Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


opinione : L' "avventura americana"
Inviato da Redazione il 29/9/2013 19:00:00 (10911 letture)

Venti anni fa un taxi percorreva Aviation Boulevard, il grande viale che conduce dall’aeroporto di Los Angeles al centro della città. Su quel taxi c’era una famiglia di italiani, che si stavano trasferendo a vivere negli Stati Uniti: marito e moglie quarantenni, una figlia di sei anni e un figlio di tre. Un pò per motivi personali, un po’ per motivi professionali, avevamo deciso di tentare “l’avventura americana”.

Avevamo qualche soldo in tasca, e la vita sembrava sorriderci da qualunque lato la si guardasse.

I motivi professionali che ci avevano spinto al grande salto derivavano dal mio lavoro, cioè il cinema. Dopo aver fatto alcune esperienze in Italia, avevo capito che per procedere era necessario “accasarsi” politicamente ad uno dei clan di regime, è questo per me non era accettabile. Partendo per Los Angeles mi ero detto: “Preferisco non fare più un solo film nella vita perchè non sono bravo abbastanza per farlo, piuttosto che non farlo perchè non lecco il culo alla persona giusta.” Per fortuna, mia moglie fu pienamente d’accordo con me.

Le motivazioni personali riguardavano i nostri figli: volevamo che crescessero in un ambiente che offre ai giovani mille orizzonti e possibilità, e non in un ambiente – come quello italiano – che tarpa le ali ai giovani prima ancora che siano in grado di volare.

Comprammo una casetta, ed iniziammo la nostra avventura. [...]


Io feci un piccolo film, con un gruppo di attori di una scuola di recitazione locale, e mi dissero che “promettevo” bene. Man mano che mi addentravo nei meandri di Hollywood, però, iniziavo anche a capire quali siano i reali meccanismi che operano alle spalle del grande schermo luminoso. Questi meccanismi non riguardano tanto i soldi – quelli si muovono a cielo aperto, ed in grandi quantità – quanto piuttosto le dinamiche di tipo ideologico che determinano la realizzazione o meno di un film da parte delle major. Di “piccoli” film infatti puoi farne quanti ne vuoi, ma non li vedrà mai nessuno se non ti sei prima assicurato la distribuzione di una major.

E quella la trovi soltanto se il film risponde a certi criteri di tipo ideologico, che sono decisamente rigidi e inequivocabili: quella di Hollywood è una macchina che tende ad appiattire tutto, che tende ad omogeneizzare ogni discorso verso un minimo comun denominatore: l’entertainment. L’intrattenimento.

Messo costantemente di fronte al Primo Comandamento di Hollywood - “La gente va al cinema per distrarsi e non per pensare” - mi resi conto che realizzare un vero film con una grande distribuzione, restando fedele a certi principi d’autore, sarebbe stato per me un’impresa titanica.

I tempi inoltre stavano cambiando velocemente, ed il film drammatico, imperniato sulle vicende umane dei personaggi, stava lasciando il posto al cinema d’azione, basato esclusivamente sulla spettacolarità degli effetti speciali.

Ero arrivato in ritardo. Di qualche decennio. I tempi di Altman, Cassavetes e Rafelson erano già finiti, e io ancora non me n’ero accorto.

Poi venne l’11 settembre, e per me cambiò tutto. Ricordo ancora vividamente il momento in cui mi alzai dalla sedia, la sera di quel martedì maledetto, e dissi a mia moglie: “Mettiamoci al lavoro. Qui c’è moltissimo da fare”. Non sapevo minimanente “che cosa” si potesse fare, in quel momento: internet per me era una realtà ancora tutta da scoprire, e di certo non sarebbe stato un film hollywoodiano a permettere di affrontare il problema in maniera efficace. Sentivo però che certe energie mentali andassero indirizzate con tutta la forza possibile verso l’esterno, e non più verso l’interno.

Cominciai a leggere il libro di Meyssan sul Pentagono, poi lessi quello di Giulietto Chiesa intitolato “La guerra infinita”. Iniziai le mie ricerche in rete, e in poco tempo mi ritrovai coinvolto nella vicenda dell’11 settembre in maniera irreversibile. Nel 2003 mandai il mio primo articolo a comedonchisciotte, intitolato “Mamma, ci hanno dirottato l’aereo!”, e un anno dopo aprivo luogocomune. Il resto della storia la conoscete. Nel maggio prossimo il nostro sito compirà 10 anni.

Nel frattempo i figli erano cresciuti, si sono sposati ed hanno avuto dei figli. Più nolente che volente, sono diventato nonno.

Dopo aver dedicato gli ultimi 3 anni all’ultimo film sull’11 settembre, sentivo che un ciclo era giunto a conclusione. Avevo fatto tutto quello che potevo per denunciare la grande menzogna delle Torri Gemelle, avevo messo in rete il film in tre lingue diverse, ed avevo partecipato alla più importante trasmissione radiofonica americana, parlando dell’11 settembre, proprio la sera dell’anniversario: per me non ce’era più motivo per rimanere negli Stati Uniti, era nuovamente ora di voltare pagina.

La scorsa settimana un taxi ha percorso Aviation Boulevard in senso opposto, dal centro della città verso l’aeroporto. A bordo c’era una famiglia di italiani: un marito e una moglie quasi sessantenni, con il figlio (oggi 23enne) che portava con sè la moglie e il suo proprio figlio, di tre anni (la figlia è rimasta in USA, con la sua nuova famiglia). Eravamo contenti dell’esperienza fatta, e contenti di rientrare nel proprio paese.

Non so se trovandomi in Italia potrò fare qualcosa di utile per il mio paese, ma di certo posso dire che mi piacerà essere più vicino ai miei connazionali nei momenti decisamente difficili che stanno per arrivare.

E’ facile fare i tromboni quando tutto va bene. Più difficile – ma anche molto più bello – è dichiararsi italiani al 100% in un momento come questo.

Massimo Mazzucco

Voto: 9.00 (34 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
Redazione
Inviato: 29/9/2013 19:13  Aggiornato: 29/9/2013 19:13
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: L' "avventura americana"
Abbiate ancora un attimo di pazienza, risponderò al più presto a tutti PM in attesa.

DjGiostra
Inviato: 29/9/2013 19:18  Aggiornato: 29/9/2013 19:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: L' "avventura americana"
Ben tornato Massimo.
Hai gia' una vaga idea delle prossime battaglie che vuoi fare se ce ne sono ??

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
DrHouse
Inviato: 29/9/2013 19:34  Aggiornato: 29/9/2013 19:34
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/11/2007
Da:
Inviati: 2394
 Re: L' "avventura americana"
Citazione:
Redazione:
La scorsa settimana un taxi ha percorso Aviation Boulevard in senso opposto, dal centro della città verso l’aeroporto. A bordo c’era una famiglia di italiani: un marito e una moglie quasi sessantenni, con il figlio (oggi 23enne) che portava con sè la moglie e il suo proprio figlio, di tre anni (la figlia è rimasta in USA, con la sua nuova famiglia).

Ti è andata bene, i russi a quell'ora erano già passati...
http://www.youtube.com/watch?v=1IIov6kM6ms

Battute a parte, vado controcorrente: beato te!

E dopo 10 anni, siamo a discutere se il Volo 77 è arrivato proprio lungo questa linea, o piuttosto è arrivato due metri più a sinistra, o due metri più a destra? (Perle complottiste)
sybill
Inviato: 29/9/2013 19:59  Aggiornato: 29/9/2013 19:59
Ho qualche dubbio
Iscritto: 14/1/2010
Da:
Inviati: 158
 Re: L' "avventura americana"
Massimo
io non ti conosco di persona ma credo sinceramente che tu, oltre ad essere un ottimo regista, sia anche davvero un grande Uomo.

TAD
Inviato: 29/9/2013 19:59  Aggiornato: 29/9/2013 19:59
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/5/2011
Da: 7th planet
Inviati: 1069
 Re: L' "avventura americana"
Citazione:

è questo per me non era accettabile


Ti è scappata una è, Max, correggila.

P.S.: In bocca al lupo per la la tua permanenza.

~WÃSÐ Lifestyle~
LoneWolf58
Inviato: 29/9/2013 20:04  Aggiornato: 29/9/2013 20:04
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: L' "avventura americana"
Citazione:
Non so se trovandomi in Italia potrò fare qualcosa di utile per il mio paese,...
Grazie...
Più siamo e meglio è...

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
alexcam
Inviato: 29/9/2013 20:07  Aggiornato: 29/9/2013 20:07
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/8/2013
Da: Lyon
Inviati: 94
 Re: L' "avventura americana"
Caro Massimo,é veramente coinvolgente e molto affascinante come in poche righe riassumi una Pagina ,sicuramente,la piu importante della tua vita,é molto piacevole leggerti ,e ,anche molto istruttivo,nel trasmettere un concetto molto importante,e profondo ;la vita bisogna viverla per dei motivi validi ,e sopratutto per cio che si crede,a prescindere dal rendiconto personale,ma,solo in funzione dei propri sentimenti,e te ci stai dando una testimonianza,uno spaccato di un’esistenza fuori dal normale,da l’ordinaria vita di milioni di persone,e penso che (io al tuo posto avrei avuto tanta paura ,a mettermi contro quello che rappresenta la nomenclatura statunitense),e, invece te non hai esitato,non hai avuto timore di sfidare un « drago » talmente terrifficante.
Ora penso che ,potresti fare un film su la tua stessa esistenza,e sul tuo lavoro,che ha permesso a molti di noi di fare un salto ;sia di conoscenza,ma sopratutto di esempio di cosa si puo fare della proppia vita !
Ti ringrazio con tutto il cuore per tutto quello che hai fatto per tutti noi .

mike57
Inviato: 29/9/2013 20:26  Aggiornato: 29/9/2013 20:26
Ho qualche dubbio
Iscritto: 29/3/2008
Da: savoia di lucania
Inviati: 90
 Re: L' "avventura americana"
Ciao Massimo, io al tuo posto tirerei i remi in barca. Quello che andava fatto e stato fatto. Forse e giunto il tempo, come per tutti i migliori guerrieri, di prendersi cura solo di se stessi.

Rickard
Inviato: 29/9/2013 20:27  Aggiornato: 29/9/2013 20:27
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/9/2007
Da: Un mondo pervaso di follia
Inviati: 1609
 Re: L' "avventura americana"
Mazzucco
Citazione:
Non so se trovandomi in Italia potrò fare qualcosa di utile per il mio paese

Bhe, a questa domanda dovresti usare la risposta che (mi pare) tu stesso desti tempo fa:

Fa quel che devi, accada quel che può

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. - Nikola Tesla
f_z
Inviato: 29/9/2013 20:30  Aggiornato: 29/9/2013 20:30
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/1/2012
Da: Un mondo popolato da (troppi)pezzi di merda
Inviati: 958
 Re: L' "avventura americana"
Citazione:

E’ facile fare i tromboni quando tutto va bene. Più difficile – ma anche molto più bello – è dichiararsi italiani al 100% in un momento come questo.


Secondo me ci si puo' dichiarare italiani al 100% anche vivendo alle Bahamas.

Mentre vivere nell'ex "bel paese" oggi per chiunque non abbia intenzione di leccare culi, e' una impresa titanica, oltre che penosa.

Be' che dire...buona fortuna (ne servira' tanta)!

Codardo e' il soldato che "esegue gli ordini".

Eroe e' il soldato che ha il coraggio di sparare in faccia ai suoi "superiori".

Peccato che i soldati siano tutti scelti minuziosamente tra gli appartenenti alla prima categoria.
Dam
Inviato: 29/9/2013 20:35  Aggiornato: 29/9/2013 20:35
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/12/2009
Da: Roma
Inviati: 78
 Re: L' "avventura americana"
Che dire, bentornato e buon riadattamento all'Italia!

redribbon
Inviato: 29/9/2013 20:50  Aggiornato: 29/9/2013 20:50
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/1/2006
Da: Firenze
Inviati: 614
 Re: L' "avventura americana"
Citazione:

Primo Comandamento di Hollywood - “La gente va al cinema per distrarsi e non per pensare”


Legge del mercato o il volere delle major?


Citazione:
Di “piccoli” film infatti puoi farne quanti ne vuoi, ma non li vedrà mai nessuno se non ti sei prima assicurato la distribuzione di una major.



O unn'era il mercato che decide quali prodotti sono da "vendere"?

Decide il mercato o le major?

“datemi il controllo della moneta di una nazione e non mi importa di chi farà le sue leggi”

Mayer Amschel Rothschild
Spiderman
Inviato: 29/9/2013 20:59  Aggiornato: 29/9/2013 20:59
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 19/9/2009
Da:
Inviati: 2722
 Re: L' "avventura americana"
Citazione:
Non so se trovandomi in Italia potrò fare qualcosa di utile per il mio paese


Max, te lo dico con la massima stima e con il cuore in mano, hai fatto un sacco di cose egregie per l'umanità intera, per quella parte di umanità che ha voglia di verità, che ha voglia di stimoli per ricercare, cha ha bisogno di esempi per continuare a credere che qualcosa si possa cambiare. Un abbraccio e buona permanenza.

"Ogni giorno racconto la favola mia, la racconto ogni giorno chiunque tu sia, e mi vesto di sogno per darti se vuoi, l'illusione di un bimbo che gioca agli eroi. (Renato Zero)
cnj
Inviato: 29/9/2013 20:59  Aggiornato: 29/9/2013 20:59
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da: Romagna
Inviati: 795
 Re: L' "avventura americana"
Un bentornato ad un "amico" che non ho mai avuto il piacere di incontrare di persona ma che ho sempre apprezzato per i suoi scritti/video coraggiosi ed onesti ed ho sentito essere sulla mia stessa lunghezza d'onda. Un abbraccio... grandpa!
claudio aka cnj dal 2004

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. Nikola Tesla
f_z
Inviato: 29/9/2013 21:01  Aggiornato: 29/9/2013 21:01
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/1/2012
Da: Un mondo popolato da (troppi)pezzi di merda
Inviati: 958
 Re: L' "avventura americana"
Citazione:
Autore: redribbon Inviato: 29/9/2013 20:50:46

Decide il mercato o le major?


A me il messaggio e' sembrato chiaro: le major decidono di distribuire solo robaccia per "intrattenimento" e sono le uniche che sono in grado di "creare" i blockbuster.
Loro "fanno" il mercato.

Indi, se vuoi fare qualcosa di alternativo, gli unici che lo distribuiscono sono le "minor" e il tuo film se lo vedranno solo quattro gatti in qualche sperduta provincia.

Codardo e' il soldato che "esegue gli ordini".

Eroe e' il soldato che ha il coraggio di sparare in faccia ai suoi "superiori".

Peccato che i soldati siano tutti scelti minuziosamente tra gli appartenenti alla prima categoria.
etrnlchild
Inviato: 29/9/2013 21:14  Aggiornato: 29/9/2013 21:14
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 1200
 Re: L' "avventura americana"
E' una bella storia e sono contento.

"Lo spirito del guerriero non conosce né il lasciarsi andare né il lagnarsi, né conosce il vincere o il perdere."
jck74
Inviato: 29/9/2013 21:22  Aggiornato: 29/9/2013 21:22
So tutto
Iscritto: 19/8/2009
Da:
Inviati: 5
 Re: L' "avventura americana"
Caspita! un autentico finale a sorpresa... non me l'aspettavo!

Bentornati!

Kempes
Inviato: 29/9/2013 21:30  Aggiornato: 29/9/2013 21:30
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/11/2011
Da: Highgate Cemetery
Inviati: 174
 Re: L' "avventura americana"
Io non sarei ritornato, mai e poi mai, anche perchè sto ardendo dal desiderio di scappare da questa fogna. Vivere in Italia al giorno d'oggi significa ammazzarsi dalla rabbia, sopportare un buon 75% di uomini scimmia attorno.Non so come fosse l'italia di cinquant' anni fa , ma so solo che questo è un periodio buio, un medioevo culturale e sociale scoraggiante.

La libertà anarchica ha tutte le delicatezze della buona compagnia.
GgCc
Inviato: 29/9/2013 21:32  Aggiornato: 29/9/2013 21:32
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/7/2005
Da:
Inviati: 170
 Re: L' "avventura americana"
Bè, Massimo, non pensare che il mondo del fumetto americano non sia poi così diverso da quelllo del cinema. Se uno si legge i fumetti Marvel o DC per un periodo molto lungo certe regole di quel media si imparano subito:

1) L'eroe sarà sempre buono. Sarà pestato, deriso, ucciso, ma risorgerà sempre. Problemi legati all'età? Cos'è invecchiare? Lavoro? Io salvo il mondo!
2) Il cattivo sarà sempre lì, tramando nell'ombra in maniera macchiavellica.
3) Qualche volta, qualche volta, ma è rarissimo, qualcuno cambierà campo, ma ritornerà immancabilmente nel suo campo naturale, ravvedendosi.
4) I luoghi comuni avulsi dalla storia saranno sempre presenti: I NAZISTI, I FASCISTI, I GIAPPONESI, anche se la Seconda Guerra Mondiale è distante oramai 60 anni, trameranno sempre per il dominio del mondo che verrà sempre salvato dal faro della cività, l'AMERICA! Poco importa se Hitler non aveva affatto intenzione di scatenare la Seconda Guerra Mondiale ( è dimostrabile), che la Polonia rifiutò le proposte tedesche su Danzica su pressione anglo-francese ( è dimostrabile), che Roosvelt spinse il Giappone ad attaccare Pearl Harbour insieme con la Gran Bretagna e l'Olanda e già allora agiognava di prendere il posto dell'Inghilterra. Meglio non avere problemi.

Potrei continuare, ma come vedi tra cinema e fumetto americano le differenze non ci sono. Ben tornato in Italia! E ti sei beccato il Caimano...

f_z
Inviato: 29/9/2013 21:48  Aggiornato: 29/9/2013 21:48
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/1/2012
Da: Un mondo popolato da (troppi)pezzi di merda
Inviati: 958
 Re: L' "avventura americana"
Citazione:
Autore: Kempes Inviato: 29/9/2013 21:30:05

Non so come fosse l'italia di cinquant' anni fa , ma so solo che questo è un periodio buio, un medioevo culturale e sociale scoraggiante.


Non si puo' non essere d'accordo!

A dire il vero quando ho preso coscienza delle immonde condizioni di "vita" in questo paese erano gli anni 80, ben 30 anni fa. E quello che sentivo dai miei ecc negli anni 70 non era meglio.

Poi 11 anni fa ho trovato l'occasione per andarmene, e ad oggi nessun rimpianto e nessun piano per ritornare, anzi.

Codardo e' il soldato che "esegue gli ordini".

Eroe e' il soldato che ha il coraggio di sparare in faccia ai suoi "superiori".

Peccato che i soldati siano tutti scelti minuziosamente tra gli appartenenti alla prima categoria.
Al2012
Inviato: 29/9/2013 22:09  Aggiornato: 29/9/2013 22:09
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2158
 Re: L' "avventura americana"
Ciao Massimo

C’è di buono che ho sempre da imparare qualcosa da te.

Grazie per il lavoro che hai fatto, per quello che farai.

Come vedi sei nel cuore di tanta gente, persone che ti stimano e che ti ammirano.

“Capire … significa trasformare quello che è"
redribbon
Inviato: 29/9/2013 22:22  Aggiornato: 29/9/2013 22:22
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/1/2006
Da: Firenze
Inviati: 614
 Re: L' "avventura americana"
Citazione:
A me il messaggio e' sembrato chiaro: le major decidono di distribuire solo robaccia per "intrattenimento"


si certo, la mia era un osservazione provocatoria:
possiamo dunque dire che questa è una violazione dei principi del libero mercato, giusto?
Le major violano le leggi del mercato, loro possono farlo impunemente?
Non ci sono pesanti sanzioni per loro?

E a parte le sanzioni, come si può imporre agli stati le leggi del mercato quando negli States queste non vengono rispettate dai grandi?

Questa è un osservazione cruciale, non solo in questa discussione, ma in un eventuale dibattito generale:
i principi del libero mercato in realtà esistono solo per i poveracci, i grandi se ne strafottono, fanno "come gli pare",
allora, o le leggi le rispettano tutti, o tutti (includendo i governi nazionali) dovrebbero essere legittimati a fare come meglio credono!

“datemi il controllo della moneta di una nazione e non mi importa di chi farà le sue leggi”

Mayer Amschel Rothschild
illupodeicieli
Inviato: 29/9/2013 22:33  Aggiornato: 29/9/2013 22:33
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/1/2005
Da:
Inviati: 323
 Re: L' "avventura americana"
Penso a quanti vorrebbero alzarsi dalla sedia e recarsi in un aeroporto per andare via: ma non lo fanno nè lo faranno. Mi chiedo perché tu sei stato, al pari di altri (e ne conosco diversi), coraggioso e determinato e perché io, ad esempio, no. Da cosa è determinata la mia vigliaccheria, e se questa è o può essere una colpa o un demerito. Buon rientro.

redribbon
Inviato: 29/9/2013 22:47  Aggiornato: 29/9/2013 22:47
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/1/2006
Da: Firenze
Inviati: 614
 Re: L' "avventura americana"
Citazione:
Poi 11 anni fa ho trovato l'occasione per andarmene, e ad oggi nessun rimpianto e nessun piano per ritornare, anzi.


Se non fossi troppo pigro per imparare bene un altra lingua probabilmente me ne sarei già andato pure io.
L'Italia è tenuta sotto scacco dagli usurai internazionali operanti nel mondo della finanza e non solo,
che dopo avere spolpato per decenni l'america latina ora se ne sono venuti in europa.
Perchè uno dovrebbe venire in Italia? A vedere quelle facce di cazzo al governo svendere il patrimonio pubblico ai privati?
Peraltro l'Italia è un paese storicamente ingrato: i migliori sono costretti ad andarsene,
Rubbia per esempio.

“datemi il controllo della moneta di una nazione e non mi importa di chi farà le sue leggi”

Mayer Amschel Rothschild
peonia
Inviato: 29/9/2013 22:57  Aggiornato: 29/9/2013 22:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: L' "avventura americana"
Grazie per la tua testimonianza. Spero che la vostra scelta si rivelerà vincente... non vedo l'ora di abbracciarvi, per me oramai dopo 8 anni di conoscenza virtuale, siete come amici reali, anche io ho imparato tantissimo da te e dal sito....
bacione

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Calvero
Inviato: 29/9/2013 23:15  Aggiornato: 29/9/2013 23:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: L' "avventura americana"
________________
____________

C'è qualcosa di amaro in tutto questo, ma non certo perché non potrà essere dolce. No, non è un gioco di parole, tanto meno ad effetto.

La vita, ritengo, è un eterno gioco di riflessi dove gli specchi non esistono. No, non è un gioco di parole ad effetto, nemmeno questo.

Nelle persone che sanno darci, prima che dirci, il senso di cosa significhi porsi nel mondo attraverso sé stessi, e non attraverso il mondo, ecco che, in qualche modo [e così sarà sempre]: - lo cambiano.

Perché il mondo non migliora se non in ragione di rivoluzionarsi. Se non si rivoluziona non potrà che ripetersi un accodamento, qualsiasi accomodamento, in quel momento, in quell'Era, lo dovrebbe riguardare [e così sarà sempre]: - crescere e rivoluzionarlo.

Ma in tutto questo si agitano le coscienze e le anime nei loro passaggi esistenziali e le stesse, senza compassione, hanno il ciclico e congenito dovere di lasciare un testimone...

.. così, per toccare, ma di poco, me medesimo, ai primi capelli bianchi, ricordo: un moto d'orgoglio si arrampica dallo stomaco alle tempie e, in mezzo, a colorarlo [e così sarà sempre]: - il cuore.

Sì, così; esattamente. Non ci sono specchi, ma uomini. Imparassimo una volta per tutte a vederci riflessi negli occhi altrui, non vi sarebbe di che vantarsi, ma sol di inorgoglirsi.

Sì, così; esattamente. Una tenera dolcezza abita il cuore degli uomini, essa abita gli indomiti, quanto i più ferventi romantici.

Noi, questo anelo, si sia come il Vino, ove ogni grado di maturità derivi da una dolcezza a monte; ogni grado di sapore forte dal Sole e la pioggia che lo segnarono; ogni colore dalla sua Terra ...

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Marsi
Inviato: 29/9/2013 23:22  Aggiornato: 29/9/2013 23:22
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 190
 Re: L' "avventura americana"
Noi non possiamo che essere felici di riaverti qui.
Se non hai pensato su cosa lavorare io ti suggerirei un tema:
Il mondo islamico, passato, presente e futuro.
Avresti bisogno di informarti molto bene però, dai tuoi post e documentari mi sembra tu creda che quel mondo lì sia privo di malvagità, che siano un nemico inventato dagli USA, delle eterne vittime di noi occidentali.
Basti sapere che organizzazioni islamiche tipo i Fratelli Musulmani si sono date come scopo l'islamizzazione del mondo intero imponendo a tutti la sharia, la legge islamica. Ed in Europa hanno trovato una terra di conquista.

Se può essere d'aiuto:

https://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=h2KYSjH3Ajw

https://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=psZBaJU_Cvo#t=167

Il più documentato :

http://www.youtube.com/watch?v=V4rYIk7_doQ

http://www.youtube.com/watch?v=SbMnA3uO9As

Saluti.

Andrea_1940
Inviato: 29/9/2013 23:26  Aggiornato: 29/9/2013 23:26
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/6/2004
Da:
Inviati: 237
 Re: L' "avventura americana"
Caro Massimo, in bocca al lupo a te ed alla tua famiglia. So cosa vuol dire lasciare una parte di se lontano da te, non e' una cosa facile.

Citazione:
Non so se trovandomi in Italia potrò fare qualcosa di utile per il mio paese


Tante persone ti ammirano. Direi che se ne hai voglia e se ne hai la forza, c'e' l'opportunita' di scendere in politica e rappresentare degnamente queste persone. Ed anche le altre.
Pensaci.

Un abbraccio,
Andrea

massinfo
Inviato: 29/9/2013 23:45  Aggiornato: 29/9/2013 23:45
So tutto
Iscritto: 21/8/2009
Da:
Inviati: 1
 Re: L' "avventura americana"
Grande Massimo, bella avventura!
L'esperienza che hai avuto con Hollywood mi fa andare con la mente agli scritti di John Kleeves - un grande!-.
qui c'è una raccolta dei suoi scritti:
http://byebyeunclesam.wordpress.com/2010/10/01/john-kleeves-selezione-ragionata-di-articoli-ed-interviste/

Buona fortuna

edo
Inviato: 30/9/2013 0:37  Aggiornato: 30/9/2013 0:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 9/2/2006
Da: casa
Inviati: 4529
 Re: L' "avventura americana"
Vi immagino tutti su quel taxi nel viaggio verso l'italia, con indosso la magletta "facciamoci del male".
In bocca al lupo, come sempre!

Det.Conan
Inviato: 30/9/2013 0:53  Aggiornato: 30/9/2013 0:53
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/6/2006
Da:
Inviati: 1754
 Re: L' "avventura americana"
Massimo,
candidati col M5S alle prossime elezioni per il Parlamento
Okok ti massacreranno mediaticamente e prenderanno l'occasione per dire che Grillo è un pazzo antiblabla ma così facendo DOVRANNO AFFRONTARE L'ARGOMENTO,TU POTRAI FARTI CONOSCERE E DIFFONDERE LE TUE IDEE.
Tanto arrivati a sto punto..
Pensaci

gobbo
Inviato: 30/9/2013 1:02  Aggiornato: 30/9/2013 1:02
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 19/9/2005
Da: Neverland
Inviati: 1347
 Re: L' "avventura americana"
Home sweet home.
Welcome home my dear friend.



il gobbo

I LINK.VOGLIO VEDERE I LINK,PLEASE.
Piramis
Inviato: 30/9/2013 1:04  Aggiornato: 30/9/2013 1:04
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/3/2013
Da: abito questo involucro
Inviati: 223
 Re: L' "avventura americana"
Direi che è i tempi sono maturi per rivalutare un vecchio media: il libro.
Chissà se il prossimo progetto non possa essere un'autobiografia/denuncia, dal titolo "Io complottista"? facci un pensierino

Hakuna Matata
senoniochi
Inviato: 30/9/2013 1:32  Aggiornato: 30/9/2013 1:32
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/2/2006
Da: roma
Inviati: 58
 Re: L' "avventura americana"
Citazione:
http://byebyeunclesam.wordpress.com/2010/10/01/john-kleeves-selezione-ragionata-di-articoli-ed-interviste/


"Divi di stato" è eccezionale

Jurij
Inviato: 30/9/2013 6:39  Aggiornato: 30/9/2013 6:39
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: L' "avventura americana"
Auguri Massimo, che la forza sia con te e con tutta la tua famiglia.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
incredulo
Inviato: 30/9/2013 7:28  Aggiornato: 30/9/2013 7:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: L' "avventura americana"
@Redazione

Citazione:
Comprammo una casetta, ed iniziammo la nostra avventura.


La cosa più bella dell'articolo, oltre a svelare la tua intimità, è constatare che quell'avventura, iniziata con tutte le persone a te care, è ancora viva.

Siete ancora assieme, tu e la tua famiglia, a percorrere la strada, una strada comune.

Bella lì Massimo.

Citazione:
Più difficile – ma anche molto più bello – è dichiararsi italiani al 100% in un momento come questo.


Questo sentimento non lo condivido Massimo.

Mi sento più così

In bocca al lupo.

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
VIMS
Inviato: 30/9/2013 7:49  Aggiornato: 30/9/2013 7:49
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/11/2011
Da: Ai piedi del monte
Inviati: 334
 Re: L' "avventura americana"
Ciao Max

Un ottimo esempio di come affrontare la propria vita: senso critico ed umiltà.
Da quanto hai raccontato sei riuscito a guardare la tua vita ed il tuo operato da una prospettiva "esterna".
Non ti sei buttato giù quando hai scoperto che quello che avresti voluto fare ti era ormai impedito, volente o nolente, da una società sviata.
Hai saputo riorganizzarti e valutare le priorità, non solo personali, ma di tutta la famiglia.

Hai fatto, secondo me, la scelta migliore.

Nuovamente bentornato, con la speranza che la forza e la voglia per la ricerca della Verità non diminuiscano mai.

VIMS

La Virtù sta nel mezzo
giusavvo
Inviato: 30/9/2013 8:17  Aggiornato: 30/9/2013 8:17
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/2/2011
Da:
Inviati: 449
 Re: L' "avventura americana"
"Più difficile – ma anche molto più bello – è dichiararsi italiani al 100% in un momento come questo."

La invidio per il coraggio di dichiararsi italiano e per l'esempio che da agli altri.
Io, invece mi vergogno terribilmente di essere italiano e detesto profondamente questo paese...
Le porgo sinceri auguri

"L'uomo è misura di tutte le cose"
(Protagora)
perspicace
Inviato: 30/9/2013 8:20  Aggiornato: 30/9/2013 8:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: L' "avventura americana"
Citazione:
Autore: redribbon Inviato: 29/9/2013 20:50:46

Citazione:

Primo Comandamento di Hollywood - “La gente va al cinema per distrarsi e non per pensare”


Legge del mercato o il volere delle major?


Citazione:
Di “piccoli” film infatti puoi farne quanti ne vuoi, ma non li vedrà mai nessuno se non ti sei prima assicurato la distribuzione di una major.



O unn'era il mercato che decide quali prodotti sono da "vendere"?

Decide il mercato o le major?


Se fai film come "Paranormal activity" spendi quattro soldi è attacchi un pubblico vasto lì conta il mercato, mentre film più di spessore, con una trama logica che esprime concetti contro lo status quo, quelli devono essere o spinti o accettati dalle major, alcuni vengono spinti perché il business degli azionisti viene prima di tutto.

Tipo l'auto-attentato di ironman


---- -

La vecchiaia in Italia è stata un gran bella scelta Max!

Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
Davide71
Inviato: 30/9/2013 8:41  Aggiornato: 30/9/2013 8:41
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/7/2006
Da:
Inviati: 2108
 Re: L' "avventura americana"
Ciao a tutti:

concordo con Mike57:

Citazione:
Ciao Massimo, io al tuo posto tirerei i remi in barca. Quello che andava fatto e stato fatto. Forse e giunto il tempo, come per tutti i migliori guerrieri, di prendersi cura solo di se stessi.


Combattere la stupidità degli uomini è la cosa più pericolosa e stancante che esista.

Non date le perle ai cani e ai porci perchè non le mangeranno e vi si rivolteranno contro.
giu42su
Inviato: 30/9/2013 8:47  Aggiornato: 30/9/2013 8:47
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/12/2006
Da:
Inviati: 50
 Re: L' "avventura americana"
Beh, che dire... Scelte coraggiose, sia l'andare che il ritorno, anche da parte di tuo figlio e sua moglie, cui auguriamo tutto il bene possibile in questa nuova avventura. L'importante, in questi casi, è avere una famiglia unita e l'affetto di amici che sicuramente a te non mancheranno, essendo riuscito, con la tua onestà intellettuale e la profondità d'animo, a meritare la stima di tanti (dei migliori, che è quello che conta)

Personalmente, le partenze, e a maggior ragione quelle definitive, mi mettono in uno stato di ansia e di irrequietezza che odio con tutto il cuore e che non riesco ancora a superare. Posso immaginare lo stato d'animo complesso in cui ti sarai trovato in queste settimane: dubbi, malinconia, tristezza, speranza, esaltazione... Chi è forte e maturo abbastanza, sa dirigere e selezionare i propri sentimenti, adattandoli al caso per non farsi prendere dallo sconforto. C'è chi invece, nonostante gli sforzi, non riesce a dominarli e ne diventa succube. Ed ecco l'importanza della famiglia e degli amici.

Bentornato Massimo e auguri per questa nuova vita!

ps
Complimenti: non ti avrei fatto un "quasi sessantenne"

ps2
Attivissimo ora è fisicamente più vicino e potrebbe raggiungerti con le sue ondate di negatività, ma, hai voglia a sbattersi, nulla può fare contro la tua onestà.

Witt83
Inviato: 30/9/2013 10:36  Aggiornato: 30/9/2013 10:36
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/1/2010
Da:
Inviati: 419
 Re: L' "avventura americana"
Mentre eri in volo hai pensato all'impresa in cui sei riuscito, realizzando il film più completo e preciso su un argomento così importante come l'11 Settembre?

Se fossi statunitense te ne sarei grato in eterno!

Di sicuro, qui in Italia, tra governi che cadono e cetrioli che arrivano, non ti mancheranno mai gli argomenti da affrontare.

Bentornato nonno Massimo!

La terra possiede risorse sufficienti per provvedere ai bisogni di tutti, ma non all'avidità di alcuni. Gandhi
wendellgee
Inviato: 30/9/2013 11:07  Aggiornato: 30/9/2013 11:07
Mi sento vacillare
Iscritto: 17/1/2013
Da:
Inviati: 700
 Re: L' "avventura americana"
Non so se Massimo lo sa ma l'anno scorso sulla RAI hanno trasmesso una fiction sulla vita di Walter Chiari, un personaggio che io non conoscevo affatto.
Verso la fine dell'ultimo episodio c'è una scena in cui Walter Chiari partecipa ad un importante rassegna cinematografica (forse era il Festival di Venezia?) e sta per essere premiato per un film del giovane promettente regista italiano MASSIMO MAZZUCCO. Dopo una ricerca in rete ho scoperto che era proprio il nostro Massimo Mazzucco!
Purtroppo il premio che sembrava sicuro è saltato all'ultimo momento, il film credo si intitolasse Romance, purtroppo però io non l'ho mai visto in TV.

Il mio blog:
lumiebarlumi.blogspot.com
polaris_40
Inviato: 30/9/2013 11:09  Aggiornato: 30/9/2013 11:09
Ho qualche dubbio
Iscritto: 1/10/2006
Da:
Inviati: 242
 Re: L' "avventura americana"
Massimo, bello, bello, bello il tuo racconto.

Mi hai lasciato spaziare, tra speranza, (ben riposta dapprima), malinconia, soddisfazione (personale/famigliare tua/vostra), serenità/stabilità di una situazione consolidata raggiunta (almeno avverto io), fino poi ad una inaspettata temerarietà da 20 enne alla fine. Di chi raggiunto un equilibrio stabile, non riesca ad avvertire i rischi (per l'animo, per la passione, per la creatività, per la sopravvivenza non solo del lato artistico personale) derivanti da una scelta sconsiderata.
Dall'ordine degli eventi descritti direi mi sei sembrato, (con tutto il rispetto) prima saggio e poi folle. :D

Ovviamente il tutto espresso nel massimo rispetto per la tua persona e scaturito da una personale interpretazione di quanto hai condiviso con noi della tua vita, seppure si tratti di una stringatissima sintesi.

Seppure sappiamo, tu sia vaccinato a prospettive e realtà inaccettabili, conoscendoti, (ovviamente poco) sulla base di quello che scrivi e filmi/dirigi, penso che guardando da vicino l'Italia, più, da vicino rispetto al passato, avvertendone anche lo spiacevole olezzo da decomposizione avanzata, emesso, sarai purtroppo e sicuramente ancora più disgustato, fino alla nausea più estrema.
In bocca al lupo da amico

Pyter
Inviato: 30/9/2013 11:12  Aggiornato: 30/9/2013 11:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: L' "avventura americana"
Lasciatemi cantare
con la zimarra in mano
lasciatemi cantare
sono un italiano

Forza Italia gli spaghetti al dente
e un ciarlatano come Presidente
col telefonino sempre nella mano destra
e un papa che è caduto giù dalla finestra

Buongiorno Italia con i tuoi autisti
con troppi stronzi sui manifesti
con le canzoni con amore e cuore
con piu' donne sempre meno nuore

Buongiorno Italia
buongiorno Elsa
con gli occhi pieni di malinconia
buongiorno Dio
forse scappo anch'io

Lasciatemi cantare
con la chitarra in mano
lasciatemi cantare
una canzone piano piano
Lasciatemi cantare
perche' ne sono fiero
sono un italiano
un italiano nero

Forza Italia che non è Spaventa
e con la crema vasellina dei Trenta
con un futuro dipinto di blu
e la moviola del Concordia in TV
Buongiorno Italia col caffe' ristretto
il contratto di Balotelli nel cassetto
con il premier in tintoria
e un presidente giu' di carrozzeria

Buongiorno Italia
buongiorno Elsa
negli occhi lacrime di nostalgia
buongiorno sono Dio
forse ritorno anch'io.

Lasciatemi cantare
con la zimarra in mano
lasciatemi cantare
una canzone piano piano
Lasciatemi cantare
perche' ne sono fiero
sono un italiano
un italiano nero.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
Narwain
Inviato: 30/9/2013 11:25  Aggiornato: 30/9/2013 11:25
So tutto
Iscritto: 8/11/2011
Da: Asti
Inviati: 16
 Re: L' "avventura americana"
Mi sono venute in mente tante cose da dire, ma alla fine nessuna mi è sembrata adatta a commentare quello che è forse il post più importante che tu abbia scritto su questo sito.

Rimane solo una cosa, a prescindere da ciò che farai in questo paese, per tutto ciò che hai fatto (anche se sospetto non sia finita qui, nonostante la carica di "nonno" )...

... un immenso GRAZIE di cuore.

Se i giovani come me (25enne) hanno ancora qualche speranza di guidare il mondo verso una direzione più umana, lo devono senza dubbio a persone come te. Bentornato

lucred
Inviato: 30/9/2013 11:37  Aggiornato: 30/9/2013 11:37
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/9/2010
Da: Milano
Inviati: 260
 Re: L' "avventura americana"
Auguri per la scelta coraggiosa e buona fortuna,nonostante tutto.

DaemonZC
Inviato: 30/9/2013 11:45  Aggiornato: 30/9/2013 11:45
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/5/2012
Da:
Inviati: 428
 Re: L' "avventura americana"
Citazione:
E’ facile fare i tromboni quando tutto va bene. Più difficile – ma anche molto più bello – è dichiararsi italiani al 100% in un momento come questo.


Questo mi ha commosso. Speriamo finirà il tempo del "mi vergogno di essere italiano" detto da gente che non fa nulla per rendere il paese migliore (cioè praticamente tutti).

Viva l'Italia, che questa nazione possa trovare la forza di reagire a questa guerra finanziaria e mediatica che il mondo ha scatenato contro di lei...

toussaint
Inviato: 30/9/2013 12:02  Aggiornato: 30/9/2013 12:02
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: L' "avventura americana"
Bentornato nel tuo paese, Massimo.
In quel che ne resta, purtroppo...

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
marsentry
Inviato: 30/9/2013 12:16  Aggiornato: 30/9/2013 12:16
Ho qualche dubbio
Iscritto: 12/9/2007
Da:
Inviati: 53
 Re: L' "avventura americana"
Bentornato in Italia Massimo.

Poi ci organizziamo per una megapizza

clausneghe
Inviato: 30/9/2013 12:39  Aggiornato: 30/9/2013 12:39
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/4/2006
Da: nordcentro
Inviati: 1679
 Re: L' "avventura americana"
Dai Massimo, se vuoi fare qualcosa di nuovo stimolante e utile per noi, presentati al moVimento 5 stelle. Ti conoscono già, prepari un vidietto conciso su di te , esponi sempre concisamente le tue ampie vedute, poi ti iscrivi al portale M***** mandi il video presentazione e noi di L.C. più immagino tantissimi altri ti clicchiamo e il gioco è fatto. Problemi ideologici non dovrebbero sussistere dal momento che hai ottimi comprovabili trascorsi. Sono convinto che se lo vuoi puoi entrare in Parlamento.

Redazione
Inviato: 30/9/2013 12:41  Aggiornato: 30/9/2013 12:56
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: L' "avventura americana"
REDRIBBON: O unn'era il mercato che decide quali prodotti sono da "vendere"? Decide il mercato o le major?

Il mercato detta le leggi, le major le impongono.

***

Mike57 – “Io al tuo posto tirerei i remi in barca. Quello che andava fatto e stato fatto. Forse e giunto il tempo, come per tutti i migliori guerrieri, di prendersi cura solo di se stessi.”

Ma sei matto? Io ho appena scaldato le unghie, altrochè tirare i remi in barca!

***

ANDREA1940: "Direi che se ne hai voglia e se ne hai la forza, c'e' l'opportunita' di scendere in politica e rappresentare degnamente queste persone."

Quando un parlamentare 5 Stelle legge in aula un pezzo estratto da un mio film, io il mio pezzo di “politica” l’ho già fatto. Ma di andare fisicamente in quei posti non ci penso nemmeno. Io lavoro nell’informazione.

***

DET.CONAN: “candidati col M5S alle prossime elezioni per il Parlamento Okok ti massacreranno mediaticamente e prenderanno l'occasione per dire che Grillo è un pazzo antiblabla ma così facendo DOVRANNO AFFRONTARE L'ARGOMENTO,TU POTRAI FARTI CONOSCERE E DIFFONDERE LE TUE IDEE.”

Il modo migliore per diffondere le propie idee è la rete. Io in “parlamento” ci sono già.

***

PIRAMIS: “Direi che è i tempi sono maturi per rivalutare un vecchio media: il libro.”

Preferisco mille volte il documentario. Direi che per me rimane il formato di espressione ideale. Il libro casomai lo lascio per la vecchiaia (quella vera).

Oh raga, la mia età è 59,9999 periodico fisso, non è 85! Ecchecazz...

***

VIMS: “Hai saputo riorganizzarti e valutare le priorità…”

Il tuo commento è molto acuto, e te ne sono grato.

In realtà, ho capito che la vita bisogna imparare a seguirla, invece che cercare di precederla. Tanto, va sempre più veloce lei di te.

***

GIU42SU: “Personalmente, le partenze, e a maggior ragione quelle definitive, mi mettono in uno stato di ansia e di irrequietezza che odio con tutto il cuore e che non riesco ancora a superare.”

Non hai idea di come io abbia passato le ultime settimane – anzi, di sicuro ce l’hai, visto quello che scrivi.

Ma quando capisci che è ora di svoltare, non serve a nulla tergiversare. Ti ci butti a capofitto, e speri di uscire al più presto dall’altra parte.

***

PYTER: “Lasciatemi cantare…”

Pirla.

(Splendida!)

***

WENDELLGEE: Metterò Romance online al più presto.

E racconterò anche la vera storia di quello che accadde dietro al premio svanito di Walter Chiari.

***

CLAUSNEGHE: "Sono convinto che se lo vuoi puoi entrare in Parlamento".

E poi? Alzo la mano per chiedere di parlare?

Il mio mestiere è l'informazione, non è la politica. Come ho già detto, io "in parlamento" ci sono già.

*********************************************

Vorrei che fosse chiaro per tutti: io continuerò a fare esattamente quello che ho fatto finora (documentari e sito). Ho soltanto “cambiato casa”.

Sandro101
Inviato: 30/9/2013 12:56  Aggiornato: 30/9/2013 12:56
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/6/2013
Da: Trento
Inviati: 31
 Re: L' "avventura americana"
Ciao a tutti, è il mio primo post ma seguo Luogocomune fin quasi dall'inizio.
Volevo anch'io dare il mio bentornato a Massimo in Italia e ringraziarlo di cuore per tutto quello che finora ha fatto e farà. A maggior ragione ora gli spunti non mancheranno.
Sono orgoglioso di aver potuto anche se piccolo il mio personale aiuto nel sostegno e nel divulgare i suoi documentari non ultimo La nuova Pearl Harbor.
Ad maiora!

Sandro

valeisi
Inviato: 30/9/2013 13:03  Aggiornato: 30/9/2013 13:03
So tutto
Iscritto: 21/5/2013
Da: Brescia
Inviati: 13
 Re: L' "avventura americana"
Bentornato Massimo! La tua storia è affascinante, il tuo lavoro encomiabile.. Grazie di esserci e di averci donato LC , ancora di salvezza e forse speranza. Spero che il tuo rientro sia piacevole nonostante tutti i problemi e le difficoltà che viviamo oggi. Complimenti a te e famiglia per questo atto di rispetto e coraggio nei confronti della vostra terra! Un abbraccio

cheddyved
Inviato: 30/9/2013 13:19  Aggiornato: 30/9/2013 13:19
Ho qualche dubbio
Iscritto: 16/2/2007
Da:
Inviati: 109
 Re: L' "avventura americana"
Beh, ti stimo sempre di più... bentornato ( ma quanto t'è costato il trasloco!?!?)

Escape2013
Inviato: 30/9/2013 13:41  Aggiornato: 30/9/2013 13:41
Mi sento vacillare
Iscritto: 24/5/2013
Da:
Inviati: 358
 Re: L' "avventura americana"
Una delle pochissime mie azioni negli ultimi tempi di cui vado fiero è essermi iscritto a Luogocomune.

Massimo è tra noi, non sprechiamolo...

Kempes
Inviato: 30/9/2013 14:06  Aggiornato: 30/9/2013 14:06
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/11/2011
Da: Highgate Cemetery
Inviati: 174
 Re: L' "avventura americana"
La prima cosa che salta in evidenza è il fuso orario, una prima risposta di Massimo in "real" local time. Mi raccomando, scrivici le tue prime impressioni del primo impatto al rientro, le prime settimane almeno, che atmosfera trova uno che era assente per anni in questo paese sfasciato, maleorganizzato, detestabile in sostanza. Credo che scinderai la parte sociale da quella affettiva e ambientale, la vera nostra rovina: una gabbia dorata.

La libertà anarchica ha tutte le delicatezze della buona compagnia.
f_z
Inviato: 30/9/2013 14:08  Aggiornato: 30/9/2013 14:08
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/1/2012
Da: Un mondo popolato da (troppi)pezzi di merda
Inviati: 958
 Re: L' "avventura americana"
Citazione:
Autore: redribbon Inviato: 29/9/2013 22:22:56

i principi del libero mercato in realtà esistono solo per i poveracci, i grandi se ne strafottono, fanno "come gli pare",
allora, o le leggi le rispettano tutti, o tutti (includendo i governi nazionali) dovrebbero essere legittimati a fare come meglio credono!


Eh si' qui con me sfondi una porta aperta!

Il mondo purtroppo e' simile a quello del film di Alberto Sordi "Il marchese del grillo" se non erro dove il marchese diceva al popolo la famosa battuta:

"Io so' io e voi non siete 'n cazzo!"

Codardo e' il soldato che "esegue gli ordini".

Eroe e' il soldato che ha il coraggio di sparare in faccia ai suoi "superiori".

Peccato che i soldati siano tutti scelti minuziosamente tra gli appartenenti alla prima categoria.
LoneWolf58
Inviato: 30/9/2013 14:32  Aggiornato: 30/9/2013 14:32
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: L' "avventura americana"
Citazione:
Autore: Redazione Inviato: 30/9/2013 12:41:24
...
Vorrei che fosse chiaro per tutti: io continuerò a fare esattamente quello che ho fatto finora (documentari e sito). Ho soltanto “cambiato casa”.
allora fa un bel documentario sul M5S?!

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
tonipos
Inviato: 30/9/2013 15:02  Aggiornato: 30/9/2013 15:02
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/6/2006
Da: Treviso
Inviati: 119
 Re: L' "avventura americana"
Potenza delle tecnologia... bentornato, anche se non ti ho mai sentito lontano o forestiero.
Mi piacerà venire ad ascoltarti, prima o poi.

Alla fine ti accorgi sempre che nulla è come sembra
munchmadon
Inviato: 30/9/2013 15:50  Aggiornato: 30/9/2013 15:50
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/8/2009
Da: Isernia
Inviati: 77
 Re: L' "avventura americana"
Sei un grandissimo.

wendellgee
Inviato: 30/9/2013 15:50  Aggiornato: 30/9/2013 15:50
Mi sento vacillare
Iscritto: 17/1/2013
Da:
Inviati: 700
 Re: L' "avventura americana"
Citazione:
WENDELLGEE: Metterò Romance online al più presto.

E racconterò anche la vera storia di quello che accadde dietro al premio svanito di Walter Chiari.


Grazie, non vedo l'ora.
Tu hai visto quella fiction? Mi hanno detto che a suo figlio non è piaciuta.

Il mio blog:
lumiebarlumi.blogspot.com
earlturner
Inviato: 30/9/2013 16:21  Aggiornato: 30/9/2013 16:21
Mi sento vacillare
Iscritto: 4/7/2013
Da:
Inviati: 561
 Re: L' "avventura americana"
Non so se trovandomi in Italia potrò fare qualcosa di utile per il mio paese

appunto
non pensarla all'americana



Preferisco essere patriota di me stesso

Slobbysta
Inviato: 30/9/2013 16:44  Aggiornato: 30/9/2013 16:44
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/7/2013
Da:
Inviati: 2227
 Re: L' "avventura americana"
Sinceramente non so se metaforicamente piangere o ridere...a parte che qui si tratta l'Italia a pesci in faccia come fosse un purgatorio se non l'inferno...questi ingrati abitanti italici, non capiscono, che l'Italia, essendo colonia USA, ha i suoi importati disagi, ma ricordatevi..l'Italia era l'Impero Romano, pure!...e ripariamoci dai mostri, che con la bava alla bocca sbeffeggiano gli USA prima ed appena possono, vomitano pseudoinconsciamente la loro sudditanza agli stessi, dopo! Ma siamo impazziti? Gli USA fanno schifo quasi su tutto..andate ad abitarci...(quando ci abitai.. io poi ero ospite di una casa di lusso)..altro che paese libero..se non vuoi mangiar merda, laggiù paghi una fortuna...il telegiornale è un ammasso di interviste al popolo idiota..inframezzo pubblicità scadenti tipo TVlocali...se vai nei quartieri neri ti intimano di non guardarli se non vuoi aver guai...cimiteri e campi da golf che non hanno confini..il cane là, ha il collare che se si allontana gli procura una legnata elettrica, ammanettano pure bambini di 4 anni..e più tardi gli imbottiscono di psicofarmaci. I mezzi pubblici?..fanno venir nostalgia quelli di Napoli..per non parlare dei ricatti ed abusi che si perpetuano ai lavoratori clandestini..3 reati flosci e ti ritrovi.. CAVIA con ergastolo! La sanità è un disastro..le loro auto sono ferri vecchi, parlano tutti di cosa hanno e di soldi soldi e solo soldi..se Chaplin non ha sensibilizzato i registi europei col suo re a New york, non capisco cosa andrebbero a cercar in quel buco di Paese se non un abbaglio..vantarsi di un invito alla radio? eh, ma che radio, però! Non so.. con un libro lasci almeno una traccia...ma forse il libro è preistorico?...[ero arrivato in ritardo di qualche decennio...eccetera] l'arancia meccanica..non invecchia, easy rider, si! Perché? Si chiama talento..non centrano una merenda i tempi...Mondo Cane di Jacopetti..stroncato, ma ancora attuale come ritmo e tempi cinematografici, Sergio Leone, che ha copiato il genere di inquadrature...ora è al limite del pesante...

Me ne frego dei motivi di un ritorno..ma che non sia una scusa di eroismo ritornarci..perché il martirio consiste nell'abitare nella terra scippata ai Nativi Americani, che non romperanno mai i coglioni col loro olocausto..perché Hollywood non glielo permetterebbe!

matteog
Inviato: 30/9/2013 16:52  Aggiornato: 30/9/2013 16:52
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/9/2009
Da: Roma
Inviati: 966
 Re: L' "avventura americana"
Auguro di cuore a te Massimo e alla tua famiglia di trovare "posto" in questo Paese, che a mio parere non è più degno di chiamarsi Italia.

Ti/Vi auguro soprattutto di riadattarsi il prima possibile alle mancanze, di servizi ecc., e agli italiani. Non so com'è la gente a Los Angeles ma quella di New York mi è piaciuta molto più degli italiani.

Ti auguro anche di poter continuare il tuo lavoro nell'informazione e riuscire in quello che vuoi fare.

Ma ti/vi auguro soprattutto di vivere bene su questa Italia che è ormai una nave che lentamente sta affondando.

Io penso che si può essere italiani anche all'estero ed infatti tu lo sei sempre stato. Io a differenza tua invece spero di espatriare al più presto perché qui a parte pochi (tu, gli utenti di LC) di veri italiani non ce n'è rimasto nessun'altro.

Adesso che sei in Italia, sappi che sono sempre disponibile, lavoro permettendo, a lavorare con te.

--- MODE SERIOUS OFF ---

Certo un tempismo! Sei arrivato tu e il governo è crollato, anzi è stato demolito tempo a tempo per votare

Un abbraccio
Matteo

"Cercare il complotto è sano, trovarlo dappertutto è follia." M. Galante
Andrea_1940
Inviato: 30/9/2013 17:09  Aggiornato: 30/9/2013 17:09
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/6/2004
Da:
Inviati: 237
 Re: L' "avventura americana"
Citazione:
Redazione:
Quando un parlamentare 5 Stelle legge in aula un pezzo estratto da un mio film, io il mio pezzo di “politica” l’ho già fatto. Ma di andare fisicamente in quei posti non ci penso nemmeno. Io lavoro nell’informazione.


Certo che una persona preparata che va a discutere nel Parlamento del paese puo' fare lavoro di informazione direttamente LI' DENTRO avendo a disposizione una cassa di risonanza fantastica. Anche perche' la bugia dell' 11 Settembre e la bufala del terrorismo internazionale sono la carta molto fragile che sostiene il castello delle successive guerre e degli investimenti di Miliardi di Euro in mezzi di guerra - utili solo per i produttori ma inutili per il paese. Il castello si sostiene su una bugia. Se si toglie quella carta crolla tutto ed una persona col tuo profilo potrebbe farcela: una persona competente, che sa argomentare bene, che sa comunicare bene in video guardando dritto nell'obbiettivo, ben consapevole delle fallacie comunicative e di come gli interlocutori possano manipolare una discussione. In piu' che ispiri autorevolezza e tranquillita'.

Certamente si puo' fare politica in maniera indiretta e come dici tu un parlamentare puo' anche leggere un pezzo estratto da un tuo film, ma se poi nella discussione non si possiedono le armi affilate da anni di battaglia ci vuole poco per uscire sconfitti. Cioe' quando il gioco si fa duro non basta un messaggero, seppur volenteroso e rispettabile.

Ovviamente ognuno fa le proprie scelte.

Calvero
Inviato: 30/9/2013 17:53  Aggiornato: 30/9/2013 17:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: L' "avventura americana"
In parlamento può andarci pure Gesù Cristo finché l'Italia è fatta dagli italiani.

Mazzucco in Parlamento sarebbe come Pyter a Zelig: un'offesa.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
wendellgee
Inviato: 30/9/2013 18:12  Aggiornato: 30/9/2013 18:12
Mi sento vacillare
Iscritto: 17/1/2013
Da:
Inviati: 700
 Re: L' "avventura americana"
Citazione:
In parlamento può andarci pure Gesù Cristo finché l'Italia è fatta dagli italiani.


L'Italia è fatta dagli italiani e tra loro c'è gente come Massimo, e persone come noi che si informano perché vogliono capire che poi, a loro volta, divulgano ad altri quello che hanno appreso.
Purtroppo, ci sono ancora tanti italiani che non si informano perché non gli interessa, o perché credono di sapere tutto.

L'altra settimana ho dato l'ultimo film di Massimo sul 9/11 a un amico che, non solo l'ha visto e apprezzato, ma l'ha fatto anche vedere a un suo amico che ne è rimasto molto colpito. Chissà, magari quest ultimo lo consiglierà a qualcun altro e la verità continuerà a circolare. Ma, soprattutto, circolerà l'abitudine ad approfondire le notizie e a sfatare i luoghi comuni.

Il mio blog:
lumiebarlumi.blogspot.com
Calvero
Inviato: 30/9/2013 18:34  Aggiornato: 30/9/2013 18:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: L' "avventura americana"
Citazione:
L'Italia è fatta dagli italiani e tra loro c'è gente come Massimo, e persone come noi che si informano perché vogliono capire che poi, a loro volta, divulgano ad altri quello che hanno appreso.
Purtroppo, ci sono ancora tanti italiani che non si informano perché non gli interessa, o perché credono di sapere tutto.


Io direi che Massimo era tra noi anche quando era in America, ma questa è una mia opinione e potrei sbagliarmi. Tornando ai fatti, non c'è bisogno di risentirsi, perché non ho detto che gli Italiani non possono cambiare (anche se non lo credo prima di 30/40 anni), ma che non cambieranno con un FARO in Parlamento. Quello che mi fa sempre sorridere è quello che continuo a sottolineare con la battuta .. "quante fette devi mangiarne prima di accorgerti che è polenta?"

.. che in un posto come LC non si sia ben focalizzata una tale e palese e ciclica realtà, mi fa sorridere e inviperire (a seconda di chi lo dice) e anche capire meglio che sui 30/40 anni detti prima, è probabile sia stato troppo ottimista.

Se qualcosa Massimo può fare - la sta facendo al meglio adesso. Tu puoi informare chi vuoi, si torna sempre lì, qui c'è un FALSO mito che sarebbe ora di smontare. Non è l'informazione che ha la maggiore forza sulla presa di coscienza, ma il coraggio e l'umiltà (a seconda delle prospettive) di riconoscere come blasfemo il nostro modello esistenziale. Finché non cambi quello, non cambierai NULLA ...

... e su questo si possono mettere l'animo in pace TUTTI: - Grillini, Comunisti, Fascisti, Dittatori, Socialisti, Santi e pure Anarchici. Quando si prenderà coscienza che oltre far girare la verità, si sarà capito che il Potere se la ride alla grossa (ha sempre fatto spallucce di queste cose) di quanta informazione reale sta aumentando tra i comuni mortali, allora si sarà fatto un primo passo verso un cambiamento. Qualsiasi cambiamento.

Altra cosa malamente valutata è - come sempre - la psicologia di massa; è come per il principio che:

.. ogni corpo immerso in un fluido riceve una spinta verticale dal basso verso l'alto, uguale per intensità al peso del volume del fluido spostato.

Non fosse così, è da mo' che l'undici settembre sarebbe stato la molla per una rivoluzione. Invece no. Sai perché? ... perché su milioni e milioni di individui e generazioni che si cancellano la memoria dei problemi gli uni con gli altri ...

... ogni verità immersa in questo Sistema, riceve una spinta verticale dal basso verso l'alto di altrettante Bugie.

Il Sistema non lo cambi in maniera politicamente corretta; o lo distruggi o lui ti distrugge o lui ti assimila.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
horselover
Inviato: 30/9/2013 19:08  Aggiornato: 30/9/2013 19:08
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/9/2012
Da:
Inviati: 1898
 Re: L' "avventura americana"
puoi cercare di farne a meno

schatten
Inviato: 30/9/2013 19:12  Aggiornato: 30/9/2013 19:12
So tutto
Iscritto: 14/1/2008
Da:
Inviati: 21
 Re: L' "avventura americana"
Credo che in questo momento l'Italia abbia piu' che mai bisogno di persone belle come Massimo. Ritornare e' stato un gesto coraggioso che spero verra' ripagato con numerose soddisfazioni. Mi unisco a quanti hanno manifestato il loro entusiasmo e il loro affetto, bentornati.

SENTIERO
Inviato: 30/9/2013 20:15  Aggiornato: 30/9/2013 20:15
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 24/4/2006
Da: ROMA
Inviati: 1110
 Re: L' "avventura americana"
BENTORNATO!!!

La mente intuitiva è un dono sacro e la mente razionale è un fedele
servo. Noi abbiamo creato una società che onora il servo e ha
dimenticato il dono

A.Einstein
minkiaprof
Inviato: 30/9/2013 20:21  Aggiornato: 30/9/2013 22:10
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/12/2006
Da:
Inviati: 129
 Re: L' "avventura americana"
ciao maxmaz,
non avevo poi sbagliato di tanto la mia interpretazione... mi aspetto un MM 2.0 piu' agguerrito che mai. buon rientro. grazie di tutto.
edit. P.S.: e finalmente non avremo piu' problemi di fuso orario!!!

E quando ci domanderanno che cosa stiamo facendo, tu potrai rispondere loro: Ricordiamo. (Ray Bradbury, Fahrenheit 451)
Andrea_1940
Inviato: 30/9/2013 22:39  Aggiornato: 30/9/2013 22:39
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/6/2004
Da:
Inviati: 237
 Re: L' "avventura americana"
Citazione:
In parlamento può andarci pure Gesù Cristo finché l'Italia è fatta dagli italiani. Mazzucco in Parlamento sarebbe come Pyter a Zelig: un'offesa.


Se e' per questo anche Luogocomune riporta notizie e discussioni nella lingua parlata in Italia, nazione fatta dagli italiani. Dunque?

Eritreo
Inviato: 30/9/2013 23:13  Aggiornato: 30/9/2013 23:21
So tutto
Iscritto: 14/5/2013
Da:
Inviati: 6
 Re: L' "avventura americana"
Sono stupito da questa notizia del rientro del buon Mazzucco!!!

Spero solo che li negli USA la vita non ti sia diventata pesante a causa del tuo lavoro

che io giudico GRANDIOSO, ma forse le autorità (o la cerchia incappucciata al vertice )

non la penseranno così.

Ho visto 'la nuova pearl harbour' e credo che resterà nella storia.

Caro Massimo hai dovuto sporcarti a rimestare la merda schizzata dai debunker
ma li hai distrutti. Poco importa (ora) se sono idioti o in malafede! Quello che è certo è che sono dei gran bugiardi!!

Pensare che io agli inizi trovavo interessante il sito di attivissimo perché fautore dei sistemi informatici GNU/Linux.
Ricordo che postavo a tutti i miei contatti email il link di Thierry Meyssan sull'aereo mancante del pentagono. Poi, dopo qualche tempo che non seguivo più la vicenda mi imbattei in attivissimo che diceva che quel sito era una BUFALA! Ci sono rimasto un po' male ma li per li me la sono bevuta.
Poi il tarlo che c'era in me mi ha fatto andare a cercare ancora queste storie e ben presto mi sono reso conto che non era così. In pratica ho superato lo scoglio del conformismo in cui cadono tante persone che si fermano alla prima sentenza di un autorità ritenuta credibile...ma questo tipo di discorsi qui dentro LC li conoscono tutti.

Il mio giornalista preferito è Giulietto Chiesa, da quando lessi negli anni 90' sulla Stampa l'articolo con cui smentiva la polemica sulla lettera, falsa, di Togliatti...(ricordate la parodia di Corrado Guzzanti 'me auspico che tutti sti alpini vadano a morì ammazzati perché puzzano de grappa' ? una roba del genere ) con poche righe spazzava via tonnellate di informazione spazzatura che circolava da giorni o settimane,
ho apprezzato quindi molto l'intervista congiunta che avete fatto: a volte temo che anche tra complottisti prevalgano le rivalità.

Devo comuque ammettere che il film Zero del buon Giulietto, seppure ottimo, è inferiore al tuo 'Inganno globale, che trovo più incisivo e convincente.

Va bene, mi sono presentato un po'. Non scrivo molto ma seguo sempre il sito!

Se puoi facci sapere come ti stabilirai in Italia

blofeld
Inviato: 30/9/2013 23:41  Aggiornato: 30/9/2013 23:41
So tutto
Iscritto: 23/5/2005
Da:
Inviati: 12
 Re: L' "avventura americana"
Non so perché, ma saperti in italia mi rende felice. Bentornato e buon lavoro da un tuo aficionado. Evviva massimo e tutta la comunità!

blofeld
Calvero
Inviato: 30/9/2013 23:48  Aggiornato: 30/9/2013 23:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: L' "avventura americana"
Citazione:
Se e' per questo anche Luogocomune riporta notizie e discussioni nella lingua parlata in Italia, nazione fatta dagli italiani. Dunque?


Non lo so, credo tu non abbia compreso la metafora.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Paulista
Inviato: 1/10/2013 0:02  Aggiornato: 1/10/2013 0:03
So tutto
Iscritto: 23/4/2007
Da:
Inviati: 8
 Re: L' "avventura americana"
Dopo anni dai miei pochissimi commenti, senza tuttavia aver mai smesso di leggerti con un certa regolarità, mi riloggo in questa occasione speciale per aggiungere i miei personali complimenti ed auguri quotando nel contempo quelli che in tantissimi ti hanno già fatto.

Leggendo il tuo bel post, mi sorgeva però il dubbio che - cambiamento per cambiamento - il tuo impegno in LUOGOCOMUNE potesse venir meno... Poi, per fortuna ho letto:
Massimo: Vorrei che fosse chiaro per tutti: io continuerò a fare esattamente quello che ho fatto finora (documentari e sito). Ho soltanto “cambiato casa”

Ciao e a presto su questo url!!!

Paolo.

La vita è una tempesta
citron
Inviato: 1/10/2013 0:20  Aggiornato: 1/10/2013 0:20
Ho qualche dubbio
Iscritto: 22/8/2008
Da: Milano
Inviati: 31
 Re: L' "avventura americana"
Bentornato!
E ricorda che se hai bisogno di un supporto tecnico per la produzione video puoi contare su di me...
Soprattutto all'inizio e soprattutto se devi fare qualcosa a Milano.

"Che notizie oggi?"
"Zero assoluto".
"Magnifico. Mandiamo tre inviati e titoliamo 'tragico vuoto'".

Altan
yarebon
Inviato: 1/10/2013 1:30  Aggiornato: 1/10/2013 1:30
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2366
 Re: L' "avventura americana"
Citazione:
Tornando ai fatti, non c'è bisogno di risentirsi, perché non ho detto che gli Italiani non possono cambiare (anche se non lo credo prima di 30/40 anni), ma che non cambieranno con un FARO in Parlamento. Quello che mi fa sempre sorridere è quello che continuo a sottolineare con la battuta .. "quante fette devi mangiarne prima di accorgerti che è polenta?"

Non esistono assolutismi nella grande giostra terrestre. L'anarchia, Grillo, Gesù Cristo, gli extraterrestri o chiunque sia, non sono l'arrivo, la salvezza, ma tappe, piccole, altamente imperfette e con qualche trappola come è normale che sia in un mondo imperfetto, ma comunque piccole tappe e credo che su luogocomune in parecchi sanno questa cosa, nessuno pensa ad esempio che Grillo sia un illuminato che salverà l'Italia, io ad esempio ragiono per consapevolezza, per fine dei dualismi politici ( e non avevo bisogno di Grillo per capirlo, ma non per tutti é così, qui non si parla di stronzate politichesi, ma di cose molto più profonde), c'è chi rimarrà indietro e ne sarà sconvolto e perderà la bussola (come è già successo) e chi ne uscirà più forte anche se con le ossa rotte, come avvenne per l'11 settembre, prima del quale una qualunque discussione che stiamo facendo qui dentro oggi davanti a centinaia di persone, non era minimamente possibile. Il famoso complottismo prima degli anni 90 (con tutti i sensazionalismi e i catastrofismi che si porta addosso c'è da dirlo) era roba altamente elitaria.
La fuori c'è sempre meno cultura? Certo (anche se per certi versi è anche un luogocomune, diciamo c'è più nichilismo e superficialità), perchè tutto sta crollando, non c'è il minimo appiglio, secondo te visto i processi mondiali, i centri di potere, faccio un azzardo, fra dieci anni saranno ancora Wall Street e la city? Io non credo proprio, forse non abbiamo capito in che periodo storico stiamo vivendo.
Capisco il tuo pessimismo, non tutti ne usciranno integri, intanto pensiamo a noi stessi e a chi ci sta a cuore, che le mosse gattopardesche si renderanno sempre più difficili in futuro.

Andrea_1940
Inviato: 1/10/2013 2:08  Aggiornato: 1/10/2013 2:08
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/6/2004
Da:
Inviati: 237
 Re: L' "avventura americana"
Se credi che non abbia capito, mi spieghi cosa volevi dire? Grazie.

roberto__
Inviato: 1/10/2013 2:19  Aggiornato: 1/10/2013 2:19
Ho qualche dubbio
Iscritto: 24/8/2006
Da: FIRENZE
Inviati: 289
 Re: L' "avventura americana"
Che piacevole sorpresa Massimo! Seguo Luogocomune dal 2005, ed è stato fonte di riflessione, scoperta e approfondimento. Lo considero un amico di vecchia data ormai. Ha contribuito in maniera decisiva ad aprirmi un mondo che neanche sospettavo. Mi ricordo i tuoi interventi a "Matrix" con Mentana, i documentari con la tua voce in sottofondo, le infinite discussioni che ti vedevano protagonista. Una su tutte: Smoking gun in cui interveniva un fotografo che smontava i fotogrammi del Pentagono. Ma questi sono ricordi, è tempo ora di andare avanti con nuovi progetti. Auguri Massimo!

LA GUERRA E' PACE
LA LIBERTA' E' SCHIAVITU'
L'IGNORANZA E' FORZA

1984 - Orwell
incredulo
Inviato: 1/10/2013 7:44  Aggiornato: 1/10/2013 7:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: L' "avventura americana"
@yarebon

Citazione:
L'anarchia, Grillo, Gesù Cristo, gli extraterrestri o chiunque sia, non sono l'arrivo, la salvezza, ma tappe, piccole, altamente imperfette e con qualche trappola come è normale che sia in un mondo imperfetto, ma comunque piccole tappe


Paragonare Gesù Cristo, la sua figura, la sua statura, la sua importanza a quella di chiunque altro significa non avere presente di chi si sta parlando.

Gesù il Cristo è la salvezza.

Per il resto il tuo ragionamento fila che è una bellezza.

Condivido.

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
lucred
Inviato: 1/10/2013 8:16  Aggiornato: 1/10/2013 8:16
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/9/2010
Da: Milano
Inviati: 260
 Re: L' "avventura americana"
Citazione:
Quando si prenderà coscienza che oltre far girare la verità, si sarà capito che il Potere se la ride alla grossa (ha sempre fatto spallucce di queste cose[/quote

Citazione:
Non fosse così, è da mo' che l'undici settembre sarebbe stato la molla per una rivoluzione. Invece no. Sai perché? ... perché su milioni e milioni di individui e generazioni che si cancellano la memoria dei problemi gli uni con gli altri ...


See,la Rivoluzione per l'undici settembre,ma dove.....
La rivoluzione si fa quando si muore di fame e finchè c'è la pagnotta e il pallone tutti i giorni....panem et circenses.

scrapolla
Inviato: 1/10/2013 9:23  Aggiornato: 1/10/2013 9:31
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/12/2005
Da: puglia, molto puglia
Inviati: 66
 Re: L' "avventura americana"
Bentornato in Italia!!!
sono passati 10 anni, per molti sei stato e sei la chiave alternativa per aprire le porte della mente, una leva per forzare concetti inculcati abusivamente, il tuo "lavoro" è solo all'inizio... ti tocca!
e che dire.. a chi ancora LECCA I CULI?
state attenti i tempi stanno cambiando, una diarrea dilagante vi sommergerà... tronzi!

Citazione:
Ultimo avvertimento...
MauroC
Inviato: 1/10/2013 9:28  Aggiornato: 1/10/2013 9:28
Ho qualche dubbio
Iscritto: 22/12/2012
Da:
Inviati: 78
 Re: L' "avventura americana"
Semplicemente BENTORNATO !!!
E' un momento molto delicato per l'Italia ... abbiamo proprio bisogno di dare/avere il MASSIMO .
Nel mio piccolo combatto per la diffusione di vera informazione come il tuo ultimo e straordinario documentario sull'11/9... proprio nel luogo a più alta concentrazione ingenua/disinformativa ... "dentro l'aeroporto" in ambito security.
Spero che una volta accasato si riesca ad organizzare un convegno dove conoscerci/ti.
BENTORNATO DI CUORE.

Cassandra
Inviato: 1/10/2013 9:36  Aggiornato: 1/10/2013 9:36
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 10/5/2006
Da:
Inviati: 1551
 Re: L' "avventura americana"
Mentre i codardi scappano, i coraggiosi restano e i palle d'acciaio addirittura ritornano.

Bentornato Massimo, il Paese ha bisogno di gente che lo rimetta in piedi. Pochi ma buoni.


"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto,
per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)
liberta11
Inviato: 1/10/2013 9:59  Aggiornato: 1/10/2013 10:03
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/10/2011
Da:
Inviati: 388
 Re: L' "avventura americana"
Quando certa gente come Cassandra soffocherà nella merda, quelli che come me sono scappati dall'idiozia dell'italiano medio (che ha votato e continua a votare per un parlamento di criminali) sarà salvo...

Tantè che dico a Massimo Mazzucco: Stavolta hai fatto davvero una cazzata.

Vattene in Svizzera fidati, così rompi pure le balle dalla finestra di casa ad Attivissimo... ahahah.

liberta11
Inviato: 1/10/2013 10:01  Aggiornato: 1/10/2013 10:01
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/10/2011
Da:
Inviati: 388
 Re: L' "avventura americana"
No, MauroC, è proprio il momento del collasso totale italiano.

Vedrete quello che accadrà nei prossimi mesi e anni, e solo chi fuggirà si salverà dalla nuova Grecia.

Ah, tanto per sapere, da quest'anno i greci più poveri potranno (grazie ad una nuova legge europea) acquistare prodotti scaduti a basso prezzo direttamente nei supermercati. Benvenuti nel futuro dell'Italia...

etrnlchild
Inviato: 1/10/2013 10:28  Aggiornato: 1/10/2013 10:28
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 1200
 Re: L' "avventura americana"
@Calvero
Citazione:
perché non ho detto che gli Italiani non possono cambiare (anche se non lo credo prima di 30/40 anni)


30/40 anni? Ci metterei la firma, anche se credo che qualcosa succederà in questo mondo molto prima.
La compressione temporale degli eventi, in questa fase storica, mi pare più che evidente e, secondo me, ha anche poco a che fare con la volontà degli individui.

L'uomo, anche il più potente e "lungimirante", ancora fa fatica a vincere contro le leggi di Natura.

"Lo spirito del guerriero non conosce né il lasciarsi andare né il lagnarsi, né conosce il vincere o il perdere."
MauroC
Inviato: 1/10/2013 10:31  Aggiornato: 1/10/2013 10:31
Ho qualche dubbio
Iscritto: 22/12/2012
Da:
Inviati: 78
 Re: L' "avventura americana"
Libertà 11 condivido in parte il tuo pensiero... Ma allo stesso tempo puoi solo temporaneamente fuggire da "un appartamento all'altro" ma il vero problema resta le "fondamenta del condominio". Pertanto siamo noi italioti responsabili della nostra classe politica e tutti faranno fatica a prendere piena consapevolezza... ma dio santo quando iniziamo ad alzarci in piedi siamo capaci di cose straordinarie... Democrazia diretta partecipativa, 160 cittadini onesti dentro il parlamento - LIBERI ! Le altre nazioni da una parte ci deridono ma dall'altra temono che l'eventuale affermazione di una nuova concezione democratica possa sopraggiungere !!! Siamo un po off topic e chiedo scusa... Ma orgoglioso di aver votato M5S.
VINCIAMO NOI... A riveder le stelle !!!

Homero
Inviato: 1/10/2013 10:31  Aggiornato: 1/10/2013 10:31
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/4/2007
Da:
Inviati: 466
 Re: L' "avventura americana"
"UN POPOLO DI POETI DI ARTISTI DI EROI
DI SANTI DI PENSATORI DI SCIENZIATI
DI NAVIGATORI DI TRASMIGRATORI"

Bentornato Massimo.

Bentornato nel Paese del "Tutto cambia affinchè nulla cambi".

D'altronde nulla è cambiato dai tempi di Dante: Ahi serva Italia, di dolore ostello, | nave sanza nocchiere in gran tempesta, | non donna di province, ma bordello!

Da quello che hai scritto, mi è sembrato una scelta quasi naturale per te e parte della tua famiglia; ho sempre pensato che un uomo ha bisogno delle radici nei momenti di tempesta, e questo, certamente, è uno di quei momenti.

Se poi fosse che, tutti i giorni, ci liberiamo di un "John Sinclair" e (ri)acquistiamo un Mazzucco...

Pyter
Inviato: 1/10/2013 10:57  Aggiornato: 1/10/2013 10:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: L' "avventura americana"
Tranquilli che l'Italia non crolla.

La manutenzione della colonna 79 la sto facendo io.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
Calvero
Inviato: 1/10/2013 11:03  Aggiornato: 1/10/2013 11:11
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: L' "avventura americana"
Citazione:
Paragonare Gesù Cristo, la sua figura, la sua statura, la sua importanza a quella di chiunque altro significa non avere presente di chi si sta parlando.


Rispondo prima alla cosa più importante. Perché ci tengo.

Non era un paragone e se l'ho lasciato intendere chiedo scusa a tutti coloro che del buon Gesù hanno compreso la missione. La mia era volutamente un'iperbole e una provocazione intellettuale. Ebbene sì, ogni tanto anche io uso delle iperboli ...se pur il copyright è in mano ai Debunker

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Calvero
Inviato: 1/10/2013 11:10  Aggiornato: 1/10/2013 11:10
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: L' "avventura americana"
Citazione:
... anche se credo che qualcosa succederà in questo mondo molto prima.
La compressione temporale degli eventi, in questa fase storica, mi pare più che evidente e, secondo me, ha anche poco a che fare con la volontà degli individui.


NI .. ti dò ragione, con un NI: - la volontà degli individui, è vero, può (ma non tranquillamente) rimanere sganciata dalle pressioni storiche; ad essa mi riferisco nel potenziale intrinseco che possiede e nella capacità non solo di non poter modificarli gli eventi più generali, ma anche di accettarli.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Calvero
Inviato: 1/10/2013 11:17  Aggiornato: 1/10/2013 11:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: L' "avventura americana"
Citazione:
Vedrete quello che accadrà nei prossimi mesi e anni, e solo chi fuggirà si salverà dalla nuova Grecia.


In un Topic che non è stato cagato (tranne che da Pyter) forse perché pensavano fosse solo uno sfogo personale, ho dato un segnale tangibile di eventi accaduti realmente (mica pizza e fichi) che dà appunto la misura di dove stiamo ...

Quando a me non mi hanno potuto assumere perché sono disoccupato, dovrebbe farti capire che razza di manicomio è questo.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Calvero
Inviato: 1/10/2013 11:28  Aggiornato: 1/10/2013 11:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: L' "avventura americana"
Citazione:
See,la Rivoluzione per l'undici settembre,ma dove.....
La rivoluzione si fa quando si muore di fame e finchè c'è la pagnotta e il pallone tutti i giorni....panem et circenses.


.. vedi che hai quotato male gli interventi, è solo un appunto. Detto ciò, purtroppo devo dare ragione anche a uno scassa maroni come Te. Nel contempo ti invito a ragionare sul perché sia così conveniente ai Governi mentire spudoratamente .. e ti dò un indizio. Se le masse non fossero col naso all'insù sempre rivolto all'autorità per comprendere cosa accade, avrebbero di che capire per tempo cosa accade sotto i loro piedi.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Calvero
Inviato: 1/10/2013 11:45  Aggiornato: 1/10/2013 11:49
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: L' "avventura americana"
Citazione:
Se credi che non abbia capito, mi spieghi cosa volevi dire? Grazie.


Ci mancherebbe. Per servirti.

La metafora era intesa a sottolineare che: ...

- ... nonostante delle peculiarità evidenti di determinati uomini stiano ad indicare una loro possibile identificazione con i processi e i luoghi dove dette peculiarità sono millantate come capisaldi, ecco che determinati uomini non possono essere più congeniali in quei processi, poiché il ciclo politico di un Sistema quando è stato depauperato e, nel contempo, portato fuori baricentro dal Potere che lo gestisce ... non ha più modo di essere efficiente essendo solo una rappresentazione, un'immagine, di quello che millanta. Paradossalmente, proprio in ragione di portare con sé un etica che è ormai sganciata dalla realtà dei fatti e dei meccanismi che muovono il Sistema, addirittura si avrebbe un processo controproducente finanche svilente.

Se Te mandi Pyter a Colorado su Italia 1 (prima con Zelig sono stato troppo gentile) la sua finezza e la sua intelligenza comica non solo non verrebbe compresa o al limite applaudita per circostanza, ma sarebbe un insulto alla comicità, nonostante quei luoghi sono purtroppo deputati (termine non a caso) alla comicità. Un'offesa e uno sberleffo, uno spreco; una sonora distrazione dal cuore del problema.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
f_z
Inviato: 1/10/2013 12:01  Aggiornato: 1/10/2013 12:01
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/1/2012
Da: Un mondo popolato da (troppi)pezzi di merda
Inviati: 958
 Re: L' "avventura americana"
Citazione:

Autore: Calvero Inviato: 1/10/2013 11:17:17

In un Topic che non è stato cagato (tranne che da Pyter) forse perché pensavano fosse solo uno sfogo personale, ho dato un segnale tangibile di eventi accaduti realmente (mica pizza e fichi) che dà appunto la misura di dove stiamo ...


Se puoi mettere il link al topic possiamo rimediare.

Codardo e' il soldato che "esegue gli ordini".

Eroe e' il soldato che ha il coraggio di sparare in faccia ai suoi "superiori".

Peccato che i soldati siano tutti scelti minuziosamente tra gli appartenenti alla prima categoria.
Calvero
Inviato: 1/10/2013 12:11  Aggiornato: 1/10/2013 12:24
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: L' "avventura americana"
Citazione:
Non esistono assolutismi nella grande giostra terrestre.


edit qualche correzione 12,20

Il mio ragionamento è inteso proprio a non considerarli. Se ne scandaglio i concetti non significa che dò loro un'importanza univoca, tutt'altro; sto ad indicare che semplicemente che non nel posto sbagliato, bensì in ---> un posto sbagliato tanto gli imperativi categorici, tanto i relativismi e quello che c'è in mezzo a questi due estremi, non hanno possibilità di esprimere potenziale alcuno. Il Governo, questo si dovrebbe comprendere, non è un setaccio, ma un frullatore che, oltre a frullarci i coglioni (come si suol dire) .. sterilizza ogni forza e smussa ogni tipo di convergenza. Ce l'hai sotto il naso, non è un opinione.

Citazione:
non sono l'arrivo, la salvezza, ma tappe, piccole, altamente imperfette e con qualche trappola come è normale che sia in un mondo imperfetto


Invece no. L'imperfezione è un inganno psicologico che ce l'ha messa nel culo da troppo tempo. Una cosa per esistere deve avere la sua antitesi. Quando "Te" mi troverai l'antitesi dell'imperfezione (non a parole ma nella realtà) allora la si potrà nominare in un contenzioso intelligente. Ricorda che le parole per essere veritiere devono avere un riscontro, altrimenti sono dei dogmi. Non ti sto dando del bigotto, cerca di carpire il concetto. Come quando i politici dicono: "siamo solo uomini". Grazie al cazzo

Le piccole tappe sono una cazzata yarebon. Tu sei nelle sabbie mobili e puoi divertirti o prenderla seriamente quanto vuoi la distanza che dai ai tuoi passi. Affonderai comunque se cammini secondo quanto il paradigma ti ha messo sotto i piedi. Per uscirne puoi solo rifiutarlo, questo sarebbe quel piccolo passo che ha un valore utile. Perché io non ho mai sostenuto di fare grandi passi. Ma scelte difficili, atipiche, fuori logica dal Sistema, è diverso.

Citazione:
Capisco il tuo pessimismo, ...


Capisco che puoi capirlo come tale, ma non lo sono. Sono pragmatico e ho alle spalle la verità di come stanno le cose. Non mi serve la sfera di cristallo, basta capire i concetti della psicologia di massa in rapporto ai giochi di Potere.

La lungimiranza la ottieni conoscendo te stesso. Non ci vuole nient'altro; è una Legge universale.

Se fossimo anche in una democrazia reale e arrivati al punto che il Governo è soltanto una facciate e i "movimenti tellurici" dell'economia non sono dettati, come si crede, dalla grande finanza, ma dalle scelte quotidiane di Miliardi di persone, non cambierebbe la cosa. Non c'è scelta cruciale che parta dall'alto che possa inserirsi in una volontà positiva come Te la intendi. Cosa c'entra l'essere o meno pessimisti? .. non mi serve il pessimismo per non accettare una strategia bislacca. Se poi aggiungi (dato di fatto), ma lo devi aggiungere ragazzo: ---> che sono i Poteri (e non l'economia) sovra-nazionali a dettare il passo alle "politiche", allora mi spieghi quali fantomatici "piccoli passi" (anche se è bello sentirlo dire) farebbero mai preoccupare il Potere che ti soggioga? .. forza ragazzi su, una mano sulla coscienza tutti quanti.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Kenshiro
Inviato: 1/10/2013 12:16  Aggiornato: 1/10/2013 12:16
Mi sento vacillare
Iscritto: 21/5/2010
Da: Croce del Sud
Inviati: 318
 Re: L' "avventura americana"
Con la speranza che la nuova avventura di Mazzucco nella terra di origine possa essere positiva,
vorrei continuare ad essere realista:

NON CI SARA' NESSUN CAMBIAMENTO.

Scordatevelo.

Il problema è DENTRO le persone. Basta seguire con onestà il trend...

Mondo marcio!!!
Calvero
Inviato: 1/10/2013 12:38  Aggiornato: 1/10/2013 12:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: L' "avventura americana"
Citazione:
Se puoi mettere il link al topic possiamo rimediare.


obbedisco
.. ecco qui

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
f_z
Inviato: 1/10/2013 12:53  Aggiornato: 1/10/2013 12:53
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/1/2012
Da: Un mondo popolato da (troppi)pezzi di merda
Inviati: 958
 Re: L' "avventura americana"
Citazione:
obbedisco .. ecco qui


Grazie! Mi hai fatto sentir ancora piu' contento di non vivere in quel paese di criminali!

Mazzucco mo' so' cazzi tua!

Codardo e' il soldato che "esegue gli ordini".

Eroe e' il soldato che ha il coraggio di sparare in faccia ai suoi "superiori".

Peccato che i soldati siano tutti scelti minuziosamente tra gli appartenenti alla prima categoria.
yarebon
Inviato: 1/10/2013 13:22  Aggiornato: 1/10/2013 13:22
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2366
 Re: L' "avventura americana"
Citazione:
Il Governo, questo si dovrebbe comprendere, non è un setaccio, ma un frullatore che, oltre a frullarci i coglioni (come si suol dire) .. sterilizza ogni forza e smussa ogni tipo di convergenza. Ce l'hai sotto il naso, non è un opinione.

e nessuno sta dicendo il contrario, ma un discorso sterile è anche far finta che non ci riguardi perchè il governo è cattivone e noi siamo le vittime di esso, la cosa è un pò più complessa, purtroppo ne siamo all'interno e non viviamo in un eremo, non siamo buddha e neanche è distaccato da noi questo sistema, questo discorso è proprio opposto ad accettarlo e a vederlo come panacea dei mali, semmai far del nostro meglio per "cavalcare l'onda" e non farcene travolgere. I saggi cambiano loro stessi, non il mondo, i saggi non sono don chisciotte e facendo questo creano un piccolo mattone per un cambiamento anche più grande.

Citazione:
Invece no. L'imperfezione è un inganno psicologico che ce l'ha messa nel culo da troppo tempo. Una cosa per esistere deve avere la sua antitesi. Quando "Te" mi troverai l'antitesi dell'imperfezione (non a parole ma nella realtà) allora la si potrà nominare in un contenzioso intelligente. Ricorda che le parole per essere veritiere devono avere un riscontro, altrimenti sono dei dogmi. Non ti sto dando del bigotto, cerca di carpire il concetto. Come quando i politici dicono: "siamo solo uomini". Grazie al cazzo Le piccole tappe sono una cazzata yarebon. Tu sei nelle sabbie mobili e puoi divertirti o prenderla seriamente quanto vuoi la distanza che dai ai tuoi passi. Affonderai comunque se cammini secondo quanto il paradigma ti ha messo sotto i piedi. Per uscirne puoi solo rifiutarlo, questo sarebbe quel piccolo passo che ha un valore utile. Perché io non ho mai sostenuto di fare grandi passi. Ma scelte difficili, atipiche, fuori logica dal Sistema, è diverso.

E ripeto la tua logica mi sembra troppo alla Don Chisciotte. La battaglia è prima di tutto interna. Il mondo esterno è invece un'altra cosa.
Ti dirò la verità, per me è tutto come deve andare, più che imperfezione si deve parlare di distorsioni, di poca consapevolezza.
L'uomo è un essere bipolare con un ego enorme, quindi da una certa prospettiva è imperfetto e lo rimarco, lo sanno un pò tutti, persino gli esoteristi ci creano metafore sulla "caduta dell'uomo" ognuno a suo modo, ma questa non è una giustificazione è una presa di coscienza reale che evita di far la battaglia con i mulini a vento.
Quello che a mio parere non capisce chi critica l'm5s (mi rivolgo ad una critica inteligente cioè la tua, non la solita Casaleggio Satanasso, Gaia ecc.) è che nessuno sta dicendo qui dentro e lo ripeto, che sia la panacea dei mali (altrimenti mi tesseravo e diventavo un grillino) e anche probabile che in futuro possa diventare qualcosa di peggio che deluda tutti. Il discorso è molto più profondo e appunto simbolico. Nessuno ha capito che qui non si sta lottando contro lo spread o le diarie o i semplici condannati in parlamento, ma su un cambio totale del concetto di organizzazione del potere (quello che tu giustamente critichi tanto) non più centralizzato. Non che l'm5s possa cambiare alcunché, ma è tanto che si getta un seme e si porta questa idea, altrimenti o divcento pessimista (non cambia mai un cazzo) o new age (gli alieni ci salveranno quindi aspetta e spera) Ti sembra poco? Siamo a livelli più sottili, che vogliono completamente abbattere i partiti e l'idea di democrazia rappresentativa, che poteva andare anche bene in tempi più semplici e ideologici, cioè tipo fino a 20-30 anni fa, ma che ora è puro fascismo.
L'm5s è composto persino da gente che all'interno parla di 11 settembre, scie chimiche ecc, certo molti sono ignoranti tipo Bernini che a Ballarò come un deficiente cita zeitgeist ed i microchip (facendo piuù danni che altro) sapendo l'ideologia che c'è all'interno di quel programma, oltretutto portando dati imprecisi, ma si aprono degli spazi per discutere di alcune cose prima taboo, perchè non approfittarne?
Nessuno si fa ingannare, tanto meno io e tutti sanno, persino la famosa casalinga di Voghera di essere nelle sabbie mobili. Il discorso è facciamo i Savonarola o comprendiamo di essere dentro un Sistema? Comprendere di essere dentro un sistema vuol dire anche non farsene ammaliare e approfittare di alcuni spiragli, i cambiamenti avvengono in questo modo. Il mondo non cambia dal giorno alla notte.Citazione:
Se fossimo anche in una democrazia reale e arrivati al punto che il Governo è soltanto una facciate e i "movimenti tellurici" dell'economia non sono dettati, come si crede, dalla grande finanza, ma dalle scelte quotidiane di Miliardi di persone, non cambierebbe la cosa.


Citazione:
Se fossimo anche in una democrazia reale e arrivati al punto che il Governo è soltanto una facciate e i "movimenti tellurici" dell'economia non sono dettati, come si crede, dalla grande finanza, ma dalle scelte quotidiane di Miliardi di persone, non cambierebbe la cosa.

Appunto, la realtà è uno specchio di noi stessi, quindi questo pone molte risposte interessanti e ci rende anche più pratici e furbi. Il mondo è così non a caso, l'elite senza di noi è meno che zero, prima ce ne rendiamo conto, meglio é.
Ma invece di dire "i poteri e le decisioni sono sovranazionali, quindi olé doom everywhere, siamo fottuti e sei un illuso se speri di cambiare", ti ripetevo il discorso di Don Chisciotte, appunto non lottare contro i mulini a vento.
Oltre che la mia opinione del futuro a differenza di quello che pensa una buona parte è un ritorno al "quello che è più vicino a te è più sicuro". La fase espansiva e sovranazionale ha raggiunto il suo culmine, si sta andando proprio in una fase opposta, questo nwo è un cazzo di fallimento che solo noi occidentali stiamo attuando a pieno (e l'unione europea a cui credono solo i commentatori, ne è un esempio lampante, nessuno la vuole veramente e fanno sforzi enormi per mantenerla in piedi).
Se poi vedo persino nella house of common un dibattito sul bildelberg, ti rendi anche conto che appunto siamo in un periodo storico particolare, dove l'intero crollo della sovrastruttura ideologico e culturale che ci accompagna da secoli é in crisi e questo porta ad aprirsi molti spiragli.

Andoram
Inviato: 1/10/2013 13:31  Aggiornato: 1/10/2013 13:31
So tutto
Iscritto: 24/3/2007
Da:
Inviati: 18
 Re: L' "avventura americana"
Che la forza sia con te!

Calvero
Inviato: 1/10/2013 13:52  Aggiornato: 1/10/2013 13:56
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: L' "avventura americana"
___________
______

yarebon, cos'è che non ti torna del mio discorso? Meno male che un po ci conosciamo. Se io ti dico che il Governo è un frullatore (ed è la verità) e te da qui ci tiri fuori che un discorso sterile è quello che non ci riguarda, cazzo vuoi che ti dica?

Io al posto del sangue non ho la penicillina e le cose marce tali rimangono. Non mi riguardano, esatto.

Poi, ma per l'amor di Dio, non usare con me termini come "Governo Cattivone" perché a me ormai mi rimane solo di andare su MARTE a scrivere quello che penso. Quindi o te la stai cantando da solo, o nei miei interventi stai trovando una scusa per dire la tua in generale. A me sono gli Italiani che non mi rappresentano, no il Governo. Non solo, e lo ri-preciso per la MILIARDESIMA volta: a me sono gli italiani che non mi rappresentano, no il governo.

Quando tiro merda ai governanti e al governo lo faccio soltanto per evidenziare i giochi di Potere, non per colpevolizzarli.

Citazione:
L'm5s è composto persino da gente che all'interno parla di 11 settembre, scie chimiche ecc, certo molti sono ignoranti tipo Bernini che a Ballarò come un deficiente cita zeitgeist ed i microchip (facendo piuù danni che altro) sapendo l'ideologia che c'è all'interno di quel programma, oltretutto portando dati imprecisi, ma si aprono degli spazi per discutere di alcune cose prima taboo, perchè non approfittarne?


Perché interno al loro programma c'è la "digitalizzazione del cittadino" e hanno già avallato una Legge comprovatamente fascista intesa ad aumentare il potere del Ministero della Verità e a sdoganare la Storia di Stato. Proprio quella che in posti come LC non è ben accetta. L'avevo detto PRIMA delle elezioni che "non è che i politici sono tutti uguali, è il sistema che non può renderli differenti" .. e infatti, CVD ... perché sono lungimirante; perché ho imparato a conoscere la psicologia delle masse; perché so che dall'alto ad un minimo cambiamento positivo ne cadranno altri 10 negativi; perché ... ogni verità immersa in questo Sistema, riceve una spinta verticale dal basso verso l'alto di altrettante Bugie ... ..

A me non interessa polemizzare qui del M5S, ma non mi provocare, perché così come so difenderlo quando lo attaccano faziosamente perché alle Troie di Regime brucia il culo, so bene anche dove sbaglia, dove sbaglierà e quali danni ha causato fungendo da valvola di sfogo a pressioni che stavano andando in direzioni più utili.

Vai avanti con quella di chiamare "Don Chisciotte" chi non avalla un Sistema mafioso, corrotto e congenitamente assassino, che a questo prezzo mi sta bene mi si chiami non solo pessimista, ma anche il più grande figlio di puttana subdolo e pezzo di merda sulla faccia della Terra

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
maruje
Inviato: 1/10/2013 14:13  Aggiornato: 1/10/2013 14:13
So tutto
Iscritto: 9/1/2009
Da:
Inviati: 30
 Re: L' "avventura americana"
Ti devo ringraziare Massimo.
È dal 2004 che ti seguo su luogocomune, da allora mi accompagni nella ricerca della conoscenza. Sei un padre putativo!!! Ti auguro sempre il meglio. Mirko

lucred
Inviato: 1/10/2013 14:30  Aggiornato: 1/10/2013 14:30
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/9/2010
Da: Milano
Inviati: 260
 Re: L' "avventura americana"
Citazione:
.. vedi che hai quotato male gli interventi, è solo un appunto. Detto ciò, purtroppo devo dare ragione anche a uno scassa maroni come Te. Nel contempo ti invito a ragionare sul perché sia così conveniente ai Governi mentire spudoratamente .. e ti dò un indizio. Se le masse non fossero col naso all'insù sempre rivolto all'autorità per comprendere cosa accade, avrebbero di che capire per tempo cosa accade sotto i loro piedi.


Non c'è molto da ragionare.Il nostro,di governo,ci ha mentito su tutto da Piazza Fontana in poi.Ci ha mentito su Ustica,su Moro,sulle Stragi,sulla Mafia.Purtroppo a me interessa questo,capire cosa è successo a casa nostra,finchè non ci avranno detto o qualcuno avrà scoperto la verità.
Ognuno ha i suoi limiti cosa ci vuoi fare......

f_z
Inviato: 1/10/2013 14:34  Aggiornato: 1/10/2013 14:34
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/1/2012
Da: Un mondo popolato da (troppi)pezzi di merda
Inviati: 958
 Re: L' "avventura americana"
Citazione:

Autore: Calvero Inviato: 1/10/2013 13:52:50

ogni verità immersa in questo Sistema, riceve una spinta verticale dal basso verso l'alto di altrettante Bugie ... ..

Grande questa! In concorso per la voce del sito!

Citazione:

e quali danni ha causato fungendo da valvola di sfogo a pressioni che stavano andando in direzioni più utili


Purtroppo anch'io penso proprio che il M5S sia stato introdotto dal sistema nel sistema per catturare la crescente astensione.

Codardo e' il soldato che "esegue gli ordini".

Eroe e' il soldato che ha il coraggio di sparare in faccia ai suoi "superiori".

Peccato che i soldati siano tutti scelti minuziosamente tra gli appartenenti alla prima categoria.
perspicace
Inviato: 1/10/2013 14:35  Aggiornato: 1/10/2013 14:35
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: L' "avventura americana"
yarebon

Citazione:
[...]
La fase espansiva e sovranazionale ha raggiunto il suo culmine, si sta andando proprio in una fase opposta, questo nwo è un cazzo di fallimento che solo noi occidentali stiamo attuando a pieno (e l'unione europea a cui credono solo i commentatori, ne è un esempio lampante, nessuno la vuole veramente e fanno sforzi enormi per mantenerla in piedi).
Se poi vedo persino nella house of common un dibattito sul bildelberg, ti rendi anche conto che appunto siamo in un periodo storico particolare, dove l'intero crollo della sovrastruttura ideologico e culturale che ci accompagna da secoli é in crisi e questo porta ad aprirsi molti spiragli.


Dove tu vedi uno spiraglio molti vedono un intero orizzonte, vero siamo in un periodo storico particolare dove non ci si rivolge più solo a noi stessi ma si guarda al mondo. La fase espansiva non ha raggiunto il culmine anzi è solo all'inizio l'Europa è destinata ha unirsi, quello che per i piccoli stati è crisi per l'Europa è un opportunità di nascere, le sovrastrutture non crollano si fondono, il mondo che cambia è un problema tanto nostro quanto di chiunque. Si forse ora quell'orizzonte riescono ha vederlo in pochi ma sta sicuro che quando anche gli altri vedranno di cosa si sta parlando l'opinione sull'Europa cambierà, io penso che molti semplicemente non la capiscono.

C'è un mondo di opportunità dinanzi a noi non il disastro.

In USA sta per scoppiare un casino non mi sorprenderebbe qualche megacatastrofe sul loro territorio o una guerra una grandissima guerra a spese del prossimo.

Noi qui si sta bene ha fatto bene Massimo a tornare in Patria!



Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
marvek
Inviato: 1/10/2013 14:44  Aggiornato: 1/10/2013 14:44
So tutto
Iscritto: 19/1/2009
Da:
Inviati: 30
 Re: L' "avventura americana"
Esco proprio adesso (*grattatina*) da un periodo di malattia, ed ero molto giù, anche a causa delle ultime news italiche... quando riapro Luogocomune e leggo il pezzo mazzucchiano... ci credete se dico che mi ha ridato forza e mi ha commosso? Grazie Massimo, avanti tutta, anche per me!

yarebon
Inviato: 1/10/2013 14:58  Aggiornato: 1/10/2013 15:00
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2366
 Re: L' "avventura americana"
Ma puoi polemizzare quanto vuoi sull'm5s, figurati, non siamo all'interno del blog di Grillo, anzi ben venga. Il fatto è che siamo d'accordo su più o meno tutto, tranne sul fatto che per te vedere i molti lati positivi dell'm5s o meglio usarlo, significa come dire compromettersi con il sistema (e così con altre cose), per me no perchè come dicevi tu appunto non abito su Marte, ma sul pianeta Terra e precisamente in Italia, non ci posso far niente, ho sfiga.
Il mondo esterno ha delle sue regole (che non si possono cambiare) e che sparare su tutti non cambia le cose (che è un altra tattica del sistema), per questo parlavo di don chisciotte, più come atteggiamento mentale. Altrimenti facciamo come i debunker che per fare un esempio "Blondet è pericoloso perchè pensa che la colpa di tutto è degli ebrei, ergo tutto ciò che dice è pericoloso e falso, non lo leggo, altrimenti mi inquina mentalmente"
Se Cristoforo che ha un forte megafono dice "mi sono rotto le palle che il sistema monetario è centralizzato" io l'appoggio,non faccio lo schifiltoso solo perché, che so, afferma che internet è il male assoluto è deve essere eliminato.
Il mio percorso personale vuole superare le trappole (soprattutto dialettiche) del sistema, ma appunto quello è il mio privato ed è un'altra cosa, quando invece si interagisce con il mondo esterno le regole cambiano, come disse Gesù? "astuti come serpenti e puri come colombe" li c'è il sistema a cui puoi essere lontano mentalmente e spiritualmente, ma che comunque ti ingloba e questo è un fatto.
Se ci vai dritto contro, quello ti pappa in un solo boccone e non aspetta altro.
Qui nessuno avvalla il sistema mafioso né direttamente e né indirettamente, né io e né tu, tutti vogliamo il bene personale e comune.

Calvero
Inviato: 1/10/2013 15:00  Aggiornato: 1/10/2013 15:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: L' "avventura americana"
Citazione:
Non c'è molto da ragionare.Il nostro,di governo,ci ha mentito su tutto da Piazza Fontana in poi.Ci ha mentito su Ustica,su Moro,sulle Stragi,sulla Mafia.Purtroppo a me interessa questo,capire cosa è successo a casa nostra,finchè non ci avranno detto o qualcuno avrà scoperto la verità.
Ognuno ha i suoi limiti cosa ci vuoi fare......


Ti ho dato dello scassa maroni, non ho detto che hai limiti né ho fatto allusioni. Un passo per volta quando ci si scorna. Ti ho invitato a una riflessione. Tutto qui.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Calvero
Inviato: 1/10/2013 15:39  Aggiornato: 1/10/2013 15:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: L' "avventura americana"
_______________________
__________________

Dal basso è più bello, yarebon (vedi la coerenza? .. ah! sticazzi)

Citazione:
Qui nessuno avvalla il sistema mafioso né direttamente e né indirettamente, né io e né tu,


Permettimi di dissentire.

Citazione:
... tutti vogliamo il bene personale e comune.


Com'è che si dice?
Tra il dire e il fare ....

VEDI:

- Io credo che il problema umano sia legato al fatto che la lingua è messa a troppa distanza dal cervello. Secondo me, la lingua doveva stare al centro della fronte e, sotto al naso, una sorta di feritoia da dove assimilare i dovuti apporti energetici.

Perché poi, vuoi mettere, sai che succede? ..succede che :

- il percorso dei pensieri in discesa che prendono troppa velocità (e si gasano); le corde vocali che immettono troppe frequenze accavallate nelle elucubrazioni e i polmoni che fanno dare arie alle parole e tutto va a puttane. Tutti vogliamo il bene, poi qualcosa si perde per strada, chissà perché (per non dire cosa succede prima che si arrivi in fondo: - ai piedi )

Citazione:
Ma puoi polemizzare quanto vuoi sull'm5s, figurati, non siamo all'interno del blog di Grillo, anzi ben venga.


Lo dico esclusivamente in ragione di non uscire troppo e troppo spesso dal seminato in homepage.

Comunque, tornando al nocciolo atomico prendo questa parte che sintetizza il tuo dire:

Citazione:
Se Cristoforo che ha un forte megafono dice "mi sono rotto le palle che il sistema monetario è centralizzato" io l'appoggio,non faccio lo schifiltoso solo perché, che so, afferma che internet è il male assoluto è deve essere eliminato.


Non so più come dirlo.

Ho realizzato che dall'alto non verrà mai nulla di buono.

Ho realizzato che ad una cosa positiva, dall'alto se ne aggiungono 10 negative.

Ho realizzato che il Sistema non è il mondo; e qui Te fai una bella confusione, a mio avviso.

Ho realizzato che ogni tentativo mirato a migliorare un paradigma fascista sarà metabolizzato e sfruttato a suo stesso vantaggio.

Ho realizzato che l'informazione è un tassello sopravvalutato se si vuole porsi nell'idea di contribuire di fermare i sistemi dispotici e assassini.

Ho realizzato che l'economia di qualsiasi teoria è fine a sé stessa e che l'unico modo per cui una scelta possa rendermi orgoglioso come uomo deve essere indirizzata a seguire uno stila di vita piuttosto che un altro, e alcuna politica.

Ho realizzato che la civiltà si è fermata al Rinascimento.

Ho realizzato che la modernità (che non è il progresso) è il mio nemico.

Ho realizzato che le persone hanno la lingua troppo lontana dalle loro stesse intenzioni.

Ho realizzato che l'istruzione obbligatoria non fa parte di qualsiasi civiltà che decide di chiamarsi tale.

Ho realizzato che la mia breve esistenza può essere votata soltanto a seminare questa mia consapevolezza, che insieme a quella di altri che l'hanno in linea con la mia, sarà l'inizio di un uomo che verrà: libero.

Degli schiavi non mi interesso.

Di alleggerire il peso delle catene, non mi riguarda.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
linfe80
Inviato: 1/10/2013 15:50  Aggiornato: 1/10/2013 15:50
So tutto
Iscritto: 13/9/2012
Da:
Inviati: 3
 Re: L' "avventura americana"
Ciao Massimo,
volevo aggiungermi ai tanti che ti hanno augurato un bentornato nella nostra povera e ormai quasi irrimediabilmente disastrata Italia...Spero tanto che riusciremo ad unire le forze nei prossimi mesi con i tanti movimenti positivi che sono nati tempo fa e che continuano a nascere negli ultimi tempi (in particolare mi riferisco ai movimenti sovranisti...) per ritornare ad avere quella dignità di italiani che i nostri "alleati" (leggasi americani, e paesi nord europei) ci hanno sottratto ormai dal 1943 con gli accordi segreti di Cassibile.
Ben tornato Massimo, ce la faremo insieme!
Siamo destinati a vincere perchè dalla nostra abbiamo la forza della verità.

P.S.:Se posso darti un mio modesto consiglio sul tuo prossimo lavoro, darei l'assoluta priorità al problema del signoraggio bancario e della sovranità monetaria, senza queste impellenti necessità siamo condannati a rimanere schiavi del sistema...

Stampede
Inviato: 1/10/2013 16:15  Aggiornato: 1/10/2013 16:15
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/11/2006
Da:
Inviati: 53
 Re: L' "avventura americana"
Bentornato Massimo...

ohmygod
Inviato: 1/10/2013 16:40  Aggiornato: 1/10/2013 16:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 16/10/2007
Da:
Inviati: 3652
 Re: L' "avventura americana"
Yarebon
L'uomo è un essere bipolare con un ego enorme, quindi da una certa prospettiva è imperfetto e lo rimarco, lo sanno un pò tutti.

Le parole che esprimono concetti sono soggette a essere scandagliate, lo scandaglio si "intrufola" nella coscienza di chi le pronuncia.
Da quì il "concettuale" secondo coscienza in merito all'atto nel concepire concetti.

arianna72
Inviato: 1/10/2013 17:08  Aggiornato: 1/10/2013 17:08
So tutto
Iscritto: 20/3/2013
Da:
Inviati: 7
 Re: L' "avventura americana"
Ciao Massimo,
non scrivo mai niente ma seguo LC e questa è l'occasione di farmi viva per dirti che il tuo ritorno in Italia mi fa piacere, mi fa C O R A G G I O ! ! !
Non è vittimismo, quì le cose davvero non vanno, tra i vari problemi: l'informazione è uno schifo, e gli "informati"(gli italiani) se si può sono ancora peggio.
Spero che presto ci racconterai delle tue impressioni rispetto il tuo ritorno in questo Paese, un ritorno in pianta stabile... ossia le nostre "sorti", compresa la tua adesso, sono sotto lo stesso lembo di cielo.
Grazie di essere tornato
Un abbbraccio forte forte

lucred
Inviato: 1/10/2013 17:25  Aggiornato: 1/10/2013 17:25
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/9/2010
Da: Milano
Inviati: 260
 Re: L' "avventura americana"
Citazione:
Ho realizzato che la modernità (che non è il progresso) è il mio nemico.


Puoi stare tranquillo.Modernità e Progresso sono inarrestabili,almeno a breve.Il prezzo che dobbiamo pagare per il relativo benessere di cui godiamo lo sapremo tra qualche anno.
Finchè possiamo comprare lo smartphone ultimo modello va bene,basta usarlo per facebook.....

Aironeblu
Inviato: 1/10/2013 19:35  Aggiornato: 1/10/2013 19:35
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/1/2012
Da: Ha Noi
Inviati: 1947
 Re: L' "avventura americana"
@Maxzucco

Io lavoro nell’informazione.
E fai benissimo a continuare così, visto che è il campo in cui sai muoverti meglio, e visto che oggi è il campo su cui si deve combattere la battaglia più importante, per la verità e la coscienza.


Non so se trovandomi in Italia potrò fare qualcosa di utile per il mio paese...
Menti sapendo di mentire?


Buon rientro, Massimo, a te e alla tua famiglia che ti accompagna con -immagino- la stessa passione.
E buona continuazione!

yarebon
Inviato: 1/10/2013 19:44  Aggiornato: 1/10/2013 19:49
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2366
 Re: L' "avventura americana"
Calvero fattelo dire "parole parole parole" in quello se mi ci metto sono bravo anche io. Non hai capito niente di quello che volevo dire (colpa soprattutto mia perchè è un discorso complesso che non può farsi certo in una discussione che riguarda tutt'altro) o meglio lo hai capito in base al tuo percorso di vita che è tuo personale e come si dice "bella lì" va benissimo per te. Mi rivedo nel te virtuale che è quasi simile al mio di anni fa, altrimenti mi stavo zitto e ti facevo prendere l'applauso virtuale abbastanza semplice con la frase "contro il sistema, non alleggeriamo le catene". Le parole sono importanti eccome.
Già che concludi con "io non voglio alleggerire le catene" dimostri oltre un pò di puzza sotto il naso, anche un pò di presunzione e offendi anche.
Prendila come un'opinione virtuale limitata a questa discussione, non c'è minimamente niente di personale.
Ciao!

Calvero
Inviato: 1/10/2013 20:28  Aggiornato: 1/10/2013 20:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: L' "avventura americana"
Citazione:
Già che concludi con "io non voglio alleggerire le catene" dimostri oltre un pò di puzza sotto il naso, anche un pò di presunzione e offendi anche.


Non voglio alleggerire le mie, quindi questo dice quasi tutto; aggiungendo che non sono masochista, dice tutto.

"parole parole parole" sono pure le tue, dove sarebbe, ti chiedo, la differenza tra il mio pensiero e il tuo?

Il mio percorso personale c'entra quanto tutti i discorsi qui dentro, anche qui mi riesce veramente difficile comprendere perché il mio sarebbe così personale e il tuo/vostro no. Che poi, ci sarebbe anche da dire che se fossimo stati tutti più personali e meno coinvolti nelle astrazioni puttane di Stato, saremmo certo meno inguaiati. Quando è proprio la fede nell'ideale ad aver dato la possibilità di giocare magnificamente instaurando ogni teatrino idiota di dualismo e contrapposizioni che tuttora, nonostante la loro palese illusione, cattura milioni e milioni e milioni e milioni di persone.

Ti ho dato delle risposte precisamente circostanziate e ti ho dimostrato che anche per il M5S è il Sistema che non li ha resi differenti; alla prima prova del nove, sono caduti COME TUTTI gli altri ... questo è quanto, qui le chiacchere stanno a zero ...

.. e te mi vieni a parlare di piccoli passi yarebon caro, pensi sia così distratto da non sapere come piano stai spostando il focus del discorso su altri lidi, senza prima aver attraversato per bene quelli che tu stesso mi hai messo davanti?

Te lo ripeto e da questa non ne esce nessuno e sfido chiunque, e aggiungiamo un tassello al "tuo" puzzle, non solo pessimista adesso anche con la puzza sotto al naso e allora aggiungo: ma anche bastardo, stronzo, pezzo di merda vigliacco, indolente imbecille e profittatore .. se il prezzo è distanziarsi dal Sistema e credere che il Sistema sia il mondo...

.. un mondo meraviglioso che ogni "male minore" ha messo al servizio di ogni grande puttana. Quando te, visto che mi dici di esser bravo con le parole se vuoi, mi spieghi perché bisognerebbe meritarsi quel che non si è conquistato, allora ci sarà di che fare la morale a me e qualsiasi altro. Prima, di logica, non è concesso.

Citazione:
Prendila come un'opinione virtuale limitata a questa discussione, non c'è minimamente niente di personale.


Nessun problema. Se avessi avuto questo sentore te ne saresti accorto

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
yarebon
Inviato: 1/10/2013 21:30  Aggiornato: 1/10/2013 21:37
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2366
 Re: L' "avventura americana"
Calvé e daje é normale che mi risento se sintetizzi il mio discorso con "il meno peggio".
Cioè è come se tu parlassi ad un adolescente brufoloso (io) folgorato sulla via di Damasco da Adam Kadmon o Zeitgeist quando è da quasi 15 anni anche prima dell'11 settembre che conosco a menadito Icke, Maxwell ecc. e so come funzionano certe dinamiche di potere.
Quando qui dentro alcuni degli anni fa, in un periodo in cui ancora l'illusione destra e sinistra aveva presa e ancora si diceva "il pd fa schifo ma è il meno peggio e lo voto per non far vincere Berlusconi" ho mandato sempre a quel paese virtualmente chi diceva queste cose, così come non ho mai creduto ad Obama salvatore dell'America.
Conosco benissimo alcune idee di Casaleggio, cosa che mi ha tenuto distante e mi ha fatto disinteressare a Grillo almeno fino al 2012. Non mi nascondo tranquillo.
Il discorso sull'm5s è lo stesso, non è un discorso di meno peggio, né di alleggerimento di catene, almeno non da parte mia.
Ho capito che Grillo non è un semplice gatekeeper ma una vera e propria figura distruttiva del potere del sistema italiano (nel bene ed anche nel male), ed ho capito che fa sul serio. Un salvatore? Neanche per sogno, non credo nei guru, ma è una persona coerente nel suo programma e far entrare persone normali e non figlie di papà in parlamento (cosa da fantapolitica fino a pochi anni fa) con una campagna elettorale autofinanziata senza neanche volantini e manifesti appesi in città, ti fa pensare che è in atto un cambiamento di etats d'esprit nella concezione del potere che può far muovere ed aiutare anche forze che combattono al di fuori del cuore del sistema e adesso non sto parlando di m5s che è semplicemente una piccola parte di un processo più grande.
Alla fine le critiche principali se ci pensi lasciando da parte una frangia di complottisti, viene proprio da quelli più attaccati alla vecchia politica, al concetto di delega e potere verticale. Ci sono trappole in questi discorsi? In ogni discorso c'è una trappola.
Ripeto l'm5s non è la salvezza ed è sacrosanto non votarlo, anzi le battaglie personali vere non sono certo dentro le urne, non lo sono mai state (guarda caso ciò che affermano anche loro sui due mandati e sulla critica alla democrazia rappresentativa)
Ora con questo non voglio dare né un giudizio negativo e né positivo, ma è qualcosa di anomalo a livello mondiale, sono quei piccoli segnali, quelle crepe (presenti anche in altre parti del mondo) che mostrano dei portali, degli strumenti che possono essere utilizzati, non creduti e magari neanche appoggiati, ma utilizzati.
Loro a differenza del pd e del pdl saranno mandati affanculo al primo minimo sbaglio, stanne certo, per come si pongono (e avendo tutto il sistema mediatico contro) non possono sgarrare neanche un poco, non sono semplici portaborse.
Vedi le diverse critiche a Casaleggio superlegittime provenienti però in alcuni casi da iprocriti (la Gabanelli) che gli hanno portato a rendere trasparente il suo conto-corrente.
Questione Casaleggio: è un manager e come ogni manager è uno di quelli che va dove il vento tira. Lui capì che per far funzionare l'm5s poteva sfruttare appieno tutta la scia di quelle idee e documentari che stavano cominciando ad andare di moda, zeitgeist, gaia e roba del genere. Alla fine Grillo lo ha chiamato per sponsorizzarlo, lo ammette tranquillamente. Il resto francamente sono tutte leggende senza uno straccio di prova. Criticare la sua filosofia? Certo fa schifo al cazzaccio lo ammetto, ma è un manager cosa ti aspetti?
Un pò il discorso di Massimo Mazzucco su Mentana, che mostra come la realtà spesso sia più banale e grigia.
Uno vede che Mentana degli anni fa, crea diverse puntate sui punti oscuri riguardo l'11 settembre, facendo parlare persino Mazzucco, che secondo il ragionamento dei duri e puri alla fine non dovrebbe intervenire in tv perchè la tv é strumento di propaganda (verissimo, ma appunto perchè non intervenire?).
Eravamo rimasti a Mentana. Ha mostrato i filmati dell'11 settembre perchè 1) è un amante della verità 2) per sburgiardare il movimento dell'11 settembre.
Nessuno dei due, Mentana è tutto tranne che un amante della verità e quelle trasmissioni hanno aumentato la popolarità di questi temi e dello stesso luogocomune quindi non è valido neanche il punto 2, anzi è una mossa idiota se si vuole sbugiardare una teoria.
Qual è la ragione? Marketing, i complotti tiravano economicamente. Spesso è tutto molto più grigio e terribilmente triste.
Questo è Casaleggio (fino a prova contraria, finchè i parlamentari non adottano la sua filosofia), ma questa è una mia opinione suffragata anche da altri dettagli, ma potrei tranquillamente sbagliare.
Rispetto persone super ignoranti, ma coerenti invece che certe figure in lotta contro il mondo, persino contro gli stessi complottisti che parlano degli stessi argomenti in cui lui è principe, penso hai capito a chi mi riferisco Calvero, non voglio fare nomi perchè non è giusto, ma anche loro si difendono sulla purezza e sulla trasparenza ed ottengono alla fine un atteggiamento contrario.

Calvero
Inviato: 1/10/2013 21:43  Aggiornato: 1/10/2013 21:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: L' "avventura americana"
______________
___________

yarebon, ti rispondo appena riesco. Ti dò subito un'anticipazione netta e inequivocabile:

- dove ti ho dato l'idea di averti considerato una sorta di bimbominkia, accetta pure le mie scuse, perché non lo penso, affatto.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
totalrec
Inviato: 1/10/2013 21:49  Aggiornato: 1/10/2013 21:49
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: L' "avventura americana"
Citazione:
Eravamo contenti dell’esperienza fatta, e contenti di rientrare nel proprio paese.


Anch'io, per quel che conta, sono contento di riaverti qui sulla prua ancora affiorante del Titanic, pronto ad affrontare la fase dei pescecani.
Ma esattamente qual è stato il momento in cui ti ha dato di volta il cervello?
Auguri, comunque, ne avrai bisogno...

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
robottino
Inviato: 1/10/2013 21:50  Aggiornato: 1/10/2013 21:50
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/1/2010
Da:
Inviati: 38
 Re: L' "avventura americana"
Sig. Mazzucco un ringraziamento personale, profondo e sincero.
Se Lei non avesse compiuto questo viaggio non sarei la persona che sono oggi.
Buona fortuna per la sua "nuova" avventura italiana!

Robottino

Piramis
Inviato: 1/10/2013 21:57  Aggiornato: 1/10/2013 21:57
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/3/2013
Da: abito questo involucro
Inviati: 223
 Re: L' "avventura americana"
Citazione:
Gesù il Cristo è la salvezza.

Questo sì, che è un punto di vista :)

Hakuna Matata
sisifo
Inviato: 1/10/2013 22:43  Aggiornato: 1/10/2013 22:43
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/4/2008
Da:
Inviati: 58
 Re: L' "avventura americana"
Ciao Massimo, è proprio una bella avventura quella che ci hai raccontato, anche se mi immagino i dubbi, le domande, i vado o non vado; insomma mi pare che ci sia stata una certa abilità nel destreggiarti difronte alle tante incertezze.
Comunque, il lavoro che continuerai a fare con uno sguardo più da vicino all'Italia sarà di beneficio per tutti.
Buon proseguimento.

yarebon
Inviato: 1/10/2013 23:04  Aggiornato: 1/10/2013 23:04
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2366
 Re: L' "avventura americana"
Citazione:
dove ti ho dato l'idea di averti considerato una sorta di bimbominkia, accetta pure le mie scuse, perché non lo penso, affatto.

Ma non c'è bisogno di scusarti, figurati, era un'iperbole!

Slobbysta
Inviato: 2/10/2013 11:35  Aggiornato: 2/10/2013 11:46
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/7/2013
Da:
Inviati: 2227
 Re: L' "avventura americana"
...belare soli nella notte non è certo uguale che "scaldarsi" l'un coll'altro..quel bisogno del "recinto" porta inevitabilmente, l'io, a diventar, NOI, facendoci sentir più grandi, più protetti..che si chiami rosso o nero, la roulette fa girare le palle...e il banco vince sempre...il movimento 5 stalle..è comunque un tetto sulla testa..e si sta insieme!...certo c'è sempre una pecora nera...ma salvo eccezioni viene sinteticamente allonta-nata a belar da sola nella notte..in bocca al lupo..allora!

Delegare la propria vita ad un gruppo? è come mettere l'ariete dietro la porta...ma col movimento 5 stalle, per una tosatina la porta rimarrà sempre aperta..di arieti non ce n'è bisogno..solo pecore bianche!

delitto
Inviato: 2/10/2013 15:51  Aggiornato: 2/10/2013 15:51
So tutto
Iscritto: 27/1/2012
Da:
Inviati: 24
 Re: L' "avventura americana"
Ben tornato Max ... ammetto che hai parecchio fegato, non è facile prendere una decisione come la tua! Ma si vedere che tu ragioni con il cuore e non con la mente, questo ti fa onore!

orkid
Inviato: 2/10/2013 16:14  Aggiornato: 2/10/2013 16:14
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/2/2006
Da: La Beverly Hills italiana
Inviati: 786
 Re: L' "avventura americana"
Ciao Massimo,

dopo tanto tempo che non ci sentiamo, vengo su LC e scopro che te ne torni in italia, la terra del sole, del mare, spaghetti e mandolini... Spero che tuo figlio sia preparato a vivere per la prima volta nella sua terra natale.

Sono molto contento per te, perchè se un'avventura si chiude, forse sta iniziando una nuova "avventura italiana".

P.s.: Nord, Centro, Sud?


Autodidatta Bonsai


"Quando l'uomo comune capisce diventa saggio, quando il saggio capisce diventa un uomo comune."
toussaint
Inviato: 2/10/2013 17:33  Aggiornato: 2/10/2013 17:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: L' "avventura americana"
Citazione:
Vorrei che fosse chiaro per tutti: io continuerò a fare esattamente quello che ho fatto finora (documentari e sito). Ho soltanto “cambiato casa”.


Grazie a Dio!
Di mestieranti parrucconi pronti a voltar gabbana alla prima occasione (povero Silvio, quasi quasi mi fa pena ) ne abbiamo a scatafascio.
E' invece l'Informazione con la I maiuscola che manca, in questo paese ma direi nel mondo.

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
hi-speed
Inviato: 2/10/2013 17:50  Aggiornato: 2/10/2013 17:50
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/12/2004
Da: preda lunga
Inviati: 3211
 Re: L' "avventura americana"
Finalmente potrai pagare una cena ai 12.792 iscritti (facciamo senza i 3482)!!!

Hi-speed

Cosa Sta Succedendo? Madre, madre Ci sono troppi di voi che piangono Fratello, fratello, fratello Ci sono troppi di voi che stanno morendo Sai che dobbiamo trovare una maniera Per portare un pò di amore qui oggi
redribbon
Inviato: 2/10/2013 20:17  Aggiornato: 2/10/2013 20:17
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/1/2006
Da: Firenze
Inviati: 614
 Re: L' "avventura americana"
Sono frenato dal farti i rallegramenti per essere tornato in Italia,
non certo perchè mi vergogno di essere italiano, non io personalmente (semmai mi vergogno per una consistente parte degli altri) ,
ma perchè so, sappiamo che anche venendo tu in Italia non daranno mai lo spazio che meritano i tuoi documentari,
la verità sull'11\9 è troppo imbarazzante per l'alleato USA,
non trasmetteranno mai su rai uno i tuoi documentari sull'11\9,
eppure si tratta di produzioni che hanno richiesto tempo per essere realizzate e che cercano la verità svelando le contraddizioni evidenti delle versione ufficiale.
Questo sistema che occulta la verità non va bene: la gente deve sapere.

“datemi il controllo della moneta di una nazione e non mi importa di chi farà le sue leggi”

Mayer Amschel Rothschild
Fabrizio70
Inviato: 2/10/2013 20:23  Aggiornato: 2/10/2013 20:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: L' "avventura americana"
Ei Massimo dì la verità , qualche "gola profonda" ti ha avvisato dello Shutdown ?



www.nasa.gov

Citazione:


Due to the lapse in federal government funding, this website is not available.
We sincerely regret this inconvenience.

For information about available government services, visit USA.gov.

-------------------------------------------------------------------------------------------

Este sitio web no se está disponible durante el cierre del Gobierno.
Lamentamos profundamente las molestias que esto pueda causar.

Visite GobiernoUSA.gov para informarse sobre los servicios gubernamentales disponibles durante el cierre del Gobierno.


Che senso ha chiudere i siti ?

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
DrHouse
Inviato: 2/10/2013 21:13  Aggiornato: 2/10/2013 21:13
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/11/2007
Da:
Inviati: 2394
 Re: L' "avventura americana"
In effetti:
http://www.nist.gov/

Citazione:
NIST Closed, NIST and Affiliated Web Sites Not Available

Due to a lapse in government funding, the National Institute of Standards and Technology (NIST) is closed and most NIST and affiliated web sites are unavailable until further notice. We sincerely regret the inconvenience.
The National Vulnerability Database and the NIST Internet Time Service web sites will continue to be available. A limited number of other web sites may also be available.
Notice will be posted here (www.nist.gov) once operations resume. You may also get updates on NIST's operating status by calling (301) 975-8000.
Conferences and other events scheduled during the shutdown are postponed or cancelled. Even after NIST reopens, some NIST events may need to be rescheduled. Once access to NIST Web sites resumes, please see the Conferences and Events (http://www.nist.gov/allevents.cfm) list for updated information on specific events.


http://grahamcluley.com/2013/10/barack-obama-nasa-nist-government-shutdown/

E dopo 10 anni, siamo a discutere se il Volo 77 è arrivato proprio lungo questa linea, o piuttosto è arrivato due metri più a sinistra, o due metri più a destra? (Perle complottiste)
AG
Inviato: 2/10/2013 22:24  Aggiornato: 2/10/2013 22:24
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/7/2005
Da: Torino
Inviati: 194
 Re: L' "avventura americana"
Appoggio in toto il tuo lavoro ed i tuoi sforzi per una libera informazione.

Non basta mai -è vero- ma spero che questo appoggio possa essere la famosa piccola goccia che supporta il mare di coraggio che manifesti nel rientrare in Italia.

Calvero
Inviato: 2/10/2013 23:12  Aggiornato: 2/10/2013 23:30
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: L' "avventura americana"
Prendo a sintesi questo passaggio che spiega anche altro di quello che dici in seguito. Quel che non quoto è perché siamo d'accordo.

Citazione:
Un salvatore? Neanche per sogno, non credo nei guru, ma è una persona coerente nel suo programma e far entrare persone normali e non figlie di papà in parlamento (cosa da fantapolitica fino a pochi anni fa) con una campagna elettorale autofinanziata senza neanche volantini e manifesti appesi in città, ti fa pensare che è in atto un cambiamento di etats d'esprit nella concezione del potere che può far muovere ed aiutare anche forze che combattono al di fuori del cuore del sistema e adesso non sto parlando di m5s che è semplicemente una piccola parte di un processo più grande....


Ecco, così ci chiariamo entrambi. Per dovere di posizione, non ho mai dato contro a Grillo perché lo si ritenesse un Salvatore. Di questo parla non solo la mia buona fede adesso, anche perché ho sempre difeso il Movimento dagli attacchi balzani e malsani e ipocriti di coloro che avevano (e hanno tuttora) bisogno di elevarlo a "Guru", appunto per aver terreno facile nel dissacrare un sofisma. Qui su LC ne abbiamo un esempio lampante di utente storico che con Grillo (ma soprattutto con quello che rappresenta) i sofismi li mangia a colazione, pranzo, merenda, cena e poi li caga pensando di venderli come saponette al profumo di rosa.

Citazione:
Il resto francamente sono tutte leggende senza uno straccio di prova.


Non mi interessano le prove. Lo dico con la coscienza di chi segue profondamente un percorso che ritiene aver identificato cosa ci fotte, cosa ci ha fottuto e cosa ci fotterà. Le prove non servono nel mondo storto che ci hanno costruito addosso. A questi livelli e in quelle dinamiche di Potere e giochi mediatici, a me sono sufficienti i segnali che vengono da ogni dove, per farmi decidere quale posizione prendere in merito a delle vicende. Soprattutto nell'italia piena di invasati, massoni, protomassoni, pidduisti, mafiosi e cicinici asfaltatori. Quei simboli sono gravi Yarebon e hanno un percorso tremendo alle loro spalle e molti percorsi (dato di fatto) ben noti davanti.

Citazione:
Nessuno dei due, Mentana è tutto tranne che un amante della verità e quelle trasmissioni hanno aumentato la popolarità di questi temi e dello stesso luogocomune quindi non è valido neanche il punto 2, anzi è una mossa idiota se si vuole sbugiardare una teoria.


Vero. Dici bene. Ma Mentana fa parte dei cuscinetti posti tra chi ha il potere e chi non ce l'ha. Mentana è parte della Zona Grigia. Quella spiegata egregiamente dal grande Primo Levi. Non propone una sua ideologia e non si è messo a capo né è presidente onorario di una qualche posizione filosofica. Questo dovrebbe esserti sufficiente a farti capire come ci fregano.

Citazione:
Rispetto persone super ignoranti, ma coerenti invece che certe figure in lotta contro il mondo, persino contro gli stessi complottisti che parlano degli stessi argomenti in cui lui è principe, penso hai capito a chi mi riferisco Calvero, non voglio fare nomi perchè non è giusto, ma anche loro si difendono sulla purezza e sulla trasparenza ed ottengono alla fine un atteggiamento contrario.


Yarebon apprezzo il tuo dire, quanto apprezzo (almeno sinora) Di Battista come uomo. Come ti elencavo sommariamente sopra, ho realizzato a sufficienza come ci fregano e io ho un dovere. Un dovere verso la gente che verrà, perché verrà, e che non vorrà saperne più niente di questi giochi sporchi. La democrazia è congenitamente una puttana, e una dittatura persegue più onestamente i suoi giochi di Potere. Questo è il paese dei balilla silenziosi, mi spiace è quello che penso...

... e mi spiace aver preso atto che quando si parla di masse, l'unico modo di essere specifici è parlarne in generale. Perché scientificamente è questo quello che traina il sistema.

Ti dico un'altra cosa. Se noi in Italia non fossimo arrivati a tutto questo, vi saremmo arrivati diversamente per egoismo fino a consumarci da soli e tutti quelli che ora piangono la crisi, sarebbero gli stessi che ti prenderebbero per il culo e che ancora, piuttosto di conservarsi il loro orticello, ti calpesterebbero.

Ho compreso che io come gli altri abbiamo sbagliato e l'unico modo per riparare è seminare una nuova consapevolezza e non tentare di ripararne una degradata.

Fondamentalmente alla mia obiezione più importante non rispondi. Certo non devi essere d'accordo. Non te lo chiedo. E la ripeto:

- a me gli Italiani non mi rappresentano. Questo lo comprendi? .. lo comprendi nel significato più profondo? cioè quello realmente democratico ... Non gli devo nulla che non possano conquistarsi. Non si meritano una classe politica migliore, a prescindere. Questo è quello che penso. Quello che posso fare per il mio prossimo è dare l'esempio nella quotidianità e quello che non devo fare è accettare l'abominio che la giustizia possa venire dall'alto; o parte da noi o che si inculino tutti, io compreso. Ognuno ha quello che si merita.

Te dimostrami che io lotterei per conquistarmi qualcosa e non per compatire un mondo falso e non solo vado a votare, ma mi candido nel Movimento e con tre condizioni nel programma:

Fine progressiva della scuola obbligatoria
MAI (ho detto MAI) moneta elettronica
Drastico taglio ai meccanismi pubblicitari e degli sponsor



Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
earlturner
Inviato: 2/10/2013 23:25  Aggiornato: 2/10/2013 23:25
Mi sento vacillare
Iscritto: 4/7/2013
Da:
Inviati: 561
 Re: L' "avventura americana"
ma come abbiamo nientepopodimeno che Messora al ministro della propaganda e i dici che in Italia manca l'informazione con la I ? e Lannes? eh? eh? e tutti i riccercatorri indipendenti ? noi siamo la ggente che ti credi !111!!!111uno la I maisucola che manca e' quella di italia

yarebon
Inviato: 3/10/2013 1:09  Aggiornato: 3/10/2013 1:09
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2366
 Re: L' "avventura americana"
Grazie per la risposta, il tuo discorso è condivisibile, ma il mio appoggio all'm5s non è di militanza, non sono tesserato e mai lo farò (e in piccolissima parte rispondo per ora alla tua domanda finale), non è un appoggio totale e disilluso, non è un appoggio da tifoso da stadio a cui oramai da decenni si è ridotta la politica, anche per questo la mia critica era rivolta proprio a quella negazione, a quel rinchiudersi a riccio che spesso viene preso come purezza e che invece spesso porta al nichilismo che è uno dei mali più diffusi nella società.
Non è il tuo caso, non sto parlando naturalmente di te, ma degli effetti che possono portare alcuni ragionamenti in gente poco preparata.
La cosa importante è l'esempio che si da nella propria quotidianità sono d'accordo con te, ma questo è sottinteso, qui si sta parlando invece di processi sociali, della massa (parola bruttissima sono d'accordo) che sono cose diverse dal nostro percorso interiore e di riflesso quotidiano, che non ha né simboli e né partiti e Nè movimenti a cui affiliarsi, che sia chiaro. Su questo concordo al 101% con te.

Citazione:
quanto apprezzo (almeno sinora) Di Battista come uomo

ho quotato questa parte perchè fa capire perchè mi stiano simpatici e perchè non li vedo come un pericolo (dai frutti riconoscerete l'albero) e del perché parlare di processi e dinamiche pericolose e vedere complotti dietro l'm5s secondo me è ragionamento sterile che sta negando una qualsiasi praticità in una buona parte del complottismo.
Diverso è il modo in cui alcuni poteri forti possono sfruttare il movimento (le elite hanno questo vizio di finanziare tutti, anche i nemici, alla fine internet , non è certo stata inventata da un santo era creata per i militari), ma questa è un'altra cosa, persino alcune teorie complottiste vengono sfruttate per aizzare un certo terrorismo informativo teso a creare paura e immobilità, se entri nel gioco sono i pericoli del mestiere.
Come Di Battista ne trovi tantissimi all'interno dei 5stelle, gente che specifica di essere infastidita nel sentirsi dire onorevole, ok retorica? Certo ma anche la forma, il simbolo é fin troppo importante ed è un precedente importante, perchè se loro parlamentari (diciamo anche solo a parole) dicono di non apprezzare i titoli e si mettono alla pari dell'interlocutore (apprezzerai credo anche le sue iniziative di andare a casa dei cittadini), capisci che il resto, quando c'è una forma cosi rivoluzionaria che va proprio contro le logiche di potere secolari compartimentalizzate e non trasparenti, ecco il resto delle discussioni stanno a zero e soprattutto non sono una rivoluzione per il sistema politico italiano, ma proprio un capovolgimento, un reset totale.
Non c'è nessun discorso di attivismo e tesseramento, solo di collaborazione in alcuni ambiti, perchè loro sono permeabili, sono facilmente infiltrabili nel senso positivo del termine è il loro tallone d'Achillle.
Quando la goldman sachs in un articolo di mesi fa afferma "altro che Grecia, il vero pericolo per l'Europa è l'm5s", allora capisci che non sono certo la salvezza, il pericolo non viene tanto dal fatto che loro possono salvare l'Italia (a mio parere non ne hanno le competenze, sono semplicemente sinceri, almeno i parlamentari, ma poco competenti in questioni grosse come l'economia ad esempio, ma a parlare di satanassi ce ne passa), ma dal fatto che danno una visione (qui poco importa che Grillo e Casaleggio ci credono o meno, secondo me si ma è un'opinione personale) alternativa del modo di gestire il potere. La discussione sull'evitare i talk show e sull'accusare continuamente la tv è un'altra tappa in questo senso.

Citazione:
a me gli Italiani non mi rappresentano. Questo lo comprendi?

Forse volevi dire l'elite non mi rappresenta. Gli italiani chi sono? anche qui è sbagliato generalizzare. Siamo batterie purtroppo.
Una parte degli italiani, compreso io, non possiamo neanche in due vite avere in mano i soldi che hanno loro e come tale non possiamo vivere situazioni estreme e di corruzione a quei livelli, quindi da una parte siamo vittime, dall'altra pecoroni.
Ok non si meritano una classe politica migliore? Non so francamente l'italiano ha tutti i vizi del mondo tranne quello di non sapersi fare autocritica, almeno ce lo diciamo che siamo delle merde, viviamo in trincea. Il nostro difetto è scavare infinitamente la fossa, mai nascondere la merda, questo pregio ce l'hanno i paesi nord europei.
Io non voglio essere rappresentato da nessuno, la delega é un dare carta bianca ad altri su questioni che colpiscono te stesso. Il mio voto all'm5s è stato anche per distruggere la casta politica, non per delegare.
L'm5s può eliminare questa situazione del delegare il potere? Praticamente no (mi sembra chiaro), simbolicamente si (e sempre da lì si inizia). La delega nell'm5s non esiste per ora perchè banalmente non sono realmente al potere e si sapeva che non ci sarebbero andati (era una storia già scritta) ed anche perchè mettendo tutte le loro proposte di legge in rete ed avendo messo in pratica ciò che potevano già compiere ed avevano promesso di fare (abbassamento stipendi, non accettare soldi pubblici, entrata delle telecamere in parlamento) ti dicono "non è questione di delega ma di partecipazione". Belle parole? False? Retoriche? Forse, ma l'idea è anti-delega e quello che conta è spargere il virus ai pecoroni che adorano il moloch, fargli capire che il potere non è per forza di cose naturale nei rapporti umani.

lucred
Inviato: 3/10/2013 6:52  Aggiornato: 3/10/2013 6:52
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/9/2010
Da: Milano
Inviati: 260
 Re: L' "avventura americana"
Citazione:
Fine progressiva della scuola obbligatoria[/quote
Citazione:
Drastico taglio ai meccanismi pubblicitari e degli sponsor

Citazione:
MAI (ho detto MAI) moneta elettronica


E' il programma più assurdo che ho mai sentito...se non è uno scherzo.

perspicace
Inviato: 3/10/2013 9:53  Aggiornato: 3/10/2013 9:53
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: L' "avventura americana"
Secondo il premio Nobel dell'Economia Paul Krugman bisognerebbe ricorrere a misure espansionistiche in stile keynesiano per uscire dalla crisi. Perché no, arrivando paradossalmente a ipotizzare un'invasione aliena. "L'altro grande evento che ha portato gli Stati Uniti fuori dalla Grande Depressione è stato la loro partecipazione alla Seconda Guerra Mondiale in Europa - ha spiegato Krugman in un'intervista rilasciata alla Nbcnews -. Sarebbe utile, quindi, se ci trovassimo di fronte a un problema tale da indurre il governo a iniziare un piano di investimenti pubblici che faccia riprendere l'economia americana". Se non vogliamo fare una Terza Guerra Mondiale, "la minaccia di una falsa invasione aliena potrebbe essere l'alternativa".

di Vito Lops Il Sole 24 Ore

Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
Calvero
Inviato: 3/10/2013 11:30  Aggiornato: 3/10/2013 11:32
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: L' "avventura americana"
Citazione:
Fine progressiva della scuola obbligatoria[/quote
Citazione:
Drastico taglio ai meccanismi pubblicitari e degli sponsor

Citazione:
MAI (ho detto MAI) moneta elettronica


E' il programma più assurdo che ho mai sentito...se non è uno scherzo.


Che te lo percepisca assurdo è cosa sana è giusta, altrimenti non staremo qui ad avallare tutti quelli che, carota per carota, sono stati seguiti come sensati a seconda dal gregge da tosare e quello da macellare. Ma dovevo essere più preciso, di fatti non è un programma nella sua precisa accezione, ma una de-programmazione. Dai software, ogni critica negativa "mi" è utile a seminare consapevolezza. Grazie dell'apporto

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
ELFLACO
Inviato: 3/10/2013 11:40  Aggiornato: 3/10/2013 11:40
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/10/2005
Da:
Inviati: 1839
 Re: L' "avventura americana"
X Redazzucco

Auguroni!
Ti faccio i miei più sinceri auguri per questo nuovo capitolo della tua vita.

Spero di incontrarti un giorno .


“Le persone non dovrebbero avere paura dei propri governi, sono i governi a dover aver paura delle persone.”
Calvero
Inviato: 3/10/2013 12:22  Aggiornato: 3/10/2013 13:04
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: L' "avventura americana"
Citazione:
a quel rinchiudersi a riccio che spesso viene preso come purezza e che invece spesso porta al nichilismo che è uno dei mali più diffusi nella società.


Basterebbe solo questo a "chiudere" il discorso. Siamo troppo distanti. Il nichilismo non è presente - affatto - nella nostra società. Caro yarebon, io non voglio fare il professorino, ma se volessimo parlare di cosa è e cosa non è il nichilismo, si dovrebbe aprire un Topic e probabilmente dopo qualche giorno di assidue discussioni e centinaia di post, potremmo arrivare a definire i punti di partenza e i comuni denominatore su cui aprire la discussione.

Per non annoiare nessuno e scendere a livelli gretti (neanche mediocri) nel discorso, allora partendo dall'ABC di una prospettiva popolare, sappi che la cosiddetta strafottenza o indifferenza ai problemi del "sistema vita" non riguarda né il nichilismo né il problema che affligge la cosiddetta società.

Citazione:
Non è il tuo caso, non sto parlando naturalmente di te, ma degli effetti che possono portare alcuni ragionamenti in gente poco preparata.
La cosa importante è l'esempio che si da nella propria quotidianità sono d'accordo con te, ma questo è sottinteso, qui si sta parlando invece di processi sociali, della massa (parola bruttissima sono d'accordo) che sono cose diverse dal nostro percorso interiore e di riflesso quotidiano, che non ha né simboli e né partiti e Nè movimenti a cui affiliarsi, che sia chiaro. Su questo concordo al 101% con te.


Siamo sempre distanti. Io non devo aiutare la gente che non è preparata, non voglio e non lo farò, perché non sono figli miei né sono i miei genitori, loro non rendono conto delle mie azioni e io non posso condannare le loro, perché tutti si sono venduti all'idea di autorità. Quella che io abiuro. Loro sono asserviti attivamente ad una sovrastruttura (quindi non c'è niente di nichilistico, poiché la struttura da loro ritenuta laicamente sacra, impone dei precisi VALORI, valori che vengono fatti propri e che non sono i miei) .. quindi io non conto come uomo per gli altri, ma a tutti gli effetti sono soltanto un "codice fiscale con le gambe" da tutelare per la loro cooperativa. A me questa cooperativa non riguarda e posso dirlo dall'alto delle mie esperienze, con tanto di capelli bianchi, di suddito rispettoso sempre delle Istituzioni.

Citazione:
Come Di Battista ne trovi tantissimi all'interno dei 5stelle, gente che specifica di essere infastidita nel sentirsi dire onorevole, ok retorica? Certo ma anche la forma, il simbolo é fin troppo importante ed è un precedente importante, perchè se loro parlamentari (diciamo anche solo a parole) dicono di non apprezzare i titoli e si mettono alla pari dell'interlocutore (apprezzerai credo anche le sue iniziative di andare a casa dei cittadini), capisci che il resto, quando c'è una forma cosi rivoluzionaria che va proprio contro le logiche di potere secolari compartimentalizzate e non trasparenti, ecco il resto delle discussioni stanno a zero e soprattutto non sono una rivoluzione per il sistema politico italiano, ma proprio un capovolgimento, un reset totale.


Vero. Verissimo. Ma quello che non vogliono capovolgere è l'essere allevati. Comunque si deve essere istruiti da uno Stato. Mi spiace, lo dico veramente, che Te ti stia impegnando così tanto in questo discorso, perché comprendo l'amore che ci metti, ma per me queste cose che spieghi sono state una fase che ho superato e ho compreso che io imporrei comunque la mia idea ad altri con una maggioranza. Non è da uomini questo, è da matematici. Mi spiace ma ho dato per scontato che Te avessi seguito ogni tanto le mie esternazioni sulla democrazia nel suo insieme.

Se il M5S portasse ad una vittoria, sarebbe una vittoria sui figli di gran puttana che hanno lucrato sulle vite degli altri e hanno fatto da cuscinetto con i Poteri e la propaganda. Ma non sarebbe una vittoria che porta ad una consapevolezza che vedrebbe svelarsi la farsa di un modello fasullo dell'esistenza, dove il lavoro e l'istruzione obbligatoria sono e saranno sempre cosa sacra; dove si crede ancora che essere addestrati per uccidere possa riguardare l'appartenere ad una civiltà. Mi spiace, siamo troppo distanti.

Citazione:
Forse volevi dire l'elite non mi rappresenta.


1) Le élite le rispetto. 2) I politicanti li compatisco. 3) Gli italiani sono (siamo) i colpevoli. Questo per me è il punto fermo.

Sul punto uno: - eticamente e moralmente non v'è differenza alcuna tra un Rockefeller e un genitore qualsiasi che manda i figli ad indottrinarsi e fargli fare carriera. Sono comunque persone senzienti che in ogni caso idolatrano i sistemi piramidali, depauperano la libertà di pensiero reale, perseguono dei dogmi che sono evidenti come tali, a seconda delle prospettive. Basta osservarli appena un po più da lontano. Comunque la prevaricazione, legittimata --->come DI Stato<---, è la base antropologica che condividono tutti, l'amano. Ragion di più da parte delle élite che sono ai vertici che nel vedere gli schiavi operosi, si domandano tenendosi la pancia: - "ma questi lo sanno che perseguono i nostri stessi ideali e si fanno pagare pure con le briciole? .. allora sono proprio fessi, se qualcuno di loro riesce a salire la china è il benvenuto, altrimenti rimanga lì".

2) i politicanti stanno in mezzo, sono la Z.G. (Zona Grigia) come i Media, sono gli intermediari che danno equilibrio alla legge dei grandi numeri e, a seconda, zuccherini o bastonate ma sempre democraticamente.

3) gli Italiani (più di altri popoli) sono i colpevoli.

Citazione:

Gli italiani chi sono? anche qui è sbagliato generalizzare.


Generalizzo invece. Perché essere italiani è un vanto, non l'essere individui. Chi sono gli italiani? ... quelli che conosco da una vita, li vedo ogni giorno, quelli che non accettano che le convenzioni e le furberie, quelli che sono in milioni davanti la televisione, quello che sono in milioni e milioni a perdersi nella figa (che è cosa bellissima) e nel calcio (che è cosa bellissima) ... ma non è che bisogna essere in ginocchio e farsi il segno della croce per divenire idolatri di qualcosa. Sono persone fortemente dualistiche, e fortemente programmate nella retorica. Sono in milioni genuflessi ad uno Stato dentro uno Stato. Sono milioni la domenica a messa. Sono sempre inginocchiati davanti a qualcosa o a qualcuno. Li ho conosciuti da Statale, da operaio, da artigiano, da uomo di potere e da uomo di popolo, da attivista in movimenti politici e da attivista in movimenti culturali.

L'Italia è il paese delle eccezioni e io non sono quel bimbominkia di Jovanotti che le canta insieme all'ombelico del mondo e ... tutti dietro a ballare nella sagra delle ovvietà. A me le eccezioni non interessano a me interessa vedere quale vita viviamo e come la stessa è ORDINATA (non come antitesi del disordine, ma più precisamente come inquadrata).

Citazione:

Siamo batterie purtroppo.


Infatti.

Citazione:
Belle parole? False? Retoriche? Forse, ma l'idea è anti-delega e quello che conta è spargere il virus ai pecoroni che adorano il moloch, fargli capire che il potere non è per forza di cose naturale nei rapporti umani.


Mi fa piacere sentire qualcuno che parla con intelligenza e sopra le righe. Apprezzo molto. Penso, Yarebon, che siamo distanti proprio in quello che noi consideriamo giusto, sul significato di conquista, sul significato di mirare ad un mondo diverso. Sono certo che se io seguissi questo percorso leverei ossigeno e contribuirei a fare del male alla libertà di cui parlo; in un modo o nell'altro siamo sempre a predicare e a sperare in delle gabbie più comode. La mia coscienza non lo permette e ...


... la purezza, come la chiami Te, è una cosa vitale. Se questa vita è soltanto un mero passaggio esistenziale, allora tanto vale essere cinici e darsi al lato oscuro. Se invece abbiamo un anima, allora siamo eterni e del tempo lineare me ne sbatto i coglioni. Se abbiamo un'Anima farò in modo che la battaglia sia votata ad un mondo nuovo, non rattoppato, che tanto poi le pezze si scuciranno. Come sempre è accaduto.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
toussaint
Inviato: 3/10/2013 15:09  Aggiornato: 3/10/2013 15:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: L' "avventura americana"
A proposito di "avventure americane", Massimo sai nulla di presunti mega acquisti di materiale da parte della FEMA e di corsi di addestramento e formazione su tattiche di guerra urbana per il personale DHS (circa 200.000 dipendenti), entrambi (acquisti FEMA e mobilitazione DHS) da completarsi entro lo scorso primo di ottobre, data dello shutdown del sistema pubblico USA?
Sono notizie diffuse in rete di cui vorrei capire la fondatezza.
Certo è strano che 800.000 dipendenti pubblici siano stati invitati a non recarsi al lavoro mentre un altro milione si recherà regolarmente al lavoro pur non percependo ufficialmente lo stipendio.
Non è che questo milione corrisponde ai dipendenti delle Agenzie di Sicurezza e dell'FBI?
Massimo sai qualcosa?

P.S.: oh, non è che "te sei dato" al momento giusto?
Vecchio marpione...

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
earlturner
Inviato: 3/10/2013 15:59  Aggiornato: 3/10/2013 15:59
Mi sento vacillare
Iscritto: 4/7/2013
Da:
Inviati: 561
 Re: L' "avventura americana"
@Touissant
ahi ahi...mi cadi nelle robe piu' banali !
ma come? non lo sai che fema sta [ ancora, lol ] costruendo i campi di concentramento e le bare [ si dica siano oltre 700mila ] perche' in us c'e' la legge marziale, per quello che le leggi sulle armi si stanno stringendo a piu' non posso [ cazzo ora solo un fucile a pompa ti puoi comperare invece del buon vecchio m16 ]. Toussaint, mi cadi sull'uccello, pensavo fossi un ragazzotto informato.
Non ci sono piu' le mezze stagioni

yarebon
Inviato: 3/10/2013 21:42  Aggiornato: 3/10/2013 21:45
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2366
 Re: L' "avventura americana"
Andremo avanti all'infinito, tanto abbiamo spiegato abbastanza ognuno ciò che pensa (pur se con imprecisioni dovuti al limite del mezzo), solamente una cosa per chiarire, ma è limite mio se non mi sono spiegato ma è fondamentale:
io non faccio nessuna crociata e non convinco nessuno, non mi è mai venuto in mente di fare il buon samaritano ed andare in giro a spargere verità, a che pro poi fare una cosa del genere? Perdere energia? Aumentare il proprio egocentrismo? Entrare nella dialettica politica e culturale di scontro? Anzi era un'atteggiamento che guarda caso avevo nella mia fase "incazzato con il mondo".
"Non dare le pelle ai porci" è sacrosanto per me, non come atteggiamento di superiorità (ognuno crede che gli altri siano i porci e noi i puri), ma come consapevolezza che il seme si butta la dove può germogliare.
La pianta è prima un seme e la farfalla è prima una larva.
Ciao!

Calvero
Inviato: 3/10/2013 22:21  Aggiornato: 3/10/2013 22:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: L' "avventura americana"
Citazione:
(pur se con imprecisioni dovuti al limite del mezzo),


Purtroppo giunti ad una certa frequenza (vale per ogni Tema) o ad un certo punto critico delle discussioni, ecco che manca sempre un cazzo di PUB, una birra e due noccioline. E non per rendere più leggera la cosa, ma proprio in ragione che poche cose in questo senso sono sostituibili al face to face.

Citazione:
.. io non faccio nessuna crociata e non convinco nessuno,


.. mai sospettato

Citazione:
La pianta è prima un seme ..


Trovami il terreno e sono da Te in un battibaleno, come pianta, come seme, come arbusto, come Calvero, come preferisci

A presto ... .. .

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
eduCattivo
Inviato: 5/10/2013 0:30  Aggiornato: 5/10/2013 0:30
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/4/2007
Da: Rinteln, Niedersachsen -D-
Inviati: 52
 Re: L' "avventura americana"
Eh la benzina ogni giorno costa sempre di più, e la lira cede e precipita giù!
Svalutation, svalutation.
Cambiano i governi niente cambia lassù
c'è un buco nello Stato dove i soldi van giù!
Svalutation, svalutation.
[...] Mah, siamo in crisi ma, senza andare in là, l'America è qua. [...]
[...]Ma quest'Italia qua se lo vuole sa che ce la farà. E il sistema c'è: quando pensi a te
pensa... anche un po' per me.
Citaz. SVALUTATION Celentano.

Il tuo è proprio un finale (o un inizio?) a sorpresa, neanche Dan Brown ne ha riservati di simili al suo Langdon.

Bentornato. Luigi.

Se vuoi renderti interessante, aggiungi ''Confucio'' alla fine dei tuoi scritti.

Confucio
pasksak
Inviato: 5/10/2013 12:47  Aggiornato: 5/10/2013 12:47
So tutto
Iscritto: 29/5/2012
Da:
Inviati: 19
 Re: L' "avventura americana"
Che gran coraggio a tornare in Italia! In bocca al lupo per il tutto, il tuo lavoro, la tua vita.

P.S. Io sarei rimasto là magari cambiando Stato...

medicialbe
Inviato: 7/10/2013 18:31  Aggiornato: 7/10/2013 18:31
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/2/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: L' "avventura americana"
Che bello !!!!! Ti si potrà incontrare di persona!!!!


Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA