Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


Medicina : E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Inviato da Redazione il 9/6/2011 5:40:00 (20689 letture)

Affiora la prova forense che il superbatterio e.coli in Europa è stato ingegnerizzato per provocare decessi

di Mike Adams

Anche se la gara per dare la colpa ai vegetali è attualmente in corso in tutta l'UE, dove un ceppo di E. Coli super resistente sta facendo ammalare pazienti e riempendo gli ospedali in Germania, praticamente nessuno sta parlando di come l'E.coli è magicamente diventato resistente a otto diverse classi di farmaci antibiotici e poi, improvvisamente, è apparso nella catena alimentare.

Questa particolare variante dell'E.coli è un membro del ceppo O104, e i ceppi O104 non sono quasi mai (normalmente) resistenti agli antibiotici. Per acquisire tale resistenza, devono essere ripetutamente esposti agli antibiotici al fine di fornire la "pressione di mutazione" che li spinga verso l'immunità completa al farmaco.

Quindi, se siete curiosi di conoscere le origini di tale ceppo, potete in sostanza  analizzare in dettaglio il codice genetico dell'E.coli e  determinare con sufficiente precisione a quali antibiotici è stato esposto durante il suo sviluppo. Questo passo è stato fatto (vedi sotto), e quando si guarda la decodificazione genetica di questo ceppo O104 che ora minaccia i consumatori di prodotti alimentari in tutta l'UE, emerge un quadro affascinante di come è stato generato.

Il codice genetico rivela la storia

Quando gli scienziati del Robert Koch Institute in Germania hanno decodificato la struttura genetica del ceppo O104, hanno trovato che è resistente a tutte le classi e le combinazioni di antibiotici:

• penicilline
• tetraciclina
• acido nalidixico
• trimetoprim-sulfamethoxazol
• cefalosporine
• amoxicillina / acido clavulanico
• piperacillina-sulbactam
• piperacillina-tazobactam

Inoltre, questo ceppo O104 posseiede una capacità di produrre particolari enzimi che gli conferiscono quella che potrebbe essere chiamata "superpotenza batterica" nota tecnicamente come ESBL:

"I Beta-Lattamasi a Spettro Esteso  (ESBL) sono enzimi che possono essere prodotti dai batteri e li rendono resistenti alle cefalosporine, ad esempio, cefuroxima, cefotaxime e ceftazidime - che sono gli antibiotici più utilizzati in molti ospedali", spiega la Health Protection Agency del Regno Unito .

Per di più, questo ceppo O104 possiede due geni - TEM-1 e CTX-M-15 - che "hanno fatto rabbrividire i medici dal 1990", scrive The Guardian. E perché fanno rabbrividire i medici? Perché sono così mortali che molte persone infette da tali batteri sperimentano l'insufficienza critica di un organo e semplicemente muoiono.

Creare biologicamente un superbatterio mortale

Come, esattamente, nasce un ceppo batterico che è resistente a più di un dozzina di antibiotici in otto classi di farmaci differenti ed è caratterizzato da  due mutazioni genetiche mortali, nonché dalla capacità di produrre enzimi ESBL?

In effetti c'è un solo modo in cui questo accade ...





... (e uno solo) - si deve esporre questo ceppo di E. coli a tutte le otto classi di farmaci antibiotici. Di solito questo non avviene contemporaneamente, naturalmente: prima si espone alla penicillina e si trovano le colonie superstiti che sono resistenti alla penicillina. Poi si prendono le colonie sopravvissute e si espongono alla tetraciclina. Le colonie superstiti sono diventate resistenti sia alla penicillina che alla tetraciclina. Poi si espongono a un sulfamidico e si raccolgono le colonie sopravvissute, e così via. Si tratta di un processo di selezione genetica effettuata in un laboratorio con un risultato desiderato. Si tratta essenzialmente di come alcune armi biologiche sono costruite dall'esercito degli Stati Uniti nella sua struttura di laboratorio a Ft. Detrick, nel Maryland.

Anche se il processo reale è più complicato di questo, il risultato è che la creazione di un ceppo di E. coli  resistente a otto classi di antibiotici richiede ripetute, prolungate esporsizioni a tali antibiotici. E' praticamente impossibile immaginare come questo possa accadere del tutto spontaneamente nel mondo naturale. Ad esempio, se questo batterio è nato nel cibo (come ci è stato detto), allora da dove ha  acquisito tutta questa resistenza agli antibiotici in considerazione del fatto che gli antibiotici non sono utilizzati nelle verdure?

Quando si considera la prova genetica che ora è di fronte a noi, è difficile immaginare come questo possa accadere "in natura". Mentre la resistenza a un antibiotico singolo è comune, la creazione di un ceppo di E. coli che è resistente a otto diverse classi di antibiotici - in combinazione - sfida semplicemente le leggi della permutazione genetica e combinazione in natura. In poche parole, questo ceppo di superbatteri e.coli non avrebbe potuto essere creato in natura. E questo lascia solo una spiegazione per cui in realtà proveniva da: il laboratorio.

Progettato e poi rimesso in libertà

Le prove ora puntano verso il fatto che questo ceppo mortale di E.coli è stato progettato e poi  rilasciato nella catena alimentare o in qualche modo è usciito da un laboratorio finendo nelle scorte alimentari inavvertitamente. Se non siete d'accordo con tale conclusione - e siete sicuramente benvenuti - allora siete costretti a concludere che questo superbatterio octobiotico (immune a otto classi di antibiotici) si è sviluppato in modo casuale per suo conto ... e questa conclusione è molto più spaventosa della spiegazione della "bioingegneria", perché significa che superbatteri octobiotici possono semplicemente apparire ovunque e in qualsiasi momento senza motivo. Questa sarebbe una teoria davvero molto esotica.

La mia conclusione ha effettivamente più senso: questo ceppo di E. coli è stato quasi certamente costruito e poi immesso in forniture alimentari per un fine specifico. Quale potrebbe essere tale fine? E 'ovvio, spero.

E' in funzione il solito metodo problema,  reazione,  soluzione. Prima si causa  un problema (un ceppo mortale di Escherichia coli nel rifornimento alimentare). Poi si aspetta  la reazione del pubblico (enorme clamore in quanto la popolazione è terrorizzata dall'E. Coli). In risposta a questo, si mette in atto la soluzione desiderata (il controllo totale della fornitura globale di cibo e la messa fuori legge di germogli crudi, latte crudo e verdure crude).

E' tutto quì, ovviamente. La FDA ha invocato lo stesso fenomeno negli Stati Uniti quando ha fatto pressione per la sua recente "Legge di Modernizzazione per la sicurezza alimentare" che in sostanza, mette fuori legge le piccole aziende organiche familiari  a meno che non lecchino le scarpe alle autorità di regolamentazione della FDA. La FDA è stata in grado di schiacciare la libertà agricola in America aggiungendo il timore diffuso che ha seguito la diffusione di focolai di E.coli nella catena alimentare statunitense. Quando le persone hanno paura, ricordate, non è difficile far loro accettare qualsiasi livello di regolamentazione tirannica. E rendere la gente spaventata dal loro cibo è una cosa semplice ... pochi comunicati stampa del governo inviati via e-mail ai media mainstream affiliati,  è tutto quello che serve.

Prima il divieto della medicina naturale, quindi l'attacco alle scorte alimentari

Ora, ricordate: tutto questo sta accadendo sulla scia del divieto europeo per piante medicinali e integratori alimentari - un divieto che palesemente mette fuorilegge terapie nutrizionali che aiutano a mantenere le persone sane e libere da malattie. Ora che tutte queste erbe e supplementi sono fuorilegge, il passo successivo è quello di rendere la gente anche spaventata dagli alimenti freschi. Questo perché gli ortaggi freschi sono medicinali, e fintanto che il pubblico ha il diritto di acquistare ortaggi e legumi freschi, puo sempre prevenire le malattie.

Ma se si rende la gente SPAVENTATA dalle verdure fresche - o se si mettono  fuorilegge del tutto - allora è possibile forzare l'intera popolazione ad una dieta di cibi morti e prodotti alimentari trasformati che favoriscono le malattie degenerative e sostengono i profitti delle potenti aziende farmaceutiche.

Fa tutto parte dello stesso programma, evidentemente: Rendere le persone malate, negare loro l'accesso ad erbe medicinali e integratori, poi approfittare delle loro sofferenze per mano dei cartelli dei farmaci a livello mondiale.

Gli OGM svolgono un ruolo simile in tutto questo, naturalmente: Sono progettati per contaminare le scorte alimentari con un codice genetico che causa infertilità diffusa tra gli esseri umani. E coloro che sono in qualche modo in grado di riprodursi dopo l'esposizione agli OGM soffrono anche di malattie degenerative che arricchiscono le case farmaceutiche attraverso le "cure".

Ricordate quale paese è stato preso di mira in questo recente allarme e.coli? La Spagna. Perché la Spagna? Ricordiamo che le rivelazioni trapelate da Wikileaks hanno messo in luce che la Spagna ha resistito all'introduzione degli OGM nel suo sistema agricolo, anche se il governo degli Stati Uniti, di nascosto, ha minacciato ritorsioni politiche per la sua resistenza. Questa falsa accusa alla Spagna per i morti da E.coli è probabilmente una  rappresaglia per la mancata  volontà della Spagna di saltare sul carro OGM.

Questa è la vera storia dietro la devastazione economica dei coltivatori di vegetali spagnoli. E 'una delle sottotrame perseguite attraverso questo intrigo del superbug e.coli.

Il cibo come arma di guerra - creato da Big Pharma?

A questo proposito, la spiegazione più probabile per cui questo ceppo di E. coli è stato ingegnerizzato è che i giganti farmaceutici hanno potuto farlo nei propri laboratori. Chi altro ha accesso a tutti gli antibiotici e alle attrezzature necessarie per gestire le mutazioni mirate di probabili migliaia di colonie di e.coli? Le aziende farmaceutiche sono in una posizione unica per attuare questa trama e trarne profitto. In altre parole, essi hanno i mezzi e il movente per impegnarsi proprio in tali azioni.

Oltre alle case farmaceutiche, forse solo le autorità di regolamentazione delle malattie infettive hanno questo tipo di capacità di laboratorio. Il CDC, per esempio, probabilmente avrebbe potuto attuare questo, se avesse voluto davvero.

La prova che qualcuno ha manipolato biologicamente questo ceppo di Escherichia coli è scritta proprio nel DNA dei batteri. Queste sono prove giudiziarie, e quello che rivelano non può essere negato. Questo ceppo ha subìto ripetute e prolungate esposizioni a otto diverse classi di antibiotici, e quindi in qualche modo è riuscito ad apparire nella catena alimentare. Come si arriva a questo se non attraverso un programma ben pianificato condotto da scienziati canaglia? Non esiste una cosa come la "mutazione spontanea" in un ceppo che è resistente alle principali otto classi di farmaci antibiotici di marca, venduti oggi da Big Pharma. Tali mutazioni devono essere deliberate.

Ancora una volta, se non siete d'accordo con questa valutazione, allora state dicendo che NO, non è stato fatto volutamente ... è accaduto accidentalmente! E di nuovo, dico che è ancora più spaventoso! Perché significa che la contaminazione da antibiotici del nostro mondo è adesso a un tale livello estremo di annientamento che un ceppo di E. coli in natura puo essere saturato con otto diverse classi di antibiotici, fino al punto da trasformarsi naturalmente nel suo stesso  superbatterio mortale. Se è questo  che la gente crede, allora è  una teoria quasi più spaventosa della spiegazione bioingegneristica!

Una nuova era è cominciata: armi biologiche nel vostro cibo

Ma in entrambi i casi - non importa cosa credete - la semplice verità è che il mondo affronta oggi una nuova era a livello mondiale di ceppi di superbatteri di batteri che non possono essere trattati con farmaci conosciuti. Tutti possono, ovviamente, essere facilmente uccisi con l'argento colloidale, che è esattamente il motivo per cui la FDA e le autorità di regolamentazione mondiale della sanità hanno violentemente attaccato le aziende di argento colloidale in tutti questi anni: essi non possono permettere che il pubblico metta  le mani su antibiotici naturali che funzionano veramente, evidentemente. Verrebbe vanificato l'obiettivo di rendere tutti malati, in primo luogo.

In effetti, questi ceppi di superbatteri E.coli possono essere abbastanza facilmente trattati con una combinazione di antibiotici naturali a spettro completo ricavati da piante come l'aglio, lo zenzero, la cipolla e le erbe medicinali. Primi tra tutti, i probiotici possono aiutare l'equilibrio della flora del tubo digerente ed "eliminare" il mortale e.coli. Un sistema immunitario sano e un tratto digerente ben funzionante possono combattere un'infezione da superbatterio  E.coli, ma questo è ancora un altro fatto che la comunità medica non vuole farvi sapere. Essi preferiscono di gran lunga che voi rimaniate una vittima inerme che giace in ospedale, in attesa di morire, senza opzioni a vostra disposizione. Questa è la "medicina moderna" per voi. E' causa dei problemi che essi pretendono di trattare, e che poi non saranno nemmeno trattati con tutto ciò che essenzialmente funziona.

Quasi tutti i decessi attribuibili a questo focolaio di Escherichia coli sono facilmente e prontamente evitabili. Queste sono  morti per ignoranza. Ma ancor più, esse possono anche essere morti causate da una nuova era di armi biologiche su base alimentare, scatenata o da un gruppo di scienziati pazzi o dall'agenda portata avanti da un'istituzione che ha dichiarato guerra contro la popolazione umana.

Fonte: Naturalnews

Traduzione: I Lupi di Einstein

Voto: 8.00 (12 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
Calvero
Inviato: 9/6/2011 6:16  Aggiornato: 9/6/2011 6:16
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
.. e poi Icke non aveva ragione,

siamo proprio alla frutta, oops .. volevo dire, alla verdura

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
afabbri73
Inviato: 9/6/2011 7:55  Aggiornato: 9/6/2011 7:55
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/5/2011
Da:
Inviati: 302
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Andiamo bene, ora vedo mia mamma piu morta che viva. Speriamo che funzioni almeno l'argento colloidale.

Gisar
Inviato: 9/6/2011 8:31  Aggiornato: 9/6/2011 8:32
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/1/2010
Da: Umania
Inviati: 270
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Non so perchè, ma ne avevo il sentore

Siamo al capolinea ragazzi, si scende......
Questi pazzi sono incontrollabili possono e potranno colpire come e quando vogliono.... Speriamo che madre terra ci aiuti a ripulirci da questa feccia....

Sto pensando al mio orto messo sotto sequestro per produzione illegittima d'insalata

Instauratio ab imis fundamentis
mangog
Inviato: 9/6/2011 9:20  Aggiornato: 9/6/2011 9:39
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Basta un ospedale qualsiasi per creare un superbatterio resistente ai farmaci.

peonia
Inviato: 9/6/2011 9:40  Aggiornato: 9/6/2011 9:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
dottor Mangog, argomenti prego.

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
jumpy
Inviato: 9/6/2011 9:53  Aggiornato: 9/6/2011 9:53
So tutto
Iscritto: 18/3/2010
Da:
Inviati: 11
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Citazione:
Ancora una volta, se non siete d'accordo con questa valutazione, allora state dicendo che NO, non è stato fatto volutamente ... è accaduto accidentalmente! E di nuovo, dico che è ancora più spaventoso! Perché significa che ... un ceppo di E. coli in natura può ... trasformarsi naturalmente nel suo stesso superbatterio mortale. Se è questo che la gente crede, allora è una teoria quasi più spaventosa della spiegazione bioingegneristica!


Non c'entra niente con l'articolo in questione (o forse sì), ma questo ragionamento dimostra che la teoria dell'evoluzione è più spaventosa della tanta ridicolizzata teoria del "progetto intelligente" e/o teorie equivalenti (rettiliani, etc.).

Giusto per onor di logica, beninteso.

NeWorld
Inviato: 9/6/2011 10:26  Aggiornato: 9/6/2011 10:27
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/1/2011
Da: Around the World
Inviati: 629
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Ecco tutti i miei sospetti che prendono forma.

E' inutile dire "lo sapevo!" , "me lo immaginavo!"...

Quando hai abituato il tuo naso a riconoscere i "cattivi odori", senti la puzza da lontano.... e poi arrivano costantemente le conferme.

E tutta quella gente che pensa che un povero cetriolo (o un semino di soia) ci abbia tradito...e il telegiornale che dice che quasi quasi è meglio abbandonare le verdure fresche perchè ora è più sicuro il cibo "lavorato"...e l' UE che critica la Germania,perchè invece di investigare sulla FONTE,dovrebbe occuparsi dei controlli su ortaggi vari (non sia mai che scoprono qualcosa!)...

Dov'è la faccina arrabbiata? Ma nessuno ha pensato di mettere una faccina arrabbiata come emoticon? Ci penso io...






















Quando ce vo', ce vo' !!!

"perché abbiamo un combattimento non contro sangue e carne, ma contro i governi, contro le autorità, contro i governanti mondiali di queste tenebre, contro le malvage forze spirituali che sono nei luoghi celesti"
Notturno
Inviato: 9/6/2011 10:44  Aggiornato: 9/6/2011 10:44
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/8/2008
Da:
Inviati: 1920
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Una teoria decisamente articolata.

E basata solo su un "credo che...", "difficile pensare che, invece,.....".

E che si intitola "affiorano prove" che, invece, dalla lettura del documento, non emergono (mi ricorda un po' la faccia del generale USA all'ONU, con la provetta in mano, "prova" delle armi chimiche di Saddam....).

Può essere. Si. Può essere anche vero. Almeno in teoria.

In pratica a me sembra più probabilmente una stronzata.

Rende Encomiabili Dire No A
Religiosi Orpelli. Mentire Provoca Eccidii.
(Stefano Bartezzaghi)
jumpy
Inviato: 9/6/2011 10:52  Aggiornato: 9/6/2011 10:52
So tutto
Iscritto: 18/3/2010
Da:
Inviati: 11
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Citazione:
Sto pensando al mio orto messo sotto sequestro per produzione illegittima d'insalata



mio cuggino 'o malamente;
ma è un prodotto della mente.
Anzi: ha prodotto della menta
ma non era autorizzato,
per cui l'hanno imprigionato.
Ué.


Profetico Elio... compresa la UE finale!

Tuttle
Inviato: 9/6/2011 11:05  Aggiornato: 9/6/2011 11:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Citazione:
In pratica a me sembra più probabilmente una stronzata.


Quoto.

Fra l'altro tutta la menata sta già rientrando. Questione di qualche settimana e sarà tutto come prima. Alla faccia del complotto contro le verdure (!!!).

Bellissimo anche il titolo: "AFFIORA LA PROVA FORENSE...."

...me lo son dovuto leggere tutto per trovarla. Ma non l'ho vista..

Giano
Inviato: 9/6/2011 11:23  Aggiornato: 9/6/2011 11:23
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/3/2011
Da:
Inviati: 1424
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Dall’articolo:
Un sistema immunitario sano e un tratto digerente ben funzionante possono combattere un'infezione da superbatterio E.coli, ma questo è ancora un altro fatto che la comunità medica non vuole farvi sapere.

Un’altra cosa da sapere è che un sistema sicuro per
non avere problemi col batterio è quello di cibarsi
di frutta e verdura abbondantemente condite da igiene.

Per chi ha avuto occasione di assistere alle abitudini
alimentari dei tedeschi non è difficile credere che la
mutazione dell’E.coli sia stata solo una autodifesa del povero
batterio alle condizioni estreme create nel loro piccolo mondo.
L’ E.Coli di Germania ha tutto il diritto di sospettare che ci sia
in atto da centinaia di anni un attacco terroristico su grande
scala nei propri confronti…

vuotorosso
Inviato: 9/6/2011 11:30  Aggiornato: 9/6/2011 11:41
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
@Notturno
@tuttle

Ciao,
taglio, copio, incollo, cucio e mischio l'articolo originale, per farvi vedere come lo ho capito io, non per farvi cambiare idea

La prova:

PREMESSA: E.COLI "normalmente" non resiste agli antibiotici.
Citazione:
Questa particolare variante dell'E.coli è un membro del ceppo O104, e i ceppi O104 non sono quasi mai (normalmente) resistenti agli antibiotici. Per acquisire tale resistenza, devono essere ripetutamente esposti agli antibiotici al fine di fornire la "pressione di mutazione" che li spinga verso l'immunità completa al farmaco.


Ipotesi: possiamo verificare se un organismo sia stato manipolato o meno?
Citazione:
Il codice genetico rivela la storia

Citazione:
Quindi, se siete curiosi di conoscere le origini di tale ceppo, potete in sostanza analizzare in dettaglio il codice genetico dell'E.coli e determinare con sufficiente precisione a quali antibiotici è stato esposto durante il suo sviluppo. Questo passo è stato fatto (vedi sotto), e quando si guarda la decodificazione genetica di questo ceppo O104 che ora minaccia i consumatori di prodotti alimentari in tutta l'UE, emerge un quadro affascinante di come è stato generato.


Sembra che si possa fare, e lo hanno fatto due tedeschi
Citazione:
Quando gli scienziati del Robert Koch Institute in Germania hanno decodificato la struttura genetica del ceppo O104, hanno trovato che è resistente a tutte le classi e le combinazioni di antibiotici: • penicilline • tetraciclina • acido nalidixico • trimetoprim-sulfamethoxazol • cefalosporine • amoxicillina / acido clavulanico • piperacillina-sulbactam • piperacillina-tazobactam Inoltre, questo ceppo O104 posseiede una capacità di produrre particolari enzimi che gli conferiscono quella che potrebbe essere chiamata "superpotenza batterica" nota tecnicamente come ESBL:


Dai risultati ottenuti analizzando il batterio ne e' stata dimostrata l'esposizione, difficilmente casuale visto che si parla anche di "combinazioni" degli antibiotici, agli antibiotici stessi, cosa che puo' piu' concretamente capitare in un laboratorio piuttosto che in un campo di cetrioli (sempre che un campo di cetrioli non venga TRASFORMATO in laboratorio)


Io l'ho capita cosi, cosi come il verbo affiorare sembra riservare il diritto di "rivedere" i risultati ottenuti sopra.


EDIT
----------------------------------------------------
Pero' il post di Giano, che sembra suggerire una piu che ragionevole mutazione data da un ambiente specifico, mi ha fatto venire in mente una cosa: ricordate la recente notizia dei cadaveri che non si decompongono perche' in vita la gente ha consumato troppi conservanti nei cibi? E se l'esposizione dell' E.Coli fosse avvenuta dentro le persone (o gli animali), con gli anni, immersi in ambienti dove esistono gli antibiotici dei test? Mi ricorda tanto il DDT ...

Ciao

VR

mangog
Inviato: 9/6/2011 11:34  Aggiornato: 9/6/2011 11:55
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Citazione:

Autore: peonia Inviato: 9/6/2011 9:40:30

dottor Mangog, argomenti prego.


Vediamo.. la zia di un mio vicino di casa morta in ospedale per infezione da streptocco ( o roba del genere ) resistente alla vancomicina che a sua volta ha mandato in sala di rianimazione anche una nipote venuta in contatto con la povera donna, non ancora in isolamento ma già infetta per bene, durante una visita.

..Oh ma la povera donna morta in un paio di giorni ( ehi si.. dopo 2 giorni che l'avevano isolata per bene.. è andata al creatore nonostante flebo di antibiotici ) non è un argomento attendibile e perciò allego il sito dell 'ISS..

http://www.epicentro.iss.it/problemi/infezioni_correlate/infezioni.asp#resistenza

...Oh ma la fonte ufficiale è troppo ufficiale ( e capirai .. dopo anni che navigo in internet non mi fido volentieri delle fonti ufficiali e no ) per essere presa sul serio..

Dunque diamo il via alla fantasia...oppure ai cugini.

vuotorosso
Inviato: 9/6/2011 11:34  Aggiornato: 9/6/2011 11:34
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Ciao Calvero

Ti chiedo una cortesia: non conosco molto Icke, se ne avessi a disposizione potresti mettermi qualche link a suoi documenti interessanti su questo specifico argomento, per favore? (mia formazione, non "richiesta di prove")
Se hai tempo ovviamente, altrimenti uso il vecchio google (che mi portera' anche tante pagine piene di fuffa dove si perde il punto)
Grazie
Ciao
VR

Tuttle
Inviato: 9/6/2011 11:45  Aggiornato: 9/6/2011 11:45
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Citazione:
Io l'ho capita cosi, cosi come il verbo affiorare sembra riservare il diritto di "rivedere" i risultati ottenuti sopra.


Si ma l'articolo arriva a delle conclusioni partendo da falsi presupposti.

Prima di tutto non mi pare si parli di una mutazione particolare ma di un ceppo preesistente particolarmente ostico.

Fra i vari ceppi dell'E-coli esistono già le caratteristiche presenti nel batterio ritrovato in Germania. Sia per il livello di aggressività (diarrea emorragica e SEU) e sia per la resistenza agli antibiotici. Resistenza che è tipica di questo genere di batterio ed è causata dalla produzione di particolari enzimi da parte del batterio, che fanno muro alle molecole degli antibiotici più comuni.

A me pare l'ennesima pompata da parte della stampa e dei media, visto che l'Ecoli (nella variante 0157) registra, solo in america, circa 70000 casi con qualche centinaio di morti all'attivo...

E' un patogeno di cui si parla da anni e che è ben conosciuto almeno dagli anni 80.

mangog
Inviato: 9/6/2011 11:49  Aggiornato: 9/6/2011 11:49
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Citazione:


Autore: Tuttle Inviato: 9/6/2011 11:45:20


A me pare l'ennesima pompata da parte della stampa e dei media, visto che l'Ecoli (nella variante 0157) registra, solo in america, circa 70000 casi con qualche centinaio di morti all'attivo...

E' un patogeno di cui si parla da anni e che è ben conosciuto almeno dagli anni 80


Eh no... e così hai stroncato una sfilza di possibili post con congetture di tutti i tipi.
I giornali avevano bisogno di qualche notizia e hanno trovato lo spunto dalle infezioni batteriche resistente agli antibiotici.. CHE NOVITA'....

cagliostro
Inviato: 9/6/2011 11:52  Aggiornato: 9/6/2011 11:52
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/9/2007
Da:
Inviati: 1579
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Io sapevo questo:

"Le analisi condotte consentono di definire meglio la natura di questo ceppo, che non può essere considerato un 'mutante', ossia un batterio con un gene modificato, ma piuttosto un ceppo originato dall'acquisizione di nuovi geni per meccanismi di ricombinazione naturale frequenti tra i batteri"

Il presidente dell'Iss Enrico Garaci ha precisato inoltre che "il fatto che il ceppo epidemico sia resistente a molti antibiotici non costituisce un fattore di rischio: per questa particolare infezione, infatti, la terapia antibiotica non è consigliata e, anzi, può risultare controproducente, causando un aumento del rilascio della tossina nel lume intestinale da parte dei batteri uccisi dall'antibiotico, con conseguente aumento della concentrazione di tossina nel sangue e aumento del danno renale".

Detto questo, l'antibiotico resistenza è un problema gravissimo, che però non c'entra una benamata fava con i laboratori rettiliani (nel senso che prescinde anche da eventuali tentativi di determinazione in laboratorio), piuttosto con l'abuso pazzesco di questa classe farmacologica, inutili tutti i richiami scientifici a farne un uso moderato, le persone vi sono oramai abituate.

«Io non sono di nessuna epoca e di nessun luogo: al di fuori del tempo e dello spazio, il mio essere spirituale vive la sua eterna esistenza.»
vuotorosso
Inviato: 9/6/2011 11:55  Aggiornato: 9/6/2011 11:55
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Scusate ma la conclusione non e' questa?
Citazione:
Ma ancor più, esse possono anche essere morti causate da una nuova era di armi biologiche su base alimentare, scatenata o da un gruppo di scienziati pazzi o dall'agenda portata avanti da un'istituzione che ha dichiarato guerra contro la popolazione umana.

Perche' a me sembra plausibile, soprattutto la secodna parte.
E mi riferisco a questo articolo, che analizza l'origine di questo batterio, non al TG1 che dice che moriremo tutti (come per aviaria, suina, mucca pazza, antrace e - mi ero dimenticato ultimamente anche in discussioni offline - la mitica Ebola - Ormai non riesco piu a ten re il conto a mente ...), come sempre. Quella e' la pompata della notizia, non la ricerca sulla possibile origine di una "stranezza" naturale.

Tuttle
Inviato: 9/6/2011 11:56  Aggiornato: 9/6/2011 12:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Fra l'altro il batterio potrebbe essere resistente agli antibiotici a causa del loro massiccio uso negli allevamenti. Lo sappiamo benissimo che i bovini sono gonfi di ogni genere e tipo di antibiotico...

Non c'è bisogno di immaginare scenari più apocalittici di quelli reali, causati dallo sfruttamento esasperato degli allevamenti. :/

cagliostro
Inviato: 9/6/2011 12:08  Aggiornato: 9/6/2011 12:08
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/9/2007
Da:
Inviati: 1579
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Quali caratteristiche rendono questo E. Coli particolarmente incazzato:

Le analisi effettuate mostrano che il ceppo epidemico possiede un sistema di adesione alla mucosa intestinale diverso da quello dei classici ceppi VTEC associati alla SEU e simile invece a quello caratteristico di un altro gruppo di E.coli capace di provocare gastroenterite: gli E.coli entero-aggregativi. Questa combinazione non usuale di caratteri di virulenza (produzione di Verocitotossina e adesione entero-aggregativa), potrebbe essere la spiegazione della particolare aggressività di questo ceppo e della sua capacità di provocare la SEU negli adulti, una sindrome che, con gli altri VTEC, si manifesta solitamente nei bambini di età inferiore a 5 anni. In passato, l’unica segnalazione di un ceppo simile, ma di diverso sierotipo, è stata effettuata proprio dai laboratori dell’ISS e si riferiva a una piccola epidemia di SEU in Francia.

E' molto importante sottolineare che:


• E’ inutile, ingiustificata e spesso dannosa, l’assunzione di antibiotici per via preventiva. Il ceppo in questione, inoltre, si è dimostrato resistente a diversi di questi farmaci. In particolare la terapia antibiotica è sconsigliata o addirittura controindicata poiché potrebbe favorire il rilascio della tossina con peggioramento delle manifestazioni cliniche.
• Il fatto che il ceppo epidemico sia resistente a molti antibiotici non costituisce un fattore di rischio: per questa particolare infezione, infatti, la terapia antibiotica non è consigliata e, anzi, può risultare controproducente, causando un aumento del rilascio della tossina nel lume intestinale da parte dei batteri uccisi dall'antibiotico, con conseguente aumento della concentrazione di tossina nel sangue e aumento del danno renale.

«Io non sono di nessuna epoca e di nessun luogo: al di fuori del tempo e dello spazio, il mio essere spirituale vive la sua eterna esistenza.»
Calvero
Inviato: 9/6/2011 12:14  Aggiornato: 9/6/2011 12:16
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Citazione:
Non c'è bisogno di immaginare scenari più apocalittici di quelli reali, causati dallo sfruttamento esasperato degli allevamenti. :/


Non c'è bisogno di immaginarli perché è perfettamente plausibile. Da comprovare matematicamente? Ok, vediamo e analizziamo. Potrebbe anche essere che non se ne verrà mai precisamente a capo. Il punto rimane che i Cartelli Farmaceutici e i Governi mentono su ogni cosa e ogni cosa serve per far tornare i loro conti...

.. i Governi e branche della Medicina ufficiale, mentono, uccidono, si può anche affermare che TORTURANO grazie alla chemio.. il Sistema alimentare è un meccanismo del Potere, falsato inquinato e scientemente programmato per essere quello che è; le scie chimiche amplificano e "giocano", contribuiscono al danno; l'informazione accademica mente; i servizi segreti sperimentano, si sa, continuano a farlo ... o credete che il Nazismo sia stato sepolto dopo la II^ Guerra mondiale? ...

... i conti tornano, la democrazia leva potere al Popolo e la Giustizia tutela i Cartelli e i meccanismi dispotici e assassini delle branche più cruciali della medicina; le cure alternative vengono eclissate, boicottate, svilite, mistificate...

.. i Media creano il terrore su problemi comunque in qualche modo scatenati;

.. al centro di ciò ci sono miliardi e miliardi e miliardi e miliardi ancora a venire. Non è uno scenario PIU' apocalittico Tuttle, è sempre il medesimo scenario apocalittico che si svela sempre meglio. La sua grandezza è sempre la medesima. Siamo noi che diventiamo sempre più piccoli.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
NeWorld
Inviato: 9/6/2011 12:25  Aggiornato: 9/6/2011 12:25
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/1/2011
Da: Around the World
Inviati: 629
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
cagliostro:
per QUESTA particolare infezione, infatti, la terapia antibiotica non è consigliata...


Certo che non è consigliata,visto che è resistente!

Ma di solito è una terapia utilizzata:

http://www.xagena.it/medicina/azguide/resistenza.html

"perché abbiamo un combattimento non contro sangue e carne, ma contro i governi, contro le autorità, contro i governanti mondiali di queste tenebre, contro le malvage forze spirituali che sono nei luoghi celesti"
Tuttle
Inviato: 9/6/2011 12:37  Aggiornato: 9/6/2011 12:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Citazione:
Ma di solito è una terapia utilizzata:


Ma anche no. E dipende anche da quale ceppo stai prendendo in considerazione.

Le cure - Poiché gli antibiotici sembrano addirittura peggiorare la situazione, le cure sono sintomatiche (reidratazione) e volte a curare o prevenire le complicanze.

Articolo del 2005:

http://www.albanesi.it/dietaitaliana/BLU/Articoli/93escoli.htm


Comunque se volete trovarci per forza il complotto ok. Liberissimi. Per alcuni può anche essere una necessità.

personalmente preferisco stare coi piedi per terra. L'E coli esiste da sempre ed è conosciuto da tutti. E' nostro ospite abituale ed è la causa di molte cagarelle post cenone.

Siamo di fronte semplicemente all'ennesimo esempio di una NON notizia, amplificata per fare il solito titolo terrorista che fa click e clienti. La notizia vera sarebbe quella di analizzare profondamente il nostro stile di vita e il modello di sviluppo sul quale è fondato. E' da questo che, secondo me, nascono questi mostriciattoli. E non mi sembra meno allucinante che ipotizzare lo scienziato pazzo che vuole cancellare l'uso di frutta e verdura a vantaggio dei cibi in scatola...che francamente è una delle cazzate forensi più belle sentite quest'anno...

cagliostro
Inviato: 9/6/2011 12:49  Aggiornato: 9/6/2011 12:49
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/9/2007
Da:
Inviati: 1579
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Citazione:

cagliostro:
per QUESTA particolare infezione, infatti, la terapia antibiotica non è consigliata...

Certo che non è consigliata,visto che è resistente!

Ma di solito è una terapia utilizzata:

http://www.xagena.it/medicina/azguide/resistenza.html


No, non c'entra con il fatto che sia resistente, le forme enteriche localizzate tendenzialmente non vengono trattate con antibiotici che possono fare più casini che altro, quando ti rivolgerai ad un medico per la diarrea e questo ti prescriverà un antibiotico che non sia magari la classica rifaximina ad azione locale per le forme più incazzose, cambia medico ! Tu hai linkato il trattamento delle infezioni urinarie da E.Coli, che è tutt'altro ! Di solito le vie urinarie sono sterili, ma quando l'intestino non lavora bene (caghi poco) perchè lavori tutto il giorno, non fai attività fisica, il tuo metabolismo rallenta, ecco che i batteri fecali (E. Coli appunto) filtrano attraverso le vie linfatiche e vanno ad impestare le vie urinarie. Chiaramente poi il paziente viene e vuole l'antibiotico. Inutile cercare di spiegargli che dopo aver fatto la terapia deve darsi una mossa, fare più attività fisica, alimentarsi con più fibre etc etc Dopo un mese tornerà a chiedere l'antibiotico, perchè avrà di nuovo le vie urinarie impestate. Ecco come vengono fuori le antibioticoresistenze.
Nel caso di questo E. Coli, come accade per il Colera, è la tossina a fare i guai, più che il batterio in se stesso, che non ha una spiccata tendenza invasiva, come ad esempio accade invece nel Tifo.
Spero di essermi spiegato.

«Io non sono di nessuna epoca e di nessun luogo: al di fuori del tempo e dello spazio, il mio essere spirituale vive la sua eterna esistenza.»
ONE
Inviato: 9/6/2011 12:59  Aggiornato: 9/6/2011 12:59
So tutto
Iscritto: 5/1/2011
Da:
Inviati: 2
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Visto lo smisurato abuso di antibiotici che si fa nel mondo intero, a qualsiasi livello della catena alimentare, non mi stupirebbe se questo "spaventoso" batterio si fosse sviluppato spontaneamente. Non dimentichiamo che l'insorgenza di mutazioni spontanee a favore della sopravvivenza in condizioni ambientali sfavorevoli consente la perpetuazione della specie (si veda l'alta frequenza di beta-talassemia in Sardegna a favore della sopravvivenza contro la malaria). In ogni caso, ammettendo anche la teoria bioingegneristica, trovo comunque fortemente inverosimile ciò che viene prospettato nel paragrafo "Prima il divieto della medicina naturale, quindi l'attacco alle scorte alimentari". Penso sia una teoria catastrofista e controcorrente rispetto alla sempre maggiore diffusione di una cultura bio e naturalistica che vedo invece svilupparsi proprio in questi ultimi anni. In ogni caso non bisogna confondere con la realtà dei fatti quello che viene pompato a dismisura nei media. Si parla di circa 20 morti in tutto il mondo... non mi sembra un'apocalisse! Probabilmente tra qualche settimana nessuno parlerà più del batterio cattivo e tutti continueremo a mangiare le nostre buone verdurine di campo e a comprare gli efficacissimi rimedi naturali in erboristeria.

hi-speed
Inviato: 9/6/2011 13:36  Aggiornato: 9/6/2011 13:36
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/12/2004
Da: preda lunga
Inviati: 3211
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
E quale sarebbe una possibile cura per uno sfigato che si imbatte in questo ceppo?

Doppia mano nei mar.ni

hi-speed

Cosa Sta Succedendo? Madre, madre Ci sono troppi di voi che piangono Fratello, fratello, fratello Ci sono troppi di voi che stanno morendo Sai che dobbiamo trovare una maniera Per portare un pò di amore qui oggi
music-band
Inviato: 9/6/2011 13:39  Aggiornato: 9/6/2011 13:39
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
senza entrare nel merito della diatriba, ma forse a chi ci vede sempre delle stronzate in questi articoli, può interessare il seguente articolo del 2008 sulla necessità per l'industria dei biocarburanti di un batterio e-coli resistente:

http://www.genitronsviluppo.com/2008/12/12/e-coli-i-batteri-ogm-per-il-nuovo-biocarburante-di-quarta-generazione-piu-efficiente-di-etanolo-e-butanolo-promette-nuovi-sviluppi-nel-settore-mentre-dal-2010-sul-mercato-ls9-e-amyris/

spettatore
Inviato: 9/6/2011 13:41  Aggiornato: 9/6/2011 13:41
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da:
Inviati: 883
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
@ hi-speed:

una fra le innumerevoli cure è la seguente:


http://www.argentocolloidale.org/patogeni.htm


Lo spettatore

Citazione:
Non metterti a discutere con un idiota. La gente potrebbe non accorgersi della differenza.
munchmadon
Inviato: 9/6/2011 15:47  Aggiornato: 9/6/2011 15:48
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/8/2009
Da: Isernia
Inviati: 77
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
L'argento colloidale potrebbe anche essere utile. Il problema è che dopo ti scambierebbero per puffo gomplottista (argiria)

Il link di MusicBand è assolutamente sconvolgente alla luce dei fatti.

Alb
Inviato: 9/6/2011 16:20  Aggiornato: 9/6/2011 16:35
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/1/2006
Da:
Inviati: 719
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Immagino che anche lo stafilococco aureo MRSA (meticillino resistente) sia ingegnerizzato...
Fate una ricerchina e vedete che simpatico animaletto è lo MRSA.

Nel 2005 ci sono state negli USA circa 11406 morti legate allo stafilococco aureo, di cui 6639 legato allo MRSA. (link: Hospitalizations and Deaths Caused by Methicillin-Resistant Staphylococcus aureus, United States, 1999–2005 ). Certo, molti erano ospedalizzati e l'hanno preso proprio in ospedale. A questo punto potremmo dire che gli ospedali servono proprio a ridurre la popolazione mondiale. O potremmo dire che la fonte è in qualche modo legata al governo... Ma come mai no si gonfia una notizia del genere ?
Undicimilaquattrocentosei morti !!! Non 29 !!!

Per il super escherichia coli "bioingegnerizzato" siamo a quota 29
(link: BATTERIO KILLER: SALITO A 29 NUMERO COMPLESSIVO DECESSI)

Insomma... altro che bioingegneria, a me pare decisamente una notizia gonfiata a dovere, un po' come la superinfluenza intergalattica che avrebbe dovuto sterminare mezzo mondo e per la quale i governi hanno acquistato tonnellate di meravigliosi vaccini non testati.

Andiamo !!!!!

peonia
Inviato: 9/6/2011 17:42  Aggiornato: 9/6/2011 17:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Il batterio killer sconfitto da un miracolo: un vaccino messo a punto un
anno fa

07 giugno 2011

È davvero un grande miracolo. Un miracolo italiano. E la cosa più
miracolosa, è che l'annuncio dell'imminente vaccino contro la malefica
Escherichia Coli sia arrivato circa un anno PRIMA dell'epidemia che è
scoppiata in Europa. Le vie della Provvidenza sono davvero infinite.

Come infinita è la gratitudine che dobbiamo nutrire verso la Novartis, che
dopo averci salvato tutti dall'epidemia di suina con un tempestivo vaccino,
ecco che in quel di Siena nel 4 maggio scorso annuncia di aver identificato
antigeni di E.Coli mai scoperti prima (prima della seguente epidemia) e
quindi di essere sulla buona strada per produrre il fatidico vaccino.

Ma le mirabili non finiscono qui. Anche una compagnia canadese ha appena
comunicato di aver pronto il vaccino, proprio lì nel cassetto, quello giusto
giusto per la variante O157:H7 tedesca, che servirà per inoculare le
miliardi di vacche residenti sul pianeta e renderle inabili a produrre il
batterio.

Davvero noi comuni mortali dobbiamo stupire ed inchinarci davanti alla
scienza, che riesce persino a prevedere il futuro grazie ai suoi misteriosi
esoterici poteri.

Fonte: crisis.blogosfere.it

http://crisis.blogosfere.it/2009/09/vaccino-a-pensare-male-si-fa-peccato.htm
l

http://www.theglobeandmail.com/life/health/new-health/health-news/canadian-v
accine-offers-hope-for-global-scourge-of-e-coli/article2042350/

---

Novartis, il vaccino universale per Escherichia coli non è più un’utopia

Martedì 04 Maggio 2010 14:51

Grazie alla genomica individuati antigeni di Escherichia coli mai
identificati prima

La scoperta, pubblicata sulla prestigiosa rivista PNAS, è di un team di
ricercatori di Novartis Vaccines and Diagnostics, guidati da Rino Rappuoli

Si svelano i misteri che circondano Escherichia coli (E. coli) e si apre la
strada a un vaccino universale in grado di proteggere dalle infezioni
causate da questo germe, uno dei batteri più noti agli scienziati, ma contro
il quale non è stato ancora messo a punto un vaccino per la grande varietà
di ceppi del batterio. L’infezione da E. coli, germe che normalmente vive
all’interno dell’intestino umano ove si riproduce a una temperatura di 37
gradi, oltre a essere il responsabile di circa l’80 per cento di infezioni
delle vie urinarie, è particolarmente temibile per i neonati. Infatti,
proprio questo batterio (in particolare i ceppi che contengono il
polisaccaride K1) rappresenta la seconda causa di meningite neonatale.

La speranza di un vaccino in grado di proteggere i più piccoli da questa
gravissima infezione causata da E. coli viene da una ricerca del team di
Rino Rappuoli, Global Head of Vaccines Research di Novartis Vaccines and
Diagnostics, che per la prima volta ha messo a confronto tutti i ceppi di E.
coli in grado di dare o meno infezioni, facendo uso della genomica, la
branca della biologia molecolare che si occupa dello studio del genoma degli
organismi viventi. Grazie a questa approfondita analisi, che ha confrontato
ceppi batterici patogeni e non, si è arrivati a identificare 230 antigeni
presenti esclusivamente nei batteri responsabili di quadri clinici
significativi. Questi antigeni sono stati analizzati per la loro capacità di
indurre una risposta immunitaria protettiva, cioè stimolare la produzione di
anticorpi specifici in grado di proteggere dalla malattia. In questo modo
sono stati identificati i nove migliori antigeni in grado di proteggere dai
segni e sintomi legati all’infezione da E. coli patogeni.

L’intera ricerca è pubblicata sul numero odierno della rivista statunitense
Proceedings of the National Academy of Sciences (PNAS) e rappresenta un
fondamentale passo avanti sulla strada di un vaccino universale in grado di
proteggere contro questo batterio. «La genomica offre potenzialità sempre
maggiori nella ricerca e grazie ad essa abbiamo trovato antigeni che nessuno
aveva identificato prima, nonostante l’E. coli sia uno dei patogeni
conosciuti da più tempo e più a fondo - spiega Rino Rappuoli -. Questi
antigeni sono in grado di proteggere nei modelli che sono stati individuati,
ma sono anche presenti e conservati in quasi tutti gli E. coli patogeni, e
quindi hanno la potenzialità per essere utilizzati come componenti di un
vaccino universale».

http://www.sienafree.it/salute-e-benessere/salute/10185-novartis-il-vaccino-universale-per-escherichia-coli-non-e-piu-unutopia

---

tutto ciò non va venire almeno dubbi???????????????

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
spettatore
Inviato: 9/6/2011 18:25  Aggiornato: 9/6/2011 18:25
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da:
Inviati: 883
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
@ munchmadon:


puffi blu diverremo a forza di respirare, mangiare, bere, pensare come gli altri.

Vai al link....


http://www.argentocolloidale.org/argiria.htm


Lo spettatore

Citazione:
Non metterti a discutere con un idiota. La gente potrebbe non accorgersi della differenza.
hi-speed
Inviato: 9/6/2011 19:06  Aggiornato: 9/6/2011 19:06
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/12/2004
Da: preda lunga
Inviati: 3211
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Grazie Spettatore

ma si trova facilmente in farmacia?

hi-speed

Cosa Sta Succedendo? Madre, madre Ci sono troppi di voi che piangono Fratello, fratello, fratello Ci sono troppi di voi che stanno morendo Sai che dobbiamo trovare una maniera Per portare un pò di amore qui oggi
Giano
Inviato: 9/6/2011 19:29  Aggiornato: 9/6/2011 19:29
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/3/2011
Da:
Inviati: 1424
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Fazio:«Attenti a zucche e legumi»

http://www.corriere.it/salute/11_giugno_09/batterio-trenta-morti-fagioli-lenticchie_297cc526-92a4-11e0-92af-982eb6e0ff41.shtml

Il ministro ha poi aggiunto che «allo stato attuale la fonte epidemica resta sconosciuta, attualmente si ipotizza, e questo sembra dotato di un certo fondamento, come alla base dell'infezione ci possano essere germogli vegetali di erba medica, lenticchie, fagioli, zucche e fieno greco».

Dotato di un certo fondamento. Madonnina!
Ma l’abbiamo almeno un ministro dotato d’un certo intelletto?

Jurij
Inviato: 9/6/2011 20:11  Aggiornato: 9/6/2011 20:11
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Allora abbiamo una trentina di persone decedute.
Uno scatenante nel batterio E.coli.

Adesso come dice bene l'articolo le possibilità sono due:
O è stato un inserimento (intenzionale o no) nella catena alimentare di un prodotto d'esperimento, oppure è la creazione naturale di questo tipo di batterio.

Non vedo niente di tranquillizzante, a meno che le istituzioni adibite alla salute in Germania abbiano preso un grossissimo granchio, del tipo che le morti sono state provocate da diversi fattori naturali ....

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
peonia
Inviato: 9/6/2011 20:20  Aggiornato: 9/6/2011 20:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Ma l’abbiamo almeno un ministro dotato d’un certo intelletto?

non mi sembra proprio! mi sono sforzata e passarli in rassegna.....ma niente!
D'altronde non potrebbe co+esistere con tutta quella marmaglia....

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Jurij
Inviato: 9/6/2011 20:44  Aggiornato: 9/6/2011 20:44
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Citazione:
… mi ha fatto venire in mente una cosa: ricordate la recente notizia dei cadaveri che non si decompongono perche' in vita la gente ha consumato troppi conservanti nei cibi? E se l'esposizione dell' E.Coli fosse avvenuta dentro le persone (o gli animali), con gli anni, immersi in ambienti dove esistono gli antibiotici dei test? …


Una variante plausibile, magari non una reazione diretta nell’ospite, ma un contagio tramite le feci.
Come siano arrivate nello stomaco di un altro però non lo so…

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Jurij
Inviato: 9/6/2011 20:51  Aggiornato: 9/6/2011 20:51
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Citazione:
Undicimilaquattrocentosei morti !!! Non 29 !!!


29 sono comunque sempre troppe (vedi propria pelle o persone vicine a noi).

Sarebbe come dire diminuiamo la sicurezza sugli aerei, tanto in percentuale fanno sempre molte meno vittime che sulla strada…

P.S. Mai prendere esempio dagli usa (e getta).

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
noalgregge
Inviato: 9/6/2011 21:07  Aggiornato: 9/6/2011 21:07
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2010
Da:
Inviati: 307
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Grazie Spettatore ma si trova facilmente in farmacia? hi-speed

Io lo prendo in erboristeria.

"Non troverai mai la verità se non sei disposto ad accettare anche ciò che non ti aspetti." Eraclito
spettatore
Inviato: 9/6/2011 21:32  Aggiornato: 9/6/2011 21:32
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da:
Inviati: 883
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
@ hi-speed:

l'ideale sarebbe prepararselo da soli l'argento colloidale.
Per iniziare a farti un'idea fai un salto su:


http://www.argento-colloidale.info/index.htm


Lo spettatore

Citazione:
Non metterti a discutere con un idiota. La gente potrebbe non accorgersi della differenza.
THULE
Inviato: 9/6/2011 21:45  Aggiornato: 9/6/2011 21:45
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/6/2011
Da:
Inviati: 156
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Queste epidemie sono solo divertissment per abituare la gente alla minaccia biologica.
Quando spargeranno la spagnola che hanno recuperato dai ghiacci siberiani vedremo la loro vera faccia feroce.

peonia
Inviato: 9/6/2011 21:46  Aggiornato: 9/6/2011 21:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
questo video, di tankerenemy, che riprende l'articolo, aggiunge qualcos'altro però:
https://www.youtube.com/watch?v=KaRwnKDkaJU&feature=player_embedded#at=188

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
edo
Inviato: 9/6/2011 21:49  Aggiornato: 9/6/2011 21:49
Sono certo di non sapere
Iscritto: 9/2/2006
Da: casa
Inviati: 4529
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Ho passato questi giorni a insultare gli ortaggi, e ora scopro che è stato tutto inutile! Che cetriolo che sono!!
Mi fate una cortesia? Mandiamo in massa il link a questo articolo a radio3scienza@rai.it
Non coglieranno, ma sarà sempre più efficace dell'invio di una sola mail (la mia).
Tenchiù.

vuotorosso
Inviato: 9/6/2011 22:07  Aggiornato: 9/6/2011 22:07
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
@Edo

cosi impari a non ascoltare la Natura ma Fede , tiè

NeWorld
Inviato: 9/6/2011 23:44  Aggiornato: 9/6/2011 23:44
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/1/2011
Da: Around the World
Inviati: 629
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Tuttle:
Comunque se volete trovarci per forza il complotto ok


Io non cerco il complotto,penso che di questo articolo la cosa che mi lascia il dubbio è come questo batterio sia diventato resistente a tutti questi antibiotici in modo casuale.

Ok non si usano gli antibiotici nella terapia,per via delle tossine,ma comunque come è diventato resistente a TUTTI?
Se li è iniettati da solo? Trattasi di overdose di antibiotici?

Poi riguardo alla teoria che viene sviluppata nell'articolo... su quella ho molti dubbi...
Non per forza la diffusione del batterio potrebbe essere volontaria...esiste anche la probabilità di incidente,no?

cagliostro:

Ottima spiegazione,questo aspetto ora mi è più chiaro, grazie

"perché abbiamo un combattimento non contro sangue e carne, ma contro i governi, contro le autorità, contro i governanti mondiali di queste tenebre, contro le malvage forze spirituali che sono nei luoghi celesti"
cagliostro
Inviato: 10/6/2011 0:13  Aggiornato: 10/6/2011 0:13
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/9/2007
Da:
Inviati: 1579
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Citazione:


cagliostro:

Ottima spiegazione,questo aspetto ora mi è più chiaro, grazie



Figurati. Prima di immergermi nell'oltrecoma più profondo, vorrei tranquillizzare un attimo chi magari fosse realmente preoccupato per questo batterio. Dopo diversi anni di esperienza posso dire che le malattie infettive non vengono a caso, i microrganismi agiscono laddove vi sono già situazioni lesive dei tessuti, di origine chimica, fisica, metabolica etc. Che siano batteri normali, mutati a causa degli antibiotici o ingegnerizzati dai rettiliani state tranquilli: non assumete alcool, fumo e droghe, non esponetevi ad agenti fisici estremi come il freddo nè possibilmente a situazioni di forte stress psico-biologico in grado di scollegare la psiche dagli equilibri termodinamici fisici naturali, cercate un' alimentazione sana associata ad una moderata attività fisica in modo da garantire un dinamico e sempre perfetto bilancio proteico, le proteine sono entità biochimiche preziosissime, ma sia un loro eccesso che un loro difetto possono mettere gravemente in crisi l'organismo. Sconsiglio assolutamente l'uso di alcool in quantità eccessive. Molto importante il bilancio del ferro per garantire sempre un ottima ossigenazione dei tessuti in particolare della muscolatura, ricordo che anche la persistalsi intestinale va avanti grazie alla muscolatura liscia, e tutto deve scorrere nel verso giusto, l'apparto metabolico deve lavorare per quello somatico. Se tenete questi comportamenti, non dovete temere alcun microbo, ve lo garantisco. Buona notte ragazzi.

«Io non sono di nessuna epoca e di nessun luogo: al di fuori del tempo e dello spazio, il mio essere spirituale vive la sua eterna esistenza.»
ELFLACO
Inviato: 10/6/2011 0:34  Aggiornato: 10/6/2011 0:34
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/10/2005
Da:
Inviati: 1839
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Allora!! Vorrei che mi aiutaste a mettere qualche puntino sulle "i" :

Citazione:
Quando gli scienziati del Robert Koch Institute in Germania hanno decodificato la struttura genetica del ceppo O104, hanno trovato che è resistente a tutte le classi e le combinazioni di antibiotici:

• penicilline
• tetraciclina
• acido nalidixico
• trimetoprim-sulfamethoxazol
• cefalosporine
• amoxicillina / acido clavulanico
• piperacillina-sulbactam
• piperacillina-tazobactam

Inoltre, questo ceppo O104 posseiede una capacità di produrre particolari enzimi che gli conferiscono quella che potrebbe essere chiamata "superpotenza batterica" nota tecnicamente come ESBL:
"I Beta-Lattamasi a Spettro Esteso (ESBL) sono enzimi che possono essere prodotti dai batteri e li rendono resistenti alle cefalosporine, ad esempio, cefuroxima, cefotaxime e ceftazidime - che sono gli antibiotici più utilizzati in molti ospedali", spiega la Health Protection Agency del Regno Unito .

Per di più, questo ceppo O104 possiede due geni - TEM-1 e CTX-M-15 - che "hanno fatto rabbrividire i medici dal 1990", scrive The Guardian. E perché fanno rabbrividire i medici? Perché sono così mortali che molte persone infette da tali batteri sperimentano l'insufficienza critica di un organo e semplicemente muoiono.


Questo è vero???

“Le persone non dovrebbero avere paura dei propri governi, sono i governi a dover aver paura delle persone.”
ELFLACO
Inviato: 10/6/2011 0:49  Aggiornato: 10/6/2011 0:56
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/10/2005
Da:
Inviati: 1839
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
X cagliostro

Pratticamente mi stai dicendo che quello che va dal medico a farsi dare l'antibiotico, mettiamo la PENICILLINA non funzionerà perchè questo tizio non fa attività fisica non mangia fibre,fa un lavoro sedentario ,caga poco,il medico non capisce un cazzo,ecc .

Allora dopo un mese torna ed il medico ,e dato che la penicillina non sembra funzionare gli prescribe la TETRACICLINA ,che ,acnora una volta non funziona .

E allora il mese successivo prova con l'ACIDO NALIDIXICO e succede lo stesso .E avanti così fino a che nel culo di questo tizio si è formata una colonia di E. Coli resistente a 8 antibiotici .!!

Oppure

Dopo aver resistito alla penicillina i batteri del culo di Tizio sono finiti nella bocca di Caio che si è fatto prescrivere la Tetraciclina che pure non ha funzionato del tutto già che alcuni batteri superstiti a questi due antibiotici sono scappati dal culo di Caio e sono finiti nell'insalata di Sempronio ....e così via,via di seguito !!!! ????? EEHH????

PS: Come dice Neworld potrebbe trattarsi veramente di un incidente di laboratorio o qualcosaltro senza finire per forza in un complotto.

“Le persone non dovrebbero avere paura dei propri governi, sono i governi a dover aver paura delle persone.”
Tuttle
Inviato: 10/6/2011 0:52  Aggiornato: 10/6/2011 0:52
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Citazione:
Ok non si usano gli antibiotici nella terapia,per via delle tossine,ma comunque come è diventato resistente a TUTTI? Se li è iniettati da solo? Trattasi di overdose di antibiotici?


Forse non mi sono spiegato bene. Non sono i batteri ad assumere gli antibiotici ma gli intestini che li ospitano. Bovini o altri animali da allevamento che sono tipicamente sottoposti a cicli antibiotici da fare paura. Il primo grosso caso di E-coli è stato proprio riscontrato in una catena di Hamburger negli USA, una trentina di anni fa e ha fatto parecchie vittime. E a parte questo mi pare di aver capito che alcuni ceppi producono, a prescindere, degli enzimi che fanno letteralmente muro alle molecole degli antibiotici, tanto che già da anni si sconsiglia la terapia antibiotica per le patologie associate a questo batterio. E' un comportamento che Cagliostro può confermarti. Anche lo streptococco (anche lui già presente nel nostro organismo), per esempio, è capace di rafforzarsi sotto dosi eccessive di antibiotici e rendersi progressivamente più aggressivo se si assumono amoxicilline a ca**o di cane. Magari per un banale mal di gola stagionale, come va tanto di moda ultimamente... C'è un mio caro amico che ormai si prende l'antibiotico per ogni influenzina e si ammala sempre di più e sempre in forme più pesanti... Sono stufo di insultarlo ma contento lui....:/ Poi l'E-coli è già bastardo di suo e non fatico ad immaginare che questa "versione" sia proprio frutto del sempre più folle utilizzo di antibiotici sia negli allevamenti intensivi sia da parte dell'uomo che se li mangia manco fossero mentine per l'alito....

Citazione:
Questo è vero???


La beta-lattamasi è tipica di questo batterio ed è stata riscontrata dagli anni 60. Si tratta appunto della capacità di produrre enzimi atti a fare da barriera alle molecole degli antibiotici.

Per quanto riguarda la varietà di antibiotici va anche ricordato che se la struttura molecolare di più antibiotici è simile è più probabile che il batterio sviluppi una resistenza per entrambi, che è esattamente quello che accade ai beta-lattamici (gruppo di antibiotici dalla struttura simile) che vengono distrutti dal lattamasi prodotto dal batterio.

ELFLACO
Inviato: 10/6/2011 0:58  Aggiornato: 10/6/2011 0:58
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/10/2005
Da:
Inviati: 1839
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Citazione:
Per quanto riguarda la varietà di antibiotici va anche ricordato che se la struttura molecolare di più antibiotici è simile è più probabile che il batterio sviluppi una resistenza per entrambi, che è esattamente quello che accade ai beta-lattamici (gruppo di antibiotici dalla struttura simile) che vengono distrutti dal lattamasi prodotto dal batterio.


Esempio:

Cioè potrebbe essere che è resistente al antibiotico A ma se è resistente al D vuol dire che è resistente a A-B-C-D ?? a8tento di fare una analogia)

“Le persone non dovrebbero avere paura dei propri governi, sono i governi a dover aver paura delle persone.”
Tuttle
Inviato: 10/6/2011 1:10  Aggiornato: 10/6/2011 1:10
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Uh?

Allora, fra gli antibiotici elencati i beta-lattamici sono:

Penicillina, Amoxicillina, Piperacilline e affini. Questi sono cioè disattivabili semplicemente dal lattamasi del batterio.

Mentre dovrebbero essere più efficaci per l'E-coli le cefalosporine, le tetracicline e l'acido nalidixico.

A quanto pare però questo ceppo ha sviluppato resistenza anche per questi ultimi, il che lo rende particolarmente ostico...

NeWorld
Inviato: 10/6/2011 1:13  Aggiornato: 10/6/2011 1:13
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/1/2011
Da: Around the World
Inviati: 629
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Tuttle:
Bovini o altri animali da allevamento che sono tipicamente sottoposti a cicli antibiotici da fare paura.

Ho capito. E' possibile...forse anche probabile...ma non mi torna questa spiegazione:

si deve esporre questo ceppo di E. coli a tutte le otto classi di farmaci antibiotici. Di solito questo non avviene contemporaneamente, naturalmente: prima si espone alla penicillina e si trovano le colonie superstiti che sono resistenti alla penicillina. Poi si prendono le colonie sopravvissute e si espongono alla tetraciclina. Le colonie superstiti sono diventate resistenti sia alla penicillina che alla tetraciclina. Poi si espongono a un sulfamidico e si raccolgono le colonie sopravvissute, e così via. Si tratta di un processo di selezione genetica effettuata in un laboratorio con un risultato desiderato.

Se fosse accidentale allora vale questa considerazione:

E di nuovo, dico che è ancora più spaventoso! Perché significa che la contaminazione da antibiotici del nostro mondo è adesso a un tale livello estremo di annientamento che un ceppo di E. coli in natura puo essere saturato con otto diverse classi di antibiotici, fino al punto da trasformarsi naturalmente nel suo stesso superbatterio mortale. Se è questo che la gente crede, allora è una teoria quasi più spaventosa della spiegazione bioingegneristica!


"perché abbiamo un combattimento non contro sangue e carne, ma contro i governi, contro le autorità, contro i governanti mondiali di queste tenebre, contro le malvage forze spirituali che sono nei luoghi celesti"
Tuttle
Inviato: 10/6/2011 1:21  Aggiornato: 10/6/2011 1:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Citazione:
si deve esporre questo ceppo di E. coli a tutte le otto classi di farmaci antibiotici. Di solito questo non avviene contemporaneamente, naturalmente: prima si espone alla penicillina e si trovano le colonie superstiti che sono resistenti alla penicillina. Poi si prendono le colonie sopravvissute e si espongono alla tetraciclina. Le colonie superstiti sono diventate resistenti sia alla penicillina che alla tetraciclina. Poi si espongono a un sulfamidico e si raccolgono le colonie sopravvissute, e così via. Si tratta di un processo di selezione genetica effettuata in un laboratorio con un risultato desiderato.


Questa è la visione "complo" che personalmente rifiuto perché basta sostituire lo scienziato malato di mente e il suo laboratorio con lo stomaco del povero manzo che si deve ciucciare da quando è nato, sino alla morte, una dose infinita di antibiotici.

Questi, per esempio, sono alcuni degli antibiotici più usati in allevamento - dallo svezzamento in poi...guarda un po chi c'è;

Cefalosporine
Aminopenicilline potenziate
Penicillina
Gentamicina
Apramicina
Macrolidi
Fenicoli

Tuttle
Inviato: 10/6/2011 1:24  Aggiornato: 10/6/2011 1:24
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Questo, per esempio, è un "avviso" datato 2003.

Antonia Ricci

Centro Nazionale di Referenza per le Salmonellosi, Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie, Legnaro (PD)

La resistenza dei microrganismi agli antibiotici è attualmente considerata, a livello mondiale, come uno dei principali problemi della sanità pubblica, e coinvolge in modo equivalente la medicina umana e la medicina veterinaria. è stato ampiamente dimostrato come l’utilizzo di antibiotici negli animali porti alla selezione di ceppi resistenti che hanno la possibilità di colonizzare l’intestino e, conseguentemente, di essere escreti e di contaminare l’ambiente e gli alimenti derivati (1). Questo comporta una duplice possibilità di interazione animale-uomo: da un lato, qualora i microrganismi resistenti siano agenti di zoonosi (ad esempio, Salmonelle e Campylobacter), questi sono in grado di causare infezione nell’uomo e ovviamente di veicolare a quest’ultimo la propria resistenza, ma è altrettanto vero che anche batteri non patogeni per l’uomo subiscono nell’intestino dell’animale la stessa pressione selettiva a cui sono sottoposti i batteri “target” della terapia antibiotica e possono acquisire o esprimere determinanti genetici di resistenza che possono essere trasmessi a microrganismi diversi, anche spiccatamente patogeni.
In un recente lavoro (2) sono stati testati per quanto riguarda l’antibioticoresistenza ceppi di Escherichia coli ed enterococchi isolati da contenuto intestinale di bovini regolarmente macellati nell’ambito del territorio regionale del Veneto. Per entrambi i microrganismi, i livelli più elevati di resistenza si evidenziano nei ceppi isolati da vitelli a carne bianca, il che è sicuramente da mettere in relazione con il massiccio uso di sostanze ad azione antimicrobica in questa categoria di animali. In particolare, in E. coli sono da notare gli elevati livelli di resistenza al sulfametoxazolo/trimethoprim (58,3%), al cloramfenicolo (30,6%), e ai fluorochinoloni (16,7% all’enrofloxacin). Non sono state rilevate resistenze nei confronti delle cefalosporine. Per quanto riguarda gli enterococchi, batteri commensali ma talvolta agenti responsabili di importanti infezioni nosocomiali, si è evidenziata nei vitelli elevata resistenza all’eritromicina (88,5%) e alla spiramicina (96,2%), bassi livelli di resistenza ad ampicillina e gentamicina (< 10%), mentre il 26,9% e il 7,7% erano resistenti rispettivamente a vancomicina e teicoplanina. Queste ultime due resistenze assumono peraltro carattere di notevole gravità, in quanto sono verso antibiotici particolarmente importanti nel trattamento di infezioni da enterococchi multiresistenti nell’uomo, al punto che l’evidenza di fenomeni di resistenza alla vancomicina in batteri di origine animale ha portato nel 1997 al bando, a livello comunitario, dell’avoparcina (analogo della vancomicina) come promotore di crescita negli animali (3).
Questi risultati sono particolarmente interessanti se letti alla luce dell’indagine effettuata da Busani e coll., e portano a sottolineare la necessità sia di istituire piani di monitoraggio dell’antibioticoresistenza a livello nazionale, sia di promuovere l’applicazione di pratiche di uso prudente degli antibiotici nel settore zootecnico.

NeWorld
Inviato: 10/6/2011 1:37  Aggiornato: 10/6/2011 1:37
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/1/2011
Da: Around the World
Inviati: 629
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Tuttle:
basta sostituire lo scienziato malato di mente e il suo laboratorio con lo stomaco del povero manzo che si deve ciucciare da quando è nato, sino alla morte, una dose infinita di antibiotici


Noooooooo! Non mi dire che hanno coinvolto anche le povere vacche nel complotto!!

Però che gli scenziati facciano esperimenti con virus,batteri ecc... lo dimostra l'articolo postato da Music-Band:

http://www.genitronsviluppo.com/2008/12/12/e-coli-i-batteri-ogm-per-il-nuovo-biocarburante-di-quarta-generazione-piu-efficiente-di-etanolo-e-butanolo-promette-nuovi-sviluppi-nel-settore-mentre-dal-2010-sul-mercato-ls9-e-amyris/

non sarà questo (E.coli) il caso...ma starei attento in futuro...

"perché abbiamo un combattimento non contro sangue e carne, ma contro i governi, contro le autorità, contro i governanti mondiali di queste tenebre, contro le malvage forze spirituali che sono nei luoghi celesti"
Tuttle
Inviato: 10/6/2011 1:53  Aggiornato: 10/6/2011 1:53
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Citazione:
non sarà questo (E.coli) il caso...ma starei attento in futuro...


Si...però non è che siccome si tratta di un processo creatosi negli allevamenti sia meno pericoloso di un ipotetica variante di laboratorio.

E' questo l'approccio che non capisco...Sembra che se non è un complotto non sia degno di attenzione ed analisi.

Forse perché con i complotti i colpevoli son sempre gli altri...mentre in questo caso è probabilmente il nostro amato modello di sviluppo che ci manda degli avvisi di sfratto...


DrHouse
Inviato: 10/6/2011 2:13  Aggiornato: 10/6/2011 2:13
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/11/2007
Da:
Inviati: 2394
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Citazione:
Anche lo streptococco (anche lui già presente nel nostro organismo), per esempio, è capace di rafforzarsi sotto dosi eccessive di antibiotici e rendersi progressivamente più aggressivo se si assumono amoxicilline a ca**o di cane. Magari per un banale mal di gola stagionale, come va tanto di moda ultimamente... C'è un mio caro amico che ormai si prende l'antibiotico per ogni influenzina e si ammala sempre di più e sempre in forme più pesanti... Sono stufo di insultarlo ma contento lui...

Il problema è che, almeno nella maggior parte dei casi, la gente prende gli antibiotici perché glieli prescrive il medico...

E dopo 10 anni, siamo a discutere se il Volo 77 è arrivato proprio lungo questa linea, o piuttosto è arrivato due metri più a sinistra, o due metri più a destra? (Perle complottiste)
Jurij
Inviato: 10/6/2011 6:52  Aggiornato: 10/6/2011 6:52
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Citazione:
E' questo l'approccio che non capisco...Sembra che se non è un complotto non sia degno di attenzione ed analisi.


Credo che hai ragione, nel senso che bisogna tenere aperte tutte le visioni possibili.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
cagliostro
Inviato: 10/6/2011 7:14  Aggiornato: 10/6/2011 7:14
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/9/2007
Da:
Inviati: 1579
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Rispondo brevemente perchè stamattina ho lavoro, magari riprendo nel pomeriggio, ha ragione Tuttle ! Questo mi sembra un articolo bufala, gli addetti ai lavori sanno che la situazione è gravissima senza scomodare i rettiliani, e mi riferisco soprattutto ai pazienti deboli, che dovessero subire un infezione da batterio multiresistente (gli ospedali ne sono ormai infestati). Il discorso dell'antibiotico per le IVU, io non ho detto che non funziona e che il medico è un coglione, cazzo leggete bene: io ho detto che il medico è un coglione se tratta un enterite con l'antibiotico, non le IVU, ho detto inoltre che l'antibiotico nelle IVU probabilmente funzionerà, ma se non curi l'intestino-metabolismo il problema si ripresenterà, e ad oggi è esperienza di ciascun medico il dato che sempre più spesso è necessario usare ad esempio fluorochinolonici nelle IVU perchè gli antibiotici classici non funzionano neanche più. Quella che è necessario sottoporre il batterio a diversi antibiotici contemporaneamente è una colossale bufala. I batteri, nella corsa evoluzionistica, ci romperanno il culo, perchè le acquisizioni di restistenza genetica agli antibiotici sono progressivi e si trasmettono di generazione in generazione. Poi se volete credere che il batterio sia stato irrorato con le scie degli aerei civili, liberi di farlo, ho dedicato il culo alle scie chimiche, distinguendo verità e bufale, ma evidentemente non serve a una mazza. A dopo ragazzi.

«Io non sono di nessuna epoca e di nessun luogo: al di fuori del tempo e dello spazio, il mio essere spirituale vive la sua eterna esistenza.»
Notturno
Inviato: 10/6/2011 9:30  Aggiornato: 10/6/2011 9:30
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/8/2008
Da:
Inviati: 1920
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Cagliostro & Tuttle: grazie, ragazzi.

Mi sento in buona compagnia. Dico davvero.

Solo una cosa, Caglio':
Citazione:

ho dedicato il culo alle scie chimiche, distinguendo verità e bufale, ma evidentemente non serve a una mazza.


...al tuo posto io eviterei di accostare quei due termini......



Tornando al merito..... quel che Tuttle dice, ossia che il problema resta anche senza gombloddo, è sacrosanto!

Ma che vie si potrebbero percorrere?

Nessun medico potrebbe mai sentirsela di rischiare la vita di un paziente per una cosa simile.

A parte i guai giudiziari cui andrebbe incontro, credo che la sua coscienza gli farebbe difficoltà....

Che si può fare?

Rende Encomiabili Dire No A
Religiosi Orpelli. Mentire Provoca Eccidii.
(Stefano Bartezzaghi)
JohnTitor
Inviato: 10/6/2011 10:21  Aggiornato: 10/6/2011 10:21
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/11/2010
Da: Tampa
Inviati: 602
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Basta leggere "la Strage dei genetisti" di Blondet per capire.

ELFLACO
Inviato: 10/6/2011 10:34  Aggiornato: 10/6/2011 10:34
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/10/2005
Da:
Inviati: 1839
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Citazione:
I batteri, nella corsa evoluzionistica, ci romperanno il culo, perchè le acquisizioni di restistenza genetica agli antibiotici sono progressivi e si trasmettono di generazione in generazione.


OK .Come fanno ?? Cio'è ,si è capito come succede questo? Come funziona questa acquisizione di resistenza genetica agli antibiotici del E. Coli??


Se non è troppo lungo da spiegare.Thanks!!

“Le persone non dovrebbero avere paura dei propri governi, sono i governi a dover aver paura delle persone.”
ELFLACO
Inviato: 10/6/2011 10:57  Aggiornato: 10/6/2011 10:57
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/10/2005
Da:
Inviati: 1839
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Citazione:
La sensibilità di E. coli ad aminopenicilline, fluorochinoloni, cefalosporine di terza generazione e aminoglicosidi è in diminuzione in quasi tutti i Paesi. La resistenza combinata di questi isolati invasivi sta crescendo e quasi il 18% dei batteri è resistente a due o più classi di antimicrobici. In particolare, in Europa risulta allarmante il crescente livello di resistenza ai fluorochinoloni. Earss ha registrato un progressivo aumento della resistenza di E. coli a ogni classe di antibiotici.

Le più elevate proporzioni di resistenza si segnalano per le aminopenicilline, con livelli compresi tra 28% e 88%. Queste sostanze, pertanto, non dovrebbero più essere considerate come utile opportunità nei trattamenti empirici. Il livello di resistenza è in continuo aumento nella maggior parte dei Paesi, compresi quelli con livelli di resistenza ben al di sopra del 60%. In particolare, diminuisce rapidamente la sensibilità ai fluorochinoloni: dei 28 Paesi che forniscono i dati a Earss, 26 hanno confermato questo dato. Infatti, la velocità con cui i fluorochinoloni hanno perso la propria efficacia nei confronti di E. coli è superiore a qualsiasi altra combinazione di farmaci presenti nel database Earss.

Gli andamenti registrati da Earss sono preoccupanti: rimangono poche opzioni terapeutiche disponibili per il trattamento di pazienti infettati da questi ceppi, e per i prossimi anni si ipotizza una situazione anche peggiore.


Da questo articolo.

“Le persone non dovrebbero avere paura dei propri governi, sono i governi a dover aver paura delle persone.”
NeWorld
Inviato: 10/6/2011 10:57  Aggiornato: 10/6/2011 10:57
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/1/2011
Da: Around the World
Inviati: 629
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Tuttle:
E' questo l'approccio che non capisco...Sembra che se non è un complotto non sia degno di attenzione ed analisi.


Forse non ho spiegato bene il mio punto di vista.
Quella sul complotto delle vacche era una battuta,ho trattato l'argomento dall'inizio con una certa ironia,l'unica cosa su cui avevo dubbi era la possibilità che il batterio potesse diventare resistente a tutti gli antibiotici senza mano umana,ma in un certo senso la mano umana centra eccome...
non in laboratorio,forse (quindi non volontariamente,ma incidentalmente, o incoscientemente,se vogliamo) ma in altro modo sempre l'uomo è responsabile.

Quello che penso è che l'uomo non dovrebbe giocare con la natura,e dovrebbe avere un rispetto maggiore per ciò che non conosce,in questo caso utilizzando il più possibile rimedi tratti dalla natura,e solo in casi eccezionali farmaci.

Sono d'accordo con te circa il modello di sviluppo,quello che alcuni chiamano "progresso" ma io definirei "degenerazione"

Ma temo anche l'uso pericoloso da parte di persone senza scrupoli di armi batteriologiche. La consideri una situazione irrealizzabile? Io,no.

"perché abbiamo un combattimento non contro sangue e carne, ma contro i governi, contro le autorità, contro i governanti mondiali di queste tenebre, contro le malvage forze spirituali che sono nei luoghi celesti"
Notturno
Inviato: 10/6/2011 11:39  Aggiornato: 10/6/2011 11:39
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/8/2008
Da:
Inviati: 1920
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
ELFLACO:

per quel che ne so (poco) è un fenomeno di selezione naturale.

(mi pare fosse stato anche già illustrato) In sostanza, se una colonia di batteri viene sottoposta all'azione di un antibiotico, essi moriranno.

A volte tutti e amen.

Altre volte, invece, alcuni (pochi, in genere) si salvano perché hanno sviluppato una modificazione genetica spontanea che li ha resi resistenti a quello specifico farmaco.

Si moltiplicheranno e avremo un nuovo bastardo in circolazione.

Il guaio è che si moltiplicano con una frequenza inaudita.

Generazioni e generazioni di batteri si avvicendano in pochi giorni, a volte in poche ore.

E siccome la variazione (modificazione) genetica spontanea si verifica proprio in occasione della riproduzione, aumentano a dismisura le opportunità di una variazione "favorevole" al batterio, in un arco di tempo abbastanza ristretto.

E già so che adesso parte una tremendissima diatriba su Darwin..... speriamo di no.

Però una cosa la vorrei dire: la possibilità che dietro questa resistenza a così tanti antibiotici ci sia un laboratorio di rettiliani è remota, si. Ma non me la sentirei di scartarla del tutto, con assoluta certezza.

Anche perché vicende tipo quella delle Api Assassine, che sono state create in laboratorio e che stanno portando all'estinzione le api "normali", dovrebbero insegnarci qualcosa, no?

Rende Encomiabili Dire No A
Religiosi Orpelli. Mentire Provoca Eccidii.
(Stefano Bartezzaghi)
Tuttle
Inviato: 10/6/2011 11:50  Aggiornato: 10/6/2011 11:50
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Citazione:
A parte i guai giudiziari cui andrebbe incontro, credo che la sua coscienza gli farebbe difficoltà.... Che si può fare?


Beh ovvio che dipende dalla patologia...ma putroppo è sempre più comune abitudine da parte del medico, quella di prescrivere un ciclo antibiotico anche per situazioni che non ne avrebbero bisogno. E non sono io a dirlo (anche se posso testimoniarlo come cittadino) ma sono le organizzazioni che si occupano di monitorare l'uso di farmaci nei vari paesi che continuano a lanciare allarmi per l'abuso di tale farmaco.

Fra l'altro il medico fa quel che può...ma qui da noi è molto diffuso anche il fai da te. Non è difficile fare scorta di antibiotici, partendo da una ricetta - magari con doppia scatola. Per non parlare del sud, dove l'abuso risulta essere il 60% dell'intero paese per una spesa generale di 400 milioni di euro..maremma maiala ladra!

Quindi che fare? Io personalmente li uso poco o niente. Solo quando è strettamente necessario e per il resto mi armo di pazienza e aspetto che il mio corpo si difenda da solo. Detto oggi sembra un approccio da folli...ma dovrebbe essere la norma, secondo me.

Anche nella zootecnia le regolamentazioni sono un po fuori controllo. Ci sono delle linee guida e delle indicazioni generali sull'uso degli antibiotici, ma soprattutto nei grandi allevamenti (dove va scongiurata l'epidemia malgrado condizioni di vita allucinanti) si fa uso di grandi gruppi di antibiotici lungo tutto l'arco della vita dell'animale.

Quindi pensa te quanti antibiotici assumiamo, direttamente e indirettamente con le carni animali...

Homero
Inviato: 10/6/2011 11:52  Aggiornato: 10/6/2011 11:52
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/4/2007
Da:
Inviati: 466
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Dall'Istituto Robert Koch ora dicono che i colpevoli sono i germogli di soia

http://it.reuters.com/article/topNews/idITMIE75903W20110610

p.s. ma non vi sembra strano che il "virus killer" sia in Germania? Non sarà per il fatto che ha deciso di "mollare" il Mercato Occidentale a favore di una più stretta collaborazione con i paesi del BRIC (Brasile, Russia, India e Cina)?
Non a caso la Germania non ha partecipato alle operazioni in Libia e si è astenuta al Consiglio ONU su no fly zone libica insieme proprio ai paesi del BRIC.

Spesso per capire le cose bisogna seguire la "puzza" dei soldi, gira tutto intorno a quello.

Alb
Inviato: 10/6/2011 11:56  Aggiornato: 10/6/2011 11:56
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/1/2006
Da:
Inviati: 719
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Citazione:
Jurij : 29 sono comunque sempre troppe (vedi propria pelle o persone vicine a noi).


Anche una persona è troppo, ma mi pare ovvio dalla tua risposta che non è chiaro quello che ho inteso dire.
I morti per malattie infettive, volenti o nolenti ci sono e non sono pochi. Basta guardare le statistiche per la sola salmonella, che parlano di milioni di ospedalizzazioni e di centinaia di morti l'anno, sempre negli USA.

Ma guarda un po' non è l'effettiva gravità di un problema a venire a galla, ma la gravità che viene assegnata da chi diffonde (e crea ?) le notizie. Oramai ogni anno c'è un virus o un batterio killer.
Ricordo che all'epoca della SARS ordinavo con una certa regolarità del materiale ad Hong Kong. Ogni volta che il postino mi consegnava il materiale mi guardava in cagnesco e mi diceva chiaro e tondo che io attentavo alla sua salute. Siamo ancora entrambi vivi. E' solo fortuna ?
Oggi i fruttivendoli vendono una frazione della merce e devono subire un allarmismo che, fino ad ora, mi pare assolutamente ingiustificato.

Non contenti delle notizie gonfiate a dovere, alcuni si dilettano a cercare un bel complotto, andando ad esempio a trovare vaccini del 2010 che sono sicuramente per e.coli, ma per una variante nota da decenni, affermando che invece sono relativi alla variante di cui si parla in questi giorni.

Poi andrà a finire che mi sbaglio e che sarà questa la volta buona che la notizia non risulta gonfiata e moriremo tutti di diarrea emorragica ? Ad oggi non mi pare.

aleste85
Inviato: 10/6/2011 11:56  Aggiornato: 10/6/2011 11:56
Ho qualche dubbio
Iscritto: 24/5/2010
Da:
Inviati: 204
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?

Tuttle
Inviato: 10/6/2011 11:57  Aggiornato: 10/6/2011 11:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Citazione:
Ma temo anche l'uso pericoloso da parte di persone senza scrupoli di armi batteriologiche. La consideri una situazione irrealizzabile? Io,no.


Francamente ce lo vedo molto poco l'E.coli come arma di laboratorio, tanto che la situazione è rientrata semplicemente creando l'allarme.

E credo che il giorno in cui si useranno le armi batteriologiche (spero MAI) non saremo qui a discutere di una ventina di morti e nemmeno di cento o mille.

Davide71
Inviato: 10/6/2011 12:06  Aggiornato: 10/6/2011 12:06
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/7/2006
Da:
Inviati: 2108
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Ciao a tutti:

finché si tratta di resistenza agli antibiotici possiamo sempre ipotizzare una "fuga da un allevamento" del batterio e successiva contaminazione di ortaggio consumato crudo.
E in ogni caso io resto sospettoso lo stesso.
Ma sono i due geni che producono la super tossina che mi stupiscono! In effetti l'Escherichia Coli non ha nessun interesse ad uccidere l'organismo ospite, perché finirebbe sotto terra con lui! Quello che l'articolo non dice, e su cui ho avuto da discutere, è:

questi due geni sono TIPICI di quel batterio oppure sono presenti in altri batteri?

e in tal caso bisognerebbe sapere come gli è stato trasmesso.
Adesso io so bene che un batterio può trasmettere materiale genetico ad un altro batterio di specie diversa, ma la cosa non è così immediata. E in laboratorio lo sanno fare.
La seconda cosa che mi lascia sospettoso è la copertura mediatica dell'intera faccenda. Quando si tratta di queste cose sappiamo che la prima cosa da vedere è dove sta l'interesse per le case farmaceutiche! Oltre tutto, se puta caso si venisse a scoprire che è veramente un "ceppo di laboratorio creato per la guerra batteriologica" possono sempre dire che l'ha diffuso Gheddafi o i seguaci di Bin Laden per colpire l'Occidente. Oltre a proibire l'erboristeria finirebbero pure per proibire i cibi biologici perché "atti a diffondere attacchi terroristici".
Bisogna che la gente sappia che I BATTERI SONO FONDAMENTALI PER LA SOPRAVVIVENZA DELL'ESSERE UMANO.
Non vanno "sterminati" nè con metodi naturali nè tanto meno artificiali. A parte che non si può! le conseguenze del solo tentativo sarebbero terribili! E farebbero gongolare le case farmaceutiche, che non vedono l'ora di fornire dietro lauto compenso tutti gli agenti nutritivi che normalmente essi sintetizzano per il nostro bene. I batteri non sono "parassiti", sono "simbionti" e se occasionalmente causano dei danni sono sempre MENO di quelli causati dalle medicine che li uccidono.
Un'ultima cosa:
cari finanziatori di Telethon,
sappiate che i vostri soldi andranno a finanziare proprio la conoscenza dei meccanismi per curare (o provocare, che è la stessa cosa) proprio le cose strappa lacrime che utilizzano per indurvi a finanziarli!
Sappiate che se fossero così propensi a curarle avrebbero comunque analizzato, con i soldi che voi generosamente e col cuore gli donate, tutta una serie di curiose risultanze, come la connessione fra autismo e vaccini, e che assolutamente sembra che si guardino bene dallo studiare!
Se sbaglio ditemelo! Allora li finanzio anch'io!

In conclusione: se "loro" trovano il vaccino in grado di uccidere un'intera classe di batteri come l'Escherichia Coli, con la scusa che esistono dei ceppi obiettivamente pericolosissimi, noi diventeremmo tutti dipendenti da "loro" per tutte le sostanze che quel batterio sintetizza che fanno bene al nostro organismo (oppure per distruggere quelle tossiche che elimina).
Ma se loro sbagliano batterio ricordate che 6 miliardi di batteri si trovano in una tazzina di latte, e con certi sistemi fai molto prima a sterminare 6 miliardi di esseri umani!

Non date le perle ai cani e ai porci perchè non le mangeranno e vi si rivolteranno contro.
Homero
Inviato: 10/6/2011 12:08  Aggiornato: 10/6/2011 12:08
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/4/2007
Da:
Inviati: 466
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Il maggior danno, da tutta questa storia, lo hanno avuto gli agricoltori e il sistemo economico ad essi legato

Qui nessuno vuole sterminare nessuno (altrimenti avrebbero liberato nell'aria virus come l'Ebola), ma si è voluto, secondo me, pompando la notizia a dismisura attraverso i mass media e lanciando un giorno sì e l'altro pure allarmi ingiustificati ("è il cetriolo, no abbiamo sbagliato è la carne di cervo; apettate, forse sono i germogli di soia" ) creare una situazione di crisi economica e commerciale, andando a colpire paesi come Spagna e Germania...

simone707
Inviato: 10/6/2011 12:55  Aggiornato: 10/6/2011 12:55
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/4/2009
Da:
Inviati: 148
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
X ALESTE 85

Non è poi così tanto fuori tema il tuo OT, a mio avviso.
La notizia da un lato mi fa sorridere, perchè, conoscendo Borghezio -parlamentare ultraleghista- alle prese (nientepopodimeno!) con la Security del Gruppo Bilderberg, mi immagino la scena colorita dal forte contrasto degli "stili": quello Leghista e quello "Massone" ...
D'altra parte è un bene che questo sia accaduto, e che Borghezio intenda denunciare l'accaduto ed avviare un'indagine parlamentare contro il massimo simbolo del Nuovo Ordine Mondiale e della Massoneria. Si è creato finalmente un precedente, si spalanca una porta (speriamo) che mette allo scoperto di fronte a tutti ciò che si decide sopra le nostre teste, con quali mezzi e per quali fini.

peonia
Inviato: 10/6/2011 14:07  Aggiornato: 10/6/2011 14:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
tranquilli, è solo colpa di una azienda biologica! Ben 30 morti in Europa....
http://notizie.virgilio.it/esteri/berlino-causa-batterio-killer-sono-germogli-di-soia_150369.html
e con ciò il busillis è stato spiegato! tutti a casa....

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Tuttle
Inviato: 10/6/2011 14:12  Aggiornato: 10/6/2011 14:12
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Citazione:
Il problema è che, almeno nella maggior parte dei casi, la gente prende gli antibiotici perché glieli prescrive il medico...


Certo, ma oggi non è difficile farseli prescrivere. Se vado dal mio medico e gli dico "mi serve dell'augmentin (amoxicillina)", non succede molto. Mi basta dire che soffro di faringiti che curo abitualmente con l'antibiotico. Presto fatta la ricetta x 2 scatole.

Magari se gli fa comodo, ti consiglia un brand diverso...ma non è che stia li a farti chissà quale indagine per verificare la necessità del farmaco.

I medici stanno attenti ai pazienti più giovani o a quelli che conoscono poco. Quando diventi adulto e instauri un rapporto decennale con il medico, praticamente ti autoprescrivi quello che ti pare...o quasi. Poi c'è medico e medico...ma a giudicare dalle cifre che si spendono in Italia per gli antibiotici non credo sia una pratica tanto rara.

vuotorosso
Inviato: 10/6/2011 14:20  Aggiornato: 10/6/2011 14:20
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Mi permetto di porre una domanda a tutti: come nascono queste notizie?
Come si e' ottenuto questo TAM TAM mediatico?
E che reali effetti ha avuto sulle persone?
Davvero la gente non ha comprato verdure?
Chi ha diffuso la notizia, in questo modo terroristico, perche' l'ha fatto?
E' l'editoria che gonfia le cose per guadagnare di piu' ?
E' qualcuno che guadagna su queste notizie ?
E' qualcuno che vuole vedere quali sono le reazioni della gente e aggiustare le proprie politiche in base a delle "esercitazioni"?
E' solo l'aver preso un granchio?
Davvero i verdurai sono messi male? Davvero? il mio dice che non e' successo praticamente nulla, stessa gente di sempre stessa roba venduta coem sempre, ma io sto in un paesino; non e' che la gente chiagne ? non sarebbe una novita' ...

Al solito la domanda: cui prodest?

Versione complottistica o meno, caso o laboratorio, paragone con gli altri batteri come quello della salmonella la domanda a me resta: distrarre? spaventare? verificare le condizioni della platea? cosa avvenuta per caso (e quinid mutazione spontanea del batterio in mostro assassino)?

Perche' questi eventi hanno una propagazione cosi rapida e capillare?
Quali sono le reali reazioni di persone e mercati?Non le stime, o le vecchiette del tg4, ma le persone.

Teniamoli d'occhio questi eventi perche' in ogni caso da qualcuno su questo fronte ci si dovra' difendere: fosse anche il pianeta che s'e' rotto le palle di noi. E che si mette a produrre anticorpi ...

Tuttle
Inviato: 10/6/2011 14:43  Aggiornato: 10/6/2011 14:45
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
@vuotorosso

secondo me la risposta alle tue mille domande è una sola. Non ci sono colpe o cospirazioni particolari (interessi magari si...), semplicemente una stampa che fa schifo. Che acquisisce i titoli dalle ansa e ne fa l'eco. Tanto che ormai il messaggio che passa è che la colpa sta negli ortaggi..come se il batterio vivesse li. Gliene frega a nessuno di andare alla radice del problema, visto che si tratterebbe di una contaminazione fecale che avrebbe trasportato il batterio dall'animale alle colture. Probabilmente attraverso l'acqua. Quale acqua? Quali colture? Quali animali?

A me interessa di più arrivare a capire dov'è nato sto ceppo. Non me ne può fregà de meno di sapere dei germogli di soia o dei cetrioli spagnoli. Tutti aspetti secondari alla questione...

Probabilmente, se c'è un interesse di fondo, è che il problema deve venire appiattito su questioni facilmente accantonabili, perché mettere in discussione le cause reali potrebbe mettere sotto la lente d'ingrandimento tutta una serie di responsabilità ben più pesanti che fare il multone al povero agricoltore biologico crucco.

Alla fine alla stragrande maggioranza delle persone, basta avere un morto e un colpevole per vedere una notizia chiusa e archiviata. Amen

NumberSix
Inviato: 10/6/2011 15:05  Aggiornato: 10/6/2011 15:06
Ho qualche dubbio
Iscritto: 12/1/2008
Da: Babylon
Inviati: 175
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Tutto questo e' veramente assurdo, abbiamo un epidemia causato da un batterio intestinale umano/animale e si puntano le dita contro i vegetali? Nessuno che si chieda come una contaminazione dei presunti germogli sia avvenuta?

I moderni allevamenti di animali da macello sono incubatori perfetti per qualsiasi tipo di virus, abbiamo animali con difese immunitarie azzerate, stipati all'inverosimile, in condizioni igieniche disastrose e pieni di antibiotici/steroidi e dio sa cos'altro. Cosa chiedere di piu?

Poi visto che durante il processo di macellazione l'igiene e la salute dell'animale sono l'ultima delle preocupazioni io personalmente mi stupisco che di casi di epidemie/avvelenamenti vari ce ne siano cosi pochi.

La verita e' che la sconsideratezza e avarizia umana stanno generando le condizioni ideali per una bomba biologica che potrebbe veramente decimare la razza umana in pochissimo tempo. Altro che controlli di temperatura ai aereoporti, se il giusto virus evolve l'unica e' scappare sulle montagne!

"Be the change that you want to see in the world." - Mohandas Gandhi
vuotorosso
Inviato: 10/6/2011 15:11  Aggiornato: 10/6/2011 15:11
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Fortuna che non siamo la stragrande maggioranza

E meno male che ci facciamo domande
Ma secondo te, Tuttle, capire il meccanismo che amplifica la notizia, non puo' servire per far finire, in seconda istanza, quelle responsabilita' ben piu gravi sotto la lente d'ingrandimento?
Metti che alla fine il giornalista (...) dell'ansa spieghi perche' e' stata data proprio quella notizia e poi il giornalista di repubblica spieghi perche' e' in prima pagina da 5 giorni, smontando eventualmente le balle tipo " per informare la popolazione dei rischi" e chiedendo "ma chi fa le indagini sul perche'?" I nas? la digos? i cc? o nessuno?
Secondo me questo metodo alla rovescia e' il migliore per arrivare all'origine, anzi direi l'unico.
E' la stampa il terrorista, da sempre. Ora pero' vorrei sapere a quale galassia di cellule si affilia.

furion2012
Inviato: 10/6/2011 15:32  Aggiornato: 10/6/2011 15:33
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/8/2009
Da:
Inviati: 174
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
nonostante faccia parte di questa specie non lo capirò mai.

chissà quali altre diavolerie inventeranno dopo il citriolo infetto.

avevo preparato 2 pagine di discorso ma forse sono troppo pesanti.

pero vi riposto l ultima parte.

Vi siete mai chiesti qual’ è il numero di uomini che può vivere sulla terra a parità di diritti e cibo e che possa convivere con le altre forme di vita ?

Penso proprio di no , ma se lo volete sapere contando i terreni rimasti coltivabili , senza toccare le foreste penso metà della popolazione mondiale a parità di cibo e diritti.

Se consideriamo la popolazione globale portando tutti allo stesso livello, bisogna creare altri 2 pianeti per sodisfare il fabbisogno mondiale, usando sistemi naturali, con tempi biologici naturali.
Con questo non giustifico nessun comportamento di chi lucra sul sangue altrui.
Ma bisogna dire anche la verità.
in una casa di 100 m2, 5 persone vivono bene, 8 persone riescono a convivere, ma 1000 persone non ci stanno proprio. Allora cosa si fa ?
Si allarga la casa cosa molto difficile, ai fa vivere bene 8 persone e le altre rimangono fuori ( vedi sistema mondiale attuale) o forse qualche specie è andata fuori controllo e la natura quando qualcuno va fuori controllo riserva sempre grandi finali.

Primo tra tutti, l estinzione.

qualcuno risponda alla domanda per vivere tutti a parità di diritti e cibo, volendo un pianeta verde con foreste e altre specie, quanti uomini può sopportare il nostro pianeta ?????

rispondete per favore. poi dopo che avete risposto fatte un calcolo matematico, togliete dalla popolazione globale il numero che avete trovato e ditemi cosa devono fare gli altri milioni di persone

ribadisco non difendo nessuno che vede nella povera gente e nella sofferenza altri un sistema per lucrarci.

cagliostro
Inviato: 10/6/2011 16:41  Aggiornato: 10/6/2011 16:41
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/9/2007
Da:
Inviati: 1579
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Citazione:

Notturno
Solo una cosa, Caglio':
Citazione:

ho dedicato il culo alle scie chimiche, distinguendo verità e bufale, ma evidentemente non serve a una mazza.

...al tuo posto io eviterei di accostare quei due termini......


Ma invece è proprio così che è andata, me la sono proprio presa in culo, hai colto il sottile nesso
Comunque mi piace quella, purtroppo
Citazione:

A parte i guai giudiziari cui andrebbe incontro, credo che la sua coscienza gli farebbe difficoltà....


Apri un argomento complesso, neanche a farlo apposta quando il discorso si fa interessante, si abbatte la sfiga del lavoro, va beh, il tempo è tiranno.

C'è un punto molto importante: gli antibiotici oltre ad essere antimicrobici sono anche dei potenti antifiammatori, è per questo che a volte sembrano funzionare e di fatto funzionano anche in quei quadri clinici individuabili ad esempio come semplici virosi. Da qui il paziente che si abitua ad assumerli anche per banali mal di gola, e si convince che l'antibiotico sia necessario, quando probabilmente sarebbe sufficiente riattivare il metabolismo intaccando la massa magra oppure apportare ferro e proteine carenti per riattivare la peristalsi intestinale o rafforzare la muscolatura addominale bassa. Ad esempio il cortisone, potentissimo antifiammatorio, intacca la massa magra, proprio come una strenua attività fisica. Gli antibiotici picchiano pesantemente sui polmoni muscolari, che sono i mitocondri, gli organelli della respirazione cellulare, ecco perchè ci si sente spossati. I mitocondri sono a tutti gli effetti batteri annessi nella cellula. E così anche altri farmaci stressano la respirazione cellulare mitocondriale.
La gola è parte dell'intestino, e molto spesso una infiammazione della gola indica una sofferenza intestinale, un ristagno, oppure banalmente un danno da freddo che deve avere il tempo di essere riparato. Dal punto di vista evoluzionistico, il fatto che i batteri assumano caratteristiche di resistenza, non è uno svantaggio, ma un vantaggio, perchè essi segnalano una situazione lesionale di un tessuto o una sofferenza metabolica. Ad esempio candidosi ricorrenti possono indicare l'inizio di un diabete. Guai se non vi fossero più le spie biologiche microbiche. I microbi rispondono a problematiche di ordine superiore, il nostro organismo è chiamato a gestire equilibri che sono prima di tutto termodinamici, fisici, biochimici, e quando c'è una falla, qualcuno ce lo segnala, ovvero i microbi.
Detto questo, un uso intelligente degli antibiotici così come dei corticosteroidi è veramente salvifico, di fronte a sintomatologie devastanti come una grave faringite, un ascesso tonsillare etc etc Io non sono contrario assolutamente, ma sono per un uso intelligente. Il cortisone se preso per 10 giorni ti può salvare la pelle, se preso per mesi ti annienta. Adesso sto semplificando al massimo ovviamente, parlando delle banalità. Voglio solo ricordare che esistono sintomi che non si sopportano, ed è giusto ed etico aiutare ad alleviare la sofferenza anche per mezzo di un uso apparentemente improprio di un farmaco.

Quando ho scritto che dal punto di vista evoluzionistico i batteri ci faranno il culo, intendevo appunto che esistono delle problematiche superiori a cui gli organismi sono chiamati a rispondere, e di là non si scappa. Banalmente, se io espongo le mie mucose al freddo, così danneggiandole, dovrò poi permettere all'organismo di riparare al danno con una infiammazione locale ed il riposo generale dell'organismo, la classica virosi ! Ma in questo caso la causa della malattia non è il virus, il virus risponde a ragioni di ordine superiore, termodinamico, fisico. Esisterà sempre un virus, un batterio, un fungo a segnalare situazioni lesionali dei tessuti. Se paradossalmente dovessimo riuscire ad annientare i microrganismi con i farmaci, la specie umana entrerebbe in grave crisi evoluzionistica.

«Io non sono di nessuna epoca e di nessun luogo: al di fuori del tempo e dello spazio, il mio essere spirituale vive la sua eterna esistenza.»
vuotorosso
Inviato: 10/6/2011 17:00  Aggiornato: 10/6/2011 17:00
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
@furion
Fare una stima come quella che richiedi tu, mi sembra complessa, troppo per me.
A occhio, visto che muore di fame una persona ogni 20 secondi, direi che questo sistema non va bene, ne puo' essere considerato buono per noi 8 che restiamo in casa. La casa fra l'altro non la trovo un esempio calzante. La proporzione tra abitanti del pianeta e superficie/produttivita'/risorse dire che e' diversa. Credo che con le nostre tecnologie si possa fare praticamente di tutto.
Credo che si possano rendere coltivabili zone desertiche (in fondo si dice che l abbiano fatto gia millenni fa, e a mano) Credo che si possano allevare animali all'aperto senza imprigionarli da sempre e x sempre.

Credo sinceramente, guardando il nostro pianeta, che 7 miliardi di umani ci possano stare strabenissimo, cosi come la maggior parte di animali selvatici che vi abitano. Noi in piu possiamo organizzarci un po meglio di loro, e riuscire a provvedere ai bisogni di tutti. Basta che lo si voglia.
Ciao
VR

o_dotor
Inviato: 10/6/2011 17:02  Aggiornato: 10/6/2011 17:02
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/11/2006
Da:
Inviati: 82
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Al di là della effettiva gravità del fenomeno e delle cause dello stesso, entrambe ancora da valutare (comunue sembra che i sanitari tedeschi vedano già la “fine del tunnel”), l’aspetto caratteristico, o almeno quello che per ora mi ha colpito di più di questo avvenimento è la demonizzazione su scala internazionale di alcuni specifici tipi di ortaggi, basata evidentemente su pochissime prove perché ogni volta smentita il giorno dopo a favore di un tipo diverso.

Le conseguenze di tutto ciò? Fra le altre,la richiesta ( e mi sembra di aver già sentito a proposito della concessione) di ingenti stanziamenti di denaro per riparare il danno economico per i produttori derivato dalla diffusione di certe false notizie.

Cervellotico pensare che il cui prodest vada cercato in questo, però al momento mi sembra la conseguenza più pesante ( oltre ovviamente ai decessi, statisticamente irrilevanti per la definizione di un rischio sanitario globale), e da imputare ad allarmi intempestivi con gigantesca diffusione mediatica. Se non c'è dolo certo sono stati dei gran coglioni...

Notturno
Inviato: 10/6/2011 17:02  Aggiornato: 10/6/2011 17:02
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/8/2008
Da:
Inviati: 1920
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Denghiu, Cagliostro.

Molto comprensibile, persino per me. :)

Rende Encomiabili Dire No A
Religiosi Orpelli. Mentire Provoca Eccidii.
(Stefano Bartezzaghi)
DrHouse
Inviato: 10/6/2011 18:36  Aggiornato: 10/6/2011 18:38
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/11/2007
Da:
Inviati: 2394
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Citazione:
Certo, ma oggi non è difficile farseli prescrivere. Se vado dal mio medico e gli dico "mi serve dell'augmentin (amoxicillina)", non succede molto. Mi basta dire che soffro di faringiti che curo abitualmente con l'antibiotico. Presto fatta la ricetta x 2 scatole.

Magari se gli fa comodo, ti consiglia un brand diverso...ma non è che stia li a farti chissà quale indagine per verificare la necessità del farmaco.

I medici stanno attenti ai pazienti più giovani o a quelli che conoscono poco. Quando diventi adulto e instauri un rapporto decennale con il medico, praticamente ti autoprescrivi quello che ti pare...o quasi. Poi c'è medico e medico...ma a giudicare dalle cifre che si spendono in Italia per gli antibiotici non credo sia una pratica tanto rara.

Tuttle, se vai dal tuo medico con una leggerissima infiammazione alla gola, è lui stesso a prescriverti l'antibiotico, non hai bisogno di inventarti una balla. Anzi, forse oggi è più facile trovare un medico coscienzioso che te lo prescrive storcendo la bocca o non te lo prescrive affatto rispetto a una decina d'anni fa. Io vivo all'estero e ti assicuro che anche qui non cambia niente. Non credo che il tuo amico abbia bisogno di comprarseli su Internet o di ricorrere a chissá quale stratagemma per farseli vendere dal farmacista o dalla guardia medica. Sì, è vero, qualcuno ne abusa per conto proprio, ma si sente legittimato a farlo perché fin da piccolo se lo è sentito prescrivere dal medico per ogni minimo problema. Se io avessi dato ascolto ai miei medici, ne avrei dovuti assumere qualche quintale, grazie a Dio il buon senso mi ha spinto a fare di testa mia e li ho assunti 3 volte al massimo in più di quaranta anni, sempre in casi in cui non c'era alternativa.

Dagli anni Cinquanta ad oggi c'è stato un uso scriteriato di antibiotici e il risultato, che poi è la stesso che descrivevi tu nei tuoi post, è che oggi molti principi attivi non funzionano più. Non è un'opinione, è un dato statistico. Non vedo francamente come la classe medica possa essere esonerata da tutto ciò. Secondo me, se oggi si abusa tanto degli antibiotici, è principalmente per responsabilità loro. La verità è che la tua salute è l'ultima delle loro preoccupazioni. Al massimo, si preoccupano del protocollo, quando addirittura non hanno altri interessi.

Per la cronaca, i medici non hanno bisogno di difese d'ufficio. Per carità, non voglio generalizzare, ma è un fatto innegabile che si tratti di una delle caste più potenti e intoccabili che esistano al mondo. In vita mia ho visto molti più politici andare dietro le sbarre che medici e questo vorrà pur dire qualcosa. Iniziamo ad attribuire le responsabilità a chi le ha, anche perché i medici sono i primi a indignarsi contro i pazienti "fai da te".

E dopo 10 anni, siamo a discutere se il Volo 77 è arrivato proprio lungo questa linea, o piuttosto è arrivato due metri più a sinistra, o due metri più a destra? (Perle complottiste)
peonia
Inviato: 10/6/2011 21:06  Aggiornato: 10/6/2011 21:06
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
ByB
Inviato: 10/6/2011 21:35  Aggiornato: 10/6/2011 21:35
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/5/2011
Da:
Inviati: 382
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Tanto out quanto in complimenti
Peonia

By B.

spettatore
Inviato: 10/6/2011 23:16  Aggiornato: 10/6/2011 23:16
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da:
Inviati: 883
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
@ furion2012:

lo sai che i 2/3 della produzione cerealicola mondiale servono per allevare animali da macello? E non parliamo di quelli che vorranno usare i cereali come carburante!
Per ottenere un chilo di carne, mediamente, occorrono circa 20 - 25 chili di cereali.
Domanda: quante volte riesci a mangiare con un chilo di carne? Per quanti giorni potresti nutrirti con un kg di carne? Quanti e quali nutrienti immetteresti con un kg di carne?
Altra domanda: quante volte riusciresti a mangiare con 25 kg di cereali? Per quanti giorni potresti nutrirti con 25 kg di cereali? Quanti e quali nutrienti immetteresti con 25 kg di cereali?
Quanto tempo può ancora reggere un sistema di predazione armata che, giustificandosi in maniera vergognosa, permette al 18% della popolazione mondiale di far fuori oltre l'80% delle risorse della terra in barba a chi schiatta di fame?
Lo so che a delle domande non si risponde con altre domande, però magari le risposte le troviamo insieme.


Lo spettatore

Citazione:
Non metterti a discutere con un idiota. La gente potrebbe non accorgersi della differenza.
vuotorosso
Inviato: 11/6/2011 0:01  Aggiornato: 11/6/2011 0:01
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
@peonia

ciao
io spero che sia quello che sembra, ma consideriamo l'ipotesi di un qualcosa che agisce sull orario del dispositivo inserito, magari una distorsione delle onde radio che sincronizzano gli orologi delle sveglie, settandola a quell' orario.
Però spero sia qualcos'altro
ciao

Jurij
Inviato: 11/6/2011 1:28  Aggiornato: 11/6/2011 1:28
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Eh si, aleste85, questa volta (non so le altre...) Borghezio ha pienamente ragione e trova tutto il mio appoggio.
Solo che non sapevo che quella feccia si trovava stavolta qui in CH.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
cagliostro
Inviato: 11/6/2011 2:08  Aggiornato: 11/6/2011 2:08
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/9/2007
Da:
Inviati: 1579
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Citazione:

Notturno
Denghiu, Cagliostro.
Molto comprensibile, persino per me. :)

Bene, grazie.

«Io non sono di nessuna epoca e di nessun luogo: al di fuori del tempo e dello spazio, il mio essere spirituale vive la sua eterna esistenza.»
cagliostro
Inviato: 11/6/2011 3:34  Aggiornato: 11/6/2011 3:39
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/9/2007
Da:
Inviati: 1579
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Citazione:

DrHouse
Sì, è vero, qualcuno ne abusa per conto proprio, ma si sente legittimato a farlo perché fin da piccolo se lo è sentito prescrivere dal medico per ogni minimo problema.

Non voglio difendere la categoria e neanche condannare i pazienti, mi permetto alcune considerazioni.
Capita spesso che il paziente affermi di non poter assentarsi dal lavoro e prega il medico di prescrivergli un antibiotico per poter guarire più in fretta, pena il licenziamento, se tu fossi un medico che cosa faresti ? Pensi siano decisioni facili ?
Hai mai sentito parlare del problema dei Pronto Soccorso che scoppiano di accessi impropri ? Ti faccio un esempio dell'iter tipico: il paziente si rivolge al medico curante per una faringite virale, il medico coscienziosamente gli prescrive una terapia non a base di antibiotici. Il paziente non soddisfatto, che sa benissimo che senza antibiotico potrebbe raddoppiare i tempi di guarigione, quando non decida di cambiare medico (ti ricordo che il medico di medicina generale campa dei suoi pazienti) si rivolge alla guardia medica, con atteggiamento questa volta più spavaldo (non si contano le aggressioni ai medici di guardia) pretendendo l'antibiotico. La guardia medica, che risultasse particolarmente coscienziosa, farà presente al paziente che trattandosi di una virosi egli non necessita di una terapia antibiotica. Il paziente minaccerà allora di rivolgersi al Pronto Soccorso, e se la guardia medica non cederà alla richiesta impropria, il paziente si rivolgerà effettivamente al Pronto Soccorso.
Al singolo paziente della specie umana non gliene potrebbe fregare di meno, e così pure il medico è chiamato a curare la singola persona non la specie umana, e le decisioni da prendere non sono affatto facili. Prova tu ad esempio a far cambiare stile di vita ad una persona, piuttosto farebbe affondare l'intero pianeta con tutta la specie umana.

Citazione:

Dagli anni Cinquanta ad oggi c'è stato un uso scriteriato di antibiotici e il risultato, che poi è la stesso che descrivevi tu nei tuoi post, è che oggi molti principi attivi non funzionano più. Non è un'opinione, è un dato statistico. Non vedo francamente come la classe medica possa essere esonerata da tutto ciò.


Facile parlare a posteriori, ma il medico di una volta come poteva prevedere che si sarebbe presentato questo problema, semplicemente applicava quello che studiava, tieni conto che non tutti sono baciati da una geniale perspicacia nel comprendere certi fenomeni a monte.

Citazione:

La verità è che la tua salute è l'ultima delle loro preoccupazioni. Al massimo, si preoccupano del protocollo, quando addirittura non hanno altri interessi.

Il medico ritiene che il protocollo sia la migliore cura per il suo paziente e lo applica, non è Gesù Cristo. Tu sei Gesù Cristo ?

Citazione:

In vita mia ho visto molti più politici andare dietro le sbarre che medici e questo vorrà pur dire qualcosa.

Potrebbe voler dire ad esempio che un' indole incline a fare il politico è affatto diversa da un'indole portata a fare il medico, in linea di massima la psicologia del politico potrebbe ritenersi più incline al crimine di quanto non sia ad esempio per la psicologia di un meccanico o di un medico. Poi come in tutti i mestieri ci sono i criminali e le brave persone. Il problema è che bisogna anche considerare il tipo di crimine per cui si viene indagati: diversi anni fa, fece notizia il caso di un medico di medicina generale indagato per omicidio colposo dopo la morte di una sua paziente a cui aveva prescritto una delle prime statine al tempo, quel medico si tolse la vita.

Citazione:

Iniziamo ad attribuire le responsabilità a chi le ha, anche perché i medici sono i primi a indignarsi contro i pazienti "fai da te".


Il medico è un mestiere difficile, la responsabilità che tu vorresti attribuire ai medici quale conseguenza di una sorta di scelta consapevole e premeditata, non esiste. Non tutti i medici, come del resto non tutte le persone umane, brillano per sopraffina perspicacia, se l'applicazione delle indicazioni scientifiche ha portato al dramma delle resistenze antibiotiche non vedo cosa possano c'entrare i medici, i quali magari hanno avuto il demerito di non aver compreso alcuni meccanismi quali quelli che ad esempio ho cercato di esemplificare nei post precedenti. Le mie considerazioni dei post precedenti sul discorso delle malattie infettive non le sentirai mai fare da un medico, ma non perchè sia malvagio o ignorante, semplicemente perchè non ha compreso che così funziona. Sul fatto dell'indignazione per il fai da te, è un estremizzazione dell'esser fermamente convinti di quello che si fa, il medico lo vedrai medicalizzare se stesso alla stessa medesima stregua di come tratta il suo paziente, anzi, in modo ancor più aggressivo, secondo una recente statistica pubblicata non mi ricordo dove.
Stasera per esempio ho visitato il classico paziente con il classico mal di gola già trattato con antibiotici qualche settimana fa e puntualmente recidivato. Mi è stato sufficiente chiedergli se pratica attività fisica, mi ha prontamente confermato che da circa 2 mesi (da quando guarda caso è cominciato il problema) non pratica più alcuna attività fisica (mi ha riferito di essere infatti dimagrito = perdita della massa magra), mentre in precedenza praticava un'intensa attività fisica di palestra, corsa e nuoto ! Gli ho fatto notare la coincidenza con l'inizio dei suoi problemi infettivi faringei, e siccome il paziente si è rivelato una persona perspicace, ha compreso alla perfezione il meccanismo che gli ho illustrato ed ha compreso che il suo obiettivo doveva essere non già un altro ciclo di antibiotici, ma semplicemente di riattivare il metabolismo ricominciando quell'attività fisica che per motivi di lavoro aveva trascurato. Magari trovi altri 10 pazienti, scusami la volgarità, che non capiscono un cazzo di quello che gli spieghi, così come trovi medici che non capirebbero un cazzo del discorso che ho fatto io. Però quello che voglio dirti, è che io ho cercato di trattare il paziente come io avrei trattato me stesso, e così fanno la maggior parte dei medici, in assoluta buonafede.

«Io non sono di nessuna epoca e di nessun luogo: al di fuori del tempo e dello spazio, il mio essere spirituale vive la sua eterna esistenza.»
marko68
Inviato: 11/6/2011 9:24  Aggiornato: 11/6/2011 9:24
So tutto
Iscritto: 30/12/2009
Da:
Inviati: 1
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Grosso errore di fondo in questo articolo, che fa vacillare tutto. La seguente affermazione é completamente sbagliata:
"Ad esempio, se questo batterio è nato nel cibo (come ci è stato detto), allora da dove ha acquisito tutta questa resistenza agli antibiotici in considerazione del fatto che gli antibiotici non sono utilizzati nelle verdure? "

Gli antibiotici non sono comunemente utilizzati nelle verdure ma largamente utilizzati nell'allevamento dei bovini, suini e polli. Ma soprattutto mi riferisco ora ai bovini. L'escherichia coli é comunemente presente nel materiale fecale dei bovini; nei grossi allevamenti gli animali non vengono più nutriti con foraggio ed erba ma con mais e cereali vari. Mentre nella naturale catena alimentare del bovino l'erba viene dall'intestino depurata dai batteri nelle diete a base di mais e grani ciò non avviene, anzi, non essendo predisposti per natura alla corretta eliminazione degli scarti di questi alimenti, gli intestini contribuiscono al proliferare di questi batteri cattivi.
Le verdure vengono concimate ed irrigate. Basta che l'acqua di irrigazione venga contaminata dal materiale fecale in cui é presente il batterio per far si che quest'ultimo venga trasferito alle verdure. Ed essendo molti animali appunto bombardati con antibiotici è presto spiegabile l'origine della resistenza a quest'ultimi.
Negli Stati Uniti, ogni anno, a causa di epidemie di escherichia coli, muoiono centinaia di persone. Questo a causa di carne o verdura contaminata dal batterio dell'escherichia coli.
Vi consiglio al riguardo la lettura di un libro illuminante "Fast Food nation" dove con reportage giornalistici vengono spiegate con dovizia di particolari le condizioni dei macelli USA.

Quindi non dobbiamo costruirci castelli di complottismo quando c'é una banalissima spiegazione al problema della resistenza agli antibiotici.

Jurij
Inviato: 11/6/2011 9:33  Aggiornato: 11/6/2011 9:33
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Anni fa avevo letto che i parenti degli avvocati e dei dottori, come anche loro stessi, vengono in percentuale operati di meno.... che strano.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
fefochip
Inviato: 11/6/2011 12:19  Aggiornato: 11/6/2011 12:19
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
@ marko68

ciao e benvenuto

Citazione:
Quindi non dobbiamo costruirci castelli di complottismo quando c'é una banalissima spiegazione al problema della resistenza agli antibiotici.


non so ....

tu hai ragione a suggerire che la resistenza agli antibiotici del batterio si può essere sviluppata dando sostanzialmente tutti quegli antibiotici ai bovini che hanno fatto da "incubatrici" del batterio fecale che mano mano ha sviluppato la resistenza prima a uno poi a tutti gli a tutti e 8 gli antibiotici.

per se permetti a me pare veramente strano che tutto ciò è arrivato "per caso".

insomma se ci rifletti un attimo e dai per buono il metodo di creazione (che poi è di selezione) del batterio in questione appare molto strano che ci sia appunto arrivato per caso e non per una scentifica ricerca.

quante possibilità ci sono che una mucca ha sviluppato nel suo intestino per puro caso una resistenza a tutti e 8 gli antibiotici?

e poi questo E coli pare che si sia diffuso con i germogli di soia (mi pare ...continuamente poi smentiscono e riformulano un ipotesi) comunque l'origine è sempre animale e sui germogli è arrivato grazie al letame .

già è difficilissima la probabilità che un solo bovino sviluppi batteri nell'intestino resistenti a tutti e 8 gli antibiotici ma possibile che poi sono bastati solo i suoi escrementi?
avranno mischiato i suoi escrementi con quelli degli altri bovini e tutti con quel batterio?

insomma :

se non si tratta di dolo per una volta tanto bisogna fare massima attenzione a questa cosa perche vuol dire che stiamo procedendo su una china molto pericolosa riguardo all'allevamento dei bovini e quindi l'allarme come al solito amplificato dai giornali in maniera criminale deve a mio avviso far riflettere chi di dovere .

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Tuttle
Inviato: 11/6/2011 13:17  Aggiornato: 11/6/2011 13:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Citazione:
se permetti a me pare veramente strano che tutto ciò è arrivato "per caso"


Per caso? Sono decenni che si continuano a diramare avvisi sul pericolo derivato dalle antibiotico-resistenze. Prima o poi qualche batterio che ci fa il mazzo doveva saltar fuori. Fra l'altro non è il primo e non sarà l'ultimo.

La questione degli 8 antibiotici è proposta nell'articolo in modo sbagliato e non mi stupisco visto chi ha scritto l'articolo originale. Un fanatico naturalista che vende libri, prodotti e tiene mega meeting motivazionali all'americana con mega vendita post rincoglionimento mentalista. Una specie di dianetico del fitness....




Come è già stato detto questi ceppi di Ecoli sono già resistenti ad almeno 4 di quelli elencati, quindi in realtà si sarebbe sviluppata un'ulteriore resistenza ad altri 4 e guardacaso sono farmaci usati anche nella zootecnia.

A me non sembra affatto strano che intere generazioni di bovini continuamente inzuppati di antibiotici possano generare dei batteri del genere, tantopiù quando mi ritrovo a leggere avvisi sulla pericolosità estrema di queste pratiche, già dalla fine degli anni 90.

Comunque l'importante è che ci si faccia un parere personale informandosi su più fronti perché la fonte dell'articolo non è esattamente quello che si dice un disinteressato salvatore dell'umanità....

NumberSix
Inviato: 11/6/2011 13:18  Aggiornato: 11/6/2011 13:18
Ho qualche dubbio
Iscritto: 12/1/2008
Da: Babylon
Inviati: 175
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Citazione:
già è difficilissima la probabilità che un solo bovino sviluppi batteri nell'intestino resistenti a tutti e 8 gli antibiotici ma possibile che poi sono bastati solo i suoi escrementi? avranno mischiato i suoi escrementi con quelli degli altri bovini e tutti con quel batterio?


Scusami ma il tuo discorso e' un po ingenuo, ti ricordo/informo che negli allevamenti intensivi ci sono di solito i "serbatoi"interrati (di solito piu che serbatoio sono dei veri laghetti) dove viene scaricata materia fecale e altro (ovvero tutto lo schifo che deriva dall'allevamento).

Questi serbatoi raramente sono stagni e spesso provocano contaminazione delle acque.

Niente di piu semplice per trasmettere i batteri. Se invece la contaminazione proviene dal letame...beh, spero non crederai che il letame di 1 mucca possa bastare per concimare un campo?

"Be the change that you want to see in the world." - Mohandas Gandhi
Calvero
Inviato: 11/6/2011 13:24  Aggiornato: 11/6/2011 13:24
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
...............
.........
....

GIRA e RIGIRA il Cetriolo sempre in culo all'ortolano finisce.

Intanto dagli ultimi telegiornali pare di capire che stiano mettendo all'indice il mercato del BIOLOGICO.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Tuttle
Inviato: 11/6/2011 13:27  Aggiornato: 11/6/2011 13:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Citazione:
Scusami ma il tuo discorso e' un po ingenuo, ti ricordo/informo che negli allevamenti intensivi ci sono di solito i "serbatoi"interrati (di solito piu che serbatoio sono dei veri laghetti) dove viene scaricata materia fecale e altro (ovvero tutto lo schifo che deriva dall'allevamento). Questi serbatoi raramente sono stagni e spesso provocano contaminazione delle acque. Niente di piu semplice per trasmettere i batteri. Se invece la contaminazione proviene dal letame...beh, spero non crederai che il letame di 1 mucca possa bastare per concimare un campo?


Sacrosanto.

E' proprio questo che mi fa incacchiare della faccenda. Il metodo con il quale si è letteralmente accecata la "notizia", fotografando come colpevole il mezzo del batterio e non la fonte. In questo modo ci si sfanga dall'imbarazzo con la crocefissione di qualche agricoltore e produttore di alimenti e si salvano le chiappe alla reale causa che ha generato il batterio.

Cosa volete che sia il fallimento di un azienda agricola messa a confronto ad una ri-valutazione dei sistemi di allevamento?

Freeman
Inviato: 11/6/2011 13:52  Aggiornato: 11/6/2011 13:53
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Citazione:
Intanto dagli ultimi telegiornali pare di capire che stiano mettendo all'indice il mercato del BIOLOGICO.


tombola!

Questo "sciacallaggio" sul biologico puzza, di brutto.
Vedrete che questa storia darà una bella spinta agli OGM, la Commissione UE non aspettava altro per imporceli.

Poi magari noialtri malepensanti siamo "complottisti a tutti i costi", però, hai visto mai...

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
noalgregge
Inviato: 11/6/2011 14:19  Aggiornato: 11/6/2011 14:19
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2010
Da:
Inviati: 307
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Non seguo i telegiornali, quindi chiedo come hanno fatto a puntare il dito contro il biologico? se per le concimazioni di verdure biologiche si presume che lo sterco sia di vacche allevate biologicamente, e quindi allevate secondo natura. Sbaglio?

"Non troverai mai la verità se non sei disposto ad accettare anche ciò che non ti aspetti." Eraclito
Jurij
Inviato: 11/6/2011 14:28  Aggiornato: 11/6/2011 14:28
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Citazione:
Non seguo i telegiornali, quindi chiedo come hanno fatto a puntare il dito contro il biologico? se per le concimazioni di verdure biologiche si presume che lo sterco sia di vacche allevate biologicamente, e quindi allevate secondo natura. Sbaglio?


Esatto e adesso vediamo come fanno a collegare le due cose…

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
NeWorld
Inviato: 11/6/2011 14:45  Aggiornato: 11/6/2011 14:45
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/1/2011
Da: Around the World
Inviati: 629
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Su Rai News ora stanno trattando l'argomento E. coli in maniera abbastanza seria e approfondita...

"perché abbiamo un combattimento non contro sangue e carne, ma contro i governi, contro le autorità, contro i governanti mondiali di queste tenebre, contro le malvage forze spirituali che sono nei luoghi celesti"
Calvero
Inviato: 11/6/2011 15:12  Aggiornato: 11/6/2011 15:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Citazione:
Esatto e adesso vediamo come fanno a collegare le due cose…


Perché, caro Jurij, secondo te è importante che riescano a collegare le due cose?

E perché?? avrebbero forse COLLEGATO come il nemico pubblico numero UNO ricercato del PIANETA TERRA dovesse essere buttato nelle profondità dell'oceano insieme a Megatron, e dopo che era anche già morto?

- l'Era degli Scollegamenti viaggia in maniera proporzionale alle menti Scollegate delle persone.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
cagliostro
Inviato: 11/6/2011 15:34  Aggiornato: 11/6/2011 15:34
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/9/2007
Da:
Inviati: 1579
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Citazione:

Tombola !
Questo "sciacallaggio" sul biologico puzza, di brutto.
Vedrete che questa storia darà una bella spinta agli OGM, la Commissione UE non aspettava altro per imporceli.
Poi magari noialtri malepensanti siamo "complottisti a tutti i costi", però, hai visto mai...


"le vittime erano infatti soprattutto donne, amanti di una alimentazione sana, consumatrici di verdure, cibi crudi, biologici, a chilometro zero, niente grassi, niente chimica, niente cotture caloriche."

Praticamente denutrite ? Potrebbe essere questa la causa della morte, non il povero batterio ! Ci sono persone, anche mosse da alti ideali, che si lanciano nel vegetarianesimo, nel veganesimo, a volte magari si dimenticano anche di mangiare, con possibili conseguenze catastrofiche ! Biologico o non biologico bisogna nutrire il corpo adeguatamente in base alle sue esigenze, questo è il punto !

Cerchiamo di discernere il gioco degli interessi, dagli aspetti scientifici.

Poi sinceramente mettere in discussione il biologico non mi sembra tenere il passo con il discorso degli ogm, non vedo quale relazione possa esistere fra la critica al biologico e la forzatura agli ogm ! Io non sono fanatico del biologico, ma sono fermamente contrario agli ogm, e come me tantissime altre persone, anche di scienza.

Se il batterio fosse davvero quel killer temibile come viene descritto, perchè sono morte solo alcune decine di persone ? Vi siete mai chiesti perchè i presunti virus killer mietono vittime solo nei paesi in cui la gente è affamata ?

La vera bufala ce l'avete sotto gli occhi, non occorre scomodare i tankers chimici irroratori dei germi assassini geneticamente modificati o altre diavolerie !

Il vero killer è Umberto Necronesi, che vorrebbe costringermi ad essere vegetariano ! Poi è sicuro che creperei di qualche germe sconosciuto, ridotto alla stato di denutrizione in cui mi ritroverei. Non tutti gli esseri umani possono sostenere la dieta vegetariana, giusto per fare un esempio.

Saluti.

«Io non sono di nessuna epoca e di nessun luogo: al di fuori del tempo e dello spazio, il mio essere spirituale vive la sua eterna esistenza.»
Calvero
Inviato: 11/6/2011 15:49  Aggiornato: 11/6/2011 15:52
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Citazione:
Cerchiamo di discernere il gioco degli interessi, dagli aspetti scientifici.


Quindi stiamo parlando di discorsi che alla massa non passano neanche nell'anticamera del cervello.

Citazione:
Poi sinceramente mettere in discussione il biologico non mi sembra tenere il passo con il discorso degli ogm, non vedo quale relazione possa esistere fra la critica al biologico e la forzatura agli ogm !


Cagliostro, mi stupisco di te (senza provocazione). Perché, domandina, secondo te i giochi si basano sulla realtà delle cose o sull'impatto emotivo che serve ad avallare indirettamente scelte "politiche" future? cosa siamo ancora all'ABC di qual'è il carburante che alimenta le macchinazioni?? Cagliostro non farmi ridere per favore

... siamo ancora nella fase, e tu dovresti saperlo bene, che la collettività umana non chiede spiegazioni, ma esige soluzioni.

E anche qui, al solito, e Massimo un giorno dovrebbe farne un articolo secondo me, la media delle discussioni e il tenore delle discussioni che si fanno qui dentro .. NON sono quelle che si elaborano nella quotidianità del mondo lì fuori. Ma la vogliamo capire o no?

... l' 11/9 (tanto per tornare sempre lì ) NON è stato macchinato sulla consapevolezza della forma mentis di persone che hanno a cuore la verità, ma è stato macchinato sulla psicologia della massa che NON ha a cuore la verità, ma i suoi tornaconti, le sue paure, i suoi "santini"...

..ecco perché, sempre ad esempio, nel Topic di COPPE in Homepage, si deve ancora, ancora, ancora, ancora, perdere tempo in maniera cretina da 10 ANNI a spiegare quello che già si poteva comprendere come MENZOGNA un mese dopo la tragedia dell'11/9.

Sveglia cristo

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Stefo
Inviato: 11/6/2011 16:16  Aggiornato: 11/6/2011 16:25
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/2/2009
Da: Roma
Inviati: 324
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Nessuno può costringere nessuno ad essere vegetariano. Lui ti dice che fa bene, poi sono fatti tuoi. Che i vegetariani siano denutriti la prendo come una boutade. Niente chimica o cottura ad alte temperature vuol dire essere denutriti? E chi l'ha detto che i vegetariani non mangiano grassi? Sono vegetariano e non sono affatto denutrito. Faccio sport, lavoro, etc. etc. Non conosco vegetariani che dimentichino di mangiare. Quelli casomai sono problemi psicologici che riguardano sia i vegetariani che non vegetariani. Se non tutti gli esseri umani possono sostenere una dieta vegetariana (questa se ti va me la spieghi), pochi possono sostenere una dieta a base di carne senza ammalarsi (mai sentito parlare ad esempio delle nitrosammine?). I germi sconosciuti se li beccano tutti proprio perché sono tali. La causa della morte, in questa epidemia tedesca è fuor di dubbio il batterio. Piuttosto viene da chiedersi perché 'sto ceppo sia apparso, così aggressivo e resistente. La risposta probabilmente è nell'allevamento moderno intensivo che "costringe" gli allevatori a bombardare gli animali di antibiotici, perché un'eventuale malattia non si propaghi tra tutte le bestie che vivono a strettissimo contatto tra loro. Lì i batteri sviluppano la resistenza e poi ce li ciucciamo noi quando ci sbafiamo la bistecca (come peraltro già espresso negli interventi precedenti).

cagliostro
Inviato: 11/6/2011 16:27  Aggiornato: 11/6/2011 16:27
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/9/2007
Da:
Inviati: 1579
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Citazione:

Perché, domandina, secondo te i giochi si basano sulla realtà delle cose o sull'impatto emotivo che serve ad avallare indirettamente scelte "politiche" future?


Secondo te la gente dovrebbe emotivamente mettere in associazione: il biologico è una merda, quindi vanno bene gli ogm ? Mi sembra una stronzata (senza provocazione).

Citazione:

siamo ancora nella fase, e tu dovresti saperlo bene, che la collettività umana non chiede spiegazioni, ma esige soluzioni.


Caro Calvero, io non sono responsabile del genere umano, se il livello evolutivo è infimo, non sarò di certo io a riscattare le sorti del pianeta. Cosa vuoi che dica: c'è in atto una guerra contro il biologico perchè sicuramente vogliono imporre gli ogm ? mi sembra una grande stronzata, gli ogm cercheranno di imporceli comunque, è per questo che bisogna informare correttamente la popolazione sui loro effetti devastanti. Così come è mio dovere informare la popolazione che la dieta vegetariana può portare, in certi soggetti, alla catastrofe ! Dovere della persona onesta è informare correttamente, lasciamo a Berlusconi e Necronesi i giochi di sponda fra vegetarianesimo, microbi killer, scorie radioattive e ogm, altrimenti, se siamo noi per primi a confondere i termini, perchè crediamo che la popolazione li confonderà, non faremo altro che contribuire al rincoglionimento generale !
Diciamolo chiaramente alle persone: ogm e biologico non c'azzecano una fava di niente, punto ! E il biologico non c'entra una fava di niente con le morti del batterio killer, punto ! E molto probabilmente anche il batterio killer non c'entra una mazza con le morti, sarebbe interessante analizzare lo stile di vita mantenuto dalle povere persone decedute !

Citazione:

Sveglia cristo


Sono sveglio da 24 ore, se permetti adesso un riposino me lo fò

«Io non sono di nessuna epoca e di nessun luogo: al di fuori del tempo e dello spazio, il mio essere spirituale vive la sua eterna esistenza.»
Tuttle
Inviato: 11/6/2011 16:45  Aggiornato: 11/6/2011 16:45
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Citazione:
Nessuno può costringere nessuno ad essere vegetariano. Lui ti dice che fa bene, poi sono fatti tuoi. Che i vegetariani siano denutriti la prendo come una boutade. Niente chimica o cottura ad alte temperature vuol dire essere denutriti? E chi l'ha detto che i vegetariani non mangiano grassi? Sono vegetariano e non sono affatto denutrito. Faccio sport, lavoro, etc. etc. Non conosco vegetariani che dimentichino di mangiare. Quelli casomai sono problemi psicologici che riguardano sia i vegetariani che non vegetariani. Se non tutti gli esseri umani possono sostenere una dieta vegetariana (questa se ti va me la spieghi), pochi possono sostenere una dieta a base di carne senza ammalarsi (mai sentito parlare ad esempio delle nitrosammine?).



Frena Stefo.

Io ti posso confermare, per esperienza personale diretta, che alcuni individui non possono permettersi una dieta vegetariana.

Da pischello sono stavo vegetariano per quasi 5 anni ma ho dovuto riprendere a mangiare carne perché stavo letteralmente deperendo e sviluppando anemia e carenze di ogni genere e tipo. Questo pure seguendo una dieta teoricamente super completa e spendendo capitali in tutti quei prodotti derivati dalla soia ed affini, che costano più di un rene al mercato nero. Non serviva nemmeno abbuffarsi di integratori, se non a spappolarmi il fegato e i reni.

Questo perché il mio metabolismo era estremamente veloce e il mio organismo non è stato capace, in 5 anni, di adattarsi all'assenza totale di carne dalla dieta.

Appena ripreso a mangiare carne, con una difficoltà enorme perché mi faceva una fatica bestia, tutto è rientrato in pochissimo tempo. Ogni parametro tornò alla normalità e si ripristinò il peso forma.

Quindi non credo proprio che Cagliostro abbia detto una castroneria, anzi.

Resta comunque la mia invidia totale e la stima per chi ha deciso di essere vegetariano e riesce ad avere un equilibrio fisico perfetto. Ho diversi amici che sono vegetariani da decenni e alcuni stanno benissimo altri iniziano, dopo i 40, ad avere qualche scompenso nei valori ematici.

My 2 cents

cagliostro
Inviato: 11/6/2011 16:48  Aggiornato: 11/6/2011 16:48
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/9/2007
Da:
Inviati: 1579
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
@ Stefo

E' necessario analizzare i singoli casi, in modo scientifico, non necessariamente un vegetariano è denutrito, sarebbe necessario analizzare la condizione fisica in cui si trovavano le persone decedute. Te lo ripeto, non tutte le persone traggono beneficio dal vegetarianesimo, al contrario, possono andare incontro a gravi conseguenze. Non è il tuo caso, ma il tuo modello non puoi esportarlo, come vorrebbe fare Veronesi, a tutti gli esseri umani, questa è una minchiata, che fa danni seri. Se poi vuoi credere che le morti siano state provocate dal batterio killer, liberissimo, del resto è quello che afferma la scienza ufficiale, per cui sei anche legittimato. Io questi eventi li leggo in chiave critica, sulla base di osservazioni e verifiche scientifiche.

«Io non sono di nessuna epoca e di nessun luogo: al di fuori del tempo e dello spazio, il mio essere spirituale vive la sua eterna esistenza.»
cagliostro
Inviato: 11/6/2011 17:02  Aggiornato: 11/6/2011 17:02
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/9/2007
Da:
Inviati: 1579
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Citazione:

Frena Stefo.

Io ti posso confermare, per esperienza personale diretta, che alcuni individui non possono permettersi una dieta vegetariana.

Da pischello sono stavo vegetariano per quasi 5 anni ma ho dovuto riprendere a mangiare carne perché stavo letteralmente deperendo e sviluppando anemia e carenze di ogni genere e tipo. Questo pure seguendo una dieta teoricamente super completa e spendendo capitali in tutti quei prodotti derivati dalla soia ed affini, che costano più di un rene al mercato nero. Non serviva nemmeno abbuffarsi di integratori, se non a spappolarmi il fegato e i reni.

Questo perché il mio metabolismo era estremamente veloce e il mio organismo non è stato capace, in 5 anni, di adattarsi all'assenza totale di carne dalla dieta.

Appena ripreso a mangiare carne, con una difficoltà enorme perché mi faceva una fatica bestia, tutto è rientrato in pochissimo tempo. Ogni parametro tornò alla normalità e si ripristinò il peso forma.


Perfetto ! E come te caro Tuttle, ce ne sono molti altri, me compreso. Quello che veramente mi fa incazzare, è che personaggi come Veronesi, da medici, non sono stati neanche in grado non dico di comprendere, ma di verificare, solo di verificare questi fatti incontrovertibili, quando un Rudolf Steiner, cazzo di filosofo dei primi del 900, vegetariano convinto, il più alto maestro spirituale dell'era moderna, ad un incontro tenuto con gli operai, dichiara agli operai che non tutti gli esseri umani possono seguire una dieta vegetariana, e ne spiega anche il motivo !
Tanto per intenderci, Rudolf Steiner, quasi un secolo prima, profetizzò il morbo della mucca pazza, ma la causa da lui prospettata, non era il prione-farsa !

«Io non sono di nessuna epoca e di nessun luogo: al di fuori del tempo e dello spazio, il mio essere spirituale vive la sua eterna esistenza.»
Jurij
Inviato: 11/6/2011 18:19  Aggiornato: 11/6/2011 18:19
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Citazione:
Perché, caro Jurij, secondo te è importante che riescano a collegare le due cose?


Ho detto che è importante?
Quello che dico è che se veramente esiste un’intenzione di attaccare il biologico, la vedo dura collegare i casini causati dal batterio con la coltivazione e l’allevamento biologici.
Tutto qui.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Jurij
Inviato: 11/6/2011 18:26  Aggiornato: 11/6/2011 18:26
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Citazione:
E' proprio questo che mi fa incacchiare della faccenda. Il metodo con il quale si è letteralmente accecata la "notizia", fotografando come colpevole il mezzo del batterio e non la fonte


Hai ragione.
Mi viene in mente la storia dei 5 perché.
A furia di chiedere a ritroso come i bambini si arriva alla fonte iniziale:
Perché il monumento si sta deteriorando?
Perché bisogna pulirlo dagli escrementi degli uccelli.
Perché?
Perché gli uccelli vengono a mangiare i ragni.
Perché?
Perché i ragni vengono a mangiare le zanzare.
Perché?
Perché le zanzare sono attirate dalla luce.
Perché?
Perché il monumento di notte è illuminato.
E allora smettiamo di illuminare di notte il monumento.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Stefo
Inviato: 11/6/2011 19:38  Aggiornato: 11/6/2011 19:38
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/2/2009
Da: Roma
Inviati: 324
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Caro Tuttle (e caro Cagliostro), la denutrizione di una persona non dipende dal fatto se una dieta è vegetariana oppure onnivora, bensì dal rapporto tra (semplificando) nutrienti di cui uno ha bisogno e nutrienti effettivamente consumati. Poiché in una dieta vegetariana tutti i nutrienti di cui il corpo ha bisogno sono presenti, il benessere dipende soltanto da un problema di conoscenza. Cioè, ad esempio, effettuare i giusti accostamenti per garantire la biodisponibilità dei nutrienti di cui sopra, seguire una dieta variata che garantisca un apporto equilibrato ad esempio di minerali, essere consapevoli dell'aumentato fabbisogno di una sostanza specifica (per esempio se si fa sport o lavori usuranti), mangiare in orari appropriati per garantire la digestione etc. etc. in sostanza, se ti bombardavi di quintali di soia ebbasta tutte le sere a mezzanotte, te credo che stavi male! (scherzo evidentemente, sto estremizzando). Gli scompensi derivanti dal consumo di carne, con tutto ciò che ne deriva (antibiotici, ormoni della crescita, sostanze sviluppate con la cottura, qualità e quantità di grassi, additivi etc.), invece vengono considerati normali problematiche del corpo umano (scompensi cardiocircolatori, malattie intestinali, gonfiori, osteoporosi, tumori etc.), mentre in realtà per i vegetariani, statistiche alla mano, sono decisamente molto meno comuni. Comunque è altresì vero che alla base del benessere umano c'è uno stile di vita equilibrato e soprattutto la testa. Cioè, insomma, se hai deciso che la dieta vegetariana ti fa male, poi io sono convinto che ti farà male. Ora scusatemi, torno alle mie carote

Stefo
Inviato: 11/6/2011 19:48  Aggiornato: 11/6/2011 19:48
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/2/2009
Da: Roma
Inviati: 324
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Caro Cagliostro, dai primi del novecento ne sono stati fatti di passi in avanti! E soprattutto, gli agenti inquinanti e la sofisticazione nei cibi sono aumentati in maniera esponenziale. Non tenerne conto è profondamente sbagliato, secondo me. E comunque, come detto sopra,la dieta vegetariana non porta affatto alla denutrizione. Nelle verdure e nella frutta ci son carboidrati, proteine e grassi e tutti i micronutrienti di cui il corpo ha bisogno. Fermo restando che io personalmente ritengo che se un vegetariano/vegano per un periodo decide di riprendere a mangiare sporadicamente carne o formaggi, va bene lo stesso, se questo genera effetti psicologici positivi. Comunque,per concludere, associare il dramma della Germania allo stile di vita vegetariano è fuori luogo, anzi è il contrario, visto che probabilmente la resistenza dell batterio è figlia dell'allevamento intensivo (a meno che non l'abbiano sviluppato in laboratorio, cosa certamente possibile). Saludos

Calvero
Inviato: 11/6/2011 20:12  Aggiornato: 11/6/2011 20:12
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Citazione:
Ho detto che è importante?
Quello che dico è che se veramente esiste un’intenzione di attaccare il biologico, la vedo dura collegare i casini causati dal batterio con la coltivazione e l’allevamento biologici.
Tutto qui.


Ma che sei sul piede di guerra? L'importante non era inteso da TE, ma tra le righe ... inteso perché non gliene frega a quelli che vogliono ingannare che le cose siano dimostrabili, collegamenti compresi. Certo che la vedi dura, e fai bene, poiché è dura ... ma non è un problema che riguarda i manipolatori.

L'ultima di Bin Laden è anche un Test per vedere quanto possano spararla grossa... e infatti, le sparano grosse, e le spareranno ancora più grosse ...alla faccia di ogni collegamento scientifico di dimostrabilità. Tienti il segnalibro su questo Post ...e vedrai quante ne vedremo e sentiremo ancora

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Calvero
Inviato: 11/6/2011 20:24  Aggiornato: 11/6/2011 20:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Citazione:
Secondo te la gente dovrebbe emotivamente mettere in associazione: il biologico è una merda, quindi vanno bene gli ogm ? Mi sembra una stronzata (senza provocazione).


Non lo è ... e la cosa non è manichea come la stai mettendo giù tu. Si tratta di un lavoro che ha il suo Tam Tam nel tempo, e non serve chissà quale potere di comprensione, è sufficiente a farli muovere per attivarsi senza avere l'opinione pubblica indignata.

Citazione:
mi sembra una grande stronzata, gli ogm cercheranno di imporceli comunque, è per questo che bisogna informare correttamente la popolazione sui loro effetti devastanti. Così come è mio dovere informare la popolazione che la dieta vegetariana può portare, in certi soggetti, alla catastrofe !


... non stai dicendo perché possa essere una grande stronzata, non ha nessuna logica neanche che comunque vorranno imporceli comunque, poiché anche questa farsa è un peso in più sulla bilancia per rendere accettabile la situazione. L'importante è rendere il tutto il più possibile accettabile.

Per il discorso "vegetariano" il discorso non ha verità in tasca da parte di nessuno. Io lo sono da 14 anni. Non ho mangiato MAI pesce in Vita mia, non mi piace la frutta, e poco sopporto i dolci... io credo che quando uno vuole veramente qualcosa la ottiene. E comunque .. per me la scelta è etica, e va fatto ciò che è giusto costi quel che costi. Per me gli animali non sono a mia disposizione, in nessun senso.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
cagliostro
Inviato: 11/6/2011 21:41  Aggiornato: 11/6/2011 21:41
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/9/2007
Da:
Inviati: 1579
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
@ Stefo
Non ho detto che i morti in germania sono stati causati dalla dieta vegetariana, segui tutto il discorso che ho fatto anche nei post precedenti, ho invitato a riflettere sul fatto che quando i microbi attecchiscono è perchè vi è terreno fertile all'interno di alterazioni già presistenti all'organismo umano, in questo caso ad esempio, senza voler additare stupidamente il biologico, la causa del decesso potrebbe essere stato un cattivo stile di vita comprendente anche una dieta scorretta per quello che potrei chiamare un "fanatismo biologista". Per farti capire, l'altro giorno ho visitato una giovane paziente gravida con una parassitosi, per intenderci un grosso verme nelle feci (probabile ascaridiosi), un fatto raro. Indagando ho scoperto che la paziente era affetta da un deficit di IgA, e di altre classi anticorpali. Hai mai visto tu una persona che evacua uno "spaghetto" nelle feci ? Io che sono medico non lo avevo mai visto, ed infatti la paziente ha un alterazione immunologica non così frequente.
Puntare il dito sul biologico è facile e risaputo, ad esempio le conserve casalinghe sappiamo essere a rischio botulismo, una malattia grave, ma nessuno si sognerebbe di bandire dalla faccia della terra le buone conserve della nonna. Mi ripeto, non vedo che cosa c'entri il biologico con gli ogm ?!
Per quanto riguarda il discorso etico, lascio pure ai vegetariani la presunzione di essere migliori e più rispettosi del mondo, è un discorso che io ho già affrontato con me stesso, prendendo le mie decisioni, il Padre Eterno saprà giudicare ognuno di noi anche per questo.

Sono telegrafico per motivi di lavoro, magari riprendiamo più avanti, saluti.

«Io non sono di nessuna epoca e di nessun luogo: al di fuori del tempo e dello spazio, il mio essere spirituale vive la sua eterna esistenza.»
Jurij
Inviato: 12/6/2011 0:50  Aggiornato: 12/6/2011 0:50
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Citazione:
Ma che sei sul piede di guerra? L'importante non era inteso da TE, ma tra le righe ... inteso perché non gliene frega a quelli che vogliono ingannare che le cose siano dimostrabili, collegamenti compresi. Certo che la vedi dura, e fai bene, poiché è dura ... ma non è un problema che riguarda i manipolatori.


Però sei d’accordo con me che per spaventare un po’ l’OP sul biologico, un collegamento lo devono comunque tentare di fare stare in piedi.

Magari tipo l’11.09, ma qualcosa che sembra confermare la relazione fra le due cose lo dovrebbero comunque mettere sul tavolo, fermo restando che poi vi sia veramente dietro questa intenzione …

In altre parole sto mettendo i piedi molto in avanti ;o)

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Stefo
Inviato: 12/6/2011 0:56  Aggiornato: 12/6/2011 1:28
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/2/2009
Da: Roma
Inviati: 324
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
@ Cagliostro

Per quanto mi riguarda, non sono vegetariano per motivi etici, anche se diciamo così cerco in ogni modo di rispettare la natura che mi circonda. Io penso proprio che con questo tipo di dieta ci si senta meglio. Ad esempio, quando bevevo il cappuccino tutte le mattine mi sentivo inspiegabilmente debole, spossato. Tolgo il latte della mia dieta e ritrovo le energie mattutine! (puro e banale esempio). A mio parere (ed anche di altri, ovviamente), le alterazioni all'interno dell'organismo umano avvengono proprio per via dei cibi attuali, privi di nutrienti e spesso sofisticati, poveri, che compriamo al supermercato. Confezionati con grassi di cattiva qualità e contaminati da conservanti e da altre sostanze (due a caso: ormone della crescita, nitriti) inserite per rendere il prodotto vendibile più a lungo e con un aspetto migliore, le quali rimangono a lungo nell'organismo, influenzandone anche la risposta immunitaria. Da medico, probabilmente, credo tu sappia cosa ingerisci quando consumi dello zucchero bianco o quali e quanti antibiotici si possono rinvenire in una bistecca. Per quanto riguarda il discorso biologico/OGM, si tratta di tutta un'altra cosa, che riguarda il potere di controllo delle autorità preposte, l'indipendenza o meno degli studi che sugli OGM vengono effettuati e tanti altri discorsi sulle semine o sui diritti di proprietà intellettuale relativi ai prodotti della terra; all'ingresso della finanza in agricoltura con relativi disastri e così via. Roba complessa. Per quanto mi riguarda, leggo le etichette e, sinceramente, se un alimento è ogm non lo mangio.

Jurij
Inviato: 12/6/2011 1:06  Aggiornato: 12/6/2011 1:06
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Citazione:
all'ingresso della finanza in agricoltura con relativi disastri e così via


Hai detto una grande verità.
Ci sono delle regole della natura che vanno rispettate ed è da tanto tempo che non lo fanno più.
Vedi ormoni, OGM, ecc...

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
cagliostro
Inviato: 12/6/2011 4:05  Aggiornato: 12/6/2011 4:05
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/9/2007
Da:
Inviati: 1579
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
@ Stefo

Sono perfettamente d'accordo con te, per un organismo perfettamente sano, fisicamente e psichicamente, che abbia un lignaggio genetico appartenente a popolazioni agricole con intestino tendenzialmente più lungo atto a digerire e metabolizzare sostanze vegetali, un'alimentazione biologica e vegetariana non potrà che essere vantaggiosa. Le cose si complicano quando il soggetto appartenga ad un lignaggio genetico di cacciatori, con intestino tendenzialmente più corto, atto a digerire, assorbire e metabolizzare molto più facilmente cibi carnei, oppure quando intevengono situazioni patologiche di carattere psichico o fisico, in cui l'organismo, seppur danneggiato da tutte quelle sostanze moderne e tossiche che tu hai citato ed a fronte del danno da queste provocate, deve però fronteggiare necessità di prioritaria importanza, quali la carenza di proteine ed aminoacidi particolari, ferro ed altri componenti forniti dalla carne con immediatezza ed in quantità non paragonabile rispetto ad una pietanza vegetariana. Ti faccio l'esempio di un paziente che ho ricoverato e seguito io lungo un incredibile iter diagnostico, principiato come una sorta di enterite settica per cui procedevo al ricovero, e passato attraverso tutta una serie di procedure diagnostiche e terapeutiche pazzesche senza addivenire ad alcuna diagnosi di certezza e con il risultato di portare il paziente ad una deplezione proteica devastante trascurata nell'ospedale locale e che fece approdare il paziente, su iniziativa della moglie, ad un policlinico universitario dove seguito a pagamento dal primario il paziente fu curato sospendendo ogni sorta di terapia antibiotico-cortisonica e somministrando al paziente cibi carnei in quantità che gli hanno salvato la vita. Il paziente racconta di essere passato da uno stato di totale deliquio a ritornare progressivamente presente a se stesso e alla realtà che lo circondava. Tuttora il paziente vive con livelli di albumina al limite della norma, che riesce a tenere a livelli adeguati solo ed esclusivamente attraverso un'alimentazione a base di carne. Ti faccio un altro esempio, in materia di psichiatria è noto l'effetto devastante che può avere la privazione del cervello di certi aminoacidi-neurotramettitori reperibili in quantità immediatamente e quantitativamente disponibili nella carne, non nei vegetali. Ho visto e seguito molto da vicino un amico depresso peggiorare gravemente e terminare con suicidio precipitandosi dal settimo piano dopo aver abbracciato la dieta vegetariana, e questo ragazzo studiava medicina. Ti faccio un altro esempio, artropatia degenerativa cronica supportata quasi esclusivamente dalla cosidetta articolazione passiva ovvero dalle strutture tendineee della muscolatura periarticolare, perchè la struttura capsula legamentosa dell'articolazione degenera e non supporta più la contenzione dei capi articolari: in questa condizione patologica, i muscoli sono chiamati a moltiplicare il loro lavoro e quindi anche il loro turnover proteico, con necessità di recupero delle sostanze proteiche, creatina ed ossigenazione ferro-emoglobinica moltiplicate rispetto ad un articolazione sana che usura pochissimo la sua muscolatura. Con alimentazione a base di carne viene stabilizzata l'articolazione, viceversa con alimentazione rigorosamente vegetariana l'articolazione tende pesantemente a destabilizzarsi.
Ecco allora che se è vero quanto tu affermi che una dieta vegetariana e biologica è benefica per un organismo sano, sia perchè non espone l'organismo ai moderni veleni sia perchè non lo intossica con eccessi proteici ed acidi urici, il discorso cambia per soggetti dal particolare lignaggio genetico, ma soprattutto in presenza di falle fisiopatologiche.
Detto questo io provo un amore infinito per gli animali, sin da bambino ho studiato ed apprezzato l'infinita sapienza e saggezza degli uomini medicina Lakota. Un bellissimo libro di un grande ormai compianto uomo-medicina Lakota, Il Dono del Potere di Archie Fire Lame Deer, racconta il rispetto e l'amore grandioso, spirituale dei Lakota verso il popolo degli animali, ma al contempo, per mano dello stesso autore, Archie, si esprime il totale disappunto nei confronti dell'uomo bianco che vorrebbe imporre ai nativi americani una dieta vegetariana. Il popolo Lakota rappresenta l'emblema fisico e spirituale di quelle popolazioni di cacciatori e guerrieri di cui Rudolf Steiner ebbe a parlare già agli inizi del 900, proprio in riferimento alla dieta vegetariana.

«Io non sono di nessuna epoca e di nessun luogo: al di fuori del tempo e dello spazio, il mio essere spirituale vive la sua eterna esistenza.»
ivan
Inviato: 12/6/2011 4:43  Aggiornato: 12/6/2011 4:52
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Citazione:


Quello che dico è che se veramente esiste un’intenzione di attaccare il biologico, la vedo dura collegare i casini causati dal batterio con la coltivazione e l’allevamento biologici.



Il biologico è stato da tempo attaccato su piu' fronti e messo in un angolo.

Uno degli attacchi al biologico è avvenuto sul web qualche tempo fa e ha visto uniti nella lotta sia i siti della così detta "controinformazione", sia i siti "ufficiali": sono usciti articoli e dissertazioni che loro dire "debunkavano" il mito del biologico quale cibo sano, anzi a loro dire è roba pessima e addirittura pericolosa.

La politica poi il biologico non lo cita proprio così come i mass-media.

Il biologico ha avuto un pò di spazio una decina di anni fa e poi ha subito un declino nei media, sul web, nei negozi.

Il biologico stava prendendo piede quale agricoltura alternativa e renumerativa ma poi sono arrivati l'eolico e il solare e le campagne son diventate quel che oggi sono: distese i pannelli e di mulini a vento che pescano linfa vitale direttamente dalla nostra bolletta grazie ai meccanismi a moto perpetuo inventati dalla politica.

Il biologico è ormai in declino, perlomeno in queste contrade.

Jurij
Inviato: 12/6/2011 12:45  Aggiornato: 12/6/2011 12:45
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Ciao Ivan, non conosco la realtà italiana, ma posso dirti che in CH, negli ultimi decenni, due dei più grossi negozi di alimentari (M….. e sopratutto C…) stanno puntando con successo sui prodotti “bio” e sempre di più si nota che la gente preferisce perdere qualche soldo nel carrello della spesa, ma trovarsi a casa qualcosa di più affidabile.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
ivan
Inviato: 12/6/2011 14:21  Aggiornato: 12/6/2011 14:22
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Ciao Jurij, son contento per i successo del biologico nelle tue contrade.

Purtroppo qui è in forte declino e in pratica è scomparso da buona parte dei supermercati ed ipermercati.

Questo è dovuto in parte alla campagna contro il bio condotta dal web tempo fa, in parte ad una politica che marginalizza il biologico e favorisce la speculazione, in parte alla crisi i cui morsi si sentono.

Mangeremo pannelli solari e pale eoliche un di, seduti sui terrapieni delle discariche in post gestione con vista sul magnifico groviglio di strade e stradine che pervade ogni angolo.

Fabyan
Inviato: 12/6/2011 15:06  Aggiornato: 12/6/2011 15:06
Mi sento vacillare
Iscritto: 29/7/2008
Da: nowhere
Inviati: 671
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Fonte: http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=Forums&file=viewtopic&t=36080

Piano piano sto raccogliendo articoli informazioni e materiale sul cosiddetto batterio killer che stanno utilizzando per demonizzare le coltivazioni biologiche, i nutrienti cibi crudi, i nutrientissimi germogli (che pero' sarebbe molto meglio fare in casa, è molto semplice, e forse è meglio lasciare perdere i semi di soia che ormai, tranne la variante degli azuchi, è tutta containata dagli OGM).


Una delle ultime novità è che Helge Karch, direttore del laboratorio d'analisi sull'EHEC all'Ospedale Universitario di Münster ( e maggiore esperto pare tedesco nella questione) ha specificato che il batterio contiene non solo il DNA dell'Escherichia Coli, ma anche dna del batterio Yersinia pestis, ovvero l'agente infettivo della peste. A conferma che si tratti di un agente realizzato in laboratorio: figuriamoci se la natura crea per caso un batterio resistente ad ogni forma di antibiotico, che contiene alcune sequenze genetiche che lo rendono particolarmente pericolo come E Coli, più alcune sequenze genetiche dello Yersinia Pestis!

E poi un batterio che assomma tutte queste caratteristiche uccide il proprio ospite e quindi perde il substrato che lo nutre e gli permette di riprodursi ... molto strano. Per dirla con le parole di un mio amico che mi ha segnalato la cosa: nessun batterio al mondo è così idiota da mutare spontaneamente in una forma che provochi la morte rapida dell'organismo che lo ospita!




E poi come mi segnala un altro amico, come mai un'infezione da Escherichia Coli (seppure modificato) abbia attecchito in modo così virulento e mortale proprio in Germania, teoricamente molto avanzata in alimentazione e servizi di prevenzione sanitaria.

Già sapevo da tempo che i poveri americani mangiano, spesso, vera e propria "m..da" (ho avuto modo di visionare il documentario Cibo S.p.A.) infatti lì si verificano periodicamente epidemie da E. Coli 0157:h7 che, se non mortale per gli adulti, lo è sicuramente per i minori, per cui vi sono notizie, a volte, di ritiro dal mercato di intere partite di carne, per decine di migliaia di tonnellate.





Di recente sono comparsi sui mass media anche due articoli (vedi link in fondo all'articolo) che parlano di neve e pioggia causata dalla presenza di batteri nell'aria, "casualmente" queste scoperte arrivano un paio di anni dopo che qualcuno aveva denunciato l'intenzionale spargimento nell'aria di questi batteri tramite irrorazioni aeree. Forse si vogliono mettere le mani avanti facendo credere che sia normale trovare questi patogeni nell'aria a un paio di km di quota.

Da notare che nel corso della conferenza di Desio da me tenuta col biologo G. Pattera, costui abbia glissato sulla questione affermando di non avere dati sull'utilizzo di batteri nelle scie chimiche, e focalizzando il suo intervento sugli usi militari delle scie. Tale atteggiamento non sembra poi così strano se si pensa che da lì a poco Pattera ha tenuto una conferenza con Tom Bosco, nella quale si portava avanti la ridicola tesi che le scie chimiche siano diffuse da "UFO" camuffati tramite l'utilizzo di ologrammi (discolpando così i miliatari ed i governi tutti?). Sembra proprio che qualcuno abbia messo sotto pressione un nostro ex collaboratore per far sì che adesso porti confusione nel movimento contro le scie chimiche, negando l'innegabile bacteria connection.


--------------------------------------------------------------------------------


Ed ecco un elenco di articoli di approfondimento sulla questione:
Affiora la prova forense che il superbatterio e.coli in Europa è stato ingegnerizzato per provocare decessi
ESCHERICHIA COLI, NORMALE EPIDEMIA O ARMA BIOLOGICA?
Epidemia da Escherichia coli in Germania: un atto di bioterrorismo governativo?
Batterio killer. Miracolo: c'è il vaccino!
COME LE AUTORITÀ SANITARIE EUROPEE STANNO USANDO LA PAURA PER L’E. COLI


I batteri possono essere responsabili delle grandinate e delle nevicate (articolo di Alessandro Greco)


LA PESTE BUBBONICA E IL NUOVO LAZZARETTO MONDIALE


Piove o nevica? Tutta colpa dei batteri
E Coli OGM per produrre carburante
La Mondializzazione della "sicurezza alimentare" al servizio delle Corporazioni


Un video che denuncia l'intenzionale diffusione dell' E. Coli artificialmente modificato viene censurato (e poi sbloccato) da Facebook


http://scienzamarcia.blogspot.com/

Il giornalista è colui che distingue il vero dal falso... E pubblica il falso. (Mark Twain)
EL_GUERCIO
Inviato: 12/6/2011 23:14  Aggiornato: 12/6/2011 23:14
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/11/2006
Da:
Inviati: 177
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
vi ricodate questo documentario ? "Cibo s.p.a." (Food Inc. in originale).

si parlava anche di un bambino morto per e.coli, ma dopo aver mangiato un hamburger, e delle condizioni igieniche degli allevamenti. altro che germogli di soia!

LINK

"Non si dicono mai tante bugie quante se ne dicono prima delle elezioni, durante una guerra e dopo la caccia". Otto von Bismarck
Freeman
Inviato: 13/6/2011 13:26  Aggiornato: 13/6/2011 13:34
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Citazione:
Cerchiamo di discernere il gioco degli interessi, dagli aspetti scientifici.


Questo non devi dirlo a noi quattro gatti qua dentro, in specie non a me (poi se ti piace sfondare le porte aperte, fai pure), ma alle puttane che scrivono sui giornalacci di massa come quello al mio link.
L'hai, visto, sì, che in cima la mio commento c'era un link con relativo articolo che magnificava il cibo surgelato e industriale, come sicuro, e spalava merda sul biologco dicendo "visto? non è vero che si stava meglio quando si stava peggio, la nostra società industriale produce cibi forse più sani di quelli tradizionali!". Si veicola cioè il messaggio che la tradizione è male, e che l'industria e "il progresso" sono il bene (ecco come ci rientrano anche gli OGM).
E di questi articoli comincio a leggerne un po' troppi, in giro, per pensare alla casualità. E ' evidente che qualcuno sta spingendo per sputtanare questa ondata di "ritorno alla tradizione".

Poi, magari, verrà fuori (?!) che questo batterio mutante si è sviluppato "spontaneamente", ma sul fatto che c'è gente che rema contro il biologico e che sfrutta ogni elemento EMOTIVAMENTE utile a tal fine, amplificandolo a dismisura per il proprio tornaconto, credo ci sia poco da obiettare.

Citazione:
Poi sinceramente mettere in discussione il biologico non mi sembra tenere il passo con il discorso degli ogm, non vedo quale relazione possa esistere fra la critica al biologico e la forzatura agli ogm ! Io non sono fanatico del biologico, ma sono fermamente contrario agli ogm, e come me tantissime altre persone, anche di scienza.


Daje. TU sei così, la massa delle pecore no, eppure mi sembra che Calvero l'abbia detto in termini chiarissimi: non è necessario che esista un nesso logico/scientifico, ma basta che ce ne sia uno EMOTIVO.
Rileggi sopra, in ogni caso.

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
cagliostro
Inviato: 13/6/2011 14:20  Aggiornato: 13/6/2011 14:23
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/9/2007
Da:
Inviati: 1579
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
@ Freeman
Tu hai ragione, gli interessi esistono. Ma la mia critica era rivolta alla costruzione di teoremi spacciati per verità assodate solo per giustificare degli assunti. Ad esempio: il batterio killer è stato ingegnerizzato dai rettiliani perchè si vuole colpire il biologico. Dimostro che si vuole colpire il biologico, da cui deduco che il batterio killer è stato ingegnerizzato. La mia domanda è questa: il batterio sarebbe stato ingegnerizzato per colpire il biologico ? Oppure semplicemente qualcuno ha colto l'opportunità, ingegnerizzata o meno, di giganteggiare il tradizionale a scapito del biologico ?
A mio avviso il modo corretto di procedere sarebbe questo: quali sospetti o prove abbiamo che il batterio sia stato ingegnerizzato dai rettiliani ?
Se le prove o i sospetti sono così importanti da farci ritenere effettivamente il batterio di origine non naturale, allora ci chiederemo: quale fine volevano raggiungere con il batterio killer ingegnerizzato ?
Guarda, io sono convinto che è giusto tenersi quanto più larghi possibile nelle ipotesi criminose, ma non solo, più in generale ritengo giusto allargare il più possibile la soglia delle possibilità reali di fronte ai fenomeni che osserviamo. Però non posso sposare la causa di personaggi di mia conoscenza pronti a lanciarsi come gli sciacalli su qualsiasi ombra di ipotesi misteriosa solo per smaltare quintali di troiate sul web e riconglionire definitivamente la gente che a quel punto è persino incapace di intendere anche solo un gradiente di gravità dei fatti che succedono.

«Io non sono di nessuna epoca e di nessun luogo: al di fuori del tempo e dello spazio, il mio essere spirituale vive la sua eterna esistenza.»
q-indie
Inviato: 14/6/2011 14:16  Aggiornato: 14/6/2011 14:16
So tutto
Iscritto: 9/11/2005
Da: Hamburg
Inviati: 10
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
il nome dell'istituto che si occupa di studiare il batterio:
dall'articolo "Robert Koch Institute",
nella realta´"Bernard Nocht Instutute"....solo per la precisione

noalgregge
Inviato: 2/7/2011 14:59  Aggiornato: 2/7/2011 14:59
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2010
Da:
Inviati: 307
 Re: E.Coli: il batterio ingegnerizzato?
Primo decesso in Francia, almeno così dicono sti giornalai. Ma se l'argento microcolloidale funziona, per quale motivo non lo utilizzano?

"Non troverai mai la verità se non sei disposto ad accettare anche ciò che non ti aspetti." Eraclito

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA