Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


politica italiana : Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON SI DIMETTA
Inviato da Redazione il 8/11/2011 4:40:00 (15560 letture)

di Paolo Barnard

Presidente,

perdoni l'approccio informale. Sono il giornalista e autore Paolo Barnard, lavoro da due anni con il gruppo di macroeconomisti del Levy Institute Bard College di New York sulla crisi dell'Eurozona. Siamo guidati dal Prof. L. Randall Wray dell’Università del Missouri Kansas City, che coordina altri 10 colleghi inglesi e australiani.

Presidente, è incomprensibile che Lei non scelga di salvare la nazione, e il Suo governo, rendendo pubblico che:

a) l'Euro fu disegnato precisamente per affossare gli Stati del sud Europa, fra cui l’Italia.

b) esistono responsabili italiani ed europei di questo "colpo di Stato finanziario di proporzioni storiche". (Una definizione del tutto ragionata offerta dell'economista americano Michael Hudson).

Presidente, dalle pagine del Financial Times, del Wall Street Journal e persino del New York Times, da mesi economisti del calibro di Martin Wolf, Joseph Stiglitz, Paul Krugman, Nouriel Roubini, Marshall Auerback, Le stanno suggerendo la via d'uscita. A Parigi, l’eccellente Prof. Alain Parguez dell’Università di Besancon ne ha trattato esaustivamente. Wray e i suoi colleghi Mosler, Tcherneva e Hudson pure. Nel dettaglio, essi hanno scritto che:

L'Italia è stata condannata a un’aggressione senza precedenti da parte dei mercati dall'operato dei governi di centrosinistra che La hanno preceduta, poiché essi hanno portato il nostro Paese nel catastrofico costrutto dell'Eurozona. Le famiglie italiane e il Suo governo non devono pagare per colpe non loro. Lei deve dire alla nazione ciò che sta veramente accadendo, e chi ci ha condotti a questo dramma.

L'Euro fu pensato nel 1943 dal francese Francois Perroux con il dichiarato intento di "Togliere agli Stati la loro ragion d'essere". La moneta unica è infatti un progetto franco-germanico …

… da quasi mezzo secolo (Attali, Delors, Issing, Weigel et al.), col fine di congelare le svalutazioni competitive d'Italia e Spagna, e col fine di deprimere i redditi del sud Europa per delocalizzare in esso manodopera industriale per l'esclusivo vantaggio del Neomercantilismo franco-tedesco.

Specificamente, la moneta unica:

- Esclude un prestatore di ultima istanza sul modello Federal Reserve USA, proprio per portare la sfiducia dei mercati sui debiti dell'Eurozona.

- I debiti dell'Eurozona non sono più sovrani, poiché l'Euro è moneta che ogni Stato può solo usare, non emettere, e che ogni Stato deve prendere in prestito dai mercati di capitali privati che lo acquisiscono all'emissione. L'Euro è moneta di nessuno, non sovrana per alcuno.

- I due punti precedenti hanno distrutto il fondamentale più importante della macroeconomia di Stato, che è "Ability to pay", cioè la capacità di uno Stato di onorare sempre il proprio debito emettendo la propria moneta sovrana. L’attuale aggressività dei mercati contro il nostro Paese (ed altri) è dovuta in larghissima parte proprio alla loro consapevolezza della nostra perdita di "Ability to pay", la cui presenza è infatti l'unica rassicurazione che può calmare i mercati. Motivo per il quale il Giappone dello Yen sovrano, che registra il 200% di debito/PIL, non è da essi aggredito e ha inflazione vicina allo 0%. Motivo per cui l'Italia della Lira sovrana mai si trovò in condizioni simili al dramma attuale, nonostante parametri ben peggiori di quelli oggi presenti.

- L'Euro è moneta insostenibile, disegnata precisamente affinché l'assenza radicale di "Ability to pay"nei governi più deboli dell’Eurozona inneschi un circolo vizioso di crisi che alimenta la sfiducia dei mercati che alimenta crisi. Non se ne esce, qualsiasi correttivo non altera, né mai altererà, questo fondamentale negativo, e i mercati infatti non si placano.

- Le estreme misure di austerità per la riduzione del deficit di bilancio che vengono oggi imposte al Suo governo, sono distruttive per la Aggregate Demand di cui qualsiasi economia necessita per crescere. Sono cioè il farmaco che causa la malattia,invece di curarla. Anche questo non accade per un caso.

- Tali misure ci vengono imposte proprio perché il nostro debito pubblico non è più sovrano, a causa dell'adozione di una moneta non sovrana. Infatti, ogni spazio di manovra del Suo governo al fine di stimolare crescita e riduzione del debito attraverso scelte di spesa sovrana (fiscal policy), è stato annullato dall'adozione della moneta unica, che, ribadisco, l'Italia non può emettere come invece fanno USA o Giappone. Si tratta di una perdita di sovranità governativa senza precedenti nella storia repubblicana, e di cui le misure imposte dalla Commissione UE come il European Semester e l'Europact sono l'espressione più estreme, ma di cui noi cittadini e Lei paghiamo le estreme conseguenze.

- L'Euro e i Trattati europei che l’hanno introdotto, sbandierati a salvezza nazionale dal centrosinistra, stanno, per i motivi sopraccitati, umiliando l'Italia, nazione che ha uno dei risparmi privati migliori del mondo, 9.000 miliardi in ricchezza privata, una capacità industriale invidiata dai G20, banche assai più sane della media occidentale, e parametri di deficit che sono inferiori ad altri Stati dell'Eurozona. Lei, Presidente, sarà il capro espiatorio, noi italiani ne soffriremo conseguenze devastanti per generazioni.

Presidente, Lei deve e può denunciare pubblicamente la realtà di questa moneta disegnata per fallire. Lei può e deve smascherare le responsabilità del centrosinistra italiano e dei governi 'tecnici' in queste scelte sovranazionali catastrofiche.

Presidente, il team di macroeconomisti accademici del Levy Institute Bard College di New York e dell'Università del Missouri Kansas City, sono coloro che hanno strutturato il piano Jefes che ha portato l'Argentina dal default al divenire una delle economie più in crescita del mondo di oggi. Essi sono a Sua disposizione per definire sia la strategia comunicativa che quella economica per salvare l'Italia, e il Suo governo, da un destino tragico e che non meritiamo.

In ultimo una precisazione di ordine morale.

Presidente, io non sono un Suo elettore, e avrei cose dure da dire sul segno che la Sua entrata in politica ha lasciato in Italia. Ma non sono un cieco fanatico vittima della cultura dell’odio irrazionale che ha posseduto gli elettori dell’opposizione in questo Paese, guidati da falsari ideologici disprezzabili, come Eugenio Scalfari, Paolo Flores d’Arcais, Paolo Savona, e i loro scherani mediatici come Michele Santoro, Marco Travaglio e codazzo al seguito. Perciò come prima cosa mi ripugna che Lei sia bollato come il responsabile di colpe che Lei non ha, e che sono tutte a carico del centrosinistra italiano. Incolpare un innocente, per quanto criticabile egli sia, è sempre inaccettabile. Ma soprattutto, Presidente, se l’Italia verrà consegnata dal golpe finanziario in atto contro di noi, e da elettori sconsiderati e ignoranti, nelle mani del Partito Democratico, per noi sarà la fine. Sarà l’entrata trionfale a Roma dei carnefici del Neoliberismo più impietoso, sarà la calata della Shock Therapy su un popolo ignaro, cioè il saccheggio del bene comune più scientificamente organizzato di ogni tempo, quello che nell’Est europeo ha già mietuto più di 40 milioni di vite in due decadi, senza contare le sofferenze sociali inenarrabili che porta con sé.

I volti di Mario Monti, di Massimo D’Alema, di Mario Draghi, di Romano Prodi, dell’infimo Bersani, sono le maschere funebri di questa nazione, veri criminali e falsari di portata storica. Il cerimoniere complice si chiama Giorgio Napolitano.

Mi appello a Lei Presidente perché mi rendo conto che i miei connazionali non hanno la più pallida idea di ciò che il centrosinistra italiano ha già inflitto al nostro Paese, di ciò che gli infliggerebbe se salisse al governo, ma soprattutto di chi li guida dietro le quinte. Le eminenze grigie sono le elite Neoclassiche, Neomercantili e Neoliberiste, gente senza nessuna pietà.

Resista Presidente, affinché Lei possa usare il tempo che Le rimane per smascherare il “colpo di Stato finanziario” che sta travolgendo, fra gli altri, la nostra Italia. I mercati finanziari della “classe predatrice”, così ben descritta nella sua abiezione dall’americano James Galbraith, la odiano a morte, ci odiano a morte. Sia, Presidente, colui che piazza la mina nei cingoli della loro macchina infernale, rivelandone l’inganno chiamato Euro e Trattato di Lisbona. Gli italiani non lo faranno. Non ne sono capaci.

Paolo Barnard (Fonte)

Voto: 6.00 (21 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
SENTIERO
Inviato: 8/11/2011 5:39  Aggiornato: 8/11/2011 5:39
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 24/4/2006
Da: ROMA
Inviati: 1110
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Se il berlusca impazzisse e cominciasse a smascherare certi trucchetti, io gli darei il mio voto!

La mente intuitiva è un dono sacro e la mente razionale è un fedele
servo. Noi abbiamo creato una società che onora il servo e ha
dimenticato il dono

A.Einstein
incredulo
Inviato: 8/11/2011 5:46  Aggiornato: 8/11/2011 5:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Per quanto faccia una certa impressione doversi rivolgere a Belusconi come salvatore della "patria", il discorso di Barnard non fa una piega.

Aveva gia' denunciato la truffa dell'Euro nel suo "Il piu' grande crimine" ma pochi hanno colto la sua denuncia.

Denuncia che oggi acquista un senso piu' preciso con questa lettera assolutamente straordinaria.

Di fatto Barnard, pur non essendo berlusconiano, denuncia i mali di questa "eurosinistra" e ripone L'UNICA SPERANZA DI SOTTRARSI ALL'INEVITABILE ad un grande figlio di p......na come Berlusconi.

Un paradosso spettacolare che rende visibile l'assoluta inutilita' della politica OGGI, una casta di funzionari alle dipendenza della finanza.

So gia' che questo appello NON VERRA' COMPRESO nel suo profondo significato ma sicuramente servira' a SBARELLARE tante coscienze ancora ancorate al dualismo destra-sinistra.

Amazing

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
Jurij
Inviato: 8/11/2011 6:42  Aggiornato: 8/11/2011 6:44
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Complimenti per l’articolo, lasciando stare il discorso su b che mi sembra assai “tirato”.

Citazione:
l'Euro fu disegnato precisamente per affossare gli Stati del sud Europa, fra cui l’Italia.

L’eu è il quarto reich e l’euro non è niente altro che l’arma con cui si combatte questa nuova espansione.

Citazione:
Motivo per cui l'Italia della Lira sovrana mai si trovò in condizioni simili al dramma attuale, nonostante parametri ben peggiori di quelli oggi presenti.

Novità … la sovranità è tutto per una nazione, soprattutto la moneta.

D’altra parte non era un segreto per nessuno che la germania alzava il marco all’inizio dell’estate per mandare in villeggiatura a buon mercato i propri cittadini … poi ha capito che si può fare di meglio.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
redribbon
Inviato: 8/11/2011 7:08  Aggiornato: 8/11/2011 7:08
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/1/2006
Da: Firenze
Inviati: 614
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Io non ho capito se Barnard quando chiama Berlusconi presidente dice sul serio o scherza!

Lasciando da parte ogni simpatia politica,
pensare a Berlusconi come uno che possa occuparsi del bene degli italiani è pura follia: a Silvio il "pubblico" resta sulle balle, l'unica cosa che gli interessa è il privato.

Berlusconi è il prototipo dell'uomo neoliberista, proprio ciò che Barnard critica, le sue politiche di finanziamento alle imprese (quelle grosse, probabilmente dei suoi amici, se non le sue) lo dimostrano,
come non ricordarsi dei 5 miliardi di dollari da dare al suo amico Gheddafi in 20anni, ma sarebbe meglio dire alle imprese private che dovevano realizzare infrastrutture in Libia,
e intanto venivano e vengono a raccontare che non ci sono soldi per la scuola.
Come non ricordarsi di ciò che ha fatto pur di portare il nucleare in Italia, compresa un apposita legge proprio pochi giorni prima di votare il referendum per impedire che i cittadini si esprimessero democraticamente,
il tutto per permettere ai suoi amici imprenditori di costruire le centrali nucleari (probabilmente coi nostri soldi pubblici) , alla faccia della crisi.

Berlusconi è il più ricco d'Italia, ciò lo pone oggettivamente dalla parte della controrivoluzione, le sue politiche sono state e non potranno che essere anti-popolari, anche se camuffate.

Se, come dice Barnard, l'euro è la moneta concepita per far fallire, Berlusconi deve essere stato tra quelli che l'hanno inventata o voluta,
del resto non si può prescindere dalla fondamentale considerazione oggettiva che negli ultimi 10 anni c'è stato lui al governo (a parte i 2 anni di Prodi) , se avesse voluto far qualcosa per gli italiani, o impedire che la sistuazione arrivasse a questo punto, l'avrebbe già fatto,
invece di portarsi in parlamento i suoi avvocati ed i pregiudicati, per farsi leggi per i cazzi suoi.

Anzi, la "grave crisi" è meglio per Berlusconi,
perchè così ha la scusa per privatizzare anche la RAI (e altro) ,
come nei giorni scorsi ha annunciato di starci pensando il governo,
di modo che dopo può comprarsela lui (o i suoi amici\prestanome) .

Berlusconi è la volpe, non l'agnello e tantomeno un paladino,
non capisco come Barnard possa essere così ingenuo da non capirlo.

“datemi il controllo della moneta di una nazione e non mi importa di chi farà le sue leggi”

Mayer Amschel Rothschild
redribbon
Inviato: 8/11/2011 7:38  Aggiornato: 8/11/2011 7:38
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/1/2006
Da: Firenze
Inviati: 614
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Autore: Jurij Inviato: 8/11/2011 6:42:33

Novità … la sovranità è tutto per una nazione, soprattutto la moneta.



C'è chi aveva già previsto tutto nel 2003 o anche prima, ecco cosa scriveva in proposito il Prof. Auriti
http://www.simec.org/notizie-essenziali/96-leuropa-come-largentina.html
nel suo saggio

“datemi il controllo della moneta di una nazione e non mi importa di chi farà le sue leggi”

Mayer Amschel Rothschild
sono_io
Inviato: 8/11/2011 7:41  Aggiornato: 8/11/2011 7:41
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/11/2008
Da:
Inviati: 73
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Proprio ieri il signor Berlusconi ha giocato sulle voci delle proprie dimissioni facendo altalenare la borsa. È o non è una turbativa di mercato? Ci ha guadagnato anche in questo caso perseguendo sempre i soli interessi personali?
Cosa fa questo governo in relazione alla crisi? http://www.governo.it/Governo/ConsiglioMinistri/dettaglio.asp?d=65334&pg=1%2C2203%2C3309&pg_c=1 ? Cambia nome all’ “Ordine della Stella della Solidarietà Italiana” ed altre amenità simili (riunione straordinaria del consiglio dei ministri per "misure urgenti a sostegno della economia italiana").

Spiderman
Inviato: 8/11/2011 7:44  Aggiornato: 8/11/2011 7:44
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 19/9/2009
Da:
Inviati: 2722
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Ho postato ieri questo articolo nel topic "la follia del debito pubblico". Sempre ieri, mi sono visto anche questi video:


Paolo Barnard: Il Piu' Grande Crimine


Le altre parti le trovate sul tubo.

"Ogni giorno racconto la favola mia, la racconto ogni giorno chiunque tu sia, e mi vesto di sogno per darti se vuoi, l'illusione di un bimbo che gioca agli eroi. (Renato Zero)
Akane
Inviato: 8/11/2011 8:17  Aggiornato: 8/11/2011 8:17
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/7/2011
Da: Austria
Inviati: 135
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Le tesi sono convincenti, ma leggere "Presidente non si dimetta" mi fa storcere il naso...

redna
Inviato: 8/11/2011 8:51  Aggiornato: 8/11/2011 8:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Barnard ha scritto di tutto e di più, ma non ha mai toccato un punto: quello degli interessi di B che ha fatto proprio con la politica e nemmeno il motivo per cui B è ' sceso in campo'.

Quanto costerebbe all'impero della famgilia la sua caduta?
fate quattro calcoli e il motivo per cui non si dimette è lampante.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Paulo
Inviato: 8/11/2011 9:13  Aggiornato: 8/11/2011 9:13
Mi sento vacillare
Iscritto: 24/12/2005
Da:
Inviati: 507
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
E' inutile discutere su Berlusconi: è lui che ci mostrerà chi è capace di essere.
http://www.loccidentale.it/node/110950

LoneWolf58
Inviato: 8/11/2011 9:20  Aggiornato: 8/11/2011 9:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
È proprio inutile discutere... per affossare l'Italia non serve l'euro... sono più che sufficienti gli "italiani".

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
edo
Inviato: 8/11/2011 9:32  Aggiornato: 8/11/2011 9:32
Sono certo di non sapere
Iscritto: 9/2/2006
Da: casa
Inviati: 4529
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Condivido lo spirito che guida il percorso di Barnard, non tutto ciò che dice, mi sento di rassicurarlo su una cosa: Silvio non si dimetterà mai da alcunchè.

Notturno
Inviato: 8/11/2011 9:33  Aggiornato: 8/11/2011 9:33
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/8/2008
Da:
Inviati: 1920
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Conosco personalmente Paolo Barnard, per aver organizzato, con mia figlia, un congresso in cui lui era relatore, proprio incentrato sul "Più grande crimine".

Credo che sia la persona più onesta e trasparente che io conosca e che creda sinceramente nelle idee che propugna.

La questione della moneta sovrana mi sembra fondata.

Non esiste alcun motivo per cui il cittadino debba pagare interessi per una moneta CHE E' SUA.

Altrettanto fondate mi sembrano le responsabilità del centro-sinistra.

Basterebbe pensare che un "centro-sinistra" (!!!!) chiama ROMANO PRODI come leader, uno che, tramite NOMISMA collabora con Goldman & Sachs per domandarsi che cazzo di centro-sinistra sia quello!

Uno che ha privatizzato l'impossibile sotto-costo, svendendo Cirio e l'iradiddio ai privati (e anche in quel caso, combinazione, ne godette Goldman & Sachs).

Comincio a pensare che Berlusconi sia VERAMENTE un fantoccio, creato (o tollerato) ad arte perché così impresentabile e osceno che chiunque, dopo, sarebbe apparso accettabile.

Persino D'Alema.

Rende Encomiabili Dire No A
Religiosi Orpelli. Mentire Provoca Eccidii.
(Stefano Bartezzaghi)
Tuttle
Inviato: 8/11/2011 9:33  Aggiornato: 8/11/2011 9:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Rilancio;

Per il bene dell'Italia, DIMETTITI SILVIO e VAI A LAVORARE BARNARD!

g_a_b
Inviato: 8/11/2011 10:04  Aggiornato: 8/11/2011 10:04
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/1/2007
Da:
Inviati: 64
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Quoto SENTIERO.

Per REDRIBBON: ciò che affermi è vero, ma io vedo Berlusconi come uno che è sceso e restato in politica solo per evitare i guai personali.
Quindi non mi stupirei se, a fronte di un eventuale nuovo bacino di voti, voltasse le spalle alla finanza internazionale pur di ottenere un altro mandato.

Io sarei in quel bacino (con una molletta al naso, anzi, con uno scafandro addosso, ma lo voterei).

...come si vadia in cielo e non come vadia il cielo. (Galileo)
Sertes
Inviato: 8/11/2011 10:09  Aggiornato: 8/11/2011 10:10
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Notturno ha scritto:
Credo che sia la persona più onesta e trasparente che io conosca e che creda sinceramente nelle idee che propugna.


Ahem... diciamo che sull'argomento ci sono pareri discordanti.

Prendiamo questo tristissimo articolo, ad esempio: è formato solo da "appelli all'autorità" e da una bieca "visione selettiva", con attacchi alla persona che sono anche motivabili, ma viziati dal falso dualismo destra-sinistra che Barnard ribalta, arrivando all'eccesso inverso (che poi è quello originale): "teniamoci silvio per paura dei comunisti".
Penso che chi apprezza articoli come questo debba SUBITO approfondire il tema della propaganda, sennò qualsiasi altra ora passata su internet è veramente tempo sprecato, perchè di pennivendoli di questa risma ne è pieno il web e si rischia davvero grosso.

Vorrei chiudere ricordando che uno stato a moneta sovrana impone le tasse per arginare lo strapotere dei ricchi (senza nulla togliere alle marmotte, che nel frattempo incartano la cioccolata)

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Gargamella
Inviato: 8/11/2011 10:19  Aggiornato: 8/11/2011 10:19
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/5/2010
Da:
Inviati: 53
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
"Berlusconi è sceso per fare i suoi interessi". Io aggiungo: "chi è senza peccato scagli la prima pietra", nel senso che: quale politico non l'ha fatto?
L'articolo può essere condivisibile in buona parte, ma manca sempre un aspetto: le risorse. L'Italia deve tener conto che il suo territorio è piuttosto carente di risorse e può puntare solo su quelle umane. C'è una diffusa cultura dell'illegalità e del pressapochismo, quindi dalla MAGGIOR PARTE (non tutta) della gente non ci si può aspettare nulla: una reazione, riunirsi in comitati, discutere seriamente ecc. Purtroppo quello che conta e quello che incide in un Paese è quel MAGGIOR PARTE. Un'aspetto più generico che riguarda l'intero pianeta è rendersi conto che il denaro non è onnipotente: le miniere prima o poi esauriranno, le terre non daranno più frutto. L'avidità e l'arroganza di pochi porterà alla distruzione di tutto e di tutti. Se vogliamo si può considerare una questione matematica e di semplice logica, ma si vede che per molti, la matematica è un'opinione.
Se qualcuno non concorda su quest'ultima "logica", spero che mi illustrerà, con argomentazioni, il suo punto di vista.

Io non credo in dei, ma mi costruisco ideali. E nessuno di questi conquisterà un posto fisso!
Tuttle
Inviato: 8/11/2011 10:21  Aggiornato: 8/11/2011 10:22
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Conosco personalmente Paolo Barnard, per aver organizzato, con mia figlia, un congresso in cui lui era relatore, proprio incentrato sul "Più grande crimine". Credo che sia la persona più onesta e trasparente che io conosca e che creda sinceramente nelle idee che propugna. La questione della moneta sovrana mi sembra fondata.


Non metto in dubbio la tua "percezione" di Barnard. Io ne ho una diametralmente opposta...ma mi evito di dare giudizi sulla persona.

Ma una cosa voglio chiederla; cosa, secondo Barnard, dovrebbe accadere a seguito di una tale denuncia?

Cassandra
Inviato: 8/11/2011 10:26  Aggiornato: 8/11/2011 10:26
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 10/5/2006
Da:
Inviati: 1551
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Credo anch'io che l'inettitudine e l'inattività di Berlusconi siano preferibili all'... attivissimo che lo seguirà!
Il problema è che continueranno ad attaccarci finché non se ne va, e quindi il suo immobilismo diventa inutile.


"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto,
per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)
DIABOLIK
Inviato: 8/11/2011 10:35  Aggiornato: 8/11/2011 10:35
So tutto
Iscritto: 10/2/2010
Da:
Inviati: 4
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Vecchia storia. Però fi,almente (troppo tardi) qualcuno ne parla.

sisifo
Inviato: 8/11/2011 10:36  Aggiornato: 8/11/2011 10:36
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/4/2008
Da:
Inviati: 58
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
A me pare che l’articolo si possa leggere solo come una provocazione che si articola sul paradosso, quasi fosse un urlo estremo a denunciare il vuoto politico cui siamo immersi.

Berlusconi non ha attuato le politiche economiche che gli venivano richieste a livello internazionale solo perché troppo concentrato su i suoi interessi personali.

Sono sicuro che se il pataccaro di arcore potesse smettere di guadare a se stesso come l’unico uomo sulla terra, sarebbe il primo ad accondiscendere alle richieste del potentato economico internazionale pur di sopravvivere. Con buona pace di Barnard e di chi si continua ad illudere.

perspicace
Inviato: 8/11/2011 10:48  Aggiornato: 8/11/2011 10:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Siamo alla frutta!

Caro Presidente del Consiglio,

sappiamo in molti che lei è gran massone della loggia P2 e che come tale ha ad interesse solo ed esclusivamente il bene dei sui confratelli associati, sappiamo in molti che lo scopo della massoneria è l'instaurazione di un nuovo ordine mondiale, e che il tipo di governo che avete scelto per quest'Ordine (tassonomia) è l'oligarchia.
Adesso però nonostante lei e la sua casata non risentiate della crisi e non risentirete mai dei problemi derivanti dalla svendita della sovranità nazionale ad un gruppo di banchieri, io le chiedo visto che esistono al mondo persone che non hanno ancora ben chiaro quale sia il fine ultimo della massoneria dei giorni nostri di mostrarsi per quello che lei è realmente, cioè un delegato della massoneria mondiale alla guida dell'Italia verso il Nuovo Ordine Mondiale.

E la prego inoltre di spiegare al professor Paolo Barnard che sono sicuro abbia agito in buonafede che lei è il N.W.O sezione Italia.

con il cuore in mano Antonio.

Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
franat
Inviato: 8/11/2011 11:08  Aggiornato: 8/11/2011 11:08
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/3/2009
Da: roma
Inviati: 93
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
è evidente che l'articolo è paradossale, quindi non capisco tutti commenti che criticano la forma con cui barnard si rivolge a berlusconi.
l'intento dell'autore è quello di spiegare ai lettori chi davvero ha creato i veri danni per l'italia entrando nell'euro e dove si potrebbe finire (dalla padella alla brace) se andasse al governo la sinistra.
io su questo mi trovo d'accordo con barnard e pur non sopportando berlusconi mi trovo a sperare che resista perchè quando uno è così violentemente attaccato da tutte le parti c'è sempre qualcosa sotto.
francesco

DrHouse
Inviato: 8/11/2011 11:12  Aggiornato: 8/11/2011 11:12
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/11/2007
Da:
Inviati: 2394
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Per come la vedo io, il problema non è che Berlusconi sia arrivato al capolinea. Tirare lo sciacquone non può mai essere un male.

Il problema, se mai, è il dopo. Non vedo, al momento, alternative migliori. L'ipotesi Mario Monti, francamente, mi fa venire i brividi. Non riesco a immaginare nessuno scenario che non imponga ai cittadini altri anni di lacrime, sangue e sacrifici per ripianare un debito tecnicamente irripianabile, con ulteriore smantellamento dei pochi servizi pubblici ancora rimasti e, quel che è peggio, con l'appoggio di una coalizione bipartisan che contribuirà a far passare tutte le manovre come "ineluttabili".

Se i miei calcoli sono giusti, l'Italia alla fine verrà fatta sopravvivere. Ma il prezzo da pagare sarà la svendita di Eni, Enel, Finmeccanica, Poste e municipalizzate varie. Chi vivrà, vedrà.

E dopo 10 anni, siamo a discutere se il Volo 77 è arrivato proprio lungo questa linea, o piuttosto è arrivato due metri più a sinistra, o due metri più a destra? (Perle complottiste)
medicialbe
Inviato: 8/11/2011 11:15  Aggiornato: 8/11/2011 11:15
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/2/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Premetto che l’uomo non mi piace particolarmente, e l’ho espresso più volte, in commenti vari. Ma non è questo il punto: magari cambio idea.

Si dice che la causa della crisi sia sempre lui, mister B, e in parte , indirettamente, può anche essere vero: l’attacco speculativo alla borsa italiana, coordinato dai signori del denaro, è forse un altro, ennesimo tentativo, di liberarsi di una figura che, vuoi per eccesso di autoreferenzialità (super-io), vuoi per altri motivi, è sicuramente molto meno malleabile di chiunque altro (da Prodi in giù).

Ma ecco che da un “male” ne può derivare un bene. Che magari l’attacco alla persona, sferrato altre volte con altri mezzi (mafia, ragazzine vendute, ecc.) questa volta non produca un effetto positivo per noi italiani? Come disse MLK, “I have a dream”, e ve lo racconto.

L’uomo, stanco di questi attacchi, si decide una volta per tutte; raduna le sue truppe, e organizza un colpo di stato in piena regola.

Prima mossa: uscita immediata dall’Unione Europea;
Seconda mossa: nazionalizzazione della banche e ripudio del debito (risparmio immediato di 120 miliardi all’anno che viene interamente riversato sulle tasche dei cittadini con l’abolizione di tutta l’IRPEF per i redditi inferiori ai 25.000€ l’anno);
Terza mossa: ripristino di moneta nazionale (lira?) emessa direttamente dallo stato, esente da interessi;
Quarta mossa: uscita dalla Nato, ritiro delle nostre truppe all’estero e cacciata della basi USA in Italia: risparmio: almeno una ventina di miliardi all’anno.
In questo modo una persona che ha praticamente avuto tutto dalla vita (umanamente parlando, si intende): soldi, successo, popolarità, donne, potere, si garantirebbe un qualcosa che pochissime figure nella storia hanno avuto: fama eterna ed eterna riconoscenza dal suo popolo.

I rischi: forse dovrebbe stare un po’ più attento a cosa mangia e dove dorme, ma alla soglia degli 80 anni il rischio non è poi così elevato. Forza Silvio, facci sognare….

http://www.ingannati.it/2011/07/13/berlusconi-causa-della-crisi/

perspicace
Inviato: 8/11/2011 11:32  Aggiornato: 8/11/2011 11:32
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
si garantirebbe un qualcosa che pochissime figure nella storia hanno avuto: fama eterna ed eterna riconoscenza dal suo popolo.



I libri di storia li scrive la Mondadori.

Ma nel ipotesi che siano altri a scriverli bisogna ricordare che la storia la raccontano i vincitori e che la storia molte volte non è altro che "una storia".

I rischi: forse dovrebbe stare un po’ più attento a cosa mangia e dove dorme, ma alla soglia degli 80 anni il rischio non è poi così elevato. Forza Silvio, facci sognare….

E se minacciassero i suoi figli invece di prendersela con lui dovrebbe comunque disinteressarsi? mmm non so.

Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
redna
Inviato: 8/11/2011 11:50  Aggiornato: 8/11/2011 11:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Autore: Tuttle Inviato: 8/11/2011 9:33:29

Rilancio; Per il bene dell'Italia, DIMETTITI SILVIO e VAI A LAVORARE BARNARD!


azz...Tuttle mio malgrado ti devo quotare!!!


Citazione:
Ma una cosa voglio chiederla; cosa, secondo Barnard, dovrebbe accadere a seguito di una tale denuncia?


cioè Barnard può fare cadere o meno Berlusconi?
Barnard è il capo del grande oriente d'Italia forse?

Resista Presidente, affinché Lei possa usare il tempo che Le rimane per smascherare il “colpo di Stato finanziario” che sta travolgendo, fra gli altri, la nostra Italia.

Giusto venerdì alcune indiscrezioni riferivano di una Marina Berlusconi più agguerrita del padre. La presidente della Fininvest è convita che il Paese vada alla rovescia, che pur di liquidare politicamente il premier l'Italia stia giocando contro il suo stesso interesse. E ieri lo avrebbe ripetuto, condividendo la scelta di andare fino in fondo. Di chiedere la fiducia in Parlamento. Dimissioni? Mai. A Roma lo assediano, avrebbe detto, ma non riusciranno nell'intento di far fare al premier un passo indietro, perché lui è deciso ad andare avanti.

Barnard ha sbagliato indirizzo...doveva mandare una lettera a Marina

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Tuttle
Inviato: 8/11/2011 11:56  Aggiornato: 8/11/2011 11:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Quindi se ho capito bene....la teoria di Barnard è che per salvarci dal fallimento per mano dell'europa...dobbiamo fallire per mano nostra?

A già vero...come dice Barnard...le decisioni interne al Paese non hanno effetti reali sulle persone.

Non fa una piega!

@ Notturno

Sto ancora aspettando la fonte per Francois Perroux...

doppiocorpo
Inviato: 8/11/2011 12:01  Aggiornato: 8/11/2011 12:02
So tutto
Iscritto: 22/7/2005
Da:
Inviati: 22
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Mi chiedo si possa attaccare una persona, pretendendo di essere seri e credibili, se non si riescono ad azzeccare nemmeno i fatti piu' elementari.

Citazione:
Berlusconi è il più ricco d'Italia


Sbagliato.
Nonostante parole tipo "neoliberismo" e "controrivoluzione" niente sufficienza.

"Gli intelletti mediocri condannano di solito tutto ciò che oltrepassa la loro portata." La Rochefoucauld
PikeBishop
Inviato: 8/11/2011 12:19  Aggiornato: 8/11/2011 12:34
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Presidente,

Mi consenta un vaffa-grillo (amichevolmente, si capisce, anche io so essere viscido quando voglio).

Citazione:
Sono il giornalista e autore Paolo Barnard

Per che giornale scrive? Autore di roba come questa? (Si lo so, in passato era un autore, ammetto).

Citazione:
lavoro da due anni

Sarebbe ora che andasse a lavorare onestamente. Qualcosa tipo raccolta delle fragole, cosi' sara' addestratissimo nel lucidare scarpe altrui senza neanche genuflettersi.

Citazione:
con il gruppo di macroeconomisti del Levy Institute Bard College di New York

Immagino che paghino bene. D'altronde quando uno non e' bravo abbastanza per essere Travaglio, deve trovare un'altra maniera di fare il gatekeeper. Vediamo chi e' il fondatore dei nuovi ingaggiatori di Paolino (che e' un freelance, non ha padroni, non uno solo se non quando e' cosi' a corto di lavoro che anche uno solo e' una benedizione):

Leon Levy (September 13, 1925 – April 6, 2003)[1] was, according to Forbes magazine, a "Wall Street investment genius and prolific philanthropist," who helped create both mutual funds and hedge funds.[2] He co-founded the mutual fund manager Oppenheimer & Co. Inc. in 1959. There he started dozens of mutual funds that, at his death, had grown to manage more than $120 billion. In 1982 he sold Oppenheimer to the U.K.'s Mercantile House for $162 million and co-founded Odyssey Partners, a private investment partnership. It grew to be a $3 billion hedge fund before it was dissolved in 1997.

Levy's financial philosophy stressed common sense and the psychology of investors. He studied at Townsend Harris High School and was strongly influenced by his father, a well-known economist and business executive who taught him the role corporate profits play in charting the economy's direction. To honor his father, he founded the Jerome Levy Economics Institute at Bard College.


Non mi pare ci sia altro da aggiungere: dimmi con chi vai e ti diro' chi sei.

Non male per uno che da del venduto al resto del mondo.

Citazione:
Presidente

Mi consenta, un'altro vaffa-grillo con l'amicizia della mutua che ci contraddistingue, mi consenta.

Citazione:
è incomprensibile che Lei non scelga di salvare la nazione, e il Suo governo

La nazione e' beyond repair, come la decenza di Paolino.

Citazione:
a) l'Euro fu disegnato precisamente per affossare gli Stati del sud Europa, fra cui l’Italia.

Razzista!

Citazione:
esistono responsabili italiani ed europei di questo "colpo di Stato finanziario di proporzioni storiche".

Ma no! Non e' stato il destino baro e crudele?????

Citazione:
(Una definizione del tutto ragionata offerta dell'economista americano Michael Hudson.

Ahhhhh, se lo dice un economista razionale allora deve essere obbligatoriamente vero come la verginita' di Madonna.

Citazione:
Presidente

Notare la strenua vigoria fisica di Paolino: gli e' rimasta ancora voglia di cantare la litania.

Citazione:
L'Italia è stata condannata a un’aggressione senza precedenti da parte dei mercati dall'operato dei governi di centrosinistra che La hanno preceduta

Tutta colpa dei fottuti Komunisti, Presidente (de che????), Lei ha sempre avuto ragione a dirlo, l'hanno detto anche le pagine del Financial Times, del Wall Street Journal e persino del New York Times che e' come dire La Bibbia, e anche Vendo-la sarebbe daccordo: sulla Bibbia non si discute.

Citazione:
I due punti precedenti hanno distrutto il fondamentale più importante della macroeconomia di Stato, che è "Ability to pay", cioè la capacità di uno Stato di onorare sempre il proprio debito emettendo la propria moneta sovrana.

Cioe' io stampo un casino di carta da cesso e gliela rifilo ai creditori e loro vi ci si puliscono il culo in allegria? Solo se hai la potenza di fuoco dei tuoi amici di Wall Street, Paolino. Se no ti sodomizzano con una scopa prima di spararti in testa come hanno fatto con quel figlio di cammellieri, tanto per dare un esempio a tutti gli altri che credono di fottere la Mafia Democrazia e la Civilta'. Si sono dimenticati di dirtelo? Che sbadati....

Citazione:
noi italiani ne soffriremo conseguenze devastanti per generazioni.

Brutta, brutta, brutta...

Citazione:
Lei, Presidente, sarà il capro espiatorio

Allora ci sono anche aspetti positivi? (eabbasta co' sto' presidente, minghia!)

Citazione:
Presidente

E' una litania. Dovrebbero sbattere in galera Paolino per oltraggio al Presidente: l'unico vero grande Presidente della nostra Sacra Democrazia e' Napulita', ua' ua', simmo a Napule paisa', mica a Manahattan.

Citazione:
il team di macroeconomisti accademici del Levy Institute Bard College di New York e dell'Università del Missouri Kansas City, sono coloro che hanno strutturato il piano Jefes che ha portato l'Argentina dal default al divenire una delle economie più in crescita del mondo di oggi

Cool, mates, so let join them latinos ! Peccato che nelle baraccopoli di Buenos fuckin' Aires la notizia non sia mai arrivata. Sono arrivati invece i semini transgenetici di cui l'Argentina e' diventata il piu' grande agricoltore del Mondo e altre schifezze varie innominabili. Che si trasferiscano in Argentina e la smettano di rompere il cazzo ora anche a noi per interposta persona. Viva Evita Siempre, ed il Peronista de noartri anche, ole'!

Citazione:
Essi sono a Sua disposizione

Come di chiunque sganci el dinero ai gringos malditos.

Citazione:
Ma soprattutto, Presidente, se l’Italia verrà consegnata dal golpe finanziario in atto contro di noi, e da elettori sconsiderati e ignoranti, nelle mani del Partito Democratico, per noi sarà la fine.

Me la segno.

Citazione:
Presidente

Ma ditegli di spegnere quella nenia, perdio!

Citazione:
io non sono un Suo elettore

E allora che cazzo vuole????? Quelli che votano l'opposizione sono traditori, l'unica salvezza e' El Presidiente Berluscon, ma lui non lo vota. La logica, questa sconosciuta.

Il piu' grande crimine e' dare spazio a Paolino: al limite, Massimo, un articoletto di Travaglio, che almeno sa fare il suo lavoro, eh?

Citazione:
Mi appello a Lei Presidente

L'ultima speranza. Chi vive sperando muore c......

Citazione:
ma soprattutto di chi li guida dietro le quinte

Il Financial Times, il Wall Street Journal e persino il New York Times? Ma non erano dalla parte dei cow-boys col cappello bianco? 'Sti film moderni...

Citazione:
Resista Presidente

Non temmere, Paolino, non c'e' niente da temmere. Resistera'. El Presidiente Berluscon e' un Eroe della Resistenza: se ne e' fatte otto in una serata. (H)Asta vittoriosa siempre, companeros! E Viva la Foca, che dio la benedoca!

Citazione:
I mercati finanziari della “classe predatrice”

Ehm, Paolino, ci andrei piano con certe frasi, che poi va a finire che El Presidiente s'incazza e ti manda affanculo pure lui.

Aspettiamo trepidanti la puntuale reazione del Presidiente. O magari no.

Ora vado subito a leggere il blog di Grimaldi per riaggiustarmi questo saporaccio che mi e' rimasto, ma prima mi consenta, vorrei suggerire a Paolino, nel caso che El conducator lo contatti, di chiedere al Presidiente anche qualche dritta su come caricare la fregna, qualcosa tipo Ericksson (non l'allenatore mandrillo, lo psicologo!) cosi' che Paolino possa passare il tempo a scopare, che da giovani e' brutto essere costretti a riempire il tempo non recuperabile che dovrebbe essere dedicato all'anatomia comparata con lettere a Personaggi Famosi che non ti cagheranno neanche di striscio. Se i vecchi potessero e i giovani sapessero il Pilo balzerebbe su di parecchi punti!

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
Calvero
Inviato: 8/11/2011 12:25  Aggiornato: 8/11/2011 12:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
_______________
_________
___

La cosa interessante è....


Quando si osservano duellare le forze in campo nel Teatrino della politica; quando si osserva una certa Intellighenzia decidere di entrare nella torta da "Outsider", tutto ciò mette in mostra ancora meglio che le Pedine che qui vogliono giocare sullo scacchiere internazionale, si stanno appunto relazionando in un GIOCO.


Quando si è presi all'interno di una battaglia, in una guerra (la guerra è contro di noi, la battaglia è la spartizione della Torta tra di loro) se oltre a voler scovare la migliore strategia per vincere si volesse scoprire PERCHE' le cose si sono evolute fino a quel punto, allora non bisogna far altro che "distaccarsi" e osservare quali tipo di armi e di armature e urli di guerra vengono buttati, usati, manipolati e urlati nella bolgia.

Illuminanti in questo senso sono le riflessioni di Incredulo e Jurij. Comunque...

Come spiegato prima, l'articolo di Barnard ci dà la possibilità di "distaccarsi" e acquisire così una meglio decifrata chiave di lettura del percorso telecomandato che il NWO si diverte a gestire con dei meccanismi così semplici da pianificare (certo gestionalmente impegnativi per farli funzionare), che ci fanno comprendere l'inutilità stessa di pensare di poter risanare un "Sistema Civile Occidentale" che non è altro che un GIOCO dell'Oca che si sta evolvendo sin dalla II^ Guerra Mondiale ...

... dove le parti in campo tra Potere e Burattini creano queste fratture dove appunto un "BARNARD" può inserire la sua valutazione che ha, insite, delle cruciali verità indiscutibili ma anche dei sofismi.

IL fatto è che all'interno della fazione dei Burattini (anche se con la B maiuscola) quelli troppo succubi, arrivisti, bramosi e genuflessi al Potere delle élite (da qui, ad esempio, si può comprendere il motivo di certe fratture interne, e anche di certi segnali "positivi") stanno creando dei paradossi che osservati da parte del contadino (NOI) possono apparire [ho detto apparire] come delle volontà a sé stanti che potrebbero risolvere dei problemi, ma non lo sono e non possono esserlo ...

... sempre di un GIOCO LETALE (per il contadino) si sta discutendo. Quindi o la si smette di giocare (costi quel che costi), altrimenti il nostro ruolo incontrovertibile nella scacchiera del Mondo, cioè da Contadini, non potrà che attendere il periodico cetriolo che, gira e rigira, sempre in culo a lui ritorna.

Il sistema va distrutto. Lo cultura di Stato và distrutta.
Bisogna uscire dal Gioco. E lo si può fare (ancora per poco) in pace.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Sertes
Inviato: 8/11/2011 12:27  Aggiornato: 8/11/2011 12:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
@Redazione

Tu sei sostanzialmente d'accordo con quanto esposto da Barnard?

Difende lui le affermazioni fatte nell'articolo o ti assumi tu l'onere?

("I volti di Mario Monti, di Massimo D’Alema, di Mario Draghi, di Romano Prodi, dell’infimo Bersani, sono le maschere funebri di questa nazione, veri criminali e falsari di portata storica.")

Perchè il problema dei gatekeeper è che non si abbassano mai a parlare con noi popolino... e Paolo Barnard ci ha abituato con le sue sparate dall'alto che poi non sa difendere personalmente.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
gparsifal
Inviato: 8/11/2011 12:29  Aggiornato: 8/11/2011 12:29
So tutto
Iscritto: 27/11/2008
Da:
Inviati: 29
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Devo dire che l'articolo è convincente, nella misura in cui non riesco a controbattere le tesi economiche finanziarie.
Credo anche io nel suo spirito paradossale, ma fin quanto ci si fossilizzerà ancora su la tesi destra-sinistra ogni bel discorso, per quanto mi riguarda, va a farsi benedire.
Poi il personaggio Berlusconi si è così tanto dequalificato da solo che pensare che lui sia la salvezza è proprio segno che siamo alla frutta.

Calvero
Inviato: 8/11/2011 12:45  Aggiornato: 8/11/2011 12:45
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Perchè il problema dei gatekeeper è che non si abbassano mai a parlare con noi popolino...


appunto

bella lì

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
redna
Inviato: 8/11/2011 12:49  Aggiornato: 8/11/2011 12:49
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Perchè il problema dei gatekeeper è che non si abbassano mai a parlare con noi popolino...


......preferiranno sniffare?

....sarà un nuovo sistema di comunicazione mediaset?

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Tuttle
Inviato: 8/11/2011 12:52  Aggiornato: 8/11/2011 12:52
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Difende lui le affermazioni fatte nell'articolo o ti assumi tu l'onere? ("I volti di Mario Monti, di Massimo D’Alema, di Mario Draghi, di Romano Prodi, dell’infimo Bersani, sono le maschere funebri di questa nazione, veri criminali e falsari di portata storica.")


Ai quali devi aggiungere:

...non sono un cieco fanatico vittima della cultura dell’odio irrazionale che ha posseduto gli elettori dell’opposizione in questo Paese, guidati da falsari ideologici disprezzabili, come Eugenio Scalfari, Paolo Flores d’Arcais, Paolo Savona, e i loro scherani mediatici come Michele Santoro, Marco Travaglio e codazzo al seguito.

Brutta bestia l'invidia ed il rancore...

Calvero
Inviato: 8/11/2011 12:55  Aggiornato: 8/11/2011 12:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Non credo l'invidia, Tuttle

... il rancore, invece, può starci. E mosso poi in questi exploit, con questi appoggi .. ce la dice lunga

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Infettato
Inviato: 8/11/2011 13:04  Aggiornato: 8/11/2011 13:04
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/11/2006
Da: Roma
Inviati: 1499
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Bho, magari Paolino è in buona fede, avendo letto il più grande crimine deduco che di economia non capisce un h, di politica sponsorizza a quanto leggo il B (male minore?) e comunque gli piace la democrazia il che è tutto dire. Condivido solo il dissenzo verso il trattato di Lisbona vs schiavi europei (inclusi i tedeschi).Forse senza euro schiattavamo prima (gli interessi sul debito che stiamo pagando adesso li avremmo dovuti pagare diversi anni fa, se in questo tempo non sono riusciti a tagliare la spesa neanche adesso ci riusciranno) infatti pensano al pareggio di bilancio, ossia continuiamo a randellarvi a vita......

Infettato dal morbo di Ashcroft
---------------------------------------------
Quando ci immergiamo totalmente negli affari quotidiani, noi smettiamo di fare distinzioni fondamentali, o di porci le domande veramente basilari. Rothbard
Tuttle
Inviato: 8/11/2011 13:08  Aggiornato: 8/11/2011 13:08
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Non credo l'invidia, Tuttle ... il rancore, invece, può starci. E mosso poi in questi exploit, con questi appoggi .. ce la dice lunga


Quello che vuoi...ma che Barnard sia, lui stesso, pervaso da un sentimento [cit.] cieco fanatico vittima della cultura dell’odio irrazionale, è poco ma sicuro. Tanto da fargli frequentare personaggi come quelli di cui si vanta nell'articolo...

Personalmente trovo poi molta confusione in quello che scrive, pochissime fonti, moltissimo raffazzonamento storico ad uso propagandistico, una buona dose del solito metodo spicciolo del doppio torto (guarda che sponda gli tocca fare per stare CONTRO)... e MOLTISSIMO iocentrismo. Di quello tipico del "so tutto io e voi non avete capito un cazzo"....che francamente NON SE NE PUO' PIU'!

M-Allin
Inviato: 8/11/2011 13:13  Aggiornato: 8/11/2011 13:13
So tutto
Iscritto: 8/4/2010
Da:
Inviati: 2
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Tralasciando l'appello a non dimettersi, che non mi sembra abbia relazione con il resto del ragionamento, quanto scrive Barnard è affascinante ma non sono convinto che Francia e Germania possano avere dei vantaggi in seguito ad una crisi dell'Italia.
Che l'euro sia stato introdotto anche per impedire le continue svalutazioni competitive dell'Italia è evidente ed ha i suoi ragionevoli motivi ma da qui ad arrivare a interpretarlo come lo strumento studiato appositamente per affossare l'Italia ce n'è molta di differenza. Ho invece paura che neanche rancia e Germania avessero previsto le possibili conseguenze in termini di crisi finanziaria, poichè loro stanno subendo il rischio contagio e in caso di default da parte dell'Italia, i crediti che vantano nei nostri confronti molto semplicemente finiranno con l'essere annullati. A quel punto non credo che avranno fatto un grande affare...

Spiderman
Inviato: 8/11/2011 13:16  Aggiornato: 8/11/2011 13:16
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 19/9/2009
Da:
Inviati: 2722
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Barnard ha scritto di tutto e di più, ma non ha mai toccato un punto: quello degli interessi di B che ha fatto proprio con la politica e nemmeno il motivo per cui B è ' sceso in campo'.


Nei video parla di B anzi, lo ritiene un mafioso ma di serie "c" a confronto con quelli che stanno sopra B.

Comunque, a mio modo di vedere, se metà delle cose che dice sono vere, il problema B è irrilevante.

"Ogni giorno racconto la favola mia, la racconto ogni giorno chiunque tu sia, e mi vesto di sogno per darti se vuoi, l'illusione di un bimbo che gioca agli eroi. (Renato Zero)
jerimum
Inviato: 8/11/2011 13:22  Aggiornato: 8/11/2011 13:22
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/1/2006
Da: Modena
Inviati: 249
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
ahime non credo che tenersi o mandare a casa Mr. B cambi di molto la situazione, e' un sistema che e' malato sin dalle sue radici. In ogni caso l'implosione e' gia cominciata e non sara' certo un cambio di governo a fermarla.
Se passiamo a un governo tecnico, verranno sventuti i patrimoni di stato e fatti ulteriori tagli alla spesa, il che non fara' altro che ritardare la crisi e impoverire ulteriormente i cittadini.
Se teniamo Mr. B non riuscira' a fare niente, ed e' cosi facilmente ricattabile che non si sogna nemmeno di rivelare il piu innocente dei tanti giochetti di potere.
Siamo dentro nella m fino al collo : abbiamo perso da tempo la possibilita' di cambiare le cose con una evoluzione, la rivoluzione sara' l'unica strada. E lo sanno bene i nostri dittatori che hanno gia predisposto la gendarmeria europea ...

"Accominzamo, con nova promissa, sta gran sulenni pigliata pi fissa!"
La paura di Montalbano, Camilleri
sonsokh
Inviato: 8/11/2011 13:32  Aggiornato: 8/11/2011 14:10
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/11/2010
Da: Lecco
Inviati: 238
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
la voglio leggere sul Foglio su Libero su Il Giornale!!

EDIT
almeno anche chi non usa internet comincia a sapere che i politici
-di sinistra o destra- sono soltanto camerieri di potenze staniere

Calvero
Inviato: 8/11/2011 13:34  Aggiornato: 8/11/2011 13:34
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
.. che francamente NON SE NE PUO' PIU'!


.. e sia. Non vorrei avessi lasciato intendere che difendo le sue "soluzioni". Per me, spero di essere stato chiaro, questa lettera al Berlusca è una "cartina tornasole" per meglio decifrare lo stato attuale dei giochi di Potere.

Se c'è una cosa che mi interessa di più di fare dei complimenti a qualcuno, è quella di saper mettere all'indice le mancanze. Portare rancore a questi livelli poi, non fa certo sconti al modo di essere di Barnard. Anzi, basta e avanza.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Farvatus
Inviato: 8/11/2011 13:35  Aggiornato: 8/11/2011 13:35
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/4/2005
Da: Torino
Inviati: 220
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Quest'articolo è vergognoso, ed è il chiaro prodotto dell'idiozia. Fermo restante, non ci vuole una scienza a capire che il potere finanziario ha svuotato la politica di qualunque significato, che non sia il quello di rendere l'1% della popolazione modiale sempre più ricca e dominante. La cosa sconcertante è che si proponga che il governo di Berlusconi dovrebbe salvarci da tale destino. Resista presidente?! No, Crepi pure Presidente lei e le sue mortifere aziende!

"In un certo senso tutto il nostro universo è tempo, è irreversibilità. Però il tempo emerge da una realtà eterna che è il vuoto." Ilya Prigogine
FedeV
Inviato: 8/11/2011 13:57  Aggiornato: 8/11/2011 14:01
Mi sento vacillare
Iscritto: 18/10/2006
Da:
Inviati: 445
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Che articolo ridicolo mamma mia. Perche Berlusconi dovrebbe sputtanare il sistema quando lui stesso ne è parte pienamente attiva???? Che tristezza

Edit: Risposta: perche anche Barnard fa la sua parte

redna
Inviato: 8/11/2011 14:04  Aggiornato: 8/11/2011 14:04
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
. Perche Berlusconi dovrebbe denuniciare il sistema quando lui stesso ne è parte pienamente attiva???? Che tristezza


infatti lui non vorrebbe .....ma sono gli altri che lo vogliono:


Martedì, 8 novembre 2011

13:02 Bossi toglie la fiducia a Berlusconi e la dà ad Alfano. La strada del premier sembra segnata, tutto si accelera.


12:29 Bossi toglie la fiducia a Berlusconi e la dà ad Alfano. Nel Pdl molti consensi. La strada per il premier sembra segnata.


12:26 Showdown alle 15.30: l'opposizione compatta annuncia che si va alla conta. Prima sconfitta per Berlusconi


11:17 Nel giorno del "giudizio" per il governo, spunta un altro nome per il ricambio: quello di Angelino Alfano. Ma non vorrà fare come D'Alema nel '98...

fonte

Barnard come prenderà questa notizia?

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Spiderman
Inviato: 8/11/2011 14:12  Aggiornato: 8/11/2011 14:12
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 19/9/2009
Da:
Inviati: 2722
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Che articolo ridicolo mamma mia. Perche Berlusconi dovrebbe sputtanare il sistema quando lui stesso ne è parte pienamente attiva???? Che tristezza


Possibile che leggendo questo articolo, si focalizzi l'attenzione su Berlusconi e non sui danni che avrebbe causato l'euro a tutti noi? La tristezza sta qua...

"Ogni giorno racconto la favola mia, la racconto ogni giorno chiunque tu sia, e mi vesto di sogno per darti se vuoi, l'illusione di un bimbo che gioca agli eroi. (Renato Zero)
Calvero
Inviato: 8/11/2011 14:17  Aggiornato: 8/11/2011 14:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:

Possibile che leggendo questo articolo, si focalizzi l'attenzione su Berlusconi e non sui danni che avrebbe causato l'euro a tutti noi? La tristezza sta qua...


.. il problema sta qua ...

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Tuttle
Inviato: 8/11/2011 14:21  Aggiornato: 8/11/2011 14:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Possibile che leggendo questo articolo, si focalizzi l'attenzione su Berlusconi e non sui danni che avrebbe causato l'euro a tutti noi? La tristezza sta qua...


Quindi anche tu auspichi la negazione del debito, il fallimento e il ripristino della lira? La stessa lira del 1992?

La domanda vale anche per Calvero...:)

perspicace
Inviato: 8/11/2011 14:24  Aggiornato: 8/11/2011 14:24
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Possibile che leggendo questo articolo, si focalizzi l'attenzione su Berlusconi e non sui danni che avrebbe causato l'euro a tutti noi? La tristezza sta qua...

Ma scusate il titolo del articolo è :" Il danno dell'euro" oppure "l'euro danneggia l'Italia" no!!

il titolo è : "Silviuccio non te ne andà"


poi senza dubbio che l'euro ci ha fatto del male.

Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
Spiderman
Inviato: 8/11/2011 14:29  Aggiornato: 8/11/2011 14:29
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 19/9/2009
Da:
Inviati: 2722
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Quindi anche tu auspichi la negazione del debito, il fallimento e il ripristino della lira? La stessa lira del 1992?


No tuttle. Io, come ho già detto nel topic "la follia del debito pubblico", sono troppo ignorante in materia per auspicare il ritorno della lira o meno. Anche nel forum, avevo chiesto opinioni in merito all'articolo e al video di Barnard, proprio per cercare di capire.

Parlare di Berlusconi in questo contesto, non ha però senso. Il punto è: quello che dice Barnard corrisponde a verità? L'euro ha finito di affossarci?

Ora vado a guadagnarmi 2 euro Stasera leggerò con interesse gli sviluppi della discussione.

"Ogni giorno racconto la favola mia, la racconto ogni giorno chiunque tu sia, e mi vesto di sogno per darti se vuoi, l'illusione di un bimbo che gioca agli eroi. (Renato Zero)
Spiderman
Inviato: 8/11/2011 14:31  Aggiornato: 8/11/2011 14:31
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 19/9/2009
Da:
Inviati: 2722
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Ma scusate il titolo del articolo è :" Il danno dell'euro" oppure "l'euro danneggia l'Italia" no!!

il titolo è : "Silviuccio non te ne andà"


Devi aver letto solo il titolo

"Ogni giorno racconto la favola mia, la racconto ogni giorno chiunque tu sia, e mi vesto di sogno per darti se vuoi, l'illusione di un bimbo che gioca agli eroi. (Renato Zero)
redna
Inviato: 8/11/2011 14:32  Aggiornato: 8/11/2011 14:35
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Possibile che leggendo questo articolo, si focalizzi l'attenzione su Berlusconi e non sui danni che avrebbe causato l'euro a tutti noi? La tristezza sta qua..


in questo momento che B se ne sta andando(lo stanno spodestando) e l'euro ce lo teniamo con tanto di commissariamento da parte della UE, mi dici perchè ci si dovrebbe focalizzare sui danni che ha procurato l'euro? Per farci in sangue amaro, noi poveri tapini...

Singolare che il commissariamento sia arrivato in concomitanza con lo spodestamento di papi. Singolare per davvero....

PS-i commissari della UE saranno in Italia a fine novembre.Tempismo perfetto!!!

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Calvero
Inviato: 8/11/2011 14:33  Aggiornato: 8/11/2011 14:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
No Tuttle, viaggio su altre frequenze ..

.. in questa discussione prendo la palla al balzo per sottolineare come delle verità possano venire mistificate attraverso dei sofismi [Barnard mode_On] e come sia inutile sperare il risanamento del sistema occidentale attraverso il teatro della politica..

... allo stesso tempo, sottolineo ancora come si è preda del retaggio (di noi contadini) degli odi di partito e, peggio ancora, di vedere annebbiarsi la sensatezza di fronte allo "spauracchio Berlusconi" ..


.. e il cetriolo è già pronto sullo scivolo di partenza

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Tuttle
Inviato: 8/11/2011 14:36  Aggiornato: 8/11/2011 14:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
No tuttle. Io, come ho già detto nel topic "la follia del debito pubblico", sono troppo ignorante in materia per auspicare il ritorno della lira o meno.


Ma allora di cosa diavolo stiamo parlando?

PS: sto ancora aspettando la fonte su Francois Perroux...:/

Tuttle
Inviato: 8/11/2011 14:38  Aggiornato: 8/11/2011 14:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
.. e il cetriolo è già pronto sullo scivolo di partenza


Il cetriolo è pronto sia se lo compri in Euro, sia che lo compri in Lire o in Dracme...

redna
Inviato: 8/11/2011 14:40  Aggiornato: 8/11/2011 14:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
.. e il cetriolo è già pronto sullo scivolo di partenza


Il cetriolo è pronto sia se lo compri in Euro, sia che lo compri in Lire o in Dracme...



attenzione che invece il cetriolo è anche gratis il più delle volte e non è soggetto alle regole di mercato. Si potrebbe dire che la sua legge è n'do cojo cojo....

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Calvero
Inviato: 8/11/2011 14:46  Aggiornato: 8/11/2011 14:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Stiamo parlando delle implicazione che un articolo di questo tipo contiene e al contempo può rivelare, sia in senso squisitamente tecnico/economico, sia in senso di mettere in luce eventuali contraddizioni e/o argomentazioni connesse, o no?

Citazione:
Il cetriolo è pronto sia se lo compri in Euro, sia che lo compri in Lire o in Dracme...


Senza ombra di dubbio
.. poi il Burro, come viene usato ne - Ultimo tango a Parigi, può essere lenitivo a seconda dei gusti e dei mali minori e delle ideologie. La politica ne distribuisce di tutte le qualità e dosi

... e il mio primo commento non si allineava a queste logiche eh

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
redna
Inviato: 8/11/2011 14:56  Aggiornato: 8/11/2011 14:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Spiderman

Citazione:
Parlare di Berlusconi in questo contesto, non ha però senso. Il punto è: quello che dice Barnard corrisponde a verità? L'euro ha finito di affossarci?


ma un dubbio rimane: ad affossarci è stato veramente solo l'euro o ha avuto l'ausilio anche di qualcun altro e insieme hanno fatto il papocchio.?
Comunque con il commissariamento dell'Italia e l'allontanamento di papi non lo sapremo tanto in fretta. O forse non lo sapremo mai.
Barnard è convinto solo lui di sapere come stanno le cose.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
SuperFed
Inviato: 8/11/2011 15:11  Aggiornato: 8/11/2011 15:11
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/6/2011
Da: Città stressante nord Italia
Inviati: 168
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
La domanda la farei a tutti i politici di dx e sx, a tutti i giornalisti di dx sx e a tutti gli analisti "indipendenti", ma SIGNORI TUTTI che ci parlate e scrivete, MA A VOI VE C'HANNO MANNATO O CE SIETE VENUTI.....?

Mi rispondo da solo. Io sono una persona. Conosco altre persone. Il termine viene pero', caso rarissimo, dalla lingua etrusca per mutuazione fatta dai latini, risale cioè a PHERSU, cioè il "carattere" o "personaggio" indossante una MASCHERA rossa nelle antiche RAPPRESENTAZIONI SACRE.

Al nostro pres. del c. attuale fu "regalata" l'opportunità di "impersonare" un ruolo ed una maschera, e giù giù a scendere nella gerarchia ad ognuno la sua maschera fino all'ultimo degli scribacchini.

La rappresentazione SACRA continua quindi più veloce e sincopata che mai ai nostri giorni, precisando che per sacro oggi si intende , alla luce dell'eresia capitalista, tutto ciò che riguarda il dio mammona.

E allora eccoci qui TUTTI, chi più chi meno, intrattenuti nel grande teatro, mentre nella realtà la gerarchia "sacerdotale" si riserva la facoltà di fregarci tutti quanti in termini o finanziari o di diritti negati.

Ma è tutto un gioco, una recita. Ma il dott. Harford visibilmente scosso si chiedeva che razza di gioco fosse mai quello che finisce con qualcuno che muore veramente. In realtà qualcuno era sì morto, ma dopo uno scambio, non era infatti morta l'"officiante" ma la sua "controfigura" cioè la ragazza svenuta nel bagno.

Il gioco vale anche per noi. Siamo davvero fregati, tuttavia PREVIA SOSTITUZIONE. Cioè ad essere colpito "veramente per finta" è la nostra "persona" nel senso che dicevo all'inizio, cioè la nostra identità anagrafica che tuttavia viene intesa come IMPRESA secondo il diritto commerciale internazionale. Impresa che presto o tardi rischia di presentare i libri in tribunale. Veramente ma per scherzo.

Onore a te Takuro Nakai genio incompreso dei manga[img align=right]
Giano
Inviato: 8/11/2011 15:23  Aggiornato: 8/11/2011 15:23
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/3/2011
Da:
Inviati: 1424
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
“Lei deve e può denunciare pubblicamente la realtà di questa moneta disegnata per fallire.”

“Sia, Presidente, colui che piazza la mina nei cingoli della loro macchina infernale, rivelandone l’inganno chiamato Euro e Trattato di Lisbona.”

“Lei deve dire alla nazione ciò che sta veramente accadendo, e chi ci ha condotti a questo dramma.”



Amico di Paolo: “Paolo la mia azienda sta andando in malora, pensi che sarebbe una buona idea utilizzare le ultime quattro lire che mi rimangono per fare un po’ di pubblicità?”

Paolo: “E’ un’ottima idea amico mio, la pubblicità è l’anima del commercio”

Amico di Paolo: “Non vorrei che fosse una campagna pubblicitaria come tante altre, vorrei un testimonial di cui il pubblico si fidi, qualcuno che quando viene visto faccia esclamare: accidenti, se lo dice lui non posso che provare!”

Paolo: “E’ un’ottima idea amico mio, un’ottima idea!”

Amico di Paolo:” Hai qualche nome da consigliarmi?”

Paolo:”Stavo pensando a Wanna Marchi…amico mio.”

Anche prendendo per buone tutte le tesi di Barnard, che senso ha fare svelare “il più grande crimine” al più grande cazzaro in circolazione?

perspicace
Inviato: 8/11/2011 15:30  Aggiornato: 8/11/2011 15:30
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Anche prendendo per buone tutte le tesi di Barnard, che senso ha fare svelare “il più grande crimine” al più grande cazzaro in circolazione?

Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
winston73
Inviato: 8/11/2011 15:46  Aggiornato: 8/11/2011 15:46
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/5/2010
Da:
Inviati: 135
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
la domanda è

berlusconi al governo avrebbe detto di no all'entrata nell'euro?

inoltre

chiaro che B. è al potere per proteggere i propri interessi e quelli di varie lobby affaristiche di chiara matrice mafiosa

chi ha interesse quindi ad un cambio di governo in italia, visto la stravolgente offensiva finanziara dell'ultimo periodo?

l'analisii in articolo è chiara e condivisibile ma divide ancora il mondo in dx e sx. assurdo.
ci sono uomini messi lì da cricche affaristiche varie a spianare la strada al capitalismo senza freni e B. non mi pare certo uomo del popolo, così come non lo era prodi e così come non lo sarà mai d'alema.

2+2=5
LUSSU
Inviato: 8/11/2011 15:54  Aggiornato: 8/11/2011 15:54
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/6/2011
Da: Sardegna
Inviati: 32
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Anche io da anarchico sarei disposto a dare il voto a Silvio, a patto che i veri colpevoli vengano sbugiardati delle loro false buone azioni. Volevo far notare che il PD non è l'acronimo di "Partito Democratico", ma ha un significato sotterraneo e invisibile come lo sono stati i suoi ideologi-cospirazionisti dalle fondamenta iniziali,come Prodi, Scalfaro, Ciampi, Violante, Monti, Amato, Draghi, Bersani, Schioppa, D'Alema, Napolitano...

Esso rappresenta il simbolo del palladio nella tavola degli elementi. Infatti loro sono assoggettati alla fede del "palladismo", come i satanisti e i luciferiani, tra i più infimi in simbologie esoteriche ed invisibili. Avrete sentito parlare dell'esistenza della doppia piramide, una, quella nota poggiava le sue fondamenta sulla P2, mentre l'altra doveva rimanere nascosta per progettare indisturbata i più grossi crimini degli ultimi quaranta anni (strage Capaci e via D'Amelio per citarne solo alcune), e con la scusa del debito, togliere sovranità al paese di cui solo oggi vediamo i primi effetti.

A parte chi (grazie al cielo) gli è venuto un'infarto, e si è tolto di mezzo, tutti gli altri dovrebbero venire prima giudicati e poi impiccati per le loro trame malvagie. Tra questi almeno in Italia hanno avuto un ruolo decisivo Ciampi, Amato, Prodi, Draghi, entrambi al covegno sul Britannia nel marzo del 1992 come denunciato da Cossiga, per fare il punto sulla smembratura dello Stato attraverso le privatizzazioni.

Chi si è opposto a queste proposte scellerate sappiamo che fine hanno fatto, da Craxi ad Andreotti, da Gheddafi a Ben Alì, poi Raul Gardini, e tutti i suicidi-omicidi degli ultimi vent'anni. Uno dei riti particolare di questa combriccola di pervertiti (come documentata anche da Umberto Eco anch'egli complice) e sopratutto il sacrifico e l'uccisione di bambini.

Ma anche qui quando Berlusconi dal palco parlava di bambini bolliti dai Comunisti, tutti a ridere come stupidi, mentre in realtà il messaggio era abbastanza chiaro per chi era il vero destinatario.

Poi non so se vi rendete conto, oggi viene fatto il nome di Mario Monti come Presidente tecnico del Consiglio, ovvero il responsabile della Commissione Trilaterale. Come dire mettere Angelo Izzo mestrino di un asilo nido.

Calvero
Inviato: 8/11/2011 16:06  Aggiornato: 8/11/2011 16:06
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Che carriera Mister Marcus e quante carriere a seguire

_______________________

Fondata nel 1869 da Marcus Goldman, un tedesco di origini ebraiche immigrato negli Stati Uniti, la società acquisisce il nome Sachs quando nel 1896 a Marcus Goldman si unisce il genero Samuel Sachs e nello stesso anno viene quotata alla borsa di New York.

Agli inizi del 1900 la banca diviene la miglior guida ................


Romano Prodi, da consulente Goldman Sachs a Presidente del Consiglio in Italia

Mario Draghi, da Vicepresidente Goldman Sachs a Governatore della Banca d'Italia


Mario Monti, dalla Commissione Europea sulla concorrenza alla Goldman Sachs

Massimo Tononi, dalla Goldman Sachs di Londra a sottosegretario all'Economia nel governo Prodi del 2006


Gianni Letta, membro dell'Advisory Board di GS è nominato sottosegretario alla Presidenza del Consiglio del governo Berlusconi (2008)


Robert Rubin, da dirigente Goldman Sachs a segretario al Tesoro presidenza Clinton

Henry M. Paulson, da vice Presidente di Goldman Sachs a Segretario al Tesoro sotto presidenza G.W. Bush

Robert Zoellich, da dirigente Goldman Sachs a vicesegretario U.S.A.

William Dudley, da dirigente della Goldman Sachs a capo della Federal Reserve Bank di New York, il distretto principale azionista della Federal Reserve

Paul Thain, da Presidente Goldman Sachs nel 2003 a capo del New York Stock Exchange

Philip D. Murphy, da presidente Goldman Sachs in Asia a Responsabile per la raccolta fondi per il Partito Democratico U.S.A.


Joshua Bolten, da dirigente Goldman Sachs, a capo del gabinetto della Casa Bianca

Gary Gensler, sottosegretario al tesoro

Jon Corzine, da ex presidente Goldman Sachs a Governatore del New Jersey

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
utrevolver
Inviato: 8/11/2011 16:10  Aggiornato: 8/11/2011 16:10
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/6/2007
Da: Sandalia
Inviati: 411
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Anche io da anarchico sarei disposto a dare il voto a Silvio, a patto che i veri colpevoli vengano sbugiardati delle loro false buone azioni. Volevo far notare che il PD non è l'acronimo di "Partito Democratico", ma ha un significato sotterraneo e invisibile come lo sono stati i suoi ideologi-cospirazionisti dalle fondamenta iniziali,come Prodi, Scalfaro, Ciampi, Violante, Monti, Amato, Draghi, Bersani, Schioppa, D'Alema, Napolitano...


Bellissimo intervento Lussu! Hai detto semplicemente e sinteticamente la verità.

Molti gioiranno per la fine di Berlusconi, forse complice anche lui, in parte, del triste destino che ci è stato organizzato. Ma coloro che gioiranno, presto avranno da riflettere per l'orrendo futuro che si profila all'orizzonte.

Solo nomi come Draghi, Napolitano, Monti, Ciampi, Prodi (sì, quello della seduta spiritica...), hanno un effetto diabolico su ciò che rimane di buono e bello.

Nuit
Inviato: 8/11/2011 16:27  Aggiornato: 8/11/2011 16:27
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/9/2010
Da: Messina
Inviati: 346
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Riporto:
Il Ministro delle Riforme Roberto Calderoli (Lega Nord) ha dato un suggerimento sulle conseguenze di questa incauta intromissione quando gli è stato chiesto nel fine settimana se “vale la pena” di rimanere dell’Unione Monetaria. “Il Trattato di Lisbona ha molti aspetti negativi ma ne ha uno positivo: si può uscire dall’Europa.”

crisalide
Inviato: 8/11/2011 16:29  Aggiornato: 8/11/2011 16:29
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/3/2010
Da: Padova
Inviati: 98
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Mi sembra purtroppo che qui si voglia attaccare più la persona Barnard che il suo pensiero e le sue proposte. Chi lo legge da tempo sa benissimo che Paolo ha sempre affermato che i politici (TUTTI) sono solo dei Burattini, mentre il Vero Potere risiede da altre parti (e ha fatto nomi e cognomi).
E questo articolo purtroppo, se letto in modo superficiale e/o se non si conosce l'autore, si può prestare a delle interpretazioni errate, spostando il mirino su argomenti francamente inutili e superati (destra vs. sinistra, Berlusconi si/Berlusconi no), che a mio avviso non sono certo quelli che Barnard cerca di evidenziare.
Ecco, a questo punto sarebbe interessante sapere da Mazzucco perchè ha pubblicato proprio questo articolo. Secondo me, se l'intenzione era quella di far conoscere il pensiero di Barnard, questo non era certo il più indicato (ma forse le intenzioni erano altre?)
Barnard sta spiegando, anche nella versione un po' più facilmente comprensibile nel suo dialogo virtuale con la nonna, una teoria economica ben precisa, la Modern Money Theory. In poche parole rivendica la sovranità monetaria dei singoli stati, con la possibilità quindi di emettere moneta, tramite una banca centrale DI PROPRIETA' dello Stato, senza più andare a prestito dagli strozzini attuali; quindi mi piacerebbe si discutesse di questa teoria, ben vengano anche le critiche costruttive per capire quali sono eventuali punti deboli.
Per quel poco che ne capisco di economia, personalmente la ritengo abbastanza convincente, però sarebbe utile sentire anche l'opinione di altri più esperti.
D'altronde mi sembra che l'alternativa attuale, cioè sottostare alle imposizioni dettate dalla UE e dalla BCE, ci porterà velocemente al disastro (Grecia docet).

Per quanto riguarda il cetriolo, intanto mi sono premunito facendo una discreta scorta di mutande di ferro

"Non hai bisogno di un meteorologo per sapere da che parte soffia il vento"
(Bob Dylan)
incredulo
Inviato: 8/11/2011 16:38  Aggiornato: 8/11/2011 16:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione: Crisalide

Per quanto riguarda il cetriolo, intanto mi sono premunito facendo una discreta scorta di mutande di ferro

E' tardi Crisalide.

Mettersi ADESSO le mutande di ferro' e' come chiudere le stalle quando i buoi sono gia' scappati.

Il cetriolo c'e' gia'.

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
ohmygod
Inviato: 8/11/2011 16:38  Aggiornato: 8/11/2011 16:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 16/10/2007
Da:
Inviati: 3652
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Se l'ottimo intervento di Lussu fosse stato scritto da Barnard anche in quel caso ci sarebbero state persone che non sarebbero state daccordo.

a_mensa
Inviato: 8/11/2011 16:41  Aggiornato: 8/11/2011 16:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/6/2009
Da: roncello (mi)
Inviati: 3180
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
anche qui è sbarcato il grande pifferaio, incantatore di idioti pronti a pendere dalle sue labbra.
questo articolo è difficile persino da contestare, visto che parte da presupposti completamente falsi, primo tra tutti quello sulla sovranità monetaria.
quasi quasi sarei anche contento, non vivessi anch'io in questo paese, di vedere la fine che farebbero tutti gli idioti che credono alle parole di questo pifferaio..... ma l'esempio c'è già, su tutti i libri di storia.
uno stato, che potesse emettere denaro, incapace di incassare quanto spende, cosa credete che farebbe ? ovvio, emetterebbe denaro, quanto basterebbe a coprire il deficit di bilancio.
e quanto credete ci metterebbe a ridurre tutti voi ad andare a comprare il pane con una carriola di banconote da 1.000.0000.000 ?
quando capirete che la ricchezza di una nazione non è data da quanto denaro crea, ma da quanti BENI REALI crea, allora potremo cominciare a parlare di COSA è IL DENARO e a cosa serve, e quale è il suo valore.
prima, cari signori che inneggiano a questo incantatore è inutile perdere tempo a spiegarvi come stanno le cose.
la sua abilità sta nel dirvi ciò che volete sentirvi dire, e cioè che questa crisi è dovuta tutta ai cattivoni banchieri, ai cattivoni della sinistra che vi hanno portato nell'euro, tutti cattivoni, e voi , poveri cretini, non avete colpe.
e io invece vi dico che la colpa è nostra, di tutti noi, che abbiamo creduto alla favola della democrazia esercitata ogni 5 anni con una croce, lasciando poi liberi i veri burattini di compiacere i loro padroni, e portarvi a non esser più padroni delle vostre vite.
si i banchieri cono cattivi, ma la responsabilità prima è dei politici-marionetta, incapaci di riscuotere le tasse dai ricchi che si sono arricchiti sempre di più, e per provvedere alle bisogne hanno indebitato lo stato ed hanno caricato il debito sulle nostre spalle.
avete mai sentito un primo ministro o un ministro del tesoro chiedere alla popolaziuone se era d'accordo ad indebitarsi per riscuotere meno tasse ai più ricchi ? no vero ? 44% massimo, che per certa gente è un regalo inaudito !!
la volontà di costoro è volervi schiavi, con lavori precari o disoccupati, pronti a sottomettervi abbandonando ogni rivendicazione, disposti a dare il vostro lavoro per un tozzo di pane.
schiavi del vostro telefonino, della partita di pallone, della maglietta firmata.
certo, è più sgradevole dirvi che questa è una burla di democrazia, che noi non contiamo un cazzo, ovunque si metta la croce, perchè messa la croce gli eletti faranno comunque quanto gli pare e piace perchè a voi, non interessa più, non vi interessa controllare il loro operato (troppa fatica vero?), non vi interessa chiedere gli strumenti per mandarli a casa a calci ( ma meglio in galera), meglio delegare ( lamentandosi poi perchè non sono ne eroi ne santi).
coglioni ! si ..... coglioni ! e poi ad ascoltare chi diffonde ovunque un verbo falso e inutile.
basterebbe tassare adeguatamente i proventi bancari dalla gestione del denaro ( visto che è fatta col monopolio del "corso legale") sia attuali che pregressi accumulati negli spaventosi "mezzi propri" delle banche stesse, cosa che toglierebbe loro ogni potere e ripianerebbe i debiti sovrani..... semplice no ? eppure nessun governante occidentale avrà mai il coraggio di fare una simile semplice cosa. perchè sono marionette al loro servizio, con i pifferai come Barnard che vi indicano fumosi nemici, tanto fumosi che non li raggiungerete mai, che non potrete mai nemmeno immaginare di cambiare il vostro stato !
idioti ! se c'è un debito, ci sono dei creditori !!! dove sono ? come hanno accumulato tante ricchezze ? perchè non vi dice chi sono ? paura soltanto che cominciate a ragionare con la testa, invece che col culo !!
e così vi può anche presentare un delinquente come unica ancora di salvezza...... complimenti dai, andate avanti così che andate bene !!!
e adesso, caro mazzucco, bannami pure , così avrai spento una delle poche voci che cercano di svegliare questa massa di pecoroni idioti !!

non vorrei mai appartenere ad un club che avesse me come socio.
Sertes
Inviato: 8/11/2011 16:50  Aggiornato: 8/11/2011 16:50
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Quoto a_mensa parola per parola, quello che hai scritto qui sopra meriterebbe di stare al posto dell'articolo.


Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Lezik85
Inviato: 8/11/2011 16:51  Aggiornato: 8/11/2011 16:53
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/4/2009
Da: Freedonia
Inviati: 1463
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Barnard sta spiegando, anche nella versione un po' più facilmente comprensibile nel suo dialogo virtuale con la nonna, una teoria economica ben precisa, la Modern Money Theory.


Già, nonostante il mondo sia affondato nelle valute non convertibili create dal nulla con un semplice clic di mouse, è necessaria una nuova teoria che spieghi i miracoli e i prodigi resi possibile dall'alchimia monetaria moderna. Ovvero, nonostante siano decenni che ci sciroppiamo le stronzate delle banche centrali questo non vuol dire che dobbiamo per forza tenercele. La MMT ricorda molto le rosee profezie di Samuelson sull'URSS...sappiamo tutti come è andata veramente a finire.

ohmygod
Inviato: 8/11/2011 16:54  Aggiornato: 8/11/2011 16:56
Sono certo di non sapere
Iscritto: 16/10/2007
Da:
Inviati: 3652
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Il vero nome del PD è GS:Goldman Sachs.

redna
Inviato: 8/11/2011 17:01  Aggiornato: 8/11/2011 17:01
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
idioti ! se c'è un debito, ci sono dei creditori !!! dove sono ? come hanno accumulato tante ricchezze ? perchè non vi dice chi sono ? paura soltanto che cominciate a ragionare con la testa, invece che col culo !! e così vi può anche presentare un delinquente come unica ancora di salvezza...... complimenti dai, andate avanti così che andate bene !!!

mannaggia a_mensa, tanto ti ci voleva per arrivare a queste perle!!!



C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
incredulo
Inviato: 8/11/2011 17:03  Aggiornato: 8/11/2011 17:03
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
@a_mensa

Meglio Barnard

Il tuo discorso arriva alla "pancia" di noi tutti.

Lo trovo populista il tuo ragionamento.

Dire che il popolo e' cretino per cui e' giusto che venga inchiappettato e' lo stesso punto di partenza dei nostri padroni.

Il "popolo" NON si svegliera' mai perche' in realta' NON ESISTE il popolo.

E' solo una categoria mentale.

TUTTI i giochi di potere CHE CONTANO sono fuori dalla sfera di influenza del "popolo".

Ciao

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
Redazione
Inviato: 8/11/2011 17:05  Aggiornato: 8/11/2011 17:14
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
TUTTLE: Citazione:
Per il bene dell'Italia, DIMETTITI SILVIO e VAI A LAVORARE BARNARD!
Spendida!!!

***

PIKEBISHOP: Citazione:
Il piu' grande crimine e' dare spazio a Paolino: al limite, Massimo, un articoletto di Travaglio, che almeno sa fare il suo lavoro, eh?
Lo spazio più importante su LC è quello dei commenti.

***

SERTES: Citazione:
Tu sei sostanzialmente d'accordo con quanto esposto da Barnard?
Personalmente, no. Nè sostanzialmente, nè tangenzialmente. Posso condividere una parte della sua analisi storica, sulle radici dell’Euro, ma la cosa si ferma lì.

Citazione:
Difende lui le affermazioni fatte nell'articolo o ti assumi tu l'onere?
Io non ci penso nemmeno (perchè mai dovrei, scusa? Mi hai mai sentito prendere posizioni “signoraggiste”?) Mi auguro piuttosto che Barnard lo faccia, nel suo interesse prima di tutto. Preparatemi delle domande precise, e gliele giro al più presto.

***

Citazione:
A_MENSA: E adesso, caro mazzucco, bannami pure, così avrai spento una delle poche voci che cercano di svegliare questa massa di pecoroni idioti!!
E perchè mai dovrei bannarti? La tua funzione qui è fondamentale, lo hai detto tu stesso! Anzi, ti mando un incoraggiamento per lo sforzo che dovrai continuare a compiere, che rimane a quanto pare faticoso.

***

Ora rispondo a tutti quelli che – direttamente o indirettamente – mi domandano perchè abbia pubblicato questo articolo (a me la cosa sembra ovvia, ma evidentemente non è così).

SuperFed
Inviato: 8/11/2011 17:07  Aggiornato: 8/11/2011 17:07
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/6/2011
Da: Città stressante nord Italia
Inviati: 168
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Faccio un'aggiunta.

E' stato pubblicato un articolo di Barnard.
Possiamo dibattere sulla qualità ed opportunità della scelta, pero'...

....il punto è che si poteva scegliere fra MIGLIAIA di articoli ed analisi dei più svariati analisti, o rivelatori di segreti o ex addetti ai lavori (sporchi) che si confessano ecc. Tutti questi nel mondo (occidentale) SONO SALTATI TUTTI FUORI ALLO STESSO TEMPO....UN CASO?

No, siamo al cambio di passo per il mondo. E quando una "commedia" si conclude succede che tutti gli attori si manifestano insieme sul palco....

Li vediamo tutti lì CON LA LORO MASCHERA, come dicevo nell'intervento precedente, quindi non prendiamoli troppo sul serio. Manteniamoci dovutamente freddi e continuiamo a ragionare con la nostra testa che problema c'è?

Nella vita di tutti i giorni lo vedo con tutti. E lo si sta vedendo anche in questo sito. C'è molta esasperazione emotiva.
Me la spiego IN PRIMIS con la percezione istintiva diffusa di una minaccia generale, che c'è tutta, al nostro benessere e ai nostri diritti. In secundis
deriva proprio dal moltiplicarsi all'infinito delle fonti e delle voci di informazione. In questo balletto, in questa recita, se prendiamo troppo sul serio gli attorucoli o in positivo o in negativo, andiamo emotivamente in corto circuito. Facciamo attenzione, il sistema generale di diffusione delle informazioni è comunque sovraccarico, quindi manteniamo il distacco e semplicemente continuiamo ognuno a ragionare con la propria testa.

Onore a te Takuro Nakai genio incompreso dei manga[img align=right]
Sertes
Inviato: 8/11/2011 17:38  Aggiornato: 8/11/2011 17:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Redazione ha scritto:
SERTES: Citazione:
Tu sei sostanzialmente d'accordo con quanto esposto da Barnard?
Personalmente, no. Nè sostanzialmente, nè tangenzialmente. Posso condividere una parte della sua analisi storica, sulle radici dell’Euro, ma la cosa si ferma lì.

Citazione:
Difende lui le affermazioni fatte nell'articolo o ti assumi tu l'onere?
Io non ci penso nemmeno (perchè mai dovrei, scusa? Mi hai mai sentito prendere posizioni “signoraggiste”?) Mi auguro piuttosto che Barnard lo faccia, nel suo interesse prima di tutto. Preparatemi delle domande precise, e gliele giro al più presto.


Ok, considerando che il personaggio in questione non presenzia mai alla discussione non capivo se la pubblicazione fosse da intendersi come qualcosa che tu condividevi in pieno.

Grazie per il chiarimento

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Calvero
Inviato: 8/11/2011 17:40  Aggiornato: 8/11/2011 17:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Il vero nome del PD è GS:Goldman Sachs.


Aspetta ...

... diciamola meglio.

Il vero nome del politico giusto, al posto giusto, al momento giusto, in ogni dove ===> è "GS". Quando tocca a quelli di GS a gestire il loro burattini, of course, altrimenti ci sono altre sigle; l'importante è seguire l'Agenda. E poi quando i programmi seguono l'Agenda e giungono a Meta, però potrebbe conseguirne un ostacolo laterale ...

... allora si cambiano i vertici militari

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Stefo
Inviato: 8/11/2011 17:41  Aggiornato: 8/11/2011 17:41
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/2/2009
Da: Roma
Inviati: 324
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Se Travaglio dicesse che ama le formiche, Barnard tesserebbe l'elogio dei formichieri e gli darebbe il premio come "best animal of the year". Quando il rancore guida le tue parole, perdi qualsiasi attendibilità e scrivi un'accozzaglia di stupidaggini come in questo articolo. Qualcuno gli spieghi che le banche centrali non sono proprietà dello stato. Qualcuno gli spieghi che il centrodestra è stato al governo per decenni e che l'ingresso nella UE e nella zona Euro non si decide in cinque minuti. Qualcuno gli spieghi chi è Silvio Berlusconi a Barnard, per favore, perché mi sa che vive sulla luna.

superanima
Inviato: 8/11/2011 17:48  Aggiornato: 8/11/2011 17:48
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/8/2007
Da:
Inviati: 300
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
quando capirete che la ricchezza di una nazione non è data da quanto denaro crea, ma da quanti BENI REALI crea


Caro a_mensa, ma questo è chiaro a tutti Barnard in primis.
Se il tuo presupposto alla critica di Barnard è questo allora parti malino.

Citazione:
ovvio, emetterebbe denaro, quanto basterebbe a coprire il deficit di bilancio.
e quanto credete ci metterebbe a ridurre tutti voi ad andare a comprare il pane con una carriola di banconote da 1.000.0000.000 ?


Sempre la stessa bischerata trita e ritrita, e vecchia come il cucco.

Meno male che dovevi aprirci la mente.

Citazione:
con i pifferai come Barnard che vi indicano fumosi nemici, tanto fumosi che non li raggiungerete mai, che non potrete mai nemmeno immaginare di cambiare il vostro stato !


La storia economica degli ultimi 150 anni È fumosa, e difficile da spiegare, per ovvie ed intrinsiche ragioni.
Cercare di comprenderla sicuramente male non fa.
Poi quando si tratta di scegliere le battaglie e gli obbiettivi è ovvio che conviene limitarsi a cose semplici e facilmente raggiungibili.

Citazione:
certo, è più sgradevole dirvi che questa è una burla di democrazia, che noi non contiamo un cazzo, ovunque si metta la croce, perchè messa la croce gli eletti faranno comunque quanto gli pare e piace perchè a voi, non interessa più, non vi interessa controllare il loro operato (troppa fatica vero?), non vi interessa chiedere gli strumenti per mandarli a casa a calci ( ma meglio in galera), meglio delegare ( lamentandosi poi perchè non sono ne eroi ne santi).
coglioni ! si ..... coglioni ! e poi ad ascoltare chi diffonde ovunque un verbo falso e inutile.


Ti ripeto, se pensi di criticare Barnard con questi argomenti allora sei fuori strada di brutto.

Paxtibi
Inviato: 8/11/2011 17:51  Aggiornato: 8/11/2011 17:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Barnard ha finalmente capito dove gira la patonza.


Calvero
Inviato: 8/11/2011 17:53  Aggiornato: 8/11/2011 17:53
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
_____________________
____________

@ Massimo

... articolo giusto questo, per testare LC eh
(occhio che anche tu sei compreso nel prezzo)

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
a_mensa
Inviato: 8/11/2011 17:55  Aggiornato: 8/11/2011 18:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/6/2009
Da: roncello (mi)
Inviati: 3180
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
@ Stefo
....... e qualcuno spieghi anche in che coondizioni era l'Italia quando entrammo nell'euro !!!
se non avessimo potuto usufruire della credibilità della moneta unica, saremmo finiti allora, come rischiamo di finire ora, in default.
memoria corta dei soliti cantori al contrario, che dimenticano come la svalutazione iniziale fu colpa soprattutto del governo berlusconi che cancellò tutte le misure preventive predisposte da prodi, dando la stura ai commercianti che applicarono immediatamente il cambio 1000lire=1 euro.
perchè gli altri paesi aderenti non ebbero una simile svalutazione ? e poi, i governi berlusconi, che invece di approfittare del tasso favorevole per abbassare il debito pubblico, si dedicò ad aumentarlo per acquisire il consenso popolare e venir rivotato..... ricordate come accusò la sinistra di essere il partito delle tasse solo perchè rimediò ( purtroppo solo parzialmente) al bengodi berlusconiano.
guardate le date e la curva del debito pubblico e vedrete se ho ragione o torto !!!
ora proviamo a piantarla di cercare capri espiatori in giro per il mondo, sistemiamoci davanti allo specchio, e li lo troveremo subito.

non vorrei mai appartenere ad un club che avesse me come socio.
perspicace
Inviato: 8/11/2011 17:56  Aggiornato: 8/11/2011 18:03
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
@ a_Mensa

Un applauso quoto tutto



e ringrazio LUSSU "il cimitero di Praga" non l'avevo letto

Però non penso che Mr B intendesse quei mangia bambini

piuttosto penso si riferisse alla fame in Russia tipo "hannibal le origini" però chissà dopotutto è un massone quindi i cazzi li dovrebbe sapere.


Autore: Paxtibi Inviato: 8/11/2011 17:51:51

Barnard ha finalmente capito dove gira la patonza.

Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
a_mensa
Inviato: 8/11/2011 18:03  Aggiornato: 8/11/2011 18:03
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/6/2009
Da: roncello (mi)
Inviati: 3180
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
@ superanima

Citazione:
Meno male che dovevi aprirci la mente.

figurati .... con te non ci provo nemmeno !!

Citazione:
La storia economica degli ultimi 150 anni È fumosa, e difficile da spiegare, per ovvie ed intrinsiche ragioni.


soprattutto se chi cerca di farlo con tanto spiegamento di trombe , non ha capito una sega ne di come funziona il sistema bancario, ne di cosa rappresenta il denaro, e ancor meno cosa un semplice ragioniere impara nei primi due anni di ragioneria, ovvero cos'è un bilancio, e cosa è un debito.

Citazione:
Ti ripeto, se pensi di criticare Barnard con questi argomenti allora sei fuori strada di brutto.


di argomenti ne ho una montagna, non solo questo. il fatto è che l'ho anche sfidato più volte ad un pubblico confronto, ma non mi ha mai nemmeno risposto. che dici, vuoi provare tu a convincerlo ?

non vorrei mai appartenere ad un club che avesse me come socio.
redna
Inviato: 8/11/2011 18:06  Aggiornato: 8/11/2011 18:19
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
. e qualcuno spieghi anche in che coondizioni era l'Italia quando entrammo nell'euro !!! se non avessimo potuto usufruire della credibilità della moneta unica, saremmo finiti allora, come rischiamo di finire ora, in default. memoria corta dei soliti cantori al contrario, che dimenticano come la svalutazione iniziale fu colpa soprattutto del primo governo berlusconi che cancellò tutte le misure preventive predisposte da prodi, dando la stura ai commercianti che applicarono immediatamente il cambio 1000lire=1 euro.


giusto a_mensa.............e qualcuno forse dimentica quel Renato Ruggiero mandato via in fretta e furia? Era ministro degli esteri e papi si accollò da allora l'interim del ministero degli esteri come se nulla fosse.... Già nel 2002 l'Italia cominciò a perdere credibilità agli occhi della UE e si aprirono meravigliosi spiragli ai furbetti di quartierino che proliferarono dappertutto devastando quello che potevano devastare, territorio per primis (e i risultati si vedono in tutta Italia ora con il maltempo....) coadiuvati ancore dai meravigliosi condoni di papi e dalla tacita approvazione delle cosidette opposizioni che non vedevano, non sentivano e nemmeno parlavano.

Citazione:
ora proviamo a piantarla di cercare capri espiatori in giro per il mondo, sistemiamoci davanti allo specchio, e li lo troveremo subito.

sempre che qualcuno guardandosi allo specchio e vedendosi in realtà qual'e non abbia un infarto. Al che passeremo subito alla tragedia in questa Italia da farsa che conosciamo da 17anni e alla quale in molti sono affezionati. Barnard in primis.

Citazione:
Barnard ha finalmente capito dove gira la patonza.

questo potrebbe essere un'attenuante per quanto ha scritto?
Ce lo poteva dire che sosteneva il partito della gnocca di papi....

Comunque sia il premier sta sempre bene. Ce lo dice l'ex velina di TELECAFONE....Nota particolare del corriere: la sorveglianza saluta con deferenza ...(la patonza?)

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Pispax
Inviato: 8/11/2011 18:14  Aggiornato: 8/11/2011 18:31
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Madonna mia.

Quando ho letto il titolo ho pensato: "ora entro solo per dire VAFFANCULO BARNARD".
Poi invece ho pensato che, va be', Barnard è così, magari ha scelto un titolo provocatorio per poi dire qualcosa di intelligente.
E allora ho letto l'articolo.


Cazzo, manca poco che cado dalla sedia.
Con il pretesto di portare avanti una teoria originale - che poi è la stessa, identica teoria che Feltri e Ferrara rispolverano periodicamente - ho avuto il dubbio privilegio di assistere alla più epica e clamorosa leccata di culo a cui abbia mai assistito.


Sul serio.
Dice tutto quello che Presidente ama sentirsi dire.
Dice che Lui non ha colpa di nulla, ma proprio di nulla: la colpa è tutta di Francois Perroux, quello stronzo.
Ma non ha agito da solo. Ha avuto dei complici, in questo suo piano scellerato.
E allora indica uno a uno tutti i nemici di Presidente. Gli è sfuggito giusto Fini.
Ma sono tutti comunisti, Wall Street Journal in testa, e, sa va sans dir, tutti animati dalla "cultura dell'Odio".
Niente a che vedere con il Partito dell'Amore che Presidente cercò di portare avanti qualche tempo fa - e anche lì la cosa fallì, ma ovviamente "non per colpa sua".


In ogni caso sul momento ci ho sperato.
"Magari Presidente gli dà retta e si mette a blaterare tutte quelle sciocchezze, così il problema delle dimissioni non esiste più: si copre talmente tanto di ridicolo che poi lo pigliano per il culo anche i pescatori di Antigua, altro che Bruxelles"

Ma no, cazzo. Figuriamoci se lo fa. MAGARI lo facesse: ma non lo fa.


.
Tutto sommato è anche umano, via: d'altra parte Presidente si sta accingendo a lasciare la carriere di uomo politico per riprendere a tempo pieno il suo mestiere d'editore. E infatti, birichinamente, qualche brandello di curriculum "di quelli giusti" Paolo ce lo infila.
Hai visto mai: ha dato lavoro anche a Liguori, l'uccellatore di Lotta Continua. La cosa ci sta tutta.


Però, e lo giuro sul mio fegato putrefatto, è impossibile non notare che frasi tipo:
"Presidente, il team di macroeconomisti accademici del Levy Institute Bard College di New York e dell'Università del Missouri Kansas City, sono coloro che hanno strutturato il piano Jefes che ha portato l'Argentina dal default al divenire una delle economie più in crescita del mondo di oggi. Essi sono a Sua disposizione per definire sia la strategia comunicativa che quella economica per salvare l'Italia, e il Suo governo, da un destino tragico e che non meritiamo....

Hanno ESATTAMENTE lo stesso tipo di retorica degli Appelli al Duce. E fanno leva esattamente sullo stesso culto della personalità.
Usando lo stesso tipo di piaggeria.


(Esempino:

(blablabla complotto plutogiudaomassonico...
blablabla la perfida Albione...
blablabla i disfattisti...i socialisti... i comunisti.... l'Amor Patrio...)

"Duce!
La squadra di macroeconomisti accademici della Joseph Weber Mayer von Ribbentropp Schule e quelli dell'Accademia della Finanza di Berlino, sono coloro che hanno strutturato il piano Jefes che ha portato l'Argentina dalla rovina economica al divenire una delle economie più in crescita del mondo di oggi. Essi sono a Sua disposizione per definire sia la strategia comunicativa che quella economica per salvare l'Italia, e il Suo governo, da un destino tragico e che non meritiamo.
...
)






Mi dispiace per questo giudizio un po' impietoso.
Ho cercato di contenermi. Ho persino riportato una citazione sola.

In ogni caso mi pare in sintonia con l'autore. Barnard ultimamente è talmente confuso che ce lo vedo bene a sgomitare per saltare sul carro dei perdenti.

JohnTitor
Inviato: 8/11/2011 18:32  Aggiornato: 8/11/2011 18:32
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/11/2010
Da: Tampa
Inviati: 602
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Barnard scrive cose allucinanti ma temo vere.

Noi siamo in mano a due, Bossi e Berlusconi che dell'italia gl'e ne fregato poco, per un motivo o per l'altro.
Purtroppo quelli che succederanno loro faranno però una macelleria sociale di devastanti proporzioni facendo decollare il tasso di suicidi come sta avvenendo in Grecia di cui naturalmente nessun giornale prono al sistema globalista osa parlare.
Spero di sbagliarmi.

Luco
Inviato: 8/11/2011 18:32  Aggiornato: 8/11/2011 18:34
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/3/2008
Da:
Inviati: 286
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
amensa
Citazione:
basterebbe tassare adeguatamente i proventi bancari dalla gestione del denaro ( visto che è fatta col monopolio del "corso legale") sia attuali che pregressi accumulati negli spaventosi "mezzi propri" delle banche stesse, cosa che toglierebbe loro ogni potere e ripianerebbe i debiti sovrani..... semplice no ?


E' qui il punto?
si può spiegare questa operazione in versione "for dummies" ?

nell'attesa che arrivi qualcuno a darti del
Citazione:
pifferaio, incantatore di idioti pronti a pendere dalle sue labbra.

Perchè arriverà qualcuno a dire che amensa
Citazione:
parte da presupposti completamente falsi

e i dummies come me continueranno a non capire come sia possibile non trovare - neanche fuori dalle stanze del potere o dalle tifoserie politiche - motivi e rimedi non soggettivi di una situazione che, oggettivamente, è in atto.

Calvero
Inviato: 8/11/2011 18:33  Aggiornato: 8/11/2011 18:35
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
@ PISPAX

Che Barnard abbia giocato le sue carte mettendo i pesi sulla bilancia dove più comodano alla sua visione, calcando la mano sul piattino che preferisce appesantire, non toglie neanche un sassolino alla plausibilissima macchinazione che sta portando al NWO ....

... quindi il giochino che fai e che ti critico sempre di amplificare grottescamente e stupidamente le questioni legate al NWO, scrivendo come in questo caso ====> plutogiudaomassonico va proprio a ledere al ragionamento intelligente che hai fatto a monte. Dare nomi cretini a cose non cretine, per dire che sono cretine .. disonora le tue valutazioni. Quindi: NON essendo tu cretino (e lo sai che lo so veramente e non lo dico per fare un gioco di circostanza) .. perché invece non continui il discorso che è interessante? (senza scadere in questa tiritera infantile).

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
DrHouse
Inviato: 8/11/2011 18:39  Aggiornato: 8/11/2011 18:39
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/11/2007
Da:
Inviati: 2394
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Paxtibi ha scritto:
Barnard ha finalmente capito dove gira la patonza.

Epica!

E dopo 10 anni, siamo a discutere se il Volo 77 è arrivato proprio lungo questa linea, o piuttosto è arrivato due metri più a sinistra, o due metri più a destra? (Perle complottiste)
Pispax
Inviato: 8/11/2011 18:42  Aggiornato: 8/11/2011 18:45
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Calvero

Citazione:
. quindi il giochino che fai e che ti critico sempre di amplificare grottescamente e stupidamente le questioni legate al NWO, scrivendo come in questo caso ====> plutogiudaomassonico va proprio a ledere al ragionamento intelligente che hai fatto a monte. Dare nomi cretini a cose non cretine, per dire che sono cretine .. disonora le tue valutazioni. Quindi: NON essendo tu cretino (e lo sai che lo so veramente e non lo dico per fare un gioco di circostanza) .. perché invece non continui il discorso che è interessante? (senza scadere in questa tiritera infantile).


Vostro Onore, per questo reato mi dichiaro non colpevole.
Il "complotto giudoplutomassonico" era DAVVERO un tormentone della propaganda fascista.
Pensavo che fosse una cosa risaputa. "Giudoplutomassonico" e "MinCulPop" sono le due parole più caratterizzanti del fascismo
Insieme alla perfida Albione, al disfattismo di sinistra, ai comunisti che non hanno l'Amor Patrio ecc. ecc.

Quello era un tentativo di ricostruzione dei discorsi del periodo.
D'altra parte anche la "Joseph Weber Mayer von Ribbentropp Schule" è una roba inventata solo per la fanfaronaggine del nome.




In ogni caso è interessante notare un particolare.
Fatte le dovute distinzioni sui termini (ma mica tanto: Londra è semrpe la principale imputata, insieme ai comunisti), tutto sommato anche allora si portava avanti lo stesso messaggio: le cose bruttissime che capitano agli italiani non sono MAI colpa del Duce.
E' tutto un complotto internazionale.

Virtus
Inviato: 8/11/2011 18:44  Aggiornato: 8/11/2011 18:44
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/5/2011
Da: Lecce
Inviati: 93
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Intanto Papademos è il nuovo capo del governo in Grecia. Da Wikipedia leggo:

Citazione:
After leaving the Bank of Greece in 2002, Papademos became the Vice President to Jean-Claude Trichet at the European Central Bank from 2002 to 2010. In 2010 he left that position to serve as an advisor to Prime Minister George Papandreou.[3]
He has been a member of the Trilateral Commission since 1998.[4]


Vice Presidente della Banca Centrale Europea dal 2002 al 2010 ... membro della Trilateral Commision dal 1998 ...

In Italia, si parla di Mario Monti come possibile successore di Berlusconi come capo di governo tecnico:

Citazione:

...
È inoltre presidente europeo della Commissione Trilaterale, un gruppo di interesse di orientamento neoliberista fondato nel 1973 da David Rockefeller[3] e membro del comitato direttivo del Gruppo Bilderberg[4].
Dal 2005 è International Advisor per Goldman Sachs.
...


Citazione:

...
Il 2 settembre 2011 Monti dichiara la propria disponibilità riguardo ad un impegno in prima persona per salvare dall'impasse la politica italiana, dicendosi pronto ad una eventuale chiamata del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano nell'ottica di formare un governo tecnico di transizione nel dopo-governo Berlusconi. Presumibilmente per un semestre ed in preparazione di nuove elezioni politiche anticipate da tenersi nella primavera 2012.[6]
...


Mi sfugge qualcosa ?
I politici ora son tutti banchieri ?





Calvero
Inviato: 8/11/2011 19:10  Aggiornato: 8/11/2011 19:10
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
le cose bruttissime che capitano agli italiani non sono MAI colpa del Duce


.. lungi da me quest'idea

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
rekit
Inviato: 8/11/2011 19:16  Aggiornato: 8/11/2011 19:16
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/9/2006
Da:
Inviati: 1151
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
cit:
Intanto Papademos è il nuovo capo del governo in Grecia. Da Wikipedia leggo:

Citazione:

After leaving the Bank of Greece in 2002, Papademos became the Vice President to Jean-Claude Trichet at the European Central Bank from 2002 to 2010. In 2010 he left that position to serve as an advisor to Prime Minister George Papandreou.[3]
He has been a member of the Trilateral Commission since 1998.[4]



Vice Presidente della Banca Centrale Europea dal 2002 al 2010 ... membro della Trilateral Commision dal 1998 ...

In Italia, si parla di Mario Monti come possibile successore di Berlusconi come capo di governo tecnico
................................
oh! cazzo ho dovuto sciropparmi un articolo e decine di commenti prima di leggere l'unica cosa sensata e supportata da fatti (che peraltro circola anche nei main stream media, chi ha visto l' infedele su la7 ieri sera lo sa). Stanno spostando il potere dalle mani dei politici direttamente nelle mani delle banche e pseudo banche.
Quindi a noi rimane la scelta: stare con la mafia o con le "banche"?
Barnard preferisce stare con la mafia

LUSSU
Inviato: 8/11/2011 19:22  Aggiornato: 8/11/2011 19:22
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/6/2011
Da: Sardegna
Inviati: 32
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Massimo Citazione:
Ora rispondo a tutti quelli che – direttamente o indirettamente – mi domandano perchè abbia pubblicato questo articolo (a me la cosa sembra ovvia, ma evidentemente non è così)


La letterina scritta sembrerebbe abbastanza chiara su cosa o come Paolo Barnard la pensi.
E' ormai fuori di ogni dubbio che il governo Berlusconi sia sotto attacco incrociato da strane alleanze pronto a scalciarlo ed a prenderne il posto. Ciò che fa strano, è che coloro che si propongono di prenderne la poltrona, lo fanno senza considerare l'eventualità di andare alle elezioni (punto strano della vicenda), ma di formare un governo tecnico per poi rimischiare le carte in tavola e far finire la nazione dalla padella alla brace, sempre con la solita scusa degli SPREAD e del ripianamento del debito.

Io personalmente credo che Barnard abbia evidenziato una possibile soluzione per uscire (come fece l'Argentina) dalla tremenda crisi che si prospetta.

Una domanda per Massimo.
Visto e considerato che i programmi ora vengono fatti dalla BCE:

1) Credi che sia meglio un governo tecnico guidato da Mario Monti?
2) Credi che debba andare avanti il governo Berlusconi fino a fine mandato?
3) Credi che si debba andare alle elezioni?
4) Credi che sia meglio cercare di uscire dalla zona euro fino a che si è in tempo?

Io la penso circa come Barnard, cioè penso che Berlusconi debba cercare di resistere fino a che sia possibile. Ed allo stesso tempo cercare di sbrodolare tutte le atrocità commesse dagli uomini invisibili, che si appropriano sempre dei beni e delle idee degli altri, come e solo una mentalità sionista possa essere in grado di fare.

Infine vorrei ricordare come Paolo Barnard si professi un uomo apertamente di sinistra. Io mi reputo un'anarchico. Se tiriamo temporaneamente la carretta a Berlusconi forse c'è qualcosa che non va. Forse è appurato che al partito del "palladio" ormai non ci crede più nessuno, perchè all'infuori della frase "Berlusconi si deve dimettere" altro non sa dire. Come al partito di Di Pietro, che dopo aver fatto una buona cosa con il referendum sull'acqua (contrastata dal PD), candida il figlio in Molise e nelle stesse regionali si allea insieme ai partito socialista, oppure per proporre leggi anticostituzionali dopo i fatti degli indignados, per poi smentirle dopo la presa di posizione dell'opinione pubblica.

Ma ciò che preoccupa è il ruolo spettante al Presidente Napolitano, mandante con il PD, a che se ne dica, dellla guerra in Libia, facendola spacciare come un fronte di aiuto in favore dei popoli oppressi e per la democrazia. Non impariamo mai.

SENTIERO
Inviato: 8/11/2011 19:48  Aggiornato: 8/11/2011 19:48
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 24/4/2006
Da: ROMA
Inviati: 1110
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Rekit scrive:
oh! cazzo ho dovuto sciropparmi un articolo e decine di commenti prima di leggere l'unica cosa sensata e supportata da fatti (che peraltro circola anche nei main stream media, chi ha visto l' infedele su la7 ieri sera lo sa). Stanno spostando il potere dalle mani dei politici direttamente nelle mani delle banche e pseudo banche. Quindi a noi rimane la scelta: stare con la mafia o con le "banche"? Barnard preferisce stare con la mafia

In un certo senso se non avessimo alternative, potremmo trovarci di fronte ad una scelta molto simile a questa.
...nulla e nessuno ci impedisce, come diceva il grande Totò, di passare tutti dalla parte del ragioniere Casoria!

Roberto

La mente intuitiva è un dono sacro e la mente razionale è un fedele
servo. Noi abbiamo creato una società che onora il servo e ha
dimenticato il dono

A.Einstein
Rickard
Inviato: 8/11/2011 19:53  Aggiornato: 9/11/2011 1:26
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/9/2007
Da: Un mondo pervaso di follia
Inviati: 1609
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Calvero

Citazione:
Non credo l'invidia, Tuttle

... il rancore, invece, può starci. E mosso poi in questi exploit, con questi appoggi .. ce la dice lunga


No, Calvero, è invidia + rancore, fidati.

Barnard era parte integrante dello stesso meccanismo che ora imputa con sommo disprezzo ai Santoro e ai Travaglio, in realtà si tratta di un individuo con evidenti manie di grandezza e di protagonismo, che ha voluto ritagliarsi ad ogni costo una ridicola immagine di duro e puro incazzato col mondo.

è una macchietta, un "personaggio" più che una "persona". Lui vorrebbe essere Travaglio (o almeno avere la sua popolarità e successo mediatico), solo che non potendolo essere si scaglia come una faina incazzosa proprio contro coloro che, a differenza sua, hanno conservato un posto e un ruolo nell'universo televisivo (Travaglio, Santoro, la Gabanelli che se glielo chiedo è la fonte di ogni male...)

L'odiosa aria da io ho capito tutto e voi non avete capito un cazzo fa sempre parte del "personaggio" Barnard.

E adesso scrive "saggi" economici che di "saggio" non hanno proprio nulla, scrive un insieme raffazzonato e grossolano di cose, tingendo sempre il tutto con lo stile dell'unico possessore della verità e dà dell'idiota o del venduto (o entrambi) a chiunque osi obbiettare.

"Il Più Grande Crimine" è dare spazio a una donnicciola che, ormai rifiutata dagli ambienti "privilegiati", si avventa come una tonnellata di mattoni su tutte le altre.

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. - Nikola Tesla
Redazione
Inviato: 8/11/2011 19:57  Aggiornato: 8/11/2011 19:57
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
LUSSU: Citazione:
Una domanda per Massimo.

Visto e considerato che i programmi ora vengono fatti dalla BCE:

1) Credi che sia meglio un governo tecnico guidato da Mario Monti?
2) Credi che debba andare avanti il governo Berlusconi fino a fine mandato?
3) Credi che si debba andare alle elezioni?
4) Credi che sia meglio cercare di uscire dalla zona euro fino a che si è in tempo?
Credo che sia ora che la gente si decida a dire lei, chiaramente e dettagliatamente, quello che vuole dai nostri governanti, invece di continuare ad accontentersi della (falsa) gamma di possibilità che ci vengono offerte ogni volta.

Ma per fare quello che dico io bisogna rimboccarsi le maniche. E' molto più comodo continuare a subire, per poi tornare eventualmente a "protestare".

Tuttle
Inviato: 8/11/2011 19:58  Aggiornato: 8/11/2011 20:06
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Lo PsicoNano si dimette.

Barnard...ora ti tocca fare tutto da solo...

EDIT

Citazione:
"Il Più Grande Crimine" è dare spazio a una donnicciola che, ormai rifiutata dagli ambienti "privilegiati", si avventa come una tonnellata di mattoni su tutte le altre.


Sono d'accordo con te. Lo sarei anche con Massimo se Barnard scendesse dall'altare per confrontarsi con i suoi lettori (e non). Magari mi darebbe lui (PB) la fonte che chiedo da stamattina...:)

DrHouse
Inviato: 8/11/2011 20:10  Aggiornato: 8/11/2011 20:10
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/11/2007
Da:
Inviati: 2394
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Per una volta, almeno, mi sento di citare Grillo:

Universo Monti.
Non chiederti cosa può fare la tua banca per te, ma cosa tu puoi fare per la tua banca. La crisi è sconfitta in poche ore con una patrimoniale del 50% sui beni degli italiani. Quello che è tuo è dello Stato e quello che è dello Stato appartiene alle banche.

E dopo 10 anni, siamo a discutere se il Volo 77 è arrivato proprio lungo questa linea, o piuttosto è arrivato due metri più a sinistra, o due metri più a destra? (Perle complottiste)
Morpheo70
Inviato: 8/11/2011 20:26  Aggiornato: 8/11/2011 20:26
Ho qualche dubbio
Iscritto: 12/5/2011
Da:
Inviati: 88
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
a_mensa

sei grande ..... secondo me hai centrato il punto della situazione, il resto è aria..... quando leggo destra, sinistra e centro mi faccio una risata e mi domando:

possibile che nessuno si renda conto che sono tutti di un solo partito?
PDM .... partito democratico del magnamagna

R_Deckard
Inviato: 8/11/2011 20:40  Aggiornato: 8/11/2011 20:40
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/7/2011
Da:
Inviati: 54
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Ecco, vorrei sapere una cosa.

Quanti hanno letto "il più grande crimine"? E quanti hanno la possibilità di confutare, citando opportune fonti (perché Barnard le sue le cita), le conclusioni a cui esso giunge?

Cose del tipo : in uno Stato a moneta non-sovrana, i soldi quello Stato se li deve andare a cercare come un privato cittadino.
Oppure: il debito è l'attivo dei cittadini in uno Stato a moneta sovrana, eccetera.

Non facciamo il CICAP con Paolo Barnard solo perché questo si è rivolto a Berlusconi. Se aveste letto un po' di più di Barnard sapreste che per lui Berlusconi è un furbacchione esattamente come lo dipingono. Cioè quello che si dice su Berlusconi è tutto vero. Solo, dice Barnard, che Berlusconi è stato l'interlocutore peggiore per il "gruppo di potere" che ha le grinfie sull'Europa in quanto, contrariamente a Prodi, Visco, Bersani, Bassanini, Draghi, non ha privatizzato sotto dettatura quasi neppure un canile. Vuoi perché sa fare solo i suoi affari, vuoi perché è un pirla, facciamo noi.

Notturno
Inviato: 8/11/2011 21:40  Aggiornato: 8/11/2011 21:40
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/8/2008
Da:
Inviati: 1920
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Tuttle, ho cominciato a cercare qualcosa su François Perroux, ma non trovo niente di "definitivo".

Facciamo una cosa, dimmelo tu che cosa c'è che non va in lui ed evitami giorni di ricerca.

Denghiu

Rende Encomiabili Dire No A
Religiosi Orpelli. Mentire Provoca Eccidii.
(Stefano Bartezzaghi)
Nuit
Inviato: 8/11/2011 21:43  Aggiornato: 8/11/2011 21:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/9/2010
Da: Messina
Inviati: 346
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
citazione:
...Berlusconi è stato l'interlocutore peggiore per il "gruppo di potere"

adesso con le dimissioni di B. stranamente gioiscono sia il gruppo di potere, sopra citato, che il popolo contro B.

UN BEL PARADOSSO!!!!

...credo cmq che le prese di posizioni pro e contro B. siano ARIA FRITTA!!! In questo paese nè lui nè il popolo conta qualcosa e questa non è aria fritta!!!

Tuttle
Inviato: 8/11/2011 22:47  Aggiornato: 8/11/2011 22:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Tuttle, ho cominciato a cercare qualcosa su François Perroux, ma non trovo niente di "definitivo".


Beh...avevi detto che non riuscivi a trovare smentita alle affermazioni di Barnard. Mi pareva il minimo sindacale che chi segue un giornalista si vada a verificare le informazioni che produce. E mi chiedo come si faccia a trovare smentita ad una informazione di cui non si verifica la fondatezza...Forse dovrai rivedere il concetto no?

Citazione:
Facciamo una cosa, dimmelo tu che cosa c'è che non va in lui ed evitami giorni di ricerca. Denghiu


Ma io non ho detto che c'è qualcosa che va o non va. Ho semplicemente chiesto a chi segue Barnard, di indicarmi la fonte di quel passaggio...

Evidentemente chi segue Barnard si accontenta di ciò che dipinge, senza approfondire se i cenni storici di cui fa ampio utilizzo... corrispondano al vero o meno...oppure siano elaborazioni propagandistiche di pensieri ben più complessi ed elaborati e magari inseriti in un contesto completamente opposto a quello che disegna il Paolino giornalista....

Non t'incazzare...ma forse la percezione di buona fede non basta, anche perché si tiran dentro politici, storici, economisti, giornalisti, vivi, morti, passati, presenti e futuri...così bellamente a cazzo di cane.

Inenascio
Inviato: 8/11/2011 23:44  Aggiornato: 8/11/2011 23:55
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/9/2010
Da: Provincia di Napoli
Inviati: 166
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Mi compiaccio e mi complimento con Redazione per la pubblicazione di quest'ultima nuova dell'Amico, ottimo reporter Paolo Barnard, del quale condivido, in linea di massima questo articolo; non condivido il suo carattere pessimistico di stampo leopardiano che traspare nel suo sito.
Dal momento che leggo:

Preparatemi delle domande precise, e gliele giro al più presto.

Accolgo l'invito e pongo la mia domanda.

Premesso che sono in CAUSA (controversia) legale dal 01/01/2001 con tutti i miei connazionali (causa da me stravinta in partenza), perché il giornalista PAOLO ROSSI BARNARD, con il quale mi sono relazionato intensamente per e-mail, rimane indifferente e non riporta la mia vicenda? Almeno la conoscerebbe il suo pubblico più affezionato a Lui, come sono io.

Infine, sull'attualità di Berlusconi, a QUESTO ARTICOLO di oggi, verso le ore 18:00, ho postato il seguente interessante commento:
Citazione:

OGGETTO: La carta da gioco JOLLY vincente di Berlusconi.
MESSAGGIO:
Non vi è alcun ragionevole dubbio che tutto il male al nostro amatissimo Paese ITALIA è stato causato dai politici del Centro-sinistra.
Il Centro-destra ha la sola colpa di non essersi opposto efficacemente a tale male.
Seguo il mio 3° "Amico particolare" Silvio Berlusconi da 18 anni e non mi ha mai degnato di una risposta, eccetto nei giorni scorsi con una mail dal sito "Forza Silvio.it". Egli, comunque si troverà, fiduciato o sfiduciato che sia in Parlamento, per Trionfare personalmente e restituire il BENE al Popolo Italiano, ha solo da giocare il mio JOLLY, assolutamente vincente, che si potrà conoscere visionando questo video:

http://www.inenasciopadidio.it/video/la-particella-di-dio-per-abbattere-il-debito-pubblico

Serena visione e lettura, dal "Servo di tutti".

Risposta all’ INVIO:

Numero commenti : 83
Grazie, Inenascio Padidio, per aver lasciato il tuo commento !

I commenti sono stati pubblicati fino alle ore 17:25, dovrebbe comparire anche il mio.
Fino ad ora, non lo riscontro. Serena notte

Unico IMBECILLE al mondo, per avere la Fede in Cristo senza il dubbio
reaven
Inviato: 9/11/2011 0:37  Aggiornato: 9/11/2011 0:37
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/11/2005
Da:
Inviati: 341
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Ecco, vorrei sapere una cosa. Quanti hanno letto "il più grande crimine"? E quanti hanno la possibilità di confutare, citando opportune fonti (perché Barnard le sue le cita), le conclusioni a cui esso giunge? Cose del tipo : in uno Stato a moneta non-sovrana, i soldi quello Stato se li deve andare a cercare come un privato cittadino. Oppure: il debito è l'attivo dei cittadini in uno Stato a moneta sovrana, eccetera. Non facciamo il CICAP con Paolo Barnard solo perché questo si è rivolto a Berlusconi. Se aveste letto un po' di più di Barnard sapreste che per lui Berlusconi è un furbacchione esattamente come lo dipingono. Cioè quello che si dice su Berlusconi è tutto vero. Solo, dice Barnard, che Berlusconi è stato l'interlocutore peggiore per il "gruppo di potere" che ha le grinfie sull'Europa in quanto, contrariamente a Prodi, Visco, Bersani, Bassanini, Draghi, non ha privatizzato sotto dettatura quasi neppure un canile. Vuoi perché sa fare solo i suoi affari, vuoi perché è un pirla, facciamo noi. Invia un commento


quoto , non capisco l accanimento contro Barnard , si sara' pure creato una figura incazzata , in passato sara' stato quello che era(voi sicuramente eravate gente sveglia che sapeva tutto anche senza internet), ma quando dice che il trattato di Lisbona è stato un grosso dito in c..o e che la nostra sovranita' economica e politica è andata a farsi benedire non posso che dargli ragione.

R_Deckard
Inviato: 9/11/2011 0:54  Aggiornato: 9/11/2011 0:54
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/7/2011
Da:
Inviati: 54
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:

adesso con le dimissioni di B. stranamente gioiscono sia il gruppo di potere, sopra citato, che il popolo contro B.

UN BEL PARADOSSO!!!!

--------------------------------------------------------------------------------------------------------

Certo che gioiscono quelli delle lobby...

...adesso gli torna quello che "ci sente meglio da 'sto orecchio" mentre quello che si fa solo gli affari suoi e i nostri nisba s'è polverizzato.

...e quelli "contro" tornano a fare gli scendiletto delle rockeggianti band e sotto band della commisione europea.

haldir
Inviato: 9/11/2011 1:12  Aggiornato: 9/11/2011 1:12
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/5/2006
Da:
Inviati: 51
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
cit:Certo che gioiscono quelli delle lobby... ...adesso gli torna quello che "ci sente meglio da 'sto orecchio" mentre quello che si fa solo gli affari suoi e i nostri nisba s'è polverizzato. ...e quelli "contro" tornano a fare gli scendiletto delle rockeggianti band e sotto band della commisione europea.

..talmente tanto contro alle 'lobby' , berlusconi, che " se lo semo ciucciati per quasi 20 anni" ....

se è rimasto così a lungo in sella 2 sono le cose:

o berlusconi ha sempre fatto e fa parte di questo sistema sovranazionale ( NWO ? ) corrotto/corruttore

o questo sitema sovranazionale corrotto/corruttore non esiste o non è così tanto potente

Rickard
Inviato: 9/11/2011 1:24  Aggiornato: 9/11/2011 1:24
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/9/2007
Da: Un mondo pervaso di follia
Inviati: 1609
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
R_Deckard

Citazione:
Quanti hanno letto "il più grande crimine"? E quanti hanno la possibilità di confutare, citando opportune fonti (perché Barnard le sue le cita), le conclusioni a cui esso giunge?

Se non provi non lo sai.

Grazie ma ho già dato.

Per quanto riguarda la replica punto per punto al Più Grande Crimine eccoti servito.

L'articolo che ho linkato è una chiara ed esaustiva risposta punto per punto, risalente al tempo in cui iniziò questa ridicola querelle del Più Grande Crimine (che, lo ripeto, è dare una penna a repressi come Barnard).

Articolo scritto da Ashoka, che non è un nickname qualsiasi, essendo un profondo conoscitore di economia. La funziona di ricerca avanzata di LC e un pò di voglia di leggere lo possono facilmente confermare.

E, in ultimo, il problema non è citare le fonte, il problema è se quelle fonti c'entrano qualcosa con l'argomento in questione, se sono ben o mal interpretate, se sono fonti esatte o dubbiose e approssimative, magari storpiate per adattarle al proprio scopo.

Ecco come Barnard può scrivere "saggi" pieni di stronzate, ma con tutte le fonti di questo mondo.

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. - Nikola Tesla
phobos
Inviato: 9/11/2011 2:54  Aggiornato: 9/11/2011 2:54
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/9/2006
Da:
Inviati: 224
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
L'articolo di Barnard è delirante!
Un vero e proprio cumulo di assurdità visto che tutto il ragionamento viene smentito dai fatti.

Noi italiani siamo gli unici (insieme a Grecia e Spagna) a non avere il diritto di lamentarci dell'Euro.
Nel passaggio all'Euro, alcuni Paesi ci hanno perso, subendo una svalutazione della propria moneta (vedi la Germania); altri Paesi, come Italia, Grecia e Spagna, ci hanno guadagnato moltissimo, visto che erano alle prese con monete (Lira, Dracma e Peseta) in balia della svalutazione.
Tanto per fare un esempio, oggi la benzina verde ci costa 1,6 Euro al litro, pari a 3200 Lire; è stato calcolato che se fossimo rimasti alla Lira, avremmo dovuto pagare tra le 4000 e le 4500 Lire!

E Barnard, che mi sembra un tipo un po' ingenuo, provi ad immaginare che razza di attacchi speculativi avremmo subito con la debolissima Lira; praticamente, l'Italia sarebbe sprofondata nel mediterraneo.
E' proprio grazie all'Euro che ci stiamo salvando almeno il cu**!

Per quanto riguarda l'immancabile attacco di Barnard al centrosinistra, Basterebbe ricordare che sotto il primo governo Prodi l'Italia cresceva del 3.1%; il successivo governo Berlusconi, ha portato l'Italia in recessione e ancora non c'era stato il passaggio ufficiale all'Euro.

Calvero
Inviato: 9/11/2011 3:39  Aggiornato: 9/11/2011 3:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
invidia + rancore, fidati.


Rickard + Tuttle, me tocca fidamme, caspita



La diatriba principale l'ho ravvisata nel suo percorso giornalistico tra lui e Travaglio, quando Travaglio faceva orecchie da mercante sulla questione palestinese. Quindi se da una parte non è stato considerato perché ha perso la poltrona, dall'altra è anche vero che la posizione di Barnard nei confronti di Israele è ferma e oltretutto ben documentata da parte di Barnard ... non è poco. A questo punto vorrei sapere quale sia il motivo reale e principale per cui lui ha perso la poltroncina ... sempre che questo serva a qualcosa

Per quel che mi riguarda Barnard ha messo i chiodi sulla sua stessa bara giornalistica quando, in soldoni, ha deriso le ricerche sui movimenti che indagano l'11 Settembre.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Inenascio
Inviato: 9/11/2011 5:03  Aggiornato: 9/11/2011 5:03
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/9/2010
Da: Provincia di Napoli
Inviati: 166
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:

Autore: Rickard Inviato: 9/11/2011 1:24:57

R_Deckard

Citazione:
Quanti hanno letto "il più grande crimine"? E quanti hanno la possibilità di confutare, citando opportune fonti (perché Barnard le sue le cita), le conclusioni a cui esso giunge?

Se non provi non lo sai.

Grazie ma ho già dato.

Per quanto riguarda la replica punto per punto al Più Grande Crimine eccoti servito.

L'articolo che ho linkato è una chiara ed esaustiva risposta punto per punto, risalente al tempo in cui iniziò questa ridicola querelle del Più Grande Crimine (che, lo ripeto, è dare una penna a repressi come Barnard).

Articolo scritto da Ashoka, che non è un nickname qualsiasi, essendo un profondo conoscitore di economia. La funziona di ricerca avanzata di LC e un pò di voglia di leggere lo possono facilmente confermare.

E, in ultimo, il problema non è citare le fonte, il problema è se quelle fonti c'entrano qualcosa con l'argomento in questione, se sono ben o mal interpretate, se sono fonti esatte o dubbiose e approssimative, magari storpiate per adattarle al proprio scopo.

Ecco come Barnard può scrivere "saggi" pieni di stronzate, ma con tutte le fonti di questo mondo.

L'articolo linkato scritto da Ashoka me lo sono letto interamente, compreso i commenti.
Come Paolo Attivissimo è sbufalatore informatico, così ho trovato Ashoka sbufalatore economico. Vale a dire dei miserabili smontatori o rinnegatori (debunkers, in buona o mala fede) del sistema sociale profondamente ingiusto, vigente da secoli, nel mondo odierno scelleratamente globalizzato.
Le vere stronzate si palesano negli articoli, sofisticatissimi, di questi due signori sbufalatori di se stessi.
Paolo Barnard sarà pure un "represso" per i torti ricevuti nell'ottimo lavoro di giornalista a REPORT di Rai/Tre. Se è un giornalista, è ovvio che non sia esperto di Economia.
In quanto a me di Economia sono addirittura ZERO. Ma il "Diritto naturale" (giusnaturalismo) ce l'ho congenito nel sangue e, caro Amico Rickard, pertanto, ti assicuro che la strapotente "Moneta debito" diabolica, generatrice del Debito pubblico (= debito dei cretini, vale a dire dei malvagi) non c'entra un cazzo con l'Economia, c'entra invece col "Diritto naturale" delle genti, per la cui tutela e garanzia sono sorti gli Stati moderni, che i nostri politici, sia di centro-sinistra che di centro-destra hanno orribilmente calpestato e tradito negli ultimi 50 anni.

Il sistema della "Moneta debito" diabolica, imposto dalla Massoneria primaria occulta, dominatrice dei governatori delle Banche centrali e nemica mortale del Cristianesimo, è davvero la TRUFFA astronomica tanto malvagia quanto cretina, caratteristica di Satana. Responsabile del 99% delle sciagure errori ed orrori umani, che produce atroci sofferenze di "guerre per la pace" per abbattere nemici terroristi subdolamente creati, per giustificare tali guerre scellerate.

Urge l'istituzione della "Moneta credito" cristiana, quella c.d. SIMEC, dimostrata dal compianto galantuomo geniale professore Giacinto Auriti; quello sì che di Economia e valori monetari se ne intendeva avendo profuso gli ultimi 30-40 anni della sua vita in profondi studi scientifici, sperimentati con successo.

Devo essere considerato come un Suo fratello minore, a continuare la lotta mortale, per il trionfo del Diritto e della Giustizia in Italia e, conseguentemente, in Europa e nelle Nazioni di tutti i Continenti. Così è!
Cordialmente

Unico IMBECILLE al mondo, per avere la Fede in Cristo senza il dubbio
superanima
Inviato: 9/11/2011 8:04  Aggiornato: 9/11/2011 8:06
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/8/2007
Da:
Inviati: 300
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Rickard
Articolo scritto da Ashoka, che non è un nickname qualsiasi, essendo un profondo conoscitore di economia. La funziona di ricerca avanzata di LC e un pò di voglia di leggere lo possono facilmente confermare.


Adesso OGNI "profondo conoscitore di economia" ha le risposte giuste? Anche quelli con, mettiamo caso, idee contrastanti?
Anche quelli le cui teorie economiche hanno portato alla rovina intere economie?
Benissimo.

Andando oltre le etichette, ed i tentativi di dare lustro a certi autori solo per sostenere le proprie tesi, l'articolo di Ashoka mi sembra più un tentativo di presa per il sedere a Barnard che una confutazione, l'unico argomento economico utilizzato è sempre il solito, ovvero la non dimostrata teoria dell'ineluttabilità della carriola di denaro per andare a comprare il pane.

dr_julius
Inviato: 9/11/2011 8:09  Aggiornato: 9/11/2011 8:09
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/8/2006
Da:
Inviati: 1637
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
E invece si è dimesso.

Anzi, no.

Ha promesso di farlo.

E anche di non ricandidarsi.

Per rifornire di elettricità un terzo dell’Italia, un’area equivalente a 15 centrali nucleari da un gigawatt, basterebbe un anello solare grande come il raccordo di Roma. (Carlo Rubbia)
superava
Inviato: 9/11/2011 8:42  Aggiornato: 9/11/2011 8:42
Mi sento vacillare
Iscritto: 28/8/2008
Da: Riolo Terme
Inviati: 416
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
L'articolo di Barnard, quando chiede a Berlusca di dimettersi, è piu' sulla provocazione...credevo che si intuisse..almeno ho seguito alcune conferenze sue e articoli/video su web e ho visto come è il suo "approccio" a certi argomenti. Per il resto nell'articolo descrive bene cosa sta succedendo e cosa è successo nel mondo ora..solo che purtroppo non approfondisce i nodi essenziali dove alcuni di questi, hanno portato a questa situazione storica il ruolo della massoneria, il progetto del NWO e la truffa della moneta debito.
Per il resto se si dimettesse considerando il tutto, se non trovo nessuno che mi rappresenta che si candida non voto...è che mi piacerebbe vedere una legge dove la maggioranza dei non votanti, astenuti e compagnia bella abbia un peso concreto a livello politico.

incredulo
Inviato: 9/11/2011 9:10  Aggiornato: 9/11/2011 9:13
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
@superanima

Adesso OGNI "profondo conoscitore di economia" ha le risposte giuste? Anche quelli con, mettiamo caso, idee contrastanti? Anche quelli le cui teorie economiche hanno portato alla rovina intere economie? Benissimo.

Nel mio primo commento ho espresso una convinzione che, leggendo i commenti, si è dimostrata esatta ma era facile prevederlo.

Sul saggio di Barnard, "Il più grande crimine", se ne era già discusso qui su L.C..

Il saggio di Barnard, NON E' STATO CONFUTATO DA NESSUNO.

Le critiche al saggio, quelle che circolano in rete, NON CONFUTANO quello che c'è scritto su quel lavoro.

Già tu hai parlato di Ashoka, e quello che dici è vero ma ce ne sono altri, come a_mensa, che ne hanno contestato il contenuto SENZA NEANCHE LEGGERLO.

Del resto, parlando di questioni economiche, è facilissimo fare confusione e sollevare polveroni.

L'argomento è pieno di trappole e di terminologie specialistiche che confondono e depistano coloro che vi ci si avventurano per tentare di comprenderci qualcosa.

Non è chiaramente per caso, più parli complicato e tecnico, più le persone rinunciano, troppa fatica APPLICARSI su questi argomenti.

Anche perchè la conoscenza di questi meccanismi ti permette benessere sociale per cui ti passa la voglia di fare il Robin Hood dei poveri.

Anzi pensi con superiorità che gli altri siano tutti dei coglioni e che in fondo è giusto che sia così, perchè tu sai e gli altri sono solo dei pecoroni INCOMPETENTI.

Anche grandi pensatori non capiscono una sega di ECONOMIA e FINANZA.

Tornando a Barnard.

Si preferisce buttare merda SULLA PERSONA, accusandolo di essere invidioso, rancoroso, pieno di sè, interessato ed incompetente, per citare solo alcuni lusinghieri giudizi di questo 3ad, che CONFUTARE il suo "documento" NEL MERITO.

Anzi si sostiene DI AVERLO GIA' FATTO con il classico stile debunkerino, con la classica frase: "Ancora quel pezzente di Barnard, basta, ormai tutto letto e debunkato"

Guardare con "sospetto" il personaggio Barnard è sacrosanto, l'uomo Barnard non è facilmente comprensibile, il suo linciaggio mediatico mi sembra MOLTO SOSPETTO.

Tornando alla lettera, credo che Barnard abbia cercato di solleticare il senso di "grandezza" di Berlusconi, spronandolo ad un atto RIVOLUZIONARIO.

Per farlo ha toccato TUTTI I TEMI a lui cari, qualcuno ha scritto che "Gli ha fatto la più bella leccata di culo della storia"

Solo un matto come Berlusconi, uno capace di tutto, avrebbe potuto FARE CONOSCERE ALLA GENTE la situazione in corso.

Ma Barnard è un ILLUSO IDEALISTA.

Berlusconi NON LO FARA' MAI.

Un saluto

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
redna
Inviato: 9/11/2011 9:48  Aggiornato: 9/11/2011 9:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Noi italiani siamo gli unici (insieme a Grecia e Spagna) a non avere il diritto di lamentarci dell'Euro. Nel passaggio all'Euro, alcuni Paesi ci hanno perso, subendo una svalutazione della propria moneta (vedi la Germania); altri Paesi, come Italia, Grecia e Spagna, ci hanno guadagnato moltissimo, visto che erano alle prese con monete (Lira, Dracma e Peseta) in balia della svalutazione.


ci siamo lamentati ....sbagliato.... Ci siamo lamentati dell'euro ma nessuno si è interessato a far rispettare l'euro tanto che i centesimi, per alcuni, non sono la centesima parte dell'euro ma il ricordo dei tempi in cui si faceva la fame qui da togliere dalla circolazione ........ ecceccavolo in Italia siamo ricchi!!!

Ci siamo lamentati perchè dovevano fare degli altri conti rispetto alla lira di prima e con un guizzo da soliti furbetti abbiamo deciso, da noartri, di tramutare le lire precedente in euro attuali, alla faccia del cambio!!!
Ma i furboni al potere ci danno gli stipendi e la pensione con il cambio giusto. E perchè sta differenza? questo non sarebbe stato un dislivello da sanare già da 10 anni invece che inventarsi ponti impossibili, opere mai finite e stupidate pazzesche per distogliere l'opinione pubblica?

Pertanto perchè la situazione persiste e nessuno l'ha modificata?

Perchè nessuno ha ancora capito che l'euro ha fatto la fortuna di pochi e ha impoverito la maggior parte delle persone, non per se stesso, ma per la furbizia di molti opportunamente supportata dai governanti?

E così siamo andati avanti a votare il (presunto) più ricco di tutti perchè LUI non avrebbe rubato, aveva del suo come poteva farlo.Ora che sappiamo che lo ha fatto in mille maniere che qualcuno si ravveda e, come minimo, concedersi un momento di pausa prima di andare di nuovo a votare.
Prima che ci risolleviamo dai due danni subiti, euro e Berlusconi, (perchè si sa che le disgrazie non arrivano mai da sole) passerà molto ma molto tempo.
Nel frattempo qualcuno potrebbe riflettere almeno di fermarsi dal continuare a far danno, al territorio, agli altri e non per ultimo, a se stesso.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Notturno
Inviato: 9/11/2011 10:12  Aggiornato: 9/11/2011 10:12
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/8/2008
Da:
Inviati: 1920
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Concordo parecchio con Incredulo.

Mi avrebbe interessato leggere delle confutazioni nel merito su quanto detto da Barnard.

Ma non ne ho trovate.

Sull'uomo si possono avere opinioni, ovvio.

Le mie sono molto positive, e ho il vantaggio, rispetto ad altri, di averlo conosciuto di persona e di aver chiacchierato a lungo con lui.

E' sicuramente amareggiato e deluso, quello si.

Rancoroso?

Può essere.

Invidioso? Personalmente lo escludo con forza.

Per come si esprime traspare la sua rabbia di chi vede gente che fa del male e che viene, misteriosamente, osannata dalle stesse vittime.

Rende Encomiabili Dire No A
Religiosi Orpelli. Mentire Provoca Eccidii.
(Stefano Bartezzaghi)
Notturno
Inviato: 9/11/2011 10:31  Aggiornato: 9/11/2011 10:31
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/8/2008
Da:
Inviati: 1920
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Uh mammamia, Tuttle.

Mi stavi dicendo che l'opinione di Barnard su Perroux è senza fonte?

E che cavolo, m'hai fatto passare due ore sul web, non potevi dirmelo prima, direttamente, che magari ti credevo senza problemi?

Mannaggiatte', cazzarola.....

La prox volta che lo incontro glie la chiedo questa faccenda di Perroux.

In effetti B. è abbastanza categorico nell'attribuirgli un nefasto intento.

Vedrò di capire da dove deriva questa sua opinione.

Ti farò sapere.

(taccitua, comunque)

Rende Encomiabili Dire No A
Religiosi Orpelli. Mentire Provoca Eccidii.
(Stefano Bartezzaghi)
Tuttle
Inviato: 9/11/2011 10:40  Aggiornato: 9/11/2011 10:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Mi stavi dicendo che l'opinione di Barnard su Perroux è senza fonte?


No. Ti ho chiesto se conoscevi la fonte su Perroux perché conosco Perroux e quella frase, legata al discorso sulla moneta unica, mi pareva una puttanata. Ho verificato...e in effetti mi risulta essere una puttanata.

Chiedevo quindi a voi che lo seguite...che invece non vi siete nemmeno presi il disturbo di verificare nulla.

E' più grave di quel che pensi...

Poi se vuoi leggerti l'articolo di Ashoka...male non fa.

Ciau.

superanima
Inviato: 9/11/2011 11:12  Aggiornato: 9/11/2011 11:13
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/8/2007
Da:
Inviati: 300
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Chiedevo quindi a voi che lo seguite...che invece non vi siete nemmeno presi il disturbo di verificare nulla.

E' più grave di quel che pensi...


Veramente c'è chi si è preso il disturbo di fare questa verifica, anche se non sono ancora riuscito a cavarci niente. Ma sono in attesa di risultati, mi ebbra strano che Barnard si sia inventato questa faccenda senza nessun input.

Citazione:
Ho verificato...e in effetti mi risulta essere una puttanata.


Hello Milord!
Già che hai verificato ti spiacerebbe dettagliare i risultati a cui sei giunto?

Mettendo comunque il caso che su quel dato Barnard si è sbagliato o l'ha scritta in malafede per un qualsiasi motivo, questo non invalida certo automaticamente il resto del suo lavoro.

Poi, nell'articolo Ashoka dice che l'emissione da parte statale di denaro risulta inevitabilmente in un'inflazione galoppante, però non fa nessun esempio di questo meccanismo.
Probabilmente perché l'esempio classico che viene riportato in questi casi dalla "teoria ufficiale", cioè quello della Repubblica di Weimar è in verità un falso storico.
Successe invece che quando la germania riuscì davvero a stampare moneta "statale" (i Certificati Lavorativi del Tesoro), l'economia si risollevò in 5 anni portando la germania a diventare una delle prime potenze mondiali.

Il resto dell'articolo l'ho letto di fretta ma mi è sembrato composto più che altro da mezze frasi che riportano luoghi comuni, e non riporta fonti per le affermazioni che fa.

Lo rileggerò con più calma, spero che ne valga la pena.

Rickard
Inviato: 9/11/2011 11:29  Aggiornato: 9/11/2011 11:29
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/9/2007
Da: Un mondo pervaso di follia
Inviati: 1609
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Inenascio

Citazione:
L'articolo linkato scritto da Ashoka me lo sono letto interamente, compreso i commenti.
Come Paolo Attivissimo è sbufalatore informatico, così ho trovato Ashoka sbufalatore economico.

Segno che non l'hai letto, se davvero non vedi differenze fra lo stile Attivissimo e lo stile Ashoka.

Non commento il resto del tuo delirante post. Chi esordisce con In quanto a me di Economia sono addirittura ZERO ma subito dopo pretende di discettare di economia mi sembra uguale uguale a Barnard, che non capisce un emerito cazzo di molte cose ma pretende di essere l'unico a poterne parlare efficaciemente.

superanima

Citazione:
Adesso OGNI "profondo conoscitore di economia" ha le risposte giuste? Anche quelli con, mettiamo caso, idee contrastanti?
Anche quelli le cui teorie economiche hanno portato alla rovina intere economie?
Benissimo.

Ma cosa dici? Ho detto profondo conoscitore di economia perché è esattamente quello che è. Vai a cercarti qui su LC (non chissà dove) i suoi post e i suoi articoli, non l'ho certo detto per "valorizzare" la mia affermazione.

Poi di cosa parli quando dici Anche quelli le cui teorie economiche hanno portato alla rovina intere economie? Nel mondo occidentale impera la dottrina Keynesiana, che infatti ha portato (e continua a farlo) tutto al macero. Prova ad andare da Ashoka e a dirgli che lui è un sostenitore della dottrina Keynesiana, probabilmente ti ritroveresti un occhio nero o uno scaracchio in faccia... o entrambi.

Citazione:
Andando oltre le etichette, ed i tentativi di dare lustro a certi autori solo per sostenere le proprie tesi, l'articolo di Ashoka mi sembra più un tentativo di presa per il sedere a Barnard che una confutazione

è una confutazione che non manca di prendere (giustamente) per il sedere chi spara simili castronerie. Esattamente come Massimo che, nella Demolizione Controllata di Paolo Attivissimo, non rinuncia a un pò di sana e ironica "presa per il sedere" di Attivissimo e delle cagate che spara.

incredulo

Citazione:

Si preferisce buttare merda SULLA PERSONA, accusandolo di essere invidioso, rancoroso, pieno di sè, interessato ed incompetente, per citare solo alcuni lusinghieri giudizi di questo 3ad

Si preferisce sottolineare una serie di atteggiamenti e comportamenti innegabili che hanno avuto luogo da un pò di tempo a questa parte. Se poi vogliamo cambiare il linguaggio va bene, ma troppe cose fatte/dette da Barnard rientrano perfettamente nella definizione di invidia e rancore. Ciò si vede dalla rabbia sciocca e infantile con cui si accanisce contro Travaglio (che si è limitato a non cagarlo, mostrando molta più maturità e astuzia) e altri volti televisivi, dall'innegabile tono da so tutto io e solo io, in generale dallo stile da incazzato col mondo che è lui a tenere ogni volta.

Citazione:
he CONFUTARE il suo "documento" NEL MERITO.

Anzi si sostiene DI AVERLO GIA' FATTO con il classico stile debunkerino, con la classica frase: "Ancora quel pezzente di Barnard, basta, ormai tutto letto e debunkato"

Non è che ogni stronzata che uno spara è vera sino a prova contraria, perché questo modo di ragionare è un argomento ad ignorantiam.

E dire che un argomento "è già stato confutato" non è affatto il classico stile debunkerino se quell'argomento effettivamente è già stato smontato. E non c'è bisogno di tornare ogni volta sugli stessi argomenti per ricominciare daccapo; ad esempio se, parlando di 9/11, mi citi come prova della VU l'addestramento aereo di Hanjour ho tutti i diritti di dirti che quell'argomento è stato stra-debunkato, senza ricominciare daccapo a spiegare che era un assoluto incompetente nel volo e che un Cessna non ha nulla a che vedere con un'aereo di linea.

La frase Ancora quel pezzente di Barnard, basta, ormai tutto letto e debunkato l'hai detta tu e nessun altro qui dentro. Io personalmente, nonostante sia chiaro come la pensi su Barnard, ho letto l'articolo e anche i commenti prima di postare, non sono "partito in quarta" non appena vista la firma e, francamente, mi sembra che lo stesso valga per gli altri "contrari" a Barnard.

Citazione:

Guardare con "sospetto" il personaggio Barnard è sacrosanto, l'uomo Barnard non è facilmente comprensibile, il suo linciaggio mediatico mi sembra MOLTO SOSPETTO.

Oppure molto meritato, una volta tanto. Visto che, sostanzialmente, ha fatto tutto da solo. Non sono andati i fotografi sotto casa sua per sputtanarlo, non è stato infamato con accuse false (come Attivissimo fa continuamente con Massimo), è stato solo giustamente deriso per gli argomenti che porta e per il modo in cui li porta. Non capisco su cosa si basi questa insinuazione che dietro il linciaggio mediatico (ma dove, poi? Su qualche forum? Sai che "linciaggio"...) ci sia qualcos'altro.

Citazione:
Tornando alla lettera, credo che Barnard abbia cercato di solleticare il senso di "grandezza" di Berlusconi, spronandolo ad un atto RIVOLUZIONARIO.

Solo un matto come Berlusconi, uno capace di tutto, avrebbe potuto FARE CONOSCERE ALLA GENTE la situazione in corso.

Credere davvero che Berlusconi possa fare una qualsiasi cosa anche solo minimamente rivoluzionaria significa o provenire da Marte oppure avere il corpo sulla Terra e il cervello nel Paese dei Teletubbies. Chiunque conosca il personaggio di Berlusconi dovrebbe sapere bene che aspettarsi "eroismi" di qualsiasi tipo da lui equivale ad aspettarsi che Attivissimo ammetta che la VU è una tonnellata di merda.

Citazione:
Ma Barnard è un ILLUSO IDEALISTA.

O piuttosto un REPRESSO SPARA-MINCHIATE.

De gustibus, però...

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. - Nikola Tesla
Skafloc
Inviato: 9/11/2011 11:29  Aggiornato: 9/11/2011 11:29
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/3/2006
Da: ROMA
Inviati: 188
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Vi prego, guardate un attimo qui:

www.ryanair.it

Le cose urgenti vanno fatte con calma
Luco
Inviato: 9/11/2011 11:32  Aggiornato: 9/11/2011 11:32
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/3/2008
Da:
Inviati: 286
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Con tutto il rispetto per le profonde conoscenze di Ashoka, la sua demolizione del Grande Crimine punto per punto è più che altro una presa per il culo al Barnad, basata sulle proprie idee, a loro volta basate sulle proprie conoscenze, che quindi bisogna già conoscere e condividere a priori.

L'unico passaggio in cui entra nel merito veramente, facendo l'onore anche a noi poveri ignoranti di capire perchè sta denigrando Barnard è questo:

Citazione:
Ecco di cosa ha paura il servitore del Leviatano! Del mini Stato privato! Orrore degli orrori! Il Caos. Lo stile feudale. Che paura! Pensa a quei poveri disgraziati che vivono a Montecarlo. Ma... siamo proprio sicuri di quest'altra affermazione o si tratta di un altro assioma inventato da Barnard senza alcun fondamento scientifico?? Non è che viviamo in uno stile feudale da oltre cinquanta anni proprio nel contesto di enormi stati pubblici che promettono pasti gratis a tutti quanti, e non ce ne siamo ancora accorti? Non è che il caos finanziario che è arrivato dal nulla nel 2008, e che deve ancora esplodere in tutta la sua potenza, è dovuto proprio a questa situazione insostenibile, quasi allucinante, che si protrae da troppo tempo? Situazione oramai palesemente lesiva dei diritti basilari alla proprietà privata, dove lo Stato ci vieta persino di portarci i nostri soldi in tasca per cifre superiori a diecimila euro, e ci impedisce di utilizzare il contante per chiudere transazioni sopra i cinquemila euro?? Proviamo invece a pensare ad una situazione con tantissimi statarelli locali, in competizione tra di loro, che riescono a servire un territorio piuttosto circoscritto di uno/due milioni di individui. Magari integrati tra di loro in network più o meno ampi. E che utilizzano un denaro, emesso privatamente, universalmente accettato e riconosciuto non solo in tutto il network ma persino in tutto il mondo. Ma sarebbe una favola, altro che feudalesimo! Una favola di mondo. Nel feudalesimo ci viviamo ora sebbene con tutti i comfort che solo il progredire delle scienze e della tecnologia ci hanno permesso. Tuttavia se andiamo avanti così, a stampar denaro, che sia la FED o la BCE, la prossima crisi ci toglierà anche le mutande! La favola di mondo potrebbe proprio essere data da questa miriade di mini stati privati in competizione tra di loro per assicurarsi le migliori risorse umane e il loro risparmio E cosa potrebbero mai offrire loro in cambio? Ma tasse ridottissime! Da pagare OVVIAMENTE con il denaro sonante!! Che se ne farebbero delle patacche i mini stati privati in un sistema dove il denaro non è più di sovranità dello stato ma del mercato??


L'uno (Barnard) auspica una forte presenza dello Stato, mentre l'altro (Ashoka) no.
Allora io chiedo se la presenza minima dello Stato sarebbe legata solo alla questione monetaria o se, inevitabilmente, riguarderebbe l'intera essenza dello Stato stesso;
riformulando:
in una situazione di libera competizione totale, come si immagina il funzionamento di alcuni servizi fondamentali come, per esempio:
-sistema sanitario (per tutti? casomai nella competizione uno incappasse in un periodaccio e non potesse permetterselo) e non dedito al solo profitto.
[ovviamente non sto dicendo che quello attuale lo sia]
-la pianificazione territoriale
[ovviamente non sto dicendo che quella attuale sia perfetta]
-etc...

PikeBishop
Inviato: 9/11/2011 11:32  Aggiornato: 9/11/2011 11:32
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Successe invece che quando la germania riuscì davvero a stampare moneta "statale" (i Certificati Lavorativi del Tesoro), l'economia si risollevò in 5 anni portando la germania a diventare una delle prime potenze mondiali.

Una favola pro-nazi-statalista di cui ci si era occupati parecchio tempo fa. Chiedilo ai lavoratori forzati e schiavizzati se l'economia si era risollevata, chiedi alla famiglia di Bush come i nonni hanno finanziato quello schema e chiedi ai milioni di morti che sono il risultato dei nodi di quel casino che vennero al pettine.

Non se ne puo' piu' di ripetere le stesse cose.

In ogni caso si stanno ripetendo gli stessi errori perche' quelli a cui conviene propagandare queste balle sono gli stessi dell'altra volta. Buon fascismo e prossima guerra mondiale, bambini.

Citazione:
mi ebbra strano che Barnard si sia inventato questa faccenda senza nessun input.

Eccerto, lui e' uno di quelli che sanno, era anche in TV ecccheccazzo. Buon risveglio al suono del passo dell'anatra zoppa.

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
Virtus
Inviato: 9/11/2011 11:41  Aggiornato: 9/11/2011 11:41
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/5/2011
Da: Lecce
Inviati: 93
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Il nostro Presidente del Consiglio ci tiene tanto all'approvazione della Legge di Stabilità prima di dimettersi.

Da ignorante mi chiedo:

"Come fa ad approvarla se non ha la maggioranza ?"

Da ignorante mi rispondo:

"Con l'aiuto dell'opposizione che in un momento di crisi gravissima deve lasciare da parte le rivalità politiche."
"Quindi se sono tutti d'accordo sulla legge da approvare, che senso ha avere maggioranza ed opposizione in parlamento ?"
Gli italiani quindi perché hanno votato ? Non serve votare se non siamo Noi a comandare in casa nostra; i nostri rappresentanti in Parlamento non possono opporsi alla Legge di Stabilità; forse perché una forza superiore gli impone di approvare 'certe leggi' ?.

Il sito dell'UE (Unione Europea) parla di 'coordinare' non di 'imporre' politiche ad un paese facente parte dell'unione:

Citazione:
Per l’Unione europea, importante potenza commerciale dotata di un mercato unico, coordinare le politiche economiche nazionali è un’esigenza naturale. Solo così l'Unione può reagire rapidamente e in modo coerente a sfide come quella rappresentata dall'attuale crisi economica e finanziaria. Diciassette paesi si sono spinti al di là di un semplice coordinamento, adottando una moneta unica, l'euro.


...

Ma poi, questa "crisi", da dove viene ?
Se ne parla come se fosse un attacco alieno.


crisalide
Inviato: 9/11/2011 11:50  Aggiornato: 9/11/2011 11:50
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/3/2010
Da: Padova
Inviati: 98
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione: Incredulo
Per quanto riguarda il cetriolo, intanto mi sono premunito facendo una discreta scorta di mutande di ferro
E' tardi Crisalide. Mettersi ADESSO le mutande di ferro' e' come chiudere le stalle quando i buoi sono gia' scappati. Il cetriolo c'e' gia'.


Ciao Incredulo, diciamo che la scorta ho iniziato a farla per tempo.
Ad esempio il cetriolo addirittura lo produco direttamente....nell'orto di famiglia, insieme a tante altre belle cose.

E l'orto E', appunto, (per chi ha la fortuna di averlo) proprio una di quelle "mutande di ferro" di cui sopra

Quoto per intero l'ultimo tuo intervento. Hai espresso in modo molto più incisivo quanto da me in precedenza tentato di esporre.

Ho anch'io l'impressione che tanti di quelli che criticano non abbiano nemmeno letto "il più grande crimine".
Al di là delle ovvie e salutari differenze di opinioni, cerchiamo di non farci la guerra tra poveri, altrimenti facciamo la fine dei capponi di Renzo.
Siamo tutti d'accordo che restare dentro a questo sistema equivale ad essere rinchiusi dentro un treno lanciato a tutta velocità verso il precipizio? E allora come facciamo ad uscirne? Io credo che comunque l'unica speranza sia uscire dalla UE e dall'euro e di nazionalizzare la banca centrale. E' una follia? Non lo so, ma vista l'alternativa credo che non abbiamo niente da perdere.

"Non hai bisogno di un meteorologo per sapere da che parte soffia il vento"
(Bob Dylan)
superanima
Inviato: 9/11/2011 12:04  Aggiornato: 9/11/2011 13:03
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/8/2007
Da:
Inviati: 300
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Una favola pro-nazi-statalista di cui ci si era occupati parecchio tempo fa. Chiedilo ai lavoratori forzati e schiavizzati se l'economia si era risollevata


Io stavo parlando di un'altra cosa, ovvero dell'iperinflazione della rep. di Weimar.

Per il resto, per quello che ci ho capito finora, Prescott Bush favorì e finanziò l'ascesa di Hitler ma poi soprattutto fece affari con la germania nazista.
Non ho trovato collegamenti tra i buoni lavorativi e la famiglia bush.

PikeBishop
Inviato: 9/11/2011 12:28  Aggiornato: 9/11/2011 12:32
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Non ho trovato collegamenti tra i buoni lavorativi e la famiglia bush.

Google is your friend.

Digita "$500,000,000 german worker's bonds" e "Harriman".

Per una disanima alternativa alla solita nenia sulla miracolosa ripresa tedesca degli anni precedenti la WWII vedere QUI

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
redna
Inviato: 9/11/2011 12:53  Aggiornato: 9/11/2011 13:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Siamo tutti d'accordo che restare dentro a questo sistema equivale ad essere rinchiusi dentro un treno lanciato a tutta velocità verso il precipizio? E allora come facciamo ad uscirne? Io credo che comunque l'unica speranza sia uscire dalla UE e dall'euro e di nazionalizzare la banca centrale. E' una follia? Non lo so, ma vista l'alternativa credo che non abbiamo niente da perdere.


ma ora il problema è dato dal commissariamento da parte della UE dell'Italia.

Quindi ora abbiamo tutto da perdere e nulla da guadagnare. E fine novembre si sta avvicinando.

E questo papi l'ha capito benissimo.
E non solo lui.


-----edit-------

opppsss...... gli ispettori sono già arrivati.

12:51Ispettori Ue lasciano Bankitalia e vanno a Tesoro 109 – Il team di ispettori dell'Unione Europea e della Banca Centrale Europea, a Roma per verificare la situazione dei conti pubblici italiani, ha lasciato da poco la Banca d'Italia ed è appena entrato al ministero del Tesoro. La missione, composta da circa ventuno esperti di Bruxelles e Francoforte, ha avuto un incontro di profilo tecnico in Banca d'Italia ed è guidata dal belga Servaas Deroose e dal vice direttore generale per lo sviluppo economico della Bce Hans Joachim Klockers.

...pare proprio che non si fidino.Lo aveva detto la Lagarde che il problema per l'Italia è la credibilità.

ri-------edit

13:00Corre ancora lo spread, 574 punti 114 – Continua inarrestabile a mietere nuovi record lo spread tra il Btp decennale e il bund tedesco. La forbice tra i due titoli si allarga a 574 punti base mentre il rendimento del decennale italiano sale al 7,47%

12:58Ue: "Situazione italiana in evoluzione, no comment ora" 113 – "La situazione politica italiana è in evoluzione" e per ora la Commissione Ue preferisce "non commentare": lo ha detto oggi il portavoce del presidente della Commissione Ue Josè Barroso, rispondendo a chi gli chiedeva se fosse sostenibile per l'Italia andare ad elezioni in questo momento.


link sopra....

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Pispax
Inviato: 9/11/2011 13:01  Aggiornato: 9/11/2011 13:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Notturno

Citazione:
Concordo parecchio con Incredulo.

Mi avrebbe interessato leggere delle confutazioni nel merito su quanto detto da Barnard.


Ciao Nott.
Il problema, secondo me, è che non c'è proprio alcun merito da confutare.
Visto che questa roba del "merito" viene ribattuta da parecchie persone, e visto che io sono fra gli imputati possibili dell'"attacco alla persona per demolire le tesi" - e questa cosa mi scoccia - provo a spiegare perché trovo il "merito" una roba del tutto insignificante.



Ci vuole una certa attenzione per cercare di capire quello che è il "merito" in questa specie di lettera d'amore scritta da PB.
Io credo di aver capito che tutta la questione ruota attorno a tre cose, che provo a riassumere.

1) l'attacco all'Italia è dovuto (secondo PB, esclusivamente) al fatto che l'Italia non ha più "l'ability to pay". Che Barnard definisce "la capacità di uno Stato di onorare sempre il proprio debito emettendo la propria moneta sovrana"

2) se l'Italia avesse sempre una moneta sovrana sarebbe molto semplice evitare tutto questo. Anzi, tutto questo non sarebbe proprio successo.

3) l'euro è legato, secondo PB, a un preciso disegno economico di sopraffazione: "da quasi mezzo secolo (Attali, Delors, Issing, Weigel et al.), col fine di congelare le svalutazioni competitive d'Italia e Spagna, e col fine di deprimere i redditi del sud Europa per delocalizzare in esso manodopera industriale per l'esclusivo vantaggio del Neomercantilismo franco-tedesco.



(Spero di essere stato capace di fare un riassunto che funziona.
Queste sono le cose che ho percepito io. Se poi c'è stato qualche elemento essenziale che la mia "cecità ideologica" mi ha indotto a tenere fuori, mi fate cosa gradita a sottolinearlo)




Senza far perdere troppo tempo a nessuno, provo a dire un paio di cose che OGGETTIVAMENTE circoscrivono queste affermazioni nel novero delle minchiate.

1) L'Europa ha 27 Paesi, fra cui alcune economie abbastanza deboli. Gli "attacchi" oggi riguardano Italia, e hanno riguardato la Grecia, la Spagna, l'Irlanda o altre economie, tipo il Portogallo. Non mi risultano "attacchi" speculativi particolarmente massicci verso le economie forti comei Francia, Germania, Olanda ecc.
Eppure anche loro non hanno più la "sovranità monetaria".

Questo significa che il discrimine posto da PB, semplicemente, non regge. C'è un solo discrimine che viene utilizzato da chi investe nei titoli di stato: la "fiducia" sul fatto che rivedranno indietro i loro soldi. Oppure no.
A parita di MANCANZA di moneta sovrana, chi investe crede che il Belgio, pur nella sua devastata situazione politica, terrà fede facilmente ai propri impegni economici. E crede che invece l'Italia non sia in grado di farlo. Lo Stracazzengwabe invece batte moneta sovrana, ma non mi pare che questo semplice fatto gli basti a assicurarsi gli investimenti internazionali.
Tutto qui.




2a) Quando l'Italia aveva ancora "moneta sovrana" gli "attacchi" speculativi c'erano, eccome.
Il nome di George Soros è legato nella mente di tutti noi al devastante attacco del 1992, dove se ricordo bene la Lira perse in una settimana più del 30% del suo valore.
Quando si gioisce sul fatto che in questa manovra non c'è stato alcun "prelievo forzoso", ci si riferisce a quello che fece Giuliano Amato (centrosinistra) proprio nel 1992, e che era parte di una manovra durissima. Ci fu anche la prima riforma organica delle pensioni, se ricordi. Ma se ricordi già nel 1991 sulle pensioni c'erano stati interventi più temporanei, fatti proprio per evitare che tutto questo potesse succedere.
Ma questo è solo un esempio fra i tanti possibili. Vogliamo parlare dell'ALTRA manovra durissima, quella che fece Prodi nel 1996? Anche all'epoca la Lira era sotto "attacco" in modo pesante, e il meteo indicava tornadi.


2b) Visto che la parte "tutto questo non sarebbe successo" è smentita piuttosto seccamente dalla storia (e non solo quella della Lira), resta da affrontare il fatto che "la situazione potrebbe essere arginata facilmente se l'Italia battesse moneta sovrana".

Ora, io non è che appartengo a una scuola economica di qualche tipo. Non sono un "austriaco", anche se la birra mi piace parecchio.
Però la linea di condotta suggerita da PB con queste affermazioni mi pare piuttosto ovvia. Se noi avessimo una moneta sovrana potremmo fare delle politiche monetarie autonome.
Se noi potessimo fare delle politiche monetarie autonome sarebbe facile risolvere il problema.
Ci sono millemila miliardi di debito in più?
Vabbe', e che ci vuole? Basta stampare millemila miliardi di lire in più per ripagarlo.
Anzi, se di lire ne stampiamo un bel duemillemila miliardi, non solo ripaghiamo il debito, ma evitiamo pure di farne un altro.

A parte l'ingenuità intrinseca della questione, visto che con questa roba PB non fa altro che indurre confusione fra il valore facciale e il valore reale, a me viene anche da chiedermi quanto verrebbe a costarmi POI il bel mio boccale di birra fresca, con questo bel popò di "cura risolutiva".



3) Almeno per come la mette giù in questa lettera (d'amore), la tesi del complotto per "condannare il sud dell'Europa al ruolo di paesi terzisti deprimendone le economie", riesce a contraddirsi da sola all'interno della stessa frase.
E' un concetto retorico, che serve solo a indurti a pensare che "tu non hai alcuna colpa". In realtà l'euro è servito a IMPEDIRE che molti Paesi, fra cui l'Italia, deprimessero da soli le proprie economie cercando da soli di ritagliarsi un ruolo di paese terzista.
Perché il concetto di "svalutazione competitiva", signori, è proprio questo.

L'idea espressa da Barnard riesce a contraddirsi da sola, concettualmente, nel giro di due righe.






Poi si può discutere fino alla nausea se sia stato un bene o un male che l'Italia abbia aderito all'euro fin dal primo momento, invece di fare come l'Inghilterra. Ci sono ragioni a favore di entrambe le posizioni.
Se però si vuole partire dalla realtà non si può fingere di dimenticarsi che gli ultimi anni della Lira sovrana siano stati anni parecchio, ma parecchio, ma parecchio tormentati.
Nonostante il fatto che l'"ability to pay" di cui parla Barnard ci fosse tutta.

Quindi, nonostante tutto quel gran numero di macroeconomisti disposti a accontentare Barnard in ogni suo minimo capriccio, visto che a quanto dichiara egli può disporne liberamente, resta il fatto che il "merito" della questione espressa in quella lettera resta effimero.
Guarda, ti dirò di più: anche se personalmente penso che il merito di quelle questioni in generale sia profondamente sbagliato, il merito espresso da Paolo Barnard in quella lettera resta effimero persino se le questioni che pone non fossero effimere per niente.


Tutto qui.


Domanda: se te fai una COLOSSALE LECCATA DI CULO una sviolinata a un potente ponendo delle questioni serie, puoi sempre sostenere che quella "sviolinata" è solo un mezzo per portare avanti una teoria importante.

Ma se te quella appassionata "sviolinata" la fai ponendo in modo particolarmente cretino delle questioni che di per sé sono già parecchio discutibili, che cosa resta, a parte la "sviolinata"?

redribbon
Inviato: 9/11/2011 13:02  Aggiornato: 9/11/2011 13:04
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/1/2006
Da: Firenze
Inviati: 614
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Possibile che leggendo questo articolo, si focalizzi l'attenzione su Berlusconi e non sui danni che avrebbe causato l'euro a tutti noi? La tristezza sta qua...



Perchè Berlusconi , secondo me, è complice, e pure attivo.
Sta al governo da 10 anni, e anche quando non c'era contava molto,
se avesse voluto avrebbe già tirato fuori l'Italia dal signoraggio, dall'euro e dal WTO.
Se non lo ha fatto devo considerarlo complice a tutti gli effetti.
Che non ha colpe se lo racconti Barnanrd, e chi di voi voglia, nel suo mondo fatato,
a me non incanta, vuol dire che gli è stato bene che le cose andavano male,
perchè così aveva la scusa per applicare le sue politiche infami di privatizzazioni e attacco al mondo del lavoro.

Che poi queste politiche anche quei VILI penosi del pseudo centro-sinistra le vorranno appliccare è un altro paio di maniche.

“datemi il controllo della moneta di una nazione e non mi importa di chi farà le sue leggi”

Mayer Amschel Rothschild
Tuttle
Inviato: 9/11/2011 13:06  Aggiornato: 9/11/2011 13:06
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Quando l'Italia aveva ancora "moneta sovrana" gli "attacchi" speculativi c'erano, eccome. Il nome di George Soros è legato nella mente di tutti noi al devastante attacco del 1992, dove se ricordo bene la Lira perse in una settimana più del 30% del suo valore.


Cacchio...credevo di essere rimasto l'unico a conoscere quelle 4 cacate di storia Italiana che servono a capire che Barnard straparla ad apparato riproduttivo di specie canina...

Pfiuuuu...

redribbon
Inviato: 9/11/2011 13:08  Aggiornato: 9/11/2011 13:08
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/1/2006
Da: Firenze
Inviati: 614
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Autore: g_a_b Inviato: 8/11/2011 10:04:43
Per REDRIBBON: ciò che affermi è vero, ma io vedo Berlusconi come uno che è sceso e restato in politica solo per evitare i guai personali.



Lo consideravo implicito quando ho detto che si è portato in parlamento i suoi avvocati per farsi i cazzi suoi.

Ciao

“datemi il controllo della moneta di una nazione e non mi importa di chi farà le sue leggi”

Mayer Amschel Rothschild
redribbon
Inviato: 9/11/2011 13:17  Aggiornato: 9/11/2011 13:21
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/1/2006
Da: Firenze
Inviati: 614
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Autore: a_mensa Inviato: 8/11/2011 16:41:39


Premetto che condivido alcune cose che dici (sulle quali ora non mi dilungo).
Ma su altre penso tu sia in errore.

Citazione:
allora potremo cominciare a parlare di COSA è IL DENARO



è una fregatura!

Citazione:
e a cosa serve


serve per costringere le persone a lavorare ed a fare i lavori più pesanti, e quei pochi che ne hanno tanto si approfittano dell’altrui lavoro.


Questo è il giudizio politico (che poi è quello più importante) ,
ma credo che tu volessi ridurti *solo* alla definizione tecnica,
ok.

Di fatto sia tu che il Prof. Auriti siete d’accordo che il denaro è solo una promessa, una convenzione,
il suo valore consiste in noi che l’accettiamo, come previsione,
se io e te e un gruppetto di persone saliamo su un galeone, che chiameremo Mayflower, ed andiamo su un isola\continente disabitata e decidiamo di non usare il denaro per rifondare la società umana, una cassa di euro o di dollari ci serve solo per fare il fuocherello e, quindi, il denaro non ha nessun valore,
mentre, invece, la ricchezza è rappresentata dalla Mayflower, e, persino, dalla cassa che conteneva le banconote.
Condividi?

Ma allora se il valore del denaro glielo diamo noi perché lo accettiamo,
ne consegue immediatamente che la proprietà del denaro deve essere nostra, non di una merdaccia di banca privata s.p.a., come la banca centrale europea, verso la quale ci indebitiamo e continuiamo a pagare per anni il debito cioè, soldi che vanno nelle tasche degli azionisti delle banche che la compongono, cazzo!!!
E chi sono gli azionisti maggiori della merdaccia-bce?
Banche private tedesche (23,40%) e francesi (16,52%). Ecco dove vanno i nostri soldi,
per questo quando parlano di EU vedete in tv quei camerieri di Merkel e Sarkozy che agiscono nell’interesse delle banche-usuraie tedesche e francesi,
ma anche delle altre con quote minoritarie.

Se lo stato ha bisogno di 100 euro e se li fa imprestare dalla bce dando in cambio di quei 100 euro titoli di stato, fa un'altra promessa, una cambiale, si indebita per quei 100 euro + gli interessi relativi + il tasso di sconto.
Politicamente, sta pure mettendo le “pa**e” dei propri cittadini nelle mani di banche private, e degli acquirenti dei titoli di stato,
se un bel giorno, agli usurocrati internazionali gli gira di vendere i titoli di stato italiani sul mercato per fargli perdere valore, onde esercitare un qualche tipo di pressione politica sull’Italia, questa si troverà in difficoltà e costretta a cedere ai ricatti di chi gli stringe le palle;
o se un giorno venisse richiesto dai creditori di saldare il debito, subito, l’Italia sarebbe in mutande,
perché ha ceduto la propria sovranità alle banche.
Ciò non accadrebbe se lo stato stampasse in proprio i suoi (intendendo per stato i cittadini che lo compongono), o quelli che dovrebbero essere dei cittadini, soldi. Basta una telefonata del Ministro del Tesoro, e poi l’ordine scritto controfirmato dal Presidente del Consiglio, alla zecca di stato ---> sovranità monetaria ---> si buttano fuori dal meccanismo le banche!

La parola chiave è INDIPENDENZA della patria.


Citazione:
ma l'esempio c'è già, su tutti i libri di storia.
uno stato, che potesse emettere denaro, incapace di incassare quanto spende, cosa credete che farebbe ? ovvio, emetterebbe denaro, quanto basterebbe a coprire il deficit di bilancio.
e quanto credete ci metterebbe a ridurre tutti voi ad andare a comprare il pane con una carriola di banconote da 1.000.0000.000 ?



Non è mai accaduto nella storia che la proprietà del denaro fosse del popolo,
quindi l’esempio di cui parli non ha senso.
Se poi ti riferisci alla Repubblica di Weimar, l’inflazione fu dovuta alla svalutazione del marco, cominciata già durante la 1 guerra, ed ha cause diverse, aggravate poi dall’obbligo di pagare mostruose riparazioni di guerra.
Da notare che la proprietà della moneta continuava ad essere della banca, non del popolo, come invece avrebbe dovuto essere.

In ogni caso, è ovvio che l’emissione sarebbe disciplinata per legge,
diceva il Prof. Auriti che la quantità di moneta circolante deve essere pari alla quantità di beni,
e più precisamente sottolineava nel suo saggio che l’emissione deve cessare quando il mercato è saturo cioè, quando il prezzo dei beni tende a coincidere col costo di produzione.

“datemi il controllo della moneta di una nazione e non mi importa di chi farà le sue leggi”

Mayer Amschel Rothschild
Paulo
Inviato: 9/11/2011 13:26  Aggiornato: 9/11/2011 13:26
Mi sento vacillare
Iscritto: 24/12/2005
Da:
Inviati: 507
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Dopo aver disatteso l'invito di Paolo Barnard, chissà che Berlusconi non accolga il suggerimento di "Kim Jong-il".

superanima
Inviato: 9/11/2011 13:28  Aggiornato: 9/11/2011 13:55
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/8/2007
Da:
Inviati: 300
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Digita "$500,000,000 german worker's bonds" e "Harriman".

Per una disanima alternativa alla solita nenia sulla miracolosa ripresa tedesca degli anni precedenti la WWII vedere QUI


Sono esistiti due tipi differenti di titoli tedeschi.
Quelli di cui sopra (che si chiamavano Rentenmark)vennero messi nei primi anni '20 e sono precedenti ai buoni lavorativi tedeschi di circa 10 anni, che vennero emessi dopo la vittoria elettorale di Hitler del '33.
Questa sera mi leggerò il capitolo sull'argomento contenuto nel libro "the lost science of money" di Zarlenga, ci sono molte informazioni.

superanima
Inviato: 9/11/2011 13:49  Aggiornato: 9/11/2011 13:57
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/8/2007
Da:
Inviati: 300
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Pispax:Citazione:
1) L'Europa ha 27 Paesi, fra cui alcune economie abbastanza deboli. Gli "attacchi" oggi riguardano Italia, e hanno riguardato la Grecia, la Spagna, l'Irlanda o altre economie, tipo il Portogallo. Non mi risultano "attacchi" speculativi particolarmente massicci verso le economie forti comei Francia, Germania, Olanda ecc.
Eppure anche loro non hanno più la "sovranità monetaria".

Questo significa che il discrimine posto da PB, semplicemente, non regge.


Il fatto che gli attacchi speculativi si siano limitati a qualche paese non significa certo nulla, è ovvio che si siano limitati alle "prede più deboli e malate".
Ma ripeto, cosa dovrebbe significare questo?

Inoltre
Citazione:
1) l'attacco all'Italia è dovuto (secondo PB, esclusivamente) al fatto che l'Italia non ha più "l'ability to pay". Che Barnard definisce "la capacità di uno Stato di onorare sempre il proprio debito emettendo la propria moneta sovrana"


È ovvio che la Germania riuscirebbe a trovare con maggiore facilità rispetto all'Italia degli investitori interessati ai suoi buoni del tesoro.

Citazione:
2a) Quando l'Italia aveva ancora "moneta sovrana" gli "attacchi" speculativi c'erano, eccome.
Il nome di George Soros è legato nella mente di tutti noi al devastante attacco del 1992,


Si ma il legame tra banca d'Italia e ministero del tesoro non si era praticamente interrotto sin dai primi anni '80? Quindi nel '92 non ci trovavamo certo nella situazione ideale auspicata da Barnard.

Citazione:
Ci sono millemila miliardi di debito in più?
Vabbe', e che ci vuole? Basta stampare millemila miliardi di lire in più per ripagarlo.
Anzi, se di lire ne stampiamo un bel duemillemila miliardi, non solo ripaghiamo il debito, ma evitiamo pure di farne un altro.

A parte l'ingenuità intrinseca della questione


Potendo CREARE nuova moneta a piacimento, lo stato potrebbe anche toglierla di circolazione quando necessario. È questo il punto cardine del discorso, credo.

Citazione:
3) Almeno per come la mette giù in questa lettera (d'amore), la tesi del complotto per "condannare il sud dell'Europa al ruolo di paesi terzisti deprimendone le economie", riesce a contraddirsi da sola all'interno della stessa frase.
E' un concetto retorico, che serve solo a indurti a pensare che "tu non hai alcuna colpa". In realtà l'euro è servito a IMPEDIRE che molti Paesi, fra cui l'Italia, deprimessero da soli le proprie economie cercando da soli di ritagliarsi un ruolo di paese terzista.
Perché il concetto di "svalutazione competitiva", signori, è proprio questo.

L'idea espressa da Barnard riesce a contraddirsi da sola, concettualmente, nel giro di due righe.


Credevo che la svalutazione controllata (temporanea) delle monete servisse ai paesi per rilanciare le esportazioni dell'industria ed al contempo l'economia, cosa c'entrano i paesi terzisti?

Tuttle:Citazione:
Cacchio...credevo di essere rimasto l'unico a conoscere quelle 4 cacate di storia Italiana che servono a capire che Barnard straparla ad apparato riproduttivo di specie canina...

Pfiuuuu...


Vedi sopra la mia considerazione riguardo banca d'Italia e ministero del tesoro.
Tuttle, ho come l'impressione che tu sopravvaluti un tantinello le tue conoscenze....

Tuttle
Inviato: 9/11/2011 14:00  Aggiornato: 9/11/2011 14:03
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Tuttle, ho come l'impressione che tu sopravvaluti un tantinello le tue cacate di storia....


Citazione:
Potendo CREARE nuova moneta a piacimento, lo stato potrebbe anche toglierla di circolazione quando necessario. È questo il punto cardine del discorso, credo.


Sono qui per imparare. Per ora, rido.

Pispax
Inviato: 9/11/2011 14:05  Aggiornato: 9/11/2011 14:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
PikeBishop


Citazione:
Una favola pro-nazi-statalista di cui ci si era occupati parecchio tempo fa. Chiedilo ai lavoratori forzati e schiavizzati se l'economia si era risollevata, chiedi alla famiglia di Bush come i nonni hanno finanziato quello schema e chiedi ai milioni di morti che sono il risultato dei nodi di quel casino che vennero al pettine.

Non se ne puo' piu' di ripetere le stesse cose.

In ogni caso si stanno ripetendo gli stessi errori perche' quelli a cui conviene propagandare queste balle sono gli stessi dell'altra volta. Buon fascismo e prossima guerra mondiale, bambini.


Sai Pike, ci sono momenti che ti abbraccerei.
Sul serio.

Pispax
Inviato: 9/11/2011 14:18  Aggiornato: 9/11/2011 14:36
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
superanima


Citazione:
Il fatto che gli attacchi speculativi si siano limitati a qualche paese non significa certo nulla, è ovvio che si siano limitati alle "prede più deboli e malate".
Ma ripeto, cosa dovrebbe significare questo?
...
È ovvio che la Germania riuscirebbe a trovare con maggiore facilità rispetto all'Italia degli investitori interessati ai suoi buoni del tesoro.


Già.
Dici le stesse cose che dico io. Ora però fermati un attimo a pensare sul perché è "ovvio".


Sai, conosco una persona che non scopa da più di vent'anni.
Lui ci prova ma le ragazze non se lo filano di pezza.

Non è difficile neppure capire il perché.
E' bruttacchiolo come la fame, si veste come un cane, si lava i denti solo alla domenica e fa la doccia una volta al mese, quando è con una donna ha la personalità di un nano da giardino e in ogni caso parla sempre e solo di quello che fa la Fiorentina.

Mutatis mutandis Barnard è quello che gli dice che lui non scopa solo perché non ha la macchina grossa, e lo spinge a risparmiare per comprare la mercedes.


EDIT:
In un sussulto di disponibilità sono andato a ritrovare una cosa che può interessarti. L'avevo trovata per uno dei tanti commenti sulle minchiate della serie "se stampiamo tanti ma tanti soldi saremo tutti tanto ma tanto ricchi", e poi non l'ho utilizzata.
Però mi è rimasta in mente.


Citazione:
Si ma il legame tra banca d'Italia e ministero del tesoro non si era praticamente interrotto sin dai primi anni '80? Quindi nel '92 non ci trovavamo certo nella situazione ideale auspicata da Barnard.


A parte che "ideale" è un termine abbastanza raccapricciante - non perché io abbia ideali diversi, sia chiaro, ma perché le situazioni "ideali" sono appunto quelle che è impossibile che si verifichino - trovi una bella confutazione al tuo discorso proprio qui:

LA CRISI DELLA LIRA DEL 1963-64,
UNA CRISI SENZA SVALUTAZIONE:
PERCHÉ?


(tocca leggerselo, eh. Altrimenti solo dal titolo si capisce poco)



Quando la realtà contrasta con una convinzione, in linea di massima si possono fare solo due scelte: o si abbandona quella convinzione, o si abbandona la realtà.
Tutto sommato non è una cosa difficile da capire, via.

Calvero
Inviato: 9/11/2011 14:39  Aggiornato: 9/11/2011 14:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
chiedi alla famiglia di Bush come i nonni hanno finanziato quello schema


..e, se non ricordo male, il tutto attraverso Londra. Se i soldi avessero avuto bandiera quella volta, in molti si sarebbero domandati come mai i soldi dei cannoni tedeschi andavano a comprare anche quelli americani ... e, probabilmente, Hitler si sarà anche domandato: - ma com'è che a un certo punto le cose si mettono male ?? .. eppure in teoria la cosa sarebbe dovuta andare diversamente

... d'altronde le Nazioni Unite dovevano avere tante giustificazioni per poter nascere e controllare tutti quei cattivacci che sono sparsi per il mondo e che già una volta si erano sovvenzionati "da soli". Sia mai che qualche altro Dittatore faccia tutto "da solo".

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
anakyn
Inviato: 9/11/2011 14:47  Aggiornato: 9/11/2011 14:49
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/1/2010
Da:
Inviati: 1428
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Mi fa piacere che LuogoComune abbia messo in risalto la figura di Barnard ed il suo ultimo messaggio.
Credo sia una persona di cui è importante conoscere idee ed opinioni perchè rappresentano uno sguardo decisamente diverso e coraggioso sul mondo, a prescindere che le si condivida o meno.

Barnard è un personaggio pubblico che seguo da un paio d'anni, sulla cui persona e sulle cui idee non è a mio parere assolutamente possibile esprimere un giudizio netto e definitivo.
Veicola messaggi quasi sempre estremi e provocatori, e per questo tende a polarizzare le opinioni, ma va tenuto sempre in considerazione il suo percorso ed il suo idealismo, che ne definisce pregi e difetti nella stessa misura.

E' la prima volta da quando lo seguo che, nel leggere un suo messaggio, mi sento molto distante dalle sue posizioni. Non per la dottrina di base secondo la quale l'euro ed il centralismo economico europeo ci stanno portando al disastro, ma per l'appello ad una figura (Berlusconi) che rappresenta comunque il peggio possibile ed immaginabile sulla scena politica.
Provocazione? Può anche darsi, ma il testo della lettera è dannatamente serio.

Mi auguro che l'epilogo del suo drammatico percorso professionale non si risolva in un problema psichiatrico, lo dico senza la minima ironia. Non vorrei che la frustrazione accumulata in questi anni, e che traspare con evidenza dai suoi scritti, assieme ai grossi problemi di natura professionale (e dunque, forse, anche economica), lo stiano spingendo decisamente fuori dal selciato del buonsenso e della salute mentale.
Ma mi augurerei con ancora maggior forza che un eventuale deriva del genere non vada ad intaccare la validità della sue tesi, del suo lavoro e delle sue testimonianze pregresse.
Che non si usi insomma il suo attuale iper-estremismo per condannare anche le sue posizioni del passato.

"Il più grande crimine", dove viene ospitata la tesi di fondo che veicola tutta la sua ultima attività giornalistica, è un testo che ho solo accennato a leggere.
Troppo complessa è la materia economica, e troppo scarsi i miei mezzi in merito per consentirmi opinioni precise pro o contro.
Mi è però sempre sembrata molto, troppo semplicistica la tesi secondo cui praticamente qualsiasi inghippo di economia nazionale possa essere risolto tramite l'emissione di moneta. Ci capisco poco, ma mi sembra in buona sostanza "troppo facile".
Il fatto è che è proprio attorno a questo concetto che ruota la stragrande maggioranza della sua visione sull'attuale situazione economica, per cui mi piacerebbe una buona volta capire quanto fondamento abbia.

Però, al di là che tale sua tesi sia fondata o meno, mi sento di respingere alcune critiche che gli vengono mosse:
- non è vero che sia un giornalista che non cita le fonti: certo, ogni tanto parte per la tangente con invettive che sembrano buttate lì senza capo nè coda, ma significa che ha già affrontato e motivato le sue opinioni in precedenza, con dovizia di particolari e fonti.
Tanto per prendere in causa la diatriba più citata: nei confronti di Travaglio (così come di Santoro, Gabanelli e altri esponenti dell'informazione mainstream) ha operato una critica forse troppo dura ed intransigente, ma certamente sulla base di motivazioni validissime e molto, molto solide.
Può apparire un tizio che lancia sparate senza fondamento solo a chi lo legge saltuariamente.
- non è nemmeno molto credibile accusarlo di prendere posizione in funzione di un tornaconto personale di carattere economico o professionale.
Il tizio in questione è uno che, come testimonia OGGETTIVAMENTE (ed è forse l'unico elemento oggettivo che lo circonda) la sua storia, per il proprio idealismo in termini di opinioni e soprattutto comportamenti ha pagato in primis proprio sul piano professionale. In altri termini: se era uno che pensava al proprio interesse, oggi starebbe in ben altra posizione, e non avrebbe buttato alle ortiche una carriera ben avviata.
Credo che per rendersene conto sia sufficente informarsi sulla vicenda di "censura legale" legata al suo abbandono di Report, ed a come abbia a più riprese adottato una linea da "nessun compromesso".

Per questo, quando leggo le sue ultime posizioni decisamente eccessive persino per uno come Barnard, più che alla tesi dell'interesse personale tendo piuttosto ad ipotizzare una sorta di esaurimento nervoso dovuto all'accumulo di stress e frustrazione.

Sempre che non abbia ragione lui, beninteso.

Sertes
Inviato: 9/11/2011 15:00  Aggiornato: 9/11/2011 15:01
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
anakyn ha scritto:
Barnard è un personaggio pubblico che seguo da un paio d'anni, sulla cui persona e sulle cui idee non è a mio parere assolutamente possibile esprimere un giudizio netto e definitivo.


Se tu lo seguissi da tre anni conosceresti la sua posizione sull'undici settembre, e allora il tuo giudizio sarebbe probabilmente più netto e con giusto motivo.

Come ha detto giustamente Calvero una volta, è sul tema dell'undici settembre che si misura la qualità del giornalismo contemporaneo, l'undici settembre è la cartina di tornasole che ci permette di esprimere giudizi sui giornalisti (scusa Calvero non ricordo le parole esatte ma credo che il concetto fosse questo)

E questa accozzaglia di parole a firma Barnard è solo una conferma a qualcosa che sapevamo già, e se ancora questo non bastasse l'articolo seguente (per chi ha avuto il fegato di leggerselo, su comedonchisciotte) è anche peggio (grillini felici perchè ora va al governo il pd...)

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Calvero
Inviato: 9/11/2011 15:05  Aggiornato: 9/11/2011 15:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
... è sul tema dell'undici settembre che si misura la qualità del giornalismo contemporaneo, l'undici settembre è la cartina di tornasole che ci permette di esprimere giudizi sui giornalisti


senza ombra di dubbio

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
anakyn
Inviato: 9/11/2011 15:06  Aggiornato: 9/11/2011 15:26
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/1/2010
Da:
Inviati: 1428
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Mi è però sempre sembrata molto, troppo semplicistica la tesi secondo cui praticamente qualsiasi inghippo di economia nazionale possa essere risolto tramite l'emissione di moneta. Ci capisco poco, ma mi sembra in buona sostanza "troppo facile".
Il fatto è che è proprio attorno a questo concetto che ruota la stragrande maggioranza della sua visione sull'attuale situazione economica, per cui mi piacerebbe una buona volta capire quanto fondamento abbia.


Cito mè stesso, perchè a questo proposito forse esistono chiavi di lettura abbastanza concrete da rendere la materia intepretabile anche ad un profano.

Fra le altre cose, Barnard scrive che l'emissione sovrana di moneta è qualcosa che "ha fatto l'Argentina" (dopo la sua crisi) e che l'ha fatta ripartire.
Da un'altra parte, similmente scriveva che tale piano economico era stato stilato (non ho capito se in parte o del tutto) dagli economisti ai quali lui stesso fa riferimento nelle sue tesi.

E' possibile comprendere se ed in quale misura tutto questo sia attendibile?

Notturno
Inviato: 9/11/2011 15:18  Aggiornato: 9/11/2011 15:21
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/8/2008
Da:
Inviati: 1920
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:

Pispax ha scritto:

Senza far perdere troppo tempo a nessuno, provo a dire un paio di cose che OGGETTIVAMENTE circoscrivono queste affermazioni nel novero delle minchiate.

1) L'Europa ha 27 Paesi, fra cui alcune economie abbastanza deboli. Gli "attacchi" oggi riguardano Italia, e hanno riguardato la Grecia, la Spagna, l'Irlanda o altre economie, tipo il Portogallo. Non mi risultano "attacchi" speculativi particolarmente massicci verso le economie forti comei Francia, Germania, Olanda ecc.
Eppure anche loro non hanno più la "sovranità monetaria".

Questo significa che il discrimine posto da PB, semplicemente, non regge. C'è un solo discrimine che viene utilizzato da chi investe nei titoli di stato: la "fiducia" sul fatto che rivedranno indietro i loro soldi. Oppure no.
A parita di MANCANZA di moneta sovrana, chi investe crede che il Belgio, pur nella sua devastata situazione politica, terrà fede facilmente ai propri impegni economici. E crede che invece l'Italia non sia in grado di farlo. Lo Stracazzengwabe invece batte moneta sovrana, ma non mi pare che questo semplice fatto gli basti a assicurarsi gli investimenti internazionali.
Tutto qui.


Si, ma questo accade perché esistono realtà diverse in nazioni diverse, ma con la stessa moneta.

QUALUNQUE nazione, in situazione di crisi, batte moneta e stimola gli investimenti e l'economia.

SEMPRE.

L'hanno fatto gli americani dopo la crisi del 29 e l'hanno fatta decine di altre nazioni in TUTTI i momenti di crisi.

Questo non è un meccanismo inventato da Barnard. E' un meccanismo utilizzato da sempre e da tutti, al momento opportuno.

Questo meccanismo non lo abbiamo più.

Che senso ha dire tutto il resto?

La Banca Centrale ha sempre avuto questa funzione di stimolo dell'economia.

Il problema nasce quando la banca centrale non guarda più la situazione di un singolo paese, ma di molti insieme e, soprattutto se l'economia da salvaguardare è un'economia di un paese non solo debole economicamente, ma anche politicamente.

Praticamente se ne fotte e ci chiede lacrime e sangue.

PER QUALE CAZZO DI MOTIVO?

PER RIDURRE UN DEBITO che tale non è? Per pagare interessi per una moneta presa a debito?

Mavvaffanculo! (non a te, Pispax, amico mio, sia ben chiaro)

E' ovvio che stampare moneta crea problemi e va accompagnata dagli investimenti.

Non è una cura “indolore” e senza contro-indicazioni, ma è UNA CURA, non un cetriolo, cazzarola.

Sembra che facciate valutazioni “a camere stagne”.

Se investi non hai inflazione.

Questa cosa l'ho chiesta a PB direttamente e la sua risposta è stata proprio questa e coincide con quello che so: stampare moneta non genera inflazione se all'aumento di moneta corrisponde un aumento di beni in circolazione.

E' esattamente QUESTO lo scopo di stampare moneta!

Invece questi figli di beep che ci consigliano?

Ridurre i consumi, ridurre le spese, ridurre i servizi, RIDURRE trasporti, acquisti, cure mediche, educazione!!!!!!

Boh.... non vi capisco.

Citazione:

2a) Quando l'Italia aveva ancora "moneta sovrana" gli "attacchi" speculativi c'erano, eccome.
Il nome di George Soros è legato nella mente di tutti noi al devastante attacco del 1992, dove se ricordo bene la Lira perse in una settimana più del 30% del suo valore.
Quando si gioisce sul fatto che in questa manovra non c'è stato alcun "prelievo forzoso", ci si riferisce a quello che fece Giuliano Amato (centrosinistra) proprio nel 1992, e che era parte di una manovra durissima. Ci fu anche la prima riforma organica delle pensioni, se ricordi. Ma se ricordi già nel 1991 sulle pensioni c'erano stati interventi più temporanei, fatti proprio per evitare che tutto questo potesse succedere.
Ma questo è solo un esempio fra i tanti possibili. Vogliamo parlare dell'ALTRA manovra durissima, quella che fece Prodi nel 1996? Anche all'epoca la Lira era sotto "attacco" in modo pesante, e il meteo indicava tornadi.


Ma cazzo, Pispax, vecchio palafreniere, stai parlando di AMATO!!!! Amato che fa parte proprio di quella cerchia di bastardi che ci condusse qui dove siamo ora!

Amato, D'Alema, Ciampi, Dini.... Non ti ricordi che combinarono????????

Le monete singole, come la lira, hanno una debolezza intrinseca e va trovata una soluzione contro le speculazioni, ma se la “soluzione” è l'euro...... MAMMAMIA!!!!!

Citazione:

2b) Visto che la parte "tutto questo non sarebbe successo" è smentita piuttosto seccamente dalla storia (e non solo quella della Lira), resta da affrontare il fatto che "la situazione potrebbe essere arginata facilmente se l'Italia battesse moneta sovrana".

Ora, io non è che appartengo a una scuola economica di qualche tipo. Non sono un "austriaco", anche se la birra mi piace parecchio.
Però la linea di condotta suggerita da PB con queste affermazioni mi pare piuttosto ovvia. Se noi avessimo una moneta sovrana potremmo fare delle politiche monetarie autonome.
Se noi potessimo fare delle politiche monetarie autonome sarebbe facile risolvere il problema.
Ci sono millemila miliardi di debito in più?
Vabbe', e che ci vuole? Basta stampare millemila miliardi di lire in più per ripagarlo.
Anzi, se di lire ne stampiamo un bel duemillemila miliardi, non solo ripaghiamo il debito, ma evitiamo pure di farne un altro.

A parte l'ingenuità intrinseca della questione, visto che con questa roba PB non fa altro che indurre confusione fra il valore facciale e il valore reale, a me viene anche da chiedermi quanto verrebbe a costarmi POI il bel mio boccale di birra fresca, con questo bel popò di "cura risolutiva".


Pispax.... stai dicendo che questa soluzione è impossibile?

E' strano, PERCHE' L'HANNO APPLICATA DA SEMPRE IN TANTI, USA COMPRESI!

Ma perché vi dimenticate tutti queto “dettaglio”?

Ma ve lo ricordate Roosvelt, (quel bastardo di Pearl harbour)???

Beh, fu proprio grazie al New Deal, alla mostruosa massa di investimenti statali, al fiume di danaro stampato che l'america uscì dalla crisi!

Citazione:

Quindi, nonostante tutto quel gran numero di macroeconomisti disposti a accontentare Barnard in ogni suo minimo capriccio, visto che a quanto dichiara egli può disporne liberamente, resta il fatto che il "merito" della questione espressa in quella lettera resta effimero.


Questa frase non è da te.

Non “dispone” di nessuno.

Ha collaborato con quella gente. Stop. Boh.... non capisco quest'atteggiamento, davvero.
Citazione:

Domanda: se te fai una COLOSSALE LECCATA DI CULO una sviolinata a un potente ponendo delle questioni serie, puoi sempre sostenere che quella "sviolinata" è solo un mezzo per portare avanti una teoria importante.

Ma se te quella appassionata "sviolinata" la fai ponendo in modo particolarmente cretino delle questioni che di per sé sono già parecchio discutibili, che cosa resta, a parte la "sviolinata"?


Domanda per domanda: quando devi leccare un culo, scegli quello di chi sta perdendo o di chi vince?

Fine della storia, per me.

EDIT: adesso ho capito!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Barnard non crede nel complotto dell'11 settembre!!!!!!!!!!

Porca puzzola, adesso ho capito perché tutto questo astio, cazzo!

Scusate il ritardo.... stiamo accendendo il cervello solo ora.....

Raga.... con tutto il rispetto..... quando analizzate, non siate troppo "monomaniacali".

Non che non serva sapere che cosa pensa PB sull'11/9, ma non è che un uomo si misura solo da quello, eh?


Rende Encomiabili Dire No A
Religiosi Orpelli. Mentire Provoca Eccidii.
(Stefano Bartezzaghi)
Giano
Inviato: 9/11/2011 15:19  Aggiornato: 9/11/2011 15:33
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/3/2011
Da:
Inviati: 1424
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
OT
Copio e incollo da FB:
Vi ricordo l'appuntamento di stasera con Radio MPA.
Gli ospiti della serata sono diventati due: 
Simon Shack (autore del documentario "September Clues")
Roberto Quaglia (autore del libro "il mito dell'11 Settembre")
Puntata da non perdere!!! ;)


https://www.facebook.com/event.php?eid=232357470160305

anakyn
Inviato: 9/11/2011 15:25  Aggiornato: 9/11/2011 15:30
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/1/2010
Da:
Inviati: 1428
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Se tu lo seguissi da tre anni conosceresti la sua posizione sull'undici settembre, e allora il tuo giudizio sarebbe probabilmente più netto e con giusto motivo.


Conosco molto bene la sua posizione sul 9/11, tanto che ne avevo parlato proprio qui su LC un annetto fa o forse più (anche tu eri coinvolto in quella discussione, se ricordo bene).

Quella di Barnard è una posizione che non condivido minimamente e la considero un suo GROSSO limite giornalistico; conosco però le motivazioni principe alla base del suo approccio (in buona sostanza: 1) se era un complotto sarebbe saltato fuori perchè non potevano stare tutti zitti; e 2) meglio concentrarsi su vicende meno controverse e su cui si possano operare critiche e denuncie senza tema di smentita) e credo che siano errori dovuti non a malafede bensì ad una sostanziale ignoranza sul tema.
Temo sia un gatto che si mangia la coda: Barnard considera il 9/11 non prioritario, di conseguenza lo ha studiato poco, di conseguenza non lo considera credibile, di conseguenza infine lo considera non prioritario, e così via.

Commette un'errore simile a quello che imputa a Travaglio sulla questione Palestinese: esprime un giudizio su una questione su cui non si rende conto di non aver studiato abbastanza.
Me ne dispiace, ma non al punto di condannare in toto il resto del suo lavoro giornalistico, che ne rappresenta del resto la stragrande maggioranza.


Citazione:
è sul tema dell'undici settembre che si misura la qualità del giornalismo contemporaneo, l'undici settembre è la cartina di tornasole che ci permette di esprimere giudizi sui giornalisti


Non condivido assolutamente, e mi sembra una posizione che denota una certa ossessività.
Ma forse interpreto male, per cui mi spiego.

Un giornalista a mio parere può benissimo non occuparsi di 9/11 ed essere comunque considerato un ottimo giornalista.
Può persino essere ignorante in materia, ma trattare con grande competenza e professionalità altri temi d'indagine.
Il fatto che qui su LC si consideri il 9/11 come il tema centrale capace di spiegare l'evoluzione politica/economica/bellica internazionale degli ultimi 10 anni (e personalmente, da frequentatore di LC mi trovo d'accordo) non significa che si debba condividere tale impostazione pena il non essere considerati dei buoni giornalisti.

Io credo che il problema di Barnard sull'11/9 sia alla fine dei conti proprio questo, e cioè il non volerlo indagare, il non considerarlo un motore a livello globale.
Da cui il GRAVE peccato di presunzione di cui sopra.

Ma ripeto: non credo che questo intacchi il resto della sua attività giornalistica.
Semplicemente non è un valido interlocutore sul 9/11, per colpe esclusivamente sue.

Virtus
Inviato: 9/11/2011 15:29  Aggiornato: 9/11/2011 15:29
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/5/2011
Da: Lecce
Inviati: 93
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Riporto da IlFattoQuotidiano (09/11/2011):

Citazione:
... Intanto il cancelliere tedesco Angela Merkel riprende le parole del direttore dell’Fmi Christine Lagarde: “Il problema dell’Italia non è la sua situazione economica ma la fiducia” e aggiunge che il nostro Paese potrà ritrovare la fiducia dei mercati mettendo in atto “credibilmente” i propri piani di austerità, mentre Confindustria assicura: “Siamo nel baratro. Non ci meritiamo di fare la fine della Grecia”.


Hanno deciso d far fuori l'attuale governo difatti più resiste Berlusconi e più gli indici di mercato peggiorano.
Quello che mi fa più paura è:

"Chi governerà dopo ?"
"Quanto ci toglieranno dopo questa finta bufera ?"

TWNP
Inviato: 9/11/2011 15:36  Aggiornato: 9/11/2011 15:36
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 642
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
@ pispax:
non sono un fan di Barnard, ma l'idea che la svalutazione competitiva
risulti necessariamente in una depressione dell'economia è una gran
minchiata.
Sta di fatto che negli anni '90 il reddito REALE cresceva, oggi decresce.
E, incredibile dictu, anche la concentrazione del reddito che
teoricamente dovrebbe essere favorita dall'inflazione, in realtà è più
alta oggi.
Perchè allora c'era un welfare forte, mentre oggi è in via di estinzione
grazie alla nuova era sovranazionale europea, il NEO (New European
Order).
Perchè allora si produceva grazie anche alla svalutazione competitiva,
mentre oggi non si produce più nulla in Italia, se non mignotte.
E produciamo mignotte grazie a Berlusconi, altrimenti nemmeno quelle.



P.S.: non è un caso che in 1984 di Orwell, il mondo fosse diviso in
grandi accorpamenti continentali.
Ci siamo già dentro.
E da un bel pezzo.

Sertes
Inviato: 9/11/2011 15:37  Aggiornato: 9/11/2011 15:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Notturno ha scritto:

EDIT: adesso ho capito!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Barnard non crede nel complotto dell'11 settembre!!!!!!!!!!

Porca puzzola, adesso ho capito perché tutto questo astio, cazzo!

Scusate il ritardo.... stiamo accendendo il cervello solo ora.....

Raga.... con tutto il rispetto..... quando analizzate, non siate troppo "monomaniacali".

Non che non serva sapere che cosa pensa PB sull'11/9, ma non è che un uomo si misura solo da quello, eh?


Mi disipace averti offerto l'appiglio che ti permette di perseverare nell'errore. Pazienza, ci vuole tempo e impegno per tutto.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Notturno
Inviato: 9/11/2011 15:39  Aggiornato: 9/11/2011 15:39
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/8/2008
Da:
Inviati: 1920
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Bravo Anakyn.

wow!

Rende Encomiabili Dire No A
Religiosi Orpelli. Mentire Provoca Eccidii.
(Stefano Bartezzaghi)
Sertes
Inviato: 9/11/2011 15:42  Aggiornato: 9/11/2011 15:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
anakyn ha scritto:
Un giornalista a mio parere può benissimo non occuparsi di 9/11 ed essere comunque considerato un ottimo giornalista.
Può persino essere ignorante in materia, ma trattare con grande competenza e professionalità altri temi d'indagine.


Ma infatti il fulcro è tutto qui. L'ignoranza non è una colpa, ma se sei ignorante di un argomento non dovresti esprimere giudizi.
Più esposto sei, più ti occupi di informazione, e più l'ignoranza e l'esprimere giudizi da ignorante, diventano una colpa.
Quando poi ti proponi come faro nella denuncia delle colpe dell'apparato bellico atlantico e poi neghi l'undici settembre e poi ti sottrai al confronto, allora stai facendo gatekeeping.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Notturno
Inviato: 9/11/2011 15:43  Aggiornato: 9/11/2011 15:43
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/8/2008
Da:
Inviati: 1920
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Ascolta, Sertes, io ti voglio bene (e lo dico sul serio) e mi trovo concorde con te su mille cose (e sai che non ti sto "slinguazzando"), ma questo modo di scrivere mi fa prudere i diti.

Mannaggia, non fare così!

Dimmi cosa, secondo te, è sbagliato e litighiamo pure, ma non limitarti ad alludere, è orribile!

(detto questo, tu & pispax sarete miei ospiti a bere una birra BELGA, così imparate a non bere più robaccia crucca e scoprirete un mondo bellissimo)


Rende Encomiabili Dire No A
Religiosi Orpelli. Mentire Provoca Eccidii.
(Stefano Bartezzaghi)
DrHouse
Inviato: 9/11/2011 15:56  Aggiornato: 9/11/2011 15:56
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/11/2007
Da:
Inviati: 2394
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
@anakyn:
Citazione:
Un giornalista a mio parere può benissimo non occuparsi di 9/11 ed essere comunque considerato un ottimo giornalista.

Non immagini quante volte ho provato a far passare quest'idea qui dentro. Buona fortuna.

Citazione:
Commette un'errore simile a quello che imputa a Travaglio sulla questione Palestinese: esprime un giudizio su una questione su cui non si rende conto di non aver studiato abbastanza.

Esattamente. Barnard è vittima del suo stesso modo di ragionare. A forza di dividere i giornalisti in buoni (quei pochi che la pensano come lui) e gatekeeper (tutti quelli che hanno il torto di non pensarla come lui), alla fine lui stesso è stato considerato un gatekeeper perché non ha mai apertamente abbracciato la tesi complottista.

È uno schema manicheo e infantile, di cui però Barnard si è servito a piene mani per darsi ragione. Finché qualcuno non lo ha usato contro di lui.

E dopo 10 anni, siamo a discutere se il Volo 77 è arrivato proprio lungo questa linea, o piuttosto è arrivato due metri più a sinistra, o due metri più a destra? (Perle complottiste)
Sertes
Inviato: 9/11/2011 15:56  Aggiornato: 9/11/2011 16:03
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Uff... ma servirebbe un intera analisi dell'articolo (intendo di questo, così da essere al di sopra di ogni sospetto). Pike ha già scritto qualcosa di simile nel suo intervento.

Primo problema: Barnard cerca di venderti delle sciocchezze contornate da un generale appello all'autorità (io sono membro di un gruppo di 10 saggi internazionali, io ho studiato economia con i big dell'economia, c'è un gruppo di savi che ha salvato l'argentina e che può aiutare anche te - sottointendendo che non solo quello che dicono questi saggi è giusto ma è anche già certificato)
In concreto... un beneamato cazzo. Non spiega la natura delle proposte di questi saggi, si tratta solo di un appello all'autorità, cioè si fa leva sul fatto che queste persone sono esperti del settore che sanno quello che fanno, pur di non entrare nel merito.

Secondo problema: Visione selettiva. Siccome è accattivante denunciare le magagne, e siccome silvio lo bastonano un po tutti, Barnard fa il giro completo e bastona i suoi avversari. Legittimo, eh, si scorda solo di denunciare tutto lo schifo che ha fatto Berlusconi, da Falcone & Borsellino in poi. Quindi pur di aver qualcosa di "controverso" da dire, si trova portatore dello stesso messaggio dei berlusconiani più beceri: "rimanga Silvio sennò arrivano i komunisti mangiabambini"
Chiunque mastichi un minimo di teoria di propaganda sa che quando ti offrono solo 2 scelte è per nascondere il fatto che ne esistono di terze, e che è il sistema bipolare ad essere falsato.
Ti obbligano se essere pro o contro per non farti vedere che è la scelta stessa ad essere falsata.

Altri problemi: guarda anche solo l'uso di locuzioni utili a imbonire la gente piuttosto che a spiegare!! Quando fa la sua analisi e poi dice "Sono cioè il farmaco che causa la malattia,invece di curarla" non ti sta dando una spiegazione del perchè l'analisi è corretta, sta usando una serie di parole che sono rafforzativo di quanto ha detto ma senza spiegare un cazzo. Allora ci credo che si sottrae al confronto, basta che uno gli vada davanti e gli chieda: "scusi Barnard, ma allora la sua ricetta per il troppo debito è altro debito?" E lui "sì, la ricchezza di una nazione si crea col debito" come se fosse una verità - grazie al cazzo, l'ha scritto lui stesso nel suo "saggio sull'economia"!!

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
PikeBishop
Inviato: 9/11/2011 15:59  Aggiornato: 9/11/2011 17:34
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
fu proprio grazie al New Deal, alla mostruosa massa di investimenti statali, al fiume di danaro stampato che l'america uscì dalla crisi!

Si, con la supercazzola a scappellamento a dx.
Pensavo che ormai queste cazzate propagandiste fossero state gia' affrontate, ma bisogna cominciare sempre tutto da capo. Milioni di parole, centinaia di links, tutto per niente.

Comunque. L'America usci' dalla crisi negli anni '60. Durante gli anni del New Deal milioni di americani furono ANNIENTATI, spariti dai registrisenza lasciare traccia. Una buona parte degli americani lavoravano in gulags circondati da filo spinato e con guardie armate di fucile a pompa, per la loro protezione, naturalmente. I sindacati furono praticamente banditi, tranne quelli mafiosi di regime, assimilabili a quelli corporativisti del fascismo (sindacati di categoria).
Milioni di americani furono quindi utilizzati come carne da cannone in giro per il mondo per conquistare i mercati e spacciare la loro carta da culo verde.

Questo piano ha funzionato perche' l'America aveva una popolazione di schiavi immigrati senza una identita' etnica (il famoso melting pot che tentano di instaurare in Europa) e una tradizione militare stragista.

Dove non potevano competere loro, ci hanno mandato i tedeschi (in Russia) ma in ogni caso non sono riusciti a vincere la guerra cosicche' altri grandi paesi non sono stati da loro conquistati: Cina e Russia.

Se quello e' il modo in cui si esce dalle crisi, armatevi e partite!

Toh, e' quello che diceva qualcun altro che voleva l'indipendenza economica di un paesino SENZA RISORSE che dopo avere ritirato la sua paga dal MI6 si produsse nel piu' sterile ruggito del topo mai visto nella storia moderna.
Fini' come tutti i Giuda, appeso sottosopra con tutti gli spiccioli che cadevano dalle tasche e una folla esultante di stampo libico-quatariano che prendeva a pugni il suo cadavere.

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
Virgil
Inviato: 9/11/2011 16:10  Aggiornato: 9/11/2011 16:10
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/8/2010
Da:
Inviati: 384
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Silviuccio non c'entra mai nulla...la colpa è sempre degli altri e dei comunisti ovviamente.

anakyn
Inviato: 9/11/2011 16:14  Aggiornato: 9/11/2011 16:14
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/1/2010
Da:
Inviati: 1428
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Ma infatti il fulcro è tutto qui. L'ignoranza non è una colpa, ma se sei ignorante di un argomento non dovresti esprimere giudizi.
Più esposto sei, più ti occupi di informazione, e più l'ignoranza e l'esprimere giudizi da ignorante, diventano una colpa.


Non fa una piega; dico solo che da una colpa nello specifico del 9/11, che poggia comunque su motivazioni legittime (per quanto a mio avviso errate), non si dovrebbe estendere una colpa generale nel suo fare giornalismo.

Sul 9/11 sbaglia di grosso, sono d'accordissimo.
Non tanto nelle conclusioni cui arriva, quanto perchè:
a) non sono vere e proprie conclusioni, visto che lui la materia non la indaga a priori
b) il fatto stesso di giungere a delle conclusioni a priori, peraltro basate su assunti molto fragili (il famoso argomento "qualcuno avrebbe sicuramente parlato"), individua un metodo sbagliato
c) tende a ridicolizzare l'intero movimento truther
Il punto c), in particolare, è il riflesso della sua delusione sull'inconcludenza dei vari movimenti di protesta sorti negli ultimi anni, che a suo parere non hanno portato a nulla di concreto: ogni tanto se la prende coi no global e col popolo viola, in questo caso coi truthers.

Su altre questioni, però, si è dimostrato un giornalista competente ed estremamente documentato.

"Il più grande crimine", per citare il suo ultimo e forse più importante lavoro (almeno per la sua portata potenziale), di fonti, documenti e testimonianze ne porta a bizzeffe.
Non basta per ritenerlo oro colato, ma per discuterne senza pregiudizi direi di sì.


Credo in buona sostanza che Barnard sia un ottimo giornalista, ma che la sua vicenda umana e personale (che, ribadisco, ritengo drammatica e capace di stroncare sul nascere persone meno coraggiose ed idealiste di lui) ne influenzi sempre più le tesi cui giunge.
E che quindi il suo lavoro vada letto ed interpretato con un filtro che non perda mai di vista la sua vicenda personale.

Notturno
Inviato: 9/11/2011 16:18  Aggiornato: 9/11/2011 16:18
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/8/2008
Da:
Inviati: 1920
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
La ripresa della produzione industriale avvenne fin dal 1933.

Primo anno in cui ci fu un aumento.

E fu proprio l'anno dell'arrivo di Roosvelt e della svalutazione del dollaro.

Il resto non lo so.

Faccio notare che nessuno sta parlando del BATTERE MONETA COME SOLUZIONE DELLA CRISI.

Che è esattamente la soluzione proposta da PB e attuata da molte nazioni, USA compresa, ma anche la stessa Argentina.

Per favore, c'è vita su questo pianeta?


Rende Encomiabili Dire No A
Religiosi Orpelli. Mentire Provoca Eccidii.
(Stefano Bartezzaghi)
Pispax
Inviato: 9/11/2011 16:20  Aggiornato: 9/11/2011 16:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Notturno

Citazione:
Ha collaborato con quella gente. Stop. Boh.... non capisco quest'atteggiamento, davvero.


Cerchiamo di distinguere le due cose.
E' vero, io ho un atteggiamento piuttosto negativo nei confronti di Barnard.

Questo atteggiamento è maturato nel tempo, ed è dovuto al fatto che la comunicazione di Barnard tende ad avere dei toni troppo messianici per i miei gusti.

Io sono del parere che le idee debbano avere le gambe per correre da sole, non che debbano ricevere "aiutini" dialettici. E il buon Paolo di questi "aiutini" ne usa parecchi.
Questo tipo di impostazione mi ha fatto nascere una certa diffidenza nei suoi confronti, e allora ho iniziato a guardarli MOLTO più da vicino.

Dopo un po' mi sono accorto che la diffidenza era giustificata, quindi ho smesso quasi del tutto di leggerlo.
Insomma: riconosco a tutti il diritto di portare avanti le proprie opinioni (e ci mancherebbe), ma quando queste opinioni vengono abitualmente spacciate per fatti concreti, e si utilizzano per costruirci sopra altra roba, be', personalmente mi stufo molto presto.


Questo è l'ATTEGGIAMENTO che ho verso Barnard, atteggiamento che tu hai identificato molto bene. Chiaramente però non penso che tutto quello che scrive sia sbagliato "a prescindere" solo perché lui è Barnard. Significa solo che le cose che dice le peso con un po' più di cura, tutto qui.




Per il resto, posso quotare una a una tutte le cose che hai scritto TU.(*)
Che però non sono le cose che ha scritto Barnard.


Io ho letto quello che ha scritto LUI e l'ho trovato di un'idiozia deprimente.
E' una visione assolutamente parziale del problema, che prende deliberatamente in analisi elementi parziali per poter arrivare a una conclusione strumentale.
Per dire, neanche io sono del parere che l'euro sia stata quella roba assolutamente salvifica che ci raccontano i giornali. Di sicuro ci ha protetti abbastanza a lungo, ma solo perché essere nell'euro ci ha OBBLIGATO a avere una finanza pubblica più virtuosa.
(C'erano quel cazzo di parametri da rispettare, e il fatto che questi parametri fossero masochisticamente rigorosi non sposta il nodo del problema. Anzi.)
Ma da qui a rimpiangere "i tempi d'oro della lira, quando le speculazioni non avrebbero potuto attaccarci perché avevamo la moneta sovrana" il passo è ENORMEMENTE lungo.
E anche sbagliato.






Citazione:
Domanda per domanda: quando devi leccare un culo, scegli quello di chi sta perdendo o di chi vince?


In questo post non ho approfondito la questione dell'appartenenza dei culi perché ne avevo già parlato prima.

Preferirei non dover approfondire ulteriormente la questione, se per te va bene.
Il fatto che in genere non mi piaccia troppo quello che scrive Barnard - che è una roba legata più al COME scrive che al COSA scrive - non significa per forza di cose che io senta l'esigenza di parlare male di lui.




(*) EDIT: tranne quella del "fiume di denaro stampato da Roosvelt".
All'epoca il dollaro era ancorato all'oro.

E' verissimo che Roosvelt face una massa enorme di investimenti pubblici, ma è sbagliato collegare la cosa alla massa del denaro circolante. Sono semplicemente investimenti pubblici fatti in disavanzo, niente di più e niente di meno.

ptimolla
Inviato: 9/11/2011 16:46  Aggiornato: 9/11/2011 16:46
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/7/2006
Da: Taranto
Inviati: 353
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
E' tantissimo tempo che non scrivo su LC ma Vi leggo sempre con molto interesse e saltuariamente vengo a darci una sbirciata.
Spesso però mi viene quasi una forma di depressione nel sentire tanti discorsi,tante parole,tanti concetti,tanti fatti,tanti documenti che pero' girano e rigirano fumosamente senza mai cogliere nel segno e senza puntare il dito
su chi comanda il mondo,
su chi ha voluto far cadere le TT,
su chi ha deciso di deletare l'Afghanistan,l'Iraq,l'Egitto,la Tunisia,la Libia
su chi ha provocato la prima crisi dei sub-prime,
chi provoca l'attuale crisi di Grecia,Italia,Spagna,Portogallo, (e qualche tempo fa Argentina,Irlanda,Islanda).

E' come se mentre ricostruite un puzzle enorme e vi mancano solo 2-3 tessere per completare tutto,continuate a girarVele da mano in mano,guardandovi in faccia costernati,nella speranza che qualcuno trovi il coraggio di fare il fatidico passo e finalmente metterle,li dove anche un bimbo dell'asilo ormai riuscirebbe!!!

Ogni tanto qualcuno dice la fatidica parola NWO ma poi si defila istantaneamente e comincia a parlare di Moggi,Cip&Ciop e il mago Otelma.

Quello che non volete mai dire(per non so quale oscuro motivo) E' CHE IL MONDO E' COMANDATO,CONTROLLATO,SOGGIOGATO DA UN'ELITE DI PERSONE più o meno allo stesso modo da 2-300 anni. Questo gruppo ha il potere finanziario e in un mondo capitalista basato sulla ricchezza ne controlla anche il potere decisionale(politico) e ne pianifica il futuro.

Ammerriamo ipoteticamente che tutti i Luogocomunesi siano questo gruppo...A Voi non romperebbe i c...oni che uno stato abbia la sua sovranita' nazionale,la sovranita' popolare,la sovranita' decisionale sulle proprie sorti,nel momento i cui NOI LCnesi abbiamo tutto questo potere e "sappiamo meglio di ogni singolo stato cosa e'giusto meglio per loro" e di conseguenza cosa e' giusto e meglio per NOI???

Quindi come dice Barnard l'Euro e il debito pubblico sono gli strumenti col quale questo gruppo controlla a suo piacimento le decisioni di ogni paese occidentale...in realta' IL DEBITO PUBBLICO NON ESISTE perche' se chi decide per tutti e vanta questo debito e chi lo deve pagare sono la stessa cosa,da un giorno all'altro ci potrebbe dire:" Ok,mi devo dare tot miliardi di euro ma in questo momento deciso che non li voglio più e mi cancello da solo il debito"!

La BCE,le altre banche,tutti i grandi gruppi finanziari,le multinazionali.i petrolieri,l'industria farmaceutica ect.ect. SIAMO NOI! Noi stessi abbiamo il debito dei ns stessi paesi...e noi stessi dovremmo far fallire gli Stati per mezzo del debito pubblico???

E' come una grande famiglia con tanti figli;qualcuno di questi e' adolescente e sta cominciando a "camminare da solo". Q questo figlio gli piacciono le macchine ,la moto,le donne,le droghe e il divertimento in generale ed ha bisogno di tanti soldi !
Il capofamiglia dice:"Ok,io ti presto i soldi per le tue soddisfazioni ma te ti devi trovare un lavoro,che ti permetta di restituirmeli con l'interesse!"
Il figlio spendaccione si diverte a suo piacimento ma la mattina alle 06:00 si alza per andare a sgobbare;più passa il tempo e più si rende conto che la sua situazione finanziaria e' insostenibile,allora decide di eliminare dapprima la coca...poi la moto...poi le mignotte e poi...e poi...

Ad un certo punto si rtende conto che non ce la fa proprio più e che per quaqnto possa lavorare e sgobbare,comunque non restituira mai il debito a suo padre; quindi fa un bel respiro e va a parlargli per spiegargli la situazione,il padre lo guarda e gli dice:"figlio mio,io il prestito te l'ho fatto perche' TU POSSA CAPIRE QUAL'E' LA RETTA VIA NELLA VITA,E CAPIRE COSA TI PUOI PERMETTERE E COSA NO!!! ORA ,SE CI SEI ARRIVATO FINALMENTE POSSO ANCHE TOGLIERTELO IL DEBITO CHE HAI,OPPURE TE LO LASCIO SOLO PER EVITARE CHE CONTINUI A SBAGLIARE."

Ecco, l'ITALIA e' nella situazione di questo figlio spendaccione...Ha un'enorme debito e Berlusconi (al quale e' stato consentito di governare per tanto tempo,nonostante il referente dei poteri forti della zona Euro e' Tremonti),ha sempre promesso
di fare le riforme ..e non le ha fatte
di fare le privatizzazioni...e non le ha fatte (vedi Referendum)
di fare la Tav e non l'ha fatta
di smerdare le pensioni e non l'ha fatto
di deletare totalmente l'artiocolo 18 e non l'ha fatto
di riordinare il fisco e non l'ha fatto ....ect. ect. ect.

Quindi caro Sig. Dott. Cav. Maesta',Sua Onnipotenza Berlusconi http://www.youtube.com/watch?v=pMULK6ro9-I

E questo e' il video che mette ordine in tutte quelle discussioni che si fanno su LC...chiamateli Bildenberg,chiamateli supereroi,chiamteli i 3 porcellini ma da questo si capisce TUTTO CIO' CHE E' STATO IL MONDO FINO AD ADESSO E SI INTUISCE ANCHE PARTE DI QUELLO CHE SARA' IN FUTURO!
http://www.youtube.com/watch?v=8vslqQujYuM

PS: mi ritiro per altri 4-5 anni ,tanto gia' so che saro' crocifisso per questo 3D


Legge di Murphy sulla ricerca
Una ricerca abbastanza lunga tendera' a confermare ogni teoria.


Legge di Maier
Se i dati non corrispondono alla teoria, vanno eliminati.
anakyn
Inviato: 9/11/2011 16:46  Aggiornato: 9/11/2011 16:46
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/1/2010
Da:
Inviati: 1428
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Non spiega la natura delle proposte di questi saggi


Sertes, ascolta... probabilmente non le ha spiegate in questo singolo articolo, ma al riguardo ha già consumato litri d'inchiostro e scritto un saggio piuttosto corposo e complesso.

Io davvero non credo che gli si possa in alcun modo criticare di affermare tesi senza averle precedentemente spiegate. Si spiega pure troppo, Barnard, e spesso ripetendosi. Spende così tanto impegno in spiegazioni e ricerca di fonti, che ongi tanto sbrocca di brutto e per sfogarsi scrive un articolo dove invece lascia spazio quasi solamente ad invettive e suggestioni (come questo, a mio giudizio).
Criticategli altro, magari la validità delle tesi e delle spiegazioni stesse, ma per piacere non dite che sia uno che le spara senza nulla a sostegno.


Per il resto, secondo me tu interpreti qualsiasi errore e lacuna con il filtro della propaganda.
Cioè: vedi propaganda (dunque malafede) anche dove esiste più semplicemente un errore.

Barnard spesso si sbaglia, soprattutto nei toni, nell'intransigenza e nel voler SEMPRE essere bastian contrario.
E' ormai arrivato a picchi di estremismo così elevati da fargli pronunciare appelli a Berlusconi, cioè al peggio del peggio.
Non significa però che sia un gatekeeper in malafede, nè che dimentichi le nefandezze di Berlusconi, tanto che in un recente articolo (che precede questo di pochi giorni) e più volte in passato l'aveva definito personaggio detestabile e odioso.

Per me la vicenda è più semplice: lui ha individuato un nemico assoluto (ciò che definisce il "vero potere"), e ne ha dipinto dei contorni precisi.
Ha sviluppato in merito una tesi ed una filosofia molto rigide.
Tanto che ormai chiunque, ripeto chiunque (Barnard ritiene) costituisca in qualche modo un ostacolo a tale nemico assoluto viene considerato positivamente. Persino Berlusconi.

Io, a parlare franco, ci vedo alcune similitudini col movimento truther, spesso talmente irrigidito (ossessionato) dal 9/11 da ergere a paladini personaggi di dubbia credibilità.
Non per questo le tesi del movimento truther perdono valore.

Barnard è una persona attualmente ossessionata da una idea e tesi ben precisa, ed estremamente frustrata dall'evoluzione del suo percorso professionale.
Per questo, commette una valanga di errori di valutazione in termini di proporzioni.
NON per questo, però, l'idea e la tesi da cui è ossessionato vanno considerate delle sciocchezze.



Sullo specifico, l'esempio da lui portato relativo all'Argentina credo valga la pena considerarlo proprio perchè si tratta di caso recente e concreto.

E' vero o non è vero che l'economia argentina si sia effettivamente ripresa?
E se è vero, è vero o non è vero che tale risultato è stato raggiunto tramite l'emissione di moneta?

Non lo chiedo nello specifico a te, ma a chiunque sappia dare una risposta.

Notturno
Inviato: 9/11/2011 16:51  Aggiornato: 9/11/2011 16:51
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/8/2008
Da:
Inviati: 1920
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:

E' vero o non è vero che l'economia argentina si sia effettivamente ripresa?
E se è vero, è vero o non è vero che tale risultato è stato raggiunto tramite l'emissione di moneta?

Non lo chiedo nello specifico a te, ma a chiunque sappia dare una risposta.


STRAQUOTO.

Anche perché questo è il cuore del problema, non il carattere di PB o le sue idee sull'11/9.

Rende Encomiabili Dire No A
Religiosi Orpelli. Mentire Provoca Eccidii.
(Stefano Bartezzaghi)
incredulo
Inviato: 9/11/2011 16:59  Aggiornato: 9/11/2011 16:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Mi ricordo l'attacco alla lira, mi ricordo bene.

Erano anni di CAMBIAMENTI PROFONDI, si stava passando dalla "prima" alla "seconda repubblica".

Uomini politici "NUOVI" perchè bisogna CAMBIARE

Uomini con una NUOVA mentalità, più adatta ai CAMBIAMENTI inevitabili della storia

Allora NON sapevo chi fosse Soros.

I giornali di allora lo dipingevano come un INVESTITORE di origini ungheresi che gestiva FONDI di investimento per super ricchi(basta pensare che la soglia minima di ingresso era di 100 miliardi), uno in grado DA SOLO di spostare masse monetarie ben superiori a quelle di un SINGOLO STATO SOVRANO.

Quando decideva quale valuta monetaria attaccare (ufficialmenti per motivi speculativi) NON si poteva contrastare.

Ci siamo SVENATI per contrastare quell'attacco, che ci ha MESSO ALL'ANGOLO.

Avrebbe potuto tranquillamente FINIRCI, il mitico Soros, ma non era il suo obiettivo finale.

A me sembra tanto il classico schema, usato da sempre:

Problema= Soros che sferra attacco speculativo, monete "deboli" potenzialmente ricattabili, Sme che tracolla

Reazione= Svalutazione della moneta, prosciugamento risorse, scarsa fiducia degli investitori sulla moneta.

Soluzione= Guarda caso abbiamo ESATTAMENTE quello che serve, è GIA' PRONTO, una bella moneta forte che ti mette al riparo dai CATTIVONI del mercato.

Applausi........

Saluti

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
TWNP
Inviato: 9/11/2011 17:01  Aggiornato: 9/11/2011 17:02
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 642
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Sono d'accordo con anakyn.
L'appello a Berlusconi è risibile ma il contenuto dell'articolo è
STAVOLTA condivisibile.
La radice di tutti i nostri mali recenti è l'Europa, non il debito.
O meglio, il debito è diventato un problema da quando a detenerlo
non sono più le famiglie italiane, ossia il risparmio privato, bensì gli
investitori istituzionali, ossia la banda di criminali internazionali che
in esso investe i suoi proventi di droga, guerre e prostituzione.
E le famiglie italiane non risparmiano più da quando non guadagnano
più, ossia da quando il liberismo è diventato una religione incontestabile,
il pensiero unico.
Poi, in Italia c'è un livello di corruzione e di evasione fiscale incredibile,
guarda caso come in Grecia, ma questo non è il corollario necessario
di una politica espansiva attraverso il debito.
E' altresì lo scotto che Italia e Grecia hanno pagato al loro ruolo di
guardiani della frontiera nello scontro epico della guerra fredda.
Entrambe le parti dovevano ben foraggiarsi i loro scudieri e ciò ha
fatto marcire il nostro panorama politico oltre il livello fisiologico che si
riscontra in altri paesi come Francia e Germania.

Pispax
Inviato: 9/11/2011 17:02  Aggiornato: 9/11/2011 17:06
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
anakyn


Citazione:
Sullo specifico, l'esempio da lui portato relativo all'Argentina credo valga la pena considerarlo proprio perchè si tratta di caso recente e concreto.

E' vero o non è vero che l'economia argentina si sia effettivamente ripresa?
E se è vero, è vero o non è vero che tale risultato è stato raggiunto tramite l'emissione di moneta?

Non lo chiedo nello specifico a te, ma a chiunque sappia dare una risposta.


CERTO che si è ripresa, cazzo.
Ma l'emissione di moneta non c'entra una cippa.
Per dire, anche l'economia italiana si "riprenderebbe" in caso di default.

Dai un'occhiata a questo link.

TUTTI gli anni si pagano OLTRE SETTANTA MILIARDI DI EURO solo per pagare gli interessi dei titoli di stato.
Che è una cifra pari all'incirca al doppio di quello che porterà questa manovra "lacrime e sangue".

Se l'Italia FALLISSE, come ha fatto l'Argentina, questi soldi sarebbero immediatamente a disposizione del bilancio pubblico.
Hai voglia a farne di manovre "per il rilancio dell'economia" con 70 miliardi di euro IN PIU' all'anno a disposizione.


In effetti c'è una linea di pensiero ben precisa che si augura il fallimento dell'Italia.
Personalmente non sono per niente d'accordo: credo che una cosa del genere possa portare benefici solo sul breve periodo.
E che le conseguenze più pesanti del default, come sempre, dovrò pagarle IO.

redna
Inviato: 9/11/2011 17:08  Aggiornato: 9/11/2011 17:08
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Hanno deciso d far fuori l'attuale governo difatti più resiste Berlusconi e più gli indici di mercato peggiorano.
Quello che mi fa più paura è:

"Chi governerà dopo ?"
"Quanto ci toglieranno dopo questa finta bufera ?"



l'umo giusto al momento giusto ?





sia Berlino che Parigi sono d'accordo per una soluzione ......'tecnica.!!!
(dalla padella alla brace?)

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
anakyn
Inviato: 9/11/2011 17:12  Aggiornato: 9/11/2011 17:17
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/1/2010
Da:
Inviati: 1428
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Pispax, però non giriamoci attorno.

Tu dici che per definizione qualunque stato si riprende da un fallimento (default), sostanzialmente perchè:
- peggio di così non può andare
- improvvisamente può fare disposizione su una marea di soldi che prima gli servivano per pagarsi il debito

OK, bene, fin qui ci siamo: come Stato che è appena fallito, non potendo di certo scomparire nel nulla non posso far altro che riprendermi.
Ma non è anche una questione di proporzioni, cioè di quanto, come e con che velocità mi riprendo? E quant'è solida e NON effimera tale ripresa?

Immagino che, indipendentemente da questi soldi in più, esistano diverse politiche di ripresa.

Da quanto scrive Barnard, l'economia argentina sembra essersi ripresa particolarmente bene e velocemente, e questo grazie alla politica monetaria che lui auspica venga attuata anche in Europa (emissione moneta sovrana).
Come dire che politiche diverse a suo giudizio non sarebbero state altrettanto efficaci.

Vorrei semplicemente capire se tutto ciò abbia qualche fondamento.

PikeBishop
Inviato: 9/11/2011 17:12  Aggiornato: 9/11/2011 17:12
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
E' vero o non è vero che l'economia argentina si sia effettivamente ripresa?

Dipende da cosa s'intende per economia e per ripresa. L'Argentina e' un paese ricco di risorse, e sebbene non autosufficiente starebbe benissimo senza ingerenze Yankees. Le ingerenze arrivarono a tal punto di agganciare il valore della loro divisa a quella del dollaro per lo stesso motivo per cui in teoria l'Italia ha adottato l'Euro: combattere l'inflazione ed avere credibilita' internazionale(risata mesta di prammatica).

Citazione:
è vero o non è vero che tale risultato è stato raggiunto tramite l'emissione di moneta?

No. Tale risultato e' stato ottenuto sganciando il valore del peso da quello del dollaro.
Ma tale operazione di sganciamento e' del 1992, non del 2002 come la propaganda di gente come Barnard vuol farci credere. Il fatto e' che il governo argentino era cosi' corrotto da essere la causa principale dei problemi del paese. Lo e' ancora. Dopo che si sono venduti tutto per mantenere i loro privilegi, piu' in basso il paese non poteva scendere percio' fecero un po' meglio, vendendo la loro produzione a pochissimo (gli Yankees sentitamente ringraziano) e tirando a campa', piuttosto male per la verita'.

Se questo e' quello che prospetta Barnard per l'Italia, mandarlo affanculo e' poco. Per la serie, preferisci la padella (lacrime e sangue e svendita totale) con l'Euro o la brace (lacrime e sangue e svendita totale) con El Presidiente Berluscon?

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
incredulo
Inviato: 9/11/2011 17:19  Aggiornato: 9/11/2011 22:01
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Barnard è un uomo idealista un uomo di "cuore".

Ha pagato il suo idealismo con le sue disavventure professionali ed economiche, ed è poco visibile per essere un gatekeeper.

Per questo ha un comportamento visibilmente "strano".

Quello che intendo per "cuore" e' sentire la sofferenza di persone come noi, e'capire che c'e' qualcuno che VUOLE tutto questo, qualcuno che si NUTRE di queste sofferenze che le perpetua si fa complice e lo fa mentre ci racconta tutto l'opposto.

L'obiettivo di Barnard, secondo me, è quello di FARE QUALCOSA per migliorare la VITA delle persone per questo sembra un pazzoide o un gatekeeper con le sue iniziative strampalate ma sull'Euro e la sua CLAMOROSA truffa non dice assolutamente fesserie.

Barnard scrive un articolo, "il più grande crimine", ispiratogli da un economista?

E giu' valanghe di ironie e sorrisini, si confuta il documento SEMPRE con quelle 4 frasi, non si esce da quel loop.

Barnard descrive perfettamente cosa sia il denaro e come operino le banche nella prima parte del saggio, ricalcando ESATTAMENTE le tesi di chi lo contesta.

Poi fa un paragone forzato, che il debito pubblico crei ricchezza, lo fa per fare capire meglio cio' che dice e' chiaro che sempre di debito si tratta ma se rimane contenuto in limiti fisiologici non e' un grosso problema, che si riequilibra con le tasse, ergo stampo 100, tasse 60, deficit di bilancio 40 che mi permette di essere appunto STATO SOVRANO.

Quindi arriva alla nascita dell'euro, dove spiega l'inganno perpetuato sulla nostra pelle e sulla nostra vita da questa scelta IMPOSTA dall'alto, abbiamo VENDUTO la nostra SOVRANITA e l'abbiamo consegnata a dei ragionieri europei che ci chiedono l' IMPOSSIBILE.

Per arrivare all'Euro ci sono state speculazioni MONDIALI su vari paesi, immensi capitali spostati sapientemente per creare difficolta' e turbolenze nei paesi sovrani.

Ed ecco servita la SOLUZIONE, una moneta forte che metta al riparo dalla speculazione mondiale, una soluzione gia' preparata diversi anni prima.

Ma di tutto questo, nelle confutazioni a Barnard, non se ne accenna neanche di striscio e io mi chiedo

PERCHE'.

Barnard mette in risalto tutto questo solo per dire che tutto questo e' stato VOLUTO da una banda di criminali, SEMPRE QUELLI e su questo SILENZIO ASSOLUTO.

Poi su LC un articolo piu' profondo ed articolato con nomi e riferimenti anche storici e tutti molto precisi su chi siano questa banda di criminali ed anche qui si finisce a parlare sempre di quei 4 mantra.

Oro si, oro no roba vecchia.
Stato che stampa? ricordati Weimar con un inflazione insostenibile roba sorpassata.

E ancora mi chiedo PERCHE'.

Perche' siamo tutti insensibili e rassegnati?

Perche' ormai tutti sanno del complotto plutopaperinogiudaicomassonico e anche questo è roba vecchia.

O c'e' dell'altro?

Saluti

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
PikeBishop
Inviato: 9/11/2011 17:23  Aggiornato: 9/11/2011 17:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Barnard scrive un articolo, "il più grande crimine", ispiratogli da un economista?

Si, e quell'economista e' un altro pezzo di mmerda della stessa banda di pezzi di mmerda che Barnard dice di combattere.

Ci fa o ci e'?????

Secondo me tutte e due le cose.

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
Pispax
Inviato: 9/11/2011 17:25  Aggiornato: 9/11/2011 17:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
anakyn

Citazione:
Da quanto scrive Barnard, l'economia argentina sembra essersi ripresa particolarmente bene e velocemente, e questo grazie alla politica monetaria che lui auspica venga attuata anche in Europa (emissione moneta sovrana).
Come dire che politiche diverse a suo giudizio non sarebbero state altrettanto efficaci.


Oltre a quello che ha sottolineato PikeBishop rispetto al processo storico, è bene ricordare che l'Argentina si è ripresa battendo moneta sovrana, e questo è vero.
Ma è anche FALLITA battendo moneta sovrana.

Com'è che allora ho come la sensazione che la "moneta sovrana" in tutto questo non c'entri un'emerita sega?


In ogni caso la tesi di Barnard sul fatto che l'uscita dell'Italia dall'euro sia una cosa positiva è condivisa da moltissime persone.
Per esempio è condivisa dai ministri dell'economia di quasi tutti i paesi dell'euro, che non spingono più di tanto su questa cosa perché PER LORO il default italiano sarebbe ancor meno conveniente.

Curioso.

R_Deckard
Inviato: 9/11/2011 17:30  Aggiornato: 9/11/2011 17:30
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/7/2011
Da:
Inviati: 54
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:

Nel mio primo commento ho espresso una convinzione che, leggendo i commenti, si è dimostrata esatta ma era facile prevederlo.

Sul saggio di Barnard, "Il più grande crimine", se ne era già discusso qui su L.C..

Il saggio di Barnard, NON E' STATO CONFUTATO DA NESSUNO.

Le critiche al saggio, quelle che circolano in rete, NON CONFUTANO quello che c'è scritto su quel lavoro.

Già tu hai parlato di Ashoka, e quello che dici è vero ma ce ne sono altri, come a_mensa, che ne hanno contestato il contenuto SENZA NEANCHE LEGGERLO.

Del resto, parlando di questioni economiche, è facilissimo fare confusione e sollevare polveroni.

L'argomento è pieno di trappole e di terminologie specialistiche che confondono e depistano coloro che vi ci si avventurano per tentare di comprenderci qualcosa.

Non è chiaramente per caso, più parli complicato e tecnico, più le persone rinunciano, troppa fatica APPLICARSI su questi argomenti.

Anche perchè la conoscenza di questi meccanismi ti permette benessere sociale per cui ti passa la voglia di fare il Robin Hood dei poveri.

Anzi pensi con superiorità che gli altri siano tutti dei coglioni e che in fondo è giusto che sia così, perchè tu sai e gli altri sono solo dei pecoroni INCOMPETENTI.

Anche grandi pensatori non capiscono una sega di ECONOMIA e FINANZA.

Tornando a Barnard.

Si preferisce buttare merda SULLA PERSONA, accusandolo di essere invidioso, rancoroso, pieno di sè, interessato ed incompetente, per citare solo alcuni lusinghieri giudizi di questo 3ad, che CONFUTARE il suo "documento" NEL MERITO.

Anzi si sostiene DI AVERLO GIA' FATTO con il classico stile debunkerino, con la classica frase: "Ancora quel pezzente di Barnard, basta, ormai tutto letto e debunkato"

Guardare con "sospetto" il personaggio Barnard è sacrosanto, l'uomo Barnard non è facilmente comprensibile, il suo linciaggio mediatico mi sembra MOLTO SOSPETTO.

Tornando alla lettera, credo che Barnard abbia cercato di solleticare il senso di "grandezza" di Berlusconi, spronandolo ad un atto RIVOLUZIONARIO.

Per farlo ha toccato TUTTI I TEMI a lui cari, qualcuno ha scritto che "Gli ha fatto la più bella leccata di culo della storia"

------------------------------------------------------------------------------------------------------

Concordo pienamente.

Barnard fa dei ragionamenti, non fa sparate spudorate.
Se ti dice che la ricetta per il debito è aggiungere altro debito ti dice perché, non è che la butta in vacca dicendo "se non ci credi stai offendono i morti".

Ma adesso solo perché questo si lascia il beneficio del dubbio sull'unidici settembre (perché in fondo non dice che la versione ufficiale sta in piedi, ne dubita e basta), e tratta altre tematiche leggerissimamente complesse e che richiedono un ciccinino di dedizione in più, è un disinformatore.

Questo non fa il tuttologo come noi qui dentro.
Questo è uno che si è preso la briga di mettere insieme un mare di pezzi. L'ha fatto per passione autentica e a sue spese. Ne ha pagato le conseguenze.
A questo ripondono picche tutti: dalla RAI a Grillo. Dai paladini della controinformazione tipo Travaglio e Ricca a chiunque faccia informazione ordinaria in Italia. Non è un caso che venga evitato da tutti come il colera 'sto qua. Guarda il caso l'unico posto dove riesce a lavorare aè oltreoceano.
Facciamo un po' noi...

Notturno
Inviato: 9/11/2011 17:31  Aggiornato: 9/11/2011 17:31
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/8/2008
Da:
Inviati: 1920
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Ma ce l'avete sotto gli occhi..... è persino troppo evidente, eppure è come se vi accecasse guardarla.

Quando l'economia rallenta, lo Stato INVESTE SOLDI CREANDO MONETA, costruendo ponti, dighe, miniere, ferrovie, strade, ossia esattamente quello che hanno fatto TUTTI GLI STATI DA SECOLI E SECOLI.

Eppure no, Barnard è stronzo, l'argentina s'è salvata perché è fallita, gli usa escono dalla recessione del 29 schiavizzando milioni di sconosciuti, tutto, tutto e di più, ma non gli investimenti statali.

Eppure è evidente PERSINO A ME che è un meccanismo che funziona e che è stato usato.

Che cazzo c'è di così orrido che vi impedisce di vederlo?

Pispax, l'uomo Barnard è molto meglio di come lo dipingi.

Ti ricordi quando ti chiamai al tel, vero?

Ti ricordi che ti volevo come suo "contraltare"?

Beh, credimi, è una persona mite, rispettosa e idealista.

Tutto fa, tranne che leccar culi.

Mi avrebbe fatto molto molto piacere che tu fossi intervenuto, lo sai bene.

Ma oggi rimpiango moltissimo la tua assenza perché ti garantisco che, conoscendolo, oggi non parleresti così.

Rende Encomiabili Dire No A
Religiosi Orpelli. Mentire Provoca Eccidii.
(Stefano Bartezzaghi)
incredulo
Inviato: 9/11/2011 17:58  Aggiornato: 9/11/2011 17:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Se posso dire la mia idea è che Barnard ha ragione, le cose sono andate in questo modo.

Sul fatto che OGGI sia possibile porvi rimedio è semplicemente un pensiero FOLLE.

NOI NON POSSIAMO FARE COME CAZZO CI PARE!!!!!!!!!!

Noi non possiamo decidere di USCIRE DALL'EURO.

Per chi ancora non lo avesse capito SIAMO IN UNA DITTATURA.

Saluti

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
Pispax
Inviato: 9/11/2011 17:59  Aggiornato: 9/11/2011 18:02
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Notturno

Citazione:
Quando l'economia rallenta, lo Stato INVESTE SOLDI CREANDO MONETA, costruendo ponti, dighe, miniere, ferrovie, strade, ossia esattamente quello che hanno fatto TUTTI GLI STATI DA SECOLI E SECOLI.


Non ti facevo così keynesiano...

No dai, sto scherzando.
E poi un po' keynesiano lo sono anch'io, se non si fosse capito.

Però secondo me tu trovi una relazione dove non c'è.
Un conto è la "creazione di moneta"; un altro conto sono gli investimenti statali. Proprio quelli che Keynes, se non sbaglio, chiamava "le spese in disavanzo".
Noi siamo portati a pensare che i BOT servano solo per mantenere la politica, perché in questi ultimi 30 anni i BOT sono serviti ESCLUSIVAMENTE per mantenere la politica.
Però il loro scopo ultimo dovrebbe essere quello delle spese in disavanzo gestite nel senso che dici tu: investimenti pubblici per movimentare l'economia.

(A noi invece è toccato in sorte la roba degli investimenti pubblici fatti per movimentare le tangenti, che è tutta un'altra storia.)

Però, ripeto, un conto è l'emissione della moneta; un conto è la (s)valutazione della moneta (che, con buona pace degli "austriaci", mi dicono che a volte può persino avere cause diverse dall'M3); altro conto ancora è la politica degli investimenti pubblici.

A volte le cose sono collegate, altre volte non lo sono. Vedere un collegamento automatico e inevitabile fra queste cose personalmente credo sia un errore.







Citazione:
Beh, credimi, è una persona mite, rispettosa e idealista.

Tutto fa, tranne che leccar culi.

Mi avrebbe fatto molto molto piacere che tu fossi intervenuto, lo sai bene.

Ma oggi rimpiango moltissimo la tua assenza perché ti garantisco che, conoscendolo, oggi non parleresti così.


Guarda, credo anch'io che conoscendolo di persona ne avrei una buonissima impressione.
Non ho l'impressione che tu sia uno di quelli che accordano la propria fiducia in modo leggero, quindi, in un certo senso, posso dire di apprezzare Barnard come persona per pura proprietà transitiva.


Questa roba in ogni caso non implica per forza di cose che improvvisamente inizierei ad apprezzare anche il suo modo di scrivere, che continuerei a ritenere parecchio messianico.
E quella che ha scritto nell'articolo di cui stiamo discutendo è INDISCUTIBILMENTE una clamorosa leccata di culo. Questa cosa vale qualunque sia l'opinione che si possa avere di lui come persona o delle sue tesi in quanto tali.

Ma non perché l'ha scritta Barnard. Sarebbe una clamorosa leccata di culo anche se l'avesse scritta Pispax.
(E Pispax è uno di cui un po' tendo a fidarmi. Non sempre, sia chiaro. Anzi.)



In questo caso l'autore è secondario. Serve solo a mirare battutine un po' più salaci, nel caso se ne avverta il bisogno. Poi c'è chi sostiene che questo sia "il solito Barnard" (i suoi "nemici") e chi sostiene che questa sia "una caduta di stile" da parte di Barnard (i suoi "sostenitori").
Ma anche questo è trascurabile, se ci rifletti.

PikeBishop
Inviato: 9/11/2011 18:02  Aggiornato: 9/11/2011 18:02
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Barnard è stronzo, l'argentina s'è salvata perché è fallita, gli usa escono dalla recessione del 29 schiavizzando milioni di sconosciuti, tutto, tutto e di più, ma non gli investimenti statali.

Sintesi mirabile.

Citazione:
Quando l'economia rallenta, lo Stato INVESTE SOLDI CREANDO MONETA, costruendo ponti, dighe, miniere, ferrovie, strade, ossia esattamente quello che hanno fatto TUTTI GLI STATI DA SECOLI E SECOLI.

Stai parlando di schiavitu' e guerra, quello che hanno fatto TUTTI GLI STATI DA SECOLI E SECOLI. Armati e parti, insieme al tuo Guru.

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
nonaligned
Inviato: 9/11/2011 18:07  Aggiornato: 9/11/2011 18:07
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/10/2011
Da:
Inviati: 247
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
salve a tutti sono nuovo.

mi permetto di fare una piccola osservazione per Notturno:

è vero che durante la crisi del 29' il new deal di roosvelt prevedeva l'emissione di carta moneta, ma tale emissione si basava sui limiti delle riserve auree(come ha giustamente affermato Pispax, credo). in tal modo si, il bilancio sarebbe andato anche in negativo, ma sarebbe stata un'inflazione "controllata".

insomma lo stato può intervenire finanziando le imprese, statalizzando le perdite, finanziando opere pubbliche e quindi ridando potere d'acquisto ai lavoratori(che, acquistando, possono risollevare il sistema produttivo); Ma mi sembra un po' assurdo che per farlo possa semplicemente stampare cartamoneta senza criterio...

Notturno
Inviato: 9/11/2011 18:14  Aggiornato: 9/11/2011 18:14
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/8/2008
Da:
Inviati: 1920
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Ok, allora forse ho capito male io.

abbiamo dieci mele.

circolano 10 euro.

1 mela = 1 euro.

Aumentiamo la moneta: 20 euro.

1 mela = 2 euro = inflazione.

Ci siamo fin qui, vero?

MA

aumentiamo la moneta: 20 euro E aumentiamo le mele: 20 mele.

1 mela = 1 euro.

SE LO STATO BATTE MONETA E INVESTE l'inflazione non c'è.

Anzi, mi sono rotto le palle.

State dicendo che l'attuale crisi la stanno "risolvendo" bene quelli che dicono di ridurre il debito, tagliando ogni spesa possibile?

OK. Ditelo e vediamo qual è la vostra proposta.

L'importante, a questo punto, è smettere di parlare del carattere di barnard o delle mosche sui vetri.

Mi accontento di poco, in fondo, no?

Rende Encomiabili Dire No A
Religiosi Orpelli. Mentire Provoca Eccidii.
(Stefano Bartezzaghi)
Pispax
Inviato: 9/11/2011 18:28  Aggiornato: 9/11/2011 18:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Notturno


Citazione:
abbiamo dieci mele.

circolano 10 euro.

1 mela = 1 euro.

Aumentiamo la moneta: 20 euro.

1 mela = 2 euro = inflazione.

Ci siamo fin qui, vero?

MA

aumentiamo la moneta: 20 euro E aumentiamo le mele: 20 mele.

1 mela = 1 euro.

SE LO STATO BATTE MONETA E INVESTE l'inflazione non c'è.


Paragone parecchio disgraziato, questo.
Perché quello che è successo, e che sta ancora avvenendo, è che:

aumentiamo la moneta: 20 euro E aumentiamo le mele: 20 mele.

1 mela = 2 euro (e dieci mele le buttiamo al macero)


Si chiama "politica di sostegno dei prezzi", ed è anche meno irragionevole di quanto appaia a prima vista.
(Questo non significa per forza di cose che sia una politica ragionevole, chiaro)






Citazione:
State dicendo che l'attuale crisi la stanno "risolvendo" bene quelli che dicono di ridurre il debito, tagliando ogni spesa possibile?

OK. Ditelo e vediamo qual è la vostra proposta.


Ridurre il debito smettendo di utilizzarlo come strumento di consenso politico.
Però ho l'impressione che per questa cosa ci si muova con una ventina d'anni di ritardo. (E anche 20 anni fa sarebbe stata una roba difficile da fare)

perspicace
Inviato: 9/11/2011 18:29  Aggiornato: 9/11/2011 21:35
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
ragazzi Pispax in quel LINK che parla della crisi del '63 - '64 avrebbe dovuto portarvi alla attenzione:

- che di fatto la moneta unica ci fa da garante per ricevere finanziamenti dall'estero

- che i finanziamenti dall'estero ci proteggono dalla speculazione perché speculano su di noi quando intacchiamo i nostri patrimoni

- che è una vita che l'europa in testa GERMANIA e INGHILTERRA ci chiedono manovre restrittive e che vogliono che noi ci facciamo prestare soldi dall'Europa piuttosto che da altri investitori stranieri perché così ci possono commissionare e farci vendere i nostri patrimoni aprendo proprio le porte alla speculazione

- Che la svalutazione della moneta è una grandissima cazzata se non accompagnata da investimenti

- e che le misure di Austerity devono essere fatte e aspettare che inizino a dare risultati prima di chiedere finanziamenti dal estero

-------------
EDIT:

Mario Monti senatore a vita ecco adesso tra lui e Draghi possiamo dire con certezza di essere nelle mani della Goldman Sachs

Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
anakyn
Inviato: 9/11/2011 18:41  Aggiornato: 9/11/2011 18:41
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/1/2010
Da:
Inviati: 1428
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Dio solo sa quanto rimpiango, in momenti e periodi storici come questo, di non aver studiato Economia.

Doversi sostanzialmente affidare alla fiducia per navigare in questo oceano fitto di informazioni e pareri completamente contrastanti, è qualcosa che si avvicina alla sensazione di soffocamento.

Vien voglia di pensare che sia meglio buttare tutto in vacca e tornare all'economia di baratto.
Mi sa che in tempi come questi, la miglior assicurazione sul futuro è farsi l'orto sotto casa, per chi può.

Lezik85
Inviato: 9/11/2011 18:45  Aggiornato: 9/11/2011 18:45
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/4/2009
Da: Freedonia
Inviati: 1463
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
E' vero o non è vero che l'economia argentina si sia effettivamente ripresa?


Una meraviglia. Ora, sarebbe interessante capire quell'arcano segreto per cui Estonia ed Islanda non partecipano ai pic-nic del G-20.

Notturno
Inviato: 9/11/2011 18:49  Aggiornato: 9/11/2011 18:49
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/8/2008
Da:
Inviati: 1920
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
noaligned:

a me risulta di no:

Citazione:

4. Per trovare i fondi necessari a questa nuova politica, fondata sull'espansione della spesa statale, si ricorse all'aumento del debito pubblico: si accettò il deficit statale non pretendendo più il pareggio ad ogni costo; si stampò più carta moneta in rapporto alla quantità di riserve auree, creando un'inflazione controllata che svalutò il dollaro ma permise una più facile esportazione.

fonte: http://www.sansepolcroliceo.it/olocausto/Elementi_Storici/Crisi_29.html

Citazione:
Il secondo indirizzo fu quello di accettare la svalutazione delle monete e di rilanciare la produzione e i consumi attraverso un incremento della spesa pubblica, che si traduceva in un ampliamento dei deficit di bilancio.

fonte: scuole.monet.modena.... segue link lunghissimo, se serve lo allego.

Citazione:

La nuova amministrazione tentò di agire sia dal lato dell'offerta, con il controllo della produzione e le norme dirette a ristabilire la fiducia nel sistema bancario, sia dal lato della domanda, cercando di sostenere l'attività industriale e l'occupazione con la realizzazione di numerosi lavori pubblici, anche a costo di gravi deficit di bilancio.

fonte: http://www.pbmstoria.it/dizionari/storia_mod/n/n045.htm

Ho preso solo i primi link presenti in elenco, ma dicono tutti la stessa cosa: gli USA batterono moneta A DEBITO.

ma perché queste cose devo dirle io, che non capisco un cazzo?

Sono dati di fatto, non si possono negare.

Perché li omettete?

Rende Encomiabili Dire No A
Religiosi Orpelli. Mentire Provoca Eccidii.
(Stefano Bartezzaghi)
Notturno
Inviato: 9/11/2011 18:56  Aggiornato: 9/11/2011 18:56
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/8/2008
Da:
Inviati: 1920
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
...vediamo qual è la vostra proposta.


Citazione:

Pispax ha scritto:

Ridurre il debito smettendo di utilizzarlo come strumento di consenso politico.
Però ho l'impressione che per questa cosa ci si muova con una ventina d'anni di ritardo. (E anche 20 anni fa sarebbe stata una roba difficile da fare)


E come?

Come lo riduci?

Tagliamo le spese?

Bene.

Tagliamo sanità, istruzione, fondi, assistenza, sostegni, tutto.

Che succede, secondo te?

L'economia torna florida?

WOW..... e grazie a che cosa?

Che cosa darebbe la forza agli italiani di far partire l'economia?

Quali risorse si userebbero?

Rende Encomiabili Dire No A
Religiosi Orpelli. Mentire Provoca Eccidii.
(Stefano Bartezzaghi)
reaven
Inviato: 9/11/2011 19:07  Aggiornato: 9/11/2011 19:07
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/11/2005
Da:
Inviati: 341
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
L'articolo linkato scritto da Ashoka me lo sono letto interamente, compreso i commenti. Come Paolo Attivissimo è sbufalatore informatico, così ho trovato Ashoka sbufalatore economico. Vale a dire dei miserabili smontatori o rinnegatori (debunkers, in buona o mala fede) del sistema sociale profondamente ingiusto, vigente da secoli, nel mondo odierno scelleratamente globalizzato. Le vere stronzate si palesano negli articoli, sofisticatissimi, di questi due signori sbufalatori di se stessi. Paolo Barnard sarà pure un "represso" per i torti ricevuti nell'ottimo lavoro di giornalista a REPORT di Rai/Tre. Se è un giornalista, è ovvio che non sia esperto di Economia. In quanto a me di Economia sono addirittura ZERO. Ma il "Diritto naturale" (giusnaturalismo) ce l'ho congenito nel sangue e, caro Amico Rickard, pertanto, ti assicuro che la strapotente "Moneta debito" diabolica, generatrice del Debito pubblico (= debito dei cretini, vale a dire dei malvagi) non c'entra un cazzo con l'Economia, c'entra invece col "Diritto naturale" delle genti, per la cui tutela e garanzia sono sorti gli Stati moderni, che i nostri politici, sia di centro-sinistra che di centro-destra hanno orribilmente calpestato e tradito negli ultimi 50 anni. Il sistema della "Moneta debito" diabolica, imposto dalla Massoneria primaria occulta, dominatrice dei governatori delle Banche centrali e nemica mortale del Cristianesimo, è davvero la TRUFFA astronomica tanto malvagia quanto cretina, caratteristica di Satana. Responsabile del 99% delle sciagure errori ed orrori umani, che produce atroci sofferenze di "guerre per la pace" per abbattere nemici terroristi subdolamente creati, per giustificare tali guerre scellerate. Urge l'istituzione della "Moneta credito" cristiana, quella c.d. SIMEC, dimostrata dal compianto galantuomo geniale professore Giacinto Auriti; quello sì che di Economia e valori monetari se ne intendeva avendo profuso gli ultimi 30-40 anni della sua vita in profondi studi scientifici, sperimentati con successo. Devo essere considerato come un Suo fratello minore, a continuare la lotta mortale, per il trionfo del Diritto e della Giustizia in Italia e, conseguentemente, in Europa e nelle Nazioni di tutti i Continenti. Così è! Cordialmente

Come non quotarti, qua ancora non si è capito il problema di fondo e si continua a girare sui contorni, dando i problemi che qualunque giornale di partito puo' tirare fuori.
Il signoraggio e le moderne banche sono il fulcro su cui si regge il teatrino e scorre la linfa di potere. Se non ritroviamo la proprieta' di noi stessi sara' tutto inutile. Vedo che vi siete gia dimenticati dell'Islanda.

nonaligned
Inviato: 9/11/2011 19:21  Aggiornato: 9/11/2011 19:21
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/10/2011
Da:
Inviati: 247
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
hmm si, hai ragione, ricordavo male io

ma sarebbe una strada percorribile OGGI, se tornassimo alla lira?

DrHouse
Inviato: 9/11/2011 19:25  Aggiornato: 9/11/2011 19:25
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/11/2007
Da:
Inviati: 2394
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Leggo bene i lanci di agenzia?
Mario Monti nominato senatore a vita.

Et voilà! Tutto come da copione.

E dopo 10 anni, siamo a discutere se il Volo 77 è arrivato proprio lungo questa linea, o piuttosto è arrivato due metri più a sinistra, o due metri più a destra? (Perle complottiste)
redna
Inviato: 9/11/2011 19:37  Aggiornato: 9/11/2011 19:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Il suo nome circola da settimane.
Come premier di un governo che gestisca l'emergenza economica. Saranno i prossimi giorni a dire se l'economista stimato in tutto il mondo sarà davvero chiamato al tentativo - difficile - di formare un governo tecnico. Intanto però entra a Palazzo Madama. Dalla porta più prestigiosa. Quelal che viene aperta dal Quirinale: senatore a vita.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Pispax
Inviato: 9/11/2011 19:48  Aggiornato: 9/11/2011 20:13
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Notturno


Citazione:
Ho preso solo i primi link presenti in elenco, ma dicono tutti la stessa cosa: gli USA batterono moneta A DEBITO.


Ehm...
Sei sicuro che queli link dicano la stessa cosa che dici tu?

Perché a me pare che dicano che la politica USA del periodo consistesse di DUE elementi.

1) il rilancio degli investimenti pubblici "non pretendendo più il pareggio [di bilancio] a ogni costo", cioè una roba che agiva esclusivamente sul mercato interno
2) la svalutazione del dollaro per favorire le esportazioni, cioè una roba che agiva sia sul lavoro che sulla bilancia dei pagamenti.


Come vedi si sta parlando di due cose distinte.
Gli USA non hanno battuto moneta "a debito": la hanno semplicemente svalutata, cioè hanno aumentato il numero di dollari di carta che servivano per riscattare un'oncia d'oro (creando un'"inflazione controllata", che poi è proprio quello che aveva detto noaligned). Per capirci, "svalutare" significa che tu hai deciso INTENZIONALMENTE di deprimere ora la tua economia, confidando che questo elemento ti porti un vantaggio futuro.

INOLTRE hanno avviato una politica di investimenti in disavanzo, utilizzando a questo fine l'aumento del debito pubblico.

Ti suona?



Credo che i casi di questo tipo siano stati molti pochi negli USA. Di svalutazioni del dollaro me ne ricordo parecchiotte, di politiche sistematiche di investimenti in disavanzo invece no.
Potrei sbagliarmi, chiaro.





EDIT:
Questa roba è spiegata molto meglio di come potrei fare proprio nell'ultimo link che hai citato.
"La convertibilità del dollaro in oro fu abbandonata nel 1933 e successivamente ripristinata, nel 1934, al tasso di 35 dollari l'oncia, con la conseguente svalutazione della moneta statunitense.
Però questo fu solo uno dei tanti Acts che Roosvelt mise in campo.

Pispax
Inviato: 9/11/2011 20:19  Aggiornato: 9/11/2011 20:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
DrHouse

Citazione:
Leggo bene i lanci di agenzia?
Mario Monti nominato senatore a vita.

Et voilà! Tutto come da copione.


Tanto per restare IT, riporto un pezzo della stessa notizia, presa dal link postato da redna

Solo pochi giorni fa, in una lettera aperta a Berlusconi pubblicata dal Corriere della Sera, Monti aveva difeso l'euro attaccato più volte dal Cavaliere. "La moneta non è in crisi, è stabile in termini di beni e servizi e in termini di cambio con il dollaro.
Se l'Italia non fosse nella zona euro, emettere titoli italiani in lire sarebbe un'impresa ancora più ardua.
"Gli attacchi - continuava l'economista - si dirigono contro i titoli di Stato di quei Paesi appartenenti alla zona euro che sono gravati da alto debito pubblico e che hanno seri problemi per quanto riguarda il controllo del disavanzo pubblico o l'incapacità di crescere".


Credo che sull'evidenza di quell'ultima frase ci sia poco da contestare.
Con buona pace delle tesi esposte da Barnard, che imputa gli attacchi alla "mancanza di sovranità monetaria".

R_Deckard
Inviato: 9/11/2011 20:23  Aggiornato: 9/11/2011 20:23
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/7/2011
Da:
Inviati: 54
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
La fiera del dogma accademico.

Non facciamo prima a chiere a Barnard di chiedere a chi gli ha fornito la mole di dati (non quella di PAttissimo) su cui basare i propri trattati, di intervenire per fare unl dibattito "alla pari" con tutti gli economisti di questo forum?

DrHouse
Inviato: 9/11/2011 20:27  Aggiornato: 9/11/2011 20:29
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/11/2007
Da:
Inviati: 2394
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Pispax:
Tanto per restare IT, riporto un pezzo della stessa notizia, presa dal link postato da redna

Complimenti a te e agli altri per essere rimasti IT. Non è cosa da poco qui dentro.

Ciò detto, permettimi di dirti che tutta questa discussione su Barnard mentre la nave va a fondo mi ricorda tanto l'orchestra che continuava a suonare sul Titanic.
Se qualcuno ci legge, potrebbe credere che il nostro futuro dipenda davvero da Barnard e dalla sua teoria. Mah.

E dopo 10 anni, siamo a discutere se il Volo 77 è arrivato proprio lungo questa linea, o piuttosto è arrivato due metri più a sinistra, o due metri più a destra? (Perle complottiste)
nonaligned
Inviato: 9/11/2011 20:41  Aggiornato: 9/11/2011 20:41
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/10/2011
Da:
Inviati: 247
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
@Pispax:
Per capirci, "svalutare" significa che tu hai deciso INTENZIONALMENTE di deprimere ora la tua economia, confidando che questo elemento ti porti un vantaggio futuro.
-------------------

esatto, ma questa, fondamentalmente, non è la stessa ricetta di Notturno? emissione + investimenti, no?

quello che penso però è che mi sembra un po' forzato e anacronistico prendere come esempio quello che è successo 80 anni fa negli USA, anche perché quella dell' "inflazione controllata" è stata una pratica coadiuvata da altre decine di provvedimenti che potevano garantire una certa probabilità di riuscita.

utrevolver
Inviato: 9/11/2011 20:54  Aggiornato: 9/11/2011 20:54
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/6/2007
Da: Sandalia
Inviati: 411
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Pispax ha detto

Citazione:
Credo che sull'evidenza di quell'ultima frase ci sia poco da contestare. Con buona pace delle tesi esposte da Barnard, che imputa gli attacchi alla "mancanza di sovranità monetaria".


Lungi dal contestare Monti che sicuramente è più competente di me in materia economica, vorrei solo far notare che, quando un parametro come "crescita" o "sviluppo" è legato a standard che esulano dalle scelte del paese interessato (leggi "l'europa impone di... etc etc), il medesimo stato annaspa per perseguire quegli obiettivi e rimane indietro.

Pispax, sta accadendo che l'Europa a due velocità si sta traducendo in Germania e Francia che se la cavano e gli altri che falliscono e non hanno i mezzi per salvarsi che in tempi antichi erano: Battere moneta e comprare i propri titoli di stato. Infatti l'Inghilterra, furbescamente, beata lei, ha mantenuto gli strumenti idonei a salvarla dalla bancarotta.

redribbon
Inviato: 9/11/2011 20:58  Aggiornato: 9/11/2011 20:58
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/1/2006
Da: Firenze
Inviati: 614
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Autore: Lezik85 Inviato: 9/11/2011 18:45:43

Citazione:
E' vero o non è vero che l'economia argentina si sia effettivamente ripresa?


Una meraviglia.



ok, ma non è nel baratro dove era finita per colpa della sua classe dirigente e dell'FMI e della Federal Reserve americana.

Mi permetto di consigliare di guardare, a chi non l'ha visto, il documentario
Diaro del saccheggio di Fernando Solanas
per capire qualcosa su come l'Argentina è andata in bancarotta.

Vorrei inoltre invitarvi a riflettere su ciò che è stato fatto prima della bancarotta, e poi dopo per riprendersi:
http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=7668

notiamo che ha aderito al neoliberismo voluto dalle elites statunitensi,
con un programma economico che comprendeva liberalizzazioni sia finanziare che di libertà commercio,
massive privatizzazioni,
e l'ancoraggio della moneta Argentina al dollaro, così che l'Argentina perdeva il controllo sulla moneta che andava ad Alan Greespan.

Il risultato è stato il peggiore che si sarebbe potuto immaginere.

Lo vedete il parallelismo con l'Italia?
Quelle misure che hanno portato al fallimento dell'Argentina le abbiamo in Italia e la classe politica continua ad applicarle.
abbiamo l'euro che non possiamo in alcun modo controllare,
abbiamo la liberalizzazione finanziaria,
abbiamo la libertò di commercio più vergognosa che si possa avere con aziende che hanno chiuso per fare un piacere alle multinazionali straniere,
stanno attuando un programma di privatizzazioni selvaggie,
ed io che ero per cancellare pure le privatizzazione fatte nel 1992-93.

Se non siamo nella medesima situazione di miseria è solo perchè l'Italia parte da molto più in alto rispetto all'Argentina, e perchè ha delle caratteristiche produttive che in una modesta parte la proteggono (come il turismo) .


E come ne è uscita l'Argentina?
http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=7668

Intanto mandando affanculo l'FMI, quel covo di criminali, che dovrebbero essere incriminati per reati contro l'umanità.
Aveva già recuperato il controllo sulla moneta da qualche anno.
Poi ha reinvestito all'interno, per la crescita, i soldi che avrebbe dovuto usare per pagare i debiti,
ha messo il protezionismo per proteggere la produzione interna,
ha attuato un controllo dei prezzi,
sorpresa: ha aumentato la spesa pubblica.

Manca il divieto di esportazione dei capitali, che per me sarebbe una legge sacrosanta, da sanzionare con parecchi anni di galera.



Le stesse cose vanno fatte in Italia, o sarà (secondo me) sempre peggio,
e se non andrà peggio, sarà solo per l'impressione dovuta alla calma che i finanzieri-usurai mostreranno nei nostri confronti se accettiamo le loro condizioni.

Per attuare in Italia il protezionismo sulle importazioni, serve inevitabilmente la denuncia del WTO,
per tornare a controllare la moneta, decidere come investire i soldi,
serve inevitabilmente la denuncia degli accordi di Maastricht,
e quindi l'uscita dall'unione europea,
e il blocco di quattrini che mandiamo in UE (che poi sono banche) .

“datemi il controllo della moneta di una nazione e non mi importa di chi farà le sue leggi”

Mayer Amschel Rothschild
R_Deckard
Inviato: 9/11/2011 21:05  Aggiornato: 9/11/2011 21:05
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/7/2011
Da:
Inviati: 54
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Sì sì l'orchestrina del Titanic. Solo che noi l'orchestrina che sta lì e non fa niente la facciamo da prima di nascere. Infatti prima ancora l'avevano fatta i nostri genitori e i nostri nonni.

La verità è che nessuno di noi in tutti questi anni ha avuto le palle per cambiare il proprio tempo. Siamo troppo attaccati al benessere e alla vita. Non possiamo mettere in conto di rimanerci secchi o peggio mutilati. E stiamo qui a suonare. Da decenni.

Cari pallemosce del web che non siamo altro.

incredulo
Inviato: 9/11/2011 21:21  Aggiornato: 9/11/2011 21:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
@ utrevolver

Pispax, sta accadendo che l'Europa a due velocità si sta traducendo in Germania e Francia che se la cavano e gli altri che falliscono e non hanno i mezzi per salvarsi che in tempi antichi erano:
Battere moneta e comprare i propri titoli di stato.

Infatti l'Inghilterra, furbescamente, ha mantenuto gli strumenti idonei a salvarla dalla bancarotta beata lei, .


Non è per caso che tra quegli strumenti ci sia la SOVRANITA' MONETARIA?

Sai, quella roba che secondo molti non serve a niente anzi è dannosa.

Sai quella roba che il criminale Barnard continua insistentemente a ricordare nei suoi deliri.......

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
Jurij
Inviato: 9/11/2011 21:46  Aggiornato: 9/11/2011 21:46
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
a_mensa
Citazione:
quando capirete che la ricchezza di una nazione non è data da quanto denaro crea, ma da quanti BENI REALI crea, allora potremo cominciare a parlare di COSA è IL DENARO e a cosa serve, e quale è il suo valore.

Penso sia chiaro che il denaro è solo un mezzo per facilitare lo scambio, è stato inventato solo per evitare il complicatissimo baratto.

Quindi il denaro deve rimanere un metodo di “scambiarsi i beni” e la massa dei soldi deve corrispondere alla massa dei beni.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
nonaligned
Inviato: 9/11/2011 22:03  Aggiornato: 9/11/2011 22:03
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/10/2011
Da:
Inviati: 247
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
@incredulo:

la sovranità monetaria sarebbe dannosa per noi, nel mondo globalizzato.

Se dovessimo tornare alla lira, la moneta sarebbe molto svalutata, il che significa che quello che importiamo dall'estero ci costerebbe troppo; è anche vero che questa svalutazione renderebbe i prodotti italiani più competitivi all'estero, ma sarebbe inutile dato che importiamo molto più di quanto non esportiamo. Senza contare l'inflazione a cui andremmo incontro..

Tornare alla lira, secondo me, sarebbe una strada impercorribile.

Jurij
Inviato: 9/11/2011 22:10  Aggiornato: 9/11/2011 22:10
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Quello che mi sono sempre chiesto riguardo a questa società capitalista:

Come mai, immaginandoci che la società è tutto un insieme, mancano i soldi allo stato per le spese sociali, in altre parole mancano dei beni prodotti da usare per la socialità, poi però c'è una bella massa di gente che stà in disoccupazione per colpa del sistema e non produce anche se lo vorrebbe?

Allora da una parte manca la produttività e dall'altra si blocca la produttività, ma che cavolo di sistema è?

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
perspicace
Inviato: 9/11/2011 22:17  Aggiornato: 9/11/2011 22:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Autore: Jurij Inviato: 9/11/2011 22:10:16

Allora da una parte manca la produttività e dall'altra si blocca la produttività, ma che cavolo di sistema è?

Un sistema del xo!

Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
Jurij
Inviato: 9/11/2011 22:22  Aggiornato: 9/11/2011 22:29
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Ogni cosa prodotta subisce un degrado del suo valore.

Per il pane il degrado è molto veloce, mentre per il mattone è molto più lento, ma comunque con il tempo, per colpa del deterioramento, malgrado la manutenzione che comunque costa, tutto perde il suo valore.

La stessa cosa lo deve subire il valore dei soldi (i quali non sono altro che lo specchio dei beni) tramite l'inflazione.

I tassi d'interesse poi non dovrebbero mai superare il tasso d'inflazione perché altrimenti portano all'anormalità che dei soldi (valore/beni) creino più valore/beni di quelli che erano all'inizio, invece di deteriorarsi come tutti gli altri beni reali.

Viva il reddito e abbasso la sostanza.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Pispax
Inviato: 9/11/2011 22:22  Aggiornato: 9/11/2011 22:22
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
nonaligned


Citazione:
@Pispax:
Per capirci, "svalutare" significa che tu hai deciso INTENZIONALMENTE di deprimere ora la tua economia, confidando che questo elemento ti porti un vantaggio futuro.
-------------------

esatto, ma questa, fondamentalmente, non è la stessa ricetta di Notturno? emissione + investimenti, no?

quello che penso però è che mi sembra un po' forzato e anacronistico prendere come esempio quello che è successo 80 anni fa negli USA, anche perché quella dell' "inflazione controllata" è stata una pratica coadiuvata da altre decine di provvedimenti che potevano garantire una certa probabilità di riuscita.


Io non credo che la cosa sia forzata o anacronistica. C'è stata un'esperienza di rilievo, è bene capire quello che può insegnarci.

Continuo a ribadire che quella cosa NON E' la stessa cosa che dice l'amico Notturno.

Non si sta parlando di "emissione + investimenti".
Si sta parlando di DEBITO PUBBLICO + investimenti.

l'"emissione" riguarda i buoni del tesoro, non le banconote.
Ci tengo a specificarlo perché sennò ci avvitiamo sempre intorno ai soliti equivoci.

N.B: per quanto riguarda l'economia interna credo sia evidente che la svalutazione (emissione monetaria) non porta nessun vantaggio. Gli svantaggi immediati, e i vantaggi successivi, nascono quando quella economia si confronta con le economie estere.
La formula debito pubblico + investimenti invece procede al contrario: ha impatto diretto sull'economia interna, e crea dei vantaggi immediati in cambio di svantaggi successivi


Per inciso, noi stiamo iniziando a pagare il conto di una parte di quegli "svantaggi successivi"

Pispax
Inviato: 9/11/2011 22:35  Aggiornato: 9/11/2011 22:35
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
utrevolver


Citazione:
Lungi dal contestare Monti che sicuramente è più competente di me in materia economica, vorrei solo far notare che, quando un parametro come "crescita" o "sviluppo" è legato a standard che esulano dalle scelte del paese interessato (leggi "l'europa impone di... etc etc), il medesimo stato annaspa per perseguire quegli obiettivi e rimane indietro.


Guarda che le cose che impne l'Europa all'Italia sono molto poche.
Quello che è successo è che in troppe persone hanno attaccato il cartello "in questo locale non si fa credito agli italiani".
L'Europa ha preteso che questa roba non avesse impatti con l'euro.
Fine.

Non è che ha detto a Berlusconi "tu devi fare questo e quello" - anche se i "suggerimenti" di Draghi e di Trichet erano belli pesanti, questo è vero.
Però in linea di massima l'Europa ha detto a Berlusconi e Tremonti: "diteci cosa intendete fare per uscire da questa situazione".
Fine.

Poi B. ha fatto la Letterina dei Sogni, a Bruxelles non hanno abboccato e hanno preteso il piano DETTAGLIATO.
Secondo me il governo sta cadendo proprio perché impossibilitato a farlo.






Citazione:
Pispax, sta accadendo che l'Europa a due velocità si sta traducendo in Germania e Francia che se la cavano e gli altri che falliscono e non hanno i mezzi per salvarsi che in tempi antichi erano: Battere moneta e comprare i propri titoli di stato. Infatti l'Inghilterra, furbescamente, beata lei, ha mantenuto gli strumenti idonei a salvarla dalla bancarotta.


Dici che se la cavano?
Guarda cosa è costretta a fare la Francia, a meno di sei mesi dalle elezioni.

In ogni caso io il periodo della cura "battere moneta e comprare i propri titoli di stato" lo ricordo anche per essere stato il periodo con l'inflazione più alta del dopoguerra.
A me non sembra poi così buona come cura.

incredulo
Inviato: 9/11/2011 22:39  Aggiornato: 9/11/2011 22:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Autore: nonaligned

la sovranità monetaria sarebbe dannosa per noi, nel mondo globalizzato.

Se dovessimo tornare alla lira, la moneta sarebbe molto svalutata, il che significa che quello che importiamo dall'estero ci costerebbe troppo; è anche vero che questa svalutazione renderebbe i prodotti italiani più competitivi all'estero, ma sarebbe inutile dato che importiamo molto più di quanto non esportiamo. Senza contare l'inflazione a cui andremmo incontro..

Tornare alla lira, secondo me, sarebbe una strada impercorribile.


Ti ringrazio perchè mi dai la possibilità di andare a fondo.

In un mondo GLOBALIZZATO come oggi, certamente sarebbe una strada impercorribile ma NON per i motivi che adduci.

Il motivo principali è che noi, come cittadini, come partiti, come sindacati, come politici, come imprese NON POSSIAMO DECIDERE DEL NOSTRO FUTURO.

E' chiaro questo semplice FATTO??

Papandreu, per convincere qualcuno nelle trattative con gli euro-banchieri, ha ventilato l'ipotesi di un referendum popolare PER DECIDERE COSA FARE.

Una botta nei denti per QUESTA MARMAGLIA di "politici-banchieri" che ci CONTROLLANO.

Ufficialmente siamo in democrazia, quindi la parola al popolo sarebbe stata legittima e sacrosanta ma, una eventuale e SCONTATA sconfitta dei sostenitori dell'Europa avrebbe VERAMENTE devastato l'Euro.

Loro NON vogliono che le Nazioni escano dal loro controllo, sarebbe stata una battuta di arresto ed un grosso danno, causando un RALLENTAMENTO del processo in corso.

Subito si sono levate alte grida di irritazione contro questa dichiarazione ma Papandreu ha ottenuto quello che voleva, almeno in parte, affrettandosi subito a cambiare idea il giorno dopo.

Ecco perchè dall'Euro non possiamo uscire.

Siamo in una dittatura, una delle più FEROCI, non rendersene ancora conto vuol dire avere molto di più che le classiche fette i prosciutto negli occhi, vuol dire VIVERE IN UN ALTRO MONDO.

Saluti

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
nonaligned
Inviato: 9/11/2011 22:51  Aggiornato: 9/11/2011 22:52
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/10/2011
Da:
Inviati: 247
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
@Pispax:

Ho capito, quello che vuoi dire. Cmq per quanto riguarda il "forzato e anacronistico", non intendo dire che non dobbiamo tenere conto dell'esperienza passata, ma di essere più cauti ad invocare risoluzioni a suon di emissioni di denaro. Forse mi ero spiegato male.


@Incredulo:
Ho capito che sei incazzato, nessuno dice il contrario, ma ciò non toglie che tornare alla lira ci porterebbe alla rovina(peggio di adesso).


p.s. avrei scritto qualcosa in più, ma devo uscire

Jurij
Inviato: 9/11/2011 22:52  Aggiornato: 9/11/2011 22:56
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
incredulo
Citazione:
Loro NON vogliono che le Nazioni escano dal loro controllo, sarebbe stata una battuta di arresto ed un grosso danno, causando un RALLENTAMENTO del processo in corso.

A proposito di espansioni, confrontate le due cartine e vedrete che ancora una volta, anche con il 4° R, sono fermi davanti alla Russia.

http://it.wikipedia.org/wiki/File:Second_world_war_europe_1941-1942_map_en.png

http://europa.eu/about-eu/countries/index_it.htm

Ehhhhh, da li non si passa ...

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
LoneWolf58
Inviato: 9/11/2011 22:58  Aggiornato: 9/11/2011 22:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Autore: Pispax Inviato: 9/11/2011 22:22:43
...
La formula debito pubblico + investimenti invece procede al contrario: ha impatto diretto sull'economia interna, e crea dei vantaggi immediati in cambio di svantaggi successivi
O almeno così dovrebbe... peccato che il "salvatore della patria" invece di investimenti a pioggia sul territorio in modo da riavviare l'economia, li concentra in poche attività in mano ai suoi amici (TAV e ponte sullo stretto) così ravviva la "sua" economia.

Già ma la colpa è dell'euro mica del pagliaccio con tutto il suo circo che abbiamo al governo.


La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
incredulo
Inviato: 9/11/2011 23:02  Aggiornato: 9/11/2011 23:02
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
@ nonaligned

Ho capito che sei incazzato, nessuno dice il contrario, ma ciò non toglie che tornare alla lira ci porterebbe alla rovina(peggio di adesso).

Cioè, di tutto quello che ho scritto tu hai capito che io sarei arrabbiato?

Devo imparare ad esprimermi meglio....


Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
SoulTrance
Inviato: 9/11/2011 23:54  Aggiornato: 10/11/2011 0:01
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/6/2006
Da: somewhere
Inviati: 93
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
09 novembre 2011 - 21:17
Germania-Italia: Merkel, presto piani di austerity credibili

L'Italia deve fare di più e soprattutto fare presto. È l'ultimo diktat della Germania con la cancelliera Angela Merkel che, all'indomani della svolta annunciata dal premier Berlusconi, chiede a Roma piani di austerity credibili e l'impegno di tutte le forze politiche per riconquistare la fiducia dei mercati. Altrimenti - ma sono indiscrezioni filtrate dal ministero delle Finanze tedesco - il governo italiano farebbe meglio a chiedere aiuto al fondo di salvataggio Efsf.

Nel giorno del pesante affondo della speculazione sui titoli di Stato dell'Italia, con tassi e spread ormai al punto di rottura, Berlino fa sapere che "il governo tedesco e la cancelliera rispettano la decisione del presidente del Consiglio Berlusconi di non volersi ripresentare alle prossime elezioni", ma lancia un chiaro avvertimento al governo italiano: "Deve impegnarsi di più per attivare le misure di austerità", ha detto Merkel, facendo capire che non c'è tempo da perdere né spazio per mezze misure, perché l'incertezza politica trascina a fondo il Paese.

E se la cancelliera riconosce che "l"Italia si è già impegnata a fare molto" in materia di riforme, deve essere ristabilita la fiducia sulla capacità e la volontà da parte di tutte le forze politiche italiane di uscire dall'indebitamento, di mettere da parte gli ostacoli che possono rallentare la crescita e le riforme strutturali". Il senso del messaggio è chiaro: l'Italia deve salvarsi da sola e l'Europa pretende una azione forte a base di misure choc da parte di un governo nazionale.

La parola salvataggio è bandita. Ma intanto è scattata l'azione di commissariamento con la missione del maxi pool UE-BCE in Bankitalia e al Tesoro, mentre i tassi sui BTP - come ha rimarcato anche il premier britannico Cameron - "stanno a livelli tragicamente insostenibili". E se Fitch giudica "improbabile" un default sul debito dell'Italia, a suggerire l'eventualità di un ricorso al salvataggio finanziario sarebbe stato il ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schaeuble: l'Italia, se necessario, dovrebbe chiedere aiuto al fondo di salvataggio Efsf, avrebbe detto il ministro tedesco in un incontro riservato con alcuni parlamentari aggiungendo comunque di non essere preoccupato per lo spread dei BTP perché è sui livelli dei giorni precedenti all'ingresso dell'euro e anche perché si ridurrà una volta risolta l'incertezza politica sulla leadership in Italia.

E con l'avvitarsi della crisi del debito europea riparte il pressing della Merkel per le modifiche del Trattato UE che consentano uno stretto controllo le finanze dei Paesi membri. "È ora di cambiare e le dichiarazioni di buone intenzioni non sono più sufficienti", ha detto la cancelliera che in caso di debito troppo alto, vuole che la Commissione Europea o gli Stati membri possano avanzare procedimenti giudiziari presso la Corte di giustizia europea.

-----

BERLINO Notizia del 09/11/2011 - 22:14
Crisi: stampa tedesca, via da euro non da UE? Ne discute CDU

BERLINO - Il partito della cancelliera tedesca Angela Merkel (Cdu) sta discutendo di un progetto di risoluzione per permettere a uno Stato di uscire dalla zona euro senza uscire dall'Unione Europea. Lo riferisce il quotidiano economico Handelsblatt in edicola domani.

La risoluzione, che sarà oggetto di discussione al congresso del partito la prossima settimana, secondo il giornale, reciterebbe: se uno Stato membro dell'UE non è disposto o in grado di rispettare le regole comuni, può liberamente lasciare la zona euro senza per questo uscire dall'UE.

"La strategia adottata finora, tesa a difendere ogni millimetro della zona euro, è a lungo termine la più costosa per la Germania", ha affermato al quotidiano uno dei partecipanti al dibattito, Markus Pieper, deputato europeo, ritendendo che "la zona euro dovrebbe diventare flessibile".

ATS

Una notizia tira l'altra, mi accorgo solo dopo, che qui sopra si parlava di lira... Why not?

Spiderman
Inviato: 9/11/2011 23:57  Aggiornato: 9/11/2011 23:57
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 19/9/2009
Da:
Inviati: 2722
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Cioè, di tutto quello che ho scritto tu hai capito che io sarei arrabbiato?

Devo imparare ad esprimermi meglio....



"Ogni giorno racconto la favola mia, la racconto ogni giorno chiunque tu sia, e mi vesto di sogno per darti se vuoi, l'illusione di un bimbo che gioca agli eroi. (Renato Zero)
Calvero
Inviato: 10/11/2011 3:06  Aggiornato: 10/11/2011 3:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Non fa una piega; dico solo che da una colpa nello specifico del 9/11, che poggia comunque su motivazioni legittime (per quanto a mio avviso errate), non si dovrebbe estendere una colpa generale nel suo fare giornalismo.


Ma anche no, anakyn.

Io invece estendo proprio la colpa a tutto il generale del suo fare giornalismo. E alla grande anche. Proprio Barnard non ha scusanti. Neanche una lancia è da spezzare a suo favore in questo senso. Barnard è quel tipo di giornalista che per sua stessa indole ha sempre indagato le vicende cruciali del nostro Sistema da una prospettiva ampia e da una visione di insieme che è sempre andata dal piccolo al grande e dal grande al piccolo ...

... ha saputo elaborare indagini sull'ipocrisia dell'imperialismo e relative e immani connessioni; ha saputo indagare in maniera intelligente la tematica dei maledetti cartelli farmaceutici; tiene sott'occhio la questione MONEY elaborando le sue tesi non certo da prospettive da provincialotto; ha saputo trarre coordinate storiche sulla questione Israele/Palestina e, sempre per la stessa, ne ha individuato il problema cruciale che essa rappresenta nello scacchiere internazionale ....

... ora a me, me ne può fregar di meno del perché, come per magia da un orecchio non ci sente più .. e certo sì i punti che hai elencati tu .. potrebbero essere applicati a giornalisti di ben altra filosofia d'indagine, magari a giornalisti (chessò io) che sono stra impegnati nel denunciare la sacra corona unita nella nostra amata Italiuccia .. ma NON a un Barnard.

E....

NON SOLO, poi, sempre per magia, quell'orecchio torna a funzionare per altre dinamiche e macchinazioni internazionali ... ma chi vorrebbe prendere per il culo?

.. se poi lui abbia compreso che buttarsi nella questione 11 SETTEMBRE sarebbe stata una gatta da pelare che non lo metteva in sintonia col suo modo di fare giornalismo, comunque, al limite, poteva essere anche una ragione ... ma, evidentemente, preferisce denigrare e declassare concettualmente questa vicenda, in modo che poi possa legittimare lo spreco del suo libero pensiero su questa battaglia per la verità. Eh, non lo si disturbi per cortesia. Un lavoro troppo difficile? troppo rischioso? o scomodo per altri giochi in campo a cui magari aveva già previsto che si sarebbe dovuto unire? Vicenda (quella dell'11/9) in cui sappiamo che culo bisogna farsi e che culo si fa gente come Mazzucco per tenere alto il valore di questa crucialissima tematica che ha cambiato GARGANTUESCAMENTE le sorti del Pianeta ..

..e il signorino invece non la VEDE .. ma guarda un po che caso. Ce ne fotte una fava delle motivazioni che ha messo sul tavolo della discussione, per dire che di perdita di tempo si tratterebbe. Motivazioni degne del calibro di una forma mentis incrociata tra Bruno Vespa ed Emilio Fede. Che le favolette le andasse a raccontare a quel Pifferaio di Travaglio o da quel vigliacco intellettuale di Santoro.

Citazione:
Su altre questioni, però, si è dimostrato un giornalista competente ed estremamente documentato.


Appunto. A casa mia 1+1= 2

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
reby
Inviato: 10/11/2011 3:33  Aggiornato: 10/11/2011 3:33
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/8/2006
Da:
Inviati: 135
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
o signur spero che a sottolineare collegamenti Gs e banche varie con il centro sinistra il qual ha legiferato per favorirle (più o meno come il centro destra) non sia considerata propaganda pro Pdl (quindi magari per i cultori del libero pensiero da censurare)..


I sicari dell’economia europea

L’offensiva dei sicari dell’economia europea sta sferrando l’attacco decisivo utilizzando la potente arma del debito che, come da noi socialisti nazionali più volte denunciato, si sta rivelando una vera e propria arma di distruzione di massa, molto più forte ed efficace delle armi belliche conosciute. Tiriamoci fuori dal triangolo che ha i suoi punti cardinali a Washington, Londra e Tel Aviv. Il governo greco ha finalmente mostrato il coraggio di rimettere la decisione finale al popolo. Se il popolo deve fare sacrifici lacrime e sangue è giusto che sia il popolo a decidere del proprio avvenire prima ancora che gli usurai lo privino del lavoro, dei servizi pubblici essenziali, dell’assistenza sanitaria, di una scuola all’altezza dei tempi e delle nuove sfide, delle pensioni. È giunto il momento della ribellione sociale prima di rimanere intrappolati nelle maglie del previsto stato di polizia elettronico gestito dal governo (ombra) mondiale. È arrivata l’ora di prendere consapevolezza dei veri obiettivi e delle azioni dei sicari dell’economia europea e mondiale. Dobbiamo chiederci perché nessuno dei più importanti mezzi di informazione non ritenga di indagare sulle mosse e sulle decisioni prese segretamente dal “Gruppo Bilderberg” e di altri gruppi simili. Si tratta di gruppi criminali che nulla hanno da invidiare alla criminalità mafiosa, formati dalle menti più rappresentative e perverse del mondo economico, politico, industriale, militare. La Nato è lo strumento ideale per realizzare i loro piani di guerra permanente e le loro politiche di ricatto economico o nucleare a seconda delle circostanze. I membri di questi gruppi gestiscono le Banche centrali, così si trovano nella posizione di poter stabilire i tassi di interesse, i livelli di emissione della moneta, il costo del denaro, quello dell’oro, del petrolio e di tutte le materie prime necessarie al lavoro e alla produzione. Manipolando l’emissione del denaro e gestendo la rete degli affari mondiali, mettono al collo dei popoli e degli stati il cappio dell’usura, guidati solo dalla volontà luciferina di accaparrarsi denaro e potere. Nei giorni del 28 e 29 ottobre – da Sansepolcro – noi socialisti nazionali, abbiamo lanciato ufficialmente il sasso della rivolta sociale e del riscatto nazionale. Liberiamoci dai liberatori, il grido di battaglia; mandiamo a casa i camerieri dei banchieri, riprendiamo l’iniziativa, scendiamo in strada tutti insieme, al di là degli steccati ideologici, per reclamare un referendum abrogativo di quei trattati capestro sottoscritti senza il consenso popolare, consapevoli che le manovre, le manovrine e le varie proposte dell’attuale classe politica di destra, di centro o di sinistra, servono soltanto a soddisfare le fameliche bramosie degli usurai internazionali, ma non certamente a farci uscire da una crisi economico-finanziaria e morale che è strutturale ed è sistemica.
da Stelvio Dal Piaz, FRONTE COMUNE




Tutti gli uomini di Mario Monti
[1]E’ di oggi la notizia che Napolitano ha nominato Monti senatore a vita. Lo stà proponendo per un incarico pubblico? Povero Monti, aveva bisogno di una bella paga da nababbo come senatore  a vita e quindi il Napoletano gliel’ha conferito, il titolo. Mentre gli italiani polli cercano soluzioni per pagare il debito lui va a fare shopping con i soldi nostri, il Presidente.
Ma quali risparmi? Abbiamo un Presidente della repubblica che lucra sui viaggi aerei pagati dallo Stato, (Vedi video della TV tedesca pubblicato qui in StampaLibera) e distribuisce centinaia di migliaia di euro ai suoi amici della finanza internazionale  nominandoli senatori a vita. Non bastano le miglaia di auto blu !! L’Italia controllata da una torma di politici servi è in putrescenza. Come  si dice di un pesce marcio… che comincia a puzzare dalla testa? (ndr)
Tutti gli uomini di Mario Monti
Si scaldano Tabellini, Amato, Siniscalco e Saccomanni
di Stefano Sansonetti
http://www.italiaoggi.it/giornali/dettaglio_giornali.asp?preview=false&accessMode=FA&id=1741594&codiciTestate=1&sez=hgiornali [2]
Se riuscirà a insediarsi, al momento, non è dato sapere. Ma nelle convulse ore che si stanno susseguendo, l’ipotesi di un governo più o meno tecnico resta in piedi. Candidato numero uno alla sua guida è l’ex commissario europeo Mario Monti. Ma chi sono gli uomini che potrebbero affiancare l’attuale presidente della Bocconi nel ruolo di ministri? A prescindere da precisi incasellamenti, è inutile nascondere che, dietro le quinte, si sta scaldando un drappello di persone sulle quali Monti potrebbe voler puntare.
Il primo della lista è Guido Tabellini, rettore della stessa università Bocconi ed economista conosciuto a livello internazionale. Del gruppo dei bocconiani Tabellini è il profilo considerato più «sicuro». Tra i più vicini a Monti, infatti, c’è anche Francesco Giavazzi, il quale però nel corso del tempo si è distinto per attacchi e censure che lo hanno reso inviso a molti ambienti. Il low profile mantenuto di Tabellini, in questo senso, rende l’attuale rettore molto più spendibile in un governo chiamato a far riemergere il paese dalle sabbie mobili della crisi.
Altro profilo che circola è quello di Giuliano Amato. Il cui nome, a dir la verità, era stato sussurrato per ricoprire proprio la casella di presidente del consiglio. Si racconta addirittura di un incontro, avvenuto non molto tempo fa, in cui Monti avrebbe espresso la volontà di fare il ministro del Tesoro in un eventuale governo tecnico guidato da Amato. Adesso la situazione sembra essersi capovolta, ma i due rimangono assolutamente in lizza, anche se a parti invertite. Nella rosa, poi, spunta il nome di Domenico Siniscalco. L’ex ministro dell’economia, nato a Torino, ha cercato in tutti i modi di entrare nella corsa per diventare governatore della Banca d’Italia.Tentativo fallito, ma assolutamente non in grado di pregiudicare un nuovo blitz. Anzi, in alcuni settori si dice che Monti dovrà prestare attenzione a diverse istanze. Siniscalco, per esempio, negli ambienti imprenditoriali è molto stimato del concittadino Carlo De Benedetti, il quale recentemente ha raggiunto un accordo di collaborazione proprio con la Bocconi presieduta da Monti. Insomma, il presidente bocconiano si porterebbe dietro Tabellini, Amato e Siniscalco. Questi ultimi due, circostanza non di secondo piano, accomunati al primo da una certa affinità con il mondo della banche internazionali. Eh sì, perché Monti, il quale vanta un’incredibile rete internazionale di contatti che va dal think tank Bruegel al gruppo Bilderberg e al suo braccio armato, ovvero la Commissione Trilaterale, è anche international advisor di Goldman Sachs. Si tratta della banca d’affari americana della quale, in tempi e con ruoli diversi, hanno fatto parte personalità come Mario Draghi, Romano Prodi e Gianni Letta. Amato, dal canto suo, è senior advisor per l’Italia dell’istituto di credito tedesco Deutsche Bank. Siniscalco, a chiudere il cerchio, è vicepresidente di un’altra banca d’affari statunitense, la Morgan Stanley. Chissà, forse chi vede nel governo Monti il rischio di un Britannia 2, ossia di una svendita dei gioielli di stato, si basa proprio su questi legami.
Ritornando alla composizione della squadra, assolutamente in lizza è anche il direttore generale della Banca d’Italia, Fabrizio Saccomanni, il quale, battuto sul filo di lana nella corsa a palazzo Koch, potrebbe essere risarcito con un bel posto da ministro. Possibilità di un certo peso vengono riconosciute anche a Vittorio Grilli, direttore generale del Tesoro molto legato al ministro dell’economia, Giulio Tremonti. E c’è chi sostiene che Piero Ichino, magari come ministro del lavoro, e Roberto Maroni, magari confermato nel ruolo di ministro dell’interno, abbiano valide carte da giocarsi. Nel frattempo ci si organizza
Botteghe Oscure: Se non sono di Goldman Sachs, non li vogliamo
  [3]
Prodi, Dini, Padoa Schioppa, Mario Monti, Mario Draghi aparatchik di Goldman Sachs catapultati nel potere pubblico.
 
di Tito Pulsinelli
[2]E’ ormai vicino il giorno in cui gli ex Botteghe Oscure e la nomenklatura della “opposizione” dovrà spiegare l’acritico, succube, incondizionale e sviscerato amore per tutto quel che è targato Goldman Sachs.
Gli orfanelli di Mosca, approdati al liberalismo nell’epoca della sua storica estinzione, hanno disinvoltamente calzato la sua negazione -lo spurio surrogato “neoliberista”- con verace furore sadomasochista. Non come astratta teoria ad uso delle madrasse accademiche o “bocconiche”, bensì come recidiva politica economica dei suoi governi. Romano Prodi, capo del più longevo governo di “centro-sinistra”, svolse la mansione di “senior advisor” di Goldman Sachs, sian dal marzo 1990.
Tra il 2007 e il 2009, Romano fu il prode paladino delle banche e firmò vari decreti disegnati sulla misura degli speculatori finanziari. Con il consunto paravento del “governo tecnico”, Botteghe Oscure ha sempre affidato la conduzione dell’economia ai vari Dini, ai Padoa Schioppa che in Grecia svolse l’ultima missione di proconsole-becchino plenipotenziario del FMI.
Che cosa c’è dietro questa succube love story con tecnocrati che hanno sempre lavorato per i grandi centri internazionali della speculazione finanziaria? Costoro, non sono mai stati servitori di due padroni -banchieri e salariati- ne hanno servito sempre uno solo. Anche Mario Monti è stato -dal 2005- advisor di Goldman Sachs.
Per Mario Draghi, la nomenklatura della sinistra neoliberista non arrossiva a indicarlo come capo dei futuri governi post-Berlusconi. Eppure, l’attuale boss della BCE, aveva raggiunto il gradino gerarchico più alto, dal 2002 al 2005, come vicepresidente e responsabile di Goldman Sachs per l’Europa.
Bisogna arrendersi all’evidenza: dirigere e pianificare la speculazione finanziaria globale non è un ostacolo per condurre l’economia di una nazione; bene pubblico ed interesse delle elites sono una unica e identica cosa. In sostanza, per chi si vergogna di Gramsci -molto apprezzato nei think tank della loro patria adottiva usamericana- e persino di Keynes, la ricetta idonea per difendere dal tracollo definitivo i salariati, classe media ed impresa nazionali, sono gli aparatchik del globalismo.
La nomenklatura affida volentieri i malati alle cure dei funzionari d’alto bordo che hanno propagato con foga l’epidemia. Li agevolano persino ad arrivare alla testa delle banche centrali o dei ministeri dell’economia, affinchè possano usare l’erario pubblico per il “salvataggio” dei bancarottieri. E per adottare politiche catastrofiche tendenti a svendere i patrimoni nazionali con privatizzazioni forzate. A vantaggio degli ex datori di lavoro del capo della BCE e dei ministri economici preferiti a Botteghe Oscure.
La “commissione” di Bruxelles e la BCE –eletti da chi? con quanti voti?- hanno oggi poteri di coazione per sanzionare i governi europei che non ridurranno del 7% la spesa pubblica. Ostentano un potere inferiore solo a quello dei fu governi sovietici, pianificando integralmente l’agricoltura, economia e finanza. Spingono in un vicolo cieco in cui 8 persone su 10, riceveranno meno redditi e servizi, con caduta dei consumi e della produzione, aumento esponenziale della disoccupazione, e gli Stati avranno meno entrate fiscali. A chi conviene?
A Londra si alternano governi di segno apparentemente opposto, ma c’è l’unanimità su queste questioni perchè i governi hanno perso la sovranità economica. Laburisti o conservatori, possono decidore solo dove fare tagli o mettere tasse. Il “socialista” George Papandreu svende le imprese pubbliche alle multinazionali. Riduce gli stipendi, le pensioni e i posti di lavoro agli ordini del FMI. Affida la tesoreria pubblica alle banche europee. Sostiene la guerra della NATO contro la Libia. Lui dirige la Polizia costiera greca per rafforzare il blocco di Netanyahu su Gaza.”
Ad Atene, Lisbona, Madrid, Budapest, Dublino contano soli i diktat lanciati dal FMI, BCE, agenzie di rating, cioè il potere internazionale de facto.
Le pietanze previste dal menù elettorale sono identiche, e gli scenari prospettati dai fatiscenti partiti sono miraggi che si sostanziano solo di chiacchiericcio mediatico. Non rappresentano piú i cittadini europei. Per cercare soluzioni che non siano vantaggiose solo per il 20% della popolazione, è necessario oltrepassare il terreno della politica. Per dare un taglio ad un modello incapace di moltiplicare la ricchezza, che si vanta senza pudore di saper moltiplicare solo i milionari, è sempre più necessario varcare la soglia della lotta sociale, civica, trasversale, dal basso. E guardare coloro che hanno osato affrontare la “dittatura del mercato” o che seppero gridare “que se vayan todos!”, o che organizzarono referendum sul debito e sulle modalità con cui pagarlo, o meno. E’ così che l’Islanda ha strappato qualche risultato utile e vitale per le genti laboriose.
Le nuove potenze emergenti, però, si distinguono per non sottostare al dogma della autonomia assoluta delle Banche centrali -vedi Cina- e per delimitare lo spazio di manovra del cosidetto “mercato”, rigettando il dogma della sua libertà assoluta. Tutto, assolutamente tutto, sia nella fisiologia umana, che nella natura e nelle scienze, funziona in base a regole e principi di autoregolazione e delimitazioni reciproche. Tutto ha limiti, perchè i mercanti di “valori cartacei” no?
Non c’é piú la libertá di comprare buoni del tesoro emessi dagli Stati. I governi sono obbligati a indebitarsi con la banca privata. Perché? La “libertà del mercato” è un fondamentalismo oscurantista, con vocazione autoritaria, testo ad abolire la nozione del bene comune e nullificare le istituzioni su cui ancora i cittadini hanno qualche residuale influenza, attraverso il voto.
Pubblicato da Selvasblog [4] [3]
Tratto da: http://cogitoergo.it/?p=3557 [5] [4]
Articoli correlati:
ABBIAMO SEMPRE VOTATO GOLDMAN SACHS SENZA SAPERLO [6] [5]
Goldman Sachs – “Memento audere semper” [7] [6]
Goldman Sachs e i suoi “prodi” alla conquista dell’Italia [8] [7]
La sera andavamo alla Goldman… [9] [8]
Nuovo Premier? Mario Monti o Mario Draghi? Chi preferite tra gli uomini Goldman Sachs? [10] [9]
L’Italia consegnata a Goldman Sachs … [11][10]



http://www.stampalibera.com/?p=34494

nonaligned
Inviato: 10/11/2011 3:53  Aggiornato: 10/11/2011 3:53
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/10/2011
Da:
Inviati: 247
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
@Incredulo:
Cioè, di tutto quello che ho scritto tu hai capito che io sarei arrabbiato?

Devo imparare ad esprimermi meglio....
---------------------------------------------------------------


si si, non possiamo decidere nulla sul nostro futuro, siamo in una dittatura ecc.
ma la questione che hai messo in evidenza era: possiamo o no uscire dall'eurozona, tornare alla lira?
no.

non possiamo. qualsiasi partito, qualsiasi governo, non può decidere questo.
Non possiamo facci i cazzi nostri, non possiamo tornare all'autarchia stile fascismo, a causa di questo sistema GLOBALIZZATO. Siamo in una condizione di interdipendenza elevatissima..

cosa avrei dovuto capire da quello che hai scritto, a parte che ce l'hai col sistema?

Jurij
Inviato: 10/11/2011 6:28  Aggiornato: 10/11/2011 6:29
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
nonaligned
Citazione:
non possiamo. qualsiasi partito, qualsiasi governo, non può decidere questo.
Non possiamo facci i cazzi nostri, non possiamo tornare all'autarchia stile fascismo, a causa di questo sistema GLOBALIZZATO. Siamo in una condizione di interdipendenza elevatissima..

Non è che non lo si può fare … LO SI DEVE FARE, altrimenti prepariamo le ciotole di riso perché, se dobbiamo andare in concorrenza con gli schiavi, dobbiamo vivere come loro.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
incredulo
Inviato: 10/11/2011 6:51  Aggiornato: 10/11/2011 6:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione: Jurij

Non è che non lo si può fare … LO SI DEVE FARE, altrimenti prepariamo le ciotole di riso perché, se dobbiamo andare in concorrenza con gli schiavi, dobbiamo vivere come loro.

Per cambiare il nostro mondo bisogna cambiare l'IDEA che abbiamo del nostro mondo.

Quell'idea che gli "schiavi" siano sempre GLI ALTRI, quelli che vivono con una ciotola di riso non sicuramente noi, noi siamo LIBERI e PADRONI del nostro destino, ne è un esempio fantastico.

Del resto è quello che ci ripetono in modo martellante da quando abbiamo l'età della ragione con QUALSIASI strumento di comunicazione e in qualsiasi libro scolastico.

E' lo stesso meccanismo ipnotico dell' ipnotizzatore che ti fa credere di essere in mezzo alla neve mentre sei a 40* all'ombra.

Mi è successo vedere gente che tremava di freddo causa "condizionamento ipnotico" e lo spettacolo è divertente.

Vedere una persona che chiede di mettersi il cappotto a ferragosto, INCONSAPEVOLE del caldo porco che c'è, è uno spasso.

Lo stesso divertimento che qualcuno prova quando ci vede così SCHIAVI come siamo oggi, ma convinti di essere LIBERI.

Saluti

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
redna
Inviato: 10/11/2011 8:24  Aggiornato: 10/11/2011 8:24
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
......si cambia tutto perchè tutto resti uguale!!!


Monti verso palazzo Chigi


Il 'nuovo' che avanza....

In economia Monti sostiene il mercato, le liberalizzazioni e il rigore dei conti pubblici [3]. Uno dei risultati più importanti della sua attività di ricerca in campo economico è il modello di Klein-Monti che descrive il comportamento di una banca in regime di monopolio. È stato il primo presidente del "Bruegel", un think-tank, nato a Bruxelles nel 2005, composto e finanziato da 16 Stati membri dell'UE e 28 multinazionali. È inoltre presidente europeo della Commissione Trilaterale, un gruppo di interesse di orientamento neoliberista fondato nel 1973 da David Rockefeller[4] e membro del comitato direttivo del Gruppo Bilderberg[5]. Dal 2005 è International Advisor per Goldman Sachs. Nel 2010, su incarico del Presidente della Commissione Europea Barroso, ha redatto un libro bianco (Rapporto sul futuro del mercato unico) contenente misure per il completamento del mercato unico europeo[6]. Monti mantiene la carica di presidente dell'Università Bocconi. Il 15 settembre 2010, Monti dà il suo appoggio all'iniziativa del gruppo Spinelli, fondato per rinvigorire la spinta federalista nell'Unione Europea. Assieme a lui, hanno dichiarato il proprio supporto Jacques Delors, Daniel Cohn-Bendit, Guy Verhofstadt, Andrew Duff, Elmar Brok. E' editorialista del Corriere della Sera ed autore di numerose pubblicazioni. La sua competenza ed il rispetto che si è saputo guadagnare sia in ambito nazionale che internazionale hanno fatto sì che il suo nome sia stato più volte indicato per ministeri in ambito economico sia per governi di centro destra che di centro sinistra. La sua autorevolezza di "tecnico" ha spinto alcuni [7] ad indicarlo come una delle persone che potrebbero addirittura ricoprire il ruolo di Presidente del Consiglio per entrambi gli schieramenti. Il 9 novembre 2011 è stato nominato Senatore a vita dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.[8]

va bene alla destra e anche alla sinistra. Un uomo per tutte le stagioni!!!

La trilaterale e il gruppo bilderberg e anche la goldman sachs, ovviamente, sono più che d'accordo.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
anakyn
Inviato: 10/11/2011 11:18  Aggiornato: 10/11/2011 11:18
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/1/2010
Da:
Inviati: 1428
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Calvero, alla fine mi pare che sulla questione "Barnard sul 9/11" tutto si riduca al fatto che tu lo consideri un atto di consapevole malafede, io un grosso errore di approccio giornalistico.

Chiaro che poi le conseguenze sulla valutazione del Barnard persona & giornalista, così come della sua credibilità, siano molto diverse.

Io però rimango convinto del fatto che il 9/11 sia stato da lui snobbato perchè:
- già attratto da altre tematiche di cui percepiva immediatamente la portata
- condizionato da quelle che sono, purtroppo, le argomentazioni tipicamente debunker di comprovata efficacia ed a presa rapida

Dubito abbia "schivato" la questione perchè troppo problematica, anche perchè nel frattempo credo che abbia espresso opinioni e tesi altrettanto problematiche ed ancora meno condivise.

Il problema a mio avviso sta nel fatto che LuogoComune è, per definizione, "9/11centrica", e dunque chi snobba tale questione commette una sorta di Peccato Originale che tutto corrompe.

Notturno
Inviato: 10/11/2011 11:24  Aggiornato: 10/11/2011 11:24
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/8/2008
Da:
Inviati: 1920
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Quindi, riassumiamo:

1) barnard è uno stronzo (questo punto non lo considerate discutibile).

2) la sovranità monetaria non è cosa buona.

3) il debito pubblico lo dobbiamo sanare.


Scusate, ma devo aver sbagliato forum...... credevo fosse luogocomune e invece è il forum di FMI.

Nessuno ha da dire nulla su quel che fecero gli USA quando investirono tonnellate di denaro fresco per uscire dalla crisi?

Nessuno ha da dire nulla su come sia uscita dalla crisi l'Argentina, fanculizzando l'FMI?

Nessuno sa spiegare perché dovremmo suicidarci, invece di fare come l'Islanda che ha fanculizzato FMI coi forconi in mano?

L'Attacco alla lira fu organizzato da Soros (mero prestanome) per capitali pazzescamente enormi, di cui nessuno sa la provenienza (non ve le fate mai due domandine, fuori dell'argomento 11/9, eh?).

Adesso, sono sicuro che ricominceremo a leggere commenti di cui al punto 1)

Barnard è uno stronzo.

O al punto "x": pigliamolo a quel posto, che è meglio.

Ed evitiamo di agitarci, altrimenti gli facciamo pure un piacere.

Bravi!

Rende Encomiabili Dire No A
Religiosi Orpelli. Mentire Provoca Eccidii.
(Stefano Bartezzaghi)
cgueye
Inviato: 10/11/2011 11:26  Aggiornato: 10/11/2011 11:26
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/1/2010
Da:
Inviati: 306
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
In questi giorni si leggono e ascoltano molti commenti che invitano a non supportare i "poteri forti" contro mister B. Questo fornisce la misura di quanto forte debba essere il potere che sostiene lui e mette in campo ormai difese da cavalli di Frisia. Ma noi abbiamo la nostra barra. Falcone e Borsellino non avrebbero avuto dubbi.

Tuttle
Inviato: 10/11/2011 11:34  Aggiornato: 10/11/2011 11:34
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Il problema a mio avviso sta nel fatto che LuogoComune è, per definizione, "9/11centrica", e dunque chi snobba tale questione commette una sorta di Peccato Originale che tutto corrompe.


Personalmente non ho mai criticato Barnard per la sua scelta di non occuparsi di 911. Anzi, non lo biasimo affatto - aldilà delle motivazioni che ha presentato come giustificazioni alla scelta.

Non lo biasimo perché occuparsi di 911 richiede moltissimo sforzo professionale, di tempo, di energie e non corrisponde al falso il fatto che sotto questo aspetto possa essere visto come una perdita di tempo - se rapportato sul lato dei possibili risultati d'inchiesta.

Difficile per un giornalista che vive (o vivacchia) solamente di questo mestiere, gettarsi culo all'aria dentro al pentolone del 911...bruciando anni ed anni di carriera a dipanare matasse di informazioni, spesso senza soluzione.

Francamente non me la sento di giudicarlo per questo...anzi, col senno di poi...ha fatto bene a tenersi fuori.

So che mi attirerò le ire di molti..ma la penso così.

crisalide
Inviato: 10/11/2011 11:50  Aggiornato: 10/11/2011 11:50
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/3/2010
Da: Padova
Inviati: 98
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Ritornando in tema credo valga la pena di leggere questo:

http://www.disinformazione.it/caronte_draghi.htm

"Non hai bisogno di un meteorologo per sapere da che parte soffia il vento"
(Bob Dylan)
Sertes
Inviato: 10/11/2011 12:02  Aggiornato: 10/11/2011 12:11
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
anakyn ha scritto:
Il problema a mio avviso sta nel fatto che LuogoComune è, per definizione, "9/11centrica", e dunque chi snobba tale questione commette una sorta di Peccato Originale che tutto corrompe.


Di nuovo, mi scuso per aver offerto questo alibi che permette di far finta di non vedere il problema: Barnard è criticabilissimo anche oltre la figuraccia fatta sull'undici settembre.

E in generale anche il tuo discorso fa acqua: mi pare di ricordare che fosti tu che te la prendesti tanto quando criticai la Gabanelli... la Gabanelli ha trattato l'undici settembre in modo approfondito e neutrale, da vero giornalista. Ma poi ha fatto gatekeeping sulle scie chimiche e sulla Tav, e questo la rende criticabile.

Forse quindi l'intero problema non è LC o Barnard, ma chi approda alla controinformazione ancora con l'idea di farsi un idolo e seguire una persona fidata, anche in barba all'evidenza.

”They must find it difficult, those that take authority as truth, instead of truth as the authority” - Gerald Massey

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
TWNP
Inviato: 10/11/2011 12:06  Aggiornato: 10/11/2011 12:06
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 642
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Noto che nessuno ha risposto alle mie osservazioni
e allora le ripeto sperando che qualcuno possa ritenerle
degne di attenzione.
Come mai, in tempi di svalutazione competitiva, il reddito
REALE cresceva e l'indice di concentrazione del reddito
diminuiva e oggi, nell'era dell'Euro, avviene l'esatto contrario?
Mi pare superfluo sottolineare che il livello di benessere di una
nazione è strettamente legato al reddito reale e ad una bassa
concentrazione del reddito.
Dunque, l'Euro ci ha impoveriti.
Questo mi sembra palese.
E allora perchè perseverare?
Usciamo da questa Europa dei banchieri e dei mercanti.

Sertes
Inviato: 10/11/2011 12:10  Aggiornato: 10/11/2011 12:10
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Notturno ha scritto:
Barnard è uno stronzo.


Quoto Notturno!

Se qualcuno pensa che abbia estratto una frase dal contesto per ribaltare il significato sta solo facendo "una lettura attraverso la lente della propaganda" del mio intervento. Probabilmente è solo un errore. La propaganda è solo una cosa elaborata, difficile da capire. Forse nemmeno esiste.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
cgueye
Inviato: 10/11/2011 12:18  Aggiornato: 10/11/2011 12:18
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/1/2010
Da:
Inviati: 306
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Anche io mi permetto di notare qualcosa, in generale, non solo in LC, ma in quest'ultimo sarebbe auspicabile non ci fosse, proprio per il tono che ha sempre tenuto.
Si fanno troppi nomi, nell'argomentare. E' il tema, chesta sul tavolo, o nell'agorà, se si preferisce, non la persona che può anche sbagliare; o comunque, visto che non è presente, non può nemmeno controbattere. Gabanelli, Barnard o Attivissimo che si chiamino. Sarebbe ora di fare questo salto di qualità.

mimkowsky
Inviato: 10/11/2011 12:21  Aggiornato: 10/11/2011 12:41
So tutto
Iscritto: 10/11/2011
Da:
Inviati: 3
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Come paese non abbiamo ancora imparato che si può dividere esclusivamente ciò che c'è,

chi quotidianamente combatte stabilendo le priorità, famiglie ed imprese, per arrivare dignitosamente alla fine del mese questa cosa non la sa, ce l'ha tatuata ab aeternum sul portafoglio.

La ricchezza (ciò che c'è) non si stampa, si produce.

GRAZIE!

Tuttle
Inviato: 10/11/2011 12:23  Aggiornato: 10/11/2011 12:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
@ Notturno

Fa un po dispiacere che la butti così a smazzo. Solitamente sei molto più preciso e attento ai mille dettagli delle cose.

Forse sei troppo coinvolto personalmente boh.

Non credo che la questione sia riducibile in quei termini in cui la poni. Fai una semplificazione estrema della situazione, come se non esistesse l'Europa...come se non avessimo l'euro..come se non ci fosse un prima, un oggi e un domani.

Se fosse vero quello che dici, per come lo dici, ci metterei la firma.

Via dall'euro, non ripagare il debito, stampare moneta alla bisogna; L'inflazione non esiste. La svalutazione non esiste. La fuga di capitali non esiste. Il problema dei creditori che se la prendono nel culo...non esiste (tanto non son soldi tuoi). Le importazioni andranno benissimo (visto che la svalutazione è una balla). Le banche non perderanno un centesimo ed anzi...aumenteranno l'accesso al credito per incentivare lo sviluppo che crescerà sino ad azzerare ogni possibilità di inflazione. I debiti in euro saranno tranquillamente affrontabili con la nuova lira...etc etc..

Chiù pilu per tutti!!!!

Citazione:
La ricchezza (ciò che c'è) non si stampa, si produce.


BENVENUTO!

Notturno
Inviato: 10/11/2011 12:38  Aggiornato: 10/11/2011 12:38
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/8/2008
Da:
Inviati: 1920
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Tuttle, mammamia, amico mio, ma non ho detto queste cose così semplicemente.

Ho detto e ripetuto che stampare moneta è rischioso, che aumentare il debito è rischioso, ma che sono sicuramente manovre utili per avviare l'economia e che ce le siamo giocate, senza che nessuno ci abbia preventivamente avvisati di un cazzo.

PRIMA dell'euro qualcuno ti ha mai detto che cosa avrebbe comportato, a parte Prodi & Co?

PRIMA ti hanno mai consultato, per una decisione così critica per tutti?

E' evidente che a stampar moneta si rischia l'inflazione, ma porca di una miseria, qui hanno ridotto al lumicino molti popoli e ancora non si intravede alcuna via d'uscita, malgrado le "cure" attuate.

La Grecia sta sprofondando sempre più. Secondo te hanno un percorso "virtuoso" davanti a loro?

Per favore, dammi una risposta, spiegami perché dovremmo finire come loro.

Pispax, anche tu, hai detto che dobbiamo ridurre il debito, mi spieghi COME fare?

Quali altre risorse dobbiamo sottrarre? Educazione? Salute pubblica? Che cosa?

TUTTI: non la faccio facile, non ne capisco molto e vi chiedo scusa se dovrete impegnarvi un po' per spiegarmi le cose, ma porca miseria, stiamo affondando ogni giorno!

E la risposta non può essere un "va bene così"!

Semplicemente non è accettabile.

L'Islanda ha seguito una strada diversa si o no?

Perché non dovremmo poterlo fare anche noi?

C'ammazzerebbero di botte?

Può darsi, ma secondo te non lo stanno già facendo ora?

E secondo te non ci aspettano botte anche peggiori nei prossimi mesi?

Scusa, stanno dicendo che dobbiamo "privatizzare"!!!

Lo sai che significa?

Significa che, per sanare il "debito", dovremo SVENDERE le strutture e le ricchezze a qualcuno (chissa' a chi....).

Significa che saremo più poveri.

Che l'intero gruppo sociale lo sarà!

Tu, io & tutti gli altri!

Io vorrei solo spiegazioni nel merito e non apprezzamenti sull'uomo barnard o sulla mia incazzatura o su quella di incredulo.

Si può sapere, dopo 5mila msg perché sembrate rassegnati e convinti di dover fare questo "percorso greco"???

Con tantissima stima e amicizia, Tuttle, per te e Sertes e Pispax.

Rende Encomiabili Dire No A
Religiosi Orpelli. Mentire Provoca Eccidii.
(Stefano Bartezzaghi)
Rickard
Inviato: 10/11/2011 12:42  Aggiornato: 10/11/2011 13:22
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/9/2007
Da: Un mondo pervaso di follia
Inviati: 1609
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
@ Notturno

Dai, mi aspetto di meglio da te. Aldilà del discorso su Barnard, le questioni economiche che sta attraversando il nostro paese non sono (purtroppo) semplici e riassumibili in 3-4 punti come hai fatto te.

Su tali questioni partire con formule del tipo: è molto semplice... è una presa in giro verso l'interlocutore e verso se stessi, perché non sono affatto questioni "semplici" che quindi possono avere soluzioni "semplici".

In Argentina e Islanda è successo molto di più di ciò che hai riportato in 2 righe, e la nostra situazione (così come l'eventuale via d'uscita) non è assimilabile a quella argentina o a quella islandese.

Purtroppo non è affatto semplice. So che sarebbe bello, poter molto "semplicemente" fanculizzare l'FMI, ma non è così che funziona.

Strapparsi dal petto un parassita succhiasangue non è una gran vittoria se nel farlo ti devasti a tal punto da ucciderti o da ridurti a una larva comatosa.

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. - Nikola Tesla
mimkowsky
Inviato: 10/11/2011 12:42  Aggiornato: 10/11/2011 12:42
So tutto
Iscritto: 10/11/2011
Da:
Inviati: 3
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
GRAZIE

redna
Inviato: 10/11/2011 12:42  Aggiornato: 10/11/2011 12:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
. E' il tema, chesta sul tavolo, o nell'agorà, se si preferisce, non la persona che può anche sbagliare; o comunque, visto che non è presente, non può nemmeno controbattere. Gabanelli, Barnard o Attivissimo che si chiamino. Sarebbe ora di fare questo salto di qualità.


ma il salto di qualità chi è che dovrebbe farlo?

I personaggi che hai citato sono personaggi che parlano dall'altro del pulpito senza che nessuno controbatta loro qualcosa.

Il salto dovrebbe essere inverso per quelli che pensano che debbano essere solo ascoltati e mai contrariati e che quelli che li contrastano su di un forum siano solo dei buontemponi. Non so la Gabanelli ma sia Barnard che Attivissimo dovrebbero essere ancora iscritti a LC.
Allora chi è che non vuole controbattere?

Citazione:
La ricchezza (ciò che c'è) non si stampa, si produce.


(ANSA) - ROMA, 10 NOV - ''Un nuovo rallentamento economico è in corso in Italia, tra crescente incertezza'', con la crescita del Pil che si assesterà allo 0,5% nel 2011 e allo 0,1% nel 2012: queste le previsioni economiche della Commissione Ue che danno per il 2013 un rialzo allo 0,7%. La Commissione stima che il deficit cali al 4% nel 2011 e al 2,3% nel 2012, per raggiungere l'1,2% nel 2013, anche grazie all'avanzo primario che salirà significativamente allo 0,9% sulla base delle misure di consolidamento adottate''.

fonte

per produrre occorrono le condizioni che ora non ci sono......quindi niente ricchezza che significa al giorno d'oggi ......povertà.
Scusa la crudezza del termine ma il contrario di ricchezza è solo povertà, per i soliti che continuano a pagare. e che devono sobbarcarsi ancora la non-lotta all'evasione fiscale di questo governo.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
METAL4EVER
Inviato: 10/11/2011 12:44  Aggiornato: 10/11/2011 12:44
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/1/2009
Da:
Inviati: 507
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...

METAL4EVER
Inviato: 10/11/2011 13:02  Aggiornato: 10/11/2011 13:09
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/1/2009
Da:
Inviati: 507
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Cmq voi di lc siete degli ottusi, peggio degli anti berlusconiani, vi mettete a discutere di nuovo su quello che pensa barnard sul 9/11, con quello che ci sta per accadere?

...capirete mai cosa significa avere delle priorità?
Capirete mai che creare delle divisioni su argomenti inutili, al momeNto, non serve a niente....siete peggio di chi crede ancora che andare a votare cambi qualcosa.Mi fanno ridere i vostri articoli che puntano a dietrologgizzare anche su movimenti che potrebbero fare la differenza come occupy wall street...per voi è tutto deciso...chomsky é un gatekeeper,come barnard,pilger...tutti massoni,rettiliani,draghi e gnomi. Le vostre prove sono sotto gli occhi di tutti....anzi la prova, non parlano di 9/11. E allora io dico... Ma voi di Suharto avete parlato a sufficienza?del milione di morti in Indonesia causato da questo dittatore appoggiato dal vero potere...allora...dove sono i centinaia di topic che meriterebbe una notizia del genere?
Ma voi...preferite parlare dei messaggi satanici di Obama,le messe nere di Bush e stracazzi vari...
Ma lo capite che state giocando a d&d? Che fate parte della razza dei complottasti...acerrimi nemici dei debunker. Lo capite che state giocando come dei ragazzini...

Sertes
Inviato: 10/11/2011 13:18  Aggiornato: 10/11/2011 13:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
@Notturno, @Rickard:
non è neanche detto che problemi grossi non possano avere soluzioni semplici... ad esempio lo sappiamo tutti che in italia c'è una grande evasione istituzionalizzata. Cioè l'evasione c'è, è già nel sistema, che funziona proprio in virtù di questa evasione. E' possibile combatterla, ma il sistema stesso ne risentirebbe, sul serio. Ma prima di stravolgere il concetto di moneta stesso, iniziamo a spostarci verso un sistema che è basato sul fatto che si pagano le tasse un po più spesso.

Poi il sistema statale è scarsamente meritocratico, lo sappiamo tutti fin da bambini, siamo sicuri che l'unico modo per toccare l'apparato pubblico sia ridurre? Perchè il pubblico non produrre servizi veri? Perchè poi ovviamente si toccano tanti interessi dei privati che fanno i medesimi servizi in vece del pubblico... ma sarà ben più facile fare questo che rivoluzionare il sistema monetario!

Le soluzioni a volerle cercare ci sono e sono di facile enunciazione. Però ci vuole tanto coraggio e tanto olio di gomito a metterle in atto.
Poi, dopo, si può pure parlare di BCE, Euro e amenità varie... oggi chi va in ospedale rischia la vita, sembra un paradosso o un gioco di parole, ma non lo è.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Rickard
Inviato: 10/11/2011 13:28  Aggiornato: 10/11/2011 13:28
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/9/2007
Da: Un mondo pervaso di follia
Inviati: 1609
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Sertes

Citazione:

Poi il sistema statale è scarsamente meritocratico, lo sappiamo tutti fin da bambini, siamo sicuri che l'unico modo per toccare l'apparato pubblico sia ridurre? Perchè il pubblico non produrre servizi veri? Perchè poi ovviamente si toccano tanti interessi dei privati che fanno i medesimi servizi in vece del pubblico...

Alla faccia della semplicità

Io mi riferivo non solo alla semplicità di enunciazione delle soluzioni, ma anche alla semplicità di realizzazione.

Come vedi non è facile neanche una cosa apparentemente semplice come rendere la macchina dello stato un filino meno schifosa di quanto non sia oggi, perché si vanno a toccare (come hai detto tu stesso) un'infinità di interessi corporativisti e settoriali.

E qui invece si vuol quasi dire che per fanculizzare l'FMI basti armarsi di forconi e andare a sbraitare sotto il "palazzo".

è questa l'ipersemplificazione e la banalizzazione di problemi che non sono semplici o banali, nelle loro enunciazioni così come nelle loro soluzioni.

Illudersi che sia sufficiente stampare moneta a go-go, armarsi di forconi o fanculizzare questo e quello equivale a illudersi e certamente ad allontanare sempre più qualsiasi possibile soluzione.

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. - Nikola Tesla
perspicace
Inviato: 10/11/2011 13:39  Aggiornato: 10/11/2011 13:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Notturno in effetti come hanno detto non è un problema di semplice soluzione, così come L'Islanda la prima repubblica d'Europa forse gli inventori della democrazia non sono noi loro erano già ai limiti della comunità europea.

Comunque tu hai chiesto soluzioni quindi vediamo di arrivarci.

Secondo il mio modestissimo parere un governo mondiale unico è una realtà che dobbiamo accettare tutti, perché come me, come penso te, come penso tanti qui su LC il fatto che nel mondo mentre noi discutiamo su se fallire ora per una 15anni di crescita seguiti da anni di schifo per tutte le generazioni future o invece continuare a pagare i nostri debiti (forse odiosi) per poter un giorno dare alle generazioni future italiane voce nel nuovo governo mondiale (cosa che gli argentini ora vedono molto da lontano e che gli Islandesi inventori della democrazia non possono anche se fanno gli stronzi non starci) ce gente invece tanta tanta gente che guadagna 15centesimi l'ora cioè che in confronto a noi godono di privilegi praticamente nulli.

Allora tu come me come tanti dobbiamo accettare che per avere un giorno uguaglianza tra te e Muhammad, tra me e Hu Jintao, tra un bambino Italiano e un bambino Nigeriano dobbiamo necessariamente visto l'attuale sistema economico-sociale (che è indistruttibile fidati di me) noi italiani rinunciare a molti molti molti privilegi e molti molti molti esseri umani nel mondo ricevere privilegi.

Vedi siamo come su una bilancia dove noi che ci lamentiamo siamo quelli pesanti mentre quelli che non hanno internet non hanno TV non hanno diritti sono quelli leggeri ed un giorno spero molto presto dovremmo riequilibrare questa bilancia globale.

Ora che sia chiaro ma penso lo si capisca dalla mia foto io sono contrario a un oligarchia mondiale ma per il bene di molte persone non posso essere contro un governo mondiale.

Adesso parliamo di una soluzione a questo non così grave problema del debito perché vedi il problema non è il debito troppo grande perché fra ipotetici 100anni quando il governo sarà Unico tutti i debiti verranno cancellati e si inizierà tutto da capo, il problema grosso e proprio il fatto che dobbiamo applicare misure di Austerity cosi da uniformarci con il resto del mondo e questo che ci chiede l'Europa ma non solo lei e ciò che i bambini africani chiedono all'occidente cioè di far vivere loro un po più come noi e noi un po più come loro e quando saremo tutti insieme sulla stessa barca allora solo allora potremmo fare discorsi su cosa è come tassarci e su se avere o no un Goldman sachs al governo.

Sintetizzo la soluzione è più tasse per tutti e meno diritti lo so che sembra assurdo ma è così.

Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
Sertes
Inviato: 10/11/2011 13:40  Aggiornato: 10/11/2011 13:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Apro il Corriere della Serva. Notizia random:

Piove nell'ospedale, i malati scappano
Ospedale Cervello, medici e infermieri spalano il fango
PALERMO - È bastata una notte di pioggia e i malati son dovuti scappare ancora una volta da qualche reparto dell’ospedale Cervello dove si galleggia sul fango, come gridano medici e infermieri, pazienti e parenti.

PORCA PUTTANA - prova a causare un danno così nel settore privato, vedrai che calcio in culo prendi!

Altra notizia random:

Telecamere sui morti. «Così finisce la paura di essere sepolti vivi»
Obbligo di sorveglianza delle salme per delibera.
La Regione si giustifica, anestesisti in rivolta

RI-PORCA PUTTANA - la regione Veneto non ha di meglio da fare che spendere soldi per mettere le telecamere ai morti, fare studi sull'argomento, organizzare una normativa?

Citazione:
Come vedi non è facile neanche una cosa apparentemente semplice come rendere la macchina dello stato un filino meno schifosa di quanto non sia oggi, perché si vanno a toccare (come hai detto tu stesso) un'infinità di interessi corporativisti e settoriali.


E' meglio che qualcuno capisca che è meglio toccarli con mano gentile adesso, che con il bastone il mese prossimo.

...e l'intellettuale parla di moneta...

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Calvero
Inviato: 10/11/2011 13:40  Aggiornato: 10/11/2011 13:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Il problema a mio avviso sta nel fatto che LuogoComune è, per definizione, "9/11centrica", e dunque chi snobba tale questione commette una sorta di Peccato Originale che tutto corrompe.


No, Anakyn ... il problema:

sta nel fatto che il Mondo è, - per dato di fatto, 9/11centrico, se non lo si fosse compreso

-- LC è semplicemente conscio di questa verità

... e ripeto, se a UN Barnard (e i motivi l'ho spiegati esaustivamente sopra sul perché di quel "UN") un orecchio come per magia non gli funziona più, la cosa è sporca e non poco.

C'entra una fava quali siano le peculiarità giornalistiche e di indagine di LC (che comunque segue crucialmente anche altri temi) ... poiché non rapporto Barnard a LC e, a prescindere, il suo modo di aver considerato/valutato/commentato a 360° il problema la dice lunga sul suo modo di essere e di operare. Che poi il ragionamento che ho messo in piedi è teso a dimostrare che appunto il 9/11 è la cartina al tornasole per verificare l'affidabilità, la qualità e l'onestà intellettuale di un giornalista che indaga questioni internazionali. Cose che Barnard sta perdendo man mano per strada e alla grande.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
PikeBishop
Inviato: 10/11/2011 13:46  Aggiornato: 10/11/2011 13:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
gli Islandesi inventori della democrazia

Dai, siamo seri: scriverlo una volta passi, ma due no.

Citazione:
io sono contrario a un oligarchia mondiale ma per il bene di molte persone non posso essere contro un governo mondiale.

Fantastico. Differenze?????

Citazione:
la soluzione è più tasse per tutti

Comincia te, che a me scappa da ridere.

Per chi non fosse convinto dalla sua immagine ecco UNA SERIE DI ISTANTANEE DI PERSPICACE NELLA SUA ABITUALE TENUTA.

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
Tuttle
Inviato: 10/11/2011 13:46  Aggiornato: 10/11/2011 13:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Secondo il mio modestissimo parere un governo mondiale unico è una realtà che dobbiamo accettare tutti


Scusa ma è una boutade vero?

METAL4EVER
Inviato: 10/11/2011 13:47  Aggiornato: 10/11/2011 13:47
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/1/2009
Da:
Inviati: 507
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Autore: Sertes  Inviato: 10/11/2011 13:40:49

Apro il Corriere della Serva. Notizia random:

Piove nell'ospedale, i malati scappano
Ospedale Cervello, medici e infermieri spalano il fango
PALERMO - È bastata una notte di pioggia e i malati son dovuti scappare ancora una volta da qualche reparto dell’ospedale Cervello dove si galleggia sul fango, come gridano medici e infermieri, pazienti e parenti.

PORCA PUTTANA - prova a causare un danno così nel settore privato, vedrai che calcio in culo prendi!





Prova dire questo ad un argentino e vediamo cosa ti fa...

METAL4EVER
Inviato: 10/11/2011 13:50  Aggiornato: 10/11/2011 13:50
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/1/2009
Da:
Inviati: 507
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Non avete ancora capito che il settore privato fa quello che vuole....può fare opere a meta, e pretendere una tassazione più alta, senza che nessuno gli possa dire niente...in argentina è successo esattamente questo.

Virgil
Inviato: 10/11/2011 13:54  Aggiornato: 10/11/2011 13:54
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/8/2010
Da:
Inviati: 384
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Autore: redna Inviato: 9/11/2011 17:08:21 Citazione: Hanno deciso d far fuori l'attuale governo difatti più resiste Berlusconi e più gli indici di mercato peggiorano. Quello che mi fa più paura è: "Chi governerà dopo ?" "Quanto ci toglieranno dopo questa finta bufera ?" l'umo giusto al momento giusto ?


secondo alcuni direi di no...ma non sono convintissimo di quanto dicano.

http://sollevazione.blogspot.com/2011/11/il-golpe-bianco.html#more

Il Gauleiter
della terza repubblica

La montagna questa volta ha partorito il mostro. Mario Monti si appresta a diventare Primo ministro e a formare un governo di emergenza. Con una retromarcia impensabile fino a pochi giorni fa, anche Berlusconi ha dato il via libera. Si vede che l'avviso che gli hanno mandato ieri i "mercati" (il crollo delle azioni Mediaset) ha centrato il bersaglio. La grande finanza globale, così, non ha solo fatto cadere un governo, sta imponendo il suo proprio.
Avremo un governo che coniugherà liberismo e rigore dei conti pubblici, che applicherà politiche di lacrime e sangue per salvare l'euro e l'Unione europea, quindi, in ultima istanza, il blocco imperialista occidentale.

Mario Monti
Mario Monti non è stato scelto a caso. Bocconiano, uomo di fiducia dell'eurocrazia, liberista, egli è anche presidente europeo della Commissione Trilaterale, membro del comitato direttivo del Gruppo Bilderberg, Advisor per Goldman Sachs. Un uomo, un programma.

Monti sarà il gauleiter per conto della finanza predatoria, delle potenze imperialiste dominanti. Lo è diventato con un vero e proprio golpe bianco, imposto dall'esterno. Anche agli imbecilli dovrebbe ora essere chiaro che che l'Italia è oramai un protettorato. Neanche in Grecia si era giunti a tanto.

Ne andranno valutate tutte le pesantissime conseguenze. Se sul piano sociale si preparano misure draconiane pur di onorare il debito. Su quello politico assisteremo ad un profondo rimescolamento: non solo al riposizionamento di tutti i partiti, ma ad una loro metamorfosi. Ciò riguarderà il Pdl, il Pd, il Terzo polo, ma anche le forze di una sinistra imbelle che restavano attaccate alla sottana del Pd. Sul piano istituzionale il disegno dei "poteri forti" non è meno ambizioso: seppellire la "seconda repubblica" e dal suo grembo farne uscire una nuova, dopo un'inseminazione artificiale pilotata.

Dentro la crisi sistemica globale, si apre in Italia una fase nuova. Ognuno dovrà attrezzarsi.

Il principale fatto nuovo è che la questione sociale, quella della sovranità nazionale, e quella democratica si intrecciano in maniera indissolubile. Senza sovranità nazionale non v'è alcuna sovranità popolare possibile. Senza sovranità popolare non c'è democrazia, e senza democrazia le lotte sociali non possono che prendere forme radicali e fin'anche sovversive.

Che con il Golpe bianco si uscirà dalla crisi ne dubitiamo. L'Italia sprofonderà nella recessione e l'Unione europea non diventerà una solida costruzione solo perché al popolo italiano verranno imposti sacrifici inauditi. Né l'euro riuscirà a venir fuori dal marasma.

Ai lati del governo di emergenza sorgeranno nuove forze sociali e politiche. A destra, dalle ceneri del berlusconismo, verrà fuori un populismo aggressivo, che forse impugnerà in maniera reazionaria la questione della sovranità nazionale.

Dal lato opposto si creano le condizioni per la formazione di un fronte ampio del popolo lavoratore. Sorgerà nel suo seno una forza politica che saldi assieme difesa dei più deboli, l'uscita dall'Unione e dall'euro, il ripudio del debito, la primazia della politica e dello Stato sul mercato, la riconquista della sovranità nazionale e con essa della democrazia?

Spiderman
Inviato: 10/11/2011 13:57  Aggiornato: 10/11/2011 13:57
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 19/9/2009
Da:
Inviati: 2722
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Allora tu come me come tanti dobbiamo accettare che per avere un giorno uguaglianza tra te e Muhammad, tra me e Hu Jintao, tra un bambino Italiano e un bambino Nigeriano dobbiamo necessariamente visto l'attuale sistema economico-sociale (che è indistruttibile fidati di me) noi italiani rinunciare a molti molti molti privilegi e molti molti molti esseri umani nel mondo ricevere privilegi.


Perspicace, tu credi o speri che questa uguaglianza, venga un giorno dettata da un governo mondiale unico? E in che modo?

"Ogni giorno racconto la favola mia, la racconto ogni giorno chiunque tu sia, e mi vesto di sogno per darti se vuoi, l'illusione di un bimbo che gioca agli eroi. (Renato Zero)
anakyn
Inviato: 10/11/2011 13:57  Aggiornato: 10/11/2011 14:10
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/1/2010
Da:
Inviati: 1428
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Di nuovo, mi scuso per aver offerto questo alibi che permette di far finta di non vedere il problema: Barnard è criticabilissimo anche oltre la figuraccia fatta sull'undici settembre.


Alibi o non alibi, è per questo argomento che sei entrato a gamba tesa su Barnard, dunque su questo stavo replicando.

In particolare, lo hai scritto TU, mica io, che la credibilità di Barnard come giornalista è morta nel momento in cui ha snobbato il 9/11.
E se il ragionamento è questo, lo contesto vivamente perchè significa giudicarlo a priori per il resto dei suoi lavori e indagini.

Se invece vuoi fare un discorso di critica mirata alle sue singole tesi ed opinioni, personalmente non chiedo di meglio. Ad esempio, pur profano di materie economiche mi balza comunque agli occhi la sua tesi secondo cui la semplice emissione di moneta sarebbe capace di risolvere problemi di economia nazionale, per cui sentire campane diverse mi fa piacere.

L'unica cosa che per lascerei davvero perdere nei confronti di Barnard è il pregiudizio, visto che oltretutto non mi pare il tipico esempio di personaggio opportunista.


Citazione:
E in generale anche il tuo discorso fa acqua: mi pare di ricordare che fosti tu che te la prendesti tanto quando criticai la Gabanelli... la Gabanelli ha trattato l'undici settembre in modo approfondito e neutrale, da vero giornalista. Ma poi ha fatto gatekeeping sulle scie chimiche e sulla Tav, e questo la rende criticabile.


No, non ero io: non credo di aver mai discusso nè con te nè con altri su LC della Gabanelli.

Però bisogna mettersi d'accordo sul significato del termine "gatekeeper", perchè secondo me lo si usa un pò a sproposito.
Il gatekeeper è un "falsario" consapevole di esserlo, giusto? Cioè uno che fa disinformazione col preciso intento di farla, per raggiungere un determinato scopo.

Tu hai definito come tali sia Barnard sia la Gabanelli, su questioni diverse.
Giornalisti che spesso fanno ottime inchieste ed in altri casi NON fanno invece buona informazione.

Io mi chiedo: non è possibile, come suggerivo ieri, che semplicemente si tratti di professionisti con limiti precisi, magari anche ideologici, che ogni tanto sbagliano, ma non per forza in malafede?
Tra l'errore professionale ed il gatekeeping ci passa un oceano, ed io mi chiedo come mai tu sia convinto che si tratti di disinformazione premeditata (gatekeeping).

Un personaggio secondo me più sospetto in questo senso è Travaglio, che di indizi ne ha offerti parecchi in termini di omissioni, e tende ad focalizzare il suo impegno giornalistico su aspetti nei quali è stato più volte colto in castagna.

Oltreutto un gatekeeper acquista un senso quando ha un seguito piuttosto largo, proprio per soddisfare il suo scopo di condizionare verso obiettivi prestabiliti una parte dell'opinione pubblica. Ed anche per questo ritengo Travaglio "sospettabile", visto che è quasi un personaggio di culto.

Ma un Barnard, che sarà conosciuto sì e no da 1/20 di quelli che conoscono Travaglio? Che non ha un giornale, un angolino in TV, uno "sponsor" culturale che lo appoggi e manco un account facebook?
Dal suo striminzito e anonimo sitarello web, che razza di gatekeeping può fare?



Citazione:
Forse quindi l'intero problema non è LC o Barnard, ma chi approda alla controinformazione ancora con l'idea di farsi un idolo e seguire una persona fidata, anche in barba all'evidenza.


Al di là dell'accenno a "farsi idoli" che è tutta farina del tuo sacco (e ringrazia che non mi metto a farti l'analisi accurata della fallacia argomentativa, dal momento che non mi chiamo Sertes ), visto che ad esempio Barnard sono il primo a criticarlo per l'atteggiamento anti-costruttivo e per l'estremismo comunicativo, attendo che mi si dimostri in che modo sarebbe "EVIDENTE" che sia un personaggio verso il quale non è possibile riporre fiducia alcuna, su nulla.
Altrimenti siamo al livello delle sparate.


Citazione:
Se qualcuno pensa che abbia estratto una frase dal contesto per ribaltare il significato sta solo facendo "una lettura attraverso la lente della propaganda" del mio intervento. Probabilmente è solo un errore. La propaganda è solo una cosa elaborata, difficile da capire. Forse nemmeno esiste.


Visto che pure questa è rivolta a me...

Ti auguro di non trovare mai un interlocutore simile a te nel vedere propaganda nascosta pure negli insterstizi dei muri, perchè ti assicuro che al minimo tuo errore verresti trafitto dalla tua stessa spada.
Tanto mi pare che per accusare il prossimo di essere un gatekeeper o di fare propaganda ci voglia davvero poco. D'altronde dovrei averlo capito da un pezzo che su LC c'è l' "accusa facile" così come nel Far West c'era il "grilletto facile": ricordo ancora le accuse di trollaggio che mi fioccarono addosso nel mio primo topic aperto un paio di anni fa sul 9/11 (specifico per onestà che tu non eri fra quelli).


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -


E magari, se trovi il tempo o la voglia, cerca di scendere dal piedistallo.
Che sei un ottimo ricercatore, ma le prediche dal pulpito lasciale ai sacerdoti ed a chi vuole ascoltarli.

albi1098
Inviato: 10/11/2011 14:03  Aggiornato: 10/11/2011 14:03
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/10/2011
Da:
Inviati: 52
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Dell'articolo di Barnard condivido solo il problema Euro.

Auspicare che B. si metta la maschera di zorro per liberarci fa sorridere.
Resta il problema che non si riesce ad immaginare chi è disposto a mettersi questa maschera togliendosi il passamontagna indossato per anni....mah.


Uscire dall' Eurozona e non pagare il debito pubblico.

E quando Sarkozy e Merkel verranno a battere cassa faccio loro spallucce.

E' semplice..... o no?

"Se non hai una mente critica per natura è inutile che tu rimanga qui." G.I.Gurdjieff
perspicace
Inviato: 10/11/2011 14:03  Aggiornato: 10/11/2011 14:03
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...


scusatemi wajiiò sono analfabeta non riesco a esprimermi come vorrei

Per accettare non intendevo sottometterci!

Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...

Autore: Jurij Inviato: 9/11/2011 22:52:06

incredulo Citazione:

Loro NON vogliono che le Nazioni escano dal loro controllo, sarebbe stata una battuta di arresto ed un grosso danno, causando un RALLENTAMENTO del processo in corso.

A proposito di espansioni, confrontate le due cartine e vedrete che ancora una volta, anche con il 4° R, sono fermi davanti alla Russia.

http://it.wikipedia.org/wiki/File:Second_world_war_europe_1941-1942_map_en.png

http://europa.eu/about-eu/countries/index_it.htm

Ehhhhh, da li non si passa ...


L'informazione dell'Islanda lo presa da QUI cliccando sull'Islanda nella cartina che ha postato Jurji

Cmq il senso del discorso è che il debito la cosa migliore che possiamo fare e portarcelo avanti non pagarlo pagandone solo gli interessi però come ho già detto io sono analfabeta

Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
PikeBishop
Inviato: 10/11/2011 14:07  Aggiornato: 10/11/2011 14:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Il gatekeeper è un "falsario" consapevole di esserlo, giusto?

Sbagliato.

Quello e' un disinformatore: Gatekeeper e' la guardia al cancello.

E' li' al cancello e fa quello che percepisce essere il proprio dovere, perche' glielo hanno ordinato e lo crede giusto. La sua posizione di guardia potrebbe essere compromessa da obiezioni sui suoi ordini, cosi' in genere e' restio a obiettare, reticente e va avanti per la sua strada, ma chiude il cancello quando opportuno. Lo fa per la paga? Ci crede? Mente? E chi lo sa! Ma lui e' li, baluardo della sua istituzione, qualsiasi sia, scuola, sindacato, associazione, giornale, corporazione ecc.

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
ptimolla
Inviato: 10/11/2011 14:20  Aggiornato: 10/11/2011 14:21
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/7/2006
Da: Taranto
Inviati: 353
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Certo !!! METAL4EVER
Io l'ho capito perfettamente che siamo in un mega D&D...

ci hanno costruito intorno un mondo fittizio ,come in Matrix.puoi parlare al vento quanto vuoi ma non arriverà' mai nessuno a proporti "pillola blue o pillola rossa!"???

...e tutto e' iniziato anche prima dell'11/9.

E quando deciderai di smettere di parlare e cominciare a "fare" cominceranno anche le purghe, perchè sarai una minoranza pericolosa,un ribelle,un rivoluzionario!

Ora siamo tutti (quasi) contenti che Berlusconi sia stato detronizzato (in Italia ma anche all'estero),ma ci aspetta un governicchio tecnico composto da parlamentari di dx e di sx,che deve fare solo SI con la testa (come i muli) e approvare l'ennesimo super-salasso!

Poi arriveranno le elezioni,con altri 2 pupazzetti messi li da chi comanda davvero dall'estero, e saremo chiamati alle urne per andare a scegliere senza margine di errore ,un nuovo "loro" rappresentante,che ci dia l'illusione che sia il nostro rappresentante!

Non Vi pare che sia tutto come in Matrix??? (..a me si!)

Legge di Murphy sulla ricerca
Una ricerca abbastanza lunga tendera' a confermare ogni teoria.


Legge di Maier
Se i dati non corrispondono alla teoria, vanno eliminati.
perspicace
Inviato: 10/11/2011 14:21  Aggiornato: 10/11/2011 14:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Perspicace, tu credi o speri che questa uguaglianza, venga un giorno dettata da un governo mondiale unico? E in che modo?

Io per governo mondiale non intendo Ordine mondiale capiamoci UN Ordine come lo è per i preti è una gerarchia io non la voglio io voglio tutti uguali tutti lo stesso stipendio tutti gli stessi soldi nel portafoglio un ordine tassonomia e dividere il mondo in famiglie ( famiglie con dei privilegi e famiglie senza privilegi) io quando parlo di un Governo Mondiale non mi riferisco al Governo mondiale di cui Parla Bush o qualsiasi altro becero bastardo capitalista del pianeta mi riferisco al governo "sai quell'istituzione che ci garantisce i diritti fondamentali?" quello si proprio quello che dovrebbe "tutelarci", è un utopia ciò di cui parlo?? forse chissà facciamo come col gatto 50e50.

Alla domanda: "come?"

Con un governo onesto.

Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
anakyn
Inviato: 10/11/2011 14:24  Aggiornato: 10/11/2011 14:24
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/1/2010
Da:
Inviati: 1428
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Quello e' un disinformatore: Gatekeeper e' la guardia al cancello.

E' li' al cancello e fa quello che percepisce essere il proprio dovere, perche' glielo hanno ordinato e lo crede giusto.



Bon, benissimo, ma sono sfumature: il fulcro è che si tratta di un giornalista che fa della cattiva informazione, omettendo o distorcendo la realtà, per il tornaconto proprio o del gruppo cui fa riferimento.
Quindi opera per un preciso interesse.
Giusto, adesso che abbiamo ampliato la definizione?

Bene: io continuo a non comprendere come tale definizione si adatti ad un tizio che ha buttato nel cesso la propria carriera (e probabilmente il proprio benessere economico), e da ciò che scrive pure la serenità familiare, per questioni essenzialmente di principio.
Proprio non lo capisco.


Ed ha ragione chi scrive "piantiamola di parlare di Barnard, parliamo di ciò che scrive"... ma è difficile farlo se verso Barnard stesso vige un pregiudizio che ne invalida a priori le tesi.

utrevolver
Inviato: 10/11/2011 14:27  Aggiornato: 10/11/2011 14:27
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/6/2007
Da: Sandalia
Inviati: 411
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Che con il Golpe bianco si uscirà dalla crisi ne dubitiamo. L'Italia sprofonderà nella recessione e l'Unione europea non diventerà una solida costruzione solo perché al popolo italiano verranno imposti sacrifici inauditi. Né l'euro riuscirà a venir fuori dal marasma. Ai lati del governo di emergenza sorgeranno nuove forze sociali e politiche. A destra, dalle ceneri del berlusconismo, verrà fuori un populismo aggressivo, che forse impugnerà in maniera reazionaria la questione della sovranità nazionale. Dal lato opposto si creano le condizioni per la formazione di un fronte ampio del popolo lavoratore. Sorgerà nel suo seno una forza politica che saldi assieme difesa dei più deboli, l'uscita dall'Unione e dall'euro, il ripudio del debito, la primazia della politica e dello Stato sul mercato, la riconquista della sovranità nazionale e con essa della democrazia?


L'Europa è fallita dal momento in cui è riuscita ad anteporre gli interessi del liberismo agli interessi della società.

A questo punto sarei in sintonia sia con un ampio movimento del popolo che miri ad ottenere quello che saggiamente ha fatto l'Argentina, sia con un movimento populista aggressivo che faccia del proprio cavallo di battaglia la questione della sovranità nazionale.

Non è con le elezioni che sfuggiremo da questa situazione e chi ridacchia pensando che "finalmente Berlusconi è stato mandato a casa" e che "Monti farà ciò che è giusto potendosi permettere di fare scelte impopolari", allora non ha capito un benemerito cazzo, scusando il francesismo. Infatti le sue scelte impopolari saranno valide solo quando il parlamento le avrà approvate. In questo caso, avremo di fatto un dittatore e delle marionette al suo servizio.

Straquoto il commento di un lettore, non so dove che ha detto: "Ci vuole una quarta guerra di indipendenza", per noi, per l'Italia delle persone e per l'Italia dell'economia reale.

Calvero
Inviato: 10/11/2011 14:39  Aggiornato: 10/11/2011 14:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:

Ed ha ragione chi scrive "piantiamola di parlare di Barnard, parliamo di ciò che scrive"... ma è difficile farlo se verso Barnard stesso vige un pregiudizio che ne invalida a priori le tesi.


Ma forse non bisogna parlare di pregiudizio, ma di quale linea d'indagine un giornalista segue e se questa linea esclude un fondato punto cruciale dei giochi internazionali, la cosa potrebbe sfociare in un percorso deleterio se va bene, e in un inganno più pericoloso ancora, se va male.

Se uno non approva la regola Fisica della Gravità in ogni caso non potrà fare l'Ingegnere.

Non so quanti ancora non si siano accorti di come il 9/11 abbia spostato i PESI internazionali che rispondono TUTTI a questa forza di Gravità.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
lysmata
Inviato: 10/11/2011 14:45  Aggiornato: 10/11/2011 14:45
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/3/2011
Da:
Inviati: 286
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
smetto di leggere i commenti contro Barnard e vi salto direttamente.

Lo si puó criticare quanto si vuole, ma mettere Monti a capo dell'italia é confermare la sua teoria.

Lavorare deve essere veramente uno schifo, se per convincerti a farlo ti devono pagare.
Sertes
Inviato: 10/11/2011 14:47  Aggiornato: 10/11/2011 14:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
anakyn ha scritto:
E magari, se trovi il tempo o la voglia, cerca di scendere dal piedistallo.
Che sei un ottimo ricercatore, ma le prediche dal pulpito lasciale ai sacerdoti ed a chi vuole ascoltarli.


Beh, ciascuno di noi ha i suoi pregi e suoi difetti. Però nel voler sottolineare uno dei miei, che sono sempre a disposizione per parlar con tutti, hai invece evidenziato quello di Barnard, che da bravo gatekeeper si sottrae al confronto.

Come mai?

Citazione:
Io mi chiedo: non è possibile, come suggerivo ieri, che semplicemente si tratti di professionisti con limiti precisi, magari anche ideologici, che ogni tanto sbagliano, ma non per forza in malafede?


Sì, possibilissimo. Però io tendo a dubitare dell'errore, e dubito doppiamente se l'errore è ripetuto.

Citazione:
Tra l'errore professionale ed il gatekeeping ci passa un oceano, ed io mi chiedo come mai tu sia convinto che si tratti di disinformazione premeditata (gatekeeping).


Perchè ci sono "fasce di mercato" che Barnard copre benissimo... se non ci fosse, bisognerebbe inventarlo. Basta che apri comedonchisciotte e vedrai che ho ragione, ci sono sempre almeno due articoli suoi in bellavista in homepage, proprio come se dicesse cose valide e non gli "errori" che qui in tanti hanno saputo individuare.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
DrHouse
Inviato: 10/11/2011 15:01  Aggiornato: 10/11/2011 15:03
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/11/2007
Da:
Inviati: 2394
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
@ Tuttle:

Citazione:
Personalmente non ho mai criticato Barnard per la sua scelta di non occuparsi di 911. Anzi, non lo biasimo affatto - aldilà delle motivazioni che ha presentato come giustificazioni alla scelta.

Non lo biasimo perché occuparsi di 911 richiede moltissimo sforzo professionale, di tempo, di energie e non corrisponde al falso il fatto che sotto questo aspetto possa essere visto come una perdita di tempo - se rapportato sul lato dei possibili risultati d'inchiesta.

Difficile per un giornalista che vive (o vivacchia) solamente di questo mestiere, gettarsi culo all'aria dentro al pentolone del 911...bruciando anni ed anni di carriera a dipanare matasse di informazioni, spesso senza soluzione.

Francamente non me la sento di giudicarlo per questo...anzi, col senno di poi...ha fatto bene a tenersi fuori.

So che mi attirerò le ire di molti..ma la penso così.

Detto così non fa una piega. Però alt: che cosa gli costava a Barnard dire semplicemente "Scusatemi, non ho un'opinione sul 9/11 perché non me ne sono occupato abbastanza"?

Se uno mi chiede che cosa ne penso degli atterraggi sulla Luna, la mia risposta, sincera al 100%, è: non lo so, non un'opinione perché non so un cazzo della materia, per mancanza di tempo non ho mai avuto modo di occuparmene. Ho poco tempo per studiare e quel poco ho deciso di dedicarlo ad altre cose. Insomma, ognuno ha le sue legittime prorità, giusto? Quindi, hai ragione, nessuno è obbligato a studiare il 9/11, però quando non si sa nulla su una materia, è meglio astenersi del tutto dall'argomentare piuttosto che negare la versione complottista, come fa Barnard, oltretutto ricorrendo al solito ritornello, trito e ritrito, di stampo echiano (se fosse vero, a quest'ora sarebbe saltato fuori perché è troppo grande perché qualcuno non parli ecc). Stai zitto e fai più bella figura.

Tengo a precisare che io non considero Barnard un gatekeeper, come molti qui dentro pensano e come lui stesso è solito considerare tutti i giornalisti che non si allineano al suo pensiero. Leggo Barnard da tempo e mi sono fatto una certa idea di lui: è una persona che fondamentalmente crede in quello che scrive, ma ha un difetto enorme: una presunzione illimitata e un'ostinata tendenza a presentarsi al pubblico come l'unico Messia al quale dobbiamo credere.

Quello che voglio dire, in sostanza, è che il suo orgoglio è anche il suo peggiore limite: nega il 9/11 non tanto perché non ritenga possibile il complotto di stato (secondo me, infondo anche lui lo pensa), ma perché i complottisti e i siti come LC li vede più che altro come una pericolosa concorrenza nel mercato alternativo ai media mainstream.

Spero di essere stato sufficientemente confuso.

E dopo 10 anni, siamo a discutere se il Volo 77 è arrivato proprio lungo questa linea, o piuttosto è arrivato due metri più a sinistra, o due metri più a destra? (Perle complottiste)
ohmygod
Inviato: 10/11/2011 15:08  Aggiornato: 10/11/2011 15:08
Sono certo di non sapere
Iscritto: 16/10/2007
Da:
Inviati: 3652
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
citazione
Lo si puó criticare quanto si vuole, ma mettere Monti a capo dell'italia é confermare la sua teoria.


MARIO MONTI: "L'EURO E' UN SUCCESSO, SOPRATTUTTO PER LA GRECIA"
http://www.youtube.com/watch?NR=1&v=Qq7omxEXhR8

Sertes
Inviato: 10/11/2011 15:13  Aggiornato: 10/11/2011 15:13
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
lysmata ha scritto:
smetto di leggere i commenti contro Barnard e vi salto direttamente.

Lo si puó criticare quanto si vuole, ma mettere Monti a capo dell'italia é confermare la sua teoria.


Hai perso la parte in cui Silvio giudica Monti una scelta valida (fonte).

Questo da solo sgretola l'intero articolo di Barnard che dipinge Silvio paladino contrario al sistema bancario e la sinistra alleata al NWO.

Lo riscrivo: SILVIO HA ACCETTATO MONTI.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
redna
Inviato: 10/11/2011 15:14  Aggiornato: 10/11/2011 15:19
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Straquoto il commento di un lettore, non so dove che ha detto: "Ci vuole una quarta guerra di indipendenza", per noi, per l'Italia delle persone e per l'Italia dell'economia reale


la quarta guerra di indipendenza ci dovrebbe già essere stata per mandare via il colonizzatore straniero nelle basi con tanto di armi atomiche sul nostro territorio.
Non mi risulta che nessun cittadino ci abbia mai provato finora.
E allora come facciamo a mandar via ora gli ispettori della UE e del FMI che hanno controllato i NOSTRI conti ora e che arriveranno ancora verso fine mese e poi ogni trimestre e controllarci i compitini che LORO ci hanno dato?

La guerra di indipendenza è in ritardo di tanti anni che ormai non sappiamo nemmeno più essere indipendenti e ci hanno fatto piacere anche la dipendenza......verso tutti!!!!

L'Italia delle persone dove è mai? l'Italia delle persone che pensano solo a far soldi è ancora in atto con tanto di B al governo con le dimissioni post-datate accettate come se nulla fosse da Napolitano, e il sistema di prima continua inalterato. Nel contempo i conti devono essere sistemati (ovviamente nel governo attuale manca la capacità di farlo, è evidente, ma non vedo qualcuno ad aver il coraggio di mandar via Tremonti.....) da altri e gli altri ce li sistemano come vogliono loro.


Nel frattempo tutti gli abitanti della penisola sono animali da soma, isole comprese, e gli animali da soma l'indipendenza non sanno nemmeno che cosa voglia dire.

Siamo talmente tanto in ritardo che gli eventi ormai viaggiano a forte velocità avanzando prima di noi e ci schiacciano talmente tanto che nemmeno riusciamo a farcene una idea.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Tuttle
Inviato: 10/11/2011 15:15  Aggiornato: 10/11/2011 15:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
@ DrHouse

La risposta al tuo quesito era nella mia premessa;

Citazione:
Personalmente non ho mai criticato Barnard per la sua scelta di non occuparsi di 911. Anzi, non lo biasimo affatto - aldilà delle motivazioni che ha presentato come giustificazioni alla scelta.


Qualsiasi siano le motivazioni che lo hanno spinto a scegliere di non occuparsi di 911...rimane il fatto che probabilmente (parere personale) ha fatto bene.

Se è in malafede ha fatto comunque bene perché avrebbe potuto scegliere di occuparsene per gettare discredito sulla ricerca, facendo leva su quel briciolo di credibilità che si è costruito gettando fango sul sistema di cui lui stesso faceva parte. Non perché si fosse svegliato...ma perché è stato cacciato a pedate ed isolato proprio a causa della sua natura "orgogliosa" ed IOcentrica. Insomma...se sul 911 è in malafede avrebbe potuto fare più danni di quelli che non ha procurato standone fuori.

Se invece è in buona fede, ed è solo vittima di se stesso, ci ha tolto il problema di avere altra grassa propaganda sull'argomento, che visto il suo stile, sarebbe stata garantita. Chiesa basta e avanza....IMHO.

Quindi in tutti i casi, secondo me, è un bene. Sia per lui...che per me.


Calvero
Inviato: 10/11/2011 15:17  Aggiornato: 10/11/2011 15:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:

Quello che voglio dire, in sostanza, è che il suo orgoglio è anche il suo peggiore limite: nega il 9/11 non tanto perché non ritenga possibile il complotto di stato (secondo me, infondo anche lui lo pensa), ma perché i complottisti e i siti come LC li vede più che altro come una pericolosa concorrenza nel mercato alternativo ai media mainstream.


... e, detto niente ...

Grazie Tuttle

Citazione:
Personalmente non ho mai criticato Barnard per la sua scelta di non occuparsi di 911. Anzi, non lo biasimo affatto - aldilà delle motivazioni che ha presentato come giustificazioni alla scelta.


Beh allora informati meglio, te lo dico senza provocazione. Perché non è questo che si è criticato a Barnard. Barnard ha lasciato ben intendere, in soldoni: non perdiamo tempo con queste stronzate

la differenza è abissale, ragazzo

.. e se vuoi comprendere meglio questo abisso e quanto sà di sporco, vai a leggere la mia argomentazione di qualche post più sopra. Dove sono il primo a riconoscere le sue potenzialità e la sua intelligenza, e come proprio queste peculiarità dimostrano il suo torto e la sua malafede.

1+1=2

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Tuttle
Inviato: 10/11/2011 15:20  Aggiornato: 10/11/2011 15:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
smetto di leggere i commenti contro Barnard e vi salto direttamente. Lo si puó criticare quanto si vuole, ma mettere Monti a capo dell'italia é confermare la sua teoria.


Questa cosa dei commenti contro Barnard è un alibi per non rispondere alle questioni.

Quali sono le soluzioni che prospetta Barnard? Ancora non avete risposto (uso il voi riferendomi a chi è daccordo con lui).

Qualcuno che è daccordo con Barnard può gentilmente indicarmi il percorso che secondo lui bisognerebbe seguire per uscire dal disastro?

Fallimento? Battere moneta a cazzo? Uscita temporanea dall'euro? Default pilotato? Annichilimento del sistema bancario e del mercato?

Cristosanto...ci sarà un paragrafo sul COSA FARE, oltre che quello sul BAU BAU!!!

DrHouse
Inviato: 10/11/2011 15:24  Aggiornato: 10/11/2011 15:25
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/11/2007
Da:
Inviati: 2394
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Chiesa basta e avanza....IMHO

Gli IMHO sono per natura inattaccabili.

Ciò detto, Chiesa ci ha messo la faccia. Meyssan pure. Sì, entrambi spesso dicono cazzate, anch'io spesso penso che facciano danni quando aprono bocca e preferirei che stessero zitti. Però, il conto da pagare per chi si espone in prima persona è altissimo, non dimentichiamolo. Conta solo il numero di articoli che l'iperattivo e perleufficialiste varie hanno dedicato a Chiesa o a Cardini per renderti conto di quanto possano essere davvero graditi dall'altra parte. Quindi, per come la vedo io, ben vengano i Chiesa e tacciano i Barnard che non hanno l'umiltà di riconoscere di non aver studiato la materia.

IMHO too

E dopo 10 anni, siamo a discutere se il Volo 77 è arrivato proprio lungo questa linea, o piuttosto è arrivato due metri più a sinistra, o due metri più a destra? (Perle complottiste)
Sertes
Inviato: 10/11/2011 15:24  Aggiornato: 10/11/2011 15:24
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
la quarta guerra di indipendenza ci dovrebbe già essere stata per mandare via il colonizzatore straniero nelle basi con tanto di armi atomiche sul nostro territorio.
Non mi risulta che nessun cittadino ci abbia mai provato finora.


Questo, a suo modo, c'ha provato:
http://it.wikipedia.org/wiki/Enrico_Mattei

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
lysmata
Inviato: 10/11/2011 15:25  Aggiornato: 10/11/2011 15:25
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/3/2011
Da:
Inviati: 286
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
@ohmygod


appunto... qui si sta a discutere sul fatto che Barnard sia un gatekeeper, in base a simpatie o antipatie (arrivate a dire che scriva di quel che scrive perché... anche per quello esiste un potenziale mercato ed un potenziale pubblico... ma vi rendete conto della stronzata?? E scusate il plurale...), e intanto sti bastardi mettono Monti, esattamente quello stesso Monti di G&S, quello stesso Monti che difende l'euro... insomma. uno di quelli che sta determinando la nostra rovina.


A quel punto, sta a vedere che Berlusconi a confronto era acqua di rose... rimpiangeremo le sue coglionate, le corna in foto, la culona inchiavabile, le occhiate alla ministra danese, il kapó, e tutte le sue "genialate".

Gente... sono uccelli senza zucchero. Meno male che Silvio c'é. E giuro che non mi sarei mai aspettato di arrivare a dirlo.

Lavorare deve essere veramente uno schifo, se per convincerti a farlo ti devono pagare.
Tuttle
Inviato: 10/11/2011 15:26  Aggiornato: 10/11/2011 15:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Beh allora informati meglio, te lo dico senza provocazione. Perché non è questo che si è criticato a Barnard. Barnard ha lasciato ben intendere, in soldoni: non perdiamo tempo con queste stronzate


A parte che mi sa che hai ringraziato me per errore, quotando un passaggio di DrHouse...

...ho ben presente la posizione di Barnard e non vedo il problema.

Ha detto la sua e si è levato di torno. Quindi? Qual'è il danno?

Barnard non può avere un parere personale?

Io dico che stando fuori dal 911 mi ha fatto un favore enorme. Poi di quello che pensa lui me ne sbatto bellamente ma almeno non riempe i suoi blog e un altro migliaio di spazi con articoli spam sul 911.

Quindi, ripeto, ha fatto bene e a differenza di altri, pur essendo in disaccordo completo con chi fa ricerca sul 911 - non si è proposto come difensore delle cause perse e non si è autopromosso ad ennesimo kamikaze di bush.

Se poi avesse scelto di scrivere di 911, saremmo qui ad insultarlo ugualmente. Siamo onesti per favore...

Giano
Inviato: 10/11/2011 15:27  Aggiornato: 10/11/2011 15:27
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/3/2011
Da:
Inviati: 1424
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
SILVIO HA ACCETTATO MONTI.

Ieri il titolo mediaset è stato sospeso per eccesso di ribasso e ha chiuso a
meno 12%.

Monti è una scelta INELUDIBILE, cribbio!

Silvio è più nella merda di noialtri, forse Barnard voleva dirgli ”ora che sei in punto di morte, rantola qualcosa di sensato”

Virtus
Inviato: 10/11/2011 15:33  Aggiornato: 10/11/2011 15:33
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/5/2011
Da: Lecce
Inviati: 93
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Esatto Giano !
Mario Monti è quasi a capo del governo.

In Grecia, Papademos è ufficialmente primo ministro.

Prepariamoci al peggio.

redna
Inviato: 10/11/2011 15:33  Aggiornato: 10/11/2011 15:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Lo riscrivo: SILVIO HA ACCETTATO MONTI.


attento Sertes che B ha '''detto''' che lo ha accettato. Ha tutto l'interesse a dire che lo '''accetta''' perchè sa che l'IDV e nemmeno la Lega vuole il governo tecnico.
La tattica sta diventando quella di ......dividere tutto e tutti (grazie alle dimissioni post-datate che è riuscito a spuntare per riuscire a rimanere premier e quindi essere in una posizione di privilegio per una eventuale campagna elettorale)....... e intanto si stanno vedendo i primi risultati.

Per quanto riguarda Mattei che ' ci ha provato ' ora di lui restano monumenti.
Come si dice: meglio un uomo vivo che un eroe morto.
E qualcuno pare si sia premurato tanto a togliere Mattei di mezzo e consegnarcelo come eroe. O anche monito.... o intimidazione: che nessuno ci provi ancora!!!

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Tuttle
Inviato: 10/11/2011 15:36  Aggiornato: 10/11/2011 15:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Ciò detto, Chiesa ci ha messo la faccia. Meyssan pure. Sì, entrambi spesso dicono cazzate, anch'io spesso penso che facciano danni quando aprono bocca e preferirei che stessero zitti. Però, il conto da pagare per chi si espone in prima persona è altissimo, non dimentichiamolo. Conta solo il numero di articoli che l'iperattivo e perleufficialiste varie hanno dedicato a Chiesa o a Cardini per renderti conto di quanto possano essere davvero graditi dall'altra parte. Quindi, per come la vedo io, ben vengano i Chiesa e tacciano i Barnard che non hanno l'umiltà di riconoscere di non aver studiato la materia.


Non voglio aprire una parentesi su C. (lo abbrevio per evitarmi una querela), ma non sono MINIMAMENTE daccordo. Se parliamo di buona fede e malafede bisogna farlo sempre e non solo quando qualcuno dice o non dice cose che ci interessano.

C. ha le spalle MOLTO larghe, quindi non corre alcun rischio nell'esporsi. Sicuramente non quelli che ho corso io, o Sertes, o Massimo o tanti altri.

C. non fa ricerca ma usa le ricerche degli altri, sfalsandone molto spesso le dinamiche in modo da renderle il più adatte possibile ad un uso propagandistico delle stesse. Non ha alcun background tecnico che gli permetta di godere di una certa indipendenza e spesso spara delle stupidaggini da far piangere un pupazzo di sabbia...ma guardacaso sempre sciocchezze a favor di propaganda. Non solo...è anche scorretto nei rapporti interpersonali con gli altri ricercatori che puntualmente "utilizza" a proprio vantaggio per argomentare (rimodulando a proprio piacimento le informazioni ottenute) nei propri spazi e con la propria "utenza".

Per questo, PER ME, meglio che non ce ne sia un altro...

Ma è meglio che mi fermi qui....

TWNP
Inviato: 10/11/2011 15:36  Aggiornato: 10/11/2011 15:36
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 642
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
La mia ricetta?
Uscita dall'UE e dal WTO.
Accordi con Russia, Venezuela e Brasile per l'approvvigionamento
energetico, dazi forti su tutti i prodotti d'importazione, specie
su quelli agricoli.
Gli altri paesi farebbero lo stesso con i nostri prodotti?
Pazienza, il saldo sarà sempre a nostro favore.
Tra l'altro, gli unici prodotti che riusciamo ad esportare sono i beni
di lusso e ad alto know how e quelli non temono dazi e gabelle.
Lotta senza quartiere all'evasione fiscale, ma abbassamento drastico
delle aliquote sui redditi da lavoro e da produzione, innalzamento invece
delle aliquote sui capital gain e i rendimenti finanziari (esclusi i conti
correnti).
Ricominceremmo ad avere un'economia produttiva degna di questo
nome.
A produrre di nuovo automobili e autobus (possibilmente a basso impatto
ambientale), elettrodomestici, prodotti informatici, impiantistica ecc. ecc.
Senza un'economia produttiva, un paese è morto anche se ancora non
se ne rende conto.
Questo, unito alla protezione delle nostre produzioni, farebbe crescere
la domanda interna e permetterebbe di ridurre ulteriormente il carico
fiscale lasciando inalterato il gettito fiscale producendo un'ulteriore
spinta per l'economia.
Invece no, dobbiamo continuare a farci impiccare dall'euro e dai criminali
globalizzatori.

lysmata
Inviato: 10/11/2011 15:38  Aggiornato: 10/11/2011 15:38
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/3/2011
Da:
Inviati: 286
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Eccheddiamine... é abbastanza evidente che quella di Barnard é una provocazione (effettivamente, eccoci a parlare di lui, dopo un periodo di oblio...). Ma ecco... giú tutti a puntare il dito...

Altrettanto evidente é che scegliere tra Monti e Berlusconi e scegliere se a fotterti sará john holmes o rocco siffredi (oi, scusate l'esempio a... cazzo... ma mi sa che rende bene l'idea )

Tuttle... io non lo so se Barnard é andato oltre il "bau Bau" , anche se non mi risulta che sia compito di un giornalista. Perché sennó sta a vedere che dovremo chiedere a Massimo Mazzucco che risolva lui, da solo, la questione delle Torri Gemelle.

Lavorare deve essere veramente uno schifo, se per convincerti a farlo ti devono pagare.
TWNP
Inviato: 10/11/2011 15:44  Aggiornato: 10/11/2011 15:44
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 642
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
@ tuttle:
ah, è per questo allora che ce l'hai con Chiesa?
E' un problema di copyright?
Io penso che ognuno possa usare le idee degli altri come e
quando vuole e modificandole a proprio piacimento.
Basta che si prenda la responsabilità personale della variazione
apportata e che questa non venga attribuita all'autore copiato
perchè in questo modo se ne falserebbe il pensiero e ciò è sbagliato.
Ma per il resto, a fanculo il copyright sempre e comunque.
Tanto stai tranquillo, nessuno ti renderà merito delle tue scoperte
sul 911.
Anzi.

Tuttle
Inviato: 10/11/2011 15:44  Aggiornato: 10/11/2011 15:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Tuttle... io non lo so se Barnard é andato oltre il "bau Bau" , anche se non mi risulta che sia compito di un giornalista


Allora qualcuno lo avvisi di levare dai suoi articoli il fatto che collabora con FIOR FIOR di economisti (!!!)...se poi non è capace di fornire uno straccio di alternativa.

A fare BAU BAU è capace anche il mio gatto.

DrHouse
Inviato: 10/11/2011 15:46  Aggiornato: 10/11/2011 15:46
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/11/2007
Da:
Inviati: 2394
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
lysmata:
Citazione:
Eccheddiamine... é abbastanza evidente che quella di Barnard é una provocazione (effettivamente, eccoci a parlare di lui, dopo un periodo di oblio...). Ma ecco... giú tutti a puntare il dito...

È ovvio che è una provocazione. Questo l'avevamo capito. La provocazione è parte integrante del repertorio di Barnard, che ha da sempre la tendenza al gesto estremo, tipico da intellettuale marinettiano di inizio secolo XX.

Così come è ovvio che è una provocazione chiedere a Berlusconi di non dimettersi. Un premier si dimette quando non ha più i numeri per governare. Non è una questione di scelta o di decisione personale. Sarebbe come chiedere all'ultima in classifica "Per favore, non retrocedere".

Insomma, il problema non è certo questo.

E dopo 10 anni, siamo a discutere se il Volo 77 è arrivato proprio lungo questa linea, o piuttosto è arrivato due metri più a sinistra, o due metri più a destra? (Perle complottiste)
Tuttle
Inviato: 10/11/2011 15:49  Aggiornato: 10/11/2011 15:49
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
@ tuttle: ah, è per questo allora che ce l'hai con Chiesa? E' un problema di copyright?


Non ce l'ho con nessuno. Ma se si parla di propaganda e buonafede...o si applica su tutti questo parametro o su nessuno.

Per quanto riguarda il copyright il problema a cui mi riferisco riguarda più altri ricercatori che il sottoscritto...e non è un problema di chi ha scoperto cosa...ma di fare propaganda stravolgendo il lavoro di altri ricercatori. C'è una bella differenza.

Comunque argomento chiuso. Completamente OT e pure terribilmente noioso...

DrHouse
Inviato: 10/11/2011 15:51  Aggiornato: 10/11/2011 15:51
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/11/2007
Da:
Inviati: 2394
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
C. ha le spalle MOLTO larghe, quindi non corre alcun rischio nell'esporsi. Sicuramente non quelli che ho corso io, o Sertes, o Massimo o tanti altri.

Beh, è ovvio che se lo paragoni a te e a Sertes, sicuramente ha le spalle più larghe. Concordo anche sul fatto che abbia spesso sfruttato il lavoro altrui, ma è assai discutibile dire che non rischia nulla. Quando metti la faccia su un argomento del genere, rischi sempre.

Ti potrà stare simpatico o meno (e non credere che io lo ammiri molto più di te), ma è pur sempre il bersaglio preferito degli ufficialisti italiani. Secondo me, il suo conto lo ha pagato.

E dopo 10 anni, siamo a discutere se il Volo 77 è arrivato proprio lungo questa linea, o piuttosto è arrivato due metri più a sinistra, o due metri più a destra? (Perle complottiste)
Calvero
Inviato: 10/11/2011 15:52  Aggiornato: 10/11/2011 15:52
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
A parte che mi sa che hai ringraziato me per errore, quotando un passaggio di DrHouse...


Sì è vero, ho sbagliato. Scusatemi

Grazie Drhouse

Citazione:
...ho ben presente la posizione di Barnard e non vedo il problema.

Ha detto la sua e si è levato di torno. Quindi? Qual'è il danno?


Anch'io l'ho ben presente.

Ha detto la sua un par de palle. Anche Umberto Eco ha detto la sua. Si tratta di prendere atto che certi tasselli, siano essi di una certa Intellighenzia, siano essi di un giornalismo che tratta questioni internazionali ... quando non sono onesti lasciano un semino nella percezione collettiva che una data vicenda ha avuto sulla gente. Quando un personaggio accreditato, intelligente, comunque seguìto (e lui ne è consapevole), si muove in maniera ambigua e snobba certi percorsi giornalistici e/o d'indagine .. possiamo comunque parlare di malafede, di atteggiamenti deleteri, e di comportamenti disonesti intellettualmente. Tanto consta.

Dal canto mio, siamo in un Topic dove il messaggero è importante quanto il messaggio. Questa la mia opinione. Nello specifico, poi, ho tenuto a sottolineare come la "questione cartina tornasole nel giornalismo che tratta temi internazionali" qui sia tutto tranne che una questione marginale.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
ohmygod
Inviato: 10/11/2011 15:57  Aggiornato: 10/11/2011 16:06
Sono certo di non sapere
Iscritto: 16/10/2007
Da:
Inviati: 3652
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Lysymata
citazione
Lo si puó criticare quanto si vuole, ma mettere Monti a capo dell'italia é confermare la sua teoria.

Sertes
citazione
Hai perso la parte in cui Silvio giudica Monti una scelta valida.
Questo da solo sgretola l'intero articolo di Barnard che dipinge Silvio paladino contrario al sistema bancario e la sinistra alleata al NWO.

A volte luogocomune diventa luogocomunementeconfuso.
L'articolista non dipinge Berlusconi "paladino contrario al sistema bancario" ma "povero illuso" l'articolista avrebbe desiderato che il Berlusconi:
Lei deve e può denunciare pubblicamente la realtà di questa moneta disegnata per fallire. Lei può e deve smascherare le responsabilità del centrosinistra italiano e dei governi 'tecnici' in queste scelte sovranazionali catastrofiche.

Presidente, è incomprensibile che Lei non scelga di salvare la nazione, e il Suo governo, rendendo pubblico che:
a) l'Euro fu disegnato precisamente per affossare gli Stati del sud Europa, fra cui l’Italia.

Va da se che PD e PDL rappresentano l'identica faccia della medaglia.
Va da se che entrambi ringrazieranno Monti per aver fatto "lo sporco lavoro"

lysmata
Inviato: 10/11/2011 15:59  Aggiornato: 10/11/2011 15:59
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/3/2011
Da:
Inviati: 286
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
@ Drhouse

Citazione:
È ovvio che è una provocazione. Questo l'avevamo capito.




Non direi, a veder bene molti dei commenti qui sopra.

Lavorare deve essere veramente uno schifo, se per convincerti a farlo ti devono pagare.
anakyn
Inviato: 10/11/2011 16:09  Aggiornato: 10/11/2011 16:09
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/1/2010
Da:
Inviati: 1428
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Giuro, è l'ultimo post che scrivo su Barnard-persona e non sul Barnard-opinione, ma è solo a mò di ultime precisazioni.
Prometto di non approfondire più l'argomento, almeno per la durata di questo thread che in effetti vuole parlare di qualcosa di più esteso.



@ SERTES


Citazione:
Perchè ci sono "fasce di mercato" che Barnard copre benissimo... se non ci fosse, bisognerebbe inventarlo. Basta che apri comedonchisciotte e vedrai che ho ragione, ci sono sempre almeno due articoli suoi in bellavista in homepage, proprio come se dicesse cose valide e non gli "errori" che qui in tanti hanno saputo individuare.


Ok, ma forse dovresti prendertela con ComeDonChisciotte allora, perchè evidentemente sono stati LORO a sceglierselo come idolo.
Che io sappia, comunque, Barnard ce l'ha pure con loro ... almeno tempo fa avevo letto un suo articolo dove pure quel sito era nel suo mirino.

Barnard avrà pure gente che lo segue, ma da qui a definirla "fascia di mercato"... quando sarebbe una fascia di mercato che lui bastona allegramente nei denti ad ogni articolo.
Non mi pare un gran modo di promuoversi nè di darsi credibilità, francamente.
Se uno vuol fare il gatekeeper, correggimi se sbaglio, il suo "pubblico" dovrebbe in qualche modo coccolarlo, per tenerselo stretto. Le coccole di Barnard sono fatte con la carta vetrata, però.



Citazione:
da bravo gatekeeper si sottrae al confronto.


Guarda Sertes, siamo sempre lì: tu (ed altri) individui lucidamente il difetto, che è un difetto GRAVE quanto quello palesato col 9/11 (anzi, a mio parere ben peggiore), però poi lo riconduci ad un'unica causa possibile.
Il "gatekeeping". Altre volte la "propaganda".

Non dico che tu abbia per forza torto, dico però che:
- esistono altre spiegazioni, che peraltro da ciò che scrive Barnard si intuiscono benissimo, anzi sono esplicitate... nel senso che lui non nasconde affatto di sottrarsi ormai al confronto, nel senso di scambi di opinioni via web, sia esso forum, blog o persino e-mail
- mi sembra che la sua storia personale e professionale indichino come improbabile l'opzione "gatekeeper"

Che Barnard ormai si rifiuti di partecipare a ciò che intendiamo noi come confronto "classico" è palese ed esplicitato: considera del tutto sterile un confronto di questo genere perchè ritiene che negli ultimi anni se ne siano cibati abbondantemente i vari movimenti di protesta, senza però approdare a nulla.
Non si contano più le sue invettive sui movimenti cui lui stesso sino a qualche anno fa partecipava attivamente, e che a suo parere sono naufragati miseramente, motivo per il quale non crede più a tali dinamiche.
Enfatizza l'importanza del "fare" e dello "studiare" sopra la categoria del "confrontarsi", perchè ritiene che il "confronto", ormai, equivalga a chiacchiere inconcludenti.
Mi ricorda un pò la filosofia morettiana, quando in un suo film dice, riferendosi alle varie schifezze di Berlusconi: "chi voleva sapere ormai sa già tutto; gli altri significa che non vogliono sapere."
E' un modo di ragionare che mi accorgo di condividere solamente nella misura in cui, guardandomi attorno, non sopporto più quella miriade di situazioni dove la forma prevale sul contenuto, e dove il fumo vende più della sostanza.
Ed è comunque un approccio comprensibile se riferito ad uno che ha passato la vita e la carriera (sacrificandole, per certi versi) a fare qualcosa per la quale ritiene di non aver ottenuto il minimo risultato. C'è da sbroccare di brutto, ed in effetti spesso e volentieri sbrocca di brutto. L'appello a Berlusconi come salvatore della patria è solo l'ultimo di tali sbrocchi.

A tutto questo si aggiunga che ormai, come conseguenza della sua stessa intransigenza che gli fa apparire come corrotto o corruttibile qualsiasi giornalista che non sia "Duro & Puro" dalla testa ai piedi, nel suo mondo professionale di gente che gli voglia bene e lo sostenga dev'essercene davvero poca.

Però va anche detto che lui a conferenze e dibattiti pubblici ci andrebbe pure, se il più delle volte gli organizzatori non decidessero all'ultimo momento che no, certi confronti è meglio evitarli sul nascere. (che è quello che accade il più delle volte, a meno che non s'inventi delle balle clamorose)


Quindi ok, è vero che lui per primo sfugge ad un certo tipo di confronto, ma non sarà che pure il resto del mondo voglia evitare di confrontarsi con lui?
In fondo, se il 9/11 è un tema straordinariamente scomodo (eufemismo) per una certa categoria e gruppo di persone, i temi che pone lui sono dannatamente scomodi PER TUTTI, compreso l'uomo della strada.
Non è poi così incomprensibile il fatto che sia una persona da cui e dalle cui idee si cerchi di stare alla larga.

Insomma, voglio dire: questa difficoltà ad entrare in una logica di confronto con Barnard credo abbia spiegazioni più semplici e dirette rispetto ad una finalità di gatekeeping.
Se dovessi sintetizzarle, parlerei di profonda delusione, e del fatto che ormai si è creato il vuoto attorno.
Motivo per il quale rischia di diventare una "risorsa" persa definitivamente in termini di utilità ed informazione pubblica.

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Non sapevo però fosse iscritto su LC, nè che Mazzucco fosse in contatto diretto con lui.
Chissà che senta l'esigenza e l'utilità di replicare in questo stesso topic.
In fondo, anche LC è un bell'agglomerato di energia dal notevole potenziale, sempre che a tale potenziale lui creda.




@ CALVERO


Citazione:
Barnard ha lasciato ben intendere, in soldoni: non perdiamo tempo con queste stronzate


Vero.
Motivandolo con l'ormai celeberrimo "sono stronzate perchè se ci fosse qualcosa di vero almeno qualcuno avrebbe parlato/qualcosa sarebbe saltato fuori".


Citazione:
Dove sono il primo a riconoscere le sue potenzialità e la sua intelligenza, e come proprio queste peculiarità dimostrano il suo torto e la sua malafede.


Il suo torto sì, certo. Non nel scegliere di non indagare il 9/11, perchè mica tutti i giornalisti degni di questo nome devono sentirsi obbligati ad affrontarlo nè a ritenerlo centrale, bensì nel chiudere a priori l'ipotesi che la VU sia una balla colossale.
Continuo però a non vedere dove starebbe necessariamente la malafede, ed è inutile sottolineare come questo rivoluzioni l'intero discorso, visto che se fosse in malafede, allora SI' che non potrebbe essere considerato affidabile per nessun altro argomento affrontato.

Io direi, piuttosto, che dimostrano il suo torto e la sua PRESUNZIONE. O la sua testardaggine.

Lacune che ne inficiano parte del suo impegno come giornalista, ma in termini di scala di priorità sulle tematiche da affrontare. NON sulle capacità di approfondire quelle tematiche che lui ritiene prioritarie.

In altri termini...
Io posso criticarlo, ad esempio, perchè sceglie di spendere un sacco di tempo, energie, e forse soldi e stress, per scavare fino alla morte sull'argomento X, quando invece sull'argomento Y che a me interessa di più non dice una banana.
Ma non per questo posso necessariamente ritenere che sull'argomento X abbia indagato MALE o addirittura in malafede.

Ecco perchè in generale tendo a dare credibilità a ciò che scrive.

Tuttle
Inviato: 10/11/2011 16:12  Aggiornato: 10/11/2011 16:12
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Anch'io l'ho ben presente. Ha detto la sua un par de palle. Anche Umberto Eco ha detto la sua.


Hai paragonato Eco a Barnard....che dio ti fulmini!

A parte questo ti darei anche ragione dal punto di vista generale...ma da povero tecnopragmatico quale sono mi tocca valutare le cause/effetto reali delle questioni. E su questo piano, Barnard, ha fatto meno danni al 911 di un qualsiasi noplaner bazzicaforum e ancor meno di qualunque giornalista mainstream che abbia anche a malapena sfiorato l'argomento - da una parte o dall'altra della barricata.

Quindi ho capito cosa dici...e sono anche daccordo, ma nei fatti Barnard rimane assolutamente innocuo per chi si interessa di 911, sia sul piano della ricerca che della fruizione di informazioni.

IMHO^2

TWNP
Inviato: 10/11/2011 16:22  Aggiornato: 10/11/2011 16:22
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 642
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
@ tuttle:
cosa significa esattamente "ha fatto meno danni al 911"?
Non capisco cosa vuoi dire.
Non capisco come si possa fare danni e a chi, nel discutere
a 360° di 911.
Me lo spieghi?

DrHouse
Inviato: 10/11/2011 16:27  Aggiornato: 10/11/2011 16:29
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/11/2007
Da:
Inviati: 2394
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Quali sono le soluzioni che prospetta Barnard? Ancora non avete risposto (uso il voi riferendomi a chi è daccordo con lui).

Qualcuno che è daccordo con Barnard può gentilmente indicarmi il percorso che secondo lui bisognerebbe seguire per uscire dal disastro?

Fallimento? Battere moneta a cazzo? Uscita temporanea dall'euro? Default pilotato? Annichilimento del sistema bancario e del mercato?

Cristosanto...ci sarà un paragrafo sul COSA FARE, oltre che quello sul BAU BAU!!!

Dimentichiamo quello che dice Barnard, ognuno si tiene in proposito la sua opinione, come sempre. Provo a rispondere alle tue domande, che invece mi sembrano centralissime, Barnard o non Barnard.

Vediamo cosa ci propone l'inviato di Goldman Sachs e poi partiamo eventualmente con il forcone in mano. Tanto ormai è chiaro che sarà lui a sedersi sul trono e che godrà di un ampio appoggio sia nel PDL che nel PD. Così come è evidente che lo smarcamento preventivo di Lega e IDV è basato più sulla prospettiva di catturare voti dal prevedibile mercato di dissidenti e insoddisfatti che un governo di larghe intese fatalmente genera che su precise motivazioni politiche di rifiuto legate a Monti come uomo dei poteri forti.

Se proporrà una patrimoniale secca insieme ad altre misure di taglio alla spesa pubblica, boh, valutiamo. Se dovesse proporre, come temo, la svendita di imprese pubbliche, per come la vedo io sarà l'ora di scendere in piazza. Non perché io sia per principio contrario alle privatizzazioni, sia chiaro. Sono contrario per principio a svendere per un piatto di lenticchie. Perché è ovvio che una cosa è privatizzare in una situazione normale, altra cosa è privatizzare quando hai la rivoltella puntata alla tempia, specie quando i compratori saranno con ogni probabilità gli stessi che hanno voluto e gestito questa crisi. Se questa è la strada che ci propone Monti, preferisco di gran lunga l'uscita, magari temporanea, dall'Euro e anni di incertezza monetaria, come del resto è successo all'Argentina e al Brasile (che però, dopo essersi liberati dall'FMI, guarda caso ora crescono e i soldi li prestano all'Europa, anziché chiederli in prestito come facevano prima). Ci sarà sicuramente un grosso prezzo da pagare e, prevedibilmente, ci vorranno anni per tornare a essere competitivi, ma forse sarebbe l'unico modo per stimolare la crescita e l'industria nazionale. Con un debito così sul collo, boh, siamo sicuri che riusciamo a ripartire? Fino a quando ognuno di noi potrà versare il 50% di quanto guadagna?

Insomma, sono preparato al peggio. Rimanere nell'Euro ok, ma non a qualsiasi prezzo.

E dopo 10 anni, siamo a discutere se il Volo 77 è arrivato proprio lungo questa linea, o piuttosto è arrivato due metri più a sinistra, o due metri più a destra? (Perle complottiste)
Inenascio
Inviato: 10/11/2011 16:27  Aggiornato: 10/11/2011 16:27
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/9/2010
Da: Provincia di Napoli
Inviati: 166
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
L'Amico Barnard come reporter non è bravo in tutto e, comunque, non ha nessuna ricetta. Egli, alla fine, dice che dobbiamo rassegnarci a piangere perché saremmo tutti PAVIDI.
Io la ricetta BRILLANTE ce l'ho! Da 10 anni abbondanti (dal 01/01/2001). Non l'ho sognato ieri!
Dopo 18 anni, Silvio Berlusconi, che ha ricevuto da me una scrittura oceanica, mi ha scritto direttamente una mail dal sito Forza Silvio.it. Non mi sono mai stancato di inviargli messaggi di 350 caratteri. L'ultimo è stato poche ore fa sul sito. Lo copio-incollo qui:Citazione:
Scritto da Inenascio Padidio il 10/11/2011 13:38:52
Sia che si vada a elezioni in febbraio o Governo del neo-senatore MONTI con LN di Bossi e IDV di Di Pietro all'opposizione, comunque sia, il mio "Amico particolare" SILVIO, vuole RISORGERE e rifarsi di tutto, facendo schizzare l'ITALIA a Regina d'Europa? Promuova questo contenuto: Dwww.youtube.com/watch?v=fMLrP9Oop4I, si sentirà rinascere!

L'unica maniera per salvare capre e cavoli. Non c'è nessun'altra alternativa che una brutta fine di tutti, eccetto io, oltre l'uomo e oltre Dio!

Unico IMBECILLE al mondo, per avere la Fede in Cristo senza il dubbio
Tuttle
Inviato: 10/11/2011 16:27  Aggiornato: 10/11/2011 16:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Non capisco come si possa fare danni e a chi, nel discutere


Si discute nei bar e nei forum...fare giornalismo non è discutere. E fare giornalismo permette di portare beneficio o danno ad un dato argomento...tralasciando a priori il fatto che si pensi di stare dalla parte del torto o della ragione. E' uno strumento un pelino più potente della semplice discussione...

Vuoi contestare il fatto che possa esistere un cattivo giornalismo?

TWNP
Inviato: 10/11/2011 16:48  Aggiornato: 10/11/2011 16:48
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 642
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
@ tuttle:
Un giornalista è colui che racconta dei fatti.
Punto.
Nel momento in cui comincia a trarre conclusioni da quei fatti
esprime un'opinione e dunque non fa più giornalismo.
Le due fasi sono inevitabili ma appartengono a due sfere diverse che
vanno tenute ben separate concettualmente.
Altrimenti, si finisce con il pensiero unico, cosa che vedo affermarsi
pericolosamente nel mondo dei truthers.
Bande schierate una contro l'altra a dire "ho ragione io", quando la
verità è una cosa difficilissima da afferrare in ambito 911.
Tu mi sembri uno dei più agguerriti in questa guerra insensata.
Lo hai dimostrato con lo sparare a 0 su Chiesa, barnard e chi più ne ha
più ne metta.
Guarda, anch'io penso che Barnard spesso dica corbellerie, come nel
caso 911 (il fatto che la VU sia falsa è sicuramente più certo del fatto
che noi esistiamo in questo spazio/tempo e comunchiamo su LC in
questo momento (.
Ma ciò non vuol dire che sbagli sempre e su tutto o che gli debba essere
necessariamente negata credibilità a priori.
Il tuo approccio è profondamente sbagliato, ormai neanche i Testimoni
di Geova sono più così certi di detenere la verità.
E tu invece sì?
Mah.

Tuttle
Inviato: 10/11/2011 16:56  Aggiornato: 10/11/2011 16:56
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Il tuo approccio è profondamente sbagliato, ormai neanche i Testimoni di Geova sono più così certi di detenere la verità. E tu invece sì?


Si. Solo che non la vendo né te la impongo.

Magari sbaglio, ma se gli argomenti sono questi - rimando l'autodafè.

Tuttle
Inviato: 10/11/2011 17:00  Aggiornato: 10/11/2011 17:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Un giornalista è colui che racconta dei fatti.


Esiste anche il giornalismo investigativo. O almeno esisteva, un tempo.

R_Deckard
Inviato: 10/11/2011 17:00  Aggiornato: 10/11/2011 17:00
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/7/2011
Da:
Inviati: 54
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Ma a che ci servirà mai stabilire se Barnard ha ragione o ce l'hanno gli anti barnard. Se c'è un alternativa "da proporre" o se va bene così.
Tanto siamo dei meravigliosi pallemosce e non cambieremo un tubo.

NON SAPPIAMO CAMBIARE IL NOSTRO TEMPO.

E' inutile, faccimocene una ragione e parliamo di pastasciutta.

DrHouse
Inviato: 10/11/2011 17:04  Aggiornato: 10/11/2011 17:04
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/11/2007
Da:
Inviati: 2394
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Ma a che ci servirà mai stabilire se Barnard ha ragione o ce l'hanno gli anti barnard. Se c'è un alternativa "da proporre" o se va bene così.
Tanto siamo dei meravigliosi pallemosce e non cambieremo un tubo.

NON SAPPIAMO CAMBIARE IL NOSTRO TEMPO.

E' inutile, faccimocene una ragione e parliamo di pastasciutta.

Sono sostanzialmente d'accordo. Ma la tua ricetta?
Occhio che la pastasciutta non è così sicura per i prossimi anni. Io, ad esempio, comincio davvero a essere al limite. Mi salvo più che altro perché ho avuto la percezione, in tempi assai meno sospetti di questi, di non indebitarmi. Altrimenti a quest'ora sarei sul lastrico.

Resta però la domanda fondamentale. E ora che si fa?

E dopo 10 anni, siamo a discutere se il Volo 77 è arrivato proprio lungo questa linea, o piuttosto è arrivato due metri più a sinistra, o due metri più a destra? (Perle complottiste)
Tuttle
Inviato: 10/11/2011 17:07  Aggiornato: 10/11/2011 17:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Resta però la domanda fondamentale. E ora che si fa?


Investire in vaselina.

DrHouse
Inviato: 10/11/2011 17:11  Aggiornato: 10/11/2011 17:11
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/11/2007
Da:
Inviati: 2394
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Investire in vaselina.

Non male come idea. È assai probabile che nei prossimi anni sarà un bene altamente richiesto dal mercato. Meglio fare incetta finché siamo in tempo.

E dopo 10 anni, siamo a discutere se il Volo 77 è arrivato proprio lungo questa linea, o piuttosto è arrivato due metri più a sinistra, o due metri più a destra? (Perle complottiste)
perspicace
Inviato: 10/11/2011 17:16  Aggiornato: 10/11/2011 17:16
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Resta però la domanda fondamentale. E ora che si fa?











Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
Jurij
Inviato: 10/11/2011 18:01  Aggiornato: 10/11/2011 18:01
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
incredulo
Citazione:
Per cambiare il nostro mondo bisogna cambiare l'IDEA che abbiamo del nostro mondo.

Quell'idea che gli "schiavi" siano sempre GLI ALTRI, quelli che vivono con una ciotola di riso non sicuramente noi, noi siamo LIBERI e PADRONI del nostro destino, ne è un esempio fantastico.

Del resto è quello che ci ripetono in modo martellante da quando abbiamo l'età della ragione con QUALSIASI strumento di comunicazione e in qualsiasi libro scolastico.

Grazie incredulo per la correzione, ho dimenticato le virgolette alla parola schiavi, in effetti siamo tutti schiavi.

La mia intenzione era di sottolineare il fatto che il nostro livello si abbassava ancora di più ...

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Calvero
Inviato: 10/11/2011 18:10  Aggiornato: 10/11/2011 18:10
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Investire in vaselina.




.. quoto, e qui, per quanto banale e inflazionata la battuta, la faccina ce la metto

POI

Non so chi non meritava, per te, l'infame paragone, ma non avertene in caso: - se fossi obbligato a fulminare qualcuno, sceglierei Eco (e anche di gusto).

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
crisalide
Inviato: 10/11/2011 18:16  Aggiornato: 10/11/2011 18:16
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/3/2010
Da: Padova
Inviati: 98
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Resta però la domanda fondamentale. E ora che si fa?

Io propongo, per chi ne ha la possibilità, di togliere gran parte dei propri risparmi dalle banche e di investirli nell'acquisto di un piccolo pezzo di terra, magari da adibire ad orto. Mi sembra intanto un piccolo passo ma importante; io l'orto con la famiglia ce l'ho già da anni e vi assicuro che con un relativamente minimo dispendio di tempo ed energia assicura una certa indipendenza alimentare (oltre alla sicurezza di mangiare cibo sano)
In ogni caso credo che la crisi porterà inevitabilmente ad un ritorno verso la cultura (oltre che alla coltura) della terra con il riavvicinamento alle nostre tanto bistrattate campagne.
Da questo punto di vista la crisi potrebbe anche avere degli aspetti perfino positivi.

"Non hai bisogno di un meteorologo per sapere da che parte soffia il vento"
(Bob Dylan)
DrHouse
Inviato: 10/11/2011 18:18  Aggiornato: 10/11/2011 18:18
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/11/2007
Da:
Inviati: 2394
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Calvero:
se fossi obbligato a fulminare qualcuno, sceglierei Eco (e anche di gusto).

Gli amici si vedono nel momento del bisogno. Gli intellettuali al momento delle scelte.

E dopo 10 anni, siamo a discutere se il Volo 77 è arrivato proprio lungo questa linea, o piuttosto è arrivato due metri più a sinistra, o due metri più a destra? (Perle complottiste)
Calvero
Inviato: 10/11/2011 19:10  Aggiornato: 10/11/2011 19:10
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
.. e anche questa me la segno

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Tuttle
Inviato: 10/11/2011 19:23  Aggiornato: 10/11/2011 19:26
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Non so chi non meritava, per te, l'infame paragone, ma non avertene in caso: - se fossi obbligato a fulminare qualcuno, sceglierei Eco (e anche di gusto).


Mannaggia Calvero...sei davvero un talebano!

Per Eco vale la stessa regola, almeno per come vedo le cose io. Leggo di lui quello che mi interessa e non mi curo di null'altro. Non sono mai stato molto attratto dai duri e puri...o dai santi e dagli arcangeli.

Conosco la tua teoria sui pifferai ed in parte la condivido ma solo quando coincide con l'attività principale del pifferaio stesso; vedi l'esempio di personaggi come Saviano o Travaglio che agiscono da veri e propri cavalli di troia su certi territori, sai di cosa parlo....

Comunque rispetto il tuo modo di vedere le cose, anche se ti ho detto diverse volte che non mi piace assumermi l'onere di arbitro. Tu un pochino lo fai...

ohmygod
Inviato: 10/11/2011 19:31  Aggiornato: 10/11/2011 19:31
Sono certo di non sapere
Iscritto: 16/10/2007
Da:
Inviati: 3652
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Sertes
citazione
Hai perso la parte in cui Silvio giudica Monti una scelta valida
Questo da solo sgretola l'intero articolo di Barnard che dipinge Silvio paladino contrario al sistema bancario e la sinistra alleata al NWO.
Lo riscrivo: SILVIO HA ACCETTATO MONTI.


Monti è stato commissario europeo con deleghe economiche, dal 1994 al 1999 per nomina del primo governo Berlusconi, e dal 1999 al 2004 per nomina del primo governo D’Alema.

Lo riscrivo:
Va da se che PD e PDL rappresentano l'identica faccia della medaglia.
Va da se che entrambi ringrazieranno Monti per aver fatto "lo sporco lavoro"

DrHouse
Inviato: 10/11/2011 19:33  Aggiornato: 10/11/2011 19:33
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/11/2007
Da:
Inviati: 2394
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
No Tuttle.
Parlo per me, naturalmente, ma forse chissà, anche qualcun altro si riconoscerà in quello che scrivo. Eco e Chomsky hanno tradito non solo milioni di persone che si sono formate sui loro testi, ma soprattutto hanno tradito tutto quello che hanno predicato per tutta la vita. È un crollo verticale, una resa incondizionata che personalmente non accetto.

Sia chiaro, qui nessuno mette in dubbio la loro libertà di non aderire al movimento per la verità. Il punto è che l'ignoranza consapevole è accettabile nel caso del cittadino medio, non nel caso di due persone di indubbia e straordinaria intelligenza come loro. La verità è che nell'ora X hanno pensato al culo, fine del discorso.

Poche cose mi hanno più male negli ultimi anni che leggere loro citazioni sui siti ufficialisti.
Ripeto: parlo per me, ma forse anche no.

E dopo 10 anni, siamo a discutere se il Volo 77 è arrivato proprio lungo questa linea, o piuttosto è arrivato due metri più a sinistra, o due metri più a destra? (Perle complottiste)
Tuttle
Inviato: 10/11/2011 19:39  Aggiornato: 10/11/2011 19:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Poche cose mi hanno più male negli ultimi anni che leggere loro citazioni sui siti ufficialisti.


Potevi evitare di leggerle, come ho fatto io. Non ho idea di cosa Eco abbia detto o scritto sul 911 e non me ne può fottere di meno. Giuro. NON ME NE PUO' FOTTERE DI MENO.

Che ti devo dire? Di sicuro avete ragione voi, ma allora dovrei iniziare a ripudiare tutti...dalla mia donna che se ne sbatte del 911 e che ci piglia tutti per rincoglioniti da tastiera, al 99% degli amici, parenti, fratelli e colleghi. Dovrei provare rancore per chiunque non la pensi come me...Eccheduepalle!

Rimango un tecnopragmatico, sorry. Ci sono cose che hanno effetti reali e cose che rimangono fuffa. E la posizione dei vari Eco, Barnard, Chomsky e CO, sul 911...per me rimane fuffa. NON ME NE PUO' FOTTERE DI MENO.

Di nuovo...sorry.

infosauro
Inviato: 10/11/2011 19:55  Aggiornato: 10/11/2011 19:57
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/5/2008
Da: questo mondo (credo)
Inviati: 2376
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Tuttle, nel tuo pragmatismo dimentichi che personaggi come Eco hanno un seguito, mancante alla tua ragazza (almeno spero ), che potrebbe essere informato meglio semplicemente se lui avesse, non dico appoggiato una posizione alternativa, ma almeno accennato a quello che stavano facendo i familiari delle vittime. Una cosa del tipo: "Guardate io non mi metto lì a studiare tutto il materiale, però ci sono queste persone che lo fanno e stanno venendo fuori cose interessanti"; in pratica "andate e studiate". Solo con quelle 2 frasi avrebbe potuto smuovere centinaia di persone a interessarsi dell'argomento senza il minimo sforzo per alzarsi dalla poltrona.

"It's just a ride"
William Melvin "Bill" Hicks, l'ultimo degli hippy, il primo dei complottisti (a comparire in TV).
Spiderman
Inviato: 10/11/2011 19:59  Aggiornato: 10/11/2011 19:59
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 19/9/2009
Da:
Inviati: 2722
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
@perspicace

Citazione:
Io per governo mondiale non intendo Ordine mondiale capiamoci UN Ordine come lo è per i preti è una gerarchia io non la voglio io voglio tutti uguali tutti lo stesso stipendio tutti gli stessi soldi nel portafoglio un ordine tassonomia e dividere il mondo in famiglie ( famiglie con dei privilegi e famiglie senza privilegi) io quando parlo di un Governo Mondiale non mi riferisco al Governo mondiale di cui Parla Bush o qualsiasi altro becero bastardo capitalista del pianeta mi riferisco al governo "sai quell'istituzione che ci garantisce i diritti fondamentali?"


Capito, grazie

"Ogni giorno racconto la favola mia, la racconto ogni giorno chiunque tu sia, e mi vesto di sogno per darti se vuoi, l'illusione di un bimbo che gioca agli eroi. (Renato Zero)
DrHouse
Inviato: 10/11/2011 20:07  Aggiornato: 10/11/2011 20:09
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/11/2007
Da:
Inviati: 2394
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Che ti devo dire? Di sicuro avete ragione voi, ma allora dovrei iniziare a ripudiare tutti...dalla mia donna che se ne sbatte del 911 e che ci piglia tutti per rincoglioniti da tastiera, al 99% degli amici, parenti, fratelli e colleghi. Dovrei provare rancore per chiunque non la pensi come me...Eccheduepalle!

Eh no, è proprio lì la differenza, almeno per me. Dalle persone che hai appena citato accetto il disinteresse per quieto vivere, accetto l'ignoranza per scelta. Non che sia un bene, intendiamoci, ma arrivo a capire i motivi e, fino a un certo punto, anche a giustificarli. Nel caso di intellettuali come Eco e Chomsky l'ignoranza per scelta non è in nessun caso ammissibile, dunque non resta che concludere che, nel momento in cui la loro voce avrebbe veramente fatto la differenza, hanno preferito tacere o fingere di non vedere per salvare il culo. La differenza tra loro e le persone comuni che hai citato tu è che quelle persone non hanno trascorso l'intera vita a scrivere pubblicazioni su come il governo e i media condizionano le masse. Salvo poi mettere il culo al caldo e rinnegare tutto quando si sarebbe trattato semplicemente di fare 1+1.

Citazione:
Rimango un tecnopragmatico, sorry. Ci sono cose che hanno effetti reali e cose che rimangono fuffa.

Concordo, e ti assicuro che se Chomsky ed Eco avessero profuso 1/30 del proprio tempo per la causa sull'11 settembre di quello che avete dedicato Mazzucco, te, Sertes e tanti altri in questi anni, a quest'ora gli "effetti reali" si sentirebbero. Credimi, poche persone sono ascoltate e rispettate in certi circoli come loro. Io dico, senza troppa paura di sbagliare, che a quest'ora avremmo già vinto la battaglia.

E dopo 10 anni, siamo a discutere se il Volo 77 è arrivato proprio lungo questa linea, o piuttosto è arrivato due metri più a sinistra, o due metri più a destra? (Perle complottiste)
Tuttle
Inviato: 10/11/2011 20:09  Aggiornato: 10/11/2011 20:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Tuttle, nel tuo pragmatismo dimentichi che personaggi come Eco hanno un seguito, mancante alla tua ragazza (almeno spero ), che potrebbe essere informato meglio semplicemente se lui avesse, non dico appoggiato una posizione alternativa, ma almeno accennato a quello che stavano facendo i familiari delle vittime. Una cosa del tipo: "Guardate io non mi metto lì a studiare tutto il materiale, però ci sono queste persone che lo fanno e stanno venendo fuori cose interessanti"; in pratica "andate e studiate". Solo con quelle 2 frasi avrebbe potuto smuovere centinaia di persone a interessarsi dell'argomento senza il minimo sforzo per alzarsi dalla poltrona.


Perché avrebbe dovuto farlo? Perché non gli è concesso avere un parere diverso dal tuo, o dal mio.... Perché dovrei pretendere da Eco di assumere una posizione del genere? Perché mai dovrei aspettarmi da Eco una sciatteria tanto diversa da quella che la maggioranza delle persone dedica agli argomenti che ruotano attorno al 911?

Voglio dire...il fatto che sia un intellettuale lo obbliga ad assumere posizioni a te (o a me) congeniali? E perché?

E' vero che avrebbe potuto farlo...ed è vero che avrebbe potuto smuovere qualcosa. Ma non lo ha fatto. Quindi?

Giuro che non capisco perché dovrei pretendere da uno scrittore (così come da un regista, giornalista, musicista, artista o un intellettuale qualsiasi) una sensibilità ed una attenzione particolare verso un argomento che probabilmente non lo ha polarizzato più di tanto. Posso pensare che sia un pirla o un insensibile, questo si...ma punto.

Comunque ho capito cosa volete dire...ne abbiamo parlato millemila volte. Io rispetto la vostra posizione ma non cambierete mai il modo con cui vedo le cose, così come io non mi sognerei di tentare di cambiare il vostro.

Era questo che volevo dire a Calvero quando gli dissi che non mi interessa la controinformazione...si incazzò come una biscia. Ma il senso era proprio questo. Non mi interessa separare i buoni dai cattivi, la via da seguire VS la via da perdere...semplicemente perché non sono nella posizione di poterlo fare. Se voi lo siete, meglio così.

Respect.

Tuttle
Inviato: 10/11/2011 20:11  Aggiornato: 10/11/2011 20:11
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Nel caso di intellettuali come Eco e Chomsky l'ignoranza per scelta non è in nessun caso ammissibile


Domanda; una volta che hai stabilito che non è ammissibile cosa hai risolto? Cosa è cambiato?

Hai solo perso energie che potevi dedicare ad altro.

Per questo è fuffa. L'indignazione è fuffa. Puntare i piedi è fuffa.

Se non è fuffa...spiegami cos'è.

Calvero
Inviato: 10/11/2011 20:13  Aggiornato: 10/11/2011 20:13
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
____________________________________________
__________________________________
____________________________

Talebani Versus Tecnopragmatici

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
FedeV
Inviato: 10/11/2011 20:14  Aggiornato: 10/11/2011 20:14
Mi sento vacillare
Iscritto: 18/10/2006
Da:
Inviati: 445
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Monti ha detto che è ora di smetterla coi privilegi. Lui il supereconomista appena entrato a vita nel libro paga del senato. Berlusconi dai smascheralo non dimetterti!

DrHouse
Inviato: 10/11/2011 20:21  Aggiornato: 10/11/2011 20:21
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/11/2007
Da:
Inviati: 2394
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Domanda; una volta che hai stabilito che non è ammissibile cosa hai risolto? Cosa è cambiato?
Hai solo perso energie che potevi dedicare ad altro.
Per questo è fuffa. L'indignazione è fuffa. Puntare i piedi è fuffa.
Se non è fuffa...spiegami cos'è.

A parte che è stata una tristezza personale constatarlo, ma vabbè, fin lì rimane un sentimento privato. Non è comunque fuffa, perché hanno completamente rinnegato ciò che hanno scritto e propagandato per decenni. Ergo, si aprono a questo punto due ipotesi:

1) lo hanno fatto per salvare il culo (probabilissimo)
2) lo hanno fatto perché in realtà è quello il loro ruolo (gatekeeper allo stato puro, loro sì), ossia incanalare il pensiero critico verso conclusioni non troppo pericolose e non troppo deflagranti per il sistema (non dimostrabile, ma neppure così inverosimile)

Qualunque delle due ipotesi sia quella vera, le conclusioni sono comunque gravi. Non si tratta di semplice indignazione, si tratta di una pesante presa di coscienza che, almeno nel mio caso, mi ha portato a diffidare di loro e del ruolo che hanno svolto dagli anni Sessanta a oggi su tutto il mondo culturale occidentale.

Se vuoi chiamarla fuffa...

E dopo 10 anni, siamo a discutere se il Volo 77 è arrivato proprio lungo questa linea, o piuttosto è arrivato due metri più a sinistra, o due metri più a destra? (Perle complottiste)
DrHouse
Inviato: 10/11/2011 20:29  Aggiornato: 10/11/2011 20:29
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/11/2007
Da:
Inviati: 2394
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
infosauro:
Solo con quelle 2 frasi avrebbe potuto smuovere centinaia di persone a interessarsi dell'argomento senza il minimo sforzo per alzarsi dalla poltrona.

Straquoto. Voi non immaginate l'effetto che ha avuto e ha su tante persone uno come Eco che, parlando di 11 settembre, scrive su Repubblica "Se fosse vero, a quest'ora sarebbe venuto fuori". Parlando con decine di amici, sempre la stessa risposta, sempre la stessa citazione di Eco.

Sono più che convinto che con la presa di posizione di certi intellettuali la battaglia, almeno sul piano mediatico, sarebbe già non vinta, ma stravinta da un pezzo.

E dopo 10 anni, siamo a discutere se il Volo 77 è arrivato proprio lungo questa linea, o piuttosto è arrivato due metri più a sinistra, o due metri più a destra? (Perle complottiste)
Jurij
Inviato: 10/11/2011 20:29  Aggiornato: 10/11/2011 20:33
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Un paio di anni fa lessi un libro di cui ne avevo sentito parlare molto bene, “il pendolo di foucault” di Umberto Eco.

Riuscii a leggerlo tutto anche se lo trovai deludente per il messaggio che portava con sé.

Un messaggio anti LC, cioè se LC ti spinge ad andare a ravanare nei più piccoli particolari, alla ricerca della verità più nascosta, nel libro di Eco vi erano tutti i presupposti per frenare qualsiasi indagine che a qualcuno possa venire in mente.

In effetti il libro in questione fa passare l’idea che chi è troppo sospettoso e vuole investigare troppo da vicino certi misteri, rischia poi di fare una gran brutta fine (ohhh il babau).

Poco tempo fa in un lampo di ragione ho pensato che il messaggio del libro mi ricordava molto la politica del cicap.

Allora per burla ho messo in google “Umberto Eco cicap” e guardate cosa mi è uscito di bello…

http://www.cicap.org/new/articolo.php?id=100459

No comment ...

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
utrevolver
Inviato: 10/11/2011 20:37  Aggiornato: 10/11/2011 20:37
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/6/2007
Da: Sandalia
Inviati: 411
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Di Eco non me ne frega di meno, ma scoprire che Sclavi, il papà di Dylan Dog, l'autore di tutte quelle tirate anticonformiste che si leggono negli albi è un sostenitore del CICAP... Allora siamo davvero circondati. Anzi, circoncisi.

Witt83
Inviato: 10/11/2011 21:08  Aggiornato: 10/11/2011 21:08
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/1/2010
Da:
Inviati: 419
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Piccola osservazione: per un decennio l'opposizione politica, i magistrati, giornalisti vari, pentiti di mafia, donne, minorenni, cattolici e centinaia di altra "categorie" hanno in qualche modo rischiato di fare la sedia del BerlusKa, ma niente di niente per un decennio.

Al Fmi e "soci" è bastata circa una settimana (da quando Berlusconi ha detto di voler mettere l'Italia sotto "osservazione" a ieri).

Fa abbastanza riflettere la cosa

La terra possiede risorse sufficienti per provvedere ai bisogni di tutti, ma non all'avidità di alcuni. Gandhi
Tuttle
Inviato: 10/11/2011 21:12  Aggiornato: 10/11/2011 21:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
A parte che è stata una tristezza personale constatarlo, ma vabbè, fin lì rimane un sentimento privato. Non è comunque fuffa, perché hanno completamente rinnegato ciò che hanno scritto e propagandato per decenni. Ergo, si aprono a questo punto due ipotesi:

1) lo hanno fatto per salvare il culo (probabilissimo)
2) lo hanno fatto perché in realtà è quello il loro ruolo (gatekeeper allo stato puro, loro sì), ossia incanalare il pensiero critico verso conclusioni non troppo pericolose e non troppo deflagranti per il sistema (non dimostrabile, ma neppure così inverosimile)

Qualunque delle due ipotesi sia quella vera, le conclusioni sono comunque gravi. Non si tratta di semplice indignazione, si tratta di una pesante presa di coscienza che, almeno nel mio caso, mi ha portato a diffidare di loro e del ruolo che hanno svolto dagli anni Sessanta a oggi su tutto il mondo culturale occidentale.

Se vuoi chiamarla fuffa...


Risposta interessante. Ma insisto; quindi?

Cerco di spiegarmi meglio perché secondo me c'è un punto di incontro...umanamente parlando. Forse..:)

La mia concezione di informazione e di ricerca è il 90% del tutto autarchica. Nasce come esigenza personale e si sviluppa su questa vena. Tutto ciò che leggo e cerco mi deve SERVIRE a formarmi una opinione di cui ho estremo bisogno...ma che rimane principalmente una esigenza PERSONALE. Sono sincero; LC è l'unico sito di "controinformazione" che frequento. Non ne leggo nessuno o quasi (qualche volta mi tocca farlo perché qualcuno mi dice che c'è roba interessante...e puntualmente non è vero...LOL). Forse perché su LC c'è un lato umano che ancora suscita il mio interesse...ma se fosse un semplice portale di controinformazione mi terrei a debita distanza. Il concetto stesso di "contro" mi fa venire l'orticaria.

L'informazione/ricerca è un processo autarchico che si può costruire senza appoggiarsi a niente e nessuno; arrivare alla presa di coscienza che il 911 è stata una farsa (posizione ormai molto poco dinamica) mi è servita dapprima a colmare quell'esigenza nata dalla spinta polarizzante iniziale e poi come insieme di strumenti che mi hanno aiutato (e mi aiutano tuttora) a meglio valutare tutti quei territori che sono in qualche modo attigui, contigui o conseguenti al 911. Studiare il 911 mi fa capire e "sentire" meglio il contesto in cui vivo tuttora...Punto.

In questo processo non trovo alcun giovamento nel perdere tempo a leggere cosa pensa tizio o caio...il mio regista preferito, il mio scrittore preferito...il mio mentore artistico etc... Qualunque sia la loro posizione, non mi servirebbe a nulla. Non mi sposterebbe di un centimetro e non toglierebbe loro nulla di quello che mi hanno dato o che sono potenzialmente in grado di dare, nel loro specifico territorio professionale. Possono deludermi, certamente. Possono scadermi a livello umano...possibile. Ma non spostano nulla di ciò che mi sono costruito con lo sbattimento personale, punto su punto, anfratto dopo anfratto, tana dopo tana...andando a rovistare fra monnezza di ogni genere e tipo. C'è stato un periodo in cui pensavo addirittura che vi potesse essere un confronto con i debunker perché non immaginavo nemmeno potessero esistere certi livelli di disumana malafede. Idem con altri ricercatori....Persa anche questa illusione mi sono convinto ancora di più che la strada andava percorsa da solo e che l'interlocuzione avrebbe portato nella stragrande maggioranza dei casi a delusione umana o incazzature portentose...

Cosa vuoi che me ne possa fregare quindi - di quel che pensano tutti quelli che dall'alto del proprio delirio di onnipotenza straparlano di cose che ignorano completamente...magari perché il giornalista di turno ha tirato loro la giacchetta per riempire un quartino in terza pagina...o ammantarsi della presenza del super pensatore nel libro patacca del momento? Che me frega? Cosa mi toglie? Cosa mi offre? Una mazza.
Chiunque abbia minimamente messo mano al 911 capisce perfettamente che non è concesso a nessuno, nemmeno al più illuminato degli intellettuali, sparare la sua opinione dall'alto...senza essersi minimamente sporcato le mani personalmente, prima di aprire la bocca. Ma se questo accade...che ci vuoi fare? E' forse un mistero che l'uomo che ama se stesso e l'immagine che ha di se, spesso non si lascia scappare l'occasione di straparlare di cose che ignora completamente? Così per un tiramento...per una domanda...perché magari ha letto qualcosa e gli è balenato un fastidio, un turbamento...una reazione vigliacca ad un senso di colpa per non aver ospitato nessun germe di sospetto per un evento di tale portata? E' davvero un mistero misterioso per cui dannarsi? Io credo di no. Me ne sbatto.

E' probabile io sia un individualista del cazzo (90%)...ma anche schiacciarmi le palle nella morsa perché anche Eco o Travaglio o Barnard...abitano le fila dei BAU BAU no! Non ce la posso fare.
Hanno avuto una grande occasione e l'hanno persa. E chi se ne frega. Non credo negli angeli salvatori...già l'ho detto. E' la profonda presa di coscienza del singolo che muove (e smuove) la massa. Non la chiamata all'adunata da parte del guru di turno.

Anche se Eco si fosse dato fuoco a mezzogiorno in piazza Navona, con su una maglietta 911 Was An Inside Job, cosa sarebbe cambiato? Io sarei comunque andato a verificare le fonti....

DrHouse
Inviato: 10/11/2011 21:32  Aggiornato: 10/11/2011 21:32
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/11/2007
Da:
Inviati: 2394
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
La mia concezione di informazione e di ricerca è il 90% del tutto autarchica.

Probabilmente questo dono (la ricerca come processo autonomo e autarchico) tu ce l'hai dentro. Io non ce l'avevo, lo ammetto. L'ho appreso qui.

Riguardo a Eco, Chomsky e compagnia al seguito, è ovvio che siamo andati avanti e continueremo ad andare avanti benissimo anche senza di loro. Diciamo che è stato triste, ma pur sempre istruttivo, prendere atto del loro posizionamento sul 9/11.

Citazione:
Anche se Eco si fosse dato fuoco a mezzogiorno in piazza Navona, con su una maglietta 911 Was An Inside Job, cosa sarebbe cambiato? Io sarei comunque andato a verificare le fonti....

Ma è ovvio, non ci fraintendere. Non stiamo dicendo che la loro opinione è al di sopra di ogni verifica e di ogni fonte. Stiamo dicendo che, specie a livello mediatico, sarebbe stato molto, ma molto più facile combattere questa battaglia se loro avessero sposato la causa, magari, come diceva infosauro, anche dedicandole solo qualche breve articolo o qualche battuta in un'intervista. Il peso sarebbe stato indiscutibilmente enorme.

E dopo 10 anni, siamo a discutere se il Volo 77 è arrivato proprio lungo questa linea, o piuttosto è arrivato due metri più a sinistra, o due metri più a destra? (Perle complottiste)
Jurij
Inviato: 10/11/2011 21:34  Aggiornato: 10/11/2011 21:35
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Mi sono letto adesso tutto il tuo post Tuttle ... minchia signor tenente... complimenti e quoto in toto il tuo pensiero inerente alla ricerca personale.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
incredulo
Inviato: 10/11/2011 22:02  Aggiornato: 10/11/2011 22:02
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
@Tuttle

Complimenti per avere espresso PERFETTAMENTE, cosa bisogna fare per ragionare con la propria testa.

Bisogna SBATTERSI, separare il grano dal loglio, credere e ricredersi, verificare le informazioni, una FATICACCIA.

Quella faticaccia che non tutti sono disposti a fare, preferendo abbeverarsi dal SANTONE di turno.

Tutto questo processo ci porta però ad una CONSAPEVOLEZZA che è difficile CONDIVIDERE.

Ci si ritrova SOLI.

Cosa vuoi che me ne possa fregare quindi - di quel che pensano tutti quelli che dall'alto del proprio delirio di onnipotenza straparlano di cose che ignorano completamente...magari perché il giornalista di turno ha tirato loro la giacchetta per riempire un quartino in terza pagina...o ammantarsi della presenza del super pensatore nel libro patacca del momento? Che me frega? Cosa mi toglie? Cosa mi offre? Una mazza.


Prova a pensare che anche l'UOMO Paolo Barnard prova esattamente QUESTO.

Forse il suo comportamento risulta più comprensibile.

Ciao

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
perspicace
Inviato: 10/11/2011 22:03  Aggiornato: 10/11/2011 22:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Anche se Eco si fosse dato fuoco a mezzogiorno in piazza Navona, con su una maglietta 911 Was An Inside Job, cosa sarebbe cambiato? Io sarei comunque andato a verificare le fonti....

Quoto parola per parola tutto l'ultimo post di Tuttle

Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
Tuttle
Inviato: 10/11/2011 22:27  Aggiornato: 10/11/2011 22:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Stiamo dicendo che, specie a livello mediatico, sarebbe stato molto, ma molto più facile combattere questa battaglia se loro avessero sposato la causa, magari, come diceva infosauro, anche dedicandole solo qualche breve articolo o qualche battuta in un'intervista. Il peso sarebbe stato indiscutibilmente enorme.


Ok. Sono daccordo. Ma dobbiamo andare avanti lo stesso, sennò dimostriamo solo di fare come tutti i quaquaraquà; cercare un alibi nelle mancanze altrui per giustificare il proprio immobilismo.

E ripeto per l'ultima volta che preferisco mille volte un Eco che si rende ridicolo, una tantum, con le sue affermazioni sul 911, piuttosto che un Eco che rende ridicolo il 911 facendo propaganda part time.

Ha detto la sua? Bon. Saluti e baci.

Andiamo avanti.

redribbon
Inviato: 10/11/2011 23:05  Aggiornato: 10/11/2011 23:05
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/1/2006
Da: Firenze
Inviati: 614
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Autore: perspicace Inviato: 10/11/2011 13:39:22
proprio il fatto che dobbiamo applicare misure di Austerity cosi da uniformarci con il resto del mondo e questo che ci chiede l'Europa ma non solo lei



Tu non hai ancora afferrato che l'Europa non ci chiede proprio niente,
quando dicono fraudolentemente nei media "L'Europa ci chiede una nuova manovra..."
è importante realizzare che non è l'Europa (i cittadini europei) che ce lo chiede ma una BANCA privata,
formata a sua volta dall'insieme delle banche dei singoli paesi che sono pure quelle composte da Banche private, ad es. la banca d'italia è composta da Banca Intesa, dalla Banca di Roma, dall'Unicredit, ecc. http://www.mednat.org/finanza/banca_italia.htm
è importante capire questo enorme deficit di democrazia
e che quando dicono "l'Europa ci chiede ..." occorre mentalmente sostituire ad "Europa" la parola "Banche"
l'affermazione corretta che dovresti sentire nei media sarebbe quindi

"le banche private d'Europa ed i suoi azionisti chiedono-ingiungono all'Italia di attuare queste politiche ..."

banche private non elette da nessuno ovviamente,
e quindi le loro raccomandazioni sono assolutamente assurde


Citazione:
Autore: perspicace Inviato: 10/11/2011 13:39:22
la soluzione è più tasse per tutti e meno diritti lo so che sembra assurdo ma è così.


Per dire questo bisogna che prima abbiamo la ripartizione delle spese - entrate dello Stato italiano,
tu ce l'hai?
Tradotto, sai quanti euro entrano nelle casse dello Stato e, soprattutto, come li spende?
Sai quanto spendiamo per mantenere quel carrozzone che è l'UE tra, parlamento europeo e istituzioni varie, e contributi per le loro politiche?
e quanto spendiamo di soldi in valore assoluto (quanti euro) da dare a famigerate istituzioni come l'FMI?
Perchè quando si danno miliardi di euro per salvare la Grecia o le banche, si tratta di nostri soldi.

Poichè siamo in democrazia, e, per giunta, i soldi sono i nostri,
DOBBIAMO CHIEDERE AI NOSTRI POLITICI CHE CI FORNISCANO I DATI (peraltro pubblici) DETTAGLIATI degli euro che entrano ed escono dallo Stato,
dopo di ciò sarebbe auspicabile un pubblico dibattito se ci va bene come lo Stato spende i soldi, o se vorremme altre soluzioni.

Solo questa sarebbe vera democrazia
altrimenti si resta in quella che lo "zio" Chomsky chiama "democrazia degli spettatori"

“datemi il controllo della moneta di una nazione e non mi importa di chi farà le sue leggi”

Mayer Amschel Rothschild
lysmata
Inviato: 10/11/2011 23:19  Aggiornato: 10/11/2011 23:20
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/3/2011
Da:
Inviati: 286
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
@tuttle
citazione:

In questo processo non trovo alcun giovamento nel perdere tempo a leggere cosa pensa tizio o caio...il mio regista preferito, il mio scrittore preferito...il mio mentore artistico etc... Qualunque sia la loro posizione, non mi servirebbe a nulla. Non mi sposterebbe di un centimetro e non toglierebbe loro nulla di quello che mi hanno dato o che sono potenzialmente in grado di dare, nel loro specifico territorio professionale. Possono deludermi, certamente. Possono scadermi a livello umano...possibile. Ma non spostano nulla di ciò che mi sono costruito con lo sbattimento personale, punto su punto, anfratto dopo anfratto, tana dopo tana...andando a rovistare fra monnezza di ogni genere e tipo. C'è stato un periodo in cui pensavo addirittura che vi potesse essere un confronto con i debunker perché non immaginavo nemmeno potessero esistere certi livelli di disumana malafede. Idem con altri ricercatori....Persa anche questa illusione mi sono convinto ancora di più che la strada andava percorsa da solo e che l'interlocuzione avrebbe portato nella stragrande maggioranza dei casi a delusione umana o incazzature portentose...

Massí, come non quotarti. Assolutamente ideale, il tuo modo di ragionare.

Eppure, é proprio per questo mi sorprende leggerti cosí critico nei confronti di Barnard (mi permetto... ti leggo spesso qui e anche se non abbiamo mai scambiato nemmeno 4 parole ti ho sempre notato per la finezza di "tastiera", diciamo cosí...). Lo stesso Barnard ha detto esattamente la stessa identica cosa che tu affermi, giusto un paio di mesi fa, durante la sua crisi. Trasformami in megafono e mi incepperó, insomma.

Quel che tu affermi essere un gatekeeper é, imho, uno che la vede diversamente da te. Non mi ricordo chi, poco piú sopra ha affermato che per le posizioni che ha preso negli anni Barnard possa essere considerato ben lontano dall'essere gatekeeper, io la vedo esattamente allo stesso modo. I vari video di "come morimmo", di gatekeeper non hanno manco l'odore... anzi.

Prima dicevi che dovrebbe uscire dal limite del Babau, e arrivare a trovare una soluzione, poi dici che il giornalismo é o dovrebbe essere investigativo, e che il suo non lo é. azzo... e come lo vuoi allora, per poter affermare che lo sia??

E con questo chiudo su Barnard pure io, l'abbiamo finita a incentrarci sul chi e non sul cosa. E se il messaggero é altrettanto importante del messaggio beh, forse é ora di andare a rileggere il messaggio.

Lavorare deve essere veramente uno schifo, se per convincerti a farlo ti devono pagare.
Tuttle
Inviato: 10/11/2011 23:28  Aggiornato: 10/11/2011 23:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
e che quando dicono "l'Europa ci chiede ..." occorre mentalmente sostituire ad "Europa" la parola "Banche"


Bingo.

Da questa ineluttabile verità si deduce che il BAU BAU non è l'euro in se, ma la politica (leggi NONpolitica) che sta dietro all'intero carrozzone UE.

Stati indebitati ammanicati con le banche per fargli incamerare il debito in cambio di politiche e regolamentazioni inesistenti e scudi di ogni genere e tipo. Questo ha ridotto tutti gli Stati (Francia compresa) a tenere in mano l'uno le palle dell'altro...in un equilibrio completamente schizofrenico in mano ai tiramenti di questa o quella banca.

E' veramente la democrazia degli spettatori...senza altrimenti.

Tuttle
Inviato: 10/11/2011 23:32  Aggiornato: 10/11/2011 23:32
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Quel che tu affermi essere un gatekeeper é, imho, uno che la vede diversamente da te.


Mi stai attribuendo giudizi che NON HO MAI DATO. Stai sbagliando utente, perdonami.

Io non ho mai accusato Barnard di essere un gatekeeper. Non l'ho mai fatto con nessuno e non ho iniziato con lui.

Ho anzi difeso la sua libertà di posizionarsi criticamente verso la ricerca del 911, anche se le motivazioni addotte suonano particolarmente deprecabili agli occhi di chi si sbatte da anni...ma vabè.

Io ho criticato Barnard per la confusione e la fumosità dei suoi pamphlet, che spesso mi danno la sensazione di essere cavalli di troia per sguainare l'ennesimo attacco all'elite politica e giornalistica che lo ha dapprima "bannato" e poi ignorato.

DrHouse
Inviato: 10/11/2011 23:48  Aggiornato: 10/11/2011 23:49
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/11/2007
Da:
Inviati: 2394
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Una domanda rivolta a tutti.

1) restare nell'Euro, ma accettare drastici tagli alla spesa pubblica e altri anni di lacrime e sangue, incluso un probabile inasprimento della già insopportabile pressione fiscale e la probabile svendita di alcuni patrimoni statali (comunque la si pensi sull'idea di stato, ad oggi sono patrimoni dello stato e, come tali, è giusto difenderli e, se proprio dobbiamo liberarcene, pretendere che quanto meno non vengano svenduti)

2) uscire dall'Euro (magari per rientrarci in un secondo momento) con tutte le conseguenze negative che ciò avrebbe nell'immediato, ma anche i potenziali effetti positivi nel lungo periodo?

Mi piacerebbe conoscere il vostro parere.

E dopo 10 anni, siamo a discutere se il Volo 77 è arrivato proprio lungo questa linea, o piuttosto è arrivato due metri più a sinistra, o due metri più a destra? (Perle complottiste)
lysmata
Inviato: 10/11/2011 23:49  Aggiornato: 10/11/2011 23:49
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/3/2011
Da:
Inviati: 286
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
e mi sa che hai proprio raggggione, mi sono incartato tra la tua questione in merito al poco amore di Barnard per il tema 11/9, e l'ho mescolato alla critica di DrHouse. Pura e semplice attribuzione causale. Perdonami.

Peró allora ci sta ancor piú dentro quel che ti ho detto, e di conseguenza ripesco la tua frase che ho citato per rispondere agli altri che lo affermano.

Senza andar a cercare idoli, senza andare fidarsi ciecamente dell'opinione solo perché autorevole, quel che si puó predere di Barnard e dal quale si puó apprendere é che la sua analisi, pur imperfetta (la questione signoraggio, spiegata da lui, continuo a non capirla :D ) é un'ottima base di informazione. Per me, uomo della strada, é comunque una luce nella notte, poiché senza il suo lavoro non sarei mai arrivato nemmeno a immaginarmi alcuni dettagli che descrive. In questo senso, il suo lavoro é stato magistrale. Portare a conoscenza i fatti. Foss'anche in maniera fumosa, ma direi piú per architettura mentale che per volontá stilistica.

Ed é certo che immaginare Barnard come Assange... beh, un sorriso me lo strappa, eh???

Lavorare deve essere veramente uno schifo, se per convincerti a farlo ti devono pagare.
Tuttle
Inviato: 11/11/2011 0:00  Aggiornato: 11/11/2011 0:01
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Una domanda rivolta a tutti. 1) restare nell'Euro, ma accettare drastici tagli alla spesa pubblica e altri anni di lacrime e sangue, incluso un probabile inasprimento della già insopportabile pressione fiscale e la probabile svendita di alcuni patrimoni statali (comunque la si pensi sull'idea di stato, ad oggi sono patrimoni dello stato e, come tali, è giusto difenderli e, se proprio dobbiamo liberarcene, pretendere che quanto meno non vengano svenduti) 2) uscire dall'Euro (magari per rientrarci in un secondo momento) con tutte le conseguenze negative che ciò avrebbe nell'immediato, ma anche i potenziali effetti positivi nel lungo periodo? Mi piacerebbe conoscere il vostro parere.


Credo che l'Euro sia destinato a fallire comunque. Quindi tutto quanto hai scritto corrisponderà, più o meno, ai passaggi che ci toccherà subire. Partendo dal punto 1 sino al punto 2....

Anche nel caso l'Euro non fallisse, attualmente non ci sono politiche e regole chiare che concedano ad uno Stato di uscire temporaneamente dalla stretta dell'Euro e della speculazione, per poi rientrare a parametri ristabiliti. Allo stato delle cose, se esci, va tutto a puttane.

Credo che questo movimento interiore di sollevazione popolare contro l'Euro sia tardivo, scomposto e privo di reali alternative che non provochino, comunque, grosse perdite per tutti (o quasi).

Pispax
Inviato: 11/11/2011 5:49  Aggiornato: 11/11/2011 5:50
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Mi dispiace di non aver potuto entrare su LC per un paio di giorni.
Mi sono perso una bella discussione.

In particolare, le cose che diceva Tuttle rispetto al fatto che la ricerca è una cosa che si deve fare da soli, senza farsi troppo abbindolare dalle opinioni altrui, sono talmente tanto vere che non c'è bisogno di sottolinearle.






Lo stesso problema lo aveva affrontato anche Sertes, partendo da un'altra angolazione, sintetizzandolo in una frase talmente tanto bella e concisa che personalmente penso che sarebbe una bella Voce del Sito:

"Forse quindi l'intero problema non è LC o Barnard, ma chi approda alla controinformazione ancora con l'idea di farsi un idolo e seguire una persona fidata, anche in barba all'evidenza".



Questa è una battaglia che anch'io sto combattendo da tempo.

infosauro
Inviato: 11/11/2011 10:27  Aggiornato: 11/11/2011 10:30
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/5/2008
Da: questo mondo (credo)
Inviati: 2376
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Perché avrebbe dovuto farlo? Perché non gli è concesso avere un parere diverso dal tuo, o dal mio.... Perché dovrei pretendere da Eco di assumere una posizione del genere?

Non mi sono spiegato, sono d'accordo con te quando dici che l'intellettuale non è obbligato a interessarsi ad una questione solo perché tu o io lo riteniamo importante, se ne vuole restare fuori se ne resti fuori.
Citazione:
Perché mai dovrei aspettarmi da Eco una sciatteria tanto diversa da quella che la maggioranza delle persone dedica agli argomenti che ruotano attorno al 911?

Perché la maggioranza delle persone non scrive su giornali con tirature di milioni di copie. Al contrario si suppone che lui, dal momento cui entra in un qualsiasi argomento, lo sappia sviscerare per bene a beneficio di quel seguito di cui parlavo. Altrimenti (lo) si licenzi.
Citazione:
Voglio dire...il fatto che sia un intellettuale lo obbliga ad assumere posizioni a te (o a me) congeniali? E perché?

Non dico congeniali e nemmeno coincidenti, ma almeno non superficiali. E se proprio vuole assumere una posizione superficiale su un dibattito, resti imparziale e agisca solo a titolo informativo.
Citazione:
E' vero che avrebbe potuto farlo...ed è vero che avrebbe potuto smuovere qualcosa. Ma non lo ha fatto. Quindi?[...]

Quindi si smette di comprare i giornali su cui scrive!

"It's just a ride"
William Melvin "Bill" Hicks, l'ultimo degli hippy, il primo dei complottisti (a comparire in TV).
DrHouse
Inviato: 11/11/2011 10:43  Aggiornato: 11/11/2011 10:43
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/11/2007
Da:
Inviati: 2394
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Pispax ha scritto:
Mi dispiace di non aver potuto entrare su LC per un paio di giorni.
Mi sono perso una bella discussione.

In effetti la pagina si carica in un baleno ed è più corta di circa 80 cm rispetto alla media...

EDIT. E si scherza, nanni.

E dopo 10 anni, siamo a discutere se il Volo 77 è arrivato proprio lungo questa linea, o piuttosto è arrivato due metri più a sinistra, o due metri più a destra? (Perle complottiste)
anakyn
Inviato: 11/11/2011 11:02  Aggiornato: 11/11/2011 11:02
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/1/2010
Da:
Inviati: 1428
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Questa è una battaglia che anch'io sto combattendo da tempo.


Ecco, sì, bravi, combattete... ma vedete di scegliervi i bersagli giusti.

TWNP
Inviato: 11/11/2011 11:16  Aggiornato: 11/11/2011 11:16
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 642
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
C'è la crisi?
Manca la liquidità e le banche stringono i cordoni
del credito per famiglie e imprese?
Dipende chi sei.
I soldi per la mafia del gioco d'azzardo si trovano sempre...
La Banca Popolare di Milano finanzia i biscazzieri e senza garanzie

redna
Inviato: 11/11/2011 11:33  Aggiornato: 11/11/2011 11:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Questa è una battaglia che anch'io sto combattendo da tempo.


Ecco, sì, bravi, combattete... ma vedete di scegliervi i bersagli giusti.


ma sai che significa battaglia? ......mica è un tiro a segno come pensi tu!!!

Se tu pensi che in una battaglia ci siano bersagli non hai nemmeno capito il motivo per cui si fa una battaglia.


La situazione in parlamento ora è da Vietnam...... anche li una battaglia è in corso.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Giano
Inviato: 11/11/2011 11:43  Aggiornato: 11/11/2011 11:43
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/3/2011
Da:
Inviati: 1424
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Tuttle:
Anche nel caso l'Euro non fallisse, attualmente non ci sono politiche e regole chiare che concedano ad uno Stato di uscire temporaneamente dalla stretta dell'Euro e della speculazione, per poi rientrare a parametri ristabiliti. Allo stato delle cose, se esci, va tutto a puttane.

Buongiorno Tuttle, qualcuno ha provato a fare chiarezza:

Saba sfata la credenza che sia giuridicamente impossibile uscire dall'euro e dall'UE: niente di più falso, tale clausola di fuoriuscita è contemplata nel Trattato di Lisbona, - con grande rammarico della BCE - basta prevedere un preavviso di due anni (articolo 50 del Trattato).

E questa è la prima buona notizia: nessun ménage o nessuna unione che dir si voglia, converrete anche voi, può resistere a lungo se risentita come una costrizione senza via di uscita, e lesiva di quella autodeterminazione dei popoli e di quelle libertà di cui l'UE si ammanta, e sottoscrive tanto a parole.

Seconda buona notizia: la fuoriscuta dall'UE comporterebbe la restituzione della sovranità monetaria e di tutte le riserve cedute alla BCE.

Ma la terza vera buona notizia illustrata nell'articolo è che non è assolutamente necessario arrivare al punto di "rottura" con l'euro e l'UE, perché esiste la possibilità concreta di

emettere degli strumenti finanziari (zero-coupon perpetual puttable security) senza chiamarli propriamente “banconote” o “moneta”, ma con gli stessi effetti all’atto pratico" o "biglietti di stato a corso legale”.

Una circolazione interna che affianchi quella dell'euro, descritta come possibilità legale da nientemeno che il consigliere dei Rotschilds (Julian D. A. Wiseman, consulente del banchiere Rohatyn, direttore di una società svizzera dei Rotschilds www.jdawiseman.com ).

L'Italia ha la paternità di questo tipo di strumento - quarta buona notizia - come atto di autonomia costruttiva nei confronti dell'impero:

"L’iniziativa prima assoluta – a livello europeo – avvenne nel 1240 quando il Comune di Milano, a corto di moneta dì argento, emise cartamoneta a corso libero, diventando ben presto la capitale della Lombardia" (http://marcosaba.wordpress.com/2009/06/06/la-cartamoneta-di-milano-anno-domini-1240/).

Pertanto l'Italia ha i mezzi e le conoscenze, per mostrare la via.

Basta che rispolveri vecchie ricette accantonate in cantina e che ripulisca il cortile dietro a casa dai vari parassiti che succhiano la linfa vitale di questo piccolo grande paese da secoli immemori.

Oppure:

Cerchiamo di fare il punto sull’attuale situazione economico-finanziaria. All’ordine del giorno c’è la crisi greca e le quattro ipotesi di svolgimento elaborate da economisti ortodossi, secondo quanto apprendiamo dal recente articolo di Ruggero Paladini [1]:

……………..

c) bisogna permettere una fuoriuscita – magari temporanea – dall’euro che permetta una svalutazione (competitiva) e quindi un nuovo ingresso;

………………

Qui ci interessa il commento offerto da Paladini alla ipotesi (c): “La terza ipotesi è quella più creativa, ma ha due problemi: il primo è che sembra che i trattati esistenti non la permettano; il secondo è che un eventuale successo dell’operazione sarebbe fatale per l’euro.

Supponiamo infatti che la Grecia svalutando rilanci le esportazioni, l’economia e risani il bilancio; perché gli altri paesi porcelli non dovrebbero voler fare lo stesso?” Alla prima obiezione occorre chiarire che proprio il Trattato di Lisbona, come lamenta la Banca Centrale Europea, prevede esplicitamente una clausola di fuoriuscita dalla UE, una “exit clause”, che sostanzialmente richiede un preavviso di due anni per l’uscita da parte del paese fuoriuscente. Si tratta dell’articolo 50 del Trattato [2] . Nell’articolo poi si dice che lo stato fuoriuscente potrà anche rientrare nell’Unione in futuro seguendo le indicazioni dell’art. 49.
Quello che lamenta la Banca Centrale Europea è che l’uscita andrebbe concertata col Consiglio d’Europa durante quei due anni di preavviso, ma nel caso non lo fosse non sono previste specifiche sanzioni. Inoltre, la BCE ci informa che, nel caso un paese uscisse anche dall’Unione Monetaria, la sovranità monetaria verrebbe restituita alla banca centrale del paese fuoriuscente, oltre alle riserve valutarie ed al capitale che quest’ultima aveva ceduto alla BCE [3].

http://mon-dart.blogspot.com/2011/11/la-quinta-via-ipotesi-di-exit.html

E’ vero che non sono regole chiare, ma se ci fosse la volontà, qualche mossa la potrebbero tentare. Ma non mi sembrano molto interessati…

anakyn
Inviato: 11/11/2011 12:05  Aggiornato: 11/11/2011 12:23
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/1/2010
Da:
Inviati: 1428
 Re: Presidente Berlusconi, per il bene dell’Italia, NON S...
Citazione:
Citazione:
Citazione:
Questa è una battaglia che anch'io sto combattendo da tempo.



Ecco, sì, bravi, combattete... ma vedete di scegliervi i bersagli giusti.




ma sai che significa battaglia? ......mica è un tiro a segno come pensi tu!!!

Se tu pensi che in una battaglia ci siano bersagli non hai nemmeno capito il motivo per cui si fa una battaglia.


Ho come il vago sospetto che tu non abbia colto il senso del mio post, o forse del post che avevo quotato.
O forse entrambi.

Quindi forse quello che "non ha capito" non sono io.

Magari la prossima volta rifletti un attimino, prima di partire in quarta.
O magari, più semplicemente, leggi ciò che quoti.


EDIT

Comunque, visto che mi riferivo ad un post di Pispax, meglio che mi spieghi (con lui, intendo).

E' sacrosanto combattere affinchè le coscienze ed il senso critico non si affidino al guru di turno.
Ma francamente, se c'è uno che di diventare "guru" ha ben poche speranze quello è proprio Barnard.
Un guru il proprio pubblico se lo cerca e se lo coccola, non lo manda affanculo più o meno esplicitamente come fa lui.
Almeno per ora, questo rischio non c'è per nulla, perchè sono proprio i toni messianici quelli che tendono ad allontanare il poco seguito che ha.

Mi pare che in questo stesso topic, a riprova di ciò, anche quei pochi che sono stati etichettati (superficialmente, ma ogni tanto le etichette sono necessarie) come suoi "sosten