Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


news internazionali : La Turchia preparava una "false flag" per aggredire la Siria
Inviato da Redazione il 1/4/2014 20:30:00 (6760 letture)

Dopo aver chiuso ai propri cittadini l'accesso a Twitter, la scorsa settimana la Turchia ha fatto la stessa cosa con il canale YouTube. Il motivo di questa seconda chiusura sembra essere stato la presenza su YouTube di una conversazione di alto livello - che doveva ovviamente restare segreta - fra il ministro degli esteri Davutoğlu, il viceministro Feridun Sinirlioğlu, il capo dei servizi segreti Hakan Fidan, e il vicecapo delle forze armate turche, Yaşar Güler. In questa conversazione i vari personaggi discutono di una possibile operazione "false flag" da organizzare contro la stessa Turchia, per creare un incidente internazionale che permetta alla NATO di intervenire in Siria.

Di seguito, alcuni estratti della conversazione:

Ahmet Davutoğlu: Il primo ministro [Erdogan] ha detto che nella situazione attuale, questo attacco alla Tomba del Sulimano [1] deve essere visto come una opportunità per noi.

Hakan Fidan: Posso mandare quattro uomini in Siria, se questo sarà necessario. Posso costruire un pretesto di guerra ordinando un attacco di missili alla Turchia. Oppure possiamo preparare un attacco alla Tomba del Sulimano, se questo fosse necessario.

Yaşar Güler: Si tratta di un motivo diretto di guerra. Voglio dire, ciò che stiamo per fare costituisce un motivo diretto di guerra.


Il sito indipendente nsnbc international ha messo online l'audio completo della conversazione, pubblicando anche la traduzione in inglese, schermata per schermata. Eccone altri passaggi: [2]

Ahmet Davutoğlu: che cosa dovrebbe fare il ministero degli esteri? Se decidiamo di fare questa operazione, dobbiamo notificare le Nazioni Unite e il consolato di Istanbul in Siria?

Feridun Sinirlioğlu: Se decidiamo di fare quest'operazione, avrà un effetto scioccante. Al di là di ciò che decideremo di fare, non credo che sia saggio farlo sapere anticipatamente a nessuno.

Ahmet Davutoğlu: Sì però in qualche modo dobbiamo prepararci. Per evitare errori dal punto di vista della legge internazionale. Se i carri armati turchi entrano nel loro territorio vuol dire che noi ci siamo coinvolti in ogni caso, giusto?

Yaşar Güler: Sì, vuol dire che ci siamo coinvolti.

Ahmet Davutoğlu: Sì ma c'è una differenza fra entrare con gli aerei ed entrare con i carri armati...

Yaşar Güler: Forse possiamo dire al consolato in Siria che Al-Qaeda attualmente sta collaborando con il regime siriano.

Ahmet Davutoğlu: glielo abbiamo già detto diverse volte, con diverse note diplomatiche.

[...]

Feridun Sinirlioğlu: Ma qui la situazione è diversa. Una operazione condotta dalla ISIL [3] fornirebbe una ottima giustificazione dal punto di vista delle leggi internazionali. Lo faremo apparire come se fosse stata Al-Qaeda, e se la questione riguarda Al-Qaeda non ci sono problemi. Se poi dobbiamo difendere la Tomba del Sulimano, allora si tratta di difendere la nostra terra.

Yaşar Güler: Io non ho nessun problema al riguardo.

Hakan Fidan: Un attimo dopo che succede ci sarà un gran putiferio a livello internazionale (diversi attentati con bombe avverranno nel frattempo ). Il confine non è sotto controllo…

Feridun Sinirlioğlu: Certamente, è ovvio che ci debbano essere attentati con le bombe.

Yaşar Güler: Mr. Fidan dovrebbe ricevere un appoggio immediato e noi dobbiamo aiutarlo a far arrivare armi e munizioni ai ribelli. Dobbiamo parlarne con il ministro degli interni, col nostro ministro della difesa. Dobbiamo parlarne ed arrivare ad una decisione.

Ahmet Davutoğlu: Ma come abbiamo fatto a far entrare in azione le nostre forze speciali, quando c'era una minaccia nell'Iraq del Nord?

Feridun Sinirlioğlu: Santo cielo Generale, gliel'ho spiegato già allora. Lei sa benissimo come abbiamo fatto a far entrare quei carri armati, c'era anche lei.

Yaşar Güler: Lei sta parlando della nostra roba?

Feridun Sinirlioğlu: Sì. Come crede che siamo riusciti a far entrare i nostri carri armati in Iraq? Come crede che abbiamo fatto entrare le forze speciali e i nostri battaglioni? Io ho preso parte a quell'operazione, e mi permetta di essere chiaro: non ci fu nessuna decisione del governo in quel caso. Abbiamo fatto il tutto con un semplice ordine.

Yaşar Güler: Sono d'accordo con lei, su questo non si discute. Ma ci sono cose diverse che possiamo fare attualmente in Siria.

Ahmet Davutoğlu: Generale, il motivo per cui siamo contrari a quest'operazione è perché conosciamo le capacità di quegli uomini.

Yaşar Güler: Ma la MKE (Mechanical and Chemical Industry Corporation) non è forse agli ordini del nostro ministro? Dopotutto, il Qatar sta cercando di comprare munizioni in contanti, soldi alla mano. E allora, perché non lo fanno? Perché [la MKE] è agli ordini del nostro ministero.

Yaşar Güler: La cosa più importante lì sono le armi e le munizioni. Anzi nemmeno le armi, soprattutto le munizioni. Diciamo di mettere in piedi un esercito di 1000 uomini. Se li buttiamo in quella guerra senza aver predisposto una riserva di munizioni per almeno sei mesi, questa gente ci tornerà indietro dopo un paio di mesi.


[...]

Ovviamente, la Turchia non ha mai ammesso ufficialmente di aver pianificato dei possibili attentati contro sè stessa, né tanto meno di aver pensato di mandare combattenti armati in territorio siriano.

Mentre però infuriava in Turchia la polemica sulla chiusura di YouTube, il primo ministro Erdogan si è lasciato scappare una frase particolarmente significativa, durante un comizio elettorale: "[YouTube] ha persino reso pubblico un meeting di sicurezza nazionale - ha detto - Questo è perfido, questo è disonesto. Chi state aiutando, nel registrare segretamente incontri di tale importanza?"

Naturalmente, il problema per Erdogan non era che la Turchia stesse programmando degli attentati contro se stessa, pur di favorire un intervento della Nato in Siria, ma che qualcuno fosse stato abbastanza "perfido e disonesto" da rendere pubbliche queste discussioni.

Esattamente come nel caso Dataleaks, dove - secondo il governo americano - il problema non era che la NSA stesse spiando il mondo intero, ma che il buon Edward Snowden si fosse comportato come uno "sporco traditore".

Inoltre - guarda caso - lo stesso Erdogan aveva previsto un possibile attacco contro la Tomba del Sulimano già due anni fa. "La Turchia ha fatto sapere - diceva questo articolo del 2012 - che considererà qualunque attacco alla Tomba del Sulimano, in Siria, come un attacco al proprio territorio".

Benvenuto nel mondo dei veggenti, Mr. Erdogan.

Massimo Mazzucco

NOTE:

[1] La "Tomba del Sulimano" è un luogo sacro per i turchi, che si trova in un enclave protetto, in territorio siriano. (Fonte Wikipedia).

[2] La traduzione dal turco all'inglese non è certo delle migliori, per cui noi abbiamo fatto il possibile per cercare di cogliere il senso della conversazione, senza necessariamente aderire ad una traduzione letterale dell'inglese (che spesso risulterebbe insensata). Potete comunque verificare l'originale nel link di nsnbc international.

[3] - ISIL = Islamic State of Iraq and the Levant. Organizzazione di lotta armata che si dichiara vicina ad Al-Queda. (Fonte Wikipedia).

Voto: 9.00 (5 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
spettatore
Inviato: 1/4/2014 21:47  Aggiornato: 1/4/2014 21:47
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da:
Inviati: 883
 Re: La Turchia preparava una "false flag" per a...

Citazione:
Non metterti a discutere con un idiota. La gente potrebbe non accorgersi della differenza.
Slobbysta
Inviato: 1/4/2014 22:42  Aggiornato: 1/4/2014 22:44
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/7/2013
Da:
Inviati: 2227
 Re: La Turchia preparava una "false flag" per a...
...viene solo male a pensare come era prima la Siria...più che abituarci a veder questo genere di "dirigenti" come uno scandalo...la rabbia che mi fa venir questa marmaglia, non supererà mai lo strazio del popolo subir questa barbaria...Credo che la Russia potrà far poco, è dal muro di Berlino che perde pezzi...altro che mostrar i muscoli in Crimea, se l'Ucraina entrerà nella NATO...aspettiamo con ansia il turno di Venezuela e Iran poi...

krom2012
Inviato: 2/4/2014 0:00  Aggiornato: 2/4/2014 0:00
Mi sento vacillare
Iscritto: 31/3/2010
Da: ll'oltretomba
Inviati: 576
 Re: La Turchia preparava una "false flag" per a...
Citazione:
aspettiamo con ansia il turno di Venezuela e Iran poi...


Ungheria, Cuba, Corea del Nord e Islanda, le uniche insieme a Russia, Cina, Venezuela, Iran e Siria a non avere una banca centrale controllata dai Rothschild!

http://umbvrei.blogspot.it/2014/03/solo-9-paesi-hanno-una-banca-centrale.html

...il cielo è sempre più bianco...
SENTIERO
Inviato: 2/4/2014 4:20  Aggiornato: 2/4/2014 4:20
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 24/4/2006
Da: ROMA
Inviati: 1110
 Re: La Turchia preparava una "false flag" per a...
io aspetto il 2 aprile per commentare....;)

La mente intuitiva è un dono sacro e la mente razionale è un fedele
servo. Noi abbiamo creato una società che onora il servo e ha
dimenticato il dono

A.Einstein
Aironeblu
Inviato: 2/4/2014 4:56  Aggiornato: 2/4/2014 5:02
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/1/2012
Da: Ha Noi
Inviati: 1947
 Re: La Turchia preparava una "false flag" per a...
A quali "traditori" si riferiva Erdogan nel discorso celebrativo per la vittoria alle amministrative?

(ANSA) - ANKARA, 30 MAR - Il premier islamico turco Recep Tayyip Erdogan si e' proclamato questa notte vincitore delle amministrative di oggi ed ha avvertito che coloro che hanno "tradito" la nazione pagheranno. "C'e' chi cercherà di scappare domani" ha affermato detto a migliaia di sostenitori davanti alla sede del Akp a Ankara: "ma pagheranno per quello che hanno fatto".

(da ANSA)

Youkai
Inviato: 2/4/2014 7:27  Aggiornato: 2/4/2014 7:27
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/8/2011
Da:
Inviati: 124
 Re: La Turchia preparava una "false flag" per a...
Io aspetterei almeno fino al 20 Aprile...

Sertes
Inviato: 2/4/2014 10:20  Aggiornato: 2/4/2014 10:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: La Turchia preparava una "false flag" per a...
Ben vengano questi leaks

Non so se è peggio sapere che 4 generali cospirino contro il loro paese per mandarlo in guerra a seguito di un false-flag, oppure che pianifichino di attaccare una cazzo di tomba di merda perchè questo sarebbe sufficiente per convincere il popolo bue che è necessaria una guerra in risposta... oddio hanno addirittura attaccato la tomba di solimano, cazzo, per rappresaglia mandiamo caccia e tanks a fare la guerra alla Syria.

Anche in Turchia hanno i governanti che si meritano

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Maksi
Inviato: 2/4/2014 10:31  Aggiornato: 2/4/2014 10:31
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/10/2011
Da:
Inviati: 1219
 Re: La Turchia preparava una "false flag" per a...
Citazione:
Ungheria, Cuba, Corea del Nord e Islanda, le uniche insieme a Russia, Cina, Venezuela, Iran e Siria a non avere una banca centrale controllata dai Rothschild!

Ungheria fa parte dell'Unione Europea, quindi governo BCE, quindi Francoforte, quindi Rothschild (solo l'ultimo governo ha un po' abbassato la pressione della finanzia internazionale ed infatti venne definito "nazi-fascista", ma resta assolutamente sotto influenza rothschildiana); Cuba e' sotto embargo, quindi piu' influenza di cosi'... e poi la transizione e' appena cominciata; Corea del Nord non saprei, ma ci sara' una buona uscita per il monarca Kim; Islanda ha la moneta debito come tutti i stati "civili"... quindi sotto influenza di quelli che controllano il credito... quindi Rothschild (infatti li' la crisi e' stata molto pesante); Russia ha una qulache possibilita' di restare autonoma, ma lo vuole veramente?... gli oligarchi sono belli che pronti; Cina: 2008: Bank of China buys a 20 percent stake in La Compagnie Financière Edmond de Rothschild (LCFR) for 236.3 million euros (US$340 million); Venezuela... boh, non saprei... sicuramente il loro petrolio viene scambiato coi dollari, quindi FED, quindi... ; Iran si potrebbe considerare forse veramente una zona autonoma, ma non completamente assente dall'influenza rothschildiana... non puo' esserlo; Siria... avere un controllo della banca centrale siriana non cambia piu' di tanto il destino dei Lorsignori... per la Siria sono in atto strategie di diverso rango per il controllo israeliano.

Penso che sia uno scenraio piu' esaudiente... purtroppo.

Sertes
Inviato: 2/4/2014 10:36  Aggiornato: 2/4/2014 10:36
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: La Turchia preparava una "false flag" per a...
Aggiungo che la Turchia è nella NATO, e un attacco contro di loro è un attacco contro ciascuno di noi, quindi questi simpatici 4 personaggi che stavano progettando un false flag dovrebbero essere arrestati e processati da un tribunale militare della NATO per terrorismo.

Roba da nulla

Non a caso i nostri giornali si stanno scatenando, su questa vicenda

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Slobbysta
Inviato: 2/4/2014 12:06  Aggiornato: 2/4/2014 12:40
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/7/2013
Da:
Inviati: 2227
 Re: La Turchia preparava una "false flag" per a...
...io non mi fiderei di un tribunale della NATO!

Aironeblu
Inviato: 2/4/2014 13:17  Aggiornato: 2/4/2014 13:17
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/1/2012
Da: Ha Noi
Inviati: 1947
 Re: La Turchia preparava una "false flag" per a...
@Sertes
Aggiungo che la Turchia è nella NATO, e un attacco contro di loro è un attacco contro ciascuno di noi, quindi questi simpatici 4 personaggi che stavano progettando un false flag dovrebbero essere arrestati e processati da un tribunale militare della NATO per terrorismo.

Se poi aggiungi ancora che la Turchia con tutta probabilità era costretta a preparare la false flag per attaccare la Siria sotto diretto ricatto della stessa NATO, alias Washington, pena una bella rivoluzione colorata a Instanbul, i 4 personaggi in questione sarebbero puniti con una sfilza di medaglie d'oro e promozioni.

krom2012
Inviato: 2/4/2014 13:36  Aggiornato: 2/4/2014 13:36
Mi sento vacillare
Iscritto: 31/3/2010
Da: ll'oltretomba
Inviati: 576
 Re: La Turchia preparava una "false flag" per a...
@Maksi

Il Venezuela doveva probabilmente essere colpito dal terremoto, hanno sbagliato mira è sono andati ad “harpare” il Cile. La Cina è abbastanza coperta con le bombe nucleari e può permettersi il lusso di avere una banca centrale autonoma, l’Iran sta cercando di arrivare allo sviluppo dell’atomica proprio per poter sfuggire alla tirannia americana. Ecco dove si è arrivati, per poter stare tranquilli e semiliberi una nazione è obbligata a ricorrere alle armi nucleari, altrimenti è costretta ad allinearsi all’impero ricevendo pressioni di ogni genere, dalle ridicole sanzioni, alle stragi di stati e alle false flag. Sia in Iran che in Cina esiste la pena di morte per chi ruba e guarda caso in mezzo a quei ladri la maggioranza sono banchieri che provano a fare i furbi, però ci sono delle differenze: in Cina quei banchieri si prendono un colpo di pistola in testa, in Iran li impiccano, qui da noi invece continuiamo a servirli!

Nonostante l’elite criminale abbia cercato, fallendo, di eliminare tramite attentati il presidente Orban, l’Ungheria si è riappropriata della sovranità monetaria e sta da dio in confronto ai paesi dell’UE asserviti come la colonia Italia. Riguardo agli altri paesi che ho citato anche se ci potranno essere influenze da parte dei Rothschild che sono inevitabili, non hanno comunque lo stesso potere che esercitano sul resto del mondo, poi i media occidentali fanno in fretta ad etichettare fascisti o populisti o a dipingere i dittatori di turno come sanguinari, vedi Gheddafi che l’hanno messo in croce solo perché aveva una moneta più forte del dollaro! Insomma tutti coloro che non vogliono far parte dell’ovile imperante targato usa israele ue, sono destinati a finire male a meno che non abbiano le bombe atomiche, tuttavia subiranno sempre pressioni dalle più grandi famiglie criminali come i Rothschild.

...il cielo è sempre più bianco...
Maksi
Inviato: 2/4/2014 15:23  Aggiornato: 2/4/2014 15:23
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/10/2011
Da:
Inviati: 1219
 Re: La Turchia preparava una "false flag" per a...
@krom2012

Ciao.

Infatti con la Cina trattano: Rothschild e' la Cina sono gia' partner. Il loro sistema finanziario e' anche piu' "progredito" degli USA e per i Rothschild non c'e' niente di meglio. Le tensioni tra USA e Cina sono per l'aprovigionamento energetico (mosso sopratutto dal ricilaggio del dollaro, che la Cina vorrebbe ormai pressoche' eliminare), oro e influenze geo-strategiche; ma il sistema e la filosofia intrinseca non sono messi in discussione, come non sono messi da nessuno degli attori in campo. E' una guerra coloniale, non ideologica... per ora.

Anche la Turchia non vuole agredire la Siria per motivi, diciamo cosi, filosofici, ma per consolidare un certo territorio nello smembramento che Israele sta preparando per l'intera area. Infatti la Turchia non condivide certi comportamenti israeliani, con conseguenti attriti e tentativi di "rivoluzioni colorate" da parte del Mossad. Anche questo leak reso pubblico e' un precisa mossa di guerra psicologica. Non stiamo parlando di buoni/cattivi, ma di attori che vogliono la oro parte.

Orban, a confronto dei lecchini UE, e' quasi un messia ... ma non esaltiamoci troppo, stiamo solo parlando di concessioni minime di sovranita'. A tempi opportuni l'Ungheria tornera' dentro gli schemi. L'unica potenza, che risvegliandosi (come fece diversi decenni fa un'altra potenza), potrebbe delegittimare l'attuale status quo, e' la Russia. Ma chissa' perche' vedo Putin sempre piu' tappo di questo risveglio, anche se percepisco anche un certo preludio a qualcosa.

Una mossa veramente anti-mondialista sarebbe quella di smuovere il sistema dall'alto, ovvero delegittimare l'ONU; ma nessuno ci pensa minimamente.

AlexPayne
Inviato: 2/4/2014 15:31  Aggiornato: 2/4/2014 15:31
Ho qualche dubbio
Iscritto: 12/8/2012
Da:
Inviati: 88
 Re: La Turchia preparava una "false flag" per a...
Non arrivo alle tue stesse conclusioni Massimo.
Una riunione del capo dei sevizi segreti su YouTube? Viviamo nella società dello spettacolo. Erdogan non è la prima volta che denuncia interferenze americane nelle politiche interne e direi che non ho difficoltà a immaginarlo. E se semplicemente i capo dei servizi segreti e company si fossero venduti alla causa imperialista?

Mi sto sempre più convincendo che Internet (creato dai militari usa) non è altro che un immenso strumento che serve all'impero usa per estendere il suo controllo ovunque con la scusa della libertà di parola e della difesa dei diritti, come quelli dei gay, vedi recenti in russia.
Anche il libero mercato, non è una dottrina economica basata su solide basi scientifiche, ma uno strumento filosofico propagandistico per estendere il controllo sulle economie, e quendi sulla politica, delle regioni periferiche, il libero mercato è uno strumento del più forte per controllare i più deboli.
Purtroppo sto anche iniziando a riconsiderare i vari Assange e Snowden.

JohnTitor
Inviato: 2/4/2014 17:36  Aggiornato: 2/4/2014 18:10
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/11/2010
Da: Tampa
Inviati: 602
 Re: La Turchia preparava una "false flag" per a...
RIMOSSO

M.M.

gamete
Inviato: 2/4/2014 17:51  Aggiornato: 2/4/2014 18:10
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/8/2009
Da:
Inviati: 172
 Re: La Turchia preparava una "false flag" per a...
RIMOSSO

M.M.

Redazione
Inviato: 2/4/2014 18:12  Aggiornato: 2/4/2014 18:15
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: La Turchia preparava una "false flag" per a...
JOHN TITOR, GAMETE: Avete forse scambiato questo thread per i commenti liberi?

Un OT ogni tanto ci può anche stare, ma mettersi addirittura a rispondere...

Redazione
Inviato: 2/4/2014 18:14  Aggiornato: 2/4/2014 18:14
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: La Turchia preparava una "false flag" per a...
ALEX PAYNE: "Non arrivo alle tue stesse conclusioni Massimo. Una riunione del capo dei sevizi segreti su YouTube?"

Non ho capito quali sono le conclusioni che non condividi. Su YouTube ci è andato il leak della riunione, mica ce l'hanno messo loro.

AlexPayne
Inviato: 2/4/2014 22:05  Aggiornato: 2/4/2014 22:05
Ho qualche dubbio
Iscritto: 12/8/2012
Da:
Inviati: 88
 Re: La Turchia preparava una "false flag" per a...
Secondo me questo leak è stato fatto uscire proprio per gettare discredito su Erdogan, e il tono del tuo post Massimo, pur correttissimo da quel determinato punto vista, va esattamente in quella direzione, ma la mia non voleva essere una critica analitica sulle tue parole precise, piuttosto un cambio di prospettiva sulla questione, centrare il focus sul fatto che internet non è altro che un nuovo strumeto nelle mani del potere che questo utilizza per perseguire i propri scopi, basti pensare al ruolo che ha avuto twitter nelle cosiddette rivoluzioni arabe fintamente spontanee, anch'esse pilotate da capitali stranieri e eserciti di mercenari.
La mia critica era solo riferita a questo, adottando lo stesso punto di vista di chi detiene il potere diventi a tua volta strumento del potere, cassa di risonanza, quando invece guardando da un altro punto di vista la questione, Erdogan non fa nient'altro che quello che fanno tutti i governi nazionali o nazionalisti, difendere, anche cinicamente, con metodi che posso non condividere, i propri interessi, non è né migliore né peggiore degli altri, sta ricevendo da parte dei media occidentali lo stesso trattamento che hanno ricevuto i vari Assad, Putin Orban etc, se guardi bene è sempre il solito schema dicotomico che si ripete, il mondo diviso in bene e in male, loro il male, noi il bene, invece ci sono infinite considerazioni da fare, molteplici punti di vista, invece i media semplificano, dicono che chiude twitter perché è contro la libertà d'espressione, invece lui lo fa per difendersi dagli attacchi subdoli e infimi dei nemici stranieri che hanno occupato certi luoghi stategici del potere interno al paese, per questo scrivevo che internet non è altro che l'ennessimo strumento del potere, conoscendo la società dello spettacolo nutro anche dei seri dubbi sul buon Snowdwen, che non è altro che un agente Cia.
C'è anche un altra considerazione da fare sul caso Erdogan, spesso tutti questi leader nazionalisti e populisti ci sono presentati come corrotti, che distribuiscono le poltrone in base al grado di fedeltà mentre ci vorrebbe più trasparenza, così dicono i media occidentali, bisognerebbe aprire al libero mercato e scegliere secondo meritocrazia, magari qualche manager specchiato di grande caratura internazionale, come è successo da noi con i vari Monti, Letta, Prodi, Ciampi Draghi, Padoan, Saccomanni, Cottarelli (FMI) etc, tutte persone che poi invece di fare gli interessi del paese e della Costutizione sulla quale hanno giurano, fanno quelli delle corporation per cui lavorano e così che stanno distruggendo gli Stati, in questo senso dicevo che anche la dottrina del libero mercato non è altro che un impianto filosofico propagandistico per assoggettare gli stati, insomma ci sono sempre tutte queste considerazioni da fare, mi fermo quà perché non voglio rubarti troppo tempo, grazie per avermi risposto ciao.

crunch
Inviato: 2/4/2014 22:13  Aggiornato: 2/4/2014 22:13
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/5/2012
Da:
Inviati: 560
 Re: La Turchia preparava una "false flag" per a...
Citazione:
Il Venezuela doveva probabilmente essere colpito dal terremoto, hanno sbagliato mira è sono andati ad “harpare” il Cile


scusa ma non e' un tantino distante per essere un 'errore' ??

crunch
Inviato: 2/4/2014 22:18  Aggiornato: 2/4/2014 22:18
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/5/2012
Da:
Inviati: 560
 Re: La Turchia preparava una "false flag" per a...
Citazione:
A quali "traditori" si riferiva Erdogan nel discorso celebrativo per la vittoria alle amministrative?


credo principalmente il suo ex amico Fethullah Gulen islamista radicale (erdogan si definisce moderato) che infatti sta in USA ben lontano dalla turchia

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2014-04-02/chi-sono-nemici-interni-che-erdogan-vuole-spazzare-via-la-vittoria-elettorale-114315.shtml?uuid=ABBrEh7

ELFLACO
Inviato: 2/4/2014 23:32  Aggiornato: 2/4/2014 23:32
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/10/2005
Da:
Inviati: 1839
 Re: La Turchia preparava una "false flag" per a...
Citazione:
Secondo me questo leak è stato fatto uscire proprio per gettare discredito su Erdogan, e il tono del tuo post Massimo, pur correttissimo da quel determinato punto vista, va esattamente in quella direzione, ma la mia non voleva essere una critica analitica sulle tue parole precise, piuttosto un cambio di prospettiva sulla questione, centrare il focus sul fatto che internet non è altro che un nuovo strumeto nelle mani del potere che questo utilizza per perseguire i propri scopi, basti pensare al ruolo che ha avuto twitter nelle cosiddette rivoluzioni arabe fintamente spontanee, anch'esse pilotate da capitali stranieri e eserciti di mercenari.


Potrebbe anche essere ma se Erdogan non si fosse fatto sfuggire la frase...

Citazione:
"[YouTube] ha persino reso pubblico un meeting di sicurezza nazionale - ha detto - Questo è perfido, questo è disonesto. Chi state aiutando, nel registrare segretamente incontri di tale importanza?"


Praticamente ha ammesso che quel colloquio c'è ststo e che si sono detti quello che abbiamo sentito....quindi Capiscimi e me!!

“Le persone non dovrebbero avere paura dei propri governi, sono i governi a dover aver paura delle persone.”
krom2012
Inviato: 3/4/2014 9:44  Aggiornato: 3/4/2014 9:44
Mi sento vacillare
Iscritto: 31/3/2010
Da: ll'oltretomba
Inviati: 576
 Re: La Turchia preparava una "false flag" per a...
Citazione:
Il Venezuela doveva probabilmente essere colpito dal terremoto, hanno sbagliato mira è sono andati ad “harpare” il Cile

scusa ma non e' un tantino distante per essere un 'errore' ??


In teoria sì ma in pratica chi può avere la certezza assoluta che andando a "sollecitare" determinate faglie sismiche non si possano causare terremoti anche distanti da quel punto? Alla fine la terra è un sistema compatto e qualsiasi tentativo di alterazione di un luogo provoca anche conseguenze nelle altre zone. Comunque l'ho buttata lì, non è detto che ci sia lo zampino di haarp...

...il cielo è sempre più bianco...

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA