Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


politica italiana : Se la Sicilia fosse l'Italia?
Inviato da Redazione il 30/10/2012 0:10:00 (8669 letture)

Non seguo da vicino la politica italiana, e non avrei nulla di particolarmente interessante da commentare sui mille battibecchi attualmente in corso fra i vari politici sulle elezioni siciliane.

Ma anche viste da lontano, queste elezioni stanno mettendo in mostra diversi fenomeni importanti.

Il primo è che la politica "classica" sta mostrando il solito ritardo endemico nel comprendere di avere a che fare con una forza politica decisamente nuova e diversa come il Movimento 5S.

Quando senti un Bersani commentare che Grillo "comunque c'é, c'é in modo serio", viene da domandarsi su quale pianeta abbia vissuto il segretario del PD fino a ieri. Le "curve" non sono una diavoleria satanica inventata da qualche stregone di passaggio, ma sono concetti matematici, molto precisi, che ti vengono insegnati fin dalle scuole medie.

E quando la "curva" di un movimento politico rimane costante per dozzine di mesi consecutivi, ...


... non ci vuole una laurea in astrofisica per tracciare il prossimo segmento di quella curva, e poi volendo anche quello successivo.

Invece sembra che i nostri politicanti abbiano dovuto attendere l'elezione di ieri per avere una conferma di questa semplice verità matematica.

Il secondo fenomeno che salta all'occhio è il mal gusto evidente con cui i giornalisti di tutte le testate mainstream ammettono il successo del M5S in Sicilia, invece di rallegrarsi sinceramente per questa ventata di novità che sembra voler diventare, a questo punto, irreversibile.

Talmente evidente è il malumore dei nostri giornalisti che questi rivelano involontariamente come siano psicologicamente soggiogati ad un sistema di potere del quale hanno sempre fatto parte fin dall'inizio.

Ma forse il terzo fenomeno, più importante di tutti, è quello dell'astensionismo, che in Sicilia ha raggiunto quote storiche: più della metà degli aventi diritto ha disertato le urne.

Questo potrebbe anche essere considerato un problema marginale, se preso come un fatto a sé. L'astensionismo diventa invece potenzialmente devastante se moltiplicato con l'altro fenomeno, la crescita esponenziale del Movimento 5S.

L'astensionismo infatti non è che la fase intermedia del voto antisistema. In altre parole, il nuovo elettore passa solitamente attraverso due fasi distinte di transizione: la prima è il disamoramento per il vecchio sistema, la seconda è la scoperta di una reale alternativa politica (vera o falsa che sia non importa. Ciò che conta è che lui in quel momento ci crede).

Non sempre si passa necessariamente dalla prima fase alla seconda - molti cioè si fermano al disamoramento tout court - ma la prima fase rimane comunque una fermata inevitabile per chi è destinato a compiere il tragitto completo.

Nuovamente, quindi, non ci vuole una laurea in astrofisica per capire che le onde, prese isolatamente, possono sempre essere tenute sotto controllo, ma quando onde diverse viaggiano nella stessa direzione, e tendono ad accavallarsi una all'altra, il maremoto può diventare tanto improvviso quanto travolgente.

Massimo Mazzucco

Voto: 8.00 (10 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
Bakunin
Inviato: 30/10/2012 0:17  Aggiornato: 30/10/2012 0:17
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/5/2012
Da:
Inviati: 49
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Niente e nessuno è perfetto, quindi nemmeno il M5S lo è, per carità. Però davvero non capisco come chi sia stufo marcio di questo schifo di classe politica, di questa stampa vergognosa, di questo disumano sistema finanziario, di questa dittatura dei banchieri, faccia ancora fatica a dare fiducia a questo fenomeno che è davvero l'unica ventata di novità nella società italiana.
Ovvio che non è solo attraverso questi strumenti "istituzionali" che si risolve la situazione, ma questo movimento può essere davvero fortemente destabilizzante (in quanto anche assai propositivo e non solo "sfasciatutto" come si vorrebbe far credere) per certi equilbiri marci del potere, quindi bando ai criticoni e forza M5S !!

matteog
Inviato: 30/10/2012 0:49  Aggiornato: 30/10/2012 0:49
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/9/2009
Da: Roma
Inviati: 966
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Io non penso che M5S sia proprio una novità perché anch'esso è guidato dal leaderismo di uno solo, anche se esterno. Quindi un po' come tutti i partiti solo che a costituirlo ci sono persone normale e non politici di professione.

Da un certo punto di vista può essere positivo per ovvi motivi, dall'altro negativo perché purtroppo questi normali cittadini si dovranno scontrare con politici di professione e non penso che a livello nazionale una volta eletti riescano a fare tanto. Sul locale è un'altra storia.

Inoltre penso che il disamoramento sia più per la politica che per il sistema, cioè al cittadino non frega più niente della politica tanto pensa "comunque chi viene eletto fa i cazzi propri". Secondo me al cittadino andrebbe bene votare ma quando si accorge che tanto non serve a nulla se ne sta a casa.

Infine bisognerebbe capire se l'astensionismo non sia dovuto all'astensionismo della mafia, che prima aveva il partito con cui interloquire e adesso forse non ha più referenti.

Poi per i "giornalisti" Grillo è un fascista basta vedere il paragone fatto su Repubblica fra la nuotata di Grillo sullo Stretto e quella di Mussolini.

Una cosa è certa: l'Italia è un Paese barzelletta se per smuovere qualcosa deve scendere in campo un comico.

"Cercare il complotto è sano, trovarlo dappertutto è follia." M. Galante
Aironeblu
Inviato: 30/10/2012 2:34  Aggiornato: 30/10/2012 8:12
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/1/2012
Da: Ha Noi
Inviati: 1947
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Bersani evidentemente contava ancora sull'esorcismo mediatico della televisione e dei giornali di casa, ma ora si accorge che "Grillo c'è" (e non ha mica attraversato lo Stretto a nuoto per fare le formine di sabbia, ragazzi!) e con lui ci sono anche gli italiani che hanno iniziato a informarsi in rete e su altri canali meno asserviti al sistema, e soprattutto hanno ripreso a parlare tra di loro e a pensare con la propria testa.
La realtà virtuale in cui ci hanno ingabbiati si sta dissolvendo come la nebbia, e si inizia a intravedere qualcosa dietro il velo.

Calvero
Inviato: 30/10/2012 2:38  Aggiornato: 30/10/2012 2:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Citazione:
Una cosa è certa: l'Italia è un Paese barzelletta se per smuovere qualcosa deve scendere in campo un comico.


Possiamo approfondire.

Grillo è un vero giornalista seguito da un folto pubblico di comici.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Bakunin
Inviato: 30/10/2012 6:34  Aggiornato: 30/10/2012 6:34
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/5/2012
Da:
Inviati: 49
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Citazione: Io non penso che M5S sia proprio una novità perché anch'esso è guidato dal leaderismo di uno solo, anche se esterno. Quindi un po' come tutti i partiti solo che a costituirlo ci sono persone normale e non politici di professione.
--------------------------
Vero che Grillo è il padre fondatore e deus ex machina del movimento, però credo proprio che le analogie con altri esempi finiscano decisamente qui. Non mi pare il caso di confrontare, per esempio, linguaggio, obbiettivi, modalità di partecipazione e di adesione fra M5S e Forza Italia o come diavolo si è chiamata nel corso di questi venti anni.
Ora però arriverà Calvero a dire cheil Berlusca è un grande esempio che non ha sbagliato nulla...

E poi finiamola con questa storia del comico, anche quel mestiere Grillo lo ha sempre svolto in modo diverso, intelligente e socialmente rilevante: del resto il "comico" denunciò prima di fior fior di presunti economisti (altro che comici, io ho invece terrore di questi signori !!) il crac della Parmalat...

cibernoid
Inviato: 30/10/2012 7:14  Aggiornato: 30/10/2012 7:14
Ho qualche dubbio
Iscritto: 19/9/2010
Da:
Inviati: 67
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
A me invece stupisce, e forse nemmeno più di tanto in effetti, il desiderio delle persone di affidarsi ad un partito per la gestione della propria vita. Che poi lo si chiami "movimento" invece di partito è soltanto una distinzione formale e quindi ipocrita, un modo di facciata per cercare di distinguersi.

Aironeblu
Inviato: 30/10/2012 8:07  Aggiornato: 30/10/2012 8:10
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/1/2012
Da: Ha Noi
Inviati: 1947
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
@Cibernoid:
A me invece stupisce, e forse nemmeno più di tanto in effetti, il desiderio delle persone di affidarsi ad un partito per la gestione della propria vita.
Certo sarebbe più bello potersi organizzare e gestire direttamente, ma sarebbe possibile solo a livello di piccola comunità, dove può esistere un rapporto diretto con tutti i processi produttivi, economici, sociali e culturali da parte del cittadino, non di certo in un paese di 60 milioni di abitanti, dove sono necessarie delle forme di governo nazionali per gestire la convivenza della popolazione.
Non vedo niente di male nell'esistenza di partiti in sè, ma, anche qui torniamo al solito punto, su come siano gestiti e quali interessi vadano a difendere tali partiti. Quello del M5S in particolare sembra, almeno finora, distinguersi dalla logica di asservimento al potere che ha coinvolto dal primo all'ultimo tutti i partiti della prima, seconda e terza repubblica, e sembra l'unico ad essere schierato dalla parte della cittadinanza e del reale sviluppo del Paese.
E il fatto che la vecchia casta politica prima lo abbia deriso, poi abbia cercato di farselo alleato, e adesso lo tema, mi sembra proprio un buon segno, che lascia ben sperare.

Bakunin
Inviato: 30/10/2012 8:51  Aggiornato: 30/10/2012 8:51
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/5/2012
Da:
Inviati: 49
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Effettivamente sarebbe molto interessante conoscere gli strumenti e le modalità secondo i quali Cibernoid gestisce la sua vita, ci sarebbe sicuramente da imparare qualcosa !
Io, per esempio, quando devo fare colazione e non so cosa mangiare, telefono alla sede del partito/movimento e mi faccio opportunamente consigliare, così come del resto per qualsiasi altra cosa, dall'educazione dei figli, alla salute e su cosa guardare alla TV.
Se invece devo farmi delle leggi per ottenere una società migliore ci penso in proprio, basta fare un saltino in Parlamento esporre il problema, notificarlo, si legifera e il gioco è fatto....
Tu invece come ti comporti ?

nota: adoro i duri e puri che non si sporcano mai le manine ed elevandosi al di sopra delle miserie umane, pontificano dall'alto dei cieli

mangog
Inviato: 30/10/2012 8:55  Aggiornato: 30/10/2012 8:55
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Quando si tocca il fondo non si può far altro che risalire.
Spero che Grillo non si metta a scavare.

gieief
Inviato: 30/10/2012 9:36  Aggiornato: 30/10/2012 9:36
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/11/2011
Da: Torino
Inviati: 174
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
grillo realizzerà un ponte telematico tra la sicilia e il resto del mondo. così controlleremo attraverso internet che la produzione di cassate avvenga a norma di legge e potremo poi discutere tutti assieme se la ricotta era abbastanza buona.

delitto
Inviato: 30/10/2012 9:42  Aggiornato: 30/10/2012 9:42
So tutto
Iscritto: 27/1/2012
Da:
Inviati: 24
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Diciamocela tutta, il successo di Grillo è fortemente correlazionato all'astensionismo. Con questo non voglio assolutamente sminuire il Movimento, che in parte apprezzo. Ma dire che la gente si è svegliata, la gente ha capito, ecc ecc mi sembra un pò esagerato. Perchè se la partentuale dei votanti, fosse più alta di un 20%, questa gente in più, difficilmente avrebbe votato il M5S.

Avrebbero votato per i "soliti" partiti, ma vista la delusione, non sono andati a votare. Nel caso questa gente si fosse recata alle urne, il M5S avvrebbe visto la propria percentuale scendere di almeno 5 punti.

Mi sbaglio?

perfidia83
Inviato: 30/10/2012 9:44  Aggiornato: 30/10/2012 9:44
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/10/2009
Da:
Inviati: 86
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
io non me la sento di dare tutta questa speranza al m5s... secondo me c'è la sola sotto! chi ce lo dice che dopo un bel periodo di speranza nel cambiamento, con cambi proprio un bel niente se non le persone che ci fregano???

Questi sono i miei principi, e se non ti piacciono... beh, ne ho altri.
Groucho Marx
Teba
Inviato: 30/10/2012 9:55  Aggiornato: 30/10/2012 10:00
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/9/2007
Da:
Inviati: 1846
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Citazione:
Diciamocela tutta, il successo di Grillo è fortemente correlazionato all'astensionismo.


Si, le due cose sono legate, ma all'inverso di quello che pensi tu, a mio avviso: se oggi abbiamo un sacco di astensionismo e il M5S ha fatto il 15% come partito unico, c'è la forte possibilità che tutta quella fetta di popolazione che non ha votato stia ancora vivendo una fase di trasformazione che al prossimo voto si trasformerà con un voto al M5S.
Tutto l'astensionismo io lo vedo come tutti voti futuri per il movimento, solo che non erano ancora "maturi".

perfidia83
Citazione:
chi ce lo dice che dopo un bel periodo di speranza nel cambiamento, con cambi proprio un bel niente se non le persone che ci fregano???


Nella peggiore delle ipotesi è bene ricordarsi che coloro che fanno parte del M5S si sono decurtati lo stipendio e il movimento non accetta i rimborsi elettorali... la trasparenza e i zero privilegi del movimento sono diventati una bandiera che sventola talmente alta che nessuno del movimento potrà nascondere, io mi fido.

gieief
Inviato: 30/10/2012 10:00  Aggiornato: 30/10/2012 10:00
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/11/2011
Da: Torino
Inviati: 174
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Citazione:
Diciamocela tutta, il successo di Grillo è fortemente correlazionato all'astensionismo. Con questo non voglio assolutamente sminuire il Movimento, che in parte apprezzo. Ma dire che la gente si è svegliata, la gente ha capito, ecc ecc mi sembra un pò esagerato. Perchè se la partentuale dei votanti, fosse più alta di un 20%, questa gente in più, difficilmente avrebbe votato il M5S.

Avrebbero votato per i "soliti" partiti, ma vista la delusione, non sono andati a votare. Nel caso questa gente si fosse recata alle urne, il M5S avvrebbe visto la propria percentuale scendere di almeno 5 punti.

Mi sbaglio?


non dico la coscienza, ma perlomeno la percezione che ci sia qualcosa che non va e che rompe le vecchie certezze (sbagliate o giuste che siano) è innegabile che esista.

il problema è che quando non hai una riferimento (cosa che l'umanità NON HA, checché ne dicano tutti gli pseudo-newage-fisicaquantistica-coscienzacollettiva-internetpower eroi) sei in stato di paura e autodifesa: ciò porta immobilità e immobilismo.

simbolicamente quello che si chiama astensionismo va a rappresentare questo concetto.

secondo me grillo non rappresenta ancora un riferimento, perché pur in questo immobilismo vigono ancora i vecchi schemi. quando anche questi schemi verranno a cadere, probabilmente grillo diventerà il nuovo riferimento. (di ciò non ne sono molto entusiasta).

peonia
Inviato: 30/10/2012 10:00  Aggiornato: 30/10/2012 10:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
un mio amico ha vinto in Sicilia ed è una bellissima persona, piena di buona volontà, ideali e serietà! Prima di sputare veleno su illazioni, attenderei, peggio di come hanno fatto finora dubito possano fare!!!!!!
se qualcuno obietta riguarda alla "competenza", ricordo che tutti hanno cominciato da zero! ma almeno siamo certi che NON HANNO SCHELETRI NELL'ARMADIO come tutti i politici di professione.....

chissà perchè Grillo vi sta stanto sul....eh sì che almeno quello che dice è inoppugnabile! tocca qualche tasto che vi risuona?
Se non parla di scie chimiche signoraggio allora è per forza fasullo?
anche Messora ritiene che le scie siano una bufala.....di cui non si occupa, anche lui lo buttiamo nel cesso?!

premetto che io non voterò, quindi non sono di parte, ma spero che M5S sia una bella sorpresa al di là di tutte le gufate....

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
DjGiostra
Inviato: 30/10/2012 10:45  Aggiornato: 30/10/2012 10:45
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Beh. Adesso avremo un'idea di cosa sia veramente l'M5S.
Incrociamo le dita e speriamo che sia veramente una ventata di novita'.
FORZA SICILIA !!!!

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
matteog
Inviato: 30/10/2012 10:51  Aggiornato: 30/10/2012 10:51
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/9/2009
Da: Roma
Inviati: 966
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
@Calvero

la mia battuta ovviamente era ironica

Citazione:
Grillo è un vero giornalista seguito da un folto pubblico di comici.


La tua come battuta/aforisma è forte ma a me il pubblico non fa per niente ridere.

Certo in Italia, in cui tutto va al contrario...

"Cercare il complotto è sano, trovarlo dappertutto è follia." M. Galante
matteog
Inviato: 30/10/2012 10:59  Aggiornato: 30/10/2012 10:59
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/9/2009
Da: Roma
Inviati: 966
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
@Bakunin

Citazione:
Vero che Grillo è il padre fondatore e deus ex machina del movimento, però credo proprio che le analogie con altri esempi finiscano decisamente qui.


Non penso, sai qualche tempo fa Grillo ha messo bocca sulle nomine ed ha cacciato persone dal M5S, ora non entrando nel merito questo comunque presuppone una forte azione dall'alto.

Indubbiamente il M5S non ha a che fare con partiti come PDl e compagnia bella, ma sei sicuro che il Movimento sarebbe nato e sopratutto cresciuto senza Grillo?

A mio parere senza la pubblicità di Grillo e il suo leaderismo dei comizi in piazza nessuno avrebbe dato fiducia a questo Movimento. E qui sta la debolezza di fondo del M5S per me.

Infine la mia sul comico era una battuta. Per me Grillo è una persona molto intelligente e può fare benissimo il politico (anche se lui non si candiderà mai perché ha una condanna), lo fanno i criminali perché non lui?

"Cercare il complotto è sano, trovarlo dappertutto è follia." M. Galante
sartandrea
Inviato: 30/10/2012 11:00  Aggiornato: 30/10/2012 11:00
Ho qualche dubbio
Iscritto: 14/10/2011
Da:
Inviati: 220
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
@peonia
Citazione:
premetto che io non voterò, quindi non sono di parte, ma spero che M5S sia una bella sorpresa al di là di tutte le gufate....

una curiosità,

se hai queste speranze sul M5S non capisco perché non dai il tuo voto a questa novità

...La vita umana nel suo insieme, non è che un gioco, il gioco della pazzia...
(Erasmo da Rotterdam)
panagio
Inviato: 30/10/2012 11:16  Aggiornato: 30/10/2012 11:24
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/6/2011
Da:
Inviati: 232
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Parto da questa cit di Redazzucco:
"L'astensionismo infatti non è che la fase intermedia del voto antisistema. In altre parole, il nuovo elettore passa solitamente attraverso due fasi distinte di transizione: la prima è il disamoramento per il vecchio sistema, la seconda è la scoperta di una reale alternativa politica (vera o falsa che sia non importa. Ciò che conta è che lui in quel momento ci crede).

Non sempre si passa necessariamente dalla prima fase alla seconda - molti cioè si fermano al disamoramento tout court - ma la prima fase rimane comunque una fermata inevitabile per chi è destinato a compiere il tragitto completo."

Provo a rispondere,cosa non più fatta nel precedente post delle elezioni americane a Matteog, e chi ha commentato la mia frase riguardo al mio proclama all'astensionismo.

Il mio personale percorso non è stato quello indicato da Massimo.
Avete presente alle elezioni del mi sembra 2008. Grillo stesso indicò una strada per "manifestare" in modo fattivo il proprio dissenso:
questo era non riconoscendosi nel sistema legalmente rappresentato dalle elezioni (e per come oggi come allora sono strutturate). La proposta era quella, non, di non andare a votare, ma di andare e ritirare le schede e poi far verbalizzare su di esse, chiamando i carabinieri presenti, che non si riconosceva legittimo il sitema di voto rappresentativo creando un precedente e molta confusione al seggio. Precedente nel senso che quelle schede invalidate non sarebbero (o forse si ) state conteggiate nè tra le nulle nè tra le astensioni totali. Sinceramente non so se ebbe anche una pur minima fattibilità.
Questo resoconto era per chiarire il mio pensiero. Io ho votato 5 stelle alle precedenti, ma vi sono alcune cose che non condivido. Una di queste è la non possibilità di mantenere il mandato oltre i 2 turni e spiego il perchè.
Persone come il Favia in Emilia, o Bono in Piemonte, che relazionano in modo trasparente il loro operato, con tanto di decurtazione stipendio etc etc che entrano quindi a conoscenza dei meccanismi del sistema, trovo riduttivo che non si debba poi continuare ad usufruire della loro grande esperienza completata da trasparenza, ETICA e serietà, riazzerando tout court con altre persone elette (che verosimilmente comunque si aggiungeranno, dato l'inevitabile successo di questo modo di fare politica) facendo da aiuto e supporto dall'interno ad altre persone che si impegneranno con lo stesso spirito.
La mia consapevolezza di non andare a votare è maturata dal non voler legittimare il sistema in quanto tale, ma non fregandomene , anche se in apparenza la mia astensione è pari a quella del menefreghista puro, ma potendo svolgere funzione di visione dal di fuori. Ok, qui mi rendo conto di un conflitto di interessi: se vuoi cambiare allora impegnati in prima persona, candidati e porta col tuo esempio e lavoro etc parte di quello che auspichi. Vero, in questo mi riconosco (in questo limite!)

Aggiungo che il post apparso nel blog di grillo oggi,(link comunicato pol n53) in cui si auspica che attraverso i neo "onorevoli" si porteranno a dibattito ad esempio la possibilità di indire referendum propositivi va contro il pensiero che avevo fino a ieri. Nel senso, se si prova e si trova , e forse è davvero la strada corretta, di apportare quelle possibilità di cambiamento, davvero rinuncerò al mio diritto di critica e confermerò il mio voto al movimento, consapevole che poco per volta i cambiamenti sono possibili.

A chi però legge le percentuali di voto e di astensione io dico questo, non potendo però esserne certo al 100%.
Se il movimento non ci fosse stato e l'affluenza fosse stata al ?? 30-33 % degli aventi diritto al voto, non è che magari movimenti come i forconi avrebbero raggiunto ancor più maggior partecipazione e presenza a fronte di una maggioranza costituita scelta da un decimo dei votanti...(ipotizzando a quel punto senza il mov5stelle anche 35% al pd e 25% pdl...etc)
ma che sui conteggi reali avrebbero rappresentato circa un decimo degli aventi diritto... cioè il 35% del 30% fa circa il 10% degli aventi diritto.
La matematica non è opinione.
Ed a quel punto il 70% degli onesti,che per scelta non erano andati a legittimare il sistema(come da me intesa l'astensione al voto) avrebbero accettato di tutto punto le "legittime" elezioni con rappresentanti scelti da 10% ? o magari attraverso movimenti come i forconi avrebbero dato quella spallata al sistema costituito che tanto fa paura appunto al sistema costituito e che il movimento5stelle ne ha garantito in parte la continuità?

un saluto a tutti.
spero di riuscire a rispondere per tempo ad eventuali repliche...

edit: agginto link al comunicato n53 e corretto ultima frase non completata correttamente in precedenza.

pensatore
Inviato: 30/10/2012 11:25  Aggiornato: 30/10/2012 11:25
Ho qualche dubbio
Iscritto: 1/6/2006
Da:
Inviati: 173
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Ma non l'avete capito che Grillo lavora per il potere (quello del NWO per intenderci)?

sartandrea
Inviato: 30/10/2012 11:52  Aggiornato: 30/10/2012 11:52
Ho qualche dubbio
Iscritto: 14/10/2011
Da:
Inviati: 220
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
io sono convinto che gli elettori determinanti per la vittoria, sia quando votano o non votano, sono tutti quelli che non li senti parlare di politica, che guardano sia il Grande Fratello che Annozero oltre a non perdersi le performance di Grillo (quando vengono trasmesse), non partecipano in luoghi virtuali come questo, che non li vedrai mai nei cortei, insomma quelli che se ne stanno in disparte

e non sono in pochi


ai tempi della cosiddetta "Prima Repubblica" in un qualsiasi luogo pubblico della mia città non ricordo di aver sentito uno dire apertamente "....io voto DC....", nemmeno alle feste con i parenti sentivi qualcuno dirlo apertamente

poi immancabilmente la DC era il primo partito

qualcosa mi dice che ad oggi questa categoria di elettori determinanti storcono il naso davanti al M5S anche se non lo diranno, e lo faranno finché non vedranno come cambieranno realmente le cose quotidiane nei posti dove il movimento sarà presente e potrà decidere

e come inizio l'esempio di Parma non è stato un granché, hanno subito litigato fra loro, comunque vedremo nel tempo come si svolgeranno le cose


adesso per il M5S inizia il difficile




p.s.
ho fatto un piccolo sondaggio nel mio ufficio, un luogo di lavoro composto principalmente da laureati, ad oggi nessuno voterebbe M5S

...La vita umana nel suo insieme, non è che un gioco, il gioco della pazzia...
(Erasmo da Rotterdam)
alroc
Inviato: 30/10/2012 12:04  Aggiornato: 30/10/2012 12:04
Mi sento vacillare
Iscritto: 17/12/2011
Da:
Inviati: 664
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Il 53% NON ha votato.

Tra questi ci sono sicuramente molti anziani abituati a votare per udc, ma che non accettavano di eleggere un leader gay...
Tra questi ci sono i giovani "schizzinosi" della Fornero.
Tra questi ci sono i quarantenni disoccupati e senza speranza per il futuro.
Tra questi ci sono coloro che hanno sempre votato a sinistra, ma che adesso hanno capito che la sinistra in Italia non esiste più da tempo.
Tra questi ci sono quelli che votavano a destra, ma che non si riconoscono nei partiti buttati tutti al "centro".
Tra questi ci sono gli ignavi che non hanno mai votato per indolenza.
TRA QUESTI CI SONO QUELLI CHE HANNO VOTATO ASTENENDOSI.

Il 53% dei siciliani formano la maggioranza che non vuole più vivere una realtà gattopardesca: "Tutto cambi, perchè tutto rimanga com'è."

Chi è andato a votare è diviso in due grandi categorie:

1) Tutti gli impiegati delle amministrazioni locali, affaristi, mafiosi, chi ha accettato il vecchio buon metodo del voto di scambio.

2) Tutti i siciliani onesti che sperano e credono in una politica libera dai giochi di potere.

Calvero
Inviato: 30/10/2012 12:06  Aggiornato: 30/10/2012 12:10
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Citazione:
Ora però arriverà Calvero a dire cheil Berlusca è un grande esempio che non ha sbagliato nulla...


Osservo le cose al di là del teatrino del Potere. Se si desidera starci dentro ci vuole veramente poco a farlo, è una cazzata, è facilissimo; lo fanno e lo hanno fatto solo da 50anni ... e per andarci veramente iper-leggeri: cento milioni di italiani; lo hanno fatto e non per niente è la strada più difficile quella del cambiamento, non la più facile. Infatti la percorrono tutti, quest'ultima. Il fatto che adesso sta nascendo un altro auto-convincimento di cambiamento confondendo [come da 50anni] ancora le cose, è grottesco. MA ci sta: - siamo comici. Infatti la mia "battuta" verrà compresa tra un po di anni, alla fine dell'ennesima disillusione. Cioè che la strada difficile per il cambiamento non è quella di lottare e sopravvivere in un mondo difficile, fare in modo che il M5S si prodighi per combattere il marcio e la vecchia politica, ma quella di abiurare una forma mentis secolare che si è perfettamente plasmata alle esigenze del Potere.

La frase simpatica (lo dico senza ironia) che ho quotato del collega è già indice che le prospettive storicizzate dal Potere sono ancora invasive nell'osservazione della realtà di tutti i sudditi qui presenti. Così non fosse quella frase non sarebbe uscita, e sta ad indicarci purtroppo che le cose non possono cambiare. Che non è ---> non vogliono cambiare, è ----> non possono. Se io [e qualunque altro] osservassi le cose dall'interno delle prospettive del Potere anche io dovrei per forza sostenere che il Berlusca ci ha inculati tutti ed è stato il peggior politico degli ultimi tempi. Ed è vero: - all'interno della prospettiva del Potere.

Ma appena si esce dalla propaganda, quella che il Potere sa gestire in tempo reale, poiché il Potere è puro, intelligente, si evolve, è camaleontico e non è gestito in maniera comica bensì rende comica la vita del gregge ... dicevo: appena si esce dalla propaganda ci si accorge che il Potere non solo deve avere il piano "B", ma anche il piano "C". Lo "sfogo/Grillo" è stato previsto ( ma non dalla Politica; da qui infatti l'articolo di Mazzucco ) è stato previsto e già è stato incanalato nei binari del teatrino del Potere. Osservando le cose dalla giusta distanza la macchia umana è sempre la stessa: il marcio siamo noi e Berlusconi è il politico più onesto mai esistito perché è in primis il risultato delle pressioni e influenze di coloro che lo detestano, è loro figlio, poiché non accettano la tragicità della cosa, è solo la rivalsa ad animarli e non IL cambiare. Come adesso, ancora l'ennesima voglia di rivalsa e non di cambiare. Tutto ciò che si muove per rivalsa verrà tranquillamente ruminato, inglobato, separato, mistificato e re-immesso nello stesso ordine del Potere...

... poiché la voglia di rivalsa non poggia sulla voglia di cambiare, non è realmente FORTE come sentimento, ma sulla voglia di un Governo migliore, cioè di tornare ancora una volta diversamente-abili, cioè diversamente-sudditi. Lunga vita a Berlusconi

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
gelu
Inviato: 30/10/2012 12:11  Aggiornato: 30/10/2012 12:11
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/10/2008
Da:
Inviati: 191
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Grillo non ha ancora dato spiegazioni sulla gravissima sottrazione del microscopio a Montanari e moglie.
Se "qualcuno" ha mosso le cose in modo da mettere Monti dov'è, mantenere le stragi di stato sotto silenzio ecc e lo lasciano fare (Grillo), vuol dire che anche lui è uno strumento del NWO.

complo
Inviato: 30/10/2012 12:16  Aggiornato: 30/10/2012 12:16
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Premetto che per la Sicilia forse la vittoria del M5S sarebbe stata la cosa migliore e che se Crocetta si affiderà ai voti di Lombardo SPERO CADA PRESTO.
Detto questo, la stampa mainstream non ha affatto dato "contro" Grillo. Ha invece incredibilmente fatto il contrario mettendo nei siti on line un "exit poll" (che non era un exit poll) che dava Cancellieri vincente! Peggio delle mitologiche bandierine di Fede.
A Radio 24 un eccitatissimo Giannino diceva: "non posso parlare, ma tra qualche ora ci divertiamo. La vecchia politica politicante verrà spazzata via dopo la Sicilia."
Poi sono usciti i dati veri e sappiamo tutti come è andata.
Seconda considerazione.
L'astensionismo MONSTRE dimostra che effettivamente la "gggente" è stanca di questa classe politica......M5S INCLUSO.
E si signori, ormai Grillo FA PARTE, chi non ha votato NON VUOLE ANCHE LUI.
Curiosamente invece Cancellieri parla in queste ore come se ancora fosse sul blog e l'astensione fosse un problema di altri.
Ultima considerazione su Bersani e le "curve" di crescita del M5S.
Lo sa bene Bersani quale sia la curva di crescita del M5S, nel mio piccolo l'ho fatto notare più di una volta qui su LC.
CONTRARIAMENTE a quanto l' opinione pubblica ritiene Grillo NON sta affatto prendendo voti dagli astensionisti (vedi Sicilia) e men che meno al PD, li sta prendendo A BERLUSCONI E BOSSI.
Questo pone un ENORME alert al M5S, l'apparato di Berlusca è capace di fregargli idea e poltrona. Lo ha già fatto con Bossi nel 94.
Sarebbe veramente il colpa di grazia per l' Italia se grazie a chi sbraita contro la vecchia politica e Monti ci ritrovassimo tra qualche mese...governati dagli uomini del Berlusca dietro una maschera.

infosauro
Inviato: 30/10/2012 12:17  Aggiornato: 30/10/2012 12:33
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/5/2008
Da: questo mondo (credo)
Inviati: 2376
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Da dove arrivano i voti per il m5s?
"Rosario Crocetta, candidato Pd-Udc, è stato eletto governatore della Sicilia, ma a fare notizia è ancora l'exploit del Movimento Cinque Stelle in Sicilia. Il 40 per cento degli elettori del M5S nell'Isola in precedenza ha votato lo schieramento di centrosinistra. E' quanto emerge da un'analisi del voto siciliano condotta dall'Istituto Swg in esclusiva per Agorà, su Rai Tre. Tra i sostenitori del Movimento di Grillo alle ultime elezioni siciliane ci sono, per il 35 per cento, coloro che si erano precedentemente astenuti e per il 25 per cento coloro che avevano sostenuto il centrodestra. "Se il Movimento di Grillo si attesta al 14,90 per cento in Sicilia - spiega Roberto Weber, presidente Swg - in prospettiva, su base nazionale, può andare anche oltre il 22 per cento delle nostre ultime rilevazioni. Il Movimento 5 Stelle potrebbe diventare primo partito in Italia". Inoltre, il 37 per cento di chi aveva votato Pdl alle Europee del 2009 non è andato al seggio in occasione delle ultime elezioni per la presidenza della Regione Sicilia. Astenuto anche il 27 per cento di chi alle Europee del 2009 aveva votato il Pd e il 17 per cento di chi aveva votato l'Udc. Crocetta ha vinto le elezioni con il 30,50% e un totale di 617.073 voti. Lo spoglio delle 5.308 sezioni, che si è concluso ieri a tarda sera, ha premiato l'europarlamentare del Pd sostenuto anche dall'Udc, attribuendogli un vantaggio di 5 punti percentuali sul candidato del Pdl Nello Musumeci, fermatosi al 25,70% e 521.022 voti. Al terzo posto si è piazzato il portavoce regionale del Movimento 5 Stelle Giancarlo Cancelleri, che ha ottenuto il 18,20% e 368.006 voti; mentre non è andato oltre il quarto posto Gianfranco Miccichè, sostenuto da Grande Sud, Fli ed Mpa, che ha ottenuto il 15,40% pari a 312.112 voti. Più staccata, invece, la sindacalista Giovanna Marano sostenuta da Idv, Federazione della Sinistra, Sel e Verdi, che al termine dello scrutinio si è fermata al 6,10% di preferenze per un totale di 122.633 voti. Per quanto riguarda le liste, infine, il Movimento 5 Stelle domina la scena imponendosi come primo partito in Sicilia in virtù del 14,90% di preferenze ottenute. Dietro, al 13,40% è il Pd, che ha superato il Pdl fermatosi al 12,90%. In questa legislatura, all'Ars non entreranno Idv e Sel, che hanno ottenuto il 3,50% e il 3,10%, e Futuro e Libertà, che non è andato oltre il 4,40%. "Abbiamo vinto in Sicilia, cose da pazzi", questa la reazione del segretario del Pd, Pier Luigi Bersani, dopo aver appreso della vittoria di Crocetta. Bersani ha detto: "E' la prima volta dal dopoguerra che c'è la possibilità di una svolta vera". Dal canto suo, il leader Udc, Pierferdinando Casini, ha dichiarato: "Il voto siciliano anticipa le tendenze nazionali, il rapporto tra moderati e progressisti si conferma "l'unico antidoto" contro "populismi ed estremismi" e il segretario Pd dovrebbe "tirare qualche somma"."
Fonte parzialmente funzionante.

Raga, a leggere alcuni commenti sembra che il m5s abbia vinto, in realtà toccherà alla coalizione guidata dal pd governare la Sicilia, ergo cosa dovrebbe cambiare?

PS: giuro che non avevo letto il post di complo

"It's just a ride"
William Melvin "Bill" Hicks, l'ultimo degli hippy, il primo dei complottisti (a comparire in TV).
complo
Inviato: 30/10/2012 12:37  Aggiornato: 30/10/2012 12:45
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Citazione:
Il 40 per cento degli elettori del M5S nell'Isola in precedenza ha votato lo schieramento di centrosinistra. E' quanto emerge da un'analisi del voto siciliano condotta dall'Istituto Swg in esclusiva per Agorà, su Rai Tre. Tra i sostenitori del Movimento di Grillo alle ultime elezioni siciliane ci sono, per il 35 per cento, coloro che si erano precedentemente astenuti e per il 25 per cento coloro che avevano sostenuto il centrodestra.


Crocetta 2012: 30,5 %

Finocchiaro 2008: 30,38%

http://it.wikipedia.org/wiki/Elezioni_regionali_in_Sicilia_del_2008

Va bene tutto, ma essere così passivi sulle cose che leggete è troppo.
Soprattutto per chi si fregia di essere "sveglio" in un mondo di addormentati.
Lo "studio" SWG fa il paio con l'"exit poll" che dava Cancellieri vincente.
Ragazzi cervello acceso SEMPRE.

gieief
Inviato: 30/10/2012 12:47  Aggiornato: 30/10/2012 12:47
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/11/2011
Da: Torino
Inviati: 174
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Citazione:
appena si esce dalla propaganda ci si accorge che il Potere non solo deve avere il piano "B", ma anche il piano "C". Lo "sfogo/Grillo" è stato previsto ( ma non dalla Politica; da qui infatti l'articolo di Mazzucco ) è stato previsto e già è stato incanalato nei binari del teatrino del Potere. Osservando le cose dalla giusta distanza la macchia umana è sempre la stessa: il marcio siamo noi e Berlusconi è il politico più onesto mai esistito perché è in primis il risultato delle pressioni e influenze di coloro che lo detestano, è loro figlio, poiché non accettano la tragicità della cosa, è solo la rivalsa ad animarli e non IL cambiare. Come adesso, ancora l'ennesima voglia di rivalsa e non di cambiare. Tutto ciò che si muove per rivalsa verrà tranquillamente ruminato, inglobato, separato, mistificato e re-immesso nello stesso ordine del Potere...


purtroppo le cose stanno davvero così.

sono perfettamente d'accordo con quanto hai scritto

LoneWolf58
Inviato: 30/10/2012 12:55  Aggiornato: 30/10/2012 12:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Citazione:
Autore: complo Inviato: 30/10/2012 12:16:23
...
L'astensionismo MONSTRE dimostra che effettivamente la "gggente" è stanca di questa classe politica......
Più che della classe politica che comunque ha una sua parte rilevante nella disaffezione al voto, la gente è stanca di non aver voce in capitolo.
Io posso eleggere un mio rappresentante ma poi non ne ho più il controllo chiunque esso sia qualunque garanzia possa dare la gente si sente presa in giro ed è stufa.

Il problema è che, comunque, anche il non voto è endemico al sistema fosse possibile chiederei la "cancellazione" dalle liste elettorali se non altro gli riduco la quota da spartirsi come rimborso elettorale

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
Teba
Inviato: 30/10/2012 12:58  Aggiornato: 30/10/2012 12:58
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/9/2007
Da:
Inviati: 1846
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Complo
Citazione:
Sarebbe veramente il colpa di grazia per l' Italia se grazie a chi sbraita contro la vecchia politica e Monti ci ritrovassimo tra qualche mese...governati dagli uomini del Berlusca dietro una maschera.


Io me ne accorgerei.
I ragazzi del movimento se ne accorgerebbero.
Il web se ne accorgerebbe.

Siamo realisti.
Il movimento 5 stelle è composto da gente che sa cercare informazioni sul web, gente che vorrebbe uscire dall'euro, gente che sa da dove viene Monti e sa anche che cos'è il Bilderberg... ANCHE SE, nella merdosa ipotesi che Grillo/Casaleggio facciano il volere del "potere", il movimento stesso se ne accorgerebbe prima o poi (e io dico piuttosto in fretta) perchè è stato creato sullo scambio di informazioni e sull'onestà personale.
Pongo estrema fiducia nel m5s, non sto dicendo che sia LA soluzione, ma sicuramente al momento è LA possibilità... se devo riporre le mie speranze da qualche parte io le ripongo in questo movimento.

Non vedo nessuna grande illusione, ma solo una piccola possibilità.

funky1
Inviato: 30/10/2012 13:03  Aggiornato: 30/10/2012 13:03
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/10/2008
Da:
Inviati: 708
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Citazione:
Crocetta 2012: 30,5 %

Finocchiaro 2008: 30,38%

http://it.wikipedia.org/wiki/Elezioni_regionali_in_Sicilia_del_2008

Va bene tutto, ma essere così passivi sulle cose che leggete è troppo.
Soprattutto per chi si fregia di essere "sveglio" in un mondo di addormentati.
Lo "studio" SWG fa il paio con l'"exit poll" che dava Cancellieri vincente.
Ragazzi cervello acceso SEMPRE.


Crocetta 2012: 617.073 voti

Finocchiaro 2008: 886.004 voti

Ti suggeriscono niente questi numeri?

It's better to regret something you did than something you didn't do.
complo
Inviato: 30/10/2012 13:08  Aggiornato: 30/10/2012 13:08
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Citazione:
Io me ne accorgerei. I ragazzi del movimento se ne accorgerebbero. Il web se ne accorgerebbe.


Tu si, Sertes anche. A leggere questo 3d altri no.
E quando nel movimento tu e Sertes vi trovaste ad essere una minoranza tra chi non se ne è accorto e chi è stato messo lì APPOSITAMENTE........
Chiedere informazione ai leghisti "della prima ora" del 94....

infosauro
Inviato: 30/10/2012 13:08  Aggiornato: 30/10/2012 13:18
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/5/2008
Da: questo mondo (credo)
Inviati: 2376
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
A parte l'intervento di funky...

Partito democratico 2008: 505.420 voti

Partito democratico 2012: 257.274 voti

Ah sarebbe bello avere la fonte dell'exit poll che dava Cancellieri vincente.

Ad ogni modo non capisco perché prendere i voti di Berlusconi e di Bossi sarebbe un male (da qualcuno bisogna pur prenderli e quei 2 ne avevano di più). Non dovremmo tutti quanti desiderare che chi ha votato finora per quei 2 ora partecipi attivamente alla vita politica in prima persona (il messaggio principale di Beppe Grillo) e si svegli dal sonno profondo in cui si trovava?

"It's just a ride"
William Melvin "Bill" Hicks, l'ultimo degli hippy, il primo dei complottisti (a comparire in TV).
migZ
Inviato: 30/10/2012 13:08  Aggiornato: 30/10/2012 13:11
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/2/2012
Da:
Inviati: 91
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
@Calvero

più leggo i tuoi interventi e meno ti capisco.
O meglio, ti capisco (..almeno credo...) ma non capisco dove vuoi andare a parare e la mia reazione è a metà tra l'ammirazione per il tuo pensiero e il wtf.

Non riesco a capire se per te il Potere è un'entità astratta che-più-se-ne-parla-più-prende-forma (come i Mercati tanto di moda oggi, per intenderci) o se è un gruppo di persone super-aggiungiUnAggettivoApiacereQui che sono sempre avanti le idee delle persone normali, o altro ancora.
E da qui la prima domanda: come cambiare se tutto è già stato previsto?
edit: O come cambiare se l'uomo ha bisogno di queste cose?

Poi.
Ammesso che le tue intuizioni siano LA interpretazione corretta di ciò che ci circonda e non UNA interpretazione, la mia seconda domanda è: come vivere in un contesto in cui si ha (si crede di aver) capito l'inghippo ma si è circondati da persone che per vari motivi non ci sono ancora arrivati?
Es: si potrebbe benissimo vivere senza monete&banconote, scambiandosi qualsiasi cosa, anche pacche sulle spalle se si vuole, basta che per convenzione sia accettato universalmente da TUTTI. Ma fino ad allora chi ha capito questo come vive se tutti vogliono scambiarsi acriticamente pezzi di carta colorati invece di pacche sulle spalle?

il marcio siamo noi e Berlusconi è il politico più onesto mai esistito il marcio siamo noi e Berlusconi è il politico più onesto mai esistito perché è in primis il risultato delle pressioni e influenze di coloro che lo detestano, è loro figlio, poiché non accettano la tragicità della cosa, è solo la rivalsa ad animarli e non IL cambiare. Tutto ciò che si muove per rivalsa verrà tranquillamente ruminato, inglobato, separato, mistificato e re-immesso nello stesso ordine del Potere...
... poiché la voglia di rivalsa non poggia sulla voglia di cambiare, non è realmente FORTE come sentimento, ma sulla voglia di un Governo migliore, cioè di tornare ancora una volta diversamente-abili, cioè diversamente-sudditi. Lunga vita a Berlusconi


Ammirazione e wtf appunto.
Ma poi che fare se non partire per il punto più lontano possibile dagli uomini e vivere da eremita?

complo
Inviato: 30/10/2012 13:10  Aggiornato: 30/10/2012 13:10
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Citazione:
Crocetta 2012: 617.073 voti Finocchiaro 2008: 886.004 voti Ti suggeriscono niente questi num


Si, che l'astensione è aumentata e SEL e IDV erano con la Finocchiaro e non con Crocetta.

gelu
Inviato: 30/10/2012 13:12  Aggiornato: 30/10/2012 13:12
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/10/2008
Da:
Inviati: 191
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Dal blog di Franceschetti: Rosa(rio) Croce(tta)

funky1
Inviato: 30/10/2012 13:14  Aggiornato: 30/10/2012 13:14
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/10/2008
Da:
Inviati: 708
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Citazione:
Si, che l'astensione è aumentata e SEL e IDV erano con la Finocchiaro e non con Crocetta.


A me suggeriscono che è possibilissimo che una parte dei 250.000 voti persi per strada dal PD siano andati a comporre il 40% dei 285.000 voti presi dal M5S e poco c'entra il fatto che la Finocchiaro e Crocetta abbiano ottenuto percentuali analoghe.

It's better to regret something you did than something you didn't do.
gieief
Inviato: 30/10/2012 13:15  Aggiornato: 30/10/2012 13:15
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/11/2011
Da: Torino
Inviati: 174
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Citazione:
Dal blog di Franceschetti: Rosa(rio) Croce(tta)


bellissimo :)

etrnlchild
Inviato: 30/10/2012 13:22  Aggiornato: 30/10/2012 13:32
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 1200
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Secondo me una buona parte dell'astensionismo, in particolare in Sicilia, potrebbe essere dovuto al fatto che la trippa e' finita, il clientelismo vacilla perche' c'e' troppo clamore, troppi fari accesi.

Non mi dai niente? Non mi prometti lavoro? Un posticino? Un appaltino? Neanche 50 Euro per una crocettina? Niente voto!
La mafia mediatrice si e' defilata. Insomma il piatto e' vuoto.

Sul fatto che la base elettrice del M5S siano ex Berlusconisti, ex Leghisti, destra o sinistra e' parimenti comico. Comunque lo scopriremo presto.
Se questo e' vero, non appena il Cavaliere ripristinera' l'alleanza con la Lega in vista delle politiche, il M5S si sciogliera' come neve al sole

In ogni caso alle prossime politiche ci sara' da divertirsi. Come ora del resto, visto il "folto pubblico di comici" seguaci del Grillo.

Sara' per questo che non riesco a smettere di ridere.
E ridere, si sa, fa bene alla salute.

"Lo spirito del guerriero non conosce né il lasciarsi andare né il lagnarsi, né conosce il vincere o il perdere."
complo
Inviato: 30/10/2012 13:26  Aggiornato: 30/10/2012 13:36
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Citazione:
A me suggeriscono che è possibilissimo che una parte dei 250.000 voti persi per strada dal PD siano andati a comporre il 40% dei 285.000 voti presi dal M5S e poco c'entra il fatto che la Finocchiaro e Crocetta abbiano ottenuto percentuali analoghe.


Parliamo di PD o di CENTROSINISTRA come dice il sondaggio SWG?
Se parliamo di CENTROSINISTRA, COME DICE SWG, il confronto va fatto tra LE PERCENTUALI (noni voti! Astensione docet) DI CROCETTA E FINOCCHIARO.

Se invece vogliamo parlare del PD parliamone. I voti mancanti sono spiegati dall'astensione generale e dalla lista civica di Crocetta che ha preso una valanga di voti (più del doppio della lista apparentata alla Finocchiaro nel 2008).

funky1
Inviato: 30/10/2012 13:36  Aggiornato: 30/10/2012 13:39
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/10/2008
Da:
Inviati: 708
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Citazione:
Se parliamo di CENTROSINISTRA, COME DICE SWG, il confronto va fatto tra LE PERCENTUALI (noni voti! Astensione docet) DI CROCETTA E FINOCCHIARO.


Non è vero. Il fatto che le percentuali siano rimaste le stesse pur con meno voti è proprio per via della maggiore astensione generale, ma non vedo come questo possa escludere che i voti che il centrosinistra ha preso in meno siano confluiti al M5S.
Infatti, se leggi il resto dell'articolo, chiarisce esattamente come l'astensione sia cresciuta maggiormente tra gli ex-elettori di centrodestra.

Edit.
Aggiungo che dicevi:
Citazione:
Si, che l'astensione è aumentata e SEL e IDV erano con la Finocchiaro e non con Crocetta.

Ma l'UDC era con Lombardo. E nel 2008 valeva il doppio di SEL e IDV messe insieme.

It's better to regret something you did than something you didn't do.
complo
Inviato: 30/10/2012 13:44  Aggiornato: 30/10/2012 14:03
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Citazione:
Non è vero. Il fatto che le percentuali siano rimaste le stesse pur con meno voti è proprio per via della maggiore astensione generale, ma non vedo come questo possa escludere che i voti che il centrosinistra ha preso in meno siano confluiti al M5S.


E infatti non lo esclude. E' possibile come è possibile che tutti i voti del M5S siano ex centrosinistra come è possibile non ce ne sia neanche uno.

Citazione:
Infatti, se leggi il resto dell'articolo, chiarisce esattamente come l'astensione sia cresciuta maggiormente tra gli ex-elettori di centrodestra.


E io dico il contrario. Dico che l'astensione è maggiore tra quelli di csx che hanno avuto un conato di vomito a votare una coalizione che aveva il partito che fu di cuffaro mentre i delusi di cdx hanno votato Grillo.
Non avendo nè io nè SWG la sfera magica restano le percentuali IDENTICHE del csx il CALO del cdx e la crescita di Grillo.
Quale è l'ipotesi più semplice secondo Occam?
Tale ipotesi è confermata dai sondaggi nazionali?
Si, csx sempre stabile o in crescita, Grillo in crescita mostruosa, cdx in crollo.

P.S. e non mi dicano quelli di SWg che hanno fatto un sondaggio telefonico su chi non ha votato in Sicilia perchè sono IO che faccio Grillo:

"Buongiorno lei ha votato?"

"GRRRR...GRRRRRRRRRR........GRRRR"

"ho capito, non ha votato. Chi aveva votato alle precedenti elezioni?"

"MA VAFFANCULO!"



Ti rivelo infine il "segreto di pulcinella degli exit poll". LA GENTE SI VERGOGNAVA DI DIRE CHE AVEVA VOTATO BERLUSCONI PERSINO PRIMA DI ADESSO. Ogni exit poll Berlusca era sottostimato. SEMPRE.
E' ESATTAMENTE quello che stò dicendo io, non contenti di aver sostenuto ciecamente un signore che ha distrutto l'Italia adesso si lavano la coscienza con lava sbianca, dicono di non aver mai votato Berlusca e sono pronti....PER IL NUOVO DELL'ANTIPOLITICA: GRILLO.

peonia
Inviato: 30/10/2012 13:57  Aggiornato: 30/10/2012 13:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
@Sartandrea

non voto perchè nessuno mi piace e convince, ho ancora delle riserve su Grillo,dietro la facciata, ma voglio sperare anche che chi è stato votato possa fare del suo meglio e magari mandare all'aria qualche piano eversivo...

Io tornerò ad esprimermi quando davvero ci sarà qualcuno degno di rappresentarmi.....(non per vantarmi)


Leggere che ha "vinto" il PD e la Finocchiaro mi fa veramente venire la sciolta....con un D'Alema che si è pure vantato che senza di loro non ci sarebbe stato Monti......che dire, siamo un popolo di stronzi masoschisti!

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
f_z
Inviato: 30/10/2012 13:58  Aggiornato: 30/10/2012 13:58
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/1/2012
Da: Un mondo popolato da (troppi)pezzi di merda
Inviati: 958
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Sarebbe stato bello vedere il M5S vincente e in grado di governare la regione, ma per ora mi sembra di capire che andra' all'opposizione.

Peccato: sarebbe stato indicativo di cosa questo movimento vorrebbe davvero fare.

Personalmente Grillo & c comunque non mi convincono: mi pare la solita storia che una volta dentro al sistema gettano la maschera e finiamo di scoprire che sono come gli altri.

Non era proprio un sindaco del M5S che fece una campagna elettorale basata sull'azzeramento dell'IMU ma poi una volta eletto fece marcia indietro?

Codardo e' il soldato che "esegue gli ordini".

Eroe e' il soldato che ha il coraggio di sparare in faccia ai suoi "superiori".

Peccato che i soldati siano tutti scelti minuziosamente tra gli appartenenti alla prima categoria.
Nuit
Inviato: 30/10/2012 14:06  Aggiornato: 30/10/2012 14:07
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/9/2010
Da: Messina
Inviati: 346
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
A tutti quelli che sono rammaricati del M5S, che risulta essere il primo partito siciliano col 18% e con 15 seggi, vorrei far presente che al Palazzo dei Normanni si insedierà Crocetta con l'appoggio dell'MPA di Lombardo, quindi non è cambiato proprio niente.

Considero un insulto all'intelligenza dei siciliani quando Crocetta e Bersani parlano di cambiamento, di legalita, di svolta.....

Mi incoraggia solo il fatto che quei 15 seggi in parlamento possono farsi sentire o quantomeno essere presenti come opposizione......

infosauro
Inviato: 30/10/2012 14:08  Aggiornato: 30/10/2012 14:10
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/5/2008
Da: questo mondo (credo)
Inviati: 2376
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Citazione:
[...]Si, csx sempre stabile o in crescita, Grillo in crescita mostruosa, cdx in crollo[...]

Non state crollando (parlare di stabilità mi sembra eccessivo) solo perché i sindacati fanno "pressioni" sui lavoratori dipendenti* affinché votino pd, per poi pugnalarli alla schiena alla prima occasione. Allo stesso modo anche la casalinga di Voghera* è ammaliata dalla propaganda televisiva del pdl, il dipendente statale* cerca, tramite il voto di scambio con lo stesso partito, di ottenere un posto di lavoro sicuro e l'imprenditore* segue i dettami di confindustria; ma queste ultime tre "affiliazioni" sono molto più labili.

*permettetemi per un attimo queste generalizzazioni.

"It's just a ride"
William Melvin "Bill" Hicks, l'ultimo degli hippy, il primo dei complottisti (a comparire in TV).
milestone
Inviato: 30/10/2012 14:14  Aggiornato: 30/10/2012 14:14
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/4/2005
Da:
Inviati: 64
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
@f_z: non ho mai polemizzato con nessuno in questi anni di LC ma sinceramente il tuo post è veramente difficile da ignorare:
- esprimi un parere personale (Grillo & c comunque non mi convincono)
- lo condisci con una negatività soggettiva (mi pare la solita storia che una volta dentro al sistema gettano la maschera e finiamo di scoprire che sono come gli altri)
- lo rafforzi con una "diceria" non documentata (Non era proprio un sindaco del M5S che fece una campagna elettorale basata sull'azzeramento dell'IMU ma poi una volta eletto fece marcia indietro?).

O sei in malafede o proprio non riesco a dare senso al tuo intervento.

Il voto al M5S andrebbe dato, anche se non del tutto convinti, per la totale assenza di alternative presentabili !

complo
Inviato: 30/10/2012 14:30  Aggiornato: 30/10/2012 14:30
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Citazione:
Non state crollando (parlare di stabilità mi sembra eccessivo) solo perché i sindacati fanno "pressioni" sui lavoratori dipendenti* affinché votino pd, per poi pugnalarli alla schiena alla prima occasione.


Due sciocchezze in una frase sola! Bel record!
Che i sindacati facciano "pressione" sui lavoratori dipendenti per farli votare PD è la prima. Il perchè lo farebbero adesso e non anche prima è la seconda.
Non vale il tempo che ho sprecato a risponderti....

bariona
Inviato: 30/10/2012 14:33  Aggiornato: 30/10/2012 14:33
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/8/2009
Da:
Inviati: 106
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
a me sale alla mente solo una cosa

1992 mani pulite - lega lombarda poi lega nord
2012 governo monti e crisi dell'italia - M5S

20 anni e non è cambiato un cazzo.....questo è.
gli stessi commenti che leggo ora sono i medesimi che si leggevano 20 anni fa.

uguali

nulla cambia, è solo la macchina che si rimette in moto dopo le devastazioni conseguenti a due colpi di stato avvenuti in 20 anni....conseguenze alla svendita dell'italia, ora come allora

nulla cambia, tutto è stabile

"siamo pronti a mettere fine all'età della spensieratezza?" Jim Garrison
infosauro
Inviato: 30/10/2012 14:39  Aggiornato: 30/10/2012 14:39
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/5/2008
Da: questo mondo (credo)
Inviati: 2376
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Citazione:
Due sciocchezze in una frase sola! Bel record!

Vediamole.
Citazione:
Che i sindacati facciano "pressione" sui lavoratori dipendenti per farli votare PD è la prima.

Io certe testimonianze le ho sentite con le mie orecchie, che sia una sciocchezza vallo a dire ai loro protagonisti.
Citazione:
Il perchè lo farebbero adesso e non anche prima è la seconda.

E chi dice il contrario? Lo facevano anche prima, ma prima prendevate anche altri voti, che ora non arrivano.
Citazione:
Non vale il tempo che ho sprecato a risponderti....

Se lo dici tu...

"It's just a ride"
William Melvin "Bill" Hicks, l'ultimo degli hippy, il primo dei complottisti (a comparire in TV).
complo
Inviato: 30/10/2012 14:47  Aggiornato: 30/10/2012 14:50
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Citazione:
E chi dice il contrario? Lo facevano anche prima, ma prima prendevate anche altri voti, che ora non arrivano


Spero ti renda conto da solo dell' arzizogolo ILLOGICO che hai scritto.
Altrimenti fa nulla....



P.S. la parola d'ordine "sindacati" invece a me dice benissimo chi sei (o meglio ERI) tu.
Capisci ammè...

f_z
Inviato: 30/10/2012 14:53  Aggiornato: 30/10/2012 14:53
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/1/2012
Da: Un mondo popolato da (troppi)pezzi di merda
Inviati: 958
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Citazione:

milestone:
O sei in malafede o proprio non riesco a dare senso al tuo intervento.


Eppure scrivo in italiano!

Non capisco di quale malafede parli: il mio post conteneva mie opinioni personali e una domanda!

Tra l'altro ho trovato la risposta alla mia domanda: (per la precisione) era il sindaco di Parma Pizzarotti che dopo aver promesso la riduzione (non l'azzeramento) dell'IMU in campagna elettorale una volta eletto ha detto "non si puo' fare per quest'anno".

Da un post del forum del M5S QUI

Tu piuttosto scrivi cose tipo:

Citazione:


Il voto al M5S andrebbe dato...



Che suona come "voi dovete fare come dico io...".

Io invece sono d'accordo con Peonia: io non lo voterei perche' al momento non mi sentirei rappresentato da loro ne da nessun altro: tutto qui.

Codardo e' il soldato che "esegue gli ordini".

Eroe e' il soldato che ha il coraggio di sparare in faccia ai suoi "superiori".

Peccato che i soldati siano tutti scelti minuziosamente tra gli appartenenti alla prima categoria.
toussaint
Inviato: 30/10/2012 15:09  Aggiornato: 30/10/2012 15:10
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Mi cimento in una piccola previsione. Se Renzi vince le primarie del PD, Grillo sfonderà clamorosamente alle politiche e il M5S sarà il primo partito con annesso premio di maggioranza (sempre che il governo golpista di Monti con l'avallo di Napolitano non vari una legge elettorale con la froma del decreto legge l'ultimo giorno della legislatura, ciò obbligherebbe ad andare a votare con la nuova legge anche se poi il decreto non fosse convertito in legge (infatti, la mancata conversione opera "ex nunc" e non "ex tunc").
La mia previsione si basa sul fatto che gli elettori "di sinistra" del PD si indirizzerebbero su Grillo per avversare il "piccolo Berlusconi fiorentino". E anche sul fatto che al PD mancherebbero anche i voti di coalizione di SEL perchè o SEL non aderirebbe a tale coalizione oppure i suoi elettori virerebbero anch'essi su Grillo. Per cui consiglio ai militanti del M5S di votare alle primarie del PD per Renzi.

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
complo
Inviato: 30/10/2012 15:28  Aggiornato: 30/10/2012 15:38
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Citazione:
Mi cimento in una piccola previsione. Se Renzi vince le primarie del PD, Grillo sfonderà clamorosamente alle politiche e il M5S sarà il primo partito con annesso premio di maggioranza (sempre che il governo golpista di Monti con l'avallo di Napolitano non vari una legge elettorale con la froma del decreto legge l'ultimo giorno della legislatura, ciò obbligherebbe ad andare a votare con la nuova legge anche se poi il decreto non fosse convertito in legge (infatti, la mancata conversione opera "ex nunc" e non "ex tunc"). La mia previsione si basa sul fatto che gli elettori "di sinistra" del PD si indirizzerebbero su Grillo per avversare il "piccolo Berlusconi fiorentino". E anche sul fatto che al PD mancherebbero anche i voti di coalizione di SEL perchè o SEL non aderirebbe a tale coalizione oppure i suoi elettori virerebbero anch'essi su Grillo. Per cui consiglio ai militanti del M5S di votare alle primarie del PD per Renzi.


1) il premio di maggioranza alla camera va alla COALIZIONE con più voti, non al partito con più voti.

2) se vince Renzi PD + UDC prenderebbero il doppio dei voti di Grillo (MOLTI di più di Bersani +SEL)

3) al senato Grillo non prenderà MAI la maggioranza con questa legge elettorale. MOLTO difficile la prenda anche chiunque altro*.
MONTI TORNERA' GRAZIE A CHI CE LO HA MESSO NEL CULO CON IL PORCELLUM, ma le pecore TACQUERO allora. TUTTI ZITTI! Oggi straparlano...

4) se vince Renzi il PD è sottoposto allo stesso alert che indicavo per il M5S


*il porcellum, per un meccanismo lungo da spiegare, IMPEDISCE maggioranze solide al senato.
Fu così per Prodi, fu così anche per Berlusca.
Nonostante il più clamoroso divario elettorale della storia recente, Berlusca aveva 15 senatori di maggioranza in questo parlamento.
Se Rifondazione comunista avesse raggiunto il quorum del 7% in certe regioni, NE AVREBBE AVUTI ANCHE DI MENO.
Il porcellum fu APPOSTAMENTE studiato da Berlusca per NON far governare Prodi dato che nel 2006 era certo (come ora) che lui non avrebbe mai potuto vincere.
Un atto DELINQUENZIALE potenzialmente LETALE per la nazione.
Ma le pecore TACQUERO.....

infosauro
Inviato: 30/10/2012 15:35  Aggiornato: 30/10/2012 15:35
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/5/2008
Da: questo mondo (credo)
Inviati: 2376
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Citazione:
Spero ti renda conto da solo dell' arzizogolo ILLOGICO che hai scritto.[...]

Secondo me invece non hai capito cosa ho scritto, ma come dici tu fa lo stesso.
Citazione:
P.S. la parola d'ordine "sindacati" invece a me dice benissimo chi sei (o meglio ERI) tu.[...]

Commenti sulla persona?

"It's just a ride"
William Melvin "Bill" Hicks, l'ultimo degli hippy, il primo dei complottisti (a comparire in TV).
complo
Inviato: 30/10/2012 15:41  Aggiornato: 30/10/2012 15:41
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
@infosuaro

- possibile non abbia capito quanto hai scritto

- commenti POLITICI sulla persona. Altre parole d'ordine: "magistrati politicizzati", "comunisti". Devo scrivere anche "cribbio"?

toussaint
Inviato: 30/10/2012 15:53  Aggiornato: 30/10/2012 15:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
complo, pensavo fosse chiaro che il premio alla coalizione, se le coalizioni non ci sono (ovvero se vince Renzi) coincida con il premio al partito più votato. La coalizione di un solo partito è sempre una coalizione.


Edit: per il Senato stai ragionando su una geografia regionale dei partiti che non esiste più, lo dimostra la Sicilia e lo dimostrerà ancor più la Lombardia.

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
notomb
Inviato: 30/10/2012 15:59  Aggiornato: 30/10/2012 15:59
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/2/2012
Da:
Inviati: 127
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Non vedo nulla di nuovo in queste elezioni.
Da un governo UDC-PDL con l'appoggio del PD si và ad un governo UDC-PD con l'appoggio del PDL.
La maggioranza dei votanti a rivotato il centro destra che perde solo perchè si è diviso ed avrebbe vinto anche senza l'UDC e questa si che rarebbe una novità dato che è dal 1944 o giù di li' che DC/PPI/CCD/UDC etc. governa l'isola. Dell'astensionismo non gli frega una pippa, basta leggere le dichiarazioni. Ci hanno fatto gentilmente notare che "loro" governano anche con 4 voti.
In sintesi un terzo della popolazione li vota e li voterà sempre perchè il loro voto è gia stato comprato da tempo. Baby pensioni, condonati .indultati,invalidi etc.
Me li vedo proprio i "pensionati" con 12 anni di contributi che fanno un voto di protesta
Se a questi aggiungiamo le centinaia di migliaia di dipendenti pubblici che sono al loro posto SOLO grazie alla politica il gioco è fatto.
Segnalo la dchiarazione di Miccichè del dopo voto che è emblematica per capire cosa sia per "loro" la politica.
" Se mi avessero appoggiato a quest'ora staremmo decidendo gli assessori"

complo
Inviato: 30/10/2012 16:07  Aggiornato: 30/10/2012 16:09
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Citazione:
complo, pensavo fosse chiaro che il premio alla coalizione, se le coalizioni non ci sono (ovvero se vince Renzi) coincida con il premio al partito più votato. La coalizione di un solo partito è sempre una coalizione.


Se vince Renzi l' UDC non è in coalizione col Pd?

Citazione:
Edit: per il Senato stai ragionando su una geografia regionale dei partiti che non esiste più, lo dimostra la Sicilia e lo dimostrerà ancor più la Lombardia


Lascia perdere ipotesi (e immaginifiche SPERANZE già DISTRUTTE dal voto in Sicilia)
Con questa legge al senato la coalizione deve vincere praticamente in TUTTE le regioni per avere una maggioranza RISICATA. Se le regioni si dividono NON ESISTE MAGGIORANZA.

toussaint
Inviato: 30/10/2012 17:25  Aggiornato: 30/10/2012 17:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
complo, il PD a guida Renzi + l'UDC vale massimo il 20%, quota a cui può arrivare benissimo il M5S fra qualche mese.

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
complo
Inviato: 30/10/2012 17:34  Aggiornato: 30/10/2012 17:34
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Citazione:
complo, il PD a guida Renzi + l'UDC vale massimo il 20%, quota a cui può arrivare benissimo il M5S fra qualche mese.


Minchia! significherebbe che Renzi farebbe perdere circa il 15% ai due partiti in pochi mesi!
E in Sicilia il M5S ha spazzato via la politica politicante.
Tanti auguri al neo governatore Cancellieri......

toussaint
Inviato: 30/10/2012 17:38  Aggiornato: 30/10/2012 17:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Intanto, la moglie di Bersani si distingue per la sua classe:
Moglie di Bersani multata: "lei non sa chi sono io!"

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
complo
Inviato: 30/10/2012 17:43  Aggiornato: 30/10/2012 17:47
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Secondo "Chi", domani in edicola, la donna sarebbe stata multata per un parcheggio in divieto di sosta a Ponte dell'Olio, piccolo centro in provincia di Piacenza, mentre faceva acquisti in una profumeria di fiducia, reagendo con un "lei non sa chi sono io"
Una notizia smentita categoricamente dall'ufficio stampa del segretario democratico, e bollata come "totalmente falsa". Non solo, lo staff di Bersani ha preannunciato azioni legali contro il settimanale qualora alle anticipazioni di oggi seguisse la pubblicazione, nonostante la smentita.


Lo stesso Chi che ha messo Renzi in copertina col babbo?
Ma veramente pensate che Iva Zanicchi abbia fatto l'endorsement a Renzi così per caso? Veramente siete così ingenui, così passivi di fronte a certe operazioni? Così alla mercè della propaganda?

RIPETO: se vince Renzi IDENTICO pericolo per il PD.
Con questo non dico che Renzi e Grillo sono "fantocci" di Berlusca. Dico che Berlusca può "arrivare" a loro....

Pyter
Inviato: 30/10/2012 18:01  Aggiornato: 30/10/2012 18:01
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?



X = Crocetta

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
Redazione
Inviato: 30/10/2012 18:12  Aggiornato: 30/10/2012 18:13
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
COMPLO: Al prossimo commento di tipo personale sarai espulso.

Ormai ogni tuo intervento è diventato una provocazione individuale.

La prossima sarà l'ultima.

Polonio
Inviato: 30/10/2012 18:44  Aggiornato: 30/10/2012 18:44
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/8/2009
Da:
Inviati: 797
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?

peonia
Inviato: 30/10/2012 21:01  Aggiornato: 30/10/2012 21:03
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?

non ci credo!!! sono riuscita a mettere una foto!!!!!!!!!!!!

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
sartandrea
Inviato: 30/10/2012 21:13  Aggiornato: 30/10/2012 21:13
Ho qualche dubbio
Iscritto: 14/10/2011
Da:
Inviati: 220
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
@migZ

Citazione:
più leggo i tuoi interventi e meno ti capisco.
O meglio, ti capisco (..almeno credo...) ma non capisco dove vuoi andare a parare e la mia reazione è a metà tra l'ammirazione per il tuo pensiero e il wtf.

dai retta a me,
Calvero lo devi leggere........ ma non ascoltarlo.......
















...La vita umana nel suo insieme, non è che un gioco, il gioco della pazzia...
(Erasmo da Rotterdam)
Sguerguenz
Inviato: 30/10/2012 22:22  Aggiornato: 30/10/2012 22:22
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/7/2011
Da:
Inviati: 129
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Grazie Peonia, hai tutta la mia solidarietà'!
Complimenti per la foto.

Chi non conosce la verità è uno stolto, ma chi, conoscendola, la chiama menzogna è un delinquente. Bertolt Brecht
Redazione
Inviato: 30/10/2012 22:57  Aggiornato: 30/10/2012 22:58
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
PEONIA: Citazione:
non ci credo!!! sono riuscita a mettere una foto!!!!!!!!!!!!
Non ci credo. Sei riuscita a non andare OT !!!

Calvero
Inviato: 30/10/2012 22:59  Aggiornato: 31/10/2012 0:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
____________________________
_______________________
______________

migZ il Potere è un entità astratta ma efficace e rivoluzionaria quanto l'amore, pure lui astratto e, come il Potere, contagioso; contagioso sì - ma - meno attraente del Potere. Per delinearlo in questi parametri "astratti" ma presentissimi e influenti e per non sfranticare gli zebedei in Homepage, quando hai un quarto d'ora da perdere, ti lascio questo LINK dove trovi degli spunti che potrebbero interessarti: Indagine sul pensiero e sul Mito. Mentre, più attinente al mio intervento qui, si parla in primis delle élite finanziarie e a cui il gioco politico è crucialmente asservito; in secondo luogo si tratta di come crucialmente la propaganda lavora in maniera sotterranea e non, per tenere il castello di carte in piedi soprattutto grazie alle dicotomie e ai giochi dell'oca che tanto piacciono ai parcellizzatori.

Citazione:
Non riesco a capire se per te il Potere è un'entità astratta che-più-se-ne-parla-più-prende-forma


Non è a senso unico il gioco. Il Potere vince la sua battaglia mentre nel contempo le pressioni sui popoli creano, e ci vuole tempo, dei diamanti dalle miniere di Carbone. Diamanti che lo faranno collassare. IL punto è che questa è l'Era del carbone. In sostanza se non se ne parla ---> avrà strada libera e cresce senza procurare pressioni, se se ne parla <--- crescerà parimenti ma creerà pressioni notevoli. Ora queste pressioni sono ad un discreto stadio (dopo discreto c'è buono, dopo buono c'è ottimo, dopo ottimo c'è la rivoluzione).

Citazione:
... o se è un gruppo di persone super-aggiungiUnAggettivoApiacereQui che sono sempre avanti le idee delle persone normali, o altro ancora.


Intelligente identificazione. Bravo. Mettiamola così: - De André "cantava" che Non è il tempo, siamo noi che passiamo, ci sei? ... bene; il Potere lavora in quest'ottica perché non mira al denaro in sé, ma al Controllo. I popoli infatti son ammaestrati a fare Carriera (qualsiasi sia questa carriera) attraverso il primo fascismo cioè la Scuola dell'obbligo, poi a seguire attraverso altri programmi che ormai viaggiano in automatico e difesi da Kapò inconsapevoli. I popoli stanno collassando inginocchiati dai vari Golpe protetti da le Costituzioni che valgono quanto il DUE di picche quando briscola è denari; sono omologati, de-culturizzati, Grecia, Spagna, Italia, la Polonia è stata decapitata con un colpo di Genio "al Volo" ... (il problema "adesso" sarà disarmare i comuni mortali in America, questa sì è una bella gatta da pelare) .. l'Europa è quasi pronta per gli automi che verranno. Che saranno tutti i figli e i nipoti di quelli che firmano la loro condanna a "morte" con le varie CROCETTE.

Citazione:
E da qui la prima domanda: come cambiare se tutto è già stato previsto?


Ti spiego. Non è che tutto è stato previsto. Ogni macchinazione intelligente non ragiona su quel che potrà essere, ma su cosa è l'uomo. Il Potere non è comico; è Psicologo. Mentre qui i vari Sudditi dibattono sui vari BAU BAU caduti in disgrazia, sulle mummie da riesumare con la falce nel culo e il martello sui coglioni, tra stemmi e finti proclama; tra sorprese e finte sorprese; l'importante è che il paradigma elettorale non venga svelato nel suo fascismo, cioè quella cosa chiamata democrazia. Poiché sarà questa democrazia che può permettere ogni tipo di ingerenza e ogni tipo di Piovra.


Citazione:
... come cambiare se l'uomo ha bisogno di queste cose?


E di cosa ha bisogno l'uomo? ... aspetta che mi trasformo in MARZULLO: fatti una domanda e datti una risposta ( e si sappia che la risposta sarà dura da mandare giù)

Citazione:
Ma poi che fare se non partire per il punto più lontano possibile dagli uomini e vivere da eremita


Questo basta a sintetizzare anche quello che non ho quotato.

migZ, che mi si prenda per pessimista e disfattista è la naturale conseguenza di osservare le cose attraverso le prospettive della propaganda. E' giusto. Ora la rivoluzione non può essere compresa, poiché nessuna rivoluzione non può venire compresa se non quando è terminata. Un altro problema infatti - questo - del lavaggio del cervello dell'istruzione obbligatoria: pensare in senso storico. La storia viene fatta con i salti nel buio quando è il Potere a soggiogare l'umana esistenza.

Ma io non sono un pessimista, né disfattista, né nichilista. Io sono fiducioso e credo nell'uomo; non credo nei ruoli. Oggi i popoli non esistono perché sono ruoli e non persone, ci sei? ... domandati cosa fare per smettere di essere ruoli e fare in modo che non ci sia il profitto al centro del paradigma moderno. Il nostro modello di Vita non è sostenibile in un mondo che ha a cuore gli uomini. Quindi bisogna svestirsi dei RUOLI.

Il punto è che di questi discorsi, anche con tutti i Grillini che vuoi, alla gente gliene sbatte le palle di pensare di cambiare, la gente non vuole il cambiamento, vuole garantirsi un modello esistenziale costruito... da chi? .. è un miraggio quello che si vuole raggiungere e il M5S sta combattendo il Potere di 20/30 anni fa.

Perché la FORZA di "grillo" non è stata indirizzata fuori dai cardini della Politica? perché non si sono strutturati movimenti culturali tesi a guidare le scelte e il denaro? ... in realtà la vera Politica non può risiedere in qualsiasi consiglio sia esso Comunale, sia esso in Parlamento. La politica è di chi FA', non di chi SA'. Infatti ti basti vedere qui dentro, gente con la calcolatrice, che gioca su una scacchiera virtuale con le Teste di Fanti, Cavalli e Ré .. Bersani lo metto qui, Berlusconi va a fanculo di là, la Finocchiaro è più brava perché .. eccetera eccetera, e nel frattempo la forza dei Grillini è stata ingabbiata per sostenere il Sistema elettorale. Il giro di giostra continua. La verità è che la rivoluzione non la vuole nessuno, si volesse farla, sarebbe già partita; si volesse farla ci sarebbe un altruismo tale da fare piangere anche la madonna. Ma la Madonna rimane puttana e Dio si gira dall'altra parte in attesa di vedere uomini e non schiavi.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Redazione
Inviato: 30/10/2012 23:09  Aggiornato: 30/10/2012 23:09
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
CALVERO: "in realtà la vera Politica non può risiedere in qualsiasi consiglio sia esso Comunale, sia esso in Parlamento. La politica è di chi FA', non di chi SA'."

L'ho già messa nella "Voce del Sito".

peonia
Inviato: 30/10/2012 23:14  Aggiornato: 30/10/2012 23:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
CASPITA RAGAZZI MA AVETE VISTO RAI2?
APPRENDO ORA....INCREDIBILE... QUALCOSA STA CAMBIANDO DAVVERO?!

http://www.iconicon.it/blog/2012/10/4597/

SCUSA MAX NON HO RESISTITO...

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
LucaM
Inviato: 30/10/2012 23:31  Aggiornato: 30/10/2012 23:31
So tutto
Iscritto: 11/3/2011
Da:
Inviati: 13
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Invito a informarsi sulla vicenda del microscopio sottratto al ricercatore Stefano Montanari, tanto per valutare una azione concreta di grillo.
Vedi questo link:

http://www.stefanomontanari.net/sito/blog/2294-per-chi-mi-chiede-ancora-di-grillo-e-del-microscopio.html

pippovinci
Inviato: 31/10/2012 0:46  Aggiornato: 31/10/2012 0:51
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/9/2006
Da: palermo
Inviati: 102
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
ho seguito passo passo la cavalcata di Grillo in Sicilia assistendo a 3 comizi in diretta (Messina, Palemo e Bagheria) e ad altri 4 via streaming.

A mio parere quella dei grillini è la vera politica : la politica è il disegno concreto e non utopistico di una paese migliore, la visione di un sogno che si può realizzare, l'apertura a nuove e stimolanti prospettive di vita. E' questo che portano avanti i grillini. Non è certo politica quello di parlare solo di alleanze precostituite, di TAV, di Spread, di missioni di pace, o di altre diavolerie.

E mi hanno colpito i racconti dei candidati: giovani e brillantissimi cervelli siciliani spesso plurilaureati (che lavorano sfruttati nel call center), molto più colti della media dei deputat che seggono nei vari parlamenti e consigli sparsi per l'Italia. Insomma hanno coraggio, entusiasmo, lealtà, onestà, preparazione, intellignza, sincerità. Non hanno esperienza politica?
Preferisco l'inesperienza politica alla "preparazione" di gente come Minetti, Calderoli, Scilipoti , Dell'Utri, Formigoni, Lombardo, Maroni, Craxi, Cuffaro, Verdini, Lusi, Fiorito, Bindi, D'Alema, Alfano, Berlusconi... (seguono altri 2000 nomi!)

etrnlchild
Inviato: 31/10/2012 0:52  Aggiornato: 31/10/2012 0:52
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 1200
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
@Calvero
Citazione:
La verità è che la rivoluzione non la vuole nessuno, si volesse farla, sarebbe già partita;

Immagino tu ti riferisca ad una rivoluzione culturale.
Nessuno, tutti, la gente...a mio parere sono termini che per me non hanno senso e indeboliscono le tue condivisibili osservazioni, denunciano il tuo pessimismo di fondo, la tua scarsa fiducia nell'uomo. Il M5S e' un ruolo, e' un'etichetta, le persone sono altra cosa. Quelle rimangono. Il movimento culturale rimane, parlamento o non parlamento. Una rivoluzione culturale e' gia' in atto. Non coinvolgera' la maggioranza ma neanche si puo' dire "nessuno".
Stabilire la durata dell'era del Carbone non e' dato sapere, ma di certo la terra si muove vangandola.

"Lo spirito del guerriero non conosce né il lasciarsi andare né il lagnarsi, né conosce il vincere o il perdere."
migZ
Inviato: 31/10/2012 0:54  Aggiornato: 31/10/2012 0:54
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/2/2012
Da:
Inviati: 91
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
non lo so Calvero, sinceramente a me sembra che sopravvaluti il Potere.
O meglio, il Potere potrà anche essere quello che dici ma dubito che chi HA il potere ora sia in grado di formulare pensieri così (o di capirli...cazzo, ho dovuto rileggere tutto n volte )

Di cosa ha bisogno l'uomo? Di Tutto ed è per questo che cerca di arraffare ogni cosa e il Potere probabilmente è l'ultima cosa che si cerca quando si raggiunge la consapevolezza che ogni cosa non è sufficiente a colmare il desiderio di Tutto.
In quest'ottica per me il potere di oggi è tanto semplice da capire quanto difficile da scardinare: è l'opposto della gratuità.

domandati cosa fare per smettere di essere ruoli e fare in modo che non ci sia il profitto al centro del paradigma moderno.
Se considero "l'undicesimo" comandamento ama il prossimo tuo come te stesso allora mi viene da dire che le istruzioni per l'uso le abbiamo già, basta saperle leggere.
Il problema se vuoi è essere persona-uomo in mezzo a tante persone-ruolo..reciti anche tu o rischi di essere isolato.
E allora se proprio devi scegliere tra i ruoli perché non preferire i movimenti che tendono al ruolo-modello esistenziale dignitoso piuttosto che quelli il cui obiettivo è il ruolo-consumatore lobotimizzato?
La speranza sarebbe sempre quella di essere una persona-uomo che aspetta che le altre persone-ruolo si sveglino perché si sono finalmente rese conto che il modello esistenziale dignitoso per tutti non è più sufficiente.

Citazione:
si volesse farla ci sarebbe un altruismo tale da fare piangere anche la madonna


Io ne sono convito, l'era dell'egoismo sta finendo e sta arrivando l'era dell'altruismo, la rivoluzione sarà una conseguenza.

Però, ripeto, nel frattempo che si fa? (sicuro nel frattempo mi sa che sono andato OT)

superava
Inviato: 31/10/2012 1:15  Aggiornato: 31/10/2012 1:15
Mi sento vacillare
Iscritto: 28/8/2008
Da: Riolo Terme
Inviati: 416
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Cit:"ama il prossimo tuo come te stesso"

Credo che di solito siamo piu' concentrati sulla prima parte di questa frase e non diamo tanto peso alla seconda...perchè se ci amassimo la prima parte verrebbe molto piu' facile.

Jurij
Inviato: 31/10/2012 6:46  Aggiornato: 31/10/2012 6:56
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Teba
Citazione:
Io me ne accorgerei.
I ragazzi del movimento se ne accorgerebbero.
Il web se ne accorgerebbe.

Siamo realisti.
Il movimento 5 stelle è composto da gente che sa cercare informazioni sul web, gente che vorrebbe uscire dall'euro, gente che sa da dove viene Monti e sa anche che cos'è il Bilderberg... ANCHE SE, nella merdosa ipotesi che Grillo/Casaleggio facciano il volere del "potere", il movimento stesso se ne accorgerebbe prima o poi (e io dico piuttosto in fretta) perchè è stato creato sullo scambio di informazioni e sull'onestà personale.
Pongo estrema fiducia nel m5s, non sto dicendo che sia LA soluzione, ma sicuramente al momento è LA possibilità... se devo riporre le mie speranze da qualche parte io le ripongo in questo movimento.

Non vedo nessuna grande illusione, ma solo una piccola possibilità.

Quoto, concreto.

Se si vuole negare l’appoggio a questo movimento bisogna anche spiegare l’alternativa, ovvero quale sarebbe la soluzione migliore che votare l'M5S.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
mangog
Inviato: 31/10/2012 8:22  Aggiornato: 31/10/2012 8:47
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
La strada per l'inferno è piena di buone intenzioni.
I grillini che si incammineranno in questa strada non solo andranno all'inferno ( o ci porteranno all'inferno..... tanto da far sembrare l'attuale situazione il paradiso..) ma riusciranno anche a costellarla di brutte intenzioni.
Non intravedo nessuna qualità particolare in persone dal passato immacolato.
E come se si scegliesse tra un gruppo di medici quello che dovrà diventare un neurochirurgo tenendo conto solo della sua onestà, dando così per scontato che fare il medico della mutua ed operare "di fine" nel cervello sia la stessa cosa.. Ma fare il politico è ben diverso che fare il chirurgo ? oh! allora comincerei sospettare qualcosa..magari sull'inutilità del politico se non ci fosse da tenere in piedi per forza tutto il peso statale..( con tanto di statalisti e famigle a seguito ) che tanta sicurezza elargisce all'aspirante statalista.
Certamente quasi tutti i politici sono animati dalle più buone intenzioni.. ma una volta a Roma, l'odore dei soldi, del potere, dei poliziotti che battoni i tacchi, fanno girare la testa anche al più santo di loro. ( ma mettiamoci nei panni di un deputato o di un assessore regionale.. è mai possibile che si accontino della metà del redditto di un notaio di secondo ordine di una provincia Italiana.. il cui compito più gravoso è verificare se la foto della carta d'identita corrisponde alla persona davanti? )
Berlusconi con una maggioranza mai vista in parlamento non è riuscito a cambiare di una virgola il sistema Italia. Proponi una legge x? La Corte costituzionale te la rimanda al mittente per gli emendamenti necessari e così via.... oppure gli oscuri padroni del timbro ( la nostra è una società fondata sul timbro e sulle carte bollate non sul lavoro ) fanno melina tanto da stancare il politico più arcigno.

ZIOTONI69
Inviato: 31/10/2012 8:27  Aggiornato: 31/10/2012 8:27
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/4/2009
Da:
Inviati: 41
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
07:27 - E' morto a 27 anni dopo una terapia a base di bicarbonato di sodio per curare un tumore al cervello. E' quanto ha denunciato alla magistratura la famiglia di Luca O., un giovane catanese morto il 18 ottobre scorso in una clinica privata di Tirana dove era ricoverato "per sottoporsi alla terapia indicata dal medico Tullio Simoncini al di là di ogni medicina tradizionale", spiega il legale della famiglia.
Medico già radiato in Italia
Le indagini si stanno svolgendo anche a Tirana: "Abbiamo avviato un ampia inchiesta, sia sul medico italiano e i suoi assistenti albanesi, sia sull'ospedale" che aveva ospitato il giovane catanese, ha spiegato un alto funzionario della polizia albanese. Le stesse fonti hanno fatto sapere che Simoncini, radiato dall'Ordine dei medici in Italia e già in passato al centro di casi di cronaca per le sue terapie alternative, si troverebbe ancora in Albania.

Simoncini è stato già in passato al centro di casi di cronaca e si dice convinto che il cancro sia un fungo, che possa essere trattato con sistemi alternativi rispetto alle terapie tradizionali. Il giovane Luca, cui nel giugno scorso era stato diagnosticato un tumore al cervello, era stato accompagnato a Tirana dai suoi genitori. In Italia, infatti, la pratica seguita da Simoncini è vietata.

Cura "miracolosa" da 20mila euro
Ai famigliari era stato detto dallo specialista - si legge nella denuncia depositata sia a Tirana che presso al Procura della Repubblica di Roma - che attraverso la terapia a base di bicarbonato di sodio "le possibilità di sconfiggere il tumore erano del 70% a fronte di un rischio clinico di trombosi e infezione di circa il 2%". Prezzo della prestazione, da corrispondere in contanti - è scritto nella denuncia - "20mila euro".

Vomito e spasmi sin dall'inizio
Dopo le prime sette fiale di bicarbonato - si legge ancora nella denuncia - Luca comincia a rimettere e ad avvertire forti mal di testa che convincono Simoncini a sospendere la terapia che sarebbe stata ripresa dopo due giorni. Poco dopo l'infusione della restante terapia a base di bicarbonato, il giovane ha accusato gli stessi disturbi, aggravati dall'insorgere di violenti spasmi muscolari. A quel punto un medico albanese decide autonomamente di somministrare una flebo di valium. Le condizioni di Luca, però, precipitano e viene trasferito nel vicino ospedale "Madre Teresa" dove muore dopo pochi minuti.

La vicenda è ora all'esame della Procura di Roma, che ha aperto un fascicolo sulla morte del giovane."E'una storia allucinante - dice Francesco Lauri, avvocato della famiglia - in cui una terapia del tutto sprovvista di validità scientifica a livello nazionale, viene praticata - dietro preventivo pagamento di 20mila euro - irresponsabilmente in strutture non in grado di affrontare un'emergenza. Ci auguriamo che le autorità albanese conducano le appropriate indagini in parallelo con la Procura di Roma".

peonia
Inviato: 31/10/2012 8:57  Aggiornato: 31/10/2012 8:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
E' UN VILE ATTACCO, FALSO!

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
DjGiostra
Inviato: 31/10/2012 9:01  Aggiornato: 31/10/2012 9:01
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
ZIOTONI69:
Questa notizia e' gia' stata ampliamente sbugiardata nel forum su
Simoncini.

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
peonia
Inviato: 31/10/2012 9:07  Aggiornato: 31/10/2012 9:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
HO MESSO IN COMENTI LIBERI UN ANNUNCIO IMPORTANTE, VI PREGO DI PASSARCI.....

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Pyter
Inviato: 31/10/2012 9:50  Aggiornato: 31/10/2012 9:50
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Calvero

La verità è che la rivoluzione non la vuole nessuno, si volesse farla, sarebbe già partita;

Non che io sia pessimista, ma non appena hai parlato di rivoluzione culturale sono partiti dieci messaggi OT sul caso Simoncini.

Va bene che Simoncini è un rivoluzionario, ma sono cose che fanno riflettere.


Ma parlando di cose meno serie, la cultura, checchè ne dicano molti, non va dal basso verso l'alto, ma cade dall'alto verso il basso.

Il popolo non può avere la cultura perchè se l'avesse non delegherebbe un altro a fare cose che potrebbe fare da solo.
E anche volendola fare non ha gli strumenti per poterla attuare, dal punto di vista pratico e forse neanche teorico.

Cerchiamo di ridere fino in fondo, senza paura: il popolo non esiste.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
migZ
Inviato: 31/10/2012 9:52  Aggiornato: 31/10/2012 9:52
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/2/2012
Da:
Inviati: 91
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
superava

Citazione:
Cit:"ama il prossimo tuo come te stesso"

Credo che di solito siamo piu' concentrati sulla prima parte di questa frase e non diamo tanto peso alla seconda...perchè se ci amassimo la prima parte verrebbe molto piu' facile


Sono d'accordo.
Se l'inganno più grande del demonio è stato farci credere che non esiste, il secondo inganno in classifica è stato senza dubbio fare in mondo che non amassimo noi stessi.
L'uomo è una creatura quasi perfetta, è l'unica che sebbene possa fare ha il potere di scegliere di non fare, e quando vedo in giro i decerebrati con i loro "a volte gli animali sono più umani degli uomini" un po' di carogna mi sale...
E' l'obiettivo finale del Potere secondo me, far credere all'uomo di essere allo stesso livello di tutte le altre creature, o un gradino giù addirittura, di non essere degno, di essere un virus per la terra; è l'obiettivo finale del marketing "compra per sopperire alla tua non-perfezione ma mi raccomando sentiti in colpa perché tu puoi comprare e i poveri bimbi Negristan muoiono di fame e anestetizza questo senso di colpa comprando ancora e..."

Come potremmo amare il prossimo (e tutte le altre creature) se per tutta la vita siamo addestrati a non amare noi stessi in primo luogo?

Calvero

Citazione:
Il nostro modello di Vita non è sostenibile in un mondo che ha a cuore gli uomini.

Permettimi di ampliare.
Il nostro modello di vita odierno non ha a cuore l'uomo, ha a cuore il profitto, ed è per questo che sta collassando.
Forse investo di troppa responsabilità e aspettative il M5S ma voglio credere che sia un movimento che vuole iniziare a mettere al centro l'uomo, anche solo per il fatto che ha iniziato a mettere in discussione la delega della gestione della res publica.
Basta delegare a uomini che hanno messo al centro il profitto, iniziamo ad occuparci noi di noi stessi, noi che possiamo ancora guardare questa logica dall'esterno, riconoscerla e non rimanerne sporcati.

aotearoa
Inviato: 31/10/2012 10:14  Aggiornato: 31/10/2012 10:14
Ho qualche dubbio
Iscritto: 19/12/2007
Da: ogni dove
Inviati: 118
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
5 anni fa alle politiche non votai
alle regionali in toscana scheda nulla
secondo voi oggi chi voto?

"Nessuno è così schiavo come chi crede falsamente di essere libero".
Johann Wolfgang v. Goethe
etrnlchild
Inviato: 31/10/2012 10:15  Aggiornato: 31/10/2012 10:15
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 1200
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Citazione:
Come potremmo amare il prossimo (e tutte le altre creature) se per tutta la vita siamo addestrati a non amare noi stessi in primo luogo?


Infatti la frase "Ama il prossimo tuo come te stesso" sembrerebbe stata stuprata rispetto alla versione originale. Cosi' come tutti i "comandamenti", che invece dovrebbero essere leggi naturali, la cui verita' e' confermata dall'esperienza. Il Potere ha stuprato attraverso il linguaggio un messaggio che sarebbe stato Universale e Naturale di per se', senza alcuna imposizione.

Riguardo la frase, (come per molti dei cosiddetti "comandamenti") il verbo non sarebbe stato all'imperativo (ama). Il senso doveva essere "Tu, come che sia, ami e odi il prossimo tuo cosi' come ami e odi te stesso"*, che ha perfettamente senso.



*Da "Il libro del giovane Giovanni"

"Lo spirito del guerriero non conosce né il lasciarsi andare né il lagnarsi, né conosce il vincere o il perdere."
aotearoa
Inviato: 31/10/2012 10:19  Aggiornato: 31/10/2012 10:19
Ho qualche dubbio
Iscritto: 19/12/2007
Da: ogni dove
Inviati: 118
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Teba Citazione:
Io me ne accorgerei.
I ragazzi del movimento se ne accorgerebbero.
Il web se ne accorgerebbe.

Siamo realisti.
Il movimento 5 stelle è composto da gente che sa cercare informazioni sul web, gente che vorrebbe uscire dall'euro, gente che sa da dove viene Monti e sa anche che cos'è il Bilderberg... ANCHE SE, nella merdosa ipotesi che Grillo/Casaleggio facciano il volere del "potere", il movimento stesso se ne accorgerebbe prima o poi (e io dico piuttosto in fretta) perchè è stato creato sullo scambio di informazioni e sull'onestà personale.
Pongo estrema fiducia nel m5s, non sto dicendo che sia LA soluzione, ma sicuramente al momento è LA possibilità... se devo riporre le mie speranze da qualche parte io le ripongo in questo movimento.

Non vedo nessuna grande illusione, ma solo una piccola possibilità.


Quoto e Straquoto
E' l'unico posto dove ognuno di noi possa trovare posto e dare una mano. Possa essere parte attiva e tentare di attuare un reale cambiamento

"Nessuno è così schiavo come chi crede falsamente di essere libero".
Johann Wolfgang v. Goethe
InFlames
Inviato: 31/10/2012 11:11  Aggiornato: 31/10/2012 11:11
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/3/2008
Da:
Inviati: 300
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Un comico va benissimo dopo puttane e papponi, io ci aggiungerei Crozza pure. per una rivoluzione gentile, col sorriso sulla faccia.

Tutto sarà rivelato
ZIOTONI69
Inviato: 31/10/2012 11:17  Aggiornato: 31/10/2012 11:17
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/4/2009
Da:
Inviati: 41
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
da me qualcuno ha letto e mia ha detto guarda! bisogna difendersi dai ciarlatani, e io gli ho fatto notare che la notizia (e) non dicevano nulla facevano solo intendere chi era il colpevole, io ho gli anticorpi a questo sensazionismo da ignoranti

Wewin
Inviato: 31/10/2012 13:11  Aggiornato: 31/10/2012 13:11
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/12/2011
Da: Cologne, Germany
Inviati: 62
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Ci salveranno gli astenuti!! Perche' astenersi e' bello. Fa figo... Come le diete paleolitiche che vengono dagli USA...tirano un casino!
Ma come non vedete perche? Perche' astenendosi dal voto, il sistema crollera'...certo che crollera'...
Perche' tutti gli eletti con i voti di quei poveri fessi che vanno a votare si renderanno conto che non possono governare il paese con l'appoggio di meno della meta' degli elettori...e quindi si dimetteranno...eh si che si dimetteranno....inoltre chiederanno al nostro illustre presidente della repubblica di indire nuove elezioni!! Eh si!!...ed inoltre decideranno di non presentarsi alle prossime elezioni..perche' persone di alta morale che sanno che l'astensionismo e' dovuta alla loro presenza...e' cioe' un modo CONVINCENTE ASSAI per dirgli di andare via...e loro ci andranno....via!

E cosi avremo risolto tutti i nostri problemi !!...non ci saranno piu' leggi vergogna che impoveriscono il paese! Ci saranno vere leggi per combattere la corruzione. Ritorneremo ad essere un popolo sovrano capace di emettere la propria moneta...
e come non gioire al pensiero sulla possibilita' di controllare tutte le forze dell'ordine finalmente usate per proteggere i cittadini e non per la repressione....o dell'introduzione della legislazione atta allo sviluppo delle energie "rinnovabili" e per la cura della salute senza farmaci...contro lo strapotere delle industrie faramceutiche!! Che brividi...che felicita'...non vedo l'ora...

Insomma dai ragazzi tutto si risolvera!!!
Perfavore ringraziate gli astenuti!! Che eroi!! Che uomini!! Che coraggiosi!!
Se non ci fossero loro...bisognerebbe inventarli !!!

P.S. Dimenticavo di dire che cosi facendo risolveremmo anche il PIU GRANDE PROBLEMA che oggi abbia l'Italia..quello del comico piduista massone...quello che controlla le menti di tutti quei poveri fessi che lo seguono credendo che possano avere una voce in capitolo...eh si perche' nascerebbero nuove forze politiche fatta di gente serissima e cazzutisssima...quegli intelliGentoni che prima si ASTENEVANO!!..ed ora farebbero la differenza!! governando il paese...gente coi controcaXXi...

o no??????????

P.S.(2) tutti coloro che convinceranno almeno uno tra amici o parenti ad astenersi dal voto riceveranno una medaglia d'oro con su scritto "....... no meglio non dirlo...non gli vorrei rovinare la sorpresa.....

The true sign of intelligence is not knowledge but imagination.
Calvero
Inviato: 31/10/2012 13:45  Aggiornato: 31/10/2012 13:45
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Citazione:
Ma parlando di cose meno serie, la cultura, checchè ne dicano molti, non va dal basso verso l'alto, ma cade dall'alto verso il basso.

Il popolo non può avere la cultura perchè se l'avesse non delegherebbe un altro a fare cose che potrebbe fare da solo.
E anche volendola fare non ha gli strumenti per poterla attuare, dal punto di vista pratico e forse neanche teorico.



Precisamente.
Così rispondo anche a eternchild.

Io non ho scritto -rivoluzione culturale- in questo Topic, facci caso, ma comunque ne ho sostenuto in altre discussioni la valenza, ma sempre in ordine al suo annullamento.

Da una parte deve essere attraversata la cultura. E' inevitabile. Partiamo da un altra esasperazione: - si potrebbe tranquillamente sostenere che TUTTA la filosofia quando avrà percorso il suo cerchio, arriverà a dimostrare che pensare non serve. Eppure per codificare i segnali inquinati di un Sistema fasullo è inevitabile porsi come "filosofi".

LA cultura, se si ipotizza IL cambiamento, sarà distrutta dalla cultura. La rivoluzione riguarda il nostro modello, le nostre aspirazioni, i nostri desideri, l'idea che si ha del futuro, l'importanza che si dà al futuro e ai figli. Riguarda lo smascheramento di una modernità che non può che essere utile solo al Potere, ed essa infatti lo Crea. Non sarei in linea con quanto dici tu se non ritenessi la Scuola un fascismo, la famiglia una burla e i figli feticci.

Citazione:
Cerchiamo di ridere fino in fondo, senza paura: il popolo non esiste.


E' un po come Dio. Esiste perché può avere un significato se ognuno lo vive come cosa intima, ma non esiste e diventa Satana in persona appena esce dal nostro cuore. Il popolo quando diviene cosa a cui appartenere è come la società: soltanto una parola, malevola.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Calvero
Inviato: 31/10/2012 13:48  Aggiornato: 31/10/2012 13:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Citazione:
Un comico va benissimo dopo puttane e papponi, io ci aggiungerei Crozza pure. per una rivoluzione gentile, col sorriso sulla faccia.


Crozza è un venduto, no un comico.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Calvero
Inviato: 31/10/2012 14:12  Aggiornato: 31/10/2012 15:04
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Citazione:
non lo so Calvero, sinceramente a me sembra che sopravvaluti il Potere.


.. allo stesso modo di come si può sopravvalutare l'amore.

Citazione:
... ma dubito che chi HA il potere ora sia in grado di formulare pensieri così


.. non c'è un "CHI", c'è un Sistema, ci sono i feedback, gli osservatori, ci sono meccanismi che vanno in automatico; anche un mediocre sarebbe capace di formularli, perché nella posizione di Potere non ragioni secondo prospettive faticose. Tutto è servito su un piatto d'argento. Il Potere non suda, non si affanna, non prega nessuno, non lotta, deve solo scegliere e premere qualsiasi "tasto" poiché non si confronta con uomini, ma con ruoli. Una volta che il meccanismo della propaganda è inserito nel mondo del Cinema, per dirne una, dopo non servono scienziati o pseudo Freud a elaborare chissà quali teoremi. Sarà il TREND e il profitto che paga soltanto lì, e non lì, a fare tutto il resto, ci saranno persone e cervelloni che lavoreranno gratis per mettersela in culo da soli e agli altri. Però sono professionisti, brave persone. Vincono anche premi per il progresso e la pace del mondo. E ci credono anche.

Citazione:
Di cosa ha bisogno l'uomo? Di Tutto ed è per questo che cerca di arraffare ogni cosa e il Potere probabilmente è l'ultima cosa che si cerca quando si raggiunge la consapevolezza che ogni cosa non è sufficiente a colmare il desiderio di Tutto.


VA bene.
Il Potere non si cerca, basta vendersi ed è già che bussa alla porta di casa tua.

Citazione:
In quest'ottica per me il potere di oggi è tanto semplice da capire quanto difficile da scardinare: è l'opposto della gratuità.


Amen. Chi dice niente. Ma non dirmi che non si cerca. Nel momento che lo legittimi attraverso il fascismo della democrazia, il resto non conta.

Citazione:
Se considero "l'undicesimo" comandamento ama il prossimo tuo come te stesso allora mi viene da dire che le istruzioni per l'uso le abbiamo già, basta saperle leggere.


Ma non serve andare tanto lontano. Le domande nell'ultimo paragrafo del mio post a cui stai rispondendo, sul perché la forza di Grillo non è stata incanalata .. (?) eccetera eccetera .. non sono astrattismi né mirano alla pace universale *

Citazione:
Il problema se vuoi è essere persona-uomo in mezzo a tante persone-ruolo..reciti anche tu o rischi di essere isolato.


MA certo che sì, ci vogliono le palle mica le crocette.

Il concetto è la PAURA, quella instaurata dalla Propaganda, quella che sta facendo dire ad un altro utente qui dentro, che dopo si riceverà una medaglia perché non si è contribuito ... a cosa?

MA questo tuo concetto è profondamente pessimistico. Perché in realtà stai dicendo --> io so! che rimarrò solo. Quindi se tu hai coscienza che sei in un mondo dove verresti lasciato solo per delle scelte con le palle, non vedo perché dovresti sentirti di lottare per il prossimo o la "società"

E' la compassione [verso sé stessi e gli altri] a scatenare il Potere. Il Potere non scatena nulla, sfrutta. E' diverso.

Citazione:
E allora se proprio devi scegliere tra i ruoli perché non preferire i movimenti che tendono al ruolo-modello esistenziale dignitoso piuttosto che quelli il cui obiettivo è il ruolo-consumatore lobotimizzato?
La speranza sarebbe sempre quella di essere una persona-uomo che aspetta che le altre persone-ruolo si sveglino perché si sono finalmente rese conto che il modello esistenziale dignitoso per tutti non è più sufficiente.


Non mettendo crocette. Così la penso.

*

PS mi ero scordato l'asterisco.

Che non ci si confonda con il solito spauracchio che qualcuno qui mirerebbe a salvare il mondo o a portare la pace. Il mondo sarà sempre afflitto da problemi. Il punto è lottare perché siano i nostri.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
toussaint
Inviato: 31/10/2012 14:19  Aggiornato: 31/10/2012 14:19
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
A proposito, il neo governatore della Sicilia più che un politico è un messaggio subliminale.
Infatti chiamasi...
CROCETTA!!!

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
migZ
Inviato: 31/10/2012 14:27  Aggiornato: 31/10/2012 14:27
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/2/2012
Da:
Inviati: 91
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Citazione:
Perché in realtà stai dicendo --> io so! che rimarrò solo. Quindi se tu hai coscienza che sei in un mondo dove verresti lasciato solo per delle scelte con le palle, non vedo perché dovresti sentirti di lottare per il prossimo o la "società"


SBAM!
mi sono appena scontrato con un muro. Di faccia.
Mi pulisco il sangue e torno.

VIMS
Inviato: 31/10/2012 14:34  Aggiornato: 31/10/2012 14:34
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/11/2011
Da: Ai piedi del monte
Inviati: 334
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Quoto Calvero per i post che, sebbene vadano letti almeno 2 volte, sono, in questo caso, carichi di significato.

Quello che mi sembra manchi al M5S, per quanto ad oggi non sia ufficialmente vincitore di nulla ma sia ufficiosamente il vincitore di questa mini tornata, è proprio un discorso che porti al centro l'uomo.
Non ho letto a fondo il programma ma una mia impressione è che, portando argomenti nuovi, sembra che incarni una sorta di spirito di rivoluzione (rispetto alla vecchia politica) volendo sfruttare gli stessi meccanismi.
Comunque rimane imbrigliato in vecchi schemi che, secondo me, non porteranno a grossi risultati. Ma questo non per una mancanza di tanta buona volontà da parte della maggioranza dei sostenitori, quanto perchè i meccanismi del Potere, ben descritti da Calvero, tenderanno inesorabilmente a frenare ed arrestare questa spinta di cambiamento.

Non mi piace essere disfattista, ma credo che si stia incanalando malamente tanta voglia di uscire da questo schema disumanizzante che viviamo tutti.

IMHO.

VIMS

La Virtù sta nel mezzo
greensoldi
Inviato: 31/10/2012 14:55  Aggiornato: 31/10/2012 15:10
So tutto
Iscritto: 18/9/2012
Da:
Inviati: 11
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
HO MESSO IN COMENTI LIBERI UN ANNUNCIO IMPORTANTE, VI PREGO DI PASSARCI.....

io non l'ho trovato a cosa si riferisce?
scusatemi ma sono un novizio

Citazione:
"Un uomo sulla luna non sarà mai interessante come una donna sotto il sole"
peonia
Inviato: 31/10/2012 15:27  Aggiornato: 31/10/2012 15:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
@greensoldier

te l'ho mandato in messaggio privato qui sul sito, guarda in posta in arrivo

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Morpheo70
Inviato: 31/10/2012 17:10  Aggiornato: 31/10/2012 17:10
Ho qualche dubbio
Iscritto: 12/5/2011
Da:
Inviati: 88
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Io sinceramente mi so scocciato, veniamo da più di 20 anni di bugie, coalizioni nascoste, politici che ce l’ hanno messo in quel posto mandando il paese in rovina, purtroppo non potevamo far niente ormai il giro era chiuso, e come in una grande azienda che ha un giro chiuso di corruttori e corrotti ( da una parte tecnici e ufficio acquisti e dall’ altra imprenditorie le loro aziende ) cioe di chi affida lavori e chi riceve i lavori, vi assicuro è impossibile entrarci!!!

Quando un giro è chiuso, cioè quando la corruzione funziona è impossibile entrarci (legalmente), possiamo vederlo nella vita quotidiana figuriamoci a quei livelli. Non dimenticate il bigliettino che trovo’ Monti sul tavolo in parlamento, quel bigliettino è molto importante per chi capisce il giro chiuso, se Monti l avesse accettato e non avrebbe chiesto di chi fosse in automatico sarebbe entrato nel giro.

Non mi convince Renzi, ma la mia sensazione è quella di mettere insieme i manovratori del PDL e PD-L, per riprogrammare il giro chiuso, facendo quello che hanno fatto fino adesso e con l’ esperienza acquisita ci faranno ancora piu’ male.
Ho la sensazione che dietro Renzi ci sia il Berlusca , ma è solo una sensazione.

Grillo e da una vita che cerca di far capire con la satira che il sistema è questo, addirittura prevedendo scandali e crac finanziari, mentre noi facevamo i nostri interessi senza guardare al futuro, adesso qualcosa è cambiato nel giro chiuso, e bisogna approfittarne altrimenti se riescono a sistemare la crepa ritorniamo come prima, e stavolta sentiremo più dolore.
Grillo non va’ in Tv perche?
Apriamo gli occhi dai, mi fanno ridere quando i cronisti delle reti mediaset che dicono Grillo non vuole parlare con noi, tu faresti entrare in casa tua uno che è comandato dal tuo nemico politico e non politico e che fino a ieri te l’ ha messo in quel posto? .. finche paghiamo i giornali con i finanziamenti non avremo mai un buon giornalismo.
Stiamo vivendo le cose piu’ assurde calpestando l’ intelligenza dell’ essere umano da anni.

Con questo non dico che Grillo sia il salvatore ma ci sta dando una possibilità per uscire da questo giro chiuso, gia il fatto che si riducono lo stipendio, rinunciano ai finanziamenti, ricordiamoci che con 29000€ hanno fatto la campagna politica in sicilia, niente politica per chi ha la fedina sporca,mettono online i vari bilanci,ecc ecc è una bella cosa, chi farebbe una cosa del genere oggi? Nessuno !!!! … ci hanno messo 15 giorni a tagliare le pensioni , per gli stipendi dei parlamentari e consiglieri è anticostituzionale è stanno ancora a pensarci ……. Svegliaaaaaaaaaaa continuano a prenderci per il culo nonostante sono stati smascherati, intanto daremo la pensione e la buonuscita alla Minetti e continuiamo a pagare i consiglieri del Lazio Urra’ !!!!!!!!! in costituzione ce scritto che si possono bastonare i vecchi? È vergognoso!!!

Non hanno esperienza, ma hanno voglia di cambiare il paese, questo merita un po’ di fiducia da parte mia.

mangog
Inviato: 31/10/2012 17:23  Aggiornato: 31/10/2012 17:25
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Citazione:


Autore: Morpheo70 Inviato: 31/10/2012 17:10:55

niente politica per chi ha la fedina sporca,



Il primo giudice che passa ti sporca la fedina come e quando vuole.
Se il semplice fatto di essere indagato non conta oppure se bisogna aspettare la sentenza della cassazione per arrivare ad una verità processuale ( non tiriamo in ballo l'altra verità ) che conferma il reato.... siamo freschi....
Come eliminare in maniera elegante un avversario politico: paghiamo una Ruby mischiamola con una Bocassini e l'avversario non esiste più.

Morpheo70
Inviato: 31/10/2012 18:25  Aggiornato: 31/10/2012 18:25
Ho qualche dubbio
Iscritto: 12/5/2011
Da:
Inviati: 88
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
X mangog

Vero, molto vero!! chiunque ha potere oggi puo' rovinarti la vita,giudici in primis, ma se si riesce a semplificare un po' le leggi con gente un po' piu' responsabile e onesta si possono ridurre gli abusi, il DDL anticorruzione è l' ennesima presa per il culo dei soliti partiti, il movimento di grillo sara' preso di mira da tanti poteri forti, ma almeno per qualsiasi scandalo possa uscire io gia' so' che non daro' 19000€ al mese a nessun dei suoi parlamentari, non finanziero' il suo movimento, e se voglio spiegazioni su qualche bilancio mi basta mandare un e-mail e avro tutte le spiegazioni, non dico che è il massimo per governare un paese ma è un inizio.

Jurij
Inviato: 31/10/2012 22:53  Aggiornato: 31/10/2012 22:53
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Wewin, astenersi non va bene, M5S nemmeno, allora che soluzione dai ?

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
matteog
Inviato: 31/10/2012 23:23  Aggiornato: 31/10/2012 23:23
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/9/2009
Da: Roma
Inviati: 966
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
@Jurij

anch'io sono contro l'astensione, anche se devo vedere se queste elezioni ci sarà qualcuno salvabile.

Ti posso dire la mia che tempo fa l'avevo già esposta, premettendo però che io non sopporto la democrazia quindi cambierei con rivoluzione il sistema.

La mia:

votare il partito meno corrotto, più pratico e meno demagogo ecc. all'inizio se tutti votassero veramente il meno peggio vincerebbe il partito/coalizione che fa solo schifo, alla successiva elezione concorrerà con questo un partito migliore se vuole vincere e così via.
Ad ogni elezione sparisce un partito fogna, fino ad arrivare ad un governo decente.
Il problema, invece, dell'Italia e che la fogna sta già negli elettori.

Comunque la mia è una proposta utopistica ma il non votare di sicuro fa vincere il peggio con rare eccezioni.

"Cercare il complotto è sano, trovarlo dappertutto è follia." M. Galante
mangog
Inviato: 1/11/2012 8:17  Aggiornato: 1/11/2012 9:02
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Citazione:

Autore: matteog Inviato: 31/10/2012 23:23:41

se tutti votassero veramente il meno peggio vincerebbe il partito/coalizione che fa solo schifo,


Ma si già che ci siamo possiamo anche affermare che non tutti hanno il diritto di voto... quelli magari inclini a votare un partito non meno peggio.
Ci vorrebbe la patente per il voto. Rilasciata dai sindacati e patronati con tanto di verifica per non fare il doppio gioco. Cioè non più votare segretamente ma in pubbblico in mezzo alla piazza.

La gente ha il dente avvelenato con la politica invece di prendersela con lo stato. Lo stato se ne frega della politica e dei politici.
Il bamboccione molte volte confonde stato = democrazia o meglio che solo con uno stato FORTE ( quello che ti spia.. che ti tassa al 65 %... che richiede l'autorizzazione per le tende da sole alle finestre .. insomma quello che piace tanto all'intellettuale da salotto tanto ammirato dall'aspirante statalista ) può esserci il contesto giusto per far fiorire la democrazia.

Jurij
Inviato: 1/11/2012 8:51  Aggiornato: 1/11/2012 8:51
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
matteog
Citazione:

votare il partito meno corrotto, più pratico e meno demagogo ecc. all'inizio se tutti votassero veramente il meno peggio vincerebbe il partito/coalizione che fa solo schifo, alla successiva elezione concorrerà con questo un partito migliore se vuole vincere e così via.
Ad ogni elezione sparisce un partito fogna, fino ad arrivare ad un governo decente.
Il problema, invece, dell'Italia e che la fogna sta già negli elettori.

Comunque la mia è una proposta utopistica ma il non votare di sicuro fa vincere il peggio con rare eccezioni.

Come dici anche tu non sarà la soluzione migliore, però è un passo avanti positivo e comunque un’idea concreta (e forse realizzabile).

Quello che manca dal mio punto di vista è una coscienza collettiva degli elettori, abituati a farsi prendere dalla pubblicità e dalle mode anche nella gestione della società.

Grillo "sbraita" da tempo che non gli serve il voto di chi poi se ne sta a fare il guardone senza più fare niente.

A lui serve gente che vuole prendere il mano il proprio futuro e che non teme di lottare contro gli stereotipi.

In effetti la crescita troppo veloce del M5S gi sarebbe fatale perchè significherebbe un voto d'entusiasmo del momento e non di cambio di atteggiamento.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
DjGiostra
Inviato: 1/11/2012 9:17  Aggiornato: 1/11/2012 9:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
@Morpheo70:
Citazione:
Non hanno esperienza, ma hanno voglia di cambiare il paese, questo merita un po’ di fiducia da parte mia.

Parole sante !
E per citare le parole di Grillo:
"Avete due possibilita': 1 - Fare un salto nel buio con noi che, per carita', non
saremo perfetti e magari peggio di quelli attuali, oppure 2 - Continuare con
questo suicidio assistito con gli attuali partiti morti"
(Oddio, le parole non sono le stesse ma il significato si.)

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
DjGiostra
Inviato: 1/11/2012 9:19  Aggiornato: 1/11/2012 9:19
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
@Mangog:
Citazione:
La gente ha il dente avvelenato con la politica invece di prendersela con lo stato. Lo stato se ne frega della politica e dei politici.

Qui ti do' ragione ! Il popolo italiano e' lo stato e questa frase ci calza a
pennello !

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
DjGiostra
Inviato: 1/11/2012 9:30  Aggiornato: 1/11/2012 9:31
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Premesso che io sono un condannato in via definitiva:
Citazione:
Il primo giudice che passa ti sporca la fedina come e quando vuole.

Lo sai vero che se un giudice emette una ordinanza restrittiva nei tuoi
confronti senza avere delle prove tu puoi chiedere i danni allo stato e se
lo stato trova un dolo o una colpa grave nel giudice ,gli puo' chiedere i danni ?
Il certificato penale viene "sporcato" solo a sentenza definitiva e non
in primo grado o in appello ma solo in cassazione !! (Sempre che la cassazione
non annulli la sentenza di appello per vizio di forma e chieda di rifarlo..)

Citazione:
Come eliminare in maniera elegante un avversario politico: paghiamo una Ruby mischiamola con una Bocassini e l'avversario non esiste più.

Perche' pagare una Ruby qualsiasi quando ci sono direttamente le intercettazioni
telefoniche che lo accusano ?
Per chiarezza sappi che Ruby non ha mai accusato lo psiconano ma al
contrario, lo ha sempre difeso...

Ora: che ci siano alcuni giudici in malafede e' palese ma che tutta la
magistratura lo sia o sia pilotata o quant'altro mi sembra il risultato chiaro
del bombardameto mediatico durato 20'anni dello psiconano.

Se la sinistra avesse voluto che lo psiconano non scendesse in politica
avrebbe potuto farlo alzando un'obiezione di illeggibilita' di silvio essendo
lui o la sua famiglia proprietario di mezzi di infirmazione e quindi
ineleggibile.

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
mangog
Inviato: 1/11/2012 10:49  Aggiornato: 1/11/2012 10:50
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Citazione:


Autore: DjGiostra Inviato: 1/11/2012 9:30:26

Lo sai vero che se un giudice emette una ordinanza restrittiva nei tuoi
confronti senza avere delle prove tu puoi chiedere i danni allo stato e se



Ma è mai possibile che tu sia così ammaestrato da un certo tipo di propaganda?
I giudici se ne fregano di quello che tu puoi intentare... intanto sei indagato oppure in galera.
Ma dai.. nemmeno i radicali sono riusciti a responsabilizzare i giudici..
La discrezionalità, prevista da un costituzione vecchia ed ammuffita, dà al giudice un potere quasi senza limite. Il carcere preventivo e la denuncia d'ufficio con la loro discrezionalità è quanto di più antidemocratico ci possa essere in Italia.
La denuncia d'ufficio è un principio valido per entro un certo contesto ma i giudci sono molti inclini ad abusarne o per via del loro ego o perchè telecomandati..
Se muore uno in ospedale e nessun parente ( perchè magari è solo ) sospetta un caso di malasanità chi può voler giustizia ?
Un giudice può inventarsi qualsiasi istruttoria perchè risponde solo a se stesso
Io voglio votare il giudice non il politico...

DjGiostra
Inviato: 1/11/2012 12:03  Aggiornato: 1/11/2012 12:03
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
@Mangog:
Citazione:
Ma è mai possibile che tu sia così ammaestrato da un certo tipo di propaganda?


saro' anche "ammaestrato" da "certa propaganda" come dici tu ma sta' di
fatto che quello che ho detto e' vero:
Un giudice che sbaglia per dolo o colpa grave ne risponde se citato.
La legge dice questo !

Citazione:
I giudici se ne fregano di quello che tu puoi intentare... intanto sei indagato oppure in galera.

Se dopo 3 gradi di giudizio sei ancora in galera vuol dire che di prove per la
tua colpevolezza ci sono. Se sei innocente e lo puoi dimostrare puoi chiedere
i danni allo stato il quale si rivarra' sui giudici..

Citazione:
Il carcere preventivo e la denuncia d'ufficio con la loro discrezionalità è quanto di più antidemocratico ci possa essere in Italia.

BALLE !! il carcere preventivo e la denuncia d'ufficio sono regolamentate da
leggi ben precise !! Poi le leggi sono sbagliate ma i giudici sono tenuti a rispettare
questi regolamenti.


Citazione:
La denuncia d'ufficio è un principio valido per entro un certo contesto ma i giudci sono molti inclini ad abusarne o per via del loro ego o perchè telecomandati..

Se certo !! Soprattutto se l'accusato e' piccolo e con la testa catramata
e risponde al nome di silvio ??
Guarda caso la storia dei giudici telecomandati e di sinistra l'ha sparata
testa d'asfalto !!!
Mangog.. SVEGLIAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA !!!!!!!

Citazione:
Se muore uno in ospedale e nessun parente ( perchè magari è solo ) sospetta un caso di malasanità chi può voler giustizia ?

Quindi ogni volta che muore una persona in ospedale bisogna aprire un
fascicolo ???
Va bene ma almeno facciamo in modo che i procedimenti si velocizzino.
Non mi sembra che negli ultimi 20'anni le leggi abbiano fatto cio' anzi..

Citazione:
Un giudice può inventarsi qualsiasi istruttoria perchè risponde solo a se stesso

Certo !! De Magistris docet..
Un'inchiesta che stava mascherando un po' di magagne glie l'hanno tolta
e smontata e mandato dinnanzi al CSM.
Citazione:
Io voglio votare il giudice non il politico...

Il problema e' che non voti ne uno ne l'altro !

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
DjGiostra
Inviato: 1/11/2012 12:30  Aggiornato: 1/11/2012 12:30
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Tanto per capirci quanto i giudici sono onnipotenti..

Vedi Qui


E con questo la chiudo che tanto..

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
mirco
Inviato: 1/11/2012 14:22  Aggiornato: 1/11/2012 14:35
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/1/2010
Da:
Inviati: 387
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
L'appello radicale per la riforma della giustizia veniva sottoscritto anche da molti magistrati.

« L’otto novembre 1987 gli italiani sono chiamati ad esprimersi su due aspetti particolarmente rilevanti della crisi della giustizia. Di fronte a insensibilità politiche e a resistenza corporative, i referendum sulla giustizia rappresentano un’occasione unica offerta ai cittadini per riaffermare fondamentali principi dello stato di diritto, abolire anacronistici privilegi e irresponsabilità e rivendicare improrogabili riforme. Lo strumento referendario restituisce così la parola ai cittadini. Non è più accettabile, infatti, che i ministri responsabili di gravi reati non vengano perseguiti. Non è più accettabile che i magistrati che, per colpa grave, abbiano danneggiato un cittadino non siano chiamati a risponderne dinnanzi ad un loro collega. Introducendo la responsabilità civile dei magistrati per colpa grave (grave negligenza, grave imperizia, gravi omissioni) non si intacca ma si riafferma la loro autonomia ed indipendenza. Abrogando i poteri istruttori della commissione inquirente per i reati dei ministri si eliminano inammissibili impunità. Noi voteremo SI ed invitiamo a votare SI perché anche politici e magistrati rispondano, come ogni cittadino, di fronte alla legge »


DjGiostra leggi bene quanto segue:


Dopo la scelta degli italiani circa la responsabilità civile dei giudici, il Parlamento approvava la Legge 13 aprile 1988 n. 117 sul "Risarcimento dei danni cagionati nell’esercizio delle funzioni giudiziarie e responsabilità civile dei magistrati", nota come «legge Vassalli», (votata da Pci, Psi, Dc) il cui disposto, secondo i Radicali, si allontanava decisamente dalla decisione presa dagli italiani nel referendum, facendo ricadere la responsabilità di eventuali errori non sul magistrato ma sullo Stato, che successivamente poteva rivalersi sullo stesso, ma solo entro il limite di un terzo di annualità dello stipendio. Dall'epoca della sua entrata in vigore, nessuna sentenza di condanna è mai stata pronunciata sulla base di tale legge.

Le legge esiste ma nessun giudice condannerà mai un altro giudice. Dunque risulta evidente che la magistratura Italiana opera in un contesto molto anomalo.
Il potere giudiziario nei fatti si trova al di sopra di quello legislativo.

DjGiostra
Inviato: 1/11/2012 15:24  Aggiornato: 1/11/2012 15:24
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
@Mirco:
Citazione:
il Parlamento approvava la Legge 13 aprile 1988 n. 117 sul "Risarcimento dei danni cagionati nell’esercizio delle funzioni giudiziarie e responsabilità civile dei magistrati", nota come «legge Vassalli», (votata da Pci, Psi, Dc) il cui disposto, secondo i Radicali, si allontanava decisamente dalla decisione presa dagli italiani nel referendum, facendo ricadere la responsabilità di eventuali errori non sul magistrato ma sullo Stato, che successivamente poteva rivalersi sullo stesso, ma solo entro il limite di un terzo di annualità dello stipendio.

Ed e' quello che ho detto io piu' o meno..

Citazione:
Dall'epoca della sua entrata in vigore, nessuna sentenza di condanna è mai stata pronunciata sulla base di tale legge.

Mai detto che ci fosse stata una.

Citazione:
Le legge esiste ma nessun giudice condannerà mai un altro giudice.

Puo' anche essere che non ci fossero i presupposti.
Ricordo che la condanna verso un giudice ci deve essere dopo che si e'
dimostrato o il dolo o la colpa grave.
Poi puo' essere anche come dici tu ma mi sembra che il CSM qualche
"condanna" nei confronti di alcuni giudici l'abbia emessa..


Citazione:
Dunque risulta evidente che la magistratura Italiana opera in un contesto molto anomalo.

Su questo siamo d'accordo.

Citazione:
Il potere giudiziario nei fatti si trova al di sopra di quello legislativo.

Su questo invece in pieno disaccordo.
Se cosi fosse gente come Dell'utri e il nanetto malefico gia' marcivano
in galera invece, GRAZIE ALLE LEGGI che si sono fatti, sono ancora liberi.

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
DjGiostra
Inviato: 1/11/2012 15:25  Aggiornato: 1/11/2012 15:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Parliamoci chiaro: io non sono qui a dire che i giudici sono tutti santi e
onesti anzi.. ma da qui al dire che tutta la magistratuta e' come dite voi
ce ne passa di acqua sotto i ponti..

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
totalrec
Inviato: 1/11/2012 15:52  Aggiornato: 1/11/2012 15:52
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
InFlames:
Citazione:
Un comico va benissimo dopo puttane e papponi


Ma sì.
Anche un pasticciere o un benzinaio vanno bene, già che ci siamo.
Un odontotecnico, se non sbaglio, lo abbiamo già avuto.
Tutto fuorché uomini politici, eh, ché poi quelli rubano e fa brutto.
Gli odontotecnici, invece...

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
Calvero
Inviato: 1/11/2012 16:56  Aggiornato: 1/11/2012 16:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
_______________________
_________________
_______

Grillo mente, oppure è pilotato in parte, oppure è inconsapevolmente ingenuo, oppure è accecato nella rabbia di un vent'ennio in cui lo hanno [ingiustamente] maltrattato, oppure tutte le cose insieme ...
.. ed ecco che quando sostiene:

Citazione:
Grillo "sbraita" da tempo che non gli serve il voto di chi poi se ne sta a fare il guardone senza più fare niente.



Chi vota è il guardone par excellence.

Tolte infinitesimali eccezioni.. questa è la condizione esistenziale primigenia emotiva e inconscia che guida colui che ---> elegge; è la sua natura. Non ci si può sottrarre alle Leggi dell'universo.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
DjGiostra
Inviato: 1/11/2012 16:59  Aggiornato: 1/11/2012 16:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
@Calvero:
O piu' semplicemente vuole fare leva sul voto per scuotere le coscienze
degli italiani.
Non tutti arrivano alla tua conclusione. (vera o no che sia)..

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
Calvero
Inviato: 1/11/2012 17:17  Aggiornato: 1/11/2012 17:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Citazione:
O piu' semplicemente vuole fare leva sul voto per scuotere le coscienze
degli italiani.


Caspita! adesso c'è pure qualcuno in giro che spera di sottrarsi alle Leggi dell'universo.

Neanche Gesù Cristo c'ha provato, infatti saggiamente si è limitato a ricordarci chi siamo; sarà mai un caso che la politica serve a farcelo scordare? .. chissà

Lunga Vita a Berlusconi e a Gesù Cristo, sempre.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
DjGiostra
Inviato: 1/11/2012 17:19  Aggiornato: 1/11/2012 17:19
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
@Calvero:
Citazione:
Caspita! adesso c'è pure qualcuno in giro che spera di sottrarsi alle Leggi dell'universo.

???????????

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
Jurij
Inviato: 1/11/2012 19:17  Aggiornato: 1/11/2012 19:20
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Calvero
Citazione:
Chi vota è il guardone par excellence.

Tolte infinitesimali eccezioni.. questa è la condizione esistenziale primigenia emotiva e inconscia che guida colui che ---> elegge; è la sua natura. Non ci si può sottrarre alle Leggi dell'universo.


Lo so Calvero, per quello ho scritto poi la parte sotto:

Citazione:
In effetti la crescita troppo veloce del M5S gli sarebbe fatale perchè significherebbe un voto d'entusiasmo del momento e non di cambio di atteggiamento.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Jurij
Inviato: 1/11/2012 19:29  Aggiornato: 1/11/2012 19:29
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Calvero
Citazione:
Caspita! adesso c'è pure qualcuno in giro che spera di sottrarsi alle Leggi dell'universo.

Credo che sia anche bello che vi sia ancora gente che mantiene una speranza.

Quante gare e quante cose perdiamo in questa vita, eppure c’è una cosa che il “destino” che manovra non ci potrà mai togliere se non lo vogliamo.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
redribbon
Inviato: 1/11/2012 19:49  Aggiornato: 1/11/2012 19:49
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/1/2006
Da: Firenze
Inviati: 614
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Citazione:
Ma forse il terzo fenomeno, più importante di tutti, è quello dell'astensionismo, che in Sicilia ha raggiunto quote storiche: più della metà degli aventi diritto ha disertato le urne.



Questo è male, molto male,
si rischia di finire come nei paesi da democrazia-pacco come USA ed Inghilterra.
Le persone dovrebbero ficcarsi bene in testa che
l'astensionismo non resta tale, ma diventa un voto a favore della situazione attuale.
Con l'astensionismo non si fa altro che fare il gioco del vero potere che vuole manipolare la massa a proprio piacimento. Non è un caso se nella finta democrazia per eccellenza, gli USA, votano meno della metà degli aventi diritto,
questo è proprio ciò che vuole il potere: diseducare intellettualmente e, quindi, civilmente, la gente affinchè non si occupi della cosa pubblica e non rompa i coglioni ai progetti di qualche gruppetto di ricchi-illuminati.

Il popolo dovrebbe invece fare l'esatto opposto e recarsi in massa alle urne per mettere i bastoni tra le gambe del potere.
Non c'è nessuno che soddisfa?
Bhe allora si deve prendere il primo che capita nella strada e candidarlo,
che so,
il carrozziere, il panettiere un operaio (possibilmente con un consulente legale accanto) o chi vi pare.
Sicuramente meglio votare per chi va a lavorare di notte per fare il pane piuttosto che per i vari casini- berlusconi-bersani, insomma, per la solita cricca che continua a portare l'Italia allo sfascio.

“datemi il controllo della moneta di una nazione e non mi importa di chi farà le sue leggi”

Mayer Amschel Rothschild
JohnTitor
Inviato: 1/11/2012 20:35  Aggiornato: 1/11/2012 20:35
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/11/2010
Da: Tampa
Inviati: 602
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Io la vedo alla Monty Pyton.
penso che molti dei 15 grillini eletti con soli 9% degli aventi diritto mollerà Grillo con una scusa e si terrà i 20 mila euro mensili netti con rimborsi, buonuscita ed il resto.
In 5 anni sono un milione di euro irraggiungibili neanche in una vita di lavoro per un operaio di Termini Imerese.
Credo che almeno la metà farà così.

mirco
Inviato: 1/11/2012 22:03  Aggiornato: 1/11/2012 22:03
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/1/2010
Da:
Inviati: 387
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Citazione:


Autore: DjGiostra Inviato: 1/11/2012 15:24:09


Le legge esiste ma nessun giudice condannerà mai un altro giudice.

Puo' anche essere che non ci fossero i presupposti.
Ricordo che la condanna verso un giudice ci deve essere dopo che si e'
dimostrato o il dolo o la colpa grave.



Lasciamo stare. Resta con la tua convinzione, ognuno merita la propria.

Wewin
Inviato: 2/11/2012 2:14  Aggiornato: 2/11/2012 2:16
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/12/2011
Da: Cologne, Germany
Inviati: 62
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Citazione:
Autore: Jurij Inviato: 31/10/2012 22:53:54

Wewin, astenersi non va bene, M5S nemmeno, allora che soluzione dai ?


Amo le cose pratiche e fattibili.

Da qui ad Aprile prossimo, mi viene difficile credere che i cittadini italiani si "risveglino", comprendano molte delle cose interessanti che qui si discutono, e si organizzino autonomamente sovvertendo il governo e le istituzioni pubbliche attuali.

Le istituzioni pubbliche sono controllate da questi personaggi da sempre. Attraverso questo controllo perpetrano i loro crimini. Credo quindi che, in attesa di una soluzione definitiva di cui sopra, l'unico modo per arginare, questo scempio (le vari leggi e leggine che stanno ammazzando le persone ed il paese - e non mi riferisco solo alla parte economica) sia quello di identificare un partito politico o un movimento o una lista civica - il meno peggio di cui si parlava - e votarlo(a), di modo che si possa mettere finalmente mano ad una radicale modifica di quelle istituzioni pubbliche di cui sopra.

L'astensione non aiuta, anzi. Di solito sono i militanti dei vecchi partiti i più' presenti alle urne.

Se poi qualcuno ha l'asso nella manica da qui ad Aprile. Beh si faccia avanti. Ho gli occhi e le orecchie aperte.

P.S. Non ho mai detto di nn votare M5S. Anzi. In questo momento credo che sia il meno peggio con serie possibilità' di controllare in futuro le nostre istituzioni pubbliche.

The true sign of intelligence is not knowledge but imagination.
Jurij
Inviato: 2/11/2012 6:30  Aggiornato: 2/11/2012 6:30
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Grazie Wewin, ho capito il tuo pensiero.

Credo che siamo sulla stessa lunghezza d'onda.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Calvero
Inviato: 2/11/2012 12:28  Aggiornato: 2/11/2012 13:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Jurij

Citazione:
Credo che sia anche bello che vi sia ancora gente che mantiene una speranza.


Perdona Jurij, e lo dico sapendo che risulti una bella persona, ma questa è demagogia e populismo mixati di qua della "barricata", nella contro-informazione. Anche se in buona fede, va compresa la mistificazione.

Non si può sperare andando contro-natura. L'uomo è l'uomo, Jurij, e solo il Diavolo e il Dio della Bibbia sperano di cambiarlo. Qui c'è una grande illusione invece, e molto più grande di quel che già qualcuno vuole vedere come una - piccola possibilità. Troppo facile asciugarsela così con la retorica. Qui si sta tutti per prendere un'altra tranvata epocale.

Non ho nulla contro la speranza, ti dirò più: neanche verso le utopie; lo sostengo fermamente, non tanto per fare scena. Ma le speranze perché non vengano fagocitate dall'irrealtà del Sistema devono fare i conti con l'umano. Devono fare i conti con cosa è l'uomo. Esaspero e sintetizzo:

Colui che dice - «mi fido di Te», in realtà sta dicendo «non mi fido di me stesso». Il resto è fuffa. Così come è fuffa quella di dire che la Politica nel Sistema odierno è cosa attiva: fa parte degli intellettualismi da salotto; dei politologi dietro le scrivanie, dei burocrati, dei teorici. Sono bugie. Il paradosso è che l'unica vera politica è la non-politica; la vera "politica" sono i nostri desideri e cosa vogliamo dalla vita. Non può esistere un Governo che abbia a cuore l'uomo, poiché l'uomo non a cuore sé stesso, ma pretende di essere governato meglio.

La verità è che abbiamo paura di noi stessi, nel profondo. E non è filosofia questa, non è metafisica, ed è il mondo di merda lì fuori a dimostrarlo. Ogni santissimo giorno da svariati secoli. Un mondo che è riflesso di paura, quella paura primigenia che invece di farci guardare dentro cerca la strada più facile, è naturale: cerca qualcuno di fiducia. E se lo mette in culo di nuovo. E la storia si perpetua. Se tu vuoi parlare di speranza, spera che l'uomo ritorni a sé stesso e ripudi quel che di moderno non è più sostenibile. MA non lo farà, perché è avido e pretende il benestare per diritto di nascita. Pretende la Pace per diritto di nascita. Pretende il Governo.


redribbon:

Citazione:
Con l'astensionismo non si fa altro che fare il gioco del vero potere che vuole manipolare la massa a proprio piacimento. Non è un caso se nella finta democrazia per eccellenza, gli USA, votano meno della metà degli aventi diritto,
questo è proprio ciò che vuole il potere: diseducare intellettualmente e, quindi, civilmente, la gente affinchè non si occupi della cosa pubblica e non rompa i coglioni ai progetti di qualche gruppetto di ricchi-illuminati.



CAZZATE

Ma tu di quale Potere stai parlando, di grazia? Tu stai parlando del teatrino della politica. Allora certo che sì, stanno così le cose. Dove si firma?

Tu non stai parlando del Potere, poiché il Potere che sta disumanando il mondo e facendo milioni di morti, povertà e terrore, e sparge propaganda 24 ore su 24 .. è quello che chiede che la democrazia, cioè il fascismo evoluto contemporaneo, in un modo o nell'altro venga legittimata. Se vuoi metterla infantilmente e in maniera manichea, così come stai facendo con "buoni e cattivi" in sostanza, scordandoti, così, con un saltino quantico di un milione di anni Luce, che i veri figli di puttana siamo NOI ... allora, come in Topolino o in un Film di Michael Bay potremmo dire che se si astengono tutti si potrebbe dare quello che sarebbe un vero segnale, se si astengono in pochi il teatrino farà quel cazzo che gli pare, se non si astiene nessuno il teatrino farà quel cazzo che gli pare lo stesso. Il punto è, al solito, che non si vuole ammettere che si è perso. E che questo sistema è liberticida, punto. E che chi sta bene in questo sistema è perché in un gioco internazionale qualcun'altro verrà ucciso, massacrato o trasformato in terzo mondo, per il nostro benessere.

La questione è sempre la stessa: essere o non essere - cioè, essere uomini o essere elettori. Credere in noi stessi o negli altri. E via discorrendo. Qui la speranza è il pericolo primo, non è per niente che si dice di come l'Inferno sia lastricato di buone intenzioni.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Pyter
Inviato: 2/11/2012 12:43  Aggiornato: 2/11/2012 12:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Jurij
Credo che sia anche bello che vi sia ancora gente che mantiene una speranza.


E' la stessa cosa che ha detto Zeus, estendendolo a tutta l'umanità, quando ha architettato il complotto del Vaso di Pandora.

E' passato tanto tempo da allora, non continuiamo ancora a prenderci per i fondelli.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
DjGiostra
Inviato: 2/11/2012 17:21  Aggiornato: 2/11/2012 17:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
@Mirco:
Citazione:
Lasciamo stare. Resta con la tua convinzione, ognuno merita la propria.

E quale sarebbe la mia convinzione ?

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
mangog
Inviato: 2/11/2012 18:02  Aggiornato: 3/11/2012 7:34
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Citazione:

Autore: DjGiostra Inviato: 2/11/2012 17:21:38

@Mirco:
Citazione:

Lasciamo stare. Resta con la tua convinzione, ognuno merita la propria.


E quale sarebbe la mia convinzione ?


Basta Dj.. dopo un pò la gente si stanca.. tu non hai nessuna convinzione e sarebbe troppo o sciocco pretenderla.

DjGiostra
Inviato: 2/11/2012 18:07  Aggiornato: 2/11/2012 18:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
@Mangog:
Tu hai portato le tue argomentazioni e io le mie controargomentazioni.
Se ti stanchi di contro-controargomentare non e' colpa mia.
Io ho riportato come sta' la legge e non le mie opinioni oltre a dei fatti
che di fatto smentiscono la balla della magistratura pilotata.
PUNTO ! Se poi la vuoi piantare qui piantiamola per me non e' un problema.

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
DjGiostra
Inviato: 2/11/2012 18:10  Aggiornato: 2/11/2012 18:10
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
@Mangog:
Citazione:
tu non hai nessuna convinzione a sarebbe troppo o sciocco pretenderla.

Sbagliatissimo.
1 - Io ho la mia opinione ma non l'ho esposta piu' di tanto.
2 - una opinione non va pretesa
3 - sarebbe sciocco o troppo che io abbia una convinzione ?
Ma che cazzo dici ?

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
Polonio
Inviato: 2/11/2012 19:46  Aggiornato: 2/11/2012 19:46
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/8/2009
Da:
Inviati: 797
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
il menopeggismo è lo stadio terminale del whishful thinking; un morbo che affligge il nostro pianeta sin dai tempi di adamo ed eva. si stima che oltre il 100% della popolazione votante del pianeta ne sia affetto. in alcune aree del globo le percentuali sono addirittura maggiori.
chi viene colto da questo male perde ogni capacità di produrre idee pratiche e relizzabili. si nutre quindi delle idee dei menopeggi che trova a portata di notizia, nella convinzione che questo atteggiamento sia l'unico pratico e realizzabile.
qualcuno ha provato ad arginare questa piaga, ma ha dovuto sfruttare pesantemente la ricorsione e creare un metalinguaggio che permettesse di contenere la risposta nella domanda stessa. i risultati di questi studi sono solo teorici e risultano comunque applicabili limitatamente ad una fascia estremamente ristretta di persone (prevalentemente quelle con capacità cognitive).
ad ogni modo non esiste a tutt'oggi una cura reale, pratica e realizzbile al menopeggismo, mai si consiglia ai portatori sani di whishful thinking (quelli non ancora menopeggizzati, per gli altri il decorso è tristemente solo in discesa) di seguire una dieta ricca di raziocinismo e soprattutto di stare lontane da qualsiasi struttura prefabbricata angusta che contenga una o più matite.


menopeggio: se lo conosci lo eviti.

Jurij
Inviato: 2/11/2012 19:55  Aggiornato: 2/11/2012 19:58
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Calvero
Citazione:
Non si può sperare andando contro-natura. L'uomo è l'uomo, Jurij, e solo il Diavolo e il Dio della Bibbia sperano di cambiarlo. Qui c'è una grande illusione invece, e molto più grande di quel che già qualcuno vuole vedere come una - piccola possibilità. Troppo facile asciugarsela così con la retorica. Qui si sta tutti per prendere un'altra tranvata epocale.


Ma l'italiano non potrebbe raggiungere una volta lo svedese o il finlandese?

Perché ad esempio quando si gioca un mondiale, la squadra azzurra sa sempre fare quadrato?

Dal 78 finora, sono rarissime le situazioni dove il "lavoro di squadra" della nazionale italiana non è funzionato, allora perché non può andare anche nella società quella specie di "cameratismo" che quasi sempre marcia nello sport?

È una domanda non per forza a te, ma che mi pongo io da tempo riguardo a questa Italia.


Citazione:
La verità è che abbiamo paura di noi stessi, nel profondo. E non è filosofia questa, non è metafisica, ed è il mondo di merda lì fuori a dimostrarlo. Ogni santissimo giorno da svariati secoli. Un mondo che è riflesso di paura, quella paura primigenia che invece di farci guardare dentro cerca la strada più facile, è naturale: cerca qualcuno di fiducia. E se lo mette in culo di nuovo. E la storia si perpetua. Se tu vuoi parlare di speranza, spera che l'uomo ritorni a sé stesso e ripudi quel che di moderno non è più sostenibile. MA non lo farà, perché è avido e pretende il benestare per diritto di nascita. Pretende la Pace per diritto di nascita. Pretende il Governo.


Hai presente il cartone “la fattoria degli animali” ?

Anni fa, correva il 93, nel mio paese venne organizzata una riunione per fondare un nuovo movimento.

Per una volta io e mio padre ci trovammo d'accordo su un'idea politica, la quale veniva venduta molto bene, diciamo adattabile ad ogni situazione.

Fu così che noi due ci mettemmo a disposizione di questo movimento come altri che, come noi, erano un po’ degli "idealisti" (nel senso di amanti della giustizia).

Sì, i primi fondatori furono pressappoco degli “idealisti”, perché mettevano a repentaglio il proprio nome e futuro essendo visti da tutte le altre forze politiche come "fumo negli occhi" (per essere tenui).

Iniziammo la nostra esperienza politica con persone con un cuore eccezionale, con un'idea del giusto e semplice, da spiazzare anche un critico come ero io.

Ben presto però si affacciò il vero problema, con la crescita di potere del movimento ed il "rispetto" che esprimeva, iniziarono a farsi avanti i "cavalli rampanti" (io li chiamo così), non solo nei paesi come il mio, ma in tutto il cantone.

Questi elementi avevano capito il potenziale di scalata e si erano agganciati con l'intenzione di fare da "punta" per l'entrata nei posti chiave.

Il loro obiettivo non era la discussione, il dibattito, il trovare la soluzione, loro miravano al posto di comando, all’occasione disponibile.

Nacquero i problemi, come in molti movimenti della storia, io "fortunatamente" ebbi l'”opportunità” di viverli di prima persona,

Ad esempio il mio migliore amico, che avevo avuto fino a quel tempo, mi volto le spalle politicamente f...ndomi alla grande, una sola volta, perché poi mi ritirai dalla "vita politica".

Perché dico tutto questo?

Dalla mia esperienza ho potuto provare sulla mia pelle il fatto che c'è stato sempre, e sempre vi sarà (forse?), uno scontro fra "idealisti" e " cavalli rampanti", quest'ultimi sono più forti non perché hanno un carattere più ferreo, ma perché è semplicemente più facile distruggere i rapporti che costruirli.

L'uomo di principio è malfidente e anche se riesce ad abbattere la soglia della diffidenza, dopo aver conosciuto l'altro, passato un po' di tempo ridimentica il rapporto di conoscenza e torna ad essere diffidente (storia del cane e dell’orso amici, finché l’orso andò in letargo).
La conoscenza va sempre "innaffiata" entro poco tempo, come per le piante, altrimenti la " diffidenza " ricomincia a crescere e tutto torna come prima o quasi.

Può sembrare che abbia perso la speranza per qualcosa di meglio … no, perché penso che vale sempre la pena di credere nell’uomo, perché l’uomo, come insieme, sono anch’io.
Facciamo tutti parte di questo gruppo di cellule “uomini”, nel bene e nel male, e ne condividiamo il destino.

p.f. non prendere nulla come critica, altrimenti ho perso.

p.s. ringrazio il suddetto movimento perché mi ha dato la possibilità di avvicinarmi, nella comprensione della persona, a mio padre e questo mi ripaga di tutte le altre delusioni.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
mangog
Inviato: 3/11/2012 7:45  Aggiornato: 3/11/2012 7:57
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Citazione:

Autore: DjGiostra Inviato: 2/11/2012 18:07:07

@Mangog:
Tu hai portato le tue argomentazioni e io le mie controargomentazioni.
Se ti stanchi di contro-controargomentare non e' colpa mia.


Guarda che più posti e più ti fai male. Non mi stufo di rispondere ma con te più che la stanchezza è l'inutilità dello "sforzo" che stanca. Non ho nessuna missione particolare.. nel mondo servono anche le persone come te.

Citazione:

Io ho riportato come sta' la legge e non le mie opinioni oltre a dei fatti


Già il primo articolo della costituzione è tutto retorica di basso livello.
Una repubblica ( oggi non più democratica in maniera sfacciata ) fondata sul lavoro. Chi non lavora ? chi vive di rendita ?

Citazione:


che di fatto smentiscono la balla della magistratura pilotata.



Ecco .... il tuo difetto, voluto o no, è quello di "spacciare" le tue convinzioni per fatti. Convinto tu.

Esempio di fatto:


l Parlamento approvava la Legge 13 aprile 1988 n. 117 sul "Risarcimento dei danni cagionati nell’esercizio delle funzioni giudiziarie e responsabilità civile dei magistrati", nota come «legge Vassalli»,

Uno con con una capacità di ragionamento paragonabile al ragazzino 3 media dovrebbe chiedersi: Come mai c'era il bisogno di una legge ?

Uno con una capacità di ragionamento paragonabile al bamboccione terza liceo dovrebbe chiedersi: Come mai in 24 anni dall'epoca della sua entrata in vigore, nessuna sentenza di condanna è mai stata pronunciata sulla base di tale legge ?

Sopra la magistratura non c'è niente MA solo la legge che va interpretata con tanto di DISCREZIONALITA solo dai giudice e non dalla vispa teresa o dai giornalisti di Repubblica. Ti risulta una novità quanto sopra ?


Tu invece che domande ti poni partendo da questi fatti : LEGGE ESISTENTE DEL "13 aprile 1988 n. 117", E NESSUNA CONDANNA IN 24 ANNI IN BASE A QUELLA LEGGE.

DjGiostra
Inviato: 3/11/2012 8:55  Aggiornato: 3/11/2012 8:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Mangog:
a quanto pare non leggi quello che scrivo:
Citazione:
Tu invece che domande ti poni partendo da questi fatti : LEGGE ESISTENTE DEL "13 aprile 1988 n. 117", E NESSUNA CONDANNA IN 24 ANNI IN BASE A QUELLA LEGGE.

Ho gia' detto che potrebbe essere che non ci siano mai state le condizioni
per una condanna ma non solo: ho anche detto che non sono qui a
difendere i giudici ma a dimostrare che la legge c'e' e se non viene
rispettata e' un altro paio di maniche.
poi:
Se bastasse che un giudice indagasse un politico perche' questo si dimetta
o gli venga rovinata la carriera politica non si spiega perche' in parlamento
ci sono piu' indagati che a Scampia.
Qui un bambino di 3 anni capirebbe che we' una balla astronomica.

E per inciso De Magistris e' stato indagato per 3 inchieste che toccavano
i "potenti" poi , e' vero che e' stato assolto, ma nel frattempo la
sua inchiesta e' stata demolita e portata ad un nulla di fatto.

Quello che ho scritto non sono mie convinzioni ma un dato di fatto.
e quello che non sono sicuro ci metto il condizionale.

Adesso spiegami come fanno ad esserci tutti quei politici condannati
(senza contare i sotto processo e indagati) in parlamento se basta
una iscrizione del al registro indagati per rovinare la carriera politica !

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
mangog
Inviato: 3/11/2012 9:21  Aggiornato: 3/11/2012 9:28
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Citazione:


Autore: DjGiostra Inviato: 3/11/2012 8:55:28

Mangog:
a quanto pare non leggi quello che scrivo:
Citazione:

Tu invece che domande ti poni partendo da questi fatti : LEGGE ESISTENTE DEL "13 aprile 1988 n. 117", E NESSUNA CONDANNA IN 24 ANNI IN BASE A QUELLA LEGGE.


Ho gia' detto che potrebbe essere che non ci siano mai state le condizioni
per una condanna ma non solo: ho anche detto che non sono qui a
difendere i giudici ma a dimostrare che la legge c'e' e se non viene
rispettata e' un altro paio di maniche.



Piantala! o non ci arrivi o sei ingenuo.

C'è stato il bisogno di emanare una legge porca vacca.. come puoi sostenere che non ci sono mai state le condizioni per una condanna ?
Non ti suona strano che una legge non venga mai applicata in un sentenza ? Il parlamento emanò una legge perchè c'era un vuoto legislativo vergognoso che doveva assolutamente essere colmato.

Ma non confondere l'essere indagato con l'essere condannato.


Piantala. SEGUI GRILLO E DORMIRAI TRANQUILLO.

GLI UNICI INTOCCABILI SONO I GIUDICI IN ITALIA.



PERFINO I GIUDICI PEDOFILI PESCATI AL CINEMA MENTRE FACEVANO SESSO CON I RAGAZZINI FANNO CARRIERA PROTETTI DAI COMPAGNI DI MERENDE.


La vicenda si sviluppa lungo un quarto di secolo, partendo dalla metà degli anni Settanta. La toga in questione si ritrova in un cinema di periferia della Capitale. Per sua sfortuna, in sala, tra gli spettatori, c’è un poliziotto fuori servizio che si precipita nella toilette quando sente urlare «zozzone, zozzone». Era successo che la «maschera» aveva sorpreso il giudice e il ragazzino chiusi in bagno. Quest’ultimo, preso a verbale, confermerà le avances dell’adescatore che, a suo dire, si era avvicinato alla sua sedia, gli aveva sfiorato i genitali riuscendo successivamente a convincerlo a procedere oltre in bagno, in cambio di denaro. E qui, stando al processo, si sarebbe consumato un rapporto orale. Il giudice finisce dritto in cella. Nega ogni addebito ma finisce alla sbarra per atti osceni e corruzione di minore. Contestualmente la Disciplinare del Csm che lo sospende dalle funzioni. La condanna, a sorpresa, è però di lieve entità: un anno appena. «Atteso lo stato del costume» l’approccio sessuale viene considerato dai giudici solo «contrario alla pubblica decenza». In appello il reato diventa «atti osceni». Ma poiché - scrive Livadiotti - il primo «approccio col ragazzino è avvenuto nella penombra e l’atto sessuale si è poi consumato nel chiuso del gabinetto» i giudicanti del giudice imputato arrivano a sostenere che «il fatto non costituisce reato». Il Nostro viene condannato ad appena 4 mesi, ma la Cassazione lo premierà ancor di più annullando la sentenza «senza rinvio», limitatamente al delitto di corruzione di minorenne «a seguito dell’estinzione del reato in virtù di sopravvenuta amnistia». Il Csm si adegua alla Supreme Corte revocando la sospensione dal servizio. Ma la sezione Disciplinare, guidata dal numero due di Palazzo dei marescialli, Vincenzo Conso, è pronta al miracolo. Durante l’istruttoria si fa presente che il medico curante del giudice ha sostenuto di aver sottoposto la toga imputata a intense terapie... tre anni prima «a causa di un trauma cranico riportato per il violento urto del capo contro l’architrave di una bassa porta. Si trattava di ferite trasversali da taglio all’alta regione frontale» dice il sanitario. Tre anni prima? E che c’entra con quanto avvenuto tre anni dopo? Non è chiaro nemmeno perché sia stato chiamato a testimoniare un notaio la cui sorella era stata la dolce metà del giudice: «Il loro fidanzamento è stato ineccepibile dal punto di vista morale». Per i più che comprensivi componenti del Csm, infatti, «ciò che colpisce e stupisce, in questa dolorosa vicenda, è che l’episodio si staglia isolato ed estraneo nel lungo volgere di un’intere esistenza fatta di disciplina morale, studi severi, impegno professionale». Isolato ed estraneo. Per cui le spiegazioni di quel rapporto orale sono due: un raptus o una devianza sessuale. Si propende per la prima ipotesi, anche perché, prendendo a prestito quanto riferito dagli psichiatri, «l’episodio in esame non solo costituisce l’unico del genere ma esso, anzi, ponendosi in contrasto con le direttive abituali della personalità, è da riferirsi a quei fatti morbosi psichici» che iniziati tre anni prima «si trovano in piena produttività» tre anni dopo. Traducendo: la vecchia botta in testa, con un ritardo di oltre mille giorni, è stata fatale. «Ha svolto un ruolo di graduale incentivazione delle dinamiche conflittuali latenti nella personalità - osserva il Csm - fino all’organizzazione della sindrome nell’episodio de quo». Il giudice è diventato scemo in ritardo e solo per un po’, perché è subito tornato normale. «Proprio l’alta drammaticità delle conseguenze scatenatesi del fatto, unita alle ulteriori cure e al lungo distacco dai fattori contingenti e condizionanti - prosegue il Csm - hanno favorito il completo recupero della personalità nella norma, com’è testimoniato dai successivi 8 anni di rinnovata irreprensibilità». S’è trattato di un banale incidente di percorso. L’imputato può tornare a giudicare? Certo. Perché «trattasi di episodio morboso transitorio che ha compromesso per breve periodo la capacità di volere, senza lasciare tracce ulteriori sul complesso della personalità». Il giudice sporcaccione va assolto. Non è punibile, udite udite, perché ha agito «in stato di transeunte incapacità di volere al momento del fatto». Transeunte. Dopodiché è tornato sano come prima, ha ripreso servizio, e stando a quanto racconta l’ex radicale Mellini «è stato valutato positivamente per la promozione a consigliere di Cassazione conseguendo però tale qualifica con un ritardo di molti anni». Ciò ha comportato un cumulo di scatti d’anzianità sullo stipendio di consigliere d’appello. E per il «principio del trascinamento» il giudice si è ritrovato «a portarsi dietro, nella nuova qualifica, lo stipendio più elevato precedentemente goduto grazie a tali scatti e a essere quindi pagato più di tutti i suoi colleghi promossi in tempi normali. Questi ultimi, grazie al principio del galleggiamento, hanno ottenuto un adeguamento della loro retribuzione al livello goduto dal giudice». Fatti due conti, l’onere per lo Stato di questo «marchingegno» ha sfiorato i 35 milioni di euro di oggi. Tanto è costato l’incontro nel wc, transeunte parlando.

DjGiostra
Inviato: 3/11/2012 12:39  Aggiornato: 3/11/2012 12:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
@Mangog:
Ma togliti le fette di salame sugli occhi !!
L'hai scritta tu o no questa frase :
Citazione:
Come eliminare in maniera elegante un avversario politico: paghiamo una Ruby mischiamola con una Bocassini e l'avversario non esiste più.
????????

Ma davvero pensi che la caduta del nanetto sia da attribuire al processo ruby
e non perche' ha fatto piu' cazzate che buone cose ?
Lo sai che il nanetto per legge era ineleggibile ?
Ma di cosa stai parlando ???
Ma se i giudici hanno indagato e processato berlusconi per piu' di 20
volte e non sono mai riusciti a condannarlo ??
Trovami un solo politico che una volta CONDANNATO e non solo
indagato si sia dimesso ??
Tanto per dimostrare quanto i giudici sono annipotenti e sono sopra
ai politici:
Quanti sono state le autorizzazioni a procedere nei confronti di
parlamentari indagati sono state concesse ?????
TU NON SAI ASSOLUTAMENTE DI COSA PARLI E DICI A ME CHE SONO
INGENUO !!!
Nel frattempo pero' alle mie domande non rispondi !!
-----------------------------------------------------------------------------------------



Citazione:
C'è stato il bisogno di emanare una legge porca vacca.. come puoi sostenere che non ci sono mai state le condizioni per una condanna ? Non ti suona strano che una legge non venga mai applicata in un sentenza ? Il parlamento emanò una legge perchè c'era un vuoto legislativo vergognoso che doveva assolutamente essere colmato.

E lo hanno colmato proprio per evitare che i giudici facessero quello che
vogliono !!!
Che poi non viene seguita puo' anche essere !!

Hai una vaga idea di quanti giudici sono stati puniti in una maniera o
nell'altra per aver fatto il loro dovere ?
2 nomi su tutti: Falcone e Borsellino !
Poi ci sta' De Magistris , Di Pietro , La bocassini e tanti altri...
Sputando fango sulla magistratura in quella maniera sputi fango
su questi nomi.. PENSACI PRIMA DI FARLO..

(E te lo ripeto per l'ennesima volta: NON HO MAI DETTO CHE TUTTA LA
MAGISTRATURA SIA ONESTA E FA IL SUO LAVORO EGREGIAMENTE !
CI SONO ANCHE MAGISTRATI CHE ANDREBBERO MESSI IN GALERA
E BUTTATA VIA LA CHIAVE TIPO IL GIUDICE CARNEVALE CHE
ANNULLAVA LE SENTENZE CONTRO I MAFIOSI E CHE E' STATO
INDAGATO PER QUELLO E IL BERLUSCA GLI HA FATTO UNA LEGGE
AD PERSONAM PER SALVARLO !!!)

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
Calvero
Inviato: 3/11/2012 14:13  Aggiornato: 3/11/2012 18:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Citazione:
Ma l'italiano non potrebbe raggiungere una volta lo svedese o il finlandese?


.. e un finlandese inventare la Pizza e le melodiche alla "o Sole mio"?

... no, il DNA non è una passeggiata. Dove vivi è dove sei, sei quel che vivi.

Citazione:
Perché ad esempio quando si gioca un mondiale, la squadra azzurra sa sempre fare quadrato?


Perché - - c'è voglia di prevalere e di porre il proprio "io" al di sopra degli altri. Il senso collettivo - - è un mezzo per elevare il proprio ego. Per subordinare; non importa come. Nulla che riguardi l'altruismo. La società a cui tu brava persona vorresti anelare o avvicinartici, può riguardare l'altruismo, quello che non può inanellarsi né tantomeno essere seminato nel concetto di uomo/codice fiscale, uomo/democratico, uomo/profitto che funge da cardine al sistema. Cambiarne le misure (cioè lottare per "politici" più politici e mandare a casa i meno/politici sin ora accampati) non cambierà il senso della bestemmia contro-natura del Potere.

Il parallelo è fuori portata.


Citazione:
Hai presente il cartone “la fattoria degli animali” ?


edit, avevo sbagliato il quote ... h14,28

No mi spiace, o volevi dire forse il racconto di Orwell?

Citazione:

È una domanda non per forza a te, ma che mi pongo io da tempo riguardo a questa Italia.



E' quasi per forza a "me", caro Jurij, quello che va per la maggiore è ancora con la calcolatrice alla mano: - la Clava della democrazia.


Citazione:


Anni fa, correva il 93, nel mio paese venne organizzata una riunione per fondare un nuovo movimento.

Per una volta io e mio padre ci trovammo d'accordo su un'idea politica.... [...]

CUT

... [...] ...


La conoscenza va sempre "innaffiata" entro poco tempo, come per le piante, altrimenti la " diffidenza "


Tranquillo, posso capirti. Il frutto delle mie posizioni non è frutto di astrattismi. Una anzi due volte già scrissi di questo. A quest'ora potevo essere già in politica l'avessi voluto. Ho dovuto rinunciarvi con cognizione di causa. Ho fatto parte di Movimenti. Ho tenuto interventi col pubblico fino al volantinaggio di porta in porta. Di paese in paese. Fino a scelte di importanza vitale che hanno portato la mia esistenza a mettere in pratica il percorso "filosofico" qui denunciato. Le mie "chiacchere" non sono figlie delle chiacchere. Non sono figlio di una scrivania o di una calcolatrice, che è molto peggio che essere figli di una Troia. Ho conosciuto e interagito con vari personaggi di spicco. So anche di Grillo quel che né la Rete, né i Grillini, né la puttana della TV "proclama/no". Pensa, coi Movimenti: si era (quando poteva essere il tempo) anche pianificato un "attacco" alle Banche, col risultato che chi è uscito dalla porta voleva rientrare dalla finestra della politica. Che chi ti guardava in faccia, poi, per magia, lo avevi alle spalle.

Mi spiace Jurij, questa è l'età del carbone, dei figli della calcolatrice e del Vaticano. Dovrai rendertene conto quanto tutto questo non potrai realmente vederlo cambiare nel corso della tua breve (che è anche la mia ) Vita. Si è perso.


Ma il punto è che in qualche modo non hai colto quale sia il segnale pericoloso, tu scrivi:

Citazione:
Fu così che noi due ci mettemmo a disposizione di questo movimento come altri che, come noi, erano un po’ degli "idealisti" (nel senso di amanti della giustizia).


Questo è un problema, in proposito. Purtroppo è in buonissima fede: - la giustizia. La Giustizia è una CAZZATA. Come il futuro, come i figli, la scuola: una CAZZATA (al cubo). Non esiste, e finché la si vuole perseguire in realtà si creano due mostri: 1) si dis-mette l'indagine uomo, si dis-mette il nostro cuore, si dis-mette la nostra essenza e si diviene ruoli ... 2) si lascia su di un piatto d'argento la possibilità al Potere di farla divenire una Chimera e lo specchietto per le allodole par excellence e così sarà.

Si deve seminare (non più per noi oramai) il terreno e la strada per divenire giusti, non elettori. Costi quel che costi. Altrimenti ... il Loop continuerà il Giogo.

Contrastare il Potere attraverso i cardini che lo fanno agire, non ha senso. Il Potere evolve, aumenta il suo raggio e illude che un nuovo tipo di battaglia può essergli mossa contro. Ma si continua invece a voler contrastare la sua portata. Non ha senso. Si potrà solo esserne investiti o trascinati.

Sono i cardini da distruggere.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Jurij
Inviato: 3/11/2012 18:59  Aggiornato: 3/11/2012 19:00
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Citazione:
….. Sono i cardini da distruggere.

Ho letto tutto un paio di volte, Calvero faccio fatica a starti dietro, mi sembra di essere Rominger dietro a Indurain all’Alpe d'Huez :o)

Scherzi a parte da quello che “aspiro” dai tuoi scritti (non solo da oggi) leggo che ne hai “prese tante” di delusioni da questa vita, probabilmente molto più di me.

Interessante quindi per me è capire esattamente quale visione hai raggiunto e come vedi la soluzione (se di soluzione si può parlare) più perseguibile per un vivere migliore.

Io la mia conclusione me la sono fatta ed è quella che ogni mia reazione a questo mondo, anche se piccola, crea una reazione a catena che nemmeno posso immaginarmi dove va a terminare.

In funzione di questo ho imparato a muovermi cercando di convivere con le anime che mi stanno attorno.

No Calvero, non pensare che mi sia illuso di vedere, in quei forse 80 anni della mia esistenza, un cambiamento dell’umano essere, sono convinto come dici tu che la “storia” prenderà un profilo diverso fra molto, molto tempo, ammesso che il virus umano sopravviva su questo pianeta.

Per tornare al discorso “cosa fare” mi piacerebbe capire meglio in pratica la tua “medicina” o “ricetta” per portare qualcosa di positivo in questa esistenza.

In altre parole da dove iniziare per distruggere i cardini?

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
mangog
Inviato: 4/11/2012 8:48  Aggiornato: 4/11/2012 9:05
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Citazione:

Autore: DjGiostra Inviato: 3/11/2012 12:39:59

@Mangog:
Ma togliti le fette di salame sugli occhi !!
L'hai scritta tu o no questa frase :
Citazione:

Come eliminare in maniera elegante un avversario politico: paghiamo una Ruby mischiamola con una Bocassini e l'avversario non esiste più.

????????

Ma davvero pensi che la caduta del nanetto sia da attribuire al processo ruby
e non perche' ha fatto piu' cazzate che buone cose ?


Sei così ammaestrato dalla propaganda che riduci le "magagne" della giustizia solamente ai processi Berlusconiani

Berlusconi avrebbe dovuto essere eliminato politicamente e non strumentalizzando una magistratura schierata militante con la bava alla bocca.

Comunque il marcio della magistratura Italiana ( con annessi burattini in divisa ) non è una novità venuta a galla con l'avvento di Berlusconi. Era già noto da prima. Le battaglie dei radicali degli anni 70 ed 80 io me le ricordo benissimo e sono servite a nulla perchè i giudici con l'ermellino hanno delegittimato perfino la volontà popolare.



Citazione:

Trovami un solo politico che una volta CONDANNATO e non solo
indagato si sia dimesso ??
Tanto per dimostrare quanto i giudici sono annipotenti e sono sopra
ai politici:



Djgiostra! In tutta franchezza sei senza speranza perchè la tua ignoranza è abissale, e per non sembrare snob ti do retta lo stesso.. ma onestamente stanchi.
Non hai la minima idea di cosa sia il potere legislativo il potere esecutivo ed il potere giudiziario. Come può nascere un confronto ed un dialogo quando l'interlucutore non ha la mininma cognizione di come sia "strutturato" lo stato Italiano ?


Citazione:



Poi ci sta' De Magistris , Di Pietro , La bocassini e tanti altri...
Sputando fango sulla magistratura in quella maniera sputi fango
su questi nomi.. PENSACI PRIMA DI FARLO.


Credi che nominando due martiri della magistratura tutto il resto diventi meno marcio ? Ma vai all'asilo..Quelli che hai nominato qui sopra sono una vergogna nazionale, e fanno venire nostalgia perfino della monarchia o dell'anarchia più assoluta..

DjGiostra
Inviato: 4/11/2012 9:38  Aggiornato: 4/11/2012 9:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
@Mangog:
Io vado all'asilo ma intanto tu non ha risposto minimamente alle mie domande.

Direi che il senza speranza sei tu.

Citazione:
Sei così ammaestrato dalla propaganda che riduci le "magagne" della giustizia solamente ai processi Berlusconiani

Tu hai fatto l'esempio del nanetto malefico !!!
Tu hai detto che un giudice basta che indaghi un politico perche' la carriera
del politico stesso e' finita.
Io ti ho dimostrato ,mediante l'esempio piu' lampante, che sono balle.
Poi lo so' anche io e l'ho gia' ripetuto 2 volte che non tutti i giudici sono
lindi e impeccabili e onesti e tutto quello che vuoi.. (e ti ho fatto l'esempio
di Carnevale ma tu fai il finto sordo.)
Ma che i giudici siano sopra i politici e' una balla mostruosa !
(De Magistris , Di Pietro, Ingroia, Caselli, Ecc. Ecc. Docet)

Citazione:
Djgiostra! In tutta franchezza sei senza speranza perchè la tua ignoranza è abissale, e per non sembrare snob ti do retta lo stesso.. ma onestamente stanchi.

Io stanco ma tu non rispondi !! E francamente il senza speranza sei te.


Citazione:
Non hai la minima idea di cosa sia il potere legislativo il potere esecutivo ed il potere giudiziario. Come può nascere un confronto ed un dialogo quando l'interlucutore non ha la mininma cognizione di come sia "strutturato" lo stato Italiano ?

Puo' darsi ma a quanto pare neanche tu lo sai.
Se l'esecutivo porta una legge anticostituzionale, (Vedi lodo alfano) e'
normale che la coste costituzionale la bocci. Se non lo fa' allora c'e'
qualcosa che non va.
E questo e' solo un esempio..


Citazione:
Quelli che hai nominato qui sopra sono una vergogna nazionale, e fanno venire nostalgia perfino della monarchia o dell'anarchia più assoluta..

Fammi capire bene:
Uno che indaga dei politici per essersi intascati soldi della UE e deturpato
l'ambiente e uno che ha fatto di mani pulite un tentativo di pulire l'italia
dai politici corrotti sono una vergogna nazionale mentre un Carnevale che
ha messo in liberta' molti mafiosi magari e' un eroe nazionale ?
E poi ci si chiede perche' l'italia va male...

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
DjGiostra
Inviato: 4/11/2012 9:39  Aggiornato: 4/11/2012 9:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
PS:
Tu non sei Snob ma sei solo ignorante nel senso che ignori come stanno
realmente le cose.

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
bodom
Inviato: 5/11/2012 11:19  Aggiornato: 5/11/2012 11:19
So tutto
Iscritto: 20/10/2011
Da:
Inviati: 5
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
il mio parere sul movimento 5 stelle è molto negativo e preoccupato per la tenuta della finta democrazia italiana. Se avete la pazienza potete leggere qui:


La quotidianità degli italiani, terrorizzati dalla paura dell’indigenza, dalle tasse, dallo spread, dalla certezza di non riuscire più a mantenere il tenore di vita a cui si erano abituati in anni di vacche grasse, continuamente scandita dalle dichiarazioni giornaliere dei vari leader politici che si affannano trovare la dichiarazione ad effetto per ricevere i 2 minuti preziosi nei telegiornali nazionali: è stata interrotta dal ciclone Beppe Grillo e dal suo Movimento 5 Stelle.

Facendo un parallelo con la storia, il 2012 potrebbe paragonarsi al 476 d.c. Oggi come allora, il popolo non si rende conto che l’Impero è destinato alla caduta, e i segnali ci sono tutti, compresi i saccheggi (ripetuti) dei barbari sulla nostra capitale, che adesso avvengono telematicamente con gli aumenti di spread.Il Movimento 5 Stelle, si inserisce in questa fase di decadenza dell'Impero, qualcuno dei lettori potrebbe obiettare: come si può essere contro la politica dal basso? Come si può essere contro Internet libero e gratuito? Come si può essere contro il “Parlamento Pulito”?

http://www.tiempolibresite.com/anaarke/movimento-5-stelle-la-nuova-speranza

Ed in questa discussione con Marco Cedolin

La novità attuale del panorama politico italiano è Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo, un movimento che parte dal basso, ma espressione del pensiero di un leadership profetico – messianica. Qualcuno obietterà ed obietta sempre che il Movimento è composto da gente comune, ma la linea però viene solamente dettata dall’alto, il profeta (Grillo) non fa parte del Movimento lui è “oltre”, con tutto quello che comporta, cioè la sua intangibilità.
Il Movimento 5 Stelle attualmente è impegnato nell’elezioni regionali siciliane e vogliamo parlare di questo Movimento con un saggista (da segnalare il suo libro Grandi Opere), blogger del “il corrosivo” e fine opinionista Marco Cedolin.

- Una delle più grandi novità del Movimento 5 Stelle è questo programma dettagliato, quasi una lista della spesa: acqua pubblica, energie rinnovabili, wi-fi libero e gratuito, si alla decrescita… Un programma uguale per tutta Italia che viene copiato ed appioppato a qualsiasi contesto, una soluzione buona per tutti i mali. Ma ci sono regioni come la Sicilia o Sardegna che sono carenti delle più elementari infrastrutture, quindi ci chiedevamo cos’è il M5S? Un movimento dal basso o un franchising della Politica?
http://www.tiempolibresite.com/anaarke/movimento-5-stelle-l-opinione-del-corrosivo

gudarian
Inviato: 5/11/2012 12:25  Aggiornato: 5/11/2012 12:25
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/9/2008
Da:
Inviati: 979
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Citazione:
Autore: mangog Inviato: 3/11/2012 9:21:14 . Piantala. SEGUI GRILLO E DORMIRAI TRANQUILLO. GLI UNICI INTOCCABILI SONO I GIUDICI IN ITALIA. PERFINO I GIUDICI PEDOFILI PESCATI AL CINEMA MENTRE FACEVANO SESSO CON I RAGAZZINI FANNO CARRIERA PROTETTI DAI COMPAGNI DI MERENDE. L.


Incredibile, non ti scandalizzi per i preti pedofili, anzi li giustifichi, ed invece prendi come esempio una notizia inventata per colpire la magistratura....

Per la serie cerca la differenza....

Fico: "Per me Beppe Grillo è patrimonio mondiale dell'umanità come le Dolomiti, la Costiera Amalfitana o la musica".
Biancofiore: «Se fosse possibile, Berlusconi lo farei patrimonio dell'UNESCO".
mangog
Inviato: 5/11/2012 14:04  Aggiornato: 5/11/2012 14:07
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Citazione:

Autore: gudarian Inviato: 5/11/2012 12:25:14

Citazione:

Autore: mangog Inviato: 3/11/2012 9:21:14 . Piantala. SEGUI GRILLO E DORMIRAI TRANQUILLO. GLI UNICI INTOCCABILI SONO I GIUDICI IN ITALIA. PERFINO I GIUDICI PEDOFILI PESCATI AL CINEMA MENTRE FACEVANO SESSO CON I RAGAZZINI FANNO CARRIERA PROTETTI DAI COMPAGNI DI MERENDE. L.



Incredibile, non ti scandalizzi per i preti pedofili, anzi li giustifichi, ed invece prendi come esempio una notizia inventata per colpire la magistratura...


Questo post è un insulso tentativo ( dai anche tu quello che puoi .. cioè falso chiacchiericcio ) per screditare la verità.


La notiza del giudice pedofilo ( chissà che cricca la loro ) è vera come sono veri i milioni di euro che tutta la vicenda è costata al contribuente Italiano.

Primo scandalo: Giudice pedofilo PESCATO SUL FATTO MENTRE CIUCCIAVA UN RAGAZZINO
Secondo scandalo PARI SE NON PEGGIORE DEL PRIMO ( Le icone gay ammettono senza tanti giri di parole il sesso con i ragazzini di 13-14 anni ): Protezione data da altri magistrati per non mandarlo in galera che si sono inventati la TRANSEUNTE incapacità di volere al momento del fatto.

Sertes
Inviato: 5/11/2012 14:40  Aggiornato: 5/11/2012 14:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Citazione:
mangog ha scritto:
Le icone gay ammettono senza tanti giri di parole il sesso con i ragazzini di 13-14 anni


Capisco che siamo off-topic, però questa è un accusa non da poco. Hai una fonte a sostegno di quanto affermi?

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
mangog
Inviato: 5/11/2012 14:47  Aggiornato: 5/11/2012 14:53
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Citazione:



Citazione:

Autore: Sertes Inviato: 5/11/2012 14:40:16

Citazione:

mangog ha scritto:
Le icone gay ammettono senza tanti giri di parole il sesso con i ragazzini di 13-14 anni



Capisco che siamo off-topic, però questa è un accusa non da poco. Hai una fonte a sostegno di quanto affermi?




Autore: gudarian Inviato: 24/10/2012 16:29:27


La conferma l'ho avuta nel momento in cui ha accostato i gay alla pedofilia (cavallo di battaglia del cardinal bertone.. vedi il link che avevo allegato)



Forse non leggi e se leggi non capisci. Migz ha postato la dichiarazione di UN famoso gay che ha esplicitamente dichiarato che fare sesso con i ragazzi e/o BAMBINI è la cosa più naturale del mondo.
Anche Aldo Busi al Maurizio Costanzo show ha dichiarato che non c'è niente id male se un adulto fa sesso con un ragazzino di 13 o 14 anni.
Per non dire del partito propedofili in Olanda.
Ovviamente le idee personali vanno rispettate ma Aldo Busi e Mario Mieli sono esponenti di spicco del movimento gay e si sono contraddistinti per il coraggio restando se stessi in ogni momento... anche quando parlano di temi "scabrosi".

http://www.youtube.com/watch?v=RYOX_UJCXwM


Leggiti l'articolo sul Corriere di quei giorni..

Costanzo Show, Aldo Busi nel ciclone IL CASO Costanzo Show, Aldo Busi nel ciclone MILANO - Teatro Parioli. Martedi’ sera. ] Costanzo Show, Aldo Busi nel ciclone

----------------------------------------------------------------- IL CASO Costanzo Show, Aldo Busi nel ciclone MILANO - Teatro Parioli. Martedi' sera. "Uno contro tutti". L' ospite di Maurizio Costanzo e' lo scrittore Aldo Busi. Aria modi' , gran voglia di parlare. Tra gli invitati Elisabetta Gardini, Rosanna Cancellieri, Jacopo Fo, gli scrittori Golinelli e Camarca. La trasmissione scivola via. A un certo punto contro Busi piovono parole pesanti. A generarle e' la "femminista" Elvira Banotti. Un attacco a freddo con l' accusa di essere pedofilo. Perche' ? Uno che ha scritto certi libri... "Accuse immotivate - dice Jacopo Fo -, una sorta di levata di scudi fondamentalista, con messa all' indice delle sue opere letterarie". Dopo un attimo di smarrimento Busi si riprende e replica con durezza. Dice, Busi, che bisogna distinguere tra bambine e bambini, tra uno di 2 o 8 anni. Ma dopo i 14 anni un ragazzo e' una persona sessualmente matura e puo' fare delle scelte. "Io a 13 anni e mezzo - dice Busi - avevo avuto rapporti sessuali con molte persone piu' adulte di me e non mi ero certo sentito violentato". E ancora: "Non c' e' nessuno scandalo nel masturbare un ragazzo di tredici anni...". Il clima al Parioli diventa incandescente. Arrivano altre battute. Busi provoca tutti e parla di 6000 amanti. Ma respinge con sdegno ogni accusa. Le parole di Busi scuotono la platea del Parioli "ma - avverte Fo - attenzione a non vederle fuori dal contesto". Maurizio Costanzo dice che a Busi "sono state fatte, dalla Banotti, accuse un po' gravi. E' ridicolo tacciarlo di pedofilia per i suoi romanzi. Libri tra l' altro tradotti in tutto il mondo". E aggiunge: "Scusate, ma se uno scrive una storia su un serial killer, cos' e' ? un assassino?".

gudarian
Inviato: 5/11/2012 14:59  Aggiornato: 5/11/2012 14:59
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/9/2008
Da:
Inviati: 979
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Citazione:
Autore: Sertes Inviato: 5/11/2012 14:40:16 Citazione: mangog ha scritto: Le icone gay ammettono senza tanti giri di parole il sesso con i ragazzini di 13-14 anni Capisco che siamo off-topic, però questa è un accusa non da poco. Hai una fonte a sostegno di quanto affermi?


Non ha nulla ma solo la smodata voglia di difendere i preti spargendo fango su altre categorie, per la serie così fan tutti.

Ho chiesto più volte che certi utenti siano bannati per le continue giustificazioni che apportano ai preti pedofili ma sembra che l'argomento non sia di particolar interesse.

Per la serie cerca la differenza....

Fico: "Per me Beppe Grillo è patrimonio mondiale dell'umanità come le Dolomiti, la Costiera Amalfitana o la musica".
Biancofiore: «Se fosse possibile, Berlusconi lo farei patrimonio dell'UNESCO".
mangog
Inviato: 5/11/2012 15:17  Aggiornato: 5/11/2012 15:25
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Citazione:

Autore: gudarian Inviato: 5/11/2012 14:59:45

Citazione:

Autore: Sertes Inviato: 5/11/2012 14:40:16 Citazione: mangog ha scritto: Le icone gay ammettono senza tanti giri di parole il sesso con i ragazzini di 13-14 anni Capisco che siamo off-topic, però questa è un accusa non da poco. Hai una fonte a sostegno di quanto affermi?



Non ha nulla ma solo la smodata voglia di difendere i preti spargendo fango su altre categorie, per la serie così fan tutti.

Ho chiesto più volte che certi utenti siano bannati per le continue giustificazioni che apportano ai preti pedofili ma sembra che l'argomento non sia di particolar interesse.


Punto primo : La Redazione non ha bisogno dei tuoi consigli.
Secondo .. quelle che tu chiami "continue giustificazioni dei preti pedofili" rispecchiano invece le tue paure per il semplice motivo che nessuno li ha mai giustificati.
Prova invece a smentire le notizie riguardanti Busi e l'altro.
Prova impiegare il tuo tempo nell'affanosa ricerca di una smentita..

Comunque il tuo intervento non fa diventare false le notizie riguardanti Busi, che non trova niente di male se un adulto masturba un ragazzo di 13 anni, e l'altro, - Mieli- , che rivendicava il diritto a fare sesso perfino con i bambini..

gudarian
Inviato: 5/11/2012 15:41  Aggiornato: 5/11/2012 15:41
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/9/2008
Da:
Inviati: 979
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Citazione:
Punto primo : La Redazione non ha bisogno dei tuoi consigli. Secondo .. quelle che tu chiami "continue giustificazioni dei preti pedofili" rispecchiano invece le tue paure per il semplice motivo che nessuno li ha mai giustificati. Prova invece a smentire le notizie riguardanti Busi e l'altro. Prova impiegare il tuo tempo nell'affanosa ricerca di una smentita.. Comunque il tuo intervento non fa diventare false le notizie riguardanti Busi, che non trova niente di male se un adulto masturba un ragazzo di 13 anni, e l'altro, - Mieli- , che rivendicava il diritto a fare sesso perfino con i bambini..


a me non interessa quello che fanno mieli e gli altri (se è vero spero che li brucino in piazza), diversamente da te invece che cerchi continuamente di giustificare i preti pedofili preoccupandoti di portare esempi di altri, a me interessa che tu venga bannato perchè continui a giustificare i preti pedofili.
Il fatto che la redazione ti consenta di continuare a scrivere ( a te ed ai tuoi sodali) sul forum è inconcepibile.

Per la serie cerca la differenza....

Fico: "Per me Beppe Grillo è patrimonio mondiale dell'umanità come le Dolomiti, la Costiera Amalfitana o la musica".
Biancofiore: «Se fosse possibile, Berlusconi lo farei patrimonio dell'UNESCO".
mangog
Inviato: 5/11/2012 15:51  Aggiornato: 5/11/2012 15:51
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Citazione:


Autore: gudarian Inviato: 5/11/2012 15:41:32

a me non interessa quello che fanno mieli e gli altri (se è vero spero che li brucino in piazza),




Mai messo in dubbio che il sesso che facevano Busi e Mieli ti interessasse qualcosa,, .. hanno il libero arbitrio ed in più sono le icone del movimento gay.
A TE INTERESSA SOLO IL SESSO DEI PRETI...

Il fatto che tu ti scaldi tanto è ancora più inconcepibile..

gudarian
Inviato: 5/11/2012 16:33  Aggiornato: 5/11/2012 16:33
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/9/2008
Da:
Inviati: 979
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
che razza di essere....

ho scritto che dovrebbero bruciarli in piazza per quello che avrebbero detto di fare, così come tutti i preti pedofili e chi li giustifica.

Per la serie cerca la differenza....

Fico: "Per me Beppe Grillo è patrimonio mondiale dell'umanità come le Dolomiti, la Costiera Amalfitana o la musica".
Biancofiore: «Se fosse possibile, Berlusconi lo farei patrimonio dell'UNESCO".
mangog
Inviato: 5/11/2012 16:47  Aggiornato: 5/11/2012 16:49
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Citazione:

Autore: gudarian Inviato: 5/11/2012 16:33:49

che razza di essere....

ho scritto che dovrebbero bruciarli in piazza per quello che avrebbero detto di fare, così come tutti i preti pedofili e chi li giustifica.


Mhmm.. strano che tu non abbia detto " per quello che hanno detto ed anche messo in pratica quasi sicuramente.

Comunque se un pedofilo è magistrato..sicuramente in galera non ci andrà mai... per transeunte incapacità...Riesci a cogliere lo schifo che aleggia nella magistratura Italiana?

Sertes
Inviato: 5/11/2012 16:55  Aggiornato: 5/11/2012 16:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
@mangog
Ti ringrazio per aver circostanziato i fatti a due pesone, Aldo Busi e Mario Mieli.
Ho trovato comunque che ci sarebbe parecchio da dire (intervento di mariom in questo link), ma non ha senso parlarne qui dove si alimenta l'off-topic e il relativo flame.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
toussaint
Inviato: 5/11/2012 16:58  Aggiornato: 5/11/2012 17:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
ma come si è finiti dalla Sicilia a parlare di preti pedofili vs gay pedofili?
ah, c'è di mezzo mangog...




Edit: se vedi che c'è un post di mangog, puoi stare pur tranquillo, si parla o di "froci" o di "fannulloni, dipendenti pubblici, statalidimmerda..."

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
gudarian
Inviato: 5/11/2012 17:02  Aggiornato: 5/11/2012 17:02
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/9/2008
Da:
Inviati: 979
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Citazione:
Sertes:Ti ringrazio per aver circostanziato i fatti a due pesone, Aldo Busi e Mario Mieli


Ecco un altro genio che ringrazia chi giustifica certi atteggiamenti, non ho parole.

Espertone di comunicazioni, possibile che non capisci che vogliono solo coprire le loro vergogne, gettando fango su altri ?

Per la serie cerca la differenza....

Fico: "Per me Beppe Grillo è patrimonio mondiale dell'umanità come le Dolomiti, la Costiera Amalfitana o la musica".
Biancofiore: «Se fosse possibile, Berlusconi lo farei patrimonio dell'UNESCO".
DjGiostra
Inviato: 5/11/2012 18:09  Aggiornato: 5/11/2012 18:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Signori: Siamo OT e di bestia.
Per parlare di pedofilia c'e' il topic sui Boy Scouts (occomemminchiasiscrive)!
Si potrebbe tornare di la e riportare in tema il Topic ?
Se poi vogliamo parlare di Magistratura onnipotente si - onnipotente no
si puo' sempre aprire un altro topic.

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
Calvero
Inviato: 6/11/2012 20:09  Aggiornato: 7/11/2012 2:12
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
_____________________
________________

Jurij scusa del ritardo, ma potevo intervenire di straforo con la linea di Internet che ho e non ho, e da un qualche "PC" in prestito di passaggio. Sto' incasinato insomma. Perciò le risposte pregne le ho dovute rimandare.

Comunque.
Sappi che queste discussioni sono già capitate e arrivate a questi risultati, e già avevo dato quelle che sono le mie idee, e a seguito di queste ne era nato un ulteriore TOPIC . Un Topic valido che è e rimarrà tale per molto tempo. Va anche bene perché, lì, nessuno se la scrive e se la canta da solo.

Citazione:
Interessante quindi per me è capire esattamente quale visione hai raggiunto e come vedi la soluzione (se di soluzione si può parlare) più perseguibile per un vivere migliore.


Esatto - di soluzione non si può parlare, come si potrebbe? ancor meno che noi potremmo vedere se intraprendessimo una buona strada ... ti basti osservare che ci sono utenti su LC dotati di molto cervello, più dei nostri messi insieme, che ancora non hanno compreso cosa significhi - propaganda. Non è per niente che Music-band ci si è svenato sopra quasi inutilmente. Poiché nel momento che si comprende realmente la propaganda, purtroppo si devono fare i conti con sé stessi e non con i politicanti, le élite e il Potere.

Tu mi fai questa domanda [sulla mia visione intendo], ma non vorrei sottovalutassi le risposte che sin'ora ti ho messo sul tavolo. Perché se dessimo per scontato già come valido il senso del mio argomentare solo sul Potere in sé, dovresti comprendere subito il problema e tu stesso approfondire quel che io ho solo introdotto. Ma non l'hai fatto perché all'interno di questo Gioco è difficile porsi al di là dei ruoli.

Capiamoci in maniera ancor più trasgressiva e bastarda allora ... cioè, Juriij, veramente stiamo qui a dipingere le macchie ai giaguari in questo modo....

... io ho smesso di pormi anche solo nell'ottica di considerare la Politica come alternativa a un qualsiasi progetto di cambiamento. Cioè, anche non vi fosse soluzione alcuna, ma neanche la minima soluzione, la mia posizione vedrebbe comunque la Politica come qualcosa che peggiorerà la nostra Vita. A PRESCINDERE. Anche una totale immobilità e apatia sarebbe meglio della politica oggigiorno; cioè quel famoso disfattismo con cui viene accusato idiotamente colui che si astiene o l'anarchico. Il punto è prima di tutto - SOPRA TUTTO - sapere cosa si vuole....

... Libertà? Vita con la "V" maiuscola? Pace? un mondo migliore? Governi stabili e il più possibile onesti? eliminare il cosiddetto marcio? Una Civiltà con la "C" maiuscola? la fine delle Guerre? un istruzione libera? più nazionalismo? più Europa? meno Europa? .... tu a cosa aspiri nel tuo "vivere migliore"?

.. tu mi chiedi a me, e sta bene - e io so cosa voglio, ma non so cosa vuoi tu, riflettici, è tosta questa cosa eh .... in realtà né TeMigz, mentre discutevamo insieme, l'avete realmente detto ...

Citazione:
Io la mia conclusione me la sono fatta ed è quella che ogni mia reazione a questo mondo, anche se piccola, crea una reazione a catena che nemmeno posso immaginarmi dove va a terminare.


Bene. Un buon, un ottimo inizio direi. Condivido.
E qual'è la parolina magica nel tuo discorso? l'hai detta, ed è questa ---> "MIA". Hai detto «mia reazione». Ok.

Quello che sto mettendo in discussione "io" è che queste reazioni non sono le "NOSTRE". MA sono quelle soggiogate alla portata del Potere, alla sua forza cinetica. In poche parole quando analizzi cosa non è tuo, quella è propaganda. I figli della calcolatrice non potranno mai comprenderne la paternità, poiché vogliono e pretendono di giocare con il "BENE & MALE" già pre-impostato dal Potere. Vista la mia nota passione, provo con un'altra immagine:

- è come se qualcuno volesse valutare, giudicare, criticare a 360° e in maniera onesta tale da non poter essere giudicato falsato il giudizio - la recitazione di un attore, giudicandolo mentre è doppiato. Per quanto si discuterebbe e si aprissero tavole rotonde sui migliori doppiaggi e doppiatori, noi saremmo di fronte ad una mistificazione. Se andassimo ad ascoltare il nostro cantante preferito doppiato in playback da un altro cantante e nonostante questo fosse più bravo del cantante originale noi saremmo di fronte ad una mistificazione. Ci sarebbe poco da girare in torno o si elimina il doppiaggio, o noi non avremo a che fare con una critica onesta. Punto, il resto è fuffa. Ma i figli della calcolatrice sono sempre aggiornati e ti dicono quali sono i migliori doppiatori al mondo. Ora, non solo non vi sono doppiatori onesti, ma per soprammercato il Potere ha costruito una realtà che non permetterà giochi onesti, per un motivo più che banale: perché si è fatto in modo che anche il governo migliore (inteso come governare) deve governare il profitto se vuole sopravvivere, e il profitto è il nostro modello esistenziale, e le nostre aspirazioni sono le ambizioni del potere, non le nostre. Si ritorna alla parola "MIO" "NOSTRO". Non è la tua reazione, Juriij, ti fanno credere che sia la tua. Perché la "tua" reazione sovvenzionerà sempre il sistema fascista che ci opprime e quando avrà raggiunto un punto critico per il quale TU potresti evitare un inganno, tu sarai morto, il Potere si sarà evoluto in tempo reale e tuo figlio dovrà ricominciare daccapo e si chiederà ancora cosa fare ma senza voler eliminare i doppiatori, poiché ci sarà la PAURA a fermarlo, la PAURA e i Kapò figli della calcolatrice.

Citazione:
No Calvero, non pensare che mi sia illuso di vedere, in quei forse 80 anni della mia esistenza, un cambiamento dell’umano essere, sono convinto come dici tu che la “storia” prenderà un profilo diverso fra molto, molto tempo, ammesso che il virus umano sopravviva su questo pianeta.


Beh, lì porti da Dio i tuoi - forse 80 anni - alla tua

Citazione:
Per tornare al discorso “cosa fare” mi piacerebbe capire meglio in pratica la tua “medicina” o “ricetta” per portare qualcosa di positivo in questa esistenza.


Aggiungo alla trasgressione e alla bastardaggine, anche la cattiveria e il trittico è completo. L' astensionismo quasi totale ci metterebbe nelle condizioni di sapere la prossima mossa. Prima non lo si può sapere.

Non esiste, per una volontà vera di cambiamento e per una lotta per la verità contro un mondo corrotto - corrotto a partire dal Popolo E NON dai politici - un programma che saprebbe cosa possiamo scoprire dopo il salto nel buio.

Citazione:
In altre parole da dove iniziare per distruggere i cardini?


L'ho fatto secondo i mie limiti, nella mia vita. Mettendomi in gioco nel saper dire NO. In primis sono diventato un obiettore di coscienza. Se le nostre generazioni saranno vendute ad una patria, qualsiasi patria, allora - solo con questa - non abbiamo diritto alcuno di pretendere di un solo grammo un mondo migliore.

Creare movimenti culturali (anti-culturali ..dedicata a Pyter questa) come in una SUPER società dei consumatori che BOICOTTI con azioni mirate, BANCHE, supermercati e lussi. Evitare le Piazze, rifiutare le manifestazioni. Rispedire al mittente lussi e insegnare l'amore per la Natura non per la tecnologia. Queste le butto al volo e senza rifletterci, ce ne sarebbero altre mille.

Altre mille cose che potevano essere sfruttate da "GRILLO" e invece sono ENERGIE incanalate nella politica. Quando facevo parte di movimenti a livello regionale, si era riusciti a ottenere risultati con poco e in questo senso, ma quel poco, presa una certa visibilità, si è voluto che portasse a un tornaconto, a uno stipendio, che tornasse alla mediocrità della politica...

... il mondo sta amando questo mondo quindi merita di perire con esso o esistere con il Nuovo Ordine Mondiale, trovando il miglior posticino al Sole. Questo lo chiede la gente e non Berlusconi. Lo chiede la GENTE, NON Berlusconi. Questo lo chiedono i figli della calcolatrice, lo chiedono quelli che vogliono la carriera, lo chiedono i figli dei mali minori. Lo chiedono a gran voce quelli che odiano il nazismo, lo odiano perché non lo comprendono. Infatti colui che ripudia lo squilibrio e i fascismi non odia i mali della storia, perché sa che ogni dicotomia è la semina della mistificazione, perché una volta che si prende coscienza che il mondo è malato ci si rende conto di quanto il Potere è puro. Infatti è la rivalsa quella che anima gli elettori e gli amanti della democrazia, quelli che hanno costruito questo mondo così come lo vediamo, e non possono ammettere di essere loro stessi i colpevoli.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Jurij
Inviato: 7/11/2012 20:33  Aggiornato: 7/11/2012 20:46
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Se la Sicilia fosse l'Italia?
Citazione:
Calvero
Esatto - di soluzione non si può parlare, come si potrebbe? ancor meno che noi potremmo vedere se intraprendessimo una buona strada ... ti basti osservare che ci sono utenti su LC dotati di molto cervello, più dei nostri messi insieme, che ancora non hanno compreso cosa significhi - propaganda.

Sui cervelli ho imparato a vederli in gruppi di interessi e capacità.
A volte balzano alla cronaca i cervelli estremamente performanti in determinati campi, come per esempio del movimento (Maradona), dello spettacolo (Jackson), della scienza (Einstein).
Si ha la tendenza di “glorificare” questi estremi dimenticando che, se effettuiamo una “media” delle loro capacità totali, otteniamo sempre qualcosa di normale, ma la società preferisce non parlare dei punti deboli dei grandi personaggi, non è “in” e non fa “audience”:o)

Citazione:
Non è per niente che Music-band ci si è svenato sopra quasi inutilmente. Poiché nel momento che si comprende realmente la propaganda, purtroppo si devono fare i conti con sé stessi e non con i politicanti, le élite e il Potere.

Propaganda?
Certo che è la chiave, io stesso l’ho subita e la subisco costantemente (come anche i miei parenti), purtroppo sono umano con livelli ormonali che destabilizzano il mio pensiero e con la vita limitata nella durata (arrivo poi).

Citazione:
... io ho smesso di pormi anche solo nell'ottica di considerare la Politica come alternativa a un qualsiasi progetto di cambiamento. Cioè, anche non vi fosse soluzione alcuna, ma neanche la minima soluzione, la mia posizione vedrebbe comunque la Politica come qualcosa che peggiorerà la nostra Vita. A PRESCINDERE. Anche una totale immobilità e apatia sarebbe meglio della politica oggigiorno; cioè quel famoso disfattismo con cui viene accusato idiotamente colui che si astiene o l'anarchico. Il punto è prima di tutto - SOPRA TUTTO - sapere cosa si vuole....

Com’è che cantava quello la? “La libertà, è partecipazione…”
L’apatia è depressione, non credo nell’immobilità, credo maggiormente nel sbagliare più volte, ma comunque nel riprovare, che è un diritto di tutti gli umani, i quali essendo tali e imperfetti, non “ciazzeccano” quasi mai subito.
Non sto dicendo di votare, dico solo che un progetto d’idea lo si può ritentare più volte, perfezionandolo sempre come i giap. e il loro Kai-zen.

Citazione:
... Libertà? Vita con la "V" maiuscola? Pace? un mondo migliore? Governi stabili e il più possibile onesti? eliminare il cosiddetto marcio? Una Civiltà con la "C" maiuscola? la fine delle Guerre? un istruzione libera? più nazionalismo? più Europa? meno Europa? .... tu a cosa aspiri nel tuo "vivere migliore"?

Io aspiro a poter decidere per il mio futuro, a non dover rimanere su un percorso predefinito da altri, costretto in un “tunnel” perché la società, di pecore/cani pastore, me lo richiede.
Poter vivere questa esperienza terrena liberamente rispettando le vite degli altri, come io rispetto la mia.
Potrei dirti che in un mondo di 7 miliardi di Jurij forse mi romperei un pochino i cocones per la poca improvvisazione, ma di sicuro la giacca alla sera la potrei togliere sempre, perché di coltelli infilati non ne troverei e questo sarebbe già un bel vivere, non perfetto ma …..

Citazione:
.. tu mi chiedi a me, e sta bene - e io so cosa voglio, ma non so cosa vuoi tu, riflettici, è tosta questa cosa eh .... in realtà né Te né Migz, mentre discutevamo insieme, l'avete realmente detto ...

Amo poter decidere per la mia vita, ma mi rendo conto che attorno a me ci sono cose tipo strade-auto, case-riscaldamenti, fattorie-contadini e che senza loro mi troverei a sgobbare come nel film “i sopravvissuti” dovendo rischiare ogni giorno di non arrivare al termine.
http://it.wikipedia.org/wiki/I_sopravvissuti
Allora mi chiedo dov’è il giusto compromesso?
Nessuno vuole fare l’eremita, ma nel contempo non vuole troppi doveri verso la “società”.
Ora che la società sia guidata da OGNI singolo, invece che da un gruppo di rappresentanti è già un passo avanti (forse grazie ad internet nel futuro lo potremo fare tutti), ma come hai detto bene tu c’ê la propaganda da battere e li è molto più dura perché la stessa è anche filosofia di vita.
Un esempio banale: la chiesa e gli anticoncezionali, sappiamo tutti che in India e Cina serve fare qualcosa, come anche soprattutto in Africa, ma è anche chiaro che il sostegno a delle persone che non hanno una concezione di cosa comporta la loro “procreazione selvaggia” può portare ad un massacro.
Allora abbiamo tradizioni indiane (procrea), cinesi (procrea), africane (procrea), più metodica vaticana (predica bene e razzola male).
Chi è poi l’egoista?
L’europeo che smette di fare figli per avere qualche soldo in più in tasca, o l’africo-cine-indiano che i figli li fa e poi si vedrà.
Sono semplici dati di fatto sulla mia esperienza.
Allora calibrare la giusta società, nel rispetto di tutti ed in aiuto di tutti, diventa non cosa da poco …

Citazione:
…perché si è fatto in modo che anche il governo migliore (inteso come governare) deve governare il profitto se vuole sopravvivere, e il profitto è il nostro modello esistenziale, e le nostre aspirazioni sono le ambizioni del potere, non le nostre. Si ritorna alla parola "MIO" "NOSTRO". Non è la tua reazione, Juriij, ti fanno credere che sia la tua. Perché la "tua" reazione sovvenzionerà sempre il sistema fascista che ci opprime e quando avrà raggiunto un punto critico per il quale TU potresti evitare un inganno, tu sarai morto, il Potere si sarà evoluto in tempo reale e tuo figlio dovrà ricominciare daccapo…

Hai toccato il segreto dell’uomo.
Sitchin affermava che in un’epoca lontana l’uomo (come per l’esempio di Matusalemme) viveva tranquillamente fino a 1000 anni, essendo noi stessi un derivato di coloro che si sono incrociati con le scimmie, cioè gli Anunnaki, i quali avevano un’aspettativa di vita di millenni.
L’esempio degli Anunnaki è molto interessante perché riportava l’inutile bisogno della scrittura proprio perché la trasmissione del sapere si realizzava con la sola parola, capirai in millenni di tempo puoi raccontare tutto.
Allora se non avessi la vita “tarata” a quei famosi 80 di speranza di vita, ma avessimo i nostri bei 2500 anni (per esempio), allora si che quando saresti sul letto di morte potresti sentirti libero di andare e SOPPRATUTTO TUO FIGLIO SAPREBBE TUTTI I SEGRETI NECESSARI PER NON ESSERE PIU FOTTUTO DALLA PROPAGANDA.
Scusa lo stampatello, ma credo che a molti sia passato almeno una volta in mente che la nostra vita è esageratamente troppo corta, solo una sensazione, ma ti passa almeno una volta in questa esistenza.

Citazione:
Beh, lì porti da Dio i tuoi - forse 80 anni - alla tua

Ne ho 45 Calvero, stimando una durata teorica di vita di 80 anni come detto, sono al 65%, i primi venti valgono il doppio perché il metabolismo è altissimo e la sensazione di vita pure … come dicono i giovani: “ohh, il tempo non passa”.
Però devo dirti che dopo i 40 anni si possono fare i conti con la propria vita e iniziare a tranciare le catene della propaganda :o)

Citazione:
Non esiste, per una volontà vera di cambiamento e per una lotta per la verità contro un mondo corrotto - corrotto a partire dal Popolo E NON dai politici

Di pure a partire dalla propaganda - che devia il popolo - che accetta i politici.

Citazione:
L'ho fatto secondo i mie limiti, nella mia vita. Mettendomi in gioco nel saper dire NO. In primis sono diventato un obiettore di coscienza. Se le nostre generazioni saranno vendute ad una patria, qualsiasi patria, allora - solo con questa - non abbiamo diritto alcuno di pretendere di un solo grammo un mondo migliore.

Che patria… come non darti ragione, nasci in un luogo e SEI DELLA PATRIA e chi è la patria?
Perché io, nato sulla terra, non posso decidere a cosa appartenere e perché appartenere a qualcosa?
È la mia terra, giusto?
La mia terra è dove sono nato, la “patria” appartiene a me, non io alla “patria”.

Citazione:
… e insegnare l'amore per la Natura non per la tecnologia.

In questa frase non mi trovi d’accordo.
La natura non è assolutamente perfetta, molte volte è ingiusta e io come essere pensante voglio cambiare il mio destino.
Attenzione non parlo di OGM, li sappiamo tutti che siamo su una bomba.
Siamo legati alla natura e a quello che mangiamo, quindi non ci possiamo permettere di modificare i geni, ne vegetali, ne animali.
Quello di cui parlo sono le possibilità meccaniche di riassestare il corpo difettato in modo da dare una possibilità anche a coloro che sono stati sfortunati.

Citazione:
Altre mille cose che potevano essere sfruttate da "GRILLO" e invece sono ENERGIE incanalate nella politica. Quando facevo parte di movimenti a livello regionale, si era riusciti a ottenere risultati con poco e in questo senso, ma quel poco, presa una certa visibilità, si è voluto che portasse a un tornaconto, a uno stipendio, che tornasse alla mediocrità della politica...

Forse lui gioca adesso il jolly per il lascia o raddoppia e può perdere tutto….

Citazione:
... il mondo sta amando questo mondo quindi merita di perire con esso o esistere con il Nuovo Ordine Mondiale, trovando il miglior posticino al Sole. Questo lo chiede la gente e non Berlusconi. Lo chiede la GENTE, NON Berlusconi.

Hai ragione e ti capisco, ma il mio messaggio è quello di non cedere al “lato oscuro”, bensì di cercare il proprio piccolo sentiero che può sempre divenire un giorno un’autostrada se qualcuno si incammina da parte a te.
P.S. Sono stato breve :o)

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA