Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


Economia : Conferenza: "L'altra faccia della moneta"
Inviato da Redazione il 15/1/2014 13:30:00 (4144 letture)

Il prossimo venerdì 17 si terrà a Roma una conferenza intitolata "L'altra faccia della moneta", organizzata da Francesca Salvador (salusbellatrix).

Orario: 17.30. Località: via Nomentana 54, presso l’aula magna dell’I.S.S.R.

Voto: 1.00 (1 voto) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
DjGiostra
Inviato: 15/1/2014 21:25  Aggiornato: 16/1/2014 10:03
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Conferenza: "L'altra faccia della moneta"
Autorimosso.. Svista totale.. Grazie Peonia...

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
infosauro
Inviato: 15/1/2014 22:03  Aggiornato: 15/1/2014 22:03
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/5/2008
Da: questo mondo (credo)
Inviati: 2376
 Re: Conferenza: "L'altra faccia della moneta"
diretta streaming?

"It's just a ride"
William Melvin "Bill" Hicks, l'ultimo degli hippy, il primo dei complottisti (a comparire in TV).
peonia
Inviato: 15/1/2014 23:47  Aggiornato: 17/1/2014 13:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Conferenza: "L'altra faccia della moneta"
di nulla Dj .....autorimosso...

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
GeantVert
Inviato: 16/1/2014 9:38  Aggiornato: 16/1/2014 9:38
So tutto
Iscritto: 16/8/2011
Da:
Inviati: 17
 Re: Conferenza: "L'altra faccia della moneta"
Non so se esiste in Italiano, ma o appena letto la traduzione francese del libro di Eustace Mullins "I segreti della Federal Reserve" (A Study of the Federal Reserve and Its Secrets), ed e' una bomba.
Leggendolo, diventa chiarissimo come dal 1910 ad oggi', in linea diretta malgrado (o grazie a) 2 guerre mondiali, i banchieri hanno messo la mano sulla finanza e la politica nel mondo. Mullins fa i nomi, cognomi, ruoli, e' molto preciso nella sua narrazione, per altro ben documentata. La versione del 2010 del libro arriva fino a Ben Bernanke (!)

Per esempio, uno dei fondatori della Federal Reserve nel 1913, il tedesco naturalizzato americano Paul Warburg, aveva un fratello che durante la prima guerra mondiale, era capo dei servizi segreti.. tedeschi (!). Il diritto esclusivo di battere moneta ha dato questi banchieri il vero potere politico negli Stati Uniti, e al livello mondiale, oltrepassando le frontiere e le nazioni, ma la cosa che sorprende di piu', e' che il centro di questo potere e' sempre rimasto a Londra, dall'inizio. E lo e' ancora. Leggete questo libro, e capirete molte cose del nostro mondo attuale.

Mi auguro che questa conferenza trattera di questi punti fondamentali.

--GV

Al2012
Inviato: 16/1/2014 12:25  Aggiornato: 16/1/2014 12:34
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2158
 Re: Conferenza: "L'altra faccia della moneta"
Segnalo questo video del Dr. Matthias Rath
http://www.youtube.com/watch?v=sRgWIam8etw

tratto dalle note sotto il video:

(…) In occasione della conferenza tenutasi il 13 marzo 2012 a Berlino, il Dr. Matthias Rath lancia un appello al popolo della Germania e dell'Europa invitandoli ad assumersi le proprie responsabilità.
Si tratta di un invito a costruire un'Europa democratica fatta per il popolo e dal popolo e a sviluppare un nuovo sistema sanitario focalizzato sulla prevenzione e sull'eradicazione delle malattie in tutto il mondo.
I risultati di ricerche scientifiche sui rimedi naturali hanno già dimostrato che l'applicazione di queste soluzioni ridurrà la frequenza di molte malattie largamente diffuse ad una frazione minima del loro livello attuale.
Ma questo splendido "mondo senza malattie" non ci sarà consegnato su un vassoio d'argento, poiché ciascuno di questi mali è un mercato multi-miliardario per l'industria farmaceutica.
Se vogliamo creare questo mondo per noi e per i nostri figli, dobbiamo agire, ora!

Il 13 novembre 2007 nella città polacca di Auschwitz, sede del più grande complesso di campi di concentramento realizzato dal regime nazista, si è tenuto un evento storico.
In questa città, luogo in cui sono stati commessi i più grandi crimini contro l'umanità nella storia recente, è emerso un piano per una nuova Europa.
Con riferimento al ruolo tenuto dai cartelli del petrolio e dai cartelli dell'industria farmaceutica durante la seconda guerra mondiale e nei crimini commessi ad Auschwitz, i sopravvissuti del campo di concentramento hanno alzato la loro voce ancora una volta, forse l'ultima, per chiedere "un'Europa per il popolo e data dal popolo" http://www.eu-referendum.org/english/...

Inoltre i sopravvissuti al campo di concentramento hanno consegnato al Dr.Rath e alla Fondazione il premio "Relay of Life"con l'impegno di trasmettere alle prossime generazioni il messaggio "Mai più!". Il discorso del Dr.Rath, tenuto al momento dell'accettazione del premio, è documentato sul sito
http://www.relay-of-life.org/speech/s... .


°°°
A quelli che vogliono approfondire, segnalo anche questo articolo e altro:

°°°

Smantellare la 'UE di Bruxelles' – un presupposto per la libertà globale delle terapie naturali
http://www4it.dr-rath-foundation.org/notizie/2011_05_may_16_smantellare_la_ue_di_bruxelles.html

°
Il dott. Matthias Rath – Biografia
http://www4it.dr-rath-foundation.org/chi_siamo/dr_rath/dr_rath.html

°
Le radici naziste dell’ Unione Europea (libro ondine)
http://www.relay-of-life.org/it/chapter.html

Questo libro racconta una storia che molti lettori, per ovvie ragioni, inizialmente respingono. Si potrebbe dire che se l’informazione storica di vasta portata qui documentata fosse vera, ne avrebbrero sicuramente già sentito parlare in precedenza.
Coscienti di ciò, noi autori consideriamo la nostra responsabilità di incoraggiare i lettori non solo a leggere questo libro, ma anche a visitare l’archivio e studiare i documenti originali elencati in fondo alle pagine.
Per quasi tre quarti di secolo, al mondo è stato detto che la seconda guerra mondiale è stata causata da uno psicopatico, Adolf Hitler, e la sua cerchia di razzisti fanatici, i Nazisti. I fatti sono però che la seconda guerra mondiale era una guerra di conquista condotta per conto del Cartello petrolchimico e farmacutico con lo scopo di controllare il mercato globale multimiliardario dei settori emergenti dei prodotti chimici brevettati.

(Tratto da: http://www.relay-of-life.org/it/index.html)

°
Sito italiano
http://www4it.dr-rath-foundation.org/

°°°

“Capire … significa trasformare quello che è"
luke123
Inviato: 19/1/2014 23:43  Aggiornato: 19/1/2014 23:43
So tutto
Iscritto: 19/9/2011
Da:
Inviati: 12
 Re: Conferenza: "L'altra faccia della moneta"
Ciao Massimo,

posterai un filmato della conferenza? Spero di sì.

Grazie

Davide71
Inviato: 20/1/2014 1:34  Aggiornato: 20/1/2014 1:34
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/7/2006
Da:
Inviati: 2108
 Re: Conferenza: "L'altra faccia della moneta"
Ciao a tutti:

ma è un'opera teatrale?
A me sembra una cosa stupenda!

Non date le perle ai cani e ai porci perchè non le mangeranno e vi si rivolteranno contro.
Redazione
Inviato: 20/1/2014 9:43  Aggiornato: 20/1/2014 9:43
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Conferenza: "L'altra faccia della moneta"
Luke123: Non c'è nessun video della conferenza - gli autori non vogliono che venga filmata (ma non ti sei perso nulla, credimi).

***

DAVIDE: No, l'opera teatrale non c'entra nulla. Quella cagata che hanno scritto sulla locandina non ha il minimo senso. Era una normalissima conferenza sull'economia.

luke123
Inviato: 23/1/2014 0:13  Aggiornato: 23/1/2014 0:13
So tutto
Iscritto: 19/9/2011
Da:
Inviati: 12
 Re: Conferenza: "L'altra faccia della moneta"
Massimo, ma come? Non mi sono perso nulla? Ho letto questo post dell'organizzatrice

http://www.oggitreviso.it/mps-ovvero-crollo-delle-banche-78793

in riferimento ad una discussione avvenuta durante la confrenza, che mi sembra una notizia ESPLOSIVA! Tanto che ne voglio riportare il testo di seguito.

Luca

---------_---------------

MPS OVVERO IL CROLLO DELLE BANCHE

Cari lettori, il 15 gennaio è stata pubblicata da La Repubblica un’intervista all’attuale amministratore delegato di MPS (*).

Il titolo dell’articolo recita:

Profumo: “Se salta l’operazione non rischia solo il Monte ma tutto il sistema bancario italiano”.

L’operazione cui il dott. Profumo si riferiva riguarda l’aumento di capitale, 4 miliardi di euro, che MPS deve fare per risolvere la sua posizione patrimoniale e restituire i vari aiuti (prestiti) di Stato ricevuti negli scorsi anni.

Ho letto tutto l’articolo con la speranza di comprendere i motivi di quelle parole.

Profumo, nell’intervista, oltre la dichiarazione segnalata, non chiariva le motivazioni della sua affermazione.

Nemmeno illustrava i meccanismi per cui il sistema bancario italiano sarebbe a rischio nel caso in cui la suddetta operazione fallisse.

E ovviamente, il giornalista non si interessava ad approfondire tale concetto.


La notizia oltretutto è “scomparsa” e nessun giornale si è ulteriormente occupato della cosa.


Mi auguravo che nei giorni seguenti qualche commentatore o esperto chiarisse l’argomento. Tanto sulla stampa ufficiale che sulla stampa di controinformazione è mancata qualsiasi indicazione.

La notizia oltretutto è “scomparsa” e nessun giornale si è ulteriormente occupato della cosa. Poiché la notizia mi sembrava importante, ho interpellato qualche conoscente, i soliti “ben informati”, ma nessuno aveva uno straccio di idea al riguardo.

Nel frattempo lo scorso venerdì pomeriggio ero a Roma come organizzatrice di una conferenza in ambito economico.

Ad un tratto, nel corso del dibattito, uno dei relatori ha proposto la seguente domanda: “qualcuno sa perché Profumo ha dichiarato che se fallisce l’aumento di capitale di MPS è a rischio l’intero sistema bancario italiano?”.

Tra i presenti nessuno aveva argomentazioni per rispondere al quesito.

A quel punto il relatore, senza scomporsi, ha esposto la spiegazione più elementare che mi potessi immaginare.

Ricevevo in quel momento la risposta proprio alla mia domanda.

A spiegazione terminata, nessuno degli economisti e degli altri esperti presenti ha avuto nulla da obiettare, ed ho assistito a sole dichiarazioni di esplicita conferma.

Riporto a seguire quanto ho avuto modo di ascoltare.

Spero così di fornire un contributo informativo ai lettori di OggiTreviso proponendo in modo sintetico e al meglio delle mie possibilità tale spiegazione.

A titolo di premessa segnalo che per comprendere la dichiarazione di Profumo è necessario conoscere:

a) le implicazioni per MPS di un mancato aumento di capitale;

b) i meccanismi del debito pubblico italiano;

c) il senso e le implicazioni dell’art. 123 del trattato unificato Maastricht – Lisbona in particolare al paragrafo 2;

d) la principale fonte di reddito garantita per il sistema bancario italiano.


Qualora MPS non riuscisse a ricapitalizzarsi e quindi ad avere i fondi per ripagare i Monti Bond, di cui fin qui ha beneficiato, la banca senese diventerebbe automaticamente una banca di proprietà dello Stato Italiano, ossia una banca pubblica.


Per il punto a) la questione è semplice.

Qualora MPS non riuscisse a ricapitalizzarsi e quindi ad avere i fondi per ripagare i Monti Bond, di cui fin qui ha beneficiato, la banca senese diventerebbe automaticamente una banca di proprietà dello Stato Italiano, ossia una banca pubblica.

Il fatto che MPS diventi una banca pubblica ci porta al punto c): MPS, come indicato al paragrafo 2 dell’art. 123 del Trattato di Maastricht – Lisbona, potrebbe acquistare (in realtà noleggiare) euro direttamente dalla BCE al tasso unico di sconto (TUS) attualmente fissato allo 0,25% annuo, come già garantito alle banche private.

Per MPS non cambierebbe quindi nulla e sarebbe la riconferma delle stesse condizioni di cui attualmente già beneficia.

Il punto chiave è che MPS, a questo punto banca pubblica, potrebbe agire a favore dello Stato italiano proprio come la banca pubblica tedesca KFW agisce da tempo a favore dello Stato tedesco.

In questo modo lo Stato italiano, e siamo al punto b), quando emette titoli di Stato per poter ricevere a noleggio euro, non dovrebbe più riconoscere un tasso medio di interesse del 4,5% alle grandi banche internazionali autorizzate a noleggiare euro allo Stato italiano (il cosiddetto Mercato Primario).

Infatti, lo Stato italiano potrebbe riconoscere a MPS un più modesto tasso medio dello 0,30%, dove lo 0,05% di differenza rispetto al TUS attuale (0,25%) sarebbe il reddito a beneficio della banca pubblica, pari, in euro, a circa 975 milioni all’anno.

Lo Stato italiano, in questo modo, risparmierebbe ogni anno dagli 80 agli 85 miliardi di euro di interessi sul debito pubblico e otterrebbe immediatamente la soluzione di tale problema.

Il risparmio di questi 80/85 miliardi di euro all’anno corrispondono, tuttavia, ad un mancato guadagno per il sistema bancario (nazionale e internazionale), e siamo al punto d), che si occupa di noleggiare euro allo Stato italiano (dato che lo Stato ha rinunciato alla sua sovranità monetaria).

Di questi 80/85 miliardi di euro poco più della metà vanno a beneficio delle banche private italiane (Intesa, Unicredit, ancora MPS e altri).

Questo mancato guadagno per le grandi banche private italiane spiegherebbe il senso dell’affermazione di Profumo: “Se salta l’operazione non rischia solo il Monte ma tutto il sistema bancario italiano”. La questione è che, una volta diventata pubblica MPS ed eliminato quindi il profitto derivante dalla speculazione sul debito pubblico, tutte le grandi banche private italiane, e non solo, vedrebbero crollare i loro utili e quindi il loro valore e, data la gestione finanziaria incerta, di cui sempre MPS è un esempio, per sopravvivere dovrebbero essere a loro volta trasformate in banche pubbliche, come già era prima del 1994.

In conclusione, l’effetto domino sarebbe automatico, i cittadini italiani si libererebbero del giogo del debito pubblico, con tutto quello che ne deriva, e il sistema bancario e finanziario perderebbe la sua egemonia facendo tornare al centro l’economia reale e manifatturiera.

In altre parole, il debito pubblico, causa della crisi per cittadini e imprese, è la fonte di un grande reddito garantito (dalle nostre tasse) per il sistema bancario privato e base della sua stessa esistenza.

Fin qui la spiegazione di quel relatore.

Da quanto illustrato sarebbe quindi ovvio, per risolvere il problema del nostro debito pubblico, fare anche in Italia quello che la Germania fa da anni.

Le parole di Profumo sembrano tuttavia suonare come un allarme: il rischio di interrompere il meccanismo a favore delle grandi banche deve essere scongiurato.

Spero di essere riuscita a farmi capire da voi, cari lettori, avendo cercato di riportare in modo rigoroso la spiegazione.

Spero, soprattutto, che dalle grandi banche arrivi una spiegazione chiara che ci permetta di capire.

Se così non fosse dovremo aprire gli occhi e comprendere che, forse, non tutto quello che ci viene raccontato corrisponde a verità.

Francesca

Redazione
Inviato: 23/1/2014 10:29  Aggiornato: 23/1/2014 10:31
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Conferenza: "L'altra faccia della moneta"
LUKE: Ho detto "non ti sei perso niente" perchè la conferenza è stata un gran casino senza capo nè coda.

Poi, se vai a guardare le singole affermazioni, di cose interessanti ne sono state dette.

Ma bisogna saperle organizzare in un discorso logico e coerente - cosa che il relatore non è stato in grado di fare - perchè abbiano un effetto sul pubblico.


Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA