Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


politica italiana :  I soliti radicali da circo equestre
Inviato da Dusty il 3/9/2013 8:00:00 (9831 letture)

Il partito radicale ha lanciato una nuova campagna per fare un referendum sulla depenalizzazione della marijuana. Questo è lo spot che hanno messo in rete. E' uno spot decisamente intelligente, accattivante, capace di colpire direttamente al cuore del problema.



Vediamo di commentare i passaggi più brillanti dello spot, partendo dall'inizio: "Un italiano su tre ha fumato cannabis almeno una volta nella vita - ci dice tutto eccitato il narratore - I consumatori abituali sono oltre 3 milioni. Più o meno come chi segue il calcio allo stadio."

Esordio grandioso, da veri professionisti della comunicazione. Partire con una fallacia ad autoritatem all'inizio dello spot è come partire in folle in una gara di Formula 1, senza benzina e con gli occhi bendati da una sciarpa di lana.

Che cosa vorrebbe dire, "i consumatori abituali sono più o meno come chi segue il calcio allo stadio"? Che siccome sono "tanti", allora "va bene" consumare marijuana? Se è solo per quello, in Italia ci sono 6 milioni di figli di puttana ...


... che non pagano le tasse, più o meno come quelli che vanno in chiesa alla domenica. Quindi non pagare le tasse è OK?

Anzi a questo punto - fallacia per fallacia - gli applichiamo anche un bel piano inclinato, e così arriviamo al famoso "Mangiate merda: venti miliardi di mosche non possono sbagliare".

"Poi ci sono i fan delle droghe pesanti, vietatissime da anni, ma sempre in aumento. Anche nelle scuole."

Questa non è una semplice fallacia da dilettanti, qui siamo di fronte al più fetente inganno linguistico che si possa immaginare: chiamando "pesanti" eroina, cocaina e metanfetamine sembri voler fare un favore alla marijuana, perchè dici che in fondo si tratta di una droga "leggera". In realtà le hai accomunate tutte sotto il termine comune di "droga", e da qui in poi - come vedremo in seguito - non si torna più indietro.

"Così la criminalità organizzata incassa decine di miliardi di euro ogni anno, in nero. Se invece lo Stato legalizzasse la Cannabis come i tabacchi, incasserebbe circa 8 miliardi di euro all'anno in più, come due i sulla prima casa."

E bravi i nostri radicali, questa sì che è una strategia vincente! Te ne esci con una frase del genere in TV, e il giorno dopo hai dieci milioni di bacchettoni che ti rispondono sui giornali: "Se è solo per quello, legalizzando l'eroina lo stato incasserebbe il triplo. Se poi ci mettiamo anche la prostituzione minorile e il traffico di organi risolviamo tutti i nostri problemi in un colpo solo." E tu hai già chiuso la tua bella campagna per la liberalizzazione, prima ancora di iniziarla.

La strategia che "lo stato incasserebbe tanti soldi" è già stata tentata più volte dai vari stati americani che cercano di legalizzare la marijuana, ma è sempre fallita per lo stesso motivo: nessuno baratterà mai qualcosa che crede sinceramente dannoso per la società, solo per qualche dollaro in più.

Se vuoi affrontare correttamente il problema, devi prima spiegargli perchè la marijuana non è dannosa come credono loro. Ma a quel punto - se mai tu ci riuscissi - fargli vedere il miraggio del "guadagno" non serve più a niente, perchè nel frattempo il problema è stato risolto.

"Ogni anno si risparmierebbero anche i 2 miliardi della repressione, per fare 6000 asili nido per 180 mila bambini, creando 40.000 posti di lavoro. Anche la giustizia si sbloccherebbe. Polizia e magistratura avrebbero più risorse contro i crimini che fanno vittime."

Infatti a Palermo non riescono ad arrestare i mafiosi che raffinano l'eroina da mandare in America non perchè hanno paura di essere ammazzati dalle cosche, ma perchè sono troppo impegnati a correre dietro ai ragazzini che si fanno lo spinello. Appena gli liberiamo un paio di gazzelle da questo compito gravoso e inutile, vedrai come i traffico mondiale di eroina viene smantellato in quattro e quattr'otto.

"Sono quasi 800.000 i processi per droga che intasano i tribunali, contribuendo al sovraffollamento delle carceriun detenuto su tre infatti è dentro per reati legati alla droga."

Eccola qua, la famosa parola che tutto accomuna e nulla risolve: "droga". Di questi 800.000 "processi per droga", quanti esattamente riguardano la marijuana, e quanti invece riguardano i trafficanti di eroina, cocaina, ecc?

Capisco che faccia comodo accomunare il tutto nello stesso calderone, pur di arrivare alla magica cifra di "quasi 800.000", ma poi chi lo spiega alla gente che eroina e marijuana sono due cose completamente diverse?

Ed infatti, una volta aperta, la voragine della "droga" non si chiude più:

"La legalizzazione e la trasformazione delle tossicodipendenze in farmaco dipendenze avrebbero un effetto stupefacente sulla giustizia, sulla sicurezza, sull'economia e sulla sanità."

Visto? Ci siamo distratti un attimo, e siamo già alla "tossicodipendenza". Chi conosce un solo caso di tossicodipendenza da marijuana alzi la mano. E chi conosce uno di questi casi che sia stato risolto dalla "farmacodipendenza" ne alzi due, e faccia anche un paio di capriole cantando l'Aida in cinese.

"Olanda e Portogallo l'hanno capito. Da anni hanno depenalizzato il consumo senza veder aumentare i consumatori."

Infatti in Olanda la gente ci va per vedere i tulipani, e le decine di migliaia di persone che si aggirano beate per le strade di Amsterdam, sorridendo anche ai semafori spenti, sono solo persone che sono entrate nel coffee-shop sbagliato.

Inoltre, c'è una differenza fondamentale fra Olanda e Portogallo. Nel primo caso si parla di semplice depenalizzazione della marijuana (che rimane comunque illegale), mentre il Portogallo ha decriminalizzato (e non solo depenalizzato) tutte le droghe vere e proprie, dall'eroina alla coca fino alla più trucida delle anfetamine. Stiamo parlando di due situazioni completamente diverse, affrontate e risolte in modo completamente diverso.

Ma nuovamente, che differenza volete che faccia? Per quel che devono farci i radicali - inventarsi una qualunque campagna di sapore "progressista", pur di raccattare qualche voto in tempi di magra - una droga vale l'altra.

Massimo Mazzucco

Voto: 5.00 (13 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
peonia
Inviato: 3/9/2013 8:14  Aggiornato: 3/9/2013 8:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Azz che lucida e spietata analisi! chissà quanta gente però, ahimè, ci cascherà....
Massimo sei sprecato.....

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Ghilgamesh
Inviato: 3/9/2013 8:38  Aggiornato: 3/9/2013 8:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Scusa Massimo, ma secondo me anche nel tuo ragionamento c'è una fallacia logica mica indifferente.

Parti dal presupposto che gli Italiani siano persone ancora pensanti.

Dire a un Italiano che la MAria non fa male, non gli importa, potrebbe crederti oppure no , tanto per te che dici una cosa, andrebbe in tv uno della mafia/governo a dire il contrario pe la "parcondicio".

Ma anche ti credesse, invece di andare a votare, se non è uno dei 3 milioni che fuma, starebbe a casa a guardarsi l'ennesima partita de calcio truccata.

Se invece gli dici: Bello, lo sai che se legalizziamo possiamo togliert lIMU e abbassarti anche le altre tasse?!

Ecco, in quel caso, il troglodita italiaco medio, sarebbe disposto a venire a votare anche la depenalizzazione dell'omicidio!

p.s. Per il resto concordo che il tizio che ha fatto sto video, di pubblicità ne capisce poco o niente... o che in realtà siano i radicali a non voler legalizzare ... altrimenti de che parlano la volta dopo ... un pò come il PD che le cerca tutte per salvare B.

fefochip
Inviato: 3/9/2013 8:51  Aggiornato: 3/9/2013 8:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: I soliti radicali da circo equestre
questo spot è da vomito.

è talmente fatto male che viene il dubbio che sia stato fatto apposto cosi.

come dice massimo accomunare la cannabis e droghe come eroina , cocaina ,ecc è un errore comuniciativo e tecnico madornale ...sempre se si vuole ottenere l'effetto di far riflettere su un eventuale depenalizzazione perche come ripeto viene il dubbio.

mi pare chiaro che si cerca di battere pesantemente sul bieco tornaconto ma come giustamente ha sempre detto massimo è fatto in maniera grossolana e sciocca, perche a quelle condizioni nessun moralizzatore cambierebbe bandiera.

basterebbe affermare che per marujana non è mai morto nessuno mentre per il tabacco e l'alcool a milioni. Alla imbecille (e falsa) considerazione che si passa dalle droghe leggere a quelle pesanti si potrebbe dire cosi della pasta...crea dipendenza e magari poi ne abusi , passi allo zucchero , ai dolci , alle bibite zuccherine e diventi obeso e poi muori di infarto e/o diabete. è insomma un cazzo di ragionamento come vietare le biciclette perche poi ti "Gasi" e ti compri una moto da corsa super potente con cui ti vai ad abbracciare un palo.

poi se proprio non riesci ad abbattere questo granitico luogocomune del "trampolino dalla droga leggera a quella pesante" puoi a quel punto "servire" sul piatto tutte le conseguenze negative che si abbattono sulla collettività come costi sociali(in parte detti dallo spot) uniti ai NON benefici (possibilità di fare biocarburanti , tessuti , cibo ,ecc) per demolire una volta per tutte questa idiozia.


probabilmente come dice massimo questo spot è stato realizzato solo per sfruttare questo clima di depressione economica che c'è ora e raggranellare qualche voto .

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
blitiri
Inviato: 3/9/2013 9:02  Aggiornato: 3/9/2013 9:02
So tutto
Iscritto: 21/1/2013
Da:
Inviati: 15
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Certo che a questo giro Massimo vuoi vincere facile!

Aggiungerei anche: quali sono i reati legati alla droga per cui un detenuto su tre è dentro? Sono dentro solo perché avevano uno spinello in tasca o magari perché hanno rapinato, commesso violenze, spacciato o chissà cos'altro perché erano sotto gli effetti della droga, o per procurarsela o per farci i soldi?

Poi la giustificazione che dato che lo fanno in molti quindi deve diventare legale francamente è quella che trovo più ridicola di tutte eppure è anche quella più utilizzata....

gnaffetto
Inviato: 3/9/2013 9:39  Aggiornato: 3/9/2013 9:39
Mi sento vacillare
Iscritto: 4/1/2008
Da:
Inviati: 336
 Re: I soliti radicali da circo equestre
per non parlare dell'associazione DROGA - AIDS fatta al min 1:48 facendo riferimento all'HIV.

fefochip
Inviato: 3/9/2013 9:47  Aggiornato: 3/9/2013 10:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Citazione:
per non parlare dell'associazione DROGA - AIDS fatta al min 1:48 facendo riferimento all'HIV. Invia un commento


ecchè non lo sai che dallo spinello all'HIV il passo è breve?

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Sertes
Inviato: 3/9/2013 9:53  Aggiornato: 3/9/2013 11:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: I soliti radicali da circo equestre
--autorimosso--

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
fefochip
Inviato: 3/9/2013 9:54  Aggiornato: 3/9/2013 10:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Citazione:
Poi la giustificazione che dato che lo fanno in molti quindi deve diventare legale francamente è quella che trovo più ridicola di tutte eppure è anche quella più utilizzata....


in realtà se ci pensi bene non è affatto ridicola.

ragiona al contrario per eccesso estremizzando :
immagina un mondo in cui una legge(o una procedura o qualunque disposizione scritta) è infranta da tutti e/o non applicata.

che senso ha ?

(questo mondo esiste e sta in italia )

immagina una legge che potenzialmente mette tutti in carcere o anche una grossa fetta di popolazione. che senso ha?

a mio avviso potrebbe darsi che non consideri il fatto che una QUALUNQUE legge NON discende da nulla di certo e sicuro al 100%, in altre parole che ne sappia l'uomo NON esistono leggi di DIO riconosciute da tutti.

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
fefochip
Inviato: 3/9/2013 9:57  Aggiornato: 3/9/2013 10:04
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Citazione:
Nessuno mai è arrivato alla cocaina/eroina senza essere passato prima dalla marijuana, quindi se uno evita di incominciare a fumare marijuana di certo non arriva alla droga.


anche questa come cazzata ignobile è notevole.

si potrebbe allora affermare che nessuno è mai arrivato allo spinello senza prima fumare una sigaretta.
perche la sigaretta si, secondo il tuo "ragionamento"?

senti tu che ragionamenti tocca sentire

allora arriviamo a dire che nessuno è mai arrivato ad essere obeso e a morire di infarto senza consumare zucchero.

Citazione:
Poi si può discutere di tutto, ma proprio di tutto, ma un minimo di onestà intellettuale bisognerebbe mantenerla, specie su argomenti così delicati che incidono così tanto sulla vita delle persone.

condivido in parte.
argomento "delicato" per chi? sti cazzi io ho altri argomenti "delicati" .
chi decide che è delicato? perche "incide" su di te ?
datti una calmata

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Sertes
Inviato: 3/9/2013 10:06  Aggiornato: 3/9/2013 11:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: I soliti radicali da circo equestre
--autorimosso--

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
sybill
Inviato: 3/9/2013 10:11  Aggiornato: 3/9/2013 10:11
Ho qualche dubbio
Iscritto: 14/1/2010
Da:
Inviati: 158
 Re: I soliti radicali da circo equestre
E che cosa vi aspettavate dai nonni di tutti i gatekeeper?

Davide71
Inviato: 3/9/2013 10:12  Aggiornato: 3/9/2013 10:12
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/7/2006
Da:
Inviati: 2108
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Ciao a tutti:

devo ammettere che i Radicali mi hanno sempre lasciato perplesso. Devo ammettere che Massimo ha svolto un'ottimo "debunking mediatico".
Io lancerei piuttosto un appello per riprendere la COLTIVAZIONE della canapa PER TUTTI GLI USI!
Essa serve (vedi :
link assocanapa)
1) come fibra tessile tra le più robuste che si conoscano;
2) come alimento ricco di proteine(olio e semi);
3) come (anche se disapprovo) combustibile;
4) come medicinale di bassa tossicità (varietà non disponibili in Italia);
in più la sua coltura è semplice, richiede poco lavoro (pianta rustica) e arricchisce il terreno invece di impoverirlo;
Dal '98 i coltivatori diretti possono coltivare la varietà messa a disposizione da Assocanapa (obbligo di acquisto dei semi da loro; vi dice niente?...) per usi industriali (troppo poco THC...); occorre anche sviluppare il mercato di destinazione però...
Io dico che se si eliminano gli ostacoli alla sua coltivazione per usi industriali si finirà per sfruttarla anche per uso medico, e si arriverà ad un regime di tolleranza paragonabile a quello delle sigarette.

Non date le perle ai cani e ai porci perchè non le mangeranno e vi si rivolteranno contro.
fefochip
Inviato: 3/9/2013 10:14  Aggiornato: 3/9/2013 10:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Citazione:
Comunque io ho già finito di discutere con te, proprio perchè discutere con te è impossibile, quando ti poni in questo modo.

mi risparmi solo una rottura di balle.
comunque è sotto gli occhi di tutti chi si pone come

primo intervento di sertes citando fefochip:
Citazione:
Inviato: 3/9/2013 9:53 Aggiornato: 3/9/2013 9:54 Anche questa, come stronzata, è notevole.

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Ghilgamesh
Inviato: 3/9/2013 10:20  Aggiornato: 3/9/2013 10:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Citazione:
Autore: Sertes Inviato: 3/9/2013 9:53:58
Anche questa, come stronzata, è notevole.
Nessuno mai è arrivato alla cocaina/eroina senza essere passato prima dalla marijuana, quindi se uno evita di incominciare a fumare marijuana di certo non arriva alla droga.


Volendo estendere il concetto (della tua de stronzata) nessuno si è mai fatto uno spinello senza aver prima mangiato na barretta di cioccolato, che facciamo proibiamo?

E che dire dell'acqua che ho assunto prima di farmi la mia prima canna? Subito un altro referendum, altro che pubblica, ILLEGALE!

p.s. Tornando un pelo più serio, premetto che conosco gente che tira di coca ma che non ha MAI toccto uno spinello, cosa che manda rigorosamente in vacca il tuo assunto, anche in questo caso, il problema sono le manipolazioni mediatiche.

In realtà chi passa alle droghe pesanti segue un percorso perfettamente legale, passando da alcool e sigarette, solo che se l'intervistatore ti chiede: da cosa sei partito?
Quello, non considerando le suddette droghe, ti dice dalle canne!

Detto questo, per arrivare a certe cose hai altri tipi di problemi, dire che la colpa è degli spinelli è come dire che dei tizi si son suicidati per colpa delle canzoni dei Judas Priest!

Sertes
Inviato: 3/9/2013 10:21  Aggiornato: 3/9/2013 11:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: I soliti radicali da circo equestre
--autorimosso--

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
fefochip
Inviato: 3/9/2013 10:23  Aggiornato: 3/9/2013 10:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Citazione:
Io lancerei piuttosto un appello per riprendere la COLTIVAZIONE della canapa PER TUTTI GLI USI!

infatti mi riferivo proprio a quello in un mio post piu sopra.

a mio avviso però è un aspetto secondario del problema se non si riescono a scardinare certi luoghi comuni.

dire ad esempio che chi si fuma uno spinello poi si spara la cocaina o l'eroina come conseguenza dello spinello vuol dire che non sa un cazzo di quello che significa.
il profilo psicologico di chi usa cocaina ad esempio è nettamente diverso da chi gli piace la canna.
se usi entrambi è perche vuoi andare oltre ricorrendo a ogni mezzo per eccitarti e per rilassarti ,ma allora sarai pure quello che si prende il viagra per scopare.
se poi schiatta non è certo per le droghe che sono viste come un ausilio ma per un certo stile di vita che non conosce piu la prudenza e il buon senso.

ricercherei allora piu questo comportamento nella propaganda di hollywood che nell'uso di una canna francamente.

dire che ti fai una canna e poi vai a fare chissà cosa è una idiozia immensa perche la canna ti rilassa , insomma se devi fare una rapina o la fai perche sei drugat ti fai di coca o ti sei fatto di coca e non certo di maria.

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Sertes
Inviato: 3/9/2013 10:24  Aggiornato: 3/9/2013 11:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: I soliti radicali da circo equestre
--autorimosso--

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Sertes
Inviato: 3/9/2013 10:26  Aggiornato: 3/9/2013 11:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: I soliti radicali da circo equestre
--autorimosso--

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
fefochip
Inviato: 3/9/2013 10:31  Aggiornato: 3/9/2013 10:31
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Citazione:
Quando trovi uno che è arrivato alle droghe pesanti senza passare da quelle leggere, fammi sapere.


stiamo parlando(almeno io) della marujana e non di tutto l'elenco di droghe "leggere", mi sembrava chiaro questo concetto.

quando trovi uno che è arrivato a fumarsi una canna senza prima farsi una sigaretta fammi un fischio pure te.
e direi pure che è arrivato alle "droghe pesanti" senza usare prima l'alcool

che vorrebbe dire questo ragionamento?

Citazione:
Fino ad allora evita di scrivere ulteriori stronzate

e aridanghete
ma chi è che si pone in certi modi?

Citazione:
perchè ribadisco stai scherzando con la vita della gente.

stiamo al livello di "voi umiliate i morti"?

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
fefochip
Inviato: 3/9/2013 10:34  Aggiornato: 3/9/2013 10:35
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Citazione:
Evidentemente non hai mai approfondito il problema dello step psicologico di superare un vincolo di illegalità, e di come dopo ci sia la possibilità di superare il seguente vincolo con maggiore facilità. Non è assolutamente un salto automatico, ma è facilitato, a tal punto che se uno non fa prima il passo della marjiuana, alle droghe vere e proprie non ci arriva mai.


ma se non ci fosse piu tale vincolo sulla maria il tuo step psicologico andrebbe a quel paese
è una relazione del tutto artificiosa quindi non legata da nessun rapporto di causa effetto tra marujana e "droghe pensanti"

e poi parli tu di stronzate degli altri ...vabbè

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Sertes
Inviato: 3/9/2013 10:34  Aggiornato: 3/9/2013 11:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: I soliti radicali da circo equestre
--autorimosso--

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Slobbysta
Inviato: 3/9/2013 10:36  Aggiornato: 3/9/2013 10:39
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/7/2013
Da:
Inviati: 2227
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Sulla cannabis ci può esser una forte dicotomia tra quella coltivata naturalmente e quelle bombate con una concentrazione di THC di oltre il 30%...simili metodi di forzatura rendono questa pianta vicino al tossico...e quindi il ragionamento potrebbe essere soggetto a speculazione...

Con Stima Slobbysta

Ghilgamesh
Inviato: 3/9/2013 10:37  Aggiornato: 3/9/2013 10:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Sertes, però se vuoi continuare a discutere, dovresti pure imparare a LEGGERE!

IO conosco una persona che tira di coca e non ha MAI fumato uno spinello.
(ma beveva e beve come na spugna)

Che facciamo, continui a ignorare la cosa perchè va contro i tuoi "principi" e a chiedere (solo a Fefo) se conosce qualcuno passato alle pesanti senza essere passato dalle leggere o cominci a prendere atto che hai scritto na stronzata?

fefochip
Inviato: 3/9/2013 10:37  Aggiornato: 3/9/2013 10:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Citazione:
Infatti l'affermazione è l'esatto opposto, cioè che chi è arrivato alla coca è passato dalla marija.


e se non ci fosse si snifferebbe prima i barattoli di colla

Citazione:
Ma tu quando non vuoi vedere, come prima cosa stravolgi la posizione altrui.

falla finita, non ho "stravolto" nessuna posizione altrui
ho espresso un mio parere

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Davide71
Inviato: 3/9/2013 10:43  Aggiornato: 3/9/2013 10:43
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/7/2006
Da:
Inviati: 2108
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Comunque è vero che, se i Radicali volessero VERAMENTE sostenere l'uso ludico della canapa sosterrebbero la coltivazione della canapa a uso industriale! Innanzi tutto se uno avesse un ettaro di canapa per fare corde e una decina di piante per ...altri usi (a parte l'idea di consentire la coltivazione di un numero limitato di piante per "scopi scientifici") nessuno potrebbe accorgersene. Inoltre si ritornerebbe a considerare la canapa per quello che veramente è da millenni, e si smetterebbe di demonizzarla. Se continuano a battere il tasto della marijuana è perché sanno che così ottengono l'effetto opposto (si fanno il loro piccolo parco elettorale di fricchettoni ma si guardano bene di consentire la benché minima liberalizzazione)!

Non date le perle ai cani e ai porci perchè non le mangeranno e vi si rivolteranno contro.
Decalagon
Inviato: 3/9/2013 10:43  Aggiornato: 3/9/2013 10:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Vabbehm, evitiamo di commentare lo spot dei radicali che è incommentabile..

Citazione:
Nessuno mai è arrivato alla cocaina/eroina senza essere passato prima dalla marijuana


Detta così sembra quasi che chi fuma cannabis è costretto a passare alla cocaina.

Ma secondo te perché molti (non credo TUTTI) tossici son passati dalla canapa prima di farsi in vena? Perché l'erba la devi comprare dagli spacciatori, devi frequentare ambienti malavitosi.. se invece si potesse comprare al tabacchino il problema non esisterebbe nemmeno.

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»
fefochip
Inviato: 3/9/2013 10:44  Aggiornato: 3/9/2013 12:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Citazione:
Che facciamo, continui a ignorare la cosa perchè va contro i tuoi "principi" e a chiedere (solo a Fefo) se conosce qualcuno passato alle pesanti senza essere passato dalle leggere o cominci a prendere atto che hai scritto na stronzata?


scusate ma se proprio dobbiamo facciamo ma quali sarebbero le "droghe leggere"?

riporto qui questo passo di wiki (che in questo caso scrive cose sensate) Questo è un preludio fondamentale per capire come la dicotomia tra "droghe leggere e pesanti" sia solo un semplicistico riferimento, vagamente basato sull'oggettiva differenza quanto ad effetti, induzione di dipendenza fisica ed incidenza sociale dei derivati della pianta di Cannabis rispetto ai derivati di piante come il papavero o la coca; semplicistico riferimento perché ad esempio, in questo senso, bisognerebbe senza indugio considerare in base agli stessi parametri di pesantezza degli effetti, dipendenza fisica ed incidenza sociale anche l'alcool come una "droga pesante", percepita diversamente dalle succitate sostanze solo in virtù del proprio status legale che la vede tollerata in tutto il mondo occidentale.[5][6] L'espressione "droghe pesanti e droghe leggere" è da ritenersi dunque un termine principalmente colloquiale per indicare, rispettivamente, sostanze psicoattive particolarmente dannose[7] e sostanze che sono ritenute non induttrici di dipendenza (o induttrici di dipendenza ridotta) e meno dannose di quelle pesanti.[8] L'espressione "droghe leggere" è considerata controversa dai critici della medesima perché implica che la sostanza causi danni nulli o insignificanti.[

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Maksi
Inviato: 3/9/2013 10:44  Aggiornato: 3/9/2013 10:45
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/10/2011
Da:
Inviati: 1219
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Forse la Maria non fa male in senso strettamente medico, ma sicuramente un uso piu' frequente rende piu' imbecilli (vuoti di memoria, difficolta cognitive, appiattimento emotivo...). Di esempi ne ho visti gia' troppi: delle amebe sorridenti.

fefochip
Inviato: 3/9/2013 10:46  Aggiornato: 3/9/2013 10:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Citazione:
Ma secondo te perché molti (non credo TUTTI) tossici son passati dalla canapa prima di farsi in vena? Perché l'erba la devi comprare dagli spacciatori, devi frequentare ambienti malavitosi.. se invece si potesse comprare al tabacchino il problema non esisterebbe nemmeno.


è la stessa cosa che gli ho cercato di dire io sulla sua stronzata della soglia psicologica "infranta" perche la maria è illegale. se non ci fosse tale soglia non si oltrepasserebbe mai con una marujana legale.

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
fefochip
Inviato: 3/9/2013 10:49  Aggiornato: 3/9/2013 10:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Citazione:
Forse la Maria non fa male in senso strettamente medico, ma sicuramente un uso piu' frequente rende piu' imbecilli (vuoti di memoria, difficolta cognitive, appiattimento emotivo...). Di esempi ne ho visti gia' troppi: delle amebe sorridenti.


se è per questo l'alcool rende idioti , irascibili e devasta il fisico.
droga pesantissima e legalissima.

su questa schizofrenia legislativa i benpensanti dovrebbero riflettere

tra l'altro che io sappia gli effetti dell'alcool sono indelebili quelli della marujana sono passeggeri , se smetti non ti lascia devastato nel fisico.
ripeto che io sappia di sola marujana non è mai morto nessuno

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Decalagon
Inviato: 3/9/2013 10:49  Aggiornato: 3/9/2013 10:49
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Citazione:
ma sicuramente un uso piu' frequente rende piu' imbecilli (vuoti di memoria, difficolta cognitive, appiattimento emotivo...)


Altra cazzata.

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»
Sertes
Inviato: 3/9/2013 10:49  Aggiornato: 3/9/2013 11:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: I soliti radicali da circo equestre
--autorimosso--

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
fefochip
Inviato: 3/9/2013 10:54  Aggiornato: 3/9/2013 10:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Citazione:
Decalagon ha scritto: Detta così sembra quasi che chi fuma cannabis è costretto a passare alla cocaina.

Certo Elia. Facciamo che rinuncio e ne riparliamo quando avete studiato logica.


aspetta aspetta ,questa è stupenda:

quindi chi passa dalla maria alla coca(e secondo questo "ragionamento" lo fanno tutti ) lo farebbe perche è logico?

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Decalagon
Inviato: 3/9/2013 10:57  Aggiornato: 3/9/2013 10:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Citazione:
Certo Elia.

Facciamo che rinuncio e ne riparliamo quando avete studiato logica.


Te lo spiegai anche quando ci siamo visti l'ultima volta, Ric: stiamo parlando di scelte, ok? Dato per certo ormai che la marijuana non dà dipendenza, mi spieghi cosa ha spinto i tossici che conosci tu a consumare cocaina ed eroina? Di sicuro non l'erba. Quindi lo hanno scelto loro, per provare, perché gli amici gli hanno detto di farlo, per sentirsi fighi (ipotizzo), e ci sono rimasti fregati.

Anche a me è capitato, frequentando la compagnia di "amici" dell'adolescenza, che uno insistesse per farmi provare una riga di coca o che mi mettesse in mano una pasticca non ben definita dicendomi "prova, è bellissimo", ma io ho SCELTO di non farlo perché avevo paura. Quindi sono giunto alla conclusione che chi è disinformato, chi non conosce i rischi e chi non è consapevole delle scelte che fa, resta fottuto. La cannabis non c'entra una fava.

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»
Maksi
Inviato: 3/9/2013 11:00  Aggiornato: 3/9/2013 11:00
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/10/2011
Da:
Inviati: 1219
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Citazione:
Altra cazzata.

Visto e' stravisto, mi dipsiace.
E poi diventano particolarmente odiosi, come se avessero scoperto chissa' quale virtu' esistenziale. Poi, in un momento di lucidita', affermano che il reale motivo dell'uso e' quello di portarsi a letto qualche "amichetta di fumo". Li capisco. Forse e' piu' facile che con l'alcool.

fefochip
Inviato: 3/9/2013 11:01  Aggiornato: 3/9/2013 11:01
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: I soliti radicali da circo equestre
teoria del passaggio

Citazione:
La teoria del passaggio (gateway drug theory in inglese) è l'ipotesi secondo cui l'uso di droghe "leggere" come quelle derivate dalla Cannabis[1] porterebbe in futuro all'uso di droghe più "pesanti", ovvero di sostanze realmente dannose e capaci di creare dipendenza, come eroina, morfina o cocaina. La teoria nacque negli Stati Uniti, negli anni in cui il Federal Bureau of Narcotics promosse una campagna pubblicitaria a favore della promulgazione di un proibizionismo della cannabis. Essa tuttavia non poggia su alcuna base scientifica[2][3][4][5] né è mai stata scoperta alcuna proprietà intrinseca della Cannabis che possa metterne in relazione il consumo con quello di sostanze di altra natura, oppiacea o altro.[6][7][8] Si è poi recentemente diffusa una variante più ampia della teoria, secondo cui l'uso abituale di sostanze "leggere" potrebbe condurre all'uso di droghe più pericolose, o porterebbe al rischio di rimanere invischiati nel mondo del crimine: in questa chiave la teoria del passaggio è applicata non solo alla Cannabis, ma anche ad alcool e tabacco.

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
fefochip
Inviato: 3/9/2013 11:02  Aggiornato: 3/9/2013 11:02
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: I soliti radicali da circo equestre
stesso link
Il Rapporto La Guardia
Citazione:
Che la marijuana non conducesse all'uso di droghe più pesanti era tra i risultati pubblicati nel 1944 dal famoso Rapporto La Guardia (La Guardia Marijuana Committee), commissionato dal sindaco di New York Fiorello La Guardia per verificare le asserzioni dell'FBN riguardo ai presunti danni provocati dal fumo di marijuana. Esso evidenziò come la Marijuana non fosse causa di alcuna violenza ma potesse addirittura essere un salubre farmaco contro le dipendenze da alcool o Eroina[9]. Harry Anslinger, capo dell'FBN, denunciò il sindaco Fiorello La Guardia, la New York Academy of Medicine e i medici che per anni avevano lavorato alle ricerche per il rapporto, dichiarando che non avrebbero fatto più esperimenti e studi sulla Marijuana senza un suo permesso personale, pena l'arresto per infrazione delle leggi sugli stupefacenti[

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
fefochip
Inviato: 3/9/2013 11:06  Aggiornato: 3/9/2013 11:06
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: I soliti radicali da circo equestre
i tuoi pensieri su questo punto sertes sono stati formati dalla propaganda dell'epoca ,senza nessuna base logico/scientifica

buona bevuta

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
fefochip
Inviato: 3/9/2013 11:13  Aggiornato: 3/9/2013 11:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: I soliti radicali da circo equestre
leggiti qualcosa di scientifico e fai qualche pensiero LOGICO e poi ne riparliamo SERTES.
magari senza che entri a gamba tesa dicendo che dico stronzate al primo intervento , INVENTANDOTI DI SANA PIANTA di aver distorto dei tuoi ragionamenti (che non c'erano oltretutto perche non avevi ancora scritto) quando ho solo espresso solamente un mio parere.

Uno dei motivi principali che viene portato per mantenere la proibizione legale della cannabis è la teoria della "droga di passaggio", secondo cui chi usa cannabis, sarebbe indotto, attraverso un meccanismo in qualche modo automatico, al successivo uso di eroina. Qual'è la reale fondatezza di questa teoria? L'argomento apparentemente decisivo della teoria della "droga di passaggio" è la constatazione che gran parte dei consumatori di eroina ha fatto in precedenza uso di cannabis. Va subito chiarito che, in linea dì principio, la consequenzialità temporale fra due fenomeni non dimostra un rapporto di causa-effetto. Se l'evento A precede l'evento B non è dimostrato cheA è la causa di B. Sta di fatto che la maggior parte dei consumatori di eroina ha usato in precedenza cannabis. Ma è ampiamente dimostrata, fra questi soggetti, una analoga incidenza di precedente usci di alcool e tabacco (cfr. Mattonai Commission 1972, p.109; Canad. Commission 1973, pp.457 e 736). Questa associazione statistica è riportata fra l'altro anche dai sostenitori della teoria del "passaggio"(cfr. O'Donnel - Clayton 1982. p. 230: O'Doneli 1985, p.149; Jaffe 1987, p.597). Dal punto di vista della associazione statistica, quindi, non esiste alcuna differenza fra alcool, tabacco e cannabis rispetto al passaggio all'eroina. Alla luce di questo dato, il ruolo della cannabis come droga di "passaggio" all'eroina risulta scarsamente significativo. In realtà, è ragionevole supporre che le persone destinate a ricercare gli effetti dell'eroina siano caratterizzate da una tendenza a far uso di sostanze psicoattive e alla sperimentazione di stati di coscienza alterali: questo tipo di persone si rivolgeranno in prima istanza alle sostanze psicoattive legali (alcool, tabacco), e alla sostanza illegale più diffusa e meno pericolosa (cannabis); successivamente, constatando che esse non corrispondono alle loro esigenze, saranno spinti all'uso di eroina. Fin qui si è trattato dell'incidenza di precedente uso di cannabis fra i consumatori di eroina.

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
fefochip
Inviato: 3/9/2013 11:18  Aggiornato: 3/9/2013 11:19
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: I soliti radicali da circo equestre
NON ESISTE NESSUNA CORRELAZIONE DI CAUSA EFFETTO DI NATURA STATISTICA, LOGICA O SCIENTIFICA TRA USO DI MARUJANA E "DROGHE PESANTI" (ES. COCA)

tranne che nella testa di chi si è la propaganda dell'epeca che perdura a tutt'oggi ripetuta a pappardella dai solito pappagalli di regime

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Sertes
Inviato: 3/9/2013 11:19  Aggiornato: 3/9/2013 11:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: I soliti radicali da circo equestre
--autorimosso--

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
fefochip
Inviato: 3/9/2013 11:24  Aggiornato: 3/9/2013 11:35
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Citazione:
Considerando che stai riportando TU quello che A TUO PARERE PENSEREI IO, ti consiglio di riflettere attentamente.


ripetere come un pappagallo questo cosa FALSA non solo non farà riflettere me, ma nessuno qui.

DOVE avrei ti avrei messo in bocca parole non tue. falla finita di dire cazzate

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Ghilgamesh
Inviato: 3/9/2013 11:29  Aggiornato: 3/9/2013 11:29
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Fefo ho scritto droghe leggere per farmi capire e partendo dal presupposto che tutti quelli che discutono di certe cose, conoscano almeno le basi.

Detto questo, noto che sertes su certe cose continua a fare come attivisismo sull'11 settembre o Piero Angela sugli UFO.

-Non esistono
-Guarda, cos'è quello?
-Non lo so, non lo vedo (allacciandosi una scarpa)
-No, guarda! Stanno atterrando! Guarda!

-Non posso ho l'uveite!

fefochip
Inviato: 3/9/2013 11:34  Aggiornato: 3/9/2013 11:34
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Citazione:
Fefo ho scritto droghe leggere per farmi capire e partendo dal presupposto che tutti quelli che discutono di certe cose, conoscano almeno le basi.


e io ho preso spunto da te per non rivolgermi a chi mi accusa di dire "stronzate" , di manipolare sue affermazioni (non si sa quali) in modo da definire almeno su cosa stiamo parlando .

non volevo che a un certo punto "uno" se ne uscisse fuori con "ma io ho parlato di droghe leggere e non c'è solo la marujana.

comunque si, sertes si sta fissando su questa correlazione fantasiosa frutto solo di propaganda e non di logica e scienza nonostante si portino argomenti mentre lui si limita a rimandare a studi di logica misteriosi e oscuri

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Decalagon
Inviato: 3/9/2013 11:34  Aggiornato: 3/9/2013 11:35
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Citazione:
Visto e' stravisto, mi dipsiace.


Non so chi hai conosciuto te, ma io ho visto e stravisto l'esatto contrario, pensa un po'.

Poi io stesso avendo fatto uso di cannabis per anni, alle superiori, non ho visto nessun cambiamento come quello da te descritto. Quindi è una cazzata. Punto.

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»
fefochip
Inviato: 3/9/2013 11:37  Aggiornato: 3/9/2013 11:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Citazione:
Poi io stesso avendo fatto uso di cannabis per anni, alle superiori, non ho visto nessun cambiamento come quello da te descritto. Quindi è una cazzata. Punto.


avevi fatto tutto bene poi ti sei fregato

difficile vedere i cambiamenti del proprio cervello "da dentro" è paradossale

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Decalagon
Inviato: 3/9/2013 11:46  Aggiornato: 3/9/2013 11:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Se fossi diventato improvvisamente rincoglionito penso che le persone che mi stavano vicine me lo avrebbero fatto notare: "Oh Elia, ma come mai dai il buongiorno allo specchio?"

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»
Pyter
Inviato: 3/9/2013 11:46  Aggiornato: 3/9/2013 11:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Ma per far pagare le tasse a quei sei milioni di figli di puttana non basterebbe organizzare un referendum per legalizzare la prostituzione?

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
fefochip
Inviato: 3/9/2013 11:50  Aggiornato: 3/9/2013 11:50
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: I soliti radicali da circo equestre
sempre a proposito di marujana interessante documentarsi sulla

Teoria del 16 percento

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Pyter
Inviato: 3/9/2013 11:50  Aggiornato: 3/9/2013 11:50
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: I soliti radicali da circo equestre
@Fefochip

Mi lasci veramente perplesso.

Secondo te quindi non esiste nesso causale del passaggio da "esponente della Bocconi" ad alfiere della "Think tank Theory" e poi a "primo ministro" per finire a "capo di partito"?

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
fefochip
Inviato: 3/9/2013 11:58  Aggiornato: 3/9/2013 12:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: I soliti radicali da circo equestre
da SOTTOLINEARE l'eleganza di SERTES nel rimuovere tutti i suoi commenti perche non è riuscito a dire dove avrei manipolato le sue affermazioni e a spiegare quale logica ci dovrebbe essere nel passare dalla cannabis alle cosi dette "droghe pesanti".

siamo su "onestà intellettuale" channel

da adesso in poi se uno ha torto rimuove tutto e vaffanculo!

che delusione sertes


tocca fare come con attivissimo, subito cattura dello schermo per paura che l'altro ci ripensa e cambia in corso d'opera i contenuti o li cancella

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
fefochip
Inviato: 3/9/2013 11:59  Aggiornato: 3/9/2013 12:01
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Citazione:
Ma per far pagare le tasse a quei sei milioni di figli di puttana non basterebbe organizzare un referendum per legalizzare la prostituzione?


magari! vallo a dire ai papaboy

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
fefochip
Inviato: 3/9/2013 12:00  Aggiornato: 3/9/2013 12:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Citazione:
Secondo te quindi non esiste nesso causale del passaggio da "esponente della Bocconi" ad alfiere della "Think tank Theory" e poi a "primo ministro" per finire a "capo di partito"?



più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
orsonino
Inviato: 3/9/2013 12:18  Aggiornato: 3/9/2013 12:18
So tutto
Iscritto: 14/5/2013
Da:
Inviati: 2
 Re: I soliti radicali da circo equestre
anch'io conosco gente che tira coca e che non ha mai fumato ganja, e io ho fumato ganja per 30 anni senza mai toccare le "droghe pesanti", sono un aliena? e, scusa maksy, ma che cazzo di gente e' quella che descrivi tu? sei sicuro che non hanno altri problemi nel cervello? perche' davvero fumare ganja non porta a quello che racconti tu, anzi!!

Homero
Inviato: 3/9/2013 12:21  Aggiornato: 3/9/2013 12:21
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/4/2007
Da:
Inviati: 466
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Premessa: non sono consumatore di "canne" (ne ho fumate un paio da adolescente, e non ho provato niente, mentre intorno a me tutti sembravano euforici...mah!) e sono invece consumatore abituale di pinte di birra...

detto questo, mi fa incazzare vedere come si criminalizzi una pianta che ha, come peggior effetto collaterale, quello di farti diventare un po' scemo, ma ha una lista lunga lunga di effetti positivi, conosciuta da qualsiasi medico onesto

guardate questa pagina alla voce "Usi terapeutici" ( e stiamo parlando di Wikipedia, eh, avessi detto): http://it.wikipedia.org/wiki/Marijuana

invece la birra ( e alcolici in generale) niente, anzi, vengono pubblicizzati a più non posso, pur sapendo che, purtroppo, molti hanno tendenza alla dipendenza dall'alcool e un consumo eccessivo di alcool ha effetti collaterali tremendi...usi terapeutici poi della birra non ne conosco, se non che è tanto buona da bere in compagnia

La verità sulla cannabis è una sola: è stata fatta "fuori" per motivi economici, legati alla grande industria chimica e farmaceutica...punto!

fefochip
Inviato: 3/9/2013 12:23  Aggiornato: 3/9/2013 12:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: I soliti radicali da circo equestre
@ SERTES

mi dispiace molto per te, lo dico sul serio.

una reazione di questo tipo non può che essere frutto che di proiezioni qui di trascorsi personali.

se invece è una reazione legata alla tua frustrazione di non avere ragione ,
mi dispiace ancora di piu.

in tutti i casi forse è meglio non scrivi per un periodo se poi danneggi il sito cosi

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Salva81
Inviato: 3/9/2013 12:24  Aggiornato: 3/9/2013 12:35
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/9/2011
Da: Torino
Inviati: 344
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Citazione:
In ogni caso penso che l'articolo volesse dire che non si combatte la propaganda con altra propaganda, si combatte la propaganda con la corretta informazione.


Esattamente, è questo il punto, è un comportamento doppiamente viscido, si cerca di dare un colpo al cerchio ed uno alla botte, non si vuol svegliare le coscienze da anni di propaganda, per paura di venire subito esclusi mediaticamente (sei pazzo? vai a dire che non è una droga pericolosa? i giornalisti di regime ti crocifiggono seduta stante) meglio continuare a riferirsi con gli stessi termini incorretti, continuiamo a parlare di droga e inventiamoci la distinzione leggera-pesante così da giustificarne l'uso.

Sul discorso degli step psicologici, sono più propenso a quanto sta cercando di dire Sertes.

E' logico che esiste l'eccezione che conferma la regola, ma per quella che può essere la mia esperienza, (su me stesso e conoscenti) e discostandomi dal concetto di droga, ma soffermandomi sul concetto di "proibito" e circoscrivendo il proibito a sostanze di vario genere, mi vien da sorridere ma è plausibile che si inizi dal caffè, per passare all'alcool e al fumo (e le sue varianti) il passo alle sostanze allucinogene, o a droghe di altro tipo, è a questo punto dettato dalle situazioni sociali di chi ne fa uso.

Non è matematico ma ciò che si dovrebbe considerare è l'approccio a tali sostanze in età preadolescenziale, adolescenziale e adulta.

Tornando al discorso di oltrepassare la linea che rappresenta ciò che viene proibito noi, volendo sempre fare riferimento ad esperienze vissute direttamente e non, il primo step lo considero con un sorriso quello del caffè.

Ricordo che ad un età inferiore ai 10 anni a me e ai miei compagni era proibito bere caffè da genitori ed insegnanti. Noi disgraziati (ma è la natura umana ed è questo secondo me il punto) ci andavamo ad intrufolare in mensa, a farci le moka e lo si beveva di nascosto in palestra, per fare veloce pure senza zucchero.

Aldilà della sostanza, quello che ti spinge ed "inizia" ad oltrepassare il limite a te imposto è sempre la stessa voglia di trasgredire una regola e una imposizione. Lo step dopo sono gli alcolici, la birra comprata di nascosto agli alimentari che se lo sa tua madre ti ammazza di botte, subito seguito dalle sigarette, che ti fanno schifo, stai male (io vomitavo l'anima) ma lo fai lo stesso perché ti fa sentire vivo in quanto sei tu che decidi per te stesso in quel momento, nessuno ti sta dicendo cosa fare.

Da li in avanti è solo un gioco, uno scoprire cose nuove, un fare esperienze, un sentirsi parte del gruppo, un sentirsi "grandi" o non sentirsi meno degli altri. Tutti abbiamo avuto 15 anni e sappiamo bene come funzionano queste logiche.

Diversa è ovviamente la situazione in fase adulta.
Un adulto in difficoltà non deve necessariamente affrontare l'approccio a sostanze potenzialmente nocive seguendo "lo schema".

Perché lo schema è più un qualcosa figlio della voglia di trasgredire in una età dove non esiste la possibilità di decidere per se stessi, dove è il mondo "adulto" che decide per te.

Da adulto sei responsabile di te stesso e le ragioni che ti spingono a farti (aldilà della sostanza) sono differenti.

Ecco perché è giusto parlare di "schema di avvicinamento" perché è perfettamente logico pensare che ciò che ti da una sostanza "oggi" non te lo darà "domani", è però altresì vero che in alcuni casi ciò che ti spinge verso una determinata sostanza è una situazione nata nell'immediato, che ti spinge verso ciò che in quel momento hai li a portata di mano.

Quando le motivazioni che spingono a compiere una scelta come quella di assumere sostanze che alterano la percezione, sono particolarmente forti e destabilizzanti, non si sta certo li a spaventarsi delle conseguenze.

Verosimilmente ciò che è più alla portata è l'alcool (tanto è vero che perlomeno come causa diretta causa più morti della droga illegale) quindi chi è in una situazione critica non starà certo li a farsi scrupoli su cosa assumere basandosi su quanto ha assunto in passato e quindi rispettando la "scaletta".

Possiamo quindi affermare che le esperienze sociali maturate in età giovanile condizionano fortemente la scelta della sostanza che si andrà ad assumere, ma non è per forza una concausa che ti porta ad assumere esattamente la sostanza considerata immediatamente più forte nella "scaletta".

Questo quindi mette in evidenza quanto sia comprensibile il succedersi da un punto di vista logico degli step alcool-fumo-droga e quanto sia al contrario completamente sbagliato però vedere ciascun step successivo l'inevitabile successione.
Infine su tutto a cappello, dividere le tre cose o decrescerne la pericolosità.

La distinzione droga leggera è solo nella mente di chi se lo ripete.
Giustifica qualcosa che sappiamo ci danneggia.
E nasce proprio perché anziché informare si è cercato in malo modo (e si continua) a battere nel verso sbagliato.
Fintanto che si continua a rimanere legati al concetto droga leggera e quindi è meno pericolosa e va permessa, si continua a fare il loro gioco.

Esistono al contrario circostanze pesanti, e volontà leggere, come l'aria, di cedere e scappare dalle difficoltà che affrontiamo tutti i giorni.

E infine, tanta fortuna.

La combinazione:
gravità della circostanza;
volontà;
fortuna

costituiscono una "triade" che determina la "pesantezza" di ciò che assumi.

Ecco perché si può bere una birra tra amici,
farsi uno scotch da soli a casa,
farsene una intera bottiglia,
diventare un alcolizzato.

l'alcool è sempre lo stesso, la "triade" è il suo moltiplicatore.

Maksi
Inviato: 3/9/2013 12:27  Aggiornato: 3/9/2013 12:27
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/10/2011
Da:
Inviati: 1219
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Citazione:
Non so chi hai conosciuto te, ma io ho visto e stravisto l'esatto contrario, pensa un po'.

Poi io stesso avendo fatto uso di cannabis per anni, alle superiori, non ho visto nessun cambiamento come quello da te descritto. Quindi è una cazzata. Punto.

Beh, certo, i fattoni sono esseri inteligentissimi coi quali fare conversazioni lungimiranti. D'accordo divertirsi e socializzare, ma non facciamo dell'erba una virtu' (non intesa come pianta in se'). E' come con l'alcool, solo con meno effetti intestinali, ma e' comunque un uso degenerativo. Vedendo quegli occhi socchiusi ed arrossati, con lo sguardo da ebete, mette proprio la voglia di picchiarli... sono con Eric Cartman!



Presonalmente ho provato qualche volta l'erbetta (anche di eccelsa qualita'). Abbastanza patetico al dire il vero. Tutto si regge sull'idea di "trasgressione" e niente di piu'. Le droghe in realta' non servono ad un caxxo, le piante invece, quelle si.

fefochip
Inviato: 3/9/2013 12:29  Aggiornato: 3/9/2013 12:29
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Citazione:
La verità sulla cannabis è una sola: è stata fatta "fuori" per motivi economici, legati alla grande industria chimica e farmaceutica...punto!


vero, ma il problema ora è che per smantellare le stupidaggini che sono state inculcate in tutti questi anni ci vuole una corretta informazione facendo leva su degli argomenti e non su suggestioni "logiche" che di logico non hanno nulla.

E' provato che tutti i consumatori di cocaina all'ultimo stadio fanno uso di acqua .


diciamo chiaro e forte che una correlazione statistica non solo non c'è ma non vuole nemmeno dire nulla a livello di causa effetto.

non esistono studi che abbiano una valenza scientifica che provano correlazione di causa effetto tra consumo di cannabis e passaggio a droghe pesanti ovvero che provino scientificamente questo passaggio.

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Homero
Inviato: 3/9/2013 12:33  Aggiornato: 3/9/2013 12:33
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/4/2007
Da:
Inviati: 466
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Ah, altra cosa, da ridere ( o da piangere)

da noi consumo è illegale, tranne che per piccolissime quantità e per certi usi medici.

Andando a vedere in quali paesi invece è legale, scopro che:

in Bangladesh è illegale (un po' come dire che da noi è illegale la pizza)

in Corea del Nord (ripeto, in Corea del Nord) è legale perchè non considerata una droga

in Giamaica è illegale pro forma

in Honduras non possono neanche vederla in foto e se ti beccano a fumarti uno spinello rischi anche 10 anni di carcere

in Iran (ripeto, in Iran) è legale

fefochip
Inviato: 3/9/2013 12:35  Aggiornato: 3/9/2013 12:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Citazione:
Sul discorso degli step psicologici, sono più propenso a quanto sta cercando di dire Sertes.


ma scusa mi spieghi a quale "step" apparterrebbe la cannabis in un mondo dove non fosse considerata come lo demonio in terra e dove anzi ne verrebbe incoraggiato l'uso se avessi un temperamento violento o un carattere nervoso?(solo per fare un esempio)

non ci sarebbe proprio il problema di oltrepassare un limite "illegale" (anzi socialmente approvata) perche non sarebbe piu illegale e quindi decadrebbe il cosi detto "gusto del proibito"

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
fefochip
Inviato: 3/9/2013 12:47  Aggiornato: 3/9/2013 12:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: I soliti radicali da circo equestre

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Merio
Inviato: 3/9/2013 12:47  Aggiornato: 3/9/2013 12:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/4/2011
Da:
Inviati: 3677
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Anche io conosco qualche mio conoscente che faceva e fa uso di cannabis... nulla di strano da segnalare, anzi... però come campione statistico è poco dato che si basa su due persone...

Sul passaggio da droghe "pesanti" e "leggere" quoto Decalogon...

Citazione:
Ma secondo te perché molti (non credo TUTTI) tossici son passati dalla canapa prima di farsi in vena? Perché l'erba la devi comprare dagli spacciatori, devi frequentare ambienti malavitosi.. se invece si potesse comprare al tabacchino il problema non esisterebbe nemmeno.


Lo spacciatore ha una vasta offerta di droghe sintetiche e non... il tabacchino a parte le sigarette e sigari cosa può offrire?

La libertà di parola senza la libertà di diffusione è come un pesce rosso in una vasca sferica...
Ezra Pound
polaris
Inviato: 3/9/2013 12:48  Aggiornato: 3/9/2013 12:48
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/9/2012
Da: Tlön
Inviati: 1640
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Sono più interessato ai prodotti che si possono ricavare dalla cannabis che a fumarmela.

Oli, abiti, carburante, medicinali, carta e una possibile cura per il cancro.

Che epoca terribile quella in cui degli idioti governano dei ciechi.. - Shakespeare
Giano
Inviato: 3/9/2013 12:49  Aggiornato: 3/9/2013 12:49
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/3/2011
Da:
Inviati: 1424
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Salva81 Citazione:
La distinzione droga leggera è solo nella mente di chi se lo ripete.

Vero.La marijuana è a tutti gli effetti una droga.
Agisce sui processi mentali? Si. Allora è una droga. Grazie a Dio.

Citazione:
Giustifica qualcosa che sappiamo ci danneggia.


Cacchio, mi dispiace. Su di me ha un effetto decisamente positivo, addirittura riparatore. Penso che senza un po' di introspezione verde sarei già stato risucchiato nel vortice delle cagate della "società civile".

L'unico effetto all'apparenza negativo è quel velato senso di apatia che puoi sentire arrivare a seconda della varietà dell'erba; c'è, però, chi vede il lato positivo anche in questa conseguenza:

"Mentono sulla marijuana. Vi dicono che fumare l'erba vi rende demotivati. Falso! Quando sei fatto puoi fare tutto quello che fai normalmente, uguale: solo che capisci che non ne vale la fottuta pena." (William Melvin Hicks)

Calvero
Inviato: 3/9/2013 12:49  Aggiornato: 3/9/2013 14:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: I soliti radicali da circo equestre
___________________
______________

Ottimo lavoro Redazione, da Homepage ... e altro, si potesse. Anzi dovresti pure inserirlo nel tuo documentario per dimostrare oltre i benefici della "Maria", come sia in atto una sistematica guerra e pure come tirarsi della martellate sulle palle da soli pensando di schiacciare quelle degli avversari.

Da notarsi il passaggio da veri figli di... bastardi baciapile e cinici vigliacchi.

Col riferimento ai tristemente famosi F35 hanno dato un colpo al cerchio e uno alla botte; hanno inserito un gioco dialettico solo dai toni sarcastici. Quella inserita alla fine dell'esempio di quante armi da guerra si potrebbero acquistare se...

... così che quella parte di elettorato e opinione pubblica appunto votata alle logiche imperialiste e/o perse nella paura della propaganda di un esercito all'altezza, non si senta esclusa dal retaggio interventista e/o chiamiamolo di destra. Nello stesso tempo, hanno reso più accettabile a livello psicologico ai più pacifisti "inside", il significato di morte che hanno quelle macchine maledette.

GHILGAMESH:

Citazione:
Scusa Massimo, ma secondo me anche nel tuo ragionamento c'è una fallacia logica mica indifferente.

Parti dal presupposto che gli Italiani siano persone ancora pensanti.


Massimo è solo un inguaribile ottimista

Purtroppo quello che dici ha un senso. MA questo varrebbe nel momento avessero trattato onestamente la questione. Allora - a quel punto - certo si potrebbe lanciare un messaggio più "ruspante", non troppo profondo sulle dinamiche storiche, sapendo che l'italiota medio altri non è che un Fantozzi evoluto riguardo la consapevolezza e la voglia che ha di aggiornarla del mondo che lo circonda.

---==)*(==---

Questo SPOT è indice del degrado raggiunto, sociologicamente si nota come in maniera spietata il mondo politico e sub-politico tratta il comune sentire. Ogni processo, anche quando spinto da motivazioni liberiste o pseudo-tali, è votato a dissacrare il senso della Vita, poiché lo si priva del Movente; di quell'UNICUM che lo riguarda...

.. una volta inserito nell'equazione il tornaconto, automaticamente non si persegue il GIUSTO in quanto tale, ma in quanto (in caso lo fosse) CONVENIENTE. Il problema è che anche quando il Giusto coincide col Conveniente, allora si porge il fianco e automaticamente il processo verrà metabolizzato dal meccanismo più conveniente, è una Legge del Sistema; che è sempre quella del Potere più forte, la convenienza.

Correzioni - 13:00

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
fefochip
Inviato: 3/9/2013 12:54  Aggiornato: 3/9/2013 13:12
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Citazione:
Agisce sui processi mentali? Si. Allora è una droga.


mi pare un po poco per definirla cosi.

nello stesso insieme c'è il caffè e tante altre cose fino ai videogiochi, la musica e il teatro


anche luogocomune agisce sui processi mentali

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Ghilgamesh
Inviato: 3/9/2013 13:14  Aggiornato: 3/9/2013 13:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Citazione:
Autore: Maksi Inviato: 3/9/2013 12:27:55

Beh, certo, i fattoni sono esseri inteligentissimi coi quali fare conversazioni lungimiranti. D'accordo divertirsi e socializzare, ma non facciamo dell'erba una virtu' (non intesa come pianta in se'). E' come con l'alcool, solo con meno effetti intestinali, ma e' comunque un uso degenerativo. Vedendo quegli occhi socchiusi ed arrossati, con lo sguardo da ebete, mette proprio la voglia di picchiarli... sono con Eric Cartman!


Ti consiglio la visione (la consiglio a tutti) di Super High Me.

Praticamente un comico americano, mentre è al cinema a vedere Super Size Me (un atleta decide di provare a mangiare per un mese solo roba dei fast food sotto controllo medico ... medici lo interrompono prima per evitare che ci rimanga secco ... coi LEGALISSIMI fast food!) decide di fare altrettanto ma con la Canapa.

Per un mese sto tizio continua a fare la sua vita e i suoi spettacoli, assumendo ingenti quantità di Maria.

La cosa inquietante (per Fini Giovanardi e chi crede alle loro balle) è che alla fine, il tizio, sta MEGLIO di prima!

E non sono considerazioni mie, il tutto in base a analisi del sangue e test psicologici fatti prima e dopo!

DjGiostra
Inviato: 3/9/2013 13:25  Aggiornato: 3/9/2013 13:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: I soliti radicali da circo equestre
@Fefochip:
Citazione:
anche luogocomune agisce sui processi mentali

Davvero ?????
Allora mi devo deluogocomunizzare !!!!!
Bellissimo articolo Massimo.. Divertente solo come tu sai fare !!!

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
Calvero
Inviato: 3/9/2013 13:35  Aggiornato: 3/9/2013 13:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: I soliti radicali da circo equestre
__________________
____________

Di essere assoggettato a qualcosa mi dà l'orticaria; e lì, dove per forza maggiore, non posso fare a meno di subire, mi si levano anni di vita...

... qui, gravemente, a mio avviso, il senso della dipendenza: e la peggiore? .. ma quella di Stato, of course (quando ce ne liberiamo eh?) ... altro che droghe e droghe. Quella sì che è merda che ti spappola il cervello.

Comunque torniamo alle droghe, ufficiali.

Per fortuna intelligenza non fumo sigarette. Di NON prendere il sapore di un portacenere è un atto di gratificante meraviglia che mi concedo. Per non dire una donna con la sigaretta in bocca, pare di vederle con ai lati della bocca una catenella per tirare l'acqua.

I cannoni? .. bisogna provarli e soprattutto, per me, devo capire. BAH che dire una figata, al momento giusto ma quando mi perdo nei miei processi immaginativi, godo di più

L'Hashish ; mi dà un po di mal di testa. I mie processi immaginativi, non se lo vedono proprio, metto la freccia e ... ciiiaaaaaaaaoooooooooo

La cocaina, MAH ... a che cazzo serve, mica l'ho capita. Eppure l'ho provata più volte.

L'eroina? ... Ho paura degli aghi e, ovviamente, chi saprebbe mai quale è tagliata bene?? .. ma vorrei provarla, dev'essere una figata.

Il gioco d'azzardo? vabbé ...

METTIAMOLA COSI':

- se una donna è un cesso con una sigaretta in bocca; un uomo con lo sguardo ipnotizzato dalla pallina che cerca il numero giusto, tra il rosso, il nero e il verde, è tra le cose più squallide. Insieme ai bestemmiatori di Culto della Briscola di paese, il massimo del minimo: "Porco Dio! Porca Madonna!" .. cioè?? sprecare le bestemmie per una dipendenza, da gioco poi ... sempre lì, con lo sguardo ipnotizzato su quattro carte in mano e già pensare al prossimo giro (con bestemmie aggiornate) per la rivincita ...

.. però bisogna provare tutto se se ne ha voglia.

Vivevo a due passi dal Confine: dai Casinò, capirai, da Sbirro poi, quando ero Polizia di Frontiera, avevo vicino vizi, viziacci e agevolazioni di ogni tipo e sorta.

.. e il Bordello?? .. A puttane in Austria!!!! OLE' .. beh, ragazzi, è da andarci, e anche lì, zombie in stato di trance: "TU" potresti avere quelle che vuoi anche senza pagare in Italia e anche in Austria, però quella diventa LA droga. Un'assuefazione. Il gusto del famoso proibito. WOW ... mica l'ho mai provato. Non sono mai riuscito a vedermi nudo davanti a una sconosciuta .. ma TE chi sei? ... e senza che tu possa conquistare, senza orgoglio, senza pathos; fosse anche quello consumato negli angoli bui di una discoteca ha certo il suo perché. Lì non è nemmeno cosa animalesca. PUAH

Ma la libertà, questo il punto, è sempre la mia. Purtroppo, e non è poco, fino ad ora, sono dipendente di me stesso. Sticazzi. Faccio certi viaggi con la mia testa.

La DROGA qualsiasi DROGA nella sua accezione più squallida è un bisogno inversamente proporzionale alla mancanza di immaginazione. Più sei Povero dentro più necessiterai di una dipendenza. Più sei debole più bramerai controllo. Più sarai in ---> ordine, in---> quadrato, più sarai un impiegato della tua esistenza, bello, in giacca e cravatta, compìto e sbarbato, "buon giorno Direttore", e crederai di essere sì civile ...

... i drogati quelli veri, sono uomini che hanno ucciso la loro fantasia e hanno una catenella del cesso attaccata alle orecchie, infatti se la tirano pure

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
incredulo
Inviato: 3/9/2013 14:04  Aggiornato: 3/9/2013 14:04
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Citazione:
Questa non è una semplice fallacia da dilettanti, qui siamo di fronte al più fetente inganno linguistico che si possa immaginare: chiamando "pesanti" eroina, cocaina e metanfetamine sembri voler fare un favore alla marijuana, perchè dici che in fondo si tratta di una droga "leggera".
In realtà le hai accomunate tutte sotto il termine comune di "droga", e da qui in poi - come vedremo in seguito - non si torna più indietro.


Il senso della critica di Massimo alla campagna antiproibizionista dei radicali, sta tutto nella frase sottolineata.

La canapa non è una droga.

E' una pianta che ha proprietà guaritrici.

Non ha effetti collaterali significativi, non crea dipendenza, non è causa di morte.

E' più pericolosa l'intossicazione da caffeina che ha causato diversi decessi oltre a causare dipendenza fisica con tremori e palpitazioni in crisi di astinenza.

Gli effetti della canapa sono temporanei e non permanenti.

Per molte persone è un vero e proprio toccasana, capace di guarire molte patologie.

Ma ormai, abbiamo perso di vista cosa veramente sia questa pianta straordinaria, inquinati da decenni di parole propagandistiche e depistanti.

Basta chiamarla "DROGA" e il gioco è fatto.

Potere delle parole.

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
Red_Max
Inviato: 3/9/2013 14:14  Aggiornato: 3/9/2013 14:14
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/7/2012
Da: in volo
Inviati: 975
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Meno male che ci sono i radicali a occuparsi dei gravi problemi della società...
Ma chissenefrega dei 3.000.000 di disoccupati... senza contare quelli che sono dovuti andare via...

L'anoressia è un "orientamento" alimentare?

Non ti piacciono i crauti? allora sei crautofobo...
E' un reato gravissimo...

Aspirare gli embrioni è indice di civiltà!!!

Io non sono un complottista...
mi interesso di leggende metropolitane...
earlturner
Inviato: 3/9/2013 14:22  Aggiornato: 3/9/2013 14:22
Mi sento vacillare
Iscritto: 4/7/2013
Da:
Inviati: 561
 Re: I soliti radicali da circo equestre
ciao a tutti
vorrei dare il mio contributo alla discussione, un po' perche' mi riguarda personalmente, un po perche' credo tanti qui non abbiano [ fortunatamente ] mai passato lo steccato fra 'droghe leggere' e 'droghe pesanti' [ questo almeno quello che pare a me scorrendo i commenti ]. quindi.
quindi, io sono un ex tossicodipendente, sono ancora in terapia con un antagonista degli oppiacei da piu' di un anno [ non e' la prima volta, ho provato a smettere diverse volte nel corso di piu' di 10anni di dipendenza ] e posso dire che generalmente, quando inizi a fumarti le canne [ ho iniziato a 14 ], almeno nei primi anni 90, tutta questa ' consapevolezza ' sulle sostanze a noi pivelli passava alta. per dire che potenzialmente l'osservazione di Sertes non e' sbagliata a priori : la stessa persona che mi dava il 'fumo' vendeva anche pastiglie, cocaina e 'trip' [ lsd ]. per cui giocoforza mi sono trovato a provare anche quelle sostanze li', non avevo bisogno di addentrarmi nella 'criminalita' organizzata' per procurarmi una pallina di cocaina. Poi pero' c'e' da dire che durante la propria esistenza si fanno scelte differenti dagli altri compagni di viaggio, dettate anche dal background al quale si appartiene : a quanto mi ricordo di una compagnia intera che eravamo pochi di noi [ tra cui io ] sono diventati 'tossici' e, non so quanto possa essere un caso [ anche se non r' sempre cosi', ovviamente ] ma ne venivamo da situazioni famigliari disastrate a dir poco e svantaggiate per usare un eufemismo.
Io ho scelto, consapevolemente o no, di usare eroina* : ammetto pero' di non aver immaginato cosa sarebbe successo 'dopo' il mio primo buco; a distanza di 14 anni spezzerei le gambe del tizio che, in un parco un giorno d'estate del 1999, mi ha iniettato quella merda nelle vene. e le spezzerei volentieri a CHIUNQUE 'introduce' persone particolarmente sensibili in questo tunnel di merda e dolore.
*qui andrebbe giustamente fatta una disamina del perche' quella sostanza e non altre : perche' porta via il dolore, purtroppo, ma il 'payback' e' troppo, troppo alto.

riguardo l'erba : la marijuana non e' esente da critiche, crea dipendenza, senza ombra di dubbio, piu' gestibile e assolutamente indolore per il fisico che non la cocaina per esempio [ a livello psicologico la cocaina e' devastante, sopratutto se iniettata in vena ]. ieri scorrazzavo felice per le praterie del web e guarda che ti trovo :

http://it.wikipedia.org/wiki/Sindrome_amotivazionale


ciao a tutti

Calvero
Inviato: 3/9/2013 14:37  Aggiornato: 3/9/2013 14:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Citazione:
Basta chiamarla "DROGA" e il gioco è fatto.

Potere delle parole.


Meglio ancora, il senso, Massimo, l'ha sublimato quando nel titolo parla di CIRCO.

Siamo al CIRCO e la politica in questione tratta gli individui, come Sistema prevede, da spettatori, non come teste pensanti. Si tratta di intrattenere e riuscire a vendere biglietti.

Il video è un insieme di suggestioni, non di ragionamenti. Un giro di giostra sulla morale imposta con le solite dicotomie finto contrapposte.

Appunto, il potere delle parole. Detto questo, che fare?

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Decalagon
Inviato: 3/9/2013 14:54  Aggiornato: 3/9/2013 14:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Citazione:
la marijuana non e' esente da critiche, crea dipendenza, senza ombra di dubbio


Stupidaggini: fammi conoscere qualcuno che ha dipendente dalla marijuana e che non ne può più fare a meno. Uno che dal suo primo spinello doveva andare a sfondare le macchine e rubare gli autoradio per comprarsi l'erba, altrimenti andava in crisi di astinenza.

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»
Maksi
Inviato: 3/9/2013 14:54  Aggiornato: 3/9/2013 15:05
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/10/2011
Da:
Inviati: 1219
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Citazione:
Ghilgamesh:

La cosa inquietante (per Fini Giovanardi e chi crede alle loro balle) è che alla fine, il tizio, sta MEGLIO di prima!

Beh, ma sta tutto nel vedere quale stile di vita ha seguito durante la terapia. Anche io, fumandola, con il mio stile di vita, starei benissimo (l'ho detto al primo commento che non fa male dal punto di vista medico in senso stretto), "solo" un po' appiattito, apatico e rincoglionito (dei vuoti di memoria ci sono e' inutile negarlo... un mio amico ci scherza pure); ma questo non e' un difetto medico di per se'. Poi ovviamente il filmato voleva propagare l'uso della cannabis e quindi ha escogitato il tutto per renderlo credibile, ma chissa' quali metodi ha usato il protagonista, magari con tutta una squadra di medici che lo seguivano passo per passo, dosando il tutto in maniera ottimale. Ancora pensiamo che Hollywood faccia qualcosa per il nostro bene?

Ed a proposito, a me non frega nulla che la cannabis sia illegale o meno. Il mio giudizio verte su altro. D'accordissimo invece sul prezioso utilizzo della pianta riguardo altri derivati, come l'olio - un vero toccasana.

EDIT

E si, come dice un'altro utente, la canna crea dipendenza. L'amico mio tento' di toglierso di dosso l'etichetta da cannarolo, ma dopo diversi anni non ci riesce.

earlturner
Inviato: 3/9/2013 14:58  Aggiornato: 3/9/2013 15:21
Mi sento vacillare
Iscritto: 4/7/2013
Da:
Inviati: 561
 Re: I soliti radicali da circo equestre
cit -è sempre la stessa voglia di trasgredire una regola


mah, io non la penso cosi'. perche' per esempio, scegliendo un'altra sostanza di abuso, bersi una birra e' ok, bersi una birra tutti i giorni finito di lavorare e' ok. il problema lo hai [ nel senso che lo hai gia' dentro di te ] quando di birre ne bevi otto al giorno ed inizi la mattina alle 9 prima di iniziare x, li' hai un problema che non riguarda solo il 'trasgredire' certune imposizioni socioculturali ma che riprende la sfera emozionale.
riguardo l'erba di nuovo : ok, e' una pianta, benissimo, al giorno d'oggi [ meglio, direi da un 40 anni ] l'erba e' una droga. droga. punto. la 'pianta' e la sua funzione [ il maschio poi, della marijuana, funziona in questo senso ] sono dimenticate. e' usata e considerata come sostanza ricreativa prima, POI come pianta. il considerarla SOLO un vegetale e' fuorviante.
e si, da dipendenza. sempre nel rispetto del fatto che l'uso e l'abuso sono due cosa differenti, e le motivazioni che portano ad un uso o abuso da parte del singolo sono molto differenti.
il meccanismo che 'porta' all'abuso e' il medesimo, questo si, per tanti e tante sostanze. il malessere che si vuole coprire sotto una coltre di fumo o annegare sotto una [ dieci ] pinte di birra o superalcool e' quasi sempre lo stesso.
fumarsi una cannetta in allegria con gli amici [ magari prima di entrare in sala prova a suonare :DDDD ] ok, farsene un altra dopo aver suonato e diverse ancora dopo a casa del tuo cantante e' ok
quandi ti trovi a svegliarti al mattino e PRIMA cosa che fai e' accenderti uno joint [ io lo facevo con l'eroina, primo buco alle 8am - ora lo faccio con le sigarette ], qunado ti accorgi che senza la cannetta ti trovi irritato, depresso, poco motivato [ manco ci vai piu' a suonare ] ed insomma, le tue emozioni/motivazioni cominciano a ruotare sul fatto che 'oh cioe' devo fumare' e ti torna il sorriso solo ed esclusivamente quando hai in tasca la tua busta d'erba; e fondamentalmente oramai fumi SEMPRE da solo...BEH, hai un problema. che magari era antecedente all'uso delle cannette ma che gestivi meglio,BEH, l'erba a lungo andare lo ha accentuato e a piccoli gradi ti sei inculato da solo.
Questo capita SPESSO a MOLTE persone con TUTTI i tipi di sostanze, infatti si dice drug of choice. ma il problema non risiede nella sostanza in se, il problema e' a priori dentro di te [ situazioni familiari, traumi infantili ] E il fatto che le sostanze [ alcune in maniera piu' drammatica di altre ] ti 'fottano il cervello' e' in maggioranza perche' ABBIAMO RECETTORI PREDISPOSTI PER LE DROGHE, DAL THC ALL'ALCOOL AGLI OPPIACEI. e questi recettori corrispondono alle aeree del cervello che controllano linguaggio, memoria, insomma TUTTO.
io sarei per la completa legalizzazione delle sostanze ma dovrebbe essere una societa' perfetta senza malesseri altrimenti a lungo andare e' una minchiata.




EDIT

spero di risponderti con questo Decalagon.
E' una questione puramente CHIMICA [ il meccanismo insito delle dipendenzE, NON il perche' uno arriva all'abuso ]
Esempio : le amfetamine. queste ti fanno produrre dopamina a manetta, ok, da qui la sensazione di benessere, bene, quando 'smetti' di usarle [ le amfetamine ] a parte non produrre la dopamina in 'eccesso' non produci neanche quelle che normalmente produci, da qui, il down, la depressione.
l'erba e' uguale : agisce cosi'

vorrei anche capire perche' uno per essere dipendente deve per forza andare a rubare. e' il classico stereotipo del tossico non vedo come possa essere descrittivo dell'erba o di altre sostanze [ non la coca perche' la coca e' cosi' ] dove come ho gia's critto la dipendenza ESISTE ma NON E' COMPARABILE con altre sostanze.
non capisco che problema ci sia ad ammettere che si l'erba da dipendenza, non rubi le macchine o uccidi la nonna e generalmente il trigger finisce dopo una mezzora, pero' da dipendenza, leggera e gestibile ma la da. questo per onesta' intellettuale, te lo dice chi si droga da una vita.

polaris
Inviato: 3/9/2013 15:02  Aggiornato: 3/9/2013 15:02
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/9/2012
Da: Tlön
Inviati: 1640
 Re: I soliti radicali da circo equestre
L'Hashish é la droga con la quale il ecchio della montagna teneva sotto controllo la setta degli assassini, facendo credere loro di vivere in un giardino incantato.

Un po' come Klingsor nel Parsifal di Wagner.

Che epoca terribile quella in cui degli idioti governano dei ciechi.. - Shakespeare
Decalagon
Inviato: 3/9/2013 15:05  Aggiornato: 3/9/2013 15:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Citazione:
ieri scorrazzavo felice per le praterie del web e guarda che ti trovo


Wikipedia

Perché non ti vai a vedere anche la lunga lista delle cose che la cannabis può curare, visto che è una potente erba medica?

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»
fefochip
Inviato: 3/9/2013 15:05  Aggiornato: 3/9/2013 15:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: I soliti radicali da circo equestre
@ earlturner

grazie per la tua testimonianza earlturner, non molti hanno il coraggio di mettersi a nudo cosi, senza vergogna (come dovrebbe essere) senza sconti.


Citazione:
qui andrebbe giustamente fatta una disamina del perche' quella sostanza e non altre :perche' porta via il dolore, purtroppo, ma il 'payback' e' troppo, troppo alto.


hai fatto tu stesso la disamina :porta via il dolore.
questo cercavi nella droga e questo hai trovato fino a che hai capito che poi ti tornava indietro con gli interessi.
questo era il tuo profilo psicologico nettamente differente da chi invece pippa cocaina.

quello che io sostengo (ovviamente è una posizione condivisa da molte altre persone e studi a sostegno e assenza di studi al contrario) è che la marujana non porta automaticamente nel tuo caso all'eroina.
correggimi se sbaglio ma non credo che se non avessi mai fumato la marujana non ti saresti mai bucato. il tuo è stato (spero che sia solo al passato) un percorso di dolore e ambiente che avresti intrapreso con o senza marujana.

a un certo punto hai detto basta perche hai avuto l'intelligenza e la forza di capire che cosi finiva male.

tu avevi da tempo varcato quel confine di legalità, autolesionismo e dolore che ti hanno portato li ma di questo la maria non c'entra proprio nulla.

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
fefochip
Inviato: 3/9/2013 15:14  Aggiornato: 3/9/2013 15:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Citazione:
il meccanismo che 'porta' all'abuso e' il medesimo, questo si, per tanti e tante sostanze. il malessere che si vuole coprire sotto una coltre di fumo o annegare sotto una [ dieci ] pinte di birra o superalcool e' quasi sempre lo stesso.


come vedi lo dici anche tu

un meccanismo che non ha nulla a che vedere con la "teoria del passaggio"

una persona senza questa esigenza di coprire determinati malesseri non ha nessuna voglia di rovinarsi la vita, ma magari di farsi una cannetta in allegria si

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Maksi
Inviato: 3/9/2013 15:22  Aggiornato: 3/9/2013 15:22
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/10/2011
Da:
Inviati: 1219
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Citazione:
earlturner:

fumarsi una cannetta in allegria con gli amici [ magari prima di entrare in sala prova a suonare :DDDD ] ok, farsene un altra dopo aver suonato e diverse ancora dopo a casa del tuo cantante e' ok
quandi ti trovi a svegliarti al mattino e PRIMA cosa che fai e' accenderti uno joint [ io lo facevo con l'eroina, primo buco alle 8am - ora lo faccio con le sigarette ], qunado ti accorgi che senza la cannetta ti trovi irritato, depresso, poco motivato [ manco ci vai piu' a suonare ] ed insomma, le tue emozioni/motivazioni cominciano a ruotare sul fatto che 'oh cioe' devo fumare' e ti torna il sorriso solo ed esclusivamente quando hai in tasca la tua busta d'erba; e fondamentalmente oramai fumi SEMPRE da solo...BEH, hai un problema. che magari era antecedente all'uso delle cannette ma che gestivi meglio,BEH, l'erba a lungo andare lo ha accentuato e a piccoli gradi ti sei inculato da solo.

Sante, santissime parole. E' esattamente cosi'... ed ero vicino ad uno cosi'. Sostanzialmente li ritengo soggetti deboli, sopratutto dal punto di vista emotivo. Ed ecco che cercano una sostanza che li faccia star "bene"... che li faccia dissociare in ambito emotivo. Piu' vogliono dissociarsi, piu' ne fanno uso pesante (anche di altre sostanze... anche alcool).

earlturner
Inviato: 3/9/2013 15:25  Aggiornato: 3/9/2013 15:33
Mi sento vacillare
Iscritto: 4/7/2013
Da:
Inviati: 561
 Re: I soliti radicali da circo equestre
@Fefochip

si, quello che voglio dire rispetto alla connessione tra "eroina-erba" o la presunta 'scala' non e' tanto che effettivamente tu inizi con le canne e finisci con le pere e' che normalmente chi maneggia erba maneggia anche dell'altro
fra il grupopo di amici con il quale ti fumi le canne saltera' sempre fuori o qualcuno che ti dice 'dai stasse ci caliamo una pastiglia' oppure, come ho scritto prima, chi ti vende l'erba ha sempre [ se non lui direttamente ] gli agganci per dell'altro
questo voglio dire


EDIT

cit -" ma non credo che se non avessi mai fumato la marujana non ti saresti mai bucato. il tuo è stato (spero che sia solo al passato) un percorso di dolore e ambiente che avresti intrapreso con o senza marujana."

assolutamente, son d'accordo. il fatto e' che lo status dell'erba e' quello dell'illegalita' e tra le altre cose illegali ci sono anche la robba e la bianca, per cui anche tuo malgrado ci entri in contatto, e' nell'ambiente diciamo.
per esempio, fai che vai a comprare una busta d'erba nella zona della tua citta' dove spacciano, ok, magari non quello dove compri [ che all 80% ha i contatti per dell'altro ] ma due strade piu' in su c'e' quello che spaccia robba.
capisci cosa voglio dire? e' a portata di mano. e la sera che 'fai serata' con gli amici degli amici sta tranquillo che un " vuoi tirare/provare? " ci scappa sempre. andiamo, diciamocelo, non e' stato cosi' per tanti in adolescenza, con le prime sigarette e birrette ? l'amico dell'amico che aqrriva in casa con la bottiglia di Ballantines ? e tu che avevi programmato solo birra e patatine, che, gli dici "no bevitelo te" ? quando hai 15 anni ?

Giano
Inviato: 3/9/2013 15:28  Aggiornato: 3/9/2013 15:28
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/3/2011
Da:
Inviati: 1424
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Fefo Citazione:
mi pare un po poco per definirla cosi.

Sono stato troppo sbrigativo?
È una droga perchè se sai come e quando assumerla potrai trasformare il tuo stato di coscienza e fare la simpatica conoscenza di te stesso.

Earlturner Citazione:
ma il problema non risiede nella sostanza in se, il problema e' a priori dentro di te [ situazioni familiari, traumi infantiliti ]

Complimenti per il coraggio, ti auguro di trovare pace. Le tue parole riportate nella citazione mi hanno fatto venire in mente uno scritto di C.B.

Estratto da "Storie di ordinaria follia" C.Bukowski:
"l'LSD può farti a pezzi perché non è un'arena per leali impiegati delle poste, certo, l'acido cattivo al pari di una cattiva puttana può metterti fuori gioco. Anche il gin fatto in casa nella vasca da bagno ha avuto, durante il proibizionismo, i suoi bei dì. La legge crea la propria malattia in velenosi mercati neri. Ma, perlopiù, i brutti "viaggi" psichedelici sono dovuti al fatto che chi vi si imbarca era già avvelenato. Dalla stessa società. Se un uomo ha preoccupazioni, per l'affitto, la rata dell'auto, il cartellino da timbrare, mandar il figlio all'università, portar l'amante a cena in un locale carissimo, l'opinione dei vicini di casa, il bene della patria, allora una compressa di LSD lo farà, probabilmente, impazzire perché, in certo senso, è già pazzo e tira avanti solo perché è trascinato dalla corrente, sostenuto dalla routine, intontito da tutto il fracasso che lo esenta dal pensare con la propria testa. Per un trip ci vuole uno che non sia già stato messo in gabbia, che non sia stato già inculato dalla grande Paura che, in tal modo, spinge avanti l'intera società."
Link all'estratto completo

fefochip
Inviato: 3/9/2013 15:32  Aggiornato: 3/9/2013 15:32
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: I soliti radicali da circo equestre
C.Bukowski mi piace moltissimo.
non condivido la sua vita dissoluta, ma l'ha sempre pagata lui in prima persona.
del suo essere poeta maledetto si è sempre assunto tutte le responsabilità.
sempre acuto e mai piagnone.


grande stima

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
fefochip
Inviato: 3/9/2013 15:35  Aggiornato: 3/9/2013 15:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Citazione:
si, quello che voglio dire rispetto alla connessione tra "eroina-erba" o la presunta 'scala' non e' tanto che effettivamente tu inizi con le canne e finisci con le pere e' che normalmente chi maneggia erba maneggia anche dell'altro fra il grupopo di amici con il quale ti fumi le canne saltera' sempre fuori o qualcuno che ti dice 'dai stasse ci caliamo una pastiglia' oppure, come ho scritto prima, chi ti vende l'erba ha sempre [ se non lui direttamente ] gli agganci per dell'altro questo voglio dire


e quindi vien da se che se uno frequenta solo il tabaccaio di stato non gli verrà la tentazione della pastiglia se non ha altre problematiche che lo portano fino a li

edit
dopo il tuo edit non ci sarebbe stato bisogno della mia aggiunta sopra.
comunque con l'occasione ti posso dire che personalmente QUALUNQUE cosa mi autodanneggi io cerco di eliminarla quindi io caratterialmente sono immune da queste tentazioni autolesionistiche.
solo per questo motivo sono vivo ora perche la vita ti mette di fronte a cose che non sogneresti nel peggiori degli incubi.
mi rendo conto tuttavia che cose come ho avuto io, ma in tenera età e amicizie sbagliate ti possano fregare nonostante il migliore dei caratteri

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
earlturner
Inviato: 3/9/2013 15:37  Aggiornato: 3/9/2013 15:37
Mi sento vacillare
Iscritto: 4/7/2013
Da:
Inviati: 561
 Re: I soliti radicali da circo equestre
ho aggiunto due edit rispettivamente ai miei due post, spero di aver risposto cosi' a Decalagon e Fefochip, comunque li riporto per comodita', effettivamente cosi non si capisce un nulla.

EDIT 1

spero di risponderti con questo Decalagon.
E' una questione puramente CHIMICA [ il meccanismo insito delle dipendenzE, NON il perche' uno arriva all'abuso ]
Esempio : le amfetamine. queste ti fanno produrre dopamina a manetta, ok, da qui la sensazione di benessere, bene, quando 'smetti' di usarle [ le amfetamine ] a parte non produrre la dopamina in 'eccesso' non produci neanche quelle che normalmente produci, da qui, il down, la depressione.
l'erba e' uguale : agisce cosi'

vorrei anche capire perche' uno per essere dipendente deve per forza andare a rubare. e' il classico stereotipo del tossico non vedo come possa essere descrittivo dell'erba o di altre sostanze [ non la coca perche' la coca e' cosi' ] dove come ho gia's critto la dipendenza ESISTE ma NON E' COMPARABILE con altre sostanze.
non capisco che problema ci sia ad ammettere che si l'erba da dipendenza, non rubi le macchine o uccidi la nonna e generalmente il trigger finisce dopo una mezzora, pero' da dipendenza, leggera e gestibile ma la da.
questo per onesta' intellettuale, te lo dice chi si droga da una vita.


EDIT 2

cit -" ma non credo che se non avessi mai fumato la marujana non ti saresti mai bucato. il tuo è stato (spero che sia solo al passato) un percorso di dolore e ambiente che avresti intrapreso con o senza marujana."

assolutamente, son d'accordo. il fatto e' che lo status dell'erba e' quello dell'illegalita' e tra le altre cose illegali ci sono anche la robba e la bianca, per cui anche tuo malgrado ci entri in contatto, e' nell'ambiente diciamo.
per esempio, fai che vai a comprare una busta d'erba nella zona della tua citta' dove spacciano, ok, magari non quello dove compri [ che all 80% ha i contatti per dell'altro ] ma due strade piu' in su c'e' quello che spaccia robba.
capisci cosa voglio dire? e' a portata di mano. e la sera che 'fai serata' con gli amici degli amici sta tranquillo che un " vuoi tirare/provare? " ci scappa sempre. andiamo, diciamocelo, non e' stato cosi' per tanti in adolescenza, con le prime sigarette e birrette ? l'amico dell'amico che aqrriva in casa con la bottiglia di Ballantines ? e tu che avevi programmato solo birra e patatine, che, gli dici "no bevitelo te" ? quando hai 15 anni ?

earlturner
Inviato: 3/9/2013 15:41  Aggiornato: 3/9/2013 15:41
Mi sento vacillare
Iscritto: 4/7/2013
Da:
Inviati: 561
 Re: I soliti radicali da circo equestre
e quindi vien da se che se uno frequenta solo il tabaccaio di stato non gli verrà la tentazione della pastiglia se non ha altre problematiche che lo portano fino a li



beh tecnicamente si
se per assurdo domani incominciassero a vendere robba al tabacchino io userei di nuovo. ma non tanto perche' e' libera ma perche' ho sempre gli stessi cazzo di problemi.
e' un casino

earlturner
Inviato: 3/9/2013 15:43  Aggiornato: 3/9/2013 15:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 4/7/2013
Da:
Inviati: 561
 Re: I soliti radicali da circo equestre
@Giano

CHI meglio di LUI poteva 'spiegare' questo
eppure ce l'ho li sul mobile
me l'ero scordata

perspicace
Inviato: 3/9/2013 15:44  Aggiornato: 3/9/2013 15:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: I soliti radicali da circo equestre
La Marijuana è uno strumento, e come tale può essere utilizzata per vari scopi.

Io ne faccio uso da più di 12 anni ho iniziato all'età di 18 e continuerò per tutta la vita credo.

Per esperienza personale posso dire, che mentre con l'alcol ho sempre avuto problemi, Marja a parte qualche perquisizione non mi ha mai dato noie.

Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
fefochip
Inviato: 3/9/2013 15:50  Aggiornato: 3/9/2013 15:50
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Citazione:
beh tecnicamente si se per assurdo domani incominciassero a vendere robba al tabacchino io userei di nuovo. ma non tanto perche' e' libera ma perche' ho sempre gli stessi cazzo di problemi.


quindi la chimica di cui sopra non centra una mazza.

anche le pippe danno dipendenza , il caffè o lo zucchero .
ma mica per questo si possono considerare droghe (nel senso comune del termine) .
qualunque cosa "da"dipendenza ,tutte le volte che hai un "abitudine" in realtà si potrebbe dire che hai una "dipendenza".

a mio avviso il punto è quando cominci a diventare disfunzionale su quel tuo comportamento.
non puoi fare a meno di una sigaretta e devi andare fuori al balcone a fumare in una casa dove non si fuma ? sei drogato di sigarette
non fai altro che sport estremi ? sei drogato di adrenalina

questo era il concetto del drogato che ruba ...è diventato disfunzionale.

il discorso chimica c'entra e non c'entra perche tutto è chimica, ma il punto è la misura del tuo comportamento.

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
earlturner
Inviato: 3/9/2013 15:51  Aggiornato: 3/9/2013 15:51
Mi sento vacillare
Iscritto: 4/7/2013
Da:
Inviati: 561
 Re: I soliti radicali da circo equestre
@Maksi

Esatto, su questo siamo d'accordo "Piu' vogliono dissociarsi, piu' ne fanno uso pesante (anche di altre sostanze... anche alcool)."
assolutamente SI.
per estremizzare meno, ci sono persone che sono workaholic, cioe' dipendenti dal lavoro; persone dipendenti dalla forma fisica, dipendenti dalle emozioni altrui..ecc ; il meccanismo e' lo stesso, guarda ne sono sempre piu' convinto di questo, e cioe' coprire un malessere, il malessere x.
ci sono robe che ti vengono fatte che non si cancellano e vivi tutta la vita crecando di scordartene, perche' sono li', sempre li', ti dormono in letto, ci mangi insieme, ti scelgono la vita
a volte e' difficile, piu' di quanto uno possa arrivare a credere perlomeno date le proprie esperienze; ci sono persone che non si riprendono piu', non le trovi piu', scompaiono, diventano involucri vuoti.
a volte infilarsi un ago nel braccio ti fa sentire vivo
che tristezza

earlturner
Inviato: 3/9/2013 15:55  Aggiornato: 3/9/2013 15:55
Mi sento vacillare
Iscritto: 4/7/2013
Da:
Inviati: 561
 Re: I soliti radicali da circo equestre
a mio avviso il punto è quando cominci a diventare disfunzionale su quel tuo comportamento.


assolutamente d'accordo con te


il discorso chimica c'entra e non c'entra

mmh, secondo me c'entra nel discorso 'danni a lungo termine' e la chimica aiuta anche a capire dove le sostanza 'colpiscono' [ meglio, dove stimolano ] il recettore, perche' abbiamo recettori anche per gli oppiacei, l'alcool che corrispondo a differenti aeree del cervello, le quali a loro volta incidono su altre aree come quella motoria o dell'elaborazione del pensiero. il discorso e' sempre quello, se tu usi od abusi e in che condizioni emotive sei nel momento che usi.
poi oh, c'e' gente che ci "rimane" anche al PRIMO acido.

earlturner
Inviato: 3/9/2013 15:58  Aggiornato: 3/9/2013 16:07
Mi sento vacillare
Iscritto: 4/7/2013
Da:
Inviati: 561
 Re: I soliti radicali da circo equestre
@Perspicace

beh, probabilmente vivi anche una realta' emotiva stabile, aggiungerei.


ecco qui, indovinate, dove lo ho trovato ? [ si vince un sacco di simpatia ]


il THC è una sostanza fortemente lipofila e quindi tende a concentrarsi nei tessuti più ricchi di grassi, quali l’encefalo. Per tale motivo è possibile reperire il THC nel cervello anche a distanza di molti mesi dall’ultima assunzione. Sono noti almeno 2 tipi di recettori per il THC: i recettori CB1, presenti soprattutto sui neuroni centrali e periferici, e i CB2, presenti soprattutto sulle cellule immunitarie. Sono stati identificati agonisti endogeni dei recettori cannabinoidi (endocannabinoidi). È chiaro che il sistema endocannabinoide, attivo attraverso i CB1, è coinvolto nel circuito dopaminergico mesolimbico della ricompensa. I cannabinoidi aumentano, infatti, il rilascio di dopamina nel nucleo accumbens. I recettori CB1 sono presenti in grandi quantità nei gangli della base, associati col controllo dei movimenti: nel cervelletto, che coordina i movimenti del corpo; nell’ippocampo, associato con le funzioni dell’apprendimento, della memoria e del controllo dello stress; nella corteccia cerebrale, sede delle funzioni cognitive più elevate. Sono anche presenti nell’ipotalamo, che regola tra l’altro la sensazione di sazietà; nell’amigdala, associata con le emozioni e la paura; nel midollo spinale, associato con le sensazioni periferiche come il dolore; nel tronco encefalico, associato con il sonno, l’eccitazione sessuale e il controllo motorio; nel nucleo del tratto solitario, associato con sensazioni viscerali, come la nausea e lo stimolo al vomito.

NON e' wiki
e comunque agiscono cosi' TUTTE le sostanze 'stupefacenti', capite che non e' come la cioccolata a questo punto, dopamine a parte, ma che sono in discussione aeree importanti del cervello dove le sostanze attecchiscono.
da qui il mio dire che l'erba da dipendenza, oltre che per esperienza personale, dipendenza che ne consegue l'abuso; eh gia' se tu non ne abusi non ne diventi dipendente, se fumi ogni tanto NON diventi dipendente, no ?


Decalagon
Inviato: 3/9/2013 16:12  Aggiornato: 3/9/2013 16:12
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Citazione:
l'erba e' uguale : agisce cosi'


Ok, quindi mi paragoni l'erba alle anfetamine, suggerendo che la prima ti dia dipendenza come la seconda perché tanto "la chimica è chimica". Altra stronzata. Scusa, ma stai parlando con una persona che ha fumato hashish ed erba per svariati anni durante l'adolescenza, quindi conosco benissimo gli effetti che produce, non solo perché li ho letti.

Rinnovo la mia domanda: ti prego, presentami qualcuno che fin dalla prima canna ha sentito il bisogno di continuare ad assumere marijuana per non andare in crisi di astinenza, o che andava a rubare per comprarsela per evitare di andare in crisi e stare male.

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»
panagio
Inviato: 3/9/2013 16:13  Aggiornato: 3/9/2013 16:13
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/6/2011
Da:
Inviati: 232
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Scusate OT, già postato in momenti liberi, ma ritengo importante!!!

Esercitazione programmata o più semplicemente provocazione impunita?
La smentita della smentita è stata smentita che era una balla!!.... Mah...!?!


ESTERI
03/09/2013
La Russia: lancio di missili verso la Siria Israele: Test congiunto con gli Usa

Mosca: “Oggetti balistici da una zona centrale del Mediterraneo verso le coste orientali”. Il capo dei medici di legali di Damasco diserta: “Ha le prove degli attacchi chimici”
Il test congiunto di un missile effettuato da Israele insieme agli Stati Uniti ha fatto risalire la tensione internazionale sulla Siria. Prima che il ministero della Difesa israeliano spiegasse che si era trattato di un’esercitazione, era stata la Russia a dare notizia che i suoi radar ad Armavir, nel sud del Paese avevano registrato il lancio di due «oggetti balistici» da una zona centrale del Mediterraneo verso le coste orientali, dove si trova la Siria, alle 8,16 ora italiana. A registrate il lancio dei missili, ha riferito un comunicato del ministero della Difesa, è stata la stazione Armavir nel sud della Russia.

Il capo dei medici legali di Aleppo ha intanto disertato dal regime di Assad. Lo afferma l’opposizione siriana, affermando che ha le prove del coinvolgimento del regime nel presunto attacco chimico su Aleppo di marzo.

Quanto al test , è arrivato alla vigilia del vertice del G20 di giovedì e venerdì a San Pietroburgo, dove le diplomazie internazionali lavoreranno dietro le quinte per evitare l’intervento militare contro Damasco. A testimonianza di quanta apprensione vi sia per il possibile avvio di un attacco militare di Usa e Francia contro il regime siriano, dopo l’annuncio russo sono circolate ogni sorta di teorie, compresa quella che si fosse trattato di palloni-sonda meteorologici lanciati da una nave da guerra Usa.
Secondo il ministero della Difesa israeliano, il test sarebbe consistito nel lancio di un missile Ankor Kahol (lancia blu) dal Mediterraneo centrale. Gli Ankor sono vettori realizzati da Israele per imitare i missili Shahab iraniani nei test del sistema di difesa anti-missile Hetz, già sperimentato nell’Oceano Pacifico.


Il ministero della difesa russa stamane aveva comunicato di avere individuato «due oggetti balistici lanciati verso il mediterraneo orientale». Il ministro della Difesa russo, Sergei Choigou, ha detto di aver informato il presidente Vladimir Putin. E qualche ora dopo è arrivata la spiegazione. Israele ha annunciato di avere effettuato nel Mediterraneo un test missilistico congiunto con gli Usa.


La notizia è stata in prima battuta smentita da Israele. Le forze armate israeliane «non sono a conoscenza» di nessun lancio di missili nel Mediterraneo orientale ha detto una portavoce. Poco dopo la smentita della smentita. Dopo che il ministero della Difesa russo ha dato notizia che è stato registrato il lancio di due missili, l’ambasciata russa in Siria dal canto suo aveva fatto sapere che non vi erano segnali di un attacco missilistico o di esplosioni nell’area di Damasco .

Link articolo la stampa

fefochip
Inviato: 3/9/2013 16:15  Aggiornato: 3/9/2013 16:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Citazione:
secondo me c'entra nel discorso 'danni a lungo termine


il discorso danni a lungo termine è complesso

a oggi i dati CERTI è che i danni a lungo termine di sigarette e alcool sono devastanti sulle persone.

sulla maria questa certezza di dati non c'è assolutamente.
come detto piu sopra si porta sempre il concetto di "Teoria del passaggio" a sostegno del proibizionismo della maria il quale in italia (come spesso) trova una legislazione schizzoide.

si può consumare (anche se ti stracciano la patente) ma non si può vendere,
dove cazzo uno dovrebbe prenderla non si sa.
in pratica è diventata come la prostituzione che in linea di principio non è vietata ma è vietato tutto ciò che c'è intorno.

comunque il film "conair" se non sbaglio spiega il perche non si legalizzano le droghe .
non certo per motivi filantropici per impedire alle persone di farsi del male ma perche i traffici internazionali sono gestiti in grossa parte da servizi deviati con cui fare black ops.
non crederete vero che tutte le porcate che fanno le fanno emettendo fattura vero?

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
earlturner
Inviato: 3/9/2013 16:35  Aggiornato: 3/9/2013 16:47
Mi sento vacillare
Iscritto: 4/7/2013
Da:
Inviati: 561
 Re: I soliti radicali da circo equestre
@Decalagon
Scusa, ma stai parlando con una persona che ha fumato hashish ed erba per svariati anni durante l'adolescenza


Quindi deduco che ora non fumi piu', quindi decuco di nuovo che forse non eri un fumatore accanito, altrimenti avresti continuato a fumare. come definisci una persona che da vent'anni fuma sigarette : un fumatore abituale, dipendente dalla nicotina, come e'. non capisco perche' pretendi che io posti non so un articolo di giornale per esempio con una notizia del tipo 'uccide la nonna per comprarsi l'erba', sappiamo bene che NON esiste nulla di tutto cio' e fra l;e altre cose speravo di averlo spiegato anche sopra con i vari edit.
Quando scrivo che l'erba e' uguale NON la paragono all'amfetamina in se e per se [ ma non era chiaro? ] ma per fare notare come tutte le sostanze vadano, alcune piu' alcune meno - da qui il fatto che l'erba produce una dipendenza minore rispetto ad altre [ e lo ho anche scritto, questo ], ad agire su zone importanti del cervello, e anche questo lo ho postato prima del tuo commento.
Quando fumi per 15anni di seguito [ ed IO fumo da 15anni di seguito [ ho scritto ANCHE questo, cristo ] ALLORA hai sviluppato una dipendenza, non lo credi ? e RIPETO, non capisco perche' tu voglia estremizzare quando e' pacifico riconoscere che si, l'erba non fa tanto meno danno delle siga o dell'alcool o di quel che vuoi, MA una leggera dipendenza, non paragonabile con altre sostanze [ mhh..l'avro' forse gia' scritto? ] la da. ho fumato meno di un'ora fa e siccome piu' fumi piu' la tua tolleranza si alza [ come con gli alcoolici e TUTTE le sostanze stupefacenti ] per me e' aria fresca e fra 10 minuti mi fumero' un'altra cannetta, proprio perche' l'effetto e' 'sceso' in fretta [ non perche' l'erba che fumo faccia schifo ma perche' sono DIPENDENTE ]...questo e' l'ABC delle droghe/medicinali/alcoolici...

in conclusione, se vorrai sempre vedere il famoso articolo di giornale o testimonianza beh, mi dispiace ma non ce l'ho. spero tu abbia voglia di discutere del resto delle mie argomentazioni magari eh o rileggersi gli edit, magari
aggiungo io, manco stessi dicendo "ah proibitela perche' se fumi una canna prendi l'aids" o robe cosi'...anzi ripeto da post e post che anche IO fumo ma minchia ci vorrebbe un pochino di elasticita' mentale in piu'



EDIT -

poi ragazzi non so che erba fumavate da adolescenti ma tranquilli, NON e' l'erba di 10 anni fa : questa e' chimica pura. fatta crescere indoor, super puzzolente, super forte, non parliamo dei campi in Jamaica ma delle mini serre costruite nei solai o negli armadi di tanti adolescenti, in questa citta' per esempio vendono esclusivamente Blue Cheese, Super Skunk e roba che fai un tiro e ti inebetisci
giusto per completezza

Decalagon
Inviato: 3/9/2013 16:54  Aggiornato: 3/9/2013 16:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Citazione:
Quindi deduco che ora non fumi piu', quindi decuco di nuovo che forse non eri un fumatore accanito, altrimenti avresti continuato a fumare.


Si fumava un giorno no e quattro sì quando ci si incontrava, sia a scuola nascosti dietro i bidoni della spazzatura sia fuori nei parchi pubblici dentro le casette di legno per i bambini. E anche dopo la scuola, molto meno frequentemente, quando capitava di incontrare qualche vecchia conoscenza che voleva offrire da fumare.

Citazione:
sappiamo bene che NON esiste nulla di tutto cio' e fra l;e altre cose speravo di averlo spiegato anche sopra con i vari edit.


Se non esiste nulla di tutto ciò mi domando a cosa serva sottolineare che l'erba da dipendenza se non è vero.

Che poi per te sia acqua fresca solo perché te ne fai "10 al giorno" è un altro discorso. Tollerare una sostanza è una cosa, esserne assuefatti è un'altra.

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»
Decalagon
Inviato: 3/9/2013 17:00  Aggiornato: 3/9/2013 17:01
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Citazione:
poi ragazzi non so che erba fumavate da adolescenti ma tranquilli, NON e' l'erba di 10 anni fa : questa e' chimica pura. fatta crescere indoor, super puzzolente, super forte, non parliamo dei campi in Jamaica ma delle mini serre costruite nei solai o negli armadi di tanti adolescenti, in questa citta' per esempio vendono esclusivamente Blue Cheese, Super Skunk e roba che fai un tiro e ti inebetisci




La Super Skunk non è roba chimica, è il nome di un ibrido di cannabis fatto incrociando due tipi di piante, ed esiste almeno dal 1990. È forte, sì, ma non è tossica e non è chimica.

Dai, per favore, va bene voler spalare merda addosso alla cannabis a tutti i costi, ma ora però si esagera.

Da dipendenza, ti porta alla cocaina, è chimica, causa psicosi... seh.. e poi?

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»
Giano
Inviato: 3/9/2013 17:36  Aggiornato: 3/9/2013 17:36
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/3/2011
Da:
Inviati: 1424
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Tempo fa trasmettevano questo spot alla tv:
Video 1.31min. ATTENZIONE IMMAGINI FORTI!


Un passo alla volta, e chi si accontenta gode!

dario77
Inviato: 3/9/2013 17:44  Aggiornato: 3/9/2013 17:44
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/8/2011
Da:
Inviati: 115
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Porto la mia testimonianza per contribuire a far chiarezza sul discorso dipendenza sì o no.

Io convivo da vent'anni con una dipendnza da cannabinoidi e non mi sognerei mai di negarmelo davanti allo specchio.

Potrei solo ripetere le ottime considerazioni riportate da earlturner per descrivere la differenza fra una dipendenza e un uso occasionale. Una canna è la prima cosa che faccio alla mattina e l'ultima che faccio la sera e non dormirei tranquillo se non sapessi di averne ancora almeno per la mattina dopo.

Detto ciò devo anche dire che i cannabinoidi sono forse la migliore sostanza da cui essere dipendenti e ringrazio sempre che fra tutte le droghe e gli alcolici provati i miei recettori si siano sintonizzati soltanto sui cannabinoidi e non su altre sostanze più dannose.

La dipendenza da cannabis per me è molto gestibile e ci convivo abbastanza felicemente da una vita. Questo perchè da una parte non produce effetti collaterali ne danni a lungo termine e soprattutto perchè disintossicarsi è molto semplice e indolore.
Ho una certa esperienza perchè riesco ad alternare periodi di molti mesi nei quali non fumo neanche una canna a brevi periodi di qualche settimana in cui mi lascio andare e torno nel giro di qualche giorno a fumare otto canne al giorno da solo e cominciando la mattina presto.
Ormai conosco abbastanza bene i sintomi di astinenza che comportano dissenteria, insonnia e depressione che insorgono dopo un paio di giorni e durano due o tre settimane per poi scomparire completamente.
Nei periodi che non fumo mi considero comunque un cannabinoide poichè mi basterebbe qualche tiro per far provare al mio cervello la piacevole e consueta sensazione e far vacillare rapidamente la mia volontà e ritornare ai miei consueti ritmi. Questo non mi accade con altre sostanze che assumo salturiamente, e con gli anni sempre meno, come extasy, lsd o cocaina che non mi provocano nessun bisogno.

Molte persone, credo la maggioranza, riescono invece a fumare occasionalmente, anche molto, senza sviluppare alcuna dipendenza. Non è il mio caso, purtroppo ma nonostante le mie problematiche personali sono comunque favorevole alla liberalizzazione, ma per me il rapporto con i cannabinoidi è comunque un problema, piccolo e gestibile, ma comunque un problema.

Redazione
Inviato: 3/9/2013 17:49  Aggiornato: 3/9/2013 18:02
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: I soliti radicali da circo equestre
EARLTURNER

Mi unisco agli altri nel farti i complimenti per il coraggio con cui hai presentato il tuo problema. Non è da tutti.

Io credo che il fatto stesso di saper vedere così lucidamente la propria situazione sia già un ottimo segno, che ti regala qualche probabilità in più di uscire dal tuo incubo.

Almeno sai in quale punto del labirinto ti trovi, sai dove stanno le porte giuste e dove stanno quelle sbagliate.

Non so se la cosa potrà esserti utile, ma vorrei proporti anche una diversa angolazione del problema.

Prova ad immaginare che l'intera umanità sia un enorme campo di battaglia sul quale si stanno misurando due forze esterne, completamente antitetiche fra loro, che si battono per il controllo del pianeta. Non vogliono impossessarsene in senso fisico, perchè non possono farlo, ma vogliono "controllarlo" nel senso che cercano di mandarlo in una direzione piuttosto che nell'altra.

La prima direzione è quella dell'egoismo, della prepotenza, della cecità, della stasi sociale, dell'involuzione, della cattiveria, dell'ignoranza e della mancanza di progresso collettivo.

La seconda è quella dell'altruismo, della collaborazione, dell'aiuto reciproco, del progresso, della crescita sociale, dello sviluppo della conoscenza e della crescita dell'umanità.

Immagina queste due forze come un grande polo magnetico negativo e un grande polo magnetico positivo, dove ciascuno irraggia la propria energia sugli umani e cerca di catturarne il maggior numero possibile. Oppure, se preferisci, immagina due razze antagonistiche di extraterrestri, una di alieni "buoni" e una di alieni "cattivi", che cercano di prendere telepaticamente il controllo della maggior parte possibile degli esseri umani, per spingerli in una direzione piuttosto che nell'altra.

Per ottenere i propri scopi, la razza dei "cattivi" usa tutti gli strumenti che riesce a trovare: dalla depressione psicologica al rinconglionimento mentale, dall'odio fra le razze al desiderio di conquista, dall'ossessione del sesso alla sete di potere, dal miraggio della ricchezza all'alcohol e alle droghe, che rallentano la tua corsa e mandano le tue energie nella direzione sbagliata. Le forze negative che agiscono sul pianeta utilizzano qualunque cosa riescano a trovare, senza il minimo freno morale, pur di impedire l'evoluzione dell'individuo, e quindi il progresso della società nel suo insieme.

Nel frattempo noi, da qui sotto, non ci accorgiamo di nulla. Crediamo di essere padroni delle nostre azioni, crediamo di essere la sorgente dei nostri problemi, e quindi cerchiamo dentro di noi la soluzione di questi problemi. Ecco perchè non riusciamo a risolverli: perchè il problema sta fuori, non sta dentro di noi.

Tu sei stato catturato dalle forze negative, che nel tuo caso utilizzano la droga per fermare il tuo percorso e per impedire che tu dia il tuo pieno contributo alla società, rallentandone così la crescita complessiva.

Ogni volta che tu senti la vocina dentro di te che ti dice "hai bisogno di una dose per tirare avanti", in realtà stai ascoltando la voce della forza negativa che cerca di fermare il tuo percorso, mandando le tue energie nella direzione sbagliata.

Nel momento in cui capisci che la droga non è il nemico da sconfiggere, ma è solo lo strumento con cui il tuo vero nemico ti tiene sotto controllo, forse potrebbe risultarti più facile mandarli affanculo tutti e due in un colpo solo.

Gli altri hanno bisogno di te. Ti stiamo aspettando.

Un abbraccio.

Massimo

Aironeblu
Inviato: 3/9/2013 18:09  Aggiornato: 3/9/2013 18:09
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/1/2012
Da: Ha Noi
Inviati: 1947
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Un bell'esempio di propaganda (lo spot radical-smoke), che manipola, equivoca e inganna, compiendo veri e propri delitti logici e retorici pur di adescare e orientare l'opinione del pubblico verso la propria bandiera. Il migliore è l'uso ambiguo del termine "droga", come rilevato da Massimo, che secondo le convenienze viene scisso col bilancino in "leggere" e "pesanti", oppure se ne trascura il peso specifico per poter alzare un po' le cifre dei costi economici....

Anche se per una volta la causa era ragionevole e condivisibile, il linguaggio per promuoverla è sempre quello doppio e disonesto tanto caro alla casta politica.
Vabbuo'.... Meno peggio di quando la stessa tecnica di propaganda viene usata per giustificare l'attacco alla Siria.

Blutarsky
Inviato: 3/9/2013 18:12  Aggiornato: 3/9/2013 18:12
So tutto
Iscritto: 3/11/2010
Da:
Inviati: 23
 Re: I soliti radicali da circo equestre
La mia piccolissima esperienza. Fumo da quando avevo 20 anni circa e all'università si esagerava con gli amici. Sono passati 15 anni e la sera mi piace farmi la mia cannetta (massimo 2) per rilassarmi ed evitare di fumarmi 4-5 sigarette almeno. Mentre fumo posso fare di tutto, non mi pregiudica praticamente nessuna attività, anzi per alcune attività da "camera"... . Chiaramente non fumo al lavoro, quando guido o quando è richiesta una concentrazione superiore al normale. Mi piace fumare a casa e all'aria aperta. Non la porto mai con me perchè è un controsenso stare in paranoia per avere a portata di mano lo spinello.
Anche io pensavo fosse una dipendenza (così come è una dipendenza quella nei confronti delle sigarette che non ho mai abbandonato ahimè) ma poi alcuni anni fa ho dovuto smettere per un paio di mesi visto che dovevo fare delle analisi "particolari". Non ho avuto crisi, non ho avuto dolori, la mia personalità non si è "abbrutita" manco per le mele. E sono stato contentissimo di aver scoperto sulla mia pelle che la dipendenza non c'era, al massimo la voglia di farmene una, ma finiva lì. L'unico effetto indesiderato è stato quello di spararmi un paio di birre al posto di maria. Sempre all'università ho provato anche la "dama bianca" e ho proseguito nei 2-3 anni successivi nel consumo in maniera assolutamente saltuaria anche perchè non c'era una lira e l'equazione era presto fatta. Ricordo ancora vividamente che quando si parlava con gli amici della dama (notate bene, si parlava e basta), nonostante fossi lucido, aumentava la sudorazione, iniziavo a tendere i muscoli del collo, e, come si dice in gergo, a "smascellare", sintomi secondo me riconducibili ad un principio di dipendenza. Con lei ho smesso, non faceva per me, e i danni erano visibili il giorno o i giorni successivi al consumo. Una brutta bestia direi, ma l'ho allontanata. Anche l'alcol mi distrugge fisicamente e tranne occasioni particolari non bevo più molto. Mai fatto uso di altre "droghe". Quindi il problema della dipendenza per me non esiste nel senso che sono dipendente dal PC, dalle sigarette, dall'auto e da una miriade di altre cose senza che nessuno me lo faccia mai notare. E allora non rompete le scatole per una cannetta alla sera!!! Riguardo allo spot devo dire che non avevo fatto un'analisi così lucida come quella di Massimo e mi trovo praticamente in accordo su tutto.
Riguardo all'eroina, conosco alcuni ex tossicodipendenti che fumano maria regolarmente senza per questo avere la minima voglia di iniziare di nuovo a bucarsi. Io sono convinto che l'uomo abbia bisogno delle dipendenze, che siano esse tabacco, caffè, TV, ecc ecc. E' fisiologico e anche predisposizione. In quanto "schiavi moderni" mi sembra il minimo. Un saluto a tutti!

Aironeblu
Inviato: 3/9/2013 18:12  Aggiornato: 3/9/2013 18:13
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/1/2012
Da: Ha Noi
Inviati: 1947
 Re: I soliti radicali da circo equestre
@Sertes

..... Ma che ti sei fumato oggi?!?


artemio
Inviato: 3/9/2013 18:17  Aggiornato: 3/9/2013 18:17
So tutto
Iscritto: 11/10/2010
Da: 59°55′N 10°45′E
Inviati: 10
 Re: I soliti radicali da circo equestre
@Maksi
>sicuramente un uso piu' frequente rende piu' imbecilli

"Abuso", non "uso".

>Di esempi ne ho visti gia' troppi: delle amebe sorridenti.

Si può dire la stessa cosa dell'alcool, però se mi bevo due bicchieri a pasto non sono un beone
.... di esempi ne ho visti già troppi: dei coglioni aggressivi che sboccano

Aironeblu
Inviato: 3/9/2013 18:23  Aggiornato: 3/9/2013 18:23
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/1/2012
Da: Ha Noi
Inviati: 1947
 Re: I soliti radicali da circo equestre
@Earlturner

Grazie anche da parte mia per aver condiviso la tua esperienza vissuta e le tue opinioni, che ho trovato profonde e incoraggianti.

Decalagon
Inviato: 3/9/2013 18:26  Aggiornato: 3/9/2013 18:26
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Citazione:
Ormai conosco abbastanza bene i sintomi di astinenza che comportano dissenteria, insonnia e depressione che insorgono dopo un paio di giorni e durano due o tre settimane per poi scomparire completamente.


Probabilmente tu fumi l'erba chimica di cui parlava earltuner

Possibile che io e tutti quelli che conosco e ho conosciuto siamo gli unici al mondo a non aver mai vissuto una "dipendenza" da cannabis?

Pazzesco

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»
Aironeblu
Inviato: 3/9/2013 18:29  Aggiornato: 3/9/2013 18:29
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/1/2012
Da: Ha Noi
Inviati: 1947
 Re: I soliti radicali da circo equestre
@Massimo

Per ottenere i propri scopi, la razza dei "cattivi" usa tutti gli strumenti che riesce a trovare: dalla depressione psicologica al rinconglionimento mentale, dall'odio fra le razze al desiderio di conquista, dall'ossessione del sesso alla sete di potere, dal miraggio della ricchezza all'alcohol e alle droghe, che rallentano la tua corsa e mandano le tue energie nella direzione sbagliata. Le forze negative che agiscono sul pianeta utilizzano qualunque cosa riescano a trovare, senza il minimo freno morale, pur di impedire l'evoluzione dell'individuo, e quindi il progresso della società nel suo insieme.

Detta così sembra una favoletta, ma è l'esatto ritratto dei nostri governanti.

toussaint
Inviato: 3/9/2013 18:35  Aggiornato: 3/9/2013 18:35
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: I soliti radicali da circo equestre
avete mai conosciuto qualche alcolizzato che non sia passato prima dal latte e dall'acqua?

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
toussaint
Inviato: 3/9/2013 18:36  Aggiornato: 3/9/2013 18:36
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: I soliti radicali da circo equestre
ma ovviamente non tutti quelli che hanno bevuto prima latte e poi acqua sono diventati alcolizzati.
altrimenti saremmo tutti alcolizzati!!!
com'è facile smontare certi ragionamenti induttivi...

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
toussaint
Inviato: 3/9/2013 18:39  Aggiornato: 3/9/2013 18:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: I soliti radicali da circo equestre
in altri termini, che me ne frega a me se qualche coglione dopo aver fumato cannabis passa a eroina, cocaina, crack o MDMA?
chi non lo fa ha il pieno DIRITTO di fumarsi tutte le canne che vuole, non nuocendo ad alcuno.
chiaro che se poi guidi dopo aver fumato abbondantemente sei un coglione anche tu, ma esattamente come chi guida dopo aver bevuto molto.
l'alcool però non mi risulta sia illegale, è illegale solo l'abuso e solo in determinate circostanze.
pretendo parità di trattamento per la cannabis...

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
Aironeblu
Inviato: 3/9/2013 19:06  Aggiornato: 3/9/2013 19:06
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/1/2012
Da: Ha Noi
Inviati: 1947
 Re: I soliti radicali da circo equestre
@Toussaint

avete mai conosciuto qualche alcolizzato che non sia passato prima dal latte e dall'acqua?

Cazzo, devo smetterla con questo latte!

perspicace
Inviato: 3/9/2013 19:42  Aggiornato: 3/9/2013 20:12
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: I soliti radicali da circo equestre
avete mai conosciuto qualche alcolizzato che non sia passato prima dal latte e dall'acqua?

Grande verità.

Interessante forse e considerare che non si crea dipendenza fisica ma si può sviluppare una leggera dipendenza psicologica.

Generiamo recettori per qualsiasi stimolo e maggiore è l'offerta dello stimolo maggiore sarà il numero si recettori che il cervello genererà per ricevere lo stimolo.

Col andare del tempo i recettori restano e il corpo darà domanda dello stimolo, le dipendenze derivano da questo.

Più una sostanza è potente (offre molti stimoli) più il corpo difficilmente riuscirà ha gestire quel quantitativo, quindi genera nuovi recettori.

Esiste quindi una distinzione fra stimoli pesanti e stimoli leggeri, dentro però si ci devono mettere tutte le dipendenze anche quella da sesso per rendere l'idea.

ma che beep sappiamo noi

la macchina incredibile

Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
fefochip
Inviato: 3/9/2013 19:47  Aggiornato: 3/9/2013 19:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Citazione:
Ma che ti sei fumato oggi?!?


avrà ceduto alla dipendenza da carne e si sarà fatto una bistecca dopo troppa astinenza

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
fefochip
Inviato: 3/9/2013 20:52  Aggiornato: 3/9/2013 21:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Citazione:
Interessante forse e considerare che non si crea dipendenza fisica ma si può sviluppare una leggera dipendenza psicologica.


si però la dipendenza psicologica (come ho cercato di dire in mille altri modi) potendosi instaurare con qualunque cosa (anche non ingeribile o sniffabile o sparabile in vena vedi sport estremi=adrenalina) non conta

Citazione:
Esiste quindi una distinzione fra stimoli pesanti e stimoli leggeri

secondo me è una distinzione del tutto inutile per i fini che interessano (o dovrebbero interessare a una società)a questo discorso

l'intervento coercitivo ha diritto di mettersi in atto da parte di una società solo nel momento in cui un individuo diventa pericoloso per gli altri .

il principio di non farei froci con il culo degli altri è una verità sacrosanta che chissà perche non è stata scritta nei comandamenti ...forse era sulla terza tavola di mosè

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
invisibile
Inviato: 3/9/2013 21:02  Aggiornato: 3/9/2013 21:02
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Redazione

Bellisimo post.
Ma su una cosa, secondo me, serve un approfondimento.

Citazione:
Ecco perchè non riusciamo a risolverli: perchè il problema sta fuori, non sta dentro di noi.

Questo secondo me non è del tutto esatto.
E' vero che il problema è fuori i noi, che si origina fuori di noi.
Ma i "cattivi" sono molto subdoli e hanno creato un sistema per inserirlo dentro di noi.
Promettendo cose mirabolanti, in mille modi e a mille livelli diversi, fin dall'asilo viene creato in noi un "generatore di problemi" che rispecchia l'intenzione del nemico esterno e che fa molto del "lavoro" al posto suo, dall'interno, come un infiltrato.
Chiaramente questa è una generalizzazione perché siamo tutti diversi, con un vissuto diverso e i problemi interni hanno forme diverse per ognuno. Ma c'è una cosa che è "sorprendente" e molto interessante a riguardo: chi cresce più lontano dalla cosiddetta civiltà ha meno "problemi personali". Questo secondo me è, se non una prova, un forte indizio di come questo "generatore di problemi" viene generato nelle persone.
Se per esempio una persona cresce senza essere amato nell'infanzia, cosa assolutamente indispensabile per crescere equilibrati (è come l'ossigeno, per il cuore), avrà uno scompenso che è dentro la persona. L'origine è sempre esterna (i cattivi), tramandata dai genitori, anch'essi vittime più o meno inconsapevoli, ma il disequilibrio a quel punto è dentro e agisce come generatore di problemi.
E' importante avere questa consapevolezza, che "il nemico" è fuori ma che si è anche infiltrato in noi, altrimenti parte dell'eventuale guarigione (che anche io auguro con tutto il cuore al nostro amico), sarà difficile compierla, perché non si risolve il problema degli "infiltrati".
In pratica ci hanno insegnato a non amare noi stessi, a considerarci poca cosa e hanno inserito, molto in profondità in noi, la segreta convinzione che non valiamo nulla. Un potentissimo strumento di controllo, che come hai giustamente detto, è lo scopo del nemico.


earlturner

Una parola di incoraggiamento.
Quello che ho scritto vuole solo chiarire un aspetto (tentare di chiarire) dei cosiddetti problemi personali.
Quello che posso affermare grazie all'esperienza, non teorie di qualsivoglia tipo, è che qualsiasi problema personale, per quanto insormontabile possa sembrare, è assolutamente alla nostra portata.
Se lo vedi, se lo comprendi, lo puoi superare. Nessun dubbio al riguardo.

La prova sei tu.

Dopo quello che ci hai raccontato, il fatto che tu sia in grado di esporre con chiarezza, pubblicamente, con un grande coraggio, molte cose che ti riguardano così intimamente, è la prova che si può fare. Hai già fatto molto se pensi da dove sei partito. se continui puoi arrivare molto lontano. Io credo molto più lontano di quello che ora immagini.
Non bisogna dimenticare che è il nemico esterno che ci ha convinti che non valiamo nulla. La verità è l'esatto opposto: siamo inestimabili. Tutte le ricchezze del mondo non sono niente in confronto ad un solo essere umano.

Tornado ai problemi, è anche il fatto che siano in parte in noi che ci permette di affrontarlo con efficacia: se è in me lo posso "toccare", affrontare: io con me stesso. Punto.
Ma è necessario eliminare le interferenze esterne che sono create apposta per alimentarlo, per rigenerarlo, nel caso in cui qualche schiavo decidesse di liberarsi.
Molte di queste interferenze sono totalmente inconsapevoli, automatizzate in un certo senso.
La madre che non ama il figlio, spesso non lo ama non perché "è cattiva", non lo ama perché non sa amare e probabilmente anche lei non è stata amata e magari proprio non sa cosa è l'amore.
In questo senso dico automatico, inconsapevole.
Vittime che tramandano lo strumento di controllo inconsapevolmente.

Ciao

Un abbraccio.

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
horselover
Inviato: 3/9/2013 21:10  Aggiornato: 3/9/2013 21:10
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/9/2012
Da:
Inviati: 1898
 Re: I soliti radicali da circo equestre
trovo assurdo che il governo possa vietare (o legalizzare) una pianta

appleseed
Inviato: 3/9/2013 21:34  Aggiornato: 3/9/2013 21:34
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/6/2009
Da:
Inviati: 41
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Fumo cannabis da 25 anni, ho cominciato da adolescente fumandomi qualche canna il sabato sera con gli amici, più per la voglia di trasgressione che per gli effetti (che senso ha poi andare in discoteca sballato di erba?!), all'università invece ci ho dato dentro per bene, anche 10 canne al giorno a cominciare dalla mattina presto prima di andare a lezione, era sicuramente esagerato ma me ne rimane un bel ricordo, anzi penso che le cose più complesse a ingegneria le ho capite quando ero "fuori", però dovevo assolutamente mollare con questi ritmi 4-5 giorni prima degli esami se no la fase di memorizzazione era impossibile.

Poi la vita lavorativa e la nascita di mio figlio mi hanno fatto calare decisamente i ritmi, massimo 2-3 canne alla settimana la sera, se sono riuscito a far addormentare mio figlio ad un ora decente.

Non ho mai sofferto di nessun sintomo di dipendenza fisica, al massimo psicologica, ma posso assicurarvi che stare una settimana senza internet è peggio!

Sono naturalmente per la legalizzazione della cannabis ma non mi piace la via olandese, secondo me la miglior soluzione è la legalizzazione della coltivazione ad uso personale, così sarebbe anche più facile il controllo della diffusione tra i ragazzini che non potrebbero farsela comprare al tabacchino, ma sarebbero costretti a chiedere il permesso al papà

incredulo
Inviato: 3/9/2013 21:35  Aggiornato: 3/9/2013 21:35
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: I soliti radicali da circo equestre
@earlturner

Citazione:
riguardo l'erba di nuovo : ok, e' una pianta, benissimo, al giorno d'oggi [ meglio, direi da un 40 anni ] l'erba e' una droga. droga.
punto.
la 'pianta' e la sua funzione [ il maschio poi, della marijuana, funziona in questo senso ] sono dimenticate.
e' usata e considerata come sostanza ricreativa prima, POI come pianta.
il considerarla SOLO un vegetale e' fuorviante.
e si, da dipendenza.


Queste frasi, scritte da qualcuno che conosce bene il pianeta droga, rendono l'idea del condizionamento che è stato fatto nelle nostre menti.

Conosco decine di persone che fumano, hanno fumato, fumeranno se capita l'occasione e nessuno ha problemi se deve stare a lungo senza fumare.

La canapa è una pianta. Punto.

Tu dici che da un 40 anni è una droga?

Esatto.

Lo è da quando hanno deciso a tavolino che lo fosse.

Al punto che oggi quando parliamo di canapa pensiamo alla droga ma è rimane e sarà sempre una pianta, un dono della Terra come i pomodori e le patate e, come loro, crea assuefazione.

I pomodori e le patate ci piacciono e li mangiamo, ma in moderati quantitativi perchè ci potrebbero intossicare e così è pure per la canapa.

Questo allarme sulla canapa fa ridere i polli.

E' in assoluto una delle sostanze meno pericolose fra tutte quelle che assumiamo.

Tu hai smesso di farti e fumi tranquillamente le tue canne, che, detto fra noi, ti fanno pure bene.

Conosco gente che si fuma 15 canne al giorno ed è più in forma ed efficente di persone che conducono vite più "regolari".

Basta con questa convinzione indotta.

Due piantine, coltivate in casa propria e il problema cannabis smette di essere un problema.

In un mondo che si riempie di psico-farmaci, di anti-dolorifici, di robaccia chimica che si compra in farmacia o dallo spacciatore, criminalizzare una pianta è una azione ridicola.

Smettiamola una buona volta con questa pagliacciata della droga leggera.

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
ohmygod
Inviato: 3/9/2013 21:42  Aggiornato: 3/9/2013 22:01
Sono certo di non sapere
Iscritto: 16/10/2007
Da:
Inviati: 3652
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Sono già fatto indi, in dì indiano mi va di farmi frasi rarefatte.

Cosa "tragica" è poi scoprire che la canna è fatta di me.
Natura.

Altri tipi di droga che sono passate dalle mie parti?
Tutte quelle che avevano avuto il permesso di avvicinarsi.
Tutte abbandonate dato che solo il primo amore mi canna.

Se fossero tutti come te andrei in rovina sbuffa Mr Abuso.

Straziante anche Lui quando ci suggerisce: "Mettine di più, Mettine di più".
Come fà a non capire che la misera quantità la decidiamo noi.
Bontà divina dover sopportare pure l'abuso di Abuso.

Ps
Tre giorni fa Gioralia è tornata in vita.
Ora anche lei ha una nuova "forma"
la mia prima "piantacanna".
Ho ripreso l'antica abitudine di parlare di nuovo con Gioralia.
Cosa ci raccontiamo?
"Cosa Nostra" picciuotto!

Best regards
Nfamità!

comanche
Inviato: 3/9/2013 22:04  Aggiornato: 3/9/2013 22:04
So tutto
Iscritto: 27/7/2010
Da: Italia
Inviati: 12
 Re: I soliti radicali da circo equestre
ma...sono l'unico che ha apprezzato il messaggio dello sopt non ci credo

panagio
Inviato: 3/9/2013 22:20  Aggiornato: 3/9/2013 22:21
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/6/2011
Da:
Inviati: 232
 Re: I soliti radicali da circo equestre
CIT

trovo assurdo che il governo possa vietare (o legalizzare) una pianta


Sapendo il giro di denaro che c'è dietro, non fanno altro che tutelare i loro interessi,
Sotto forma di finanziamento diretto in denaro dalle farmaceutiche ( che in parte
Recuperano dalle tasse) e sotto forma di nero o protezione dalle cosche sul territorio.
È sempre li, questione di potere , economico, e controllo delle persone.

Rendere o avere persone frustrate( vedi ritiro patente, paura per Modica quantità, segnalazioni
In questura etc) fa parte di quel mondo che tanto inseguiamo , fatto di più, crescita infinita,
Controllo capillare de polli da spennare.... ( la maggior parte).

Più che sciopero della fame , dovremmo spargere semi ( naturali ) ovunque... Giardini pubblici,
Lungo i canali di irrigizaione, aiuole incolte .... E lasciarla crescere spontanea... Ci sarebbe da ridere
..o almeno.... I tanti riderebbero ( dopo averla fumata) ...

Nella giornata della raccolta spazzatura volontaria ( mi pare si organizza a settembre)
, spargiamo semi buoni... Qualcosa spunterà...

Il problema è reperirli senza costi o costi minimi...

vuotorosso
Inviato: 3/9/2013 22:22  Aggiornato: 3/9/2013 22:22
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Citazione:
La canapa è una pianta. Punto.

Tu dici che da un 40 anni è una droga?

Esatto.

Lo è da quando hanno deciso a tavolino che lo fosse.




Citazione:
I pomodori e le patate ci piacciono e li mangiamo, ma in moderati quantitativi

Qui no: sono d' accordo solo sui pomodori.


malnatt
Inviato: 3/9/2013 22:24  Aggiornato: 3/9/2013 22:24
So tutto
Iscritto: 3/3/2010
Da: MI
Inviati: 3
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Ottimo pezzo! vogliamo Massimo presidente del consiglio.
Son troppo forti sti radical chic, eutanasia, droghe libere, magari un pizzico di pedofilia, niente galera e via così....
speriamo almeno in uno sciopero della fame..fatto bene. Ma BENE BENE

Hic sunt leones
Red_Max
Inviato: 3/9/2013 22:53  Aggiornato: 3/9/2013 22:53
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/7/2012
Da: in volo
Inviati: 975
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Allora, visto che il dibattito mi sembra un po' ripetitivo vi do' un aiutino:
La cannabis è una pianta che ha gli effetti di una droga.
Ci voleva tanto?

L'anoressia è un "orientamento" alimentare?

Non ti piacciono i crauti? allora sei crautofobo...
E' un reato gravissimo...

Aspirare gli embrioni è indice di civiltà!!!

Io non sono un complottista...
mi interesso di leggende metropolitane...
matteog
Inviato: 3/9/2013 23:13  Aggiornato: 3/9/2013 23:13
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/9/2009
Da: Roma
Inviati: 966
 Re: I soliti radicali da circo equestre
con tutto rispetto di chi vive dipendenze serie da sostanze io dico solo una cosa:

- quanti morti fa l'uso di alcool? fra incidenti e patologie parecchi che io sappia, eppure è legale

- quanti morti fanno le sigarette, che io sappia parecchi, eppure sono legali

quindi non vedo dove sta il problema a legalizzare ogni forma di droga.
Per me o si vietano anche le sigarette e l'alcool che sono causa accertata di morte, oppure non si vieta niente.

Tanto come mi sembra di capire qualsiasi sostanza che agisce su determinati recettori cervello può creare dipendenza.

Indubbiamente se certe sostanze (non solo ma marhuana) venissero gestite dallo stato grossa fette di ricavi sarebbero sottratte alla criminalità.

"Cercare il complotto è sano, trovarlo dappertutto è follia." M. Galante
cnj
Inviato: 3/9/2013 23:30  Aggiornato: 3/9/2013 23:39
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da: Romagna
Inviati: 795
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Dovremo fidarci di un partito in cui gravitano personaggi come Pannellusconi assieme alla smemorata Emma-Bilder-Bonino??
E Capezzone dove lo mettiamo??

PS
Ma Silvio quando ha firmato i referendum radicali lo sa che ha firmato anche questo sulla marijuana?? O ha firmato a prescindere??

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. Nikola Tesla
incredulo
Inviato: 3/9/2013 23:47  Aggiornato: 3/9/2013 23:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Autore: Red_Max

Citazione:
Allora, visto che il dibattito mi sembra un po' ripetitivo vi do' un aiutino: La cannabis è una pianta che ha gli effetti di una droga.


Ed è quella più innocua tra quelle esistenti.

I benefici sono molto maggiori dei mali.

Perchè è così contrastata?

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
incredulo
Inviato: 3/9/2013 23:49  Aggiornato: 3/9/2013 23:49
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: I soliti radicali da circo equestre
@vuotorosso

Citazione:
Qui no: sono d' accordo solo sui pomodori.


Peccato.

Non sapevo che non ti piacesse la.....patata.

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
Red_Max
Inviato: 3/9/2013 23:55  Aggiornato: 3/9/2013 23:55
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/7/2012
Da: in volo
Inviati: 975
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Il fatto è che si tratta di un problema culturale, (a parte che l'alcol è anche un alimento) storicamente il vino fa parte della nostra tradizione, come non citare il famoso episodio delle nozze di Cana...
Però se volevano fare una cosa fatta bene e più scientifica bisogna puntare su qualcosa di concreto cioè la "riduzione del danno"
Però a quel punto si inca**avano i produttori e i venditori di vino ecc...
Oppure pestavi i piedi ai tabaccai, percui c'era poco spazio di manovra, diciamo che per l'italiano medio lo spot va bene così com'è...
Per quanto mi riguarda è molto grave la fallacia del "si risparmiano/guadagnano tot euro QUINDI è giusto..."
Sono sempre più dell'idea che la riduzione del danno sia la massima aspirazione per l'umanità...

L'anoressia è un "orientamento" alimentare?

Non ti piacciono i crauti? allora sei crautofobo...
E' un reato gravissimo...

Aspirare gli embrioni è indice di civiltà!!!

Io non sono un complottista...
mi interesso di leggende metropolitane...
peonia
Inviato: 4/9/2013 0:07  Aggiornato: 4/9/2013 0:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Io penso che se invece di farsi la coca, i ns politici si facessero le canne (bio) andrebbe tutto meglio..... se l'assumessimo tutti un minimo tot al giorno, nei dolcetti, o come si vuole, saremmo + allegri e + sani....

comunque la canapa è una pianta che ha troppe qualità per non dar fastidio a chi si arricchisce con altro





p.s. per bio intendo senza intrugli aggiunti

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
ELFLACO
Inviato: 4/9/2013 0:22  Aggiornato: 4/9/2013 0:22
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/10/2005
Da:
Inviati: 1839
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Il problema secondo me non sono le droghe .
Anche se domani fosse possibile togliere le droghe di un colpo molte persone troverebero qualcos'altro con cui evadere dalla realtà .Con cui affogare le loro paure . Con cui nascondere quello che non ci piace di noi stessi .

Questo è vecchio quanto gli umani . Le persone dipendenti di qualche sostanza al punto di provocare in loro "una disfunzione "nel comportamento quante sono nel mondo??

Quante sono le persone con dipendenze di questo tipo nel mondo??

x earlturner

Citazione:
beh tecnicamente si se per assurdo domani incominciassero a vendere robba al tabacchino io userei di nuovo. ma non tanto perche' e' libera ma perche' ho sempre gli stessi cazzo di problemi.


E perchè hai gli stessi cazzo di problemi ???

“Le persone non dovrebbero avere paura dei propri governi, sono i governi a dover aver paura delle persone.”
ohmygod
Inviato: 4/9/2013 3:42  Aggiornato: 4/9/2013 4:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 16/10/2007
Da:
Inviati: 3652
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Comanche
non ci credo

Il tuo dire mi ha quasi sconvolto!
Azzo di mente che hai!
Quel senso mi ero sfuggito!
Azzo di mente che ho!
Come quella in corso o in via di costruzione
Arte rara è distruggersi per poi struggersi nella melanconia di Marzo.
Passi.:

Ps solo nel caso che il tuo dire fosse a rivolto a me.
In caso contrario non trovo parole
Sincronicità.

Malnatt
speriamo almeno in uno sciopero della fame..fatto bene. Ma BENE BENE

Lo sciopero della fame lascia il tempo che trova, il digiuno invece...non trovo parole per definire il rito. Globale! Ma BENE BENE
Mesi Noni Anni 11
Teoria delle Quinte.

Aironeblu
Inviato: 4/9/2013 4:12  Aggiornato: 4/9/2013 4:12
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/1/2012
Da: Ha Noi
Inviati: 1947
 Re: I soliti radicali da circo equestre
@Incredulo

Questo allarme sulla canapa fa ridere i polli
(...)
In un mondo che si riempie di psico-farmaci, di anti-dolorifici, di robaccia chimica che si compra in farmacia o dallo spacciatore, criminalizzare una pianta è una azione ridicola.


Sottoscrivo, ma aggiungo che il fatto di essere una pianta, un prodotto naturale non comporta necessariamente la non nocività: anche la cicuta e la belladonna crescono spontanee in natura, così come gli oleandri le ammanitae phalloides, ecc.. ecc..
Se vogliamo difendere la libertà di uso della cannabis, è importante precisare, oltre ad essere una pianta, che è una pianta non dannosa per la salute umana, se non addirittura (pare) benefica. Poi, come il caffè, il tè, la cocaina (in foglie, non quella porcata di polvere bianca), e come tutto in genere, anche la cannabis richiede la giusta dose di moderazione.
In ogni caso, come fai notare, sicuramente è meno dannosa di qualsiasi psicofarmaco e antidolorifico.

Aironeblu
Inviato: 4/9/2013 4:19  Aggiornato: 4/9/2013 4:27
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/1/2012
Da: Ha Noi
Inviati: 1947
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Flaco

Anche se domani fosse possibile togliere le droghe di un colpo molte persone troverebero qualcos'altro con cui evadere dalla realtà .Con cui affogare le loro paure . Con cui nascondere quello che non ci piace di noi stessi .

Io non la vedo in maniera così negativa questa "evasione dalla realtà": magari può essere un momento di pace interiore e armonizzazione con il Cosmos del tutto simile a quelli raggiunti con più fatica attraverso le tecniche di meditazione, anche senza avere paure da affogare e cose da nascondere.
O se preferisci, la vedo più come un modo di assopire per un momento il nostro emisfero sinistro e attivare quello destro, per staccarci un attimo dalla razionalità diurna e accedere alla dimensione onirica del subconscio. Cosa peraltro vitale in una società materialistica come la nostra.


Kempes
Inviato: 4/9/2013 4:43  Aggiornato: 4/9/2013 4:43
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/11/2011
Da: Highgate Cemetery
Inviati: 174
 Re: I soliti radicali da circo equestre
"...Compagno Radicale, preparaci pure un altro Referendum, questa volta per sapere dov'è che i cani devono andare a piaciare..."

Io, se fossi Dio, Giorgio Gaber


Devo dire che ridendo e scherzando, tra un finto sciopero della fame e un altro, alcuni dei loro esponenti sono gli unici rimasti dagli anni 70, Pagliacci allo stado brado.

La libertà anarchica ha tutte le delicatezze della buona compagnia.
ohmygod
Inviato: 4/9/2013 5:17  Aggiornato: 4/9/2013 5:35
Sono certo di non sapere
Iscritto: 16/10/2007
Da:
Inviati: 3652
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Kempes
Pagliacci allo stado brado.



Lo so che non ce l'hai con me proprio per questo te lo chiedo
"Pagliacci allo stato brado"
Mi fà impazzire per davvero.
C'è un copyright da pagare per averlo in Firma?
Magari gli dò prima una ripulita
così da farlo divenire così
Stato brado di pagliacci.
Tale è la globalità totale

mirco
Inviato: 4/9/2013 6:21  Aggiornato: 4/9/2013 6:48
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/1/2010
Da:
Inviati: 387
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Ci sono troppi studi, effettuati in ogni luogo, che confermano la stretta associazione tra uso di cannabis e la successiva dipendenza da altre droghe e psicosi ben più pericolose. In parole semplici se tra cento che bevono un paio di bicchieri di vino al giorno solamente uno diventerà alcolista nel caso dei fumatori di cannabis il rapporto cambia.. tra cento che danno una tirata parecchi passeranno alle droghe pesanti.
I radicali vogliono la depenalizzazione del reato.. non passa certamente per la loro testa portare avanti una campagna per convincere l'opinione pubblica che la cannabis non sia una droga ( un filino differente dal vino e dal tabacco ). Avranno le loro ragioni.

Jurij
Inviato: 4/9/2013 6:45  Aggiornato: 4/9/2013 6:45
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: I soliti radicali da circo equestre
fefochip
Citazione:
è talmente fatto male che viene il dubbio che sia stato fatto apposto cosi.

Proprio quello che ho pensato anch'io.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
incredulo
Inviato: 4/9/2013 7:10  Aggiornato: 4/9/2013 7:53
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: I soliti radicali da circo equestre
@mirco

Citazione:
Ci sono troppi studi, effettuati in ogni luogo, che confermano la stretta associazione tra uso di cannabis e la successiva dipendenza da altre droghe e psicosi ben più pericolose.


Ah, gli studi....

E' quasi mezzo secolo che vedo gente che si fa canne, gente di tutte le estrazioni sociali e questa correlazione è una cagata pazzesca.

Chi passa alle droghe pesanti e ci resta, lo fa perchè vuole uno sballo più forte di quello dato dalla cannabis, non si accontenta di un po' di erbetta ma vuole la botta forte, quella che ti sconvolge, quella che causa una dipendenza viscerale, uno stato che non si ottiene con la canapa.

Inoltre l'erba, lo spinello è roba per ragazzini.

Il commercialista affermato, l'avvocato, il rampante, usano altre sostanze, più aggressive, più stimolanti, più "adulte".

Chi lo fa, lo avrebbe fatto comunque, l'erba non è necessaria per arrivare a diventare tossicodipendente.

Il tossicodipendente, si fa di qualsiasi sostanza, anche quelle che trova in farmacia, non si fa perchè è stato condotto in quella condizione fumando Ganja.

L'erba, in questo scenario, ha la parte meno importante.

Se le persone potessero coltivare una pianta in casa propria, si spezzerebbe il legame fra canapa e le altre sostanze.

Qualche paese del mondo lo permette, altri non hanno una legislazione punitiva, ma noi italiani andiamo ancora dietro ai deliri di gente come Giovannardi, viscido voltagabbana e bigotto, andiamo ancora dietro a fantomatici "studi" che arrivano a conclusioni di parte senza fidarci di ciò che vediamo personalmente.

Se la correlazione fra canapa e droghe pesanti fosse automatica o in percentuali significative, sarebbero tutti tossicodipendenti perchè le canne le provano quasi tutti prima o poi.

Citazione:
In parole semplici se tra cento che bevono un paio di bicchieri di vino al giorno solamente uno diventerà alcolista nel caso dei fumatori di cannabis il rapporto cambia.. tra cento che danno una tirata parecchi passeranno alle droghe pesanti.


Potresti essere più preciso?

Cosa significa "parecchi"?

Parecchi quanti?

E quali sono i parametri usati da questi fantastici "studi" per arrivare a questa straordinaria conclusione?

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
Ghilgamesh
Inviato: 4/9/2013 7:31  Aggiornato: 4/9/2013 7:31
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Citazione:
Red_Max
Il fatto è che si tratta di un problema culturale, (a parte che l'alcol è anche un alimento) storicamente il vino fa parte della nostra tradizione, come non citare il famoso episodio delle nozze di Cana...


Questa è l'esatta risposta che mi diede quel criminale di Fini quando andai a parlargli della legge (di merda) che stava per fare.
Premesso che tutti i politici dicono di essere per la globalizzazione, salvo fare i no global solo per quanto riguarda la Canapa ... che, ad esempio, è la pianta sacra del Dio Shiva, quindi, se rientra in altre culture, dovresti tollerarle.
I Giapponesi ruttano dopo un pranzo per dire che han gradito ... che facciamo, rendiamo illegali i rutti perche non della nostra cultura?

Premesso questo, se, come si evince anche dallo spot dei radicali, oltre 3 milioni di Italiani usano cannabis ... il sospettuccio che sia una realtà culturale anche tutta Italiana non vi ha sfiorato ?
(a te e a Fini)

Citazione:
mirco

Ci sono troppi studi, effettuati in ogni luogo, che confermano la stretta associazione tra uso di cannabis e la successiva dipendenza da altre droghe e psicosi ben più pericolose.


Ecco, ce ne indicheresti qualcuno? Tanto pe facce ride!

A titolo informativo, riporto anche le mie di esperienze, ho fatto uso e abuso di sigarette, alcool e canne, ora (da parecchio) ho smesso con tutto.

Smettere con l'alcool non è stato un problema, non ero un alcolizzato (ma ne ho conosciuti ed è una brutta bestia)
Smettere con le canne, non è stato un problema, per 3 giorni mi giravano i coglioni molto più del normale, passati quelli, tutto a posto.

Smettere con le sigarette è stato un inferno!

Mi sono considerato fuori, circa 6 mesi dopo aver fumato l'ultima sigaretta.
E per sei mesi non sono mai uscito la sera, altrimenti avrei rifumato.

Quindi perdonatemi se considero le "innocenti" sigarette, ENORMEMENTE più pericolose delle canne.

Detto questo, rimane il fatto che, una volta informato dei rischi e se la cosa non crea problemi agli altri, ogni essere vivente dovrebbe avere la possibilità di rovinarsi la vita come crede.

Ghilgamesh
Inviato: 4/9/2013 7:42  Aggiornato: 4/9/2013 7:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Citazione:
Autore: mirco Inviato: 4/9/2013 6:21:34
In parole semplici se tra cento che bevono un paio di bicchieri di vino al giorno solamente uno diventerà alcolista nel caso dei fumatori di cannabis il rapporto cambia.. tra cento che danno una tirata parecchi passeranno alle droghe pesanti.


Mi ero perso quest'altra perla!

Premesso che nn so da dove tu abbia attinto questi dati (acqua di fonte probabilmente) ... stai sorvolando su un piccolissimo particolare.

Parti dallo strano assunto che chi beve possa diventare solo alcolizzato, ma NON passare a droghe (illegali) pesanti* ... perchè?

Sempre dai tuoi fantomatici studi ti dicevano che dall'alcool passi all'alcool mentre dalle canne passi alle pere?
(e ti giuro che sarei curioso di sapere come hanno fatto gli studi!)

Nel mio piccolo, avrò conosciuto più di mille persone che usavano droghe ... almeno duecento pesanti (non fa statistica, ma ci si avvicina ...)

Di quelle passate alle pesanti, NESSUNO era astemio.
UNO sicuro non ha mai fumato canne in vita sua.

*Ho scritto illegali, in quanto per ogni studio medico serio, l'alcool è considerato DROGA PESANTE!
(http://www.sostanze.info/immagine/classifica-lancet-sui-danni-delle-droghe-tabella-tradotta-%C3%A8-tratta-focus) la prima fonte che ho trovato

vuotorosso
Inviato: 4/9/2013 8:17  Aggiornato: 4/9/2013 8:17
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Citazione:
Non sapevo che non ti piacesse la.....patata.


Hai frainteso, mi riferivo ai moderati quantitativi quelli vanno bene per i soli pomodori. Da quando leggo gus, poi

incredulo
Inviato: 4/9/2013 8:34  Aggiornato: 4/9/2013 8:34
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: I soliti radicali da circo equestre
@vuotorosso

Citazione:
Hai frainteso, mi riferivo ai moderati quantitativi quelli vanno bene per i soli pomodori.
Da quando leggo gus, poi





Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
Aironeblu
Inviato: 4/9/2013 8:36  Aggiornato: 4/9/2013 8:39
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/1/2012
Da: Ha Noi
Inviati: 1947
 Re: I soliti radicali da circo equestre
@Gilgamesh

I Giapponesi ruttano dopo un pranzo per dire che han gradito ... che facciamo, rendiamo illegali i rutti perche non della nostra cultura?

Piccola escursione fuori tema: se è per quello i cinesi scatarrano sui marciapiedi e sugli ascensori senza il minimo ritegno, pisciano sui marciapiedi e mangiano il pollo buttando le ossa sul pavimento. Non confondiamo la cultura con la mancanza di civiltà.

P.S. e i francesi non conoscono il bidet!

fefochip
Inviato: 4/9/2013 9:11  Aggiornato: 4/9/2013 9:11
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Citazione:
Anche se domani fosse possibile togliere le droghe di un colpo molte persone troverebero qualcos'altro con cui evadere dalla realtà .Con cui affogare le loro paure . Con cui nascondere quello che non ci piace di noi stessi .


uno degli sport preferiti dall'umanità è raccontarsi le cazzate.
ce le raccontatiamo per una serie di motivi il punto è che ci fa comodo per qualche ragione.

ho conosciuto troppi fumatori incalliti che si nascondevano dietro il paravento del "sono dipendente" per non smettere di fumare. cosi ce ne sono di bevitori di alcool e cosi di drogati delle droghe piu disparate.

è un atteggiamento molto diffuso quello della deresponsabilizzazione, certamente piu diffuso di quello di predersi le proprie responsabilità.
per questo seduce cosi tanto il concetto della "droga di transizione" ,l'affermazione che dallo spinello al buco il passo è breve.
come a dire che se fumi uno spinello o 10 al giorno allora per un meccanismo chimico INDIPENDENTE dalla tua volontà ti troverai a bucarti.

TUTTE CAZZATE

fa molto comodo pensare questa cosa perche deresponsabilizza dalla SCELTA di andare sempre piu affondo.
fa molto comodo anche a chi sta vicino alla persona che si sta facendo del male perche in quest'ottica può sempre dire che il proprio fratello ,sorella ,amico,padre,madre,figlio, ecc ,ecc non sta compiendo una scelta di autodistruzione ma è solo "vittima" della dipendenza.

fa anche molto comodo addossare la responsabilità delle proprie scelte alle cattive frequentazioni, ai genitori cattivi o a qualunque altra cosa e/o persona.

mi dispiace per chi soffre per questi problemi ma prima si prende coscienza di questo aspetto e meglio è; inutile qui insomma fare i medici pietosi.

l'unica via che ci può salvare è capire perche ci stiamo raccontando balle e affrontare quel motivo.

"mi si è impiccata mamma" non è un motivo per drogarci, per autodistruggerci anche perche se lo fosse saremmo fregati per sempre.

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Davide71
Inviato: 4/9/2013 9:26  Aggiornato: 4/9/2013 9:26
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/7/2006
Da:
Inviati: 2108
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Ciao a tutti:

in realtà esisterebbe una distinzione da fare tra le droghe, e sarebbe tra "naturali" e "sintetiche".
Con le prime si deve intendere che la sostanza viene assunta direttamente tramite la pianta che la produce (fermentata, essiccata); le seconde sono polverine bianche, quantunque ottenute eventualmente da piante. Le seconde sono immensamente più pericolose delle prime. Creano dipendenze più forti, sottopongono il fisico a maggiore stress e possono essere assunte agevolmente in grandi quantità prima che il corpo ci avvisi che "abbiamo passato il limite". Per quel che mi riguarda è questa la distinzione da fare tra droghe leggere e pesanti.
Questo certamente non impedisce nessuno di regolarsi prendendo solo "mezza pasticca" oppure storcersi con una bottiglia di pastis (nel qual caso il coma etilico è un rischio concreto), però è vero che vi sono sostanze chimiche che danno dipendenza feroce già con la prima assunzione, e possono anche uccidere, e sono per lo più sostanze di sintesi.

Peraltro non esisterebbero difficoltà a legalizzare l'uso della marijuana e punirne l'abuso, come si fa con l'alcool, e vietarne l'uso fastidioso (come con le sigarette); non sarebbe così facile con le droghe di sintesi. E sono sicuro che i rischi per la salute e la sicurezza pubblica sarebbero inferiori se fosse legalizzata!

Detto questo non consiglio l'uso ludico della cannabis, visto che si tratta di una pianta dalle proprietà medicamentose, in quanto prendere farmaci senza necessità è un ottimo modo per crearsi problemi di salute!

Non date le perle ai cani e ai porci perchè non le mangeranno e vi si rivolteranno contro.
fefochip
Inviato: 4/9/2013 9:41  Aggiornato: 4/9/2013 9:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: I soliti radicali da circo equestre
io credo che a livello sociale questa storia del proibizionismo non fa che peggiorare la situazione.

è perfettamente inutile vietare una sostanza se i motivi che portano li non sono la sostanza stessa ma altro.

lo stato proibendo determinate sostanze pericolose cerca di preservare le persone che non sono abbastanza responsabili.
questo è un bene? non so che dire perche purtroppo non si può "far crescere" ma si può solo crescere.
d'altro canto se si vuole fare un piccolo parallelo con il discorso genitore/figlio , il compito del genitore è quello di preservare il figlio dalle cose piu pericolose e conteporaneamente lasciarlo sempre piu libero progressivamente perche poi se la dovrà cavare da solo nella vita.
in qualche modo in quest'ottica il "gusto del proibito" (quel famoso limite di illegalità) in realtà è legato alla voglia di crescere che ha qualunque bambino che oltrepassa man mano i limiti imposti dal genitore.

forse è tempo di legalizzare almeno le cose meno pericolose perche continuando a trattare le persone come ragazzini non cresceranno mai.

vorrei fare l'esempio(un po estremo ma a titolo di esempio) del pesce palla (se non sbaglio) per i giapponesi.
è un pesce che se non pulito perfettamente dal suo sangue può rivelarsi mortale al primo boccone.
c'è tanta gente che decanta le incredibili bontà delle carni di questo pesce ma in realtà può avere un senso rischiare la vita per un fugace piacere di tavola?
a mio avviso è solo il rischio che rende questo pesce cosi "buono" (in realtà ho letto che è proprio cosi) e nessuna legge e nessuna proibizione leverà mai il vizio dell'uomo di andarsela a cercare

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Kempes
Inviato: 4/9/2013 10:55  Aggiornato: 4/9/2013 10:55
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/11/2011
Da: Highgate Cemetery
Inviati: 174
 Re: I soliti radicali da circo equestre
L'argomento è delicato ma allo stesso tempo semplice. L' unica cosa che vorrei è che questa battaglia non veda i radicali come promotori, dal momento che è gente che bascula opportunisticamente in ogni luogo e tempo, basta sapere che hanno partorito gente come Capezzone, quindi credibilità ZERO, anzi penso che in un paese come questo siano un danno per la causa.

La libertà anarchica ha tutte le delicatezze della buona compagnia.
Pyter
Inviato: 4/9/2013 10:59  Aggiornato: 4/9/2013 10:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Ancora una volta la Chies si è schierata contro la cannabis, contro i radicali e contro se stessa, senza tener conto del famoso episodio delle nozze di Cannaan.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
socratiko
Inviato: 4/9/2013 11:44  Aggiornato: 4/9/2013 11:44
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/4/2010
Da:
Inviati: 105
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Massimo secondo me alcune tue precisazioni non sono del tutto corrette.

Non voglio lodare lo spot ne i personaggi: I radicali sono animali politici disgustosi, voltagabbana e utilitaristi: si sa bene, dopo i passaggi governativi della Bonino, Capezzone etc.

Però bisogna tener conto del contesto linguistico in cui viene "gettato" uno spot del genere: in Italia siamo all'analfabetismo culturale riguardo alle droghe e inevitabilmente, per essere comprensibile, devi partire dal linguaggio utilizzato anche, disgraziatamente, quando si tratti di un linguaggio fortemente connotato negativamente, non neutro e implicitamente criminalizzante.

In secondo luogo, per esempio, tenendo conto del contesto si comprende che la "fallacia ad auctoritatem" iniziale non è tale: dire "lo fanno in 3 milioni, come i tifosi di calcio" secondo me non ha l'obiettivo di legittimare ma di attaccare la demonizzazione del "drogato" come elemento socialemente reietto e rinchiuso nei ghetti...

in altre parole, l'utilizzo di una similitudine semplice, che possa instaurare una connessione "come-me" è indirizzata solamente contro la politica di "mostruificazione" del consumo di cannabis degli ultimi dieci anni.

Siamo d'accordo: tutto lo spot è semplicistico...ma avete visto a che tipo di comunicazione sociale e politica sono abituati gli italiani? Se vuoi fare breccia nel 60-70% (fonte Censimento Istat) di semi-analfabeti/analfabeti funzionali degli italiani tra i 15 e i 65 anni, devi per forza adeguarti a una comunicazione semplificata.

Quello che invece manca, ed è grave e forse colpevole, è una aperta denuncia della menzogna sulla tossicodipendenza legata alla mariuana: su questo Massimo hai perfettamente ragione.

Io penso che si tratti da un lato di calcolo politico: il referendum non passerà mai, ma raccogliere un numero notevole di firme ridarà fiato al movimento radicale strangolato dalle sue alleanze bizzarre.
Dall'altro, semplice incompetenza: i pubblicitari cui senza dubbio è stato conferito l'incarico di realizzare il video hanno probabilmente ricevuto una paginetta di "slogan" e "punti" da toccare che si sono guardati bene dall'approfondire.

Detto questo, potrebbe prodursi un clima adatto alla diffusione di qualche intervento mirato sulla Cannabis: perchè non estrai un 7-10 minuti di video che riassuma le tue ricerche, Massimo?

Quello girerebbe...ce ne incaricheremmmo noi!
facci sapere!

Piero68
Inviato: 4/9/2013 12:11  Aggiornato: 4/9/2013 12:11
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/9/2012
Da:
Inviati: 134
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Scusa Massimo,
ma quello che non capisco, e ti pregherei (se ti va) di dirlo chiaro è sei solo contro lo spot o sei contro l'utilizzo di cannabis? Visti i tuoi lavori (anche il dvd sulla maria) mi sembrava di capire che tu non fossi un proibizionista. Ma forse ho capito male io e mi sbaglio.
Se invece come penso non sei un proibizionista allora sinceramente non capisco questa super critica. E' vero, lo spot fa schifo, come i radicali e come Pannella, da 40 anni ancora in politica, facendo sempre l'altalena e cambiando padrone una legislatura si e l'altra pure. Ma se è vero che il fine giustifica i mezzi allora ben venga anche questa merda. Se questo è l'unico linguaggio che gli italiani capiscono (e secondo me il problema è proprio questo) che usino le salse che più gli aggrada se può servire davvero alla legalizzazione della cannabis. Perché ci puoi girare intorno quanto vuoi e puoi pure criticare la forma di come vengono dette le cose. Ma che lo stato incasserebbe di più e la criminalità di meno è la sacrosanta verità. E che la microcriminalità e il numero di tossicodipendenti scenderebbe è un'altra verità sacrosanta. E non lo dico io. Lo dicono degli studi del settore fatti da anni e anni. L'Olanda è uno dei paesi europei con il minor tasso di tossicodipendenti ed il minor consumo di droghe pesanti. Quando parlo di Olanda parlo di olandesi. Sono esclusi quindi dalle statistiche tutti i turisti dello sballo.
Quello che invece mi colpisce molto è l'aver completamente ignorato il passaggio sulla Giovanardi-Fini. Il problema è che molti non conoscono affatto questa legge vergogna, fatta perché all'epoca non erano pochi i parlamentari ed i portaborse che venivano scovati con la cocaina. sembra una legge ultra proibizionista ma invece danneggia i piccoli consumatori di cannabis mentre agevola i grossi consumatori di droghe pesanti.
Tanto per iniziare il consumo è stato totalmente depenalizzato. Le droghe pesanti e le droghe leggere equiparate e la quantità massima consentita non è data più dalla sostanza che ti trovano addosso, ma dal suo principio attivo. Ed in più c'è la deroga per lo status personale. Cioè se sei ricco anche 20 grammi di cocaina possono essere uso personale. Basta che non ti trovino con le dosi fatte o mentre la passi a qualcuno altrimenti è spaccio.
Mi spiego meglio. La prima volta che ti fermano e ti trovano in possesso di qualunque cosa (fumo, eroina, cocaina, extasy è la stessa cosa) non ti fanno assolutamente nulla. Nell'80% dei casi scatta il perdono perché è la prima volta. Nel peggiore dei casi ti sospendono la patente per un mese (se ce l'hai).
Basta che questa qualunque cosa non superi la portata massima consentita dalle tabelle. E qui viene il bello. Perché per la cocaina e l'eroina mi sembra che il massimo sia 2 grammi. Una quantità già enorme per un consumatore. Poi c'è il bonus del principio attivo. Cioè due grammi riferiti però a quanta cocaina o eroina effettiva ci sia. E siccome si sa, almeno il 70% di quello che vendono è taglio, vuol dire che, a calcoli fatti, se ti fermano con 5-6 grammi non rischi nulla. Poi c'è il bonus dello status personale. Cioè se sei un poveraccio con 3 grammi sei uno spacciatore. Se sei ricco, e quindi il tuo status sociale ti consente spese pazze, con un buon avvocato, fai passare per uso personale pure 10-15 grammi di droghe pesanti.
E questi sono solo alcuni aspetti della Fini-Giovanardi. Ci sarebbe poi il problema di come vengono trattate le tossicodipendenze presso i SERT e di come venga praticamente regalato metadone a vita e chiunque ne faccia richiesta, basta che ti sei bucato un paio di volte.
Ecco, a conti fatti, io mi preoccuperei più di queste cose, piuttosto che di uno spot stupido, pensato male e fatto pure peggio.
Ma questa, ovviamente, è solo la mia opinione personale.

infosauro
Inviato: 4/9/2013 12:21  Aggiornato: 4/9/2013 12:25
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/5/2008
Da: questo mondo (credo)
Inviati: 2376
 Re: I soliti radicali da circo equestre

"It's just a ride"
William Melvin "Bill" Hicks, l'ultimo degli hippy, il primo dei complottisti (a comparire in TV).
Piero68
Inviato: 4/9/2013 12:22  Aggiornato: 4/9/2013 12:23
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/9/2012
Da:
Inviati: 134
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Citazione:
Con le prime si deve intendere che la sostanza viene assunta direttamente tramite la pianta che la produce (fermentata, essiccata); le seconde sono polverine bianche, quantunque ottenute eventualmente da piante


Mi spiace dissentire ma tutte le droghe che vengono estratte da sostanze naturali (piante), anche le polverine bianche come le chiami tu, sono droghe naturali. Cannabis, oppio, eroina, e cocaina sono droghe naturali in quanto derivano dal trattamento di prodotti del mondo vegetale.
Le droghe sintetiche sono invece quelle prodotte in laboratorio esclusivamente da processi chimici nei quali vengono combinati vari elementi. Un esempio: extasy, anfetamine varie, acidi, speedball e via continuando. Anche i medicinali tipo benzodiazepine ecc.ecc. Oggi purtroppo l'aumento di queste sostanze è divenuta quasi esponenziale

ELFLACO
Inviato: 4/9/2013 12:44  Aggiornato: 4/9/2013 12:50
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/10/2005
Da:
Inviati: 1839
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Citazione:
Io non la vedo in maniera così negativa questa "evasione dalla realtà": magari può essere un momento di pace interiore e armonizzazione con il Cosmos del tutto simile a quelli raggiunti con più fatica attraverso le tecniche di meditazione, anche senza avere paure da affogare e cose da nascondere. O se preferisci, la vedo più come un modo di assopire per un momento il nostro emisfero sinistro e attivare quello destro, per staccarci un attimo dalla razionalità diurna e accedere alla dimensione onirica del subconscio. Cosa peraltro vitale in una società materialistica come la nostra.


x Aironeblu

Io parlo di quelli che non possono fare a meno di drogarsi perchè non sopportano i problemi,perchè non ce la fanno a sopportare la dura realtà . Mica di quelli che la prendono ogni tanto per piacere e che se non si drogano per qualche giorno non vanno i crisi di astinenza .

“Le persone non dovrebbero avere paura dei propri governi, sono i governi a dover aver paura delle persone.”
ELFLACO
Inviato: 4/9/2013 12:47  Aggiornato: 4/9/2013 12:47
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/10/2005
Da:
Inviati: 1839
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Citazione:
fa molto comodo pensare questa cosa perche deresponsabilizza dalla SCELTA di andare sempre piu affondo.
fa molto comodo anche a chi sta vicino alla persona che si sta facendo del male perche in quest'ottica può sempre dire che il proprio fratello ,sorella ,amico,padre,madre,figlio, ecc ,ecc non sta compiendo una scelta di autodistruzione ma è solo "vittima" della dipendenza.
fa anche molto comodo addossare la responsabilità delle proprie scelte alle cattive frequentazioni, ai genitori cattivi o a qualunque altra cosa e/o persona.
mi dispiace per chi soffre per questi problemi ma prima si prende coscienza di questo aspetto e meglio è; inutile qui insomma fare i medici pietosi.
l'unica via che ci può salvare è capire perche ci stiamo raccontando balle e affrontare quel motivo.
"mi si è impiccata mamma" non è un motivo per drogarci, per autodistruggerci anche perche se lo fosse saremmo fregati per sempre.


Straquoto!!!

“Le persone non dovrebbero avere paura dei propri governi, sono i governi a dover aver paura delle persone.”
fefochip
Inviato: 4/9/2013 14:25  Aggiornato: 4/9/2013 14:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Citazione:
ma quello che non capisco, e ti pregherei (se ti va) di dirlo chiaro è sei solo contro lo spot o sei contro l'utilizzo di cannabis? Visti i tuoi lavori (anche il dvd sulla maria) mi sembrava di capire che tu non fossi un proibizionista. Ma forse ho capito male io e mi sbaglio.


sembra un po una domanda retorica perche la posizione di massimo è chiara a tutti qui (credo).


Citazione:
Ecco, a conti fatti, io mi preoccuperei più di queste cose, piuttosto che di uno spot stupido, pensato male e fatto pure peggio.


ma scusa che facciamo la solita cosa del "c'è una cosa piu importante"? eddai

il resto condivido

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
fefochip
Inviato: 4/9/2013 14:41  Aggiornato: 4/9/2013 14:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Citazione:
Cannabis, oppio, eroina, e cocaina sono droghe naturali in quanto derivano dal trattamento di prodotti del mondo vegetale.


la cosa bizzarra è che si possono coltivare papaveri ma se ti trovano una pianta di cannabis ti scassano il cazzo .
non so per le foglie di coca ma non credo ci siano limitazioni per tale pianta

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
ohmygod
Inviato: 4/9/2013 15:38  Aggiornato: 4/9/2013 15:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 16/10/2007
Da:
Inviati: 3652
 Re: I soliti radicali da circo equestre
A volte trovo più salutare "perdermi" nelle fredde emozioni altrui che nel caldo infernale del linguaggio.
Sincronicità
Kicks
aaaaaach

horselover
Inviato: 4/9/2013 16:04  Aggiornato: 4/9/2013 16:04
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/9/2012
Da:
Inviati: 1898
 Re: I soliti radicali da circo equestre
il governo pretende di correggere l'opera della natura ( o di dio per chi ci crede) e di imporre ai cittadini come sballarsi

ohmygod
Inviato: 4/9/2013 17:21  Aggiornato: 4/9/2013 17:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 16/10/2007
Da:
Inviati: 3652
 Re: I soliti radicali da circo equestre
LoL
In quegli anni mi ero perfino "infatuato" di loro erano così fuori di testa.
Poi una sera Pannella venne a "trovarci", lo accompagnai ai piani alti giusto per rendermi conto di un mio: "che gran figlio di Mantenuta"
Sempre fatto ,non solo di sè, lui e la sua logorroica Matrioska.

Ps
di loro a parte il Pannello non ho mai incontrato altro.
Certo vi sono anche i Pennelli: trait d'union: primedonne.
Anche ultime, perchè no!

toussaint
Inviato: 4/9/2013 17:57  Aggiornato: 4/9/2013 17:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: I soliti radicali da circo equestre
oh ragazzi, esiste anche la dipendenza dal sesso e non per modo di dire, no è proprio codificata come tale nei manuali degli psicologi e degli psichiatri.
esistono addirittura cliniche che disintossicano dal sesso, un caso famoso è quello dell'attore Michael Douglas che si è dovuto rinchiudere in una clinica evitando contatti con qualsiasi donna, altrimenti le saltava addosso.
per questo vogliamo mettere fuorilegge la fica (scusate il francesismo)?
spero proprio di no...

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
P.K.89
Inviato: 4/9/2013 18:11  Aggiornato: 4/9/2013 18:11
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/7/2013
Da:
Inviati: 601
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Io imputerei 2 errori capitali in questo referendum:

1. Come dice Massimo di comunicazione.

2. I tempi della proposta, la gente che va alle urne è ai minimi storici, e con una crisi del lavoro così pesante, i referendum sulla cannabis ne attirano di attenzioni...

ohmygod
Inviato: 4/9/2013 18:25  Aggiornato: 4/9/2013 18:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 16/10/2007
Da:
Inviati: 3652
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Toussaint
...spero proprio di no...

Picassò last words
Fuori i coglioni.

Sokratico

trotzkij
Inviato: 4/9/2013 19:24  Aggiornato: 4/9/2013 19:24
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/9/2006
Da:
Inviati: 3704
 Re: I soliti radicali da circo equestre

I complotti non esistono, ... tranne quando ci sono
Pyter
Inviato: 4/9/2013 21:21  Aggiornato: 4/9/2013 21:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Li hanno bombardati con la Maria?

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
earlturner
Inviato: 4/9/2013 22:03  Aggiornato: 4/9/2013 22:04
Mi sento vacillare
Iscritto: 4/7/2013
Da:
Inviati: 561
 Re: I soliti radicali da circo equestre
@TUTTI

grazie per le parole di supporto ricevute da diversi utenti tra i quali ho particolarmente apprezzato il post di Redazione,
un abbraccio sincero a tutt*


edit

@Pyter

diobono

lysmata
Inviato: 4/9/2013 22:46  Aggiornato: 4/9/2013 22:46
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/3/2011
Da:
Inviati: 286
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Schifosamente OT, lo so, ma mica posso aprire un post nel forum per questa cazzata.

Solo una cosa.... di che si trata??? Esperimenti cinesi o fake spagnoli?

http://www.rinconabstracto.com/2011/11/por-que-china-esta-construyendo-estas.html

Lavorare deve essere veramente uno schifo, se per convincerti a farlo ti devono pagare.
NameNick
Inviato: 4/9/2013 22:51  Aggiornato: 4/9/2013 22:51
So tutto
Iscritto: 19/3/2008
Da:
Inviati: 24
 Re: I soliti radicali da circo equestre
In una nazione il cui Stato porta via più della metà dei guadagni da lavoro non pagare le tasse non è da figli di puttana è un atto eroico , rivoluzionario e patriotico.
Io lo dico sempre lo scontrino non mi serve non farmelo almeno sul mio caffè sul mio panino puoi guadagnare qualcosa ed avere di che spendere e rimettere in circolazione un po' di denaro che scarseggia.

polaris
Inviato: 4/9/2013 23:14  Aggiornato: 4/9/2013 23:14
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/9/2012
Da: Tlön
Inviati: 1640
 Re: I soliti radicali da circo equestre
@ lysmata

Vecchia storia...arrivi in ritardo

Che epoca terribile quella in cui degli idioti governano dei ciechi.. - Shakespeare
lysmata
Inviato: 5/9/2013 1:27  Aggiornato: 5/9/2013 1:27
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/3/2011
Da:
Inviati: 286
 Re: I soliti radicali da circo equestre
@polaris... eh, immagino. il link é del 2011 ma onestamente non avevo letto nulla in merito, nemmeno qui. hai qualche post da girarmi?

Lavorare deve essere veramente uno schifo, se per convincerti a farlo ti devono pagare.
redribbon
Inviato: 5/9/2013 1:36  Aggiornato: 5/9/2013 1:36
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/1/2006
Da: Firenze
Inviati: 614
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Citazione:
Estratto da "Storie di ordinaria follia" C.Bukowski:



L'anima libera è rara, ma quando la vedi la riconosci:
soprattutto perché provi un senso di benessere quando gli sei vicino.

“datemi il controllo della moneta di una nazione e non mi importa di chi farà le sue leggi”

Mayer Amschel Rothschild
redribbon
Inviato: 5/9/2013 2:03  Aggiornato: 5/9/2013 2:03
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/1/2006
Da: Firenze
Inviati: 614
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Citazione:
Autore: Piero68 Inviato: 4/9/2013 12:11:47
Ma se è vero che il fine giustifica i mezzi allora ben venga anche questa merda.



Infatti non è vero!
Chi te l'ha detto che il fine giustifica i mezzi? Intendo come possibilità concreta consentita dalla legge, quindi Macchiavelli e romanzi a parte.
Nel nostro ordinamento giuridico non è contemplato "il fine giustifica i mezzi" altrimenti saremmo liberi, per fare il primo esempio che mi viene in mente, di uccidere un ladro, o tirargli qualcosa dietro per fermarlo, pur non ricorrendo le condizioni della legittima difesa,
sappiamo che non è così, ed anche quando c'è la legittima difesa i magistrati ti passano al setaccio per accertare che si sia trattato di legittima difesa


Citazione:
Inviato da Dusty Data 3/9/2013 8:00:00
Il partito radicale ha lanciato...


Ma sai che c'è?
Hai ragione su tutto, cribbio!
Questo conferma cosa già pensassi dei radicali:
un gruppo di complici attivi del sistema che strumentalizza certi argomenti allo scopo di sopravvivere.
Altrimenti avrebbero certamente usato l'ottimo documentario di M.M. e non una serie di argomentazioni discutibili, non dico non vere, dico discutibili,
sembrano tirate fuori apposta per aprirci un dibattito in cui loro si farebbero pubblicità,
e finire con la solita storia che lo Stato non può legalizzare le droghe perchè fanno male... usiamo invece le argomentazioni di M.M., allora si che cambia tutto!

“datemi il controllo della moneta di una nazione e non mi importa di chi farà le sue leggi”

Mayer Amschel Rothschild
redribbon
Inviato: 5/9/2013 2:35  Aggiornato: 5/9/2013 2:35
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/1/2006
Da: Firenze
Inviati: 614
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Citazione:
trovo assurdo che il governo possa vietare (o legalizzare) una pianta


Citazione:
Più che sciopero della fame , dovremmo spargere semi ( naturali ) ovunque... Giardini pubblici, Lungo i canali di irrigizaione, aiuole incolte .... E lasciarla crescere spontanea... Ci sarebbe da ridere ..o almeno.... I tanti riderebbero ( dopo averla fumata) ... Nella giornata della raccolta spazzatura volontaria ( mi pare si organizza a settembre) , spargiamo semi buoni... Qualcosa spunterà...



Non posso non quotare: ci vorrebde la disobbedienza civile, per poi spargere semi in vasti territori statali difficili da raggiungere (parchi nazionali, montagna, così anche i cinghiali ringrazieranno ) ma ha bisogno di essere accudita la pianta di marijuana per crescere?

“datemi il controllo della moneta di una nazione e non mi importa di chi farà le sue leggi”

Mayer Amschel Rothschild
fefochip
Inviato: 5/9/2013 8:23  Aggiornato: 5/9/2013 8:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Citazione:
Autore: Piero68 Inviato: 4/9/2013 12:11:47 Ma se è vero che il fine giustifica i mezzi allora ben venga anche questa merda.


penso che nulla come idea è mai stata perniciosa di piu all'umanità.

mascherata da un idealistico concetto di bene si cela l'inferno.

è notorio quanto l'uomo riesca a essere miope e avventato nelle sue decisioni/azioni.

dato anche per buono e condiviso il bene finale (tutto da discutere e non ancora ottenuto) le conseguenze delle azioni compiute per arrivare fin li potrebbero portare molto piu male .

mentre il male certo su cui si passa (ma sarebeb giustificato secondo questo motto criminale) fa sicuramente danni non è detto si arrivi al bene finale il quale una volta arrivato non è detto affatto che possa offrire un controaltare comparabile con tutto il male seminato che a sua volta può proliferare nel mentre creando veri e propri abomini.

ripeto questa idea è una delle piu pericolose in assolute per l'umanità perche è il classico lupo travestito da agnello

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Ghilgamesh
Inviato: 5/9/2013 11:40  Aggiornato: 5/9/2013 11:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Citazione:
Autore: redribbon Inviato: 5/9/2013 2:35:14

ma ha bisogno di essere accudita la pianta di marijuana per crescere?


Non particolarmente, quando ero ragazzo l'ho coltivata qualche pianta ... un anno ce ne sono venute troppe (eravamo io e un amico) da poter tenere nella nostra miniserra, così alcune le abbiamo travasate per i campi.

A fine estate se le erano fregate tutte tranne una, che era venuta più del doppio di quelle coltivate a casa! (2,18 mt)

p.s. Riguardo super High me, non è il classico film di Hollywood, per chi volesse delle info generiche: http://en.wikipedia.org/wiki/Super_High_Me

Per chi volesse vederlo: http://www.dailymotion.com/video/xmpc56_super-high-me-divertente-sulla-marijuana-sub-ita-1-2_news

IoCogito
Inviato: 5/9/2013 13:58  Aggiornato: 5/9/2013 13:58
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/5/2012
Da:
Inviati: 81
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Faccio un breve intervento anche io visto che l'argomento mi interessa.

Fumo Marijuana da una vita intera, ho iniziato come fanno tutti con gli amici e poi è diventata una scelta personale.
Parlo per esperienza personale e vi posso assicurare che una vera e propria dipendenza fisica in più di 10 anni di consumo non l'ho mai notata.

Certamente quando ti manca la tua canna prima di andare a dormire la sera e sei abituato a fumare ti girano le scatole... ma niente tremori o sudori freddi. Solo un po' di rammarico e tutto finisce lì.

La cosa più allarmante però, di cui nessuno ha parlato, è come stiano facendo SCOMPARIRE la marijuana dalla faccia del pianeta.

E voi mi direte... com'è possibile?

E' si... è una storia "simile" a quella del grano transgenico della Monsanto. Dico che è simile perché la "nuova" marijuana non è modificata geneticamente ma semplicemente sono state studiate nuove piante (ringraziamo vivamente CIA e DEA) per fare in modo che le "landraces" (piante autoctone di marijuana) pian piano scomparissero.


Io sono uno di quelli che SPERA vivamente che la marijuana resti illegale. Se dovesse diventare legale farebbe la fine di una "nobile" pianta come il tabacco. Oggi se ti fumi un pacchetto di Marlboro ti fumi quanto di più distante dal tabacco originale della virginia.


Io sono convinto che la Marijuana nel giro di 20 anni diventerà legale in tutto il mondo, la mia preoccupazione però è che la Marijuana per come l'abbiamo conosciuta (o forse dovrei dire per come la conoscevano 30 anni fa...) non esisterà più.
Oggi solo ottime Skunk, northern lights e accozzaglia made by C.I.A. che ti brucia il cervello grazie al rapporto sbagliato tra THC e CBD.

Spero di esser stato d'aiuto alla causa e di avervi "svelato" una nuova cospirazione!

La libertà, come tutti sappiamo, non fiorisce in un paese che sta sempre sul piede di guerra, o che si prepara a combattere. Una crisi permanente giustifica il controllo su tutto e su tutti, da parte del governo centrale.
A. Huxley
ohmygod
Inviato: 5/9/2013 17:20  Aggiornato: 5/9/2013 17:26
Sono certo di non sapere
Iscritto: 16/10/2007
Da:
Inviati: 3652
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Il mio sballo iniziale...___...... l'umanità ......
d'altronde, nel corso dei secoli, nulla è paragonabile al loro essere stati
al loro essere fuori di testa.
Di certo avendo una testa del genere già è tanto che l'umanità di tanto in tanto arrivi ai suoi tre passi nel delirio.
Poi c'è l'erba che non giustifica i mezzi
credete sia semplice eliminarla del tutto?
Intendo "l'umana umanità" stipata nella sua immagine fatta di sè e non di altro.
e il rintocco di onde campanarie ne sono l'accordo nel mentre accompagnano il feretro.
Passi = Marzo.

Avversione Avversa.

lanzo
Inviato: 5/9/2013 18:31  Aggiornato: 5/9/2013 18:31
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/10/2005
Da:
Inviati: 518
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Un autore poco conosciuto e' Jo Bageant - a mio parere il Gore Vidal dei red neck (senza essere omosessuale) Origini simili, nel senso che erano americani da 5 ? generazioni, solo che Vidal proveniva dalla generazione ricca, Bageant dagli Scotts/Irish, che erano una sorta di servi della gleba, dove l'assegnazione delle terre per i "coloni" veniva "venduta" dai Lord inglesi, quindi i piu' poveri, rimediavano solo terreni difficili da coltivare con conseguente poverta'.Poi arrivarono banche e assicurazioni...

lanzo
Inviato: 5/9/2013 18:48  Aggiornato: 5/9/2013 18:48
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/10/2005
Da:
Inviati: 518
 Re: I soliti radicali da circo equestre
@IoCogito
Credo che lo scenario che descrivi sia realistico.
Ad esempio si fumano sigarette di tabacco - legali - ma non c'e' uma lista dei componenti, delle sostanze aggiuntive sia all'origine (pesticidi) o altre sostanze chimiche che impediscono ad una sigaretta di spegnersisi se la lasci sul portacenere. Cosette che da = gnurante e fumatore - mi fanno venire la voglia di smettere. La nicotina e' "addictive" non ci piove. Il punto e' un altro - io fumo, ma senza piacere - ossia e' zero per i sensi, non e' che fumando una sigaretta hai veramente un senso di benessere, la fumi perche' sei in astinenza di nicotina.

horselover
Inviato: 5/9/2013 23:09  Aggiornato: 5/9/2013 23:09
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/9/2012
Da:
Inviati: 1898
 Re: I soliti radicali da circo equestre
in corea del nord le siepi spartitraffico delle autostrade sono di canapa

horselover
Inviato: 5/9/2013 23:19  Aggiornato: 5/9/2013 23:19
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/9/2012
Da:
Inviati: 1898
 Re: I soliti radicali da circo equestre
il miglior libro mai scritto sulla canapa è "i paradisi artificiali " di c, baudelaire. la marihuana è effettivamente una droga, del tipo psichedelico cioè che espande la coscienza. chi fuma ogni giorno non se ne accorge più, ma chi lo fa saltuariamente ottiene il massimo effetto . non scomparirà mai perchè in molte zone cresce spontaneamente come un "erbaccia", non solo in india ma anche in italia (lago laceno)

PikeBishop
Inviato: 5/9/2013 23:31  Aggiornato: 5/9/2013 23:31
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Citazione:
il miglior libro mai scritto sulla canapa è "i paradisi artificiali "

Io segnalerei come eguale (o anche piu' interessante) Il mangiatore di Hashis di Fitz Hugh Ludlow, che QUI trovate letto magistralmente dal compianto Terence McKenna.

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
redribbon
Inviato: 6/9/2013 7:28  Aggiornato: 6/9/2013 7:28
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/1/2006
Da: Firenze
Inviati: 614
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Citazione:
Parlo per esperienza personale e vi posso assicurare che una vera e propria dipendenza fisica in più di 10 anni di consumo non l'ho mai notata.


Infatti la marijuana non dà dipendenza, come già sottolineava fefo,
altrimenti i miei ex-compagni di classe che al tempo si fecero più o meno tutti una, anche di più, canna dovrebbero essere diventati dei tossici e invece mi risulta che nessuno di loro lo sia diventato.
Io stesso che mi feci qualche canna ai tempi dell'anfiteatro alle cascine qua a firenze sarei dovuto diventare un tossico, è non è così.
Penso che 4-5 serate all'anno a fumare un pò di maria in compagnia di amici sdraiati sul prato, per poi andare a prendere le paste, sia un ottimo modo di rilassarsi. In questo senso credo che la marijuana possa contribuire a rilassare l'intelletto.
A parte le 4-5 serate all'anno pensavo soprattutto agli altri usi della marijuana.
Chi ne resta dipendente ha altre questioni per le quali sarebbe stato facilmente soggetto a diventare dipendente comunque di questa o altre sostanze o anche alcol.


Citazione:
La cosa più allarmante però, di cui nessuno ha parlato, è come stiano facendo SCOMPARIRE la marijuana dalla faccia del pianeta. E voi mi direte... com'è possibile? E' si... è una storia "simile" a quella del grano transgenico della Monsanto. Dico che è simile perché la "nuova" marijuana non è modificata geneticamente ma semplicemente sono state studiate nuove piante (ringraziamo vivamente CIA e DEA) per fare in modo che le "landraces" (piante autoctone di marijuana) pian piano scomparissero.



Che pa**e questi americani, già lo sospettavo, ma è mai possibile che tutto quello che toccano lo trasformano in merda?!
Chi si credono di essere per manipolare tutto a questo mondo?

“datemi il controllo della moneta di una nazione e non mi importa di chi farà le sue leggi”

Mayer Amschel Rothschild
Piero68
Inviato: 6/9/2013 10:23  Aggiornato: 6/9/2013 10:23
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/9/2012
Da:
Inviati: 134
 Re: I soliti radicali da circo equestre
X fefochip

In effetti la mia potrebbe anche essere una domanda retorica. Sta di fatto però che io non ho frequentazioni personali con Massimo. Ergo il suo pensiero esatto non lo conosco.

x fefochip e redribbon

Perché vi scaldate tanto contro una massima? Non fate che aggirare il problema. A parte che uso il se dubitativo, ma poi per me valeva per la fattispecie non come assioma assoluto di vita e/o giuridico. Ve lo dico in parole diverse allora. Se un video di merda come questo può servire a scuotere la sensibilità degli italiani verso il problema e magari ottenere qualche risultato, ben venga anche questo. Ma come dico sempre, questa è solo la mia opinione

redribbon
Inviato: 6/9/2013 14:23  Aggiornato: 6/9/2013 14:23
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/1/2006
Da: Firenze
Inviati: 614
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Citazione:
Perché vi scaldate tanto contro una massima?


scaldare è eccessivo come termine,
suscettibile perchè ritengo che in argomenti dove potremmo essere noi a decidere occorre essere coscienti e responsabili delle scelte che intraprendiamo,
se si decide di legalizzare la marijuana non deve essere perchè lo Stato risparmi quattrini o per un certo permessivismo per cui tutto sarebbe lecito, o altre motivazioni equivoche,
è importante essere consapevoli del perchè si sia arrivati o si provi ad ottenere certi risultati o, insieme al risultato eventualmente raggiunto, rischia di passare un messaggio sbagliato (per es. che tutto è lecito o che lo facciamo per egoismo) .

“datemi il controllo della moneta di una nazione e non mi importa di chi farà le sue leggi”

Mayer Amschel Rothschild
fefochip
Inviato: 7/9/2013 9:14  Aggiornato: 7/9/2013 9:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Citazione:
Se un video di merda come questo può servire a scuotere la sensibilità degli italiani verso il problema e magari ottenere qualche risultato, ben venga anche questo. Ma come dico sempre, questa è solo la mia opinione


te lo cerco di dire ancora una volta cambiando le parole.

innanzi tutto inizi con un "se" ovvero una previsione.

previsione basata su cosa? in pratica il video spera di far cabiare idea agli italiani facendo leva sulle loro difficoltà economiche.

io dico che questa linea non solo è immorale ma è sciocca perche con lo stesso ragionamento , come ti ha fatto notare anche massimo, legalizziamo il traffico di organi perche ci si guadagnerebbe con le tasse.

per sbaragliare un idea nata dalla propaganda basata su idee inventate non si può che percorrere la strada della verità.

quindi il timore di massimo (credo) e mio è che dopo questo video si sposteranno dei voti verso la liberalizzazione mentre si consolideranno le posizione dei proibizionisti che vedranno rafforzate le loro ragioni.

quindi in definitiva servirà piu a raggranellare voti per i radicali che a risolvere minimamente il problema che non ha altre soluzioni che l'informazione corretta.

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
fefochip
Inviato: 7/9/2013 9:22  Aggiornato: 7/9/2013 9:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Citazione:
Infatti la marijuana non dà dipendenza, come già sottolineava fefo,


e vallo a spiegare a chi è convinto che siccome (secondo lui) tutti quelli che fanno uso di droghe sono passati dallo spinello allora lo spinello in qualche modo è responsabile.

fa molto comodo a chi è coinvolto in queste tristi vicende pensare che la responsabilità non sia la propria ma di qualcosa o di qualcuno tranne se stessi.

mi pippo cocaina? beh sai da giovane mi sono fatto gli spinelli

mi sparo in vena di tutto? è stata colpa delle canne

sono uno stronzo ? beh sai, sono stato trattato male da piccolo

tutto fuorche prendersi una responsabilità

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
horselover
Inviato: 7/9/2013 9:30  Aggiornato: 7/9/2013 9:30
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/9/2012
Da:
Inviati: 1898
 Re: I soliti radicali da circo equestre
anche se fossero vere tutte le stronzate che si dicono, non avrebbe senso ugualmente vietare una pianta perchè è un assurdo assoluto. ogni giorno c'è gente che finisce in prigione perchè ha qualche piantina,ma chi è la vittima di questo reato? stato e chiesa vogliono intrufolarsi nella vita privata delle persone, specialmente la chiesa che non sopporta che la gente si diverta

fefochip
Inviato: 7/9/2013 9:48  Aggiornato: 7/9/2013 10:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Citazione:
anche se fossero vere tutte le stronzate che si dicono, non avrebbe senso ugualmente vietare una pianta perchè è un assurdo assoluto. ogni giorno c'è gente che finisce in prigione perchè ha qualche piantina,ma chi è la vittima di questo reato? stato e chiesa vogliono intrufolarsi nella vita privata delle persone, specialmente la chiesa che non sopporta che la gente si diverta


a mio avviso stai toccando un argomento molto importante che va sviluppato un po meglio.

c'è un principio basilare che andrebbe preservato e caldeggiato :"non fare i froci con i culi degli altri".

cerchiamo di codificarlo in maniera piu "urbana"

io sono LIBERO fino a che non limito una tua libertà o ti arreco danno.
nel momento in cui una mia libertà viola una tua bisogna soppesare le due libertà per vedere quale deve imporsi.

vediamo come funziona questo ragionamento con le canne.

la marujana fa diventare violenti ? no il contrario
la marujana in qualche modo stimola all'uso di droghe che rendono violenti ?
assolutamente no!il discorso della droga di passaggio è una panzana. per quanto riguarda il discorso del fascino del proibito o di varcare la soglia dell'illegalità è una cosa artificiale proprio a causa della legge che se venisse eliminita si eliminerebbe al contempo il fascino del proibito e la soglia di illegalità
la marujana mina la capacità di guidare veicoli ?
si, quindi va vietata nel caso in cui ti metti alla guida al pari dell'alcool in quanto facilmente ti metti nelle condizioni molto probabili di fare un danno agli altri
tutto il discorso che può fare male o ti rincoglionisce è un aspetto nel quale la collettività non ha nessun diritto di intromettersi.

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
horselover
Inviato: 7/9/2013 10:00  Aggiornato: 7/9/2013 10:00
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/9/2012
Da:
Inviati: 1898
 Re: I soliti radicali da circo equestre
un esperimento fatto da un università canadese anni fa ha dimostrato che i fumatori abituali guidano meglio dopo uno spino

horselover
Inviato: 7/9/2013 10:06  Aggiornato: 7/9/2013 10:07
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/9/2012
Da:
Inviati: 1898
 Re: I soliti radicali da circo equestre
hanno preso dieci fumatori abituali e dieci che non avevano mai fumato, hanno dato uno spinello ciascuno e poi hanno chiesto se aveva fatto effetto. i dieci fumatori hanno detto di si i non fumatori di no. li hanno messi a un simulatore di guida e quelli cui aveva fatto effetto andavano bene, quelli che dicevano che non gli aveva fatto niente andavano malissimo. i fumatori abituali diventavano più prudenti

fefochip
Inviato: 7/9/2013 10:59  Aggiornato: 7/9/2013 11:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Citazione:
un esperimento fatto da un università canadese anni fa ha dimostrato che i fumatori abituali guidano meglio dopo uno spino


il discorso è un po spino( so)

edit
comunque dal punto di vista logico/scientifico non mi sembra una prova "definitiva"

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
EL_GUERCIO
Inviato: 7/9/2013 11:01  Aggiornato: 7/9/2013 11:01
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/11/2006
Da:
Inviati: 177
 Re: I soliti radicali da circo equestre
fefochip: "quando trovi uno che è arrivato a fumarsi una canna senza prima farsi una sigaretta fammi un fischio pure te."


eccomi!

sul serio.

e comunque, il problema serio rimane sempre l'alcol: è legale, è facilmente reperibile, costa poco.

"Non si dicono mai tante bugie quante se ne dicono prima delle elezioni, durante una guerra e dopo la caccia". Otto von Bismarck
EL_GUERCIO
Inviato: 7/9/2013 11:05  Aggiornato: 7/9/2013 11:05
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/11/2006
Da:
Inviati: 177
 Re: I soliti radicali da circo equestre
mi sembra evidente che lo spot dei radicali (liberi... come quelli dell'invecchiamento, appunto) serva solo per sputtanare ogni serio dibattito sull impiego terapeutico, nutritivo, industriale ecc, della canapa, riconducendo il dibattito verso banali e superficiali temi dello "sballo". che dire? aspettiamo che da washington gli diano nuovi ordini, se legalizzano i padroni, i servi si allineano

"Non si dicono mai tante bugie quante se ne dicono prima delle elezioni, durante una guerra e dopo la caccia". Otto von Bismarck
Ghilgamesh
Inviato: 7/9/2013 11:38  Aggiornato: 7/9/2013 11:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Anche io avevo sentito dello studio sulla guida ... capisco sia un argomento spino(so), maanche utilizzare la stessa regolamentazione dell'alcool andrebbe bene.

Il problema è che trattano una pianta come un crimine, mentre ti vendono droghe che ti spaccano il cervello (tipo gli psicofarmaci)

fefochip
Inviato: 7/9/2013 11:45  Aggiornato: 7/9/2013 11:45
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Citazione:
eccomi!


ovviamente si parlava nei grandi numeri.

in un senso e in un altro un esempio non sposta molto il problema.

il problema della droga di passaggio è un concetto inventato dalla propaganda.

abbiamo detto che il discorso della linea di legalità ,di infrangere una barriera è una stupiodaggine perche è una barriera artificiale imposta dall'illegalità della marujana che se viceversa legale non ci sarebbe nessuna linea da valicare.

il discorso che crea dipendenza non ha nessun senso al ipotesi bislacca della "droga di passaggio"
si può essere dipendenti dal cioccolato e non passare mai allo spinello o dipendenti dal sesso ecc,ecc

il discorso che tutti quelli che si drogano con droghe pesanti avrebbero fatto uso di spinelli non è un discorso che regge dal punto di vista logico (spero non sia necessario rispiegarlo)

quindi per me la cosa è conclusa


Citazione:
aspettiamo che da washington gli diano nuovi ordini, se legalizzano i padroni, i servi si allineano

in una battuta purtroppo hai riassunto efficacemente diverse verità

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
clausneghe
Inviato: 7/9/2013 20:00  Aggiornato: 7/9/2013 20:00
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/4/2006
Da: nordcentro
Inviati: 1679
 Re: I soliti radicali da circo equestre
Ciao, torno giusto in tempo per postare il duecentesimo commento
Ma non parlerò dello spot e nemmeno delle critiche ,giuste peraltro, mosse da Massimo ,con occhio professionale e attento come sempre. No, vorrei piuttosto portare alla conoscenza dei lettori di L.C. un fatto verificatosi nella realtà, vicino a me. Le zelanti forze del disordine hanno ammanettato un mio conoscente di 57 anni colpevole di coltivazione illecita di canapa.
Probabilmente lo hanno seguito con telecamere nascoste già dal momento dell'acquisto legale dei semi di canapa in uno smart cittadino, per poi segnarlo sull'agenda in modo da prenderlo con comodo al momento giusto.
Non avendo voglia e tempo per ripetermi, copioincollo il post mandato sul Blog di Grillo in occasione della diretta con i deputati 5*

Ciao Cittadini deputati. Parto dall'ultimo punto, la criminalità organizzata. Ieri le solerti forze dell'ordine hanno ammanettato un mio conoscente 57enne e gli hanno messo a soqquadro la casa senza rispetto per la vecchia madre di lui lì vivente.
Motivo? Coltivazione di canapa,12 piantine ancora senza thc attivo. Grancassa sul giornalaccio locale e petto gonfio per i capi dei miserabili giardinieri con le stellette.
Questi senzacuore in divisa non lesinano sforzi e fatiche quando c'è da fare del male, non vanno a letto la sera senza aver fatto del male a qualcuno.
Sono forti con i deboli e deboli con i forti.
Ma stiano attenti che la gente non ne può più delle loro angherie commesse agli ordini di Giovanardi e Berlusconi, la gente appena ne avrà occasione si vendicherà di questa truppaglia infima di regime e i lampioni saranno ornati.Oppure le scale di marmo,dai tetti, come visto in Siria. La misura è colma. Parlamentari Cittadini fate qualcosa perchè finisca questo scempio della legge giovanardi-fini. ABOLITELA!


Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA