Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


news internazionali : Le pallen di Van Allen
Inviato da Redazione il 19/8/2012 22:30:00 (16788 letture)

(Si consiglia di guardare il video dopo aver letto l'articolo)



Che bello, la ricerca nello spazio continua! Come ci racconta il Washington Post, "Presto un paio di navicelle spaziali corazzate si dirigerà verso una delle regioni più pericolose in assoluto dello spazio, per comprendere quali effetti possono avere le particelle radioattive che circondano la terra sui nostri satelliti e sugli astronauti".

"La coppia di navicelle spaziali viaggerà fino alle fasce di Van Allen, quegli anelli a forma di ciambella fatti di particelle radioattive che circondano la terra. Le particelle vengono espulse dal sole, e vengono catturate dalle fasce grazie ai campi magnetici terrestri. 'Stiamo cercando di andare in un posto che tutti gli altri cercano di evitare' - ha detto Rick Fitzgerald della Johns Hopkins University".

"Queste fasce radioattive possono espandersi, contrarsi e persino moltiplicarsi. ...

... La fascia esterna più raggiungere 25.000 miglia di distanza dalla terra, mentre quella interna può avvicinarsi fino a 125 miglia dalla superficie terrestre, dove gli astronauti della stazione spaziale internazionale sarebbero esposti alle radiazioni."

"Le Fasce di Van Allen sono una delle prime scoperte americane dell'era spaziale, scoperte nel 1958 dal nostro primo satellite Explorer 1. Eppure queste fasce restano in gran parte un mistero, poiché l'ambiente è troppo ostile per riuscire ad ospitare satelliti per un tempo prolungato".

A questo punto, viene da porsi una domanda: perché mai queste Fasce di Van Allen dovrebbero rappresentare un problema, oggi, quando quasi cinquant'anni fa gli astronauti delle missioni Apollo le attraversavano come se fosse la strada dell'orto? D'accordo che loro ci restavano per qualche ora soltanto, ma quando le abbandonavano era solo per uscire nello spazio aperto, dove le radiazioni cosmiche erano 1.000 volte più micidiali. Quindi, dov'è il problema? Non abbiamo più gli astronauti di una volta?

Ora guardate il video, ed avrete la risposta che cercate.

Massimo Mazzucco

Voto: 9.00 (6 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
Blade1960
Inviato: 19/8/2012 22:50  Aggiornato: 19/8/2012 22:50
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/11/2006
Da:
Inviati: 264
 Re: Le pallen di Van Allen
Ciao a tutti!

Wow !!!
Che bella martellata sui coglioni si sono datiiiii !!
Sono in paziente attesa della versione ufficiale,secondo me ,o le hanno aggirate,oppure hanno sfruttato l'unico buco che si verifica ogni mille anni ,e ci sono passati con sapiente freddezza,azz sti americani.....hi hi hi
il lem di stagnola.

NonSonoIo
Inviato: 19/8/2012 22:51  Aggiornato: 19/8/2012 22:51
So tutto
Iscritto: 14/2/2011
Da:
Inviati: 29
 Re: Le pallen di Van Allen
Molto bello.

Ma non dimostra nulla :(

Redazione
Inviato: 19/8/2012 23:22  Aggiornato: 19/8/2012 23:25
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Le pallen di Van Allen
NONSONOIO: "Ma non dimostra nulla"

Come no?

Dimostra chiaramente che Alan Bean sulla Luna ci è andato, no?

Anzi, secondo me ci è andato almeno tre volte: una a piedi, una in bicicletta, e la terza probabilmente in motorino.

(Il famoso Garelli "Lunatik" a tre stadi, non lo ricordi?)

Bisognerebbe suggerire ad Attivissimo di usare questo filmato, come "prova" dei viaggi lunari, invece delle solite foto delle bandiere.

Le foto si possono falsificare, ma una testimonianza come questa è genuina al 100% .

Aironeblu
Inviato: 19/8/2012 23:45  Aggiornato: 20/8/2012 0:08
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/1/2012
Da: Ha Noi
Inviati: 1947
 Re: Le pallen di Van Allen
Cacchio, ma è possibile che questo Mr. Bean sia così sprovveduto da non documentarsi un minimo sui dettagli della sua eroica missione?
Ma nemmeno la povera Laika sarebbe caduta così dalle nuvole...




È vero che all'epoca bastavano fotomontaggi più semplici, con le ombre convergenti e le bandiere svolazzanti, ma prima delle interviste, ripassiamo un pochino!

bernuga
Inviato: 19/8/2012 23:51  Aggiornato: 19/8/2012 23:51
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 26/11/2011
Da:
Inviati: 1007
 Re: Le pallen di Van Allen
In questo video, verso il min. 5 a Buzz Aldrin viene chiesto se puo' vedere una foto che finora era rimasta sconosciuta, prima chiede come fa il giornalista ad averla, poi chiede perche' dovrebbe vederla e dopo che l'ha vista da di matto:

http://www.youtube.com/watch?v=RMYyTjyWWlI

Polidoro
Inviato: 19/8/2012 23:53  Aggiornato: 19/8/2012 23:56
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/4/2005
Da:
Inviati: 488
 Re: Le pallen di Van Allen
"Non siamo andati abbastanza in alto ....... Aaahh

Pover'uomo, mi sembra un fornaio più che un glorioso spazionauta.

Ma come NONSONOIO: "Ma non dimostra nulla", dimostra si: o il soggetto è affetto da Alzheimer (può essere) oppure non sa da che parte è lo Spazio oppure gli sfugge la verità e cioè che sono sempre stati SOTTO le Fasce. Dico bene ?

Altre ipotesi non ...... beh forse la NASA sceglieva astronauti INSENSIBILI alle radiazioni, può essere ?

E quando Mr. Bean ha attraversato le Fasce, poiché sopra le stesse non c'era scritto "FASCE DI VAN ALLEN", non se ne è accorto.

Mumble, mumble ....

Airone: la foto è troppo grossa

"Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuovi orizzonti ma nell'avere nuovi occhi." Marcel Proust
Pispax
Inviato: 20/8/2012 0:01  Aggiornato: 20/8/2012 0:01
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Le pallen di Van Allen
Aironeblu, per cortesia ridimensiona quella foto prima che puoi.

Aironeblu
Inviato: 20/8/2012 0:09  Aggiornato: 20/8/2012 0:09
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/1/2012
Da: Ha Noi
Inviati: 1947
 Re: Le pallen di Van Allen
Fatto...
Era grossa come la palla dell'allunaggio....

afabbri73
Inviato: 20/8/2012 0:16  Aggiornato: 20/8/2012 0:16
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/5/2011
Da:
Inviati: 302
 Re: Le pallen di Van Allen
Che dire... Questa è gente che lava costantemente i propri amati gatti in lavatrice!
Bello notare quanto era avanzata la tecnologia dell'epoca a discapito di quella attuale... Fra poco uscira' sicuramente un documento governativo che documenterà come siano riusciti ad andare sulla luna grazie ad un balzo dimensionale tramite una fionda cosmica.

Aironeblu
Inviato: 20/8/2012 0:18  Aggiornato: 20/8/2012 0:18
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/1/2012
Da: Ha Noi
Inviati: 1947
 Re: Le pallen di Van Allen
@Bernuga,
Veramente divertente il video, Aldrin sembra un po' più sveglio e reattivo di Mr. bean, e ha pensato bene di mettere in pratica l'american way con il povero Bart Sibrel...

bubu7
Inviato: 20/8/2012 0:23  Aggiornato: 20/8/2012 0:23
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/2/2007
Da: Tomania
Inviati: 528
 Re: Le pallen di Van Allen
Forse le fascie di van allen le hanno superate con un "Jump!"

Lui che offrì la faccia al vento la gola al vino e mai un pensiero non al denaro, non all'amore né al cielo.

Fabrizio De Andrè
Pispax
Inviato: 20/8/2012 0:42  Aggiornato: 20/8/2012 0:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Le pallen di Van Allen
Doverosa premessa: le teorie sul "moon hoax" mi hanno lasciato da sempre MOLTO "tiepido".
Nel senso che non trovo nessuna motivazione plausibile per crederci.

Non ultimo il fatto che è irrazionale immaginare che un complotto del genere sia potuto continuare anche dopo l'incidente di Apollo13, che nell'eventualità sarebbe stata una fantastica scusa per interrompere quella rischiosissima "simulazione".
("Rischiosissima" perché si era comunque in Guerra Fredda(*) e la Space Race impazzava alla grande. Personalmente credo che OGNI telescopio russo abbia seguito dal primo all'ultimo secondo le missioni americane, così come quelli americani seguivano le missioni russe e quelli cinesi probabilmente entrambe).

Quindi quando viene proposto un articolo su questo argomento la prima cosa che faccio è di leggerlo, e poi di andare a cercare conferme o smentite.


Questo è un testo della "controparte" che mi pare interessante da proporre:
http://www.siamoandatisullaluna.com/apollo-analisi-anticomplottista-le-fascie-di-van-allen.html

In particolare, di quella pagina ho trovato ancora più interessante il link a questa risposta:
http://www.vialattea.net/esperti/php/risposta.php?num=9242



Detto questo, sia la voce fuori campo che lo stesso Alan Bean in quel video fanno una figura abbastanza meschina.
Ma non credo che tali figure siano sufficienti a giustificare le conclusioni che il video trae alla fine.



(*) EDIT: Guerra Fredda da solo non basta a spiegare.
Il fatto è che la Guerra Fredda, oltre che una competizione mantenuta necessariamente "incruenta" dall'eccessiva potenza degli arsenali nucleari, era anche una battaglia ideologica dove sia il modello americano che il modello sovietico si proponevano come modelli "ideali" nei confronti del resto del mondo.
Questo spiega la grande tensione che si nascondeva dietro alla Space Race.
(Ma anche in roba più semplice, come le competizioni sportive)

Se però si ritiene che gli USA abbiano messo in campo quella simulazione per ottenere un vantaggio propagandistico, che è opinione più che legittima, si deve anche mettere in conto che se quella simulazione fosse stata scoperta lo SVANTAGGIO propagandistico sarebbe stato ben superiore.

Da qui l'irrazionalità di portare avanti a oltranza una "simulazione" di quel tipo.

Redazione
Inviato: 20/8/2012 0:54  Aggiornato: 20/8/2012 0:54
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Le pallen di Van Allen
PISPAX: "Questo è un testo della "controparte" che mi pare interessante da proporre".

Mandalo ad Alan Bean, così la prossima volta evita di fare figure di merda.

Pispax
Inviato: 20/8/2012 0:59  Aggiornato: 20/8/2012 1:06
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Le pallen di Van Allen
Redazione


Citazione:
Mandalo ad Alan Bean, così la prossima volta evita di fare figure di merda.
.

In effetti a sentirlo viene da chiedersi se il fagiolo stia nel cognome o nel cervello.
Fa piuttosto pena.


EDIT: Stasera ho una serata di ripensamenti.
Oppure si può sostenere che è sbagliato dire che le Fasce di Van Hallen non abbiano alcun effetto sull'Uomo.
Un effetto ce l'hanno: fanno rincoglionire.

(Però questo implicherebbe che Bean le ha attraversate davvero, no?)

Redazione
Inviato: 20/8/2012 1:03  Aggiornato: 20/8/2012 1:03
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Le pallen di Van Allen
PISPAX: "In effetti a sentirlo viene da chiedersi se il fagiolo stia nel cognome o nel cervello. Fa piuttosto pena."

Devi vedere il povero Aldrin, nello stesso film. Una volta che Sibrel lo mette con le spalle al muro, sbotta e dichiara: "Insomma, vai a chederle alla NASA, queste cose. Lo vuoi capire che noi eravamo solo PASSEGGERI?"

Pispax
Inviato: 20/8/2012 1:07  Aggiornato: 20/8/2012 1:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Le pallen di Van Allen
HAHAHAHAHAHAAHAHA

Leggi l'EDIT.
Lo stavo scrivendo mentre stavi scrivendo tu.

AFrayn
Inviato: 20/8/2012 1:10  Aggiornato: 20/8/2012 1:10
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/3/2009
Da: Colônia Cecília, Paraná, Brasil
Inviati: 399
 Re: Le pallen di Van Allen
E che diamine Mazzucco, un minimo di rispetto per gli anziani!
Le cose bisogna ripetergliele a una certa età, se gli si dice fasce di Van Allen lui magari pensa alle fasce del dott. Gibaud!

Molṑn labé - Quocunque Jeceris Stabit
bubu7
Inviato: 20/8/2012 1:32  Aggiornato: 20/8/2012 1:32
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/2/2007
Da: Tomania
Inviati: 528
 Re: Le pallen di Van Allen
E' come se un camionista dicesse: " Sì, sono stato in Svezia con il mio tir ma non ricordo se ho oltrepassato la frontiera italiana. O forse sì?

Lui che offrì la faccia al vento la gola al vino e mai un pensiero non al denaro, non all'amore né al cielo.

Fabrizio De Andrè
Matkshonov
Inviato: 20/8/2012 2:40  Aggiornato: 20/8/2012 2:40
Ho qualche dubbio
Iscritto: 29/11/2010
Da: Cesso
Inviati: 278
 Re: Le pallen di Van Allen
Colgo l'occasione per postare una domanda che da due anni ormai pongo a chiunque mi parla di viaggio sulla luna......

Mi sapete spiegare come diamine abbiano fatto ad attraversare le fasce di van hallen ( che altro non sono che un forno a micro-onde di proporzioni bibliche) e viaggiare in pieno vento solare, quando non riusciamo a far soppravvivere un solo uomo che tenti di riparare un solo reattore nucleare anche se solo in leggera avaria?!?!?!?

Per cortesia, dite ai bambini che testa di parallelepipedo vuoto non è il suo nome (ecchè diamine, mica pesa 500.000 tonnellate),lui si chiama alberto angela
Matkshonov
Inviato: 20/8/2012 2:44  Aggiornato: 20/8/2012 2:44
Ho qualche dubbio
Iscritto: 29/11/2010
Da: Cesso
Inviati: 278
 Re: Le pallen di Van Allen
mi son guardato solo ora il video...... non ho parole..... ma forse sarebbe il caso di dire che qualcuno non tiene vergogna...............

Per cortesia, dite ai bambini che testa di parallelepipedo vuoto non è il suo nome (ecchè diamine, mica pesa 500.000 tonnellate),lui si chiama alberto angela
fefochip
Inviato: 20/8/2012 3:11  Aggiornato: 20/8/2012 3:13
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Le pallen di Van Allen
premesso che l'astronauta qui sembra aver passato la fascia di età in cui si entra nel rincoglionimento senza ritorno ...

e premessa un altra cosa.
se non c'è il cacacazzi di turno pare che in un gruppo come questo qualcuno la deve fare per forza la parte del trituracazzi ....

ma da come sono rappresentate tali fasce (ciambelle intorno alla terra) non è possibile obiettare che la rotta della/e navicelle sia passata nel bucio al centro proprio per evitare tali fasce?

altra cosa che mi pare qualcuno me lo aveva spiegato ma non mi ricordo la risposta a un altra obiezione.(forse non mi aveva convinto)
nell'ottica di una messainscena perche i russi o i cinesi o chi vi pare non sbugiardano i mericani?
(insomma qualcuno con un po piu di mezzi, poteri e interessi che noi poveri complottisti da monitor pc)

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Matkshonov
Inviato: 20/8/2012 3:42  Aggiornato: 20/8/2012 3:42
Ho qualche dubbio
Iscritto: 29/11/2010
Da: Cesso
Inviati: 278
 Re: Le pallen di Van Allen
Per quello che riguarda i russi, da testimonianze di amici polacchi e slovacchi, pare che "al di là del muro" hanno riso a crepapelle senza la necessità di alcuna propaganda.....

Per cortesia, dite ai bambini che testa di parallelepipedo vuoto non è il suo nome (ecchè diamine, mica pesa 500.000 tonnellate),lui si chiama alberto angela
gronda85
Inviato: 20/8/2012 5:53  Aggiornato: 20/8/2012 5:53
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 2/12/2008
Da:
Inviati: 1957
 Re: Le pallen di Van Allen
@bubu7
bella da mori'

non puoi vincere
non puoi pareggiare
non puoi nemmeno ritirarti
ivan
Inviato: 20/8/2012 6:29  Aggiornato: 20/8/2012 6:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: Le pallen di Van Allen
Citazione:



In particolare, di quella pagina ho trovato ancora più interessante il link a questa risposta:
http://www.vialattea.net/esperti/php/risposta.php?num=9242



In illo tempore avevo già letto la risposta dell'esperto in merito alle fasce di Van Allen.

Colpisce il fatto che dicono che l'assorbire prima protoni e poi elettroni non comporti nulla, non abbia conseguenza alcuna: a dire dell'esperto gli elettroni vengono "fermati" da un semplcie foglio e poi svaniscono nel nulla, senza conseguenza alcuna; lo stesso dicasi per i protoni.

Flussi di elettroni e di protoni: ossia corrente elettrica, questo sono le fasce di Van Allen, non semplice radiazione (flusso di particelle) assimilabile ad un'ortopanoramica (che in ogni caso comporta una pesante schermatura che viene posta sul petto).

Flussi di protoni e di elettroni disposti a fasce separate tra di loro con il vuoto in mezzo. Ossia le due facce, le due piastre di un condensatore, di un accumulatore di carica elettrica di dimensioni planetarie.

Chissà cosa succede a far passare un corpo conduttore, magari di una lega a basso punto di fusione in un campo elettrico (su Youtube ey similia ci sono dei filmati in merito)

Chissà cosa succede ad immergere un metallo in ambiente acido (ricco di protoni).

E chissà cosa succede ad immergere dopo lo stesso metallo in ambiente alcalino (ricco di elettroni).

Chissà cosa succede a cortocircuitare le due piastre di un consensatore.

Chissà cosa succede quando particelle cariche, che corrono a velocità prossime a quella della luce, "sbattono " contro la materia frenando e sbattendo contro gli atomi.

Tutto questo e altro nelle risposte degli esperti non c'è mai. In pratica siamo di fronte ad un altro "segreto di stato".

Cosa realmente sono le fasce di Van Allen (sono una delle la manifestazioni della natura elettrica del cosmo), se la velocità di fuga può mai essere raggiunta per davvero, come si vede il firmamento da lassu' e tante altre cosette ancora sono cose che non sapremo mai fin quando non ci daremo dei governi seri.

crunch
Inviato: 20/8/2012 7:36  Aggiornato: 20/8/2012 7:36
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/5/2012
Da:
Inviati: 560
 Re: Le pallen di Van Allen
Pispax

Citazione:
Non ultimo il fatto che è irrazionale immaginare che un complotto del genere sia potuto continuare anche dopo l'incidente di Apollo13, che nell'eventualità sarebbe stata una fantastica scusa per interrompere quella rischiosissima "simulazione".


il progetto lunare serviva ad ottenere finanziamenti, in particolare per i missili balistici a lunga gittata, se si fosse interrotto si sarebbero interrotti i finanziamenti, il progetto ai tempi valeva quanto 'Al Qaeida' oggi

Fefochip

Citazione:
nell'ottica di una messainscena perche i russi o i cinesi o chi vi pare non sbugiardano i mericani?


perche' (pare e ovviamente nessuno lo puo dire con certezza) sono stati sottoscritti degli accordi segreti, tutti hanno degli scheletri nell'armadio e forse la contropartita e' il silenzio reciproco. Comunque gli USA non avrebbero messo in scena una simile farsa senza la certezza assoluta del silenzio ufficiale dei principali governi.

Akane
Inviato: 20/8/2012 7:38  Aggiornato: 20/8/2012 7:38
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/7/2011
Da: Austria
Inviati: 135
 Re: Le pallen di Van Allen
lol! Questo video è stupendo!

VIPER
Inviato: 20/8/2012 8:03  Aggiornato: 20/8/2012 8:03
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/6/2009
Da:
Inviati: 557
 Re: Le pallen di Van Allen
Siete dei complottisti di merda...

Bean non poteva saperlo perchè è una scoperta tedesca, ma le Fasce di Van Allen hanno un "buchen", "il buchen dell'Ozonen"...

... E' da li che sono passati.

DjGiostra
Inviato: 20/8/2012 8:33  Aggiornato: 20/8/2012 8:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Le pallen di Van Allen
Secondo me Alan Bean non sa dove sono le fasce di Van Allen per
il semplice motivo che avendo il telepass non sono passati dal casello
e molto probabilmente non si e' accorto quando ci sono entrati !!

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
Tianos
Inviato: 20/8/2012 9:46  Aggiornato: 20/8/2012 9:46
Mi sento vacillare
Iscritto: 21/8/2009
Da:
Inviati: 374
 Re: Le pallen di Van Allen
premettendo che ,secondo gli indizi su questa storia che si possono trovare in giro credo che:
1) o siamo stati sulla luna , ma sono state utilizzate foto e filmati costruiti sulla terra
2) il primo sbarco sulla luna non è mai avvenuto , ma i successivi sono probabilmente avvenuti


riguardo le fascie di van allen, lo stesso Van Allen, riteneva ogni precauzione pressoché inutile, perchè secondo lui, viste le velocità in gioco (39,700 km/h del vettore), anche un attraversamento diretto sarebbe stato del tutto innocuo.(15 minuti per attraversare la fascia più pericolosa ossia quella interna fatta di protoni e più inensa di quella esterna).Va ricordato inoltre, a differenza di quelli che credono che le zone radioattive siano talmente alte dalla superficie terrestre che solo le missioni lunari abbiano mai potuto transitarvi, che anche lo Space Shuttle e la ISS attraversano periodicamente una parte delle fasce durante le loro orbite attorno alla Terra. Esiste infatti l'anomalia sud-atlantica (SAA, southern atlantic anomaly), una propaggine a bassa quota delle fasce di Van Allen che si estende fino all'altezza orbitale dei veicoli con equipaggio umano. Nessun astronauta però ha mai riportato lesioni di nessun genere a seguito delle esposizioni dovute al passaggio in tale zona, nemmeno a lungo termine. Gli astronauti che hanno volato in passato, orbitando attorno alla Terra con le missioni Mercury, Gemini e Soyuz ne sono un classico esempio.
c'e anche da dire che il passaggio dalle fascie di van allen non è un muro , ma una sfumatura (oltretutto non omogenea in tutte le sue parti) che sale e decresce nel suo attraversamento.
E considerando inoltre che le astronavi (lunari e non) sono interamente costruite in metallo ed i rivestimenti interni (comprese le tute spaziali degli astronauti utilizzate sia per il volo e sia per l'esplorazione lunare) sono realizzate con materiali plastici (tipo polietilene ad alta densità o HDPE), lesposizione cala di un bel po'.
poi se non erro, gli ingegneri della NASA, cercarono di pianificare accuratamente la rotta di trasferimento "da e per" la Luna, scegliendo una traiettoria alternativa a quella ideale (con inclinazione equatoriale di circa 30°), che avrebbe portato gli astronauti ad attraversare le fasce di Van Allen in maniera più efficiente, percorrendole in un tempo molto breve, nella zona più sottile.
a parte tutto questo, se le fascie di van allen fossero cosi intense anche le varie missioni, per marte e luna con satelliti avrebbero grosse difficolta sopratutto con la tecnologia odierna più sensibile alle particelle (p.s. che se non sbaglio non sono radiazioni ionizzanti ma solo fasci di particelle, e quindi più facilmente schermabili).

detto tutto questo la mia ricostruzione del tutto personale ed arbitraria e questa:
la nasa preparato il lancio per il primo atterraggio sulla luna preparò un set in cui furono fatti i vari filmati e foto sulla terra in caso gli astronauti fossero finiti fritti nel viaggio (con menzogna possibile sulla morte nel rientro magari).
gli astronauti che sono militari (e i militari americani non spiccano per cultura) non furono minimamente informati del pericolo reale ipotizzato inizialmente.
a questo punto finita missione avrebbero potuto benissimo usare filmati e foto reali (ma andati bruciati o danneggiati al ritorno dalle fascie di van allen visto che il supporto era ancora la pellicola) ma dovettero essere utilizzati quelli già precostruiti sulla terra.
Quella sopra e l'ipotesi più realistica ma che non spiega perchè allora non ci si torni sulla luna (ricca di deuterio 3 che permetterebbe di dare energia a ny per un anno con un solo carico).
quella invece meno realistica ma non da escudere e che sulla luna ,continuiamo ad andarci ed anche spesso ma in segreto ...perchè la c'e' più di quel che ci si dice, e se la missione fosse ufficiale al giorno d'oggi , tutti vorrebbero assistere in tempo reale...con conseguenze probabilmente epocali (strutture aliene ecc.)

ivan
Inviato: 20/8/2012 9:50  Aggiornato: 20/8/2012 10:04
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: Le pallen di Van Allen
Citazione:

Secondo me Alan Bean non sa dove sono le fasce di Van Allen per
il semplice motivo che avendo il telepass non sono passati dal casello
e molto probabilmente non si e' accorto quando ci sono entrati !!


Non si sono accorti quando ci sono passati ? Peccato, non hanno idea di cosa si sono persi.

Dicono qui: "Antiproton ring found around Earth "[i]





Source: link

Ovviamente c'è sempre il marketing a dare la dritta (i]"quando devi coprire uno scandalo parla di vantaggi"
) ed ecco gli esperti che dicono che trebbiando l'antimateria è aperta la porta ai viaggi spaziali .

Si certo, nell'ipotesi che l'antimateria si possa trebbiare, immgazzinare e bruciare a nostro piacimento.

A noi basterebbe sapere cosa si prova a passarci dentro.

Quanto alla solita storia "si ma i russi .. ", "si ma i cinesi figurasi poi se ", "c'era la guerra fredda allora ..." e via discorrendo, la risposta è semplice, è li da decenni :

link "The large, dark, smooth looking feature on the left in this picture is known as the "Mare Moscoviense".

vuotorosso
Inviato: 20/8/2012 10:50  Aggiornato: 20/8/2012 10:50
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: Le pallen di Van Allen
Maledetti complottisti, voi offendete i morti!
Ehh? ancora tutti vivi??
Non é vero: sono morti e parlano, sará uscito il 47 sulla ruota di Houston, tsk.

Vabbé torno fra qualche anno a dirvelo (azz, e ora come facciamo a difendere le nostre balle versioni comunemente accettate? )
E voi, allunatori el kaiser, datevi un po' una mossa a schiattare, per favore!

Vitriolum
Inviato: 20/8/2012 10:51  Aggiornato: 20/8/2012 10:51
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 202
 Re: Le pallen di Van Allen
@ Redazione

Citazione:
Devi vedere il povero Aldrin, nello stesso film. Una volta che Sibrel lo mette con le spalle al muro, sbotta e dichiara: "Insomma, vai a chederle alla NASA, queste cose. Lo vuoi capire che noi eravamo solo PASSEGGERI?"


che film? Astronaut gone wild?

REMEMBER YOURSELF, ALWAYS AND EVERYWHERE
alroc
Inviato: 20/8/2012 11:18  Aggiornato: 20/8/2012 11:18
Mi sento vacillare
Iscritto: 17/12/2011
Da:
Inviati: 664
 Re: Le pallen di Van Allen
Forse già conoscete questa ricercatrice, ma non si sa mai...;)

http://www.giulianaconforto.it/?p=155

Da tempo l'astrofisica italiana è considerata un'eretica nel panorama scientifico perchè sostiene che le fasce di Van Allen siano un inganno visivo. La ricercatrice sostiene che le fasce si comportino come degli immensi schermi al plasma in 3D che circondano la Terra impedendoci di capire quale sia la realtà cosmica in cui siamo immersi.

Sguerguenz
Inviato: 20/8/2012 11:27  Aggiornato: 20/8/2012 11:27
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/7/2011
Da:
Inviati: 129
 Re: Le pallen di Van Allen
Cosa sarebbe stata la missione lunare senza il grande Stanley Kubrick?
Probabilmente non sarebbe affatto esistita.



http://forum.gamesvillage.it/showthread.php?329409-Kubrick-e-lo-sbarco-sulla-luna

Chi non conosce la verità è uno stolto, ma chi, conoscendola, la chiama menzogna è un delinquente. Bertolt Brecht
Aigor
Inviato: 20/8/2012 11:35  Aggiornato: 20/8/2012 11:35
Ho qualche dubbio
Iscritto: 1/7/2011
Da: GE
Inviati: 211
 Re: Le pallen di Van Allen
Beh, qui in Italia, nel 1970, che la terra fosse circondata dalle fasce di Van Hallen lo si apprendeva al Liceo...
Ritengo impossibile che la cultura di un astronauta, per quanto militare, non abbia compreso un'informazione simile (quoto Bubu7).
Aveva quindi mille modi per evitare di fare figure di merda...
Ma forse hanno l'ordine tassativo di fare i finti tonti, come disse una volta un tale (che la sa lunga): a pensar male si fa peccato ma spesso ci si azzecca

Aigor

La violenza è l'ultimo rifugio degli incapaci
(I. Asimov - Il crollo della galassia centrale)
fefochip
Inviato: 20/8/2012 11:35  Aggiornato: 20/8/2012 11:35
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Le pallen di Van Allen
Citazione:
perche' (pare e ovviamente nessuno lo puo dire con certezza) sono stati sottoscritti degli accordi segreti, tutti hanno degli scheletri nell'armadio e forse la contropartita e' il silenzio reciproco. Comunque gli USA non avrebbero messo in scena una simile farsa senza la certezza assoluta del silenzio ufficiale dei principali governi.


si però ipotizzando questa idea ci sono altre due risposte da darsi (almeno ...e secondo me)
il complotto si allarga e quindi le possibilità aumentano che poi le carte cambino in tavola e si arrivi a uno sputtanamento .

poi si apre un altro perche ovvero questi accordi per quanto segreti devono avere degli effetti palesi altrimenti non ha senso .
in altre parole in cosa di tangibile noi possiamo riscontrare questo complotto o questo accordo?
ci deve essere un reciproco vantaggio chiaro altrimenti la motivazione rimane appesa e come sappiamo il movente fa parte integrante della chiusura del cerchio di una indagine .

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Pyter
Inviato: 20/8/2012 12:05  Aggiornato: 20/8/2012 12:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Le pallen di Van Allen
"Signor Colombo, ci hanno detto che lei è arrivato nelle Indie viaggiando nella parte opposta con tre caravelle. Come ha fatto? A noi risulta che in mezzo c'è un continente enorme."
"Davvero? Beh, è stato tanti anni fa. Il continente c'è ancora?"
"Si, si chiama America."
"Beh, se c'è, non ce ne siamo accorti. O forse si. Ecco, forse ci siamo passati sopra."
"Con le caravelle?"
"Certo, eravamo equipaggiati per farlo. Niente è stato lasciato al caso."
"Le caravelle avevano delle ruote? Volavano? E come avete fatto a evitare le frecce incendiarie dei pellerossa?"
"Non ho visto pellerossa. Cosa sono? O forse si. Non lo so, andavamo così veloci."
"Non potevate fare come ha detto Pispax? Avreste dovuto puntare a Sud e fare il giro."
"Troppo lungo. C'era in corso una Indy Race e non potevamo allungare il tragitto e arrivare dietro."
"Dietro a chi? Non avevate nessuno dietro."
"No? Quando siamo partiti ci hanno detto di si. Lo avranno fatto per farci andare più veloci."
"Lei è sempre rimasto tiepido su queste ipotesi strane della circumnavigazione."
"Esatto. O forse no. In ogni caso rimanere tiepido dopo 35 anni di Guerra Fredda è già un mezzo miracolo."
"Ma non farebbe prima a dire di essere passato nel canale di Panama?"
"Ma è così. L'ho già detto prima. Se siamo arrivati in India è chiaro che ci siamo passati."

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
Pyter
Inviato: 20/8/2012 12:18  Aggiornato: 20/8/2012 12:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Le pallen di Van Allen
Anzi, secondo me ci è andato almeno tre volte: una a piedi, una in bicicletta, e la terza probabilmente in motorino.


Si, scherzaci sopra.



Prototipo Lambretta, che in americano si pronuncia Lem Britta.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
Pispax
Inviato: 20/8/2012 12:22  Aggiornato: 20/8/2012 12:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Le pallen di Van Allen
crunch

Citazione:
Citazione:
Non ultimo il fatto che è irrazionale immaginare che un complotto del genere sia potuto continuare anche dopo l'incidente di Apollo13, che nell'eventualità sarebbe stata una fantastica scusa per interrompere quella rischiosissima "simulazione".


il progetto lunare serviva ad ottenere finanziamenti, in particolare per i missili balistici a lunga gittata, se si fosse interrotto si sarebbero interrotti i finanziamenti, il progetto ai tempi valeva quanto 'Al Qaeida' oggi


Poi un giorno arriverà qualcuno a sostenere che tutta questa fandonia del "comoplottismo" serve solo a raccogliere fondi per preparare la Grande Rivoluzione dei Puffi, e tu ti arrabbierai moltissimo a leggerlo.
Senza realizzare che QUEL discorso avrà esattamente gli stessi fondamenti del discorso che stai facendo ora tu.

Quindi tu e quel possibile debunchero vi accapiglierete, quando in realtà dovreste abbracciarvi come fratelli.





Una domanda: hai forse avuto la vaga impressione che gli USA abbiano mai avuto particolari problemi nel destinare ENORMI MONTAGNE DI FONDI nei finanziamenti per i missili a lunga gittata?
No sai: perché è esattamente quello che hanno fatto.
Se riesci a spiegarmi il motivo per cui avrebbero dovuto "nasconderli", te ne sarò grato.


Se invece sostieni che la ricerca sui viaggi spaziali (sia russi che americani) fosse così tanto finanziata perché il suo scopo "recondito" era quello di sviluppare vettori migliori per le testate, allora ti faccio le mie congratulazioni: hai appena scoperto l'acqua calda.
Proprio un "thruthseeker" di categoia, direi, visto che questa cosa all'epoca l'ho letta persino nei bollettini parrocchiali.
Uno dei pochi casi dell'epoca in cui cattolici e comunisti si trovavano d'accordo, peraltro (erando d'accordo anche nei modi: OGNUNO imputava queste intenzioni solo alla ricerca spaziale dell'ALTRO)

Chiaramente questa (eventuale) considerazione è del tutto inutile in questa discussione.

1) anche senza una Space Race la ricerca missilistica sarebbe andata avanti comunque. Era proprio la matematica militare dell'epoca a esigerlo.

2) Ll'unica certezza che abbiamo è che questo discorso non supporta in alcun modo né le tesi del Moon Hoax e neppure quelle contrarie. I motivi "reconditi" del finanziamento non bastano a dire che non siamo andati sulla Luna, e neppure a dire che lo abbiamo fatto.
E' proprio una cosa che non c'entra un cazzo.




EDIT:

Citazione:
perche' (pare e ovviamente nessuno lo puo dire con certezza) sono stati sottoscritti degli accordi segreti, tutti hanno degli scheletri nell'armadio e forse la contropartita e' il silenzio reciproco. Comunque gli USA non avrebbero messo in scena una simile farsa senza la certezza assoluta del silenzio ufficiale dei principali governi.

Dei principali governi E delle principali università E dei principali osservatori E persini di tutti quegli astronomi dilettanti (che ce ne sono di parecchio bravini) che magari una sera gli saltava il ticchio di andare a vedere quel pallino di luce che era il riflesso del sole sull'astronave nel cielo, e non lo trovava dove doveva essere. E si metteva a chiedere aiuto ai colleghi.

Sottolinea che questa cosa non riguarda i "principali" governi. Riguarda TUTTO IL MONDO, in ognuna di queste categorie.

Sertes
Inviato: 20/8/2012 12:37  Aggiornato: 20/8/2012 12:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Le pallen di Van Allen
Per capire cosa è successo, cosa sta succedendo, e cosa succederà di tanto in tanto val la pena rispolverare la lettura di William Cooper, uno di quelli che l'undici settembre l'aveva previsto il mese prima, e che è stato ucciso in casa sua dalla polizia due mesi dopo.

http://www.puppstheories.com/majesty.htm

Sono sempre opinioni, ma leggermente più autorevoli di tante altre.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
alsecret7
Inviato: 20/8/2012 12:44  Aggiornato: 20/8/2012 12:44
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/6/2007
Da:
Inviati: 561
 Re: Le pallen di Van Allen
massimo attivisimo non puo capire queste cose! non ci arriva e se ci arriva stai tranquillo che non la mostrerebbe mai! si darebbe una martellata sulle palle!!

nonaligned
Inviato: 20/8/2012 13:02  Aggiornato: 20/8/2012 13:02
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/10/2011
Da:
Inviati: 247
 Re: Le pallen di Van Allen
Perché nel video le fasce vengono definite come "micidiali"?

vuotorosso
Inviato: 20/8/2012 13:24  Aggiornato: 20/8/2012 13:24
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: Le pallen di Van Allen
"Massimo attivissimo" sarebbe un insulto ?

liberta11
Inviato: 20/8/2012 13:36  Aggiornato: 20/8/2012 13:39
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/10/2011
Da:
Inviati: 388
 Re: Le pallen di Van Allen
In riferimento alla figuraccia di Bean, vorrei dire una cosa:

Non dimentichiamoci mai che questi astronauti, erano "solo" piloti militari che dovevano eseguire degli ordini su una tabella di marcia (che avevano imparato quasi a memoria) e nulla di più.

Tantè che anche nella missione Apollo 13, gli astronauti eseguirono "solo" quegli ordini che gli arrivarono da Terra (dove c'erano gli ingegneri e i vari esperti nei rispettivi settori, che li avrebbero riportati a casa).
I 3 astronauti, da soli, sarebbero rimasti lassù a vagare per sempre.

Non mi stupisce se da un punto di vista astronomico, fisico (o di altro tipo) non fossero proprio, come dire... delle "cime".

nonaligned
Inviato: 20/8/2012 13:39  Aggiornato: 20/8/2012 13:39
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/10/2011
Da:
Inviati: 247
 Re: Le pallen di Van Allen
Le fasce di Van Allen non se le incula nessuno. Solo i lunacomplottisti. Vengono definite perfino "LETALI", "MORTALI"; In base a quale ricerca non si sa.

totalrec
Inviato: 20/8/2012 14:01  Aggiornato: 20/8/2012 14:01
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: Le pallen di Van Allen
nonaligned
Citazione:
Le fasce di Van Allen non se le incula nessuno. Solo i lunacomplottisti. Vengono definite perfino "LETALI", "MORTALI"; In base a quale ricerca non si sa.


Come tutti i complottisti-a-rovescio, te la canti e suoni da solo.

Qui nessuno sta discutendo dell'esizialità/non esizialità delle fasce di Van Allen.

Si sta solo stigmatizzando il fatto che un astronauta che dovrebbe averle attraversate, mostra, in tutta evidenza, di non avere la più pallida idea di cosa siano e dove si trovino. Il che è quantomeno strano, per un malfidente come me perfino assai sospetto. Stop.

Dopodiché, se si vuole credere che per diventare astronauti (o anche solo piloti militari) sia sufficiente "eseguire degli ordini" (come dice l'impagabile Libertas), senza che sia necessaria la minima cognizione tecnico-scientifica sull'attività che si andrà a svolgere e sugli ambienti in cui ci si troverà ad operare, si continui pure a crederlo tranquillamente.
E' risaputo che la credulità umana, per sostentare se stessa, deve aprire incessantemente nuove frontiere alla negazione del percepibile. Nulla di nuovo da segnalare, quindi.

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
nonaligned
Inviato: 20/8/2012 14:19  Aggiornato: 20/8/2012 14:19
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/10/2011
Da:
Inviati: 247
 Re: Le pallen di Van Allen
Citazione:

Si sta solo stigmatizzando il fatto che un astronauta che dovrebbe averle attraversate, mostra, in tutta evidenza, di non avere la più pallida idea di cosa siano e dove si trovino. Il che è quantomeno strano, per un malfidente come me perfino assai sospetto. Stop.


Beh io non mi riferisco alle parole di Bean.
La mia era una reazione ad affermazioni pretestuose: le fasce sarebbero LETALI e MORTALI. E chi lo dice?

Per quanto riguarda le dichiarazioni: se le fasce non erano considerate poi così importanti/pericolose dalla comunità scientifica, non mi sembra così strano che gli astronauti non fossero tanto informati su di esse, tanto più che si tratta di militari, come diceva qualcuno.

VIMS
Inviato: 20/8/2012 14:27  Aggiornato: 20/8/2012 14:27
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/11/2011
Da: Ai piedi del monte
Inviati: 334
 Re: Le pallen di Van Allen
Sta venendo fuori la figura de L'Astronauta Pasticcione.

A parte gli scherzi ma potrebbe essere che in fondo in fondo l'antagonismo da guerra fredda in realtà poi tanto agonistico non fosse?



VIMS

La Virtù sta nel mezzo
Pispax
Inviato: 20/8/2012 14:29  Aggiornato: 20/8/2012 14:35
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Le pallen di Van Allen
nonaligned


Citazione:
Le fasce di Van Allen non se le incula nessuno. Solo i lunacomplottisti. Vengono definite perfino "LETALI", "MORTALI"; In base a quale ricerca non si sa.

--------------------------

Beh io non mi riferisco alle parole di Bean.
La mia era una reazione ad affermazioni pretestuose: le fasce sarebbero LETALI e MORTALI. E chi lo dice?

Per quanto riguarda le dichiarazioni: se le fasce non erano considerate poi così importanti/pericolose dalla comunità scientifica, non mi sembra così strano che gli astronauti non fossero tanto informati su di esse, tanto più che si tratta di militari, come diceva qualcuno.


Questa cosa viene sostenuta, guarda un po', proprio dalla Scienza "Ufficiale".
NASA compresa.

Questa tua teoria del "chi lo sostiene che sono pericolose?" invece viene sostenuta solo da un gruppo molto piccolo che comprende te, alcune capre tibetane e un pescatore di Rovigo che poi si è scoperto che lo faceva in antipatia alla suocera.

Il resto del dibattito su questo argomento al limite si muove DA PARTE DI TUTTI nel cercare di capire se questa pericolosità fosse ancora tale considerando la velocità dell'attraversamento e la capacità delle schermature.



Tua suocera sta bene, si?


(La seconda affermazione invece è un'affermazione circolare. In quanto tale è sempre vera, quindi non fornisce nessun tipo d'informazione utile)

totalrec
Inviato: 20/8/2012 14:32  Aggiornato: 20/8/2012 14:32
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: Le pallen di Van Allen
Citazione:
se le fasce non erano considerate poi così importanti/pericolose dalla comunità scientifica, non mi sembra così strano che gli astronauti non fossero tanto informati su di esse, tanto più che si tratta di militari, come diceva qualcuno.


Sei veramente, ma veramente, alla frutta eh?

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
hendrix
Inviato: 20/8/2012 14:49  Aggiornato: 20/8/2012 14:49
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/9/2006
Da:
Inviati: 1048
 Re: Le pallen di Van Allen
Da un bel pò mi faccio questo ragionamento:
nel 1961 Gagarin fu il primo uomo ad essere lanciato in orbita e a fare ritorno...
nel 1969, viene detto, Armstrong fu il primo uomo a mettere piede sulla luna... e a fare ritorno.

Come si fa a credere che dopo appena 8 anni la tecnologia degli anni '60 sia stata in grado di compiere un tale miracolo?

Salva81
Inviato: 20/8/2012 14:52  Aggiornato: 20/8/2012 14:52
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/9/2011
Da: Torino
Inviati: 344
 Re: Le pallen di Van Allen
A me risulta che molti degli astronauti siano laureati in ingegneria meccanica o aerospaziale qui non si tratta di mancanza di competenze, ma di semplice disorganizzazione, il vecchietto non sa mentire punto...ora far passare l'idea che in orbita ci mandano il "Vito Catozzo" di turno, con semplice licenza elementare lasciando a casa tecnici e ingegneri mi fa ridere. Sono ingegneri a loro volta, in grado di gestire situazioni complesse e di interagire a dovere con il personale di terra, se fosse così semplice saremmo tutti lassù a beccarci radiazioni oggi, semmai è il contrario, chi sta a terra è "solo" un ingegnere e non ha una formazione aeronautica, non è pilota insomma, quindi è tutto il contrario è chi sta lassù che ha le maggiori competenze non chi sta a terra. Probabilmente non hanno una specializzazione o un master in astrofisica, ma le basi di fisica che danno al liceo bastano per conoscere gli effetti dannosi delle radiazioni. E' davvero palese da questa intervista, come abbiamo mal pianificato le risposte congiunte da dare alla stampa e non si siano preoccupati di fornire delle risposte anche circostanziali ma "furbe" a domande sulle fasce o su qualsiasi altra domanda tecnica. Non è possibile quindi che costui cada dalle nuvole per ignoranza. Cade dalle nuvole perché non ha pianificato una risposta furba e sensata ad una domanda precisa che non si aspettava. Ha eventualmente senso anche il fatto che si, si aspettava la domanda, ma la tensione gioca brutti scherzi, costui mente sapendo di mentire ed è teso quindi ha il cervello in pappa come una bambino beccato a rubare al negozio di alimentari. E' davvero palese cazzo.

spettatore
Inviato: 20/8/2012 15:28  Aggiornato: 20/8/2012 15:28
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da:
Inviati: 883
 Re: Le pallen di Van Allen
OT CLAMOROSO ED INTERVENTO AD MINCHIAM:

http://www.guardian.co.uk/environment/graphic/2012/jul/17/geoengineering-world-map

questi ormai lo dicono in maniera spudorata!!!
Qui non piove da almeno due mesi e sul "Guardian" pubblicano una mappa con l'Italia sotto esperimento geoingegneristico per la riduzione della pioggia ?????
E ci sono gli "hot spots" a conferma?????


Lo spettatore

Citazione:
Non metterti a discutere con un idiota. La gente potrebbe non accorgersi della differenza.
Pyter
Inviato: 20/8/2012 15:38  Aggiornato: 20/8/2012 15:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Le pallen di Van Allen
Non dimentichiamoci mai che questi astronauti, erano "solo" piloti militari che dovevano eseguire degli ordini su una tabella di marcia (che avevano imparato quasi a memoria) e nulla di più.

Scherzi?
Cioè vuoi dire davvero che nessun tecnico, nemmeno durante la pausa pranzo, si è avvicinato a Bean e gli ha detto: "Guarda che ci sono le fasce di Van allen, occhio! Se per caso senti nausee, mal di testa, ovulazione precoce, diarrea e altro, mi raccomando, chiamaci subito!"

Questa roba poi sarebbe da irresponsabili.

E' come mandare un arabo dentro un 757 a colpire le torri senza dirgli che per farlo deve prima prendere la patente per ceesna!

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
sguardoint
Inviato: 20/8/2012 15:40  Aggiornato: 20/8/2012 15:40
Ho qualche dubbio
Iscritto: 12/6/2012
Da:
Inviati: 126
 Re: Le pallen di Van Allen
Io non capisco il senso di questo topic onestamente.
Di certo non é quello di discutere se sulla Luna ci si é andati o meno, l' autore è evidentemente per il No e qualsiasi cosa possa essere detta verrà scartata.
Mi sembra che siate più o meno tutti d' accordo (in base ad argomentazioni che non conosco - ma ho letto alcuni strafalcioni tra i commenti) che sulla Luna non ci si é andati anche a causa delle fasce di Van Allen... dunque, che sia vero o meno... a cosa serve questo topic?

Sertes
Inviato: 20/8/2012 16:03  Aggiornato: 20/8/2012 16:03
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Le pallen di Van Allen
Citazione:
sguardoint ha scritto:
Io non capisco il senso di questo topic onestamente.
Di certo non é quello di discutere se sulla Luna ci si é andati o meno, l' autore è evidentemente per il No e qualsiasi cosa possa essere detta verrà scartata.
Mi sembra che siate più o meno tutti d' accordo (in base ad argomentazioni che non conosco - ma ho letto alcuni strafalcioni tra i commenti) che sulla Luna non ci si é andati anche a causa delle fasce di Van Allen... dunque, che sia vero o meno... a cosa serve questo topic?


Serve a capire chi vuol parlare del messaggio e chi vuole attaccare il messaggero.


Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
crunch
Inviato: 20/8/2012 16:06  Aggiornato: 20/8/2012 16:06
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/5/2012
Da:
Inviati: 560
 Re: Le pallen di Van Allen
Pispax

perche te la prendi tanto?

Tu hai detto di non spiegarti il perche' continuare quella costosissima simulazione e ho risposto sul perche sia continuata punto.
E' acqua calda? Ok ma allora perche' te lo sei chiesto? Non si discuteva di questo, e nemmeno se ci sono stati davvero o no sulla luna.
Ti ricordo che nixon era gia alle prese con una batosta tremenda in vietnam e certo chiedere altri soldi non era cosi' semplice, IN ANNI COME QUELLI.
E si la ricerca sarebbe andata comunque in quella direzione, ma li si trattava di affermare una supremazia, numerica e tecnologica che in quel momento NON ERA A LORO VANTAGGIO CAPITO?
Sul discorso delle universita ecc...direi che non conta quello che hai visto ma quello che puoi portare a sostegno di quello che hai visto, e 40 anni fa erano solo strutture militari e governative a poter autorevolmente contestare una cosa come quella.

liberta11
Inviato: 20/8/2012 16:07  Aggiornato: 20/8/2012 16:11
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/10/2011
Da:
Inviati: 388
 Re: Le pallen di Van Allen
@Pyter

E' possibile che all'epoca ne parlassero, ed è possibile che durante i briefing (almeno come infarinatura generale), si discutesse anche di queste cose.

Ma di sicuro, l'astronauta medio, era più un "operaio" dello spazio che uno studioso. Aveva una cultura, ma relativa per lo più al suo "campo".

La dimostrazione te la dà Bean proprio in questo video. E' stato di sicuro un Astronauta, ma sembra decisamente ignorante a proposito della fascia di Van Allen (e secondo me non solo di quello).

Cosa vuol dire secondo te?
Che oltre a non essere andato sulla Luna, Bean non è neanche stato un astronauta?

Perchè in questo video Bean scende così in basso, che il "Moon Hoax" diventa decisamente un argomento secondario e bisogna forse iniziare a chiedersi se è mai stato nello spazio.

Salva81
Inviato: 20/8/2012 16:09  Aggiornato: 20/8/2012 16:10
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/9/2011
Da: Torino
Inviati: 344
 Re: Le pallen di Van Allen
Citazione:

... a cosa serve questo topic?


Serve a dare evidenza della palese difficoltà di Bean a dare una risposta precisa e sensata ad una domanda chiara e semplice.

Se è vero che attraversare tali fasce sia pericoloso e se è vero che tutte le missioni spaziali sono effettuate al di fuori di queste fasce, si chiede a Bean cosa si ha provato nell'attraversare le fasce, e se nel farlo ha accusato sintomi particolari.

Le risposte date sono quelle di un individuo palesemente in difficoltà, difficoltà manifestata con contraddizioni o risposte sbrigative.

Quindi una reazione simile è quantomeno indiziaria.

A quali strafalcioni ti riferisci?

liberta11
Inviato: 20/8/2012 16:12  Aggiornato: 20/8/2012 16:15
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/10/2011
Da:
Inviati: 388
 Re: Le pallen di Van Allen
Ribadisco, a me l'unico indizio che dà è che il signor Bean è palesemente ignorante in materia o completamente rincoglionito.

E a questo punto bisognerebbe chiedersi se è mai stato nello spazio... altro che Luna.

Questo video, per come la vedo io, non cambia un granchè la discussione relativa al "Moon Hoax" (che semmai ha prove decisamente più interessanti da portare).

Prime fra tutte le foto, ritagliate della Terra nello spazio.
Quelle sono della Nasa e sono state alterate nei contorni.

Domanda: Perchè la Nasa ha nascosto "lo spazio" intorno alla Terra in alcune immagini? Altro che uomo sulla Luna...

crunch
Inviato: 20/8/2012 16:18  Aggiornato: 20/8/2012 16:18
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/5/2012
Da:
Inviati: 560
 Re: Le pallen di Van Allen
Fefochip

Citazione:
si però ipotizzando questa idea ci sono altre due risposte da darsi (almeno ...e secondo me) il complotto si allarga e quindi le possibilità aumentano che poi le carte cambino in tavola e si arrivi a uno sputtanamento .


Infatti tanta gente e' stata tolta di mezzo subito, altri dopo qualche mese, altri dopo qualche anno, nixon era semplicemente terrorizzato dall'idea.


Citazione:
poi si apre un altro perche ovvero questi accordi per quanto segreti devono avere degli effetti palesi altrimenti non ha senso . in altre parole in cosa di tangibile noi possiamo riscontrare questo complotto o questo accordo? ci deve essere un reciproco vantaggio chiaro altrimenti la motivazione rimane appesa e come sappiamo il movente fa parte integrante della chiusura del cerchio di una indagine .


Qui il discorso e' diverso e bisogna affrontarlo prendendo per buono un presupposto.

A certi livelli le elites hanno pieno controllo, non esistono piu' stati, servizi segreti, geopolitiche di sorta, bandiere o altro, a certi livelli e su certi argomenti sono tutti volenti o nolenti assolutamente d'accordo. Quali argomenti meglio di esplorazione spaziale ed eventuali implicazioni extraterrestri calzano a pennello per metterli tutti d'accordo?


vuotorosso
Inviato: 20/8/2012 16:28  Aggiornato: 20/8/2012 16:28
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: Le pallen di Van Allen
Sertes,
il tuo link all'articolo di Cooper é terrificante .
E unisce parecchi tasselli

Salva81
Inviato: 20/8/2012 16:29  Aggiornato: 20/8/2012 16:29
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/9/2011
Da: Torino
Inviati: 344
 Re: Le pallen di Van Allen
Appunto il problema è quello, non affidi una missione delicatissima ad un incompetente non credi? Io non credo nell'ignoranza di un astronauta, piuttosto nella sua malafede e non preparazione su certi argomenti, il tutto unito con tanta tensione per " l'ennesima " intervista del cazzo che deve sostenere e per" l'ennesima marea di cazzate che dovrò dire, speriamo che non mi facciano domande strane a cui darò risposte non in linea con gli altri poveretti come me", insomma tanta tensione e timore di "scazzare". Chiaramente il tutto è ancora più palese se ti vedi le interviste di Aldrin che sbotta di brutto, ciascuno di loro reagisce in modo differente, c'è chi va sulla difensiva e si chiude, chi inizia a dire cose infantili e sbrigative e c'è chi ti attacca, ma i motivi sono sempre gli stessi, " speriamo che vada tutto bene che non mi facciano domande scomode e che non mi caccio nei guai"

Sai che peso che hanno sulle spalle sti vecchietti?
A maggior ragione se così fosse (che hanno mandato lassù ad orbitare tre incapaci alla volta) sarebbe ancor più palese quanto tutto sia inverosimile.

Questo è solo uno dei tanti indizi, chiaramente non uno dei più appetitosi, ma comunque è un indizio.

nonaligned
Inviato: 20/8/2012 16:46  Aggiornato: 20/8/2012 17:00
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/10/2011
Da:
Inviati: 247
 Re: Le pallen di Van Allen
Citazione:
Il resto del dibattito su questo argomento al limite si muove DA PARTE DI TUTTI nel cercare di capire se questa pericolosità fosse ancora tale considerando la velocità dell'attraversamento e la capacità delle schermature.


E' ovvio che il livello di pericolosità è dato dalla capacità delle schermature e dal tempo di esposizione.

D'altra parte anche lo spazio è letale, se non hai la bombola d'ossigeno..

Pyter
Inviato: 20/8/2012 17:08  Aggiornato: 20/8/2012 17:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Le pallen di Van Allen
liberta11
Questo video, per come la vedo io, non cambia un granchè la discussione relativa al "Moon Hoax" (che semmai ha prove decisamente più interessanti da portare).


Cetamente, siamo qua per discutere su un filmato abbastanza curioso e talmente leggero da permetterci di fare delle buone battute senza offendere nessuno.

Potrebbe essere benissimo che le fasce di Van Allen siano una teoria scientifica tutta da dimostrare.

Oppure potrebbe anche essere che la NASA sapesse benissimo che il passaggio avrebbe rincoglionito gli astronauti.

Da qui l'ipotesi abbastanza verosimile che abbia selezionato degli astronauti già rincoglioniti alla partenza.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
bernuga
Inviato: 20/8/2012 17:20  Aggiornato: 20/8/2012 17:20
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 26/11/2011
Da:
Inviati: 1007
 Re: Le pallen di Van Allen

VIPER
Inviato: 20/8/2012 17:22  Aggiornato: 20/8/2012 17:22
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/6/2009
Da:
Inviati: 557
 Re: Le pallen di Van Allen
Citazione:
Le fasce di Van Allen non se le incula nessuno. Solo i lunacomplottisti. Vengono definite perfino "LETALI", "MORTALI"; In base a quale ricerca non si sa.


Che le fasce di Van Allen (quelle di Van Halen fanno male solo alle orecchie) fossero pericolose lo sapeva anche Stan Lee...

Nel 1968, nel primo numero dei Fantastici Quattro, Mister Fantastic, la donna invisibile, la torcia umana e la cosa sono diventati tali dopo che hanno provato a passarci attraverso con un missile diretto sulla luna...

...Le radiazioni hanno attraversato il missile e quasi ammazzato l'equipaggio che è poi ricaduto sulla terra...

...Adesso mi viene un dubbio... Forse che Armstrong non rilascia interviste perchè se si incazza rischia di prendere fuoco?

sguardoint
Inviato: 20/8/2012 17:26  Aggiornato: 20/8/2012 17:26
Ho qualche dubbio
Iscritto: 12/6/2012
Da:
Inviati: 126
 Re: Le pallen di Van Allen
cit:


Serve a dare evidenza della palese difficoltà di Bean a dare una risposta precisa e sensata ad una domanda chiara e semplice.

Se è vero che attraversare tali fasce sia pericoloso e se è vero che tutte le missioni spaziali sono effettuate al di fuori di queste fasce, si chiede a Bean cosa si ha provato nell'attraversare le fasce, e se nel farlo ha accusato sintomi particolari.

Le risposte date sono quelle di un individuo palesemente in difficoltà, difficoltà manifestata con contraddizioni o risposte sbrigative.


Le risposte date a me sembrano di uno che con la testa non ci sta molto, indipendentemente dai motivi, però non siamo così categorici.

E' vero che le fasce di Van Allen sono pericolose se attraversate, ma é vero che le missioni apollo non hanno attraversato le fasce in un punto di forte intensità. Le traiettorie di volo erano calcolate tenendo conto della distribuzione delle fasce (e questo lo fa intendere anche Bean, pur se in maniera pedestre). Queste sono divise in 2 fasce di forma toroidale, quindi non sono uniformi.
La fascia interna é quella meno pericolosa, composta di quasi esclusivamente protoni. La fascia più pericolosa é quella esterna che si estende fino ai 60000 km ma la sua parte più intensa é molto fina, meno di 5000 km e collocata a circa 15000 km di altitudine.
Tieni conto che quelle navette, in base alle traiettorie di Hohman, raggiungevano all' apogeo una velocità di circa 25000km/h
Io non so a che velocità l' apollo volasse quando ha attraversato le fasce, ma prendendo per buona 25000km/h, per attraversare 5000km della parte più intensa (supponendo che la abbia attraversata nel punto di massima) avrebbe impiegato circa 12 minuti.

A quel punto posso anche credere che questo Bean, che magari un po' rinco già lo era, non se ne sia accorto.

sguardoint
Inviato: 20/8/2012 17:34  Aggiornato: 20/8/2012 17:34
Ho qualche dubbio
Iscritto: 12/6/2012
Da:
Inviati: 126
 Re: Le pallen di Van Allen
cit.

"attivisimo non puo capire queste cose! non ci arriva e se ci arriva stai tranquillo che non la mostrerebbe mai! si darebbe una martellata sulle palle!!"

Atttivissimo ha già parlato delle fasce di van allen, mostrando anche una foto e dichiarando che si, sono strane, ma in fin dei conti sulla chitarra ci stanno bene...


VIPER
Inviato: 20/8/2012 17:34  Aggiornato: 20/8/2012 17:34
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/6/2009
Da:
Inviati: 557
 Re: Le pallen di Van Allen
Citazione:
questi ormai lo dicono in maniera spudorata!!! Qui non piove da almeno due mesi e sul "Guardian" pubblicano una mappa con l'Italia sotto esperimento geoingegneristico per la riduzione della pioggia ?????


Cazzo spettatore... Pazzesco davvero... Pubblicato come se niente fosse...

Chi glielo va a dire adesso a quelli che stanno dormendo da 10 anni con le "scie di condensa" sopra la testa?

Polidoro
Inviato: 20/8/2012 17:54  Aggiornato: 20/8/2012 17:54
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/4/2005
Da:
Inviati: 488
 Re: Le pallen di Van Allen
Mi sono permesso di fare una breve (molto breve) ricerca sul livello cul turale degli Astronauti:
Alan Bean Università del Texas ingegnere di tecnica del Volo

Neil Alden Armstrong Ingegneria aeronautica
Buzz Aldrin accademia militare di West Point ingegneria meccanica
Michael Collins accademia militare di West Point

David Scott accademia militare di West Point
James Irwin U S Naval Academy Master of Science aeronautical engineering University of Michigan

Virgil Grissom Ingegneria meccanica Purdue University
Edward White accademia militare di West Point
Roger Chaffee Ingegneria aeronautica Purdue University

Frank Borman accademia militare di West Point
Charles Conrad ingegnere di volo Università di Princeton
Jim Lovell University of Wisconsin e Accademia Navale
James McDivitt Università del Michigan
Elliott See University of California


Beh non mi sembrano solo piloti militari o lavoratori della terra, no?

Poi ho trovato un interessante fascicolo della Rivista "l'Astronomia" del 2007 intitolato Le Fasce di Van Allen, autore un Vero Astronomo, Carlo Ferri.
Qui riporto alcune parti interessanti l'argomento dibattuto:

“fasce di radiazione di Van Allen”, composte per lo più da elettroni, protoni e ioni atomici più pesanti. Il loro costante movimento le fa urtare reciprocamente e la conseguente perdita di energia cinetica viene compensata dall’emissione di radiazione, che arriva persino a superare i 30 keV. Tali emissioni sono in grado di compromettere le misure effettuate dalle apparecchiature elettroniche di veicoli spaziali, così come la sopravvivenza di esseri umani e di animali.

..... Tuttavia il flusso rilevato superava enormemente il valore che Van Allen e i suoi colleghi si aspettavano. Infatti, durante il volo, i livelli di radiazione iniziarono ad aumentare, poi, improvvisamente, discesero fino a zero; ma sorprendentemente tornarono a crescere, per poi ridiscendere ancora una volta a zero.
Immediatamente il gruppo di scienziati si rese conto che le regioni che davano un valore nullo si trovavano in realtà fuori scala del contatore. Fu proprio in quell’istante che lo stesso Van Allen, rivolgendosi a uno dei suoi collaboratori, esclamò: “My God, space is radioactive!”

I pericoli delle fasce di Van Allen
Un altro aspetto interessante delle particelle contenute nelle fasce di Van Allen riguarda il fatto che sono considerate il più dannoso tra i pericoli esistenti nello spazio. Producono alti livelli di radiazione sia sugli astronauti che effettuano passeggiate spaziali, sia sui satelliti che le attraversano per raggiungere l’orbita prestabilita (ad esempio i geostazionari).
Dato che questa radiazione può essere assimilata a quella emessa da sostanze radioattive, il suo effetto su un veicolo spaziale può pregiudicarne il corretto funzionamento. Il danno può manifestarsi in diversi modi: un esempio è rappresentato dalla carica elettrostatica che un veicolo può acquisire passando attraverso le fasce, cosa che può portare a una violenta scarica elettrica. Le correnti là generate possono anche superare il milione di ampere arrivando a produrre degenerazioni nei pannelli solari e perdita di potenza

In definitiva, l’intensità della radiazione presente nelle Fasce di Van Allen produce un alto deterioramento dei circuiti elettronici.
Per questo motivo, le missioni spaziali richiedono il compimento di due requisiti fondamentali: (1) una protezione efficace contro il potere penetrante rappresentato dal bombardamento di particelle; (2) una pianificazione perfetta di lancio, calcolando la rotta in cui venga ridotta al minimo l’esposizione alle radiazioni.
Per quanto riguarda i danni sugli essere umani, le particelle cariche possono produrre dosi di radiazione centinaia di volte superiori a quelle ottenute normalmente sulla Terra. Queste possono provocare tumori, alterazioni genetiche, danni al sistema nervoso centrale e altri inconvenienti.

Spero di essere stato utile come Monti lo è alla nostra amata nazione !

Propongo la seguente riflessione :
Se Monti ha visto ... La Luce ! in fondo al tunnel Perché mai gli Americani non possono essere stati sulla Luna ?

Il Problema, secondo me, è proprio la luce: oggi fa un caldo terribile, il cielo è terso [nessuna scia, hanno terminato le riserve ?] e la luce è accecante.
Voglio dire: ve lo immaginate come dev'essere la Luce sulla Luna, senza atmosfera ?

Birra, birra, birra ..

"Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuovi orizzonti ma nell'avere nuovi occhi." Marcel Proust
alearge
Inviato: 20/8/2012 18:16  Aggiornato: 20/8/2012 18:16
So tutto
Iscritto: 17/2/2008
Da:
Inviati: 19
 Re: Le pallen di Van Allen
Le cosi' dette fasce di van Allen non sone come un marein di cui si sa che in un certo punto ci sono tanti metri di profondita' e che l'anno successivo sara' ancora cosi (o quasi).
Sono piuttosto come le zone di golena di un fiume, od i canali scolmatori, normalmenti asciutti o con poca acqua, ma che si riempiono e si fanno pericolose nei momenti di piena.

E cosa e' in questo caso "la piena"?

La prima, ovvia, risposta e' il flusso di particelle che costituisce il vento solare. Ogni volta che un'eruzione solare interseca la terra c'e' una grande quantita' di particelle cariche che vengono intrappolate dal campo magnetico terreste e queste vanno a "pompare" le fasce di van Allen rendendole potenzialmente pericolose. Per questa ragione ci sono dei piani di emergenza per far rientrare precipitevolissimevolmente gli astronauti (comonauti) che orbitano intorno alla terra per lunghi periodi se i modelli prevedono che una particolare eruzione possa effettivamente creare dei pericoli inaccettabili (essenzialmene malattie acute da radiazioni non sottraibili all'attenzione pubblica, circa 3 o 4 Sievert o 3- 400 tomografie in pochi giorni).
Ma esiste un altro simpatico modo per "pompare" le fasce di van Allen: far esplodere degli ordigni nucleari fra i 100 ed i 500 Km di altezza.
Si vede una improvvisa macchia gialloverde che perde rapidamente di luminosita' e niente altro, ma un colossale impulso elettromagnetico distrugge quasi tutti gli apparecchi elettronici (in particolare a semicondittori) e fa saltare le linee telefoniche e quelle di distribuzione elettrica. I generatori ed i trasformatori attaccati a linee particolarmente lughe possono cominciare a fumare o comunque surriscaldano e vanno fuori uso nelle settimane immediatamente successive.
Ma l'enorme numero di particelle generato dai molteplici effetti di quelle detonazioni "pompano" le fasce di van Allen a livelli proma impensabili.
Oggi si sa che un certo numero di queste esplosioni furono "testate" un po' da tutte le superpotenze, alcune sopra il Kazachistan, altre nel pacifico (http://en.wikipedia.org/wiki/Hardtack_Teak), qualcuna, sembra anche sugli Stati Uniti continentali.

Uno di motivi per cui mentre van Allen e' conosciutissimo per le sue "fasce" quasi niente altro e' noto dei sui lavori e' che comicio' a lavorare come esperto su questi argomento ovviamente allora classificati.

Un'altra cosa che, se non e' piu' segreta, non ha ancora trovato la strada dei media, e' che queste fasce "pompate" (ed in alcuni casi delle vere e proprie nuove fasce) invasero lo spazio in cui orbitavano i satelliti.
Una vittima illustre fu il famoso TELESTAR il primo satellite attivo per telecomunicazioni, che ci incantava all'ora di pranzo o di cena con 10-12 minuti di comunicazione televisiva in diretta per mostrare le altre imprese spaziali in corso nell'occidente.
Nel giro di quindici giorni dopo uno di questi esperimeti apocalittici, i semiconduttori a bordo del Telestar cominciarono a degradare e si fermarono completamente in una quindicina di giorni. Le dirette televisive ormai prendevano altre strade e la morte del pioniere passo' sotto un discretissimo velo di silenzio.
Il terrore che paesi "non allineati" possano costruirsi un rudimentale ordigno nucleare da far esplodere lassu', magari sulla cima di un vecchio residuato bellico come uno SCUD, rendendo inoperativi i satelliti il orbita bassa (spesso dedicati all'osservazione della terra) fa diventare paranoici gli stati che hanno fatto ingenti investimenti nello spazio.

Ma questo effetto fa anche immaginare un'arma che potrebbe essere usata per disabilitare missili e satelliti nemici, creando una fascia di van Allen "ad hoc", nel punto giusto.
E quindi giu' tutti a lavorare in due direzioni: un cannone, cioe' un qualcosa piu' discreto di una bomba atomica che possa "pompare" le fasce di van Allen dove e come serve e, ovviamente,d una corazza (come rendere i dispositivi a bordo di missili e satelliti insensibili alle radiazioni.

Di cannoni ormai ce ne sono in giro un certo numero. Sono camuffati come strumeti di ricerca atmosferica, li chiamano "jonospheric heaters" sono in Alaska, Portorico, Tromso, Kamciacca, e chi sa Finlandia, in Cina, in Antartide e chi sa dove ancora.
Creano una fascia di radiazioni, particelle ed onde elttromagnetiche di diverse frequenze, modulabili, che rimangono intrappolate dalle linee di forza del campo magnetico terrestre.
Come in un gigantesco laser sono riflesse dai due estremi del condotto, accumulano energia del pianeta e possono provocare significativi effetti quando interqagiscono con la materia che incontrano: guastano missili e satelliti, esplorano come un radar l'estremita' lontana, creano zone calde nelle regioni dense dell'atmosfera, interagiscono con il suolo, ecc. ecc.(http://www.scribd.com/doc/67650807/HAARP-Research-And-Applications)

Cosi', la mattina del 9 dicembre 2009 Tromso si sveglia come se stesse subendo un misterioso attacco, http://www.dailymail.co.uk/news/article-1234430/Mystery-spiral-blue-light-display-hovers-Norway.html
pochi giorni dopo fu detto che l'effetto spettacolre "era dovuto" (singolare inversione di causa ed effeto) ad un malfunzionamento del missile russo Bulava lanciato propiro in quei momenti da un sommergibile a migliai di kilometri di distanza, nei pressi della penisola di Kola (fu detto).

Fabrizio70
Inviato: 20/8/2012 18:43  Aggiornato: 20/8/2012 18:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Le pallen di Van Allen
nonaligned wrote:

Citazione:
La mia era una reazione ad affermazioni pretestuose: le fasce sarebbero LETALI e MORTALI. E chi lo dice?


Certo che l'ignoranza è una brutta bestia , potresti usare la pausa estiva e cercare di studiare un pò..

Che le FVA siano letali e pericolose lo dice la NASA stessa , che non permette le EVA in caso di attraversamento della SAA a meno che le tute siano dotate di schermi per le radiazioni...

http://msis.jsc.nasa.gov/sections/section05.htm#5.7.2.2.4


Citazione:
5.7.2.2.4 Ionizing Radiation Personnel Protection Design Requirements

{A}

The following personnel protective equipment shall be provided, or be available, to assist and protect crewmembers during their mission:

a. EVA Radiation Protection - EVA shall not be scheduled during orbits passing through the South Atlantic Anomaly unless space suits and helmets incorporate radiation shielding.


Domanda semplice semplice , compitino per l'estate , attualmente quali modelli di EVA space suit hanno la schermatura per le radiazioni ?

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
Fabrizio70
Inviato: 20/8/2012 18:51  Aggiornato: 20/8/2012 18:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Le pallen di Van Allen
Citazione:
Di cannoni ormai ce ne sono in giro un certo numero. Sono camuffati come strumeti di ricerca atmosferica, li chiamano "jonospheric heaters" sono in Alaska, Portorico, Tromso, Kamciacca, e chi sa Finlandia, in Cina, in Antartide e chi sa dove ancora.


Ecco che ci mancava , l'HAARPttista.......

Saresti in grado di spiegare a parole tue (se non ci riesci và bene pure qualche link) COME possono delle radiazioni elettromagnetiche TRASORMARSI in particelle ?

Giusto per curiosità....

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
alearge
Inviato: 20/8/2012 18:58  Aggiornato: 20/8/2012 18:58
So tutto
Iscritto: 17/2/2008
Da:
Inviati: 19
 Re: Le pallen di Van Allen
No guarda, ho testimonianze attendibili!

I russi seguirono le missioni con tutti i loro mezzi:

i Saturno sono andati intorno alla luna, qualcosa e' sceso e risalito in orbita lunare nei tempi giusti.

Le comunicazione radio e le telemetrie erano originate dalla stessa posizione in cui si trovava il veicolo.

E poi pochissimi giorni fa sono state rilasciate foto recentissime prese da una sonda in orbita alla luna e si vedono il resto del modulo lunare, la bandiera ed anche si intravedono le impronte.

E' satao un bel gioco, divertente.
E' sempre istruttivo cercare di dubitare tutto e su tutti, ma c'e un limite dato dal buon senso e soprettutto dal rispetto a cui tutti hanno diritto, specialmente se anzani e vulnerabili.

Non sono le pagliacciate che portano elementi probanti.

E' piu' probabile che nella foga di far bella figura siano state messe fuori delle foto e filmati presi durante le prove a terra, magari solo perche' erano piu' belle.

Il senso della pubblicita' degli USA in quegli anno era tale che per fare una fotografia piu' emozionante distrussero il B1 Valchiria e un F111 di scorta...

ELFLACO
Inviato: 20/8/2012 19:10  Aggiornato: 20/8/2012 19:10
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/10/2005
Da:
Inviati: 1839
 Re: Le pallen di Van Allen
Si si si tutto molto bello.Ipotesi tutte molto divertenti .

Ma ,io se fossi stato un astronauta delle missioni Apollo,sapendo di aver contribuito a fare passare questa cagata dei viaggi alla luna farei così :

Alla prima domanda vagamente tecnica che possa mettermi in imbarazzo farei finta di aver una attacco di alzheimer .Anzi,farei proprio vedere di avere una punta,anzi due,di alzheimer .Così mi levo dalle palle tutti i cagacazzi che cercano in tutti i modi di farmi cadere in contradizione con un'intervista del cazzo .

Tanto dopo avrei tutti i gionalisti del mondo,tutti gli scienziati che contano,ecc ,ecc che mi difenderanno il giorno dopo .

Sai che cazzo me ne frega di aver detto che non so un cazzo delle fasce di Van Allen . Che poi i Van Allen a me non mi sono mai piacciuti .Io preferivo i Beach Boys .

“Le persone non dovrebbero avere paura dei propri governi, sono i governi a dover aver paura delle persone.”
Fabrizio70
Inviato: 20/8/2012 19:12  Aggiornato: 20/8/2012 19:13
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Le pallen di Van Allen
Citazione:
i Saturno sono andati intorno alla luna, qualcosa e' sceso e risalito in orbita lunare nei tempi giusti.


Se è per questo pure i Russi ci sono riusciti...

Citazione:
Le comunicazione radio e le telemetrie erano originate dalla stessa posizione in cui si trovava il veicolo


Mai sentito parlare di ripetitori , ponti radio , ec. ecc. ?

Citazione:
E poi pochissimi giorni fa sono state rilasciate foto recentissime prese da una sonda in orbita alla luna e si vedono il resto del modulo lunare, la bandiera ed anche si intravedono le impronte.


Già , però si sono persi le parabole , niente sky questa sera....


Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
alearge
Inviato: 20/8/2012 19:45  Aggiornato: 20/8/2012 19:45
So tutto
Iscritto: 17/2/2008
Da:
Inviati: 19
 Re: Le pallen di Van Allen
Fabrizio 70

"Saresti in grado di spiegare a parole tue (se non ci riesci và bene pure qualche link) COME possono delle radiazioni elettromagnetiche TRASORMARSI in particelle ?

Giusto per curiosità...."

Caro...
nel mio testo c'e' un documento ufficiale dell'HAARP di sole 19 pagine che su tu avessi meno spocchia avresti pututo leggere almeno in diagonale prima di rispondere in modo abbastanza arrogante (scusatemi tutti, ma credo che sia importante chiamare le cose con il loro nome, aiuta sempre a capire).
In ogni caso (se sei troppo pigro) puoi cominciare dalla figura a pagina 11.

Per colmare l'evidente tua lacuna a livello di liceo, che e' evidente dalla tua domanda, forse ti ricorderai che quando si parlava di radiazioni, la professoressa ti diceva che due secoli fa si erano accorti che le "radiazioni erano costituite da piu' "componenti" che furono chiamarte ALFA, BETA e GAMMA.

Le prime erano piuttosto pesanti e cariche positivamente venivano arrestate da pochi centimetri di aria o dallo strato superficiale della pelle ma erano mortali se liberate all'interno dell'organismo da un elemnto adeguato (Polonio per esempio) si seppe poi che erano costituite da nuclei di elio, con peso atomico 4.

Le BETA erano cariche negativamente, avevano massa piccolissima, sapevano penetrare schermi un poco piu' consistenti ma non passavano un bel vetro minerale tosto. Il vetro del tuo orologio subacqueo ferma benissimo le BETA emesse dal trizio che rende luminescenti le lancette. Le BETA sono elettroni..

Le GAMMA non venivano deviate, non avevano massa e potevano essere molto penetranti, a volte bruciavano le ossa piu' della pelle e dei muscoli. Sono radiazioni elettromagnetiche piu' corte degli ultravioletti e comprendono raggi X (piu' o meno "duri" e "GAMMA" i piu' energetici).

Queste cose le sapeva anche M.me Curie e le misurava.

Ma se sei veramente interessato a "salvare il mondo", ti prego di considerare che la strada prevede la capacita' di rimboccarsi le maniche e di cercarsi i documenti, leggerli, caopirli, criticarli, scartare quelli non validi o dubbi, insomma, farsi un mazzo cosi', chiedi a Massimo se non e' vero.
Non funziona lo stare seduto a fare il "Cacasenno" e pensare di poter sfottere Bertoldo...


per Fabrizio 70
"Mai sentito parlare di ripetitori , ponti radio , ec. ecc. ?"

certo ti ricorderai che le emissioni radio originate dalla terra erano controllate con molta attenzione in quei periodi, per motivi di sicurezza nazionale, anche i segnali riflessi dalla luna lo erano con particolare attenzione, perche' era un modo di comunicazione strategico usato anche dalle famose navi, quella del golfo del Tonkini e la Liberty, affondaa dagli Israeliani durante la guerra dei sei giorni.

M i spiace, i russi di allora non erano piu' ingenui di te, ti prego di rendertene conto, e neppure piu' ignoranti.

Non trovarono nessun motivo di dubitare, ne' allora ne' dopo.

E da quel fatto (la perdita della corsa alla luna) si puo' dire che sia incominciato il riconoscere che il sistema sovietico non funzionava e cominciarono a preparare una riforma che si concretizzo' molto dopo anche se a volte con troppa precipitazione, Ma non e' facile controllare lo smembramento di un'impero e di una scuola di pensiero.

crunch
Inviato: 20/8/2012 19:54  Aggiornato: 20/8/2012 19:54
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/5/2012
Da:
Inviati: 560
 Re: Le pallen di Van Allen
alearge

Citazione:
E da quel fatto (la perdita della corsa alla luna) si puo' dire che sia incominciato il riconoscere che il sistema sovietico non funzionava e cominciarono a preparare una riforma che si concretizzo' molto dopo anche se a volte con troppa precipitazione, Ma non e' facile controllare lo smembramento di un'impero e di una scuola di pensiero.


scusa non contesto la tua esposizione sulle radiazioni, ma sul tentativo di revisionismo raffazzonato e privo di ogni evidente ed elementare cognizione di causa ti devo stoppare immediatamente

se parli con qualsiasi russo o ex URSS di qualunque eta' di gorbaciov e perestroika rischi di restare fulminato con lo sguardo


Red_Max
Inviato: 20/8/2012 19:56  Aggiornato: 20/8/2012 19:56
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/7/2012
Da: in volo
Inviati: 975
 Re: Le pallen di Van Allen
Nella mia immensa ignoranza, io continuo a pensare che:
Se sono andati sulla luna, allora sono stati bravi.
Se non sono andati sulla luna, ma hanno fatto finta, allora sono stati ancora più bravi.
Qual'è il punto, dimostrare che gli americani dicono le bugie???
Non sarebbe certo una novità, potrebbero anche aver usato gli astronauti come cavie umane, poi vorrei veramente capire come fanno a misurare le radiazioni di tutto lo spazio circostante alla terra a quella distanza... non c'è qualche capra tibetana che me lo spiega???

L'anoressia è un "orientamento" alimentare?

Non ti piacciono i crauti? allora sei crautofobo...
E' un reato gravissimo...

Aspirare gli embrioni è indice di civiltà!!!

Io non sono un complottista...
mi interesso di leggende metropolitane...
ivan
Inviato: 20/8/2012 20:09  Aggiornato: 20/8/2012 20:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: Le pallen di Van Allen
"Già , però si sono persi le parabole , niente sky questa sera...."

"C'è mica problema" visto che c'era la parabolica anche sul L.R.V:

link LRV: parabole, luci ed ombre

Purtuttavia c'è qualcuno che dice che è necessario il ricorso alla tecnologia aleina per vedere la Tv satellitare sulla luna:


(link)
Citazione:


Impossibilities:
-- such a little TV camera is not existing, and in the 1960ies a TV camera had a weight of about 60 kg
-- a radio communication between moon and Earth over 380.000 km is not possible.

totalrec
Inviato: 20/8/2012 20:11  Aggiornato: 20/8/2012 20:13
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: Le pallen di Van Allen
Viper:
Citazione:
Nel 1968, nel primo numero dei Fantastici Quattro, Mister Fantastic, la donna invisibile, la torcia umana e la cosa sono diventati tali dopo che hanno provato a passarci attraverso con un missile diretto sulla luna...


Ahem... il collezionista nerd che è in me ribolle..

Il primo numero dei FQ è del novembre 1961 (ma in realtà era nei newsstands già ad agosto).

Non sono state le fasce di Van Allen a trasformare Reed Richards & Co. in superesseri, bensì i "raggi cosmici" (vero però che essi erano liberamente ispirati a ciò che Lee e Kirby leggevano sulle fasce di Van Allen nelle riviste scientifiche).

Inoltre il quartetto non era diretto sulla Luna, aveva soltanto rubato un razzo sperimentale per eseguire un test di volo umano nello spazio. Visti i risultati già raggiunti dai russi, nel 1961 l'invio di uomini nello spazio era diventato un'ossessione della cultura popolare americana, oltre che del governo. Si racconta che Lee e Kirby abbiano tratto ispirazione per il loro fumetto dal volo di Alan Shepard, primo americano a volare nello spazio (o almeno così si dice) proprio nel 1961.

Concordo comunque - e ovviamente - sul fatto che nel 1968/69 la consapevolezza dell'esistenza e (a grandi linee) della natura delle fasce di Van Allen fosse già diffusa ad ogni livello culturale. Praticamente ci sono rimasti soltanto Alan Bean e i suoi amici astronauti della domenica a non sapere cosa minchia siano.

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
ivan
Inviato: 20/8/2012 20:19  Aggiornato: 20/8/2012 20:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: Le pallen di Van Allen
"Ahem... il collezionista nerd che è in me ribolle.. "

Quoto. Mi rode il fatto di aver perso la collezione dei fumetti marvel anni 70 durante un trasloco; il migliore a mio parere era "Conan il barbaro".

Nei fumetti Marvel degli anni 70 vi era una saga dedicata ad una invasione da marte.
Ora non ne ricordo il tirolo ma ricordo che nel primo numero, (anno 1974 se non erro) si era illustrata la problematica dei clorofluorocarburi e i loro effetti nefasti sull'ozono; i media ne hanno parlato diffusamente solo alcuni decenni dopo.

totalrec
Inviato: 20/8/2012 20:25  Aggiornato: 20/8/2012 20:25
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: Le pallen di Van Allen
Citazione:
Nei fumetti Marvel degli anni 70 vi era una saga dedicata ad una invasione da marte.


"Killraven", disegnato dall'immenso Neal Adams e scritto da Roy Thomas e Gerry Conway.

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
ivan
Inviato: 20/8/2012 20:28  Aggiornato: 20/8/2012 20:34
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: Le pallen di Van Allen
Indimenticabili fumetti ... che darei per riaverli e rileggerli ...

Giro sempre nei mercatini delle cianfrusaglie per ritrovarli ma finora nulla ...


Ciao

End OT
--------

Sugli astronauti c'è un punto di vista inquietante che emerge osservando con attenzione le facce; ne Parla Renè in un suo libro e ne parlano su questo sito (punti 2 e 3):
link

La cosa dà i brividi.

alearge
Inviato: 20/8/2012 20:33  Aggiornato: 20/8/2012 20:33
So tutto
Iscritto: 17/2/2008
Da:
Inviati: 19
 Re: Le pallen di Van Allen
per crunch

Per carita' io mi fermo subito!
non vorrei finire incenerito, ma magari tu potresti esere un pochino piu' specifico ed esteso o, se non sei cosi' informato come senbra leggerti un pochino dei "Anatoly S. Chernyaev Diary".

Mi dispiace, sono un pacco cosi', anch'io non li ho ancora letti tutti, ma si puo' partire da questa pagine che contiene i link alle varie (corpose) parti
http://www.gwu.edu/~nsarchiv/NSAEBB/NSAEBB379/

E' una fonte autografa, viene da uno dei massimi architetti ed autori della svolta "CCCP"

per Massimo Rosso,

van Allen legeva i dati di un satellite, ma poi i dettagli su queste cose, per il loro interesse strategico e militare sono spariti dalla circolazione e non ho mai fatto niente per ritrovare. I metodi di misura sono interessabti, ma io non ho il tempo per fare tuttoe qui dettagli li ho trascurati, So che vengono fatte periodicamente delle miure, che sono stati costruiti dei modelli che funzionano abbastanza bene, mi immagino che si possano usare le tratte di trasferimento in orbita geostazionare per fare altre misure, ma non ho informazioni certe.
So che le fasce pompate da eventi particolari decadono abbastanza rapidamente, con costanti di tempi di mesi, ma e' tutto qui.
Mi unisco alla tua curiosita'

per ivan

"Impossibilities:
-- such a little TV camera is not existing, and in the 1960ies a TV camera had a weight of about 60 kg
-- a radio communication between moon and Earth over 380.000 km is not possible".

Incredibile che ci sia qualcuno che fa queste due affermationi senza pisciarsi addossa dalle risate!

--io, personalmente, in quegli anni ho tenuto un mani un paio di telecamere delle divensioni di una cinecamera 8 mm, con un tubo vidicon avendo appeso alle spalle una valigetta con un registratore video a teste rotanti. Peso? un kilo poco piu' la camera forse 4 il videoregistratore.
Nei primissimi anni '60 ho avuto in amno telecamere piu' piccole di una scatola da scarape e meno di 2 chili di peso (ma non il registratore video).

-- Luglio del '64 la U.S.S. Maddox, nel golfo del tonkino e la U.S.S. Liberty in fronte alla costa nord del Sinai, correntemete, per comunicazioni strategiche, usavano un link che prevedeva la riflessione del segnale radio sulla superficie della luna. Era una prassi corrente.

ivan
Inviato: 20/8/2012 20:42  Aggiornato: 20/8/2012 20:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: Le pallen di Van Allen
Negli anni 60 nei fumetti dell'Intrepido vi era un personaggio che aveva una microtelecamera montata negli occhiali, si azionava - nel fumetto - strizzando l'occhio.

Invece nelle trasmissioni TV reali - tipo varietà del sabato sera - si vedeva sempre una telecamera piu' grande del cameramen che la manovrava.
Il ripetirore per la Tv poi era qualcosa di mastodontico, con parabole gigantesche che oscuravano il cielo per quanto erano grandi.

Quanto alle trasmissioni radio che a loro dire avvengono per riflessione sulla superficie lunare sono la conferma sic et simplicter che non c'è bisogno di nessun retroriflettore laser per misurare la distanza terra - luna.

totalrec
Inviato: 20/8/2012 20:50  Aggiornato: 20/8/2012 20:50
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: Le pallen di Van Allen
alearge:
Citazione:
-- Luglio del '64 la U.S.S. Maddox, nel golfo del tonkino e la U.S.S. Liberty in fronte alla costa nord del Sinai, correntemete, per comunicazioni strategiche, usavano un link che prevedeva la riflessione del segnale radio sulla superficie della luna. Era una prassi corrente.


Hai delle fonti per questa informazione? Se fosse vera sarebbe un chiodo in più sulla bara della leggenda delle missioni lunari, per motivi che molti non faranno fatica ad immaginare...

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
liberta11
Inviato: 20/8/2012 20:59  Aggiornato: 20/8/2012 21:09
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/10/2011
Da:
Inviati: 388
 Re: Le pallen di Van Allen
Citazione:

@Polidoro

Mi sono permesso di fare una breve (molto breve) ricerca sul livello cul turale degli Astronauti:
Alan Bean Università del Texas ingegnere di tecnica del Volo

Neil Alden Armstrong Ingegneria aeronautica
Buzz Aldrin accademia militare di West Point ingegneria meccanica
Michael Collins accademia militare di West Point

David Scott accademia militare di West Point
James Irwin U S Naval Academy Master of Science aeronautical engineering University of Michigan

Virgil Grissom Ingegneria meccanica Purdue University
Edward White accademia militare di West Point
Roger Chaffee Ingegneria aeronautica Purdue University

Frank Borman accademia militare di West Point
Charles Conrad ingegnere di volo Università di Princeton
Jim Lovell University of Wisconsin e Accademia Navale
James McDivitt Università del Michigan
Elliott See University of California


Beh non mi sembrano solo piloti militari o lavoratori della terra, no?


Veramente, hai probabilmente, involontariamente... dimostrato ciò che stavo dicendo.

Gli astronauti sono senza dubbio esperti nel loro campo, ma guarda bene: quanti di loro si sono laureati o hanno fatto studi relativi all'astronomia?

Proprio Bean è un ingegnere di tecnica del volo... sulla Terra.

Erano senza dubbio persone che avevano una certa cultura, ma nel loro ambiente. Come già detto, gli Astronauti dell'apollo 13, senza l'aiuto degli ingegneri spaziali (e non) da Terra (ognuno competente nel suo campo)... sarebbero morti poco dopo l'incidente... non per niente dissero: "houston, abbiamo un problema" ("Datece na mano" si direbbe a Roma e dintorni).

E' plausibile che nella documentazione che avevano ricevuto si parlasse in generale anche di queste fasce, ma come articoli da rivista scientifica che a loro non dovevano interessare. Erano già parecchio impegnati ad eseguire tutte le manovre dei moduli nel giusto ordine, per non parlare della lista enorme di cose da eseguire in un determinato momento del viaggio, che mettersi a pensare anche ad altri aspetti della loro missione (di competenza degli ingegneri sulla Terra, non loro) non aveva senso.

E' come se a Bean venisse chiesto in che modo era stato programmato il modulo lunare, oppure quali erano le parti che lo componevano... secondo te che risposta darebbe? Te lo dico io: "Bhò!"

Jurij
Inviato: 20/8/2012 21:01  Aggiornato: 20/8/2012 21:01
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Le pallen di Van Allen
Redazione
Citazione:
Mandalo ad Alan Bean, così la prossima volta evita di fare figure di merda.

Due volte figura di merda, una dell’eroe del menga e l’altra della nasa.

Ho sempre pensato che l’allunaggio fosse stato uno dei maggiori successi dell’uomo.

Quando sono finito qui su lc per la prima volta per il caso Kennedy, avevo sentito parlare solo di uno strano tipo che si era messo in mente di mettere in dubbio il viaggio lunare per via di una fascia di radiazioni.

Entrando però nei dettagli di tutto l’insieme di quello che è stato il programma Apollo, mi sono reso conto di quante cose strane/impossibili appartenevano a questa impresa.

In poche parole i miei sogni di ragazzo sono andati poco a poco a pechino … e tutto per colpa di questo famigerato Mazzucco ;o)

Ora una vocina dentro di me, legata ad una non spenta speranza, mi ha portato la seguente domanda da tempo:
Perché se la ex us sapeva della farsa usa, non ha denunciato l’inganno?

crunch
Citazione:
perche' (pare e ovviamente nessuno lo puo dire con certezza) sono stati sottoscritti degli accordi segreti, tutti hanno degli scheletri nell'armadio e forse la contropartita e' il silenzio reciproco. Comunque gli USA non avrebbero messo in scena una simile farsa senza la certezza assoluta del silenzio ufficiale dei principali governi.

Mi sembra anche a me un’ipotesi plausibile.

L’ex unione sovietica, come poi la russia, non è mai rimasta indietro dall’occidente in fatto di tecnologia, soprattutto per le armi, in tutti i campi.
Ora che la russia non abbia continuato la corsa per raggiungere il “record lunare” mi è sembrato sempre un po’ strano.

Con il tempo mi sono fatto una mia ipotesi personale che è questa:
All’inizio della corsa verso lo spazio ambedue le nazioni credevano fermamente di poter raggiungere la luna vista la capacità dei razzi.
Durante la “gara” però l’us spinse i suoi cosmonauti fino ai limiti della famosa fascia in questione e ne arrosti alcuni.
Capita l’antifona l’us dette un colpo di freno alle sue ambizioni lunari ed è a questo punto che gli usa si resero conto di avere una marcia in più dei loro antagonisti, cioè gli effetti speciali cinematografici.
Da qui misero in piedi la farsa con l’accordo naturalmente dell’us , la quale non credeva forse nemmeno che gli americani riuscissero a far bere una così grossa panzana al mondo.

Il resto è storia recente perché un giorno sarà possibile anche per dei comuni mortali vedere esattamente i punti dove dovrebbero essere ancora presenti le prove degli allunaggi, ma magari a quel momento avranno allestito già la scena sul satellite …

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
funky1
Inviato: 20/8/2012 21:05  Aggiornato: 20/8/2012 21:05
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/10/2008
Da:
Inviati: 708
 Re: Le pallen di Van Allen
In tutta franchezza trovo sbagliato trarre conclusioni generali dalle pur confusionarie (ma non del tutto sconclusionate) risposte di un vecchio riguardo ad eventi successi 40 anni prima.

Non lo vedo un atteggiamento molto diverso rispetto a quello di chi squalifica a prescindere le ricerche sull'11 settembre perché Mazzucco sbaglia il numero di piani o le indagini sulle scie chimiche per le gargantuesche sparate di Marcianò (non sono nomi a caso, si tratta appunto di persone considerate molto autorevoli nelle ricerche che svolgono).

Si tratta di un doppiopesismo purtroppo ormai alla base di quello che è diventato un muro contro muro tra debunker e complottisti.

It's better to regret something you did than something you didn't do.
Jurij
Inviato: 20/8/2012 21:07  Aggiornato: 20/8/2012 21:07
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Le pallen di Van Allen
Mai pensato a quella frase:

“Ma come non si può fare, cavoli siamo andati sulla luna e non possiamo fare questo?”

Ecco… se non fossimo andati sulla luna quante cose allora si spiegherebbero ;o)

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Jurij
Inviato: 20/8/2012 21:16  Aggiornato: 20/8/2012 21:16
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Le pallen di Van Allen
Quando poi sento un attivissimo dire alla radio (RSI) che al giorno d'oggi sarebbe quasi impensabile riuscire ad assemblare un razzo come il saturno ... non dico la parolaccia, pensatela voi.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
totalrec
Inviato: 20/8/2012 21:16  Aggiornato: 20/8/2012 21:16
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: Le pallen di Van Allen
funky1:
Citazione:
Non lo vedo un atteggiamento molto diverso rispetto a quello di chi squalifica a prescindere le ricerche sull'11 settembre perché Mazzucco sbaglia il numero di piani


Mazzucco non ha mai raccontato di aver lavorato come ascensorista nelle Twin Towers il giorno degli attacchi. Se lo avesse raccontato e poi sbagliasse il numero dei piani, mi arrabbierei. O almeno inizierei a nutrire forti sospetti sulla sua reale presenza in loco nel momento fatidico. Per lo stesso motivo, viste le dichiarazioni del filmato, sospetto che Alan Bean non sia in realtà mai andato oltre l'orbita terrestre (ma proprio al massimo...) e che non solo non abbia mai visto, ma non si sia mai neanche fatto spiegare in modo chiaro cosa c'è un po' più in là.

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
Jurij
Inviato: 20/8/2012 21:23  Aggiornato: 20/8/2012 21:35
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Le pallen di Van Allen
ivan
Citazione:
Sugli astronauti c'è un punto di vista inquietante che emerge osservando con attenzione le facce; ne Parla Renè in un suo libro e ne parlano su questo sito (punti 2 e 3):

Della serie:
“dai raccontala tu Neil”
“ … no, io non le so raccontare bene, raccontala tu Buzz…”
“Perché io? Se la racconto non riesco a rimanere serio, dai raccontala tu Michael …



alearge
Citazione:
E poi pochissimi giorni fa sono state rilasciate foto recentissime prese da una sonda in orbita alla luna e si vedono il resto del modulo lunare, la bandiera ed anche si intravedono le impronte.

Ti prego, faccele vedere anche a noi …

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
liberta11
Inviato: 20/8/2012 21:34  Aggiornato: 20/8/2012 21:38
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/10/2011
Da:
Inviati: 388
 Re: Le pallen di Van Allen
@Totalrec

L'errore di Mazzucco sui piani delle Twin Towers, all'epoca, per me fu comunque grave.
Ma non per questo gli dico che è un buffone, un ladro o un pagliaccio bugiardo.
Perchè? Perchè sto dietro a queste cose da anni e mi sono reso conto col tempo che chiunque può commettere errori (persino Paolo Attivissimo, che nel bene o nel male comunque ne sa sull'11 Settembre, ha commesso degli errori).

L'errore ci sta, così come ci può stare che un astronauta a quell'età non ricordi una cosa per la quale probabilmente gli fu dato solo qualche pagina da rivista scientifica.

Tu mi dirai: è grave e ha fatto una figuraccia anche se è un vecchio.
Io ti riponderei: infatti è grave ed ha fatto una figuraccia.

Questo vuol dire quindi che l'uomo non è mai stato sulla Luna? Con questi ragionamenti non si va lontano e soprattutto non si portano prove abbastanza tangibili.

totalrec
Inviato: 20/8/2012 21:38  Aggiornato: 20/8/2012 21:38
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: Le pallen di Van Allen
Liberta11:
Citazione:
E' plausibile che nella documentazione che avevano ricevuto si parlasse in generale anche di queste fasce, ma come articoli da rivista scientifica che a loro non dovevano interessare.


Hai elementi per affermare che nel percorso formativo di un astronauta le informazioni sull'ambiente in cui egli si troverà ad operare non abbiano la minima importanza e non vengano trattate neppure nei loro rudimenti teorici, oppure stai solo cianciando a vanvera, come al solito?

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
funky1
Inviato: 20/8/2012 21:39  Aggiornato: 20/8/2012 21:39
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/10/2008
Da:
Inviati: 708
 Re: Le pallen di Van Allen
@totalrec:
Citazione:
Mazzucco non ha mai raccontato di aver lavorato come ascensorista nelle Twin Towers il giorno degli attacchi. Se lo avesse raccontato e poi sbagliasse il numero dei piani, mi arrabbierei.


Non vedo questa differenza, un esperto che studia correntemente la materia può benissimo saperne di più, su argomenti specifici, anche di chi ha partecipato all'evento. La memoria non ti supporta in eterno, lo studio continuo sì.

E Mazzucco non ha 80 anni. Se anche li avesse ed avesse lavorato come ascensorista sulle torri l'11 settembre non mi attaccherei ad un dettaglio sbagliato per invalidare a priori la sua posizione di fondo.

It's better to regret something you did than something you didn't do.
funky1
Inviato: 20/8/2012 21:45  Aggiornato: 20/8/2012 21:47
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/10/2008
Da:
Inviati: 708
 Re: Le pallen di Van Allen
Rimanendo nello specifico, non mi stupirei se agli astronauti fosse stata nascosta un'eventuale effettiva pericolosità insita nell'attraversamento delle fasce di VA. Anche se fossero crepati di cancro un anno dopo le missioni, sarebbero comunque diventati dei perfetti eroi americani, con in aggiunta quell'aura di uomini coraggiosi sacrificati nel nome del progresso dell'umanità a spingere loro e le loro gesta ancor di più nella leggenda.

It's better to regret something you did than something you didn't do.
liberta11
Inviato: 20/8/2012 21:48  Aggiornato: 20/8/2012 21:53
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/10/2011
Da:
Inviati: 388
 Re: Le pallen di Van Allen
@ totalrec

Come al solito, il tuo atteggiamento è decisamente arrogante e poco educato, ma come al solito ti risponderò in modo educato:

E tu che elementi hai per affermare il contrario?
Ho già spiegato come quel particolare problema non fosse di loro competenza. Potevano aver avuto qualche accenno teorico, ma nulla di più (e nessuno di noi sa, quanto fosse lungo e preciso questo accenno).

Io ti sto dicendo da vari post che un astronauta non era tenuto ad essere l'Einstein di turno.
Si prendevano piloti militari e si testavano i loro comportamenti psicologici e fisici... non gli si chiedeva il Q.I. o lauree in ingegneria spaziale.

Erano piloti, punto.

Sai perchè Armstrong fu scelto come primo pilota del primo equipaggio che sarebbe dovuto scendere sulla Luna in mezzo a tanti altri?
Perchè durante una missione Gemini, mentre stavano perdendo il controllo della navicella (cosa mai successa prima, perchè stavano testando una nuova procedura), lui riuscì con una tranguillità sconcertante a salvare il tutto e tornare a Terra pur non riuscendo a completare la missione.
Persino il suo compagno di volo rimase impressionato positivamente dalla sua freddezza.

E secondo te, perciò, dopo questo fatto... in base a che cosa venivano scelti gli Astronauti dalla Nasa? Bravo, ci sei arrivato: era una questione psicologica e fisica, punto.

Aldrin? Indovina un pò? Fu il primo astronauta americano a capire come muoversi nello spazio senza difficoltà... lui riuscì laddove in precedenza gli altri astronauti della Nasa avevano fallito.

Armstrong e Aldrin, NON PER CASO o PER CULTURA furono i primi a scendere sulla Luna.

liberta11
Inviato: 20/8/2012 21:49  Aggiornato: 20/8/2012 21:51
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/10/2011
Da:
Inviati: 388
 Re: Le pallen di Van Allen
@funky1

Che la cosa fosse totalmente nascosta la vedo dura, che gli fosse detto che il rischio fosse minimo grazie alle coperture delle loro navicelle... possibile.

totalrec
Inviato: 20/8/2012 21:53  Aggiornato: 20/8/2012 21:53
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: Le pallen di Van Allen
Citazione:
Tu mi dirai: è grave e ha fatto una figuraccia anche se è un vecchio. Io ti riponderei: infatti è grave ed ha fatto una figuraccia. Questo vuol dire quindi che l'uomo non è mai stato sulla Luna?


No. Per dire che l'uomo non è mai stato sulla Luna, basta vedere che non può andarci neanche adesso, con una tecnologia rispetto alla quale quella del 1969 è neanderthaliana. I governi più ottimisti - ad esempio i cinesi - affermano che riusciranno a mandare un uomo sulla Luna nel 2015, no nel 2020, beh forse il 2020 è un po' presto, ma nel 2025 ce la facciamo garantito...
I più pessimisti - ad esempio gli Stati Uniti - hanno abbandonato perfino il programma Shuttle. Dopo averci provato per 50 anni, alla fine devono aver capito che di mandare gente sulla Luna, per il momento, non c'è verso.

La gaffe di Alan Bean dimostra semplicemente che le missioni Apollo non erano soltanto una recita parrocchiale. Erano una recita parrocchiale con attori analfabeti, presi dalle annotazioni a margine sui registri della CIA, visto che gli attori professionisti alla Grissom si erano mostrati profondamente infastiditi dagli infimi livelli di questa buffonata, recalcitranti e difficilmente controllabili. Non è questione di essere vecchi. Mio nonno, a 92 anni, la strada che aveva fatto col suo reparto di bersaglieri per arrivare sul Carso nel 1917 se la ricordava a menadito. E il Carso non è mica la Luna.

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
liberta11
Inviato: 20/8/2012 22:00  Aggiornato: 20/8/2012 22:08
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/10/2011
Da:
Inviati: 388
 Re: Le pallen di Van Allen
@totalrec

Stai partendo per la tangente.

I Cinesi sono saliti sul carrozzone dei voli spaziali solo di "recente", ed è normale che debbano metterci un tot di tempo per arrivare "sulla Luna".

Il programma Shuttle non centrava niente col fatto di mandare l'uomo sulla Luna.
Lo Shuttle era nato per avere una navicella che andasse e tornasse dallo spazio come un aereo (senza dover, tra l'altro, ogni volta buttare il tutto).
E' stata infatti utilizzata soprattutto per la costruzione della stazione spaziale orbitante... non per mandare l'uomo sulla Luna (tra l'altro devi dirmi come poteva atterrare lo Shuttle sulla Luna anche in modo teorico, visto che era praticamente come un Aereo e aveva bisogno di una pista di atterraggio).

Perciò che cavolo c'azzecca l'abbandono del progetto Shuttle con il mandare la gente sulla Luna?

Che poi, "abbandono del progetto"... lo Shuttle ormai era un ferro vecchio con le ali (tecnologicamente OBSOLETO).

Sulla restante parte del tuo post... come dire...

Piuttosto che perculare un vecchio astronauta, chiediamo alla Nasa perchè lo Spazio intorno alle loro foto della Terra era editato.

Jurij
Inviato: 20/8/2012 22:07  Aggiornato: 20/8/2012 22:07
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Le pallen di Van Allen
totalrec
Citazione:
No. Per dire che l'uomo non è mai stato sulla Luna, basta vedere che non può andarci neanche adesso, con una tecnologia rispetto alla quale quella del 1969 è neanderthaliana. I governi più ottimisti - ad esempio i cinesi - affermano che riusciranno a mandare un uomo sulla Luna nel 2015, no nel 2020, beh forse il 2020 è un po' presto, ma nel 2025 ce la facciamo garantito...
I più pessimisti - ad esempio gli Stati Uniti - hanno abbandonato perfino il programma Shuttle. Dopo averci provato per 50 anni, alla fine devono aver capito che di mandare gente sulla Luna, per il momento, non c'è verso.

Pensando al miglioramento di tutto quanto gira attorno all’elettronica, nonché ai materiali sempre più tecnologici, non si riesce proprio a capire, non come non si può andare oggi sulla luna, ma come ci si è andati nel 1969, che è peggio.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
liberta11
Inviato: 20/8/2012 22:10  Aggiornato: 20/8/2012 22:17
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/10/2011
Da:
Inviati: 388
 Re: Le pallen di Van Allen
Ma la verità è che sulla Luna ci si potrebbe anche riandare, altro che (la tecnologia di oggi lo permetterebbe, anche se la ricerca e lo sviluppo costerebbero e NON POCO)... soltanto che oggi non c'è più interesse, nè voglia di rischiare come ai tempi della guerra fredda (basti ricordare i tanti morti che ci furono, tra astronauti Russi e Americani, per la corsa allo spazio).

Mandare un uomo nello Spazio è rischioso ancora oggi, figuriamoci sulla Luna. Se ci fosse un'energia incredibile sulla Luna o in ballo la supremazia di una "terra" legata alle questioni geopolitiche... stai pur certo che gli Americani c'avrebbero già fatto pure un Cinema sulla Luna.

Mandare con più sicurezza (rispetto alla fine degli anni '60) un astronauta sulla Luna, oggi richiede SOLDI (tanti). E visto che agli Amerriggani interessa più fare la guerra sulla Terra, ecco che i soldi per la ricerca e lo sviluppo spaziali... come dire, scarseggiano in modo INDEGNO (basti vedere i licenziamenti recenti che ci sono stati alla Nasa e il taglio ai futuri progetti che erano in cantiere da anni).

Io spero nei voli spaziali cinesi proprio per questo motivo... basterebbe per mettere il pepe al deretano degli uomini a stelle e striscie che a quel punto sarebbero costretti a REINVESTIRE nello spazio.

totalrec
Inviato: 20/8/2012 22:39  Aggiornato: 20/8/2012 22:39
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: Le pallen di Van Allen
Citazione:
I Cinesi sono saliti sul carrozzone dei voli spaziali solo di "recente", ed è normale che debbano metterci un tot di tempo per arrivare "sulla Luna".


Puerile. Quindi secondo te lo status di avanzamento tecnologico concretamente esistente è irrilevante e conta solo chi ha iniziato prima? Se con la tecnologia del 1969 fosse davvero stato possibile raggiungere la Luna, oggi i cinesi, con la tecnologia che possiedono, potrebbero organizzarci le gite scolastiche. Gli scolari cinesi, se non altro, sanno cosa sono le fasce di Van Allen, a differenza di certi buffoni...


Citazione:
Che poi, "abbandono del progetto"... lo Shuttle ormai era un ferro vecchio con le ali (tecnologicamente OBSOLETO).


Che giudizio impietoso. Solo perché si sono dimenticati di ricoprirlo di carta delle Marlboro e attaccare qualche manico di scopa sulla fusoliera non vuol dire che fosse tutto da buttare.
In ogni caso, gli USA non hanno buttato nel cesso solo lo Shuttle. Hanno buttato nel cesso anche il programma Constellation, studiato per "riportare gli uomini sulla Luna", nonché il correlato programma di realizzazione della navetta spaziale Orion. Come dicevo, i più pessimisti sono proprio gli USA, che scontano 50 anni di fallimenti, di messinscene sbugiardate e di Alan Bean che li espongono al ridicolo. I cinesi - forse incautamente - sono perlomeno un po' più fiduciosi.

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
Pyter
Inviato: 20/8/2012 22:47  Aggiornato: 20/8/2012 22:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Le pallen di Van Allen
Gli astronauti sono senza dubbio esperti nel loro campo, ma guarda bene: quanti di loro si sono laureati o hanno fatto studi relativi all'astronomia?


Pensavo che le fasce di Van Allen, pur essendo geografia astronomica, riguardassero la fisica.

In ogni caso, è giusto: si è piloti e quello si deve fare, pilotare...

...quando il computer si stanca o si surriscalda si passa subito ai comandi manuali..

E' come mettere un pilota dentro una macchina senza fargli conoscere il circuito e dirgli: "tu va a 300 all'ora, ci pensiamo noi a guidare la macchina dai box: tu stai all'erta, se qualcosa va male e la macchina sbanda, tui avvertici e noi ti passiamo la guida manuale. mi raccomando i riflessi, che c'è poca via di fuga. Ma sappiamo che hai studiato a Modena, quindi non ci sono problemi."


Sai perchè Armstrong fu scelto come primo pilota del primo equipaggio che sarebbe dovuto scendere sulla Luna in mezzo a tanti altri?

Perchè non gli andava di morire bruciacchiato in un incidente dentro una capsula?


Su una cosa sono d'accordo: nel 1969 era possibile andare sulla Luna, oggi no.

Sul fatto che l'uomo vada sulla lUna ce lo possiamo scordare.
Sono pronto a scommettere con i più coraggiosi.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
Pyter
Inviato: 20/8/2012 22:55  Aggiornato: 20/8/2012 22:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Le pallen di Van Allen
In ogni caso, gli USA non hanno buttato nel cesso solo lo Shuttle. Hanno buttato nel cesso anche il programma Constellation, studiato per "riportare gli uomini sulla Luna", nonché il correlato programma di realizzazione della navetta spaziale Orion.

Senza neanche dover andare per forza sulla Luna, basterebbe ricordare tutte le balle e le frittelle che la classe scienziatesca ci ha raccontato alla fine degli anni settanta e poi ottanta, solo per quanto riguarda il programma di costruzione delle stazioni orbitanti.

Roba da far resuscitare Asimov, Angela e compagnia divulgativa bella solo per il gusto di prenderli a calci nei cosiddetti.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
Fabrizio70
Inviato: 20/8/2012 22:57  Aggiornato: 20/8/2012 22:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Le pallen di Van Allen
Citazione:
Caro... nel mio testo c'e' un documento ufficiale dell'HAARP di sole 19 pagine che su tu avessi meno spocchia avresti pututo leggere almeno in diagonale prima di rispondere in modo abbastanza arrogante (scusatemi tutti, ma credo che sia importante chiamare le cose con il loro nome, aiuta sempre a capire)

[omiss]

Ma se sei veramente interessato a "salvare il mondo", ti prego di considerare che la strada prevede la capacita' di rimboccarsi le maniche e di cercarsi i documenti, leggerli, caopirli, criticarli, scartare quelli non validi o dubbi, insomma, farsi un mazzo cosi', chiedi a Massimo se non e' vero.
Non funziona lo stare seduto a fare il "Cacasenno" e pensare di poter sfottere Bertoldo...


Se ti sei fatto il mazzo così e non sei in grado di andare oltre la descrizione di soli tre tipi di radiazioni ionizzanti ti dò un consiglio , lascia perdere e vai al mare ,ti ho chiesto come fà una trasmissione in radiofrequenza a creare particelle ....

Citazione:
E da quel fatto (la perdita della corsa alla luna) si puo' dire che sia incominciato il riconoscere che il sistema sovietico non funzionava e cominciarono a preparare una riforma che si concretizzo' molto dopo anche se a volte con troppa precipitazione, Ma non e' facile controllare lo smembramento di un'impero e di una scuola di pensiero


E con questo dimostri di non conoscere ne la storia ne la geopolitica :

http://it.wikipedia.org/wiki/Programma_spaziale_sovietico

Citazione:


Il programma spaziale sovietico lanciò la corsa allo spazio tra il 1957 e il 1967:

Primo ICBM, l'R-7

Primo satellite, lo Sputnik 1

Primo animale in orbita, Laika con lo Sputnik 2

Prima persona lanciata nello spazio: Jurij Gagarin con il Vostok 1, programma Vostok

Prima missione con due navette con equipaggi che si avvicinano nello spazio, la Vostok 3 e la Vostok 4. Sebbene sia considerato da molte persone il primo rendezvous in realtà le navette erano a 5 km di distanza e su diversi piani orbitali. Il primo rendezvous venne svolto dalle navette americane Gemini 6A e Gemini 7 tre anni dopo.

Prima donna nello spazio, Valentina Vladimirovna Tereškova sul Vostok 6

Primo equipaggio di tre persone nel Voskhod 1

Prima attività extraveicolare, Aleksej Archipovič Leonov dal Voskhod 2

Primo attracco orbitale di due equipaggi umani con cambio di equipaggio, Sojuz 4 e Sojuz 5.

Primo lancio di una sonda verso un altro corpo celeste, Luna 1

Prima sonda sulla Luna, Luna 2

Prime immagini del lato nascosto della Luna dal Luna 3

Prima sonda lanciata sul pianeta Venere, il Venera 3

Prima sonda lanciata sul pianeta Marte, il Mars 3 e invio di dati dal pianeta

Prima sonda in orbita attorno alla Luna, Luna 10

Prima sonda tornata sulla Terra da un altro corpo celeste, il Luna 16

Primo rover spaziale Lunokhod 1

Prima stazione spaziale, la Salyut 1 nel 1971

Prima attività extraveicolare di una donna nello spazio, Svetlana Evgen'evna Savickaja nel 1984 dalla stazione spaziale Salyut 7.

Prima stazione spaziale abitata permanentemente da equipaggio umano, la Mir, che orbitò intorno alla Terra tra il 1986 e il 2001.



http://it.wikipedia.org/wiki/Valerij_Vladimirovi%C4%8D_Poljakov

Citazione:
Detiene il record di volo spaziale più lungo quando rimase a bordo della Mir per più di 14 mesi (437 giorni 18 ore).


Il sistema sovietico non funzionava ?

Citazione:
So che vengono fatte periodicamente delle miure, che sono stati costruiti dei modelli che funzionano abbastanza bene, mi immagino che si possano usare le tratte di trasferimento in orbita geostazionare per fare altre misure, ma non ho informazioni certe


CVD , il tuo mazzo è tutto tempo sprecato....

http://www.swpc.noaa.gov/

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
Blade1960
Inviato: 20/8/2012 22:57  Aggiornato: 20/8/2012 22:57
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/11/2006
Da:
Inviati: 264
 Re: Le pallen di Van Allen
Ciao a tutti!

L'articolo inizia con:
Che bello, la ricerca nello spazio continua!
Ecco a cosa serve sapere, delle fasce Van Allen,serve a far si che non cessino i finanziamenti,domani se ne inventeranno un'altra,ma lo scopo e' sempre lo stesso,money.

E' necessario andare a scoprire queste pericolosissime ,letali, fasce di Van Allen ora,lo erano anche 43 anni fa,ma visto e considerato che sulla luna(dicono loro) ci sono stati,e gli astronauti sono tornati alla loro vita quotidiana si sa gia'che non sono pericolose,o forse sulla luna non ci sono stati mai,ne apollo 12-13 ecc ecc.

totalrec
Inviato: 20/8/2012 22:57  Aggiornato: 21/8/2012 1:22
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: Le pallen di Van Allen
Pyter:
Citazione:
Roba da far resuscitare Asimov, Angela e compagnia


RIMOSSO - M.M.

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
Pyter
Inviato: 20/8/2012 23:13  Aggiornato: 21/8/2012 1:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Le pallen di Van Allen
[RIMOSSO - M.M.]

In realtà, forse, volevo scrivere Tito Stagno. Non me ne sono accorto. O forse si.

They live.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
cnj
Inviato: 20/8/2012 23:36  Aggiornato: 20/8/2012 23:36
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da: Romagna
Inviati: 795
 Re: Le pallen di Van Allen
Semplicemente allucinante! Non ho parole.

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. Nikola Tesla
ivan
Inviato: 20/8/2012 23:42  Aggiornato: 20/8/2012 23:45
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: Le pallen di Van Allen
Per gli appassionati, nemmeno a farlo apposta, qui, su http://apod.lunexit.it/, la foto del giorno è "The Sea of Moscow":

link img

Dalla serie "si ma i russi ..."

E sull'argomento "si, ma i russi.." su un sito russo (accessibile pure in lingua inglese), di cui non ricordo il nome, ci sono oltre 400 pagine dedicate alla faccenda dei viaggi lunari, con la recenzione e confutazione delle idee di siti di mezzo mondo .

sguardoint
Inviato: 20/8/2012 23:49  Aggiornato: 20/8/2012 23:49
Ho qualche dubbio
Iscritto: 12/6/2012
Da:
Inviati: 126
 Re: Le pallen di Van Allen
cit.

Sugli astronauti c'è un punto di vista inquietante che emerge osservando con attenzione le facce; ne Parla Renè in un suo libro e ne parlano su questo sito (punti 2 e 3):
link

La cosa dà i brividi.


che alcuni dei "signori della Luna" siano tornati scemi é vero, prendi Edgar Mitchell, che con tutta la preparazione scientifica che ha alle spalle, scrive articoli su mondo olografico, presa di coscenza e cose similial limite del new age.

Però quel sito mi sembra un po' volutamente superficiale nello scrivere, specialmente con frasi come:

"All 12 Apollo astronauts remained hidden from the public after coming back from the moon. "

nascosti per quanto? 1 mese, 1 anno, vita natural durante?

Anche qui:

"What are the chances that 100% of the Apollo astronauts are so introverted that they are incapable of visiting children in school, going onto television shows to talk about the moon, and giving interviews to reporters?"

per quanto tempo?
Molti dei protagonisti delle missioni negli anni successivi si sono reinventati, c' è che si é dato alla pittura, chi ha fatto il consulente per un film sullo spazio, chi ha frequentato eventi mondani, chi fa il consulente tecnico per la Nasa.
Alcuni hanno perfino il loro sito web e appaiono tutt' ora e da tanti anni in conferenze.

sguardoint
Inviato: 20/8/2012 23:54  Aggiornato: 20/8/2012 23:54
Ho qualche dubbio
Iscritto: 12/6/2012
Da:
Inviati: 126
 Re: Le pallen di Van Allen
cit:
Io ti sto dicendo da vari post che un astronauta non era tenuto ad essere l'Einstein di turno.
Si prendevano piloti militari e si testavano i loro comportamenti psicologici e fisici... non gli si chiedeva il Q.I. o lauree in ingegneria spaziale.


beh aspetta, alcuni di loro erano davvero laureati in materie ingegneristiche, uno sicuramente in ingegneria dei materiali, e un altro credo in ingegneria aerospaziale.
Ho capito comunque quel che intendevi, e concordo con te. Ma mi sembrava doveroso precisare.

alearge
Inviato: 21/8/2012 0:13  Aggiornato: 21/8/2012 0:13
So tutto
Iscritto: 17/2/2008
Da:
Inviati: 19
 Re: Le pallen di Van Allen
per totalrec

La storia della USS Maddox e' descritta in:
James Bamford (2002-04-30). Body of Secrets: Anatomy of the Ultra-Secret National Security Agency. Anchor. ISBN 0-385-49908-6. Lo stesso autore ha scritto altri libri, tutti interessati e da leggere se mii ricordo bene di questo esiste un'edizione italiana con un titolo strano tipo "l'orecchio di Dio" o qualcosa del genere.
Ma non mi sembra che sia nessun chiodo, primo, il fatto che fosse usato come mezzo di comunicazione strategico non vuol dire che fosse accessibile alla ricerca e poi una misura fatta con seglali UHF o simili (non ricordo bene adesso) e' ordini di grandezza meno precisa di una misura fatta con LASER in banda IR o visibile.
Mi dispiace, ma anche i riflettori LASER, (tecnologia congiunta francese e russa) sono piuttosto una spina, se non un chiodo per per la tomba dell'Hoax, ma ora sembra che le immagini del Lunar orbiter taglino la testa al toro.


sonda

per Jurij

con una rapida ricerca in linea ho trovato queste foto, ma ne avevo viste di migliori, no ricordo dove (sempre che non sia un buon esercizio di photoshop, ma se si portano sempre i dubbi alle estreme consequenze non saremo in grado di provarci che esiste neppure la tastiera su cui sto battendo, chi mi dice che che tutto quello che vedo in realta' non sia solo un sogno prodotto dalla mia fantasia?)
http://www.nasa.gov/mission_pages/LRO/news/apollo-sites.html

In ogni caso, ragazzi, se volete fare qualcosa di piu' che discorsi da Bar, vi prego, non abbiate pigrizia e paura, cercate, esplorate, lavorate un poco anche voi, e proponete le vostre scoperte, il blog sara' piu' divertente e costruttivo.

E poi, mi ripeto, e' stato bello, ma quando una storia finisce, finisce, e questa storia mi sembra non piu' ragionevolmente sostenibile.

Suggerisco di occuparci di altro , piuì vicino a noi ma altrettanto incredibile e disgustosa. E per la quale, se cominciamo ad esporla, si possono ottenere dei risultati. Avte visto che cosa dice il P.M. Paolu Ferraro?

Red_Max
Inviato: 21/8/2012 0:26  Aggiornato: 21/8/2012 0:26
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/7/2012
Da: in volo
Inviati: 975
 Re: Le pallen di Van Allen
Comunque, per quanto riguarda il filmato, guardando bene le risposte hanno una loro coerenza, partendo dal presupposto che all'inizio ignorava o non ricordava la distanza a cui si trovano le fasce (ma poi sono fasce, cioè coprono parzialmente, o è uno strato che copre tutta la circonferenza?), poi prosegue nella logica delle eventualità.
Quando gli dicono la distanza lui cosa dice?
Allora le abbiamo sicuramente attraversate, magari anche questo non è esatto perchè possono essere passati sopra o sotto, dopotutto se sono fasce avranno pure un margine inferiore e uno superiore???
Cioè, quanti sono quelli che ti parlano di Londra, New York, Parigi e Berlino e poi non sanno il nome della via che passa dietro a casa propria

L'anoressia è un "orientamento" alimentare?

Non ti piacciono i crauti? allora sei crautofobo...
E' un reato gravissimo...

Aspirare gli embrioni è indice di civiltà!!!

Io non sono un complottista...
mi interesso di leggende metropolitane...
manneron
Inviato: 21/8/2012 1:15  Aggiornato: 21/8/2012 1:24
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/2/2006
Da:
Inviati: 951
 Re: Le pallen di Van Allen
... take it easy
bean è un pilota. se gli hanno detto vai per di là e passa in mezzo alle fasce, ma non ti fermare ad ammirare il panorama, questo lui ha fatto. poi che non sapesse cosa fossero, posso anche crederci.
Nessuno nega che le fasce di van allen siano pericolose, ma pericolose a restarci, altrimenti non saremmo riusciti ad inviare nessuna sonda, perchè attraversando tali fasce sarebbero andate in avaria. tipo fiume con i coccodrilli: ti danno una barca e ti dicono passa in mezzo ma non ti fermare che probabilmente non succede niente, ma se ti fermi so cazzi tuoi.
si sono un debunker... dagli addosso... mi pagano per dire ste cose.... inoltre ho un chip nel cervello che mi obbliga se i soldi non bastassero ... e questa mia ammissione è per far pensare a qualcuno che se lo dico sono cosciente ma se sono cosciente allora non è vero ma è solo un trucco per far credere che è vero, facendo credere che non è vero, ma invece è vero.

Redazione
Inviato: 21/8/2012 1:34  Aggiornato: 21/8/2012 1:36
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Le pallen di Van Allen
SGUARDOINT: "Molti dei protagonisti delle missioni negli anni successivi si sono reinventati, c' è che si é dato alla pittura, chi ha fatto il consulente per un film sullo spazio, chi ha frequentato eventi mondani, chi fa il consulente tecnico per la Nasa."

C'è anche ci è andato a sbattere contro un palo della luce, tutto solo nel deserto, perchè tre giorni dopo aveva chiesto un appuntamento con Bill Kaysing "per raccontargli delle cose importanti sulle missioni Apollo".

***

MANNERON: "si sono un debunker... dagli addosso... mi pagano per dire ste cose.... "

Non ti buttare giù in quel modo, Manneron, non sei per forza un debunker. Il meccanismo del denial riesce a fare miracoli anche sulle persone oneste.

Anzi, soprattutto su quelle oneste. La malafede non è mai stata la tua caratteristica. E' per questo che hai comunque tutto il mio rispetto.

Al2012
Inviato: 21/8/2012 2:15  Aggiornato: 21/8/2012 2:15
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2158
 Re: Le pallen di Van Allen
@ sguardoint

Citazione:
che alcuni dei "signori della Luna" siano tornati scemi é vero, prendi Edgar Mitchell, che con tutta la preparazione scientifica che ha alle spalle, scrive articoli su mondo olografico, presa di coscenza e cose similial limite del new age.


Sei certo e sicuro di sapere da che parte sta la scemenza?

In merito all’universo come ologramma potresti fare qualche ricerca sul pensiero di David Bohm, scienziato NEWAGE.

Sempre ad attaccare etichette per non perdere il vizio …..

“Capire … significa trasformare quello che è"
matteog
Inviato: 21/8/2012 2:52  Aggiornato: 21/8/2012 2:52
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/9/2009
Da: Roma
Inviati: 966
 Re: Le pallen di Van Allen
Salve,

lessi da qualche parte che il computer che avrebbe gestito la navicella diretta per la Luna aveva una potenza di calcolo all'epoca pari a quella del Commodore.
Ora le mie du semplici domande sono:

- dato che le fasce di Van Allen non sono visibili e data la loro natura precisamente mappabili, come fa un computer con una potenza di calcolo così limitata ad elaborare un tragitto evitando queste fasce?

- se le fasce sono effettivamente pericolose è dannose come hanno fatto a non danneggiare la strumentazione? anche se la navicella fosse stata esposta per soli 15 minuti, avrebbe subito danni ragionevoli

Matteo

"Cercare il complotto è sano, trovarlo dappertutto è follia." M. Galante
Red_Knight
Inviato: 21/8/2012 3:21  Aggiornato: 21/8/2012 3:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Le pallen di Van Allen
Riguardo le trasmissioni Terra-Luna, sono realtà dal 1946:
http://en.wikipedia.org/wiki/EME_%28communications%29

Non c'è però correlazione con la faccenda dei laser: un segnale a microonde non colpisce la superficie lunare in un punto preciso e viene riflesso un po' in tutte le direzioni fra cui anche la Terra (del resto lo scopo è solo che torni indietro ancora leggibile).

totalrec
Inviato: 21/8/2012 6:08  Aggiornato: 21/8/2012 6:08
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: Le pallen di Van Allen
Red Knight
Citazione:
Non c'è però correlazione con la faccenda dei laser: un segnale a microonde non colpisce la superficie lunare in un punto preciso e viene riflesso un po' in tutte le direzioni fra cui anche la Terra


Ma infatti non pensavo alla faccenda dei laser, sui quali ci sarebbe da fare un discorso a parte (peraltro già fatto un'infinità di volte). Pensavo ai radioamatori come Larry Baysinger, che la notte del 20 luglio 1969 registrarono frammenti di conversazione tra Armstrong, Aldrin e Collins puntando verso la Luna l'antenna dei loro dispositivi amatoriali. In questo senso, la tecnica di radiocomunicazione del "moon bounce" potrebbe spiegare anche queste registrazioni, che gli adepti del culto lunare non esitano a sbandierare come "prove" dell'avvenuto allunaggio.

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
Jurij
Inviato: 21/8/2012 6:47  Aggiornato: 21/8/2012 6:49
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Le pallen di Van Allen
alearge
Citazione:
con una rapida ricerca in linea ho trovato queste foto, ma ne avevo viste di migliori, no ricordo dove (sempre che non sia un buon esercizio di photoshop, ma se si portano sempre i dubbi alle estreme consequenze non saremo in grado di provarci che esiste neppure la tastiera su cui sto battendo, chi mi dice che che tutto quello che vedo in realta' non sia solo un sogno prodotto dalla mia fantasia?)

Scusa, ma la nasa ce la menata per anni che le foto del Volto di Cydonia sono solo un effetto ottico e adesso dei semplici punti neri dovrebbero essere presi per delle prove degli allunaggi?

Aspettiamo prove vere…



Redazione
Citazione:
C'è anche ci è andato a sbattere contro un palo della luce, tutto solo nel deserto, perchè tre giorni dopo aveva chiesto un appuntamento con Bill Kaysing "per raccontargli delle cose importanti sulle missioni Apollo".

Tanto per dirne una…

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
totalrec
Inviato: 21/8/2012 6:49  Aggiornato: 21/8/2012 6:49
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: Le pallen di Van Allen
funky1
Citazione:
Rimanendo nello specifico, non mi stupirei se agli astronauti fosse stata nascosta un'eventuale effettiva pericolosità insita nell'attraversamento delle fasce di VA.


Una cosa è nascondere l'eventuale e presunta pericolosità, altra cosa è un "astronauta" che non sa neppure cosa siano e che balbetta stupidaggini senza capo né coda quando gli si chiedono informazioni. Alan Bean le fasce non le ha mai attraversate, anche uno scemo vede benissimo che nel filmato sta tirando a indovinare su cose di cui non sa nulla.
Io non so ovviamente se le fasce siano davvero letali come si dice (e pare non lo sappia nessuno, tantomeno la NASA), ma, letali o no, non sono acqua minerale e su chi le attraversasse davvero avrebbero effetti piuttosto difficili da dimenticare, anche se temporanei.

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
sguardoint
Inviato: 21/8/2012 7:29  Aggiornato: 21/8/2012 7:37
Ho qualche dubbio
Iscritto: 12/6/2012
Da:
Inviati: 126
 Re: Le pallen di Van Allen
cit:

C'è anche ci è andato a sbattere contro un palo della luce, tutto solo nel deserto, perchè tre giorni dopo aveva chiesto un appuntamento con Bill Kaysing "per raccontargli delle cose importanti sulle missioni Apollo".


Vero, ma per questi "misteri" ti propongo un' altra chiave di lettura:

http://www.usac.it/articoli/astronauti_ed_alieni.htm

Bisogna infatti ricordare che l’equipaggio dell’Apollo XI accusò strani disturbi al ritorno sulla Terra: Buzz Aldrin soffrì per molto tempo di una grave forma di depressione, mentre Neil Armstrong divenne insolitamente misantropo e taciturno. Avevano visto qualcosa a cui non erano stati adeguatamente preparati?

Secondo Neil Armstrong (il primo uomo a metter piede sulla Luna), gli alieni hanno una base sul nostro satellite e ci dicono, in termini piuttosto decisi, di stare alla larga dalla Luna. A quanto dicono i rapporti finora noti, sia Neil Armstrong che Edwin Aldrin videro degli UFO dopo il famoso atterraggio sulla Luna dall'Apollo 11 il 21 luglio 1969. Uno degli astronauti riferì di aver visto una "luce" sopra e dentro un cratere durante la ripresa televisiva, seguita da una richiesta di maggiori informazioni da parte del controllo missione. Ecco il dialogo che si sarebbe svolto fra Luna e Terra: NASA: Che cosa c'è? Controllo missione chiama Apollo 11...
Apollo 11: Quei "cosi" sono enormi, mio Dio ! Enormi! Oh, mio Dio, non ci credereste ! Vi dico che stiamo vedendo altre ' navicelle qui fuori. Sono ferme sul bordo del cratere ! Sono sulla luna e ci stanno osservando!



Non so, mi ricorda molto gli episodi di Xfiles in cui chi cerca di rivelare gli incontri alieni viene fatto secco.

Inoltre, credo tu ti riferisca a Baron, i motivi della sua morte possono essere legati al famoso tomo di oltre 500 pagine in cui accusava la Nasa di gravi violazioni nella sicurezza, non di falso:

http://history.nasa.gov/Apollo204/barron.html

incredulo
Inviato: 21/8/2012 9:11  Aggiornato: 21/8/2012 9:12
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: Le pallen di Van Allen
Autore: sguardoint

Citazione:
Secondo Neil Armstrong (il primo uomo a metter piede sulla Luna), gli alieni hanno una base sul nostro satellite e ci dicono, in termini piuttosto decisi, di stare alla larga dalla Luna. A quanto dicono i rapporti finora noti, sia Neil Armstrong che Edwin Aldrin videro degli UFO dopo il famoso atterraggio sulla Luna dall'Apollo 11 il 21 luglio 1969. Uno degli astronauti riferì di aver visto una "luce" sopra e dentro un cratere durante la ripresa televisiva, seguita da una richiesta di maggiori informazioni da parte del controllo missione.


Disinformazione nella disinformazione, un lavoro iniziato da molti anni, i sempreverdi Alieni.

Fammi capire sguardoint, nel 1969 gli astronauti di Apollo 11 vanno sulla Luna, scoprono le "basi aliene" che li traumatizzano e gli dicono "in termini piuttosto decisi" di stare alla larga dalla Luna e poi gli USA organizzano altre SEI missioni spaziali che hanno portato sulla Luna altri uomini e mezzi.

E meno male che li avevano avvisati...

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
manneron
Inviato: 21/8/2012 9:47  Aggiornato: 21/8/2012 9:47
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/2/2006
Da:
Inviati: 951
 Re: Le pallen di Van Allen
Citazione:
E' per questo che hai comunque tutto il mio rispetto.


beh, grazie. non è roba da poco.
cmq non sono in stato di negazione... come direbbe chiunque sia in tale stato...

Hilbert
Inviato: 21/8/2012 10:09  Aggiornato: 21/8/2012 10:09
So tutto
Iscritto: 27/7/2012
Da:
Inviati: 17
 Re: Le pallen di Van Allen
Guardate che fascie di Van Allen non circondano la terra in tutte le direzioni in maniera isotropa. La loro conformazione è determinata dal campo magnetico terrestre che è notoriamente non uniforme, ma ha 2 poli e linee di campo che congiungono i 2 poli. Per evitare le fascie basta scegliere la traiettoria giusta. Forse nella sua intervista video l'astronauta qui sopra voleva dire proprio questo.

Smontare le balle che raccontano gli USA è cosa sacrosanta, ma bisogna farlo sempre in maniera seria per poter essere credibili: altrimenti la propaganda del "nemico" (scherzo) farà passare VOI per quelli che raccontano balle, e con ragione.

Sfruttando i vostri errori la propaganda del "nemico" riuscirà a rendere poco credibili anche le verità sacrosante: non bisogna dar loro un punto d'appoggio, perché lo usano per mandare all'aria tutto.

Aigor
Inviato: 21/8/2012 10:37  Aggiornato: 21/8/2012 10:37
Ho qualche dubbio
Iscritto: 1/7/2011
Da: GE
Inviati: 211
 Re: Le pallen di Van Allen
Perdonami Hilbert, ma li hai letti i commenti precedenti al tuo?
Lo so che sono tanti ed è una menata... ma per rispetto alla netiquette sarebbe meglio, prima di postare un commento, assicurarsi di non esprimere concetti già triti e ritriti

Aigor

La violenza è l'ultimo rifugio degli incapaci
(I. Asimov - Il crollo della galassia centrale)
Red_Knight
Inviato: 21/8/2012 11:15  Aggiornato: 21/8/2012 11:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Le pallen di Van Allen
@totalrec

Citazione:
Ma infatti non pensavo alla faccenda dei laser, sui quali ci sarebbe da fare un discorso a parte (peraltro già fatto un'infinità di volte).


Interessante, non ne so niente!

Citazione:
Pensavo ai radioamatori come Larry Baysinger, che la notte del 20 luglio 1969 registrarono frammenti di conversazione tra Armstrong, Aldrin e Collins puntando verso la Luna l'antenna dei loro dispositivi amatoriali. In questo senso, la tecnica di radiocomunicazione del "moon bounce" potrebbe spiegare anche queste registrazioni, che gli adepti del culto lunare non esitano a sbandierare come "prove" dell'avvenuto allunaggio.


Purtroppo parrebbe di no. Non sono un esperto (magari se c'è qualcuno in sala si faccia avanti) ma il tipo e la qualità del segnale combinati con i mezzi da lui usati escludono che Baysinger possa aver captato un moon-bounce. Sto cercando una pagina preziosa che avevo letto tempo fa con delle spiegazioni decenti riguardo al fatto che la registrazione è autentica, se la ritrovo la linko.

sguardoint
Inviato: 21/8/2012 11:51  Aggiornato: 21/8/2012 11:51
Ho qualche dubbio
Iscritto: 12/6/2012
Da:
Inviati: 126
 Re: Le pallen di Van Allen
cit:
"Disinformazione nella disinformazione, un lavoro iniziato da molti anni, i sempreverdi Alieni."

potrei girare la cosa a te, se non credi agli alieni (per inciso - io non ci credo):

"Disinformazione, un lavoro iniziato da molti anni, la sempreverde teoria del non siamo andati sulla luna"

alearge
Inviato: 21/8/2012 12:43  Aggiornato: 21/8/2012 13:01
So tutto
Iscritto: 17/2/2008
Da:
Inviati: 19
 Re: Le pallen di Van Allen
Fabrizino,
ogni tanto anche Cacasenno, noto personaggio della letteratura italiana, insieme a Betroldo e Bertoldino, aveva attacchi logorroici, non te la prendere.

"come fà una trasmissione in radiofrequenza a creare particelle..."
Io ci provo a spiegartelo, ma tu, ti prego, prova un attimo a far sbollire rabbia e supponenza, apri il cervellino e porta la pazienza necessaria a seguire il discorso fino in fondo:

un campo di radiofrequenza adeguato puo' creare coppie di joni, uno jone positivo ed uno o piu' elettroni.
Se la materia jonizzata e' idrogeno crea una coppia protone-elettrone.

La jonosfera si chiama cosi' perche' la forma di materia che maggiormente vi si trova e' plasma, cioe' materia ionizzata. Elettroni. protoni ecc. abbondano.
Altre particelle simili arrivano on il vento solare ed in parte sono catturate dalla magnetosfera terreste.

A causa del campo magnetico terrestre e solare, delle accelerazioni causate dal moto di rotazione e dalle interazioni elettromagnetiche (diciamo naturali) nella jonosfera, si sviluppano dei moti non dissimili (per dare un'idea grossolana) dalle correnti nei mari, dai venti nella bassa atmosfera, dalle correnti a getto della stratosfera.
Ma quelle della jonosfera sono, a differenza degli altri esempi, particelle cariche in un campo magnetico rotante e quindi sequono anche le leggi dell'elettromagnetismo.

Immagina ora un gigantesco fiume, un anello di particelle cariche che ruopta intorno alla terra.
Si puo' anche considerare come un circuito in cui fluiscono milioni di ampere, con tensione potenzialmente altissime e quindi potenze incredibili.
La fonte di energia, in definitiva e' l'energia cinetica della terra in rotazione.

Immagina ora di prendere un pezzettino di questo circuito e di essere in grado di cambiarne la resistenza.
Sei cosi' in grado di "modulare" la corrente di questo circuito planetario.
Immagina di poter variare la resistenza di questo "pezzettino di controllo" a diciamo 3 KHz.
Sai cosa avresti fatto?
Un trasmettitore di dimensioni planetarie, alimentato dall'energia del pianeta spendendo "solo" l'energia che serve a pilotarlo. In pratica hai costruito un gigantesco "transistor" che pilota l'energia della terra consumando "solo" l'energia della "corrente di base" se mi esprimo chiaramente", centinai, migliaia forse, di volte piu' bassa.

Come potresti cambiare la resistenza del "pezzettino di controllo"?
Semplice, influenzando la jonizzazione di un tratto del circuito.
Puo' essere fatto semplicemente "riscaldando" il plasma nella jonosfera.
E' chiaro ora a cosa servono i vari "Jonospheric Heater" (Aleaska, Tromso ecc,).

Il bello e' che se fai quello, le onde elettromagnetiche a 3KHz (ULF) interagiscono con le particelle del plasma, le accelerano ad energie relativistiche e le lanciano in fasci confinati dalle linee del campo magnetico terrestre.
I dettagli del processo sono molto complicati, alcuni non mi sono chiarissimi e quindi non riesco neppure a spiegarli ad altri, ma il risultato e' un fascio di particelle accelerate e "modulate" alla frequenza scelta (in pratica onde e particelle), che seguono la linea del campo magnetico locale e "colpiscono" la terra nel punto "magneticamente coniugato" (dall'altra parte del globo, e' la figura a pagina 11 che citavo prima).

Questa traiettoria puo' essere controllata variando il campo magnetico locale. Si puo' ottenere facendo passare delle fortissime correnti attraverso la crosta terreste in prossimita' dell'emettitore. Si utilizzano pozzi tipo quelli del petrolio (vedete i seguenti brevetti WO2008108860, WO2009145904, US2011205101, WO2009137779, US7768444, US7875837, WO2009091424, WO2007022339, US5747720, US5198607, GB2377105, US4456912, US2007215946, US2007238252, US5681434, US4712155, US5038664, US4686605).

Queste onde, a seconda della loro frequenza, penetrano un poco nella crosta terreste e vengono parzialmente riflesse, portando con se' informazioni sulla costituzione del terreno. Questo "strumento planetario" puo' essere usato per costruire un'immagine del sottosuolo agli antipodi (per modo di dire), e capire se ci sono grosse strutture sotterrane o anche formazioni rocciose che indicano possibili giacimenti).

Quella parte di onde/particelle che, riflessa, torna indietro lungo lo stess o percorso, raggiunge di nuovo la parte ionizzata dal "riscaldatore ionosferico" e viene di nuovo riflessa, "rinvigorita" dall'enegia del processo. Continua cosi' ad andare avanti e indietro, "pompando" una specialissima "fascia di van Allen" che interseca la terra e che si comporta anche un po' come se fosse una "cavita' LASER".

Immaginate cosa succede se un missile ci passa a traverso quando e' carica al punto giusto!
Oppure immaginate la possibilita' che parte di questa energia sia usata per creare regioni piu' calde nell'atmosfera e "fissare" cosi'la posizione di una zona "di bassa pressione" in un punto particolare.
Questo permette di spostare i flussi che determinano le condizioni metereologiche ecc. ecc. (una oscura convenzione internazionale, chiamata ENMOD, environmental modification, firmata da quasi tutti i grandi Paesi, proibisce queste operazioni "per scopi ostili", cercatela sul sito UN, e' interessante nella sua vaghezza).

Ma che bel giochino hai costruito, Fabrizio, solo applicandoti con un po' di serieta' invece di strampallazzare a vuoto!

Pyter
Inviato: 21/8/2012 12:50  Aggiornato: 21/8/2012 12:50
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Le pallen di Van Allen
sguardoint
Secondo Neil Armstrong (il primo uomo a metter piede sulla Luna), gli alieni hanno una base sul nostro satellite e ci dicono, in termini piuttosto decisi, di stare alla larga dalla Luna.


Non vorrei fare la figura del debunker, come manneron, ma bisogna dire che tutto torna.

Alla missione successiva, Apollo 12, gli alieni hanno nuovamente chiamato dicendo che quello sarebbe stato l'ultimo avvertimento.

Larry Baysinger registrò anche quelle, ma non si accorse mai della voce aliena perchè il suono che emettono è uguale a quello delle interferenze delle onde radio stesse, tipo quando non si prende canale.
La missione successiva, un colpo di avvertimento ha danneggiato Apollo 13, che s'è ben guardato di scendere sulla Luna e ha dovuto fare il giro.

L'Apollo non è stato abbattuto perchè gli alieni sono vegani.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
alearge
Inviato: 21/8/2012 13:14  Aggiornato: 21/8/2012 13:14
So tutto
Iscritto: 17/2/2008
Da:
Inviati: 19
 Re: Le pallen di Van Allen
Citazione:

So che vengono fatte periodicamente delle miure, che sono stati costruiti dei modelli che funzionano abbastanza bene, mi immagino che si possano usare le tratte di trasferimento in orbita geostazionare per fare altre misure, ma non ho informazioni certe



CVD , il tuo mazzo è tutto tempo sprecato....

http://www.swpc.noaa.gov/
------------

Scusami, ci ho messo un po' a capire cosa volevi dire ma
attento mi senbra che sia ancora un pochinino fuori dal vaso.
Ii siti di Space Weather non misurano le fasce di van Allen, danno immagini dell'attivita' solare, e misurano il vettore magnetico ed il flusso (numero, velocita' energia, direzione) dei protoni e degli elettroni che costituiscono il vento solare.
E' vero che sono tutt indicatori che permettono di "predire" forti anomalie ed anche le attivita' delle "aurore", ma NON costituiscono una MISURA delle fasce di van Allen, i sensori rimangono ben fuori da esse!

fefochip
Inviato: 21/8/2012 14:43  Aggiornato: 21/8/2012 14:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Le pallen di Van Allen
Citazione:
cmq non sono in stato di negazione... come direbbe chiunque sia in tale stato...



l'autoironia credo sia una delle doti piu sane che si possano avere dal punto di vista intelletuale

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Fabrizio70
Inviato: 21/8/2012 15:51  Aggiornato: 21/8/2012 15:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Le pallen di Van Allen
Citazione:
Fabrizino

[omiss]

apri il cervellino e porta la pazienza necessaria a seguire il discorso fino in fondo:

[omiss]

Ma che bel giochino hai costruito, Fabrizio, solo applicandoti con un po' di serieta' invece di strampallazzare a vuoto!


Non so con chi sei abituato a confrontarti , ma sei partito con il piede sbagliato.qui se c'è qualcuno che gioca sei tu , hai letto qualche stronzata sui principi di funzionamento di HAARP e ti ritieni in grado di capire il funzionamento , purtroppo per te la maggior parte delle notizie che circolano sono panzane ,và di moda oggigiorno HAARP e quindi più se ne sparano più si viene seguiti ,e ci sei cascato come un pollo.

Porti ad esempio brevetti , ma i brevetti non dicono nulla , questo ad esempio vorrebbe trasportare materiale nello spazio utilizzando un tubo vuoto di "appena" 1530 km , bella idea , peccato che sia irrealizzabile , ti lanci in fisiche inesistenti , l'atmosfera come un transistor che lancia a velocità "relativistiche" la materia e chi più ne ha più ne metta , principi di fisica ambientale capovolti , fisica normale + calore = + pressione e maggiore altezza = maggiore pressione ,la tua fisica dice che + calore = - pressione e maggiore altezza = minore pressione , tornatene pure nella tua ignoranza cacasenno....

---------------------------------------------------------------------------


Citazione:
Ii siti di Space Weather non misurano le fasce di van Allen, danno immagini dell'attivita' solare, e misurano il vettore magnetico ed il flusso (numero, velocita' energia, direzione) dei protoni e degli elettroni che costituiscono il vento solare.


Purtroppo un sito che ti fà i disegnini ancora non c'è , dovresti provare a collegare i seguenti neuroni : Aurora boreale - Vento solare - FVA.....

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
AFrayn
Inviato: 21/8/2012 16:07  Aggiornato: 21/8/2012 16:08
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/3/2009
Da: Colônia Cecília, Paraná, Brasil
Inviati: 399
 Re: Le pallen di Van Allen
@ fefochip:
Citazione:
altra cosa che mi pare qualcuno me lo aveva spiegato ma non mi ricordo la risposta a un altra obiezione.(forse non mi aveva convinto) nell'ottica di una messainscena perche i russi o i cinesi o chi vi pare non sbugiardano i mericani?


Provo a fare 2 + 2:

(1) L'atmosfera terrestre limita inferiormente l'estensione delle fasce ad un'altitudine di 200-1000 km; il loro confine superiore non arriva oltre i 40.000 km (che corrispondono a circa 7 raggi terrestri) di distanza dalla superficie della Terra. Le fasce si trovano in un'area che si estende per circa 65 gradi a Nord e a Sud dell'equatore celeste. (Fonte: Wikipedia)

(2) Il volo dell'allora maggiore Jurij Gagarin iniziò il 12 aprile 1961, alle ore 9:07 di Mosca, all'interno della navicella Vostok 1 (Oriente 1), del peso di 4,7 tonnellate: egli pronunciò la celebre espressione - поехали! (pojechali - "siamo partiti") al decollo per il volo spaziale. Compì un'intera orbita ellittica attorno alla Terra, raggiungendo un'altitudine massima (apogeo) di 302 km e una minima (perigeo) di 175 km, viaggiando a una velocità di 27.400 km/h. Per tale missione Gagarin aveva scelto il soprannome Кедр "Kedr" ("cedro"), usato durante il collegamento via radio. (Fonte: Wikipedia)

Ora, non so che tipo di orbite abbia descritto la Vostok 1, se qualcuno avesse maggiori informazioni sarebbero graditissime. Il dubbio giustamente sussiste per la conformazione toroidale delle fasce.
Di certo, non puoi tirare gli scheletri dall'armadio altrui quando nel tuo ce ne sono già tanti che non sai più dove metterli...

P.S. Per quanto riguarda i cinesi, potrebbero aver ritenuto spendibile in un imprevedibile futuro il loro silenzio.

Molṑn labé - Quocunque Jeceris Stabit
Fabyan
Inviato: 21/8/2012 17:33  Aggiornato: 21/8/2012 17:33
Mi sento vacillare
Iscritto: 29/7/2008
Da: nowhere
Inviati: 671
 Re: Le pallen di Van Allen
@Pyter
Citazione:

L'Apollo non è stato abbattuto perchè gli alieni sono vegani.


Se cosi' fosse, se ne starebbero alla larga dalla Via Lattea.

Il giornalista è colui che distingue il vero dal falso... E pubblica il falso. (Mark Twain)
alearge
Inviato: 21/8/2012 17:51  Aggiornato: 21/8/2012 20:23
So tutto
Iscritto: 17/2/2008
Da:
Inviati: 19
 Re: Le pallen di Van Allen
Fabrizio 70 dice:

Non so con chi sei abituato a confrontarti , ma sei partito con il piede sbagliato.qui se c'è qualcuno che gioca sei tu , hai letto qualche stronzata sui principi di funzionamento di HAARP e ti ritieni in grado di capire il funzionamento , purtroppo per te la maggior parte delle notizie che circolano sono panzane ,và di moda oggigiorno HAARP e quindi più se ne sparano più si viene seguiti ,e ci sei cascato come un pollo.

Porti ad esempio brevetti , ma i brevetti non dicono nulla , questo ad esempio vorrebbe trasportare materiale nello spazio utilizzando un tubo vuoto di "appena" 1530 km , bella idea , peccato che sia irrealizzabile , ti lanci in fisiche inesistenti , l'atmosfera come un transistor che lancia a velocità "relativistiche" la materia e chi più ne ha più ne metta , principi di fisica ambientale capovolti , fisica normale + calore = + pressione e maggiore altezza = maggiore pressione ,la tua fisica dice che + calore = - pressione e maggiore altezza = minore pressione , tornatene pure nella tua ignoranza cacasenno....
------------------------

Per prima cosa mi scuso con tutti. Per errore sono finiti nella citazione troppi documenti.
I brevetti che volevo portare alla vostra attenzione sono i seguenti (di Eastlund, vi dice qualcosa?):US2007215946, US2007238252, US4712155, US5038664, US4686605.
leggeteli con attenzione perche' molti di quelli sono operativi.

Gli altri li rileggero' con attenzione, ma per favore, Fabrizio, mi citi dove hai trovato il "tubo vuoto di "appena" 1530 km" perche' io no l'ho proprio visto, cosi' mi risparmi di perder tempo per individuare un "rumore" (la ricerca che ho fatto prevedeva la parola "targetting" e magari e' entrato un documento che non c'entra niente).

Per il resto...

"t'el chi il Fabrizino!"

io leggo sempre con attenzione e con piacere molti nostri blogger ed in particoalre il nostro Massimo. Dovessi applicare le cose mi ha insegnato ai tuoi commenti che conclusione dovrei trarre?

- non porti un contributo alla discussione,
- piu' si cerca di rispondere con attenzione e pazienza alle domande che hanno un senso tra quelle che sollevi, piu' si citano documenti con ragionevole precisione, piu' fioccano insulti ed accuse personali.

Mi dispice per te ma per quanto tu cerchi di dipingermi come un brutto carattere, incapace, in malafede ecc, il solo fatto di attaccarmi come persona non invalida una virgola di quello che ho scritto.
Ma questo, che le cose che ho detto sono semplicemente fatti evidenti, dimostrabili e verificabili, lo sai bene anche tu. Altrimenti non avresti perso le staffe e messo insieme tanti monconi di frasi senza senso (ci manca solo il quadrato dell'ipotenusa diviso la spirale di Archimede che fa 3.141522 ecc!). Magari pensi davvero che puoi ancora cavartela cercando di impressionare con paroloni a sproposito.

A questo punto spero solo che tu abbia veramente perso le staffe per una mal riposta stizza, perche' se tu scrivessi queste cose freddamente e lucidamente vorrebbe solo dire che sei veramete un debunker in preda al panico perche' stanno uscendo troppe cose troppo vere!

E scusami ancora, non posso "tornamene pure nella mia ignoranza cacasenno....", io ci vivo stabilmente, cosciente, e cerco con pazienza di imparare ogni volta qualcosa in piu'.
E' una faticaccia cane, ed ogni volta che capisco qualcosa invece di avere una risposta risolutrice in genere trove solo ulteriori domande, ma in fondo e' divertente e tiene vivi.

In ogni caso, per chiunque sia ancora interessato alla discussione originale, ho notato che l'ESA e' meno avare di informazioni sulle fasce di van Allen di quanto non lo sia la NASA. Vi propongo ancora un paio di link interessanti: uno dei lavori pionieristici fatti con il Pionieer II ed un riassunto che parla anche del Telestar (non mi ricordavo9 altri sei o sette satelliti fatti fuori in pochi mesi dalla stessa esplosione in quota

http://www.sdfo.org/stl/59-05-14%20Ionizing%20Radiation%20detected%20by%20Pioneer%20II.pdf

http://holbert.faculty.asu.edu/eee560/tiondose.html

ed un titolo, da cercare in Google (o Yahoo), che punta al documento originale della ESA:

"Radiation hardening of MEMS based deivces"

interessante perche' riporta i valori delle radiazoni in funzione della quota per il piano equatoriale (massima estensione). Vi anticipo che si arriva anche a 34 Rad/ora.
Se, per andare sulla Luna, o su Marte, si decidesse di attraversare le fasce tutte all'equatore (cosa stupidissima) ci vorrebbero circa 45 minuti, con una dose cumulativa che dipende da tanti fattori, ma ad occhio dovrebbe essere stimabile tra i limiti di 2 e 25 Rads. Tantini, ma ben sotto la soglia dei problemi immediati.
Ed in ogni caso, piu' vicino ai poli ci sono sono "passaggi" molto meno pericolosi.

Saluti a tutti

Jurij
Inviato: 21/8/2012 18:45  Aggiornato: 21/8/2012 18:46
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Le pallen di Van Allen
È interessante come il discorso relativo agli extraterrestri torni in auge con panzane tipo apollo 20, pur di confermare l’ipotetico allunaggio.

Siamo alla frutta oramai, per puntellare la traballante storia dell’operazione apollo, si “lascia” qualcosa da rosicchiare riguardo a qualche ufo avvistato.

Non serve nessuna missione luna-fantasma per la conferma di visite extraterrestri, basta e avanza l’aeronautica belga.

http://www.edicolaweb.net/nonsoloufo/ufo_belg.htm

Delle visione degli pseudo-astronauti ce ne possiamo quindi tranquillamente fare a meno, ma forse qualche “Assange-lunarwiks” di turno ha qualche nuova notizia magari sul lato oscuro del nostro satellite, del tipo … ci sono i crateri oscuri …

Alla nasa poi non possono fare tanto melina con la luna, stavolta non se la passano liscia con un filmato 3D sull’operazione Marte, quando sono tutti concordi nell’affermare che per andare su Marte è necessario preparare una base sul nostro satellite.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
alearge
Inviato: 21/8/2012 19:08  Aggiornato: 21/8/2012 19:13
So tutto
Iscritto: 17/2/2008
Da:
Inviati: 19
 Re: Le pallen di Van Allen
per Fabrizio.

ancora due cose:

ho capito solo ora: il "tubo vuoto di "appena" 1530 km" e' su un documento che tu hai citato, non so ancora per quale ragione.
Non era tra i miei!
Perche' lo hai citato?
Spero non per dimostrare che tutti i brevetti sono cacate, sarebbe un errore logico squalificante.
Senza contare che potrei citarti il brevetto del transistor, o quello di Fermi per il reattore nucleare, o quello di Google ecc.ecc.

Ebbene si', sappiamo tutti che tra i brevetti ci sono anche delle cacate pazzesche.
Ma che i miei lo siano va dimostrato puntualmente, altrimeti e' tattica da debunker...

La storia della pressione.
Ho capito solo ora il tuo dubbio.
Seguimi con attenzione che si puo' spiegare ancjhe a te, non e' cosi' difficile se ragioni:

se nell'atmosfera (supponiamola per semplicita' in equilibrio) si crea una colonna, limitata, che ha una temperatura un po' superiore a tutta l'aria al di fuori di essa (per esempio sopra un parcheggio di asfalto nero, arroventato dal sole, im mezzo ad un prato grandissimo) l'aria della colonna si espande, diminuisce la sua densita' (pesa meno), la pressione alla sua base diminuisce,l'aria calda comincia a salire ed al suo posto si risucchia l'aria circostante piu' fredda, che si scalda sull'asfalto e, se il moto e' simmetrico e non viene disturbato, dopo un po' creea un mulinello.
Se il giochino si ripete su chilometri quadrati di mare caldo puo' nascere una "tempesta tropicale" o addirittura un uragano.
Queste zone che richiamano aria esterna verso di loro e promuovono un vortice in senso antiorario nell'emisfero nord (il contrario al sud), in meteorologia si chiamano "zone di bassa pressione".

Ti sembra, ora, una fisica abbastanza tradizionale e comprensibile?

totalrec
Inviato: 21/8/2012 19:54  Aggiornato: 21/8/2012 19:54
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: Le pallen di Van Allen
Red Knight:
Citazione:
il tipo e la qualità del segnale combinati con i mezzi da lui usati escludono che Baysinger possa aver captato un moon-bounce


Boh, in che senso lo escludono?
La qualità delle registrazioni di Baysinger è ovviamente pessima, le voci sono appena distinguibili, il rumore di fondo molto forte. Il che è del tutto in linea con la debolezza del segnale e con il sistema con cui le registrazioni sono state ottenute, un sistema assai ingegnoso, ma realizzato con materiali rudimentali (una vecchia radio dell'esercito, un riflettore dell'antenna creato con una rete da pollaio).
Baysinger ha dichiarato che per ricevere la trasmissione aveva dovuto puntare l'antenna "verso la Luna" (non verso una posizione specifica). Il che, unito alla debolezza del segnale ricevuto, rende la trasmissione del tutto compatibile con il moon bounce.


"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
totalrec
Inviato: 21/8/2012 20:46  Aggiornato: 21/8/2012 20:46
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: Le pallen di Van Allen
Fabrizio70:
Citazione:
Già , però si sono persi le parabole , niente sky questa sera....


Fabrizio, come probabilmente saprai, la foto che hai pubblicato è stata disconosciuta dalla NASA e non fa parte del suo catalogo "ufficiale" di immagini della missione Apollo 14.



Il perché la NASA si sia affrettata a disconoscerla è facilmente intuibile osservando l'immagine.
Come dimostrano i reticoli, si tratta certamente di una fotografia scattata con la Hasselblad e non di un fotogramma tratto dal filmato.
Ma chi l'avrebbe scattata? Le Hasselblad erano montate sul petto degli astronauti, i quali le azionavano di persona. Non risulta che potessero essere trasferite su un treppiede o che fossero dotate di autoscatto con timer. E i due astronauti, Shepard e Mitchell, compaiono entrambi nella foto.
Quando alla NASA si sono accorti del "bug", si sono affrettati a eliminare la foto dai propri archivi. Ma ormai la frittata era fatta. La foto era comparsa non solo su numerose riviste, ma perfino a doppia pagina nella prima edizione del libro di Alan Shepard e Deke Slayton "Moon Shot".



Anche in questo caso, ci si affrettò a pubblicare una seconda edizione del libro di Shepard e Slayton in cui la foto era stata rimossa. Ma in giro esiste ancora qualche copia della prima edizione dell'opera, a perenne monito del casino che un contafrottole rischia di combinare se, dopo averla sparata grossa, non analizza con cura maniacale ogni sua parola o mossa successiva.

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
Red_Knight
Inviato: 21/8/2012 21:31  Aggiornato: 21/8/2012 21:31
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Le pallen di Van Allen
@totalrec

Ripeto non sono un esperto e ancora non ho ritrovato la pagine che dicevo, ma per farla semplice un segnale emesso direttamente dalla luna deve percorrere "solo" la distanza Terra-Luna senza ostacoli, mentre un segnale proveniente da terra deve percorrere una distanza doppia, e nel venire riflesso dalla Luna si attenua di moltissimo, motivo per cui richiede antenne molto potenti in trasmissione e ad altissimo guadagno in ricezione. Stando a quanto ho letto, l'antenna rudimentale di Baysinger sarebbe idonea per intercettare un segnale proveniente dalla Luna (e quasi soltanto con la Luna sull'orizzonte così da rendere possibile un effetto amplificativo da parte del suolo terrestre), ma non un segnale riflesso. Ci sarebbero poi faccende riguardanti il multipath fading e l'effetto doppler che non sono in grado di ricordare e tanto meno di riassumere, che avrebbero reso la registrazione di Baysinger "inconfondibile" non so in che termini. Se ritrovo quel che avevo letto ritorno sull'argomento, altrimenti sto zitto sennò la finisco col dire fesserie. Se hai tempo di googlare prova a cercare anche tu sulla base di quel poco che son riuscito a riferirti, magari hai più fortuna.

ivan
Inviato: 21/8/2012 22:25  Aggiornato: 21/8/2012 22:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: Le pallen di Van Allen
Bellissima la recensione di Totalrec sulla foto postata da Fabrizio. Quella "foto" l'ho vista recensita tante volte su tanti siti ma, che mi ricordi, è sempre sfuggito il particolare piu' evidente: che l'alieno che li accompagnava e gli dava una mano era uno spilungone.

Proseguendo con la storia delle trasmissioni terra luna, pare che la cosa abbia origini relativamente recenti; in pratica nell'immediato dopoguerra si iniziò a sperimentare il mandare onde radio verso la luna cercando poi di captarne l'eco; la cosa ha avuto successo dando origine alle tarsmissioni "EME, Earth-Moon-Earth, also known as moon bounce" link wikipedia

Ovviamente la cosa è collegata alle missioni Apollo e vi è anche un sito dedicato: link Echoes_of_Apollo.

Leggendo qua e là sul "moon bouncing" pare che non sia proprio un gioco da ragazzi tra trasmissioni in vhs ed uhf, trsmettitori da 1500 watt in su, software dedicati e quant'altro. Giusto per avere un'idea, dice il sito di cui sopra ". The University of Tasmania in Australia with their 26m dish was able to bounce a data signal off the surface of the Moon which was received by a large dish in the Netherlands.

Redazione
Inviato: 21/8/2012 23:16  Aggiornato: 21/8/2012 23:25
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Le pallen di Van Allen
TOTALREC: Bella 'sta storia della foto con l'Hasselblad poi "smentita". Non la sapevo.

Hai qualche fonte in più, così me la metto da parte (per i giorni di goduria, quando finalmente farò il film sul moohoax)?

Grazie.

Max

Redazione
Inviato: 21/8/2012 23:29  Aggiornato: 21/8/2012 23:29
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Le pallen di Van Allen
ALEARGE: "La jonosfera si chiama cosi' perche'..."

Perchè nasce nel Mar Jonio?

E' bello vedere gente che salta sullo sgabello per dare lezione agli altri, e poi non sa nemmeno scrivere in italiano. Anzi, italjano.

vuotorosso
Inviato: 22/8/2012 0:15  Aggiornato: 22/8/2012 0:15
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: Le pallen di Van Allen
Ehhh Mazzucco, Mazzucco!

Siamo alle solite eh?!?

Jonosfera --> Jonio e poi mi scrivi italjano anzche Jtaliano ?!?

Non ci siamo proprio!

totalrec
Inviato: 22/8/2012 0:47  Aggiornato: 22/8/2012 0:55
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: Le pallen di Van Allen
Redazione:
Citazione:
TOTALREC: Bella 'sta storia della foto con l'Hasselblad poi "smentita". Non la sapevo. Hai qualche fonte in più, così me la metto da parte (per i giorni di goduria, quando finalmente farò il film sul moohoax)?


In verità hai fatto bene a mettere la parola "smentita" tra virgolette. In effetti non c'è mai stata una "smentita" ufficiale da parte della NASA, solo una progressiva e tacita "rimozione" della paternità della foto, con la sua eliminazione da tutti i contesti ricollegabili alla NASA e alle missioni Apollo (come il libro "Moon Shot" di Shepard e Slayton).

La storia della foto la lessi a suo tempo sul sito Aulis, poi si diffuse sul web a macchia d'olio, tanto che oggi perfino Wikipedia si sente obbligata a parlarne, nella sua sezione dedicata alla difesa d'ufficio delle missioni lunari.
Wikipedia riconosce (bontà sua) che la foto è un falso ridicolo.
Non spiega come mai un falso così pacchiano sia stato pubblicato sul libro scritto a quattro mani da due dei più celebri astronauti della storia (e con un'introduzione scritta da Neil Armstrong).

Anzi sì: afferma che la foto sarebbe stata "fabbricata" dagli editori del libro per sostituire le immagini della partita di golf tratte dal filmato, che erano troppo poco nitide:
"The picture was made (for the book) from several individual shots from the Hasselblad cameras ".
Non viene fornita nessuna prova a supporto di tale affermazione, che risulta poco digeribile se si pensa che la foto pubblicata sull'edizione del 1994 di "Moon Shot" era in b/n, mentre le centinaia di copie della stessa foto, pubblicate sulle riviste di tutto il mondo, sono a colori. Da dove è venuta la foto a colori? Chi l'ha diffusa in tutto il mondo? E' difficile credere che sia stata la Turner Publishing, editrice di "Moon Shot", a distribuirla contro il volere della NASA.

Resta il fatto che una foto palesemente e malamente photoshoppata è divenuta un'icona, una delle immagini più celebri delle missioni Apollo. Il che la dice lunga sulla natura fideistica e del tutto irrazionale delle pulsioni umane su cui la propaganda gioca per rendere credibili (o perlomeno credute) le più marchiane assurdità.

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
Fabrizio70
Inviato: 22/8/2012 0:55  Aggiornato: 22/8/2012 0:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Le pallen di Van Allen
Citazione:
Per il resto... "t'el chi il Fabrizino!"

- piu' si cerca di rispondere con attenzione e pazienza alle domande che hanno un senso tra quelle che sollevi, piu' si citano documenti con ragionevole precisione, piu' fioccano insulti ed accuse personali.



Più insisti ad usare atteggiamenti che ti puoi permettere solo con i tuoi parenti od i tuoi amici più arrivano insulti , non ti preoccupare....

Citazione:
- non porti un contributo alla discussione,


Meglio non aggiungere nulla che aggiungere cazzate....

Citazione:
Ma questo, che le cose che ho detto sono semplicemente fatti evidenti, dimostrabili e verificabili, lo sai bene anche tu. Altrimenti non avresti perso le staffe e messo insieme tanti monconi di frasi senza senso (ci manca solo il quadrato dell'ipotenusa diviso la spirale di Archimede che fa 3.141522 ecc!). Magari pensi davvero che puoi ancora cavartela cercando di impressionare con paroloni a sproposito.


Finora chi ha usato paroloni a sproposito sei tu , io non aggiunto nulla alla discussione , lo hai detto tu no ?

Citazione:
A questo punto spero solo che tu abbia veramente perso le staffe per una mal riposta stizza, perche' se tu scrivessi queste cose freddamente e lucidamente vorrebbe solo dire che sei veramete un debunker in preda al panico perche' stanno uscendo troppe cose troppo vere!


Ecco che si sono incontrati due neuroni , il prossimo incontro a quando ?

Citazione:
Ebbene si', sappiamo tutti che tra i brevetti ci sono anche delle cacate pazzesche. Ma che i miei lo siano va dimostrato puntualmente, altrimeti e' tattica da debunker...


Appunto prova a dimostrare che questa tecnica per raggiungere la Luna sia una cagata pazzesca...



Citazione:
se nell'atmosfera (supponiamola per semplicita' in equilibrio) si crea una colonna, limitata, che ha una temperatura un po' superiore a tutta l'aria al di fuori di essa (per esempio sopra un parcheggio di asfalto nero, arroventato dal sole, im mezzo ad un prato grandissimo) l'aria della colonna si espande, diminuisce la sua densita' (pesa meno), la pressione alla sua base diminuisce,l'aria calda comincia a salire ed al suo posto si risucchia l'aria circostante piu' fredda, che si scalda sull'asfalto e, se il moto e' simmetrico e non viene disturbato, dopo un po' creea un mulinello. Se il giochino si ripete su chilometri quadrati di mare caldo puo' nascere una "tempesta tropicale" o addirittura un uragano.


Cioè qui stiamo parlando della ionosfera (mi scuso con l'attento lettore per l'OT) e tu te ne esci con la troposfera?

Hai per caso idea del valore della pressione ad una quota superiore ai 130 km ?
Hai fatto l'esempio giusto ma applicato nel luogo sbagliato , la superficie terrestre solida NON permette l'espansione dei gas in TUTTE le direzioni , cosa possibile nella ionosfera , pensa che culo riuscire a variare la pressione di un milionesimo di atmosfera , fai più danni quando starnutisci.....

Non ti dar pena di rispondere cacasenno , la tua tecnica del chiagni e fotti mi ha stufato , continua da solo le tue elucubrazioni sull'atmosfera transistor-relativistica....

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
Fabrizio70
Inviato: 22/8/2012 1:13  Aggiornato: 22/8/2012 1:13
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Le pallen di Van Allen
Citazione:
Se ritrovo quel che avevo letto ritorno sull'argomento, altrimenti sto zitto sennò la finisco col dire fesserie.


Ricordo di aver letto di una classe di studenti italiani che avevano "confermato" la bontà delle trasmissioni lunari in base al giusto ritardo nella trasmissione , cosa facilmente aggirabile aggiungendo un ritardo artificiale , per quello che riguarda l'effetto doppler oggi è una tecnica comune considerarlo in anticipo e shiftare il pitch per compensarlo , discorso interessante questo comunque che apre un barattolo di vermi , non ricordo di avere letto da nessuna parte nei documenti Apollo una risoluzione per il problema dell'effetto doppler , c'è da studiare anche questa...

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
Fabrizio70
Inviato: 22/8/2012 1:24  Aggiornato: 22/8/2012 1:24
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Le pallen di Van Allen
Citazione:
Fabrizio, come probabilmente saprai, la foto che hai pubblicato è stata disconosciuta dalla NASA e non fa parte del suo catalogo "ufficiale" di immagini della missione Apollo 14.


Questa non la sapevo , bel colpo

Semplicemente è apparsa tra le prime quando ho cercato un immagine con la parabola , l'ho scelta a caso , questa l'immagine "reale" :


Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
alearge
Inviato: 22/8/2012 1:39  Aggiornato: 22/8/2012 1:39
So tutto
Iscritto: 17/2/2008
Da:
Inviati: 19
 Re: Le pallen di Van Allen
Caro Massimo,
(o Massjmo, se preferisci)
puo' darsi che "joni" e derivati siano grafie un poco desuete, ma mi sembra che non sono in cosi' catttiva compagnia, ad usarli!
vedi per esempio:

[PDF]
LA JONIZZAZIONE NEGATIVA NEL TRATTAMENTO E NELLA ...
www.atenatech.it/.../Prevenzione_asma_bronchiale... - Translate this page
File Format: PDF/Adobe Acrobat - Quick View
Universita di Ferrara. 11 ruolo della jonizzazione negati\Ta dell'aria confinata ne1 determinism0 ... situazioni morbose (l). Come e noto, la perdita pressochk completa di joni negativi in un ... Sostanze chimiche corrosive. - Contenuto gastric0 ...
[PDF]
SEMINARIO SANITA' PAVIA 2001 PREVENZIONE E CONTROLLO ...
www.progettisti-associati.com/.../2001-03-15Pavia... - Translate this page
File Format: PDF/Adobe Acrobat - Quick View
JONIZZAZIONE Cu-Ag. SANITIZZAZIONE CHIMICA perossido di idrogeno e joni oligodinamici. ◇ svuotamento dell'impianto. ◇ riempimento con il prodotto ...

ma, a parte le amenita' linguistiche, che cosa e' successo negli ultimi tempi nel tuo blog?
E' sempre pieno di argomenti interessanti e mi sembrava un buon terreno per affrontare e, possibilmente, condividere e sottoporre al giudizio di altre persone, possibilmente non stupide le nostre scoperte e le varie interpretazioni, ma ora mi sembra che se provi ad indicare qualcosa, non dico la Luna, ma qualcosa si', l'unica cosa che si cerca di vedere e' se si trova una scusa per denunciare un'ombra di sporco accanto all'unghia del mignolo per poterti dare dello zozzone (o dell'ignorante a prescindere, anche linguisticamente).
E se provi a spiegarti meglio ti chiamano "so tutto" pedante.
Qual e' il problema?

alearge
Inviato: 22/8/2012 2:50  Aggiornato: 22/8/2012 2:50
So tutto
Iscritto: 17/2/2008
Da:
Inviati: 19
 Re: Le pallen di Van Allen
per Fabrizio:
non dubito che tu sia capace di arroganze ed insulti gratuiti a getto continuo.
In fondo tuo primo intervento sull'argomento, diciamo il benvenuto, e' stato:

"Re: Le pallen di Van Allen
Citazione:


Ecco che ci mancava , l'HAARPttista.......

Saresti in grado di spiegare a parole tue (se non ci riesci và bene pure qualche link) COME possono delle radiazioni elettromagnetiche TRASORMARSI in particelle ?

Giusto per curiosità...."

Gia', per curiosita', tu ai tuoi parenti ti rivolgi cosi'?
Io di solito no, ma ho cercato di adeguarmi ai toni dei tuoi interventi.
Al massimo ho seguito" il piede sbagliato".
Se ho commesso un errore me ne scuso e seguiro' gli esempi successivi.

Per G. Verne "dalla terra alla luna"
no, non posso dimostrarlo, non mi sembra la tecnologia piu' agevole per andare sulla luna, ma un cannone simile e' stato costruito nei Caraibi ed ha messo in orbita qualche piccolo satellite. La notizia venne fuori ai tempi del Supercannone di Saddam Ussein.

Per la storia della pressione, cercando di dare un senso alle tue frasi un po' monche, mi pareva che tu parlassi di fisica (termodinamica) in modo molto generale, e su quel piano ho risposto. Non ho parlato ne' di troposfera ne' di ionosfera (piu' contento, Massimo?), anche perche' non mi risulta la' ci siano parcheggi di asfalto. Cercavo solo di precisare il concetto di "zona di bassa pressione" in senso meteorologico che, dal tuo commento, sembrava essere stato frainteso.

Ma se precisi i tuoi dubbi magari ci scopriamo d'accordo su tante cose.

Redazione
Inviato: 22/8/2012 3:21  Aggiornato: 22/8/2012 3:33
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Le pallen di Van Allen
ALEARGE: "Qual è il problema?"

A parte i professorini ridicoli come te, che prima fanno gli sboroni e poi fanno il finto modesto, tutto educato e perbenino, non vedo nessun problema "nel mio blog".

Anzi, ultimamente la "trappola per topi" funziona ancora meglio del solito. (E' da tempo che lo dico: non ci sono più i topi di una volta).

Redazione
Inviato: 22/8/2012 3:23  Aggiornato: 22/8/2012 3:42
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Le pallen di Van Allen
Grazie TOTALREC: Come al solito la viscidità di questi mentitori di professione è qualcosa di rivoltante. Si attorcigliano intorno alla propria merda e la ricoprono di un ulteriore strato di escrementi con la massima disinvoltura. Si vede chiaramente che si trovano su un territorio a loro familiare.

(Fra l'altro, bisogna dire che la "copia fatta apposta" gli è venuta davvero bene, rispetto all'originale. Sembra quasi che replicare le foto "lunari" sia facilissimo, dopotutto!)

Ma lo scatto originale in 6x7 si riesce ancora a trovare, da qualche parte, o c'è solo l'immagine della foto pubblicata nel libro?

gronda85
Inviato: 22/8/2012 5:14  Aggiornato: 22/8/2012 5:14
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 2/12/2008
Da:
Inviati: 1957
 Re: Le pallen di Van Allen
liberta11
"I Cinesi sono saliti sul carrozzone dei voli spaziali solo di "recente", ed è normale che debbano metterci un tot di tempo per arrivare "sulla Luna"."

anche gli americani erano partiti da poco

non puoi vincere
non puoi pareggiare
non puoi nemmeno ritirarti
ivan
Inviato: 22/8/2012 5:19  Aggiornato: 22/8/2012 5:24
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: Le pallen di Van Allen
Incuriosito dalal storia delle trasmissioni radio , ho trovato questa pagina sul LEM link lem, dove apprendiamo che
Cit.
"LEM dispone di diverse antenne: .
Un'antenna parabolica orientable di 66 cm di diametro in banda S; il mantenimento dell'orientamento è realizzato automaticamente appena l'emittente terrestre è stata agganciata. Due piccole antenne coniche fisse omnidirezionali che coprono ciascuna 180º in banda S fungono da sistemi ausiliari;
Due antenne VHF che coprono ciascuna 180º, utilizzate in volo.
Un'antenna omnidirezionale VHF utilizzata sul suolo lunare per le uscite extraveicolari;
Una seconda antenna parabolica di 61 cm di diametro in banda-s che viene aperta sul suolo lunare (a partire dalla missione Apollo 15 sarà montata sul rover lunare)."


Giuste quindi le considerazioni di Fabrizio che oggi niente tv satellitare la sera lassu'.

Cosa curiosa nella pagina la parola watt appre una sola volta ed è associto al sistema di navigazione di emergenza ma non al sistema di trasmissione radio.

Per sapere i watt dei trasmettitori radio toccherà sudare sette camice.

Proseguendo la lettura del sito c'è questa immagine qui:




Diceva gustamente un utente:


Citazione:


- dato che le fasce di Van Allen non sono visibili e data la loro natura precisamente mappabili, come fa un computer con una potenza di calcolo così limitata ad elaborare un tragitto evitando queste fasce?

...



Appunto, le fasce di van Allen non sono visibili nemmeno nelle illustrazioni delle traiettorie tant'è vero sfogliando le riviste dell'epoca, di esse non vi è menzione alcuna quando illustrano le traiettorie.

E non sono "visibili" nemmeno qui quando tale "John Houbolt illustra lo scenario del LOR che è riuscito a promuovere non senza difficoltà":

link img

gronda85
Inviato: 22/8/2012 5:29  Aggiornato: 22/8/2012 5:29
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 2/12/2008
Da:
Inviati: 1957
 Re: Le pallen di Van Allen
"Per evitare le fascie basta scegliere la traiettoria giusta"
è facile evitare le fascie
non esistono

non puoi vincere
non puoi pareggiare
non puoi nemmeno ritirarti
Jurij
Inviato: 22/8/2012 6:51  Aggiornato: 22/8/2012 6:51
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Le pallen di Van Allen
Citazione:
Ma chi l'avrebbe scattata? Le Hasselblad erano montate sul petto degli astronauti, i quali le azionavano di persona. Non risulta che potessero essere trasferite su un treppiede o che fossero dotate di autoscatto con timer. E i due astronauti, Shepard e Mitchell, compaiono entrambi nella foto.

Con sbalzi di oltre 200 gradi sulla luna, si può capire benissimo come andavano a finire le pellicole (senza parlare degli astronauti).

Altro che rimpiazzare le finiture in similpelle con sottili pellicole metalliche per il modello di fotocamera lunare…

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
totalrec
Inviato: 22/8/2012 10:15  Aggiornato: 22/8/2012 11:51
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: Le pallen di Van Allen
Redazione:
Citazione:
Ma lo scatto originale in 6x7 si riesce ancora a trovare, da qualche parte, o c'è solo l'immagine della foto pubblicata nel libro?


Non so se ho capito bene cosa intendi per "scatto originale", ma come avrai intuito (e come spiega il sito Aulis) è assai probabile che non esista nessun originale e che la "foto", in realtà, non sia neppure una foto, bensì un collage di elementi di altre foto messi insieme all'inizio degli anni '90 sfruttando una delle prime release di programmi di elaborazione grafica tipo Photoshop.
La parabola sembra copia-incollata da AS14-66-9257, il LEM pare tratto dalla AS14-66-9276 (opportunamente "rovesciata"), l'ombra del supporto della parabola è disegnata alla brutto dio, il bastone da golf è anch'esso photoshoppato, la pallina da golf sospesa a mezz'aria è addirittura esilarante, gli stessi astronauti sono copiaincollati da altre foto, ecc.

Pare ci siano molte "foto lunari" fabbricate dalla NASA in questo modo nello stesso periodo: nessuno le aveva mai viste prima e poi all'improvviso, all'inizio degli anni '90, iniziano a spuntare su vari libri e riviste, in concomitanza con il trionfo della manipolazione grafica digitale. E' nota la "leggenda" di Michael J. Tuttle, il mitico pioniere del Photoshop che avrebbe elaborato queste foto su incarico della NASA...

EDIT: tra l'altro non solo nel libro di Shepard & Slayton non si fa il minimo riferimento al fatto che la foto sia un fake; ma addirittura, nella didascalia accanto alla foto, si fa riferimento ad essa come se fosse autentica. Vi si legge infatti:

"Shepard e il suo compagno Ed Mitchell installarono una stazione scientifica alimentata ad energia nucleare, raccolsero campioni di suolo e di rocce e piantarono una bandiera americana. Per portare in giro i loro strumenti e le rocce raccolte, utilizzavano un carretto da tirare a mano che avevano soprannominato risciò (visibile qui in mezzo ai due uomini)"



"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
liberta11
Inviato: 22/8/2012 15:54  Aggiornato: 22/8/2012 16:03
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/10/2011
Da:
Inviati: 388
 Re: Le pallen di Van Allen
@Massimo Mazzucco

Citazione:

TOTALREC: Bella 'sta storia della foto con l'Hasselblad poi "smentita". Non la sapevo.

-----------------------------------------

Hai qualche fonte in più, così me la metto da parte (per i giorni di goduria, quando finalmente farò il film sul moohoax)?

Grazie.

Max


Massimo, però io ancora una volta, ribadisco... non punterei a queste foto pubblicate sui libri per parlare del Moon Hoax, visto che lo stesso Attivissimo (assolutamente pro missioni lunari) ha sputtanato alcune foto fasulle riportate dai libri (modificate dagli autori, dopo averle prese dalla Nasa). Anche con altre fonti, io consiglio di analizzare solo quelle che provengono ufficialmente dalla Nasa (così come hanno fatto anche altri autori stranieri pro "Moon Hoax" o anomalie).

Perciò il mio consiglio è: tutte le foto sui libri, anche se sono di base state realizzate dalla Nasa, potrebbero essere state poi manomesse dagli autori per dargli una maggiore bellezza o artisticità/epicità.

perspicace
Inviato: 22/8/2012 16:05  Aggiornato: 22/8/2012 16:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: Le pallen di Van Allen
Citazione:
[...]visto che lo stesso Attivissimo[...] ha sputtanato alcune foto fasulle[...]

tutte le foto sui libri,[...], potrebbero essere state poi manomesse[...]


Secondo me non è un buon consiglio non si può fare d'un erba un fascio.

Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
liberta11
Inviato: 22/8/2012 16:21  Aggiornato: 22/8/2012 16:22
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/10/2011
Da:
Inviati: 388
 Re: Le pallen di Van Allen
@perspicace

Vero, ma facciamo questo esempio:

- Massimo crea il video sul Moon Hoax. Mette 20 foto (faccio un numero a caso) da analizzare, che hanno delle anomalie. 19 di queste foto arrivano direttamente dal sito della Nasa, ma una no.
Quest'unica foto arriva da un libro e si scopre che è stata manomessa dagli autori.
Morale? Questo direbbero gli anti Moon Hoax:

"Mazzucco prende le foto dei libri senza verificarne le fonti e poi le spaccia per foto ufficiali della Nasa. Così tutte le foto della Nasa possono essere fasulle. Mazzucco è quindi il solito caxxaro e ignorante".

Ecco perché è meglio non fidarsi di certe foto sui libri.

--------------------------------------------------

La mia posizione sulle missioni Apollo è la seguente:

- 10% Effettivamente è tutto falso.
- 30% Alcune foto sono false per nascondere "qualcosa".
- 30% La Nasa ha veramente mandato l'uomo sulla Luna, ma con una tecnologia più evoluta di quella che conosciamo.
- 30% L'uomo è andato sulla Luna con la tecnologia dell'epoca ed è tutto vero.

Fabrizio70
Inviato: 22/8/2012 16:55  Aggiornato: 22/8/2012 16:56
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Le pallen di Van Allen
Citazione:
La parabola sembra copia-incollata da AS14-66-9257


Scusa Gianluca ma ho controllato e tra le foto ufficiali sia della missione 14 che della 12 non c'è nessuna corrispondenza , anzi quelle che gli si avvicinano un pò sono tra quelle della missione 12 , a meno che non sia stata presa da una foto di un addestramento.

Citazione:
tra l'altro non solo nel libro di Shepard & Slayton non si fa il minimo riferimento al fatto che la foto sia un fake;


Hai il libro ?
Di solito ci sono le note per la fornitura delle immagini , che tu sappia qualcuno ha contattato la casa editrice e/o l'autore per chiedere spiegazioni?
Su Amazon si trovano facilmente ed a pochi spiccioli le prime edizioni , ci sto facendo un pensierino ma mi sa che mi costa più di spedizione che di acquisto

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
Redazione
Inviato: 22/8/2012 17:57  Aggiornato: 22/8/2012 17:58
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Le pallen di Van Allen
LIBERTA': Tranquillo, I know my chicken.

Le "legnate" sul moonhoax verranno da ben diverso bastone.

totalrec
Inviato: 22/8/2012 18:28  Aggiornato: 22/8/2012 18:28
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: Le pallen di Van Allen
Fabrizio70
Citazione:
tra l'altro non solo nel libro di Shepard & Slayton non si fa il minimo riferimento al fatto che la foto sia un fake;

Hai il libro ?



Purtroppo no, ma Wikipedia, noto avvocato della NASA e sostenitrice dei viaggi lunari, scrive a proposito della foto e del libro su cui fu pubblicata:

"...at no point is its nature mentioned in the book".

Cioè in nessun punto del libro si fa riferimento al fatto che si tratti di un falso. Anzi, come dicevo più sopra, la didascalia accanto alla foto ne parla come se si trattasse di un documento autentico della missione.

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
Andre81
Inviato: 23/8/2012 10:34  Aggiornato: 23/8/2012 10:34
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/11/2011
Da:
Inviati: 53
 Re: Le pallen di Van Allen
Al momento non ho tempo per approfondire la questione, però volevo sollevare una curiosità:

questo è il famoso audio originale di "Okay, Houston, we've had a problem here"

http://www.nasa.gov/mp3/574928main_houston_problem.mp3

ma se facciamo un rapido calcolo essendo il problema avvenuto ad una distanza di circa 300.000km ed essendo la velocità delle onde elettromagnetiche circa 300.000km/s dovrebbe esserci un ritardo di circa 2 secondi tra botta e risposta (come minimo fisico, uno per arrivare, ed uno per ripartire) più il ritardo di risposta da parte dell'essere umano.

Se però analizziamo quell'audio, si vede bene che non passano mai più di due secondi tra terra e navetta, il che mi fa pensare a comunicazioni terra terra...

o mi perdo in qualcosa?

Decalagon
Inviato: 24/8/2012 11:05  Aggiornato: 24/8/2012 11:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Le pallen di Van Allen
Siccome si sta parlando di radiazioni e schermature apposite per le missioni lunari, vorrei sottoporvi la seguente immagine pubblicata dal New York Times, la quale mostra la tuta usata da Alan Shepard nella missione Apollo 14 ai raggi X:

http://www.nytimes.com/imagepages/2010/12/21/science/space/21spacesuit_graphic.html?ref=science

Notate qualcosa?

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»
DjGiostra
Inviato: 24/8/2012 11:11  Aggiornato: 24/8/2012 11:11
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Le pallen di Van Allen
@Decalagon:
Citazione:
Notate qualcosa?

Orca putt !! MA e' fatta di carta velina ?

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
Fabrizio70
Inviato: 24/8/2012 15:00  Aggiornato: 24/8/2012 15:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Le pallen di Van Allen
No , è semplicemente un materiale trasparente ai raggi x , ovvero 0 schermatura , bel colpo deca

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
connor
Inviato: 24/8/2012 15:53  Aggiornato: 24/8/2012 15:53
So tutto
Iscritto: 21/5/2006
Da:
Inviati: 6
 Re: Le pallen di Van Allen
Preso da: http://www.astronautix.com/craft/a7l.htm

Citazione:

1964 February 22
Studies of the dangers of meteoroids and radiation in the Apollo program - . Nation: USA. Related Persons: Mueller. Program: Apollo. Spacecraft: Apollo CSM; A7L; CSM Cockpit. George E. Mueller, NASA Associate Administrator for Manned Space Flight, summarized recent studies of the dangers of meteoroids and radiation in the Apollo program. Data from the Explorer XVI satellite and ground observations indicated that meteoroids would not be a major hazard. Clouds of protons ejected by solar flares would present a risk to astronauts, but studies of the largest solar flares recorded since 1959 showed that maximum radiation dosages in the CM and the Apollo space suit would have been far below acceptable limits (set in July 1962 by the Space Science Board of the National Academy of Sciences). Cosmic rays would not be a hazard because of their rarity. Radiation in the Van Allen belts was not dangerous because the spacecraft would fly through the belts at high speeds.


Le tute erano state studiate per schermare completamente le radiazioni alpha e beta, ma le gamma e le x passavano, attenuate, ma passavano.

Quindi per fare quella foto ai raggi X bisogna vedere che intensità e tempo di esposizione hanno usato.

Mi pare ragionevole.

vuotorosso
Inviato: 24/8/2012 16:26  Aggiornato: 24/8/2012 16:28
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: Le pallen di Van Allen
Citazione:
No , è semplicemente un materiale trasparente ai raggi x


Premetto che intervengo solo in merito alla foto, non ho seguito questo thread.

Se fosse trasparente non si dovrebbe vedere il "tessuto" che invece si percepisce chiaramente: si dovrebbero vedere solo le componenti "nere" e non il resto.
All'ospedale ti fanno le lastre da vestito perché c'e' trasparenza 0.

Secondo da me quest'immagine é difficile capire se avesse una schermatura o meno: essendo stata pubblicata sul NYT, anche se fosse risultata completamente trasparente, sarebbe stata "aggiunta" l'ombra della tuta per motivi di disegno, di riferimento visivo, con una grafica il piú somigliante all'x-ray.

Se invece non é stata modificata, direi che un minimo di schermatura la offre: se sia sufficiente o meno per quello che deve fare é questione che non conosco.
Ciao

Decalagon
Inviato: 24/8/2012 16:38  Aggiornato: 24/8/2012 17:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Le pallen di Van Allen
Citazione:
All'ospedale ti fanno le lastre da vestito perché c'e' trasparenza 0.


No, guarda, ti sbagli. Io stesso ho accompagnato dei pazienti in radiologia per farsi delle lastre e ti posso assicurare che li hanno fatto spogliare tutti, proprio perché i vestiti non sono radiotrasparenti (esattamente come la tuta di Shepard) e andrebbero a creare confusione sulle immagini.

Riguardo alla foto l'ho pubblicata solo perché mi premeva mostrare come fossero scarse (personalmente parlando) le protezioni alle radiazioni per gli astronauti. Ricordiamoci che è con quelle che hanno attraversato le fasce di van allen e camminato per tutto quel tempo sul suolo lunare.
È solo una curiosità.. magari è una stronzata, però mi ha colpito.

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»
liberta11
Inviato: 24/8/2012 16:38  Aggiornato: 24/8/2012 16:39
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/10/2011
Da:
Inviati: 388
 Re: Le pallen di Van Allen
@Fabrizio70

Cioè, secondo te la Nasa si fa fregare così facilmente?

Se anche fosse che le tute erano inadeguate per permettere ad un astronauta di camminare sulla Luna, stai pur certo che al NYT veniva rifilato qualcosa di comunque migliore per dimostrare che effettivamente le tute erano adeguatamente schermate per l'epoca.

Con quella foto non ci fai nulla.

Sertes
Inviato: 24/8/2012 17:16  Aggiornato: 24/8/2012 17:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Le pallen di Van Allen
Citazione:
liberta11 ha scritto:
Cioè, secondo te la Nasa si fa fregare così facilmente?

Se anche fosse che le tute erano inadeguate per permettere ad un astronauta di camminare sulla Luna, stai pur certo che al NYT veniva rifilato qualcosa di comunque migliore per dimostrare che effettivamente le tute erano adeguatamente schermate per l'epoca.

Con quella foto non ci fai nulla.


Guarda che fregano solo chi non si informa, se uno si informa di falle ne trova tantissime, apparenti anche più di questa.

Pensa agli americani che scoprono che l'undici settembre i grattacieli crollati sono 3, sono stupiti come te adesso, la menzogna è così grossa e così palese che uno arriva a dire: ma dai, non saranno stati COSI' coglioni, non possono averla raccontata così grossa in modo così spudorato, ci dev'essere un altra spiegazione.

E' la teoria della Big Lie, che val la pena di approfondire

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
DjGiostra
Inviato: 24/8/2012 17:24  Aggiornato: 24/8/2012 17:24
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Le pallen di Van Allen
Parlando di Curiosity.
Strano i Pixel che si muovono.
(Mi scuso se l'argomento e' gia' stato portato all'attenzione.)

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
ivan
Inviato: 24/8/2012 23:45  Aggiornato: 24/8/2012 23:53
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: Le pallen di Van Allen
Citazione:


Autore: DjGiostra Inviato: 24/8/2012 11:11:40

@Decalagon:
Citazione:
Notate qualcosa?

Orca putt !! MA e' fatta di carta velina ?


Siamo alle solite: una cosa fatta con una specie di carta velina con tanto di zip ad hoc .


Very nice, yes.

Ma la lotta con il vuoto siderale, non tanto contro le radiazioni, quella tuta come la vinceva ?

Le giunture, i dentini dello zip, la struttura stessa del tessuto come garantivano la tenuta contro il vuoto affamato di gas ?

Questa è la vera sfida di quelle tute: il vuoto degli abissi spaziali.

E questi sfidavano la piu' grande pompa da vuoto immaginabile, lo spazio infinito, con uno zip ?

Sarà stato uno zip basato su tecnologia aliena ...

liberta11
Inviato: 25/8/2012 15:53  Aggiornato: 25/8/2012 16:12
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/10/2011
Da:
Inviati: 388
 Re: Le pallen di Van Allen
@sertes

Stai mischiando due argomenti e due situazioni completamente differenti:

Quell'immagine ai raggi X è stata fatta dallo Smithsonian National Air and Space Museum (editato per precisazione) che avrà ricevuto la tuta dalla Nasa... e questo con il tuo discorso dei 3 edifici crollati l'11 settembre che la popolazione ignora, non c'azzecca nulla (e tra l'altro il governo degli USA non ha mai nascosto alla popolazione che fossero crollati 3 edifici, c'erano pure le TV Live che documentavano gli eventi quel giorno).

E' come (nel caso della Nasa e della tuta) se Bush dicesse: "l'11 Settembre sono crollati degli edifici a causa degli aerei, ma secondo i dati che ho in mano non è possibile... però ricordatevi che la versione ufficiale è la verità assoluta".

A tutto c'è un limite, anche all'idiozia di Bush.

Poi fate come vi pare, ma se vi presentate ad un confronto con i debunkers con una prova del genere, quelli vi perculano a vita.

Decalagon
Inviato: 25/8/2012 16:05  Aggiornato: 25/8/2012 16:11
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Le pallen di Van Allen
@Liberta11

Quell'immagine ai raggi X è stata fatta dallo Smithsonian National Air and Space Museum, non dalla NASA. E non volevano testare la protezione alle radiazioni della tuta, ma mostrarne le varie componenti e spiegarne i funzionamenti.

Solo una precisazione eh.

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»
liberta11
Inviato: 25/8/2012 16:08  Aggiornato: 25/8/2012 16:17
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/10/2011
Da:
Inviati: 388
 Re: Le pallen di Van Allen
Si, ma allo Smithsonian National Air and Space Museum, chi gliele ha date le tute? La Nasa.

Il servizio è interessante, nessuno lo mette in dubbio, da qui a tirar fuori un milione di congetture senza prove concrete... ce ne passa.

Decalagon
Inviato: 25/8/2012 16:11  Aggiornato: 25/8/2012 16:11
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Le pallen di Van Allen
Citazione:
Si, ma allo Smithsonian National Air and Space Museum, chi gliele ha date le tute? La Nasa.


Quindi?

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»
liberta11
Inviato: 25/8/2012 16:16  Aggiornato: 25/8/2012 16:16
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/10/2011
Da:
Inviati: 388
 Re: Le pallen di Van Allen
Quindi dovremmo sapere di cosa è fatta quella tuta, quali raggi possono passare (e non) e in che modo è stata fatta la foto (e relative condizioni).

Poi dovremmo parlare con qualche persona competente in entrambi i campi e capire se era possibile ottenere immagini del genere da un tuta spaziale che doveva difendere gli astronauti da determinati pericoli spaziali.

POI, in base ai dati raccolti, se ne può parlare (quando, quindi, si ha una completa conoscenza degli argomenti).

Decalagon
Inviato: 25/8/2012 16:22  Aggiornato: 25/8/2012 16:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Le pallen di Van Allen
Benissimo, allora trova pure qualcuno che abbia voglia e sia in grado di fare quello che chiedi, io ho solo proposto quella foto sulla base di un ragionamento che ho fatto (giusto o sbagliato che sia, era un dubbio che mi è venuto spontaneo nel vedere l'immagine):

-Nello spazio ci sono radiazioni
-Gli astronauti sono soggetti alle radiazioni
-Le tute dovrebbero proteggere gli astronauti dalle radiazioni (dico "dovrebbero" perché magari alle agenzie spaziali non gliene frega nulla della salute dei suoi dipendenti)
-Una semplice lastra ai raggi X trapassa la tuta come se fosse un pullover qualsiasi (dico "semplice" perché nell'articolo del NYT non è specificato nulla di particolare, quindi si suppone che sia una comune lastra come se ne fanno quotidianamente anche in ospedale)

Tutto qua.

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»
Giano
Inviato: 25/8/2012 16:59  Aggiornato: 25/8/2012 16:59
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/3/2011
Da:
Inviati: 1424
 Re: Le pallen di Van Allen
Liberta11Citazione:
Quindi dovremmo sapere di cosa è fatta quella tuta...


Ciao, forse questo articolo può interessarvi.

Si legge tra l'altro:
L’indumento era costituito da 13 diversi strati (da quello più interno a quello più esterno): un strato di nylon rivestito di gomma, 5 strati di Mylar alluminizzato, 4 strati di Dacron, 2 strati di Kapton alluminizzato, e uno strato di Beta cloth rivestito in Teflon.
E' possibile poi, e qui si passa al cazzeggio puro, che la tuta fosse volutamente leggera e comoda perchè ,come riporta anche wiki, Shepard:
"detiene anche il curioso primato di essere stato il primo uomo a giocare a golf sulla Luna."

elpirat
Inviato: 26/8/2012 18:45  Aggiornato: 26/8/2012 18:45
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/9/2010
Da:
Inviati: 96
 Re: Le pallen di Van Allen
la corrente elettrica è formata da elettroni e protoni?

mi potrebbe dire dove ha trovato questa fantasmagorica notizia?

sa, si tratta di strappare una particella dal nucleo...

elpirat
Inviato: 26/8/2012 19:53  Aggiornato: 26/8/2012 19:53
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/9/2010
Da:
Inviati: 96
 Re: Le pallen di Van Allen
la corrente elettrica è formata da elettroni e protoni?

mi dice dove ha trovato questa immaginifica cosa?

elpirat
Inviato: 26/8/2012 19:57  Aggiornato: 26/8/2012 19:57
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/9/2010
Da:
Inviati: 96
 Re: Le pallen di Van Allen
@ivan

la corrente elettrica è formata da protoni e elettroni?

mi dice dove ha pescato questa strabiliante notizia?

ivan
Inviato: 26/8/2012 22:05  Aggiornato: 26/8/2012 22:13
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: Le pallen di Van Allen
Dice wikipedia:

La corrente elettrica è un qualsiasi moto di cariche elettriche, definito operativamente come la quantità di carica elettrica che attraversa una determinata superficie nell'unità di tempo.[1]
La corrente convenzionale è definita come il flusso di carica positiva, sebbene nella maggior parte dei casi si ha a che fare con cariche negative in conduttori solidi, quali i metalli. All'interno di essi la corrente elettrica è realizzata attraverso un moto ordinato di elettroni all'interno del conduttore elettrico, mentre in altri casi si verifica un effettivo spostamento di carica positiva, quali ad esempio ioni positivi di soluzioni elettrolitiche. Tale convenzione si deve a Benjamin Franklin.



Che sono le fasce di Van Allen (gli "anelli" del pianeta terra) in ultima analisi ? Flussi di elettroni, di protoni (ed oggi lo spaiiamo anche di antiprotoni) e di altri ioni; flussi immensi per estensione.

Il resto viene da sè.

DjGiostra
Inviato: 27/8/2012 9:37  Aggiornato: 27/8/2012 9:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Le pallen di Van Allen
Piccolo OT ma neanche troppo.
Qualcuno ha gia' visto questo video
Restaurato dalla nasa dello sbarco sulla luna ?

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
Decalagon
Inviato: 27/8/2012 10:13  Aggiornato: 27/8/2012 10:13
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Le pallen di Van Allen
Mi piacerebbe sapere di preciso cosa avrebbero restaurato, visto che hanno perduto le pellicole originali...

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»
pascal
Inviato: 27/8/2012 16:54  Aggiornato: 27/8/2012 16:54
So tutto
Iscritto: 29/6/2010
Da:
Inviati: 4
 Re: Le pallen di Van Allen
chiedo gentilmente a Massimo oppure anche altri ,se avete visto il tentativo secondo loro riuscito senza ombra di dubbi dei conduttori della trasmissione "Mythbusters"
che avrebbero secondo loro chiarito la questione delle foto fabbricate del moon landing!!
chissa che fine farebbe la loro trasmissione se dovessero contraddire la versione ufficiale dei fatti.
intanto se qualcuno per caso sa se lei loro sperimentazioni sono state in qualche modo teleguidate, da quello che si vede su youtube sono molto convincenti

grazie /saluti
pascal

DjGiostra
Inviato: 27/8/2012 17:16  Aggiornato: 27/8/2012 17:16
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Le pallen di Van Allen
@Pascal:
Io la trasmissione dei MithBusters l'ho anche registrata.
A mio avviso il loro tentativo goffo di simulare le fotografie in ombra
e' mal riuscito.
Hanno accentuato di bestia il riflesso e nonostante tutto il contrasto
tra ombra e la luce sull'astronauta non e' molto meno marcato
sulle loro foto e molto piu' marcato su quelle "lunari".
Mentre la loro simulazione del movimento della bandiera in assenza
d'aria conferma che il movimento della bandiera "lunare" non e' sempre
naturale (come se ci fosse aria insomma.)

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
DjGiostra
Inviato: 27/8/2012 17:18  Aggiornato: 27/8/2012 17:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Le pallen di Van Allen
@Decalagon:
Non saprei che dirti. L'articolo dice che hanno restaurato i filmati.
Cosa abbiano restaurato veramente non saprei dirti..

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
il_ras
Inviato: 29/8/2012 22:41  Aggiornato: 29/8/2012 22:41
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Le pallen di Van Allen
Citazione:
Maledetti complottisti, voi offendete i morti! Ehh? ancora tutti vivi?? Non é vero: sono morti e parlano, sará uscito il 47 sulla ruota di Houston, tsk.


sei potente!

un messaggio nascosto?

Redazione
Inviato: 30/8/2012 7:21  Aggiornato: 30/8/2012 7:21
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Le pallen di Van Allen
PASCAL: "chiedo gentilmente a Massimo oppure anche altri ,se avete visto il tentativo secondo loro riuscito senza ombra di dubbi dei conduttori della trasmissione "Mythbusters" che avrebbero secondo loro chiarito la questione delle foto fabbricate del moon landing!!"

Se hai pazienza di cercare nei forum, oppure se qualcuno lo trova per te, ho postato proprio un commento, una volta, nel quale sputtanavo quel filmato dei mythbusters. Fanno ridere i polli, con le loro argomentazioni, e anzi credo che senza accorgersene dimostrassero proprio il contrario di quello che dicevano. Se nessuno lo trova ditemelo che casomai provo a cercarlo io.

DjGiostra
Inviato: 30/8/2012 7:43  Aggiornato: 30/8/2012 7:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Le pallen di Van Allen
@Redazione - Pascal:
Massimo, il tuo commento penso si tratti del N° 5669 nel forum:
Viaggi lunari - Analisi foto lunari 2.

Non l'ho citato perche' e' corredato di foto quindi mi sembra giusto
andare a vederlo direttamente di la'.
Mi confermi che e' quello di cui parlavi ?
Ciao.
Damiano.

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
ohmygod
Inviato: 30/8/2012 23:00  Aggiornato: 30/8/2012 23:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 16/10/2007
Da:
Inviati: 3652
 Re: Le pallen di Van Allen
FLORIDA - Dopo tre tentativi falliti a causa di problemi tecnici e maltempo, la Nasa è riuscita a mandare in orbita due satelliti gemelli che avranno il compito di esplorare le fasce di Van Allen, nubi di particelle cariche che avvolgono la Terra e che favoriscono fenomeni come le aurore boreali.

Il lancio è avvenuto da Cape Canaveral poco prima dell'alba. È la prima volta che due satelliti volano in coppia nelle fasce, le cui particelle altamente cariche sono in grado di mandare in avaria le sonde prodotte dall'uomo.

Quelle lanciate oggi sono però schermate da spesse pareti di alluminio, realizzate per sopportare le radiazioni per almeno due anni. "Andiamo in un posto che le altre missioni tentano di evitare e in cui dobbiamo vivere per due anni.

È una delle nostre sfide più grandi", ha commentato Richard Fitzgerald, project manager dell'università Johns Hopkins, che ha realizzato i satelliti.

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=Forums&file=viewtopic&t=51473

Andiamo in un posto che le altre missioni tentano di evitare e in cui dobbiamo vivere per due anni.

Non sapevo che le sonde potessero essere paragonate all'uomo.
Cioè qualcuno potrebbe anche pensare che nelle sonde vi siano astronauti.

Andre81
Inviato: 31/8/2012 14:10  Aggiornato: 31/8/2012 14:10
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/11/2011
Da:
Inviati: 53
 Re: Le pallen di Van Allen
Ho trovato un analisi abbastanza esauriente sui ritardi delle trasmissioni.

http://www.angelfire.com/moon2/xpascal/MoonHoax/TransmissionDelay/TransmissionDelay.HTM

chiaramente qui non si può spiegare con componenti negative sparate dentro ai tensori energia-impulso, ho studiato le onde elettromagnetiche, ed il ritardo ci deve essere. PUNTO.

Se non c'è, vuol dire che la comunicazione è avvenuta al massimo nel dominio terra-terra.

Non servono altre prove a mio avviso.

A.

Piero68
Inviato: 6/9/2012 8:42  Aggiornato: 6/9/2012 8:42
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/9/2012
Da:
Inviati: 134
 Re: Le pallen di Van Allen
Non so a che altezza siamo arrivati??? Ma questo è rincitrullito del tutto!! Ma se sono andati sulla Luna è ovvio che abbiano dovuto attraversare le fasce. Quale altezza e altezza! E questo dovrebbe essere un astronauta?? Questa affermazione dimostra due cose: la prima è talmente ovvia, sulla luna non ci sono MAI andati; la seconda è forse quella che spaventa di più ed è l'ignoranza dimostrata da questo novello Mr. Bean. Non solo dovrebbe sapere a menadito i dati tecnici della missione (anche se falsa) ma dovrebbe sapere a menadito anche a che distanza dalla Terra si trovino le fasce. QUi siamo alla sagra dell'assurdo.
E siccome sono un ultra quarantenne appassionato di fumetti (ex) voglio ricordre a tutti che gli effetti terribili delle radiazioni e dell'attraversamento delle fasce ecc.ecc. erano talmente conosciuti già dagli anni 60 che il creatore dei Fantastici 4 attribuisce proprio all'esposizione delle radiazioni cosmiche le trasformazioni molecolari dei 4 super-eroi. Giusto per dire come certe cose erano quasi di dominio pubblico.

toussaint
Inviato: 10/9/2012 18:55  Aggiornato: 10/9/2012 18:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Le pallen di Van Allen
Mi preme segnalare come in questo thread il tasso di debunkers e anti/moon hoax in genere sia bassissimo, quasi pari a 0. Eh, l'argomento "fasce di Van Allen" è sempre particolarmente indigesto a lor signori.
Sarebbe opportuno premere maggiormente su questo tasto, mi sembra un loro tallone d'achille, forse la vera "smoking gun" a disposizione di chi cerca la verità.

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA