Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


Economia : In Islanda trionfa la "democrazia"
Inviato da Redazione il 17/4/2012 19:50:00 (9716 letture)

Il democratico popolo d'Islanda festeggia una grande vittoria: con la maggioranza delle famiglie sommerse dal debito - a causa dalla bolla finanziaria esplosa tre anni fa - il governo islandese ha preso una decisione salomonica, ed ha azzerato per molti dei suoi cittadini il debito sul mutuo delle case.

Per la precisione, i debiti sul mutuo non saranno completamente cancellati, ma ristrutturati in base all'effettivo valore di mercato delle abitazioni. In altre parole, chi ha dato ha dato, chi ha avuto ha avuto, da oggi si torna in contatto con la realtà e i "numeri" gonfiati ad arte non hanno più nessun valore.

Tutti applaudono a questa vittoria popolare, e sottolineano che quando le esigenze della gente vengono messe al di sopra delle esigenze dei plutocrati, la giustizia trionfa sempre.

In realtà, basta leggere le dichiarazioni del Fondo Monetario Internazionale (il "salvatore" accorso in aiuto della nazione in default), ...

... per capire che si tratta soltanto di una scelta obbligata. Il FMI sottolinea infatti "la nota relazione fra alti livelli di debito familiare acquisiti durante un boom immobiliare e gli effetti del debito prolungato sulla ripresa economica"

"La causa principale della recessione prolungata - dice il FMI - è che le famiglie cercano di ridurre il livello del proprio debito spendendo il meno possibile, causando in questo modo una recessione ancora maggiore."

"Poichè il debito agisce da freno - conclude il FMI - è importante prima di tutto rimuovere quel freno."

Insomma, è un pò come il punta-tacco nell'automobilismo. Se non freni entrando in curva l'auto esce di pista, ma se nel frattempo non tieni su i giri da quella curva non esci più.

Curioso come la "giusta misura" sia quella che tiene la popolazione "abbastanza felice" da continuare a lavorare (e spendere) spensieratamente, ma non troppo felice da ritrovarsi magari con qualche migliaio di euro in eccesso alla fine dell'anno.

Se invece esageri col freno, e ti dimentichi di accelerare, ti ritrovi a fare i conti con il noto Paradigma di Rockershield : "Se i denari non li hanno, restituirli non potranno."

Tanto vale quindi fare buon viso a cattivo gioco, fingersi democratici e disinteressati, e ricominciare a mungere quel poco che la vacca riesce ancora a dare. Col tempo riusciremo sicuramente a convincerli a farsi prestare altri soldi, ma per ora la cosa più importante è che il giocattolo non si rompa.

Massimo Mazzucco

Voto: 9.00 (7 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
Pendolo
Inviato: 17/4/2012 20:09  Aggiornato: 17/4/2012 20:09
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/11/2005
Da: Giu' al nord
Inviati: 100
 Re: In Islanda trionfa la "democrazia"
Sempre al limite della sussistenza, condannati comunque a pagare e restare al guinzaglio sempre e comunque.

Saluti

Fesso si , ma con Nesquik
edo
Inviato: 17/4/2012 20:43  Aggiornato: 17/4/2012 20:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 9/2/2006
Da: casa
Inviati: 4529
 Re: In Islanda trionfa la "democrazia"
Si, è un test per noi schiavi.

DjGiostra
Inviato: 17/4/2012 20:54  Aggiornato: 17/4/2012 20:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: In Islanda trionfa la "democrazia"
Grazie Massimo !!!!
Hai distrutto l'unico lumino di speranza che avevo !!!!!
Evvabbe'.......
Grazie delle info !!

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
bandit
Inviato: 17/4/2012 21:28  Aggiornato: 17/4/2012 21:33
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/11/2005
Da:
Inviati: 1649
 Re: In Islanda trionfa la "democrazia"
messaggio chiaro per chi la casa l'ha comprata coi risparmi: pirla !
dovevi fare un mutuo e coi risparmi goderti la vita.

ps - il punta tacco non e' mica freno + acceleratore insieme con la trazione inserita..lo si faceva nel passaggio in folle in frenata (altrimenti non serve la punta sul freno) sui cambi non sincrnoizzati oppure (nei rally) per tenere su di giri il motore in frenata, ma sempre nel passaggio in folle.
Sara' OT ma che volete, io per abitudine lo faccio ancora :o)

EDIT: sarebbe interessante capire anche a chi addossano la perdita tra il valore originario del mutuo e quello ridotto. Alle banche ? salvo poi intervenire con soldi pubblici quando sono in perdita. O direttamente alla "collettivita'", incluso il pirla di cui sopra che ha pagato la casa coi suoi risparmi e adesso sta pure finanziando l'acquisto ai furbi che si beccano lo sconto.

Redazione
Inviato: 17/4/2012 21:41  Aggiornato: 17/4/2012 21:41
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: In Islanda trionfa la "democrazia"
BANDIT:

(dall'articolo linkato): The IMF noted that government support for household debt restructuring programmes involves clear winners and losers. "The friction caused by such redistribution may be one reason why such policies have rarely been used in the past, except when the magnitude of the problem was substantial and the ensuing social and political pressures considerable",' it stated.

In altre parole, non è chiaro chi siano "winners and losers", e chi si prenda la "friction" nel didietro. Ma di sicuro sembra che la cosa non gli faccia piacere.

bandit
Inviato: 17/4/2012 21:47  Aggiornato: 17/4/2012 21:47
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/11/2005
Da:
Inviati: 1649
 Re: In Islanda trionfa la "democrazia"
I see.
Comunque nel dubbio mi sa che il mutuo lo faccio pure io

yarebon
Inviato: 17/4/2012 21:57  Aggiornato: 17/4/2012 21:57
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2366
 Re: In Islanda trionfa la "democrazia"
a me sembra tanto il mettere le mani avanti davanti una situazione che gli è sfuggita.
Il fatto dell'esperimento ha credibilità zero, anche perchè tempo ne è rimasto poco e fare un atto del genere col rischio che sia emulato non vale la candela.
Ma si sa la tristezza dei nostri giorni é che davanti ogni azione si vede sempre dietro il male, satana, l'nwo, in questo hanno vinto alla stragrande, togliendoci la speranza!

vernavideo
Inviato: 17/4/2012 22:19  Aggiornato: 17/4/2012 22:20
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/3/2006
Da: Lussemburgo
Inviati: 1200
 Re: In Islanda trionfa la "democrazia"
Ciao Bandito!!!

Citazione:
lo si faceva nel passaggio in folle in frenata (altrimenti non serve la punta sul freno) sui cambi non sincrnoizzati oppure (nei rally) per tenere su di giri il motore in frenata, ma sempre nel passaggio in folle.


Sopratutto era obbligatorio sur cinquino, che se no se spegneva...

Per quello che riguarda l'edit, lavorando per una grossa multinazionale del credito (a debito) che te devo da di', la finanza da (lo stipendio) la finanza toglie (le tasse per garantire i profitti finanziari), scurdammoce ‘o passato.....


Ciao,
Stefano

Ogni critica circostanziata e tecnicamente pertinente sarà utile a tutti per capire meglio i termini della questione
Andrea17
Inviato: 17/4/2012 22:39  Aggiornato: 17/4/2012 22:39
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/4/2011
Da:
Inviati: 250
 Re: In Islanda trionfa la "democrazia"
Nel mondo esiste uno stato democratico? O.o Chissà quanto durerà...

Non dubitate mai che un piccolo gruppo di persone possa cambiare il mondo.
In fondo è così che è sempre stato! (Victoria Grant)
hvsky
Inviato: 17/4/2012 23:11  Aggiornato: 17/4/2012 23:22
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/6/2011
Da:
Inviati: 161
 Re: In Islanda trionfa la "democrazia"
CIAO A TUTTI,
SEGUO SEMPRE LC DA ANNI.....

MI PIACE !
E MI SENTO DI CONDIVIDERE QUESTO ANCHE SE HA POCA ATTINENZA CON L'ARGOMENTO IN OGGETTO

E' UN VIDEO DI 6 PARTI DI CUI SOLO LA PRIMA PARTE SI VEDE "MOSSA"
VI INVITO A STINGERE IL CUORE E A GUARDARLO TUTTO

+++

LINK RIMOSSO

M.M.

Questa è la danza del pensiero... puoi anche non crederci ma è tutto vero!
Redazione
Inviato: 17/4/2012 23:19  Aggiornato: 17/4/2012 23:20
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: In Islanda trionfa la "democrazia"
HVSKY: Se segui LC da anni dovresti sapere che le segnalazioni che non c'entrano una mazza non sono tollerate. (Solo i link alle breaking news sono permessi, visto che non esiste uno spazio apposito).

Se tutti facessero come te, i commenti agli articoli sarebbero illeggibili.

Cassandra
Inviato: 18/4/2012 0:24  Aggiornato: 18/4/2012 0:24
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 10/5/2006
Da:
Inviati: 1551
 Re: In Islanda trionfa la "democrazia"
Vernavideo!!!
Chi si rivede!!!
Che piacere!!!


(Redazzucco, spero che i saluti tra anziani non siano sanzionabili come OT... heheeee)

"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto,
per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)
CiEmme
Inviato: 18/4/2012 1:03  Aggiornato: 18/4/2012 1:03
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/2/2008
Da: Roma
Inviati: 446
 Re: In Islanda trionfa la "democrazia"
Citaz:
"La causa principale della recessione prolungata - dice il FMI - è che le famiglie cercano di ridurre il livello del proprio debito spendendo il meno possibile, causando in questo modo una recessione ancora maggiore."

"Poichè il debito agisce da freno - conclude il FMI - è importante prima di tutto rimuovere quel freno."

Noi siamo avanti. Il Governo Monti scongiura il problema aumentando l'aliquota IVA per compensare i minori consumi e voilà, les jeux sont faits, la ristrutturazione del mutuo al valore di mercato è fuori pericolo.

Una bussola non dispensa dal remare.
Freddie975
Inviato: 18/4/2012 9:26  Aggiornato: 18/4/2012 9:26
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/6/2005
Da:
Inviati: 33
 Re: In Islanda trionfa la "democrazia"
ma scusate, secondo voi un paese come l'italia, governato da faccendieri di banche, che fanno il loro sporco interesse e non estirpano neanche le erbacce (politici corrotti), si risolverà qualcosa?

lo spazio alla speranza sta diventando sempre piu piccolo.....
tra poco lo conteggeranno in mq e ci faranno pagare una tassa sullo spazio delle nostre speranze!

Witt83
Inviato: 18/4/2012 10:05  Aggiornato: 18/4/2012 10:05
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/1/2010
Da:
Inviati: 419
 Re: In Islanda trionfa la "democrazia"
Citazione:
Curioso come la "giusta misura" sia quella che tiene la popolazione "abbastanza felice" da continuare a lavorare (e spendere) spensieratamente, ma non troppo felice da ritrovarsi magari con qualche migliaio di euro in eccesso alla fine dell'anno.


Piuttosto triste questa situazione ma i greci darebbero l'anima pur di essere "abbastanza felici e lavorare".

Quello che distingue l'Islanda dagli altri Paesi Europei, se non ho capito male, non è la vittoria sul FMI (che ha comunque concesso aiuti e resta in agguato), quanto la mancata applicazione di misure di austerità che i cittadini hanno ripudiato traendone netti vantaggi, perlomeno rispetto alla Grecia, in termini di crescita economica (+2,1% per l'islanda nel 2011, -7% in Grecia).

Non sarà il paradiso (neanche Argentina ed Ecuador lo sono), però gli va dato il merito di non essere stati lì ad aspettare a braccia conserte di che morte morire.
Noi, invece, non ci siamo andati neanche vicino a fare qualcosa del genere (referendum, nuova Costituzione, dimissioni del governo ecc..), semplicemente osserviamo dalla televisione il nostro lento e costante declino

La terra possiede risorse sufficienti per provvedere ai bisogni di tutti, ma non all'avidità di alcuni. Gandhi
Davide71
Inviato: 18/4/2012 11:39  Aggiornato: 18/4/2012 11:39
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/7/2006
Da:
Inviati: 2108
 Re: In Islanda trionfa la "democrazia"
Ciao a tutti:

non possiamo paragonarci all'Islanda. Loro contano talmente poco che la loro vicenda potrebbe benissimo essere considerata un "esperimento".
Noi dobbiamo comunque assumerci delle responsabilità verso noi stessi (siamo 60 milioni e non 300 mila), verso l'Europa (siamo uno dei soci fondatori e uno dei più importanti), e verso il mondo intero (siamo cmq. ancora una potenza industriale).
Per cui ce lo scordiamo di fare la fine dell'Islanda.
Non faremo neanche quella della Grecia, magari, vittima anch'essa di un esperimento economico "al contrario". Secondo me sarà una via di mezzo.
Diciamo che, con noi, la storia del "tacco punta" la fanno molto più in grande!

Non date le perle ai cani e ai porci perchè non le mangeranno e vi si rivolteranno contro.
alsecret7
Inviato: 18/4/2012 11:50  Aggiornato: 18/4/2012 11:50
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/6/2007
Da:
Inviati: 561
 Re: In Islanda trionfa la "democrazia"
l'italiano non muovera mai un dito e addormentato e pecorone non e capace di reagire aspetta la mamma che gli risolva i problemi ma anche se non glielirisolve sta li lostesso perche non e capace di reagire. solo se la tv gli dice di fare qualcosa allora lo fa ma senza non muove un dito e troppo schiavo!!

infosauro
Inviato: 18/4/2012 12:20  Aggiornato: 18/4/2012 12:20
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/5/2008
Da: questo mondo (credo)
Inviati: 2376
 Re: In Islanda trionfa la "democrazia"
Citazione:
l'italiano non muovera mai un dito e addormentato e pecorone non e capace di reagire aspetta la mamma che gli risolva i problemi ma anche se non glielirisolve sta li lostesso perche non e capace di reagire. solo se la tv gli dice di fare qualcosa allora lo fa ma senza non muove un dito e troppo schiavo!!

E io continuo a chiedere cosa doverebbe fare.

"It's just a ride"
William Melvin "Bill" Hicks, l'ultimo degli hippy, il primo dei complottisti (a comparire in TV).
ELFLACO
Inviato: 18/4/2012 13:00  Aggiornato: 18/4/2012 13:00
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/10/2005
Da:
Inviati: 1839
 Re: In Islanda trionfa la "democrazia"
Citazione:
E io continuo a chiedere cosa doverebbe fare


Beh! un bell'inizio sarebbe,alle prossime elezioni,farsi una bella cagata nel seggio .

Tanto perchè il segnale non venga mal interpretato!!

“Le persone non dovrebbero avere paura dei propri governi, sono i governi a dover aver paura delle persone.”
Witt83
Inviato: 18/4/2012 13:39  Aggiornato: 18/4/2012 13:39
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/1/2010
Da:
Inviati: 419
 Re: In Islanda trionfa la "democrazia"
Citazione:
E io continuo a chiedere cosa doverebbe fare.


Basterebbe un pò di consapevolezza (e non è poi tanto difficile trovarla). Si respira una brutta aria, aria viziata, basta spalancare le narici e vedere dove ti portano. Con un pò di informazione seria ci si incazza automaticamente, nel mio caso è successo questo!

Il resto, una volta trovata una quantità di persone adatta, verrà da sè (zero soldi alle banche, non votiamo più, consumi consapevoli, passaparola tra amici e poi più organizzato, scioperi ad oltranza se servono, rifiuto di diventare dei militari, utilizzo intelligente di Internet, creazione di gruppi di solidarietà cittadina ecc.).

Però prima bisogna avere una quantità di persone adatta ad un cambiamento su "larga scala", in Islanda quasi tutti sono scesi in strada a ribellarsi(meraviglioso!)
Per il momento possiamo solo cambiare noi stessi ed il nostro modo di vivere e vedere le cose, e non è poco. Speriamo che un giorno saremo la maggioranza.

La nostra società è il riflesso dell'impegno che la gente ci ha messo per cambiarla, ed in gran parte la gente se ne è sempre sbattuta i coglioni!

Non è difficile "guidare" le pecore, basta un cane, un bastone ed un pastore abbastanza furbo da farsi volere bene e da fare credere che senza di lui ci sarebbe disordine.

Monologo di Howard Beale in "Network-Quinto potere"

La terra possiede risorse sufficienti per provvedere ai bisogni di tutti, ma non all'avidità di alcuni. Gandhi
VIMS
Inviato: 18/4/2012 13:44  Aggiornato: 18/4/2012 13:44
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/11/2011
Da: Ai piedi del monte
Inviati: 334
 Re: In Islanda trionfa la "democrazia"
@Massimo

il noto Paradigma di Rockershield



Secondo me un ennesimo esperimento, così come quello realizzato in Grecia e quello che si sta attuando qui in Italia.

Quello della finanza, con ripercussioni nell'economia di tutti i giorni, è un giogo troppo potente per poterlo lasciare in balia delle decisioni di un singolo Stato.

VIMS

La Virtù sta nel mezzo
hi-speed
Inviato: 18/4/2012 14:21  Aggiornato: 18/4/2012 14:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/12/2004
Da: preda lunga
Inviati: 3211
 Re: In Islanda trionfa la "democrazia"
In Italia ce lo metteranno in quel posto di punta e di tacco

Cosa Sta Succedendo? Madre, madre Ci sono troppi di voi che piangono Fratello, fratello, fratello Ci sono troppi di voi che stanno morendo Sai che dobbiamo trovare una maniera Per portare un pò di amore qui oggi
Salva81
Inviato: 18/4/2012 14:35  Aggiornato: 18/4/2012 14:35
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/9/2011
Da: Torino
Inviati: 344
 Re: In Islanda trionfa la "democrazia"
Citazione:

Non è difficile "guidare" le pecore, basta un cane, un bastone ed un pastore abbastanza furbo da farsi volere bene e da fare credere che senza di lui ci sarebbe disordine.


Disse Adolfo in confidenza a Benito.


Comunque hai ragione e la storia ci insegna che chi accetta supinamente di essere guidato è perché non ha la volontà di sbattersi in prima persona, ma preferisce farsi trasportare dalla corrente a mo' di pecorone e quando le cose si mettono male non avendoci messo lui la faccia può tirarsene fuori, la colpa non è sua. E' proprio questo atteggiamento passivo che è deleterio e la colpa è nostra che alla stregua di chi ci governa siamo molto bravi a dire ciò che andrebbe fatto ma nessuno che dice come, c'è sempre bisogno di un fantomatico terzo individuo che ha la forza e la volontà di organizzare, unire, spronare e garantire.
Lo so anche io che l'unione fa la forza, ma so anche che in fondo in fondo ciascuno di noi pensa "che si uniscano e scendano in piazza gli altri 59 milioni e 999 mila e 999 italiani, che io ho già i miei problemi a cui badare".

funky1
Inviato: 18/4/2012 19:44  Aggiornato: 18/4/2012 19:44
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/10/2008
Da:
Inviati: 708
 Re: In Islanda trionfa la "democrazia"
Davide71:
Citazione:
non possiamo paragonarci all'Islanda. Loro contano talmente poco che la loro vicenda potrebbe benissimo essere considerata un "esperimento".
Noi dobbiamo comunque assumerci delle responsabilità verso noi stessi (siamo 60 milioni e non 300 mila), verso l'Europa (siamo uno dei soci fondatori e uno dei più importanti), e verso il mondo intero (siamo cmq. ancora una potenza industriale).
Per cui ce lo scordiamo di fare la fine dell'Islanda.


Infatti. In ogni caso si tratta dell'opposto di quanto sta accadendo in Italia, dove la capacità di spesa della popolazione viene continuamente depressa da una tassazione - già ai massimi livelli in partenza - sempre più invasiva.

D'altro canto l'Islanda, in modo simile all'Irlanda, ha goduto per molti anni dei capitali stranieri attirati grazie ad un regime fiscale di favore. Il problema è che quando i suddetti capitali se ne vanno o evaporano casca il palco.

It's better to regret something you did than something you didn't do.
alsecret7
Inviato: 18/4/2012 20:41  Aggiornato: 18/4/2012 20:41
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/6/2007
Da:
Inviati: 561
 Re: In Islanda trionfa la "democrazia"
(infosauro)

ancora a chiedersi cosa dobbiamo fare. inanzi tutto alzare il culo dalla sedia e cominciare ad incazzarsi senza avere paura di cosa dice il vicino dicasa e dire veramente cosa si pesa. non mi sembra difficile no!!!!

mi stupisco di chi scrive qui che si chiede cosa dobbiamo fare? ma perpiacere!

paolodd
Inviato: 18/4/2012 21:43  Aggiornato: 18/4/2012 21:43
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/8/2011
Da:
Inviati: 45
 Re: In Islanda trionfa la "democrazia"
Anche in Italia c'è oggi la possibilità di dare voce a noi cittadini. In maniera concreta e con speranze di riuscita.

Michele Ainis, il prof. Di Diritto Costituzionale ed editorialista anche de L’Espresso l’ha descritta come la proposta “PIU’ DIROMPENTE” tra quelle su cui si stanno raccogliendo le firme in questo periodo.

Dal 27 febbraio 2012 fino al 17 luglio 2012 è in atto la raccolta di firme per la legge di iniziativa popolare costituzionale "Iniziativa Quorum Zero e Più Democrazia".
Dobbiamo raccogliere 50.000 firme autenticate, per ora siamo attivi in 270 città, ma chiunque può aggiungere la sua ed aiutare.
Se questa proposta diventasse legge avremmo molto di più di quanto hanno in qualsiasi posto al mondo, riguardo la democrazia diretta.

I punti qualificanti della proposta di legge sono i seguenti:

- Quorum zero in tutti i referendum.

- Revoca degli eletti, che previa raccolta di un numero elevato di firme, possono essere sottoposti a votazione di revoca del mandato (come in California, Svizzera, Venezuela, Bolivia).

- Indennità dei parlamentari stabilita dai cittadini al momento del voto.

- Referendum propositivo (come in California)

- Iniziativa di legge popolare a voto popolare (come in Svizzera), passa in parlamento, dove può essere accettata, rifiutata oppure generare una controproposta, ma poi viene votata dai cittadini).

- Referendum confermativo (come in Svizzera). Tutte le leggi create dal parlamento, prima di entrare in vigore, possono essere poste a votazione popolare, previa raccolta delle firme necessarie.

- Referendum obbligatori in alcune tipologie di leggi in cui i rappresentanti hanno un conflitto di interessi (es. finanziamento partiti, leggi elettorali) e sui trattati internazionali e sulle leggi urgenti.

Oltre a questi si prevedono le seguenti ulteriori innovazioni:

- Petizione con obbligo di risposta entro 3 mesi.

- Iniziativa di legge popolare a voto parlamentare con obbligo di trattazione in parlamento in 12 mesi. Se ciò non accade diviene referendum e va al voto popolare.

- Nessun limite di materie referendabili (come in Svizzera), tutto ciò che può essere discusso dai rappresentanti, può essere messo a referendum e votato dai cittadini.

- Cittadini autenticatori (oltre alle figure previste oggi per legge).

- Utilizzo di firme elettroniche (come per la Iniziativa dei Cittadini Europei).

- Obbligo di introduzione di strumenti di democrazia diretta a livello locale senza quorum.

- Possibilità da parte dei cittadini di modificare la costituzione (come in Svizzera dal 1891).

La realizzazione di questa proposta di legge è stato un lungo ed appassionante percorso durato da giugno 2011 fino a sabato 11 febbraio 2012, fatto di incontri dal vivo e di riunioni su internet. Questo testo finale è il risultato condiviso da un gruppo di persone provenienti da varie parti d’Italia, appassionate ed esperte di democrazia diretta e impegnate da tempo su questo tema.

Qui si trova il testo completo della proposta di legge che abbiamo depositato:

testo completo della iniziativa quorum zero e più democrazia

Questo il blog di riferimento:

www.quorumzeropiudemocrazia.it

infosauro
Inviato: 18/4/2012 23:02  Aggiornato: 18/4/2012 23:02
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/5/2008
Da: questo mondo (credo)
Inviati: 2376
 Re: In Islanda trionfa la "democrazia"
Citazione:
(infosauro)

ancora a chiedersi cosa dobbiamo fare. inanzi tutto alzare il culo dalla sedia e cominciare ad incazzarsi senza avere paura di cosa dice il vicino dicasa e dire veramente cosa si pesa. non mi sembra difficile no!!!!

mi stupisco di chi scrive qui che si chiede cosa dobbiamo fare? ma perpiacere!

Non mi pare che la soluzione proposta sia molto risolutiva.

"It's just a ride"
William Melvin "Bill" Hicks, l'ultimo degli hippy, il primo dei complottisti (a comparire in TV).
alsecret7
Inviato: 18/4/2012 23:51  Aggiornato: 18/4/2012 23:51
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/6/2007
Da:
Inviati: 561
 Re: In Islanda trionfa la "democrazia"
(infosauro)

ma ch risposta e!! gia fargli alzare il culo dalla sedia mi sembra molto per un popolo adormentato! i miracoli che chiedi tu con un popolo cosi sono impossibili

infosauro
Inviato: 19/4/2012 9:03  Aggiornato: 19/4/2012 9:03
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/5/2008
Da: questo mondo (credo)
Inviati: 2376
 Re: In Islanda trionfa la "democrazia"
Al, quello che chiedi tu invece mi pare stia già succedendo. Come ho già detto più volte, da quasi un anno a Roma c'è una manifestazione al giorno, i sondaggi danno i maggiori partiti in caduta libera, questo mi pare sia una dimostrazione del fatto che c'è chi alza il culo. Il problema è che ormai non è più sufficiente.
Se vuoi riscrivo la mia domanda: cosa devono fare gli italiani per dimostrare a chi li critica che hanno capito di essere stati presi in giro?

"It's just a ride"
William Melvin "Bill" Hicks, l'ultimo degli hippy, il primo dei complottisti (a comparire in TV).
alsecret7
Inviato: 19/4/2012 10:45  Aggiornato: 19/4/2012 10:45
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/6/2007
Da:
Inviati: 561
 Re: In Islanda trionfa la "democrazia"
(infosauro)


lunica e una rivoluzione non ce altro modo con le manifestazioni si fa poco il giorno dopo sono gia morte!!

se l'islanda la fatto perche noi no? e quello che manca a noi! non abbiamo le palle!

infosauro
Inviato: 19/4/2012 17:52  Aggiornato: 19/4/2012 17:52
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/5/2008
Da: questo mondo (credo)
Inviati: 2376
 Re: In Islanda trionfa la "democrazia"
Citazione:
[...]1) se le banche strangolano i cittadini con i mutui, sono le banche infami in mano a "loro"

2) se un nuovo governo d'imperio decide di alleggerire il debito privato lo avevano comunque chiesto "loro" (in questo caso identificati col FMI)

3) se l' Islanda va in default sono "loro" che vogliono predare i cittadini islandesi

4) se si riprende sono "loro" che vogliono lasciare la pecora da tosare viva per continuare a tosarla[...]

Complo, la cosa sicura è che loro vogliono tosare la pecora, lentamente. Detto questo secondo me in Islanda ci hanno perso qualcosa, ma provano comunque a ten(d)ere le mani sull'isola.

"It's just a ride"
William Melvin "Bill" Hicks, l'ultimo degli hippy, il primo dei complottisti (a comparire in TV).
funky1
Inviato: 19/4/2012 18:16  Aggiornato: 19/4/2012 18:16
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/10/2008
Da:
Inviati: 708
 Re: In Islanda trionfa la "democrazia"
@infosauro:
Citazione:
Complo, la cosa sicura è che loro vogliono tosare la pecora, lentamente. Detto questo secondo me in Islanda ci hanno perso qualcosa, ma provano comunque a ten(d)ere le mani sull'isola.


Ciao infosauro, il GDP dell'Islanda equivale allo 0,6% di quello italiano, in questo caso non credo ci sia tanto da tosare. Parlando di Islanda e politiche economiche bisogna tenere conto che gli abitanti dell'Islanda messi tutti insieme compongono una media città italiana.

It's better to regret something you did than something you didn't do.
complo
Inviato: 20/4/2012 11:54  Aggiornato: 20/4/2012 11:54
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: In Islanda trionfa la "democrazia"
Citazione:
Complo, la cosa sicura è che loro vogliono tosare la pecora, lentamente. Detto questo secondo me in Islanda ci hanno perso qualcosa, ma provano comunque a ten(d)ere le mani sull'isola.


Speriamo vogliano solo tosare anche gli italiani.
Significherebbe passare dall' attuale suicidio al giorno ad un +2% di crescita.
Una ABISSALE differenza.
Ma qui si fà a gara per non vederla pur di sparare la scemenza del "tutti uguali" e "tutti in mano loro".
E' deprimente leggere certe cose............

infosauro
Inviato: 20/4/2012 13:28  Aggiornato: 20/4/2012 13:28
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/5/2008
Da: questo mondo (credo)
Inviati: 2376
 Re: In Islanda trionfa la "democrazia"
Citazione:
Speriamo vogliano solo tosare anche gli italiani.
Significherebbe passare dall' attuale suicidio al giorno ad un +2% di crescita.[...]

Sempre che poi non ci sia un periodo ancora più lungo in cui il pil resta ad un -7% e comunque...
http://www.youtube.com/watch?v=grJNlxQsqtE

"It's just a ride"
William Melvin "Bill" Hicks, l'ultimo degli hippy, il primo dei complottisti (a comparire in TV).
complo
Inviato: 20/4/2012 13:43  Aggiornato: 20/4/2012 13:43
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: In Islanda trionfa la "democrazia"
Citazione:
Sempre che poi non ci sia un periodo ancora più lungo in cui il pil resta ad un -7%


Se poi cade anche un meteorite sulla terra o se hanno ragione i Maya il problema si risolve anche prima.

Citazione:

Bob Kennedy era o NON ERA uguale agli altri politici?
Perchè me lo posti?

infosauro
Inviato: 20/4/2012 16:33  Aggiornato: 20/4/2012 16:33
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/5/2008
Da: questo mondo (credo)
Inviati: 2376
 Re: In Islanda trionfa la "democrazia"
Citazione:
[...]Bob Kennedy era o NON ERA uguale agli altri politici?

Non mi pare di aver mai negato che possano esserci delle sottili differenze, ma attenzione a paragonare la politica italica di oggi con quella usa degli anni '60, non mi pare legittimo.
Citazione:
Perchè me lo posti?

Tanto per chiarire che pil non significa automaticamente benessere.

"It's just a ride"
William Melvin "Bill" Hicks, l'ultimo degli hippy, il primo dei complottisti (a comparire in TV).
complo
Inviato: 20/4/2012 16:45  Aggiornato: 20/4/2012 16:45
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: In Islanda trionfa la "democrazia"
Citazione:
Non mi pare di aver mai negato che possano esserci delle sottili differenze


Poco poco, piano piano......

Citazione:
ma attenzione a paragonare la politica italica di oggi con quella usa degli anni '60, non mi pare legittimo.


Interessante. Significa che negli anni 60 in USA "loro" non c'erano, o è una frase buttata lì?

Citazione:
Tanto per chiarire che pil non significa automaticamente benessere.


Mai pensato.
E non significa neanche automaticamente RICCHEZZA.
Il PIL è un indicatore rozzo della ricchezza, certi modelli econometrici contemplano come disvalori, ad esempio, l' inquinamento prodotto.

infosauro
Inviato: 20/4/2012 19:00  Aggiornato: 20/4/2012 19:00
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/5/2008
Da: questo mondo (credo)
Inviati: 2376
 Re: In Islanda trionfa la "democrazia"
Citazione:
[...]Interessante. Significa che negli anni 60 in USA "loro" non c'erano, o è una frase buttata lì?
[...]

C'erano eccome, infatti lo hanno messo a tacere insieme ad altri. Personalmente sono convinto che proprio in quel periodo "loro" abbiano acquisito quella piramide che ora è difficilissimo da buttare giù.
Ma niente niente siamo tornati nel topic dell'altra discussione in questa?

"It's just a ride"
William Melvin "Bill" Hicks, l'ultimo degli hippy, il primo dei complottisti (a comparire in TV).
italofranc
Inviato: 23/4/2012 22:13  Aggiornato: 23/4/2012 22:13
So tutto
Iscritto: 7/11/2004
Da:
Inviati: 25
 Re: In Islanda trionfa la "democrazia"
una "decisione salomonica" che fa incazzare i discendenti di Salomone diventati tutti banchieri.

italofranc


Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA