte le miserie
e che le multinazionali siano necessarie.

Il tutto è falso
il falso è tutto.

Ma noi siamo talmente toccati
da chi sta soffrendo
ci fa orrore la fame, la guerra
le ingiustizie del mondo.
Com'è bello occuparsi dei dolori
di tanta, tanta gente
dal momento che in fondo
non ce ne frega niente.

Il tutto è falso
il falso è tutto.

Io
che non riesco più a ritrovare
qualche cosa per farmi uscire
dalla mia solitudine.
Cerco
di afferrare un po' il presente
ma se tolgo ciò che è falso
non resta più niente.


Il tutto è falso
il falso è tutto.

Il tutto è falso
il falso è tutto quello che si sente
quello che si dice
il falso è un'illusione che ci piace
il falso è quello che credono tutti
è il racconto mascherato dei fatti
il falso è misterioso
e assai più oscuro
se è mescolato
insieme a un po' di vero
il falso è un trucco
un trucco stupendo
per non farci capire
questo nostro mondo
questo strano mondo
questo assurdo mondo
in cui tutto è falso

il falso è tutto.

Il tutto è falso
il falso è tutto.

Il tutto è falso
il falso è tutto.

Il tutto è falso
il falso è tutto, tutto, tutto.


Suerte,
manolete

Refosco
Inviato: 12/9/2005 19:22  Aggiornato: 12/9/2005 19:22
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/5/2004
Da: Bologna
Inviati: 785
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Sirpaint:
Citazione:
da buon dietrologo dovresti sapere che non esiste una risposta unica; esiste in realtà una risposta a strati: una cosa è ciò che si risponde immediatamente a botta calda e una cosa è la risposta meditata


la risposta che ho riportato (forse non mi sono spiegato bene) era una mia interpretazione e non la risposta esplicita.
la risposta esplicita, in realtà, è, se vogliamo, ancora più angosciante: ed è una sostanziale "indifferenza"... una sorta di "muro di gomma"...
cominci a parlarne (immaginando di scatenare almeno la semplice curiosità), metti a disposizione libri, copie di CD, di DVD, solleciti reazioni di qualunque tipo ed ottieni un silenzio "assordante"... nessuno che risponda realmente qualcosa... semplicemente se non torni tu a parlarne, loro non lo fanno.

discorso finito. stop. finish. closed.

provi a sollecitare in maniera discreta ("hai avuto modo di guardare...?") dopo diversi giorni e ricevi la risposta un pò stizzita che "no... ancora non ho avuto tempo")...
allora aspetti ancora dei giorni, delle settimane.... non vuoi essere invadente: niente! nessuna reazione...
e quanto provi a riproporti, e magari chiedi nuovamente un riscontro.. allora vedi alzare gli occhi al cielo.. sbuffare... cambiare discorso...


la libertà è un bene incommensurabile solo per chi brama essere eretico

(non ricordo di chi)
soleluna
Inviato: 12/9/2005 19:58  Aggiornato: 12/9/2005 19:58
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/3/2005
Da: orbita di Anarres
Inviati: 1309
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Refosco
non c'entra nulla, ma una volta chiesi ad un mio amico medico oncologo che lavorava con bambini come facesse a resistere a tanto dolore, la risposta nella sua semplicità mi lasciò di stucco e fu una grande lezione, mi disse: "perchè per 50 che ne perdi, uno lo salvi".
Questo post è dedicato a lui e a tutti gli altri 49.

"perche' ballate e vi fate l'acconciatura, visto che qua e' impossibile anche comprare da mangiare?"
"perche' magari oggi e' l'ultimo giorno che viviamo, e vogliamo amarlo quanto piu' possibile"
Grozny
grazia
Inviato: 12/9/2005 20:04  Aggiornato: 12/9/2005 20:04
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/1/2005
Da:
Inviati: 337
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Shevek

Detto questo - che, oltre ad essere a quanto pare la verità, può avere un discreto ruolo nei confronti dei nostri interlocutori paradossalmente più coriacei - devo dire che la questione Strage di Stato del 12 dicembre 1969 come matrice di tutte le Stragi di Stato - adombrata da alcuni - a mio modo di vedere, apre uno spiraglio assai interessante su quello che può essere davvero accaduto l'11/9.
----------------------
Sono rimasta molto colpita dall’interessante reportage di ieri sera relativamente alla strage di piazza fontana su rai tre. M’è parso abbastanza completo ed equilibrato.
Concordo con Lestaat.
La cosa più sconcertante è stata la conclusione: tutti assolti, e, beffa delle beffe, le spese processuali suddivise anche tra le parti civili, cioè i familiari delle povere vittime…….

Ma non è per questo che intervengo. Intervengo per l’ancor più interessante parallelo presentato da shevek tra quella strage, quelle stragi così particolari in Italia e la strage dell’11 settembre, così comune a quelle. In fondo è così semplice trovare quattro imbecilli che prestino il fianco ad accuse da parte dello stato che in una sola giornata, anche allora, era riuscito a trovare un capro espiatorio.
(Detto per inciso, anche allora c’era il giovane Vespa che ronzava…… , pardon, che intervistava)

Io non voglio scoraggiarmi pensando agli “ignari” che non vogliono recepire o a coloro che fingono di ignorare, con atteggiamenti di disinteresse o indifferenza. In qualche modo penso che rimanga un segno del passaggio. Ciò che spero è che prima o poi emerga prepotentemente la verità e non si debba attendere 30 o 40 anni come in Italia per avere o non avere, giustizia.

Grazie shevek per la sottile e precisa analisi.

Grazia.

"Solo la verità può rendere liberi quanti oggi non vogliono essere servi..."

Paolo Sylos Labini
da "Intoccabili" di Lodato-Travaglio
Kolza
Inviato: 12/9/2005 20:54  Aggiornato: 12/9/2005 21:53
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/6/2004
Da: MMMMMMonza
Inviati: 916
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Per chi fosse interessato alla notizia (sconosciuta) della bomba in Via Fani il giorno del rapimento di Aldo Moro, mi ricordo che è comparsa sul numero speciale de L'Europeo dedicato al terrorismo italico. Appena lo trovo, lo scannerizzo e ve lo posto.
Nel frattempo, visto il gran can can sull'anniversario dell'11/09/2001, ci si può esercitare nel tiro allo scettico (in stile turkey shot) su Phastidio.Net.
Chissà se Mad Max Mazzucco è d'accordo e chissà che fine avranno fatto i nostri amici comuni? Dopo che hanno visto il mio nome sul Corriere nelle auliche pagine di Sergio Romano per la lettera intitolataIl Folle Volo Di Rudolf Hess, probabilmente saranno così
Saluti a tutti
Kolza

soleluna
Inviato: 12/9/2005 21:24  Aggiornato: 12/9/2005 21:24
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/3/2005
Da: orbita di Anarres
Inviati: 1309
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
per intanto si può spulciare questo (non ho idea di come sia fatto)

misteri d'Italia

"perche' ballate e vi fate l'acconciatura, visto che qua e' impossibile anche comprare da mangiare?"
"perche' magari oggi e' l'ultimo giorno che viviamo, e vogliamo amarlo quanto piu' possibile"
Grozny
eughenos
Inviato: 12/9/2005 21:39  Aggiornato: 12/9/2005 21:39
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/6/2004
Da:
Inviati: 359
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
troppo spesso si sottovaluta uno degli aspetti più sconosciuti della realtà americana, i movimenti che sono la continuazione della politica sudista. Non parlerò della strategia sudista che dal gruppo letterario del "Nashville Agrarians", attraverso la figura di William Y. Elliot, ha portato il razzismo del Sud nella politica ufficiale degli USA, poi tradita da Bush e per questo punito con l’attacco alle torri gemelle. Mazzuco parte da un punto, secondo me sbagliato, che fu opera della amministrazione Bush, , io penso invece che fu, un attacco delle milizie( non bisogna dimenticare che molti miliziani sono nella guardia nazionale) per accendere la miccia di una possibile guerra civile.
Quando nel 1995, a due anni esatti dalla battaglia di Waco fra le forze dell'ordine e i fanatici religiosi del Branch Davidian di David Koresh, un attentato uccide 170 persone a Oklahoma City, le indagini portano alla luce un illegalità inquietante di "milizie" patriottiche che hanno come obiettivo piu' o meno dichiarato quello di sovvertire il governo federale e che sono protette e ispirate da lobby potentissime, come l'N.R.A. , e dai "gruppi dell'odio" Una rete di campi di addestramento si stende dal Montana al Michigan, dall'Idaho all'Arizona.
Il movimento dei gruppi paramilitari di estrema destra e' molto frammentato ma potente.
. I "Freemen" sono i piu' pericolosi in quanto non si limitano a mettere in guardia contro il possibile avvento di una dittatura antiamericana, la ritengono gia' in atto e incitano a lottare contro di essa.
Cittadine insospettabili sono il perno della reazione. Si tratta per lo piu' di veterani del Vietnam (nota bene- due piloti dei voli dirottati erano veterani del Vietnam), vestiti in tuta mimetica, armati fino ai denti, organizzati in piccole bande paramilitari.
Tale miscela di estremismo e fanatismo è rimasta a lungo coperta dall'ombra della lotta che vedeva contrapposta la Libertà occidentale e il Totalitarismo sovietico, ma quando quest'ultimo è venuto meno quella miscela ha cominciato ad esplodere all'interno della stessa America.
La "nuova" destra dopo la fine della Guerra Fredda ha potuto quindi ritrovare una propria identità e un proprio spazio politico individuando nel "nemico interno" il successore del nemico comunista; infatti, dopo il caos degli anni '60, tale nemico è la donna emancipata, è l'omosessuale che non si nasconde più, è l'immigrato che si ribella alla logica del ghetto, il rifiuto della cosiddetta normalità minano la base della cellula familiare tradizionale. Per non parlare del nuovo ordine mondiale comandato dai massoni ebraici ecc ecc .
L'attentato di Oklahoma City rappresenta davvero uno spartiacque ideologico. L'autore insieme a Terry Nichols dell'attentato, Timothy McVeigh 27enne veterano della guerra del Golfo, era un simpatizzante della Milizia del Michigan.
L'America non se ne e' accorta, ma ha alimentato un terrorismo ben piu' fanatico di quello mediorientale. Il pericolo viene dall'interno, non dall'esterno.
La destra politica assumerà posizioni sempre più radicali mentre nel paese crescerà un vero e proprio circuito underground del suprematismo bianco, gli states dove è più forte la loro pressione sono la California, la Florida, la Virginia e il Texas. Durante le azioni di questi gruppi, talvolta autentici assalti armati agli ospedali, vi sono state decine di morti e centinaia di cliniche incendiate.
L'attentato di Oklahoma City (un attentato compiuto da un cittadino contro il proprio governo, caso piu' unico che raro al mondo) e' in effetti stato la logica conseguenza di un crescendo impressionante di ideologia anti-federale. Nel 1994 ben 15 stati avevano votato "risoluzioni" in cui si esprime stizza contro il governo federale e gli si intimava di non usurpare i poteri locali.
Dal punto di vista legale l'appiglio e' il decimo emendamento della costituzione, quello che afferma il diritto di ogni stato a riservarsi un minimo di indipendenza. Ma i testi di alcune "dichiarazioni di indipendenza" dei singoli stati usano il linguaggio dei fanatici: il Colorado intima al governo federale di Washington di "desistere immediatamente dai mandati che sono al di la' dello scopo dei suoi poteri costituzionali", senza peraltro specificare quali. L'Oklahoma ha addirittura passato una mozione in cui si chiede esplicitamente al Congresso di "desistere da ogni sforzo per stabilire un nuovo ordine mondiale o ogni altra forma di governo mondiale". E' una vera e propria paranoia che si sparge a macchio d'olio di stato in stato.

Fra tali organizzazioni e' diffusa la convinzione che l'attentato di Oklahoma City(Massimo attento, non fare il gioco dei nazi) sia stato organizzato, se non effettuato, da agenti governativi, con lo scopo di creare consenso popolare a favore di leggi ancor piu' restrittive della liberta' individuale e di poteri ancor piu' vasti per l'F.B.I. e l'A.T.F. le due agenzie federali piu' invise ai patrioti.

11 settembre 2001

Interrogato dalla CNN il giorno dopo l'attentato, il generale Wesley Clark, ex comandante supremo delle forze della NATO durante la guerra del Kosovo dichiarava: “Eravamo al corrente da qualche tempo che alcuni gruppi progettavano un attacco contro il Pentagono, evidentemente non ne sapevamo abbastanza [per agire]”. Questa affermazione enigmatica non si riferisce però a un aggressore straniero, ma ad alcune minacce contro il Pentagono provenienti da milizie di estrema destra, e lascia intravedere le rivalità segrete che lacerano la classe dirigente statunitense.
il punto focale è l’attacco al pentagono, non le torri gemelle, non voglio rimarcare punto per punto altrimenti mazzucco mi lincia, troppi errori grossolani per pensare che fu l’amministrazione.
Semmai tutto fa pensare che in quelle ore bisognava correre ai ripari, ma soprattutto che l’attacco al pentagono fu condotto dalle forze lealiste.
Presidente Hosni Mubarak: “"Nessun servizio segreto del mondo avrebbe potuto dire che sarebbero stati utilizzati voli di linea, con passeggeri, per schiantarsi sulle torri e sul Pentagono. Chi l'ha fatto deve aver sorvolato a lungo quell'area, per esempio. Il Pentagono non è molto alto. Per lanciarsi dritto sul Pentagono così, un pilota deve aver sorvolato a lungo la zona per conoscere gli ostacoli che incontrerà volando a bassa quota con un grande aereo di linea, prima di poter colpire il Pentagono in un punto preciso.Qualcuno l'ha studiata molto bene, qualcuno ha sorvolato a lungo quella zona”.
CNN: “Sta insinuando che potrebbe trattarsi di un'operazione interna? Le posso chiedere chi, secondo lei, si nasconde dietro tutto ciò?”.
Presidente Hosni Mubarak: “Sinceramente non voglio trarre conclusioni affrettate. Vi ricordate Oklahoma City? Alcune voci accusarono immediatamente gli arabi, ma non erano gli arabi, lei lo sa.... Non è facile commettere simili atti negli Stati Uniti per piloti addestrati in Florida, tanta gente si prepara per avere il brevetto di volo, ciò però non significa che siano capaci di simili azioni terroriste.

1)L'attentato del '93 alle Torri Gemelle fu condotto con la piena complicità, se non per diretta volontà, dell'FBI

Falso, in realtà fu insabbiato per tutelare la sicurezza nazionale, nell’ombra FBI ha eliminato molti dei capi delle milizie, con scarsi risultati, la forza delle milizie sta nel fanatismo e nella povertà degli stati del sud.

2)Molteplici legami, soprattutto di natura economica, sono stati accertati fra i vari "terroristi" ed i servizi segreti pakistani, che a loro volta sono stettamente collegati a quelli occidentali

Sono anche stati accertati legami strategici tra le milizie americane, l’estremismo islamico (Massimo ricordi il caso Berg?)entrambi antisemiti. Tra il 1995 e il 1997 alcune indagini, tra cui quella dell'ex avvocato di McVeigh, Stephen Jones, indicavano la possibilità di una partecipazione di elementi dei cosiddetti Afghantsi, guerriglieri clandestinamente reclutati e addestrati dai servizi anglo-americani per combattere contro i sovietici in Afghanistan, ed inoltre di elementi underground delle "milizie", di ambienti della destra razzista, ecc.

3)Di fronte ad alcune immagini, sulla cui veridicità non esistono dubbi, è praticamente impossibile sostenere che contro il Pentagono si sia schiantato un Boeing 757, senza rischiare di apparire ridicoli. (Nel momento in cui sia stato un qualunque altro velivolo a colpire il Pentagono, e non avendo questo certo potuto partire dal giardino di una villa qualunque, ciò implica automaticamente la complicità di almeno una parte degli alti livelli della difesa americana).

resto convinto che il pentagono fu colpito perché era il centro di comando degli ufficiali rivoltosi. Fu un missile lanciato molto probabilmente da un incrociatore.

Parallelamente infatti, non è mai stata spiegata in alcun modo la completa debacle della difesa aerea americana, mentre stupisce il fatto che nessuno sia stato nè punito nè anche soltanto messo sotto accusa per questa "figuraccia" a livello mondiale.

sei sicuro? Cerca su internet i caduti del pentagono, vediamo il grado, chi era presente ecc. ecc.

Altrettanto inspiegabili, alla luce della documentazione visiva e delle testimonianze emerse nel tempo, i presunti crolli passivi delle Torri Gemelle, ed ancor di più del WTC7, che rappresenterebbe in questo caso un vero "miracolo all'incontrario" dell'ingegneria moderna.

caro Massimo resto convinto che gli aerei erano un azione spettacolare con l’unico scopo di creare i presupposti di leggi ancor piu' restrittive della liberta' individuale e di poteri ancor piu' vasti per il governo federale se non addirittura la legge marziale che sicuramente avrebbe portato i patrioti delle milizie alla resistenza con l’appoggio della popolazione degli stati del sud, ma non il fulcro della operazione, per uomini che vengono dai reparti della guardia nazionale, oppure dai corpi speciali, minare qualsiasi edificio risulta una sciocchezza.

Di fatto tutti gli agenti dell'FBI che in qualche modo sono stati sospettati di aver messo le pastoie alle indagini, permettendo così agli attentati di avere luogo, sono stati promossi di grado.

beh non fermarti al 11/09/01 dopo quel giorno, molti esponenti di spicco delle milizie sono stati fatti fuori dai federali.
resta il fatto che la risposta strategica degli USA al tentativo di colpo di stato è stata di prendersela con alcuni elementi della “lista dei soliti sospetti”, come i trafficanti di droga al governo in Afghanistan e Bin Laden. L’ovvio vantaggio è che consentiva all’amministrazione Bush di riprendere l’iniziativa, cogliendo momentaneamente in contropiede le forze golpiste.
Gli Stati Uniti sono un paese anomalo, con una Costituzione anomala, e la Presidenza degli Stati Uniti è un'istituzione molto anomala. Il destino degli Stati Uniti non è quello di diventare un impero, ma piuttosto, è quella di diventare una comunità di stati nazionali, ciascuno completamente sovrano. Le guerre esterne sono di fatto un atto di debolezza non di forza, ma sono sicuro di una cosa, la seconda guerra civile americana è gia cominciata.

Redazione
Inviato: 12/9/2005 21:44  Aggiornato: 12/9/2005 21:44
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Sono andato su phastidio (non mi ricordo più chi l'ha linkato) e ho postato una risposta. Sono curioso.

Eughenos, torno dopo.

Kolza
Inviato: 12/9/2005 21:55  Aggiornato: 13/9/2005 0:49
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/6/2004
Da: MMMMMMonza
Inviati: 916
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Caro Max,
L'autore del gesto un po' provocatorio è il sottoscritto, tuttavia spero in una civile conversazione, anche se sono partito poc'anzi con toni da JohnKennedy.it (do you remember?).
Se saran rose, fioriranno.
Saludos
K

eughenos
Inviato: 12/9/2005 22:24  Aggiornato: 12/9/2005 22:38
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/6/2004
Da:
Inviati: 359
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO

vincenzo
Inviato: 12/9/2005 22:43  Aggiornato: 12/9/2005 22:45
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/6/2004
Da: u-oy-topos middle Oceania
Inviati: 1304
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
ho postato anche io un commento su phastidio.net e sinceramente leggendo il "chi siamo" e quel pseudo articolo mi sfugge qualcosa...troppo contraddittorio..

1 - Non fanno caso, costoro, che quando in Internet compare qualcosa di veramente scottante, scompare nell’arco di pochi minuti? Se invece qualcosa ci rimane per sempre – e pure in bella vista - vuole dire che lì da nascondere c’è ben poco.
stayfree
Inviato: 12/9/2005 23:31  Aggiornato: 12/9/2005 23:31
So tutto
Iscritto: 5/9/2005
Da: sesapessidovesono
Inviati: 10
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
grazie a massimo per il benvenuto e per la risposta.

ho letto il link che mi hai suggerito.
e dico, va bene. armiamoci di pazienza e facciamo ognuno la nostra parte. andiamo a dirlo a tutti quelli che riusciamo: iniziamo a tempestare di mail i media più aperti (penso al manifesto, penso a moore, ma chi più ne ha più ne metta...). se son rose fioriranno. e fioriranno!

ma mi resta il dubbio di fondo, proprio pensando al secondo me calzantissimo paragone fatto da tanti con la strategia della tensione in italia. anche allora il lavoro di controinformazione è stato portato avanti da tantissimi cittadini, associazioni, avvocati e persino alcuni quotidiani. anche allora si era arrivati nel giro di pochi anni a quella che ormai è una verità palese. anche allora, come spero nel prossimo futuro sulla questione 11/9, sono diventati sempre meno quelli che potevano dire "è stato valpreda". ma...
ma come ha detto giustissimamente qualcuno qua sopra, vai a chiedere ancora oggi all'uomo della strada chi c'era dietro le bombe degli anni 70, e ti risponderà al 90% le BR! e così stai certo che sarebbe anche se la cassazione avesse condannato i servizi italiani e la manovalanza nera (del resto questa era stata se non sbaglio la sentenza di primo grado, senza smuovere nessuno degli uomini della strada...).

quindi, apprezzando veramente il lavoro di quei tanti militanti negli anni 70, e allo stesso modo il vostro lavoro in questi anni, e pur certo che verrà prima o poi anche sull'11/9 e tutto il resto un "salvini" di turno che darà dignità giuridica alle vostre (anzi, mi sento di dire "nostre") tesi, mi domando sempre: servirà a qualcosa? servirà a cambiare di una virgola il pensiero dell"'uomo delle statistiche" (quello del 90% appunto... il solo che può cambiare veramente qualcosa... una volta si diceva fare la rivoluzione)?
proprio perché la mia risposta non può che essere negativa, non per pessimismo (anzi come ho già detto in un altro post mi considero un inguaribile ottimista!), ma perché non vedo ahimé differenze sostanziali con le esperienze succitate (e si potrebbero citare infinitii altri esempi in italia e in tutto il mondo). per questo dico, e ripeto: forse dovremmo usare ora, proprio ora, la parte migliore delle nostre capacità per studiare, indagare, tentare e ritentare, tutti i mezzi che abbiamo per entrare in questi meccanismi....

con affetto

noi pensiamo tante cose, ma in fondo in fondo pensiamo ciò che siamo
drew
Inviato: 12/9/2005 23:31  Aggiornato: 12/9/2005 23:31
Ho qualche dubbio
Iscritto: 31/8/2004
Da:
Inviati: 166
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Citazione:
Massimo, in queste giornate di pioggia ho preparato un pdf con il tuo lavoro sull'11 settembre, è di circa 15mb, se vuoi te lo mando e sempre se lo ritiene opportuno lo puoi mettere nei download.
Potrebbe essere utile per chi magari non ha la possibilità di stare connesso e leggersi tutto l'argomento


ho già espresso in passato l'estrema utilità di una versione stampabile di tutto il lavoro, da tenere sempre a portata di mano, da consultare, fotocopiare e divulgare. Mica sempre si ha un pc sottomano. Poi leggere un documento cartaceo è meno faticoso... avendo spesso a che fare con persone molto pigre...

Sostengo calorosamente l'iniziativa di Abarna!

SAluti.

stayfree
Inviato: 12/9/2005 23:59  Aggiornato: 12/9/2005 23:59
So tutto
Iscritto: 5/9/2005
Da: sesapessidovesono
Inviati: 10
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
comunque buon lavoro a tutti e vi ringrazio di cuore per quello che state facendo....
un piccolo commento a chi solleva dubbi su particolari parti delle tesi sostenute in questo luogo (mi riferisco per esempio a chi ha linkato le foto di un carrello del boeing sul pentagono, o qualcosa del genere): ma stiamo scherzando? a questo punto ci possono mostrare anche le foto, e pure i video, di tutti i boeing che vogliono, e possono anche essere foto "ufficiali", non qualcosa di taroccato, e forse anche darci delle spiegazioni convincenti dell'"equivoco" in cui noi <I>cospirazionisti</I> saremmmo ingenuamente caduti, ma per convincerci che abbiamo preso un abbaglio dovrebbero smontare <B>uno per uno</B> tutti i singoli particolari che non ci quadrano, e ce n'è un'infinità!

ps... in aggiunta al mio commento precedente: mi scuso col buon vecchio sempre giovane valpreda, che è esistito ed è stato una delle vittime più brutalizzate dal sistema, e che si sarà rivoltato nella tomba a sentirsi affiancato a un bin laden che alla fin fine non sappiamo neanche chi sia... ma certo non è né un ballerino, né tanto meno un anarchico che va in tribunale con la nonna....

noi pensiamo tante cose, ma in fondo in fondo pensiamo ciò che siamo
elpueblo
Inviato: 13/9/2005 0:43  Aggiornato: 13/9/2005 1:09
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/11/2004
Da: Abruzzo meridionale
Inviati: 349
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Valpreda=McVeigh entrambi capri espiatori!!
Los Angeles cucù la luce non c'è più!

shevek
Inviato: 13/9/2005 2:18  Aggiornato: 13/9/2005 2:18
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/4/2005
Da: Napoli
Inviati: 1249
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Ola, gente...

Una nazione (usa) che nasce e cresce su complotti e società politico/esoteriche - Massoneria turca - Thulegesellschaft - Nazismo - Incendio del Reichstag - Ford ed estrema destra nazisteggiante usa - messa in scena dell'aggressione polacca alla germania - Prescott Bush - integrazione scienziati sociali e spie naziste nella nascente CIA - Stato d'Israele - Nixonismo ed assassini kennedy - convegni Nato all'Istituto Pollio di Roma che nel 1965 preparano la strategia della tensione - Strage di Stato - Brigate "Rosse" - Afghanistan - nascita di Al Qaueda - 1989 - guerra civile ex yugoslavia - I guerra del golfo - Kosovo e l'invenzione d'un genocidio - 11/9...

Certo molto ho saltato ma, per dirla col le parole di Roversi, "un filo rosso lega tutte, tutte queste vicende/ è il potere che offende". E' il caso oramai di dipanarlo, questo filo...

Shevek

"Il potere è l'immondizia nella storia degli umani" - F. Guccini
www.portadimassa.net - WEB-TV e non solo di Filosofia
Redazione
Inviato: 13/9/2005 7:20  Aggiornato: 13/9/2005 7:36
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
EL PUEBLO - Los Angeles cucù... (da Repubblica) "I disagi del blackout sono stati limitati dal fatto che l' inconveniente s'è verificato in pieno giorno e s'è risolto, per l'essenziale, nel giro di due ore.

Sai che goduria, quando hai quattordici finestre web aperte, stai parlando su skype, stai renderizzando un filmato, e ti sei dimenticato di salvare l'ultimo pezzo su cui stavi lavorando...

E' stata esclusa qualsiasi matrice terroristica, dopo che, domenica, nell'anniversario degli attacchi terroristici dell'11 settembre 2001, un sedicente militante americano di al Qaida aveva minacciato Los Angeles e Melbourne, in Australia

Io invece non la escluderei affatto, la matrice terroristica. Qui c'è di nuovo di mezzo lo zampino del buon Cheney, secondo me, esattamente come tre anni fa (remember Enron?)


°°°°°°°°°°°°°°°°°

abarna: presto ti dico del PDF

Massimo

Bandito
Inviato: 13/9/2005 13:09  Aggiornato: 13/9/2005 13:09
So tutto
Iscritto: 4/9/2005
Da: Profondo nord ovest
Inviati: 3
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Ciao,
senti sapresti dirmi se i titoli dei libri citati esistono in italiano? Ho trovato quelli di Ahmed Nafeez M. e David Griffin con titoli diversi: sai dirmi esattamente quali sono le edizioni italiane? Grazie e scusa se questo commento non sta al posto giusto, non sono pratico.

Bandito
Inviato: 13/9/2005 15:05  Aggiornato: 13/9/2005 15:05
So tutto
Iscritto: 4/9/2005
Da: Profondo nord ovest
Inviati: 3
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Come mai sotto il mio nick c'è scritto 'so tutto'? Io non so un bel niente!

goldstein
Inviato: 13/9/2005 15:30  Aggiornato: 13/9/2005 15:52
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 4/11/2004
Da:
Inviati: 2827
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Proprio per quello, Bandito
Riguardo ai libri, quelli di Ahmed li ho letto tutti, sull'11 settembre ne ha scritti due e si chiamano esattamente "Guerra alla libertà", e "Guerra alla verità".
Il primo parla delle incongruenze della versione ufficiale ed è incentrato soprattutto sulla mancata difesa aerea, l'altro, successivo, analizza cosa si cela sotto la sigla "Al Qaeda" e le colpevoli omissioni della "commissione CFR".
Il libro di Griffin invece si chiama semplicemente "11 Settembre", titolo certamente meno suggestivo del'originale americano "La nuova Pearl Harbor" e, a differenza del libro di Ahmed che è molto dettagliato ma si focalizza solo su alcuni aspetti, parla di tutte le ipotesi, in modo chiaro e sintetico, ed è anche relativamente agli altri molto corto, circa la metà (sulle 250pag).
All'inizio comunque Griffin fa un doveroso tributo ad Ahmed, che i fatti li aveva analizzati ben 2 anni prima, infatti "Guerra alla libertà" è uscito nella prima parte del 2002 ma è ancora una pietra miliare.
Entrambi gli autori partecipano spesso alle conferenze indette dai familiari delle vittime e dalle associazioni indipendenti ed alle volte sono stati trasmessi sulla tv americana C-Span.
Se volete vedere le registrazioni, ecco i link:
Griffin - Ahmed

Kolza
Inviato: 13/9/2005 16:00  Aggiornato: 13/9/2005 16:00
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/6/2004
Da: MMMMMMonza
Inviati: 916
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
La ricerca socratica della conoscenza implica che una persona, quando intraprende un percorso cognitivo, creda di sapere tutto. Solo quando è nel mezzo, si volta indietro e si rende conto che le sue idee, tanto chiare al principio del travaglio, ora sono molto più confuse e i dubbi si moltiplicano.
Quando il percorso giunge ad un punto significativo, il viandante-ricercatore si rende conto di non sapere più nulla, e, soprattutto, capisce di aver dato scontato l'oggetto della sua ricerca.
Sull'11 settembre solo pochi hanno dubitato dell'evangelica versione dei fatti presentata dall'Amministrazione Bush (l'equivalente della pillola blu). Pochi hanno avuto il coraggio di ingoiare la pillola rossa ed esporsi al pubblico ludibrio. Sfortunatamente, io ho dato il mio contributo ai dubbiosi con un intervento ad una trasmissione serale su RTL 102,5 . Altri, hanno visitato questo sito, facendosi maieuticamente coinvolgere da Socrate Mazzucco, che ha veramente estratto da innumerevoli analisi brandelli di verità, che mano a mano, si sono trasformati nei pezzi di un puzzle ormai ben delineato.

Cordiali saluti e buoni incubi
Kolza

dangax
Inviato: 13/9/2005 16:11  Aggiornato: 13/9/2005 16:11
So tutto
Iscritto: 13/9/2005
Da:
Inviati: 3
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Ciao.
E' la prima volta che posto.
Avevo letto non ricordo in quale argomento, che la CIA aveva come propria politica di non smentire mai tesi di complotti et simili, poiché sol solo smentirle si sarebbe data un'aura, seppur vaga, di autorevolezza alla tesi sostenuta.
Leggo spesso Tocqueville, per cercare di capire i punti di vista opposti a quelli che la pensano come me.
E poi è più divertente discutere con chi la pensa diversamente.
Così vi invito a leggere il blog di Mario Sechi, e per l'esattezza il post:
http://www.mariosechi.net/2005/09/11/911-undici-settembre-2001-2005/

Mi sono permesso di invitarlo a leggere questo post, e il dossier sul 9/11 qui si Luogocomune.
Cosa ha risposto lo potrete leggere tutti.
Per mio limite, non conosco l'intera faccenda, però inviterei il moderatore a dirmi in base a cosa, mariosechi, definisce questo sito "Il sito che mi hai segnalato fa parte, purtroppo, della categoria “voli pindarici”. "
Grazie.

goldstein
Inviato: 13/9/2005 16:29  Aggiornato: 13/9/2005 16:30
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 4/11/2004
Da:
Inviati: 2827
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Ciao dangax, benvenuto...
Ho letto velocemente quel post ed i relativi commenti, tu hai fatto il tuo dovere e ciò ti fa onore, purtroppo come talvolta accade non hai ricevuto nessuna risposta seria, nè la riceverai.
L'unico dato che ti è stato fornito che esula dalle solite aleatorie accuse di teorie della cospirazione / voli pindarici, è stato il consiglio della lettura di un libro di Daniel Pipes.
Mi sembra una risposta che la dica lunga.
Per chi non sappia chi è quel triste personaggio consiglio questo articolo.

Lestaat
Inviato: 13/9/2005 16:54  Aggiornato: 13/9/2005 16:54
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/7/2005
Da: Perugia
Inviati: 1774
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
AHAHAHAH

L'Oriano Americano!!!
Ossignore...
Noi siamo dei pazzi cospirazionisti ma almeno le notizie ce le leggiamo commentate da una persona seria come Mazzucco :)
E' il tono la cosa che più sgomenta nel post di Sechi.
Lui sa.

Brrrr..che freddo!

In nomine libertatis vincula edificamus.
In nomine veritatis mendacia efferimus.
Bandito
Inviato: 13/9/2005 18:24  Aggiornato: 13/9/2005 18:24
So tutto
Iscritto: 4/9/2005
Da: Profondo nord ovest
Inviati: 3
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Goldstein: grazie per le dritte. Non ridere: Guerra alla libertà ce l'ho già. Devo averlo preso appena uscito 3 anni fa, forse per averne sentito parlare da Giulietto Chiesa. Lo rileggerò con attenzione e cercherò perlomeno quello di Griffin.
Ciao, buon lavoro.

florizel
Inviato: 13/9/2005 18:57  Aggiornato: 13/9/2005 18:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Refosco:Citazione:
la risposta esplicita, in realtà, è, se vogliamo, ancora più angosciante: ed è una sostanziale "indifferenza"... una sorta di "muro di gomma"...


Refosco, io qualche risultato l'ho ottenuto imparando a "generalizzare", accomunando,cioè,i fatti del 9/11 ai fatti più vicini a noi, a volte addirittura alle difficoltà più pratiche della nostra vita quotidiana, facendone risalire l'origine al "potere". In fondo, se guardiamo bene,l'operazione di frammentazione che fa il potere va proprio in direzione di slegare gli eventi fra loro, impedendone la visione organica.
Oppure, bisogna avere la faccia tosta di chiedere alle persone cosa farebbero se il classico "piatto in tavola" venisse loro tolto, costringendole a domandarsi quanto siano resi miopi dal falso benessere.
Le tue difficoltà sono spesso anche le mie, e ritengo che molti si trovino in tali condizioni, ma chiarire sui fatti del 9/11 non è poi così diverso dall'imparare a "riprendersi" anche un certo tipo di comunicazione da cui non sia assente la nostra capacità di "socializzare"...Le persone sono diverse,dobbiamo usare linguaggi diversi.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
kex
Inviato: 13/9/2005 18:57  Aggiornato: 13/9/2005 19:04
Ho qualche dubbio
Iscritto: 19/7/2005
Da: calabria
Inviati: 180
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Salve a tutti
rientro dalle vacanze e vedo che di carne al fuoco ne avete messa per tutti i gusti...
Sto' leggendo tutto con calma e con grande attenzione, mi soffermo sul post iniziale per mettere eventualmente a disposizione la mia collaborazione per il confezionamento del dvd...
Lavorare sui filmati e sul montaggio e' la mia occupazione reale.
E allora Massimo, qulacuno ha capito che l'unico modo per fermarti e' togliere la luce a mezza LA ??
Saluti
Kex

una goccia fara' traboccare il vaso

vorrei regalare ai miei figli un po' di consapevolezza in piu'
Sciamano77
Inviato: 1/10/2005 2:26  Aggiornato: 1/10/2005 2:26
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/9/2005
Da:
Inviati: 168
 Re: 11 SETTEMBRE - QUATTRO ANNI DOPO
Solo il fatto di osservere il danno inferto al Pentangono, un danno troppo limitato per aver subito lo schianto di un aereo passeggeri,e a quanto dicono il fatto che sono state quasi subito rimosse diverse telecamere istallate nelle zona,i pochi rottami ritrovati, basterebbe a sollevare parecchi dubbi sulla versione ufficiale..
Ma qui a questo punto mi si genera un'altra domanda: dov'è finito l'aereo che si è detto schiantato contro il pentagono??

Un nuovo mondo è già qui, non potranno più far finta di non vedere...

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA