Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


news internazionali : IL MONDO E' PROPRIO PICCOLO
Inviato da Redazione il 30/6/2005 19:47:23 (4476 letture)

IL MONDO E' PROPRIO PICCOLO

1979, Iran. Sullo sfondo dell'elezione presidenziale americana, si svolge a Tehran il dramma degli ostaggi all'ambasciata americana, che vengono liberati, dopo 444 giorni di prigionia, proprio il 20 di gennaio, mezz'ora dopo l'insediamento di Reagan alla Casa Bianca. Il tempismo fu tale, ed alcuni aspetti della vicenda così curiosi, che molti sospettarono il rapimento fosse stato in realtà orchestrato dalla CIA, per affondare di fronte all'opinione pubblica il "debole" Carter (vedi link a fine articolo), e rimettere in sella un "forte" repubblicano alla Casa Bianca.

2005. L' Iran elegge il nuovo suo presidente, tale Mahmoud Ahmadinejad, ex-sindaco di Tehran. Ma quel volto, ad alcuni americani un pò particolari, non risulta affatto nuovo. Più di uno degli ex-ostaggi dell'ambasciata ha riconosciuto in lui uno dei carcerieri di quel lontano 1979. Altri ostaggi dicono di non ricordarlo, altri ancora...

... di non esserne sicuri. Ad aggiungere peso all'accusa, ci si mette addirittura John Simpson, il numero uno dei reporter della BBC, che dice di ricordarsi chiaramente di aver visto Ahmadinejad nei corridoi dell'ambasciata, in quei giorni cruciali.

Naturalmente dall'entuorage di Ahmadinejad si nega tutto. Anzi, si specifica che il nuovo presidente faceva sì parte dell'organizzazione studentesca che prese l'ambasciata, ma che lui era proprio uno di quelli che si opposero all'azione stessa. Un'altra curiosa "coincidenza nella coincidenza"?

Tentiamo un'interpretazione: che l'uomo non c'entri nulla, sembra a questo punto improbabile. Se invece era davvero uno dei sequestratori, Washington si trova davanti un bel problema: questo è infatti l'uomo con cui dovrebbe trattare sul minacciato sviluppo nucleare iraniano, che sarà la chiave del contendere della prossima "stagione" teatrale, sul palcoscenico di tutti i media occidentali.

Ma c'è una terza ipotesi, che azzardiamo a livello puramemte intuitivo, non avendo alcun elemento tangibile con cui supportarla.

Se partiamo dal presupposto che fu in realtà la CIA, infiltrata fra gli studenti ribelli, ad orchestrare il rapimento (le motivazioni, come potete leggere nell'articolo a parte, non mancavano di certo), allora bisogna supporre che il buon Ahmadinejad sia da tempo sul libro paga di Washington. Questo spiegherebbe molto meglio il fatto che la presidenza sia finita "pacificamente" ad un laico, che ha sconfitto sul filo di lana il grande ayatollah di turno. Difficile pernsare infatti che la CIA, dopo aver ficcato le mani in tutte le più recenti elezioni nel mondo, compreso quelle delle isole di Calimero, non l'abbia fatto proprio con quella che più le sta a cuore in questo momento. Ed è altrettanto difficile pensare che non avrebbe in qualche modo cercato di sobillare le masse iraniane, se il neo-eletto non fosse stato in realtà di suo gradimento.

Avremmo allora il nuovo presidente in mano americana, che è stato però sbugiardato pubblicamente dalla memoria tutt'altro che labile di alcuni degli ostaggi.

Staremo a vedere. Se la Casa Bianca tenderà a minimizzare la testimonianza degli ex-ostaggi, e vorrà invece cavallerescamente "dare una chance" al neo-eletto, vorrà dire che ce l'ha in tasca sin dall'inizio. Se invece useranno le testimonianze per alzare il volume dell' "ostilità" verso l'Iran, vorrà dire che o ne hanno perso il controllo, o che davvero non l'hanno mai avuto.

Per ora il portavoce di Bush, Scott McLellan, ha fatto sapere che "la Casa Bianca prenderà in seria considerazione le accuse degli ex-ostaggi".

A giudicare dal tono, e dalla scelta delle parole, sembra quasi che abbia detto che se non lo scoprivano era molto meglio.

Massimo Mazzucco


VEDI ANCHE: REAGAN SE N'E' ANDATO, MA IL BRUTTO SEGRETO DELLA SUA ELEZIONE RIMANE


Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
Santaruina
Inviato: 30/6/2005 20:50  Aggiornato: 30/6/2005 20:50
Sono certo di non sapere
Iscritto: 13/10/2004
Da: Sud Europa
Inviati: 5123
 Re: IL MONDO E' PROPRIO PICCOLO
C’è un aspetto che Massimo riporta e che mi fa condividere le sue conclusioni: se veramente gli americani volevano semplicemente screditare la figura di Ahmadinejad descrivendolo come un feroce integralista, non avrebbero certo tirato in ballo la storia dei loro ostaggi rapiti nel 1979, una delle pagine più umilianti e più oscure della loro storia recente. Stanno preparando qualcosa di grosso in Iran, a quanto pare… Blessed be

-o- Ama e fa' ciò che vuoi -o-
crociato
Inviato: 30/6/2005 21:35  Aggiornato: 30/6/2005 21:35
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 20/4/2005
Da: Costantinopoli
Inviati: 1026
 Re: IL MONDO E' PROPRIO PICCOLO
Grazie Massimo!!!

Christus vincit, Christus regnat, Christus imperat
crociato
Inviato: 30/6/2005 21:41  Aggiornato: 30/6/2005 21:41
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 20/4/2005
Da: Costantinopoli
Inviati: 1026
 Re: IL MONDO E' PROPRIO PICCOLO
Appena la degradante situazione irachena terminerà,lo scimmione della casa bianca attaccherà l'Iran ci sono prove e controprove.In Irak e in Afghanistan ci sono già le basi militari in grado di garantire un'invasione a tenaglia contro la terra dei tappeti. Si dice molto a proposito del nuovo presidente iraniano,non mi sembra che sia uno stinco di santo ma a quanto pare è stato votato democraticamente e l'Iran al contrario di quello che dicono gli americani non vive sotto una dittatura ferocissima,con il passare del tempo si sta civilizzando.

Christus vincit, Christus regnat, Christus imperat
freemind
Inviato: 30/6/2005 22:09  Aggiornato: 30/6/2005 22:09
Mi sento vacillare
Iscritto: 17/6/2004
Da:
Inviati: 380
 Re: IL MONDO E' PROPRIO PICCOLO
Penso anch'io che la cosa più ovvia è aspettarsi un'aggressione all'Iran. Ma c'è qualcosa che non mi convince: Primo: chi seguirà Bush? Non è facilissimo per Blair convincere gli inglesi... Secondo: gli americani hanno le forze per farlo? un conto è far piovere qualche tonnellata di regali esplosiv sul cranio dei persiani, un altro è entrare sul territorio iraniano e controllarlo... non è che in iraq i risultati siano incoraggianti per loro da questo punto di vista. Terzo: il rischio che il conflitto si allarghi non è piccolo. non credo che non se debba tenere conto.

Noi non ci realizziamo mai. Siamo due abissi: un pozzo che fissa il cielo - FERNANDO PESSOA
crociato
Inviato: 30/6/2005 22:45  Aggiornato: 30/6/2005 22:45
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 20/4/2005
Da: Costantinopoli
Inviati: 1026
 Re: IL MONDO E' PROPRIO PICCOLO
666 non voglio pensare che l'ultimo iscritto sia il diavolo in persona e abbiamo completato!!!

Christus vincit, Christus regnat, Christus imperat
crociato
Inviato: 30/6/2005 23:02  Aggiornato: 30/6/2005 23:02
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 20/4/2005
Da: Costantinopoli
Inviati: 1026
 Re: IL MONDO E' PROPRIO PICCOLO
Citazione:
Primo: chi seguirà Bush? Non è facilissimo per Blair convincere gli inglesi...
Anche nell'invasione del 2003 del irak gli inglesi non erano d'accordo con gli americani ma hanno partecipato lo stesso nel conflitto. Ci sono sempre le pecore senza cervello che seguono il più forte. Citazione:
Secondo: gli americani hanno le forze per farlo? un conto è far piovere qualche tonnellata di regali esplosiv sul cranio dei persiani, un altro è entrare sul territorio iraniano e controllarlo... non è che in iraq i risultati siano incoraggianti per loro da questo punto di vista.
Hanno le forze per farlo ci vuole solo un po' di tempo già nei mesi scorsi sono stati mandati nel territorio iraniano aerei senza pilota e droni,il risultato è che stanno monitorando i punti deboli della rete radar iraniana e fra non molto tempo ci sarà l'attacco.Tutto dipende dagli sviluppi dell'insurrezione irachena.Citazione:
Terzo: il rischio che il conflitto si allarghi non è piccolo. non credo che non se debba tenere conto.
Hanno le armi e possono soffocare nel sangue qualsiasi forma di ribellione come hanno sempre fatto

Christus vincit, Christus regnat, Christus imperat
miradio
Inviato: 30/6/2005 23:24  Aggiornato: 30/6/2005 23:24
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/8/2004
Da:
Inviati: 513
 Re: IL MONDO E' PROPRIO PICCOLO
A me sto Ahmadinejad ricorda qualcuno...certo a levargli barba e baffi sembra proprio Bush in persona! Mi ricrederò solo quando si faranno fotografare insieme...

"...che il gregge si trasformi in branco... È questo l’incubo dei potenti"
(Ernst Junger)
vulcan
Inviato: 1/7/2005 0:07  Aggiornato: 1/7/2005 0:07
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/1/2005
Da: Sardigna
Inviati: 2092
 Re: IL MONDO E' PROPRIO PICCOLO
Condivido l'opinione secondo cui gli USA si preparano almeno virtualmente ad una nuova guerra! Si tratta di capire di quali pretesti scintilla andranno alla ricerca e se quando e come faranno salire il livello di tensione internazionale. Sono anche convinto che agire sull'Iran come è stato fatto in Iraq , non sarà invece semplice, sia sul piano delle alleanze che dei consensi internazionali, e sopratutto sul fatto che un tale conflitto vedrebbe a mio parere non una parte del mondo coalizzata ed un'altra "indifferente" , quanto una escaletion di contrapposizioni forti.

"Indaga le parole a partire dalle cose e non le cose a partire dalle parole." Misone
Paxtibi
Inviato: 1/7/2005 0:14  Aggiornato: 1/7/2005 0:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: IL MONDO E' PROPRIO PICCOLO
non è che in iraq i risultati siano incoraggianti per loro da questo punto di vista. Mah, dal loro punto di vista - dei neocons e dei loro amichetti sionisti - i risultati temo siano cifre a nove zeri, se così non fosse si darebbero da fare per riportare le truppe a casa. In realtà finchè il massacro continua il business va a gonfie vele, oltre a offrire l'opportunità di liberarsi di una generazione di giovani di cui, in casa loro, non sanno che farsene. Per questo l'aggressione all'Iran diventa un'occasione ancora più ghiotta: l'arsenale degli ayatollah promette uno scenario ancor più sanguinoso. Il vero problema per il momento sembra riuscire a convincere i giovani americani ad arruolarsi. Probabilmente si arriverà al draft (sarà interessante anche vedere se l'amministrazione USA riuscirà nel progetto di annessione politica di Canada e Messico), ma per questo è indispensabile ravvivare la fiamma patriottica con un nuovo 9/11, stavolta ancora più clamoroso, visto che la verità su quello precedente sta lentamente ma inesorabilmente venendo a galla: è necessario uno shock ancora maggiore per ottundere la capacità critica della massa che si trova in questa seppur labile fase di risveglio. Io temo che useranno un qualche tipo di atomica sporca, negli USA o in Israele. E' tutto davvero molto triste. Da leggere questo bell'articolo sull'economia di guerra, su comedonchisciotte.org. Staremo a vedere. Se la Casa Bianca tenderà a minimizzare la testimonianza degli ex-ostaggi, e vorrà invece cavallerescamente "dare una chance" al neo-eletto, vorrà dire che ce l'ha in tasca sin dall'inizio. Se invece useranno le testimonianze per alzare il volume dell' "ostilità" verso l'Iran, vorrà dire che o ne hanno perso il controllo, o che davvero non l'hanno mai avuto. Oppure potrebbe essere stato scelto proprio per esasperare ad arte i toni ed incanalare la tensione verso la guerra: sono convinto, come ho scritto sopra, che la guerra per i neocons sia un fine più che un mezzo. Ricordiamoci che, per esempio, i profitti del petrolio iracheno sono una frazione risibile del volume d'affari creato dalla guerra stessa, che è il sistema più efficace per espropriare i cittadini delle loro ricchezze, libertà e, dulcis in fundo, delle loro vite. In Vietnam gli americani hanno perso, ma gli industriali delle armi hanno vinto, eccome! [ Modificato da Paxtibi Attivo 1/7/2005 0:31 ]

Paxtibi
Inviato: 1/7/2005 0:34  Aggiornato: 1/7/2005 0:34
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: IL MONDO E' PROPRIO PICCOLO
666 non voglio pensare che l'ultimo iscritto sia il diavolo in persona e abbiamo completato!! A questo punto anch'io sono curioso di sapere chi è, l'iscritto numero 666!

Redazione
Inviato: 1/7/2005 0:35  Aggiornato: 1/7/2005 0:35
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: IL MONDO E' PROPRIO PICCOLO
Miiiii.... è vero, assomiglia a Bush! Non me n'ero mica accorto! Ora faccio subito un fotomontaggio... (CROCIATO: Fìgurati. Dovere ) Ecco. (un leggero scambio di barba...) [lib align=left]imagggo.jpg[/lib] [ Modificato da Redazione Attivo 30/6/2005 23:59 ]

Paxtibi
Inviato: 1/7/2005 1:18  Aggiornato: 1/7/2005 1:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: IL MONDO E' PROPRIO PICCOLO
In effetti una certa somiglianza c'è... Soprattutto lo sguardo, se così si può chiamare, è simile in maniera inquietante. Ci vorrebbe l'esperto, Santaruina. (Ciao Massimo, passata l'incazzatura?)

Redazione
Inviato: 1/7/2005 2:19  Aggiornato: 1/7/2005 2:19
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: IL MONDO E' PROPRIO PICCOLO
PAXTIBI: Se tu chiami incazzatura il piacere profondo di fare una discussione seria con una persona seria, "purtroppo" sì. Ma tornerà presto, ne sono sicuro. Massimo

PathFinder
Inviato: 1/7/2005 9:29  Aggiornato: 1/7/2005 9:29
Ho qualche dubbio
Iscritto: 24/2/2005
Da: Napoli
Inviati: 248
 Re: IL MONDO E' PROPRIO PICCOLO
Io tenderei ad escludere che sia una pedina in mano americana. Se così fosse allora gli iraniani si meriterebbero di essere invasi. Non ritengo possibile infatti che in tutti i 26 anni passati dalla ascesa al potere degli ajatolla (si scrive così?) nessuno si sia accorto che il tipo faceva il doppio gioco. Manco a dire che era un agente in letargo perchè è stato addirittura sindaco di teheran. Possibile che questi iraniani abbiano dei servizi così scadenti? Al tal punto da permettere ad un traditore della loro causa di salire così in alto. In ucraina le cose erano diverse, Jushenko erano sfacciatamente filo americano. E così anche da altre parti. Non so. Sta storia di un presidente iraniano burattino della cia mi puzza. Se fosse così non ci sarebbe bisogno di alcuna invasione. Basterebbe a questo punto lavorarsi la situazione dall'interno. Se la cia riesce a fare eleggere un suo uomo allora potrebbe riuscire a piazzare altri uomini in posti chiave, ed allora i giochi sarebbero fatti. Chi vivrà vedrà

Non è la via che è difficile, è il difficile che è la via.
Redazione
Inviato: 1/7/2005 9:57  Aggiornato: 1/7/2005 9:57
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: IL MONDO E' PROPRIO PICCOLO
Come ho detto, è una pura ipotesi. Ma io non tenderei a vedere necessariamente "gli iraniani" contrapposti in blocco unito "agli americani". Questa è l'immagine di superficie, che serve a vendere i giornali. Io vedo piuttosto una combutta infinita, intricata a mille livelli, che va dalla fuga concertata di Reza Palevi, alla vendita di armi del caso Iran-Contras, alla presa degli ostaggi appunto, che fu chiaramente un'operazione CIA, a chissà quante altre operazioni trasversali fatte sempre sopra la testa e sulla pelle della gente.

SirPaint
Inviato: 1/7/2005 10:28  Aggiornato: 1/7/2005 10:28
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/5/2005
Da: Laputa
Inviati: 355
 Re: IL MONDO E' PROPRIO PICCOLO
Mi ricordo di quegli anni 79-80 nei quali succedevano quei fatti in Iran. Contemporameamente in Italia ne accedevano altri: Dato che mi piace l'interpretazine di M.M. (Redazione) applico lo stesso schema interpretativo alla nostra situazione. Guarda caso molti nomi sono identici!!! Spero di aver detto delle ca**ate. Chissà che cosa ne pensa il mio analista ed il mio Presidente?

No Plane!
fiammifero
Inviato: 1/7/2005 10:32  Aggiornato: 1/7/2005 10:32
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/2/2005
Da: ROMA
Inviati: 5691
 Re: IL MONDO E' PROPRIO PICCOLO
Vediamo se questo ragionamento fila: Io USA creo il mio burattino,gli prometto mari e monti e lo metto a capo di uno Stato. Intanto per altre vie e con altri mezzi creo una campagna diffamatoria contro questo stato per via del nucleare e metto tutti sull'allerta forzando qualche scaramuche. tra non molto,vista l'arretratezza culturale,economica e sociale,avviene un "incidente" nucleare in detto stato,così chè posso dimostrare che che l'Iran ,senza più una guida è in balia di altri stati canaglia e chiedo l'intervento dell'ONU affinchè venga nominato una specie di protettorato .Il tutto senza spese militari,guerre ed impantanamenti con la resistenza che è sotto le macerie dell'incidente nucleare. Potrò piazzare altre basi Nato e nel frattempo terrò sotto stretta sorveglianza gli stati confinanti. Se tutto va secondo i piani,si potrebbe poi pensare di ripetere il giochino con loro e la questione medio orientale sarebbe risolta,con buona pace di Isrlaele che non mi ricatterebbe più economicamente. Potrebbe andare?

Citazione:
le cose di cui ci sentiamo assolutamente certi non sono mai vere (Oscar Wilde)
Paxtibi
Inviato: 1/7/2005 10:42  Aggiornato: 1/7/2005 10:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: IL MONDO E' PROPRIO PICCOLO
tornerà presto, ne sono sicuro. Meno male! Se fosse così non ci sarebbe bisogno di alcuna invasione. PathFinder, tu parti dal presupposto che l'obiettivo sia un qualche tipo di controllo dell'Iran. Invece io sono convinto che l'obiettivo principale sia la guerra stessa, che è un business enormemente superiore a quello del petrolio, che, ricordo, è un problema fittizio e mantenuto in piedi artificialmente: la storia dell'olio di colza dovrebbe se non altro aiutare a capire che le fonti di energia alternativa già esistono, ed il loro sviluppo viene impedito. Ad un primo, più accessibile livello, per continuare a speculare sui carburanti fossili, ma ad un livello più alto, secondo me, per fornire l'alibi economico alla guerra infinita, che altrimenti apparirebbe finalmente per quello che è: un massacro globale che contiene la sua stessa finalità. In questa ottica si può ipotizzare la mossa di sistemare un proprio uomo alla guida dell'Iran: per assicurarsi l'escalation militare. Tieni a mente che anche Saddam, Milosevic e i taliban erano pedine degli americani, foraggiati per anni dal pentagono.

Redazione
Inviato: 1/7/2005 12:13  Aggiornato: 1/7/2005 12:13
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: IL MONDO E' PROPRIO PICCOLO
"Tieni a mente che anche Saddam, Milosevic e i taliban erano pedine degli americani, foraggiati per anni dal pentagono. " Pure Fidel Castro e Ho-Chi-min li hanno messi su loro, se è solo per quello. Il male e la cura. Il male e la cura. Il male e la cura.

Paolo69
Inviato: 1/7/2005 12:16  Aggiornato: 1/7/2005 12:16
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/7/2004
Da:
Inviati: 1173
 Re: IL MONDO E' PROPRIO PICCOLO
L'afganistan , l'iraq e tra un po l'iran , il piano è abbastanza chiaro , il controllo dell'economia e delle risorse mondiali. Bush lo aveva detto , la guerra sarà lunga e dolorosa , siamo solo alle fasi iniziali. La guerra porta soldi , le malattie portano soldi , il controllo delle risorse planetarie portano soldi. Sono cinici e senza scrupoli , e non si fermeranno davanti a nulla , l'unico modo per fermarli sarà combatterli con le loro stesse armi. Sappiamo bene come l'iran possa diventare insieme alla cina , in un futuro prossimo , un catalizzatore di economia concorrenziale agli usa, gli oleodotti in costruzione ne sono un esempio lampante. Perchè continuare a d usar il petrolio? oltre al fatto che loro ne hanno praticamente l'esclusiva , il petrolio inquina , e quindi porta malattie da curare coi farmaci , e li' c'è un altro business colossale! La guerra fine a se stessa? certamente si , è un business anche quello , e gli permette di depredare i paesi invasi dei loro beni , come facevano i barbari ma anche i romani nei secoli passati. Piu' o meno il principio è lo stesso , sono i nuovi predoni , solo sono piu' cattivi e hanno piu' mezzi a disposizione. Concordo pienamente con chi sostiene che avremo un nuovo "attentato" su larga scala , e questa volta non dovrà lasciare dubbi sulla necessità di combattere quelle figure inventate da loro che sono i terroristi. Ma bin laden che fine ha fatto?ancora a passaggio sui monti con le caprette? e il mullah omar? sempre in giro in motocicletta? e saddam? che processo gli stanno facendo visto che le armi di distruzione di massa di certo lui non le aveva? basterebeb fermarsi un attimo e ragionare un po sugli avvenimenti degli ultimi anni e sulle conseguenze per smascherarli alla pubblica opinione , che poi è quello che piu' temono in assoluto. Cosa inventeranno ora per imbonire la pubblica opinione che stà faticosamente provando a rialzare la testa? Le banche , i produttori di armi , le case farmaceutiche , i produttori di petrolio. Questo è il nuovo ordine mondiale! Solo una rivoluzione su scala planetaria puo' fermarli.

mc
Inviato: 1/7/2005 13:40  Aggiornato: 1/7/2005 13:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/5/2004
Da:
Inviati: 7222
 Re: IL MONDO E' PROPRIO PICCOLO
>>>>>Solo una rivoluzione su scala planetaria puo' fermarli. . mc

fiammifero
Inviato: 1/7/2005 13:46  Aggiornato: 1/7/2005 13:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/2/2005
Da: ROMA
Inviati: 5691
 Re: IL MONDO E' PROPRIO PICCOLO
Niente piu' squilli cellulari in chiesa 01/07/2005 - 13:10 Test nella Basilica di Sant'Antonio a Bologna (ANSA)-BOLOGNA, 1 LUG-Un test per bloccare lo squillo dei cellulari in chiesa. E' stato fatto nella Basilica di Sant'Antonio a Bologna. Una societa' di elettronica, la Seawind, ha mostrato una tecnologia, utilizzata per usi civili e militari, che intercetta ed arresta qualsiasi tipo di comunicazione cellulare su qualsiasi frequenza. L'apparecchio si attiva unicamente nel momento in cui identifica ed intercetta una comunicazione dati o voce sulle frequenze protette, bloccandola. Mi suona "sinistra" questa notizia apparentemente innoqua,ma se ci riflettete un 'attimo,una tecnologia così avanzata che intercetta e blocca qualsiasi comunicazione e frequenza,mi sembra proprio la ciliegina sulla torta dopo aver letto le notizie di oggi!

Citazione:
le cose di cui ci sentiamo assolutamente certi non sono mai vere (Oscar Wilde)
freemind
Inviato: 1/7/2005 14:10  Aggiornato: 1/7/2005 14:10
Mi sento vacillare
Iscritto: 17/6/2004
Da:
Inviati: 380
 Re: IL MONDO E' PROPRIO PICCOLO
Io invece arrisostengo che invadere l'iran non è una passeggiata. Non credo oggi gli Stati Uniti abbiano le forze per farlo, nello stesso Iraq, credo 4-5 volte più piccolo, malmesso e disarmato non riescono a mettere più il naso fuori dalle caserme e lo fanno fare solo agli irakeni prezzolati. Se l'esercito irakeno, ridotto ormai a non più di un'armata brancaleone da 12 anni di guerre, bombardamenti e sanzioni, ha opposto una resistenza tutt'altro che morbida, capitolando solo quando sostanzialmente il paese è stato venduto agli americani, tutt'altro comitato di benvenuto aspetta gli yankees in iran. Lì l'accoglienza non sarà festosa ed attualmente il paese dispone di un esercito INFINITAMENTE più potente, attrezzato ed efficace di quello di Saddam. Le combutte con il nuovo presidente non le escludo a priori, ma a me sembrano oggi dettate da un dietrologismo superficiale. Il problema è che, a parte quel che ho detto, gli americani VOGLIONO attaccare l'Iran. Che diavoleria si inventeranno per riuscirci? Ma, alla fine, è proprio detto che ci riescano? LUNGA VITA AI PASDARAN! [ Modificato da freemind Attivo 1/7/2005 13:11 ]

Noi non ci realizziamo mai. Siamo due abissi: un pozzo che fissa il cielo - FERNANDO PESSOA
andrea748
Inviato: 1/7/2005 15:42  Aggiornato: 1/7/2005 15:42
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/5/2004
Da: Roma
Inviati: 265
 Re: IL MONDO E' PROPRIO PICCOLO
Io ho la soluzione: affondiamo gli STati Uniti, appena riaffiorano, si parte e li si colonizza, che dite? Prima o poi, molto prima che poi, saranno ovunque i padroni-

"Se qualcuno parla come un idiota e si comporta come un idiota, non fatevi ingannare: è un idiota."

"Non condivido le cose che dici ma difenderò sino alla morte il tuo diritto di dirle"
mc
Inviato: 1/7/2005 16:25  Aggiornato: 1/7/2005 16:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/5/2004
Da:
Inviati: 7222
 Re: IL MONDO E' PROPRIO PICCOLO
In Iran continua il "genocidio" della stampa Fonte: Iniziativa per la Libertà d’Espressione in Iran 27.10.04 - Sono tornati a scioperare i giornalisti della stampa indipendente iraniana. Su invito del sindacato dei giornalisti iraniani nella sede dell’organizzazione a Teheran, si sono riuniti giornalisti, esponenti del mondo della cultura e intellettuali, per protestare contro quello che è stato definito il ‘genocidio della stampa’ nella Repubblica Islamica. Dopo aver costretto al silenzio la carta stampata, con oltre 200 testate chiuse, la magistratura dominata dalle forze radicali e conservatori, ha deciso di imbavagliare anche i portali internet. Negli ultimi 6 settimane sono stati chiusi diversi siti vicini all’area riformista, mentre altri sono stati costretti ad ‘emigrare’ sui server stranieri. Nello stesso tempo i giornali vicini ai centri del potere hanno iniziato una campagna contro i portali internet, accusandoli di essere manovrati dalla CIA, dal Pentagono, dal Mossad e dai media occidentali, tutti ‘nemici’ della Rivoluzione Islamica. Hassan Shariat Madari, direttore di uno delle più influenti testate giornalistiche del paese, il quotidiano del pomeriggio Kayhan, in due editoriali ha citato una cinquantina di nomi di colleghi iraniani, dentro e fuori dal paese, quali ‘agenti’ di chissà quale forza straniera. Poche ore dopo la pubblicazione di questo editoriale, i primi tre giornalisti, giovanissimi, che gestivano un sito vicino al maggiore partito riformista del paese, si sono trovati dietro le sbarre. In questo momento cinque giornalisti dei portali internet sono in carcere e ogni momento altri potrebbero essere arrestati per ordine della magistratura. Lo sciopero è stato preceduto da una lettera aperta di 103 intellettuali iraniani, che hanno denunciato la nuova ondata repressiva, chiedendo alla massima autorità del paese, Ayatollah Seyyed Ali Khamenei, di intervenire sulla magistratura invitandola a rispettare lei stessa le leggi che dovrebbe applicare. Le più importanti associazioni internazionali che si occupano della libertà di stampa, libertà dell’espressione e monitorano il rispetto dei Diritti Umani, non hanno esitato a definire seriamente preoccupante la situazione in Iran. Preoccupazione per le sorti della libertà di stampa in Iran, sono stati espressi anche dall’Unione Europea, dal Parlamento Europeo. Non è chiaro per quale ragione e in nome di quali interessi, nulla di tutto ciò trova spazio sui giornali e nei mezzi di comunicazione italiani. ***** Non e' che con questo apporto sia piu' chiara la situazione. bohhh.... mc

titano75
Inviato: 1/7/2005 16:54  Aggiornato: 1/7/2005 16:54
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/4/2005
Da: Roma
Inviati: 704
 Re: IL MONDO E' PROPRIO PICCOLO
Ciao a tutti, ....il teatrino continua,probabilmente andrà proprio che in un futuro abbastanza prossimo , i soliti Stati Uniti prendano la via dell'Iran......chissà con quale pretesto....sono curioso di sentire l'ennesima caz...a diffusa in mondo visione.........in questi casi quanto vorrei che esistesse veramente una giustizia divina.... Titano

a faccià in giù su di uno specchio d'acqua....
ascolto il mondo e vedo il fondo...
maxgallo
Inviato: 1/7/2005 17:09  Aggiornato: 1/7/2005 17:09
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 26/5/2004
Da: Prov. Pescara
Inviati: 2078
 Re: IL MONDO E' PROPRIO PICCOLO
Citazione:
Che diavoleria si inventeranno per riuscirci? Ma, alla fine, è proprio detto che ci riescano?
Credo che Fiammifero ne abbia scritta una davvero niente male. Oppure potrebbe succedere che Al-Zarqawi, risorto piu' volte dagli americani manco fosse un personaggio di "Dallas", avendo ormai terra bruciata in Iraq, si rifugi in Iran e da li' tessere i terribili piani per destabilizzare l' America. Che so' travestire uno da Topolino e fare strage a Disneyland, oppure affittare un 747 e schiantarsi sulla Casa Bianca visto che l'ultima volta non c'hanno pensato..... A quel punto, Bush si rivestira' di carattere, ed una volta fattosi fare un rapporto dal presidente della CIA di turno, lo esibira all'ONU insieme ad un video di Zarqawi insieme a Ahmadinejad mentre si rollano una canna e cantano "Yesterday" davanti alla Tv con le immagini della CNN che fanno vedere la Casa Bianca con del fumo che esce dagli scantinati. Tanto si trovera' sempre l' Attivissimo di turno che ci dira' che la Casa Bianca in realta' ha gli scudi di Goldrake sistemati li' 2 giorni prima dell'attacco frutto della ricerca ufologica nell'area 51. Che dite ho esagerato?

"Il brutto della vita è che gli idioti sono pieni di loro e gli intelligenti sono pieni di dubbi"

fiammifero
Inviato: 1/7/2005 18:14  Aggiornato: 1/7/2005 18:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/2/2005
Da: ROMA
Inviati: 5691
 Re: IL MONDO E' PROPRIO PICCOLO
Una prima mossa l'hanno fatta screditando il loro figlioccio(figuraccia o no passano sempre per vittime) La seconda è stata quella della censura stampa,proprio per riaffermare il concetto che è in corso una dittatura. La terza sono i disordini dei coloni che fanno finta di fare a braccio di ferro con il panzone,poi diranno che erano infiltrati o terroristi provenienti dall'Iran. Nel paese ci sono già aiuti umanitari per il terremoto e quindi,secondo me sarebbe opportuno controllare quello che fanno,visto che si vedono sempre macerie,disperazione e miseria . Non scarterei anche una attenta analisi al mercato azionario per vedere se è in corso qualche movimento strano in Borsa. A breve termine credo che ci sarà una bella esplosione,non è vicino la ricorrenza della presa della Bastiglia?

Citazione:
le cose di cui ci sentiamo assolutamente certi non sono mai vere (Oscar Wilde)
kristoboz
Inviato: 1/7/2005 18:32  Aggiornato: 1/7/2005 18:32
So tutto
Iscritto: 25/6/2005
Da: sud tirolo (dove facevano saltare i tralicci dell'enel)
Inviati: 18
 Re: IL MONDO E' PROPRIO PICCOLO
ma....non sarebbe un tantino azzardato mettersi afare guerra all'iran? voglio dire, gli altri paesi arabi mi sa che non la prenderebbero niente bene, e anche ammesso che riescano a convincere l'opinione pubblica interna, gli alleati non solo non saranno più disposti a seguirli, ma a mio parere comincieranno anche a chiedere spiegazioni.... certo, probabilmente pecco di ingenuità. peccato che in questi giorni non ci si può permettere. Ma se attaccano l'iran sono cazzi!

"Bisogna avere ancora del caos dentro di se per partorire una stella danzante; io vi dico: voi avete del caos dentro di voi." F. Nietsche
fiammifero
Inviato: 1/7/2005 19:01  Aggiornato: 1/7/2005 19:01
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/2/2005
Da: ROMA
Inviati: 5691
 Re: IL MONDO E' PROPRIO PICCOLO
I paesi arabi contano come il due di picche quando regna bastoni! A loro interessano i dollari e le attività che hanno in America ed Europa altrimenti avrebbero messo in ginocchio gli USA convertendo tutto in euro creando una recessione da paura ed è di questo che hanno terrore! Comunque questa volta non sarà la solita guerra perchè hanno difficoltà in patria a reperire soldati,stiamo parlando di nucleare o antimateria (Cern Svizzero acceleratore di particelle)o forse anche un mega terremoto pilotato. Lo sappiamo tutti che gli effetti collaterali non hanno la minima influenza!

Citazione:
le cose di cui ci sentiamo assolutamente certi non sono mai vere (Oscar Wilde)
Danjel
Inviato: 2/7/2005 2:00  Aggiornato: 2/7/2005 2:00
So tutto
Iscritto: 16/6/2005
Da: Extracomunitarilandia
Inviati: 9
 Re: IL MONDO E' PROPRIO PICCOLO
Paxtibi scrive: Citazione:
ma per questo è indispensabile ravvivare la fiamma patriottica con un nuovo 9/11, stavolta ancora più clamoroso, visto che la verità su quello precedente sta lentamente ma inesorabilmente venendo a galla: è necessario uno shock ancora maggiore per ottundere la capacità critica della massa che si trova in questa seppur labile fase di risveglio. Io temo che useranno un qualche tipo di atomica sporca, negli USA o in Israele. E' tutto davvero molto triste.
Seguendo la tua logica, a mio avviso, è più probabile che il luogo privilegiato sia il vecchio continente. Quale miglior arma infatti per rilanciare un consenso in netto calo verso la stategia a stelle e striscie? In effetti non credo che quest'ultima abbia invece bisogno di rilanciarsi negli stati uniti o in israele (anche se non sono a conoscenza degli sviluppi dell'opinione pubblica americana). ...A meno che il caso spagnolo non abbia insegnato quanto "giocare" con l'opinione pubblica europea sia pericoloso.

Paxtibi
Inviato: 2/7/2005 3:57  Aggiornato: 2/7/2005 3:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: IL MONDO E' PROPRIO PICCOLO
l'opinione pubblica europea Ma non eravamo tutti più o meno d'accordo sul fatto che l'opinione pubblica sia manovrata, meglio ancora, creata, dal potere? Io manterrei questo punto fermo e da lì partirei, e, tornando nella metafora del mosaico della discussione precedente, direi semmai di tentare di mettere altro spazio tra noi e l'immagine, di cominciare a vedere il quadro completo. Mi scuso in anticipo perché non sarò breve. Ecco cosa vedo io, per il momento, de Il mosaico Former Asst. Sec. Of Treasury Under Reagan Doubts Official 9/11 Story Claims Neo Con Agenda Is As 'Insane As Hitler And Nazi Party When They Invaded Russia In Dead Of Winter' Greg Szymanski | June 24 2005 http://tinyurl.com/93qsz A molti non sarà sfuggita questa notizia. Secondo me qui si comincia a capire qualcosa. Bush come Hitler, i neocons come i nazisti. La condanna è già stata scritta. Bene! Diremmo noi, finalmente! Ma allontaniamoci dal particolare... Vediamo gli altri pezzi: riesco già ad intravedere la fine di Bush nel suo bunker, il corpo mai ritrovato o irriconoscibile, la bestia sconfitta. Da chi, direte voi? Ci arriveremo. Il tribunale internazionale, Rumsfeld sul banco degli imputati: “I was only obeying orders”. La flotta nel golfo persico affondata dai sunburn: The Sunburn can deliver a 200-kiloton nuclear payload, or: a750-pound conventional warhead, within a range of 100 miles, more than twice the range of the Exocet. The Sunburn combines a Mach 2.1 speed (two times the speed of sound) with a flight pattern that hugs the deck and includes “violent end maneuvers” to elude enemy defenses. The missile was specifically designed to defeat the US Aegis radar defense system. Should a US Navy Phalanx point defense somehow manage to detect an incoming Sunburn missile, the system has only seconds to calculate a fire solution –– not enough time to take out the intruding missile. The US Phalanx defense employs a six-barreled gun that fires 3,000 depleted-uranium rounds a minute, but the gun must have precise coordinates to destroy an intruder “just in time.” http://www.informationclearinghouse.info/article7147.htm Myth Of US Invincibility Floats In The Persian Gulf http://www.rense.com/general64/fore.htm (e su rense.com ci ritorno dopo) Tutto sommato la flotta americana, basata sulle enormi portaerei, è obsoleta, dagli anni '90 in poi ne sono state consegnate solo tre, quattro calcolando la Lincoln che è del nov. '89. Non a caso, se non sbaglio, quest'ultima e la Washington, del '92, dovrebbero trovarsi ben lontane dal raggio d'azione dei Sunburn, nel Pacifico. (In questo momento mi sfugge dove si trovino le due più moderne, la Stennis e la Truman, mentre in costruzione sono la R. Reagan e la George H. Bush...). In pratica nello stagno del Golfo Persico si trovano un'accozzaglia di vecchie e costose navi, superate nella loro funzione dall'esistenza di una terribile contromisura, così come l'imprendibilità della fortezza di Monemvasia - derivante dalla posizione strategica favorevole - venne meno con l'invenzione del cannone: non c'era più bisogno di avvicinarsi alle temute mura a picco sul mare e protette da scogli. Gli stessi neocons, Rummy in testa, hanno più volte espresso la loro preferenza per sistemi d'arma di nuova concezione, e perchè limitarsi a disarmare un'intera flotta senza darle la possibilità di colare a picco con migliaia di marinai? Una vera e propria caccia all'anatra, con i bombardieri che perdono la base d'appoggio e la possibilità di colpire a loro volta efficacemente. Ovviamente tutti ci aspettiamo la tromba che darà l'avvio alla caccia. Finora pensavo anch'io ad un'eccidio clamoroso, ma mi chiedevo, e non sono il solo a quanto pare, se la berranno i cittadini americani, un'altra balla di questo tipo? Chi vivrà vedrà, ma pensate che potrebbe essere magari un'attacco personale al presidente USA, un attentato da cui il presidente uscirà "miracolosamente" illeso, uccidendo forse, per buona misura, qualche familiare - la moglie? Le figlie? Un'ipotesi mia, certo, ma in questo caso come avere dubbi? E' proprio il nostro presidente, "being hated so much!" Come potrebbe aver voluto uccidere la sua famiglia??? Nel frattempo, a casa, l'esercito e la polizia (gestapo style) hanno il loro daffare con gruppi di resistenti, e per farsi un'idea di che tipo di ideologia li sosterrà, vi rimando a rense.com, appunto: un sito di controinformazione, preziosissimo per il volume di articoli linkati, di taglio cristiano-tradizionalista. Sì, proprio così, i vecchi, sani valori americani (ma dove?) che sono stati traditi dalla cricca neocons, definita - non a torto, bisogna riconoscere - una cabala satanista. Su rense.com, ovviamente, si dice la verità sul 9/11. E su molte altre cose. Su altre, tipo "che cosa sono stati e cosa hanno giustificato i valori americani in 500 anni di storia", si sorvola. E la verità comincia a venire a galla anche nel resto del mondo, grazie a molti come noi ma soprattutto a voci autorevoli come quella riportata all'inizio, e si va formando una nuova "coalizione di volenterosi", i campioni del terzo mondo: intanto Russia, Cina e India che sono legate a doppio filo con l'Iran, poi Brasile, Venezuela, credo Cuba e... E qui riporto un ragionamento di Manolete che mi ha acceso una lampadina: la Spagna sì che conta: non dimentichiamoci che è stata (?!, o è ancora?!) potenza coloniale, tutta l'America centro-meridionale (- Brasile + Messico e parte degli States) parla spagnolo (pardon "castellano"), idem le Filippine. Delle lingue europee, dopo l'inglese è sicuramente la più diffusa al mondo. Anche se non ha il peso economico di Germania o Giappone è uno stato di riferimento per molti (Cuba compresa). Già, perché no, la Spagna illuminata e progressista, che ha così tante buone relazioni... Le nazioni che invece preferiranno seguire Bush, lo seguiranno nella disgrazia. L'Italia potrebbe andrci di mezzo per un pozzo di petrolio, vedi un po' che grandi strateghi... L'esercito americano viene alla fine annientato, alcuni pezzi grossi processati, ma come successe con i nazisti, la maggior parte la scamperanno e ci avranno pure guadagnato. Il mondo intero, che nel frattempo ha subito non solo la guerra, ma anche il diffondersi di epidemie incontrollabili in una situazione di caos (anche perchè i migliori epidemiologi sono stati suicidati con due colpi in testa per tempo: http://www.rense.com/general66/deadmicro.htm e http://www.rense.com/general48/moredead.htm - ancora rense...), si riunisce sotto la bandiera della coalizione vincente - sarà mica arcobaleno? Si accettano scommesse - in un Nuovo Ordine Mondiale. La popolazione mondiale drasticamente ridotta, i bisogni urgenti sono quelli fondamentali, che solo il Governo mondiale può soddisfare, intere nazioni, oltre che ridotte allo stremo, saranno gravate dal peso insostenibile della colpa collettiva di una quarta guerra mondiale che avrà portato l'umanità ad un passo dall'estinzione. Come nei murales di Denver i bambini del mondo ripudiano la guerra sopra al cadavere della Bestia/Bush. Brave New World. Mi rimangono ancora alcuni dubbi sul ruolo preciso che avrà Londra, e sullo sviluppo della trama in Israele, che comunque penso verrà distrutta. Per decifrare i piani sionisti ci vorrebbe il maestro Xian... PS: Pure Fidel Castro e Ho-Chi-min li hanno messi su loro, se è solo per quello. Giocate anche voi, contiamoli tutti: Hitler (ricorda niente Prescott Bush?), Pinochet, Suharto.... [ Modificato da Paxtibi Attivo 2/7/2005 4:05 ]

Redazione
Inviato: 2/7/2005 9:32  Aggiornato: 2/7/2005 9:32
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: IL MONDO E' PROPRIO PICCOLO
Io so solo che qui di soldati non se ne trovano più, che gli arruolamenti sono al minimo storico, e che girano sempre più insistenti le voci di un ritorno alla leva obbligatoria. Ma temo che quel giorno lo stesso egoismo degli americani, che ora fingono di non vedere, perchè gli fa comodo così, si rivolterebbe contro le istituzioni, e a Rumsfeld direbbero in guerra vacci tu. Almeno lo spero.

Paxtibi
Inviato: 2/7/2005 11:21  Aggiornato: 2/7/2005 11:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: IL MONDO E' PROPRIO PICCOLO
Massimo, sentito parlare di leva obbligatoria causa debiti?

Santaruina
Inviato: 2/7/2005 11:53  Aggiornato: 2/7/2005 11:53
Sono certo di non sapere
Iscritto: 13/10/2004
Da: Sud Europa
Inviati: 5123
 Re: IL MONDO E' PROPRIO PICCOLO
La popolazione mondiale drasticamente ridotta, i bisogni urgenti sono quelli fondamentali, che solo il Governo mondiale può soddisfare, intere nazioni, oltre che ridotte allo stremo, saranno gravate dal peso insostenibile della colpa collettiva di una quarta guerra mondiale che avrà portato l'umanità ad un passo dall'estinzione. Come nei murales di Denver i bambini del mondo ripudiano la guerra sopra al cadavere della Bestia/Bush. Brave New World. Ghia sou Paxtibi La tua ricostruzione mi pare molto attenta e più che verosimile. In effetti ad allontanarsi dal mosaico per cercare di coglierne l’insieme questo è proprio quello che appare. Quello che è essenziale capire è che il “Nuovo Ordine” non è l’egemonia dell’amministrazione Bush o dell’Impero Americano, il “Nuovo Ordine Mondiale” sarà quello che seguirà quando il caos avrà raggiunto la sua espansione massima. I folli neocons in questa trama hanno il ruolo di distruttori, sono “i cattivi” che verranno sconfitti dai “buoni” mondialisti, che avranno il compito di “ricostruire”. E il Zapata ci offre un ottimo assaggio della faccia che avranno questi “buoni”. Blessed be

-o- Ama e fa' ciò che vuoi -o-
Paxtibi
Inviato: 2/7/2005 11:57  Aggiornato: 2/7/2005 11:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: IL MONDO E' PROPRIO PICCOLO
Ghia sou, Santa. Quello che è essenziale capire è che il “Nuovo Ordine” non è l’egemonia dell’amministrazione Bush o dell’Impero Americano, il “Nuovo Ordine Mondiale” sarà quello che seguirà quando il caos avrà raggiunto la sua espansione massima. Questa dovevi scriverla in grassetto!

ma
Inviato: 2/7/2005 14:58  Aggiornato: 2/7/2005 14:58
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/1/2005
Da:
Inviati: 37
 Re: IL MONDO E' PROPRIO PICCOLO
tutte cose gia' scritte nell'apocalisse.

Paxtibi
Inviato: 2/7/2005 15:13  Aggiornato: 2/7/2005 15:13
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: IL MONDO E' PROPRIO PICCOLO
tutte cose gia' scritte nell'apocalisse. E' proprio vero che non si inventa mai niente di nuovo!

freemind
Inviato: 2/7/2005 18:29  Aggiornato: 2/7/2005 18:29
Mi sento vacillare
Iscritto: 17/6/2004
Da:
Inviati: 380
 Re: IL MONDO E' PROPRIO PICCOLO
Ragazzi, sarò franco: il film "de paura" che danno al cinema di Paxtibi e Santaruina non mi piace. non solo perché mette i brividi, ma soprattutto perché secondo me non regge. La mia visione del mondo è questa: Nel sistema di produzione capitalistico, che non vedo ancora superato, le masse hanno una duplice funzione: lavorare e consumare (restituendo con gli interessi quel poco che si guadagna per far diventare straricchi i ricchi). Ora, in una visione catastrofista globale come quella che emerge dal film The Third and Fourth WOrld Wars sembra che il genere umano ne esca assottigliato alquanto. Vabbè, sarà più facile da CONTROLLARE e DOMINARE, ma Grandi Mercati fanno Grandi Guadagni. Una guerra qui e lì ogni tanto per tener su il morale, l'indutria delle armi, il business della ricostruzione e magari tenere sotto stretto presidio le fonti energetiche ci sta. Ma scompaginare i grassi mercati no. Eppoi tri-aggiungo (aggiungo per la terza volta) che secondo me ci sono tutte le premesse perché in Iran gli USA le prendano sul serio. Ciò che si profila DOPO davvero è troppo nebuloso. Se succederà quel che paventano i due cineasti (amici, non lo dico mica per prendervi in giro!) e se saremo ancora vivi mi toglierò tanto di cappello (e, come diceva l'immenso Totò, anche le scarpe) per la capacità di preveggenza. In realtà, se devo dirla tutta, oggi mi sembrano molto poco plausibili ipotesi megacomplottistiche che vedono misteriosi strateghi muovere pedine in tutto il mondo per far precipitare le cose a loro uso e consumo onde prendere le redini del gioco dopo un evento catastrofico planetario. Perché vi ostinate a veder massoni in ogni dove?

Noi non ci realizziamo mai. Siamo due abissi: un pozzo che fissa il cielo - FERNANDO PESSOA
Merzouga
Inviato: 2/7/2005 20:37  Aggiornato: 2/7/2005 20:37
So tutto
Iscritto: 2/7/2005
Da:
Inviati: 9
 Re: IL MONDO E' PROPRIO PICCOLO
E' ormai risaputo che gli USA siano ai ferri corti con l'Iran, ma sulla possibilità di una guerra concreta e sulla vittoria finale americana ho qualche dubbio. Primo perchè credo che attualmente l'Iran sia il paese musulmano militarmente più sviluppato. Secondo, l'Iran è un territorio vastissimo e per nulla uniforme, simile all'Afghanistan. Anche se l'esercito regolare venisse sconfitto la vita per i ribelli sarebbe facile, il territorio è certamente dalla loro parte. Non dimentichiamoci poi che l'Iran ha una popolazione numerosa ma sopratutto giovane. Anche il livello culturale della popolazione non è affatto basso, ingenieri e informatici abbondano e sono fra i più ambiti in medio oriente. Terzo, l'Iran sta attualmente sviluppando il progetto atomico in collaborazione con la Russia, e questo porta all'ex patria sovietica un certo quantitativo di soldi, di certo Putin non sarebbe felice in caso di guerra. L'ipotesi di aiuti più o meno clandestini dalla Russia verso l'Iran secondo me non è da scartare.... Quarto, gli USA sono già impantanati in Afghanistan (dove la situazione è relativamente tranquilla, ma gli agitatori sono dietro l'angolo) e in Irak, dove si trovano in un pantano vero e proprio. Attaccare l'Iran sarebbe un gesto veramente sconsiderato, dagli esiti più che incerti. Nella situazione attuale poi sembra pura follia, però trattandosi di americani non si può mai sapere...

lucadude
Inviato: 2/7/2005 22:37  Aggiornato: 2/7/2005 22:37
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/5/2005
Da: Toronto
Inviati: 73
 Re: IL MONDO E' PROPRIO PICCOLO
E la Russia? Con chi sta stavolta? Finora non si sente niente dal Cremlino, forse devono decidere se stare con l'amico texano oppure con il cliente preferito (ormai Saddam, cliente abituale dei russi, non può più comprare le armi).

Live Fast, Skate Faster
Paxtibi
Inviato: 2/7/2005 22:49  Aggiornato: 2/7/2005 22:49
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: IL MONDO E' PROPRIO PICCOLO
Perché vi ostinate a veder massoni in ogni dove? Beh, non è colpa mia se George Herbert Walker Bush è un massone del 33° grado del Rito Scozzese Antico e Accettato e se il Bilderberg non è il Club Mediterranée...

F.Capretta
Inviato: 3/7/2005 2:46  Aggiornato: 3/7/2005 2:46
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/1/2005
Da: Le Felici Fattorie
Inviati: 855
 Re: IL MONDO E' PROPRIO PICCOLO
a proposito di iran e israele. ieri ho parlato con un conoscente ebreo. parole sue: "guarda che l'attacco ai(*) reattori iraniani è stato già deciso" "non è una questione di se, è solo questione di quando." "è chiaro che questo scatenerà un po' di confusione nell'area." saluti felici Felice note: (*) "ai" plurale. sostiene che i reattori sono numerosi e che sono stati imboscati - guarda caso - sotto le solite scuole, ospedali etc. inoltre sostiene che in caso di attacco coordinato di truppe nemiche contro il suo paese, non avrebbero problemi a nuclearizzarle, perchè il territorio è troppo stretto e non c'e' tempo di fronteggiare una eventuale ondata con metodi convenzionali. :gasp:

Paxtibi
Inviato: 3/7/2005 3:13  Aggiornato: 3/7/2005 3:13
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: IL MONDO E' PROPRIO PICCOLO
Tanto per aggiungere qualche tassello: Presidents Vladimir Putin and Hu Jintao signed a joint declaration after two days of talks calling for a stronger United Nations role in global affairs and opposing attempts "to impose models of social and political development from outside." The two leaders also urged other states to renounce "striving for monopoly and domination in international affairs and attempts to divide nations into leaders and those being led." While the declaration did not identify any specific country, it echoed similar veiled hints by Moscow and Beijing about U.S. policy in global affairs. http://www.rense.com/general66/dom.htm Russia and China signs strategic bilateral agreements – decides to trade Chechnya for Taiwan http://indiadaily.com/editorial/3407.asp Chinese president meets Russian PM on practical cooperation http://news.xinhuanet.com/english/2005-07/02/content_3166963.htm Pakistan will work closely with China in UN reform http://news.xinhuanet.com/english/2005-07/02/content_3167400.htm "guarda che l'attacco ai(*) reattori iraniani è stato già deciso" Ciao FC, voci dall'ambasciata americana di Atene confermano che tutto sarebbe già pronto.

freemind
Inviato: 3/7/2005 10:17  Aggiornato: 3/7/2005 10:17
Mi sento vacillare
Iscritto: 17/6/2004
Da:
Inviati: 380
 Re: IL MONDO E' PROPRIO PICCOLO
Caro Paxtibi, non basta che: "Beh, non è colpa mia se George Herbert Walker Bush è un massone del 33° grado del Rito Scozzese Antico e Accettato e se il Bilderberg non è il Club Mediterranée..." ...per dimostrare che il mondo è nelle mani dei massoni. Quanti leader mondiali (politici, economici, militari, quel che vogliamo...) NON sono massoni? Ti ricordo che ALMENO un'altra istituzione è IRRIDUCIBILMENTE antitetica alla Massoneria, ed è la Chiesa Cattolica (Opus dei, dice niente?) e che nei paesi xche già contano e che conteranno sempre di più (Cina, India ad esempio) di massoni ce ne sono pochi, molto pochi...

Noi non ci realizziamo mai. Siamo due abissi: un pozzo che fissa il cielo - FERNANDO PESSOA
Paxtibi
Inviato: 3/7/2005 11:31  Aggiornato: 3/7/2005 11:31
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: IL MONDO E' PROPRIO PICCOLO
non basta che... per dimostrare che il mondo è nelle mani dei massoni Siamo d'accordo, freemind, infatti nella descrizione del mio "mosaico", io di massoni non ho parlato. I Bush lo sono, poi come dici tu c'è l'opus dei, ci sono i sionisti... Insomma, c'è un bel po' di gente che si sta dando da fare per spingere le cose in una certa direzione. Io ho solo cercato di vedere qual'è questa direzione, "connecting the dots", partendo da fatti conosciuti come l'alleanza che si sta stringendo tra Russia, Cina, India etc. Del resto era anche prevedibile che qualcuno si stancasse di ascoltare le fregnacce dei neocons, e di sopportare tanta arroganza. Le armi "fine di mondo" ormai ce le hanno in tanti, i sunburn esistono e fanno parte dell'arsenale iraniano, la flotta USA nel Golfo non se ne può difendere. Nonostante ciò gli americani non danno segno di voler recedere dalle loro intenzioni. Questi sono dati reali, non ipotesi. Voglio sperare anch'io che sia possibile cambiare il corso degli eventi, purtroppo la storia insegna che quando l'umanità ha avuto l'occasione di evitare la guerra, non l'ha mai sfruttata. Per quel che riguarda i grandi mercati, ti dico solo che se io e pochi altri possedessimo tutta la terra, non credo ci interesserebbe granchè della dimensione dei mercati. Infine, tu dici che è uno scenario "de paura", io dico che comunque non è che la storia sia mai stata qualcosa di diverso.

manolete
Inviato: 3/7/2005 11:38  Aggiornato: 3/7/2005 11:38
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/2/2005
Da:
Inviati: 470
 Re: IL MONDO E' PROPRIO PICCOLO
@ Freemind ALMENO un'altra istituzione è IRRIDUCIBILMENTE antitetica alla Massoneria, ed è la Chiesa Cattolica (Opus dei, dice niente?) Personalmente ho qualche dubbio che questa affermazione corrisponda a verità. Premettendo che il mio intervento vuol essere tutto tranne che polemico, e che ho avuto modo di apprezzare numerosi post tuoi, che peraltro spesso ho condiviso, suggerisco un'analisi un po' più approfondita dell'antitesi tra chiesa e massoneria. Sulla carta sono nemici irriducibili, di fatto entrambe sono IRRIDUCIBILMENTE attirate dalla gestione del potere, pertanto, da questo punto di vista (e sottolineo da questo punto di vista) si rivelano assai più simili tra loro di quanto vogliono dare a intendere. Chi cerca il potere lo cerca sicuramente in toto, ma se non lo può o riesce a ottenere senza aiuti altrui, non ha nessuno scrupolo a condividerlo con altri (in attesa magari di fargli lo sgambetto al momento opportuno). Per quanto riguarda l'Opus Dei, penso che di tutte le organizzazioni della Chiesa Cattolica, hai scelto proprio quella che maggiormente smentisce il tuo assunto. Non ti dice niente Marcinkus, Calvi, Black Friars Bridge, e la incredibile ascesa all'interno delle gerarchie ecclesiastiche della "Prelatura personale" di Escrivà che inizia giusto dopo aver "risolto" il problema dei debiti dello IOR? Dan Brown poteva certamente utilizzare argomenti più "reali" per costruire un noir che coinvolgesse l'OD tra i personaggi principali... Suerte manolete

Santaruina
Inviato: 3/7/2005 11:45  Aggiornato: 3/7/2005 11:45
Sono certo di non sapere
Iscritto: 13/10/2004
Da: Sud Europa
Inviati: 5123
 Re: IL MONDO E' PROPRIO PICCOLO
Ciao Freemind Ti confesso che sono dotato di una buona quantità di fantasia, ma non ne avrei mai avuta a sufficienza per delineare uno scenario del genere… E’ che dopo avere raccolto qualche migliaio di tessere questo è l’unico quadro che può dare un senso ai vari tasselli che si ritrovano sparsi. L’unico. Tu dici: Nel sistema di produzione capitalistico, che non vedo ancora superato, le masse hanno una duplice funzione: lavorare e consumare (restituendo con gli interessi quel poco che si guadagna per far diventare straricchi i ricchi). In verità non è certo la ricchezza , il “fare soldi”, quello che l’elite ricerca. Nella loro malattia mentale quella gente ha in mente un “progetto”, vogliono davvero plasmare “l’uomo nuovo” e il “mondo nuovo”. Il sistema “capitalistico” è uno dei mezzi usati dalle elite per la degenerazione finale, così come lo è stato il socialismo reale, finanziato e voluto sempre dai medesimi personaggi. Conoscerai bene il concetto di “tesi – antitesi - sintesi”, e vedrai come si applica perfettamente alle diverse “ideologie” che si “scontrano” nella modernità. Tutti questi movimenti sono partoriti dalle medesime menti. Poi ,Freemind, chiedi: Quanti leader mondiali (politici, economici, militari, quel che vogliamo...) NON sono massoni? Innanzitutto i “leader” mondiali che noi conosciamo sono i burattini dei poteri forti, che non si compromettono certo nel mostrare i loro bei faccioni. Ci sono poi gruppi di intellighenzia più elevati dei nostri governi, come la Trilaterale, il Cfr o il Gruppo Bilderberg che ricordava Paxtibi. Questi gruppi sono infinitamente più importanti dei governi che noi ogni volta inutilmente eleggiamo, ma a loro volta rispondono a gruppi di potere ancora superiori, questa volta quasi ignoti. La massoneria in questi giochi di potere è solo una delle organizzazioni, usata principalmente per cooptare personaggi da far salire nella gerarchia del potere occulto. I massoni che si trovano nell’elenco del telefono sono spesso le ultime ruote del carro, le società veramente segrete, di cui le massonerie fungono da vivaio, non emettono ne comunicati né inviti per conferenze. Studiare i massoni però è utile perché si colgono la mentalità e gli scopi dei loro superiori. Per quanto riguarda la Chiesa, sappiamo bene che da sempre è stata la nemica più intransigente dei massoni, proprio perché in essi vedeva una contro - chiesa concorrente (ed effettivamente è così, come vedremo presto). Ultimamente però all’interno della Chiesa succedono cose preoccupanti; un cristiano che legge le sacre scritture non può non riconoscervi gli ammonimenti dei “tempi ultimi”, in cui alla fine anche la casa di Dio sarebbe infiltrata dal “Nemico”. Infine Freemind tu giustamente dici nei paesi che già contano e che conteranno sempre di più (Cina, India ad esempio) di massoni ce ne sono pochi, molto pochi... Questo è vero, ma bisogna tener conto che la Massoneria è un ordine iniziatico della tradizione occidentale, mentre in oriente ce ne sono altri, molto più “nascosti”, di cui noi occidentali ignoriamo perfino i nomi. René Guénon, massimo esperto di queste tematiche, asseriva che una “ricerca” sulle società segrete orientali è impensabile, proprio per il loro essere “veramente” segrete. Sempre secondo Guénon, in Oriente provavano e provano il massimo disprezzo per le nostre “società segrete” che mettono l’indirizzo della loro sede sulle pagine gialle e su cui si scrivono libri. Sanno invece che i veri centri di potere sono autenticamente occulti, ed è verosimile che a quei livelli ci siano dei contatti con le società segrete orientali. Chiedo scusa per la lunghezza del post mi dilungo sempre con quei personaggi… Blessed be "I massoni devono esercitare l'autorità sugli uomini di ogni stato, di ogni nazione, di ogni religione, dominarli senza alcuna costrizione esterna, tenerli uniti con legami durevoli, ispirando a tutti uno stesso spirito, diffondere ovunque uno stesso spirito, nel massimo silenzio e con tutta l'operosità possibile, dirigere tutti gli uomini sulla terra per lo stesso fine. E nell'intimità delle società segrete che si deve conoscere come preparare l'opinione" Adam Weißhaupt, fondatore degli Illuminati di Baviera

-o- Ama e fa' ciò che vuoi -o-
freemind
Inviato: 3/7/2005 15:46  Aggiornato: 3/7/2005 15:46
Mi sento vacillare
Iscritto: 17/6/2004
Da:
Inviati: 380
 Re: IL MONDO E' PROPRIO PICCOLO
Per MANOLETE, PAXTIBI, SANTARUINA nel dirvi che non sempre si può essere d'accordo su tutto (e, aggiungo io, grazie a dio...), voglio però sottolieare che E' UN PIACERE DISCUTERE CON VOI. Non che io sia agli antipodi della vostra visione, però sarei un pelo meno catastrofista: la storia non sta per finire. Succederà qualche cataclisma, qualche guerra e molti, troppi morti, feriti, oppressi. Ma la storia andrà avanti e non ci potrà essere un definitivo "Nuovo ordine mondiale" perché dinamiche, tensioni e contraddizioni permarranno e la dialettica produrrà nuovi risultati che saranno figli delle condizioni precedenti eppure saranno la loro negazione. Eppoi, vivaddio, DOBBIAMO ESSERE UN BRICIOLO OTTIMISTI! No, non credo che il "Nuovo Ordine Mondiale" che paventate arriverà. non potranno farci scomparire. NO [ Modificato da freemind Attivo 3/7/2005 14:47 ]

Noi non ci realizziamo mai. Siamo due abissi: un pozzo che fissa il cielo - FERNANDO PESSOA
ma
Inviato: 3/7/2005 17:33  Aggiornato: 3/7/2005 17:33
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/1/2005
Da:
Inviati: 37
 Re: IL MONDO E' PROPRIO PICCOLO
il governo mondiale gia' c'e' ...e' l'ordine che manca. Dopo un po' di morti, feriti etc etc...(che non saranno cosi' pochi se useranno le armi nucleari ops non nucleari quelle piccoline adesso sono armi convenzionali) arrivera' anche l'ordine.

Santaruina
Inviato: 3/7/2005 18:31  Aggiornato: 3/7/2005 18:31
Sono certo di non sapere
Iscritto: 13/10/2004
Da: Sud Europa
Inviati: 5123
 Re: IL MONDO E' PROPRIO PICCOLO
Ciao Freemind prendo spunto dalle tue ultime considerazioni per esprimere alcuni concetti che non ho mai avuto la possibilità di affermare. Tu dici: dobbiamo essere un briciolo ottimisti. Per quanto posa sembrare strano, siamo d’accordo. Cercando di capire i movimenti dei piani alti ci si imbatte spesso in scenari che paiono improbabili, più si cerca di comprendere e più sembra che tutto sia ormai perduto, e ogni tentativo di agire inutile. Ma il fatto che siamo qua a scambiarci informazioni e opinioni, significa comunque che qualcosa ognuno di noi crede che si possa fare. Ora , la mia personale opinione sugli scenari futuri è pessimista a breve termine, ma ottimista per quanto riguarda il futuro remoto. Credo che siamo ad un passo da una serie di disastri terrificanti, qualcosa di cui già adesso possiamo vedere una tremenda anticipazione (la guerra globale, lo sfruttamento indiscriminato dei paesi deboli, mai così poveri come oggi, una scienza che sembra dare il meglio di sé nel creare strumenti per la distruzione piuttosto che per il nostro bene, i peggiori elementi del genere umano che arrivano nei piani alti del potere, e così via…) Sono però fortemente convinto che per quanto tutto questo sia in gran parte voluto da una elite impazzita che vuole mettere in atto un piano “diabolico”, questo piano fallirà. Credo che quando questa buriana passerà travolgerà per primi gli aspiranti stregoni che hanno tentato di giocare con la storia, e allora occorrerà ricominciare. Spero che a arrivati a quel punto, si saprà fare tesoro degli errori del passato. Blessed Be

-o- Ama e fa' ciò che vuoi -o-
Paxtibi
Inviato: 3/7/2005 20:46  Aggiornato: 3/7/2005 20:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: IL MONDO E' PROPRIO PICCOLO
"We are on the verge of a global transformation. All we need is the right major crisis and the nations will accept the New World Order." "We are grateful to the Washington Post, The New York Times, Time Magazine and other great publications whose directors have attended our meetings and respected their promises of discretion for almost forty years. It would have been impossible for us to develop our plan for the world if we had been subjected to the lights of publicity during those years. But, the world is now more sophisticated and prepared to march towards a world government. The supranational sovereignty of an intellectual elite and world bankers is surely preferable to the national auto-determination practiced in past centuries." David Rockefeller Baden-Baden, Germany 1991 questo piano fallirà. I grandi piani sono la premessa per i grandi fallimenti, come ogni buon giocatore di Risiko ben sa... Ma non è questione di ottimismo o pessimismo, che sono solo stati emozionali. Quel che deve succedere succederà, io non penso di poter cambiare le cose, ma sono determinato a continuare a pensare e a comportarmi da uomo, secondo coscienza. Questa è l'unica vera vittoria alla mia portata, e per me la più importante: non lasciarmi sopraffare dal terrore, non degenerare nella rabbia, non cedere alla viltà. L'isoletta tibetana resisterà!

Paxtibi
Inviato: 3/7/2005 22:09  Aggiornato: 3/7/2005 22:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: IL MONDO E' PROPRIO PICCOLO
"nessuna passione priva la mente di tutte le sue capacità di comportarsi e ragionare così efficacemente come la paura." Edmund Burke [ Modificato da Paxtibi Attivo 3/7/2005 22:10 ]

Paxtibi
Inviato: 4/7/2005 0:38  Aggiornato: 4/7/2005 0:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: IL MONDO E' PROPRIO PICCOLO
Ancora Cina, Russia, Venezuela... Russia is to deliver the advanced 3M-54E1 (NATO codename: SS-N-27) anti-ship cruise missile (ASCM) as part of its sale of eight Kilo class diesel-electric submarines to China, according to the U.S. intelligence. http://www.sinodefence.com/news/2004/news011004.asp China is approaching Ukraine for heavylift aircraft to boost its long-distance strategic power projection capabilities for the People’s Liberation Army Air Force http://www.sinodefence.com/news/2004/news011004.asp The contingent of Chinese Special Forces, reported to number around 350, contain both Special Reconnaissance (SR) and Counter-Terrorism (CT) troops arrived in Venezuela during the early morning hours of June 24th in an apparent response to Venezuela’s President request to prevent his assassination by American backed agents, and as we can read as reported by the Reuters News Service in their article titled "Venezuela parade switched over assassination fears" http://www.whatdoesitmean.com/index772.htm Moscow, Jun 30 (Prensa Latina) The Defense Ministry confirmed Thursday that Russian and Chinese officers will carry out in August the first full-scale military maneuver "Friendship 2005." http://tinyurl.com/bsjxz continua...

goldstein
Inviato: 4/7/2005 2:21  Aggiornato: 4/7/2005 2:21
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 4/11/2004
Da:
Inviati: 2827
 Re: IL MONDO E' PROPRIO PICCOLO
Anche questa e' in topic.. Russia and China call for an end to world 'domination' Interessanti le news Paxtibi: l'avevo letta quella sulle guardie cinesi a scorta di Chavez, se ne parlava su http://iraqwar.mirror-world.ru/ ma non sembrava verosimile a molti. A proposito di Chavez, questa non e' male.

Paxtibi
Inviato: 4/7/2005 3:38  Aggiornato: 4/7/2005 3:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: IL MONDO E' PROPRIO PICCOLO
Sempre a proposito di rense.com e resistenza americana: We, therefore, the People of the united States of America, in General and in rapidly increasing numbers, and as yet Unassembled, and appealing to the Supreme Judge of the world for the rectitude of our intentions, do, in the Name, and by the Authority of the good People of these United States of America, solemnly publish and declare, That these United States are, and of Right ought to be Free and Independent States; that they are Absolved from all Allegiance to the Washington Crown, and that all political connection between them and the Central Government of the United States, is and ought to be totally dissolved http://www.rense.com/general66/newdec.htm Notare la profusione di Maiuscole... [ Modificato da Paxtibi Attivo 4/7/2005 3:38 ]

manolete
Inviato: 4/7/2005 21:31  Aggiornato: 4/7/2005 21:31
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/2/2005
Da:
Inviati: 470
 Re: IL MONDO E' PROPRIO PICCOLO
@ Freemind Gracias, mi hai fatto crescere di almeno un chilo e mezzo , ma non farlo troppo spesso perché sono già a un peso superiore del 18% a quello che dovrei essere . Nonostante dia impressioni di catastrofismo, sono ottimista anch'io: forse non sarà domani, ma un bel giorno cambierà (ed era ottimista anche l'autore di questi versi, nonostante ci abbiano sempre raccontato il contrario e sia morto "suicidato")... Crederò ancora alle fiabe, ma per me vale il detto: ... e alla fine tutti vissero felici e contenti..., anche se prima della fine molti eroi si guadagneranno gli onori della storia con il loro sacrificio. no pasaran! manolete


Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA