Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


opinione : Immaginate una stanza buia...
Inviato da Redazione il 5/10/2012 20:10:00 (11016 letture)

Immaginate una grande stanza buia. In quella stanza c'è un regista che sta sonnecchiando, disteso su un divano. Improvvisamente il regista si risveglia: gli è venuta un'idea per un nuovo film.

Il regista si mette al lavoro e inizia a scrivere la sceneggiatura. Inventa personaggi, crea situazioni, immagina ambienti, poi cambia e ricambia la storia per renderla sempre più interessante, finché non è completamente soddisfatto del risultato.

A quel punto il regista inizia a mettere in piedi la produzione del film. Fa i provini a diversi attori, sceglie quelli più adatti, e discute con loro tutti gli aspetti più reconditi della personalità dei protagonisti.

A loro volta, ciascuno degli attori valuta il ruolo che gli stato è offerto, e decide se partecipare o meno al film, anche tenendo conto della propria carriera. Ad esempio, un attore che nel film precedente ha interpretato il ruolo del cattivo, accetta volentieri il ruolo dell'eroe nel nuovo film, perché vuole evitare di venire percepito dal pubblico come una persona realmente cattiva. Oppure, un'attrice decide di partecipare al film perché la storia d'amore che dovrà vivere sul set le permetterà di esplorare una zona della sua personalità che ancora non conosce bene. Un terzo attore, che nel film precedente ha interpretato il ruolo di un industriale miliardario, accetta volentieri di interpretare il ruolo di un operaio sfruttato dal padrone, per conoscere meglio ambedue gli aspetti di questa dinamica sociale.

Nel frattempo il regista fa costruire i set, organizza la troupe, pianifica la produzione, e finalmente, un bel mattino, viene dato il primo ciak. [...]

La vicenda immaginata dal regista comincia a dipanarsi sul set, scena dopo scena, episodio dopo episodio. Gli attori si muovono esattamente come previsto dalla sceneggiatura, ma il regista lascia loro una certa libertà di scelta, all'interno di ogni scena. E così ogni tanto gli attori si permettono di improvvisare, sempre restando nei limiti del ruolo che gli è stato attribuito, proprio per contribuire a rappresentare un personaggio più credibile e completo. Tutti gli attori sono molto bravi, ed arrivano ad immedesimarsi nel proprio ruolo fino a credere di essere davvero i personaggi che stanno rappresentando. E così, durante tutto il periodo delle riprese, la storia immaginata dal regista vive sul set come se fosse un frammento di vita vera.

Poi le riprese finiscono, le luci sul set si spengono, tutti tornano a casa e ciascuno riprende la propria vita normale. Il regista comincia ad immaginare un nuovo film, da girare magari in luoghi diversi, con una storia completamente diversa da quella appena raccontata. Gli attori, a casa loro, ripensano l'esperienza vissuta sul set, traggono le loro conclusioni e si ripromettono di fare ancora meglio, nel prossimo film, per migliorare ancora quei piccoli difetti che gli rimangono nella recitazione. Qualcuno di loro inizia ricevere offerte per nuovo film, e comincia a valutare se accettare o meno quelle offerte.

Sostituite ora "grande stanza buia" con "universo vuoto".
Sostituite "regista" con "Creatore".
Sostituite "sceneggiatura" con "progetto di vita nel mondo materiale".
Sostituite "set" con "pianeta terra".
Sostituite "primo ciak" con "comparsa della vita".
Sostituite "vicenda del film" con "storia dell'umanità".
Sostituite "attore" con "anima".
Sostituite "personaggio rappresentato" con "incarnazione fisica".

Poi accendete il proiettore ....

Et lux fuit.

Massimo Mazzucco

Voto: 4.00 (13 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
LoneWolf58
Inviato: 5/10/2012 20:54  Aggiornato: 5/10/2012 20:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: Immaginate una stanza buia...
??
Mi devo cominciare a preoccupare...

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
Docnight
Inviato: 5/10/2012 21:02  Aggiornato: 5/10/2012 21:02
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/6/2012
Da:
Inviati: 293
 Re: Immaginate una stanza buia...
Realistico , bello.
Ma cosa spingerebbe il regista alla realizzazione di un film senza il pubblico?

afabbri73
Inviato: 5/10/2012 21:05  Aggiornato: 5/10/2012 21:06
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/5/2011
Da:
Inviati: 302
 Re: Immaginate una stanza buia...
Dici che è arrivata l'ora di girare il sequel di "7 giorni sulla terra"? Fossi il regista cambierei completamente il cast e la production company...

alroc
Inviato: 5/10/2012 21:10  Aggiornato: 5/10/2012 21:11
Mi sento vacillare
Iscritto: 17/12/2011
Da:
Inviati: 664
 Re: Immaginate una stanza buia...
Bellissimo!

Mentre leggevo ho capito subito la doppia lettura...dentro di me ho pensato: "Ecco! Sta raccontando delle anime, dei loro percorsi della fase preparatoria di un'incarnazione."
Poi ho avuto conferma appena aperta la pagina, nella mia immensa stupidità pensavo di aprirla e scrivere un commento in cui sostituirti proprio i termini come stanza buia etc. con quelli che effettivamente hai scritto...

E fu luce?
Magari non proprio luce, ma buio della coscienza. Una coscienza che deve sgomitare e sbattere da tutte le parti per ritrovare se stessa.

Se poi in mezzo si mettono le interferenze! Diventa buio pesto e oblio infinito.

L'unico antidoto è avere fede nelle conoscenze ancestrali che tutti noi possediamo, non ci possono togliere ciò che siamo! Cercano di sviarci con millle finte verità, ma non si può ingannare a lungo un'anima (giusto duemila anni ) perché lei è eterna e nonostante le difficoltà sa avere fede in se stessa. La sensazione di essere altro dal film che interpretiamo è una sensazione troppo forte. Quelle conoscenze sono marchiate a fuoco, sono intimamente incise nel nostro essere e sono proprio quelle che non ci fanno rassegnare e piegare la testa. Se a un certo punto ci svegliamo e guardiamo la "parte" nel film in cui ci hanno inserito, possiamo anche decidere di cambiare copione e vivere un'altra esperienza.

Avere fede in ciò che ascoltiamo dentro di noi, soprattutto quando è stridente il dissidio tra mondo interiore e mondo esteriore, è il passo giusto per continuare a cercare da qualche parte un personaggio e una storia che possano essere più autentici.

cnj
Inviato: 5/10/2012 21:22  Aggiornato: 7/10/2012 10:42
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da: Romagna
Inviati: 795
 Re: Immaginate una stanza buia...
Citazione:
...Il regista comincia ad immaginare un nuovo film...

Lo sapevo che "il regista" si era rotto i coglioni del risultato...

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. Nikola Tesla
Docnight
Inviato: 5/10/2012 21:22  Aggiornato: 5/10/2012 21:22
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/6/2012
Da:
Inviati: 293
 Re: Immaginate una stanza buia...
mettiamo invece che ci sia un pubblico e Che siano le anime non incarnate qui, il regista in presenza di "osservatori" dovra' allora preoccuparsi che il film piaccia, giusto? Mmmm....

peonia
Inviato: 5/10/2012 21:24  Aggiornato: 5/10/2012 21:24
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Immaginate una stanza buia...
bellissimo articolo Massimo, il più bello che abbia letto qui....
una sintesi perfetta di tanta tanta letteratura, senza una identificazione in qualche specifica visione...
Una notevole ispirazione,bravo, vai avanti....anche se molti non approvano...

lo giro subito, grazie!

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
ulixes
Inviato: 5/10/2012 21:32  Aggiornato: 5/10/2012 21:32
Ho qualche dubbio
Iscritto: 29/11/2011
Da:
Inviati: 65
 Re: Immaginate una stanza buia...

alroc
Inviato: 5/10/2012 22:07  Aggiornato: 5/10/2012 22:07
Mi sento vacillare
Iscritto: 17/12/2011
Da:
Inviati: 664
 Re: Immaginate una stanza buia...
@Ulixes, molto bello il libro che hai suggerito.
I pazienti del Dott. Newton, dopo le ipnosi, acquistano una prospettiva diversa da cui guardare la loro esistenza...

Pyter
Inviato: 5/10/2012 22:30  Aggiornato: 5/10/2012 22:30
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Immaginate una stanza buia...
Ecco perchè siamo ridotti così.

Mentre tutto questo avveniva, la Censura costa stava facendo, si grattava le balle?

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
sybill
Inviato: 5/10/2012 22:40  Aggiornato: 5/10/2012 22:40
Ho qualche dubbio
Iscritto: 14/1/2010
Da:
Inviati: 158
 Re: Immaginate una stanza buia...
BELLISSIMO!!!

sonsokh
Inviato: 5/10/2012 22:40  Aggiornato: 5/10/2012 22:44
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/11/2010
Da: Lecco
Inviati: 238
 Re: Immaginate una stanza buia...
purtroppo la fregatura è che ogni volta che gli attori vanno sul set sono convinti che sia la prima volta, e non sanno quello che hanno già imparato (sperimentato) negli altri film.

peonia
Inviato: 5/10/2012 22:46  Aggiornato: 5/10/2012 22:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Immaginate una stanza buia...
se lo devono dimenticare altrimenti non accetterebbero la parte,...troppa fatica!!!

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
vuotorosso
Inviato: 5/10/2012 22:53  Aggiornato: 5/10/2012 22:53
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: Immaginate una stanza buia...
.. quindi sostanzialmente gli attori decidono di prendere ruoli inversi ai precedenti e allora ...

TU NELLA PROSSIMA VITA SARAI ATTIVISSIMO!!!

sonsokh
Inviato: 5/10/2012 23:03  Aggiornato: 5/10/2012 23:28
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/11/2010
Da: Lecco
Inviati: 238
 Re: Immaginate una stanza buia...
@peonia
se un essere in una vita passata è stato oppresso, maltrattato, potrebbe adesso, avendone memoria, opprimere o maltrattare altri esseri umani?
questo intendevo per fregatura

EDIT
se lo devono dimenticare altrimenti non accetterebbero la parte,...troppa fatica!!!

concordo

VIPER
Inviato: 5/10/2012 23:11  Aggiornato: 5/10/2012 23:11
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/6/2009
Da:
Inviati: 557
 Re: Immaginate una stanza buia...
Quindi anche Dio ha un produttore che caccia i soldi e gli rompe i coglioni...

...Mettiamoci qualche morto in più, e poi la gente vuole vedere il sangue...

Polonio
Inviato: 6/10/2012 0:00  Aggiornato: 6/10/2012 0:00
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/8/2009
Da:
Inviati: 797
 Re: Immaginate una stanza buia...
regia pessima, sceneggiatura stantia, attori cani.
l'unica cosa che si salva è la fotografia.
voglio indietro i soldi del biglietto.

che succede poi quando gli attori vogliono fare i registi?
ed è concesso ai registi di fare gli attori?

semi off-topic, consiglio "cosmopolis" di david cronenberg (regista-attore-regista-attore-...). è la storia di un ragazzo che vuole rittoccarsi il taglio di capelli.

Refosco
Inviato: 6/10/2012 0:25  Aggiornato: 6/10/2012 0:25
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/5/2004
Da: Bologna
Inviati: 785
 Re: Immaginate una stanza buia...
... che cagata!

la libertà è un bene incommensurabile solo per chi brama essere eretico

(non ricordo di chi)
sonsokh
Inviato: 6/10/2012 0:36  Aggiornato: 6/10/2012 0:36
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/11/2010
Da: Lecco
Inviati: 238
 Re: Immaginate una stanza buia...
hai tirato l'acqua?

Redazione
Inviato: 6/10/2012 0:54  Aggiornato: 6/10/2012 0:55
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Immaginate una stanza buia...
REFOSCO: "... che cagata!"

Ma sei tu, il Refosco originale?

Non ci credo! Che piacere risentirti!

Sono contento che l'articolo non ti sia piaciuto, mi conferma che nel tempo non sei cambiato di una virgola.

Sarebbe stato orribile ritrovarti "evoluto", aperto magari a nuove possibilità …

Saresti stato irriconoscibile.

Bentornato, ovviamente, e spero di risentirti ancora.

(Per chi non lo sapesse, Refosco è la persona che mi ha aiutato inizialmente a mettere su il sito. Poi abbiamo litigato, e lui se n'è andato. Di fatto, utilizziamo ancora il suo layout grafico originale, al quale - nonostante sia magari superato - sono rimasto affezionato).

Redazione
Inviato: 6/10/2012 1:04  Aggiornato: 6/10/2012 1:06
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Immaginate una stanza buia...
VUOTOROSSO: "TU NELLA PROSSIMA VITA SARAI ATTIVISSIMO!!!"

Spero piuttosto di esserlo stato nella vita passata, altrimenti fra un po' son cazzi per tutti !

Iskandar
Inviato: 6/10/2012 2:01  Aggiornato: 6/10/2012 2:01
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/6/2006
Da: pistoia
Inviati: 104
 Re: Immaginate una stanza buia...
secondo me è come i sette re di roma, con proietti che faceva la maggior parte dei personaggi "contemporaneamente"...

ma magari no... se te invece che regista facevi il saldatore, il camionista o il vivaista arrivavi ad altri paradigmi e metafore per illustrar/e/te/ci la vita, il mondo et la somma sapienza che move l'alte sfere :)

vuotorosso
Inviato: 6/10/2012 2:33  Aggiornato: 6/10/2012 2:33
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: Immaginate una stanza buia...
Citazione:
Spero piuttosto di esserlo stato nella vita passata, altrimenti fra un po' son cazzi per tutti !


Che il regista dio ce ne scampi!

astars
Inviato: 6/10/2012 4:02  Aggiornato: 6/10/2012 4:02
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/5/2011
Da:
Inviati: 51
 Re: Immaginate una stanza buia...
Re: Immagina una stanza buia...

Senti una presenza accanto a te...
Senti qualcosa che ti sfiora i capelli...
Senti un rumore inaspettato...
Senti una voce sussurarti nell'orecchio........

SMETTILA CHE DEVI FINIRE IL TUO ULTIMO FILM!

A parte gli scherzi, Massimo, sei come sempre molto profondo quando scrivi di getto in questo modo tra una pausa e l'altra :)


superava
Inviato: 6/10/2012 4:09  Aggiornato: 6/10/2012 4:09
Mi sento vacillare
Iscritto: 28/8/2008
Da: Riolo Terme
Inviati: 416
 Re: Immaginate una stanza buia...
(Per chi non lo sapesse, Refosco è la persona che mi ha aiutato inizialmente a mettere su il sito. Poi abbiamo litigato, e lui se n'è andato. Di fatto, utilizziamo ancora il suo layout grafico originale, al quale - nonostante sia magari superato - sono rimasto affezionato).

A me la grafica piace! È dal 2005 se ben ricordo che vengo a leggere qui. È qualcosa quasi di familiare aprire il sito di Luogocomune oramai ..speriamo che il "regista" non cambi gusto..eheheh

Refosco
Inviato: 6/10/2012 7:23  Aggiornato: 6/10/2012 7:23
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/5/2004
Da: Bologna
Inviati: 785
 Re: Immaginate una stanza buia...
REDAZIONE: Sarebbe stato orribile ritrovarti "evoluto", aperto magari a nuove possibilità …

ebbene si, sono io, l'unico ed originale Refosco!
e... no, a quanto pare, purtroppo non mi sono "evoluto" in tutto questo tempo, ma sai, ad una certa etá, diventa sempre più difficile.
Ma su questo tema aprirsi a nuove possibilitá é molto pericoloso, quindi mi sta molto bene che sia cosí.

la libertà è un bene incommensurabile solo per chi brama essere eretico

(non ricordo di chi)
ByB
Inviato: 6/10/2012 8:12  Aggiornato: 6/10/2012 8:12
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/5/2011
Da:
Inviati: 382
 Re: Immaginate una stanza buia...
TU NELLA PROSSIMA VITA SARAI ATTIVISSIMO!!!

sta bene, basta che nella prossima vita Attivissimo sia Mazzucco e così abbiamo ripristinato almeno i nomi!

ciao

Sguerguenz
Inviato: 6/10/2012 8:28  Aggiornato: 6/10/2012 8:28
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/7/2011
Da:
Inviati: 129
 Re: Immaginate una stanza buia...

Chi non conosce la verità è uno stolto, ma chi, conoscendola, la chiama menzogna è un delinquente. Bertolt Brecht
peonia
Inviato: 6/10/2012 8:58  Aggiornato: 6/10/2012 8:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Immaginate una stanza buia...
hahahahahaha, troppo forte "vai con qualcuno, ma vai! che io mi noio!!!"

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
peonia
Inviato: 6/10/2012 9:05  Aggiornato: 6/10/2012 9:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Immaginate una stanza buia...
se un essere in una vita passata è stato oppresso, maltrattato, potrebbe adesso, avendone memoria, opprimere o maltrattare altri esseri umani? questo intendevo per fregatura

sonsokh, per come la vedo io, visto che sulla Terra il copione ha per base il concetto BENE/MALE entro i cui parametri gli attori devono agire, e non credo a caso, (ci deve essere un motivo perché questa scuola di apprendimento ci pone) credo che quando fai del male a qualcuno, poi lo proverai su di te la prossima messinscena, così da capire tutte le sfumature del dolore che hai provocato, spesso involontariamente.
Interpretiamo tutte le parti, nel corso dell'Eternità....sennò sai che noia?!

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
etrnlchild
Inviato: 6/10/2012 9:50  Aggiornato: 6/10/2012 9:50
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 1200
 Re: Immaginate una stanza buia...
Citazione:
A loro volta, ciascuno degli attori valuta il ruolo che gli stato è offerto, e decide se partecipare o meno al film,

Mmmh, io questo potere decisionale non me lo ricordo...

Citazione:
Poi le riprese finiscono, le luci sul set si spengono, tutti tornano a casa e ciascuno riprende la propria vita normale.


Siii, voglio rimanere a casa e vivere una vita normale!
Secondo me c'e' piu' luce che sul set.

"Lo spirito del guerriero non conosce né il lasciarsi andare né il lagnarsi, né conosce il vincere o il perdere."
bernuga
Inviato: 6/10/2012 10:06  Aggiornato: 6/10/2012 10:06
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 26/11/2011
Da:
Inviati: 1007
 Re: Immaginate una stanza buia...
Sosituite "nuovo film" con "nuova dimensione"

ELFLACO
Inviato: 6/10/2012 10:16  Aggiornato: 6/10/2012 10:16
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/10/2005
Da:
Inviati: 1839
 Re: Immaginate una stanza buia...
Minchia!! Mazzucci.Cos'hai mangiato?? Guarda che l'insalata si mangia non si fuma??
Cmq più o meno sono abbastanza d'accordo.Ci sono poi dettagli interessanti.

E' interessante notare come associ "vuoto" a "buio" .Ehh gli archetipi non sono mica aqcua!!!

Sono abbastanza comvinto che tutte le "sceneggiature" possibile sono già state scritte e che non tutti gli "attori" possano interpretare tutti "i ruoli".

Com'è che si dice nell'ambiente?...Non è l'attore che sceglie la parte ,ma è la parte a scegliere l'attore!!...

Sono anche convintissimo che i "set" siano veramente tanti .

“Le persone non dovrebbero avere paura dei propri governi, sono i governi a dover aver paura delle persone.”
Giano
Inviato: 6/10/2012 10:46  Aggiornato: 6/10/2012 10:46
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/3/2011
Da:
Inviati: 1424
 Re: Immaginate una stanza buia...
RedazioneCitazione:
Gli attori, a casa loro, ripensano l'esperienza vissuta sul set, traggono le loro conclusioni e si ripromettono di fare ancora meglio, nel prossimo film, per migliorare ancora quei piccoli difetti che gli rimangono nella recitazione. Qualcuno di loro inizia ricevere offerte per nuovo film, e comincia a valutare se accettare o meno quelle offerte.


Messa in questo modo, con questo finale, sembra che lo scopo delle anime sia quello di vivere le incarnazioni.
Cioè che l'anima attenda l'incarnazione per poter crescere in modo da vivere meglio l'incarnazione successiva come se l'esperienza materiale fosse il fine di tutto.
Così mi appare un universo pieno zeppo di anime in pena, senza scopo, che non vedono l'ora di incarnarsi, non importa come e dove, fosse pure nel paese più povero e disgraziato della terra, un paese che il regista non inquadrerà mai nel suo film, perchè per l'anima è l'unico modo in cui vivere.
Demoralizzante!
Non si può tornare al caro vecchio "Siamo qui per crescere in modo da godere le gioie dell'aldilà"?

Shavo
Inviato: 6/10/2012 11:14  Aggiornato: 6/10/2012 11:14
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/5/2008
Da:
Inviati: 334
 Re: Immaginate una stanza buia...
Fa piacere sapere che la spiritualità possa convivere anche con le menti più scettiche, e che non sia un'esclusiva dei professionisti delle religioni.
Trovo che le favole che raccontano le varie religioni siano dannose quanto la fede nel metodo scientifico (il gioco di parole è voluto)
A mio parere il giorno che scienza e religione faranno pace l'umanità potrà godere di infiniiti benefici!

illupodeicieli
Inviato: 6/10/2012 11:19  Aggiornato: 6/10/2012 11:19
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/1/2005
Da:
Inviati: 323
 Re: Immaginate una stanza buia...
Le mie paure e fobie mi obbligano,da tempo, a chiedere una controfigura. Dal 2004, dal giorno del mio fallimento, le cose sono cambiate. Ho già chiesto al regista ,in diverse occasione, che vorrei essere sostituito: ma niente.In tribunale ci sono dovuto andare lo stesso. Ho anche chiesto che venisse cancellata la mia parte: niente da fare, ormai c'ero e dovevo restare. Dovrò parlare con il mio agente...

Matkshonov
Inviato: 6/10/2012 11:32  Aggiornato: 6/10/2012 11:35
Ho qualche dubbio
Iscritto: 29/11/2010
Da: Cesso
Inviati: 278
 Re: Immaginate una stanza buia...
Complimenti per l'articolo che ritengo veramente interessante.
Ma na battutina subito ti prego di concedemerla......

... i copyright al regista-creatore.... ....chi li paga?...
Me spiego, a noi massa ce li fanno pagà, ma la minoranza-elite? e se sì, ce lo possono dimostrà? ( se ce mostrano quella cagata pazzesca di lettere messe a mo di sudoko stiam freschi).

Cmq il mio personalissimo punto di vista è il seguente:

- sostiture regista-creatore con noi tutti.
- sostituire set-pianeta terra con omni-verso
- sostituire "primo ciack" con riorganizzazione della vita, prima ognuno faceva cio' che gli pareva senza nessuna regola.... non le avevamo ancora inventate.
- sostituire anima con "io primordiale" (sì, penso che anche anima, come spirito etc. etc. sia uno dei contenitori, in cui non siamo più inseriti, ma incastrati e incatenati).
- aggiungere ad incarnazione fisica, guscio di una matriosca per una fregatura pazzesca
- aggiungere nota: scopo di questo casino... farci DIMENTICARE chi siamo veramente.

poi spegnere il proiettore ma.... chi si ricorda do' c^220 stà l'interrutore?


ciau

Per cortesia, dite ai bambini che testa di parallelepipedo vuoto non è il suo nome (ecchè diamine, mica pesa 500.000 tonnellate),lui si chiama alberto angela
Dipende
Inviato: 6/10/2012 12:26  Aggiornato: 6/10/2012 12:26
Ho qualche dubbio
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 101
 Re: Immaginate una stanza buia...
finalmente!!


...e pensare che c'è gente che passa l'intera vita a cercare di scoprire chi c'è dietro...e poi dimenticano di recitare.

... e poi si viene sulla Terra per giocare, non per scoprire come funziona il gioco o chi lo ha ideato. Sarebbe un po’ come pagare il biglietto al cinema per gustarsi un film dell’orrore e poi stare tutto il tempo della proiezione a cercare di vedere chi è il regista e chi sta girando le scene, chi mantiene il gobbo, chi è la truccatrice di scena, chi il direttore di produzione. Così facendo, oltre a non capire un cazzo della trama, non ti godi il film e non ti spaventi neanche…e perché sei venuto al cinema ed hai pagato il biglietto?

Via per questa Via!!

Andrea17
Inviato: 6/10/2012 12:48  Aggiornato: 6/10/2012 12:48
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/4/2011
Da:
Inviati: 250
 Re: Immaginate una stanza buia...
<TU NELLA PROSSIMA VITA SARAI ATTIVISSIMO!!!> Adesso si che sono perplesso..... Complimenti a Massimo per l'articolo.

Non dubitate mai che un piccolo gruppo di persone possa cambiare il mondo.
In fondo è così che è sempre stato! (Victoria Grant)
LUSSU
Inviato: 6/10/2012 13:29  Aggiornato: 6/10/2012 13:29
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/6/2011
Da: Sardegna
Inviati: 32
 Re: Immaginate una stanza buia...
Ciao a tutti,
quindi riepilogando credi che esista DIO (regista) ?

maurixio
Inviato: 6/10/2012 14:08  Aggiornato: 6/10/2012 14:08
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/4/2007
Da:
Inviati: 333
 Re: Immaginate una stanza buia...
che film, la vita.

Morpheo70
Inviato: 6/10/2012 14:56  Aggiornato: 6/10/2012 14:56
Ho qualche dubbio
Iscritto: 12/5/2011
Da:
Inviati: 88
 Re: Immaginate una stanza buia...
Ho fatto le sostituzioni

Immaginate una grande universo vuoto. In quel universo c'è un Creatore che sta sonnecchiando, disteso su un divano. Improvvisamente il Creatore si risveglia: gli è venuta un'idea per un nuovo film.

Il Creatore si mette al lavoro e inizia a scrivere il progetto di vita nel mondo materiale. Inventa incarnazioni fisiche, crea situazioni, immagina ambienti, poi cambia e ricambia la storia per renderla sempre più interessante, finché non è completamente soddisfatto del risultato.

A quel punto il Creatore inizia a mettere in piedi il progetto di vita nel mondo materiale. Fa i provini a diverse anime, sceglie quelli più adatti, e discute con loro tutti gli aspetti più reconditi della personalità dei protagonisti.

A loro volta, ciascuno delle anime valuta il ruolo che gli stato è offerto, e decide se partecipare o meno al film, anche tenendo conto della propria carriera. Ad esempio, un anima che nel film precedente ha interpretato il ruolo del cattivo, accetta volentieri il ruolo dell'eroe nel nuovo film, perché vuole evitare di venire percepito dal pubblico come una persona realmente cattiva. Oppure, un'anima decide di partecipare al film perché la storia d'amore che dovrà vivere sulla terra le permetterà di esplorare una zona della sua personalità che ancora non conosce bene. Una terza anima, che nel film precedente ha interpretato il ruolo di un industriale miliardario, accetta volentieri di interpretare il ruolo di un operaio sfruttato dal padrone, per conoscere meglio ambedue gli aspetti di questa dinamica sociale.

Nel frattempo il Creatore fa costruire il pianeta terra, organizza la troupe, pianifica la storia dell’ umanita, e finalmente, un bel mattino, arriva la comparsa della vita. [...]

La storia dell’ umanita’ immaginata dal Creatore comincia a dipanarsi sul pianeta terra, scena dopo scena, episodio dopo episodio. Le Anime si muovono esattamente come previsto dal progetto di vita nel mondo materiale, ma il Creatore lascia loro una certa libertà di scelta, all'interno di ogni scena. E così ogni tanto le anime si permettono di improvvisare, sempre restando nei limiti del ruolo che gli è stato attribuito, proprio per contribuire a rappresentare un personaggio più credibile e completo. Tutte le anime sono molto bravi, ed arrivano ad immedesimarsi nel proprio ruolo fino a credere di essere davvero i personaggi che stanno rappresentando. E così, durante tutto il periodo delle riprese, la storia immaginata dal Creatore vive sul pianeta terra come se fosse un frammento di vita vera.

Poi le riprese finiscono, le luci sul pianeta terra si spengono, tutti tornano a casa e ciascuno riprende la propria vita normale. Il creatore comincia ad immaginare una nuova storia dell'umanità, da girare magari in luoghi diversi, con una storia completamente diversa da quella appena raccontata. Le anime, a casa loro, ripensano l'esperienza vissuta sul pianeta terra, traggono le loro conclusioni e si ripromettono di fare ancora meglio, nel prossimo film, per migliorare ancora quei piccoli difetti che gli rimangono nella recitazione. Qualcuno di loro inizia ricevere offerte per nuovo film, e comincia a valutare se accettare o meno quelle offerte.
**************************************************************

Ok apposto bella storia adesso per il regista deve ascoltarmi

1) nel prossimo film voglio la parte contraria a quella che ho adesso, altrimenti non vengo!!!!!!!!!

2)mi deve dire che risultato deve raggiungere perche in questo film non l' ho capito.

3)E vorrei vedere il film precedente per capire gli attori dove si sono migliorati.

Redazione
Inviato: 6/10/2012 16:42  Aggiornato: 6/10/2012 16:45
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Immaginate una stanza buia...
Volendo farsi del male, si può andare anche oltre con il ragionamento.

Diciamo che (la cifra) "0" rappresenti l'universo vuoto. La stasi iniziale.

Diciamo che "1" rappresenti l'idea originale, la scintilla creativa (la sceneggiatura).

Diciamo che "1" rappresenti anche il suo equivalemnte nel mondo fisico, in quanto la "messa in scena" sul set viene a riflettere in modo speculare le pagine della sceneggiatura (0 + 1 = 1).

Diciamo che "2" (il risultato di 1+1, cioè la conseguenza dell'aver messo in scena la sceneggiatura) rappresenti quello che gli umani (attori) hanno imparato da quell'esperienza.

Diciamo che "3" sarà il risultato della prossima esperienza che gli attori faranno nel prossimo film, nella quale avranno tenuto conto anche di ciò che hanno imparato nel precedente (1+2).

Diciamo quindi che 5 (3+2), 8 (5+3), 13 (8+5), 21 (13+8), ecc. siano i risultati che si otterranno ogni volta, sommando l'ultima esperienza con il totale delle precedenti.

0 - 1 - 1 - 2 - 3 - 5 - 8 - 13 - 21 ...

A qualcuno questa sequenza fa venire in mente qualcosa?

LoneWolf58
Inviato: 6/10/2012 16:50  Aggiornato: 6/10/2012 16:50
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: Immaginate una stanza buia...
Citazione:
Autore: Redazione Inviato: 6/10/2012 16:42:34
...
0 - 1 - 1 - 2 - 3 - 5 - 8 - 13 - 21 ...

A qualcuno questa sequenza fa venire in mente qualcosa?

Sei serio... o è una provocazione?!...
Io comincio a preoccuparmi... quando ti prendi una vacanza?

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
Ingmar
Inviato: 6/10/2012 17:01  Aggiornato: 6/10/2012 17:01
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/12/2009
Da: Cagliari
Inviati: 184
 Re: Immaginate una stanza buia...
etrnchild scrisse:
Citazione:
Mazzucco:Citazione:
A loro volta, ciascuno degli attori valuta il ruolo che gli stato è offerto, e decide se partecipare o meno al film,
Mmmh, io questo potere decisionale non me lo ricordo...


Ma, mi hai di nuovo rubato le parole di bocca -
Ebbene sì, a meno che questo ruolo non venga assegnato e eventualmente accettato in una presunta pre-vita di cui come al solito non abbiamo memoria e conoscenza.
Visione accettabile nell'economia del racconto di Massimo, e comunque non certo più assurda del paradiso o dell'inferno.
Mazzucco Citazione:
Poi le riprese finiscono, le luci sul set si spengono, tutti tornano a casa e ciascuno riprende la propria vita normale.

Risponde etrnchildCitazione:
Siii, voglio rimanere a casa e vivere una vita normale!
Secondo me c'e' piu' luce che sul set.


Non è chiaro se qui si alluda alla morte, come fine di una parte, oppure, visto che si parla di spegnimento delle luci del set, della fine del mondo e del giudizio universale. E oltre a bene e male come copione, ci metterei il denaro, che è una specie di "Mac Guffin" a cui tutti aspirano perchè sanno che tutti lo chiedono, una sorta di coazione a catena, ma non perchè valga qualcosa, anzi la sua attinenza con la merce che dovrebbe scambiare è sempre più lontana e astratta, rispetto a quando si trattava di conchiglie, pepite e monete d'oro.

Sguerguenz
Inviato: 6/10/2012 17:15  Aggiornato: 6/10/2012 17:15
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/7/2011
Da:
Inviati: 129
 Re: Immaginate una stanza buia...
0, 1, 1, 2, 3, 5, 8, 13, 21, 34, 55




http://it.wikipedia.org/wiki/Successione_di_Fibonacci

Chi non conosce la verità è uno stolto, ma chi, conoscendola, la chiama menzogna è un delinquente. Bertolt Brecht
minkiaprof
Inviato: 6/10/2012 17:50  Aggiornato: 6/10/2012 17:50
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/12/2006
Da:
Inviati: 129
 Re: Immaginate una stanza buia...
Il riferimento alla successione di Fibonacci in questo contesto e' veramente interessante.

Come molti sanno, la natura spesso procede nel suo sviluppo seguendo (o creando?) strutture matematiche, tra cui quella, appunto, di F.: la curva di accrescimento di alcune conchiglie e' forse l'esempio piu' famoso, ma ce ne sono moltissimi altri, che curiosamente appartengono sia al mondo microscopico che a quello degli spazi infiniti.

Anche nell'Uomo, l'evoluzione del pensiero astratto ha proceduto per fasi di accumulazione successive, come testimoniato ad esempio dalle pitture rupestri, dove si nota chiaramente la tensione verso il pensiero narrativo, che passando per la definizione di codici condivisi e' culminata con l'invenzione della scrittura, vero e unico strumento da cui ebbe inizio la civilta'.

Stabilire se poi tutto cio' e' opera di un Ente Creatore, e' un arduo compito: cio' che e' certo, in matematica una successione di tal genere e' definita ricorsivamente a partire da DUE numeri; e anche questo aspetto apre nuovi orizzonti, da cui fanno capolino yin/yang, anch'essi nati da un "nulla" che genero' la forza che poi si sdoppiera' nella dinamica degli opposti, concetto presente anche nella cultura ellenica con la dialettica...

e cosi' si ritorna al tema di partenza: al riduzionista piace chiamare il Dio con il nome di "Colui-Che-Ha-Fornito-I-Primi-Due-Numeri"; ma al piccolo uomo che c'e' in lui rimane lo sgomento di fronte all'Infinito Incomprensibile.

E quando ci domanderanno che cosa stiamo facendo, tu potrai rispondere loro: Ricordiamo. (Ray Bradbury, Fahrenheit 451)
alroc
Inviato: 6/10/2012 17:59  Aggiornato: 6/10/2012 17:59
Mi sento vacillare
Iscritto: 17/12/2011
Da:
Inviati: 664
 Re: Immaginate una stanza buia...
Nei frattali di Mandelbrot, governati dalla proprietà dell'autosomiglianza, si ritrovano i numeri di Fibonacci. L'autosomiglianza difatti è governata da una regola o formula ripetibile, così come la successione di Fibonacci.

Se si unisce a questo anche l'idea che l'universo è un ologramma con la struttura di un frattale...

minkiaprof
Inviato: 6/10/2012 18:21  Aggiornato: 6/10/2012 18:21
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/12/2006
Da:
Inviati: 129
 Re: Immaginate una stanza buia...
@alroc
da sempre l'Uomo elabora il suo estremo sforzo di esplorazione dell'Universo, avendo come unica compagna di viaggio la matematica. con lei, cerca di spiegare o perlomeno descrivere cio' che vede, e spesso anche cio' che non vede: ma alla fine e' costretto a fermarsi alle Colonne d'Ercole dei suoi limiti fisici. Anche in questo frangente la matematica non lo tradisce, esercitando la sua funzione consolatoria: cosi' gli suggerisce la scappatoia alla sua misera condizione di essere "finito", dandogli sempre nuovi strumenti, e, insieme ad essi, l'illusione di poter dominare l'infinito, e di conseguenza, l'illusione dell'immortalita'.

E quando ci domanderanno che cosa stiamo facendo, tu potrai rispondere loro: Ricordiamo. (Ray Bradbury, Fahrenheit 451)
matteog
Inviato: 6/10/2012 18:54  Aggiornato: 6/10/2012 18:54
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/9/2009
Da: Roma
Inviati: 966
 Re: Immaginate una stanza buia...
@Massimo

ti sei dimenticato la cosa più importante:

chi mette il finanziamento del film?


Sai, da un mancato cineasta come me , è la prima domanda che mi faccio sempre.

"Cercare il complotto è sano, trovarlo dappertutto è follia." M. Galante
peonia
Inviato: 6/10/2012 19:00  Aggiornato: 6/10/2012 19:06
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Immaginate una stanza buia...
la REGOLA AUREA overo la sequenza di Fibonacci, tutto si crea così...
http://www.youtube.com/watch?v=Z4mtxMd29to


edit: non avevo letto sotto!!!


(Massimo il tuo articolo è piaciuto tantissimo e sta facendo il giro del web!Buon segno...)

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Redazione
Inviato: 6/10/2012 19:32  Aggiornato: 6/10/2012 19:32
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Immaginate una stanza buia...
MATTEOG: "chi mette il finanziamento del film?"

Pare che il regista fosse ricco di famiglia. Come abbiano fatto i soldi però non saprei dirtelo.

Forse li hanno creati loro, esattamente coma fanno qui sulla terra quelli che si credono degli dei.

In fondo, se vale "fiat lux" vale anche "fiat money", no?

Redazione
Inviato: 6/10/2012 19:37  Aggiornato: 6/10/2012 19:40
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Immaginate una stanza buia...
MORPHEO: Citazione:
1) nel prossimo film voglio la parte contraria a quella che ho adesso, altrimenti non vengo!!!!!!!!!

2)mi deve dire che risultato deve raggiungere perche in questo film non l' ho capito.

3)E vorrei vedere il film precedente per capire gli attori dove si sono migliorati.
1 - Non preoccuparti, ci pensa un certo Karmichael (non è un arcangelo, è il direttore di produzione) a farti avere il ruolo giusto.

2 - Tranquillo, lo capirai quando "torni a casa".

3 - Basta che allunghi il braccio, e sul tuo scaffale ci sono tutti i DVD dei film che hai interpretato in precedenza. Puoi rivederli in qualunque momento.

(Puoi vedere anche quelli futuri, se vuoi. Ma quelli sono in forma di sceneggiatura. La differenza è che restano ancora alcune variabili da stabilire).

minkiaprof
Inviato: 6/10/2012 19:42  Aggiornato: 6/10/2012 19:42
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/12/2006
Da:
Inviati: 129
 Re: Immaginate una stanza buia...

E quando ci domanderanno che cosa stiamo facendo, tu potrai rispondere loro: Ricordiamo. (Ray Bradbury, Fahrenheit 451)
Redazione
Inviato: 6/10/2012 19:46  Aggiornato: 6/10/2012 19:46
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Immaginate una stanza buia...
GIANO: Citazione:
Messa in questo modo, con questo finale, sembra che lo scopo delle anime sia quello di vivere le incarnazioni. Cioè che l'anima attenda l'incarnazione per poter crescere in modo da vivere meglio l'incarnazione successiva come se l'esperienza materiale fosse il fine di tutto. Così mi appare un universo pieno zeppo di anime in pena, senza scopo, che non vedono l'ora di incarnarsi, non importa come e dove, fosse pure nel paese più povero e disgraziato della terra, un paese che il regista non inquadrerà mai nel suo film, perchè per l'anima è l'unico modo in cui vivere.
Guarda, io di anime non me ne intendo. So però che il mondo è pieno di attori disoccupati, che non vedono l'ora di essere chiamati in un film qualunque.

Il problema è che questi, pur di recitare, accettano di tutto, anche il peggiore dei ruoli nei film di serie C. Se invece gli attori stessero più attenti alle scelte che fanno, avremmo sicuramente un cinema migliore.

Redazione
Inviato: 6/10/2012 19:51  Aggiornato: 6/10/2012 19:51
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Immaginate una stanza buia...
Minkiaprof: Minchia che bello. Non lo conoscevo. Ho cliccato a caso, e sono finito sulla stella a 5 punte con la sezione aurea (min. 6.50).

Grazie.

bernuga
Inviato: 6/10/2012 20:07  Aggiornato: 6/10/2012 20:07
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 26/11/2011
Da:
Inviati: 1007
 Re: Immaginate una stanza buia...
In un certo senso quest'uomo ha deciso di cambiarsi la parte nel film:

http://www.youtube.com/watch?v=qX9FSZJu448

peonia
Inviato: 6/10/2012 21:09  Aggiornato: 6/10/2012 21:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Immaginate una stanza buia...
No, Minkiaprof, non lo conoscevo, grazie. In fondo sono simili, quello postato da me è più...moderno!!

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
peonia
Inviato: 6/10/2012 21:12  Aggiornato: 6/10/2012 21:12
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Immaginate una stanza buia...
Bello Bernuga, preso spunto....e condiviso! grazie

E' vero che bisogna credere in se stessi, ma è più forte la motivazione, la spinta se anche qualcun altro crede in te...
come disse Danilo Dolci, in una sua poesia, " Ognuno cresce solo se sognato"....

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
AFrayn
Inviato: 7/10/2012 0:51  Aggiornato: 7/10/2012 0:59
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/3/2009
Da: Colônia Cecília, Paraná, Brasil
Inviati: 399
 Re: Immaginate una stanza buia...
La storiella mi ha fatto venire in mente "Astronave senza tempo" di Charles Harness (Urania n° 1046), però al contrario. Nel "primo universo" la specie dominante è una sorta di felis sapiens, nel "secondo universo" si passa ai discendenti dalle scimmie.
L'idea di reincarnarmi in un felis sapiens è interessante....

Molṑn labé - Quocunque Jeceris Stabit
fiodenamig
Inviato: 7/10/2012 2:48  Aggiornato: 7/10/2012 2:48
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/5/2011
Da:
Inviati: 332
 Re: Immaginate una stanza buia...
PAPERINO NEL MONDO DELLA MATEMAGICA!!!

GRANDE!!!

ERANO SECOLI CHE NON LO VEDEVO!!!

ME LO AVEVANO FATTO VEDERE A SCUOLA ALLE ELEMENTARI, PENSA UN PO' TE!!!

BELLISSIMO!!!

Morpheo70
Inviato: 7/10/2012 2:57  Aggiornato: 7/10/2012 2:58
Ho qualche dubbio
Iscritto: 12/5/2011
Da:
Inviati: 88
 Re: Immaginate una stanza buia...
Redazione:
Guarda, io di anime non me ne intendo. So però che il mondo è pieno di attori disoccupati, che non vedono l'ora di essere chiamati in un film qualunque.


Massimooooooooo ..... adesso cominci a confondermi gia' mi hai ingrippato gli ingranaggi con il film, poi se dici che il mondo è pieno di attori disoccupati mi metti ko!!!

Gli attori disoccupati non possono stare nel set (Mondo), quelli hanno gia' la loro parte e sono stati chiamati e messi sul set o sbaglio?

Cmq dove dici

Poi accendete il proiettore
"Et lux fuit",
io metterei "E mo' fuit"

Maksi
Inviato: 7/10/2012 10:22  Aggiornato: 7/10/2012 10:22
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/10/2011
Da:
Inviati: 1219
 Re: Immaginate una stanza buia...
Il Mazzucco sta delirando

illupodeicieli
Inviato: 7/10/2012 10:42  Aggiornato: 7/10/2012 10:42
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/1/2005
Da:
Inviati: 323
 Re: Immaginate una stanza buia...
Aggiungo un'altra osservazione che è sopraggiunta poco dopo l'invio del mio precedente commento: certe considerazioni su noi stessi, domande importanti che talvolta ignoriamo e tendiamo a dimenticare o a esorcizzare, le riconsideriamo, forse forti di una presunta maturità, se non altro biologica, soltanto quando siamo in là negli anni o (tocchiamo ferro) quando viviamo situazioni ...difficili. Diversamente alcuni temi sono argomenti trattati durante una cena, o in gioventù per fare colpo sugli altri commensali. Un tempo sono stati, invece, tema di cenacoli culturali, dove si discuteva di Dio, dell'aldilà, di religione e filosofia in generale: forse non c'erano ,nemmeno all'orizzonte, gente come Silvio (era ancora in mare a cantare) o Monti (era in qualche multinazionale a farle guadagnare denaro).

cnj
Inviato: 7/10/2012 11:02  Aggiornato: 7/10/2012 11:02
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da: Romagna
Inviati: 795
 Re: Immaginate una stanza buia...
Citazione:
E' vero che bisogna credere in se stessi, ma è più forte la motivazione, la spinta se anche qualcun altro crede in te... come disse Danilo Dolci, in una sua poesia, " Ognuno cresce solo se sognato"....

Vero.

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. Nikola Tesla
cnj
Inviato: 7/10/2012 11:12  Aggiornato: 7/10/2012 11:12
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da: Romagna
Inviati: 795
 Re: Immaginate una stanza buia...
"universo vuoto creatore progetto vita terra storia anima incarnazione fibonacci"

Ho messo in Google queste parole estratte dall'articolo e mi sono venuti fuori alcuni spunti interessanti:

1) Oscilloni, le fluttuazioni dell’Universo primordiale
2) Cosmometria: Doppie Spirali Phi in Multi-Frequenza
....ma se tolgo Fibonacci...
3) Risurrezione

Acqua? Fuochino?

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. Nikola Tesla
mc
Inviato: 7/10/2012 11:17  Aggiornato: 7/10/2012 11:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/5/2004
Da:
Inviati: 7222
 Re: Immaginate una stanza buia...
L'immaginazione e' eccezionale perche' puo' non raggiungere mai i propri limiti.
E' patetica quando per illudersi di averli raggiunti racchiude se' stessa in una bolla di sapone, fragile ma dogmatica, gia' soffiata da altri innumerevoli volte.

.....I remakes non sono mai migliori dell'idea originale. E poi il pubblico vuole cose nuove non i soliti soggetti commerciali con il lieto fine : "Risoluzione della crisi esistenziale (quasi gratis... e a buon mercato dopo tutto)".


Fatemi un fischio quando si parlera' del buio che precedette il creatore del creatore del creatore del creatore ...vorrebbe dire che almeno l'immaginazione abbia smesso di ricalcare i vecchi cliche' (nonostante il suo involucro umano si ritenga evoluto in essa) .

mc

ohmygod
Inviato: 7/10/2012 11:52  Aggiornato: 7/10/2012 11:52
Sono certo di non sapere
Iscritto: 16/10/2007
Da:
Inviati: 3652
 Re: Immaginate una stanza buia...
ho sempre trovato sconcertante l'avere una vita doppia.lo sconcerto maggiore deriva non dall'avere due corpi in uno ma dall'avere un corpo in due
e non incontrarsi mai.

Shavo
Inviato: 7/10/2012 11:53  Aggiornato: 7/10/2012 11:53
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/5/2008
Da:
Inviati: 334
 Re: Immaginate una stanza buia...
E così scompare il caos apparente, la vita intera segue regole matematiche che acquistano un valore divino, tutto è profondamente e puramente perfetto.

Voglio lanciare una provocazione a questo punto: non avete paura anche voi che Dio sia sotto sotto una noia infinita? °°
La bellezza della vita non sta in fondo nell'imprevedibile e nei problemi quotidiani? Forse abbiamo scelto di perdere coscienza e recitare queste nostre stupide vite perchè in realtà ci siamo stancati del paradiso

VIMS
Inviato: 7/10/2012 12:02  Aggiornato: 7/10/2012 12:02
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/11/2011
Da: Ai piedi del monte
Inviati: 334
 Re: Immaginate una stanza buia...
Interessante il filo logico.

Cambierei, anzi amplierei, soltanto un concetto.

Quando dici
Sostituite "vicenda del film" con "storia dell'umanità".

Io sostituirei "vicenda del film" con "storia della Terra", intesa come comunità della vita (tutta).

Trovo difficoltà a pensare che tutto quello che ci circonda, ossia la Creazione, ha come fine ultimo solo l'Uomo.

E' un mio punto di vista.

VIMS

La Virtù sta nel mezzo
bernuga
Inviato: 7/10/2012 15:45  Aggiornato: 7/10/2012 15:45
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 26/11/2011
Da:
Inviati: 1007
 Re: Immaginate una stanza buia...

panagio
Inviato: 7/10/2012 18:01  Aggiornato: 7/10/2012 18:26
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/6/2011
Da:
Inviati: 232
 Re: Immaginate una stanza buia...
OT parallelo a quello di Bernuga, dopo una piccola ricerca.
Certo, per come è stata scoperta, una notevole sceneggiatura...

Anticancro naturale da amazzonia: studio sulla graviola del 2007 in italiano

Galdir
Inviato: 7/10/2012 18:59  Aggiornato: 7/10/2012 18:59
So tutto
Iscritto: 7/10/2012
Da:
Inviati: 1
 Re: Immaginate una stanza buia...
Una punizione da girone dantesco: a me è venuta in mente la scena di Fantozzi della corazzata Potemkin...

fiodenamig
Inviato: 7/10/2012 19:42  Aggiornato: 23/12/2012 23:26
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/5/2011
Da:
Inviati: 332
 Re: Immaginate una stanza buia...
X MASSIMO MAZZUCCO:

Massimo scusa per l'off-topic, mi dispiace "macchiare" questa discussione molto interessante con cose molto più "mondane", però volevo segnalare a te e ai lettori del forum questa ipotesi di lavoro (che io ritengo ben più di una ipotesi di lavoro) sull'11 SETTEMBRE scritta da Giovanni Zibordi di cobraf.com che qui di di seguito ti riporto. Te la riporto proprio perché l'ho trovata molto interessante e la ritengo molto importante:


IL REBUS RISOLTO



Due settimane fa qualcuno che si firmava "LeviMolca"
( http://search.babylon.com/?s=web&babsrc=SP_ss&rlz=0&q=Levi+Molca )
ha invaso alcune pagine del forum con dei testi in apparenza un poco deliranti e che tra l'altro per dei caratteri particolari inseriti lo fermavano e abbiamo ricevute segnalazioni che chiedevano di rimuovere queste lenzuolate.

Nel rimuoverle ho visto che LeviMolca però non è un nickname inventato, aveva anche il link al suo sito o a sue pagine ed è il traduttore del libro di Barry Chamish sull'assassinio di Yztahk Rabin, l'equivalente in israele dell'omicidio di John Kennedy.

Questo Barry Chamish è un giornalista investigativo israeliano
( http://barrychamish.com/index.htm )
abbastanza noto su internet, che pubblica su temi di intrighi, omicidi e complotti internazionali e il suo libro sulla morte di Rabin ha avuto certo seguito.

Chamish sembra molto documentato, ma sostiene per inquadrare tutto una tesi particolare, che ci siano da sempre due fazioni in Israele, quella cattiva dei laburisti/Mapam di Ehud Barak e quella buona del Likud e Nethanianu.

All'interno di queste tesi generale bizzarra però, Chamish fornisce molta documentazione e riguardo all'11 settembre concorda sul fatto che Israele è coinvolto, solo che dice che sono stati quelli della fazione cattiva.

Ad esempio qui ( http://barrychamish.com/Newsletters2012/solving9-11-100.html ) Chamish recensisce il libro di Chris Bollyin "Solving 911" che documenta come il controllo delle Torri e quello della sicurezza negli aereporti da cui i presunti dirottatori arrivavano erano nella mani di gente legata a Israele e anzi direttamente al Mossad e così altri personaggi chiave (e ha un quantità impressionante di fatti a supporto). Il libro non è stato accettato da nessuna casa editrice e non è mai stato recensito, perché se la sua tesi venisse discussa veramente rischieresti una crisi internazionale... Chamish invece nel recensirlo dice che, nonostante lui sia israeliano e il libro documenti la responsabilità di Israele e sia antisemita, i fatti in quanto tali riportati non sono veramente errati, ma bisogna attribuire la responsabilità solo a questa fazione all'interno del governo di Israele (in collaborazione con una fazione all'interno del governo USA).

Senza entrare in dettagli, che nel caso del 11 settembre possono essere tantissimi per cui quasi tutti ne rimangono confusi, la soluzione del rebus è semplice se ti concentri sul fatto che le torri che sono crollate sono tre e gli aerei erano due. C'è un fatto molto semplice, la terza Torre, il WTC7, non è stata colpita da nessun aereo, aveva solo un incendio in due piani dovuto ad alcuni detriti scagliati dall'impatto degli aerei contro le altre che però si era spento nel pomeriggio. E alle 17 di colpo è implosa in sette secondi, venendo giù istantaneamente e verticalmente sulle sue fondamenta nel modo in cui funzionano le demolizioni controllate. Nessuno sostiene seriamente che questa torre sia implosa a causa dell'impatto di questi detriti, parliamo di un grattacielo di 44 piani con il telaio in acciaio, su questo non c'è discussione che sia stato minato dall'interno e "tirato giù", come scappò detto a chi lo aveva in affito, Larry Silverstein in diretta TV il giorno dell'11 settembre. (vedi la famosa intervista al maggiore esperto di demolizioni controllate in Europa, Danny Jovenko, a cui qualcuno mostra il video del crollo del WTC7:
http://www.youtube.com/watch?v=k3DRhwRN06I
e lui subitò dichiara "... ma è una demolizione controllata!.. non esiste nessun dubbio che sia un lavoro di demolizione controllata..") e poi spiega come hanno fatto. Jovenko è poi morto in un incidente d'auto.

Ma, ovviamente, se il terzo grattacielo è stato demolito dall'interno piazzandogli dentro delle cariche, allora si tratta di un lavoro che richiede alcune settimane e che perciò è stato svolto in anticipo, nessuno è in grado di fare una demolizione controllata dalle 9 del mattino alle 17 del pomeriggio di un enorme grattacielo. E allora ne segue logicamente che se la terza torre, il WTC7, è stata demolita dall'interno - dato che le altre due torri "Torri Gemelle" sono venute giù nello stesso identico modo - allora anche loro (le altre due torri cioè) sono state minate dall'interno.

Questo è poi corroborato da qualcosa come un centinaio di testimonianze di vigili del fuoco, poliziotti, civili scampati al crollo poiché tutti loro hanno dichiarato in TV l'11 settembre e anche in interviste successive di aver sentito enormi esplosioni all'interno delle Due Torri, 20-30 minuti dopo l'impatto degli aerei. In altre parole il motivo per cui tre grattacieli sono implosi in pochi secondi nel modo che vedi nei video è una demolizione controllata con cariche dall'interno, in quanto l'impatto dei due aerei sulle Due Torri non era in grado di farle crollare (e se fosse sarebbero crollate gradualmente, a stadi successivi e non certo verticalmente e in pochi secondi come succede quando tutto il telaio di supporto cede simultaneamente).

Il complotto dell'11 settembre è rivelato dal semplice fatto che sono stati costretti a tirare giù alle 17, otto ore dopo l'impatto degli aerei sulle Torri Gemelle, una terza torre, il WTC7, che non era stata colpita. Perché?

Si ci si ricorda bene, la versione ufficiale è che uno dei quattro aerei dirottati non arrivò a destinazione, due finirono contro le Torri Gemelle, uno contro il Pentagono e il terzo si schiantò a terra mentre era invece destinato contro la Casa Bianca grazie al fatto che i passeggeri attaccarono i dirottatori. Questo è molto improbabile per vari motivi, primo dei quali il fatto che, se i dirottatori fossero davvero chiusi dentro la cabina di pilotaggio, non sarebbe stato affatto facile sfondare la porta della cabina...

Il punto è che questo quarto aereo avrebbe dovuto colpire la terza torre a New York, non la Casa Bianca, avrebbe cioè dovuto colpire il WTC7 e invece per qualche motivo non arrivò a destinazione.

Le due Torri Gemelle mezzora dopo l'impatto dei due aerei implosero improvvisamente, verso le 9 del mattino e la cosa poteva sembrare in apparenza credibile perché erano state colpite.

In realtà era impossibile anche per loro, date le strutture in acciaio che avevano, crollare in quel modo e la loro improvvisa implosione era dovuta al fatto che erano state minate dall'interno in precedenza.

Ma la terza torre, il WTC7, era stata pure essa minata dall'interno in previsione di un terzo aereo che non era arrivato e, dato però che aveva subito qualche danno collaterale, sarebbe anch'essa stata subito ispezionata da vigili, FBI e polizia.

Questo non era previsto nel piano e si rischiava che si trovasse che anche il WTC7 era stato preparato per la demolizione controllata, che così si trovassero le cariche di esplosivo piazzate nel telaio di acciaio. Per cui a metà pomeriggio si fece saltare il WTC7 puntando al fatto che, nella confusione enorme del momento, non sembrasse implausibile che un piccoli incendio ne avesse causato il crollo istantaneo.



Giovanni Zibordi
Fonte: www.cobraf.com
Link: www.cobraf.com/forum/coolpost.php?topic_id=5881&reply_id=123491597
07.10.2012

Shavo
Inviato: 7/10/2012 21:01  Aggiornato: 7/10/2012 21:01
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/5/2008
Da:
Inviati: 334
 Re: Immaginate una stanza buia...
si può avere una bella pulizia di OT? mi spiace vedere le discussioni morire così..

vulcan
Inviato: 7/10/2012 22:49  Aggiornato: 7/10/2012 22:49
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/1/2005
Da: Sardigna
Inviati: 2092
 Re: Immaginate una stanza buia...
La trasposizione di uno scenario "perfetto", però non capisco se è una esplosione di spiritualità oppure una proposta intellettuale!

Cagata "secondo refosco" , cioè applicazione del metodo deduttivo aristotelico
in forma pura, oppure intuizione vera per applicazione della logimatica ?


Ciao Massimo ...

"Indaga le parole a partire dalle cose e non le cose a partire dalle parole." Misone
Refosco
Inviato: 8/10/2012 0:36  Aggiornato: 8/10/2012 0:36
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/5/2004
Da: Bologna
Inviati: 785
 Re: Immaginate una stanza buia...
VULCAN: "... Cagata "secondo refosco" , cioè applicazione del metodo deduttivo aristotelico
in forma pura, oppure intuizione vera per applicazione della logimatica ? ... "

ehm... logi... logimati.. ehhh... La seconda che hai détto...

ciao Sergio!
(sbaglio o bentornato anche te??? )

la libertà è un bene incommensurabile solo per chi brama essere eretico

(non ricordo di chi)
ayarbor
Inviato: 8/10/2012 23:32  Aggiornato: 9/10/2012 0:29
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/1/2010
Da:
Inviati: 227
 Re: Immaginate una stanza buia...
D'accordo.... però dato un tot numero di attori disponibili e che finito il loro ciclo di interpretazioni se ne vadano in pensione e considerando oltre a ciò che nella stanza prima vi erano meno attori in circolazione, come mai adesso invece ci stanno tutti sempre più stretti sul set?
Inoltre se questi attori recitano per imparare e mettere a frutto dall'esperienza come mai se ne vedono sempre di più pessimi in giro?
O comunque chi ci assicura che avremo garantita una parte da poter recitare la prossima volta?
Oltretutto a quanto ne sò le esperienze di pre-morte o NDE non sembrano propendere per la reincarnazione in altre vite e tanto meno in quella in altre forme divita.

alearge
Inviato: 9/10/2012 0:36  Aggiornato: 9/10/2012 0:36
So tutto
Iscritto: 17/2/2008
Da:
Inviati: 19
 Re: Immaginate una stanza buia...
e' una storia bellissima, commovente nella sua semplice verita'
Grazie

paulop
Inviato: 11/10/2012 23:35  Aggiornato: 11/10/2012 23:35
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/12/2007
Da:
Inviati: 40
 Re: Immaginate una stanza buia...
"We are not stuff that lasts, but patterns that repeat."

delitto
Inviato: 28/10/2012 10:42  Aggiornato: 28/10/2012 10:42
So tutto
Iscritto: 27/1/2012
Da:
Inviati: 24
 Re: Immaginate una stanza buia...
Spesso si commette l'errore di considerare l'anima come un'entità perfetta. In realtà non è così, le anime sono diverse tra loro, ci sono quelle evolute e quelle meno evolute. Ci sono anime che si fanno influenzare dal carpo in cui si incarnano, e dall'ambiente che le circonda, questo accade soprattuto per le anime meno evolute, che sono quelle maggiormente presenti sul pianeta Terra.
Il film descritto da Massimo, è il modo che ha l'anima per mettersi nuovamente alla prova, per accrescere se stessa, ed aumentato la propria energia. Più l'anima si evolve, e più diventa un concentrato di energia. Più aumenta l'energia delle anime e maggiore diventa la forza del Creatore.

Polonio
Inviato: 26/11/2012 2:22  Aggiornato: 26/11/2012 2:22
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/8/2009
Da:
Inviati: 797
 Re: Immaginate una stanza buia...


Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA