Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


Medicina : La proposta della Health Tax
Inviato da Redazione il 26/6/2012 5:04:16 (6676 letture)

di Eugenio Benetazzo

Ho avuto modo di parlarne recentemente anche in televisione, l'argomento è chiaramente antipopolare, ma una volta spiegati i benefici che verrebbero generati il consenso è stato veramente notevole con elevato apprezzamento. La Health Tax (volgarmente la tassa sulla salute) rappresenta uno dei sette pilastri sui quali poggia il piano di rilancio dell'economia italiana che ho proposto nella speranza che qualche forza politica se ne faccia portavoce (il primo pilastro è costituito dagli OTIF). La Tassa sulla Salute nasce con lo scopo principe di eliminare la tanto odiata IRAP che contribuisce con i suoi 40 miliardi di gettito alla copertura della spesa sanitaria (112 miliardi stimati per il 2012). Chi fa impresa sa che cosa significa pagare l'IRAP, un'imposta che grava sulle aziende a prescindere dalla effettiva redditività conseguita (vi rimando al calcolo del relativo imponibile per comprenderla fino in fondo). L'IRAP non esiste negli altri paesi occidentali, se provi a spiegarla ad un giornalista straniero, ti guarda come se gli stessi facendo una candid camera. Si parla tanto di rilanciare il lavoro in Italia, ma con la presenza di una questa tassa è impossibile raggiungere questo fine.

Proprio l'IRAP è inoltre ad essere maggiormente responsabile di un Total Tax Rate in Italia di oltre il 60%. Non è possibile pertanto eliminare l'IRAP se non si individua una copertura finanziaria residua di oltre 40 miliardi di euro di gettito annuo. L'IRAP può essere pertanto solo sostituita da un'altra imposta per adesso. La mia proposta prevede l'istituzione della Health Tax appunto, ovvero una tassa che non colpisce chi crea lavoro, occupazione e gettito fiscale, ma casomai che colpisce tutti i contribuenti fisici ...

... (quindi non le aziende) che devono partecipare alla spesa sanitaria in base a quanto gli stessi per ragioni di probabilità saranno imputati a generarla nel corso degli anni. Questo significa che qualora questa imposta venisse istituita i contribuenti italiani dovranno pagare in base a determinati livelli e parametri fisiologici caratterizzanti un determinato stile di vita alimentare. Ad esempio chi è obeso, chi fuma, chi beve smodatamente, chi non cura la propria salute, chi abusa di un regime alimentare ricco di zuccheri e proteine sarà chiamato a pagare notevolmente di più di chi invece non rientra in queste categorie.

Il calcolo dell'imposta avverrebbe attraverso un algoritmo che riepiloga le principali variabili fisiologiche dell'organismo umano (dai trigliceridi al colesterolo e così via). La Health Tax rappresenta una strada obbligata se vogliamo mantenere in piedi un sistema di assistenza sanitaria il più efficiente possibile in quanto genererebbe meccanismi virtuosi di consapevolezza e responsabilità nei contribuenti stessi, chiamati a rispondere per le loro scelte di vita. Un ragazzo obeso ad esempio è destinato a diventare un cardiopatico o un diabetico a 50 anni, e questo impatterà sui costi della spesa sanitaria complessiva negli anni a venire. Chi sceglie di ingozzarsi di hamburger o di fumare accanitamente è destinato ad avere una elevata probabilità di contrarre una neoplasia al colon o ai polmoni, rappresentando quindi attraverso le sue cure un costo da scaricare sulla fiscalità diffusa. La dinamica demografica che caratterizza il nostro paese al pari di altre economie occidentali non ci permette di mantenere in essere l'attuale modo di erogare prestazioni di assistenza sanitaria per i prossimi anni, obbligando ad alzare progressivamente la contribuzione privata obbligatoria (leggasi aumento dei ticket).

Con la Health Tax invece si creerebbero i presupposti per limitare i fenomeni di sovraconsumo (pensate ai farmaci da banco che vengono venduti in confezioni di quattro blister quando ne basterebbe solo una) o alle cure che devono essere riconosciute a chi ha abusato nella sua vita di un regime alimentare sconsiderato, nonostante i vari richiami del suo medico di base. Sappiate che solo il 30% degli italiani riceve cure ed assistenza dalla copertura sanitaria di Stato, il restante o si cura nel settore privato o non ne fruisce mai (per sua fortuna). Questo significa che la maggior parte di noi paga una quota consistente delle proprie imposte per far curare poco più che un terzo della popolazione. Infine voglio tranquillizzare i lettori impauriti: la Health Tax non presuppone il totale abbandono dello Stato nei confronti di un malato, paziente o infortunato, infatti i casi di emergenza con pericolo di vita verrebbero sempre e comunque garantiti a tutti. Quello con cui dobbiamo iniziare a convivere, soprattutto con l'esigenza di risanare il bilancio del nostro paese, è che non può essere più garantito un tipo di intervento ed assistenza globale a tutti, costi quel che costi. La necessità di abbassare il carico fiscale su ogni contribuente e soprattutto sulle piccole e medie imprese ci obbliga a rivedere la modalità di formazione della spesa sanitaria ed anche la sua stessa fruizione in base a livelli di ricchezza ed emergenza.

Eugenio Benetazzo

Fonte

Voto: 3.00 (5 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
giu42su
Inviato: 26/6/2012 7:21  Aggiornato: 26/6/2012 7:21
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/12/2006
Da:
Inviati: 50
 Re: La proposta della Health Tax
e come avverrebbe il controllo sulla salute, costringendoci a fare un check-up annuale da aggiungere alla dichiarazione dei redditi? e 60 milioni di analisi (annuali?) per determinare la tassa non influirebbero sul costo sanitario? e come ci si comporterà con le malattie ereditarie? e se i miei valori di transaminasi risultassero alti solo perchè ho abusato di alcool un paio di giorni e il resto dell'anno fossero regolari? mi sembra piuttosto complicato, ma potrei sbagliarmi

DjGiostra
Inviato: 26/6/2012 7:46  Aggiornato: 26/6/2012 7:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: La proposta della Health Tax
Bene !! cosi i lavoratori gia' tartassati per oltre il 70% prenderebbero
un'altra stangata !! Benissimo !!!
Un gran bel VAFFANCULO CI VUOLE !!!!

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
DjGiostra
Inviato: 26/6/2012 7:52  Aggiornato: 26/6/2012 7:52
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: La proposta della Health Tax
@Giu42su:
Citazione:
mi sembra piuttosto complicato, ma potrei sbagliarmi

Mi sa che non ti sbagli affatto !!

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
perspicace
Inviato: 26/6/2012 7:52  Aggiornato: 26/6/2012 7:52
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: La proposta della Health Tax
Azz guarda un idea geniale SE NON FOSSE che poi quando hanno bisogno di soldi non avranno più il bisogno di alzare l'Iva, basta avvelenarci! E saremo tutti cornuti e mazziati!

Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
Red_Knight
Inviato: 26/6/2012 8:04  Aggiornato: 26/6/2012 8:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: La proposta della Health Tax
Situazioni orwelliane dove lo stato ti sonda analmente ogni giorno per vedere come stai a parte, penso che in Italia accadrebbe così:

di default tutti pagano la contribuzione massima e per chi vuole pagare di meno una visita a suo carico presso il proprio medico di famiglia certifica l'eventuale buon livello di salute. Chi può permetterselo e/o è abbastanza furbo paga una tantum un medico disponibile per certificargli che è sano come un pesce anche se pesa 185 chili, beve, fuma, pippa e gioca con le motoseghe nei pressi dei binari del treno, mentre tutti gli altri finiscono con l'essere catalogati in fasce sanitarie più realistiche, e molti si beccano fascia B o C perché proprio il giorno della visita non hanno i valori a posto. Le vecchiette, ignare di qualsiasi novità burocratica, pagano direttamente il massimo e crepano d'infarto per la spesa entro l'anno. Nel frattempo lo stato, per far fronte alla diminuzione del gettito, alza progressivamente le soglie di buona salute e l'ammontare del contributo. Tutti pagano di più a prescindere, inoltre con i nuovi standard chi era malato è ora ancora più malato, e chi era sano è ora considerato malato pure lui. Dopo 15 anni i malati sono morti e i sani si sono comunque impoveriti al punto da ammalarsi e schiattare pure loro, e chi poteva è fuggito all'estero. Alla fine restano soltanto i parlamentari.

Ma al più autorevole economista fuori dal coro in Italia non poteva venire in mente qualcosa di meno geniale, che so, così a titolo di esempio, che basterebbe legalizzare le droghe per alleggerire la spesa pubblica (meno risorse dedicate per carceri, sanità e polizia) e al contempo aumentare le entrate (coi monopoli di stato)?

baciccio
Inviato: 26/6/2012 8:12  Aggiornato: 26/6/2012 8:18
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/1/2006
Da: Genova
Inviati: 536
 Re: La proposta della Health Tax
Citazione:
qualora questa imposta venisse istituita i contribuenti italiani dovranno pagare in base a determinati livelli e parametri fisiologici caratterizzanti un determinato stile di vita alimentare. Ad esempio chi è obeso, chi fuma, chi beve smodatamente, chi non cura la propria salute


Ottimo, e chi , sessantenne, logorato da oltre quarant'anni di lavoro operaio e con l'obbligo di lavorare ulteriori anni , che può fare per mantenerrsi in salute se non assentarsi dal per le cure atte a rimetterlo in sesto. Se non che, oltre un certo numero di giorni di malattia, tutto il surplus non viene conteggiato ai fini pensionistici e, da capo, deve recuperare i tempo perso a curarsi con ulteriore lavoro usurante. Non c'è alcun dolo- ad esempio- nell'aver i polsi logorati dall'artrosi, l'udito ridotto del trenta per cento per l'effetto del lavoro o di degenerazioni varie, o osteoporosi varie e diffuse a cagione dell'età. Che cosa si vuol far pagare ad un operaio con capacità lavorativa ridotta? non equivarrebbe a privarlo del tutto del poco salario rimastogli?Ottima proposta davvero, complimenti all' ideatore.

jack68
Inviato: 26/6/2012 8:24  Aggiornato: 26/6/2012 8:24
So tutto
Iscritto: 27/6/2009
Da:
Inviati: 8
 Re: La proposta della Health Tax
Seguo Benetazzo da un pò di tempo e già ero perplesso per certe sue posizioni (ad esempio appoggia le manovre del governo Monti). Ma qui ha toccato il fondo. Ma stiamo scherzando? Per esempio uno ha il colesterolo alto (e vi assicuro che può capitare anche senza uno stile di vita irregolare) e pure paga di più. Siamo alla follia pura.

Docnight
Inviato: 26/6/2012 8:27  Aggiornato: 26/6/2012 8:36
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/6/2012
Da:
Inviati: 293
 Re: La proposta della Health Tax
Citazione:
La Health Tax (volgarmente la tassa sulla salute)



Sarà volgare per quelli come Benettazzo per me è inglese, ma è solo questione di opinioni...

incredulo
Inviato: 26/6/2012 8:42  Aggiornato: 26/6/2012 8:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: La proposta della Health Tax
L'aspetto più allucinante di questo articolo non è la proposta assurda ed allucinante di uno Stato che ti imponga come stracazzo vivere con una divisione arbitraria tra "buoni" e "cattivi" punendo i cattivi che non vogliono vivere come qualcun altro ha stabilito per lui ma è l'assoluta faccia di bronzo con cui questo "guru" de noaltri afferma questo abominio.

Una faccettina da bravo ragazzo saccente che, dall'alto delle sue "conoscenze" ci illumina sul luminoso futuro che ci aspetta se seguiremo i precetti del "vivere sano", quelli del "politically correct" che sanno tanto di "morti viventi" tutti asserviti ai nuovi comandamenti, illuminandoci addirittura che nei "civilissimi" paesi scandinavi la proposta viene vista come possibile e addirittura quasi applicata.

Questo Benettazzo è spaventoso, se questa è la nuova razza umana del futuro povera Umanità, venduta per un piatto di lenticchie sull'altare dello Spread.

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
afabbri73
Inviato: 26/6/2012 8:44  Aggiornato: 26/6/2012 8:44
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/5/2011
Da:
Inviati: 302
 Re: La proposta della Health Tax
orca se l'hai capita! :) ma ci arriveranno tranquillo, ci arriveranno...

Rickard
Inviato: 26/6/2012 9:14  Aggiornato: 26/6/2012 9:34
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/9/2007
Da: Un mondo pervaso di follia
Inviati: 1609
 Re: La proposta della Health Tax
L’aspetto dell’articolo che più fa storcere il naso è che viene proposto come una soluzione per aiutare la gente, se fosse stata una ricetta per metterlo ancora più in culo alla popolazione sarebbe stato più credibile.

Come ha giustamente detto Red_Knight è risibile fare questo tipo di proposte facendo finta di non essere in Italia per quel che riguarda il rapporto fra cittadini e istituzioni, per cui su una cosa del genere, dove ogni medico dovrebbe certificare lo stato di salute dei propri pazienti, si verificherebbero tanti e tali fenomeni di corruzione che il meccanismo s’incepperebbe in un batter d’occhio.

Immagino poi che nel mondo di Benetazzo lo Stato che fa la “Health Tax” rinunci ai monopoli di stato sulle sigarette, vero? O magari no… Dopotutto lo stesso stato che rompe i coglioni con la repubblica fondata sul lavoro è anche biscazziere e monopolista dei giochi d’azzardo. Miracoli del bispensiero.

Il vero costo della sanità non è il numero delle prestazioni di cura elargite (infatti anche Benetazzo dice che solo il 30% dei malati si rivolge al SSN), bensì nelle elefantiache dimensioni dell’apparato in sé, intrinsecamente corrotto e contaminato dalla politica.

Citazione:
Infine voglio tranquillizzare i lettori impauriti: la Health Tax non presuppone il totale abbandono dello Stato nei confronti di un malato, paziente o infortunato, infatti i casi di emergenza con pericolo di vita verrebbero sempre e comunque garantiti a tutti.

Parafrasando: Non preoccupatevi, non ve lo schiocco tutto in culo in una volta sola, in casi di emergenza la vaselina sarà comunque garantita a tutti.

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. - Nikola Tesla
VIPER
Inviato: 26/6/2012 9:18  Aggiornato: 26/6/2012 9:18
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/6/2009
Da:
Inviati: 557
 Re: La proposta della Health Tax
Volevano fare un TSO al Benetazzo, ma quando si sono resi conto che era affetto dal morbo della "Testa di Cazzulos" hanno capito che sarebbe stato molto più utile tenerselo così.

fase
Inviato: 26/6/2012 9:26  Aggiornato: 26/6/2012 9:26
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/3/2004
Da: malpensa
Inviati: 41
 Re: La proposta della Health Tax
per me benetuzzo ormai e un venduto, mi piaceva molto di piu 7 anni fa quando l'ho conosciuto( sempre su web) e numeri alla mano spiegava la crisi che stava arrivando. la sua proposta di aquistare oro o azioni di miniere d'oro era a dir poco ottima(400 dollari oncia).
ora invece di mettere il dito nella piaga spara queste minchiate.
che sia sotto effetto di qualche sostanza?
eco a cosa servono le tasse
http://paolofranceschetti.blogspot.it/2012/06/cosa-servono-le-tasse-e-in-particolare.html

Aigor
Inviato: 26/6/2012 9:32  Aggiornato: 26/6/2012 9:32
Ho qualche dubbio
Iscritto: 1/7/2011
Da: GE
Inviati: 211
 Re: La proposta della Health Tax
Condivido in pieno tutto quanto scritto finora. Peccato, avevo seguito Benetazzo con interesse, ma da un po' di tempo a questa parte ciò che scrive è agli antipodi del mio modo di pensare...
A quando una tassa sui nei? Perché chi ha molti nei potrebbe gravare sul servizio sanitario nazionale in quanto possibile futuro malato di melanoma...

La violenza è l'ultimo rifugio degli incapaci
(I. Asimov - Il crollo della galassia centrale)
edo
Inviato: 26/6/2012 9:37  Aggiornato: 26/6/2012 9:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 9/2/2006
Da: casa
Inviati: 4529
 Re: La proposta della Health Tax
Minchia! Sembra che per potersi atteggiare a economisti, sia ormai necessario immaginare nuove tasse, pare siano le uniche con virtù mirifiche.

Colgo l'occasione per rinnovare il mio personale e algoritmico vaffanculo a benecazzo e unitamente chiedo a Massimo: c'è proprio bisogno di spalmare questa merda sul sito? A quando la pubblicazione in home degli articoli di politica estera di Guido Olimpio, o un link diretto a Aldo Forbice?

Avrei un'immagine da aggiungere ma non ci riesco, come si fa?

complo
Inviato: 26/6/2012 9:38  Aggiornato: 26/6/2012 9:38
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: La proposta della Health Tax
Ripeto quello che ho detto sull' altro articolo di Benetazzo.
A me sconvolge ci fosse chi lo riteneva un "guru" prima e lo "perculeggia" adesso.
Benetazzo dice idiozie intollerabili alla mente umana da SEMPRE.
Le diceva sul signoraggio, le diceva sulle banche, le diceva sull' economia EU, sull' economia USA , sull dollaro, sull' euro, su praticamente tutto.
In un mondo normale sarebbe stato chiamato a fare lo scemo del villaggio in piazza mentre i bambini gli tiravano torte in faccia per divertimento.
E invece aveva "credibilità" e, spiace dirlo, è la controinformazione che gliene ha data......

JohnTitor
Inviato: 26/6/2012 9:41  Aggiornato: 26/6/2012 9:41
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/11/2010
Da: Tampa
Inviati: 602
 Re: La proposta della Health Tax
OT

quando si dice che l'Europa e l'euro sono creazioni massoniche.

Guardate sul Sole 24 ore di oggi l'occhio di Orus in bella vista nell'immagine:

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2012-06-26/pieni-poteri-bilanci-064823.shtml?uuid=Ab3dUFyF

Poi dicono che non ci sono complotti.

complo
Inviato: 26/6/2012 10:05  Aggiornato: 26/6/2012 10:05
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: La proposta della Health Tax
Citazione:
per me benetuzzo ormai e un venduto, mi piaceva molto di piu 7 anni fa quando l'ho conosciuto e numeri alla mano spiegava la crisi che stava arrivando. la sua proposta di aquistare oro o azioni di miniere d'oro era a dir poco ottima(400 dollari oncia).


Sei sicuro dicesse nel 2005 che stava per arrivare la crisi ed era meglio comprare oro?
Io in rete non ho trovato nulla del 2005.
Ho trovato invece tantissimo DOPO, ma qualunque mago oronzo sa dire DOPO "io l'avevo detto". Il trucco è proprio lì, dire che si era detto qualcosa che NON si era detto, il 99% delle persone si convince che lo hai detto davvero.

alsecret7
Inviato: 26/6/2012 10:27  Aggiornato: 26/6/2012 10:27
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/6/2007
Da:
Inviati: 561
 Re: La proposta della Health Tax
ma a benetazzo che cip glianno messo intesta per diventare cosi sciocco!! una volta lo stimavo! non ci sim puo fidare piu di nessuno ormai!

Sertes
Inviato: 26/6/2012 10:28  Aggiornato: 26/6/2012 10:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: La proposta della Health Tax
L'idea in sè non è neanche male, se fosse la decima o undicesima proposta, e se fosse solo una misura migliorativa.

Cioè se fosse: "inoltre, il lavoratore che può e vuole dimostrare una salute migliore della media, può produrre la documentazione relativa per usufruire di un ulteriore sconto." allora sarei anche d'accordo.

Invece così è solo una maschera per dire "togliamo l'irpef alle aziende e lo facciamo pagare i dipendenti". Perchè l'articolo questo dice.
E per dirlo deve inventarsi lo specchietto per le allodole del pagamento progressivo in base alla salute.
Ma è sempre un pagamento relativo: se 40 miliardi devono essere, se anche fossimo tutti in perfetta salute domani stesso pagheremmo tutti uguale e ci suddivideremmo lo stesso 40 miliardi.

"Letto e debunkato" (cit.)

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
blasco
Inviato: 26/6/2012 10:56  Aggiornato: 26/6/2012 10:56
So tutto
Iscritto: 18/6/2012
Da:
Inviati: 9
 Re: La proposta della Health Tax
Benetazzo ha un pò di tempo che fa acqua da tutte le parti, non capisco cosa è successo anche perchè è stato proprio lui che mi ha aperto gli occhi su alcune tematiche(signoraggio bancario, cospirazioni delle multinazionali..). Comunque pensò che in Italia il problema sulla sanità non sia legato all'IRAP bensì bisogna toccare tutti i sui punti per fare le cose per bene. Voglio copiare e incollare la sezione "salute" del programma di Grillo:
L’Italia è uno dei pochi Paesi con un sistema sanitario pubblico ad accesso universali. Due fatti
però stanno minando alle basi l’universalità e l’omogeneità del Servizio Sanitario Nazionale: la
devolution, che affida alle Regioni l’assistenza sanitaria e il suo finanziamento e accentua le
differenze territoriali, e la sanità privata che sottrae risorse e talenti al pubblico. Si tende inoltre ad
organizzare la Sanità come un’azienda e a far prevalere gli obiettivi economici rispetto a quelli di
salute e di qualità dei servizi.
GRATUITÀ DELLE CURE ED EQUITÀ DI ACCESSO
• Garantire l’accesso alle prestazioni essenziali del Servizio Sanitario Nazionale universale e
gratuito
• Ticket proporzionali al reddito per le prestazioni non essenziali
• Monitorare e correggere gli effetti della devolution sull’equità d’accesso alla Sanità
FARMACI
• Promuovere l’uso di farmaci generici e fuori brevetto, equivalenti e meno costosi rispetto ai
farmaci “di marca” (che in Italia costano spesso di più che all’estero) e più sicuri rispetto ai
prodotti di recente approvazione
• Prescrizione medica dei principi attivi invece delle marche delle singole specialità (come
avviene ad esempio in Gran Bretagna)
INFORMAZIONE
• Programma di educazione sanitaria indipendente pubblico e permanente sul corretto uso dei
farmaci, sui loro rischi e benefici
• Politica sanitaria nazionale di tipo culturale per promuovere stili di vita salutari e scelte di consumo
consapevoli per sviluppare l’autogestione della salute (operando sui fattori di rischio e di protezione
delle malattie) e l’automedicazione semplice
• Informare sulla prevenzione primaria (alimentazione sana, attività fisica, astensione dal fumo) e
sui limiti della prevenzione secondaria (screening, diagnosi precoce, medicina predittiva),
ridimensionandone la portata, perché spesso risponde a logiche commerciali
• Sistema di misurazione della qualità degli interventi negli ospedali (tassi di successo, mortalità,
volume dei casi trattati ecc.) di pubblico dominio
MEDICI
• Proibire gli incentivi economici agli informatori “SCIENTIFICI” sulle vendite dei farmaci
• Separare le carriere dei medici pubblici e privati, non consentire a un medico che lavora in
strutture pubbliche di Operare nel privato
• Incentivazione della permanenza dei medici nel pubblico, legandola al merito con tetti massimi
alle tariffe richieste in sede privata
• Criteri di trasparenza e di merito nella promozione dei primari
ORGANIZZAZIONE
• Liste di attesa pubbliche e on line
• Istituzione di centri unici di prenotazione on line
• Convenzioni con le strutture private rese pubbliche e on line
• Investire sui consultori familiari
• Limitare l’influenza dei direttori generali nelle ASL e negli ospedali attraverso la reintroduzione
dei consigli di amministrazione
LOTTA PER IL DOLORE
• Allineare l’Italia agli altri Paesi europei e alle direttive dell’Organizzazione
Mondiale della Sanità (OMS) nella lotta al dolore. In particolare per l’uso degli oppiacei (morfina e
simili)
RICERCA
• Possibilità dell’8 per mille alla ricerca medico-scientifica
• Finanziare la ricerca indipendente attingendo ai fondi destinati alla ricerca militare
• Promuovere e finanziare ricerche sugli effetti sulla salute, in particolare legate
alle disuguaglianze sociali e all’inquinamento ambientale dando priorità ai ricercatori indipendenti
• Promuovere la ricerca sulle malattie rare e spesare le cure all’estero in assenza di strutture
nazionali
• Introdurre, sulla base delle raccomandazioni dell’OMS, a livello di Governo centrale e regionale,
la valutazione dell’impatto sanitario delle politiche pubbliche, in particolare per i settori dei
trasporti, dell’urbanistica, dell’ambiente, del lavoro e dell’educazione
AMMINISTRATORI PUBBLICI
• Eliminazione degli inceneritori
• Introduzione del reato di strage per danni sensibili e diffusi causati dalle politiche locali e
nazionali che comportano malattie e decessi nei cittadini nei confronti degli amministratori
pubblici (ministri, presidenti di Regione, sindaci, assessori).

fonte: http://www.beppegrillo.it/iniziative/movimentocinquestelle/Programma-Movimento-5-Stelle.pdf

Vitriolum
Inviato: 26/6/2012 11:06  Aggiornato: 26/6/2012 11:06
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 202
 Re: La proposta della Health Tax
Citazione:
Ma è sempre un pagamento relativo: se 40 miliardi devono essere, se anche fossimo tutti in perfetta salute domani stesso pagheremmo tutti uguale e ci suddivideremmo lo stesso 40 miliardi.


ma per la miseria! non mi sembra un concetto così difficile, grazie Sertes

...ad ogni modo, la cosa ancor più divertente è che i maggiori problemi di salute si hanno nelle zone più povere

alimentazione in primis, il sud dovrebbe essere quello messo meglio (come clima e prodotti alimentari) invece è dove la percentuale di obesità e problemi cardiovascolari è enormemente più alta

---

che bello il tiro al bersaglio, io allora dico..prendiamocela con i ciccioni

consumano un sacco di cibo, soffrono tremendamente di caldo quindi usano molta aria condizionata, cagano molto quindi sovraccaricano il sistema fognario, soffrono di un sacco di patologie croniche che ci costano un sacco di soldi

---

siamo seri: serve un nuovo sistema fiscale e una nuova costituzione al più presto

soluzione? una buona idea sarebbe questa http://www.partitoitalianuova.it/il-fisco-nellitalia-nuova

REMEMBER YOURSELF, ALWAYS AND EVERYWHERE
noalgregge
Inviato: 26/6/2012 11:07  Aggiornato: 26/6/2012 11:37
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2010
Da:
Inviati: 307
 Re: La proposta della Health Tax
E' ufficiale! a Benetazzo gli scoreggia il cervello.

"Non troverai mai la verità se non sei disposto ad accettare anche ciò che non ti aspetti." Eraclito
Pyter
Inviato: 26/6/2012 11:16  Aggiornato: 26/6/2012 11:35
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: La proposta della Health Tax
Sono totalmente d'accordo con l'articolo e mi chiedo come mai nessuno ci abbia pensato prima.

Una tassa sulla prostata.

Senza dimenticare il miglioramento nello stile di vita, considerando che, nel passato come oggi, prima si pagavano le tasse e poi, poichè a ogni causa segua un effetto, bisognava andare a farsi l'esame delle urine.

In futuro invece, per preservare la salute, prima si dovrà fare l'esame delle urine, per prevenzione, e poi pagare le tasse.

Insomma, sarà una tassa Irap più piccola: un'Irapina.

Il documento da presentare firmato dal medico con l'elenco dei disturbi si potrebbe chiamare ProstataLista o ProStatalista a seconda dei gusti.


EU GENIO BENETAZZO FOR PRESIDENT!

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
infosauro
Inviato: 26/6/2012 11:34  Aggiornato: 26/6/2012 11:36
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/5/2008
Da: questo mondo (credo)
Inviati: 2376
 Re: La proposta della Health Tax
Citazione:
[...]Ma al più autorevole economista fuori dal coro in Italia non poteva venire in mente qualcosa di meno geniale, che so, così a titolo di esempio, che basterebbe legalizzare le droghe per alleggerire la spesa pubblica (meno risorse dedicate per carceri, sanità e polizia) e al contempo aumentare le entrate (coi monopoli di stato)?

Red, mi pare che Benettazzo sia a favore della legalizzazione delle droghe.
Per quanto riguarda l'argomento in questione io proporrei, laddove sia accertato che la malattia sia colpa di un comportamento errato ed evitabile (ad esempio il fumo) della persona, di far pagare il costo completo della cura necessaria a quella persona. L'accertamento lo si può fare tranquillamente al momento della cura senza introdurre tasse e/o visite obbligatorie.

"It's just a ride"
William Melvin "Bill" Hicks, l'ultimo degli hippy, il primo dei complottisti (a comparire in TV).
socratiko
Inviato: 26/6/2012 11:44  Aggiornato: 26/6/2012 11:44
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/4/2010
Da:
Inviati: 105
 Re: La proposta della Health Tax
Geniale, cribbio!

Innazi tutto geniale l'idea che tutto questo sia per favorire le imprese...eh beh, mica che noi stalinisti non vogliamo favorire le imprese?

Poi, nel paese del 98% dei reati impuniti (e solo quelli denunciati, sia chiaro) ci manca proprio un'altra gabella da imporre ai nemici e da interpretare per gli amici (come ogni legge).

In ultimis, ma proprio perchè è la più clamorosa: l'idea di assoggettare la "qualità" fisica alla fiscalità...un'idea che neppure Michel Foucault avrebbe mai immaginato nelle sue analisi.

O meglio, ho letto romanzi di Science-fiction dove scenari del genere si presentavano...ma ogni volta erano funzionali a rappresentare un regime oppressivo contro cui ribellarsi.

Si potrebbe parlare della questione della salute come
determinante genetica (diabete, carie, obesità, colesterolo, osteoporosi, allergie, etc) come determinante politica (e se vi costruiscono un'inceneritore accanto casa? Cazzi vostri: pagate!) oltre che come determinante socio-economica (se siete ricchi, potete curarvi meglio e prevenire, mangiare meglio e prevenire, abitare in posti più sani e prevenire...)

Insomma, quello che configura una tassa del genere è sempre la stessa legge cara ai darwinisti sociali: essere poveri costa caro.

Ma anche solamente una domanda, che pongono solamente gli anarco-insurrezionalisti (come siamo quasi tutti noi alfabetizzati):
ma toccare gli sprechi di quei cazzo di 112 miliardi di euro di spesa sanitaria?

Voglio dire, in Sicilia ci sono più aziende sanitarie PRIVATE convenzionate con lo Stato che IN TUTTO IL RESTO DI ITALIA MESSO INSIEME...

E il processo a Cuffaro ha dimostrato come venivano stilate le convenzioni dei prezzi: nei retrobottega del sarto di Cuffaro.

Ora certo, lo sappiamo: se tassi i cittadini, fanno un paio di scioperi.
Se tassi la Mafia, ti fanno un paio di bombe...o anzi meglio, magari fanno uscire un paio di foto...fanno "pentire" un paio di esecutori già in carcere per sputtanare qualcuno...

ricordatevi che sono finiti i tempi dei corleonesi: adesso è tornato la mafia dei colletti bianchi.

Rileggetevi "i pugnalatori" di Sciascia, sul primo parlamento italiano, a fine '800. C'è da imparare...

vuotorosso
Inviato: 26/6/2012 11:49  Aggiornato: 26/6/2012 11:49
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: La proposta della Health Tax
Giá al titolo mi girano i coglioni, quando vedo una cazzo di tassa pagata dagli italiani in lingua inglese. Andiamo avanti con la lettura ora.

FedeV
Inviato: 26/6/2012 12:12  Aggiornato: 26/6/2012 12:12
Mi sento vacillare
Iscritto: 18/10/2006
Da:
Inviati: 445
 Re: La proposta della Health Tax
Cos'è un articolo candid camera?

Metti che il Benettazzo fosse nato obeso di quelli che neanche col bypass intestinale......si sarebbe sentito in dovere di pagarsi da solo le cure mediche per non gravare sulla collettività solo perchè un giorno forse fa un infarto prima di me?

A Benetta' senti questa: perchè intanto non cominciamo ad indagare sul perchè le forniture ospedaliere costano l'ira di dio e finiamo con amministratori onesti che non sprecano risorse? Troppo facile vero? Sai mi romperebbe i coglioni andare dal commercialista con gli esami del sangue e delle urine.....

Red_Knight
Inviato: 26/6/2012 12:17  Aggiornato: 26/6/2012 12:19
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: La proposta della Health Tax
@infosauro

La tassa sull'autolesionismo esite già: il fumo e l'alcool sono monopoli di stato (e a mio parere è anche giusto che sia così). Lo stato non può lucrare sui veleni e poi tassarti perché sei suoi cliente.
Ad ogni modo, se il principio è giusto (comunque solo in minima parte), sappiamo benissimo che in Italia una sua implementazione sarebbe impraticabile, soprattutto così a cazzo senza ben altre riforme prima (e questo sarebbe addirittura "il secondo pilastro"!). Inoltre, anche la legalizzazione delle droghe è un argomento un po' propagandistico , l'ho citato solo perché, dovendo proprio proporre "pilastri", sarebbe sicuramente migliore e prioritario rispetto alla vaccata dell'articolo. Tutte le proposte grilline sono già molto migliori, il problema è che in realtà il realismo suggerisce che manovre che vanno contro i poteri forti (la mafia, tornando all'esempio delle droghe) non possono essere attuate in questo periodo, soprattutto da un governo come quello di Monti.
Siamo bravi tutti a immaginare la ridistrubizione delle terre e la fucilazione sulla pubblica piazza dei politici corrotti - e abbiamo senz'altro ragione nel proporlo - però sono cose che non hanno alcun effetto. Un bravo economista suggerirebbe correzioni strutturali a costo zero. Per esempio si potrebbe facilmente riformare la gestione dei fondi della pubblica amministrazione e a scuole, ospedali, uffici, etc, senza scontentare nessun potente e senza tagliare alcun servizio o danneggiare comunque i più deboli. Ma toccherebbe studiarsi un po' di logistica e ascoltare chi del mestiere, e chiaramente né i politicanti che ci ritroviamo né gli autorevoli economisti hanno l'immaginazione e l'umiltà necessarie altrimenti non sarebbero politicanti né avrebbero bisogno di autoproclamarsi economisti.

Pyter
Inviato: 26/6/2012 12:20  Aggiornato: 26/6/2012 12:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: La proposta della Health Tax
Capisco che si possa essere scettici sulla Herpes Tax, e non lo nego, ma dopotutto sarebbe un esperimento interessante.

Per esempio ci sarebbe la curiosità di sapere a quanto ammonterebbe una Insane Tax applicata dallo Stato quando uno viene trovato malato di Complottismo... anche perchè la malattia complottica implica un sacco di fattori degenerativi, come l'anarco insu-rene-zionale, apatia, incapacità di comunicare con gli altri, asocialità, una vita per-dente, sfiducia negli altri, intrattabilità, tendenze nichiliste.

E poi:
Un TSO garantirà un'esenzione totale dal pagamento?

Capisco che siano cose che abbisognino di discussioni etiche più approfondite e che tocchino corde tese da idee filosofiche trasversali, ma con una lunga campagna di discussione sul tavolo delle trattative politiche si potrà aprire un dibattito che interessi il mondo intellettuale prima e quello dei cittadini poi, in una dialettica che preservi l'idea base sviluppatasi di conseguenza e che partorisca un qualcosa di condiviso a livello legislativo.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
Giano
Inviato: 26/6/2012 12:30  Aggiornato: 26/6/2012 12:30
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/3/2011
Da:
Inviati: 1424
 Re: La proposta della Health Tax
Dall'articoloCitazione:
Infine voglio tranquillizzare i lettori impauriti: la Health Tax non presuppone il totale abbandono dello Stato nei confronti di un malato, paziente o infortunato, infatti i casi di emergenza con pericolo di vita verrebbero sempre e comunque garantiti a tutti.


Iniziate a pregare. (cit. E.B.)

alexbell64
Inviato: 26/6/2012 12:49  Aggiornato: 26/6/2012 12:49
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/9/2007
Da:
Inviati: 238
 Re: La proposta della Health Tax
Quindi, se ho ben afferrato ciò che Benettazzo propone con questa Healt Tax, si scaricherebbe e si addosserebbe la "colpa" di essere ammalati sui contribuenti? Della serie, stai male perchè mangi troppo, fumi, bevi, non fai sport, non dormi le ore giuste, non fai lo yoga eccc, quindi ti multo, ti penalizzo, ti faccio pagare un sacco di soldi in più? E le malattie congenite? E gli esiti di incidenti, verrebbero trattati alla stessa maniera, perchè mi sono fatto male per mia negligenza, perchè non sono stato abbastanza attento? Anche se mi faccio male lavorando in ambienti a rischio, oppure malsani, o anche nel caso di incidenti stradali, magari per il ghiaccio oppure quando mi investe qualcun'altro? E' un modo che mi sembra spietato di considerare le persone, addossandone ai singoli le responsabilità delle proprie condizioni.....in certi casi verrebbe da pensare così, perchè effettivamente ci sono persone che sembra lo facciano apposta a farsi del male ed a compromettere la propria salute con certi stili di vita, ma a Benettazzo non viene mai in mente che spesso, determinati comportamenti esistono perchè sono una risposta, uno sfogo, una conseguenza di condizioni di vita, di situazioni personali, di debolezze intrinseche, di reazioni ai mille e poi mille squallori e miserie che si possono incontrare durante le disgraziate esistenze di ogni persona? Prendete un poveraccio, come ne conosco io tanti, di qualche cittadina depressa, magari sbarca il lunario con qualche umile mestiere per 10-12 ore al giorno, non ha nemmeno più una famiglia, quando torna a casa tra le sue squallide quattro mura dove paga fior di affitto, il signor Benettazzo pensa che abbia così voglia di farsi da mangiare in stile macrobiotico, cucinando alghe e riso integrale, e di indossare tuta e scarpe ed andare a fare jogging per tenere basso il suo colesterolo? Che costui si tolga anche le sigarette giornaliere, mentre lava i cessi in qualche condominio, oppure mentre spala terra e immondizia, perchè potrebbe aumentare le propabilità di contrarre un cancro ai polmoni?? Benettazzo crede che tutti vivano in una bella casina linda, pulita, ordinata, con situazioni famigliari e/o personali a posto, e che tutto sia solo di scelte dell'individuo....una specie di popolazione fatta di bambinoni viziati e deresponsabilizzati, da strigliare adeguatamente imponendogli balzelli punitivi se non rispettano pedissequamente le direttive della Buona Salute? Benettazzo dovrebbe mollare un po' la penna e il computer e vivere qualche mese come certe persone di mia conoscenza, in certe situazioni quotidiane....poi vediamo se il livello di colesterolo o il chilo in più o in meno diventano la sua principale preoccupazione....

gelu
Inviato: 26/6/2012 12:54  Aggiornato: 26/6/2012 12:54
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/10/2008
Da:
Inviati: 191
 Re: La proposta della Health Tax
Io ho il diabete da 10 anni ma, per fortuna, da quando ho conosciuto il blog di Valdo Vaccaro, non ho (quasi) più bisogno di insulina. Che fare, in questo caso? e poi, oltre alle malattie dovute al lavoro, che fare con le malattie dovute all'inquinamento (di cui nessun cittadino è responsabile)? gli inceneritori, per esempio.....

VIMS
Inviato: 26/6/2012 13:02  Aggiornato: 26/6/2012 13:02
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/11/2011
Da: Ai piedi del monte
Inviati: 334
 Re: La proposta della Health Tax
@Red_Knight

Siamo bravi tutti a immaginare la ridistrubizione delle terre e la fucilazione sulla pubblica piazza dei politici corrotti - e abbiamo senz'altro ragione nel proporlo - però sono cose che non hanno alcun effetto. Un bravo economista suggerirebbe correzioni strutturali a costo zero. Per esempio si potrebbe facilmente riformare la gestione dei fondi della pubblica amministrazione e a scuole, ospedali, uffici, etc, senza scontentare nessun potente e senza tagliare alcun servizio o danneggiare comunque i più deboli. Ma toccherebbe studiarsi un po' di logistica e ascoltare chi del mestiere, e chiaramente né i politicanti che ci ritroviamo né gli autorevoli economisti hanno l'immaginazione e l'umiltà necessarie altrimenti non sarebbero politicanti né avrebbero bisogno di autoproclamarsi economisti. I

Il tuo discorso è molto pragmatico, complimenti per la lucidità. Temo che però quelle persone che si dovrebbero occupare di una corretta gestione sarebbero ricattabili stipendiabili come gli attuali gestori. IMHO, naturalmente.

Per quanto riguarda l'articolo condivido alcuni commenti in cui si evince che ognuno deve prendersi per le proprie responsabilità (in tutti gli ambiti della vita sociale e privata), pagando di conseguenza qualora si sbagli.

Potrebbe essere una buona soluzione...

VIMS

La Virtù sta nel mezzo
Calvero
Inviato: 26/6/2012 13:11  Aggiornato: 26/6/2012 14:03
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: La proposta della Health Tax
Citazione:
Un ragazzo obeso ad esempio ....


.. il padre lo lega al paraurti della sua macchina e gli fa fare 10 chilometri al giorno; o comincia a correre [e senza lamentarsi] oppure l'asfalto gli consuma le gambe fino alle ginocchia, finché non gli passa la voglia di ingozzarsi e di stamparsi davanti alla televisione. Se muore, uno di meno.

---==)*(==---

Detto questo, non ho capito se questi articoli siano un divertissement a titolo terapeutico per un LC che ha toni troppo seriosi, o se sia una terapia che il dottore della MUTUA americana ha ordinato al nostro Boss. In ultimo, forse, un Test di Massimo sulle nostre capacità cognitive. Chi lo sa.

Una cosa è certa, questi articoli hanno successo.
Se da una parte ci invitano positivamente ad auto-considerazioni che saggiano la nostra ricettività nell'identificare i contorni della nostra realtà sempre più surreale, dall'altra mi dicono negativamente del nostro gusto per l'orrido, insomma - lo si ammetta - qualcosa di morboso ci spinge ad avere soddisfazioni non da poco a deridere le stronzaggini; una catarsi cautelativa che ci conferma (si legga, rassicura) da quale parte della barricata stiamo osservando il mondo. Forse inconsciamente si ha bisogno di questi sprazzi di nero, e proprio in nome e per la Legge cosiddetta del contrappasso: ---> osservare le brutture oscure a cui può giungere intellettualmente un EU-Genio (parafrasando Pyter) ... forse ci dice che la luce e i suoi contrasti sono in altre sedi. E Perlomeno! (o "sticazzi" a seconda del gergo più o meno triviale).

Magari a questo punto: - allora una Legge che imponga Tasse esose a chi va ai concerti di Ligabue o della Pausini. Lo troverei più sano, civile e corretto con, in aggiunta per i Fan, uno "scivolo in salita" (bella questa) che aumenti a 80 anni l'età minima per la pensione.

---==)*(==---

Un po più seriamente.

Antropologicamente è interessante notare il degrado di quelli che vorrebbero combattere il Sistema conservandone la struttura e, fondamentalmente, la filosofia. "Uomini" (molto tra virgolette) che sono DIECI TACCHE sotto a quelle bravissime persone che vendevano l'anima al Diavolo. Almeno lì qualcosa di più eroico e metafisicamente sacrificale, nonché con una certa dignità rivoluzionaria, aveva il suo perché. In un certo senso, a parte un passaggio temporale ristretto di AGI in ambito umano, dopo dovevi sorridere tutto il tempo a Caronte con sincera gratitudine.

Questo degrado invece è per certi versi sorprendente...

....dopo i bambini indaco, gli uomini marroni.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
fefochip
Inviato: 26/6/2012 13:13  Aggiornato: 26/6/2012 13:13
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: La proposta della Health Tax
faccio una premessa doverosa :
credo che benettazzo sia una persona in buonafede ovvero una persona che cerca con le sue idee e proposte un bene comune che in questo caso si risolve , in estrema sintesi , in un razionamento delle risorse facendo pagare chi più si "comporta male" un po come chi sporca di piu o inquina di piu traslando il concetto nel campo dell'ambiente.

non è un concetto difficile da capire ....
chi ha comportamenti "autodistruttivi" oltre a far del male a se (e quindi alla società in quanto individuo facente parte di una società) fa del male, in termine di costi, anche alla società che sene occupa e lo cura .

quindi apparentemente questa idea potrebbe sembrare arguta mentre invece a mio avviso non solo è pericolosa per la poca libertà che ormai abbiamo ma contraria all'anima stessa dell'uomo.
un idea piu stronza sinceramente era difficele concepirla perchè ammantata di razionalità e giustizia in realtà porta con se deleterie controindicazioni che cerco ora di andare a spiegare.

chi decide quale è un comportamento sbagliato per la salute?
e soprattutto chi decide e COME SI DETERMINANO I COMPORTAMENTI CORRETTI?

facciamo l'esempio del colesterolo alto.

oggi si ritiene che un insieme di fattori insieme al colesterlo alto (ma quanto alto ? poi lo vediamo) sono la causa delle malattie cardiache.
nessuno se sentirebbe di obiettare a tale verità che ci è stata imposta come al solito a suon di propaganda.
tanto per cominciare la soglia del colesterolo è stata abbassata via via nel corso del tempo tanto da far pensare male ovvero che le case farmaceutiche spingessero in qualche modo i medici (per favore non cominciamo con le stronzate sappiamo tutti benissimo di questi "inciuci" e non facciamo i finti tonti)per abbassare questo limite in modo da creare nuovi "clienti" di pasticche anticolesterolo ovvero statine)
il limite del colesterolo è una panzana inventata di sana pianta e non ci sono prove scientifiche a sostegno dell'ipotesi di colesterolo =malattie cardiovascolari
esistono solo dati statistici che come sappiamo è molto facile manipolare per esempio senza tenere conto di altri fattori o semplicemente interpretazioni falsate proprio dall'ignoranza del tema.

chi decide quale è il comportamento da tenere?
se ad esempio ho il colesterolo alto e NON sono obeso che facciamo?
per pagare la tassa devo mettermi a dieta (basta la buona volontà ) oppure pago le tasse in base a quanto dovrei pesare ....e dovrei pesare in base a cosa ?

insomma il passo da qui al TSO è rischiosamente breve.

ma l'aspetto piu atroce e disumano della vicenda a mio avviso si nasconde in un particolare molto piu generale da considerare ovvero il libero arbitrio.

tra l'altro l'idea è a mio avviso notevolmente stupida
Citazione:
Ad esempio chi è obeso, chi fuma, chi beve smodatamente, chi non cura la propria salute, chi abusa di un regime alimentare ricco di zuccheri e proteine sarà chiamato a pagare notevolmente di più di chi invece non rientra in queste categorie. Il calcolo dell'imposta avverrebbe attraverso un algoritmo che riepiloga le principali variabili fisiologiche dell'organismo umano (dai trigliceridi al colesterolo e così via).

come lo facciamo questo "algoritmo" ?
ogni volta che mangiamo lo mettiamo nella dichiarazione dei redditi?
facciamo un bel F24 per merenda?

ma le cazzate che scrive uno le rilegge ogni tanto?

scusate ma non facciamo prima a passare alla gestione completamente privata della sanità (tranne il pronto soccorso?)?

se dobbiamo assumere come nuovo principio che chi piu "pesa" sulla società piu paga non è meglio lasciare allora tutto al privato ?

stai male ?sei obeso ? cazzi tuoi paghi e basta .
stai bene ? non paghi

mi pare molto meno ipocrita e infame questa soluzione che quella proposta dalla mente di benettazzo che sinceramente mi duole dirlo ma mi pare sta delirando ultimamente.

tra l'altro adesso visto che ha passato veramente il segno (da persona magra e in salute ...spero per lui)
sentite quei che dice :
Citazione:
Quello con cui dobbiamo iniziare a convivere, soprattutto con l'esigenza di risanare il bilancio del nostro paese, è che non può essere più garantito un tipo di intervento ed assistenza globale a tutti, costi quel che costi.

io invece faccio un altra proposta:
visto che ci sono persone come lui che speculano in borsa contribuendo a creare squilibri tra mercato REALE e mercato completamente fittizio direi tanto per cominciare di vietare le speculazioni in borsa e di non rompere i coglioni ai malati che già pagano in prima persona con i loro malesseri i loro sconsiderati comportamenti.

insomma se proprio vogliamo parlare di parassiti della società(e di fargliela pagare) vedo un obeso molto meno parassita di un colletto bianco che fa speculazioni borsistiche .


le idee di benettazzo qui espresse sono fortemente pericolose ripeto perche il passo da qui al trattamento sanitario obbligatorio( ad esempio per una vaccinazione non fatta --- pericolo per la società ----allora TSO) è BREVISSIMO

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
complo
Inviato: 26/6/2012 13:22  Aggiornato: 26/6/2012 13:22
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: La proposta della Health Tax
Citazione:
Un ragazzo obeso ad esempio .... .. il padre lo lega al paraurti della sua macchina e gli fa fare 10 chilometri al giorno; o comincia a correre [e senza lamentarsi] oppure l'asfalto gli consuma le gambe fino alle ginocchia, finché non gli passa la voglia di ingozzarsi e di stamparsi davanti alla televisione. Se muore, uno di meno.


Se un bambino è obeso o ha qualche patologia (ergo non rientra nel caso di specie), o è stato MALE educato alimentarmente dai GENITORI (ergo il padre dovrebbe legarcisi lui all' auto).

Calvero
Inviato: 26/6/2012 13:33  Aggiornato: 26/6/2012 13:34
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: La proposta della Health Tax
Citazione:
Se un bambino è obeso o ha qualche patologia (ergo non rientra nel caso di specie), o è stato MALE educato alimentarmente dai GENITORI (ergo il padre dovrebbe legarcisi lui all' auto).


Ti pareva che non arrivava il mio amico a compartimenti stagni. L'uomo parcellizzatore par-excellence ... è più forte di te, nun je a'fai proprio ...

C'era scritto ====> ragazzo e non ---> bambino. Mi pare anche che il mio azzardo palesemente utopico e provocatorio si riferiva allo smetterla con l'indulgenza in sé.

Comunque facciamo così, io ci lego padre e ragazzo insieme e allunghiamo a 50 chilometri la corsa. Finché muoiono.

Poi, moooolto sinceramente, per me un ragazzo a un certo punto non ha più scuse. Sopravvivenza della specie. Due di meno.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
LoneWolf58
Inviato: 26/6/2012 13:40  Aggiornato: 26/6/2012 13:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: La proposta della Health Tax
Buonafede o meno.... è semplicemente ridicolo.

Non c'è nulla che non vada nel sistema sanitario attuale... corruzione, clientelismo e malaffare a parte.

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
fase
Inviato: 26/6/2012 13:51  Aggiornato: 26/6/2012 13:51
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/3/2004
Da: malpensa
Inviati: 41
 Re: La proposta della Health Tax
si, sono molto sicuro, dicembre 2005, pensi che ho ritirato anche la cauzione della casa e volevo comperare oro fisico.
sono andato in banca e mi hanno mandato da gioelliere...
non sapevo che a milano per .es. ci sono negozi che vendono lingotti e lingottini. non ricordo il titolo del articolo forse duri e puri ma sul sito del eu-genio si puo risalire

captcha
Inviato: 26/6/2012 14:01  Aggiornato: 26/6/2012 14:01
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/3/2010
Da:
Inviati: 832
 Re: La proposta della Health Tax
Calvero
Citazione:
Poi, moooolto sinceramente, per me un ragazzo a un certo punto non ha più scuse. Sopravvivenza della specie. Due di meno.

Ah, l'ideologismo: non è una cosa meravigliosa?

complo
Inviato: 26/6/2012 14:04  Aggiornato: 26/6/2012 14:04
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: La proposta della Health Tax
Citazione:
C'era scritto ====> ragazzo e non ---> bambino. Mi pare anche che il mio azzardo palesemente utopico e provocatorio si riferiva allo smetterla con l'indulgenza in sé.
Comunque facciamo così, io ci lego padre e ragazzo insieme e allunghiamo a 50 chilometri la corsa. Finché muoiono.

Poi, moooolto sinceramente, per me un ragazzo a un certo punto non ha più scuse. Sopravvivenza della specie. Due di meno.



Per te, a leggere quanto hai precisato, le colpe dei figli ricadono sui padri.
Una FOLLIA.....

Calvero
Inviato: 26/6/2012 14:23  Aggiornato: 26/6/2012 14:26
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: La proposta della Health Tax
Citazione:
Ah, l'ideologismo: non è una cosa meravigliosa?


A parte che la questione sarebbe fisiologica, non ideologica. Cosa questa che poi parte da colui che ne subisce il danno, cioè colui che se lo crea. Fa tutto da solo. Non glielo ha prescritto il medico.

Nulla di cui stupirsi se magari l'homo pigrus e viziatus volesse pesare aggratis su di una qualsiasi collettività. MA, detto questo, e se mai avesse riguardato l'ideologismo: - è ancora più interessante notare che le code di paglia dei politologi (e già qui avremmo detto tutto) come quelle di "un Sartori", si infiammavano non poco quando una qualsiasi segnale dava a svelare la reale essenza della demmograzia e subito si urlava ... alle streghe!!! .. guai e sia mai si facesse traballare l'illusione della vanità del sistema elettorale, e dopo ai politologi chi darebbe ricche cattedre, lauree e cotillons ?

Si torna sempre lì:- qualcuno provi a chiamare col vero nome la democrazia e poi si sentirà rispondere con quel termine di cui la democrazia ne maschera la verità. L'ideologismo della democrazia, si sa, ha bisogno di inventarsi nemici, altrimenti gli scadrebbe anche l'ultimo scampolo di credibilità che gli è rimasto

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Calvero
Inviato: 26/6/2012 14:24  Aggiornato: 26/6/2012 14:24
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: La proposta della Health Tax
Citazione:
Per te, a leggere quanto hai precisato, le colpe dei figli ricadono sui padri.
Una FOLLIA.....


Dalla tua prospettiva sì.
Nulla di cui stupirsi da chi si pulisce il culo coi coriandoli.
Ho sempre ammirato la tua pazienza.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
complo
Inviato: 26/6/2012 14:33  Aggiornato: 26/6/2012 14:39
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: La proposta della Health Tax
Citazione:
Ho sempre ammirato la tua pazienza.


Ammirerei anche io la tua se ti vedessi controllare un ragazzo di 20 anni affinchè non mangi troppi gelati.......
Per il mondo reale invece ti consiglio di guardare, anche per soli 10 minuti, una mamma/padre al mare con dei bambini vicino al bar.
MOLTO istruttivo....

EDIT: intendo che ovviamente un genitore è responsabile per un BAMBINO ed altrettanto ovviamente NON E' responsabile per un adulto

Calvero
Inviato: 26/6/2012 14:47  Aggiornato: 26/6/2012 14:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: La proposta della Health Tax
Citazione:
Ammirerei anche io la tua se ti vedessi controllare un ragazzo di 20 anni affinchè non mangi troppi gelati.......
Per il mondo reale invece ti consiglio di guardare, anche per soli 10 minuti, una mamma/padre al mare con dei bambini vicino al bar.
MOLTO istruttivo....


Complo mamma mia ... almeno la grazia di un CAPTCHA!! per rompere i coglioni. Invece no, ti accodi cercando ogni spiraglio negli altri utenti per dare credibilità alle tue uscite infelici ...

BUFFO (direbbe il mitico Pispax) perché ad aver visto lucciole per lanterne sei stato tu: - parlavo di ragazzi e tu te ne esci con i bambini. Un oceano di differenza a indicarne l'importanza, ma tu niente. Poi. Cambi discorso, ti parlo dell'indulgenza in sé (spiegandoti quello che solo tu non avevi capito nella metafora) e ripieghi nella dialettica dei padri RI-NON-CAPENDO cosa si stava dicendo ...

.. insomma potevi dirmelo che sei obeso e ti piace la Pausini. Basta poco che ce vo

Poi. Non azzecchi neanche questa.
Quella di "controllare" è una filosofica politica. Indi non mi riguarda. Indi nr.2 riguarda quelli come te. Indi nr. 3 ... non so di cosa tu stia parlando.

Ah scusa, è vero, adesso ti sei accodato; ieri a Pispax, oggi a Captcha .. e poi quale mondo reale?? quello dove vivi tu con Zio Monti ?? ...

... anche Biancaneve sotto i nani è più reale.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
IoCogito
Inviato: 26/6/2012 14:51  Aggiornato: 26/6/2012 14:51
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/5/2012
Da:
Inviati: 81
 Re: La proposta della Health Tax
Che dire... avete già detto tutto!

Se posso solo aggiungere qualche nota a margine e, ovviamente, la mia... posso solo dire che un tipo di sistema sanitario strutturato in questa maniera l'ho sempre ipotizzato.

Mi sono sempre chiesto perché io che non bevo, conduco una vita alimentare perfetta e soprattutto ogni giorno fornisco nuovi stimoli alla mia mente devo pagare le tasse per tutta quella gente che in Osteria si è devastata la vita fino ad arrivare alla cirrosi epatica.


Quello che però non torna è che viviamo in un sistema che ti vende e propina nella maniera migliore tutta questa merda (alcool, cibi grassi, nutelle varie ecc...) e come al solito, quelli da punire non sono gli "ignoranti" vittime dell'obesità ma sono quelli che creano queste dipendenze atroci.

Certo che se ci fosse in qualche modo una legge che mette un rigoroso controllo sull'obesità io non mi lamenterei affatto. A patto che essa non mini la libertà individuale di qualsiasi persona, e qui direi che sorgono già i problemi.

La libertà, come tutti sappiamo, non fiorisce in un paese che sta sempre sul piede di guerra, o che si prepara a combattere. Una crisi permanente giustifica il controllo su tutto e su tutti, da parte del governo centrale.
A. Huxley
complo
Inviato: 26/6/2012 15:04  Aggiornato: 26/6/2012 15:05
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: La proposta della Health Tax
Citazione:
Complo mamma mia ... almeno la grazia di un CAPTCHA!! per rompere i coglioni. Invece no, ti accodi cercando ogni spiraglio negli altri utenti per dare credibilità alle tue uscite infelici ..

Ah scusa, è vero, adesso ti sei accodato; ieri a Pispax, oggi a Captcha .. e poi quale mondo reale?? quello dove vivi tu con Zio Monti ?? ...



Eppure basterebbe dare uno sguardo al 3d per vedere che il mio post era PRIMA di quello di CAPTCHA e renderti conto dell' ennesima minchiata che hai detto..

Citazione:
BUFFO (direbbe il mitico Pispax) perché ad aver visto lucciole per lanterne sei stato tu: - parlavo di ragazzi e tu te ne esci con i bambini.Un oceano di differenza a indicarne l'importanza, ma tu niente.


Assolutamente SI, ho frainteso. Chi avrebbe immaginato che parlavi di non far ingozzare un ADULTO?
Te, te stesso e te medesimo....

Citazione:
Poi. Cambi discorso, ti parlo dell'indulgenza in sé (spiegandoti quello che solo tu non avevi capito nella metafora) e ripieghi nella dialettica dei padri RI-NON-CAPENDO cosa si stava dicendo ...


Poi TU cambi discorso non potendo sostenere (COME NON STAI FACENDO ORA) che un padre possa "controllare" un adulto.
Ma nel cambiare discorso prendi una toppa peggiore perchè metti anche il povero padre a pagare con la morte per colpe ASSOLUTAMENTE NON SUE. UNA FOLLIA.

Citazione:
. insomma potevi dirmelo che sei obeso e ti piace la Pausini. Basta poco che ce vo..


E come sempre hai capito tutto, fossi esibizionista metterei una fotina mia e di mio figlio al mare ...

Citazione:
Poi. Non azzecchi neanche questa. Quella di "controllare" è una filosofica politica. Indi non mi riguarda. Indi nr.2 riguarda quelli come te. Indi nr. 3 ... non so di cosa tu stia parlando.


Quindi metteresti a morte due persone ma non sai neanche di cosa TU stai parlando...

VIMS
Inviato: 26/6/2012 15:12  Aggiornato: 26/6/2012 15:12
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/11/2011
Da: Ai piedi del monte
Inviati: 334
 Re: La proposta della Health Tax
Ciao IoCogito

Quello che però non torna è che viviamo in un sistema che ti vende e propina nella maniera migliore tutta questa merda (alcool, cibi grassi, nutelle varie ecc...) e come al solito, quelli da punire non sono gli "ignoranti" vittime dell'obesità ma sono quelli che creano queste dipendenze atroci.

In questo l'informazione corretta potrebbe fare molto. Comunque: se ognuno pagasse per i propri fattacci, quindi ognuno fosse reponsabile delle proprie azioni (l'industria nel vendere, il consumatore nell'acquistare, l'industria farmaco-chimica nel fare seri studi per capire se un determinato alimento è concausa di malattie...) si risolverebbero molti problemi.

Quando spostiamo lontano da noi gli effetti delle nostre azioni vengono fuori i più grossi casini.

VIMS

La Virtù sta nel mezzo
funky1
Inviato: 26/6/2012 15:17  Aggiornato: 26/6/2012 15:17
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/10/2008
Da:
Inviati: 708
 Re: La proposta della Health Tax
Non sono per niente sicuro che i fumatori non ripaghino già da sé i costi sociali derivanti dalle malattie contratte a causa del loro tabagismo.
Lo stato incassa il 75% del prezzo delle sigarette. Un fumatore da un pacchetto al giorno ogni anno paga circa 1.300 € in più di tasse rispetto ad un non fumatore, a prescindere tra l'altro dal suo reddito.
Sarà per questo che lo stato sembra non avere alcun interesse ad intraprendere campagne antifumo serie e risolutive.

It's better to regret something you did than something you didn't do.
IoCogito
Inviato: 26/6/2012 15:24  Aggiornato: 26/6/2012 15:24
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/5/2012
Da:
Inviati: 81
 Re: La proposta della Health Tax
Citazione:
In questo l'informazione corretta potrebbe fare molto. Comunque: se ognuno pagasse per i propri fattacci, quindi ognuno fosse reponsabile delle proprie azioni (l'industria nel vendere, il consumatore nell'acquistare, l'industria farmaco-chimica nel fare seri studi per capire se un determinato alimento è concausa di malattie...) si risolverebbero molti problemi.

Quando spostiamo lontano da noi gli effetti delle nostre azioni vengono fuori i più grossi casini.

VIMS


Posso quotare con il sangue quanto hai scritto.

Purtroppo però allo stesso tempo credo che non sia solo un problema di informazione, credo sia di dominio pubblico che bere e fumare non fa bene alla salute eppure un sacco di persone continua a farlo.
Stessa cosa per i cibi grassi però cedere alla tentazione è facile.

Più che l'informazione credo che dovrebbe essere l'educazione (leggesi scuola) ad insegnare la buona vita.
Cosa che puntualmente non accade e la cosa più triste è che proprio nelle scuole è dove si consumano il maggior numero di cibi grassi e merda varia.

La libertà, come tutti sappiamo, non fiorisce in un paese che sta sempre sul piede di guerra, o che si prepara a combattere. Una crisi permanente giustifica il controllo su tutto e su tutti, da parte del governo centrale.
A. Huxley
edo
Inviato: 26/6/2012 15:25  Aggiornato: 26/6/2012 15:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 9/2/2006
Da: casa
Inviati: 4529
 Re: La proposta della Health Tax
Massimo, basta con questi esperimenti di sociologia spicciola!

Akane
Inviato: 26/6/2012 15:25  Aggiornato: 26/6/2012 15:25
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/7/2011
Da: Austria
Inviati: 135
 Re: La proposta della Health Tax
Idea bella ma ahimé utopica....

Pyter
Inviato: 26/6/2012 15:45  Aggiornato: 26/6/2012 15:45
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: La proposta della Health Tax
Nessuno ancora ha capito la portata rivoluzionaria della proposta della Health Tax.

E' vero, come dice fefochip, che è difficile stabilire e calcolare ogni singola cosa, men che mai le malattie, ma è anche vero che se lo Stato ti riconosce un comportamento dannoso su te stesso e addirittura anche sugli altri - come è il caso del fumatore, per esempio - allora la cosa può evolvere facendosi interessante.

Monti sarebbe costretto a versare tutta la dichiarazione dei redditi nelle casse dello Stato.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
Tianos
Inviato: 26/6/2012 15:46  Aggiornato: 26/6/2012 15:46
Mi sento vacillare
Iscritto: 21/8/2009
Da:
Inviati: 374
 Re: La proposta della Health Tax
come tanti altri: proposta applicabile in un mondo alla nwo dove tutti son macchine, utopico e a dir poco infernale.

anche se sarei daccordo (non mi se ne voglia) prendere a calci tutti quelli che abusano di alchol, fumano, e sopratutto sono obesi (l'obesita può essere causa di una disfunzione ormonale finche si vuole ,ma con un regime alimentare non dico sano ma tranquillo difficilmente si superano i 90 kilogrammi)
e posso prendere ad esempio io e mia moglie , 10 anni sposati io ho preso l'abitudine il venerdi di fare digiuno e mangio 2 volte al giorno piatti che per altri sarebbero da fame (74 kilogrammi) , ho sempre avuto il metabolismo lento da paura, tanto che se fossi anche solo un po allegretto ora sarei giuliano ferrara.
Mia moglia quando ci siamo conosciuti pesava 65 kili per 1 metro e 65...avvicinandosi di poco (non tanot ) al mioregime alimentare e allontanandosi dal suo (siciliana) ora pesa 54 kili.

ma è utopia chiederlo a tutti di usare un po di volontà pe rmigliorarsi...vige la regola del tutto e subito.

noalgregge
Inviato: 26/6/2012 15:52  Aggiornato: 26/6/2012 15:54
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2010
Da:
Inviati: 307
 Re: La proposta della Health Tax
Citazione:
Complo
.....


Complo te lo dico tra le righe, cerca di leggerlo...


H A I R O T T O I L C A Z Z O

"Non troverai mai la verità se non sei disposto ad accettare anche ciò che non ti aspetti." Eraclito
Pispax
Inviato: 26/6/2012 15:55  Aggiornato: 26/6/2012 15:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: La proposta della Health Tax
Citazione:
La Tassa sulla Salute nasce con lo scopo principe di eliminare la tanto odiata IRAP che contribuisce con i suoi 40 miliardi di gettito alla copertura della spesa sanitaria (112 miliardi stimati per il 2012). Chi fa impresa sa che cosa significa pagare l'IRAP, un'imposta che grava sulle aziende a prescindere dalla effettiva redditività conseguita (vi rimando al calcolo del relativo imponibile per comprenderla fino in fondo). L'IRAP non esiste negli altri paesi occidentali, se provi a spiegarla ad un giornalista straniero, ti guarda come se gli stessi facendo una candid camera. Si parla tanto di rilanciare il lavoro in Italia, ma con la presenza di una questa tassa è impossibile raggiungere questo fine.


Odiata da chi?
Io non la odio affatto.

Invece ho un amico che la odia profondamente. Ma proprio con tutto il cuore.
Ha un'aziendina con 24 addetti pagati al minimissimo sindacale: però, per compensare e far aumentare il costo del lavoro, si è autoriconosciuto come dirigente uno stipendio di quasi 60.000 euro al mese fra retribuzione e rimborsi spese, di fatto quasi raddoppiandolo.
Inutile dire che anche roba come le vacanze rientra nei "rimborsi spese": non si può mai dire cove si nascondono i possibili clienti..

Viaggia con il Porsche Cayenne preso in leasing dalla ditta. La moglie invece ha una più misera BMW, sempre in leasing, cambiata giusto quest'anno. Tutto questo non gli basta per mandare il bilancio in passivo e non pagare l'IRES, cioè le tasse sull'impresa: la sua ditta va molto bene anche oggi.
E' costretto a scucire fior di soldi per pagare un bravo commercialista che, giocando sugli accantonamenti e le svalutazioni dei crediti, riesca a mandare il bilancio in pareggio o addirittura in rosso.

Questo giochino lo fa da anni.
Fino a quando non è arrivata l'IRAP la sua impresa non pagava un tubo di tasse.
Ora invece è parecchio incazzato perché le tasse gli tocca di pagarle anche a lui: l'IRAP tassa il fatturato meno le spese, ECCETTO che le spese per il personale, quelle per i leasing e quelle per le perdite legate agli accantonamenti.

Di fatto è una tassa che lo tira nel culo ai professionisti dell'elusione fiscale. Cioè quelli che, "purtroppo", non possono fare il nero.
Ci credo che loro la odiano.






Tralascio di commentare l'idea della "Health tax".
Lo ha fatto già molto bene Red_knight.

Solo una nota ulteriore:

Citazione:
Con la Health Tax invece si creerebbero i presupposti per limitare i fenomeni di sovraconsumo (pensate ai farmaci da banco che vengono venduti in confezioni di quattro blister quando ne basterebbe solo una)


Non c'è bisogno di nessuna "Heath tax" per ottenere questo risultato.
Basta semplicemente cambiare i criteri di fornitura con le Case farmaceutiche, imponendo anche confezioni più piccole. Questa cosa è possibile anche oggi.
Oppure basta cambiare i criteri con cui le farmacie danno i medicinali. Invece che darti la scatola da 36 pilloline, che magari è la più piccola messa in commercio, anche quando a te ne servono solo 8, il farmacista apre la scatola, ti taglia con le forbici il blister e ti dà SOLO le pilloline che ti servono.
E tu paghi la tua quota-parte di farmaco e/o di ticket.

Queste sono strade facilmente praticabili anche oggi.
Ma nessuno lo fa.
E la cosa lascia pensare che nessuno lo farebbe neppure se venisse approvata una "Health tax" così farlocca.

socratiko
Inviato: 26/6/2012 16:00  Aggiornato: 26/6/2012 16:00
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/4/2010
Da:
Inviati: 105
 Re: La proposta della Health Tax
Qui nessuno ha letto Foucault, mi sa...

la definizione di "malattia" e quindi ancor più di "comportamento corretto" e "preventivo" è inequivocabilmente politica.

una tassa sulla salute non è la tassa per riequilibrare chi "non beve, non fuma e fa sport" Vs "chi fuma, chi beve"...

è una tassa sulla NORMALITA'.

E se non l'avete ancora fatto, una rilettura a Brecht servirebbe.
"..e quando vennero a prendere me, non c'era più nessuno a protestare."

Se proprio volete fare ipotesi utopistiche, con quattro-cinque leggine a costo zero (ne sono state proposte parecchie in questi anni) nell'arco di un paio di anni si comincerebbe a recuperare da corruzione, inefficienze, riciclaggio, sommerso ben più dei 40 miliardi di euro della TASSA SULLA NORMALITA'...

State scherzando col fuoco. Quando delegate un "tecnico" o un "medico" a dire cosa è normale e cosa no, ottenete il più splendido dei tecno-fascismi.

Basta vedere cosa stanno facendo i "tecnici dell'economia" e provare a trasporlo nella salute...

Meno male che vivo in Francia!

cheddyved
Inviato: 26/6/2012 16:05  Aggiornato: 26/6/2012 16:05
Ho qualche dubbio
Iscritto: 16/2/2007
Da:
Inviati: 109
 Re: La proposta della Health Tax
Mi sa che Massimo c'ha preso gusto a rifilarci articoli da impallinare di Beneccazzo..dopo le uscite sul signoraggio qualche anno fa ha cominciato ad inanellare una serie di sproloqui che rendono palese su quale carro è saltato o sul quale è sempre stato..la solita mano pelosa che parla allo stomaco e mai al cervello...

complo
Inviato: 26/6/2012 16:06  Aggiornato: 26/6/2012 16:06
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: La proposta della Health Tax
Citazione:
Complo te lo dico tra le righe, cerca di leggerlo... H A I R O T T O I L C A Z Z O


Riuscissi a capire il perchè te lo romperei anche di più, ma è talmente delirante il tuo intervento che ci vorrebbe veramente un dottore per farselo spiegare....

Pyter
Inviato: 26/6/2012 16:07  Aggiornato: 26/6/2012 16:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: La proposta della Health Tax
pispax
Di fatto è una tassa che lo tira nel culo ai professionisti dell'elusione fiscale. Cioè quelli che, "purtroppo", non possono fare il nero.

Fammi capire: quindi, in tutto il resto del mondo, isole comprese, dove l'irap non c'è, sono tutti evasori fiscali?

Se è così, allora mi basta fare un piccolo saltino come John Carter e in amen mi sposto a Bonifacio, in the la terre francaise.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
Pispax
Inviato: 26/6/2012 16:09  Aggiornato: 26/6/2012 16:16
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: La proposta della Health Tax
Scusate, dimenticavo una cosa:


Citazione:
La Health Tax rappresenta una strada obbligata se vogliamo mantenere in piedi un sistema di assistenza sanitaria il più efficiente possibile in quanto genererebbe meccanismi virtuosi di consapevolezza e responsabilità nei contribuenti stessi, chiamati a rispondere per le loro scelte di vita. Un ragazzo obeso ad esempio è destinato a diventare un cardiopatico o un diabetico a 50 anni, e questo impatterà sui costi della spesa sanitaria complessiva negli anni a venire. Chi sceglie di ingozzarsi di hamburger...


Tranne le le dovute eccezioni, c'è un legame molto stretto fra l'obesità e la soglia di reddito.
Quanto più sei povero, quanto più è probabile che diventi obeso.
Lo so: è controintuitivo. Ma è così.(*)
Principalmente perché i cibi a basso e a bassissimo costo sono strapieni di schifezze, e spesso le aziende utilizzano grandi quantità di zucchero o di grassi per migliorarne il sapore.

Immagino che anche al cassintegrato di Termini Imerese farebbe piacere festeggiare il compleanno del figlio mangiando dentice al vapore e zucchine fresche di agricotura bio.
Ma molto spesso non riesce proprio a farlo, e quindi porta la famiglia nell'unico posto che può permettersi: il McDonald.
Che non è un grosso miglioramento rispetto a una dieta quotidiana a base di sofficini low cost e piselli in scatola.

Direi che le affermazioni di Benettazzo richiedano come minimo un'attenta riflessione, visto che tende a trasformare in "colpe individuali" - e quindi roba "da punire" in quanto tali - un fenomeno che ha radici molto più complesse.




(*) perdonate se per una volta non metto dei link a supporto. Tempo fa avevo letto dei belli articoli sull'argomento, ma nel poco tempo che ho oggi non sono riuscito a ritrovarli.

Pispax
Inviato: 26/6/2012 16:14  Aggiornato: 26/6/2012 16:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: La proposta della Health Tax
Pyter

Citazione:
Fammi capire: quindi, in tutto il resto del mondo, isole comprese, dove l'irap non c'è, sono tutti evasori fiscali?


Nel resto del mondo non c'è neppure una legge che impone ai singoli artigiani di dichiarare ALMENO un reddito paragonabile a quello dei loro dipendenti.

In Italia era così: c'era pieno di artigiani che evidentemente tenevano aperte le loro ditte per puro altruismo, visto che i loro dipendenti, di solito pagati al minimo sindacale, quadagnavano all'incirca quattro volte di più di loro.


Che dire: un motivo per cui cui queste leggi in Italia ci sono... direi che c'è.

complo
Inviato: 26/6/2012 16:19  Aggiornato: 26/6/2012 16:19
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: La proposta della Health Tax
Citazione:
Tralle le dovute eccezioni, c'è un legame molto stretto fra l'obesità e la soglia di reddito. Quanto più sei povero, quanto più è probabile che diventi obeso. Lo so: è controintuitivo. Ma è così.(*) Principalmente perché i cibi a basso e a bassissimo costo sono strapieni di schifezze, e spesso utilizzano grandi quantità di zucchero o di grassi per migliorarne il sapore.


Certo che è così nei paesi RICCHI. Oltre a quello che hai detto c' è anche da considerare che chi può permetterselo va dal dietista e va nei centri benessere per smaltire i chili di troppo.
Oltre una certa soglia di povertà invece proprio non hai di che mangiare e torni magro come un'anguilla.

Pyter
Inviato: 26/6/2012 16:19  Aggiornato: 26/6/2012 16:29
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: La proposta della Health Tax
Che dire: un motivo per cui cui queste leggi in Italia ci sono direi che c'è.

Ah, meno male. Allora resto qua dove sono.

Per quanto riguarda l'obesità negli strati bassi, è vero, tant'è che io pensavo che le manovre di Monti servissero a combatterla, mentre invece è vero il contrario: impoverire il potere d'acquisto e costringerci ad andare da Mcdonald.
Panini e cocacola.
Ecco perchè ha nascosto nel curriculum di essere testimonial della bibita: si vergognava di far sapere in giro nei piani alti che consumava quella schifezza.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
Vitriolum
Inviato: 26/6/2012 16:21  Aggiornato: 26/6/2012 16:21
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 202
 Re: La proposta della Health Tax
confermo pispax

sembra strano ma va anche contro il buon senso climatico/geografico

al sud c'è un 30% di obesità infantile contro il 5% del trentino

riporto a braccio info citate da Franco Berrino (direttore del Dipartimento di medicina preventiva e predittiva all'Istituto Europeo di Oncologia)

REMEMBER YOURSELF, ALWAYS AND EVERYWHERE
vuotorosso
Inviato: 26/6/2012 16:24  Aggiornato: 26/6/2012 16:25
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: La proposta della Health Tax
Citazione:
La mia proposta prevede l'istituzione della Health Tax appunto, ovvero una tassa che non colpisce chi crea lavoro, occupazione e gettito fiscale, ma casomai che colpisce tutti i contribuenti fisici ... ... (quindi non le aziende) che devono partecipare alla spesa sanitaria in base a quanto gli stessi per ragioni di probabilità saranno imputati a generarla nel corso degli anni.


Quindi se fumo mangio e bevo devo pagare di piu, per cui non vado piú dal mcdonald, che licenzierá, non fumo e quindi la philip morris licenzierá, non bevo e cosi manderó a casa anceh i dipendenti della johnny walker o dell amaro giuliani. Si, vedo una spietata logica che non ha altra chance che funzionare nell'articolo che prevede la salvezza attraverso un'altra tassa, simpaticamente basata su una profezia, piu che previsione.

Domanda: se attraversando la strada il camion dell'immondizia mi investe, facendo cosi precipitare di colpo la mia Heath, almeno al Tax la ridanno ai miei figli ?

A chi ha un figlio disabile che facciamo? gli facciamo pagare 70 anni anticipati subito?

E poi si chiede come mai nessuno vuol portare avanti sta genialata.

Pyter
Inviato: 26/6/2012 16:36  Aggiornato: 26/6/2012 16:36
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: La proposta della Health Tax
riporto a braccio info citate da Franco Berrino


Io invece ho visto coi miei occhi referti medici che classificavano obese persone in sovrappeso di sette otto chili.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
Vitriolum
Inviato: 26/6/2012 17:02  Aggiornato: 26/6/2012 17:02
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 202
 Re: La proposta della Health Tax
magari ciò stimolò in loro la voglia di rimettersi in forma!

...ma qui siamo a livelli di relativismo spicciolo :)

REMEMBER YOURSELF, ALWAYS AND EVERYWHERE
AFrayn
Inviato: 26/6/2012 17:37  Aggiornato: 26/6/2012 17:56
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/3/2009
Da: Colônia Cecília, Paraná, Brasil
Inviati: 399
 Re: La proposta della Health Tax
Rido per non piangere.

Benetazzo = NWO

VADE RETRO!

P.S. All'immane caxxata di Benetazzo rispondo con un link:

Ministero della Sanità inizia a distribuire gratis medicine per l'asma

Qui in Brasile, dallo scorso 4 di giugno, alle medicine gratis per ipertensione e diabete si sono aggiunte quelle per l'asma. Basta presentarsi con la relativa ricetta medica in una delle numerose Farmacie Popolari distribuite su tutto il territorio nazionale, nelle quali le cosiddette "medicine generiche" (solo principi attivi, senza marchio) vengono vendute a prezzi irrisori (anche i singoli blister, caro Benetazzo...) o addirittura, come nei casi citati, cedute gratis in ottemperanza al programma governativo "La salute non ha prezzo".

Penso che non servano commenti, vero?

Molṑn labé - Quocunque Jeceris Stabit
AFrayn
Inviato: 26/6/2012 17:40  Aggiornato: 26/6/2012 17:40
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/3/2009
Da: Colônia Cecília, Paraná, Brasil
Inviati: 399
 Re: La proposta della Health Tax
Straquoto, meno "l'attenta riflessione": qui non serve nessuna riflessione, é tutto ben evidente.

Molṑn labé - Quocunque Jeceris Stabit
Nomit
Inviato: 26/6/2012 17:45  Aggiornato: 26/6/2012 17:45
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 4/1/2011
Da:
Inviati: 1549
 Re: La proposta della Health Tax
Il problema è che si fa il CONTRARIO: vengono dati aiuti alla produzione di ogni prodotto agricolo, soprattutto i prodotti animali, tranne a frutta, ortaggi e verdure. Almeno così mi è stato detto da un professore di economia agraria.

Invece di essere invasivi con tasse del genere basterebbe tassare i prodotti nocivi ed incentivare quelli salutari. O anche solo incentivare quelli salutari.

(soprattutto le mandorle, perchè la crema di mandorle è troppo buona, ma anche troppo costosa non che sia salutare, ma cavolo, possibile che tutto ciò che è a base di mandorle sia così costoso )

fefochip
Inviato: 26/6/2012 17:53  Aggiornato: 26/6/2012 17:53
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: La proposta della Health Tax
Citazione:
Oltre una certa soglia di povertà invece proprio non hai di che mangiare e torni magro come un'anguilla.

insomma la dieta di fantozzi (in teoria)

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Zeland
Inviato: 26/6/2012 17:53  Aggiornato: 26/6/2012 17:53
So tutto
Iscritto: 9/10/2011
Da: Ucraina
Inviati: 11
 Re: La proposta della Health Tax
Ma questo è un pazzo!

Redazione
Inviato: 26/6/2012 17:57  Aggiornato: 26/6/2012 17:57
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: La proposta della Health Tax
Il motivo per cui ho pubblicato questo articolo è molto semplice: quando certe idee girano, bisogna combatterle.

Per fortuna il sito ha reagito come speravo.

Questa new philosophy, che bisogna sgravare la tassazione per i "creatori di lavoro", andando a prendere i soldi dai poveracci, sta dilagando negli Usa (promossa ovviamente da parte dei repubblicani).

Ormai qui gli industriali non si chiamano più industriali, si chiamano "job creators". Loro sono pari a divinità che con un tocco di bacchetta magica "creano" lavoro, mentre il resto dell'umanità deve solo inginocchiarsi davanti a loro, e ringraziarli per quello che fanno.

Sento, da diverse avvisaglie, che stanno cercando di far passare lo stesso tipo di filosofia anche in Italia.

fefochip
Inviato: 26/6/2012 18:00  Aggiornato: 26/6/2012 18:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: La proposta della Health Tax
@ Pyter
Citazione:
Io invece ho visto coi miei occhi referti medici che classificavano obese persone in sovrappeso di sette otto chili.


e lo sai perche pyter ? ho provato a spiegarlo nel mio primo post
sono punti di vista spesso senza NESSUN Aggancio con la scienza.
è questo il problema

il bollino blu è il problema ovvero come deve essere fatto un uomo...
quanto alto x peso ,come deve avere il sangue ,come deve cagare ,scopare ecc,ecc

il mondo purtroppo si divide da questo punto di vista sempre in due (con buona pace di chi ce l'ha sempre con me con la storia della forca logica de sto cazzo )
chi si fa i cazzi tuoi e ti dice cosa devi fare della TUA VITA e chi si fa i cazzi propri.

chi pratica questo sport si appenderebbe per le palle a testa in giu pur di dimostrarti che bisogna fare questo o quello quindi TU devi fare questo e non fare quello.

ivi compresi chi chiama gli onnivori "mangiatori di cadaveri"

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
DjGiostra
Inviato: 26/6/2012 18:00  Aggiornato: 26/6/2012 18:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: La proposta della Health Tax
@Redazione:
Citazione:
Il motivo per cui ho pubblicato questo articolo è molto semplice: quando certe idee girano, bisogna combatterle.

Mi sembrava !!!!

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
fefochip
Inviato: 26/6/2012 18:03  Aggiornato: 26/6/2012 18:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: La proposta della Health Tax
@ MASSIMO
Citazione:
Il motivo per cui ho pubblicato questo articolo è molto semplice: quando certe idee girano, bisogna combatterle.


beh chi piu chi meno ha capito che era una provocazione.
però sai non sempre è facile comprendere la linea sottile e infingarda della provocazione perche ad alcuni può sembrare tale ad altri invece la prendono sul serio.

certo è che qui a prescindere sull'opportunità di pubblicare o meno un articolo cosi c'è stato un coro di vaffanculo ...

si sono uniti pure cherubini e arcangeli dall'alto si sentivano distintamente ...
ma.... vaffanzum ....zum zummm

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Pyter
Inviato: 26/6/2012 18:18  Aggiornato: 26/6/2012 18:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: La proposta della Health Tax
citaz.
Il motivo per cui ho pubblicato questo articolo è molto semplice: quando certe idee girano, bisogna combatterle.



Medicina : La proposta della Health Tax


Già la scelta della sezione in cui è inserito l'articolo dava di che pensare.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
Calvero
Inviato: 26/6/2012 18:33  Aggiornato: 26/6/2012 18:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: La proposta della Health Tax
Citazione:
Eppure basterebbe dare uno sguardo al 3d per vedere che il mio post era PRIMA di quello di CAPTCHA e renderti conto dell' ennesima minchiata che hai detto..


Allora si deve essere invertito il layout (nella tua testa), perché quello di Captcha è delle 14:01 .. e il tuo delle 14:33

Per il resto che hai fatto seguire....
.... voglio dire che all'inizio credevo che io avessi esagerato a chiamarti testa di marmo. Purtroppo è anche un eufemismo.

Citazione:
Quindi metteresti a morte due persone ma non sai neanche di cosa TU stai parlando...


Qual'è il tuo problema, Complo (??) e non so di cosa tu stia parlando. Tranne che hai rotto il *****

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
spettatore
Inviato: 26/6/2012 18:39  Aggiornato: 26/6/2012 18:39
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da:
Inviati: 883
 Re: La proposta della Health Tax
Il giorno che Benetazzo ha scritto l'articolo, aveva semplicemente dimenticato di prendere le solite pillole.


Lo spettatore

Citazione:
Non metterti a discutere con un idiota. La gente potrebbe non accorgersi della differenza.
Calvero
Inviato: 26/6/2012 18:49  Aggiornato: 26/6/2012 18:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: La proposta della Health Tax
Citazione:

Immagino che anche al cassintegrato di Termini Imerese farebbe piacere festeggiare il compleanno del figlio mangiando dentice al vapore e zucchine fresche di agricotura bio.
Ma molto spesso non riesce proprio a farlo, e quindi porta la famiglia nell'unico posto che può permettersi: il McDonald.
Che non è un grosso miglioramento rispetto a una dieta quotidiana a base di sofficini low cost e piselli in scatola.


Non credo che vi sia bisogno che tu riporti i Link, poiché nessuno dubiterebbe della tua buona fede.

Credo anche che quegli studi corrispondano sostanzialmente a verità, ma si saltano credo molte concause. Quelle FONDAMENTALI.

La prova vivente è la mia famiglia (e qui i Link Pispax non ce li ho) ... tranne un due decenni di intermezzo e oltretutto da normalissimissimo ceto medio/basso, noi siamo stati sempre alla canna del Gas. Il problema è un altro. Il mondo operaio e del ceto medio/basso spesso e volentieri è un mondo grezzo fatto di ignoranza e lobotomizzati televisivi. Di gente che non ama sé stessa e di capi-famiglia che fanno lavoro-pranzo-bar-calcio-scopata-lavoro-cena-calcio-scopata-bar ....

... è il degrado spirituale in primis a distruggere la salute. Non fosse così, io, i miei e mio fratello dovremmo raggiungere le DUE tonnellate messi insieme.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
funky1
Inviato: 26/6/2012 18:55  Aggiornato: 26/6/2012 18:55
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/10/2008
Da:
Inviati: 708
 Re: La proposta della Health Tax
Redazione:
Citazione:
Questa new philosophy, che bisogna sgravare la tassazione per i "creatori di lavoro", andando a prendere i soldi dai poveracci, sta dilagando negli Usa (promossa ovviamente da parte dei repubblicani).


Dire che il costo del lavoro per un'impresa in Italia è altissimo non è un'eresia. Sapere quanto l'impresa spende a fronte dello stipendio che viene erogato fa riflettere. Questo è un problema per gli italiani, perché come tutti sanno le alternative non mancano.
Che l'idea del Benetazzo sia peregrina e faccia acqua da tutte le parti è invece del tutto evidente. La detassazione non va di certo perseguita cercando entrate alternative, soprattutto alle spalle dei più deboli, ma eliminando la corruzione e lo sperpero di denaro pubblico che permeano il nostro sistema. Anche perché lo stato è ad esempio il primo ed unico spacciatore di tabacco, dai quali incassa cifre enormi, ma che fa finta di voler combattere. Un fumatore paga allo stato più di mille Euro di tasse all'anno, sia che guadagni 100.000 Euro che 10.000.

It's better to regret something you did than something you didn't do.
Calvero
Inviato: 26/6/2012 19:14  Aggiornato: 26/6/2012 19:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: La proposta della Health Tax
_______________________
_______________________

Utopia per utopia, all'interno del paradigma:

Da leggersi con lo stile della voce fuori campo di memoria filmico/Fantozziana:

Tessere obbligatorie colorate di identificazione per i sudditi, da presentarsi OBBLIGATORIAMENTE per qualsivoglia acquisto...

- Tessere Blu, gialle, rosse, verdi e NEEEEREEEE .. in riferimento alla fascia di reddito posseduta. AD ogni fascia di reddito superiore corrisponde esponenzialmente il relativo aumento per renderla parimenti esosa ad ogni classe sociale precedente:


Canone televisivo:
- € 10.000 per redditi fino a € 20.000 ... (tessera Blu) ----> €20.000 per redditi fino a € 40.000 ..(tessera Gialla) e così via;

FUMO:
- prima classe sociale (tessera Blu)---> € 35 per pacchetto di sigarette, € 15 per tabacco sciolto;

ABBONAMENTI CALCIO:

- sempre per tutti in prima classe sociale ---> € 20.000 annuali agli Stadi, € 10.000 semestrali per abbonamenti TV, € 50.000 annuali esercenti/locali pubblici ;

TELEFONIA

- 20.000 euro (prima classe sociale) di multa e sei mesi di condizionale, ai genitori o di chi ne fa le veci, di minorenni trovati in possesso di cellulari;

SOCIAL NETWORK

- 30.000 euro di multa (tessera Blu) ai genitori o chi ne fa le veci, se minorenni trovati a far uso dei social network.


...... tra Tasse e Multe, solo con queste "cosette", vedi come si risolleva la salute dei sudditi.

Dimenticavo

Per chi "tarocca" le tessere ---> CINQUE anni di lavori forzati

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Ingmar
Inviato: 26/6/2012 20:00  Aggiornato: 26/6/2012 20:00
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/12/2009
Da: Cagliari
Inviati: 184
 Re: La proposta della Health Tax
Quindi il colesterolo che ostruirebbe le arterie contriubuendo all'infarto sarebbe una bufala? L'infarto avverrebbe per opera dello spirito santo?
No, a parte tutto se ne apprendono di nuove cose che la medicina ufficiale ci nasconde, ma questa non la immaginavo. Ma aldilà del fatto che le lobby campano dalla tua dipendenza da farmaci, questo vuole dire quindi che è tutta propaganda la faccenda dei trigliceridi? Non c'è una punta di verità?
Attenzione, spesso la causa un po' di verità ce l'ha, o almeno in questo caso sarei proprio curioso di capire cos'è altrimenti. Quello che accade semmai è che la cura che ti spacciano è sbagliata oppure i media demonizzano, ingigantiscono e mostrificano alcuni "capri espiatori" ma questo non significa necessariamente che i fattori siano falsi in toto.

Calvero
Inviato: 26/6/2012 20:31  Aggiornato: 26/6/2012 20:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: La proposta della Health Tax
Redazione:

Citazione:
Questa new philosophy, che bisogna sgravare la tassazione per i "creatori di lavoro", andando a prendere i soldi dai poveracci, sta dilagando negli Usa (promossa ovviamente da parte dei repubblicani).


Intanto l'importante è parlarne. Sdoganare man mano che certe cose prima o poi diventeranno accettabili. Marketing.

Citazione:

Ormai qui gli industriali non si chiamano più industriali, si chiamano "job creators". Loro sono pari a divinità che con un tocco di bacchetta magica "creano" lavoro, mentre il resto dell'umanità deve solo inginocchiarsi davanti a loro, e ringraziarli per quello che fanno.


Allora basta prendere i nostri "responsabili delle risorse umane". Il Potere del linguaggio checché se ne dica, è qualcosa che in realtà anche i più complottisti sottovalutano. Oggi ero al torrente e due ragazzine ho sentito che ripetevano a "mantra" in coro - facile.it facile.it facile.it - stringendo i pugni a preghiera, così, in una cantilena di 30 secondi finché le ragazzine non hanno visto spostarsi le nuvole che coprivano il Sole e poi hanno festeggiato mimando il gesto (credo) di una nota pubblicità televisiva.

Quando in Acciaieria venni chiamato a rapporto dal famoso "responsabile delle risorse umane" ... [capo del personale] ... mi hanno fatto accomodare in ufficio con pre-confezionata gentilezza di rito. Dissi - guardi, se a lei sta bene possiamo darci anche del "tu" - senza contare che ero più anziano di lui ... - no, guardi - con il naso all'in sù - sono abituato con altri canoni - (la madonna!! che etichetta vittoriana, ho pensato tra me e me, gli mancava soltanto il monocolo su quell'espressione da-faccia-da-cazzo che si ritrovava). Comunque, morale della favola, nell'arco della mia carriera operaia ho notato che tanto più i termini definiscono gentilmente con eufemistiche rappresentazioni teatrali la nostra reale umanità, tanto più corrispondono emeriti comportamenti anti-umani...

... ok questo aneddoto, così... come intrattenimento e curiosità, non di più; ma credo che non vada distante, con le debite proporzioni, da questa "new philosophy" che maschera opportunamente e sottilmente il giusto crescendo e il disturbante orrore che ci aliena oltre che dalla nostra dignità, anche dalle nostre reali risorse umane. Amen

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
notomb
Inviato: 26/6/2012 20:36  Aggiornato: 26/6/2012 20:36
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/2/2012
Da:
Inviati: 127
 Re: La proposta della Health Tax
La domanda è a monte.
Perchè quando qualcuno dice una fesseria non la si liquida come tale in 2 parole?

fefochip
Inviato: 26/6/2012 20:45  Aggiornato: 26/6/2012 20:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: La proposta della Health Tax
Citazione:
Quindi il colesterolo che ostruirebbe le arterie contriubuendo all'infarto sarebbe una bufala? L'infarto avverrebbe per opera dello spirito santo?


come al solito arriva qualcuno che storpia un ragionamento alla cazzo ,lo estremizza e ti serve i suoi risultati al contrario.

il colesterolo da solo non vuol dire un cazzo

innanzi tutto ci sono i valori : quanto

poi c'è il discorso di che tipo di colesterolo

poi c'è lo stile di vita perche se uno ha parecchio colesterolo ma senza altri fattori di rischio (sapientone ti sei chiesto come mai si parla di "fattori di rischio" e non di "causa/e eziologica/he") non gli succederà una sega

e poi il vero problema della medicina è proprio quella evidenziata dall'articolo.
se per la medicina hai 220 di colesterolo devi prendere le pasticche perche devi abbassare il colesterolo punto e basta
non si chiede la medicina del perche di questo colesterolo piu alto di valori medi.

hai la febbre ?piate la tachipirina e vaffanculo .cosi ragiona la medicina (idiota) moderna .

in pratica se non hai i valori che dice la medicina l'unica cosa è riportare artificiosamente quei valori a valori "standard" fregandosene degli effetti collaterali dei medicinali.


le idee piu difficile a cambiare solo quelle che vengono dalla propaganda perche si sono accettate senza ragionarci sopra.

e comunque ingigantire un problema può farlo diventare una bufala tout court.
guarda la suina o l'aviaria ...si ci sono stati dei decessi e allora?
fa di questo il problema n°1 come è sembrato dai media di qualche tempo fa ?
ergo è stata una bufala anche se qualcuno è morto di aviaria

stessa cosa per il colesterolo può essere un problema ma non certo come lo dipingono attualmente.

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
fefochip
Inviato: 26/6/2012 20:56  Aggiornato: 26/6/2012 20:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: La proposta della Health Tax
Citazione:
La domanda è a monte. Perchè quando qualcuno dice una fesseria non la si liquida come tale in 2 parole?


non credo di essere stato il solo ad aver pensato "ammazza quante stronzate" ,ma se mi limitavo a questo poi non mi potevo lamentare se qualcuno commentava con le stesse parole dei miei ragionamenti senza argomentare.

se riesci in due parole ad argomentare (senza limitarsi a un giudizio) quanto questo articolo è una cagata pazzesca sei il benvenuto avresti un vero dono che è la sintesi

in altre parole il giudizio è difficilmente evitabile (e alle volte necessario) ma senza essere accompagnato da solide argomentazioni il giudizio da solo si trasforma in presunzione e nel caso come questo di forum in tifo da stadio

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
notomb
Inviato: 26/6/2012 21:50  Aggiornato: 26/6/2012 21:50
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/2/2012
Da:
Inviati: 127
 Re: La proposta della Health Tax
Sarà anche vero ma io non sopporto più giorni e giorni di discussioni in tv, giornali ed altro su fesserie che qualcuno dice.
La sintesi è molto semplice. Togliere tasse ingiuste con alte ingiuste non è una soluzione e non merita di essere discussa. Parlarne troppo da importanza a chi dice le fesserie. Almeno questo è il mio pensiero

NeWorld
Inviato: 26/6/2012 22:05  Aggiornato: 26/6/2012 22:05
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/1/2011
Da: Around the World
Inviati: 629
 Re: La proposta della Health Tax
Ma daiiii !!! Benetazzo stava scherzando!

... ah,no?!? Dite che è serio?

Nooooooo! Stava scherzandooo!

Allora sicuramente sarà uno di quelli che sosterrà l'introduzione della Tassa sulla flatulenza

..meglio farsi una risata,va...

"perché abbiamo un combattimento non contro sangue e carne, ma contro i governi, contro le autorità, contro i governanti mondiali di queste tenebre, contro le malvage forze spirituali che sono nei luoghi celesti"
oniram
Inviato: 26/6/2012 22:22  Aggiornato: 26/6/2012 22:22
Ho qualche dubbio
Iscritto: 22/9/2009
Da: Roma
Inviati: 93
 Re: La proposta della Health Tax
Non posto quasi mai, ma qua ci vuole un bell'urlo.

La proposta dell'articolo è allucinante, ma le contorte discussioni che seguono non sono rassicuranti. (scusate, non ce l'ho fatta a leggere tutti gli interventi)

Nessuno dice la cosa più semplice (arriva l'urlo):

TASSATE (anzi TORNATE A TASSARE) I REDDITI PIU' ALTI, E USATE IL RICAVATO PER LA SANITA' E I SERVIZI PRIMARI.

POI si parla di tutto il resto: evitare gli sprechi, riformare questo merdoso "capitalismo avanzato" in cui volenti o nolenti ormai ci troviamo tutti a dibatterci, combattere l'obesità (ha), etc.

Ma prima di tutto (cioè ORA) gli uomini hanno bisogno di sapere che potranno avere un tetto, un sostentamento minimo e il diritto alla salute, in qualunque circostanza. Senza questo, niente democrazia.

Forse non è evidente, ma stiamo vivendo il primo periodo storico in cui volendo, ci sarebbe da mangiare per tutti, nonostante la sovrappopolazione. (fonte: "L'impero della vergogna" di Hans Zigler)
Ma siamo, anche, nel primo periodo storico in cui la 'quantità di democrazia' nel mondo sta diminuendo anzichè continuare a crescere (stessa fonte). Il nuovo feudalesimo che i poteri forti ci stanno preparando ormai da 50-60 anni è a buon punto di attuazione, con la vergognosa connivenza della maggior parte dei politici, anche quelli che dovrebbero, per storia e vocazione, combattere o almeno far chiarezza sulle malefatte del famigerato '2 per cento'.

Quando si superano certe soglie, cioè quando a nessuno sono più garantiti i diritti primari, bisognerebbe minacciare rivoluzioni, far capire che non siamo ancora tutti anestetizzati....
ma ahimè, sembra che la maggioranza ormai lo sia.

E chi dovrebbe o potrebbe organizzare e promuovere una nuova coscienza collettiva vuole invece solo la sua fettina di '2 per cento'.
La redistribuzione della ricchezza c'è stata... in senso opposto però.

Qua o ci si sveglia tutti o si precipita.

DjGiostra
Inviato: 26/6/2012 23:16  Aggiornato: 26/6/2012 23:16
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: La proposta della Health Tax
@Marino:
Citazione:
TASSATE (anzi TORNATE A TASSARE) I REDDITI PIU' ALTI, E USATE IL RICAVATO PER LA SANITA' E I SERVIZI PRIMARI.

Hai scoperto l'acqua calda..

Citazione:
il diritto alla salute

Ecco.. questo si che ci servirebbe !! ma allo stato delle cose il massimo che possiamo
ottenere e' di pagare per farci eliminare !!
L'apoteosi del masochismo proprio..

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
stecos
Inviato: 26/6/2012 23:48  Aggiornato: 26/6/2012 23:48
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/10/2009
Da: Madrid
Inviati: 111
 Re: La proposta della Health Tax
MI piace questa cosa di dare Benettazzo in pasto agli squali, è anche un po catartico....

Detto questo mi immagino obesi che si fanno scudo dietro alle "ossa grosse" per non pagare le tasse e mi scompiscio

Io farei pagare meno tasse a agli alcolizzati perché moriranno prima e non dovremo pagargli la pensione

Come diceva qualcuno... salut!

La differenza tra avere un' idea e ideare é che il primo sta fantasticando e il secondo sta creando
Pispax
Inviato: 26/6/2012 23:54  Aggiornato: 27/6/2012 0:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: La proposta della Health Tax
perspicace

Citazione:
Azz guarda un idea geniale SE NON FOSSE che poi quando hanno bisogno di soldi non avranno più il bisogno di alzare l'Iva, basta avvelenarci! E saremo tutti cornuti e mazziati!




jack68

Citazione:
Seguo Benetazzo da un pò di tempo e già ero perplesso per certe sue posizioni (ad esempio appoggia le manovre del governo Monti). Ma qui ha toccato il fondo. Ma stiamo scherzando? Per esempio uno ha il colesterolo alto (e vi assicuro che può capitare anche senza uno stile di vita irregolare) e pure paga di più. Siamo alla follia pura.




Rickard

Citazione:
L’aspetto dell’articolo che più fa storcere il naso è che viene proposto come una soluzione per aiutare la gente, se fosse stata una ricetta per metterlo ancora più in culo alla popolazione sarebbe stato più credibile.




VIPER

Citazione:
Volevano fare un TSO al Benetazzo, ma quando si sono resi conto che era affetto dal morbo della "Testa di Cazzulos" hanno capito che sarebbe stato molto più utile tenerselo così.




....


E ce ne sono molti altri. Mi fermo ai primi quattro.
(poi fra questi ci sono anch'io, eh).
E poi:

Redazione

Citazione:
Il motivo per cui ho pubblicato questo articolo è molto semplice: quando certe idee girano, bisogna combatterle.



Questa è la nota che mi ha fatto riflettere.
SE vogliamo provare a fare un ragionamento un po' più profondo credo sia opportuno ripartire da Sertes, che fa una considerazione parecchio giusta: se per assurdo TUTTI QUANTI conducessimo una vita assolutamente sana, senza vizi alimentari e senza fumi, alcoli, droghi, divani e e televisioni... ci sarebbero COMUNQUE da spartirsi 40 miliardi di spese sanitarie non più coperte dall'IRAP.

Certo.
Si può tranquillamente sostenere che se tutti quanti conducessimo una vita estremamente sana allora forse quei 40 miliardi scomparirebbero.
E probabilmente è anche vero.
PERO c'è anche l'altro lato della medaglia da tenere in considerazione.
Oggi in Italia la vita media - o meglio, l'aspettativa di vita una volta superati i 65 anni - è abbastanza alta.
Questo comporta che la spesa pensionistica è una cosa piuttosto rilevante.

Se TUTTI QUANTI, sempre per assurdo, conducessimo la vita estremamente sana che Benettazzo vorrebbe imporci, il primo risultato è che questa aspettativa di vita aumenterebbe considerevolmente.
E aumenterebbe anche l'aspettativa media, conducendo ancora più persone alle soglie della pensione.
Portandosi dietro, abbastanza inevitabilmente, un grandissimo esborso finanziario per le pensioni che andrebbero pagate IN PIU' rispetto a oggi.
Sia per quelli che invece di morire a 50 anni mentre lavorano finisce che muoiono a 70 mentre sono in pensione, sia per quelli che invece che morire a 76 anni finisce che muoiono a 84, e gli va pagata la pensione per una settantina di mensilità in più.



Benettazzo introduce un ragionamento piuttosto cretino rispetto a un discorso premio-punizione che mira a questo risultato.
A parte che, è bene sottolinearlo, il ragionamento è cretino, non si sofferma neppure un attimo a riflettere su quello che succederebbe se il suo ragionamento avesse successo.




Ora, quello che succede è che io da un economista mi aspetto un ragionamento di tipo economico.
Se io tolgo risorse qui, succede questo e quest'altro. Se le aggiungo là, succede questo e quest'altro ancora. Un economista bravo fa discorsi che hanno buone possibilità di avverarsi, uno meno bravo fa discorsi meno realistici.
Però NESSUN economista ha la possiblità di esimersi da questo binario di ragionamento. Tocca ragionare di partite economiche e di quello che succede se vengono spostate.


Benettazzo tutto questo non lo fa.
Inizia introducendo un mantra del tutto indimostrato, che è "meno IRAP=più lavoro", mentre il minimo che tutti possiamo constatare al limite è "meno IRAP=più redditi per gli imprenditori" (e sfido CHIUNQUE a portare le prove del contrario); poi prosegue sostenendo che questi soldi di tasse che gli imprenditori non pagano devono essere ripartiti orizzontalmente su tutti mediante un meccanismo premio-punizione allo scopo di "migliorare" la situazione.


Il minimo che verrebbe da sostenere è che Benettazzo non sia per niente un economista(*).
Non si muove per discorsi economici: si muove per slogan. Il suo pressappochismo travalica di moltissimo persino i confini che uno specialista dve imporsi quando fa divulgazione.
Non c'è proprio alcuna differenza fra lo "spessore specialistico" tipico dei tanti ciarlatani che si muovono suklla rete (che è zero) e le motivazioni economiche che lo spingono a fare queste considerazioni.
Al più, parrebbe solo uno dei tanti che utilizza internet per guadagnarsi un po' di notorietà.

---------------------------------------------------------------------------


C'è un aforisma che circola da parecchio tempo.
"Che se ne parli bene o che se ne parli male, l'importante è che se ne parli".

La sua paternità è dubbia. Chi lo attribuisce a Wilde, chi a Rochefort, chi a un prioverbio cinese, chi addirittura a una spogliarellista.
Però è una roba che funziona. Lo stesso Samuel Goldwyn, agli inizi di Holliwood, basandosi su questo principio si è messo di buzzo buono per rovinare la reputazione di parecchie sue "stelle". E Tizia era ninfomane, e Caia alcolizzata, e Sempronio veniva visto in giro coi prostituti, e via così.



La mia impressione è che Benettazzo stia percorrendo la stessa strada.
A un certo punto della sua vita ha deciso - seguendo un ragionamento molto economico - di riqualificarsi commercialmente come "il Vittorio Sgarbi dell'Economia".
Quello che fa discorsi "controcorrente", che fa i discorsi "sgradevoli ma che bisogna fare", che fa i discorsi "antipatici ma intelligenti". Il "competente" che "va contro il pensiero economico mainstream".(**)




Il problema è che non succede niete di tutto questo.
L'impressione è che Benettazzo molto spesso faccia ragionamenti parecchio IDIOTI, senza che abbiano un minimo di base economice, politica o sociale.
E che li faccia anche contro ogni evidenza sperando solo che prima o poi qualcuno si accorga di lui e che lo gratifichi di una comparsata televisiva.
O, al limute, di un bilocale all'Olgettina.


Di conseguenza tendo a dissentire dall'idea che i discorsi di Benettazzo vadano "combattuti".
Anche perché il "combatterli" fa esattamente il suo gioco, e lo spingerà a pubblicarne di ancora più deliranti.
"L'importante è che se ne parli", giusto?


Personalmente ritengo che il massimo che si può concedere a discorsi di questo tipo si lo sganasciarsi dalle risate, e l'additarli al pubblico ludibrio sottolineandone le parti più spassose.
Poi Benettazzo magari avrà comunque la sua comparsata televisiva. Ma a Zelig, non in un programma serio.






(*) Oppure, e questo è ancora peggio, lo è.

(**) Domandina da due centesimi: com'è che Benettazzo definisce se stesso nel suo blog?





EDIT: tanto per sottolineare una cosa, non è che "attacco il messaggero perché non mi piace il messaggio".
Io mi sono trovato costretto a riflettere sul messaggero solo perché quello che manca è proprio il messaggio.
E' stato sostituito da una serie di slogan.

fefochip
Inviato: 26/6/2012 23:59  Aggiornato: 26/6/2012 23:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: La proposta della Health Tax
Citazione:
Sarà anche vero ma io non sopporto più giorni e giorni di discussioni in tv, giornali ed altro su fesserie che qualcuno dice.


caro notomb spero converrai con me che i livelli di fesserie che si possono dire qui sono abissalmente distanti dalla cazzate ignobili della tv ....anche se devo riconoscere che in questo caso la vincita per il cucchiaio d'argento è al fotofinish

tasse ingiuste perchè ? purtroppo la tua non mi pare una efficace sintesi in quanto il concetto di giustizia e ingiustizia se non ha una motivazione è come dire lo vuole dio oppure no.

se è vero che parlare troppo di fesserie da importanza alle stesse è pur vero (qui ci fidiamo dell'osservazione di massimo che ci ha detto che c'è una certa corrente di pensiero in america che è simile al articolo di benettazzo ) che se vengono propagandate in maniera massiva l'unico modo per depotenziarle è analizzarle e metterle alla berlina con la logica.

tanto per fare un esempio se sulla fesseria della versione ufficiale sull' 11 settembre ci limitavamo a esclamare che era una gran cazzata senza fare accurate analisi stavamo freschi

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
fefochip
Inviato: 27/6/2012 0:06  Aggiornato: 27/6/2012 0:06
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: La proposta della Health Tax
Citazione:
Se TUTTI QUANTI, sempre per assurdo, conducessimo la vita estremamente sana che Benettazzo vorrebbe imporci, il primo risultato è che questa aspettativa di vita aumenterebbe considerevolmente. E aumenterebbe anche l'aspettativa media, conducendo ancora più persone alle soglie della pensione. Portandosi dietro, abbastanza inevitabilmente, un grandissimo esborso finanziario per le pensioni che andrebbero pagate IN PIU' rispetto a oggi. Sia per quelli che invece di morire a 50 anni mentre lavorano finisce che muoiono a 70 mentre sono in pensione, sia per quelli che invece che morire a 76 anni finisce che muoiono a 84, e gli va pagata la pensione per una settantina di mensilità in più.



ecco onore a pispax che dallo spunto di sertes, a mio avviso, ha tirato fuori l'argomento più ficcante per dare il colpo da ko definitivo a sto cazzo di articolo.
come economista fa una figura barbina


(versione romana)

a Benettà ....li mortacci tua ...ce voi sani perchè da sminchiati costamo troppo eppoi che famo? chi ce cambia er pannolone a cent' anni?

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
fefochip
Inviato: 27/6/2012 0:10  Aggiornato: 27/6/2012 0:10
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: La proposta della Health Tax
@ massimo
Citazione:
Questa new philosophy, che bisogna sgravare la tassazione per i "creatori di lavoro", andando a prendere i soldi dai poveracci, sta dilagando negli Usa (promossa ovviamente da parte dei repubblicani).


e lo sai perche non dilaga qui ?

perchè il compagno folagra ha spiegato tutto a fantozzi che dopo un po ha capito pure lui ,quindi qui nessuno è disposto a mettersi uno scalino di comprendonio sotto fantozzi .

(siffatta battuta è solo per cultori di film)

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Matkshonov
Inviato: 27/6/2012 0:22  Aggiornato: 27/6/2012 0:22
Ho qualche dubbio
Iscritto: 29/11/2010
Da: Cesso
Inviati: 278
 Re: La proposta della Health Tax
Propongo la CRIMINAL TAX, e che il suddetto eugenio benettazzo sia il primo a pagarla, in quanto la sua proposta è un chiaro crimine contro l'umanità!!!!

Per cortesia, dite ai bambini che testa di parallelepipedo vuoto non è il suo nome (ecchè diamine, mica pesa 500.000 tonnellate),lui si chiama alberto angela
fefochip
Inviato: 27/6/2012 0:27  Aggiornato: 27/6/2012 0:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: La proposta della Health Tax
Citazione:
Propongo la CRIMINAL TAX .....


a sto punto io la STRONZ TAX

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Polidoro
Inviato: 27/6/2012 1:16  Aggiornato: 27/6/2012 1:16
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/4/2005
Da:
Inviati: 488
 Re: La proposta della Health Tax
E’ strano che non gli sia passato per la pseudo mente di tassare un mercato grande e mai in recessione come quello del SESSO, aah ! che errore, che svista !
E’ li che l’algoritmo di Benettazzo poteva trovare la sua massima espressione … (la rima non la faccio).
Poteva proporre l’uso di particolari apparati per misurare e tassare la durata degli amplessi (trombofrequenzimetro), le eiaculazioni (spermometro), aaah ! …il numero degli spermatozoi: sopra i 4 milioni tassa per inquinamento, etc.

Mi viene anche in mente una tassa un po’ particolare: poiché trovo veramente insopportabile, avvilente, istupidente e etc. che per ogni cazzata si tiri fuori un nomignolo inglese (la spending revue, la Total Tax Rate, la Health Tax, the fried shit (questa l’ho inventata) e quant’altro) si potrebbe tassare ogni parola, espressione anglosassone usata laddove esista già un equivalente italico. Nome: Tassa Italica.
E tassare le Bestemmie ? In momenti come questi c’è un incremento almeno del 100% !
E dato che sono naturalmente sospettoso perché “La Health Tax … uno dei sette pilastri” … SETTE ? ancora i numeri magici ?

Bah ! Concordo con tutto quanto ha ben detto Pispax salvo quando dice verrebbe da sostenere è che Benettazzo non sia per niente un economista : non è che non sia un economista, credo, è che si è messo a fare qualcos’altro.

Oppure sta male, è stitico: si faccia un clistere e si svuoti di tutte le str......

"Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuovi orizzonti ma nell'avere nuovi occhi." Marcel Proust
Ingmar
Inviato: 27/6/2012 1:53  Aggiornato: 27/6/2012 1:53
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/12/2009
Da: Cagliari
Inviati: 184
 Re: La proposta della Health Tax
<<come al solito arriva qualcuno che storpia un ragionamento alla cazzo ,lo estremizza e ti serve i suoi risultati al contrario.>>

Se a te ho dato l'impressione di voler storpiare il tuo ragionamento con la bieca intenzione di piegarlo alla mia logica me ne scuso. Vorrei solo umilmente capirne di più.
Dopotutto sono un inguaribile sostenitore della medicina ufficiale e delle sue lobby
come dimostra questo.
"Ma aldilà del *fatto* che le lobby campano dalla tua dipendenza da farmaci"

"No, a parte tutto se ne apprendono di nuove cose che la medicina ufficiale ci nasconde,..."
e fin qui non ero affatto ironico, oppure
"Quello che accade semmai è che la cura che ti spacciano è sbagliata"

Chiarito l'equivoco andiamo avanti. Tu mi rispondi.

<<il colesterolo da solo non vuol dire un cazzo

innanzi tutto ci sono i valori : quanto

poi c'è il discorso di che tipo di colesterolo

poi c'è lo stile di vita perche se uno ha parecchio colesterolo ma senza altri fattori di rischio (sapientone ti sei chiesto come mai si parla di "fattori di rischio" e non di "causa/e eziologica/he") non gli succederà una sega>>

Fin qui ci siamo più o meno l'unica parte del tuo articolo che secondo me necessitava chiarimenti era questa
<<il limite del colesterolo è una panzana inventata di sana pianta e non ci sono prove scientifiche a sostegno dell'ipotesi di colesterolo =malattie cardiovascolari>>
ma non mi sono permesso di dire a priori che fosse sbagliata. Perchè detto senza quelle successive specificazioni potrebbe dare ad intendere che il colesterolo in toto non si accumuli nelle arterie e vene in placche che ne riducono il lume.
Come dici c'è da prendere in considerazione quanto, già questo comunque indica che un limite che è meglio non superare c'è, poi che lo mistifichino e lo abbassino per biechi scopi commerciali è un altro conto.
Il tipo, sì, non per nulla è un tipo di colesterolo proveniente da grassi saturi che se troppo presente può accumularsi più velocemente di quanto non venga smaltito.
Ecco, magari tutto questo è solo e soltanto propaganda, ma allora cos'è se non è il colesterolo a generare il restringimento delle arterie, non dubito che non sia il solo agente arteriosclerotico e che l'ostruzione delle vene non sia l'unico fattore di rischio per il cuore che come dici potrebbe essere a rischio per altri motivi. Poi certo che è sacrosanto chiedersi il valore effettivo e sostanzialmente concreto che c'è dietro questi "valori".

<<e poi il vero problema della medicina è proprio quella evidenziata dall'articolo.
se per la medicina hai 220 di colesterolo devi prendere le pasticche perche devi abbassare il colesterolo punto e basta
non si chiede la medicina del perche di questo colesterolo piu alto di valori medi.>>
E come no, il problema è proprio questo, farmaci contro i sintomi e nessuna cura, anzi specie per l'ipertensione, farmaci a vita. Fortunatamente però il perchè di questi valori alti può essere ricercato nella dieta anche se chiaramente non solo in quello (appunto mi incuriosirebbe sapere cos'altro, forse anche l'attività fisica me certamente non solo) e alcuni medici non ci stanno alle esigenze di un mercato drogato che campa di mistificazioni sulla pelle dei pazienti.


<<hai la febbre ?piate la tachipirina e vaffanculo .cosi ragiona la medicina (idiota) moderna .

in pratica se non hai i valori che dice la medicina l'unica cosa è riportare artificiosamente quei valori a valori "standard" fregandosene degli effetti collaterali dei medicinali.>>

Parole sante. Fin qui ci siamo, non solo, è facile scorgere un parallelo ed un allegoria in questo modo di concepire le cure, dell'attuale situazione socioeconomica.
<<e comunque ingigantire un problema può farlo diventare una bufala tout court.
guarda la suina o l'aviaria ...si ci sono stati dei decessi e allora?
fa di questo il problema n°1 come è sembrato dai media di qualche tempo fa ?
ergo è stata una bufala anche se qualcuno è morto di aviaria

stessa cosa per il colesterolo può essere un problema ma non certo come lo dipingono attualmente.>>

Sull'aviaria devo informarmi meglio ma certamente l'allarme così alto era ingannevole e scorretto dal punto di vista dell'informazione.
La suina era certamente una messinscena, ma era comunque un'influenza, la bufala risiedeva nel sottile dettaglio che a quanto pare era una normale influenza, a conti fatti con non più decessi di quanti non ne abbiano fatto normali influenza, tutto per mettere in moto il panico e la macchina dei vaccini tramite un ossessiva grancassa mediatica alla quale però tutte le maggiori testate si sono prestate senza fare il lavore per cui un giornalista è pagato e considerato, in teoria, cioè approfondire e se necessario smerdare.

Quanto al colesterolo, è lo stesso o quasi, perchè il fatto che sia ingigantito, fatto oggetto di semplificazioni grossolane e dozzinali, e venga spesso indicata una cura a base di farmaci per mantenerlo basso, non significa necessariamente che mantenerlo alto, troppo alto non sia dannoso.
Semmai che bisogna curare il problema all'origine e senza eccessivo allarmismo.
Preciso che ho detto "non significa" a rigor di logica di implicazione e non che non possa esserci verità in quello che hai detto a proposito.

albi1098
Inviato: 27/6/2012 3:02  Aggiornato: 27/6/2012 3:02
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/10/2011
Da:
Inviati: 52
 Re: La proposta della Health Tax
Azz.. Benettazzo Benettazzo....

....mi sa che devi fare un mutuo per pagare le cure per la tua insanità mentale.

Sorry.

"Se non hai una mente critica per natura è inutile che tu rimanga qui." G.I.Gurdjieff
superava
Inviato: 27/6/2012 3:25  Aggiornato: 27/6/2012 3:25
Mi sento vacillare
Iscritto: 28/8/2008
Da: Riolo Terme
Inviati: 416
 Re: La proposta della Health Tax
Cit: "Ad esempio chi è obeso, chi fuma, chi beve smodatamente, chi non cura la propria salute, chi abusa di un regime alimentare ricco di zuccheri e proteine sarà chiamato a pagare notevolmente di più di chi invece non rientra in queste categorie."

Fermandosi solo a quest'idea togliendo/aggiungendo un paio di affermazioni sue molto inquietanti...in maniera molto contorta (con tutte le variabili che ci stanno) potrebbe anche aver ragione...ma detto cosi.. ..si dimentica che nel mondo ci sono anche quelli che sono obesi per malattia o non sono direttamente responsabili della propria patologia.
Questo è un pazzo!

Per combattere questo grave problema avrei anche io un paio di ideucce senza andare a dissanguare in oltre modo/maniera i poveracci con altre tasse...basterebbe che uno stato "sano" o meglio...quelli chiamati (votati) alla gestione del bene comune risolvessero il problema alla radice promuovendo a 360gradi un'alimentazione corretta sin dalla fase della produzione degli alimenti (per corretta intendo una manipolazione minima o nulla degli alimenti, ne sarei gia' felice) Grazie al cielo il progresso non ha portato solo conservanti,coloranti o "doping" per la frutta e la carne, ma anche tecniche di manipolazione,conservazione e cottura che mantengono piu' a lungo la qualita' degli alimenti senza aggiungere porcherie chimiche.

IoCogito
Inviato: 27/6/2012 3:53  Aggiornato: 27/6/2012 3:53
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/5/2012
Da:
Inviati: 81
 Re: La proposta della Health Tax
Citazione:
Cit: "Ad esempio chi è obeso, chi fuma, chi beve smodatamente, chi non cura la propria salute, chi abusa di un regime alimentare ricco di zuccheri e proteine sarà chiamato a pagare notevolmente di più di chi invece non rientra in queste categorie."

Fermandosi solo a quest'idea togliendo/aggiungendo un paio di affermazioni sue molto inquietanti...in maniera molto contorta (con tutte le variabili che ci stanno) potrebbe anche aver ragione...ma detto cosi.. ..si dimentica che nel mondo ci sono anche quelli che sono obesi per malattia o non sono direttamente responsabili della propria patologia.
Questo è un pazzo!
Ecco, adesso però non cadiamo in banalissimi luoghi comuni (cit.).
Ti faccio un esempio che da solo smonta quello che tu sostieni: nei lager non c'erano obesi.

Questo significa che non si è grassi per costituzione o "malattie", si è grassi perché il metabolismo funziona male e se il metabolismo funziona male un motivo ci sarà (alimentazione?).

Io sono uno di quelli che crede fermamente che l'alimentazione sia la cosa più importante per l'uomo, se mangi male come puoi permetterti anche solo a pensare ad una vita spirituale?

Solo nella nostra cucina risiedono migliaia di "errori" per il nostro corpo. Se in più ci aggiungiamo la merda che ci propinano le multinazionali il gioco è fatto.


Il mondo è in schiavitù perché la maggior parte delle persone ha delle dipendenze. Dipendenze che ti impediscono di vedere la realtà in maniera quantomeno affidabile.

Nella mia testa è vivo il ricordo di quei ragazzotti che venivano a scuola a parlarci di "dipendenze e mondo della droga".

Questa campagne contro la droga promosse dallo stato, dal mio punto di vista, creano e hanno creato più danni di quelli che hanno risolto.
Il messaggio che passano queste campagne è che l'uso di eroina, cocaina, acidi, marijuana ecc... ecc... nuoce gravemente alla salute e se ne fai uso la tua vita è finita.

Tutto ciò avrebbe anche avuto senso se tali parole fossero state dette ad un pubblico privo di ogni dipendenza.

Purtroppo all'epoca una volta suonata la campanella dell'intervallo tutti i bambini uscivano in cortile a mangiare la merendina della ferrero carica di zuccheri bianchi e merda chimica (che dio solo sa che danni può recare).

Io ero uno di quei bambini che abusava letteralmente di tutti quei prodotti di pasticceria industriale che le big corps propongono.
Dagli m n m's al kinder delice.

Ho dovuto rendermi conto da solo di essere schiavo di questa merda nell'età adolescenziale quando il carico epatico che avevo mi ha recato parecchi problemi.

Se quel giorno quei giovanotti della droga mi avessero parlato di dipendenza in termini a me comprensibili (merendine, zuccheri bianchi, caffeina ecc... ecc... ) magari avrei potuto rendermi almeno conto di che cos'è una dipendenza.
Invece l'unica cosa che rimaneva era una gran paura (e ignoranza direi) nei confronti del mondo della droga.


Citazione:
Grazie al cielo il progresso non ha portato solo conservanti,coloranti o "doping" per la frutta e la carne, ma anche tecniche di manipolazione,conservazione e cottura che mantengono piu' a lungo la qualita' degli alimenti senza aggiungere porcherie chimiche.

Anche qui ho i miei grossi dubbi. Ma magari non conosco le tecniche per migliorare la qualità degli alimenti di cui tu parli.


Tutto ciò per dire semplicemente che per uscire da questa fottuta schiavitù che sta conducendo il mondo alla deriva è necessario privarsi delle schiavitù più banali e quotidiane che abbiamo attorno.

L'argomento più controverso che mi trovo a trattare ogni giorno è proprio l'alimentazione, la gente si scandalizza di più a sentirsi dire che quello che mangia è sbagliato rispetto a discorsi relativi al 9/11 e simili.

Ma si sa anche che l'arma occulta sfoderata verso il popolo è proprio questo narcisismo/egoismo totalmente deleterio e insensato che riesce a radicarsi nella corteccia cerebrale in maniera imbarazzante.

La libertà, come tutti sappiamo, non fiorisce in un paese che sta sempre sul piede di guerra, o che si prepara a combattere. Una crisi permanente giustifica il controllo su tutto e su tutti, da parte del governo centrale.
A. Huxley
complo
Inviato: 27/6/2012 9:14  Aggiornato: 27/6/2012 9:14
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: La proposta della Health Tax
Citazione:


Eppure basterebbe dare uno sguardo al 3d per vedere che il mio post era PRIMA di quello di CAPTCHA e renderti conto dell' ennesima minchiata che hai detto..

Allora si deve essere invertito il layout (nella tua testa), perché quello di Captcha è delle 14:01 .. e il tuo delle 14:33


Il mio intervento sui bambini/ragazzi obesi obesi è delle 14:01?


Inviato da complo: 26/6/2012 alle 13:22 Aggiornato: 26/6/2012 13:22

Se un bambino è obeso o ha qualche patologia (ergo non rientra nel caso di specie), o è stato MALE educato alimentarmente dai GENITORI (ergo il padre dovrebbe legarcisi lui all' auto).

Poi hai risposto tu alle 13:33 e poi Captcha si è ACCODATO parlando del MIO tema alle 14:01.
Si Calvero, sono io che ho dei problemi, vai tranquillo.....

Tornando seri, se non sei in grado di rispondere alle osservazioni che ti pongo non sentirti frustrato. Semplicemente non rispondere al posto di cominciare a tirare in ballo che io mi accodo agli altri, che sono una testa di marmo, che sono indottrinato blablablabla.....ti fai solo sangue marcio.

complo
Inviato: 27/6/2012 9:23  Aggiornato: 27/6/2012 10:24
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: La proposta della Health Tax
Citazione:
ABBONAMENTI CALCIO: - sempre per tutti in prima classe sociale ---> € 20.000 annuali agli Stadi, € 10.000 semestrali per abbonamenti TV, € 50.000 annuali esercenti/locali pubblici


Non ti arrabbiare, eh!
Da almeno 10 anni stanno complicando IN TUTTE LE MANIERE POSSIBILI l' andare allo STADIO.
Il "paradigma" continua a metterlo sotto la coda mentre tu abbai alla luna....
Ci sono due enormi e BANALI perchè.

1) chi ha governato per 8 degli ultimi 12 anni......GUARDACASO VENDEVA ANCHE GLI ABBONAMENTI TIVVI' ALLE PARTITE

2) il "manovratore" ha SEMPRE E COMUNQUE interesse che la gente NON si riunisca. Sia nelle piazze, sia negli stadi.
E credimi, c'è molto più scambio di idee e "isola senza stato" in una curva che in tutti gli abbaiatori di internet.

Doru
Inviato: 27/6/2012 9:52  Aggiornato: 27/6/2012 9:52
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/10/2005
Da:
Inviati: 133
 Re: La proposta della Health Tax
Si parte da un problema e si propone una soluzione che porta più problemmi di prima.

Pyter
Inviato: 27/6/2012 10:12  Aggiornato: 27/6/2012 10:12
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: La proposta della Health Tax
Si parte da un problema e si propone una soluzione che porta più problemi di prima.


E allora lo si dica ... uno dà soluzioni e queste non vanno mai bene.

Se c'è qualcosa al mondo che uccide più del colesterolo e del fumo sono le tasse. Questo lo sanno tutti, anche quelli che le amano.

Come si fa a combattere questa malattia? Togliendo le tasse antipatiche e inutili e mettendone di più simpatiche e funzionali.

Sacro spread! Ma è una normalissima cura omeopatica applicata all'economia, cos'è che non va?

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
complo
Inviato: 27/6/2012 10:28  Aggiornato: 27/6/2012 10:31
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: La proposta della Health Tax
Citazione:
Solo nella nostra cucina risiedono migliaia di "errori" per il nostro corpo. Se in più ci aggiungiamo la merda che ci propinano le multinazionali il gioco è fatto.


Voglio lanciare il ramoscello d' ulivo a Calvero sottolineando una cosa giusta che aveva detto.
Assumiamoci le NOSTRE responsabilità senza indulgenza in sè.
Non esiste la "nostra cucina" cattivaccia, esistono persone singole che DECIDONO di mangiarsi schifezze.
La maggior parte delle altre persone mangia sanissimamente con la "nostra cucina".....

VIMS
Inviato: 27/6/2012 10:29  Aggiornato: 27/6/2012 10:29
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/11/2011
Da: Ai piedi del monte
Inviati: 334
 Re: La proposta della Health Tax
@IoCogito

L'argomento più controverso che mi trovo a trattare ogni giorno è proprio l'alimentazione, la gente si scandalizza di più a sentirsi dire che quello che mangia è sbagliato rispetto a discorsi relativi al 9/11 e simili.

Trovi tutta la mia solidarietà. E' un argomento talmente radicato che ti porta ad essere considerato quasi da eretico, sopratutto quando si disfano dei luoghi comuni sull'alimentazione.

VIMS

La Virtù sta nel mezzo
fefochip
Inviato: 27/6/2012 11:08  Aggiornato: 27/6/2012 11:08
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: La proposta della Health Tax
@IoCogito
Citazione:
L'argomento più controverso che mi trovo a trattare ogni giorno è proprio l'alimentazione, la gente si scandalizza di più a sentirsi dire che quello che mangia è sbagliato rispetto a discorsi relativi al 9/11 e simili.


indubbiamente l'alimentazione è un argomento molto controverso e il perche a mio avviso risiede nel fatto che non c'è una "formula" unica per tutti ,che va bene in ogni caso e per chiunque (diete vegane ,fruttivore ,vegetariane ,quella delle mele ,dissociata ,ecc,ecc) ...questo quello che penso ..ma....
quello che volevo dirti era un altra cosa.

sai cosa ho notato invece io ? che la cosa che da veramente fastidio a tutti è la prepotenza dell'imposizione della "verità".
come porre la propria "verità" all'altro è una grossa parte del problema .
l'altro problema è quello che di fronte a questa "verità" l'altro deve pensare e questo rompe veramente le palle

avevo una zia evangelica.
una brava persona tuttosommato ma appena ti conosceva partiva in 4 per evangelizzarti ...era insopportabile .

pensare è molto piu faticoso che ragionare per schemi già presenti nella testa e quindi le persone quando gli smonti tali schemi si incazzano.
se poi smonti questi schemi anche solo con un pizzico di sicumera e saccenza è finita perche avrai il muro completo.(e questo tutto sommato forse non è nemmeno sbagliato)

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Calvero
Inviato: 27/6/2012 11:08  Aggiornato: 27/6/2012 11:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: La proposta della Health Tax
Citazione:
Si Calvero, sono io che ho dei problemi, vai tranquillo.....



Quando io ti ho accusato di accodarti, l'ho fatto (post 14:47) a seguito del tuo post delle 14:33, adesso che tu possa non concordare con siffatta accusa è un tuo diritto (ci mancherebbe) ma che vuoi inventarti che sia incongruente con la cronologia della discussione è perché o sei scemo, o sei una testa di marmo, scegli tu.

Lì hai scritto:

Citazione:
Per il mondo reale invece ti consiglio di guardare....


.. a meno di non essere il figlio scemo di Fantozzi, questa uscita vuole indicare una ironica e in parte sarcastica frecciatina che vorrebbe dire che io [secondo te] dovrei ritornare alla realtà e smetterla di stare tra le nuvole (a farla leggera), che a sua volta vorrebbe dimostrare che tu sai cosa significa stare al mondo e qualcun'altro no. Queste si chiamano battute ironiche (e ci stanno, per l'amor di Dio) che vogliono alludere a .... ecc. ecc. , lo sapevi? l'hai fatta tu eh.

Comunque: battuta appunto che hai fatto seguire a quella di CAPTCHA quando parla di ideologismo, cioè che stava ad indicare come la realtà possa venire, in soldoni, scavalcata dall'ideale, ergo, in logica di tale battuta: - fare astrazione e non stare coi piedi per terra. Ci sei? Adesso sai fare 1+1? credo di sì, perché l'hai fatto prima che te lo spiegassi e ripiegassi sull'obesità in sé .. cosa che a me in realtà non interessa in quanto la mia metafora è riferita all'indulgenza in sé che, tu sia d'accordo oppure no, è quello che volevo criticare con un pretesto. Anche per questo esistono le metafore e le provocazioni intellettuali.

Ora che tu vuoi dirmi che ti riferivi ad altro, nulla - ma proprio nulla - toglie alla logica della cronologia della discussione e al significato delle parole nei Post, che la mia accusa è correttamente basata sul significato dei termini e sulle allusioni delle battute. Mettiti l'animo in pace. A questo si aggiunga il - tuo - vizio (non è la prima volta) di accodarti al senso delle battute altrui per legittimare una tua posizione.

Non sarebbe per questo che lo hai fatto? .. OK, non mi interessa: - la mia accusa è comunque correttamente conseguente e pure in ordine alla tua allusione sarcastica; la prossima volta allora magari cerca di essere più circostanziato nei tuoi giochetti dialettici. Perché ---> hairottoilcazzo

Citazione:
se non sei in grado di rispondere alle osservazioni che ti pongo non sentirti frustrato.


Non solo sei una testa di marmo, ma sei anche dispettoso come una scimmia; non hai la grazia e l'arguzia di saper fare le frecciatine, sei malizioso e a meno di essere d'accordo con te lavori su piani obliqui. Fatti un tagliando.

Citazione:
Non ti arrabbiare, eh!
Se non hai capito che da almeno 10 anni stanno complicando IN TUTTE LE MANIERE POSSIBILI l' andare allo STADIO sei fuori dal mondo.
Il "paradigma" continua a mettertelo sotto la coda mentre tu abbai alla luna....
Ci sono due enormi e BANALI perchè.


Può essere, ma il mio era soltanto (PALESEMENTE) un gioco, TESTA DI MARMO; soltanto tu non sei riuscito a vedere che HO scritto ----> da leggersi come fosse una voce fuori campo in stile filmico/fantozziana..

.. avevi compreso l'incipit scritto a chiare lettere nero su bianco?? non è abbastanza razionale per te?? ... sempre e soltanto tu puoi non comprendere una grottesca esasperazione di qualcosa che o già sta avvenendo oppure di altre che su cui si potrebbe grottescamente giocare.

Il problema, Complo, è che tu funzioni a compartimenti stagni, sei drogato di una forma mentis che ti ha levato l'uso dell'immaginazione (è gravissimo); non comprendi le metafore; confondi l'ironia e soprattutto, non sai farla. Sei schiavo di un mondo intellettuale che ha perso su tutti i fronti (grazie alla ragione); un mondo che è alla frutta e la comprova è il mondo marcio che hai sotto il naso che non vuoi vedere. Il Re è nudo, Complo, è ora tu lo accetti. Quel mondo che si affida alla tua stessa forma mentis; quel mondo assoggettato al Potere che sfrutta la tua forma mentis. Tu pensi di usare la logica, invece sei schiavo della ragione. Hai perso il linguaggio della vita e riesci a sentirti sicuro soltanto nelle gabbie che i termini vorrebbero circoscrivere nel tentare di spiegare la realtà.

Citazione:

1) chi ha governato per 8 degli ultimi 12 anni......GUARDACASO VENDEVA ANCHE GLI ABBONAMENTI TIVVI' ALLE PARTITE

2) il "manovratore" ha SEMPRE E COMUNQUE interesse che la gente NON si riunisca. Sia nelle piazze, sia negli stadi.
E credimi, c'è molto più scambio di idee e "isola senza stato" in una curva che in tutti gli abbaiatori di internet.


Può essere, ma ancora una volta ....
... sempre a parcellizzare, Complo, lasciatelo dire ----> open your mind

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
complo
Inviato: 27/6/2012 11:25  Aggiornato: 27/6/2012 11:25
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: La proposta della Health Tax
Citazione:
...ma che vuoi inventarti che sia incongruente con la cronologia della discussione è perché o sei scemo, o sei una testa di marmo, scegli tu.


Sei tu che sei completamente fuori di testa quando pensi che il mio "per il mondo reale ti consiglio..." sia un accodamento all' "ideologismo" di Captcha.
Io faccio continui richiami all' esempio PRATICO, al mondo REALE (vs i "massimi sistemi") PRATICAMENTE IN OGNI 3D!

Questo è l'ultimo che mi ricordo....


Benvenuto a Benetazzo nella realtà.

link


Citazione:
....la prossima volta allora magari cerca di essere più circostanziato nei tuoi giochetti dialettici. Perché ---> hairottoilcazzo


La prossima volta...continuerò a fare come voglio. Se te e noalgregge avete problemi di fegato curatevi, non è affar mio....


Citazione:
Può essere, ma ancora una volta .... ... sempre a parcellizzare, Complo, lasciatelo dire ----> open your mind


E ancora una volta, VIVI LA VITA REALE. In quella VIRTUALE ti hanno detto che chi va in curva è uguale a chi vede la partita in tivvi, NELLA VITA REALE NON E' COSI'.
Abbi l'umiltà di modificare un tuo dogma........

fefochip
Inviato: 27/6/2012 12:08  Aggiornato: 27/6/2012 12:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: La proposta della Health Tax
@ Ingmar
vabbè mi pare che ci siamo spiegati e in diverse cose convergono i nostri pensieri .

aggiungerei alcune cose per completare il mio discorso

se da una parte è vero quello che dici
Citazione:
Quanto al colesterolo, è lo stesso o quasi, perchè il fatto che sia ingigantito, fatto oggetto di semplificazioni grossolane e dozzinali, e venga spesso indicata una cura a base di farmaci per mantenerlo basso, non significa necessariamente che mantenerlo alto, troppo alto non sia dannoso.

dall'altro bisognerebbe chiedersi che forse quel colesterolo ha un senso molto preciso e abbassarlo in maniera artificiale (con farmaci) in realtà provocherà altri problemi perche quell'aumento il corpo lo ha fatto per un preciso scopo .

detto in altri termini come fai a essere sicuro che quel colesterolo non arrivi per risolvere un problema e abbassandolo alla fine crepi prima per altri motivi che di "restringimento delle arterie"?

poi che quel colesterolo cosi alto posa provocare problemi potrà sicuramente essere vero ma quello su cui veramente ho i miei dubbi è che le scelte del corpo possano essere meno "intelligenti" di quelle del medico .

a proposito di medici
Citazione:
alcuni medici non ci stanno alle esigenze di un mercato drogato che campa di mistificazioni sulla pelle dei pazienti.

vero .
ma è pur vero che i medici che non lo fanno purtroppo sono pochi perche la coscienza ultimamente (in generale nella società) va poco di moda.

ma la cosa ancora piu grave a parer mio sono i "protocolli" e in particolare le conseguenze di non seguire tali protocolli.
sono proprio i "protocolli" l'anima nera della medicina moderna .
apparentemente sono fatti e sviluppati per tutelare il paziente in modo che ogni medico non possa fare come gli pare .
questo però se da una parte può avere una piccola dose di verità dall'altra svilisce il compito del medico che da MEDICO diventa un semplice tecnico che ha studiato "i protocolli".
che se non segui e poi qualcosa va male come medico ne subirai le conseguenze legali da pazienti insoddisfatti della cura.

quindi il medico di oggi è impaurito dal sistema e scoraggiato a pensare autonomamente perche deve applicare "i protocolli".

chi tra l'altro non lo fa può essere severamente punito

ikl caso simoncini in questo è stato emblematico .è stato radiato (sarei curioso di sapere quanti medici sono stati radiati e non riammessi all'ordine dopo il canonico tempo previsto)proprio per non seguire i protocolli ufficiali nonostante la legge
Citazione:
In singoli casi il medico può, sotto la sua diretta responsabilità e previa informazione del paziente e acquisizione del consenso dello stesso, impiegare un medicinale prodotto industrialmente per un'indicazione o una via di somministrazione o una modalita' di somministrazione o di utilizzazione diversa da quella autorizzata, ovvero riconosciuta agli effetti dell'applicazione dell'articolo 1, comma 4, del decreto-legge 21 ottobre 1996, n. 536, convertito dalla legge 23 dicembre 1996, n. 648, qualora il medico stesso ritenga, in base a dati documentabili, che il paziente non possa essere utilmente trattato con medicinali per i quali sia già approvata quella indicazione terapeutica o quella via o modalità di somministrazione e purché tale impiego sia noto e conforme a lavori apparsi su pubblicazioni scientifiche accreditate in campo internazionale.

che in teoria tutelerebbe a certe condizioni la liberta scelta terapeutica da parte del medico ma dall'altra è solo aria fritta.

quindi il maggiore problema oggi della medicina moderna è proprio il "sistema" che si può in gran parte identificare nei "protocolli" che sono da soli idiozie senza una mente e un cuore che valuta e percepisce la cura migliore per il suo paziente.

ridurre l'essere umano a semplice macchina è stata da una parte il grande successo in tanti campi della medicina moderna ma oggi si è trasformato nel suo piu grande nemico

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Calvero
Inviato: 27/6/2012 12:54  Aggiornato: 27/6/2012 12:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: La proposta della Health Tax
Sì Complo, hai ragione

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
NiHiLaNtH
Inviato: 27/6/2012 13:00  Aggiornato: 27/6/2012 13:02
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: La proposta della Health Tax
Citazione:
dall'altro bisognerebbe chiedersi che forse quel colesterolo ha un senso molto preciso e abbassarlo in maniera artificiale (con farmaci) in realtà provocherà altri problemi perche quell'aumento il corpo lo ha fatto per un preciso scopo .


se il colesterolo è alto a causa di un eccessiva presenza di radicali liberi allora basta fare una cura a base di antiossidanti cominciando dal tè verde che è ottimo per abbassare il colesterolo

bravo hai fatto bene ha ricordare lo schifo dei protocolli

nachi
Inviato: 27/6/2012 14:41  Aggiornato: 27/6/2012 14:41
So tutto
Iscritto: 6/12/2011
Da:
Inviati: 3
 Re: La proposta della Health Tax
bene così avranno una scusa in più per metterci un microcip come vogliono fare in america

IoCogito
Inviato: 27/6/2012 15:30  Aggiornato: 27/6/2012 15:30
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/5/2012
Da:
Inviati: 81
 Re: La proposta della Health Tax
Citazione:

Voglio lanciare il ramoscello d' ulivo a Calvero sottolineando una cosa giusta che aveva detto.
Assumiamoci le NOSTRE responsabilità senza indulgenza in sè.
Non esiste la "nostra cucina" cattivaccia, esistono persone singole che DECIDONO di mangiarsi schifezze.
La maggior parte delle altre persone mangia sanissimamente con la "nostra cucina".....

Quindi seguendo la tua logica posso tranquillamente dire che la cultura non ha nessuna influenza sulle persone giusto?

Il problema in questo caso è sempre derivato dal quel pazzo di consumismo, una volta il maiale si teneva solo d'estate per poi ammazzarlo e mangiarlo d'inverno.
Adesso invece ce l'hai tutto l'anno al supermercato, quello che nessuno ti dirà è che mangiare un cibo che crea alta putrefazione come il maiale fa estremamente male d'estate invece d'inverno può dare una mano ad alzare la temperatura corporea.

Per concludere direi che il problema non risiede solo nella nostra cucina, è un po' un assassinio sull'orient express.

Come dici tu sicuramente esistono delle persone singole che decidono di mangiare schifezze, quello che però non sanno è che quella possibilità di decidere cosa mangiare, nel momento che mangi schifezze scompare per sempre perché entrerai nel circolo vizioso della dipendenza alimentare.

Per questo motivo ho potuto constatare che parlare di alimentazione è difficile, per uscire dal tunnel di qualsiasi droga il primo passo da fare è rendersi conto di essere un drogato.

Parlando di questi argomenti sono arrivato a sentirmi dire da una persona che pesava 130KG "Ma io in fondo sto bene e non ho nessun tipo di problema".

E qui complo ti cito proprio lo stesso Calvero quando parla della differenza tra schiavo e robot. Qui è lo stesso discorso, un eroinomane è schiavo di una dipendenza atroce ma è schiavo perché almeno è consapevole della sua dipendenza.
Una persona che mangia in maniera sregolata per me è un robot, è un robot perché schiavo di una dipendenza ancora più sottile ma non ne è consapevole.

Spesso e volentieri ammettere a noi stessi che non siamo perfetti e anche noi abbiamo qualcosa che non va è il lavoro più arduo nella ricerca della libertà/verità.

La libertà, come tutti sappiamo, non fiorisce in un paese che sta sempre sul piede di guerra, o che si prepara a combattere. Una crisi permanente giustifica il controllo su tutto e su tutti, da parte del governo centrale.
A. Huxley
complo
Inviato: 27/6/2012 15:59  Aggiornato: 27/6/2012 16:07
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: La proposta della Health Tax
Citazione:
Quindi seguendo la tua logica posso tranquillamente dire che la cultura non ha nessuna influenza sulle persone giusto?


NO. Certamente la cultura ha influenza e certamente ne ha anche nella dieta. La dieta mediterranea e la cultura "slow food", in particolare, sono semmai un PLUS della "nostra cucina".
Detto questo, anche dove non esiste alcuna cura del cibo, resta il libero arbitrio delle persone ed è possibile nutrirsi correttamente anche se in tivvì fanno la pubblicità di mc donald.


Citazione:
E qui complo ti cito proprio lo stesso Calvero quando parla della differenza tra schiavo e robot. Qui è lo stesso discorso, un eroinomane è schiavo di una dipendenza atroce ma è schiavo perché almeno è consapevole della sua dipendenza. Una persona che mangia in maniera sregolata per me è un robot, è un robot perché schiavo di una dipendenza ancora più sottile ma non ne è consapevole.


La psicologia non è decisamente il mio campo ma per quel poco che ne so gli obesi sono generalmente persone con un enorme senso di colpa.
La stessa frase che citi: "Ma io in fondo sto bene e non ho nessun tipo di problema", mi sembra da MANUALE del senso di colpa.
Senso di colpa, ossia consapevolezza di un problema, che invece è tipicamente assente nel drogato che pensa convintamente "posso smettere quando voglio".
Quindi dovessi proprio fare la differenza tra schiavo e robot la farei esattamente al contrario.
Comunque concordo che sia difficile "uscirne" anche nel caso della schiavitù da cibo. Meno difficile che disintossicarsi, ma sicuramente difficile...

IoCogito
Inviato: 27/6/2012 16:22  Aggiornato: 27/6/2012 16:22
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/5/2012
Da:
Inviati: 81
 Re: La proposta della Health Tax
Citazione:
Detto questo, anche dove non esiste alcuna cura del cibo, resta il libero arbitrio delle persone ed è possibile nutrirsi correttamente anche se in tivvì fanno la pubblicità di mc donald.

FALSO.
Come già detto da qualcuno in questi commenti ormai mangiare fast food e mangiare biologico nono sono più una scelta consapevole e libera che fa il consumatore (e questo accadeva fino a 10 anni fa), ormai mangiare fast food significa rientrare nelle classi sociali più basse mentre mangiare organic o comunque biologico è uno di quei privilegi a cui sempre meno persone possono attingere.

E sia chiaro che non è un discorso prettamente economico, è un discorso che concerne la cura di se, la cultura e tutto quell'insieme di norme etiche che ti sono state date dalla tua famiglia in primis e poi dal sistema.

Citazione:
La psicologia non è decisamente il mio campo ma per quel poco che ne so gli obesi sono generalmente persone con un enorme senso di colpa.
La stessa frase che citi: "Ma io in fondo sto bene e non ho nessun tipo di problema", mi sembra da MANUALE del senso di colpa.
Senso di colpa che invece è tipicamente annullato dalla droga (vedasi i frequentissimi omicidi di familiari stretti per procurarsela).
Quindi dovessi proprio fare la differenza tra schiavo e robot la farei esattamente al contrario.


Ti posso assicurare complo, e quella esperienza l'ho vissuta in prima persona, che non era assolutamente un senso di colpa.
Era un'affermazione convinta della serie "sono obeso perché sono ricco e mi va bene così".
E non è l'unico caso... nella mia vita tra convivenze universitarie, fidanzate con un'alimentazione pessima ho sempre cercato di "educare" le persone a me care alla libertà.
Purtroppo il cibo secondo me è la droga più difficile da combattere, l'effetto "mentale" che ha è sottilissimo, quasi impercettibile ma c'è. Rientra nella nostra quotidianità quindi è una scelta che ci viene messa davanti ogni giorno per più volte.
E soprattutto viviamo in una società in cui la cura di sé (quella vera) non esiste e soprattutto (anche se in Italia siamo messi un po' meglio da questo punto di vista) nel 21° secolo la qualità del cibo è calata in una maniera spaventosa.

Citazione:
Comunque concordo che sia difficile "uscirne" anche nel caso della schiavitù da cibo. Meno difficile che disintossicarsi, ma sicuramente difficile...

Non credo sia meno difficile che dsintossicarsi, stiamo parlando di una dipendenza fisica (zuccheri bianchi, caffeina, cioccolato ecc... eccc...) e anche mentale. Senza considerare che a differenza della droga qui non puoi uscire dal "giro".
Semplicemente perché tal "giro" è così grosso che prende dentro i tuoi familiari, i tuoi migliori amici e in qualche occasione anche la tua ragazza.

La libertà, come tutti sappiamo, non fiorisce in un paese che sta sempre sul piede di guerra, o che si prepara a combattere. Una crisi permanente giustifica il controllo su tutto e su tutti, da parte del governo centrale.
A. Huxley
MATITA
Inviato: 27/6/2012 17:13  Aggiornato: 27/6/2012 17:13
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/5/2010
Da:
Inviati: 46
 Re: La proposta della Health Tax
quanto ci costa annualmente il fatto che il denaro non sia di nostra proprieta ma di entita terze e private che si arrogano il diritto di prestarcelo chiedendoci pure gli interessi?
aaa

Ingmar
Inviato: 27/6/2012 17:25  Aggiornato: 27/6/2012 17:25
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/12/2009
Da: Cagliari
Inviati: 184
 Re: La proposta della Health Tax
Ecco, questa teoria è interessante, è simile a quella sul tumore, ovvero che il tumore sia una reazione ultima spiaggia a stati infiammatori prolungati di diverso tipo, a immunodeficienze e sofferenze varie, si noti come la medicina riconosce ad esempio che la cirrosi espone ad un alto rischio di cancro al fegato, ma non ne riconosca ufficialmente o comunque non approfondisca una causa che lo leghi, ma guarda caso anche la cirrosi viene curata - per la precisione tenuta "sotto controllo"- da dei farmaci. Riconosce anche diverse patologie sempre infiammatorie che conducono spesso al tumore il papilloma, ma da questo non procede alcun teorema medico, poi potrei sbagliarmi.
Non so però se nel caso del colesterolo è applicabile un discorso del genere perchè, almeno a quanto si sa è lui che crea il problema di ostruzione delle arterie che pur non unico fattore di rischio, sommato ad altri lo aumenta per un semplice fatto meccanico.
Inolte quale potrebbe essere il problema che che il colesterolo si affanna a riparare? Nel caso del tumore per lo meno abbiamo un idea di quello che le cosiddette cellule cancerose tentano di arginare e che potrebbe essere la vera causa della morte, se ho ben capito. Quanto invece al colesterolo, se così fosse il colesterolo non verrebbe ad aumentare o diminuire con la dieta in persone assolutamente sane, a meno che il colesterolo non venga sintetizzato per riparare i possibili danni che fa una dieta sbagliata fin dal suo inizio, ma ne dubito, visto che dovrebbe essere un semplice prodotto metabolico di alcuni tipi di grassi saturi: assumi molti di quelli e i suoi valori aumentano.
E questo ammesso anche che non sia lui ad accumularsi nelle arterie.
Ci sono persone che hanno le arterie sgombre e meno colesterolo "cattivo", è vero, ma semplicemente, a quanto si dice producono abbastanza colesterolo "buono" da riuscire a smaltirlo, unitamente ad altri spazzini delle arterie. Sì, questa divisione in buono e cattivo l'ho sempre trovata un po' fiabesca, ma non necessariamente falsa.
Ma se non è quello ad ostruirle, cos'altro potrebbe essere mi chiedo?
Quanto ai protocolli, hai proprio ragione, in basa a questi si è dei semplici tecnici e noi delle macchine, cosa in parte vera, ma riduttiva, aldilà di credero o meno nel trascendente.

Anche questi governi "tecnici" seguono dei protocolli e si vedono i risultati. La cura somministrata sono dosi, non certo omeopatiche, dello stesso agente che ha causato la malattia, malattia di un sistema comunque vecchio e che risale all'era industriale, che necessita continui aumenti di produzione e tenuto in vita a forza da coloro che più hanno da perdere dalla sua dismissione e che comunque si sono arricchiti a dismisura "onestamente" grazie alle sue regole che gli hanno consentito posizioni di rendita, mi vengono in mente i petrolieri come classe emblematica che ha molti privilegi da perdere dal passaggio alle fonti rinnovabili.
Ci fanno il lavaggio del cervello con debito, austerità e razionamento di risorse e in questo caso della sanità. Ma d'altronde abbiamo vissuto al di sopra delle nostre possibilità, chiaramente non chi ha sempre parassitato su posizioni di rendita, ma chi si è fatto il mazzo e ha messo da parte i soldi. Ultimamente sembra che il problema siano i costi del lavoro troppo alti e la produzione troppo bassa, dice Polillo (???)... ma ci sarebbe da ridere se non ci fosse da piangere! Cioè il lavoratore è una nota spesa su cui risparmiare per guadagnare di più, non un nuovo potenziale cliente che mette in circolo i soldi guadagnati. Strano perchè in teoria col costo della vita che si alza, per via delle tasse e ognuno scarica quanto possibile sul cliente a furia di sacrifici, chi tiene in piedi questo circo? Chi sono i clienti di questi imprenditori che devono risparmiare sulla manodopera?
Non c'è un progetto armonico che faccia perlomeno funzionare questo sistema comunque risibile, bilanciando le possibilità e le necessità di ognuno, ma sembra che sia troppo comunista, come concetto. Forse lo spirito del capitalismo è proprio fregarsene che l'eccessivo egoismo inceppi l'insaziabile leviatano che è per sua stessa natura.
Io credo che semplicemente si è giunti al punto in cui chi è in posizione dominante sta sperimentando sulla nostra pelle se è possibile dividere ancora meno briciole con i vili sudditi e sottoposti che lavorano, principalmente per loro, la cosa bella è che la ricchezza ce l'ha la società, ma non riesce a dividersela perchè ormai siamo talmente plagiati che non riusciamo a concepire altra interazione che non sia il denaro. Furbamente lo hanno capito e fanno si che di questo denaro ne circoli sempre meno.


P.s ho fatto una replica molto più ricca ed elegante ma l'ho persa, accidenti a me!

kaniz
Inviato: 27/6/2012 20:51  Aggiornato: 27/6/2012 20:51
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/2/2010
Da:
Inviati: 181
 Re: La proposta della Health Tax
Solo un commento: Eugenio Benettazzo, sei un buffone! Ancora una volta il solito gioco problema-reazione-soluzione. Quello che mi chiedo io è se questi personaggi dicano queste cose in malafede o perché non ci arrivano proprio...

aleste85
Inviato: 28/6/2012 11:18  Aggiornato: 28/6/2012 11:18
Ho qualche dubbio
Iscritto: 24/5/2010
Da:
Inviati: 204
 Re: La proposta della Health Tax
spero che quanto ho appena letto sia il tema di un bambino di quinta elementare. perchè se una mente adulta ha partorito questo allora sono problemi

NonSonoIo
Inviato: 28/6/2012 13:57  Aggiornato: 28/6/2012 13:57
So tutto
Iscritto: 14/2/2011
Da:
Inviati: 29
 Re: La proposta della Health Tax
Ma sono l'unico a pensare che uno stile di vita sbagliato debba essere penalizzato?
Si, non è una cosa banale, ma l'idea di fondo è corretta, cosa ne dite?

Red_Knight
Inviato: 28/6/2012 14:14  Aggiornato: 28/6/2012 14:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: La proposta della Health Tax
Citazione:
Ma sono l'unico a pensare che uno stile di vita sbagliato debba essere penalizzato?
Si, non è una cosa banale, ma l'idea di fondo è corretta, cosa ne dite?


No, purtroppo non sei l'unico. Dimmi solo una cosa, chi decide cosa è giusto e cosa è sbagliato?

Pyter
Inviato: 28/6/2012 14:26  Aggiornato: 28/6/2012 14:26
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: La proposta della Health Tax
Ma sono l'unico a pensare che uno stile di vita sbagliato debba essere penalizzato?

No, non sei l'unico.

Pagare le tasse per esempio è uno stile di vita sbagliato.

Ma come lo penalizziamo?

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
kaniz
Inviato: 28/6/2012 16:57  Aggiornato: 28/6/2012 16:57
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/2/2010
Da:
Inviati: 181
 Re: La proposta della Health Tax
Citazione:

Citazione:
Ma sono l'unico a pensare che uno stile di vita sbagliato debba essere penalizzato? Si, non è una cosa banale, ma l'idea di fondo è corretta, cosa ne dite?


Il problema non è mai il PRINCIPIO ASTRATTO "uno stile di vita sbagliato deve essere penalizzato"... su quello possiamo essere anche d'accordo (e poi uno stile di vita sbagliato penalizza già di per se)
Il problema è: CHI sono le persone che vogliono questa Health Tax e QUALI SONO le conseguenze vere per la GENTE?
Controllo, restrizioni delle libertà, schiavismo, tasse, precarietà, preoccupazioni, scarsa sicurezza economica e sanitaria...

PS: prima di occuparci di far pagare di più chi mangia hamburgher comincerei col mettere al muro i criminali responsabili delle scie chimiche. Potrebbe essere una cosa più utile per la salute, che dici?
Oppure chi mette il fluoro nell'acqua (non più) potabile, e si potrebbe continuare all'inifinito, in verità

NiHiLaNtH
Inviato: 28/6/2012 18:54  Aggiornato: 28/6/2012 18:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: La proposta della Health Tax
Citazione:
prima di occuparci di far pagare di più chi mangia hamburgher comincerei col mettere al muro i criminali responsabili delle scie chimiche. Potrebbe essere una cosa più utile per la salute, che dici? Oppure chi mette il fluoro nell'acqua (non più) potabile, e si potrebbe continuare all'inifinito, in verità


purtroppo i sacchi di carne preferiscono la guerra tra poveri

fefochip
Inviato: 30/6/2012 1:25  Aggiornato: 30/6/2012 1:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: La proposta della Health Tax
Citazione:
Il problema non è mai il PRINCIPIO ASTRATTO "uno stile di vita sbagliato deve essere penalizzato"... su quello possiamo essere anche d'accordo (e poi uno stile di vita sbagliato penalizza già di per se)


no scusami qui è proprio il "principio astratto" a essere una cazzata ignobile.

se tu (latino) non vuoi pagare le conseguenze dell'irresponsabilità delle mie scelte di stile di vita in termini di assistenza sanitaria allora rendiamo l'assistenza sanitaria completamente privata come negli stati uniti e quindi risolviamo a monte il problema che sta tanto a cuore all'autore dell'articolo delirante.

non si risolve costringendo a pagare piu tasse (ai ciccioni per esempio )per un assitenza statale su delle basi completamente opinabili e fallaci

anche perche come tuteliamo invece un ciccione che è in salute come un pesce che è costretto a pagare tre volte per le sanità rispetto a un malaticcio magro ?

qui è proprio IL PRINCIPIO ASTRATTO a essere una cazzata cosi grande che sinceramente fa dubitare tout court anche di chi ha partorito cotanta insensatezza

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
lukapat
Inviato: 30/6/2012 16:43  Aggiornato: 30/6/2012 16:43
So tutto
Iscritto: 18/9/2010
Da:
Inviati: 14
 Re: La proposta della Health Tax
Che l'IRAP sia una tassa da rimuovere per far partire l'economia è evidente ma che bisogni tassare la salute delle persone come alternativa anche se cosi spiegata è del tutto abberrante:
a) Come e chi stabilisce il livello di salute di una persona (se sono gli stessi che decidono le invalidità abbiamo già capito che ci sarebbero brogli...)
b) Le malattie genetiche e croniche come devono essere gestite? Ossia chi è svantaggiato dalla nascita deve essere ulteriormente tartassato?
c) Le malattie professionali devono essere a carico del lavoratore?

Mi pare che Bentenazzo è andato un po troppo oltre. Posso suggerire io dove trovare i 40 miliardi:

A) Legalizzare la prostituzione e fare pagare le tasse alle prestazioni sessuali contro denaro (si fotta quello che ne pensa il vaticano e la cei)

B) Utilizzare i lavori forzati per le opere pubbliche; ogni carcerato ci costa circa 3000 euro al mese ed inoltre il fatto che in prigione non si faccia la bella vita ma si debba lavorare è un ottimo deterrente contro la delinquenza soprattutto i microcriminali

C) Fissare un tetto massimo per le pensioni, in vecchiaia tutti mangiano il semolino col cucchiacio

D) Detassare le prime case, i soldi ovviamente cominciano a girare e producono nuove entrate indirette (IVA).

E) Ridurre i rappresentanti politici adeguandosi alla media europea anche come stipendi e benefit

F) Eliminare gli enti inutili

G) Eliminare qualsiasi forma di finanziamento per la chiesa cattolica (si fotta il concordato) e le attività che producono utilie della chiesa in italia siano tassate allo stesso modo che le attività italiane

H) Eliminare la burocrazia e accelerare la giustizia che sono questi i fattori che limitano l'ingresso di investitori stranieri non l'art.18

L) Europeizzare il costo della benzina; minore costo maggiore consumo e uguali o maggiori entrate per lo stato (ma questo pare si stia già facendo)

M) Ritorno dell'equo canone; non è possibile pagare affitti da 800 euro con uno stipendio da 1000

Bentazzo si concentri su queste opzioni anzichè la salute vedrà che ne trarrà più soddisfazione e sicuramente sono più percorribili


Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA