Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


news internazionali : Schäuble forse ci libera anche di Juncker
Inviato da Redazione il 3/8/2015 19:08:40 (6136 letture)

di Maurizio Blondet

Lo dice la FAZ, lo ripete la Suddeutsche Zeitung: il ministro tedesco delle Finanze tedesco se l’è presa a morte perché Juncker, il capo della Commissione Europea, ha negoziato con Alexis Tsipras, mettendosi dalla parte del governo greco e impedendo la cacciata della Grecia dall’Euro, come voleva Schauble.

Il motivo dell’indignazione di Schauble? La Commissione si è comportata “come un’autorità politica”, mentre sono “dei funzionari, che devono essere subordinati ai politici”. E i funzionari si sono intromessi nella trattativa tra Schauble e Varoufakis “senza averne il mandato politico”. Peggio: “La Commissione si mette in scena ogni giorno di più come governo d’Europa”.

Sarebbe da abbracciare, se non fosse così antipatico.

A memoria d’uomo, è la prima volta che un ministro europeo, un governante, rimette al suo posto l’eurocrazia, rigettando la legittimità delle sue intromissioni. [...]


Da decenni, l’intero mondo politico europeo ha lasciato esistere ed ampliare questo ambigua presenza di un potere spurio, non legittimo, da cui accettavano di prendere ordini e “direttive” solo perché rappresenterebbe il “sogno europeo”.

La messa a punto di Schauble è una limpida restaurazione della divisione dei poteri, abbandonata per troppi anni fino a lasciar ingigantire il mostro ibrido chiamato UE, dove i governi legittimi hanno fatto continue cessioni di sovranità ad una entità per costituzione non sovrana, “tecnica”. Jean Claude Juncker è stato nominato presidente della Commissione dal consiglio dei capi di stato e di governo, per poi essere confermato dall’europarlamento. In nessuna di queste fasi viene affidato alla Commissione un mandato politico. Anzi, i Trattati (Maastricht e Lisbona) sono espliciti nell’escludere che la Commissione sia un organo politico.

Ovviamente Juncker (che è una creatura della Merkel e un vecchio marpione europeista, nonchè un amico di Kohl) si sente le spalle coperte. Ha replicato più o meno così: intromettendosi nel negoziato, ha tenuto la Grecia in Europa, e i sacri Trattati sanciscono che la Commissione ha il compito di “promuovere l’unione europea”. Come la scusa sia accolta da Schauble, lo potete immaginare. Lui stava negoziando con Varoufakis in modo serio l’uscita della Grecia. Era disposto a fare molte concessioni sotto la forma di aiuti “umanitari”. Perché, come ha riferito Varoufakis nella famosa teleconferenza con gli operatori a Londra, Schauble gli ha detto: “questa Europa nella forma attuale è disfunzionale”. (Abbracciarlo, subito!)

“La Grexit mi darà il potere contrattuale per terrorizzare i francesi onde imporre loro il mio piano”: netto, onesto e chiaro.

E qual è il piano di Schauble? Già dovremmo averlo imparato: “Per far diventare la UE un vero stato federale, dove si facciano i trasferimenti tra i paesi in attivo e quelli in deficit, occorre che l’eurozona venga molto disciplinata”. Schauble dice chiaro che lui vuole il governo europeo, e lo vuole politico: ma vuole condividere la sovranità con quei soli paesi che si adattano al modello tedesco di rigore dei conti, di cui la Germania si considera il modello.

Si può non essere d’accordo. Ma si riconoscerà che un politico europeo non sta ciurlando nel manico, non esercita il dico-e-non-dico, che fino a qui ha governato la costruzione europeista, fatta di passi inavvertiti verso il potere oligarchico dei funzionari, e ne ha fatto il mostro istituzionale e disumano che è. Dall’altra parte, non c’è discussione: c’è un furbesco e vacuo richiamo a “ci vuole più Europa” (Hollande, Mattarella, eccetera), tacendone le mostruosità istituzionali che l’hanno deformata e la rendono la prigione dei popoli.

Mentre gli europeisti vaneggiano, i giornali tedeschi dicono già che Schauble ha preso la decisione di “sfrondare” la Commissione, esautorarla. Apparentemente, lo farà con l’appoggio degli olandesi (che si son messi d’accordo con lui). Il piano di riorganizzazione sarà messo in atto dal ministro delle Finanze olandese Jeroen Dijsselbloem quando l’Olanda assumerà la presidenza a rotazione nel corso del primo semestre 2016 . Grosso modo, alcuni dei compiti più importanti oggi assunti dalla Commissione saranno trasferiti ad “authorities” indipendenti, come un Ufficio europeo per la Concorrenza o un Organo di vigilanza del mercato unico. Insomma si farebbe della Commissione un guscio vuoto, impossibilitata a recitare la parte di “governo”.

E qui, Schauble dovrebbe strappare un’ovazione.

Secondo alcuni media tedeschi, la campagna di critiche sollevate sulla Commissione – per esempio, per la sua gestione incapace del problema degli immigrati – fa parte della strategia preparatoria per il suo esautoramento e la sua depoliticizzazione. I governi nazionali, che vogliono scuse per la loro incapacità nel gestire il problema, son ben contenti di partecipare alla campagna di disprezzo e denigrazione. Altre se ne abbatteranno su Juncker. Alla fine, quando il compare Dijsselbloem inaugurerà la presidenza olandese con già pronto un bel piano di riorganizzazione ed efficientamento dell’eurocrazia, i governi nazionali non potranno che accettare: l’hanno tanto criticata!

Allora potrebbe essere un momento di liberazione per gli altri paesi.

A patto di avere governi consapevoli dell’interesse nazionale e, per il post-europeismo, con piani così ben delineati come li ha Schauble – che a quel punto sarà il Cancelliere eletto a furor di popolo (avrete notato come la Merkel è scomparsa dalla scena).

Ma a quel punto, noi italiani forse nemmeno lo avremo, un governo: il PD si sta spaccando, già ululano le opposizioni interne per la gioia di fare a pezzi Renzi… Quel che ci sarà a tener veci di governo, sarà capace solo di invocare “più Europa”, aggrappato a un progetto da sogno (incubo) che non esisterà più. O avrà vinto il 5 Stelle, il cui capo carismatico e comico, Beppe Grillo, ha preparato il terreno al futuro post-euro strillando dal suo blog: “Adolf Schauble!”. Una frasetta che non è sfuggita nè ai media tedeschi nè al futuro Cancelliere. La dimostrazione che una battuta che può andare (così così) se fai l’avanspettacolo, devi imparare a tenertela in pancia se decidi di diventare un politico, a capo di un partito che ha parecchi voti – e dunque dovrebbe essere conscio di qualche responsabilità.

Maurizio Blondet (Fonte)

Voto: 9.00 (5 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
Redazione
Inviato: 3/8/2015 19:10  Aggiornato: 3/8/2015 19:10
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Schäuble forse ci libera anche di Juncker
" In nessuna di queste fasi viene affidato alla Commissione un mandato politico. Anzi, i Trattati (Maastricht e Lisbona) sono espliciti nell’escludere che la Commissione sia un organo politico."

Ohibò!

[mode Montezemolo-Crozza on]

Ma come vengo a saperle male le cose...

davlak
Inviato: 3/8/2015 21:18  Aggiornato: 3/8/2015 21:18
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/6/2006
Da:
Inviati: 678
 Re: Schäuble forse ci libera anche di Juncker
si, però se il Dottor Stranamore Schäuble può aver detto una cosa sensata deve essere per la classica regola dell'orologio rotto...che pure lui un paio di volte al dì segna l'ora esatta...

https://vimeo.com/133474430

«Proclamare il diritto all'uguaglianza in una società che ha bisogno di una massa di schiavi salariati vuol dire aver perso la testa» (F. Nietzsche)
Ermetico
Inviato: 3/8/2015 22:38  Aggiornato: 3/8/2015 22:38
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/7/2011
Da:
Inviati: 66
 Re: Schäuble forse ci libera anche di Juncker
Dalla padella alla brace?
Io sarei più cauto.
Tutta questa fiducia nella via tedesca all'europa unita non la condivido, almeno per ora.
Il fine tedesco mi pare evidente sia di creare una - "mittel"-europa unita - sottoposta alla loro supremazia.
La crisi di questi anni sembra aver sbilanciato enormemente a loro favore l'equilibrio che reggeva il patto franco-tedesco, impalcatura che sottostava all'utopia europea.
Gli organismi di governo europeo, da questo punto di vista, costituivano una sorta di "camera di compensazione" in cui gestire il confronto franco-tedesco sotto una apparente multilateralità di rappresentanza.
Analogamente a quello che a livello mondiale, per certi versi, ha rappresentato l'onu, in cui si mediava il confronto russo-americano finchè è durata la guerra fredda.
Così come il crollo dell'urss sembra aver svuotato il ruolo dell'onu in questi ultimi anni, l'indebolimento francese, che sembra non riescire più a fronteggiare la neopotenza tedesca, potrebbe rendere non più determinanti ed anacronistici, dal punto di vista tedesco, gli attuali organismi di gestione comune europei.
Da qui la loro voglia di nuove strutture direttive su cui far pesare la loro autorità senza le attuali intermediazioni.
Che da questo possano derivare dei vantaggi anche per gli italiani è tutto da vedere. Anzi io sarei portato a credere tutto il contrario, poichè mi pare evidente che uno degli obbiettivi strategici perseguiti dai tedeschi è stato quello di indebolire e rendere subalterna ai loro interessi la potenza economica complessiva italiana.

So tutto? No, grazie!
Il "convinto" avvelena anche te. Digli di smettere.
lysmata
Inviato: 4/8/2015 1:40  Aggiornato: 4/8/2015 1:40
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/3/2011
Da:
Inviati: 286
 Re: Schäuble forse ci libera anche di Juncker
Poi peró mi fermo un attimo, confronto Germania e Italia. Confronto Merkel e Renzi, confronto le economie, confronto il modello sociale (beh dai, su questo non sono poi cosí convinto che quello tedesco sia perfetto)... e mi chiedo se forse non sarebbe veramente il caso di cedere e di rinunciare alla sovranità nazionale per farsi un pó meno italiani e un pó piú tedeschi.

Giá mi immagino il Colosseo, Pompei, gli uffici. .. tutto in mano a tedeschi. Venezia protetta dalle mareggiate da un sistema tedesco e non dalla coglionata del mose o come si chiama... autostrade sicure e scorrevoli .. vabbuó dai... non c'é bisogno di seguire oltre coi topici. Solo... immaginatevi il vostro ufficio anagrafe gestito da tedeschi e non da italiani. Sicuri che sarebbe e cosí male?

Peccato che l'unico interesse della Germania sia peró quello di far rientrare le sue banche del debito italiano. Perché sennò c'é quasi da auspicare la colonizzazione crucca.

Lavorare deve essere veramente uno schifo, se per convincerti a farlo ti devono pagare.
hvsky
Inviato: 4/8/2015 2:15  Aggiornato: 4/8/2015 2:15
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/6/2011
Da:
Inviati: 161
 Re: Schäuble forse ci libera anche di Juncker
sarei presuntuoso se dicessi di essere un esperto di economia o politica europea..... ma pensare che un tizio "x" si svegli una mattina e decida di esautorare l'importanza politica della commissione europea mi sembra fantascienza o meglio mi sembra la visione di qualcuno che ancora crede nella politica tout court..... o nella vaga bontà del "sistema"

a me sembra totale pazzia.........

delle due l'una :

o io sono completamente fuori dal mondo e sfiduciato su tutti gli aspetti che riguardano istituzioni, poteri, politica e "alte sfere" in genere ( e questo non lo escludo affatto a priori)

oppure chi vede un vago disegno positivo su questioni politiche/economiche/sociali vive nel paese delle meraviglie accanto al mago di Oz


Questa è la danza del pensiero... puoi anche non crederci ma è tutto vero!
Jurij
Inviato: 4/8/2015 6:43  Aggiornato: 4/8/2015 6:50
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Schäuble forse ci libera anche di Juncker
Buttare fuori la Grecia per dominare meglio il resto, bravo, complimenti, da vero schutzstaffel.

Grillo ha fatto bene a dire così , è semplicemente la verità, la si può dire ancora ?

Noi in Svizzera abbiamo visto una sola UE , quella che ti impone tutto ciò che vuole e che non rispetta la volontà degli altri popoli, vedi votazione del 9 febbraio , esempio che non lascia scampo a nessun dubbio su cos'è questa Europa.

A questo punto, se qualcuno non vede ancora l'Elite dietro a questa specie di dittatura ......

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
JohnTitor
Inviato: 4/8/2015 7:36  Aggiornato: 4/8/2015 7:45
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/11/2010
Da: Tampa
Inviati: 602
 Re: Schäuble forse ci libera anche di Juncker
Diktat del Viminale ai sindaci "Vietato dire 'no' ai profughi"
Vertice a Padova tra il rappresentate di Alfano e i sindaci della Provincia. Duro scontro sulle quote nei Comuni. Ma il governo usa il pugno di ferro: "Nessuno può rifiutarsi di ospitarli"

Tanto tra un po' sarà tutto finito.

Buttare fuori la Grecia per dominare meglio il resto, bravo, complimenti, da vero schutzstaffel.

Adesso Beppone si è messo a difendere l'euro????

JohnTitor
Inviato: 4/8/2015 8:07  Aggiornato: 4/8/2015 8:07
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/11/2010
Da: Tampa
Inviati: 602
 Re: Schäuble forse ci libera anche di Juncker
Il piano Obama per salvare il clima: «Il 32% di emissioni nocive in meno entro il 2030»

Numerologia palindroma: 32 23

Naturalmente il cugino abbronzato di Salvini non ci dice a cosa servono le scie chimiche.

Redazione
Inviato: 4/8/2015 8:58  Aggiornato: 4/8/2015 8:58
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Schäuble forse ci libera anche di Juncker
HVSKY: "ma pensare che un tizio "x" si svegli una mattina e decida di esautorare l'importanza politica della commissione europea"

Un pirla qualunque no, ma se il "tizio X" è per caso il ministro dell'economia tedesco, la cosa ci sta tutta.

pragmatico
Inviato: 4/8/2015 9:35  Aggiornato: 4/8/2015 9:35
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/3/2015
Da:
Inviati: 190
 Re: Schäuble forse ci libera anche di Juncker
" O avrà vinto il 5 Stelle, il cui capo carismatico e comico, Beppe Grillo, ha preparato il terreno al futuro post-euro strillando dal suo blog: “Adolf Schauble!”. Una frasetta che non è sfuggita nè ai media tedeschi nè al futuro Cancelliere. La dimostrazione che una battuta che può andare (così così) se fai l’avanspettacolo, devi imparare a tenertela in pancia se decidi di diventare un politico, a capo di un partito che ha parecchi voti – e dunque dovrebbe essere conscio di qualche responsabilità."

Anche i fenomeni "intellettuali" dell'informazione "alternativa" sarebbe bene scrivessero meno cavolate e si informassero di piu.

1) Grillo NON è il capo carismatico dei 5 stelle e accostare il "comico" per screditare nella stessa frase è veramente da mentecatti.

2) In quanto a Schauble di cui il buon Blondet tesse le lodi

https://www.youtube.com/watch?v=73xTI9XUU3s

L'elogio del Dottor Stranamore. A me pare che il "comico" abbia indovinato anche stavolta.
E non mi pare cosi complicato capirlo.
Qualcuno vuole credere che il buon "Dottor Stranamore" attacca Junker e la Commissione Europea per marcare dopo 20 anni . la supremazia della politica sulle Lobby e Finanza/sistema bancario ? Per la necessita di ristabilire la Democrazia in Europa?
Qualcuno vuole credere che abbiamo bisogno di Schauble e della Merkel come controparte per riacquistare la nostra sovranità monetaria . politica , ecc.. ecc..
invece di tagliare i ponti con questi personaggi , riprendendocela e basta e considerarli nostri pari e non nostri sovrani?
Lo faccia ma a me onestamente ormai scappa da ridere per la mediocrità .

JohnTitor
Inviato: 4/8/2015 9:51  Aggiornato: 4/8/2015 9:51
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/11/2010
Da: Tampa
Inviati: 602
 Re: Schäuble forse ci libera anche di Juncker
Inps, il piano di Boeri: "Via al reddito minimo"

Il presidente dell'Inps: "Per per contrastare la povertà abbiamo proposto al governo di introdurre in Italia un sistema di reddito minimo garantito"

Così nel Nord la gente deve lavorare fino a 67 anni e nel Sud a 55 in pensione-baby.

ermi72
Inviato: 4/8/2015 10:25  Aggiornato: 4/8/2015 10:25
So tutto
Iscritto: 2/8/2015
Da:
Inviati: 20
 Re: Schäuble forse ci libera anche di Juncker

Sarevok
Inviato: 4/8/2015 11:20  Aggiornato: 4/8/2015 11:20
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/4/2007
Da: Pesaro
Inviati: 191
 Re: Schäuble forse ci libera anche di Juncker

Lunga vita e prosperità.
Pasquino
Inviato: 4/8/2015 11:26  Aggiornato: 4/8/2015 11:26
Ho qualche dubbio
Iscritto: 22/7/2005
Da:
Inviati: 234
 Re: Schäuble forse ci libera anche di Juncker
Il problema serio secondo me non è tanto chi ci libera di Junker, ma chi ci libera di Schäuble

Lo Stato al cittadino pignora, all'industriale elargisce, al banchiere regala.
manneron
Inviato: 4/8/2015 12:40  Aggiornato: 4/8/2015 12:40
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/2/2006
Da:
Inviati: 951
 Re: Schäuble forse ci libera anche di Juncker
Varoufakis said:
"It wasn’t bad faith, it was a very definite plan. I called it the Schäuble plan. He has been planning a Greek exit as part of his plan for reconstructing the eurozone. This is no theory. The reason why I am saying it is because he told me so."

il problema sostanzialmente greco è che i suoi rappresentanti sono dei teste di cazzo che avendo avuto l'occasione di uscire dall'euro, non l'hanno colta. Ancora adesso varoufakis non è per uscire dall'euro.

ma come ammesso da varoufakis il piano finale è questo

"So do you expect a Grexit?

I hope not. But what I expect is a lot of noise, as I said: delays, failure to meet unreachable targets, more recession, political dead ends. And then things will come to head and Europe will have to decide whether to go ahead with Schauble’s plan or not."

La configurazione originale dell'europa prevedeva il cosidetto nucleo duro di stati con i paesi del nord europa. quello era il piano originale. poi si sono intromessi da una parte gli industriali tedeschi che non volevano l'italia fuori euro, e dall'altra gli immancabili stati uniti che non volevano certo un super stato in europa in grado di contrastarli. Ma come dice varoufakis, il piano attuale è fatto a posta per fallire e tornare al piano originale. sono solo opinioni.

http://yanisvaroufakis.eu/2015/08/02/in-conversation-with-el-pais-claudi-perez-the-complete-long-transcript/

peonia
Inviato: 4/8/2015 17:41  Aggiornato: 4/8/2015 17:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Schäuble forse ci libera anche di Juncker
Yanis Varoufakis svela il piano di Wolfgang Schaeuble: "Vuole assoggettare Roma, Parigi e Madrid alla Troika"

http://www.huffingtonpost.it/2015/08/02/varoufakis-piano-schaeuble_n_7919726.html?fbph&ncid=fcbklnkithpmg00000001&ncid=tweetlnkithpmg00000001

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Parsifal79
Inviato: 4/8/2015 17:45  Aggiornato: 4/8/2015 17:47
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/1/2015
Da: Ἀρκαδία
Inviati: 1000
 Re: Schäuble forse ci libera anche di Juncker
Citazione:
JohnTitor: Adesso Beppone si è messo a difendere l'euro????


Questo è l'articolo dove "Beppone" "strilla"(?) "Adolf Schauble":

Il #PianoB dell’Italia per uscire dall'euro

Era difficile difendere gli interessi del popolo Greco peggio di come ha fatto Tspiras. Solo una profonda miopia economica unita ad una opaca strategia politica potevano trasformare l'enorme consenso elettorale che lo aveva portato al governo a gennaio nella vittoria dei paesi creditori suoi avversari solo sei mesi dopo, nonostante un referendum vinto nel mezzo.
Rifiutare a priori l'Euroexit e' stata la sua condanna a morte. Convinto, come il PD, che si potesse spezzare il connubio Euro & Austerita', Tsipras ha finito per consegnare il suo paese, vassallo, nelle mani della Germania. Pensare di opporsi all’Euro solo dall’interno presentandosi senza un esplicito piano B di uscita ha infatti finito per privare la Grecia di ogni potere negoziale al tavolo dell’Euro debito.
Era dunque chiaro sin dall’inizio che Tsipras si sarebbe schiantato anche se Varoufakis qualche volta ha provato a reagire. Solo Vendola, il PD ed i media ispirati dalla frotolla scalfariana (tra i tanti) degli Stati Uniti d’Europa e dai nostalgici del manifesto di Ventotene potevano credere ad un Euro senza austerita’. E sono costretti a continuare a far finta di crederci pur di non dovere ammettere l’opportunita’ di una uscita dopo sette anni di disastri economici.

La conseguenza di questa catastrofe politica e' davanti agli occhi di tutti:
- Nazismo esplicito da parte di chi ha ridotto la periferia d’Europa a suo protettorato attraverso il debito, con ricorsi storici allarmanti.
- Mutismo o esplicito supporto alla Germania da parte degli altri paesi europei vuoi per opportunismo (nord) o per subalternita’ (periferia).
- Mercati finanziari che celebrano con nuovi massimi la fine della democrazia.
- Esproprio del patrimonio nazionale attraverso l'ipoteca di 50 miliardi di euro sui beni greci finiti nel fondo voluto da Adolf Schauble per passare all’incasso dei suoi crediti di guerra.
Era tutto studiato, previsto, pianificato nei minimi dettagli. La Germania e’ sistematica nella sua strategia: prima crea un nuovo precedente e poi lo utilizza nella battaglia successiva imponendo decisioni via via piu’ invasive della democrazia grazie al ‘chi tace acconsente’.
- Irlanda, Spagna e Portogallo dovevano dimostrare che il rigore paga sia in termini di riforme (tassazione per pagare gli interessi sul debito e svalutazione interna attraverso la compressione dei diritti dei lavoratori) che in termini di interessi sul debito riportati a casa e pagati col sangue dei paesi debitori.
- Cipro ha dimostrato che i depositi bancari se serve si possono attaccare attingendo cosi’ non solo alle tasse sul reddito in nome dell’austerita’ ma direttamente al patrimonio privato dei cittadini per ripagare il debito contratto.
- Con la Grecia l’asticella e’ stata posta ancora piu’ in alto al punto di confiscare direttamente il patrimonio pubblico in un fondo la cui sede giuridica Schauble voleva inizialmente trasferire addirittura fuori dalla Grecia.
E’ l'Italia il destinatario finale di questi precedenti seminati lungo il percorso dell’Euro debito in nome della presunta irreversibilita’ dell'Euro. E’ inutile far finta di non vederlo. La Grecia offre dunque una nuova lezione per l’Italia da cui faremmo bene ad imparare se vogliamo farci trovare pronti quando arrivera’ il nostro turno di debitori.
- Un premier che argomenta bene contro l’austerity, ma che resta negazionista nei fatti sulla Euroexit, a digiuno di economia monetaria e con una strategia politica improvvisata in questa fase storica e’ una minaccia nazionale. E’ valso oggi per Tsipras. Varra’ domani per Renzi.
- Un piano B di uscita e' essenziale per l'Italia, chiunque sia al governo. Con un enorme debito pubblico ed una economia manufatturiera orientata all'export e' da irresponsabili non farsi trovare pronti ad una eventuale uscita non necessariamente forzata da noi ma eventualmente subita da decisioni altrui, visto che nessuno puo' prevedere il corso degli eventi.
- Non contare sugli altri perche quando arrivera' il momento saremo soli. Come e’ successo a Tsipras che ha sbagliato i suoi conti sperando di trovare sostegno strada facendo dai cugini periferici che invece si nascondevano nell’ombra del ‘questa volta non tocca a noi’.
- Il referendum proposto dal M5S tramite una legge di iniziativa popolare e' uno strumento essenziale. Potra’ servire a spiazzare l'avversario e a dare legittimita’ democratica all’Euroexit.

- Usare il nostro enorme debito come minaccia. E’ questo infatti un vantaggio che ci consente di attaccare al tavolo di ogni negoziazione futura, non uno spauracchio da subire per abbozzare alle richieste dei creditori. Questo vuol dire non consentire alcuna ingerenza tedesca nel nostro legittimo diritto di ridenominare il nostro debito in un’altra valuta se e quando arrivera’ il momento.
- Rafforzare le banche. La minaccia di fallimento delle banche e la chiusura dei rubinetti della liquidita’ e' cio' che alla fine ha fatto capitolare Tsipras. Prepararsi alla nazionalizzazione delle banche ed al passaggio ad un’altra moneta e’ il modo per non perdere la prima battaglia che dovremo affrontare quando arrivera’ il momento di staccarci dal bocchettone della BCE. Ogni piano B dovra’ dunque prevedere l’introduzione di una moneta parallela che all’evenienza potra’ essere adottata per avviare il processo di uscita in maniera soft.
- Tenere un occhio a Francoforte e l’altro a Washington. Il teatrino dell’Euro proseguira’ fino a quando lo vorranno gli americani e cioe’ fino alla definitiva approvazione del TTIP con cui gli USA assoggetteranno l’Europa in modo non dissimile da come l’Euro ha assoggettato la periferia alla Germania.
L’Euro e’ ormai una guerra esplicita tra creditori e debitori. E’ inutile che il nostro governo si sforzi di apparire schierato dalla parte virtuosa dei vincitori euristi e riformisti. L’Euro non si puo’ riformare dal suo interno e va invece combattuto dall’esterno, abbandonando questa camicia di forza anti democratica. Il nostro debito e la nostra assenza di crescita unita alla deflazione ci collocano a pieno titolo nella categoria degli sconfitti del debito. Faremmo dunque bene a prepararci con un governo esplicitamente anti euro all’assalto finale del patrimonio degli italiani sempre piu’ a rischio se non ci riprendiamo la nostra sovranita’ monetaria.
-------------------------------------------------------------------------------

un bentornato a @Pragmatico

horselover
Inviato: 4/8/2015 19:54  Aggiornato: 4/8/2015 19:54
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/9/2012
Da:
Inviati: 1898
 Re: Schäuble forse ci libera anche di Juncker
anche a uno stronzo può capitare di dire cose giuste

halastor
Inviato: 5/8/2015 2:34  Aggiornato: 5/8/2015 2:34
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/2/2015
Da:
Inviati: 172
 Re: Schäuble forse ci libera anche di Juncker
Il Blondet sempre più alienato!!!

Non ci crede nemmeno lui..

Mah!!?

[...]L'occhio al moto deluso il falso crede;
E 'l terrore a que' mostri accresce fede[...]
"Torquato Tasso - La Gerusalemme Liberata - Canto XX"
wendellgee
Inviato: 5/8/2015 11:29  Aggiornato: 5/8/2015 11:29
Mi sento vacillare
Iscritto: 17/1/2013
Da:
Inviati: 700
 Re: Schäuble forse ci libera anche di Juncker
Il problema dell'unione monetaria europea non è curabile con la sola disciplina dei bilanci pubblici. Anzi, come ha dimostrato il vice presidente della BCE il problema della crisi europea si origina negli squilibri causati dall''euro nel settore privato.

Rileggere:
https://www.ecb.europa.eu/press/key/date/2013/html/sp130523_1.en.html

Quindi, ogni discorso sulla crisi che inizia parlando della disciplina del settore pubblico è fuorviante e non vale la pena di continuarlo.

Per quanto riguarda l'unione politica, non so se la vuole Schauble, ma di sicuro sarà impossibile farla digerire ai tedeschi, perché significherebbe destinare delle spese folli per la crescita dei paesi europei più arretrati. L'economista Sapir ne ha parlato qui:

http://vocidallestero.it/2015/03/22/sapir-il-costo-del-federalismo-nelleurozona/

Infine, relativamente al fatto che il Grexit spaventerebbe la Francia, non ne sono affatto convinto, dato che la maggiore beneficiaria dell'unione monetaria europea è (per ora) la Germania che, proprio grazie all'euro, sta beneficiando da circa 20 anni della svalutazione competitiva della sua moneta.

Il mio blog:
lumiebarlumi.blogspot.com
Sertes
Inviato: 5/8/2015 11:42  Aggiornato: 5/8/2015 11:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Schäuble forse ci libera anche di Juncker
Citazione:
wendellgee ha scritto:
Anzi, come ha dimostrato il vice presidente della BCE il problema della crisi europea si origina negli squilibri causati dall''euro nel settore privato.


Affermato, non dimostrato.

Citazione:
Quindi, ogni discorso sulla crisi che inizia parlando della disciplina del settore pubblico è fuorviante e non vale la pena di continuarlo.


Questo sempre secondo la stessa BCE.

Oste? Com'è il vino?

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
wendellgee
Inviato: 5/8/2015 15:24  Aggiornato: 5/8/2015 15:24
Mi sento vacillare
Iscritto: 17/1/2013
Da:
Inviati: 700
 Re: Schäuble forse ci libera anche di Juncker
@sertes
Dimostrato, non affermato. Ma tu puoi sempre affermare il contrario, dimostrandolo.
Strano oste Vitor Constancio, tanto da ammettere che è stato proprio il suo vino a fare male al commensale.

Il mio blog:
lumiebarlumi.blogspot.com
Pensoso
Inviato: 10/8/2015 20:10  Aggiornato: 10/8/2015 20:15
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/8/2009
Da:
Inviati: 436
 Re: Schäuble forse ci libera anche di Juncker
Veramente fantapolitica; non penso che il "semestre europeo" dia il potere di cambiare così dalle fondamenta le funzioni della Commissione Europea, e contemporaneamente crei, o chiami in gioco, altre "autorità indipendenti"... lasciando perdere il fatto che oltre a Germania ed Olanda ci vogliono altri stati favorevoli, e non pochi.

Poi sul fatto che i trattati escludono che la Commissione sia un organo politico può essere vero, ma data la prassi che si è instaurata, ed i poteri effettivi che ha, si è sempre trattato di un organo politico di fatto, con i commissari paragonabili a ministri, non semplici funzionari/tecnici.
E' poi risaputo che la via "funzionalista" con cui si è dato il via alla comunità europea era solo un mezzo (e non occulto) per arrivare, praticamente subito, a vere e proprie funzioni politiche (potere economico palese, equivale almeno a potere politico indiretto). Poi bisogna vedere cosa si intende per "politico" dato che ha un'accezione molto ampia; tale che escludo che la Commissione non ne abbia/possa avere affatto.
Se gli stati nazionali rinunciano alla sovranità in alcuni ambiti, significa che in quegli ambiti qualcun altro ha la sovranità, sarà distribuita in modo particolare (v. governance), ma inevitabilmente dà dei poteri politici agli organi europei, nessuno escluso.

"Si può non essere d’accordo. Ma si riconoscerà che un politico europeo non sta ciurlando nel manico, ..."
tanti sono gli esempi di chi non ciurla nel manico, ma bisogna vedre come ciurla, a cosa porta il ciurlamento; ossia, se non si è d'accordo, allora tanto valeva che ciurlasse nel manico come gli altri, salvo casi di masochismo ovviamente.

(uso non improprio di firma)

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA