Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


Energia e Ambiente : Piero Angela e la favola del nucleare
Inviato da Redazione il 25/3/2011 8:40:00 (10435 letture)

In un sogno di tulipani e di margherite in fiore, delicate molecole atomiche rimbalzano leggiadre fra una parete e l’altra di una sicurissima e modernissima centrale atomica svedese, producendo quantità praticamente illimitate di energia pulita per tutti. Abituata da decenni a convivere con la centrale, la gente del luogo sorride gentile, consapevole della assoluta trasparenza con cui è stata trattata da sempre la sua sicurezza personale.

Lontani dalle corruzioni e dagli abusi, puliti ed onesti come bimbi di pochi anni, i politici svedesi fanno a gara per assicurare alla loro popolazione il benessere, la serenità e la gioia di una vita sana e produttiva.

In questo Paese delle Meraviglie le scorie altamente radioattive rappresentano “solo” il 5% del totale dei residui della combustione atomica, e i cittadini si affidano ad occhi chiusi agli enti privati incaricati di gestire queste scorie.





Invece noi, buzzurri e retrogadi, abbiamo osato dire “no” al nucleare, …



… ed ora ci ritroviamo a dover pagare le conseguenze dei “terribili” combustibili fossili e del petrolio.

E’ davvero una sfortuna non essere nati in Svezia, è davvero una sfortuna non avere il nucleare, e soprattutto è una terribile sfortuna non avere Piero Angela come papà.

Nel frattempo a Tokio 13 milioni di persone non possono più utilizzare l’acqua del rubinetto per preparare il cibo e per dare da bere ai bambini sotto i 12 mesi di età, perchè l'acqua è contaminata dal fallout di Fukishima..

Massimo Mazzucco

La puntata originale di Superquark da cui è tratto il video.

VEDI ANCHE:

Piero Angela non dice la verità

Voto: 8.00 (8 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
edo
Inviato: 25/3/2011 9:31  Aggiornato: 25/3/2011 9:45
Sono certo di non sapere
Iscritto: 9/2/2006
Da: casa
Inviati: 4529
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare
Massimo, prima di far girare l'articolo, ti chiedo di mettere in evidenza anche l'articolo correlato "Piero Angela non dice la verità". Non solo alla fine del video.

PikeBishop
Inviato: 25/3/2011 9:40  Aggiornato: 25/3/2011 9:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare
Ecco un video stile pierangiolesco antelitteram sul Club di Topolino nei paesi nordici civili ed ordinati:

https://www.youtube.com/embed/o5yJYdbiB5w?rel=0

Ecco invece il Jamboree del Club di Topolino nei paesi mediterranei, percio' retrogradi per definizione:

https://www.youtube.com/embed/YXwKqmDmuDs?rel=0

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
Decalagon
Inviato: 25/3/2011 11:03  Aggiornato: 25/3/2011 11:03
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare
Bell'articolo Max.

Per chi fosse interessato ho trovato una lista degli incidenti nucleari negli ultimi 50 anni (purtroppo è ferma al 2007). Solo dal 2000 al 2007 ce ne sono stati TREDICI, e non credo ci siano nemmeno tutti quanti.

http://risorse.legambiente.it/docs/Incidenti_nucleari_degli_ultimi_50_anni.0000002415.pdf

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»
fefochip
Inviato: 25/3/2011 11:49  Aggiornato: 25/3/2011 11:49
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare
scusate ma mi è caduto l'occhio su un particolare del filmato di piero angela ...

al min 9:41 si legge su uno striscione scritto in rosso che dice
"bin laden uccide i figli altrui co....(non lo risco a leggere) italiano i pro... (pure qui non si capisce bene) " poi il simbolo del pericolo radioattivo = teschio (morte)


prima mi sono detto piero angela usa un filmato a cacchio di una manifestazione per il suo pezzo .... poi ...bin laden che c'entra? e di quando è questo filmato?

non siete curiosi pure voi?

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Spiderman
Inviato: 25/3/2011 12:41  Aggiornato: 25/3/2011 12:41
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 19/9/2009
Da:
Inviati: 2722
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare

"Ogni giorno racconto la favola mia, la racconto ogni giorno chiunque tu sia, e mi vesto di sogno per darti se vuoi, l'illusione di un bimbo che gioca agli eroi. (Renato Zero)
Giano
Inviato: 25/3/2011 12:49  Aggiornato: 25/3/2011 14:40
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/3/2011
Da:
Inviati: 1424
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare
x fefochip
bin laden uccide i figli altrui
il ..... i propri.
questo ..... deve essere qualcosa di detestabile
visto come si comporta.
la parola inizia con la lettera C.
nel video c'e' piero angela, sarà mica il cicap?


La stupida battuta è legata all’intervista
di qualche giorno fa della signora Hack,
in qualche modo legata al cicap, in cui
consigliava la costruzione delle centrali
nucleari in Sardegna, zona non sismica.
Approfitto per ringraziare la signora per
la geniale proposta di costruire la nuova
centrale davanti al mio balcone.
L’intervista:
http://www.unionesarda.it/Articoli/Articolo/217107

Edit per giustificare la stupida battuta.

Makk
Inviato: 25/3/2011 12:53  Aggiornato: 25/3/2011 12:53
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/12/2009
Da:
Inviati: 933
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare
Bin Laden c'entra col nucleare perché è un'argomentazione (non del tutto peregrina) che un terrorista "vero" può fare danni immensi e duraturi danneggiando una centrale nucleare rispetto che col tritolo o il nervino nelle metropolitane.

Lo slogan invece è qualcosa tipo
"Bin Laden uccide i figli altrui coll'esplosivo
il governo italiano i propri con le radiazioni"

Di sicuro non ha preso pezzi di repertorio dalla campagna referendaria anti-nucleare italiana. Ma questo non mi sembra significativo: se confronta i referendum svedese e italiano, metterà ovviamente delle immagini di proteste contro il nucleare. Non mi pare una gran manipolazione, né alterazione della realtà. Tutti i documentaristi cercano immagini più corrette e aderenti al testo possibile, ma poi o risultano inefficaci o non se ne trovano o non sottolineano la cosa giusta del parlato... in quei casi si ricorre a degli "analoghi" che facciano lo stesso effetto.
Se parlo di un tizio pestato dalla polizia e taserato dagli sbirri del NYPD e ci metto sotto il famoso spezzone di Rodney King massacrato dal LAPD, non è che sto facendo chissà quale manipolazione.

Scorretto è casomai controbilanciare con immagini idilliache (casette di biancaneve e ragazzini che giocano a pallone) le frasi in cui si parla di come si vive bene nelle cittadine svedesi con le centrali nucleari.

masmor
Inviato: 25/3/2011 13:28  Aggiornato: 25/3/2011 13:28
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/10/2008
Da: pianeta verde
Inviati: 66
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare
Ciao Massimo, ottimo filmato, mi permetto di suggerire un'idea, far seguire a questo un nuovo filmato incentrato su altri aspetti ridicoli del progetto nucleare italiano, esempio: 1) l'obiettivo dichiarato di arrivare al 10% del fabbisogno nazionale in 10 anni (anche così non è poi molto allettante, diventa ridicolo se si pensa che tradotto in termini realistici, visto il contesto, significa 5% in 20 anni). 2) La realtà finita dell'uranio (se ne prevede disponibilità per un massimo di 60 anni), e la sua non facile reperibilità (l'Italia dovrebbe comprarlo dalla Francia). 3) la realtà inquinante di una centrale (anche in assenza di incidenti) ben maggiore di quella descritta dalla retorica ufficiale. Ricordo una puntata di report di qualche anno fa in cui dimostravano come una centrale inquini radiottivamente (al punto di una incidenza tumorale maggiore della norma in altri territori) per un raggio di 20 km. Nonchè come l'immensa quantità di acqua utilizzata per il raffreddamento venga inquinata in modo irrimediabile. 4) il vero costo dell'energia nucleare: contando la gestione delle scorie e la dismissione di una centrale (dopo 25 -30) è di gran lunga l'energia più costosa.

Credo che con la tua abilità di documentarista e la tua chiarezza argomentativa potresti sviluppare l'articolo o il filmato "definitivo" su questo ennesimo tragico complotto economico.

Al2012
Inviato: 25/3/2011 13:40  Aggiornato: 25/3/2011 13:40
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2158
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare
In merito alla centrale Forsmkark-1
Link

Quattro delle dieci centrali nucleari svedesi sono state chiuse dopo un'inchiesta sui sistemi di sicurezza condotta dalle autorità in seguito ad un incidente verificatosi in un reattore la scorsa settimana.
Tutti i reattori chiusi manifestano lo stesso problema del reattore Forsmkark-1: il sistema di backup non consente di prevenire la catastrofica fusione del nocciolo se venisse improvvisamente interrotta l'alimentazione del reattore.


°°°

Centrali nucleari, oltre ventimila aborti negli ultimi quarant’anni
Link

(…)Effetti collaterali

Negli scorsi giorni i ricercatori Ralf Kusmierz, Kristina Voigt e Hagen Scherb hanno pubblicato un report tra nascite e prossimità alle centrali nucleari in Germania e Svizzera, in modo da capire se la sola vicinanza delle centrali ha effetto sulla salute dei cittadini, anche in mancanza di grandi incidenti.

Lo studio (PDF) è partito dai dati sugli effetti della catastrofe di Cernobyl, sulle nascite in Ucraina (si stima che un milione di bambine e bambini non siano mai nati in tutta Europa a causa del disastro di Cernobyl) e nelle regioni toccate dalla nuvola radioattiva.
Luoghi in cui già in passato si erano riscontrate significative anomalie sia nel numero delle nascite che nel rapporto di nascite fra maschi e femmine.

L’obiettivo degli studiosi era quindi di verificare gli effetti delle centrali nucleari sulle nascite, e i risultati sono stati sconcertanti: secondo loro, nei 35 chilometri attorno alle centrali, negli ultimi quarant’anni sono mancate all’appello ventimila bambine.
Normalmente nascono 105/106 femmine per ogni 100 maschi, mentre nelle regioni in questione le nascite di bambine, appunto, sono state molto inferiori.
Questo perché gli embrioni femminili sono ancora più sensibili alla radioattività rispetto a quelli maschili. Non solo, gli studiosi tedeschi hanno anche evidenziato un netto aumento dei casi di tumore infantile nelle vicinanze delle centrali nucleari.

Disguidi nucleari

Ma come si spiegano questi 20.000 aborti spontanei “in eccesso”, in assenza di incidenti conclamati presso le centrali di queste zone?
Con il fatto che gli impianti, sostengono i ricercatori, rilasciano nell’ambiente sostanze tossiche o radioattive.
E lo fanno in occasione di incidenti ritenuti di “basso livello”, quei numerosissimi “disguidi” (in Francia se ne verifica circa uno ogni tre giorni) che portano a una esposizione alla radioattività della popolazione “entro i limiti di sicurezza”.
Limiti stabiliti dalle autorità nazionali, ma che per la loro frequenza e i loro effetti cumulati possono nuocere alla salute ben più di quanto i produttori di energia e le stesse autorità siano disposti ad ammettere.

Anche le sole attività legate alla produzione di energia, sostiene la ricerca, hanno effetti sull’ecosistema e sulle popolazioni circostanti, e la lista dei possibili “incidenti di basso livello” è lunga: si va dalle perdite nel trasporto e nello smaltimento delle scorie, agli scarichi di acque contaminate nei corsi d’acqua, fino alla presenza di agenti tossici nel vapore rilasciato in atmosfera che, è vero, non contiene CO2, ma non è certo il più salubre, in quanto proveniente da acqua evaporata entrando in contatto con un nucleo radioattivo(…)


°°°

Archivio di Criticità nucleare
http://ecoalfabeta.blogosfere.it/criticita_nucleare/

“Capire … significa trasformare quello che è"
Kenshiro
Inviato: 25/3/2011 16:53  Aggiornato: 25/3/2011 16:53
Mi sento vacillare
Iscritto: 21/5/2010
Da: Croce del Sud
Inviati: 318
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare
Massimo SEI UN EROE !!!

Bellissima questa cosa dei video tipo studio televisivo(usata già per smentire il signor C-Attivissimo)!

Vorrei anche sottolineare al minuto 2:50 una tipica bellezza svedese(la cosa più bella della puntata di S-Quark!)

Mondo marcio!!!
Calvero
Inviato: 25/3/2011 17:06  Aggiornato: 25/3/2011 19:49
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare
Notare il suono del pifferaio:

Musiche suadenti da "segreteria telefonica" che danno sottofondo sia alle immagine bucoliche del paesello nordico (montate come in una favola di Walt Disney), sia alle immagini GRIGIE del Bel Paese (musiche che messe in sottofondo su sequenze "grigie" rendono le stesse ridicole) ... tutto ciò mentre la voce fuori campo continua a tenere un tono "sorridente" (lo si può ottenere parlando ad un microfono appunto tenendo la muscolatura facciale in "fase di sorriso" ... fate una prova .. è un meccanismo utilizzato per infondere inconsciamente falsa/serenità) .. un tono "sorridente" e pacato proprio come userebbe un dottore nell'accompagnare un bambino in sala operatoria (e lì avrebbe anche un senso).

POI-
Notare l'uso che hanno fatto con il termine «psicodramma del Nucleare Italiano» :

Psicodramma -
L'essenza di questa terapia consiste nell'esteriorizzazione rappresentativa dei vissuti personali, mediante le improvvisazioni sceniche, e la loro analisi, operata da uno psicoterapeuta, "direttore del gioco"

Quindi, per non usare i termini civili di Massimo, il documentario di quel ******** di Angela insinuava letteralmente che saremmo dei Coglioni ma non solo coglioni, anche idioti poiché non saremmo capaci di fare i distinguo tra il Bene e il Male. Ma solo INSCENARE infantili rappresentazioni di paura e timori.. una sorta di "catarsi per popoli beoti".

Ovviamente per farlo attecchire si usano le Sirene e i mantra congegnati alla perfezione. Quando poi la cosa è cantata al megafono dalla "cattedra" di uno che è paladino dell'obiettività scientifica, allora ... bingo!

Anche il termine «REDUCI» prima di usare - psicodramma - instilla un valore negativo sulle capacità collettive di una società. Questi signori si siedono proprio a tavolino per creare dei Mantra tanto subdoli e nulla viene lasciato al caso.

Angela andrebbe denunciato per Ingiuria e abuso di Potere, ma soprattutto è un fenomeno tra i più vergognosi e deleteri della Televisione pubblica. E' un vero assassino della verità.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
incredulo
Inviato: 25/3/2011 17:37  Aggiornato: 25/3/2011 17:50
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare
@fefochip

non siete curiosi pure voi?

E' solo uno slogan stupido....

C'e' scritto: "Bin Laden uccide i figli altrui, il governo italiano i propri"

Per sottolineare la gravita' e il rischio del nucleare mi sembra mancanza di intelligenza.

Un saluto

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
audisio
Inviato: 25/3/2011 18:29  Aggiornato: 25/3/2011 18:29
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare
Gente come Piero Angela dovrebbe poter godere di qualche
mesetto del famigerato e rigenerante trattamento rieducativo
vietcong...

Spiderman
Inviato: 25/3/2011 18:41  Aggiornato: 25/3/2011 18:41
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 19/9/2009
Da:
Inviati: 2722
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare
Gente come piero angela andrebbe sputtanato a modo poi dato in pasto al popolo.

"Ogni giorno racconto la favola mia, la racconto ogni giorno chiunque tu sia, e mi vesto di sogno per darti se vuoi, l'illusione di un bimbo che gioca agli eroi. (Renato Zero)
LoneWolf58
Inviato: 25/3/2011 19:22  Aggiornato: 25/3/2011 19:22
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare
Piccolo OT
è possibile fare in modo che quando si condivide L.C. su facebook appaia il Logo di LC e non immagini random a secondo del momento?

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
audisio
Inviato: 25/3/2011 19:43  Aggiornato: 25/3/2011 19:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare
Margherita Hack potrebbe far compagnia a Piero Angela
a piantare riso piegati a 90°.
Vai a sapere, può darsi che qualche contadino trovi pure lo
spettacolo gradevole (ne dubito) e ne approfitti.
Al che i due avrebbero anche il loro tornaconto personale,
un bel bunga bunga fuori programma...

Redazione
Inviato: 25/3/2011 19:49  Aggiornato: 25/3/2011 19:50
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare
EDO: Ho messo il link a fine articolo. Grazie.

***

CALVERO: "Il pifferaio magico".

Sono contento che tu abbia notato tutte le sfumature "linguistiche" del filmato di Superquark. Roba da far impallidire lo stesso Bernais.

***

LONEWOLF: "è possibile fare in modo che quando si condivide L.C. su facebook appaia il Logo di LC e non immagini random a secondo del momento?"

Purtroppo è un problema che non riusciamo a risolvere.

peonia
Inviato: 25/3/2011 20:22  Aggiornato: 25/3/2011 20:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare
Vorrei condividere questa lettera dal Giappone, che puo farci riflettere molto.
In ogni caso, malgrado tutto sono una popolo da ammirare...

‎>-° LETTERA DAL GIAPPONE °-<
- Una persona con la quale sono collegata in Giappone, ha inviato questa lettera molto toccante sul modo in cui i giapponesi sanno "essere” con le loro sfide. Una splendida ispirazione.
Ciao amici cari, prima di tutto voglio ringraziarvi molto per la vostra preoccupazione per me. Sono molto toccata. Vorre...i anche chiedere scusa per questo messaggio generico a tutti voi. Ma mi sembra il modo migliore in questo momento per farvi arrivare il mio messaggio.
Le cose qui a Sendai sono piuttosto surreali. Ma sono molto fortunata ad avere amici meravigliosi che mi stanno aiutando molto. Poiché la mia baracca è oramai sempre più degna di questo nome, io ora sto a casa di amici. Condividiamo l'acqua, il cibo e una stufa a cherosene. Dormiamo in fila in una stanza, mangiamo a lume di candela, raccontiamo storie. E 'caldo, accogliente e bello.
Durante il giorno ci aiutiamo a vicenda a pulire il disordine nelle nostre case. Fuori vedi persone sedute nelle loro auto, che guardano le notizie sugli schermi, e altre in fila per prendere acqua potabile quando una fontana viene aperta. Se qualcuno ha l'acqua corrente in casa loro, mette fuori un cartello così la gente può andare a riempire le loro brocche e i secchi.
Assolutamente stupefacente dove sono io non ci sono stati saccheggi, nessuno spinge nelle fila. Le persone lasciano la propria porta d'ingresso aperta, è più sicuro quando viene il terremoto. La gente continua a dire: "Oh, è come ai vecchi tempi, quando tutti si aiutavano l'un l'altro".
I terremoti continuano ad arrivare. La notte scorsa hanno colpito circa ogni 15 minuti. Le sirene sono costanti e gli elicotteri passano spesso sopra di noi.
La scorsa notte abbiamo avuto l'acqua per qualche ora nelle nostre case, e ora l’abbiamo per metà giornata. Questo pomeriggio c’era l’elettricità. Il Gas ancora no. Ma tutto questo varia da zona a zona. Alcune persone hanno queste cose, altri no. Non ci laviamo da giorni. Ci sentiamo sporchi, ma ci sono preoccupazioni più importanti per noi ora. Amo questo pelare via il non-essenziale. Vivere pienamente a livello di istinto, di intuizione, di prendersi cura l’uno dell’altro, di ciò che è necessario per la sopravvivenza, non solo per me, ma per tutto il gruppo.
Ci sono strani universi paralleli che si possono osservare. In alcuni luoghi c’è confusione, e poi vedi una casa con il bucato appeso al sole. Persone in fila per l'acqua e il cibo, e altre persone a passeggio i loro cani. E tutto accade allo stesso tempo.
Altri tocchi inattesi di bellezza sono in primo luogo, il silenzio della notte. Nessuna auto. Nessuno per le strade. E il cielo di notte disseminato di stelle. Di solito ne potevo vedere circa due o tre, ma ora il cielo è pieno. Le montagne a Sendai sono solide e con l'aria frizzante si può vedere la loro sagoma che si staglia contro il cielo, è magnifico.
E i giapponesi sono così meravigliosi. Ogni giorno torno alla mia capanna per controllare, e anche adesso per inviare questa e-mail perchè l'elettricità è attiva, e trovo cibo e acqua che qualcuno ha lasciato sulla porta d’entrata. Non ho idea chi l’abbia fatto, ma è lì. I vecchi con i cappelli verdi vanno di porta in porta per controllare e vedere se tutto è OK. La gente parla a completi sconosciuti chiedendo loro se hanno bisogno di aiuto. Non vedo segni di paura. Rassegnazione, sì, ma paura o panico, no.
Ci dicono che possiamo aspettarci scosse di assestamento, e anche altri terremoti importanti, per un altro mese o più. E ci sono sempre tremori costanti, scosse, rombii. Sono fortunata che vivo in una parte di Sendai, che è un po'elevata, un po' più solida rispetto ad altre parti. Quindi, questa zona è meglio di altre.
Ieri sera il marito della mia amica è venuto dalla campagna, portando cibo e acqua. Un’altra benedizione.
In qualche modo in questo momento mi rendo conto per esperienza diretta che c’è un enorme passo cosmico evolutivo che si sta verificando in tutto il mondo proprio in questo momento. E in qualche modo mentre faccio esperienza degli eventi che stanno succedendo ora in Giappone, posso sentire il mio cuore che si apre in modo ampio. Mio fratello mi ha chiesto se mi sentivo così piccola a causa di tutto ciò che sta accadendo. Ma non è così. Piuttosto, mi sento come parte di qualcosa che sta accadendo e che è molto più grande di me. Questa ondata di “dolore da parto” (in tutto il mondo) è difficile, eppure magnifica.
Grazie ancora per la vostra attenzione e il vostro amore per me, Ricambio con amore, Anna

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
NumberSix
Inviato: 25/3/2011 20:31  Aggiornato: 25/3/2011 20:31
Ho qualche dubbio
Iscritto: 12/1/2008
Da: Babylon
Inviati: 175
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare
Peonia, hai un link dove sia postata questa lettera? Vorrei poterla condividere con dei amici, e' molto bella :)

"Be the change that you want to see in the world." - Mohandas Gandhi
Makk
Inviato: 25/3/2011 20:37  Aggiornato: 25/3/2011 20:37
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/12/2009
Da:
Inviati: 933
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare
Citazione:
Calvero:
Questi signori si siedono proprio a tavolino per creare dei Mantra tanto subdoli e nulla viene lasciato al caso.


Certo.
Ma guarda che non c'è molto da stupirsi e, al limite, neanche indignarsi.

E' quello che fa CHIUNQUE faccia un montaggio. Si pone un obbiettivo. "Cosa voglio trasmettere?"
E non lo fa inconsapevolmente. Ci lavora sopra.

Tu dirai che questo tale Angela lo fa coi soldi pubblici in danno di una parte maggioritaria del pubblico che, sondaggi alla mano, del nucleare non ne ha MAI voluto sapere niente.

E dici bene.
E' QUESTO il problema.

Non il fatto che Angela sia ben capace di fare divulgazione e far capire BENE i concetti che intende far passare.

Lui ha passato anche concetti che sento vicini: ad es. il concetto "se c'è qualcuno che intasca soldi senza lavorare, ci sarà qualcuno che lavorerà senza prendere il giusto compenso", accompagnato da perfetta animazione (mi pare di Bruno Bozzetto, nientemeno).
Non è un concetto così "gratuito", ci sarebbe da argomentare, ma intanto lui il sasso nello stagno lo lancia così. Molto convincente.

Ora, questi che credono nel nucleare ci credono: non sono per forza figli di puttana compromessi con confindustria e la moglie di Lunardi, pagati da Scajola e dalla Westinghouse...

E Angela (come la Hack) al nucleare ci credono.
Come ci crede il Jack Lemmon ingegnere nucleare de "La sindrome cinese", che dice "il sistema funziona!" e si fa ammazzare perché "quei pazzi" di capitalisti vogliono contaminare la purezza del sistema "che funziona", con stupide considerazioni economiche e lo rendono così intrinsecamente pericoloso per le popolazioni.

Lo scandalo non è nel fatto che la comunicazione pro-nucleare sia "convincente" perché costruita da persone che sanno fare il proprio mestiere, ma che sia a senso unico e in spregio della pluralità delle opinioni.

Redazione
Inviato: 25/3/2011 20:42  Aggiornato: 25/3/2011 20:42
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare
NUMBERSIX: Nel caso non riuscissi a trovare l'originale, il link diretto al commento di Peonia è questo:

http://www.luogocomune.net/site/modules/news/article.php?storyid=3710&com_id=182662&com_rootid=182660&#comment182662

Redazione
Inviato: 25/3/2011 20:47  Aggiornato: 25/3/2011 20:48
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare
MAKK: "Lo scandalo non è nel fatto che la comunicazione pro-nucleare sia "convincente" perché costruita da persone che sanno fare il proprio mestiere,..."

Un attimo, Makk. Una cosa è saper "rafforzare" certi concetti con la scelta delle musiche, delle immagini eccetera, ben altra è NASCONDERE AL PUBBLICO, ad esempio, l'incidente alla centrale di Forsmark del 2006.

Qui non si tratta solo di "fare il proprio mestiere", si tratta di usare tutti i veleni che hai a disposizione per rafforzare un discorso PALESEMENTE IN MALAFEDE.

peonia
Inviato: 25/3/2011 20:51  Aggiornato: 25/3/2011 20:53
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare
NumberSix
io l'ho ricevuta via mail e su FB...dalla stessa persona amica di Anna, l'autrice, puoi fare un copia e incolla?

edit: non avevo letto il link di Massimo, giustamente manda quello, così almeno si leggono l'articolo e guardano anche il filmato!

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
NumberSix
Inviato: 25/3/2011 21:08  Aggiornato: 25/3/2011 21:08
Ho qualche dubbio
Iscritto: 12/1/2008
Da: Babylon
Inviati: 175
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare
Grazie a tutt'e due, condiviso :)

"Be the change that you want to see in the world." - Mohandas Gandhi
peonia
Inviato: 25/3/2011 21:13  Aggiornato: 25/3/2011 22:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare
Scusa Peonia ma luogocomune non può essere usato per pubblicizzare prodotti specifici.

Nel caso particolare, visto che si tratta di un possibile rimedio contro le radiazioni, puoi mettere un link al prodotto consigliato.

Grazie

Massimo




scusa, non ci ho pensato, non sapevo come parlare del prodotto senza nmettere una fonte...mi spiace

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Kenshiro
Inviato: 25/3/2011 21:36  Aggiornato: 25/3/2011 21:36
Mi sento vacillare
Iscritto: 21/5/2010
Da: Croce del Sud
Inviati: 318
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare
Scusate l' OT ma questo filmato non ve lo potete proprio perdere...

Discorso Gheddafi : ecco i motivi della guerra...

http://www.youtube.com/watch?v=RO4JowTAUGE&feature=channel_video_title


Mondo marcio!!!
vanio
Inviato: 25/3/2011 21:46  Aggiornato: 25/3/2011 21:46
So tutto
Iscritto: 24/1/2008
Da:
Inviati: 2
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare
Io sono proprio OT, però siccome da anni seguo LC, pur intervenendo raramente, mi viene voglia di incontrare qualcuno di voi: c'è qualche frequentatore del nsito che abiti nelle vicinanze di Terni????

cagliostro
Inviato: 25/3/2011 23:43  Aggiornato: 25/3/2011 23:43
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/9/2007
Da:
Inviati: 1579
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare
Minchia Piero, gli italiani sono dei coglioni inaffidabili, quale più solido motivo per tenere il nucleare lontano anni luce da questo paese, lo hai detto tu eh ?

Sei un grande Piero, a quando quei vecchi documentari sulla savana ?

«Io non sono di nessuna epoca e di nessun luogo: al di fuori del tempo e dello spazio, il mio essere spirituale vive la sua eterna esistenza.»
cagliostro
Inviato: 25/3/2011 23:56  Aggiornato: 25/3/2011 23:56
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/9/2007
Da:
Inviati: 1579
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare

«Io non sono di nessuna epoca e di nessun luogo: al di fuori del tempo e dello spazio, il mio essere spirituale vive la sua eterna esistenza.»
manneron
Inviato: 26/3/2011 1:06  Aggiornato: 26/3/2011 1:06
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/2/2006
Da:
Inviati: 951
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare
sono convinto che non abbiamo attualmente alternative al nucleare, però se la premessa è l'incorruttibilità dei politici e scelta del personale sempre qualificato e niente raccomandati, qui non si può fare. Bisognerebbe creare un ente politicamente autonomo, una specie di fortezza nella quale nessun parlamento possa mettere bocca, ma come si fa? e si rischierebbe di creare un parastato di forza enorme con gli introiti che potrebbe avere.

Redazione
Inviato: 26/3/2011 1:12  Aggiornato: 26/3/2011 1:14
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare
AVVISO O.T.: Oggi (25-3) sono partiti i primi DVD sulla Marijuana (e anche tutti gli altri ordini, compresi i cofanetti).



I primi che li ricevono sono pregati di farmelo sapere, in modo da avere una idea dei tempi reali di spedizione.

Grazie.

Calvero
Inviato: 26/3/2011 3:11  Aggiornato: 26/3/2011 3:12
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare
è bello vedere il nostro Governor ... darci così genuinamente segno del suo lavoro ... un immagine che non parla solo di DVD spediti, ma di molto altro... e altro ancora, ... sono fiero di essere su LC

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Paulo
Inviato: 26/3/2011 8:41  Aggiornato: 26/3/2011 8:41
Mi sento vacillare
Iscritto: 24/12/2005
Da:
Inviati: 507
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare
«Ma come si spiegano questi 20.000 aborti spontanei “in eccesso”, in assenza di incidenti conclamati presso le centrali di queste zone? Con il fatto che gli impianti, sostengono i ricercatori, rilasciano nell’ambiente sostanze tossiche o radioattive.»

Tanta efficacia nella prevenzione delle nascite spiega a sufficienza la frenesia nuclearista di Pietro Angela e dei suoi mandanti.

Spiderman
Inviato: 26/3/2011 9:04  Aggiornato: 26/3/2011 9:04
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 19/9/2009
Da:
Inviati: 2722
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare

"Ogni giorno racconto la favola mia, la racconto ogni giorno chiunque tu sia, e mi vesto di sogno per darti se vuoi, l'illusione di un bimbo che gioca agli eroi. (Renato Zero)
Makk
Inviato: 26/3/2011 9:59  Aggiornato: 26/3/2011 10:01
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/12/2009
Da:
Inviati: 933
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare
Citazione:
Redazione:
Qui non si tratta solo di "fare il proprio mestiere", si tratta di usare tutti i veleni che hai a disposizione per rafforzare un discorso PALESEMENTE IN MALAFEDE.

Vedi, dal mio punto di vista la malafede di Angela in quel filmato è da dimostrare. Esaminando freddamente il filmato trovo che sia professionalmente ben costruito per propugnare una tesi... tutto qui.

Anche se "tutto qui" significa indurre cancri alla popolazione (e tutto il resto) questo è e rimane un discorso generale sul nucleare, anche se fosse portato avanti in buona fede da chiunque.

La malafede di Angela è dimostrata ampiamente da tutto un curriculum da debunker che la persona ha.

Non sto minimamente a inficiare i tuoi videointerventi nel filmato: lo smontaggio della propaganda è veramente cosa buona e giusta, nostro dovere e fonte di salvezza.
E non critico neanche l'intervento di Calvero, che è raffinato come analisi.

L'unica obiezione è di non trasformare in un ad hominem la critica.

per questo sono intervenuto su una frase di Calvero:
Citazione:
Questi signori si siedono proprio a tavolino per creare dei Mantra tanto subdoli e nulla viene lasciato al caso.

Non la vedo così, la cosa, in questo filmato. Viene lasciata eccome roba al caso, dal punto di vista della persuasione occulta.
Per esempio, non c'è la "destabilizzazione" della tesi opposta puntando su uno o più falsi bersagli poco efficaci, per poi ricostruire l'orizzonte di pensiero dello spettatore. O la mescola di mezze verità "consonanti" con l'antinuclearismo per poi colpire alle spalle.

E' uno sfacciato "spottone", di mediocre efficacia, non ostante la professionalità.
La persuasione occulta lavora in altro modo. Ed è MOLTO più subdola.

Citazione:
Una cosa è saper "rafforzare" certi concetti con la scelta delle musiche, delle immagini eccetera, ben altra è NASCONDERE AL PUBBLICO, ad esempio, l'incidente alla centrale di Forsmark del 2006.

Un servizio equilibrato sul nucleare non l'ho ancora visto, da nessuna delle due "fazioni". Tutti porgono le info necessarie alla propria tesi e spazzano sotto il tappeto le argomentazioni scomode. Se vuoi vedere un vero "pro-contro" devi smazzarti i forum e trovarne uno dove le due fazioni siano entrambe competenti.

Non per fare il lecchino, ma la differenza è evidente con i tuoi filmati: tu presenti le tesi opposte e le massacri. Pars destruens + pars construens.
Alla fine di un servizio equilibrato si apre il dibattito, le carte sono sul tavolo, TUTTE, e c'è di che ragionare.
Invece alla fine dello spot di Angela i convinti del nucleare si sentono rincuorati, i contrari sono solo più incazzati di prima.

I tuoi filmati sono punti di partenza per il cervello, i servizi come questo (o come altri di segno opposto) sono binari morti dialettici.

schottolo
Inviato: 26/3/2011 10:22  Aggiornato: 26/3/2011 10:22
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/7/2007
Da:
Inviati: 772
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare
Citazione:
«Ma come si spiegano questi 20.000 aborti spontanei “in eccesso”, in assenza di incidenti conclamati presso le centrali di queste zone? Con il fatto che gli impianti, sostengono i ricercatori, rilasciano nell’ambiente sostanze tossiche o radioattive.»


Si spiega che nel caso di una grave fuoriuscita di radiazioni non ne sapremo mai niente, (finchè non esplode la centrale).
Così ti potranno sempre dire: "non c'è correlazione fra il tuo malessere e la centrale, qui è tutto sicuro".

fefochip
Inviato: 26/3/2011 11:09  Aggiornato: 26/3/2011 11:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare
@makk
Citazione:
Vedi, dal mio punto di vista la malafede di Angela in quel filmato è da dimostrare. Esaminando freddamente il filmato trovo che sia professionalmente ben costruito per propugnare una tesi... tutto qui.


io non sono d'accordo .

la malafede c'è nel momento in cui sai perfettamente di qualche elemento che indebolisce la tua tesi e non la proponi per rafforzare la tua.
se non ti piace "malafede" e pensi che sia meglio "propaganda" come parola il succo del discorso non cambia infatti in ultima analisi è proprio quello il confine tra un buon giornalismo e propaganda.
nella fattispecie angela inizia subdolamente con un "finto scoop" ovvero che due cittadine svedesi farebbero a "gara" per avere dei rifiuti radioattivi sistemati per sempre nelle rispettive zone limitrofe.
in realtà si capisce presto è una scusa per per affrontare il piu spinoso dei problemi del nucleare: le scorie.
il servizio prosegue dicendo in estrema sintesi che se si gestiscono bene le cose va tutto bene :ecco l'esempio da seguire la svezia!
massimo sempre in estrema sintesi ribatte che piero angela non può non sapere degli incidenti alle centrali nucleari svedesi,della corruttibilità di qualunque governo anche il piu insospettabile svedese (che comunque è un argomento che va messo nell'equazione del nucleare si /nucleare no ,ovvero la sua applicazione nelle fatispecie umane), del referendum svedese estremamente diverso da quello italiano e quindi giustamente conclude che quel video è una "favoletta" .

per me basta e avanzano questi argomenti per concludere la malafede di un giornalista.

Citazione:
L'unica obiezione è di non trasformare in un ad hominem la critica.

e ancora non sono d'accordo

innanzi tutto piero angela non è solo un uomo ma è un "uomo di tv" , un politico ...un giornalista di divulgazione scientifica (molto noto) ed ha fondato il CICAP di cui ne è presidente e quindi si porta dietro anche tutte le scelte e i comportamenti di quell'organizzazzione...non è fraccazzo da velletri.

e poi gli argomenti "ad hominem" sono ben diversi e non quelli proposti da massimo .
non diciamo corbellerie direbbe mio nonno.
gli argomenti "ad hominem" sarebbero : lui che si vestisse da zoccola e per fare marchette il lunedi sera approfittando del dopo finesettimana, o si inchiappettasse e/o mangiasse ragazzini/e , o derubasse le vecchiette mentre attraversano la strada.

qui non c'è niente di "ad hominem" tutte le accuse sono circostanziate e "in topic" quindi non c'è nessun motivo per non prendere lui come "nemico" politico da sconfiggere

Citazione:
Se vuoi vedere un vero "pro-contro" devi smazzarti i forum e trovarne uno dove le due fazioni siano entrambe competenti


no scusa riportiamo questa affermazione in un ottica piu concreta:
dove sarebbero i "vantaggi" del nucleare?

se lo esaminiamo singolarmente ce nè uno solo: l'energia fornita
quindi per questo giustamente si dibatte solo su i rischi e sugli svantaggi perche ne da solo uno di vantaggio .

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
fefochip
Inviato: 26/3/2011 11:28  Aggiornato: 26/3/2011 11:30
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare
comunque io proporrei una considerazione nell'annosa diatriba sul nucleare.

anche in questo forum ho sentito l'affermazione:
"da qualche parte l'energia bisogna prenderla ....mica si può tornare all'età della pietra"

sorvolando sulla deliberata esasperazione del concetto dato che ci sono molte vie di mezzo tra una societa supertecnologica come la nostra attuale e l'età della pietra a mio avviso nella sopraccitata considerazione si da per implicita un altra considerazione molto importante ovvero:

la tecnologia , il progresso tecnologico , il consumismo sfrenato volto solo a far crescere il PIL sono i parametri di "progresso" di una società.

io contesto duramente questa affermazione è da sciocchi pensare queste cose.

la felicità dell'uomo NON è legata al progresso tecnologico nè alla crescita del pil .
parafrasando una celebre frase :l'energia non da la felicità.

il giappone è un paese molto tecnologico che ha visto crescere il suo PIL in maniera esponenziale dal dopoguerra a oggi : sono felici? dal loro tasso di suicidi non si direbbe.
la svezia è un paese ricco ...la popolazione è "felice" per questa sua ricchezza?idem come sopra per i suicidi

il vero probelma della nostra società e del nostro stile di vita a mio avviso prima di essere di ordine energetico è di modelli e di "ideali".

finche il PIL sarà un riferimento di "sviluppo" di un paese ,di indice di "salubrità" generale non potremmo mai porci domande sensate.

perche bisogna sempre ricordarsi di una cosa quando si cerca una risposta a un problema ....fare la domanda giusta.

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
AeV
Inviato: 26/3/2011 11:28  Aggiornato: 26/3/2011 11:28
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/12/2010
Da:
Inviati: 103
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare
Piero Angela è membro del CICAP.... sono sempre loro che spargono fumo e adottano strategie dell'inganno.

Basta vedere questo video

Decalagon
Inviato: 26/3/2011 11:32  Aggiornato: 26/3/2011 11:32
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare
Citazione:
Piero Angela è membro del CICAP....


Peggio: Piero Angela è colui che HA FONDATO il CICAP

P.S. Bella lì Max, pure la foto con i pacchi

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»
incredulo
Inviato: 26/3/2011 11:49  Aggiornato: 26/3/2011 11:49
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare
Citazione: fefochip

la tecnologia , il progresso tecnologico , il consumismo sfrenato volto solo a far crescere il PIL sono i parametri di "progresso" di una società.

io contesto duramente questa affermazione è da sciocchi pensare queste cose.

la felicità dell'uomo NON è legata al progresso tecnologico nè alla crescita del pil .


Santo subito fefochip, hai colto nel segno.

Finche' non riusciremo a capire che questo modello di societa' NON e' a misura d'uomo, niente potra' mai cambiare.

Finche' CI ADEGUIAMO a questo modello, convinti che si possa migliorare dall'interno del modello stesso, niente potra' mai cambiare.

E' questa la PRIGIONE mentale in cui siamo tutti rinchiusi.

Un saluto

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
fefochip
Inviato: 26/3/2011 11:57  Aggiornato: 26/3/2011 11:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare
a proposito di tecnologia e felicità vorrei fare la seguente considerazione:

si è sempre tanto parlato di libertà e a sentir i giornali pare che la democrazia sia il modo per raggiungerla.

è falso e si capisce da una semplice constatazione.

noi come società industrializzata siamo schiavi di meccanismi enormemente piu grandi di noi .
pensateci un attimo veramente pensate di essere liberi?
siamo tutti interconessi talmente fittamente che non ci rendiamo piu conto di quanto siamo dipendenti dall'altro ma stupidamente pensiamo di essere "liberi".

oggi siamo arrivati al punto che siamo talmente schiavi della tecnologia che moriremmo nella maggior parte se non ne avessimo piu .

basta pensare solamente al cibo .
quanti di noi se lo coltivano/allevano? siamo talmente distanti da quello che ci da nutrimento che non sapremmo nemmeno da dove iniziare.

la libertà quindi non potrà mai arrivare da un sistema politico per quanto sofisticato .

la libertà è la misura in cui riusciamo a essere indipendenti mentre attualmente viene scambiata per "potere".

oggi pensiamo che se abbiamo una automobile che ci consente di muoverci in qualunque parte del nostro territorio in tempi brevissimi siamo "liberi".
ci illudiamo che il nostro "raggio di azione" equivalga a "libertà" e quindi il pensare che prendendo un aereo possiamo arrivare in breve in ogni parte del pianeta ci inebria e ci fa sentire "liberi" di andare ovunque .
in realtà siamo sempre piu dipendenti da altri .
scambiamo l'onnipotenza con il concetto di libertà
pensiamo che siccome ieri per fare qualcosa ci mettevamo due ore e oggi schiacciamo un bottone e ci mettiamo un minuto allora siamo piu "liberi".
della serie: il guinzaglio piu lungo o trasparente non fa di noi un cane libero.

quindi è ora di capire cosa per noi significa libertà e quanto è importante per la nostra felicità anche perche non è detto da nessuna parte che libertà=felicità ...non è cosi automatico come potremmo pensare

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Makk
Inviato: 26/3/2011 12:59  Aggiornato: 26/3/2011 13:03
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/12/2009
Da:
Inviati: 933
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare
Citazione:
Fefo:
e poi gli argomenti "ad hominem" sono ben diversi e non quelli proposti da massimo

Infatti ho contestato una frase di Calvero:
Citazione:
Questi signori si siedono proprio a tavolino per creare dei Mantra tanto subdoli e nulla viene lasciato al caso.

Secondo me invece lascia proprio a desiderare la "tecnica"* del messaggio di Angela. E' scoperta, marchiana e piuttosto debole.

*intesa come tecnica di persuasione occulta.

Citazione:
a malafede c'è nel momento in cui sai perfettamente di qualche elemento che indebolisce la tua tesi e non la proponi per rafforzare la tua.
se non ti piace "malafede" e pensi che sia meglio "propaganda" come parola il succo del discorso non cambia infatti in ultima analisi è proprio quello il confine tra un buon giornalismo e propaganda.

Buon giornalismo che è virtualmente inesistente. Da ambo le parti.
Io parlo di propaganda proprio perché gli schieramenti non tendono a dare informazione ma solo ad alimentare il bias di conferma delle rispettive audience.
La malafede è spesso deducibile, ma non sempre. E' una possibilità sempre presente, solo che talvolta non si evince dal prodotto.
Se la malafede è dedotta dall'autore allora si tratta di un ad hominem.
Se la malafede è dedotta dal "far sparire" le argomentazioni scomode allora tutto è malafede, perché si tratta di una pratica diffusissima

Citazione:
no scusa riportiamo questa affermazione in un ottica piu concreta:
dove sarebbero i "vantaggi" del nucleare?

se lo esaminiamo singolarmente ce nè uno solo: l'energia fornita

Ecco, questo è un esempio di far sparire le argomentazioni scomode. Tuttavia, in coerenza con quanto io affermo, non è sufficente ad affibbiarti l'etichetta di "malafede".

Citazione:
quindi per questo giustamente si dibatte solo su i rischi e sugli svantaggi perche ne da solo uno di vantaggio.

Visto che debbo per forza fare l'avvocato del diavolo, gli elementi da "smontare" sono invece parecchi.
Che il punto sia solo l'energia è una formidabile sottostima del problema.

Il punto delle fonti energetiche è l'energia, guarda un po'.

E il nucleare ne fornisce tanta, economica e pulita.
Questi sono argomenti scomodi ma incontrovertibili solidi. E vanno smontati.
Non si può negare che ne fornisca tanta, si può ragionare su quanto sia economica e c'è molto da discutere su che significa "pulita".

Spazzarli sotto il tapppeto che sono "già risolti" equivale al "tutto già debunkato" che conosciamo benissimo.
Inquadrare la cosa sotto il profilo della "decrescita felice" è un aggirare il problema.

Il punto è che, concretamente, il nucleare và ricacciato indietro inquadrandolo in un'ottica di politica energetica, non di utopie ambientaliste o addirittura "feliciste".
La Svezia non ha i suicidi perché ha il nucleare. Non c'entra niente.

Il prerequisito di "felicità delle popolazioni" non esiste: pensare una civiltà con energie meno controverse si può fare anche mantenendo l'ottica dell'attuale tasso di industrializzazione.

EDIT: correzioni

-ZR-
Inviato: 26/3/2011 15:40  Aggiornato: 26/3/2011 15:40
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/9/2008
Da:
Inviati: 436
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare
Perfect.

-ZR-

" I grandi spiriti hanno sempre incontrato violente opposizioni da menti mediocri."
Albert Einstein
Mande
Inviato: 26/3/2011 16:40  Aggiornato: 26/3/2011 16:40
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/1/2008
Da: Cologna veneta
Inviati: 1301
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare
Makk
Citazione:

Secondo me invece lascia proprio a desiderare la "tecnica"* del messaggio di Angela. E' scoperta, marchiana e piuttosto debole.

*intesa come tecnica di persuasione occulta.

Perché "Piero Angela non dice la verità" o racconta solo favole?
Piero Angela avrebbe teoricamente il diritto come dici te di sposare una tesi poltica ed alimentare i suoi bias di conferma della stessa. Non ci sarebbe nulla di male se conducendo un talk show facesse questo.

Ma allora perché mai l'accusa di mentire?

Perché il nostro fondatore del Cicap si ammanta di essere oracolo della "scienza" (qualunque cosa voglia dire) e di fornire contestualmente la verità.
Se in un talk show Berlusconi magnifica il nucleare come ha fatto Angela nel servizio mi aspetto ci sia una parte politica avversa che svisceri anche altri punti della questione. Nel caso di una trasmissione come superquark non solo non è presente nessuna voce che completi l'informazione ma non è neppure palese che si tratta di opinioni politiche.

Angela fa credere al pubblico di essere un divulgatore scientifico che si limita nel portare a conoscenza del pubblico dati e fatti inopinabili mentre di scienza nel servizio non ce ne è nemmeno l'ombra. Ci hai fatto caso? Dati e fatti praticamente assenti per lasciare spazio alle sole opinioni.

Quando poi i dati li fornisce sono trattati in maniera esageratamente leggera e fuorviante. Cosa vuol dire infatti che solo il 5% sono rifiuti radioattivi altamente pericolosi.
Perché sai, se la centrale produce nella sua vita 10 tonnellate di rifiuti è un conto ma se come rifiuti poco radioattivi includi anche l'acqua di raffreddamento che continuamente pompi dentro e fuori dalla centrale. Quel cinque per cento in termini assoluti è mostruoso. Guarda caso i rifiuti che abbiamo ancora in Italia dopo il fermo delle nostre sole quattro piccole centraline nucleari che avevamo sono, se non ricordo male, nell'ordine delle migliaia di tonnellate.

Tu parti dal presupposto che la conoscenza media degli italiani sulla questione nucleare sia pari alla tua e che salti subito all'occhio che Piero Angela faccia solo propaganda di parte. Massimo invece presume che le persone, ingannate dal presentarsi di Angela come oracolo della verità scientifica, siano indotte a credere che le argomentazioni da lui presentate siano fatti e non opinioni.

Ecco perché Piero Angela mente. Non perché fa semplice propaganda delle sue opinioni ma perché le spaccia per verità scientifiche inconfutabili.

fefochip
Inviato: 26/3/2011 16:41  Aggiornato: 26/3/2011 16:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare
Citazione:
Buon giornalismo che è virtualmente inesistente. Da ambo le parti.


quali sarebbero queste "parti" non mi cadrai ancora nel dualismo trito e ritrito?
perche mai dovrebbero essere due? sono "due" poi?

Citazione:
Se la malafede è dedotta dall'autore allora si tratta di un ad hominem.


permettimi di essere un po dubbioso riguardo a questa affermazione e di svilupparla un po.

se dici:
piero angela è stato condannato per aver abusato di vecchiette
è una cosa

se dici :
piero angela è membro del cicap quindi le sue affermazioni sono merda
è un altra

se dici :
piero angela in quanto membro e fondatore del cicap può solo dire merdate
è un' altra ancora

nel primo caso non ti sto nemmeno a sentire se parliamo di nucleare e guarda tu il caso sono gli argomenti spesso dei debunker con gli attacchi "ad hominem" volti a screditare il personaggio di turno in qualche ambito che non riguarda il tema in questione.
questo è l'unico vero attacco "ad hominem" (sempre se non è diffamazione direttamente)

il secondo caso mi dice che è membro e fondatore di un organizzazzione che per quanto mi riguarda è la cacca della scienza ovvero lo scarto.
ergo quello che sta dicendo per quanto mi riguarda ha una pesante eredità sopra le spalle.

il terzo caso è una proiezione del secondo ma potenzialmente in errore perche non potendo prevedere il futuro potrebbe pure darsi che il cicap da strumento del potere e dello status quo si trasformi in quello che dice di essere un baluardo della scienza ...ma lo ritengo poco probabile


Citazione:
Se la malafede è dedotta dal "far sparire" le argomentazioni scomode allora tutto è malafede, perché si tratta di una pratica diffusissima


e quindi non conta?
no no
io dissento da questo insinuante concetto che se fanno tutti una cosa illecita allora una cosa diventa lecita.

Citazione:
Ecco, questo è un esempio di far sparire le argomentazioni scomode.


ma neanche per niente makk
la produzione di energia è l'unica cosa positiva del nucleare ...è un semplice dato di fatto .

è un modo per dire che si può parlare in assoluto solo delle cose negative e non di altre positive perche semplicemente non ce ne sono o sono assolutamente irrilevanti.

il nucleare produce energia ora vediamo dall'altro piatto della bilancia cosa c'è

se vuoi parlare di nucleare e di altro allora comincia ad avere un senso quello che dici ma dire :il nucleare è pulito è una cazzata punto e basta.
come lo sarebbe per il petrolio

il problema del nucleare esaminato in assoluto e non in relazione ad altre fonti è semplicemente il seguente : il rischio .
in estrema sintesi il rischio è un concetto che si diversifica in questo caso fondamentalemtne in due grossi parametri la probabilità che qualcosa accada e le conseguenze di questo qualcosa .
i loro rapporti nel caso del nucleare rendono questa energia intollerabile dal punto di vista del rischio.

se una cosa non accade quasi mai ..diciamo ogni 50 anni ...ma provoca l'estinzione della razza umana (per semplificare e rendere chiaro il concetto) non è accettabile dal punto di vista del rischio.

Citazione:
Il punto è che, concretamente, il nucleare và ricacciato indietro inquadrandolo in un'ottica di politica energetica, non di utopie ambientaliste o addirittura "feliciste".
La Svezia non ha i suicidi perché ha il nucleare. Non c'entra niente.

Il prerequisito di "felicità delle popolazioni" non esiste: pensare una civiltà con energie meno controverse si può fare anche mantenendo l'ottica dell'attuale tasso di industrializzazione.

makk se fai una affermazioni del genere mi pare che non hai capito molto del mio ragionamento ....sopravviverò.

comunque se ti va di capire prima di profondermi in altre spiegazioni di quello che penso rispondi a una semplice domanda:
non si può mica tornare all'età della pietra?
e io ti chiedo perche?

la vuoi in un altro modo ?
abbiamo bisogno di piu energia !
e io ti chiedo perchè? me lo sai spiegare?
a prezzo di cosa sei disposto a produrre piu energia ?per ottenere cosa?

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
fefochip
Inviato: 26/3/2011 16:48  Aggiornato: 26/3/2011 16:49
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare
@ incredulo

ti suggerisco la lettura di quello che è ricordato come il manifesto di unabomber
tralasciando il suo modus operandi e alcune schizofrenie scontate (se non ci fossero state non avrebbe preso determinate decisioni) mette i brividi la sua analisi della attuale società

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
cagliostro
Inviato: 26/3/2011 18:28  Aggiornato: 26/3/2011 18:28
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/9/2007
Da:
Inviati: 1579
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare
oH ChE bEl CaStElLo mARconDirONDIronDIRonDeLlO Bella Piero, dai che vai forte !

«Io non sono di nessuna epoca e di nessun luogo: al di fuori del tempo e dello spazio, il mio essere spirituale vive la sua eterna esistenza.»
edo
Inviato: 26/3/2011 19:45  Aggiornato: 26/3/2011 19:45
Sono certo di non sapere
Iscritto: 9/2/2006
Da: casa
Inviati: 4529
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare
Sarei grato a chi sapesse ritrovare una puntata delle sorelle Angela nella quale si parlava anche della miniera d'oro di Furtei (Cagliari).
Tenchiù

Redazione
Inviato: 26/3/2011 20:18  Aggiornato: 26/3/2011 20:20
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare
MAKK: "Vedi, dal mio punto di vista la malafede di Angela in quel filmato è da dimostrare."

Quando dài un’immagine completamente distorta della realtà svedese pur di sostenere che “nucleare è bello”, quando nascondi al pubblico quello che è stato definito “il più grave incidente nucleare dopo Cernobyl”, quando confronti due referendum COMPLETAMENTE DIVERSI fingendo che abbiano la stessa valenza, quando travisi le vere motivazioni che hanno spinto le due cittadine a competere, quando capovolgi concetti negativi (che si sono dovuti tenere le centrali atomiche) facendoli apparire positivi (“ci hanno ripensato"), cos’altro ti manca per essere in malafede? Il bollino blu del CICAP?

Peraltro sono d'accordo con Fefochip: il "così fan tutte" non giustifica nessuno. La malafede c'è, ed è più che dimostrata.

Redazione
Inviato: 26/3/2011 20:21  Aggiornato: 26/3/2011 20:21
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare
EDO: "Sarei grato a chi sapesse ritrovare una puntata delle sorelle Angela..."

Piero Angela ha una sorella?

Makk
Inviato: 26/3/2011 20:36  Aggiornato: 26/3/2011 20:36
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/12/2009
Da:
Inviati: 933
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare
Citazione:
makk: Se la malafede è dedotta dal "far sparire" le argomentazioni scomode allora tutto è malafede, perché si tratta di una pratica diffusissima
Fefo: e quindi non conta?

No, e quindi non è malafede.
E' una cosa che facciamo tutti.
Citazione:
io dissento da questo insinuante concetto che se fanno tutti una cosa illecita allora una cosa diventa lecita.
Insinuante dillo al fidanzato di tua sorella

Dopodik: non è una cosa lecita o illecita, è solo scorretta.
Errore dialettico o fallacia logica, scorrettezza di argomentazione.

E la facciamo tutti. Oggi io, domani tu.

Poi si può farla in malafede, ma non è semplice dimostrarlo.

Se noti, Massimo nel filmato parla di "scorrettezza" e di "propaganda" ma non di "malafede".

Poi chissenefrega. Vuoi avere piero angela come feticcio malvagio e oscuro? Tiettelo.


Citazione:
makk se fai una affermazioni del genere mi pare che non hai capito molto del mio ragionamento ....sopravviverò.

Ne sono certo. Lo fai praticamente sempre
(non "sopravvivere": dire che l'altro non capisce un pikkio)

VIPER
Inviato: 26/3/2011 20:36  Aggiornato: 26/3/2011 20:45
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/6/2009
Da:
Inviati: 557
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare


...E da domani, su tutti i siti di debunker:

"... ecco dimostrato come i disinformatori guadagnano vendendo gadget e DVD...

Polonio
Inviato: 26/3/2011 20:40  Aggiornato: 26/3/2011 20:41
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/8/2009
Da:
Inviati: 797
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare
Citazione:
Citazione:

makk: Se la malafede è dedotta dal "far sparire" le argomentazioni scomode allora tutto è malafede, perché si tratta di una pratica diffusissima
Fefo: e quindi non conta?


makk: No, e quindi non è malafede.
E' una cosa che facciamo tutti.


"no, e quindi non è malafede"?
ma che dimostrazione è?
e chi lo decide che fare qualcosa di sbagliato sapendo di essere in torto non sia malafede? il tuo tranciante "no"?
se sbagliamo tutti sbagliamo tutti, non che non sbaglia nessuno.

sei per caso in malafede?

Polonio
Inviato: 26/3/2011 20:48  Aggiornato: 26/3/2011 20:53
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/8/2009
Da:
Inviati: 797
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare
Citazione:
Autore: VIPER Inviato: 26/3/2011 20:36:44



...E da domani, su tutti i siti di debunker:

"... ecco dimostrato come i disinformatori guadagnano vendendo gadget e DVD...


eh, hai ragione.

maledetti disinformatori :|

Decalagon
Inviato: 26/3/2011 21:18  Aggiornato: 26/3/2011 21:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»
Paulo
Inviato: 26/3/2011 21:41  Aggiornato: 26/3/2011 21:41
Mi sento vacillare
Iscritto: 24/12/2005
Da:
Inviati: 507
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare
Secondo P. Angela dove sarebbe più raccomandabile costruire una centrale nucleare: in Puglia o in Lombardia?
http://video.corriere.it/mafia-nord-guerra-vendola-formigoni/b463db62-56f8-11e0-847d-b307f7e234b2

Redazione
Inviato: 26/3/2011 23:38  Aggiornato: 26/3/2011 23:38
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare
VIPER: ""... ecco dimostrato come i disinformatori guadagnano vendendo gadget e DVD..."

Non c'è nulla da dimostrare, visto che sono io stesso a chiedere di supportare il mio lavoro acquistando i DVD.

I miei film peraltro sono tutti anche disponibili liberamente in rete (anche quello sulla Maria lo sarà, fra poco).

Non dico queste cose a te, che di certo le sai già, ma a chi magari ci legge da poco e ancora non conosce questo tedioso aspetto della faccenda.

Redazione
Inviato: 26/3/2011 23:41  Aggiornato: 26/3/2011 23:44
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare
MAKK: "No, e quindi non è malafede. E' una cosa che facciamo tutti."

Non credo si possa cambiare il significato delle parole a seconda del numero di persone che vengono definite con quelle parola. (Potrai cambiarne al massimo la valenza morale, che è comunque soggettiva, ma il significato oggettivo rimane quello).

Ti ho elencato la serie di motivi per cui si può sostenere che Angela sia in malafede. Su quali non saresti d'accordo?

***

EDIT: Ci ho riflettuto un pò, poichè rispetto molto il tuo modo di ragionare: forse tu intendi dire che Angela non è CONSAPEVOLMENTE in malafede, nell'agire in quel modo?

edo
Inviato: 27/3/2011 9:28  Aggiornato: 27/3/2011 9:34
Sono certo di non sapere
Iscritto: 9/2/2006
Da: casa
Inviati: 4529
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare
Citazione:
Piero Angela ha una sorella?


Una???

Rilancio la mia richiesta di aiuto sul servizio degli Angela che coinvolgeva la miniera d'oro di Furtei (nome omen) QUESTA
Da ciò che mi è stato riferito, per le sorelle Angela, questa miniera veniva proposta come esempio positivo, solo positivo, esclusivamente positivo... pensa positivo!

audisio
Inviato: 27/3/2011 9:58  Aggiornato: 27/3/2011 9:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare
Makk, non essere ridicolo.
Se Piero Angela non è in malafede, io sono Monica Bellucci.
E a proposito di siffatti personaggi:
Aldo Forbice, vicedirettore del Gr1.
L'altroieri a Unomattina dichiara:
"L'informazione deve smontare l'allarmismo ingiustificato.
Di nucleare non muore nessuno, al massimo qualche tecnico o
lavoratore subito dopo un incidente.
A Chernobyl sono morte solo 58 persone"
"Processualmente" un'affermazione difficilmente smentibile, visto
che non c'è modo di attribuire precisamente una morte per cancro
o aborti ripetuti alle radiazioni, almeno non caso per caso.
L'unica cosa che si può fare è dedurne statisticamente il collegamento.
Ma questo Forbice, parlando così, non è un raffinato retore che "sa
fare il proprio mestiere".
No, caro Makk, il termine giusto è ipocrita e servo di assassini...

incredulo
Inviato: 27/3/2011 10:30  Aggiornato: 27/3/2011 10:31
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare
Anch'io non credo alla buona fede di Angela.

Abbiamo avuto diverse conferme dalla sua lunga carriera di "divulgatore scientifico".

Anche Gustavo Rol credeva nella sua buona fede ma si e' dovuto ricredere.

Sui rischi del nucleare penso che minimizzarli, come fa lui nel suo servizio smaccatamente di parte, e' ancora piu' SUBDOLO.

Preferisco un avversario che si esprima direttamente, anche duramente, che una persona che fa la "vocina buona", come sottolinea Calvero, per FOTTERTI.

A proposito, sembra che l'incidente a Fukushima, nel "civilissimo" e "tecnologicamente avanzato" Giappone sia molto piu' grave di quello che ci dicono.

www.ansa.it/

Un saluto

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
cagliostro
Inviato: 27/3/2011 10:56  Aggiornato: 27/3/2011 10:56
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/9/2007
Da:
Inviati: 1579
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare
Citazione:

Deve sempre arrivare primo in tutto

«Io non sono di nessuna epoca e di nessun luogo: al di fuori del tempo e dello spazio, il mio essere spirituale vive la sua eterna esistenza.»
cagliostro
Inviato: 27/3/2011 11:03  Aggiornato: 27/3/2011 11:03
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/9/2007
Da:
Inviati: 1579
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare
Citazione:

Incredulo
A proposito, sembra che l'incidente a Fukushima sia molto piu' grave di quello che ci dicono.


Di bene in Piero direi

«Io non sono di nessuna epoca e di nessun luogo: al di fuori del tempo e dello spazio, il mio essere spirituale vive la sua eterna esistenza.»
Spiderman
Inviato: 27/3/2011 11:22  Aggiornato: 27/3/2011 11:22
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 19/9/2009
Da:
Inviati: 2722
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare

"Ogni giorno racconto la favola mia, la racconto ogni giorno chiunque tu sia, e mi vesto di sogno per darti se vuoi, l'illusione di un bimbo che gioca agli eroi. (Renato Zero)
Dusty
Inviato: 27/3/2011 11:56  Aggiornato: 27/3/2011 11:56
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 3/10/2005
Da: Mondo
Inviati: 2248
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare

"Tu non ruberai, se non avendo la maggioranza dei voti"
-- Dal Vangelo Secondo Keynes, Capitolo 1, verso 1.
Il portico dipinto
ayarbor
Inviato: 27/3/2011 20:48  Aggiornato: 27/3/2011 20:48
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/1/2010
Da:
Inviati: 227
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare
E che dire dell'ultimo spot pro nucleare fatto girare non meno di qualche mesetto fà in Italia.

Certo che se lo sono scelti proprio bene il mesaggio da veicolare: "giocare d'azzardo sulla pelle delle genti trattandole come se fossero pedine".
Più eloquente di così...

Freeman
Inviato: 28/3/2011 8:20  Aggiornato: 28/3/2011 8:20
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare
Dopo la finta aquilana a Forum, che sponsorizzava una falsa ricostruzione quasi completa, arrivano i flop "nucleari" di Striscia, che dimostra così quel che molti dicono da anni: l'atteggiamento "cicappino" nell'andare a scovare truffe da quattro soldi e poveri truffatori singoli ("ti piace vincere facile?"), guardandosi bene dal toccare gli interessi dei pesci grossi. Altro che TG di "denuncia".

Va in onda un servizio su “Striscia la Menzogna”, un’intervista ad un sedicente “esperto di energia”, tale Massimo Burzi. Il servizio è tutto orientato a screditare le fonti rinnovabili e a sostenere subdolamente la scelta scellerata di investire sul nucleare in Italia. Il servizio di “Striscia” (il secondo sull’argomento in una settimana) attacca il fotovoltaico denunciando “la possibilità di manomettere i contatori Enel, in modo da dichiarare una produzione di energia maggiorata e percepire un incentivo statale piu alto”

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
Spiderman
Inviato: 28/3/2011 13:58  Aggiornato: 28/3/2011 13:58
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 19/9/2009
Da:
Inviati: 2722
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare

"Ogni giorno racconto la favola mia, la racconto ogni giorno chiunque tu sia, e mi vesto di sogno per darti se vuoi, l'illusione di un bimbo che gioca agli eroi. (Renato Zero)
berna85
Inviato: 28/3/2011 17:19  Aggiornato: 28/3/2011 17:30
Ho qualche dubbio
Iscritto: 16/1/2011
Da: Amsterdam
Inviati: 154
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare
citazione:
"E che dire dell'ultimo spot pro nucleare fatto girare non meno di qualche mesetto fà in Italia."

Sono senza parole!! Notate come si stà giocando a scacchi con se stessi, ciò implica una battaglia interiore con la propria coscienza, rilegando di fatto la questione ad una scelta emotiva. Il tutto senza citare un minimo di dati.

"il nucleare è una mossa azzardata" risposta "o FORSE è una grande mossa" ...

Scacco matto!

EDIT: Ps. of course la coscienza anti-nucleare è rappresentata dai pezzi neri, e quella pro dai bianchi

Calvero
Inviato: 28/3/2011 18:19  Aggiornato: 28/3/2011 18:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare
Bravo Berna, vedo che capisci il linguaggio e i simbolismi che fanno appello al subconscio se ne possono aggiungere altri. A capire quando le cose puzzano basta individuare dove stanno gli imperativi ..

... dove usano il termine «sempre» ? ...

quando dicono - è sempre sotto controllo.

Notato la musica stile new age "aquieta/spiriti" ? come la usa appunto Angela nel suo servizio.

Notato che alla fine oltre che ad essere Bianchi, sono loro che si avvicinano di più alla Meta avversaria...

Non solo. Fondamentalmente la fotografia è priva di contrasti, di luci ed ombre.. per dare un senso di equilibrio visivo che induce a percepire la cosa, appunto, come equilibrata, serafica. Gli stessi protagonisti sono vestiti di grigio, per fare in modo che fino all'ultimo concetto archetipico dei "Neri versus Bianchi", il tutto sia percepibile come arbitrato dall'imparzialità.

E, ciliegina sulla torta, .. hanno scelto due gemelli che .... si rivelano SOLTANTO alla fine, come a indurti in uno smacco/sorpresa - «vedi che siamo la stessa cosa! e tu che credevi che noi fossimo i cattivi ..nooon è cooosì... noooooiii siamo come te»

L'effetto sorpresa, anche il più micro/effetto, ha sempre sulla psiche inconscia un attecchimento carismatico. E' un fenomeno di attrazione a livello subliminale.

Questo è lavaggio del cervello.

Citazione:
Certo che se lo sono scelti proprio bene il mesaggio da veicolare: "giocare d'azzardo sulla pelle delle genti trattandole come se fossero pedine".
Più eloquente di così...


Esatto collega:

.. linguaggio orwelliano, né più né meno. Bill Hicks l'aveva compreso profondamente e lo diceva con tutta la rabbia nei suoi spettacoli.

- c'è qualche pubblicitario in sala?

- sì?

- Bene! ucciditi

- non sto scherzando, ucciditi!

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
berna85
Inviato: 28/3/2011 19:27  Aggiornato: 28/3/2011 19:27
Ho qualche dubbio
Iscritto: 16/1/2011
Da: Amsterdam
Inviati: 154
 Re: Piero Angela e la favola del nucleare
calvero:
"E, ciliegina sulla torta, .. hanno scelto due gemelli che .... si rivelano SOLTANTO alla fine"

Veramente io lo interpreto come una persona che gioca a scacchi con se stesso, un pò l'angelo e il diavolo sulle spalle opposte.. Alla fine si vede chiaramente la sala piena di tavoli, un pò come un torneo di scacchi (la battaglia nell'insieme giocata in uno spazio contenuto e controllato, non si può barare!) , ed ognuno gioca con il suo 'gemello' ovvero la sua coscienza.


Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA