Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


opinione : Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Inviato da Redazione il 10/10/2011 3:00:00 (16167 letture)

Finite le celebrazioni, finite le rimembranze, finita la retorica sul genio innovatore scomparso prematuramente, restiamo con quella che viene definita oggi la “legacy” di Apple nel mondo. Legacy è un termine inglese difficile da tradurre, che sta a metà fra “eredità” e “lascito”, ma che significa anche, in molti casi, “retaggio”. Stiamo cioè parlando delle “conseguenze” complessive, sia positive che negative, dell’introduzione del personal computer nella vita moderna.

Chi scrive ha vissuto questa trasformazione fin dal primo giorno, sulla propria pelle. Nel 1983 infatti stavo cimentandomi con le mie prime sceneggiature, ed avevo scoperto una “macchinetta” meravigliosa, chiamata Commodore 64, che ti permetteva di scrivere il testo intero su un dischetto marroncino, e di modificarlo infinite volte, guardandolo sullo schermo, prima di deciderti a stamparlo. Solo chi abbia provato a fare sceneggiature con una macchina da scrivere sa quante volte bisognasse ribattere pagine intere, solo perchè volevi apportare un paio di modifiche qui e là. Di fatto, i termini “taglia, copia e incolla” nascono proprio dall’attività degli sceneggiatori di quell’epoca: per evitare di ribattere ogni volta una pagina intera, si scriveva su un foglio bianco il paragrafo modificato, lo si ritagliava, e lo si incollava fisicamente sopra quello originale. Poi si metteva il foglio nella fotocopiatrice (quelle c’erano già, per fortuna), e si otteneva la pagina modificata, senza bisogno di ribatterla per intero.

Ma era comunque un’operazione laboriosa e sostanzialmente “sporca”, perchè da un lato ti ritrovavi con dozzine di scatolette piene di frasi ritagliate, buttate lì alla rinfusa, ...

... e dall’altro ti ritrovavi con pagine fotocopiate magari 8 o 10 volte, che insieme al testo riproducevano anche le macchie di sporcizia, sempre più numerose, oltre al contorno degli inserti incollati male.

Potete quindi immaginare quale tipo di “liberazione” abbia rappresentato per un qualunque scrittore di quell’epoca il potersi lasciar andare a scrivere pagine su pagine di getto, senza più preoccuparsi di doverne magari gettare via il 90%, e finendo poi per “incollare” fisicamente tutto il resto. Ora potevi scrivere a piacimento, tenevi soltanto quello che ti interessava, e cancellavi tutto il resto in un istante. (Nel frattempo Commodore scompariva, mentre Apple si apprestava a conquistare il mondo).

Ma è solo a questo punto che subentrava la vera rivoluzione apportata dal personal computer al nostro modo di pensare: nel momento in cui ti rimaneva quella frase preziosa, estratta da tutto il resto, potevi anche archiviarla in un apposito “folder”, per andartela a riprendere quando volevi.

Basta riempire quaderni infiniti di note illeggibili, e soprattutto basta notti insonni passate a domandarsi “Dove cristo avrò messo quella splendida frase sull’universo che ho scritto tanti anni fa?” Spesso toccava rileggersi quaderni interi, pieni di riflessioni inutili, prima di ritrovarla.

Ora invece ci sono i folder, e c’è l’indicizzazione: se solo hai avuto la lungimiranza di creare un folder chiamato “frasi sull’universo”, la ritrovi immediatamente, e se per caso non ci avessi pensato, c’è sempre il motore di ricerca del tuo computer che te la trova in pochi minuti.

Ecco che così di colpo il nostro cervello, grazie al computer, si è ritrovato a disporre di una meravigliosa estensione naturale dei propri “cassetti di memoria”, già saturi e spesso zeppi di cose inutili. Da oggi le cose che riguardano il global warming le metto lì, quelle che riguardano l’archeologia le metto lì, e le lettere d’amore per mia moglie le metto qui. Tutto ben archiviato, tutto ordinato, tutto ritrovabile in pochi secondi. E mentre la tua base di informazione disponibile cresce in modo esponenziale, tu rimani sempre più libero di gestire quelle informazioni in modo creativo, stimolante e produttivo.

Fu questa la vera, grande rivoluzione introdotta dal personal computer nella nostra vita quotidiana, poichè modificava alla radice il nostro processo intellettuale. Da una parte cresceva la quantità di informazioni disponibili che avevamo sottomano, dall’altra cresceva la capacità di elaborare quelle informazioni in modo rapido, preciso ed efficace.

Ma tutto questo non sarebbe stato nulla, se non fosse arrivato Internet. Con Internet lo stesso identico meccanismo del personal computer è stato moltiplicato per mille, per un milione, per un miliardo di volte.

Ora non solo puoi accedere alle tue informazioni, ma anche a quelle di tutti gli altri. Il database è diventato collettivo, l’archivio di memoria ormai è quello globale, e chiunque può accedere a questa massa inenarrabile di dati, per poi utilizzarli a proprio piacimento, grazie a software sempre più potenti e sofisticati.

Ma è qui che finisce, a mio parere, il “miracolo” di Steven Jobs, e iniziano le pene che inevitabilmente si accompagnano a miracoli di questo genere.

Qualunque fenomeno di dimensioni globali porta anche con sè degli aspetti economici di dimensioni globali. Da un certo punto in poi la favola finisce, mentre entrano in gioco termini come “competizione”, “target”, “mercato”, “concorrenzialità”.

Scendono in campo i grossi capitali, e l’essere umano che iniziava a godere dei frutti dell’innovazione diventa rapidamente il bersaglio (target, appunto) di una potenziale nuova campagna di vendite a livello mondiale. A sua volta, questo target viene suddiviso in precise “fasce di mercato”, a seconda delle presunte esigenze ed aspirazioni di ciascun utente potenziale.

E fin qui ci si potrebbe ancora stare, perchè in fondo la competizione stimola le innovazioni, mentre la concorrenzialità tiene i prezzi bassi, e tutto ciò va inevitabilmente a favore dell’utente. Ma ad un certo punto scatta un meccanismo perverso, nel quale la linea di demarcazione fra “esigenze” ed “aspirazioni” diventa sempre più confusa, e ti risvegli un giorno che non sai più se desideri qualcosa perchè ti serve averla, oppure se ti serve averla perchè desideri a tutti i costi possederla.

Bernais insegna.

Quando vedi code lunghe decine di isolati, fatte di gente venuta da ogni parte del mondo, che è disposta a passare 4 o 5 notti all’addiaccio pur di avere al più presto il nuovo modello di telefonino portatile, vuole dire che quella linea di demarcazione non soltanto è stata cancellata, ma che l’intera dinamica di mercato è stata capovolta.

Nell’arco della sua carriera Steven Jobs è riuscito a passare da un innovatore che ha dato un contributo di reale portata storica al percorso dell’umanità, ad un venditore di desideri, assolutamente fasulli ed inutili, che stanno riportando questa umanità allo stesso stadio di “ignoranza collettiva” in cui si ritrovava 50 anni fa.

Proprio una cinquantina di anni fa il poeta americano Allen Ginsberg, cantore universale della “liberazione psichedelica”, scriveva: “Ho visto le migliori menti della mia generazione distrutte dalla pazzia, affamate nude isteriche, trascinarsi per strade negre all’alba in cerca di droga rabbiosa, hipsters testadangelo bramare l’antico spaccio paradisiaco che connette alla dinamo stellare nel macchinario della notte…”

Oggi rischiamo di ricadere nello stesso identico meccanismo. La follia sembra la stessa, la brama del drogato sembra la stessa, il desiderio di ascesi mistica sembra lo stesso. L’unica differenza è che oggi al posto dell’LSD troviamo l’i-Phone.

Massimo Mazzucco

Voto: 6.00 (18 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
Jurij
Inviato: 10/10/2011 6:40  Aggiornato: 10/10/2011 6:40
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Citazione:
Nell’arco della sua carriera Steven Jobs è riuscito a passare da un innovatore che ha dato un contributo di reale portata storica al percorso dell’umanità, ad un venditore di desideri, assolutamente fasulli ed inutili, che stanno riportando questa umanità allo stesso stadio di “ignoranza collettiva” in cui si ritrovava 50 anni fa.

Che spettacolo di frase ai messo giù Massimo :o)

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Akane
Inviato: 10/10/2011 9:28  Aggiornato: 10/10/2011 9:28
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/7/2011
Da: Austria
Inviati: 135
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Non posso resistere...devo postare questo link:

http://www.youtube.com/watch?v=dYh7zZLEvvw
(Apertura Apple store Bologna)

gen
Inviato: 10/10/2011 9:46  Aggiornato: 10/10/2011 9:46
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/11/2006
Da:
Inviati: 142
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Si però non dimentichiamoci che l'isteria collettiva da brand non l'ha inventata steve jobs. Il mito apple è nato prima con la qualità, con la diversità, etc. Probabilmente questo ha fatto sorgere una comunità che si basava sulla propria diversità dal dominante microsoft. Ad un certo punto Steve & Co si saranno pure accorti che c'erano cose che non andavano. Probabilmente anche dal punto di vista economico. Microsoft non ha mai avuto problemi economici. Come competi con un monopolista nel mecato globale? Col brand. Punto. Devi creare un'identità appetibile. A differenza del McDonald Apple si è però distinto per voler continuare a portare avanti una certa qualità costruttiva e non solo, anche una facilità d'uso che è una risorsa nei tempi moderni. NOn mi faccio illusioni, lo so che l'hardware apple è lo stesso dei PC, anzi a volta anche peggiore. Recentemente un tecnico mi ha spiegato che il Mac funziona meglio perché ha un sistema di alimentazione stabile. E' un'altra delle tante spiegazioni... ma evidentemente basta poco, che ce vò?

incredulo
Inviato: 10/10/2011 9:51  Aggiornato: 10/10/2011 9:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Bellissimo articolo, una analisi lucida ed acuta su cio'che e' avvenuto.

Vorrei aggiungere una considerazione all'articolo.

Il fenomeno delle migliaia di persone in fila per acquistare, ripeto acquistare, si ripete di frequente.

E' successo con la Playstation, con la Swatch, con i saldi di Harrods a Londra, non penso che sia una esclusiva di Apple ma una spia di quanta parte della popolazione possa essere guidata ed incanalata tramite la grancassa mediatica.

Possedere per PRIMO l'ultimo gadget tecnologico ti fa sentire SPECIALE.

Una vera e propria IPNOSI collettiva, che ci colpisce anche in altre forme meno eclatanti e visibili di quella del filmato sull'apertura dell'Apple store.

Un saluto

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
Alberto
Inviato: 10/10/2011 10:01  Aggiornato: 10/10/2011 10:01
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/4/2007
Da:
Inviati: 113
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
E' quel che penso.
E speravo non esser l'unico imbecille a pensarlo sulla Terra.
Ancor di più pensando alle malefatte della Foxconn (produttrice dei device Apple) in Cina.
I grandi miti non lo sono diventati mica col marketing.. (sempre che l'ego non sia una forma primordiale di questo) Jobs ci ha solo riempiti di scatolette che avremo difficoltà a smaltire, il resto è tutto marketing e sindrome di Stoccolma

aleste85
Inviato: 10/10/2011 10:08  Aggiornato: 10/10/2011 10:08
Ho qualche dubbio
Iscritto: 24/5/2010
Da:
Inviati: 204
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
onestamente non concordo con quanto scritto nell'articolo.
non sono un grande fan della apple e non sono certo tra quelli che facevano le code aspettando l'uscita dell'ipad .
credo però che le persone hanno un proprio cervello per decidere .
se un imprenditore crea un prodotto del tutto superfluo e ci sono dei "geni" che fanno 3 giorni di fila per comprarlo , non si può dare la colpa all'imprenditore... a lui vanno solo i complimenti.

ha creato qualcosa di innovativo e sopratutto di facilissimo utilizzo.
mia madre che ha 67 anni e non riesce neanche ad accendere un pc (perchè non le è mai interessato e servito farlo) , qualche giorno fa l'ho vista mentre da sola utilizzava l'ipad e navigava su google maps per vedere allargando e stringendo le foto delle strade.
davanti a questa cosa ho capito la grandezza di jobs. lui ha creato la tecnologia per tutti.
se poi ci sono dei fanatici del brand, non è certo colpa sua ... è come al solito della gente che spesso non ha mezze misure.
e sopratutto non si poteva certo chiedergli di chiudere uil negozio se c'era troppa gente fuori per comprare i suoi prodotti.

non mi semrba che nessuno sia stato mai costretto,pistola alla tempia, a comprare un prodotto apple

serjiolin
Inviato: 10/10/2011 10:10  Aggiornato: 10/10/2011 10:10
So tutto
Iscritto: 10/10/2011
Da:
Inviati: 1
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
il problema per me è piuttosto PERCHE' vogliono farcelo passare per genio.... ci avete pensato?

http://www.facebook.com/notes/sergio-marrini/su-steve-jobs-e-la-nostra-idiozia/10150343658843028

illupodeicieli
Inviato: 10/10/2011 10:39  Aggiornato: 10/10/2011 10:39
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/1/2005
Da:
Inviati: 323
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Di sicuro ci sono persone che hanno la convinzione di dover cambiare di continuo il proprio pc e con esso ovviamente anche tutto ciò che ora è collegato e collegabile , quindi i vari telefonini, iphone eccetera: sono simili a quegli individui che hanno sempre l'ultima versione e l'ultimo modello di auto. Ciò non credo sia dovuto alla loro competenza in materia ma a qualcosa che si ha dentro e che può essere una cosa con cui si è nati oppure ci viene impiantata dalla pubblicità , occulta o meno che sia. Quanto a Jobs mi fa piacere che abbia pronunciato e forse vissuto pensieri buddisti e demelliani, a loro volta(in parte) frutto di pensieri altrui : ma ciò non fa differenza, per me almeno, dato che condivido il pensiero e non per forza chi lo pensa. Sul modo in cui vengono trattati i lavoratori, sia i diretti che quelli dei terzisti o concessionari, mi pare strano che una persona non venga a sapere che ci sono comportamenti punitivi e coercitivi verso i lavoratori (propri o in aziende fornitrici). Mi pare più logico che lui , Jobs, non si interessasse direttamente della questione delegando ,come è logico che sia questo compito, al capo del personale.

sdebunko
Inviato: 10/10/2011 10:54  Aggiornato: 10/10/2011 10:54
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/2/2011
Da:
Inviati: 70
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Secondo me Steve Jobs s'è ammalato perchè ha perso il controllo della situazione. Lui è encomiabile per aver inventato il sistema Apple, che per chi non è pratico di informatica è un aiuto enorme, ed è comunque un gioiello anche per gli esperti del settore, Apple è avanti anni luce rispetto agli altri sistemi. Vorrei anche aggiungere, che credo fermamente che la tecnologia che a noi sembra avanzata, e le nuove e tanto attese dagli imbecilli, uscite sul mercato sono già obsolete rispetto a quello che, il cosidetto governo ombra possiede. Praticamente, permettetemelo, ci prendono per il culo....

Tornando a Apple e Steve, beh si sono fatti prendere la mano, e ne hanno fatto un must, qui il grosso errore, anzichè "accontentarsi" di aver reso possibile a qualunque essere umano il salto evolutivo, hanno voluto mitizzarlo, ovviamente il tutto come sempre per un tornaconto economico, di qui il tonfo che prima o poi arriverà.... lui forse ne è stato non volutamente travolto, ma questo non lo sapremo mai.

Dice bene Massimo invece quando scrive di memori virtuale. Rifletteteci un attimo, ma per esempio io da quando mi sono affidata al pc, ho perso notevolmente la memoria,come me anche altri miei amici.... io ci vedo qualcosa di malefico in questo, nel senso che un popolo senza memoria è un popolo facilmente manipolabile, quindi se da una parte c'e' da ringraziare l'avvento dell'informatica e soprattutto della rete, dall'altro ho la sensazione che sia il cavallo di troia dell'elitè per chiudere il cerchio

gen
Inviato: 10/10/2011 11:01  Aggiornato: 10/10/2011 11:01
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/11/2006
Da:
Inviati: 142
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Citazione:
davanti a questa cosa ho capito la grandezza di jobs. lui ha creato la tecnologia per tutti.

credo sia stat questa la sua capacità di apple. Io sono un utente apple, non ho iPad, iPhone, etc... Sta di fatto che l'utilizzo di un Mac è mediamente fonte di maggiore soddisfazione. Poi il prezzo è quello di tutti gli altri marchi tipo Sony, etc.

fefochip
Inviato: 10/10/2011 11:03  Aggiornato: 10/10/2011 11:03
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
[modalità perculamento on]

Citazione:
c’è sempre il motore di ricerca del tuo computer che te la trova in pochi minuti.


"pochi" ..."minuti"?

[modalità perculamento off]





è colpa tua max ....mi ci hai tirato dentro tu

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
gen
Inviato: 10/10/2011 11:12  Aggiornato: 10/10/2011 11:12
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/11/2006
Da:
Inviati: 142
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
per esempio Apple ha una modalità di "Trova" che era (è) incommensurabilmente più veloce di quella di Microsoft. Mentre digiti trova tutto il correlato.

anakyn
Inviato: 10/10/2011 11:55  Aggiornato: 10/10/2011 11:55
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/1/2010
Da:
Inviati: 1428
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Citazione:
Non posso resistere...devo postare questo link:

http://www.youtube.com/watch?v=dYh7zZLEvvw
(Apertura Apple store Bologna)


Mi ha fatto gelare il sangue, specialmente il countdown finale.

Sarò in parte viziato da un atteggiamento snob, ma sono sempre più orgoglioso di non possedere nè aver mai posseduto nulla della Apple.

NeWorld
Inviato: 10/10/2011 12:01  Aggiornato: 10/10/2011 12:01
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/1/2011
Da: Around the World
Inviati: 629
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
ed avevo scoperto una “macchinetta” meravigliosa, chiamata Commodore 64

Mi hai fatto tornare in mente i tempi in cui anche io avevo preso il C64... lo conservo ancora funzionante come ricordo...i primi programmi in basic...le stringhe numerate...e poi RUN e partiva tutto! Oltre ad uno scatolone di videogames su cassetta...

Ma ad un certo punto scatta un meccanismo perverso, nel quale la linea di demarcazione fra “esigenze” ed “aspirazioni” diventa sempre più confusa, e ti risvegli un giorno che non sai più se desideri qualcosa perchè ti serve averla, oppure se ti serve averla perchè desideri a tutti i costi possederla.

Si chiama materialismo,ed è un sistema di propaganda che spinge le persone a credere che se avranno questo o quell'oggetto si sentiranno felici e soddisfatte.
Così il desiderio di "avere" porta inevitabilmente alla ricerca del denaro,che spinge molte persone a dedicare (io direi sprecare) la loro vita a questo obiettivo.

Ne parlava la Bibbia circa 2000 anni fa:
"Comunque, quelli che hanno determinato di arricchire cadono in tentazione e in un laccio e in molti desideri insensati e dannosi, che immergono gli uomini nella distruzione e nella rovina.  Poiché l’amore del denaro è la radice di ogni sorta di cose dannose" (1 Timoteo 6:9-10)

Come dargli torto?

"perché abbiamo un combattimento non contro sangue e carne, ma contro i governi, contro le autorità, contro i governanti mondiali di queste tenebre, contro le malvage forze spirituali che sono nei luoghi celesti"
gen
Inviato: 10/10/2011 12:06  Aggiornato: 10/10/2011 12:06
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/11/2006
Da:
Inviati: 142
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Citazione:
Sarò in parte viziato da un atteggiamento snob, ma sono sempre più orgoglioso di non possedere nè aver mai posseduto nulla della Apple.

Adesso hai capito. Un tempo quando dicevi di possedere un Mac eri considerato snob. Oggi sei massa. Ma quello che molti non capiscono è la differenza fra avere un oggetto che funziona bene e uno che è fatto di spazzatura. Rendere la qualità di costruzione, in questo caso hardware, failità d'uso, prestazioni e design, caratteristiche appetibili dalla massa è un pregio. Poi i deliri delle code sono ovviamente un'esagerazione. Ma preferisco la coda Apple a quella H&M. Per quel che significa.

black
Inviato: 10/10/2011 12:35  Aggiornato: 10/10/2011 12:35
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/8/2009
Da:
Inviati: 844
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Citazione:
Oggi rischiamo di ricadere nello stesso identico meccanismo. La follia sembra la stessa, la brama del drogato sembra la stessa, il desiderio di ascesi mistica sembra lo stesso. L’unica differenza è che oggi al posto dell’LSD troviamo l’i-Phone.

e al posto di terence mckenna e morto steve jobs
...qualcosa deve essere andato storto

matteog
Inviato: 10/10/2011 12:53  Aggiornato: 10/10/2011 12:53
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/9/2009
Da: Roma
Inviati: 966
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Concordo pienamente con l'ultima parte dell'articolo sui danni di Jobs e tal proposito cercando di fare chiarezza più sulla vita di quest'uomo cito un commento che ho lasciato da un po' di parti il giorno della sua morte:

È morto un ladro di idee (Xerox), un uomo che ha costruito un impero sulla manipolazione della mente della gente tramite un uso massiccio di pubblicità ingannevole (vedere spese pubblicitarie), che ha spacciato per innovazione prodotti indietro con i tempi (il multitouch esisteva prima del primo Iphone vedere progetto TED), che ha spacciato per sua invenzione il tablet che esisteva già nel 2001, un uomo arrivista che ha preso un sistema Unix e ha creato l'ambiente più chiuso e controllato al mondo, un uomo che affermava che era lui a decidere cosa doveva andare bene per l'utente, che limitava la possibilità di scelta dell'utente, che ha creato è diffuso l'omologazione al livello interplanetario con i suoi prodotti tutti identici e senza personalizzazione, che ha venduto al triplo del costo oggetti che erano fatti con gli stessi materiali e chip di altre aziende (vedere l'hardware iPhone e Macbook), che ha fatto i soldi non sul valore reale degli oggetti ma su quello virtuale, che ha censurato app sulle verità che succedevano nella produzione degli iPhone (vedere caso Phone Story), che ha tracciato e controllato gli utenti, che se n'è fregato dei suicidi nella sua catena produttiva, che se n'è fregato della salute dei suoi utenti censurando un app sul rilevamento delle onde elettromagnetiche dell'iphone, che quando ha visto che un altro colosso (che fra l'altro gli costruisce l'hardware) innovava e lo batteva sul mercato ha iniziato una battaglia di brevetti cercando di brevettare l'impossibile (angoli smussati), che quando ha scoperto che “l'antenna era fuori posto” non ha avuto nemmeno la decenza di ritirare i suoi prodotti ma ha attaccato gli altri e licenziato l'ingegnere, ma cosa ben più grave ha creato un fanatismo per oggetti inanimati creando un branco di zombie chiamati Apple fanboy che lo adorano nemmeno fosse Gesù Cristo in terra e cosa ben più grave venerano i suoi oggetti.
A chi mi contesterà dicendo che non è vero rispondo solo che o è un fanboy, quindi persona priva di ragione e di argomentazioni, oppure è ignorante e dovrebbe informarsi.
A chi mi accuserà di non rispettare un morto dico solo che io ricordo l'uomo per quello che realmente era non per quello che giornali e media pagati raccontano disinformando.
E a chi si chiederà perché tanto astio dico solo che sono stanco di vedere la verità così stuprata e negata.

Aggiungo anche che sono d'accordo con Stallman

In sostanza sono convinto che i danni di Jobs siano decisamente maggiori dei suoi benefici, e quelle "file" davanti agli Apple Stores lo dimostrano.

Matteo

"Cercare il complotto è sano, trovarlo dappertutto è follia." M. Galante
peonia
Inviato: 10/10/2011 13:33  Aggiornato: 10/10/2011 13:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Sarà, sarà come dice Massimo, sarà come dite voi...ma io l'uomo che ha pronunciato quel discorso a Standford lo ammiro, come uomo prima di tutto, magari tutti pensassero come lui....e se degli idioti lobotomizzati fanno le file per comprare checchessia, la colpa non è dell'ideatore....ma del controllo mentale che subiscono!
Non mi piace sentir subito palrare male di chi ci lascia.....

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
mc
Inviato: 10/10/2011 13:39  Aggiornato: 10/10/2011 13:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/5/2004
Da:
Inviati: 7222
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Premetto che mi frega sega di difendere Apple e Jobs (rip) ma ...
Che cavolo c'azzeccano con il concetto di consumismo sfrenato?

Inoltre, trovo una forzatura esagerata l'equiparazione alle droghe (che danno dipendenza fisica e mentale) !!!
Un iPhone non interviene chimicamente (almeno che io sappia...) e chiunque puo' capire da solo che ne puo' fare tranquillamente a meno, potendo.

Voglio dire, chi produce un prodotto che incontra e sposa in pieno i canoni della richiesta tecnologica (magari inventandoseli totalmente) non e' certo responsabile delle ossessioni consumistiche che spingono le persone a comprare lo stesso prodotto anche se perfettamente inutile e definitivamente non necessario.

E' il Capitalismo (il Mercato) il vero responsabile di questa vera e propria mania compulsiva, non di certo le idee di Jobs.
E', infine, una questione di educazione: a me hanno insegnato a prediligere e a cercare di ottenere le cose che mi servono, quelle utili ... (tra l'altro nn dimentichiamo chi poi in effetti l'iPhone, puttosto che l'iPad, lo usa attivamente in maniera utile, nel bilancio ... la butto li' un buon 30-40%?).

Ti sta proprio sui coglioni la Apple, uh??

anakyn
Inviato: 10/10/2011 13:56  Aggiornato: 10/10/2011 13:59
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/1/2010
Da:
Inviati: 1428
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Citazione:
Ma quello che molti non capiscono è la differenza fra avere un oggetto che funziona bene e uno che è fatto di spazzatura.


Mi rendo conto che esula dal nocciolo della questione che il presente articolo vuole sollevare, ma ci sarebbe molto da discutere al riguardo.

Io ho potuto fare esperienza di tutte e 3 le "grandi famiglie" che compongono l'attuale panorama del Personal Computing (Win, Mac, Linux) e posso sostenere in ordine sparso che:
- in termini di soddisfazione personale e crescita di competenze, Linux è il top e il Mac il peggio; persino Windows è migliore di Mac perchè nel complesso offre maggior libertà d'azione
- Windows è il peggiore come stabilità
- la maggior qualità hardware di Mac/Apple si sente nel prezzo, eccome se si sente
- le prestazioni superiori di Mac non dipendono da una superiorità tecnologica bensì dal fatto che, a differenza di Windows e Linux, nei pc Mac hardware e software "vanno a braccetto", nel senso che già in partenza si sa già che il software X finirà nell'hardware Y (a differenza di un Windows od un Ubuntu che possono finire in 1000 sistemi hardware completamente diversi da loro, e devono quindi essere molto più "elastici"). La conseguenza è che le risorse possono essere perfettamente ottimizzate e da qui le prestazioni migliori. L'altro lato della medaglia è che il Mac te lo tieni così com'è, non è che tu ci possa mettere granchè le mani sopra (e alla gran parte dei suoi utenti va bene così...sigh)
- Mac/Apple è sinonimo di controllo a tutti i livelli: significa errori ridotti ai minimi termini, ma anche riduzione ai minimi termini della creatività individuale. Offre prodotti che funzionano benissimo, e funzionano solo a modo loro. Non si è lontani dal punto in cui è il prodotto ad "usare" il cliente, e non viceversa.


Cosa voglio dire con tutto questo?
Che il discorso non vede una semplice contrapposizione in termini di qualità (spazzatura / no spazzatura), bensì prende in esame una complessità di fattori tra cui quello economico (i Mac costano più degli altri, è un fatto), quello relativo alla varietà dell'esperienza offerta (nessun mondo è più ricco rispetto a quello del Pinguino), e last but not least quello etico, visto che potendo scegliere preferirò tutta la vità prodotti open source rispetto a quelli proprietari (grazie, in questo senso, a chi ha linkato l'intervista di R. Stallman).

Anzi, mi accorgo che il confronto/conflitto fra closed/open source è uno degli aspetti più interessanti eppure meno considerati negli articoli e commenti letti in questi giorni.
Eppure basterebbe da solo, ripeto da solo, a far pendere nettamente la bilancia in favore di uno dei contendenti, e con da solo non intendo in quanto tale, bensì assieme a tutte le conseguenze che porta con sè.
Inutile dire che la Apple uscirebbe distrutta da qualsiasi analisi che considerasse prioritario il fattore open source.

mc
Inviato: 10/10/2011 14:03  Aggiornato: 10/10/2011 14:03
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/5/2004
Da:
Inviati: 7222
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Peonia...
Condivido (a parte il fatto che vivo o morto una critica giustificata e' sempre ben accetta, per quanto mi riguarda... l'emotivita' viene dopo l'analisi razionale).

Ho avuto la stessa reazione all'articolo.

Volevo anche condividere le critiche di Stallman:
semmai una delle colpe di Jobs, e del proprio team, e' stata quella di allinearsi al concetto oppressivo di una tecnologia chiusa e di fornire mezzi di controllo (usandoli a proprio vantaggio probabilmente) ma non ho abbastanza informazioni per poter andare fino in fondo alla questione.

La mania compulsiva delle masse non e' tra quelle "colpe" nella maniera +' assoluta...
mc

perspicace
Inviato: 10/10/2011 14:06  Aggiornato: 10/10/2011 14:06
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Non mi piace sentir subito palrare male di chi ci lascia...
Peonia mettere in discussione l'etica di apple non e mettere in discussione l'etica di Steve Jobs e comunque l'apple non ci ha ancora lasciati quindi di lei si può discutere giusto?

Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
gen
Inviato: 10/10/2011 14:11  Aggiornato: 10/10/2011 14:11
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/11/2006
Da:
Inviati: 142
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Guarda Matteo avrai tutte le ragioni del mondo sulle malefatte industriali di Apple e quindi di Jobs, che sono poi ne più ne meno quelle dei grandi gruppi industriali.
Per me, come utente, la scelta Apple (per i personal), deriva da facilità d'uso e praticità che per te vuol dire sistema chiuso, etc. deriva da silenzio sul desk, deriva da buone prestazioni (a richiesta ottime) e da durevolezza dell'oggetto.

peonia
Inviato: 10/10/2011 14:15  Aggiornato: 10/10/2011 14:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Perspicace, il titolo però è "Steven Jobs - L’altra faccia della mela"

come se lui fosse "doppio", falso....non so mi ha disturbato, se poi voi conoscete la storia, Apple lui l'ha creata ma poi per un certo periodo è andatra avanti da sola...dopo è rientrato in Apple.
Comunque si commemora l'uomo, la sua creativtà, se vi disturba parlare di genialità, non della SPA.....

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
aleste85
Inviato: 10/10/2011 14:31  Aggiornato: 10/10/2011 14:31
Ho qualche dubbio
Iscritto: 24/5/2010
Da:
Inviati: 204
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
@mc
concordo con quanto dici tu.
con le debite differenze dal mio punto di vista è come condannare un'azienda di coltelli perchè qualcuno con quei coltelli ha ucciso una persona.
l'invenzione è utile... poi con quello che ci si fa non è responsabilità diretta di chi l'ha inventato.
se delle gente diventa fanatica di un marchio , per come la vedo io, è solo colpa loro

audisio
Inviato: 10/10/2011 14:33  Aggiornato: 10/10/2011 14:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Diciamo la verità.
C'è stato un momento, anche abbastanza lungo, in cui
Apple era in ginocchio, ad un passo dal fallimento, stroncata
dalla "familiarità" di Windows.
Come è ripartita da lì?
Col design, i Mac si sono ricominciati a vendere perrchè erano
più belli, molti di quelli che li compravano non avevano la minima
idea del fatto che fossero effettivamente più performanti.
E da allora è sempre stato così, i prodotti Apple si vendono perchè
sono "fichi".
Io avevo un Walkman Sony grande quanto il primo Ipod e con memoria
da 20 Gb, comprato 5-6 anni prima che uscisse l'Ipod e alla metà del
prezzo.
Solo che era grigio e sebbene come comandi fosse molto più friendly
dell'odiatissima (per me) ma molto trendy rotellina dell'Ipod, Sony ha
dovuto arrendersi e Ipod è divenuto il prodotto monopolista del settore.
Dice, bè anche Sony poteva farlo più accattivante.
Sì ma ormai c'aveva pensato prima Apple e a quel punto il brand vince,
anche se metti sul mercato un prodotto più funzionale e performante
non puoi far nulla contro il semplice fatto che ormai la parola Ipod
identifica i micro riproduttori digitali audio portatili.
In pratica, Jobs è stato soprattutto uno stilista...

EmaDecanti
Inviato: 10/10/2011 14:39  Aggiornato: 10/10/2011 14:39
So tutto
Iscritto: 10/10/2011
Da:
Inviati: 8
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Io non sono per nulla d'accordo con tutto ciò che ha scritto il sig Mazzucco, ma tutto è opinabile, per carità. L'aspetto a mio avviso NON opinabile è il paragone tra LSD e iPhone: l'LSD è una droga, è illegale e uccide. L'iPhone, fino a prova contraria no. So che per voi di luogocomune la parola PROVA è un oggetto misterioso e non ben identificato (come gli ufo...), ma a tutto c'è un limite.

Saluti

alsecret7
Inviato: 10/10/2011 14:45  Aggiornato: 10/10/2011 14:45
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/6/2007
Da:
Inviati: 561
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
io credo che questi super cervelloni stiano creando piu cose inutili che utili. certo che i giovani, non dico tutti ma una bella fetta di oggi sono schiavi e drogati da quello che la tv dice. non si puo dire il contrario e lo si vede dal fatto che se la tv non pubblicizza quella deterninata cosa credo che di file se ne vedano poche in giro, quindi schiavi lo sono e usano poco il cervello tutto quello che la tv non dice e non fa nessuno lo va a cercare, anche se quella cosa esiste quindi un plagio della mente ce. ma i geni che fanno energie pulite per mandare auto riscaldamenti dove sono? perche publicizzano solo geni per i giochini passa tempi ecc.ecc. dove sono tutti glialtri geni che dovrebbero veramente farci tutti stare meglio dove sono le tv che dovrebbero pubbliccizzarli. ecco e questo che manca e che la massa ignorante e troppo presa per i giochini in 3d ecc. che non servono ad una beata minchia per il vero sviluppo. a me non interessano i geni furbi ma quelli seri che lavorano veramente per il nostro bene ma che purtroppo e per colpa di un mercato corrotto fasullo e molto spesso inutile, vengono nascosti e ignorati perche rovinerebbe i loro sogni di bambino, e io ritengo steven jobs un bambino grande a cui e stata data la possibilita di giocare con i sui giocattoli ripeto giocattoli cioe distrazione non pensiero. ecco perme steven giobs era questo nientaltro e a fatto comodo a chi non vuole che i geni veri e utli al mondo possano far vedere quello che sanno fare e solo mercato nientaltro.

Paxtibi
Inviato: 10/10/2011 15:02  Aggiornato: 10/10/2011 15:02
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
E' il Capitalismo (il Mercato) il vero responsabile di questa vera e propria mania compulsiva, non di certo le idee di Jobs.

Interessante, immagino che avrai una corposa teoria che spiega in che modo "il mercato" induca nelle genti questa "mania compulsiva"...


perspicace
Inviato: 10/10/2011 15:12  Aggiornato: 10/10/2011 15:12
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Peonia come tu hai ben detto il titolo è:" Steven Jobs - L’altra faccia della mela" cioè la mela a due facce una Steve jobs l'altra Apple S.P.A.
Massimo infatti apre bene e coglie il nesso cioè come un azienda sfrutta Steve per fare code alle vendite cosa che serve a promuovere un prodotto.
Apre bene perché?
Perché inizia lodando il lavoro di un uomo che a migliorato la vita delle altre persone creando una tecnologia utile e lo mette bene in chiaro con questa frase:"Ma è qui che finisce, a mio parere, il “miracolo” di Steven Jobs" lo ha addirittura messo alla stregue di un santo "miracolo".

Poi giustamente parla di come tutti i fan di Steve Jobs non sono tutti uguali, c'è chi si mette in fila per 4ore per far vedere a gli altri che ha il nuovo giocattolo e c'è chi come me l'apple non ce l'ha ma apprezza come il talento di quest'uomo abbia contribuito alla innovazione tecnologica.

Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
Notturno
Inviato: 10/10/2011 15:19  Aggiornato: 10/10/2011 15:19
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/8/2008
Da:
Inviati: 1920
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
MM: sicuro che il tuo articolo non porti la mia firma?

Abbiamo avuto le stesse esperienze.... io impazzivo prima del C64 a rifare e ri-rifare lunghi scritti e il PC fu una RINASCITA!

Condivido anche il bianco e nero della figura di S. Jobs.

Peonia, non c'è solo la critica, ci sono i DUE aspetti: quello positivo e anche quello negativo delle opere di un uomo che ci ha segnati.

Un esempio banalissimo: tutti i moderni cellulari, da ANNI, usano moduli di memoria che leggono gli mp3, eppure c'è chi ha il cellulare e poi si compera l'i-pod.

E' coglione si o no?

Sicuramente si. Il fatto è che lo incoraggiano a esserlo.

E non fate troppe distinzioni tra l'artificioso incoraggiamento al consumo e la droga. Sono troppo troppo simili per trovarvi distinzioni reali.

Io direi che l'articolo di Massimo sia estremamente equilibrato e corretto.

Rende Encomiabili Dire No A
Religiosi Orpelli. Mentire Provoca Eccidii.
(Stefano Bartezzaghi)
Dexther
Inviato: 10/10/2011 15:29  Aggiornato: 10/10/2011 15:29
So tutto
Iscritto: 18/7/2005
Da:
Inviati: 6
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Dai al mondo della merda, e la rifiuterà.
Dai al mondo la stessa merda ben confezionata,con due cilliegine, bel spalmanta con due ballerine sopra e otterai l'efetto steeve jobs.

Ma ...
Diciamo che quello che fa il sitema Apple non e male come sistema, e a prova di utonto e no è male.
Peccato però che tutto questo e solo SOFTWARE, righe di comando pezzetti di programma che girano su un hardware pegato CARO che e uno schiaffo moale alla comunità e al mondo intero.
Rosberry pc , e il nuovo http://www.youtube.com/watch?v=He_lwac7NLg&feature=player_embedded
vedete voi :D

audisio
Inviato: 10/10/2011 15:41  Aggiornato: 10/10/2011 15:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
@ EmaDecanti:
L'LSD uccide?
E chi l'ha detto?
Dove l'hai letto, su Novella 2000?

Al suo inventore, Hoffmann, ha allungato la vita.
Hoffmann è morto a oltre 100 anni di età e fino all'ultimo giorno
ha periodicamente consumato LSD.
Ed è rimasto lucidissimo fino alla fine...
Mentre, ad esempio, due ragazzini a Napoli si sono fatti ammazzare
alla loro prima rapina in un supermercato perchè volevano comprarsi
appunto l'IPhone...

Polonio
Inviato: 10/10/2011 15:59  Aggiornato: 10/10/2011 15:59
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/8/2009
Da:
Inviati: 797
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela

black
Inviato: 10/10/2011 16:02  Aggiornato: 10/10/2011 16:11
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/8/2009
Da:
Inviati: 844
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Citazione:
Io non sono per nulla d'accordo con tutto ciò che ha scritto il sig Mazzucco, ma tutto è opinabile, per carità. L'aspetto a mio avviso NON opinabile è il paragone tra LSD e iPhone: l'LSD è una droga, è illegale e uccide. L'iPhone, fino a prova contraria no. So che per voi di luogocomune la parola PROVA è un oggetto misterioso e non ben identificato (come gli ufo...), ma a tutto c'è un limite.

lsd è una droga..ma a malincuore nel mondo ci sono molti piu' drogati di iphone i pade e merdate simili
lsd è illegale...allora deve far proprio male!
se uno non sa di cosa parla è meglio che stia zitto..come primo messaggio era difficile far peggio
Citazione:
Al suo inventore, Hoffmann, ha allungato la vita.
Hoffmann è morto a oltre 100 anni di età e fino all'ultimo giorno
ha periodicamente consumato LSD.
Ed è rimasto lucidissimo fino alla fine...

mi trovo in piena sintonia con quello che ha scritto audisio...voglio solo retificare che hoffmann non fu un consumatore abituale di lsd come riportato,fece un centinaio di "viaggi" in vita considerando l'eta'+o- uno due ad anno un po' poco per essere considerati consumatgori abituali,e ancor di piu' perchè la sostanza faccia alcun tipo di danno
fra i consumatori abituali possiamo cmq ricordarare timoty leary anche lui arrivato agli 80 in piene facolta' mentali
a questo punto timoty leary morto ad 80 hoffmann a 100 steve jobs a 50....qualcosa anche qui non quadra
(voglio anche ricordare cmq che in un inetrvista steve jobs ammise di aver fatto uso di lsd da giovane e che considerava questa una delle esperienze piu' importanti della sua vita)
...se lo diceva pure la mela

http://www.thefix.com/content/steve-jobs-think-different-and-lsd-9143
riporto dall'articolo
"The legacy of the legendary Apple genius is quickly being drafted by a worshipful worldwide media. But most obituaries omit his longtime love for LSD."
ehè si' certe cose meglio non riportarle meglio aprlare dell'i-phone

anakyn
Inviato: 10/10/2011 16:07  Aggiornato: 10/10/2011 16:07
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/1/2010
Da:
Inviati: 1428
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
OT

Ricordiamo però che l'LSD può anche rovinare vite, non è che sia nettare degli dei: vedi Syd Barrett, ad esempio.

FINE OT

settemele
Inviato: 10/10/2011 16:12  Aggiornato: 10/10/2011 16:12
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/5/2010
Da:
Inviati: 101
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
che palle questi GGIOVANI GOMBLOTTISTI copiaincolla da internet !
e beooo.ooo.ti creduloni di ben-jobs !!!! che ha infarcito i suoi prodotti di potenti messaggi massonico-esoterici:

64 come i codoni del dna
64 come gli esagrammi dell'I Ching

e poi la mela (APPLE) indiscusso simbolo esoterico-massonico


CHE PALLE QUESTI GGIOVANI ADORATORI DI BEN-JOBS
(adottato .... ma da dove veniva, dove era stato "costruito" ???)

ave, creduloni copincolla di internet !

donada72
Inviato: 10/10/2011 16:19  Aggiornato: 10/10/2011 16:19
So tutto
Iscritto: 7/6/2011
Da:
Inviati: 1
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Ottima dissertazione...

Ma mi chiedo se per caso questi im....li che fanno queste cose non sono per caso ottimi rappresentati dell'ignoranza dilagante.

Se la tecnologia porta alla comodità, anche il discernimento e la maturità della popolazione può far parte di questa selezione e concorrenza tanto acclamata.

Di solito una persona matura da la giusta priorità alle cose

audisio
Inviato: 10/10/2011 16:22  Aggiornato: 10/10/2011 16:22
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
@ black:
perdonami, ma Hoffmann faceva uno o due viaggi all'anno
perchè è così che ci si deve approcciare all'LSD.
Premetto che non l'ho mai provato perchè non me ne ritengo
all'altezza, devi avere un certo grado di purezza mentale e "spirituale"
per avvicinarlo.
E io, da questo punto di vista, sono troppo incasinato, ci lascerei le
penne, non fisicamente ma mentalmente.
Dicevo che Hoffmann lo usava come va usato, prima di fare un viaggio
si sottoponeva ad un periodo di meditazione e di purificazione fisica e
in questo modo il viaggio gli dava il massimo positivo che poteva dargli.
L'LSD, a differenza dell'IPhone, non è un oggetto di consumo e non
è per tutti...

audisio
Inviato: 10/10/2011 16:25  Aggiornato: 10/10/2011 16:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Oh, mio caro buon settemele...
Chiedi da dove è uscito fuori Jobs?
Ma come, non lo sai?
Il padre biologico di Jobs era di Homs in Siria, il luogo da dove
gli Usraeliani stanno muovendo per rovesciare il regime nemico
di Assad.
Coincidenze, solo coincidenze...

audisio
Inviato: 10/10/2011 16:36  Aggiornato: 10/10/2011 16:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Fondazione della Gran Loggia di Londra

La fondazione della Gran Loggia di Londra, successivamente denominata
Gran Loggia d'Inghilterra, segnò formalmente o convenzionalmente
l'atto di trapasso dall'antica massoneria di mestiere o operativa a quella
moderna o speculativa. Il 24 giugno 1717, nella Taverna dell'Oca e della
Graticola, quattro logge londinesi, The Goose and Gridiron, The Crown,

The APPLE Tree

e The Rummer and Grapes, così chiamate dai locali presso i quali
ciascuna si riuniva, decisero di darsi una nuova organizzazione
centralizzata, cui dettero il nome di Gran Loggia di Londra, ed elessero
come capo, con il titolo di gran maestro, il gentiluomo Anthony Sayer.
Nelle quattro logge fondatrici della neocostituita Gran Loggia era netta
la prevalenza di speculativi, estranei all'arte della costruzione:
gentiluomini, borghesi, intellettuali, tra i quali un ruolo preminente
rivestivano il pastore anglicano John Theophilus Desaguliers (1683-
1744), membro della Royal Society, brillante volgarizzatore delle teorie
newtoniane e letterato ben introdotto nell'alta società londinese, e il
pastore presbiteriano James Anderson (1684-1739); a quest'ultimo si
devono le Costituzioni adottate il 14 gennaio 1723.

The Apple Tree era una delle 4 logge che rigenerarono la Massoneria
ufficiale.
Se ci aggiungiamo questo:

Apple store: logo massonico

e l'assunzione del decano della Yale University a capo della Apple
University, bè qualche sospetto viene...

settemele
Inviato: 10/10/2011 16:52  Aggiornato: 10/10/2011 16:52
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/5/2010
Da:
Inviati: 101
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
per audisio:
finalmente qualcuno del sito LC che sa di cosa stiamo parlando:

64 36 del logo ...

interessante quel 36 che

inserito nel

36. 108. 36.

come viene anche chiamata anche la FIRMA DI DIO !

GRAZIE AUDISIO: NON MI SENTO PIU' DA SOLO IN QUESTO SITO !

audisio
Inviato: 10/10/2011 17:03  Aggiornato: 10/10/2011 17:04
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
@ settemele:
credo che quel numero sia quello di una tessera massonica
portata a paragone.
Poco male, direi che trattasi di sincronicità perchè effettivamente
quei numeri hanno un significato.
Io noterei più il sole appena accennato che circonda dardeggiante
il logo dell'Apple store.
E aggiungerei anche questo articolo di un agiografo che lo ricorda
come un Illuminato (parola grassettata nel testo, come a renderla
più rilevante) e ne traccia un ritratto piuttosto New Age, con
frequentazioni buddhiste (e vabbè) ma anche Hare Khrsna, noto
sottoprodotto massonico ed elitistico...
Ma com'è che dietro carriere così folgoranti, sotto sotto non c'è
Impulse ma sempre la Squadra e il Compasso?
Mmmmmmmmmmmmmm

settemele
Inviato: 10/10/2011 17:15  Aggiornato: 10/10/2011 17:15
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/5/2010
Da:
Inviati: 101
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
per audisio:

ma va là, siamo solo dei visionari ........ (ma che vedono tutto sotto una diversa luce, eheheh)

audisio
Inviato: 10/10/2011 17:19  Aggiornato: 10/10/2011 17:22
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Altro particolare:
la mela è il simbolo non solo del peccato nella Bibbia, ma ben
più interessante, è il simbolo dei Discordiani, setta che alcuni
pensavano mitico/romanzesca ma che molti dicono esista davvero,
a suo tempo lanciata dal bestseller cult dell'Underground USA
"La trilogia degli Illuminati" di Robert Anton Wilson e Robert Shea,
i cui tre libri si intitolano

L'Occhio nella Piramide
La Mela d'Oro (appunto)
Il Leviatano

Il simbolo prende spunto dalla Dea di riferimento della setta, ossia
Eris, appunto la Dea della discordia, Colei per capirci che scatenò
con le sue trame, incentrate nel metter zizzania, la famosa Guerra
di Troia.
I Discordiani sarebbero una delle innumerevoli articolazioni della Piramide
massonica che tende ad occupare ogni risvolto del Reale, destra e
sinistra, Bene e Male, conservatorismo e progressismo, moderatismo ed
estremismo, il Tutto e il Nulla sacro ai discordiani, nel nome del Sacro
Tao che i discordiani hanno ribattezzato Sacro Chao (ossia Sacro Caos).
Ricordate "Ordo ab Chao", l'Ordine dal Caos massonico?
Per i discordiani diventa "Chao ab Ordo", ossia Caos dall'Ordine che poi
è la stessa cosa...
Dall'Ordine preciso in cui vengono ridisegnate le comunicazioni e le
relazioni tra gli esseri umani nell'era I-qualchecosa, non nasce forse un
nuovo Caos, un Caos in cui gli esseri umani non riconosceranno più
sè stessi?
A voi l'ardua risposta...

DrHouse
Inviato: 10/10/2011 17:28  Aggiornato: 10/10/2011 17:28
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/11/2007
Da:
Inviati: 2394
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Citazione:
matteog ha scritto:
In sostanza sono convinto che i danni di Jobs siano decisamente maggiori dei suoi benefici, e quelle "file" davanti agli Apple Stores lo dimostrano.

Matteo, le file non si inventano per magia. Se ci sono, significa che esiste una predisposizione in molte persone a fare la fila per essere tra i primi ad accaparrarsi un prodotto. Non c'entra la manipolazione della mente. Jobs non ha manipolato un bel nulla, certamente non più di quanto abbiano fatti tanti altri nella sua posizione. Jobs ha semplicemente saputo agire sui punti vulnerabili di una fascia oggi abbastanza ampia di consumatori per trarne profitto, che poi è l'obiettivo principale di qualsiasi azienda.

Per prima cosa, credo sia venuto il momento di smetterla di pensare che la massa sia fatta da individui tranquillamente manipolabili in base alle intenzioni schiacciando un semplice pulsante. Se così fosse, basterebbe usare sempre gli stessi principi di marketing e il successo sarebbe garantito sempre e per tutti. Le cose, in realtà, sono assai più complesse. Devi sapere bene quali sono i meccanismi su cui agire, devi sapere esattamente chi è il tuo target, devi capire che cosa vuole e che cosa si aspetta da te. Non si spiegherebbe altrimenti perché le corporation spendono ogni anno milioni di dollari solo per studiare il mercato e capire i comportamenti di acquisto dei vari segmenti di pubblico. La verità è che vale per le grandi corporation lo stesso discorso che vale per i media: i media non inventano nulla, semplicemente dicono alla gente quello che la gente vuole sentirsi dire. Jobs ha offerto alla gente quello che la gente voleva da lui: sentirsi importante, sentirsi diversa, in una società sempre più spersonalizzata, massificata, costituita sempre più da individui uguali tra loro che utilizzano prodotti uguali tra loro perché usciti tutti dallo stesso capannone in Cina o in Romania. "Think different" è il grido di guerra di chi, tra i primi al mondo, ha capito che in una società dominata da prodotti consumer l'unico modo per sopravvivere era uscire dalla battaglia sul prezzo e inventare una domanda che non esisteva prima. L'obiettivo diventa dunque non più battere la concorrenza sul prezzo (impossibile quando hai davanti dei colossi), ma creare un'identità di marchio da associare a qualità (se non reale, quanto meno, percepita), facilità d'uso, comodità, personalizzazione e, principalmente, design ed estetica accattivanti. In una parola, esclusività. Creare insomma un qualcosa di diverso dal prodotto cinese, offrire a chi acquista l'illusione di essere diverso, di far parte di un club esclusivo, dove quello che conta non è spendere il meno possibile per avere un prodotto, ma far parte di una nicchia che si distingue dagli altri e vuole a tutti i costi sentirsi diversa. L'iPhone non lo compri perché è oggettivamente migliore di un altro smartphone. Lo compri perché è figo e perché è diventato uno status symbol. Perché vuoi sentirti parte di un club esclusivo.

In soldoni, Jobs ha saputo applicare all'elettronica di consumo i principi che da sempre regolano i beni di lusso, dove quello che conta non è mai la qualità in sé, ma la qualità percepita. Insomma, ha capito che in una società sempre più di massa e dominata sempre più da prodotti di massa, si genera fatalmente una reazione che porta molti consumatori a volersi distinguere. E per sentirsi diversi sono pronti a scucire molto più di quello che il prodotto in sé merita. Perché il bello della faccenda è proprio questo: chi fa la fila per l'iPhone sa benissimo che basterebbe aspettare qualche settimana per avere un prodotto equivalente in offerta a metà prezzo all'ipermercato più vicino a casa. Ciò nonostante, vuole l'iPhone e solo l'iPhone ed è pronto anche a fare la fila e a spendere il doppio per averlo prima degli altri.

Jobs non è stato un genio del male. E neppure un genio dell'elettronica. È stato semplicemente un grandissimo genio del marketing, uno che ha capito meglio e prima di altri alcuni processi embrionali in corso nel mercato per trarne un profitto senza precedenti. Per questo il caso Apple è stato e continuerà a essere studiato per altri decenni da tutti i più prestigiosi marchi del mondo. Qual è la strategia di BMW per vendere la MINI? Battere la concorrenza sul prezzo? Macché, si chiama "BE MINI". È la stessa minestra riscaldata di "Think different": prodotto figo, design accattivante, trattamento speciale del cliente. Si tratta, ancora una volta, di riuscire a illudere il cliente di far parte di un club esclusivo, dove, quando porti la macchina in assistenza per fare il tagliando, ti senti trattato come una persona speciale, ricevi un omaggio, ti senti offrire un caffè mentre sei in sala d'attesa e stai comodamente seduto in poltrona a vedere un DVD su uno schermo al plasma a 52" oppure ti colleghi a Internet con il WiFi, ovviamente gratis. Per tutto questo, evidentemente, paghi un prezzo superiore alla media. Ma il prezzo non è mai il fattore decisivo per chi vuole sentirsi diverso.

Al di là di questo, cerca di capire che quello che tu vedi puoi vedere come manipolazione, osservato da una prospettiva aziendale è solo una forma si sopravvivenza. Quando non puoi competere sul prezzo, l'unica cosa che puoi fare è offrire un prodotto diverso. O che, quanto meno, venga percepito da molti come diverso. Tutto questo, per inciso, detto da uno che non ha mai posseduto un prodotto Apple in vita sua.

E dopo 10 anni, siamo a discutere se il Volo 77 è arrivato proprio lungo questa linea, o piuttosto è arrivato due metri più a sinistra, o due metri più a destra? (Perle complottiste)
peonia
Inviato: 10/10/2011 17:29  Aggiornato: 10/10/2011 17:29
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Siete contenti? anche gli Illuminati muoiono e presto!

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
black
Inviato: 10/10/2011 17:32  Aggiornato: 10/10/2011 17:32
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/8/2009
Da:
Inviati: 844
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Citazione:
perdonami, ma Hoffmann faceva uno o due viaggi all'anno
perchè è così che ci si deve approcciare all'LSD.

bhe ci sono diverse linee di pensiero,e qua non mi sembra il thread giusto per dilungarsi,
voglio solo ricordare che hoffmann era un normale scienziato che scopri' l'lsd per puro caso,non era nè uno sciamano nè un guru nè una persona interessata all'esplorazione della mente,
forse anche per questo è sempre stato "riluttante" a certi usi della sostanza
Citazione:
Premetto che non l'ho mai provato perchè non me ne ritengo
all'altezza, devi avere un certo grado di purezza mentale e "spirituale"
per avvicinarlo.

per me sei piu' che puro :D
Citazione:
Dicevo che Hoffmann lo usava come va usato, prima di fare un viaggio
si sottoponeva ad un periodo di meditazione e di purificazione fisica e
in questo modo il viaggio gli dava il massimo positivo che poteva dargli.
L'LSD, a differenza dell'IPhone, non è un oggetto di consumo e non
è per tutti...

penso che un buon trip preso con le persone a cui si vuole bene aiuterebbe molte persone darsi a una svegliata...anche a quelle che giocano a tetris sull'iphone(niente contro tetris per carita')

penso cmq che puo' essere concluso l'ot ho gia' sporcato abbastanza la pagina

EmaDecanti
Inviato: 10/10/2011 17:39  Aggiornato: 10/10/2011 17:39
So tutto
Iscritto: 10/10/2011
Da:
Inviati: 8
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Non avrei mai pensato che adesso, dall'uccidere i ragazzini in discoteca, l'LSD è diventato l'elisir di lunga vita.. E mi si viene detto: "al tuo primo commento era difficile fare peggio".. Se poi mi si porta l'esempio (idiota) che l'iPhone uccide perché dei ragazzi sono morti per tentare di rubarlo, allora io mi abbasso al vostro livello e vi chiedo "quante morti ha provocato la commercializzazione di LSD e droghe in generale, tra le bande che la vendono e che per questo si sparano addosso?

"I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto."

Vedendo l'andazzo della gente che gira qui, questa frase è una bella polizza assicurativa

audisio
Inviato: 10/10/2011 17:39  Aggiornato: 10/10/2011 17:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
@ peonia:
se è per questo, anche Cuccia è "morto"...
Ma questo aprirebbe OT chilometrici.
La lascio lì...

DrHouse
Inviato: 10/10/2011 17:44  Aggiornato: 10/10/2011 17:44
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/11/2007
Da:
Inviati: 2394
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Citazione:
audisio:
se è per questo, anche Cuccia è "morto"...

Beh, a 93 anni. Non a 56.

E dopo 10 anni, siamo a discutere se il Volo 77 è arrivato proprio lungo questa linea, o piuttosto è arrivato due metri più a sinistra, o due metri più a destra? (Perle complottiste)
audisio
Inviato: 10/10/2011 17:46  Aggiornato: 10/10/2011 17:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
@ emadecanti:
l'LSD non ha mai ucciso nessuno direttamente, come accade invece
per alcool, psicofarmaci e quelle che tu hai scambiato per l'LSD, ossia
l'ecstasy, l'MDMA e altre droghe sintetiche paraanfetaminiche.
Se una morte può essere ricondotta all'LSD è solo per via indiretta, ad
esempio uno che "fatto" va a sbattere con la macchina.
Ma se uno prende l'LSD e poi si mette a guidare, è scemo.
E allora il mio esempio della rapina è calzantissimo.
Altra cosa che può fare l'LSD è mandare fuori strada la tua psiche,
esattamente come l'I-Phone (non dirmi che scaricarsi le ultime inutili
apps non sia indice di deragliamento di rotelle).
Solo che l'LSD usato da chi è esperto fa un gran bene, l'I-Phone no,
se non dannoso è comunque inutile...

audisio
Inviato: 10/10/2011 17:47  Aggiornato: 10/10/2011 17:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
@ peonia:
e si vede che il "destino" aveva riservato qualcos'altro
per lui, a questo punto della sua strada...

totalrec
Inviato: 10/10/2011 17:56  Aggiornato: 10/10/2011 17:56
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
So che non mi crederà nessuno, ma io provo a chiederlo lo stesso.

Che diavolo è un I-Phone?
E a che serve?

Giuro che non sto facendo dell'ironia.

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
DrHouse
Inviato: 10/10/2011 17:58  Aggiornato: 10/10/2011 17:58
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/11/2007
Da:
Inviati: 2394
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Citazione:
So che non mi crederà nessuno, ma io provo a chiederlo lo stesso.

Che diavolo è un I-Phone?
E a che serve?

Giuro che non sto facendo dell'ironia.

È un buon segno, credimi.

E dopo 10 anni, siamo a discutere se il Volo 77 è arrivato proprio lungo questa linea, o piuttosto è arrivato due metri più a sinistra, o due metri più a destra? (Perle complottiste)
infosauro
Inviato: 10/10/2011 18:24  Aggiornato: 10/10/2011 18:35
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/5/2008
Da: questo mondo (credo)
Inviati: 2376
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Citazione:
[...]la commercializzazione di LSD e droghe in generale,[...]

Commercializzazione? Perchè l'lsd si trova al mercato?

"It's just a ride"
William Melvin "Bill" Hicks, l'ultimo degli hippy, il primo dei complottisti (a comparire in TV).
winston73
Inviato: 10/10/2011 18:46  Aggiornato: 10/10/2011 18:46
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/5/2010
Da:
Inviati: 135
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Citazione:
È morto un ladro di idee (Xerox), un uomo che ha costruito un impero sulla manipolazione della mente della gente tramite un uso massiccio di pubblicità ingannevole (vedere spese pubblicitarie), che ha spacciato per innovazione prodotti indietro con i tempi (il multitouch esisteva prima del primo Iphone vedere progetto TED), che ha spacciato per sua invenzione il tablet che esisteva già nel 2001, un uomo arrivista che ha preso un sistema Unix e ha creato l'ambiente più chiuso e controllato al mondo, un uomo che affermava che era lui a decidere cosa doveva andare bene per l'utente, che limitava la possibilità di scelta dell'utente, che ha creato è diffuso l'omologazione al livello interplanetario con i suoi prodotti tutti identici e senza personalizzazione, che ha venduto al triplo del costo oggetti che erano fatti con gli stessi materiali e chip di altre aziende (vedere l'hardware iPhone e Macbook), che ha fatto i soldi non sul valore reale degli oggetti ma su quello virtuale, che ha censurato app sulle verità che succedevano nella produzione degli iPhone (vedere caso Phone Story), che ha tracciato e controllato gli utenti, che se n'è fregato dei suicidi nella sua catena produttiva, che se n'è fregato della salute dei suoi utenti censurando un app sul rilevamento delle onde elettromagnetiche dell'iphone, che quando ha visto che un altro colosso (che fra l'altro gli costruisce l'hardware) innovava e lo batteva sul mercato ha iniziato una battaglia di brevetti cercando di brevettare l'impossibile (angoli smussati), che quando ha scoperto che “l'antenna era fuori posto” non ha avuto nemmeno la decenza di ritirare i suoi prodotti ma ha attaccato gli altri e licenziato l'ingegnere, ma cosa ben più grave ha creato un fanatismo per oggetti inanimati creando un branco di zombie chiamati Apple fanboy che lo adorano nemmeno fosse Gesù Cristo in terra e cosa ben più grave venerano i suoi oggetti.


pienamente d'accordo è incredibile lo stato di iconizzazione/santificazione di questo tizio tal quale bill gates ma, però, BUONO. non si sa per quali ragioni visto che ahimè quello che scrivi matteog è tutto vero.
all'università ho usato i primi pc coloratissimi I-mac cessi stratosferici tant'è che hanno dovuto rifare l'aula informatica dopo un anno.
il marketting fa davvero miracoli soprattutto quando associ un prodotto ad una faccia o storia di vita affascinanti come quelli del Jobbs.
a quando i Tablet Obama?

io da 10 anni ho lo stesso assemblato, ogni tanto aggiungo qualcosa e con xp sp3 naturalmente pirata va da dio. basta pulire il registro ogni tanto.

2+2=5
Giano
Inviato: 10/10/2011 18:47  Aggiornato: 10/10/2011 18:47
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/3/2011
Da:
Inviati: 1424
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Totalrec:
“Che diavolo è un I-Phone?
E a che serve?”

E’ un telefono portatile che permette, tra le altre cose, di leggere
gli articoli su Blogghete! anche quando sei sull’autobus.
Se nel 2001 fosse stato già in produzione avremmo centinaia di foto e
filmati di discreta qualità del giorno 11 settembre.

Ma serve anche a far sbattere sui pali della luce il cranio di chi lo usa mentre cammina. Nasconde i gradini e fa centrare le buche in mezzo alla strada.
Fa riconoscere al volo i cafoni che entrano in un locale pubblico.
E’ un aggeggio utile se non sei un idiota e dannoso se sei idiota.

Come qualsiasi cosa se ne può fare un uso sbagliato.

Puoi fare un parallelo con l’LSD. Usato in discoteca come se fosse
una droga è farne un uso sbagliato, ma se usato a dovere può
cambiarti l’esistenza.

perspicace
Inviato: 10/10/2011 18:48  Aggiornato: 10/10/2011 20:08
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Se punti il dito verso la luna, l'idiota guarderà il dito
EmaDecati per quelli come te ce il sito di "paolo attivissimo" ed impara che quando si sale sul ring lo si fa per vincere quindi se ce Iron Mike ad aspettarti EVITA. Non si ci butta in cose che non sono alla nostra altezza ;)

Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
alsecret7
Inviato: 10/10/2011 18:48  Aggiornato: 10/10/2011 18:48
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/6/2007
Da:
Inviati: 561
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
nesuno di voi a risposto alla mia domanda dove sono i gegni del energia pulita e a costo zero? dove sono i progetti di queste invenzioni?ecco a me interessa questo non il telefonino e le divolerie che ci sono dentro che servono sino ad un certo punto, e il piu delle volte non servono a niente. ripeto quelli sono giochini a differenza delle energie pulite e costo zero a me interessa piu questo.

EmaDecanti
Inviato: 10/10/2011 19:08  Aggiornato: 10/10/2011 19:08
So tutto
Iscritto: 10/10/2011
Da:
Inviati: 8
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Ah quindi consiglieresti o addirittura daresti lsd a tuo figlio?
Mio DIO ora capisco perché non siete in grado di distinguere un missile da un Boeing

DrHouse
Inviato: 10/10/2011 19:16  Aggiornato: 10/10/2011 19:16
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/11/2007
Da:
Inviati: 2394
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Citazione:
Mio DIO ora capisco perché non siete in grado di distinguere un missile da un Boeing

Voi chi? Quale missile, quale Boeing?
E visto che ne hai parlato sopra, quali sono le prove di cui parli?

E dopo 10 anni, siamo a discutere se il Volo 77 è arrivato proprio lungo questa linea, o piuttosto è arrivato due metri più a sinistra, o due metri più a destra? (Perle complottiste)
Calvero
Inviato: 10/10/2011 19:22  Aggiornato: 10/10/2011 19:22
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Bella lì, Giano

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Atlantotec
Inviato: 10/10/2011 19:27  Aggiornato: 10/10/2011 19:27
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/3/2010
Da: Zurigo
Inviati: 32
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Citazione:

c’è sempre il motore di ricerca del tuo computer che te la trova in pochi minuti.

Dai non esagerare... pochi minuti... volevi dire...
avvii la ricerca....
ti vai a fare il caffe....
ti mangi il solito panino e poi....
forse arriva il risultato.
Poi ti accorgi che è quello sbagliato e ti mangi i c... perche devi tornare a farti un altro caffé!

È SUPERFRUO dire che se usassi un MAC ci metterebbe solo pochi millisecondi! Il MAC oltrettutto ti mantiene in salute perchè non hai la scusa per avvelenarti col caffé e ti risparmia i nervi.

Le 2 frasi più ricorrenti tra gli utilizzatori di microsoft:
ma cosa fa adesso?
così non ha mai fatto!

La vertebra Atlante: la causa nascosta di molto dolori!
Forumsano: per una salute ottimale.
Forumgesund: forum salute in tedesco.
Redazione
Inviato: 10/10/2011 19:30  Aggiornato: 10/10/2011 19:35
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
EMADECANTI: "NON opinabile è il paragone tra LSD e iPhone: l'LSD è una droga, è illegale e uccide. L'iPhone, fino a prova contraria no."

(Dall'articolo "Il baco mentale"): Tu sorridi, perchè pensi che abbia capito male, e gli spieghi: “Guarda che io non ho paragonato Giovanni ad Hitler. Ho detto che Giovanni sta al suo errore come Hitler sta alla sua pazzia, nel senso che nessuno dei due se ne rende conto. E' una analogia, non è un paragone”.

Oppure:

Tu sorridi, perchè pensi che abbia capito male, e gli spieghi: “Guarda che io non ho paragonato l’LSD all’I-Phone. Ho detto che l’LSD stava alla generazione di Allen Ginsberg (simbolo di ascesi mistica) come l’-Phone sta alle generazioni di oggi (simbolo di “ascesi” sociale). E' una analogia, non è un paragone.

A sta a B come C sta a D. A non è uguale a C.

°°°

FEFOCHIP: Touchèe. Dovevo aspettarmela!

Redazione
Inviato: 10/10/2011 19:33  Aggiornato: 10/10/2011 19:33
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
EMADECANTI: "Vedendo l'andazzo della gente che gira qui, questa frase è una bella polizza assicurativa"

Se la gente che gira qui non ti piace nessuno ti obbliga a rimanere. Ma smettila immediatamente di provocare, altrimenti il problema te lo risolvo io.

Calvero
Inviato: 10/10/2011 19:42  Aggiornato: 10/10/2011 19:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
___________________
__________

Un articolo intelligente quello di Massimo e soprattutto mi ha mosso delle riflessioni questo passaggio...

Citazione:
Ecco che così di colpo il nostro cervello, grazie al computer, si è ritrovato a disporre di una meravigliosa estensione naturale dei propri “cassetti di memoria”, già saturi e spesso zeppi di cose inutili. Da oggi le cose che riguardano il global warming le metto lì, quelle che riguardano l’archeologia le metto lì, e le lettere d’amore per mia moglie le metto qui. Tutto ben archiviato, tutto ordinato, tutto ritrovabile in pochi secondi. E mentre la tua base di informazione disponibile cresce in modo esponenziale, tu rimani sempre più libero di gestire quelle informazioni in modo creativo, stimolante e produttivo.


.. e anche un po di nostalgia. Nel senso che l'opera di virtualizzazione dell'esistenza sta eclissando tutti i nostri confini. Si lo so, termini come "confine" potrebbero essere percepiti come qualcosa di limitante, ma qui è l'inganno.

L'uomo ha dei limiti che può sorpassare, ma il sorpassarli non indica che sia in frequenza con la propria entità. Spirituale in primis. Lo hanno fatto le religioni; lo fa la politica. Abbiamo sempre un cavolo di aggeggio che sposta il baricentro un po più in là ...

.. siamo noi a volerlo.

Non è più possibile concepire la forma mentis (che peccato) vicina a quella che è la magia dello scambio epistolare, a quella che essa ispirava in maniera oserei dire "organica". Ma non propriamente per il fatto che in sé l'ortografia, per dirne una, sia già di per sé la traccia più veridica di un percorso che vuole chiamarsi, appunto, personale...

-edit-

.. ma per il fatto che la nostra mente entrava in gioco diversamente e le dinamiche messe in moto erano affini ai tempi naturali della nostra esistenza.

E ora? tutto a mignotte, of course. In questo senso soltanto divergo un po dalla visone di Massimo, in quanto trovo precisamente e ugualmente pericoloso anche il percorso silenzioso di in-seguire tecnologie meno Snob/Naif che non puntano (come fa APPLE) sulla propaganda elitaria di appartenere a una sorta di club esclusivo del pensiero e dell'azione, per giunta. Ma anche un bel per Dio - ci sta. E alla grande.

Come avevo concluso nell'altro Topic con Tuttle, riscrivo:

Non mi sembra che senza fare la Fila e comprandosi dei Cellulari e Smartphone più "anonimi".. si esca dal maligno e la coscienza acquisti un altro spessore.

Insomma.

La questione consumistica legata a queste filosofie orma di Vita (mannaggia la miseria), fanno appello a un sentimento che è ben lungi dalle macchinazioni morbose messe in moto da APPLE che sono soltanto lì ad approfittare di un atteggiamento umano che apre le gambe a priori di questo malanno.

La verità è che TUTTI si vuole correre, ecchecristo e...

.. come disse quel Canguro all'altro Canguro: ma che cazzo ti salti?

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
totalrec
Inviato: 10/10/2011 20:16  Aggiornato: 10/10/2011 20:24
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Citazione:
E’ un telefono portatile che permette, tra le altre cose, di leggere gli articoli su Blogghete! anche quando sei sull’autobus.



Ah, quindi più o meno come il mio Nokia, che ho pagato 50 euro in un negozio dell'usato. E costerà pressappoco lo stesso, vero?

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
Calvero
Inviato: 10/10/2011 20:27  Aggiornato: 10/10/2011 20:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Citazione:
Ah, quindi più o meno come il mio Nokia, che ho pagato 50 euro in un negozio dell'usato. E costerà pressappoco lo stesso, vero?



Dì la verità, stavi soltando aspettando la risposta per fare questa battuta eh ...


... sgamato! paga da bere

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
totalrec
Inviato: 10/10/2011 20:50  Aggiornato: 10/10/2011 20:50
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Citazione:
... sgamato! paga da bere


Ok, pago.

Però sul serio, non ho mai capito cosa sappia fare un Iphone che un qualunque telefonino mediamente accessoriato (e che non richieda per l'acquisto un mutuo trentennale) non possa fare egualmente. Cioè, quali sono i vantaggi del rinunciare alle ferie e alla birra al pub il sabato sera pur di possederne uno?

Vabbè, non me lo dite, non voglio saperlo in realtà...

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
LoneWolf58
Inviato: 10/10/2011 21:06  Aggiornato: 10/10/2011 21:06
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Citazione:
Però sul serio, non ho mai capito cosa sappia fare un Iphone che un qualunque telefonino mediamente accessoriato (e che non richieda per l'acquisto un mutuo trentennale) non possa fare egualmente.

Come con tutti gli strumenti solo l'uso ne fa capire la necessità (genericamente mi riferisco a tutti gli smartphone e non all'Iphone)
Citazione:
Cioè, quali sono i vantaggi del rinunciare alle ferie e alla birra al pub il sabato sera pur di possederne uno?
Non vale... qui stai barando. Non dico rinunciare a qualcosa ma se hai necessità di lavorare mentre sei in movimento ti posso garantire che "è utile".

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
Virtus
Inviato: 10/10/2011 21:11  Aggiornato: 10/10/2011 21:16
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/5/2011
Da: Lecce
Inviati: 93
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
DrHouse ha detto:
Citazione:
Matteo, le file non si inventano per magia. Se ci sono, significa che esiste una predisposizione in molte persone a fare la fila per essere tra i primi ad accaparrarsi un prodotto. Non c'entra la manipolazione della mente. Jobs non ha manipolato un bel nulla, certamente non più di quanto abbiano fatti tanti altri nella sua posizione.


Citazione:
Jobs non è stato un genio del male. E neppure un genio dell'elettronica. È stato semplicemente un grandissimo genio del marketing, uno che ha capito meglio e prima di altri alcuni processi embrionali in corso nel mercato per trarne un profitto senza precedenti. Per questo il caso Apple è stato e continuerà a essere studiato per altri decenni da tutti i più prestigiosi marchi del mondo. Qual è la strategia di BMW per vendere la MINI? Battere la concorrenza sul prezzo? Macché, si chiama "BE MINI". È la stessa minestra riscaldata di "Think different": prodotto figo, design accattivante, trattamento speciale del cliente. Si tratta, ancora una volta, di riuscire a illudere il cliente di far parte di un club esclusivo, dove, quando porti la macchina in assistenza per fare il tagliando, ti senti trattato come una persona speciale, ricevi un omaggio, ti senti offrire un caffè mentre sei in sala d'attesa e stai comodamente seduto in poltrona a vedere un DVD su uno schermo al plasma a 52" oppure ti colleghi a Internet con il WiFi, ovviamente gratis. Per tutto questo, evidentemente, paghi un prezzo superiore alla media. Ma il prezzo non è mai il fattore decisivo per chi vuole sentirsi diverso.


Questi due spezzoni dell' intervento secondo il mio modesto parere sono in contraddizione.

La cosa peggiore è che l'uomo (chiunque esso sia) tende a non condividere il frutto delle proprie capacità/potere intellettuale con tutti gli altri ma ad accapparrarsi sempre più potere convincendo allo stesso tempo gli altri d'essere "superiore".

Ora la mia domanda è: un uomo del genere ha migliorato o ha peggiorato le condizioni della collettività ?

Virtus
Inviato: 10/10/2011 21:14  Aggiornato: 10/10/2011 21:15
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/5/2011
Da: Lecce
Inviati: 93
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Citazione:
Citazione: Però sul serio, non ho mai capito cosa sappia fare un Iphone che un qualunque telefonino mediamente accessoriato (e che non richieda per l'acquisto un mutuo trentennale) non possa fare egualmente. Cioè, quali sono i vantaggi del rinunciare alle ferie e alla birra al pub il sabato sera pur di possederne uno? Vabbè, non me lo dite, non voglio saperlo in realtà...



Te lo dico io.

Non devi sapere a cosa serve, l'importante è pagare per averlo e quando ne creeranno un altro con un nome diverso, pagare ancora.

Jurij
Inviato: 10/10/2011 21:35  Aggiornato: 10/10/2011 21:35
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
sdebunko
Citazione:
Dice bene Massimo invece quando scrive di memori virtuale. Rifletteteci un attimo, ma per esempio io da quando mi sono affidata al pc, ho perso notevolmente la memoria,come me anche altri miei amici.... io ci vedo qualcosa di malefico in questo, nel senso che un popolo senza memoria è un popolo facilmente manipolabile, quindi se da una parte c'e' da ringraziare l'avvento dell'informatica e soprattutto della rete, dall'altro ho la sensazione che sia il cavallo di troia dell'elitè per chiudere il cerchio

Hai ragione sdebunko quando parli di perdita di memoria, influenzata dall’aiuto elettronico.

Questo pero riguarda più la memoria a corto termine tipo gli appuntamenti… cose che non hanno una grande importanza nel lungo tempo.

Per la memoria a lungo tempo ti assicuro che, per quanto vedo e sento, non viene scalfitta minimamente dal supporto informatico, anzi a volte mi capita di andare a prendere una “visione” di un qualche cosa che mi si stava annebbiando come ricordo e … vedendolo di nuovo, mi si ricarica il ricordo visivo nella mente.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Jurij
Inviato: 10/10/2011 22:03  Aggiornato: 10/10/2011 22:03
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Di tutto il post di matteog, che non contesto assolutamente, vorrei estrapolare queste 3 parole (come la famosa canzone):
Citazione:
… un uomo arrivista…


Non metto in dubbio che, valutando il mondo che ci troviamo almeno da 30 anni a questa parte, per le possibilità che vengono date ad ogni singolo di progredire personalmente , il tizio in questione era un “arrivista”, un vero carro armato.

La cosa però che vorrei fare notare, che forse viene dimenticata perché spesso data per scontata, è che a 56 anni, sicuramente quasi miliardario se non già, sacrificando nella sua vita di sicuro molte cose “preziosamente” umane … alla fine ha dovuto lasciare qui tutto e cosa ancora più importante, quel tutto non gli è servito a salvare la pelle.

Meditare …

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Vicarious
Inviato: 10/10/2011 22:19  Aggiornato: 10/10/2011 22:19
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/7/2010
Da:
Inviati: 35
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Ma, io tutti questi geni non li vedo... Costruire qualcosa piu' bello esteticamente e' da geni del Marketing? ci arriva anche mia nonna a questa soluzione. Mi sembra di ricordare quando si diceva che Oliviero Toscani era un genio della comunicazione perche fotografava un prete e una suora che si baciavano...

andmaz
Inviato: 10/10/2011 22:19  Aggiornato: 10/10/2011 22:19
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/8/2006
Da:
Inviati: 42
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Chissà se questa persona cosi "avanti" e lungimirante conosceva la cura simoncini..
Sò che è una provocazione ma inviterei a riflettere,a volte le persone che consideriamo dei fenomeni in fondo in realtà "non sanno gran chè".
con questo non intendo dire che si sarebbe salvato,è solo per riflettere..

un saluto.

phobos
Inviato: 10/10/2011 22:26  Aggiornato: 10/10/2011 22:26
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/9/2006
Da:
Inviati: 224
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Il mondo ha sempre girato in questo modo.
Da una parte ci sono i veri geni che sgobbano, studiano, partoriscono idee straordinarie e rimangono nell'ombra per tutta la vita; dall'altra parte ci sono quelli come Steve Jobs e Bill Gates che sfruttano quelle stesse idee per diventare ricchi e famosi.

matrix23
Inviato: 10/10/2011 22:43  Aggiornato: 10/10/2011 22:43
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/6/2008
Da:
Inviati: 39
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Non vorrei apparire saputello (scherzo) ma per sintetizzare e sopratutto comprendere il meccanismo che porta ad idolatrare un "freddo" piccolo oggetto come l'iphone, forse è necessario fare un passo indietro, per comprendere come la ns societa' sia stata abilmente "accompagnata" verso risultati come questo: riguardiamoci il doc "IL SECOLO DEL SE'", tutti e 3 gli episodi, e molti meccanismi ci saranno piu' chiari...
PS: Massimo l'aveva gia' abilmente presentato tempo addietro, forse sarebbe ora opportuno riproporlo...

bluorange
Inviato: 10/10/2011 23:05  Aggiornato: 10/10/2011 23:05
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/12/2009
Da: Bologna
Inviati: 65
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Citazione:
Chissà se questa persona cosi "avanti" e lungimirante conosceva la cura simoncini..


Credimi, ci ho pensato anche io...ma d'altronde mi capita di pensarci ogni volta che sento una persona malata di Cancro, da quando ho saputo dell'esistenza della cura Simoncini. Ora non vorrei aprire una discussione su questo, che certamente non è il tema. Infine io credo che se al mondo fosse esistita una cura che avesse salvato Jobs dalla morte, lui l'avrebbe certamente fatta, e magari ne avrà anche provate di alternative, perchè no.. A quel livello sociale (e non parlo solo di denaro) si conoscono tante cose...

cnj
Inviato: 10/10/2011 23:10  Aggiornato: 10/10/2011 23:10
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da: Romagna
Inviati: 795
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Citazione:
Quando vedi code lunghe decine di isolati, fatte di gente venuta da ogni parte del mondo, che è disposta a passare 4 o 5 notti all’addiaccio pur di avere al più presto il nuovo modello di telefonino portatile, vuole dire...

...che l'essere umano si sta trasformando in capra.

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. Nikola Tesla
Supernova
Inviato: 10/10/2011 23:31  Aggiornato: 10/10/2011 23:31
Ho qualche dubbio
Iscritto: 1/1/2006
Da:
Inviati: 156
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Ma siamo proprio certi che sia morto? Magari è stata solo una geniale trovata pubblicitaria ed in questo momento il caro stefano lavoretti se ne sta all'ombra di una palma che pensa a tutti i suoi fan che sborseranno 800€ per una versione riscaldata dell'Iphon 4, (eh ma c'ha li 8mega picsel!)

Non vi è differenza fra illusione e realtà per chi la sta vivendo.
polaris_40
Inviato: 11/10/2011 1:04  Aggiornato: 11/10/2011 14:10
Ho qualche dubbio
Iscritto: 1/10/2006
Da:
Inviati: 242
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Ammiro l'uomo per ciò che ha inventato e ho detestato e detesto chi si sente figo ed esclusivo con un prodotto della apple.
Riaprire la diatriba sull'effettiva superiorità di questi personal computer rispetto agli assemblati di pari prezzo mi sembra inutile anche se la confusione sembra imperare ancora.
Belli sono belli, esteticamente sono "incriticabili", ma vedere quelle file per accaparrarsi un prodotto di serie per me è puramente follia anche se ridicolagine mi sembra più esatto e più consono ad esseri senzienti.
Rende unici il possedere quei lettori e/o pc?
Sembra proprio di si per molti.
Quindi oltre il merito di aver inventato quello che ha inventato ha il merito di averne fatto una marca esclusiva, con una forte connotazione modaiola al pari dell'ultimo occhiale di D&G.
La Apple fece a meno di lui e piombò nella crisi che la stava per mandare in bancarotta, fu costretta a "richiamarlo" ed lui al suo ritorno propose quei pc con lo schermo di plastica traslucida arancione e bianco o verde e bianco e questo restyling lo ha premiato ritirando su le sorti dell'azienda che così ha ripreso quota ed ha sfornato grazie a lui prodotti sempre più belli.
La presupposta superiorità attribuitagli però anche dopo che tecnologicamente erano scesi all'altezza di un assemblato di medio bassa qualità proposto ad un prezzo nettamente superiore mi ha sempre infastidito. E qui ancora dipiù devo complimentarmi con lui per il brand vincente che è riuscito a dare alla apple.La apple al contrario che nel passato ormai al livello hardware produce solo il processore ed adesso da quel pò che ricordo neanche più quello visto che firmò un accordo con la intel per la fornitura dei processori..
Un esperto di marketing e basta? Non possiamo ridurlo a ciò.
Non dimentichiamo che quello Steve nella pausa di riflessione impostagli dalla "mela" ha creato la PIXAR, mostruosa casa di produzione di lungometraggi animati spesso degni di meritatissimi Oscar o quantomeno candidature ad esso si vedano Toy Story1,2,3, Monster & Co e quant'altro quindi ancora onore al merito. Incolparlo di aver colto le debolezze dei potenziali acquirenti facendo dei suoi prodotti prodotti azzeccatissimi commercialmente mi sembra troppo.

NumberSix
Inviato: 11/10/2011 11:09  Aggiornato: 11/10/2011 11:13
Ho qualche dubbio
Iscritto: 12/1/2008
Da: Babylon
Inviati: 175
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Jobs, in Cina e' gia Boom di prodotti falsi

Citazione:
...Non solo: e' boom di vendita anche per la copia del maglioncino che ha sempre indossato Jobs durante le presentazioni dei prodotti, realizzati da una fabbrica americana del Minnesota che ha esaurito le scorte. In Cina la copia del maglioncino vengono vendute a 39 yuan, circa 5 euro.


Living Colour - Cult Of Personality

"Be the change that you want to see in the world." - Mohandas Gandhi
socratiko
Inviato: 11/10/2011 12:20  Aggiornato: 11/10/2011 12:20
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/4/2010
Da:
Inviati: 105
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Giusto per un contributo vagante, vi riporto un breve "commento narrativo" sulla morte di Jobs
della brava Alessandra Daniele, su Carmilla (originale QUI)

"Il vecchio seduto davanti alla tv sente il figlio rincasare.
- Lavori sempre fino a tardi - dice in tono di vaga lamentela.
Il figlio posa il pacchetto della pizzeria sul tavolo del soggiorno.
- Non possiamo vivere solo con la tua pensione - poi chiede - hai mangiato?
Il padre annuisce.
- Sicuro?
Il vecchio conferma. Poi indica la tv.
- È tutta la sera che parlano di Stigiob. Neanche fosse morto il papa.
- L'iPapa - dice il figlio, scartando la pizza.
- Dicono che era un genio. Ha inventato il computer portatile.
- No - dice il figlio - ne ha prodotto un tipo.
- Quello che hai tu?
- No.

- Però ha inventato il telefonino.
- No. Ne ha prodotto un tipo.
- Quello che hai tu?
- No.
- E quell'affarino per sentire la musica.
- Il lettore MP3.
- Quello che hai tu?
- No.
Il vecchio riflette con aria vagamente delusa.
- Non hai niente delle cose che faceva Stigiob?
- No.
- Perché?
- Costano.
Il vecchio annuisce, pensoso.
- In America la manodopera è cara.
Il figlio scuote la testa.
- Li fanno in Cina.
- Quelli veri?
- Sì.
Il vecchio si rigira lentamente verso la tv. Il figlio addenta una fetta di pizza, e ne porge un'altra al padre. Il vecchio esita, poi la prende, e comincia a mordicchiarla con i pochi denti buoni, continuando a guardare la tv.

- Ne parlano ancora - dice - è diventato miliardario partendo da un garage. Come avrà fatto?
- Non gli è crollato sulla testa - risponde il figlio.

* * *
"

Notturno
Inviato: 11/10/2011 12:45  Aggiornato: 11/10/2011 12:45
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/8/2008
Da:
Inviati: 1920
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Socratiko for president

Rende Encomiabili Dire No A
Religiosi Orpelli. Mentire Provoca Eccidii.
(Stefano Bartezzaghi)
EmaDecanti
Inviato: 11/10/2011 16:18  Aggiornato: 11/10/2011 16:18
So tutto
Iscritto: 10/10/2011
Da:
Inviati: 8
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
@perspicace

"EmaDecati per quelli come te ce il sito di "paolo attivissimo" ed impara che quando si sale sul ring lo si fa per vincere quindi se ce Iron Mike ad aspettarti EVITA. Non si ci butta in cose che non sono alla nostra altezza ;)

Io devo imparare che quando si va sul ring si va per vincere? Ecco, tu invece impara l'italiano.

infosauro
Inviato: 11/10/2011 16:48  Aggiornato: 11/10/2011 16:48
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/5/2008
Da: questo mondo (credo)
Inviati: 2376
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Citazione:
Ah, quindi più o meno come il mio Nokia, che ho pagato 50 euro in un negozio dell'usato.[...]

50€ + le varie ricariche telefoniche.

"It's just a ride"
William Melvin "Bill" Hicks, l'ultimo degli hippy, il primo dei complottisti (a comparire in TV).
LoneWolf58
Inviato: 11/10/2011 17:42  Aggiornato: 11/10/2011 17:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Citazione:
Basta riempire quaderni infiniti di note illeggibili, e soprattutto basta notti insonni passate a domandarsi “Dove cristo avrò messo quella splendida frase sull’universo che ho scritto tanti anni fa?” Spesso toccava rileggersi quaderni interi, pieni di riflessioni inutili, prima di ritrovarla.
Sai qual'è il vero problema? È che se tu oggi ritrovi, per caso, un vecchio quaderno lo riesci ancora a leggere... prova a farlo con qualche file datato ammesso e non concesso che il supporto di memorizzazione non sia danneggiato e che tu trovi il modo di leggerlo

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
Tuttle
Inviato: 11/10/2011 19:02  Aggiornato: 11/10/2011 19:02
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Citazione:
Sai qual'è il vero problema? È che se tu oggi ritrovi, per caso, un vecchio quaderno lo riesci ancora a leggere... prova a farlo con qualche file datato ammesso e non concesso che il supporto di memorizzazione non sia danneggiato e che tu trovi il modo di leggerlo


Beh è stato scientificamente provato che i supporti CD/DVD hanno una resistenza all'usura del tempo pessima...nemmeno lontanamente paragonabile ad un foglio di carta...ma nemmeno ad un pezzo di legno o un sasso...

I nonni di domani, quando siederanno al fianco dei loro nipoti cerebrodigitalizzati, dovranno fare ore di scandisk e recovery files per mostrare le foto ricordo incastrate in hard disk obsolescenti dentro PC coi ragni conservati sopra gli armadi....

ByB
Inviato: 11/10/2011 22:32  Aggiornato: 11/10/2011 22:32
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/5/2011
Da:
Inviati: 382
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Ah quindi consiglieresti o addirittura daresti lsd a tuo figlio?
Mio DIO ora capisco perché non siete in grado di distinguere un missile da un Boeing

ho DIO non sarebbe possibile introdurre un piccolo esame di ammissione così da poter dimostrare che si possiedono i "requisiti minimi" per poter discutere in questo sito, almeno evitiamo di sentire e risentire la RU (retorica ufficiale).
spero di non aver fatto errori di itagliano!

ciao By B.

Paxtibi
Inviato: 12/10/2011 0:43  Aggiornato: 12/10/2011 0:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Ah quindi consiglieresti o addirittura daresti lsd a tuo figlio?

Per Steve Jobs provare l'LSD è stata una delle più importanti esperienze della sua vita. Forse vale davvero la pena provare...


DrHouse
Inviato: 12/10/2011 1:03  Aggiornato: 12/10/2011 1:03
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/11/2007
Da:
Inviati: 2394
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Citazione:
Tuttle:
Beh è stato scientificamente provato che i supporti CD/DVD hanno una resistenza all'usura del tempo pessima...

A proposito, mi fai venire in mente una cosa. Come spieghi che le mie vecchie audiocassette magnetiche dopo 20 anni funzionano ancora, mentre un CD audio che mi masterizzo per l'ascolto in macchina in media mi dura 6-12 mesi?

Succede solo a me? Così, mi è venuta la curiosità di saperlo.

E dopo 10 anni, siamo a discutere se il Volo 77 è arrivato proprio lungo questa linea, o piuttosto è arrivato due metri più a sinistra, o due metri più a destra? (Perle complottiste)
Tuttle
Inviato: 12/10/2011 13:16  Aggiornato: 12/10/2011 13:16
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Citazione:
A proposito, mi fai venire in mente una cosa. Come spieghi che le mie vecchie audiocassette magnetiche dopo 20 anni funzionano ancora, mentre un CD audio che mi masterizzo per l'ascolto in macchina in media mi dura 6-12 mesi? Succede solo a me? Così, mi è venuta la curiosità di saperlo.


No no...non succede solo a te....:)

Il supporto magnetico (che NON contenga dati digitali) interagisce con il deterioramento, nel senso che è un processo comunque lineare e molto raramente ha decadimenti estremi. La qualità può peggiorare, decadere o venire compromessa per determinati punti più esposti....ma difficilmente un supporto magnetico perde completamente il suo contenuto, a meno di non esporlo a situazioni estreme, come fuoco - acqua etc...

Il supporto digitale, al contrario, non ammette usura. I dati o sono leggibili o non lo sono, e un blocco di dati in un settore non leggibile può facilmente compromettere l'intera lettura del contenuto. La debolezza sta proprio nella struttura logica con cui sono stati pensati e su cui si basa l'informatica stessa. Bastano pochi graffi a rendere il contenuto di un intero CD/DVD inutilizzabile e il supporto circolare fa si che un segnetto di qualche cm possa prendere trasversalmente dati anche molto lontani fra di essi. Alcuni vecchi CD poi soffrivano del fenomeno del bronzing, grazie al quale ho perso diversi CD originali acquistati all'inizio dell'avventura CD...Se ci aggiungi poi che sono supporti che mal sopportano il caldo, l'umidità e il tempo che passa....

Idem con patate per gli hard disk, chiavette usb e compagnia cantante...dove l'ossidazione e i normali poblemi di elettromigrazine rendono questi supporti molto poco longevi e stabili. Se ci mettei dentro anche i normali problemi interni ai dati (MBR corrotte, partizioni che saltano, cluster danneggiati, problemi meccanici di dischi e testine etc..)

Poi certo...possiamo sempre procedere con il recovery e tentare di recuperare qualche dato da mettere in un altro supporto digitale..Sino al prossimo crack...e quei supporti che resisteranno nel tempo...si troveranno obsolescenti perché semplicemente non più utilizzati dai sistemi del futuro.

Calvero
Inviato: 12/10/2011 13:33  Aggiornato: 12/10/2011 13:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
____________________
____________________

Tuttle, ci stai dicendo che in un futuro prossimo la memoria storica o parte dello scibile, potrebbe essere cancellato con un clik dal Ministero della verità?

... e che la stessa logica di archiviazione si presta "naturalmente" ad auto estinguersi, sgravando un po di lavoro al Ministero in automatico

____________________
____________________

ridatemi le diapositive

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Tuttle
Inviato: 12/10/2011 13:48  Aggiornato: 12/10/2011 13:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
@Calvero

non temere...ci penseranno i nuovi sistemi cloud a gestire i tuoi dati in tutta tranquillità e sicurezza...

NumberSix
Inviato: 12/10/2011 13:59  Aggiornato: 12/10/2011 13:59
Ho qualche dubbio
Iscritto: 12/1/2008
Da: Babylon
Inviati: 175
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Beh tempo fa lessi della decisione di un archiwio storico polacca (non ricordo quale ente) di immagazzinare i dati vecchi su ... carta specialmente trattata. Questo perche' dopo vari studi si e' scoperto che NESSUN supporto moderno poteva dare una garanzia di leggibilita' di oltre 30 anni.

Evviva le pergamene :D (rotoli del mar morto docet!)

"Be the change that you want to see in the world." - Mohandas Gandhi
Edmondo
Inviato: 12/10/2011 14:18  Aggiornato: 12/10/2011 14:18
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/8/2010
Da: Un garage
Inviati: 149
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Apple è grande, mi dispiace mettermi contro mezzo sito (o anche di più) ma almeno di questo sono sicuro... Non invidio affatto chi usa win, anzi a dirla tutta mi spiace per lui, ma contento lui....
Io a differenza di molti che usano il computer sono disposto a pagare molto di più per qualcosa che dura molto di più, qualcuno ha detto "la qualità si paga" ed ha perfettamente ragione, se la gente non lo capisce (e io ci ho provato a spiegarlo) non posso farci molto.. Bhe buona vita e scusate lo sfogo ma dovevo spezzare una lancia a favore almeno una volta, per qualcosa di cui sono convinto.. Ciao

Quanto più ci innalziamo, tanto più piccoli sembriamo a quelli che non possono volare. Friedrich Nietzsche
Calvero
Inviato: 12/10/2011 15:03  Aggiornato: 12/10/2011 15:12
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Edmondo, non avrai mica paura di dire la tua?

.. guarda che gli orchi di Win non ti mangiano mica

condivido il tuo sentimento

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
DrHouse
Inviato: 12/10/2011 15:20  Aggiornato: 12/10/2011 15:20
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/11/2007
Da:
Inviati: 2394
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Edmondo,
non vedo perché dovresti avere paura a esprimere quello che pensi.

Ciò detto, hai statistiche o esperienze personali documentabili per affermare che un MAC dura più di un PC? Persino l'iperattivo ha ammesso nel suo blog che il suo Macbook del 2008 è schiantato per problemi all'alimentazione (hai detto poco) e si è appena ricomprato un Macbook Air 2011 perché evidentemente devono avergli proposto uno stonfo per la riparazione.

La qualità si paga, questo in sé è innegabile, il problema è che poi al momento della scelta entrano in gioco troppi fattori personali, soprattutto nel caso di un notebook, quindi il discorso sarebbe troppo lungo.

E dopo 10 anni, siamo a discutere se il Volo 77 è arrivato proprio lungo questa linea, o piuttosto è arrivato due metri più a sinistra, o due metri più a destra? (Perle complottiste)
PikeBishop
Inviato: 12/10/2011 15:24  Aggiornato: 12/10/2011 15:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Citazione:
Io a differenza di molti che usano il computer sono disposto a pagare molto di più

L'unica differenza tra te e molti altri e' la disponibilita' finanziaria: se sapessi cosa c'e' dentro la scatola t'incazzeresti come un cinghiale con le emorroidi.

Citazione:
per qualcosa che dura molto di più

Non c'e' granche' di differenza fra un computer Apple e qualsiasi altra macchina di prezzo alto, eccetto che col prezzo dell'Apple ti compri macchine migliori sotto il profilo della possibilita' di espanderli ed aggiornarli.

Io, pensa un po', sono (s)fortunato possessore di un e-mac - comprato usato al prezzo delle patate per mia figlia che li usava a scuola. Una gran bella macchina, devo dire, che gira benissimo, per i miei scopi (internet, word processing etc, non gaming) con una frazione della potenza di calcolo di altre. Peccato che Apple ne abbia decretato l'obsolescenza, volontariamente.
I loro cazzo di gatti di merda (leopardi, leopardi maculati, finocchi e con quattro palle, gattopardi, linci e via delirando) ora non sono piu' compatibili con le macchine precedenti il 2004.
Col cazzo che paghi di piu' per qualcosa che dura di piu': io non posso leggere una gran quantita' di forum col l'e-mac, ma posso farlo senza problemi con un PC pezzo di antiquariato 7 anni piu' antico.

Subito dopo la guerra, un padrone di una grande cascina amico di mio nonno calo' a Torino, pieno di soldi. Vide il televisore di mio nonno (che all'epoca costava tutti e due gli occhi, per cosa lo usavano non si sa) e ando' subito a comprarne uno anche lui, senza economizzare perche'"voglio qualcosa che duri di piu'".
Cosi' gli rifilarono un pacco ammericcano con 100 (cento) canali. All'epoca l'unica stazione era RAI 1. Il pacco costava circa 3 volte la cifra esagerata pagata da mio nonno per il suo. Il cascinaro era felice come una Pasqua. L'importante e' essere felici...

PS
Giu' a Vercelli la ricezione faceva ancora schifo. Quando la ricezione si fece decente il famoso televisore americano era gia' un pezzo da museo.
Parte dei soldi che paghi in piu' a Apple li usano per regalare computers alle scuole e procurarsi futuri clienti. Benefattori. Peccato che scelgano solo scuole dove i bambini si possano prefigurare come potenziali futuri clienti.

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
Tuttle
Inviato: 12/10/2011 15:34  Aggiornato: 12/10/2011 15:34
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Citazione:
Io a differenza di molti che usano il computer sono disposto a pagare molto di più per qualcosa che dura molto di più


Ancora con ste balle...e daje!

Qualche anno fa si poteva almeno dire che i Mac avessero un progetto proprietario....

...oggi se tu sapessi il reale valore economico dei componenti interni ad un Mac...forse saresti meno fiero di pagare di più, per un PICCI' rivestito con la carta stagnola.

Edmondo
Inviato: 12/10/2011 17:54  Aggiornato: 12/10/2011 17:54
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/8/2010
Da: Un garage
Inviati: 149
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
No ragazzi non ho paura di esprimermi, semplicemente non ne ho più la voglia, soprattutto su questi argomenti sempre "caldi su internet" non ho voglia di convincere nessuno posso solo dirvi perché la penso così ma non basterebbe mai, ci sarebbero sempre i se e i ma, e davvero ne ho già affrontate troppe di discussioni con "sordi che non vogliono sentire". Allora il 99% delle volte taglio corto (comodamente lo so) riducendo il tutto a una questione di virus, si si esistono anche per mac etc etc sarà... io ancora lo voglio vedere..davvero dico..

Poi sarà una "balla" come dice Tuttle, per me è la pura e semplice e "vissuta" verità: io da quando ho quest'imac, non l'ho mai formattato, mai un virus (e le probabilità di averlo fidati che sono alte) eppure guarda un po' quando lo accendo ci mette sempre circa un minuto.. ma questi sono dettagli, è qui che la gente pensa si vabhè (e chiude le orecchie). Comunque ripeto, io sto bene così :) linux è meglio per certe cose, e win (se lo dite voi) per altre, mi fido certo, pero io comprerò solo apple...

Ah sugli iPhone vedo che siamo rimasti molto indietro, se lo considerate "solo" un cellulare fico, si vede che non sapete di cosa state parlando, e qui passo la mano, buoni nokia a tutti !

ps
Di pattivino non mi frega na ceppa, se sono arrivato a determinate conlcusioni è solo perché nell'ambiente mac ci sto da un bel po di anni..

Quanto più ci innalziamo, tanto più piccoli sembriamo a quelli che non possono volare. Friedrich Nietzsche
Edmondo
Inviato: 12/10/2011 18:08  Aggiornato: 12/10/2011 18:13
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/8/2010
Da: Un garage
Inviati: 149
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
ah tanto per rispondere a pike, la mia disponibilità finanziaria (800 euri al mese) non mi ha permesso di comprare un mac pro g5 da 2000 e passa euro (sarebbe "sprecato" per me ma è cmq il mio sogno) ma con 1350 c'ho un imac (qui potremmo aprire una parentesi sull'idea dei computer "all-in-one" altra grande trovata della apple, spudoratamente copiata (male) poi da TUTTI, vedi sony etc) che mi permette di lavorare bene* su tutto:


*Per lavorare bene non intendo che è più veloce di un pc (ovviamente con gli stessi soldi mi farei una bomba) solo che, ogni operazione (anche se richiede per assurdo più tempo di un pc), col mac sono sicuro al 100% che "quando torno l'ha conclusa a dovere" col pc il 50% delle volte devi rifare tutto da capo.. coincidenza? o forse sono io che non so usare i pc :)?

Quanto più ci innalziamo, tanto più piccoli sembriamo a quelli che non possono volare. Friedrich Nietzsche
Tuttle
Inviato: 12/10/2011 18:16  Aggiornato: 12/10/2011 18:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Citazione:
io da quando ho quest'imac, non l'ho mai formattato, mai un virus (e le probabilità di averlo fidati che sono alte) eppure guarda un po' quando lo accendo ci mette sempre circa un minuto.. ma questi sono dettagli, è qui che la gente pensa si vabhè (e chiude le orecchie). Comunque ripeto, io sto bene così :) linux è meglio per certe cose, e win (se lo dite voi) per altre, mi fido certo, pero io comprerò solo apple...


Evvivadio! Ci mancherebbe pure che qui dentro qualcuno si prendesse la briga di dirti cosa devi o non devi comprare.

Il problema è che, quasi sempre, le motivazioni che si sentono addurre a monte di una scelta verso Apple, sono sciocche e prive di fondamento. Preferisco mille volte chi ammette che preferisce Apple perché gli piace il design...o perché gli piace MacOS. Punto.

Velocità di avvio; falso problema. La mia installazione di Win7, datata 2009, mi porta al desktop in 45 secondi, senza swap.

Virus; non uso antivirus sulle workstation. Mai preso un virus di nessun genere e tipo.

Formattazioni frequenti; falso problema. Un user decente che sappia gestire il sistema, può fare a meno di formattare anche per diversi anni. Chi formatta troppo facilmente, spesso, non ha le carte per poter fare nient'altro...o ha già sfanculato il sistema smanettando dove non doveva o non sapeva...

Durano di più; se dobbiamo basarci sulle esperienze personali... in 20 anni di attività su computers, le due volte in cui ho perso il lavoro per colpa dell'hardware...è stato su due macchine targate con la mela. Ma non mi sognerei mai di dirti che i mac durano di meno...Oggi meno di ieri, visto che i MacPro sono semplicemente dei PC assemblati dentro a un bellissimo vestito.

Ciau...

NumberSix
Inviato: 12/10/2011 18:17  Aggiornato: 12/10/2011 18:20
Ho qualche dubbio
Iscritto: 12/1/2008
Da: Babylon
Inviati: 175
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Citazione:
un mac pro g5 da 2000 e passa euro (sarebbe "sprecato" per me ma è cmq il mio sogno) ma con 1350 c'ho un imac


Il mio sogno e' quello di girare il mondo, possibilmente guadagnando con la bancarella ai festival per guadagnare qualcosa quando si puo.

Con 2000 euro compro un trailer nuovo dove posso caricare 500 kg di attrezzature, con 1350 un forno a legna con quale sfamare i clienti.

Questione di sogni.

Citazione:
col pc il 50% delle volte devi rifare tutto da capo


Non per fare il rompi coglioni, ma anche il mac e' un pc...volevi dire windows?
Cmq un argomento del genere e' talmente generico da non avere nessun peso. Solo la mia opinione.

P.S. Da 2 anni mi sono completamente disintossicato dalla follia PC, possiedo un Samsung NC10 con Ubuntu sopra e non desidero altro, funziona alla perfezione. Ho anche un secondo computer, trovato nella spazzatura (giuro!), un pentium III 700 sul quale faccio girare un po di abandonware.

Non ritengo strettamente neccessario nessuno dei due, potrei sicuramente farne a meno e se me li dovessero rubare non mi cambierebbe molto.

Computer, questione di gusti :)

"Be the change that you want to see in the world." - Mohandas Gandhi
Tuttle
Inviato: 12/10/2011 18:21  Aggiornato: 12/10/2011 18:22
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Citazione:
Per lavorare bene non intendo che è più veloce di un pc (ovviamente con gli stessi soldi mi farei una bomba) solo che, ogni operazione (anche se richiede per assurdo più tempo di un pc), col mac sono sicuro al 100% che "quando torno l'ha conclusa a dovere" col pc il 50% delle volte devi rifare tutto da capo.. coincidenza? o forse sono io che non so usare i pc :)?


Ma scusa....hai detto che da sempre usi Mac..che esperienza hai per poter dire che (assurdità palese) il 50% delle volte un PC (che pc? con che hardware? quale software? Quale OS? etc..etc..) non porta a termine il proprio lavoro?

Vedi? Questo è il genere di argomenti sciocchi, assolutamente vuoti, che rendono l'utenza hardcore della mela - molto poco credibile quando si debba arraffazzonare per giustificare i propri acquisti.

...come se qualcuno vi avesse mai chiesto conto di questo...fra l'altro.

Bah!

TAD
Inviato: 12/10/2011 18:36  Aggiornato: 12/10/2011 18:37
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/5/2011
Da: 7th planet
Inviati: 1069
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
@Edmondo:

Citazione:
Ah sugli iPhone vedo che siamo rimasti molto indietro, se lo considerate "solo" un cellulare fico, si vede che non sapete di cosa state parlando


Vero, hai assolutamente ragione... non è affatto solo un cellulare: ha pure il metro e la livella... casomai dovessi alzare una parete di forati sulla scrivania dell'ufficio

@Tuttle:

Citazione:
i MacPro sono semplicemente dei PC assemblati dentro a un bellissimo vestito


Non temere, ero solo di passaggio... me ne sto andando ma... se dovessi stufarti troppo presto fammi un fischio!


~WÃSÐ Lifestyle~
polaris_40
Inviato: 12/10/2011 18:42  Aggiornato: 12/10/2011 19:09
Ho qualche dubbio
Iscritto: 1/10/2006
Da:
Inviati: 242
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Come avevo scritto nel post precedente, non avevo intenzione di riaprire la diatriba sul fatto che il Mac sia superiore/inferiore al PC win, perchè tutte le volte mi sono trovato di fronte a persone che tiravano le somme in favore del primo in maniera molto superficiale forse per avvalorare il fatto che costi così tanto il prodotto della mela.
Io lavoro con i pc da anni e conosco bene colleghi che li usano e mi permetto di dire che nel 2d e con questo intendo con software di grafica quali quelli creati dalla Adobe risultavano più prestanti i Mac rispetto ai pc di simili caratteristiche hardware ma per un motivo di "porting" di questi software su un sistema operativo, quale è windows su cui non erano nativamente stati sviluppati.
Sul 3d il mio campo posso solo dire che fino a poco tempo fa le schede video installabili su un mac limitavano la scelta a soluzioni molto inferiori alle Geforce NVIDIA che rappresentavano il top prestazionale nell'ambito della visualizzazione a schermo di modelli molto complessi (composti da milioni di poligoni) insieme alla linea QUADRO della stessa azienda.Quindi già solo al livello di visualizzazione era fortemente penalizzato come mezzo di produzione di scene 3d in quanto la visualizzazione se non risulta agile/veloce ma procede a scatti o con refresh lenti rende molto difficile e lento il processo di creazione delle geometrie.
In termini di potenza nuda e cruda di calcolo e quindi considerando l'efficienza delle CPU installabili, la libertà di assemblare una macchina su misura rispetto ad una macchina sicuramente bella quale risulta essere quella della Apple rende il confronto fortemente penalizzante per l'azienda creata da Steve Jobs, soprattutto considerando i prezzi di quest'ultima. Utilizzando una configurazione con gli intel XEON multi processore (dual) poi contro un G5 dual non ha mai reso quest'ultimo...
Poi sul sistema operativo che sia più sicuro il mac sarà sicuramente vero, ma se poi si butta il discorso sui problemi che causa windows direi che con una conoscenza medio bassa il problema si risolve senza l'ausilio di tecnici in tuta bianca con meletta sulla schiena come è capitato ad un collega per risolvere gli esiti di un crash della sua tanto adorata macchina Mac, ma se volete rimanete pure della vostra opinion che i soldi spesi siano stati spesi per una macchina + performante di un pc armato di software by B. Gates...
Dimenticavo adesso il Mac è prettamente un pc niente di più niente di meno quindi... l'estetica ed il marchio si pagano e se ne siete felici buon per voi (maccari)

Edmondo
Inviato: 12/10/2011 18:43  Aggiornato: 12/10/2011 18:43
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/8/2010
Da: Un garage
Inviati: 149
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Tuttle, per me le chiacchere stanno a zero, se hai avuto problemi per colpa della mela, per me sei stato molto sfortunato e basta, e " Un user decente che sappia gestire il sistema" (a parte te a quanto dici, e pochi altri) vorrei proprio conoscerlo... comunque anche le mie sono solo opinioni personali.. per favore, cerca di capirmi, se parlo di virus, OVVIAMENTE non parlo di "un tuttle qualunque" che sappia gestirli, ma un utente medio (mia sorella?) che per frustazione nell'aggiornare i vari norton etc lo butta il pc... e fidati che gli utenti medi sono molto di più come mia sorella che come te.. almeno dove vivo io è così.. ma visto che stiamo parlando di esperienze personali, magari dove vivi te, non ci sono virus sui pc. (numbersix, un mac per me non è un pc, è un mac) comunque scusa se mi sono spiegato male, i sogni sono altre cose, volevo dire che mi sarebbe piaciuto di piu avere un mac pro g5 per me irraggiungibile che l'imac che ho adesso... ma forse non hai capito bene il concetto.. colpa mia, cmq spero che giri il mondo al piu presto ma non con un pc :D

Tuttle per concludere con il discorso delle percentuali.. evito di entrare nello specifico (render 3d cmq) ti parlo sempre e solo di cose che ho vissuto io..
io 1 virus sul mac non l'ho mai visto te?
sul pc invece ne ho visti molti te?
è chiaro che se mi parli di macchine assemblate su misura per un determinato tipo di lavoro stiamo parlando di qualcosa di totalmente diverso, e cioè la filosofia apple (portare il computer in casa di tutti, poi appunto ricopiata da win, che ci ha portato solo il sistema...) che punta alla gente "tipo mia sorella".. io parlavo di questo genere di lavori.. che per esperienza posso dire sul mac, si fanno meglio (a parità di conosceze informatiche di medio/basso livello) ok così?

Quanto più ci innalziamo, tanto più piccoli sembriamo a quelli che non possono volare. Friedrich Nietzsche
Calvero
Inviato: 12/10/2011 19:14  Aggiornato: 12/10/2011 19:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
E io ri-condivido il pensiero di Edmondo

mi spiace ragazzi, ma otto anni di perfezione so tanti

Mi sembra di rivederli come un film, mentre ri-vedo la mia immagine al ra-lle-nta-to-re con me intento a usare il Mac da tutti i lati, sullo sfondo, accelerati come nelle comiche, vedo correre tutti i miei amici e colleghi alla corsa del miglior assemblatore dell'anno, schede, rallentamenti, migliorie, espansioni, nuovi hardware, una volta uno aveva un Case, un'altra volta un altro aveva un altro monitor, poi aveva potenziato questo, levato quell'altro, ho speso solo venti euro di qua, poi solo 30 euro di là e poi sentivo ... quanto hai speso tu?? ah ah, ma sei pazzo!! e poi ricominciavano come a velocità accelerata a cambiare, modificare, e io anno dopo anno, impassibile ...

... fermo, lì, al di là del tempo e dello spazio ..


Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
furion2012
Inviato: 12/10/2011 19:16  Aggiornato: 12/10/2011 19:16
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/8/2009
Da:
Inviati: 174
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
sto aspettando con ansia il giorno in cui il pianeta tornerà all era della pietra.

allora si vedra, il vero valore di tutte le invenzioni geniali dell uomo.

resteranno solo poche invenzioni geniali.

Tuttle
Inviato: 12/10/2011 19:19  Aggiornato: 12/10/2011 19:22
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Citazione:
Tuttle per concludere con il discorso delle percentuali.. evito di entrare nello specifico (render 3d cmq) ti parlo sempre e solo di cose che ho vissuto io.. io 1 virus sul mac non l'ho mai visto te? sul pc invece ne ho visti molti te? è chiaro che se mi parli di macchine assemblate su misura per un determinato tipo di lavoro stiamo parlando di qualcosa di totalmente diverso, e cioè la filosofia apple (portare il computer in casa di tutti, poi appunto ricopiata da win, che ci ha portato solo il sistema...) che punta alla gente "tipo mia sorella".. io parlavo di questo genere di lavori.. che per esperienza posso dire sul mac, si fanno meglio (a parità di conosceze informatiche di medio/basso livello) ok così?


Anche io mi occupo di 3D e di postproduzione grafica e audiovisiva in toto. Non ho ricordi che un batch render mi si sia piantato né che un'output complesso, di qualsiasi genere e tipo, mi abbia lasciato in braghe di tela a metà progresso.

Per quanto riguarda la questione virus; io non ne ho mai presi in vita mia, non ho nemmeno idea di come uno di questi fantomatici virus si comporti realmente e quali siano le REALI conseguenze sul sistema.

Tutte le volte che sono stato chiamato da amici, parenti, colleghi etc...per sistemare i loro computers (è la condanna di noi nerds)...mi veniva detto che avevano preso un virus o (erano pieni di virus). In effetti i loro antivirus avevano in quarantena una discreta paccottaglia di worms, trojan etc.. ma malgrado il sistema antivirus li avesse bloccati, i sistemi erano comunque ingestibili.

TUTTE le volte (e ripeto TUTTE) che andavo a fondo alla questione, veniva fuori che il sistema era impaccato per un uso cazzone del sistema, con decine, centinaia di applicazioni in background lanciate in avvio. Servizi inutili installati dai costruttori, programmini del cazzo scaricati navigando fra i siti più ignobili di questo mondo. Ma di vere azioni/reazioni per mano di virus...ZERO. I registri erano pieni di chiavi morte e i registri eventi colmi di errori hardware, spegnimenti a cazzo, installazioni e disinstallazioni continue di programmi inutili. Lascio perdere le cronologie di navigazione che è meglio...:)

Ora...io credo ci sia da fare anche un discorso un po più complesso; ovvero: quanto l'OS deve intervenire sull'utOnto per concedergli di usare la macchina come meglio crede? Anche al costo di ridurla ad uno schifo? Io credo che un buon OS debba essere il meno invasivo possibile, perché la libertà dovrebbe sempre essere la MIA, prima di ogni supposizione per mano dello sviluppatore che pensa più a "tua sorella" che ad un user più preparato. Andrebbero infatti separati i problemi generati dall'utenza da quelli intrinsechi all'architettura dell'OS...e questo è tutto un altro paio di maniche...

MacOs è un ottimo sistema operativo, anche se le ultime release stanno decisamente sfanculando proprio su questo aspetto. Il fatto che il Mac abbia meno probabilità di prendere un virus è cosa di poco conto per i motivi che ti ho espresso sopra. Se "tua sorella" prende virus a pacchi è perché fa un uso molto basso del sistema. Probabilmente naviga in siti pieni di popups che rimandano ad altrettanti siti con contenuti non proprio simpatici per il sistema. Probabilmente usa il messenger con le amiche e si scarica tonnelate di .exe per gli emoticons, spesso e volentieri pieni di merdazza virulenta. Forse scambia dati con gli amici, senza avere idea di come ci si debba proteggere da ogni pacchetto che entra/esce dalla macchina...forse tiene 20Gb di documenti sul desktop e non ha mai cancellato in vita sua una TEMP folder etc etc etc.

Insomma, il problema non è il PC. E' tua sorella.

Puoi sempre darle un MAC...ma credo che tutta la paccottiglia di cose che vuole usare non abbia il suo ambiente ideale in un Mac. E non credere che tua sorella sia l'unico "campione". Mi capitano fior fiore di professionisti con i PC impestati di stronzate...con avvi di 10 minuti di swap selvaggio...

Colpa dei PC? Manco per sogno. Colpa degli utenti cazzoni che credono che un computer sia niente di più che un elettrodomestico come un altro...

L'altra faccia della medaglia è che l'utente Mac, quello non avanzato, spesso vede atrofizzare le proprie capacità di comprensione del sistema...adagiandosi alla GUI ormai a prova di moron. Perde ogni cognizione di causa nei processi di ottimizzazione, gestione, controllo e perfezionamento del sistema operativo e dei dati gestiti dallo stesso.

Tu stesso, stando a quello che stai scrivendo, non dimostri certamente una grandissima preparazione sul lato OS e nemmeno sul lato Hardware. Forse anche perché ti accontenti che il tuo bel mac pensi ed agisca per tuo conto e fai un uso di superficie del sistema.

Questo non è sbagliato in assoluto. E' una scelta. Ma non mi si venga a tritare la mutanda con la solita tiritera dei virus...perché, come ti ho già detto, non uso nemmeno l'antivirus e non ho alcun problema.

Giano
Inviato: 12/10/2011 20:11  Aggiornato: 12/10/2011 20:11
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/3/2011
Da:
Inviati: 1424
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Tuttle:
“Colpa dei PC? Manco per sogno. Colpa degli utenti cazzoni che credono che un computer sia niente di più che un elettrodomestico come un altro...”


E’ la mia descrizione e dico le mie due stronzate.
Sono utente Mac da quattro-cinque anni.
Macbook, quello bianco che vicino alla tastiera lo puoi pulire solo levigandolo.
Un bel giorno, senza fare niente di particolare, è morto l’hard disck. Girava la rotellina multicolor
(la clessidra dei pc) che solo le mie p…e tenevano il passo. Alla fine ha vinto la rotellina.
Irrecuperabile! Mi dice l’omino col camice bianco. E’ da sostituire, perderai tutti i dati.
Grazie! Queste sono notizie! Per non rimanere senza, visto che lo adopero anche un po’ per lavoro,
mi fiondo a comprare il più piccolo ed economico netbook disponibile, un Acer nonmiricordocosa, di quelli per cui Tuttle farebbe follie(! ciao Tuttle) e che apprezza moltissimo.
Mesetto, mi chiama l’omino bianco con la mela: pronto! Soldi.
Due o tre mesi dopo mi si frantuma il cavo caricabatteria, senza averlo morsicato.
Non si può riparare, va cambiato. Così sia. Soldi.
Saltuariamente fa le bizze, visualizza solo mezzo schermo e gli viene la tremarella.
Come è andata con l’acer? 15 giorni dopo averlo comperato si accendeva solo col cavo attaccato.
Ora decora un mobile a casa e tutte le volte che lo accendo rischia di diventare un quadro,
nel senso che mi viene da lanciarlo al muro.
Trovo il Mac più intuitivo da usare, più facile e giusto per le mie limitate esigenze.
Me lo consigliarono degli amici che lo usano per svariate attività lavorative e ancora li ringrazio.
Continuo ad adoperarlo perché tutto sommato, per le mie necessità va benissimo, e poi
con quello che mi è costato!
‘notte.

Edmondo
Inviato: 12/10/2011 20:22  Aggiornato: 12/10/2011 20:22
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/8/2010
Da: Un garage
Inviati: 149
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
@Tad, forse l'HiPhone farebbe più al caso tuo ;)

@Tuttle è inutile che cerchi di avere ragione, quello che non capisci è che tu sei uno su un migliaio forse o anche di più, io tutti quelli che conosco sul pc hanno un antivirus (colpa loro? della loro ignoranza?), certo non conosco solo "tecnici di computer" anche se ci lavoro, e se lavori in questo campo mi dovresti capire meglio di chiunque altro, visto che siamo praticamente colleghi... come ti ripeto, io non parlo di macchine "professionali" e proprio perché condivido molto del tuo ultimo post, arrivo a dire che hai ragione su due cose:

la prima gli utonti (mia sorella), è vero il pc non è una merda ma di sicuro mia sorella fa meno casini con un mac. condividi?

la seconda è che è una scelta, certo.

è proprio stata una scelta per me che (come te, andavo a riparare i pc degli altri quasi per passione (pensa che idiota) ho scelto di non saperne più niente di "virus, trojan, antivirus, registri di sistema, defrag etc etc" se "perdo tempo" dietro queste cose, lo faccio esclusivamente per il mio computer, e non per gli altri, ma io non ho problemi ad ammettere queste cose, perché sono vere o comunque le penso anche io..
di nuovo, per concludere:
Il succo del discorso se ancora non fosse chiaro è che se tu sei un mostro col pc, teoricamente "sei un po fuoriluogo", perché almeno da quanto ho capito io si parlava di filosofia apple (quella appunto per l'utente medio) che a mio parere è la migliore in assoluto nel campo dei comuter poi è ovvio che "l'utonto" medio, è moooolto lontano da essere come te.. tutto qui.
Comunque evito di rispondere ad altri "utenti" (a parte te tuttle ovviamente) perchè già non ne posso più, ricambio solo le birre con il grande calvero, con cui le chiacchere stanno a zero ;)

e ho fatto pure rima :D

Quanto più ci innalziamo, tanto più piccoli sembriamo a quelli che non possono volare. Friedrich Nietzsche
polaris_40
Inviato: 12/10/2011 20:37  Aggiornato: 12/10/2011 20:45
Ho qualche dubbio
Iscritto: 1/10/2006
Da:
Inviati: 242
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Tuttle se io dicessi loro che ho macchine (6) accese 24 ore su 24 perchè si occupino di calcolo distribuito di rendering statici o animazioni, che sono anche tutte collegate ad internet e che si tratta di macchine dotate di windows probabilmente non mi crederebbero.
Ma dir loro che i computer usati dalla digital domain e/o ILM per il calcolo di animazioni per film dagli effetti speciali complessissimi siano workstations con sistema windows o ancora meglio linux? Crederebbero di più alla superiorità dei pc/rworkstation, forse
Ma se fosse stata così superiore la tecnologia Apple come mai questa ha stipulato un accordo con la Intel, produttrice di processori con cui si assemblano i pc? Per processori esclusivi progettati esclusivamente per l'azienda della mela? Errato.
Quindi Mac? Bello, sicuro, più facile da usare lo concedo, ma più performante di un pc assemblato pari prezzo per piacere non diciamo fesserie.Poi se volete parliamo anche di overclock che è consentito sui pc permettendo di ottenere prestazioni ulteriormente superiori.

TAD
Inviato: 12/10/2011 20:51  Aggiornato: 12/10/2011 20:56
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/5/2011
Da: 7th planet
Inviati: 1069
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Trovo incredibile quanto il consumatore odierno riesca ad identificarsi nel prodotto.

Sembra quasi che l'acquirente abbia partecipato alla progettazione, l' implementazione ed il testing del dispositivo e che sia stato infine remunerato per tale attività di sviluppo.

Si schiera a difesa del marchio quasi fosse titolare dei brevetti ad esso riconosciuti e che per tali motivi, in definitiva, ne sia artefice dell'esistenza.



Tali caratteristiche risultano talmente diffuse tra i vari target di vendita delle multinazionali, da spingere una delle più grandi croniste della società contemporanea, Naomi Klein, alla stesura di un saggio giustamente definito must della saggistica dei nostri giorni: "NO LOGO".

In tale volume, la Klein, illustra in modo superlativo quale sia l'attuale politica aziendale delle più grandi corporations della nostra era:


- "Marchi, non Prodotti!"


...e quanto tale strategia sia, in ultima analisi... vincente!


Inutile dire che ne consiglio caldamente la lettura...

~WÃSÐ Lifestyle~
Tuttle
Inviato: 12/10/2011 20:51  Aggiornato: 12/10/2011 20:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Citazione:
@Tuttle è inutile che cerchi di avere ragione.........


Non è una questione di ragione. E poi non mi sognerei minimamente di cercare di convincere un utente Mac a passare a PC. Non è questo il "problema".

Ti rivolgevo una banale critica sulle motivazioni addotte al tuo passaggio a Mac, come se sentissi il bisogno di giustificarti in qualche modo...al costo di dire sciocchezze. :)

Sono il primo a dire che MacOs ha una architettura decisamente solida...ma punto. Fine. Stop. Il resto è aria fritta...chi dura meno, chi dura di più, i virus, gli startup etc etc. Giano ha appena testimoniato un esperienza opposta alla tua...ma non mi sognerei mai di usarla per dichiarare che i Mac si spaccano prima dei PC. Tutto qui.

E la mia critica ha un solo motivo di esistere; forse la colpa del declino di Apple in ambito OS/HW è dovuto anche all'assenza quasi totale di critica da parte della sua utenza. L'utente Apple è fidelizzato in toto, lo dimostrano le modalità con le quali difendete il prodotto e la sua filosofia.

Quando Microsoft ha partorito Vista, l'utenza si è rivoltata in malo modo e ha costretto Microzoz a cambiare rotta. Lo ha fatto, a mio avviso discretamente, con W7 ma ora sta nuovamente perdendo la bussola...anche per la voglia sfrenata di inseguire l'utenza Apple (o una potenziale futura utenza Mac). Per questo credo che W8 sarà un altro fiasco e comunque ancora certamente basato su un architettura vecchia di decenni che sarebbe ora di abbandonare definitivamente.

Non crederai mica che io mi diverta a tenere sotto controllo le chiavi di registro o che sia felice di dovermi studiare gli strumenti di Debug per decodificare un dump file....Ne farei MOLTO VOLENTIERI a meno!

Come vedi non mi sogno minimamente di fare la guerra dei poveri Mac Vs PC...ma se l'utente finale non impara a conoscere VERAMENTE il prodotto, perderà ogni senso critico ed allora si...sarete tutti contenti di aver acquistato una scatola con una mela, a prescindere da cosa diavolo questa contenga.

E più leggo i vostri argomenti (di utenti mac) e più questo scenario mi pare reale e attuale...

Tutto qui.

Goditi il tuo Mac.

Tuttle
Inviato: 12/10/2011 21:00  Aggiornato: 12/10/2011 21:01
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Citazione:
Ma dir loro che i computer usati dalla digital domain e/o ILM per il calcolo di animazioni per film dagli effetti speciali complessissimi siano workstations con sistema windows o ancora meglio linux?


Beh non è proprio verissimo. Sono molte le case di produzione che usano Mac in tutti i settori. Dall'editing, alla post, alla color correction, alla grafica editoriale, al render distribuito, alla VFX estrema etc etc.

Ma questo poco conta. Ogni studio usa ciò che vuole e chi se ne importa!

Io personalmente sono costretto dalle mie esigenze ad usare piattaforme PC. I sofware che prediligo non hanno copertura su MacOs, e spesso utilizzo moltissime piccole utility di gestione intermedia dei file, che su MacOs se le sognano.

Poi c'è il lato hardware. Non accetterò mai che per un mac io debba svenarmi a trovare una GPU nuova, col suo bel Bios adatto a quella macchina...o che mi trovi impossibilitato ad intervenire sull'hardware per modifiche di OC o di altro genere.

Lo ripeto; Io sono l'utente e voglio decidere io cosa farne dei miei strumenti. Come voglio, dove voglio e quando voglio. Stop.

Ma rispetto chi si accontenta della scatola chiusa. Basta che non me la meni con le solite sciocchezze...

Edmondo
Inviato: 12/10/2011 21:00  Aggiornato: 12/10/2011 21:04
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/8/2010
Da: Un garage
Inviati: 149
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Anche io non voglio convincere nessuno, parlavo sempre "in prima persona" a parte mi soreta ovviamente.. ma anche per me la discussione puo concludersi qui, buoni smanettamenti a tutti ;)

Edit1
ps
mi dispiace pero tuttle che hai citato l'unica parte che in realtà non c'entra, lo so che non mi vuoi convincere, ma cmq non ammetti di essere uno dei pochi con questo livello di conoscenza, cosa che a mio parere un utente medio di pc si sogna (e anche io è).
bon ciao!

Edit2
prima che mi si rifaccia notare che i sogni sono altre cose, grazie in anticipo, loso ;)

Quanto più ci innalziamo, tanto più piccoli sembriamo a quelli che non possono volare. Friedrich Nietzsche
polaris_40
Inviato: 12/10/2011 21:09  Aggiornato: 12/10/2011 21:11
Ho qualche dubbio
Iscritto: 1/10/2006
Da:
Inviati: 242
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Beh Tuttle sulla ilm ho ancora l'articolo a portata di mano che confermava l'abbandono delle silicon graphics in favore di workstations basate su sistemi wintel e la ILM in termini di calcolo estremo è superiore a quasi tutte le compagnie di VFX, però di certo società più piccole non escludo usino i jobs pc che non sono di certo il riferimento in termini di potenza

Tuttle
Inviato: 12/10/2011 21:13  Aggiornato: 12/10/2011 21:13
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Citazione:
mi dispiace pero tuttle che hai citato l'unica parte che in realtà non c'entra, lo so che non mi vuoi convincere, ma cmq non ammetti di essere uno dei pochi con questo livello di conoscenza, cosa che a mio parere un utente medio di pc si sogna (e anche io è).


Ripeto che secondo me il problema è esattamente l'opposto. I computers sono come le automobili...solo che si possono "guidare" senza patente. Il fatto che molti si schiantino, capottino, o non distinguano una valvola da un pistone...non mi rende possibile asserire che il problema sia l'automobile (PC) o il Mac. Più chiaro di così non so come dirtelo...

Ok, tu midici che i Mac sono automobili con le marce automatiche, i comandi al volante, il GPS, il traction control, l'ABS, l'EBD, 12 Airbag e una sciampista che ti massaggia il cuoio capelluto mentre guidi....

...ma un buon pilota ci farebbe mai un giro?

(scherzo ovviamente...forse)

Tuttle
Inviato: 12/10/2011 21:17  Aggiornato: 12/10/2011 21:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Citazione:
Beh Tuttle sulla ilm ho ancora l'articolo a portata di mano che confermava l'abbandono delle silicon graphics in favore di workstations basate su sistemi wintel e la ILM in termini di calcolo estremo è superiore a quasi tutte le compagnie di VFX, però di certo società più piccole non escludo usino i jobs pc che non sono di certo il riferimento in termini di potenza


I Know. Ma ti assicuro che a Milano o Roma, sono ancora tanti gli studi (anche grossi) che girano su Mac. Ma sappiamo tutti quanto siamo AVANTI qui in ItaGlia...

PS; tutte le volte che dico che lavoro su Eyeon Fusion mi storcono il naso perché loro prediligono pacchetti Adobe. Che te lo dico affà!!!

Edmondo
Inviato: 12/10/2011 21:26  Aggiornato: 12/10/2011 21:28
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/8/2010
Da: Un garage
Inviati: 149
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Pensa, con il tuo esempio posso farti capire al volo cosa intendo:
la differenza, sta solo nel fatto che per un "pilota pc" consiglierei di fare la patente, mentre al pilota mac anche no, tutto qui..
ciao!

ovviamente.. forse mi fa ridere :D

Quanto più ci innalziamo, tanto più piccoli sembriamo a quelli che non possono volare. Friedrich Nietzsche
abbidubbi
Inviato: 12/10/2011 21:41  Aggiornato: 12/10/2011 21:44
Mi sento vacillare
Iscritto: 31/8/2005
Da: roma
Inviati: 671
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Citazione:
Tuttle

Io sono l'utente e voglio decidere io cosa farne dei miei strumenti. Come voglio, dove voglio e quando voglio.


e soprattutto voglio essere padrone di TUTTI i miei cazzo di cicli di clock che ho pagato

da dieci anni a questa parte, un pc appena scartato e acceso ha uno sfacelo di processi in esecuzione, la maggior parte dei quali è pura monnezza. dimmi tu come può un povero cristo che si avvicina al computer comprendere la situazione di merda in cui si trova. solo i più motivati vanno a fondo. e non sono certa la maggioranza.

Io sto mentendo. (Eubulide, V secolo a.C.)
Tuttle
Inviato: 12/10/2011 21:52  Aggiornato: 12/10/2011 21:52
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Citazione:
da dieci anni a questa parte, un pc appena scartato e acceso ha uno sfacelo di processi in esecuzione, la maggior parte dei quali è pura monnezza. dimmi tu come può un povero cristo che si avvicina al computer comprendere la situazione di merda in cui si trova. solo i più motivati vanno a fondo. e non sono certa la maggioranza.


E come non darti ragione!!! Ci dovrebbe essere una legislazione al riguardo, che impedisse ai costruttori di preinstallare software che non sia l'OS e il pacchetto di driver necessari al corretto funzionamento della macchina. STOP. Questo fa parte di quei comportamenti detestabili, dettati da rapporti di marketing fra costruttore e terze parti, che vengono imposti al cliente finale...fottendosene bellamente delle sue reali esigenze.

I vecchi sony Vaio avevano il primo startup completamente clean e veniva richiesto se si volesse procedere all'installazione di ulteriori pacchetti dal CD in dotazione. Ora tutti, compresa Sony, se ne fottono e ,forti di piattaforme molto prestazionali, ti riempono l'avvio di servizi e programmi invasivi e spesso completamente inutili.

La prima cosa che faccio quando mi trovo ad acquistare un nuovo notebook (non acquisterei MAI un desktop di marca!) è rifare un install liscio dell'OS e partire da questo. Veramente una rottura di palle inutile...

DrHouse
Inviato: 12/10/2011 23:55  Aggiornato: 12/10/2011 23:55
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/11/2007
Da:
Inviati: 2394
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Citazione:
La prima cosa che faccio quando mi trovo ad acquistare un nuovo notebook (non acquisterei MAI un desktop di marca!) è rifare un install liscio dell'OS e partire da questo

Eh, è una parola. Purtroppo il DVD o la partizione in cui ti mettono i dischi di ripristino contengono già tutta quella merda, insieme a OS e driver. Come reinstalli, te li ritrovi tutti. Quando nel 2008 presi un Acer con Vista e decisi di fare il downgrade a XP, potei farlo solo perché per caso avevo ancora una licenza XP completa dell'ultimo desktop che ho posseduto. E ovviamente ci ho messo un po' a riscaricarmi tutti i driver. E poi c'è il problema della garanzia. Sì, d'accordo, per te sarà un gioco da ragazzi farti un'immagine del disco e reinstallare il sistema di origine prima di portarlo in garanzia, ma mica tutti hanno tempo e modo di farlo.

O ti compri un OS a parte, o lo crakki oppure ti rassegni semplicemente a eliminare una ad una tutte quelle applicazioni inutili come faccio io.

Sì, concordo. Proprio una bella rottura di balle.

E dopo 10 anni, siamo a discutere se il Volo 77 è arrivato proprio lungo questa linea, o piuttosto è arrivato due metri più a sinistra, o due metri più a destra? (Perle complottiste)
Tuttle
Inviato: 12/10/2011 23:57  Aggiornato: 12/10/2011 23:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
A proposito:

Sebbene le fondamenta rimangano le stesse, iOS 5 è un aggiornamento consistente e sostanziale: Apple ha quantificato in 200 le nuove funzionalità che introduce. E sono tutte importanti. A cominciare da iCloud, il sistema di backup e sincronizzazione di file, documenti e foto online, per finire con iMessage, un sistema di messaggistica gratuita fra iPhone, iPad e iPod Touch. Quasi ogni applicazione dei dispositivi è stata aggiornata, sono state introdotte nuove applicazioni ed sono stati ritoccati anche più punti dell'interfaccia. Ecco, una per una, tutte le principali novità.

I dati nella nuvola. iCloud è un sistema per archiviare online file, video, immagini e documenti. Serve sia come servizio di backup alternativo ad iTunes, sia come servizio di sincronizzazione. iCloud salva online i contatti, i calendari, i promemoria, i preferiti e altre informazioni e li sincronizza automaticamente con i dispositivi iOS e, in parte, con i computer che condividono lo stesso account Apple e con il servizio online icloud.com. La sincronizzazione su Pc e Mac avviene anche per le foto: si scatta una foto su iPhone o iPad e la si trova dopo pochi minuti su Pc, Mac o sugli altri dispositivi abilitati. 5 GB di spazio sono gratuiti e per averne di più, quasi un obbligo se si attivano i backup, si dovrà pagare 16, 32 o 80 euro l'anno (per 10, 20 o 50 GB in più). iCloud è anche alla base di "Trova i miei amici", un'applicazione da scaricare a parte che consente di rintracciare su una mappa le persone che hanno accettato di condividere la propria posizione.


Come farne a meno???

Vero Calvero?

Tuttle
Inviato: 13/10/2011 0:00  Aggiornato: 13/10/2011 0:01
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Citazione:
O ti compri un OS a parte, o lo crakki oppure ti rassegni semplicemente a eliminare una ad una tutte quelle applicazioni inutili come faccio io.


Daje ragà! Però non fate sempre i piagnoni!

Scaricare una copia di un OS, non è reato.

Non esistono gli OS craccati (il crack è un'alternativa al key originale)...:/

Ti scarichi una bella liscia dell'OS per cui hai comprato la licenza con il portatile e lo installi sulla macchina, usando il Key rilasciato in OEM.


DrHouse
Inviato: 13/10/2011 0:04  Aggiornato: 13/10/2011 0:05
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/11/2007
Da:
Inviati: 2394
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Citazione:
Scaricare una copia di un OS, non è reato.
Non esistono gli OS craccati (il crack è un'alternativa al key originale)...:/
Ti scarichi una bella liscia dell'OS per cui hai comprato la licenza con il portatile e lo installi sulla macchina, usando il Key rilasciato in OEM.

Sì ho capito, ma, a meno che tu non voglia cambiare anche l'OS, come nel mio caso, non ci metti meno a eliminare una ad una quella decina di applicazioni monnezza?
Dai, dì la verità, è che ti diverti troppo a scaricarti una copia dell'OS e a infilarci il tuo key per avere il tuo sistema bello verginello

E dopo 10 anni, siamo a discutere se il Volo 77 è arrivato proprio lungo questa linea, o piuttosto è arrivato due metri più a sinistra, o due metri più a destra? (Perle complottiste)
Tuttle
Inviato: 13/10/2011 0:10  Aggiornato: 13/10/2011 0:11
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Citazione:
Sì ho capito, ma, a meno che tu non voglia cambiare anche l'OS, come nel mio caso, non ci metti meno a eliminare una ad una quella decina di apllicazioni monnezza?


No. :)

Eliminare un'applicazione NON significa mai eliminarla realmente.

Ogni app ha, molto spesso, link a librerie dinamiche (DLL), attiva servizi e scrive molte chiavi di registro.

Gli unistaller sono pensati per lasciare molte di queste "sottoapplicazoini" per diversi scopi, o sono semplicemente compilati a cazzo di cane.

Un esempio lampante sono le suite norton o McAfee presenti spesso nei notebook appena acquistati. Queste suite distribuiscono nel sistema una tale quantità di cacca che pensare di eliminarle con un semplice uninstall è un miraggio...

Citazione:
Dai, dì la verità, è che ti diverti troppo a scaricarti una copia dell'OS e a infilarci il tuo key per avere il tuo sistema bello verginello


Me lo eviterei volentieri...ma prova tu a "PULIRE" McAfee dal sistema...e poi mi dici.

DrHouse
Inviato: 13/10/2011 0:32  Aggiornato: 13/10/2011 0:32
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/11/2007
Da:
Inviati: 2394
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Citazione:
Un esempio lampante sono le suite norton o McAfee presenti spesso nei notebook appena acquistati. Queste suite distribuiscono nel sistema una tale quantità di cacca che pensare di eliminarle con un semplice uninstall è un miraggio...

Questo è poco ma sicuro. Gli antivirus sono particolarmente invasivi. Ma avere un registro intonso non rientra comunque tra le mie illusioni. Anche perché, per quello che devo fare io, non ho mai notato onestamente cali prestazionali significativi.

Ora, io non so come ti organizzi tu, magari hai una macchina dedicata che usi esclusivamente per il lavoro e un'altra che usi per le cazzate, in tal caso capisco. Nel mio caso ho un'unica macchina che uso per tutto. Tieni presente che, in media, mi scarico una decina di nuovi programmi al mese, nove dei quali li disinstallo quasi subito perché mi rendo conto che non mi servono. È ovvio che sperare di avere il registro pulito è comunque un'illusione. Quindi, non perdo tempo all'inizio per reinstallare l'OS perché tanto, dopo un paio di settimane, mi troverei comunque nella stessa situazione per le installazioni che ho fatto io stesso. E ho smesso da tempo di usare anche i vari cleaner perché - quelli sì - fanno veramente più danni di quelli che teoricamente dovrebbero evitare.

Al di là di questo, resta valido il discorso di abbidubbi: bisognerebbe offrire all'utente l'opzione per non installare all'inizio applicazioni indesiderate, visto che, fino a prova contraria, uno paga per avere quello che vuole e non quello che non vuole.

E dopo 10 anni, siamo a discutere se il Volo 77 è arrivato proprio lungo questa linea, o piuttosto è arrivato due metri più a sinistra, o due metri più a destra? (Perle complottiste)
matteog
Inviato: 13/10/2011 21:56  Aggiornato: 13/10/2011 21:56
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/9/2009
Da: Roma
Inviati: 966
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
quoto tutti i post di Tuttle, specialmente quelli Pc vs Mac, in cui mi identifico pienamente, ma soprattutto quoto il fatto che devo essere io a decidere come usare il mio pc, che pezzi ci devo mettere dentro e voglio poterlo upgradare e modificare a mio piacimento.

NESSUNO MI DEVE DIRE COSA DEVO FARE CON UN PC

poi ci sono persone come Edmondo che preferiscono essere, senza offesa, più "servi della macchina" che "asservire la macchina" e che si comportano da buon fanboy: parlano per generalizzazioni e per ignoranza dei fatti.

Sinceramente sono contento di sapere cosa c'è dentro il mio pc cosa che l'utonto medio non sa, perché questo me lo fa conoscere meglio e mi da la possibilità usarne tutte le potenzialità.
Purtroppo mi è capitato di dover usare un Mac di ultima generazione, e posso dire che il Mac funziona se ci devi fare 4 cose, di numero, non di più.

Quotone anche di Polaris ed aggiungo che molti film di animazione vengono prodotti con macchine HP in serie che ovviamente non montano Mac OSX.

Matteo

"Cercare il complotto è sano, trovarlo dappertutto è follia." M. Galante
Pensoso
Inviato: 13/10/2011 22:52  Aggiornato: 13/10/2011 23:19
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/8/2009
Da:
Inviati: 436
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Articolo purtroppo molto condivisibile.

E la disputa informatica tra Mac e Pc penso sia secondaria. Principalmente il boom per cui mezzo mondo ora parla della morte di una persona è che molti milioni di persone ne hanno comprato i "cellulari intelligenti" e le "tavolette intelligenti" (quindi non quelle del wc...), e prima ancora i lettori portatili di file musicali, ossia dei prodotti commerciali in cui l'intervento informatico dell'utente è minimo se non inesistente, limitato all'istallare nuove applicazioni, ove si faccia. E spesso anche queste richiedono l'ìnterfacciamento ad un pc, magari delegato all'amico smanettone di turno.

Stiamo parlando principalmente della mitizzazione di un marchio e della persona che l'ha fondato. Stiamo parlando di quello che è inizialmente uno status symbol, e che quando è commercializzato "per tutti" (alla faccia della crisi economica, guardando i prezzi) diventa un'icona pop.

L'altro giorno per radio ho sentito dire che in Italia il numero di smart phone acquistati in un anno ha superato il numero dei personal computer acquistati nello stesso periodo. Ovviamente il confronto non ha molto senso, dato che gli smart phone vanno in grande maggioranza a sostituire un altro eventuale cellulare fool (nel senso di non smart...) che sarebbe stato acquistato, non certo un computer.
Mentre per i prezzi il confronto ci stà. Molti probabilmente hanno, di fronte alla possibilità di acquistare un pc, preferito acquistare la recente, ultimi anni, opzione di uno smart phone.

E' evidente a chiunque conosca i due mezzi, quale sia il più creativo e che richieda un maggiore apprendimento di nozioni informatiche/tecniche/pratiche, anche senza dover diventare dei geni dell'informatica.
Ecco perchè quella notizia non mi è sembrata un dato necessariamente positivo, a meno che io non sia un produttore di smart phone o un lavoratore nella loro produzione e distribuzione...

(uso non improprio di firma)
abbidubbi
Inviato: 13/10/2011 23:04  Aggiornato: 13/10/2011 23:04
Mi sento vacillare
Iscritto: 31/8/2005
Da: roma
Inviati: 671
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
dal blog di odifreddi

Il libro di Jobs

Ho osservato con distacco misto a imbarazzo le celebrazioni funebri della scorsa settimana per la morte di Steve Jobs. Osannato, si può ben dire, come un’icona del nostro tempo, simile a quelle che lui stesso ha contribuito a rendere popolari sui desktop dei nostri computer.

Obama è arrivato a parlarne come di ‘uno dei più grandi innovatori americani’, che ‘ ha trasformato le nostre vite’ e ‘cambiato il modo in cui vediamo il mondo’. Se questa è la percezione della realtà del presidente degli Stati Uniti, si può ben capire perché egli stia rischiando la non rielezione!

Al di là delle iperboli mediatiche, Jobs è infatti stato uno stilista, che ha contribuito a trasformare il computer in un bell’oggetto e un bel giocattolo, ma niente o poco di più. Una specie di Benetton, cioè, come quello passato alla storia per essersi arricchito vendendo magliette colorate, ma non certo per aver inventato la tessitura o vestito le genti.

In ogni caso, il mercato dei prodotti Apple è assolutamente minoritario nel mondo dell’informatica, e i prezzi dei suoi prodotti contribuiscono a renderlo tale anche in Occidente. La vera rivoluzione sono i prodotti clonati e a basso prezzo, che possono arrivare alle masse povere e sottosviluppate: come quelli che si cerca di produrre, ad esempio, in quell’India che è oggi, per questo e altri motivi, la vera patria dell’informatica.

Farebbe dunque ridere, se non facesse piangere, che i fighetti che giocano a fare i rivoluzionari e militano in ‘Sinistra e liberta’ abbiano salutato Jobs con manifesti di cordoglio. Come se, invece di essere un capitalista e un monopolista, egli fosse un eroe proletario e libertario.

Vendola ha cercato di correre ai ripari, sconfessandoli e prendendo posizione a favore del software libero: cioè, dell’esatto opposto di quello della Apple. Ma le sue parole non possono nascondere la triste constatazione che il motivo per cui, con la scusa della crisi economica, si stanno impunemente smantellando le conquiste di mezzo secolo di lotte libertarie, è che ormai persino la sinistra estrema si è lasciata irretire dagli iidoli falsi e bugiardi del capitalismo.

Io sto mentendo. (Eubulide, V secolo a.C.)
Pensoso
Inviato: 13/10/2011 23:28  Aggiornato: 13/10/2011 23:28
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/8/2009
Da:
Inviati: 436
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Sulla "sinistra" e la cosiddetta modernità tecnologica vedere la discussione dell'anno scorso, mi pare, sulla applicazione della CGIL per iPhone.
Ovvero come essere informati con un ennesimo mezzo di comunicazione ed in modo istantaneo, colorato ed elegante, anche alla moda, di come i lavoratori vengono sempre e comunque fregati.

(uso non improprio di firma)
Tuttle
Inviato: 14/10/2011 1:34  Aggiornato: 14/10/2011 1:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Oggi (anzi ieri) è morto un VERO GENIO...padre di moltissima tecnologia informatica che tutti noi usiamo. Un pioniere dei linguaggi di programmazione i cui fondamentali hanno resistito al passare del tempo e sono, ancora oggi, il cuore di moltissime piattaforme di programmazione...

R.I.P. Dennis Ritchie...



Chissà come mai nessuno ci ha fatto titoloni sui giornali....:/

http://punto-informatico.it/3303574/PI/News/muore-dennis-ritchie-creatore-del.aspx

Pispax
Inviato: 14/10/2011 3:12  Aggiornato: 14/10/2011 3:12
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Tuttle


Citazione:
Oggi (anzi ieri) è morto un VERO GENIO...padre di moltissima tecnologia informatica che tutti noi usiamo. Un pioniere dei linguaggi di programmazione i cui fondamentali hanno resistito al passare del tempo e sono, ancora oggi, il cuore di moltissime piattaforme di programmazione...

R.I.P. Dennis Ritchie...


Ero entrato per postare proprio questa notizia.
Mi fa piacere che qualcuno ci abbia pensato prima di me. E' buffo che qualcuno pensi che il "genio" che ci ha regalato l'informatica sia stato Jobs.

Edmondo
Inviato: 14/10/2011 14:52  Aggiornato: 14/10/2011 14:56
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/8/2010
Da: Un garage
Inviati: 149
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
@matteog

2 domande

la prima:
Ma te l'hai mai visto un virus sui mac che hai provato? e per curiosità che macchina hai provato?

no perchè quando faccio questa domanda, i microsoft fanboy la evitano come la peste (lo so che è semplicemnte questione di numeri) ma cortesemente rispondi alla domanda..

poi seconda domanda.

te ti reputi un utente con conoscenze informatiche medie o un utente sopra la media riguardo a conoscenze informatiche?


no perchè io per utonti intendo diciamo le classiche segretarie... ovviamente non uno appunto come te o tuttle... sbaglio a fare questa distinzione?

...
NESSUNO MI DEVE DIRE COSA DEVO FARE CON UN PC
...
Sacrosanto..io dire, Nessun pc deve fare qualcosa che non voglio IO..
Per come la vedo cmq tanto per farti capire quanto sono fanboy di apple, io adotto la regola del "meno peggio" cioè con windows apro photoshop e so che oltre a quel processo ce ne sono altri 1000 che me lo rallentano, col mac ce ne saranno anche di più, pero almeno non mi rallentano photoshop...

ecco la mia stupida "logica" per cui preferisco un apple ad un pc.

poi senza "malizia" sarei curioso di sapere anche io perche la ricerca su apple è un secondo mentre sul pc è infinta, da utenti non utonti come voi mi aspetterei una risposta non come
"perchè cerca piu a fondo" :)

grazie, cmq semplice curiosità..

Quanto più ci innalziamo, tanto più piccoli sembriamo a quelli che non possono volare. Friedrich Nietzsche
matteog
Inviato: 14/10/2011 22:21  Aggiornato: 14/10/2011 22:21
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/9/2009
Da: Roma
Inviati: 966
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Caro Edmondo ti rispondo subito, ma poi non continuo perché è inutile questa conversazione:

1. La macchina Mac che ho usato era un 27' con core2 Duo da 2,4 Ghz e scheda nvidia da 1Gb poi non ricordo altro perché l'ho usato più di un anno fa.

1a. sul Mac ho usato Final Cut e crashava e dico tutto, viva la stabilità da te millantata

2. Non ho visto virus come non vedo virus sul mio Windows 7

3. I computer sono postazioni di calcolo e multimediali nati per svolgere più operazioni di diverso tipo, quindi un utente medio dovrebbe saper usare la propria macchina almeno per l'80% delle potenzialità. Mac o Pc non sono macchine da scrivere o giocattoli per andare su Facebook.

4. Sono un utente al di sopra della media ma per il discorso del punto 4.

5. ""meno peggio" cioè con windows apro photoshop e so che oltre a quel processo ce ne sono altri 1000 che me lo rallentano, col mac ce ne saranno anche di più, pero almeno non mi rallentano photoshop..." non so che PC hai usato ma a me non mi rallenta niente nonostante abbia un Hardware vecchio di 6 anni, come dice Tuttle dipende sempre da chi si siede davanti al PC

6. qualsiasi ricerca sul mio PC è istantanea nonostante abbia milioni di file, inoltre di posso dimostrare che operazioni per cui tu fai 3 click su Win 7 le faccio con un click, ma questa non è sede

7. non sono fanboy di nulla, uso Windows perché è compatibile con le applicazioni che utilizzo e perché lascia spazio alla personalizzazione e al controllo dell'utente cosa che su Mac te la sogni.

8. Utilizzo un PC, perché posso decidere cosa metterci dentro e perché posso modificarlo.

9. infine compro un pc perché almeno pago lo stesso HW di un Mac ma ad un terzo, e preferisco l'usabilità all'estetica.

Matteo

"Cercare il complotto è sano, trovarlo dappertutto è follia." M. Galante
matrix23
Inviato: 14/10/2011 23:02  Aggiornato: 14/10/2011 23:02
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/6/2008
Da:
Inviati: 39
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Ringrazio vivamente PENSOSO E ABBIDUBBI per aver ricondotto la discussione (almeno per un po' ) sui binari originali...io ci avevo provato l'altro giorno suggerendo di guardare il doc "il secolo del se", ma nessuno mi aveva cagat...neanche di striscio...condivido in pieno i vostri interventi, e credo - ma invitoovviamente MM a correggermi se sbaglio - che l'articolo sia stato postato per avere riflessioni in questa direzione piuttosto che dissertazioni (per carita' interessanti, ma magari in unsito di amanti dell'informatica) sul fatto se sia meglio avere un mac o un normale pc...

TAD
Inviato: 14/10/2011 23:14  Aggiornato: 15/10/2011 4:37
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/5/2011
Da: 7th planet
Inviati: 1069
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Citazione:

Tuttle:

Oggi (anzi ieri) è morto un VERO GENIO


Non posso fare a meno di quotare. Questa è la tecnologia: gente in grado di risolvere problemi, con competenza ed inventiva.

A questo proposito tornano in mente le considerazioni di Albert Einstein su ciò che dovrebbe essere: tecnologico.

Però C e C++ sono linguaggi per masochisti... l'aritmetica dei puntatori è ormai obsoleta...

...preferisco Java

~WÃSÐ Lifestyle~
Edmondo
Inviato: 15/10/2011 13:25  Aggiornato: 15/10/2011 13:25
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/8/2010
Da: Un garage
Inviati: 149
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
posto solo per ringraziare matteog della risposta, però è meglio chiuderla qui quest'inutile diatriba... un saluto

Quanto più ci innalziamo, tanto più piccoli sembriamo a quelli che non possono volare. Friedrich Nietzsche
settemele
Inviato: 16/10/2011 8:51  Aggiornato: 16/10/2011 8:51
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/5/2010
Da:
Inviati: 101
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
andiamo avanti ancora per tanto tempo con queste puttanate !?
ma, beoti copiancollati, non vi sieti resi conto che con giobs siete stati colpiti dalla sindrome di stoccolma ?
osannate, riverite, magnificate il vostro carnefice !? e ben vi sta !
che palle, questi ggiovani gomblottisti copiaincolla da internet !

Pensoso
Inviato: 16/10/2011 12:13  Aggiornato: 16/10/2011 12:14
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/8/2009
Da:
Inviati: 436
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Cit.
Ringrazio vivamente PENSOSO E ABBIDUBBI per aver ricondotto la discussione (almeno per un po' ) sui binari originali...

-

Grazie anche a te Matrix23 !

comunque penso sia inevitabile in qualsiasi discussione andare dove ti porta il vento... ossia dove la maggior parte degli utenti sono interessati, sul proprio interesse personale più diretto sull'argomento. Ossia sulla macchina che usano quotidianamente.

condoglianze per l'inventore del C, e tra i fondatori di Unix...

(uso non improprio di firma)
Virgil
Inviato: 17/10/2011 12:14  Aggiornato: 17/10/2011 12:14
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/8/2010
Da:
Inviati: 384
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Sono d'accordo in toto con Audisio e Tutle....e vorrei aggiungere che il vero innovatore, rimandendo in ambito apple, fu l'altro steve quello detto woz (Wozniak) che creò apple... furono stellman e appunto ritchie coloro che ci hanno permesso di stare qui oggi a discutere in un luogo virtuale, ma dubito la maggior parte delle persone conosceranno questi elementi e ne piangeranno la morte.

mc
Inviato: 18/10/2011 18:37  Aggiornato: 18/10/2011 18:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/5/2004
Da:
Inviati: 7222
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Citazione:
Interessante, immagino che avrai una corposa teoria che spiega in che modo "il mercato" induca nelle genti questa "mania compulsiva"


Che palle... Certo ... ho teorie per tutto io ... sai??


No... Non il tuo "dio mercato"... ... parlo di quella selva di selvaggi promotori markettari psicologi e manipolatori che spingono al consumismo e all'Inutile perche' di moda... (tu fai il pubblicitario tra le altre cose... o sbaglio? ... e' colpa TUA! )...
Nella mia corposa "teoria" quello e' il mercato.



.....E comunque, la pubblicita' e' l'animo del commercio si dice... no?
Quindi, il tuo Mercato cosi' puro ed innocente va a letto con il nemico...



mc

mc
Inviato: 18/10/2011 19:16  Aggiornato: 18/10/2011 19:16
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/5/2004
Da:
Inviati: 7222
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Tuttle... Gli ultimi Mac sono Piccì abbelliti... Vero.
Ma sono assemblati (con vincoli) e testati.
Ho sempre saputo che la maggiorazione del prezzo deriva anche da questo fatto.
Vincolando l'hardware e' possibile ottenere risultati migliori in relazione alla stabilita' e anche alla durata. Le periferiche sono del tutto utlizzabili interscambiabilmente tra le piattaforme anche grazie ai vincoli su scheda madre e dispositivi audiovideo integrati (parlo delle macchine compatte) e ovviamente del sistema altra peculiarita' di non poco conto...

Si puo' fare l'analoga macchina con l'hardware sfuso ma non tutti sono tecnici specializzati o semplici smanettoni pluridecorati sul campo in grado di manutenerla e crearsi la propria stabilita'...


E' ovvio che sono scelte personali e le opinioni sono frutto di esperienze personali... La mia e' eccellente.
Ho avuto 3 grosse macchine nella mia vita dal '90 diciamo. Tutte Meline (dapprima arcobaleno e poi laccate madreperla o argento). E non ho mai smesso di usarle ...
Io sono l'esempio vivente di longevita' di questi hardware e ci faccio di tutto:
Musica, video amatoriale, navigazione, photo-ritocco, web design... masterizzazione... vabbe' hai capito.... anche modellazione 3d (amatoriale).

L'ultimo, un iMac, e' dal 2007 praticamente sempre acceso, sempre on-line, e non ha ceduto un di bit in questi anni.


********Tornando in topic*******
Non so se c'entri Jobs in maniera attiva, direttamente o indirettamente, ma la macchina di cupertino non mi ha mai deluso una volta.
Comprendo l'ammirazione per un uomo decisamente brillante, ma l'idolatria non fa per me. Quando e' morto non ho subito nessuno shoc per la perdita.

In quanto ai prodotti non ho mai scelto per moda ma per caratteristiche e per il software. Dubito che cambiero' in futuro nonostante e quelle saranno le qualita' che ricerchero' (magari Linux potrebbe fare passi avanti rispetto a cio' di cui ho bisogno... adesso e' pessimo cio' che offre, per quanto mi riguarda...).


p.s.: iPhone e iPad non li ho, e non mi servirebbero ad una sega... ho preferito optare per un portatile... macbook bianco, molto piu' utile, immensamente piu' utile di quei giocattolini costosi.

Ciao

mc

polaris_40
Inviato: 18/10/2011 23:09  Aggiornato: 18/10/2011 23:20
Ho qualche dubbio
Iscritto: 1/10/2006
Da:
Inviati: 242
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Non per voler sostenere a tutti i costi i pc wintel, ma anche le workstation HP per citarne una di marca sono testate pre-vendita ed hanno hardware ben selezionato e calibrato per la destinazione d'utilizzo.
Non diamo meriti eccessivi a chi ha saputo muoversi sul mercato come uno "stilista". C'è chi preferisce spendere 30o euro per un jeans Cavalli e chi acquista Wampum ma sempre di jeans o denim si tratta.
Se vi aggrada pagare di più per avere il marchio ok, ma attribuire al prodotto meriti o caratteristiche superiori a quelli effettivi, solo sulla base del prezzo è solo un volere motivare la spesa che è giustificata solo dalla sua estetica/design.

mc
Inviato: 19/10/2011 14:01  Aggiornato: 19/10/2011 14:01
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/5/2004
Da:
Inviati: 7222
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Citazione:
Non per voler sostenere a tutti i costi i pc wintel, ma anche le workstation HP per citarne una di marca sono testate pre-vendita ed hanno hardware ben selezionato e calibrato per la destinazione d'utilizzo.

Esatto, infatti costano parecchio di piu' di pc assemblati faidate dei discount.

Ed e' un merito l'hw selezionato e testato senza ombra di dubbio, non solo per mac.
Non credo che tu sia un utente della mela, perche' il design e' sicuramente eccellente ma non e' che passi le mie giornate/nottate davanti al pc a guardarne l'estetica!!

Citazione:
Se vi aggrada pagare di più per avere il marchio ok, ma attribuire al prodotto meriti o caratteristiche superiori a quelli effettivi, solo sulla base del prezzo è solo un volere motivare la spesa che è giustificata solo dalla sua estetica/design.

Questa e' una tua opinione.

Spero che tu abbia usato la piattaforma apple per almeno qualche minuto prima di sputare questo tipo di sentenze.
Sai com'e'...! La teoria non ha troppo senso in questo tipo di argomentazioni vertenti sulla praticita' di utilizzo (e ovviamente chi ti scrive lo fa quotidianamente il cambio di piattaforma...).

p.s.: ho il pc al lavoro e solo mac a casa ma nessun prodotto di "massa" di quelli che "fa fico averli"... dell'estetica me ne strafotto. Puoi capire quanto sia inopportuna la tua osservazione ai miei occhi.

mc

bodom
Inviato: 23/10/2011 13:04  Aggiornato: 23/10/2011 16:54
So tutto
Iscritto: 20/10/2011
Da:
Inviati: 5
 Re: Steven Jobs - L’altra faccia della mela
Il tuo commento (matteog) rappresenta il mio pensiero su Jobs e la sua attività e altre parole non avrebbero potuto esprimere meglio il mio commento su Jobs. Ovviamente mi dispiace per la sua morte, ci mancherebbe ;)

Posso usare questo tuo commento per un articolo?
Ti ho mandato anche un mp

Grazie Ciao


Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA