Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


news internazionali : Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
Inviato da Redazione il 1/8/2012 9:20:00 (6867 letture)

La prima tragedia si chiama Mitt Romney. Il candidato repubblicano ha fatto il suo primo tour all'estero, infilando una tale serie di gaffes, nell'arco di pochi giorni, da far dubitare che fra le sue orecchie esista davvero qualcosa chiamato cervello.

Mitt Romney, che vanta fra i successi della sua vita la direzione dei giochi olimpici invernali di Salt Lake City, è arrivato a Londra nel giorno dell'inaugurazione delle olimpiadi, ed è riuscito a criticare gli inglesi dicendo che "ci sono forti dubbi sul modo in cui è stata condotta la preparazione di questi giochi, ed è tutt'altro che garantito che il risultato sarà positivo".

Ti invitano a cena, e tu per prima a cosa ti metti a criticare la tapezzeria.

Questa sua uscita da bambino saputello, della serie "io sono più bravo di voi", ha fatto talmente imbestialire gli inglesi, che lo stesso primo ministro gli ha risposto pubblicamente, dicendo che "una cosa è organizzare giochi olimpici estivi in una delle più grandi capitali del mondo, ben altra è organizzare i giochi invernali nel mezzo di una landa sperduta".

L'eco di questa sua gaffe non si era ancora spenta, che Romney è riuscito a vantarsi davanti alle telecamere inglesi ...

... di "aver molto apprezzato l'incontro con i dirigenti dell'MI-6 e le informazioni che ho ricevuto da loro". L'MI-6 sono i servizi inglesi esteri, ovvero l'equivalente dalla CIA, e in Gran Bretagna si riconosce a malapena che esistano. Annunciare pubblicamente di averli incontrati "in segreto", ed avere "avuto interessanti informazioni" da loro, dimostra il livello di preparazione inesistente di Romney nel gestire una qualunque situazione internazionale particolarmente delicata.

Dopodiché Romney è partito per Israele, dove è andata a fare la classica sceneggiata con la faccia contrita davanti al Muro del Pianto. Non aveva ancora finito di "singhiozzare", che ha sparato a zero sui palestinesi dicendo che "il problema è di tipo culturale, poiché loro sono molto più arretrati culturalmente di Israele."

Davvero promettente, per una persona che potrebbe ritrovarsi a dirimere una delle più importanti questioni diplomatiche a livello mondiale. Persino il leader israeliani, che hanno imparato da anni a fingere di volere la pace con "gli amici palestinesi", sono rimasti stupiti dal volgare tentativo di Romney di arraffare qualche voto in più nell'elettorato ebraico americano.

Romney ha inoltre dichiarato - senza essere stato minimamente sollecitato - che gli Stati Uniti appoggerebbero incondizionatamente un tentativo unilaterale da parte di Israele di attaccare l'Iran. In altre parole ha detto, se io sarò presidente potete attaccare l'Iran quando vorrete, e gli Stati Uniti entreranno automaticamente in guerra con voi.

Non c'è nemmeno bisogno di commentare quanta saggezza diplomatica si possa ritrovare in una frase di questo tipo. (Gli alleati della NATO ringraziano, fra l'altro, visto che sarebbero a loro volta obbligati ad entrare in guerra con gli Stati Uniti).

Ma non è finita. Dopo Israele Mitt Romney è riuscito a rimbalzare a Varsavia, dove ha fatto in tempo a criticare duramente l'operato di Putin, proprio nel momento in cui gli Stati Uniti hanno un bisogno disperato dell'appoggio dei russi per avere l'approvazione dell'ONU ad attaccare militarmente la Siria.

Insomma, è chiaro che se quest'uomo è pronto a fare il presidente degli Stati Uniti, uno chiunque di noi è pronto a guidare un caccia supersonico a testa in giù con gli occhi bendati ed una mano dietro la schiena.

La tragedia nella tragedia invece sta nel fatto che il 43% degli americani, nonostante tutto, dichiari che voterà per Mitt Romney, contro il 48% che si dichiara a favore di Obama.

In altre parole, quasi la metà degli americani è disposta ad aver un presidente del genere - sempre per quello che può valere il ruolo della presidenza in Usa, sia chiaro - piuttosto di rivedere lo "sporco negro" alla Casa Bianca per altri quattro anni.

Se è vero che la storia viaggia in una sola direzione - in avanti - è anche vero che più si procede più ci è permesso di vedere quanta fatica si faccia a lasciarci il passato alle spalle.

Massimo Mazzucco

Voto: 9.00 (5 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
peonia
Inviato: 1/8/2012 9:51  Aggiornato: 1/8/2012 9:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
è riuscito a criticare gli inglesi dicendo che "ci sono forti dubbi sul modo in cui è stata condotta la preparazione di questi giochi, ed è tutt'altro che garantito che il risultato sarà positivo"


E SE FOSSE UN MESSAGGIO IN CODICE?!

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
DjGiostra
Inviato: 1/8/2012 10:03  Aggiornato: 1/8/2012 10:03
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
Non c'e' mai fine al peggio!!!!!

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
incredulo
Inviato: 1/8/2012 10:24  Aggiornato: 1/8/2012 10:35
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
Citazione:
"ci sono forti dubbi sul modo in cui è stata condotta la preparazione di questi giochi, ed è tutt'altro che garantito che il risultato sarà positivo".


Citazione:
di "aver molto apprezzato l'incontro con i dirigenti dell'MI-6 e le informazioni che ho ricevuto da loro".


Citazione:
Romney ha inoltre dichiarato - senza essere stato minimamente sollecitato - che gli Stati Uniti appoggerebbero incondizionatamente un tentativo unilaterale da parte di Israele di attaccare l'Iran. In altre parole ha detto, se io sarò presidente potete attaccare l'Iran quando vorrete, e gli Stati Uniti entreranno automaticamente in guerra con voi.


Citazione:
Dopo Israele Mitt Romney è riuscito a rimbalzare a Varsavia, dove ha fatto in tempo a criticare duramente l'operato di Putin, proprio nel momento in cui gli Stati Uniti hanno un bisogno disperato dell'appoggio dei russi per avere l'approvazione dell'ONU ad attaccare militarmente la Siria.


Sono pronti, sono pronti per la guerra Massimo, non hanno più bisogno di diplomazia e accortezze.

Se succedesse "qualcosa", prima delle elezioni americane, qualcosa che portasse il mondo in guerra chi voterebbero gli americani a novembre?

E'la persona "giusta" al momento "giusto".

Purtroppo...

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
VIPER
Inviato: 1/8/2012 10:36  Aggiornato: 1/8/2012 10:36
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/6/2009
Da:
Inviati: 557
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
Citazione:
L'MI-6 sono i servizi inglesi esteri, ovvero l'equivalente dalla CIA, e in Gran Bretagna si riconosce a malapena che esistano


Ma stai scherzando? Con tutti i film di 007 che hanno fatto per propagandare l'MI-6?

Citazione:
Insomma, è chiaro che se quest'uomo è pronto a fare il presidente degli Stati Uniti, uno chiunque di noi è pronto a guidare un caccia supersonico a testa in giù con gli occhi bendati ed una mano dietro la schiena.


Infatti mi pare che un certo Hanjour abbia fatto qualcosa di simile

Citazione:
In altre parole, quasi la metà degli americani è disposta ad aver un presidente del genere - sempre per quello che può valere il ruolo della presidenza in Usa, sia chiaro - piuttosto di rivedere lo "sporco negro" alla Casa Bianca per altri quattro anni


E' il problema del votare il "meno peggio" in italia molto in voga, in america evidentemente ancora impopolare, non ci sono abituati poverelli

Pyter
Inviato: 1/8/2012 10:38  Aggiornato: 1/8/2012 10:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
Guidare un caccia supersonico a occhi chiusi e fare il presidente degli USA è la stessa cosa.
I caccia ormai vanno senza il pilota, fa tutto il computer dal centro USAF.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
f_z
Inviato: 1/8/2012 10:50  Aggiornato: 1/8/2012 10:50
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/1/2012
Da: Un mondo popolato da (troppi)pezzi di merda
Inviati: 958
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
Stai a vedere che il vero potere ha trovato un burattino persino piu' demente di Bush Jr. da mettere alla casa bianca per "fargli fare" il lavoro sporco pianificato anni fa...

Codardo e' il soldato che "esegue gli ordini".

Eroe e' il soldato che ha il coraggio di sparare in faccia ai suoi "superiori".

Peccato che i soldati siano tutti scelti minuziosamente tra gli appartenenti alla prima categoria.
massimo73
Inviato: 1/8/2012 11:07  Aggiornato: 1/8/2012 11:07
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/7/2011
Da:
Inviati: 364
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
In effetti il nostro "eroe" miliardario Romney non poteva mostrare più chiaramente di così l'infima statura morale e politica che lo caratterizza; comunque mi sembra chiaro, almeno a noi che frequentiamo questo sito, il valore relativo delle elezioni in generale e in particolare di quelle americane.
D'altronde se torniamo indietro di 4 anni e vediamo le promese fatte dall'uomo del "yes we can", la maggior parte delle quali sono rimaste lettera morta, capiamo che aspettarci qualche svolta positiva dall'elezione di un presidente americano è purtroppo pia illusione.
Piuttosto queste gaffes continue e il fatto che comunque, stando alle previsioni Romney se la giocherà fino alla fine per la presidenza, mi potrebbero anche far pensare che i Padroni dell'Universo, i cui volti rimangono ben nascosti dietro le quinte, sono pronti per l'Armagghedon finale........spero di sbagliarmi.......

trotzkij
Inviato: 1/8/2012 11:08  Aggiornato: 1/8/2012 11:08
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/9/2006
Da:
Inviati: 3704
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia

I complotti non esistono, ... tranne quando ci sono
gudarian
Inviato: 1/8/2012 11:21  Aggiornato: 1/8/2012 11:21
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/9/2008
Da:
Inviati: 979
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
Citazione:
Autore: gudarian Inviato: 27/11/2008 11:19:53 Purtroppo i danni dell'amministrazione bush sono stati tali che la maggior parte delle persone ha creduto veramente che obama fosse il nuovo, sostanzialmente solo perchè aveva la pella nera (questa è l'unica novità di obama). Per molti obama rappresentava la spallata ad un sistema che si pensava in difficoltà e poteva essere colpito o almeno piegato. Purtroppo il sistema si era solo rifatto il look, proponendo al popolo quello che voleva, OBAMA, gli americani ci sono cascati. Il cinismo a volte è solo realismo Saluti


Se permettete, volevo riportare un vecchio post che scrissi al tempo dell'obama elezione.....

Ora ci risiamo nuovamente ma non cambia nulla, chiunque sia il presidente sarà sempre il presidente delle lobby.

Per la serie cerca la differenza....

Fico: "Per me Beppe Grillo è patrimonio mondiale dell'umanità come le Dolomiti, la Costiera Amalfitana o la musica".
Biancofiore: «Se fosse possibile, Berlusconi lo farei patrimonio dell'UNESCO".
fefochip
Inviato: 1/8/2012 11:48  Aggiornato: 1/8/2012 11:53
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
Citazione:
La tragedia nella tragedia invece sta nel fatto che il 43% degli americani, nonostante tutto, dichiari che voterà per Mitt Romney, contro il 48% che si dichiara a favore di Obama.


premesso che la volontà popolare NON è garanzia di oculatezza nel votare (e quindi non vedo tutta questa tragedia) vorrei sottolineare che il motivo per cui c'è un margine cosi esiguo si potrebbe anche spiegare non tanto di non volere piu uno "sporco negro" ma perche si ha voglia di cambiare a tutti i costi già evidente all'epoca di obama (proprio per averlo eletto nonostante negro in un paese ancora dove i pregiudizi razziali sono forti) e che oggi dopo i primi 4 anni tale voglia di cambiamento non è stata appagata visto che ci si è reso conto che obama NON ha rappresentato tale cambiamento ma politicamente non ha che continuato la rotta precedente.
quindi tale voglia di cambiamento a ogni costo si potrebbe spiegare proprio questo 43% che senza voglia di cambiamento magari diventerebbe un 21%

per approfondire il primo punto poi, è notorio ormai, specie in ambito scientifico, che la realtà non è una faccenda democratica .
non è che se siamo tutti d'accordo possiamo compiere scelte migliori per il pianeta o per noi stessi ...non è una cosa assolutamente in relazione diretta.
come dicevo in ambito scentifico spesso è una minoranza o addirittura una sola persona ad avere "ragione" a dispetto della collettività che cecamente va da un altra parte.

il voto popolare esprime la "consapevolezza popolare" (e dovremmo anche parlare di un america in cui il voto è ormai un attività poco diffusa) e non certo la realtà che può essere anche diametralmente opposta.

ultima considerazione :
in un voto che esprime solo o di qua o di là (due candidati) capire i motivi di una scelta diventa molto complesso visto che tanti fattori devono convogliarsi in una unica preferenza.
detto in altre parole ognuno nell'elezione di un presidente rispetto ad un altro ci può leggere qualunque cosa

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Thibault
Inviato: 1/8/2012 12:02  Aggiornato: 1/8/2012 12:02
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/5/2006
Da: Un mondo folle
Inviati: 343
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
Ma uno così come ha fatto a diventare miliardario?
Ok di pelo sullo stomaco ne ha quanto ne vuoi ma ci vuole anche il cervello...

E' una tranquilla notte di regime
gudarian
Inviato: 1/8/2012 12:04  Aggiornato: 1/8/2012 12:04
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/9/2008
Da:
Inviati: 979
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
dipende cosa si intende per cervello......

sai anche berlusconi è miliardario e non credo gli si possa dare dello stupido....

Per la serie cerca la differenza....

Fico: "Per me Beppe Grillo è patrimonio mondiale dell'umanità come le Dolomiti, la Costiera Amalfitana o la musica".
Biancofiore: «Se fosse possibile, Berlusconi lo farei patrimonio dell'UNESCO".
sartandrea
Inviato: 1/8/2012 12:29  Aggiornato: 1/8/2012 12:29
Ho qualche dubbio
Iscritto: 14/10/2011
Da:
Inviati: 220
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
premesso che nell’incontro con il MI-6 (struttura conosciutissima e ufficiale) non ci vedo niente di strano, le successive gaffe del candidato repubblicano Rommey non so quanto potranno influire sull’elettorato americano, per me quasi niente

e la diplomazia sa che il presidente Usa è il “rappresentante” delle lobby di conseguenza le gaffe sono sue non delle lobby ovvero il vero soggetto che comanda e con cui devi relazionarti


poi se ad oggi conta un 43% è anche per “merito” dei 4 anni di lavoro di Obama che per molti ha deluso soprattutto per le aspettative che dava, ed è quest’ultimo che più del suo avversario non può permettersi gaffe di fronte ai suoi elettori




@f_z
Citazione:
Stai a vedere che il vero potere ha trovato un burattino persino piu' demente di Bush Jr. da mettere alla casa bianca per "fargli fare" il lavoro sporco pianificato anni fa...

il “burattino” si trova sempre, e non so quale potere si può permettere un “burattino” demente, ed uno senza cervello non diventa miliardario

...La vita umana nel suo insieme, non è che un gioco, il gioco della pazzia...
(Erasmo da Rotterdam)
incredulo
Inviato: 1/8/2012 12:46  Aggiornato: 1/8/2012 12:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
alsecret7
Inviato: 1/8/2012 12:47  Aggiornato: 1/8/2012 12:47
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/6/2007
Da:
Inviati: 561
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
qui dove si mira sara sempre peggio se non si capisce che qualsiasi persona si mettera a fare il presidente e solamente un pupazzo dei poteri forti sia economici che militari! e tutto qui ! il popolo e solo uno strumento drogato al servizio e al mometo giusto per approvare le loro vergognose guerre e leggi scandalose!

Giano
Inviato: 1/8/2012 12:57  Aggiornato: 1/8/2012 12:57
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/3/2011
Da:
Inviati: 1424
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
Citazione:
Ma uno così come ha fatto a diventare miliardario?

Ha venduto venduto le tavole d'oro del libro di Mormon.

peppe75
Inviato: 1/8/2012 12:57  Aggiornato: 1/8/2012 12:57
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/10/2006
Da: London
Inviati: 399
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
"La tragedia nella tragedia invece sta nel fatto che il 43% degli americani, nonostante tutto, dichiari che voterà per Mitt Romney, contro il 48% che si dichiara a favore di Obama."

Inquietante, in effetti, ma va anche detto che negli USA la fedeltà al partito prescelto è molto in voga, come sappiamo. Una grossa fetta di repubblicani voterebbe il candidato repubblicano in ogni caso, senza neanche informarsi su cio' che dice e fa, con lo stesso spirito con cui si supporta la squadra del cuore.

Thibault
Inviato: 1/8/2012 13:49  Aggiornato: 1/8/2012 13:49
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/5/2006
Da: Un mondo folle
Inviati: 343
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
Il trota non è miliardario e non è sotto i ponti perché è figlio di Bossi.
Berlusconi oltre ad essere Pduista e col padre direttore di banca e massone che gli presta i soldi per costruire i palazzi, non è uno stupido.
Le dichiarazioni assurde di Berlusconi sono dovute al fatto che non ci sta più con la testa e che è abituato ormai a poter dire quello che vuole in Italia che si dimentica di essere all'estero, ma cazzate a sto livello non le diceva nel 94 che io ricordi.

E' una tranquilla notte di regime
gudarian
Inviato: 1/8/2012 13:59  Aggiornato: 1/8/2012 14:10
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/9/2008
Da:
Inviati: 979
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
Citazione:
Il trota non è miliardario e non è sotto i ponti perché è figlio di Bossi.


il trota è un poro idiota e finirà sotto i ponti molto presto.

Citazione:
Berlusconi oltre ad essere Pduista e col padre direttore di banca e massone che gli presta i soldi per costruire i palazzi, non è uno stupido. Le dichiarazioni assurde di Berlusconi sono dovute al fatto che non ci sta più con la testa e che è abituato ormai a poter dire quello che vuole in Italia che si dimentica di essere all'estero, ma cazzate a sto livello non le diceva nel 94 che io ricordi.


Qui non ho capito quello che voui dire, ma credo che tu mi stia dando ragione. Uno così tanto stupido non deve essere, magari delinquente o altro ma non stupido..

Per la serie cerca la differenza....

Fico: "Per me Beppe Grillo è patrimonio mondiale dell'umanità come le Dolomiti, la Costiera Amalfitana o la musica".
Biancofiore: «Se fosse possibile, Berlusconi lo farei patrimonio dell'UNESCO".
sartandrea
Inviato: 1/8/2012 15:05  Aggiornato: 1/8/2012 15:54
Ho qualche dubbio
Iscritto: 14/10/2011
Da:
Inviati: 220
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
x incredulo


ce lo vedi il Trota laurearsi con lode alla Brigham Young University oppure il dottorato con lode ad Harvard

tu ce lo vedi?

non dico che bisogna essere dei geni, ma pensi che un demente riesca ad conseguire questi studi?
Rommey ha comprato i titoli?

davvero, non so in base a quali parametri associ il Trota con Rommey



poi che dietro alle spalle di Rommey ci sono i soliti noti è un'altra storia.....

...La vita umana nel suo insieme, non è che un gioco, il gioco della pazzia...
(Erasmo da Rotterdam)
f_z
Inviato: 1/8/2012 15:55  Aggiornato: 1/8/2012 15:55
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/1/2012
Da: Un mondo popolato da (troppi)pezzi di merda
Inviati: 958
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
Citazione:
non dico che bisogna essere dei geni, ma pensi che un demente riesca ad conseguire questi studi? ha comprato i titoli?


Tu confondi l'intelligenza con la capacita' di immagazzinare nozioni.

Tra l'altro tutte le universita', scuole ecc sono luoghi in cui gli studenti vengono indottrinati in modo che diventino i perfetti soldatini che il potere desidera.

Soprattutto le universita' piu' "prestigiose" sono spesso accessibili solo a personaggi selezionati in base alla loro appartenenza ad una certa casta...

Codardo e' il soldato che "esegue gli ordini".

Eroe e' il soldato che ha il coraggio di sparare in faccia ai suoi "superiori".

Peccato che i soldati siano tutti scelti minuziosamente tra gli appartenenti alla prima categoria.
sartandrea
Inviato: 1/8/2012 16:12  Aggiornato: 1/8/2012 16:12
Ho qualche dubbio
Iscritto: 14/10/2011
Da:
Inviati: 220
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
@f_z
Citazione:
Tu confondi l'intelligenza con la capacita' di immagazzinare nozioni. Tra l'altro tutte le universita', scuole ecc sono luoghi in cui gli studenti vengono indottrinati in modo che diventino i perfetti soldatini che il potere desidera. Soprattutto le universita' piu' "prestigiose" sono spesso accessibili solo a personaggi selezionati in base alla loro appartenenza ad una certa casta...

a parte alcuni concetti che non condivido

però il Trota proprio non riesco a vedercelo.....

...La vita umana nel suo insieme, non è che un gioco, il gioco della pazzia...
(Erasmo da Rotterdam)
gudarian
Inviato: 1/8/2012 16:14  Aggiornato: 1/8/2012 16:14
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/9/2008
Da:
Inviati: 979
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
Citazione:
Soprattutto le universita' piu' "prestigiose" sono spesso accessibili solo a personaggi selezionati in base alla loro appartenenza ad una certa casta...


forse tra questi personaggi c'era anche il trota ?

Per la serie cerca la differenza....

Fico: "Per me Beppe Grillo è patrimonio mondiale dell'umanità come le Dolomiti, la Costiera Amalfitana o la musica".
Biancofiore: «Se fosse possibile, Berlusconi lo farei patrimonio dell'UNESCO".
AFrayn
Inviato: 1/8/2012 16:31  Aggiornato: 1/8/2012 16:31
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/3/2009
Da: Colônia Cecília, Paraná, Brasil
Inviati: 399
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
Romney mi fa venire in mente Greg Stillson de "La Zona Morta"... Chi potrebbe impersonare Johnny Smith?...

Molṑn labé - Quocunque Jeceris Stabit
incredulo
Inviato: 1/8/2012 17:21  Aggiornato: 1/8/2012 17:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
@sartandrea

Citazione:
davvero, non so in base a quali parametri associ il Trota con Rommey


Col tuo parametro.

Il tuo parametro era miliardario=intelligenza.

Ero indeciso se postarti qualche link di calciatori o qualche politico.

Il Trota rendeva di più lìidea

Ciao

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
sartandrea
Inviato: 1/8/2012 17:41  Aggiornato: 1/8/2012 17:47
Ho qualche dubbio
Iscritto: 14/10/2011
Da:
Inviati: 220
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
@ incredulo


Citazione:
Il tuo parametro era miliardario=intelligenza.

miliardario = persona molto ricca

in base al mio parametro il Trota è ricco come Rommey?

ma proprio il Trota mi prendi per dimostrare che un demente può diventare un miliardario, quello che prendeva la paghetta di 5000€ al mese.......che miliardario



senza contare che vorrei proprio vedere quale potere prenderebbe il Trota come "Burattino" per le presidenziali

...La vita umana nel suo insieme, non è che un gioco, il gioco della pazzia...
(Erasmo da Rotterdam)
Lollo954
Inviato: 1/8/2012 17:59  Aggiornato: 1/8/2012 17:59
Ho qualche dubbio
Iscritto: 16/4/2012
Da: Carboland
Inviati: 136
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
....mmm.. Secondo me dalle figure di m***A che fa in giro per il mondo con capi di stato etc.. potrebbe aver frequentato l'universita di ARCORE ( requisiti richiesti : soldi (e ci sono) appartenenza a una certa casta( e direi che ci siamo) incapacita a relazionarsi con gli altri individui della stessa specie ( e l'articolo parla da se) usare la dialettica propria con il solo scopo di trarne un unico vantaggio personale infischiandosene altamente delle conseguenze ( non importa quanto gravi siano) che le tue baggianate possano portare a milioni di persone ( e anche qui direi che l'articolo parla da se). Requisito avanzato: avere la straordinaria capacita di dire sempre la cose piu sbagliata che si possa dire e invece che scusarsi e meditare sull'idiota che sei.. andarne fiero convinto che hai fatto la cosa giusta e che tutto il mondo ti segua.

Si si secondo me ha frequentato arcore e fatto un master a montecitorio... e se non lo ha fatto beh se gli va male in america puo candidarsi qui in italia un posto secondo me lo ha garantito

"I piccoli segreti sono i più difficili da mantenere. Per quelli grandi basterà sempre l'incredulità della gente".(McLuhan)
Redazione
Inviato: 1/8/2012 19:18  Aggiornato: 1/8/2012 19:18
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
E' stato il padre di Romney a fare i miliardi. Il ragazzo è già nato con il culo nel burro.

Redazione
Inviato: 1/8/2012 20:10  Aggiornato: 1/8/2012 20:17
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
SANTANDREA: Citazione:
premesso che nell’incontro con il MI-6 (struttura conosciutissima e ufficiale) non ci vedo niente di strano
Il problema non è quello che vedi TU di strano, ma quello che ci vedono coloro che si intendono di queste cose. E' evidente che tu non appartenga a questo gruppo.

Citazione:
la diplomazia sa che il presidente Usa è il “rappresentante” delle lobby di conseguenza le gaffe sono sue non delle lobby ovvero il vero soggetto che comanda e con cui devi relazionarti.
Se ci fosse un minimo di senso logico in questa frase potrei provare a risponderti. Che cosa vuol dire "è il rappresentante delle lobby di conseguenza le gaffe sono sue"?

A meno che tu abbia fatto un errore di battitura, questo è il trionfo del "non sequitur".

Citazione:
poi se ad oggi conta un 43% è anche per “merito” dei 4 anni di lavoro di Obama
Soltanto gli ignoranti in materia dicono queste cose. Chi è informato sa bene che l'impasse di Obama è "merito" del grid-lock imposto dai repubblicani.

liberta11
Inviato: 1/8/2012 21:39  Aggiornato: 1/8/2012 21:39
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/10/2011
Da:
Inviati: 388
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
Pienamente d'accordo con Mazzucco.
Romney come Presidente sarebbe una vera tragedia, peggio di un Berlusconi.

afabbri73
Inviato: 2/8/2012 2:16  Aggiornato: 2/8/2012 2:16
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/5/2011
Da:
Inviati: 302
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
In questo mondo di Lamers

bernuga
Inviato: 2/8/2012 4:06  Aggiornato: 2/8/2012 4:06
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 26/11/2011
Da:
Inviati: 1007
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
Salve a tutti, sono OT ma volevo consigliarvi di leggere al link e vedere le tavolette Maya rilasciate in questi giorni dal governo Messicano, erano classified:

http://soundofheart.org/galacticfreepress/content/mayan-tablets-released-mexican-government

afabbri73
Inviato: 2/8/2012 8:07  Aggiornato: 2/8/2012 8:07
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/5/2011
Da:
Inviati: 302
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
CHI È MITT ROMNEY? E PERCHÉ NON PIACE ALL’AMERICA?
di:Matteo Arisc


Willard Mitt Romney, candidato alla Presidenza degli Stati Uniti, ex-governatore del Massachusetts, business man di indiscusso successo e mormone. Può vincere la sfida con Barack Obama?

Mancano ancora 4 mesi alle elezioni presidenziali americane e a dire il vero Romney non è ancora ufficialmente lo sfidante. Servirà la formalità della Convention a Tampa Bay per confermarne la sua candidatura da parte dei delegati repubblicani. Ma gli americani lo osservano e lo giudicano già da tempo.

Romney ha alle spalle una carriera da predestinato. Mitt è figlio di George W. Romney, Governatore del Michigan, candidato alle primarie del 1968 per i repubblicani e poi Segretario per l’Housing e l’Urban Development di Richard Nixon. Ricorda dalla tipica famiglia di successo della politica americana quali i Kennedy e i Bush.

Indirizzato verso l’Harward Law School, come ogni predestinato che si rispetti, Romney è destinato all’ambiente del business. Prima della laurea un’esperienza significativa da missionario mormone in Francia per 31 mesi dove in poco tempo – così racconta la sua agiografia – divenne uno dei leader del campo missionario riuscendo a raggiungere numeri record di conversioni al mormonismo.

Il successo arrivò con la Bain & Company, uno studio che forniva consulenze a numerose aziende americane. Romney, entrato nel 1977 all’età di trent’anni, favorì l’utilizzo di nuovi ed efficienti sistemi di consulenza incentrati sulle necessità delle singole aziende. Pochi anni, nel 1984, Romney è tra i fondatori della Bain Capital con la trasformazione dello studio in una private equity. Infine il titolo di Amministratore Delegato (ossia di CEO) prima alla Bain Capital e poi per le Olimpiadi Invernali a Salt Lake City nel 2002 – dove arrivò a risanare l’operato di un comitato organizzatore fallimentare.

In tanti anni di onorata carriera nel settore privato Romney ha accumulato ricchezze personali per centinaia di milioni di dollari. Somme che lo hanno aiutato nella sua prevedibile discesa in politica. Da buon figlio repubblicano il suo interesse per le questioni politiche non è mai mancato, sin dai tempi della guerra in Vietnam. Provò a sfondare tentando direttamente la strada per il Senato nel 1994, sfidando ambiziosamente l’invincibile Ted Kennedy. Quasi dieci anni dopo viene “pescato” dai repubblicani per candidarsi a governare il Massachusetts.

Romney investe in una delle prime campagne con dei target specifici: l’elettorato viene diviso per gruppi di interesse e ad ogni gruppo vengono inviati messaggi ad hoc (una tecnica oggi largamente diffusa). Cerca di rifarsi un appeal mostrandosi intento a sporcarsi le mani con dei lavori manuali (tecnica certamente più abusata della precedente). Nello Stato liberale dei Kennedy si presenta come un moderato di centro, intento ad eliminare il gap tra i due partiti e a governare scegliendo figure non politicizzate ma competenti.

Stravince e applica quanto promesso. Elimina sprechi, taglia i costi, abbassa le tasse ritenute meno necessarie e aumenta quelle di alcuni servizi pubblici. Vara anche una famosa riforma sanitaria studiata con spirito bipartisan e poi divenuta nota come “Romneycare” (molto prima della celebre Obamacare). Le due riforme hanno in comune non solo un nomignolo simile ma anche i contenuti: Romney colpisce le assicurazioni, piuttosto che il sistema sanitario vero e proprio, introducendo una forma di “individual mandate” ossia un obbligo di acquisto delle polizze molto simile a quello dell’Obamacare e su cui si è appena espressa la Corte Suprema.

Nel 2008 Romney abbandona il suo Stato e si lancia nella bagarre per le presidenziali del dopo Bush. Gli sfidanti sono altri pezzi grossi del partito repubblicano: Rudy Giuliani, la sorpresa Mike Huckabee e John McCain. Romney presenta i suoi successi di governatore, utilizza le sue fortune e parte tra i favoriti. Ma non riesce a vincere. La spunterà il maverick McCain.

Dopo la sconfitta Romney decide di ricandidarsi nel 2012. Inizia così l’ennesima metamorfosi del candidato repubblicano che vince le primarie per palese mancanza di reali sfidanti. A turno i deboli candidati hanno avuto una chance nel portarsi testa a testa nei sondaggi con Romney dato per vincente sin dall’inizio: prima Rick Perry (governatore del Texas), poi Newt Gingrich, poi Herman Cain (il businessman della pizza) ed infine Rick Santorum.

Nonostante le vittorie, in pochi sembrano amare Romney e durante le primarie emergono i primi problemi. In una fase storica dove il Tea Party rappresenta una quota rilevante delle opinioni del partito repubblicano, l’ex governatore moderato del Massachusetts non riesce a presentarsi come un candidato mosso dal fuoco sacro contro il governo federale. Gli altri candidati lo attaccano sulla sua riforma sanitaria, troppo simile a quella di Obama. Romney comincia quindi ad attaccare a sua volta la riforma Obama. Ma ecco un’altra accusa pronta per lui: è un flip-flopper, uno che cambia idea a seconda delle convenienze. Appare chiaro che Romney dovrà rincorrere gli elettori più estremi e non potrà più vantarsi dei suoi risultati da governatore.

Non rimane altro, in un momento di crisi economica, che tirar fuori i suoi successi da businessman. Ma anche qui la narrazione del repubblicano presenta alcuni problemi. Come può un riccone essere affabile per gli elettori delle “badlands”, gli stati centrali dove i repubblicani sono ancorati a valori tradizionali (casa, chiesa e famiglia)? Come può un mormone convincere gli evangelisti? Basta la paura di veder rieletto Obama?

Arrivano anche le gaffes che non fanno altro che confermare l’immagine di un Romney distante dalla gente, un ex-Ceo che con la Bain Capital ha contribuito a spolpare intere aziende, un uomo appartenente all’1% ed espressione di Wall Street. Parlando in privato delle industrie automobilistiche di Detroit suggerisce di lasciarle affondare. Qualche anno dopo, quando gruppi come la General Motors resuscitano, la frase di Romney viene fuori. I suoi avversari la sfruttano immediatamente. Il figlio di George W. Romney, governatore del Michigan, lo Stato dell’automobile, voleva lasciar morire quelle industrie.

Altra gaffe in Florida, swing-State fondamentale, quando durante le primarie si ferma ad una gara automobilistica di Nascar per mostrarsi in un ambiente sportivo caro alla sua base elettorale. Intervistato non riesce a dire di meglio che “Ho molti amici proprietari di alcuni Team che gareggiano nella Nascar”. Anche in questo caso gli avversari faranno notare che Romney non conosce neanche il nome dei piloti ma sa benissimo chi sono i ricconi alle spalle delle corse.

In una bagarre che probabilmente si giocherà Stato per Stato, Romney non sembra ancora in grado di connettersi con gli americani. Mitt il belloccio, il bianco con il sorriso smagliante e la frase pronta, padre di famiglia e uomo di successo. Forse non è più questa la faccia che l’America vuole vedere alla Casa Bianca?
Link all'articolo originaleLink all'articolo originale

sartandrea
Inviato: 2/8/2012 10:18  Aggiornato: 2/8/2012 10:18
Ho qualche dubbio
Iscritto: 14/10/2011
Da:
Inviati: 220
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
X Redazione

fammi capire,
ma se scrivo quello che penso o vedo è un problema?


Citazione:
Il problema non è quello che vedi TU di strano, ma quello che ci vedono coloro che si intendono di queste cose. E' evidente che tu non appartenga a questo gruppo.

quelli che tu definisci “coloro che s’intendono di queste cose” la pensano come te?
che in Gran Bretagna il MI-6 (per la precisione SIS) lo si riconosce a malapena?

sarà per questo che gli hanno dato un sede molto anonima





Citazione:
Se ci fosse un minimo di senso logico in questa frase potrei provare a risponderti. Che cosa vuol dire "è il rappresentante delle lobby di conseguenza le gaffe sono sue"? A meno che tu abbia fatto un errore di battitura, questo è il trionfo del "non sequitur".

ok, ci riprovo
visto che il presidente o il candidato è una sorta di “burattino”, e su questo concordo, per la Diplomazia le gaffe di un burattino sono solo “la gaffe di un burattino”, perché lei sa con chi deve seriamente relazionarsi

adesso spero che il mio concetto sia più chiaro, anzi più “conseguente”




Citazione:
Soltanto gli ignoranti in materia dicono queste cose. Chi è informato sa bene che l'impasse di Obama è "merito" del grid-lock imposto dai repubblicani.

non è necessario essere “molto informati” per sapere perché in certi campi Obama ha deluso
ma su di se aveva generato molte aspettative su materie che per gli americani erano una sorta di rivoluzione, e come tale speravano che Obama sapesse come vincere le inevitabili resistenze degli “avversari”, invece no

e per me in USA hanno il loro concetto sui fallimenti

quindi,
io, che a differenza di te, sono ignorante e poco informato confermo quello che ho scritto:

se ad oggi Rommey conta un 43% è anche per “merito” dei 4 anni di lavoro di Obama che per molti ha deluso soprattutto per le aspettative che dava

comunque se fossi americano voterei Obama per una serie di valutazioni




p.s.
e vero che Rommey è nato ricco ma ha saputo crearsi il suo patrimonio con le sue capacità, cosa non molto frequente tra i “figli di papà”

se fosse uno come da te definito “da far dubitare che fra le sue orecchie esista davvero qualcosa chiamato cervello” si godeva i miliardi di papà e basta…..

...La vita umana nel suo insieme, non è che un gioco, il gioco della pazzia...
(Erasmo da Rotterdam)
incredulo
Inviato: 2/8/2012 10:20  Aggiornato: 2/8/2012 10:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
Citazione:
in base al mio parametro il Trota è ricco come Rommey?


No è solo coglione come lui.

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
Jurij
Inviato: 2/8/2012 10:21  Aggiornato: 2/8/2012 10:23
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
Citazione:
In altre parole, quasi la metà degli americani è disposta ad aver un presidente del genere - sempre per quello che può valere il ruolo della presidenza in Usa, sia chiaro - piuttosto di rivedere lo "sporco negro" alla Casa Bianca per altri quattro anni.

Premetto che Obama è una delle più squallide farse di tutti i tempi portate avanti dalla politica usa .

Detto questo, basta “proteggere” i “cittadini usa” dalle accuse di estrema ignoranza.

L’ignoranza è presente nella grossa fetta di elettorato usa, i quali sono ancora la crema di tutta la popolazione.

È oramai da più di 30 anni palese che di per trovare una persona con il cervello negli usa è necessaria un’estrema ricerca nei meandri più nascosti.

Altro che record di geni che sanno fare questo e quello ad appena 2 anni … l’unico record è quello di cervelli lobotomizzati.

Che tristezza di nazione … ho nostalgia dei “buzzurri” russi...

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
GeantVert
Inviato: 2/8/2012 10:28  Aggiornato: 2/8/2012 10:28
So tutto
Iscritto: 16/8/2011
Da:
Inviati: 17
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
Non vi sarà scappato che Romney e' profondamente convinto che l'America e' stata creata per dominare il mondo !
Ecco il discorso che faceva un anno fa a Charleston :
(http://www.mittromney.com/blogs/mitts-view/2011/10/mitt-romney-delivers-remarks-us-foreign-policy)

Estratto : God did not create this country to be a nation of followers. America is not destined to be one of several equally balanced global powers. America must lead the world, or someone else will. Without American leadership, without clarity of American purpose and resolve, the world becomes a far more dangerous place, and liberty and prosperity would surely be among the first casualties. Let me make this very clear. As President of the United States, I will devote myself to an American Century. And I will never, ever apologize for America.

Che si puo tradurre (scusate il mio italiano, sono francese... )

[i] Dio non ha creato questo paese per che sia uno secondario. Il destino dell'America non e' quello di restare al livello delle altre potenze globali. L'America deve dominare il mondo, altrimenti, un altro lo farà. Senza la leadership dell'America, senza la chiarezza dei suoi obiettivi e delle sue soluzioni, il mondo diventerà un posto molto piu' pericoloso, e la liberta' e la prosperita' saranno sicuramente tra le prime vittime. Che sia ben chiaro. Come presidente dell'America, mi dedicherò al Secolo Americano. E non presenterò MAI scuse al nome dell'America. [i]

Ma che bello se viene eletto, no ?

--GV

gudarian
Inviato: 2/8/2012 10:33  Aggiornato: 2/8/2012 10:33
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/9/2008
Da:
Inviati: 979
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
Citazione:
Citazione: Soltanto gli ignoranti in materia dicono queste cose. Chi è informato sa bene che l'impasse di Obama è "merito" del grid-lock imposto dai repubblicani. non è necessario essere “molto informati” per sapere perché in certi campi Obama ha deluso ma su di se aveva generato molte aspettative su materie che per gli americani erano una sorta di rivoluzione, e come tale speravano che Obama sapesse come vincere le inevitabili resistenze degli “avversari”, invece no


Ciao, in effetti i bene informati sanno che la colpa non è di obama..

Purtroppo ancora oggi dopo un mandato fallimentare di obama si tentano difense da arrampicata sugli specchi, o meglio lo si difende all'estremo per non ammettere il proprio errore di averlo "pompato" troppo all'inizio, cadendo nel gioco di chi aveva presentato il presidente abbronzato come il nuovo che avanzava, avanzava.....

L'avevo detto io, anche se sono ignorante, in tempi non sospetti che era una bufala
Vuoi vedere che così tanto ignorante non sono ?

Per la serie cerca la differenza....

Fico: "Per me Beppe Grillo è patrimonio mondiale dell'umanità come le Dolomiti, la Costiera Amalfitana o la musica".
Biancofiore: «Se fosse possibile, Berlusconi lo farei patrimonio dell'UNESCO".
PikeBishop
Inviato: 2/8/2012 10:49  Aggiornato: 2/8/2012 10:49
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
Citazione:
ma se scrivo quello che penso o vedo è un problema?

Talvolta e' un problema di igiene mentale, non di opinione.

Citazione:
visto che il presidente o il candidato è una sorta di “burattino”, e su questo concordo, per la Diplomazia le gaffe di un burattino sono solo “la gaffe di un burattino”,

Significa che il burattinaio e' alla disperazione se ha solo burattini che fanno schifo da mettere sul palco il venerdi' e sabato sera.

Citazione:
adesso spero che il mio concetto sia più chiaro, anzi più “conseguente”

Chiaro si, conseguente no.

Citazione:
quelli che tu definisci “coloro che s’intendono di queste cose” la pensano come te?

Assolutamente si.

Citazione:
che in Gran Bretagna il MI-6 (per la precisione SIS) lo si riconosce a malapena?

Di sicuro no. Ma quel che non riesci a capire e' che ognuno sta al posto che gli spetta. Se qualcuno viene a casa tua, e tu sei un capo mafioso, e durante una cena tra mafiosi dice a tutti che ha parlato con il capitano che si occupa della difesa della tua cosca e che hanno scambiato idee ed informazioni, come minimo il giorno dopo al capitano capitano un paio di incidenti...
Il direttore dell'MI6 probabilmente ha gia' cominciato coi cazziatoni, e i cazziatoni, giu' di li', possono finire anche che qualcuno viene trovato fra un paio di mesi chiuso ermeticamente dall'interno in una valigia di plastica e assolutamente cadavere.

Citazione:
e per me in USA hanno il loro concetto sui fallimenti

Voce del Sito!

Citazione:
se fossi americano voterei Obama per una serie di valutazioni


Sfogliare una margherita non vale, come serie di valutazioni. Comunque, chissa' perche' ce lo aspettavamo: i veri fascisti li riconosci sempre dall'odore.

Citazione:
Rommey è nato ricco ma ha saputo crearsi il suo patrimonio con le sue capacità

Questa e' fantastica: mai sentito il detto "piove sempre sul bagnato?". Anche Montezemolo e' uno dei tuoi idoli, ragazzo: le forme mentali nate negli anni di mmerda (gli anni '80) sono ormai fermamente impiantate nel cervello dei pargoli.

Citazione:
se fosse uno come da te definito “da far dubitare che fra le sue orecchie esista davvero qualcosa chiamato cervello” si godeva i miliardi di papà e basta…..

Se fosse stato intelligente e' PRECISAMENTE quello che avrebbe fatto: con tutto quello che c'e' da fare di interessante avendo i soldi, solo i coglioni piu' totali cercano di aumentare il gruzzolo che basterebbe egregiamente per generazioni e dedicarsi al burattinaggio nel ruolo di burattino.

Scusa se ti ho dato del fascista, prima: non sei neanche a quel livello. Ma c'e' ancora speranza: se ti impegni diventi acculturato come "Er Pecora" che, in confronto e' un genio.

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
PikeBishop
Inviato: 2/8/2012 10:57  Aggiornato: 2/8/2012 10:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
Citazione:
L’ignoranza è presente nella grossa fetta di elettorato usa, i quali sono ancora la crema di tutta la popolazione.

Eeeehhhh?????

Cosi' ora gli scarafaggi imbrattaschede (elettroniche) sarebbero la crema della popolazione e chi non partecipa alle farse invece sarebbero i piu' buzzurri?????
Semmai esattamente il contrario: per andare a votare (specie i candidati dei due maggiori partiti) in America (ma anche altrove, solo che in America e' ancora piu' apparente) devi essere particolarmente imbecille.

Citazione:
È oramai da più di 30 anni palese che di per trovare una persona con il cervello negli usa è necessaria un’estrema ricerca nei meandri più nascosti.

In Italia invece neanche sotto i tappetini, considerando che gli USA sono il colonizzatore culturale del Bel Paese, e che TUTTE le innovazioni culturali degli ultimi 50 anni sono arrivate da li (o da satelliti come GB), sia pure da parte di immigrati, ma immigrati a cui non lasciavano fare niente, in patria.

Puro razzismo al contrario, mi pare.

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
furion2012
Inviato: 2/8/2012 11:07  Aggiornato: 2/8/2012 11:08
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/8/2009
Da:
Inviati: 174
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
ora la mia certezza che faranno qualcosa alla chiusura dei giochi olimpici , sale al 95% . il 5 % rimane per le forze del bene che non faranno accadere nulla..

leggere questo pdf della Rockefeller pagina 34 , leggete e meditate .....

http://www.rockefellerfoundation.org/uploads/files/bba493f7-cc97-4da3-add6-3deb007cc719.pdf


si salvino i migliori, gli ignoranti periscano nella loro ignoranza ..... chi lo disse ????

gudarian
Inviato: 2/8/2012 11:10  Aggiornato: 2/8/2012 11:10
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/9/2008
Da:
Inviati: 979
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
Citazione:
si salvino i migliori, gli ignoranti periscano nella loro ignoranza ..... chi lo disse ????


occhio, perchè non hai la certezza di trovarti dalla parte giusta

Per la serie cerca la differenza....

Fico: "Per me Beppe Grillo è patrimonio mondiale dell'umanità come le Dolomiti, la Costiera Amalfitana o la musica".
Biancofiore: «Se fosse possibile, Berlusconi lo farei patrimonio dell'UNESCO".
sartandrea
Inviato: 2/8/2012 11:12  Aggiornato: 2/8/2012 11:12
Ho qualche dubbio
Iscritto: 14/10/2011
Da:
Inviati: 220
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
XPikeBishop
Citazione:
Talvolta e' un problema di igiene mentale, non di opinione.

.............................

Di sicuro no. Ma quel che non riesci a capire e' che ognuno sta al posto che gli spetta. Se qualcuno viene a casa tua, e tu sei un capo mafioso, e durante una cena tra mafiosi dice a tutti che ha parlato con il capitano che si occupa della difesa della tua cosca e che hanno scambiato idee ed informazioni, come minimo il giorno dopo al capitano capitano un paio di incidenti...
Il direttore dell'MI6 probabilmente ha gia' cominciato coi cazziatoni, e i cazziatoni, giu' di li', possono finire anche che qualcuno viene trovato fra un paio di mesi chiuso ermeticamente dall'interno in una valigia di plastica e assolutamente cadavere.

.......................

Sfogliare una margherita non vale, come serie di valutazioni. Comunque, chissa' perche' ce lo aspettavamo: i veri fascisti li riconosci sempre dall'odore.

.........................

solo i coglioni piu' totali cercano di aumentare il gruzzolo che basterebbe egregiamente per generazioni e dedicarsi al burattinaggio nel ruolo di burattino.

Scusa se ti ho dato del fascista, prima: non sei neanche a quel livello. Ma c'e' ancora speranza: se ti impegni diventi acculturato come "Er Pecora" che, in confronto e' un genio.


scusa non ho capito una cosa,
sarei io che ho problemi di igiene mentale.....

...La vita umana nel suo insieme, non è che un gioco, il gioco della pazzia...
(Erasmo da Rotterdam)
Jurij
Inviato: 2/8/2012 11:33  Aggiornato: 2/8/2012 11:33
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
Citazione:
Semmai esattamente il contrario: per andare a votare (specie i candidati dei due maggiori partiti) in America (ma anche altrove, solo che in America e' ancora piu' apparente) devi essere particolarmente imbecille.

E dimmi, il non andare a votare e fare niente altro se non guardare, quale differenza può portare?

Siamo d’accordo senza dubbio che il votare fra democratici o repubblicani non serve a nulla, probabilmente anche per qualsiasi altro elemento/partito.

Il senso del mio scritto non era sul valore del voto, ma bensì sulla “contestazione” di un certo numero di persone, latente negli usa.

Il discorso riguardante la “crema” era riferito al fatto che non tutti i cittadini usa possono andare a votare senza prima “iscriversi” (vedi: Requisiti per l'elettorato attivo), quindi fare “qualcosina”.

Citazione:
Puro razzismo al contrario, mi pare.

No, niente razzismo, è che mi aspetto da una nazione di così “grande respiro di libertà” un po’ più di reazione da parte degli individui.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
PikeBishop
Inviato: 2/8/2012 11:36  Aggiornato: 2/8/2012 11:36
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
Citazione:
sarei io che ho problemi di igiene mentale.....

Assolutamente. E per di piu' non sai neanche mettere insieme una frasetta di replica: sei anche dislessico?

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
gudarian
Inviato: 2/8/2012 11:36  Aggiornato: 2/8/2012 11:36
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/9/2008
Da:
Inviati: 979
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
Citazione:
scusa non ho capito una cosa, sarei io che ho problemi di igiene mentale.....


no, tranquillo tende un pochino a debordare

Per la serie cerca la differenza....

Fico: "Per me Beppe Grillo è patrimonio mondiale dell'umanità come le Dolomiti, la Costiera Amalfitana o la musica".
Biancofiore: «Se fosse possibile, Berlusconi lo farei patrimonio dell'UNESCO".
Jurij
Inviato: 2/8/2012 11:40  Aggiornato: 2/8/2012 11:40
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
PikeBishop
Citazione:
negli anni di mmerda (gli anni '80)

Calma calma, intanto per quanto riguarda la musica insegnano ancora adesso.
Per il resto, non sono stati più di M di altri decenni, tantomeno dei primi 10 del 2000 :o)

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
PikeBishop
Inviato: 2/8/2012 11:43  Aggiornato: 2/8/2012 11:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
Citazione:
Il senso del mio scritto non era sul valore del voto, ma bensì sulla “contestazione” di un certo numero di persone, latente negli usa.

La contestazione e' latente ovunque. Anzi, negli USA meno che in altre parti del mondo. Il punto e' che da noi le informazioni sugli USA arrivano accuratamente filtrate, fin da dopo la seconda guerra mondiale.

Ma la protesta c'e', eccome. Solo che la reazione, da Reagan in poi, e' stata imponente e capillare. Ma basta fare una vacanza negli USA, specie sulla costa occidentale, per rendersi conto personalmente che la popolazione e' molto attiva intellettualmente.

Gia' negli anni 40, quando Alan Watts si trasferi' in USA per evitare di andare in guerra, rimase stupefatto dal livello culturale di quelli che si aspettava essere dei bifolchi, superiore nelle classi inferiori a quello europeo. Infatti in Europa non avrebbe mai e poi mai avere l'opportunita' di andare avanti per 20 anni tenendo programmi di Filosofia e Religione alla TV, come fece negli USA. Ancora oggi e' cosi', anche se la repressione e la propaganda hanno lasciato il segno, come ovunque.

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
PikeBishop
Inviato: 2/8/2012 11:45  Aggiornato: 2/8/2012 11:45
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
Citazione:
Calma calma, intanto per quanto riguarda la musica insegnano ancora adesso.

Guarda, evitiamo il discorso. Solo eri adulto negli anni '70 puoi apprezzare quel che ho detto. Lo dice anche il mio coetaneo Paolo Rossi a cui ho rubato la battuta...

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
sartandrea
Inviato: 2/8/2012 11:47  Aggiornato: 2/8/2012 11:47
Ho qualche dubbio
Iscritto: 14/10/2011
Da:
Inviati: 220
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
X PikeBishop

Citazione:
Assolutamente. E per di piu' non sai neanche mettere insieme una frasetta di replica:

ah ecco,
non so mettere in piedi qualche frasetta di replica….....




Citazione:
sei anche dislessico?

si,
ho una forma di dislessia

...La vita umana nel suo insieme, non è che un gioco, il gioco della pazzia...
(Erasmo da Rotterdam)
PikeBishop
Inviato: 2/8/2012 11:53  Aggiornato: 2/8/2012 11:53
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
Citazione:
ho una forma di dislessia

La dislessia non esiste, e' solo un sintomo di cattivo insegnamento, quello tipico che viene amministrato ai pargoli moderni. Trovati un bravo insegnante e ritorna ad intervenire quando ti e' passata, fra un paio d'anni.

Auguri.

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
Jurij
Inviato: 2/8/2012 11:57  Aggiornato: 2/8/2012 11:57
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
Comunque per tornare a Mitt Romney, direi che potrebbe essere una coerente continuazione dell'era George Bush.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
gudarian
Inviato: 2/8/2012 11:57  Aggiornato: 2/8/2012 11:58
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/9/2008
Da:
Inviati: 979
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
Citazione:
Autore: PikeBishop Inviato: 2/8/2012 11:53:45 Citazione: ho una forma di dislessia La dislessia non esiste, e' solo un sintomo di cattivo insegnamento, quello tipico che viene amministrato ai pargoli moderni. Trovati un bravo insegnante e ritorna ad intervenire quando ti e' passata, fra un paio d'anni. Auguri.


E' veramente Ciccio di Nonna papera, un mito

Il guaio invece è che esistono un sacco di persone indelicate.(so educato io)

Per la serie cerca la differenza....

Fico: "Per me Beppe Grillo è patrimonio mondiale dell'umanità come le Dolomiti, la Costiera Amalfitana o la musica".
Biancofiore: «Se fosse possibile, Berlusconi lo farei patrimonio dell'UNESCO".
sartandrea
Inviato: 2/8/2012 12:01  Aggiornato: 2/8/2012 12:01
Ho qualche dubbio
Iscritto: 14/10/2011
Da:
Inviati: 220
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
X PikeBishop
Citazione:
La dislessia non esiste, e' solo un sintomo di cattivo insegnamento, quello tipico che viene amministrato ai pargoli moderni.

bon,
dopo questa chiudo perché non ho più dubbi

...La vita umana nel suo insieme, non è che un gioco, il gioco della pazzia...
(Erasmo da Rotterdam)
PikeBishop
Inviato: 2/8/2012 12:02  Aggiornato: 2/8/2012 12:02
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
Una volta ci mandavano dei Trolls interessanti. Ora li hanno finiti. Ci mandano dei dementi la cui cultura e' basata su Topolino.

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
PikeBishop
Inviato: 2/8/2012 12:09  Aggiornato: 2/8/2012 12:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
Citazione:
Mitt Romney, direi che potrebbe essere una coerente continuazione dell'era George Bush

Ci sono delle differenze: Bush Jr era totalmente imbecille cosi' lo facevano andare col pilota automatico. Questo e' meno imbecille, cosi' non avendo l'earpiece col suggeritore costantemente collegato spara cazzate di suo.

In ogni caso Obama vincera' di nuovo, e' andato molto bene, dal punto di vista dei suoi datori di lavoro. Oltretutto la propaganda della squadra di Obama e' molto ben fatta: stavolta invece di esaltare Obama denigrano Romney, che obiettivamente da loro una mano.
Ma sara' nei testa a testa che si vedra' la differenza tra un esperto avvocato mafioso e un figlio di. Secondo me non ci sono dubbi, Obama vince di nuovo.

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
gudarian
Inviato: 2/8/2012 12:20  Aggiornato: 2/8/2012 12:20
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/9/2008
Da:
Inviati: 979
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
Ciccio, oggi sei veramente informa, ne infili una dietro l'altra di baggianata offendendo a destra e manca. Un pochino (ma poco) mi dispiace, devi avere una tale frustrazione dentro che sfoghi la tua rabbia sugli altri.....

Fortuna che ci sono persone così acculturate come te che ci dispensano pillole del tipo:

Citazione:
Ci sono delle differenze: Bush Jr era totalmente imbecille cosi' lo facevano andare col pilota automatico. Questo e' meno imbecille, cosi' non avendo l'earpiece col suggeritore costantemente collegato spara cazzate di suo.


Qui si impegna in una valutazione psicologica e ne esce egregiamente direi...

Citazione:
In ogni caso Obama vincera' di nuovo


Qui attiva la sua palla di cristallo. Se obama sapesse si tirerebbe un grattone...


Citazione:
Ma sara' nei testa a testa che si vedra' la differenza tra un esperto avvocato mafioso e un figlio di. Secondo me non ci sono dubbi, Obama vince di nuovo.


Qui tentenna nella previsione ma con un preciso colpo di reni (alla Rino Tommasi) recupera nel finale. Altro grattone di obama....


Ma non ero nella tua lista ignora? Di la verità, non resisti alla voglia di leggermi......

Per la serie cerca la differenza....

Fico: "Per me Beppe Grillo è patrimonio mondiale dell'umanità come le Dolomiti, la Costiera Amalfitana o la musica".
Biancofiore: «Se fosse possibile, Berlusconi lo farei patrimonio dell'UNESCO".
perspicace
Inviato: 2/8/2012 12:45  Aggiornato: 2/8/2012 12:45
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
Se uno non ti cita perché mai si ci sente chiamati in causa.

Obama ha fatto tutto quello che doveva fare senza mai porsi il problema di rispettare il suo programma elettorale, quindi chi lo ha voluto lì non ha motivi per sostituirlo.

Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
gudarian
Inviato: 2/8/2012 12:52  Aggiornato: 2/8/2012 12:52
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/9/2008
Da:
Inviati: 979
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
Ciccio di nonna papera discende dalla mia cultura come indicato sotto, quindi un riferimento a me l'ha fatto.
Citazione:
Ci mandano dei dementi la cui cultura e' basata su Topolino.


Citazione:
Obama ha fatto tutto quello che doveva fare senza mai porsi il problema di rispettare il suo programma elettorale, quindi chi lo ha voluto lì non ha motivi per sostituirlo.


Questa è una classica affermazione alla ciccio, ossia non vuol dire nulla, perchè hai sentito la necessità di scriverla?

Per la serie cerca la differenza....

Fico: "Per me Beppe Grillo è patrimonio mondiale dell'umanità come le Dolomiti, la Costiera Amalfitana o la musica".
Biancofiore: «Se fosse possibile, Berlusconi lo farei patrimonio dell'UNESCO".
complo
Inviato: 2/8/2012 13:00  Aggiornato: 2/8/2012 13:00
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
Citazione:
Questa è una classica affermazione alla ciccio, ossia non vuol dire nulla, perchè hai sentito la necessità di scriverla?


Sono TOTALMENTE dalla parte di Obama, però dire che abbia fatto pochino rispetto alle attese mi sembra oggettivo...

gudarian
Inviato: 2/8/2012 13:10  Aggiornato: 2/8/2012 13:10
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/9/2008
Da:
Inviati: 979
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
Citazione:
Sono TOTALMENTE dalla parte di Obama, però dire che abbia fatto pochino rispetto alle attese mi sembra oggettivo..


e questo è il principale motivo per il quale rischia di perdere e perchè uno come Mitt Romney gli è addosso. Il giochetto del nuovo non funziona più, purtroppo ha deluso le aspettative di quell'elettorato che lo aveva votato, magari con il mal di pancia ma votato.

Per la serie cerca la differenza....

Fico: "Per me Beppe Grillo è patrimonio mondiale dell'umanità come le Dolomiti, la Costiera Amalfitana o la musica".
Biancofiore: «Se fosse possibile, Berlusconi lo farei patrimonio dell'UNESCO".
Jurij
Inviato: 2/8/2012 14:19  Aggiornato: 2/8/2012 14:19
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
Citazione:
Sono TOTALMENTE dalla parte di Obama, però dire che abbia fatto pochino rispetto alle attese mi sembra oggettivo...

Dopo la farsa della liquidazione di bin Laden, la continuazione del fronte afghano, la solita storiella del problema palestinese, le “spinte” in Libia e Siria, Obama non deve più dimostrare niente, basta e avanza.

I fronti di oggi sono abbastanza chiari anche se non sono definiti da ideologie o da religioni.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Redazione
Inviato: 2/8/2012 17:29  Aggiornato: 2/8/2012 17:38
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
E' bellissimo. Basta provocare un cretino e quello subito impazzisce per dimostrarti che non è cretino!

"Guardi qui, signora maestra! C'è scritto anche qui che non sono un cretino".

Troppo divertente.

(Quando poi prendi due piccioni con una fava è ancora più bello).

sartandrea
Inviato: 2/8/2012 17:38  Aggiornato: 2/8/2012 17:38
Ho qualche dubbio
Iscritto: 14/10/2011
Da:
Inviati: 220
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
X Redazione
Citazione:
E' bellissimo. Basta provocare un cretino e quello subito impazzisce per dimostrarti che non è cretino!

sarei io il cretino?

dillo pure che non c'è problema, siamo su LuogoComune.net

...La vita umana nel suo insieme, non è che un gioco, il gioco della pazzia...
(Erasmo da Rotterdam)
noalgregge
Inviato: 2/8/2012 19:57  Aggiornato: 2/8/2012 19:57
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2010
Da:
Inviati: 307
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
Citazione:
gudarian
Citazione:
Complo
Sono TOTALMENTE dalla parte di Obama, però dire che abbia fatto pochino rispetto alle attese mi sembra oggettivo..



e questo è il principale motivo per il quale rischia di perdere e perchè uno come Mitt Romney gli è addosso. Il giochetto del nuovo non funziona più, purtroppo ha deluso le aspettative di quell'elettorato che lo aveva votato, magari con il mal di pancia ma votato.



cazzo oh sono arrivati al punto di farsi le repliche da soli, questi!!!! E argomentano pure. Chiaro sintomo di:

1) il sito va

2) sono alla frutta

3) si stanno cagando nelle mutande

"Non troverai mai la verità se non sei disposto ad accettare anche ciò che non ti aspetti." Eraclito
mirco
Inviato: 2/8/2012 22:27  Aggiornato: 2/8/2012 22:27
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/1/2010
Da:
Inviati: 387
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
Ma ha senso analizzare ogni parola di un politico americano quando in Italia abbiamo tanti di quei problemi da far rizzare i capelli ?
Non lo ritengo utile nemmeno come esercizio dialettico perchè non ho elementi per poter giudicare la portata delle battute politiche americane, non vivo in USA e non conosco l'Inglese. Forse gli altri sono famigliari più di me con la politica americana.

Gisar
Inviato: 3/8/2012 0:20  Aggiornato: 3/8/2012 0:20
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/1/2010
Da: Umania
Inviati: 270
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
OT Per stemperare gl'animi!


Gagarin

Lunatico


Instauratio ab imis fundamentis
Redazione
Inviato: 3/8/2012 2:15  Aggiornato: 3/8/2012 2:16
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
Grazie Gisar.

Pensa che strano. Mentre guardavo "Gagarin" mi è venuto da pensare: "Chissà cosa farebbe questo montatore (molto bravo) con il film di Meliès?"

(Il secondo però mi è piaciuto meno).

Ma "cisco" cos'è? Il nome del cantante? (Sküsa l'ignuranza).

sartandrea
Inviato: 3/8/2012 9:37  Aggiornato: 3/8/2012 9:37
Ho qualche dubbio
Iscritto: 14/10/2011
Da:
Inviati: 220
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
X Redazione

Citazione:
"Guardi qui, signora maestra! C'è scritto anche qui che non sono un cretino".

questa frasetta del menga l’hai aggiunta dopo la mia domanda, tant’è….

ma il fatto che mi stupisce è vedere l’amministratore di LuogoComune.net assumere, anzi abbassarsi a questi comportamenti nei confronti di un utente, tantopiù nei confronti di un utente che considera un cretino


la dice lunga…

...La vita umana nel suo insieme, non è che un gioco, il gioco della pazzia...
(Erasmo da Rotterdam)
Gisar
Inviato: 3/8/2012 10:20  Aggiornato: 3/8/2012 10:32
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/1/2010
Da: Umania
Inviati: 270
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
Stefano "Cisco" Bellotti ex cantante dei Modena City Ramblers
ecco il sito

http://www.ciscovox.it/

Per quanto riguarda la seconda canzone personalmente la trovo molto "contemporanea"... MA "De gustibus non est disputandum"

"Chissà cosa farebbe questo montatore (molto bravo) con il film di Meliès?"

Bella domanda, che bisognerebbe porre a lui, certo che detto da un professionista come te é un bel complimento ........


"Videoclip Gagarin, realizzato dall'associazione culturale Sequence. hanno partecipato alla realizzazione: Roberta De Piccolo, Riccardo Giullari, Federico Ardizzoni, Marco Maselli, Stefano Cattini, Davide Maffei, Monica Rossi. Regia: Mario Genevini"


Instauratio ab imis fundamentis
Aironeblu
Inviato: 5/8/2012 2:06  Aggiornato: 5/8/2012 2:06
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/1/2012
Da: Ha Noi
Inviati: 1947
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
@Peonia, @Massimo 73, @ GeantVert
Condivido le vostre impressioni: se siamo tutti d'accordo sulla relativa inutilità della nomina alla Casa Bianca per la guida della politica USA, è più utile chiederci quale dei due candidati sia più funzionale per i piani più alti.

Aironeblu
Inviato: 5/8/2012 2:16  Aggiornato: 5/8/2012 2:17
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/1/2012
Da: Ha Noi
Inviati: 1947
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
Mi sembra invece dannoso, oltre che fastidioso, l'atteggiamento aggressivo di alcuni utenti "5 stars" verso chi esprime idee diverse dalle loro:
Mi pare che il fine di una discussione dovrebbe essere il fertile scambio di vedute, per migliorare e correggere le proprie e altrui opinioni, e non una gara infantile a chi pensa di sapere di più usando come migliore argomentazione l'insulto..... O no?

infosauro
Inviato: 9/8/2012 10:45  Aggiornato: 9/8/2012 10:46
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/5/2008
Da: questo mondo (credo)
Inviati: 2376
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
Notiziole su Romney (la tragedia nella tragedia nella tragedia):
"Washington, 8 ago. - Quando nel 1984 Mitt Romney lancio' la societa' di private equity 'Bain Capital', dopo un'iniziale riluttanza non si sarebbe fatto scrupolo di raccogliere i fondi da persone che sospettava fossero narcotrafficanti e famiglie legate aggli squadroni della morte sudamericani. E' quanto scrive il democratico Huffington Post citando altri articoli del Los Angeles Times e del Boston Globe. L'aspirante candidato repubblicano alle presidenziali, ha raccontato un dirigente della casa madre Bain, Harry Strachan, viste le iniziali difficolta' di finanziamento si sarebbe rivolto, disperato, a un gruppo di salvadoregni anche se, temeva potessero essere coinvolti in "attivita' terroristiche, squadroni della morte o riciclaggio di denaro proveniente dal traffico di droga", ha raccontato Strachan. In un incontro a Miami, nel 1984, incontro' gli investitori presso una banca locale e, raccolse circa 9 milioni di dollari, pari al 40 per cento dei fondi esterni raccolti inizialmente da Bain Capital."
http://www.agi.it/estero/notizie/201208082254-est-rt10261-usa_2012_romney_prese_fondi_per_bain_capital_da_fonti_sospette
"In un lungo articolo di inchiesta di Bloomberg, pubblicato lunedì 6 agosto, Jesse Drucker, Elisa Martinuzzi e Lorenzo Totaro si sono occupati di una vicenda fino ad oggi quasi dimenticata che coinvolge il candidato presidenziale statunitense Mitt Romney e la privatizzazione di Seat Pagine Gialle SpA.
L’operazione fruttò circa un miliardo di dollari (810 milioni di euro al cambio attuale) in profitti per Bain Capital, la società finanziaria di cui Romney è stato uno dei fondatori e amministratore delegato quasi ininterrottamente dal 1984, anno della fondazione, al 2001. Lo stesso Romney ottenne tra i 50 e i 60 milioni di dollari, anche se i profitti dell’intera operazione furono gestiti per la maggior parte attraverso società sussidiarie in Lussemburgo. Un’operazione che probabilmente non violò alcuna legge e che è di un genere simile ad altre fatte da grandi società come Google o Facebook, ma di cui anche negli Stati Uniti, nell’ultima settimana, ci si è interrogati sulla moralità.
La storia, in breve, andò così: alla fine del 1997, un gruppo finanziario di cui faceva parte anche Bain Capital comprò la maggioranza (il 61,7 per cento) di Seat Pagine Gialle SpA per 853 milioni di euro. Si trattava di una delle prime privatizzazioni attuate dal ministero del Tesoro italiano negli anni Novanta, per facilitare l’ingresso nell’euro, e Seat, che produceva appunto le celebri guide con gli indirizzi delle attività commerciali, era di proprietà di una società statale di nome Stet SpA. Bain investì nell’operazione 36 milioni, e del gruppo facevano parte anche De Agostini, Banca Commerciale Italiana e Telecom, le ultime due controllate dallo stato.
Bain aveva il 16 per cento delle azioni, il secondo investitore dopo Telecom; proprio a Telecom Italia la società americana vendette le sue azioni nel febbraio del 2000, durante la cosiddetta “bolla delle dot com” (ovvero le alte quotazioni delle azioni delle società che avevano a che fare con internet e l’informatica): Telecom Italia pagò le azioni di cui non era in possesso 14,6 miliardi, circa 17 volte la cifra a cui erano state acquistate. I profitti di Bain in questa operazione passarono attraverso una serie di società in Lussemburgo e rientrarono alla fine negli Stati Uniti, usufruendo di tassazioni molto favorevoli o del tutto assenti. Oggi, nota Bloomberg, l’intera Telecom Italia vale molto meno di quella cifra (circa 12,5 miliardi, con una perdita nel valore delle azioni del 90 per cento dal 2000) e Seat vale circa 57 milioni di euro.
Il caso della privatizzazione di Seat Pagine Gialle SpA è molto conosciuto in Italia, dove è stato oggetto di diverse indagini da parte della magistratura e della CONSOB (l’autorità di controllo sui mercati finanziari), che non hanno mai toccato Bain e non hanno portato a nessuna condanna. Sul caso sono stati scritti anche diversi libri. Quello che non era stato sottolineato era il ruolo della società di Romney nell’affare, in un periodo in cui i suoi guadagni e i suoi affari prima della candidatura sono uno dei temi più sensibili della campagna elettorale presidenziale."

http://www.ilpost.it/2012/08/08/romney-e-la-privatizzazione-di-pagine-gialle/

"It's just a ride"
William Melvin "Bill" Hicks, l'ultimo degli hippy, il primo dei complottisti (a comparire in TV).
PikeBishop
Inviato: 9/8/2012 22:00  Aggiornato: 9/8/2012 22:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Mitt Romney: la tragedia dentro la tragedia
Visto che e' piu' in tema posto questa traduzione anche qui:

JENNA JAMESON CHIARISCE LE RAGIONI DEL SUO APPOGGIO A ROMNEY

Preoccupata che il suo appoggio alla campagna presidenziale dell’ex Governatore del Massachusetts Mitt Romney possa portare a facili e gratuite battute e doppi sensi, la pornostar Jenna Jameson ha tenuto una conferenza stampa per spiegare la sua decisione apparsa sui titoli delle prime pagine.
Alla domanda di che cosa l’avesse subito attratta nel Sig. Romney, la Sig.na Jameson ha risposto: “E’ l’unica persona che ha assunto piu’ posizioni di quante ne abbia assunte io”.
L’attrice ha detto di avere approfonditamente esaminata la carriera del Sig. Romney e di essere stata particolarmente impressionata dal suo ruolo alla Bain Capital: “Penso che non vi sia nulla di piu’ americano che fottere per soldi gente che non conosci.”
Mentre il recente viaggio all’estero del sig. Romney ha provocato l’ilarita’ dei critici, la Sig.na Jameson ha esaltato la sua prova: “Ho rispetto per chi apre la bocca senza pensieri.”
L’attrice, che e’ apparsa nella parte di Holly D’abbraccio nel film Il Mercante Sporcaccione, non e’ sembrata preoccupata della turbinosa controversia sui conti bancari del Sig. Romney in Svizzera e alle Isole dei Caimani: “Ho esposto le mie fonti di reddito in parecchi posti all’estero”.
La Sig.na Jameson ha concluso la sua intervista reiterando il suo pieno appoggio al candidato del Partito Repubblicano: “Mitt Romney fara’a tutti in America quello che io ho gia’ fatto alla meta’ degli americani.”

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA