Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


news internazionali : Torna alla ribalta il "Global Warming"
Inviato da Redazione il 3/11/2012 4:30:00 (7262 letture)

Una conseguenza certamente inattesa dell'uragano Sandy è stata il ritorno alla ribalta di un argomento che sembrava ormai morto e sepolto: il Global Warming. Talmente morto e sepolto, in realtà, che nel frattempo questo fenomeno aveva pure cambiato nome: oggi si chiama, nei "salotti eleganti" della televisione mainstream, "climate change".

Comunque sia, dopo Sandy diversi personaggi importanti si sono stufati di questo gioco di parole, e stanno cercando di riportare l'attenzione sul cuore del problema.

Il primo è stato il governatore dello stato di New York, Andrew Cuomo, che ha dichiarato: "La questione del cambiamento climatico è lunga e complicata, e non è questa la sede giusta per affrontarla. Ma questo cambiamento climatico è una realtà, queste situazioni climatiche estreme sono una realtà, ed è una realtà il fatto che noi siamo vulnerabili. Possiamo anche non discutere gli aspetti politici della faccenda, ma resta il fatto che la frequenza di questi eventi meteorologici estremi sta aumentando. Non si può andare avanti all'infinito a ripetere che 'questo è un caso unico nella storia e non si ripeterà più'."

Irina, per chi l'avesse dimenticato, era solo dell'anno scorso.

Ancora più pesante è stato l'intervento del sindaco di New York, Bloomberg, ...

... il quale ha addirittura trasformato le sue dichiarazioni sul "climate change" in un appoggio politico a favore di Barack Obama. Politicamente indipendente, Bloomberg non aveva appoggiato nessuno nel 2008, e solo 10 giorni fa aveva dichiarato che non avrebbe appoggiato nessuno nemmeno per il 2012.

Ma dopo aver visto gli effetti dell'uragano Sandy sulla sua città ha cambiato idea: "Dei due candidati - ha detto - uno si preoccupa seriamente delle conseguenze che potranno derivare alla nostra nazione dai cambiamenti climatici, mentre l'altro non se ne preoccupa affatto. Uno dei candidati riconosce il valore delle ricerche scientifiche, l'altro preferisce ignorarle. Per questo motivo ritengo importante sostenere il primo candidato, Barack Obama."

Anche Michael Moore, ospite di Piers Morgan alla CNN, ha detto più o meno la stessa cosa: "Quante volte dovremo continuare a ripetere che 'questo è un caso unico che non succederà più', prima di dover riconoscere che invece questo tipo di condizioni climatiche sta diventando purtroppo la regola? Quando mai si era visto nella storia degli Stati Uniti un uragano di queste dimensioni arrivare a lambire le coste della Groenlandia nel mese di novembre?"

Naturalmente, dopo le elezioni tutto tornerà nel calderone, e probabilmente la questione del "climate change" verrà nuovamente rimandata all'infinito. Ma almeno Sandy è servito a ricordarci che il Global Warming non è affatto uno scherzo, e che prima o poi di questo problema dovremo iniziare ad occuparci seriamente.

Massimo Mazzucco

Voto: 9.00 (3 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
InFlames
Inviato: 3/11/2012 4:34  Aggiornato: 3/11/2012 4:34
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/3/2008
Da:
Inviati: 300
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Magari quando ci saranno i tre tornado sopra L.A. come in the day after tomorrow si preoccuperanno. E poi cosa faranno? tenteranno di rimettere a posto incasindo ancora di più. branco di coglioni che non sono altro.

Tutto sarà rivelato
SpikeZ
Inviato: 3/11/2012 5:38  Aggiornato: 3/11/2012 5:38
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/9/2007
Da: Karalis
Inviati: 341
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Notare che lo stesso uragano ha devastato Cuba e Haiti prima degli USA. Ma i media se ne sono accorti a malapena.

Aironeblu
Inviato: 3/11/2012 7:47  Aggiornato: 3/11/2012 8:06
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/1/2012
Da: Ha Noi
Inviati: 1947
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Dunque sarà confermato il mandato a Obama... Resta da capire se per farlo hanno dovuto provocare artificialmente tutto 'sto casino, o se semplicemente stanno cavalcando l'onda. E a proposito di onda bionda, è stato identificato il VERO Uragano Sandy:

URAGANO SANDY


Oidualc
Inviato: 3/11/2012 9:01  Aggiornato: 3/11/2012 9:01
So tutto
Iscritto: 24/5/2011
Da:
Inviati: 21
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Gli americani sono un ammasso di letame ma cio che preoccupa e il fatto che noi italiani li imitiamo sempre di piu👎. Lascio ai cervelloni senza successo il giudizio finale

Ti accorgi che stai crescendo quando batti tuo padre a braccio di ferro. Ti accorgi che sei maturo quando lo lasci dinuovo vincere
maryam
Inviato: 3/11/2012 9:26  Aggiornato: 3/11/2012 9:26
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/3/2010
Da:
Inviati: 137
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
La lunga storia non del climate change, ma del cambio delle condizioni atmosferiche interferendo in vari modi... che sorpresa Massimo, nemmeno una parola su questo?

PROGETTI DEL PASSATO
http://www.hurricaneville.com/project_stormfury.html
ORA hanno il Global Hawk per "studiare"
http://www.innovations-report.de/html/berichte/geowissenschaften/nasa_039_s_global_hawk_satellites_tropical_storm_202831.html


ANOMALIES – Hurricane Sandy
http://www.geoengineeringwatch.org/storm-anomalies-hurricane-sandy/

10/27/2012 — Hurricane Sandy MICROWAVE ANOMALY
http://www.geoengineeringwatch.org/10272012-hurricane-sandy-microwave-anomaly/

HAARP and Geoengineering Aerosols Used to Modify Hurricanes, Weather and Climate Change
http://www.geoengineeringwatch.org/haarp-and-geoengineering-aerosols-used-to-modify-hurricanes-weather-and-climate-change/




L'intervista del Weatherman Scott Stevens da parte di Alex Jones è bloccata. Qui la pagina di Stevens che ha seguito attentamente i sviluppi di "Sandy"

http://weatherwars.info/?p=876

Docnight
Inviato: 3/11/2012 9:26  Aggiornato: 3/11/2012 9:26
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/6/2012
Da:
Inviati: 293
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Non si pò parlare di riscaldamento globale senza sapere

http://www.youtube.com/watch?v=QMUdmesox98&feature=player_embedded

IO-SONO
Inviato: 3/11/2012 9:36  Aggiornato: 3/11/2012 9:47
So tutto
Iscritto: 1/7/2012
Da:
Inviati: 8
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
@Docnight,

Perfettamente d'accordo con te...

Il climate change, il riscaldamento globale e o il raffreddamento globale, a seconda di come Fanno Girare il Vento, non è altro che manipolazione climatica artificiale...devono giustificare i loro esperimenti e o attacchi climatici con qualche parola che ci faccia sentire anche colpevoli dei cambiamenti invece apportati dai parassiti del mondo.

La conferenza di Sophia Smallstorm, dovrebbero mandarla nelle scuole!

http://www.youtube.com/watch?v=QMUdmesox98&feature=player_embedded


Inoltre il documentario La Guerra del Clima mandato in onda da History Channel, e che è stato più volte censurato online, dovrebbe fare riflettere:

http://www.tanker-enemy.tv/la-guerra-climatica.htm

mangog
Inviato: 3/11/2012 10:08  Aggiornato: 3/11/2012 10:08
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Citazione:

Autore: SpikeZ Inviato: 3/11/2012 5:38:45

Notare che lo stesso uragano ha devastato Cuba e Haiti prima degli USA. Ma i media se ne sono accorti a malapena.


I media di quali paesi ?
Sui giornali di Cuba ed Haiti le notizie non mancavano.
Allarga la lettura dei giornali o guarda le TV di Cuba ed Haiti.

Maksi
Inviato: 3/11/2012 10:38  Aggiornato: 3/11/2012 10:38
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/10/2011
Da:
Inviati: 1219
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Il Global Warming non esiste. Questa storia e' diffusa solo all'opinione pubblica, mentre glii "scienziati" hanno tutt'altra opinione,ma per questioni politiche devono tenerla nascosta, come dimostra il Climategate di tre anni fa.

Climategate I, la pubblicazione di qualche migliaio di email e documenti dal CRU nel novembre 2009, rivelò che il fatto che i maggiori scienziati esperti di clima fossero tutti d'accordo era solo una facciata per l'opinione pubblica. La scienza del cambiamento climatico non era 'definita'. Non c'era consenso riguardo l'estensione e la causa del riscaldamento globale. Nelle loro email private, gli scienziati esprimevano seri dubbi e disaccordo su alcune questioni centrali. In particolare, gli scambi di email dimostravano che erano tutt'altro che concordi su un concetto chiave del discorso sul riscaldamento globale, il famoso grafico passato alla storia come Hockey Stick, che riteneva di poter dimostrare che gli ultimi 30 anni erano stati i più caldi dell'ultimo millennio e che fece semplicemente scomparire il 'periodo caldo medievale', un fenomeno particolarmente problematico per le campagne sul clima. (Vedi anche il mio "Scientists Behaving Badly", su The Weekyl Standard del 14 dicembre 2009.) Gli scienziati più stimati in questo campo espressero notevoli dubbi incertezze sul grafico Hockey Stick e su diverse altre posizioni riguardo al riscaldamento globale che ci vengono proposte come verità assolute sulle quali tutti gli scienziati sono d'accordo. (In molte delle nuove email questo viene detto ancora più chiaramente.) A questo proposito, le email del 2009 dimostrarono che le certezze sul cambiamento climatico erano ampiamente sovrastimate.

Io non vedo queste tragedie climatiche, se non in TV. Delle anomalie ci sono (ampliate da i media come la regola), ma chissa' cosa siano le vere cause di tali anomalie. Comunque le usano anche a fini politici; pure per quelli banali come le elezioni... La credibilita' per me e' gia bella che andata...

maryam
Inviato: 3/11/2012 10:44  Aggiornato: 3/11/2012 10:44
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/3/2010
Da:
Inviati: 137
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"

SpikeZ
Inviato: 3/11/2012 12:52  Aggiornato: 3/11/2012 12:52
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/9/2007
Da: Karalis
Inviati: 341
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Intendevo i media italiani. A Cuba e Haiti ne hanno parlato... e cazzo ci mancherebbe pure!

InFlames
Inviato: 3/11/2012 12:57  Aggiornato: 3/11/2012 12:57
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/3/2008
Da:
Inviati: 300
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Vorrei ricordare a tutti il disastro dell'oil spill nel golfo del messico, tra petrolio e solventi hanno mandato al diavolo la corrente del golfo e guarda un pò la Groenlandia si è sciolta. chissa cosa combinerà tutta quell'acqua dolce!

Tutto sarà rivelato
illupodeicieli
Inviato: 3/11/2012 13:10  Aggiornato: 3/11/2012 13:10
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/1/2005
Da:
Inviati: 323
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Non conosco gli Usa e gli americani, o meglio so o devo prendere per buono ciò che passa il convento. Tuttavia il convento una volta ha passato anche un bel post di Massimo, dove veniva descritto il comportamento di una persona anziana subito dopo l'11/9; così come quel darsi da fare che si riscontra negli esseri umani subito dopo le tragedie (naturali e non). Così come ricordo di alcuni post dove veniva cercato di spiegare come sia davvero il cittadino americano. Soltanto che mi chiedo se devo ritenere pericoloso il vero cittadino americano o colui che, anche soltanto con il 50% dei votanti, di fatto comdanda e decide, esporta la democrazia dove meglio crede, si accapparra gran parte delle risorse del pianeta. Ecco che se avessi una visione più chiara, come in parte la si ottiene riuscendo a parlare e confrontarsi con le persone "del posto", con gli stranieri "americani" o di altri luoghi, scoprirei che ci sono più cose che ci uniscono che quelle che ci dividono. Tuttavia non toglie nulla alla sensibilità che si ha su alcuni temi universali preoccupanti, come il clima o l'inquinamento: forse prima , e occorrerebbero delle statistiche e dati attendibili, c'erano meno informazioni su sciagure simili, o meglio ancora queste notizie raggiungevano un minor numero di persone, e se ne parlava di meno o non se ne parlava affatto. Del resto è accaduto anche con questo uragano che per la maggior parte dei media ha interessato gli Usa e non,come richiamato anche nei commenti ,Cuba e altre nazioni.

valetudo
Inviato: 3/11/2012 13:43  Aggiornato: 3/11/2012 13:43
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 152
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
a tutti i catastrofisti guardate e rilassatevi

http://www.youtube.com/watch?v=QXvK359TL2Y

InFlames
Inviato: 3/11/2012 14:09  Aggiornato: 3/11/2012 14:09
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/3/2008
Da:
Inviati: 300
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
@valetudo: quindi mi stai dicendo che posso tranquillamente gettare la monnezza nel fiume e inquinare fottendomene allegramente? vai acoltivar patate che èmeglio.
Il 90% o più delle specie sono sparite per cicli naturali, oggigiorno la causa è nostra. Noi stiamo interferendo. un conto è una specie inadatta alla sopravvivenza, un'altro è una specie spazzata via dall'uomo che distrugge il suo habitat per far spazio ai futuri hamburger di mcdonalds.
Ti devo dare una notizia: ci vuole tot tempo per creare specie nuove, non escono dall'oggi al domani.
Se sterminaiamo tutte le specie viventi nel giro di un paio d'anni, per esempio, secondo te non farebbe differenza? Sarebbe tutto a posto?
Tanto ci pensa madre natura vero? Certo, facendoci un culo come un secchio

Tutto sarà rivelato
Maksi
Inviato: 3/11/2012 15:59  Aggiornato: 3/11/2012 15:59
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/10/2011
Da:
Inviati: 1219
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Citazione:
InFlames ha scritto:
Il 90% o più delle specie sono sparite per cicli naturali, oggigiorno la causa è nostra. Noi stiamo interferendo.

Che la causa E' nostra e' tutto da dimostrare. Noi stessi, comunque, facciamo parte della natura: se siamo i "colpevoli" siamo al tempo stesso anche le "vittime". Questo senso di colpa verso Madre Natura e' gran parte indotto dalla propaganda, come appare evidente dall'impostazione ambientalista dei vari media.
Ma non e' che per questo vorrei un mondo piu' sporco ed avvelenato, ma le cause sono altre: prima di tutto la scienza, che interpreta la natura solo come una macchina bio-meccanica, dove il rapporto con essa si esprime solo attraverso lo sfruttamento delle risorse (rinnovabili o no, non ha importanza), mentre manca completamente un concetto spirituale, che viene incanalato tutto dalla deriva new agena... Di media e politica non ne parliamo, perche' fanno parte tutti dello stesso gioco...

valetudo
Inviato: 3/11/2012 16:24  Aggiornato: 3/11/2012 16:24
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 152
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
onestamente non ho certezze su questo argomento,ma a quelli che parlano di madre natura,vorrei chiedere noi essere umani facciamo parte della natura o no? se si,vuol dire che le azioni che facciamo,parlo a livello ambientale inquinamentro clima che diventa instabile a causa dei comportamenti degli essere umani,fa tutto parte di madre natura o no?
e se poi va a finire male vuole dire che questo tipo di evoluzione di madre natura,con noi inclusi nel paradigma,si arresterà in un vicolo cieco e magari ricomincerà in un altro modo,ancora,ancora e ancora...
quindi la Terra sta bene e starà bene per un sacco di tempo,noi eventualmente siamo fottuti...


al contario vuol dire che noi essere umani non facciamo parte di "madre natura" e allora da dove veniamo e chi caxxo siamo?

Thibault
Inviato: 3/11/2012 16:58  Aggiornato: 3/11/2012 16:58
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/5/2006
Da: Un mondo folle
Inviati: 343
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Non capisco dove sia il problema... Calamità come queste non aiutano a spingere l'economia? Più ce ne sono meglio è...

E' una tranquilla notte di regime
InFlames
Inviato: 3/11/2012 17:23  Aggiornato: 3/11/2012 17:25
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/3/2008
Da:
Inviati: 300
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Ma gli esseri umani fanno parte della natura Porcoddue, le estrazioni petrolifere le macchine fabbriche NO. Ci vuole tanto?
Se salta in aria na centrale nucleare va tutto bene? L'uranio sotto terra va bene, in un reattore no!
Dai raga porca mseria, ma lo volete un mondo nuovo o no?
Cazzo non è difficile. Aggiungo, la tecnologia va bene se non distrugge l'ambiente.
Fusione fredda OK. Fusione a caldo MALE perchè lascia le scorie dannosissime per l'ecosistema.

Se tu muori il pianeta vive, se il pianeta muore tu lo segui a ruota.
Semplice
@Maksi: che la colpa nstra sia da dimostrare è la più grossa cazzata che abbia mai sentito

Tutto sarà rivelato
fefochip
Inviato: 3/11/2012 17:28  Aggiornato: 3/11/2012 17:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
e allora?
global warming?

è la CO2? io non ci credo ,è un discorso lungo ma mi va benissimo perche vuol dire
azzerare (o altrimenti ridurre di tantissimo) la produzione di CO2 e quindi la combustione di materiali fossili.

fate tanti reattori a fusione fredda che producono tanta energia senza CO2 e
NON ROMPETE IL CAZZO

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Stefo
Inviato: 3/11/2012 17:29  Aggiornato: 3/11/2012 17:29
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/2/2009
Da: Roma
Inviati: 324
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Quoto al 100% tutti gli interventi di InFlames

Spiderman
Inviato: 3/11/2012 17:30  Aggiornato: 3/11/2012 17:30
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 19/9/2009
Da:
Inviati: 2722
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Citazione:
Che la causa E' nostra e' tutto da dimostrare.


No, è tutto da dimostrare l'esatto contrario.

Citazione:
Questo senso di colpa verso Madre Natura e' gran parte indotto dalla propaganda, come appare evidente dall'impostazione ambientalista dei vari media.


E il grande menefreghismo della gran parte della gente verso l'ambiente, da cosa è indotto?

"Ogni giorno racconto la favola mia, la racconto ogni giorno chiunque tu sia, e mi vesto di sogno per darti se vuoi, l'illusione di un bimbo che gioca agli eroi. (Renato Zero)
DjGiostra
Inviato: 3/11/2012 17:53  Aggiornato: 3/11/2012 17:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
@Spiderman:
Citazione:
E il grande menefreghismo della gran parte della gente verso l'ambiente, da cosa è indotto?

Stramegaquotone !!

@Fefochip:
Citazione:
fate tanti reattori a fusione fredda che producono tanta energia senza CO2 e NON ROMPETE IL CAZZO

Altro stramegaquotone.....

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
Maksi
Inviato: 3/11/2012 18:31  Aggiornato: 3/11/2012 18:31
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/10/2011
Da:
Inviati: 1219
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Citazione:
InFlames ha scritto:
@Maksi: che la colpa nstra sia da dimostrare è la più grossa cazzata che abbia mai sentito

Punti di vista. Non ho detto io a Rockefeller di instaurare la Standard Oil*.
Poi, ovviamente, sono per le tecnologie "pulite", ma non se si accentrano in un regime di monopolio, come sembra che stiano progettando, proprio attraverso l'esigenza di "salvare il mondo". Ovviamente si provoca anche un senso di colpa collettivo - come religione insegna - per controllare meglio il pensiero comune. Stiamo credendo alle soluzione degli stessi che i problemi li provocano.
Sinceramente penso che non abbiamo un tale peso da poter distruggere il pianeta e le creature che lo abitano. Solo il sole piu' fare cio', per me; nemmeno dei giganteschi asteroidi hanno fatto tanto, magari solo cambiato il pianeta. Probabilmente ci stiamo, invece, eliminando da soli - cioe', indotti a farlo - per esigenze altrui di spopolamento e programmi di ingegneria genetica.


Citazione:
spiderman ha scritto:
E il grande menefreghismo della gran parte della gente verso l'ambiente, da cosa è indotto?

Infatti, le nuove generazioni sono molto piu' sensibili a tali problematiche, proprio per una questione di educazione scolastica, mediatica ed istituzionale. Insomma, li indottrinano gia' da piccoli. L'ambientalismo e' diventato una questione morale e la morale proviene sempre dall'alto.



*il petrolio non e' certo importante per ragioni energetiche (magari all'inizio quando si doveva espandere la tecnologia industriale), ma di riciclagio monetario. In pratica hanno sostiuito - temporaneamente, secondo me - l'oro con esso per garantire l'espansione monetaria del dollaro, controllando i paesi con il debito. Le guerre per il petrolio diventano per il controllo finanziario. Quando avranno raggiunto il controllo completo ed istituZIONale, allora abbandoneranno il petrolio e sara' la volta di Venus Project. Progetti fatti apposta per abituare ed integrare la comunita' ad un nuovo modello sistemico prossimo venturo. Se ci sara' la fusione fredda non lo so, ma per noi cambiera' poco... forse la prossima moneta sara' costituita proprio da un credito energetico: quanto produci, tanto avrai di energia; se non produci nulla, il sistema ti eliminera in maniera automatica come un puro calcolo statistico.

santjago
Inviato: 3/11/2012 18:55  Aggiornato: 3/11/2012 18:55
Ho qualche dubbio
Iscritto: 22/7/2005
Da: Roma
Inviati: 67
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"

La presunzione che ciò che esiste debba
necessariamente esistere,
è l'acido corrosivo
di ogni pensiero immaginativo.

Snowcrash Project
Polidoro
Inviato: 3/11/2012 19:00  Aggiornato: 3/11/2012 23:32
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/4/2005
Da:
Inviati: 488
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Il Global Warming non è affatto uno scherzo: infatti Al Gore, con il suo film "Una scomoda verità" ha vinto un Oscar e il Premio Nobel per la Pace, come l'hanno vinto pure lo IPCC (Comitato intergovernativo sul mutamento climatico), Obama e l'Unione Europea.

"Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuovi orizzonti ma nell'avere nuovi occhi." Marcel Proust
Redazione
Inviato: 3/11/2012 19:55  Aggiornato: 3/11/2012 19:55
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Devo dire che la campagna mondiale del negazionismo ha fatto abboccare più fessi di quanti tonni ci siano in una tonnara.

Tutti rincoglioniti, e tutti ringalluzziti a urlare "il global warming non esiste", mentre hanno già l'acqua alle caviglie.

Fantastico.

Il trucco non è semplicemente di ingannare, ma di far sentire l'ingannato così furbo da andare in giro lui stesso a sentenziare la bugia.

Poveri imbecilli. L'umanità è veramente semplice da prendere in giro.

Esule
Inviato: 3/11/2012 20:30  Aggiornato: 3/11/2012 20:30
Ho qualche dubbio
Iscritto: 19/4/2012
Da:
Inviati: 64
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Il prossimo futuro governo mondiale, avrà inizio con una tassa mondiale e sarà la tassa sul CO2.
I veri imbecilli sono quelli che pagheranno volentieri una percentuale su ogni prodotto di consumo venduto sul pianeta, andando a ingrassare la nuova cupola di burocrati che governerà su tutte le nazioni. Se invece qualcuno si prendesse la briga di studiare, scoprirebbe che il nostro pianeta ha cicli diversi di temperature che non hanno nulla a che fare con l'attività umana.

Maksi
Inviato: 3/11/2012 21:02  Aggiornato: 3/11/2012 21:02
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/10/2011
Da:
Inviati: 1219
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
@Redazione
Citazione:
Devo dire che la campagna mondiale del negazionismo ha fatto abboccare più fessi di quanti tonni ci siano in una tonnara.

Ci mancava adesso anche il negazionismo ambientalista... magari revisionismo . Spero che almeno qui non avremmo qualche legge apposita per recintare certi argomenti.

Citazione:
Poveri imbecilli. L'umanità è veramente semplice da prendere in giro.

Si puo' dire lo stesso ai creduloni di Al Gore e della gran parte della Comunita' Scientifica, che sappiamo bene come sia indirizzata verso il bene di noi tutti.

In realta' mi interessano poco i cambiamenti climatici, perche' non dipendono certo da noi, ma da uno shema piu' grande, che succede con noi o senza di noi. Il Riscaldamento Globale e' una propaganda per fini politici, mi sembra evidente. Prima del Global Warming c'era il buco dell'ozono e adesso c'e' il generico cambiamento climatico, che non vuol dire in realta' nulla, se non che il clima cambia. E allora? Cosa c'entrono le catastrofi hollywoodiane da fine del monno? Che c'e', vogliamo forse dire che gli importi qualcosa di noi e quindi cercano di sensibilizzarci verso il "rispetto" della natura, oppure si tratta di educare la comunita' per interventi su scala globale? E poi non sono scemi, non avrebbero sfruttato le risorse sapendo che potessero essere letali per il pianeta. In effeti sembrano schizofrenici al massimo: da un lato promuovono l'ambientalismo e dall'altro continuano imperterriti a sfruttare tutto cio' che e' sfruttabile dalla natura. Sanno bene che alla natura fanno un baffo, mentre danneggiano parecchio noi e le nostre condizioni di vita a livello psico-fisico. Se veramente la catastrofe fosse imminente, se ne sbatterebbero i coglioni di noi e avrebbero gia' riservato il posto a qualche bunker sotterraneo. Quello che cercano e' il condizionamento mentale. Poi, ovvio, la catastrofe arrivera comunque...

f_z
Inviato: 3/11/2012 21:18  Aggiornato: 3/11/2012 21:18
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/1/2012
Da: Un mondo popolato da (troppi)pezzi di merda
Inviati: 958
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Mah, non so se Sandy sia stato creato artificialmente o no, ma credo ci siano in giro indizi abbastanza pesanti di attivita' di "addomesticamento" del clima, tanto che ormai la cosa sembra ormai venuta su alla luce del sole con la mappa pubblicata dal Guardian QUI.

Una delle cose molto sospette e' l'aumento esponenziale di fenomeni meteorologici "eccezionali" nel mondo, tanto che ormai non fanno piu' eccezione. Se non sono direttamente innescati dall'uomo, credo che come minimo l'inquinamento, la modifica di flora e fauna di tante zone del mondo e la deforestazione abbiano a che fare con questi fenomeni.

Io credo che abbiano ragione quelli che parlano di "cambiamento climatico" piuttosto che di "riscaldamento": in certe zone del mondo c'e' un riscaldamento, mentre in altre un raffreddamento. Qui in UK abbiamo avuto l'estate piu' calda degli ultimi 50 o 100 anni nel 2003 e gli inverni (e le estati) piu' fredde negli ultimi 2-3 anni, quindi qui il riscaldamento ce lo dobbiamo pagare.

Comunque, manipolazione climatica o no, qui con tutte le attivita' devastanti di cui sopra secondo me stiamo andando molto velocemente verso l'autodistruzione. A questo ritmo purtroppo credo che la vita su questo pianeta non durera' altri 50 anni, ad essere ottimisti.
A meno di una inversione totale di tendenza che al momento vedo molto improbabile...

Codardo e' il soldato che "esegue gli ordini".

Eroe e' il soldato che ha il coraggio di sparare in faccia ai suoi "superiori".

Peccato che i soldati siano tutti scelti minuziosamente tra gli appartenenti alla prima categoria.
marco62
Inviato: 3/11/2012 23:04  Aggiornato: 3/11/2012 23:04
So tutto
Iscritto: 6/3/2010
Da:
Inviati: 15
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Ciao a tutti,ho saputo che hanno cominciato a vendere l'E-CAT,sul sito PROMETEON.IT

Fabrizio70
Inviato: 3/11/2012 23:51  Aggiornato: 3/11/2012 23:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Citazione:
Ma gli esseri umani fanno parte della natura Porcoddue, le estrazioni petrolifere le macchine fabbriche NO. Ci vuole tanto?


http://it.wikipedia.org/wiki/Isola_di_Pasqua#La_storia_dell.27isola



Citazione:
Allo sbarco dei primi colonizzatori polinesiani, che i più recenti studi fanno risalire attorno al 800-900 d.C., l'isola si doveva presentare come una immensa foresta di palme. Fino al 1200 d.C. la popolazione rimase numericamente modesta e sostanzialmente in equilibrio con le risorse naturali presenti. In seguito, però, nacque da parte degli abitanti la necessità di costruire i moai, il cui sistema di trasporto richiedeva notevoli quantità di legname. Cominciò pertanto un importante lavoro di disboscamento dell'isola che fu ulteriormente intensificato dopo il sensibile aumento della popolazione dovuto a nuovi sbarchi. Verso il 1400 d.C. la popolazione raggiunse i 15.000-20.000 abitanti e l'attività di abbattimento degli alberi conobbe il proprio massimo di intensità. La riduzione della risorsa forestale provocò un inasprimento dei rapporti sociali interni che sfociarono talora in violente guerre civili. Tra il 1600 e il 1700 d.C., in alternativa al legno divenuto sempre più scarso, gli abitanti iniziano a utilizzare anche erbe e cespugli come combustibile. Le condizioni di vita sull'isola divennero pertanto proibitive per la poca popolazione rimasta, in gran parte decimata dagli scontri interni e dai flussi emigratori.


http://it.wikipedia.org/wiki/Pleistocene


Citazione:
Le estinzioni furono molto severe in Nord America dove i cavalli nativi e i cammelli sparirono completamente. L'estinzione della megafauna occorse secondo una cronologia che porta a ritenere non derivi da cause climatiche, macroclimatiche o di mutamento globale, ma probabilmente (teoria dell'overkill) dalla progressiva migrazione di superpredatori del genre Homo, ed in particolare della nostra specie, capace di modificare l'ambiente e con eccezionali capacità di caccia (trappole, strategie, uso del fuoco...) In particolare le megafaune Africane furono le prime a subire una prima riduzione 1,7 milioni d'anni fa, contestualmente alla comparsa dei primi Homo, con la scomparsa della maggior parte delle tartarughe giganti, poi 1,4 le specie di proboscidati africani passarono da 9 a 2, e simile destino conobbero molti altri animali di grossa taglia (l'ippopotamo Hexaprotodon, oltre all'enigmatico Ancylotherium) e predatori (la iena gigante Pachycrocuta, tutti e tre i machairodonti) mentre fino a 900.000 anni fa proseguì la riduzione della biodiversità della megafauna, con l'estinzione degli ultimi australopitecini sostituiti dagli ominidi. Altri due livelli di estinzione di megafauna africana si conoscono attorno al 500.000 anni fa e verso i 12.000. In Asia meridionale e in Europa il primo ciclo di estinzioni di megafaune si verificò attorno ad 1,4 milioni d'anni fa, con un modello simile a quello verificatosi in Africa (e cominciato anche qui con le tartarughe giganti). Una seconda ondata di estinzioni colpi l'Asia meridionale circa 60.000 anni fa, poco dopo che l'uomo anatomicamente moderno l'aveva raggiunta, con una terza ed ultima ondata attorno ai 12.000 anni fa, soprattutto nella parte settentrionale del continente. Circa 50.000 anni fa, poco dopo la comparsa dell'uomo sapiens in Australia si verificò anche lì l'estinzione di massa, in seguito la nostra specie raggiungerà l'Europa (in cui la megafauna era già declinante per la presenza di altri ominidi) e l'America (circa 11.000 anni fa determinando in quest'ultimo caso un'estinzione particolarmente repentina. Infine, nei primi secolo dell'era volgare, l'umanità raggiunse il Madagascar, la Nuova Zelanda e gli altri grandi arcipelaghi, determinando l'estinzione della megafauna nel giro di poche centinaia di anni.




Si si , la colpa è della tecnologia , coltelli di selce e sassi sono un problema....

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
Redazione
Inviato: 4/11/2012 0:47  Aggiornato: 4/11/2012 1:04
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
MAKSI: Citazione:
"Si puo' dire lo stesso ai creduloni di Al Gore e della gran parte della Comunita' Scientifica, che sappiamo bene come sia indirizzata verso il bene di noi tutti."
Quando io parlo dei "creduloni di Attivissimo", ad esempio, prendo le fandonie di Attivissimo e le smonto una per una, in modo documentato, facendo vedere che la mia definizione di "creduloni" (per chi crede ad Attivissimo) è giustificata.

Che a te risulti, è stata fatta la stessa cosa con le "fandonie" di Al Gore. Qualcuno ha preso le sue presunte fandonie, una per una, ed ha dimostrato che siano davvero tali?

Perchè solo in quel caso puoi stabilire che esista una categoria di "creduloni di Al Gore".

Altrimenti, l'unica categoria esistente rimane quella dei "creduloni dei creduloni di Al Gore."

fefochip
Inviato: 4/11/2012 1:46  Aggiornato: 4/11/2012 1:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
@ redazione Citazione:
Che a te risulti, è stata fatta la stessa cosa con le "fandonie" di Al Gore. Qualcuno ha preso le sue presunte fandonie, una per una, ed ha dimostrato che siano davvero tali?


aspetta una attimo .
mettiamoci d'accordo .

dimostrare una cosa che riguarda il pianeta terra intero è un operazione alquanto difficile e spesso sarebbe piu opportuno parlare di "teorie" piu che di "dimostrazioni" anche perche un eventuale conferma con il metodo scientifico di fatto è IMPOSSIBILE da mettere in atto.

quindi dire che la "temperatura media è in aumento" può essere un dato corretto.
quali sono le cause tuttavia ?
il problema è che il tempo preso in esame è sempre troppo poco rispetto alle grandezze in gioco.

mi sembra il caso come il cartone animato della pixar (mi pare ) delle formiche.
tutta la storia di una specie di complotto per affogare con il grande fiume la colonia.
trame ,eroi ,azione ,ecc,ecc poi come d'incanto alla fine la telecamera comincia uno zoom al contrario e si capisce che il "grande fiume " (o quello che cazzo era non ricordo)
era una pozzanghera fatta da una fontanella e tutto il mondo di queste formiche era li vicino in mezzo a un immenso parco.

insomma siamo come queste formiche se paragoniamo l'attività dell'uomo ai tempi della terra e alle sue dimensioni e misure.

io parto da un concetto un po diverso:
l'emissioni di CO2 vuol dire per la maggior parte combustione di carbone e petrolio (stendiamo un velo pietoso sulle problematiche del nucleare vero inferno in terra) .
questa attività è dannosa per tutta una serie di motivi e la emissione dei CO2 dovuta alla loro combustione è ASSOLUTAMENTE secondaria rispetto al danno che si compie sul NOSTRO habitat in mille altri modi (ci vogliamo ricordare tanto per dirne una del disastro del golfo del messico ?)

ora SE e dico SE la CO2 alza il livello di temperatura media con conseguenti cambiamenti climatici (vorrei ricordare che abbiamo avuto glaciazioni senza bisogno dell'attività dell'uomo)basta semplicemente ricorrere a fonti di energia non inquinante e che NON emette co2 cosi si prendono al limite due piccioni con una fava.

io mi limito a osservare che le tecnologie verdi spesso sono delle fregature incredibili e la scusa spesso per inquinare ancora di piu .(macchine euro 1 ,euro due ...euro 5 ,ecc)


la benzina verde è una delle tante fregature .
benzene al posto del piombo come antidetonante e leucemie al posto di saturnite come malattie ...non mi pare questo progresso (le polveri sottili con l'antidetonante non cambia nulla)

la minchiata dell'attuale fotovoltaico.
oggi è solo economicamente remunerativo solo con le sovvenzioni dello stato.
senza stare troppo a ricamarci sopra il sistema economico piu o meno da l'idea della efficenza di una fonte energetica.
se non da quei ritorni in termini economici vuole anche dire che non ha questi rientri nemmeno in termini ambientali.
il discorso sarebbe un po piu lungo ma si può a grandi linee semplificare cosi.


insomma cominciamo davvero a fare meno i pazzi ,abbandoniamo il nucleare per sempre , le guerre , sosteniamo le energie pulite che ci sono ,coltiviamo con le rotazioni invece delle monoculture che avvelenano la terra , riportiamo il consumo di carne a prezzi veri e non dopati (discorso valido soprattutto per gli stati uniti) ,cerchiamo di reciclare le cose , sviluppiamo la differenziata ,non seguiamo la logica del pil che ci vede "felici" e "ricchi" solo se produciamo tanto (ma dove cazzo starebbe scritto?) e questo solo per cominciare a rendere un po piu piacevole la vita qui sulla terra

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
fefochip
Inviato: 4/11/2012 1:50  Aggiornato: 4/11/2012 1:50
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
c'è poi un altro particolare che non torna ,in particolare in ambienti " complottistici , sul global warming.

se effettivamente haarp esiste con tutte le scie e il controllo climatico che senso ha allora pensare che è la co2 a cambiare il clima oppure no?

ci sono troppe variabili artificiali che "sporcano" qualunque conclusione

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Calvero
Inviato: 4/11/2012 2:38  Aggiornato: 4/11/2012 2:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Citazione:
Che a te risulti, è stata fatta la stessa cosa con le "fandonie" di Al Gore.


Un Nobel e due Oscar non sono un bel segnale

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
superava
Inviato: 4/11/2012 3:02  Aggiornato: 4/11/2012 3:02
Mi sento vacillare
Iscritto: 28/8/2008
Da: Riolo Terme
Inviati: 416
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Il "Climate change" esiste..rimane solo da verificare se questo sia di origine doloso, colposo o preterintenzionale... io propenso che la vita è tutta un "climate change" e i disastri è normale che avvengano prima o poi, purtroppo viviamo in un periodo dove certi individui hanno tecnologie per modificare il meteo mondiale e i disastri possono benessimo essere una causa o una conseguenza diretta o indiretta di queste operazioni

superava
Inviato: 4/11/2012 3:12  Aggiornato: 4/11/2012 3:21
Mi sento vacillare
Iscritto: 28/8/2008
Da: Riolo Terme
Inviati: 416
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Sembra proprio che questo "uragano" è stato una manna dal cielo per Obama.
Un motivo possibile del reale global warming:
http://www.tankerenemy.com/2012/08/il-quotidiano-britannico-guardian.html

VIPER
Inviato: 4/11/2012 7:03  Aggiornato: 4/11/2012 7:03
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/6/2009
Da:
Inviati: 557
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Citazione:
Che a te risulti, è stata fatta la stessa cosa con le "fandonie" di Al Gore. Qualcuno ha preso le sue presunte fandonie, una per una, ed ha dimostrato che siano davvero tali?


Qualcuno lo ha fatto Mazzucco... Michael Crichton ha scritto STATO DI PAURA...

...Combinazione poco tempo dopo si è ammalto ed è morto...

...Questo resta comunque uno dei libri più interessanti sulle fandonie legate al riscaldamento globale e sui meccanismi che ci fanno credere... Ricco di dati scientifici...

Teba
Inviato: 4/11/2012 9:44  Aggiornato: 4/11/2012 9:45
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/9/2007
Da:
Inviati: 1846
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Il global warming causato dai livelli di CO2, "AGW" (anthropic global warming) cioè causato dall'uomo, non esiste in questi termini.
Il global warming di origine naturale (cicli solari, variazione della circolazione atmosferica ai poli....) può anche esistere, ma farebbe comunque parte di cambiamenti climitici che sono sempre avvenuti: sarebbe comunque IL SOLE a farla da padrone sul clima terrestre.

Al di là che molti esperti della tematica dicono che, sì, si va incontro ad un cambiamento climatico ma verso un raffreddamento piuttosto che un riscaldamento (un nuova piccola era glaciale forse), è bene ricordarsi che l'inquinamento creato dalla CO2 ha un influenza prossima al nulla.

Consiglio di partire da letture come QUESTA per entrare nell'argomento.

Perchè il riscaldamento globale è una religione e non una scienza: QUI.

Per quanto riguarda l'IPCC (International panel for climate change): QUI ci sono gli articoli taggati IPCC che consiglio di vedere.

Teba
Inviato: 4/11/2012 9:54  Aggiornato: 4/11/2012 9:59
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/9/2007
Da:
Inviati: 1846
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Da premesse false si arriva a risultati ancora più falsi.

COSA DICE LA TEORIA DEL RISCALDAMENTO GLOBALE ANTROPICO:

La Terra riceve energia dal sole che la irradia sotto varie lunghezze d’onda nel visibile e non, cioè radio microonde infrarossi(45% del totale circa) luce visibile, uv (11% circa) gamma. La Terra accetta questa radiazione e la riemette ovviamente nello spazio solamente nelle bande delle onde radio, microonde e infrarossi soprattutto, perché la luce visibile si inizia a emettere solo a temperature di circa 500°C e superiori. La teoria dice che l’atmosfera è trasparente alla radiazione in ingresso ma non a quella in uscita dalla Terra. Tutti i gas biatomici come azoto N2 (78% atmosfera) e ossigeno O2( 21%) non riescono ad assorbire l’infrarosso,mentre tutti i gas triatomici o più come H20 CO2 CH4 O3 ecc assorbono questa radiazione IR e la riemettono, in parte anche verso la Terra diminuendo l’IR uscente e incrementando la temperatura totale, quindi se la loro concentrazione in atmosfera aumenta, diminuisce l’infrarosso uscente e la temperatura aumenta sempre d i più.

COSA DOBBIAMO SAPERE:
Questa è una teoria di 150 anni, la fisica come il resto del mondo ha fatto progressi. Oggi sappiamo che non esistono corpi che si comportano cosi e sappiamo molto bene come funziona l’assorbimento dell’infrarosso.

1) l’infrarosso viene emesso da qualunque corpo sopra i 0 K in fotoni che hanno una determinata energia, il fotone emesso che raggiunge un altro corpo eccita un suo elettrone e lo fa passare ad un orbitale più alto aumentando la sua temperatura, questo processo avviene finchè il corpo che riceve non ha più elettroni da eccitare e riemette tanti fotoni quanti ne ha ricevuti in direzioni casuali rimettendo elettroni al loro posto e riportando la temperatura com’era prima.

2) Poiché non esistono corpi con T = 0 K non esistono corpi che non emettono e assorbono in uguale quantità infrarosso ( 1° principio della termodinamica) altrimenti se esistessero corpi che assorbono o emettono soltanto oltre a creare energia dal nulla dovrebbero avere T infinita o nulla. Poiché ossigeno e azoto hanno una temperatura visto che si trovano allo stato gassoso, assorbono e riemettono IR

http://www.coe.ou.edu/sserg/web/Results/Spectrum/n2.pdf

http://www.coe.ou.edu/sserg/web/Results/Spectrum/o2.pdf

3) Quando si parla di gas,liquidi o solidi, esiste un valore chiamato capacità termica specificahttp://www.engineeringtoolbox.com/spesific-heat-capacity-gases-d_159.htmlcioè la quantità di energia richiesta da un corpo per aumentare la sua T di 1K. Ovviamente maggiore sarà la quantità di un gas in atmosfera e maggiore la sua capacità termica, più difficile sarà aumentare la sua temperatura, immaginando un attività solare costante. Inoltre chi ha capacità termica inferiore ha la facoltà di raffreddarsi prima poiché emette radiazioni con una frequenza maggiore ( basta immaginare l’escursione termica che c’è tra città che vivono vicino la costa e città che vivono nell’entroterra, infatti il suolo ha capacità termica inferiore del mare)

CONCLUSIONI:

Gli oceani hanno una capacità termica molto alta
CpJ/(g•K) = 4,1813
E una temperatura media di 4°C (vicino ai 5,3°C teorizzati per un corpo nero alla stessa distanza dal sole), questo vuol dire che ci vuole una quantità di energia immensa per aumentare la loro T di 1 K. La capacità termica dell’atmosfera invece è 1.01 KJ/(KgK) frutto di una media tra le capacità dei vari gas che la compongono, mentre quella della CO2 è di appena 0,84 KJ/(KgK) cioè l’anidride carbonica si scalda con meno energia rispetto a azoto ossigeno vapore e acqua, ma si raffredda anche prima. Lo 0,039% dell’atmosfera assorbe ed emette meno dei suoi cugini metano, vapore, azoto, solo l’argon è ancora più scrauso come assorbitore emettitore. Tuttavia aumentare la sua concentrazione ( ad esempio a 700ppm) fa si che si che la capacità termica totale dell’atmosfera diminuisca perché per formarsi la CO2 deve sottrarre all’atmosfera dell’ossigeno nel ben noto processori combustione ( C + O2 + calore = CO2). Questa diminuzione della capacità termica fa si che l’atmosfera richieda meno energia per riscaldarsi di più e che quindi ci sia un riscaldamento ( infinitesimale perché è infinitesimale l’aumento della concentrazione)ma allo stesso tempo si raffredda prima. Il bilancio totale sarebbe comunque nullo, cioè ne riscaldamento ne raffreddamento. In più la CO2 ha una conduttività termica leggermente inferiore a quella degli altri gas che compongono l’atmosfera, quindi un suo aumento causerebbe un aumento del gradiente termico verticale cioè più caldo nello strato atmosferico a contatto col suolo e più freddo ad alta quota dove la concentrazione diminuisce, ma questo non influisce sulla temperatura media del globo perché come sappiamo l’energia è sempre la stessa.

Per aumentare la temperatura rimane un solo modo, aumentare l’attività solare.

L’unico modo per capirci qualcosa insomma non è attraverso i calcoli dell’IPCC che non tengono conto di tutto questo, perché partendo da concetti sbagliati si arriva inevitabilmente a risultati sbagliati, ma è attraverso l’esperimento, perciò ne linko qualcuno:

http://www.spinonthat.com/CO2_files/The_Diurnal_Bulge_and_the_Fallacies_of_the_Greenhouse_Effect.html (a fine pagina)

http://www.globalwarmingskeptics.info/forums/printthread.php?tid=528

ARTICOLO TRATTO DA QUI.

Mande
Inviato: 4/11/2012 10:08  Aggiornato: 4/11/2012 10:08
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/1/2008
Da: Cologna veneta
Inviati: 1301
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Redazione
Citazione:

Che a te risulti, è stata fatta la stessa cosa con le "fandonie" di Al Gore. Qualcuno ha preso le sue presunte fandonie, una per una, ed ha dimostrato che siano davvero tali?


Si, è stato ampiamente fatto.

The great global warming swindle

A parte questo esistono milioni di prove che l'"Anthropogenic global warming" (AGW) sia una balla. Non perché non sia esistito fino a agli inizi del duemila un periodo di "riscaldamento globale" (finito da dieci anni) ma perché non è assolutamente provato che la causa sia l'uomo.

In primo luogo l'effetto serra come proposto è stato falsificato nel 1909.

Cosa vuol dire falsificato?
Vuol dire che nell'800 alcuni scienziati studiando le serre e cercando di capire perché la loro temperatura interna era superiore all'esterno ipotizzarono la riflessione degli infrarossi da parte del vetro e conseguente teoria.

Costruire una teoria non è una male ma poi va verificata. Robert wood, uno scienziato molto famoso dell'epoca, decise di mettere alla prova quella teoria e costruì un esperimento. Creò alcune serre coperte con diversi materiali. Alcuni che "riflettevano gli IR" (infrarossi) altri no. Il risultato fu che le serre si riscaldavano allo stesso modo dunque gli IR non c'entravano nulla.

Ma devi tener conto che all'epoca non c'era la tecnologia di oggi. Oggi qualunque fotografo (come te) possiede fonti di luce ad infrarossi nella camera oscura. Ma se il vetro e la CO2 riflettono gli IR allora devono essere opachi se non addirittura riflettenti. Il risultato?
Puoi entrare in camera oscura, accendere la lampada ad infrarossi e guardare da solo. Altri anno fotografato sia vetro che bottiglie riempite di CO2 senza che queste riflettessero alcuna luce (od almeno non la lasciassero passare).

L'effetto serra come presentato è stato semplicemente falsificato fin dal 1909 e non ha dignità di essere dibattuto in ambito scientifico. E' falso.

Poi ci sono milioni di altre falsità dette.
Prima fra tutte la "cattiva" CO2 andrebbe ricordato che è indispensabile e ben accetta a tutto il regno vegetale. Come per gli animali è indispensabile l'ossigeno per le piante lo è la CO2. Più CO2 in atmosfera favorisce la crescita e la salute di tutte le piante.

Bisogna poi osservare che la maggior parte della CO2 viene rilasciata dagli oceani quando si scaldano. Molti ordini di grandezza superiore al rilascio delle attività umane. Infatti non è mai stato vero storicamente che all'aumento della CO2 si alzino le temperature. Abbiamo già visto che l'effetto serra come esposto è falsificato. Semplicemente dopo che le temperature si sono alzate cala la solubilità della CO2 nell'acqua e gli oceani la rilasciano. Sciogliere sale in acqua fredda è diverso che farlo in acqua bollente ovvero la solubilità di una sostanza i un liquido varia in funzione della temperatura. Più la temperatura dell'acqua è alta meno CO2 può sciogliere (l'inverso del sale) e quindi rilascia il gas prima intrappolato (disciolto).

Si potrebbe andare avanti per molte ore solo per approfondire. Questi sono solo piccoli assaggi.

fefochip
Inviato: 4/11/2012 11:59  Aggiornato: 4/11/2012 23:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
sempre a proposito di CO2

L'UNICA e dico L'UNICA prova (o correlazione) tra temperatura e CO2 (tolte tutte le menate teoriche che come ampiamente detto sopra sono se non tutta fuffa almeno teorie controverse e non sicure) è che il grafico della CO2 e quello della temperatura (c'è chi ha incorporato in questo computo anche i gas cfc che "abbasserebbero" la temperatura globale) sono sovrapponibili.

il problema di questa considerazione è che detto cosi non si può stabilire una connessione di causa -effetto tra i due elementi .

potrebbero essere tranquillamente due effetti legati da un altra causa come appunto il riscaldamento della terra dovuto al sole(che se ci si ferma un attimo a pensare alle dimensioni in gioco è molto piu ragionevole)

insomma pensare che noi con le nostre attività possiamo influenzare la temperatura della terra in maniera piu incisiva di come può fare il sole è un pensiero scaturito dalla disconoscenza TOTALE delle grandezze in gioco, ma talmente tanto da essere una cosa RIDICOLA.

ciao a tutti
fefochip

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Pyter
Inviato: 4/11/2012 11:59  Aggiornato: 4/11/2012 12:01
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Che a te risulti, è stata fatta la stessa cosa con le "fandonie" di Al Gore. Qualcuno ha preso le sue presunte fandonie, una per una, ed ha dimostrato che siano davvero tali?

Discorso un pò cicappino, mi pare.

Dimostrare scientificamente il global warming mi pare impresa assai difficile, che Gore non ha affatto spiegato.

Allo stesso modo come non è possibile spiegare scientificamente che Armstrong non sia stato sulla Luna.

Io penso che non ci sia bisogno della scienza per dimostrare che uno è un pirla. Basta solo vedere quello che fa e quello che dice, e a volte anche come lo dice.

La matematica non c'entra niente con le facce di culo, al limite ti spingono a interessarti di geometria, dopo che le palle ti diventano quadrate.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
NiHiLaNtH
Inviato: 4/11/2012 12:36  Aggiornato: 4/11/2012 12:36
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Citazione:
se effettivamente haarp esiste con tutte le scie e il controllo climatico che senso ha allora pensare che è la co2 a cambiare il clima oppure no?


infatti non ha alcun senso
non si possono studiare correttamente i cambiamenti climatici naturali se il clima viene artificialmente modificato dai militari

bisogna ricordare che l'ondata dei disastri climatici è iniziata nel 2002 e che prima di allora al massimo si parlava del lento scioglimento del polo nord e di qualche ghiacciaio

InFlames
Inviato: 4/11/2012 13:25  Aggiornato: 4/11/2012 13:25
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/3/2008
Da:
Inviati: 300
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Se la CO2 fosse in aumento saremmo li li per morire asfissiati, è una scusa per farvi guardare dall'altra parte. il problema reale sono gli scarichi vari delle fabbriche, discariche ecc... In Russia c'è un fiume completamente radioattivo per colpa degli scarichi delle fabbriche di armamenti, quel fiume è morto non c'è un pesce a pagarlo oro.

L'inverno scorso qua dove vivo siamo arrivati a -28°, in 26 anni non l'avevo mai visto e quest'anno si è pure sciolta la groenlandia buttando un sacco d'acqua dolce nell'atlantico, sai che piacere per la corrente del golfo già martoriata dalla Oil Spill.

L'umanità deve cominciare a fare le cose con la testa nusson dice di vivere nelle caverne, la possibilità esiste ma fino a che non cambierà il modo di vedere l'universo saremo col cappio al collo. Basta vedere l'esempio dell'isola di Pasqua visto che Fabrizio70 l'ha citato. hanno distrutto l'habitat fino a che si sono massacrati a vicenda per poi morire lentamente. Ora rapportatelo al Pianeta Terra, nel giro di vent'anni cominciamo a massacrarci per le ultime risorse con conseguenti sconvolgimenti sociali, rivolte, fame e omicidi ogni due per tre, il rischio personale di morire sgozzati per una scatoletta di cibo che ognuno di noi fa tanto fatica ad immaginare. Non ci vuole molta immaginazione conoscendo un pò il mondo, eh.
Penso che tutti noi vorremmo un'alternativa a questo scenario, che rischia con molta probabilità di realizzarsi.

Tutto sarà rivelato
ohmygod
Inviato: 4/11/2012 13:27  Aggiornato: 4/11/2012 13:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 16/10/2007
Da:
Inviati: 3652
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Il "Global Warming" è il "cancro" di Terra.
E' vero che Sole ne sia il "latteo"Padre-Padrone ma è anche vero che Terra ,da tempo, sia il giocattolo dell'uomo Sole.

Andre81
Inviato: 4/11/2012 13:33  Aggiornato: 4/11/2012 13:38
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/11/2011
Da:
Inviati: 53
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Massimo, quoto in pieno Mande e VIPER.

Sia "Stato di paura" sia il documentario "global warming swindle" fanno egregiamente il loro sporco lavoro.
Notare che stato di paura NON è un racconto in quanto tutto quello che viene riportato (parlo delle informazioni scientifiche) è ampiamente bibliografato alla fine del libro...

A.

Edit: avevo sbagliato il nome di Mande

Stefo
Inviato: 4/11/2012 13:34  Aggiornato: 4/11/2012 13:34
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/2/2009
Da: Roma
Inviati: 324
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Io vedo questa interpretazione del global warming come una minimizzazione del pericolo, per poter continuare a inquinare impunemente. Basta vedere quali sono gli stati che da sempre hanno combattuto questa teoria, e quindi quali grancasse abbiano potuto mettere in campo. Global warming o meno, il futuro sono le rinnovabili, perché petrolio, carbone e nucleare danno origine a sostanze dannose per l'uomo e per la natura. Se le nuove forme di energia non sono ancora convenienti è perché non è stato speso abbastanza per il loro sviluppo, o perché le nuovissime tecnologie che consentono un rendimento maggiore non vengono adottate su larga scala. Viene da pensare che ciò non avverrà finché in giro ci sarà abbastanza petrolio e relativi interessi.

peonia
Inviato: 4/11/2012 15:03  Aggiornato: 4/11/2012 15:03
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Devo dire che la campagna mondiale del negazionismo ha fatto abboccare più fessi di quanti tonni ci siano in una tonnara. Tutti rincoglioniti, e tutti ringalluzziti a urlare "il global warming non esiste", mentre hanno già l'acqua alle caviglie. Fantastico. Il trucco non è semplicemente di ingannare, ma di far sentire l'ingannato così furbo da andare in giro lui stesso a sentenziare la bugia. Poveri imbecilli. L'umanità è veramente semplice da prendere in giro.

veramente mi semba che anni fa ci sperticavamo per dimostrare che era tutto un raggiro....che moltissimi metereologici embedded avevano detto che, al contrario, andiamo verso un'era glaciale, che molte email, rese pubbliche, fra scienziati dell'estabilshement che dice che il GW è colpa dell'uomo, facevano capire di aver inventato dati, che astronomi hanno detto che il riscaldamento sta avvenendo non solo qui, ma nel Sistema solare.....insomma ce n'era per tutti i gusti...
Ora esce che siamo gonzi e che ha ragione Al Gore??? che ha sostituito la Bibbia sui comodini degli alberghi di tutta l'America con UNA SCOMODA VERITA?!
boh......francamente sono confusa.....

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
alsecret7
Inviato: 4/11/2012 15:20  Aggiornato: 4/11/2012 15:20
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/6/2007
Da:
Inviati: 561
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
io invece credo che sia la solita cosa! (PROBLEMA REAZIONE SOLUZIONE) NON CE DUBBIO! VEDRETE!

totalrec
Inviato: 4/11/2012 15:35  Aggiornato: 4/11/2012 15:35
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
peonia
Inviato: 4/11/2012 16:38  Aggiornato: 4/11/2012 16:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Totalrec
meteoweb è quello che ha scritto anche sta scemenza:
http://www.meteoweb.eu/2012/10/luragano-sandy-un-attacco-di-guerra-meteorologica-delliran-con-tecnologie-avanzate/160523/ non se se te l'eri persa...
(anche se è O.T.)

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
f_z
Inviato: 4/11/2012 16:39  Aggiornato: 4/11/2012 16:39
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/1/2012
Da: Un mondo popolato da (troppi)pezzi di merda
Inviati: 958
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Citazione:

Peonia:
Ora esce che siamo gonzi e che ha ragione Al Gore??? che ha sostituito la Bibbia sui comodini degli alberghi di tutta l'America con UNA SCOMODA VERITA?!


Ha ragione chi dice che sia dimostrare il GW che il suo contrario e' impresa titanica.

Ma se una cosa e' sostenuta da Albertino be'...io da lui non mi fiderei neppure a chiedergli l'ora!

Codardo e' il soldato che "esegue gli ordini".

Eroe e' il soldato che ha il coraggio di sparare in faccia ai suoi "superiori".

Peccato che i soldati siano tutti scelti minuziosamente tra gli appartenenti alla prima categoria.
totalrec
Inviato: 4/11/2012 17:18  Aggiornato: 4/11/2012 17:18
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Citazione:
Totalrec meteoweb è quello che ha scritto anche sta scemenza: http://www.meteoweb.eu/2012/10/luragano-sandy-un-attacco-di-guerra-meteorologica-delliran-con-tecnologie-avanzate/160523/ non se se te l'eri persa... (anche se è O.T.)


Quindi?

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
NiHiLaNtH
Inviato: 4/11/2012 18:01  Aggiornato: 4/11/2012 18:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Citazione:
meteoweb è quello che ha scritto anche sta scemenza:


eh si i potentissimi e avanzatissimi satelliti iraniani





da meteoweb:

2003: arrivo’ ”Isabel” ma la sua potenza si ridusse prima che arrivasse sulla citta’, cosi’ si trasformo’ in tempesta tropicale

2006: stessa storia per ”Ernesto”, che perse vigore per strada e non arrivo’ a impensierire la ”citta’ che non dorme mai”.


questo però è quello che succede quando i militari non ci mettono le mani

fefochip
Inviato: 4/11/2012 18:16  Aggiornato: 4/11/2012 18:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
@ peonia
Citazione:
veramente mi semba che anni fa ci sperticavamo per dimostrare che era tutto un raggiro....che moltissimi metereologici embedded avevano detto che, al contrario, andiamo verso un'era glaciale, che molte email, rese pubbliche, fra scienziati dell'estabilshement che dice che il GW è colpa dell'uomo, facevano capire di aver inventato dati, che astronomi hanno detto che il riscaldamento sta avvenendo non solo qui, ma nel Sistema solare.....insomma ce n'era per tutti i gusti... Ora esce che siamo gonzi e che ha ragione Al Gore??? che ha sostituito la Bibbia sui comodini degli alberghi di tutta l'America con UNA SCOMODA VERITA?! boh......francamente sono confusa.....

si ricordo il discorso delle mail

sono perpleato anche mì

edit.
comunque keshe ci salverà scusa non ho resistito veramente solo una battuta

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
totalrec
Inviato: 4/11/2012 18:36  Aggiornato: 4/11/2012 18:36
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Nihilanth:
Citazione:
questo però è quello che succede quando i militari non ci mettono le mani


1821 HURRICANE
Reaching the City on September 3, 1821, the storm was one of the only hurricanes believed to have passed directly over parts of modern New York City. The tide rose 13 feet in one hour and inundated wharves, causing the East River to converge into the Hudson River across lower Manhattan as far north as Canal Street. However, few deaths were attributed to the storm because flooding was concentrated in neighborhoods with far fewer homes than exist today.

1893 HURRICANE
In 1893, a category 1 hurricane destroyed Hog Island, a resort island off the Rockaways in southern Queens.


1938 HURRICANE
The most powerful hurricane known to have made landfall nearby — a category 3 hurricane — occurred in 1938. Its eye crossed over Long Island and into New England, killing nearly 200 people. The storm killed 10 people in New York City and caused millions of dollars in damage. Its floods knocked out electrical power in all areas above 59th Street in Manhattan and in all of the Bronx, the new IND subway line lost power, and 100 large trees in Central Park were destroyed.

Fortunately, New York City experienced the weaker "left side" of the 1938 hurricane — the City was 75 miles from the eye when it passed over Long Island. The hurricane could have caused far more deaths and damage if it passed closer to the five boroughs.

CAROL
In 1954, Hurricane Carol made landfall in Eastern Long Island and Southeastern Connecticut. With sustained winds over 100 mph and gusts of 115 to 125 mph, it was the most destructive hurricane to hit the Northeast coast since the Long Island Express in 1938. Fortunately for City residents, the storm's track was forty miles further east, and spared it a direct hit, but did result in major flooding throughout the City.

DONNA
In 1960, Hurricane Donna created an 11-foot storm tide in the New York Harbor that caused extensive pier damage.


CONNIE & DIANE
Leftover rains from hurricanes Diane and Connie caused significant flooding in the City in August 1955, even though the eye of those storms did not cross directly over any of the five boroughs. Diane caused more than 200 deaths in Pennsylvania, New York and New Jersey. Connie dropped more than 12 inches of rain at LaGuardia Airport.

AGNES
In June 1972, Tropical Storm Agnes fused with another storm system in the northeastern U.S., flooding areas from North Carolina to New York State, causing 122 deaths and more than $6 billion dollars in damage (when adjusted for inflation).

GLORIA
The US Army Corps of Engineers has said that 1985's Hurricane Gloria could have been catastrophic if it arrived at high tide and just a little closer to the City.


Eccetera eccetera. Questi sono stati provocati dai militari o dal Global Warming?
Si ha perfino notizia di uno degli uragani che colpirono l'attuale zona del New Jersey in età precolombiana. Global Warming anche in questo caso?

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
peonia
Inviato: 4/11/2012 18:37  Aggiornato: 4/11/2012 18:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
@totalrec, quindi, nulla, era solo una curiosità, avendo citato il meteoweb....

@fefo, te la passo...

scusate ma gli uragani, i terremoti, le tempeste, gli tsunami, sono sempre esistiti...magari erano molto meno frequenti e quindi il problema dell'uomo che mette in pericolo il pianeta, da che nasce?!
e il fatto che siano aumentati a dismisura non dimostra nè il GW nè HAARP, ma conoscendo certi retroscena...vien da credere che una manina ci sia...tutto qui

inoltre, Totalrec se guardi le date da te citate passano tanti anni tra uno e l'altro, noi in questo squarcio di secolo quanti ne abbiamo visti??

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
IO-SONO
Inviato: 4/11/2012 18:56  Aggiornato: 4/11/2012 19:26
So tutto
Iscritto: 1/7/2012
Da:
Inviati: 8
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Citazione:
Autore: Redazione Inviato: 3/11/2012 19:55:31 Devo dire che la campagna mondiale del negazionismo ha fatto abboccare più fessi di quanti tonni ci siano in una tonnara. Tutti rincoglioniti, e tutti ringalluzziti a urlare "il global warming non esiste", mentre hanno già l'acqua alle caviglie. Fantastico. Il trucco non è semplicemente di ingannare, ma di far sentire l'ingannato così furbo da andare in giro lui stesso a sentenziare la bugia. Poveri imbecilli. L'umanità è veramente semplice da prendere in giro.




Ehm...

http://tankerenemymeteo.blogspot.co.uk/2012/09/la-truffa-dei-cambiamenti-climatici.html

sasha
Inviato: 4/11/2012 18:57  Aggiornato: 4/11/2012 18:57
Ho qualche dubbio
Iscritto: 12/8/2009
Da:
Inviati: 47
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Magari fosse soltanto la CO2 l'unico agente inquinante; è da un pò i tempo che ho preso la fissa di osservare la spazzatura che riesco ad accumulare in una sola giornata ed anche con la raccolta differenziata questa non può discriminare più di tanto quello che si genera.
Viene sottovalutato l'impatto inquinante del mondo consumistico in tutto l'ambiente non solo l'aria ma anche le acque , la terra . Restando al livello domestico ,noi sversiamo attraverso gli scarichi fognari migliaia di tonnellate di innumerevoli prodotti chimici artificiali: detersivi,olii di cucina, medicinali etc etc .. non riesco ad immaginare fino a quanto l'habitat riuscirà ad assorbire e trasformare tutto questo .. ma essendo in gioco variabili naturali non infinite forse si arriverà ad un punto di non ritorno. Non so se sia una leggenda "webbica" quella della esistenza di un enorme vortice di monnezza nell'oceano atlantico grande quanto la Corsica.
C'è da rimanere atterriti su queste riflessioni , il nostro modo di vivere produce ineluttabilmente il superfluo artificiale che rimarrà tale fino a quando....

totalrec
Inviato: 4/11/2012 18:58  Aggiornato: 4/11/2012 19:03
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Citazione:
inoltre, Totalrec se guardi le date da te citate passano tanti anni tra uno e l'altro, noi in questo squarcio di secolo quanti ne abbiamo visti??


Dove, a New York? Gli uragani sono sempre stati un'istituzione americana, come la torta di mele. Dove sarebbe la novità?
N.B.: nella lista pubblicata poc'anzi sono indicati soltanto gli uragani newyorkesi di una certa magnitudine. Se si tiene conto anche di quelli meno violenti, allora sono molti di più.

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
cipiglio
Inviato: 4/11/2012 19:03  Aggiornato: 4/11/2012 19:03
So tutto
Iscritto: 13/11/2011
Da:
Inviati: 10
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"

NiHiLaNtH
Inviato: 4/11/2012 19:26  Aggiornato: 4/11/2012 19:36
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Citazione:
Eccetera eccetera. Questi sono stati provocati dai militari


alcuni sicuramente anche se è impossibile stabilire quali

per arrivare all'attuale livello operativo devono aver sperimentato le loro tecnologie per molti anni

IO-SONO
Inviato: 4/11/2012 19:30  Aggiornato: 4/11/2012 19:42
So tutto
Iscritto: 1/7/2012
Da:
Inviati: 8
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
al webmaster suggerirei la lettura anche di questo vecchio articolo di Corrado Penna:

http://scienzamarcia.blogspot.it/2008/12/globalhoaxing.html


e intanto indagherei su cosa le autorità devono fare "realmente" nelle zone evaquate per interi mesi, alcune con un preavviso di soli 5 minuti, sono stati portati via dalle loro abitazioni:

http://tuttouno.blogspot.it/2012/11/new-jersey-evacuati-con-la-forza-con-5.html


Il capo della polizia ha detto:

"Facciamo evacuazioni obbligatorie. Vogliamo che la gente sappia che lo facciamo non solo per la loro sicurezza Lo facciamo per altri motivi, per poter cominciare a lavorare, per fare quello che dobbiamo fare".



Problema (uragano Sandy) Reazione e Soluzione?

Sertes
Inviato: 4/11/2012 19:46  Aggiornato: 4/11/2012 20:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Citazione:

Dove, a New York? Gli uragani sono sempre stati un'istituzione americana, come la torta di mele. Dove sarebbe la novità?
N.B.: nella lista pubblicata poc'anzi sono indicati soltanto gli uragani newyorkesi di una certa magnitudine. Se si tiene conto anche di quelli meno violenti, allora sono molti di più.


Dal tuo link:
dal 1950 al 1974 (25 anni) ci sono 15 casi
dal 1975 al 1999 (25 anni) ci sono 21 casi
dal 2000 ad oggi (13 anni) ci sono 19 casi.
Quindi rispetto agli anni precedenti, in cui il numero di casi era stabile/crescente, adesso è semplicemente raddoppiato.

Io non so se questi dati sono completi oppure no, ma se il campione da analizzare fosse questo...

Idem per la tabella sotto, sempre nel tuo link:

The following table includes all storms which caused fatalities in New York State.
Total deaths Name Year Number
of deaths
1821 Norfolk and Long Island hurricane 1821 17
1894 Hurricane Five 1894 10
New England Hurricane of 1938 1938 60
1944 Great Atlantic Hurricane 1944 6
Hurricane Edna 1954 29
Hurricane Agnes 1972 6
Hurricane Belle 1976 1
Hurricane Gloria 1985 1
Hurricane Bob 1991 2
Tropical Storm Beryl 1994 2
Hurricane Floyd 1999 2
Tropical Storm Cristobal 2002 3
Hurricane Isabel 2003 1
Hurricane Frances 2004 1
Tropical Storm Tammy 2005 1
Hurricane Irene 2011 5
Hurricane Sandy 2012 55

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Sertes
Inviato: 4/11/2012 19:50  Aggiornato: 4/11/2012 19:50
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Citazione:
NiHiLaNth ha scritto:

da meteoweb:

2003: arrivo’ ”Isabel” ma la sua potenza si ridusse prima che arrivasse sulla citta’, cosi’ si trasformo’ in tempesta tropicale

2006: stessa storia per ”Ernesto”, che perse vigore per strada e non arrivo’ a impensierire la ”citta’ che non dorme mai”.


questo però è quello che succede quando i militari non ci mettono le mani


"forse non tutti sanno che" nel settembre 2001 l'uragano Erin era diretto verso New-York e se fosse arrivato avrebbe impedito gli attacchi.
Erano già stati diramati gli avvisi, poi Erin cambiò strada.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
peonia
Inviato: 4/11/2012 19:55  Aggiornato: 4/11/2012 19:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
so come la pensate e come la prenderete, non mi importa cosa penserete ancora di me, tanto ormai sono "spubblicata".....però, così solo per curiosità, voglio mettervi a parte di un presunto messaggio canalizzato...che prendo con le pinze anche io, ma mi da gusto, fosse vero:

"La tempesta che ha causato la mancanza di elettricità a milioni di persone a New York City e nell'area metropolitana circostante in New Jersey e Connecticut e altri stati del Nord Est degli Stati Uniti era finalizzata ad uno scopo. Ha permesso ai Galattici di annullare tutte le attività clandestine illegali.

Wall Street è stata la casualità numero 1 dell'Uomo Sabbia o Uragano Sandy. Tenendo i venti forti su Manhattan così a lungo per due giorni ha permesso la chiusura dei mercati, ha permesso loro di smantellare il commercio di certificati di nascita. Wall Street e in particolare la 55 Water Street sono state smantellate dall'interno. Il Diritto Marittimo che detiene le vostre Obbligazioni-certificato di nascita come il prodotto nazionale lordo e voi, come uno schiavo dal momento della nascita nel sistema marittimo è stato spazzato via dai loro schermi. Tutti i loro dischi se ne sono andati. Tutti i loro conti bancari ammontano a zero.

Dove prima tenevano i certificati di nascita, l'assicurazione sociale e il numero Libor, è scomparso. Smantellato dal sistema. Cinquantacinque Water Street ha tutti i registri degli atti di nascita, per oltre 190 Paesi sulla Terra e anche quelli che sono stati spazzati via. Non sei più un numero che viene incassato alla tua morte.

Quando i dirigenti sono tornati alle loro scrivanie e hanno acceso i propri computer una schermata di errore ha spiegato loro che i loro giorni di negoziazione erano finiti. Nel frattempo un sistema manichino è stato installato che fa girare gli altri computer negli uffici. Gli operai non lo sanno, ma non fanno più trading all'interno di qualsiasi sistema reale. Potrebbero anche giocare a Ms. Pacman. Il mercato azionario è stato dissolto.

La Polizia NYPD Blue. La stragrande maggioranza dei poliziotti di New York sono corrotti. La mattina dell'11 settembre quelli che stavano per annunciare la legge NESARA sono stati uccisi dalla polizia nell'atrio delle Twin Towers. Poco dopo le esplosioni hanno lasciato cadere la hall coprendo gli importanti cadaveri. Tutta la polizia della città è stata comprata dalla Cabala per portare false bandiere e guardare dall'altra parte. Se i terroristi all'interno della Casa Bianca non avessero avuto la collaborazione della polizia di New York allora potrebbero non aver mai nascosto il fatto che l'11 settembre era un lavoro interno da milioni di persone. La Polizia controlla trasporto di massa, la risposta alle emergenze, la videosorveglianza, la sicurezza in elicottero, il vizio, la droga, il gioco d'azzardo, gli sfratti e così via e hanno la loro mano in tutti i segmenti della società con effetti deleteri. I sistemi di sorveglianza illegale e altre attività da parte della Polizia sono stati smantellati e i loro registri cancellati – tutte le registrazioni sono scomparse e non saranno in grado di recuperare le registrazioni di coloro che sono innocenti e sono stati falsamente accusati. Questi poliziotti che sostengono valorosamente la legge sono noti e continueranno le loro buone opere."



(come vi divertireste se non ci fosse Peonia!?)

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Sertes
Inviato: 4/11/2012 20:13  Aggiornato: 4/11/2012 20:13
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Citazione:
(come vi divertireste se non ci fosse Peonia!?)


Personalmente queste cose a me non divertono, mi mettono amarezza, perchè finalmente abbiamo trovato che esiste davvero uno di quei figli di puttana di cui parlava sempre Attivissimo, cioè un complottista che da la colpa ai poliziotti di new york per gli atti del 9/11.

Probabilmente non ce n'è bisogno, ma per sicurezza lo scrivo chiaro: io mi dissocio da tutto quanto scritto nell'articolo che hai riportato.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
peonia
Inviato: 4/11/2012 20:20  Aggiornato: 4/11/2012 20:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Sertes, prima cosa nessuno si è associato....manco io
seconda cosa hai letto frettolosamente perchè non dà la colpa ai poliziotti dice solo che sono stati comprati per far finta di non vedere....ben diverso
comunque che Massimo lo tolga, se infetta il sito...

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Aironeblu
Inviato: 4/11/2012 20:29  Aggiornato: 4/11/2012 20:29
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/1/2012
Da: Ha Noi
Inviati: 1947
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
GLOBAL WARMING FOR DUMMIES

Vedo un po' di confusione nei commenti sull'argomento Global Warming, e forse che qualche copia-incolla di articoli "scientifici", con tanto di elettroni e fotoni eccitati dall'infrarosso (la luce rossa fa sempre questo effetto....), non chiarisce più di tanto la questione.
Senza tante pretese, vediamo di affrontare la questione in termini semplici, così magari si capisce qualcosa, e lasciamo le complicazioni a chi cerca invece di NON far capire le cose.

Questione: l'umanità è o non è responsabile con la sua attività del riscaldamento planetario? O meglio, vi contribuisce o no, dato per scontato che i cicli geologici terrestri naturali comprendono ere di surriscaldamento ed ere glaciali?
Per dare un'immagine di quanto possa essere grande l'impronta umana su scala planetaria, ho provato a fare due conti, e stimare approssimarivamente che lunghezza coprirebbero tutti i 6 miliardi di esseri umani del pianeta Terra se facessero una grande catena umana tenendosi per mano a braccia allargate, tipo pacifisti greenpeace (a distanza di circa 1.50 m l'uno dall'altro). Sarà tutta la lunghezza dell'Europa? Dell'Asia? Delle due americhe messe insieme? La lunghezza complessiva dell'ipotetica catena umana sarebbe di circa 240 volte la circonferenza terrestre: siamo così tanti che potremmo circondare l'intero pianeta 240 volte.
Questa immagine può darci una dimensione di quanto possiamo influire sul nostro Habitat, deforestando le isole di Pasqua, magari con tecnologie primitive, ma pur sempre efficaci, all'albero non importa molto di essere tafliato a mano con l'accetta o con una motosega a raggi laser, oppure disboscando le foreste tropicali con mezzi più moderni, inquinando i suoli con fertilizzanti, contaminando le falde acquifere, modificando la composizione chimica dell'atmosfera, ecc... La trasformazione che siamo in grado di indurre nel nostro habitat è molto più grande di quanto si possa immaginare.
Venendo al famigerato Effetto serra causato non solo dalla Co2, ma da praticamente qualunque particella in sospensione, il meccanismo per cui si produce riscaldamento è molto semplice. Qualcuno qui scrive che l'atmosfera fa passare la radiazione infrarossa in entrata ma non in uscita: cazzatona. L'atmosfera per fortuna riflette lo spettro infrarosso della radiazione che giunge al nostro pianeta (altrimenti non saremmo qui a raccontarcela), e lascia passare molte altre frequenze, dagli ultravioletti, alla luce visibile, ai vari tipi di raggi che ci giungono, senza starli ad elencare, ma sottolineando che il CALORE è trasmesso esclusivamente dalla radiazione infrarossa, e non passa dall'atmosfera. (Per chi non è convinto che i raggi solari siano privi di radiazione infrarossa, basta controllare le temperarure ad alta quota, quando sei in aereo, e vedere come si aggirino sotto i -40 gradi: eppure sei nella parte più esposta al sole, come mai l'aria è cosí fredda?).
Abbiamo dunque lo spettro della radiazione solare che attraversa l'atmosfera, privo della componente infrarossa, e giunge allegramente alla superficie terrestre. Ed è qui che l'energia solare si trasforma in energia termica, con tanto di radiazione infrarossa, solamente quando i raggi solari colpiscono un oggetto che reagisce alla loro stimolazione trasformando l'energia che potremmo semplificare chiamandola "luminosa" in energia termica. Naturalmemte ogni materiale reagisce in maniera diversa, producendo più o meno calore.
Veniamo dunque all'effetto serra: come mai dentro le serre fa più caldo che fuori? Perchè il vetro, come l'atmosfera terrestre, reagisce in maniera molto limitata alla sollecitazione della radiazione solare, lasciandola filtrare senza la produzione di calore, ma invece si comporta in maniera isolante verso la radiazione infrarossa, come l'atmosfera, non lasciandola passare.

Quello che succede nella serra è quindi che
1) la radiazione Solare attraversa il vetro senza produrre calore
2) la radiazione solare colpisce il terreno, le piante, e quanto si trova nella serra, che reagisce all'eccitazione fotonica con la produzione di calore (radiazione infrarossa)
3) il vetro, isolante per la radiazione infrarossa, non lascia uscire il calore, trattenendolo nella serra.

Stesso identico comportamento per l'atmosfera, che lascia filtrare la radiazione solare, e trattiene l'energia termica, e maggiore sarà la percentuale di CO2, polveri inquinanti di scarico, carbone, microparticelle varie, maggiore sarà la capacità di trasformare l'energia radiante in energia termica e di trattenerla al suo interno. Non solo, con la deforestazione e lo scioglimento delle nevi e dei ghiacciai, la superficie colpita dai raggi solari che produrrà calore sarà molto più ampia, e l'effetto serra molto maggiore.

Ecco spiegato, come riporta controvoglia Fefo, che
L'UNICA e dico L'UNICA prova (o correlazione) tra temperatura e CO2 (....) è che il grafico della CO2 e quello della temperatura

Ed ecco anche come
la campagna mondiale del negazionismo ha fatto abboccare più fessi di quanti tonni ci siano in una tonnara.

Sul fatto he poi i nostri simpatici militari in combutta con Washington diano il loro bel contributo al "climate change", non ci piove (o forse ci piove troppo ), ma questo è un altro discorso...

Jurij
Inviato: 4/11/2012 20:58  Aggiornato: 4/11/2012 21:00
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Sertes
Citazione:
Personalmente queste cose a me non divertono, mi mettono amarezza, perchè finalmente abbiamo trovato che esiste davvero uno di quei figli di puttana di cui parlava sempre Attivissimo, cioè un complottista che da la colpa ai poliziotti di new york per gli atti del 9/11.

Questo sotto è il mio pensiero personale:

Ho una cia su cui nemmeno c’è bisogno di chiedermi se è … , perché equivale a pormi la questione sull’igiene di un barbone.

Ho un fbi che ha firmato il suo collegamento ai fatti dell’11.09 facendo sparire e nascondendo al pubblico tutti (a parte uno) i filmati delle telecamere attorno al pentagono.

Ho una polizia che, già dall’esempio del caso Kennedy (anzi dai casi..), non è più necessario chiedermi se a capo della stessa vi deve essere qualcuno in combutta con i “terroristi”; per forza ci deve essere se devi collaborare con certi altri enti (vedi sopra).

Finito qui ?

No, chi ha tirato giù l’edificio 7?
Ricordo che per abbatterlo era necessario sapere in anticipo che vi erano già piazzate le cariche, quindi l’hanno tirato giù … che sapevano.

Per quanto riguarda Attivissimo, è un classico mettere i piedi in avanti, così quando si arriva a quel punto lui può dire .. ecco avete visto ? cosa vi avevo detto che sarebbero arrivati li ?
Attivissimo ... arrivo dove mi pare e piace.

Non solo fra i pompieri vi sono eroi, ma anche nella polizia, nell’fbi, fra i militari, addirittura anche (forse) nella cia !
E mo?
Tutto a posto?
La verità è che non vi sono enti intoccabili.

p.s. da cabale e galattici io sto fuori :O)

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
totalrec
Inviato: 4/11/2012 21:21  Aggiornato: 4/11/2012 21:26
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Sertes:
Citazione:
Dal tuo link: dal 1950 al 1974 (25 anni) ci sono 15 casi dal 1975 al 1999 (25 anni) ci sono 21 casi dal 2000 ad oggi (13 anni) ci sono 19 casi. Quindi rispetto agli anni precedenti, in cui il numero di casi era stabile/crescente, adesso è semplicemente raddoppiato.


Ammettiamo pure che dall'inizio dell'800 ad oggi siano aumentati gli uragani e non - come a me sembra personalmente più probabile - le attività di rilevazione e la psicosi mediatica da uragano.

Resterebbe sempre da capire: in che modo questo aumento degli uragani è ricollegabile con un eventuale "riscaldamento globale"?

E cosa dimostra che l'eventuale riscaldamento globale, qualora esista davvero, sia dovuto all'attività umana, anziché - per esempio - a cause astronomiche, come già avvenuto in altre epoche storiche?

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
Sertes
Inviato: 4/11/2012 22:19  Aggiornato: 4/11/2012 22:19
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Citazione:
Ammettiamo pure che dall'inizio dell'800 ad oggi siano aumentati gli uragani e non - come a me sembra personalmente più probabile - le attività di rilevazione e la psicosi mediatica da uragano.


Bel ragionamento alla boia, quando i dati portati da te supportano il tuo bias, vanno bene, quando ti si fa notare (e la matematica non è un opinione) che il numero è crescente e raddoppia negli ultimi 13 anni, allora si parla di attività di rilevazione e la psicosi mediatica

E poi che cazzo c'entra l'800? Io ho semplicemente contato i casi dal 1950 in poi, proprio per evitare anche questi argomenti farsa.

Citazione:
Resterebbe sempre da capire: in che modo questo aumento degli uragani è ricollegabile con un eventuale "riscaldamento globale"?

E cosa dimostra che l'eventuale riscaldamento globale, qualora esista davvero, sia dovuto all'attività umana, anziché - per esempio - a cause astronomiche, come già avvenuto in altre epoche storiche?


Non dimostra un beneamato cazzo nè in un senso nè nell'altro nemmeno a chi segue i dati.

Figurati a chi usa i dati solo per supporto del proprio bias di conferma.

Mi sa che alla fine stare su internet è una gran perdita di tempo, difficile aiutare qualcuno che non vuole essere aiutato e non si vuole aiutare (è un discorso generale, non ce l'ho mica solo con te)

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
valetudo
Inviato: 4/11/2012 23:26  Aggiornato: 4/11/2012 23:26
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 152
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Redazione,niente da dire?

totalrec
Inviato: 4/11/2012 23:27  Aggiornato: 4/11/2012 23:46
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Sertes:
Citazione:
Figurati a chi usa i dati solo per supporto del proprio bias di conferma.


Ancora col famoso bias, questo mitologico animale che appartiene sempre a qualcun altro.

Io il mio l'ho sempre portato tranquillamente a passeggio tra la gente e presentato a tutti (ad esempio QUI e QUI).

Da come ti scaldi per un paio di semplici osservazioni, direi che ne hai uno anche tu (come tutti) e che è nutrito con filetto di prima scelta. Ma per qualche strano motivo te ne vergogni da matti. Vai a capire come funzionano le teste.

Abbiamo comunque appurato che Sandy non è certo il primo, né il peggior uragano ad aver colpito New York.

E che nessuno finora è stato in grado di dimostrare né la connessione tra l'aumento del numero degli uragani (ammettendo che siano aumentati) con il Global Warming, né (anche ammesso che quest'ultimo esista davvero) la connessione tra di esso e l'attività umana. Questo è importante.

Sul fatto che io non abbia la minima intenzione di essere "aiutato", men che meno da te, comunque, ci hai proprio azzeccato in pieno. Ma se cerchi, vedrai che di gente bisognosa di aiuto su internet ne trovi. E quanta...

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
valetudo
Inviato: 4/11/2012 23:36  Aggiornato: 4/11/2012 23:36
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 152
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Da come ti scaldi per un paio di semplici osservazioni, direi che ne hai uno anche tu (come tutti) e che è nutrito con filetto di prima scelta.

STRAQUOTO

Sertes
Inviato: 5/11/2012 0:04  Aggiornato: 5/11/2012 0:04
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Citazione:
totalrec ha scritto:
Da come ti scaldi per un paio di semplici osservazioni, direi che ne hai uno anche tu (come tutti)


Guarda che non funziona lo spostare l'attenzione su di me, non parlavamo di me, parlavamo di DATI che hai portato TU e che poi una volta ANALIZZATI, sempre TU hai voluto smentire parlando invece di "attività di rilevazione e psicosi mediatica" e riportando il discorso sull'800!

Per questo mi scaldo, perchè da certa gente ci si aspetterebbe qualcosina in più, una capacità di analisi che va oltre il proprio bias. Guarda che ogni tanto sbagli anche tu, prendertela con chi te lo fa notare è proprio l'ultima cosa che dovresti fare.

Il bias di conferma, carissimo, io non ce l'ho proprio, perchè come hai visto sono io il primo a dire che pur partendo dai dati, una certezza ancora non c'è.
Invece da dove diavolo deriva la tua sicurezza che "come a me sembra personalmente più probabile - le attività di rilevazione e la psicosi mediatica da uragano." ...probabile per quale motivo, se non un idea preconcetta che ti sei fatto tu da solo?
Dai dati non esce di certo.

Vai, spiega da dove esce sto calcolo delle probabilità, che qui non siamo a parlare nè di me nè di te.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
peonia
Inviato: 5/11/2012 0:24  Aggiornato: 5/11/2012 0:29
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
sono impazzita nella ricerca di un articolo letto giorni fa, che non ho ritrovato, in cui si diceva comunque che l'emissione di CO2 è ferma da anni e anni e che il buco dell'Ozono era ai minimi storici e c'erano anche foto che documentavano il tutto!

ECCOLO:
http://www.enzopennetta.it/2012/10/global-warming-dati-imbarazzanti-per-i-catastrofisti/

sentiamo che ne dite...

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
fefochip
Inviato: 5/11/2012 0:35  Aggiornato: 5/11/2012 0:35
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
@ Aironeblu

Citazione:
Questione: l'umanità è o non è responsabile con la sua attività del riscaldamento planetario? O meglio, vi contribuisce o no, dato per scontato che i cicli geologici terrestri naturali comprendono ere di surriscaldamento ed ere glaciali?


diciamo che per essere completa la domanda dovremmo chiederci se contribuisce QUANTO lo faccia .

Citazione:
Per dare un'immagine di quanto possa essere grande l'impronta umana su scala planetaria, ho provato a fare due conti, e stimare approssimarivamente che lunghezza coprirebbero tutti i 6 miliardi di esseri umani del pianeta Terra se facessero una grande catena umana tenendosi per mano a braccia allargate, tipo pacifisti greenpeace (a distanza di circa 1.50 m l'uno dall'altro).


è curioso che tu scelga di fare dei conti di questo tipo, a cosa ti possono servire a soddisfare il famoso bias?

ti do una dimostrazione di come mi sistemo i conti per far apparire insignificante "l'impronta" umana.
considerando 6 miliardi di persone del peso medio di 70kg (che assumeremo come 70 litri di acqua per semplificare i conti) e il raggio medio della terra (considerandola una sfera perfetta e non un geoide) risulta che SE SPALMIAMO TUTTA L'UMANITA' UNIFORMEMENTE SULLA SUPERFICE DELLA TERRA (ACQUA E TERRE EMERSE) otteniamo UNO SPESSORE DI CIRCA 82 MICRON
LO SPESSORE DI UN CAPELLO UMANO MEDIO!

come puoi notare detta cosi la questione appare quanto siamo insignificanti rispetto alla terra , in particolare delle sue dimensioni.

andiamo avanti

Citazione:
Abbiamo dunque lo spettro della radiazione solare che attraversa l'atmosfera, privo della componente infrarossa, e giunge allegramente alla superficie terrestre. Ed è qui che l'energia solare si trasforma in energia termica, con tanto di radiazione infrarossa, solamente quando i raggi solari colpiscono un oggetto che reagisce alla loro stimolazione trasformando l'energia che potremmo semplificare chiamandola "luminosa" in energia termica

nessuno credo qui dica il contrario


Citazione:
Stesso identico comportamento per l'atmosfera, che lascia filtrare la radiazione solare, e trattiene l'energia termica.....

giusto
(in realtà bastava dire che l'aria è usata come isolante termico e via )

Citazione:
e maggiore sarà la percentuale di CO2, polveri inquinanti di scarico, carbone, microparticelle varie, maggiore sarà la capacità di trasformare l'energia radiante in energia termica e di trattenerla al suo interno.

si, è chi lo dice ?DOVE è LA PROVA?(ti prego non la sovrapposizione dei grafici sennò facciamo un ragionamento circolare)
ma soprattutto QUANTO ?
Citazione:
Non solo, con la deforestazione e lo scioglimento delle nevi e dei ghiacciai, la superficie colpita dai raggi solari che produrrà calore sarà molto più ampia, e l'effetto serra molto maggiore.

e la supercazzola no?

lo scioglimento dei ghiacciai è un effetto e al limite un "acceleratore" non certo il motore primo di un innazamento di temperature .
comunque non legato all'attività antropica.
la deforestazione ...bah ,si ma anche qui :QUANTO?
parte dell'energia del sole viene usata dalla piante e trasformata in energia chimica .
io cosi a naso credo che tale energia è del tutto trascurabile in grandezze come quella di alzare di un solo grado la temperatura terrestre che è una misura IMMENSA.

quindi quanto può influire l'aumento di una percentuale piccolissima di co2 sulla temperatura terrestre?
chi lo ha detto che è l'anidride carbonica e non l'azoto ? e anche se fosse la co2 come è possibile che una percentuale cosi infinitesima apporti un innazamento cosi pazzesco delle temperature medie?

stiamo sempre li , il grafico della temperatura e quello dell'anidride carbonica potrebbero essere il risultato di un altro fattore

datemi una PROVA SCIENTIFICA (basta teorie senza la prova scientifica) che è la co2 la causa e io ci sto altriementi a me viene da pensare al solito protagonismo dell'uomo che pensa sempre di essere nel bene e nel male il centro del suo mondo

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Sertes
Inviato: 5/11/2012 0:44  Aggiornato: 5/11/2012 0:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Aggiungo una nota per valetudo per approfondire ciò di cui stiamo parlando:

Il bias di conferma è una fallacia tramite la quale si parte da un idea preconcetta e solo dopo si parte ad analizzare i dati, enfatizzando i dati a favore, e ignorando o sminuendo i dati che contrastano (o addirittura provano falsa) l'idea preconcetta.

Se io ti dico che nemmeno i dati ti portano ad una conclusione, posso aver ragione o posso aver torto. Ma di certo non sono preda di un bias di conferma, anzi, sto proprio chiedendo a chi delle certezze ce le ha di spiegare su quali basi esse poggino. Io sono partito dai dati, e ho detto che "se i dati sono questi ALLORA questi dati portano a pensare che (come dice l'articolo) il numero di eventi è in forte crescita: è addirittura raddoppiato.
Può essere che stia analizzando dati incompleti, per questo ho riportato anche la tabella delle morti, sempre dalla stessa fonte.

Cosa diversa è invece partire da un idea "probabile secondo me", portare dei dati a supporto, e quando ti si fa notare che i dati smentiscono l'idea cercare di sminuire la portata dei dati, o ricondurre l'analisi all'800, il magico periodo in cui non sapevano scrivere su un libro "oggi cazzo c'è stato un fottuto uragano a new york"

Vedi perchè uno si scalda? Perchè capire è facile, ma tante volte la gente mente a sè stessa; aggrava il fatto di essersi messi sul piedistallo e venire solo a distribuire la propria fede, non a discutere. (la fede è cosa rispettabilissima, ma non parte dai dati...)

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
fefochip
Inviato: 5/11/2012 0:49  Aggiornato: 5/11/2012 0:49
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
@ peonia
Citazione:
sentiamo che ne dite...

che ti devo dire per me il discorso che la co2 da attività antropica sia la causa dell'innalzamento delle temperature è un ipotesi MAI PROVATA e che a mio avviso presenta piu lacune che altro ,penso di averlo già spiegato .

leggendo il tuo link tuttavia mi è caudo l'occhio su questo passaggio
Citazione:
che racconta in modo sintetico ma inequivocabile che i cambiamenti climatici non comportano il preoccupante innalzamento del livello del mare in quanto solo lo scioglimento dei ghiacci antartici comporterebbe tale rischio


lo scioglimento dei ghiacci antartici ?
ma per favore
e di QUANTO?
se si sciogliesse tutto il ghiaccio sulle terre emerse le stime parlano di 70 cm di innalzamento ma dico si deve sciogliere TUTTO .

non si possono sentire ste cazzate.

senza contare che anche lo scioglimento di TUTTO il ghiaccio marino (non sulle terre emerse) non porterebbe alla variazione di un solo micron del livello medio
(basta guardare in un bicchiere di acqua con dei cubetti di ghiaccio se il livello dell'acqua dopo lo scioglimento dei cubetti è variato )

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Teba
Inviato: 5/11/2012 0:50  Aggiornato: 5/11/2012 0:50
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/9/2007
Da:
Inviati: 1846
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Fefo:
Citazione:
datemi una PROVA SCIENTIFICA (basta teorie senza la prova scientifica) che è la co2 la causa e io ci sto altriementi a me viene da pensare al solito protagonismo dell'uomo che pensa sempre di essere nel bene e nel male il centro del suo mondo


All'IPCC ci stavano provando a portare una prova, ma poi si sono resi conto che non ci credeva più nessuno e hanno forse (spero) rinunciato a scrivere altre idiozie... l'IPCC sta all'AGW come il NIST sta alla colonna 79.

totalrec
Inviato: 5/11/2012 1:15  Aggiornato: 5/11/2012 1:15
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Sertes:
Citazione:
Guarda che non funziona lo spostare l'attenzione su di me, non parlavamo di me, parlavamo di DATI che hai portato TU


Nope. Li hai portati tu.
Io ho citato un paio di siti, compresa una pagina di Wikipedia, al solo scopo di evidenziare che Sandy non è certo il primo, né il più devastante uragano che abbia colpito NY nella sua storia.
Obiettivo centrato, direi.

Tu hai utilizzato la stessa pagina di Wikipedia per affermare tutt'altra cosa, e cioè che gli uragani che hanno avuto NY come landfall, negli ultimi anni, sono aumentati. E' un'affermazione che hai tirato fuori tu dal cappello. Io te l'ho concessa, non potendola per ora né confermare né smentire. Ma capisci benissimo che per poterla prendere per buona, o addirittura per utilizzarla come prova del Global Warming, occorrerebbero dati più precisi di quelli forniti da Wikipedia, nonché criteri d'interpretazione comuni (visto che alla fine non è il dato, ma l'interpretazione del dato, quella che crea la "verità" scientifica; il bias, da sempre, governa il mondo).

In ogni caso, QUI c'è uno studio dell'Historical Hurricane Information Tool, dal quale ho estratto questo grafico, riguardante la situazione generale degli uragani negli USA negli ultimi 2 secoli:



Dal grafico sembra che il periodo più critico per gli uragani negli USA sia stato quello della seconda metà del XIX secolo. La prima metà dell'800 (in rosso) sembra meno interessata dal fenomeno, ma non c'è da giurarci, visto che per evidenti motivi le rilevazioni dell'epoca non avevano la stessa frequenza di quelle odierne.

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
fefochip
Inviato: 5/11/2012 1:17  Aggiornato: 5/11/2012 1:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
@ InFlames
Citazione:
Vorrei ricordare a tutti il disastro dell'oil spill nel golfo del messico, tra petrolio e solventi hanno mandato al diavolo la corrente del golfo e guarda un pò la Groenlandia si è sciolta. chissa cosa combinerà tutta quell'acqua dolce!


ormai è ufficiale, piu una cosa è pubblicizzata e propagandata in tv e piu c'è l'inchiappettata dietro.

ci sta tutta che si cerca di coprire le vere responsabilità con la co2 e il GW con la quale dai tutta la colpa ai maledetti cinesi e via

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Sertes
Inviato: 5/11/2012 1:25  Aggiornato: 5/11/2012 1:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Grazie totalrec, questo approccio mi pare molto più solido, e adesso capisco cosa intendevi con il discorso dell'800.
Anche le tabelle a pag 41 e il grafico a pag 50 ribadiscono quanto dici tu.
Purtroppo non ci sono i dati dal 2000 in poi, quindi per capire se questo raddoppio dell'ultimo decennio è avvenuto oppure no servono altri strumenti.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Aironeblu
Inviato: 5/11/2012 3:08  Aggiornato: 5/11/2012 3:08
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/1/2012
Da: Ha Noi
Inviati: 1947
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
@Fefo:
SE SPALMIAMO TUTTA L'UMANITA' UNIFORMEMENTE SULLA SUPERFICE DELLA TERRA (ACQUA E TERRE EMERSE) otteniamo UNO SPESSORE DI CIRCA 82 MICRON

Se provi a rifare meglio i conti, verrebbe uno strato uniforme di circa 1 mm; in ogni caso, ti pare poco? Questo controesempio che riporti è comunque fuorviante dal discorso, io ho reso un'immagine dell'umanità che abbraccia con 240 giri il pianeta per dare un'idea della sua potenzialità di influenza sul pianeta stesso, ma questa deriva dalla capacità di azione dell'uomo, e non dalla sua dimensione. Visto che riporti il discorso sulla superficie, posso ancora dirti che distribuendo uniformemente gli esseri umani sulla superficie terrestre, acque e terre, avremmo una densità media di 12 umani per km quadrato, oppure, contando solo le terre emerse, 40 umani per km quadrato, che interagiscono in maniera massiccia con il loro habitat, modificandone la vegetazione, la fauna, i corsi delle acque, i campi elettromagnetici locali, la composizione chimica dell'aria, ecc.... , senza entrare nel merito di HAARP e scie chimiche. Non mi sembra poco, soprattutto in relazione alla potenzialità enorme di interazione con l'ambiente che la tecnologia permette all'uomo.



e maggiore sarà la percentuale di CO2, polveri inquinanti di scarico, carbone, microparticelle varie, maggiore sarà la capacità di trasformare l'energia radiante in energia termica e di trattenerla al suo interno.
si, è chi lo dice ?DOVE è LA PROVA?

Lo dice la composizione chimica dei materiali che noi immettiamo nell'atmosfera, gli stessi materiali che captano la radiazione solare trasformandola in energia termica, e che in sospensione aumentano la capacità isolante dell'atmosfera. Riguardo alle quantità, c'è talmente disaccordo, voluto e non, tra gli "studiosi", che non saprei definirti nessuna fonte attendibile con certezza, ma come riferimento prenderei gli studi del MIT dagli anni '60 in poi ("i limiti dello sviluppo" e "oltre i limiti dello sciluppo"), proprio quelli che oggi il negazionismo chiamato in causa da Massimo vuole confutare. E questi studi, dove puoi trovare tutti i riferimenti scientifici che vuoi, sono sempre stati ignorati e avversati dalle lobbies del PETROLIO, quel petrolio che oggi resta ancora uno degli strumenti di potere economico più forti.

Fabrizio70
Inviato: 5/11/2012 6:38  Aggiornato: 5/11/2012 6:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Citazione:
Purtroppo non ci sono i dati dal 2000 in poi, quindi per capire se questo raddoppio dell'ultimo decennio è avvenuto oppure no servono altri strumenti.


Basta contare le farfalle

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
NiHiLaNtH
Inviato: 5/11/2012 8:35  Aggiornato: 5/11/2012 8:52
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Citazione:
come a me sembra personalmente più probabile - le attività di rilevazione e la psicosi mediatica da uragano.


non stiamo parlando di un innalzamento della temperatura media di 0,3 gradi ma di uragani e tempeste tropicali. non ci vogliono potenti radar e immagini satellitri per capire quando ne arriva uno

Citazione:
Resterebbe sempre da capire: in che modo questo aumento degli uragani è ricollegabile con un eventuale "riscaldamento globale"?


io non lo definirei "riscaldamento globale" ma caos climatico spesso tendente al riscaldamento

Citazione:
Sul fatto he poi i nostri simpatici militari in combutta con Washington diano il loro bel contributo al "climate change", non ci piove (o forse ci piove troppo )


smettiamola di dare la colpa solo agli americani, anche i russi e i cinesi possono fare le stesse cose

Citazione:
proprio quelli che oggi il negazionismo chiamato in causa da Massimo vuole confutare. E questi studi, dove puoi trovare tutti i riferimenti scientifici che vuoi, sono sempre stati ignorati e avversati dalle lobbies del PETROLIO, quel petrolio che oggi resta ancora uno degli strumenti di potere economico più forti.


qundi dovrei concludere che al gore e i fratelli rockefeller sono dei benefattori che combattono le lobbies del petrolio?

Citazione:
senza entrare nel merito di HAARP e scie chimiche


sarà un caso che le temperature si sono alzate moltissimo proprio quando sono iniziate le irrorazioni di massa?

milestone
Inviato: 5/11/2012 10:35  Aggiornato: 5/11/2012 10:35
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/4/2005
Da:
Inviati: 64
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Io so poco di CO2, non conosco la teoria del buco nell'Ozono ed ho approfondito poco dello scoglimento dei poli.......

Però oggi (5/11/2012) a Roma fa caldo come a primavera inoltrata...

Però negli ultimi anni ho assistito alla perfetta alternananza di siccità e alluvioni...

Però nei primi 30 anni della mia vita non avevo mai sentito parlare di uragani a New York.....

Però nel mo pezzetto di campagna ho subito 2 inondazioni negli ultimi 3 anni a fronte di 1 nei precedenti 35 anni (da quando la mia famiglia l'ha acquistata, prima non ho dati, ndr)......

Se qualcuno mi da del "credulone" perchè faccio attenzione a questi fenomeni oggettivi, rilevati in prima persona, sperando che vengano analizzati seriamente, senza allarmismi e senza interessi di parte....ecco mi auguro che quel qualcuno sia il prossimo a trovarsi la casa piena di fango o travolta da una piena. Sarò felice di andarlo a trovare e dirgli "Benvenuto fra i creduloni!!!!"

IO-SONO
Inviato: 5/11/2012 21:06  Aggiornato: 5/11/2012 21:06
So tutto
Iscritto: 1/7/2012
Da:
Inviati: 8
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Mi sento di segnalare vivamente per tutti questo articolo di Corrado Penna, appena sfornato che condivido in pieno:

AL GORE, L'ONU E IL RISCALDAMENTO GLOBALE...

Sertes
Inviato: 5/11/2012 21:15  Aggiornato: 5/11/2012 21:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Anche questo sito che elenca gli uragani più intensi che hanno colpito gli Stati Uniti mostra 14 uragani nell'ultimo decennio (2012-2003) e ad esempio per contare altri 10 uragani occorre andare indietro di venti anni (2002-1983)

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
IO-SONO
Inviato: 5/11/2012 21:57  Aggiornato: 5/11/2012 21:57
So tutto
Iscritto: 1/7/2012
Da:
Inviati: 8
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
e intanto potete leggervi
anche questo MESSAGGIO AL MOVIMENTO AMBIENTALISTA...

peonia
Inviato: 6/11/2012 7:54  Aggiornato: 6/11/2012 7:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Infatti è quello che parecchi avevano sollevato dopo la pubblicazione delle emails....
sul metodo dell'infiltrazione per sfiancare un movimento penso tutti siano al corrente...e sottolineo un esempio: la Monsanto ha finanziato molte campagne contro le stesse politiche da lei attuate........
continuiamo a farci prendere per i fondelli...

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
alpignolo
Inviato: 6/11/2012 12:25  Aggiornato: 6/11/2012 12:26
So tutto
Iscritto: 5/3/2007
Da:
Inviati: 15
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
George Carlin forse non ha mai visto grafici come questo...
http://salsa.democracyinaction.org/o/2167/t/0/blastContent.jsp?email_blast_KEY=1150373

toussaint
Inviato: 6/11/2012 15:01  Aggiornato: 6/11/2012 15:01
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Vorrei dire una parola che possa mettere d'accordo chi crede al cambio climatico e chi pensa invece che sia una bufala utilizzata dal Potere per fotterci.
Io penso che abbiano ragione entrambi gli schieramenti e non è una trovata pilatesca. Secondo me, il cambio climatico c'è in parte indotto da esperimenti di controllo del clima ma in parte reale e come tale facente parte del più esteso deterioramento dell'equilibrio naturale del pianeta.
Solo che il Potere lo sfrutta per giustificare l'esclusione dei paesi poveri dall'accesso a condizioni di vita migliori. In sostanza, la soluzione prospettata dal Potere e da chi lo serve non è "realizziamo energia pulita" tipo la fusione fredda per la quale ancora dobbiamo recitare i peana ai martiri Fleiscmann e Pons. No, la soluzione di lor signori è sempre la solita "sterminiamo un paio di miliardi di negri, gialii, arabi e subumani vari e il problema è risolto" dove per problema si intende la possibilità di continuare a utilizzare lo scettro del petrolio come strumento di comando per più tempo di quanto le riserve attuali consentano se non si estromette dall'umanità un bel pò di gente.
In quest'ottica, negare che l'era dei combustibili fossili stia distruggendo l'habitat è come negare che chi ci comanda da sempre sia un'orda di assassini, cosa che a me pare scontata.

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
Kenshiro
Inviato: 6/11/2012 16:36  Aggiornato: 6/11/2012 16:36
Mi sento vacillare
Iscritto: 21/5/2010
Da: Croce del Sud
Inviati: 318
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Diverse statistiche rivelano grandi cambiamenti in atto a livello mondiale:

http://terrarealtime.blogspot.it/2011/07/disastri-naturali-in-aumento-e-tutto.html

Mondo marcio!!!
Rickard
Inviato: 6/11/2012 19:14  Aggiornato: 6/11/2012 19:14
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/9/2007
Da: Un mondo pervaso di follia
Inviati: 1609
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Ancora con il global uorming? Ma manco fate finire la fiction sulla fine del mondo dei Maya che già mi cominciate con la successiva? E poi la serie non era stata sospesa per mancanza di sufficiente sospensione dell'incredulità, anche a seguito del Climategate?

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. - Nikola Tesla
Polidoro
Inviato: 6/11/2012 22:19  Aggiornato: 7/11/2012 17:15
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/4/2005
Da:
Inviati: 488
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
@ Kenshiro.

Ho guardato il link che hai postato e in esso si legge di un grande aumento di tornado, terremoti,eruzioni vulcaniche,alluvioni, uragani, come dice nel titolo, del resto "... un gande cambiamento è in atto".

In fondo dice "Un maggior numero di eruzioni vulcaniche porta ad un aumento delle emissioni in atmosfera di gas vulcanici che contribuiscono all'effetto serra potenziato e, in definitiva si traduce in una maggiore temperatura atmosferica."

Questo non mi sembra corretto perchè io sapevo essere l'inverso e cioè come si legge in wikipedia [http://it.wikipedia.org/wiki/Tambora] La polvere restò per molti anni nell'atmosfera diminuendo la quantità di radiazione solare che abitualmente colpisce il suolo della terra. Il pianeta conobbe un'epoca di estati mancate ed inverni freddissimi, che ebbero come conseguenza scarsissimi raccolti e un impoverimento importante di vaste aree del pianeta. Il 1816, l'anno successivo all'eruzione, fu poi ricordato come l'anno senza estate.

In un altro articolo QUI si parla delle conseguenze dell'eruzione del vulcano Eyjafjallajökull 2010 e si dice di temere un'estate fredda come conseguenza.

Quindi l'esatto contrario.

Per i grafici: purtroppo in rete si trova tutto e il suo contrario.

Questo sito QUI , ad esempio, porta questo grafico (che mi sembra ben fatto e argomentato)
con la dicitura " Annual hurricane counts with statistical errors indicated by the red bars" che l'autore comenta rilevando che "Non c'è nessuna evidente tendenza a lungo termine in nessuna parte del grafico"

E a commento del grafico successivo, in cui fa una elaborazione statistico-matematica degli stessi dati, dice:

I conclude from these two plots that

1) The annual hurricane counts from 1945 through 2006 are 100% compatible with a random Poisson process with a mean of 6.1 hurricanes per year. The trends and groupings seen in Figure 1 are due to random fluctuations and nothing more.
2) The trend in Judith Curry’s plot at the top of this thread is a spurious result of the 11 year moving average, an edge effect, and some random upward (barely one standard deviation) fluctuations following 1998.

Per concludere il sito che proponi mi sembra assai poco credibile, specialmente in relazione all'ultimo paragrafo sui vulcani ....

Esaminiamo il meccanismo di causalità tra l'attività vulcanica e le variazioni di temperatura della Terra. Un maggior numero di eruzioni vulcaniche porta ad un aumento delle emissioni in atmosfera di gas vulcanici che contribuiscono all'effetto serra potenziato e, in definitiva si traduce in una maggiore temperatura atmosferica.

veramente assurdo [secondo me, naturalmente] .


Ricordo che ci sono state diverse petizioni di scienziati contro gli imbroglioni del IPCC (quelli scoperti a "barare" sulle temperature). Una, la più grande, è questa: The 31,072 Scientists Who Opposed The IPCC’s Position That “The Debate is Over” - (QUI) - Tale petizione è conosciuta come “Oregon Petition”

In uno studio dettagliato l'analista australiano Dr. John McLean, dal titolo "Prejudiced authors, Prejudiced findings", dice:
...it shows just how incestuously linked are most of the core group of academics whose models underpin everything the IPCC wishes us to believe about global warming.

Per gli errori del film di Al Gore vi è stato addirittura un giudizio in tribunale inglese - On October 10, 2007, Mr. Justice Barton, a judge for the London High Court, ruled on a lawsuit filed by a parent against the Secretary of State for Children, Schools and Families over the film being shown in public schools.[9] In the ruling, the judge found that the film contains nine significant scientific errors, "promotes partisan political views," and that the film could only be shown if guidance notes were included to balance the movie's biased views.[10]

Qui l'elenco degli errori: - Inconvenient Truth Review

"Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuovi orizzonti ma nell'avere nuovi occhi." Marcel Proust
Teba
Inviato: 6/11/2012 23:10  Aggiornato: 6/11/2012 23:16
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/9/2007
Da:
Inviati: 1846
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Citazione:
Esaminiamo il meccanismo di causalità tra l'attività vulcanica e le variazioni di temperatura della Terra. Un maggior numero di eruzioni vulcaniche porta ad un aumento delle emissioni in atmosfera di gas vulcanici che contribuiscono all'effetto serra potenziato e, in definitiva si traduce in una maggiore temperatura atmosferica.

veramente assurdo [secondo me, naturalmente] .


Non è così assurdo se i sensori li hanno messi proprio in prossimità del vulcano....

NiHiLaNtH
Inviato: 7/11/2012 11:10  Aggiornato: 7/11/2012 11:10
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
Citazione:
Ancora con il global uorming?


sbagli era "global warming" fino al 2007 ora si chiama "climate change"


dr_julius
Inviato: 12/11/2012 0:04  Aggiornato: 12/11/2012 0:04
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/8/2006
Da:
Inviati: 1637
 Re: Torna alla ribalta il "Global Warming"
non ci sono più i Michael Moore di una volta...

Ho visto molti link interessanti. Mi prendo un po' di tempo per leggerli.
Fino a poco prima il primo ClimateGate ero scettico, poi negazionista convinto. Ora ho abbastanza raffreddato le mie precedenti convinzioni per provare a rifare il punto della situazione a mente fredda e senza scaldarmi troppo.
Se cambierò idea farò un fischio.

Per rifornire di elettricità un terzo dell’Italia, un’area equivalente a 15 centrali nucleari da un gigawatt, basterebbe un anello solare grande come il raccordo di Roma. (Carlo Rubbia)

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA