Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


politica italiana : La questione morale
Inviato da Redazione il 10/6/2014 11:30:00 (7960 letture)

Viene il voltastomaco a sentire i recenti commenti dei piddini sullo scandalo del MOSE. Di fronte ad una vergogna nazionale, nella quale è emerso chiaramente un sistema di collusione complesso e sofisticato - che implicava ovviamente tutti i partiti, compreso il loro - il massimo che è riuscito a dire Renzi è stato "Chi ruba deve essere allontanato dalla politica".

Pensate, colto in contropiede dalle notizie esplosive che arrivavano da Venezia il nostro furbetto di periferia non ha nemmeno detto "ci ruba deve andare in galera" - che sarebbe il minimo che ci si aspetta da un presidente del consiglio - ha detto semplicemente che chi viene preso a rubare "non gioca più".

Come a dire "continuate pure a rubare, ma state attenti a non farvi beccare, altrimenti ci tocca buttarvi fuori". Questo dimostra che per il PD di Renzi la "questione morale" - come tutto il resto, peraltro - è solo una questione di facciata.

Ma non è nemmeno questo il vero problema. Il vero problema è che Renzi e Company non potevano non sapere ...

... quello che accadeva al MOSE, esattamente come non possono non sapere quello che sta accadendo in mille altre ruberie che sono in corso in questo momento in tutta Italia. Perchè allora limitarsi a fingersi scandalizzati quando qualcuno viene preso con il sorcio in bocca, invece di denunciare anticipatamente tutto il marcio di cui si è a conoscenza?

Quando esploderà - perchè chiaramente esploderà, è solo questione di tempo - uno scandalo simile per il TAV, dovremo davvero credere che Renzi e Company non ne sapessero nulla, mentre reciteranno nuovamente il copione delle verginelle stupefatte?

Su questo ha perfettamente ragione Grillo, quando dice "tutti a casa". Ha ragione perchè è impossibile sanare un sistema che è ormai marcio alla radice, partendo dalle stesse persone che lo hanno fatto marcire.

L'unica speranza è quella di un completo ricambio della classe dirigente, un ricambio che deve essere morale prima ancora che politico.

Per questo motivo il neo-sindaco di Livorno si ritrova sulle spalle una responsabilità enorme, che va ben oltre quella di governare bene la sua città: il Movimento 5 stelle ha in questo momento la possibilità, delicatissima, di dimostrare al paese come sia possibile spazzare via un passato fatto di marciume e di immobilità, rinnovando alla radice la sua classe dirigente.

Sempre che il paese davvero voglia liberarsi del marciume, perchè ovviamente questo è tutt'altro problema.

Massimo Mazzucco

Voto: 9.00 (11 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
Sertes
Inviato: 10/6/2014 12:19  Aggiornato: 10/6/2014 12:19
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: La questione morale
Ho preso i costi da wikipedia:

Nel 1989 i costi preventivati erano pari a 3.200 miliardi di lire (1,65 miliardi di euro)

Nel 2001 il costo stimato sale a 3.700 miliardi di lire (1,91 miliardi di euro)

Al 2013 sono stati stanziati 4,987 miliardi di euro per la realizzazione dell'opera

Al 2014 risultano finanziati già 5,267 miliardi e viene stimato un residuo di 226 milioni di euro per il completamento dell'opera entro il 2016

Quindi da 1,65 miliardi preventivati si è arrivati a 5,49 miliardi



Per questi non ci vuole nemmeno la prigione, ma i lavori forzati.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
9000aleap
Inviato: 10/6/2014 12:58  Aggiornato: 10/6/2014 12:58
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/2/2013
Da: Marche
Inviati: 47
 Re: La questione morale
Premessa: Lungi da me difendere PD, Renzi e compagnia bella.

Ma se io ai miei "conoscenti" del PD dico: Renzi non poteva NON sapere. Questi mi dicono "Ma Renzi cos'è onnipotente? Certo che queste cose non le sapeva. Non può sapere tutto quello che fanno i suoi colleghi"

"Fidarci di voi? Mai. Non gradite ne pace ne guerra. La guerra vi terrorizza, la pace vi rende insolenti. Chi si fida di voi invece di trovarvi leoni vi trova lepri. Invece di volpi, oche. Chi merita onore, ha il vostro odio." [Caio Marzio Coriolano]
Giustur
Inviato: 10/6/2014 13:10  Aggiornato: 10/6/2014 13:10
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/4/2012
Da: Clacton, Essex, UK
Inviati: 80
 Re: La questione morale
Mi sembra giusto. Renzi penso pero' sia a conoscenza della sua condanna (in primo grado) per danno erariale da parte della Corte dei Conti. Ha solo assunto una decina di amici con stipendi decisamente piu' alti rispetto alle loro funzioni lavorative. Insomma, robetta; il ragazzo e' giovane e si rifara'.

polaris
Inviato: 10/6/2014 13:17  Aggiornato: 10/6/2014 13:18
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/9/2012
Da: Tlön
Inviati: 1640
 Re: La questione morale
Più il M5S avanza e più vedremo le violente reazioni dei media di regime, stay tuned, il marciume non sarà facile da spazzare via.

Chissà cosa tireranno fuori riguardo la faccenda della bomba piazzata davanti alla sede del PD di Firenze.

Che epoca terribile quella in cui degli idioti governano dei ciechi.. - Shakespeare
Slobbysta
Inviato: 10/6/2014 13:23  Aggiornato: 10/6/2014 13:23
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/7/2013
Da:
Inviati: 2227
 Re: La questione morale
...aggiungerei che il Mose mi ricorda lo stadio Delle Alpi di Torino che fu costruito da ACQUAMARCIA..un nome, una GARANZIA...cui la manutenzione del medesimo costava in 3anni lo stesso stadio...Vi immaginate ingranaggi immersi sempre sotto salemarino...

POI CHE SIA RENZI LA VECCHIA DC O CRAXI...ricordo che la corruzione è accettare anche di andare a lavorare..fottersi la vita per far un'incubo di lavoro e ingrassare chi è nato "fortunato"...

Mi farebbe schifo se da parte mia...mi soffermassi su la corruzione di MODA e aprissi il mio interesse su questo mozzicone...e TUTTO QUELLO CHE NON È ANDATO A GALLA? Dove lo mettiamo?


Parliamo di bustarelle di SINGOLI coinvolti o di POLITICA? Lannes che non si capisce se chiude baracca, insiste a dire che Grillo dovrebbe spiegare tante cosette...cos'è la corruzione? Normalizzare nelle nostre teste che un deficiente che tira calci ad un pallone DAVVERO merita milioni? È come il branco ..gli italiani pur di evitar di esser definiti deficienti..pigliano la PAGHETTA! È mentalità italica...da li i PROTESTANTI...non certo immacolati! ma il popolo italiano è pure MISERABILE (grazie Sordi!) e cosa fai con una di Bari che piange a PAGAMENTO ad un funerale? NON È CORRUZIONE? Poi c'è truffa e truffa...CHIARO! Ma il problema non deve esser affrontata da PECORA...ma valutando gli elementi in giuoco!

Perché Mazzucco tu che sei fregato, in quanto palesemente intelligente...NEGHI l'aspetto "culturale" della corruzione e SFRUTTI il Renzi di turno...per ANCORA PROPAGANDARE POLITICA! quando è palese,
E SONO OTTIMISTA!...,che metà della italietta è Risi/Monicelliana...questa parodia veritiera non sta certo migliorando con questi disillusi "giovani" italici..anzi...


Poi Renzi è disgustoso...Prodi, Berlusconi o Andreotti..pur essendo peggio, erano qualitativamente interessanti sia come parodia che come ispirazione "artistica"...

ANALIZZIAMO IL SENSO DI QUESTO ARTICOLO...PERPIACERE...che senso ha additare il Renzi? Si dice LUI, il chicchessia...ad ASSORBIRSI gli ordini ESTERI ...un 5stalle CORROTTO..sarebbe espulso?non è una NOVITÀ!...e quindi già PARATI...caso mai...

La CORRUZIONE è stratificata...e speculativa...VOGLIAMO IL TIFO...non la riflessione dissacrante...VOGLIA DI ZUCCHERO!

Escape2013
Inviato: 10/6/2014 13:23  Aggiornato: 10/6/2014 13:23
Mi sento vacillare
Iscritto: 24/5/2013
Da:
Inviati: 358
 Re: La questione morale
Sono d'accordo con Massimo: Renzi sta solo coprendo con una recitazione degna dell'Oscar una situazione totalmente fuori controllo.

Ripeto, totalmente fuori controllo.

Anche un aereo senza nessuno ai comandi (o con un team di arabi tecnicamente acerbi ma religiosamente inossidabili) vola dritto per qualche centinaio di Km, magari fa anche qualche virata ma poi...

Ecco, il 777 "Italia" è già in vista delle TwinTowers o del Pentagono ma dalla cabina arriva una renziana voce rassicurante annunciante l'imminente atterraggio...e conclude augurandosi che lo snack da 80 euro sia risultato gradito.

Merio
Inviato: 10/6/2014 13:28  Aggiornato: 10/6/2014 13:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/4/2011
Da:
Inviati: 3677
 Re: La questione morale
Citazione:
le violente reazioni dei media di regime


Sono quelle che vanno annullate...

Tutta la carta straccia giornalistica nazionale andrebbe boicottata quel tanto che basta a farla andare in malora...

La libertà di parola senza la libertà di diffusione è come un pesce rosso in una vasca sferica...
Ezra Pound
LoneWolf58
Inviato: 10/6/2014 14:14  Aggiornato: 10/6/2014 14:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: La questione morale
Questione morale?... Renzi?...
Senza dover arrivare al Mose o a qualsiasi altra "grande opera"... Renzi la morale non sa neanche cosa sia.
Breve sunto delle balle di Renzi
Il problema è capire se i suoi elettori siano o meno collusi o ignavi.
Comincio ad avere dubbi sulla seconda ipotesi...

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
Calvero
Inviato: 10/6/2014 14:23  Aggiornato: 10/6/2014 14:24
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: La questione morale
____________
_________

Riporto ancora una volta quello che ha dichiarato un alto ufficiale dei carabinieri, spiegando che:

Da Tangentopoli a oggi, è cambiata una beata minkia.

Il discorso potrebbe chiudersi qui.


POI

Quelle che dice Slobbysta, colorite da un'acidità fuori posto, sono cose comunque sensate, anzi sensatissime, e non dobbiamo far finta di non saperle.

Ma anche ciò che sublima meglio questo giochetto miserabile, l'ultimo in ordine di tempo ...

... lasciarsi corrompere da 80 euro; sinceramente questo lo trovo, profondamente, veramente, terribilmente, decisamente più squallido e degradante. Altro che corruzione.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
vuotorosso
Inviato: 10/6/2014 14:24  Aggiornato: 10/6/2014 14:24
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: La questione morale
Escape2013
Citazione:
Anche un aereo senza nessuno ai comandi (o con un team di arabi tecnicamente acerbi ma religiosamente inossidabili) vola dritto per qualche centinaio di Km, magari fa anche qualche virata ma poi...




Due nobel letteratura, di meno non meriti

matteog
Inviato: 10/6/2014 14:32  Aggiornato: 10/6/2014 14:32
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/9/2009
Da: Roma
Inviati: 966
 Re: La questione morale
Citazione:
dovremo davvero credere che Renzi e Company non ne sapessero nulla


lungi da me difendere Renzi, che mi pare il nuovo Berlusconi, però penso seriamente che lui non possa sapere tutto, sei convinto Massimo che lui possa veramente controllare o avere il controllo dell'enorme macchina partitica del PD?

Io sono convinto che in una struttura così grossa senza un crontrollo dal basso, come avviene per il M5S, è più facile delinquere alle spalle di tutti.

Citazione:
perchè chiaramente esploderà, è solo questione di tempo - uno scandalo simile per il TAV


Lo scandalo sul TAV esploderà quando Renzi sarà in pensione, sono troppi i poteri forti che lo vogliono e la magistratura faticherà 10 volte tanto a scoprire gli illeciti rispetto al MOSE.

Citazione:
il paese davvero voglia liberarsi del marciume, perchè ovviamente questo è tutt'altro problema.


Ho degli amici che giustificano le tangenti ed infatti votano PD, e da quello che vedo in giro non mi sembra proprio che il popolo italiano voglia rinunciare al marciume. Ormai si è abituato.
Quanti in Italia lavorano e campano proprio a causa del marciume e non per meriti?
Troppi

Inoltre la giustizia viene sempre di più massacrata ed i colpevoli non pagano, questo tipo di messaggio stimola sempre più a delinquere.

Non vedo speranze in Italia.
Ma sempre di più sono contento di aver votato M5S

"Cercare il complotto è sano, trovarlo dappertutto è follia." M. Galante
Calvero
Inviato: 10/6/2014 14:40  Aggiornato: 10/6/2014 14:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: La questione morale
Citazione:
sei convinto Massimo che lui possa veramente controllare o avere il controllo dell'enorme macchina partitica del PD?


Matteog, a parte che non è prettamente una questione di controllo, visto che lui è assoggettato a un potere, e non lo coordina in questo senso, un Potere che è un carico da novanta trascinato da anni ...

... ma se vuoi la prova che lui sapeva, allora è la seguente affermazione, se è vero che così è stata detta da lui:

Citazione:
Chi ruba deve essere allontanato dalla politica

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Det.Conan
Inviato: 10/6/2014 14:48  Aggiornato: 10/6/2014 14:48
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/6/2006
Da:
Inviati: 1754
 Re: La questione morale
Una selezione pubblica per la scelta degli assessori della giunta di Filippo Nogarin (M5S) a Livorno. E' quella lanciata dal Movimento 5 Stelle sul proprio sito Internet. La selezione era già stata lanciata in campagna elettorale ed è stata prorogata al 17 giugno.

Tra i requisiti richiesti ci sono, tra l'altro, la laurea o un diploma di maturità, la buona conoscenza della lingua inglese, l'assenza di condanne penali anche non definitive, la mancata iscrizione a un partito negli ultimi tre anni.

Le persone interessate dovranno mandare al Movimento i curricula in formato europeo, che saranno esaminati da una commissione composta da sette membri compreso lo stesso neo-sindaco. "Nel vecchio e ormai superato modo di gestire la 'res publica' - si legge nella presentazione del bando - i partiti tradizionali hanno sempre adottato la spartizione delle ambite poltrone degli assessorati conferendo tali incarichi solo ed esclusivamente alle persone appartenenti o facenti riferimento al partito (o ai suoi alleati di coalizione), conseguendo i risultati che sono sotto gli occhi di tutti. Il Movimento 5 Stelle di Livorno intende porre fine a questa triste e vergognosa consuetudine e lo fa mettendo la competenza al centro delle scelte politiche. Noi vogliamo solo persone competenti e indipendenti, che non siano iscritte ad alcun partito politico".

SONO TUTTI UGUALI!

vuotorosso
Inviato: 10/6/2014 15:17  Aggiornato: 10/6/2014 15:17
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: La questione morale
Mi permetto di sottolineare in quanto riportato da Det.Conan, osiia l'assenza di un requisito, essere iscritti al M5S.

Di seguito l'estratto dei requisiti, il link punta al pdf completo.



1.3 REQUISITI DEI CANDIDATI
Ogni candidato che intenda partecipare alla selezione deve godere dei seguenti requisiti minimi:
a. Diploma di Maturità/Laurea;
b. Buona conoscenza della lingua inglese;
c. Assenza di condanne penali, anche non definitive e di procedimenti penali in corso, per qualsiasi tipo di reato (in seconda istanza sarà richiesto il “certificato dei carichi pendenti”);
d. Non essere stati destituiti o dispensati dall'impiego presso una Pubblica Amministrazione: non essere stati licenziati per giusta causa o per giustificato motivo oggettivo e non essere stati dichiarati decaduti da un impiego pubblico;
e. Non essere stati candidati in organizzazioni partitiche negli ultimi tre anni;
f. Non avere avuto tessere di partito negli ultimi tre anni;
g. Non risultare candidato in altre liste durante le elezioni europee/ammin.ve 2014;
h. Non essere iscritti alla Massoneria;
i. Non ricoprire eventuali ruoli dirigenziali, non essere membri di consigli direttivi o partecipare ai consigli di amministrazione di aziende pubbliche o private che mantengano in essere rapporti di natura economica con il Comune;
j. Non essere componente del Commissione Esaminatrice;
k. Non aver alcun legame di parentela con l’eventuale Sindaco o Candidati Consiglieri presenti nella lista del MoVimento 5 Stelle di Livorno, ovvero parenti, affini o coniugi;
l. Conoscere i contenuti dei punti di propria competenza (relativi all'assessorato o alla nomina per la quale si intende concorrere) del Programma Elettorale del MoVimento 5 Stelle;
m. Accettare i principi fondamentali del MoVimento 5 Stelle;
n. Il candidato dovrà produrre una dichiarazione all’interno della quale esporrà quali siano le proprie idee e progetti in relazione all'assessorato per il quale intende candidarsi. Tale punto costituirà tema di discussione durante i colloqui.

Calvero
Inviato: 10/6/2014 15:32  Aggiornato: 10/6/2014 15:32
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: La questione morale
_____________
________


Trovo sia labile il confine per cui si debba sapere l'inglese, ma d'altronde ci sta, è la lingua dell'Impero (come diceva Pike) .... quindi passa.

Invece non concordo con la questione dei titoli di studio:

- potrebbero esservi ragazzi che corrispondono a tutte le altre formule ma non queste e nonostante ciò, essere persone oneste, preparate, ugualmente di cultura, propositive e con idee valide. Non ci siamo. Nulla toglie che il Movimento, con e per l'appunto un'apposita commissione, possa valutare se si trovi davanti un tamarro che non sa fare neanche la "O" col bicchiere.

Senza contare che sappiamo tutti che il mondo che c'incula è in mano a dottori e a eminenze di ogni tipo e forma.

Non vedo, veramente, perché negare loro un'opportunità di questo tipo, quando tutti gli altri requisiti, che sono quelli oggettivamente necessari e cruciali, su cui non si discute e corrispondono per bene, sono rispettati.

E anche s'è vero che il diploma ce l'hanno tutti, non vedo perché magari un laureato potrebbe venire avvantaggiato. In politica - verbo dei Grillini - non di Calvero, è in primis l'onestà a dare l'autorevolezza. Se si ha quella, non c'è ostacolo che diventa più difficile da superare, laureati o meno.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Det.Conan
Inviato: 10/6/2014 15:39  Aggiornato: 10/6/2014 15:39
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/6/2006
Da:
Inviati: 1754
 Re: La questione morale
Concordo con Calvero.
Ci sono laureati più ignoranti di una capra e non laureati con menti eccelse e libere da sovrastrutture.

Redazione
Inviato: 10/6/2014 15:46  Aggiornato: 10/6/2014 15:46
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: La questione morale
Citazione:
9000ALEAP: Ma se io ai miei "conoscenti" del PD dico: Renzi non poteva NON sapere. Questi mi dicono "Ma Renzi cos'è onnipotente."

MATTEOG: "lungi da me difendere Renzi, che mi pare il nuovo Berlusconi, però penso seriamente che lui non possa sapere tutto"
Ragazzi, in che mondo vivete? LO SO IO, che l'intera politica è soltanto una macchina costruita per rubare soldi, e non dovrebbe saperlo Renzi ???????

(Caro ALEAP, se invece i tuoi "conoscenti" sono solo alla ricerca di un alibi per continuare a votare PD, allora mandali gentilmente affanculo da parte mia).

lanzo
Inviato: 10/6/2014 15:50  Aggiornato: 10/6/2014 15:50
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/10/2005
Da:
Inviati: 518
 Re: La questione morale
SE e sottolineo SE, Renzi fosse stato un Andreotti - si potrebbe affermare che non poteva non sapere.
Il punto e' un altro, sia come evidenziato da Giustur 22:10 e Massimo:

"Come a dire "continuate pure a rubare, ma state attenti a non farvi beccare, altrimenti ci tocca buttarvi fuori". Questo dimostra che per il PD di Renzi la "questione morale" - come tutto il resto, peraltro - è solo una questione di facciata."
La conclusione e': E se anche lo avesse saputo... Sarebbe cambiata qualcosa ?

vuotorosso
Inviato: 10/6/2014 16:25  Aggiornato: 10/6/2014 16:25
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: La questione morale
Ciao Calvero

Innanzitutto voglio di nuovo evidenziare come tra i requisiti, pubblicati per intero, non sia presente "essere iscritto al M5S", motivo di esistere del post sopra.

Citazione:
Invece non concordo con la questione dei titoli di studio:
- potrebbero esservi ragazzi che corrispondono a tutte le altre formule ma non queste e nonostante ciò, essere persone oneste, preparate, ugualmente di cultura, propositive e con idee valide. Non ci siamo. Nulla toglie che il Movimento, con e per l'appunto un'apposita commissione, possa valutare se si trovi davanti un tamarro che non sa fare neanche la "O" col bicchiere.
Senza contare che sappiamo tutti che il mondo che c'incula è in mano a dottori e a eminenze di ogni tipo e forma.
Non vedo, veramente, perché negare loro un'opportunità di questo tipo, quando tutti gli altri requisiti, che sono quelli oggettivamente necessari e cruciali, su cui non si discute e corrispondono per bene, sono rispettati.


Su questa considerazione sono in linea generale d'accordo con te: tuttavia ho ragione di credere che statisticamente sia piu' facile beccare il tal tamarro nel gruppo non diplomato che nell'altro; nulla piu' che mia personale esperienza che non e' assolutamente rappresentativa, ma mentre con persone che almeno il diploma lo hanno ho, in generale, avuto sempre scambi che lasciano qualcosa a entrambi, spesso mi sono ritrovato a notare carenze in chi si e' fermato alla terza media. Ripeto, da questo non si puo' estrapolare una legge universale, ma se dovessi decidere se mettere o meno quel requisito, io lo metterei.

Ora pero' la tua osservazione mi ha fatto venire la curiosita' di sapere quanti saranno stati i votanti PD diplomati e non alle ultime elezioni ...

matteog
Inviato: 10/6/2014 16:30  Aggiornato: 10/6/2014 16:30
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/9/2009
Da: Roma
Inviati: 966
 Re: La questione morale
@Calvero e Massimo

Citazione:
l'intera politica è soltanto una macchina costruita per rubare soldi


se parliamo del concetto in generale allora OK;
Renzi non può pensare che dove girino tanti soldi, quindi anche nel PD, non si rubi ma quello che dico io è che non può sapere nel dettaglio.
Ora quella uscita di Renzi è infelice perché chi ruba deve andare in galera non solo allontanarsi dalla politica, bisognerebbe capire perché ha detto così.
Secondo me ha detto così perché lui si appella ai moderati che non vogliono sentire le brutte parole come "galera", lui non deve assomigliare ai Di Pitero o agli Ingroia. Perché chi lo vota odia il giustizialismo.

Le persone che conosco io che votano PD infatti odiano il giustizialismo, credono che le tangenti siano una cosa normale, pensano che questi scandali sono solo mele marce e comunque sono meglio dei "fassisti" di Grillo ed infine alcuni sono proprio convinti delle scelte e delle cose che sta facendo Renzi soprattutto la porcata magistrale della legge elettorale e del Senato.

Quello che è certo è che Renzi è entrato nel sistema e si sta accorgendo che non lo può cambiare.
Ormai la corruzione è endemica, ci vuole un reset.

"Cercare il complotto è sano, trovarlo dappertutto è follia." M. Galante
f_z
Inviato: 10/6/2014 16:32  Aggiornato: 10/6/2014 16:32
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/1/2012
Da: Un mondo popolato da (troppi)pezzi di merda
Inviati: 958
 Re: La questione morale
Citazione:
Autore: Redazione Inviato: 10/6/2014 15:46:34
LO SO IO, che l'intera politica è soltanto una macchina costruita per rubare soldi, e non dovrebbe saperlo Renzi ???????


Piu' che "la politica" e' l'intera organizzazione del cosiddetto "stato", cosi' come e' oggi strutturata nei cosiddetti "paesi occidentali" (ma forse anche altrove anche se forse non dappertutto) che e' nient'altro che una gigantesca organizzazione criminale manovrata da una manciata di loschi figuri che non contenti di avere tutto vorrebbero togliere anche il diritto ad una qualsivoglia esistenza a noialtri...

Codardo e' il soldato che "esegue gli ordini".

Eroe e' il soldato che ha il coraggio di sparare in faccia ai suoi "superiori".

Peccato che i soldati siano tutti scelti minuziosamente tra gli appartenenti alla prima categoria.
branzac
Inviato: 10/6/2014 16:36  Aggiornato: 10/6/2014 16:36
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/8/2009
Da:
Inviati: 416
 Re: La questione morale
A proposito di questione morale....

“Se i politici rubano è perche hanno preso il cattivo esempio dai cittadini italiani, che chiedono la raccomandazione e pagano l’idraulico in nero per risparmiare”
Livia Turco, pd, ex ministro.

Gli altri politici, dovranno spremersi per bene le meningi per superare una simile perla.....

Una volta è caso, due è coincidenza ma tre è voluto.
f_z
Inviato: 10/6/2014 16:38  Aggiornato: 10/6/2014 16:38
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/1/2012
Da: Un mondo popolato da (troppi)pezzi di merda
Inviati: 958
 Re: La questione morale
Citazione:
Autore: matteog Inviato: 10/6/2014 16:30:22

Renzi non può pensare che dove girino tanti soldi, quindi anche nel PD, non si rubi ma quello che dico io è che non può sapere nel dettaglio.


Non c'e' bisogno di "sapere nel dettaglio", dato che le cosiddette "opere pubbliche" non sono certo fatte per beneficio del "pubblico" ma soltanto dei "privati" che le costruiscono facendoci miliardi di profitti sopra.
Esempio lampante e' il TAV...

Codardo e' il soldato che "esegue gli ordini".

Eroe e' il soldato che ha il coraggio di sparare in faccia ai suoi "superiori".

Peccato che i soldati siano tutti scelti minuziosamente tra gli appartenenti alla prima categoria.
f_z
Inviato: 10/6/2014 16:48  Aggiornato: 10/6/2014 16:48
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/1/2012
Da: Un mondo popolato da (troppi)pezzi di merda
Inviati: 958
 Re: La questione morale
Citazione:
Autore: branzac Inviato: 10/6/2014 16:36:48

“Se i politici rubano è perche hanno preso il cattivo esempio dai cittadini italiani, che chiedono la raccomandazione e pagano l’idraulico in nero per risparmiare”
Livia Turco, pd, ex ministro.


Questa si' che e' mitica!

Codardo e' il soldato che "esegue gli ordini".

Eroe e' il soldato che ha il coraggio di sparare in faccia ai suoi "superiori".

Peccato che i soldati siano tutti scelti minuziosamente tra gli appartenenti alla prima categoria.
invisibile
Inviato: 10/6/2014 16:48  Aggiornato: 10/6/2014 16:50
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: La questione morale
Almeno lui ha avuto le palle di dirlo chiaro, senza ipocrisia.

L'HO COMINCIATO A CAPIRE DA QUANDO PORTAVO I PANTALONI ALLA ZUAVA

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
Calvero
Inviato: 10/6/2014 16:54  Aggiornato: 10/6/2014 16:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: La questione morale
_______________
_________

Matteog, il dettaglio non esiste in politica. Presente Tangentopoli? sì, ce l'hai presente, lo so. Ok.

Nella politica e nella malavita le braccia che l'una tende all'altra lavorano con la stessa forza. Non c'è razzismo tra di loro, ma un tacito consenso a non pestarsi i piedi l'un l'altro altrimenti, come si dice in gergo, scoppia la bomba, si aprono gli armadi e gli scheletri si fanno fotografare dai giornalisti.

A quei livelli funziona con il "reggimi che ti reggo", sino al momento che un capro espiatorio venga messo sul tavolo o qualcuno se ne scappi in Marocco, ci sei? sì, ci sei, lo so. Ok.

Non l'ho messa per fare una battuta. Lo capiamo o no che un alto ufficiale dei Carabinieri ha dichiarato in questi giorni che da Tangentopoli a oggi NON è cambiato NULLA?

... sappiamo cosa significa NULLA?

Il SAPERE a quei livelli, non riguarda il "dettaglio", ma sapere che lì - TU - uomo politico che ufficialmente rappresenti la fetta più grande di visibilità, non devi andare a metterci becco. Questo è il Potere che "HA" un Renzi, è un Potere che deve solo garantire la continuità ...

... altrimenti non verrebbe scelto e nominato dalla giuria del Grande Fratello, e altrimenti non verrebbe pompato anzitempo un portaborse di tal genere.

Mettiamola così:

Il figurante deve sapere di non sapere che sa di sapere

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
giusavvo
Inviato: 10/6/2014 17:02  Aggiornato: 10/6/2014 17:03
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/2/2011
Da:
Inviati: 449
 Re: La questione morale
Un giorno un Tizio mi disse: "Sa adesso sono un collega suo, sono dottore anch'io".
Risposi: "Guardi che oggi un dottore non lo si nega a nessuno, neanche al posteggiatore, dal momento che, con le mini lauree, specie quelle a credito, non è difficile procurarsi un titolo".
Il Tizio si adombrò ed io incalzai:"Si ricordi che una cosa è la cultura, altro sono i titoli. La prima te la devi sudare, i secondi, li devi solo pagare! Pertanto, caro amico, io credo che oltre al titolo, ciò che realmente ci separi sia una montagna di libri e dubito che lei potrà mai scalarla".
Ho avuto cento occasioni di prendere altre lauree, con la stesura di una ridicola tesi... ed il pagamento di una congrua somma. Alla parete preferisco affiggere ben alti tipi di quadri.

"L'uomo è misura di tutte le cose"
(Protagora)
f_z
Inviato: 10/6/2014 17:20  Aggiornato: 10/6/2014 17:20
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/1/2012
Da: Un mondo popolato da (troppi)pezzi di merda
Inviati: 958
 Re: La questione morale
Citazione:
Autore: giusavvo Inviato: 10/6/2014 17:02:14

Ho avuto cento occasioni di prendere altre lauree, con la stesura di una ridicola tesi... ed il pagamento di una congrua somma.


Gia'...
conosco personalmente un tizio che fa il "medico" con una laurea comprata a rate che forse sta ancora pagando.

Codardo e' il soldato che "esegue gli ordini".

Eroe e' il soldato che ha il coraggio di sparare in faccia ai suoi "superiori".

Peccato che i soldati siano tutti scelti minuziosamente tra gli appartenenti alla prima categoria.
pensatore
Inviato: 10/6/2014 17:20  Aggiornato: 10/6/2014 17:20
Ho qualche dubbio
Iscritto: 1/6/2006
Da:
Inviati: 173
 Re: La questione morale
Signori, la questione è molto semplice.
Tutti quei politici che hanno un reale potere devono essere corrotti, a parte qualche anima candida e idiota che viene usata come foglia di fico, perché devono ubbidire alla èlite dominante (quella che in USA organizza l'11 settembre ed ora si prepara ad una occupazione militare del paese, e che ci sta portando verso il Nuovo Ordine Mondiale).

In questo momento dalle nostre parti siamo in una fase di cambiamento dei kapò e di svolgimento del "modello Italia", mentre in altre parti dell'Europa assistiamo all'utilizzo del modello Grecia, o addirittura del violento modello Ucraina, per non parlare di quanto avviene in altri continenti.

Il voto europeo (i cui numeri sono stati inviati telematicamente e processati in un computer le cui istruzioni sono conosciute solo dal produttore) e la manovrabilità dell'italico popolo sondata in continuo fanno intuire il cammino predisposto per la nostra ex Repubblica: il metodo della rana.
Dicono che riscaldando lentamente l'acqua la rana che vi è immersa non se ne accorge finché non viene lessata.
Ci hanno tolto ogni sovranità (alla faccia della decantata Costituzione), e fra poco con il nuovo trattato sul commercio anche una multinazionale potrà farci cambiare le leggi (ad esempio privatizzare l'acqua).
Ci aspetta diluito nel tempo quello che altri popoli nel corso della storia hanno subìto nel corso di pochi anni di guerra: aspettiamoci di venire spogliati di tutto mentre per sentirci vivi litighiamo allegramente e perdiamo ogni identità di popolo, magari compensata da comunanze di tipo sportivo.
Ma forse questa via sarà la meno traumatica...

invisibile
Inviato: 10/6/2014 17:28  Aggiornato: 10/6/2014 17:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: La questione morale
21 Luglio 1981 Enrico Berlinguer concede un’intervista a Eugenio Scalfari per la Repubblica:

Citazione:
«I partiti di oggi sono soprattutto macchine di potere e di clientela: scarsa o mistificata conoscenza della vita e dei problemi della società e della gente, idee, ideali, programmi pochi o vaghi, sentimenti e passione civile, zero. Gestiscono interessi, i più disparati, i più contraddittori, talvolta anche loschi, comunque senza alcun rapporto con le esigenze e i bisogni umani emergenti, oppure distorcendoli, senza perseguire il bene comune. (…) I partiti hanno occupato lo Stato e tutte le sue istituzioni, a partire dal governo. Hanno occupato gli enti locali, gli enti di previdenza, le banche, le aziende pubbliche, gli istituti culturali, gli ospedali, le università, la Rai TV, alcuni grandi giornali»


Il "bello" è che lo dicono "loro", e poi, regolarmente, cadono dal pero.

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
Keevan
Inviato: 10/6/2014 18:03  Aggiornato: 10/6/2014 18:03
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/10/2005
Da:
Inviati: 126
 Re: La questione morale
Citazione:
Autore: matteog Inviato: 10/6/2014 16:30:22
Quello che è certo è che Renzi è entrato nel sistema e si sta accorgendo che non lo può cambiare.



stai dando per scontato che renzi volesse cambiare qualcosa nell'interesse nazionale

gamete
Inviato: 10/6/2014 18:16  Aggiornato: 10/6/2014 18:16
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/8/2009
Da:
Inviati: 172
 Re: La questione morale
Roberto Fico

1 min ·

Molte persone mi stanno scrivendo in merito alla partecipazione della direttrice di Rai News Monica Maggioni alla riunione annuale del gruppo Bilderberg. Volevo dirvi che ho letto tutti i vostri messaggi e che condivido tale preoccupazione. Sto per inoltrare una interrogazione ufficiale ai vertici Rai, su cui vi terrò aggiornati. Grazie a tutti per le segnalazioni.

cheddyved
Inviato: 10/6/2014 18:47  Aggiornato: 10/6/2014 18:47
Ho qualche dubbio
Iscritto: 16/2/2007
Da:
Inviati: 109
 Re: La questione morale
In Italia non è praticamente mai esistita una " questione morale", aleggia invece sempre una questione di soldi con l'invidia come carburante...dagli 80 euro ai miliardi del mose ognuno si vende come può...

ELFLACO
Inviato: 10/6/2014 19:33  Aggiornato: 10/6/2014 19:34
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/10/2005
Da:
Inviati: 1839
 Re: La questione morale
Citazione:
Sempre che il paese davvero voglia liberarsi del marciume, perchè ovviamente questo è tutt'altro problema.


E' questo il vero problema .

A parlare siamo bravi tutti e siamo tutti d'accordo che i ladri devono andare in galera e che " tutto deve cambiare ".... MA!!!

Se il cambiamento mi rompe i coglioni ,e no mi fa andare in vacanza al meno un week end a Casal Borsetti, e non mi fa andare allo stadio,e non mi fa andare in pizzeria una volta al mese allora voto Renzi magari,chi lo sa?, forse , può darsi ,speriamo le cose migliorerano .

Il resto sono scorrege gratinate al forno.

Nemmeno tutti gli eletti del M5S si rendono conto che dovrebbero essere per disfare ,per rompere,ecc .

In Italia non sapiamo cos'è la crisi .Cos'è una crisi !! ...Questo fa pensare che per arrivare alla coscienza devi aspettare che si svuoti lo stomaco .altrimenti....

“Le persone non dovrebbero avere paura dei propri governi, sono i governi a dover aver paura delle persone.”
Pyter
Inviato: 10/6/2014 19:50  Aggiornato: 10/6/2014 19:50
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: La questione morale
1.3 REQUISITI DEI CANDIDATI

h. Non essere iscritti alla Massoneria;




Per avere il certificato bisogna presentarsi in qualche ufficio particolare oppure basta un'autocertificazione?

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
Det.Conan
Inviato: 10/6/2014 19:54  Aggiornato: 10/6/2014 19:54
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/6/2006
Da:
Inviati: 1754
 Re: La questione morale
Giusto per aggiornarvi che le stanno tentando tutte per far andare il M5S nei non iscritti a Bruxelles.
Danesi e finlandesi sono passati nel gruppo Ecr dove ci sono i conservatori di Cameron e impedendo così (forse) per ora che Ukip e M5S creino un nuovo gruppo (occorrono 7 nazioni diverse).
Ovviamente è stato fatto anche per bloccare Farage che però non credo troverà le porte sbarrate nel caso volesse tornare dalla Le Pen.
Cosa che non si può dire del M5S

ildieffe
Inviato: 10/6/2014 20:11  Aggiornato: 10/6/2014 20:11
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/12/2009
Da:
Inviati: 141
 Re: La questione morale
Citazione: A parlare siamo bravi tutti e siamo tutti d'accordo che i ladri devono andare in galera e che " tutto deve cambiare "....

Quando studiavo i miei colleghi benestanti venivano a mensa con la Mercedes pagando la tariffa minima e salivano sugli autobus senza biglietto sperando di farla franca.
Adesso che lavoro i miei colleghi prendono la macchina aziendale per fare i loro porci comodi, gonfiano le fatture al ristorante per lucrare sul rimborso aziendale.
Tra piccole opere e grandi opere non c'è differenza, è l'italiano medio che è ladro: ruba come e quando può

a_mensa
Inviato: 10/6/2014 21:13  Aggiornato: 10/6/2014 21:16
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/6/2009
Da: roncello (mi)
Inviati: 3180
 Re: La questione morale
se prima di indignarsi, si ragionasse un attimo, credo che la questione sarebbe da affrontare in modo un pò diverso.
Mani Pulite non nacque perchè Di Pietro &C ebbero una felice intuizione, ma perchè il sistema imprenditoriale era arrivato a non ricevere più sufficienti benefici a fronte dei soldi che elargiva alla classe di governo. Infatti si aera arrivati a pagare per PARTECIPARE alle gare non per avere gli appalti. La rivolta si materializzò con alcune "soffiate" e scatenò la bufera, ma nulla venne fatto per impedire il ripetersi del giochetto. Fatta fuori una classe politica, ne emerse un'altra inizialmente più proba, ma per gli imprenditori ricevere gli appalti praticamente senza vera concorrenza era molto più redditizio di una onesta asta.
E così la storia si ripete, visto che di aziono di vero contrasto al malaffare ne sono state fatte solo di facciata, senza però intaccare i meccanismi già ben noti (personaggi compresi).
Così avremo una nuova ondata di scandali, verranno fatti fuori i personaggi più compromessi ( ma non in galera, ma a raccontar barzellette ai vecchietti .... poveri vecchietti), ed il tutto ripartirà di nuovo su basi più accettabili.
Provate a sostenere che ad un corruttore vanno confiscati TUTTI i suoi beni, compresi quelli di moglie, figli ecc..., vogliamo vedere quanti ne beccano ancora ? E altrettanto ai politici e amministratori corrotti ! Ma vedrete che non accadrà nulla .... tranquilli ! E smettete di sperare nei cavalieri senza macchia e senza paura .... non vi basta la storia ? andate a riguardarvi quanti onesti e incorruttibili, quanti volevano abbattere tutto, ecc.. vi trovate e guardate come è finita. Il marcio sta nel sistema, non nei singoli ... o almeno certo che i singoli marci sono già marci, ma è il sistema che fa marcire anche le mele buone.
ed a proposito vi riporto quanto gia scritto per altri ....
Cari votanti
Stufo di dover giustificare la mia decisione di non voto, in questo “sistema”, stufo della considerazione, da parte di chi va a votare, che così “non conto nulla”, e tutte le solite manfrine di chi aderisce a questa prassi solo per poter pensare di avere un qualche potere, in questo “sistema”, di contare qualcosa esprimendo e concedendo una delega che dura normalmente 5 anni, SENZA PIU ALCUNA POSSIBILITA’ DI REVOCA O CONTROLLO, sovente “turandosi il naso” per giustificare con se stesso l’ipocrisia di credere in un qualcosa che sa benissimo non degno di tale fiducia, ma comodo per silenziare la propria coscienza pensando di “aver fatto tutto il possibile”, bene ora passo io all’attacco, chiedendo “e il vostro voto a cosa serve ?”.
Dopo tanti anni di storia patria, il credere che il voto possa cambiare qualcosa a vantaggio della popolazione è, a mio avviso solo indice di stupidità o peggio masochismo.
Visto che voi la storia la dimenticate nel giro di una settimana, vi riporto alla grande “rivoluzione”avvenuta dopo che la magistratura aveva distrutto il sistema dei partiti con “mani pulite”.
L’unico partito che resse a tale rivoluzione fu il PCI , cambiando nome almeno 3 volte, ma chiudendo con la “questione morale” di Beringueriana memoria.
Il PDS, nato sulle spoglie del PCI, diventa DS e infine PD, includendo via via partiti e formazioni vagamente di sinistra, ma perdendo completamente l’ispirazione marxista, ma perdendo soprattutto l’integrità morale dei suoi rappresentanti.
Se ai tempi di mani pulite, l’unica macchia è costituita da Greganti, le evoluzioni successive riempiono il partito di sempre più personaggi inquisiti e condannati per i vari reati legati all’esercizio del potere.
Ma quella rivoluzione che vede sorgere prima la Lega “dura e pura” e poi Berlusconi con il suo partito del “fare”, sembra che vogliano cambiare tutto nel “sistema” italiano.
Vero che lo cambiano , ma in peggio, molto in peggio, consolidando i meccanismi della conservazione del potere, abrogando norme per salvare delinquenti via via più avidi di denaro e potere, istituendo una perfetta spartizione di corruzione, concussione, familismo e quanto di peggio si può elencare.
E gli elettori ? sempre a credere ai futuri cambiamenti ( sperandoli miglioramenti) mentre anche la lega entra nelle stanze del potere e da esse viene corrotta, una legge elettorale truffaldina assegna praticamente tutto il potere ai segretari di partito che hanno diritto di elezione o no sui singoli deputati, ottenendone l’asservimento completo.
Inutile la solitaria lotta donchisciottesca di Di Pietro, abile nel denunciare ma poco nel scegliere i candidati che come eletti passano sul carro berlusconiano.
E intanto il PCI, PDS, DS, PD, dopo tutte le sue giravolte congressuali si ritrova pieno di ex democristiani, ed ex di tutto, ma ormai incapaci di mantenere un filo diretto con la base, così anch’essi accettano di conservare il potere come gli altri partiti …. Con i soldi.
Soldi raccattati ovunque, che trasformano un partito in un’azienda, che ovviamente per vivere ha bisogno di finanziamenti, e così si accomodano anche loro alla greppia berlusconiana dello spolpamento del paese. Mica per niente il debito pubblico, giunto nei primi anni 2000 con la breve parentesi di Prodi ( altro democristiano che riunì sotto l’insegna dell’ulivo, quasi tutta la “sinistra”) vicino al 100% del PIL, oggilo ritroviamo al 135%.
Ma di opposizione alla volontà berlusconiana, dalle tv, ai media, alla giustizia, alle varie depenalizzazioni , nemmeno l’ombra.
Chiaro che ormai tale partito era ormai al traino di chi gestiva il potere, e con esso i soldi, gli appalti, e tutto il resto. Il ricordo della “questione morale” qualcuno si è forse sognato di rispolverarlo ? no, mai vero ?
Ed arriviamo ai tempi recenti, con Monti, Letta, Renzi e la nascita ed entrata in parlamento del movimento 5 stelle.
Adesso chiedo a voi, cari votanti che avete anche percorso tutte le possibilità che la scheda elettorale vi offriva, cosa cavolo avete cambiato ? avete drammaticamente confermato partiti che hanno spolpato il paese, che hanno distrutto la fiducia nelle istituzioni ( vedi gli ultimi 3 governi “nominati” ma ben lontani dal consenso popolare), raccolto consensi su promesse puntualmente smentite dai fatti, ma supportati dai media, che da 40 anni a questa parte asseriscono “bisogna avere fiducia” …. In cosa di grazia, quando è chiaro che una classe dirigente ormai autoreferente del vostro voto se ne sbatte le cosidette ? e persino dei referendum se ne batte reintroducendo col solo nome cambiato quanto il popolo ha voluto abolire.
Votiamo il M5S? sperando cosa, che la cricca di potere non ne mini alla base la sua possibilità di intervento ? non bastano i vari espulsi o fuorusciti, per convincervi che fino a che , anch’essi non si comprometteranno nella stessa fogna, al potere non arriveranno ? con che mezzi ? tutti i possibili, dall’offerta di denaro, a quella di vantaggi, a posizioni redditizie o addirittura alle minacce a loro o ai loro cari.
Non è ancora chiaro che non bastano le buone intenzioni per cambiare un sistema che di riforma in riforma ha consolidato la gestione del potere in mano ai soliti noti ? da quanti anni votate sperando in un cambiamento e “turandovi il naso” ? e sperando … ma soprattutto convinti che così avete fatto “tutto il possibile”. Chi ha messo in piedi questo sistema, che ha inculcato nelle vostre menti l’assurda convinzione di poter contare qualcosa col voto, merita un premio nobel all’intelligenza, alla lungimiranza, alla conoscenza dei meccanismi mentali delle persone, così facilmente , ormai, manipolabili.
Non vi bastano tutti questi anni di “cambiamenti” per vergognarvi di crederci ancora ? io ho quasi 70 anni e saprete quante “fase 1” di sacrifici, mai seguiti da “fase 2” ho vissuto ? Ma adesso si chiamano “riforme” senza un cane che chieda, prima di approvarle, di capirle e proiettarle in questa nostra società.
Io mi vergognerei a sostenere che continuo a votare, in questo sistema, che continuo a credere di poterlo cambiare dall’interno di queste istituzioni ridotte ormai ad una gabbia, grazie alle continue “riforme” che sempre più l’hanno allontanato dal concetto di democrazia.
Cosa vi fa dire “questa volta è diverso” quando l’impianto istituzionale che ha portato a questo merdaio di corruzione non è stato minimamente scalfito? Ed anzi ne ha ampliato i campi di azione e le rendite parassitarie ? Bravi, proprio utile il vostro voto per far dire a questi delinquenti “voi ci avete legittimato !”
Ecco, di cosa mi vergognerei, io.

non vorrei mai appartenere ad un club che avesse me come socio.
Clansman
Inviato: 10/6/2014 22:03  Aggiornato: 10/6/2014 22:03
So tutto
Iscritto: 20/9/2013
Da: Firenze
Inviati: 30
 Re: La questione morale
Davanti a queste cose bisogna agire con azioni concrete, altrimenti è tutto inutile.
Un segno di protesta, anche se isolato, ha un significato mille volte più potente di una ruberia qualsiasi.
Infatti penso proprio che gli 80 euro in più ogni mese li spenderò per fare 8 copie del tuo nuovo film, da distribuire a quelli che incontro ogni giorno per lavoro.

Ste_79
Inviato: 10/6/2014 22:32  Aggiornato: 10/6/2014 22:32
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/8/2011
Da: Reggio Emilia
Inviati: 766
 Re: La questione morale
Citazione:
In questo momento dalle nostre parti siamo in una fase di cambiamento dei kapò e di svolgimento del "modello Italia", mentre in altre parti dell'Europa assistiamo all'utilizzo del modello Grecia, o addirittura del violento modello Ucraina, per non parlare di quanto avviene in altri continenti. Il voto europeo (i cui numeri sono stati inviati telematicamente e processati in un computer le cui istruzioni sono conosciute solo dal produttore) e la manovrabilità dell'italico popolo sondata in continuo fanno intuire il cammino predisposto per la nostra ex Repubblica: il metodo della rana. Dicono che riscaldando lentamente l'acqua la rana che vi è immersa non se ne accorge finché non viene lessata.


Io la penso come Pensatore.
Quando escono questo genere di notizie, bisognerebbe anche chiedersi qual'è il vero scopo.
Abbiamo già appurato che il mainstream, le notizie importanti e fondamentali per la vita delle persone non le diffonde, ma anzi contribuisce spesso ad oscurarle, distorcerle, eliminarle. Possiamo quindi escludere che questo genere di notizie vengano diffuse per informare la gente della "verità".
E allora quale può essere il fine?
Ricordo a tutti, che la ragione principale per cui c'è stata tolta anche la parziale sovranità sui nostri titoli di stato, sulla nostra moneta è proprio quella della generalizzata corruzione del nostro sistema politico che si diceva, avrebbe usato la stampante magica per scopi clientelari.
Ora, a chi fa gioco il fatto che si continui a mettere in evidenza la corruzione del nostro paese?
A tutti coloro che non vogliono che L'Italia abbia una ben che minima sovranità monetaria.
Certo, ci possono essere anche altre ragioni.
Magari non conosciamo esattamente chi si vuol colpire direttamente con questa propaganda. Può darsi che ci sia una lotta interna che noi non conosciamo.
Con questo non voglio giustificare la corruzione, voglio solo suggerire che la questione può avere differenti livelli di lettura.
Come diceva Calvero mani pulite non ha risolto nulla e non ha cambiato nulla, però nel 1992 sono successe anche altre cose importanti nel nostro paese, che possono essere state oscurate dal tam tam mediatico sulla questione morale.


Citazione:
Era il 1992, all'improvviso un'intera classe politica dirigente crollava sotto i colpi delle indagini giudiziarie. Da oltre quarant'anni era stata al potere. Gli italiani avevano sospettato a lungo che il sistema politico si basasse sulla corruzione e sul clientelismo. Ma nulla aveva potuto scalfirlo. Né le denunce, né le proteste popolari (talvolta represse nel sangue), né i casi di connivenza con la mafia, che di tanto in tanto salivano alla cronaca. Ma ecco che, improvvisamente, il sistema crollava. Cos'era successo da fare in modo che gli italiani potessero avere, inaspettatamente, la soddisfazione di constatare che i loro sospetti sulla corruzione del sistema politico erano reali? Mentre l'attenzione degli italiani era puntata sullo scandalo delle tangenti, il governo italiano stava prendendo decisioni importantissime per il futuro del paese. Con l'uragano di "Tangentopoli" gli italiani credettero che potesse iniziare un periodo migliore per l'Italia. Ma in segreto, il governo stava attuando politiche che avrebbero peggiorato il futuro del paese. Numerose aziende saranno svendute, persino la Banca d'Italia sarà messa in vendita. La svendita venne chiamata "privatizzazione".
Antonella Randazzo

Red_Max
Inviato: 10/6/2014 22:47  Aggiornato: 10/6/2014 22:47
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/7/2012
Da: in volo
Inviati: 975
 Re: La questione morale
Penso anch'io che il sistema sia marcio...
A tutti i livelli...
E' meglio fare "prima" piuttosto che fare "bene"
E' meglio essere simpatici che bravi
E' meglio essere belli che intelligenti
E' meglio essere motivati che competenti
Se uno poi è anche onesto... non va da nessuna parte...
Figuriamoci in politica...
Bisognerebbe azzerare tutto e fare una caccia all'uomo
Quando ne trovi uno di veramente onesto lo prendi e lo metti in qualche ruolo di pubblica utilità...

L'anoressia è un "orientamento" alimentare?

Non ti piacciono i crauti? allora sei crautofobo...
E' un reato gravissimo...

Aspirare gli embrioni è indice di civiltà!!!

Io non sono un complottista...
mi interesso di leggende metropolitane...
matteog
Inviato: 10/6/2014 23:21  Aggiornato: 10/6/2014 23:21
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/9/2009
Da: Roma
Inviati: 966
 Re: La questione morale
@a_mensa

Citazione:
e il vostro voto a cosa serve ?


ti posso rispondere sul mio voto:

io voto per me non per gli altri, meglio per distinguermi dagli altri o almeno dalla massa che ripetutamente "sbaglia".
Io voto per la mia coscienza e per poter rispondere a chi mi chiederà "ma quando si facevano tutte quelle porcate in Italia tu da che parte stavi?" io stavo lì.

Io preferisco stare da una parte che rispondere "non me ne fregava un cazzo perché tanto il voto era inutile".

Io non pretendo di abbattere il sistema, ma di distinguermi da esso.

P.S: ovviamente non c'è tono offensivo nelle mie parole

"Cercare il complotto è sano, trovarlo dappertutto è follia." M. Galante
phobos
Inviato: 10/6/2014 23:24  Aggiornato: 10/6/2014 23:24
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/9/2006
Da:
Inviati: 224
 Re: La questione morale
Mazzucco, sono allibito dal tuo articolo; non pensavo che una persona intelligente come te potesse ridursi a scrivere queste cose che fanno venire in mente l'agenzia TASS dei tempi dell'URSS (più o meno come il blog di Grillo).
Ma non eri tu che ci invitavi a non andare a votare?
Ora però il tuo sito è diventato un organo di propaganda di quel pluriomicida pluripregiudicato di Grillo, legato ai poteri forti ben più di Renzi (vedi Telecom, Casaleggio & C, aziende in Sud America, etc).

E poi, che c'entra il PD con lo scandalo MOSE?
In questa vicenda è coinvolto tutto lo stato maggiore del PdL/FI/AN, anche perché, un decreto del governo Berlusconi dell'epoca tolse agli enti locali (comuni, province e regione Veneto) qualunque potere decisionale sui lavori del MOSE; non a caso, saltano fuori via via i nomi di Galan, Matteoli, Tremonti, Gianni Letta, Lunardi, etc.
Del PD c'è solo un certo Zoggia, consigliere di opposizione in Veneto; Orsoni, come tutti dovrebbero sapere, è un indipendente imposto dalla cosiddetta "società civile" al posto del candidato ufficiale del PD alle comunali di Venezia (e la sua colpevolezza è tutta da dimostrare).
Il coinvolgimento del PD in questa vicenda è del tutto marginale, per non dire insignificante; però bisogna spalare merda su Renzi, per cui va bene anche la mistificazione e la distorsione dei fatti reali.

Un bel risultato per un sito che si propone di diffondere la verità.

Red_Max
Inviato: 10/6/2014 23:38  Aggiornato: 10/6/2014 23:38
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/7/2012
Da: in volo
Inviati: 975
 Re: La questione morale
Prendere centinaia di migliaia di euro per la propria campagna elettorale sarebbe "marginale"???
Come minimo dovrebbe dimettersi da sindaco...
E poi l'articolo dice chiaramente che il sistema implicava il coinvolgimento di tutti i partiti...
Vabbè... pensiamo al processo monte dei paschi...

L'anoressia è un "orientamento" alimentare?

Non ti piacciono i crauti? allora sei crautofobo...
E' un reato gravissimo...

Aspirare gli embrioni è indice di civiltà!!!

Io non sono un complottista...
mi interesso di leggende metropolitane...
f_z
Inviato: 11/6/2014 0:02  Aggiornato: 11/6/2014 0:02
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/1/2012
Da: Un mondo popolato da (troppi)pezzi di merda
Inviati: 958
 Re: La questione morale
Citazione:
Autore: a_mensa Inviato: 10/6/2014 21:13:26

Chi ha messo in piedi questo sistema, che ha inculcato nelle vostre menti l’assurda convinzione di poter contare qualcosa col voto, merita un premio nobel all’intelligenza, alla lungimiranza, alla conoscenza dei meccanismi mentali delle persone, così facilmente , ormai, manipolabili.


Quoto tutto, ma questo passaggio e' il migliore: la "democrazia", il sistema che permette ai pochi ricchi di schiavizzare i molti poveri senza neppure costringerli, tanto tengono in piedi il sistema da soli.

E se il sistema "non funziona" e' sempre colpa dei tanti che votano "male", non dei pochi che lo hanno messo su.

Codardo e' il soldato che "esegue gli ordini".

Eroe e' il soldato che ha il coraggio di sparare in faccia ai suoi "superiori".

Peccato che i soldati siano tutti scelti minuziosamente tra gli appartenenti alla prima categoria.
Vincent51
Inviato: 11/6/2014 0:30  Aggiornato: 11/6/2014 0:30
Mi sento vacillare
Iscritto: 29/7/2006
Da: Barcelona
Inviati: 326
 Re: La questione morale
Signore e Signori, Buonanotte
è un bellissimo film del 1976 scritto e diretto da Age, Leo Benvenuti, Luigi Comencini, Piero De Bernardi, Nanni Loy, Ruggero Maccari, Luigi Magni, Mario Monicelli, Ugo Pirro, Furio Scarpelli e Ettore Scola, riuniti nella Cooperativa 15 maggio.

In questo frammento Mastroianni intervista un ministro accusato di sottrazione di fondi pubblici, si tratta di una parodia, ma notate l'ultima risposta

https://www.youtube.com/watch?v=v-ND2-gZjFo

a_mensa
Inviato: 11/6/2014 5:51  Aggiornato: 11/6/2014 6:03
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/6/2009
Da: roncello (mi)
Inviati: 3180
 Re: La questione morale
@ f_z
grazie soprattutto per aver capito il mio messaggio che non è distruttivo e basta, ma lanciato per far capire in cosa sta il perno del malaffare.
dici Citazione:
ma questo passaggio e' il migliore: la "democrazia", il sistema che permette ai pochi ricchi di schiavizzare i molti poveri senza neppure costringerli, tanto tengono in piedi il sistema da soli.

ma commetti un errore non "democrazia" ma "questa parodia di democrazia".
Gli inglesi si stanno accorgendo del vulnus del sistema e pian piano lo vorrebbero correggere, ma da noi nemmeno se ne discute.
Con una popolazione che ha una memoria storica di nemmeno una settimana, non puoi pretendere che CON una azione di potere che dura 5 anni , si possano sanzionare i governanti nel caso non seguano la linea proposta .
Con questa popolazione infatti vediamo fare promesse mirabolanti prima delle elezioni e poi, a delega ottenuta fare tutto il contrario di quanto promesso.
Ma dove sta una società che nomini un amministratore delegato per 5 anni SENZA POSSIBILITA' DI SANZIONARLO, BUTTARLO FUORI, O COMUNQUE COSTRINGERLO A FARE COSA PROGRAMMATO, NEL CASO CHE NON LO FACCIA?
Ditemi dove stà in quel mondo privato tanto ammirato, una simile società ?
Abbiamo qui, un esempio recente, ve lo ricordate Fresco nominato alla FIAT e defenestrato dopo pochi mesi ?
Questa è l'unica ragione per cui un'azienda funziona !!
Questo è quanto dovremmo ottenere, e si chiama "revoca immediata del mandato" e con esso "a casa" e a calci in culo, senza pensione, benefits, o prebende varie, e magari in galera se se ne dimostra oltre all'incapacità anche la malversazione.
Smettete da inutili idioti di invocare amministratori onesti, competenti, corretti .... la cosa che manca in questa "democrazia da operetta" è la sanzione, veloce, sicura, e pesante.
Solo questo rende oneste le persone ... ma non l'avete ancora capito ?
Certo, in nessun paese esiste questo "meccanismo" democratico, ma non è forse, come diceva Lenin la "democrazia il miglior contenitore della borghesia"?
SVEGLIA !!!
Domandatevi, una volta tanto, perchè con la parola "democrazia" i nostri politici si fanno continuamente i gargarismi .... perchè è proprio su questo concetto, e cioè che basti una elezione , un voto, ogni 5 anni per poter affermare che il "potere è del popolo".
IDIOTI, ma possibile che non vi venga in mente di andare a vedere come era realizzata quando è nata ? Vi hanno talmente lavato il cervello che vi hanno convinto di quanto VI fa comodo, ovvero delegare e poi poter pensare ai cazzi vostri, e che questa sia la democrazia !
NO! la democrazia è partecipazione, e soprattutto controllo, continuo, costante, e sanzionante nel caso che il delegato sgarri. Questo è quanto occorre chiedere e ottenere, ma occorre anche un popolo che non sia di stupidi automi decerebrati.

non vorrei mai appartenere ad un club che avesse me come socio.
giusavvo
Inviato: 11/6/2014 8:42  Aggiornato: 11/6/2014 8:42
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/2/2011
Da:
Inviati: 449
 Re: La questione morale
Questione morale? Io la chiamerei "questione italiana".
Non è problema di morale, ma di italianità. L'accozzaglia di popoli, culture ed etnie chiamata italiani.
Qualcuno dica se dal 1961 ad oggi è stato diverso da com'è oggi.

"L'uomo è misura di tutte le cose"
(Protagora)
a_mensa
Inviato: 11/6/2014 8:58  Aggiornato: 11/6/2014 8:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/6/2009
Da: roncello (mi)
Inviati: 3180
 Re: La questione morale
@ giusavvo
no caro, la questione interessa tutti i paesi, in modo più o meno accentuato, ma proprio tutti.
i regimi dittatoriali semplicemente censurano, ma anche li esistono.
L'Italia è l'epigono di questo sistema di malaffare, grazie alla diseducazione del popolo ai propri diritti, al concetto di democrazia, all'individualismo, ed anche ad un certo perdonismo cattolico che spinge un Renzi a dire "politici corrotti a casa!" no Renzi, in galera, non a casa, e dopo avergli sequestrato ogni bene a loro ed ai loro famigliari, come si fa con i mafiosi.

non vorrei mai appartenere ad un club che avesse me come socio.
alsecret7
Inviato: 11/6/2014 10:12  Aggiornato: 11/6/2014 10:12
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/6/2007
Da:
Inviati: 561
 Re: La questione morale
secondo me e inutile avere la morale se poi non si cambiano le politiche!! e inutile mettere giovani! se la testa! a pensieri vecchi! bisogna cambiare le politiche insieme alla morale! quando vedro! che non saremmo piu schiavi deglli stati uniti! del europa! delle banche! delle lobbi!questo perme e il cambiamento!

Sertes
Inviato: 11/6/2014 10:22  Aggiornato: 11/6/2014 10:22
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: La questione morale
Citazione:
phobos ha scritto:
E poi, che c'entra il PD con lo scandalo MOSE?
In questa vicenda è coinvolto tutto lo stato maggiore del PdL/FI/AN, anche perché, un decreto del governo Berlusconi dell'epoca tolse agli enti locali (comuni, province e regione Veneto) qualunque potere decisionale sui lavori del MOSE; non a caso, saltano fuori via via i nomi di Galan, Matteoli, Tremonti, Gianni Letta, Lunardi, etc.
Del PD c'è solo un certo Zoggia, consigliere di opposizione in Veneto; Orsoni, come tutti dovrebbero sapere, è un indipendente imposto dalla cosiddetta "società civile" al posto del candidato ufficiale del PD alle comunali di Venezia (e la sua colpevolezza è tutta da dimostrare).
Il coinvolgimento del PD in questa vicenda è del tutto marginale, per non dire insignificante; però bisogna spalare merda su Renzi, per cui va bene anche la mistificazione e la distorsione dei fatti reali.


Mose, verbali di Mazzacurati e Pravatà: "Enrico Letta e Massimo Cacciari chiesero soldi al Consorzio"

Ogni giorno spuntano nuovi nomi di politici accusati di aver ricevuto finanziamenti illeciti o di aver chiesto e ottenuto favori. Gli ultimi, in ordine di tempo, sono quelli di Enrico Letta (solo ieri titolavamo sullo zio Gianni) e dell'ex sindaco di Venezia, Massimo Cacciari.

Il primo è accusato da Roberto Pravatà (vicedirettore generale del Consorzio Venezia Nuova)

Nel corso di un interrogatorio Pravatà afferma quanto segue in riferimento all'ex premier:

"Mazzacurati (il presidente del Consorzio, ndr) mi convocò per dirmi che il Consorzio avrebbe dovuto concorrere al sostentamento delle spese elettorali dell'onorevole Enrico Letta, che si presentava come candidato per un turno elettorale attorno al 2007, con un contributo dell'ordine di 150mila euro". E ancora: "Il presidente mi disse che Letta aveva come intermediario per il Veneto, anche per tale finanziamento illecito, il dottor Arcangelo Boldrin, con studio a Mestre. In effetti venne predisposto un incarico fittizio per un'attività riguardante l'arsenale di Venezia".

Quanto all'ex sindaco Cacciari, che pure votò contro l’apertura dei cantieri nel 2006, a tirare in ballo il suo nome è direttamente il presidente del Consorzio Mazzacurati. "Ho avuto rapporti con Cacciari, che mentre era sindaco mi chiese di aiutare un'impresa che si chiamava Marinese. Cacciari mi chiese anche una sponsorizzazione di 300mila euro per la squadra di calcio... però, insomma, una roba così".

Huffington Post

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
f_z
Inviato: 11/6/2014 10:30  Aggiornato: 11/6/2014 10:30
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/1/2012
Da: Un mondo popolato da (troppi)pezzi di merda
Inviati: 958
 Re: La questione morale
Citazione:
Autore: a_mensa Inviato: 11/6/2014 5:51:23

ma commetti un errore non "democrazia" ma "questa parodia di democrazia".


Be' questa e' quella che ci hanno imposto quelli che hanno il potere e l'hanno inventata: se la "democrazia" fosse stata inventata dal "popolo" probabilmente sarebbe stata un'altra cosa.

Citazione:

Gli inglesi si stanno accorgendo del vulnus del sistema e pian piano lo vorrebbero correggere, ma da noi nemmeno se ne discute.


Guarda io in Inghilterra ci vivo, e ti posso dire che qui, anche se le cose tutto sommato vanno relativamente bene rispetto all'Italia, ti posso dire che la popolazione per quello che posso vedere e' anestetizzata forse anche peggio.

Ad esempio quando hanno proposto di alzare l'eta' pensionabile nessuno ha fiatato, mentre in Francia hanna scioperato per giorni. E qui siamo in un paese dove a causa delle cattive abitudini ci sono 40-50enni gia' disabili o quasi.

Le poche volte che poi ci sono state manifestazioni "di piazza" ci scappa quasi sempre il morto assassinato dalla polizia, che ne ammazza uno per educarne cento.

Codardo e' il soldato che "esegue gli ordini".

Eroe e' il soldato che ha il coraggio di sparare in faccia ai suoi "superiori".

Peccato che i soldati siano tutti scelti minuziosamente tra gli appartenenti alla prima categoria.
Decalagon
Inviato: 11/6/2014 10:34  Aggiornato: 11/6/2014 10:34
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: La questione morale
Citazione:
E poi, che c'entra il PD con lo scandalo MOSE?




Ah nulla, un po' come Cheney e l'impatto al Pentagono avvenuto dopo: "Do the orders still stand?", "Of course the orders still stand. Have you heard anything to the contrary?".


«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»
cocis
Inviato: 11/6/2014 10:35  Aggiornato: 11/6/2014 10:35
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/1/2006
Da: V
Inviati: 1430
 Re: La questione morale
al 41% degli italiani piacciono gli appalti come il mose ..

Sertes
Inviato: 11/6/2014 10:49  Aggiornato: 11/6/2014 10:49
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: La questione morale
PD: dal 41 percento al 41 bis


Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
minkiaprof
Inviato: 11/6/2014 10:58  Aggiornato: 11/6/2014 10:58
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/12/2006
Da:
Inviati: 129
 Re: La questione morale
Citazione:
Sempre che il paese davvero voglia liberarsi del marciume, perchè ovviamente questo è tutt'altro problema.

be, mi sa che e' proprio questo il punto... il 40% del 60% del totale degli aventi diritto (cioe' quasi 1 su 4) ha votato per il partito di Renzi, ciascuno per una nobilissima motivazione personale. sono 11 milioni di persone. quelli che non hanno votato per nessuno, e anche questi avevano ciascuno una propria rispettabilissima idea che li ha portati a questa scelta, erano il 40% DEL TOTALE, cioe' circa 20 milioni. capito? attenzione a chi equipara i due 40... perche' uno vale il doppio dell'altro!!! in un paese dove persino i dirigenti scolastici ne combinano una al giorno per poche migliaia di euro, noi continuiamo a non farci fare la fattura dall'artigiano "così risparmiamo qualcosa tutti e due", e la maggior parte di chi poi va a votare si informa solo attraverso fonti ufficiali per poi votare in maggioranza per i partiti dei corrotti, la stragrande maggioranza NON ci e' proprio andata a votare!!! non gliene frega piu' niente a nessuno di liberarsi dal marciume!!! se lo tengono, gli piace, quando ci guadagna un altro si incazzano, aspirano a riuscire un giorno a rubacchiare anche loro qualcosa, e se riescono a guadagnarci sono contenti!!! hanno ottenuto il loro scopo!!! e anche chi ha preso il loro voto ha ottenuto il proprio!!! AIUTOOOOO!!!!

E quando ci domanderanno che cosa stiamo facendo, tu potrai rispondere loro: Ricordiamo. (Ray Bradbury, Fahrenheit 451)
Redazione
Inviato: 11/6/2014 11:22  Aggiornato: 11/6/2014 11:27
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: La questione morale
CLANSMAN: Citazione:
penso proprio che gli 80 euro in più ogni mese li spenderò per fare 8 copie del tuo nuovo film
Minchia, 10 euro a copia! Cosa usi per fare i DVD? Dei dischetti laminati in oro?

***

PHOBOS: Citazione:
Mazzucco, sono allibito dal tuo articolo; [...] Ma non eri tu che ci invitavi a non andare a votare?
Sei male informato, io non ho mai invitato a "non votare". Casomai, suggerivo di votare scheda bianca, se non trovavi nessuno da cui ti sentivi rappresentato.

Oggi ci sono persone da cui mi sento rappresentato, per cui li voto. Posso? Grazie.

Citazione:
E poi, che c'entra il PD con lo scandalo MOSE?
Nulla, assolutamente nulla. Nel PD sono tutti santi e immacolati. Continua pure a votarli tranquillamente.

Per te infatti vale la frase di chiusura del mio articolo: "Sempre che il paese davvero voglia liberarsi del marciume, perchè ovviamente questo è tutt'altro problema." Come volevasi dimostrare, il VERO problema è questo.

Citazione:
Ora però il tuo sito è diventato un organo di propaganda di quel pluriomicida pluripregiudicato di Grillo.
Già che ci sei, informati anche sul significato di "propaganda", che è tutt'altra cosa da quello che pensi tu.

Decalagon
Inviato: 11/6/2014 11:37  Aggiornato: 11/6/2014 11:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: La questione morale

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»
MARCO M5S
Inviato: 11/6/2014 11:38  Aggiornato: 11/6/2014 11:41
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/11/2013
Da:
Inviati: 153
 Re: La questione morale
signori e signore...ecco a voi RENZI!

perchè non è credibile il nostro pres. del consiglio

(VIDEO)
http://www.movimento5stellecamaiore.com/p/ecco-perche-renzi-non-e-credibile-le.html


PS. è solo un piccolo blog..volendo potremmo fare un montaggio di 5 ore

MARCO M5S
Inviato: 11/6/2014 11:45  Aggiornato: 11/6/2014 11:46
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/11/2013
Da:
Inviati: 153
 Re: La questione morale
Lannes che non si capisce se chiude baracca, insiste a dire che Grillo dovrebbe spiegare tante cosette..


RISP:


sii chiaro, altrimenti è fuffa.

ps. mica ti riferisci ai suoi spettacoli anni 70 in cui sarebbe stato pagato al nero dai comunisti dell'unità, vero?

MARCO M5S
Inviato: 11/6/2014 11:52  Aggiornato: 11/6/2014 12:04
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/11/2013
Da:
Inviati: 153
 Re: La questione morale
per quanto riguarda l'obbligo di laurea (anche breve però), per poter candidarsi ad assessore, sono personalmente contrario....ma nel meet up di livorno sono in minoranza

Sono perfino contrario al valore legale della stessa...

**
E poi, che c'entra il PD con lo scandalo MOSE?

nulla, nullissimo.. nullamente!

chiedilo al sindaco di Venezia arrestato (PD)

ildieffe
Inviato: 11/6/2014 11:57  Aggiornato: 11/6/2014 11:57
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/12/2009
Da:
Inviati: 141
 Re: La questione morale
redazione scrive: io non ho mai invitato a "non votare". Casomai, suggerivo di votare scheda bianca, se non trovavi nessuno da cui ti sentivi rappresentato

Fermo restando che sia l'astensionismo che le schede bianche o nulle non intaccano la spartizione dei voti (la somma fa sempre 100), vorrei sottolineare che l'astensionismo perlomeno è un indice che compare a livello statistico (la percentuale dei votanti è la prima cifra che viene segnalata alle elezioni), mentre le schede bianche o nulle hanno impatto pari quasi a zero.
Secondo me è meglio stare a casa: se votasse il 90% degli aventi diritto con un 30% di schede bianche i politici guarderebbero con favore al primo dato statistico

MARCO M5S
Inviato: 11/6/2014 12:07  Aggiornato: 11/6/2014 12:08
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/11/2013
Da:
Inviati: 153
 Re: La questione morale
obbietto.
La scheda bianca (meglio annullata sennò è molto facile "suggerire" brogli) è invece un "segnale" molto più concreto che si manda a tutta la politica rispetto al non votare.

Le schede bianche sono concrete, contabili, oggetti fisici.

Non votare non lo è... e ti vai a "sperdere" nel marasma degli astensionisti.



ps. se cominci ad avere sensi di colpa per non esser andato a votare.. puoi rifarti alle prossime elezioni regionali, amm., politiche

MARCO M5S
Inviato: 11/6/2014 12:24  Aggiornato: 11/6/2014 12:26
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/11/2013
Da:
Inviati: 153
 Re: La questione morale
Ora però il tuo sito è diventato un organo di propaganda di quel pluriomicida pluripregiudicato di Grillo.


***

che tristezza... è vero, è un pluriomicidia..ma se vuoi essere ONESTO intellettualmente (MA TU NON E' CHE NON VUOI, NON LO SEI)

dovresti aggiungere che


- si tratta di omicidio colposo
- incidente d'auto
- in primo grado fu assolto, il PM, per crearsi notorietà, fece ricorso e andò in appello
- Grillo stava accompagnando dei suoi amici a casa loro
- la temperatura segnava 3° ma, aimè, in una curva all'ombra vi era del ghiaccio, dove le ruote dell'auto di Grillo persero aderenza
- il veicolo sbandò e finì in un dirupo
- Grillo, non avendo la cintura allacciata, riuscì a catapultarsi fuori dal veicolo un attimo prima che questo precipitasse. Purtroppo i suoi amici non furono di riflessi altrettanto fulminii.. :(
- Grillo ha aiutato economicamente la famiglia coinvolta in questa disgrazia
- Grillo, dopo questa sciagura, smise per anni di fare spettacoli: si ammalò di depressione e sensi di colpa
- Grillo non parla mai di questa disgrazia in pubblico, una volta, ad un comizio, ci provò, ma gli vennero gli occhi lucidi e dovette abbandonare il palco per venti minuti, preso dall'angoscia di ripensare a quel maledetto giorno


AMICO MIO, tu non solo non sei onesto intellettualmente, ma sei pure stronzo

saluti

ildieffe
Inviato: 11/6/2014 12:25  Aggiornato: 11/6/2014 12:25
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/12/2009
Da:
Inviati: 141
 Re: La questione morale
Marco M5S scrive: ps. se cominci ad avere sensi di colpa per non esser andato a votare.. puoi rifarti alle prossime elezioni regionali, amm., politiche

In realtà dal 1989 ad oggi ho sempre votato: anche quest'anno e perfino quando mi sorbivo 700 km in due giorni per tornare a casa quando ero studente.
Fatta questa doverosa premessa credo che con la nuova legge elettorale non voterò più. Si riuniscono un bamboccio arrogante e un pregiudicato e partoriscono una proposta di legge anticostituzionale credendo di essere i primi due partiti d'Italia e per fottere il partito di opposizione. Quando scoprono che il partito del pregiudicato numericamente non è il secondo ma il terzo cambiano idea e tentano di fare delle modifiche al testo. No voterò mai con l'Italicum, anche perché a mio avviso l'unico sistema decente è il proporzionale puro (con sbarramenti ragionevoli)

Io mi tiro fuori da questo schifo e da questi inciuci. Nei prossimi anni, quando tu sarai al seggio, io mi occuperò di attività più divertenti: fare sesso, ascoltare musica, giocare a tennis, bere un bel bicchiere di vino, andare al mare etc..

e non chiamarmi qualunquista: a 18 anni ho avuto la fortuna di votare per il glorioso PCI (che era alle ultime elezioni)




MARCO M5S
Inviato: 11/6/2014 12:29  Aggiornato: 11/6/2014 12:30
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/11/2013
Da:
Inviati: 153
 Re: La questione morale
Esatto amico mio...
la legge elettorale partorita dall'incontro segreto tra il berlusca e il renzi che prevedeva ballottaggio per i primi due partiti.... approvata alla camera ma non ancora al senato, fa già parte della storia...


Capendo, dopo le europee, che il M5S è il secondo partito, tale legge sicuramente verrà ri-modificata....

hanno la faccia come il culo...

non ce l'ho con renzi, ma con chi lo vota


a riveder le stelle

ps. se non voti avvantaggi chi vota MALE

ildieffe
Inviato: 11/6/2014 12:40  Aggiornato: 11/6/2014 12:40
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/12/2009
Da:
Inviati: 141
 Re: La questione morale
aspettando il proporzionale, ti saluto con stima

Det.Conan
Inviato: 11/6/2014 12:40  Aggiornato: 11/6/2014 12:54
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/6/2006
Da:
Inviati: 1754
 Re: La questione morale
Caro a-mensa,
la tua posizione è rispettabilissima.
Condivido quello che ha scritto matteog però vorrei aggiungere un altro tassello.
Come hai ammesso anche tu il M5S si è dimostrato DAVVERO DIVERSO rispetto a tutti gli altri partiti mai sorti finora in Italia.
E DAVVERO MIGLIORE sia come finalità proposte che come modalità di partecipazione politica al netto di errori,scivoloni e ingenuità.
Assodato questo..io non lo so se vinceranno mai le elezioni politiche.
Questi hanno in mano tutto,sarebbero capaci di fare brogli telematici anche peggiori di quelli del 25 Maggio,sarebbero capaci di tornare alla strategia della tensione ed anche peggio pur di impedire che il M5S vada al potere.
Ma il punto per me è un altro.
C'è una generazione di giovani che si sta formando seguendo il Movimento e che MAI PIU' tornerà indietro,anche se il M5S dovesse sciogliersi.
E' anche per loro che voto Movimento,è anche per loro che pur prendendo sempre un 20 % il M5S serve.
Per far uscire le porcate da quelle stanze del potere schifose,per dimostrare pubblicamente e con dati alla mano che quel tipo di Potere è un immondo coacervo di interessi particolari e che lo Stato come è esistito finora dovrebbe essere solo abbattuto con una vanga e ricreato dalle fondamenta.
Noi queste cose le sappiamo grazie all'informazione libera sul web ma ti assicuro che conosco molte persone che si sono e si stanno avvicinando a questi temi grazie al blog di Grillo e al lavoro dei parlamentari pentastellati.
Gente che ora legge anche siti come questo.
Ecco,per me il M5S è come un precursore che dovrà formare quelle persone che fra (si spera) 20-30 anni quando il mondo (forse) sarà maturo e ci sarà la possibilità concreta di cambiare le cose dovranno e potranno assumersi l'onere di risollevare un paese in macerie.
Il Movimento potrà fallire nel breve termine ma le sue idee di base sono ottime e un giorno le persone che adesso si stanno formando con esse potranno costruire un'alternativa a questo Sistema.
D'altronde anche la Massoneria c'ha messo secoli per andare al potere e all'inizio era all'opposizione del Potere del tempo..e vedi oggi
Scusa,ma preferisco dare un piccolo appoggio a chi ha le palle per reagire piuttosto che rinchiudermi nel solipsismo o aspettare l'arrivo dello Spirito Santo che risolverà tutto.
Un abbraccio

Slobbysta
Inviato: 11/6/2014 13:04  Aggiornato: 11/6/2014 13:06
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/7/2013
Da:
Inviati: 2227
 Re: La questione morale
Autore: MARCO M5S  
sii chiaro, altrimenti è fuffa.
ps. mica ti riferisci ai suoi spettacoli anni 70 in cui sarebbe stato pagato al nero dai comunisti dell'unità, vero?

Basta digitare Lannes Grillo.....io mi riferisco in generale comunque...

Grillo mi piaceva nei suoi vecchi spettacoli ora, gli stessi, li vedo meno genuini...io non mi fido...

come non mi fido di QUESTO CONCETTO DI POLITICA e di chi la fa passare come tappa obbligatoria...VOTARE SCHEDA BIANCA? Al posto di starmene a letto? MoltoContraddittorio..bisogna sbavare per la politica per farlo...

Tirar in ballo l'incidente di Grillo è inaudito e portaSfiga...

MA LO RIPETO...MUORE GRILLO E TUTTO CADE...MUORE MARONI..."non cambia nulla"...È questione di struttura organizzativa..fatta così ..non dura molto..ne con la menata dei 2 mandati...che è stronzata immane...trovi finalmente qualcuno di valido e dura solo due mandati? Non fai a tempo neppure ad affezionarti e quello se ne va? io al Governo voglio dei geni non persone provvisorie e condizionate....

Poi PD è un marchio mutante.. chissà Natta cosa avrebbe pensato di Renzi...

toussaint
Inviato: 11/6/2014 13:05  Aggiornato: 11/6/2014 13:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: La questione morale
Ultime new entry nello scandalo veneziano.
grossi nomi coinvolti, anche se poi per questi sicuramente si insabbierà, in fondo i giudici non hanno tutto questo coraggio, si è visto in passato per altre indagini analoghe.
stiamo parlando dei Letta, zio e nipote, di Lunardi, Brunetta e, udite, udite, il Cacciari, il filosofo da 5 euro, colui che pontifica su tutto e su tutti, ma soprattutto sul M5S.
tanto da essere schifato anche dal fratello e dal nipote che invece da sempre lottano contro il malaffare in laguna e in Italia.

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
toussaint
Inviato: 11/6/2014 14:33  Aggiornato: 11/6/2014 14:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: La questione morale
oggi, in un'altra inchiesta, cadono anche un colonnello della GDF, Mennella, e il n.2 del Corpo, il generale Bardi.
siamo oltre Mani pulite, direi...

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
Calvero
Inviato: 11/6/2014 14:57  Aggiornato: 11/6/2014 15:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: La questione morale
Citazione:
oggi, in un'altra inchiesta, cadono anche un colonnello della GDF, Mennella, e il n.2 del Corpo, il generale Bardi.
siamo oltre Mani pulite, direi...


Si impari una volta per tutte PER LA MADONNA, che nessun continuum è stato mai interrotto. Non è mai esistita la prima,seconda,terza,quarta repubblica ... figurarsi tra "mani pulite" e adesso ...

... siamo sempre nella medesima LINEA ...


... quella che la CIA ha contribuito a costruire, sin dai tempi del broglio per eccellenza, che qui si doveva essere ancora in MONARCHIA...

... questa è stata l'unica linea spezzata nel percorso storico di questo paese di smidollati.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
phobos
Inviato: 11/6/2014 15:31  Aggiornato: 11/6/2014 15:31
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/9/2006
Da:
Inviati: 224
 Re: La questione morale
Sertes, stai citando le affermazioni, tutte da verificare, di un imprenditore che si era pappato tutti gli appalti e che ora cerca di difendersi accusando a destra e a manca; esattamente come quelli che accusano Grillo di essersi sempre fatto pagare in nero per i propri spettacoli.
Se consideri attendibile Mazzacurati, allora lo è anche chi accusa Grillo; dove sta la differenza?

Io non c'entro nulla col PD visto che non vado a votare (se non ricordo male) dagli anni 90; ho solo espresso il mio sconcerto per un sito ormai invaso dalla peste a 5 stelle, che è pure peggio della peste rossa (leggetevi l'articolo del vostro amico Barnard).

Oggi il M5S si è astenuto alla Camera facendo passare un emendamento Lega/FI per imbavagliare i giudici; lo squallore dei grillini è ormai senza limiti. Con che coraggio si permettono di ergersi a partito degli onesti?

toussaint
Inviato: 11/6/2014 15:45  Aggiornato: 11/6/2014 15:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: La questione morale
phobos, non capisci una minchia.
il provvedimento (anche nella versione del Governo senza emendamento era comunque punitivo verso i giudici) non è legge, è passato solo alla Camera e la mossa del m5s è stata magistrale, ha fatto in modo di mostrare a tutti che ben 80 del PD hanno votato con Forza Italia e la Lega.
ora il Governo dovrà modificare ancora il testo al Senato che poi dovrà ripassare alla Camera e magari Pinocchio cade nel frattempo, chissà, è anche per questo che il Pinocchietto vuole abolire la doppia camera.
non solo, ad aprile era stato bocciato un altro testo ancor più duro verso i magistrati proposto da FI e lo si deve solo al M5S che mise un campo un emendamento che faceva decadere l'intero testo e che passò.
il M5S sta facendo un'opposizione magistrale, pur essendo in nettissima minoranza.
ne avessero fatta la metà, di questa opposizione, Rifondazione Comunista o SEL, adesso non staremmo così con le pezze al culo...

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
haldir
Inviato: 11/6/2014 15:46  Aggiornato: 11/6/2014 15:46
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/5/2006
Da:
Inviati: 51
 Re: La questione morale
Autore: phobos
Oggi il M5S si è astenuto alla Camera facendo passare un emendamento Lega/FI per imbavagliare i giudici; lo squallore dei grillini è ormai senza limiti. Con che coraggio si permettono di ergersi a partito degli onesti?

dal fattoQ
La maggioranza e il governo sono stati battuti di 7 voti: 187 a 180. Decisiva l’astensione del Movimento Cinque Stelle e di Sel, in tutto 65 deputati. Ma ancora più determinante è stato quello di decine di deputati del Pd. Secondo il calcolo del leghista Gianluca Pini almeno 80 parlamentari democratici che avrebbero approfittato del voto segreto per schierarsi con i partiti di centrodestra. Ciononostante il capogruppo del Pd Roberto Speranza parla di “colpo di mano del centrodestra con la complicità del M5s”. Ma Giulia Sarti spiega: “Non facciamo la stampella della maggioranza: la maggioranza ha detto che avrebbe votato contro l’emendamento e noi volevamo vedere se l’avrebbero fatto davvero. Noi comunque restiamo contro questa misura e infatti al Senato voteremo di conseguenza, voto palese o segreto che sia”.

lo squallore del tuo commento invece fischia...

toussaint
Inviato: 11/6/2014 15:49  Aggiornato: 11/6/2014 15:49
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: La questione morale
Citazione:
PD: dal 41 percento al 41 bis



chiedo ufficialmente che sia messa come Voce del Sito.
Sertes, ti trovo in splendida forma...

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
vuotorosso
Inviato: 11/6/2014 15:56  Aggiornato: 11/6/2014 15:56
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: La questione morale
Ciao phobos.
L'astensione del M5S ha messo in luce, una volta di piu', il reale comportamento del PD: specie in questi giorni puoi immaginarti di quanto abbiano bisogno di una legge del genere.

Non solo: il voto segreto avrebeb potuto far sorgere dubbi su cosa avesse votato il M5S, le solite insinuazioni; cosi e' stata tagliata la testa al toro, perche' di fatto la realizzazione non e' compiuta e il passaggio in Senato funziona da paracadute e offre la possibilita' di illuminare in questa fase il comportamento del PD. In modo inequivocabile direi.

Sul partito degli onesti ricorda che sarebbe dovere morale di costoro anche il denunciare certi comportamenti: e come vedi e' quello che e' successo.

Avremo comunque la prova del 9 al voto in Senato, e li si capira' chi millanta e propaganda e chi no. Se ce ne fosse ancora bisogno, ovvio.

Eppure basterebbe rendere il voto palese all'interno del parlamento, sempre, e queste sciocchezze non ci porterebbero via neanche un minuto. Ma si vede che a qualcuno, come recita l'articolo, questa situazione va bene cosi com'e', e a tutto tonddo

toussaint
Inviato: 11/6/2014 16:05  Aggiornato: 11/6/2014 16:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: La questione morale
e la splendida battuta di sertes mi suggerisce anche una cosa.
che quelli beccati col sorcio in bocca non vadano semplicemente in galera, ma appunto al 41 bis.
voglio vedere una volta che si dovessero fare anche solo un paio d'anni in isolamento completo, potendo comunicare con i parenti ai colloqui solo attraverso il vetro e un telefono, con le guardie che ti vengono a controllare ogni 10 minuti e quindi senza neanche farti dormire, se ci riuscissi...
Tortura?
Bè, sì, del resto se la tortura si applica ai mafiosi e a ragazzine di 16 anni a Bolzaneto si può applicare anche a 'sti grassi maiali...

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
toussaint
Inviato: 11/6/2014 16:11  Aggiornato: 11/6/2014 16:11
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: La questione morale
Il pentito Vincenzo Calcara scrive al papa, chiedendo di incontrarlo per rivelargli 3 oscuri segreti, uno sulla mafia, uno sullo Stato e l'ultimo, il più sconvolgente sulla stessa Chiesa che coinvolgerebbe anche il caso Orlandi.
da tempo Calcara afferma che esista una super cupola che riunisce le cupole dei singoli apparati dello Stato occulto, ossia di Cosa Nostra (che per lui riunisce mafia e camorra), N'drangheta (un potere, invece, a sè), Massoneria, Servizi Segreti e, infine, proprio il Vaticano.

Il Terzo Segreto di Calcara

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
Keevan
Inviato: 11/6/2014 16:16  Aggiornato: 11/6/2014 16:16
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/10/2005
Da:
Inviati: 126
 Re: La questione morale
Citazione:
Autore: toussaint Inviato: 11/6/2014 15:45:27

phobos, non capisci una minchia.




Ho riso per un quarto d'ora! :)

Sertes
Inviato: 11/6/2014 16:40  Aggiornato: 11/6/2014 16:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: La questione morale
Reality check, 11 giugno 2014:

1) Denunciato l'ex ministro Di Paola: tradì i marò

2) L'inchiesta di Banca Carige travolge anche quattro magistrati liguri

3) Arrestato per concussione il n°2 della Guardia di Finanza, generale Bardi

4) Indagati a Trani i vertici di BNL, Unicredit, MPS e di Banca popolare di Bari per concorso in usura bancaria

5) Nell'inchiesta sui finanziamenti illeciti legati al MOSE spuntano i nomi del sindaco Cacciari (300.000 euro) e di Enrico Letta (150.000 euro)... e ieri era stato il turno dello zio Gianni

Questa è una giornata tipica in Italia!

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
pensatore
Inviato: 11/6/2014 17:12  Aggiornato: 11/6/2014 17:12
Ho qualche dubbio
Iscritto: 1/6/2006
Da:
Inviati: 173
 Re: La questione morale
Ringrazio a_mensa per la chiarezza dell'esposizione che condivido (sarà perché siamo quasi coetanei).

A chi "vota" SCHEDA BIANCA voglio ricordare che così facendo legittima in modo pieno ed incondizionato chiunque vinca le elezioni, anche se non avrebbe mai votato per quella/e persona/e: non mi pare un comportamento molto sensato a meno che non si abbiano tendenze masochiste (absit iniuria verbis).

La nostra società ipercomplessa è contemporaneamente molto fragile proprio per l'estremo spezzettamento ed interconnessine delle funzioni dei singoli componenti, e perciò richiede un funzionamento regolare che il Potere può ottenere solo con un diffuso consenso (o per lo meno passiva accettazione).
Ecco il motivo dello stupido rito delle votazioni.
E che occorra il consenso (oggi molto più che nel passato) lo dimostra quanto lo ricercassero le dittature europee del secolo scorso.

La possibilità di sopravvivenza esiste ed è DEMOCRATICA, perché una dittatura nella società attuale NON può reggersi solo sulla forza, però occorre risvegliarsi presto, prima che ci incatenino con mille lacci (norme internazionali, moneta elettronica, microchip, droghe mentali di ogni genere, ecc.), ci incattiviscano, ci rimescolino e ci riempiano di paure.

ELFLACO
Inviato: 11/6/2014 19:34  Aggiornato: 11/6/2014 19:34
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/10/2005
Da:
Inviati: 1839
 Re: La questione morale
Citazione:
Reality check, 11 giugno 2014:

1) Denunciato l'ex ministro Di Paola: tradì i marò

2) L'inchiesta di Banca Carige travolge anche quattro magistrati liguri

3) Arrestato per concussione il n°2 della Guardia di Finanza, generale Bardi

4) Indagati a Trani i vertici di BNL, Unicredit, MPS e di Banca popolare di Bari per concorso in usura bancaria

5) Nell'inchiesta sui finanziamenti illeciti legati al MOSE spuntano i nomi del sindaco Cacciari (300.000 euro) e di Enrico Letta (150.000 euro)... e ieri era stato il turno dello zio Gianni

Questa è una giornata tipica in Italia!


Ah robetta!! Renzi metterà tutto a posto con la sua legge anti-corruzione !!

L'hanno detto alla tv.

“Le persone non dovrebbero avere paura dei propri governi, sono i governi a dover aver paura delle persone.”
pippovinci
Inviato: 11/6/2014 19:56  Aggiornato: 11/6/2014 19:56
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/9/2006
Da: palermo
Inviati: 102
 Re: La questione morale
facciamo finta, per assurdo, che alla mafia venga in mente di nominare un padrino intonzo, ingenuo, senza condanne e senza delitti. Lui accetta e da quel momento diventa il capo di una organizzazione criminale!
Può quest'uomo essere assolto? Può la mafia sentirsi a posto per avere nominato al suo vertioce un personaggio incensurato e "personalmente" non colpevole di nulla?

No cari miei la mafia è la mafia.
Se allora un partito di ladri sceglie un capo incensurato e onesto(!?!?) comumque questo capo è il primo responsabile dei malefatti del suo partito. Non può addebbitarsi solo il bene (???) del suo partito, troppo comodo. Prima di accettare la carica avrebbe dovuto accertare tante cose e farsi raccontare (essendo il capo) tante cose. Assumendo la carica ne è automaticamente e pesantemente responsabile. punto e basta

gamete
Inviato: 11/6/2014 20:15  Aggiornato: 11/6/2014 20:15
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/8/2009
Da:
Inviati: 172
 Re: La questione morale
QUEL MASSONE E AMICO DEI BANCHIERI CASALEGGIO COME HA PERMESSO TUTTO CIO ??????


COME IL GOVERNO RENZI DISTRUGGE LO STATO: DECINE DI MILIONI DI EURO A BANCHE CARAIBICHE NIENTE PER ALLUVIONI E TERREMOTI
martedì 10 giugno 2014

Intervenendo ieri alla Camera sul provvedimento che prevede il rifinanziamento da 56 milioni di dollari - più di 41 milioni di euro fino al 2017 - delle quote di pertinenza italiana della CDB (Banca di sviluppo dei Caraibi) e alla Banca Interamericana di sviluppo – Carlo Sibilia ha ricordato quali siano le partecipazione dell'Italia nei vari Fondi multilaterali di sviluppo inseriti nella finanziaria del 2013. Sono dati che quasi mai vengono riportati dall'informazione e, proprio per questo, particolarmente significativi:

Oltre un miliardo per la Banca mondiale,

156 milioni per il Fondo globale per l'ambiente,

319,8 milioni per il Fondo africano di sviluppo,

127,6 milioni per il Fondo asiatico di sviluppo

58 milioni per il Fondo internazionale per lo sviluppo agricolo.

4,75 milioni proprio per il Fondo speciale per lo sviluppo della Banca di Sviluppo dei Caraibi. Banche che annovera tra i beneficiari noti paradisi fiscali come le Bahamas, le Barbados, le Isole Cayman o le Isole Vergini Britanniche.

Motivo di queste ultime elargizioni e la richiesta di nuovo finanziamento da 56 milioni di dollari? "Un valore simbolico elevato a favore del nuovo corso della Banca. Peccato che poi, quando si cerca di destinare le stesse 'simboliche' cifre agli alluvionati della Sardegna, ai terremotati dell'Emilia, ci siano difficoltà non simboliche, ma difficoltà reali. E così gli italiani in situazioni di emergenza si ritrovano sempre a bocca asciutta”, spiega Carlo Sibilia.
E' incredibile, in un momento di crisi del genere per il paese, la facilità con cui i governi trovino queste risorse, sempre all'insaputa della comunità, da destinare ad enti o banche internazionali su cui poi gli stati non hanno praticamente più controllo. Ricordatevelo quando poi vi dicono che per le emergenze sociali non ci sono fondi.
Vi riproniamo ampi stralci dell'intervento di Carlo Sibilia di ieri e la sua dichiarazione di voto contraria al provvedimento del governo che prevede la ricapitalizzazione della quota italiana della Banca di sviluppo dei Caraibi. Leggendo, ponetevi queste due domande: le inutili sofferenze imposte alla popolazione greca potevano essere risparmiate se gli altri paesi della zona euro hanno questa facilità nell'elargire fondi alle Barbados? E, soprattutto, il concetto di “sviluppo”, che, insieme alla “democrazia”, l'occidente rimasto al “Cuore di tenebra” di Conrad vuole esportare è quello di cui il resto del mondo ha bisogno?
“Ma quale è stata la contropartita per tutti questi soldi spesi in oltre venti anni e che continueremo a versare? Non si capisce. Questa è la prova che di soldi ce ne sono quanti ne vogliamo, ma che vengono usati sistematicamente nella maniera sbagliata. La relazione del ministero degli Esteri al Parlamento nel 2010 aggiungeva, inoltre, che "sebbene l’interesse delle imprese italiane verso le operazioni della Banca sia in crescita, solo sporadicamente gare internazionali per l’aggiudicazione di progetti finanziati dalla CDB vengono aggiudicate all’Italia". E intanto i cittadini continuano a pagare.
L'altra banca che beneficerà dei nostri soldi è la IDB - Banca Interamericana di Sviluppo, fondata nel 1959, è la più grande fonte di finanziamento allo sviluppo della regione latino americana e caraibica. L’Italia detiene quote pari all’1,84% avendo sottoscritto un capitale di circa 2 miliardi di dollari su un totale di 116 miliardi di dollari. Con questo provvedimento aumenta ancora la nostra quota perchè votando favorevolmente acquisteremmo le quote di Paesi Bassi e Venezuela che, essendosi rese conto di avere la gente che si muore di fame nel proprio paese hanno deciso di non essere più interessante al nono aumento di capitale in questione.
Ma fortunatamente l'Italia ha una situazione diversa...
Haiti resta uno dei paesi nei quali questa Banca è maggiormente impegnata e nel 2012 i Governatori hanno approvato un nuovo trasferimento di fondi che ha consentito l’approvazione di sovvenzioni per 245 milioni di dollari per aiutare il paese a riprendersi dal devastante terremoto che l'ha colpita nel 2010.
Finalmente un senso! Qualcosa che funziona e per cui vale la pena contribuire...ma vediamo come vengono spesi questi soldi. Visto che sono pur sempre soldi nostri...
Noto come "progetto 400%" o "400 in 100", in riferimento alla promessa di Martelly (presidente di Haiti) di costruire 400 abitazioni in 100 giorni, un altro progetto da 30 milioni di dollari finanziato dalla Banca di Sviluppo Inter-Americana, è stato inaugurato il 27 febbraio 2012. L'area dispone di tre chilometri di strade asfaltate, sistema idrico (anche se l'acqua in realtà è arrivata alcuni mesi dopo), sistema elettrico, lampioni e una piazza con un campo da basket.
Ma cosa scopriamo indagando?
Che non tutti i residenti di tale complesso sono vittime del famoso terremoto, bensì molti sono dipendenti della pubblica amministrazione. Inoltre, pare proprio che le case non siano per niente gratuite, si deve pagare un mutuo di cinque anni (39-46 dollari al mese). Nel contratto si trova anche una clausola che stabilisce che "il mancato pagamento per tre mesi consecutivi comporta una penale del 5% per ogni mese non pagato e potrebbe anche portare allo sfratto"
Ascoltando le voci di chi vive nel complesso dal novembre 2012, scopriamo che qualcuno constata che : “Il presidente non ci ha dato una casa. Ce la sta vendendo. Ma costano troppo. Come si fa in questo Paese dove non c'è lavoro? Dove troviamo i soldi?" Il problema dei pagamenti è confermato dal FAES (fondo di assistenza all'economia e al sociale): "I pagamenti che ci arrivano non coprono nemmeno il 70%. Almeno il 30% di loro è indietro con le rate.." Quando il progetto è stato lanciato, il governo aveva ricevuto un finanziamento per preparare il terreno, costruire le case, impostare il sistema elettrico, ma non aveva i fondi per i servizi effettivamente necessari.
Ecco che fine faranno i nostri soldi se decideremo di approvare questo provvedimento. Getteremo altri milioni di euro che avete solo da decidere in cosa sarebbe stato meglio investirli.
Non so a voi...ma a me sembra un paradosso: nell’anno dei sacrifici e della lotta all'evasione per tenere il paese ancorato all’Eurozona ed evitare un finale in stile Grecia, e quindi per non farlo precipitare nella povertà, si scopre che ben 1,8 miliardi verranno spesi per finanziare i paesi poveri, ma anche altri che poveri forse non sono. Come nei casi appena illustrati di alcuni paesi caraibici che spesso sguazzano proprio coi soldi degli evasori di tutto il mondo.
Tuttavia, l'Italia ha deciso di donare lo stesso qualcosa a queste isolette i cui nomi compaiono non di rado nelle black list delle authority bancarie di tutto il mondo. Pensateci.
Carlo Sibilia, deputato M5S.


https://www.youtube.com/watch?v=MwNFIHbO4hI

notomb
Inviato: 11/6/2014 20:38  Aggiornato: 11/6/2014 20:38
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/2/2012
Da:
Inviati: 127
 Re: La questione morale
Prima di Mazzucco c'era lui
https://www.youtube.com/watch?v=blgFR9SvHhA&feature=kp

un ripasso ogni tanto fa bene.
Sertes basta con questo POPULISMO domani iniziano i Mondiali ed intanto guardati Tempesta d'Amore in tedesco

phobos
Inviato: 11/6/2014 21:57  Aggiornato: 11/6/2014 21:57
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/9/2006
Da:
Inviati: 224
 Re: La questione morale
Ma vi rendete conto delle fesserie che scrivete?
Usate il paravento del PD per coprire le nefandezze dei 5S.

Siccome io voglio mettere in luce i franchi tiratori del PD, mi astengo e faccio passare un emendamento che imbavaglia i giudici!

Ma queste boiate ve le suggeriscono Grillo e Casaleggio in persona?

Decalagon
Inviato: 11/6/2014 22:11  Aggiornato: 11/6/2014 22:11
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: La questione morale
Citazione:
Usate il paravento del PD per coprire le nefandezze dei 5S.


Eh già, il M5S ha commesso l'enorme nefandezza di voler vedere i corrotti e i mafiosi fuori dal parlamento. Cosa vuoi che sia se i membri del PD finiscono in questura uno dopo l'altro

#arrestanovoi

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»
notomb
Inviato: 11/6/2014 22:19  Aggiornato: 11/6/2014 22:19
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/2/2012
Da:
Inviati: 127
 Re: La questione morale
Phobos visto che la sai lunga ti chiedo se puoi aiutarmi. Ho un dilemma che mi perseguita da decenni.
E' meglio avere i pantaloni rotti nel culo o il culo rotto nei pantaloni?

Calvero
Inviato: 12/6/2014 0:02  Aggiornato: 12/6/2014 0:02
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: La questione morale
Citazione:
Usate il paravento del PD per coprire le nefandezze dei 5S.


"Nefandezze" - non è una parola da poco. Potevi usare altri termini per accusare l'avversario, quindi, vista la forza della parola, che è un carico da novanta, non credo tu l'abbia tirata fuori a caso.

Quali sono?

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
ELFLACO
Inviato: 12/6/2014 0:07  Aggiornato: 12/6/2014 0:07
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/10/2005
Da:
Inviati: 1839
 Re: La questione morale
Citazione:
E' meglio avere i pantaloni rotti nel culo o il culo rotto nei pantaloni?


Da "voce del sito"

“Le persone non dovrebbero avere paura dei propri governi, sono i governi a dover aver paura delle persone.”
ohmygod
Inviato: 12/6/2014 0:35  Aggiornato: 12/6/2014 0:35
Sono certo di non sapere
Iscritto: 16/10/2007
Da:
Inviati: 3652
 Re: La questione morale
Notomb
E' meglio avere i pantaloni rotti nel culo o il culo rotto nei pantaloni?

da quello che si evince, fra votanti e vopochi, tutti o quasi hanno un culo rotto nei pantaloni.
contro il cetriolo non vi è difesa che tenga e non è solo una questione di morale ma anche di 80 cetrioli uno dietro l'altro

Nefandezze
Best regard

Slobbysta
Inviato: 12/6/2014 0:39  Aggiornato: 12/6/2014 1:32
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/7/2013
Da:
Inviati: 2227
 Re: La questione morale
CALVERO vuol darmi la BASE....Quelle che dice Slobbysta, colorite da un'acidità fuori posto...

PREFERIVI FOSSI BASICO?...meglio amaro o dolce? Salato lo stanno pagando gli italiani!..facciamolo piccante, come questa squallida immagine (non di CALVERO il "moralista") che mi ha regalato questa frase di Notomb:

E' meglio avere i pantaloni rotti nel culo o il culo rotto nei pantaloni?

SI INDENDE UN PROLASSO RETTALE con culo rotto? Consiglierei del balsamo del Perù con una pennellata di lidocaina...frequenti bagni freddi....NELL'ALTRO "DRAMMA" consiglierei una sartina..non ci fosse, mutande in tinta col pantalone indossato...Caro Notomb è facile scegliere: è meglio avere i pantaloni strappati! Ma cosa Phobos potrebbe risponderti? LUI CHE NON AS-SOGGETTA LA PAROLA fesserie ad un nickname, ma spara la parola nefandezze~BRUCIANDO L'UNICA COSA GIUSTA CHE HA DETTO...il PD è come gli altri...5* escluso, non ne ha avuto il tempo..vedremo poi..casomai non la fa franca..lo espellono! Ovvio! CULO PARATO!!! e gonna (slang/andare a)! By Slobbysta

Sertes
Inviato: 12/6/2014 0:47  Aggiornato: 12/6/2014 0:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: La questione morale
La battuta 41% / 41-bis non è mia, ma di Fernando Rossi (Per il Bene Comune)

Questa invece è mia:




Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
redribbon
Inviato: 12/6/2014 2:41  Aggiornato: 12/6/2014 2:46
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/1/2006
Da: Firenze
Inviati: 614
 Re: La questione morale
Citazione:
L'unica speranza è quella di un completo ricambio della classe dirigente, un ricambio che deve essere morale prima ancora che politico.

Sempre che il paese davvero voglia liberarsi del marciume, perchè ovviamente questo è tutt'altro problema.



La corruzione ed il marciume sono normali in un sistema capitalistico:
è chiaro che i topi vanno dove c'è il formaggio,
è sempre esistito e sempre esisterà.
Pensare di sconfiggerla con la questione morale mi sembra ottimismo GALOPPANTE, proprio a briglia sciolta.

Ed in ogni caso non accadrà perchè il m5s non avrà mai la forza politica necessaria per imporre le sue regole morali,
ma se anche capitasse che la avesse,
vorrebbe dire che si è espanso a tal punto da avere dentro di se i topi più furbi, ed in ogni caso, non potrà reggere alla prova del tempo perchè il sistema capitalista ti risucchia nel suo vortice.


Detto per inciso la corruzione non mi sembra il problema principale per gli italiani,
negli anni '80 hai voglia di corruzione, eppure si stava relativamente bene,
questo per dire che agli italiani interessa maggiormente avere il posto di lavoro piuttosto che combattere battaglie perse come quella contro la corruzione.
Se no finisce che il m5s fa come la medicina odierna:
cura i sintomi della malattia (del sistema capitalista) ,
ma lascia intatte e si guarda bene da andare a ricercare le cause del male,
che in questo caso sono l'Unione Europea, l'euro, la finanza.....



Parlare poi di Renzi mi sembra irrilevante: è una marionetta messa dai poteri forti per continuare il lavoro di Monti,
tutto ciò che dice Renzi è irrilevante, non c'è neanche da starlo a sentire.
Peraltro non ha neanche la statura di uno statista come Andreotti,
il solo paragonarlo ad Andreotti mi farebbe sbellicare dalle risate.


Piuttosto,
per contrastare la corruzione bisogna creare condizioni per le quali diminuisca fortemente la tentazione di cedere alla corruzione,
per esempio, un modo è quello di aumentare di parecchio lo stipendio ai politici,
io sono per dare ai nostri politici uno stipendio di 50000€ mensili + tutte le auto blu che vogliono, anche ai loro figli,
metti che il figlio debba uscire con la fidanzata, è bene che escano con l'auto blu, perchè no?

A patto però, come dice Barnard, che arricchiscano i loro concittadini, non le banche, non i tedeschi, ma i loro concittadini italiani.

Per dirla tutta, io sarei per dare ai politici lo "STIPENDIO A PUNTI"
cioè,
a seconda di quanto i politici italiani abbiano arricchito gli italiani e dato loro benessere, i politici devono prendere un certo stipendio.

C'è gente che si suicida per mancanza di lavoro o per debiti?
C'è il 45% di disoccupazione giovanile?
NO stipendio e NO pensione ai nostri politici.

Avete creato un certo benessere per cui "solo" il 10% è disoccupato e tutti i servizi (sanità, scuola, trasporti... ) funzionano bene e sono gratuiti perchè statali?
OK stipendio di 35000euro, perchè si può fare di meglio...

“datemi il controllo della moneta di una nazione e non mi importa di chi farà le sue leggi”

Mayer Amschel Rothschild
Calvero
Inviato: 12/6/2014 3:07  Aggiornato: 12/6/2014 3:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: La questione morale
____________
________

Redribbon, un discorso molto ben argomentato il tuo, intelligente, che condivido senza timori - ma in linea di principio. Mi spiego più sotto. Ci sono degli appunti, certi che non servono a niente, ci mancherebbe. Ma te li metto così, in ordine sparso:

1) Figurarsi paragonare Andreotti a Renzi, ma perché ?? qualcuno l'aveva fatto? ... però - c'è un però: la grandezza di Andreotti andava di pari passo con la profondità del male che ha toccato, e ha fatto molto male, tanto male.

2) Purtroppo il discorso degli stipendi a Punti per i politici è, come ti dicevo sopra, valido di principio, ma nella realtà italiana, non sei assolutamente distante dall'ottimismo GALOPPANTE di Massimo. Il denaro è un Dio e da noi ha sede l'olimpo ... non basterebbero lo stesso simili cifre. Anzi, lor signori sarebbero irretiti prima dalla bella Vita e la "droga" avrebbe un impatto devastante. Guarda, una cosa "positiva", probabilmente sarebbe che le magagne salterebbero fuori in tempi più celeri. Psicologia Homo Italicus, tutto qui.

3) Per il fatto della "questione morale" il discorso si fa articolato. In un Sistema come il nostro, come dici te, sarà veramente dura pensare di ottenere risultati così "rivoluzionari". Ma la questione, più che altro, dando il beneficio della buona fede a chi andrà nella fossa dei serpenti, è non tanto rivoltare il paradigma ...

.. ma sperare che si incrinino dei meccanismi e, a seguire, si inneschi un effetto domino che dia forza all'opinione pubblica. In questo senso, anche facesse il doppio gioco Casaleggio e l'Agenda mondialista spingesse con più forza, l'effetto sorpresa non è escludibile. Anzi, più pericoloso.

Soltanto due anni fa, non si sarebbe neanche potuta ipotizzare la plausibilità di un effetto sorpresa.

Se no, quieti quieti, con una generazione in Italia di suicidati e un'altra mandata a morire di fame, andremo sotto il tacco dell'Inghilterra. Amen.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
mirco
Inviato: 12/6/2014 6:15  Aggiornato: 12/6/2014 6:15
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/1/2010
Da:
Inviati: 387
 Re: La questione morale
Lo sanno anche i sassi che tra i più delinquenti di tutti ci sono sempre stati quelli della guardia di Finanza. Dal semplice brigadiere fino ai generali.
Il generale della finanza coinvolto con le mazzette per il MOSE aveva redditi milionari nel 740 lui e redditi milionari la moglie. Come ha potuto negli anni passare da semplice finanziere - anche da generale lo stipendio arriva sui 4.000-5.000 euro- a milionario dichiarato ? ( e le mazzette in contanti le seppelliva in giardino mica le dichiarava.... come i 200.000 euro che sono stati scovati nel suo giardino l'altro giorno )..
Che redditi sono quelli che lo fanno dichiarare oltre 2.000.000 di euro all'anno di entrate ? ( i guadagni di borsa come le mazzette esclusi )..
Avrà 300 appartamenti intestati in affitto ?

evitamina
Inviato: 12/6/2014 8:19  Aggiornato: 12/6/2014 8:19
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/2/2014
Da:
Inviati: 56
 Re: La questione morale
Sempre che il paese davvero voglia liberarsi del marciume.

Quando uno si trova in vantaggio rispetto ad altri, devi avere argomenti convincenti sul serio, per convincere chi marcia su una corsia preferenziale a correre insieme a tutti.
Personalmente ritengo il M5S, la migliore proposta politica, nello stesso tempo penso che, quando nei comizi politici, c'è sempre la stessa persona che parla per ultimo come il cavallo di battaglia di un gruppo musicale, credo sia in grande contraddizione con il motto "uno vale uno" (a cui non credo)

Sertes
Inviato: 12/6/2014 8:21  Aggiornato: 12/6/2014 8:29
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: La questione morale
Redribbon, trovo il tuo discorso molto superficiale, pieno di luoghi comuni, e parecchio becero. L'unico sollievo è vedere che citi "serial liar" Barnard, quindi se non altro non è tutta farina del tuo sacco.

Citazione:
La corruzione ed il marciume sono normali in un sistema capitalistico:
è chiaro che i topi vanno dove c'è il formaggio,
è sempre esistito e sempre esisterà.
Pensare di sconfiggerla con la questione morale mi sembra ottimismo GALOPPANTE, proprio a briglia sciolta.


Allora diciamo anche che la guerra nella storia dell'uomo c'è sempre stata. E' normale, è sempre esistita... e quindi sempre esisterà?
Ma che razza di discorsi sono?
Pensare di sconfiggerla è ottimismo galoppante?
Mavaffanculo te e Barnard
Se non vuoi contribuire alla pulizia almeno non rompere i coglioni a chi si sta sbattendo per portare dei risultati concreti.

Se devi lavarti la coscienza dicendo "qualsiasi cosa io faccia non serve a niente perchè corruzione e marciume sempre ci sono stati e sempre ci saranno, quindi sono autorizzato a non far niente" allora fai questi bei discorsi nel silenzio del tuo soggiorno, se vieni a farli in pubblico vieni solo coperto di insulti.

Citazione:
Per dirla tutta, io sarei per dare ai politici lo "STIPENDIO A PUNTI"
cioè,
a seconda di quanto i politici italiani abbiano arricchito gli italiani e dato loro benessere, i politici devono prendere un certo stipendio.

C'è gente che si suicida per mancanza di lavoro o per debiti?
C'è il 45% di disoccupazione giovanile?
NO stipendio e NO pensione ai nostri politici.


Devo darti uno shock: chi rinuncia già al proprio stipendio e ai propri privilegi c'è già. Basta aprire gli occhioni ed iniziare ad informarsi.

E comunque il punto di questo thread è che se un politico delinque deve andare in prigione, non avere lo stipendio azzerato. Tanto ill politico lo trova sempre qualcuno che lo paghi per far male, figurati se il modo per dissuaderlo è non dargli lo stipendio!

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
perspicace
Inviato: 12/6/2014 8:30  Aggiornato: 12/6/2014 8:30
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: La questione morale

Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
P.K.89
Inviato: 12/6/2014 9:45  Aggiornato: 12/6/2014 9:45
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/7/2013
Da:
Inviati: 601
 Re: La questione morale
Massimo ma di quale morale parliamo?

Continuiamo a pensare che Renzi, Grillo o Berlusconi, o chi vi pare, abbiamo una morale GIUSTA o SBAGLIATA a seconda della nostra fazioncina.

Io che son tonto e non riesco a capire, spiegatemi cosa è GIUSTO e cosa SBAGLIATO.

E non scassatemi le p....e con abbiate FEDE, FIDUCIA, (tra le altre cose mi sembrano concetti che ho già sentito, magari quando mi mandavano al catechismo? Può essere? O ricordo male?)

Volete sta cazzo di Democrazia, adorate un FEDE che è piramidale, credete negli stati, nei partiti, nelle istituzioni e poi ce la stiamo a menare con Renzi.

O sfugge qualcosa a me, o sono idiota e non riesco a capirvi, o avete voi un po di confusione mentale. Mi sa che dobbiamo un po soffermarci allo specchio e guardarci dentro. Magari iniziando ad esser onesti con se stessi è più facile poi esserlo con gli altri.

P.S. O Girllo, Casaleggio, e chi ispira il movimento, sono i più cretini in assoluto che si sono seduti al tavolo del potere, o sono i più pericolosi in assoluto. Raccontatevi ancora del broglio sui conteggi per spiegarvi la sconfitta alle ultime elezioni, che ne farete di strada. O arrivate da Marte o vi sfugge proprio il contatto con la realtà

toussaint
Inviato: 12/6/2014 11:01  Aggiornato: 12/6/2014 11:04
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: La questione morale
diceva qualcuno che "la rivoluzione non è un pranzo di gala".
voleva dire che per cambiare le cose, inevitabilmente dovrai sporcarti le mani, scendere nella melma, invischiarti in un maelstrom che cerca di portarti giù nelle fogne insieme a lui.
e sta proprio lì la forza e la grandezza di un rivoluzionario, la capacità di immergersi nel marciume restandone però incontaminato.
i duri e puri non hanno mai cambiato una minchia, sono sempre stati un comodo strumento nelle mani del potere per anestetizzare le potenzialità di rivolta.
perchè, come ho già scritto altre volte, l'unica persona che è uguale a te sei tu (e non è detto).
dunque, unirsi con qualcun altro per cambiare la propria condizione e il destino dell'umanità comporta inevitabilmente dei compromessi.
l'importante è che il saldo benefici/costi sia in attivo.
e' questo l'unico, vero e non truffaldino RIFORMISMO...


edit: queste mie parole si rivolgono a chi evoca continuamente l'inutilità di qualsiasi lotta e a quelli per i quali o si fa la rivoluzione totale, a 360° oppure è meglio farsi i cazzi propri...
opposti estremismi...

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
Giano
Inviato: 12/6/2014 12:33  Aggiornato: 12/6/2014 12:33
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/3/2011
Da:
Inviati: 1424
 Re: La questione morale
Redazione Citazione:
Il vero problema è che Renzi e Company non potevano non sapere ...

E' il Novembre del 2012, le primarie del PD mettono a confronto Bersani e Renzi in un faccia a faccia condotto da Monica Maggioni (urca!) nei giorni in cui ci si avvicinava al voto per accogliere la Palestina come osservatore all' ONU:

«Io non sono così sicuro che bisogna per forza votare sì. Non è solo il governo italiano a mostrarsi titubante, lo sono anche gli inglesi ed altri...». «Non sono d'accordo con Bersani - ha detto fra l'altro Renzi - sul fatto che la centralità di tutto sia il conflitto israelo-palestinese. Il problema è generale di tutta l'area del Medio Oriente. E al centro c'è l'Iran. Dobbiamo noi Europa per primi ascoltare il grido di dolore delle ragazze di Teherhan. Se non risolviamo lì, non risolviamo il conflitto israelo-palestinese. A Gaza cosa c'è scritto, infatti? 'Grazie Theran'. L'Europa non deve lasciare la questione Iran soltanto agli Usa: è quella la madre di tutta le battaglie nel Medio Oriente....»
Link al Corriere.it


Sapere, non sapere, cambia poco quando alle spalle ha milioni di italiani che lo legittimano nonostante le boiate epocali che gli escono dalla bocca.
Questa è gente che bombarda il vicino di casa per rubare, ma ci scandalizziamo solo quando ci toccano il portafogli. E allora ben ci sta.

gamete
Inviato: 12/6/2014 13:26  Aggiornato: 12/6/2014 13:26
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/8/2009
Da:
Inviati: 172
 Re: La questione morale
il pd alla camera ha il 55% dei seggi

SVEGLIA !!111!111!!!!!

M5S non puo bloccare nessuna nefandezza se il pd resta compatto

Escape2013
Inviato: 12/6/2014 13:28  Aggiornato: 12/6/2014 13:28
Mi sento vacillare
Iscritto: 24/5/2013
Da:
Inviati: 358
 Re: La questione morale
Nella desolazione generale e galoppante almeno c'è il conforto si possa arrivare alla sempre tardiva responsabilità diretta dei giudici.

Ogni tanto questa martoriata Italia riesce a emettere qualche fiammata di vera civiltà.

gamete
Inviato: 12/6/2014 13:53  Aggiornato: 12/6/2014 13:53
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/8/2009
Da:
Inviati: 172
 Re: La questione morale
io sono contrario alla resp dei giudici
tra l'altro lo stato in caso di solo puo gia rivalersi sul giudice


quindi questa nuova legge che sta per arrivare al senato e' una rischiesta di B.

Escape2013
Inviato: 12/6/2014 14:02  Aggiornato: 12/6/2014 14:11
Mi sento vacillare
Iscritto: 24/5/2013
Da:
Inviati: 358
 Re: La questione morale
Se un chirurgo perde il paziente sotto i ferri, ne risponde da sempre e dappertutto anche personalmente.

Perché un giudice non deve avere la stessa responsabilità se un imputato ci rimette tutto sotto una sua sentenza?

Se un professionista è sicuro del fatto suo, alla pari di chirurghi e ingegnerii, per quale motivo dovrebbe temere di rispondere per quello che fa?

toussaint
Inviato: 12/6/2014 14:24  Aggiornato: 12/6/2014 14:24
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: La questione morale
la responsabilità diretta può essere fatta valere solo in caso di dolo o colpa grave da parte del pm o del giudice, perchè è proprio la previsione dei tre gradi di giudizio da parte della nostra Costituzione a sancire la possibilità impunibile di mero errore da parte del pm o del giudice.
ora, provare il dolo o colpa grave di un giudice è cosa estremamente complicata e abbisogna di un collegio di difensori coi controcazzi.
ergo, questo potere potrà essere fatto valere solo dall'elite politica, finanziaria, imprenditoriale e mafiosa.
ergo, questo potere varrà come forma di ricatto nei confronti di magistrati troppo zelanti.
l'esempio del chirurgo, come al solito, non c'entra una fava.
di fronte al chirurgo non c'è una lobby di pazienti che cerca di ricattarlo.
e comunque, proprio l'eccesso di cause contro i chirurghi ha fatto sì che molti di loro, di fronte a un intervento rischioso, preferiscano non operare dichiarando il paziente inoperabile.
così si salvano il culo e il paziente muore.

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
Escape2013
Inviato: 12/6/2014 14:57  Aggiornato: 12/6/2014 15:00
Mi sento vacillare
Iscritto: 24/5/2013
Da:
Inviati: 358
 Re: La questione morale
Caro Toussaint,

è un'ottima occasione per vedere di che pasta sono fatti i "Fratelli d'Italia".

Progressivamente tutti saremo costretti ad esporci, dal povero al ricco. e saremo costretti con le buone o con le cattive a giustificare il nostro status e certe scelte rivolte verso il prossimo.

Se la povertà è ancora un nemico invincibile può essere che l'omertà e i privilegi ad essa connessi siano invece battibili.

E' una scommessa nel presente e per il futuro, quest'inizio mi convince.
Se resteranno un po' di morti sul terreno, metaforici o reali, la natura della Storia avrà solo seguito il suo corso.

toussaint
Inviato: 12/6/2014 15:13  Aggiornato: 12/6/2014 15:13
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: La questione morale
Escape2013, ma di cosa stai parlando?

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
branzac
Inviato: 12/6/2014 15:14  Aggiornato: 12/6/2014 15:14
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/8/2009
Da:
Inviati: 416
 Re: La questione morale
Perché un giudice non deve avere la stessa responsabilità se un imputato ci rimette tutto sotto una sua sentenza?

Prendo questa frase come spunto....
"Perchè un politico non deve avere la stessa responsabilità se un italiano ci rimette sotto il suo mandato?"
Se un politico sbaglia, non lo voto più?
Troppo comodo, usiamo lo stesso peso e la stessa misura: in caso di danno, lo denuncio....
Se così fosse, immagino che ci sarebbe una luuuuuuunga fila di italiani con una denuncia in mano.

Una volta è caso, due è coincidenza ma tre è voluto.
Escape2013
Inviato: 12/6/2014 15:22  Aggiornato: 12/6/2014 15:22
Mi sento vacillare
Iscritto: 24/5/2013
Da:
Inviati: 358
 Re: La questione morale
Per Toussaint e Branzac

Le mie parole valgono zero, non vale neanche la pena perdere tempo a leggermi e figurarsi a rispondermi.
Invito però a studiare bene ma davvero bene la Rivoluzione Francese e a farsi un'idea se le rivendicazioni di ora somigliano o meno a quelle di allora e se gli sviluppi di allora - di cui bene o male ne sentiamo ancora fortemente gli effetti - si basarono più sulla ragione o sugli istinti.

E a chi volesse tacciarmi di facile catastrofismo o d'ingenua visione politico/sociale, rispondo solo: se neanche di una singola persona che pure credete di conoscere bene potete prevederne tutte le reazioni, come potete sperare di stereotipare la reazione addirittura di un popolo?

toussaint
Inviato: 12/6/2014 16:33  Aggiornato: 12/6/2014 16:34
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: La questione morale
il PD è il partito della menzogna eretta a principio politico.
ricordate la campagna mediatica dei media del PD contro il M5S per l'espulsione dei parlamentari rei di aver tradito i punti principali dello Statuto del Movimento?
bene, ora il PD ha cacciato dalla Commissione Affari Costituzionali Corradino Mineo solo perchè lo stesso è promotore di un disegno di legge sulla riforma del Senato che non si attaglia in pieno con quello che vorrebbe Renzi.
e stiamo parlando di una legge che nulla ha a che vedere con i principi costituenti di un partito o di un movimento.
alla faccia della libertà di mandato.
CHE LINGUE BIFORCUTE!
LO STESSO GENERALE CUSTER IMPALLIDIREBBE DI FRONTE A TANTA SFRONTATEZZA...

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
ayarbor
Inviato: 12/6/2014 18:46  Aggiornato: 12/6/2014 19:32
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/1/2010
Da:
Inviati: 227
 Re: La questione morale
Alle volte mi sembra che l' idea di una questione morale in politica stuzzicchi un non sò che di ascetico ed ancestrale allo stesso tempo.

La morale i partiti non sanno nemmeno cosa sia, figuriamoci se si facciano lo scrupolo di porsene una 'questione' a tal riguardo.

Che la Politica abbia generato il concetto di una questione morale è un pò "contro-verso", infatti al contrario dovrebbe essere la morale ad originare la concezione della politica.
È da quì che sorge ogni travisazione.

Ste_79
Inviato: 12/6/2014 19:04  Aggiornato: 12/6/2014 19:04
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/8/2011
Da: Reggio Emilia
Inviati: 766
 Re: La questione morale
Citazione:
redribbon


La corruzione ed il marciume sono normali in un sistema capitalistico: è chiaro che i topi vanno dove c'è il formaggio, è sempre esistito e sempre esisterà.


Detto per inciso la corruzione non mi sembra il problema principale per gli italiani,
negli anni '80 hai voglia di corruzione, eppure si stava relativamente bene,
questo per dire che agli italiani interessa maggiormente avere il posto di lavoro piuttosto che combattere battaglie perse come quella contro la corruzione.


Vero. La corruzione non è il problema principale se è intesa come corruzione per ottenere facilitazioni nei lavori pubblici.
Esiste un problema ben più grosso, che continua ad essere snobbato dalla grande stampa e quindi anche dalla maggioranza delle persone comuni e, a quanto pare anche delle persone ben informate.
Se parliamo di lotta al nero, lotta all'evasione fiscale, non capisco come mai si permetta al sistema bancario di evadere le tasse sulla quantità di moneta creata dal nulla.
Tutto ciò va sotto il nome di signoraggio bancario. (Qui il signor Barnard dovrebbe spiegare alcune cose...)
Se andiamo a vedere le cifre che ruotano attorno questo problema, ogni corruzione sbiadisce al suo cospetto.
Basterebbe far pagare un 20% di tasse sull'intero denaro emesso per mettere i conti in ordine. Questo lo dico per fornire una facile soluzione.
Ma, essendo il signoraggio bancario una teoria non scientifica, complottista, questa teoria è falsa.

Perché con livelli simili di corruzione si stava bene prima, e in prospettiva si sarebbe stati sempre meglio, e ora invece si sta male e in prospettiva si sta sempre peggio?
Perché qualcuno ha deciso che noi, avremmo dovuto pagare caro il nostro benessere, prima di qualche altro paese europeo.

Tanto per portare un esempio, la cara Germania ha una corruzione che un po' più bassa della nostra, ma non di molto.
Solo che loro stanno meglio.
Perché?
La Germania può sfruttare maggiormente la politica monetaria avendo una banca pubblica, la KFLM.
E poi frodando anche sulla vendita dei propri titoli di stato, congelando la parte che non viene venduta in modo da mantenere i propri interessi bassi.

E' più grave la corruzione italiana o la corruzione a livello europeo?
Lascio rispondere a voi.

Ci sono dei sistemi per abbassare i livelli di corruzione, e sono anche molto semplici sulla carta, ma diventano difficili perché il "banco" non vuole eliminare la corruzione.

Per rendere l'uomo meno avido invece la cosa è molto più complessa.
Personalmente anziché dare milioni di euro ai politici, che già di fatto li hanno, eliminerei i vantaggi che un uomo ricco ha rispetto ad un uomo povero. Se eliminiamo le differenze di denaro, mettendo un tetto massimo ai guadagni, ridistribuendo l'eccedente, sia per persone fisiche che giuridiche, eliminiamo drasticamente l'incentivo a rubare perchè oltre ad un massimo non si può andare, per legge.
Facciamo una proporzione 1 a 8. Una volta che uno guadagna 8 volte lo stipendio minimo, basta. guadagna a sufficenza per gonfiare il suo ego.

Il vero problema della classe politica non è che non guadagna abbastanza, ma che è ricattabile proprio perchè guadagna troppo, quindi da un giorno all'altro potrebbe, se non fa il suo dovere secondo le elite, trovarsi in mezzo ad una strada. Inutile dire che a nessuno piace passare dalle stelle (non 5) alle stalle.

wendellgee
Inviato: 12/6/2014 19:08  Aggiornato: 12/6/2014 19:08
Mi sento vacillare
Iscritto: 17/1/2013
Da:
Inviati: 700
 Re: La questione morale
Le promesse di PD, PDL/Forza Italia e Scelta Civica sugli asili nido nella campagna elettorale per le politiche 2013.

Fonte: programmi elettorali 2013

PD
"è indispensabile alleggerire la distribuzione del carico di lavoro e di cura nella famiglia, sostenendo una riforma del welfare, politiche di conciliazione e condivisione e varando un programma straordinario per la diffusione degli asili nido".

PDL
"Piano di sviluppo degli asili nido".

Scelta Civica
"Va incoraggiata la più ampia creazione di asili nido, l’adozione di incentivi fiscali e contributivi a sostegno della natalità e per le famiglie numerose, va favorito l’accesso alla casa".

Non so voi ma ho amici che spendono più di 500 euro al mese per mandare i loro figli negli asili nido privati a causa della mancanza di quelli pubblici.
Per me la questione morale parte dalla parola data e prosegue a cascata su tutto il resto.

Il mio blog:
lumiebarlumi.blogspot.com
Det.Conan
Inviato: 12/6/2014 19:40  Aggiornato: 12/6/2014 19:40
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/6/2006
Da:
Inviati: 1754
 Re: La questione morale
L'alleanza con Farage ha vinto a stragrande maggioranza.
E in più ora conosciamo il numero di troll e infiltrati che possono votare sul blog di Grillo (fra cui Pispax ma già lo sapevamo) :
3.533 individui hanno votato per andare fra i non-iscritti.
Tana!

Ste_79
Inviato: 12/6/2014 20:25  Aggiornato: 12/6/2014 20:25
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/8/2011
Da: Reggio Emilia
Inviati: 766
 Re: La questione morale
Per aggiungere solidità al discorso fatto in precedenza voglio linkarvi due interventi interessanti (il primo molto più incisivo del secondo) a firma Marco Saba e Carlo Sibilia all'assemblea dei soci Unicredit.
Nel Primo intervento Saba accusa Unicredit di falso in bilancio.
Nel secondo Sibilia pone delle questioni di trasparenza bancaria e in ultimo ribadisce la necessità di chiarire le accuse rivolte da Marco Saba.
Faccio i miei complimenti a Sibilia, speriamo continui su questa strada.

Marco Saba

Carlo Sibilia

Naturalmente nessuna risposta da parte dell'amministratore delegato.

Keevan
Inviato: 13/6/2014 12:31  Aggiornato: 13/6/2014 12:31
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/10/2005
Da:
Inviati: 126
 Re: La questione morale
Citazione:
Autore: Det.Conan Inviato: 12/6/2014 19:40:16

L'alleanza con Farage ha vinto a stragrande maggioranza.
E in più ora conosciamo il numero di troll e infiltrati che possono votare sul blog di Grillo (fra cui Pispax ma già lo sapevamo) :
3.533 individui hanno votato per andare fra i non-iscritti.
Tana!



A parte che il tuo ragionamento è discutibile, è vero che non c'era la possibilità di scegliere i Verdi?
Mi pare un autogol...

haldir
Inviato: 13/6/2014 12:57  Aggiornato: 13/6/2014 12:58
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/5/2006
Da:
Inviati: 51
 Re: La questione morale
Keevan Inviato: 13/6/2014 12:31:33


A parte che il tuo ragionamento è discutibile, è vero che non c'era la possibilità di scegliere i Verdi? Mi pare un autogol...

i verdi tedeschi non hanno mai aperto al M5S, i verdi francesi si ma a patto che prima la rete decidesse in loro favore ( richiesta che trovo assurda ).

se poi pensi che i verdi hanno votato il fiscal compact, l' abolizione del quale è uno dei punti fondamentali su cui si è fatta campagna elettorale... ma di cosa parliamo?

gamete
Inviato: 13/6/2014 13:03  Aggiornato: 13/6/2014 13:03
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/8/2009
Da:
Inviati: 172
 Re: La questione morale
Roberto Fico
circa un'ora fa · Modificato
Ecco il quesito che ho inviato alla Rai sulla partecipazione della direttrice di Rai News 24 all'ultimo meeting del Club Bilderberg che si è svolto a Copenaghen dal 29 maggio al 1° giugno. Monica Maggioni figura tra gli invitati alla riunione a cui annualmente prendono parte circa 150 tra le personalità più influenti del pianeta: politici, banchieri, vertici di multinazionali, imprenditori. Le riunioni del Bilderberg sono chiuse al pubblico e alla stampa. Non è possibile conoscere contenuto e finalità degli incontri ad eccezione di un sintetica lista di argomenti pubblicata sul sito dopo la chiusura della conferenza. Non si hanno notizie precise delle finalità perseguite o delle conclusioni raggiunte. La partecipazione della direttrice di Rai News a un meeting con queste caratteristiche è suscettibile di condizionare l'esercizio libero e critico dell'attività giornalistica e di minare il rapporto di fiducia che si instaura tra il responsabile di uno dei canali di informazione della tv pubblica e i cittadini. In tantissimi mi hanno infatti scritto segnalandomi, preoccupati, la vicenda. La Rai dovrà rispondere entro 15 giorni all'interrogazione e in caso di risposta incompleta richiederemo senza dubbio ulteriori dettagli. Stay tuned.

vuotorosso
Inviato: 13/6/2014 13:15  Aggiornato: 13/6/2014 13:18
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: La questione morale
Citazione:
A parte che il tuo ragionamento è discutibile, è vero che non c'era la possibilità di scegliere i Verdi? Mi pare un autogol...


Un passetto indietro: un'alleanza con i Verdi era possibile?

Se non fosse stata possibile - per scelta dei Verdi -, aveva senso metterla come opzione?

30 Maggio - Verdi Ue, Frassoni: “Nessuna chiusura a M5s, ma no a chi sta con Farage o Le Pen” Dopo le elezioni, l'eurodeputato tedesco dei Verdi Albrecht aveva detto di escludere "categoricamente un'alleanza con il Movimento 5 Stelle". Ma Monica Frassoni, co-presidente del Partito Verde europeo, non chiude la porta: "Se vogliono, possono chiamarci. Per ora, però, nessun contatto". E ricorda: "Nel 2007 invitai Grillo al Parlamento europeo a parlare di ambiente" di Eleonora Bianchini | 30 maggio 2014

4 Giugno - Europa, Grillo scrive ai Verdi: "Potremmo collaborare...". Dura replica: "Non siete con Farage?"

Roma, 4 giugno 2014 - La rottura di M5S con i Verdi europei, evidentemente, non era definitiva. Dopo le molte polemiche nella base, l'ex comico ha deciso di contattare Vula Tsetsi, segretario Generale del Gruppo dei Verdi al Parlamento Ue, chiedendo di incontrala “per discutere un’eventuale collaborazione in seno al gruppo” in Europa. Il testo della lettera è stato pubblicato sul blog di Beppe Grillo con un post dal titolo ironicamente intitolato ‘Toc toc, c’è qualcuno in casa?’. La risposta, in tarda serata, è dubbiosa e Tsetsi adombra il sospetto che la mano tesa di Grillo sia solo una "copertura di una decisione già presa"

Sertes
Inviato: 13/6/2014 13:31  Aggiornato: 13/6/2014 13:31
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: La questione morale
Mose Venezia, il sindaco Orsoni si dimette
"Chiedevo soldi su input dei dirigenti Pd"


Orsoni ha pure patteggiato 4 mesi di pena (cioè ha ammesso il fatto) e poi ha organizzato una conferenza stampa per negare ogni addebito!!!

Travaglio: tutti respingono gli addebiti, ma accettano gli accrediti.


Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
toussaint
Inviato: 13/6/2014 14:14  Aggiornato: 13/6/2014 14:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: La questione morale
Orsoni ha detto una cosa chiarissima, non era lui che rubava, ma il PD in quanto partito.
Aspettiamo con fiducia lo scioglimento di questa fogna di partito, come fu per DC e PSI...

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
Keevan
Inviato: 13/6/2014 14:14  Aggiornato: 13/6/2014 14:14
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/10/2005
Da:
Inviati: 126
 Re: La questione morale
Citazione:
Autore: haldir Inviato: 13/6/2014 12:57:02

i verdi tedeschi non hanno mai aperto al M5S, i verdi francesi si ma a patto che prima la rete decidesse in loro favore ( richiesta che trovo assurda ).

se poi pensi che i verdi hanno votato il fiscal compact, l' abolizione del quale è uno dei punti fondamentali su cui si è fatta campagna elettorale... ma di cosa parliamo?




parliamo di democrazia (più o meno) diretta
sono perfettamente d'accordo che i Verdi non fossero una valida alternativa a Farage, ma che c'entra??
Non facciamo finta di non capire ciò che ho scritto nel post precedente: se proponi una libera votazione online per scegliere l'alleato, io votante ESIGO che tra le possibilità di voto ci siano TUTTE le opzioni, anche le più strampalate. Sarò appunto IO a scegliere l'opzione che preferisco, secondo una MIA LIBERA valutazione, senza il bisogno che tu mi offra la pappa pronta.
Altrimenti meglio tornare al vecchio "fate voi, ci risentiamo tra 5 anni", che mi pare anche più onesto intellettualmente.
Ed io ho votato m5s anche perché favorevole al voto online, ma questa mi sembra una presa per i fondelli...

Keevan
Inviato: 13/6/2014 14:17  Aggiornato: 13/6/2014 14:17
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/10/2005
Da:
Inviati: 126
 Re: La questione morale
Citazione:
Un passetto indietro: un'alleanza con i Verdi era possibile?

Se non fosse stata possibile - per scelta dei Verdi -, aveva senso metterla come opzione?



certamente un'alleanza coi Verdi non era possibile
ma andava assolutamente messa tra le opzioni
altrimenti tanto vale che decidano tutto gli eletti, basta essere chiari ed onesti intellettualmente
Poi ognuno si farà i propri conti

toussaint
Inviato: 13/6/2014 14:47  Aggiornato: 13/6/2014 14:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: La questione morale
scusate, ma come ragionate?
tra le opzioni da scegliere devi mettere quelle praticabili, altrimenti se avesse vinto l'opzione verdi avresti dovuto poi rifare la consultazione.
perchè ricordo che i verdi hanno risposto no in maniera inequivocabile.
ma possibile che ci si attacca a tutto?
se avete da fare delle critiche, fatele su questioni serie, non sulle cazzate.

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
vuotorosso
Inviato: 13/6/2014 14:59  Aggiornato: 13/6/2014 14:59
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: La questione morale
Toussaint, secondo me il punto di Keevan e' filosofico e di principio e in quell'ottica corretto.

Io e te abbiamo espresso un punto di vista piu tecnico: direi che ciascuno dal proprio punto di vista ha ragione.

Il punto e': se fosse possibile calcolarlo, quale dei due aspetti ha piu valore dell'altro?

toussaint
Inviato: 13/6/2014 15:04  Aggiornato: 13/6/2014 15:04
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: La questione morale
se una cosa non è realizzabile tecnicamente, non lo è neanche politicamente.
poi se vogliamo parlare di filosofia, facciamolo pure...

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
Keevan
Inviato: 13/6/2014 15:19  Aggiornato: 13/6/2014 15:19
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/10/2005
Da:
Inviati: 126
 Re: La questione morale
Toussaint non voglio fare polemica, ma discuterne tranquillamente, da persone civili.
Secondo me sottovaluti l'importanza della "scrematura" che è avvenuta a monte della consultazione online.
Provo a spiegarmi:
in pratica qualcuno ha già deciso che alcune opzioni non fossero percorribili ed ha deciso di escluderle.
Come a dire:" Caro popolo della rete, per evitare che facciate cazzate (perché non ci fidiamo) o per evitare che eventuali infiltrati (sempre che ci siano perché non so se abbiamo i mezzi per identificarli) sballino il voto, vi proponiamo solo le opzioni che ci sembrano praticabili. Ti ringraziamo per il tuo preziosissimo (ma in pratica inutile) apporto."
Bisogna decidere se alla rete si vuol dare RESPONSABILITA' o meno. Questa votazione NON va in quella direzione, secondo me. E bisognerebbe essere chiari, soprattutto.
Insomma, le cose si fanno per bene o non si fanno.

La mia impressione (magari sbagliata eh!) è che il M5S non sia ancora in grado di filtrare gli aventi diritto al voto e quindi filtra le opzioni di voto.
E non mi sembra una cazzata da poco.

Keevan
Inviato: 13/6/2014 15:39  Aggiornato: 13/6/2014 15:39
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/10/2005
Da:
Inviati: 126
 Re: La questione morale
Citazione:
Autore: toussaint Inviato: 13/6/2014 14:47:42

scusate, ma come ragionate?
tra le opzioni da scegliere devi mettere quelle praticabili, altrimenti se avesse vinto l'opzione verdi avresti dovuto poi rifare la consultazione.



Ok, allora tu (impersonale) mi devi correttamente ed obiettivamente informare (tramite blog, video o quel che vuoi) sui perché tale scelta sarebbe difficilmente praticabile.
Ma poi mi devi assolutamente lasciare la libertà di poter scegliere comunque tale opzione, anche se la reputi sbagliata.

toussaint
Inviato: 13/6/2014 16:12  Aggiornato: 13/6/2014 16:12
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: La questione morale
Keevan, forse non sei informato.
Grillo ha chiesto due volte ai verdi di collaborare.
La prima volta neanche gli hanno risposto, la seconda volta si sono attaccati al fatto che l'aveva chiesto anche a Farage per dirgli epslicitamente no.
Quante altre prove vuoi per dire che era un'opzione impraticabile e dunque giustamente depennata?
E non diciamo che la consultazione allora non aveva più senso, perchè l'altra opzione era nadare con i Conservatori europei, non antieuropei ma euroscettici.
Se permetti, è una differenza enorme!!!

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
Sertes
Inviato: 13/6/2014 16:12  Aggiornato: 13/6/2014 16:12
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: La questione morale
Oggi nel PDL hanno finalmente arrestato il fondatore, estradato dal libando dopo la condanna definitiva per concorso esterno per associazione mafiosa

Sempre oggi nel PD il sindaco di venezia si è dimesso, dopo aver patteggiato una condanna a 4 mesi, per finanziamenti illeciti che lui dice essere stati ordinatigli dai vertici del patito.

Nel M5S si discute di quante scelte c'erano nel referendum online con cui la dirigenza del partito chiedeva agli iscritti con chi allearsi nel parlamento europeo!!

ECCEZIONALE

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Det.Conan
Inviato: 13/6/2014 16:15  Aggiornato: 13/6/2014 16:15
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/6/2006
Da:
Inviati: 1754
 Re: La questione morale
La cosa si sta facendo seria.
Il M5S e l'Ukip fanno davvero paura ai poteri forti.
Dopo essersi comprati finlandesi e danesi per impedire la creazione del nuovo gruppo ora hanno messo sotto inchiesta Farage per un problema fiscale RIDICOLO e CAPZIOSO.
Ricordando che in Uk non è come da noi che insabbiano o durano 10 anni i processi.
Lì se ti condannano finisci in galera,il posto dove vogliono spedire Farage.
Alto rischio di finire fra i non-iscritti.
Abbiamo sottovalutato il loro potere ancora una volta..

Keevan
Inviato: 13/6/2014 16:20  Aggiornato: 13/6/2014 16:20
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/10/2005
Da:
Inviati: 126
 Re: La questione morale
Citazione:
Autore: Sertes Inviato: 13/6/2014 16:12:59

Oggi nel PDL hanno finalmente arrestato il fondatore, estradato dal libando dopo la condanna definitiva per concorso esterno per associazione mafiosa

Sempre oggi nel PD il sindaco di venezia si è dimesso, dopo aver patteggiato una condanna a 4 mesi, per finanziamenti illeciti che lui dice essere stati ordinatigli dai vertici del patito.

Nel M5S si discute di quante scelte c'erano nel referendum online con cui la dirigenza del partito chiedeva agli iscritti con chi allearsi nel parlamento europeo!!

ECCEZIONALE




Bisogna infatti evitare che il M5S diventi un partito come tutti gli altri, dando appunto più responsabilità ai propri elettori.
Altrimenti c'è il rischio che tra 10-15 anni il M5S sia il nuovo PD, con tanti bei tifosi acritici che lo votano a prescindere.

Keevan
Inviato: 13/6/2014 16:29  Aggiornato: 13/6/2014 16:29
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/10/2005
Da:
Inviati: 126
 Re: La questione morale
Toussaint, il punto è che secondo te l'opzione è stata giustamente depennata, secondo me invece non andava depennata comunque, ma andava lasciata libera scelta agli elettori perché devono essere loro a decidere cosa è giusto e cos'è sbagliato per il movimento e non qualcun'altro a priori.
E' sostanzialmente su questo che non concordiamo, ma non mi pare un aspetto secondario.
Sul fatto che Farage sia la scelta migliore: concordo.
Sul fatto che l'alternativa è llammmerda: concordo.
Sul fatto che siamo un po' tutti nelllammmerda: concordo...

(accidenti, i miei 10 interventi annuali me li sono giocati tutti in un giorno torno nel limbo)

Sertes
Inviato: 13/6/2014 16:29  Aggiornato: 13/6/2014 16:29
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: La questione morale
Citazione:
Keevan ha scritto:
Bisogna infatti evitare che il M5S diventi un partito come tutti gli altri, dando appunto più responsabilità ai propri elettori.
Altrimenti c'è il rischio che tra 10-15 anni il M5S sia il nuovo PD, con tanti bei tifosi acritici che lo votano a prescindere.


Ok

Cortesemente questi discorsi falli tra 10-15 anni

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Keevan
Inviato: 13/6/2014 16:52  Aggiornato: 13/6/2014 17:09
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/10/2005
Da:
Inviati: 126
 Re: La questione morale
Citazione:
Cortesemente questi discorsi falli tra 10-15 anni



spiegati, per favore
anzi, cortesemente


comunque, reputo più intelligente dare un'aggiustatina ai freni oggi, piuttosto che ricomprami la macchina nuova dopo uno schianto contro un muro, domani e dover ricominciare tutto da zero.

Poi se il M5S è intoccabile ed incriticabile e già perfetto così com'è adesso, perché l'alternativa è merda, allora ciao.

perspicace
Inviato: 13/6/2014 17:41  Aggiornato: 13/6/2014 17:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: La questione morale
Votate su! Chi scegliete fra Satana e Hitler?

LOL

Alla faccia della libertà di scelta!

L'Evasore Farage

Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
LoneWolf58
Inviato: 13/6/2014 20:13  Aggiornato: 13/6/2014 20:13
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: La questione morale
Citazione:
Poi se il M5S è intoccabile ed incriticabile e già perfetto così com'è adesso, perché l'alternativa è merda, allora ciao.
Critiche?...
Se ti riferisci al sondaggio online per l'aggregazione in Europa penso che la risposta migliore sia di Di Maio:
Sono stati messi in votazione solo coloro che hanno accettato incontri preventivi (che quindi ci avevano dato garanzie su ospitalità, presidenti di commissione, etc.).

Credo che la perfezione non sia raggiungibile dall'essere umano, a me basta una buona imitazione.
Quindi ben vengano le critiche se motivate e accompagnate da proposte attuabili. Non mi basta un semplice potevano includere anche i Verdi... perché poi dovevano includere anche la Le Pen... e via di seguito.
Credo che l'aver limitato il sondaggio ai soli schieramenti con cui sono stati possibili "contatti preliminari" abbia consentito a chi partecipava (troll esclusi) di approfondire la conoscenza dei suddetti ed infatti tra i partecipanti c'è stato un plebiscito.
Poi si vedrà, a finire nel campo dei reietti c'è sempre tempo.

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
Ste_79
Inviato: 13/6/2014 20:38  Aggiornato: 13/6/2014 20:38
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/8/2011
Da: Reggio Emilia
Inviati: 766
 Re: La questione morale
Citazione:
Toussaint, il punto è che secondo te l'opzione è stata giustamente depennata, secondo me invece non andava depennata comunque, ma andava lasciata libera scelta agli elettori perché devono essere loro a decidere cosa è giusto e cos'è sbagliato per il movimento e non qualcun'altro a priori. E' sostanzialmente su questo che non concordiamo, ma non mi pare un aspetto secondario.


Sempre seguendo questo ragionamento, qualcuno mi sa dire o linkare i motivi per cui è stata de-pennata la Le Pen ?

yarebon
Inviato: 13/6/2014 20:50  Aggiornato: 13/6/2014 20:51
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2366
 Re: La questione morale
E per fortuna è stata depennata la Lepen. La destra inglese è completamente diversa comunque da gran parte della destra continentale e mi sembra che in periodo pre elezioni sia La Lepen che Grillo si sono mandati messaggi di disprezzo l'un l'altro (con la Lepen che ha detto chiaramente di non volersi alleare con Grillo, idem lui stesso), non vedo che accordo poteva nascere.

Ste_79
Inviato: 13/6/2014 21:08  Aggiornato: 13/6/2014 21:08
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/8/2011
Da: Reggio Emilia
Inviati: 766
 Re: La questione morale
Citazione:
Autore: yarebon Inviato: 13/6/2014 20:50:34 E per fortuna è stata depennata la Lepen. La destra inglese è completamente diversa comunque da gran parte della destra continentale e mi sembra che in periodo pre elezioni sia La Lepen che Grillo si sono mandati messaggi di disprezzo l'un l'altro (con la Lepen che ha detto chiaramente di non volersi alleare con Grillo, idem lui stesso), non vedo che accordo poteva nascere. Invia un commento


Io avevo capito che era stato Grillo a chiudere la porta in faccia, non lei, ho visto il suo video sul blog. Ma magari è andata diversamente.
chiedevo se avevate altra informazioni oltre a quel video, che ne so, il parere di Di Battista, o di altri pentastellati.
Io vedo invece una ragione per fare l'accordo, anzi due.

yarebon
Inviato: 14/6/2014 1:12  Aggiornato: 14/6/2014 1:21
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2366
 Re: La questione morale
Grillo disse chiaramente rispondendo alla stampa italiana:
"Marine Le Pen è una bella signora di grande successo. Nessuno la odia. Ha però un'appartenza politica diversa dal M5S e per questo non sono possibili accordi. Rien d'autre.
Adieu."
La Lepen ha confermato anzi ha spesso criticato aspramente Grillo.
L'efd dando libertà di voto, non rende ideologica (destra o sinistra) questa alleanza.
Mentre un'alleanza con la Lepen oltre ad essere fortemente schierata (e per questo in quel caso contro gli stessi principi del movimento), avrebbe creato divisioni tra gli attivisti e una totale frammentazione del movimento (in Italia molti credono ancora che la Lepen sia razzista ed antisemita, Farage meno conosciuto rispetto alla Lepen sembra un santo) ed attacchi così forti che quelli contro l'ukip sarebbero sembrati moderati, la fine dell'm5s insomma, cosa che molti no-euro oltranzisti e soprattutto Bagnai che di politica non capisce molto con tutto il rispetto, si auguravano, una purezza distruttiva.
Alla fine a me sembra che l'alleanza con la Lepen la volevano soprattutto (guarda caso) persone che non hanno votato il movimento e che lo hanno criticato sulle posizioni "ambigue" verso l'Europa, insomma gente che se ne frega della sopravvivenza del movimento.

redribbon
Inviato: 15/6/2014 5:51  Aggiornato: 15/6/2014 5:58
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/1/2006
Da: Firenze
Inviati: 614
 Re: La questione morale
Citazione:
Autore: Sertes Inviato: 12/6/2014 8:21:08
L'unico sollievo è vedere che citi "serial liar" Barnard, quindi se non altro non è tutta farina del tuo sacco.


Citazione:
Devo darti uno shock: chi rinuncia già al proprio stipendio e ai propri privilegi c'è già. Basta aprire gli occhioni ed iniziare ad informarsi.


Invece è tutta farina del mio sacco,
no ma io non voglio degli auto-dementizzati che si riducono spontaneamente lo stipendio a 3000€,
e, per piacere, non confondermi con la propaganda becera di chi vuole togliere lo stipendio ai politici a priori,
anzi, io sono per alzarlo,
ho detto un altra cosa e cioè che la retribuzione dovrebbe andare di pari passo al lavoro positivo svolto dai politici per gli italiani.

Mi rendo conto della difficoltà tecnica di avanzare una proposta simile perchè poi viene la domanda su chi dovrebbe giudicare l'operato dei politici,
per esempio la Corte dei Conti sulla base di alcuni parametri economici, ma non solo, come disoccupazione, risparmio privato, potere d'acquisto,
efficienza ed accesso ai servizi pubblici....

Insomma i politici dovrebbero lavorare nell'interesse del popolo italiano,
se non lo fanno e si limitano a fare interessi di finanzieri lasciando andare a morire il popolo italiano,
allora si che sono per levargli stipendio e pensioni.
Se invece fanno gli interessi di entrambe le parti (finanzieri da una parte, popolo dall'altra) cercando di trovare un equilibrio tra le parti,
per me possono prendersi l'alto stipendio che meritano.


Citazione:
Allora diciamo anche che la guerra nella storia dell'uomo c'è sempre stata. E' normale, è sempre esistita... e quindi sempre esisterà?


Infatti solo un illuso può pensare di eliminare la guerra o la corruzione con "la questione morale".
La guerra esisterà sempre nel capitalismo,
forse anche senza il capitalismo,
dipende dall'uomo, dalla sua educazione dal suo sviluppo intellettuale...



Citazione:
Se devi lavarti la coscienza dicendo "qualsiasi cosa io faccia non serve a niente perchè corruzione e marciume sempre ci sono stati e sempre ci saranno, quindi sono autorizzato a non far niente" allora fai questi bei discorsi nel silenzio del tuo soggiorno, se vieni a farli in pubblico vieni solo coperto di insulti.


Perchè che cosa vuoi fare?
Vuoi elimiare la corruzione? Hai voglia di perdere tempo a cercare di curare uno dei sintomi, nenache il peggiore, del capitalismo?

Come dice Calvero, non mi risulta che sia cambiato molto da dopo tangentopoli, al massimo stanno più accorti a non farsi beccare!
Pensare di sconfiggere la corruzione con la questione morale è come ostinarsi a credere che tutti siano buoni come il "nonno di heidi" .
Solo uno sprovveduto, nel migliore dei casi, lo può pensare,
nel peggiore, lo propaganda uno che prende per il sedere la gente (fatto slavo il terzo punto messo da Calvero) ,
e non affronta le vere cause dei problemi.

Se vuoi contrastare la corruzione devi creare ricchezza per diminuire la tentazione di delinqure.
Creare ricchezza significa tornare nella seconda metà degli anni '70,
con moneta sovrana e Banca d'Italia pubblica,
e non solo, dico la seconda metà degli anni '70 perchè è dopo l'approvazione dello statuto dei lavoratori, il cui spirito dovrebbe essere completamente riabilitato eliminando per legge ogni forma di lavoro precario.

La mmt,
o più in generale, delle politiche keynesiane possono essere una soluzione per qualche decennio, o per qualche secolo, finchè la gente, consapevole dell'irrilevanza del denaro, decide di eliminarlo e con lui tutto il capitalismo.

“datemi il controllo della moneta di una nazione e non mi importa di chi farà le sue leggi”

Mayer Amschel Rothschild
Tizio.8020
Inviato: 16/6/2014 0:50  Aggiornato: 16/6/2014 1:15
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/2/2014
Da: Ravenna
Inviati: 173
 Re: La questione morale
X Elflaco:
..se devo passare un INTERO Week-end in un posto del menga come Casal Borsetti, meglio stare a casa!!!
Ma che è, una "pena alternativa al carcere" ?


Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA