Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


Commenti Liberi : Commenti liberi
Inviato da Redazione il 29/1/2012 5:55:08 (7389 letture)

Segnalazioni e commenti degli utenti sulle notizie più recenti.

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
PikeBishop
Inviato: 29/1/2012 7:39  Aggiornato: 29/1/2012 23:35
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Commenti liberi
Contrariamente a quanto sono uso fare e contrariamente alla netiquette del sito, dopo l'orgia della Operation Mindfuck (termine su cui mi riservo di scrivere appena posso) di Rosacuce, Roserosa e Zeta Ridiculi, mi arrischio nel pubblicare integralmente un articolo che non ho tradotto ma che copio di peso da Valianti.it.

E' un articolo di uno dei rarissimi giornalisti veri rimasti al mondo, il poderoso australiano John Pilger a cui ho accennato qui in altre occasioni. Ritengo salutare ogni tanto leggere cosa un vero giornalista debba scrivere ed il vecchio John non delude mai.

L'articolo che segue e' stato scritto 4 anni fa ( IN INGLESE ) ma e' sempre attuale, specialmente dopo la Giornata dell'Amnesia. Buona lettura:

Hiroshima Crimine USA contro l'Umanità

Quando mi recai per la prima volta a Hiroshima, nel 1967, l'ombra del passato era ancora presente, proprio come un essere umano a suo agio: gambe divaricate, spalle curve, una mano sul fianco aspettando l'apertura della banca. Alle otto e un quarto della mattina del 6 agosto 1945, l'ombra e il suo profilo erano state impresse per sempre nel granito. Rimasi a guardare l'ombra per un'ora o anche più, poi scesi al fiume per incontrare Yukio, un uomo sul cui torace era stampata per sempre l'impronta della maglietta indossata quando venne sganciata la bomba atomica.

Yukio e la sua famiglia vivevano ancora in una capanna tirata su tra la polvere del deserto atomico; mi parlò di un enorme lampo sulla città "un lampo bluastro, qualcosa di simile a una scarica elettrica", seguito da una specie di tornado e dallo scatenarsi di una pioggia nera. "Io venni gettato a terra e l'unica cosa di cui mi resi conto fu che dei miei fiori erano rimasti solo gli steli. Il mondo attorno era immobile e tranquillo, e quando mi rialzai c'era gente silenziosa senza più vestiti, e alcuni senza più pelle o capelli. Ero sicuro di essere morto". Nove anni più tardi, quando ritornai a trovarlo, era stato stroncato dalla leucemia.

Subito dopo aver sganciato la bomba, le autorità alleate d'invasione proibirono ogni accenno alle conseguenze delle radiazioni e insistettero sul fatto che la gente era stata uccisa o ferita solo dall'esplosione dell'ordigno. E questa fu la prima grande menzogna. "Non c'è radioattività tra le rovine di Hiroshima", titolava in prima pagina il New York Times: un caso classico di disinformazione e di rinuncia al mestiere di giornalista, che il reporter australiano Wilfred Burchett mise in luce con il suo scoop del secolo. "Lo considero un avvertimento al mondo" raccontò sul Daily Express Burchett, primo corrispondente che riuscì a raggiungere Hiroshima dopo un viaggio pericoloso. Il giornalista descrisse le corsie dell'ospedale, stracolme di gente senza ferite apparenti che moriva per quelle che definì "piaghe atomiche". Per aver osato dire la verità, il giornalista venne privato dell'accreditazione, messo alla berlina, calunniato... e difeso.

Il bombardamento atomico di Hiroshima e Nagasaki fu un atto canagliesco di portata smisurata: un eccidio di massa premeditato effettuato con un ordigno intrinsecamente criminale. Ecco perché chi l'ha esaltato si è sentito in obbligo di cercare giustificazione nella mitologia della "buona guerra", il cui "bagno catartico", come lo definì Richard Drayton, ha permesso all'Occidente non solo di espiare il suo sanguinario passato imperialistico, ma anche di promuovere 60 anni di guerre di rapina, sempre all'ombra della Bomba.

La menzogna più tenace è che la bomba atomica sarebbe stata sganciata per porre fine alla guerra nel Pacifico e risparmiare vite umane. "Anche senza i bombardamenti atomici", concludeva l'United States Strategic Bombing Survey del 1946, "la supremazia aerea avrebbe permesso di esercitare sul Giappone una pressione sufficiente a costringere il paese a una resa senza condizioni e a renderne superflua l'invasione. Sulla base di un'accurata analisi dei fatti, e della testimonianza dei leader giapponesi sopravvissuti, l'indagine statunitense concludeva che "...il Giappone si sarebbe arreso anche se non fossero state sganciate le due bombe atomiche, anche se la Russia non fosse entrata in guerra, e anche se non fosse stata pianificata l'invasione del paese".

Gli archivi nazionali a Washington conservano documenti ufficiali statunitensi che dimostrano tentativi di pace giapponese già nel 1943, ai quali non fu dato alcun seguito. Un cablogramma inviato il 5 maggio 1945 dall'ambasciatore tedesco a Tokyo, e intercettato dagli USA, toglie ogni dubbio sul fatto che i giapponesi stessero cercando disperatamente la pace, anche a costo di "una resa senza condizioni e con clausole vessatorie". Henry Stimson, Segretario alla Difesa, dichiarò invece al presidente Truman di "temere" che l'aeronautica statunitense stesse talmente "bombardando a tappeto" il Giappone da rendere impossibile "dimostrare tutta la potenza" del nuovo ordigno. Più tardi ammetterà che "non fu fatto nessuno sforzo e non fu mai presa in seria considerazione la possibilità di ottenere la resa del nemico in modo da non dover usare la bomba". I suoi colleghi alla politica estera erano "impazienti d'intimidire i russi ostentando la nuova arma in nostro possesso". Il generale Leslie Groves, direttore del progetto Manhattan che mise a punto la bomba atomica, testimoniò: "Non ho mai messo in dubbio che il vero nemico fosse la Russia, e che il progetto fosse stato messo a punto in questa ottica". Il giorno dopo l'annientamento di Hiroshima, il presidente Truman espresse la propria soddisfazione "per il completo successo dell'esperimento".

Dopo il 1945, gli Stati Uniti sono stati sul punto di ricorrere all'uso di armi nucleari in almeno tre occasioni. Sull'onda della loro finta "guerra al terrorismo", gli attuali governi statunitense e inglese hanno dichiarato di essere pronti a una guerra nucleare "preventiva" contro stati che ne sono privi. E dopo ogni passo che ci avvicina a un Armageddon nucleare, le menzogne per giustificarli diventano sempre più sfacciate. La "minaccia" attuale è l'Iran: ma il paese non dispone di armi nucleari e la disinformazione che vorrebbe far credere all'esistenza di un arsenale di questo tipo proviene in massima parte dal MEK, un discreditato gruppo di oppositori iraniani finanziati dalla CIA, proprio come le menzogne sulle armi di distruzione di massa di Saddam Hussein provenivano dall'Iraqi National Congress, creato da Washington.

E la stampa occidentale svolge un ruolo fondamentale nel dare una parvenza di credibilità alle presunte minacce: le dichiarazione dell'America's Defence Intelligence Estimate, secondo cui era "praticamente certo" che già nel 2003 l'Iran avesse accantonato il suo programma di armamento nucleare, sono finite nel dimenticatoio, e il fatto che il presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad non abbia mai minacciato di "cancellare Israele dalle carte geografiche" non ha alcun interesse. Ma l'influenza delle affermazioni dei media è tale che nella sua recente e ossequiosa visita al parlamento israeliano Gordon Brown vi ha fatto allusione per minacciare nuovamente l'Iran.

Questa scalata di menzogne ci ha portato a una delle più pericolose crisi nucleari dopo il 1945. La minaccia reale continua infatti a non poter essere menzionata nei circoli occidentali, e quindi nei media: in Medio Oriente esiste solo una potenza nucleare estremamente aggressiva, Israele. Nel 1986, l'eroico Mordechai Vanunu tentò di mettere in guardia il mondo fornendo le prove che Israele stava producendo almeno 200 teste nucleari. In spregio delle risoluzioni dell'ONU, il paese si sta oggi chiaramente preparando ad attaccare l'Iran, nel timore che una nuova amministrazione statunitense possa avviare veri negoziati di pace con una nazione che l'occidente ha trascurato da quando, nel 1945, inglesi e americani rovesciarono la democrazia iraniana.

Nel New York Times del 18 luglio, lo storico israeliano Benny Morris, una volta considerato di tendenze liberali e attualmente consulente dei circoli politici e militari del suo paese, ha minacciato di "ridurre l'Iran a un deserto nucleare". Si tratterebbe di un vero genocidio, e per un ebreo l'ironia della situazione salta agli occhi.

Allora la domanda è: dobbiamo restare a guardare, dicendoci, come fecero i tedeschi, che "non ne sapevamo niente"? Vogliamo ancora nasconderci dietro quello che Richard Falk ha dichiarato essere l'"autovirtuoso, univoco, schermo legale/morale sul quale vengono proiettate immagini positive dei valori occidentali e di un'innocenza minacciata, giustificando così una campagna di violenza senza limiti"? Catturare i criminali di guerra è un'attività ancora piena di futuro: Radovan Karadzic è in carcere, ma Sharon, Olmert, Bush e Blair sono in libertà. Perché? Il ricordo di Hiroshima esige una risposta.

Traduzione di CARLO PAPPALARDO

***

Grazie per la segnalazione Pike. Solo per correttezza, la fonte originale è Comedonschisciotte.

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
gelu
Inviato: 29/1/2012 9:24  Aggiornato: 29/1/2012 9:24
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/10/2008
Da:
Inviati: 191
 Re: Commenti liberi
Io vorrei postare un articolo che è una notizia recente, ma non viene certo dai media: medicina truffaldina

VIMS
Inviato: 29/1/2012 9:32  Aggiornato: 29/1/2012 9:32
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/11/2011
Da: Ai piedi del monte
Inviati: 334
 Re: Commenti liberi
Vorrei segnalare la morte un po' sospetta del regista greco Angelopoulos sul set del film che stava girando, incentrato sulla crisi in Grecia.

La morte sembra essere avvenuta in circostanze anomale. Un poliziotto in moto avrebbe investito il regista sul set.

Tragica fatalità oppure una voce da mettere a tacere?

Ho segnalato la notizia anche sul forum QUI.

Mentre QUI il link alla notizia.



VIMS

La Virtù sta nel mezzo
costa66
Inviato: 29/1/2012 10:20  Aggiornato: 29/1/2012 10:23
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/3/2010
Da:
Inviati: 125
 Re: Commenti liberi
Vorrei segnalare la morte un po' sospetta del regista greco Angelopoulos sul set del film che stava girando, incentrato sulla crisi in Grecia.

La morte sembra essere avvenuta in circostanze anomale. Un poliziotto in moto avrebbe investito il regista sul set.


Un noto magistrato ( purtroppo non ricordo il nome ) diceva che tre indizi fanno una prova.

ohmygod
Inviato: 29/1/2012 11:01  Aggiornato: 29/1/2012 11:01
Sono certo di non sapere
Iscritto: 16/10/2007
Da:
Inviati: 3652
 Re: Commenti liberi
@PikeBishop

No Words

clausneghe
Inviato: 29/1/2012 11:02  Aggiornato: 29/1/2012 11:02
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/4/2006
Da: nordcentro
Inviati: 1679
 Re: Commenti liberi
Grazie, vecchio Pike

Kempes
Inviato: 29/1/2012 11:27  Aggiornato: 29/1/2012 11:30
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/11/2011
Da: Highgate Cemetery
Inviati: 174
 Re: Commenti liberi
Non è una notizia recentissima,ma volevo sottolineare dove si può arrivare "grazie" alla schiavitù del lavoro.Barattare la salute,la dignità,rovinare un ecosistema per mantenere un popolo di schiavi da sfamare
In Italia emergono le verità quando i danni sono ormai fatti e irreparabili.Chissà quante "bombe" abbiamo sotto i piedi e non ce ne accorgiamo o non vogliamo accorgercene.

http://gruppodinterventogiuridicoweb.wordpress.com/2011/09/25/come-avvelenavamo-la-nostra-terra-a-porto-torres/

La libertà anarchica ha tutte le delicatezze della buona compagnia.
Dusty
Inviato: 29/1/2012 11:34  Aggiornato: 29/1/2012 11:34
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 3/10/2005
Da: Mondo
Inviati: 2248
 Re: Commenti liberi
@Pike
Grazie mille per il meritevole articolo, come dici bisognerebbe proprio istituire la giornata dell'amnesia...

"Tu non ruberai, se non avendo la maggioranza dei voti"
-- Dal Vangelo Secondo Keynes, Capitolo 1, verso 1.
Il portico dipinto
Jurij
Inviato: 29/1/2012 11:34  Aggiornato: 29/1/2012 11:34
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Commenti liberi
PikeBishop, articolo molto interessante.

Ciò che ignoravo era l’uso della guerra in Giappone per minacciare la Russia, questa per me è una novità.

Ho sempre creduto che il Giappone non volesse arrendersi per motivi di orgoglio nazionale, perlomeno del suo imperatore.

Altra cosa che ignoravo, che è però risulta evidente ai fatti, è che gli usa avendo chiaramente la superiorità aerea, confermata dal fatto di aver mandato bombardieri senza quasi scorta su grosse città, potevano benissimo continuare la guerra convenzionale con poche perdite umane (nel proprio settore).

Una grossa puttanata non c’è che dire e che mostra molto bene la mentalità guerresca di questa nazione che ancora oggi non si smentisce, minacciando paesi come l’Iran, rei solamente di avere del petrolio sottoterra.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
cirocat
Inviato: 29/1/2012 12:00  Aggiornato: 29/1/2012 12:00
Ho qualche dubbio
Iscritto: 31/7/2007
Da:
Inviati: 157
 Re: Commenti liberi
Pochi giorni fa,
in una nota trasmissione televisiva un OPERAIO della Sardegna ha pronunciato, denotando scarsissima sudditanza psicologica, un offensivo ma liberatorio “NON ROMPERE I COGLIONI A ME” al politico comodamente seduto in studio , i “castelli ” quando sono di sabbia si squagliano facilmente, infatti invece di confrontarsi e far sentire le sue ragioni, ha immediatamente abbandonato lo studio , ma la cosa peggiore è che nessuno gli ha telefonato per ricordargli di....TORNARE SUBITO A BORDO,CAZZO.

Pyter
Inviato: 29/1/2012 13:00  Aggiornato: 29/1/2012 13:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Commenti liberi
costa66
tre indizi fanno una prova.

..e due post uguali di seguito fanno una minchiata.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
perspicace
Inviato: 29/1/2012 13:54  Aggiornato: 29/1/2012 14:02
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: Commenti liberi
@Pike

E' sconcertante il livello di omertà in cui versa il mondo moderno.


BOMBA ATOMICA IN IRAQ '91

Mancherebbe la “pistola fumante”, ma le prove sembrano supportare le sue gravissime accuse. Jim Brown, veterano della prima Guerra del Golfo, non ha dubbi: negli ultimi giorni del febbraio 1991, l’aviazione americana, proprio al termine del conflitto che non sovvertì forse volutamente il regime del Raìs Saddam Hussein, sganciò tra Bassora e i confini dell’Iran una bomba atomica della potenza di cinque kilotoni.

A raccogliere le sconvolgenti dichiarazioni Maurizio Torrealta, giornalista responsabile del settore inchieste per Rainews24 e autore di straordinari documentari tra i quali “Falluja, la strage nascosta” dove si denunciò per primi l’impiego da parte dell’esercito statunitense di armi chimiche ai danni della popolazione irachena. “Non possiamo da soli verificare definitivamente l’autenticità delle dichiarazioni, vista la complessità delle indagini – ha chiarito all’inizio della conferenza stampa svoltasi presso la sede nazionale dell’Fnsi, la federazione nazionale dei giornalisti italiani – ma le ricerche, che auspichiamo vengano approfondite dagli organismi internazionali predisposti, si muovono in questa direzione”. Diversi sono infatti gli elementi che comprovano le agghiaccianti affermazioni dell’ex soldato Brown, ingegnere degradato per la sindrome del Golfo dal rango di quarto livello al terzo e, infine, congedato con onore per l’impossibilità di svolgere le sue funzioni. Un dato su tutti: le rilevazioni effettuate dal Centro sismologico internazionale proprio in quell’arco temporale durante il quale secondo Brown si sarebbe svolto l’attacco. Infatti il 27 febbraio alle ore 13:39 nella zona circostante Bassora ai confini con l’Iran, una scossa sismica pari ai 4,2 gradi della Scala Richter è stata registrata dai sismografi del Csi. Esattamente lo stesso livello di magnitudo causato da l’innesco e l’esplosione di una bomba atomica di quella potenza.

Contemporaneamente i casi di tumori, malformazioni e leucemie nella zona sarebbero cresciute esponenzialmente. Jawad Al Alì, responsabile del Reparto oncologico dell’ospedale di Bassora, intervistato da Torrealta, mostra durante il documentario i dati frutto delle ricerche: dai 34 casi di tumori del 1989 si è passati agli oltre 600 degli ultimi anni. Moltissimi all’interno delle stesse famiglie, un fenomeno assolutamente fuori dal comune. “Abbiamo assistito a una rarissima forma di slittamento dell’età legata a particolari tumori, bambini sotto i dieci anni affetti da malattie e malformazioni inspiegabili”. In scena, mentre Torrealta lo intervista, decine di immagini strazianti di donne e bambini vittime delle radiazioni. L’utilizzo, in più sedi accertato, di proiettili all’uranio impoverito, dal comprovato contagio radioattivo del suolo e delle risorse idriche, non mina comunque l’impianto accusatorio. Secondo Brown infatti piccole testate nucleari sarebbero state impiegate anche nei primi giorni di marzo del 2002 in Afghanistan.

Facendo un passo indietro e ricontestualizzando le strategie militari ai primi anni Novanta torna alla mente la celeberrima “dottrina dell’ambiguità calcolata” varata dal segretario di stato americano James Baker e fortemente appoggiata dall’amministrazione repubblicana capeggiata da Bush padre.

Durante “Desert Storm” l’impiego di bombe atomiche non era affatto scartato a priori: “Il presidente non esclude l’impiego di armi nucleari – disse Baker in un’infuocata conferenza stampa – ma la considera semmai un’opzione credibile”.

Forti dubbi invece sorgono sulle motivazioni plausibili che possano giustificare un tale atto di barbarie. Rainews24 prova a suggerirne una: mancano pochi giorni al ritiro definitivo delle truppe americane quando un missile Scude iracheno colpisce una base americana uccidendo una ventina di soldati ferendone una ottantina. In seguito a quell’incursione, in un’ottica da mera e semplice vendetta, ebbe luogo una delle stragi più cruente e spietate degli ultimi venti anni: “l’autostrada della morte”. Sull’Highway 80, che unisce il Kuwait alla provincia irachena di Basra, vennero rinvenute le carcasse di migliaia di veicoli carbonizzati. Tra le migliaia di morti soldati in ritirata ma soprattutto civili sfollati inermi alla ricerca di un rifugio sicuro. Forse l’attacco nucleare potrebbe rientrare nella stessa malsana logica di morte.

Di fronte alla tesi che si trattasse in realtà di bombe “Blue-82”, la cosiddetta madre di tutte le bombe, simile ad una piccola testata nucleare, il veterano Brown ha ribattuto energicamente: “A differenza dell’attacco svoltosi nel ‘91 che colpì il sottosuolo, le blue-82 necessitano di ossigeno per causare l’esplosione”. Le rilevazioni del Csi confermano quest’ipotesi, l’impatto avvenne tra 0 e 33 km sottoterra. Di fronte a un certo grado di diffidenza Brown conclude svelando la propria fonte: “Ho fondato un associazione che conta circa trecento veterani, la “GulfWacth IW”, da lì ho tratto queste informazioni, da lì ne ho ricevuto conferma”.

Per chi non avesse voglia di leggere

Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
ivan
Inviato: 29/1/2012 14:31  Aggiornato: 29/1/2012 14:32
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: Commenti liberi
Dell'uso di armi non convenzionali in Iraq ne parlava già in illo tempore la rivista Avvenimenti che citava diversi episodi in cui lo stato dei luoghi non era riconducibile all'uso di armi convenzionali.

C'è da chiedersi solo del perché di tanta ferocia su un esercito già sconfitto in partenza e su una popolazione che ha avuto il solo torto di vivere lì.

costa66
Inviato: 29/1/2012 14:46  Aggiornato: 29/1/2012 14:55
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/3/2010
Da:
Inviati: 125
 Re: Commenti liberi
@Pyter
Invece chi perde tempo a fare commenti sterili sui post altrui è mediocre !
Se hai qualcosa di più intelligente da postare lo leggo volentieri, altrimenti astieniti. Mi chiedo se le domeniche la gente non ha altro da fare che provocare gratuitamente senza motivo.

Pyter
Inviato: 29/1/2012 16:28  Aggiornato: 29/1/2012 16:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Commenti liberi
Invece chi perde tempo a fare commenti sterili sui post altrui è mediocre !
Se hai qualcosa di più intelligente da postare lo leggo volentieri, altrimenti astieniti. Mi chiedo se le domeniche la gente non ha altro da fare che provocare gratuitamente senza motivo.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
dr_julius
Inviato: 29/1/2012 17:01  Aggiornato: 29/1/2012 17:28
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/8/2006
Da:
Inviati: 1637
 Re: Commenti liberi
Link al video dove si vede il senatore Castelli in fuga.

Lo spezzone inizia al minuto 7, se vi và vedetelo dall'inizio e potrete osservare la sequenza della spacconeria leghista:
fase 1. Castelli: se volete la rissa sono qua.
fase 2. Castelli: non è che devo sempre porgere l'altra guancia.
fase 3. Castelli scappa senza dire neanche buonasera.
Quando il gioco si fà duro... alcuni si squagliano come neve al sole!


Antonello Pirotto, uno come tanti, uno che ha le idee chiare, uno che non và in TV per chiacchierare e uno che quando ha preso la parola ha detto quello che doveva dire.

Citazione:
... e tu e la classe dirigente degli ultimi 30 anni ha commesso IL REATO PIU' GRAVE che si poteva fare: ha rotto il patto fra generazioni mi ha messo a me, a 50 anni, 3 anni in cassa integrazione, contro i miei figli disoccupati! ....


e ancora

Citazione:

...SOLO ATTRAVERSO IL LAVORO SI ESCE DALLA CRISI , solo sedendosi e mettendo il culo sulla scrivania si esce fuori dalla crisi, solo il lavoro riduce gli ammortizzatori sociali che possono essere utilizzati per i disoccupati, solo il lavoro fa rimettere in marcia il commercio e l'artigianato...



EDIT:
QUI l'intervento di oggi del sindacalista alla TV nazionale di Stato, intervistato da Lucia Annunziata.

Per rifornire di elettricità un terzo dell’Italia, un’area equivalente a 15 centrali nucleari da un gigawatt, basterebbe un anello solare grande come il raccordo di Roma. (Carlo Rubbia)
ivan
Inviato: 29/1/2012 17:40  Aggiornato: 29/1/2012 17:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: Commenti liberi
E' da qualche tempo che si vocifera della nuova versione 8 di windows ( link ).

Purtuttavia finora vista e 7 non è che hanno fatto tanti proseliti e c'è sempre qualcuno che sbuffa rimpiangendo XP.

E in effetti XP pare ispirare sicurezza visto che leggiamo oggi : "La Casa Bianca non manda in soffitta Windows XP, vecchio oramai di 10 anni ... In un video diffuso su YouTube di uno dei consiglieri di Barack Obama si vede chiaramente un computer nel suo ufficio equipaggiato con il glorioso sistema Microsoft..".

link

Uno dei misteri dentro un'enigma del mercato è perchè mai un prodotto di larga diffusione come Windows non necessariamente migliora nelle versioni successive, anzi, si rimpangono sempre le precedenti, piu' stabili e funzionali (nell' Office di Vista i pulsanti classici sono smarriti in tutta una nuova serie di comandi "a nastro").

"Rinnovarsi nella tardizione" pare non albergare nel mondo dell'informatica di largo consumo.

cirocat
Inviato: 29/1/2012 17:43  Aggiornato: 29/1/2012 17:43
Ho qualche dubbio
Iscritto: 31/7/2007
Da:
Inviati: 157
 Re: Commenti liberi
Grazie dr_julius per aver messo il link.

Nella tua descrizione mi piace mooolto la fase 3, ha capito subito che aria tirava quindi ''abbandonava celermente per manifesta superiorità dell'operaio''.

repazzo
Inviato: 29/1/2012 17:46  Aggiornato: 29/1/2012 18:03
So tutto
Iscritto: 25/10/2009
Da:
Inviati: 9
 Re: Commenti liberi
E' dalla notte dei tempi che i potenti utilizzano il caos come arma per disperdere il potenziale malcontento delle masse. I cittadini avvertono che si sta tentando di ufficializzare un equilibrio, che da decenni passo dopo passo, i poteri economici cercano di ribaltare. Ciò che una volta poteva essere considerato un diritto, come vivere del proprio lavoro, oggi è da considerarsi il privilegio di pochi fortunati o di tanti omertosi venduti al sistema, che pur di poter scegliere le tende che più aggradano o farsi il week end fuori porta abbassano la testa anche di fronte a ingiustizie inaccettabili. La questione non è sul piano del è giusto o non è giusto dedicare anche uno spazio anche alle cose che piacciono, il discorso è sul piano etico e morale: si sta compiendo un crimine contro l'umanità e la maggioranza dei cittadini se ne lavano le mani fingendo di non vedere e vanno avanti come se nulla fosse.
Il 12 dicembre scorso il giornalista Paolo Barnard ha annunciato che avrebbe portato in Italia un team di economisti americani, in grado di offrire un'alternativa concreta al chiaro golpe finanziario di cui oggi stiamo assaggiando solo il primo antipasto. La sua è stata una chiara chiamata alle armi e nel giro di qualche settimana è stata raccolta una cifra sufficiente a mettere in piedi l'organizzazione di un Summit, che permetterà a tutti quegli attivisti, che non vogliono abbassare la testa di fronte alla tirannia del sistema finanziario, di acquisire quegli strumenti necessari per affrontare le lotte politiche con quella giusta consapevolezza con cui portare avanti la grande guerra per la dignità umana.
L'urgenza di trovare soluzioni alternative e comprendere nel dettaglio cosa è tecnicamente successo è cosa indispensabile per chiunque voglia davvero cambiare lo stato attuale delle cose. La protesta e l'indignazione non sono sufficienti. E' necessario essere formati al punto da riuscire ad azzittire, con la giusta autorevolezza, i servi del potere e del denaro. Le similitudini col periodo fascista sono diverse: anche allora chi combatteva per la propria dignità era vittima di un potere tiranno che non sentiva ragioni. Oggi il potere che ci sta schiacciando è quello economico, con la sola differenza, che anziché punire i ribelli con impiccagioni e fucilazioni, riduce le persone che vi si oppongono all'isolamento e alla fame. Vivere del proprio lavoro è: dignità, meritocrazia, giustizia sociale. Sopravvivere con ciò che ci viene concesso perché abbiamo parlato troppo è: umiliazione, crudeltà, abuso di potere. Se la società civile e le centinaia di comitati e movimenti non comprenderanno che questa guerra si combatte sul piano dell'informazione, nelle piazze si potrà fare ben poco. Si svilupperanno bei sentimenti di solidarietà e amicizia tra chi combatte, ma nella sostanza la non consapevolezza porterà le battaglie ad essere vane, in quanto chi è senza lavoro rimarrà comunque senza, e le "necessità" da parte del governo tecnocrate di stringere ulteriormente la cinghia dell'austerità ne è la conferma. Se non capiamo come i tecnocrati neoliberisti si stanno muovendo per distruggere ogni rimasuglio di democrazia, non saremo in grado di rispondere alla giusta maniera per ottenere la giustizia per cui combattiamo.
La guerra per il bene comune richiede dei sacrifici e probabilmente in molti attivisti c'è questa consapevolezza, ma, in questo momento più che mai, bisogna calibrare le proprie energie e indirizzarle nella giusta direzione, in maniera da acquisire quegli strumenti con cui affrontare la situazione in maniera efficace, per il bene concreto della collettività. Il Summit è un'occasione unica: cinque economisti antisistema verranno in Italia (senza chiedere alcun compenso) solo per aiutare i cittadini di questo paese ad affrontare la tragica situazione che lo sta affliggendo. Il Summit si terrà al 105 Stadium di Rimini dal 24 al 26 febbraio.
I media non ci stanno aiutando e non lo faranno, siamo soli in tutto e dobbiamo trovare il coraggio in noi stessi per alzare la testa e combattere: l'intelletto è l'arma più potente che abbiamo.

Chiunque voglia apportare il proprio contributo volontario rispondendo alla chiamata alle armi visiti il sito: www.democraziammt.info

Shirin Chehayed

utrevolver
Inviato: 29/1/2012 17:58  Aggiornato: 29/1/2012 17:58
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/6/2007
Da: Sandalia
Inviati: 411
 Re: Commenti liberi
Oddio... E' morto Scalfaro! Scusate, ma non riesco a pensare ad altro che alla valanga di soldi risparmiati mensilmente per i suoi stipendi, prebende e benefit. Sempre che non abbia una vedova...

Nieuport
Inviato: 29/1/2012 18:14  Aggiornato: 29/1/2012 18:14
Ho qualche dubbio
Iscritto: 16/12/2007
Da: Firenze
Inviati: 189
 Re: Commenti liberi
In risposta all'interessante post di Perspicace, vorrei segnalare che Maurizio Torrealta ha scritto un ottimo libro, Il segreto delle tre pallottole (ignorato da tutta la stampa mainstream, ma recensito sulla piccola rivista a cui collaboro) in cui sostiene che in Iraq nel 1991 e anche nel sud Libano nella guerra contro Hezbollah sono state usate due piccole atomiche di nuovo tipo. Sostiene, e secondo me prova pure.
Il libro costa poco e vale proprio la pena di leggerlo.

dr_julius
Inviato: 29/1/2012 18:51  Aggiornato: 29/1/2012 18:51
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/8/2006
Da:
Inviati: 1637
 Re: Commenti liberi
@utrevolver
Citazione:
Oddio... E' morto Scalfaro! Scusate, ma non riesco a pensare ad altro che alla valanga di soldi risparmiati mensilmente


Un democristiano di destra. Uno che è stato in parlamento fin dalla sua fondazione. Insomma, un bigotto con vitalizio.

Per rifornire di elettricità un terzo dell’Italia, un’area equivalente a 15 centrali nucleari da un gigawatt, basterebbe un anello solare grande come il raccordo di Roma. (Carlo Rubbia)
Carasau
Inviato: 29/1/2012 19:04  Aggiornato: 29/1/2012 19:04
So tutto
Iscritto: 28/9/2011
Da: Sassari
Inviati: 15
 Re: Commenti liberi
Coincidenza, proprio ieri durante una discussione, ho riportato l'esempio delle atomiche su Hiroshima e Nagasaki per motivare la mia convinzione che la maggior parte delle cose che riteniamo di sapere, meriterebbero
maggiore approfondimento (convinzione che coinvolge me per primo).

Ho fatto altri esempi sull'11 settembre, sull'incidente del Golfo del Tonchino,
sulle motivazioni che hanno giustificato le guerre in Afghanistan, Iraq e Libia, su eventi su cui la storia ufficiale tace:
L’Olocausto di Eisenhower
ecc. ecc.

Oltre ad un fegato più pesante di 10 kg, ho portato a casa l' ennesima incazzatura condita da un paio di insulti, a conferma che avevo di fronte il solito muro di gomma.

Perbaccolina, se notizie come queste postate da PikeBishop, le studiassero i nostri ragazzi nei libri di storia, avrei un fegato molto ma molto meno stressato.

valetudo
Inviato: 29/1/2012 19:12  Aggiornato: 29/1/2012 19:12
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 152
 Re: Commenti liberi
CIT: Una grossa puttanata non c’è che dire e che mostra molto bene la mentalità guerresca di questa nazione che ancora oggi non si smentisce, minacciando paesi come l’Iran, rei solamente di avere del petrolio sottoterra.


reo soprattutto di voler abbandonare il dollaro nelle compravendite di petrolio (come già sta facendo vedi Cina,India) e in tal modo affossando il dollaro come valuta di riserva mondiale facendo perdere agli us i relativi vantaggi e facendoli saltare direi all'istante

il pericolo è che poi tutti gli altri facciano lo stesso(cosa peraltro inevitabile in un futuro più o meno prossimo) quindi chi rompe i coglioni va eliminato subito (vedi Iraq e Libia) e sostituito con governi democratici poi il petrolio in se naturalmente fa sempre gola

NeWorld
Inviato: 29/1/2012 19:24  Aggiornato: 29/1/2012 19:24
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/1/2011
Da: Around the World
Inviati: 629
 Re: Commenti liberi
Carasau:

L’Olocausto di Eisenhower


Questa storia proprio non la conoscevo!!

L'articolo che citi è interessante,ma vedo che manca di fonti e citazioni precise.
Se questo è avvenuto in quelle proporzioni sicuramente ci saranno testimonianze dei sopravissuti a sostegno.

Possibile che gli stessi governi tedeschi successivi abbiano taciuto un tale crimine,paragonabile a quello dell' Olocausto?

Se avete materiale interessante in merito,mi piacerebbe saperne di più...

"perché abbiamo un combattimento non contro sangue e carne, ma contro i governi, contro le autorità, contro i governanti mondiali di queste tenebre, contro le malvage forze spirituali che sono nei luoghi celesti"
TAD
Inviato: 29/1/2012 19:46  Aggiornato: 29/1/2012 19:46
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/5/2011
Da: 7th planet
Inviati: 1069
 Re: Commenti liberi
Giulietto Chiesa su "Il fatto quotidiano" - Non Farlo Bibi

La parte senza dubbio più interessante è la conclusione, che cita un giornale israeliano:

- “Dopo avere parlato con molti dei più importanti dirigenti e capi dell’esercito e dell’intelligence israeliani, sono giunto a credere che Israele attaccherà davvero l’Iran nel 2012. Forse, nella piccola finestra rimasta, che, peraltro, si sta restringendo, gli Stati Uniti decideranno di intervenire, dopo tutto, ma dal punto di vista di Israele non c’è molta speranza in questa direzione”.

~WÃSÐ Lifestyle~
Pispax
Inviato: 29/1/2012 20:00  Aggiornato: 29/1/2012 20:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Commenti liberi
PikeBishop


Citazione:
Più tardi ammetterà che "non fu fatto nessuno sforzo e non fu mai presa in seria considerazione la possibilità di ottenere la resa del nemico in modo da non dover usare la bomba". I suoi colleghi alla politica estera erano "impazienti d'intimidire i russi ostentando la nuova arma in nostro possesso". Il generale Leslie Groves, direttore del progetto Manhattan che mise a punto la bomba atomica, testimoniò: "Non ho mai messo in dubbio che il vero nemico fosse la Russia, e che il progetto fosse stato messo a punto in questa ottica". Il giorno dopo l'annientamento di Hiroshima, il presidente Truman espresse la propria soddisfazione "per il completo successo dell'esperimento".


Questo rende i coniugi Rosemberg potenziali candidati al Nobel per la Pace.
Ovviamente alla memoria.

ivan
Inviato: 29/1/2012 20:02  Aggiornato: 29/1/2012 20:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: Commenti liberi
Sempre dal sito Stampa Libera: "750.000 morti civili indifesi. L’olocausto dei serbi, di zingari ed ebrei. Uno sterminio di cui non si parla".

link articolo

Non se parla sia per via delle semplici ragioni di imabarazzo dei soggetti coinvolti che si sono rifugiati dietro la potenza degli stati per farla franca quando hanno potuto, sia per i la storia del controllo mediatico: chi ha il controllo dei media decide cosa ricordare e cosa no. E così cinesi e spagnoli prima, russi e slavi poi, zingari, oppositori politici, persone diverse per una qualche ragione e semplici poveri cristi che non avevano alcuna colpa se non quella di essere nel luogo sbagliato nel momento sbagliato, prigionieri di guerra dopo, son finiti nell'angolo delle tragedie dimenticate che non fa comodo a nessuno ricordare.

Pispax
Inviato: 29/1/2012 20:09  Aggiornato: 29/1/2012 20:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Commenti liberi
Carasau


Citazione:
Perbaccolina, se notizie come queste postate da PikeBishop, le studiassero i nostri ragazzi nei libri di storia, avrei un fegato molto ma molto meno stressato.


La "notizia" in realtà non è nuova.
Il merito di Pilger non è quello di aver scoperto un retroscena storico inedito e inquietante. Ha fatto un paragone "coraggioso" (coraggioso nei confronti dei lettori, non delle autorità: quella è una storia che tutti ci siamo sbattuti tantissimo a cercare di ignorare, o a dimenticare il prima possibile) e ha usato questa scomoda leva per infilarla fra le ruote di una certa propaganda governativa.
E quello che è ancora più clamoroso è che lo ha fatto senza che tutta la faccenda cercasse di portare acqua a un mulino piuttosto che a un altro.


Ha ragione Pike: questi episodi sono sempre più rari.

ivan
Inviato: 29/1/2012 20:11  Aggiornato: 29/1/2012 20:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: Commenti liberi
"...., se notizie come queste.... le studiassero i nostri ragazzi nei libri di storia, ...."

La storia del triste destino dei prigionieri di guerra tedeschi è racconatata mi pare nel libro "tutto ciò che sai è falso", uscito qualche anno fa a cura dell' editore "nuoni mondi media".

Ricordo che quando uscì fu il mio primo acquisto sul web.

Senza avvitarsi nel vortice senza fine del torto piu' pesante sbattuto sul tavolo della discusione, in temini di genocidi commessi dall'umanità in tutte le epoche c'è un libro in merito di cui però non ricordo nè il titolo nè il nome dell'autore (mi pare sia un americano).

Il libro l'ho spulciato tempo fa in un ipermercato e racconata di tutti i genocidi commessi dal genere umano durante la sua storia; il conto complessivo fatto dall'autore parla di una cifra intorno al mezzo miliardo di persone massacrate nei vari genocidi storici.

La morale del libro è che un pò tutti ne escono male in tutte le epoche e in tutti i regimi, perchè in pratica un pò tutti si sono macchiati di crimini efferrati.

f_z
Inviato: 29/1/2012 20:24  Aggiornato: 29/1/2012 20:24
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/1/2012
Da: Un mondo popolato da (troppi)pezzi di merda
Inviati: 958
 Re: Commenti liberi
Citazione:
Hiroshima Crimine USA contro l'Umanità


Grazie per aver tenuto vivo questo ricordo.

Io credo che le bombe atomiche su Hiroshima e Nagasaki siano state i piu' spregevoli atti di TERRORISMO nella storia dell'umanita'.

E gia' che ci siamo non dimentichiamo anche il bombardamento di Dresda nel 1945: altro esempio di carneficina gratuita.

Naturalmente i governi terroristi e criminali autori di tali crimini sono sempre gli stessi: usa e uk, e domani probabilmente israele.

E naturalmente la loro propaganda ha lavorato per decenni per farli apparire come i "buoni", i "giusti" e le "vittime"...

Codardo e' il soldato che "esegue gli ordini".

Eroe e' il soldato che ha il coraggio di sparare in faccia ai suoi "superiori".

Peccato che i soldati siano tutti scelti minuziosamente tra gli appartenenti alla prima categoria.
f_z
Inviato: 29/1/2012 20:29  Aggiornato: 29/1/2012 20:29
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/1/2012
Da: Un mondo popolato da (troppi)pezzi di merda
Inviati: 958
 Re: Commenti liberi
Citazione:
@utrevolver Citazione: Oddio... E' morto Scalfaro!
Un democristiano di destra. Uno che è stato in parlamento fin dalla sua fondazione. Insomma, un bigotto con vitalizio.


Un criminale parassita di meno...

Tra l'altro fu coinvolto nel golpe finanziario del 92-93, di cui oggi vediamo una replica...

Codardo e' il soldato che "esegue gli ordini".

Eroe e' il soldato che ha il coraggio di sparare in faccia ai suoi "superiori".

Peccato che i soldati siano tutti scelti minuziosamente tra gli appartenenti alla prima categoria.
f_z
Inviato: 29/1/2012 20:34  Aggiornato: 29/1/2012 20:34
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/1/2012
Da: Un mondo popolato da (troppi)pezzi di merda
Inviati: 958
 Re: Commenti liberi
Citazione:
Io vorrei postare un articolo che è una notizia recente, ma non viene certo dai media: medicina truffaldina


La notizia sara' pure recente, ma che l'industria della malattia (oops..."medicina") tutta intera e non soltanto quella che si occupa di cancro sia un business colossale e criminale e' una cosa che va avanti da un secolo o quasi.

Se l'industria della malattia guarisse i malati si ritroverebbe in men che non si dica senza clienti: da un punto di vista capitalistico sarebbe come spararsi nelle palle!

Codardo e' il soldato che "esegue gli ordini".

Eroe e' il soldato che ha il coraggio di sparare in faccia ai suoi "superiori".

Peccato che i soldati siano tutti scelti minuziosamente tra gli appartenenti alla prima categoria.
ivan
Inviato: 29/1/2012 20:45  Aggiornato: 29/1/2012 20:45
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: Commenti liberi
O dell'hominem circonstanziale.

Peace.

Jurij
Inviato: 29/1/2012 21:08  Aggiornato: 29/1/2012 21:08
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Commenti liberi
perspicace stai dicendo che l'uranio impoverito si è beccato tutte le colpe dell'atomica?

Certo che dei proiettili di uranio fanno molta meno impressione di Hiroshima.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Spiderman
Inviato: 29/1/2012 21:09  Aggiornato: 29/1/2012 21:09
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 19/9/2009
Da:
Inviati: 2722
 Re: Commenti liberi
Ispezioni sismiche, ricerche petrolifere-gas e terremoti, ecco le prove

Gli articoli che seguono della professoressa D’Orsogna del marzo 2011, assumono oggi valenza ed attualità in seguito ai frequenti casi di terremoti in Italia. Conoscendo la totale mancanza di trasparenza e informazioni alla popolazione da parte del Potere centrale e periferico, ci permettiamo di avere fondati motivi di pensare che ci possano essere attività legali o meno di ispezioni sismiche.

In tutto il mondo sono attive ispezioni sismiche per verificare ed estrarre idrocarburi e gas. Una casta impunita di petrolieri si prende tutto quello che sta sotto la crosta terrestre senza rendere conto al popolo che vive nei territori oggetto di devastazione.

Mentre i media nazionali sono intenti a leccare i fondelli al presidente del governo coloniale in carica, i petrolieri di rapina festeggiano a suon di botti.

In un paese in cui il popolo fosse considerato un pò più di niente, i governi dovrebbero riferire ai cittadini che li pagano, circa i “regali” o la supina accettazione dei tanti progetti di rapina degli idrocarburi e gas dal nostro sottosuolo. Dovrebbero anche impedire la pratica del fraking in luoghi a così alta densità abitativa come l’ Italia, essendo evidente dai dati che seguono, che proprio l’attività di fraking è la causa di terremoti e presunta causa delle morie di pesci e uccelli in Italia come in Arkansas.

Continua

"Ogni giorno racconto la favola mia, la racconto ogni giorno chiunque tu sia, e mi vesto di sogno per darti se vuoi, l'illusione di un bimbo che gioca agli eroi. (Renato Zero)
Jurij
Inviato: 29/1/2012 21:22  Aggiornato: 29/1/2012 21:22
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Commenti liberi
Ivan
Citazione:
C'è da chiedersi solo del perché di tanta ferocia su un esercito già sconfitto in partenza e su una popolazione che ha avuto il solo torto di vivere lì.

Non è ferocia, sono ”solo” esperimenti in campo libero, tutto lì.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
ivan
Inviato: 29/1/2012 21:29  Aggiornato: 29/1/2012 21:35
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: Commenti liberi
Non solo esperimenti in Iraq e Balcani, ci sono anche altri aspetti.

In Iraq, stando a quel che raccontava Avvenimenti sono state testate nuove tipologie di armi di cui a tutt'oggi si sa ben poco; le ricostruzioni del giornale si basavano sulla descrizione degli scenari di alcune battaglie che non erano compatibili con l'uso di armi classiche .

C'è stato poi un'altra "chicca", raccontata in illo tempore dalla rivista "Cuore": in pratica gli esplosivi hanno una "data di scedenza", nel senso che con il tempo si degardano e diventano instabili e vanno pertanto distrutti; bè, pare che ne hanno approfittato per svuotare i magazzini dagli esplosivi in procinto di avariarsi e quindi da smaltire e questo spiega sia alcuni degli scenari lunari descrittio in diversi articoli sia alcuni apsetti la storia della sindorome del Golfo, di cui non si parla piu' (in pratica gli epslosivi sono anche sostanze tossiche e durante l'epslosione una parte di loro, per quanto piccola, comunque rimane e si diffonde nell'ambiente).

Nei Balcani lo scenario fu simile con l'aggravante, sempre raccontato da Cuore, che gli aerei non sempre consumavano i lloro carico di bombe e se ne disfavano nell'Adriatico (poveri pesci dei fondali marini) .

Jurij
Inviato: 29/1/2012 21:29  Aggiornato: 29/1/2012 21:30
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Commenti liberi
Sto leggendo il cacciatore di aquiloni di Khaled Hosseini.
Una curiosità, in un passaggio del libro il padre del protagonista, un afgano pashtun, parla riguardo alle uniche nazioni che, secondo lui, sarebbero meritiere di valore, guarda caso usa, uk e israele ... ma guarda.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
perspicace
Inviato: 29/1/2012 21:50  Aggiornato: 29/1/2012 21:50
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: Commenti liberi
Jurij Citazione:
perspicace stai dicendo che l'uranio impoverito si è beccato tutte le colpe dell'atomica?


Non TUTTE le colpe dopotutto da qualche parte tutta quella "munnezza" la devono pur mettere i bastardi.

Ma non escluderei che gente che ha utilizzato Hiroshima e Nagasaki come campi di sperimentazione dei danni di un ordigno atomico su una città reale, manipoli uno scandalo per coprirne un altro molto più grande.

Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
levitor
Inviato: 29/1/2012 22:03  Aggiornato: 29/1/2012 22:03
Ho qualche dubbio
Iscritto: 19/12/2011
Da:
Inviati: 290
 Re: Commenti liberi
Citazione:

Jurij Citazione:
perspicace stai dicendo che l'uranio impoverito si è beccato tutte le colpe dell'atomica?


Per l'esattezza in Iraq sono state scaricate 48 mila tonnellate di uranio impoverito, mentre, fino a circa due anni fa, era stato già pianificato di rovesciarne 77 mila sull'Iran.
Ritengo che il valore sia ora aggiornato ad 80 mila tonnellate, anche se è da vedere quante tonnellate siano riusciti a scaricare in Libia.
E' poco conosciuto che uno dei motivi nascosti per cui si fanno queste guerre è consentire all'industria atomica di risparmiare sullo smaltimento dei residui di lavorazione (bombe e proietti invece di bunker sotterranei di stoccaggio).
Solo che a sua volta l'industria militare si ritrova con le sue esigenze di smaltimento: le guerre sono la chiusura del cerchio.

ivan
Inviato: 29/1/2012 22:11  Aggiornato: 29/1/2012 22:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: Commenti liberi
E riecco la triste storia del piatto di minestra negato a chi ha difficoltà economcihe
Link

Citazione:


Somma Lombardo: ''A scuola chi non paga, non mangia''

Dal 1 febbraio gli alunni delle scuole elementari e medie di Somma Lombardo in provincia di Varese non potranno usufruire della mensa se non avranno pagato la retta. Lo ha deciso la giunta comunale. "I genitori dovranno venire a scuola - spiega l'assessore alla Pubblica istruzione, Renato Leoni, del Pdl - a prelevare i propri figli, condurli a casa per il pasto e poi riportarli in classe". Secondo l'amministrazione comunale è l'unico sistema per non gravare illecitamente sulle casse del Comune e per evitare "che qualcuno se ne approfitti"



Un paitto di minestra all'infanzia è approfittare ?

No, un piatto di minestra è un diritto dell'infanzia.

Povera patria dove si regalano iPadr et similia ai politici e si nega un piatto di minestra all'infanzia.

link

Quando uno di quei politici si fa un giro sul web con l'Ipad regalato e legge di questa nostizia non gli viene una fitta al cuore ? Non gli viene spontaneo di pensare che quei soldi erano meglio spesi , in tempi di crisi come queste, a pagare il refettorio dei bimbi ?

A me la fitta al cuore viene a leggere queste notizie.

Ma io non sono un politico.

NiHiLaNtH
Inviato: 29/1/2012 23:08  Aggiornato: 29/1/2012 23:08
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Commenti liberi
Citazione:
Sto leggendo il cacciatore di aquiloni di Khaled Hosseini.
Una curiosità, in un passaggio del libro il padre del protagonista, un afgano pashtun, parla riguardo alle uniche nazioni che, secondo lui, sarebbero meritiere di valore, guarda caso usa, uk e israele ... ma guarda.


e cosa ti aspettavi da uno che è

Figlio di un diplomatico e di un'insegnante, è nato a Kabul nel 1965, ultimo di cinque fratelli. Nel 1980, dopo l'arrivo dei russi, ha ottenuto asilo politico negli Stati Uniti, trasferendosi con la sua famiglia a San Josè, in California, dove vive tuttora con la moglie e i due figli. Laureato in medicina all'università di San Diego,

Calvero
Inviato: 30/1/2012 1:23  Aggiornato: 30/1/2012 1:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Commenti liberi
Citazione:
La morale del libro è che un pò tutti ne escono male in tutte le epoche e in tutti i regimi, perchè in pratica un pò tutti si sono macchiati di crimini efferrati.


Beh .. allora devo comprarlo questo libro, così se incontrassi l'autore glielo potrei fare ingoiare intero.

«Un po tutti si sono macchiati» .. (ma guarda un po). Che disdetta. Ma intanto, veramente in pochi hanno prima propagandato l'esigenza che di "cosa dovuta si trattava" al mondo "libero" e, dopo, il tutto, fatto studiare nelle scuole come - tragedia inevitabile; e, dopo ancora, far mettere la cosa fondamentalmente nel dimenticatoio e nascosta all'ombra di un'altra propaganda.

Perché veramente in pochi (diciamo unici) sono riusciti addirittura a macchiarsi del crimine dei crimini: utilizzare un crimine per scusarne altri mossi dalla stessa identica nefandezza.

Di genocidi ce ne sono stati, alla grande. Ceeeeerto... Ma di cruciali, come se il tempo si fosse fermato, per le trame che tuttora agitano il Potere e massacrano popoli interi ... ce ne sono ben pochi.

Un podio a DUE posti, non a TRE (almeno ci hanno risparmiato la medaglia di bronzo). ORO & ARGENTO (notare la "E" commerciale) per America e Israele. Mica traguardi da poco questi, vogliamo mettere! e proprio da quelli che esportano la democrazia o insegnano a ricordare il dolore. Che gentili.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
lo-chef
Inviato: 30/1/2012 3:46  Aggiornato: 30/1/2012 3:46
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/1/2010
Da:
Inviati: 34
 Re: Commenti liberi
Si dice che stia per arrivare una botta di gelo che dovrebbe paralizzare mezza Italia; stavolta si parla di un evento da annali, parlando di grossi problemi a causa del grande freddo - stile '56

hrabal
Inviato: 30/1/2012 4:02  Aggiornato: 30/1/2012 4:04
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/5/2011
Da: dublino
Inviati: 176
 Re: Commenti liberi
mi sono imbattuto proprio ora in un sito di un giornalista, Jim stone, che sostiene che lo tsunami che ha devastato il giappone e' stato causato da un esplosione nucleare.
ecco il link:

http://www.jimstonefreelance.com/fukushima1.html

in sintesi sostiene che il terremoto effettivo che colpi il giappone ebbe un'intensita' intorno ai 6 gradi della scala richter, non tale da giustificare un simile tsumami e che l'epicentro foose da localizzare sulla terraferma.

a supporto della sua ipotesi avanza prove visiive:

abbiamo visto tutti le immagini della devastazione dello tsunami, ma nessuna immagine delle distruzioni delle terremoto, neanche tracce di crepe negli edifici poi travolti dall;onda veramente molto anomala.
E anche le riprese di un ufficio giornalistico a sendai, vicinissimo al supposto epicentro, dove si balla tutto, si ha l'impressione di un terremoto forte man non cosi devastante. (raffronta queste immagini con quelle di kobe dove un terremoto del 7 grado lascio' un bel po di distruzioni.)

e documenti:

rilievi di sismografi nell;area interessata che registrano scosse intorno ai 6 gradi.

da li da la sua interpretazione della faccenda, ma a me, a prescindere da questa, lil dubbio me lo fa venire, mi ricorda molto il dubbio che meyssant mi risveglio con la storia dell'areo del pentagono.

vi invito a visionarlo e se qualcuno ne sa qualcosa di geologia e terremoti che dica se la sua tesi sia credibile o meno

ivan
Inviato: 30/1/2012 7:12  Aggiornato: 30/1/2012 7:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: Commenti liberi
Non condivo il post di Calvero.

Il genocidio è il torto per eccellenza, questo è assodato.

Bene, che succede nel politichese ? Che il torto per eccellenza viene sbattuto sul tavolo per avere ragione su quello che si ritine un altro torto.

Facciamo un esempio: uno di destra dice "i fatti dell'Ungheria del 56 ...", uno di sinistra risponde "e i fatti del Cile del 73? vogliamo mettere ? ..." e la discussione continua all'infinito perchè ognuno dei due contendenti sbatte sul tavolo della discussione un torto ancora piu' pesante fin quando il tavolo non si rompe sotto il peso di tanti torti.
Il sofisma del doppio torto è un ragionamento circolare non valido perchè può proseguire all'infinito così come il sofisma del falso dilemma e tutti gli atri ragionamenti ricorsivi senza lo step "di stop".

La morale di quel libro era semplice: tutti si sono macchiati del crimine di genocidio in tutte le epoche e in tutti i regimi.

Ma che cos'è il crimine di genocidio se non l'abuso di potere rimasto impunito ?

Quando vediamo il potere che abusa della sua forza e cerca di restare impunito cercando di farla franca in tutti i modi, bè, quello è un piccolo passo verso il baratro.

Chi è alle leve della macchina del potere deve rispondere della sua gesta e non dev'èssere per nessun motivo perdonato degli abusi che commette abusando appunto della sua posizione.

Invece cosa notiamo ultimamente?

Notiamo che si fa a gara per lodare le vesti dell'imperatore anche se l'imperatore è nudo.

PikeBishop
Inviato: 30/1/2012 8:33  Aggiornato: 30/1/2012 8:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Commenti liberi
Colgo di nuovo l'occasione di questi commenti liberi per segnalare un articoletto che e' un vero spasso e che si avvale di una tecnica che io uso spesso: invertire i fattori per vedere che succede al prodotto:

Secondo quanto affermavano altri noti truthseeker, tra cui Camilla Parker Bowles, il Tirderberg stava per coronare un piano covato pazientemente per decenni: rovesciare l'ordine costituito instaurando un regno di pace e grandi aree di servizio con a capo i camionisti, denominato TWO (Tir World Order).

Da tempo la Bowles aveva aperto gli occhi e votato la sua esistenza alle conferenze con cui cercava di aprire gli occhi a platee di oligarchi distratti e annoiati, tutti con la testa ai loro riti di magia sessuale.
Occhio - avvertiva Camilla - perché la strategia del Tirderberg è quella di indurre noi oligarchi a provocare una crisi che poi il Tirderberg stesso sfrutterà a suo vantaggio, mettendo in scena una dimostrazione di forza e di esteriorizzazione della gerarchia su sedici ruote. Era la famigerata Dialettica Scandurriana, il cosiddetto: problema - reazione - soluzione - blocco totale ad oltranza descritto nei testi di controinformazione oligarchica.

Avevo aperto gli occhi. Stava accadendo qualcosa di maledettamente sbagliato. Per quanto tempo avevamo dormito, senza accorgerci che tutto il nostro potere, il nostro denaro, i nostri rituali di magia sessuale, tutte le nostre esistenze oligarchiche erano in pericolo? Ci eravamo svegliati troppo tardi? Come mai soltanto adesso ci consentivano di congiungere i puntini, di comprendere il loro oscuro disegno? Forse perché sapevano di avere la vittoria in pugno? Sapevano che le nostre banconote prive di controvalore, i nostri interessi a strozzo e le nostre agenzie di rating in confronto ai loro IVECO FIAT 180 NCA erano delle caccolicchie? Cosa si poteva fare per fermare quel piano infernale?

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
VIMS
Inviato: 30/1/2012 9:44  Aggiornato: 30/1/2012 9:44
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/11/2011
Da: Ai piedi del monte
Inviati: 334
 Re: Commenti liberi
@Pike

Interessante articolo in logica inversa.

Ma se fosse vero?

Quoto anche la parte sul giorno dell'oblio. Troppa ipocrisia in giro.

VIMS

La Virtù sta nel mezzo
Luxio
Inviato: 30/1/2012 10:04  Aggiornato: 30/1/2012 10:04
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/5/2010
Da: Ostrava
Inviati: 240
 Re: Commenti liberi
Tra le altre cose sembra che in Tibet stia morendo un po' di gente (vedi QUI, ad esmpio). Come mai gli Stati Uniti (a affiliati) non si mettono in mezzo? La situazione non mi sembra così diversa da quella in Siria, for instance.

Non possiamo separare i nostri pregi dai nostri difetti, essi sono collegati come la forza e la materia. Se li separiamo, l'uomo sparisce.
Nikola Tesla
redna
Inviato: 30/1/2012 10:19  Aggiornato: 30/1/2012 10:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Commenti liberi
Citazione:
Tra le altre cose sembra che in Tibet stia morendo un po' di gente (vedi QUI, ad esmpio). Come mai gli Stati Uniti (a affiliati) non si mettono in mezzo? La situazione non mi sembra così diversa da quella in Siria, for instance.


sono anni che in Tiber muore un sacco di gente... Ma il Tibet non è in medioriente ma in estremo oriente e li non c'è lo staterello-vedetta-iper democratico e nemmeno il mare di petrolio del sottosuolo che giustifica l'esportazione della democrazia.
La situazione in Tibet non è molto diversa dalla Siria ma nemmeno dall'Iraq, dalla Libia e dalla Palestina se vogliamo solo che i media manco riportano quello che succede in Tibet e quindi per noi il Tibet non esiste o, se esiste, è per dire quanto la Cina sia stata cattivona ad invaderlo (per scordare un istante la devastazione del medioriente, casomai fosse possibile).
I tibetani che faticavano morivano anche prima dei cinesi ma la loro religione lo giustificava e nessuno, nemmeno allora, trovava qualcuno che rendesse loro giustizia.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
infosauro
Inviato: 30/1/2012 11:54  Aggiornato: 30/1/2012 11:54
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/5/2008
Da: questo mondo (credo)
Inviati: 2376
 Re: Commenti liberi
Ragazzuoli avete già riportato la decisione dell'iran di sospendere la vendita di petrolio ad alcuni paesi?
Ne sapete qualcosa di più a riguardo?

"It's just a ride"
William Melvin "Bill" Hicks, l'ultimo degli hippy, il primo dei complottisti (a comparire in TV).
Luxio
Inviato: 30/1/2012 12:35  Aggiornato: 30/1/2012 12:35
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/5/2010
Da: Ostrava
Inviati: 240
 Re: Commenti liberi
Ciao Redna,
la mia voleva essere una domanda retorica; sono del tutto d'accordo con te.

@ Infosauro: ne ho sentito parlare anch'io ma non ho avuto tempo di approfondire.

Poi, siccome riguarda il luogo dove sono nato: domenica scorsa c'è stato il referendum sull'entrata in Europa in Croazia. Ebbene i risultati parlano di uno schiacciante 66,27% a favore...con un'uscita alle urne del 43,51%. Un'altra farsa di democrazia.
E per fortuna che 20 anni fa i miei connazionali abboccarono a quell'altra propaganda che li volle complici di massacri inauditi per raggiungere l'indipendenza dai cattivi serbi.
Mi viene voglia di sputare per terra anche qui in ufficio, porca tr...

Non possiamo separare i nostri pregi dai nostri difetti, essi sono collegati come la forza e la materia. Se li separiamo, l'uomo sparisce.
Nikola Tesla
clausneghe
Inviato: 30/1/2012 12:46  Aggiornato: 30/1/2012 12:46
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/4/2006
Da: nordcentro
Inviati: 1679
 Re: Commenti liberi
La protesta si riaccende a Bologna dove la gente che contesta il "vecchio rettile maculato che parla con lingua biforcuta" viene presa a manganellate ,come d'uso, dalle solerti forze armate&fraterne dello stato che ci vuole bene..

redna
Inviato: 30/1/2012 12:56  Aggiornato: 30/1/2012 13:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Commenti liberi
L'Iran ha deciso ieri se sospendere o meno la fornitura di petrolio alla UE.....


TEHERAN (Reuters) - Domenica il parlamento iraniano discuterà una legge che potrebbe sospendere le esportazioni di greggio all'Unione europea fin dalla prossima settimana, ha detto un deputato dall'agenzia stampa semi-ufficiale Fars. "Domenica il parlamento dovrà approvare un atto d'emergenza in cui si chiede la sospensione dell'export del petrolio iraniano all'Europa a partire dalla prossima settimana", dice Hossein Ibrahimi secondo quanto scrive l'agenzia Fars. Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia
ven.27 gennaio 2012


fonte

al momento nessuna notizia riportata dai giornali nazionali....


Se l'Iran non vende petrolio alla UE ne vende di più all'India......

MUMBAI - L'India non blocchera' le importazioni di petrolio dalla Repubblica islamica, ignoarndo l'embargo imposto da Stati Uniti e Unione europea sul greggio di Teheran, un tentativo questo che mira a fermare il programma nucleare iraniano. Lo ha annunciato il ministro delle Finanze Pranab Mukherjee, durante un intervento da Chicago, dove e' in visita. Per l'India, ha spiegato, "non e' possibile ridurre drasticamente le importazioni dall'Iran" perche' il Paese e' una fonte di greggio troppo importante per le nazioni emergenti. Il governo di Nuova Delhi si unisce cosi' alla Cina nel rifiutare le sanzioni contro Teheran. L'Iran esporta circa 2,5 milioni di barili di petrolio al giorno, di cui circa mezzo milione vanno all'Europa e quasi tutto il resto a Cina, India, Giappone e Corea del Sud. Stati Uniti e i Paesi alleati accusano la Repubblica islamical'Iran di sfruttare i guadagni legati al greggio per sviluppare armi atomiche, ma l'Iran, paese firmatario del Trattato di non proliferazione nucleare (Tpn) nonche' membro dell'Aiea, afferma che il suo programma nucleare e' stato ideato per la produzione di elettricita' e radioisotopi medicali necessari per il trattamento di pazienti affetti da cancro.

fonte


******

Citazione:
Si dice che stia per arrivare una botta di gelo che dovrebbe paralizzare mezza Italia; stavolta si parla di un evento da annali, parlando di grossi problemi a causa del grande freddo - stile '56


Repubblica ' va oltre ' e prevede un freddo che non si sentiva da 27 anni....
queste si che sono previsioni .......attendibili.......

lcuni metereologi, fra cui Francesco Nucera di 3Bmeteo.com, prevedono una fase molto fredda per i prossimi giorni: "Sarà una settimana all'insegna del supergelo e della neve per molte regioni con temperature da record. Erano 27 anni che non si raggiungevano queste temperature. Una situazione eccezionale e forse storica. Quella a cui stiamo andando incontro è una situazione meteorologica di altri tempi, forse eccezionale per molte nazioni d'Europa, vicina alle storiche ondate di gelo del 1956 o del 1985", dice l'esperto.

tempo fa si diceva....l'ha detto la televisione............. ora si dice......lo dice l'esperto.... mah......

fonte

Tutta colpa dell'espansione dell'anticiclone russo siberiano che sta gelando l'Europa orientale: tra Russia e Ucraina il termometro ha raggiunto i -25 gradi; i -20 gradi a Bucarest e Tallin, -15 gradi a Varsavia. Tra martedì e mercoledì sono previste nevicate in pianura prima al Nord, poi entro mercoledì sulle pianure di Toscana, Umbria, Marche, sino alle porte di Roma. Tra giovedì e venerdì si acuirà il Buran, il vento gelido proveniente dalla steppa russa. "Avremo tanta neve sino al piano al Nord e in parte anche su Toscana, Umbria e Marche, a quote basse al Sud ove imperverserà il maltempo", aggiunge il meteorologo.

......e in fretta si trova subito anche il colpevole che è quel cattivone dell'anticiclone russo siberiano e anche di quel vento russo Buran.
Ecco la colpa è della Russia, evidentemente.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
hrabal
Inviato: 30/1/2012 14:34  Aggiornato: 30/1/2012 14:34
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/5/2011
Da: dublino
Inviati: 176
 Re: Commenti liberi
Un articolo su Asia Times, tradotto su Comedonchisciotte, prevede grossi problemi per l'europa se il parlamento iraniano decidera' di sospendere le forniture di petrolio ora, in quanto molte raffinerie europee sembrano tarate sull'alta qualita' del petrolio iraniano, per cui almeno nel breve periodo si ipotizza che i paesi europei debbano comunque comprare il petrolio iraniano tramite intermediari con maggiori costi.

ecco il link:
http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=9784

questo puo' spiegare in parte il perche' l'europa abbia programmato il blocco de'importazione dalla prossima estate, ha bisogno di tempo per preparasi, ma l'Iran ha giocato d'anticipo.

Staremo a vedere

redna
Inviato: 30/1/2012 16:09  Aggiornato: 30/1/2012 16:11
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Commenti liberi
Iran: UE esclusa da forniture di greggio


TEHERAN - La Repubblica islamica potrebbe escludere l'Europa dalle forniture di petrolio da cinque a quindici anni, come risposta per l'embargo unilaterale proclamato dall'Ue. Ad annunciarlo Mohammad Karim Abedi, membro della Commisione esteri e sicurezza nazionale del Parlamento iraniano, intervistato dall'agenzia Fars News. Intanto, l'India ha fatto sapere che non ci sono in alcun modo le condizioni, perché il Paese possa ridurre le sue importazioni di greggio dall'Iran, che corrispondono al 10 per cento del fabbisogno nazionale.

fonte

*******
Iran: prezzo petrolio toccherà i 150 dollari

TEHERAN - Il prezzo del petrolio potrà raggiungere i 150 dollari a barile, come conseguenza del divieto dell’Unione Europea di importazione di greggio iraniano. Lo ha detto il viceministro del Petrolio, Ahmad Qalebani, citato dall’agenzia di stampa ufficiale IRNA. "Sebbene non sia possibile fare una previsione accurata sui prezzi del petrolio, nel futuro prossimo andremo probabilmente incontro a stime che oscilleranno tra i 120 e 150 dollari a barile", ha precisato il funzionario. "Le società europee dovranno rispettare le disposizioni dei contratti di acquisto. In caso contrario, subiranno ingenti perdite derivanti dal rimpatrio dei loro capitali", ha aggiunto Qalebani. Venerdì il prezzo del barile di riferimento Brent è salito a 111.50 dollari. Il Parlamento iraniano al momento sta mettendo a punto la bozza di un provvedimento per interrompere l’export petrolifero nei confronti dei Paesi dell’UE, in risposta alla decisione europea d’interrompere le importazioni di greggio iraniano a partire da luglio 2012. Sabato Rostam Ghasemi, ministro del Petrolio e presidente della National Iranian Oil Company (NIOC), ha dichiarato che "a rimetterci saranno le società petrolifere europee, acquirenti del greggio iraniano, se la prossima settimana l’Iran imporrà un divieto sulle esportazioni all’Unione Europea", riporta l’agenzia iraniana ISNA. Lo scorso lunedì, l’UE ha vietato le importazioni di petrolio dall’Iran e imposto nuove sanzioni economiche, seguendo l’esempio degli Stati Uniti in un nuova serie di misure volte a fermare il programma nucleare della Repubblica Islamica.

fonte

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Nuit
Inviato: 30/1/2012 17:17  Aggiornato: 30/1/2012 17:17
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/9/2010
Da: Messina
Inviati: 346
 Re: Commenti liberi
Non so se questa notizia è stat già postata,
in caso mi scuso!

In questi ultimi giorni stiamo osservando delle scene sconcertanti negli Stati Uniti. "Perché noi americani continuano ad agire come se niente fosse, e tenere la testa sotto la terra. Abbiamo bisogno di svegliarci. Merda sta davvero sul punto di esplodere e qui stiamo continuando a vivere come se tutto va bene. Non capisco ed è spaventoso." Questo è il commento di un cittadino americano riguardo a quello che sta accadendo: - La FEMA, di cui abbiamo parlato nell'omonima sezione che è l'Agenzia Nazionale per la Gestione delle Emergenze, ha ordinato più di un miliardo di dollari di cibo disidradatato. All’inizio di questo mese, la FEMA ha fatto una richiesta di una fornitura di 3 pasti al giorno per 10 giorni, per 14 milioni di persone. Un totale di 420 milioni di pasti. In genere, la FEMA mantiene una riserva di circa 6 milioni di pasti. Perché all’improvviso ha bisogno di aumentare la riserva a 420 milioni? (Fonte) Che cosa sta per succedere?

.......leggi tutto qui!

peonia
Inviato: 30/1/2012 17:17  Aggiornato: 30/1/2012 17:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Commenti liberi
http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.7496

Il "2012" e gli Effetti Elettromagnetici sulla Coscienza

molti spunti........molti agganci

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Calvero
Inviato: 30/1/2012 17:22  Aggiornato: 30/1/2012 17:26
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Commenti liberi
Citazione:
La morale di quel libro era semplice: tutti si sono macchiati del crimine di genocidio in tutte le epoche e in tutti i regimi.


Ivan, sei colui che riesce sempre a stupirmi, come fai non lo so, altrimenti non potrei stupirmi.

Io ho tenuto fede alla linea che era discesa e discende dall'articolo riportato da Pike, e anche tu mi pare ti sei connesso a queste considerazioni. Io non ho potuto mancare di sottolineare che è proprio la propaganda a fare la differenza. In realtà si dovrebbe parlare di statistica e modus operandi, non di morale.

Quindi, al limite, dovremmo scornarci se di propaganda si tratti oppure no. Ma sarebbe effimero.

Se io volessi parafrasare le parole prese da "La fattoria degli animali", si potrebbe dire che: - tutti i genocidi sono uguali, ma qualcuno è più uguale.

Ed è quello che sostengo.

Citazione:
Ma che cos'è il crimine di genocidio se non l'abuso di potere rimasto impunito ?


Ok fino ad una misura, cioè questa: - non è colpa mia né della Madonna di Lourdes se io sono figlio del mio tempo, e il mio tempo l'ho bene sotto al naso. Qui non si sta facendo solo astrazione e "tesi_antitesi_sintesi" dell'evento in sé o degli eventi che ciclicamente pare massacrino popoli, città, o etnie ..

.. ma si tratta di avere sotto i nostri occhi una bilancia sul cui Piattino ci sono volontà ben precise a far sì che ciò che rimane impunito sia legato a doppia mandata con ciò che si continua a perpetrare con le medesime logiche dall'altra parte del piattino. DUE eventi che hanno (o meglio avrebbero dovuto avere) lo stesso impatto sulla "questione memoria" ... così come sottolineava il commento di PIKE, poiché in realtà questo fenomeno trascende e diviene "questione Amnesia".

Citazione:
Chi è alle leve della macchina del potere deve rispondere della sua gesta e non dev'èssere per nessun motivo perdonato degli abusi che commette abusando appunto della sua posizione.


E non finiremmo più. Poiché queste "LEVE" non sono del passato. Questo è il punto. E sul Podio della nefandezza, quello che sta mostrando i responsabili, vi sono saliti due falsi profeti che amplificano o anestetizzano, a seconda delle esigenza, il Dolore e la Memoria. "America" e "Israele". Bisogna smetterla di pensare in modo storico.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Sertes
Inviato: 30/1/2012 17:34  Aggiornato: 30/1/2012 17:34
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Commenti liberi
Citazione:
Nuit ha scritto:
Non so se questa notizia è stat già postata,
in caso mi scuso!


Attenzione che l'articolo mischia informazioni vere con balle clamorose raccolte da "The European Times", un sito che a dispetto del nome non ha nulla di ufficiale e che è stato beccato più volte a fare disinformazione.

Un consiglio: togli quello che è a nome di European Times, e valuta sul resto.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Nieuport
Inviato: 30/1/2012 17:39  Aggiornato: 30/1/2012 17:39
Ho qualche dubbio
Iscritto: 16/12/2007
Da: Firenze
Inviati: 189
 Re: Commenti liberi
Vorrei presentare, in campo di scie chimiche, una mia considerazione. Prego subito tutti di non prendermi in giro se scopro l’acqua calda, ossia un fatto che già sapevano tutti. Se scoprissi che già lo sapevano tutti sarei ancora piiù contento.
Dunque, le scie chimiche sono probabilmente lanciate da tanker, ossia da cisterne militari, quelle che ufficialmente sono incaricate di rifornire di kerosene gli aerei in volo. Difficile pensare che lo facciano gli aerei di linea, dove non ci sarebbe nemmeno posto, o gli aerei merci, che atterrano su scali dove ci sono centinaia di facchini, spedizionieri, tecnici che noterebbero qualcosa di strano.
Ora, le cisterne militari quante sono? Queste sono le cifre ad oggi:
Paese Cisterne Aerei combat. Rapporto cisterne/aerei da combat.

Cina 8 1270 1/158
Francia 14 338 1/24
India 7 625 1/89
Italia 6 179 1/29
Regno Uni, 16 166 1/10
Russia 19 1245 1/65
USA 474 2454 1/5
Le cifre si riferiscono solo alle aeronautiche, non le aviazioni di marina, e non indicano le poche cisterne ad elica, e nemmeno le ditte di contractor americani con cisterne, come Omega.
Si nota quindi che gli USA hanno un numero di cisterne spropositato, sparso in ogni parte del mondo, come Giappone, Corea, Inghilterra, Turchia, con un rapporto per aereo da combattimento assurdo. Una sola cisterna può rifornire otto caccia.
Il rapporto inglese è molto alto, ma va ricordato che fino ad un anno fa il numero degli aerei da combattimento era molto maggiore, e che le cisterne inglesi funzionano anche da aerei da trasporto, e molte di quelle americane no.
Ora la mia domanda è: a che diavolo serve agli americani un numero così spropositato di cisterne?

PikeBishop
Inviato: 30/1/2012 17:44  Aggiornato: 30/1/2012 17:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Commenti liberi
Citazione:
Ora la mia domanda è: a che diavolo serve agli americani un numero così spropositato di cisterne?

A tenere sempre in volo i caccia, con personale che si rigenera autonomamente, tranne nel caso in cui siano attaccati da arabi armati di taglierino.

Bingo! Io personalmente questa osservazione non l'avevo mai sentita e mi pare la prima cosa intelligente in assoluto che sento sull'argomento...

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
Nieuport
Inviato: 30/1/2012 18:00  Aggiornato: 30/1/2012 18:00
Ho qualche dubbio
Iscritto: 16/12/2007
Da: Firenze
Inviati: 189
 Re: Commenti liberi
Le cifre sono tratte dalla situazione pubblicata il 13-19 dicembre 2011 dalla autorevole rivista inglese Flight.

infosauro
Inviato: 30/1/2012 18:20  Aggiornato: 30/1/2012 18:20
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/5/2008
Da: questo mondo (credo)
Inviati: 2376
 Re: Commenti liberi
Citazione:
[...]La Repubblica islamica potrebbe escludere l'Europa dalle forniture di petrolio da cinque a quindici anni, come risposta per l'embargo unilaterale proclamato dall'Ue.[...]

Mah, alla fine è un po' come quando il tuo partner ti dice: "se tu mi lasci, io ti lascio!"
In ogni caso sembra che le cose stiano diventano parecchio serie, a meno che non siano solo scaramucce per chissà quali motivi.

"It's just a ride"
William Melvin "Bill" Hicks, l'ultimo degli hippy, il primo dei complottisti (a comparire in TV).
Edmondo
Inviato: 30/1/2012 19:55  Aggiornato: 30/1/2012 19:55
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/8/2010
Da: Un garage
Inviati: 149
 Re: Commenti liberi
Interessante "ricerca" nieuport, sono d'accordo con pike.

OT
già che ci sono, vorrei chiedere a qualcuno "del campo" cosa ne pensa di questo "hemi-sync", già proposto in un altro thread dall'utente PadijtLee.
Io sono arrivato al 5 e poi sono crollato anche perché non riuscivo più a stargli dietro, voi che ne pensate?

http://www.youtube.com/watch?v=Y6-sA72ruLc

Quanto più ci innalziamo, tanto più piccoli sembriamo a quelli che non possono volare. Friedrich Nietzsche
PadijtLee
Inviato: 30/1/2012 20:14  Aggiornato: 30/1/2012 20:14
Mi sento vacillare
Iscritto: 4/6/2010
Da:
Inviati: 447
 Re: Commenti liberi
LA NINNA NANNA DE LA GUERRA

[...]
Ninna nanna, pija sonno
ché se dormi nun vedrai
tante infamie e tanti guai
che succedeno ner monno
fra le spade e li fucili
de li popoli civili
Ninna nanna, tu nun senti
li sospiri e li lamenti
de la gente che se scanna
per un matto che commanna;
che se scanna e che s'ammazza
a vantaggio de la razza
o a vantaggio d'una fede
per un Dio che nun se vede,
ma che serve da riparo
ar Sovrano macellaro.
Chè quer covo d'assassini
che c'insanguina la terra
sa benone che la guerra
è un gran giro de quatrini
che prepara le risorse
pe li ladri de le Borse.

Fa la ninna, cocco bello,
finchè dura sto macello:
fa la ninna, chè domani
rivedremo li sovrani
che se scambieno la stima
boni amichi come prima.
So cuggini e fra parenti
nun se fanno comprimenti:
torneranno più cordiali
li rapporti personali.
E riuniti fra de loro
senza l'ombra d'un rimorso,
ce faranno un ber discorso
su la Pace e sul Lavoro
pe quer popolo cojone
risparmiato dar cannone!

Trilussa 1914

Calvero
Inviato: 30/1/2012 20:29  Aggiornato: 30/1/2012 20:29
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Commenti liberi
quando la poesia è statistica

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
ivan
Inviato: 30/1/2012 21:19  Aggiornato: 30/1/2012 21:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: Commenti liberi
Citazione:

Ivan, sei colui che riesce sempre a stupirmi, come fai non lo so, altrimenti non potrei stupirmi.



Io invece ricordo il primo Calvero appassionato e pacato, orgoglioso in posa vicino alla sua moto.

Oggi invece a volte c’è un Calvero che non riconosco piu’.

Citazione:

Io ho tenuto fede alla linea che era discesa e discende dall'articolo riportato da Pike, e anche tu mi pare ti sei connesso a queste considerazioni. Io non ho potuto mancare di sottolineare che è proprio la propaganda a fare la differenza. In realtà si dovrebbe parlare di statistica e modus operandi, non di morale.

Quindi, al limite, dovremmo scornarci se di propaganda si tratti oppure no. Ma sarebbe effimero.

Se io volessi parafrasare le parole prese da "La fattoria degli animali", si potrebbe dire che: - tutti i genocidi sono uguali, ma qualcuno è più uguale.

Ed è quello che sostengo.



Certo che è la propaganda che fa la differenza perché va da se che ogni regime concepisce se stesso come il meglio che ci sia e fa propaganda suo favore e nel contempo cerca di discreditare i suoi avversari.

Però io ho cercato di uscire dalla propaganda perchè lo scopo della propaganda è portare acqua al proprio mulino, non di cercare al verità con la lanterna come ci ha insegnato Diogene.

Cerco di spiegarmi meglio.

Si nota sempre che c’è qualcuno che porta all’attenzione del lettore un fatto grave: un genocidio perpretato da un regime, una manovra militare sanguinaria e così via.
Fin qui nulla di strano, i fatti vanno raccontati con oggettività nella crudezza della loro realtà perché dobbiamo conoscere la nostra storia.

Ma dal racconto di questi fatti spesso nascono discussioni infuocate che quasi sempre finiscono male.

Ora come uscire dall’empasse “fatto grave”/”polemica sterile”?

Se ne esce riconoscendo la buca in cui si rischia di cadere: l’esposizione di un torto può innescare il sofisma “dei due torti che fanno una ragione “, sofisma che crea un circolo vizioso che come un vortice poi tira tutto giu’ verso l’abisso.

Quindi il problema della discussione su genocidi et similia va affrontata cercando di non cadere nel sofisma e nella partigianeria e cercando di capire cosa è che crea l’humus in cui nasce e cresce la malapianta della violenza.

Ed quello che ho cercato di fare: qual’è il fattore comune dei genocidi ? E’ l’abuso di potere, è la sicurezza che hanno i tiranni e/o i regimi e/o i governanti di farla franca comunque.

E se vogliamo evitare che certi scenari si ripetano l’unico modo è evitare la formazione di sistemi di potere che siano al di sopra della legge attraverso lo strumento della democrazia e della giustizia uguale per tutti e che non fa sconti al potere.

Magari questo sembrerà utopico, ma è l’unica chances che abbiamo, è l’unica carta che possiamo giocare. Altre strade non ne vedo.



Citazione:

Ok fino ad una misura, cioè questa: - non è colpa mia né della Madonna di Lourdes se io sono figlio del mio tempo, e il mio tempo l'ho bene sotto al naso. Qui non si sta facendo solo astrazione e "tesi_antitesi_sintesi" dell'evento in sé o degli eventi che ciclicamente pare massacrino popoli, città, o etnie ..


”Corsi e ricorsi storici “ diceva Gianbattista Vico.

Il libro da me citato mostrava come i genocidi ci siano sempre stati in tutte le epoche e un po’ dovunque sul globo.

Questo però non vuol dire sic et simplicter un inevitabile gioco di tesi, antitesi e sintesi di hegeliana memoria.

Vuol dire solo una cosa: che finora il gioco della vita è stato condotto in maniera feroce. Punto.

Ora , come giustamente diceva Brancaleone “già passato è l’anno mille, omini moderni semo”, sarebbe il caso che da uomini moderni dobbiamo correre ai ripari per non rivedere piu’ le truci scene del passato dandoci degli strumenti di governo adeguati; questo anche perché con la tecnologia odierna i mostri dell’Id, sempre in agguato nel nostro inconscio, ci mettono un attimo a fare disastri immani.


Citazione:

Citazione:
Ma che cos'è il crimine di genocidio se non l'abuso di potere rimasto impunito ?
.. ma si tratta di avere sotto i nostri occhi una bilancia sul cui Piattino ci sono volontà ben precise a far sì che ciò che rimane impunito sia legato a doppia mandata con ciò che si continua a perpetrare con le medesime logiche dall'altra parte del piattino. DUE eventi che hanno (o meglio avrebbero dovuto avere) lo stesso impatto sulla "questione memoria" ... così come sottolineava il commento di PIKE, poiché in realtà questo fenomeno trascende e diviene "questione Amnesia".



Da semplici cittadini non è che possiamo fare granchè per fermare politiche non condivisibili, politiche che spesso nostro malgrado ci travolgono e ci spezzano .

Ma qualcosa la possiamo fare nel nostro piccolo, con piccoli gesti quotidiani nell’ottica di un etica condivisa e condivisibile.


Citazione:

Citazione:
Chi è alle leve della macchina del potere deve rispondere della sua gesta e non dev'èssere per nessun motivo perdonato degli abusi che commette abusando appunto della sua posizione.
E non finiremmo più. Poiché queste "LEVE" non sono del passato. Questo è il punto. E sul Podio della nefandezza, quello che sta mostrando i responsabili, vi sono saliti due falsi profeti che amplificano o anestetizzano, a seconda delle esigenza, il Dolore e la Memoria. "America" e "Israele".


Io penso che l’errore stia nell’identificare in maniera definitiva qualcuno come nemico giurato. Magari indeterminate circostanze storiche è per davvero così, ma non sé sempre così.
Oggi come non mai il mondo ha bisogno di pace, non di mantici che soffiano sulla brace della discordia.

Citazione:

Bisogna smetterla di pensare in modo storico.


Bisogna smetterla di essere manichei, con tutto il ben da una parte e tutto il male dall’altra.

Calvero
Inviato: 30/1/2012 22:01  Aggiornato: 30/1/2012 22:06
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Commenti liberi
Citazione:
Io invece ricordo il primo Calvero appassionato e pacato, orgoglioso in posa vicino alla sua moto.

Oggi invece a volte c’è un Calvero che non riconosco piu’.


Non c'era nota dolente nel fatto che tu mi stupisci. L'ho detto per uno specificato motivo che oltretutto posso dimostrare. Nulla che dovesse offenderti insomma.

Il punto è che in certe situazioni noto delle logiche che sono paradossali riguardo alla tua evidente posizione di colui che ha a cuore il bene per l'uomo, quindi credo che la discordia, in questo caso, tra me e te, nasca dal fatto che tu vedi meccanismi di volta in volta dispoticamente figli di responsabilità gravi, però se gli stessi sono vivificati e prodotti in un continuum programmato ... in qualche modo non ne vedi la differenza e, con ciò, la loro pericolosità maggiore.

Per il resto invece, le critiche servono, quindi le accetto.

Citazione:
Vuol dire solo una cosa: che finora il gioco della vita è stato condotto in maniera feroce. Punto.


Ho capito Ivan, ma non fare l'ingenuo. Per questo ti ho parlato della consapevolezza di come le nostre riflessioni discendevano da una critica il cui FOCUS era - COME - queste nefandezze vengono manipolate. Come l'avevi buttata tu ..andava a fare retorica, e l'articolo meritava e merita di più. Altrimenti, come dice Incredulo, stiamo a dipingere le macchie ai giaguari.

Citazione:
Da semplici cittadini non è che possiamo fare granchè per fermare politiche non condivisibili, politiche che spesso nostro malgrado ci travolgono e ci spezzano .

Ma qualcosa la possiamo fare nel nostro piccolo, con piccoli gesti quotidiani nell’ottica di un etica condivisa e condivisibile.



E vabbé minkia, meno male che mi conosci non mi sembra che io sostenga il contrario. Il punto, visto che in un forum ci troviamo, è ===> dove puntiamo l'indice.
Perciò cosa mi critichi Ivan, scusa? io ho criticato una certa retorica nel tuo linguaggio e non certo la tua buona fede o la verità di quello che hai riportato, che non ho messo in dubbio.

Citazione:
Io penso che l’errore stia nell’identificare in maniera definitiva qualcuno come nemico giurato. Magari indeterminate circostanze storiche è per davvero così, ma non sé sempre così.
Oggi come non mai il mondo ha bisogno di pace, non di mantici che soffiano sulla brace della discordia.


Vedi che mi stupisci. Ma che c'entra?? .. il mantice soffia sulle bugie, quello può farlo? beh, la risposta è sì. NON si tratta di fomentare odio. Ho parlato di Ebrei? NO... ho parlato di Israele e America e messi pure tra virgolette. Sono loro che stanno manipolando la coscienza collettiva. Punto. Non facciamo i buonisti che tanto è vero che c'è bisogno di pace, tanto è vero che pulirsi il culo coi coriandoli non è un gioco in cui perdersi oggigiorno. Qui si tratta di denunciare le Bugie.

Citazione:
Bisogna smetterla di essere manichei, con tutto il ben da una parte e tutto il male dall’altra.


La risposta a questo è già inserita in quanto ti ho detto. Qui si tratta di denunciare chi è manicheo, non te ne fossi accorto. Denunce verso coloro chi si vogliono appropriare della coscienza collettiva dicendo (al mondo) che il dolore sta solo da una parte. E questo viene indottrinato con mantra ciclici, culturalmente, politicamente, socialmente, artisticamente ... con immani disastri già iniziati e continue derive work in progress

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
NiHiLaNtH
Inviato: 30/1/2012 22:46  Aggiornato: 30/1/2012 22:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Commenti liberi
non so se lo sapete ma è uscito un bel documentario sull'attentato del 95 a Oklahoma City

qui potete trovare il documentario completo

http://video.thehhp.net/a_noble_lie.html

sarebbe il caso di tradurlo



Citazione:
Ora la mia domanda è: a che diavolo serve agli americani un numero così spropositato di cisterne?


quanti di questi tanker sono stati fotografati o filmati mentre rilasciavano scie anomale?

perspicace
Inviato: 30/1/2012 23:02  Aggiornato: 30/1/2012 23:02
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: Commenti liberi
Bravo NiHiLaNtH argomento interessante dopotutto l'attentato Oklahoma del '95 fu fatto molto probabilmente per promuovere l'Anti Terrorism Act del 1996, storia che si ripetette molto probabilmente nel settembre del 2001 con il PATRIOT Act.

Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
Vento
Inviato: 30/1/2012 23:24  Aggiornato: 30/1/2012 23:24
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/1/2007
Da: Napoli
Inviati: 112
 Re: Commenti liberi
Autore: Edmondo Inviato: 30/1/2012 19:55:11

Interessante "ricerca" nieuport, sono d'accordo con pike.

OT
già che ci sono, vorrei chiedere a qualcuno "del campo" cosa ne pensa di questo "hemi-sync", già proposto in un altro thread dall'utente PadijtLee.
Io sono arrivato al 5 e poi sono crollato anche perché non riuscivo più a stargli dietro, voi che ne pensate?

http://www.youtube.com/watch?v=Y6-sA72ruLc



ti ho risposto su Re: La Concordia della discordia
Inviato: 30/1/2012 23:18 Aggiornato: 30/1/2012 23:18

grazie per il link

NiHiLaNtH
Inviato: 30/1/2012 23:46  Aggiornato: 30/1/2012 23:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Commenti liberi
esatto perspicace
pura strategia della tensione a base di bombe

in tutta la vicenda le 2 cose che mi fanno più incazzare sono le morti di Terrance Yeakey
e Kenneth Michael Trentadue


Massimo pensi di scrivere qualche altro articolo sull'argomento?

ivan
Inviato: 31/1/2012 0:37  Aggiornato: 31/1/2012 5:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: Commenti liberi
Citazione:

Il punto è che in certe situazioni noto delle logiche che sono paradossali riguardo alla tua evidente posizione di colui che ha a cuore il bene per l'uomo, quindi credo che la discordia, in questo caso, tra me e te, nasca dal fatto che tu vedi meccanismi di volta in volta dispoticamente figli di responsabilità gravi, però se gli stessi sono vivificati e prodotti in un continuum programmato ... in qualche modo non ne vedi la differenza e, con ciò, la loro pericolosità maggiore.


Scusami ma non ti seguo, spiegati meglio.

Citazione:

Ho capito Ivan, ma non fare l'ingenuo. Per questo ti ho parlato della consapevolezza di come le nostre riflessioni discendevano da una critica il cui FOCUS era - COME - queste nefandezze vengono manipolate. Come l'avevi buttata tu ..andava a fare retorica, e l'articolo meritava e merita di più. Altrimenti, come dice Incredulo, stiamo a dipingere le macchie ai giaguari.



Non mi sono spiegato bene: è ovvio che queste nefandezze ben si prestano al gioco della propaganda di parte e che la propaganda altro non è che manipolazione.
Quel che ho cercato di descrivere è come scatta il meccanismo che consente a queste nefandezze di diventare propaganda.
La propaganda in un ultima analisi fa leva sull’emozione e la leva sull’emozione è una leva efficace perché agisce sul desiderio che è il padrone della ragione.
Quindi occorre mettere in moto un anticorpo culturale sia per non cascarci sia per avere una visione oggettiva e non emotiva delle cose.

Citazione:

Perciò cosa mi critichi Ivan, scusa? io ho criticato una certa retorica nel tuo linguaggio e non certo la tua buona fede o la verità di quello che hai riportato, che non ho messo in dubbio.


In questo caso nulla.
L’unica cosa che critico di Calvero è qualcosa che è al di fuori di questo 3ad, che è presente in altri 3ad e che mi è dispiaciuto leggere e che mi turba e m'inquieta.
Ma questa è un’altra storia.

Citazione:

Vedi che mi stupisci. Ma che c'entra?? .. il mantice soffia sulle bugie, quello può farlo? beh, la risposta è sì. NON si tratta di fomentare odio. Ho parlato di Ebrei? NO... ho parlato di Israele e America e messi pure tra virgolette. Sono loro che stanno manipolando la coscienza collettiva. Punto.


E’ vero che quei due paesi manipolano le coscienze, se ne è discusso in un 3ad sui film americani.
Ma non sono gli unici a farlo, tanti altri paesi hanno comportamenti anche peggiori.
Magari si può anche fare la lista e magari anche la classifica di chi sia il peggiore.

Citazione:

Non facciamo i buonisti che tanto è vero che c'è bisogno di pace, tanto è vero che pulirsi il culo coi coriandoli non è un gioco in cui perdersi oggigiorno. Qui si tratta di denunciare le Bugie.


Essere buoni è l’unica via di salvezza perché come diceva Gandi occhio per occhio rende il mondo cieco.

Citazione:

La risposta a questo è già inserita in quanto ti ho detto. Qui si tratta di denunciare chi è manicheo, non te ne fossi accorto. Denunce verso coloro chi si vogliono appropriare della coscienza collettiva dicendo (al mondo) che il dolore sta solo da una parte. E questo viene indottrinato con mantra ciclici, culturalmente, politicamente, socialmente, artisticamente ... con immani disastri già iniziati e continue derive work in progress


Ancora una volta non mi sono spiegato bene.
Allora, mi spiego intermini diversi.
In dato periodo storico ci si ribella verso soprusi , violenze , ingiustizie etc. Si fa una “rivoluzione”, si cacciano i tiranni e dopo un po’ ecco ricomparire altre situazioni che generano soprusi , violenze , ingiustizie etc eppure il regime autoritario lo si credeva morto e sepolto per sempre invece eccoci di nuovo qui punto e capo come prima e peggio di prima .
Questa consapevolezza fa parlare appunto di corsi e ricorsi storici perché gli scenari sembrano ripetersi anche se con attori e soggetti diversi come i noiosi film usa e getta yankee.
Come si esce da questo circolo vizioso ? Se ne esce come ho già detto : dandosi una forma di governo in cui l’abuso di potere è punito, dandosi delle regole in cui la propaganda ingannevole, -specialmente quella politica- è punita, dandosi delle regole dove l’informazione dev’essere informazione e non propaganda (c’è il tg di destra, c’è quello di sinistra e quello di centro, c’è quello colorato e c’è quello a pallini: quello che manca sempre è il tg che dia le notizie sic et simpliter per quello che sono dargli le pennellate nefaste dell’ideologia) .
Alla fine basta poco: quel media è fazioso? Allora non lo guardo, per me può anche chiudere.
Basta questo , basta girare le spalle alla faziosità e non lucidare intimoriti improbabili strumenti davanti alla Tv che fa propaganda come accade nel film “Canadian Bacon”.

Calvero
Inviato: 31/1/2012 12:45  Aggiornato: 31/1/2012 12:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Commenti liberi
Citazione:
E’ vero che quei due paesi manipolano le coscienze, se ne è discusso in un 3ad sui film americani.
Ma non sono gli unici a farlo, tanti altri paesi hanno comportamenti anche peggiori.
Magari si può anche fare la lista e magari anche la classifica di chi sia il peggiore.


E' qui che non concordiamo. Ed è proprio nel passaggio in cui mi dici che non mi segui.

La lista dei peggiori può essere fatta. Ma non c'entra. Poiché la questione è intesa come cruciale sulla questione politicamente internazionale ma soprattutto culturalmente. Non è che "America e Israele" sono peggio e meno: loro sono i responsabili crucialmente. E vanno condannati. Loro sono responsabili della propaganda primigenia della "civiltà" occidentale.

Citazione:
Calvero: Non facciamo i buonisti che tanto è vero che c'è bisogno di pace, tanto è vero che pulirsi il culo coi coriandoli non è un gioco in cui perdersi oggigiorno. Qui si tratta di denunciare le Bugie.

IVAN:
Essere buoni è l’unica via di salvezza perché come diceva Gandi occhio per occhio rende il mondo cieco.


Bonanotte. Non mi stai ascoltando.
Perché io sto dicendo di odiare qualcuno o di "ciecare" gli occhi a chi? .. o forse sto dicendo di ripudiare le bugie e la propaganda? Relativizzare antropologicamente i genocidi è retorica e, indirettemante, propaganda.


Citazione:
... Alla fine basta poco: quel media è fazioso? Allora non lo guardo, per me può anche chiudere.
Basta questo , basta girare le spalle alla faziosità e non lucidare intimoriti improbabili strumenti davanti alla Tv che fa propaganda come accade nel film “Canadian Bacon”.


No, non basta. Questo è un forum e già si fanno chiacchere dalla mattina alla sera, e allora quando si può che si facciano come si deve le chiacchere. Alla base di questo schifo c'è un Imperialismo "USA" e un Nazismo israeliano. L'America, o meglio, il sogno americano è un cancro da estirpare, denunciare, mettere all'indice e sputtanare. L'occhio per occhio, non c'entra.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
yhwh
Inviato: 3/2/2012 13:14  Aggiornato: 3/2/2012 13:14
So tutto
Iscritto: 4/12/2008
Da:
Inviati: 21
 CIA: ESPERIMENTI DI CANCRO CON I PRESIDENTI DELL'AMERICA LATINA ?
Segnalo il seguente link

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=9803

ritengo che esistano "metodi naturali" per uccidere senza lasciare traccia e mi chiedo : possiamo veramente fare qulcosa per fermare queste "organizzazioni" che possono agire su tutto il pianeta indisturbate rimanendo impunite?

giu


Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA