Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


11 settembre : LETTERA DI S.PAOLO AI LOGOCOMESI
Inviato da Redazione il 29/6/2005 21:56:31 (3198 letture)

LETTERA DI S.PAOLO AI LOGOCOMESI

E' con gaudio infinito che vi annuncio, fratelli di Logocomea, il ritorno dalla sua missione nelle ostili terre dell'aquilano del compagno d'avventura e di sofferenze, il santo e diletto, noto pei sentimenti di misericordia, di bontà, di umiltà, e di mansuetudine, Hermannus Shevecus.

Pare che nella locale assemblea sia stato accolto molto meglio del previsto, riequilibrando così un pò le sorti della triste esperienza fatta di recente dai fratelli bolognesi. Il vescovo locale ha voluto mettere a disposizione di Shevecus addirittura una sala coperta, con tanto di lanterna magica collegata, tramite miracoloso cordone, al suo inseparabile breviario elettronico. Pare che l'omelia di Shevecus, detta "De turribus abbattutis - Presentatio multimedialis", abbia avuto tale riscontro, fra gli abitanti della comunità, che a gran richiesta egli si trovò costretto a conceder replica, dopo che la voce del suo messaggio si fu sparsa fra le viuzze dell'allegro capoluogo.

Ovvero, Shevek ha presentato all'Aquila la questione dell'11 Settembre, e pare che abbia fatto centro. Dopo aver riversato fiumi di parole, dati ed immagini sul pubblico della presentazione ufficiale ...

... ha dovuto fare il bis per una sala che nel frattempo si era di nuovo riempita ai limiti della capienza.

Dal che possiamo dedurre che o il popolo aquilano non aveva mai sentito parlare delle Torri Gemelle, oppure che Shevek è davvero bravo ad ammaliare le platee, grazie anche alla complicità del suo fedelissimo "desktop da viaggio".

Pare che la chiave vincente sia stata quella di partire con l'ironia: brevi citazioni, a braccio, del noto passaggio "I 19 assi del cielo", accompagnate da presentazione su megaschermo dei volti accattivanti e carismatici dei dicciannove eroi "armati di solo coltellino".

Una volta rotto il ghiaccio è stato più facile per Shevek presentare gli indizi a favore della demolizione controllata delle Torri, per poi sfondare una porta aperta - metaforicamente e non - con il buco finale nel Pentagono.

Ma lasciamo a lui, a questo punto, lo spazio che si merita, ponendogli qualche domanda sulla recente esperienza in terra d'Aquila.

M.M.

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
Redazione
Inviato: 29/6/2005 23:19  Aggiornato: 29/6/2005 23:19
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: LETTERA DI PAOLO AI LOGOCOMESI
In tema di "epifania", ho appena ricevuto questa lettera (da una persona che non credo sia iscritta al sito), che pubblico unitamente alla mia risposta. Sig. Mazzucco, premettendo che non sono un "debunkers" come li chiamate voi, ma semplicemente un singolo lettore molto incuriosito e quasi convinto dalle vostre affermazioni, vorrei porvi qualche domanda sperando in un chiarimento... 1) Secondo voi la data dell 11/9 è stata scelta ad hoc dai servizi segreti americani (e non come ricordo dissero i giornali secondo i quali per il corano il giorno 11/9 rappresenta non mi ricordo neanche più cosa ma sicuramente voi lo saprete meglio di me)...bè, ma allora l'attentato in spagna dell'11/3? Se è stato fatto da al-quaeda non può essere una coincidenza che sia esattamente due anni e mezzo dopo quello statunitense! Non essendo quindi sicuramente una coincidenza vuol dire che se c'è la mano di osama bin laden a Madrid c'è pure negli stati uniti...o almeno questo è quello che penso io! 2)Francamente sin dall'inizio non ho creduto alla storia della "rivolta" dell'UA93 e ho sempre pensato fosse stato abbattuto dai caccia americani, così come non ho mai capito perchè non hanno mai dato spazio sia al crollo del wtc7 sia soprattutto all'attacco al pentagono...bè, con voi penso di essermi fatto un'idea sul perchè, ma una domanda che mi ronza in testa è la seguente: Perchè se tutto questo è stato fatto dal governo americano sono stati fatti "dirottare" ben quattro aerei? Non bastavano i due alle torri gemelle e le stesse cariche esplosive poste nelle torri gemelle e nei palazzi limitrofi per suscitare abbastanza scompiglio? Perchè avrebbero messo in scena anche gli altri due voli (soprattutto quello "caduto in Pennsilvanya" pur sapendo che gli avrebbero creato dei problemi? (Una sostituzione sul radar di un boeing con un caccia e la successiva tesi della "rivolta" per l'altro aereo penso sia difficile da digerire per l'opinione pubblica...), senza quei due aerei penso che sarebbe passato quasi tutto liscio: niente videocassette da sequestrare, niente motori o interi aerei scomparsi nel nulla, niente manovre impossibili per i boeing, ecc. ecc., non gli bastavano le migliaia di morti delle torri gemelle?!? Con questo chiudo dicendo che ovviamente sono più convinto di quello che dite voi piuttosto che quello che dice la versione ufficiale, non voglio assolutamente sminuire il lavoro fatto da voi o comunque da chi ha scritto quelle pagine, complete di spiegazioni comprensibili a chiunque, vorrei però se possibile che mi toglieste ancora questi dubbi che mi rimangono, perchè come capirete non è facile da un giorno all'altro perdere totalmente la fiducia nel "sistema". Zioluigi RISPOSTA Caro "zioluigi", parto dalla fine, perchè il vero cuore del problema io lo vedo lì: "non è facile da un giorno all'altro - tu dici - perdere totalmente la fiducia nel "sistema". E come hai ragione. Già non è facile perderla proprio, pur avendo a disposizione tutto il tempo che vuoi, figuriamoci in una volta sola. Da questo punto di vista devo dire che sei eroico, perchè è proprio di fronte a questa difficoltà improvvisa che scatta normalmente il meccanismo del rifiuto, che da poi origine alla maggior parte dei debunkers. (Gli altri sono quello chiaramente in mala fede, tipo Magdi Allam, che non possono non sapere, ma che "fingono" per un preciso disegno politico). Ma la maggior parte del debunking è istintivo, ed è in perfetta buona fede. Non potendo accettare che le istituzioni abbiano fatto questo, ma trovandoti di fronte a prove difficili da confutare, cominci ad inventarti motori che scompaiono sotto una piastrella del bagno, o torri di 400 metri che si disintegrano per la caduta di un paio di pavimenti. 1 - Per quel che riguarda la tua prima domanda, ti confesso che non ho mai voluto approfondire l'aspetto numerologico (vedi, anch'io a mia volta mi rifiuto di credere a questa cinica cabala fatta sulla pelle altrui!), ma devo dire che le coincidenze sono davvero tante. Se solo pensi che il Pentagono fu inaugurato un 11 di Settembre, e che Bush41 annunciò il "new world order" un 11 di Settembre…… Ma credo che la data sia stata scelta soprattutto perchè, detta in americano, è "nine-eleven", 911, che è anche il loro numero telefonico di emergenza, che corrisponde al nostro 113 (con la differenza che il loro di solito funziona). Psicologicamente io stesso, che "sono conscio" del problema, ogni volta che vedo quelle tre cifre di seguito non posso non associarle agli attentati (vivo negli Stati Uniti). Se mi sveglio, ad esempio, undici minuti dopo le nove, e mi cade l'occhio sulla radiosveglia, il flash è automatico. E tutto questo fa perfettamente parte della logica di una psyop come quella che si sospetta in questo caso. A te però non tornano i conti con Madrid. Ma se guardi meglio, la risposta te la sei data a solo: se solo accetti che Alqueda sia in realtà una "utility" della CIA/Mossad, ecco che la "troppa casualità" delle due date - che giustamente tu fai notare - diventa di colpo parte integrante del progetto. Ovvero, alla fine i conti tornano fin troppo. 2 - Perchè quattro e non due aerei? Premesso che noi possiamo fare solo illazioni, ti rimando al ragionamento già fatto in occasione delle Torri (pagina su Silverstein, Smoking Gun), "perchè abbatterle invece di bucarle soltanto?" Di nuovo, se accetti la logica della psyop, e della reazione che vai cercando, "di più è meglio". Calcola che tu alla fine della giornata devi poter dire "L'America è sotto attacco. Armiamoci e partite!", e non, "Mannaggia, ci hanno bucato le Torri. Adesso come facciamo, con dodici piani fuori uso?" Ora, è evidente che il comportamento anomalo del terzo e quarto volo stride in maniera eclatante contro una qualunque logica operativa, ma è propio in quella "follia" apparente che va cercata la chiave dell'enigma, secondo me. Se parti dal presuppostio che devi far "partire" da Washington un aereo commerciale, ma che nel Pentagono deve arrivarci un caccia teleguidato, hai anche il problema di far sparire il Boeing da qualche parte, con tutti i suoi passeggeri. E buttarlo semplicemente giù in mare mi pare davvero troppo rischioso. Ecco che allora quel tempo infinito a bighellonare nei cieli dell'Ohio, serve in realtà a far atterrate i due aerei (AA77 e UA093) in qualche base militare, "parcheggiare" fino a nuovo ordine il primo, e caricare tutti i suoi passeggeri sul secondo, che poi riparte e viene buttato giù. Esattamente come descritto da Operation Northwoods, dopotutto. (A me, sinceramente, non sarebbe mai nemmeno venuto in mente, e non credo di essere il solo con quel tipo di "limiti" mentali.) Spero di averti risposto in tutto, e ti invito a partecipare sul sito, se hai altri aspetti della faccenda che ti piacerebbe discutere. Massimo Mazzucco [ Modificato da Redazione Attivo 29/6/2005 22:23 ]

andrea748
Inviato: 29/6/2005 23:53  Aggiornato: 29/6/2005 23:53
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/5/2004
Da: Roma
Inviati: 265
 Re: LETTERA DI PAOLO AI LOGOCOMESI
Guardo in casa nostra, perchè mettere la bomba su un treno usato per le vacanze piuttosto che in una banca piuttosto che abbatere un'aereo? Abbiamo permesso il rapimento e l'omocidio di uno dei più grandi statisti del nostro paese solo perchè voleva "aprire" a sinistra. Perchè meravilgiarsi? E poi Zioluigi, considerando che l'Italia è grande 1/9 della California, fai tu le debite proporzioni su cosa e perchè mettere su tutto questo casino. Il nuovo ordine mondiale si sta delineando, manca l'Iran, l'India, la Cina e mezza Corea... poi i NEOCONS saranno davvero i padroni del mondo.

"Se qualcuno parla come un idiota e si comporta come un idiota, non fatevi ingannare: è un idiota."

"Non condivido le cose che dici ma difenderò sino alla morte il tuo diritto di dirle"
Zioluigi
Inviato: 30/6/2005 0:06  Aggiornato: 30/6/2005 0:06
So tutto
Iscritto: 29/6/2005
Da:
Inviati: 6
 Re: LETTERA DI PAOLO AI LOGOCOMESI
Sono "zioluigi", quello che ha scritto la lettera...hai ragione, non ero registrato al sito, ora l'ho fatto! Da quanto mi hai scritto deduco una cosa: gli attentati a Madrid non sono stati fatti da Al-quaeda...ma allora secondo te da chi sono stati organizzati?

Redazione
Inviato: 30/6/2005 0:10  Aggiornato: 30/6/2005 0:10
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: LETTERA DI PAOLO AI LOGOCOMESI
Ciao Zioluigi e benvenuto. Chi li ha fatti? El-Queda! Ovvero, tutto sta a vedere chi sono. Immagino che tu la scheda di Alqueda l'abbia letta, ma nel caso a trovi qui. Quella è soltanto la mia tesi, ovviamente. Nel caso specifico di Madrid, non mi è difficile immaginare i servizi di Aznar, che collaborano con la CIA, pochi giorni prima delle elezioni, per un interesse comune. Solo che si sono dimenticato di spartirsi con chiarezza il "merito", e Aznar se la gioca tutta sull'Eta. Ma viene preso col sorcio in bocca dalla gente, che non ci crede, e allora interviene Powell, che dice - due giorni dopo, nota bene - "Ma che Eta, questa è AlQueda!" In tutto questo l'unica a non far sentire la sua voce è propio alqueda! Voglio dire, se sei stato tu, e quel cretino di Aznar attibuisce l'attentato all'ETA, tu protesti, o aspetti in silenzio, sperando che sia Powell a dirlo al mondo? [ Modificato da Redazione Attivo 29/6/2005 23:16 ]

Zioluigi
Inviato: 30/6/2005 0:29  Aggiornato: 30/6/2005 0:29
So tutto
Iscritto: 29/6/2005
Da:
Inviati: 6
 Re: LETTERA DI PAOLO AI LOGOCOMESI
Ma non capisco il perchè di quell'attentato: in fondo è stato quello che ha fatto crollare le quotazioni di Aznar in spagna, no? E allora perchè darsi così la zappa sui piedi? Piuttosto quello attuale avrebbe avuto le sue ragioni, non certo aznar, no?

Arthes_ge
Inviato: 30/6/2005 0:50  Aggiornato: 30/6/2005 0:50
Ho qualche dubbio
Iscritto: 29/5/2005
Da: New World
Inviati: 36
 Re: LETTERA DI PAOLO AI LOGOCOMESI
Ciao Massimo, Certo che quando hai detto a Zioluigi che il 911 sarebbe come il nostro 113.. hai notato che diventa proprio 11/3 (quello spagnolo)? Non è che anche in spagna la polizia ha il n° 113 come da noi ? Se fosse così... bella coincidenza... Saluti

La mia libertà termina là dove limita quella di un altro individuo (e viceversa)
Paxtibi
Inviato: 30/6/2005 0:57  Aggiornato: 30/6/2005 0:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: LETTERA DI PAOLO AI LOGOCOMESI
Ciao Zioluigi, benvenuto. Ti domandi perchè darsi così la zappa sui piedi? Ti potrei intanto rispondere così: ma davvero si sono dati la zappa sui piedi? In Spagna il consenso alla missione in Iraq era molto, ma molto più basso che in Italia. Tanto da far rischiare sviluppi peggiori del semplice avvicendamento Aznar-Zapatero. I soldati spagnoli, presenti in numero ininfluente per quanto riguarda lo svolgimento della guerra, sono tornati a casa. I gay si possono sposare. Punto. Questi, e solo questi, sono i risultati pratici ottenuti dopo il cambio di governo. Alla faccia della zappa. Poi ti dai un'occhiata a questo link, tanto per avere un punto di vista che mai troverai sui media di regime. Non so se è andata esattamente così, ma sicuramente è una storia più credibile, vista in questo modo. http://www.vialls.com/myahudi/madrid.html E un consiglio: mai aver paura della verità. Se a questo mondo c'è qualcosa da temere, questa è la menzogna.

shevek
Inviato: 30/6/2005 2:08  Aggiornato: 30/6/2005 2:08
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/4/2005
Da: Napoli
Inviati: 1249
 Re: LETTERA DI PAOLO AI LOGOCOMESI
Shevekus ai logocomesi: salut y libertad Dolci e cari fratelli, il nostro pontifex maximo ha narrato le mie avventure nelle fredde - si fa per dire visti i tempi (metereologici) - terre aquilane. La cosa è andata sicuramente bene - c'è persino chi ha fatto il bis dell'omelia delle 18 e delle 22... Va detto però che la sala coperta del Farfariello (locale taverna sita nella piazza centrale del borgo aquilano) non è che fosse gigantesca, per cui comunque il nostro verbo ha raggiunto solo qualche decina di persone, anche se fare più del doppio di Bologna a L'aquila è cosa buona. L'aspetto più interessante della cosa è, però, che dovrei ripetere l'esperienza a giorni (forse già questa Domenica) nella locale festa della fraterna unità, una sagra con maggiore afflusso della taverna del Farfariello (un particolare ringraziamento all'oste, che alla fine mi ha anche regalato una fiasca del vino locale). Speriamo, insomma, di riuscire a gestire il miracolo anche in piazza... Pace in Terra agli Uomini, che ne abbiamo bisogno... Shevekus P.S. Qualche fratello logocomunese dimora dalle parti aquilane? Ci si potrebbe incontrare alla prossima...

"Il potere è l'immondizia nella storia degli umani" - F. Guccini
www.portadimassa.net - WEB-TV e non solo di Filosofia
Paxtibi
Inviato: 30/6/2005 2:18  Aggiornato: 30/6/2005 2:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: LETTERA DI PAOLO AI LOGOCOMESI
Vai Shevek!

PathFinder
Inviato: 30/6/2005 9:59  Aggiornato: 30/6/2005 9:59
Ho qualche dubbio
Iscritto: 24/2/2005
Da: Napoli
Inviati: 248
 Re: LETTERA DI PAOLO AI LOGOCOMESI
Shevek, e qui da noi poveri meridionali? Quando organizzerai qualcosa fammi sapere.

Non è la via che è difficile, è il difficile che è la via.
F.Capretta
Inviato: 30/6/2005 11:04  Aggiornato: 30/6/2005 11:04
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/1/2005
Da: Le Felici Fattorie
Inviati: 855
 Re: LETTERA DI PAOLO AI LOGOCOMESI
prima di tutto, complimenti a shevek!! poi: arthes_ge, mi ricordo che ai tempi era la prima cosa che avevo controllato. il 113 in spagna non è collegato a numeri di emergenza. se fosse successo in febbraio allora sì: il 112 è un numero di emergenza molto diffuso in europa, tant'e' vero che i gsm lo possono chiamare anche senza scheda SIM. (a meno che non volessero farlo a febbraio e gli è slittato a marzo..! :) invece im pare di ricordare che l'attentato in spagna è successo esattametne 911 giorni dopo il 9-11. per citare massimo, "c'e' qualcuno che sta giocando con le cifre". e ci sta giocando sulla nostra pelle.. sulle incongruenze di madrid si può leggere qualcosa qui: http://www.nwo.it/zapatero.html saluti felici Felice ps: qui finalmente un po' ha rinfrescato. consiglio una ricetta per i viziosi che si trovano ancora sotto la cappa di caldo: prendere un'anguria, tagliarla a metà e scavarla. tagliare a pezzettoni il contenuto e rimetterlo nella metà scavata. aggiungere rum e ghiaccio (per chi lo gradisce, anche un po' di zucchero ma attenzione alle conseguenze di gradazione alcolica ;). rimettere in frigor per mezza giornata almeno e servire. slurp. [ Modificato da Felice_Capretta Attivo 30/6/2005 10:05 ]

maxgallo
Inviato: 30/6/2005 12:33  Aggiornato: 30/6/2005 12:33
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 26/5/2004
Da: Prov. Pescara
Inviati: 2078
 Re: LETTERA DI S.PAOLO AI LOGOCOMESI
Sugli attentati spagnoli, credo che questa psy-ops fosse un monito all'europa non allineata ed una bella rinfrescata alla memoria per quelli che si sono allineati ma che ultimamente avevano gi indici di gradimento sulla partecipazione alla guerra un po' in ribasso. Poco importava, secondo me, che l'esiguo contingente spagnolo si ritirasse dall'Iraq, era un rischio calcolato. Della serie: "occhio che anche voi c'avete Al-Quaeda". Piccolo O.T.: ma la puntata di Omnibus?

"Il brutto della vita è che gli idioti sono pieni di loro e gli intelligenti sono pieni di dubbi"

Zioluigi
Inviato: 30/6/2005 12:35  Aggiornato: 30/6/2005 12:35
So tutto
Iscritto: 29/6/2005
Da:
Inviati: 6
 Re: LETTERA DI PAOLO AI LOGOCOMESI
Ciao Paxtibi, ho guardato il tuo link e anche quello di felice (il commento sopra il mio)...bè, dicono due cose completamente diverse su Madrid! Io francamente credo di più al suo, per me da quell'attentato ci ha guadagnato molto di più zapatero, è stato proprio quello a fargli vincere le elezioni e a farle perdere al suo rivale! Penso che questo sia lampante!

Gargoyle
Inviato: 30/6/2005 12:54  Aggiornato: 30/6/2005 12:54
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/4/2005
Da: Roma
Inviati: 421
 Re: LETTERA DI S.PAOLO AI LOGOCOMESI
Massimo non so se poi ti hanno dato le registrazioni di omnibus La7 ma ho trovato questo link dove c'è tutta la trasmissione (audio) divisa in tre blocchi spero sia utile: http://xoomer.virgilio.it/paaccom/la7_11settembre/ Enrico

L'illusione è la gramigna più tenace della coscienza collettiva: la storia insegna, ma non ha scolari. A. GRAMSCI
Paolo69
Inviato: 30/6/2005 14:25  Aggiornato: 30/6/2005 14:25
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/7/2004
Da:
Inviati: 1173
 Re: LETTERA DI S.PAOLO AI LOGOCOMESI
...e intanto continua la guerra psicologica contro l'iran. ci si prepara ad un'altra invasione? link

titano75
Inviato: 30/6/2005 15:02  Aggiornato: 30/6/2005 15:02
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/4/2005
Da: Roma
Inviati: 704
 Re: LETTERA DI S.PAOLO AI LOGOCOMESI
Ciao Paolo, peccato che le persone intervistate abbiano omesso il fatto che praticamente gli Stati Uniti in quegl'anni avessero tentato il colpo di stato in Iran,cosa che andò male e che provocò poi la salita al potere di Komeiny..........va bhè ma tanto ?????? hai ragione tu prepariamoci all'invasione Alla fine sì...in IRAN sono tutti "terroristi".... Titano

a faccià in giù su di uno specchio d'acqua....
ascolto il mondo e vedo il fondo...
Santaruina
Inviato: 30/6/2005 16:13  Aggiornato: 30/6/2005 16:13
Sono certo di non sapere
Iscritto: 13/10/2004
Da: Sud Europa
Inviati: 5123
 Re: LETTERA DI S.PAOLO AI LOGOCOMESI
Grande Shevek! vai così paisà…

-o- Ama e fa' ciò che vuoi -o-
kristoboz
Inviato: 30/6/2005 18:17  Aggiornato: 30/6/2005 18:17
So tutto
Iscritto: 25/6/2005
Da: sud tirolo (dove facevano saltare i tralicci dell'enel)
Inviati: 18
 Re: LETTERA DI S.PAOLO AI LOGOCOMESI
Secondo me madrid come monito all'europa non funziona mica tanto....i non allineati sono stati felici della loro scelta e gli allineati hanno avuto il loro da fare con l'opinione pubblica, è successo, seppur come fenomeno di breve durata, perfino nella nostra nazione di pecoroni (senza offesa per felice capretta). Shevec io vivo a bologna, mi sai dire quando e dove si è tenuta la conferenza qui, perchè io non ne avevo assolutamente sentito parlare...forse è stata pubblicizzata male...

"Bisogna avere ancora del caos dentro di se per partorire una stella danzante; io vi dico: voi avete del caos dentro di voi." F. Nietsche
kristoboz
Inviato: 30/6/2005 18:22  Aggiornato: 30/6/2005 18:22
So tutto
Iscritto: 25/6/2005
Da: sud tirolo (dove facevano saltare i tralicci dell'enel)
Inviati: 18
 Re: LETTERA DI S.PAOLO AI LOGOCOMESI
Fra i possibili prossimi stati bersaglio del generalissimo rumsfeld non c'era anche la siria? mi era stato detto qualcosa a riguardo ma molto imprecisa...

"Bisogna avere ancora del caos dentro di se per partorire una stella danzante; io vi dico: voi avete del caos dentro di voi." F. Nietsche
Refosco
Inviato: 30/6/2005 18:39  Aggiornato: 30/6/2005 18:39
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/5/2004
Da: Bologna
Inviati: 785
 Re: LETTERA DI S.PAOLO AI LOGOCOMESI
ZioLuigi: innanzi tutto ben arrivato! io credo sia opportuno procedere per gradi ma sopratutto analizzare i dati in nostro possesso per riuscire a fare il "grande salto"... quello cioè di non continuare ad accettare la versione "ufficiale" dell'11 settembre ma acquisire per certo che le cose sono andate in modo BEN diverso. quello che viene richiesto a gran voce da tutti coloro che sono convinti di una diversa storia dell'11/9 non è tanto "mettete dentro Bush, Cheney & C." quanto "si faccia una inchiesta SERIA sui fatti" ... e poi vediamo. quindi io non saprei dirti, se non facendo delle elucubrazioni del tutto personali cosa sia successo veramente ... posso dirti PER CERTO come NON SONO ANDATE, questo si. il mancato aereo sul Pentagono è un fatto, l'impossibile crollo delle torri è un fatto, l'assurdo crollo del WTC7 è un fatto, l'assurdo piano che non prevede la risposta americana è un fatto, l'assurdità delle capacità di volo dei presunti dirottatori è un fatto... ecc. ecc. quella del 911=emergenza telefonica (esposta da Massimo) è una affascinante ipotesi, su cui ci possiamo baloccare quanto vogliamo ma è molto meno importante dei fatti. spero che l'eventuale dubbio sulle date (11/9 - 11/3 ecc.) non infici la capacità di analisi dei dati in nostro possesso e quindi la possibilità di liberarsi dalla colossale balla che ci hanno rifilato. detto questo, credo anche che le cose (in una vicenda come questa) non siano così lineari come potremmo essere portati a credere anche una volta fatto il "salto"... difficilmente c'è stata una situazione esattamente pianificata a tavolino, con un mandante ed un killer che ha eseguito... più che il "quarto" aereo (quello abbattuto per intenderci) è enigmatico il "terzo" (che non esiste), quello sul Pentagono, che è stato poi l'elemento chiave nella scoperta dell'inghippo, perchè talmente evidente... l'aereo abbattutto potrebbe (e qui siamo nel campo delle ipotesi) essere stato quello che ha raccolto i pericolosi testimoni (i passeggeri dei tre aerei) per provvedere all'eliminazione. credo anche che, nel contesto del piano (che comunque deve essere stato per forza di cose a conoscenza di parecchie persone) qualcuno abbia voluto anche "bagnarci il biscottino" (tipo Silverstein, ad esempio) speculando in Borsa sui titoli delle compagnie aeree colpite oppure sulla ricostruzione dell'INTERO WTC, facendo in modo che venissero distrutti TUTTI e 7 gli edifici ... questo anche a rischio di compromettere l'intera operazione (ma l'avidità umana è pari alla sua crudeltà) per quanto riguarda l'11/3 a Madrid, io sono fortemente convinto che sia opera della stessa mano dell'11/9 (altro che AlQueda - per lo meno per quello che vogliono farci credere che sia, e cioè terrorismo islamico doc)... anche qui furgoni abbandonati con casette del corano... terroristi individuati tutti insieme in un appartamento che si fanno esplodere (invece di combattere) ecc... a me sembra proprio che il gusto di raccontare fregnacce ormai sia superiore addirittura all'esito delle operazioni... sembra quasi che ci sia qualcuno che scommetta sul "vedi quanto la racconto grossa che tanto ormai abboccano tutti come lucci"... il fatto che Aznar non si sia saputo giocare bene quella carta e ne sia derivato un autogol, dimostra che non sempre le ciambelle riescono col buco... di fatto però, un attentato del genere (il "NOSTRO" 11/9) nella Spagna (Europa) riottosa all'invasione dell'IRAQ era quanto di più scontato ci si potesse aspettare. Shevek: complimenti per la "performance"... finalmente si riesce a scalfire il muro dell'indifferenza...

la libertà è un bene incommensurabile solo per chi brama essere eretico

(non ricordo di chi)
Zioluigi
Inviato: 30/6/2005 22:45  Aggiornato: 30/6/2005 22:45
So tutto
Iscritto: 29/6/2005
Da:
Inviati: 6
 Re: LETTERA DI S.PAOLO AI LOGOCOMESI
Ciao Refosco, sull'attentato in America siamo d'accordo entrambi, e anch'io penso che chi ha fatto l'attentato in America sia lo stesso che lo ha fatto in Spagna. Ma per me molti di voi si sbagliano su Aznar (ovviamente è una mia opinione): io credo che sia stata opera di zapatero, non credo nella tesi dell'"autogol" di Aznar: per fare una cosa simile bisogna esserne troppo certi del risultato, e Aznar aveva solo da perderci! Penso che voi, essendo forse un pò troppo schierati politicamente, non prendereste neanche in considerazione un'ipotesi simile, ma per me sugli attentati a Madrid grande responsabilità è della sinistra spagnola...o almeno questa è la mia opinione! [ Modificato da Zioluigi Attivo 30/6/2005 21:46 ]

Santaruina
Inviato: 30/6/2005 23:19  Aggiornato: 30/6/2005 23:19
Sono certo di non sapere
Iscritto: 13/10/2004
Da: Sud Europa
Inviati: 5123
 Re: LETTERA DI S.PAOLO AI LOGOCOMESI
11/3 Attentato a Madrid Aznar “il cattivo” perde. Vince Zapatero “il buono”. Dopo qualche tempo e qualche provvedimento che, diciamolo, è in linea con il programma dei “soliti noti”, arriva la propostona del governo spagnolo: “Deleghiamo la difesa militare alle forze dell’ Onu!” *Dong* (eco distante di campane cinesi) Ma chissà per chi lavora er Zapata… ““Ma c'è un tema che, in particolare, a noi ******* sta a cuore: è l'ONU, che va rifondato, ricordandoci che fu, all'indomani della prima guerra mondiale, la ********** a lanciar l'idea della Società delle Nazioni, cioè l'antecedente storico dell'Onu.” ******* *****, *** ******* *** ***** ****** ******* Nel frattempo Rutellaio magico vola in America a prostrarsi a mastro Soros… Mah… cosa c’entra? mah… Poliziotti buoni, poliziotti cattivi, “sinistre progressiste” che cominciano a prendere in mano la situazione? Tradotto: prima i cattivi fanno il danno, poi arrivano i buoni a sistemare le cose, con le folle osannanti e consapevoli di dover “fare sacrifici”, grate a coloro che le bastonano… E dall’alto la stessa, invisibile mano… E’ un puzzle enorme, ed è per questo che vi trovano posto i tasselli più diversi… Blessed Be p.s.: Massimo scusa, li ho tirati di nuovo in ballo.. ma è colpa mia, no, dimmi, è forse colpa mia?... …accetto eventuali provvedimenti… ppss: benvenuto Zioluigi

-o- Ama e fa' ciò che vuoi -o-
vulcan
Inviato: 30/6/2005 23:54  Aggiornato: 30/6/2005 23:54
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/1/2005
Da: Sardigna
Inviati: 2092
 Re: LETTERA DI S.PAOLO AI LOGOCOMESI
Citazione:
quindi io non saprei dirti, se non facendo delle elucubrazioni del tutto personali cosa sia successo veramente ... posso dirti PER CERTO come NON SONO ANDATE, questo si.
Credo che refosco abbia suggerito un passaggio chiave nella comprensione della questione. E' fondamentale infatti partire dalle verità/falsità conosciute per poi giungere a delle considerazioni più generali. L'attentato a Madrid si pone secondo me in un'ottica diversa, forse più complessa rispetto all'11 settembre. Se infatti l'11 settembre è il principio di una strategia generale, e quindi più "facile"da digerire come tesi di cospirazione interna, Madrid si porrebbe cronologicamente come una risposta reazione del terrorismo arabo di fronte all'atteggiamento dell'occidente in generale, quindi in una condizione di "minore sospetto" in tal senso.. Tuttavia l'ipotesi che ci sia un stessa mano risulta legittima , almeno sul piano del ragionamento. La questione sulla quale mi sono infatti sempre interrogato è il fatto che dopo l'11 settembre , l'allarme rosso in tutto il mondo faceva prevedere una ondatta di attentati terroristici tra i più efferati...-Londra, roma, aeroporti vari etc- che in realtà (e non so se sbaglio), fino a Madrid non ci sono stati! Quindi due sono le cose; o i sistemi di intelligenze del controterrorismo sono .. improvvisamente! dopo le stronzate di Manhatan diventati talmente "intelligenti " in tutto il mondo , da stroncare ogni iniziativa sul nascere opppure c'è veramente puzza di bruciato !! Una strategia che parte dalle torri e dal pentagono per spingersi oltre oceano...

"Indaga le parole a partire dalle cose e non le cose a partire dalle parole." Misone
miradio
Inviato: 1/7/2005 0:14  Aggiornato: 1/7/2005 0:14
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/8/2004
Da:
Inviati: 513
 Re: LETTERA DI S.PAOLO AI LOGOCOMESI
Segnalazione di servizio Trasmissione La7 su 911 ....

"...che il gregge si trasformi in branco... È questo l’incubo dei potenti"
(Ernst Junger)
Paxtibi
Inviato: 1/7/2005 1:07  Aggiornato: 1/7/2005 1:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: LETTERA DI S.PAOLO AI LOGOCOMESI
Zioluigi, neanch'io dico con certezza che la teoria di Vialls sia quella giusta, dico solo che è legittima in quanto la spiegazione ufficiale, ancora una volta, è inconsistente. Ha ragione Refosco quando dice di sapere come NON SONO ANDATE le cose, e che questo è l'importante. Il sapere come sono andate esattamente, così come per il 9/11, è per il momento quasi impossibile. Pensa che in molti - tra cui, purtroppo per la mia sanità mentale anch'io - mettono in dubbio l'esistenza materiale degli aerei schiantatisi nelle torri gemelle, ipotizzando l'uso di ologrammi. Impossibile? Chi lo sa? Solo se arriverà il giorno (ah! Sognare!) in cui questi criminali di guerra che governano gli USA si siederanno davanti ad un tribunale internazionale sapremo, forse, la verità. E il bello, anzi, il brutto, è che anche allora non potremo dirci certi di avere debellato la vera cupola che manovra il tutto. Come scrive Santaruina bisogna sforzarsi di vedere l'intero disegno, che è vastissimo. Santa usa la metafora del puzzle, io preferisco pensare ad un mosaico: se tu lo osservi da vicino vedi solo poche tessere colorate sistemate senza una logica, ma allontanandoti progressivamente cominci a distinguere le prime forme compiute, un volto, una veste, delle mani. Solo quando ti trovi abbastanza distante e lo sguardo può abbracciare l'intera composizione capisci cosa rappresenta. E sicuramente non sarà una bella immagine. Chissà, forse tutti intuiscono inconsciamente questa verità, e per questo la maggior parte della gente preferisce continuare a fissare la sola tessera colorata a loro portata d'occhi, la televisione.

Redazione
Inviato: 1/7/2005 1:16  Aggiornato: 1/7/2005 1:16
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: LETTERA DI S.PAOLO AI LOGOCOMESI
KRISTOBOZ: "Shevec io vivo a bologna, mi sai dire quando e dove si è tenuta la conferenza qui, perchè io non ne avevo assolutamente sentito parlare...forse è stata pubblicizzata male..." Forse non leggevi ancora luogocomune [ Modificato da Redazione Attivo 1/7/2005 0:17 ]

Zioluigi
Inviato: 1/7/2005 11:09  Aggiornato: 1/7/2005 11:09
So tutto
Iscritto: 29/6/2005
Da:
Inviati: 6
 Re: LETTERA DI S.PAOLO AI LOGOCOMESI
Paxtibi penso che questa sia la risposta giusta... ...e forse il puzzle intero spero di non vederlo mai!

Paolo69
Inviato: 1/7/2005 11:40  Aggiornato: 1/7/2005 11:40
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/7/2004
Da:
Inviati: 1173
 Re: LETTERA DI S.PAOLO AI LOGOCOMESI
Naaa zapatero o aznar che organizzano gli attentati non ce li vedo proprio. Non credo contino molto nel nuovo ordine mondiale. E' chiaro ormai che sia prorio il nuovo ordine mondiale ad organizzare le tensioni internazionali per giustificare le loro sporche guerre. l'11/9 e l'11/3 fanno parte di questa strategia , e si permettono pure di giocare con le date; sappiamo che i simbolismi per loro contano molto , non è una novità. Un attentato in europa da attribuire ad al-queida (che poi sono sempre loro) dovevano farlo per intimorire i popoli europei , dopo aver terrorizzato quello usa; chissà ora che ormai non ci crede quasi piu' nessuno alla favoletta del terrorista cattivo cosa si inventeranno per annullare le nostre menti con il terrore, una bombetta atomica la vedo possibile. Come faranno secondo voi ad invadere l'iran? qualcosa dovranno pure inventarsi , altrimenti i popoli si ribellerebbero , e questo è quello che piu' temono. Ieri sera anche su rete 4 hanno parlato dell'11/9 , con riferimento ad una fiction andata in onda poco prima degli attentati , dove si vedevano proprio degli aerei civili dirottati contro le torri gemelle , e guarda caso l'organizzazione era interna ai servizi americani! Forse qualcosina inizia a smuoversi , bene , anche se questo ci espone a nuove "iniziative" da parte del Nuovo Ordine Mondiale. Un saluto a tutti

Refosco
Inviato: 1/7/2005 13:18  Aggiornato: 1/7/2005 13:18
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/5/2004
Da: Bologna
Inviati: 785
 Re: LETTERA DI S.PAOLO AI LOGOCOMESI
qualora non fossi stato chiaro nel mio precedente post riguardo all'11/3 a Madrid, specifico che concordo pienamente con quest'ultimo commento di Paolo69 che si è spiegato molto meglio.

la libertà è un bene incommensurabile solo per chi brama essere eretico

(non ricordo di chi)
manolete
Inviato: 1/7/2005 13:50  Aggiornato: 1/7/2005 13:50
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/2/2005
Da:
Inviati: 470
 Re: LETTERA DI S.PAOLO AI LOGOCOMESI
Personalmente sono maggiormente convinto dalle tesi di Santaruina (puzzle) e Paxtibi (mosaico), con un leggero vantaggio per il mosaico (vince in poesia: spero mi perdonerai Santa!!!). Vorrei solo rettificare qualcosa su Paolo69: zapatero o aznar che organizzano gli attentati non ce li vedo proprio. Non credo contino molto nel nuovo ordine mondiale. zapata e il chierichetto dell'opus dei conteranno sicuramente poco nel quadro generale (ogni impianto scenico ha le sue comparse), ma la Spagna sì che conta: non dimentichiamoci che è stata (?!, o è ancora?!) potenza coloniale, tutta l'America centro-meridionale (- Brasile + Messico e parte degli States) parla spagnolo (pardon "castellano"), idem le Filippine. Delle lingue europee, dopo l'inglese è sicuramente la più diffusa al mondo. Anche se non ha il peso economico di Germania o Giappone è uno stato di riferimento per molti (Cuba compresa ). Come diceva Frassica, ultim in fundum, è retta, oltre che dalle Cortes, da una casa regnante, imparentata, guarda a caso, con quelle inglesi (madrepatria delle colonie americane...), olandesi (Bilderberg...), ecc. ecc. (Vuoi vedere che magari salterà fuori che Putin ha legami con i Romanov? ) Suerte a todos manolete

Santaruina
Inviato: 1/7/2005 14:29  Aggiornato: 1/7/2005 14:29
Sono certo di non sapere
Iscritto: 13/10/2004
Da: Sud Europa
Inviati: 5123
 Re: LETTERA DI S.PAOLO AI LOGOCOMESI
In effetti Mosaico è molto meglio di Puzzle. Aggiudicato Blessed be

-o- Ama e fa' ciò che vuoi -o-
Paxtibi
Inviato: 2/7/2005 12:10  Aggiornato: 2/7/2005 12:10
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: LETTERA DI S.PAOLO AI LOGOCOMESI
Sarà un caso che i mosaici più belli sono quelli bizantini?

hi-speed
Inviato: 4/7/2005 10:48  Aggiornato: 4/7/2005 10:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/12/2004
Da: preda lunga
Inviati: 3211
 Re: LETTERA DI S.PAOLO AI LOGOCOMESI
Dalla Gazzetta di Parma 3 luglio 2005 Torture: il medico di Bush padre contro Bush figlio NEW YORK A sorpresa, dal clan dell'ex presidente George H. W. Bush, è partito sul « Washington Post » un duro atto di accusa a suo figlio George W. Bush per lo scandalo delle torture a Guantanamo e Abu Ghraib. « La macchia della tortura » , l'editoriale firmato da Burton J. Lee, per quattro anni medico della Casa Bianca con il padre dell'attuale presidente, non risparmia i colpi in nome della « devozione al paese, al rispetto per le Forze Armate e l'impegno verso l'etica della professione medica » contro « l'uso della tortura sistematico e sanzionato dal governo nella guerra al terrorismo » . Lee, oncologo, che appartiene al gruppo Medici i per i Diritti Umani, ha deciso di parlare soprattutto dopo aver appreso che alcuni suoi colleghi a Guantanamo sono stati accusati di complicità con i torturatori: « Questo straordinario decadimento di valori e di politiche è alieno al mio concetto di un'America moderna, del mio governo, della mia professione » . L'ex medico della Casa Bianca ha contestato la tesi che ad Abu Ghraib e a Guantanamo gli episodi di abusi siano stati isolati o commessi da poche « mele marce » , come sostenuto dal Pentagono: « Oggi sembra che il nostro governo e le nostre forze armate siano scivolati nel 'Cuore di Tenebra' di Joseph Conrad » , ha scritto sul « Washington Post » .

Cosa Sta Succedendo? Madre, madre Ci sono troppi di voi che piangono Fratello, fratello, fratello Ci sono troppi di voi che stanno morendo Sai che dobbiamo trovare una maniera Per portare un pò di amore qui oggi
fiammifero
Inviato: 5/7/2005 9:54  Aggiornato: 5/7/2005 9:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/2/2005
Da: ROMA
Inviati: 5691
 Re: LETTERA DI S.PAOLO AI LOGOCOMESI
Tutti sanno e tutti tacciono,poi come esce fuori una voce dal coro,altri trovano il coraggio di cantare! (chissà cosa c'è dietro?) Niente di nuovo sotto il sole!

Citazione:
le cose di cui ci sentiamo assolutamente certi non sono mai vere (Oscar Wilde)

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA