Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


11 settembre : FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
Inviato da Redazione il 23/8/2005 5:50:47 (4870 letture)

Insieme ai tanti commenti incoraggianti, con questa riapertura del sito è giunta anche una lettera dai contenuti un pò diversi. La riportiamo nel suo intero, compreso alcune sviste di ortografia, che sono sicuramente dovute alla foga con cui è stata scritta.

Per chi ricorda il "caso del signor TB", c'è un qualcosa di già visto, che però non garantisce affatto un esito simile alla vicenda già nota. L'altra differenza è che ci è sembrato giusto, a questo punto, che dal sito venisse una risposta collettiva, "a più voci", anche se la lettera era personalmente indirizzata a me. Noi d'altronde cerchiamo, come noto, di "discutere le idee, non le persone", e direi quindi che chiunque si senta coinvolto da questo messaggio dovrebbe avere il diritto di replicare come meglio crede, sempre nell'ambito della regola stessa.

Qualcuno, nei commenti più recenti, si domandava proprio "cosa fare", per difendere ciò di cui si è convinti, sui fatti del 9/11, ...

... di fronte a posizioni di rifiuto così radicali come questa. Invece di argomentarne in astratto, niente di meglio quindi che un sano tentativo concreto per cercare di trovare la risposta a quella domanda.

TESTO INTEGRALE DELLA LETTERA:
Citazione:


crollo dell 11 settembre le twin ma ..SEI FUORI DI TESTA TU!

ho letto l'articolo ..non e' nemmeno definibile articolo quello che hai pubblicato o scritto...
sul crollo delle torri gemelle. e' semplicemente ALLUCINANTE anche solo sognare di scrivere o pubblicare quella ipotesi.
e' SOZZURA.
dovresti vergognarti. Infanghi l'ONORE di un Popolo e digente comune che e' crepata a causa di quttro maiali terroristi islamici che verrano spazzati via e presto cancellati dalla faccia della terra avremo guadagnato la Pace. quella Vera non quella delle bandierine colorate e dei girotondini.
VERGOGNATI.
niente alro
tanto ti ..o Vi .dovevo.

[firma rimossa]

la mia email e' reale e non e' taroccata come di solito i vigliacchi usano fare.

**************

LA MIA RISPOSTA INIZIALE:
Citazione:

Ciao XY, rispetto prima di tutto il fatto che tu ti firmi con nome e cognome. Non è da tutti, specialmente in casi come questo.

Ho già ricevuto in precedenza e-mail "incazzate" come la tua, e rispondere non è mai facile, perchè la tua indignazione è, in un certo senso, legittima. (Se no non starei qui a perdere tempo, ovviamente.)

Dammi quindi un momento per farlo, nella speranza che vorrai leggere quello che ho da dirti con un pò meno di astio di quello che hai usato per le torri gemelle.

A presto

Massimo

***************

(In quel momento naturalmente non mi era ancora venuta la geniale idea di girarvi la patata bollente!)

Grazie, logocomensi. E' bello essere in tanti!

Massimo Mazzucco


Vedi anche: “DELIRANTI NEFANDEZZE, INFAMI PORCATE”. ECCO CHE COSA TROVATE SU QUESTO SITO. Il noto caso del Signor TB.

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
manolete
Inviato: 23/8/2005 8:07  Aggiornato: 23/8/2005 8:07
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/2/2005
Da:
Inviati: 470
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
"Se ci sarà uno che si proclama offeso, rivelerà con ciò la sua cattiva coscienza e certo la paura".
(Erasmo da Rotterdam, 1466-1536; da L'elogio della pazzia)

Erasmo è rimasto, gli "offesi" di cui parla no...

Suerte,
manolete

PS: il grassetto è ovviamente mio.

Kolza
Inviato: 23/8/2005 8:56  Aggiornato: 23/8/2005 8:56
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/6/2004
Da: MMMMMMonza
Inviati: 916
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
I deliri di questo "benintenzionato" sono la prova scientifica che troppa Oriana Fallaci fa male . Dovrebbero mettere quest'avvertenza sui suoi libri, che mi sono appena letto, fermandomi ogni tanto per assumere del Plasil (per chi non lo conoscesse, è il farmaco che blocca i conati di vomito), tante erano le falsità propinate...
Tanto detto, concludiamo qui questa storia Massimo, altrimenti nel mondo penseranno che noi godiamo ad affettare gli "sventurati" che si oppongono alla dura realtà dei fatti (mentre la maggioranza del mondo vive nella sua comoda, si fa per dire, Matrix) .

Cordialità (ma non troppa )
K

illupodeicieli
Inviato: 23/8/2005 9:00  Aggiornato: 23/8/2005 9:00
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/1/2005
Da:
Inviati: 323
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
mi dispiace per lui ma, proprio nei giorni scorsi , ho "perso un pomeriggio" nel leggere tutta la parte del sito dedicata all'11/9 : guardando foto e riguardandole, cercando di ricordare i particolari o le frasi: perchè lo faccio si chiederà il signor TB? perchè ho voluto leggere le informazioni come, vorrei, fossero scritte anche sui giornali: in maniera forse ,per alcuni, troppo schematica, ma a me piace leggere "i fatti separati dalle opinioni"
così , sempre per ricordare almeno le buone intenzioni dei giornalisti, gli riporto lo slogan dello Specchio: "prima riflette e poi parla".
il signor TB non deve lasciarsi trascinare in giudizi affrettati, a volte è un bene rileggere con calma gli articoli dei giornali , non solo quanto riportato in questo sito.
non è per fare pubblicità ad altri siti ma qualcosa sul terrorismo islamico la troverà anche su effedieffe.
con affetto

titano75
Inviato: 23/8/2005 9:15  Aggiornato: 23/8/2005 9:17
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/4/2005
Da: Roma
Inviati: 704
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
Buon giorno io Massimo risponderei così:

" Carissimo Signor XY , sono sicuro che ciò che lei pensa e ha scritto corrisponda esattamente a come lei ha voluto e continua a voler interpretare notizie e fatti che si perpretano da quattro anni ad oggi.
Convinto perciò che Lei in buona fede creda alla "verità" ufficiale , non sarò certamente Io a doverle far cambiare idea, però sicuramente affrontare la questione in maniera democratica e civile sicuramente ci pone ad un livello più alto per poterci capire.
Partendo dal fatto che in vita non mi è mai capitato in avvenimenti , ipotizzati solo da pochi ( e diffusi da tanti ) come per il famiggerato terrorismo Islamico , di scontrarmi con una verità assoluta , il mio tentativo era ed è quello di percorrere una strada alternativa alla verità spiattellataci in quattro e quattr'otto sui drammatici avvenimenti accaduti l'11/9.
Partendo da questa ottica comprenderà e questo magari non lo può negare, che sono emerse più di una situazione anomala rispetto a quanto riportatoci dai Media di tutto il mondo.....ecc.....ecc.....eccc.."

Qui Massimo puoi spiegare sicuramente in maniera più esaustiva perchè i dubbi sulla verità ufficiale dell'11/9 e anche di tutto quello che ne è poi scaturito.

Ricorderei anche al Signor XY che è sempre molto facile prendere la strada dell'uffcialità rimanendo seduti in poltrona a guardare la TV , mentre molto più complesso è cercare di camminare con le proprie gambe nel mondo stando con i propri occhi APERTI per guardare e capire con la propria TESTA....

Titano

a faccià in giù su di uno specchio d'acqua....
ascolto il mondo e vedo il fondo...
miradio
Inviato: 23/8/2005 9:16  Aggiornato: 23/8/2005 9:16
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/8/2004
Da:
Inviati: 513
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
Orca miseria un altro pericolosissimo fondamentalista cristiano !!
Allarmi allarmi!! i figli un guerrafondai di Bush il maiale si riproducono come replicanti. Più che ritenerlo ignorante questo signore non saprei... Boh... forse un insicuro.. un dogmatico irriducibbile... unto e bisunto del Signore...
Se esistono questi esemplari oggi nel mondo globalizzato e di internet mi chiedo che personaggi ci potessero essere solo 20 anni fa... figuriamoci 50 anni fa...

-o-o-o-------------comunicazione sociale-------------o-o-o-
ATTENZIONE L'IGNORANZA UCCIDE
teniamola lontano, estirpiamola, sradichiamo il male del mondo
-o-o-o-------------comunicazione sociale-------------o-o-o-

"...che il gregge si trasformi in branco... È questo l’incubo dei potenti"
(Ernst Junger)
Arjuna
Inviato: 23/8/2005 9:33  Aggiornato: 23/8/2005 9:33
So tutto
Iscritto: 29/7/2005
Da:
Inviati: 8
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
A me sembra un'attacco personale più che una critica in qualche modo costruttiva. Lo sfogo di chi, anestetizzato dai media, non accetta l'esistenza di una versione alternativa a quella ufficiale. E' come se togliessi la pappa ad un bimbo....


......quindi diventi uno "fuori di testa" che pubblica "sozzura" e che infanga "l'onore" (brrrrrrrr che brividi a sentire questa parola..........)


Domanda: Le parole in maiuscolo fanno parte del testo originale?

Ciao

solenero
Inviato: 23/8/2005 9:46  Aggiornato: 23/8/2005 9:46
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/7/2004
Da: Valle Seriana Superiore
Inviati: 846
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
Ognuno vive nella propria realtà.

Evidentemente XY abita nel ghetto italiano del mondo dei "maiali terroristi islamici", e non vede l'ora di liberartsi dal giogo per arrivare alla "vera pace".

Auguri.

Lentamente, inesorabilmente, la sabbia del tempo ricopre la mente.
- Frankie hi-nrg MC -
Refosco
Inviato: 23/8/2005 10:00  Aggiornato: 23/8/2005 10:08
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/5/2004
Da: Bologna
Inviati: 785
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
caro sig. [firma rimossa],

da una lettura distratta e superficiale della sua lettera, potrebbe sembrare che i nostri punti di vista siano totalmente discordanti.

in realtà non è così... anzi!

ci accomuna la rabbia, l'indignazione ed il dolore per quello che è successo l'11 settembre e le assicuro che non sto dicendo una banalità... in questi anni, negli innumerevoli tentativi da me fatti di parlare dell'argomento, ho trovato quasi sempre indifferenza e mancanza di interesse.
tutti hanno vissuto a suo tempo l'evento mediatico e spettacolare delle torri colpite in diretta TV, ma al pari di tutti gli altri spettacoli la sostanza è stata in qualche modo rimossa e l'attenzione attratta da nuovi spettacoli.

a me invece (e a quanto pare anche a lei) quell'evento ha lasciato dei segni profondi, al punto da spingermi ad approfondire con anni di studi la reale dinamica e a lei di scrivere questa email (e non è cosa banale, denota comunque interesse).

io lavoro in un ufficio, in un palazzo (non un grattacielo ma comunque un palazzo uffici) ed ho vissuto, immaginandoli nella mia mente, migliaia di volte quei momenti... quegli attimi banali che si ripetono incessantemente nella giornata di un ufficio e che hanno segnato, in un lampo la fine di migliaia di persone... tanti avranno sentito il rombo dell'aereo che si avvicinava, qualcuno, con le finestre da quella parte, avrà anche visto l'aereo arrivare; ma tanti (magari perchè in un bagno interno, in un ascensore, o semplicemente in un ufficio senza finestre) non avranno nè sentito nè visto niente... intenti a compiere una banale azione, un attimo dopo non esistevano più... polverizzati... letteralmente scomparsi...

lei crede che pensieri come questi siano "disonorevoli" nei confronti di chi è morto? io credo di no...

quindi, a guardar bene, siamo entrambi dalla stessa parte: indignati, arrabbiati, incazzati nei confronti dei TERRORISTI che hanno compiuto un simile atto.

quello che forse ci divide è invece un piccolo anche se non trascurabile particolare: CHI SONO realmente questi terroristi.

nella sua lettera non ve n'è traccia e quindi le mie possono essere solo illazioni, supportate però dalla logica e dalla statistica: ritengo cioè che lei sia credente e visto che presumibilmente è italiano, molto probabilemnte è cattolico (mi perdoni se ho sbagliato nell'ipotesi).

presumibilmente quindi, a lei è già stato chiesto un atto di fede.
credere in qualcosa di fantastico, di non provabile e ricco di contraddizioni.
è un passo importante che probabilmente ha già fatto.

non usi questa modalità per tutte le altre cose della vita però.
non deleghi sempre qualcun'altro a stabilire in cosa si deve credere e in cosa no.

lei ha dimostrato, pur nell'evidenziazione della diversa opinione, un interessamento alla vicenda che la maggior parte della gente non ha.

bene. ora però, non si limiti a quattro righe di una lettera. non se ne vada.
qui ci sono tutti gli spazi che vuole per poter contestare, concretamente, quelle che sono le nostre ipotesi, frutto di anni di studio e di analisi.
non è la verità?... bene ce lo dimostri.
ci contesti le nostre affermazioni.
ci contesti le immagini e i filmati e le contraddizioni della verità "ufficiale" e tutto il resto.

ora, caro signor [firma rimossa] non può andarsene così... lanciare il sasso e ritirare la mano.

perchè se "l'ignoranza" (intesa proprio come non conoscenza di tesi opposte a quella ufficiale) può in qualche modo giustificare gli altri, ora lei non può esimersi dall'approfondire.

perchè mio caro, visto che le nostre tesi sono contrapposte, uno di noi due è "moralmente vicino ai terroristi"... chi tra di noi? io, che non credo alla versione ufficiale o lei, che ci crede ciecamente?

se prima di oggi, lei poteva essere un "superficiale e sprovveduto inconsapevolmente complice dei terroristi" d'ora in avanti, quell' "inconsapevolmente" non sarà giustificato.

cordialmente

Refosco

p.s. l'infamia a quanto pare, coinvolge qualcuno molto più direttamente interessato a quanto successo l'11 settembre: i familiari delle vittime.
pensa di avere più titolo di loro nel parlare?
bene... guardi ad esempio cosa dicono alcuni di loro:
scarica il filmato

la libertà è un bene incommensurabile solo per chi brama essere eretico

(non ricordo di chi)
maurozio
Inviato: 23/8/2005 10:12  Aggiornato: 23/8/2005 10:12
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/7/2005
Da: Torino
Inviati: 100
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
E' infinitamente più facile credere alla frottola su Binladen e al quaeda, che non richiede alcuno sforzo, e anzi ci fornisce un nemico ad hoc...
Sono neri, quindi abbastanza diversi da noi.
Alcuni di loro nelle nostre città si lasciano andare alla microcriminalità e allo spaccio di droga....
Insomma una sensazione di fastidio che corroborata da opportuno lavaggio di testa massmediatico si trasforma in un odio indirizzato contro un milione di persone mussulmane...
Fargli la guerra non è solo ingiusto, ma non ci conviene nemmento (a noi come Italia o europa).
Consiglio al sig. XY di leggere la sezione 11 settembre senza pregiudizio e poi magari se ne può ridiscutere.

Ciao!
Mauri

pincopalla
Inviato: 23/8/2005 10:17  Aggiornato: 23/8/2005 10:17
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/6/2004
Da: Isola che non c'e'
Inviati: 247
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
E' ALLUCINANTE che in mancanza di argomentazioni concrete si faccia leva sull'ONORE dei morti per mettere a tacere chi non la pensa in un determinato modo !!!

Qual è l'onore di un morto ammazzato?

Forse una morte violenta ha più dignità se provocata da mano di sconosciuti piuttosto che da propri concittadini?

Non mi pare che in nessuna riga, in nessuna parola scritta nella sezione sull'11/9 ci sia il tentativo di sminuire la gravità e l'atrocità della morte di persone.

Cercare di darsi delle risposte ai molteplici dubbi sorti sull’11/9 non e' certo infangare l'onore dei morti anzi forse e' il contrario.

Se poi queste risposte portano su strade diverse da quelle dettate dai media e dai governi i morti continuano ad avere il loro valore chi viene messo alla gogna e perde la faccia sono i mezzi d'informazione ed i governi !!!

Se poi queste risposte portano su strade diverse da quelle dettate dai media e dai governi i morti continuano ad avere il loro valore chi viene messo alla gogna e perde la faccia sono i mezzi d'informazione ed i governi !!!

"Lungo le sponde del mio torrente voglio che scendano i lucci argentati, non piu' i cadaveri dei soldati portati in braccio dalla corrente". Ciao Faber
razor
Inviato: 23/8/2005 10:23  Aggiornato: 23/8/2005 10:23
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/7/2005
Da:
Inviati: 287
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
bè, onore al merito di essersi firmato e di aver dato una mail vera, ma vorrei dire al sig. xy che ciò che stona nel suo messaggio non è il tono offensivo, ma il fatto di bollare chi crede alla tesi di LC come appartenente ad una precisa parte politica,
per quanto mi riguarda non è così.

dot
Inviato: 23/8/2005 10:48  Aggiornato: 23/8/2005 10:48
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/7/2005
Da:
Inviati: 110
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
La persona che ha mandato questa lettera ha compiuto (in parte) quello che in gergo si chiama un attacco 'ad hominem'. Tale strumento verbale viene utilizzato in una discussione per spostare l'attenzione dall'argomento di discussione alle caratteristiche di chi lo propone o discute. Ovviamente tale modalità di relazione non veicola nuova informazione circa l'argomento trattato e quindi non modifica il quadro del dibattito. Ovviamente non è utile rispondere ad un 'ad hominem' con un altro attacco del medesimo stile, in quanto neanche questo porta nuova informazione e quindi non consente ulteriore elaborazione dialettica o dialogica che sia. Con questo ovviamente non voglio negare la legittimità delle emozioni che stanno dietro tale genere di attacchi (che per altro in questo caso è coraggiosamente firmato), ma tali emozioni appartengono alla sfera del soggettivo, e quindi da un punto di vista di una critica razionale intersoggettiva non comportano incremento di informazione. Esse sono legittime, e non è possibile discutere di ciò, ma è utile ricordare che appartenendo alla sfera soggettiva sono legittime anche le loro opposte.

Tuttavia la lettera non si risolve in tale attacco verbale, ma contiene anche dell'informazione, o meglio due assunti di base da cui poi deriva l'attacco stesso:
a) non è legittimo mettere in dubbio la versione ufficiale di ciò che è accaduto l'11/9
b) non è legittimo congetturare un coinvolgimento del governo Usa negli accadimenti dell'11/9

Questi due assunti vengono giustificati dalla situazione di vulnus subita del 'popolo americano'.

Ora ciò che secondo me sarebbe interessante, è discutere serenamente se questi due assunti siano da considerare veri o no, e in base a cosa stabilire ciò.

Per ora mi limito a dire che invocare l'invocazione del vulnus per giustificare gli assunti 'a' e 'b' non è un'argomentazione sufficiente per dichiararli 'veri', essa in gergo si chiama 'argomentum ad misericordiam', cioè appello ad uno stato 'problematico' di uno dei partecipanti alla discussione (o di un suo collegato) per giustificarne le argomentazioni. E' chiaro tuttavia che la verità o meno dei punti 'a' e 'b' non dipenda dallo stato del 'popolo americano', quanto piuttosto da una decisione metodologica, e quindi da una convenzione dialogica, che si basa su un certo sistema di valori, in questo caso per giustificare gli assunti 'a' e 'b' dovremmo accettare come sistema di valori uno in cui chi è stato oggetto di offesa (fisica, verbale, morale, ecc.) grave è legittimato a dare la sua e solo la sua versione dei fatti ed è legittimato a punire il colpevole senza che mai la propria versione (accusatoria) dei fatti sia messa in discussione.
E' chiaro che però un siffatto sistema di valori fondanti, ci porterebbe a non poter accettare alcun genere di indagine e processo come essi sono concepiti nello Stato di diritto, in cui è possibile mettere in discussione le tesi dell'accusa (cioè di chi fa le veci della persona che ha ricevuto il danno).
Io non metto in dubbio che un sistema di valori siffatto (in cui la versione della vittima non può essere discussa) sia un sistema possibile, e che porti ad un certo genere di ordinamento sociale; personalmente però non lo trovo un sistema capace di garantire una critica razionale degli eventi, e quindi non lo condivido.


Infine vorrei precisare che lo stato di vulnus subito dal popolo americano, e la critica al governo di tale popolo sono collegate molto debolmente in quanto il legame di legittimità tra i due verrebbe meno nel momento in cui il geverno avesse privato il popolo di informazioni essenziali per la formazione di un giudizio obiettivo. Vorrei ricordare infatti che la democrazia implica una simmetria nella relazione tra governo e governati in quanto anche i governati hanno il diritto di esercitare un controllo sul governo e per fare ciò necessitano di un'informazione completa. Se il governo nega ciò ai governati, perde di legittimità e di conseguenza di rappresentatività.

fiammifero
Inviato: 23/8/2005 10:54  Aggiornato: 23/8/2005 10:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/2/2005
Da: ROMA
Inviati: 5691
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
A parte l' 11/9 una persona che crede ciecamente a tutte le versioni ufficiali sia di politica,costume,società e religione,sai che shock deve avere avuto con mani pulite,con gli scandaletti che ogni tanto,tanto per sviare da altre tematiche,vengono resi pubblici dalla stampa ufficiale di regime!
Come si comporterà,si sentirà tradito delle baggianate a cui aveva creduto prima o continuerà a crederci anche se smentite? Leggerà solo quello che gli fà piacere leggere nascondendo la testa nella sabbia come lo struzzo?
Non credo proprio,per me questo signore non di bassa cultura,è uno dei tanti infiltrati nei siti di altra informazione perchè và sul generico e non nel particolare, esempio lampante è di come parla dei morti di Nasserya li considera ancora eroi anche se difendevano le pompe dell'ENI (uscito su media istituzionali).
Và ignorata questa gente,anche se ha il coraggio di firmarsi.
Ma quale coraggio,avalla le versioni ufficiali quindi è protetto,siamo noi i coraggiosi che ci esponiamo perchè sappiamo tutti di essere controllati!
Andasse a f********lo!

Citazione:
le cose di cui ci sentiamo assolutamente certi non sono mai vere (Oscar Wilde)
negvo
Inviato: 23/8/2005 10:57  Aggiornato: 23/8/2005 10:57
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/7/2004
Da: Vicenza
Inviati: 97
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
Citazione:
ciò che stona nel suo messaggio è il fatto di bollare chi crede alla tesi di LC come appartenente ad una precisa parte politica,


Per esperienza in discussioni di questo tipo direi che è tipicissimo questo comportamento.
Proprio qualche sera fa una mia amica, dopo mezz'ora che parlavo di queste cose, mi fa: "Sì, ma tu sei comunista!"...

Io mi sono messo a ridere e giù un'altra mezz'ora a parlargli di maccartismo e tecniche subliminali adottate da Berlusconi ... e anche a spiegarle cosa voglia dire essere comunista.
E' troppo divertente vedere come le persone si comportino esattamente come ci si aspetterebbe! Siamo programmati come degli automi... ed è un po' triste.

Su questo, cmq, Massimo aveva già scritto almeno un articolo...

Un giorno in più che se ne va, un orologio fermo da un'eternità...
titano75
Inviato: 23/8/2005 11:11  Aggiornato: 23/8/2005 11:11
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/4/2005
Da: Roma
Inviati: 704
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
..Quello che è triste infatti , non è quello a cui ognuno vuole credere, ma proprio come dice negvo, è come ognuno rispetti il palinsesto scenografico del proprio comportamento......Attacchi? e allora sei dell'altro partito!!!! Difendi???
allora sei sempre dell'altro partito!!!!....

non sò cosa c'entri un partito nell'11/9 ...........

Ragazzi è veramente il 1984.....Socing , Partito , Compagni , Slogan , Psicoreato , .......... Inutilità della storia e degli avvenimenti ..... tutto può essere manipolato.......

E noi ?????? NOI SIAMO I PROLET..........

Titano

a faccià in giù su di uno specchio d'acqua....
ascolto il mondo e vedo il fondo...
maxgallo
Inviato: 23/8/2005 11:40  Aggiornato: 23/8/2005 12:36
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 26/5/2004
Da: Prov. Pescara
Inviati: 2078
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
Quel che mi irrita della lettera del sig. XY non è tanto la sgrammaticatura (se cosi' si puo' dire), nè tanto il dare del "fuori di testa", il che, presumo, denota una giovane eta'dello scrivente, ma piuttosto la "moda" ed oserei dire il "vizio" di costoro di portare il tutto sulla dissacrazione dei morti di quel giorno.

Senza sapere che (o fanno finta di non sapere) che le nostre intenzioni vanno proprio nel senso della ricerca della verita' appunto per ridare dignita' a quelle persone innocenti che hanno avuto l'unico "peccato" di essere americani quel giorno.

Il sigorn XY scriva ,a questo punto, una lettera alla Casa Bianca e chieda conto delle contraddizioni e stupidaggini scritte sul report 9/11, poi ne riparliamo.

"Il brutto della vita è che gli idioti sono pieni di loro e gli intelligenti sono pieni di dubbi"

lucadude
Inviato: 23/8/2005 11:43  Aggiornato: 23/8/2005 11:43
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/5/2005
Da: Toronto
Inviati: 73
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
Per mia esperienza personale so che trattare con queste persone che trattano questo argomento a partito preso (riprendo questa parolina magica) è quasi impossibile poichè puoi mostrargli qualsiasi prova a sostegno della tesi "complottistica" ma questi non risponderanno e cambieranno discorso ritirandosi sul fatto che non sia possibile che si uccidano migliaia di persone per (ecco che arriva l'altra parola magica) il petrolio.
Ma dico io, Hitler Stalin non si erano fatto molti problemi a ucciderne milioni di persone. Per non parlare di tutti gli altri dittatori e tiranni.
La risposta è sempre questa, una sciocchezza immane che mi fa sbaccanare dalle risate ogni volta: Siamo nel ventunesimo secolo, dovrebbero essere cambiate le cose, insomma non è possibile che ai nostri tempi possa accadere qualcosa del genere....
no comment
A proposito del fatto che siamo targati come comunisti della peggiore specie, devo dissentire perchè sono riuscito a trovare anche su siti di posizione politica dichiarata e totalmente opposta degli articoli sull 9/11.

Live Fast, Skate Faster
Redazione
Inviato: 23/8/2005 11:46  Aggiornato: 23/8/2005 11:46
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
Heilà Dot, vedo che anche tu sei appassionato di Logica Formale e di fallacie varie! (Fra l'altro, questo mi ricorda che devo ancora renserire la pagina relativa, nelle apposite sezioni)

Ciao, a presto

Massimo

.

Annuit_Coeptis
Inviato: 23/8/2005 12:25  Aggiornato: 23/8/2005 12:25
So tutto
Iscritto: 26/7/2005
Da: Lamuria
Inviati: 30
 Non posso che essere in pieno accordo con l'autore della lettera!
Non posso che essere in pieno accordo con l'autore della lettera!
Sempre che questa fosse stata scritta il 12 settembre 2001!
Insomma chi non si e' sentito attaccato il 9/11!
Certo che dopo 4 anni sentire ancora gente che parla cosi' e' allucinante. Ma reputo che la cosa peggiore (l'ho gia' detto diverse volte nel forum) e la quantita' di persone che non conoscono le stranezze del caso 9/11 e che credono solo ed esclusivamente alle versione ufficiali e che ascoltano Oriana Fallaci!

Prima o poi le verita' vengono sempre a galla!
dot
Inviato: 23/8/2005 12:29  Aggiornato: 23/8/2005 12:29
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/7/2005
Da:
Inviati: 110
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
Non solo di logica formale Massimo, anche di prassi 'empirica', per quanto è nelle mie capacità. E il tuo intervento mi da l'occasione di aggiungere un altro pezzettino a ciò detto prima.

La vittima (popolo americano) ha subito una violenza, il suo rappresentante (governo americano) da una versione ufficiale di tale violenza e di chi l'ha perpetrata, un occasionale difensore della versione ufficiale (xy) afferma che poichè la vittima ha subito un torto non è legittimo criticare la versione ufficiale del suo rappresentante.

Vorrei far notare che quest'argomentazione impedisce una qualsiasi possibilità di 'falsificazione' della versione ufficiale dei fatti, e quindi ne impedisce di fatto un'indagine empirica (vedi Popper e il principio di falsificazione in 'The logic of Scientific Discovery' per esempio). Essa quindi prima sposta la versione ufficiale del Governo Usa, dal campo dell'empirico a quello del metafisico (vedi medesimo autore e opera), e poi pretendendo l'impossibilità di discutere con chi non condivide tali assunti (metafisici) ne blinda lo status logico/dialettico, di conseguenza si viene a generare chiaramente un dogma.

E un dogma può essere sia accettato che rifiutato per fede (rifiutato se si crede in un dogma diverso),
ma può essere SOLO rifiutato per ragione (in quanto è strutturalmente irragionevole).

vulcan
Inviato: 23/8/2005 12:40  Aggiornato: 23/8/2005 12:41
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/1/2005
Da: Sardigna
Inviati: 2092
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
Signor xy la sua lettera è chiaramente uno sfogo passionale in buona fede che trova esclusiva ispirazione nell’etica;il pensare che una versione diversa da quella ufficiale rappresenti offesa all’onore di un popolo.

Tuttavia refosco ha chiaramente spiegato il comune sentire di un simile orrore.

L’invito è quello di passare dalle affermazioni ai contenuti…poiché tutti cercano “la verità”, se non altro per evidenziare gli eventuali “abbagli “ di cui siamo portatori, o evidenziare fatti ed eventi che noi forse ignoriamo.

La mia richiesta è quella di chiederle di camminare per un poco sui carboni ardenti per verificare se questi bruciano!

Se ciò fosse psicologicamente troppo oneroso il consiglio è quello di affrontare l’argomento in termini esclusivi di esercizio intellettuale preservando in questo modo le proprie più intime convinzioni.

Nessuno può pretendere di cambiare nessuno.


Un saluto
vulcan

"Indaga le parole a partire dalle cose e non le cose a partire dalle parole." Misone
dot
Inviato: 23/8/2005 12:53  Aggiornato: 23/8/2005 13:22
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/7/2005
Da:
Inviati: 110
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
complimenti vulcan! la trovo proprio una buona risposta!

dot
Inviato: 23/8/2005 12:54  Aggiornato: 23/8/2005 13:24
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/7/2005
Da:
Inviati: 110
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
vulcan, sei riuscito a dire con linguaggio umano ciò che tentavo di dire con 'linguaggio-macchina' ...

ivan
Inviato: 23/8/2005 12:58  Aggiornato: 23/8/2005 13:01
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
Condivido in toto l'analisi di Dot.

E' una situazione che noto paraticamente da sempre nella dialettica del nostro paese.

Chiedo venia se mi ripeto, è una situazione descritta anche in altre pubblicazioni, seppur da punti di vista diversi:

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=1309

http://www.lescienze.it/special.php3?id=11101

nonchè in"The dark heart of Italy" di Tobias Jones.

Il punto è come guarire da questa "malattia"; a volte ci si sente davevro impotenti anche perchè questi "passi indietro" non ne fanno.

Forse che il diffondersi dei forum su Internet potrebbe essere una strada per milgliorare il nostro modo di pensare.

dot
Inviato: 23/8/2005 13:29  Aggiornato: 23/8/2005 13:29
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/7/2005
Da:
Inviati: 110
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
Ivan, penso che non sia un problema solo italiano, personalmente ho scoperto per la prima volta cosa fosse un 'ad hominem' sul sito internet di un docente canadese... e gli esempi che portava erano in parte presi proprio dall'attualità canadese e nord americana in generale.

florizel
Inviato: 23/8/2005 14:01  Aggiornato: 23/8/2005 14:04
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
Vorrei ringraziare Redazzucco per averci passato questa patata, che più che bollente mi pare "tiepidina",date le fragili basi su cui si poggiano le convinzioni del signor xy,sperando che la sua miopia non sia inscritta nei suoi cromosomi, come suggerisce la sigla con cui dobbiamo individuarlo .E sperando inoltre che questo non sia il prologo di ulteriori quanto sterili dejà vu.

Vorrei risponderle,signor xy,ricordandole che ad altri misteri sono state date versioni "ufficiali" ma non per questo è stata fatta completa luce,
non per questo i responsabili hanno pagato,
non per questo a quanti si sono costituiti in gruppi, associazioni e parti civili è stata detta la verità e riconosciuto il diritto al risarcimento etico per i danni subiti: mi riferisco a fatti come quelli di Ustica, Cermis, Porto Marghera,giusto per restare in Italia.


Rispettare i morti americani dell'11/9 vuol dire come minimo porsi delle domande, se non proprio alimentare il dubbio.
Vede, signor xy, quanto più grande è la menzogna, tanto più grande è l'incredulità a ritenerla tale. E’ su questo che si fondano eccidi e carneficine più o meno giustificate nel nome della “democrazia”.
Democrazia che, nel caso dell’11 settembre, ha il colore nero del petrolio.

Tornando a quei fatti, lei sa,signor xy, che alla famiglia Bin Laden è stato permesso di lasciare il suolo statunitense a breve distanza temporale dal crollo delle torri, mentre su tutti gli Stati Uniti era vietato il volo di aerei civili?
Lei sa che la famiglia Bush ed i loro amici intrattengono rapporti economici con i maggiori esponenti del mondo economico arabo e mediorientale?
Lei sa che Osama Bin Laden è stato un uomo della CIA?

E se le ricorda le bombe su Hiroshima e Nagasaki come monito degli USA sulla loro indiscussa supremazia mondiale?
Credo che al popolo americano, come a quello afgano, irakeno e giapponese, debba essere riconosciuto il diritto al dubbio sulle presunte “verità” propinate, e sulle guerre fatte anche con le tasse pagate dai cittadini.

Partendo dal presupposto che lei sia in buona fede, le suggerisco di fare un giro sul web; cliccando su 11/9, oltre alle verità ufficiali ed agli allineamenti su queste di chi ne trae certamente dei vantaggi, troverà anche autorevoli pensatori e giornalisti a dubitare sulle versioni ufficiali, nonché tutto un seguito di persone come noi che tentano di riscattarsi dalle menzogne a cui vengono costrette quotidianamente, alla faccia di chi ci tiene in continuo allarme pur di non farci VEDERE.
Ritengo dunque questa mia risposta un allenamento alla diffusione della controinformazione, e non mi sento sola.

Se invece lei è pagato per affermare quello che afferma, faccia attenzione, perchè l’indignazione è tutta nostra, ed è in nome di tale indignazione che il popolo dei “cospiratori” è in crescente aumento.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
hariseldon
Inviato: 23/8/2005 14:55  Aggiornato: 23/8/2005 14:59
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/5/2005
Da: Bracciano (Rm)
Inviati: 41
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
Vedi, XY, non voglio rispondere nel merito alle tue affermazioni: credo che nonostante le parole di tanti, chi più umanamente chi più scientificamente, difficilmente si possa rispondere qualcosa che tu possa accettare di leggere senza presunzioni aprioristiche.
Quel che vorrei dirti è che il grande problema che spesso emerge riflettendo sugli accadimenti quotidiani, e in particolar modo su alcune tristi vicende che ci toccano come umanità, è un equivoco che spesso temo colpisca tanti (me compreso).
Non sono gli americani il problema. NON E' UN PROBLEMA DI POPOLO, di genia, di stirpe. E' l'essere umano, sempre, a generare il mostro. E il mostro è bianco, nero, giallo, rosso! E' di tutti i colori.
Quando parli di onore di un popolo... mi piacerebbe chiederti perchè non ti riferisci all'onore di TUTTI i popoli. E' l'umanità che ci rimette se qualche fanatico arabo si fa esplodere alla fermata del bus. Ed è sempre l'umanità che ci rimette se un bianco, un giallo o un rosso uccidono qualcuno facendo una rapina, condannando a morte qualcuno o bombardando "preventivamente" una città!
I mostri non hanno colore. Tanto più quando non sono identificabili in singole persone, ma aggregati in sistemi di distruzione di massa come le multinazionali o i grandi cartelli: strumenti di sofferenza, di guerra e di stritolamento mossi da pochi uomini per soffocarne tanti altri.
E quanto credi che conti, per lor signori, l'onore di un popolo... la salute delle persone... la vita stessa di grandi e bambini... DOVE FINISCE L'ONORE IN TUTTO QUESTO?
Ma se vuoi parlare di americani, hai mai visto SESSO E POTERE? CAPRICORN ONE? LA SOTTILE LINEA ROSSA? Hai mai letto un romanzo o un racconto di Richard Matheson? Puoi trovare tanti esempi di critica spietata verso un certo sistema di vita che mira all'inganno dei cuori e dei cervelli a scopo di potere assoluto.
Guarda all'uomo, nel bene e nel male. Anche qui in Luogocomune c'è tanta umanità, che tenta di riflettere sulla base dei dati disponibili e delle conoscenze di ognuno. Ma tenta anche di andare più in là, scavando, cercando, non lasciando intentata alcuna strada. E NON E' VERGOGNOSO FAR QUESTO, anzi!
La verità la trovi solo se la cerchi. Ma se ti si para di fronte all'improvviso, bella e spiegata, ci sono forti possibilità che non sia tale.
Buone idee anche a te per il futuro!

PS: per Massimo.
Non trovi singolare l'arrivo della lettera nel giorno in cui il sito torna on line?

BUONE IDEE A TUTTI!
vulcan
Inviato: 23/8/2005 15:11  Aggiornato: 23/8/2005 15:11
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/1/2005
Da: Sardigna
Inviati: 2092
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
dot
Citazione:
sei riuscito a dire con linguaggio umano ciò che tentavo di dire con 'linguaggio-macchina' ...


Oh, dot
tengo sempre dei filtri di riserva nel sacco..

"Indaga le parole a partire dalle cose e non le cose a partire dalle parole." Misone
lucadude
Inviato: 23/8/2005 15:15  Aggiornato: 23/8/2005 15:15
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/5/2005
Da: Toronto
Inviati: 73
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
Per Massimo: Mi piacerebbe sentire la tua opinione sugli aerei che ultimamente cascano come mosche in giro per il mondo a causa di carburanti sporchi o di blocchi simultanei dei motori o depressurizzazioni.

Live Fast, Skate Faster
lucadude
Inviato: 23/8/2005 15:17  Aggiornato: 23/8/2005 15:17
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/5/2005
Da: Toronto
Inviati: 73
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
(Quando dico Massimo invito anche gli altri utenti del sito di aiutarmi a chiarire questo dubbio )

Live Fast, Skate Faster
rascalcitizen
Inviato: 23/8/2005 16:00  Aggiornato: 23/8/2005 16:00
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/7/2005
Da: napoli
Inviati: 249
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
Signor XY, poco importa se sei in buona o cattiva fede, se quello che hai scritto lo pensi davvero o vuoi soltanto sminuire un apprezzabilissimo lavoro di controinformazione sull'11/9.

Quello che salta agli occhi del tuo messaggio è che accusi chi sostiene le tesi non ufficiali, di insultare la memoria delle vittime dell'11/9, che è esattamente lo stesso metodo usato dal dipartimento di stato USA per attaccare Meyssan.

Mi sarebbe piaciuto che tu argomentassi le tue idee, anzichè lanciare condanne ed invettive.

Mi sarebbe piaciuto, per esempio, conoscere la tua concezione della "Pace", quella "Vera",con la maiuscola. Sarà mica la pace eterna, vista che parli con molta leggerezza di "spazzare via e cancellare dalla faccia dalla terra" i terroristi islamici?

Forse a questo punto avresti fatto meglio ad affrontare l'argomento della pena di morte, avremmo avuto qualcosa di più sostanzioso su cui discutere....ed anche molto impegnativo, visto che avremmo dovuto poi discutere dello stato e di altre cosette.

Per quanto mi riguarda, parto da un presupposto, che ritengo storicamente fondato e sul quale evidentemente non sarai d’accordo: tutti gli stati sono canaglia, non solo quelli elencati dalla casa bianca. Tutti gli stati non hanno assolutamente alcun problema ad usare terrore, violenza e menzogne, anche le più incredibili, contro i popoli di altri stati e quelli propri. Basterebbe guardare, con la mente aperta e libera da preconcetti, la storia recente del nostro paese… Dunque perché gli USA non avrebbero dovuto inaugurare il 21° secolo con la più gigantesca strage di stato della contemporaneità?

A proposito, una domanda: anche la famiglia Bin Laden e la classe dirigente dell’Arabia Saudita che intrattengono notevoli rapporti di affari con la famiglia Bush, rientrano nella categoria di “maiali islamici”?

Un saluto a tutti i luogocomunardi.

mc
Inviato: 23/8/2005 16:03  Aggiornato: 23/8/2005 16:03
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/5/2004
Da:
Inviati: 7222
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
Ad una favoletta "sul lupo arabo cattivo", bisogna rispondere con una favoletta "leggera" su "cappuccetto americana sadico-zoofiliaca" (nella svizzera italo-francese cercano da anni un "portatore", mica tanto sano di questa perversione, che sembra preferire mucche e cavalli, ma non disdegna capre e agnelli, da sgozzare, dopo le percosse... il lupo tra le grinfie di "redhat SM" diventa un cagnolino affettuoso...).

Qualcosa che, metaforicamente, riveli le cose in maniera dosata e con molta piu' delicatezza... senza irrompere nella tranquillita' (artificiale) dei di loro (allineati ai media) pensieri.
La metafora, se scelta bene, parla di altro, mentre struttura il ragionamento che serve nell'interlocutore. Senza che se ne accorga (anche perche' assillato dalla domanda "chissa' dove vuole a andare a parare"), tiene tutto nascosto fino al momento in cui la situazione descritta emerge, in modo molto meno traumatico (pensate alla potenza dei film... e degli spot!!!!!!!).

Se la metafora non "calza" perfettamente, meglio passare ai parallelismi tra la "meta" della discussione e le cose di ogni giorno. Sempre al fine di parlare di altro, ma arrivando, poi, progressivamente, ad una lenta ma inesorabile trasformazione di quello di cui si parla (parallelismo) in quello a cui si voleva arrivare (descrizione della realta' ... o menzogna).

E' tutto giocato sull'impatto che le nuove informazioni avranno. E li' va gestita anche la scelta delle parole, che psicologicamente deve aiutare o demolire, a seconda dei momenti, l'interlocutore.

(e' piu' riferibile alla discussione in atto sul come coinvolgere gente ...)

Quindi:
leggerezza apparente
pazienza
calma e fermezza
sicurezza oculata ed ostentata

... (conoscere bene i fatti e se possibile le fonti, ovviamente)

Una visione globale aiuta parecchio, immagino (io sto parlando di signoraggio in questi giorni... ed e' stato quasi semplice aprire alcune porticine...)




Per il sig. XY c'e' poco da dire, che non abbia gia' detto la redazione o refosco.

Ovvero : "Guardi che se e' rimasto indietro, non c'e' problema. Tanto, se e' in buona fede ed e' in grado di ragionare da solo, non si scampa. Arrivera' anche lei ad analoghe conclusioni presto... sempre se avra' voglia di mettersi in discussione, ma soprattuto di mettere in discussione quello che viene raccontato a da chi (che indubbiamente influenzano le proprie convinzioni)!. Infine, se trovera' la calma e la fermezza necessari da impiegare nei confronti di chi, da piu' indietro, dara' per scontate molte cose che non lo sono affatto, scoprira' che ci sono dubbi nuovi i quali non porta', ormai non piu', lasciare in piedi. Buona fortuna (e ce ne vuole)".


mc

goldstein
Inviato: 23/8/2005 17:33  Aggiornato: 23/8/2005 17:33
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 4/11/2004
Da:
Inviati: 2827
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
“Avevo una vaga idea dell'esistenza di persone che, almeno su internet, parlavano di fatti discordanti con la versione ufficiale dell'11 settembre, proponendo un'interpretazione revisionista in base alla quale, dietro agli attentati, ci sarebbe stata la mano dei funzionari USA.
Non mi ero però mai seduto al computer a cercare i relativi siti web. Dopo settembre mi ero messo a studiare con un certo impegno la storia dell'espansionismo e dell'imperialismo americano, e quindi ero conscio che più volte, nei tempi passati, il governo USA aveva provocato di proposito “incidenti” per poter andare in guerra.
Tuttavia, sebbene mi avesse attraversato l'idea che questo potesse valere anche per l'11 settembre, non avevo preso sul serio una tale possibilità.
Mi sembrava assurdo credere che l'amministrazione Bush – che perfino l'amministrazione Bush – potesse aver commesso un atto tanto nefando. Pensai invece che quanti sostenevano il contrario dovessero essere dei “teorici del complotto”, nel senso dispregiativo in cui l'espressione viene impiegata, vale a dire delle “teste matte”.
Sapevo bene che se avessero avuto ragione, la questione avrebbe assunto grande rilevanza.
Ma ero talmente convinto che avessero torto – che quanto scrivevano non fosse che una serie di teorie dementi basate su deduzioni strampalate tratte da prove dubbie – che nulla mi spingeva a investire tempo ed energia per andare a cercare quello che scrivevano. [...]
Poi una professoressa, una mia collega, mi mandò un'e-mail con le indicazioni dei siti web più interessanti. Stimandola come una persona di buon senso, ho cercato quel materiale in internet, in particolare l'imponente schema cronologico dal titolo “Was 9/11 allowed to happen?”, messo a punto da un ricercatore indipendente di nome Paul Thompson.
Ero sorpreso, perfino confuso, nel vedere quanto materiale egli avesse trovato – sebbene si limiti rigorosamente a considerare le fonti ufficiali – e come questo portasse dritto alla conclusione che deliberatamente, l'amministrazione Bush aveva lasciato accadere gli attacci di Ney York e Washington.
All'incirca nello stesso periodo [siamo nel 2003, ndr] mi capitò di leggere il libro di Gore Vidal Le Menzogne dell'Impero ed altre tristi verità. Perchè la junta petrolifera Cheney-Bush vuole la guerra con l'Iraq, che portò la mia attenzione il testo più articolato sull'11 Settembre, Guerra alla libertà. Il ruolo dell'amministrazione Bush nell'attacco dell'11 Settembre di Nafeez Ahmed, un ricercatore indipendente inglese."

Il seguito è storia: l'autore del pezzo è una delle personalità più importanti nel movimento della Verità sull'11 Settembre, David Ray Griffin, e questo è l'inizio del libro che ha deciso di scrivere per far sapere agli Americani, che lo conoscono e stimano come professore di Teologia, cosa fosse realmente successo quel giorno.
Griffin è autore di più di 20 libri di argomenti religiosi, ma ora la sua carriera ha subito una rischiosa ed impopolare svolta, poichè ha deciso di dedicare la sua attività su ciò che ritiene prioritario in questo difficile momento storico: ha anche fondato a questo scopo la MUJCA(Muslim-Jewish-Christian Alliance for 9/11 Truth, Alleanza Musulmana-Ebrea-Cristiana per la Verità sul 9/11), un gruppo di studenti, leader religiosi ed attivisti che uniti nelle loro diverse fedi religiose diffondono la verità sull'11 Settembre, ritenendolo evidentemente un loro diritto, ma soprattutto un dovere, quali Uomini di Fede.
Quindi mi rivolgo a te, xy, anche se Refosco era già stato sufficientemente esauriente: se vorrai fare lo stesso percorso del Professor Griffin, e che molti di noi hanno compiuto (io stesso ho letto quei libri nell'identica successione), vedrai che la Verità in un primo momento ti farà terribilmente arrabbiare, ma poi ti renderà libero.
Ma non sta a me convincerti: guarda l'evidenza, la Verità è li', devi solo cercarla.

lucadude
Inviato: 23/8/2005 18:49  Aggiornato: 23/8/2005 18:49
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/5/2005
Da: Toronto
Inviati: 73
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
Consiglio per quelli che capiscono l'inglese di andare a visitare il sito di Pat Robertson uno dei molti ultra conservatori iper-cristiani (quando dico cristiani non dico un appartenente alla ortodossia o al cattolicesimo, un protestante americano che si reinventa la religione a proprio piacimento per convincere il gregge di pecoroni americani a seguirlo), costui ha dichiarato che gli stati uniti dovrebbero assassinare Hugo Chavez poichè diffonde comunismo e islam (che secondo lui è di per se una religione violenta e guerrafondaia, come se la sua visione del cristianesimo non lo fosse).

http://www.patrobertson.com/index.asp

pensare che gente come lui è altamente stimata negli stati uniti....raccapricciante

Live Fast, Skate Faster
vincenzo
Inviato: 23/8/2005 19:15  Aggiornato: 23/8/2005 19:15
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/6/2004
Da: u-oy-topos middle Oceania
Inviati: 1304
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
molto molto DEJÀ VU, ora si iscriverà anche lui al sito!!!! a proposito di robertson, sembra essere ritornati agli anni 70, ha parlato di incursione comunista!!!! ahahahahaha

1 - Non fanno caso, costoro, che quando in Internet compare qualcosa di veramente scottante, scompare nell’arco di pochi minuti? Se invece qualcosa ci rimane per sempre – e pure in bella vista - vuole dire che lì da nascondere c’è ben poco.
fiammifero
Inviato: 23/8/2005 19:30  Aggiornato: 23/8/2005 19:30
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/2/2005
Da: ROMA
Inviati: 5691
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
@ Lucadude

ho trovato questo articolo molto interessante!
Per la cronaca,poco fà in Svizzera è caduto un'altro aereo!

Citazione:
le cose di cui ci sentiamo assolutamente certi non sono mai vere (Oscar Wilde)
goldstein
Inviato: 23/8/2005 19:38  Aggiornato: 23/8/2005 19:38
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 4/11/2004
Da:
Inviati: 2827
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
Dobbiamo dire grazie a questo triste telepredicatore,perché esterna ciò che il giorno prima ha pensato l'intera cricca neo-con, quando ha letto dell'ennesima filiale aperta in Cina da parte della compagnia petrolifera Statale Venezuelana; ma ora andiamo ad analizzare le sue amabili parole.

Ci fu un colpo di Stato che gli tolse il potere. E cosa pensò di fare il Dipartimento di Stato? Virtualmente nulla.
Tranne organizzarlo.

Come risultato, nel giro di 48 ore il Golpe fallì; Chavez tornò al potere, ma noi avevamo la possibilità di fare qualcosa. Ha distrutto l'economia Venezuelana, e sta creando una base di lancio per l'infiltrazione comunista e Musulmana in tutto il continente.
Qui Robertson fa due errori: oltre allo spettro del comunismo ed ai poveri musulmani, dimentica l'antisemitismo, e che il Pil Venezuelano corre molto piu' della sua fervida fantasia: 17,9% nel 2004.

Lo sapete, non mi intendo di assassini mirati, ma se é cosi convinto che stiamo cercando di assassinarlo, credo che dovremmo davvero andare fino in fondo e faro fuori.
E' enormemente piu' economico che cominciare una guerra. E non penso che ci bloccherà i rifornimenti di petrolio.

In vino veritas...

Ma quest'uomo e' un terribile pericolo ed è nella nostra sfera di influenza, quindi non possiamo starcene con le mani in mano.[...]
Qualcuno lo informi che l'America del Sud non è più il loro cortile di casa.

Abbiamo la possibilità di farlo fuori, e penso che sia venuta l'ora di sfruttare questa possibilità.
Non ci servono altri 200 miliardi di dollari per far fuori un unico dittatore dal pugno di ferro.
E' molto piu' semplice lasciar far il lavoro sporco a qualche agente segreto.

Ci hanno già provato almeno 3 volte, ma Chavez, oltre ad avere il supporto del 70% della popolazione, è anche coperto dai militari e dai servizi.
Purtroppo per questo personaggio che sembra uscito da Mai Dire Tv, situazione opposta vive il suo Messia George, che oltre a sprofondare ad un gradimento del 30% nel mese di Agosto, deve guardarsi alle spalle da agenti e generali.
Fortunatamente, mentre i suddetti satanisti e protestanti sono degli psicopaticii, Chavez è lucido e non sbaglia una mossa: la prossima sarà lasciare che Telesur copra abbondantemente questo sfogo altamente educativo.
Chi di FoxNews ferisce...

mc
Inviato: 23/8/2005 20:06  Aggiornato: 23/8/2005 20:06
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/5/2004
Da:
Inviati: 7222
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
Mi permetto anche se lungo di postare la cronistoria del governo e i reali cambiamenti che si stanno apportando alla societa' venezuelana.

Giù le mani dal Venezuela!
Stefano Vernole

Mentre gli organi di stampa occidentali ignorano come sempre tutto ciò che accade in America Latina, il Venezuela sta conoscendo una nuova e autentica stagione rivoluzionaria.
Il presidente Chavez sta infatti mettendo mano sempre più decisamente all’architettura oligarchica di una nazione (egli ha infatti definito il 2004 «l’anno del consolidamento della rivoluzione»), quella venezuelana, per oltre 50 anni soffocata dal mortale abbraccio tra l’alta borghesia industrial-finanziaria-sindacale e i padri-padroni di Washington.
L’ascesa dell’ex comandante dei paracadutisti ha conosciuto finora un cammino particolare e tormentato.
Le elezioni del 1998 furono vinte a sorpresa, grazie alla sua popolarità di ufficiale raggiunta sei anni prima, quando egli aveva tentato un colpo di stato per protestare contro la repressione militare del 1989; Chavez si era allora rifiutato di partecipare alla carneficina di un popolo disarmato (si calcola che i morti furono tra i 2000 e i 3000), reo solo di manifestare contro un sistema politico che arricchiva i soliti noti malgrado le cospicue materie prime contenute nel sottosuolo venezuelano.
In un primo momento il suo programma di stampo «bolivariano» non andò oltre il capitalismo e persino un determinato settore dell’oligarchia pensò di poterlo utilizzare per riportare ordine nel paese.
Ma Chavez iniziò subito ad applicare le riforme promesse e in particolare:
1) Una Costituzione democratica molto avanzata, elaborata mediante assemblee popolari e referendum (Assemblea costituente);
2) 49 nuove leggi nel solo 2001, delle quali tre molto importanti: quella sulla pesca, a difesa dei piccoli pescatori contro le multinazionali del settore; quella sulla terra, volta a distribuire ai contadini le proprietà con più di 5000 ettari lasciate incolte; quella sugli idrocarburi, la più importante.

Quest’ultima stabilì il principio che le risorse petrolifere appartengono alla Nazione e non possono essere privatizzate; l’industria petrolifera, già nazionalizzata nel 1976, era però finita nelle mani di un’enorme burocrazia, così potente da controllare i vari governi e talmente oligarchica da destinare l’80% delle risorse alle spese di funzionamento e solo il 20% allo Stato. Peraltro, poco prima dell’ascesa di Chavez, era già pronto un piano destinato a privatizzare l’industria petrolifera dopo averla smembrata in varie parti, assecondando il desiderio delle multinazionali di Washington (ricordiamo che il Venezuela è il terzo esportatore mondiale di petrolio verso gli Stati Uniti d’America).
La “reazione” non si fece attendere e il tentato golpe dell’aprile 2002 venne immediatamente riconosciuto da Stati Uniti e Spagna che, seguendo il modello-Pinochet, avevano direttamente partecipato al suo finanziamento e alla sua organizzazione e potevano contare su tre importanti sostenitori interni: la Confindustria, il Sindacato “tradizionale” (Ctv) e la Chiesa cattolica.
Ma, rispetto al Cile del 1973, le cose andarono diversamente.
Centinaia di migliaia di persone si diressero quasi immediatamente verso il palazzo presidenziale e favorirono il passaggio di una parte dell’esercito verso posizioni filo-chaviste: in sole 48 ore il golpe fallì e la “reazione” conobbe una sconfitta che ha pochi precedenti nella storia.
Nonostante le pressioni contrarie dei suoi sostenitori, Chavez adottò una politica conciliatoria e non imprigionò nessuno dei responsabili del colpo di stato; lo stesso presidente golpista Carmona, messo agli arresti domiciliari, riuscì a fuggire e oggi vive liberamente a Miami …
Nessuna misura fu presa contro i mezzi di comunicazione a lui sfavorevoli, al punto che nel dicembre 2002 l’opposizione iniziò a preparare un nuovo golpe, stavolta da realizzarsi dopo una serrata padronale e il sabotaggio dell’industria petrolifera: lo scopo era quello di mettere il Venezuela in ginocchio economicamente e costringere il presidente alle dimissioni(1).

La stragrande maggioranza delle imprese, però, continuò a funzionare regolarmente, anche perché i lavoratori che trovarono la fabbrica chiusa minacciarono i padroni di occupazione in caso di mancata riapertura.
L’unica a trovarsi in difficoltà fu la strategica industria petrolifera (Pdvsa), dove l’enorme burocrazia parassitaria al soldo di Washington distrusse le chiavi informatiche delle varie raffinerie.
Ma anche qui i lavoratori recuperarono gradualmente il funzionamento dell’impresa, grazie all’appoggio dei settori rivoluzionari dell’esercito venezuelano.
Così nel 2003 si utilizzarono i profitti dell’industria petrolifera per ridistribuire alle comunità contadine milioni di ettari di terreno non coltivati e si finanziò un grande piano per l’istruzione: 1 milione di venezuelani venne alfabetizzato, 200.000 giovani avviati all’università e 3 milioni di persone furono inquadrate nei settori dell’istruzione pubblica.
Fu inoltre lanciato un piano d’assistenza sanitaria al quale parteciparono 3.500 medici cubani; esso consentì di fornire copertura medica a milioni di cittadini che ne erano prima sprovvisti ma provocò le farneticazioni dell’opposizione che parlò di “deriva castristo-comunista”(2).
Peraltro tutti questi piani non furono “assistenzialisti”, nel senso di aumentare la dipendenza del popolo dallo Stato, ma favorirono l’autorganizzazione delle masse, al punto che gli antichavisti persero fiducia e videro la propria base sociale sempre più decomporsi.
Smacco testimoniato dal fatto che rispetto alle manifestazioni degli anni precedenti – con la partecipazione di circa 200.000-300.000 persone, l’ultima protesta nell’aprile 2004 vide in piazza a Caracas solo 10.000 oppositori.

Fallita l’arma del referendum a causa delle migliaia di firme false presentate(3), gli avversari di Chavez ricorsero ai metodi più brutali: boicottaggio economico, licenziamenti di lavoratori, blocco delle reti di distribuzione alimentare, bombe contro il palazzo presidenziale e le ambasciate spagnola e colombiana, volte a provocare un incidente diplomatico o un intervento straniero, assassinio di oltre 120 dirigenti contadini (Chavez arrivò al punto di prendere in considerazione l’idea di armare il popolo per difendere la rivoluzione).
Oppure scatenando false accuse, millantando cioè la presenza nell’Isola Margherita dei Caraibi di un campo di addestramento di Al Qaida (Chavez alleato di Bin Laden??!!) o “testimoniando” collegamenti tra il presidente venezuelano e le FARC colombiane.
Si arriva così ai nostri giorni; quotidianamente avvengono provocazioni militari lungo la frontiera Colombia-Venezuela ad opera di paramilitari del governo di Bogotà(4) e il Senato colombiano si è spinto fino ad approvare una risoluzione che chiede l’applicazione della Carta democratica americana contro Chavez: essa permetterebbe un embargo economico e un intervento militare degli Stati Uniti nei confronti di Caracas (nel frattempo la Spagna di Aznar vende 46 nuovissimi carri armati alla Colombia).
La situazione di crisi costringe invece Chavez ad arrestare circa 100 paramilitari colombiani che si addestrano all’interno dei confini venezuelani, mentre Bogotà fa orecchie da mercante … e nega qualsiasi coinvolgimento in quest’operazione.
Da tutto questo quadro possiamo allora trarre alcune conclusioni significative.
In Venezuela si assiste da anni a un braccio di forza tra due schieramenti contrapposti: da una parte - con il presidente Chavez - registriamo la stragrande maggioranza dei lavoratori, dei poveri, dei salariati, dei soldati e alcuni importanti ufficiali dell’esercito, dall’altra - contro di lui - troviamo una porzione significativa delle classi medie, il grande capitale e le potenze imperialistiche, Stati Uniti in primis.
Il progetto iniziale di Chavez era quello di costruire un “capitalismo dal volto umano”, attraverso una dottrina economica mista pubblico-privato che non intaccasse minimamente la proprietà, ma dopo la ribellione del grande capitale la sua strategia si è decisamente approfondita.

Durante l’esperienza dell’autogestione, i lavoratori dell’industria petrolifera si sono convinti sia della possibilità di un controllo operaio sulla produzione(5) sia della necessità di nazionalizzare le proprietà dei golpisti - cioè le principali banche venezuelane - e di approfondire la lotta al capitalismo imperialista.
Così lo stesso Chavez parla oggi apertamente di “lotta contro il capitalismo”, vista anche la sua forte empatia nei riguardi dei reali desideri delle masse popolari.
All’interno del movimento nazionalrivoluzionario venezuelano vi sono comunque posizioni diverse: da quelle più graduali, favorevoli a continuare il cammino riformistico a quelle desiderose di assestare con forza un colpo decisivo a un imperialismo capitalistico ancora troppo attivo.
Sicuramente, finché gli Stati Uniti rimarranno con le loro truppe in Iraq, non potranno inviare soldati in Venezuela e continueranno a utilizzare la Colombia in funzione anti-chavista, ragione in più per solidarizzare con la resistenza baathista.
Con altrettanta sicurezza, possiamo affermare che i tentativi di Washington di destabilizzare la presidenza Chavez, si scontreranno con la ferma reazione del popolo venezuelano!

Stefano Vernole

Fonte per l’articolo: “Topo obrero”, rivista della “sinistra operaia” venezuelana.

Note
(1) L’oligarchia venezuelana e le imprese multinazionali controllano in pratica i mezzi di comunicazione, l’industria privata e il sistema bancario.
(2) Grazie ai progetti del governo 680.000 persone hanno potuto terminare la scuola elementare ed ottenere un’educazione di base. La sanità è diventata un diritto e nel solo mese di gennaio 2004 più di 6 milioni di cittadini hanno avuto accesso gratuito alle cure mediche. L’economia si sta riprendendo dal duro colpo infertole dalla serrata padronale, la produzione industriale nel 2003 è cresciuta del 18%, mentre la disoccupazione è scesa dal 20 al 16%.
(3) La nuova Costituzione venezuelana prevede la possibilità di revocare tramite referendum ogni carica pubblica eletta a metà del mandato; sono sufficienti il 20% delle firme dell’intero corpo elettorale per convocare un referendum revocatorio, una procedura così democratica da non trovare paragoni. Malgrado ciò la commissione elettorale nazionale (Cen) ha controllato le firme raccolte, ed ha annunciato che solo 1.800.000 degli oltre milioni consegnate dall’opposizione erano effettivamente valide. Più di 377.000 sono state direttamente annullate poiché appartenenti a minori, privati dei diritti elettorali o addirittura deceduti. Decine di migliaia sono state apposte con la stessa calligrafia, ma i dirigenti dell’oposizione – spalleggiati dall’Organizzazione degli Stati Americani e dagli osservatori del Centro Carter hanno rifiutato il verdetto e incitato alla “disobbedienza civile” contro il governo. Un’indagine giudiziaria è stata aperta contro Ernesto Villegas, un giornalista accusato di aver pubblicato la trascrizione di una conversazione telefonica fra due dirigenti dell’opposizione, nella quale questi ultimi ammettevano di non avere raccolto le firme necessarie, malgrado la registrazione fosse ormai di dominio pubblico e la sua veridicità fosse stata ammessa da una delle persone coinvolte. Sono inoltre state trovate prove di come “Sumate” – l’organizzazione dell’opposizione che ha coordinato la raccolta di firme – abbia ricevuto dei finanziamenti dall’ “US National Endowment for Democracy” (Fondo nazionale USA per la Democrazia …).
(4) Nello stato di Zulia il governatore antichavista sta utilizzando la polizia locale contro il governo centrale, minacciando di dichiarare l’indipendenza della regione e provocando così un intervento dell’esercito venezuelano. Qui entrerebbe in gioco l’esercito della Colombia, con la quale Zulia confina, che correrebbe in soccorso della regione “ribelle” e della democrazia (do you remember Kosovo?).
(5) Nell’agosto 2003, 1.200 delegati si sono riuniti a Caracas per il primo congresso dell’UNT (Unione nazionale dei lavoratori), nella Dichiarazione dei Principi si legge: “Il nostro obiettivo è trasformare la società capitalista in una società autogestita per creare un nuovo modello di sviluppo autonomo e indipendente …”.


(da www.disinformazione.it)

... cia'

mc

cnj
Inviato: 23/8/2005 21:01  Aggiornato: 23/8/2005 21:01
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da: Romagna
Inviati: 795
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
Massimo, a mio avviso hai dato troppa importanza a questa e-mail. Se si vuole discutere seriamente non si può perdere tempo con gente che scrive certe scemenze e non ribatte sui fatti accaduti. Digli che scriva e-mail al governo americano e si faccia dare i filmati delle 3 telecamere (almeno 3) fuori dal Pentagono (Sheraton, pompa di benzina e autostrada) visto che in quel bucanino che c'era l'11/09 nel muro del Pentagono non ci sarebbe entrata nemmeno una pallina da tennis! Se non hanno nulla da nascondere perchè non mostrarli? Renderebbero contento il popolo e noi cambieremmo blog e magari si andrebbe a parare sulle tette della Ferilli.

Sul fatto della firma mi spiace dirlo ma preferisco uno che usa un nick-name e scrive cose serie anche con un approccio molto critico piuttosto che uno che si firma e scrive stronzate come il sig.x.
Se fosse per me chiuderei il post qui.
Anche se mi sta antipatico preferisco attivissimo.net a sto .... (mia mamma mi dice sempre di essere educato e quindi stringo i denti!) personaggio.
ciao a tutti

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. Nikola Tesla
cnj
Inviato: 23/8/2005 21:03  Aggiornato: 23/8/2005 21:03
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da: Romagna
Inviati: 795
 Venezuela
Molto apprezzato l'articolo su Chavez che ammiro sempre di più!!!
W CHAVEZ !!!!

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. Nikola Tesla
Linucs
Inviato: 23/8/2005 21:25  Aggiornato: 23/8/2005 21:26
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Venezuela
Caro Signor Come-accidenti-ti-chiami,

Ti avevo scritto una bella risposta, poi l'ho buttata perché risultava troppo offensiva, il che è notevole considerato il mio standard.

Mi limito quindi a dirti che sarò lieto di dividere con te una ciotola di popcorn, quando guarderemo insieme il Popolo Americano (quello onorevole) macellare le blatte federali, i repubblicani burattini d'Israele e i democratici pezze da culo dell'ONU in mondovisione, anche grazie al secondo emendamento sancito dall'Onorevole Costituzione e carte annesse.

Sputo su quello in cui credi, e anche su quello in cui non credi, giusto per essere sicuro.

maurozio
Inviato: 23/8/2005 21:51  Aggiornato: 23/8/2005 21:51
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/7/2005
Da: Torino
Inviati: 100
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
Citazione:
Dobbiamo dire grazie a questo triste telepredicatore,perché esterna ciò che il giorno prima ha pensato l'intera cricca neo-con, quando ha letto dell'ennesima filiale aperta in Cina da parte della compagnia petrolifera Statale Venezuelana; ma ora andiamo ad analizzare le sue amabili parole.


Scusate l'ignoranza, chi sono i neo-con? e i teo-con , che significano queste sigle?

DIVA
Inviato: 23/8/2005 21:57  Aggiornato: 23/8/2005 21:57
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/6/2004
Da:
Inviati: 530
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
Si, sono d'accordo con chi ha detto che si e' data troppa importanza a questa mail.
In aggiunta vorrei dire che i morti , qualsiasi sia la morte che hanno avuto, hanno diritto al massimo rispetto solo per cio' che la vita rappresenta. Per quanto riguarda i morti dell'attacco alle torri dell' 11 settembre, possiamo onorarli soprattutto cercando la verita' sulla loro morte.
Se il mitente la mail oggetto di questa discussione ritiene che la verita' sia gia' accertata, allora per lui e' gia' stato raggiunto il rispetto dovuto a tutte quelle vite stroncate, e ogni altro commento, per lui, dovrebbe essere superfluo.Se e' cosi', non si deve troppo preoccupare di chi la verita' ancora non l'ha raggiunta e cerca ancora di dare un perche' a quelle morti.
Se la sua verita' gli basta, perche' tanto livore per altre verita' che lui ritiene sbagliate ? Nessuno tornera' in vita , che siano stati quattro sciagurati islamici o che sia stato Bush in persona, ma il rispetto per la vita inizia rispettando ogni suo aspetto, anche se questo vuole dire percepire verita' diverse.
E questo signor xy autore della mail, percepisce una verita' diversa da quella assunta da questo sito, e si e' inteso, ma mi permetto di fargli osservare che il suo modo di reagire ad altre verita' diverse dalla sua, desta sospetto, quasi dovesse difenderla la sua verita', quasi non ne fosse veramente convinto e avesse timore che altri lo convincano di una verita' che non vuole sentire.

Se lei signor xy e' convinto di avere gia' la verita' nelle sua mani, mi permetta, la sua mail e' del tutto inutile

diva

fiammifero
Inviato: 23/8/2005 22:04  Aggiornato: 23/8/2005 22:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/2/2005
Da: ROMA
Inviati: 5691
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
Sarà un orientale o un occidentale?

Cervello: occidentali e orientali guardano mondo diversamente
23/08/2005 - 19:00
Le differenze 'tradite' dai movimenti degli occhi
(ANSA) - ROMA, 23 AGO - Occidentali e orientali vedono il mondo in modo diverso, dando peso a differenti aspetti della stessa realta'. Secondo uno studio Usa,di fronte alla stessa immagine un gruppo di americani si concentra piu' sui dettagli e sugli oggetti in primo piano, mentre un gruppo di cinesi ha una visione piu' complessiva, concentrandosi di piu' sul contesto generale in cui gli oggetti sono ripresi piuttosto che sugli oggetti stessi. La differenza e' nei movimenti degli occhi.

Citazione:
le cose di cui ci sentiamo assolutamente certi non sono mai vere (Oscar Wilde)
PathFinder
Inviato: 23/8/2005 22:27  Aggiornato: 23/8/2005 22:27
Ho qualche dubbio
Iscritto: 24/2/2005
Da: Napoli
Inviati: 248
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
Azz.

Sono appena tornato a casa è già trovo che si è scatenato un 'piccolo' putiferio.
Ho troppo sonno e non ce la faccio a leggere tutti i commenti adesso.
L'unica cosa che mi viene da dire è quella di invitare il signor Xy a confrontarsi.
Ci esponga le sue tesi, basate su fatti incontrovertibili però (se ne trova) e poi se ragionando per assurdo avesse ragione, allora sarei il primo a cospargermi il capo di cenere.
Non basta firmarsi con un'indirizzo mail per dire che ha avuto del coraggio.
Io personalmente ne posseggo una trentina. Non ci vuole poi molto ad insultare in maniera anonima dopotutto.
Allora ti va o sei solo un altro troll.
Guarda che qui siamo vaccinati contro gente simile.

Non è la via che è difficile, è il difficile che è la via.
beta_lord
Inviato: 23/8/2005 23:21  Aggiornato: 23/8/2005 23:21
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/1/2005
Da:
Inviati: 102
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
ciao massimo e salve a tutti spero abbiate passato una buona estate. sicuramente l'email che ti ha mandato questo signore denota una forte incazzatura da parte del medesimo a questo punto potresti rispondere come hai fatto a Tb (quello che scrivesti quel giorno è una pietra miliare a mio avviso per quanto riguarda le risposte concise, dirette ed inequivocabilmente "cazzute" permettimi questo termine) oppure ignorarlo. sicuramente innescherai delle reazioni da parte del tizio in questione e forse ti potrebbe essere utile l'articolo che scrivesti il 7 febbraio 2005 riguardo alle "fallacie" (uno dei miei preferiti).
complimenti cmq per la nuova impostazione del sito che, malgrado gli screzi che ho avuto con vari utenti, considero a seguire considerandolo uno dei migliori della rete nel suo genere.

a risentirci

florizel
Inviato: 23/8/2005 23:30  Aggiornato: 23/8/2005 23:30
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
Redazione: " c'è un qualcosa di già visto, che però non garantisce affatto un esito simile alla vicenda già nota."

Io mi auguro che qualcosa di diverso ci sia: che cioè il signor xy voglia esercitare il suo diritto a capire e continuare a scandalizzarsi, ma stavolta per il fatto che i presunti quattro maiali islamici sono vivi e vegeti, hanno passaporti USA e magari giocherellano con la sega elettrica di Bush nel suo ranch del Texas.

Purtroppo lo stile della sua e-mail non lascia supporre nulla di buono, e lo invito da subito, se tu Massimo me lo consenti, a contenersi nei soli parametri di riflessione sui fatti, qualora decidesse di volersi iscrivere al tuo sito.
Affinchè non si riduca il tutto ad un altro dejà-vu, appunto.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
grazia
Inviato: 24/8/2005 1:41  Aggiornato: 24/8/2005 1:41
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/1/2005
Da:
Inviati: 337
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
E' inutile a parer mio suggerire al sign. xy di approfondire o confrontarsi perchè la chiusura dimostrata pare molto stretta nei confronti dell'argomento da non lasciare margini di manovra (a favore suo naturalmente).
Che dire, continui a pensarla come gli pare, continui a credere in ciò in cui vuole credere, uno più o uno meno non cambia molto la situazione. Sicuramente sarà uno in più ad ostacolare verità. "La verità fa male", non so chi l'abbia pronunciato ma so che calza a pennello.

grazia

"Solo la verità può rendere liberi quanti oggi non vogliono essere servi..."

Paolo Sylos Labini
da "Intoccabili" di Lodato-Travaglio
goldstein
Inviato: 24/8/2005 2:13  Aggiornato: 24/8/2005 2:13
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 4/11/2004
Da:
Inviati: 2827
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
Scusate l'ignoranza, chi sono i neo-con? e i teo-con , che significano queste sigle?

Neo-con, e teo-con.
Poi, se vogliamo, possiamo aggiungere alla grottesca collezione i neo-pat, o forse dovrei dire il neo-pat, visto che è uno solo.

Arthes_ge
Inviato: 24/8/2005 2:36  Aggiornato: 24/8/2005 2:36
Ho qualche dubbio
Iscritto: 29/5/2005
Da: New World
Inviati: 36
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
Ciao a tutti,

Se il Signor XY crede veramente a quello che ha detto, ha tutto il diritto di difendere le sue opinioni, ma... lo inviterei anche a riflettere sul fatto che è giusto essere convinti di ciò che si dice, fino a che non si trovano argomentazioni valide che possono compromettere la veridicità delle cose in cui si crede...
Ora, non sta a noi fargli cambiare opinione, ma se avesse la pazienza di leggersi il report sull'11/9 fatto da Massimo si renderebbe conto che ci sono troppe cose che non collimano con ciò che hanno detto sia successo...
Sarebbe giusto ridiscuterne solo dopo che XY avesse fatto questo tipo di lettura... Se il Signor XY, dopo avere letto tutte le informazioni di LC, è ancora convinto delle proprie teorie.... come dice il detto... Non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire !!... E glielo dico dal cuore signor XY... Alle volte è dura scoprire che ci viene fatto del male proprio dalle persone di cui ci fidiamo, ma è proprio con l'accettare questo che possiamo fare qualcosa per poter ristabilire un migliore equilibrio...

Continui a cercare la verità XY, è la cosa migliore che può fare...

Saluti

La mia libertà termina là dove limita quella di un altro individuo (e viceversa)
maurozio
Inviato: 24/8/2005 16:47  Aggiornato: 24/8/2005 16:47
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/7/2005
Da: Torino
Inviati: 100
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
Citazione:
Neo-con, e teo-con.


Quindi se ho bencapito si tratta di persone che sbandierando principi morali legati alla religione giustificano le scelte politiche che si propongono di attuare.
Tipo i crociati giusto?

ivan
Inviato: 24/8/2005 17:15  Aggiornato: 24/8/2005 17:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
Una volta sentita una notizia come questa, i pochi dubbi è faci farseli passare:

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=Forums&file=viewtopic&p=234&sid=b21d818a1e5e8bcb0b84841d9fbf4c67#234

Ovviamente, tipi come questo, si ritengono inpunibili per diritto divino.

Se questi devono esportare la democrazia nel mondo, stiamo freschi.

goldstein
Inviato: 24/8/2005 18:17  Aggiornato: 24/8/2005 18:44
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 4/11/2004
Da:
Inviati: 2827
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
Quindi se ho bencapito si tratta di persone che sbandierando principi morali legati alla religione giustificano le scelte politiche che si propongono di attuare.
Tipo i crociati giusto?


Si, però non è corretto definirli crociati, se non semplicisticamente ed in senso lato.
La Destra Cristiana americana, rappresentata dai sopracitati neo-con ora al governo (ex trozkisti, seguaci di Leo Strauss, in maggioranza ebrei ed ammiratori/membri della setta Lubavitcher), è formata da fondamentalisti protestanti, che credono nel secondo ritorno di Gesù sulla terra: la venuta del Messia non và però attesa, come sostengono gli ebrei ortodossi (ora minoritari in Patria), ma va accelerata.
Questa visione apocalittica va chiaramente a braccetto con certi interessi, e l'ha sintetizzato bene lo stesso Bush, nel Maggio 2004, rivolgendosi ai membri dell'AIPAC (la più potente lobby ebraica in Usa): "Difendendo la Sicurezza, la Libertà e la Prosperità di Israele, state servendo anche la causa dell'America".
La maggior parte dei suoi discorsi sono intrisi di riferimenti biblici: "Le tenebre non avranno ragione di noi", "Dio non è neutrale", "Un angelo cavalca il vortice e dirige questa tempesta", con il chiaro intento di apparire, più che un leader politico, un profeta con una missione: quella di guidare il Bene contro le forze del Male, capeggiate da quell'Anticristo (l'Islam, ora) da sconfiggere nella battaglia finale di Armageddon.
In poche parole... Bush (e chi rappresenta) è cattolico quanto Pat Robertson: ex alcolizzato, cristiano rinato, attribuisce la sua guarigione all'intervento di Dio, ma dimentica di dirci che fa parte di una setta segreta satanista, la Skull and Bones, il cui rituale iniziatico deve averlo obbligato a rinascere un'altra volta..
Bush dimentica anche di informare i suoi seguaci evangelici (oltre 60 milioni, in Usa) dei suoi viaggi al Bohemian Grove (Bosco Boemo), in cui, in buona compagnia (da Greenspan al papà) adora Moloch e si vocifera di rituali orgiastici a sfondo omosessuale: lo fece intuire Nixon in una sua dichiarazione, rilasciata dopo la decisione di non tornarci più.
Infine, c'e' piu' di un sospetto sulle sue preferenze sessuali: il Servizio Segreto presidenziale si trovò infatti costretto, dopo che la faccenda arrivò in Senato, a rendere pubbliche le entrate e le uscite di un giornalista filo-Repubblicano, conosciuto con lo pseudonimo di Jeff Gannon, che si scoprì era entrato con un pass di accesso completo (sotto tale falso nome, per di più) centinaia di volte alla Casa Bianca, anche di notte, e quando non c'era nessun briefing.
Suonerebbe già strano, se non fosse che si era venuto a sapere grazie alla denuncia di un blogger che tale Jeff Gannon si chiamava in realtà James Guckert, ed aveva un sito Internet (con tanto di foto hard in stile militare) per pubblicizzare la sua attività: prostituto gay di alto bordo, 200$/ora.
Tuttavia non sorprenderà chi ha memoria dello scandalo pedofilia che investi' la Casa Bianca nell'89: dei testimoni parlarono di limousine che arrivavano di notte a Washington per soddisfare le perverse voglie di Reagan e Bush, il caso divampò per qualche giorno nei giornali, finchè come al solito si volatilizzò.
Concludendo, non consola ma è bene tener conto del fatto che queste nefandezze non sono soltanto Made In Usa.

maurozio
Inviato: 24/8/2005 18:30  Aggiornato: 24/8/2005 18:37
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/7/2005
Da: Torino
Inviati: 100
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
Vi ricordate di quel povero ragazzo brasiliano ucciso a Londra per errore?
Negli istanti successivi a quel brutale assassinio non nego di aver in qualche modo cercato di giustificare i poliziotti coinvolti in quel caso, per via delle giustificazioni che venivano addotte, e sinceramente adesso me ne vergogno.
Il comportamento e l’abbigliamento sospetto, ma soprattutto il fatto che non si fosse fermato all’alt intimato dai poliziotti e anzi avesse deciso di fuggire proprio nella metropolitana.. mi aveva indotto a trovare dei motivi di solidarietà verso i poliziotti londinesi pur condannando il fatto che un innocente fosse stato ucciso….
Poi pian piano nei giorni successivi è la stessa polizia che mi ha fatto cambiare idea, l’arroganza con la quale si giustificava l’assassinio a sangue freddo e la determinazione a non ritirare l’ordine di sparare alla testa ai possibili sospetti kamikaze, e soprattutto il tentativo di far passare il deceduto come un ignorante che non riconosce un poliziotto che gli intima l’alt, mi ha convinto che quanto era avvenuto non aveva nulla a che vedere con le dichiarazioni della polizia…
Per fortuna in Inghilterra la democrazia non è ancora sottoterra, e tra molte difficoltà una inchiesta indipendente sta pian piano arrivando alla verità su questo assassinio di stato.
Alcune indiscrezioni sono trapelate da una redazione londinese…..

Dalle carte di Scotland Yard risulta che quel giorno alcuni agenti avevano tenuto sotto controllo un flat in Scotia Road, Tulse Hill, nella zona sud di Londra. Era l’abitazione di de Menezes, che si riteneva potesse avere connessioni con cellule del terrore in città.
Poi però mentre de Menezes usciva di casa e prendeva un autobus per arrivare alla stazione di Stockwell, l’operatore che riprendeva l’abitazione aveva abbandonato la postazione per recarsi a urinare!.

Così gli agenti decidono di seguirlo. Dalle testimonianze e dalle carte risulta che in realtà l’elettricista brasiliano era vestito con un giubbotto di jeans, nessun cappotto sospetto quindi. Nella stazione era entrato a passo d’uomo, aveva attraversato senza forzature le barriere della biglietteria, aveva preso la copia di un giornale gratuito e si era seduto nello scompartimento.

Comunque l’inchiesta indipendente è ancora aperta, pare che sarà chiusa forse a Natale, ma non è ancora detto che saranno resi noti i risultati dell’inchiesta….

Dimenticavo la fonte "Repubblica di circa una settimana fà" ho riportato con parole mie perchè non ho conservato l'articolo...

ivan
Inviato: 24/8/2005 19:27  Aggiornato: 24/8/2005 19:30
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
Il post di Goldstein fa accoppare la pelle, così come questo articolo:

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=1318

Le cose nsotrane, poi, non è che vadano meglio:

http://www.beppegrillo.it/ , post : conati.

maurozio
Inviato: 24/8/2005 20:48  Aggiornato: 24/8/2005 20:48
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/7/2005
Da: Torino
Inviati: 100
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
Citazione:
Le cose nsotrane, poi, non è che vadano meglio:


Si le cose da noi vanno decisamente male... ed ho la sensazione che in futuro andranno anche peggio...
La realtà dei fatti è che noi ci infervoriamo su questioni ideologiche e morali, e opposti schieramenti e loro.... i politici se la ridono alle nostre spalle mentre apparentemente sono su fronti opposti in realtà difendono interessi comuni... e non si tratta nè di etica nè di morale, ma di miliardi a vagonate!

elpueblo
Inviato: 24/8/2005 21:31  Aggiornato: 24/8/2005 21:59
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/11/2004
Da: Abruzzo meridionale
Inviati: 349
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
Maurozio, non solo si divertono, ma come si divertono è quello che è inquietante! Non so se hai visto i siti segnalati da Goldstein (il quale un giorno vaporizzerà tutti noi) Scherzi a parte, ormai è chiaro in mano a chi finiscono le persone che scompaiono, secondo alcuni solo negli USA oltre 50000 l'anno per lo più bambini. GLI stessi pedofili killer di Marcinelle in Belgio dissero che loro erano il braccio di un organizzazione con a capo PERSONE MOLTO INFLUENTI...

maurozio
Inviato: 24/8/2005 22:01  Aggiornato: 24/8/2005 22:01
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/7/2005
Da: Torino
Inviati: 100
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
Citazione:
Non so se hai visto i siti segnalati da Goldstein


Si li ho visti... li sto leggendo, è davvero una gran fatica però , mi sono iscritto in questa gabbia di matti da poco + di un mese... e mi sento come Neo con le due pillole davanti.... Rossa o Blu? quanto è profonda la tana del bianconiglio??

PathFinder
Inviato: 24/8/2005 22:24  Aggiornato: 24/8/2005 22:24
Ho qualche dubbio
Iscritto: 24/2/2005
Da: Napoli
Inviati: 248
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
Maurozio
La tana del bianconiglio è profonda quanto l'inferno stesso. Se esistesse.
Il fatto è che l'inferno ce l'abbiamo qui sulla terra.
La mente umana può raggiungere e sorpassare limiti che tu, noi possiamo solo lontanamente immaginare.
Sono un appassionato di horror e penso che se degli autori possono immaginare cose del tipo 'Non aprite quella porta' o 'Nightmare' (e non sono neanche i più hooror-splatter) figuriamoci cosa possono combinare uomini che godono della più completa immunità, dovuta alla loro ricchezza ed il conseguente potere.
Non ci saranno mai limiti all'orrore che questi uomini possono creare.
Penso che lo stesso satana sarebbe inorridito da tutto ciò. O forse orgoglioso. Non so.
Alle volte mi viene voglia di prendere quella maledetta pillola blu e godermi, come il traditore del primo matrix, la mia benedetta fetta di carne immaginaria e fregarmene del resto.
Ma ormai ho preso la rossa. E l'ho pure digerita.

Non è la via che è difficile, è il difficile che è la via.
maurozio
Inviato: 24/8/2005 22:26  Aggiornato: 24/8/2005 22:26
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/7/2005
Da: Torino
Inviati: 100
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
Non so se state seguendo cosa accade al meeting di CL, Marcello Pera apre il meeting con un messaggio sprezzante contro tutto e tutti , intriso di razzismo e supremazia della religione cristiana ..... i 4000 e + partecipanti si prodigano in applausi a scena aperta...
Poi successivamente vengono invitati, rappresentanti autorevoli del mondo mussulmano che parlano di multiculturalismo, di rispetto della diversità.... e sono di nuovo applausi a scena aperta...

Suppongo che il pubblico plaudente fosse + o meno identico no? e allora sono tutti decelebrati?

fiammifero
Inviato: 25/8/2005 0:55  Aggiornato: 25/8/2005 0:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/2/2005
Da: ROMA
Inviati: 5691
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
Citazione:
suppongo che il pubblico plaudente fosse + o meno identico no? e allora sono tutti decelebrati?


Peggio! drogati dall'indottrinamento cattolico,annichiliti dal fumo della retorica,lobotomizzati dai media istituzionali.
Se hai visto leimmagini trasmesse,le loro facce parlano da sole!

Citazione:
le cose di cui ci sentiamo assolutamente certi non sono mai vere (Oscar Wilde)
Polidoro
Inviato: 25/8/2005 1:10  Aggiornato: 25/8/2005 1:10
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/4/2005
Da:
Inviati: 488
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
CA volo! Lei, signor "firma rimossa", ha un grande avvenire come uomo politico: vedo che usa con mirabile forza parole VUOTE.

"terroristi islamici che verrano spazzati via e presto cancellati dalla faccia della terra".

Ma lo sa quanti sono gli islamici ? Sono un miliardo.

E LEI vorrebbe la pace VERA? Ma ammazzarne un miliardo è un compito interminabile! Ci vorranno almeno altri mille anni.........

Lei è un Sognatore, caro amico.

A parlare con Lei mi sento imbecille
Tommaseo: "Propriamente debole, languido, infermo, essendo, come taluno pretende, formato dalla part. IN e BECILLUM forma indebolita di BACILLUM diminutivo di BACULUM bastone, che è l'appoggio di chi sta male in gambe

"Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuovi orizzonti ma nell'avere nuovi occhi." Marcel Proust
fiammifero
Inviato: 25/8/2005 1:33  Aggiornato: 25/8/2005 1:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/2/2005
Da: ROMA
Inviati: 5691
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
Citazione:
E LEI vorrebbe la pace VERA? Ma ammazzarne un miliardo è un compito interminabile! Ci vorranno almeno altri mille anni.........


E no,a questi ritmi,con l'impiego dell'Uranio Impoverito,vari virus in circolazione,(l'AIDS ce l'hanno pure loro ma per vergogna non ne parlano) mine antiuomo,kamikaze ed altro,ci vuole poco per sterminarli. Dirò di più,siccome prolificano molto si è pensato anche di stroncare le nuove generazioni con le leucemie e malformazioni genetiche dovute all'uranio impoverito,embarghi, farmaci e vaccini scaduti e chissà cosa altro si inventeranno!

Sich! mi sà tanto che i sognatori siamo noi!

Citazione:
le cose di cui ci sentiamo assolutamente certi non sono mai vere (Oscar Wilde)
Eric
Inviato: 25/8/2005 9:57  Aggiornato: 25/8/2005 9:57
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/8/2005
Da: Provincia di Pisa
Inviati: 54
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
Ognuno ha diritto alle sue opinioni. Quindi ognuno è responsabile delle stesse.
Responsabilità significa anche cercare di chiarire (a sé stessi prima ancora che agli altri) le motivazioni delle proprie opinioni.
Mi sembra che questo è proprio ciò che fa Mazzucco nel sito. Ed è proprio ciò che XY non riesce a fare.
Nel sito viene detto che non si crede alla versione ufficiale dell'11 settembre e viene anche spiegato il perché.
Ed è su questo che occorrerebbe confrontarsi, un po' meno astiosamente di quanto fa XY...
Ma tutto il livore di XY, tutto il fastidio che c'è nella sua e-mail non nasconde forse qualcos'altro? La paura di dover ammettere che forse il mondo non è così aderente a ciò che si crede, meno rassicurante, con molte meno certezze.
E non c'è niente di strano in tutto questo. Periodicamente nella vita siamo costretti a confrontarci con la realtà che di volta in volta si discosta, anche in modo drammatico in certi casi, dalla rappresentazione che ce ne eravamo fatta fino a quel punto.
Spesso il terreno su cui poggiano le nostre certezze vacilla e la sensazione è dolorosa. Capita.
In questo senso, penso che il messaggio "incazzato" di XY sia solo un tentativo di autodifesa.
Però, senza mettersi in discussione non c'è evoluzione...

PS. Questa è la prima volta che intervengo su Luogocomune. Ne approfitto per fare a Mazzucco i miei complimenti per il modo esauriente ed al tempo stesso conciso con cui sono stati presentati tutti i "dubbi" sulla versione ufficiale dell'11 settembre.

Redazione
Inviato: 25/8/2005 10:02  Aggiornato: 25/8/2005 10:02
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
Benvenuto a te, e grazie.

Massimo

wildbuzz
Inviato: 25/8/2005 11:56  Aggiornato: 25/8/2005 11:56
So tutto
Iscritto: 22/8/2005
Da:
Inviati: 20
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
Pillola rossa o pillola blu ??

In effetti il dilemma è proprio questo: la maggior parte della gente non vuole crederci ! ...e come biasimarli, anche io ho impegato un po di tempo per leggere vedere e poter sostenere le varie tesi relative all'11/9.

Vi racconto le reazioni che mediamente noto quando dopo una grigliata alcolica salta fuori l'argomento e inizio a raccontare il tutto:

- inizialmente mi prendono per pazzo
- nessuno accetta la possibilità della demolizione controllata
- ma sul discorso del pentagono TUTTI si ricordano che c'è qualcosa di strano ... che non torna ... e inizano ad incuriorirsi
- ma se gli attacci erano coordinati e sul pentagono non è caduto nessun 757 ... le torri??
- NESSUNO è a conoscenza del fatto che le torri abbiano cambiato proprietà e siano state riassicurate (per il doppio) anche contro attentati terroristici
- a questo punto qualcuno inizia a porsi delle domande: il calore che fonde le torri ... come possono uccidere 3000 connazionali ... e le faccie iniziano ad aggrottarsi

dopo l'ottavo mirto inizio a non essere più tanto credibile e cambio discorso ma con la certezza che tutte le persone con un minimo di intellligenza iniziano quantomeno ad avere un dubbio anche se spesso continuano a dire "non è possibile" ....

Purtroppo è vero, senza aver rivisto numerose volte i filmati del crollo e aver letto le analisi dell'accaduto è molto difficle convincersi o farsi convincere dell'accaduto, ma la percezione che ho è che molti hanno un tarlo, un dubbio o sentono che qualcosa che non torna nell'11 Settembre, grazie a LuogoComune e ad un pò di promulgazione fai da tè sono convinto che sempre più gente prenderà coscienza di quello che è realmente accaduto.

Sento spesso dire che l'11 Settembre ha cambiato il volto del mondo, è vero, ma allora vogliamo sapere CHI ha cambiato il mondo e soprattutto PERCHE' !

saluti a tutti

A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio. (Oscar Wilde)
Refosco
Inviato: 25/8/2005 12:21  Aggiornato: 25/8/2005 12:21
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/5/2004
Da: Bologna
Inviati: 785
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
ma, il nostro caro sig. XY?
che fine ha fatto?
non ritiene di dover "difendere l'onore" dei morti ammazzati?
cosa starà facendo ora, il sig. XY? seguendo "il grande fratello"?, l'ultimo reality in TV?, semplicemente i cazzi suoi, mentre noi stiamo qui a discutere?

armiamoci e partite insomma... come sempre!

la libertà è un bene incommensurabile solo per chi brama essere eretico

(non ricordo di chi)
titano75
Inviato: 25/8/2005 12:26  Aggiornato: 25/8/2005 12:26
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/4/2005
Da: Roma
Inviati: 704
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
...Il signor XY.....già....chissà cosà potrà mai fare ?????

Ogni tanto mi piacerebbe incontrare queste persone anche fuori dalle , splendide peraltro ( grazie Refosco ) , pareti di LC.......così....sarebbe bello analizzare l'ominide nelle sue abituidini....

Titano

a faccià in giù su di uno specchio d'acqua....
ascolto il mondo e vedo il fondo...
PathFinder
Inviato: 25/8/2005 13:51  Aggiornato: 25/8/2005 13:51
Ho qualche dubbio
Iscritto: 24/2/2005
Da: Napoli
Inviati: 248
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
Forse sarà al meeting dei ciellini a farsi una disintossicante ... pera.

Non è la via che è difficile, è il difficile che è la via.
fiammifero
Inviato: 25/8/2005 14:42  Aggiornato: 25/8/2005 14:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/2/2005
Da: ROMA
Inviati: 5691
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
della serie dubito di tutti e di tutto,non sarà che questo articolo del Mazzucco sia un test attudinale per metterci alla prova e controllare se le ns.reazioni siano conformi all'etica o trascendano dalla forma?

Test superato!

Citazione:
le cose di cui ci sentiamo assolutamente certi non sono mai vere (Oscar Wilde)
elpueblo
Inviato: 25/8/2005 16:33  Aggiornato: 25/8/2005 16:33
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/11/2004
Da: Abruzzo meridionale
Inviati: 349
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
Fiammifero, può essere... Perrò rimango dell'avviso che è più probabile che si tratti dell'ennesima vittima dei media istituzionali ormai ridotta alla paranoia più estrema da tutte le cazzate che i suoi telegiornali gli propinano.

florizel
Inviato: 25/8/2005 19:18  Aggiornato: 25/8/2005 19:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
A proposito di sozzura, questo è solo lo strato superficiale.
Bisogna riaprire il caso Calipari.Ah, se i morti potessero parlare...

http://www.repubblica.it/2005/h/sezioni/esteri/iraq64/scelli/scelli.html

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
francesco62
Inviato: 25/8/2005 20:15  Aggiornato: 25/8/2005 20:15
So tutto
Iscritto: 11/7/2005
Da: mogliano veneto tv
Inviati: 10
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
..penso che XX quando si deciderà di uscire dalla sua cameretta ..che è anche il suo piccolo mondo.. e deciderà di smettere di riferirsi a rete 4 ed alla Fallaci come punti di riferimento certi , troverà sicuramente un mondo dove le sue 4 certezze non valgono nulla ed anzi mentre lui, si infervorava con chi almeno cerca di trovare almeno delle mezze verità, qualcun'altro lo infinocchiava di balle alla grande e lui se le beveva tutte...per non guardare aldilà del proprio naso.....consolati non sei solo, ci sono ancora molti sordo-muti-ciechi ..ed opportunisti!avanti un'altro

fiammifero
Inviato: 25/8/2005 20:36  Aggiornato: 25/8/2005 20:36
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/2/2005
Da: ROMA
Inviati: 5691
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
A PROPOSITO DI SOZZURE E DEJA VU
attenzione che ci sono già diverse avvisaglie,filosofi e politici para-vaticanisti che spingono!

Citazione:
le cose di cui ci sentiamo assolutamente certi non sono mai vere (Oscar Wilde)
rascalcitizen
Inviato: 25/8/2005 23:06  Aggiornato: 25/8/2005 23:06
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/7/2005
Da: napoli
Inviati: 249
 Re: FANGO, SOZZURA, E DEJÀ VU
A proposito di fango, sozzura e dejà vu, riguardo la ormai famosa intervista di Maurizio Scelli, costui ha già in parte fatto marcia indietro, dichiarando che “ il governo italiano non ha partecipato direttamente alle trattative” per la liberazione delle Simone.(dai notiziari odierni)
Infatti il governo si è soltanto tenuto in contatto col suddetto Scelli tramite Letta….che lo autorizzava ed incoraggiava ad andare avanti nella sua “autonoma” iniziativa.

Al di là delle polemiche italiote e del presunto tentativo di Scelli, allontanatosi da palazzo chigi, di togliersi forse qualche pietruzza dalla scarpa per qualche oscuro motivo, quello che è importante invece è chiarire il ruolo del generale Marioli, vice comandante delle forze alleate in Iraq: non fu avvertito della liberazione delle Simone ed andò tutto bene. Avvisato da Calipari del rilascio della Sgrena, il risultato è stato una pioggia di pallottole su entrambi con Calipari ammazzato.

Ma che nessuno si preoccupi: "in questa vicenda non sono consentiti margini di dubbio", ha tuonato Enzo Bianco, presidente del comitato parlamentare di controllo sui servizi.
Si, proprio lui, quello che durante il Global Forum era ministro dell’interno, e durante la brutale repressione attuata dalla questura di Napoli, era a pranzo in un ristorante di Posillipo….

Ultima annotazione: oggi l’ex ministro degli esteri Frattini ha dichiarato (fonte tg2 delle 20,30): “…..curare terroristi ammalati di leucemia è giusto....”
Già, peccato che si sia confuso, i quattro ammalati di leucemia erano bimbi iracheni, che arrivarono in italia due giorni dopo le Simone il cui ricovero era una delle richieste fatte a Scelli. Strano lapsus, vero?

Forse è per questo che gli americani fanno a pezzetti i bambini con le loro armi di distruzione di massa?


Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA