Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


politica italiana : La giostra impazzita
Inviato da Redazione il 17/2/2011 6:10:00 (11122 letture)

di Marco Cedolin

Sta diventando un'impresa sempre più improba quella di riuscire a ghermire qualche coordinata che permetta di orientarsi nel cacofonico e tarantolato mondo dell'informazione urlata , etrodiretta, spettacolarizzata, decorata di spot, dove il cortocircuito logico ed il gossip sono ormai assurti a valori assoluti, attraverso i quali inebriarsi, senza alcuna reminescenza di malcelato pudore.

Una giostra impazzita che gira e gira in maniera vorticosa, senza offrire punti di riferimento, analisi, riflessioni. Solamente brandelli di notizie e scampoli di verità annegati in un mare di fiction, aneliti di realtà che galleggiano per qualche secondo, prima di scomparire senza lasciare traccia, fagocitati dalla forza cenrifuga e sostituiti da altre notizie che troppo spesso notizie non sono.

Conosco ormai perfino i più piccoli dettagli della telenovela fra Berlusconi e Ruby rubacuori, la cronistoria dettagliata delle feste di Arcore, ogni parola pronunciata durante le poco edificanti ed assai sgrammaticate conversazioni telefoniche intercorse fra Nicole Minetti e le sue amiche del cuore. Ma fatico, come un rocciatore sorpreso dalla tormenta, nel trovare appigli che mi consentano di documentarmi in merito al processo concernente la strage di Viareggio, nel corso della quale morirono bruciate 32 persone, ormai dimenticate in qualche recondito andito della coscienza collettiva.......

Non sono mai riuscito a leggere una seria disanima avente per oggetto il fatto che l'Italia, per mezzo del nostro governo, nella persona del ministro Giulio Tremonti, abbia delegato la UE ad amministrare le nostre finanze, senza premurarsi di domandare il permesso agli italiani, ma conosco tutti i nomi delle escort che hanno frequentato le ville del premier e probabilmente anche di coloro che quelle frequentazioni le hanno solamente millantate.

Gli italiani non sono mai stati informati del fatto che la Costituzione, peraltro mai rispettata nei 60 anni in cui è rimasta in vita, è stata definitivamente pensionata e sostituita con il Trattato di Lisbona, ma continuo ad ammirare "animali" politici che proprio sul valore della Costituzione e sul suo rispetto imbastiscono lunghi discorsi di alto tenore e manifestanti che protestano, perchè questo o quel provvedimento sarebbe lesivo dei diritti costituzionali. Possibile che nessuno, compiendo un atto misericordioso si sia sentito in dovere di spiegare a costoro che la costituzione non esiste più, per decisione unanime di tutti gli "animali" politici e del fatto che se desideravano non fosse calpestata avrebbero dovuto protestare quando il voto del Parlamento l'ha destituita, riducendola allo stato di reliquia museale?

Non sentivo parlare di Mubarak da qualche decennio, se si escludono le intercettazioni del Premier che con grande senso dell'humour apostrofava Ruby come la di lui nipotina. Ricordavo però come Mubarak ed il suo governo fossero sempre stati presentati all'opinione pubblica in qualità di amici dell'Occidente e importante baluardo contro il fondamentalismo islamico.

Forse per questo durante le scorse settimane di scontri e proteste in Egitto, sono rimasto un poco sorpreso nell'osservare quello stesso Occidente additarlo come dittatore alla guida di un regime sanguinario e invocarne la dipartita. Ma si sa, le giostre girano veloci e fanno girare la testa, al punto che le sorprese sembrano non essere ancora finite. Mubarak se ne è andato o giace in coma, oppure è vittima di una stato avanzato di catatonia e il popolo ha festeggiato nelle piazze l'arrivo della democrazia, della libertà e del pane, veicolate da una giunta militare, dal momento che notoriamente i militari sono le persone più avvezze a veicolare democrazia e libertà, come in Iraq e in Afghanistan ogni cittadino può ben testimoniare. Per il pane poi si vedrà, non si può avere tutto e subito, oltretutto anche qui in Occidente si sta provvedendo ad educare i cittadini affinchè si abituino a mangiare ad interim.

L'importante è che un vento di rivoluzione, sembra con il gradimento dell'imperialismo americano ed occidentale, stia soffiando in tutta la regione e non solo. In Tunisia già da alcune settimane i cittadini in rivolta si sono liberati di Ben Alì, altro despota sanguinario in amicizia con l'Occidente, fino al momento di venire ripudiato come una moglie vecchia ed avvizzita, ma terminati i festeggiamenti sembrano avere già esaurito ogni entusiasmo, dal momento che si stanno riversando in massa sulle coste italiane. Un cortocircuito logico difficile da comprendere. Prima la lotta, per ottenere nel paese democrazia, libertà e pane, poi l'abbandono dello stesso paese, alla volta dell'Europa, dove quei valori allignano solamente nell'immaginario collettivo ed il pane sta iniziando a scarseggiare sempre più drammaticamente.

"Se non ora quando" è stato lo slogan con cui centinaia di migliaia di donne sono scese in piazza in 200 città italiane (ed anche alcune estere) per manifestare la propria indignazione nei confronti del ruolo che Berlusconi alla donna riserva e per domandarne le dimissioni, unendosi al coro che accomuna larghe parti del paese, dal centrosinistra a Fini, passando attraverso il potentato mediatico del gruppo Repubblica che ha curato in maniera certosina la diretta delle manifestazioni.

Nulla di male, dal momento che la cacciata di Berlusconi rientra nel novero dei sogni di tanta parte degli italiani, donne o uomini che siano e l'unico motivo per cui il salapuzio continua a resistere sul proprio scranno è costituito dall'assoluta mancanza di un'alternativa, che almeno in nuce possa avere la presunzione di presentarsi come una scelta migliorativa rispetto al cavaliere.

Ma perchè insistere nella sottile arte del dividi et impera, separando i cittadini in categorie, in etnie, in gruppi sociali? Perchè le donne, gli operai, i disoccupati, i precari, gli studenti, il mondo della cultura e quello del lavoro? Perchè la fiera del distinguo, laddove ai problemi comuni occorrerebbero risposte comuni?

Problemi comuni che, non me ne vogliano le donne di "se non ora quando", non sono costituiti da Ruby rubacuori e dalle feste di Arcore, dalle telefonate della Minetti o dalle escort, peraltro consenzienti e ben felici di suggere denaro facile, in una società morta dentro che sopravvive attraverso il proprio guscio di esteriorità monetizzabile.

Problemi comuni e seri che parlano il linguaggio della disoccupazione, della mancanza di prospettive per noi e per i nostri figli, destinati a vivere in un ambiente devastato, senza aria da respirare e con le corsie dei reparti oncologici infantili sempre più piene. Il linguaggio di una società in via di decomposizione, che non è esclusivo appannaggio dell'Italia ma al contrario di tutto l'Occidente, nè unica responsabilità di Berlusconi, bensì della politica tutta.

Per scendere dalla giostra, trasformandosi in persone che nutrono sinceramente la velleità di cambiare qualcosa, non donne, uomini, operai, impiegati, di sinistra di destra, di centro, laici e cattolici, biondi e bruni, non sarà mai troppo presto, sempre che la degenerazione appiccicata alle nostre vite ce ne lasci ancora il tempo.

Marco Cedolin

http://ilcorrosivo.blogspot.com/
http://marcocedolin.blogspot.com/

Voto: 8.00 (1 voto) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
Kenshiro
Inviato: 17/2/2011 9:17  Aggiornato: 17/2/2011 9:17
Mi sento vacillare
Iscritto: 21/5/2010
Da: Croce del Sud
Inviati: 318
 Re: La giostra impazzita
Il sistema occidentale è profondamente sbagliato...
La crisi delle coscienze...
http://www.youtube.com/watch?v=mdPNfP1XB5c&feature=related

Leggete anche il commento al video

La propaganda dei maistream ha fatto perdere alla massa il concetto delle poche cose veramente importanti.

Che tristezza vedere tutte quelle donne in piazza per motivi futili,quando milioni di bambini (e potrebbero essere i loro figli) soffrono la fame,la guerra,muoiono.
Ma per queste piccole vittime del sistema,neanche una donna è scesa in piazza.

Mondo marcio!!!
mangog
Inviato: 17/2/2011 9:43  Aggiornato: 17/2/2011 9:43
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: La giostra impazzita
Bell'articolo. Cedolin bravo!!

illupodeicieli
Inviato: 17/2/2011 10:10  Aggiornato: 17/2/2011 10:10
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/1/2005
Da:
Inviati: 323
 Re: La giostra impazzita
Un'ottima analisi quella di Marco Cedolin: in passato e devo dire ogni tanto, anch'io nel mio piccolo ricordo che ci sono fatti e misfatti dimenticati.O meglio notizie di fatti e persone, problemi che sono stati presentati in pompa magna dai media, ma che poi per ragioni varie sono stati,volutamente, inviati all'oblio. Nel mio caso posso parlare dei falliti e dei fallimenti, o anche dei protestati (chi si ricorda mi manda Lubrano di molti anni fa?) o di Equitalia? Ma l'elenco potrebbe comprendere tanti altri episodi di vita quotidiana, spesso drammatici, come nel caso delle fabbriche chiuse o in fase di chiusura e/o trasferimento all'estero. Il mio appunto è che spesso si presentano solo i fatti, ossia si fa una mera segnalazione: quasi mai si propongo e si cercano soluzioni. Mi riferisco a trasmissioni spesso supervalutate, e che denunciano ma senza cercare di offrire delle indicazioni su come "fare per". Ovviamente in alcuni casi le colpe e le persone indicate e deputate (secondo me ) per affrontare e risolvere sono i politici e gli amministratori (pubblici e privati, quelli delle aziende) che sono troppo spesso dei ragionieri che vogliono solo far tornare i conti in pareggio o in attivo. Mi dispiace che anche chi era dalla parte dei lavoratori, chi si vantava di conoscere la costituzione (negli articoli che parlano di lavoro e solidarietà) oggi pensa che soccorrere e aiutare a emergere e a camminare con le proprie gambe "gli altri" non sia più possibile perchè non ci sono soldi: peccato che i soldi e gli aiuti ci sono e si trovano solo per altri. Concludo riportando il pensiero di un anziano che,oggi mentre prendevo un caffè ha detto : tutti a parlare sempre e solo di Berlusconi. Ma quando non ci sarà più di chi o cosa parleranno?

benitoche
Inviato: 17/2/2011 10:16  Aggiornato: 17/2/2011 10:16
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/9/2006
Da:
Inviati: 1941
 Re: La giostra impazzita
Ma da quale giostra vuoi scendere?
Il sistema ha solamente creato il meccanismo-giostra,siamo poi noi con le nostre nefandezze i nostri egoismi a farla girare,noi siamo l'energia della giostra
La giostra ci piace non potremmo farne a meno,se scendiamo per noi la vita non ha più senso,ecco perchè amiamo il suo meccanismo;qualcuno la chiamerebbe sindrome di stoccolma,amare il propio carceriere,ma pensandoci bene ci piace,da senso alla nostra vita,abbiamo bisogno delle catene,sono cmq qualcosa a cui aggrapparsi
Immagina se tutto a un tratto la giostra scomparisse,si volatilizzasse,cosa pensi che faremmo noi povere scimmie cloroformizzate;nulla se non cercare di accaparrarsi il miglior posto sull'albero
Ci ritroveremmo spaesati senza appigli,il vuoto intorno senza nulla che possa riempirlo;certo,qualcuno saprebbe cosa mettere nel recipiente,ma nessuno lo ascolterebbe,propabilmente lo denigreremmo per infine ghettizzarlo;questo è ciò che fà la gente quando non capisce.
La verità è che siamo troppo comodi,nessuno è disposto a rinunciare al "comfort"di un bel seggiolino,per quanto piccolo sia cmq è già qualcosa,ed è per questo che lei continua a girare,bisogna dare un senso alla vita anche e sopratutto a discapito della nostra libertà di pensiero
Incolmabile sarebbe la sua mancanza ed allora c'è chi consciamente e chi inconsciamente alimenta il generatore
Propabilmente,ancora non è giunto il momento,nessuno ha compreso come si possa tracciare una rotta,per accidia,per scarsa volontà perchè ci piace,conviene continuare a"nutrire"la giostra
Confido nelle generazioni future nei bimbi di domani,forse loro,se non li devasteremo troppo, saranno finalmente capaci di scendere da questa stramaledettamaleficamefistofelica giostra

la religione è indispensabile
soltanto a un’umanità rescissa dal mondo divino-spirituale.
rekit
Inviato: 17/2/2011 11:02  Aggiornato: 17/2/2011 11:13
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/9/2006
Da:
Inviati: 1151
 Re: La giostra impazzita
Articolo di home quasi fotocopia al precedente.....
quindi ribadisco:

cit:
"Problemi comuni che, non me ne vogliano le donne di "se non ora quando", non sono costituiti da Ruby rubacuori e dalle feste di Arcore, dalle telefonate della Minetti o dalle escort, peraltro consenzienti e ben felici di suggere denaro facile, in una società morta dentro che sopravvive attraverso il proprio guscio di esteriorità monetizzabile."
.........................
La manifestazione di domenica e' la dimostrazione che la societa'non e' morta dentro proprio per niente.
Ma si continua a fare la filosofia spiccia dei distinguo pseudo intelletuali dimenticandosi il piccolissimo dettaglio costituito da un milione di persone scese in piazza.....



cit:
"Problemi comuni e seri che parlano il linguaggio della disoccupazione, della mancanza di prospettive per noi e per i nostri figli, destinati a vivere in un ambiente devastato, senza aria da respirare e con le corsie dei reparti oncologici infantili sempre più piene."
..........................
BEN'ALTRISMO........parti con le rivolte in nord Africa, passi per la manifestazione di domenica e chiudi con i soliti (serississimi ben'inteso...)
BEN'ALTRI problemi......

alla fine dell'articolo il lettore medio, quale sono io, si chiede perplesso: QUINDI?!?!

complo
Inviato: 17/2/2011 11:33  Aggiornato: 17/2/2011 11:33
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: La giostra impazzita
@ rekit

Avevo deciso di non rispondere qui perchè, come dici tu, è la fotocopia dell' altro articolo.
Quoto ogni singola lettera del tuo post.
Aggiungo, dimenticano il piccolo particolare del milione di persone in piazza perchè è proprio quel numero che li spaventa.
Se, come sembra, è stata una mobilitazione spontanea (intendo senza l'organizzazione di partiti e sindacati) allora quel numero è effettivamente impressionante.
Numero di cui non può non tener conto chi "mastichi" un pò di politica.
E infatti......................

http://www.informazione.it/n/4029AFE0-0417-478B-887B-698B0F6697F4/Vendola-Bindi-premier-Bersani-Vedermo

Ci saranno presto elezioni e non è affatto escluso si sfidino due DONNE.

MATITA
Inviato: 17/2/2011 11:49  Aggiornato: 17/2/2011 11:49
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/5/2010
Da:
Inviati: 46
 Re: La giostra impazzita
rekit ha ragione almeno si sono mosse e poi non hanno parlato solo delle zozzerie del berlusca ma anvìche d'alto.
Quindi non si capisce perchè la solange e vari/e battono solo sul chiodo berlusconi.......almeno che....
Resta vero che occorrerebbe andare in piazza per protestare contro le liberalizzazioni,il controllo della valuta,le banche ,le multinazionali,la costituzione.....problemi che sono all'origine del tutto...il problema è che pretendere una consapevolezza cosi marcata è utopia e le persone si muovono solo se vi è un potere che la muove e questo le muove solo per un suo interesse.....
Il guaio è che ha ragine benitoche nel suo commento.
in fondo questo sistema di vita piace e fin che uno riesce a starci attaccato protesta ma con dei limiti ben marcati......occorrerà attendere che la maggioranza sia con le pezze al culo per sperare in un qualcosa di buono.
Del resto tutta la controinformazione in concreto cosa fà?scrive fiumi di parole destinate a una minoranza di interlocutori la massa è fagocitata dal tg5 o dalla lega........da rai tre o dal pd.....spesso poin tra loro sono divisi da retaggi ideologici che dicono andrebbero abbattuti ma che per primi si guardano bene dal farlo;non muovono nulla e nessuno.
del resto tutte le rivuluzioni compreso la tanto osannata riv. francese si sono fatte solo perchè unpotere voleva sostituirsi ad un 'alto e mai nell'interesse del bene comune

Truth79
Inviato: 17/2/2011 11:53  Aggiornato: 17/2/2011 11:53
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/8/2009
Da:
Inviati: 244
 Re: La giostra impazzita
Certo che la giostra è impazzita,ma far scendere certi "bambini" cattivi da sopra sarà impresa ardua...

Di tutte le cose sicure,la piú certa è il dubbio.
rekit
Inviato: 17/2/2011 11:54  Aggiornato: 17/2/2011 11:54
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/9/2006
Da:
Inviati: 1151
 Re: La giostra impazzita
@complo
La Bindi, nonostante il PD e tutto quello che sappiamo bene rappresentare il PD....e a prescindere dal fatto sia una donna e' l'unica che nei vari talk shows e attraverso le sue dichiarazioni ha dimostrato di avere le palle quadrate e di saper rispondere a tono sempre alle idiozie che venivano dette dai vari lacche' berlusconiani....
non becchera' il mio voto, ma se dovessimo ragionare in termini di "meno peggio" (e odio farlo...) sicuramente e'una spanna sopra a tutti gli altri.
Vorrei comunque vedere uno straccio di programma....

MATITA
Inviato: 17/2/2011 12:05  Aggiornato: 17/2/2011 12:05
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/5/2010
Da:
Inviati: 46
 Re: La giostra impazzita
rekit la bindi era ministro della sanita quando hanno affossato la cura di bella.....che era non il plusultra ma certo meglio della chemio radio eccetera per cui ci andeìrei piano con l'incensarla

ciao

complo
Inviato: 17/2/2011 12:17  Aggiornato: 17/2/2011 12:21
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
Vorrei comunque vedere uno straccio di programma....


Parliamoci chiaro.
Per ora non sappiamo neanche quando si voterà, COME si voterà, con quale coalizione andare al voto e contro quale coalizione/leader.
Fare un programma adesso vorrebbe solamente dire sottoporsi a continue retromarce/correzioni/aggiunte.


@ MATITA

La Bindi non ha affossato la cura Di Bella.
E' stata invece la prima a sottoporla a sperimentazione controllata.
Semmai sono i COMICI** che sostenevano quella cura che dovrebbero spiegare come mai, GIUNTI AL GOVERNO, non hanno fatto una nuova sperimentazione che confutasse quella fatta fare dalla Bindi.

** intendo i POLITICI non i cittadini che in buona fede credono a quella cura.

rekit
Inviato: 17/2/2011 12:19  Aggiornato: 17/2/2011 12:20
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/9/2006
Da:
Inviati: 1151
 Re: La giostra impazzita
cit:
"rekit la bindi era ministro della sanita quando hanno affossato la cura di bella.....che era non il plusultra ma certo meglio della chemio radio eccetera per cui ci andeìrei piano con l'incensarla"
...............................
vero, me lo ricordo bene...diede 6 mesi di tempo per certificare la cura..semplicemete impossibile.....ma non sbagliare, non ci penso minimamente ad incensarla...ho solo detto che tra tutti i burattini che ho visto all tv negli ultimi 3 o 4 anni (e tra annozero, Ballaro', Porta a Porta, L ínfedele etc..etc... ne ho vista parecchia....e anche voi, ne sono sicuro) e'quella che ha saputo rispondere per le rime e con qualche straccio di argomento ai vari lupi, cicchitto, bondi, belpietro & C mantenendo una dimensione "istituzionale"......al di la di tutto e' una con le palle.....
non la voterei mai, l'ho scritto gia' sopra, per il fatto che NON daro' il mio voto al PD che ritengo complice di Berlusconi nel disfacimento dell'Italia....ma in un'ottica (che io per primo non accetto) del "meno peggio" applicata a due fazioni come PD e PDL sceglierei lei.

AFrayn
Inviato: 17/2/2011 12:35  Aggiornato: 17/2/2011 12:56
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/3/2009
Da: Colônia Cecília, Paraná, Brasil
Inviati: 399
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
Autore: rekit Inviato: 17/2/2011 7:02:09

Articolo di home quasi fotocopia al precedente.....
quindi ribadisco:
(...)
alla fine dell'articolo il lettore medio, quale sono io, si chiede perplesso: QUINDI?!?!


Mi pare ovvio: plus ça change, plus c’est la même chose.
D'altronde nella società spettacolo come potrebbero tanti onesti cittadini evitare di esporre pubblicamente (e senza effetto alcuno) la loro indignazione?

Molṑn labé - Quocunque Jeceris Stabit
etrnlchild
Inviato: 17/2/2011 12:44  Aggiornato: 17/2/2011 12:44
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 1200
 Re: La giostra impazzita
L'articolo e' condivisibile. Che i potenti godino nel disagio del popolo e lo sfruttino a loro vantaggio e' ormai noto, gli Usa hanno gia' pronti i loro fantocci "democratici" per quei posti in rivolta.

D'altra parte la consapevolezza di "unita''" di cui si parla, a mio avviso, risiede ad un livello di coscienza superiore al quale non si puo' accedere se lo stomaco e' vuoto.
Il divide et impera ha avuto e ha grande successo perche' fa leva sui bisogni primari dell'animale uomo, sui suoi istinti piu' primordiali, su archetipi difficili da sradicare.

Nonostante questo ho l'impressione, o forse solo la speranza, che in queste "nuove" rivolte qualcosa stia cambiando, e questo grazie anche alla diffusione di conoscenza dovuta a nuovi mezzi come la Rete.
Le persone che le compongono hanno differente estrazione culturale, religiosa, sociale, questo fa ben sperare ed e' un segnale importante secondo me. La componente violenta mi sembra inoltre relativamente piu' ridotta.

Insomma la strada verso la consapevolezza di essere tutti sulla stessa barca e' probabilmente ancora lunga e dovrebbe, nella sua massima realizzazione, coinvolgere anche i potenti... che, tra tutti, sono i meno consapevoli.

"Lo spirito del guerriero non conosce né il lasciarsi andare né il lagnarsi, né conosce il vincere o il perdere."
a_mensa
Inviato: 17/2/2011 13:41  Aggiornato: 17/2/2011 13:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/6/2009
Da: roncello (mi)
Inviati: 3180
 Re: La giostra impazzita
ho già scritto in PM ad un amico, che in questa occasione si trova sull'altra sponda, e l'ho fatto in PM perchè tutto cosa avevo da dire in proposito a domenica l'ho già detto del precedente 3d.
e qui lo riporto, perchè signori cari, io ne ho le palle piene di chi vede qualcuno o qualcosa "dietro" ma poi si guarda bene dall'indicare chi o cosa ne con prove, ne con un ragionamento, e nemmeno con un'opinione.
sono vermi che non hanno il coraggio di esporsi ad una eventuale denuncia per diffamazione, e allora tutto diventa generico, nebuloso.
analogo discorso è per i signori "ben altro" ! se siete così convinti che altre ragioni dovrebbero esser difese a spada tratta, perchè non vi ponete VOI alla testa di un movimento che porti in piazza milioni di persone ??
coglioni, che siete, capaci solo di dire cosa GLI ALTRI dovrebbero fare, per poter poi dire magari che la sequenza era un pò errata, magari il momento non proprio idoneo, il luogo poi, si poteva evitare..... sai quante scuse, chi non è capace di fare un cazzo sa trovare per giustificare la propria incapacità ?? ne ho un armadio pieno, di quelli strappati ai vigliacchi, che prima di tutto non sanno nemmeno affrontare la loro incapacità ad agire.
sono incazzato, anche con cedolin, che in tante occasioni ho apprezzato, ma che da qualche tempo, usando il metro che misura le critiche sterili e inutili mi da fastidio pure lui e questo suo pezzo ne è un campione.
forza marco, per dire "ben altro deve esser fatto ", che è giusto , che condivido, mettiti alla testa di un movimento che lo faccia, e non perdere tempo a lanciare i tuoi "ben altro" a quelli che almeno qualcosa sono riusciti , finalmente a fare.
dai muoviti, ed io sarò il secondo o il terzo dietro di te.
vogliamo raccogliere un movimento di chi si è rotto le palle di "sono manovrati" "dietro chi c'è" "ci vuole ben altro" ecc... tutte quelle critiche che non costruiscono nulla, ma sono solo fatte per demolire il poco che altri, con gran fatica , riescono a fare.
forza il mio indirizzo è a.mensa@tiscali.it vediamo quanti sono d'accordo.

non vorrei mai appartenere ad un club che avesse me come socio.
Makk
Inviato: 17/2/2011 14:09  Aggiornato: 17/2/2011 14:09
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/12/2009
Da:
Inviati: 933
 Re: La giostra impazzita
non concordo che sia un articolo fotocopia.
Qui analisi ce n'é.
Ma le conclusioni sono dei "non sequitur" (metti una premessa e pretendi che dimostri tutt'altro).

Citazione:
Ma perchè insistere nella sottile arte del dividi et impera, separando i cittadini in categorie, in etnie, in gruppi sociali? Perchè le donne, gli operai, i disoccupati, i precari, gli studenti, il mondo della cultura e quello del lavoro? Perchè la fiera del distinguo, laddove ai problemi comuni occorrerebbero risposte comuni?

Allora mettiamoci anche "perché dalla Val di Susa non calano a Terzigno per dare una mano?" Non è forse la stessa lotta?
Bah.
E il movimento sul referendum per l'acqua pubblica perché non scende in piazza per le case popolari?

Sorpresa: lo fa. Sono spesso le stesse persone. Gli studenti vanno a Cassino per appoggiare la FIOM. i maschi partecipano al milione di donne.


Qui si suppone che questi focolai siano progettati a tavolino e non spontanei. Suggerimento: chiederselo e NON darlo per scontato. E analizzare per rispondersi.
Solo SE dimostri che tutti gli esempi portati sono finalizzati al divide et impera puoi trarre la conclusione.
Che la gente protesti o manifesti dovunque può e in qualunque occasione non mi dà di gran che programmato, a me.
E che i focolai siano settoriali mi dice solo che non esistono grandi movimenti di massa come in passato.

Se io vedo un filo di Arianna è che la giostra impazzita è troppo veloce per direzionarla anche da parte di chi l'ha messa in moto.

Altro che command&conquer. Se continuano così la tivvù non basterà e scenderanno giù i blindati, cosa che sta già abbondantemente succedendo. Più chiaramente in Grecia, ma anche qui da noi nn scherzano. Anzi i pulotti sono sorpresi di non essere chiamati molto più spesso (ma sono pronti, tranqui).

Dove cacchio lo si vede in questo il potere di indirizzare le folle?

Io leggo l'esatto contrario: il potere sta perdendo "presa".

precisazione:
Citazione:
Mubarak se ne è andato [...] l'arrivo della democrazia, della libertà e del pane, veicolate da una giunta militare, [...] come in Iraq e in Afghanistan ogni cittadino può ben testimoniare.

Il paragone va casomai fatto con la Turchia, dove i militari "presidiano" la democrazia da sempre e intervengono ogni volta che l'unità nazionale si vede messa in crisi. Poi si ritirano in buon ordine. Il partito islamico turco "rimane nei ranghi" perché sa benissimo cosa succede, se non lo fa. Poi i militari turchi se ne fregano tutto sommato se sei europeista o solo atlantico, se vuoi diventare dorsale petrolifera o meno, se vuoi infiltrare nelle ex-repubbliche sovietiche...
cmnqe dinamiche diverse.
Non si può fare minestroni. Stiamo parlando si situazioni nazionali e ci sono specificità e le somiglianze vanno prese con cautela

Citazione:
L'importante è che un vento di rivoluzione, sembra con il gradimento dell'imperialismo americano ed occidentale, stia soffiando in tutta la regione e non solo.

Errore di prospettiva: l'occidente è troppo potente per non voler ficcare il naso. Ma ha i suoi bravi problemi e capacità di intervento "limitate" (anche le rivoluzioni colorate gli falliscono). Non significa che non farà niente o che la sua azione non peserà. Significa che non sa come si evolverà la propria azione.
Potrebbe non avere successo.
La fonte dell'incendio arabo Marco la vede già, ma non sembra essere in grado di analizzarla:
Citazione:
Un cortocircuito logico difficile da comprendere. Prima la lotta, per ottenere nel paese democrazia, libertà e pane, poi l'abbandono dello stesso paese, alla volta dell'Europa, dove quei valori allignano solamente nell'immaginario collettivo ed il pane sta iniziando a scarseggiare sempre più drammaticamente.

Appunto. Hai avanzato forzosamente quei paesi, strappandoli alla "campagna" (= vita non industrializzata) e creando masse di disoccupati, che nell'emigrazione avevano una valvola di sfogo e qui da noi erano bassa manovalanza a poco prezzo. Tutti contenti (in alto).
Poi chiudi la valvola e la pressione nella pentola si fa intollerabile. BUM!
Non ci sono "piani occulti" che tengano, BUM è BUM, e te lo cucchi così come si evolve. un conto è gestire i golpe o occupare militarmente, ma da quando la "buzzword" è esportare democrazia le alee gli si sono moltiplicate.

Anche qui: chi sta sul ponte di comando sente che il timone "strappa" di brutto.

MATITA
Inviato: 17/2/2011 14:40  Aggiornato: 17/2/2011 14:40
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/5/2010
Da:
Inviati: 46
 Re: La giostra impazzita
Sarà anche che sono manifestazioni spontanee ma spontaneamente non ho mai visto nessuno stracciarsi le vesti con tanto accanimento per preservare la costituzione,il controllo del pubblico sul privato,una corretta e veritiera medicina,liberta di sciegliersi come curarsi,per chiedere conto dei Milioni spesi per vaccini inutili e inutilizzati,protestare per i miliardi spesi per salvare lìalta finanza speculativa,pretendere chiarezza sul debito pubblico e su quel corrotto e ingarbugliato meccanismo del denaro....esigere un minimo di informazione su cosa sia realmente la banca italia o banca europea,di chi è, chi la controlla.....chiedersi il perchà abbiamo in parlamento deputati e senatori che si occupano di questioni ebraico sioniste e quindi nell'interesse di uno stato sovrano estero e stipendiati con denaropubblico,chiedere conto di quanto sia il potere delle multinazionali a discapito del lavoratore piccolo,esempio contadini , utile e nobile lavoro,ridotti come mendicanti e pezzenti.....h.o l'impressione che quando ci sia da protestare contro il vero potere o contro il vero potere trasversale nessuno scenda in piazza....quando vedrò una manifestazione con questi connotati allora saro certo che è spontanea e soprattutto intelligentemente utile su tutto il resto nutro seri dubbi sempre nella speranza di poter dire mi sono sbagliato.

audisio
Inviato: 17/2/2011 15:05  Aggiornato: 17/2/2011 15:06
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: La giostra impazzita
Rispetto Cedolin ma dissento su alcuni punti.
Che la sinistra come rappresentanza politica si sia dissolta sono
d'accordo e la spiegazione sta nel fatto che quando entri in
Parlamento non sei più di sinistra o destra, sei uno "del sistema",
fai parte di una casta e quindi non puoi rappresentare gli nteressi
di altri ceti, quelli deboli.
Ma non sono d'accordo quando Cedolin sostiene che siamo tutti
nella stessa barca.
Non è vero, il Potere comanda per sè stesso, ovvio, ma si appoggia
(come il Sovrano feudale) su una folta schiera di vassalli, valvassori e
valvassini che gli fanno da stampella.
Le discariche che avvelenano il Sud sono gestite, certo, dalle mafie
e dai loro rappresentanti politici, ma soddisfano in primis agli interessi
di quel blocco sociale che costituisce il serbatoio elettorale dei
berluscones e dell'accozzaglia leghista.
Voglio dire che su quella monnezza non ci si ingrassa Berluska, lui ha
altre riserve di reddito, no ci si ingrassano i cummenda lumbard del
Nord e il loro codazzo di laureati bocconiani addestrati ad impoverire
e arraffare.
Quegli stessi che non pagano le tasse scaricandole sui lavoratori
dipendenti e che, non contenti, si accaparrano (spacciandosi per
nullatenenti) anche quei servizi sociali che spetterebbero a chi è
veramente meno abbiente.
Per cui, no, non sono nella stessa barca di chi in questi anni (ad
esempio con l'Euro) ci si è arricchito.
Io ho perso metà del mio reddito e quella gente lì è mia nemica...

cagliostro
Inviato: 17/2/2011 15:50  Aggiornato: 17/2/2011 15:50
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/9/2007
Da:
Inviati: 1579
 Re: La giostra impazzita
Citazione:

ho già scritto in PM ad un amico, che in questa occasione si trova sull'altra sponda, e l'ho fatto in PM perchè tutto cosa avevo da dire in proposito a domenica l'ho già detto del precedente 3d.
e qui lo riporto, perchè signori cari, io ne ho le palle piene di chi vede qualcuno o qualcosa "dietro" ma poi si guarda bene dall'indicare chi o cosa ne con prove, ne con un ragionamento, e nemmeno con un'opinione.
sono vermi che non hanno il coraggio di esporsi ad una eventuale denuncia per diffamazione, e allora tutto diventa generico, nebuloso.
analogo discorso è per i signori "ben altro" ! se siete così convinti che altre ragioni dovrebbero esser difese a spada tratta, perchè non vi ponete VOI alla testa di un movimento che porti in piazza milioni di persone ??
coglioni, che siete, capaci solo di dire cosa GLI ALTRI dovrebbero fare, per poter poi dire magari che la sequenza era un pò errata, magari il momento non proprio idoneo, il luogo poi, si poteva evitare..... sai quante scuse, chi non è capace di fare un cazzo sa trovare per giustificare la propria incapacità ?? ne ho un armadio pieno, di quelli strappati ai vigliacchi, che prima di tutto non sanno nemmeno affrontare la loro incapacità ad agire.
sono incazzato, anche con cedolin, che in tante occasioni ho apprezzato, ma che da qualche tempo, usando il metro che misura le critiche sterili e inutili mi da fastidio pure lui e questo suo pezzo ne è un campione.
forza marco, per dire "ben altro deve esser fatto ", che è giusto , che condivido, mettiti alla testa di un movimento che lo faccia, e non perdere tempo a lanciare i tuoi "ben altro" a quelli che almeno qualcosa sono riusciti , finalmente a fare.
dai muoviti, ed io sarò il secondo o il terzo dietro di te.
vogliamo raccogliere un movimento di chi si è rotto le palle di "sono manovrati" "dietro chi c'è" "ci vuole ben altro" ecc... tutte quelle critiche che non costruiscono nulla, ma sono solo fatte per demolire il poco che altri, con gran fatica , riescono a fare.
forza il mio indirizzo è a.mensa@tiscali.it vediamo quanti sono d'accordo.


Giusto, Giusto, solo primadonnismi del cazzo, questa è la verità !
W Falcone e Borsellino, W i Martiri Reali della criminalità, AFFANCULO I PAROLAI DEL CAZZO !

«Io non sono di nessuna epoca e di nessun luogo: al di fuori del tempo e dello spazio, il mio essere spirituale vive la sua eterna esistenza.»
Nuit
Inviato: 17/2/2011 16:26  Aggiornato: 17/2/2011 16:26
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/9/2010
Da: Messina
Inviati: 346
 Re: La giostra impazzita
Condivido in toto!!

Nuit
Inviato: 17/2/2011 16:41  Aggiornato: 17/2/2011 16:41
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/9/2010
Da: Messina
Inviati: 346
 Re: La giostra impazzita
Oggi sera, nelle periferie della città italiane, sotto gli occhi di tutti e nell'indifferenza generale centinaia e centinaia di minorenni si prostituiscono....per non parlare di molti italiani che viaggiano
per stuprare dei bambini.......

A qualcuno interessa?

Non mi risulta che ci sia stata qualche manifestazione a riguardo!!!

rekit
Inviato: 17/2/2011 17:08  Aggiornato: 17/2/2011 17:08
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/9/2006
Da:
Inviati: 1151
 Re: La giostra impazzita
cit:
Oggi sera, nelle periferie della città italiane, sotto gli occhi di tutti e nell'indifferenza generale centinaia e centinaia di minorenni si prostituiscono....per non parlare di molti italiani che viaggiano
per stuprare dei bambini.......

A qualcuno interessa?

Non mi risulta che ci sia stata qualche manifestazione a riguardo!!!
...............................
altro esempio di ben'altrismo.
non ci sono state manifestazioni neppure a riguardo dei 100 cani husky soppressi per via del loro inutilizzo estivo.
non ci sono state manifestazioni per le proposte di ritorno al nucleare.
non ci sono state manifestazioni contro alla repressioni attuate i molti paesi.
non ci sono state manifestazioni contro il fatto che in Italia internet funziona di merda.

Fai una manifestazione tu contro la prostituzione! porta in piazza un milione di persone e poi quando arrivera' il primo pseudo intelletualoide a dirti che sei un lobotomizzato perche'non hai manifestato per la scomparsa delle api torna a dirci come ci si sente!
E vale per te, per Cedolin, per Solange......etc..etc...

Makk
Inviato: 17/2/2011 17:11  Aggiornato: 17/2/2011 17:14
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/12/2009
Da:
Inviati: 933
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
Nuit:
Oggi sera, nelle periferie della città italiane, sotto gli occhi di tutti e nell'indifferenza generale centinaia e centinaia di minorenni si prostituiscono....per non parlare di molti italiani che viaggiano
per stuprare dei bambini.......
A qualcuno interessa?
Non mi risulta che ci sia stata qualche manifestazione a riguardo!!!

Ma 'sti cazzi!?

Siamo al ridicolo.

Siamo all'elenco di cose sulle quali "non c'è stata una manifestazione" che dovrebbe dimostrare che qualsiasi manifestazione sia inutile.

Ma "fallacia logica" ha ancora un senso o qualsiasi manciata di emozioni rappresentata in maniera più o meno grammaticale ha dignità di "ragionamento"?



OK. Preceduto da Rekit.

complo
Inviato: 17/2/2011 17:12  Aggiornato: 17/2/2011 17:12
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
Non mi risulta che ci sia stata qualche manifestazione a riguardo!!!



E scommetto non la farete neanche tu e Cedolin.....

E se anche la faceste o l'aveste fatta, il primo "santone" di passaggio vi potrebbe dire: ma non avete fatto nulla per i milioni di bambini che muoiono di fame.
E se invece aveste fatto qualcosa per la fame nel mondo e per tutte le altre cause giuste del pianeta e della galassia, vi si potrebbe dire: ma allora è solo la dignità della donna e chi ha manifestato per essa a starvi sulle palle.

benitoche
Inviato: 17/2/2011 17:55  Aggiornato: 17/2/2011 17:55
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/9/2006
Da:
Inviati: 1941
 Re: La giostra impazzita
@a.mensa
Citazione:
vogliamo raccogliere un movimento di chi si è rotto le palle di "sono manovrati" "dietro chi c'è" "ci vuole ben altro" ecc... tutte quelle critiche che non costruiscono nulla, ma sono solo fatte per demolire il poco che altri, con gran fatica , riescono a fare.
forza il mio indirizzo è a.mensa@tiscali.it vediamo quanti sono d'accordo.


Queste cose le dicevo nel 2006 dopo 2 mesi su LC,mi dicevo "cavolo,quì c'è la possibilità di avere referenti in ogni città,tutti coordinati su un sito,fantastico"
Basterebbe che ognuno creasse un piccolo gruppo,materiale a gogò,presa di coscienza in un batter d'occhio in tutta Italia,non fregò niente a nessuno

Solo per fare un esempio,qualcuno ha votato l'accorpamento del referendum sull'acqua con le prossime amministrative?

IO SI
944 filomena giampaolo 17 Febbraio 2011 06:28 brindisi
benitoche@libero.it

la religione è indispensabile
soltanto a un’umanità rescissa dal mondo divino-spirituale.
Spooky_max
Inviato: 17/2/2011 18:04  Aggiornato: 17/2/2011 18:04
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/9/2007
Da: vetrina
Inviati: 99
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
E se anche la faceste o l'aveste fatta, il primo "santone" di passaggio vi potrebbe dire: ma non avete fatto nulla per i milioni di bambini che muoiono di fame. E se invece aveste fatto qualcosa per la fame nel mondo e per tutte le altre cause giuste del pianeta e della galassia, vi si potrebbe dire: ma allora è solo la dignità della donna e chi ha manifestato per essa a starvi sulle palle.

La cosa mi fa venire in mente la favola di Esopo del contadino del figlio e dell'asino:
Un vecchio faceva il cammino con il figlio giovinetto.
Il padre e il figlio avevano un unico piccolo asinello: a turno venivano portati dall'asino ed alleviavano la fatica del percorso.
Mentre il padre veniva portato e il figlio procedeva con i suoi piedi, i passanti li schernivano:
"Ecco," dicevano "un vecchietto moribondo e inutile, mentre risparmia la sua salute, fa ammalare un bel giovinetto".
Il vecchio saltò giù e fece salire al suo posto il figlio suo malgrado. La folla dei viandanti borbottò:
"Ecco, un giovinetto pigro e sanissimo, mentre indulge alla sua pigrizia, ammazza il padre decrepito". Egli, vinto dalla vergogna, costringe il padre a salire sull'asino. Così sono portati entrambi dall'unico quadrupede: il borbottìo dei passanti e l'indignazione si accresce, perché un unico piccolo animale era montato da due persone. Allora parimenti padre e figlio scendono e procedono a piedi con l'asinello libero.
Allora sì che si sente lo scherno e il riso di tutti:
"Due asini, mentre risparmiano uno, non risparmiano se stessi". Allora il padre disse: "Vedi figlio: nulla è approvato da tutti; ora ritorneremo al nostro vecchio modo di comportarci".

Max "the spooky"

"The future is unwritten" John Graham Mellor
audisio
Inviato: 17/2/2011 18:15  Aggiornato: 17/2/2011 18:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: La giostra impazzita
Senza contare che se si facessero tutte queste manifestazioni
per tutti questi motivi sacrosanti, sai come si incazzerebbero i
bottegai del centro storico di Roma?
Come farebbero a vendere le loro borse di Vuitton ORIGINALI
fabbricate dalle stesse mani cinesi che realizzano quelle FALSE
e che però costano 100 volte tanto?

a_mensa
Inviato: 17/2/2011 18:28  Aggiornato: 17/2/2011 18:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/6/2009
Da: roncello (mi)
Inviati: 3180
 Re: La giostra impazzita
grazie a tutti
vedo che questa volta ho messo a fuoco il vero problema....
criticare è facile, fare molto meno....
invito veramente tutti coloro che sono stufi delle critiche sterili a mettersi in contatto.
una associazione che sbertucci coloro che criticano senza esporsi con almeno uno straccio di motivazione, penso proprio che servirebbe.... almeno per divertirsi un pò.

non sono contro la critica tout court, ma vorrei vedere delle critiche costruttive, del tipo :"non così per questa e questa ragione , ma cosà per questo e quest'altro" è pretendere troppo ?

non vorrei mai appartenere ad un club che avesse me come socio.
Makk
Inviato: 17/2/2011 18:30  Aggiornato: 17/2/2011 18:30
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/12/2009
Da:
Inviati: 933
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
Solo per fare un esempio,qualcuno ha votato l'accorpamento del referendum sull'acqua con le prossime amministrative?

No. In quale universo parallelo ti risulta che i promotori referendari o gli italiani possano essere chiamati a decidere la data?
E' già un miracolo che si possa ancora esercitare questa limitata forma di democrazia diretta, non ostante i cari compagni radicali abbiano collaborato coi democristi e i diessini a svuotarlo di efficacia.
E' il parlamento che HA SEMPRE deciso. Se gli girano può farlo il 15 agosto e poi son cacchi tuoi raggiungere il quorum.


Piuttosto il movimento referendario, te lo do per già successo, SA e HA PRESO LE MISURE a Di Pietro che si è fatto il "suo" referendum per l'acqua.
Salvo poi, visto che col cazzo che raccoglieva le firme, non essendo riuscito imbriagare i quesiti in testa agli italiani, adesso dice che tanto và bene lo stesso (tranquillizzato anche dal fatto che la consulta ha bocciato uno dei quesiti più importanti).

cagliostro
Inviato: 17/2/2011 19:09  Aggiornato: 17/2/2011 19:09
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/9/2007
Da:
Inviati: 1579
 Re: La giostra impazzita
Citazione:

Oggi sera, nelle periferie della città italiane, sotto gli occhi di tutti e nell'indifferenza generale centinaia e centinaia di minorenni si prostituiscono....per non parlare di molti italiani che viaggiano
per stuprare dei bambini.......

A qualcuno interessa?

Non mi risulta che ci sia stata qualche manifestazione a riguardo!!!



Vogliamo parlare anche del traffico d'organi ? Qualche facoltoso dittatore un giorno potrebbe aver bisogno del tuo fegato o del tuo rene, oppure di quelli di tuo figlio !

«Io non sono di nessuna epoca e di nessun luogo: al di fuori del tempo e dello spazio, il mio essere spirituale vive la sua eterna esistenza.»
Calvero
Inviato: 17/2/2011 19:37  Aggiornato: 17/2/2011 21:08
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
La manifestazione di domenica e' la dimostrazione che la societa'non e' morta dentro proprio per niente.
Ma si continua a fare la filosofia spiccia dei distinguo pseudo intelletuali dimenticandosi il piccolissimo dettaglio costituito da un milione di persone scese in piazza.....


Bellissima, mi piace questa battaglia all'interno della nostra contro/informazione. Era ora che si svelassero le nostre identità.

Rekit il tuo appunto è ridicolo, nella sua pura accezione del termine. Non si è neanche a risposto nell'articolo di là - che chiami "quasi fotocopia" .. e - ora - che siano scese in piazza un milione di persone sarebbe una notevole grazia spiegassi cosa mai significherebbe nella sua realtà. Cioè non v'è il minimo segno logico che questa quantità sia sinonimo di qualità. Anzi, il suo contrario. Io li chiamo un milione di ipocriti. Una valvola di sfogo di tutti coloro che ripudiano le scelte consapevoli nella quotidianità, per poi aprire una valvola di sfogo tanto effimera quanto fumosa.

A riprova della totale mancanza di qualità di una simile scesa in campo, vi è questo articolo di Cedolin che argomenta a dovere, come non siamo capaci (intesi come collettività) di considerare le cause ma solo di urlare le colpe... andrebbe messo tra le cose che non si sa se ridere o piangere.

E detta ipocrisia, nel criticarla, non potrebbe essere nemmeno segno di arroganza, visto quanto siano proprio le masse ancora incapaci di accettare l'11 Settembre, per dirne solo una.

Citazione:
QUINDI?!?!


Quindi non sta scritto da nessuna parte che se poni il quesito -edit - cui chiedi la soluzione, significhi che una reazione derivata dalla frustrazione sia una risposta valida.

Quindi?? quindi cosa? ti faccio una domanda stupida similissima alla tua:

l'11 Settembre, per la collettività, è ancora colpa dei terroristi iconograficamente tali: quindi?

che facciamo?

Si sta creando un bello spartiacque all'interno di LC...

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Calvero
Inviato: 17/2/2011 19:46  Aggiornato: 17/2/2011 20:01
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: La giostra impazzita
..........

......

Sarebbe corroborante una "presenza" maggiore di Massimo e degli autori degli articoli postati in Homepage

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Calvero
Inviato: 17/2/2011 19:58  Aggiornato: 17/2/2011 21:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
e qui lo riporto, perchè signori cari, io ne ho le palle piene di chi vede qualcuno o qualcosa "dietro" ma poi si guarda bene dall'indicare chi o cosa ne con prove, ne con un ragionamento, e nemmeno con un'opinione.


a_mensa, mi spiace trovarci nemici. Ma né tu, né Audisio, siete stati capaci di rispondere in maniera intellettualmente onesta alle mie argomentazioni, ma solo di sviarle sulle vostre posizioni in maniera unidirezionali e piene di pseudo tecnicismi che portano solo a giocarsi addosso.

Infatti io dico che "dietro", ci fosse quel che ci fosse, non me ne frega niente. Il problema è allo specchio. Le rivoluzioni partono dal basso, e le rivoluzioni vere che vogliono un cambiamento dignitoso devono essere partorite da persone che seguono uno stile di vita dignitoso. Sarebbe stato meno idiota scendere in piazza per chiedere di non pagare più il canone e soprattutto dopo averlo NON PAGATO. Che si cominci con la disobbedienza.

Questo milioncino fumoso sceso nelle piazze è l'ennesimo figlio della distrazione. Non siamo neanche capaci di spegnere la televisione, neanche capaci di indignarsi PRIMA delle minorenni che si prostituiscono in strada per disperazione, e le donne (stronze) non sono capaci di dire che milioni di mariti stronzi vanno a ciucciare il cazzo ai viados il sabato notte --- e sai perché non lo fanno? - perché quel marito, il lunedì mattina, ha la camicia stirata e la cravatta ben annodata e va procurarsi i soldini per il cellulare nuovo e le Nike del figlioletto viziato..

quindi?? come dice la domanda stupida di -edit- Reckit ... quindi impariamo la disobbedienza civile e dimostriamolo abbattendo le tendenze.

Troppo difficile però eh, .... meglio scendere come marionette rincoglionite e sentirsi forti, di cosa? di essere manipolati per l'ennesima volta, così come verrà manipolata la coscienza collettiva di questo milione di ipocriti

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
marcocedol
Inviato: 17/2/2011 20:13  Aggiornato: 17/2/2011 20:13
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/6/2006
Da: Torino
Inviati: 1340
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
Fai una manifestazione tu contro la prostituzione! porta in piazza un milione di persone e poi quando arrivera' il primo pseudo intelletualoide a dirti che sei un lobotomizzato perche'non hai manifestato per la scomparsa delle api torna a dirci come ci si sente! E vale per te, per Cedolin, per Solange......etc..etc...


Rekit, con rispetto parlando, pseudo intellettualoide lo vai a dire a tua sorella, sempre che pure lei non ti mandi a fare in culo.
Siamo qui per discutere, argomentare e portare dei ragionamenti che aiutino a confrontare le nostre idee. Non certo per offendere o affibbiare etichette a vanvera.

Se esternare delle perplessità sulla manifestazione delle donne offese organizzata e sponsorizzata da Repubblica, comporta venire etichettati e additati in malo modo significa che si è perso il senso della misura, oltre alla lucidità di analisi.
Personalmente sono stufo marcio di pseudo movimenti ambientalisti, femministi, progressisti, buonisti e francazzisti che trascinano in piazza la gente menandola per il naso, per il solo scopo di conquistare poltrone di governo e sottogoverno e mantenere lo status quo acquisito nei più vari campi.
L'ipocrisia è una delle cose che meno sopporto e non necessita che per esternare questo mio sentimento organizzi manifestazioni (servissero poi a qualcosa) di 10 o un milione di persone.
Mi basta limitarmi a chiamare gli ipocriti con il loro nome.

peonia
Inviato: 17/2/2011 20:30  Aggiornato: 17/2/2011 20:30
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: La giostra impazzita
complo e rekit, che saranno le donne in futuro a fare una politica migliore è certo!
ma che vi ostiniate a non capire quello che dice la Manfredi ed ora Cedolin, non lo capisco, forse siete troppo giovani?
Cercate di leggere le cose oltre...

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
reby
Inviato: 17/2/2011 20:33  Aggiornato: 17/2/2011 21:29
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/8/2006
Da:
Inviati: 135
 Re: La giostra impazzita
ottimo articolo di Cedolin, capisco che possa infastidire attaccare i dogmi sinistrorsi tanto usati per le varie manifestazioni colorate..

Quella del 13 è stata una delle più insulse e stupide manifestazioni...

Innanzitutto controllate la piattaforma..se non è strumentale oltre che ben celata da "dignità"..voi
L’APPUNTAMENTO E’ PER IL 13 FEBBRAIO IN OGNI GRANDE CITTA’ ITALIANA
Testo petizione
http://www.petizionepubblica.it/PeticaoVer.aspx?pi=Mobdonne

sarebbe “trasversale”? sì contro un uomo solo
http://senonoraquando13febbraio2011.wordpress.com/

ED UN Pò DI MERCHANDISING NON LO METTIAMO?
sempre estratto dal blog della piattaforma si legge:

vogliamo che sia anche rispettata la nostra “trasversalità”
- non è previsto alcun segno di riconoscimento (oggetti, fiocchi, sciarpe, colori..), solo il logo della manifestazione creato da Maddalena Fragnito disponibile on line.
- Il logo può essere usato per fare magliette, spillette, bandiere, manifesti e tutto quel che di creativo vi viene in mente.

un pò di opionioni serie..da donne


http://www.druida.it/blog/2011/02/14/italiani-e-prostitute/

http://www.rinascita.eu/index.php?action=news&id=6501

nonché Solange che Mazzucco ha già pubblicato

queste sono le opinioni di due uomini di sinistra che ci hanno visto giusto e si sa che a sinistra il femminismo è un must ma..si sono accorti della strumentalizzazione

http://subecumene.wordpress.com/2011/02/14/la-piazza-di-ieri-e-le-arcorine/

http://www.esserecomunisti.it/index.aspx?m=77&f=2&IDArticolo=34480

Gianluca Freda (che non è di sinistra) che sì è colorito ma ci azzecca..

Non è che sono le istituzioni ad aver perso dignità?

Cominciamo a fare una radiografia quando ci "impongono" di partecipare a marcette o scampagnate della domenica

E' davvero offensivo usare come scusa la dignità per pararsi il culo, far finta di fare opposizione, indignarsi PER ESONERARSI DAL PROPORRE ALTERNATIVE CREDIBILI e le donne che hanno partecipato ci son cadute in pieno..quella sì che è una vergogna che non siano state capaci di capire il trucco e lo scrivo da donna.

reby
Inviato: 17/2/2011 20:41  Aggiornato: 17/2/2011 20:41
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/8/2006
Da:
Inviati: 135
 Re: La giostra impazzita
tu dici?

Perché le donne che hanno di più degli uomini?
Sono più gentili e sensibili?

Come la Clinton (che incensa internet come strumento fondamentale per le rivoluzioni colorate) o la Albright che giustificò il prezzo della democrazia nell'eccidio di 350MILA bambini iracheni (questo dato all'epoca della domanda)?

La Merkel ti pare meglio di Sarkò?
Dove avrebbe mostrato le sue qualità più buone intrinseche nelle donne e mancanti agli uomini secondo una stupida vulgata?

Da noi vediamo, abbiamo la Moratti, la Rosy Bindi, la Marcegaglia, e chi più ne ha ne metta.

Nel mondo, chi ha fatto una politca giusta verso la gente sono Morales, Amadinejad, Correa, Chavez (demonizzati dall'occidente) e sono uomini.

Davvero sicura che la politica migliore sia una dote connaturata nella donna?
Prove?
Come consigli giustamente tu, andiamo oltre a certi stereotipi....

Calvero
Inviato: 17/2/2011 21:11  Aggiornato: 17/2/2011 21:11
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: La giostra impazzita
@ Peonia ma perché usi spesso gli - imperativi - sul futuro? incominciamo a ragionare di quel che di certo, o lì vicino, possiamo discutere ora...

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Calvero
Inviato: 17/2/2011 21:17  Aggiornato: 17/2/2011 21:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: La giostra impazzita
.. su questo non vi sono dati, ma scommetto che questa vicenda è un Test sulla suggestionabilità del popolino

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Redazione
Inviato: 17/2/2011 21:33  Aggiornato: 17/2/2011 21:33
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: La giostra impazzita
Salve! Qualcuno mi ha chiamato?

Calvero
Inviato: 17/2/2011 21:55  Aggiornato: 17/2/2011 21:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: La giostra impazzita
hai combinato un bel casino... nel Topic di là si parla di quello che si dice qui, e qui si parla di quello che si è detto là


... quale sarà l'arcano e oscuro motivo che fonde queste due diatribe in una sola?

comunque, bentrovato

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Manfred
Inviato: 17/2/2011 22:09  Aggiornato: 17/2/2011 22:09
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 3/11/2009
Da: Osnabrück
Inviati: 2094
 Re: La giostra impazzita
Io non sono troppo giovane, posso dire che le donne sono scese in piazza perché hanno capito che era il momento di farlo, infatti cosa che di cui volutamente non si parla è che la manifestazione ha saputo benissimo individuare in quello che dai giornali viene considerato "gossip", il vertice della corruzione che inquina il mondo del lavoro e di conseguenza la società civile, il vivere di tutti i giorni. Lottare per regole eque e perché queste regole vengano rispettate, mi sembra sia un dovere morale e l'unico mezzo per difendere la propria dignità e libertà.
Bene ha fatto Spooky-max a ricordare la favola di Esopo che pare si adatti perfettamente alla situazione, descrivendo il comportamento di un certo nichilismo intellettuale, da sempre funzionale al sistema, il quale anche in questa occasione non vuole riconoscere come validi i sintomi di una presa di coscienza spontanea, che nonostante il martellamento dei mass media cominciano ad affiorare.

Makk
Inviato: 17/2/2011 22:11  Aggiornato: 17/2/2011 22:11
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/12/2009
Da:
Inviati: 933
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
che siano scese in piazza un milione di persone sarebbe una notevole grazia spiegassi cosa mai significherebbe nella sua realtà.

Che le piazze sono ancora "assaltabili".

Citazione:
Cioè non v'è il minimo segno logico che questa quantità sia sinonimo di qualità.

Ti sfugge che i movimenti delle masse non hanno "qualità".
Se pensi altrimenti fammi esempi.

La coscienza di sé viene prima, dopo, mai. Dipende da cosa succede prima, dopo, mai.

Sono solo un segno di vitalità. Il che di suo non "qualifica" null'altro che il fatto che si riesce ancora a trovare motivi per scollarsi dalla poltrona televisiva.

Citazione:
Anzi, il suo contrario. Io li chiamo un milione di ipocriti. Una valvola di sfogo di tutti coloro che ripudiano le scelte consapevoli nella quotidianità, per poi aprire una valvola di sfogo tanto effimera quanto fumosa.

Palata di suggestioni.
Valvola di sfogo!? Maddechéaho!
Non sai MAI quando una piazza esplode. Ergo non la vuoi mai, se sei al potere.
[fanno eccezione, come già distinto, le piazze oceaniche delle dittature]

Citazione:
A riprova della totale mancanza di qualità di una simile scesa in campo, vi è questo articolo di Cedolin che argomenta a dovere, come non siamo capaci (intesi come collettività) di considerare le cause ma solo di urlare le colpe...

Argomenta solo che siamo un paese mal governato. Come questo ci converta in 50 milioni di esseri inutili a sé stessi non lo argomenta manco per niente.

E neanche tu.

Almeno Cedolin li chiama poveracci cooptati (ma non li/le insulta).

Argomento di fede?

p.s.:
@peonia:
Giusto per la cronaca. Non mi frega niente che siano donne, questa volta.
Sono gente che manifesta un dissenso.
Sono miei possibili alleati. Sono gente che forse (sottolineo forse) non collaborerebbe a ridurre quei sempre più esigui spazi di condivisione delle idee che ci sono in giro.
Forse non vorrebbero ridursi alla "piazza" dell'ipermercato come unico luogo di incontro del tuo simile.
Forse.

meglio del "sicuramente no" di Calvero & co.

Calvero
Inviato: 17/2/2011 22:18  Aggiornato: 17/2/2011 22:35
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: La giostra impazzita
Manfred credo tu sappia che esiste un continuum nella vita...

.. e le morali hanno falsato ogni nostra naturale disposizione ad amare il prossimo, e anche l'epoca dei - doveri - ha dimostrato ogni ipocrisia. Che le donne abbiano capito cosa sia il Gossip dimmelo quando dai parrucchieri si parlerà dell' 11 settembre. E anche se tu al termine Gossip davi un accezione più matura, scordi che il processo di mutare una visione di insieme marcia così ampia deve partire nel PICCOLO (e non è un ossimoro che lo abbia scritto in grande) ..

.. e nel piccolo, si continua a belare (uomini e donne comprese) ...

C'è un che di sana nostalgia nelle tue parole, ma è ora di finirla e prendere possesso del quotidiano. E come ha anche dimostrato Cedolin e scritto Reby, accedere ai doveri morali attraverso le manipolazioni non può che essere il percorso di una corrente gestita a monte.

Qi si continua a sentirsi offesi per un errore di fondo: cosa dovrebbero essere le piazze (di là ho risposto a Makk) non è quello che sono, e credo mai più saranno.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
anakyn
Inviato: 17/2/2011 22:33  Aggiornato: 17/2/2011 22:33
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/1/2010
Da:
Inviati: 1428
 Re: La giostra impazzita
Al di là di chi (e se) la organizza e del perchè lo fa, manifestare in piazza è COMUNQUE un segnale di vivacità pubblica, ed in quanto tale positivo, specialmente in un paese come il nostro, anestetizzato nel suo senso sociale e civico.

Si rivelerà inutile ai fini che la manifestazione si propone? I fini stessi vengono ritenuti superflui?
Inutile non sarà in ogni caso per definizione: riunirsi in centinaia di migliaia è un occasione per parlare, confrontarsi, percepire un senso di cittadinanza e vivere assieme.
E' lo stesso concetto (su scale ed importanze diverse, ovviamente) che ti spinge comunque ad uscire di casa con la tua compagnia anche se sai che al cinema danno un brutto film, perchè quello che ti interessa e che conta è stare fra amici...
E' questo che io vedo in primis in una manifestazione capace di mobilitare così tante persone: una sensibilità che si risveglia, che vibra.

Nell'ansia, spesso giustificata per carità, di trovare dietro ad ogni evento eclatante delle motivazioni e dei mandanti più o meno occulti, capita di non riconoscere, o di trascurare, realtà evidenti e indipendenti da tali aspetti profondi che si cerca di indagare.
E la realtà evidente, lo ripeto, è che in Italia rimangono comunque energie da sfruttare, a livello sociale e civico.

Sbagliano target? Possibilissimo.
Ne trascurano di ben più importanti? Ma sicuro!
Nondimeno sono energie, persone che si prendono e scendono in piazza, e sono tante.

E di certo, aggiungo, non sono i toni degli articoli come questo ad aiutare a indirizzare meglio tali energie.
Questi articoli servono solo a parlarsi addosso, e a far incazzare quelli che sono scesi in piazza e dopo aver letto un articolo come questo potranno solo incazzarsi e pensare: "maccheccazzo, vado in manifestazione e devo pure sentirle?!?"
E' gente che andrebbe presa per mano, non bastonata (virtualmente).

Calvero
Inviato: 17/2/2011 22:34  Aggiornato: 17/2/2011 22:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
Che le piazze sono ancora "assaltabili".


Makk ma finiscila, ti ho risposto di là. L'epoca dei pirati è finita (magari esistesse) ... al primo spauracchio, sai che puzza di merda con un milione di persone. Prima di assalire bisogna avere le palle, e le palle non ci sono. E l'ho ben argomentato di là.

Citazione:
Ti sfugge che i movimenti delle masse non hanno "qualità".
Se pensi altrimenti fammi esempi.


non ci sono termini precisi che possano identificare una psicologia nelle masse. La qualità è negli scopi ottenibili; nell'ottenibilità di quel che si è premurati di perseguire. Se tu sfondi una porta e poi non ti ricordi cosa dovevi fare dopo averla sfondata, sei un coglione. Ci sei? dagli tu un nome a questa non/qualità che a me va bene lo stesso. Il popolino non sta agendo con consapevolezza e tutte le incongruenze e le ipocrisie di altre priorità lo hanno dimostrato. Questa massa non creerà -edit- qualcosa di buono (se mai servirà a qualcosa) ma misure di controllo più pesanti. Ergo = qualità zero

Citazione:
Sono solo un segno di vitalità. Il che di suo non "qualifica" null'altro che il fatto che si riesce ancora a trovare motivi per scollarsi dalla poltrona televisiva.


devo ridere? cosa sarebbe questa, vitalità? come quella in piazza Venezia quando si dichiarò guerra al mondo? .. io la televisione non la guardo, non sono figlio di papà, e ho dato molto ai contatti sociali, ai convegni, nelle strade .... poi ad un certo punto ci si sveglia

Citazione:
Argomenta solo che siamo un paese mal governato. Come questo ci converta in 50 milioni di esseri inutili a sé stessi non lo argomenta manco per niente.


.. troppo comodo, questo non è un paese mal governato... poiché i politici prendono ordini. Detto questo, il mal governo è una volontà di riflesso che può venire attuata grazie alla mancanza di dignità di un popolo boe e ipocrita, che quando scende in piazza non dimostra vitalità poiché .. le azioni che lo renderebbero non-manipolabile .. sarebbero quelle di una quotidianità diversa che ...rullo di tamburi .... rientrati dalle piazze riprenderanno come prima. Insieme a San Remo non raccontiamoci le favole Makk


Citazione:

E neanche tu.

Almeno Cedolin li chiama poveracci cooptati (ma non li/le insulta).

Argomento di fede?


Ho argomentato alla grande, e i segreti di pulcinella non abbisognano di tesi di lauree ..basta molto poco. Di fede?? mi spiace non so di cosa tu stia parlando.. io invece insulto la massa come ipocrita, poiché ipocrita è ... ahiò

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Manfred
Inviato: 17/2/2011 22:37  Aggiornato: 17/2/2011 22:44
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 3/11/2009
Da: Osnabrück
Inviati: 2094
 Re: La giostra impazzita
Certo che esiste il continuum nella vita: la coscienza degli individui, che prima o dopo esce fuori, quando meno te lo aspetti, quando le avversità portano alla maturazione, a capire la realtà.


Morale nel senso di moralità, rettitudine, non piegarsi come fuscelli a qualsiasi vento e questo con il "piccolo" non ha niente a che vedere, in qualsiasi strato della società.


Possesso del quotidiano? Qualcuno si sente defraudato, di che? Allora non è nostalgia la mia e nemmeno quella delle donne, la nostalgia non ha questo potere,la consapevolezza si.

Calvero
Inviato: 17/2/2011 22:41  Aggiornato: 17/2/2011 22:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: La giostra impazzita
La nostalgia non era di quelle donne. Intanto. Non confondere Manfred. Che fai giochi con le parole?

Detto questo, la nostalgia non ha potere? non siamo d'accordo ... e, ti dirò, va anche d'accordo con i fanatismi più mascherati.

Defraudato? a cosa ti riferisci? perché non mi rispondi più direttamente? quale accezione negativa avrebbe poi essere defraudati di qualcosa? e poi, ti prego, hai seguito l'albero della discussione? non farmi ripetere la fatica di ripetermi. Bel gioco di parole

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
peonia
Inviato: 17/2/2011 22:42  Aggiornato: 17/2/2011 22:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: La giostra impazzita
Il futuro sarà Femminile, nel senso dell'archetipo femminile, con le qualità del Femminile..
le donne in politica citate, quelle odierne sono serve del potere, e fanno parte di una società in declino sotto tutti i punti di vista.
Io credo fermamente che nel futuro le Donne, non ameranno fare guerre, torture, ecc.ecc. ma si prodigheranno per una Comunità prospera e felice.
Questo sento e penso, non ho nessun altro da citare, anche se molti l'hanno già detto.
Se dovessi dire ora i nomi, non li ricordo, ma ricordo bene che lo dissero...
Sono una sognatrice? forse, ma spero un giorno diventerete sognatori anche voi, e il mondo vivrà come Uno...

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
peonia
Inviato: 17/2/2011 22:47  Aggiornato: 17/2/2011 22:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: La giostra impazzita
Calvero quali imperativi? Io ho semplicemente espresso il mio pensiero.
Questa società sta crollando, il Maschile finora non ha fatto un gran bene....come l'Occidente è in declino e l'Oriente avanza...così cambierà la Politica e la guida del Mondo, dall'Archetipo maschile si passerà al Femninile.
un nuovo mondo....nuove regole.....dimentichiamo il passato

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Manfred
Inviato: 17/2/2011 22:53  Aggiornato: 17/2/2011 22:56
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 3/11/2009
Da: Osnabrück
Inviati: 2094
 Re: La giostra impazzita
La nostalgia non era di quelle donne



Lo dai a priori per certo, c'è n'erano una marea della mia generazione.

Come vedi non faccio giochi di parole.

Calvero
Inviato: 17/2/2011 23:09  Aggiornato: 17/2/2011 23:13
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: La giostra impazzita
ci sarà stato anche l'amore, l'amicizia, la gioia, il ritrovo, l'orgoglio, la malinconia, cose che vivono in noi in ogni terreno sociale che una piazza può accogliere, anche in quelle naziste e anche in quelle con Gandhi

CRISTO Manfred ..non è la nostalgia di donna, il movente di quella manifestazione che ha avuto una sua precisa incasellatura attraverso la politica e i media italiani.

Si è parlato, e qui erano tappezzati i bar, di convegni in cui le donne chiedevano che non venisse calpestata la loro dignità. Una eco pilotata e ipocrita, priva di una consapevolezza ...poiché INDOTTA e il resto è scritto nei diverbi e non diverbi su cui ci stiamo scornando. Qui, in paese, le donne lo recitano a mantra .. mamma mia

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Calvero
Inviato: 17/2/2011 23:12  Aggiornato: 17/2/2011 23:12
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: La giostra impazzita
@ Peonia

non dobbiamo dimenticare il passato, ma distruggere il presente e smetterla con il futuro

detto ciò, lo dicevo in tono molto benevolo.. poiché sei sempre accalorata su quel che verrà e forse la pensiamo alla stessa maniera. Non porgere il fianco, tutto qui

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Manfred
Inviato: 17/2/2011 23:19  Aggiornato: 17/2/2011 23:19
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 3/11/2009
Da: Osnabrück
Inviati: 2094
 Re: La giostra impazzita
E le donne sono andate oltre, di questi tempi molto, è questo che scoccia?!

Calvero
Inviato: 17/2/2011 23:24  Aggiornato: 17/2/2011 23:24
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: La giostra impazzita
Manfred, mi arrendo con te... sei estenuante, se non fosse che ti voglio bene, non dovrei risponderti

rimaniamo ragionando su quello che è stato messo alla sbarra o finiamo con mille rimandi identificabili in tutto e niente? ti rendo conto o no che la tua domanda richiederebbe un "esercito" di discussioni sulla donna in sé?

Manfred apri un Topic ben organizzato e domani, ti giuro, intervengo

datti da fare

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Makk
Inviato: 17/2/2011 23:48  Aggiornato: 17/2/2011 23:48
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/12/2009
Da:
Inviati: 933
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
Che le piazze sono ancora "assaltabili".
Makk ma finiscila,

Non credo proprio. al massimo per stanchezza, ma non per istigazione tua ;-P
Citazione:
ti ho risposto di là.

No. Credi solo di averlo fatto.

Citazione:
L'epoca dei pirati è finita (magari esistesse) ... al primo spauracchio, sai che puzza di merda con un milione di persone. Prima di assalire bisogna avere le palle, e le palle non ci sono. E l'ho ben argomentato di là.

Pirati?
Ma sta cazzo di prosopopea eroica te la vuoi togliere di dosso o no?
I coraggiosi, le palle...
Ma da quando i padri di famiglia e i ragazzini scendono in piazza per fare a chi ce l'ha più grosso con quelle teste di cazzo dei tuoi ex-colleghi?
Si scende in piazza per dissentire. Di solito con la ridicola impressione che se non fai niente di male gli sbirri non giocheranno sporco e non caricheranno immotivatamente.
Poi, se le cose si ripetono, si prendono anche le misure agli sbirri. Ma solo perché si è costretti.
Non per qualche vena eroica da esaltati microcefali.

Citazione:
non ci sono termini precisi che possano identificare una psicologia nelle masse. La qualità è negli scopi ottenibili; nell'ottenibilità di quel che si è premurati di perseguire

Fantasmi di ciò che tu credi dovrebbe essere.
Nel tuo mondo perfetto si scende in piazza e VLOILA' si ottiene chissà cosa.
No: si fa solo (o si tenta di farlo) "BU' SETTETE!" al potere. Che continua (come te peraltro) a sperare che non succeda.

Poi, il resto succede SE dopo la piazza succede qualcos'altro.
Ma per te non succederà MAI nient'altro.
Perché tu non ci sei. Né in piazza, né dopo.
E anche se ci fossi ti romperesti le palle. A riunirti, a discutere con "testedicazzo, droni, cretini, schiavi", a tentare di fare qualcosa, di dare un seguito o proseguire un lavoro.
Perché tu fanciullescamente vuoi IL GESTO che RISOLVA.
Eroico, isolato, definitivo.

come non c'è mai stato, non c'è e non ci sarà.

"Gli scopi ottenibili"...
Costano: rotture di palle, fatica, noia, sudore, senso di impotenza, fallimenti e re-inizi.

Tu sei oltre. Certo. Ci hai provato e non funziona, vero?
C'è chi ci ha provato per decenni e ha toccato con mano che invece funziona. Ma noi abbiamo fretta, eh, calvè?

Citazione:
Makk: Sono solo un segno di vitalità. Il che di suo non "qualifica" null'altro che il fatto che si riesce ancora a trovare motivi per scollarsi dalla poltrona televisiva.
Calvero: devo ridere? cosa sarebbe questa, vitalità? come quella in piazza Venezia quando si dichiarò guerra al mondo?

Ho già distinto che quelle piazze sono altre. Sociologicamente e storicamente.
Non ci fai bella figura a far finta di non saperlo.
Casomai argomenta qualcosa. Dài, spara un pistolotto sulla dittatura mediatica che fa la stessa paura del KGB.

Matkshonov
Inviato: 18/2/2011 0:41  Aggiornato: 18/2/2011 0:41
Ho qualche dubbio
Iscritto: 29/11/2010
Da: Cesso
Inviati: 278
 Re: La giostra impazzita
Ecco un Articolo con la A decisamente maiuscola.
La parte finale:
Per scendere dalla giostra, trasformandosi in persone che nutrono sinceramente la velleità di cambiare qualcosa, non donne, uomini, operai, impiegati, di sinistra di destra, di centro, laici e cattolici, biondi e bruni, non sarà mai troppo presto, sempre che la degenerazione appiccicata alle nostre vite ce ne lasci ancora il tempo.

è sicuramente da incorniciare, perchè?

Si sono inventati di tutto per dividere il mondo e creare guerre e competizioni,dalle religioni alla politica, dalle nazioni alle caste sociali... ops forse qualcuno le chiama categorie sociali, hanno inventato pure il sessismo, lo scientismo il razzismo, lo sport, il denaro, il potere etc. etc.
Di come e cosa ci hanno fatto morire poi.... facciamo prima a fare un elenco di chi non è morto per un qualcosa..... mmmh... ci sono, forse nessuno è morto in nome del buon senso..... o forse i dentisti non sono mai morti sul lavoro....... boh..


Cmq si sono dimenticati di cancellare qualcosa dal vocabolario,ad esempio le parole "persone" e "gente", 2 parole pericolosissime per il sistema, già, hanno la pessima tendenza ad avere un effetto contrario al dividere.

Quello che mi domando non è quanti siano disposti a scendere da questa giostra, ma quelli che lo fanno, lo capiscono il perchè?
D'altronde sono millenni che ci fanno vivere in questa condizione, abbiamo le capacità di crearcela da soli la condizione in cui vivere?

Per cortesia, dite ai bambini che testa di parallelepipedo vuoto non è il suo nome (ecchè diamine, mica pesa 500.000 tonnellate),lui si chiama alberto angela
Matkshonov
Inviato: 18/2/2011 1:36  Aggiornato: 18/2/2011 4:12
Ho qualche dubbio
Iscritto: 29/11/2010
Da: Cesso
Inviati: 278
 Re: La giostra impazzita
@ peonia, citazioni:

Questa società sta crollando

Direi che sta mutando, e non certo in meglio

il Maschile finora non ha fatto un gran bene....

Oltre che i burattini del potere, hanno anche costruito case scuole strade e ospedali e spesso versando il proprio sangue

come l'Occidente è in declino e l'Oriente avanza...

Si è vero, tutto procede come qualcuno ha già programmato

così cambierà la Politica e la guida del Mondo

Mi dispiace doverti dare una brutta notizia, ma la guida del mondo non cambierà assolutamente nella sostanza, sicuramente cambierà nelle apparenze

dall'Archetipo maschile si passerà al Femninile

Su questo non ho alcun dubbio, volevo solo avvisarti che la vecchia socetà "maschilista" ne ha fatti morire un putiferio..... di uomini.... sai, li mandavano in miniera, in fonderia, per mare, ed un sacco di altre cose brutte... poi quando volevano fare le cose in grande, creavano le guerre (ndr: sembra lo stiano facendo tutt'ora) e lì ci morivano tutti, ma proprio tutti, donne vecchi e bambini, a proposito quest'ultimi se maschi venivano spesso venduti dalle madri economicamente disperate(credo le chiamassero vedove, magari perchè il marito era morto sul posto di lavoro), e spesso finivano in miniera,ad esempio in sicilia li chiamavano col nome di "carrisi" .... credo lo stiano facendo anche adesso, non in sicilia ma la sostanza non cambia......
http://www.avvenire.it/Mondo/Nigeria+cercano+oro+avvelenati+111+bimbi_201006050755313800000.htm
Se il futuro è femminista, con l'elite che ci ritroviamo, forse è meglio che incroci le dita
e cominci a pregare, guarda il risultato dell'attuale presidente americano "diversamente colorato" , quanti disagiati sociali (e non), si erano illusi?....

un nuovo mondo....nuove regole.....dimentichiamo il passato

concordo solo con il dimentichiamo il passato, lo abbiamo sempre fatto piuttosto bene
infatti ci siamo perfettamente dimenticati che prima di tutto siamo persone
Sorry...

PS: Credo che ci siamo anche dimenticati di quante donne siano state fatte morire a forza di far figli, pare che l'elite sia sempre stata affamata di carne da mandare al macello....

PPS: chi potrebbe essere l'elite?...
http://www.disinformazione.it/Nuovo%20Ordine%20Mondiale.htm
potrebbe....

Per cortesia, dite ai bambini che testa di parallelepipedo vuoto non è il suo nome (ecchè diamine, mica pesa 500.000 tonnellate),lui si chiama alberto angela
a_mensa
Inviato: 18/2/2011 1:57  Aggiornato: 18/2/2011 1:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/6/2009
Da: roncello (mi)
Inviati: 3180
 Re: La giostra impazzita
@ calvero
Io credo di aver gia risposto a tutto questo, ma comunque , posso anche non esser stato chiaro, quindi mi ripeto (almeno nei concetti)
Citazione:
Le rivoluzioni partono dal basso, e le rivoluzioni vere che vogliono un cambiamento dignitoso devono essere partorite da persone che seguono uno stile di vita dignitoso

Su questo non sono per niente d’accordo. Le rivoluzioni necessitano un nucleo di persone organizzate, che sappiano crearsi del seguito. Non mi risulta che siano mai emersi dal popolo , ma dalla borghesia si.
Da Marx in su, ma anche dalla rivoluzione francese, in su è sempre stata una elite di persone sufficientemente colte a organizzare e dare il via alle rivoluzioni. Senza una guida organizzata il popolo , è inutile.

Citazione:
Sarebbe stato meno idiota scendere in piazza per chiedere di non pagare più il canone e soprattutto dopo averlo NON PAGATO. Che si cominci con la disobbedienza.

Se pensi che lo scopo sia quello di non pagare il canone, o qualcosa del genere, penso anche che sei proprio fuori strada. Lo scopo primo deve esser quello :1) verificare la capacità di creare un seguito
2) abituare le persone ad agire pubblicamente, e non restare tappate in casa. Ciò che ha rotto la televisione è la capacità di comunicare, ch invece internet sta ricreando, ed è questo che fa paura al potere.
Tanta gente, che sappia organizzarsi autonomamente, che nion dipenda e sia succube del potere, questa cosa fa paura.

Citazione:
Questo milioncino fumoso sceso nelle piazze è l'ennesimo figlio della distrazione.

Ma cosa credi, che dopo anni e anni passati davanti al televisore , al grido di “Calvero lo vuole” tutti scendano in piazza ? no caro occorreranno altre centinaia di piazze, altre centinaia di “motivi futili” per ridare consapevolezza a gente ch eormai si è abituata al solo ambito della sua casa. E non sarà una cosa ne veloce ne semplice.
Citazione:
quindi?? come dice la domanda stupida di -edit- Reckit ... quindi impariamo la disobbedienza civile e dimostriamolo abbattendo le tendenze.

Si, e tu credi che la disobbedienza civile si possa imparare con le pillole? O stando a casa a guardare la TV ? è proprio con queste dimostrazioni che la gente si PUO’ rendere conto che potrà ANCHE affrontare la disobbedienza civile. Ma non ti rendi conto che siamo ancora ad uno stadio ben più indietro di quello che tu richiedi come prerequisito per iniziare ?
Quelle mogli che stirano le camice, e quei mariti che vanno a comprare le Nike al figlio, cosa vuoi ch capiscano dei tuoi alti ideali ? è nelle cose facili che li puoi coinvolgere, e di li iniziare a passare loro messaggi costruttivi.
Mi pare che tu non viva su questo pianeta, che tu non ti renda conto del livello culturale e di informazione della maggior parte delle persone, ma ti guardi attorno qualche volta ?

Citazione:
Troppo difficile però eh, .... meglio scendere come marionette rincoglionite e sentirsi forti, di cosa? di essere manipolati per l'ennesima volta, così come verrà manipolata la coscienza collettiva di questo milione di ipocriti

Forza allora spiegaci tu da chi sarebbero manipolati. Le maggioranze saranno SEMPRE manipolate perché individualmente non sanno organizzarsi, e allora ben ch evada, aspettano qualcuno che li organizzi, ch efissi una data, che dica loro cosa fare.
Se credi che sia così facile, forza organizza tu una manifestazione contro cosa vuoi, che sia un alto e nobile obiettivo oppure anche terra terra come non pagare il canone, ti verrò dietro sarò due o tre file dietro a te.
Vedi , la differenza tra me e te, è che io mi rendo conto delle difficoltà di organizzare una protesta, e tu no, pensi che dipenda solo dalla parola d’ordine, ma non è così con questo materiale umano rincitrullito da anni di televisione.
Hai capito ora perché io approvo QUALSIASI manifestazione che riesca a smuovere tutti questi culi di piombo, che i motivi siano nobili e alti, o no!

non vorrei mai appartenere ad un club che avesse me come socio.
Matkshonov
Inviato: 18/2/2011 3:07  Aggiornato: 18/2/2011 3:32
Ho qualche dubbio
Iscritto: 29/11/2010
Da: Cesso
Inviati: 278
 Re: La giostra impazzita
@ a_mensa e @ Calvero

scusate, non voglio fare il guasta feste, forse mi sbaglio pure, ma a me risulterebbe che tutti gli eventi storici o perlomeno quelli che ci hanno "insegnato a scuola" siano stai organizzati dalle varie massonerie....
un esempio....
http://www.disinformazione.it/mafia_mazzini_pike.htm

poi fra rincitrullire davanti alla tv e avere fede in internet....

la tv è facilmente controllabile dai partiti o dai privati di turno (vedi Berlusconi o Murdock per esempio)

internet potrebbe essere diverso ma....

http://www.ecplanet.com/node/1646

non c'è da stare allegri

poi date un occhiata dal minuto 2:43
http://www.youtube.com/watch?v=7nxlf-CU6vw

ecco cosa è riuscito a fare 1 solo agente....
La deduzione logica è.... con internet non c'è nemmeno bisogno di prender l'aereo, si fa tutto da casa....
E questo potrebbe spiegare il perchè le multinazionali stiano diffondendo la rete ovunque.... nonostante sia potenzialmente dannosa per loro....

PS: peonia dacci un'occhiata al terzo link potrebbe aiutarti a comprendere quello che ho scritto nel mio post precedente

Per cortesia, dite ai bambini che testa di parallelepipedo vuoto non è il suo nome (ecchè diamine, mica pesa 500.000 tonnellate),lui si chiama alberto angela
Calvero
Inviato: 18/2/2011 3:18  Aggiornato: 18/2/2011 5:10
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
irati?
Ma sta cazzo di prosopopea eroica te la vuoi togliere di dosso o no?
I coraggiosi, le palle...
Ma da quando i padri di famiglia e i ragazzini scendono in piazza per fare a chi ce l'ha più grosso con quelle teste di cazzo dei tuoi ex-colleghi?
Si scende in piazza per dissentire. Di solito con la ridicola impressione che se non fai niente di male gli sbirri non giocheranno sporco e non caricheranno immotivatamente.
Poi, se le cose si ripetono, si prendono anche le misure agli sbirri. Ma solo perché si è costretti.
Non per qualche vena eroica da esaltati microcefali.


di che stai parlando? perché esordisci con una "prosopopea eroica" ?? .. quando (se credo in quello che dico, e spero che sia quello che facciano anche gli altri, compreso te - of course) ...dicevo, quando sto denotando soltanto un ipocrisia tale e una mancanza tale di coerenza, da doverlo metterlo in luce, attraverso ipotesi, parlando di sentimenti, moventi, emozioni.

L'ipocrisia è una mancanza di forza. Poiché è l'alibi che crea ogni diversivo per lavarsi la coscienza. Al suo opposto ci sono le famose "palle" ..né più né meno... I termini sono grezzi e no eroici. Non è fantascienza e non serve essere dei superuomini. Serve quella dignità decantata tra le righe o meno di queste manifestazioni, che però non vi è e le poca ad esserci è pilotata.

SE con la frase «con quelle Teste di cazzo dei tuoi EX-Colleghi» trovi una strada per essere tagliente ti sbagli, perché non mi offendi ... ma mi fai dispiacere, perché credevo che tu non scendessi a questo tipo di psicologia. Tu non hai neanche idea di quanto siano teste di cazzo, ma il punto è che non hai idea di quanto siano simili con la stessa gente che era lì in piazza. Il cagarsi addosso non è certo riferito a una carica della polizia, e le palle non sono certo riferite a una vittoria sul campo. A parte che per me il cosiddetto duro è quello che sa incassare ma, detto questo, nessuna vitalità si denota in queste manifestazioni ... ma solo la paura del branco che deve trovare appello a una frustrazione mascherata da dignità. La prova è lampante: fino ad oggi, se fosse vero che tale dignità esistesse, le donne sarebbero scese in campo prima. UNO + UNO fa DUE. La dignità non si compra al mercato, e questa esplosione di dignità è matematicamente un fuoco di paglia. L'articolo di Solange, io, Cedolin e altri lo hanno messo in luce.. l'ipocrisia è lampante ... (la buona fede dei singoli all'interno della massa non fa testo e non c'è bisogno di spiegarlo, il perché) ...

Quando percepirò che avrò di nuovo davanti a me un avversario che mi attacca con tutta la sua forza, senza fare appello alla ricerca del risentimento, torneremo a parlarci. Visto che comunque tra le righe la "tematica" persiste. Le risposte alle tue riflessioni le ho comunque nel taschino, forse per uno scontro a venire. A presto o a mai più. Senza rancore.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Calvero
Inviato: 18/2/2011 4:30  Aggiornato: 18/2/2011 5:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
Su questo non sono per niente d’accordo. Le rivoluzioni necessitano un nucleo di persone organizzate, che sappiano crearsi del seguito. Non mi risulta che siano mai emersi dal popolo , ma dalla borghesia si.
Da Marx in su, ma anche dalla rivoluzione francese, in su è sempre stata una elite di persone sufficientemente colte a organizzare e dare il via alle rivoluzioni.


Ci sono bei testi che spiegano come la Rivoluzione francese sia stata guidata dalla massoneria e che tutto quello che ne è iconografia ne è di fatto un falso storico. Mi pare che, per quanto sia una inflazionata citazione, la Storia l'abbiano scritta i vincitori e su Luogocomune dovremmo tutti averne una certa consapevolezza. Ma io, prima, mi sono spiegato male e senza il forse, e quindi me ne scuso. Ma tu, credo invece, ti eri spiegato bene. Riprovo a dirlo e per l'ultima volta, poiché continuare sarebbe deleterio. E solo per spiegare la mia posizione.

Le rivoluzioni, intese come una sana volontà atta a sovvertire realmente un dispotismo per poi instaurare una "cosa" opposta o quanto meno realmente rivoluzionaria alla vecchia: non sono mai esistite. Trovo personalmente valida e di un buon valore, soltanto l'epopea di Gandhi e il senso di quel che concettualmente ha lasciato a monito, nel bene e nel male.

Le rivoluzioni sarebbero tali se il mondo davanti a sé avrebbe il Potere che lo ostacola, ma essendo il Potere una evanescente presenza tra le righe del circo mediatico e del teatrino dei burattini della politica e dei signori della Guerra (si veda il Nuovo Secolo Americano) allora già sono impossibili, a prescindere. Quindi se noi, Calvero e a_mensa intendo, dissentiamo sul fatto che delle élite dietro le quinte esistano, possiamo chiudere il discorso subito. Per buona pace di tutti. Poiché abbiamo due visioni "pericolosamente" in antitesi. Per me le élites (si scrive così?) esistono ed esiste un "work in progress" sul gioco orwelliano in atto che segue una linea imposta. E sin dalla Rivoluzione Francese, tanto per tornare all'esempio.

Ammettendo pure che il Potere sia quello manifesto, cioè sia quello che manda i cani da guardia nelle Piazze (cioè i teste di cazzo a cui si riferiva Makk) ...le rivoluzioni dovrebbero (intendevo prima) partire dal basso nel senso che le stesse, se scoppiassero, dovrebbero essere espressione di una forza reale e non guidata: vogliono persone che hanno nel loro cuore la consapevolezza che se tutto andasse perso nella battaglia, comunque per lealtà e principi e la dignità li farebbero andare fino in fondo. Ma la battaglia, attenzione, può essere anche la fermezza sui posti di lavoro, sulla capacità di non vendersi: io non parlo di assalti al Parlamento. Io dico che detta ipotesi in Italia è ancora pari a zero, a confronto di quello che si dovrebbe combattere. Non solo, ma ritengo che questi giochetti e manifestazioni siano la scusa (e un anche TEST) per vedere la suggestionabilità della gente comune e per creare un terreno per nuove norme di sicurezza restrittive. In poche parole stiamo facendo un favore ad un gioco a medio termine.

Partire "dal Basso" per me significa ripudiare le ideologie che discendono da chi dietro una scrivanie le suggestiona. Come d'altronde è sempre stato. E' una contraddizione in termini, per prima cosa .... e per seconda cosa, gli ideali NON sono figli del popolo, ma degli intellettuali. E non c'è nulla di così poco intellettuale come il popolo. Quando poi è un popolo dalla fragile capacità di leggere la realtà circostante, allora è il massimo del minimo. La massa non è ancora capace di accettare profondamente che lo Stato è la mafia, che il terrorismo è una macchinazione tacitamente permessa, che l'11 settembre sia una farsa totale... e tutto ciò non è distante dalla consapevolezza che serve ai popoli per comprendere le direzioni da prendere. E anche nei movimenti di Piazza. E' una questione matematica.

Poi, nello specifico: l'Italiota (questo è il suo nome) si è dimostrato essere non solo il più boccalone, ma anche il più "bocca/aperta" come si dice dalle mie parti: vive di fuochi di paglia e di sussulti di dignità patetici. Anche le randellate prese da uno Stato fascista, non hanno mosso minimamente coloro che invece dell'immondizia non avevano disagi. Se non nelle eccezioni. Per fortuna e per sfortuna, veramente lo dico .. ho conosciuto molte realtà italiane ... per anni ho fatto lo Statale, il Para statale, per anni l'operaio, il disoccupato, l'attivista "politico", ho partecipato a movimenti culturali, il meccanico, i lavori stagionali, le vendemmie, al nord, al sud, l'autotrasportatore, il corriere in Italia e all'estero, il magazziniere, ho lavorato in aziende da 600 operai e in aziende a nucleo familiare... nel frattempo studiavo ..e non ho mai smesso di cercare i comuni denominatori di questa breve esistenza.. e certo non è una prova quella che porto, ma mi forzo solo di essere aperto con gli altri e ho compreso, questa la mia ferma opinione, che così come ho incontrato persone veramente speciali, ho anche compreso che nessuna rivoluzione può competerci, almeno sin ora, poiché siamo falsi, falsi nelle ossa. Falsi come falsa è questa scesa in campo, priva di verità, priva di un percorso reale, spinta dalla menzogna mediatica, e vissuta in buona fede dagli ingenui. Guidata dall'ennesima rivalsa di morale fasulla.

Citazione:
Senza una guida organizzata il popolo , è inutile.


Un popolo che ha bisogno di una guida non è un popolo. In ogni senso. Questo è fondante per le nostre posizioni. E un popolo di siffatta pasta, merita profondamente il suo riflesso e i suoi figli, compreso il suo primogenito più valido: Silvio Berlusconi e tutta la sua mentalità. Credo sia fuori discussione che su queste idee così diverse siamo inamovibili, entrambi.

E' inutile continuare questo argomento. Poiché questo divario enorme è alla base anche delle altre riflessioni che mi hai posto inseguito.

Ci troveremo, forse, su altre discussioni. Buona continuazione collega e a presto.

confido sempre in quella presenza un po più presenza, degli autori degli articoli e del Governor

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Matkshonov
Inviato: 18/2/2011 5:16  Aggiornato: 18/2/2011 5:16
Ho qualche dubbio
Iscritto: 29/11/2010
Da: Cesso
Inviati: 278
 Re: La giostra impazzita
@ Calvero

neanche farlo apposta, ecco che ti trovo sto articolo

http://www.altrainformazione.it/wp/2011/02/17/il-mondo-e-in-rivolta-ma-i-reazionari-non-riposano-mai/

a_mensa, scusa, non voglio fare il rompi00 ma forse è meglio che lo leggi per benino

Per cortesia, dite ai bambini che testa di parallelepipedo vuoto non è il suo nome (ecchè diamine, mica pesa 500.000 tonnellate),lui si chiama alberto angela
Calvero
Inviato: 18/2/2011 5:42  Aggiornato: 18/2/2011 5:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: La giostra impazzita
grazie collega e se mi permetti un gioco di parole, molto interessante e apprezzo il tuo interesse, potresti aprirne un topic, ma è dura seguirlo dopo

i tuoi link li ho già salvati

e benvenuto tra i matti, come si suol dire

(sarà dura memorizzare il tuo Nick, ma quello di Nil non lo batte nessuno)

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Matkshonov
Inviato: 18/2/2011 6:04  Aggiornato: 18/2/2011 6:09
Ho qualche dubbio
Iscritto: 29/11/2010
Da: Cesso
Inviati: 278
 Re: La giostra impazzita
citazione:
e benvenuto tra i matti

Ma lol, ecco perchè mi son sentito subito come se fossi a casa

cavolo, ma sono a casa

sai com'è... l'orario... un po' assonnato

il nick basta un copia-incolla, ma si pronuncia Max

Per cortesia, dite ai bambini che testa di parallelepipedo vuoto non è il suo nome (ecchè diamine, mica pesa 500.000 tonnellate),lui si chiama alberto angela
rekit
Inviato: 18/2/2011 9:44  Aggiornato: 18/2/2011 9:44
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/9/2006
Da:
Inviati: 1151
 Re: La giostra impazzita
cit:
Rekit, con rispetto parlando, pseudo intellettualoide lo vai a dire a tua sorella, sempre che pure lei non ti mandi a fare in culo.
Siamo qui per discutere, argomentare e portare dei ragionamenti che aiutino a confrontare le nostre idee. Non certo per offendere o affibbiare etichette a vanvera.
....................................
ho parlato con mia sorella, le ho detto che era una pseudo intelletualoide....
mi ha gurdato un po' confusa e oltre a non mandarmi affanculo, lei...mi ha risposto che fa la commessa in un supermercato e non scrive articoli sui siti web per dire che le persone che erano finalmente con lei domenica scorsa a manifestare sono dei burattini pilotati dal quegli ipocriti del PD. Trova D'Alema inquietante, Vendola un fighetto snob e la Bindi un pezzo d'antiquariato....
Mi ha detto pero' che se becca quello che ha scritto che era una burattina lobotomizzata perche' e' andata a manifestare domenica e non in passato a Vicenza o in val di Susa perche cosi hanno voluto il PD e Repubblica, a lui si! avrebbe un paio di cosette da dire...

o_dotor
Inviato: 18/2/2011 9:59  Aggiornato: 18/2/2011 9:59
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/11/2006
Da:
Inviati: 82
 Re: La giostra impazzita
Con questo articolo, che segue quello riportato della Manfredi e altri, continua su questo sito, con una mia certa delusione devo dire, una mistificante ed ipocrita analisi degli avvenimenti riguardanti l’Italia degli ultimi tempi e del loro risalto mediatico.

Da ciò che si è letto in questi articoli, sembra che gli italiani abbiano aspettato solo adesso ad accorgersi dei difetti di questa leadership e dei comportamenti illegali, più che immorali o dissoluti, del “premier” ed abbiano atteso solo l’ultimo pretesto per manifestare contro.

Questo è ovviamente falso, non solo per ciò che concerne l’intimo convincimento delle persone, ma anche per la manifestazione del dissenso. Basta pensare al cosiddetto popolo viola.

Dubito che la stragrande maggioranza delle partecipanti ai cortei fosse mossa a manifestare soltanto dall’indignazione per le vicende di qualche giro di prostituzione, e comunque era doveroso che la maggior parte delle donne si “dissociasse” dal modello culturale e dall’immagine femminile che offrono sì, le pur consenzienti signorine, ma che appare adottato e legittimato dai costumi del rappresentate delle istituzioni, uno dei massimi. Che si coltivi tutti i giri che vuole, da libero ricco imprenditore però!

Queste cose dovrebbero discernerle i sottili articolisti di questo sito, abili nel non farsi infinocchiare dai mass media…

Se poi mi si parla del subdolo potere mediatico del gruppo Repubblica Espresso!!! ( o Cedolin!! Ma ti sei scordato chi abbiamo di fronte?... come ritieni che sia arrivato al potere il tuo Silvio? Grazie alla sua illustre storia politica ed intellettuale?)

MATITA
Inviato: 18/2/2011 10:03  Aggiornato: 18/2/2011 10:03
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/5/2010
Da:
Inviati: 46
 Re: La giostra impazzita
Calvero scrive
"Ci sono bei testi che spiegano come la Rivoluzione francese sia stata guidata dalla massoneria e che tutto quello che ne è iconografia ne è di fatto un falso storico. Mi pare che, per quanto sia una inflazionata citazione, la Storia l'abbiano scritta i vincitori e su Luogocomune dovremmo tutti averne una certa consapevolezza. Ma io, prima, mi sono spiegato male................."


Notevole il pensiero di calvero che sottoscrivo in toto.
Forse dovremmo dare piu spazio alle lettere aperte scritte da Gioele Magaldi a Silvio Berlusconi e commentarle cercando di rifletterci sopra,io vi inviterei a visitare il sito del grande ordine d'italia democratico e interloquire con loro.
Credo che il nostro futuro sia nelle loro mani e sono loro bene o male a decidere cosa sia meglio fare.....tra l'altro si capisce a chi è gradito Grillo e il suo movimento.
Il vero problema calvero è che la consapevolezza alberga non si sa dove....che è meglio scattare una foto sotto la gonna della collega piuttosto che fermarsi e cercare di capire cosa è successo,succede e succederà...risulta troppo complicato e probabilmente poco conveniente a livello di serenità personale.
Certo non comprendo la poca importanza data a queste lettere da parte di molti blog di controinformazione.....la partita vera si gioca a quei livelli tutto il resto conta relativamente....

rekit
Inviato: 18/2/2011 10:10  Aggiornato: 18/2/2011 10:10
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/9/2006
Da:
Inviati: 1151
 Re: La giostra impazzita
cit:
non comprendo la poca importanza data a queste lettere da parte di molti blog di controinformazione.....la partita vera si gioca a quei livelli tutto il resto conta relativamente....
............................
ho letto entrambe le (lunghissime) lettere....purtroppo sono piene di notizie non verificabili (Berlusconi che traffica con magia, occultismo....) e scritte in maniera quasi infantile...piene di ironie e battutine piu' consone ai giornalisti del Fatto Quotidiano che al Gran Maestro Massonico...forse per quello che non vengono prese troppo in considerazione.
almeno questa e' l'impressione che ne ho tratto io.

complo
Inviato: 18/2/2011 10:39  Aggiornato: 18/2/2011 10:39
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
Mi basta limitarmi a chiamare gli ipocriti con il loro nome.


Vorrei capire perchè tu puoi dare dell' ipocrita a "pseudomovimenti", dare del manipolato a un milione di persone e un utente invece non potrebbe parlare di "pseudointellettuali".

P.S. di osservazioni al tuo articolo ne sono state fatte a decine, non hai risposto a NULLA.
L'unica risposta è stata battibeccare su "pseudointellettuale".

a_mensa
Inviato: 18/2/2011 11:14  Aggiornato: 18/2/2011 11:34
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/6/2009
Da: roncello (mi)
Inviati: 3180
 Re: La giostra impazzita
@ o_dotor
mi permetto di suggerirti, dopo essermi manifestato d'accordo con ciò che scrivi, che questi due articoli quello della Manfredi e questo di Cedolin, hanno costituito la cartina di tornasole tra due tipi di persone, ormai incompatibili tra loro .
1) i "ben altristi" gli scopritori di "strumentalizzatori ad ogni angolo di strada"a cui mi viene da dire :" e voi, intelligentissimi e accortissimi individui che sanno perfettamente qual è la priorità dei problemi da combattere
ma perchè cazzo non vi siete mai mossi, non avete organizzato una sega, e ve ne state col culo al caldo a criticare

chi invece sbattendosi e esponendosi in prima persona è riuscito almeno a smuovere un milione di persone ?? avanti voi che sicuramente non avete dietro nessuno, voi che sapete cogliere ogni strumentalizzazione, voi che sapete sicuramente cosa è più importante ottenere prima
muovete il culo !!

io , da povero stronzo riconosco almeno di non esserne capace, di non averne i mezzi, ma sono disposto a seguirvi, in seconda o terza fila !!

2) l'altra categoria di persone è quella che ha colto un segnale, un risveglio delle coscienze, si è alzata dalla poltrona che ha davanti al televisore ed è scesa in piazza.
l'argomento catalizzatore non è dei migliori ? non importa è almeno un primo segnale.... è strumentalizzato da qualcuno ? boh se a strumentalizzare è quella pecora smarrita di Bersani che quando fa finta di ruggire emette a malapena un belato, o Di Pietro, impareggiabile nel far eleggere persone che migrano da Berlusconi, si può anche andare tranquilli, strumentalizzatori simili non si possono usare nemmeno contro i pidocchi.

e allora, cosa resta delle vostre critiche ?

forza, dite cosa vorreste in alternativa !!!
tutti a casa a piangere sulle nostre tante miserie ?
ben chiusi tra 4 mura ad aspettare cosa ? voi che da "illumunati" ci diciate cosa non siamo nemmeno più capaci di concepire cosa fare per toglierci da questo merdaio ?
è il solito difetto di questa sinistra, di questi geni e professionisti del mantenimento dello status quo, abbarbicati al loro piccolo potere da intellettuali da strapazzo che sanno solo criticare, e mai costruire nulla ?
che come si mettono insieme in 4 si dividono subito in 6 correnti a combattersi l'un l'altro.
vergogna !! mi avete rotto i coglioni !!




meglio un sano bicchiere di cicuta che stare ancora a leggervi !

non vorrei mai appartenere ad un club che avesse me come socio.
Spooky_max
Inviato: 18/2/2011 11:33  Aggiornato: 18/2/2011 11:38
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/9/2007
Da: vetrina
Inviati: 99
 Re: La giostra impazzita
CalveroCitazione:
ho dato molto ai contatti sociali, ai convegni, nelle strade .... poi ad un certo punto ci si sveglia

Permettimi di dubitarne visto che poco prima hai scritto un obbrobrio del genere:
Citazione:
...e le rivoluzioni vere che vogliono un cambiamento dignitoso devono essere partorite da persone che seguono uno stile di vita dignitoso.

Che mi ricorda tanto questa: "Affermazioni eccezionali richiedono prove eccezionali!"
Mensa Makk e complo non vi preoccupate. Sono convinto che se non ci fosse stata questa manifestazione qualcuno che diceva: Ecco! nemmeno questa volta hanno il coraggio di protestare! lo si trovava.

ps
Quoto Mensa

Max "the spooky"

"The future is unwritten" John Graham Mellor
a_mensa
Inviato: 18/2/2011 11:38  Aggiornato: 18/2/2011 11:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/6/2009
Da: roncello (mi)
Inviati: 3180
 Re: La giostra impazzita
@ Spooky_max

Citazione:
Mensa Makk e complo non vi preoccupate. Sono convinto che se non ci fosse stata questa manifestazione qualcuno che diceva: Ecco! nemmeno questa volta hanno il coraggio di protestare! lo si trovava.


lo so , purtroppo , ho passato una vita tra persone che non sapendo fare, criticavano con le ragioni più assurde, chi invece faceva, invidiosi delle loro capacità.
sono i pesi di piombo della società, quelli che vorrebbero tutti al loro basso livello per non sfigurare.

non vorrei mai appartenere ad un club che avesse me come socio.
complo
Inviato: 18/2/2011 11:38  Aggiornato: 18/2/2011 11:38
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: La giostra impazzita
@ a_mensa

Quoto tutto il tuo post meno questo:

"..ben chiusi tra 4 mura ad aspettare cosa ? voi che da "illumunati" ci diciate cosa non siamo nemmeno più capaci di concepire cosa fare per toglierci da questo merdaio ?
è il solito difetto di questa sinistra"

Che la sinistra sia stata/sia elitaria ed inconcludente posso essere d'accordo.
Ma chi vorrebbe tenere tranquilli i cittadini in casa davanti alla tivvì in pantofoline e non in piazza, DI CERTO non è la sinistra.
I "benaltristi" che con (RISIBILI) argomentazioni dicono "tanto è inutile che andiate a protestare in piazza", DI CERTO non sono di sinistra.
La piazza fa PAURA, una TREMENDA paura. Proprio per i motivi che certuni provano (RISIBILMENTE) a rovesciare contro chi ha manifestato.
Se al posto di vederti la partita in tivvì o di andare al centro commerciale, vai in piazza, significa che stai PRENDENDO COSCIENZA.
Significa che sei stanco di delegare ad immaginifici altri, immaginifici altri problemi. Significa che ti fai soggetto ATTIVO di qualcosa.


P.S. poi ognuno può avere legittimamente le sue idee. Chi è andato in piazza per il "no tax day" per me merita il MEDESIMO RISPETTO.

a_mensa
Inviato: 18/2/2011 11:42  Aggiornato: 18/2/2011 11:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/6/2009
Da: roncello (mi)
Inviati: 3180
 Re: La giostra impazzita
@ complo

hai ragione... dovevo specificare meglio .
di "QUESTA " sinistra, che ha perso ogni orientamento, e non sa più decidere bene nemmeno perchè esiste !
il "QUESTA" ANDAVA EVIDENZIATO MEGLIO.

non vorrei mai appartenere ad un club che avesse me come socio.
complo
Inviato: 18/2/2011 11:45  Aggiornato: 18/2/2011 11:45
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
Sono convinto che se non ci fosse stata questa manifestazione qualcuno che diceva: Ecco! nemmeno questa volta hanno il coraggio di protestare! lo si trovava



Si. Il racconto che hai postato descrive perfettamente la cosa...saggezza antica!

Spooky_max
Inviato: 18/2/2011 11:46  Aggiornato: 18/2/2011 11:46
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/9/2007
Da: vetrina
Inviati: 99
 Re: La giostra impazzita
Ci sono purtroppo termini nel linguaggio comune che reputo oramai inflazionati e scaduti.
I primi 3 che mi vengono in mente sono:
sinistra, libertà e democrazia.
Ecco questi tre sono proprio quelli già andati a male. Cosiglierei di evitarne l'uso e di dubitare fortemente di chi ne abusa!

Max "the spooky"

"The future is unwritten" John Graham Mellor
rekit
Inviato: 18/2/2011 11:48  Aggiornato: 18/2/2011 11:48
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/9/2006
Da:
Inviati: 1151
 Re: La giostra impazzita
cit:
Se al posto di vederti la partita in tivvì o di andare al centro commerciale, vai in piazza, significa che stai PRENDENDO COSCIENZA.
Significa che sei stanco di delegare ad immaginifici altri, immaginifici altri problemi. Significa che ti fai soggetto ATTIVO di qualcosa.
............................

audisio
Inviato: 18/2/2011 12:13  Aggiornato: 18/2/2011 12:16
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: La giostra impazzita
Sono contemporaneamente turbato e affascinato dall'andamento
di questa discussione, perchè credo che coinvolga le ragioni
fondamentali che stanno alla base anche del lavoro che si è
fatto in questo sito.
C'è una corrente, rappresentata da Calvero, Cedolin stesso e tanti altri,
che evocando lo spettro onnipresente della regia occulta delle elites
(che, come noto, lavorano molto in fase previsionale e, dunque, sono
capaci di inserirsi in ogni tensione e contraddizione per cercare di
ricavarne qualcosa o di limitare i danni per i loro interessi), di fatto
squalifica ogni possibile movimento di lotta per qualsivoglia ragione
politica o civica.
Infatti, perchè mai non si dovrebbe evocare questo spettro in ogni
occasione?
Faccio degli esempi:
la lotta contro le discariche?
C'è dietro la camorra per la quale è interessante creare casino e
destabilizzare l'entità statale...
il No Tav?
si vuole isolare l'Italia dal centro economico europeo per favorire le
lobby francesi e britanniche...
il no al nucleare?
ci sono dietro le potenti lobby dell'industria "verde" (solare, eolico
ecc.)...
la lotta degli universitari contro la riforma Gelmini?
Utili idioti che difendono gli interessi dei baroni, la gran parte dei quali
milita in consorterie massoniche...
la lotta dei metalmeccanici contro il modello Marchionne?
Altri idioti che fanno solo il gioco della burocrazia sindacale CGIL e che
indeboliscono il tessuto produttivo italiano a vantaggio dei potentati
economici degli altri paesi europei...
la lotta antirazzista?
Fa solo il gioco della globalizzazione e quindi del NWO...
Potrei continuare per ore...
C'è un'altra parte di utenti, tra cui il sottoscritto, a_mensa, Makk e altri,
che ragionano in maniera differente.
Che pensano "'Sti cazzi di chi potrebbe avvantaggiarsi di cosa".
Dobbiamo sganciarci da questa logica perdente, se c'è un diritto da
difendere, se penso che tale diritto sia preminente, lo difendo e basta.
Anche se faccio un favore a qualche massone...
Riporto sempre l'esempio di Mubarak.
Il suo era un regime corrotto, assassino, venduto a Israele.
Andava rovesciato, sì o no?
Io penso di sì e, dunque, coerentemente, appoggio quella rivolta.
Anche se dentro c'era persino qualche uomo di Soros.
Perchè la maggior parte di quelle persone se ne sbatte il cazzo di Soros.
E non erano certo uomini di Soros quelli che si sono presi le revolverate
degli sgherri di Mubarak.
Ragionando in un'ottica miope, avrei dovuto decidere di tenermi il
potere di Mubarak, un tizio che ha portato all'estero 40 miliardi di
dollari di ricchezza egiziana mentre il suo popolo non poteva neanche
comprarsi da mangiare?
No grazie, questo tipo di "logica cospirazionista" estrema non mi
interessa...

Spooky_max
Inviato: 18/2/2011 12:39  Aggiornato: 18/2/2011 12:39
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/9/2007
Da: vetrina
Inviati: 99
 Re: La giostra impazzita
@ Audisio
Un momento, rileggiamoci perbene l'articolo.
Prima di ulteriori inutili divisioni e generalizzazioni ammettiamo di essere andati leggermente OT
L'articolo del Cedolin é diverso da quello della Manfredi. Il Cedolin ha fatto un quadro generale della situazione che trovo anche condivisibile. Quello della Manfredi invece è una predica e basta.
Poi è andata che i commenti si sono trasferiti dall'articolo precedente a questo (pure i miei), probabilmente penso perchè l'articolo è più fresco. Se la giostra è impazzita non facciamo lo stesso anche noi.

Max "the spooky"

"The future is unwritten" John Graham Mellor
AFrayn
Inviato: 18/2/2011 12:59  Aggiornato: 18/2/2011 13:00
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/3/2009
Da: Colônia Cecília, Paraná, Brasil
Inviati: 399
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
Autore: audisio Inviato: 18/2/2011 8:13:25

Sono contemporaneamente turbato e affascinato dall'andamento
di questa discussione, perchè credo che coinvolga le ragioni
fondamentali che stanno alla base anche del lavoro che si è
fatto in questo sito. [etc]


Pur avendo espresso la mia opinione (che fondamentalmente é in sintonia con Calvero, Manfredi, Cedolin, Freda, etc.), ho seguito la discussione "a distanza". Audisio, non ti pare che rimanendo in questa logica del meglio poco che nulla (e mi perdonerai se attribuisco un valore molto limitato alla manifestazione del 13), scontrandoci tra di noi anche solo verbalmente, facciamo un favore al vero nemico che nel frattempo si sollazza?
Io direi che esiste un modo tutto sommato semplice per capire se le nostre azioni danno frutti apprezzabili. Probabilmente mi beccherò dell'immediatista com'è successo a Calvero per una sua affermazione. Mi spiego con un link:

La crisi economica del 2001 in Argentina

Suppongo che si deva arrivare alla stessa situazione di merda fino al collo degli argentini per muoversi sul serio con iniziative significative. Il concetto che vorrei passare penso sia chiaro: un'azione pubblica ha senso se porta a cambiamenti concreti nella nostra vita di tutti i giorni. Prendiamo la Zanon FaSinpat, i cui operai si ribellarono alla preannunciata chiusura espropiandola a forza e prendendola in autogestione. Seppero resistere ai tentativi di intimidazione del potere. Applichiamo il principio al caso Fiat: se quel ... galantuomo di Marchionne mettesse in atto le sue minacce di trasferimento (e tanto per cambiare, oggi il bollettino ANSA sulla situazione del mercato auto é deprimente...) saprebbe la FIOM, o qualche altra aggregazione spontanea di operai, fare altrettanto dei loro colleghi argentini? Saprebbero gli italiani, oltre che protestare una volta di domenica reclamando a gran voce il rispetto della "dignità", mettere in piedi un mercato parallelo su grande scala come la Rete Globale del Baratto a Buenos Aires, che coinvolse due milioni e mezzo di persone?
O forse che gli anarchici che espatriarono all'inizio del secolo passato in Sudamerica per sfuggire alle persecuzioni in Europa, portarono con sè tutta la voglia di riscatto, esaurendo di fatto questo tipo di corrente politica e di rivendicazioni nel nostro corpo sociale?
Il giorno che assisterò a eventi di tale portata, invece di cacciate eclatanti di dittatori che preludono al loro rimpiazzo o di vuoti appelli alla moralità, allora mi convincerò che il cambiamento é veramente in atto ed è irreversibile.

Molṑn labé - Quocunque Jeceris Stabit
totalrec
Inviato: 18/2/2011 13:04  Aggiornato: 18/2/2011 13:04
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
cit: Se al posto di vederti la partita in tivvì o di andare al centro commerciale, vai in piazza, significa che stai PRENDENDO COSCIENZA.


Dipende molto dai tipi. Da quel che vedo, quasi sempre significa soltanto che la tivvì ti ha ordinato di andare in piazza, anziché al centro commerciale o alla partita. Chissà perchè la TV e i giornali diventano "buoni" solo quando incitano alla rivolta. Non è che cambino padrone per l'occasione.


Citazione:
Significa che sei stanco di delegare ad immaginifici altri, immaginifici altri problemi. Significa che ti fai soggetto ATTIVO di qualcosa.


Ad esempio della necessità del potere di farti lottare per cause immaginifiche, immaginarie e completamente futili come la dignità della donna, i diritti dei gay, l'ambientalismo e altre amenità consimili. Nulla è più dannoso per il mondo - perché comodo per chi ne tira i fili - di uno schiavo che si sente "attivo" quando il padrone, perseguendo propri specifici e visibilissimi interessi, gli concede cinque minuti di strepito a soggetto.

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
complo
Inviato: 18/2/2011 13:22  Aggiornato: 18/2/2011 13:47
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: La giostra impazzita
@ totalrec

rispetto le tue idee ma non sono corroborate da NULLA.
Potresti aver scritto l'esatto contrario e non ci sarebbe una sola cosa nel tuo post che potesse essere confutata o condivisa oggettivamente.
Su QUALUNQUE tema, fosse il più importante del pianeta e non l' "amenità" della dignità delle donne, si potrebbe dire "ti hanno fatto manifestare a comando, sei un burattino".


P.S. visto che hai citato l'ambientalismo.
Se realmente riaccendessero il reattore di Latina (ad OTTO CHILOMETRI dal letto dove dormono i miei figli) vedrai altre "amene" manifestazioni.
Le vedrai in casa davanti alla tivvì mentre pensi che io sono il burattino e tu quello a cui "non la si fa".

P.P.S. L' ex ministro che ha firmato il decreto con cui ripartiva il nucleare è un tizio a cui casualmente un imprenditore a cui dava appalti ha pagato la casa.
E l'imprenditore è lo stesso che doveva ricostruire le case dei terremotati in abruzzo.
E il capo della protezione civile si è fatto fare "massaggi in bikini strettissimo" (c'entrerà con la dignità delle donne?) nel centro sportivo dello stesso imprenditore.
Ma non ti preoccupare chi dice queste cose è manipolato oggettivamente dalla tivvì, mica è uno come te.

P.P.P.S E visto che ci siamo parliamo pure del PERICOLO MORTALE del comune cittadino di essere intercettato. Quello si che è un buon motivo, mica le amenità precedenti!
E infatti CASUALMENTE le intercettazioni vogliono essere depotenziate dalle stesse persone che appaiono nel P.P.S.
Ma tu ce la sai lunga, sono io il burattino guidato dalla tivvì.

cagliostro
Inviato: 18/2/2011 13:37  Aggiornato: 18/2/2011 13:37
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/9/2007
Da:
Inviati: 1579
 Re: La giostra impazzita
Citazione:

Sono contemporaneamente turbato e affascinato dall'andamento
di questa discussione, perchè credo che coinvolga le ragioni
fondamentali che stanno alla base anche del lavoro che si è
fatto in questo sito.
C'è una corrente, rappresentata da Calvero, Cedolin stesso e tanti altri,
che evocando lo spettro onnipresente della regia occulta delle elites
(che, come noto, lavorano molto in fase previsionale e, dunque, sono
capaci di inserirsi in ogni tensione e contraddizione per cercare di
ricavarne qualcosa o di limitare i danni per i loro interessi), di fatto
squalifica ogni possibile movimento di lotta per qualsivoglia ragione
politica o civica.
Infatti, perchè mai non si dovrebbe evocare questo spettro in ogni
occasione?
Faccio degli esempi:
la lotta contro le discariche?
C'è dietro la camorra per la quale è interessante creare casino e
destabilizzare l'entità statale...
il No Tav?
si vuole isolare l'Italia dal centro economico europeo per favorire le
lobby francesi e britanniche...
il no al nucleare?
ci sono dietro le potenti lobby dell'industria "verde" (solare, eolico
ecc.)...
la lotta degli universitari contro la riforma Gelmini?
Utili idioti che difendono gli interessi dei baroni, la gran parte dei quali
milita in consorterie massoniche...
la lotta dei metalmeccanici contro il modello Marchionne?
Altri idioti che fanno solo il gioco della burocrazia sindacale CGIL e che
indeboliscono il tessuto produttivo italiano a vantaggio dei potentati
economici degli altri paesi europei...
la lotta antirazzista?
Fa solo il gioco della globalizzazione e quindi del NWO...
Potrei continuare per ore...
C'è un'altra parte di utenti, tra cui il sottoscritto, a_mensa, Makk e altri,
che ragionano in maniera differente.
Che pensano "'Sti cazzi di chi potrebbe avvantaggiarsi di cosa".
Dobbiamo sganciarci da questa logica perdente, se c'è un diritto da
difendere, se penso che tale diritto sia preminente, lo difendo e basta.
Anche se faccio un favore a qualche massone...
Riporto sempre l'esempio di Mubarak.
Il suo era un regime corrotto, assassino, venduto a Israele.
Andava rovesciato, sì o no?
Io penso di sì e, dunque, coerentemente, appoggio quella rivolta.
Anche se dentro c'era persino qualche uomo di Soros.
Perchè la maggior parte di quelle persone se ne sbatte il cazzo di Soros.
E non erano certo uomini di Soros quelli che si sono presi le revolverate
degli sgherri di Mubarak.
Ragionando in un'ottica miope, avrei dovuto decidere di tenermi il
potere di Mubarak, un tizio che ha portato all'estero 40 miliardi di
dollari di ricchezza egiziana mentre il suo popolo non poteva neanche
comprarsi da mangiare?
No grazie, questo tipo di "logica cospirazionista" estrema non mi
interessa...




Questa si chiama scienza del pensiero, bellissimo !

«Io non sono di nessuna epoca e di nessun luogo: al di fuori del tempo e dello spazio, il mio essere spirituale vive la sua eterna esistenza.»
Makk
Inviato: 18/2/2011 13:40  Aggiornato: 18/2/2011 13:40
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/12/2009
Da:
Inviati: 933
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
Calvero: che siano scese in piazza un milione di persone sarebbe una notevole grazia spiegassi cosa mai significherebbe nella sua realtà.

Makk: Che le piazze sono ancora "assaltabili".

Calvero: Ma finiscila! L'epoca dei pirati è finita (magari esistesse) ... al primo spauracchio, sai che puzza di merda con un milione di persone. Prima di assalire bisogna avere le palle, e le palle non ci sono.

Makk: Pirati?
Ma sta cazzo di prosopopea eroica te la vuoi togliere di dosso o no?
I coraggiosi, le palle...
Ma da quando i padri di famiglia e i ragazzini scendono in piazza per fare a chi ce l'ha più grosso con quelle teste di cazzo dei tuoi ex-colleghi?
Si scende in piazza per dissentire. Di solito con la ridicola impressione che se non fai niente di male gli sbirri non giocheranno sporco e non caricheranno immotivatamente.
Poi, se le cose si ripetono, si prendono anche le misure agli sbirri. Ma solo perché si è costretti.
Non per qualche vena eroica da esaltati microcefali.


Questa la sequenza del dialogo.

Al che rispondi con quello che definisco (per brevità) con una sceneggiata di virtù offesa, che sarebbe scorrettamente aggredita da interlocutori in odore di malafede.
Citazione:
- (se credo in quello che dico, e spero che sia quello che facciano anche gli altri, compreso te - of course)
- ti sbagli, perché non mi offendi ... ma mi fai dispiacere, perché credevo che tu non scendessi a questo tipo di psicologia.
- Quando percepirò che avrò di nuovo davanti a me un avversario che mi attacca con tutta la sua forza, senza fare appello alla ricerca del risentimento, torneremo a parlarci


Quanto alla tua spiegazione di quello che ho "erroneamente" visto nel tuo scrivere:
Citazione:
- Il cagarsi addosso non è certo riferito a una carica della polizia, e le palle non sono certo riferite a una vittoria sul campo. A parte che per me il cosiddetto duro è quello che sa incassare ma, detto questo, nessuna vitalità si denota in queste manifestazioni ... ma solo la paura del branco che deve trovare appello a una frustrazione mascherata da dignità.

- L'ipocrisia è una mancanza di forza. Poiché è l'alibi che crea ogni diversivo per lavarsi la coscienza. Al suo opposto ci sono le famose "palle" ..né più né meno... I termini sono grezzi e no eroici. Non è fantascienza e non serve essere dei superuomini. Serve quella dignità decantata tra le righe o meno di queste manifestazioni, che però non vi è e le poca ad esserci è pilotata.


I testi sono a tua disposizione. Fino ad aggiornamento mi adeguo al tuo desiderio di piantarla qui.

Solo una cosa che non intendo lasciare passare:
Citazione:
dicevo, quando sto denotando soltanto un ipocrisia tale e una mancanza tale di coerenza, da doverlo metterlo in luce, attraverso ipotesi, parlando di sentimenti, moventi, emozioni.

La coerenza, nelle manifestazioni, è solo quella di scendere in piazza, tesimoniando una genericissima adesione a un argomento proposto come fulcro di quella particolare azione.
Cosa che è anche rivelata dall'etimologia: "manifestare", rendere manifesto, visibile.

Pretendere altro significa non saper cogliere la differenza con altri scenari di piazza.

Come ad esempio la adunata, forzata nelle dittature (hai già dimostrato di non fare differenza) e ugualmente intimidatoria nelle adunate, predisposte al "linciaggio del dissidente", dei populismi. Quelle non rendono evidente nient'altro che l'adesione al Leader.

O, ancora, come la rivolta, come quella di Cochabamba per riprendersi il diritto a bere e annaffiare i campi. Quelle non esprimono altra coscienza se non quella, fondamentale, che non hai più niente da perdere.

Infine come le rivoluzioni, delle quali manifestazione e rivolta sono mezzi.

La chiamata all'ipocrisia (ma salvando la buona fede del signolo) è piuttosto ipocrita a sua volta. Impossibile controbattere. Non perché vera la tesi, ma perché generica.
Fondata su informazioni estremamente vaghe di cose che, siccome probabilmente esistono, allora hanno sicuramente agito, il che inconfutabilmente dimostra la tesi di partenza.
Z è il prodotto di X per Y.
Se X è probabile allora Y è vero.
Moltiplicando X per Y, voilà Z è dimostrato


Si chiama ragionamento circolare.


O, più estesamente, siamo davanti a quel benaltrismo già abbondantemente argomentato da andrea, rekit e altri... solo che, a differenza di Solange e Cedolin, il tuo è ben speziato di inutili* sentimenti, intoccabili perché altrimenti si aggredisce il vissuto del parlante MA intanto buttati nell'arena come prove.

Un altro modo ancora di descrivere questa modalità dialogica è "ti piace vincere facile? tun-ci tun-ci tu-tu-tun"



*I sentimenti sono "inutili" solo in quanto opposti a "concatenazioni di fatti", in una discussione dove si ambisce a chiarificare e dimostrare come valida, e comprensibile per l'altro, la propria posizione.
Ovviamente i sentimenti hanno valore e pregio nel rapporto interpersonale, ma proprio per questo sono pervertibili a diventare un'arma contro l'interlocutore.
Arma a doppio taglio, poiché l'altro può rendere la pariglia e far saltare la convenzione di "siamo tutti in buona fede", irrinunciabile nel dialogo.
La tua reazione è testimonianza di questo e non è neanche stato difficile portartici, perché SEI in buona fede e usi "l'arma" senza cattiveria, ergo sei un maneggiatore maldestro di quest'ascia bipenna che è il rovesciare sugli altri i sentimenti.

a_mensa
Inviato: 18/2/2011 13:46  Aggiornato: 18/2/2011 13:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/6/2009
Da: roncello (mi)
Inviati: 3180
 Re: La giostra impazzita
@ AFrayn
Citazione:
Saprebbero gli italiani, oltre che protestare una volta di domenica reclamando a gran voce il rispetto della "dignità", mettere in piedi un mercato parallelo su grande scala come la Rete Globale del Baratto a Buenos Aires, che coinvolse due milioni e mezzo di persone?


vedi caro, non so se ci fai o lo sei ma tu hai mai visto un grande eroe uscire di casa ( quando tutti se ne stanno a guardare il grande fratello o la partita) ed al grido "seguitemi tutti, mettersi a capo di un grande movimento ??
chi ti ha raccontato queste favole ?
anche gli eroi, anch ei grandi organizzatori, nascono dall'esperienza, non dico quotidiana, ma comunque avviata.
fai 10 manifestazioni, anche per i motivi più futili e vedrai ch echi ha la capacità, i mezzi e la voglia di mettersi alla testa di un movimento, saprà comunicare i suoi ideali, e trascinare una folla.
ma se la folla non la riunuisci mai, non gli fai acquisire la consapevolezza che PUO' ESISTERE e anche dimostrare , prima a se stessa che agli altri, di avere un corpo e un'anima, non la smuoverai nemmeno per ideali più alti.
è sempre satato così, e sempre lo sarà.
ci vuole un terreno fertile, e poi anche il seme, e poi anche l'acqua, e tutto il resto per far crescere lla pianta.
di ogni cosa c'è bisogno, PRIMA di un addestramento, di prove, di apprendimento, e anche il guidare una folla non fa eccezioni.
se tu conosci un metodo migliore, prego, illustracelo.

non vorrei mai appartenere ad un club che avesse me come socio.
totalrec
Inviato: 18/2/2011 13:58  Aggiornato: 18/2/2011 13:58
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
rispetto le tue idee ma non sono corroborate da NULLA.


Eh, che vuoi, sono un tipo sospettoso. Quando vedo persone con un mare di problemi concreti strepitare contro questioni astratte - che sono, guarda caso, le stesse pompate a dismisura dai giornali - mi sembra di sentire un concerto di belati, non di voci. E non è che a me "non la si faccia". Mi hanno fregato molte volte in passato, nulla esclude che possano riuscirci anche in futuro. Ma dovranno utilizzare qualcosa di più sofisticato di questa pantomima del "popolo in piazza", che è decrepita e non frega più nessuno. Neanche il popolo, che infatti, essendo saggio, se ne rimane, per un suo abbondante 99%, a casa propria, evitando accuratamente di fare comunella con queste squallide comari.


Citazione:
Se realmente riaccendessero il reattore di Latina (ad OTTO CHILOMETRI dal letto dove dormono i miei figli) vedrai altre "amene" manifestazioni.


De gustibus... guarda caso, anch'io e le mie figlie viviamo a sette chilometri da una ex centrale nucleare (quella di Caorso) e se la riattivassero ne sarei molto compiaciuto. E non solo per la possibilità di pagare meno le bollette energetiche. E' che preferisco affrontare i rischi connessi ad una politica energetica nazionale, quale che essa sia, piuttosto che quelli connessi all'assenza di una politica energetica nazionale, imposta da altri.

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
a_mensa
Inviato: 18/2/2011 14:00  Aggiornato: 18/2/2011 14:02
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/6/2009
Da: roncello (mi)
Inviati: 3180
 Re: La giostra impazzita
vi sottopongo, favorevoli e contrari al tema, una piccola questione OT ma solo apparentemente.
Benigni ha dato uno spettacolo di estrema bravura
ha tenuto la scena da solo per un tempo notevole
15 milioni di persone lo hanno guardato ( e si sono sorbite la pubblicità inserita)
io apprezzo moltissimo Benigni per la sua appartenenza politica e per la sua bravura.
il compenso di 250.000€ che la Rai gli ha dato è sicuramente corretto dal punto di vista "aziendale" e commerciale.
ma "moralmente", cosa dite ? è la paga di 1 mese di 160 operai della Fiat o analoga azienda.
lo sbandieramento da parte di Benigni delle sue idee "di sinistra" vanno d'accordo o no con l'intascare un simile cachet ? non nasce forse il dubbio che in questo sistema malato lui ci sguazzi come un pesce ?
forza , come vedete siamo sullo stesso tema.

non vorrei mai appartenere ad un club che avesse me come socio.
cagliostro
Inviato: 18/2/2011 14:03  Aggiornato: 18/2/2011 14:03
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/9/2007
Da:
Inviati: 1579
 Re: La giostra impazzita
Ora vado a lavorare, faccio il medico. Se, come spesso accade, mi consulterà un paziente preoccupato per un brufolo sul suo viso, seguendo le argomentazioni di Solange ed altri complottisti a tutti i costi, dovrei trattare così il paziente: TESTA DI CAZZO, TI PREOCCUPI PER UN BANALE BRUFOLO QUANDO C'E' GENTE CHE CREPA DI CANCRO O DI INFARTO, VERGOGNATI !

«Io non sono di nessuna epoca e di nessun luogo: al di fuori del tempo e dello spazio, il mio essere spirituale vive la sua eterna esistenza.»
peonia
Inviato: 18/2/2011 14:09  Aggiornato: 18/2/2011 14:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: La giostra impazzita
ANDREA MENSA

resto sbalordita dal fatto che i lettori di Luogocomune non capiscano cosa vogliano intendere sia Solange Manfredi che Marco Cedolin.
Capisco anche che chi si arrabbia molto è o direttamente una donna che non ammetterebbe mai di aver agito spinta da....o un suo parente che si è convinto di quanto sia stato bello quello che ha fatto....
In effetti, che moltissime persone, pare un milione, si siano alzate e uscite da casa per manifestare è cosa bella, ma perchè non l'hanno fatto prima in svariati milioni, per cose molto ma molto, ma molto più importanti???? E' forse sulla priorità la spaccatura????
tutte le altre ANOMALIE, MANCANZE, USURPAZIONI non valevano l'incazzatura di tutti gli italiani????? Cavolo che i nostri figli non abbiano un futuro, di nessun genere, non è cosa da incazzarsi sul serio!??????
Allora, che dire, io non mi riconosco in questi italiani, infatti qualcosa, ripeto, mi ha trattenuta dal partecipare e lo ripeto tutto è accaduto perchè PER PRIMA E' STATA CONCITA DE GREGORIO DELL'UNITA' A CHIEDERE ALLE DONNE.....POI, FORSE, REPUBBLICA SI E' DATA DA FARE (non so perchè non leggo giornali e non guardo TV) PER ORGANIZZARE CONGIUNTAMENTE.
Volete che vi dica che ne penso? al di là del fatto in sè, è stato un disperato tentativo della Sinistra e del PD di raccattare voti per le prossime elezioni!
per me se ne vadino affanculo!!!

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
effeviemme
Inviato: 18/2/2011 14:09  Aggiornato: 18/2/2011 14:09
Mi sento vacillare
Iscritto: 28/6/2006
Da:
Inviati: 698
 Re: La giostra impazzita
@ Cagliostro

Non ti ci vedo, a fare così.

ciao
fvm

Ognuno sta solo sul cuor della terra trafitto da un raggio di sole: ed è subito sera - S. Quasimodo.
totalrec
Inviato: 18/2/2011 14:24  Aggiornato: 18/2/2011 14:24
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
Ora vado a lavorare, faccio il medico. Se, come spesso accade, mi consulterà un paziente preoccupato per un brufolo sul suo viso, seguendo le argomentazioni di Solange ed altri complottisti a tutti i costi, dovrei trattare così il paziente: TESTA DI CAZZO, TI PREOCCUPI PER UN BANALE BRUFOLO QUANDO C'E' GENTE CHE CREPA DI CANCRO O DI INFARTO, VERGOGNATI !


Più che altro dovresti spiegargli che un brufolo non è, solitamente, una patologia letale. Dedicargli una campagna di stampa della durata di alcuni mesi e organizzare contro di esso un'apposita manifestazione nella capitale, corroborata da ampia diffusione mediatica, potrebbe essere una cosa poco intelligente, oltre che piuttosto sospetta.

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
Nuit
Inviato: 18/2/2011 14:26  Aggiornato: 18/2/2011 14:26
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/9/2010
Da: Messina
Inviati: 346
 Re: La giostra impazzita
Analizzando la storia d'Italia nell'ultimo ventennio, in modo oggettivo, credo non sia cambiato nulla, siamo ancora al punto di partenza:
allora le mazzette, oggi le vallette
allora il clientelismo adesso pure
..........................
Oggi la politica è stata sostituita da Ruby...e tutti i coraggiosi della politica Bersani, Fini, Veltroni, Vendola...si fanno scudo di una ragazzina per dare la spallata a Berlusconi!!!

La politica esiste solo nelle persone che hanno ancora degli ideali in cui credere e non sono inseriti nel sistema dei partiti....perchè purtroppo è nella natura dell'uomo saper approfittare del ruolo che si ricopre per dispensare favori a destra e a manca, per un prorpio tornaconto personale!!!

... poi vado all'estero e scopro che il ministro dei trasporti svizzero va al lavoro con il treno..che non ha mai avuto un auto blu, è un cittadino come gli altri!!!

In Italia si parla tanto di cambiamento ma siamo ancora al punto di partenza, come in un interminabile gioco dell'oca!!!!

CHE TRISTEZZA!!!!

p.s. ammetto ho votato Berlusconi, perchè pensavo fosse capace di portarci fuori da questa logica politica, ma mi sbagliavo clamorosamente.....

audisio
Inviato: 18/2/2011 14:27  Aggiornato: 18/2/2011 14:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: La giostra impazzita
@ Peonia:
uso i tuoi argomenti.
Perchè il popolo egiziano (e degli altri paesi arabi) si sta sollevando
ora e non prima?
Perchè sono eterodiretti da Soros?
Andiamo, la stragrande maggioranza di quelle persone non lo ha
neanche il computer, figurarsi se stavano tutti lì a complottare
sul gruppo di Facebook del 6 aprile.
Lo hanno fatto ora e non prima perchè c'è un momento in cui le
contraddizioni esplodono e si rivelano non più sopportabili.
Le società umane sono un sistema complesso e come tutti i sistemi
sembrano intatti e indistruttibili fino a un momento prima che appaia
la crepa definitiva.
C'è sempre un casus belli per qualsiasi cosa, spesso è dovuto all'agire
di circoli occulti, ma non sempre, a volte gli stessi circoli sono costretti
ad agire ex post per riparare a situazioni oggettive non favorevoli per
loro.
Ma poi, se vogliamo proprio interpretare tutto in termini di cospirazione
(il che è una posizione rispettabilissima, intendo solo discuterla), non
possiamo prescindere dal fatto che la parte che si vorrebbe essere oggi
vittima della cospirazione (ossia Berluska, mi riesce difficile il solo porla
questa ipotesi di lavoro ), rappresenta in realtà il non plus ultra del
potere massonico in Italia, e questo per aver raccolto l'eredità non solo
del Maestro Venerabile Licio Gelli ma anche quella del ramo cadetto e
politico di tale tradizione oscura, ossia del PSI di Craxi.
Lo sapete da dove deriva il cognome Craxi?
Da questo paese:
http://it.wikipedia.org/wiki/San_Fratello

che già nel nome evoca la sua ascendenza diretta con la Massoneria
(e notate anche la precedente denominazione Filadelfia che per i
massoni ha un significato fondamentale).
Non solo, fate anche un'esegesi del cognome Berlusconi e ci faremo
due risate (per questo aspetto vi rimando proprio al sito di
Franceschetti).
Quindi chi complotta per cosa?

Makk
Inviato: 18/2/2011 14:27  Aggiornato: 18/2/2011 14:27
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/12/2009
Da:
Inviati: 933
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
AFrayn:
non ti pare che rimanendo in questa logica del meglio poco che nulla (e mi perdonerai se attribuisco un valore molto limitato alla manifestazione del 13), scontrandoci tra di noi anche solo verbalmente, facciamo un favore al vero nemico che nel frattempo si sollazza?

Audisio dirà la sua, intanto mi permetto la mia.

No e no.
Distinguiamo (per pura comodità dialogica) la coscienza dalla consapevolezza: chiamiamo "coscienza" quest'adesione di massima a un "sono contro X" e consapevolezza "sono contro X perché il suo ruolo nel quadro ecceccc". d'accordo? (anche che X è "un obbiettivo" e non "Berlusconi")

No che non è "meglio poco che nulla". Perché in senso stretto una manifestazione è già il nulla.
In sé è un manifestarsi solo di un sentimento collegato a un "obbiettivo" politico, ma sappiamo benissimo che la consapevolezza dettagliata dell'obbiettivo è (ed è sempre stata) scarsina.
Sappiamo che la manifestazione "conta" politicamente in virtù di quello che succede prima o dopo.

A parte questo prima e dopo, che sono ipotetici e piuttosto rari, il valore effettivo di qualsiasi manifestazione, la sua incidenza sulla realtà, è che le persone si incontrano, si guardano negli occhi, si contano, si rendono conto di avere in comune almeno quel sentimento, confusamente collegato a un obbiettivo politico.
Il che (insisto su questo, sapendo che è un punto controverso) preoccupa il potere.

Quindi non condivido la tua interpretazione che Audisio volesse dire "è meglio che nulla" (lui potrà smentirmi).
La manifestazione è contemporaneamente sia "nulla" sul piano fattivo politico che "molto" sul piano della coscienza: è un sintomo che ci sono persone disponibili (mera potenzialità) a farsi coinvolgere in qualcosa di politico, nonché un segnale per chi stavolta non ci aveva creduto, ma chissà, la prossima volta.
Consapevolezza poca: per alcuni c'era già, altri verranno "illuminati sulla strada di Damasco", altri (più calmi) intraprendo o riprendono un percorso di consapevolezza, altri torneranno a casa con la sola coscienza (ma smacchiata) e morta lì.


L'altro NO è sul fatto che scontrandoci fra noi si faccia felici "iddi".
Se qualcuno volesse approfittare di questa discussione per "farsi un nemico" è solo un segno della sua immaturità. Problema suo. Io ho davanti delle individualità che "si schierano", ma ognuno colle sue specificità. Andrea dice delle cose che sottoscriverei senza esitazione, Calvero lo sottoscrivo in più di qualcosa di ciò che dice ma non nell'interpretazione.
Siamo individui che si confrontano, e questo
[1] non fa nè caldo né freddo a "iddi" che, se ci seguono come fanno certi sbirri con i blog "delle zecche", vogliono sapere "cosa stiamo veramente per fare". Non sono interessati a quando siamo "interlocutorii" (nota l'assenza dei troll in certe discussioni).
[2] Al massimo gli dispiace un pocolino, perché segnala una comunità viva. Non uno di quei forum con 4 messaggi sparsi qua e là.



p.s.:
Sempre salvo il fatto che siamo quattro gatti e che i luoghi dove si progetta opposizione sono altri, qui al massimo "incubiamo" opposizione.

audisio
Inviato: 18/2/2011 14:31  Aggiornato: 18/2/2011 14:31
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: La giostra impazzita
@ AFrayn:
discutere non è mai negativo e come ho già scritto in altri
post, non intendo modellare il mio sentire, argomentare e
agire sull'agenda del potere elitistico.
Io sono Io e come disse il Marchese del Grillo, Loro (per me)
non sono un cazzo...

complo
Inviato: 18/2/2011 14:32  Aggiornato: 18/2/2011 14:32
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
Eh, che vuoi, sono un tipo sospettoso. Quando vedo persone con un mare di problemi concreti strepitare contro questioni astratte - che sono, guarda caso, le stesse pompate a dismisura dai giornali - mi sembra di sentire un concerto di belati, non di voci. E non è che a me "non la si faccia". Mi hanno fregato molte volte in passato, nulla esclude che possano riuscirci anche in futuro. Ma dovranno utilizzare qualcosa di più sofisticato di questa pantomima del "popolo in piazza", che è decrepita e non frega più nessuno. Neanche il popolo, che infatti, essendo saggio, se ne rimane, per un suo abbondante 99%, a casa propria, evitando accuratamente di fare comunella con queste squallide comari.



OHHHHHHHHHHHH.....GRAZIE!!!!!!

La verità (che poi è quella PRATICATA DA TUTTI I GOVERNI) è questa:
"dovranno utilizzare qualcosa di più sofisticato di questa pantomima del "popolo in piazza", che è decrepita e non frega più nessuno".
Ossia "State tranquilli nelle vostre case che manifestare non serve. NON DISTURBATE IL CONDUCENTE".
Altro che falsi e veri bersagli di cui stanno parlando gli altri................


Citazione:
guarda caso, anch'io e le mie figlie viviamo a sette chilometri da una ex centrale nucleare (quella di Caorso) e se la riattivassero ne sarei molto compiaciuto


Permettimi di dubitare. O meglio se è vero sei una "mosca bianca".
Lo testimonia senza tema di smentita il fatto che COL CAZZO faranno mai un referendun nel luogo dove dovrebbe esserci una centrale.
Lo testimonia nello specifico il TUO STESSO PRESIDENTE DI REGIONE.

http://milano.corriere.it/milano/notizie/cronaca/11_febbraio_8/milano-energia-181425915756.shtml

Basterebbero solo le sue parole per giustificare non una manifestazione, ma direttamente l'uso delle armi in qualsiasi altra regione si decidesse di costruire una centrale.

Makk
Inviato: 18/2/2011 14:33  Aggiornato: 18/2/2011 14:33
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/12/2009
Da:
Inviati: 933
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
a_mensa:
vedi caro, non so se ci fai o lo sei ma tu hai mai visto un grande eroe uscire di casa ( quando tutti se ne stanno a guardare il grande fratello o la partita) ed al grido "seguitemi tutti, mettersi a capo di un grande movimento ??
chi ti ha raccontato queste favole ?
[cut]ci vuole un terreno fertile, e poi anche il seme, e poi anche l'acqua, e tutto il resto per far crescere lla pianta.[cut]se tu conosci un metodo migliore, prego, illustracelo.

Andrea, afrayn diceva semplicemente che non si fanno rivoluzioni a pancia piena.

Dal che il suo dubbio che qualunque manifestazione incida sulla realtà fattuale del giorno dopo la manifestazione.

rekit
Inviato: 18/2/2011 14:37  Aggiornato: 18/2/2011 14:37
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/9/2006
Da:
Inviati: 1151
 Re: La giostra impazzita

complo
Inviato: 18/2/2011 14:43  Aggiornato: 18/2/2011 14:53
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
[In Italia si parla tanto di cambiamento ma siamo ancora al punto di partenza, come in un interminabile gioco dell'oca!!!!


Eccola là: "tutti uguali, siamo sempre allo stesso punto".

Ma perchè dite falsità/assurdità come queste?

Nel 45 eravamo un paese distrutto dalla guerra con una moneta che era carta straccia e un debito pubblico mostruoso.
QUINDICI ANNI DOPO eravamo in pieno booom economico. Un paese RISORTO.
Venti anni dopo non eravamo più nel boom ma eravamo stabilmente tra i grandi peasi mondiali.
Nei DODICI ANNI seguenti invece hanno RADDOPPIATO il debito pubblico.
Mi fermo lì sennò entra in ballo Berlusconi e l'attualità.

COME CAZZO SI FA A DIRE CHE SIAMO SEMPRE AL PUNTO DI PARTENZA?
Come CAZZO SI FA A DIRE che i governi del dux furono uguali a quelli di De Gasperi e a quelli di Craxi?
Spiegatemelo...........


P.S. onore al merito che dici di aver votato Berlusca.


EDIT: mi accorgo ora che tu invece stavi proprio parlando dell' ultimo ventennio.
Lascio però il post, non più come risposta a te ma come generica filippica contro il "tutti uguali".

Makk
Inviato: 18/2/2011 14:54  Aggiornato: 18/2/2011 14:54
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/12/2009
Da:
Inviati: 933
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
peonia:
resto sbalordita dal fatto che i lettori di Luogocomune non capiscano cosa vogliano intendere sia Solange Manfredi che Marco Cedolin.

E sei proprio sicurasicura che non lo si capisca?
Non è più semplice pensare che "si è capito e non si è d'accordo"?

Citazione:
Volete che vi dica che ne penso? al di là del fatto in sè, è stato un disperato tentativo della Sinistra e del PD di raccattare voti per le prossime elezioni!

Possibile. E altrettanto probabilmente fallimentare come tentativo.
Hanno solo "svegliato" una piazza, gli esiti possono benissimo essere diversi da quello che credono. Perché se fossero scesi in piazza solo i tristi e sconfortati elettori del PD, sarebbero stati una manciatina di manifestanti.
Non hanno la forza di governare e sfruttare una simile folla (nel senso del sentimento che cova sotto il milione in piazza). Si riperderanno presto nelle beghe e beghette della canditatura alle elezioni, dei distinguo per essere "popolari" ma continuando a leccare il culo al vaticano, eccecc

Continuiamo a dimenticarci di quanto sia difficile il compito delle forze oscure che vorrebbero controllare e indirizzare ogni pensiero di miioni o miliardi di persone.

Notturno
Inviato: 18/2/2011 15:00  Aggiornato: 18/2/2011 15:00
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/8/2008
Da:
Inviati: 1920
 Re: La giostra impazzita
Sarà anche difficile..... ma hanno idiotizzato qualche milione di persone.

Fooooorse funziona, no?

Magari non del tutto e magari non con tutti, ma quel "signore" sta in giro dal '94.

E fin da subito si sapeva chi erano i suoi "compari".

P2, Craxi, ecc.....

E' bastato a fermarlo?

Macché......

La cosa terribile e del tutto nuova, nel nostro paese, è la epidemia di corruzione etica che ha colpito TUTTA la classe politica, con eccezioni solo parziali.

E questo vuol dire che è il popolo che ha lo stesso problema.

Io non vedo il minimo spiraglio di un futuro, per questo paese, per questo popolo.

Rende Encomiabili Dire No A
Religiosi Orpelli. Mentire Provoca Eccidii.
(Stefano Bartezzaghi)
namaste10
Inviato: 18/2/2011 15:09  Aggiornato: 18/2/2011 15:09
Ho qualche dubbio
Iscritto: 16/2/2011
Da:
Inviati: 100
 Re: La giostra impazzita
Buon giorno a tutti.
Scusate vorrei mettere un po' d'ordine(nella mia testa).
Premesso che l'ultima manifestazione che ha avuto successo,in termini di risultati concreti,è stata quella contro l'abolizione dell'articolo 18.
Dopo questa nessuna,compresa quella del 2003 contro la guerra con milioni di persone in piazza in tutto il mondo e 3 milioni solo a Roma,ha ottenuto un qualcosa.
Qui si scontrano anime pure che,giustamente,dicono che in ogni caso manifestare è importante,almeno per un risveglio personale(obbiettivo minimo)e persone che,stanche di anni di fallimenti,leggono in questa manifestazione l'ennesima "presa per il culo"poichè è stata indetta su basi futili.
Non che la dignità delle donne sia una motivazione futile,anzi.
Diciamo che in questo periodo non era una priorità.
Gli attacchi al fare qualcosa di concreto cioè di porsi alla testa di un qualche movimento mi pare siano fuori bersaglio in questo contesto.
Qui o si assiste ad un cambiamento,anche minimo nella coscienza delle persone e allora le anime pure avranno letto bene il susseguirsi dei fatti,oppure(ahimè mi ci metto anch'io da questa parte)sarà stat l'ennesima presa per il culo.
Non litigate
un saluto.
diego

Makk
Inviato: 18/2/2011 15:15  Aggiornato: 18/2/2011 15:15
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/12/2009
Da:
Inviati: 933
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
Autore: Notturno Inviato: 18/2/2011 15:00:02
Sarà anche difficile..... ma hanno idiotizzato qualche milione di persone.
Fooooorse funziona, no?

Absolutely.
Avendo bazzicato un pochino la materia ne ho tratto che funziona maledettamente bene se hai "in mano" il soggetto.

Abbastanza bene se non hai il controllo molare del soggetto e devi "sparare nel mucchio".

Così così se, dopo aver cercato di "immobilizzarlo" come semplice acquiescente dei processi che ti interessa realizzare, lo "mobiliti" per farlo partecipare a qualcosa.

Inoltre non è un trattamento permanente. Ci vogliono i richiami del "vaccino" (o più esattamente della pestilenza). Richiami che vengono inoculati costantemente. Ma occhio a quando finisci le scorte di vaccino o se la "malattia" (chiamiamola "consapevolezza" per semplicità) si fa più virulenta del previsto.

Makk
Inviato: 18/2/2011 15:24  Aggiornato: 18/2/2011 15:24
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/12/2009
Da:
Inviati: 933
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
Premesso che l'ultima manifestazione che ha avuto successo,in termini di risultati concreti,è stata quella contro l'abolizione dell'articolo 18.

Ti risulta che il referendum che lo estendeva alle ditte sotto i 15 dipendenti sia passato?
Quindi, direi, la "coscienza dell'importanza dell'Art.18" non è così estesa e non è quella che ha vinto, né la manifestazione in sé, che si è limitata a dare coraggio (o preso a calci nel culo, spaventandoli) a chi si è opposto al disegno nelle "sedi istituzionali".

Neanche le manifestazioni oceaniche su divorzio e aborto "hanno vinto", lo hanno fatto i referendum.

Citazione:
Qui o si assiste ad un cambiamento,anche minimo nella coscienza delle persone e allora le anime pure avranno letto bene il susseguirsi dei fatti,oppure (ahimè mi ci metto anch'io da questa parte) sarà stat l'ennesima presa per il culo.

Aspetta allora.
Non mi pare tu possa fare altro, date le tue stesse premesse.
Buon Godot.

Calvero
Inviato: 18/2/2011 15:36  Aggiornato: 18/2/2011 15:36
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
Permettimi di dubitarne visto che poco prima hai scritto un obbrobrio del genere:


Lo permetto. Ho detto io stesso che non porto prove.

Citazione:
Che mi ricorda tanto questa: "Affermazioni eccezionali richiedono prove eccezionali!"


Sì ..? e chi ha comprovato la veridicità di questo biricchino aforisma?

Vocabolario.
Dicesi eccezionale: Che contiene un'eccezione, che rappresenta un'eccezione.

L'applicabilità poi a questa diatriba è un gioco dialettico, anche di infantile misura. Senza contare che nulla dice su una ipotetica incoerenza alle mie opinioni.


Citazione:

Mensa Makk e complo non vi preoccupate. Sono convinto che se non ci fosse stata questa manifestazione qualcuno che diceva: Ecco! nemmeno questa volta hanno il coraggio di protestare! lo si trovava.


Magari l'avresti detto tu io no, ad esempio. Io sono contro le proteste, nell'epoca moderna portano solo ad effimere auto/galvanizzazioni. Prova ne é questo topic ... e l'audience di Sanremo (tra le altre migliaia di cose)

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
namaste10
Inviato: 18/2/2011 15:44  Aggiornato: 18/2/2011 15:44
Ho qualche dubbio
Iscritto: 16/2/2011
Da:
Inviati: 100
 Re: La giostra impazzita
Riguardo alla questione che ho posto io non puoi fare altro che aspettare anche te!
Godot o non Godot...

yarebon
Inviato: 18/2/2011 15:54  Aggiornato: 18/2/2011 15:54
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2366
 Re: La giostra impazzita
mi trovo d'accordo con Audisio e chiunque insomma non è così critico nei confronti di questa manifestazione.
Qui non c'entra nulla il fatto che le manifestazioni possano servire o meno, c'entra la consapevolezza. In un'Italia americanizzata e dagli anni 80 trasformata in società edonista, materialista, consumista, un segnale del genere è confortante ma non perchè cambierà qualcosa domani. Questa non è stata una manifestazione per avere un posto di lavoro, per il canone o contro qualche articolo del codice civile, qui sta il suo forte significato simbolico, è stata una manifestazione idealistica, ed era da tanto tempo che non ce n'era una.
I cambiamenti positivi nel nostro pianeta non avvengono mai per azioni eroiche e il mondo non cambia dall'oggi al domani. I cambiamenti avvengono perchè si gettano piccoli semi ogni giorno, le sconfitte di oggi sono vittorie di domani. Quante umiliazioni, isolamento e paura hanno affrontato i pionieri del passato, pensate che sia diverso oggi? Ogni cosa va bene perchè si somma alla precedente, non si può chiedere alla gente addormentata e gregge di fare degli eroi e di cambiare la propria mentalità dall'oggi al domani, primo perchè è presuntuoso ed egocentrico e secondo perchè così facendo rovini anche te stesso e cadi nella trappola dei manipolatori. Ognuno fa quel che può, l'importante è contribuire.
Una frase che spiega molto bene questo processo preso da una serie tv che amo molto:

"Niente è nel mondo come noi vorremmo, è duro, è crudele. Per questo esistiamo noi, i Campioni. Non importa da dove veniamo, cosa abbiamo fatto o sofferto, o se poi faremo la differenza. Noi viviamo come se il mondo fosse come noi vorremmo affinché in futuro cambi. Tu non sei ancora uno di noi, un giorno lo diventerai o almeno spero".

Calvero
Inviato: 18/2/2011 15:55  Aggiornato: 18/2/2011 15:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
I testi sono a tua disposizione. Fino ad aggiornamento mi adeguo al tuo desiderio di piantarla qui.


Idem lo dico a te ... è assai chiaro, cosa non comprenderesti?

Citazione:
La coerenza, nelle manifestazioni, è solo quella di scendere in piazza, tesimoniando una genericissima adesione a un argomento proposto come fulcro di quella particolare azione.
Cosa che è anche rivelata dall'etimologia: "manifestare", rendere manifesto, visibile.


C'è un piccolo termine con cui inganni il processo. Questa è la coerenza DELLE manifestazioni e non NELLE manifestazioni. Negarsi una visione di insieme per cosa? per invertire cosa è stato messo alla sbarra?

Qual'è il sassolino sulla bilancia? ... continuo a ribadire le orecchie da mercante, di questo modus operandi delle piazze.

La chiamata all'ipocrisia è argomentata dallo stile di vita degli Italiani sotto al naso di tutti, negare l'evidenza è assai ridicolo Makk ... come contorcere discussioni sui sentimenti e le emozioni in "ragionamenti circolari" ... quando sono proprio i sentimenti e le emozioni a guidare le azioni umane e in primis queste sotto accusa. Tu puoi parlare tranquillamente dei sentimenti che espongo senza aggredire il vissuto di chi li espone, e vale per tutti. Trasformare questo in un problema o addirittura in una prova che ciò sarebbe inutile è decisamente ipocrita.

La tua analisi psicologica scritta in piccolino è riducibile, al massimo, verso coloro che esternano o parlano di emozioni nascondendosi nei termini e nei sotterfugi.

Il discorso è invece chiaro e lampante, è deleterio che tu lo voglia fare diventare subdolo per non "scendere" a discuterne. Non so in che mondo tu viva ... ma la vita del ceto medio e sotto/medio (anche se non esiste il termine) la conosco profondamente. Il popolo Boe (che esiste per tua informazione) non ha nulla dell'intellettualità neutrale che state mostrando ... come esercizio astratto. Ridicolo.

La realtà lì fuori è fatta di persone in buona fede, pilotate come è stato argomentato. E la realtà lì fuori non vuole ammettere che è la quotidianità che non vuole cambiare, poiché il superfluo è diventato il necessario .... e quindi meglio scendere in Piazza (Alibi che = ipocrisia) e sentirsi apposto con la coscienza e come dimostra, appunto, Cedolin, la Giostra continua.. trallalero trallalà ..

... nulla di speziato, nulla di condito Makk, finiscila di articolare cose semplici in cose contorte: la ricetta è semplice. E ci sono 50 anni a dimostrare che non funziona.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
complo
Inviato: 18/2/2011 16:04  Aggiornato: 18/2/2011 16:09
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
Io sono contro le proteste, nell'epoca moderna portano solo ad effimere auto/galvanizzazioni. Prova ne é questo topic


E due.
La nebbia si dirada e viene fuori il punto: chi sta contestando la manifestazione di Sabato scorso introducendo millemila argomentazioni depistatnti in realtà pensa : IO SONO CONTRO LE PROTESTE (TUTTE).

Per carità ognuno è libero di pensarla come vuole. Io ad esempio penso che chi la pensa così lo faccia o perchè è un pigro che non ha mai levato le pantofole per uscire di casa, o perchè è uno attivo che però si è trovato sempre in manifestazioni/movimenti con 4 gatti poi autodissoltisi perchè non riuscivano neanche ad accordarsi tra quei 4.

Calvero
Inviato: 18/2/2011 16:06  Aggiornato: 18/2/2011 16:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
Qui non c'entra nulla il fatto che le manifestazioni possano servire o meno, c'entra la consapevolezza. In un'Italia americanizzata e dagli anni 80 trasformata in società edonista, materialista, consumista, un segnale del genere è confortante ma non perchè cambierà qualcosa domani. Questa non è stata una manifestazione per avere un posto di lavoro, per il canone o contro qualche articolo del codice civile, qui sta il suo forte significato simbolico, è stata una manifestazione idealistica, ed era da tanto tempo che non ce n'era una.


In poche parole, aria fritta. Appena scritto. Effimere auto/galvanizzazioni. Vi sfugge un concetto, gli ideali edonisti attecchiscono poiché sono nella nostra indole, e se non si ha uno spirito forte e una dignità sincera non possono essere combattuti. E per combatterli non bisogna scendere in piazza, ma cambiare il nostro stile di vita ipocrita. E non bruciare in fuochi di paglia ... finiti i fuochi di artificio ... si ritorna tutti a belare ....

wow che bel simbolismo (piccoli Berlusconi si stanno preparando alla seconda venuta)

Citazione:
Ognuno fa quel che può, l'importante è contribuire.


Contribuire e non cantarsela.

Citazione:
"Niente è nel mondo come noi vorremmo, è duro, è crudele. Per questo esistiamo noi, i Campioni. Non importa da dove veniamo, cosa abbiamo fatto o sofferto, o se poi faremo la differenza. Noi viviamo come se il mondo fosse come noi vorremmo affinché in futuro cambi. Tu non sei ancora uno di noi, un giorno lo diventerai o almeno spero".


Il futuro non esiste. Mettiamocelo in testa una beata volta.

E avanti a bocca aperta, alla riscossa, bandiera grigia la' trionferà !

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Polonio
Inviato: 18/2/2011 16:06  Aggiornato: 18/2/2011 16:08
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/8/2009
Da:
Inviati: 797
 Re: La giostra impazzita

Calvero
Inviato: 18/2/2011 16:09  Aggiornato: 18/2/2011 16:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
in realtà pensa


dì ... se seguissi l'albero della discussione e non particellizzassi (metodo di Attivissimo oltretutto) gli interventi, sarebbe meglio per tutti.

«Per carità ognuno è libero di pensarla come vuole» bene allora se hai voglia vatti a leggere tutto quello che dice come la si pensa. Sti giochetti da bar, falli al bar

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Spooky_max
Inviato: 18/2/2011 16:12  Aggiornato: 18/2/2011 16:12
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/9/2007
Da: vetrina
Inviati: 99
 Re: La giostra impazzita
@Calvero
...e allora daje de tastiera e de poltrona e/o aspetta il tuo turno ogni 5 anni per mettere la crocetta sul fogliolino.

Max "the spooky"

"The future is unwritten" John Graham Mellor
complo
Inviato: 18/2/2011 16:14  Aggiornato: 18/2/2011 16:17
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: La giostra impazzita
@ Calvero

al posto di darmi dell' Attivissimo e del frequentatore di bar cerca di far caso a quello che scrivi.
Anche se "parcellizzato" lo hai scritto TU.
Ma non puoi sostenerlo evidentemente.....

Calvero
Inviato: 18/2/2011 16:18  Aggiornato: 18/2/2011 16:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
...e allora daje de tastiera e de poltrona e/o aspetta il tuo turno ogni 5 anni per mettere la crocetta sul fogliolino.


... guarda che non è con le battute, che ti puoi mettere all'altezza di Makk o Audisio .. ne deve passare di acqua sotto i ponti. Continua a rimanere in attesa degli eco delle argomentazioni altrui per trasformarle in qualche motto di spirito così feroce

Le crocette ho smesso di metterle nell "89 ... puoi anche credere che io stia nel letto e non solo sulla poltrona, rimane una tua arroganza utile alla tua arroganza. I gusti son gusti

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Calvero
Inviato: 18/2/2011 16:20  Aggiornato: 18/2/2011 16:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: La giostra impazzita
l'ho sostenuto prima ... e io mi impegno a leggere tutto quello che gli altri hanno scritto prima: avversari e non avversari, prima di prendere un'affermazione e contrastarla. Altrimenti sarebbe disonesto.

Seconda uscita alla Attivissimo, spero non ci sia 2 senza 3 ... per te spero, ovviamente.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
complo
Inviato: 18/2/2011 16:25  Aggiornato: 18/2/2011 16:27
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
Seconda uscita alla Attivissimo, spero non ci sia 2 senza 3 ... per te spero, ovviamente


Seconda volta che svicoli non potendo sostenere quello che avevi scritto.
Che è QUESTO:

Io sono contro le proteste, nell'epoca moderna portano solo ad effimere auto/galvanizzazioni. Prova ne é questo topic


P.S. proprio perchè ho letto tutto il 3D che sottolineo QUANTO SOPRA.

Spooky_max
Inviato: 18/2/2011 16:31  Aggiornato: 18/2/2011 16:32
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/9/2007
Da: vetrina
Inviati: 99
 Re: La giostra impazzita
Calvero ti rendi conto di quanto tu sia snob?
E pure permaloso!

Max "the spooky"

"The future is unwritten" John Graham Mellor
rekit
Inviato: 18/2/2011 17:00  Aggiornato: 18/2/2011 17:00
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/9/2006
Da:
Inviati: 1151
 Re: La giostra impazzita
cit:
Calvero ti rendi conto di quanto tu sia snob?
E pure permaloso!
....................................
Beato te che riesci a leggerlo...io anche se lui non lo sa voglio un gran bene a Calvero ma a me si incartano le sinapsi alla terza riga dei suoi commenti, ed e' un limite mio che sia chiaro, sono incompatibile al suo stile di scrittura.

a_mensa
Inviato: 18/2/2011 17:09  Aggiornato: 18/2/2011 17:11
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/6/2009
Da: roncello (mi)
Inviati: 3180
 Re: La giostra impazzita
@ peonia

Citazione:
.....ma perchè non l'hanno fatto prima in svariati milioni, per cose molto ma molto, ma molto più importanti???? E' forse sulla priorità la spaccatura????


cosa credo che non capiate , te e tanti altri, è che per fare una manifestazione occorre qualcuno che si occupi di ORGANIZZARLA.
e non è una cosa facile !!
e dato che ne io, ne te, ne saremmo capaci, allora bisogna pensare per forza che debba esserci qualcuno o qualcosa dietro che "strumentalizza"? dai, prova a vedere le cose più semplici ! la differenza tra noi è solo che io mi rendo conto della mia incapacità, voi forse, e questo lo porto come motivo più plausibile senza poterne essere certo, non volendo ammettere tale limite , pensate che chi ci riesce debba essere una specie di "specttre".
no peonia, sono solo più abili in questo, oppure hanno partecipato ad organizzarne altre, e quindi sanno come si fa.
è tanto semplice la risposta, basta accettare i propri limiti che non devono esser per forza quelli di tutti.
lui è più abile in una cosa, io in un'altra, e non c'è nulla di male in questo, no ? ci mettiamo insieme ed abbiamo DUE abilità !

non vorrei mai appartenere ad un club che avesse me come socio.
yarebon
Inviato: 18/2/2011 17:13  Aggiornato: 18/2/2011 17:13
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2366
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
Vi sfugge un concetto, gli ideali edonisti attecchiscono poiché sono nella nostra indole, e se non si ha uno spirito forte e una dignità sincera non possono essere combattuti. E per combatterli non bisogna scendere in piazza, ma cambiare il nostro stile di vita ipocrita. E non bruciare in fuochi di paglia ... finiti i fuochi di artificio ... si ritorna tutti a belare ....


Forse ti sfugge il fatto che quelle persone almeno in quella giornata sono sfuggite ad una categorizzazione sociale e alla cultura edonista, presentandosi come donne che vogliono essere viste come persone e non come oggetti ed in quel caso quel gesto è stato una risposta, ripeto è stata una manifestazione idealista e per questo meritevole, non una delle solite manifestazioni riguardanti una categoria lavorativa o un particolare problema della società.
Le manifestazioni contro la guerra non fermano la guerra, ma guai a non farle. L'attività del cittadino deve essere operare nella società per cambiarla, non certo scendere semplicemente in piazza, ma la nostra società da questo punto di vista ci isola e ci lega le mani, ecco perchè tramite le strutture di comunicazione a rete e la scesa in piazza che non deve essere solo manifestazione, si può aprire un processo molto più significativo.
Il gregge (dispiace il termine, ma siamo attualmente così) non lo si cambia sbraitando o filosofeggiando, molte conquiste positive o meno che si voglia, sono venute proprio da un movimento di piazza e dietro il movimento di piazza c'è sempre un'idea, un'organizzazione, un dibattito, non bisogna vedere solo la sua manifestazione esterna che è la semplice manifestazione. Chi è sceso in strada contro le discariche ha manifestato ad esempio compiendo un'azione operativa.

Citazione:
l futuro non esiste. Mettiamocelo in testa una beata volta.


Il futuro lo creiamo noi, non è opera dello spirito santo.

marcocedol
Inviato: 18/2/2011 17:14  Aggiornato: 18/2/2011 17:20
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/6/2006
Da: Torino
Inviati: 1340
 Re: La giostra impazzita
Proviamo a fare un pò di chiarezza, dal momento che ritengo sia necessario.

1) sono stato accusato di non avere offerto risposte argomentate e di essermi solamente inalberato per la qualifica di pseudo intellettuale affibbiatami da alcuni commentatori.
Se non ho risposto argomentando significa che ritenevo di avere espresso appieno il mio pensiero all'interno dell'articolo, nè avevo riscontrato critiche argomentate che meritassero risposte di uguale tenore.
Se vi urta il fatto che mi inalberi di fronte alle etichette sparate a vanvera me ne dispiaccio, ma purtropo continuerò ad inalberarmi di fronte alle offese gratuite, poichè tale ateggiamento fa parte del mio carattere.

2) è stato scritto che il mio articolo sarebbe la fotocopia di quello di Solange. Solo chi non abbia letto gli articoli o sia in mala fede può affermare una fesseria di questo genere, dal momento che a parte qualche assonanza sulla questione della manifestazione del 13 si tratta di due lavori completamente diversi. La brava Solange ha scritto un articolo analizzando la manifestazione del 13, io ho fatto un'analisi generale, all'interno della quale ho parlato anche di detta manifestazione. Lei ha puntato il dito su "perchè riguardo a Ruby e non ad altre decine di colpe del premier?" io ho scritto nella sostanza "perchè riguardo a Ruby e non ad altri argomenti di focale importanza per le nostre vite ed il nostro futuro?" ma soprattutto ho focalizzato l'attenzione (possibile che nessuno l'abbia notato?) su "perchè la fiera del distinguo, laddove di fronte a problemi comuni a tutti noi dovremmo manifestarci uniti e non divisi in gruppi e sottogruppi?".

3) sono stato accusato di avere trattato i manifestanti del 13 in maniera offensiva, additandoli come lobotomizzati.
Ma in quale film l'avete visto?????????
Io ho parlato dei manifestanti del 13 con il massimo rispetto, così come ho sempre fatto all'interno dei miei articoli con tutti i manifestanti scesi in piazza a protestare per le più svariate ragioni, a prescindere dal fatto che ne condividessi o meno i contenuti. Dagli studenti dell'ex onda agli operai della Fiom, dal popolo chiamato a raccolta da Berlusconi a quello chiamato a raccolta dal PD, passando attraverso le mille cause ambientaliste o di qualunque altro genere.

4)Sono stato additato come persona che pontifica dietro ad una tastiera, parlando di piazze che neppure conosce non essendosi mai staccato dal pc.
Per vostra informazione negli ultimi 10 anni ho partecipato ad almeno 100 manifestazioni, spendendo tempo e soldi (che non avevo) e spesso passandomi nottate in pullmann e prendendo qualche manganellata. Qualcuna di esse ha contribuito a scongiurare (per ora) devastazioni economiche ed ambientali, la maggior sono state funzionali a creare qualche poltrona in consiglio comunale, provinciale o regionale, per alcune persone che hanno saputo raccogliere i frutti della piazza.

5) la manifestazione del 13 è stata raccontata come un risveglio delle coscienze che finalmente ha riportato la gente in strada.
Guardate che in Italia la gente in strada a protestare e fare manifestazioni c'è sempre stata, qualche giorno prima del 13 c'erano gli operai della Fiat che protestavano contro la truffa Marchionne, prima ancora i pastori sardi, i cittadini di Terzigno, della Val di Susa e l'elenco sarebbe infinito. il fatto che Repubblica ed il Corriere non mettano in prima pagina questi avvenimenti non significa che non siano accaduti. Nè il milione di persone che abitualmente raccolgono Berlusconi o il PD (forti della loro potenza mediatica) hanno maggiore valenza di quanta non ne abbiano centomila o diecimila persone.

6) io non ho scritto che le rivoluzioni (colorate o meno) che stanno avvampando in Nord Africa siano orchestrate da Soros. Mi sono limitato a riflettere su alcune incongruenze e qualche cortocircuito logico. Il tutto all'interno di una questione molto complessa e di difficile lettura che non può certo venire liquidata come semplice strumentalizzazione delle masse o altrettanto semplice rabbia popolare che prende la stura con il beneplacito di chi per mestiere la rabbia popolare è deputato a gestirla e governarla.

In conclusione se avete argomentazioni e critiche che prescindano dalle etichette a spoposito e dal mettermi in bocca fesserie che nell'articolo non ci sono, sarò sempre felice di leggerle.
Ma se vi eravate illusi, riguardo alla mia persona ed a questo sito, di trovare ripetitori entusiasti delle gesta di Santoro, delle future ambizioni di Rosy Bindi e di tutte le scimmiette ammaestrate che intorno alla critica sterile su Belusconi stanno costruendo il proprio status quo e le proprie fortune economiche, credo foste veramente fuori strada

Makk
Inviato: 18/2/2011 17:29  Aggiornato: 18/2/2011 17:29
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/12/2009
Da:
Inviati: 933
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
M: La coerenza, nelle manifestazioni, è solo quella di scendere in piazza, tesimoniando una genericissima adesione a un argomento proposto come fulcro di quella particolare azione.
Cosa che è anche rivelata dall'etimologia: "manifestare", rendere manifesto, visibile.
C: C'è un piccolo termine con cui inganni il processo. Questa è la coerenza DELLE manifestazioni e non NELLE manifestazioni.

Haha, nice try.
Solo che io parlo delle manifestazioni. Tu cerchi di colpevolizzare ogni singolo manifestante. Esamino il fenomeno (come Cedolin), tu il dettaglio (a differenza di Cedolin).
E non hai speranza di fare altro che continuare ad ammucchiare "sensazioni", perché il compito che ti sei assunto è troppo vasto per chi non sta nel tuo cervello.
Legittimo. Ma anche fuffa.

Non solo: chiarisci anche che è colpevole oggi e domani. In questo sei allineato con Solange, solo che anche lei esamina il fenomeno.

Le masse sono la somma di individui ma non viceversa. Non si può psicologizzare un fenomeno sociologico per pervenire alla profilazione del singolo. Che invece è quello che credi di poter fare.

Citazione:
come contorcere discussioni sui sentimenti e le emozioni in "ragionamenti circolari" ... quando sono proprio i sentimenti e le emozioni a guidare le azioni umane e in primis queste sotto accusa.

L'unico contorcimento è questo tuo: siccome le emozioni guidano le azioni allora possiamo bypassare l'analisi del fenomeno collettivo, fenomeno che invece le emozioni le appiattisce per sua natura (collettivo vuol dire appunto che è il minimo comun denominatore fra i partecipanti).

Sorvoliamo sull'apodittico "sono emozioni e sentimenti che guidano ecc", come se non esistesse tutto il resto. Torneremmo alla visione "eroica" del gesto istintivo e valido in quanto tale. Sostieni di non avere questa visione...

Citazione:
Il discorso è invece chiaro e lampante, è deleterio che tu lo voglia fare diventare subdolo per non "scendere" a discuterne.

Ammetto: le tue "verità" di accecante evidenza sono... poco evidenti.
Niente di subdolo. Semplicemente non sono che lampi di consapevolezza collegati fra loro nel tuo cervello. A noi fare le connessioni che tu non sai, non puoi o non ti degni di comunicare.
un po' "scendo" a discutere. Dopo un tot mi rompo.
Fai meno il santone e ne riparliamo.

Citazione:
Non so in che mondo tu viva ... ma la vita del ceto medio e sotto/medio (anche se non esiste il termine) la conosco profondamente.

La "teoria della finestra rotta" smentisce la tua "esperienza". Again: se fai meno il santone ne riparliamo, al momento mi sembra poco percorribile. Più o meno come la "storicità delle piazze", che per te è monolitica e per me evolutiva.

Citazione:
Il popolo Boe (che esiste per tua informazione) non ha nulla dell'intellettualità neutrale che state mostrando ... come esercizio astratto. Ridicolo.

"Per mia informazione" basterebbe Wiki, se non sapessi già di che si tratta.
La sottocategoria dispregiativa comune la conosco. L'accezione di Calvero non mi azzardo a controbatterla, al massimo ipotizzo che sia l'ennesima radicalizzazione di un concetto per convertire una parte (semantica) e dichiararla arbitrariamente "il tutto".
Cosa sia la "intellettualità neutrale" è un altro dei tuoi inconoscibili.

Citazione:
Negarsi una visione di insieme per cosa?

Partecipare a una manifestazione non è "negarsi di una visione" e nemmeno "fornirsi di una visione". E', da progetto e da etimologia, un atto comunicativo, non [necessariamente e per tutti] un atto elaborativo.

Citazione:
La realtà lì fuori è fatta di persone in buona fede, pilotate come è stato argomentato. E la realtà lì fuori non vuole ammettere che è la quotidianità che non vuole cambiare, poiché il superfluo è diventato il necessario ....

E' stato argomentato e non è neanche particolarmente controverso.

E' il seguito (la quotidianità non vuole cambiare) che è il problema (uno dei) in discussione. In discussione fra chi non ha già le certezze definitivamente in tasca, intendo.

Il terzo membro, che la quotidianità sia granitica e che il suo farsi pietra sia dovuto al consumismo, è plausibile. Ma incompleta, come analisi. Si può consentire col ruolo del consumismo e dissentire sul granitico.

Citazione:
la ricetta è semplice. E ci sono 50 anni a dimostrare che non funziona.

Falso.
Intanto la storia non è "semplice". Poi gli ultimi 50 non dimostrano affatto quello che pretendi tu.
Anzi. Casomai dimostrano che ha funzionato per un bel periodo, che a certe condizioni potrebbe funzionare in qualsiasi momento, che sta continuando a funzionare altrove.

complo
Inviato: 18/2/2011 17:30  Aggiornato: 18/2/2011 17:30
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
Se non ho risposto argomentando significa che ritenevo di avere espresso appieno il mio pensiero all'interno dell'articolo, nè avevo riscontrato critiche argomentate che meritassero risposte di uguale tenore.


Se in 123 commenti non sei riuscito a trovare NEANCHE UNA critica argomentata, mi sembra evidente che:

- o sei tu un "attimino" arrogante e permaloso

- o stai scrivendo su un sito di imbecilli (neanche UNA critica argomentata in 123 interventi!).
Lascialo al più presto......

marcocedol
Inviato: 18/2/2011 17:45  Aggiornato: 18/2/2011 17:45
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/6/2006
Da: Torino
Inviati: 1340
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
Se in 123 commenti non sei riuscito a trovare NEANCHE UNA critica argomentata, mi sembra evidente che: - o sei tu un "attimino" arrogante e permaloso


Cosa vuoi farci, sono le mie peculiarità

Citazione:
- o stai scrivendo su un sito di imbecilli (neanche UNA critica argomentata in 123 interventi!).


Nei casi come il tuo potrebbe essere un'ipotesi fondata.

Citazione:
Lascialo al più presto......


Massimo mi pubblica, quando lo ritiene giusto, se smetterà di farlo non avrò certo nulla da obiettare, dal momento che il mio lavoro non è in questa sede remunerato.
Se me lo permetti, complo, della sua opinione ho grande considerazione, di quella di coloro che dispensano etichette e mi mettono in bocca parole mai dette davvero molta meno

a_mensa
Inviato: 18/2/2011 17:53  Aggiornato: 18/2/2011 18:04
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/6/2009
Da: roncello (mi)
Inviati: 3180
 Re: La giostra impazzita
@ Marco Cedolin
innanzitutto permettimi di manifestare la mia stima ad una persona che, lanciata la pietra, non ritira la mano !
è stato postato un tuo scritto, e molto correttamente tu hai seguito l'evoluzione delle reazioni, e hai risposto, e questo, dal mio punto di vista , è un grosso punto a tuo favore, che aiuta, forse, a dare un senso al tuo scritto.
è vero ch eè diverso da quello di madame Solange, ma è questo finale, ch enon mi è piaciuto e che ti ha appaiato alla signora in questione.

Citazione:
Ma perchè insistere nella sottile arte del dividi et impera, separando i cittadini in categorie, in etnie, in gruppi sociali? Perchè le donne, gli operai, i disoccupati, i precari, gli studenti, il mondo della cultura e quello del lavoro? Perchè la fiera del distinguo, laddove ai problemi comuni occorrerebbero risposte comuni?

Problemi comuni che, non me ne vogliano le donne di "se non ora quando", non sono costituiti da Ruby rubacuori e dalle feste di Arcore, dalle telefonate della Minetti o dalle escort, peraltro consenzienti e ben felici di suggere denaro facile, in una società morta dentro che sopravvive attraverso il proprio guscio di esteriorità monetizzabile.

Problemi comuni e seri che parlano il linguaggio della disoccupazione, della mancanza di prospettive per noi e per i nostri figli, destinati a vivere in un ambiente devastato, senza aria da respirare e con le corsie dei reparti oncologici infantili sempre più piene. Il linguaggio di una società in via di decomposizione, che non è esclusivo appannaggio dell'Italia ma al contrario di tutto l'Occidente, nè unica responsabilità di Berlusconi, bensì della politica tutta.

Per scendere dalla giostra, trasformandosi in persone che nutrono sinceramente la velleità di cambiare qualcosa, non donne, uomini, operai, impiegati, di sinistra di destra, di centro, laici e cattolici, biondi e bruni, non sarà mai troppo presto, sempre che la degenerazione appiccicata alle nostre vite ce ne lasci ancora il tempo.


dici che è un errore dividerci, e forse non ti accorgi che siamo GIA' divisi ?
non ti dice nulla questo 3d ?
e poi cadi anche tu nel "ben altrismo" ... ci sono problemi maggiori , e chi non lo vede? ed è proprio invece sul "E ALLORA ?" che ci si divide.
credi non sappia che di problemi maggiori ce ne sono a bizzeffe ? basta scegliere, anche a occhi chiusi, ma è il cosa FARE allora che ci divide.
per me, qualsiasi reazione a qualsiasi offesa è la benvenuta perchè credo, e di questo sono convinto, che il male moderno, di noi uomini e donne attuali, è l'essere isolati, non parlarci più, non riconoscerci più .... scorri tutti i blog, quanti vedi presentarsi con nome e cognome ? tu lo fai, io lo faccio, perchè anche a questo do un significato.
io vorrei delle controparti, nel confronto di idee, uomini o donne, veri, non nick names. se l'unico modo per ritrovare un po la dignità di se stessi, è quello di scendere in piazza , anche per futili motivi, ben venga.
quando ci saremo ritrovati, forse, io lo ritengo probabile, avremo anche il coraggio di affrontare temi più difficili, dove magari il potere schiererà polizia e manganelli.
non mi importa ormai più di perchè o percosa si manifesta.... ormai sono convinto che per ritrovare delle persone ( e con ciò alludo a persone intere, con corpo , anima e fiere di avere una identità) sia necessario ritrovarsi, guardarsi e capire che si può fare, si può anche essere uniti pro o contro qualcosa.
quindi , per me, ogni manifestazione è un "evviva, c'è qualcuno vivo !".


ps. e mi pare, viste le reazioni, che questo , alla fine , sia cosa disturba di più il potere, che ci prova a combatterlo in tutti i modi, alternativamente con la repressione o l'indifferenza.

non vorrei mai appartenere ad un club che avesse me come socio.
reby
Inviato: 18/2/2011 17:57  Aggiornato: 18/2/2011 17:57
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/8/2006
Da:
Inviati: 135
 Re: La giostra impazzita
leggendo i commenti non mi stupisce affatto che le cose non cambino mai, sinceramente non pensavo che anche nell'ambito della controinformazione, che a me almeno ha insegnato a pormi domande ci fosse chi ritiene una marcetta della domenica a comando di un partito risolutiva per il risveglio della coscienza, e le altre proteste che Cedolin citava? Quelle occultate dai media che invece a questa marcetta hanno dedicato addirittura la diretta?

Nessuna domanda? Quindi tutto normale, quindi, se qualcuno avesse letto la piattaforma ben nascosta nel sito della manifestazione è vero l'assioma

"via Berlusconi ripristinata la dignità femminile" perché questo c'era scritto in sostanza.

E le donnine in tangenziale? Quelle vanno bene per le donne del 13?E quelle son state messe lì dal Silvio per suo uso esclusivo?

Quindi secondo voi è stata esiziale e rivoluzionaria, incisiva al punto dal ledere lo status quo, per cui un giornale come Repubblica, noto per essere sempre dalla parte del più debole ne ha dato la giusta rilevanza?

Non è stato nemmeno capito cosa significa marciare contro una cosa concreta (che so, contro la Biagi guardacaso mai fatta da nessuno) o contro le missioni di guerra o contro la fuffa, ovvero la dignità delle donne (lesa ovviamente esclusivamente dal sig. Silvio).

Non siete nemmeno in grado di capire quando vi strumentalizzano, figuriamoci se siete in grado di andare ad incidere il sistema!

QUindi, no Berlusconi, giusto, non condivido niente della sua politica neoliberista, ma chi dice NO Berlusconi, mi sa indicare chi altro POTREBBE REALIZZARE UNA POLITICA OPPOSTA ALLA SUA?

Bersani? Draghi? D'Alema? Montezemolo?

Ce le vogliamo porre ste domande o aspettiamo che sia troppo tardi?
Bisogna stare attenti a ciò che si desidera, chi lo dice che tolto il B se ci viene Montezemolo o la Bindi PER L'ITALIA RISVEGLIATA NELLE COSCIENZE CAMBI TUTTO?

La gente non perderà il lavoro? I disoccupati avranno un sussidio? Sarà eliminata la Biagi? Sarà ripubblicizzata la banca d'Italia? Usciremo dall'euro? Ritireremo i soldati dagli scenari di guerra us-raeliana?

Scusate se prima di alzare il culo e perdere tempo lo voglio sapere prima perché e per chi marcio, è difficile da capire?

Perché quella cosiddetta alternativa che si è spacciata tanto diversa era solo l'altra faccia di una politica neoliberista ed a me marciare per sti soggetti non frega nulla.

No, pensiamo alla fuffa della domenica va.

Makk
Inviato: 18/2/2011 18:05  Aggiornato: 18/2/2011 18:05
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/12/2009
Da:
Inviati: 933
 Re: La giostra impazzita
@ marcocedol:
Avendoti criticato, ma non avendo messo in questione nessuno dei 6 punti che elenchi mi sento di sottoscrivere che hai ragionissima su tutte le "difese" del tuo pensioro.

puntualizzo solo la parte in cui ampli il tuo pensiero originale:
Citazione:
5) la manifestazione del 13 è stata raccontata come un risveglio delle coscienze che finalmente ha riportato la gente in strada.
Guardate che in Italia la gente in strada a protestare e fare manifestazioni c'è sempre stata, [cut] Nè il milione di persone che abitualmente raccolgono Berlusconi o il PD (forti della loro potenza mediatica) hanno maggiore valenza di quanta non ne abbiano centomila o diecimila persone.

Questo non è stato argomentato (o comunque non ripetutamente, con forza, o convinzione).

L'obiezione è stata principalmente che tutte le manifestazioni hanno la valenza minima (salvo sviluppi) e in potenza di risvegliare qualcosa.
Cosa che, di sostanza, tu neghi. Sembri invece dire che ci sono manifestazioni utili (valide, importanti, scegli tu) e altre no. E che la settorializzazione degli obbiettivi politici sia un "dividi et impera".

Ti va di spendere due parole in più su questo?

E, un paio di dettagli:
[1] Berlusconi ne porta "abitualmente" un milione in piazza? A parte le sue dichiarazioni, hai altre fonti?
Perché io ho memoria solo dei 250.000 scarsi del 20 marzo. Foto aeree di confronto coi 250.000 del primo maggio, e il Giornale stesso non ha avuto il coraggio di rivendicarne più di 500.000.
il che già torna: i grossi partiti possono, con parecchio sforzo organizzativo, emulare ogni tanto una piazza. Il PDL paga pullman e cestino-pranzo, come il PD fa coi suoi pensionati (il 50% degli iscritti alla CGIL sono dello SPI).
Ma... (sono ripetitivo, lo so) abitualmente?

[2] Il PD ha una paura fottuta della piazza. E contemporaneamente un desiderio disperato di cavalcare quelle spontanee, con figuracce annesse, per rimediare alla inarrestabile crisi di rappresentanza popolare. Qui da me il PD è dentro un coordinamento di "gentaccia" (associazionismo, centri sociali, brrrr...) che non toccherebbe neanche con un palo, di norma...
Sappiamo tutti che la conflittualità sociale è inscritta nella crisi economica, i focolai scoppi/ano/eranno. Loro tenteranno di "seguire la corrente".
Ma sappiamo tutti che, laddove sono al governo invece che all'opposizione, i focolai li fanno riunire in fretta e furia, terrorizzati dall'idea che il fottuto elettorato di centro li abbandoni: l'esito è che manderanno i celerini, più in fretta e riflettendo di meno di quanto farebbe il centrodestra.
Questo io lo chiamo "perdere il controllo", non "manipolare". Ti pare?

complo
Inviato: 18/2/2011 18:06  Aggiornato: 18/2/2011 18:06
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
Cosa vuoi farci, sono le mie peculiarità


Ti fa onore riconoscerlo

Citazione:
Nei casi come il tuo potrebbe essere un'ipotesi fondata.


Del resto avevi detto sopra che eri arrogante e permaloso...

Ti faccio "imbecillemente" notare però che i commenti sono stati 123 e che tu hai detto: "Se non ho risposto argomentando significa che ritenevo di avere espresso appieno il mio pensiero all'interno dell'articolo, nè avevo riscontrato critiche argomentate che meritassero risposte di uguale tenore".
Quindi stai dando dell' imbecille aTUTTI quelli che hanno criticato, non solo a me.

Citazione:
Massimo mi pubblica, quando lo ritiene giusto, se smetterà di farlo non avrò certo nulla da obiettare, dal momento che il mio lavoro non è in questa sede remunerato.
Se me lo permetti, complo, della sua opinione ho grande considerazione, di quella di coloro che dispensano etichette e mi mettono in bocca parole mai dette davvero molta meno.


Ottimo!
Tieni solo in considerazione chi ti pubblica e non chi ti legge e vedrai che andrai lontanissimo.

complo
Inviato: 18/2/2011 18:29  Aggiornato: 18/2/2011 18:30
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
leggendo i commenti non mi stupisce affatto che le cose non cambino mai, sinceramente non pensavo che anche nell'ambito della controinformazione, che a me almeno ha insegnato a pormi domande ci fosse chi ritiene una marcetta della domenica a comando di un partito risolutiva per il risveglio della coscienza, e le altre proteste che Cedolin citava? Quelle occultate dai media che invece a questa marcetta hanno dedicato addirittura la diretta?


Ben vengano anche le altre proteste. Nessuno ha detto il contrario.
Semmai è chi critica quella delle donne (vedi Calvero) che ha detto "TUTTE LE PROTESTE SONO INUTILI". Prenditela con lui.
Primo strawman


Citazione:
Nessuna domanda? Quindi tutto normale, quindi, se qualcuno avesse letto la piattaforma ben nascosta nel sito della manifestazione è vero l'assioma "via Berlusconi ripristinata la dignità femminile" perché questo c'era scritto in sostanza.


Ma va. C'era scritto che Berlusca offende la dignità della donna e non che via lui si ripristinerebbe d' incanto.
Secondo strawman

Citazione:
Quindi secondo voi è stata esiziale e rivoluzionaria, incisiva al punto dal ledere lo status quo, per cui un giornale come Repubblica, noto per essere sempre dalla parte del più debole ne ha dato la giusta rilevanza?


Nessuno ha detto sia stata "esiziale e rivoluzionaria" al punto di ledere lo status quo.
Terzo strawman (con aggiunta di ossessione per repubblica )

Citazione:
E le donnine in tangenziale? Quelle vanno bene per le donne del 13?E quelle son state messe lì dal Silvio per suo uso esclusivo?


Certo che non vanno bene e certo che non le ha messe Berlusca.
Quarto strawman che sottointende "ve ne fregate delle prostitute in tangenziale".

Citazione:
Non è stato nemmeno capito cosa significa marciare contro una cosa concreta (che so, contro la Biagi guardacaso mai fatta da nessuno) o contro le missioni di guerra o contro la fuffa, ovvero la dignità delle donne (lesa ovviamente esclusivamente dal sig. Silvio).


NESSUNO HA FATTO MANIFESTAZIONI CONTRO LA LEGGE BIAGI?
Ma vivi in Italia?

E sai chi le criticava?
Gli stessi che criticano la manifestazione di Sabato.

Citazione:
Non siete nemmeno in grado di capire quando vi strumentalizzano, figuriamoci se siete in grado di andare ad incidere il sistema!


Meno male ci sei tu!
A te "non la si fa"................


Citazione:
QUindi, no Berlusconi, giusto, non condivido niente della sua politica neoliberista, ma chi dice NO Berlusconi, mi sa indicare chi altro POTREBBE REALIZZARE UNA POLITICA OPPOSTA ALLA SUA?

Bersani? Draghi? D'Alema? Montezemolo?

Ce le vogliamo porre ste domande o aspettiamo che sia troppo tardi?
Bisogna stare attenti a ciò che si desidera, chi lo dice che tolto il B se ci viene Montezemolo o la Bindi PER L'ITALIA RISVEGLIATA NELLE COSCIENZE CAMBI TUTTO?

La gente non perderà il lavoro? I disoccupati avranno un sussidio? Sarà eliminata la Biagi? Sarà ripubblicizzata la banca d'Italia? Usciremo dall'euro? Ritireremo i soldati dagli scenari di guerra us-raeliana?




Ebbè immancabile arriva il "TUTTI UGUALI"

Citazione:
Scusate se prima di alzare il culo e perdere tempo lo voglio sapere prima perché e per chi marcio, è difficile da capire?


Questo è giusto. Mi fa piacere terminare con l'unica cosa che condivido del tuo post.
Buon WE.

Calvero
Inviato: 18/2/2011 18:36  Aggiornato: 18/2/2011 18:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
aha, nice try.
Solo che io parlo delle manifestazioni. Tu cerchi di colpevolizzare ogni singolo manifestante. Esamino il fenomeno (come Cedolin), tu il dettaglio (a differenza di Cedolin).
E non hai speranza di fare altro che continuare ad ammucchiare "sensazioni", perché il compito che ti sei assunto è troppo vasto per chi non sta nel tuo cervello.
Legittimo. Ma anche fuffa.


Non hai detto assolutamente niente. Non c'è nulla da ammucchiare, il mucchio era quel serpente senza testa nelle piazza che si dimenava in cerca di rivalse effimere. Invece di continuare a colpevolizzare l'unica forma che può mettere in luce la sostanza di questa ipocrisia, dimostra che non vi era ipocrisia. Se ci riesci. Il gregge di pecore belanti predicano bene e razzolano male era lì fuori chiamandosi a nome delle "donne" e di un Italia indignata che esiste solo sulla carta. In tutta la sua palese ipocrisia.

Citazione:
La "teoria della finestra rotta" smentisce la tua "esperienza". Again: se fai meno il santone ne riparliamo, al momento mi sembra poco percorribile. Più o meno come la "storicità delle piazze", che per te è monolitica e per me evolutiva.


Vecchio gioco ripetuto come un mantra. Te lo ridico. Dimostra che l'Italia non sia un paese fondamentalmente ipocrita e ne riparliamo. In tutti questi anni etichetto santoni solo tutti quelli che parlano di dogmatici assunti indimostrabili se non nel volere dettare Leggi e Religioni... e mai, agli avversari addito etichette, se non riesco a confrontarmi. Qui ci sono due parerei avversi, il mio e il tuo, non fa di me un santone e di te uno stronzo. Confuta le mie opinioni e non rompere i coglioni.

Citazione:
"Per mia informazione" basterebbe Wiki, se non sapessi già di che si tratta.
La sottocategoria dispregiativa comune la conosco. L'accezione di Calvero non mi azzardo a controbatterla, al massimo ipotizzo che sia l'ennesima radicalizzazione di un concetto per convertire una parte (semantica) e dichiararla arbitrariamente "il tutto".
Cosa sia la "intellettualità neutrale" è un altro dei tuoi inconoscibi


e insisti... un altra maniera per dare del santone invece di argomentare, sei capace di renderti "ignorante" per poter dire .. non so di cosa parli. In modo che ci si deva perdere a dire cosa si sta dicendo e non cosa si è detto. L'intellettualità neutrale è la tua forma mentis, che si è manifestata nei tuoi racconti che non hanno appoggio nella realtà. Una cosa fine a sé stessa, che non fa i conti con le cause ma solo con le colpe e le relative frustrazioni del popolino.

Citazione:
Partecipare a una manifestazione non è "negarsi di una visione" e nemmeno "fornirsi di una visione". E', da progetto e da etimologia, un atto comunicativo, non [necessariamente e per tutti] un atto elaborativo.


Concordo. Ed è assolutamente deprecabile nel momento che si assume la responsabilità di un "nome" (dignità) e di una certa iconografia. SE mi vuoi dire che non avere uno scopo costruttivo, è un atto legittimo, beh .. allora ben venga (bella roba) ...poiché questo fa... cioè riempie il nulla di un altro spazio vuoto e in più, da la possibilità di testare il livello di rincoglionimento della coscienza collettiva che perde di vista le priorità che tanto, tra le righe, si illude di perseguire.
Uguale = ipocrisia

Citazione:
Il terzo membro, che la quotidianità sia granitica e che il suo farsi pietra sia dovuto al consumismo, è plausibile. Ma incompleta, come analisi. Si può consentire col ruolo del consumismo e dissentire sul granitico.


Roba da salotto. Questa. In offesa a coloro che veramente si spaccano il culo e non hanno neanche tempo di correre alle manifestazioni. Basterebbe il maggior risultato con il minimo sforzo. Cambiare il nostro stile di Vita ipocrita e il castello di carte comincerebbe a cedere, non solo ... il Potere (ovunque si trovi) non avrebbe terreno sotto i piedi per poter contrastare qualcuno, e si sarebbe invisibili e potenti come il Potere stesso.

Citazione:
Intanto la storia non è "semplice". Poi gli ultimi 50 non dimostrano affatto quello che pretendi tu.
Anzi. Casomai dimostrano che ha funzionato per un bel periodo, che a certe condizioni potrebbe funzionare in qualsiasi momento, che sta continuando a funzionare altrove.


Falso lo dico io. Bugia. La storia è SEMPLICISSIMA da intendere. Fatta da una massa rincoglionita di ideali e da un potere che riesce a manipolarla adattandosi di volta in volta. La massa invece di adattarsi trova sempre, invece, nuove maniere di urlare la sua patetica frustrazione e, quando le va bene, può anche intonare il suo canto del Cigno. Che soddisfazione ragazzi. Quando va bene.

Cosa ha funzionato ??? è un problema sempre attuale non avere la visione di insieme mi pare. Ogni problema falsamente risolto in un decennio serve a creare il terreno di controllo per il decennio a venire. Come questo decennio sta dimostrando. E gli illusi scesi in piazza stanno preparando il nuovo terreno per il controllo del decennio a venire. E tra un po, neanche su LC si potrà scrivere ...

grazie anche al contributo degli urlatori della domenica e della sentita partecipazione al nulla ....

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Makk
Inviato: 18/2/2011 18:41  Aggiornato: 18/2/2011 18:41
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/12/2009
Da:
Inviati: 933
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
reby:
Non siete nemmeno in grado di capire quando vi strumentalizzano, figuriamoci se siete in grado di andare ad incidere il sistema!

Cazzo, in compenso siamo fortunati che tu ci avverti. Grazie.

Citazione:
Scusate se prima di alzare il culo e perdere tempo lo voglio sapere prima perché e per chi marcio, è difficile da capire?

Tranqui è facilissimo.
Lascia lì il tuo culo.

Io adesso devo alzare il mio per andare a una stupida riunione sull'antifascismo.
Francamente non me ne frega proprio niente della riunione, ma tant'è, tocca farlo perché ultimamente i fasci vanno a intimidire qua e là quei pochi luoghi* dove le persone si incontrano e discutono, e questa iniziativa sembra fatta apposta: miele per le mosche di casa pound. Allora si và ad annoiarsi ma a presidiare. Due palle.

Purtroppo, quella riunione è un'iniziativa promossa da una rete antirazzista. Se gli vanno bene le iniziative, magari si sentono incoraggiati nell'altro loro progetto di uno sportello per gli immigrati con consulenza legale e sanitaria.

E quel posto che vado stupidamente a presidiare è dove si riuniscono tipo carbonari i precari del grosso centro commerciale qui dietro, sono pochi, poverini, ma piano piano ne arriva uno in più oggi, uno domani, uno sparisce perché non gli rinnovano il contratto... robaccia inutile, mi rendo conto, che non garantisce che ci saranno lotte sindacali (e vincenti come da tuoi desiderata) a Carrefour o Auchan.

Così come lo sportello per le sanatorie delle case popolari, il gruppo d'acquisto solidale, il mercatino biologico una volta al mese nel cortile della XXXXX occupata, i precari della scuola, i ragazzini del coordinamento gruppi rock emergenti, e tutte queste merdate inutili che succedono in quel posto, che idiotissimamente mi piace che rimanga aperto e fruibile


Ma, don't worry, il tuo culo sta bene sulla relativa poltrona. Gli appartiene, stante le garanzie che chiedi prima di muoverlo.




*pochi posti, già ma stranamente ne stanno nascendo di nuovi, ultimamente qui intorno. Sarà senz'altro l'influsso della Conchita che ci manipola tutti... non c'entra niente che la crisi sbatte in faccia a un sacco di gente il fatto che qualcosa non funziona.

Calvero
Inviato: 18/2/2011 18:46  Aggiornato: 18/2/2011 18:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
Forse ti sfugge il fatto che quelle persone almeno in quella giornata sono sfuggite ad una categorizzazione sociale e alla cultura edonista,


sono sfuggite a un bel cazzo di niente collega. Scendiamo dal pioppo. Sono già in poltrona a guardare grande fratello.

Citazione:
Le manifestazioni contro la guerra non fermano la guerra, ma guai a non farle.


Errato. Ennesima valvola di sfogo dell'era moderna. Le manifestazioni hanno sempre peggiorato le cose.

Citazione:


... sono venute proprio da un movimento di piazza e dietro il movimento di piazza c'è sempre un'idea, un'organizzazione, un dibattito, non bisogna vedere solo la sua manifestazione esterna che è la semplice manifestazione. Chi è sceso in strada contro le discariche ha manifestato ad esempio compiendo un'azione operativa.


Sbagliato le idee sono sempre state figlie di borghesie e signori dietro una scrivania. In piazza si è sempre e soltanto fatto caciara, e creato un senso di calorosa solidarietà. Come quando si è ubriachi e ti sembra di essere buono e più felice. Passata l'ubriacatura della piazza, il cetriolo ti ritorna nel culo.

Citazione:
Il futuro lo creiamo noi, non è opera dello spirito santo.


Tu (tu generico) non crei nessun futuro. Tu puoi solo manipolare a vantaggio o a svantaggio il tuo presente. La tua è l'infarcitura di una dottrina che ci hanno "insegnato" a scuola.

La vera rivoluzione è cambiare noi stessi.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Calvero
Inviato: 18/2/2011 18:50  Aggiornato: 18/2/2011 18:50
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
Beato te che riesci a leggerlo...io anche se lui non lo sa voglio un gran bene a Calvero


... come a quei dementi sulla panchina di un giardino pubblico che parlano di quando erano bambini, si lo so ... è così che mi tratti

ma accetto il complimento

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Calvero
Inviato: 18/2/2011 18:51  Aggiornato: 18/2/2011 18:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
Calvero ti rendi conto di quanto tu sia snob?
E pure permaloso!


assolutamente sì

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Spooky_max
Inviato: 18/2/2011 18:57  Aggiornato: 18/2/2011 18:57
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/9/2007
Da: vetrina
Inviati: 99
 Re: La giostra impazzita
Essendo limitato e non potendo raggiungere gli alti livelli necessari alla comunicazione con sua maestà cercherò di esprimermi con cose semplici.. Dunque, ricapitolando:
la piazza no!
la poltrona no!
la tastiera no!
la crocetta sul foglio no!
la protesta no!
Allora dicci un po': per tutti i problemi e ne sono stati elencati tanti da te negli ultimi due giorni che soluzione proporresti?
Cambiare noi stessi?
A Calvé ti possa tocca? .................

E non te la prendere eh! buon we

Max "the spooky"

"The future is unwritten" John Graham Mellor
Calvero
Inviato: 18/2/2011 19:01  Aggiornato: 18/2/2011 19:01
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: La giostra impazzita
non ti preoccupare Spooky

è sempre la cosa più impossibile a portare amore

(PS non cambiare in New Age, quello che ho solo sintetizzato da altri Post, please )


poi, è risaputo, puoi mandarmi a fanculo senza che io sollevi proteste o risentimenti ... basta che lo fai col cuore

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
rekit
Inviato: 18/2/2011 19:24  Aggiornato: 18/2/2011 19:24
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/9/2006
Da:
Inviati: 1151
 Re: La giostra impazzita
cit:
. come a quei dementi sulla panchina di un giardino pubblico che parlano di quando erano bambini, si lo so ... è così che mi tratti
.....................
no no assolutamente, mi piace la passione che ci metti, e' solo (e te l'ho gia detto altre volte) che non riesco a seguirti per 300 post chilometrici.
dico seriamente, senza intenzione di fare ironia o di insultarti.

marcocedol
Inviato: 18/2/2011 19:28  Aggiornato: 18/2/2011 19:28
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/6/2006
Da: Torino
Inviati: 1340
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
innanzitutto permettimi di manifestare la mia stima ad una persona che, lanciata la pietra, non ritira la mano !


Grazie a_mensa, la stima è reciproca

Citazione:
dici che è un errore dividerci, e forse non ti accorgi che siamo GIA' divisi ? non ti dice nulla questo 3d ?


Verissimo, il fatto che siamo già divisi non significa che non sia un errore, al contrario ne rafforza il concetto.

Citazione:
quando ci saremo ritrovati, forse, io lo ritengo probabile, avremo anche il coraggio di affrontare temi più difficili, dove magari il potere schiererà polizia e manganelli. non mi importa ormai più di perchè o percosa si manifesta.... ormai sono convinto che per ritrovare delle persone ( e con ciò alludo a persone intere, con corpo , anima e fiere di avere una identità) sia necessario ritrovarsi, guardarsi e capire che si può fare, si può anche essere uniti pro o contro qualcosa. quindi , per me, ogni manifestazione è un "evviva, c'è qualcuno vivo !".


Il tuo pensiero ha una propria logica, lo rispetto, ma non riesco a condividerlo.
Per quanto mi riguarda non riuscirei a gioire a prescindere per ogni manifestazione. Ritengo impossibile non fare un distinguo fra le varie manifestazioni. Ci sono manifestazioni che affrontano temi che condivido ed altre che affrontano temi che mi sono estranei, manifestazioni spontanee nate dai cittadini ed altre organizzate da quegli stessi poteri che i cittadini li soggiogano.
Se forza nuova manifesta contro l'immigrazione o la sinistra radicale manifesta perchè l'immigrazione clandestina sia libera, non trovo in entrambi i casi motivo di condivisione o di evviva, anche se sarei disposto a lottare perchè ad entrambe sia garantito il diritto a manifestare.

marcocedol
Inviato: 18/2/2011 19:51  Aggiornato: 18/2/2011 19:51
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/6/2006
Da: Torino
Inviati: 1340
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
L'obiezione è stata principalmente che tutte le manifestazioni hanno la valenza minima (salvo sviluppi) e in potenza di risvegliare qualcosa. Cosa che, di sostanza, tu neghi. Sembri invece dire che ci sono manifestazioni utili (valide, importanti, scegli tu) e altre no. E che la settorializzazione degli obbiettivi politici sia un "dividi et impera". Ti va di spendere due parole in più su questo?


Ciao Makk,
senza dubbio ritengo che ci siano manifestazioni condivisibili, altre meno, altre per nulla. Come spiegavo ad a_mensa non penso che una manifestazione rappresenti un valore aggiunto a prescindere dalla sua piattaforma.
Non è la settorializzazione degli obiettivi politici a costituire un dividi et impera, anche se trattandosi di obiettivi politici forze politiche diverse avranno giocoforza posizioni ed obiettivi diversi.
Il dividi et impera al quale alludo io è quello costituito dalla forzatura operata dividendo la società in gruppi e sottogruppi che esaltano le differenze, anzichè cercare la coesione.
La maggior parte delle famiglie sono costituite da uomini e donne che hanno entrambi il problema di arrivare a fine mese, hanno entrambi il problema di respirare veleno, hanno entrambi i 10000 problemi connaturati nel nostro tempo. Perchè allora dividere le donne dagli uomini? Gli operai dagli impiegati? I precari dai disoccupati? Il nord dal sud? E così via, era questo il concetto.


Citazione:
E, un paio di dettagli: [1] Berlusconi ne porta "abitualmente" un milione in piazza? A parte le sue dichiarazioni, hai altre fonti? Perché io ho memoria solo dei 250.000 scarsi del 20 marzo. Foto aeree di confronto coi 250.000 del primo maggio, e il Giornale stesso non ha avuto il coraggio di rivendicarne più di 500.000. il che già torna: i grossi partiti possono, con parecchio sforzo organizzativo, emulare ogni tanto una piazza. Il PDL paga pullman e cestino-pranzo, come il PD fa coi suoi pensionati (il 50% degli iscritti alla CGIL sono dello SPI). Ma... (sono ripetitivo, lo so) abitualmente?


Berlusconi ne portò un milione in piazza (anche se in realtà fu Prodi a portarli) quando governava Prodi, il 20 marzo non furono più di 2/trecentomila. E oltre questa cifra non è andato neppure il PD, nonostante ci fosse Berlusconi al governo. I grossi partiti riescono a fare grandi manifestazioni usando i metodi che hai ben descritto tu. Ho scritto abitualmente intendendo quando ne hanno bisogno.
Anche sul presunto milione del 13 ci sarebbero molte riflessioni da fare. Innanzitutto è ben più facile radunare un milione di persone in 200 città, ognuna nella sua città, piuttosto che portarne 2 o trecentomila a Roma, non credi?

Citazione:
[2] Il PD ha una paura fottuta della piazza. E contemporaneamente un desiderio disperato di cavalcare quelle spontanee, con figuracce annesse, per rimediare alla inarrestabile crisi di rappresentanza popolare. Qui da me il PD è dentro un coordinamento di "gentaccia" (associazionismo, centri sociali, brrrr...) che non toccherebbe neanche con un palo, di norma... Sappiamo tutti che la conflittualità sociale è inscritta nella crisi economica, i focolai scoppi/ano/eranno. Loro tenteranno di "seguire la corrente". Ma sappiamo tutti che, laddove sono al governo invece che all'opposizione, i focolai li fanno riunire in fretta e furia, terrorizzati dall'idea che il fottuto elettorato di centro li abbandoni: l'esito è che manderanno i celerini, più in fretta e riflettendo di meno di quanto farebbe il centrodestra. Questo io lo chiamo "perdere il controllo", non "manipolare". Ti pare?


Vero, il PD credo abbia ormai perso completamente il controllo, anche della piazza, dal momento che non si manifesta più in grado di essere credibile. A manipolare la piazza in casi come questo non è il PD ma un insieme di forze di ben più ampia portata.

Calvero
Inviato: 18/2/2011 19:57  Aggiornato: 18/2/2011 20:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
quindi , per me, ogni manifestazione è un "evviva, c'è qualcuno vivo !".


Andrea non credi che sarebbe profondamente bello vedere il nostro prossimo non cedere ai dettami che mettono al centro dell'Europa il - profitto - e non l'uomo?

Lo intendiamo o no quanto siamo intimamente consumatori e non più uomini? siamo capaci di ammettere di aver dimostrato che siamo degli allocchi?

E tu vuoi scendere in piazza senza aver smesso di essere un consumatore? a cosa serve un consumatore vivo? sei capace a spiegarlo?

Un consumatore vivo è un uomo morto. In queste piazze è in mostra la nostalgia di quel che si dovrebbe essere, e non di quel che siamo. Troppo comodo. Non porta niente, se non a una solidarietà fine a sé stessa.

(ho scritto di meno così non le sento da Rekit)

PS

anche tu parli di sentimenti, di sentirsi VIVI ... e questa non sarebbe poesia? però a te non ti accusano di inutili emozioni..

non sono solo io che dovrebbe andare a fanculo

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
marcocedol
Inviato: 18/2/2011 20:00  Aggiornato: 18/2/2011 20:09
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/6/2006
Da: Torino
Inviati: 1340
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
Ti faccio "imbecillemente" notare però che i commenti sono stati 123 e che tu hai detto: "Se non ho risposto argomentando significa che ritenevo di avere espresso appieno il mio pensiero all'interno dell'articolo, nè avevo riscontrato critiche argomentate che meritassero risposte di uguale tenore". Quindi stai dando dell' imbecille aTUTTI quelli che hanno criticato, non solo a me.


Complo, da quando in qua rilevare di non avere riscontrato delle critiche argomentate che abbisognassero di una risposta equivale ad affermare che gli estensori di quelle critiche siano degli imbecilli? Mai mi sognerei di pensarlo.
A te non ho dato dell'imbecille, te lo sei dato da solo

Citazione:
Ottimo! Tieni solo in considerazione chi ti pubblica e non chi ti legge e vedrai che andrai lontanissimo.


Massimo prima di pubblicarmi mi legge anche, nonostante in tanti anni credo si sia ormai annoiato
Lontano ci sono già andato fin troppo, credimi, non ho l'ambizione di affiancare Saviano, Santoro o Travaglio, nel qual caso mi sarei limitato a scrivere soliloqui monocorde.

Calvero
Inviato: 18/2/2011 20:03  Aggiornato: 18/2/2011 20:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
non ho l'ambizione di affiancare Saviano, Santoro o Travaglio


... sappi che verrò a prenderti a calci in culo se mai ti "evolvessi" a cotanto eroismo giornalistico

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
o_dotor
Inviato: 18/2/2011 20:09  Aggiornato: 18/2/2011 20:09
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/11/2006
Da:
Inviati: 82
 Re: La giostra impazzita
Da quasi vent’anni ormai ho l’impressione che le persone che possono votare e soprattutto credere in Berlusconi si dividano in due categorie:

1) Coloro che possono trarre un vantaggio economico diretto dal suo potere politico: politici e giornalisti in vendita, avvocati e persone di spettacolo.
2) Coloro che non hanno i mezzi o la volontà per filtrare i messaggi dei media. Per intendersi quelli che credevano che uno che ancora non era in politica potesse promettere ( e mantenere) un milione di posti di lavoro o che la stessa persona potesse essere l’ultimo baluardo contro il pericolo del comunismo, che non esisteva più nemmeno in Urss. In questa categoria possono rientrare anche coloro che non credono alle promesse perché non gliene frega niente di cosa dice un politico ma sono affascinati dal suo sorrisetto gioviale.

Sinceramente credevo che chi scrive in questo sito, a prescindere dal suo credo politico, non appartenesse a nessuna di queste categorie. Mi sbagliavo.

La storia che dall’altra parte non ci sia nulla di interessante come alternativa non regge e non giustifica le subdole argomentazioni che passano in articoli come questo e come i similari recenti ( ci includo anche quello di Mazzucco sulla morale da rivedere)

Non credo che sia così impossibile trovare qualcuno meglio di chi:
• Non ha mai avuto un progetto politico. Berlusconi non solo non è né di destra né di sinistra, che potrebbe anche non voler dire nulla, ma naviga ed ha sempre navigato a vista, tenendo come bussola i suoi interessi personali, che non sono pochi, sia per avvantaggiarsi economicamente che per pararsi il culo con la giustizia
• Ha da decenni ( da prima che entrasse in politica) problemi con la giustizia.
• A livello internazionale è impresentabile, una barzelletta, un buffone, che viene sopportato perché rappresenta, purtroppo, una cinquantina e passa milioni di persone.
Davvero di qua o di là non si può trovare di meglio?

Se domani Berlusconi pesta la coda ad un cane, spero che Repubblica o chi per lei porti in piazza un milione di animalisti. Alla faccia dei problemi veri, e di chi pensa che ce li risolva Berlusconi

marcocedol
Inviato: 18/2/2011 20:12  Aggiornato: 18/2/2011 20:12
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/6/2006
Da: Torino
Inviati: 1340
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
... sappi che verrò a prenderti a calci in culo se mai ti "evolvessi" a cotanto eroismo giornalistico


Vedi che triste destino Calvero? comunque ti comporti c'è sempre qualcuno pronto a prenderti a calci in culo

marcocedol
Inviato: 18/2/2011 20:25  Aggiornato: 18/2/2011 20:43
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/6/2006
Da: Torino
Inviati: 1340
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
1) Coloro che possono trarre un vantaggio economico diretto dal suo potere politico: politici e giornalisti in vendita, avvocati e persone di spettacolo.


o_dotor, per aiutarti ad aggiornare tua valutazione credo sia utile farti notare che la stragrande maggioranza dei giornalisti e delle persone dello spettacolo (anche queli che lavorano sulle reti mediaset) orbitano all'interno del centrosinistra
Io allargherei di molto il peso della fascia 2

Citazione:
Sinceramente credevo che chi scrive in questo sito, a prescindere dal suo credo politico, non appartenesse a nessuna di queste categorie. Mi sbagliavo.


Cosa siamo, giornalisti atipici o personcine affascinate dal sorriso gioviale del pitecantropo? La cosa m'incuriosisce

Citazione:
La storia che dall’altra parte non ci sia nulla di interessante come alternativa non regge e non giustifica le subdole argomentazioni che passano in articoli come questo e come i similari recenti ( ci includo anche quello di Mazzucco sulla morale da rivedere)



Quali sarebbero le subdole argomentazioni che andrebbero giustificate dal fatto che non esiste alternativa?
La constatazione che non esistono alternative credibili a Berlusconi (magari ci fossero) è un dato di fatto. Tale dato di fatto non giustifica nulla, fornisce solo la dimensione del vuoto abissale presente nel paese.


Citazione:
Non credo che sia così impossibile trovare qualcuno meglio di chi: • Non ha mai avuto un progetto politico. Berlusconi non solo non è né di destra né di sinistra, che potrebbe anche non voler dire nulla, ma naviga ed ha sempre navigato a vista, tenendo come bussola i suoi interessi personali, che non sono pochi, sia per avvantaggiarsi economicamente che per pararsi il culo con la giustizia • Ha da decenni ( da prima che entrasse in politica) problemi con la giustizia. • A livello internazionale è impresentabile, una barzelletta, un buffone, che viene sopportato perché rappresenta, purtroppo, una cinquantina e passa milioni di persone. Davvero di qua o di là non si può trovare di meglio?


Fai un nome, sono curioso, chissà perchè tutti dicono non credo sia impossibile, ma nomi non li fa nessuno

Citazione:
Se domani Berlusconi pesta la coda ad un cane, spero che Repubblica o chi per lei porti in piazza un milione di animalisti. Alla faccia dei problemi veri, e di chi pensa che ce li risolva Berlusconi


Aspirazione senza dubbio di grande peso specifico, somiglia a quella del marito che per fare dispetto alla moglie prese un coltello, tirò giù la cerniera dei pantaloni e.....

totalrec
Inviato: 18/2/2011 20:28  Aggiornato: 18/2/2011 20:28
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
Ossia "State tranquilli nelle vostre case che manifestare non serve. NON DISTURBATE IL CONDUCENTE".


No, no, disturbatelo pure e anzi suonategliele di santa ragione. Nulla sarebbe più importante in questo momento. Prima però bisognerebbe imparare a distinguere un conducente da un comune bigliettaio o da un passante qualsiasi. Cosa che i branchi di babbei che affollano le piazze di recente non sembrano minimamente in grado di fare, vuoi per pusillanimità, vuoi per idiozia, vuoi perché idiozia e pusillanimità sono doti che i conducenti (quelli veri) retribuiscono con grande munificenza.

E basta con questi osanna agli eroi che "alzano il culo dalla poltrona"! Alzare il culo, come tutte le cose di questo mondo, non è un valore in sé. E' uno strumento e il suo valore dipende dall'uso che se ne fa. Se il culo viene utilizzato per agevolare l'agenda dei conducenti, è dovere di ogni buon rivoluzionario prenderlo a calcioni sonori, possibilmente con scarponi chiodati e con la punta in ferro. Parbleu, il fatto stesso che questi fessi abbiano trasformato il culo in un valore la dice lunga sulla qualità intellettuale delle loro riflessioni politiche e sulla loro eventuale utilità.


Citazione:
Lo testimonia senza tema di smentita il fatto che COL CAZZO faranno mai un referendun nel luogo dove dovrebbe esserci una centrale.


Ovviamente le autorità sanno bene che il referendum lo perderebbero. Ma sai perché lo perderebbero? Perché siamo in Italia e il popolo, che è saggio, sa bene che l'appalto di nuove centrali sarebbe solo l'ennesimo sperpero di denaro pubblico, l'ennesimo suk di appalti mafiosi e paramafiosi che non produrrebbe mai nulla di concreto.

Questo però è un problema politico, non ecologico. Andrebbe risolto istituendo una classe dirigente mossa dall'intento di rendersi indipendente dai padroni esteri e di dare autonomia politica ed energetica al paese, non con le lagne imbecilli degli ambientalisti.

Ci sono paesi come l'Iran che hanno sfidato il mondo intero pur di portare avanti il proprio progetto nucleare, un progetto in grado di renderli più forti e indipendenti sul piano internazionale.
E poi ci sono i paesi servi dei dominanti come l'italia, dove gli adoratori (a pagamento) delle margheritine mettono i bastoni tra le ruote ad ogni programma di sviluppo capace di rafforzare la nostra posizione internazionale. Solo per poi emettere gridolini entusiastici di fronte agli incentivi al fotovoltaico, che non serve a un cazzo, sottrae terreni all'agricoltura, fa scempio del paesaggio e permette ad imprenditori col pelo sullo stomaco di arricchirsi senza sforzo, facendo pagare agli utenti il costo degli incentivi statali che ricevono caricandolo sulle bollette della luce.

Questi piagnucolosi venduti mi fanno vomitare. Andrebbero schiacciati, senza troppo rumore, sotto i cingolati, avendo cura di lavare in seguito con la massima diligenza i cingoli stessi; che sono molto costosi e possono tornare utili in altre e più rilevanti occasioni.

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
Calvero
Inviato: 18/2/2011 20:31  Aggiornato: 18/2/2011 20:36
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: La giostra impazzita
O_dotor la tua critica sarebbe condivisibile se:

1) Tu hai la comprova certa che delle élites non siano a dirigere il teatrino della Politica? Così in Italia così in America? Puoi averne certezza? no. (anzi... documentazioni e logica dicono ben altro). Quindi hai già perso metà delle tue motivazioni, poiché Berlusconi non è che l'ennesimo profittatore (solo più spaccone e pallone gonfiato di altri) ... che si muove su un terreno che non ha creato lui e che sempre lui, non mantiene vivo. Ergo, già solo da questo ragionamento cade il presupposto che vi siano solo le visioni che tu metti insieme ai tuoi bivi. Quindi rimane ancora più plausibile che un Sito di contro/informazione non solo debba sempre e doverosamente guardare a 360°, ma anche non puntare il dito in maniera tanto univoca quanto, a questo punto, infantile come tu la intenderesti.

2) I problemi che ha Berlusconi con la giustizia non un sono un problema legato alla quantità di reati in termini di "qualità/tempo". O sei disonesto o non lo sei. Poi, se esiste un corruttore (e questa è l' ABC) esistono i corruttibili e questo (ed è sempre ABC) è un fenomeno che si stende a macchia immensa ad olio su tutto il nostro amato paese dei balocchi e comprende ogni tipo di casta e ceto medio ... a partire dalle semplici raccomandazioni, sistemi clientelari che vanno da sinistra a destra passando per il centro. NON solo: i problemi che ha con la Giustizia Silvio sono gli stessi che l'amata Repubblica si porta avanti nella sua storia. Una repubblica costruita LETTERALMENTE su di un sistema MAFIOSO.
Detto ciò: l'altra metà della tua critica cade ... e siamo a ZERO.
Non solo, la famosa questione morale è proprio quella che un Sito di contro/informazione deve sapere mettere sotto esame ..in quanto in 50 anni abbiamo sotto al naso un paese (TUTTO) che della Morale ne ha abusato sia in un senso che nell'altro. Ergo: crolla completamente la tua critica, a meno di credere alle favole e che la Politica abbia sempre teso agli interessi fondanti e alla libertà degli Italioti.

3) A livello internazionale la barzelletta siamo noi, non Berlusconi. Semplicemente quale uomo di totale mancanza di gusto, si mostra in tutta la sua italianità. E' dagli anni "70 che mostriamo una spiccata predilizione a essere, mafiosi, ruffiani, corruttori, puttanieri, bigotti, raccomandati, finti terremotati, sfruttatori ... quindi se si vogliono far smettere le barzellette, non bisogna eliminare chi porta la nostra immagine fottendosene le palle perché è ricco fino alla nausea. Il paese di fottuti morbosi di calcio, veline, sanremo, grande fratello, tette e culi siamo noi .... e non ci piace rinunciarci.

E la tua critica è andata sotto di 50 punti.

In compenso siamo capaci di urlare allo scandalo, perché ci hanno scovati e rivelato di che pasta siamo fatti.

Nella vita siamo noi a crearci la nostra realtà. Idem in una politica gestita dalle èlites che godono ad avere questi personaggi di grande distrazione di massa.

Continuiamo a distrarci odiando il nostro primogenito, invece di vivere un esistenza rinnovata nelle scelte quotidiane. Quelle che portano il profitto a tutti i Berlusconi, anche a quelli dietro le quinte.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
reby
Inviato: 18/2/2011 20:53  Aggiornato: 18/2/2011 20:53
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/8/2006
Da:
Inviati: 135
 Re: La giostra impazzita
@ odotor

ah quindi per te il fatto che non esista un alternativa credibile, intesa come programma opposto a quello perseguito dal PDL, si tratta di dettaglio pretestuoso ed insignificante?

QUindi è un dogma votare contro Berlusconi a prescindere, fortuna che accusi Cedolin di non essere trasversale....

mah

o_dotor
Inviato: 18/2/2011 21:00  Aggiornato: 18/2/2011 21:00
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/11/2006
Da:
Inviati: 82
 Re: La giostra impazzita
Grazie per la risposta Cedolin.

E' indubbio che la seconda categoria sia quella che fa numero. Non so di preciso a quale appartieni. Forse sei un aspirante alla prima, magari inconsciamente... Spero per te non alla seconda.

Non so se giornalisti e persone dello spettacolo siano in maggioranza di sinistra, ma è certo che, se togli le due trasmissioni serali della rai e un paio di quotidiani, seppure di buona tiratura, tutto il resto ( settimane intere di trasmissioni su almeno cinque reti televisive e svariati quotidiani e settimanali) è sotto l'influenza più o meno diretta del buon Silvio. Un po' di gente ci lavorerà lì, tra giornalisti e persone di spettacolo.

Il resto va nell'opinabile, ma mi sembra che sia più il BENALTRISMO che fa il verso al marito che se lo taglia per far dispetto alla moglie.

Calvero,
condivido i dubbi che sollevi nel primo punto, non ho prove certe. Ma intanto perchè devo sopportare uno che certamente mi sembra improponibile?
Sul secondo punto mi sono incartato. Vuoi dire che tanto rubano tutti?... bella argomentazione, cacchio

cagliostro
Inviato: 18/2/2011 21:17  Aggiornato: 18/2/2011 21:19
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/9/2007
Da:
Inviati: 1579
 Re: La giostra impazzita
Calvero ha scritto

La vera rivoluzione è cambiare noi stessi.


Domanda con il cuore:

Allora perchè rompi il cazzo a chi ha voluto
scendere in piazza
o solidarizzi con chi ha scritto un articolo
per rompere il cazzo a chi ha voluto scendere in piazza ?



Un pò di coerenza cribio cribio cribio cribio cribio

«Io non sono di nessuna epoca e di nessun luogo: al di fuori del tempo e dello spazio, il mio essere spirituale vive la sua eterna esistenza.»
clausneghe
Inviato: 18/2/2011 21:31  Aggiornato: 18/2/2011 21:31
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/4/2006
Da: nordcentro
Inviati: 1679
 Re: La giostra impazzita
Ciao Marco e tutti gli amici di Luogocomune
Mi permetto di appiccicare un post dal mio Blog forse un po "sovversivo"
ma con i venti che soffiano credo di potermelo permettere...
Se mai mi arresteranno, portatemi le sigarette..

La donna e il serpente

Ho avuto un sogno, o meglio una visione e ve la voglio raccontare.
Venni rapito in ispirito e mi ritrovai sulla cima di un erto colle al cospetto di un essere di luce che
con voce squillante,come di tromba,mi disse: Quello che vedi scrivilo e mandalo in Rete,affinchè le orecchie che vogliono sentire sentano e gli occhi che vogliono vedere vedano.
Io nel sogno ero impaurito, quasi morto, tale era la paura che questo essere mi incuteva, ma ecco che Egli pose la mano destra sul mio capo e con voce dolce mi disse: Non temere, io sono il primo e l'ultimo, io sono il Vivente, scrivi dunque senza paura quello che ora ti farò vedere.
E subito vidi una folla enorme eterogenea ed urlante che si muoveva come impazzita sotto i colpi
di fuoco tonante che scaturivano da certi uomini vestiti di nero, con scudi manganelli e caschi.
Ma la folla non indietreggiava, anzi con poderosa spinta travolgeva tutto nell'agitarsi frenetico, vidi gli uomini neri calpestati e soccombere, vidi tetri palazzi ornati di simboli e bandiere bruciare e poi crollare in uno schianto di polvere rossa di sangue. Vidi poi fuggire strisciando svelto da un palazzo più grande, anch'esso in fiamme e scosso oramai dai tremiti del crollo, un glabro biscione repellente con faccia di uomo che in fronte portava impresso un numero e il numero era 1816.
Poi un gran segno apparve nel cielo rosso di bagliori di fiamma e ancora vidi una donna rivestita di sole, con la luna ai piedi e sul capo una corona di dodici stelle gridava e gridava contro il biscione che con le fauci spalancate e la lingua biforcuta stava ritto, le zanne gocciolanti veleno.
Ma la donna-che molto più grande non lo temeva- con mossa repentina gli schiacciò la testa a terra, con il suo piede di luna. Il serpente dopo pochi sussulti finalmente morì...
Questa la mia visione,naturalmente di fantasia,ma connessa ad una realtà che vorrei vedere..
Infatti il biscio matricola 1816, con la solita faccia di bronzo ha detto e ripetuto che non se ne andrà fino al 2013 anno della scadenza naturale per il governo che ha il disonore di presiedere.
Urge a questo punto un movimento di massa che riesca una buona volta a schiacciargli la testa come da biblica memoria fece la donna dell'Apocalisse nell'epica battaglia soprannaturale..
Come fare? Semplice: Prendiamo esempio da quello che sono riusciti a fare in Egitto e in Tunisia dove la folla ha cacciato despoti ben più coriacei del biscio di plastica, despoti che tra parentesi ora stanno tirando le cuoia, non si sà se per il dispiacere o per altro arcano misterioso..
Tutti nelle piazze, per altro già riscaldate dalle Italiche donne che hanno indicato ai maschi televisati e impallonati la via maestra, diritta e sicura.
Scendiamo in piazza e non molliamo, fino alla vittoria, uomini liberi.
Travolgiamo con i nostri corpi gli sgherri del potere, spacchiamo tutto.
Bruciamo le banche, bruciamo le bandiere, assaltiamo le istituzioni le televisioni e gli odiati
palazzi, questo bisogna fare, uomini liberi. E non abbiate paura di morire, meglio la morte della
schiavitù. La Rivoluzione ci chiama. E' giunto il tempo, se non ora quando?

marcocedol
Inviato: 18/2/2011 22:16  Aggiornato: 18/2/2011 22:16
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/6/2006
Da: Torino
Inviati: 1340
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
o solidarizzi con chi ha scritto un articolo per rompere il cazzo a chi ha voluto scendere in piazza ?



Cagliostro,
ti assicuro che quando scrivo un articolo mi capita di farlo per mille motivazioni ma non mi aveva finora carezzato la fantasia quella di rompere il cazzo a chicchessia

Curioso come da alcuni commenti in questa sede emerga la volontà di rendere le persone che sono scese in piazza il 13 simili a un'entità superiore che non è possibile mettere in discussione, pena lapidazione nella pubblica piazza.

Urge recuperare un pò di misura, altrimenti arriverete a breve al punto di censurare chiunque non sia perfettamente allineato con il Repubblica pensiero, comportandovi esattamente come colui che criticate tanto aspramente.

La pochezza di certi commenti mi mette il buonumore

reby
Inviato: 18/2/2011 22:18  Aggiornato: 18/2/2011 22:18
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/8/2006
Da:
Inviati: 135
 Re: La giostra impazzita
@cagliostro

davvero notevole il tuo senso di democrazia e rispetto per le opinioni altrui.

Caspita meno male che siete il partito della tolleranza....
sì tolleranza zero per i "dissenzienti"

redna
Inviato: 18/2/2011 22:30  Aggiornato: 18/2/2011 22:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
Fai una manifestazione tu contro la prostituzione! porta in piazza un milione di persone e poi quando arrivera' il primo pseudo intelletualoide a dirti che sei un lobotomizzato perche'non hai manifestato per la scomparsa delle api torna a dirci come ci si sente!
E vale per te, per Cedolin, per Solange......etc..etc...


parli di una manifestazione come questa:




In tutta Italia echeggia l’urlo delle donne. Ma una su tre fingeva.


Lo slogan: “Se non ora, quando?”. Prima.


Un milione di donne si mobilita per gridare che solo con l’impegno, la serietà e lo studio si diventa l’avvocato di Andreotti.


Il governo tiene gli occhi puntati sulla manifestazione. Come sempre di fronte agli assembramenti di gnocca.

(Immagino i suoi lacchè: “Presidente, come le fa urlare lei…”)

“Donne, non diventate ancora una volta strumento dei maschi”, dichiara la Santanché appena prima di essere sgonfiata.

Questa iniziativa divide le donne. Berlusconi vuole la parte di sotto.


In piazza anche le prostitute. Certi prezzi sono fuori mercato

(da spinoza.it)

e questo è il succo della manifestazione!!!


Citazione:
La pochezza di certi commenti mi mette il buonumore


............

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
cagliostro
Inviato: 18/2/2011 22:38  Aggiornato: 18/2/2011 22:38
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/9/2007
Da:
Inviati: 1579
 Re: La giostra impazzita
@ Marco Cedolin
Mi dispiace di aver riportato il mio commento qui, mentre invece andava più correttamente riportato all'articolo "Di cosa ci dobbiamo vergognare" !

Hai capito Marco, ci dovremmo vergognare delle persone che sono scese in piazza !

Io invece mi vergogno di chi si vergogna delle persone che sono scese in piazza e mi vergogno di certi commenti squallidi rivolti a uomini e donne di questo Paese, che sono volute scendere in piazza, da parte di chi si atteggia a guaritore di se stesso e non perde occasione per scassare la minchia agli altri, a chi la pensa diversamente da lui !

Ci si appella all'11 settembre. Se un evento simile fosse successo in Italia, avremmo avuto un Falcone ed un Borsellino a sacrificare la propria vita per la causa della verità e questo, anche questo, è il nostro Paese !

Risorgeremo da questa fogna !

«Io non sono di nessuna epoca e di nessun luogo: al di fuori del tempo e dello spazio, il mio essere spirituale vive la sua eterna esistenza.»
rekit
Inviato: 18/2/2011 22:38  Aggiornato: 18/2/2011 22:38
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/9/2006
Da:
Inviati: 1151
 Re: La giostra impazzita
cit:
Urge recuperare un pò di misura, altrimenti arriverete a breve al punto di censurare chiunque non sia perfettamente allineato con il Repubblica pensiero, comportandovi esattamente come colui che criticate tanto aspramente.
........................
Guarda che sei tu ad essere ossessionato da questo "Repubblica pensiero" al punto da comportarti esattamente come colui che critichiamo tanto aspramente.

rekit
Inviato: 18/2/2011 22:45  Aggiornato: 18/2/2011 22:45
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/9/2006
Da:
Inviati: 1151
 Re: La giostra impazzita
cit:
parli di una manifestazione come questa:




In tutta Italia echeggia l’urlo delle donne. Ma una su tre fingeva.


Lo slogan: “Se non ora, quando?”. Prima.


Un milione di donne si mobilita per gridare che solo con l’impegno, la serietà e lo studio si diventa l’avvocato di Andreotti.


Il governo tiene gli occhi puntati sulla manifestazione. Come sempre di fronte agli assembramenti di gnocca.
........................
Redna, ti devo spiegare cos'e' spinoza.it???.....

a proposito, mi sembrava strana la tua mancanza....qualche post piu' in su ho linkato gli articoli di LC sulla prostituzione e la morale di quasi 2 anni fa....e li mi pare che tu avessi le idee belle chiare a riguardo......

Freeman
Inviato: 18/2/2011 22:46  Aggiornato: 18/2/2011 22:53
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: La giostra impazzita
@ Gianluca/Totalrec: in genere condivido quasi tutto di quel che scrivi, questa tua infatuazione per il nucleare però fatico a capirla.

Già, Formigoni dice che la Lombardia, una delle regioni più produttive d'Europa, per recuperare margini di competitività, ha bisogno di pagare meno l'energia.
Peccato che le centrali NON saranno collocate di sicuro in Lombardia, mentre le scorie saranno "parcheggiate" in qualche comoda regione meridionale, con la compiacenza di qualche amministrazione comunale opportunamente remunerata, in attesa che gli alieni ci portino la tecnologia per smaltirle.

Al solito il nord "produttivo" avrà i vantaggi, mentre le rogne dirette ed indirette alle regioni "sottosviluppate" (tanto sono già morti di fame, che ce frega).

Ma torniamo la nucleare. Se avessero voluto, avrebbero potuto seguire la strada cinese (nucleare "pulito" con le sfere di grafite e raffreddamento ad elio, costruzione standardizzata e modulare, scorie di facile smaltimento), mentre invece hanno scelto una tecnologia già obsoleta e che porrà con prepotenza il problema dello smaltimento delle scorie.

Copio-incollo da altro sito:

Tale tipo di reattore è stato scelto dalla Cina per le sue numerose caratteristiche positive (forse le uniche negative sono che non si può usare per costruire armi o usare in un sottomarino).
Riassumendo, per sua comodità, le caratteristiche del reattore sono:
• Il rendimento energetico è superiore a quello di un EPR (quello che Berlusca, Scajola e i loro compari vorrebbero costruire in Italia, al costo di 3'000'000'000 euro l'uno)
• Per un reattore da 10 MW non ci sono i cilindri di combustibile nucleare roventi che sono il cuore delle normali centrali nucleari ma 27 mila sfere di grafite, grandi come palle da biliardo, al cui interno sono contenute piccole schegge di uranio.
• non è raffreddato da acqua (che alle alte temperature è corrosiva, e diventa radioattiva), bensì da un gas inerte, nel caso l’elio, permettendo così di raggiungere temperature molto più alte senza il rischio di far scoppiare le tubature, e con ciò, aumentare di un 30% l’energia che arriverà alle turbine.
• capace di durare un milione di anni
• La sala di controllo della centrale modello appare molto più semplice
• non necessita della piscina di raffreddamento in cui nelle altre centrali si affondano i cilindri di uranio spento (si spegne automaticamente a 1.600 gradi Celsius, che è molto meno dei 2.000 gradi Celsius che è il punto di fusione delle sfere)
• usa nel modo più efficiente possibile l’energia da fissione, poiché il carbonio ha sezione di cattura del carbonio 100 volte inferiore a quella dell’acqua.
• il reattore è abbastanza piccolo da essere montato con parti costruite in serie
• abbastanza economico da attrarre clienti di Paesi non stracolmi di fondi (a parità di potenza costa, proprio per la sua semplicità strutturale e la sicurezza intrinseca, mediamente circa un decimo di un EPR prefabbricato, ovvero la ventesima parte di un EPR “ad hoc”)
• la sicurezza non è dovuta a spesse mura di cemento armato, perchè si fonda sullo «scarto Doppler»: in pratica, più gli atomi diventano caldi, più si distanziano gli uni dagli altri, rendendo sempre più improbabile che un neutrone colpisca un nucleo.
• La temperatura di esercizio è circa 900-1'000°C quindi si può facilmente ottenere, come prodotto derivato (ad es. per elettrolisi), l’idrogeno, il carburante del futuro
• l’HTR cinese è un progetto modulare, con componenti che s’incastrano come i mattoncini Lego. Le parti possono essere così fabbricate in serie, spedite per ferrovia o per strada e montate una volta a destinazione, mentre le centrali convenzionali devono essere costruite sul posto, volta per volta, quasi nessuna componente è standardizzata, e ciò aggrava i costi.
• HTR-10 è esso stesso un modulo che, insieme ad altri moduli, può essere controllato dalla stessa centrale
• Come i reattori autofertilizzanti, permette il recupero delle scorie di reattori convenzionali, in altri termini queste tipo di reattore consente di “bruciare” il plutonio (considerato oggi per lo più un rifiuto), fertilizzando il torio (2,5 volte più abbondante dell’uranio sulla crosta terrestre)
• ulteriori applicazioni del calore a bassa temperatura (ad esempio il teleriscaldamento e/o la desalinizzazione dell’acqua).
• consente una notevole flessibilità nella scelta dei combustibili senza modifiche sostanziali nella geometria del nocciolo.

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
cagliostro
Inviato: 18/2/2011 22:49  Aggiornato: 18/2/2011 22:49
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/9/2007
Da:
Inviati: 1579
 Re: La giostra impazzita
Citazione:

@cagliostro

davvero notevole il tuo senso di democrazia e rispetto per le opinioni altrui.

Caspita meno male che siete il partito della tolleranza....
sì tolleranza zero per i "dissenzienti"



Calvero ha espresso la sua opinione ? Sì ! E io ho espresso la mia ! Qual è il problema ?

«Io non sono di nessuna epoca e di nessun luogo: al di fuori del tempo e dello spazio, il mio essere spirituale vive la sua eterna esistenza.»
redna
Inviato: 18/2/2011 22:52  Aggiornato: 18/2/2011 22:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
Hai capito Marco, ci dovremmo vergognare delle persone che sono scese in piazza !


non delle persone che sono scese in piazza ci dobbiamo vergognare ma di CHI le ha fatte scendere in piazza.

Citazione:
Io invece mi vergogno di chi si vergogna delle persone che sono scese in piazza


va beh...anche questa è democrazia!

Citazione:
e mi vergogno di certi commenti squallidi rivolti a uomini e donne di questo Paese, che sono volute scendere in piazza

probabilmente perchè non hai capito il motivo di quei commenti 'squallidi'...


Citazione:
da parte di chi si atteggia a guaritore di se stesso e non perde occasione per scassare la minchia agli altri, a chi la pensa diversamente da lui !


esercita pure 'isso' la democrazia che, se non sbaglio, non è mai a senso unico.

Citazione:
Ci si appella all'11 settembre. Se un evento simile fosse successo in Italia, avremmo avuto un Falcone ed un Borsellino a sacrificare la propria vita per la causa della verità e questo, anche questo, è il nostro Paese !


ma sia Falcone che Borsellino non hanno sacrificato proprio nulla.
Chi li ha ucciso sono stati altri e non sapremo mai se loro (Falcone e Borsellino) siano stati del tutto felici di essere immolati per questa o quella causa.
Il nostro paese è bastardo perchè uccide delle persone e poi le fa diventare anche eroi. Ma non cerca mai di scoprire la verità di di tutti gli omicidi e stragi che ci sono state in italia.
Quindi doppiamente bastardo oltre che manovrato.

Citazione:
Risorgeremo da questa fogna !

Bando alle ciance.
Non ci sono proprio i presupposti. E se c'erano dal 94 a questa parte sono defunti e anche seppelliti.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Manfred
Inviato: 18/2/2011 22:56  Aggiornato: 18/2/2011 22:57
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 3/11/2009
Da: Osnabrück
Inviati: 2094
 Re: La giostra impazzita
Più intellettuali sono le avanguardie e più sono imbevute di propaganda,
ora nell'era dell' informazione totale si è raggiunto l'apogeo nel controllo del pensiero attraverso la manipolazione del dissenso virtuale.

Per fortuna che in piazza ci vanno ancora le persone in carne ed ossa, che si trovano costrette a scambiarsi opinioni, supportandole con la loro reale faccia.

redna
Inviato: 18/2/2011 22:59  Aggiornato: 18/2/2011 23:03
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
Redna, ti devo spiegare cos'e' spinoza.it???.....

a proposito, mi sembrava strana la tua mancanza....qualche post piu' in su ho linkato gli articoli di LC sulla prostituzione e la morale di quasi 2 anni fa....e li mi pare che tu avessi le idee belle chiare a riguardo......


strana la mia mancanza? mah.....

per il resto cerca di distinguere quello che è morale da quello che non lo è.
Oppure fai un distinguo da manifestazione a manifestazione.

Perchè mi pare che chi non ha le idee chiare sei proprio tu.

Per quanto riguarda spinoza.it a me piace perchè è sintetico e in due parole dice tanto e di quella manifestazione dice che non era una manifestazione seria.

Se non hai capito il perchè non so che dirti di più.
Evidentemente hai dei motivi per non capire.

Citazione:
Per fortuna che in piazza ci vanno ancora le persone in carne ed ossa, che si trovano costrette a scambiarsi opinioni, supportandole con la loro reale faccia.

certo con la faccia liftata da noto chirurgo....
suvvia....

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Polonio
Inviato: 18/2/2011 23:03  Aggiornato: 18/2/2011 23:06
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/8/2009
Da:
Inviati: 797
 Re: La giostra impazzita
per evitare di lasciare il discorso sul tutti contro tutti (mentre chi divide continua a imperare), qualcuno che ha una visione chiara della situazione se la sentirebbe di fare una sintesi? e magari, volesseiddio, fare proposte di soluzione?
lo dico perché, se tutto questo è servito solamente a farci scannare a vicenda, lo trovo piuttosto inutile, per non dire controproducente.

lo farei io, ma al momento non ho le idee chiare. magari domani.

rekit
Inviato: 18/2/2011 23:06  Aggiornato: 18/2/2011 23:06
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/9/2006
Da:
Inviati: 1151
 Re: La giostra impazzita
cit:
Perchè mi pare che chi non ha le idee chiare sei proprio tu.
.............
no ti sbagli, io e un milione di traviati da Repubblica e Annozero

cagliostro
Inviato: 18/2/2011 23:07  Aggiornato: 18/2/2011 23:07
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/9/2007
Da:
Inviati: 1579
 Re: La giostra impazzita
Citazione:

e non sapremo mai se loro (Falcone e Borsellino) siano stati del tutto felici di essere immolati per questa o quella causa.


Del tutto felici ? Falcone parlava dello spirito di servizio ...ed era consapevole di una fine già segnata ...lo spirito di servizio ...è un concetto affatto diverso da quello di felicità. Lo spirito di servizio !

«Io non sono di nessuna epoca e di nessun luogo: al di fuori del tempo e dello spazio, il mio essere spirituale vive la sua eterna esistenza.»
redna
Inviato: 18/2/2011 23:16  Aggiornato: 18/2/2011 23:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
cit:
Perchè mi pare che chi non ha le idee chiare sei proprio tu.
.............
no ti sbagli, io e un milione di traviati da Repubblica e Annozero


stai parlando dei media? allora ho capito perchè non capisci....

Citazione:
Del tutto felici ? Falcone parlava dello spirito di servizio ...ed era consapevole di una fine già segnata ...lo spirito di servizio ...è un concetto affatto diverso da quello di felicità. Lo spirito di servizio !


lo spirito di servizio non implica che qualcuno è autorizzato ad uccidere delle persone per farle diventare degli eroi e tantomeno che poi tutti i processi vengano insabbiati mentre si dedicano strade e monumenti a chi è stato ucciso.
La fine segnata è segnata per ognuno, ma se qualcuno uccide un altro è un omicidio, anche se chi è ucciso ha lo spirito di servizio e sa che rischia.

Pertanto quel 'del tutto felici' vuol dire che nessuno, spirito o meno di servizio, è contento di essere ammazzato e uno stato dovrebbe fare di tutto per sapere la verità di quegli omicidi ancora prima di intitolare strade e monumenti.
Se non lo ha ancora fatto chiediti il perchè.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Polonio
Inviato: 18/2/2011 23:17  Aggiornato: 18/2/2011 23:24
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/8/2009
Da:
Inviati: 797
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
Autore: rekit Inviato: 18/2/2011 23:06:44
cit: Perchè mi pare che chi non ha le idee chiare sei proprio tu.
.............
no ti sbagli, io e un milione di traviati da Repubblica e Annozero


vero. cattivo santoro! cattivo ezio mauro (che, per inciso, mi sta sullo scroto).
lasciamo tutta la televisione e la carta stampata a berlusconi. è sicuramente la cosa migliore da fare.
anzi, facciamo come voleva fare quell'inestricabile ammasso di faccia e di culo di paolo guzzanti: creiamo l'anti-santoro! e già che ci siamo creiamo l'anti-repubblica!
poi l'anti-il fatto quotidiano, l'anti-report, l'anti-grillo, etc.
ma poi perché privarci dell'anti-anti-santoro e dell'anti-anti-repubblica. ma sì, non ci starebbe male nemmeno un bell'anti-anti-anti-santoro, etc.
creiamo tutti gli anti possibili. così che salti qualsiasi possibile punto di riferimento.
la vera forza non è l'unione, ma la separazione totale.
tutti contro tutti.
mi piace.

Manfred
Inviato: 18/2/2011 23:21  Aggiornato: 18/2/2011 23:21
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 3/11/2009
Da: Osnabrück
Inviati: 2094
 Re: La giostra impazzita
certo con la faccia liftata da noto chirurgo.... suvvia....

Sempre una faccia reale,con espressioni reali, anche se camuffata ad arte. Or su dunque.

cagliostro
Inviato: 18/2/2011 23:23  Aggiornato: 18/2/2011 23:23
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/9/2007
Da:
Inviati: 1579
 Re: La giostra impazzita
Citazione:

uno stato dovrebbe fare di tutto per sapere la verità di quegli omicidi ancora prima di intitolare strade e monumenti.
Se non lo ha ancora fatto chiediti il perchè.


Che cos'è lo Stato ? E chi erano Falcone e Borsellino ?

«Io non sono di nessuna epoca e di nessun luogo: al di fuori del tempo e dello spazio, il mio essere spirituale vive la sua eterna esistenza.»
rekit
Inviato: 18/2/2011 23:30  Aggiornato: 18/2/2011 23:30
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/9/2006
Da:
Inviati: 1151
 Re: La giostra impazzita
cit:
cit:
Perchè mi pare che chi non ha le idee chiare sei proprio tu.
.............
no ti sbagli, io e un milione di traviati da Repubblica e Annozero



stai parlando dei media? allora ho capito perchè non capisci....
.............
e io non capisco cosa hai capito????
prendi per serio spinoza ma non il mio di sarcasmo.....i media li ha tirati in ballo Cedolin mica io

cmq in generale, io chiudo qui perche' piuttosto che ammettere che forse dare dei "cretini" a un milione di manifestanti e' quantomeno presuntuoso si tirano in ballo Falcone e Borsellino e quanto fossero felici di farsi saltare in aria(?????)

redna
Inviato: 18/2/2011 23:33  Aggiornato: 18/2/2011 23:36
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
Che cos'è lo Stato ? E chi erano Falcone e Borsellino ?


io mi chiederei chi li ha uccisi e allora avremo entrambe le risposte.


Citazione:
mq in generale, io chiudo qui perche' piuttosto che ammettere che forse dare dei "cretini" a un milione di manifestanti e' quantomeno presuntuoso si tirano in ballo Falcone e Borsellino e quanto fossero felici di farsi saltare in aria(?????)


forse dovresti capire il motivo per cui sono andati a manifestare quel (presunto)milione di persone invece che girare come un criceto nella giostra che ti hanno costruito.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
cagliostro
Inviato: 18/2/2011 23:40  Aggiornato: 18/2/2011 23:40
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/9/2007
Da:
Inviati: 1579
 Re: La giostra impazzita
Citazione:

io mi chiederei chi li ha uccisi e allora avremo entrambe le risposte.


Si sono suicidati, così il caso è chiuso.

«Io non sono di nessuna epoca e di nessun luogo: al di fuori del tempo e dello spazio, il mio essere spirituale vive la sua eterna esistenza.»
rekit
Inviato: 18/2/2011 23:50  Aggiornato: 18/2/2011 23:50
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/9/2006
Da:
Inviati: 1151
 Re: La giostra impazzita
cit:
forse dovresti capire il motivo per cui sono andati a manifestare quel (presunto)milione di persone invece che girare come un criceto nella giostra che ti hanno costruito.
......................
forse dovresti capirlo tu il motivo per il quale hanno manifestato e forse insiema a qualcun'altro qua dentro prendere in considerazione l'idea di volare un pochino piu' basso....che, come si suol dire, ca nisciuno e' fesso.

Pispax
Inviato: 18/2/2011 23:51  Aggiornato: 19/2/2011 0:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: La giostra impazzita
In altri tempi mi sarei buttato a corpo morto su questa discussione, più che Groucho Marx su un sigaro.

Ora sono un po' stufo di leggere sempre, SEMPRE, le solite minchiate.
E' un periodo così.

Allora ho fatto una scommessa con me stesso; avrei continuato a leggere fino a quando non incontravo uno dei soliti mantra imbecilli(*), tipo "la storia la scrivono i vincitori" oppure "bisogna che cambi tutto affinché non cambi niente".

Visto che non mi sembra di averne trovati piano piano sono arrivato fino in fondo.

(Si, ok. Ammetto di non aver letto proprio tuttissimi gli interventi.)



E arrivato fin qui ho scoperto... di non aver niente da dire.

A parte alcune considerazioni minori, tutte le robe importanti le aveva già dette Makk.
Con cui mi complimento sia per le argomentazioni scelte, sia per il rigore mentale con cui le affronta, sia per l'ottima mira con cui coglie la farlocchitudine nella struttura logica delle obiezioni.


I suoi post su questi argomenti sono assolutamente perfetti (**).
Non posso dire che "li quoto", perché sarebbe un discorso imbecille: sarebbe come quotare la tabellina del tre.
Sono talmente tanto autoevidenti che al limite mi stupisco di come si possa pensare di confutarli. Dire che non funzionano è un po' come dire che 3 x 3 = 11.




(*) non dico che siano imbecilli come discorsi. Anzi, ci si possono inventare interessanti variazini, tipo "bisogna cambiare la storia affinché non cambino i vincitori", o robe così.
Sono imbecilli solo quando vengono utilizzati come mantra.
Continuare a ripeterli indica solo che non ci si è mossi di lì, che è un po' come pensare di correre una maratona senza muoversi dalla linea di parrtenza.

(**) Non è un pleonasmo, testine di lesso, è una sottolineatura.
E manterrò questa posizione ideologico-sintattica fino alla tortura.








Marcocedol

Ciao Marco.

Citazione:
Curioso come da alcuni commenti in questa sede emerga la volontà di rendere le persone che sono scese in piazza il 13 simili a un'entità superiore che non è possibile mettere in discussione, pena lapidazione nella pubblica piazza.


Quella roba della differenza fra "coscienza" e "consapevolezza" è stata spiegata molto bene (anche a me, fra gli altri. Io per dire una cosa del genere avrei usato almeno 120.000 parole).

Personalmente invece trovo sbagliato criticare quelle persone.
E' assolutamente vero che sono scese in piazza per i motivi "sbagliati", come sia tu che Solange ci tenete a sottolineare.
Che siano "sbagliati" o no, pare che vi sfugga una cosa: finora non lo avevano fatto, adesso si.
E ciò indica quantomeno un abbozzo di presa di coscienza del fatto che c'è un problema.

Questo nello scenario politico italiano è una gran bella novità.


Posso capire che i Consapevoli ritengano disprezzabile questa cosa dei Neofiti della Presa di Coscienza. Ma non giustifico nessun atteggiamento di superiorità, che è solo una traduzione evoluta del puerile "ricordati che io ce l'ho molto più lungo di te"

Fondamentalmente è meschino insultare o disprezzare chi sta iniziando a prendere coscienza. (E' meschino farlo anche da parte di chi considera questo modello di società un cancro della Storia, tanto per intendersi).

Visto che in linea di massima NON ti attribuisco intenzioni meschine o puerili, mi resta da capire il perché di tutto ciò.

Quella che è successa è stata una gran bella cosa.
C'è poco più da dire.






Citazione:
Urge recuperare un pò di misura, altrimenti arriverete a breve al punto di censurare chiunque non sia perfettamente allineato con il Repubblica pensiero, comportandovi esattamente come colui che criticate tanto aspramente.


Il "Repubblica pensiero"?
E pensare che c'era anche la barista che mi fa il caffé alla sera, a quella manifestazione. Incazzata e determinata.
E lei legge solo le cose di gossip che scrive Signorini.


Mi fa tristezza questa roba che TUTTI quelli che criticano Berlusconi debbano PER FORZA essere "allineati al Repubblica pensiero".
Che è diventata l'anticamera al Crimine più Grande: l'essere "comunista". Queste sono almeno le cose che si affannano a spiegarci i sodali del Cavaliere.

Si può essere anticomunisti anche senza essere berlusconiani; e si può essere antiberlusconiani anche senza essere comunisti.
In culo a Feltri e a Sallusti, esiste anche una cosa che si chiama "indipendenza di giudizio".
E tutti quelli che sostengono che chi critica Bersuloni è "comunista" stanno iniziando a sbatterci i denti.

Non è per niente vero che il nemico del mio nemico è mio amico. Così come non è vero che l'amico del mio nemico è mio nemico.
Al più si parla di probabilità.


Quindi iniziamo a guardare anche le travi nei nostri occhi: tu accusi gli altri di generalizzare per categorie... e lo fai generalizzando per categorie.
Buffo, no?

rekit
Inviato: 18/2/2011 23:57  Aggiornato: 18/2/2011 23:57
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/9/2006
Da:
Inviati: 1151
 Re: La giostra impazzita
complimenti Pispax.
sottoscrivo parola per parola il tuo intervento.

cagliostro
Inviato: 19/2/2011 0:04  Aggiornato: 19/2/2011 0:04
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/9/2007
Da:
Inviati: 1579
 Re: La giostra impazzita
Pispax, la bellezza del tuo intervento è veramente umiliante, complimenti !

«Io non sono di nessuna epoca e di nessun luogo: al di fuori del tempo e dello spazio, il mio essere spirituale vive la sua eterna esistenza.»
marcocedol
Inviato: 19/2/2011 0:05  Aggiornato: 19/2/2011 0:05
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/6/2006
Da: Torino
Inviati: 1340
 Re: La giostra impazzita
Rekit, inizia magari anche tu a prendere in considerazione l'idea di volare un pochino più basso, neanche gli altri sono fessi come credi

Polonio
Inviato: 19/2/2011 0:06  Aggiornato: 19/2/2011 0:17
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/8/2009
Da:
Inviati: 797
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
Non è per niente vero che il nemico del mio nemico è mio amico. Così come non è vero che l'amico del mio nemico è mio nemico.
Al più si parla di probabilità.


Jim is my enemy.
But it turns out that Jim is also his own worst enemy. And the enemy of my enemy is my friend.
So Jim, is actually my friend.
But, because he is his own worst enemy, the enemy of my friend is my enemy so actually Jim is my enemy.
But...

[Dwight Schrute]

edit: mi sono reso conto che è una battuta criptica. era solo per sdrammatizzare.

rekit
Inviato: 19/2/2011 0:15  Aggiornato: 19/2/2011 0:15
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/9/2006
Da:
Inviati: 1151
 Re: La giostra impazzita
cit:
Rekit, inizia magari anche tu a prendere in considerazione l'idea di volare un pochino più basso
........................
ti faccio notare che lassu', alto in cima a questa pagina c'e' il TUO di articolo, non il mio.
e per inciso io non ho mai pensato che tu sia andato a qualche manifestazione mosso dalle pagine dell'Intrepido o la Gazzetta dell sport.

reby
Inviato: 19/2/2011 0:15  Aggiornato: 19/2/2011 0:15
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/8/2006
Da:
Inviati: 135
 Re: La giostra impazzita
per quale alternativa dovrei marciare?
Se si chiede la partecipazione della gente, può essere lecito che si chieda per chi sta alzando il culo? Grazie.

per sto rabberciame al soldo Usa-Israele?
http://conflittiestrategie.splinder.com/post/24145011#comment


Italia Atlantica
http://byebyeunclesam.wordpress.com/2011/02/18/italia-atlantica/


Per Draghi e governi tecnici?
http://www.rinascita.eu/index.php?action=news&id=6577

http://www.rinascita.eu/index.php?action=news&id=6479

Per le 34 proposte di Bersani?
http://www.newnotizie.it/2011/02/09/bersani-i-liberali-siamo-noi-ecco-34-proposte/

Auguri e buona passeggiata

marcocedol
Inviato: 19/2/2011 0:20  Aggiornato: 19/2/2011 0:20
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/6/2006
Da: Torino
Inviati: 1340
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
Personalmente invece trovo sbagliato criticare quelle persone. E' assolutamente vero che sono scese in piazza per i motivi "sbagliati", come sia tu che Solange ci tenete a sottolineare. Che siano "sbagliati" o no, pare che vi sfugga una cosa: finora non lo avevano fatto, adesso si. E ciò indica quantomeno un abbozzo di presa di coscienza del fatto che c'è un problema. Questo nello scenario politico italiano è una gran bella novità.


Cioè Pispax tu mi staresti dicendo che quelle persone sono scese in piazza per la prima volta? Cosa ti fa supporre una cosa del genere?
Mi ripeto, la gente scende in piazza continuamente, anche quando (quasi sempre) il corriere e repubblica non lo documentano. Almeno qualche migliaio di quelle persone questo autunno marciavano fra i 40000 NO TAV che nessun giornale nella pagina nazionale ha neppure menzionato.
Forse molte di quelle persone per la prima volta sono scese in piazza con una diretta su repubblica, ma in questo non ci vedo davvero nessuna novità.

Citazione:
Quindi iniziamo a guardare anche le travi nei nostri occhi: tu accusi gli altri di generalizzare per categorie... e lo fai generalizzando per categorie. Buffo, no?


Mi domando se qualcuno di voi ha guardato l'home page di Repubblica nei giorni che hanno preceduto la manifestazione ed il giorno della diretta video. Quando parlo di Repubblica pensiero non lo faccio per generalizzare, lo faccio perchè l'evento è stato costruito mediaticamente da quel giornale, come la sponsorizzazione selvaggia e martellante stava a dimostrare.
Se poi vogliamo fare finta di nulla e raccontarci la favoletta delle persone che hanno scoperto il gusto di stare insieme e manifestare, fulminate sulla via di Damasco da un fulgido raggio di sole che indicava loro la via, per non essere tacciati di superiorità va benissimo, ma facciamolo almeno con la consapevolezza che ci stiamo pigliando per il culo

marcocedol
Inviato: 19/2/2011 0:27  Aggiornato: 19/2/2011 0:27
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/6/2006
Da: Torino
Inviati: 1340
 Re: La giostra impazzita
Ho capito, quelo che ti assilla è che lassù in home page c'è un articolo che non digerisci.
Tranquillo Rekit, con i giorni scala e puoi domandare a Massimo di pubblicare qualcosa che risulti di tuo gradimento, dov'è il problema?

rekit
Inviato: 19/2/2011 0:36  Aggiornato: 19/2/2011 0:36
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/9/2006
Da:
Inviati: 1151
 Re: La giostra impazzita
nessun problema.
tu fai il giornalista e io il lettore che saltera a pie' pari i tuoi articoli

marcocedol
Inviato: 19/2/2011 0:41  Aggiornato: 19/2/2011 0:41
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/6/2006
Da: Torino
Inviati: 1340
 Re: La giostra impazzita
Io faccio lo scrittore, perchè per fare il giornalista non avrei nè la qualifica, nè lo stomaco.
Tu puoi limitarti tranquillamente a leggere gli articoli dove scrivono quello che vuoi sentirti dire, tanto io su LC rompo il cazzo raramente e non ti costringerò a fare troppi salti

Pispax
Inviato: 19/2/2011 0:51  Aggiornato: 19/2/2011 1:24
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: La giostra impazzita
marcocedol


Citazione:
Cioè Pispax tu mi staresti dicendo che quelle persone sono scese in piazza per la prima volta? Cosa ti fa supporre una cosa del genere?
Mi ripeto, la gente scende in piazza continuamente, anche quando (quasi sempre) il corriere e repubblica non lo documentano. Almeno qualche migliaio di quelle persone questo autunno marciavano fra i 40000 NO TAV che nessun giornale nella pagina nazionale ha neppure menzionato.
Forse molte di quelle persone per la prima volta sono scese in piazza con una diretta su repubblica, ma in questo non ci vedo davvero nessuna novità.


E' legittimo supporre che fra le circa 40.000 persone che hanno manifestato per il NO TAV e il milione circa di persone che hanno manifestato per i motivi "sbagliati" ci sia una non trascurabile differenza numerica?

Non credo che ci siano "continuamente" manifestazioni così partecipate.





Citazione:
Mi domando se qualcuno di voi ha guardato l'home page di Repubblica nei giorni che hanno preceduto la manifestazione ed il giorno della diretta video. Quando parlo di Repubblica pensiero non lo faccio per generalizzare, lo faccio perchè l'evento è stato costruito mediaticamente da quel giornale, come la sponsorizzazione selvaggia e martellante stava a dimostrare.
Se poi vogliamo fare finta di nulla e raccontarci la favoletta delle persone che hanno scoperto il gusto di stare insieme e manifestare, fulminate sulla via di Damasco da un fulgido raggio di sole che indicava loro la via, per non essere tacciati di superiorità va benissimo, ma facciamolo almeno con la consapevolezza che ci stiamo pigliando per il culo


Repubblica mi fracassa la minchia più o meno ogni tre mesi organizzando una qualche manifestazione contro Bersuloni. Se ben ricordo l'ultima era quella dei post-it.
Tutte queste manifestazioni hanno un elemento comune: falliscono.
Falliscono MISERAMENTE.

Quindi la novità non è che Repubblica abbia organizzato la manifestazione. Semmai la novità è che per la prima volta una manifestazione di questo genere abbia avuto successo.

Se il merito fosse di Repubblica il successo sarebbe stato più frequente. Tutto qui.
Invece loro se ne attribuiscono il merito, dimenticando che tutte le altre volte hanno fatto fiasco.

In realtà il merito di Repubblica è stato solo organizzativo. Ha permesso di espriimersi a un sentimento che c'era: ma non è stata Repubblica a creare quel sentimento.
L'esperienza storica dimostra che non ne sono capaci.



Anche dall'altra parte, quella bersuloniana(*), ci si affanna a dare il merito la colpa a Repubblica.
Questo rende loro più facile il compito di dire che tutti gli antiberlusconiani seguono il "repubblica pensiero" e/o sono comunisti.
E con questo cercare di liquidare in fretta il fenomeno.



Per il resto, è vero fra quel milione di persone c'erano anche quelli che manifestano continuamente.
Per esempio i 40.000 NO TAV.

Ma che dire degli altri 960.000?


Per quella che è stata la mia esperienza diretta, posso dire che la mia barista non è stata l'unica a sorprendermi.




(*) EDIT: rileggendo, mi sono accorto che può sembrare che ti stia dando del filo berlusconiano.
Non solo non è mia intenzione, ma sostanzialmente non me ne frega un accidente: stiamo parlando dell'analisi della situazione, non delle rispettive idee politiche.

rekit
Inviato: 19/2/2011 0:54  Aggiornato: 19/2/2011 0:54
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/9/2006
Da:
Inviati: 1151
 Re: La giostra impazzita
fa un po come ti pare...io ho 35 anni non ho voglia di mettermi a bisticciare come se ne avessi 8....il tuo articolo non mi e' piaciuto, ho cercato di scrivere perche'...magari al contrario di Pispax non ci sono riuscito in maniera chiara ed elegante....ma tant'e'....
penso che tu abbia scritto un articolo da pseudo intelletualoide e la prossima volta staro' alla larga dai tuoi scritti. Pochi drammi, tu continua a fare il tuo e io continuero' a far il mio.....
punto

Calvero
Inviato: 19/2/2011 1:02  Aggiornato: 19/2/2011 1:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
Allora perchè rompi il cazzo a chi ha voluto
scendere in piazza
o solidarizzi con chi ha scritto un articolo
per rompere il cazzo a chi ha voluto scendere in piazza ?


Credo tu intenda "infastidire" con «rompere il cazzo», giusto? Giusto.

Mettiamola così visto che è periodo di carnevale. Oscar Wilde diceva : «date ad un uomo una maschera e sarà sé stesso» ... ovvio che in tutti questi post, nessuno si è preso la briga di argomentare perché il popolino e questa manifestazione non sarebbe ipocrita; poiché all'interno di quel popolino ci sono le nostre usanze e il nostro vissuto, qualcosa che stride con l'onestà ... così un bel giorno quando si fa appello alla morale (manipolata per l'ennesima volta) tutti corrono poiché fino ad allora le coscienze non si era trovato la maniera di lavarle. Ed ecco giungere la maschera della "piazza" per sentirsi uniti a combattere l'astrattismo e poter continuare a coltivare il nostro orticello.

Berlusconi è un pericolo? finalmente! era l'ora che uno così, che Dio lo benedica, finalmente mostrasse chi siamo in questa età di mille Repubbliche, Repubblichine e trasformismi. Finalmente un po di certezza! in mezzo a un mare di figli di puttana mascherati. Finalmente qualcuno che mostra che razza di trasformista, corruttore, disonesto è l'Italiano. Finalmente uno specchio in cui osservarsi.

Quando il popolo riesce a puntare il dito, una nota di leggerezza deve persuaderlo evidentemente. Gli esami di coscienza spettano sempre e solo alla classe dirigente, chissà perché

.. e poi (e questa è veramente bella) si tocca il fondo degli alibi più fantomatici:
- la piazza è una cosa sana! la piazza ci fa incontrare in carne ed ossa! ... sì? ma davvero? uuuhhh wow ... peccato che poi al lavoro che si è in carne ed ossa ugualmente ci si accoltelli alla schiena e ci si venda al miglior offerente, allo stadio, nei centri commerciali, nelle strade, a passeggio, siamo stranieri tra italiani (ah è vero! che stupido! solo nelle piazze si è genuini ) ... e nessuno si caga con l'altro e al primo moribondo per terra si girano i tacchi e si va da un'altra parte ( oh sì è generalizzato, ma è generalmente la verità ) ..

...ma in piazza si sa, così tutti vicini vicini vicini effettivamente non si è più, per magia, concorrenti e ci si danno le pacchette sulla spalla «eh antonio! si stava meglio quando si stava peggio eh, non si può andare avanti così»

... ma la Piazza è una cosa sana... e già, è proprio sana, peccato che non porti a un cazzo di niente.. a sì è vero! che sbadato, ci fa sentire vivi. Sicuro? Non credo invece. Ci fa sentire forti e annacqua le colpe della nostra quotidianità: è un bisogno, per chi sa che in realtà non vuole cambiare... lo schiavo vuole solo catene più morbide, non gliene frega un cazzo del resto, però - poverino: è stufo soltanto che qualcuno li abbia messi davanti a un grandissimo specchio. (mannaggia Anto'! ci hanno sgamati! ...rompete quello specchio!)

Ma la vita non perdona, e l'Italia è arrivata ai suoi nodi al pettine (ERA ORA) in una delle repubbliche più ipocrite mai esistite (per notizia, sono 40 anni che ci prendono per il culo nel mondo) ... e più si è cercato di rompere quello specchio (il buon Silvio) più lo specchio diventava invincibile, poiché era come soffiare sul fuoco ...siamo il suo carburante. E invece di cambiare modo di essere consumisti si continua ad alimentare una società falsa fino al midollo. E, ciliegina sulla torta, si va a votare alle elezioni la MAFIA (se non lo sapeste lo STATO è la mafia) ... l'ennesimo alibi. (Antò per cortesia, metteteci qualcuno che tromba di meno questa volta!! ... come? cosa vuoi in cambio? ok, fatta anche mio zio voterà per te .. promesso, come? non ti fidi? siamo italiani Antò! persone d'onore qua la mano ... Ah, dimenticavo! ricordati di Pasqualino per quel posto in Banca.. ciao )

Detto questo: ovvio che rompo il cazzo ... il nervo è scoperto

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
reby
Inviato: 19/2/2011 1:17  Aggiornato: 19/2/2011 1:21
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/8/2006
Da:
Inviati: 135
 Re: La giostra impazzita
per chi sostiene che ci siano state tante manifestazioni contro la Biagi mi sa elencare dove e quando?
Indetta da chi? e che cosa si chiedeva?

Perché c'è molta differenza tra far finta e proporre qualcosa che incida.

Anche la Cgil si professa contro il precariato, salvo averla firmata la Biagi insieme agli altri di sindacati.

E' chiara la differenza?

Così come le richieste:

è facile professarsi contro la Biagi, MA QUALCUNO, OVVERO I PARTITI CHE HANNO I MEZZI PER FARLO E CHE A PAROLE DICONO DI ESSERE CONTRO, HANNO ORGANIZZANOUNA RACCOLTA FIRME PER RICHIEDERNE L'ABROGAZIONE?
Hanno scritto nero su bianco nei programmi ABOLIZIONE della Biagi?
Così come è stato fatto per l'acqua ed il nucleare?


Certo, potevano sempre poi fare come fece Bertinotti alla vigilia del referendum per l'estenzione dei diritti dell'art 18 a quei figli di un dio minore che avevano la sfiga di essere assunti presso un'azieda sotto i 15 dipendenti:

OVVERO, consigliò di andare al mare.
Complimenti, che alternativa, hanno rischiato di incidere e si sono cagati in mano

No?! E come mai?
Ve lo siete chiesto? E' la differenza che passa tra essere ALLTERNATIVI o utili idioti al sistema.

E' chiaro?

Perché è facile dire o scrivere sul programma elettorale "superamento del precariato" senza ulteriori precisazioni, costa poco e non compromette.

Ma come si supera la Biagi SE NON CHIEDENDONE L'ABROGAZIONE?

Che non si voglia farlo veramente ma basta far finta per i babbei che continuano a votarli?

Calvero
Inviato: 19/2/2011 1:46  Aggiornato: 19/2/2011 1:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
Calvero,
condivido i dubbi che sollevi nel primo punto, non ho prove certe. Ma intanto perchè devo sopportare uno che certamente mi sembra improponibile?


... io ti ho detto che lo devi sopportare? Intanto di passaggio, perché si è sopportato il Gobbo? e non vi sono stati dissensi di dignità in Piazza per mandarlo via? ...perché forse non si trombava qualche puttana??

Detto questo, non devi sopportare nessuno. Dobbiamo rinunciare al superfluo e all'Italianità che foraggia questo Sistema, ciò consentirà di non creare terreno fertile a ogni tipo di Berlusconi.

Citazione:

Sul secondo punto mi sono incartato. Vuoi dire che tanto rubano tutti?... bella argomentazione, cacchio


No, voglio dire che il problema non è Berlusconi. E, detto ancora tra parentesi, che tutti rubino è un discorso ..che tutti (a Roma, dall'estrema sinistra all'estrema destra) tutelino un sistema basato su un Sistema mafioso, è un altro discorso..

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
marcocedol
Inviato: 19/2/2011 2:01  Aggiornato: 19/2/2011 2:01
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/6/2006
Da: Torino
Inviati: 1340
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
E' legittimo supporre che fra le circa 40.000 persone che hanno manifestato per il NO TAV e il milione circa di persone che hanno manifestato per i motivi "sbagliati" ci sia una non trascurabile differenza numerica? Non credo che ci siano "continuamente" manifestazioni così partecipate.


i 40000 NO TAV naturalmente erano solo un esempio. Tieni conto del fatto che in Italia ci sono almeno un paio di milioni di persone che magari saltuariamente partecipano a manifestazioni. Fra i manifestanti del 13 la percentuale delle persone che scendevano in piazza per la prima volta (comprensiva dei giovanissimi) è stata del tutto in linea con quella di altre manifestazioni del passato, penso ad esempio ai V day di Grillo. Probabilmente la manifestazione che ha portato in piazza più persone che mai avevano partecipato ad un corteo è stata quella di Berlusconi a Roma contro il governo Prodi, ma l'avvenimento non è mai stato giustamente motivato come fonte di gioia.

Citazione:
Quindi la novità non è che Repubblica abbia organizzato la manifestazione. Semmai la novità è che per la prima volta una manifestazione di questo genere abbia avuto successo.


Sicuramente Repubblica un successo del genere non era ancora riuscita ad ottenerlo.
La piattaforma estremamente generalista, spalmata su un anti Berlusconismo moderato, unita al colpo di genio consistente nel fare manifestare ognuno nella propria città, credo abbiano contribuito al risultato.
Tenendo conto che in Italia a detestare Berlusconi siamo almeno 20 milioni di persone, oltre la metà delle quali in grado di scendere in piazza, sarebbe oltretutto stato impensabile non raccoglierne almeno un milione in un periodo dove l'informazione era da settimane monopolizzata dallo scandalo Ruby e dai festini di Arcore, non credi?

Tranquillo, le mie idee politiche non sono partiticamente catalogabili e poi come hai giustamente detto tu si discute analizzando la situazione

katanga
Inviato: 19/2/2011 2:34  Aggiornato: 19/2/2011 2:34
So tutto
Iscritto: 31/3/2010
Da:
Inviati: 12
 Re: La giostra impazzita
....se l'umanita' scopasse di piu' il mondo sarebbe un posto migliore....
il salto spirituale e' nell'aria, quasi fosse domani.
penso pero' che il fatto di farlo ora ci porrebbe singolarmente in pasto agli squali ancora di piu'.
HANNO il potere economico, mediatico, energetico, militare, alimentare,etc.. etc.. o si fa tutti insieme di botto, o pensare di organizzarlo poco a poco e' improponibile singolarmente.
senza ravanare in profezie & vari e' palese che il mondo e' giunto ad un bivio profondo nel fiume dell'essere. come maronna fare per remare dalla parte giusta nessuno realmente lo ha chiaro, oltretutto resta il fatto che il lato giusto non sappiamo qual'é.
E come per l'universo il grande dipende nelle sua fondamenta dal piccolo.
...e se fosse semplicemente trombare di piu'?
LO PROPONGO SIGNORI!
W I BONOBO
loro si hanno il segreto della vita!

..e scherzo fondamentalmente amaramente`poiche'...

a_mensa
Inviato: 19/2/2011 2:38  Aggiornato: 19/2/2011 2:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/6/2009
Da: roncello (mi)
Inviati: 3180
 Re: La giostra impazzita
c'è una cosa, cari Cedolin, redna, ecc... che nessuno di voi si è ancora degnato di dire, nonostante vi sia stato chiesto più volte.
provo a riassumere così magari ve ne ricordate.
se per ragioni varie ( si doveva manifestare per altro, non bisognava farlo spinti da repubblica, siete manovrati, ecc...) criticate coloro che sono scesi in piazza, non ho ancora letto una riga a proposito di coloro che NON l'hanno fatto, che per logica approvate.
il movimento, anzi , lo stazionamento, di coloro che se ne sono stati tranquillamente a casa

lo approvate ?

e per favore non ditemi che nessuno di coloro che sono stati a casa NON leggono repubblica, o non sapevano della manifestazione, o cose simili, perchè giustificazioni simili posso accettarle per una parte di essi, ma visto che sono stati 59.000.000 non per tutti.

allora ?

siete sicuri che stando a casa si ottenga di più ?

eh si, perchè la logica porta, quando si crea una divisione netta su un oggetto identificabile, a stare o da una parte o dall'altra, per cui attendo motivazioni vallide almeno le tante che ho letto, fatte per criticare.

non vorrei mai appartenere ad un club che avesse me come socio.
cagliostro
Inviato: 19/2/2011 3:45  Aggiornato: 19/2/2011 3:45
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/9/2007
Da:
Inviati: 1579
 Re: La giostra impazzita
Citazione:

Credo tu intenda "infastidire" con «rompere il cazzo», giusto? Giusto.


Sbagliato, intendo proprio rompere il cazzo !


Citazione:

Detto questo: ovvio che rompo il cazzo ... il nervo è scoperto


Mi confermi che rompi il cazzo !

Fammi capire Calvero, io vado in piazza per protestare contro lo squallore Berlusconiano, tu vieni a dirmi che mi dovrei vergognare, ed il nervo scoperto sarebbe il mio ?

La ricostruzione corretta è questa: io vado a manifestare in piazza contro Berlusconi, tocco un tuo nervo scoperto (di cui tu solo conosci la natura) e per reazione, vieni a rompermi il cazzo dicendo che mi dovrei vergognare. Banale direi.

Quindi ribadisco, la domanda che dovresti fare a te stesso è questa: perchè, invece di impegnarmi nella mia personale evoluzione, sento il bisogno di andare a rompere il cazzo a coloro che sono scesi in piazza ? Visto e considerato che per te Berlusconi non è un problema, e se non lo è, non lo dovrebbe essere nè che ci sia nè che non ci sia, quindi, perchè non sbattersene di queste inutili manifestazioni ?

Oppure hai sentito semplicemente il gusto malsano di sputare sentenze sul tuo prossimo femminile, considerando anche il fatto che trattasi di circa 1 milione di persone di cui non conosci un benamato cazzo ?

O forse, come mi appare sospetto dai tuoi inteventi, rispondi semplicemente ad una logica di chi difende o deve difendere sempre e comunque a spada tratta l'autore dell'articolo o la redazione più in generale ?

Grazie.

«Io non sono di nessuna epoca e di nessun luogo: al di fuori del tempo e dello spazio, il mio essere spirituale vive la sua eterna esistenza.»
superava
Inviato: 19/2/2011 3:57  Aggiornato: 19/2/2011 3:57
Mi sento vacillare
Iscritto: 28/8/2008
Da: Riolo Terme
Inviati: 416
 Re: La giostra impazzita
Ero venuto a fare un giro nel tuo Blog pochi giorni fa e avevo letto questo articolo ben fatto...che dire..sono uno scarpazzone se devo mettere per iscritto i miei pensieri..non sono un bravo "scrittore" e in questo articolo è riassunta la mia stessa analisi. Te l'ho rubato e fatto girare ad amici.

superava
Inviato: 19/2/2011 4:14  Aggiornato: 19/2/2011 4:14
Mi sento vacillare
Iscritto: 28/8/2008
Da: Riolo Terme
Inviati: 416
 Re: La giostra impazzita
Putroppo nella maggioranza per non dire quasi tutte regna quell'animo egoista, che non è il voler bene alla propria persona...è altro che arriva diventare menefreghismo...e finchè non si va attorno al proprio orticello non riusciamo (o non vogliamo?) vedere oltre e non è detto che cio' porti dei risultati..stiamo (forse) ancora troppo bene e il potere che mira a gestire le nostre vite sara' cosi' furbo da lasciarci quel minimo spazio per far in modo che noi non alziamo la testa per vedere lo schifo che c'è.

superava
Inviato: 19/2/2011 4:17  Aggiornato: 19/2/2011 4:17
Mi sento vacillare
Iscritto: 28/8/2008
Da: Riolo Terme
Inviati: 416
 Re: La giostra impazzita
@ a_mensa

La manifestazione la puoi fare anche a casa...nella tua condotta di vita, nel discutere con altri, nel denunciare le malefatte in cui ci si imbatte.

superava
Inviato: 19/2/2011 5:25  Aggiornato: 19/2/2011 5:25
Mi sento vacillare
Iscritto: 28/8/2008
Da: Riolo Terme
Inviati: 416
 Re: La giostra impazzita
"Ragionando in un'ottica miope, avrei dovuto decidere di tenermi il
potere di Mubarak, un tizio che ha portato all'estero 40 miliardi di
dollari di ricchezza egiziana mentre il suo popolo non poteva neanche
comprarsi da mangiare?
No grazie, questo tipo di "logica cospirazionista" estrema non mi
interessa..."

Si ti posso dare anche ragione...ma nessuno dice qui che Mubarak era un santo di uomo e di tenerselo..vedi qualcuno che ragiona cosi qui?....su luogocomune si discute valutando i fatti che succedono nel mondo. Se c'è una rivolta e magari ci sono le avvisaglie che magari questa rivolta è manipolata dai media che come tradizione sta dalla parte del potere...è giusto indagare!
Qua nessuno dice che le manifestazioni non si hanno da fare.Ma devono partire dal basso.Non da un cazzo di quotidiano o da un fantoccio viola.. penso solo che ad esempio se non succedeva il rubygate quelle donne non sarebbero mai andate in piazza e mi sono sentito rispondere del filo d'erba che spezza la schiena..della tunisia e dell'egitto...il problema è che in quei paesi stanno peggio di noi e che molte piu' persone che in italia non hanno soldi per potersi permettere internet e comprare un giornale.
Noi questa (s)fortuna l'abbiamo da poterci sorbire il tam tam giornaliero del potere...ma vedi qui usano per la maggiore i media ...nei paesi piu' arretrati adesso ci infilano i militari dopo le rivolte per poter inserire tramite "la democrazia" un'altro fantoccio piu' obbediente.

Calvero
Inviato: 19/2/2011 6:02  Aggiornato: 19/2/2011 8:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
Sbagliato, intendo proprio rompere il cazzo !


stai esagerando, vedi di darti una calmata

Citazione:
Mi confermi che rompi il cazzo !


Anche tu rompi il cazzo, se continui. Ora finiscila che stai diventando pesante. Chi lo decide chi ha ragione? il numero dei post a favore o contrari? se no mettiamo la lavagnetta se ti fa piacere, dei buoni e dei cattivi magari; magari chiamiamo anche Alimento che è esperto della mentalità da bacheca ... e ora datti una calmata, hai passato la misura.

Citazione:
Fammi capire Calvero, io vado in piazza per protestare contro lo squallore Berlusconiano, tu vieni a dirmi che mi dovrei vergognare, ed il nervo scoperto sarebbe il mio ?


Io sto parlando seriamente Cagliostro, tu hai un opinione altrettanto seria, ma adesso stai giocando. Io non ti devo far capire nulla, visto che se avessi letto quello che è scritto non faresti una domanda così scema. Il gioco è bello quando dura poco, se sei così convinto che rompo il cazzo e insisti, allora manda un pm a Massimo ... altrimenti argomenta e non rompere i coglioni. Ultimo avviso, altrimenti si chiama la redazione e chiariamo le posizioni.

Detto ciò.

Io non dico che ti devi vergognare, io dico che il gesto è ipocrita. E ne ho spiegato il perché. Cagliostro, non giocare ... la natura del "nervo scoperto" l'ho argomentata, confutala se ci riesci.

Citazione:
vieni a rompermi il cazzo dicendo che mi dovrei vergognare. Banale direi.


..insisti ... ma quanti anni hai?

Vergognare? quello lo decidi tu, se ti va ...
Direi invece che è banale colui che va a protestare guidato da una manipolazione mediatica, direi che è banale e ipocrita oltretutto. Se tu senti che ti devi vergognare o no, sono affari tuoi. Sto ancora aspettando che qualcuno confuti che non vi sia ipocrisia, invece che ripetere il mantra che io non sarei nessuno (in soldoni) per dirlo... bla bla bla

Citazione:
perchè, invece di impegnarmi nella mia personale evoluzione, sento il bisogno di andare a rompere il cazzo a coloro che sono scesi in piazza ? Visto e considerato che per te Berlusconi non è un problema, e se non lo è, non lo dovrebbe essere nè che ci sia nè che non ci sia, quindi, perchè non sbattersene di queste inutili manifestazioni ?


E' ormai chiaro che i miei post non li leggi, almeno sii schietto come Rekit che dice che lo annoiano e se ne fotte. Se li avessi letti la risposta già la sapresti. Il motivo è semplice: critico quanto mi pare e piace il mondo che mi circonda... e se trovi motivi per cui vi sia un VETO in Homepage per non poterlo fare, segnalalo. Altrimenti fai silenzio. Per me Berlusconi NON è la causa dei problemi, e siccome mi hanno insegnato che è più importante guarire le cause e non i sintomi ... argomento e critico di conseguenza.

Citazione:
Oppure hai sentito semplicemente il gusto malsano di sputare sentenze sul tuo prossimo femminile, considerando anche il fatto che trattasi di circa 1 milione di persone di cui non conosci un benamato cazzo ?


Di malsano c'è il tuo comprendonio. Si è incantato il disco, Cagliostro?
Io identifico ipocrita tale manifestazione e ipocrita il mondo femminile che la sostiene. Quindi? confuta che non è ipocrita se ci riesci.. attendo le contro/argomentazioni. E il tuo ragionamento se avesse fondamento significherebbe che non si potrebbe decretare neanche la positività della manifestazione (ti dai anche la zappa sui piedi), visto che non conosci neanche tu il milione che era in piazza. Io giudico la filosofia d'azione e il suo Background e il sentimento collettivo. Non è vietato, né malsano: tanto è vero che è questo che si discute. Finiscila Cagliostro ... non ci sai neanche giocare con le parole.

Citazione:
O forse, come mi appare sospetto dai tuoi inteventi, rispondi semplicemente ad una logica di chi difende o deve difendere sempre e comunque a spada tratta l'autore dell'articolo o la redazione più in generale ?


Fatti una ricerchina e vedrai quante volte sono d'accordo. Detto questo, sei veramente squallido piccolo saccentino della domenica se hai bisogno di fare allusioni di bassa lega. Non solo, finché non riesci a confutare debitamente le mie opinioni (o anche se rimanessimo alla pari, come prove) ... io potrei portarle avanti all'infinito se ne sono d'accordo. Senza contare che gli ultimi articoli in Homepage (e non solo questi due) avevano lo stesso comune denominatore; ovvio che la mia posizione rimane ferma. Cosa dovrei fare... cambiare opinione così da sembrare più equilibrato per i tuoi parametri e per la tua arroganza da circo? lo confermo e lo hai dimostrato tu: sei infantile.

In aggiunta, io condivido in buonissima parte la filosofia del sito e le opinioni degli autori. Quindi? cosa vuoi? ... finché lo argomento tieni la lingua a freno saccentino dei miei stivali

Brucia eh ... il culetto ( Antò ci hanno sgamati! rompiamo questo specchio, e subito! )

Citazione:
grazie


ma fammi il favore

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
incredulo
Inviato: 19/2/2011 6:53  Aggiornato: 19/2/2011 6:53
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: La giostra impazzita
Bellissima discussione, piena di pathos, e quando nelle discussioni interviene questo elemento, inevitabilmente si assumono posizioni rigide e dogmatiche.

Io credo che, un sito di controinformazione, abbia il compito di andare oltre all'informazione mainstream, dare altri punti di osservazione dei fenomeni, integrare credenze e conoscenze, mettersi in discussione.

In questo senso gli articoli di Solange e Cedolin, dovrebbero venire correttamente interpretati.

Quando si parla di manipolazione delle masse, tutti noi pensiamo che siano sempre gli altri a essere manipolati, gli altri fessi, non noi che invece siamo "er mejo der colosseo".

Per questo questi articoli vengono interpretati come snob, come contrari alla "partecipazione popolare" come scritti da "persone che si parlano addosso" e che non fanno un cazzo di concreto.

Personalmente li interpreto come un tentativo di far capire fino a quale punto di manipolabilita' siamo TUTTI potenzialmente soggetti.

Che la gente si sia rotta il cazzo della nostra situazione e' evidente, che questo sentimento non trovi espressione e sia soffocato da almeno 20 anni e' altrettanto evidente.

E' frustrante vedere a quale livello di lobotomizzazione siamo giunti, frustrante sentirsi impotenti e inutili, frustrante non vedere alternative possibili, frustrante a tal punto che anche una manifestazione manipolata come quella del 13 febbraio possa sembrare una ventata di aria fresca, una scintilla di vita in questa marmellata di nulla.

Ma cio' non toglie che sia evidentemente manipolata.

Al di la' delle posizioni politiche di ognuno di noi, quello che questi "intellettuali da salotto" vogliono evidenziare e' il pericolo che, le nostre frustrazioni, possano essere usate per altri fini e indirizzate per scopi molto diversi da queli che pensiamo.

Riporto un link postato da Polonio e che molti di noi gia' conoscono, leggerlo piu' volte non puo' far altro che bene.

www.pinobruno.it/2010/10/noam-chomsky-le-10-strategie-della-manipolazione-attraverso-i-mass-media/

Un saluto

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
Polonio
Inviato: 19/2/2011 8:19  Aggiornato: 19/2/2011 8:30
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/8/2009
Da:
Inviati: 797
 Re: La giostra impazzita
Odio gli indifferenti. Credo che vivere voglia dire essere partigiani. Chi vive veramente non può non essere cittadino e partigiano. L’indifferenza è abulia, è parassitismo, è vigliaccheria, non è vita. Perciò odio gli indifferenti.

L’indifferenza è il peso morto della storia. L’indifferenza opera potentemente nella storia. Opera passivamente, ma opera. È la fatalità; è ciò su cui non si può contare; è ciò che sconvolge i programmi, che rovescia i piani meglio costruiti; è la materia bruta che strozza l’intelligenza. Ciò che succede, il male che si abbatte su tutti, avviene perché la massa degli uomini abdica alla sua volontà, lascia promulgare le leggi che solo la rivolta potrà abrogare, lascia salire al potere uomini che poi solo un ammutinamento potrà rovesciare. Tra l’assenteismo e l’indifferenza poche mani, non sorvegliate da alcun controllo, tessono la tela della vita collettiva, e la massa ignora, perché non se ne preoccupa; e allora sembra sia la fatalità a travolgere tutto e tutti, sembra che la storia non sia altro che un enorme fenomeno naturale, un’eruzione, un terremoto del quale rimangono vittime tutti, chi ha voluto e chi non ha voluto, chi sapeva e chi non sapeva, chi era stato attivo e chi indifferente. Alcuni piagnucolano pietosamente, altri bestemmiano oscenamente, ma nessuno o pochi si domandano: se avessi fatto anch’io il mio dovere, se avessi cercato di far valere la mia volontà, sarebbe successo ciò che è successo?

Odio gli indifferenti anche per questo: perché mi dà fastidio il loro piagnisteo da eterni innocenti. Chiedo conto a ognuno di loro del come ha svolto il compito che la vita gli ha posto e gli pone quotidianamente, di ciò che ha fatto e specialmente di ciò che non ha fatto. E sento di poter essere inesorabile, di non dover sprecare la mia pietà, di non dover spartire con loro le mie lacrime.

Sono partigiano, vivo, sento nelle coscienze della mia parte già pulsare l’attività della città futura che la mia parte sta costruendo. E in essa la catena sociale non pesa su pochi, in essa ogni cosa che succede non è dovuta al caso, alla fatalità, ma è intelligente opera dei cittadini. Non c’è in essa nessuno che stia alla finestra a guardare mentre i pochi si sacrificano, si svenano. Vivo, sono partigiano. Perciò odio chi non parteggia, odio gli indifferenti.

[Antonio Gramsci, 11 febbraio 1917]

forse almeno su questo siamo tutti d'accordo.

ps: chiamate il cicap, presto! gramsci era un complottista!!!

a_mensa
Inviato: 19/2/2011 8:24  Aggiornato: 19/2/2011 8:24
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/6/2009
Da: roncello (mi)
Inviati: 3180
 Re: La giostra impazzita
@ superava

Citazione:
La manifestazione la puoi fare anche a casa...nella tua condotta di vita, nel discutere con altri, nel denunciare le malefatte in cui ci si imbatte.


"ANCHE", lo sto già facendo, ma spiegami perchè dovrebbe esser "SOLO" !!

non vorrei mai appartenere ad un club che avesse me come socio.
Calvero
Inviato: 19/2/2011 8:35  Aggiornato: 19/2/2011 8:36
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: La giostra impazzita
..........
....

L'indifferenza esprime tutto il suo potenziale nella regola e non nell'eccezione.

L'indifferenza esprime la sua influenza negativa nella quotidianità: quella che imprime e identifica la nostra vita nella sua esperienza e nei suoi vissuti sociali di interazione. Sia essa "politica" sia essa culturale, sia essa lavorativa.

Il Potere oggi in atto regge la sua forza sul continuum che imprime direttamente e meno - nel quotidiano - tutta la sua forza; e la sua suggestione. Rivelandosi così quasi inattaccabile alle fondamenta. Ed è nel quotidiano che si possono esprimere reali gesti di dissenso e indignazione.

L'epoca moderna e in primis l'ultimo ventennio ha creato ad arte il terreno per cui comuni di piazza non possono che essere sfoghi fini a sé stessi; non solo, i medesimi si mettono alla mercé di manipolazioni e TEST sul grado di infrollimento della collettività. Urlare le eccezioni è un gesto ipocrita e non divide nessuno da quelli che non vogliono nemmeno la rivalsa. Non si mette in opera nemmeno una cernita di cittadini dediti al cambiamento in queste manifestazioni, anzi si predispone un illusione di avanzamento sempre irrisoria rispetto ai moventi stessi che la animano.

Le scese in piazza NON dimostrano una Non/Indifferenza ...anzi, ma una mortificazione e un impoverimento di una lotta che potrebbe avvenire solo con enorme dedizione e forza nel vissuto quotidiano.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
a_mensa
Inviato: 19/2/2011 8:35  Aggiornato: 19/2/2011 8:35
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/6/2009
Da: roncello (mi)
Inviati: 3180
 Re: La giostra impazzita
@ polonio

quoto il pezzo di Gramsci......
e quindi puoi immaginare cosa penso degli azzeccagarbugli che criticano i partigiani col culo ben sprofondato nella poltrona.

ps.
@ incredulo.
verissimo che è molto pericoloso lanciarsi nelle imprese a testa bassa, senza la consapevolezza che si POTREBBE esser manipolati.
ma c'è un buon modo per saperlo, DOPO però.
è il constatare se , riuscita la manifestazione, ci sarà qualcuno che cerca "di metterci il cappello sopra".
ma penso proprio che valga almeno la pena di provarci, poi magari non mi fregano più una seconda volta, ma la prima non posso giudicarla "a priori". così si scade nell'indifferenza, o peggio nell'ipocrisia di voler dare unainterpretazione per nascondere la natura delle proprie tendenze.

non vorrei mai appartenere ad un club che avesse me come socio.
a_mensa
Inviato: 19/2/2011 8:40  Aggiornato: 19/2/2011 8:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/6/2009
Da: roncello (mi)
Inviati: 3180
 Re: La giostra impazzita
@ calvero

Citazione:
Le scese in piazza NON dimostrano una Non/Indifferenza ...anzi, ma una mortificazione e un impoverimento di una lotta che potrebbe avvenire solo con enorme dedizione e forza nel vissuto quotidiano.


verissimo che PUO' essere così, ma devi anche spiegare qual è il segnale dal quale deduci che dal "personale e quotidiano vissuto" è ora di farlo diventare pubblico ed esplicito, altrimenti resta solo un bel pensiero, ma non conduce a nulla.( senza contare che può anche essere, PUO' ripeto, un facile alibi per non prendere una posizione esplicita.

non vorrei mai appartenere ad un club che avesse me come socio.
Polonio
Inviato: 19/2/2011 8:41  Aggiornato: 19/2/2011 8:41
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/8/2009
Da:
Inviati: 797
 Re: La giostra impazzita
calvero, sono confuso...

scendere in piazza è inutile, è mortificazione e impoverimento.
non scendere in piazza è inutile, per ovvi motivi.

mi chiedo: dopo aver aver dedicato il proprio vissuto quotidiano ad una non meglio precisata lotta, che si fa?

ps: io credo di essere d'accordo con te in linea di massima, ma...

ohmygod
Inviato: 19/2/2011 10:26  Aggiornato: 19/2/2011 10:31
Sono certo di non sapere
Iscritto: 16/10/2007
Da:
Inviati: 3652
 Re: La giostra impazzita
Nella maggior parte dei post di evince uno squallore totale nell'amalgamare fatti e fottuti.
Non darei il merito ai singoli utenti dato che negli anni di permanenza sul sito non ho mai assistito a una gazzarra simile.
Forse il merito va alle chemtrails che ammorbano le menti ariose.

Ottimo articolo sign.Cedolin.
Molto probabilmente dietro Repubblica alberga il governo tecnico.

Ps per fottuti non intendo assolutamente le persone che hanno manifestato ma il popolo italiano.

o_dotor
Inviato: 19/2/2011 10:55  Aggiornato: 19/2/2011 10:55
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/11/2006
Da:
Inviati: 82
 Re: La giostra impazzita
Caro Cedolin, io voglio credere al tuo pensiero indipendente, ma come si fa, in un paese come il nostro, a parlare di potentato mediatico di un quotidiano come Repubblica, a meno che non si pappagalli più o meno coscientemente gli slogan spudorati dei venduti a Berlusconi?

Un giornale quotidiano lo si deve acquistare per scelta in edicola, o lo si deve cercare con un preciso indirizzo sul web.
Non entra nelle case come la tv. Non può nascondere messaggi subdoli nei talk show, far porgere le "notizie" dei telegiornali da belle labbrone inrossettate, sfruttare la simpatia di personaggi televisivi o dare la voce a professionisti dell'infangamento e dell'artificio dialettico piuttosto che dell'arroganza e dell'offensività.

In Italia un solo soggetto controlla più o meno direttamente il 90 per cento dei canali più importanti. Non mi ricordo il nome, non lo nomina mai nessuno... ah dimenticavo lo stesso soggetto possiede anche svariati quotidiani...

Che poverelli quegli italiani che si fanno strumentalizzare da quel potentato mediatico di repubblica, eh? vuoio mettere tutti quelli che si rimbecilliscono con i grandi fratelli...

No, basta... quest'articolo o è in malafede o è davvero troppo snob.

cagliostro
Inviato: 19/2/2011 12:09  Aggiornato: 19/2/2011 12:12
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/9/2007
Da:
Inviati: 1579
 Re: La giostra impazzita
Citazione:

Un giornale quotidiano lo si deve acquistare per scelta in edicola, o lo si deve cercare con un preciso indirizzo sul web.
Non entra nelle case come la tv. Non può nascondere messaggi subdoli nei talk show, far porgere le "notizie" dei telegiornali da belle labbrone inrossettate, sfruttare la simpatia di personaggi televisivi o dare la voce a professionisti dell'infangamento e dell'artificio dialettico piuttosto che dell'arroganza e dell'offensività.

In Italia un solo soggetto controlla più o meno direttamente il 90 per cento dei canali più importanti. Non mi ricordo il nome, non lo nomina mai nessuno... ah dimenticavo lo stesso soggetto possiede anche svariati quotidiani...

Che poverelli quegli italiani che si fanno strumentalizzare da quel potentato mediatico di repubblica, eh? vuoio mettere tutti quelli che si rimbecilliscono con i grandi fratelli...


Giusto, basta con lo strapotere mediatico di Repubblica, diamo anche a Berlusconi la possibilità di difendersi !

Incredibile, ma ufficiale: la maggioranza ha tolto 30 milioni di euro alla banda larga per devolverli al digitale terrestre televisivo. L'ultima di una serie di decisioni con cui da oltre due anni stanno cercando di disincentivare la Rete

«Io non sono di nessuna epoca e di nessun luogo: al di fuori del tempo e dello spazio, il mio essere spirituale vive la sua eterna esistenza.»
Makk
Inviato: 19/2/2011 12:21  Aggiornato: 19/2/2011 12:28
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/12/2009
Da:
Inviati: 933
 Re: La giostra impazzita
Ciao, Marco

Citazione:
senza dubbio ritengo che ci siano manifestazioni condivisibili, altre meno, altre per nulla.

E capita addirittura che non lo sai se non DOPO, talvolta solo con riflessione a posteriori quasi storica.
Il punto è che non siamo qui per metterci a far la sciocca hit parade del valore politico di ogni manifestazione. Per fortuna non è stato il fulcro della discussione (salvo poche eccezioni) e non lo hai fatto neanche tu.
Si è discusso però del senso generale di manifestare tout court, largamente da parte dei tuoi "sostenitori". Non ti attribuisco le responsabilità di chi si sente consonante con te, anche e non solo perché conosco il tuo impegno, ti invito solo alla riflessione su come quello che scrivi susciti derive (sempre se le ritieni tali) rispetto a quello che intendevi.

Sei un "artista" delle parole e quindi hai il dovere di lasciare che il messaggio si evolva liberamente nelle menti che lo decodificano, altrimenti saresti solo un persuasore (a Solange non dò questa "scappatoia", però: lei ha sfruttato il potere delle parole).

Solo, se ti garba, soffermati sugli esiti che hai avuto. E i contrari al tuo messaggio forse sono meno rilevanti, da questo punto di vista.

Citazione:
Come spiegavo ad a_mensa non penso che una manifestazione rappresenti un valore aggiunto a prescindere dalla sua piattaforma.

Ahimé, mentre concordo con te di principio, non posso non pensare a quante iniziative sono fallite o immiserite dal fatto che XXX non partecipa perché "la valutazione politica di questa iniziativa non può che essere blablafuffablabla"...
La realtà è che, mentre è facile dire che Dal Molin o il tuo NoTAV o altre iniziative che incidono pesantemente e direttamente sulla pelle della gente sono sicuramente valide, è sulla valutazione di ciò che è disutile che si apre la arbitrarietà. E la paralisi dell'iniziativa "politica" (le virgolette sono per ampliare al massimo il senso del termine).

Citazione:
Innanzitutto è ben più facile radunare un milione di persone in 200 città, ognuna nella sua città, piuttosto che portarne 2 o trecentomila a Roma, non credi?

Sull'utilità della guerra di cifre sorvoliamo (credo tu sia d'accordo), io ho parlato di emulare una piazza: cioè l'operazione di maquillage in cui la protesta è la facciata e la riaffermazione del Leader è il movente anche nell'animo dello zoccolo duro dei partecipanti. Menem, Castro, Bossi e Berlusconi possono farlo, le piazze del populismo non sono quelle di cui stiamo parlando.
Però qui mi fai (bonariamente) incazzare: permettimi un amichevole "ma che cazzo dici!?" fuori dalle righe.
Se avessimo un milione di persone in 200 piazze per qualsiasi obbiettivo che tu o io trovassimo dignitoso sarebbe una colossale vittoria per il relativo movimento. Non faccio la scorrettezza di sbatterti in faccia un'ipotesi di consenso così largo al tuo caro NoTAV, ma prendiamo una simile "massa" disponibile qui ed ora come esempio: non trattasi di manifestazione di piazza, d'accordo, però 1.400.000 firme per l'acqua pubblica come le vedi?
Sono un segnale di una realtà irrimediabilmente manipolata e puntata su bersagli fantasma anche quelli?

Citazione:
Vero, il PD credo abbia ormai perso completamente il controllo, anche della piazza, dal momento che non si manifesta più in grado di essere credibile. A manipolare la piazza in casi come questo non è il PD ma un insieme di forze di ben più ampia portata.

Manipolare o cavalcare?
Non sono affatto intercambiabili come termini. Il primo è potere il secondo debolezza
, come parzialmente già argomentato da Pispax.
Ecco che la valutazione complessiva "delle piazze italiane, oggi" (fatta più da Solange che da te, ma anche tu non scherzi) cambia completamente faccia.
Proprio per questa differenza fondamentale, io apprezzerei una disamina molto più dettagliata.
Che il grande fratello abbia già vinto e siamo tutti finiti và dimostrato e, data la "pesantezza" dell'affermazione, con la massima precisione possibile.
Limitarsi a ventilarlo è millenarismo, benaltrismo, et similia.
Non ti sto insultando, cerca di credermi. Mi rendo conto che un articolo ha delle esigenze di brevità. Sto suggerendo che questo è di sostanza il NODO della tua esposizione.
Siamo alla frutta, prigionieri del Grande Fratello?
Merde Alors.
Però prima lo voglio vedere argomentato da paura!

Per capirci: il linketto a Chomsky, vecchio come il cucco, mi dice solo come potrebbe funzionare (per giunta funzionare *SE* succede questo e quest'altro *ALL'INTERNO* di questa e quest'altra situazione). Altra ciccia ci vuole per capovolgere quello che io credo di vedere.

Citazione:
Il dividi et impera al quale alludo io è quello costituito dalla forzatura operata dividendo la società in gruppi e sottogruppi che esaltano le differenze, anzichè cercare la coesione.
La maggior parte delle famiglie sono costituite da uomini e donne che hanno entrambi il problema di arrivare a fine mese, hanno entrambi il problema di respirare veleno, hanno entrambi i 10000 problemi connaturati nel nostro tempo. Perchè allora dividere le donne dagli uomini? Gli operai dagli impiegati? I precari dai disoccupati? Il nord dal sud? E così via, era questo il concetto.

Ed era chiaro.
Era la mia domanda che sicuramente non era ben chiara... in realtà perché la argomentavo nel seguito del post. Mi scuso di questo. Mi auto-quoto.
Citazione:
Qui da me il PD è dentro un coordinamento di "gentaccia" (associazionismo, centri sociali, brrrr...) che non toccherebbe neanche con un palo, di norma... Sappiamo tutti che la conflittualità sociale è inscritta nella crisi economica, i focolai scoppi/ano/eranno. Loro tenteranno di "seguire la corrente". Ma sappiamo tutti che, laddove sono al governo invece che all'opposizione, i focolai li fanno riunire in fretta e furia, terrorizzati dall'idea che il fottuto elettorato di centro li abbandoni: l'esito è che manderanno i celerini, più in fretta e riflettendo di meno di quanto farebbe il centrodestra. Questo io lo chiamo "perdere il controllo", non "manipolare". Ti pare?

Ora, la situazione italiana è (per me) chiara. Stiamo per assistere a un crescendo di proteste e di repressioni. Non è evitabile con nessun "inscatolamento" della rabbia su falsi bersagli:
puoi anche farmi protestare contro Ruby, ma io continuerò a non arrivare alla fine del mese.
Puoi anche incanalare la mia rabbia per cercare di far pendere la bilancia dal lato dei servi della BCE chiamati "centrosinistra" alle prossime elezioni (dubito che funzionerà), ma io continuerò a non arrivare alla fine del mese.

Il punto, che il tuo articolo NON suscita in chi ti sente vicino, è che i focolai ci saranno e non si fermeranno.
Vogliamo, su ognuno di questi focolai, annusarci i piedi (con i distinguo e le chiamate alla purezza - oh, quanto fondamentali! - in cui noi anti-potere siamo tanto bravi) per decidere se siano validi, abbiano piattaforma, siano genuini o manipolati?
Vogliamo lasciare che si evolvano tutti come capita (mediamente preconizzo rabbia inutile e sangue da non far vedere in tivvù) o tentare di "essere sempre sul pezzo" per vedere se sia ipotizzabile un raccordo fuori dal focolaio?
E la "piattaforma", beh... si prova a cambiarla dopo, o a crearla se non c'era.

Saranno i focolai ad essere brutalmente settoriali e di corto respiro, non tanto i manipolatori a volerli così (che a loro fanno comodo così è una constatazione, NON una dimostrazione di causa-effetto).

Se (come mi dice la mia conoscenza della manipolazione di massa), i manipolatori hanno bisogno di una società ordinata per esercitare le loro arti in modo efficace, allora i manipolatori sono in realtà deboli rispetto a una situazione in ebollizione.
Come esemplificavo, sono addirittura nella posizione di venire a patti con chi rimane organizzato e calmo nonostante tutto.
Non è forse un tentativo che merita un pensiero quello di approfittare della loro debolezza per (ripeto: tentativo) cooptare gli ingranaggetti che girano a vuoto in quella non-più-così-micidiale macchina?

Cazzo, le carte sono sul tavolo: vogliamo giocarcela? O vogliamo passare il tempo a scrutare le espressioni dei giocatori per poi passare la mano, convinti che abbiano sempre il full?

gnaffetto
Inviato: 19/2/2011 12:33  Aggiornato: 19/2/2011 12:33
Mi sento vacillare
Iscritto: 4/1/2008
Da:
Inviati: 336
 Re: La giostra impazzita
al di la delle considerazioni sulla mancanza di informazione (colpa dei giornalisti complici ma anche delle persone passive) o di informazione pilotata e quindi dalle diverse visioni che si possono avere di un avvenimento, volevo provare a parlare della fase successiva che ognuno di noi ha nel momento in cui ha una informazione:

1 - indifferenza

2 - arrabbiatura ma non faccio nulla tanto non cambia niente - resa

3 - arrabbiatura ma faccio quello che la struttura di potere e la gestione dell'indignazione mi ha preparato come valvola di sfogo per poi continuare la stessa vita (petizioni, raccolta firme, manifestazioni, ) - protesta

4 - arrabbiatura e cerco di costruire delle alternative (azione di lobby su amministratori, entrare in politica direttamente, alternative di autoorganizzazione economica)



volebo analizzarli in base al concetto di FIDUCIA:

1 - neanche ce lo si pone

2 - non si ha fiducia ne' in se' stessi ne negli altri

3 - non si ha fiducia in se' stessi ma la si ripone su qualcun altro che si presenta come degno

4- si ha fiducia in se' e in un gruppo ristretto


in ogni caso è la perdita di FIDUCIA (sia da chi la da' che da chi la delude) che fa' crollare la speranza di un cambiamento.
daltra parte, la fiducia incondizionata (FEDE) porta alla perdita di critica, di volersi informare, all'adesione a comando.

volevo sottolineare quindi come la persona, il cittadino possa usare consapevolmente e attivamente il concetto di fiducia nelle sue azioni.
fiducia come strumento di aggregazione. fiducia come modo operativo durante tutte le fasi di una iniziativa o progetto o azione.

perdiamo la fiducia nei politici, nei sindacati, nei leader, nelle associazioni perche' la diamo e poi aspettiamo il risultato per veder se era ben riposta oppure no.

è questo l'errore. la fiducia si puo' veder confermata o meno strada facendo semplicemente controllando (eh si.. bisogna spendere tempo e fatica) che alcuni criteri dell'azione del "rappresentante" rispettino dei principi.

il primo è della trasparenza, cioe che le informazioni del rappresentante o di chi ci chiede fiducia siano rese pubbliche e condivise con tutti. (nel caso di una manifestazione ad esempio che lo scopo sia chiaro e ufficiale, è facile dire tutti in piazza per l'amore, ad esempio il nome e cognome di chi rappresenta, il resoconto delle spese)

il secondo è del dialogo, cioe' che eventuali richieste di integrazione, di chiarimenti siano soddisfatti (nel caso di un candidato chiedere il curriculum, a che azienda è legato, parentele, nel caso di proposte di legge come si devono interpretare certe situazioni )

il terzo è del confronto, cioe' se eventuali critiche vengono prese in considerazione per modificare l'azione originaria (se uno organizza una manifestazione contro il fascismo ed ha inserito tra gli ospiti licio gelli, quando gli viene fatto notare che è incompatibile con lo spirito della manifestazione l'organizzazione puo' reagire in 2 modi, uno degno di fiducia e l'altro no).


quindi a cedolin che si lamentava di mancanze di coordinate io rispondo proponendo 3 strumenti (riuniti sotto la voce fiducia) che permettano ad ognuno di verificare (anche dopo interventi diretti del singolo, basta una semplice domanda fatta bene al politico di turno) se ha scelto bene i compagni di avventura.

questo non ci mette al riparo che possa capitare che un buon politico sia bravo a trovare una scusa per ogni capovolgimento del suo operato, una spiegazione a come sono andate diversamente le cose ma credo che cio' possa solo che essere uno stimolo al cittadino a crescere e a imparare a chiedere le cose concrete senza essere deviato, distratto dai trucchi di magia di questi professionisti del nulla.

cagliostro
Inviato: 19/2/2011 12:48  Aggiornato: 19/2/2011 12:48
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/9/2007
Da:
Inviati: 1579
 Re: La giostra impazzita
Tutti con Berlusconi, scendiamo in piazza per dire basta allo scandalo delle intercettazioni, basta alla violazione della privacy, basta alla giustizia !

Berlusconi sfida pure il Quirinale "Stavolta nessuno mi può fermare"

«Io non sono di nessuna epoca e di nessun luogo: al di fuori del tempo e dello spazio, il mio essere spirituale vive la sua eterna esistenza.»
Manfred
Inviato: 19/2/2011 13:36  Aggiornato: 19/2/2011 13:36
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 3/11/2009
Da: Osnabrück
Inviati: 2094
 Re: La giostra impazzita
E allora muoia Sansone con tutti i filistei, il nichilismo coltivato ad arte da ogni regime, attraverso i suoi agenti provocatori, è cosa antica, ma le avanguardie poiché avanguardie, non lo hanno mai saputo o hanno fatto finta di non saperlo.
Vi consiglio di leggervi l'ultimo libro di Eco, il quale calca la mano per provocare l'incredulità nel lettore, ma descrive perfettamente quelli che sono stati e sempre saranno i meccanismi di gestione e mantenimento del potere, compreso il disinnesco delle motivazioni profonde di qualsiasi movimento che nei metodi e nelle proposte si dimostri pacifico e maturo.
Questa volta si spera che al potere, sia resa la vita più dura, dato che il pragmatismo e la mancanza di velleità espressi sono sintomo di reale volontà di cambiamento.

incredulo
Inviato: 19/2/2011 13:48  Aggiornato: 19/2/2011 13:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: La giostra impazzita
Mi ripeto un po' ma penso che sia giusto farlo.

Una cosa e' chiara: ci siamo rotti il cazzo di aspettare, abbiamo aspettato talmente tanto che ci va bene anche essere manipolati, chi se ne frega?

Questo e' il nostro sentimento e viviamoci l'adesso.

Andiamo tutti a urlare che siamo stanchi, succeda quel che succeda e vaffanculo.

Freghiamocene di tutti i corvi e le casandre che ci avvertono, ci sensibilizzano, tentano di farci vedere le cose da una prospettiva piu' ampia, noi vogliamo agire.

Magari fosse cosi', me lo auguro fortemente ma, la mia impressione e' che sia solo esasperazione.

Abbiamo sopportato l' insopportabile in tutti questi anni e abbiamo sbagliato, siamo giunti ad un livello di non ritorno.

Quando la rabbia offusca le menti, accada quel che accada ma non intravedo niente di buono.

Un saluto

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
a_mensa
Inviato: 19/2/2011 14:27  Aggiornato: 19/2/2011 15:03
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/6/2009
Da: roncello (mi)
Inviati: 3180
 Re: La giostra impazzita
Sicuramente sono incazzato.
Mi spiace ammetterlo, mi sono sovente vantato della mia impermeabilità a certi eccessi, ma quanto ho visto domenica, quanto ho letto sui due articoli, oltretutto passati uno in fila all’altro (chissà se anche questa era una mossa voluta da Mazzucco o se è stato un caso), hanno provocato dentro di me un grosso cambiamento.
Basta con l’abito freddo e razionale, devo dar sfogo a tutta la mia rabbia.
E allora tento una analisi sociale, antropologica, di cosa ha generato tutto ciò.
La premessa che mi pare innegabile è che qui si stanno battendo due fazioni ben distinte:
1) Chi sostiene che la manifestazione non importa se strumentalizzata, se fatta per futili motivi, o qualsiasi altra ragione è stata comunque un evento degno di plauso, perché ha portato un milione di persone ad uscire, e forse per la prima volta, dall’indifferenza e dall’isolamento individuale.
2) E chi invece sostiene che le energie vanno riservate per altre più importanti, questioni, che una manifestazione è poi solo un lavacro per una coscienza sporca ( finita la manifestazione, finito tutto il dissenso), che sicuramente è una strumentalizzazione per altri scopi inconfessabili, ecc…
Orbene io credo che le persone, già da molto tempo, siano divisi in tre categorie:
1) Una classe più povera, erede del proletariato, che in alcuni momenti storici ha saputo organizzarsi e ribellarsi, ma che oggi, per la maggior parte con auto e appartamento in proprietà o in via di riscatto, non ama più sentirsi tale, pur conservandone tutte le caratteristiche dal punto di vista del reddito e della condizione sociale.
Classe messa in concorrenza con i disperati che giungono dal terzo mondo, fatta di persone che stanno subendo attacchi alla loro dignità di lavoratori, ai loro diritti acquisiti, e li subiscono sotto la spinta delle casse integrazione, mobilità, co.co.pro. fasulli, lavori a tempo determinato, lavoro nero, tutte cose che hanno come unico obiettivo la schiavizzazione del lavoro.
Una classe che non si sente più organizzata da sindacati divisi, che ha accettato il parlamentarismo e rinunciato alla rivoluzione con l’illusione di cambiare dal “di dentro” un sistema che difende solo le classi superiori.
2) La seconda, per contrapposizione, è quella che ha ereditato spirito ( e a volte anche ricchezze ) dalla nobiltà, dall’aristocrazia, dall’alta borghesia. Sono quelli che hanno il vero potere nelle mani, che indirizzano la storia, che decidono con o senza il consenso, meglio con, ma se si scontra con i loro interessi, va bene anche senza. Ricchi, grandi manager, banchieri, ecc…. stanno molto bene nell’ombra, a gestire il tutto dando meno spunti possibili di ribellione, vivono nel loro mondo dorato, e, normalmente preferiscono non ostentare la loro posizione, la loro ricchezza, il loro potere.
3) In mezzo quella che classisticamente è definita la piccola borghesia, che non ha i mezzi dell’alta borghesia, ma li vorrebbe, che ne subisce il fascino e la invidia, consapevoli che “loro”, i grandi, sono diversi, e si accontentano di scimmiottarli.
Sono opportunisti per natura, preferiscono confondersi con la massa dei “proletari” perché non hanno le palle per definirsi e appartenere ad una classe diversa, non sono in grado di distinguersi apertamente, non dicono, non fanno, il loro primo pensiero è quello di non “scoprirsi” perché i loro vantaggi li ricavano proprio sfruttando i “proletari”. Pensate ai bottegai, che appena possono appiccicano qualche centesimo in più sui cartellini, o ti fregano dandoti la carta al prezzo del prosciutto, ecc… non dico tutti ma una gran parte si, perché è il loro spirito, fa parte della loro natura esser da una parte e aspirare ad esser dall’altra.
Altra caratteristica è esser bigotti, in chiesa tutte le settimane, a confessarsi tutte le volte col registratore, ripetendo gli stessi peccati, di cui si pentono in quel momento e dieci minuti dopo se ne sono dimenticati e li ripetono.
In questo contesto, dal secondo gruppo è emerso un individuo anomalo, egocentrico, bugiardo, con una pelliccia sullo stomaco, autoreferente, orgoglioso e soprattutto violento.
Nel mare nostrum ha dato una scossa violenta, sicuramente distante dai democristiani che te lo mettevano in quel posto pregando il signore di perdonarli, ancora più diverso dai comunisti di facciata, cui andava benissimo di stare all’opposizione e godersi i frutti di una posizione avversa a parole e concorda nei fatti pur di continuare a approfittare di quella posizione di opposizione “morbida”, perfettamente ereditata dalla lega pur se rivolta a ben altro pubblico, e poi, l’evoluzione di quei socialisti , identificati nel craxismo, pragmatici , falsi idealisti, ipocriti, amanti della ricchezza ma esaltanti la frugalità e l’idealismo.
In questo ambiente si è manifestato il Berlusconismo
Lui, un essere diverso perché, visto che il suo scopo era farsi gli affari suoi, e soprattutto non pagare per tutte le malefatte compiute, ha fatto della violenza verbale e fisica una sua bandiera, i suoi vizi li ha sbandierati con arroganza facendoli passare per virtù, aiutato in tutto questo stravolgimento di antiche abitudini, e “valori”, dal possesso di una quantità di media che ancora oggi stupisce il mondo intero.
Molti si sono innamorati di lui, hanno visto la redenzione dei loro antichi difetti elevati a virtù, il suo orgoglio nel presentarsi “umano” come una prova di trasparenza, di onestà.
Hanno creduto alle sue menzogne, hanno creduto fossero tutte bufale messe in giro da una opposizione (non tenendo ovviamente conto dello stuolo degli avvocati attenti, alla prima parola falsa detta contro di lui, per sporgere querela) che si è trovata nuda, senza più idee, ma con una controparte che non si vergognava di non spartire più quel pezzo di torta che erano abituati ormai a ricevere gratuitamente, pur di non eccedere nell’opposizione.
Quest’individuo ha provocato senz’altro una mutazione antropologica della società italiana.
L’ha divisa in favorevoli e contrari, in innamorati e persone che lo odiano, portando una grossa fetta di popolazione a detestare il “sistema” che non ha avuto risorse per impedire che ciò avvenisse.
Da un certo punto di vista è stato utile per mostrare le pecche proprio del “sistema”, dall’altro lato lo si sta pagando caro con una radicalizzazione dello scontro tra favorevoli e contrari.
Inoltre la crisi economica ha fatto il resto, ovvero facendo mancare quelle briciole a cui si abbeveravano i più deboli, spingendoli alla rivolta contro la classe alta, prima, ma mettendo anche in evidenza se stessi e distinguendosi dalla categoria intermedia.
In questo quadro, dove si colloca quella categoria di mezzo ?
Quella dei piccoli borghesi, opportunisti, grigi, che cercano i vantaggi delle due classi estreme, oscillanti sempre tra l’una e l’altra ?
Atteggiamento tipico opportunista, opporsi a chi si oppone, rifugiarsi nell’individualismo che tutto accetta e tutto giustifica, e ovviamente combattere tutto ciò che permette di identificarli bene, di “tingerli di verde” perché sia ben chiaro a tutti che non sono ne rossi ne neri.
E allora ecco il “benaltrismo” se qualcosa tenta di muoversi, ecco lo “strumentalismo” per frenare ogni manifestazione chiara e identificativa, ecco sforzarsi di confondere, sviare, trovare scuse per negare l’unica vera cosa evidente : che le classi inferiori stanno trovando la forza di ribellarsi, e non aspettano altro che qualcuno offra una organizzazione per seguirlo, rimandando a dopo, l’eventuale analisi sul “con che cosa” sostituirlo.
Ma si stanno anche ribellando all’accettazione amorevole, perché cominciano a capire che uno sberlone oggi, un altro domani, si stanno abituando troppo a prenderle, e il paradiso che poi tutto dovrebbe ricompensare è ancora lontano, e allora cominciano anche a pensare che rispondere con lo stesso linguaggio, forse sarebbe meglio, non fosse altro che per non lasciar consolidare troppo l’abitudine.
Un ceffone ogni tanto lo si può anche tollerare per il quieto vivere, ma quando è troppo è troppo e anche a quello c’è un limite, una soglia oltre la quale la vita diventa troppo difficile.
Amarsi l’un l’altro va benissimo , ma se quella diventa una scusa per alcuni per metterlo in continuazione in quel posto agli altri, allora forse è il caso di cambiare qualcosa.
È lo stesso spirito che sta emergendo nelle rivolte del nord africa, dove nessuno riesce a mettere il cappello su quelle rivolte, perché sono vere, sono di una parte di popolazione esasperata, che finalmente ha capito che non ha nulla da perdere, se non le proprie catene ( come diceva il buon Marx).

non vorrei mai appartenere ad un club che avesse me come socio.
redna
Inviato: 19/2/2011 14:30  Aggiornato: 19/2/2011 14:36
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
cit:
forse dovresti capire il motivo per cui sono andati a manifestare quel (presunto)milione di persone invece che girare come un criceto nella giostra che ti hanno costruito.
......................
forse dovresti capirlo tu il motivo per il quale hanno manifestato e forse insiema a qualcun'altro qua dentro prendere in considerazione l'idea di volare un pochino piu' basso....che, come si suol dire, ca nisciuno e' fesso.


certo che per essere in olanda sai benissimo i dialetti locali italiani....
comunque sia non sai certo il motivo per cui sono andati a manifestare quel (presunto)milione di persone.
Il fatto di volare più o meno in basso c'entra qualcosa?
Se non c'entra nulla allora è certo che tu rimani sempre il criceto di sempre che va sulla ruota felice e contento e dici agli altri di volare un 'pochini' pi in basso. Ti disturba forse il loro volo?

Citazione:
Le scese in piazza NON dimostrano una Non/Indifferenza ...anzi, ma una mortificazione e un impoverimento di una lotta che potrebbe avvenire solo con enorme dedizione e forza nel vissuto quotidiano.


Calvero, ti vedo partito per voli pindarici .....attenzione che disturbi la quete pubblica


Citazione:
In questo senso gli articoli di Solange e Cedolin, dovrebbero venire correttamente interpretati.

Quando si parla di manipolazione delle masse, tutti noi pensiamo che siano sempre gli altri a essere manipolati, gli altri fessi, non noi che invece siamo "er mejo der colosseo".

Per questo questi articoli vengono interpretati come snob, come contrari alla "partecipazione popolare" come scritti da "persone che si parlano addosso" e che non fanno un cazzo di concreto.

Personalmente li interpreto come un tentativo di far capire fino a quale punto di manipolabilita' siamo TUTTI potenzialmente soggetti.

Che la gente si sia rotta il cazzo della nostra situazione e' evidente, che questo sentimento non trovi espressione e sia soffocato da almeno 20 anni e' altrettanto evidente.


santo subito......prima che gli tarpino le ali

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
totalrec
Inviato: 19/2/2011 14:54  Aggiornato: 19/2/2011 14:54
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
Una cosa e' chiara: ci siamo rotti il cazzo di aspettare, abbiamo aspettato talmente tanto che ci va bene anche essere manipolati, chi se ne frega?


Penso sia un'ottima sintesi di una discussione che, da parte di parecchi utenti, ha raggiunto livelli di decerebrazione terminale che non credevo possibili, tantomeno su un sito come Luogocomune.

Dall'analisi politica dei tempi felici, siamo passati alla "logica Columbine": sono incazzato nero, la società fa schifo, i politici sono tutti corrotti, il mondo è una merda, la tipa non vuole più darmela. Dunque rivendico il mio pieno diritto a sfogarmi su chi capita, ad agire a cazzo come mi viene, a sparacchiare su chiunque mi venga a tiro. E se dopo il mondo farà ancora più schifo, pazienza, l'importante e sfogarsi sulla pelle di una persona qualsiasi.

Solitamente "rivoluzioni" del genere si stroncano con un cecchino ben appostato. Mi sentirei onorato di poter essere io stesso a ricoprire questo incarico prestigioso.

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
a_mensa
Inviato: 19/2/2011 15:01  Aggiornato: 19/2/2011 15:01
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/6/2009
Da: roncello (mi)
Inviati: 3180
 Re: La giostra impazzita
@ totalrec

Citazione:
Solitamente "rivoluzioni" del genere si stroncano con un cecchino ben appostato. Mi sentirei onorato di poter essere io stesso a ricoprire questo incarico prestigioso.


già.... basta che spari a quello giusto, e ti faccio pure un monumento.

non vorrei mai appartenere ad un club che avesse me come socio.
Manfred
Inviato: 19/2/2011 15:01  Aggiornato: 19/2/2011 15:03
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 3/11/2009
Da: Osnabrück
Inviati: 2094
 Re: La giostra impazzita
Solitamente i veri stronzi sono sempre mal cagati.

totalrec
Inviato: 19/2/2011 15:30  Aggiornato: 19/2/2011 15:30
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: La giostra impazzita
Freeman ha scritto:


Citazione:
Al solito il nord "produttivo" avrà i vantaggi, mentre le rogne dirette ed indirette alle regioni "sottosviluppate" (tanto sono già morti di fame, che ce frega).


Il discorso sulla gestione delle scorie (discorso sul come) è già molto diverso dal rifiuto ideologico a prescindere che caratterizza gli ambienti ecologisti (discorso sul "se"). In un periodo in cui la geostrategia internazionale si concentra sulla riconfigurazione dei rapporti di forza energetici, bisogna essere completamente pazzi o completamente venduti per rifiutare un'occasione di rafforzamento della sovranità energetica nazionale quale quella rappresentata dalla tecnologia nucleare.



Citazione:
Ma torniamo la nucleare. Se avessero voluto, avrebbero potuto seguire la strada cinese (nucleare "pulito" con le sfere di grafite e raffreddamento ad elio, costruzione standardizzata e modulare, scorie di facile smaltimento), mentre invece hanno scelto una tecnologia già obsoleta e che porrà con prepotenza il problema dello smaltimento delle scorie.


Il motivo è semplice. Come dicevo nell'altro post, i nostri governanti non si preoccupano di aggiornarsi per il banale motivo che non hanno realmente intenzione di realizzare un bel niente. Non hanno le palle per sfidare chi ci vuole schiavi degli approvvigionamenti dall'estero. E se anche le avessero, l'Italia è ormai priva degli ingegneri, dei fisici, dei tecnici, delle competenze di base per realizzare opere così complesse. Tutto ciò che vogliono è continuare col solito teatrino ideologico e, già che ci sono, piazzare qualche lucroso appalto che gli procuri un po' di clientela.

Ma questo dovrebbe essere un buon motivo per voler sostituire una simile congrega di cialtroni con una classe dirigente vera e votata alla crescita economica del paese e al ripristino della sovranità nazionale. Non per opporsi,ubriachi di ideologie ambientaliste decotte, ad ogni proposta d'innovazione che possa tirarci fuori da questo pantano. O peggio ancora, per riproporsi di rendere il pantano ancor più acquitrinoso assecondando manifestazioni e rivolte che hanno l'unico scopo di renderci ancora più servi di chi oggi tira le fila della nostra vita nazionale.

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
totalrec
Inviato: 19/2/2011 15:40  Aggiornato: 19/2/2011 15:40
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
già.... basta che spari a quello giusto, e ti faccio pure un monumento.



Facile. Lo riconosci dalle antenne del radiocomando piantate sui lobi frontali.

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
rekit
Inviato: 19/2/2011 16:30  Aggiornato: 19/2/2011 16:35
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/9/2006
Da:
Inviati: 1151
 Re: La giostra impazzita
cit:
certo che per essere in olanda sai benissimo i dialetti locali italiani....
comunque sia non sai certo il motivo per cui sono andati a manifestare quel (presunto)milione di persone.
..................
certo che lo so ,ora! Sti deficienti li ha ipnotizzati Ezio Mauro con un'editoriale no?
Se sbaglio ti prego di dirmi per cosa hanno protestato gli altri 999999 e che hanno accuratamente evitato di farmi sapere.


cit:
Il fatto di volare più o meno in basso c'entra qualcosa?
Se non c'entra nulla allora è certo che tu rimani sempre il criceto di sempre che va sulla ruota felice e contento e dici agli altri di volare un 'pochini' pi in basso. Ti disturba forse il loro volo?
.................
E tanto per stare in tema zoologico, come per i piccioni non mi da fastidio il loro volo....e' quando pensano di potermi cagare in testa che nasce qualche problemino....

marcocedol
Inviato: 19/2/2011 17:01  Aggiornato: 19/2/2011 17:01
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/6/2006
Da: Torino
Inviati: 1340
 Re: La giostra impazzita
Ho tentato di spiegare meglio il senso della "giosta impazzita" all'interno di un articoletto.
Naturalmente mi sono limitato a pubblicarlo sul mio blog e non domanderò a Massimo di metterlo in home page, per evitare di rompere il cazzo a chi dai miei articoli in home page si sente offeso.
Non commenterò naturalmente oltre la questione in questa sede.

Buona domenica a tutti.

Calvero
Inviato: 19/2/2011 17:04  Aggiornato: 19/2/2011 17:04
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: La giostra impazzita
Manfred, soffri una patologia che si è impadronita del tuo pensare a 360°.

Non vi è nulla di nichilistico nell' "unirsi" nel quotidiano e combattere uno stile di Vita falso e illusorio. Non è dualistica la faccenda, come ti ostini a sostenere.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Calvero
Inviato: 19/2/2011 17:23  Aggiornato: 19/2/2011 17:31
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
verissimo che PUO' essere così, ma devi anche spiegare qual è il segnale dal quale deduci che dal "personale e quotidiano vissuto" è ora di farlo diventare pubblico ed esplicito, altrimenti resta solo un bel pensiero, ma non conduce a nulla.( senza contare che può anche essere, PUO' ripeto, un facile alibi per non prendere una posizione esplicita.


Mi stupisce che tu non l'abbia respirato in questi anni. Lo si deduce dal fatto che quando non c'è la Luce significa che è notte, o che quando il Sole è alto, sicuramente non è mezzanotte.

La nostra collettività regge il suo castello di carte in maniera univoca e incontrovertibile sul profitto (che non è il capitalismo in senso ampio) e gli uomini non sono uomini - ma codici fiscali con le gambe, non te ne sei accorto? il quotidiano NON è fare del bene.

IO non sono a favore del bene e tantomeno della compassione. Due sentimenti penosi. Il prossimo bisogna "detestarlo" e scremare gli uomini dai conigli. E' ora di tirare fuori una forza silenziosa e pericolosa. Se volete vedere tremare il potere bisogna mettere alla frusta noi e i nostri figli stessi. Abbandonare ogni superfluo. NON servono armi, non servono Molotov, non servono adunate e manifestazione di conigli e galline
che credono di essere ascoltati dal padrone della fattoria. Bisogna mettere in atto un boicottaggio spietato. Bisogna abbandonare i sindacati, e lasciarli affondare nella loro merda. Quando il capo ti rompe le palle realmente, devi andare a dirgli nell'orecchio che una notte di queste lo aspetti e gli spacchi le ginocchia sotto casa sua, e lo devi fare.

In un epoca di disordine e trasformismi, di rumore, la vera battaglia può essere solo silenziosa. Bisogna acquistare forza individualmente, perché è l'individuo ad essere temuto e non la massa. Quando si va a casa di parenti e amici non bisogna giocare a carte e basta e se stanno guardando l'isola dei famosi li si deve attaccare e dire - brutti stronzi figli di puttana è ora di prendere possesso delle nostre menti! - ...

le piazza vanno evitate, le Banche utilizzate al MINIMISSIMO indispensabile, bisogna spegnere e far spegnere le televisoni, quando si entra nei Bar bisogna avere le palle di dire ad alta voce . ANCORA CON QUESTO PROCESSO DEL LUNEDI'! stronzi cagasotto .. andate a giocare coi figli! andate a leggere! ... questo significa avere dignità! questo è un confronto! non come animali da circo a piangere nelle piazze come froci... troppo facile. Ed è anche troppo facile prendere le manganellate, sai che coraggio da polli! anche questo è il gioco che verrà manipolato sulla falsa coscienza della collettività. Si chiama "martiri della domenica" e intanto il potere si ingrassa e ride .. ride ... ride...

Avete il coraggio di guardare negli occhi un uomo per strada e dirgli - amico vieni con me! - ..?? io l'ho fatto e funziona. Dobbiamo cercare i nostri simili. Creare movimenti culturali silenziosi. Parlare della Lotta mentre si passeggia sotto i portici, mentre si organizzano Pic Nic fuori città .... QUESTO è sentirsi vivi! questo è l'esempio ai nostri figli e dobbiamo smettere di insegnare ai nostri figli: i figli o si prendono a calci nel culo o si mostra l'esempio..

Nelle piazza ci va' l'uomo ingenuo e l'uomo senza spirito, l'uomo gelatina, l'uomo budino, l'uomo telecomandato, l'uomo codice/fiscale.

Ci vuole disobbedienza. Punto.

L'uomo che chiede al Governo giustizia è un perdente. IL governo è la mafia e io non mendico carità alla mafia... la mafia si combatte con l'intelligenza più fine e più silenziosa

PS

Oppure

andarsene

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
redna
Inviato: 19/2/2011 17:47  Aggiornato: 19/2/2011 17:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
Dall'analisi politica dei tempi felici, siamo passati alla "logica Columbine": sono incazzato nero, la società fa schifo, i politici sono tutti corrotti, il mondo è una merda, la tipa non vuole più darmela.


totalrec, lucido e sintetico (comunque penso che il problema più grave risieda nell'ultima che hai detto....)

Citazione:
Dunque rivendico il mio pieno diritto a sfogarmi su chi capita, ad agire a cazzo come mi viene, a sparacchiare su chiunque mi venga a tiro. E se dopo il mondo farà ancora più schifo, pazienza, l'importante e sfogarsi sulla pelle di una persona qualsiasi.


ecco.......hai capito tutto. E hai capito anche perchè nessuna gliela vuol più dare se non se la prendono incazzati neri più che mai e anche violenti.


Citazione:
Solitamente "rivoluzioni" del genere si stroncano con un cecchino ben appostato


ma anche una risata potrebbe fare miracoli e stroncarli tutti

Citazione:
utto ciò che vogliono è continuare col solito teatrino ideologico e, già che ci sono, piazzare qualche lucroso appalto che gli procuri un po' di clientela.


eh già...e poi Gheddafi ora è sistemato male e pertanto li non c'è più trippa per gatti e nemmeno tende e baiadere.
Uffa, adesso bisogna andare da altri che insegnino altri bunga-bunga...


Citazione:
E tanto per stare in tema zoologico, come per i piccioni non mi da fastidio il loro volo....e' quando pensano di potermi cagare in testa che nasce qualche problemino....

rekit, comunque sia che volino alti o bassi i volatili ca...no sempre.
Il probelmino per loro non esiste.Esiste solo per te, loro comunque volano lo stesso alle altitudini che vogliono senza chidertelo.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Calvero
Inviato: 19/2/2011 17:52  Aggiornato: 19/2/2011 17:52
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
mi chiedo: dopo aver aver dedicato il proprio vissuto quotidiano ad una non meglio precisata lotta, che si fa?

ps: io credo di essere d'accordo con te in linea di massima, ma...


ho risposto anche a te rispondendo ad a_mensa

dopo che si fa?

non è una domanda che si fanno i rivoluzionari, amico. Si fa quel che si deve ... la lotta è sempre un "work in progress" .. e per lottare ci vuole molta umiltà (che è il coraggio più grande), la meta si può intravedere solo spogliandoci di dosso ciò che ci inquina. Dobbiamo diradare la nebbia per vedere l'orizzonte. Non è filosofia Zen, è strategia. E anche la più pericolosa.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Calvero
Inviato: 19/2/2011 17:56  Aggiornato: 19/2/2011 17:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
ma anche una risata potrebbe fare miracoli e stroncarli tutti


hai ragione

.. guarda che non è una battuta. Il potere va deriso. E lo si deride attraverso un Indifferenza/Attiva (non è un ossimoro) nel quotidiano. Sbatterebbero la testa contro i muri come mosche impazzite, perché non saprebbero come fare.

Ecco perché aumentano le telecamere nei posti pubblici: e proprio queste manifestazioni fanno il loro gioco, poiché possono renderle a loro vantaggio inventandosi nuove misure di sicurezza e controllo.

Snobbiamo questi figli di puttana

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
redna
Inviato: 19/2/2011 18:04  Aggiornato: 19/2/2011 18:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
E lo si deride attraverso un Indifferenza/Attiva (non è un ossimoro) nel quotidiano. Sbatterebbero la testa contro i muri come mosche impazzite, perché non saprebbero come fare.


assolutamente si. I comportamenti che loro pensano siano assolutamente recepiti da tutti, se di colpo loro non li potessero controllare come stanno facendo si sentirebbero di non avere in mano la situazione.

Se noi nel contempo pensassimo che quello che c'è in tv non fa parte della nostra vita reale e spegnessimo l'elettrodomestico avremo già guadagnato in salute mentale.
Se l'audience cala sono sopraffatti.In quale maniera ci controllano se ormai nessuno legge più e il 3% si informa su internet?

Milleproroghe, toli 30 milioni alla banda larga per destinarli al digitale terrestre

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Polonio
Inviato: 19/2/2011 19:02  Aggiornato: 19/2/2011 20:29
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/8/2009
Da:
Inviati: 797
 Re: La giostra impazzita
ok.
dopo 2 lunghissimi minuti di meditazione approfondita sull'argomento ho finalmente capito quale è il problema alla radice di tutta la discordia.

premetto innanzitutto che sono totalmente d'accordo con tutto quello che dice ognuno qui dentro. lo sono perché fondamentalmente tutti hanno ragione.

sono d'accordo con quelli che sostengono a spada tratta la protesta.
senza la protesta - saltuaria quanto si vuole - la gente dimenticherebbe come si fa; e soprattutto dimenticherebbe che SI PUO' fare.
la protesta è un muscolo da tenere sempre in allenamento.
certo, ad allenarla male si possno correre dei rischi, ma la paura di stancarsi non deve scoraggiare.

e sono d'accordo anche con quelli che dicono che le manifestazioni sono uno specchietto per allodole, o peggio, una lanterna per falene.
penso che, quello di farsi manipolare, sia, più che una semplice possibilità, un'altissima probabilità.
se non sbaglio marco cedolin faceva notare che repubblica ha fatto una vera e proprio campagna pubblicitaria alla manifestazione.
makk mi pare dicesse (giustamente) che comunque, repubblica o meno, i problemi la gente li sente; c'è poco da fare.
repubblica, santoro e altri hanno fatto da ripetitore ad un'iniziativa.
solo che ci sarebbe da chiedersi (o cercare di ricordare) chi ha proposto per primo l'iniziativa.

forse ha ragione marco quando dice (credo) che, anche se non te ne sei accorto, quella della manifestazione delle radical chicks era comunque un'idea "non nostra".
ma l'abbiamo abbracciata perché ci girano le balle in senso opposto a come gira il mondo. la frizione è tanta**, ma di modi per attenuarla non ce ne sono molti. ben venga un temporale.


gli inghippi, secondo me, sono tre:



uno si crea quando si pensa che i due approcci siano comparabili.
si crede che le uniche due opzioni siano: il protestare o il non farsi strumento della manipolazione.

secondo me la protesta ci deve essere ogni volta che si riesce a organizzarne una. e non è necessariamente il numero di partecipanti che conta.
forse più è alto il numero dei partecipanti e più è alta la probabilità che sia una cosa "organizzata". ma, una volta che si è presa coscienza del fatto, se si condivide la motivazione si dovrebbe partecipare.

l'opossum non è molto in alto nella catena alimentare.

la tenatosi non sempre è la miglior difesa. soprattutto se pensi di essere la preda.

e allora perché non provare ad attaccare difendendosi?



l'altro inghippo, secondo me, si crea quando non si capisce che è l'idea stessa di vincere il nemico che porta alla sconfitta.
una volta raggiunto l'obbiettivo si è soddisfatti e si riporta il letargo a velocità di crociera (qualcuno ha parlato di valvola di sfogo).
e quando berlusconi cadrà sarà l'epifania della festa politica, che durerà anche un paio d'anni.
poi tutti a casa. la festa è finita.
nuova gestione.

forse bisognerebbe mettersi l'anima in pace e accettare che non ci sarà una fine all'impegno, a meno che non ci si voglia prendere in giro fino in fondo.
berlusconi, certo. ma io penso anche a d'alema, andreotti (che ormai si fissa sull'oltre) e, fino a poco fa, avevamo ancora insieme a noi un personaggio del kalibro di kossiga. prodi? esiliato o asceso fra le leggende?

bisogna semplicemente prendere atto del fatto che dovremo sempre fare le pulci a tutti, e insegnare a chi ci segue a fare altrettanto.



il terzo inghippo è illudersi che attraverso i nostri sforzi noi riusciremo a vedere il mondo per come lo immaginiamo.
non succederà MAI.
forse, se saranno fortunati, e se noi saremo stati bravi, i nostri pro-pro-pro-nipoti potranno cominciare a rilassarsi un pochino.
ma quello di buttar giù berlusconi è solo il primo passo.
c'è un mucchio di roba da sistemare. e chi crede di aver risolto e di potersi rilassare dopo la festa è un illuso.




fare le pulci a chiunque abbia in qualche modo un qualsiasi grado di controllo su di te, sempre.
anche (e forse soprattutto) ai media, tutti, e sempre.

attaccare, organizzando proteste quando si ritiene giusto farlo, difendendosi, essendo sempre coscienti di quello che si sta facendo.

se burattini dobbiamo essere almeno scegliamoci il burattinaio se possiamo.
in ogni caso, il nichilismo aureo alla barnard proprio no, grazie.



ps: forse la cosa più dfficile di tutte in questo momento è proprio non farsi informare, ma informarsi.


** l'Associazione Scienziati Scientisti mi ha mandato un telegramma per ricordarmi che se girano in senso contrario la frizione è minima.
tanto gli dovevo.

Manfred
Inviato: 19/2/2011 19:25  Aggiornato: 19/2/2011 23:42
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 3/11/2009
Da: Osnabrück
Inviati: 2094
 Re: La giostra impazzita
E lo si deride attraverso un Indifferenza/Attiva (non è un ossimoro) nel quotidiano. Sbatterebbero la testa contro i muri come mosche impazzite, perché non saprebbero come fare.

assolutamente si. I comportamenti che loro pensano siano assolutamente recepiti da tutti, se di colpo loro non li potessero controllare come stanno facendo si sentirebbero di non avere in mano la situazione.

Una risata vi seppellirà.

Riscoprire che l'acqua calda esiste da mò, su rai storia, vi farebbe bene; invece di parlare di nostalgie.
La creazione delle radio "libere" e poi delle televisioni private ha avuto proprio lo scopo di neutralizzare questa eventualità, ricreando i presupposti per un massiccio volontario indottrinamento di massa, in cui le generazioni a seguire sotto la spinta del consumismo si sono gettate a capofitto, avanguardie in testa.

cagliostro
Inviato: 19/2/2011 22:26  Aggiornato: 19/2/2011 22:26
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/9/2007
Da:
Inviati: 1579
 Re: La giostra impazzita
La giustizia, non quella sommaria autogestita, è necessaria in particolare per tutelare le fasce deboli della popolazione, ovvero quelle che non possono difendersi da sole !
La giustizia non può, deve essere un ideale da perseguire !

Ho letto testè questa notizia, spero sia una bufala ...

http://www.nocensura.com/2011/02/stati-uniti-sotto-shock-nella-clinica.html

«Io non sono di nessuna epoca e di nessun luogo: al di fuori del tempo e dello spazio, il mio essere spirituale vive la sua eterna esistenza.»
AFrayn
Inviato: 20/2/2011 0:24  Aggiornato: 20/2/2011 0:24
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/3/2009
Da: Colônia Cecília, Paraná, Brasil
Inviati: 399
 Re: La giostra impazzita
@amensa:

Carissimo, non ci sono né ci faccio, ma tu quando mando un link ti dai la pena di consultarlo o no?

Il movimento anarchico in Argentina: la crisi economica del 2001

E già che ci siamo:

FaSinPat (Fabrica Sin Patron, ex Zanon)

Il successo delle monete alternative in Argentina

Io dico che questi tante prove prima di agire non le hanno fatte. E non sono razza superiore, per metà sono discendenti di italiani, guarda un po'... Sarà che non si fanno dosi quotidiane di Big Brother?

Molṑn labé - Quocunque Jeceris Stabit
AFrayn
Inviato: 20/2/2011 0:33  Aggiornato: 20/2/2011 0:33
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/3/2009
Da: Colônia Cecília, Paraná, Brasil
Inviati: 399
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
Autore: a_mensa Inviato: 18/2/2011 10:00:58
vi sottopongo, favorevoli e contrari al tema, una piccola questione OT ma solo apparentemente.
Benigni ha dato uno spettacolo di estrema bravura
ha tenuto la scena da solo per un tempo notevole
15 milioni di persone lo hanno guardato ( e si sono sorbite la pubblicità inserita)
io apprezzo moltissimo Benigni per la sua appartenenza politica e per la sua bravura.
il compenso di 250.000€ che la Rai gli ha dato è sicuramente corretto dal punto di vista "aziendale" e commerciale.
ma "moralmente", cosa dite ? è la paga di 1 mese di 160 operai della Fiat o analoga azienda.
lo sbandieramento da parte di Benigni delle sue idee "di sinistra" vanno d'accordo o no con l'intascare un simile cachet ? non nasce forse il dubbio che in questo sistema malato lui ci sguazzi come un pesce ?
forza , come vedete siamo sullo stesso tema.


Qui fortunatamente non assisto a simili pagliacciate (d'altronde non lo farei neppure se fossi in Italia), la mia risposta é che chiunque abbia visibilità sui media mainstream é automaticamente colluso con chi la controlla, indipendentemente dal presunto schieramento politico.

Molṑn labé - Quocunque Jeceris Stabit
AFrayn
Inviato: 20/2/2011 0:44  Aggiornato: 20/2/2011 0:44
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/3/2009
Da: Colônia Cecília, Paraná, Brasil
Inviati: 399
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
Autore: audisio Inviato: 18/2/2011 10:31:43

@ AFrayn:
discutere non è mai negativo e come ho già scritto in altri
post, non intendo modellare il mio sentire, argomentare e
agire sull'agenda del potere elitistico.
Io sono Io e come disse il Marchese del Grillo, Loro (per me)
non sono un cazzo...


Nemmeno io vorrei agire secono l'agenda altrui, é che in una partita a scacchi tocca seguire le regole oltre a saper prevedere... Facciamoci pure noi l'agenda! Personalmente adoravo quella di B.C., finiva sempre a mazzate...

Molṑn labé - Quocunque Jeceris Stabit
redna
Inviato: 20/2/2011 12:06  Aggiornato: 20/2/2011 12:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
La giustizia, non quella sommaria autogestita, è necessaria in particolare per tutelare le fasce deboli della popolazione, ovvero quelle che non possono difendersi da sole !


vero. Ma è vero anche se qualcuno, debole o meno, deve difendersi da qualcun altro vuol dire che è stato attaccato.
Pertanto questo genere di giustizia è evidente che non sarà mai paritario ma sempre di parte e la parte che predilige, lo sappiamo, è quella delle tasche ben fornite.

E'meglio dire che in uno stato di diritto la giustizia è l'ultima spiaggia prima che si arrivi al caos e cioè prima che il governo diventi a tutti gli effetti e sotto gli occhi di tutti una banda a delinquere.
E visto come è conciata ora la penisola (isole comprese) c'è da pensarci...


Citazione:
La giustizia non può, deve essere un ideale da perseguire !

la giustizia è PRIMA DI TUTTO un ideale da perseguire. Ma forse ti sbagli in questo caso e chiami giustizia quello che invece dovrebbe chiamarsi equità.

Certamente l'equità al giorno d'oggi da fastidio prorpio a quelli che, grazie alla NON equità e infischiandosene di tutto e di tutti, hanno continuato insensatamente e immorailmente a rovinare quello che è di tutti.Grazie anche alla complicità di quegli uomini delegati alla 'giustizia' e cioè quelli che dovevano valutare quello che era meglio o peggio per la vita degli uomini.E non sto parlando di bene o male.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Notturno
Inviato: 20/2/2011 12:47  Aggiornato: 20/2/2011 12:47
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/8/2008
Da:
Inviati: 1920
 Re: La giostra impazzita
Amministrare giustizia è una forma di potere.

Ha ragione Redna.

Nelle strutture sociali degradate, come la nostra, risente fortemente del degrado e favorisce i forti in danno dei deboli.

L'aspirazione a una giustizia equa è condivisa dai più, ma richiede una forma di aggregazione sociale estremamente evoluta, in cui ciascuno possiede un elevato grado di consapevolezza, di conoscenza e di impegno sociale, oltre a un fortissimo elemento di "responsabilità".

Tutte cose assenti o ridotte al lumicino, qui da noi.

Un giorno, assai lontano nel tempo, questa situazione, forse, cambierà.

Quel giorno, in molti si chiederanno (e magari CI chiederanno!) "come sia stato possibile" cadere così in basso.

Come sia stato possibile per Berlusconi prendere il potere e stravolgere uno Stato e un Popolo fin nelle fondamenta.

Come cazzo glie lo spiegheremo......

Come lo spiegheremo ai nostri nipoti......

Appariremo semplicemente per quel che siamo: un popolo di merda.

Rende Encomiabili Dire No A
Religiosi Orpelli. Mentire Provoca Eccidii.
(Stefano Bartezzaghi)
a_mensa
Inviato: 20/2/2011 15:42  Aggiornato: 20/2/2011 15:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/6/2009
Da: roncello (mi)
Inviati: 3180
 Re: La giostra impazzita
@ AFrayn
sorry... non avevo capito cosa c'entrasse !!
Citazione:
Io dico che questi tante prove prima di agire non le hanno fatte.....

questa frase mi ha illuminato.
se tu cerchi comunque su diversi miei post, io non mi sono mai dichiarato sfavorevole alle monete locali, al baratto , ecc...
sono sfavorevole ad usare queste cose per costruire degli schemi ponzi, come fare un cambiuo 1 a 1 in entrata e 1 a 2 in uscita, cosa che prima o poi porta ad annullare il capitale di cambio.
l'altra condizione è ch echi opera il cambio si renda anche responsabile delle falsificazioni, che , finchè interessano aree ridotte, quindi emissioni ridotte non sono convenienti, ma pensa al "se" si estendessero ed il volume di moneta alternativa si diffondesse. questo è un problema.

non vorrei mai appartenere ad un club che avesse me come socio.
a_mensa
Inviato: 20/2/2011 15:54  Aggiornato: 20/2/2011 15:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/6/2009
Da: roncello (mi)
Inviati: 3180
 e chi lo ferma ???
@ Notturno

Citazione:
Appariremo semplicemente per quel che siamo: un popolo di merda.


pensa che proprio stamattina, osservando le foto dell'intervento di Berlusconi, l'ho percepito come un paranoico fuori di testa.
quegli occhi spiritati, quel lanciarsi contro tutto e contro tutti coloro che non lo approvano, qualsiasi cosa faccia. con quell'aspetto spiritato mi ha dato solo l'impressione di uno fuori di testa.
e mi sono domandato se esiste un potere che può internarlo alla neurodeliri.
e purtroppo mi sono risposto di no.
al momento attuale, l'unico baluardo è il presidente della repubblica, ma lui non ha nemmeno una compagnia a disposizione per andarlo a prelevare e portarlo in clinica.
le forze sono sotto il controllo di Tremonti per la GdF, la Russa per i Carabinieri e Maroni per la polizia.
se poi pensiamo a Questo parlamento per sfiduciarlo possiamo aspettare.
il sospetto che, da buon manager, prima di far eleggere qualcuno o pagarlo per cambiare campo, pretenda le dimissioni in bianco, cosa che ad esempio avrebbe dovuto fare Fini o Di Pietro.
per cui la domanda resta
se è andato davvero fuori di testa, chi lo ferma ?
ecco un "buco" nella nostra costituzione creato appunto dal "porcellum".
visto il livello di opportunismo dei parlamentari, e membri del governo, chi lo potrebbe fermare ?

non vorrei mai appartenere ad un club che avesse me come socio.
redna
Inviato: 20/2/2011 16:08  Aggiornato: 20/2/2011 16:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: la giostra impazzita
Citazione:
visto il livello di opportunismo dei parlamentari, e membri del governo, chi lo potrebbe fermare ?


e chi ha fermato Mubarak, BenAli e ora Gheddafi?


Citazione:
se è andato davvero fuori di testa, chi lo ferma ?










C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Makk
Inviato: 20/2/2011 16:41  Aggiornato: 20/2/2011 16:41
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/12/2009
Da:
Inviati: 933
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
Notturno:
Appariremo semplicemente per quel che siamo: un popolo di merda.

Questa, nella sostanza, UNA sintesi della discussione. Cioè la voce di una delle due "fazioni" che si sono trovate a schierarsi.
Io casomai avrei detto "siamo ormai", come divenire (e quindi suscettibile di evoluzioni) e non come dato storicizzato e finale, ma non è la mia posizione e in più non sono affatto d'accordo, dunque non mi azzardo a correggere o proporre correzioni magari sgradite.


L'altra fazione, secondo me, non esprime una sintesi rapida.
Perché, al di là delle affermazioni apodittiche che partono quando si sta troppo sul pezzo e si radicalizzano le posizioni, l'analisi di una situazione complessa non si presta alla semplificazione.

Per quanto mi riguarda, mi riconoscerei abbastanza nei due post di polonio e gnaffetto, ma col distinguo che proporre "soluzioni" operative, anche alla riflessione personale, non è del tutto soddisfacente perché la realtà si propone multiforme, e sorprendente, quindi anche le "linee-guida" devono sapersi adeguare con flessibilità.

Sostanzialmente dico che "viviamo in tempi interessanti" (alla cinese: augurare di vivere in tempi siffatti è considerata una maledizione).
Stiamo proprio sulla cresta di un'onda che si carica da cinquant'anni, che da un momento all'altro (e in posti diversi) si arriccia e spumeggia per farsi cavallone e che ci può mettere mesi, anni e decenni allo schianto. Schianto che non sarà sincrono su tutta la lunghezza dell'onda, ma alla fine spiaggerà. Un'onda che ha cominciato a gonfiarsi al largo tre secoli abbondanti fa, e si chiama semplificando civiltà industriale.

Il "letame" sociale matura ed è infiammabile. Quando prende fuoco, c'è confusione e saltano anche le organizzate agende del potere. Questo implica la possibilità di agire (come sempre) fuori da quelle agende (almeno nell'intenzione) ma trovando resistenza meno efficace del solito. Gli esiti non sono per niente garantiti, non sono solo i poteri ad essere in confusione, e non è detto che chi è contro sia pronto o capace di orientarsi.

La MIA sintesi è che chi agisce al di fuori da quelle agende è mio fratello.
Cretino o furbo, smarrito o determinato, vile o saldo, e varie altre coppie di significati che non inficiano in questo mio fratello il sentimento di essere altro da quelle agende.

Devo fidarmi parecchio di lui, accettando il rischio che "tiri" in una direzione diversa da quella del cambiamento, sorvegliandolo e sorvegliandomi. Ma cercare di lavorare con lui è l'unica speranza che ho (che abbiamo) di partecipare al tentativo.

Per questo non è accettabile un'analisi che parta dal punto fermo che siamo un popolo di merda. Prima di tutto perché riscontro continuamente sia la conferma di questo che il suo contrario. E' una variabile spuria dell'equazione.

Secondo perché so e riscontro quotidianamente che mio fratello è potenzialmente chiunque.
Come ho già detto, la propaganda è ubiqua e micidiale. Ma necessita di rinforzo costante.
E quel tipo con lo sguardo stranito di chi ha saltato la dose quotidiana o ne ha ricevuta poca è, appunto, mio fratello. Voglio prenderlo per mano, senza la presunzione di avere la pillola rossa o blu da offrirgli.
Non lo farei neanche se fossi certo di avere ingoiato quella rossa. E comunque mi è sempre stato sul cazzo l'eroico, americanissimo, "non potrai tornare indietro"



Dopo la stretta di mano gli posso solo offrire di fare un pezzo di strada insieme, a sua discrezione e a sua volontà.

Makk
Inviato: 20/2/2011 17:18  Aggiornato: 20/2/2011 17:18
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/12/2009
Da:
Inviati: 933
 Re: la giostra impazzita
Citazione:
a_mensa
se è andato davvero fuori di testa, chi lo ferma ?

ribadisco il di redna e il resto del suo post

andrè' ma come te ne esci!? Napolitano!?!?!?!?!?

Quello è fuori di testa da anni.
Quando "acquisì" la Mondadori, un quarto di secolo fa, entrò nei "suoi" uffici e disse: "bene. Mi fate vedere l'elenco dei comunisti che lavorano qua dentro?"

Rimase veramente male che non ci fosse un simile fondamentale documento in ditta.
Quanto agli sguardi attoniti e schifati che ricevette, li confuse con la manifestazione del sentimento che i "suoi" dirigenti si sentivano smarriti e colpevoli per non aver pensato prima a una cosa così semplice.
Dentro di sé si inorgoglì della propria superiore esperienza ed efficenza aziendale e si preparò a far funzionare come si deve quel posto.

E' solo arrivato a naturale e spontanea maturazione:



a_mensa
Inviato: 20/2/2011 18:55  Aggiornato: 20/2/2011 19:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/6/2009
Da: roncello (mi)
Inviati: 3180
 Re: la giostra impazzita
@ makk

bellissima la vignetta ma non risponde all'interrogativo che ho posto.
forse ci si dimentica ch ese Tremonti, La Russa e Maroni, non rispondessero ai suoi desideri, può sempre revocare loro la delega e quindi prendere su di se il controllo di tutte e tre le forze di "polizia".
altro che incubo.....

ps. hai ragione tu, il popolo italiano è al 90% .... ecc.. ecc... poi ci sono molte eccezioni con le quali si può anche fare la "strada insieme" senza tema di prenderlo in quel posto.


@ redna

per ottenere qualcosa di simile a ciò che è stato in tunisia e egitto, ed ora sta accadendo in Libia, Yemen Bahrein, ecc... in Italia occorrerebbe sopprimere il calcio. allora forse ...
quello che stanno dimostrando i musulmani è di non temere di morire, o almeno che molti di essi non lo temono con la cosapevolezza che se si fermassero ora, la repressione che ne seguirebbe sarebbe comunque tremenda.
chissà se si sono domandati, prima di farsi sparare addosso, da chi sono manovrati, e se questa era proprio l'occasione giusta ?
chissà cosa farebbero a una Solange Manfredi che spiegasse loro tutte le tecniche di manipolazione di massa, che gli facesse l'elenco delle occasioni perdute, ecc...
a me vien da ridere solo a pensarci....

non vorrei mai appartenere ad un club che avesse me come socio.
redna
Inviato: 20/2/2011 21:17  Aggiornato: 20/2/2011 21:24
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: la giostra impazzita
Citazione:
per ottenere qualcosa di simile a ciò che è stato in tunisia e egitto, ed ora sta accadendo in Libia, Yemen Bahrein, ecc... in Italia occorrerebbe sopprimere il calcio. allora forse ...


forse invece basterebbe solo non trasmettere il calcio in tv.
Almeno qualcuno vedrebbe ogni tanto qualche partita e sarebbe solo uno svago e non starebbe incollato al video (per la gioia dell'audience...)

Citazione:
quello che stanno dimostrando i musulmani è di non temere di morire, o almeno che molti di essi non lo temono con la cosapevolezza che se si fermassero ora, la repressione che ne seguirebbe sarebbe comunque tremenda.


non temono di morire perchè sono ridotti alla fame.Certo che per i media non è chic dire questo e ce lo tengono ben celato, ma la realtà è che o protestano e rischiano la vita davanti ai media oppure rischiano di morire in silenzio considerato che per la maggior parte dei dimostranti non c'è in un futuro prossimo nemmeno la certezza dei beni primari, cibo per intenderci.

Citazione:
chissà se si sono domandati, prima di farsi sparare addosso, da chi sono manovrati, e se questa era proprio l'occasione giusta ?

è una bella domanda ma te ne propongo un'altra.
La mancanza del cibo non è già di per se una manovra che spinge molti a fare questa rivolta?
Pertanto tutti i mezzi sono buoni per portare il popolo in piazza e se lo affami è certo che si muove.
Poi è ovvio che nessuno si chiede chi è che lo manovra se ha fame ma è certo che il cibo se qualcuno non ce l'ha o non può accedere il motivo è uno solo : glielo hanno sottratto di proposito.

Citazione:
chissà cosa farebbero a una Solange Manfredi che spiegasse loro tutte le tecniche di manipolazione di massa, che gli facesse l'elenco delle occasioni perdute, ecc..

forse se Solange Manfredi avesse avuto modo di spiegare PRIMA di arrivare a questo punto alla popolazione come veniva manovrata, la popolazione stessa avrebbe preso dei provvedimenti.
Ma si da il caso che nemmeno la popolazione italiana che viene informata su questo presta tanta attenzione.
L'occasione non è persa per il nordafrica ma proprio per l'italia che non è da meno del nordafrica, anzi è messa peggio perchè l'età media della popolazione nordafricana è 25anni mentre qui vige la gerontocrazia.
A volte anche il riconglionimento, ma considerato che ci sono molti vecchi il tutto passa assolutamente inosservato.

Quindi la situazione è peggiore.

Citazione:
a me vien da ridere solo a pensarci....

io penso che che i nordafricani capirebbero quello che gli intelligenti italiani non capiscono dal 1994 e invece di fare qualcosa a Solange Manfredi lo farebbero a chi ha rovinato la penisola.
Loro hanno mandato via i dittatori, manovrati o meno, lo hanno fatto.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
a_mensa
Inviato: 20/2/2011 23:11  Aggiornato: 20/2/2011 23:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/6/2009
Da: roncello (mi)
Inviati: 3180
 Re: la giostra impazzita
@ redna
quanto dici sono anch ebelle cose, e anch eforse giuste, ma che i libici stessero morendodi fame lo stai dicendo solo tu.
dalle coste libiche partono barconi carichi di nordafricani di un po' tutti i paesi, fuorchè libici, allora forse prova a chiederti perchè.
sul bahrein, invece , dato che ci sono stato , posso assicurarti che molti nostri operai vorrebbero avere un mensile come i loro disoccupati, tant'è vero che hanno cominciato a manifestare per avere una monarchia costituzionale e non più assoluta. solo dopo i primi morti adesso, vogliono cacciare il re.
quello comunque che affermo è che le situazioni, legate da un filo comune, che mi guardo bene dal fare di tutt'erba un fascio, non dipendono tutte dalla stessa causa.
se può anche darsi che in egitto la causa fosse la fame, questo è da escludere in Bahrein e quasi sicuramente in libia. filo comune comunque è che sono popolazioni mantenute nella disoccupazione, nell'ozio, senza prospettive, dipendenti comunque dalle entrate che ricavano da gas e petrolio. questo non da alcuna prospettiva di crescita ai giovani ad eccezione di stare nell'esercito, o nelll'amministrazione, unici lavori sicuri.
per il discorso di madame Solange ho ascoltato il video di una sua coltissima conferenza sul come tutti siano manipolati da qualcun altro. peccato che l'unica cosa che non ha detto è come faccia lei a capire di non esser manipolata.
questo è il mistero, e uno spunto di riflessione per chi pende dalle sue labbra.

ps. tra l'altro quanto questi personaggi predicano, è già tutto scritto da almeno 50 anni sui tanti libri di Milton Erickson, che è il padre dell'ipnosi assurta come scienza.
tutti quelli dopo, hanno letto, riassunto e predicato come loro conquiste, cosa c'era gia. e c'era già tutto. suggerisco un giro in libreria o anche solo su IBS, e solo dai titoli capirete di cosa si tratta.

tutta la "scuola" di palo alto dei vatzslawick, grinder, bandler, ecc.. ha assunto come base i lavori di Erickson, e di li sono nate tutte le teorie sulla comunicazione, la PNL, le terapie brevi, ecc... compresa l'ipnosi di massa dimostrata in modo esemplare dalla famosa conferenza-farsa di bandler. ma almeno loro ammettono apertamente di basare i loro lavori sulle ricerche ed esperienze di Erickson.

non vorrei mai appartenere ad un club che avesse me come socio.
redna
Inviato: 20/2/2011 23:44  Aggiornato: 20/2/2011 23:45
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: la giostra impazzita
Citazione:
quanto dici sono anch ebelle cose, e anch eforse giuste, ma che i libici stessero morendodi fame lo stai dicendo solo tu.
dalle coste libiche partono barconi carichi di nordafricani di un po' tutti i paesi, fuorchè libici


devi distinguere. B ha fatto un accordo con la LIbia per 'contenere' i migranti. Questo è stato fatto, quindi ce ne sono pochi di libici che arrivano sulle nostre coste.
Ma ora che sono in piena rivolta non credo che restino in patria.

Vengono in Italia perchè secondo te?
guarda che forse, come in molti, non volete ammettere che in molti sono alla fame.
Se i media non lo dicono questo non significa nulla ma almeno riportate quello che è vero rispetto a quello che pensate non possa esser vero.

Se vi da fastidio che ci siano popoli affamati non significa nulla.
Lo sono lo stesso solo che non lo dicono, anche se vi fa dormir meglio la situazione non cambia.

Citazione:
sul bahrein, invece , dato che ci sono stato , posso assicurarti che molti nostri operai vorrebbero avere un mensile come i loro disoccupati, tant'è vero che hanno cominciato a manifestare per avere una monarchia costituzionale e non più assoluta. solo dopo i primi morti adesso, vogliono cacciare il re.

a_mensa ma leggi ultmamente topolino?
guarda che il barhein è in quelle condizioni per altri motivi.



Il regno del Bahrein è strategicamente fondamentale per gli Stati Uniti che lo hanno scelto come base logistica di appoggio alla V Flotta della Marina. Le portaerei e le corvette che incrociano nelle acque del Golfo assicurano il transito tranquillo, ogni giorno, attraverso lo stretto di Hormuz del 20 per cento del petrolio mondiale. Dai ponti delle navi della V Flotta, gli Stati Uniti guardano negli occhi di Teheran e fanno sentire, a intermittenza, agli ayatollah la loro ingombrante presenza. Che cosa succederebbe se un cambio repentino di regime spingesse il Bahrein diretto, diretto nelle braccia dell'Iran? Il primo effetto sarebbe la perdita della base nel Golfo. L'altra, la più vicina, è quella di Diego Garcia, un puntino nel bel mezzo dell'Oceano Indiano che certamente non permetterebbe un pattugliamento efficacissimo nelle acque del Golfo.

http://it.peacereporter.net/articolo/26926/La+goccia+del+Bahrein

........occhio...........

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Polonio
Inviato: 21/2/2011 0:56  Aggiornato: 21/2/2011 0:56
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/8/2009
Da:
Inviati: 797
 Re: la giostra impazzita

Calvero
Inviato: 21/2/2011 2:12  Aggiornato: 21/2/2011 2:12
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: la giostra impazzita
.. e questo Massimo Merighi si accorge solo nel 2011 di che razza di cretino sia Benigni? alla faccia della perspicacia

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
a_mensa
Inviato: 21/2/2011 6:17  Aggiornato: 21/2/2011 6:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/6/2009
Da: roncello (mi)
Inviati: 3180
 Re: la giostra impazzita
@ redna

Citazione:
Se vi da fastidio che ci siano popoli affamati non significa nulla. Lo sono lo stesso solo che non lo dicono, anche se vi fa dormir meglio la situazione non cambia.


ma che cosa dici ? ma dove te le sogni certe cose ?
certo ch elo so che ci sono un mucchio di persone ch emuoiono di fame.
forse tu non sai ch eda metà nordafrica si RADUNANO in Libia per partire sui barconi, e se si radunano li, tutti gli altri, se volessero scappare credi sarebbe così difficile mescolarsi a quei gruppi di disperati ?
quello che dico, per esser chiari perchè capisci sovente fischi per fiaschi, è che se di li partono dai sudanesi in su, un po tutti i nordafricani, forse non sarebbe così difficile ai libici unirsi a loro . non ti pare ?

che il bahrein poi sia un abase usa, non toglie che sia un fazzoletto di terra su un pozzo di petrolio. il bahrein era l'unico emirato, ai tempi in cui viaggiavo, dove era consentito commerciare e bere alcoolici, dove fioriva la prostituzione e tante altre cose compresa la casa da gioco. gli emiri, che in patria loro vietavano tutto, arrivavano settimanalmente li in aereo per passarsi il weekend a giocare, bere e scopare. che poi fosse anche base americana, e chi se ne frega, sto dicendo che li la rivolta non era certo spinta dalla fame. cercas di capire il senso di quanto si scrive, dai, sei intelligente abbastanza per farlo.

vedi redna, quello che ti sto dicendo è che la fame NON è il denominatore comune della rivolta, perchè molti di essi avranno fame, altri no.
il denominatore comune è la mancanza di una attività produttiva, laureati chenon sanno che fare, giovani ch evivono grazie ai sussidi governativi, mancanza di una dignità di autosufficienza, che per un musulmano è anche peggio della fame.
nei vari rapporti ch earrivano, quelle folle inferocite sono scioperanti ? no ! nessuno li ha mai definiti tali. sono disoccupati NON occupati, persone ch emagari a 30 anni non hanno mai visto un lavoro e mai lo vedranno.
questo è il filo conduttore e comune della rivolta . rivolta contro un ozio degradante, condasnnato dalla loro religione alla stregua di uno dei peggiori peccati, e mancanza di alternative.
cerca , redna, di non leggere con il paraocchi, col preconcetto di chi ritiene le proprie convinzioni verità assolute.
ti sto presentando un quadro diverso, forse anche più crudele di quello che credi.
sai, per risolvere la fame basta un po' di cibo, e un po' di carità lava velocemente via le colpe, ma popoli interi costretti all'inedia, all'ozio sono più difficili da "curare" sono problemi che necessitano sicuramente un po' di più di un po di grano, e tanto per cominciare l'abbattimento di regimi buoni a distribuire prebende, ma non a promuovere unoo sviluppo occupazionale.
questa è la realtà , mia cara, che poi ci sia ANCHE la fame, e che per alcuni sia stata la scintilla della rivolta, mica l'ho mai negato.

non vorrei mai appartenere ad un club che avesse me come socio.
Makk
Inviato: 21/2/2011 8:49  Aggiornato: 21/2/2011 8:49
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/12/2009
Da:
Inviati: 933
 Re: la giostra impazzita
Citazione:
a_mensa:
ps. hai ragione tu, il popolo italiano è al 90% .... ecc.. ecc... poi ci sono molte eccezioni con le quali si può anche fare la "strada insieme" senza tema di prenderlo in quel posto.

Se hai capito questo, vuol dire che mi sono espresso molto ma molto male.
Io dico che il 90% sono miei fratelli. Fra essi ci sono occasionalmente, temporaneamente o permanentemente, quelli che (per una serie di motivi) sono fuori o circa dalla sfera d'influenza della persuasione di massa. E con questi (qualunque sia il livello di consapevolezza raggiunto) si può provare a fare un po' di strada insieme.
Qui il mio dissenso da posizioni di altri partecipanti alla discussione.

Citazione:
bellissima la vignetta ma non risponde all'interrogativo che ho posto.
forse ci si dimentica ch ese Tremonti, La Russa e Maroni, non rispondessero ai suoi desideri, può sempre revocare loro la delega e quindi prendere su di se il controllo di tutte e tre le forze di "polizia".

Veramente la risposta c'è.
Ti dice che B si farà fuori da solo. Come Caligola. Una rivolta di palazzo. E il giorno dopo dimenticato.

E se pensi che i celerini mandati da lui siano più "cattivi" di quelli che mandano maroni ecc significa che non hai ben chiaro che i celerini mantengono l'ordine.
Più è alta la conflittualità sociale e più menano. Punto.

Berlu o Maroni non hanno oggi grandi margini di manovra. La situazione non la controlla B, né B+servi, né PD. Possono solo cercare di governarla.

Quando i margini di manovra c'erano ancora, come Genova G8, potevano scegliere se tamponare il dissenso o dare una lezione in modo da "prevenire" ulteriore dissenso (e hanno potuto scegliere la seconda).

Ma allora le pance erano ancora belle piene.

Bilanciamento dei poteri, corte costituzionale, meccanicismi della democrazia, sono tutte robe che funzionano quando va tutto bene.
Di fronte alla povertà incombente la democrazia è sempre stata e sempre sarà uno strumento fragile e che non dà risposte adeguate.


Mica per niente alcuni economisti si chiedono "ma la democrazia è un bene di lusso?"

Loro pensano che un paese in via di sviluppo abbia un percorso ideale che comincia con forme dittatoriali, per governare la difficile transizione da paese arretrato (dove tutto sommato la gente si arrangia a sopravvivere) a paese moderno (spazzando via il vecchio modello cultural-economico) dove le masse deportate nelle prime città protoindustriali sono sì disponibili al ricatto occupazionale e alla industrializzazione a basso costo, ma anche potenziale fonte di conflitto sociale se non ci sono immediati innalzamenti del PIL e relativo apparente benessere.
In questo caso una bella scarica di fucilate permette al "processo di modernizzazione" di andare avanti anche nel caso di non miglioramento delle condizioni di vita.
Quando e se il processo di modernizzazione raggiunge un buon livello di efficenza produttiva e di benessere diffuso, allora e solo allora si può switchare al modello democratico. Dove il controllo sociale non è affidato ai militari ma alla macchina del consenso partecipazione-politica-media. E' proprio il caso di dire che (sempre secondo gli economisti) che un dato paese deve potersi permettere la democrazia.

Carini, lorsignori, che hanno trovato così la soluzione teorica a un annoso e spinoso problema: le modernizzazioni (calcoli loro) "lasciano indietro" un 6-7% di popolazione che non si adegua al cambiamento. Dove "lasciare indietro" significa semplicemente "crepano".
Il che rischia di far annusare a quei popoli che forse non sta andando tutto così bene a seguire le ricette WTO e FMI, e far brodo di coltura a varie opposizioni "regressiste".

Il modello teorico di questi genii non risolve però l'altro problema: se una democrazia smette di produrre benessere e comincia a "fare retromarcia" come condizione media delle popolazione?
Se è processo di impoverimento lento, le masse non si accorgono per un bel pezzo del cattivo affare che hanno fatto (principio delle lumache nella pentola scaldata poco a poco, di cui parlò Calvero in una altro 3d).
Quando il processo si fa manifesto, sono cazzi.

E l'Italia è ben avanti in questa pericolosa fase. Qui c'è spazio per regressioni della democrazia ma anche per il dissenso, laddove si organizza. Qui non c'è un modello teorico bell'e pronto che gli economisti possono indicare ai politici, quindi sparano (come loro solito) ricette a casaccio.

Ecco perché li chiamo "tempi interessanti", questi nostri.

redna
Inviato: 21/2/2011 9:50  Aggiornato: 21/2/2011 10:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: la giostra impazzita
Citazione:
ma che cosa dici ? ma dove te le sogni certe cose ?
certo ch elo so che ci sono un mucchio di persone ch emuoiono di fame.


si tratta di svariati milioni, non di un mucchio......

Citazione:
forse tu non sai ch eda metà nordafrica si RADUNANO in Libia per partire sui barconi, e se si radunano li, tutti gli altri, se volessero scappare credi sarebbe così difficile mescolarsi a quei gruppi di disperati ?


e fatti almeno una domanda del PERCHE'si raduna tutti in Libia.
L'espresso ha fatto anche un servizio in che modo i libici lasciano morire la gente nel deserto dopo che li rimandano in patria...

Citazione:
quello che dico, per esser chiari perchè capisci sovente fischi per fiaschi, è che se di li partono dai sudanesi in su, un po tutti i nordafricani, forse non sarebbe così difficile ai libici unirsi a loro . non ti pare ?


i fischi per fiaschi li lasci dove sono e se cerchi di capire è un conto altrimenti è solo tempo perso.



Citazione:

che il bahrein poi sia un abase usa, non toglie che sia un fazzoletto di terra su un pozzo di petrolio

a_mensa ...ho buone intenzioni nel risponderti ma, credi, se cominci a far manfrina così non ce la faccio....
Se il barhein è una base USA e in più è pieno di petrolio non fai uno più uno e capisci che quel pezzo di terra agli USA non glielo tiri via di mano nemmeno se ci fosse da fare guerra con gli alieni? certo che postare link e poi non leggerli...........

E che cavolo....

Citazione:
il bahrein era l'unico emirato, ai tempi in cui viaggiavo, dove era consentito commerciare e bere alcoolici, dove fioriva la prostituzione e tante altre cose compresa la casa da gioco. gli emiri, che in patria loro vietavano tutto, arrivavano settimanalmente li in aereo per passarsi il weekend a giocare, bere e scopare. che poi fosse anche base americana, e chi se ne frega, sto dicendo che li la rivolta non era certo spinta dalla fame. cercas di capire il senso di quanto si scrive, dai, sei intelligente abbastanza per farlo.


mazza ..........non hai nemmeno capito che il tutto era perchè ERA UNA BASE americana che c'era la prostituzione, si beveva e si giocava???

NOn ho detto che nel berhein si MUORE DI FAME.Dove lo hai letto questo?
Sta attento a quello che cìè scritto.HO messo un link si barhein che dice che è una base militare e che gli USA non la lascieranno mai e non ho mai parlato di FAME nel barheim.

La tua intelligenza se non la usi per discernere allora lascia perdere e non guardare quella degli altri che nessuno te lo ha chiesto.

Citazione:
vedi redna, quello che ti sto dicendo è che la fame NON è il denominatore comune della rivolta, perchè molti di essi avranno fame, altri no.

a_mensa intanto vedi di capire quello che viene scritto.

Se poi insisti col dire che la fame non spinge nessuno alla rivolta te lo dici da solo perchè quello che è successo in tunisia algeria e egitto è stata chiamata la rivolta del pane.

Pertanto cerca di capire quello che è da quello che vorresti che fosse.

Ti sto dicendo di capire e non di far capire agli altri.

Citazione:
cerca , redna, di non leggere con il paraocchi, col preconcetto di chi ritiene le proprie convinzioni verità assolute.

guarda che chi legge col paraocchi e ne fa un papocchio sei proprio tu.
Cerca di capirlo quanto prima.

Citazione:
questa è la realtà , mia cara, che poi ci sia ANCHE la fame, e che per alcuni sia stata la scintilla della rivolta, mica l'ho mai negato.

intanto questa è una TUA realtà e non sono la tua cara.

No tu non hai negato che sia stata la fame la scintilla della rivolta ma ne hai fatto un trattato sempre secondo i tuoi preconcetti.

Io ho solo detto il MOTIVO della rivolta e questo in tutte le rivolte è assodato. Il popolo quando ha fame va in piazza e gli altri, quelli con i soldi, si aggregano per paura di perdere i previlegi, vedi mai....

Ammettere dall'inizio quello che evidente a tutti ti era tanto difficile ?(magari senza andare a parare su stupidaggini varie ad personam...)

Ma hai capito veramente quello che ho postato io e anche Makk?

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
a_mensa
Inviato: 21/2/2011 11:52  Aggiornato: 21/2/2011 12:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/6/2009
Da: roncello (mi)
Inviati: 3180
 Re: la giostra impazzita
@ redna

Citazione:
Se poi insisti col dire che la fame non spinge nessuno alla rivolta


io ho detto che la fame è UNO dei motivi e non per tutti. o non sai leggere o leggi una riga si e l'altra no.

e ho anche sostenuto che invece il motivo comune, il filo che lega TUTTI questi paesi è quello che ti ho illustrato, senza negare, anzi confermando che la scintilla che ha fatto scoppiare le rivolte PUO' esser stata la fame, o il venditore di verdura che si è dato fuoco.

se non vuoi ammettere che a nessuno era apparso questo aspetto, non me ne frega niente, però quello, e lo vedrai dagli sviluppi futuri, è il legame tra i moti di TUTTI quei paesi.

se tu hai capito quanto ho evidenziato, vuol proprio dire che non VUOI capire, ti piace litigare e basta, e in questo stupido gioca crogiolati pure tu, io sono più adulto.

non vorrei mai appartenere ad un club che avesse me come socio.
redna
Inviato: 21/2/2011 11:55  Aggiornato: 21/2/2011 12:13
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: la giostra impazzita
Citazione:
se tu hai capito questo, vuol proprio dire che non VUOI capire, ti piace litigare e basta, e in questo stupido gioca crogiolati pure tu, io sono più adulto.

la tua dichairazione unilaterale senza conoscere l'interlocutore la dice lunga.

Ma non si stava discutendo se si è adulti o meno.
L'argomento era tutt'altro e questa è la conferma che quanto ho postato prima non lo hai capito.


Citazione:

io ho detto che la fame è UNO dei motivi e non per tutti. o non sai leggere o leggi una riga si e l'altra no.


e io ho detto che qualcuno negando l'accesso al cibo a molti li spinge ad andare in piazza.

Se ci sono o non ci sono fabbriche non ha senso in quei paesi in cui ci sono nella maggior parte multinazionali e di fatto in molti fanno la fame e gli altri fanno i furbi.

Giusto per guardare un pò più in la della punta del naso la rivoluzione francese non è stata fatta per le fabbriche o per il salario anche se è risaputo che anche quelle masse erano manovrate dalla logge massoniche.

Per quanto riguarda leggere bene nemmeno io ho parlato di fame nel barhein ma tu lo hai letto. Eri capace tu di leggere?

Citazione:
e ho anche sostenuto che invece il motivo comune, il filo che lega TUTTI questi paesi è quello che ti ho illustrato, senza negare, anzi confermando che la scintilla che ha fatto scoppiare le rivolte PUO' esser stata la fame, o il venditore di verdura che si è dato fuoco.


ma la scintilla è una cosa e il pagliaio preparato è un'altra.
La scintilla di per sè se non trova il luogo giusto per accendersi non fa nulla.
Parlo per metafore visto che prima ho parlato eplicitamente ma non hai capito.

Citazione:
se non vuoi ammettere che a nessuno era apparso questo aspetto, non me ne frega niente, però quello, e lo vedrai dagli sviluppi futuri, è il legame tra i moti di TUTTI quei paesi.

quello che è evidente e sotto gli occhi di tutti è che nel nordafrica e in medioriente dal colonialismo si è passati alle multinazionali.
Non c'è stata alcuna evoluzione per il popolo.
Per quanto tutti sostengano che la situaizone è sotto controllo non è vero perchè altrimenti avrebbero fatto qualcosa che frenasse la caduta di regimi trentennali.
Quello che si nota è che gli equilibri non sono più gli stessi anche se ci giurano che non è vero.Il trucco ormai è evidente: basta solo che i media dicano che non cambia nulla e tutti dicono che è vero.

Ma quando il popolo va in piazza niente resta come prima anche se c'è sempre qualcuno che pensa di aggiustare tutto.Quello che sa fare in realtà è il solito trucco da prestigiatore che sembra incantare il pubblico ...finchè non scopre il trucco o finchè qualcuno più bravo del prestigiatore gli prende la scena.

Gli sviluppi futuri di quei paesi passeranno attraverso il filtro dei soliti noti che ci presenteranno una volta una cosa e una volta un'altra perchè la raealtà venga sempre occultata.

In realtà se non ci fossero i media noi trarremo da ogni evento una nostra personale interpretazione.
Se qualcuno ce la propone attraverso i media è evidente che è UNA SUA PERSONALE interpretazione che aggiusta e ce la propina a fasi alterne.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
a_mensa
Inviato: 21/2/2011 12:02  Aggiornato: 21/2/2011 12:02
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/6/2009
Da: roncello (mi)
Inviati: 3180
 Re: la giostra impazzita
@ redna
leggiti anch eil resto...... inizio a postare per occupare il "posto" poi completo dopo.

non vorrei mai appartenere ad un club che avesse me come socio.
a_mensa
Inviato: 21/2/2011 12:15  Aggiornato: 21/2/2011 12:16
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/6/2009
Da: roncello (mi)
Inviati: 3180
 Re: la giostra impazzita
@ makk
a parte le percentuali, sono abbastanza d'accordo con cosa dici.
c'è un unico grosso punto di dissenso tra me e te.

QUESTA democrazia, che io chiamo "il miglior involucro che la borghesia ha inventato per perpetuare lo sfruttamento delle classi inferiori" che è tutto tranne che democrazia, dov ela popolazione è chiamata a mettere una croce ogni 5 anni, come in un sondaggio di opinioni, tanto per vedere a quale stadio è, e poi comunque fanno quel c...zo ch egli pare NONOSTANTE il popolo , quando riesce, manifesti dissenso, non merita nemmeno che si perda tre minuti per parlarne.

se tu credi che questo dia anche solo una parvenza di potere alla popolazione, per me il discorso è chiuso.
se invece su questo punto sei d'accordo con me, allora possiamo anche proseguire nell'analisi di quanto sta accadendo.


ps. in mezzo agli altri post, il tuo mi era sfuggito.... sorry

non vorrei mai appartenere ad un club che avesse me come socio.
totalrec
Inviato: 21/2/2011 14:33  Aggiornato: 21/2/2011 14:33
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: la giostra impazzita
Citazione:
a_mensa ma leggi ultmamente topolino?


Dall'attivismo instancabile che dimostra, su questo e altri forum, per difendere tutte le "rivoluzioni di popolo" targate CIA e NED, inizio a sospettare che si tratti di Walt Disney in persona. O di un suo strettissimo collaboratore.

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
complo
Inviato: 21/2/2011 14:36  Aggiornato: 21/2/2011 14:36
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
No, no, disturbatelo pure e anzi suonategliele di santa ragione. Nulla sarebbe più importante in questo momento. Prima però bisognerebbe imparare a distinguere un conducente da un comune bigliettaio o da un passante qualsiasi. Cosa che i branchi di babbei che affollano le piazze di recente non sembrano minimamente in grado di fare, vuoi per pusillanimità, vuoi per idiozia, vuoi perché idiozia e pusillanimità sono doti che i conducenti (quelli veri) retribuiscono con grande munificenza.


A questo punto fammi un esempio di chi "ha saputo distinguere".
Può essere che arriviamo a concordare, o potrebbe essere che il tuo ragionamento arrivi (torni!) a: "non disturbate il conducente".

Citazione:
il fatto stesso che questi fessi abbiano trasformato il culo in un valore la dice lunga sulla qualità intellettuale delle loro riflessioni politiche e sulla loro eventuale utilità.


Strawman. MOSTRUOSO strawman.
Certo nella manifestazione nessuno ha detto "chi non è qui è un tordo, noi invece abbiamo mosso il culo".
E' sui (ben noti) media che è stato fatto passare: "sono stati strumentalizzati".
A questo è stato RISPOSTO: "almeno il culo lo hanno mosso".

Citazione:
Ovviamente le autorità sanno bene che il referendum lo perderebbero. Ma sai perché lo perderebbero? Perché siamo in Italia e il popolo, che è saggio, sa bene che l'appalto di nuove centrali sarebbe solo l'ennesimo sperpero di denaro pubblico, l'ennesimo suk di appalti mafiosi e paramafiosi che non produrrebbe mai nulla di concreto.


Oppure produrrebbero qualcosa di concreto e MOLTO pericoloso.

"Abbiamo la firma sui sistemi si sicurezza?"

"Ancora no, hanno fatto due sopralluoghi e hanno trovato 10 non conformità"

"Adesso ci penso io. Un bel massaggio in bikini strettissimo, un bell'assegno per comprare casa al ministro e la firma arriva di sicuro"

Citazione:
Questi piagnucolosi venduti mi fanno vomitare. Andrebbero schiacciati, senza troppo rumore, sotto i cingolati, avendo cura di lavare in seguito con la massima diligenza i cingoli stessi; che sono molto costosi e possono tornare utili in altre e più rilevanti occasioni.


totalrec la possibilità di sparare frasi roboanti te l'ho subito stroncata.
E' FORMIGONI, IL TUO PRESIDENTE DI REGIONE, MEMBRO DELLO STESSA MAGGIORANZA DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO, che piagnucola che lui le centrali non le vuole.
Quando vedrò uno come te che, altre a sparare frasi roboanti, MUOVE IL CULO E METTE SOTTO I CINGOLI FORMIGONI, allora potrò dar credito alle tesi che sostiene.
Fino ad allora mi metto a ridere e lo strumentalizzato sei TU.....

totalrec
Inviato: 21/2/2011 14:51  Aggiornato: 21/2/2011 14:51
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
Fino ad allora mi metto a ridere e lo strumentalizzato sei TU....


Dimenticavo: Walt Disney non viaggia mai da solo. Si porta sempre dietro Carl Barks e Walt Kelly perché gli facciano un po' di compagnia.

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
audisio
Inviato: 21/2/2011 14:53  Aggiornato: 21/2/2011 14:53
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: La giostra impazzita
@ Cedolin:
la tua replica la trovo francamente incomprensibile.
L'unico qui dentro che abbia parlato del PD sei tu.
Sei tu che fai l'equazione piazza del 13 = PD.
Ma chi te l'ha detto?
E sei tu che fai l'equazione anti Berlusconi = pro PD-Repubblica.
Scusami, ma è un'immane cazzata.
Io ero in piazza e ODIO (letteralmente) il PD e suoi dirigenti.
Ma ODIO anche (letteralmente) Berluska e i suoi.
E ODIO (letteralmente) forse anche di più la Lega che molti invece
apprezzano (dico molti anche qui su LC).
Io ero in piazza perchè non tollero più il messaggio che viene veicolato
tutti i giorni dalle reti Mediaset e copiato ormai da tempo anche dalla
RAI.
Ossia, che la donna sia innanzitutto un corpo.
Non l'accetto e non l'accetterò mai.
Che le signorine vadano ad Arcore volontariamente, scusami ma me ne
sbatto altamente.
Fosse per me, le manderei a lavorare negli ormai (purtroppo) chiusi
campi di rieducazione vietcong.
Erano uno strumento molto utile di crescita spirituale, innanzitutto...
E la cosa che mi fa incazzare è leggere il tuo articolo, quello di Solange
e molti post di commento che ritengono questo un argomento
secondario.
Scusatemi, ma il ruolo della donna nella società per me è anche più
importante della lotta degli operai FIAT contro Marchionne.
Anzi, molto di più...


P.S.: io sono un complottista esagerato, ma basta cò 'sta storia delle
rivoluzioni "colorate" nei paesi arabi!
Ci sono milioni di persone in piazza, non quei 4 gatti di Teheran o in
Georgia e Ucraina.
Ormai, non si potrà più fare una rivoluzione o un moto di piazza senza
evocare lo spettro di Soros.
Proprio quello che Soros voleva...

redna
Inviato: 21/2/2011 15:00  Aggiornato: 21/2/2011 15:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
Dimenticavo: Walt Disney non viaggia mai da solo. Si porta sempre dietro Carl Barks e Walt Kelly perché gli facciano un po' di compagnia.


comunque ho il sospetto che siano anche molti di più......



*******

Citazione:
Scusatemi, ma il ruolo della donna nella società per me è anche più
importante della lotta degli operai FIAT contro Marchionne.
Anzi, molto di più...


audisio, finchè la donna mette al mondo figli e non criceti il problema non è certo secondario.Anche perchè se non ne mette al mondo alla FIAT chi ci mettiamo? la banda bassotti....?

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
totalrec
Inviato: 21/2/2011 15:01  Aggiornato: 21/2/2011 15:01
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
io sono un complottista esagerato, ma basta cò 'sta storia delle rivoluzioni "colorate" nei paesi arabi!


Sono d'accordo. Ora si tratterebbe solo di trovare qualcuno che lo vada a dire a Soros...

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
Calvero
Inviato: 21/2/2011 15:12  Aggiornato: 21/2/2011 15:19
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
Ossia, che la donna sia innanzitutto un corpo.
Non l'accetto e non l'accetterò mai.


Basta semplicemente accettare che ci sono le Puttane, Audisio. Non è fantascienza. E' la puttana che decide di "trasfigurarsi" in corpo, come la chiami tu. Non è Berlusconi che usa la bacchetta magica Che facciamo ci raccontiamo le favole di Nonna Abelarda?

Non solo, quel tipo di Puttane hanno la semplice volontà di esserlo... che si facciano un esamino di coscienza quel tipo di donne invece..

edit-

..che a differenza delle Prostitute quelle vere (e anche minorenni che vengono barattate, violentate, uccise, mortificate), non sono neanche delle povere disgraziate che cercano di sopravvivere. Anzi.

E per queste vere disgraziate - PRIMA - nessuno si è sentito a tal punto indignato. Ma guarda tu. Aspetta un po... mi pare si chiami IPOCRISIA

E allora Audisio sei tu! (tu inteso come ciò che difendi) che devi spiegarmi cosa c'entri l'uomo di Potere e quale colpa FONDAMENTALE abbia verso la dignità della donna, quando quel tipo di donne fanno a gara (letteralmente e letterine comprese) per diventare le migliori TROIE. Non ho capito cosa "minchia" (termine appropriato) hai da scandalizzarti??

Non solo... e perché mai (e qui una delle IPOCRISIE DEBITAMENTE DENUNCIATE) non si è scesi in piazza con cotanto ardore ... per tutte le prostitute di strada (anche quelli sono "corpi" e anche maciullati e oltraggiati e senza vantaggi .. anzi, il contrario) che OPERAI, IMPIEGATI, BELLA GENTE, RAGAZZI, BARVI MARITI, CAMIONISTI, LAVORATORI, CONTADINI si vanno a scopare per pochi euro ... foraggiando così il sistema della droga, della corruzione, delle violenze carnali, e del crimine organizzato???

Quando scendono in strada le donne (e gli uomini) per questo scempio?

Non scendono e sai perché? te l'ho già detto, perché UNO non gliene fotte un cazzo, DUE il loro maritino poi gli garantisce il MUTUO.

E tu mi vieni a parlare che la donna è un corpo, mettendo in relazione quello che fa Berlusconi con delle PUTTANE che DESIDERANO e BRAMANO leccargli anche il buco del culo..

.. e tu sei sceso in piazza per difendere la dignità di chi?? delle puttane??

ma finiamola di prenderci per il culo

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
audisio
Inviato: 21/2/2011 15:19  Aggiornato: 21/2/2011 15:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: La giostra impazzita
Citazione da cedolin:
Anche sul presunto milione del 13 ci sarebbero molte riflessioni da fare.
Innanzitutto è ben più facile radunare un milione di persone in 200 città,
ognuna nella sua città, piuttosto che portarne 2 o trecentomila a Roma,
non credi?
------------------------------------

Magari se tu e altri vi scomodaste ad andare a verificare di persona e
non leggere solo i giornali che poi contesti, ti saresti reso conto che i
numeri probabilmente erano per difetto.
Io ero a Piazza del Popolo, non si riusciva ad entrare e a un certo punto
siamo dovuti andare via perchè ho avuto paura che potesse succedere
qualcosa per la ressa.
Mai visto prima in nessuna manifestazione e ti assicuro che ne ho viste
tante.
E a proposito, i discorsi dal palco non hanno quasi mai citato il nome
di Berlusconi, bensì la richiesta di maggiori diritti per le donne, sul lavoro,
nei rapporti uomo/donna, nel welfare ecc. ecc.
Berlusconi è solo un magnifico catalizzatore di rabbia che però sa
indirizzarsi sulle vere questioni.
E' la rappresentanza che manca, perchè ancora non si è in grado di
pensare ed attuare nuove modalità di associazionismo e di azione politica.
Ma tutta quella gente che era in piazza mi conforta sul fatto che non
sia passato il modello Grande Fratello che è un prodotto totalmente
made by P2 (infatti, Grande Fratello si riferisce al Nano incappucciato
che soffre sempre di complessi d'altezza )...

complo
Inviato: 21/2/2011 15:27  Aggiornato: 21/2/2011 15:27
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
Dimenticavo: Walt Disney non viaggia mai da solo. Si porta sempre dietro Carl Barks e Walt Kelly perché gli facciano un po' di compagnia.


Almeno un seppur poco convinto "si anche il Formigoni piagnucola" potevi dirlo!
Salvavi almeno formalmente l'apparenza di essere contro il "sistema" e non solo contro UNA PARTE come E'.
Se conoscessi Walt Disney e non lo citassi a casaccio sapresti che fa parte della TUA parrocchia.
Salutoni a Silvio e al Furmiga......

P.S. il primo PIAGNONE che sento straparlare di cieli o acque avvelenate e poi contemporaneamente dar ragione a totalrec o a quelli come lui lo mando direttamente in quel posto.

audisio
Inviato: 21/2/2011 15:29  Aggiornato: 21/2/2011 15:29
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: La giostra impazzita
Calvero, eppure te l'avevo già scritto anche nel post.
Ma che pensi che si è scesi in piazza per difendere Ruby?
Leggiti il post, ti ho parlato di campi di rieducazione vietcong per
le puttane d'alto bordo (giustamente fai notare tu stesso che il
discorso per chi sta per strada è molto diverso).
Quelli che stavano in piazza ci stavano contro il modello di donna
che passa nel paese.
Ti chiedo una cosa, Calvero, hai mai visto i cartoni animati che passano
nelle fasce per i ragazzini?
Probabilmente no, facci un giro, io li ho visti con le mie nipotine e mi
è salita una rabbia immensa.
Ti faccio solo un esempio, in un cartone la puntata verteva su come
le ragazzine trendy della scuola potevano fare per punire e umiliare
una loro compagnetta che aveva il solo torto di essere cozza e di
voler studiare.
Se la paragono alla tv dei ragazzi che vedevo io nella mai abbastanza
compianta tv democristiana, mi viene da piangere.
E questo è tutta colpa di Berlusconi e dei suoi sodali tipo Murdoch
(altro massone sionista del cazzo).
Alla RAI una volta non le vedevi 'ste cose, alla BBC e alla ZDF nemmeno
(per queste due lo spero ancora adesso).
Quanto a quelli che vanno a puttane, lo sai come la penso.
E' uno dei pochi casi in cui sarei per la pena di morte, ma poi dicono
che sono stalinista...

redna
Inviato: 21/2/2011 15:44  Aggiornato: 21/2/2011 15:50
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: La giostra impazzita
Citazione:

P.S. il primo PIAGNONE che sento straparlare di cieli o acque avvelenate e poi contemporaneamente dar ragione a totalrec o a quelli come lui lo mando direttamente in quel posto.

d'accordo che il titolo del 3d è la giostra impazzita ma veramente vi date da fare affinchè il titolo coincida con i commenti.

Complimenti! Formigoni qui ci sta come i cavoli a merenda.
Etichettare poi qualcuno quale PIAGNONE mi sa tanto da ....Savonarola!!

E'veramente una giostra impazzita!





Citazione:
Sono d'accordo. Ora si tratterebbe solo di trovare qualcuno che lo vada a dire a Soros...

non trovandosi nessuno disposto a dire a Soros un qualche cosa....le cose rimangono come stanno.
Comprese le rivoluzioni colorate e anche in bianco e nero.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
totalrec
Inviato: 21/2/2011 15:48  Aggiornato: 21/2/2011 15:48
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
Salvavi almeno formalmente l'apparenza di essere contro il "sistema" e non solo contro UNA PARTE come E'.


Lascio volentieri a te e al tuo Studio di Burbank il compito di essere contro il "sistema", qualunque cosa significhi questo lemma (immagino si tratti di una versione "villain" di Topolinia da sottoporre all'attenzione delle gloriose masse rivoluzionarie).
I cartoni animati sono piacevoli. Il guaio sono i coatti che finiscono per confonderli con la geostrategia.

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
Calvero
Inviato: 21/2/2011 15:49  Aggiornato: 21/2/2011 15:49
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
Calvero, eppure te l'avevo già scritto anche nel post.
Ma che pensi che si è scesi in piazza per difendere Ruby?


Non sviare Audisio

... lo sanno anche i sassi a cosa iconograficamente fa appello questa manifestazione di indignazione

Te l'ho già detta anche io una cosa, e so anche che tu sai che è così.

L'uomo onesto rimane onesto. L'approfittatore approfitta.
La donna sana rimane tale, la Puttana aspetta la sua occasione.

Punto. Il mondo è fatto di persone per bene e di persone meno per bene. E le persone si attraggono secondo la loro indole.

Anche il ragionamento della televisione di una volta non attacca. Il ragionamento è semplicemente logico e antropologico. Se le generazioni di adesso sono figlie della tua e della nostra, e saremmo migliori di queste (perché questo intendi), ti sbagli. Poiché evidentemente non siamo capaci di dare l'esempio e nulla abbiamo insegnato. UNO) Siamo migliori una minchia; DUE) allora anche la televisione di allora ci ha fatto male.

E POI:

Visto che per quelli che vanno a Puttane la pensiamo allo stesso modo, incomincia a pensare che l'Italia (DI FATTO) non se ne è mai fottuta una mazza di questo scempio. Dov'era la dignità? adesso è spuntata fuori da quale Cilindro? da quello delle opinioni indotte? credo proprio di sì, e proprio come queste manifestazioni..

E ANCORA PIU' grave. Quelli che vanno a PUTTANE e sono a MILIONI, sono tutti i BERLUSCONI che ti ronzano attorno. La forma mentis è la stessa, ricordatelo. Sono i tuoi vicini di casa. E a questi signori quando facciamo prendere le loro responsabilità?

Non si può? ok, mi sta anche bene ... ma non venite a raccontarmi le favole che c'è una classe politica che non ci rappresenta.

E' IL NOSTRO SPECCHIO (idem per puttane, raccomandazioni, ruberie, evasioni, e troie di regime anche nelle aziende più piccole).

NOI siamo colpevoli. Questo non si vuole ammettere. E questo si nasconde nelle piazze

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Makk
Inviato: 21/2/2011 15:49  Aggiornato: 21/2/2011 15:49
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/12/2009
Da:
Inviati: 933
 Re: la giostra impazzita
Citazione:
a_mensa:
"il miglior involucro che la borghesia ha inventato per perpetuare lo sfruttamento delle classi inferiori" [cut] poi comunque fanno quel c...zo ch egli pare NONOSTANTE il popolo , quando riesce, manifesti dissenso, non merita nemmeno che si perda tre minuti per parlarne.
se tu credi che questo dia anche solo una parvenza di potere alla popolazione, per me il discorso è chiuso.

Boh.
Non è affatto "il migliore". Ti ho appena argomentato che il migliore è la dittatura. Solo che è "impresentabile" dal punto di vista public relations. Per cui và superato.
Ecco che arriva la democrazia.
Ma tutt'e due i giocattoli (dittatura e democrazia) "si rompono" quando le condizioni economiche scendono sotto un limite fisiologico di benessere diffuso: per intenderci quello in cui c'è *almeno* uno strato di popolazione che se la sfanga e fa da cuscinetto contro i propri simili meno fortunati, salvaguardando il culo alla classe dirigente.
Nelle dittature questo cuscinetto è più sottile (ma rinforzato dai militari), nelle democrazie deve essere più spesso (calcoli dei neocons: 40% della popolazione che crede di stare bene).

Quando si scende sotto questi livelli (socio)economici, si ammucchia combustibile per la conflittualità sociale.
(più esattamente il combustibile è tanto e non disposto a macchie di leopardo secondo la logica del divide et impera: se gli strati di popolazione che stanno male sono troppi e contigui succede che schioppano gli operai e prendono fuoco anche i contadini o gli studenti o i disoccupati o ...)

Quando hai conflittualità sociale ci sono i margini per le rivolte. Questo non so se tu lo chiami "dare parvenza di potere alla popolazione".
Ma il succo è che
[1] il momento della conflittualità è L'UNICO in cui la classe dirigente non ha il culo al riparo.
[2] E' l'unico momento in cui non puoi agire NONOSTANTE il popolo. Devi prenderlo in considerazione perché, se no, ti dà alle fiamme il paese.
Fra le cose che posso tentare per "tenerne conto" ci sono o le pallottole o un cambio di regime (possibilmente gattopardesco). Ma mica è detto che gli riesce.

Sono tempi duri per loro quando il popolo (anche quello che non scende in piazza) si accorge di essere nella merda.

Se arrivi a quel punto non sarà certo l'avere una magistratura agguerrita o delle istituzioni di salda tradizione democratica che ti salva.
Davanti ai fatti (se conclamati e percepiti) dell'economia sono cazzi.

Il che ci riporta al punto in cui ti rispondevo su "come facciamo a fermarlo, che è impazzito?"
E ti rispondevo che Berlu è il nulla, come dinamica storica e sociale. La sua sconfitta o il suo peggioramento psichiatrico sono pagliuzze nel mare degli accadimenti, finché la crisi continua a impoverire gli italiani. Le forze in gioco sono molto più imponenti delle miserabili beghe partitiche.
E io non vedo inversioni di tendenza nell'andamento della crisi economica, quindi...

Citazione:
se invece su questo punto sei d'accordo con me, allora possiamo anche proseguire nell'analisi di quanto sta accadendo.

Dovremmo essere d'accordo che Ber o Ber (lusca/sani) non cambia una cippa-lippa rispetto a come si sta evolvendo la situazione.
Questo punto è dirimente fra (ad es.) te e me.

Per quanto riguarda il topic, fino a qui sono d'accordo con Cedolin che siamo su una giostra impazzita.
Quello su cui dissento (e che mi schiera come "anti-Cedolin") è che io opino che della gente abituata a scendere in piazza già prima del fiammone è più disponibile a rivoltarsi con atteggiamento da rivendicazione invece che da "spaccamo tutto".
Io sostengo che, in un corpo sociale dove esiste l'indignazione e la volontà di migliorare lo status quo, sono più facili i momenti costruttivi e di auto-organizzazione, e sono invece meno percorribili (ad es.) gli esperimenti tipo rivoluzione colorata.
Per cui vedo con favore le mobilitazioni di piazza (e con qualche cautela mi spingo a dire "sempre e comunque").

Gli esiti sono comunque incertissimi, ma abbiamo più chances di cambiamento se la piantiamo di guardarci in cagnesco almeno fra quelli a cui lo status quo, così com'è, non gli piace.


p.s.:
tra le tue analisi c'è un'altra cosa che mi perplime:
al momento tra le masse arabe la componente islamica è assai poco rilevante nei mob. Quello che dici tu che gli islamici sono diversi da noi in questo non lo riscontro. A me sembra, analiticamente, che il fondamentalismo sia solo una delle lobby di potere che aspira, appunto, al potere. Che si trova spiazzata come gli altri segmenti di potere, visto la rivolta è socioeconomica e non guarda in faccia a nessuno.
E, da quello che se ne capisce, sembra che l'analisi coincida con la realtà...

complo
Inviato: 21/2/2011 16:20  Aggiornato: 21/2/2011 16:20
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
Lascio volentieri a te e al tuo Studio di Burbank il compito di essere contro il "sistema", qualunque cosa significhi questo lemma (immagino si tratti di una versione "villain" di Topolinia da sottoporre all'attenzione delle gloriose masse rivoluzionarie).
I cartoni animati sono piacevoli. Il guaio sono i coatti che finiscono per confonderli con la geostrategia


Il guaio è che non leggi quello che ti scrivono.
SEI TU che fingi di essere "contro il sistema" e invece sei contro UNA PARTE PRECISA. Io sono COMPLETAMENTE D' ACCORDO che tale "lemma" non significhi nulla.
Spiegalo a Redna.

P.S. geostrategia è una parola che presa così fa molto effetto.
Sostanziala con le parole del TUO PRESIDENTE DELLA REGIONE.
Sentiamo che "geostrategia" c'è nel dire "nessuna centrale in Lombardia".
Dai, facci ridere...............

redna
Inviato: 21/2/2011 16:25  Aggiornato: 21/2/2011 16:26
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
Spiegalo a Redna.


no, te lo rispiego io una seconda volta e magari rispondi invece di pensare che altri devono avere delle spiegazioni quando sei tu che non le dai....che cosa c'entra Formigoni in tutto questo?

Dopo la spiegazioni potrei anche sorvolare quel ....spiegalo a redna....che non è che se me lo spiega totalrec allora mi va bene.Giusto per capirci!

Fra l'altro se vuoi delle spiegazioni da totalrec ci sono i pm.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
complo
Inviato: 21/2/2011 16:35  Aggiornato: 21/2/2011 16:35
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
Complimenti! Formigoni qui ci sta come i cavoli a merenda.
Etichettare poi qualcuno quale PIAGNONE mi sa tanto da ....Savonarola!!


Eh bhè, quando con un ESEMPIO CONCRETO INCONTROVERTIBILE si fa vedere chi sia veramente strumentale e chi sia veramente strumentalizzato, allora si passa al "non c'entra nulla!".

Sul "piagnoni" ti consiglio di vedere chi li ha tirati in ballo.
Cerca:
"Questi piagnucolosi venduti mi fanno vomitare. Andrebbero schiacciati, senza troppo rumore, sotto i cingolati, avendo cura di lavare in seguito con la massima diligenza i cingoli stessi; che sono molto costosi e possono tornare utili in altre e più rilevanti occasioni"

Chi l'ha detto?
Ma proprio colui col quale vi state dando di gomito!
Adesso ti è più chiara la frase mia e perchè l'ho scritta?

marcocedol
Inviato: 21/2/2011 18:06  Aggiornato: 21/2/2011 18:10
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/6/2006
Da: Torino
Inviati: 1340
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
E a proposito, i discorsi dal palco non hanno quasi mai citato il nome di Berlusconi, bensì la richiesta di maggiori diritti per le donne, sul lavoro, nei rapporti uomo/donna, nel welfare ecc. ecc.


Evito di entrare in polemica sul fatto che Repubblica ed il centrosinistra che va da Vendola a Ezio Mauro, passando attraverso il PD e Montezemolo abbiano di fatto mediaticamente organizzato la manifestazione, tanto quando non ci si vuol capire non ci si capisce ed è meglio che ognuno rimanga della propria idea.

Nelle parole che ho quotato dimostri perfettamente la valenza del mio pensiero:
richiesta di maggiori diritti per le donne....e per gli uomini?
maggiori diritti per gli operai? E gli impiegati?
maggiori diritti per i precari della scuola e per quelli dei call center?
maggiore tutela per i lavoratori e per i discoccupati?

Occorre fare dunque 375.000 manifestazioni per ogni spicchio in cui questa disgraziata umanità viene artificiosamente divisa o sarebbe ora di finirla con questa ruffiana ed ipocrita fiera del dividi et impera?
Vedi un pò tu, se speri che si arrivi da qualche parte andando avanti così, io non lo spero affatto e ritengo sia solamente un mezzo per portare il cervello all'ammasso e lasciare tutto esattamente com'è

Manfred
Inviato: 21/2/2011 18:20  Aggiornato: 21/2/2011 18:24
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 3/11/2009
Da: Osnabrück
Inviati: 2094
 Re: La giostra impazzita
La prossima volta per non dividere artificiosamente l'umanità si faccia una manifestazione a favore dell'aumento dei compensi a manager e a tutti i liberi professionisti, compresi i giornalisti. In altre parole una manifestazione di solidarietà a Berlusconi e ai politici che si sono spartiti le cariche pubbliche, agli amici e parenti.

reby
Inviato: 21/2/2011 18:24  Aggiornato: 21/2/2011 18:24
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/8/2006
Da:
Inviati: 135
 Re: La giostra impazzita
@ audisio non c'è il pd dietro sta iniziativa?
Credi?
RIpeto per l'ennesima volta, non si potrà mai cambiare niente se ci si lascia strumentalizzare ma vedo che non ci si arriva proprio a capirlo quando si è strumentalizzati.
Per indirla però, si son fatti scudo di un anonimo sito e di una petizione come piattaforma....che serietà...

Del 18 gennaio
"Sit-in donne pd: "Calpestata la dignità delle donne, esigiamo rispetto". Firma l'appello (video)
"Berlusconi vergogna, dimettiti" è lo slogan delle donne del Pd, parlamentari, componenti della segreteria e semplici cittadine. Le donne della segreteria PD scrivono a Berlusconi:"Liberi l’Italia dall’imbarazzo" - Firma l'appello"
http://beta.partitodemocratico.it/doc/202112/calpestata-la-dignit-delle-donne-esigiamo-rispetto-firma-lappello-delle-donne-pd.htm

E pensare che credevo ci fossero cose più serie, questa gentaglia che non fa altro che ripetere che bisogna pensare al bene del paese, che il paese sta male a causa della crisi e che fa?
Si fa scendere in piazza per la dignità delle donne...PATETICO RIDICOLO
Non senti aria di presa per i fondelli?



CASO RUBY, BINDI (PD): RESTITUIRE DIGNITÀ ALLE DONNE E AL PAESE
da Adnkronos


«Siamo qui tutte insieme perché vogliamo porre al centro della nostra vita e del paese la parola dignità: dignità della persona, dignità della donna, dignità della democrazia, dignità dell'Italia». È quanto sottolinea la presidente del Pd, Rosy Bindi, in piazza del Popolo a Roma per la manifestazione “Se non ora quando?”.

«Credo che questo movimento non si fermerà – è la previsione e insieme l'auspicio dell'esponente democratica – e credo anche che otterrà i risultati che deve ottenere. Il nostro Paese merita di più e lo otterrà, grazie alle donne», conclude Bindi.

Quanto al commento sulla manifestazione espresso dal ministro dell'Istruzione, Mariastella Gelmini, per la quale si tratta di una piazza “radical-chic”, Bindi replica così ai giornalisti che le chiedono un'opinione in proposito: «Posso non commentare?».

http://www.democraticidavvero.it/adon.pl?act=doc&doc=7370


LA DIGNITA' DI NON AVERE PIU' SOVRANITA' NAZIONALE MONETARIA ALIMENTARE ALLA SIGNORA DEL PD NON INTERESSA.
L'IMPORTANTE E' LA SERVITU'


Non mi stupisce che le rivoluzioni colorate pilotate via Dipartimento Usa/Twitter/ Facebook abbiano successo, con cervelli così

complo
Inviato: 21/2/2011 18:38  Aggiornato: 21/2/2011 18:38
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
Occorre fare dunque 375.000 manifestazioni per ogni spicchio in cui questa disgraziata umanità viene artificiosamente divisa o sarebbe ora di finirla con questa ruffiana ed ipocrita fiera del dividi et impera?
Vedi un pò tu, se speri che si arrivi da qualche parte andando avanti così, io non lo spero affatto e ritengo sia solamente un mezzo per portare il cervello all'ammasso e lasciare tutto esattamente com'è



Perfetto, anche l'autore stesso dell'articolo alfine semplifica il suo pensiero e dice sostanzialmente che è meglio non manifestare.
Che è SEMPRE meglio non manifestare per non dividersi.
Spero che la discussione possa continuare su questo punto perchè francamente era proprio il malinteso senso dell'articolo che sembrava indicare cause per cui è giusto manifestare e cause per cui invece si sarebbe solo strumentalizzati.
Adesso però resta il punto più "caldo".
Manifestare no, votare no (almeno così dicono molti), allora che si fa?

Ti è stato scritto:

"Cazzo, le carte sono sul tavolo: vogliamo giocarcela? O vogliamo passare il tempo a scrutare le espressioni dei giocatori per poi passare la mano, convinti che abbiano sempre il full?"

Si è citato che:

"Tra l’assenteismo e l’indifferenza poche mani, non sorvegliate da alcun controllo, tessono la tela della vita collettiva, e la massa ignora, perché non se ne preoccupa."

Tu che proponi? Quale sarebbe il mezzo che "non porta il cervello all'ammasso" e porta all' obiettivo?

marcocedol
Inviato: 21/2/2011 18:41  Aggiornato: 21/2/2011 18:41
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/6/2006
Da: Torino
Inviati: 1340
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
La prossima volta per non dividere artificiosamente l'umanità si faccia una manifestazione a favore dell'aumento dei compensi a manager e a tutti i liberi professionisti, compresi i giornalisti. In altre parole una manifestazione di solidarietà a Berlusconi e ai politici che si sono spartiti le cariche pubbliche, agli amici e parenti.


Quali Manfred? Quelli di destra o quelli di sinistra o quelli di destra, o quelli di centro? O quelli di sinistra che poi sono passati a destra? O quelli di destra che sono passati a sinistra? E fra i manger quelli pubblici o quelli privati? Ma fra i manager pubblici quelli che lo sono sempre stati o quelli che prima erano privati? Quelli che hanno dato le cariche solo ai parenti stretti o quelli che hanno devoluto benefit anche agli amici e agli amici degli amici?

I distinguo sono importanti, non puoi generalizzare sono il succo delle manifestazioni

marcocedol
Inviato: 21/2/2011 18:49  Aggiornato: 21/2/2011 18:49
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/6/2006
Da: Torino
Inviati: 1340
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
Tu che proponi? Quale sarebbe il mezzo che "non porta il cervello all'ammasso" e porta all' obiettivo?


Ragionare con la propria testa sarebbe già un significativo punto di partenza

Se poi si ritiene che donne e uomini vivano su pianeti diversi ed abbiano problemi di diversa natura, diventa lecita anche questa ennesima divisione che fa tanto chic e politicamente corretto.

Manfred
Inviato: 21/2/2011 18:52  Aggiornato: 21/2/2011 18:53
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 3/11/2009
Da: Osnabrück
Inviati: 2094
 Re: La giostra impazzita
I distinguo sono importanti solo per chi ha la pancia piena, io non riderei troppo.

complo
Inviato: 21/2/2011 18:55  Aggiornato: 21/2/2011 18:55
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
Ragionare con la propria testa sarebbe già un significativo punto di partenza


E chi non sarebbe d'accordo?
Resta da stabilire perchè chi va ad una manifestazione dovrebbe ragionare meno con la sua testa di chi non ci va e SOPRATTUTTO se basti "ragionare con la propria testa" per ottenere qualcosa.

etrnlchild
Inviato: 21/2/2011 18:57  Aggiornato: 21/2/2011 18:57
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 1200
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
...ma abbiamo più chances di cambiamento se la piantiamo di guardarci in cagnesco almeno fra quelli a cui lo status quo, così com'è, non gli piace.

Quoto.

Non alimentiamo il dividi et impera, sul quale siamo tutti d'accordo, o no?
Perche' allora si e' ancora qui a litigare facendo il gioco degli "altri" pochi, e in malafede?
Perche' quelli che sono in malafede e disonesti non stanno scrivendo qui... vero???

"Lo spirito del guerriero non conosce né il lasciarsi andare né il lagnarsi, né conosce il vincere o il perdere."
complo
Inviato: 21/2/2011 18:57  Aggiornato: 21/2/2011 18:57
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
LA DIGNITA' DI NON AVERE PIU' SOVRANITA' NAZIONALE MONETARIA ALIMENTARE ALLA SIGNORA DEL PD NON INTERESSA.





Guarda, il giorno che il PD parlasse di signoraggio e io dovessi seguirlo in una manifestazione vi autorizzo a dire che sono totalmente strumentalizzato.

reby
Inviato: 21/2/2011 19:00  Aggiornato: 21/2/2011 19:00
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/8/2006
Da:
Inviati: 135
 Re: La giostra impazzita
domande per chi ha apprezzato questa manifestazione

1) era necessaria?
2) a che/o a chi è servita?
3) quali sono state le rivendicazioni, se ve ne sono state?
4) La dignità delle donne è minacciata? Da chi? Da cosa?
Minacciata al punto da rendersi necessaria una manifestazione per chiedere, riprendo dalla piattaforma di convocazione:

"NVITO ALLE DONNE ITALIANE A PARTECIPARE AD UNA GIORNATA NAZIONALE DI MOBILITAZIONE DOMENICA 13 FEBBRAIO 2011

Se non ora, quando?
In Italia la maggioranza delle donne lavora fuori o dentro casa, crea ricchezza, cerca un lavoro (e una su due non ci riesce), studia, si sacrifica per affermarsi nella professione che si è scelta, si prende cura delle relazioni affettive e familiari, occupandosi di figli, mariti, genitori anziani.
Tante sono impegnate nella vita pubblica, in tutti i partiti, nei sindacati, nelle imprese, nelle associazioni e nel volontariato allo scopo di rendere più civile, più ricca e accogliente la società in cui vivono. Hanno considerazione e rispetto di sé, della libertà e della dignità femminile ottenute con il contributo di tante generazioni di donne che - va ricordato nel 150esimo dell’unità d’Italia - hanno costruito la nazione democratica.
Questa ricca e varia esperienza di vita è cancellata dalla ripetuta, indecente, ostentata rappresentazione delle donne come nudo oggetto di scambio sessuale, offerta da giornali, televisioni, pubblicità. E ciò non è più tollerabile.
Una cultura diffusa propone alle giovani generazioni di raggiungere mete scintillanti e facili guadagni offrendo bellezza e intelligenza al potente di turno, disposto a sua volta a scambiarle con risorse e ruoli pubblici.
Questa mentalità e i comportamenti che ne derivano stanno inquinando la convivenza sociale e l’immagine in cui dovrebbe rispecchiarsi la coscienza civile, etica e religiosa della nazione.
Così, senza quasi rendercene conto, abbiamo superato la soglia della decenza.
Il modello di relazione tra donne e uomini, ostentato da una delle massime cariche dello Stato, incide profondamente negli stili di vita e nella cultura nazionale, legittimando comportamenti lesivi della dignità delle donne e delle istituzioni.
Chi vuole continuare a tacere, sostenere, giustificare, ridurre a vicende private il presente stato di cose, lo faccia assumendosene la pesante responsabilità, anche di fronte alla comunità internazionale.
Noi chiediamo a tutte le donne, senza alcuna distinzione, di difendere il valore della loro, della nostra dignità e diciamo agli uomini: se non ora, quando? è il tempo di dimostrare amicizia verso le donne.

L’APPUNTAMENTO E’ PER IL 13 FEBBRAIO IN OGNI GRANDE CITTA’ ITALIANA "

http://www.petizionepubblica.it/PeticaoVer.aspx?pi=Mobdonne

Cosa chiede questa piattaforma secondo voi?
Si mette sotto accusa il modello di relazione ostato da UNA DELLE massime cariche dello stato.

Quindi le donne nude in ogni spot pubblicitario, piuttosto che la qualifica di bella presenza negli annunci di ricerca lavoro, non sono ritenuti lesivi della dignità.

Da questa piattaforma si evince che una persona,UNA SOLA PERSONA lede la dignità di tutte le donne.
Per il resto la donna è a posto, non ha alcun problema, compresa quella che batte in tangenziale.

Il richiamo all'operazione massonica detta Risorgimento poi è davvero inopportuna.

ma tant'è. Con la gente che va a passeggiare con chi che sia e per qualsiasi motivo perché "è un obbligo morale", per la quale porsi domande è un'offesa, non mi stupisce non elaborino qualcosa di più sofisticato.

a_mensa
Inviato: 21/2/2011 19:10  Aggiornato: 21/2/2011 19:10
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/6/2009
Da: roncello (mi)
Inviati: 3180
 Re: la giostra impazzita
@ makk
innanzitutto il duo ber/ber
detesto berlusconi per la sua arroganza, per le sue menzogne, per il potere che troppi Italiani gli hanno lasciato (compresa una opposizione inesistente)
odio bersani per la sua ipocrisia, per voler pescare da tutte le parti e non manifestare una chiara linea di sinistra.
che l'uno o l'altro, a parte il MODO con cui lo fanno, farebbero le stesse cose, ci metto la mano sul fuoco.

di tutto il discorso dell'africa del nord, cosa ho voluto sottolineare, è che il legame tra egitto, Libia, Barhein, e anche Arabia saudita ( vedi Gedda e gli spari sulla folla), non è la fame, anche se la fame per molti è stata cosa li ha portati in piazza, ma l'assenza di prospettive di quello stuolo di giovani che dopo aver preso una laurea ( e non la prendono i morti di fame) non sanno che fare, assieme ai loro genitori e fratelli, che vivono, per la maggior parte con i sussidi statali.
unisci poi al fatto che i sussidi quasi sicuramente sono distribuiti con arbtrarietà, ch egenerano corruzione e disegualianze, aggiungici quelche vuoi, ma l'unica cosa ch ehanno in comune egitto, Libia, Marocco, Barehin, è quello ch eti ho detto.
l'occidente ha considerato l'africa del nord, prima una colonia, poi, liberatisi di francia e inghilterra, sono finiti sotto dittatorelli che facevano comodo all'occidente per avere il loro gas e petrolio , poi per prendere tempo hanno scolarizzato quella massa di bambini, per occuparli in qualche modo, ma intanto quelle popolazioni beduine ed abituate al colonialismo, non sono cresciute.
popolazioni intere mantenute a sussidi, ecco cosa erano, e, una volta scolarizzati, connessi con internet, hanno dato inizio alla rivolta. il pane, altra benzina sul fuoco, i maltrattamenti della polizia, altra benzina, l'esercito ch espara ? altra benzina. ecc...

non vorrei mai appartenere ad un club che avesse me come socio.
Manfred
Inviato: 21/2/2011 19:14  Aggiornato: 21/2/2011 19:14
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 3/11/2009
Da: Osnabrück
Inviati: 2094
 Re: La giostra impazzita
Se non ricordo male si è parlato anche del valore delle parole, che dopo trent'anni di propaganda televisiva e quasi un decennio di internet hanno perso per molti il loro significato originale, i risultati si vedono a cominciare da questa discussione.

Makk
Inviato: 21/2/2011 21:49  Aggiornato: 21/2/2011 21:49
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/12/2009
Da:
Inviati: 933
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
etrnlchild:
Quoto.

Non alimentiamo il dividi et impera, sul quale siamo tutti d'accordo, o no?

Insomma... D'accordo un ostrega.
Come fai a quotare una mia frase se la riga dopo dici il contrario?
Che scambiarsi opinioni sia un divde et impera l'hai detto TU. Io ho detto:
"abbiamo più chances di cambiamento se la piantiamo di guardarci in cagnesco almeno fra quelli a cui lo status quo, così com'è, non gli piace."

Il gioco del divide et impera è un gioco di potere in cui sei solo pedina. Non possiamo evitare di comportarci da pedine, perché è quello che siamo. Però possiamo negare la valenza di nemico alla pedina dell'altro colore. Riconoscersi come sodali al di là delle differenze e concentrarsi sulle somiglianze singifica bacare alla radice lo scopo del gioco.

Queste frasi sono un perfetto esempio di pedine che interpretano il proprio ruolo:
Citazione:
Perche' allora si e' ancora qui a litigare facendo il gioco degli "altri" pochi, e in malafede?
Perche' quelli che sono in malafede e disonesti non stanno scrivendo qui... vero???

"O sei coi bianchi o chiediti se non sei col nemico anche tu". E' questo che stai affermando.
E sicuramente non significa che hai smesso di guardare in cagnesco qualcun'altro.

Bravo soldatino. Continua così.

Ma non quotarmi, perché io ho detto che non mi frega se sei bianco o nero, ho detto che se sei anti-potere sei come minimo mio collega. Forse mio fratello. E le tue opinioni diverse dalle mie non inficiano la tua natura di fondo.







Ah, già: il nemico è chi muove le pedine.

Makk
Inviato: 21/2/2011 22:00  Aggiornato: 21/2/2011 22:00
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/12/2009
Da:
Inviati: 933
 Re: la giostra impazzita
Citazione:
a_mensa:
innanzitutto il duo ber/ber [li odio tutti e due perché farebbero le stesse cose]

E allora che ruolo avrebbero le istituzioni democratiche, napolitano, ecc? Che senso ha chiedersi "come lo fermiamo se avoca a sé, eccecc"?

Io su quello ti rispondevo.

Sull'arabia, la tua analisi va bene. Poco macroeconomica e quindi per me poco qualificante, ma solo una questione di gusti.
Avevi solo detto che c'era una specificità in cui sono diversi da noi, e avevi parlato dei "musulmani".
Ti rispondo che la religione è buona per indire le crociate (o le jihad), ma quando ci sono in ballo problemi economici sistemici e di area anche la religione, che è un altro potere fra quelli in gioco, o si schiera col potere o rischia la marginalizzazione.

etrnlchild
Inviato: 22/2/2011 1:24  Aggiornato: 22/2/2011 1:24
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 1200
 Re: La giostra impazzita
@Makk.
Azz...sono una pedina e non me ne ero accorto.
Hai proprio ragione. Sono triste e deluso, di me stesso in primis, sono una contraddizione vivente, cercavo di rispecchiarmi nell'altro ma mi accorgo improvvisamente che non provo nessuna empatia per le sorti dei miei simili, bianchi, neri, colorati... niente, il vuoto.
Preparo l'astronave e cambio pianeta, prima pero' mi tolgo la divisa da soldatino che mi accorgo solo ora essere un po' scomoda per i lunghi viaggi.
Buona permanenza e auguri.

"Lo spirito del guerriero non conosce né il lasciarsi andare né il lagnarsi, né conosce il vincere o il perdere."
Makk
Inviato: 22/2/2011 10:42  Aggiornato: 22/2/2011 11:21
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/12/2009
Da:
Inviati: 933
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
Azz...sono una pedina e non me ne ero accorto.

Lo siamo tutti. Solo che abbiamo un cervello. E un buon primo passo è rendersene conto (sia del cervello che dell'essere pedine).

Aloha.
(Credo per la Collective Hope si accettino ancora passeggeri)

redna
Inviato: 22/2/2011 11:23  Aggiornato: 22/2/2011 11:29
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
Se non ricordo male si è parlato anche del valore delle parole, che dopo trent'anni di propaganda televisiva e quasi un decennio di internet hanno perso per molti il loro significato originale, i risultati si vedono a cominciare da questa discussione.


hai fatto bene a notarlo;Manfred
da quando qualcuno furbescamente e dopo aver preso illegalmente le televisioni ha pensato di 'formare' personaggi per la ........scienza della comunicazione, ha preso anche il significato delle parole che sono diventate veicoli solo per gli 'scienziati'.

Da che mondo e mondo tutti hanno sempre comunicato e non è perchè qualcuno comunica dai mass media che il significato autentico deve essere modificato oppure ci deve essere l'esperto che valuta se qualcuno è in grado di comunicare e le modalità con cui bisogna farlo.

Questa discussione non è altro che il risultato della 'non' comunicazione perchè così si arrivi a capire che la 'vera' comunicazione viene veicolata attraverso i media che loro si, quelli si, sono gli 'esperti' del settore.

Pertanto chi ha 'voglia' di comunicare è sempre scalzato da quelllo che è più esperto.
Comunica in 'quel' modo ........e impera.E lo abbiamo visto fin dal 1994.

Internet non fa parte dei mass-media per il semplice fatto che poche persone la usano (circa il 3%)pertanto qui ci sarebbe il posto per dialogare e comunicare se anche questa minuta percentuale avesse la volontà di cominicare a farlo al di la degli steccati e dei preconcetti.

(la firma sotto vuol dire anche questo.Gli eroi al giorno d'oggi non sono quelli che impugano armi ma quelli che cambiano la società e sanno a che cosa vanno incontro....)

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
etrnlchild
Inviato: 22/2/2011 11:36  Aggiornato: 22/2/2011 11:36
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 1200
 Re: La giostra impazzita
Citazione:
da quando qualcuno furbescamente e dopo aver preso illegalmente le televisioni ha pensato

Ma si', che importanza ha? Tanto morto un papa se ne fa un altro. Che folli quelli in Libia si fanno massacrare per niente, sono pedine pure loro e non lo sanno.

"Lo spirito del guerriero non conosce né il lasciarsi andare né il lagnarsi, né conosce il vincere o il perdere."
redna
Inviato: 22/2/2011 12:09  Aggiornato: 22/2/2011 12:12
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: La giostra impazzita
Citazione:

Ma si', che importanza ha? Tanto morto un papa se ne fa un altro. Che folli quelli in Libia si fanno massacrare per niente, sono pedine pure loro e non lo sanno.

già che importanza ha?
quindi tu vedi tutto secondo l'importanza? allora è importante star li ad allevare figli quando costano tanto e forse ti rovinano la vita?

è importante ribellarsi all'oppressore quando un oppressore lo si trova ad ogni angolo?

è importante star qui a perdere tempo a digitare parole che altri le girano e rigirano secondo il loro umore?

Non ti permettere di dare dei follli ai Libici che si fanno massacrare perchè tu non sai che cosa vuole dire essere in quelle condizioni e non lo sai perchè qualcuno non te lo dice e tu ti stai beando di nulla pechè quello che capita i libici capiterà presto a te perchè stiamo arrivando anche noi alla carestia data proprio da quei patti segreti del governo con gli USA per le sementi OGM che rovianno le coltivazioni.
Pertanto il TUO governo ti fa arrivare anche lui alla carestia.

Non permetterti nemmeno di dire che se qualcuno sulla sua pella protesta lo fa per nulla.
NOn è nè umano e tantomeno saggio quando nemmeno tu sai se mangerai domani.

Se morto un papa se ne fa un altro non vuol dire che il papa nuovo che arriva ti da da mangiare.La differenza è questa e non pensare sia assai lontano quel giorno.

Sarà il 2011 l'anno dell'inizio della crisi mondiale di cibo?



C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
etrnlchild
Inviato: 22/2/2011 12:30  Aggiornato: 22/2/2011 12:30
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 1200
 Re: La giostra impazzita
@redna
Nella foga hai preso un granchio.
La mia era una provocazione, curioso che non ci si arrivi considerando l'alto livello cerebrale di questo luogo. Provocazione che nasce dalle ultime "potenti" intuizioni di Makk e a beneficio di tutti coloro che sono molto abili a criticare qualsiasi cosa a prescindere.

Per diana qui e' pieno di persone che hanno capito tutto e sanno tutto, interpretano pensieri e parole altrui, distribuiscono saggezza a profusione, io non sono ancora pronto, e' troppo per la mia mente semplice da soldatino.

Scusa l'astronave ha i motori caldi e' ora di andare, a qualcuno serve la mia divisa da soldatino?

"Lo spirito del guerriero non conosce né il lasciarsi andare né il lagnarsi, né conosce il vincere o il perdere."
Manfred
Inviato: 23/2/2011 19:42  Aggiornato: 23/2/2011 19:42
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 3/11/2009
Da: Osnabrück
Inviati: 2094
 Re: La giostra impazzita
@Redna

Scusa l'ho visto oggi, sono perfettamente d'accordo, penso che la strada che ha portato al 94 sia cominciata con Costanzo in rai.

audisio
Inviato: 24/2/2011 12:14  Aggiornato: 24/2/2011 12:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: La giostra impazzita
@ cedolin:
gli uomini non perdono il posto di lavoro quando
fanno i figli.
Se non capisci che il Potere è piramidale, quindi c'è
sempre qualcuno che sta peggio di un altro finchè
non si arriva alla base, allora di che parliamo.
Non esisterebbe il Potere se non potesse contare su una
rete di complicità e su ceti intermedi di vassalli, valvassori
e valvassini.
Per favore, non dire che siamo tutti sfruttati allo stesso
modo.
E' una cosa che fa ridere.
Un poliziotto non è sfruttato come un operaio, un operaio
uomo non è sfruttato come una donna, un cittadino non è
sfruttato come un immigrato, ecc. ecc. ecc.
E se non si sminano queste diseguaglianze, il Potere elitario
continuerà a dominare incontrastato.
Minchia, qui siamo ancora all'ABC...


Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA