Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


Medicina : Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone"
Inviato da Redazione il 26/6/2013 3:00:00 (9846 letture)

In un thread recente si è parlato di Wilhelm Reich. Alcuni sostenevano che fosse un genio, altri che fosse un ciarlatano.

Purtroppo non abbiamo elementi a sufficienza per poter affermare con certezza nè l'una nè l'altra cosa. Ma forse è proprio dalla mancanza di questi elementi che possiamo trarre comunque delle conclusioni.



(Questo è il capitolo su Wilhelm Reich che compariva nella prima versione del film "Cancro le cure proibite". Fu poi rimosso per motivi di lunghezza).

Voto: 9.00 (9 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
Jurij
Inviato: 26/6/2013 6:48  Aggiornato: 26/6/2013 6:49
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
Ciao Massimo, ho trovato il documentario molto interessante.

È possibile che da qualche parte sia rimasto del materiale informativo (libri superstiti) ?

Per esempio, qualche suo studente avrà avuto l'accortezza di preservare qualche appunto ...

Incredibile la fretta dell'fda nel metterlo a tacere.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Escape2013
Inviato: 26/6/2013 6:57  Aggiornato: 26/6/2013 7:02
Mi sento vacillare
Iscritto: 24/5/2013
Da:
Inviati: 358
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
Da decenni è indispensabile che gli USA si tengano le loro fisime, senza esportarle per illudersi, così facendo, di renderle legittime.

Bella coerenza aver fatto morire una moltitudine di loro giovani per combattere il nazismo per poi applicare con costanza assoluta la massima di Goebbels "Una bugia ripetuta tante volte diventa una verità".

Gli USA sanno di avere i piedi di argilla e Obama è la pozzanghera in cui si squaglieranno.

Per tornare all'argomento, due anni fa mia suocera di 60 anni se n'è andata per un cancro ai linfonodi.
Se la "cura" legale è vederla stare oltre un mese senza bere, alimentata solo per flebo, con la gola atrofizzata dalla mancanza di liquidi, con infermiere che entravano bardate di maschera antigas (simpatico effetto collaterale della dolce chemioterapia), molto meglio starsene seduti dentro un "accumulatore di orgone" che magari sarà inutile ma almeno non amplifica esponenzialmente e inutilmente una già grande sofferenza.

Seguire ciecamente la "medicina ufficiale" è un buon sistema per suicidarsi un po' lentamente però in modo elegante ed intelligente.

Se invece si segue una strada alternativa ci si suicida sempre lentamente ma senza quel surplus di sofferenza che fa "chic" e muove anche sana compassione altrui ("poverino/a, ha lottato tanto e sofferto ancor di più, non voleva arrendersi ma il Male è stato più forte degli sforzi amorevoli dei medici"), ci si becca degli "illusi" e/o "incoscienti" e/o "idioti" e/o "raggirati da ciarlatani".

music-band
Inviato: 26/6/2013 7:00  Aggiornato: 26/6/2013 7:00
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
Se a qualcuno interessa comprendere la statura del personaggio avendo come riferimento argomenti "tangibili", consiglio il suo notevole trattato (un libro fondamentale per chi studia la propaganda):

Psicologia di massa del Fascismo

Siccome non è possibile gettare fango sull'indubbia qualità di certe opere, c'è chi si è inventato che era un grande ricercatore all'epoca di questo libro ed è diventato schizofrenico in seguito quando si è messo a parlare dell'orgone.

Spiderman
Inviato: 26/6/2013 7:24  Aggiornato: 26/6/2013 7:24
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 19/9/2009
Da:
Inviati: 2722
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
Meravigliosi personaggi (Reich, Focardi, Tesla, Gerson, ecc...), personaggi che permettono di guardare al nostro futuro con occhi "diversi".

"Ogni giorno racconto la favola mia, la racconto ogni giorno chiunque tu sia, e mi vesto di sogno per darti se vuoi, l'illusione di un bimbo che gioca agli eroi. (Renato Zero)
DjGiostra
Inviato: 26/6/2013 7:59  Aggiornato: 26/6/2013 7:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
@Redazione:
Citazione:
Purtroppo non abbiamo elementi a sufficienza per poter affermare con certezza nè l'una nè l'altra cosa.


Per forza, gli elementi per decidere sono stati fatti sparire !

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
wendellgee
Inviato: 26/6/2013 9:53  Aggiornato: 26/6/2013 9:53
Mi sento vacillare
Iscritto: 17/1/2013
Da:
Inviati: 700
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
Nel video si accenna al fatto che i suoi esperimenti meteorologici hanno funzionato un centinaio di volte. Se questo fosse vero avrebbe meritato più attenzione. Lo stesso dicasi per le cure contro il cancro. Però, non conosco la versione della comunità scientifica ufficiale.

Personalmente, una volta mi sono affidato al libro del Dott. Bates (un oculista dell'ottocento) che sosteneva di poter risolvere la miopia con degli esercizi. Nel suo libro c'era scritto che i soggetti sottoposti alla sua cura recuperavano la vista perfetta in pochi giorni di esercizio, ma io non ci sono mai riuscito, nonostante il mio impegno durato qualche settimana. Ho avuto dei benefici, scarsi, e soprattutto momentanei.

Forse, ma qui mi lancio in una congettura, alcuni scienziati fanno delle scoperte che funzionano solo grazie alle abilità personali che hanno sviluppato e non c'è nessuno che, avvalendosi solo della teoria, magari incompleta, riesce a replicarli.

Vi ricordate il Dott. Di Bella? Lui sosteneva di poter curare il cancro con dei cocktail di medicinali (la parola cocktail non gli piaceva ma non saprei esprimermi in altro modo). Ebbene, l'allora ministro della sanità (mi pare Rosi Bindi) non autorizzò l'uso della sua cura perché, se mi ricordo bene, nessuno era stato in grado di replicarne gli effetti.

Certo, poi possiamo sostenere dietro questi episodi c'è la lobby farmaceutica. Non lo posso escludere, anzi, così su due piedi credo sia un po' vero. Ma andrebbe dimostrato anche quello.

Cosa è successo a tutti gli studenti di Reich? Nessuno ha replicato gli esperimenti del maestro?

Il mio blog:
lumiebarlumi.blogspot.com
Spiderman
Inviato: 26/6/2013 10:21  Aggiornato: 26/6/2013 10:21
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 19/9/2009
Da:
Inviati: 2722
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
Citazione:
Vi ricordate il Dott. Di Bella? Lui sosteneva di poter curare il cancro con dei cocktail di medicinali (la parola cocktail non gli piaceva ma non saprei esprimermi in altro modo). Ebbene, l'allora ministro della sanità (mi pare Rosi Bindi) non autorizzò l'uso della sua cura perché, se mi ricordo bene, nessuno era stato in grado di replicarne gli effetti.


Citazione:
Certo, poi possiamo sostenere dietro questi episodi c'è la lobby farmaceutica. Non lo posso escludere, anzi, così su due piedi credo sia un po' vero. Ma andrebbe dimostrato anche quello.


Senza divagare troppo, per quanto riguarda Di Bella (altro gran personaggio), oggi viene riabilitato anche da chi al tempo lo aveva "combattuto".
Umberto Veronesi Riconosce il ‘Metodo Di Bella’. La Fine del Boicottaggio

Qua una testimonianza diretta. TESTIMONIANZA DI FLORA NARDELLI PER MDB, METODO DI BELLA

"Ogni giorno racconto la favola mia, la racconto ogni giorno chiunque tu sia, e mi vesto di sogno per darti se vuoi, l'illusione di un bimbo che gioca agli eroi. (Renato Zero)
Hito
Inviato: 26/6/2013 10:30  Aggiornato: 26/6/2013 10:30
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/1/2009
Da: Matuzia
Inviati: 111
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
Secondo me c'è un profondo legame tra gli studi di Reich, Tesla e aggiungerei l'italianissimo Pier Luigi Ighina, ma penso siano sempre relativamente pochi gli scienziati che si adoperino per studiarli più a fondo. O forse gli studi più approfonditi sono stati fatti, sono state tratte delle conclusioni, ma l'entità della scoperta va per un qualche motivo nascosta alla massa.
Per contro conosco personalmente chi ha costruito un marchingegno basato sulle tecniche di Reich (esistono dei forum appositi), che avrebbe dovuto dissolvere le scie chimiche, ma non ha mai funzionato -.-
Ciao ciao

f_z
Inviato: 26/6/2013 10:36  Aggiornato: 26/6/2013 10:36
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/1/2012
Da: Un mondo popolato da (troppi)pezzi di merda
Inviati: 958
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
Su Reich basta l'accanimento con cui lo hanno distrutto per certificare senza ombra di dubbio che aveva fatto una scoperta rivoluzionaria che avrebbe potuto distruggere gli interessi di qualcuno molto potente.

Tra l'altro io l'orgonite la uso da qualche anno e ho potuto verificarne gli effetti positivi di persona.

Citazione:
Autore: wendellgee Inviato: 26/6/2013 9:53:41

Personalmente, una volta mi sono affidato al libro del Dott. Bates (un oculista dell'ottocento) che sosteneva di poter risolvere la miopia con degli esercizi. Nel suo libro c'era scritto che i soggetti sottoposti alla sua cura recuperavano la vista perfetta in pochi giorni di esercizio, ma io non ci sono mai riuscito, nonostante il mio impegno durato qualche settimana. Ho avuto dei benefici, scarsi, e soprattutto momentanei.


La prima cosa da fare secondo Bates e' prendere gli occhiali e farli in mille pezzi. Senza abbandonare gli occhiali la miopia continuera' a peggiorare e gli esercizi saranno inutili.
Io non sono miope ma ho abbandonato gli occhiali da sole e guardo il sole ogni tanto come consiglia Bates e la mia vista e' migliorata.

Codardo e' il soldato che "esegue gli ordini".

Eroe e' il soldato che ha il coraggio di sparare in faccia ai suoi "superiori".

Peccato che i soldati siano tutti scelti minuziosamente tra gli appartenenti alla prima categoria.
NiHiLaNtH
Inviato: 26/6/2013 10:47  Aggiornato: 26/6/2013 10:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
Citazione:
Per contro conosco personalmente chi ha costruito un marchingegno basato sulle tecniche di Reich (esistono dei forum appositi), che avrebbe dovuto dissolvere le scie chimiche, ma non ha mai funzionato


devi capire che per eliminare dei cirri artificiali che si trovano oltre i 10000 metri servono uno o più dispositivi con una certa potenza, il solo chembuster ( quello originale di reich si chiama cloudbuster ) non ce la fa

Sarevok
Inviato: 26/6/2013 11:02  Aggiornato: 26/6/2013 11:02
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/4/2007
Da: Pesaro
Inviati: 191
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
Che voi sappiate esiste qualcuno in grado di replicare il suo lavoro? All'inizio il video dice che Reich riusciva a catturare questa energica con l'interazione tra metalli e materia organica, non mi sembra dopo tutto una cosa così complicata una volta chiarito il lato teorico. Nessuno ha tentato di ricostruire e continuare il suo lavoro? Sarebbe un peccato se questa cosa non venisse portata avanti.

Lunga vita e prosperità.
f_z
Inviato: 26/6/2013 11:28  Aggiornato: 26/6/2013 11:29
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/1/2012
Da: Un mondo popolato da (troppi)pezzi di merda
Inviati: 958
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
Citazione:
Autore: Sarevok Inviato: 26/6/2013 11:02:34

Che voi sappiate esiste qualcuno in grado di replicare il suo lavoro?


Qui trovi qualcosa anche se non specificamente per la cura del cancro.

Codardo e' il soldato che "esegue gli ordini".

Eroe e' il soldato che ha il coraggio di sparare in faccia ai suoi "superiori".

Peccato che i soldati siano tutti scelti minuziosamente tra gli appartenenti alla prima categoria.
panagio
Inviato: 26/6/2013 11:37  Aggiornato: 26/6/2013 11:37
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/6/2011
Da:
Inviati: 232
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
Come già suggerito da Hito, anche a me son venuti in mente i lavori di Ighina.
Posto Qui un documentario da cui
Furono estratti dei piccoli pezzi mandati poi anche in onda da voyager con un effetto
A dir poco confusionario e mistificatorio.

Con questo son venuto a conoscenza delle 'piccole dimostrazioni' che fece durante i
gran premi di Imola,Il cui Circuito confinava con la sua proprietà, a cui nessun
Esperto metereologico delle varie F1 poteva raccapezzarsi

Un anno per via della pioggia improvvisa a meno di 5 minuti dal via, anche alan prost
Fu costretto al ritiro durante il giro di ricognizione a causa di un'uscita ...

Ma ovviamente lui, ighina, nulla aveva fatto ... !!

Inequivocabili le statistiche meteo durante il giorno di gara rispetto ai giorni precedenti e successivi,
In più annate ...

Anche in questo campo, più menti, in posti diversi senza interazione, e con metodi diversi, han raggiunto
Risultati potenzialmente innovativi a beneficio di tutta l'umanità.
Sappiamo come e perché tali ricerche non sono ad oggi diffuse pubblicamente.
Cosa aspettiamo ancora?

Ps. Mi permetto di indicare dove poter leggere il libro segnalato da music band
Essendo i diritti decaduti( prima pubblicazione 1933) Link libro

mingopeace
Inviato: 26/6/2013 11:57  Aggiornato: 26/6/2013 11:57
So tutto
Iscritto: 12/7/2011
Da:
Inviati: 18
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
nella mia ignoranza rimango affascinato dalle idee e dalla perseveranza di questo personaggio (non ne conoscevo l'esistenza),

però non capisco e anzi mi assale il solito senso di nausea misto a rabbia che ultimamente mi pervade sempre più spesso.

Non capisco perchè le IDEE di un uomo di scienza, giuste o sbagliate che siano,

debbano essere eliminate, cancellate dalla faccia della terra. Non è giusto, ognuno è libero di ricercare e teorizzare ciò che vuole poi altri (comunità scientifica, esperienze dirette, esperimenti, ecc) dimostreranno la veridicità o l'inesattezza di queste idee.

L'arroganza del Sistema Statunitense questo è il vero Terrorismo.

Anguana
Inviato: 26/6/2013 12:20  Aggiornato: 26/6/2013 12:20
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/2/2013
Da:
Inviati: 60
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
Buongiorno a tutti.
Non ho le necessarie competenze per valutare la questione orgone, anche se ritengo che lo scienziato dovrebbe investigare qualsiasi ambito senza pregiudizi. Purtroppo mi rendo conto che ciò oggi non è più possibile, perché ogni attività umana a livello organizzato, come dovrebbe essere una seria attività di ricerca scientifica, è orientata al conseguimento del profitto immediato e del tornaconto particolare.
Ho trovato comunque a pagina 13 del libro di Wilhelm Reich, Psicologia di massa del fascismo, la seguente frase, che condivido:


Il lavoro, l'amore e il sapere della nostra società non hanno ancora il potere di determinare l'esistenza umana. Più ancora, queste grandi forze del principio vitale positivo non sono consapevoli della loro immensità, della loro insostituibilità e della loro determinante importanza per l'esistenza sociale. Per questo motivo la società umana si trova oggi, un anno dopo la vittoria militare sui partiti fascisti,ancora più vicina all'orlo dell'abisso. Il crollo della nostra civiltà sarà inarrestabile se i responsabili del lavoro, gli scienziati di tutte le ramificazioni vitali (e non mortali) e i donatori e i beneficiari dell'amore naturale tarderanno a rendersi conto della loro gigantesca responsabilità.

NiHiLaNtH
Inviato: 26/6/2013 12:25  Aggiornato: 26/6/2013 12:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
Citazione:
Che voi sappiate esiste qualcuno in grado di replicare il suo lavoro? All'inizio il video dice che Reich riusciva a catturare questa energica con l'interazione tra metalli e materia organica, non mi sembra dopo tutto una cosa così complicata una volta chiarito il lato teorico. Nessuno ha tentato di ricostruire e continuare il suo lavoro? Sarebbe un peccato se questa cosa non venisse portata avanti.


per creare un accumulatore di Reich basta alternare strati di materiale organico e metallo.
il materiale organico assorbe molto e quello metallico assorbe e respinge.

prendi un foglio di cartoncino e ritagli un quadrato ( o cerchio se preferisci ) poi prendi un foglio di rame, fai la stessa cosa e incolli il quadrato di rame su quello di carta, poi tagli di nuovo un pezzo di carta e lo incolli sul metallo e così via.

il primo strato deve essere la carta ( parte assorbente ) mentre l'ultimo il metallo ( parte proiettante ) e non conviene fare più di 10 strati.

il problema è che oggi c'è molto più inquinamento ( e quindi molto più DOR ) rispetto all'epoca in cui è vissuto Reich e di conseguenza l'accumulatore diventa inutilizzabile dopo poco tempo

Sarevok
Inviato: 26/6/2013 14:34  Aggiornato: 26/6/2013 14:34
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/4/2007
Da: Pesaro
Inviati: 191
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
Citazione:
per creare un accumulatore di Reich basta alternare strati di materiale organico e metallo. il materiale organico assorbe molto e quello metallico assorbe e respinge.


Grazie della risposta, mi sono anche documentato a riguardo. Ho letto ad esempio che le radiazioni elettromagnetiche date da televisori e pc non solo rendono il generatore inutilizzabile, ma addirittura rendono l'energia da esso prodotta dannosa per chi vi si espone. E' vero? E se si a che distanza utile bisogna tenersi per utilizzarlo con sicurezza? Basta un giardino in campagna o bisogna andare in mezzo al Sahara?

non sono ancora riuscito a trovare informazioni dettagliate in merito, cmq sto ancora cercando.

Lunga vita e prosperità.
Verità
Inviato: 26/6/2013 15:00  Aggiornato: 26/6/2013 15:00
Ho qualche dubbio
Iscritto: 19/6/2013
Da: Genova
Inviati: 57
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
Volevo informare qui perché presumo che il post specifico ha esaurito l'attenzione, che si parla di Sergio Focardi nel libro di Marco Pizzuti "Scoperte scientifiche non autorizzate"

polaris
Inviato: 26/6/2013 15:24  Aggiornato: 26/6/2013 15:24
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/9/2012
Da: Tlön
Inviati: 1640
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
Coloro che sostengono di essere stati a bordo di un UFO dicono che al suo interno non c'erano comandi, pulsanti e leve di alcun tipo. Affermano che gli occupanti ponevano le mani su una console e lo guidavano con la forza del pensiero. Potrebbe essere che il funzionamento degli oggetti volanti non identificati si basi proprio su un tipo di energia simile a quella orgonica.

Che epoca terribile quella in cui degli idioti governano dei ciechi.. - Shakespeare
Redazione
Inviato: 26/6/2013 18:34  Aggiornato: 26/6/2013 18:34
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
AVVISO: la discussione sull'Olocausto (nei forum) è stata cancellata. L'utente Maksi è stato espulso.

Spiacente, ma non possiamo rischiare.

NiHiLaNtH
Inviato: 26/6/2013 19:14  Aggiornato: 26/6/2013 19:26
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
Citazione:
Grazie della risposta, mi sono anche documentato a riguardo. Ho letto ad esempio che le radiazioni elettromagnetiche date da televisori e pc non solo rendono il generatore inutilizzabile, ma addirittura rendono l'energia da esso prodotta dannosa per chi vi si espone. E' vero? E se si a che distanza utile bisogna tenersi per utilizzarlo con sicurezza? Basta un giardino in campagna o bisogna andare in mezzo al Sahara?


l'accumulatore non è in grado di trasmutare il DOR in energia vitale, assorbe quello che è nell'aria e lo "spara" su ciò che è a contatto con la parte metallica. se proprio vuoi utilizzarlo su te stesso devi mettere a contatto con il tuo corpo la parte assorbente invece per gli esperimenti sugli oggetti puoi usare entrambi i lati.

Citazione:
non sono ancora riuscito a trovare informazioni dettagliate in merito, cmq sto ancora cercando.


puoi chiedere a me, ho molta esperienza in questo campo.

Citazione:
Basta un giardino in campagna o bisogna andare in mezzo al Sahara?


l'ideale è un posto pieno di piante e alberi lontano dalla civiltà

almarro
Inviato: 26/6/2013 19:45  Aggiornato: 26/6/2013 19:45
Ho qualche dubbio
Iscritto: 12/4/2013
Da:
Inviati: 70
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
Massiimo hai sbagliato
Com'è,ti pieghi anche tu al regime?
rischiare cosa poì?che venga chiuso il forum---

Calvero
Inviato: 26/6/2013 21:00  Aggiornato: 26/6/2013 21:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
Citazione:
Massiimo hai sbagliato


Non ha sbagliato. Ha fatto quello che doveva. Questo è il problema. Siamo in una dittatura, in Italia (e non solo) intendo. Fiero di non aver messo la crocetta per questo paese di merda. Tutto come volevasi dimostrare.

Quindi, il tempo di chiudere qualche discorsetto interessante e poi è ora di chiamarsi fuori dalla Rete.

Ci vediamo all'inferno (spero) che, come recita l'aforisma, almeno lì è migliore la compagnia.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Merio
Inviato: 26/6/2013 21:20  Aggiornato: 26/6/2013 21:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/4/2011
Da:
Inviati: 3677
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
Quoto Calvero...

siamo in guerra... e il bello è che ci siamo arruolati senza nemmeno chiederlo...

La libertà di parola senza la libertà di diffusione è come un pesce rosso in una vasca sferica...
Ezra Pound
Lord9600XT
Inviato: 26/6/2013 22:02  Aggiornato: 26/6/2013 22:02
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/7/2012
Da:
Inviati: 397
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
Noto che, sulla base della discussione nata all'interno del topic sulla morte di Focardi, è stato aperto questo topic. Riporto qua la "causa" scatenante della discussione su Reich: trovo ridicolo accostare fisici e scienziati veri come Focardi a persone che hanno elaborato teorie pseudo-fisiche come Reich. Invero, trovo triste che ci siano persone che, sulla base di niente, cercano di sostenere la validità fisica delle teorie di Reich, appellandosi alla scarsa apertura mentale del mondo accademico (e magari avendo una conoscenza nulla delle odierne teorie fisiche che descrivono il mondo in cui viviamo, ma a quanto pare ciò è superfluo).

Ho ricercato su Google "energia orgonica" ed ho selezionato alcuni dei link che appaiono nella prima schermata dei risultati della ricerca. Ciò che vado ad analizzare sono le caratteristiche fisiche della cosiddetta energia orgonica.

Su Wikipedia si riportano le seguenti caratteristiche:

"Sulla base di queste osservazioni secondo Reich l'orgone presenterebbe pertanto le seguenti caratteristiche:
movimento pulsatile (caratteristica comune di tutti gli esseri viventi, il cui esempio più semplice è il battito cardiaco);
- colore verde-azzurro;
- essere attirato dalla materia organica (mentre sarebbe prima attratto e quindi respinto dai metalli);
- movimento circolare secondo una spirale;
- tendenza di piccole quantità ad attrarre quantità maggiori, a differenza delle altre forme di energia.
Secondo la teoria di Reich le forme della materia vivente sarebbero state plasmate dal movimento circolare e pulsante dell'orgone nello spazio. La tendenza dell'orgone ad accumularsi, a differenza di altre forme di energia, consentirebbe l'organizzazione della materia caotica in strutture complesse: l'orgone si accumulerebbe all'interno della materia organica, la quale si organizzerebbe in "orgonomi", fino a portarla a una vera e propria tensione meccanica. Tutti gli organismi viventi sarebbero una sorta di guscio che imprigiona una certa quantità di orgone, il quale manifesterebbe le sue caratteristiche nelle funzioni biologiche meccaniche degli esseri viventi."

Su Supernatura.net e su Riflessioni.it si riportano le seguenti caratteristiche (similari tra di loro):

"Dotato di ubiquità, riempie tutto lo spazio.
Esente da massa; cosmica, di natura primordiale.
Penetra tutta la materia, ma a differente velocità.
Pulsa spontaneamente, si espande e si contrae, fluisce con una caratteristica onda.
Direttamente osservabile e misurabile.
Negativamente entropica.
Forte affinità ed attrazione reciproca con/da l'acqua.
Accumulata naturalmente da organismi viventi attraverso cibo, acqua, respirazione e attraverso la pelle.
Eccitazione e attrazione reciproca di separati flutti di energia orgonica, o di sistemi separati caricati con orgone.
Eccitabilità per energie secondarie (nucleare, elettromagnetismo, scintille elettriche, frizione)."

Su Altrogiornale.org troviamo invece quest'altro trafiletto:

"L'energia orgonica è l'energia vitale cosmica, la forza creativa fondamentale. Essa si differenzia da tutte le altre energie conosciute, che derivano dalla materia e che sono pertanto definite energie secondarie: elettrica, magnetica, nucleare, ecc. La scienza classica conosce solo queste ultime forme di energia e considera l'atomo come il costituente base della natura, mentre l'Orgonomia lo considera già come il prodotto di una specifica funzione dell'energia primordiale e cioè della Superimposizione, dove due o più correnti di energia si uniscono (come esempio si consideri la figura di una galassia a spirale a due o più bracci) e da cui si genera materia. Questa lettura inserisce l'unione sessuale di due organismi, l'atto che genera la vita, nel più ampio contesto di funzioni cosmiche."

Su Orgoneitalia.com troviamo infine questa considerazione:

"La fisica quantistica è oggi arrivata al punto in cui anche la più elementare particella è stata meccanicisticamente dissezionata e ispezionata e questo l'ha portata a interrogarsi sul suo stesso paradigma.

I fisici quantistici si interrogano ora sulla stabilità della materia stessa e sono arrivati a concettualizzare che le particelle elementari stesse non sono altro che perturbazioni "sulla superficie di un oceano d'energia senza fine" che alcuni scienziati sono d'accordo nel definire "Energia di punto Zero".

Non abbiamo forse tutti sentito parlare di quei pochi saggi Yogi che, nel corso dei millenni hanno cercato di indicarci la follia con cui l'uomo cerca di trovare le sue risposte ? Evidentemente loro l'avevano sempre saputo.

Personalmente ritengo che il nuovo paradigma emergente sarà caratterizzato da una fusione di conoscenze mistiche e fisica quantistica. Non ci possiamo aspettare di leggerne nei libri di testo scolastici e universitari molto presto, ma possiamo cominciarne a sentirne l'odore nell'aria "

Da tutte le fonti si evince che l'energia orgonica è una forma di "energia fondamentale" che sta alla base della formazione della materia.

Inoltre, l'energia orgonica interagisce con la materia. Purtroppo non sono riuscito a ritrovare il link che avevo scovato nel pomeriggio, tuttavia avevo letto che l'orgone interagisce in qualche modo per via elettromagnetica. Avevo letto anche che di solito tali interazioni si manifestano ad un raggio di circa un metro e mezzo da una persona umana, ma non trovo conferme di questo particolare punto sulle altre fonti che ho ritrovato.

Alcuni ritengono che l'energia orgonica sia da assimilare ai concetti di etere, di energia di punto zero e di energia oscura (tanto per fare una bella zuppa).

Come mi era stato fatto notare, un gruppo di fisici russi (guidato da Akimov e Shipov) aveva provato a formalizzare il tutto nel contesto della teoria quantistica dei campi. La loro teoria va sotto il nome di "campi torsionali". Benché un qualsiasi campo fisico fondamentale (a differenza del campo di Higgs, che è scalare) descrive dei gradi di libertà di spin, questi campi sono diversi dai campi fermionici e bosonici comunemente conosciuti. Non riesco a trovare da nessuna parte dei dettagli delle ricerche (se non in lingua russa...), tuttavia ciò che si evince è: tali campi si propagano a velocità molto superluminali (10^9*c) e che i mediatori di tale campo dovrebbero essere i neutrini. Benché mi sia stato rinfacciato che questi fisici russi hanno scientificamente provato tutto ciò (falso), vorrei far notare che non si sono mai registrate sino ad ora violazioni della relatività ristretta (e, per favore, non si venga a tirar fuori l'entanglement quantistico che non ho voglia di rispiegare per l'ennesima volta perché, analizzando questo fenomeno in maniera approfondita, la relatività non viene minimamente intaccata); inoltre, i neutrini non sono mediatori di alcunché. Se non vi fidate di tutto ciò, date una ripassata alla fisica dei neutrini.

Quindi, a parte questa parentesi, non sono a conoscenze né di teorie fisiche che includano nella loro descrizione l'energia orgonica né di esperimenti a livello di fisica fondamentale e non che comprovino l'esistenza di tale energia orgonica.

Vorrei far notare che, essendo un qualcosa di fondamentale, uno si aspetta che essa emerga quando si vanno ad analizzare i fenomeni fondamentali della Natura. Non si rileva niente di ciò negli esperimenti condotti sino ad ora (e ne sono stati fatti tanti: basti pensare a qualsiasi collisione tra particelle elementari, più fondamentale di così...).

Inoltre, visto che l'energia orgonica interagisce con la materia anche in maniera elettromagnetica, mi aspetto degli effetti oltremodo evidenti (essendo la costante di accoppiamento elettromagnetica abbastanza grande). Non si sono rilevate evidenze di energia orgonica, in nessun esperimento di fisica.

Perché?



Per favore, non voglio sentirmi dire che l'establishment accademico ha tentato per circa un secolo di tenere nascosti le evidenze scientifiche dell'energia orgonica negli esperimenti di fisica, perché ciò non è vero (altrimenti, alcuni esperimenti da me condotti, benché semplici, sarebbero venuti fuori per botta di culo visto che non ho tenuto conto nei calcoli degli effetti dell'energia orgonica). Vorrei delle argomentazioni di carattere scientifico.

Redazione
Inviato: 26/6/2013 22:11  Aggiornato: 26/6/2013 22:11
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
ALMARRO: Citazione:
"Massiimo hai sbagliato"
E chi sei tu per deciderlo? Gesù Cristo?

Citazione:
"rischiare cosa poì?che venga chiuso il forum--"
Certo. Se non ti fa schifo, ci ho messo 10 anni a costruirlo.

Il negazionismo in Italia è illegale. Non lo sapevi?

(FINE della discussione, ovviamente).

Merio
Inviato: 26/6/2013 22:13  Aggiornato: 26/6/2013 22:13
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/4/2011
Da:
Inviati: 3677
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
In effetti sentire parlare di neutrini come mediatori mi sembra strano...

Mi ricordo a memoria una qualità del neutrino che avevo letto anni or sono...

In pratica interagisce talmente poco con quello che lo circonda che potrebbe attraversare una lastra spessa 1 anno luce di piombo senza che gli accada nulla...

Non so quanto sia vero...

però che il neutrino faccia da mediatore mi sembra molto difficile...

La libertà di parola senza la libertà di diffusione è come un pesce rosso in una vasca sferica...
Ezra Pound
Lord9600XT
Inviato: 26/6/2013 22:26  Aggiornato: 26/6/2013 22:26
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/7/2012
Da:
Inviati: 397
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
@Merio: certo, ciò che dici è vero. I neutrini sono particelle neutre e sono leptoni: in quanto tali interagiscono soltanto debole. Pertanto, a basse energie la costante di accoppiamento debole è piuttosto piccola: ciò si riflette nel fatto che la sezione d'urto d'interazione dei neutrini con la materia sia veramente bassa. Visto che il cammino libero medio di una particella è inversamente proporzionale alla sezione d'urto di interazione nel mezzo, viene fuori che il cammino libero medio è enorme.

Non ricordo sinceramente i numeri esatti, però per avere una buona probabilità che un solo neutrino interagisca con la materia bisogna andare su scale di lunghezza astronomiche.

peonia
Inviato: 26/6/2013 22:38  Aggiornato: 26/6/2013 22:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
Peccato che non ci sia nel DVD su Cancro e le cure proibite,
è molto interessante vedere le correlazioni con altri scienziati o quasi tali,
checchè ne dicano alcuni...

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Calvero
Inviato: 26/6/2013 22:41  Aggiornato: 26/6/2013 22:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
_______________
___________

Massimo, pure Tu, tagliare questo passaggio dal documentario, azzarola ... era (è) interessantissimo.

Prepari un director's cut?

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Redazione
Inviato: 26/6/2013 22:53  Aggiornato: 26/6/2013 23:06
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
LORD9600: Citazione:
Non sono a conoscenze né di teorie fisiche che includano nella loro descrizione l'energia orgonica né di esperimenti a livello di fisica fondamentale e non che comprovino l'esistenza di tale energia orgonica.
Nemmeno io ne sono a conoscenza. Quindi?

Ciò che non è "comprovato" non esiste?

Citazione:
Vorrei far notare che, essendo un qualcosa di fondamentale, uno si aspetta che essa emerga quando si vanno ad analizzare i fenomeni fondamentali della Natura. Non si rileva niente di ciò negli esperimenti condotti sino ad ora (e ne sono stati fatti tanti: basti pensare a qualsiasi collisione tra particelle elementari, più fondamentale di così...).
Le cose le trovi quando le cerchi.

Altrimenti vale il ragionamento del NIST, per cui "non sono state trovate prove di utilizzo di esplosivi alle Torri Gemelle".

Eppure sono un elemento "fondamentale" nella questione dei crolli, non trovi?

Citazione:
Non si sono rilevate evidenze di energia orgonica, in nessun esperimento di fisica.
Esistono evidenze che questa energia NON esista, negli esperimenti di fisica?

La risposta, come tu sai, è no. Questo significa che una seria sperimentazione scientifica in quella direzione non è mai stata fatta. Altrimenti avremmo una risposta, o in un senso o nell'altro.

Gli "scienziati" dovrebbero stare più attenti ad usare il giochino del "non ci sono prove", perchè rischiano di vederlo ritorcersi contro di loro.

Redazione
Inviato: 26/6/2013 22:57  Aggiornato: 26/6/2013 22:57
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
CALVERO: "Massimo, pure Tu, tagliare questo passaggio dal documentario, azzarola ... era (è) interessantissimo"

Ne ho tagliati anche altri, ora che ci penso.

Fammi andare a vedere.

Lord9600XT
Inviato: 26/6/2013 23:16  Aggiornato: 26/6/2013 23:16
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/7/2012
Da:
Inviati: 397
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
@Redazione: scusa, ma se l'energia orgonica fosse veramente uno dei costituenti fondamentali dell'Universo, quando dovrebbe manifestarsi se non quando vado ad analizzare il comportamento dei mattoncini fondamentali della Natura?

È vero che non sono stati fatti studi e ricerche specifiche in materia, tuttavia dagli scritti che si trovano in rete si evince che essa interagisce, in qualche maniera, in maniera elettromagnetica con la materia.

Un'interazione elettromagnetica non è una cosa da poco. Le interazioni elettromagnetiche sono facilmente rilevabili perché sono forti e, spesso e volentieri, danno il "contributo maggiore".

Nonostante uno non vada ad indagare direttamente un fenomeno non vuol dire che questo fenomeno non possa manifestarsi. In questo caso, se non si osservano deviazioni rilevanti che non sono imputabili a qualcosa di già conosciuto, si può dedurre che:

- non ci sono contributi aggiuntivi;
- se ci sono, essi sono talmente piccoli che non sono rilevabili sperimentalmente.

Pertanto, uno può dedurre che l'energia orgonica non può avere quelle caratteristiche riportate da tutti e, se esiste, si comporta in maniera profondamente diversa da come viene riportato.

Se uno mi viene a dire che in qualche modo questa particolare forma di energia interagisce in un certo modo, mi aspetto di vedere ripercussioni su altri fenomeni. Se non vedo le ripercussioni che mi aspetto, mi permetto di dire che questa è oltremodo probabile che quel particolare fenomeno o ente fisico non esiste (o funziona in maniera profondamente diverso da come mi aspettavo).



Tra l'altro, da un punto di vista formale, l'energia orgonica, se ha le proprietà che sopra riportate, non può essere una forma di energia. L'energia è un numero che può aumentare, diminuire o rimanere costante. I numeri non possono ruotare o assumere colorazioni blu.

Tuareg69
Inviato: 26/6/2013 23:51  Aggiornato: 26/6/2013 23:58
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/12/2008
Da: Roma
Inviati: 62
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
@Calvero
Citazione:
Non ha sbagliato. Ha fatto quello che doveva. Questo è il problema. Siamo in una dittatura, in Italia (e non solo) intendo. Fiero di non aver messo la crocetta per questo paese di merda. Tutto come volevasi dimostrare.


E questo almeno è un paese dove, PER IL MOMENTO, il revisionismo non è ancora un reato...

Citazione:
Quindi, il tempo di chiudere qualche discorsetto interessante e poi è ora di chiamarsi fuori dalla Rete.


Con la sincera ammirazione che ho nei tuoi confronti: questa sì che è una frase che andrebbe scolpita a lettere cubitali in home page!

@Redazione
Citazione:
Il negazionismo in Italia è illegale. Non lo sapevi?


Hai ragione, Massimo: ma è il preludio al negazionismo sull'11 settembre... poi qui disquisiremo tutti sul reality di turno!

- Perché indossi quello stupido costume da coniglio?
- Perché indossi quello stupido costume da uomo?

(Donnie Darko - Richard Kelly)
NiHiLaNtH
Inviato: 26/6/2013 23:58  Aggiornato: 26/6/2013 23:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
Citazione:
È vero che non sono stati fatti studi e ricerche specifiche in materia, tuttavia dagli scritti che si trovano in rete si evince che essa interagisce, in qualche maniera, in maniera elettromagnetica con la materia.


su internet si trovano anche tante ca....e

in realtà ogni volta che si produce un flusso di energia densa ( suono, elettricità, luce, ecc.) si manifesta un flusso d’energia sottile (orgone)

Lord9600XT
Inviato: 27/6/2013 0:14  Aggiornato: 27/6/2013 0:23
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/7/2012
Da:
Inviati: 397
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
@NiHiLaNtH: cosa vuol dire che il suono, la luce e l'elettricità sono un "flusso di energia densa", a differenza dell'energia orgonica?

Tra l'altro, perché sarebbe una cazzata ritenere che l'energia orgonica debba interagire elettromagneticamente? Qualsiasi sito suggerisce di non usare un accumulatore orgonico in presenza di sorgenti radioattive come raggi x o cavi dell'alta tensione. Se non interagisse elettromagneticamente, perché 'ste cose romperebbero le scatole?

Redazione
Inviato: 27/6/2013 0:22  Aggiornato: 27/6/2013 0:23
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
LORD690: Io non sono un fisico, per cui ciò che ci si "dovrebbe" o "non dovrebbe " aspettare non lo so.

A me interessava mostrare la debolezza del tuo ragionamento "non risultano prove".

E' troppo comodo, e come vedi, si ritorce spesso contro chi lo utilizza: non ci sono prove nè in un senso nè nell'altro, e questo significa che una ricerca seria non è mai stata fatta.

NiHiLaNtH
Inviato: 27/6/2013 0:27  Aggiornato: 27/6/2013 0:34
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
beh sono energie più semplici, più "materiali" e possono essere misurate con tecnologie abbastanza comuni

Citazione:
Qualsiasi sito suggerisce di non usare un accumulatore orgonico in presenza di sorgenti radioattive come raggi x o cavi dell'alta tensione. Se non interagisse elettromagneticamente, perché 'ste cose romperebbero le scatole?


perchè a queste energie è sempre associato un flusso di DOR ( orgone congesto, mortale ) e l'accumulatore non farebbe altro che concentrarlo al suo interno e su ciò che è posizionato sullo strato metallico

Al2012
Inviato: 27/6/2013 0:30  Aggiornato: 27/6/2013 0:30
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2158
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
@ Lord9600XT

Hai visto il filmato preparato da Massimo?

Se, come affermi tu, Reich era solo un “ciarlatano” perché accanarsi così contro di lui e la sua ricerca, distruggendo tutte le sue opere e ricerche?

Non trovi che sia un comportamento molto strano?



UN ANTESIGNANO dell'ENERGIA ORGONICA?
http://www.scienzaeconoscenza.it/articolo/un-antesignano-della-energia-orgonica.php

(…) Tuttavia, Reich non è stato l'unico nei secoli a studiare questa nuova forma energia. Infatti, oltre ad essere stata investigata da numerosi scienziati nei secoli scorsi, essa è stata anche oggetto di interesse sia da parte di filosofi e di scuole filosofiche antiche oltre che di sciamani, chiaroveggenti e di intere società primitive.

Già gli antichi cinesi riconoscevano l'esistenza di un'energia, chiamata Chi, che scorreva all'interno del corpo umano ed a cui faceva riferimento la tecnica dell'agopuntura. In alcuni libri in India, si parla di una forza vitale chiamata Prana. Questa scorreva nel corpo lungo meridiani ed alcuni disegni riportano i punti energetici di maggior interesse sul corpo degli elefanti, molto simili a quelli visti per l'agopuntura in Cina. Entrambe le culture affermavano che questa energia veniva assorbita dall'organismo attraverso la respirazione, e fluiva all'interno di esso lungo i meridiani. Quando questo flusso veniva bloccato od ostacolato si instauravano le condizioni per lo sviluppo della malattia.

In seguito, anche in Occidente si svilupparono correnti filosofiche che sostenevano la presenza di un'energia negli esseri viventi e nel cosmo. Nel terzo secolo prima di Cristo, Hermes Trismegistus, la chiamò Telesma; Ippocrate, nello stesso periodo, la denominò Vis Medicatrix Naturae, mentre nell'antica Grecia Aristotele la volle nominare Quintessenza. Nel sesto secolo dopo Cristo, in Polinesia e nelle Hawai, una simile energia veniva chiamata Mana.

Più tardi, nel sedicesimo secolo, Paracelso la chiamò Munia. Un secolo più tardi, Keplero la chiamò Facultas Formatrix. Goethe, verso il diciottesimo secolo, cominciò a parlare di un'energia cosmica a cui diede il nome di Gestaltung, mentre nello stesso periodo, Galvani elaborava il concetto di Energia Vitale. Poco più tardi, Mesmer discusse di un Magnetismo Animale come di un fluido atmosferico che circondava, caricava ed animava tutti gli esseri viventi. Un simile concetto fu elaborato anche dallo scienziato tedesco von Reichenbach in seguito a numerosi anni di studio e ricerca. Vide la presenza di un'energia in natura le cui leggi non rispondevano a quelle della fisica tradizionale, che volle chiamare Odic Force.

Successivamente, Freud, studiando il comportamento degli esseri umani, individuò un'energia che non riuscì a quantificare completamente e che chiamò Libido. Agli inizi del secolo scorso, il filosofo francese e premio Nobel, Bergson elaborò una teoria dell'evoluzione basata sulla dimensione spirituale della vita umana. Alla base di questo processo vi è uno slancio vitale o elan vital che è energia pura, libera da implicazioni finalistiche o deterministiche.

Nello stesso periodo lo scienziato russo Lakhovsky individuò l'esistenza di una sostanza immateriale, infinitamente sottile, intangibile ed impalpabile che penetra tutti i corpi, gli esseri viventi ed i mondi estendendosi nell'immensità dell'universo e nei vuoti interastrali. Chiamò questa sostanza Universione. Secondo Lakhovsky essa è la promateria da cui derivano, per condensazione, tutti i corpi materiali e gli esseri viventi.

Più recentemente Burr, della Yale University, constatò la presenza di un potente campo elettrodinamico in natura che influenza sia le condizioni meteorologiche sia gli esseri viventi. Il biologo Sheldrake sviluppò una teoria, simile a quella di Burr, che si basa su un'energia che chiamò Morphogenetic Field. Lo scienziato francese Kevran, dopo numerosi anni passati a studiare la trasmutazione degli elementi chimici negli esseri viventi, scoprì che in animali sottoposti ad una dieta ricca di silicati, la silice veniva trasformata in calcio. I risultati che ottenne, confermati anche da ricerche indipendenti sia in Europa che in Giappone, gli suggerirono la presenza di una qualche sconosciuta forma di una potente energia biologica che guida le trasmutazioni.

Tra i fisici del secolo scorso spicca Miller, che con i suoi esperimenti dimostrò l'esistenza di un etere nel cosmo. Dimostrò che l'etere, in condizioni dinamiche, viene riflesso dai metalli, come aveva constatato anche Reich. Il chimico italiano Piccardi, studiando il comportamento chimico-fisico dell'acqua, dimostrò che le sue proprietà potevano essere influenzate da una forma di energia cosmica sconosciuta, molto simile ad un forte magnetismo e correlata alle macchie solari.

Contemporaneamente, il fisico russo Grishenko individuò, come responsabile della struttura energetica del corpo fisico di un organismo, una corrente fredda di plasma che volle chiamare bioplasma. Recentemente Inyushin, ricercatore dell'Università del Kazakhstan, ad Alma Ata in Siberia, giunse alla conclusione che il corpo di bioplasma è lo stesso corpo eterico delle filosofie e delle dottrine orientali. (…)


In merito ai "campi torsionali" :

Le Onde di Torsione
http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.7213


Perchè Shipov ha così esasperato il tanto severo e diffidente mondo scientifico?
Il soggetto della sua ricerca, "i misteriosi campi di torsione", è come un chiodo nella scarpa dei fisici, molto sconveniente!

Gli scienziati oggi stanno riconoscendo che gli "spinning fields" esistono realmente.

Come i campi elettromagnetici sono causati da una carica e i campi gravitazionali lo sono dal peso, i campi di torsione sono creati da ogni oggetto rotante.

Questa idea venne introdotta inizialmente dal matematico Francese R.Cartan nel 1913 e poi da Albert Einstein.

Nella cornice della teoriadi Cartan-Einstein, l'esistenza di questi campi viene permessa, ma sono deboli, non osservabili e sembrano senza applicazioni pratiche.

Shipov afferma l'opposto. Questo è collegato alla sua teoria del vuoto fisico e del "misterioso etere" di cui ha scritto Newton.
Per gli ultimi 30-40 anni, gli scienziati hanno cercato di analizzare le proprietà del vuoto fisico, ma con un approccio elettromagnetico o gravitazionale. (…)

“Capire … significa trasformare quello che è"
Lord9600XT
Inviato: 27/6/2013 0:31  Aggiornato: 27/6/2013 0:31
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/7/2012
Da:
Inviati: 397
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
@Redazione: tuttavia, contro-argomentazioni di carattere scientifico e fisico alle mie obiezioni non saltano fuori.

Qualcuno ha fatto delle ricerche ed ha stabilito che l'energia orgonica ha delle precise caratteristiche. Come ho già spiegato, un qualcosa di simile con tali caratteristiche non c'è, o se c'è non si manifesta (e in tal caso, mi chiedo come faccia a manifestarsi in altri casi).

Sulla base di cosa dovrei fare una ricerca seria? Sulla base delle caratteristiche che una forma di energia NON può avere per definizione? Sulla base di teorie che vanno a cozzare con altre teorie ben consolidate e capaci di fare previsioni oltremodo precise?

Lord9600XT
Inviato: 27/6/2013 0:54  Aggiornato: 27/6/2013 0:54
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/7/2012
Da:
Inviati: 397
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
@Al2012: non lo so perché si siano accaniti contro di lui, da un punto di vista puramente scientifico non vi erano particolari ragioni.

Avevo letto anch'io quei link di Altrogiornale.org: chi li ha scritti è veramente una capra.

Nel primo link vi è una carrellata di filosofi che hanno teorizzato qualcosa di simile all'energia orgonica. L'unica cosa scientificamente interessante è l'affermazione circa l'esperimento di Miller che dimostra l'esistenza dell'etere. Ciò è falso: è vero che Miller trovò un risultato positivo, tuttavia esperimenti successivi (più precisi) trovarono dei risultati compatibili con 0 entro l'errore sperimentale. Pertanto, non si ha alcun segnale di esistenza dell'etere.

Infatti, l'etere non è mai stato rilevato. Di fatto, un oggetto che permea l'Universo con le caratteristiche dell'etere è totalmente superfluo (serviva inizialmente per spiegare la propagazione delle onde elettromagnetiche). Di fatto, l'etere come veniva concepito alla fine dell'ottocento non esiste.

Nel secondo link, mi permetto di notare subito come la data riportata (1913) sia errata, così come R. Cartan è in realtà E. Cartan.

Tolto questo dettaglio, cosa vuol dire che gli scienziati stanno riconoscendo che gli "spinning fields" esistono? Nel link si fa riferimento in maniera equivalente a campi spinoriali e a campi torsionali quando sono due concetti totalmente disgiunti.

I campi spinoriali esistono, e sono le soluzioni dell'equazione di Dirac (i leptoni ed i quark sono descritti da campi spinoriali, ovvero campi che hanno come grado di libertà aggiuntivo lo spin). I campi torsionali non si sa se esitono.

Ho dato un'occhiata veloce al resto del link. Mi è balzato all'occhio il valore della costante di accoppiamento di questi campi: 10^-5 / 10^-7. È piccola ma non piccolissima (la costante di Fermi, rapportata alla massa di un protone, vale 10^-5). Mi sembra veramente molto strano tutto ciò: a meno di ulteriori effetti che non so, una costante di accoppiamento di tale intensità permette la rivelazione di fenomeni fisici ad essa correlati.

Tuttavia, mi permetto di farti notare come questi campi di torsione studiati dai russi sono gli stessi che dovrebbero essere mediati dai neutrini, e questo non ha alcun senso.

mooninjune
Inviato: 27/6/2013 0:55  Aggiornato: 27/6/2013 0:55
So tutto
Iscritto: 20/5/2011
Da:
Inviati: 23
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
Per chi fosse interessato, ecco la traduzione dell' abstract dell' articolo di James Demeo "REPORT ON ORGONE ACCUMULATOR STIMULATION OF SPROUTING MUNG BEANS", Pulse of the Planet, 5:168-175, 2002.

Se volete ho tutto l' articolo, ma a tradurlo mi ci vuole un mese.

Rapporto sulla stimolazione attraverso accumulatore orgonico di fagioli mung in fase di germinazione.
di James Demeo, PhD
ABSTRACT

È stato intrapreso nell' arco di tre estati, tra il 1988 e il 2000, un esperimento controllato per la valutazione degli effetti di aumento della crescita dell' accumulatore orgonico di Reich su dei fagioli mung in fase di germinazione. Una visione di insieme dei resoconti sia dei giornali professionistici sia delle reiviste popolari indicava che tale dispositivo, che è stato soggetto a una ostilità senza precedenti sin dalla sua scoperta, avesse reali effetti positivi sulla vita sia delle persone sia degli animali da laboratorio che delle piante. Alcuni test preliminari eseguiti dall' autore hanno confermato un chiaro effetto di aumento della crescita sui fagioli mung in fase di germinazione. Questo articolo è un rapporto su uno studio più sistematico e controllato. Le giovani piante di fagioli mung sono state selezionate per la facilità d' uso e per la possibilità di controllo di vari fattori ambientali. L' esperimento ha avuto luogo all' aperto, presso il laboratorio dell' autore, situato in altitudine, usando un accumulatore orgonico e un altro contenitore per il controllo. I fagioli mung sono stati selezionati in modo casuale dallo stesso insieme, dopo essere stati ben mescolati, e divisi in un gruppo da caricare con l' orgone e un gruppo di controllo, messi nei rispettivi contenitori, riforniti giornalmente di acqua fresca, e mantenuti in condizioni ambientali quasi identiche di oscurità e protezione dall' esterno. Un aumento del 34% nella crescita è stato osservato nel gruppo di piante tenute nell' accumulatore orgonico, a paragone del gruppo di controllo (p<0.0001) che era stato tenuto in un contenitore non orgonico; il gruppo dell' accumulatore ha anche mostrato un incremento del tasso di germinazione, del consumo di acqua e dell' aumento di peso complessivo, sebbene il contenuto di zuccheri, determinato sia attraverso l' assaggio che attraverso la misura dell' indice rifrattivo dei succhi dei germogli (lettura di brix), fosse più alto nel gruppo di controllo.
Un esperimento separato è stato intrapreso usando due contenitori di controllo, per determinare quanto delle piccole variazioni di temperatura da sole potessero influenzare la crescita dei germogli. Solo una leggera e del tutto insignificante influenza, di circa lo 0.6% di incremento di crescita, è stata osservata nel gruppo di piante tenute deliberatamente a una temperatura di 1.5°C più alta che nell' altro contenitore. La quantità di variazione di temperatura era circa tre volte quella registrata nell' esperimento tra accumulatore orgonico e controllo, indicando che l' effetto molto più grande di stimolo dell' accumulatore non avrebbe potuto essere dovuto alle variazioni termiche residue di appena mezzo grado. I risultati confermano che l' accumulatore orgonico è un apparecchio di grande importanza, capace di influenzare la crescita delle piante..

Versione originale pubblicata in Pulse of the Planet, 5:168-175, 2002

Piramis
Inviato: 27/6/2013 1:02  Aggiornato: 27/6/2013 1:02
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/3/2013
Da: abito questo involucro
Inviati: 223
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
Se a qualcuno interessa, i libri di Reich sono stati editi di nuovo già da alcuni anni, io li ho quasi tutti e si trovano, il più delle volte si deve richiederli ma, ad esempio, ne ho trovati diversi da Feltrinelli, sono edizioni economiche.

Reich è stato uno scienziato che ha spaziato in vari campi ed in tutti ha dimostrato grande acume e profondità di indagine, non fermandosi mai all'ovvio e sempre verificando quello che andava scoprendo.

Inutile creare diatribe per partito preso, i libri di Reich sono tutti facilmente leggibili e di stampo concreto, invito chiunque a valutare autonomamente ciò di cui si sta discutendo marginalmente anche qui.

Personalmente lo ritengo uno delle più grandi ed intellettualmente oneste menti che abbiamo avuto nel secolo scorso, anche se alcune sue visioni le considero embrionali, ma non potrebbe essere altrimenti, nessuno può fare e sapere tutto.

Una cosa è certa, la lettura dei suoi libri è un accrescimento personale, sia che ci si riveli concordi sia che no.

Hakuna Matata
Redazione
Inviato: 27/6/2013 3:59  Aggiornato: 27/6/2013 5:10
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
LORD9600: "Sulla base di cosa dovrei fare una ricerca seria?"

Nessuno ha mai detto che tu debba farla. Non far finta di non capire.

Io ho criticato il tuo ragionamento iniziale, quando dicevi: "Non si sono rilevate evidenze di energia orgonica, in nessun esperimento di fisica."

Con quella frase tu suggerivi la "non esistenza" di questa energia "perchè non ci sono prove", e io ti ho fatto vedere che l'unica cosa che dimostra il tuo ragionamento è che non sia mai stata fatta una sperimentazione in proposito.

End of story.

Escape2013
Inviato: 27/6/2013 5:33  Aggiornato: 27/6/2013 5:33
Mi sento vacillare
Iscritto: 24/5/2013
Da:
Inviati: 358
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
Domanda per Massimo, che ha meglio di tanti altri il polso della situazione USA: sotto Obama, oggi, Reich come verrebbe trattato?

Riporto un caso di cui sono stato testimone diretto.
Una ventina di anni fa un bambino di 7 anni, figlio di mio compaesano, si prese la leucemia.
Il padre, di una certa età, decise di affrontare la situazione ESCLUSIVAMENTE curando di persona l'alimentazione di suo figlio ,eliminando TOTALMENTE dalla sua dieta qualsiasi prodotto commerciale, utilizzando solo frutti della sua terra e del suo pollaio.

Dopo un paio d'anni il bambino fu considerato guarito: ignoro se e cosa i medici dissero, se erano al corrente che il bambino non era stato sottoposto a chemio o che altro.

All'epoca ero uno sbarbatello ancora più idiota di adesso, Luogocomune non esisteva e internet neanche.
Tuttavia la cosa mi colpì molto ma ancora di più il fatto che questo padre fu costretto a tenere la cosa estremamente riservata per paura di perdere la patria potestà...
Molti anziani comunque sono convinti della nocività di certi prodotti commerciali e conosco personalmente un signore in grado di distinguere senza errori se il bicchiere d'acqua che beve proviene da una bottiglia in vetro o di plastica!

Io, come tantissimi altri poveracci, vado avanti a cibo spazzatura per motivi economici, nell'illusione di star seguendo un mitridatismo low cost.

Jurij
Inviato: 27/6/2013 6:57  Aggiornato: 27/6/2013 6:57
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
wendellgee
Citazione:
Personalmente, una volta mi sono affidato al libro del Dott. Bates (un oculista dell'ottocento) che sosteneva di poter risolvere la miopia con degli esercizi. Nel suo libro c'era scritto che i soggetti sottoposti alla sua cura recuperavano la vista perfetta in pochi giorni di esercizio, ma io non ci sono mai riuscito, nonostante il mio impegno durato qualche settimana. Ho avuto dei benefici, scarsi, e soprattutto momentanei.

Ciao wendellgee, volevo condividere con te il tuo pensiero perché ho fatto la stessa esperienza.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
horselover
Inviato: 27/6/2013 8:27  Aggiornato: 27/6/2013 8:27
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/9/2012
Da:
Inviati: 1898
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
qualche anno fa in kazakistan alcuni scienziati hanno fotografato con una camera speciale un energia da loro chiamata bioplasmica

f_z
Inviato: 27/6/2013 10:32  Aggiornato: 27/6/2013 10:32
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/1/2012
Da: Un mondo popolato da (troppi)pezzi di merda
Inviati: 958
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
Citazione:
Autore: Jurij Inviato: 27/6/2013 6:57:16

Ciao wendellgee, volevo condividere con te il tuo pensiero perché ho fatto la stessa esperienza.


la base del metodo Bates e' per prima cosa gettare gli occhiali nella spazzatura. Senza far questo puoi fare tutti gli esercizi che vuoi magari anche correttamente ma la tua vista continuera' a peggiorare.

Codardo e' il soldato che "esegue gli ordini".

Eroe e' il soldato che ha il coraggio di sparare in faccia ai suoi "superiori".

Peccato che i soldati siano tutti scelti minuziosamente tra gli appartenenti alla prima categoria.
f_z
Inviato: 27/6/2013 10:52  Aggiornato: 27/6/2013 10:52
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/1/2012
Da: Un mondo popolato da (troppi)pezzi di merda
Inviati: 958
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
Citazione:
Autore: Escape2013 Inviato: 27/6/2013 5:33:35

Una ventina di anni fa un bambino di 7 anni, figlio di mio compaesano, si prese la leucemia.
Il padre, di una certa età, decise di affrontare la situazione ESCLUSIVAMENTE curando di persona l'alimentazione di suo figlio ,eliminando TOTALMENTE dalla sua dieta qualsiasi prodotto commerciale, utilizzando solo frutti della sua terra e del suo pollaio.

Dopo un paio d'anni il bambino fu considerato guarito



Niente di strano: semplificando un po' la nostra societa' e' solo una enorme truffa.

La truffa del "cibo" e' una delle piu' grosse: oggi l'umanita' si ciba di roba artificiale, trasformata, sintetica o nel migliore dei casi, cotta, nella maggior parte dei casi sbagliata.

Questa e' una delle cause primarie di gran parte delle "malattie" che non sono altro che un progressivo avvelenamento del corpo che lentamente "invecchia" e poi muore.

A quel bambino e' bastato tornare ad una alimentazione piu' o meno naturale per eliminare la "malattia" (avvelenamento acuto).

Per la cronaca un mio parente acquisito guari' dal cancro usando il siero di Bonifacio: doveva morire in pochi mesi e visse tranquillamente in discreta salute per anni.

Codardo e' il soldato che "esegue gli ordini".

Eroe e' il soldato che ha il coraggio di sparare in faccia ai suoi "superiori".

Peccato che i soldati siano tutti scelti minuziosamente tra gli appartenenti alla prima categoria.
tonipos
Inviato: 27/6/2013 18:14  Aggiornato: 27/6/2013 18:14
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/6/2006
Da: Treviso
Inviati: 119
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
Ho letto diversi suoi libri, parecchi anni fa.
Da quel che ricordo, non è stato maltrattato tanto per la faccenda dell'orgone, quanto per la sua avversione alla sessuofobia della chiesa.

Alla fine ti accorgi sempre che nulla è come sembra
almarro
Inviato: 27/6/2013 20:27  Aggiornato: 27/6/2013 20:27
Ho qualche dubbio
Iscritto: 12/4/2013
Da:
Inviati: 70
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
@redazione
Sicuramente hai ragione tu,però perchè espellere maksi?
scriveva i commenti più interessanti del sito

almarro
Inviato: 27/6/2013 20:29  Aggiornato: 27/6/2013 20:29
Ho qualche dubbio
Iscritto: 12/4/2013
Da:
Inviati: 70
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
@CALVERO
in che senso chiudere qualche discorso poì tirarsi fuori dalla rete?
hai intenzione di lasciare il sito?

Jurij
Inviato: 27/6/2013 20:38  Aggiornato: 27/6/2013 20:38
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
f_z
Citazione:
la base del metodo Bates e' per prima cosa gettare gli occhiali nella spazzatura. Senza far questo puoi fare tutti gli esercizi che vuoi magari anche correttamente ma la tua vista continuera' a peggiorare.

Negativo f_z, finora non ho portato ancora occhiali.

È stato proprio nel tentativo vano di evitarli che ho fatto l’esperienza metodo Bates … con questo non escludo che su alcuni possa fare effetto.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Jurij
Inviato: 27/6/2013 21:06  Aggiornato: 27/6/2013 21:12
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
Parlando di energie strane, ricordo la teoria di E. Von Däniken riguardo all’effetto che si “dovrebbe” creare a qualsiasi costruzione che rispetti le proporzioni della piramide di Giza, detta di Cheope, ma che di Cheope …

Ho letto una sua storia che raccontava di un cittadino checoslovacco che ai tempi della guerra fredda, in cui una lametta da barba era merce pregiata, aveva costruito una piccola miniatura in compensato con le esatte proporzioni della piramide e all’interno, a circa 1/3 d’altezza dalla base, riponeva ogni sera la lametta da barba utilizzata, la quale stranamente sembrava recuperare quasi totalmente il suo potenziale di “taglio”.

E. VD affermava anche che l’esperimento lo aveva svolto lui stesso con un piccolo recipiente ripieno di miele ed aveva riscontrato che il miele s’induriva o si scioglieva a seconda se veniva riposto nel punto esatto oppure no.

Importante era indirizzare la piramide, non ricordo se per la diagonale o per il lato, esattamente in direzione dei 4 punti cardinali.

Incuriosito provai con il bocia a replicare l’esperimento con un piccolo recipiente con il miele.

Dopo una settimana non riscontrammo alcun effetto ed abbandonammo i nostri “sogni di gloria scientifica”.

Sia chiaro che non è mio scopo denigrare i lavori di Wilhelm Reich.
Era solo per vedere se qualcuno qui sul sito aveva avuto modo di cimentarsi con questo "esperimento piramide".

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Calvero
Inviato: 27/6/2013 22:44  Aggiornato: 27/6/2013 22:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
Citazione:
in che senso chiudere qualche discorso poì tirarsi fuori dalla rete?
hai intenzione di lasciare il sito?


Ti mando un PM

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
NiHiLaNtH
Inviato: 27/6/2013 23:51  Aggiornato: 27/6/2013 23:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
Citazione:
Era solo per vedere se qualcuno qui sul sito aveva avuto modo di cimentarsi con questo "esperimento piramide".


a quanto pare ti sei perso il mio ultimo post nel topic su Sergio Focardi

Elius
Inviato: 28/6/2013 0:26  Aggiornato: 28/6/2013 0:26
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/5/2011
Da:
Inviati: 136
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
Calvero
Citazione:
Ti mando un PM

wewe anche io sono interessato! :) speriamo ne siano rimasti ancora un pò di sti discorsi..

cmq, peccato per Maksi, maledette leggi

___________________

per chi parlava di Bates, io l'anno scorso scoprii il metodo "Power Vision System" di David De Angelis che lo ha perfezionato nel corso degli anni utilizzando come prima cavia proprio sé stesso, riuscendo ad eliminare un forte miopia (dopo anni di sperimentazione)..
lo stesso ha pubblicato un libro "Come sono guarito dalla miopia" che mi son pure comprato e letto più che volentieri.
sinceramente non mi sono applicato più di tanto ai metodi suggeriti per riacquisire la vista (solo da un occhio non vedo tanto bene), ma ciò che dice mi sembra molto valido.
ovviamente non ci si può aspettare risultati in tempi brevissimi, ma con costanza e un pò di tempo i risultati sembrano assicurati

ps. l'autore sottolinea l'importanza dell'alimentazione sana per riuscire a ottenere risultati eccellenti

http://www.powervisionsystem.com/comefunziona.php

http://www.macrolibrarsi.it/libri/__come_sono_guarito_dalla_miopia.php

Al2012
Inviato: 28/6/2013 1:19  Aggiornato: 28/6/2013 1:19
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2158
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
@ Lord9600XT

Citazione:
non lo so perché si siano accaniti contro di lui, da un punto di vista puramente scientifico non vi erano particolari ragioni.


Non sai perché si sono accaniti contro di lui?

Dal punto di vista scientifico non vi erano particolari ragioni, perché teorizzava e sperimentava una nuova forma d’energia che non esiste, almeno così sostieni tu e quelli che lo volevano processare.
E poi perché processare uno scienziato perché teorizza una nuova forma d’energia?
Bastava solo dimostrare che la sua teoria era errata confutandola in modo scientifico, perché trasformare quello che dovrebbe essere un confronto scientifico in un processo ?

A quanto pare questo confronto è stato evitato perché hanno scelto di distruggere (o ci hanno provato) tutte le sue ricerche e le sue apparecchiature, eliminando anche i suoi libri ….

Questo ti pare un modo corretto di fare scienza?

Questo accanimento non ti fa sorgere neanche il minimo sospetto o perplessità, se era un ciarlatano bastava lasciarlo fare, perché la sua ricerca era pura follia, ma a quanto pare la cosa dava fastidio e la sua ricerca doveva terminare e così è stato.

Tu non ti domandi neanche il perché?

Citazione:
Avevo letto anch'io quei link di Altrogiornale.org: chi li ha scritti è veramente una capra.


Il primo link (UN ANTESIGNANO dell'ENERGIA ORGONICA?) non è tratto da AG ed e stato scritto da:
Roberto Maglione, ingegnere, ha lavorato per numerosi anni nel settore esplorativo di una multinazionale petrolifera.
Attualmente è responsabile del Regulatory Affairs del settore Vascular Therapy in una società leader mondiale nel campo della bioingegneria cardiovascolare.
E' autore di un testo di carattere scientifico, Reologia ed Idraulica dei Fluidi di Perforazione (CUSL, 1999, 3a edizione) e di oltre 120 articoli tecnici.
Ha inoltre pubblicato Wilhelm Reich e la Modificazione del Clima (Torino, 2004), The Healing of Atmospheres (Natural Energy Works, Usa, 2007), ed è coautore del libro Argomenti Reichiani (Società Editrice Andromeda, Bologna, 2007).
Ha contribuito alla stesura del libro di De Marchi – Valenzi, Wilhelm Reich.
Una Formidabile Avventura Scientifica ed Umana (MacroEdizioni, 2007).
E' membro di numerose associazioni scientifiche.


Se la “capra” è l’autore del secondo link non saprei a chi fare riferimento, l’originale dovrebbe essere questo:
http://www.eioba.com/a/1tzs/torsion-fields-theory-of-physical-vacuum-shipov-and-heim

In ogni caso non capisco perché tu ti possa permettere di dare della “capra” o definire “sedicenti scienziati russi”, sicuramente tu sai molte cose di fisica che io ignoro, ma sei così sicuro di saperne di più rispetto ad altri addetti ai lavori, o di chi ha letto senza preconcetti la teoria e le sperimentazioni di W. Reich?

Citazione:
… cosa vuol dire che gli scienziati stanno riconoscendo che gli "spinning fields" esistono? Nel link si fa riferimento in maniera equivalente a campi spinoriali e a campi torsionali quando sono due concetti totalmente disgiunti.

I campi spinoriali esistono, e sono le soluzioni dell'equazione di Dirac (i leptoni ed i quark sono descritti da campi spinoriali, ovvero campi che hanno come grado di libertà aggiuntivo lo spin). I campi torsionali non si sa se esitono.


Dopo aver letto gli articoli che seguono, mi viene il sospetto che sei tu che non sai ….
Experimental investigation of new long-range actions.
http://amasci.com/freenrg/tors/doc17.html

traduzione
http://translate.google.it/translate?sl=en&tl=it&js=n&prev=_t&hl=it&ie=UTF-8&u=http%3A%2F%2Famasci.com%2Ffreenrg%2Ftors%2Fdoc17.html

TORSION FIELDS AND THEIR EXPERIMENTAL MANIFESTATIONS
http://amasci.com/freenrg/tors/tors.html

traduzione
http://translate.google.it/translate?sl=en&tl=it&js=n&prev=_t&hl=it&ie=UTF-8&u=http%3A%2F%2Famasci.com%2Ffreenrg%2Ftors%2Ftors.html

Con la messa a punto in Russia negli anni '80 del primi generatori di campi di torsione di tutto il mondo, il lavoro di ricerca bersaglio designato è stato spiegato e messo in atto insieme numerose direzioni di ricerca di campi di torsione manifestazioni, che ha prodotto un grande volume di risultati pratici.

VACUUM SPIN FIELDS
http://www.amasci.com/freenrg/tors/

traduzione
http://translate.google.it/translate?sl=en&tl=it&js=n&prev=_t&hl=it&ie=UTF-8&u=http%3A%2F%2Fwww.amasci.com%2Ffreenrg%2Ftors%2F

"Spin Doctors": Un Nuovo Paradigma che Teorizza il Meccanismo della Guarigione Bioenergetica
http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.8325



Citazione:
Tuttavia, mi permetto di farti notare come questi campi di torsione studiati dai russi sono gli stessi che dovrebbero essere mediati dai neutrini, e questo non ha alcun senso.


Scusa la mia ignoranza, ma dove hai letto che i campi di torsione sono mediati dai neutrini?

“Capire … significa trasformare quello che è"
polaris
Inviato: 28/6/2013 1:45  Aggiornato: 28/6/2013 1:45
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/9/2012
Da: Tlön
Inviati: 1640
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
Citazione:
non lo so perché si siano accaniti contro di lui, da un punto di vista puramente scientifico non vi erano particolari ragioni.

Da un punto di vista puramente scientifico no di certo...ma da un punto di vista puramente economico?

Non è necessario essere degli Sherlock Holmes per risolvere misteri, basta seguire una semplice regola: cherchez l'argent.

Che epoca terribile quella in cui degli idioti governano dei ciechi.. - Shakespeare
sybill
Inviato: 28/6/2013 10:16  Aggiornato: 28/6/2013 10:16
Ho qualche dubbio
Iscritto: 14/1/2010
Da:
Inviati: 158
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
Citazione:
Lord9600XT
Tuttavia, mi permetto di farti notare come questi campi di torsione studiati dai russi sono gli stessi che dovrebbero essere mediati dai neutrini, e questo non ha alcun senso.

Citazione:
Al2012
Scusa la mia ignoranza, ma dove hai letto che i campi di torsione sono mediati dai neutrini?


Eh già, dove sta scritto che siano i neutrini a mediare i campi torsionali?

f_z
Inviato: 28/6/2013 11:55  Aggiornato: 28/6/2013 11:55
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/1/2012
Da: Un mondo popolato da (troppi)pezzi di merda
Inviati: 958
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
Citazione:
Autore: Jurij Inviato: 27/6/2013 21:06:51

Era solo per vedere se qualcuno qui sul sito aveva avuto modo di cimentarsi con questo "esperimento piramide".


Non ho fatto l'esperimento piramide ma curiosamente il tizio da cui ho comprato le orgoniti ne fa molte a forma di piramide in scala con quella di Giza, e credo che anche altri usino molto quella forma.

Sia le piramidi che le altre forme per la mia esperienza funzionano bene per rivitalizzare le piante.

Codardo e' il soldato che "esegue gli ordini".

Eroe e' il soldato che ha il coraggio di sparare in faccia ai suoi "superiori".

Peccato che i soldati siano tutti scelti minuziosamente tra gli appartenenti alla prima categoria.
winston73
Inviato: 28/6/2013 11:59  Aggiornato: 28/6/2013 11:59
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/5/2010
Da:
Inviati: 135
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...

2+2=5
Lord9600XT
Inviato: 28/6/2013 12:18  Aggiornato: 28/6/2013 12:18
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/7/2012
Da:
Inviati: 397
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
Sulla faccenda dei neutrini: googlate "neutrino torsion field" e cliccate sul terzo e quinto risultato.

Per il resto, rispondo entro domattina: sono col cellulare e non avrò un PC sotto mano per diverse ore.

Lord9600XT
Inviato: 28/6/2013 19:08  Aggiornato: 28/6/2013 19:08
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/7/2012
Da:
Inviati: 397
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
@Al2012: ti ripeto che non so perché si siano accaniti contro Reich, visto che le teorie che portava avanti non avevano (e non hanno) alcun fondamento scientifico.

Tuttavia, in questi pochi giorni in cui si è parlato molto di Reich sono venute fuori motivazioni alternative circa quella scientifica, pertanto non mi sembra che SICURAMENTE le persecuzioni siano da imputare per le sue ricerche sull'energia orgonica.



Passiamo al resto. Nel primo link, quello scritto da Roberto Maglione, egli dice che Miller ha dimostrato che l'etere esiste. Questo è falso: tutti gli esperimenti successivi (aventi una maggiore precisione) hanno dato un esisto negativo. Se vai a ben vedere, nessuna teoria fisica attuale include l'etere (a differenza di un secolo e passa fa) proprio perché nessun esperimento lo ha mai rivelato. Anzi: dopo aver scoperto che le onde elettromagnetiche si propagano nel vuoto l'etere è diventato un oggetto totalmente superfluo.

Affermare che l'etere esiste e che è stato rivelato sperimentalmente è pertanto FALSO. È un grosso sintomo di scarsa preparazione scientifica e di grossa disonestà intellettuale. Pertanto, mi permetto di dare della capra a chi l'ha scritto: mi aspetto scientificità da chi si mette a parlare di scienza.

Passando al secondo link, vedo che sono presenti anche nell'originale quegli errori che avevo segnalato nella traduzione. Vabbè...

Comunque vada, non è per niente vero che i campi torsionali siano universalmente riconosciuti come esistenti. Innanzitutto, mi pare di capire che la teoria di Shipov non sia esattamente la stessa formulata da Einstein e Cartan. Ad esempio, su arXiv non compare alcun risultato scrivendo "Shipov": magari non vuol dire niente, però è un un indizio.

Non è nemmeno vero che siano stati rivelati sperimentalmente. Chiunque dica di aver costruito un accumulatore di campi torsionali mente, perché NESSUNO ne ha mai rivelato mezzo. I campi di forze che conosciamo sono: i campi elettromagnetici, i campi bosonici dei W e dello Z, i campi gluonici e i campi gravitazionali (assieme ai campi spinoriali e al campo di Higgs).

Ti lascio un link piuttosto esaustivo in merito: http://torsionfraud.narod.ru/

Piuma
Inviato: 28/6/2013 19:39  Aggiornato: 28/6/2013 19:39
So tutto
Iscritto: 11/7/2005
Da: Napoli
Inviati: 9
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
Tempo fa lessi che era custodita una documentazione che per ordine testamentario dello stesso Reich doveva essere aperta, se non ricordo male, dopo 50 anni dalla sua morte. Qualcuno ha informazioni se è stata aperta e cosa contenesse?

Jurij
Inviato: 28/6/2013 20:09  Aggiornato: 28/6/2013 20:09
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
Grazie NiHiLaNtH e f_z per le dritte alla mia domanda :o)

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
NiHiLaNtH
Inviato: 28/6/2013 20:40  Aggiornato: 28/6/2013 20:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
Citazione:
Affermare che l'etere esiste e che è stato rivelato sperimentalmente è pertanto FALSO


sicuramente non è una cosa che può fare chiunque
noi poveri disgraziati possiamo solo fare esperimenti casalinghi ( ma comunque scientificamente correti ) e mostrare come inspiegabilmente certi dispositivi sono in grado di influire sulla crescita delle piante, sul deterioramento dei cibi, sulla cristallizzaziome dell'acqua e di alcuni sali etc.

Lord9600XT
Inviato: 29/6/2013 1:03  Aggiornato: 29/6/2013 1:03
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/7/2012
Da:
Inviati: 397
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
@NiHiLaNtH: non capisco: prima sostieni che le tue piante sono rinvigorite dall'energia orgonica, ora dall'etere. Domani si passa all'energia di punto zero o, più ambiziosamente, all'energia oscura?

Battute a parte, un esperimento casalingo ci sarebbe: costruirsi una camera a nebbia e vedere i muoni provenienti dai raggi cosmici grazie ad essa (perché ciò costituisce una prova?).

Altrimenti, ti affidi ai tanti esperimenti effettuati per un secolo: http://math.ucr.edu/home/baez/physics/Relativity/SR/experiments.html

Anche questi esperimenti sono scientificamente corretti: che facciamo? L'etere e la relatività ristretta non possono coesistere, quindi che buttiamo?

NiHiLaNtH
Inviato: 29/6/2013 11:12  Aggiornato: 29/6/2013 11:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
Citazione:
non capisco: prima sostieni che le tue piante sono rinvigorite dall'energia orgonica, ora dall'etere. Domani si passa all'energia di punto zero o, più ambiziosamente, all'energia oscura?


etere e orgone sono la stessa cosa le altre non so
preferisci orgone, bene continueremo a chiamarlo orgone

Citazione:
Battute a parte


risparmiatele che qui non fai ridere nessuno

Citazione:
Anche questi esperimenti sono scientificamente corretti: che facciamo?


se io e altre persone ripetiamo diverse volte l'esperimento e otteniamo sempre lo stesso risultato cosa dobbiamo fare? ignorare i risultati solo perchè questi sono in conflitto con qualche altra teoria ?

invisibile
Inviato: 29/6/2013 11:27  Aggiornato: 29/6/2013 11:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
Anche a me sembra che si parli della "scoperta" del Chi (si pronuncia Ci).
Se così fosse non é una scoperta visto che i cinesi basano la loro medicina sul Chi da almeno 5.000 anni.

Se questo é il caso:

Il Chi é una manifestazione dello Spirito. E' l'energia vitale che é ovunque. Essendo una manifestazione dello Spirito non é misurabile, osservabile da cose materiali. Non può essere "fermata" per poter essere osservata, misurata, catalogata perché scorre ed é in costante mutamento. Se la fermi svanisce. Non si può fare.
Eppure i cinesi la usano da millenni per curare e inoltre affermano che esistono diversi aspetti (tipi) di Chi. Per esempio negli uomini ci sono 5 Chi di base, ognuno corrispondente ad un organo tipo polmoni, fegato, reni etc. Anche fenomeni come il freddo, il caldo, la siccità, il vento, interagiscono con il Chi, modificandolo in vari modi. In estrema sintesi é il "ponte" tra il mondo Spirituale e quello materiale.
Anche l'Uomo ha un suo Spirito (l'Uomo non é solo "materia") e tramite questo può interagire con il Chi.

Non é possibile osservarlo con mezzi scientifici ma si può "sentire".
Questo (anche) é quello che fanno i medici cinesi tradizionali, i Maestri di Tai Chi, di arti marziali, di Meditazione.

Personalmente mi é stata fatta una diagnosi (vari anni fa) semplicemente "sentendo i "polsi" (che non é il polso del battito del cuore ma quelli dei meridiani del Chi che passano nei polsi). Questo medico era la prima volta che lo incontravo e in due minuti, solo sentendo i miei polsi, mi ha detto che da bambino avevo avuto un problema serio ai reni e che da questo é derivata una debolezza cronica che mi portavo ancora appresso e che causava certi sintomi (ora va molto meglio).
Io ero allibito. Era tutto esatto.
Con me c'erano varie persone e a tutte é stata fatta una diagnosi veloce come a me.
Ha "indovinato" il problema principale di ognuno.
Anche gli altri erano allibiti. Era tutto esatto.
Lo ha fatto "sentendo" il Chi.

.............

Un consiglio: lasciate stare le piramidi, lasciate stare gli accumulatori. In certi casi possono fare molto male. Non si scherza con queste cose. E' roba seria.
Questi tentativi evidenziano l'ignoranza in occidente su questi argomenti. Non é che se accumuli Chi guarisci o ti fa bene. Ti può anche fare molto male.

Il principio di base é l'equilibrio: un essere é in salute quando il suo Chi é in equilibrio non quando ce ne ha tanto, può essere troppo e questo eccesso può essere causa di malattie. Una persona é' in salute quando il Chi scorre nel modo e nelle quantità giuste per quella persona in quel momento. Le variabili sono infinite per cui mettersi a "giocare" col fuoco senza avere la minima conoscenza e abilità é fortemente sconsigliato.

Lo Spirito umano può interagire con il Chi anche solo con un desiderio Anche il rivolgere l'attenzione o un pensiero su qualcosa o qualcuno può comportare dei cambiamenti...

Buttate le piramidi, buttate gli accumulatori, o al limite giocateci per poco (molto poco) tempo e poi buttateli.
Se vi interessa veramente praticate il Tai Chi e studiate la medicina cinese.

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
Lord9600XT
Inviato: 29/6/2013 11:33  Aggiornato: 29/6/2013 11:42
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/7/2012
Da:
Inviati: 397
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
@NiHiLaNtH: Quindi, l'etere di cui parli NON è lo stesso etere luminifero che nell'Ottocento veniva usato per giustificare la propagazione delle onde elettromagnetiche?

Ti faccio notare che nell'accezione comune l'etere e l'orgone sono due concetti distinti aventi (presunte) proprietà profondamente diverse. Ad esempio, l'etere non ha origine sessuale, non emette luce bluastra e non spiraleggia.

Quell'oggetto chiamato etere nell'Ottocento aventi date proprietà non esiste.

CatOrcio
Inviato: 29/6/2013 14:32  Aggiornato: 29/6/2013 14:32
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/7/2008
Da:
Inviati: 109
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
Riguardo all'etere c'è chi ha fatto esperimenti con onde radio, e sostiene di aver ottenuto risultati positivi

direzione vento dell'etere
https://www.youtube.com/watch?v=m0mTtXV9iyY

PERCHE' MICHELSON NON VIDE NULLA
https://www.youtube.com/watch?v=L5BkWohoH2A

Lord9600XT
Inviato: 29/6/2013 15:15  Aggiornato: 29/6/2013 15:15
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/7/2012
Da:
Inviati: 397
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
@CatOrcio: qua http://www.energeticambiente.it/discussioni-su-teorie-personaggi-e-tecniche/14721590-misura-delletere-tramite-onde-radio.html puoi trovare un'ampia discussione in merito e valutarne l'attendibilità.

NiHiLaNtH
Inviato: 30/6/2013 11:22  Aggiornato: 30/6/2013 11:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
Citazione:
Un consiglio: lasciate stare le piramidi, lasciate stare gli accumulatori. In certi casi possono fare molto male. Non si scherza con queste cose. E' roba seria. Questi tentativi evidenziano l'ignoranza in occidente su questi argomenti. Non é che se accumuli Chi guarisci o ti fa bene. Ti può anche fare molto male.


nessuno ha MAI detto che bisogna proiettare l'energia ambientale su se stessi con un accumulatore orgonico

nessuno ha MAI detto di costruire una mega piramide di rame e di entrarci dentro

impara a leggere quello che scrivono gli altri


Citazione:
Quindi, l'etere di cui parli NON è lo stesso etere luminifero che nell'Ottocento veniva usato per giustificare la propagazione delle onde elettromagnetiche?


si e no. considera che si parla di etere da molto prima dell'ottocento

Citazione:
Ti faccio notare che nell'accezione comune l'etere e l'orgone sono due concetti distinti aventi (presunte) proprietà profondamente diverse. Ad esempio, l'etere non ha origine sessuale


bisogna distinguere tra etere ambientale e etere "interno" cioè etere ambientale che viene assorbito dai nostri corpi e trasformato in energia compatibile con il nostro organismo

Lord9600XT
Inviato: 30/6/2013 12:04  Aggiornato: 30/6/2013 12:32
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/7/2012
Da:
Inviati: 397
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
@NiHiLaNtH: puoi essere più preciso? Sì e no non chiarisce molto.

È sì vero che in campo filosofico si parlava di etere da qualche secolo, ma in campo scientifico era stato introdotto specialmente per spiegare la propagazione delle onde elettromagnetiche.

Questo etere ambientale è l'etere luminifero? Inoltre, quale etere spiraleggia ed emette luce bluastra: quello ambientale o quello "interno"?

Tra l'altro, è mai stata quantificata questo etere ambientale? Qualcuno ha mai misurato la densità di etere (=energia, da quanto capisco da ciò che scrivi) ambientale?



Un fatto interessante (o dubbio, dipende dai punti di vista) è come tutte queste presunte forme di energia abbiano caratteristiche piuttosto diverse a seconda di chi l'ha "osservata". Ad esempio, l'orgone di Reich ha caratteristiche molto diverse dall'etere da cui Tesla avrebbe voluto estrarre energia, oppure dal campo teorizzato da Bearden su cui ha sviluppato il progetto MEG. Oppure dai masgravs teorizzati da Keshe.

Molto strano se tutte queste forme di energia sono, in realtà, la stessa cosa chiamata in modi diversi.

horselover
Inviato: 30/6/2013 12:10  Aggiornato: 30/6/2013 12:10
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/9/2012
Da:
Inviati: 1898
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
gli scienziati materialisti dell' ex urss in una università kazaka hanno fotografato con una camera kirlian la cosiddetta (da loro) energia bioplasmica. altri la chiamano prana. potrebbe entrarci con gli orgoni?

invisibile
Inviato: 30/6/2013 12:41  Aggiornato: 30/6/2013 12:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
NiHiLaNtH

Citazione:
nessuno ha MAI detto che bisogna proiettare l'energia ambientale su se stessi con un accumulatore orgonico

nessuno ha MAI detto di costruire una mega piramide di rame e di entrarci dentro

impara a leggere quello che scrivono gli altri

L'ho letto bene ed é per quello che ho scritto quanto sopra...
Siccome l'atteggiamento occidentale é quello di "so tutto io" (senza accusare nessuno in particolare) ho sentito il bisogno di cautelare chi vuole procedere in questa direzione. Molti si sono e hanno fatto male prima di noi.
Lo squilibrio di Chi non fa male solo a noi ma a qualsiasi essere o cosa che lo abbia.
Il problema é che per occuparsi nella pratica di queste cose bisogna conoscerle bene, perché é molto serio. E' come funziona la Vita...
Il Chi, nella sua delicatezza, é più potente dell'atomica.
Le mie sono parole di precauzione: non bisogna giocarci se non sai quello che fai.

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
Al2012
Inviato: 30/6/2013 22:16  Aggiornato: 30/6/2013 23:14
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2158
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
@ Lord9600XT

Citazione:
ti ripeto che non so perché si siano accaniti contro Reich, visto che le teorie che portava avanti non avevano (e non hanno) alcun fondamento scientifico.


Tu non sai perché si siano accaniti contro W. Reich !!
Io penso che quest’accanimento, simile ad altri, indica che nella sua teoria, nei suoi studi ed esperimenti, vi fosse qualcosa che poteva “disturbare”.

Citazione:
Tuttavia, in questi pochi giorni in cui si è parlato molto di Reich sono venute fuori motivazioni alternative circa quella scientifica, pertanto non mi sembra che SICURAMENTE le persecuzioni siano da imputare per le sue ricerche sull'energia orgonica


Potresti indicarmi quali?

Citazione:
Passiamo al resto. Nel primo link, quello scritto da Roberto Maglione, egli dice che Miller ha dimostrato che l'etere esiste. Questo è falso: tutti gli esperimenti successivi (aventi una maggiore precisione) hanno dato un esisto negativo


A quali esperimenti successivi ti riferisci?

°°°

The real Einstein
http://www.multibase.it/allegati/therealeinsteinit.pdf

(...)
<<L’esperimento di Morley-Miller (1902-1905), e gli esperimenti di Miller (1925).

Al Congresso Internazionale della Fisica che si tenne a Parigi in connessione con l’Esposizione Internazionale del 1900, Lord Kelvin chiese urgentemente la ripetizione dell’esperimento con una apparecchiatura più potente.
Michelson, dopo lo scandalo, non era più disponibile.
Conseguentemente Morley (un chimico), dovette ingaggiare un giovane fisico, Miller, per ripetere l’esperimento.
Morley e Miller ripeterono l’esperimento di Michelson Morley dal 1902 al 1905, con un
risultato simile a quello del 1887: Le osservazioni…hanno mostrato un effetto positivo ben definito leggermente superiore a quello ottenuto in precedenza, ma ancora troppo piccolo per essere in accordo con le aspettative: v = 8.7 ± 0.6 km/sec (19), (20).
I tests della Teoria della Relatività, effettuati durante l’ eclisse solare del 1919, furono largamente accettati come una conferma della teoria. Poiché la Teoria della Relatività
postula un effetto esattamente nullo dagli esperimenti di velocità rispetto all’Etere che di fatto non sono mai stati ottenuti , chi scrive (Miller) si sentì obbligato a ripetere l’esperimento allo scopo di ottenere un risultato definitivo (19).

Cioè : Miller capisce che la verifica sperimentale della Teoria della Relatività offre una ragione per nuovi esperimenti del tipo Michelson Morley, anche se essi non possono misurare direttamente la velocità assoluta della Terra.
Infatti nel 1921 egli ottiene i fondi necessari per l’esperimento, che ha come scopo una verifica della Teoria della Relatività.
Sfortunatamente Miller non si rende conto del significato dell’effetto Michelson Sagnac.
Certamente egli non capisce di avere la possibilità di valutare, misurando termini in ß, il pieno effetto della velocità orbitale della Terra cambiando la geometria del Cammino Ottico nell’interferometro.
Infatti egli ripete un altro test di velocità del tipo Michelson Morley : scegliendo di nuovo di misurare termini in ß2.
Ad ogni modo, con un interferometro a due braccia, è possibile fare un confronto tra la velocità Cinematica della Luce in diverse direzioni, senza effettuare misure di cM .
Ogni effetto giornaliero o stagionale distruggerà la Teoria della Relatività: è quanto basta da giustificare un nuovo test.
Come Miller, anche Einstein comprende il significato di effetti periodici in una Constante Universale.
In una lettera a Millikan (Giugno 1921) egli afferma quanto segue: Io credo di aver
veramente trovato la relazione tra Gravitazione ed Elettricità, assumendo che gli esperimenti di Miller siano basati su un errore fondamentale . Altrimenti, l’intera
Teoria della Relatività crolla come un castello di carte (21).

Ma: 1) Einstein non ha trovato alcuna relazione tra Gravitazione ed Elettricità.
2) Gli esperimenti di Miller non hanno alcun errore fondamentale: Queste osservazioni mostrano tutte uno spostamento periodico positivo , come da un vento d’Etere, della stessa grandezza, circa 10 ± 0.33 km/s, come è stato ottenuto nei tests precedenti…Gli effetti furono mostrati essere reali e sistematici, al di là di ogni ulteriore questione (19).
Il 2 Aprile, 1921 Einstein giunse per la prima volta negli Stati Uniti per una visita di due mesi…mentre era lì, giunse voce da Princeton che Miller aveva trovato un vento d’Etere diverso da zero durante un esperimento preliminare, effettuato( Aprile 21- 8) all’osservatorio di Mount Wilson.
Sentendo queste voci Einstein commentò: "Il signore è sottile, ma non malizioso". Non di meno il,25 Maggio 1921,poco prima della sua partenza dagli Stati Uniti, Einstein fece visita a Miller a Cleveland, dove discussero la questione (13).

Einstein era dunque pienamente a conoscenza dei risultati di Miller.
Dovendo scegliere tra l’evidenza sperimentale e la sua teoria Einstein sceglie la sua teoria.
Il 28 Aprile, 1925, Miller lesse un lavoro di fronte all’Accademia Nazionale delle Scienze in Washington D.C. nel quale riportava che un vento d’Etere era stato chiaramente misurato…Einstein fu sommerso di telegrammi e lettere che gli chiedevano
un commento (13).
Egli tacque, ma in una lettera al suo amico Besso (23 Dicembre,
1925), scrive: Io non ho preso neppure per un momento sul serio i risultati di Miller
(13).

Cioè : 'Se la mia Teoria è contraddetta dall’evidenza sperimentale, l’evidenza
sperimentale deve essere sbagliata'. Il vero Einstein rivela se stesso.

Il lavoro di Miller ha costituito il principale ostacolo per la Teoria della Relatività di Einstein…Shankland rimproverò Miller per aver bloccato l’assegnazione ad Einstein del Premio Nobel per la Teoria della Relatività (21).
I risultati sperimentali di Miller dal 1921 al 1925 dimostrano la fondatezza dell’opinione di Miller sulla Relatività perchè l’intera Relatività crolla come un castello di carte
come conseguenza del fatto che cM risulta non essere una Constante Universale, essendo soggetta ad effetti giornalieri e stagionali. Ma, probabilmente, troppo confidente nei suoi propri risultati sperimentali, Miller non tenne conto, come avrebbe dovuto, dei risultati sperimentali di Michelson e Gale, pubblicati nello stesso anno (1925) (22). >>

Citazione:
Se vai a ben vedere, nessuna teoria fisica attuale include l'etere (a differenza di un secolo e passa fa) proprio perché nessun esperimento lo ha mai rivelato. Anzi: dopo aver scoperto che le onde elettromagnetiche si propagano nel vuoto l'etere è diventato un oggetto totalmente superfluo.

Affermare che l'etere esiste e che è stato rivelato sperimentalmente è pertanto FALSO. È un grosso sintomo di scarsa preparazione scientifica e di grossa disonestà intellettuale. Pertanto, mi permetto di dare della capra a chi l'ha scritto: mi aspetto scientificità da chi si mette a parlare di scienza


°°°
RELATIVISMO ED ETERE DI LORENTZ
http://www.brera.unimi.it/sisfa/atti/2003/16-34Selleribari.pdf

(…)
<< 6. Einstein e il problema dell’etere

Vogliamo ora discutere la famosa «abolizione» dell’etere che accompagnò la nascita delle due teorie relativistiche.
Ad esempio nel lavoro del 1905 si affermava che l’introduzione di un etere luminifero poteva essere considerata superflua, perché alla nuova teoria non serviva uno spazio assolutamente stazionario corredato di particolari proprietà, né un mezzo nel quale fare avvenire i processi elettromagnetici come la propagazione della luce.
Negli anni del passaggio dal positivismo al realismo Einstein cominciò a riconsiderare tutta la questione dell’etere [LK] e ammise che in fondo era possibile continuare a pensarlo esistente, anche se solo per designare particolari proprietà dello spazio.
Affermò che nel corso dell’evoluzione della scienza la parola etere aveva più volte cambiato significato e che anche la relatività poteva limitarsi a questo.

Una posizione autocritica era ormai matura, e infatti nel 1919 Einstein scrisse a Lorentz :
«Sarebbe stato più corretto se nelle mie prime pubblicazioni mi fossi limitato a sottolineare l’irrealtà della velocità dell’etere, invece di sostenere soprattutto la sua non esistenza. Ora comprendo che con la parola etere non si intende nient’altro che la necessità di rappresentare lo spazio come portatore di proprietà fisiche» [cit. in LK, p. 12].

Il cambiamento di opinione di Einstein cominciò, come è naturale, dal distacco dalla filosofia di Mach che tanta influenza aveva avuto su di lui nel periodo della formulazione della TRS e che lo aveva portato fino a credere che spazio e tempo fossero concetti metafisici e antiscientifici.

Ecco come più tardi Einstein descrisse le ragioni del suo distacco:
Oggi riconosco la grandezza di Mach nel suo scetticismo incorruttibile e nella sua indipendenza; ma negli anni della mia giovinezza rimasi influenzato molto profondamente anche dalla sua impostazione epistemologica, che oggi mi sembra sostanzialmente insostenibile.

Infatti egli non mise nella giusta luce la natura essenzialmente costruttiva e speculativa del pensiero, e più particolarmente del pensiero scientifico; condannò quindi la teoria proprio in quei punti in cui il suo carattere costruttivo-speculativo appare manifesto, come ad esempio nella teoria cinetica dell’atomo [AE, p. 18].
È a questo punto che Einstein riscoprì tutta l’importanza degli argomenti favorevoli all’esistenza di un mezzo etereo, per esempio la genesi delle forze inerziali nei sistemi accelerati.
Per spiegare questo fondamentale fenomeno non si poteva invocare un’azione a distanza delle stelle fisse (come aveva fatto Mach), ma bisognava ricorrere a ben definite proprietà dello spazio, magari generate da tutta la materia dell’universo, ma comunque attive qui e ora.
Perciò egli scrisse:
«D’altra parte a favore dell’ipotesi dell’etere gioca un argomento molto importante.
Negare l’etere significa, in ultima istanza, supporre che lo spazio vuoto non possieda alcuna proprietà fisica, il che è in disaccordo con le esperienze fondamentali della meccanica» [OS, pp. 512-513].

Einstein pensava che l’etere non andasse concepito come qualcosa di diverso dallo spazio quadridimensionale dotato di proprietà fisiche reali.
Non aveva molto senso per lui supporre che preesistesse uno spazio geometrico assolutamente vuoto e che ci fosse poi una sostanza, l’etere, in grado di riempirlo e di dotarlo di proprietà fisiche. Perciò:
«Lo spazio fisico e l’etere sono soltanto termini diversi per dire la stessa cosa; i campi sono stati fisici dello spazio.
In realtà se non si attribuisce all’etere alcuno stato particolare di moto non c’è nessuna ragione di farlo figurare accanto allo spazio come un’entità di natura speciale» [cit. in LK, p. 169].

Considerando la natura meccanica dell’etere di Lorentz, Einstein affermò, quasi scherzando, che l’immobilità era l’unica proprietà che Lorentz gli aveva lasciato, ma che la TRS (riletta nella sua nuova chiave basata sull’etere) aveva generato un mutamento radicale consistente proprio del privare l’etere anche di questa sua ultima proprietà meccanica, cioè dell’immobilità:
«Una più ponderata riflessione ci suggerisce che la negazione dell’etere non è necessariamente richiesta dal principio di relatività ristretta.
L’esistenza dell’etere può essere ammessa, purché si rinunzi ad attribuirgli un determinato stato di moto; bisogna cioè togliergli per astrazione l’ultima caratteristica meccanica lasciatagli da Lorentz» [OS, p. 511].

Il concetto venne ribadito con le seguenti parole:
«Quanto alla natura meccanica dell’etere di Lorentz, si potrebbe dire, un po’ per celia, che l’immobilità sia l’unica proprietà meccanica che Lorentz gli abbia lasciato.
Il mutamento radicale che la teoria della relatività ristretta apportò nella concezione dell’etere consisteva nel privarlo anche di questa sua ultima proprietà meccanica, cioè dell’immobilità» [OS, p. 510].

Anche nella relatività generale l’etere di Einstein era privo di ogni tipo di movimento, quindi anche della possibilità di essere immobile.
Aveva insomma delle proprietà radicalmente nuove che impedivano di immaginarlo composto di parti o di corpuscoli che si trovassero in un qualsiasi stato di movimento.
Questa nuova descrizione era inevitabile se l’etere doveva apparire esattamente lo stesso in tutti i sistemi di riferimento inerziali.
Così nacque l’idea di un etere compatibile con la teoria della relatività, di un etere relativistico.

In fondo questa idea può essere considerata un tentativo di compromesso fra il positivismo della TRS e il realismo dell’etere.

Ma questa volta nessuno prese sul serio il grande fisico tedesco: a molti piaceva il diavolo, a qualcuno l’acqua santa, ma erano tutti d’accordo che non andassero mescolati.

Che dire, oggi, dell’etere relativistico di Einstein?
Beh, in primo luogo che il ritorno all’etere è un’operazione dettata dal buon senso: lo spazio vuoto dotato di proprietà fisiche può benissimo essere chiamato «etere», una guerra sulle parole essendo priva di significato scientifico.
In secondo luogo bisogna però aggiungere che è strano privare l’etere di ogni tipo di movimento.
La cosa doveva sembrare inevitabile a Einstein per difendere il relativismo della TRS, ma oggi, grazie alle trasformazioni inerziali che ammettono un sistema privilegiato, è possibile un pieno ritorno a un etere dotato di movimento, cioè proprio all’etere di Lorentz [FS]. >>

°°°

Chi Energy Amazing Footage
http://www.youtube.com/watch?v=3F3ovb2kZ9Q

°°°
edit:

TRUTH! The Earth does not revolve around the Sun
1 http://www.youtube.com/watch?v=o6jBK1ZV-qs&feature=player_embedded
2 http://www.youtube.com/watch?v=RCUhm63ioCU&feature=player_embedded

“Capire … significa trasformare quello che è"
Lord9600XT
Inviato: 1/7/2013 0:10  Aggiornato: 1/7/2013 0:10
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/7/2012
Da:
Inviati: 397
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
@Al2012: no Al, ti ripeto che non so perché esso sia stato perseguitato perché, francamente, non me ne importa niente. Ciò che mi importa è cercare di comprendere se, una eventuale energia orgonica o come-diavolo-vogliamo-chiamarla collima con le teorie (ampiamente provate su larghe scale di energia) che conosciamo. E, a parer mio, non collima affatto.

Io non ritengo plausibile che esso sia stato perseguitato perché aveva scoperto qualcosa di importante: i motivi li ho già spiegati.

E' comunque buffo notare come alcune persone, specialmente nel thread sulla morte di Focardi, abbiano usato la sola argomentazione della persecuzione per affermare, al 100%, che Reich aveva scoperto l'orgone. Un po' deboluccia come tesi...

Per quanto riguarda le ipotesi alternative, ho ricontrollato e, ad esempio, l'utente Perspicace (scusa se ti tiro in ballo ) aveva scritto come la persecuzione ai danni di Reich fosse per i suoi iscritti che istigavano all'odio di massa.



Passiamo all'etere. Qua http://math.ucr.edu/home/baez/physics/Relativity/SR/experiments.html puoi trovare un'intera carrellata di esperimenti che convalidano la relatività speciale. In particolare, al paragrafo 3 trovi una tabella con tanti bei esperimenti che miravano a misurare il vento d'etere.

Il caso di Miller è particolare perché pare che avesse ottenuto un risultato positivo (benché inferiore a quello atteso). Ci sono due argomenti oltremodo convincenti che ci fanno intuire come questo risultato sia inattendibile (perché anche i fisici possono fare misure sbagliate, vedi l'esperimento DAMA al Gran Sasso):

1) sono state ripetute da altre persone con precisioni maggiori e non è stato rivelato alcun risultato positivo;
2) i dati dell'esperimento di Miller sono stati rivisti (nel 2004?) e pare che ci fosse un errore nell'analisi: una volta corretto l'errore l'esperimento da risultato nullo.

Quindi, non ci sono prove sperimentali che l'etere luminifero esista. Anzi, il fatto che la relatività sia valida è una prova che esso non esista.

Tuttavia, se ciò non bastasse, vi sono talmente tanti esperimenti che verificano la relatività che è stupido anche solo pensare che possa essere falsa (almeno sulle ampie scale di energia a cui abbiamo accesso). Il fatto che i muoni arrivino a terra è una prova della relatività; il fatto che il momento magnetico degli elettroni è quello previsto da Dirac è una prova della relatività; il fatto che i bosoni W e Z esistano e con date proprietà è una prova della relatività; il fatto che il protone e l'antiprotone abbiano la stessa massa è una prova della relatività; il fatto che un acceleratore di particelle funzioni è una prova della relatività; il fatto che il muone viva per 2,2 microsecondi è una prova della relatività... Di prove ce ne sono abbastanza.

Nel secondo link, si parla soltanto di ridefinire l'etere come lo spazio-tempo: una ridefinizione che non ha mai preso piede. Ma, ciò che è importante, l'etere luminifero solido, rarefatto, denso, etc. non esiste. Poi possiamo ridefinire ciò che ci pare, ma l'etere con quelle proprietà lì non esiste.



Stavo riflettendo oggi su una cosa. Massimo mi aveva fatto notare come non si potesse dire nulla sull'orgone perché nessuno aveva mai fatto una sperimentazione a riguardo.

Che non siano state fatte sperimentazioni a riguardo è vero, però è falso che uno non possa trarre conclusioni. Ho già detto qualcosa a riguardo, ma voglio riprendere il discorso ed arricchirlo.

Da ciò che leggo in rete, molte fonti sono concordi nell'affermare che l'orgone interagisca con la materia ed abbia velocità differente a seconda del materiale. Questo è un indicatore del fatto che l'orgone interagisca molto bene con elettroni, protoni e neutroni (i costituenti ultimi della materia).

Se l'orgone fosse associato ad una qualche nuova interazione, dovrebbe osservare degli effetti quando vado a fare esperimenti di precisione, ad esempio in collisioni tra particelle. Orbene, fino al TeV di energia (che sono energie raggiungibili o ad LHC o nei raggi cosmici...) non si rilevano nuove forme di interazione al di fuori di quella forte, debole ed elettromagnetica (l'interazione gravitazionale è un discorso a parte).

Se l'orgone è comunque vada un qualcosa che permea l'Universo ed interagisce bene con la materia, mi aspetto di osservarne effetti per esempio nei raggi cosmici o comunque nei comportamenti dei costituenti ultimi della materia. Ancora, fino al TeV di energia, che io sappia, non si rilevano particolari deviazioni (o almeno, non imputabili a qualcosa che abbia le caratteristiche dell'orgone).

Pertanto, le misure sperimentali sembrano escludere effetti orgonici fino ad una scala del TeV (che, ripeto, sono energie enormi).

Come è possibile allora che l'orgone non si presenti nelle interazioni tra i costituenti ultimi della materia mentre con aggregati di materia ad energie più basse sì?

invisibile
Inviato: 1/7/2013 10:08  Aggiornato: 1/7/2013 10:08
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
Al2012

Citazione:
Bei video. Grazie.
Io ci ero arrivato riflettendo sul movimento, sullo spazio e sul tempo (meglio dire "tempi").
Quello che non sapevo é che anche il Sole compie una spirale e che il centro del sistema solare non é al centro del Sole.

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
Al2012
Inviato: 1/7/2013 16:05  Aggiornato: 1/7/2013 16:05
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2158
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
@ Lord9600XT

Citazione:
Se l'orgone fosse associato ad una qualche nuova interazione, dovrebbe osservare degli effetti quando vado a fare esperimenti di precisione, ad esempio in collisioni tra particelle. Orbene, fino al TeV di energia (che sono energie raggiungibili o ad LHC o nei raggi cosmici...) non si rilevano nuove forme di interazione al di fuori di quella forte, debole ed elettromagnetica (l'interazione gravitazionale è un discorso a parte).



Dal punto di vista delle interazione forte, debole, elettromagnetica e gravitazionale che differenza c’è tra un sassolino ed un seme?

“Capire … significa trasformare quello che è"
Lord9600XT
Inviato: 1/7/2013 17:00  Aggiornato: 1/7/2013 17:00
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/7/2012
Da:
Inviati: 397
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
Un sasso od un seme non interagiscono a livello macroscopico né forte né debole (queste agiscono a livello macroscopico).

Da un punto di vista elettromagnetico entrambi sono grossomodo scarichi, quindi non vi è differenza. L'unico modo in cui le forze elettromagnetiche entrano in gioco è quando due corpi si "toccano": le varie forze di reazione sono manifestazioni macroscopiche e collettive di tante "piccole" interazioni elettromagnetiche.

La differenza la fa la gravità: a massa diversa si ha un interazione più o meno "forte".

Questo se vediamo le cose al di fuori. Se andiamo ad analizzare i legami interni tra i componenti di un sasso, per dire, le uniche interazioni rilevanti sono quelle elettromagnetiche.

In alcuni casi (o meglio, spesso) si introducono delle interazioni che benché non siano veramente fondamentali schematizzano un qualche effetto e diventano pertanto utili: non si parla di interazioni fondamentali bensì di interazioni effettive.

Alcuni esempi sono l'interazione tra nuclei (è troppo complesso spiegare tutto in termini di quarks e gluoni, pertanto si introducono dei modelli nucleari che funzionano e descrivono bene il loro comportamento) o le interazioni elastiche (che sono riconducibili a interazioni elettriche).

Lord9600XT
Inviato: 1/7/2013 23:12  Aggiornato: 1/7/2013 23:12
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/7/2012
Da:
Inviati: 397
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
Ho visto i due video postati da Al. A parte delle belle immagini e delle interessanti animazioni, il video è ricolmo di disinformazione.

Non è vero che sia una cosa nascosta il fatto che i pianeti del Sistema Solare spiraleggino attorno al Sole anziché muoversi su un'orbita ellittica: viene spiegato nelle scuole. La stessa cosa vale per la luna. Perché invece si dice che viene perpetuata una bugia?

Non è vero che il moto "spiraleggiante" sia generato da una forza sconosciuta: falsissimo, l'unica forza in gioco è quella gravitazionale.

Il fatto che il centro del Sistema Solare non coincida col centro del Sole è anch'esso un fatto arcinoto. È una banale conseguenza del fatto che il Sole ha sì massa molto maggiore della somma di tutti i pianeti del Sistema Solare, ma non è infinitamente più grande. Il centro di massa necessariamente non coincide col centro del corpo più grande.

Perché nel video si dice che tutte queste cose sono misteriose? Non è vero!!!

Al2012
Inviato: 2/7/2013 11:50  Aggiornato: 2/7/2013 11:50
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2158
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
@ Invisibile

Il primo video che mi ha fatto riflette sull’effettiva rivoluzione dei pianeti intorno al sole è stato
Nassim Haramein Sistema Solare 3D subITA
http://www.youtube.com/watch?v=u_kkUWAgaH0&feature=related

La cosa strana è, che pur sapendo che il Sole si muove, la visualizzazione che io avevo dell’evoluzione dei pianeti è una rotazione ellittica, e che la Terra, dopo un anno, si ritrova nella stessa porzione di spazio.
L’animazione rende evidente che l’evoluzione nello spazio dei pianeti è tutt’altro che ellittica, ma è una spirale, una torsione intorno al sole che si muove pure esso in moto a spirale.

+++

@ Lord9600XT

Citazione:
Ho visto i due video postati da Al. A parte delle belle immagini e delle interessanti animazioni, il video è ricolmo di disinformazione.

Non è vero che sia una cosa nascosta il fatto che i pianeti del Sistema Solare spiraleggino attorno al Sole anziché muoversi su un'orbita ellittica: viene spiegato nelle scuole. La stessa cosa vale per la luna. Perché invece si dice che viene perpetuata una bugia?

Non è vero che il moto "spiraleggiante" sia generato da una forza sconosciuta: falsissimo, l'unica forza in gioco è quella gravitazionale.

Il fatto che il centro del Sistema Solare non coincida col centro del Sole è anch'esso un fatto arcinoto. È una banale conseguenza del fatto che il Sole ha sì massa molto maggiore della somma di tutti i pianeti del Sistema Solare, ma non è infinitamente più grande. Il centro di massa necessariamente non coincide col centro del corpo più grande.

Perché nel video si dice che tutte queste cose sono misteriose? Non è vero!!!



Moto di rivoluzione
http://it.wikipedia.org/wiki/Moto_di_rivoluzione

Vorrei sapere a quanta gente a scuola è detto che i pianeti del sistema solare spiraleggino attorno al Sole anziché muoversi su un'orbita ellittica.

Tornando alla mia domanda in merito al sassolino e al seme la mia risposta sarebbe sta questa:

A livello atomico nessuna differenza.
A livello macroscopico una grandissima differenza. perché il sassolino resta tale anche se si trova su un terreno fertile, mentre dal seme si sviluppa una pianta.
La differenza si chiama vita.

Nell’esperimento, invece di fare collidere ad alta velocità due particelle, si fanno collidere due sperimentatori ad una velocità elevata forse vedresti qualche interazione, prima dell’esperimento i due sperimentatori erano vivi, dopo sono morti.

“Capire … significa trasformare quello che è"
invisibile
Inviato: 2/7/2013 12:03  Aggiornato: 2/7/2013 12:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
Al2012

Citazione:
Il primo video che mi ha fatto riflette sull’effettiva rivoluzione dei pianeti intorno al sole è stato
Nassim Haramein Sistema Solare 3D subITA
http://www.youtube.com/watch?v=u_kkUWAgaH0&feature=related

La cosa strana è, che pur sapendo che il Sole si muove, la visualizzazione che io avevo dell’evoluzione dei pianeti è una rotazione ellittica, e che la Terra, dopo un anno, si ritrova nella stessa porzione di spazio.
L’animazione rende evidente che l’evoluzione nello spazio dei pianeti è tutt’altro che ellittica, ma è una spirale, una torsione intorno al sole che si muove pure esso in moto a spirale.

Quando lessi "Il Tao della fisica" di Capra, rimasi sbalordito dalla descrizione degli atomi. In pratica quello che noi percepiamo come materia in realtà é composto in stragrande maggioranza di vuoto. La velocità dei suoi elementi ci fa percepire, dalla "nostra velocità", il tutto come "solido".
Sono i tempi di esistenza che ci fanno percepire qualcosa in un certo modo, con certe qualità. La differenza dei "tempi di esistenza" o "tempi di attività".
Come appare il sistema solare (La Terra, il Sole, una galassia...) da un tempo di esistenza più lento rispetto al nostro, quanto il nostro lo é rispetto a quello degli atomi?
Come appare un uomo osservato da quel tempo?
E via così...
E chiaro che si deve supporre una coscienza che vive in un "altro tempo"...
Così, tanto per divertirci... diciamo...

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
NiHiLaNtH
Inviato: 2/7/2013 13:49  Aggiornato: 2/7/2013 13:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
Citazione:
ma in campo scientifico era stato introdotto specialmente per spiegare la propagazione delle onde elettromagnetiche.


e come teoria non mi sembra un pò superficiale

cioè le onde elettromagnetiche hanno asociato ad esse un campo orgonico

i raggi x viaggiano insieme all'orgone dei raggi x
le microonde viaggiano insieme all'orgone delle microonde etc.

dove si crea energia densa si crea anche energia sottile

è possibile separarle? non credo

Citazione:
quale etere spiraleggia ed emette luce bluastra: quello ambientale o quello "interno"?


teoricamente dovrebbero spiraleggiare entrambi sulla luce non so

Citazione:
Tra l'altro, è mai stata quantificata questo etere ambientale? Qualcuno ha mai misurato la densità di etere (=energia, da quanto capisco da ciò che scrivi) ambientale?


non esistono dispositivi in grado di misurare l'orgone ambientale

Citazione:
Se l'orgone fosse associato ad una qualche nuova interazione, dovrebbe osservare degli effetti quando vado a fare esperimenti di precisione, ad esempio in collisioni tra particelle. Orbene, fino al TeV di energia (che sono energie raggiungibili o ad LHC o nei raggi cosmici...) non si rilevano nuove forme di interazione al di fuori di quella forte, debole ed elettromagnetica (l'interazione gravitazionale è un discorso a parte). Se l'orgone è comunque vada un qualcosa che permea l'Universo ed interagisce bene con la materia, mi aspetto di osservarne effetti per esempio nei raggi cosmici o comunque nei comportamenti dei costituenti ultimi della materia. Ancora, fino al TeV di energia, che io sappia, non si rilevano particolari deviazioni (o almeno, non imputabili a qualcosa che abbia le caratteristiche dell'orgone).


secondo me in questi casi bisognerebbe introdurre un potente flusso di orgone che non è in alcun modo collegato a qualche tipo i energia densa, un dispositivo in grado di produrre solo orgone positivo

Lord9600XT
Inviato: 2/7/2013 17:52  Aggiornato: 2/7/2013 17:52
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/7/2012
Da:
Inviati: 397
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
@Al2012: a me, durante le lezioni di astronomia, era stato detto che il moto REALE della Terra non era ellittico, bensì più complesso, dato dalla composizione dal moto di rivoluzione attorno al Solo e da quello di rivoluzione attorno al centro galattico. Dopotutto, non è una cosa particolarmente sconvolgente eh...

Ripeto che affermare che viene perpetuata una bugia è falso. Altro che truth.



In merito alla risposta alla tua domanda, vorrei farti notare come io abbia risposto in maniera corretta. Ho detto, ad esempio, che in un sasso le interazioni interne sono praticamente solo e soltanto di tipo elettromagnetico, e la stessa cosa vale per il seme. Non ti ho detto che un sasso ed un seme sono la stessa cosa, ma che le interazioni a cui sottostanno sono le stesse.

Tutti i processi che portano un seme piantato in un terreno fertile a far nascere una pianta sono esclusivamente di natura elettromagnetica. Perché un sasso non fa ciò benché le interazioni e i mattoncini primi siano gli stessi di quelli di un seme? Perché non è affatto detto che due strutture complesse (basti pensare ad un nucleo atomico) abbiano le stesse proprietà.

Lord9600XT
Inviato: 2/7/2013 17:57  Aggiornato: 2/7/2013 17:57
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/7/2012
Da:
Inviati: 397
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
@NiHiLaNtH: supponendo che la tua prima frase fosse "e come teoria mi sembra un po' superficiale", perché doveva esserlo?

Come fai ad affermare che ad ogni onda elettromagnetica è associato un campo orgonico? Esistono misure in tal senso?

Non esistono dispositivi capaci di misurare l'orgone ambientale: per limiti tecnici o per limiti teorici?

Che differenza c'è tra orgone positivo ed orgone negativo? E dovrei usare un "flusso di orgone" perché l'orgone ambientale non è rivelabile?

Al2012
Inviato: 3/7/2013 0:34  Aggiornato: 3/7/2013 0:34
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2158
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
@ Invisibile

Nutro una grande stima per Capra, ho letto quattro suoi libri tra cui Il Tao della fisica.

Il 99,999999% di un atomo è spazio vuoto, e di conseguenza solo 0,000001 è materia, ovviamente la fisica classica si è concentrata solo su quella piccola porzione di materia.
La fisica quantistica ha rivalutato lo spazio vuoto, che era considerato come spazio inerte, come un cielo buio, scoprendo che questo buio inerte, in “realtà” è costellato di lampi di luce che appaiono e subito spariscono, sono particelle “virtuali” che dal “nulla” appaiono per poi scomparire nel “nulla”.

Naturalmente questa “realtà” è quella che noi esseri umani percepiamo, sia con i nostri sensi che con i nostri strumenti. Per come la penso io questa realtà non è oggettiva, ma soggettiva, proprio perché è frutto di una nostra interpretazione, sia sensoriale che strumentale.
Questa interpretazione è anche fortemente condizionata dalla nostra cultura, dal nostro stato d’animo, dalle nostre aspettative e dalle nostre ambizioni.

Citazione:
Sono i tempi di esistenza che ci fanno percepire qualcosa in un certo modo, con certe qualità. La differenza dei "tempi di esistenza" o "tempi di attività".


Io al posto del termine “tempo” userei “frequenza vibratoria”, perché siamo “vibrazione” immersi in un insieme di campi “vibranti”, energia vibrante. Anche quella piccola percentuale di materia non è altro che energia “condensata”.
Nell’universo la staticità non esiste, è un intreccio infinito d’onde, in cui il termine “vuoto” perde qualsiasi significato.

E’ il nostro range di ricezione, e ancor più la nostra capacità d’interpretazione, che da forma a questo intreccio di onde, e qui entra in gioco la coscienza dell’osservatore.

“Capire … significa trasformare quello che è"
Al2012
Inviato: 3/7/2013 0:40  Aggiornato: 3/7/2013 0:40
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2158
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
@ Lord9600XT

Citazione:
a me, durante le lezioni di astronomia, era stato detto che il moto REALE della Terra non era ellittico, bensì più complesso, dato dalla composizione dal moto di rivoluzione attorno al Solo e da quello di rivoluzione attorno al centro galattico. Dopotutto, non è una cosa particolarmente sconvolgente eh...

Ripeto che affermare che viene perpetuata una bugia è falso. Altro che truth.


Il fatto che a te sia stato insegnato una cosa più corretta, non vuol dire che lo sia stato per tutti.
Posso sbagliarmi, ma sono convinto che la maggioranza ha sempre pensato alla rotazione ellittica dei pianeti, perché così gli è stato insegnato.

Se l’animazione e corretta, tenendo conto dell’errata visualizzazione ellittica, qualcosa di sconvolgente c’è.

Anche la classica rappresentazione della deformazione dello spazio-tempo dovuto alla massa, che è una rappresentazione su un piano che viene curvato dal peso della massa con i pianeti che orbitano su bordi della curvatura, dovrebbe essere rivista, anche perché lo spazio-tempo non è un piano, tipo materasso d’acqua, ma qualcosa di tridimensionale se non quadridimensionale.
Una rappresentazione che mi ha dato sempre qualche perplessità proprio perché viene rappresentata su un piano bidimensionale deformato.
Con la visione spiraleggiante delle orbite, questa mia perplessità si è accentuata.

Probabilmente dire che viene perpetuata una bugia è un po’ esagerato, forse è più ignoranza che altro, però è anche vero che nessuno, tra quelli che sapevano, hai mai fatto niente per correggere questa visone errata.

Quindi, il mio ringraziamento va a quelli che hanno in qualche modo diffuso una verità, che molti, come me, ignoravano.

Citazione:
In merito alla risposta alla tua domanda, vorrei farti notare come io abbia risposto in maniera corretta


Ma io non ho detto che la tua risposta fosse errata!
Volevo solo farti notare che nella descrizione del tuo esperimento erano in gioco particelle, che pur appartenendo alla materia in generale, singolarmente sono inanimate.
Questo,per me ovviamente, è uno dei difetti del “riduzionismo”.

Citazione:
Tutti i processi che portano un seme piantato in un terreno fertile a far nascere una pianta sono esclusivamente di natura elettromagnetica.


Potresti approfondire questo concetto …. Detta così sembra che la vita sia un fenomeno di natura elettromagnetica

Citazione:
Perché un sasso non fa ciò benché le interazioni e i mattoncini primi siano gli stessi di quelli di un seme? Perché non è affatto detto che due strutture complesse (basti pensare ad un nucleo atomico) abbiano le stesse proprietà.


Allora perché dovresti osservare degli effetti quando fai la collisione tra particelle inanimate, in merito ad una forma d’energia assorbita da organismi viventi?

°°°

La natura dei Bioni
http://www.arnoldehret.it/old/downloads/La-natura-dei-Bioni-Dr-Nader-Butto.pdf

“Capire … significa trasformare quello che è"
invisibile
Inviato: 3/7/2013 10:38  Aggiornato: 3/7/2013 10:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
Al2012

Citazione:
Per come la penso io questa realtà non è oggettiva, ma soggettiva, proprio perché è frutto di una nostra interpretazione, sia sensoriale che strumentale.

Più che "soggettiva" in senso lato direi oggettiva dal nostro "tempo".
Cioè, dal nostro "tempo" non possiamo che vederla così.
Per "nostro tempo" intendo come la mente lo percepisce e lo immagina comunemente.
Ma é anche vero che:

Citazione:
Questa interpretazione è anche fortemente condizionata dalla nostra cultura, dal nostro stato d’animo, dalle nostre aspettative e dalle nostre ambizioni.
.

Poi:

Citazione:
Io al posto del termine “tempo” userei “frequenza vibratoria”, perché siamo “vibrazione” immersi in un insieme di campi “vibranti”, energia vibrante. Anche quella piccola percentuale di materia non è altro che energia “condensata”.

Sono aspetti della stessa "cosa".
Ogni essere, campo, pianeta, ha il "suo tempo" e il suo "campo di vibrazione".

Qualcuno ha detto che i tre anni di vita di una rondine sono identici agli 90 di un uomo. La rondine vive i "suoi" tre anni come noi viviamo i nostri 90. Vive la stessa quantità di esperienze e così é per tutti gli esseri.

Materia, energia, sono solo nomi che abbiamo dato a qualcosa che non comprendiamo, o meglio, che non é comprensibile usando solo la mente.
Questo é il problema della scienza, considera l'esistente solo come materiale e usa strumenti materiali per studiare il tutto.
E come voler capire cosa é una automobile osservando solo le sue parti solide senza neppure supporre che esistano parti liquide. Non riuscirai nemmeno a metterla in moto, non capirai cosa sono i pistoni perché si, vedi che sono collegati alle ruote, ma mica si possono muovere! E' impossibile!
Già, ma se ci metti l'olio, la benzina e i vari fluidi necessari cambia tutto...
Se ci pensi, la nostra immagine mentale dell'automobile non comprende i liquidi, nel senso che per noi l'acqua del radiatore non é una "parte dell'automobile" mentre senza la stessa non funziona... lo é eccome, anche l'olio é "automobile".
Questo per far capire quanto siamo condizionati dall'impostazione scientifica per osservare la realtà... che é... sbagliata. Come la risposta dentro di te di Guzzanti

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
perspicace
Inviato: 3/7/2013 10:59  Aggiornato: 3/7/2013 10:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
Però non dimentichiamoci che se i laser funzionano è perché poi cosi errate le previsioni del modello standard non sono.

Quello che era uno spazio vuoto sta prendendo forma.

Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
Lord9600XT
Inviato: 3/7/2013 12:45  Aggiornato: 3/7/2013 12:45
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/7/2012
Da:
Inviati: 397
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
@Al2012: chiariamo una cosa sul movimento della Terra. È vero che il suo moto, in realtà, non è un ellisse. Tuttavia, il moto di rivoluzione galattico è del tutto trascurabile rispetto a quello di rivoluzione attorno al Sole. Dalla nascita dell'uomo ad ora il Sole ha compiuto una rivoluzione di un angolo estremamente piccolo intorno al centro galattico (dell'ordine del millesimo di grado). In un anno questo spostamento è ancor più piccolo.

Sebbene in termini di kilometri il Sole si sposti effettivamente "tanto" durante un anno (la velocità di rivoluzione galattica è di 200 km/s circa), questo spostamento è del tutto trascurabile rispetto alle distanze galattiche.

Il movimento ellittico della Terra è, pertanto, una eccellente approssimazione del moto reale. E, inoltre, il moto è effettivamente ellittico nel sistema di riferimento solidale con il Sole.

È pertanto una visione veramente errata? Ni.

Sulla deformazione dello spazio-tempo, purtroppo, non è possibile dare una rappresentazione diversa, visto che si parla di deformazioni di uno spazio di dimensione 4 (mentre le nostre rappresentazioni grafiche si limitano a spazi di dimensione 3). Meglio di così non si può fare, a meno di sciropparsi la relatività generale.



Sui difetti del riduzionismo sono d'accordo: difficilmente è il procedimento adatto. Però lo è se si parla di "principi primi".



Vedo di spiegarmi meglio sul punto della vita e delle interazioni elettromagnetiche. Faccio un esempio pratico (che magari non sarà del tutto rigoroso, mi scuso in anticipo per eventuali inesattezze, però ciò che mi preme è il "messaggio"): come probabilmente saprai, le cellule (sia animali che vegetali) sono ricoperte da membrane che hanno il compito di lasciar passare o meno determinate sostanze. Il passaggio di tali sostanze attraverso le membrane avviene tramite fenomeni che vengono ben spiegati dalla chimica. Ad esempio, una membrana polare non farà passare facilmente sostanze apolari. Come forse saprai, in chimica gli unici fenomeni che vengono introdotti per determinare il comportamento delle molecole e di come esse si legano ad altre molecole sono di natura elettromagnetica.

Oppure i fenomeni riguardanti il DNA e la sua duplicazione e trascrizione: vengono coinvolte reazioni chimiche che si possono ben spiegare introducendo solamente interazioni elettromagnetiche.

Sembrerà strano, ma alla base della vita vi è l'elettromagnetismo. Ovviamente, di qui a descrivere il DNA con le equazioni di Maxwell ce ne vuole.



Perché dovrei osservare effetti tra collisioni di particelle inanimate? Perché, leggendo in rete, si evince che l'orgone interagisce con la materia, tant'è che esso cambia velocità a seconda del materiale che attraversa. Ed inoltre, viene postulato che l'orgone è una forma di energia "prima" che pervade tutto l'Universo.

Inoltre, Reich supponeva di poter misurare la quantità di orgone in un corpo tramite oscilloscopi, segno che, in qualche modo, doveva per forze di cose interagire in maniera elettrica con la materia.

E ti ricordo anche Reich avrebbe usato i suoi accumulatori orgonici per creare o dissolvere nuvole. E questa è una bella interazione con materia inanimata. Di che natura era tale interazione? Perché non dovrei vederla in laboratorio, in ambienti controllati, se l'orgone pervade tutto lo spazio?



@invisibile: è vero ciò che dici, che la nostra visione del mondo è estremamente influenzata dalle nostre conoscenze.

C'è una cosa che stai del tutto trascurando. Spesso, quando si bolla una certa teoria come "impossibile" non è perché essa non è contemplata nel database delle nostre conoscenze, ma perché essa cozza completamente con le conoscenze già acquisite. Un esempio semplice: Keshe.

Se uno ha una teoria che oltre a funzionare bene ha un grosso valore predittivo perché deve abbandonarla per qualcosa di molto fumoso e dallo scarso valore predittivo?

La meccanica newtoniana non è stata buttata via quando è stata soppiantata sia dalla meccanica quantistica che dalla meccanica relativistica. Il pregio di queste due teorie è che esse, in particolari limiti, si riducono alla meccanica newtoniana, la quale avrà pertanto un preciso campo di applicabilità.

Le teorie "fondamentali" che abbiamo non sono veramente fondamentali: ci manca qualcosa. Tuttavia, quel qualcosa è da ricercare in altre teorie che non siano in contrasto con il Modello Standard, capace di fare previsioni con precisioni che sono dell'ordine di un capello su una distanza tra Londra e New-York. Quel "di più" è da ricercarsi in qualcosa che, in un processo al limite (di basse energie, ad esempio) ci riconduca al Modello Standard.

Se la nuova teoria che dovrebbe spiegarmi un dato fenomeno è in netto contrasto con teorie ottimamente consolidate, perché dovrei inglobarla nel mio modello? Non è forse possibile che tale teoria sia sbagliata? E nel caso che sia corretta, come è possibile collimarla con le teorie già acquisite?

Può accadere, tuttavia, che in un primo momento una certa teoria appaia in apparente contrasto mentre in verità non lo è, ovviamente. Ma ciò è costituto da eccezioni, e non dalla norma.



E' vero ciò che dici che, spesso, non si fa caso al tutto. Tuttavia, chi non fa caso al tutto ma solo ad una piccolissima parte del problema è anche colui che cerca di formulare teorie alternative fregandosene del fatto che la sua teoria è incapace di spiegare una miriade di fenomeni rispetto alla teoria che vuole sostituire.

invisibile
Inviato: 3/7/2013 17:35  Aggiornato: 3/7/2013 17:35
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
Lord9600XT

Citazione:
C'è una cosa che stai del tutto trascurando. Spesso, quando si bolla una certa teoria come "impossibile" non è perché essa non è contemplata nel database delle nostre conoscenze, ma perché essa cozza completamente con le conoscenze già acquisite. Un esempio semplice: Keshe.

Se uno ha una teoria che oltre a funzionare bene ha un grosso valore predittivo perché deve abbandonarla per qualcosa di molto fumoso e dallo scarso valore predittivo?

Ma io non dico questo.
Se lancio una pallina da tennis sul muro che ho di fronte essa rimbalzerà sempre fino a quando il muro o la pallina perderanno le proprietà che permettono questo, o io muoio per mancanza di liquidi...
Questo accade perché ---> teoria.
Teoria verificata sperimentalmente.
Ma é un fenomeno valido solo in certe condizioni e soprattutto non spiega l'Universo.

Io continuo a ragionare come se l'orgone fosse il Chi, il Prana... anche se non ne sono sicuro.

Chi ammette l'esistenza del Chi, l'energia vitale, ammette l'esistenza dello Spirito, di una o più entità "superiori". Superiori spiritualmente.
Lo ripeto: il Chi é una manifestazione dello Spirito.
Il Chi é intelligente, non é una "cosa".
Se non vuole venire da te, per i suoi motivi, non verrà. Se vuole, e tu vuoi, verrà. Se vuole ma tu non vuoi verrà ma non potrà interagire con te perché lo mandi via. Non é proprio così ma tanto per dare una idea: é intelligente. Ecco dove secondo me keshe ha rubato l'idea delle sue macchine di cui non abbiamo visto nemmeno l'ombra...
Questo é il limite nell'osservazione scientifica in questo campo: la scienza non ammette l'esistenza dello Spirito del suo ruolo centrale nella Vita e delle sue manifestazioni, per cui non si potrà mai avere la certezza scientifica.

Quando parlavo di automobile parlavo di materia.
Quando parlavo di fluidi parlavo dello Spirito e delle sue manifestazioni, come il Chi.

Citazione:
E' vero ciò che dici che, spesso, non si fa caso al tutto. Tuttavia, chi non fa caso al tutto ma solo ad una piccolissima parte del problema è anche colui che cerca di formulare teorie alternative fregandosene del fatto che la sua teoria è incapace di spiegare una miriade di fenomeni rispetto alla teoria che vuole sostituire.

E come l'esempio della pallina da tennis sopra, benissimo, non vedo il problema.
Il problema é che molti scienziati fanno il loro lavoro con l'obiettivo di trovare LA teoria unificante del tutto.
Se fai quello, e se lo Spirito esiste, non puoi avere successo senza metterci dentro anche lui. Senza fluidi la macchina non solo non parte ma non capirai mai come funziona. E, cosa fondamentale, chi crede allo Spirito dice che é ovunque e che chiaramente fa parte del Tutto.
Altrimenti vedrai un pedale che tramite varie parti é collegato alle ruote che... non funziona. Non fa niente... Se non fa niente vuol dire che non é importante. Proviamo a farla scivolare su questo pendio... crash. Cazzo i freni!

E' assolutamente legittimo non credere al mondo Spirituale ma se lo si prende in considerazione, anche solo come una possibilità, é doveroso vedere cosa dice chi quel mondo lo studia e lo vive da millenni.

Chi conosce la materia (buffo termine...) dice che il Chi non lo puoi vedere; lo puoi SENTIRE. Non con le orecchie, con la sensitività. Per quello credo che le osservazioni sull'orgone non siano il Chi ma sue manifestazioni.

Inoltre essendo intelligente non é una "cosa" che puoi prendere e manipolare a tuo piacimento. Lo puoi fare solo se lui vuole.
Essendo puro (manifestazione dello Spirito) non accetta "l'impurità" umana nel senso di "intenzione impura".
Se la tua intenzione non é pura non collaborerà. Se lo é lo inviti a nozze.

Lo so che sei uno scienziato e che probabilmente tutto questo ti é alieno, ma dico queste cose per darti elementi su cui riflettere e farti capire (se non lo sai) che su queste cose molti uomini ci hanno dedicato vite intere, da millenni, e hanno tramandato, tramite le scuole filosofiche, le loro osservazioni ed esperienze.
Come ho già scritto pratico il Tai Chi da molti anni e se così non fosse non avrei mai scritto quanto sopra.
La prova scientifica non ce l'ho, al contrario di quello che afferma keshe...
Questi sbucano come funghi sempre in periodi di crisi spirituali mondiali, come quella che stiamo vivendo oggi.

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
NiHiLaNtH
Inviato: 9/7/2013 14:35  Aggiornato: 9/7/2013 14:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
Citazione:
Come fai ad affermare che ad ogni onda elettromagnetica è associato un campo orgonico? Esistono misure in tal senso?


non eseguite con degli strumenti

Citazione:
Non esistono dispositivi capaci di misurare l'orgone ambientale: per limiti tecnici o per limiti teorici?


per ora ho trovato solo questo

https://www.heliognosis.com/

Citazione:
Che differenza c'è tra orgone positivo ed orgone negativo? E dovrei usare un "flusso di orgone" perché l'orgone ambientale non è rivelabile?


se ancora non hai capito le basi della teoria che ci stai a fare qui?


Citazione:
Se l'orgone fosse associato ad una qualche nuova interazione, dovrebbe osservare degli effetti quando vado a fare esperimenti di precisione, ad esempio in collisioni tra particelle. Orbene, fino al TeV di energia (che sono energie raggiungibili o ad LHC o nei raggi cosmici...) non si rilevano nuove forme di interazione al di fuori di quella forte, debole ed elettromagnetica (l'interazione gravitazionale è un discorso a parte).


perchè negli esperimenti tipo quello di DeMeo sulle piante e sui semi questi crescono di più? perchè l'energia ambientale viene accumulata, concentrata in un determinato punto e le piante si nutrono di essa.
negli esperimenti di cui parli tu questo non avviene

Lord9600XT
Inviato: 9/7/2013 16:37  Aggiornato: 9/7/2013 16:37
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/7/2012
Da:
Inviati: 397
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
@NiHiLaNtH: andiamo con ordine.

Se tale affermazione non è supportata da prove sperimentali, da cosa è supportata? Fede?

Come fai ad affermare che ad ogni onda elettromagnetica è associata un'onda orgonica? Hai verificato che una pianta rinvigorisce accanto ad un cellulare o ad una radiolina (una lampada non vale )?



A me 'sto coso sembra un voltmetro piuttosto che altro. Simpatiche, comunque, le affermazioni di stampo scientifico: orgone = chi = etere = energia di punto zero. Direi che non ci siamo proprio...



Io sto cercando di capire se esiste una mezza prova a sostegno di tutto questo baraccone.

Si parla di una fonte di energia che non si capisce bene se è rivelabile o meno, che interagisce con la materia solo quando fa comodo, che ha proprietà oltremodo discutibili... E si pretende credibilità?

ahmbar
Inviato: 9/7/2013 17:56  Aggiornato: 9/7/2013 18:02
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/3/2007
Da: Milano
Inviati: 1785
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
Si parla di una fonte di energia che non si capisce bene se è rivelabile o meno, che interagisce con la materia solo quando fa comodo, che ha proprietà oltremodo discutibili... E si pretende credibilità?

Purtoppo le info di chi aveva studiato questo fenomeno sono state cancellate come non succedeva piu' sin dai tempi dell'inquisizione, e chi ha provato a ricostruire almeno una parte delle sue scoperte ha trovato il solito dileggio generale da parte di scienziati


Prendo nota che anche tu non capisci per quale ragione sia stato decretato di distruggere ogni libro, ricerca o esperimento dove venisse menzionata la parola "orgone", e vorrei che tu esaminassi questa mia ipotesi sui motivi per cui ci fu' una cosi' anomala reazione del mondo accademico :' le sue scoperte avevano costituito un pericolo economico reale per due delle piu' grandi ed influenti lobby, quella petrolifera e , soprattutto, quella medica

E' lunica spiegazione che io sono riuscito a trovare che giustifichi la messa al rogo di Reich



Come fai ad affermare che ad ogni onda elettromagnetica è associata un'onda orgonica? Hai verificato che una pianta rinvigorisce accanto ad un cellulare o ad una radiolina?

Non so se sia gia' possibile affermare l'associazione, sta di fatto che le piante crescono meglio se mandi loro pensieri positivi
Puoi provare anche a casa tua con due piantine uguali, coccolandone una e sbeffeggiando l'altra, resterai sbalordito
Credo meno se le esporrai ad una radiolina o ad un cellulare, ma chissa?

E' l'amore? E' l'orgone? E' il "chi"?
Ancora non si sa, e nemmeno si puo' misurare...... Eppur si cresce!

Per chi desidera informarsi sulla piu' grande menzogna dell'era moderna
FAQ 11 settembre 2001
Lord9600XT
Inviato: 9/7/2013 18:21  Aggiornato: 9/7/2013 18:21
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/7/2012
Da:
Inviati: 397
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
@ahmbar: e per giustificare la vicenda di Reich è lecito postulare l'esistenza di una fonte di energia inesauribile (e che alcuni associano al campo di punto zero) senza alcuno straccio di prova scientifica (anzi, magari ributtando in mezzo teorie falsificate come quello dall'etere luminifero)?

Perché devo prendere in considerazione una ipotesi che sta in piedi con lo sputo?

Ma soprattutto... Perché mi sembra che questa ipotesi per molti sia una prova schiacciante che Reich abbia scoperto l'ennesima free energy?

Allora riabilitiamo pure Ighina.


Avevo tre simpatici cipressi che ricevevano (veramente) tante coccole da me. Due sono morti, ed uno era veramente mal ridotto. Da quando l'ho sfanculato sta meglio.

invisibile
Inviato: 9/7/2013 19:44  Aggiornato: 9/7/2013 20:06
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
Lord9600XT

Citazione:
Io sto cercando di capire se esiste una mezza prova a sostegno di tutto questo baraccone.

Non scientifica.

Io continuo come se fosse pacifico (ma non lo é mi pare) che l'orgone sia il Chi.

Ti faccio io una domanda (ma devi credere alla mia testimonianza).

L'ho già raccontato ma lo ripeto perché lo richiede la domanda che ti voglio fare.
Anni fa feci un viaggio in Cina con un gruppo. In una piccola città visitammo un centro medico. Ci chiesero se volevamo farci visitare e lo facemmo.
Il medico (mai visto prima) pose le sue dita sui miei "polsi", che corrispondono a dei passaggi dei meridiani del Chi. Dopo un paio di minuti mi disse di cosa soffrivo prevalentemente e che da piccolo avevo avuto un problema abbastanza grave che aveva causato dei disturbi cronici, mai risolti, che mi portavo appresso e che periodicamente si manifestavano con certi episodi.
Io ero esterrefatto. Era tutto esatto, tutto.
Lo stesso avvenne con tutti i componenti del gruppo (c'erano tre medici che si divisero il compito). Uscimmo da quella esperienza un po scossi...
Negli anni ho avuto altre diagnosi simili per altri disturbi e sempre con la stessa stupefacente precisione (sono stato ben consigliato a chi rivolgermi, i ciarlatani e gli incompetenti ci sono in ogni campo compreso questo).

La domanda é: come é possibile una cosa simile secondo te?

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
perspicace
Inviato: 9/7/2013 19:59  Aggiornato: 9/7/2013 20:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
Il mio maestro d'arti marziali mi ha insegnato che il "Chi" rappresenta "la catena cinetica".

Si dice infatti che parte dal suolo e sale sino a conservarsi nell'addome da dove poi la distribuiamo dove vogliamo.

Infatti il baricentro umano e nell'addome cosi come il centro del "Chi".

Si dice infatti che per sferrare un buon colpo bisogna saper controllare il proprio "Chi" cioè bisogna saper controllare la propria catena cinetica con la quale sposti e concentri la tua forza.

Un livello maggiore di conoscenza delle tecniche porta anche a controllare il "Chi" dell'avversario di solito mediante l'uso di leve o incrociando un colpo su un suo attacco.

Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
invisibile
Inviato: 9/7/2013 20:20  Aggiornato: 9/7/2013 20:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
perspicace

Tutte le arti marziali orientali provengono da un unica fonte: il taoismo.
Dal taoismo proviene il Tai Chi ma ancora prima esistevano altre forme poco conosciute e poco diffuse. In origine queste pratiche non erano nate per essere usate per il combattimento ma per ritrovare l'Armonia persa, l'equilibrio. L'applicazione dei principi di base con l'intento marziale é stata sviluppata in moltissimi modi sia in Cina sia in altri paesi dando vita a moltissime arti marziali e sono molto efficaci proprio perché si basano sull'antica conoscenza. Più una data arte si allontana dalla fonte più diventa debole, più é vicina più é efficace.

Citazione:
Il mio maestro d'arti marziali mi ha insegnato che il "Chi" rappresenta "la catena cinetica".

Il Chi é molto di più.
La "catena cinetica" é solo il percorso che il Chi compie nel corpo facendo un dato movimento e, se libero da impedimenti tipo tensioni o blocchi, per cui efficace.

Citazione:
Si dice infatti che parte dal suolo e sale sino a conservarsi nell'addome da dove poi la distribuiamo dove vogliamo.

Se perdi il contatto con il suolo perdi l'appoggio, sei separato dalla terra e di conseguenza qualsiasi movimento non sarà efficace.
Il Chi può muoversi, entrare ed uscire dal corpo in infiniti modi ma il "contatto" principale per il corpo é la terra. Senza questo primario contatto nulla é possibile in Armonia.
In disarmonia si, ma ne paghi il prezzo.

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
NiHiLaNtH
Inviato: 9/7/2013 20:28  Aggiornato: 9/7/2013 20:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
Citazione:
Come fai ad affermare che ad ogni onda elettromagnetica è associata un'onda orgonica


tutti noi possiamo percepire l'energia orgonica, c'è anche chi riesce a vederla

Citazione:
Come fai ad affermare che ad ogni onda elettromagnetica è associata un'onda orgonica? Hai verificato che una pianta rinvigorisce accanto ad un cellulare o ad una radiolina (una lampada non vale )?


non l'ho mai detto e non credo sia consigliabile farlo visto che alle onde radio è associato il DOR ovvero l'orgone negativo, congesto

Citazione:
che interagisce con la materia solo quando fa comodo


questo lo dici tu

ripeto

"se persone diverse ripetono più volte lo stesso esperimento e ottengono sempre lo stesso risultato cosa devono fare? ignorare i risultati solo perchè questi sono in conflitto con qualche altra teoria o peggio ancora con le loro certezze ?"

le prove le puoi fare anche tu
l'esperimento della piramide mi sembra molto interessante

Lord9600XT
Inviato: 10/7/2013 11:47  Aggiornato: 10/7/2013 11:47
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/7/2012
Da:
Inviati: 397
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
@invisibile: mi sta bene che si parli dell'orgone su un piano non scientifico. Infatti, ciò che contesto fortemente è il cercare di dare a tutto ciò una connotazione scientifica quando, di fatto, ciò non è possibile.

Non so come sia stato possibile. Non ho (purtroppo e anche per fortuna) una risposta per tutto ciò che mi circonda.

Tuttavia, e spero che converrai con me, che è ardito fare speculazioni scientifiche su argomenti di questo tipo.

Mi dici che esiste il Chi ma non è possibile descriverlo scientificamente? Ok. Mi dici che esiste il Chi, che grazie ad esso possiamo costruire motori a energia infinita, che esso produce effetti riproducibili ma che non esistono misurazioni in tal senso, che esso sia una forma di energia che spiraleggia (e allora non è una forma di energia), che è sinonimo di etere e di energia di punto zero (e allora ci buttiamo dentro la meccanica quantistica) e così via? No.

Ripeto che a me sta più che bene il tuo comportamento. Non mi sta bene chi invece punta il dito contro la comunità scientifica quando non ci sono le minime basi per costruire una teoria scientifica su tutto ciò.

È forse un limite della scienza? Probabilmente sì. Però mi sembra che spesso si sparino critiche senza pensare (e, ripeto, non mi riferisco a te ).


E con questo mi riallaccio al discorso intrapreso con @NiHiLaNtH: dici che tutti possono percepire l'energia orgonica e qualcuno riesce a vederla. Più avanti mi parli di effetti riproducibili: scusa, ma se solo "qualcuno" riesce a vederla mi pare che l'effetto sia poco riproducibile. Io non ho mai percepito niente, ad esempio.

Parli di effetti rinvigorenti sulle piante: non è molto scientifico parlare di piante che stanno meglio oppure di persone che dormono meglio la notte tenendo una piramide sotto il letto.

Tuttavia parli anche di onde elettromagnetiche associate a campi orgonici: puoi portarmi un'evidenza di ciò?

Pertanto, se bombardo di onde elettromagnetiche un pezzo di materia qualsiasi dovrei vedere degli effetti ben precisi (si parla di orgone che varia la sua velocità nella materia...), visto che alle onde elettromagnetiche sono associati i campi orgonici: cosa dovrei vedere? E se bombardo di fotoni un elettrone, quali sono gli effetti dei campi orgonici sull'elettrone?

Trovo scritto ovunque che l'etere luminifero (che è stato provato non esistere) è l'orgone, che è anche l'energia di punto zero: perché vengono fatte queste affermazioni?

Se vuoi trattare in modo scientifico un determinato fenomeno, devi anche portarmi le prove scientifiche di esso. E magari spiegarmi come esso si integra con la descrizione (abbastanza accurata) che abbiamo della realtà.

invisibile
Inviato: 10/7/2013 22:29  Aggiornato: 10/7/2013 22:29
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
Lord9600XT

Citazione:
@invisibile: mi sta bene che si parli dell'orgone su un piano non scientifico. Infatti, ciò che contesto fortemente è il cercare di dare a tutto ciò una connotazione scientifica quando, di fatto, ciò non è possibile.

Concordo. Ho pure spigato perché e approfondisco.
Se il Chi é intelligente, se é una manifestazione dello Spirito che é ovunque e sempre é chiaro che farà "secondo coscienza", secondo la sua volontà. Non é una "cosa" manipolabile da altre "cose" o meglio lo é solo se lo accetta di esserlo.
Essendo intelligente il rapporto dell'uomo verso di lui deve essere come con qualunque altro essere intelligente.
Io sono itelligente (). Se tu vuoi instaurare un rapporto di qualunque tipo con me devi tenerne conto e questo implica una serie di cose tra cui, la prima, il rispetto. Se tu non mi rispetti io non ti cago nemmeno, giustamente.
Io non ho studiato l'orgone ma dal poco che ho visto mi sembra che le osservazioni e gli esperimenti fatti siano solo degli aspetti del Chi, parziali e molto limitati da vari fattori.
Il Chi é ovunque e così come ogni cosa ha il suo Spirito così il Chi si manifesta in modo diverso rispetto allo spirito di tale cosa o essere.
Per esempio nel corpo umano la medicina cinese individua 5 tipi di Chi principali che corrispondono a 4 organi e il 5° al Chi degli antenati o genitori...
Se cerchi di osservare con metodo scientifico una "cosa" che per la sua stessa natura implica l'accettazione della realtà Spirituale, é chiaro che SE anche riesci ad osservare qualcosa, non potrà mai essere esaustiva per formulare una teoria.
Se vuoi conoscere il Chi ci devi prima fare amicizia. Chiaramente la scienza moderna é fuori gioco in un contesto del genere.
Inoltre visto che il Chi é una manifestazione dello Spirito, per poter accettare la sua esistenza devi accettare la realtà spirituale, mi sembra ovvio.
Rimane comunque la capacità (da me testimoniata in quanto essere intelligente ) di medici cinesi che ti fanno una diagnosi in due minuti non solo dei tuoi problemi attuali ma anche di quelli risalenti all'infanzia...
Loro lo spiegano con il "sentire". Sono in grado di "sentire" (non con le orecchie con la "sensitività", con il loro Chi) il tuo Chi e dialogare (non a parole chiaramente). E come se il tuo Chi dicesse loro: "dunque, perspicace da piccolo ha avuto una seria intossicazione al fegato e da questo episodio é successo questo e quello...)
Io non mi occupo di medicina ma pratico il Tai Chi da molti anni. Uno degli "effetti" é l'imparare a "sentire" il proprio Chi per poter ricercare l'equilibro perso e, se si continua nell'approfondimento, il Chi degli altri e dell'ambiente in cui ci si trova, e oltre...
Confermo.
Non é un caso che a chi intraprende la carriera della medicina cinese viene fortemente consigliato (quasi obbligato, anche per il suo bene) a praticare il Tai Chi o altre pratiche simili che permettono lo sviluppo di queste capacità e mantengono l'equilibrio personale.

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
NiHiLaNtH
Inviato: 24/7/2013 13:45  Aggiornato: 24/7/2013 13:45
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
Citazione:
scusa, ma se solo "qualcuno" riesce a vederla mi pare che l'effetto sia poco riproducibile


ma io con effetti ripoducibili non mi riferivo certo alla sensibilità che ognuno di noi a verso questa energia

Citazione:
Io non ho mai percepito niente, ad esempio.


perchè qualcuno ti ha mai insegnato come fare ?

Citazione:
non è molto scientifico parlare di piante che stanno meglio


sarebbe più corretto parlare di piante che crescono e/o durano di più rispetto a quelle di controllo. ovviamente se l'esperimento viene fatto una sola volta non ha niente di scientifico, è per questo che va ripetuto diverse volte

Citazione:
oppure di persone che dormono meglio la notte tenendo una piramide sotto il letto.


scusa puoi mostrarmi dove ho parlato di questa cosa ? te lo chiedo perchè non mi sembra di averlo fatto

Citazione:
Tuttavia parli anche di onde elettromagnetiche associate a campi orgonici: puoi portarmi un'evidenza di ciò?


non credo esistano prove strumentali, come ho detto sapra ci si affida alla propria percezione ( altri usano strumenti radiestesici )

Citazione:
Pertanto, se bombardo di onde elettromagnetiche un pezzo di materia qualsiasi dovrei vedere degli effetti ben precisi


no perchè in questo caso la quaità dell'orgone è pessima
se vuoi vedere qualcosa devi utilizzare un dispositivo tipo l'accumulatore che concentra l'orgone ambientale in un punto e lo separa dalla sua controparte densa

Citazione:
Trovo scritto ovunque che l'etere luminifero (che è stato provato non esistere) è l'orgone


si parla di energie sottili e quindi di eteri quello che citi è solo un tipo

presty80
Inviato: 28/7/2013 0:15  Aggiornato: 28/7/2013 0:15
So tutto
Iscritto: 20/3/2006
Da:
Inviati: 14
 Re: Wilhelm Reich e la scoperta dell'"orgone&qu...
Esperimento:

Provate a mettere in congelatore un TB (Towerbuster) tipo queste qui

sotto ad un bicchiere d'acqua e tirare fuori il bicchiere il giorno dopo.

Il risultato potete vederlo qui.

Come sempre...non credete a tutto quello che dicono...ma sperimentate.
Questa frase credo che sia comunque superflua in questo forum.


Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA