Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


news internazionali : Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa missilistica. Verso una guerra preventiva nucleare?
Inviato da Redazione il 4/12/2011 21:20:00 (8854 letture)

L’articolo precedente (Israele-Iran) si inserisce nel più ampio quadro della tensione fra Russia e Stati Uniti, relativa alle nuove istallazioni missilistiche della NATO. La situazione attuale è ben descritta da questo articolo di Global Research, scritto da William Engdahl e tradotto da Alessandro Lattanzio per il sito Aurora. Non è possibile valutare correttamente l’ipotesi di un attacco all’Iran da parte di Israele senza mettere sulla bilancia anche l’eventuale reazione della Russia, che va vista alla luce di quanto descritto in questo articolo. (M.M.)

***

La maggior parte del mondo civilizzato è beatamente inconsapevole che stiamo marciando inesorabilmente verso una sempre più probabile guerra nucleare preventiva. No, non è affatto tra Iran e Israele. Riguarda la decisione di Washington e del Pentagono di spingere Mosca contro il muro con quello che è, eufemisticamente chiamato, Difesa Anti-missili Balistici (BMD).

Il 23 novembre, un generalmente schivo presidente russo Dmitrij Medvedev, ha detto al mondo, in termini chiari, che la Russia è pronta a dispiegare i suoi missili al confine con l’Unione europea, tra Polonia e Lituania, e possibilmente a sud, vicino a Georgia e Turchia, membro della NATO, per contrastare l’avanzato processo di costruzione dello scudo di difesa missilistica statunitense: “La Federazione russa implementerà a ovest e a sud del paese, moderni sistemi d’arma che potrebbero essere utilizzate per distruggere la componente europea della difesa missilistica degli Stati Uniti”, ha annunciato alla televisione russa. “Uno di questi passi potrebbe essere il dispiegamento di sistemi missilistici Iskander a Kaliningrad” (1). Questi sono sistemi missilistici balistici di teatro. L’ultima versione dell’Iskander, l’Iskander-K, i cui dettagli rimangono top secret, avrebbe una gittata di 2000 km e trasporterebbe missili da crociera con una precisione sul bersaglio di 7 metri o meno.

Medvedev ha dichiarato di aver ordinato al ministero della difesa russo di avviare “immediatamente” il sistema radar di Kaliningrad, ...

... che avvertendo di attacchi missilistici imminenti, pone in stato di prontezza al combattimento. Ha chiesto di estendere i bersagli presi di mira dalle forze strategiche missilistiche nucleari russe e il ri-allestimento dell’arsenale nucleare della Russia con nuove testate, in grado di perforare lo scudo difensivo USA/NATO, da rendere operative in sei anni, entro il 2018. Medvedev ha anche minacciato di far abbandonare alla Russia il nuovo Trattato di riduzione dei missili START, se gli Stati Uniti continuano come annunciato.

Medvedev ha poi giustamente sottolineato il legame inevitabile tra missili “difensivi” e missili “offensivi”: “Dato il legame intrinseco tra le armi offensive e quelle difensive strategiche, le condizioni per il nostro ritiro dal trattato New Start, potrebbero anch’esse verificarsi“, ha detto. (2)

Il presidente russo non ha usato mezzi termini: “Ho ordinato alle forze armate di sviluppare misure per garantire, se necessario, di essere in grado di distruggere i sistemi di comando e controllo”dello scudo USA, ha detto Medvedev. “Queste misure sono appropriate, efficaci e a basso costo.” La Russia ha ripetutamente avvertito che lo scudo BMD globale degli Stati Uniti è progettato per destabilizzare l’equilibrio nucleare e rischia di provocare una nuova corsa agli armamenti. Il presidente russo ha detto che piuttosto che prendere sul serio le preoccupazioni russe, Washington ha invece “accelerato” lo sviluppo del suo BMD. (3)

Non era la prima volta che Medvedev ha minacciato di prendere contromisure verso la crescente pressione dell’accerchiamento militare della Russia dal Pentagono. Nel novembre 2008, mentre la minaccia del BMD degli Stati Uniti è stato resa nota al mondo, Medvedev ha fatto un discorso televisivo al popolo russo, in cui dichiarava: “vorrei aggiungere qualcosa su quello che abbiamo dovuto affrontare negli ultimi anni: cosa è? E’ la costruzione di un sistema globale di difesa missilistica, l’installazione di basi militari intorno alla Russia, l’espansione sfrenata della NATO e altri simili ‘regali’ alla Russia, abbiamo dunque tutte le ragioni per credere che stiano semplicemente testando la nostra forza.” (4) Questa minaccia è stata abbandonata alcuni mesi dopo, quando l’amministrazione Obama ha offerto un ramo d’ulivo, ora chiaramente ingannevole, sulla reversibilità della decisione di dispiegare il BMD in Polonia e nella Repubblica ceca.

La Russia minaccia di dispiegare i suoi missili anti-BMD Iskander a Kaliningrad

Questa volta Washington non ha perso tempo segnalando che sta giocando al gioco del tiro al piccione termonucleare. Non ci sono più belle parole come “reset” ,nelle relazioni USA-Russia. Un portavoce del Consiglio di Sicurezza Nazionale di Obama, ha dichiarato, “non limiteremo o cambieremo in alcun modo i nostri piani di schieramento in Europa.” Il governo degli Stati Uniti continua ad insistere sulla tesi plausibile che gli impianti di difesa missilistica sono finalizzati ad una minaccia di un possibile lancio nucleare iraniano, cosa poco credibile. Il vero rischio di attacco missilistico nucleare iraniano, all’Europa, viste le realtà del BMD globale degli Stati Uniti, nonché degli impianti israeliani, e la realtà delle capacità nucleari dell’Iran, è nei migliori resoconti imparziali, vicino allo zero.

Due giorni prima, il 21 novembre, Washington aveva gettato una piccola carota a Mosca. La sottosegretaria di stato per il controllo delle armi, Ellen Tauscher, ha detto che Washington è pronta a fornire informazioni sulla velocità del missile dopo che ha consumato tutto il suo carburante. Queste informazioni, indicato come velocità massima (VBO), aiuta a determinare che obiettivo colpirebbe. (5) Chiaramente, la cosa non era vista da Mosca come una concessione seria, che chiede una piena collaborazione con il dispiegamento dei missili US/NATO per assicurare che non saranno mai utilizzati contro la Russia. Dopo tutto, data la serie di bugie e di promesse non mantenute di Washington, non vi è nemmeno alcuna garanzia che la velocità sia quella vera.

Dopo la riunione di inizio ottobre a Bruxelles, dei ministri della difesa della NATO, il capo della NATO Anders Fogh Rasmussen ha detto, a proposito del Programma nominalmente europeo della Difesa antimissile della NATO, “Ci aspettiamo che sia pienamente operativo nel 2018.” La Spagna ha appena annunciato che prevede di unirsi al programma missilistico statunitense, unendosi a Romania, Polonia, Paesi Bassi e Turchia, che hanno già accettato di schierare i componenti chiave della futura rete di difesa anti-missile sul proprio territorio. (6)

Le preoccupazioni della Russia sono causate dal notevole miglioramento dell’intero sistema di difesa missilistico da parte di Washington, che sta prendendo la forma di un sistema BMD globale che circonda la Russia da tutti i lati.

Full Spectrum Dominance…

L’ultima volta che lo “Scudo” della difesa missilistica di Washington ha fatto notizia, è stata nel settembre 2009, all’inizio della amministrazione Obama, quando il Presidente degli Stati Uniti aveva offerto di ridurre la provocatoria presenza di stazioni radar speciali e di missili anti-missili statunitensi in Polonia e nella Repubblica ceca. E’ stata una chiara tattica per preparare la strada a ciò che Hillary Clinton ha ridicolmente chiamato “reset” delle relazioni USA-Russia, dai giorni della tensione Bush-Putin. Tuttavia, l’obiettivo strategico dell’accerchiamento del potenziale oppositore nucleare al mondo, con la difesa missilistica, è rimasta una credibile strategia degli Stati Uniti.

Barack Obama aveva annunciato allora che gli Stati Uniti stavano mutando i piani dell’amministrazione Bush per far stazionare missili anti-missili balistici degli USA in Polonia e un sofisticato radar nella Repubblica Ceca. La notizia è stata salutata a Mosca come una importante concessione. (7) I successivi sviluppi mostravano chiaramente che, lungi dall’abbandonare i loro piani per uno scudo missilistico in grado di paralizzare qualsiasi potenziale lancio nucleare russo, gli Stati Uniti stavano semplicemente optando per un sistema globale più efficace, la cui fattibilità era stata dimostrata nel frattempo.

Per placare i polacchi, l’Amministrazione Obama ha anche accettato di fornire alla Polonia i missili Patriot degli Stati Uniti. Il ministro degli esteri della Polonia di allora e di oggi, è Radek Sikorski. Dal 2002 al 2005 è stato a Washington come membro dell’American Enterprise Institute, un noto think-tank di neo-conservatori, e direttore esecutivo della New Atlantic Initiative, un progetto per portare più paesi ex-comunisti possibili dell’Europa orientale nella NATO. Non c’è da stupirsi che Mosca non vedesse i missili USA in Polonia come amichevoli, e neanche oggi.

Nel maggio 2011 l’Amministrazione Obama aveva annunciato che i missili che avrebbe dato ora alla Polonia consisteva nei nuovi sistemi missilistici di difesa Raytheon (RTN) SM-3 alla base militare Redzikowo in Polonia, a circa 50 miglia dalla enclave russa di Kaliningrad, un frammento di territorio russo non collegato alla Russia continentale, ma adiacente al Mar Baltico e alla Lituania. Mettendo i missili degli Stati Uniti più vicino alla Russia, come durante la crisi dei missili di Cuba del 1961, quando Washington aveva posto missili balistici intercontinentali in siti della Turchia, volti a colpire i siti nucleari chiave sovietici. (8)

Il nuovo missile Raytheon SM-3 è parte del sistema Aegis Ballistic Missile Defense, che avrà lo scopo di intercettare missili balistici a corto raggio e a raggio intermedio. La testata cinetica dell’SM-3 intercetta i missili balistici fuori dell’atmosfera terrestre. Lockheed Martin Maritime Systems and Sensors ha sviluppato il sistema d’arma Aegis BMD. L’SM-3 è della Raytheon Missile Systems.

L’implementazione polacca del missile SM-3 è solo una parte di una rete globale che circonda le capacità nucleari della Russia. Non si deve dimenticare che la strategia militare ufficiale del Pentagono è chiamata Full Spectrum Dominance, controllo di quasi tutto l’universo. Lo scorso settembre Stati Uniti e Romania, un altro nuovo membro della NATO, hanno firmato un accordo per distribuire un sistema di difesa missilistica statunitense nella base aerea di Deveselu in Romania, che utilizza i missili SM-3.

Inoltre Washington ha firmato un accordo con la Turchia, membro della NATO, per insediare un sofisticato radar di tracciamento dei missili in cima a una montagna, nel distretto di Kuluncak provincia di Malatya, nel sud-est della Turchia. Sebbene il Pentagono insista che il suo radar è puntato verso l’Iran, uno sguardo ad una mappa rivela quanto facilmente la direzione possa coprire i principali siti nucleari russi, come Sevastopol, dove è di stanza il grosso della Flotta della Marina russo del Mar Nero o la vitale installazione radar russa di Krasnodar. (9)

Il radar di Malataya invierà i dati a navi statunitensi dotate del sistema di combattimento Aegis, che intercetteranno i missili balistici “iraniani”. Secondo esperti militari russi, uno degli obiettivi principali di quel radar, che si copre fino a una distanza di 2000 chilometri, sarà anche la sorveglianza e il controllo dello spazio aereo del Caucaso meridionale, parte dell’Asia centrale e del sud della Russia, in particolare il tracciamento dei lanci sperimentali di missili russi, nei loro poligoni di prova. (10)

Inoltre, implementazione del BMD controllata dagli USA, ora comprende anche i sistemi “Aegis” navali nel Mar Nero, a controllate da vicino la Base Navale di Sebastopoli della Russia, così come il possibile dispiegamento di missili a raggio intermedio nella regione del Mar Nero e del Mar Caspio. (11)

Ma lo schieramento europeo del BMD del Pentagono non è che una parte della enorme rete globale. A Fort Greeley Alaska Missile Field gli Stati Uniti hanno installato missili intercettori terrestri del BMD, così come nella Vandenberg Air Force Base in California. E il Pentagono ha appena aperto due siti missilistici presso il Pacific Missile Range Facility alle Hawaii. Va aggiuntovi che la Maritime Self-Defense Force del Giappone ha aderito formalmente alla Missile Defense Agency statunitense, per sviluppare un cosiddetto sistema Aegis BMD che impiega i missili SM-3 della Raytheon sulle navi giapponesi. (12) Ciò darà agli Stati Uniti una piattaforma sul Pacifico da cui poter colpire sia la Cina che l’Estremo Oriente della Russia che la penisola coreana. Questi sono tutti un modo piuttosto lungo e curioso, di colpire una qualsiasi minaccia iraniana.

Origini della Difesa Missilistica USA

Il programma statunitense per costruire una rete globale di ‘difesa’ contro possibili attacchi dei missili balistici nemici, iniziò il 23 marzo 1983, quando l’allora presidente Ronald Reagan propose il programma popolarmente conosciuto come Star Wars, formalmente chiamato allora Iniziativa di Difesa Strategica.
Nel 1994, in una discussione a una cena privata con questo autore, a Mosca, l’ex capo degli studi economici dell’Istituto di Economia Mondiale e Relazioni Internazionali dell’Unione Sovietica, IMEMO, ha dichiarato che erano state le enormi richieste finanziarie della Russia, per tenere il passo con lo sforzo multi-miliardario delle Guerre Stellari, che finalmente portarono al crollo economico del Patto di Varsavia e alla riunificazione tedesca del 1990. Con una guerra persa in Afghanistan, il crollo dei proventi del petrolio causata dalla politica degli Stati Uniti del 1986, che aveva inondato il mercato mondiale con il petrolio saudita, l’economia militare dell’URSS non era in grado di tenere il passo, a meno di rischiare massiccia disordini civili in tutte le nazioni del Patto di Varsavia. (13)

Questa volta lo schieramento del BMD statunitense è progettato per mettere la Russia in ginocchio, solo nel contesto della creazione di quello che gli strateghi militari degli Stati Uniti chiamano “supremazia nucleare“.

Supremazia Nucleare: pensare l’impensabile

Mentre le forze armate dell’era sovietica hanno subito una drastica contrazione verso il basso, dopo il crollo dell’Unione Sovietica nel 1991, la Russia ha tenacemente tenuto il cuore del suo deterrente nucleare strategico. Questo è qualcosa fermò Washington, quando si considera come trattasse con la Russia. Il potenziale della Russia nell’approfondire la cooperazione militare ed economica con i suoi partner dell’Asia centrale nella Shanghai Cooperation Organization, soprattutto con la Cina, è ciò contro cui Washington ha fatto di tutto per frustrare. Tale cooperazione strategica sta diventando sempre più una questione di vita o di morte sia per la Cina che per la Russia. L’arsenale nucleare della Cina non è ancora strategico come quello della Russia.

Quello che il Pentagono sta facendo è ciò che ha sognato fin da quando i sovietici svilupparono i missili balistici intercontinentali nel corso degli anni ’50. In termini professionali, la supremazia nucleare. Tradotto in parole semplici, la supremazia nucleare significa che se uno dei due nemici nucleari perfettamente in equilibrio, è in grado di implementare anche un rozzo sistema di difesa missilistica anti-balistica, è in grado di danneggiare seriamente la capacità di attacco nucleare dell’altro, mentre lui lancia un vero e proprio sbarramento nucleare contro quel nemico, vincendo la guerra nucleare.

Il lato oscuro della moneta della supremazia nucleare militare-strategica è che il lato senza un’adeguata compensazione nella difese anti-missile BMD, mentre osserva la sua sicurezza nazionale svanire con l’installazione di ogni nuovo missile e radar BMD, viene sottoposto alla crescente pressione a lanciare un attacco nucleari preventivo o altri attacchi devastanti, prima che la finestra si chiuda. In parole semplici, ciò significa che, lungi dall’essere “difensiva“, come sostiene Washington, il BMD è offensivo e destabilizzante all’estremo. Inoltre, quelle nazioni che beatamente si illudono che concedendo diritti al Pentagono per installare un’infrastruttura del BMD, stanno comprando l’ombrello di sicurezza delle potenti Forze Armate degli Stati Uniti, scoprire che hanno permesso che il loro territorio diventi un potenziale campo di battaglia nucleare, in un sempre più probabile scontro tra Washington e Mosca.

Il Dr. Robert Bowman, un tenente-colonnello in pensione dell’US Air Force ed ex capo del programma BMD del Presidente Reagan degli anni ’80, allora chiamato beffardamente “Star Wars“, ha osservato la vera natura dell’attuale “difesa” missilistica balistica di Washington, quello che oggi è chiamato Department of Defense Missile Defense Agency: “Sotto Clinton, è diventata la Ballistic Missile Defense Organization (BMDO). Ora Bush II ha creato la Missile Defense Agency (MDA) e gli ha dato la libertà di vigilanza e di controllo precedentemente goduta solo dai programmi occulti. Se il Congresso non agisce subito, questa nuova agenzia indipendente potrà avere un suo bilancio essenzialmente illimitato e spendere al di fuori del controllo pubblico e del Congresso, per armi di cui non sapremo nulla fino a quando saranno nello spazio. In teoria, quindi, i guerrieri spaziali governeranno il mondo, in grado di distruggere qualsiasi bersaglio sulla terra senza preavviso. Queste nuove superarmi porteranno sicurezza al popolo statunitense? Difficilmente.” (14)

Durante la Guerra Fredda, la capacità di entrambe le parti -il Patto di Varsavia e la NATO- di annientarsi reciprocamente l’un l’altro, aveva portato ad uno stallo nucleare, denominato dagli strateghi militari MAD – Mutually Assured Destruction. Era spaventoso ma, in una maniera bizzarra, più stabile di quello che Washington persegue ormai inesorabilmente con la sua difesa contro i missili balistici in Europa, Asia e globalmente, alla ricerca unilaterale della supremazia nucleare degli Stati Uniti. Il MAD era basata sulla prospettiva della reciproca distruzione nucleare, senza alcun vantaggio decisivo per entrambe le parti, ma aveva portato ad un mondo in cui la guerra nucleare era diventata ‘impensabile’. Ora, gli Stati Uniti stanno perseguendo la possibilità di una guerra nucleare ‘possibile’.

Il tenente colonnello Bowman, in una intervista telefonica con questo autore, ha chiamato la difesa missilistica, “l’anello mancante per un Primo Attacco.” (15)

Il fatto è che Washington si nasconde dietro la facciata della NATO, con il dispiegamento del suo BMD europeo, pur mantenendo il controllo assoluto degli Stati Uniti su di esso. L’inviato della Russia nella NATO, Dmitrij Rogozin, ha recentemente definito la parte europea del BMD degli Stati Uniti una foglia di fico a “un ombrello di difesa missilistico che dice ‘Made in USA’. Membri europei della NATO non avranno né un pulsante da premere, né un dito per spingerlo.” (16)

Questo è chiaramente ciò per cui la Russia continua ad insistere sulle garanzie – dagli Stati Uniti – che lo scudo non è diretto contro la Russia. Abbastanza preoccupante, fino ad oggi, Washington ha categoricamente respinto tale richiesta. Potrebbe essere che le care anime di Washington, cui si affida il mantenimento della pace nel mondo, siano diventate matte? In ogni caso, il fatto che Washington continui a strappare solenni trattati internazionali e a procedere illegalmente con l’installazione del suo scudo missilistico globale, è base sufficiente per Mosca, Pechino o altrove, di considerare le promesse degli Stati Uniti, anche i trattati, privi del valore della carta su cui sono stati scritti.

F. William Engdahl

F. William Engdahl può essere contattato attraverso il suo sito web all’indirizzo www.engdahl.oilgeopolitics.net. Il suo ultimo libro sulla geopolitica del petrolio, dal titolo Miti, bugie e guerre per il petrolio, è in uscita entro la primavera del 2012.


Note
1 David M. Herszenhorn, Russia Elevates Warning About US Missile-Defense Plan in Europe, The New York Times, 23 novembre 2011.
2. Ibid.
3 Ibid.
4 Misha, Medvedev: Russia will Deploy Iskanders in Kaliningrad to Neutralize New US Missile Threat, Misha’s Russian Blog, 30 dicembre 2008
5 RIA Novosti, US ready to provide Russia with missile shield details, Mosca, 21 novembre 2011
6 RIA Novosti, NATO’s missile defense program to be fully operational in 2018 – Rasmussen, 5 ottobre 2011
7 CNN, US scraps missile defense shield plans, 17 settembre 2009,
8 Kenneth Repoza, Obama’s Cold War? Raytheon Missiles On Russia’s Border By 2018, Forbes, 15 settembre 2011
9 Missile Defense Agency, News and Resources various press releases and program descriptions
10 Sergey Sargsyan, Turkey in the US Missile Defense System: Primary Assessment and Possible Prospects, 13 Ottobre 2011, Center for Political Studies, “Noravank” Foundation, 11 Ibid.
12 Missile Defense Agency, op. cit.
13 F. William Engdahl, Full Spectrum Dominance: Totalitarian Democracy in the New World Order, Wiesbaden 2010, edition.engdahl, p. 145.
14 Robert Bowman, in F. William Engdahl, op.cit., p. 161.
15 Ibid., p. 162
16 RIA Novosti, Nato Is Figleaf, 1 novembre 2011.

Voto: 9.00 (2 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
Redazione
Inviato: 4/12/2011 21:31  Aggiornato: 4/12/2011 21:31
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
Confermo di aver visto diverse interviste di Medveded su Russia Today, relative a questo argomento, e il tono era tutt'altro che rilassato.

E' un problema che si trascina da anni, ed evidentemente i russi si sono stufati di vedere gli americani che fanno orecchie da mercante.

Redazione
Inviato: 4/12/2011 21:42  Aggiornato: 4/12/2011 21:44
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
Vorrei sottolineare in particolare questa frase di Medvedev:“Ho ordinato alle forze armate di sviluppare misure per garantire, se necessario, di essere in grado di distruggere i sistemi di comando e controllo dello scudo USA. Queste misure sono appropriate, efficaci e a basso costo.”

Proprio l'altra sera Newt Gingrich, il probabile candidato repubblicano alle presidenziali dell'anno prossimo, ha detto che "i pericoli maggiori per gli USA sono tre". I primi due erano stupidaggini qualunque, che nemmeno ricordo (tipo "il terrorismo internazionale"), ma il terzo era "un attacco con armi scalari da parte della Russia".

A chi mai verrebbe in mente una "minaccia" del genere, se non fosse vera? (Pare infatti che l'equivalente russo di HAARP sia dieci volte più potente del sistema americano).

DjGiostra
Inviato: 4/12/2011 21:48  Aggiornato: 4/12/2011 21:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
Secondo me prima o poi sti stronzi ci faranno fuori tutti !!!!!!!!!!!

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
NiHiLaNtH
Inviato: 4/12/2011 22:34  Aggiornato: 4/12/2011 22:36
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
Citazione:
A chi mai verrebbe in mente una "minaccia" del genere, se non fosse vera? (Pare infatti che l'equivalente russo di HAARP sia dieci volte più potente del sistema americano).


haarp emette segnali radio nella banda di frequenza HF che è la stessa di radio vaticana e anche le frequenze sono quasi le stesse cambia la potenza e il tipo di antenne, le onde scalari non c'entrano niente.

l'haarp americano è composto da 180 dipoli incrociati e ogni dipolo è alimentato da 2 trasmettitori da 10 kilowatts, in totale sono 3600 klowatts ( 3.6 megawatts ). l'haarp russo invece consiste in 144 dipoli incrociati alimentati da 3 trasmettitori da 250 kilowatts.

NeWorld
Inviato: 4/12/2011 22:40  Aggiornato: 4/12/2011 22:40
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/1/2011
Da: Around the World
Inviati: 629
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
Verso una guerra preventiva nucleare?

Non credo che l'obiettivo primario sia una guerra nucleare,ma l'assoggettamento di Russia possibilmente seguito da quello della Cina. Ridurre questi stati a stati "schiavetti" un po come avviene per quasi tutta l'Europa e molti altri paesi sotto il dominio Anglo-Americano.

Come al solito il delirio di onnipotenza degli imperialisti è sostenuto dall'ambizioso progetto di dominio mondiale...dominio economico,politico ma anche militare.

Ricordiamoci che vogliono creare il loro Nuovo Ordine Mondiale...e stanno lavorando in tutte le direzioni possibili.

Ci riusciranno? Secondo me...no.
Prima che possano riuscire nel loro intento avverrà qualcosa che spazzerà via il progetto NWO,qualcosa di inatteso,un colpo di scena che lascerà quasi tutti sorpresi.

Aspettiamo e vedremo.

"perché abbiamo un combattimento non contro sangue e carne, ma contro i governi, contro le autorità, contro i governanti mondiali di queste tenebre, contro le malvage forze spirituali che sono nei luoghi celesti"
NiHiLaNtH
Inviato: 4/12/2011 22:46  Aggiornato: 4/12/2011 22:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
perchè secondo te cosa intendono Chavez, Ahmadinejad, Gorbachev e Medvedev quando parlano di nuovo ordine mondiale?

NeWorld
Inviato: 5/12/2011 0:22  Aggiornato: 5/12/2011 0:22
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/1/2011
Da: Around the World
Inviati: 629
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
perchè secondo te cosa intendono Chavez, Ahmadinejad, Gorbachev e Medvedev quando parlano di nuovo ordine mondiale?

E' una bella domanda...

Tutti vogliono il NWO ma non sembra che siano concordi nelle modalità con cui debba essere creato. Sicuramente il punto è: quale sarà il centro del potere del NWO?

Comunque il fatto che governanti di stati in contrapposizione tra loro inneggino al nuovo ordine mondiale mi fa pensare che una presenza occulta superiore li infuenzi in tal senso e penso che in futuro l' Onu avrà un ruolo determinante.

Quello di cui parla l'articolo non mi fa pensare alla probabilità di una guerra nucleare,quanto al mostrare i muscoli nei confronti di Russia e Cina praticamente "candidando" gli Usa ad essere il centro di potere del NWO.

E' una teoria,stiamo a vedere.

"perché abbiamo un combattimento non contro sangue e carne, ma contro i governi, contro le autorità, contro i governanti mondiali di queste tenebre, contro le malvage forze spirituali che sono nei luoghi celesti"
Silver
Inviato: 5/12/2011 0:35  Aggiornato: 5/12/2011 0:35
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/9/2005
Da: Torino
Inviati: 615
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
Se un conflitto atomico è alle porte, allora qualcuno deve già sapere qualcosa in merito e anticipare eventuali mosse o rimedi.


Questo articolo mi riporta alla mente, quindi, i bunker costruiti per i semi di tutte le piante del mondo, di quello personale di Bill Gates (lo stesso che ha dichiarato che i vaccini serviranno a ridurre le nascite), etc.


Mi porta alla mente la famosa data del 2012.


I paesi confinanti con la russia che si doteranno dei missili Usa, non possono non sapere che loro saranno il campo di battaglia.
Queste scelte apparentemente senza logica, devono nascondere necessariamente motivazioni 'fuori dall' ordinario' dalle ovvie conseguenze negative per il popolo.

perspicace
Inviato: 5/12/2011 10:19  Aggiornato: 5/12/2011 10:19
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
l'haarp americano è composto da 180 dipoli incrociati e ogni dipolo è alimentato da 2 trasmettitori da 10 kilowatts, in totale sono 3600 klowatts ( 3.6 megawatts ). l'haarp russo invece consiste in 144 dipoli incrociati alimentati da 3 trasmettitori da 250 kilowatts.

Intelligentemente gli Usa si sono messi a spiattellare su internet gli schemi di costruzione delle loro "armi" cosa utilissima, infatti i delfini carbonizzati nel mar Caspio hanno apprezzato molto la trasmissione di radio vaticana.

Cioè se ci dicono che la versione ufficiale delle due torri non è corretta, noi giustamente analizziamo gli eventi e ne traiamo conclusioni. Ma se ci dicono che gli schemi di costruzione "ufficiali" dell'h.a.a.r.p. potrebbero essere uno specchio per le allodole ""aah sacrilegio!!""

E se fosse davvero un trasmettitore di microonde?? e se fosse possibile davvero piegare la ionosfera per creare una lente con cui focalizzare i fasci di onde?

Non dimentichiamo che da tempo ormai remoto gli Usa utilizzano il Giappone come campo di sperimentazione umana per le loro tecnologie. Primo esempio su tutti la bomba atomica di cui conoscevano con precisione la potenza ma non gli effetti a breve e a lungo termine su una popolazione reale.

E non dimentichiamo che 50anni fa fu l'unica volta che la usarono ma ciò basto a piegare tutti gli stati del mondo con la sua sola minaccia.

Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
irgo
Inviato: 5/12/2011 10:47  Aggiornato: 5/12/2011 10:56
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/11/2011
Da:
Inviati: 61
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
A mio parere tutta la questione è sempre legata alla prossima guerra in Iran fornitrice della Cina.Ma considerare solo il petrolio sic et simpliciter è riduttivo;infatti,dobbiamo tenere ben presente la posizione geostrategica dell'Iran rispetto soprattutto alle repubbliche centro-asiatiche che rientrano storicamente nell'ambito di interesse russo. Il nuovo assetto mondiale vedrà una "correggenza" Cino-Russa. Gli Stati Uniti sono molto pericolosi perchè sono un cane morente che ormai si gioca il tutto e per tutto,e noi siamo più folli di loro a rimanere alleati.Cinicamente,ma non troppo,come si sale nel carro del vincitore così bisogna sapere quando scendere al volo prima che questa nave affondi.Qui c'è in ballo non solo la pace e la sicurezza in Europa ma anche la sopravvivenza del genere umano,perchè,ripeto,un animale ferito a morte è pericolosissimo. Sembrerò catastrofista ma i segnali sono questi purtroppo.

VIMS
Inviato: 5/12/2011 11:29  Aggiornato: 5/12/2011 11:29
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/11/2011
Da: Ai piedi del monte
Inviati: 334
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
Inquietante articolo, sopratutto quando fa il paio con il penultimo in home.

Qualche dubbio però mi sorge: farebbe comodo a qualcuno scatenare una guerra atomica? A chi converrebbe? Un mondo radioattivo e quasi completamente inutilizzabile per molto tempo servirebbe veramente a qualcuno?

VIMS

La Virtù sta nel mezzo
perspicace
Inviato: 5/12/2011 11:41  Aggiornato: 5/12/2011 11:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
Qualche dubbio però mi sorge: farebbe comodo a qualcuno scatenare una guerra atomica? A chi converrebbe?

Un mondo radioattivo e quasi completamente inutilizzabile per molto tempo servirebbe veramente a qualcuno? VIMS


Esatto VIMS hai toccato il punto chiave, l'Iran sapendo che ciò che vuole l'Usa è il territorio non teme realmente un attacco atomico figuriamoci da un suo vicino di casa che ci perderebbe uguale, quindi essendo consapevole degli obbiettivi Usa si è messo a costruire centrali atomiche sul suo territorio con l'intenzione di farle saltare in caso di un attacco così da rendere inutilizzabile L'Iran per lo scopo dell'Usa.

La storia insegna che un auto-attentato può aiutare molto.

Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
NiHiLaNtH
Inviato: 5/12/2011 12:17  Aggiornato: 5/12/2011 12:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
Citazione:
Intelligentemente gli Usa si sono messi a spiattellare su internet gli schemi di costruzione delle loro "armi" cosa utilissima


quindi anche queste sono tutte pontentissime armi?

http://en.wikipedia.org/wiki/Jicamarca_Radio_Observatory

http://www.thelivingmoon.com/45jack_files/04images/Bases/124394129_82c4fc66a4_b.jpg

http://www.rish.kyoto-u.ac.jp/English/MU/index.html

Citazione:
infatti i delfini carbonizzati nel mar Caspio


???

Citazione:
Cioè se ci dicono che la versione ufficiale delle due torri non è corretta, noi giustamente analizziamo gli eventi e ne traiamo conclusioni. Ma se ci dicono che gli schemi di costruzione "ufficiali" dell'h.a.a.r.p. potrebbero essere uno specchio per le allodole ""aah sacrilegio!!""


sono dei dipoli che trasmettono frequenze inferiori a 10 Mhz non è che ci puoi fare altro

Citazione:
E se fosse davvero un trasmettitore di microonde?? e se fosse possibile davvero piegare la ionosfera per creare una lente con cui focalizzare i fasci di onde?


dei dipoli grossi come quelli di haarp non possono fisicamente emettere segnali ad alta frequenza. i dipoli adatti alla trasmissione delle microonde li trovi al'interno dei pannelli delle antenne per cellulari. più alta è la frequenza più piccoli sono gli elementi radianti.

guarda questo radar, trasmette frequenze comprese tra 430 e 450 Mhz

http://www.flickr.com/photos/dannyhutt/4411550399/

http://www.flickr.com/photos/dannyhutt/4411550379/

qui trovi le specifiche

http://polartechnologyconference.org/2011_pdf/PTC_2011_Valentic.pdf

come puoi vedere i dipoli sono molto più piccoli rispetto a quelli di haarp e non siamo ancora nel campo delle microonde

Citazione:
Quello di cui parla l'articolo non mi fa pensare alla probabilità di una guerra nucleare,quanto al mostrare i muscoli nei confronti di Russia e Cina praticamente "candidando" gli Usa ad essere il centro di potere del NWO.


per come sono le cose ora nesuno accetterebbe il nuovo ordine mondiale, le crisi attuali ( terrorismo, global warming e crisi economica ) non bastano ancora. c'è bisogno di un evento davvero sconvolgente per convincere le persone che solo un radicale cambiamento del sistema può garantire la pace nel mondo. non deve essere una guerra lunga, basta qualche mese, 2-3 atomiche, la giusta quantità di armi convenzionali e cosa fondamentale il terrorismo mediatico.

Bellaciao
Inviato: 5/12/2011 13:07  Aggiornato: 5/12/2011 13:07
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/11/2011
Da:
Inviati: 72
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
Medvedev ha informato la NATO che la Russia da sola può distruggerla in una manciata di secondi, non di minuti.
Vi immaginate cosa possono fare Russia e Cina insieme? Vi immaginate cosa succederebbe a questa alleanza di emeriti buffoni, se a questi si aggiungessero Iran, Siria, Egitto, Iraq, Libano, Hezbollah, Hamas, Pakistan, India, Afghanistan (che in breve tempo sarà dotato di postazioni missilistiche e missili nucleari), i Paesi dell'America Latina e così via?
Tutto quello che racconta l'America sono menzogne per nascondere al mondo la sua debolezza. In questo Paese la guerra civile si sta propagandando come un'epidemia, il debito pubblico è spaventoso, la disoccupazione è arrivata al 20%, ci sono decine di milioni di senzatetto e il Congresso sta approvando una legge secondo la quale qualsiasi cittadino americano può essere catturato, torturato e condannato senza processo.
Come se questo non bastasse, il Pakistan ha intimato agli americani di lasciare il loro Paese entro l'11 dicembre, dopodiché abbatteranno qualsiasi aereo o drone che attraverserà la frontiera pakistana. I russi hanno deciso di bloccare i corridoi aerei per il passaggio del cibo e delle armi ai soldati americani in Aghanistan. La Cina si è comprata quasi tutti i Paesi Africani, la Moldavia e chissà quale altro. E l'Unione Sovietica è stata ricostituita con il nome di Unione EuroAsiatica.
Gli unici risultati che hanno ottenuto le spacconate americane sono stati quelli di rafforzare i legami tra i membri della SCO e dell'Unione EuroAsiatica e di rilanciare il partito comunista russo, che ha ottenuto il 26% dei consensi (e non il 20%, come hanno detto le TV al soldo degli americani) e che, se Putin non avesse manipolato le elezioni, sarebbe arrivato ben oltre il 30%.
Comunque il partito comunista è attualmente il secondo partito in Russia e in Cina il numero degli iscritti alllo stesso partito si è quadruplicato negli ultimi mesi.

VIMS
Inviato: 5/12/2011 13:18  Aggiornato: 5/12/2011 13:18
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/11/2011
Da: Ai piedi del monte
Inviati: 334
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
Grazie perspicace. Una sorta di Harakiri da parte dell'Iran?

Credo sia più plausibile una finta guerra atomica (se non al finta al 100% allora enormemente amplificata dal terrorismo mediatico) che serva da catalizzatore per creare un'entità/controllore a livello globale.

IMHO, naturalmente.

VIMS

La Virtù sta nel mezzo
redna
Inviato: 5/12/2011 13:20  Aggiornato: 5/12/2011 13:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
Citazione:
Tutto quello che racconta l'America sono menzogne per nascondere al mondo la sua debolezza


una debolezza che si nota in tutto il suo splendore....


Il Pakistan da dieci giorni tiene bloccati i rifornimenti Isaf in Afganistan causa morte di 24 soldati afgani per il solito sbaglio della Nato


.......Obama allora si vede costretto a fare le condoglianze...

ma gli 'incresciosi episodi' sono ormai troppi e le scuse non sembrano sincere.

Citazione:
Qualche dubbio però mi sorge: farebbe comodo a qualcuno scatenare una guerra atomica? A chi converrebbe? Un mondo radioattivo e quasi completamente inutilizzabile per molto tempo servirebbe veramente a qualcuno?

ma qualcuno, prima di fare gli ordigni atomici, se l'è mai chiesto?
A causa della leggerezza con cui si è pensato al nucleare non si può avere come effetto che del nucleare soccombiamo. Piangere adesso che è troppo tardi a che serve?

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
irgo
Inviato: 5/12/2011 13:40  Aggiornato: 5/12/2011 13:40
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/11/2011
Da:
Inviati: 61
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
A costo di sembrare ripetitivo rischiando di annoiare tutti voi,ribadisco la necessità di creare un movimento che prema per una politica di allontanamento dagli USA.Sarebbe interessante aprire una discussione su questo punto se siete,è ovvio,dello stesso avviso.Dobbiamo incominciare a considerare sul serio che "il re è nudo" e se ne rende conto benissimo.Non ho la verità in tasca,ma sono sicuro che questo vada fatto!!!Aspetto considerazioni e critiche.
Buon lavoro a tutti.

VIMS
Inviato: 5/12/2011 13:45  Aggiornato: 5/12/2011 13:45
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/11/2011
Da: Ai piedi del monte
Inviati: 334
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
ma qualcuno, prima di fare gli ordigni atomici, se l'è mai chiesto? A causa della leggerezza con cui si è pensato al nucleare non si può avere come effetto che del nucleare soccombiamo. Piangere adesso che è troppo tardi a che serve?

Credo che questi signori sappiano bene cosa significa sganciare testate nucleari in luoghi abitati (almeno due esempi nella storia) e/o bombardare centrali (quanti incidenti ci sono stati?).

Non voglio difendere nessuno, ma credo che gli scopi vadano oltre il dimostrare al mondo chi è il più forte (che poi siano gli USA o altre potenze poco importa).

Per intenderci: non credo che questa gente qui sia pacifista (lungi da me) ma sanno bene che potenziali ci sono in giro (sia i loro sia quelli dei possibili nemici) e quali danni potrebbero venire fuori.

VIMS

La Virtù sta nel mezzo
trotzkij
Inviato: 5/12/2011 13:56  Aggiornato: 5/12/2011 13:56
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/9/2006
Da:
Inviati: 3704
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
Citazione:
"un attacco con armi scalari da parte della Russia"


E non solo della Russia:

Perché la Cina costruisce queste strutture gigantesche nel bel mezzo del deserto?

E per completezza, questa è la relazione che ho tenuto al CUN di Catania, ad Aprile:
Fenomeni fortiani, morie tra gli animali e armi scalari (.pdf)

I complotti non esistono, ... tranne quando ci sono
Bellaciao
Inviato: 5/12/2011 14:36  Aggiornato: 5/12/2011 14:36
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/11/2011
Da:
Inviati: 72
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
Sono d'accordo con la tua idea, Irgo.
Comincia a lanciare il primo post.
Bellaciao

NiHiLaNtH
Inviato: 5/12/2011 14:49  Aggiornato: 5/12/2011 14:49
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
Citazione:
E non solo della Russia:


tutte le grandi potenze hanno quel tipo di armi

Morpheo70
Inviato: 5/12/2011 14:56  Aggiornato: 5/12/2011 14:56
Ho qualche dubbio
Iscritto: 12/5/2011
Da:
Inviati: 88
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
Drone USA abbattuto in IRAN ....

non so' perche .....ma sento che siamo vicini ....

http://www.corriere.it/esteri/11_dicembre_04/iran-drone-abbattuto-olimpio_059500c6-1e8e-11e1-b26c-4b15387dad1c.shtml

redna
Inviato: 5/12/2011 15:00  Aggiornato: 5/12/2011 15:02
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
Irgo

Citazione:
A costo di sembrare ripetitivo rischiando di annoiare tutti voi,ribadisco la necessità di creare un movimento che prema per una politica di allontanamento dagli USA.Sarebbe interessante aprire una discussione su questo punto se siete,è ovvio,dello stesso avviso.Dobbiamo incominciare a considerare sul serio che "il re è nudo" e se ne rende conto benissimo.Non ho la verità in tasca,ma sono sicuro che questo vada fatto!!!Aspetto considerazioni e critiche.


dici che il re è nudo? guarda che il re lo abbiamo a casa e non ce la sognamo nemmeno di mandarlo fuori ....anzi....

Chi è stato a dare il nostro territorio al re?

di tutto l'articolo traggo questo :

Inutile dire che ciò darà un ruolo ancora più marcato a Sigonella ed all’Italia in generale in possibili guerre future, un qualcosa che potrebbe essere anche abbastanza controproducente per il belpaese. L’altra preoccupazione sono le provate conseguenze cancerogene che può causare per la popolazione locale il potenziamento del sistema di antenne e ripetitori della base americana.

qualcuno ha mai parlato di questo? La politica di allontanamento dagli USA passa soprattutto dalla sovranità territoriale NOSTRA.
Non credo che la salute della popolazione valga di più del colonizzzatore a vita che ci troviamo sul NOSTRO territorio di cui non si sa nulla di quanto se ne andrà e con chi ha fatto gli accordi per il territorio (èstato messo il segreto di stato) oltre che a trovarci bersaglio di tutti se dal nostro territorio partono i droni.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
lanzo
Inviato: 5/12/2011 16:57  Aggiornato: 5/12/2011 16:57
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/10/2005
Da:
Inviati: 518
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
Ripeto : Leggetevi "ImperialAmerica" di Gore Vidal.

A mio parere (sono un esperto sul mio parere) Russia e Cina si trovano in stato di debolezza verso lo stato piu' militarizzato del mondo e si vede.

Il piano dei neocons e' valido (iniziato con Truman) poi sempre piu' ampliato, la maggior parte del bilancio al pentagono, impoverimento e annichilimento della classe media e medio bassa (se no dove li trovi i disperati disposti ad arruolarsi e rischiare di perdere la vita o arti, ma in compenso hanno assicurato vitto,alloggio e assistenza medica ?)

Quando praticavo (non spernacchiatemi per favore !) kung fu, domandai al maestro: se vieni attaccato quanti passi puoi fare indietro ? Lui, un seccolino che pero' spaccava la noci di cocco con un pugno e tutte le altre amenita' varie, tipo piegare un tondino con il collo, mi disse: al massimo puoi fare 3 passi indietro altrimenti sei fottuto.
Quanti passi indietro hanno fatto Russia e Cina di fronte all'aggressivita' americana ? Sempre zitti e boni - Vengono gradualmente accerchiati e stanno sempre zitti e boni, aggressione alla Libia ? Zitti e boni. Quindi o i cinesi ( i russi almeno energeticamente dovrebbero essere autosufficienti) I cinesi sanno ,vedasi Giappone (o al limite la Germania dell II guerra) che ad un certo punto non potevano andare avanti senza benzina ! Pero' arrivano gli americani, ti levano i pozzi libici e boni e zitti, manco hanno messo il veto all'agressione della Libia. Pragmatici, gli americani hanno deciso di apprpopriarsi di TUTTE le fonti petrolifere disponibili sul globo. Chiamali fessi, avrebbe detto Toto'. La Cina in termini reali e' una massa di morti di fame sfruttata per fornire merda al resto del mondo , tranne un 0.5% di benestanti. Se si arriva dalle spinte ai calcioni, la Cina la vedo brutta !

Pike/Bishop Aiutami tu !

NeWorld
Inviato: 5/12/2011 17:16  Aggiornato: 5/12/2011 17:16
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/1/2011
Da: Around the World
Inviati: 629
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
NiHiLaNtH:
per come sono le cose ora nesuno accetterebbe il nuovo ordine mondiale, le crisi attuali ( terrorismo, global warming e crisi economica ) non bastano ancora. c'è bisogno di un evento davvero sconvolgente per convincere le persone che solo un radicale cambiamento del sistema può garantire la pace nel mondo. non deve essere una guerra lunga, basta qualche mese, 2-3 atomiche, la giusta quantità di armi convenzionali e cosa fondamentale il terrorismo mediatico.


Un evento sconvolgente è probabile,ma non penso una guerra tra superpotenze. Sappiamo molto bene che una terza guerra mondiale (nucleare) probabilmente cancellerebbe la vita sulla terra.
Forse è più plausibile un conflitto tra Israele e Iran come diceva l'articolo precedente.
Il terrorismo mediatico poi è garantito...

lanzo:
A mio parere (sono un esperto sul mio parere) Russia e Cina si trovano in stato di debolezza verso lo stato piu' militarizzato del mondo e si vede.


Sono d'accordo con te.
P.S. anche io sono un esperto...del mio parere!

"perché abbiamo un combattimento non contro sangue e carne, ma contro i governi, contro le autorità, contro i governanti mondiali di queste tenebre, contro le malvage forze spirituali che sono nei luoghi celesti"
Bellaciao
Inviato: 5/12/2011 17:49  Aggiornato: 5/12/2011 17:49
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/11/2011
Da:
Inviati: 72
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
Come primo contributo alla tua idea, Irgo, ti mando questo articoletto copiaeincollato da Occupywallst.org.
Serve a dimostrare a chi non vuole arrendersi all'evidenza che l'America è in condizioni pietose e che gli americani sanno organizzare le loro rivolte molto meglio di noi.

A NATIONAL DAY OF ACTION: DEC.6.2011

On December 6th Occupy Wall Street will join in solidarity with a Brooklyn community to re-occupy a foreclosed home. The day of action marks a national kick-off for a new frontier for the occupy movement: the liberation of vacant bank-owned homes for those in need. The banks got bailed out, but our families are getting kicked out. The fight to reclaim democracy from the banks is growing from Wall Street to Main Street.
The NYC foreclosure tour and home re-occupation is part of a big national day of action on Dec. 6 that will focus on the foreclosure crisis and protest fraudulent lending practices, corrupt securitization, and illegal evictions by banks. The Occupy movement actions, including eviction defense at foreclosed properties, takeovers of vacant properties by homeless families, and foreclosure action disruptions, will take place in more than 25 cities across the country.

Nieuport
Inviato: 5/12/2011 18:51  Aggiornato: 5/12/2011 18:51
Ho qualche dubbio
Iscritto: 16/12/2007
Da: Firenze
Inviati: 189
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
Un altro segnale molto preoccupante: il 23 novembre gli USA hanno annunciato che non forniranno più dati alla Russia sulla base dell'accordo CFE (Forze Convenzionali in Europa) e il 25 l'Inghilterra ha fatto lo stesso.
Di per sè la cosa è controversa, il CFE è stato sospeso da Putin perchè andrebbe riformato, dato che da quando è stato firmato il Patto di Varsavia non c'è più, ma la NATO esiste ancora.
Il passo americano non è fondamentale, ma a me sembra una piccola, inutile e gratuita offesa recata alla Russia giusto per aggravare la situazione.

Bellaciao
Inviato: 5/12/2011 19:14  Aggiornato: 5/12/2011 19:14
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/11/2011
Da:
Inviati: 72
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
Gli americani stanno provocando il mondo intero nella vana speranza che qualcuno ci caschi e sferri il primo colpo.
Hanno ucciso 26 soldati del Pakistan perché questo Paese si è alleato con la Cina per difendersi dai continui attacchi americani. Ci hanno provato con la Cina perché questo Paese aveva detto agli americani che un attacco al Pakistan sarebbe stato considerato un attacco al loro Paese. Stanno provocando i russi perché si sono opposti, insieme alla Cina, all'invasione umanitaria della Siria e alle sanzioni all'Iran.
Questi Paesi non risponderanno alle loro provocazioni perché hanno capito che l'America è diventato il classico cane che abbaia ma non morde. La loro superiorità economica e militare permette loro di giocare dietro le quinte perché l'America perda il controllo di se stessa e farla finita una volta per sempre.
Poche ore fa ho inviato un brano copiaeincollato da Occupywallst.org. su quello che sta succedendo in America. Leggetelo e vi renderete conto che la situazione è proprio quella che vi ho descritto.

NiHiLaNtH
Inviato: 5/12/2011 19:17  Aggiornato: 5/12/2011 19:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
Ahmadinejad insiste con il nuovo ordine mondiale

http://english.farsnews.com/newstext.php?nn=9007276089

"Men need a new order," Ahmadinejad underscored.

President Ahmadinejad has on many occasions dismissed the current world order as "unjust", and urged a structural change in the international system.

ohmygod
Inviato: 5/12/2011 19:51  Aggiornato: 5/12/2011 19:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 16/10/2007
Da:
Inviati: 3652
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
NiHiLaNtH
perchè secondo te cosa intendono Chavez, Ahmadinejad, Gorbachev e Medvedev quando parlano di nuovo ordine mondiale?

Secondo te cosa intendono?

NiHiLaNtH
Ahmadinejad insiste con il nuovo ordine mondiale


Secondo te cosa intende?


Ho come l'impressione che gli articoli di trotzkij ,RECENT TOPICS, siano letti da pochi utenti.
E' bastato portarlo sul forum affinchè fosse "materia di conoscenza"

NiHiLaNtH
Inviato: 5/12/2011 19:58  Aggiornato: 5/12/2011 20:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
la stessa cosa che intendono Bush, kissinger, Rockefeller etc.

Citazione:
e se fosse possibile davvero piegare la ionosfera per creare una lente con cui focalizzare i fasci di onde?


le microonde posono essere riflesse creado uno specchio ionosferico artificiale. si tratta di una specie di ionosfera artificiale che può essere generata molto piuù in basso rispetto a quella naturale ed è in grado di riflettere diversi tipi di segnali.

ohmygod
Inviato: 5/12/2011 20:12  Aggiornato: 5/12/2011 20:12
Sono certo di non sapere
Iscritto: 16/10/2007
Da:
Inviati: 3652
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
NiHiLaNtH
la stessa cosa che intendono Bush, kissinger, Rockefeller etc.

Da cosa lo deduci?

Redazione
Inviato: 5/12/2011 20:13  Aggiornato: 5/12/2011 20:13
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
Trotzkij: Esistono altre informazioni / ipotesi sulle strutture cinesi fotografate dal satellite? Che tu sappia, a quando risalgono quelle immagini?

Grazie

(Ti ho lasciato un PM)

NiHiLaNtH
Inviato: 5/12/2011 20:18  Aggiornato: 5/12/2011 20:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
Max qui c'è una possibile spiegazione

http://www.spacenews.com/commentaries/111121-fromwires-grids-explained.html

ohmygod

per quale motivo anche loro dovrebbero utilizzare proprio quel termine che è stato continuamente usato da amercani ed europei?

per me sono tutti daccordo nel creare questo nuovo ordine mondiale ma sono anche sicuro che in ogni paese ci sono dei gruppi che si oppongono

redna
Inviato: 5/12/2011 20:43  Aggiornato: 5/12/2011 20:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
Citazione:
Questi Paesi non risponderanno alle loro provocazioni perché hanno capito che l'America è diventato il classico cane che abbaia ma non morde. La loro superiorità economica e militare permette loro di giocare dietro le quinte perché l'America perda il controllo di se stessa e farla finita una volta per sempre.


infatti la sceneggiata (macabra) sta continuando.Gli USA adesso sostengono che il drone abbattuto in Iran era ....pieno di informazioni segrete!!!

Il pentagono sta giocano con la play station?

WASHINGTON - Il pentagono ha ammesso che il drone abbattuto ieri dalle forze militari iraniane potrebbe contenere "dati importanti" e "infromazioni riservate". Intanto le forze dell’Isaf hanno dichiarato che il drone abbattuto dall’Iran "potrebbe essere" un drone americano disperso durante una missione sull'Afghanistan orientale. Ieri l 4 dicembre le Forze militari iraniane hanno abbattuto un velivolo spia senza pilota (drone) statunitense che sorvolava l'est del Paese vicino Pakistan e Afghanistan. Lo riferisce la Press Tv. Il drone, un RQ-170 americano secondo quanto precisato dalla tv, ha riportato scarsi danni e le forze iraniane ne hanno preso possesso.

articolo

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
matteog
Inviato: 5/12/2011 22:16  Aggiornato: 5/12/2011 22:17
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/9/2009
Da: Roma
Inviati: 966
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
Salve a tutti,

forse non è proprio in argomento ma a me sembra un tassello importante verso una possibile guerra mondiale soprattutto per il capitolo spesa: Usa, passa la legge sulla difesa

Massimo tu che ne dici?

Matteo

"Cercare il complotto è sano, trovarlo dappertutto è follia." M. Galante
ohmygod
Inviato: 5/12/2011 22:31  Aggiornato: 5/12/2011 23:03
Sono certo di non sapere
Iscritto: 16/10/2007
Da:
Inviati: 3652
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
NiHiLaNtH
Chavez, Ahmadinejad, su NWO la stessa cosa che intendono Bush, kissinger, Rockefeller etc.
per quale motivo anche loro dovrebbero utilizzare proprio quel termine che è stato continuamente usato da amercani ed europei?
per me sono tutti daccordo nel creare questo nuovo ordine mondiale ma sono anche sicuro che in ogni paese ci sono dei gruppi che si oppongono.


Preoccupante,in questo caso, il modo intelligentemente semplicistico di accomunare termini e individui.

Il termine NWO fa parte di un tuo,di un mio, DNA mentale al quale dare una accezione negativa.
Accezione verso tutto ciò che negli ultimi tempi viene,è stato, imposto e non proposto.

A volte non è chiaro il perchè dover cambiare un termine se si vuole argomentare quel termine!
Quindi è sufficiente che Amadin o Chavez si pronuncino intorno a quel termine per accomunarli,in modo assolutamente semplicistico, a Bush-kiss-Rock...

...Ti è bastato leggere Amadin-NWO per linkare un articolo che, anche senza leggerlo o addirittura leggendolo, doveva per una causa innaturale supportare la tua accezione.

Ma vediamo,prima di tutto,cosa dice Amadin:"Che il mondo dovrebbe cambiare è un problema sentito: ciascuno ha questa convinzione ed è in attesa per questo.
Il mondo è sull'orlo di nuovi sviluppi:crisi-rivolte.

Lui si augura che questo sviluppo porti a un mondo senza l'arrogante tirannia delle potenze mondiali.L'umanità ha bisogno di un nuovo ordine.
L'attuale è ingiusto.

Ci vorrebbe un cambiamento strutturale nel sistema internazionale.
I problemi esistenti non saranno risolti mentre l'oppressione e la discriminazione esiste nel mondo"

Ahmadinejad ha inoltre invitato le nazioni a non abbassare la guardia e impedire ai nemici di sostituire i loro governanti precedenti attraverso slogan fuorvianti e in nuove forme.

Ora si potrebbe dire che questo sia un discorso populista. Bene-ditelo.
Ma non mi sembra che Bush-Kiss-Rock...abbiano espresso in questo modo il loro ideale di NWO.

Ps.poi ci si incontra con gli amici al bar...sai quel deficiente di Amadin ha parlato di NWO.
Quel farabutto dice le stesse cose di Bush...etc...
Così va il mondo.

NiHiLaNtH
Inviato: 5/12/2011 22:35  Aggiornato: 5/12/2011 22:56
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
Citazione:
Lui si augura che questo sviluppo porti a un mondo senza l'arrogante tirannia delle potenze mondiali.L'umanità ha bisogno di un nuovo ordine. L'attuale è ingiusto. Ci vorrebbe un cambiamento strutturale nel sistema internazionale. I problemi esistenti non saranno risolti mentre l'oppressione e la discriminazione esiste nel mondo"


guarda che anche i sostenitori occidentali del nwo dicono esattamente le stesse cose e anche di più

conosco bene l'argomento da diverso tempo

nel nuovo ordine mondiale non sono più nazioni, non ci sono gli USA, non c'è Israele, non c'è ll'Iran al massimo si può parlare di enormi regioni che comunque rispondono ad un governo centrale. quindi la terza guerra mondiale è l'ultimo passo che manca per mettere fine a questo vecchio e ingiusto sistema.

ohmygod
Inviato: 5/12/2011 22:52  Aggiornato: 5/12/2011 22:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 16/10/2007
Da:
Inviati: 3652
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
NiHiLaNtH
guarda che anche i sostenitori occidentali del nwo dicono esattamente le stesse cose e anche di più
conosco bene l'argomento da diverso tempo

Questo dovrebbe sminuire il discorso di Amadin?
Dato che conosci bene,e da diverso tempo, l'argomento chi sono i sostenitori occidentali che dicono le stesse cose di Amadin e anche di più.

Il loro modo di argomentare il NWO li accomuna alla linea bushiana che hai descritto o a cosa altro?

Tenendo presente che hai accomunato sulla stessa lunghezza d'onda termine e nomi.

NiHiLaNtH
Inviato: 5/12/2011 23:08  Aggiornato: 5/12/2011 23:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
prendiamo per esempio proprio uno dei discorsi in cui Bush parla del nuovo ordine mondiale:

"...A comprehensive peace must be grounded in United Nations Security Council Resolutions 242 and 338 and the principle of territory for peace. This principle must be elaborated to provide for Israel's security and recognition and at the same time for legitimate Palestinian political rights. Anything else would fail the twin test of fairness and security. The time has come to put an end to Arab-Israeli conflict. The war with Iraq is over. The quest for solutions to the problems in Lebanon, in the Arab-Israeli dispute, and in the Gulf must go forward with new vigor and determination. And I guarantee you: No one will work harder for a stable peace in the region than we will. Fourth, we must foster economic development for the sake of peace and progress. The Persian Gulf and Middle East form a region rich in natural resources with a wealth of untapped human potential. Resources once squandered on military might must be redirected to more peaceful ends. We are already addressing the immediate economic consequences of Iraq's aggression. Now, the challenge is to reach higher, to foster economic freedom and prosperity for all the people of the region. By meeting these four challenges we can build a framework for peace. I've asked Secretary of State Baker to go to the Middle East to begin the process. He will go to listen, to probe, to offer suggestions -- to advance the search for peace and stability. I've also asked him to raise the plight of the hostages held in Lebanon. We have not forgotten them, and we will not forget them. To all the challenges that confront this region of the world there is no single solution, no solely American answer. But we can make a difference. America will work tirelessly as a catalyst for positive change. But we cannot lead a new world abroad if, at home, it's politics as usual on American defense and diplomacy. It's time to turn away from the temptation to protect unneeded weapons systems and obsolete bases. It's time to put an end to micromanagement of foreign and security assistance programs -- micromanagement that humiliates our friends and allies and hamstrings our diplomacy. It's time to rise above the parochial and the pork barrel, to do what is necessary, what's right, and what will enable this nation to play the leadership role required of us. The consequences of the conflict in the Gulf reach far beyond the confines of the Middle East. Twice before in this century, an entire world was convulsed by war. Twice this century, out of the horrors of war hope emerged for enduring peace. Twice before, those hopes proved to be a distant dream, beyond the grasp of man. Until now, the world we've known has been a world divided -- a world of barbed wire and concrete block, conflict, and cold war. Now, we can see a new world coming into view. A world in which there is the very real prospect of a new world order. In the words of Winston Churchill, a world order in which ``the principles of justice and fair play protect the weak against the strong. . . .'' A world where the United Nations, freed from cold war stalemate, is poised to fulfill the historic vision of its founders. A world in which freedom and respect for human rights find a home among all nations. The Gulf war put this new world to its first test. And my fellow Americans, we passed that test. For the sake of our principles, for the sake of the Kuwaiti people, we stood our ground. Because the world would not look the other way, Ambassador al-Sabah, tonight Kuwait is free. And we're very happy about that. Tonight, as our troops begin to come home, let us recognize that the hard work of freedom still calls us forward. We've learned the hard lessons of history. The victory over Iraq was not waged as ``a war to end all wars.'' Even the new world order cannot guarantee an era of perpetual peace. But enduring peace must be our mission. Our success in the Gulf will shape not only the new world order we seek but our mission here at home..."

non sembra una cosa negativa vero? è un bel discorso esattamente come quelli di Ahmadinejad

irgo
Inviato: 5/12/2011 23:21  Aggiornato: 5/12/2011 23:21
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/11/2011
Da:
Inviati: 61
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
Redna:
dici che il re è nudo? guarda che il re lo abbiamo a casa e non ce la sognamo nemmeno di mandarlo fuori ....anzi....
Chi è stato a dare il nostro territorio al re?

di tutto l'articolo traggo questo : Inutile dire che ciò darà un ruolo ancora più marcato a Sigonella ed all’Italia in generale in possibili guerre future, un qualcosa che potrebbe essere anche abbastanza controproducente per il belpaese. L’altra preoccupazione sono le provate conseguenze cancerogene che può causare per la popolazione locale il potenziamento del sistema di antenne e ripetitori della base americana.

Ciò che riporti tu è vero ma non è per niente in contraddizione con quello che dico sul re che si è accorto di essere nudo ma,contrariamente alla favola,noi non ce ne siamo ancora accorti!!!
Non escludo che un auspicato tentativo di staccarsi dall' "Impero in caduta" possa significare lo stesso la nostra fine in quanto occidente europeo poichè ci porterebbero lo stesso all'inferno con loro...ma che dovremmo fare?Credete che sia catastrofista,che esageri esasperando il quadro reale?Non credo.Queste sono persone che pensano con schemi,sensibilità estremamente difficili da comprendere,o meglio,da digerire da parte nostra.
Ci siamo dimenticati dell'11 Settembre?Razionalmente concepisco l'evento come un "autoattentato" ma non l'ho ancora digerito e mi lascia sgomento ogni volta che mi informo su di esso.Quindi tutto quello che si è detto qua è possibilissimo.Non escludo "quasi" più nulla.

NiHiLaNtH
Inviato: 5/12/2011 23:37  Aggiornato: 6/12/2011 0:06
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
altri pezzi dei discorsi di Bush sul nwo

"...Prior to ordering our forces into battle, I instructed our military commanders to take every necessary step to prevail as quickly as possible, and with the greatest degree of protection possible for American and allied service men and women. I've told the American people before that this will not be another Vietnam, and I repeat this here tonight. Our troops will have the best possible support in the entire world, and they will not be asked to fight with one hand tied behind their back. I'm hopeful that this fighting will not go on for long and that casualties will be held to an absolute minimum.

This is an historic moment. We have in this past year made great progress in ending the long era of conflict and cold war. We have before us the opportunity to forge for ourselves and for future generations a new world order -- a world where the rule of law, not the law of the jungle, governs the conduct of nations. When we are successful -- and we will be -- we have a real chance at this new world order, an order in which a credible United Nations can use its peacekeeping role to fulfill the promise and vision of the U.N.'s founders.

We have no argument with the people of Iraq. Indeed, for the innocents caught in this conflict, I pray for their safety. Our goal is not the conquest of Iraq. It is the liberation of Kuwait. It is my hope that somehow the Iraqi people can, even now, convince their dictator that he must lay down his arms, leave Kuwait, and let Iraq itself rejoin the family of peace-loving nations..."





"...Halfway around the world, we are engaged in a great struggle in the skies and on the seas and sands. We know why we're there. We are Americans—part of something larger than ourselves.

For two centuries we've done the hard work of freedom. And tonight we lead the world in facing down a threat to decency and humanity.

What is at stake is more than one small country, it is a big idea—a new world order, where diverse nations are drawn together in common cause to achieve the universal aspirations of mankind: peace and security, freedom, and the rule of law. Such is a world worthy of our struggle, and worthy of our children's future.

The community of nations has resolutely gathered to condemn and repel lawless aggression. Saddam Hussein's unprovoked invasion—his ruthless, systematic rape of a peaceful neighbor—violated everything the community of nations holds dear. The world has said this aggression would not stand, and it will not stand.

Together, we have resisted the trap of appeasement, cynicism and isolation that gives temptation to tyrants. The world has answered Saddam's invasion with 12 United Nations resolutions, starting with a demand for Iraq's immediate and unconditional withdrawal, and backed up by forces from 28 countries of six continents. With few exceptions, the world now stands as one.

The end of the cold war has been a victory for all humanity. A year and a half ago, in Germany, I said our goal was a Europe whole and free. Tonight, Germany is united. Europe has become whole and free, and America's leadership was instrumental in making it possible.

The principle that has guided us is simple: our objective is to help the Baltic peoples achieve their aspirations, not to punish the Soviet Union. In our recent discussions with the Soviet leadership we have been given representations, which, if fulfilled, would result in the withdrawal of some Soviet forces, a reopening of dialogue with the republics, and a move away from violence.

We will watch carefully as the situation develops. And we will maintain our contact with the Soviet leadership to encourage continued commitment to democratization and reform.

If it is possible, I want to continue to build a lasting basis for U.S.-Soviet cooperation, for a more peaceful future for all mankind.

The triumph of democratic ideas in Eastern Europe and Latin America, and the continuing struggle for freedom elsewhere around the world all confirm the wisdom of our nation's founders.

Tonight, we work to achieve another victory, a victory over tyranny and savage aggression.

We in this Union enter the last decade of the 20th Century thankful for all our blessings, steadfast in our purpose, aware of our difficulties and responsive to our duties at home and around the world.

For two centuries, America has served the world as an inspiring example of freedom and democracy. For generations, America has led the struggle to preserve and extend the blessings of liberty. And today, in a rapidly changing world, American leadership is indispensable. Americans know that leadership brings burdens, and requires sacrifice.

But we also know why the hopes of humanity turn to us. We are Americans; we have a unique responsibility to do the hard work of freedom. And when we do, freedom works..."


tante belle parole ma alla fine sono i soliti discorsi da politico

peonia
Inviato: 5/12/2011 23:44  Aggiornato: 5/12/2011 23:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
Vi immaginate cosa possono fare Russia e Cina insieme? Vi immaginate cosa succederebbe a questa alleanza di emeriti buffoni, se a questi si aggiungessero Iran, Siria, Egitto, Iraq, Libano, Hezbollah, Hamas, Pakistan, India, Afghanistan (che in breve tempo sarà dotato di postazioni missilistiche e missili nucleari), i Paesi dell'America Latina e così via?


Non a caso Benjamin Fulford, in una intervista fattagli da David Wilccok, ha detto:
Ottanta differenti Paesi hanno adesso creato un'alleanza contro la
Cabala nazista del Nuovo Ordine Mondiale (NWO)
Due immense città sotterranee sono state distrutte il 23 agosto (2011)
Questo può essere visto dagli storici come il momento cruciale in cui la guerra è stata vinta
SOLO 5 PAESI NEL MONDO SONO ANCORA CONTROLLATI DALLA CABALA NAZISTA DEL NWO:
ITALIA - FRANCIA - GERMANIA - INGHILTERRA - USA

CONTROLLANO SOLO I PAESI DEL G5 … E QUALCHE PORTAVOCE
BF: Controllano solo i paesi del G5.
DW: Di quali paesi si tratta?
BF: Questi paesi sono l'Italia, la Francia, l'Inghilterra, la Germania e gli USA.
DW: Tutto qui? Lei dice che TUTTI gli altri paesi del mondo non sono più sotto il loro controllo?
BF: Se guardate i paesi che hanno accettato il nuovo … Penso che forse qualche paese è assoggettato, come Honduras, Colombia e posti come questi.

QUASI TUTTO IL RESTO DEL MONDO FA PARTE DI QUEST'ALLEANZA
BF: Se osservate l'Unione Africana: hanno coniato la loro moneta, sostenuta dall'oro di Gheddafi, (ndr: http://www.liberamenteservo.it/modules.php?name=News&file=article&sid=4343) - e non sostengono questo gruppo. Lo stesso accade per la maggior parte dei paesi in Asia, Russia, Cina.
DW: E i paesi europei come la Cecoslovacchia, la Bulgaria, la Romania?
BF: Erano presenti a questa riunione, che si è tenuta a Monaco (Principato di Monaco) alla fine di agosto (ndr: 2011).

"57 PAESI SI SONO RIUNITI PER ESAMINARE COME SCONFIGGERE LA CABALA
Benjamin FUlford: 57 paesi sono stati invitati dalla Svizzera per esaminare come tagliare i fondi finanziari di questa gente (ndr: della Cabala), e creare un boicottaggio finanziario internazionale contro i controllori del G5.
David Wilcock: Ebbene, questo è un annuncio incredibile che lei fa. Lei dice che 57 paesi diversi, compresi persino alcuni dei paesi dell'Europa dell'Est …
Benjamin FUlford: C'erano anche dei rappresentanti dei Paesi Bassi e del Canada. Ok? DW: Wow! E l'America del Sud?
BF: Si, certamente. E poi più di 80 paesi hanno firmato...

LA COSA SARÀ RESA PUBBLICA.
Siamo arrivati al punto in cui tutto ció sará reso pubblico, arriverà ai mass-media. Andrà in onda, sarà nelle notizie. Non possono più nasconderlo già da lungo tempo.
DW: Perché allora non è stato reso pubblico? Se le persone muoiono e questi tipi tentano di imitare un'invasione extraterrestre, è una cosa di cui sentiamo parlare che faranno un 11 settembre extraterrestre, perché non l'hanno già fatto?
BF: Lei pensa non ci abbiano già provato?



...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
ohmygod
Inviato: 6/12/2011 0:04  Aggiornato: 6/12/2011 0:04
Sono certo di non sapere
Iscritto: 16/10/2007
Da:
Inviati: 3652
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
NiHiLaNtH
prendiamo per esempio proprio uno dei discorsi in cui Bush parla del nuovo ordine mondiale:


Ma ci sei o ci fai?
Come porre sullo stesso piano la vittima e l'assassino.

A un discorso che si oppone al "bushiano" NWO alludendo alla arroganza,non solo militare, alla tirannia delle potenze mondiali...

...per dimostrare che il tuo pensiero su Amadin è conforme al pensiero di Bush posti questo elogio della tirannia al NWO fatto da un personaggio che insieme al suo compare...Bush&Blair alla sbarra per l’attacco all’Iraq: storico evento, omertà dei media, anche sulla condanna.

Ti lascio alla tua atavica ragione in quanto a volte argomentare ciò che è induttivo rischia di diventare un seminario di parole inutili.

NiHiLaNtH
Inviato: 6/12/2011 8:49  Aggiornato: 6/12/2011 8:49
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
Citazione:
Ma ci sei o ci fai? Come porre sullo stesso piano la vittima e l'assassino.


Citazione:
A un discorso che si oppone al "bushiano" NWO alludendo alla arroganza,non solo militare, alla tirannia delle potenze mondiali...

Citazione:
...per dimostrare che il tuo pensiero su Amadin è conforme al pensiero di Bush posti questo elogio della tirannia al NWO fatto da un personaggio che insieme al suo compare...Bush&Blair alla sbarra per l’attacco all’Iraq: storico evento, omertà dei media, anche sulla condanna.





guarda che quelle cose le ha dette Bush padre non quel coglione del figlio.

e poi l'elogio alla tirannia in quei discorrsi lo vedi solo tu

comunque mi hai confermato che non conosci l'argomento quindi è inutile contiuare il discorso

redna
Inviato: 6/12/2011 10:27  Aggiornato: 6/12/2011 10:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
Irgo

Citazione:
Ciò che riporti tu è vero ma non è per niente in contraddizione con quello che dico sul re che si è accorto di essere nudo ma,contrariamente alla favola,noi non ce ne siamo ancora accorti!!!


se il re sa che lui è nudo ha qualche interesse che gli altri lo vedano tale e quale è?
Se cerchi in questi giorni le notizie che arrivano dagli USA penso che resterai deluso.
Non ce ne sono proprio. E questo significa forse che nessuno vuole parlare di quello che succede da quelle parti o che non possono parlare?
Non sono rose e fiori nè per le proteste e nemmeno per Obama che è stato contestato.
Se ci pensi allora capisci da chi il re è sostenuto perchè non 'appaia' nudo, ma anzi, ben vestito e più pimpante che mai.
E' anche vero che NOI non ci siamo accorti di nulla ma, capirai, dopo 63 anni in cui noi non abbiamo più la sovranità del territorio, capire come va vestito chi ha arsenali e armi anche nucleari nel nostro paese è del tutto insignificante.
Forse quello che allegramente tutti facciamo finta di credere, anzi ci conviene credere, è che quelle armi dello straniero stipate, siano armi per la nostra protezione. Ma sappiamo tutti che è una pia illusione e che proprio quelle armi straniere ci mantiene quale bersaglio di molti altri paesi e di fatto siamo ostaggio in tutti i sensi fino ad arrivare a dire che (economicamente) se noi falliamo fallisce anche l'euro.
Ma dove sta la nostra potenza di per se?
Perchè è l'Italia che determina qualcosa? E'l'Italia di per se o per quello che gli altri l'hanno fatta diventare e cioè un bersaglio? Non sarà che stiamo dormendo sogni che, se appena appena ci svegliamo, ci accorgiamo che sono autentici incubi?


Citazione:
Non escludo che un auspicato tentativo di staccarsi dall' "Impero in caduta" possa significare lo stesso la nostra fine in quanto occidente europeo poichè ci porterebbero lo stesso all'inferno con loro...ma che dovremmo fare?

questo potrebbe essere assolutamente vero.
La UE da chi è stata voluta se non dagli USA, coadiuvata dai sodali inglesi che controllano l'euro anche loro ma che hanno una loro moneta, perchè non si sa mai?
Se vogliamo tornare alla realtà dobbiamo pensare che NOI siamo occidente e che l'occidente è stato esportato nel nuovo mondo e cioè in nord america.
Pertanto non possiamo essere scollegati dall'oltreatlantico per il semplice fatto che loro sono noi.
Quindi lo stesso inferno ci aspetta, perchè l'inferno si potrebbe dire che l'abbiamo voluto noi europei quando siamo andati allegramente a sterminare gli indigeni del nordamerica per avere tanto spazio da poter dominare il mondo.
Che cosa dovremmo fare ora? Io penso che se abbiamo combinato un guaio il guaio dovrebbe essere riparato da chi lo ha fatto. Secondo la legge di causa ed effetto credo che si prospetti per l'europa un bel 'purgatorio'.


Citazione:
Queste sono persone che pensano con schemi,sensibilità estremamente difficili da comprendere,o meglio,da digerire da parte nostra.

ti sbagli.Gli schemi ce lo fanno credere che sono nuovi.I giovani abboccano a questo senza pensare che invece tutto è marcio fino all'osso e continuamente ripetuto all'infinito.
Una continua lezione che non vogliamo capire, una ripetizione perchè capiamo lo sbaglio, un continuo scrivere alla lavagna ......siamo asini, siamo asini, .........all'infinito fincheè qualcuno o tanti si possa improvvisamente svegliare e cambiare le sorti, forse anche del mondo (sempre che ci sia rimasto del tempo).

Citazione:
Ci siamo dimenticati dell'11 Settembre?Razionalmente concepisco l'evento come un "autoattentato" ma non l'ho ancora digerito e mi lascia sgomento ogni volta che mi informo su di esso.Quindi tutto quello che si è detto qua è possibilissimo.Non escludo "quasi" più nulla.

l'11.9 è stato il proseguo del golfo del tonchino e di pearl harbour, nulla di più. Qualcuno aveva capito qualcosa allora? ....l'11.9 è stata solo una altra lezione per gli asini.
Rincoglionire le generazioni è stata una impresa ma lasciandole senza lavoro come ora e alla dipendenza dei vizi ha fatto il resto. E nessuno nemmeno qui da noi si chiede più, vessati dalle tasse e ridotti alla fame, a quelle armi degli USA stipate da noi che ci fanno morire e a cui i governanti nostrani di disinteressano solo per avere una poltrona a vita.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Bellaciao
Inviato: 6/12/2011 10:31  Aggiornato: 6/12/2011 10:31
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/11/2011
Da:
Inviati: 72
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
L'11 settembre "extraterrestre" di cui parla Fulford è stato realizzato nel 2001, come si legge tra le righe del suo intervento, dai Paesi alleati contro il NWO.
Questo spiega il comportamento sempre più isterico degli americani, le aggressioni immotivate all'Iraq e alla Libia, le minacce alla Russia e alla Cina, lo scambio di invettive tra Italia, Francia, Germania e Inghilterra, il crollo dell'euro, le rivolte popolari in tutto l'Occidente e le ossessioni verbali di chi, di sua spontanea iniziativa e violando il dettato costituzionale, ha portato il Re nudo in casa nostra.

perspicace
Inviato: 6/12/2011 11:22  Aggiornato: 6/12/2011 11:22
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
@ NIHL

Accetto la tua obiezione sui dipoli ma resto pienamente convinto sulle capacità dell'haarp come arma anche se lavora a frequenze diverse dalle microonde, perché molti studi tra cui quelli di Tesla hanno dimostrato la sua efficacia anche lavorando a basse frequenze.




In più aggiungo che per "Nuovo Ordine Mondiale" non intendono:

ordine = il contrario di caos

ma intendono:

Ordine = Tassonomia

Cioè la divisione del mondo in casate (famiglie) vogliono ricreare le "caste" ufficialmente.

Vogliono dividerci in schiavi, custodi e padroni.


Loro lavorano sui linguaggi non fatevi ingannare.

Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
redna
Inviato: 6/12/2011 12:21  Aggiornato: 6/12/2011 12:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
Citazione:
Cioè la divisione del mondo in casate (famiglie) vogliono ricreare le "caste" ufficialmente.


tutto cioè esiste già. Le caste anche se non sono ufficiali ci sono.Non dichiareranno ufficialmente che esistono.

Citazione:
Vogliono dividerci in schiavi, custodi e padroni.

tutto ciò esiste già. La monovra di Monti non ha forse fatto questo? ed è successo ieri (ma nessuno l'ha notato....)

Citazione:
Loro lavorano sui linguaggi non fatevi ingannare.


se c'è un lavoro che fanno benissimo nel quale non sono nemmeno contrastati da nessuno è quello di confondere il linguaggio.
Se equità sociale significa colpire sempre e solo i più deboli la parola equità è già confusa in partenza ed equità non è il termine da usare.
Ma viene usato e nessuno si ribella a questo.Quindi la confusione del linguaggio esiste perchè nessuno conosce il valore delle parole.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
perspicace
Inviato: 6/12/2011 13:33  Aggiornato: 6/12/2011 13:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
se c'è un lavoro che fanno benissimo nel quale non sono nemmeno contrastati da nessuno è quello di confondere il linguaggio. Se equità sociale significa colpire sempre e solo i più deboli la parola equità è già confusa in partenza ed equità non è il termine da usare. Ma viene usato e nessuno si ribella a questo.Quindi la confusione del linguaggio esiste perchè nessuno conosce il valore delle parole.

Q8

però attenzione quando dopo tutta una serie di eventi elimineranno il denaro come lo conosciamo per introdurre un sistema che definiranno "meritocratico" ed a quelli che definiranno "speciali" daranno un cartellino con scritto special-man avranno praticamente ufficializzato questa divisione. E' a questo che mi riferisco.

Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
trotzkij
Inviato: 6/12/2011 18:05  Aggiornato: 6/12/2011 18:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/9/2006
Da:
Inviati: 3704
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...

I complotti non esistono, ... tranne quando ci sono
redna
Inviato: 6/12/2011 18:42  Aggiornato: 6/12/2011 18:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
Accerchiamento strategico?



Martedì 06 Dicembre 2011 18:49
Egitto: navi da guerra Usa varcano stretto di Suez verso acque siriane


IL CAIRO - Alcune navi da guerra americane che fanno parte della flotta presente nel Mar Rosso hanno da poche ore attraversato lo stretto di Suez, in Egitto, in direzione della Siria. Lo riferisce il sito egiziano 'Youm7'.


NOTIZIA

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
perspicace
Inviato: 7/12/2011 15:02  Aggiornato: 7/12/2011 15:02
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...

Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
furion2012
Inviato: 7/12/2011 17:30  Aggiornato: 7/12/2011 17:30
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/8/2009
Da:
Inviati: 174
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
non credo che ci siano ancora missili in grado di oltrepassare il raggio della morte di Tesla.

come ci insegna l allievo di Marconi, Ighina morto nel 2004 , lui con la sua elica spaccava le nuvole.
tutti gli scienziati ufficiali non sanno ancora come faceva.

abbiamo 2 ipotesi :

1 la Russia fa parte del sistema e gioca il suo ruolo

2 la Russia ha sviluppato in silenzio, con internet e hacker e agenti segreti tutte le nuove tecnologia a base di energia come diceva tesla.

ormai le testate nucleari sono passate , come può un circuito elettrico passare un campo di energia densissimo e sconosciuto alla scienza ufficiale senza danneggiarsi?

questo raggio penetra anche nelle corazze di piombo, più spesse.

il raggio della morte aveva se non sbaglio 500 km di raggio, allora , immaginate adesso .

un arma impenetrabile per qualsiasi cosa che funzioni con circuiti elettrici.

e credo che i russi e gli americani lo abbiano già sviluppato da tempo.

quindi niente fungo atomico, in teoria chiunque può realizzarlo a casa propria con il brevetto di tesla e una batteria d'auto 12v o 24v, o quasi tutti, il problema sta nel trovare il brevetto giusto e completto.

Bellaciao
Inviato: 7/12/2011 19:15  Aggiornato: 7/12/2011 19:15
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/11/2011
Da:
Inviati: 72
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
Poco prima di morire Tesla consegnò tutte le sue scoperte a un drappello di militari russi perché ne facessero buon uso.
I russi ne hanno ricavato armi elettroniche che gli americani neanche se le sognano.
Tra poco l'Iran esibirà tutto l'armamentario elettronico in suo possesso per scoraggiare Israele e i suoi compagni di merenda dall'aggredirla.
La Cina, contrariamente a quanto ripetono i media di regime, è già la prima potenza economica al mondo.
L'America si convinca finalmente che è stata fottuta e si metta l'animo in pace.

trotzkij
Inviato: 7/12/2011 19:17  Aggiornato: 7/12/2011 19:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/9/2006
Da:
Inviati: 3704
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...

I complotti non esistono, ... tranne quando ci sono
benitoche
Inviato: 7/12/2011 20:41  Aggiornato: 7/12/2011 20:41
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/9/2006
Da:
Inviati: 1941
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...

la religione è indispensabile
soltanto a un’umanità rescissa dal mondo divino-spirituale.
trotzkij
Inviato: 8/12/2011 18:42  Aggiornato: 8/12/2011 18:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/9/2006
Da:
Inviati: 3704
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...

I complotti non esistono, ... tranne quando ci sono
redna
Inviato: 8/12/2011 18:57  Aggiornato: 8/12/2011 18:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
Putin, senza mezzi termini, indica nella Clinton l'artefice di quanto succede in Russia

Putin se l'e' presa in particolare con il segretario di Stato Usa, Hillary Rodham Clinton, che a suo dire e' saltata subito alle conclusioni sulla regolarita' o meno delle operazioni di voto, senza nemmeno attendere il rapporto preparato dagli osservatori dell'Odihr, l'Ufficio per le Istituzioni Democratiche e i Diritti Umani dell'Osce, l'Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa.

mentre gli USA stanno dicendo dietro l'abbattimento del drone in Iran c'è la Russia...

WASHINGTON – C’è la mano dei russi dietro l’incidente del super drone americano precipitato in Iran? Per l’esperto di questioni aeronautiche Stephen Trimble è possibile. Appena sei settimane fa, Mosca ha fornito a Teheran il sistema «Avotbaza», un apparato mobile capace di interferire nelle comunicazioni. E dunque non è da escludere – anche se non vi sono prove – che grazie a questo «jammer» gli iraniani siano riusciti interrompere i contatti tra il Sentinel, noto anche come la «Bestia di Kandahar» e la stazione di controllo. Fonti americane, invece, continuano a sostenere che si è trattato di un’avaria non provocata da fattori esterni.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
redna
Inviato: 9/12/2011 12:21  Aggiornato: 9/12/2011 12:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
In questo articolo gli iraniani spiegano come è stato possibile catturare il drone USA, dicono che è stato preso in una imboscata elettronica delle forze armate e costretto ad atterrare........ed era intatto.

PS-l'articolo è in francese perchè il server della redazione italiana irib .....è caduto (è la seconda volta in pochi giorni....)

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Bellaciao
Inviato: 9/12/2011 13:19  Aggiornato: 9/12/2011 13:19
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/11/2011
Da:
Inviati: 72
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
Ho appena letto che 30/35 camion cisterna carichi di petrolio della NATO sono stati distrutti dai Pakistani in un attacco missilistico.
Putin ha indicato chiaramente nella Clinton l'artefice di quanto è successo in Russia in occasione delle elezioni.
La Cina ha detto che è pronta alla terza guerra mondiale.
L'Unione euroasiatica, anche approfittando del fatto che l'Occidente è in gravi difficoltà economiche, fa quindi sul serio. Le sbruffonate degli americani, le sciocchezze degli israeliani, che hanno ucciso due palestinesi senza nessun motivo, e i tentativi ridicoli di dar vita a nuove rivoluzioni colorate non serviranno a niente.
Abbiamo perduto la guerra economica. Perché dobbiamo perdere anche quella che fi fa con le armi?

Bellaciao
Inviato: 9/12/2011 18:41  Aggiornato: 9/12/2011 18:41
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/11/2011
Da:
Inviati: 72
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
Ultima della sera.
Un convoglio della missione ONU nel sud Libano è stato investito da un'esplosione. Sette soldati francesi sono rimasti feriti.
Da queste notizie cosa ricavate? Chi sono all'attacco? Gli americani o i loro nemici? Chi sta guadagnando credibilità agli occhi del mondo? Chi è più forte sul campo? Chi sta giocando meglio le sue carte?
E perché gli americani minacciano di attaccare l'Iran da dieci anni e la Clinton ripete da mesi tre volte al giorno che "nessuna opzione è esclusa"?
Nei prossimi giorni ne vedrete delle belle e allora sarete costretti a convenire con me quando dico che l'Iran è inattaccabile e Cina e Russia (rispettivamente prima e terza potenza economica mondiale, al secondo posto c'è il Giappone, ma vi resterà ancora per poco) domineranno il pianeta.

redribbon
Inviato: 10/12/2011 18:17  Aggiornato: 10/12/2011 18:17
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/1/2006
Da: Firenze
Inviati: 614
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
Citazione:
Autore: Bellaciao Inviato: 9/12/2011 18:41:42
Cina e Russia (rispettivamente prima e terza potenza economica mondiale, al secondo posto c'è il Giappone, ma vi resterà ancora per poco) domineranno il pianeta.



più precisamente vorresti dirci chi è che dominerà?
Non credo che i contadini della steppa conteranno qualcosa,
non creado neanche che le immani folle di lavoratori dell'entroterra cinese conteranno qualcosa.


Leggevo l'altro anno un articolo sul socialist standard
http://www.worldsocialism.org/spgb/socialist-standard/2010s/2010/no-1265-january-2010/material-worldxenophobia-russia
in cui si evidenziava come molti giovani russi diventino skinhead con idee simili ai neonazisti, loro, i cui nonni per primi hanno subito la morte dagli invasori nazisti, per poi vincerli,
l'autore dell'articolo sottolineava con mirabile lucidità come le idee di questi movimenti (sciovinismo, xenofobia, radicalismo, nazionalismo, antisemitismo) siano tutte il prodotto dell'attuale sistema di potere, che è anche in Russia il capitalismo,
in altre parole, il capitalismo rimbecillisce le menti dei giovani, ed il potere è contento di ciò e di spargere diseducazione perchè le persone non crescano correttamente scegliendo l'unica via di sviluppo possibile per l'umanità, che dovrà essere necessariamente il socialismo,
come i loro nonni avevano correttamente compreso qualche decennio fa.
Quindi mi chiedo dove anche la Russia voglia andare. Alla fin fine diventerà come gli USA che tutti quelli di sinistra vera osteggiano,
anzi credo che diventerà pure peggio di un sistema anglo-americano, perchè almeno questi hanno nella loro cultura e società elementi mitigatori del selvaggio capitalismo, come la religione, i diritti umani, la libertà di espressione, mentre nei paesi dell'est neocapitalisti sarà da vedere quanto rimane della cultura comunista della fratellanza universale e quanto invece del dispotismo comunista applicato a personali interessi.
A questi giovani, rincoglioniti, russi skinhead bisognerebbe innanzitutto spiegare le gesta dei comunisti e della gioventù del komsomol che ha salvato il loro paese, ma anche il mondo intero, dalla distruzione totale, ed invitarli a seguire il loro esempio, scegliendo la strada del socialismo.


In una eventuale guerra nucleare avrei scelto di andare, o meglio, di morire (perchè si morirebbe tutti) in terra di Russia se fosse esistita l'Unione Sovietica, ma siccome non esiste più, non saprei veramente dove andare a crepare.

“datemi il controllo della moneta di una nazione e non mi importa di chi farà le sue leggi”

Mayer Amschel Rothschild
Bellaciao
Inviato: 10/12/2011 19:25  Aggiornato: 10/12/2011 19:25
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/11/2011
Da:
Inviati: 72
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
L'Unione Sovietica non è mai caduta. Noi crediamo in questa "verità" perché gli Stati Uniti hanno imposto all'occidente codardo di crederci.
La Russia è seduta su un oceano di gas e uno di petrolio. Per poter vendere queste sue immense risorse naturali e e arricchirsi per distribuire il benessere a tutta la nazione, non poteve restare in una eterna posizione di scontro frontale con l'Occidente.
Ha finto quindi di sciogliere l'Unione Sovietica, ha costruito il Northstream e il Southstream, due gasdotti con i quali porta il suo gas alle assetate economie occidentali (altri ne costruirà in seguito) e ha raggiunto il benessere economico e il predominio militare. Le armi russe sono, infatti, molte volte più efficienti di quelle americane, come dimostrano le azioni di Hezbollah in Libano e l'abbattimento del drone in Iran.
Ecco perché oggi l'economia americana è in caduta libera e quella russa si avvia ad essere la seconda del mondo.
L'Unione sovietica tenuta in frigorifero è stata ricostituita con un numero più grande di Stati ancora più potenti di prima. Si chiama UNIONE EUROASIATICA.
Questa Unione si è alleata con i Paesi sudamericani, la Cina, l'India, il Sudafrica e numerosi altri Stati. La loro potenza economica e militare comincia a essere conosciuta da un numero sempre maggiore di persone.
Ecco perché in tutto l'Occidente ci sono rivolte vere e in Oriente rivolte finte, provocate dalle spie americane.
La storia si ripete ciclicamente. Il suo pendolo oscilla da un estremo all'altro e l'oscillazione richiede un periodo di 40/50 anni.
Tra pochissimo tempo tutto tornerà come prima. Lo dimostra i tentativi che fanno gli Stati occidentali per schiavizzare i lavoratori e ridurli come ai tempi di Karl Marx. Non ci riusciranno mai. Stanno già per gettare la spugna.
L'immagine che ti sei fatta della Russia moderna è ancora una volta frutto della propaganda americana.
Vai in Russia e renditi conto di persona. Io ci vado almeno due volte l'anno da diversi anni.
Abbi fede in te stesso. Il socialismo tornerà e questa volta per sempre. Il suo trionfo è stato già previsto dai più grandi economisti moderni. La Russia e la Cina insieme domineranno il pianeta.

PikeBishop
Inviato: 10/12/2011 21:08  Aggiornato: 10/12/2011 21:08
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
Citazione:
Il socialismo tornerà e questa volta per sempre. Il suo trionfo è stato già previsto dai più grandi economisti moderni. La Russia e la Cina insieme domineranno il pianeta.

E il leone pascera' assieme alla pecora, alla tinca ed allo scarrafone.

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
redribbon
Inviato: 11/12/2011 8:30  Aggiornato: 11/12/2011 8:30
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/1/2006
Da: Firenze
Inviati: 614
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
Citazione:
Autore: Bellaciao Inviato: 10/12/2011 19:25:53
Il socialismo tornerà e questa volta per sempre.



che tipo di socialismo? A ben vedere il socialismo vero non c'è mai stato,
sebbene si possano trovare elementi interessanti.
sai, non vorrei ritrovarmi con un capitalismo di stato stile vecchia Unione Sovietica e le banche sempre esistenti.
Il socialismo che intendo io presuppone l'abolizione del denaro e la costruzione di una società altamente organizzata.
altrimenti continueranno a succedere cose come questa
http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=9484
dove un farmaco uccide 55.000 americani e l'industria farmaceutica Merck,
nel febbraio 2004, quando cioè già si sapeva dei possibili morti legati all'uso del farmaco,
passando soldi, in qualità di consulenti, a taluni membri del comitato consultivo dell'Agenzia per gli Alimenti e i Medicinali, si è assicurata con questo conflitto di interessi la permanenza sul mercato del farmaco per altri 7 mesi e mezzo,
guadagnando altri 1-2 miliardi di dollari e uccidendo circa altri 6.000 americani.
tanto, chi se ne importa della vita degli altri?
l'importante è stare nel mercato e guadagnare altri quattrini.

poi si parla delle 3000 vittime dell'11\9 e intanto questi criminali della Merck hanno fatto fuori con un solo farmaco 55.000 persone e forse più chi lo sa.

ora dimmi se non servono, no, urgono, i campi di rieducazione al socialismo.




p.s.: mi sa che Pike non la vede proprio come te

“datemi il controllo della moneta di una nazione e non mi importa di chi farà le sue leggi”

Mayer Amschel Rothschild
Bellaciao
Inviato: 11/12/2011 10:53  Aggiornato: 11/12/2011 10:53
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/11/2011
Da:
Inviati: 72
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
Il nuovo tipo di socialismo non nascerà in Russia, ma dalle rivolte che stanno avvenendo in ogni parte del mondo contro il mercato, un mostro che ha avvelenato l'ambiente, distrutto i rapporti umani e trasformato l'uomo in un robot.
Sarà un socialismo completamente nuovo, creato dal basso da miliardi di persone che desiderano tornare, in un contesto di libertà, alle passate sicurezze della casa e del lavoro dignitoso per tutti, della pensione sicura, del welfare, dell'istruzione di buon livello e sopratutto della solidarietà tra gli uomini.
Somiglierà al socialismo della Luxembourg, per la quale è l'unico mezzo che abbiamo per uscire dalla barbarie.
Pike non sarà d'accordo con me perché pensa che sono un sognatore. Si sbaglia di grosso. Io parto sempre dalla realtà e dalla riflessione sulla stessa. Per questo prima o poi riesco sempra a prevedere quello che succederà nel prossimo futuro.
Le storielle del leone e dello scarafaggio sono invenzioni dei preti, che aborro, in quanto li titengo gli inventori del più bieco capitalismo.

PikeBishop
Inviato: 11/12/2011 11:03  Aggiornato: 11/12/2011 11:03
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
Citazione:
prima o poi riesco sempra a prevedere quello che succederà nel prossimo futuro.

Prima o poi.

Poi non si chiama previsione, si chiama storia.

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
FedeV
Inviato: 11/12/2011 12:05  Aggiornato: 11/12/2011 12:05
Mi sento vacillare
Iscritto: 18/10/2006
Da:
Inviati: 445
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
Autore: Bellaciao Inviato: 11/12/2011 10:53:34

"Il nuovo tipo di socialismo non nascerà in Russia, ma dalle rivolte che stanno avvenendo in ogni parte del mondo contro il mercato, un mostro che ha avvelenato l'ambiente, distrutto i rapporti umani e trasformato l'uomo in un robot."


Scusa ma di che rivolte stai parlando nello specifico? Spero tu non ti stia riferendo agli indignados e company.

benitoche
Inviato: 11/12/2011 12:54  Aggiornato: 11/12/2011 12:54
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/9/2006
Da:
Inviati: 1941
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
@Bellaciao

Oggi è indispensabile una dimensione continentale,dal Portogallo agli Urali,un assetto federale o confederale potente dal punto di vista politico internazionale.
Un soggetto libero dagli influssi asiatici ed americani

Europa e Russia,tecnologia e gigantesche riserve di energia,se fai un pò di attenzione alla storia dell'ultimo secolo potrai notare come l''impero angloamericano ha cercato in tutte le maniere di evitare tale fusione

Non trovi assurdo ad esempio il tentativo di far entrare in Europa Paesi come la Turchia o addirittura Israele e non si pensa invece ad allargare l'europa a quello che è il suo normale sviluppo geografico?

Il primo risultato di tale fusione sarebbe il miglioramento qualitativo dei manufatti industriali,Non piú quantità esagerate di beni di consumo,ma pochi oggetti altamente tecnologici,fatti per durare molto a lungo.
La fine dell'obsolescenza programmata più di 50 anni fà fonte enormi di rifiuti,un frigo che sia buono per noi i nostri figli ed i nostri nipoti,et voilà le risorse non sono più scarse
Questa è la nuova missione industriale,l’opposto di quanto viene progettato nella società dei consumi voluta dall’Impero d’Occidente e messa in opera dal capitalismo cinese
Non confondere l'America con l'Europa,noi siamo un'altra cosa

la religione è indispensabile
soltanto a un’umanità rescissa dal mondo divino-spirituale.
Bellaciao
Inviato: 11/12/2011 13:28  Aggiornato: 11/12/2011 13:28
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/11/2011
Da:
Inviati: 72
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
Su questo tema il mio pensiero e il tuo si somigliano come due gocce d'acqua.
Odio l'impero americano, come oramai quasi tutti, e mi aspetto il suo disfacimento da un momento all'altro. Parteggio poi per l'Unione Euroasiatica, perché solo questa ci potrà liberare dalla presenza ingombrante degli Yankee.
Una Europa che inglobi nei suoi confini la Russia sarebbe militarmente ed economicamente una bomba. Non avremmo più bisogno della Nato nè dell'America e potremmo avere buoni rapporti commerciali con la Cina e gli altri Paesi emergenti.
Ho letto su un giornale russo che questo programma sarà realizzato entro il 2016, una data non tanto lontana nel tempo.
Mi auguro ardentemente che sia vero.

Bellaciao
Inviato: 11/12/2011 14:08  Aggiornato: 11/12/2011 14:08
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/11/2011
Da:
Inviati: 72
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
L'uomo sta per spiccare un altro di suoi salti di qualità, quelli che cambiano la sua direzione di marcia e che nascono dallo sviluppo della sua corteccia cerebrale.
Mi riferisco a Internet, che ci ha dato la possibilità si scambiare le idee con persone che risiedono a migliaia di km di distanza l'uno dall'altro.
Internet ci ha fatto capire che in tutto il mondo c'è un bisogno enorme di sicurezze, relazioni sociali e solidarietà.
Questo porterà in breve a rendere le masse, un tempo facili vittime dei prepotenti di turno, a raggiungere livelli culturali sempre più elevati e a governarsi senza l'intermediazione dei corrotti e degli incapaci.
Altri salti di qualità sono stati, ad esempio, la filosofia greca, la scoperta copernicana, il Rinascimento e la stampa.

Bellaciao
Inviato: 11/12/2011 14:16  Aggiornato: 11/12/2011 14:16
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/11/2011
Da:
Inviati: 72
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
Con "prima o poi", Pike, intendevo dire non sempre e non con la necessaria precisione.
La storia non ha niente a che fare con le mie previsioni. Queste sono personali e vengono prima dei fatti, mentre la storia sono i fatti di cui veniamo a conoscenza dopo il loro accadimento.
Comunque quest'aria professionale nei miei riguardi è fuori luogo. Io utilizzo il sito per un confronto di idee. Il confronto tra le persone non mi interessa.

redribbon
Inviato: 12/12/2011 3:34  Aggiornato: 12/12/2011 3:34
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/1/2006
Da: Firenze
Inviati: 614
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
La Luxembourg faceva notare come vivere nella borghesia è come giocare costantemente in trasferta.
Proseguo io, alla fine si accettano le leggi borghesi come normali, si finisce per non immaginare più l'esistenza di un altro tipo di organizzazione sociale,
con l'apporto determinante dei mass-media occidentali, detenuti dai soliti pochi ricchi, ci si rimbecillisce tutti, chi più chi meno.
E quando si sente dire di una persona che è un comunista, nella mente di buona parte della gente (non nella tua) il primo riflesso condizionato è che sia fondamentalmente o un mostro o uno con qualcosa di losco o uno antiquato.
In tutti i casi, un qualcuno che non serve.
Però se andiamo a vedere gli esempi migliori dei politici che si possano trovare,
si scopre un certo Dinmukhamed Konayev, un *comunistaccio* segretario del partito comunista del Kazakhstan 1960-1986 http://kazembassy.in/news.php?newsid=160
che andava a lavorare a piedi perchè non aveva un auto (ma i soldi per comprarla sicuramente non gli mancavano),
che non aveva una casa di sua proprietà (anche qui credo proprio che avrebbe potuto avere tutte le case che voleva),
e che, alla sua morte, ha lasciato la maggior parte dei suoi soldi alla casa dei bambini di Alma Alta!

http://englishrussia.com/2011/11/25/the-kazakhstan-of-1993-and-1994/
Insomma, come i nostri politici no?

Voi conoscevate l'esistenza di questo signore?
Un politico a cui non interessavano i soldi se non nella misura in cui un domani avrebbero potuto fare del bene agli altri,
ma non esiste, ed era pure un vero comunista! Tutto ciò è inaccettabile per i media, che quando parlano di comunismo preferiscono parlare solo dei gulag di Stalin, delle foibe di Tito, dellle stragi di Mao.
ma si scordano sempre di riportare gli esempi positivi (in tutti i campi), che generalmente sono atti di eroismo da fare impallidire l'occidente borghese.

Basterà internet, come dici, a determinare l'evoluzione intellettuale della gente?
Saranna in grado di trovare l'esistenza di Dinmukhamed Konayev (è un esempio) o si faranno prima distrarre dalle belle donnine che sono a fondo pagina (anche questo è un esempio) ?

“datemi il controllo della moneta di una nazione e non mi importa di chi farà le sue leggi”

Mayer Amschel Rothschild
Bellaciao
Inviato: 12/12/2011 9:48  Aggiornato: 12/12/2011 9:48
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/11/2011
Da:
Inviati: 72
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
Il comunismo, Redribbon, è stato il primo tentativo nelle storia di sostituire l'innato egoismo della razza umana con l'altruismo e la solidarietà.
Diversi sciocchi dicono che è finito. Come fosse una moda. Il comunismo è un sentimento chesri rafforzerà man mano che l'uomo andrà avanti nel suo processo evolutivo.
Dicono che sono passati più di 20 anni dal crollo del Muro. A perte il fatto che il Muro è stato abbattuto in seguito a un accordo per scongiurare i pericoli della guerra fredda, faccio notare che i cristiani impiegarono non meno di quattro secoli per non essere più perseguitati e vedere riconosciuta la loro come religione dello Stato.
Mi fanno rabbia poi i "dinosauri di razza del Pd", che, non appena vengono tacciati di comunismo, si ranicchiano, si battono il petto, si cospargono il capo di cenere e chiedono perdono ai capitalisti he hanno distrutto il mondo e deformata la natura umana.
Pur non essendo affatto un derelitto, sono orgoglioso di essere comunista e sono convinto che la vittoria del comunismo è vicina. Se i milioni di italiani che si sentono comunisti avessero il coraggio civile di dirlo apertamente, come faccio io, la disfatta del capitalismo sarebbe assai più rapida.

redribbon
Inviato: 17/12/2011 7:27  Aggiornato: 17/12/2011 7:27
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/1/2006
Da: Firenze
Inviati: 614
 Re: Perché Mosca non si fida di Washington sulla difesa m...
Citazione:
Il comunismo,


Preferirei usare il termine socialismo, più ampio, comprende anche gli anarchici, che, per come la vedo io, sono la vera punta di diamante del socialismo, ed anche i socialisti stessi.


Citazione:
Il comunismo, Redribbon, è stato il primo tentativo nelle storia di sostituire l'innato egoismo della razza umana con l'altruismo e la solidarietà.


Mi dispiace ma qui bisogna assolutamente chiarire, non posso lasciartela passare.

Cosa ti fa pensare che l'egoismo sia una caratteristica innata dell'umanità?

Non è per fare il puntiglioso, ma è fondamentale intendersi su questo punto.
Rousseau sosteneva che quando gli uomini vivevano allo stato di natura non c'era egoismo, ma si manifestava la solidarietà insita negli uomini,
per dirla meglio, erano genuini, non corrotti dalle altre migliaia di fattori determinati dalla c.d. "società civile".
Su questo Rousseau ha ragione (senza sostenere che i primitivi fossero buoni e pacifici, che è un indebita estremizzazione del suo pensiero) .
Ma il problema non è stata la "società civile" in sè, ma il tipo stesso di società che si è sviluppata senza che si sviluppasse di pari passo un intelligenza comune, forse anche una volontà, uno sviluppo intellettuale, all'altezza di stabilire regole e leggi che determinassero il vivere civile in accordo all'originale natura umana.
Al contrario, hanno prevalso "bizzarri" e deleteri impulsi come l'ambizione personale a scapito degli altri.
Da qui i problemi che con la crescita della popolazione si sono amplificati a dismisura fino ad oggi.

Fatto salvo l'individualismo, inteso etimologicamente e non politicamente, come semplice metodo di crescita dell'uomo,
che io considero sacro,
non credo assolutamente che l'uomo sia di natura egoista.
Se lo credessi, non sarei interessato al socialismo,
perchè so molto bene, lo dicevo già mesi fa in un altro post,
che quello che conta nella possibile attuazione di un sistema socio-politico è prima di tutto rispettare la natura dell'uomo.
Se l'egoismo fosse una caratteristica innata dell'uomo, o comunque prevalente sulla solidarietà , non starei dietro al socialismo, perchè sarebbe un voler forzare la natura dell'uomo.
Al contrario, credo chela vera violenza sulla natura dell'uomo si abbia oggi col capitalismo, che impedisce alle qualità umane di esprimersi, e, prima ancora, di svilupparsi.

“datemi il controllo della moneta di una nazione e non mi importa di chi farà le sue leggi”

Mayer Amschel Rothschild

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA