Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


storia & cultura : Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Inviato da Redazione il 14/12/2011 2:40:00 (28132 letture)

(Pubblicazione originale del 11/02/11)

Passato alla storia come il “profeta dormiente”, Edgar Cayce (pronuncia: “chèisi”) è molto conosciuto negli ambienti che si occupano di spiritualità e di argomenti metafisici, ma è praticamente ignoto al resto del mondo.

Il motivo è molto semplice: poichè Cayce sosteneva di “saper vedere nelle vite passate” delle persone, e poichè questo non è verificabile in maniera scientifica, per la cultura mainstream il fatto semplicemente “non sussiste”. Altrettanto dicasi per le predizioni del futuro, che Cayce ha fatto più volte, ma che restano difficili da confermare o da smentire, poichè raramente legate ad una data precisa. L’esempio più famoso è certamente quello in cui Cayce indicò l’esistenza di una stanza sigillata sotto la zampa della Sfinge, nella quale sarebbero racchiusi i segreti lasciatici in eredità dagli Atlantidei, la razza umana che – secondo alcune teorie - avrebbe preceduto la nostra su questa terra. Per ora la stanza non è stata trovata (anche se un team di ricercatori sostiene di aver individuato una cavità vuota, con il sonar, proprio sotto la Sfinge), ma Cayce disse anche che la stanza sarebbe stata aperta “solo quando l’umanità fosse stata pronta a comprendere il significato di ciò che contiene”. Insomma, chi vuole ovviamente ci può credere, ma queste cose sembrano a prima vista destinate a restare relegate al mondo della “superstizione”.

In realtà la documentazione sulla vita di Edgard Cayce è abbondantissima, e da questa si possono trarre molte conclusioni valide ed accertabili. [1]

Nato nel 1877 nelle campagne del cristianissimo Kentucky, Edgar Cayce si accorse fin da piccolo di avere dei particolari poteri psichici: poteva parlare a piacimento con lo spirito del nonno defunto – sosteneva - e spesso si ritrovava a giocare con piccoli “amici immaginari” che lui diceva essere spiriti dell’aldilà.

Quando Cayce aveva 14 anni fu colpito alla spina dorsale da una pallina da baseball, e rimase svenuto per diverse ore. Fu chiamato un dottore, ma il piccolo Edgar non rinveniva. Continuava a straparlare, come se fosse in trance, e ad un certo punto dettò una strana ricetta per un impacco che doveva venirgli applicato sulla schiena. La ricetta era talmente bizzarra ...

... che il dottore non pensò minimamente di far preparare l’impacco, mentre tutti iniziavano a temere che il ragazzo fosse impazzito. La nonna di Edgar invece preparò l’impacco, seguendo le istruzioni dettate dal ragazzino “in trance”, e questi in poche si rialzò, completamente guarito.

La prima cosa che lo rese “famoso”, nella cittadina dove abitava, fu la sua capacità di dormire con un libro sotto il cuscino, e di saperne recitare l’intero contenuto il giorno seguente, senza mai averne aperto una sola pagina.

Questo fenomeno attrasse la curiosità di molti “scettici”, che misero Cayce alla prova svariate volte, ma solo per convincersi ogni volta che si trattasse davvero di una sua capacità particolare. Fu proprio questa capacità a regalare al giovane Edgar il primo impiego nella più importante libreria della città, poichè si era dimostrato in grado di memorizzare senza fatica l’intero catalogo dei libri disponibili. Gli era bastato dormire con il pesante catalogo sotto il cuscino, ed il giorno seguente sapeva a memoria la collocazione, l’editore e l’autore degli oltre 1000 volumi disponibili al pubblico.

Per capire meglio l’avventura umana di Edgar Cayce, bisogna tener presente che gli anni a cavallo del ‘900 videro, in America, una vera e propria esplosione nell’interesse per i fenomeni paranormali: maghi, ipnotizzatori e veggenti di ogni tipo si aggiravano per le città e per le campagne, intrattenendo un pubblico facilmente impressionabile con i loro spettacoli e i loro trucchi da baraccone. Fra questi mille ciarlatani c’era però anche qualcuno che aveva preso a studiare seriamente certi fenomeni, come quello dell’ipnosi. Il fatto che si riuscisse a far fare ad un soggetto ipnotizzato praticamente qualunque cosa rappresentava, per la maggioranza di loro, una sicura fonte di successo: non è difficile far schiattare il pubblico dalle risate, se convinci un soggetto sotto ipnosi di essere Beethoven, e poi gli chiedi di suonare il pianoforte, nonostante lui non abbia mai toccato una tastiera in vita sua. Per altri invece, dottori soprattutto, lo stato di ipnosi rappresentava l’indicazione dell’esistenza di un intero universo - quello dell’inconscio - ancora tutto da esplorare.

Ed è propio grazie ad uno di questi dottori, Al Layne, che Edgar Cayce venne a scoprire il talento eccezionale di cui la natura lo aveva dotato.

Verso i ventidue anni Edgar Cayce aveva perso inspiegabilmente la voce, e da un giorno all’altro si ritrovò a poter parlare solo con un flebile sospiro. Diversi dottori lo visitarono, e fu chiamato persino un “luminare” dall’Europa, ma nessuno di loro riusciva a trovare la causa di questo improvviso impedimento. Gli furono date cure generiche per la laringite, ma il disturbo non passava, anzi peggiorava, e nell’arco di qualche mese Cayce riusciva solo più a comunicare con carta e matita.

Il caso era ormai noto in tutta la città, quando si trovò a passare da quelle parti un noto ipnotizzatore, Stanley Hart, che vide subito in Edgar Cayce una grande oppurtunità per fare spettacolo. Fu organizzato un evento apposito, al locale teatro dell’opera, mentre l’ipnotizzatore annunciava pubblicamente che sarebbe riuscito a guarire Cayce mettendolo sotto ipnosi.

Con grande sorpresa della platea gremita, non appena Cayce andò in trance tornò a parlare con la sua voce normale. L’applauso fu scrosciante, il miracolo sembrava compiuto, e l’ipnotizzatore già si immaginava che il mondo intero avrebbe parlato di lui.

Ma ancora più grande fu la sorpresa di tutti quando Cayce, uscito dal trance, tornò a parlare con il solito flebile sospiro. L’esperimento fu ripetuto più volte, ma in ciascun caso il risultato fu identico: sotto ipnosi Cayce parlava normalmente, ma appena risvegliato tornava a sospirare in modo incomprensibile.

Fu a quel punto che il dottor Layne ebbe un’intuizione geniale: dopo aver saputo dalla famiglia che già da piccolo Cayce aveva dettato, in apparente stato di trance, la ricetta per guarire dal colpo alla schiena, pensò di ripetere la procedura chiedendo a Cayce stesso quale fosse la soluzione del suo problema alla gola.

Alla presenza di tutta la famiglia, Cayce fu messo sotto ipnosi dal dott. Layne, che iniziò a porgli delle domande sul suo disturbo alla voce. Cayce fece passare alcuni secondi, poi rispose con tono chiaro e sicuro: “Abbiamo di fronte a noi il corpo di Edgar Cayce. Nel suo normale stato fisico questo corpo è incapace di parlare, a causa di una paralisi parziale dei muscoli inferiori delle corde vocali, prodotta da una contrattura nervosa. Si tratta di una condizione psicologica che produce un effetto fisico, che può essere rimosso aumentando la circolazione sanguigna nelle parti colpite, mentre il soggetto si trova in questo stato inconscio“.

Senza stare a fare troppe domande, il dott. Layne ordinò a Cayce: “Aumenta la circolazione sanguigna nelle parti colpite”.

Dopo qualche secondo Cayce rispose: “La circolazione sta aumentando“.

A quel punto il dottore, i familiari e gli altri presenti assistettero a qualcosa di assolutamente straordinario: videro la gola di Cayce gonfiarsi progressivamente, mentre il colore della pelle passava dal rosato al rosa scuro, e poi al rosso pieno. Il collo si era talmente gonfiato che fu necessario slacciare il bottone della camicia, per permettere a Cayce di respirare. Passarono 20 minuti in queste condizioni, durante i quali tutti rimasero con il fiato sospeso. Dopodichè Cayce disse: “Ora è tutto a posto. Il disturbo è stato rimosso. Le corde vocali sono perfette. Suggerite che la circolazione torni normale, dopodiché sia risvegliato il corpo“.

Il dottore eseguì anche questa istruzione: “Che la circolazione ritorni normale - disse - dopodiché il corpo sia risvegliato”. Tutti osservarono il collo di Edgar che si sgonfiava, mentre il colore tornava dal rosso pieno al pallido rosa iniziale. Qualche minuto dopo Cayce si risvegliò, del tutto inconsapevole di quanto era successo. Per prima cosa cercò un fazzoletto, tossì e sputò una notevole quantità di sangue. Dopodichè si guardò in giro, si rischiarò la gola, e con estremo stupore disse: “Heilà. Posso parlare!”

Talmente stupiti erano rimasti i presenti da quella guarigione, che solo in seguito, ricostruendo le “istruzioni” di Cayce parola per parola, si resero conto che Edgar aveva parlato nella prima persona plurale: “abbiamo qui davanti il corpo fisico di Edgar Cayce”, aveva detto la sua voce, suggerendo sia una “pluralità” nella fonte che un distacco della medesima dalla persona fisica che parlava.

Solo dopo lunghi anni di una tormentata ricerca personale Cayce sarebbe riuscito a trovare una spiegazione plausibile di questo fenomeno, che avrebbe richiesto prima di tutto una risoluzione al pesante conflitto che esso presentava con la sua fede cristiana.


SECONDA PARTE

La notizia della sua straordinaria auto-guarigione si diffuse velocemente in città, è molto presto iniziarono ad arrivare a Cayce richieste di persone malate, che volevano sapere come curare i propri disturbi.

Questo diede inizio a quella che sarebbe diventata l’attività principale di Cayce per il resto della sua vita, ovvero i cosiddetti “readings” (letteralmente “letture“) di tipo medico, che avrebbe fatto – gratuitamente – per chiunque glielo avesse chiesto.

Le sedute si svolgevano in questo modo: il dottor Layne (ed in seguito altre persone) riceveva la richiesta di un reading da parte di un paziente, al quale veniva chiesto di indicare il nome ed il posto in cui si sarebbe trovato al momento del reading. Dopodiché il dottore metteva Cayce in trance, e gli sottoponeva il caso della persona malata. A quel punto Cayce iniziava a descrivere l’esatta sintomatologia del paziente, con le relative cure che andavano effettuate. Il dottore prendeva nota di tutto, dopodichè spediva al paziente - oppure al suo medico curante - sia la diagnosi che la cura prescritta.

Quando Cayce si svegliava dal trance, non sapeva assolutamente nulla di quello che aveva detto.

Dopo un po’ di tempo, cominciarono ad accumularsi nel suo ufficio lettere di risposta entusiastiche, da parte dei vari pazienti, che si dichiaravano stupefatti per la precisione della diagnosi effettuata, che spesso coincideva alla perfezione con quella fattagli dal medico curante.

I problemi casomai nascevano al momento di applicare la cura, poiché i rimedi proposti da Cayce non erano certo quelli che la medicina del tempo considerava ortodossi. Accadeva così che spesso molti medici curanti attribuissero la precisione della diagnosi ad una qualche capacità di chiaroveggenza di Cayce, mentre cestinavano sdegnati la cura proposta, in quanto a loro appariva del tutto priva di senso.

Coloro che invece “osavano” applicare la cura con precisione, immancabilmente guarivano.

Dopo la morte di Cayce fu fatta una ricerca su scala nazionale, basandosi sui 14.000 readings che nel frattempo erano stati catalogati ed archiviati, per interpellare tutti i pazienti ancora in vita che avevano seguito le cure prescritte da Cayce. Risultò così che circa il 90% di loro era effettivamente guarito dalle proprie malattie, mentre l’insuccesso del restante 10% era attribuibile, nella maggioranza dei casi, ad una errata applicazione della terapia prescritta.

Di certo si può affermare che Cayce ci abbia lasciato in eredità, nel campo della medicina e della salute, una serie di insegnamenti pratici assolutamente unici e preziosi. La maggior parte delle sue “ricette strampalate” infatti sarebbe risultata in seguito la quintessenza di quella che oggi chiamiamo medicina olistica.

L’essere umano, secondo Cayce, è composto da tre elementi, separati ma complementari: mente, spirito e corpo. Solo con la completa armonia di questi elementi si può avere la piena salute dell'individuo. Mentre noi percepiamo solo la presenza fisica della persona, è la mente che condizione e determina tutti gli aspetti della sua esistenza, compresi naturalmente la malattia e la guarigione. (Cayce era stato il primo a sperimentare su se stesso ciò che in seguito sarebbe stato definito “effetto psicosomatico”, quando la Fonte gli rivelò che la paralisi alle corde vocali era dovuta ad un conflitto irrisolto di tipo personale).

Quando iniziarono a giungere questi riscontri positivi, un gruppo di dottori concittadini di Cayce volle vederci più chiaro. Fu formato un comitato di “luminari”, che seguì da vicino il lavoro di Cayce per oltre un anno, prendendo nota di tutto quello che accadeva. Alla fine di questo periodo i sei dottori confermarono non solo l’accuratezza assoluta delle diagnosi fatte da Cayce su persone che non aveva mai conosciuto, ma furono soprattutto colpiti dal fatto che Cayce, in trance, dimostrasse una perfetta ed assoluta conoscenza dell’anatomia e della fisiologia del corpo umano - cose che naturalmente non aveva mai studiato in vita sua. Cayce non aveva nemmeno completato la terza media.

In un caso particolare, Cayce fu messo alla prova da un famoso dottore della città, che volle ipnotizzarlo personalmente, e chiese di restare solo con lui durante tutta la seduta. Al momento del risveglio, Cayce ricorda che il dottore stava in piedi accanto alla porta, pallido e tremante, evidentemente sconvolto da quello che era uscito dalla sua bocca. In seguito il dottore rivelò a Cayce che durante la seduta gli aveva posto delle domande molto personali - non certo di tipo medico - sulla sua vita privata, e che Cayce gli aveva descritto fin nel minimo dettaglio avvenimenti del suo passato ai quali certamente non poteva aver assistito.

Fu così che Cayce si rese conto non solo di poter “leggere“ a distanza lo stato di salute di un paziente, ma di poter anche “visitare“ un qualunque momento della sua vita passata, trovandosi in grado di descrivere per filo e per segno tutto quello che era accaduto.

Cominciò ad apparire evidente che le informazioni riportate da Cayce non provenissero da lui, ma da una "entità" situata esternamente al suo corpo fisico, e collocata su un piano “spazio-temporale” diverso dal suo. Cayce accettò con grande umiltà l’idea di essere un semplice canale di comunicazione per quell'entità, che lui iniziò a chiamare “the Source”, ovvero “la Fonte”.

Per quanto Cayce evitasse accuratamente di farsi pubblicità, le notizie sulle sue straordinarie capacità cominciarono a diffondersi un po’ dappertutto. In un caso particolare gli arrivò la richiesta di un reading da parte di una famiglia canadese, la cui figlia era rimasta uccisa in un caso di omicidio che non era mai stato risolto.

Una volta ricevute le informazioni necessarie, Cayce fu in grado di indicare con esattezza assoluta chi fosse stato l’assassino, per quale motivo avesse agito, e dove avesse gettato l’arma del delitto, che fino a quel giorno non era stata trovata. Talmente stupefacente fu la sua rivelazione, che la polizia canadese inoltrò alle autorità locali una richiesta di estradizione per Cayce, poichè lo riteneva in qualche modo coinvolto nel delitto. Solo quando fu spiegato loro chi fosse Edgar Cayce, e come avesse ottenuto quelle informazioni, la richiesta di estradizione fu ritirata.

Naturalmente, di fronte a questo genere di successi cominciarono ad arrivare a Cayce anche richieste di particolare “interesse economico”. In un caso specifico, uno strano personaggio si rivolse a Cayce affinché gli rivelasse l’esatta collocazione di un tesoro che si diceva essere stato nascosto dalle sue parti. La risposta che venne data in quel reading fu particolarmente significativa: “Il tesoro in effetti esiste, e si trova nelle vicinanze della località indicata. Ma il tesoro non appartiene alla persona che ha fatto la richiesta, per cui le indicazioni non saranno date“. Fine delle comunicazioni.

Nel corso degli anni Cayce avrebbe imparato che tutte le richieste di informazioni intese a soddisfare egoismo e avidità personali non sarebbero state soddisfatte, mentre le informazioni finalizzate ad un gesto altruistico, anche se “a scopo di lucro”, sarebbero state date.

Questo fu confermato in pieno dalla vicenda di un certo Morton Blumenthal, l’uomo che divenne il finanziatore di Cayce nella seconda parte della sua vita. Blumenthal si era profondamente convinto della portata umanitaria delle capacità di Cayce, e voleva far costruire un ospedale in cui Cayce potesse far curare direttamente i pazienti a cui aveva fatto la diagnosi. In questo caso “la Fonte” fu molto generosa nell’offrire periodicamente precise indicazioni sull’andamento della borsa, grazie alle quali Blumenthal potè decuplicare in poco tempo il proprio patrimonio, e costruire l’ospedale in cui far lavorare Cayce. (L’edificio fu costruito a Virginia Beach, ed è diventato oggi la sede dell’A.R.E., l’associazione che si occupa di diffondere nel mondo tutte le informazioni sul lavoro e sulla vita di Edgar Cayce).

Della Fonte però bisognava fidarsi incondizionatamente, che i suoi suggerimenti sembrassero sensati o meno, e questo Blumenthal lo imparò a proprie spese. Pochi giorni prima del famoso crollo della borsa del ‘29, “la Fonte” aveva avvisato Blumenthal di vendere al più presto tutte le azioni di cui era in possesso. Ma, poiché l’andamento del mercato azionario in quel momento era ottimo, Blumenthal non diede retta al consiglio, e perse praticamente tutto quello che aveva in un solo giorno.

Per quanto Cayce si prestasse volentieri alle richieste di reading più svariati (i readings medici erano gratuiti, per tutti gli altri si pagava una piccola somma di denaro), nella seconda parte della sua vita sviluppò un profondo interesse per la sua capacità di vedere nel passato delle vite altrui. Aveva infatti scoperto che non solo poteva rivivere qualunque momento del passato di una persona, ma poteva anche rivivere le esperienze che questo individuo aveva fatto sulla terra nelle vite precedenti.

Naturalmente, mentre era possibile verificare l’accuratezza del passato di una persona vivente, non era possibile verificare che questa persona fosse davvero esistita sulla terra in una vita precedente. Ma a quel punto la Fonte aveva dato a Cayce sufficienti informazioni sui meccanismi e sui cicli della vita, sulle origini e sulla natura stessa dell’umanità, perché Cayce divenisse profondamente convinto che la reincarnazione sia un fatto reale.

Questo lo pose inizialmente in conflitto con la religione cristiana, che invece esclude categoricamente la reincarnazione, e sostiene che l’esistenza umana sulla terra avvenga una volta sola, dopodiché dobbiamo tutti affrontare il “giudizio individuale“ (e poi quello “universale”). Ma Cayce, con l’aiuto della Fonte, riuscì a far quadrare il cerchio senza dover respingere in toto il credo cristiano, che ormai si era profondamente radicato in lui. La Fonte infatti gli mostrò come certi passaggi biblici potessero essere letti tranquillamente come una conferma della reincarnazione, e questo tranquillizzò decisamente il devotissimo Edgar.

In quel periodo Cayce non poteva sapere che in realtà il cristianesimo originale insegnasse la reincarnazione, e che questo concetto fosse stato rimosso dai Padri della Chiesa nel lungo processo che portò alla definizione del cristianesimo attuale. Gli studi storici di questo tipo infatti erano iniziati da poco tempo, e di certo i risultati non erano ancora giunti nelle piccole cittadine di provincia come la sua.

Quando invece, qualche anno più tardi, esplose in tutto il suo fragore la questione del “Cristo storico”, gli amici di Cayce pensarono subito di ricorrere alle sue capacità psichiche per risolvere l’importante quesito. Fu organizzato un reading apposito, durante il quale fu chiesto a Cayce: “Chi era Gesù?”. Cayce rispose senza la minima esitazione che Gesù era un predicatore vissuto in Palestina ai tempi di Erode. Questo predicatore era nato ed era stato allevato nella comunità degli Esseni, una setta religiosa che nel secolo precedente si era ribellata ai rabbini di Gerusalemme, e si era stabilita in una località desertica sulle rive del Giordano, chiamata Qumran. Detta oggi, questa affermazione non fa certo scalpore, visto che esiste addirittura una teoria, completa e ben documentata, sull’ipotesi che Gesù sia stato davvero un esseno. Ma questa documentazione fu scoperta solo nel 1947 (dopo la morte di Cayce), quando furono trovati i cosiddetti Rotoli del Mar Morto, che contenevano un resoconto dettagliato sulla vita della comunità degli Esseni a Qumran. Prima di allora degli Esseni si sapeva molto poco, nessuno sapeva esattamente dove avessero vissuto, e di certo nessuno aveva mai avanzato l’ipotesi che Gesù fosse stato uno di loro. Cayce aveva indicato tutto questo in un reading datato 1936, ovvero 11 anni prima del ritrovamento del Rotoli.

L’intero percorso di ricerca fatto da Cayce sulle questioni di tipo religioso-spirituale è estremamente interessante, ma esula dalle ambizioni di questo articolo, poichè ci porterebbe nei meandri di una speculazione filosofica su cui non abbiamo elementi di riscontro.

In estrema sintesi diremo soltanto che, secondo Cayce:

1 - La vita nell’Universo è regolata dalla legge del karma, secondo la quale le anime attraversano un certo numero di cicli vitali, sotto forma di esistenza umana, finchè raggiungono la conoscenza e la purezza sufficienti per tornare alla loro origine creatrice.

2 – L’elemento principale che determina il loro percorso sulla terra è il libero arbitrio. In qualunque momento della sua esistenza è sempre l’individuo a determinare l’esito ultimo degli avvenimenti in cui è coinvolto. In diverse occasioni Cayce avrebbe dichiarato - sempre in stato di trance – che “nemmeno il Creatore è davvero in grado di prevedere con precisione l’esito di un certo evento”. (Questo richiama da vicino certi aspetti della fisica quantistica, proponendo una curiosa consonanza fra scienza moderna e metafisica).

3 – La finalità del percorso di crescita degli esseri umani (inteso nell’insieme dei loro cicli vitali) è di abbandonare la tendenza a soddisfare gli impulsi egoistici di tipo materiale, a favore di un comportamento altruistico, che abbia come scopo ultimo la realizzazione di appartenere tutti ad una singola “umanità”. (E’ in questa luce, fra le altre cose, che in seguito Cayce avrebbe spiegato la strana “abitudine” della Fonte di parlare sempre al plurale).

I punti essenziali sopra descritti coincidono sostanzialmente con le dottrine spirituali dell’Oriente – India e Tibet soprattutto - e si trovano riflesse nella cosiddetta “teosofia”, la dottrina spirituale importata proprio in quel periodo in Europa da Mme. Blavatsky, e poi sostenuta anche da Rudolf Steiner. Ma Cayce non conosceva nè la Blavatsky nè Steiner - nè di certo conosceva nel dettaglio le dottrine orientali - e questo rende la sua testimonianza ancora più significativa ed interessante.

In ogni caso, che Cayce abbia descritto o meno la reale natura della Vita e dell’Universo, la sua esperienza e la sua vita rappresentano certamente un caso da studiare e da approfondire, per chiunque sia interessato ad un percorso di arricchimento personale. Tali percorsi infatti sono quasi sempre caratterizzati da grandi domande, e molto meno spesso da risposte precise.

Massimo Mazzucco

Fonti:

“Edgar Cayce. An American prophet” – Sidney Kirkpatrick
“There is a river” - Tom Sugrue
“No soul left behind” – Robert Smith

“There is a river“ (“Vi è un fiume”) fu la prima biografia di Edgar Cayce, e fu scritta dall’autore Tom Sugrue quando Cayce era ancora in vita. Da allora il libro, che rese Cayce famoso in tutta Anerica, è stato ristampato dozzine di volte, persino come audio-book. Altre biografie, scritte in seguito da altri autori, hanno incorporato anche tutta la documentazione lasciata da coloro che vissero intorno a Cayce, permettendo di ricostruire con grande accuratezza tutti i passaggi più importanti della sua vita.

Tutta la documentazione originale su Edgar Cayce – compresi 14.000 “readings” che fece nel corso della sua vita - si trova preso la sede dell’A.R.E., situata in Virginia. Segnaliamo anche il sito ufficiale di Edgar Cayce in italiano.

*****************************

I commenti alla seconda pubblicazione iniziano QUI

Voto: 9.00 (17 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
Calvero
Inviato: 11/2/2011 3:50  Aggiornato: 11/2/2011 5:19
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Interessante. Come non potrebbe esserlo?

Credo che in queste vicende a far perno nei "meccanismi" sia comunque una matrice di informazioni. Infatti, sempre mia opinione e sulle mie esperienze, il concetto del termine sensitivo è appunto azzeccato. Non credo però sia dato sapere precisamente come scandagliare il DNA e come esso sia in qualche modo un antenna ricettiva di determinate energie/frequenze/informazioni.

Ora non ricordo il titolo del libro e il passaggio, ma veniva raccontato un esperimento ancora più "inquietante" inerente all'ipnosi, ed è il seguente. Lo riporto in linea di massima e potrei scambiare le parti, ma non cambia la il senso dell'evento: -

Durante ipnosi un uomo venne "convinto" che lui non aveva figli o figlie, che insomma il suo inconscio avrebbe assimilato l'idea di che date persone non esistevano. Quando si terminò il percorso indotto di quella consapevolezza, all'uomo venne detto che al fatidico 3, al suo "risveglio", avrebbe assimilato questa informazione e che si sarebbe scordato di essere stato guidato a questo "inganno"....

... ovviamente tra il pubblico vi era la figlia. Quando all'uomo venne chiesto di indicare la figlia, non solo non la riconobbe ma non la vedeva.
Ma ciò era ancora poco. L'ipnotizzatore senza darne peso, mise tra lui e l'uomo proprio la figlia. L'ipnotizzatore si mise dietro la figlia del soggetto, tirò fuori un orologio e sempre stando dietro alla ragazza lo rivolse all'ipnotizzato chiedendogli - precisamente, che ore sono? -.

Il soggetto aguzzò la vista come per concentrarsi meglio, e lesse la posizione delle lancette dicendo appunto che ore erano. Il punto era che tra l'orologio e l'ipnotizzato c'era in mezzo la figlia.


Io credo, mia opinione, che si faccia riferimento a un medesimo concetto in relazione a questi "miracoli". E cioè che il "dono" che aveva Edgar non era in sé, ma ne veicolava la forza/energia che attraverso una matrice compenetra la nostra realtà. E ne formi, attraverso la consapevolezza, l'immagine stessa che a determinati stadi può interagire con le informazioni. Se quel che è accaduto ad Edgar è vero e se quel che ho raccontato è vero, non vedo in opera differenti "miracoli", bensì la possibilità di connettersi con gli "strati" profondi della materia (sia essa biologica, sia essa "meramente" fisica) e manipolarla, sia in senso positivo che negativo.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
benitoche
Inviato: 11/2/2011 5:18  Aggiornato: 11/2/2011 17:24
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/9/2006
Da:
Inviati: 1941
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio

la religione è indispensabile
soltanto a un’umanità rescissa dal mondo divino-spirituale.
incredulo
Inviato: 11/2/2011 6:45  Aggiornato: 11/2/2011 6:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Quando si entra in questo ambito, quello metafisico-spitituale, quello che dovrebbe colpire ai piu' non sono le "profezie" che si avverano, non sono i "prodigi" che si verificano ma la conferma di dimensioni alternative della coscienza.

Quello che dovrebbe colpire di piu' e' il capire che la nostra visione del mondo e' limitata ed incompleta.

Che il Mistero e' insondabile ai piu', non comprensibile, non si puo' infatti "scientificamente" spiegare un fenomeno come Cayce o come Gustavo Rol.

Quello della dimensione temporale, la percezione tempo, e' uno dei misteri meno sviscerati dalle nostre menti, che danno per scontato lo succedersi degli avvenimenti e la loro scomposizione in passato, presente e futuro.

Che ci sia o ci sia stato o ci sara' qualcuno capace di superarla e vedere contemporaneamente il tutto, e' la dimostrazione che la realta' e' una nostra percezione.

Viviamo in miliardi di realta' individuali differenti, ma facciamo parte di un'unica realta'.

Qualcuno e' destinato a superare la visione individuale e a dare testimonianza agli altri dell'esistenza del tutto.

Spetta a noi accettarlo o meno, solo a noi stessi.

Un saluto

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
Jurij
Inviato: 11/2/2011 6:49  Aggiornato: 11/2/2011 6:49
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Complimenti Massimo, un articolo molto, molto interessante.

Questa è la nuova frontiera.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
benitoche
Inviato: 11/2/2011 10:04  Aggiornato: 11/2/2011 10:04
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/9/2006
Da:
Inviati: 1941
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Incredulo dai aprilo stò forum sul tempo chissà che qualcuno non si "converta"
mc?Chi ha nominato mc?mc?

la religione è indispensabile
soltanto a un’umanità rescissa dal mondo divino-spirituale.
NiHiLaNtH
Inviato: 11/2/2011 10:43  Aggiornato: 11/2/2011 10:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
si dice che la stanza sotto la sfinge sia stata già perta da Zahi Hawass e che il suo contenuto sia stato consegnato al governo egiziano

peonia
Inviato: 11/2/2011 11:40  Aggiornato: 11/2/2011 11:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
l'argomento è apparentemente OT, ma stamane mi sono imbattuta in una lettura a dir poco interessante....qualcuno di voi conosceva gia Hidden Hand? se no, leggete con calma e senza giudizio immediato....più che altro, come dice anche il testo, sentite se vi risuona.
So che forse i più non gradiranno affatto, ma senza dubbio è interessante.

http://www.anticorpi.info/2011/01/hh-una-finestra-di-opportunita.html

saludos

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
audisio
Inviato: 11/2/2011 11:40  Aggiornato: 11/2/2011 11:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Eh eh.
Il nostro caro Massimo ci sottopone sempre argomenti molto
interessanti.
Sicuramente, molti araldi delllo scientismo alzeranno gli scudi
contro questi "fenomeni da baraccone", come al solito senza
essere al correnter e rendersi conto degli sviluppi incredibili
che la "vera" scienza ci pone davanti ogni giorno.
Se qualcuno, infatti, comprendesse quali sono i corollari di una
delle teorie più appoggiate oggi, in campo quantistico, la teoria
delle Superstringhe, si renderebbe conto che i fenomeni ESP,
per i quali comunque aveva già aperto la strada la quantistica
dei primordi, non sono così assurdi come gli scinetisti vorrebbero
far credere.
Uso la parola scientismo a ragion veduta, come fondamentalismo
razionalista.

audisio
Inviato: 11/2/2011 12:00  Aggiornato: 11/2/2011 12:03
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Infatti, secondo la teoria delle Superstringhe, l'unificazione delle
forze (eterno Santo Graal della fisica) è realizzabile solo in un
universo a 26 dimensioni, e questa doveva quindi essere la condizione
all'istante T zero.
Ma questa condizione, sempre secondo la teoria delle Superstringhe,
è altamente instabile e dunque in un tempo non calcolabile questo
universo a 26 dimensioni è collassato in una ciondizione questa volta
stabile, dividendosi in un universo a 3 dimensioni (quello fisico) e in
un altro a 23 dimensioni, di massa inferiore alla costante di Planck.
Ossia, senza massa.
E cos'è un universo a 23 dimensioni senza massa, se non quello che
si definisce "mondo dello spirito"?
E il tempo?
Il tempo per molti non è una dimensione, ma se lo è probabilmente
è comune ai due universi, è il tunnel che consente, in determinate
condizioni, la comunicazione tra i due universi.
In questo modo, sarebbe possibile parlare con i morti, prevedere il
futuro e tante altre belle cose...


P.S.: inutile dire che il 3 e il 23 e la loro somma 26 sono numeri con un
potente significato esoterico, del 3 si è scritto molto, 23 corrisponde
alla lettera scomparsa dell'alfabeto ebraico e ogni cosa nella Torah
assume valenze positive o negative in rapporto a questa lettera
sconosciuta (ossia, l'universo "scomparso" oltre i nostri sensi).
26 è il valore gemiatrico del Tetragrammaton, il nome di Dio, è l'unico
numero posto tra un quadrato (25 = 5*5) e un cubo (27 = 3*3*3),
come ha dimostrato il matematico Fermat.
Ed è anche il numero con cui termina il quadrato magico di Allah,
secondo l'esoterismo islamico.
Il Tetragrammaton, di 4 lettere, compare nel quarto capitolo della
Genesi, composto da 26 versetti, che inizia con la parola Adamo (il
mondo della materia) e termina con la parola Dio (il mondo dello Spirito),
ad indicare il cammino verso la "riunificazione delle forze", intesa non
in senso fisico ma appunto metafisico.
Ecc. ecc.


P.S.2: cos'è quella condizione di instabilità del Tutto (Dio?) all'istante
0, se non la NECESSITA' che la Creazione corrisponda a divisione?
Ossia, che la Creazione si risolva in una divisione tra Materia e Spirito
che comunque rimangono in qualche modo collegati (dal Logos/Shekinà)
e riunificabili, appunto, nel Tutto/Dio.

InFlames
Inviato: 11/2/2011 12:02  Aggiornato: 11/2/2011 12:02
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/3/2008
Da:
Inviati: 300
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
In un mondo alle porte del nwo abbiamo bisogno di un'alternativa e questa via mi sembra la più adatta

Tutto sarà rivelato
Calvero
Inviato: 11/2/2011 13:25  Aggiornato: 11/2/2011 13:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
@ InFlames

Senza provocazione: dissento profondamente. Però magari fraintendo il senso...

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
benitoche
Inviato: 11/2/2011 13:33  Aggiornato: 11/2/2011 13:33
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/9/2006
Da:
Inviati: 1941
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
La Terra assumerà una configurazione tale da non far funzionare più l'energia elettrica: diversi cataclismi colpiranno le aree del mondo. Sarà sommersa la Costa Est degli USA (in fondo se l'aspettavano, viste tutte le volte che hanno sommerso New York nei film), parte del Giappone (non cè da stupirsi, ha fatto parte della Commissione Trilaterale Usa-Europa-Giappone, una delle società segrete anticristiche-frankiste del pianeta), l'Inghilterra (anche lì non c'è da stupirsi), parti della Francia e la zona dell'Etna (tutta Catania)
-riemergeranno parti del Continente Atlantideo nell'Atlantico e della Lemuria nel Pacifico;
-il nuovo assetto riporterà le condizioni climatiche com'erano ai tempi di Atlantide: il Sole e la Luna che si vedono come aloni, non direttamente, l'aria umidissima, molto più densa di oggi (l'elettricità sarà solo un ricordo a causa di quell'umidità), l'acqua più liquida di oggi (così la si potrà utilizzare come la usavano gli Atlantidei, vedi qui: http://www.larchetipo.com/2005/nov05/antroposofia.htm )


Autore: NiHiLaNtH Inviato: 11/2/2011 10:43:37

Citazione:
si dice che la stanza sotto la sfinge sia stata già perta da Zahi Hawass e che il suo contenuto sia stato consegnato al governo egiziano


-un Grande Iniziato aprirà la Sala delle Testimonianze sotto la Sfinge, la cui scoperta avvenne esattamente per l'anno in cui la predisse Edgar Cayce, il 1998 (qui, in fondo: http://www.ilportaledeltempo.it/?sezione=PS&art=edgarcayce ); in quella Sala segreta e sotterranea il Grande Iniziato troverà reperti e macchinari della civiltà atlantidea; Atlantide sarà una certezza non più una favola; cfr, qui: http://www.larchetipo.com/2009/set09/profezie.pdf
-il Grande Iniziato (lo stesso Manu-Noé-Giovane di Sais-Giovane di Nain-Manes-Parsifal che Steiner aveva predetto che avrebbe operato nel XXI secolo) porterà all'umanità quella Tecnologia, e guiderà l'umanità nel periodo di Transizione dall'Era A all'Era Post-A(cfr. il link di sopra);
-potrà essere fondata la Tripartizione

la religione è indispensabile
soltanto a un’umanità rescissa dal mondo divino-spirituale.
Calvero
Inviato: 11/2/2011 13:43  Aggiornato: 11/2/2011 13:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Citazione:
Questa è la nuova frontiera.


Ma per non sfasare il concetto, bisognerebbe dire che questo è stato sempre il nostro mondo: -si tratta di una riappropriazione. La frontiera come la chiami tu (anche se concordo poiché credo di capire cosa intendi) idealizza un "confine" da superare... ed è fuorviante, poiché, secondo me, può sotto intendere che si debba passare una porta per lasciare una stanza o un passato alle nostre spalle. Ma così non è: la nostra realtà ci appartiene in tutta la sua fisicità e non va ripudiata, mai.

... quel che ne dovrebbe indicare il senso invece, è di riprendere possesso di un "discorso" omni-comprensivo.

E questo che dico è molto importante, poiché sono stati proprio quella merda della New-Age e dei Misticismi che fanno appello alla frustrazione a mistificare il percorso che comunque è un centro naturale e che è possibile rivelare a noi medesimi.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Calvero
Inviato: 11/2/2011 13:46  Aggiornato: 11/2/2011 13:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Concordo con Incredulo cha ha fatto un discorso molto intelligente.

Lasciamo perdere le profezie e, parliamoci chiaro, hanno anche un po rotto il cazzo.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
peonia
Inviato: 11/2/2011 15:45  Aggiornato: 11/2/2011 15:49
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
VI FACCIO UNA DOMANDA DIRETTA E CHIARA, IN MAIUSCOLO....
PERCHE' A ME, AI MIEI POST INTENDO, NON RISPONDETE QUASI MAI E SOLO IN POCHISSIMI????? SAREI MOLTO GRATA SE POTESTE RISPONDERMI COSIì DA CAPIRE MEGLIO SE QUEL CHE NE PENSO IO E' VERO, O MI SBAGLIO.
COMUNQUE VI E' UN PRECONCETTO, QUESTO E' SICURO.
IL LINK CHE VI HO DATO E' MOLTO INTERESANTE E NON E' AFATTO OT, ANZI PARLA PURE DI CHEISI!


CALVERO FAREI MOLTA ATTENZIONE A PARLARE DI MERDA NEW AGE...ALMENO FA STAR BENE.
LA MERDA CHE INVECE CI PROPOINANO QUOTIDIANAMENTE ALTRI, CHE MAGARI TU AMMIRI, FA ANCHE MALISSIMO!

AUDISIO, A TE DOVREBBE INTRIGARE MOLTO...

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
ohmygod
Inviato: 11/2/2011 16:20  Aggiornato: 11/2/2011 16:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 16/10/2007
Da:
Inviati: 3652
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
peonia è la seconda volta ch ti (ci) poni questo dilemma...cosa vuoi che ti dica o meglio cosa vorresti sentirti dire...:interessante quel link...ah se non fosse per peonia di quante cose saremmo all'oscuro e...bla bla bla.

posta ciò che vuoi e non ritornare sul sito per controllare se c'è un barlume di consenso a ciò che posti,che importanza vuoi che abbia per il tuo ego il sapersi presa in "considerazione" oppure meno.

posta ciò che vuoi in quanto fonte di ulteriori indagini sul discernimento umano.

Ciao Peonia stammi bene.

noprolet
Inviato: 11/2/2011 16:29  Aggiornato: 11/2/2011 16:29
Ho qualche dubbio
Iscritto: 12/4/2008
Da:
Inviati: 31
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Cara Peonia,
ho letto parte del link segnalato da te,poi sono andato a lavorare..
stasera leggero' il resto,tempo permettendo..
Mi sembra interessante e possibile,in quanto,come uomo dotato di una visione comunque limitata del tutto,non mi permetto di erigermi a verita' assoluta..
Detto questo,volevo dirti che ti reputo monotona..
..lasci ogni volta 2 post per articolo:
-nel primo post cominci enunciando un OT o supposto OT.
-nel secondo post(quasi sempre in maiuscolo) ti lamenti del fatto che nessuno ti risponde,che non ti considerano e altri infantilismi del genere..
Perche' non lasci il tuo bel link e soprattutto lasci libere le persone di leggere o meno quello che scrivi (e di rispondere se ne hanno voglia).

"arrivare sulla terra alla nascita in un certo modo,da certi punti di partenza,e lasciarla al momento di morire trasformati in meglio,cresciuti,pronti con maggiore forza e capacita' per una nuova esperienza".
peonia
Inviato: 11/2/2011 16:29  Aggiornato: 11/2/2011 16:29
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Ohmygod
io non voglio nè cerco il vostro consenso, non capisco però come mai non ci sia mai un feedback anche quando qualcosa mi sembra sia interessante, come lo è questo attuale.
Non mi aspetto di avere feedback solo quando esprimo un mio personale parere, è ovvio!
Mi chiedo se perlomeno abbiate visto quanto da me suggerito...tutto qui.

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Santro
Inviato: 11/2/2011 17:26  Aggiornato: 11/2/2011 17:26
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/11/2005
Da:
Inviati: 748
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
OT
peonia, un bel respiro profondo....
Tu scrivi, mi sembra, esclusivamente qua nei commenti agli articoli dove, appunto, si commmenta l'articolo in home. Se vuoi interagire con gli altri utenti, (eventualmente interessati alle tue proposte), devi aprire un thread nel forum.
Sono comunque certo che i tuoi suggerimenti sono ben accetti anche se non ne hai un riscontro.

Con immensa simpatia

ETERNAL SALVATION
(or triple your money back)
Makk
Inviato: 11/2/2011 17:52  Aggiornato: 11/2/2011 17:52
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/12/2009
Da:
Inviati: 933
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Sì, Peonia. Letto.
San Francisco e Damasco sono ancora lì, non sono inabitabili come dovrebbe già essere, secondo costui che si presta a dischiuderci una piccola parte del nostro futuro e del nostro compito su questa terra.

Abbiamo un altro Temponauta all'opera, solo megalomane.

Dopodiché il "messaggio", mi spiace, ma è semplicemente un lucido delirio dove si può riconoscere ciò che ci "risuona", appunto, e scartare il resto come rumore di fondo dovuto al fatto che "non capiamo" un messaggio così alto e raffinato.

E' la tecnica del chiromante, di dire al cliente un sacco di cose che (da un esame psicometrico in cui è abile) rientrano fra quelle che probabilmente interessano quel tipo di persone, fra le quali poi affina progressivamente il proprio "responso" fino a dirgli con ottima approssimazione esattamente quello che il cliente vuole sentirsi dire.

Il vantaggio di questo HH è che ha già fatto lo screening del cliente, scegliendo un sito dove i concetti che vuole (per motivi suoi) far passare sono già consonanti col sentire dell'uditorio.
Questa "empatia" fra oracolo e postulante induce una "sospensione dell'incredulità" (che HH chiede espressamente, fra l'altro), cioè sospensione del meccanismo difensivo (già di suo relativamente efficace) che ci permette di non essere preda di un altro umano che voglia mentirci.

Se la sospensione dell'incredulità serve a immergerci con empatia nella lettura del signore degli anelli, tutto bene.
Se serve a modificare la nostra vita reale, e non quella fantastica, è piuttosto pericolosa come manovra.
PNL e truffe sono solo alcuni dei meccanismi che sfruttano la sospensione dell'incredulità per far passare messaggi che altrimenti filtreremmo con attenzione. Non necessariamante con sospetto, solo attenzione.

La sospensione dell'incredulità, quando indotta dall'esterno, è sostanzialmente un'attentato al nostro libero arbitrio.

Klaatu
Inviato: 11/2/2011 17:55  Aggiornato: 11/2/2011 17:55
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/1/2011
Da:
Inviati: 871
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Si sono già appropriati da tempo dei segreti della stanza della conoscenza di Giza e ora temono le profezie di Cayce perchè sono giunte al capolinea.
Per questo le elites stanno costruendo segretamente rifugi sotterranei (arche) con prolungata capacità di sopravvivenza nei luoghi che non saranno toccati dall'inabissamento.
Per lo stesso motivo stanno forzando cambiamenti geopolitici di vasta portata, non escludendo guerre molto distruttive, per presentarsi di fronte all'iniziato (dei extraterrestri) come unica autorità legittimata al confronto (la nuova Roma imperiale).
L'aumento improvviso delle eruzioni vulcaniche sarà il segnale che il momento è giunto (l'acquario è un segno d'aria).

Manfred
Inviato: 11/2/2011 18:42  Aggiornato: 11/2/2011 18:42
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 3/11/2009
Da: Osnabrück
Inviati: 2094
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Gli scienziati assieme ai profeti hanno perduto una stupenda occasione, mantenere avulsa da ogni lusinga terrena, quella conoscenza che solo nel silenzio dell'essere, conserva imparziale la sua pericolosa realtà.
Invece come ragazzi sperduti nel vento di primavera, ma senza avere la giustificazione dell'età, resi simili tra loro, per opposta visione del creato, nella febbre di un' anomala sobrietà, gettano sulle spalle del mondo, del loro ingordo rifugio, la falsità.

sonsokh
Inviato: 11/2/2011 21:46  Aggiornato: 11/2/2011 21:46
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/11/2010
Da: Lecco
Inviati: 238
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
@klaatu
che ci restino sepolti, nei loro bunker

@manfred
sei un poeta

Klaatu
Inviato: 11/2/2011 21:46  Aggiornato: 11/2/2011 21:46
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/1/2011
Da:
Inviati: 871
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
""Abbiamo un altro Temponauta all'opera, solo megalomane.""


Il potere della mente va ben oltre la "fisicità" del cervello.
Prima di sputare sentenze attendete di sapere perchè il Governatore di questo sito ha tirato fuori l'argomento Cayce.
Per me si rende conto che la fine dei tempi è arrivata e non può essere letta unicamente con gli schemi della razionalità.

edo
Inviato: 11/2/2011 22:04  Aggiornato: 11/2/2011 22:04
Sono certo di non sapere
Iscritto: 9/2/2006
Da: casa
Inviati: 4529
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Articolo spettacolare!

Blade1960
Inviato: 11/2/2011 22:15  Aggiornato: 11/2/2011 22:15
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/11/2006
Da:
Inviati: 264
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Ciao a tutti!

la scienza.................pausa rilassante :)

http://www.youtube.com/watch?v=49H2Xdauyy4

Manfred
Inviato: 11/2/2011 22:35  Aggiornato: 11/2/2011 22:35
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 3/11/2009
Da: Osnabrück
Inviati: 2094
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
http://www.youtube.com/watch?v=06X5HYynP5E

Con la regia della società teosofica, lucifer trust, mk ultra, ecc e la partecipazione, in veste di ignari protagonisti, di quanti se la sono bevuta.

amarti
Inviato: 12/2/2011 0:19  Aggiornato: 12/2/2011 0:19
So tutto
Iscritto: 19/1/2009
Da:
Inviati: 1
 Edgar Cayce è David Wilcock?

Jurij
Inviato: 12/2/2011 0:53  Aggiornato: 12/2/2011 0:53
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Si Calvero, per nuova frontiera intendo in sè un ritorno alle cose dimenticate, come nel lontano West degli usa; lo chiamavano la nuova frontiera, ma l'uomo (pellerossa) c'era già stato.

Ho usato il termine nuova frontiera anche come simbolo della sfida di oggi.

Sto leggendo in questi giorni un libro sull'ipnosi (incuriosito dagli studi di Malanga...) per cercare di capire un po' il funzionamento del subconscio.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Jurij
Inviato: 12/2/2011 1:12  Aggiornato: 12/2/2011 1:12
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
@Calvero

...Lasciamo perdere le profezie e, parliamoci chiaro, hanno anche un po rotto il cazzo...

Purtroppo, oggi come oggi, ti devo dare ragione.
L'ultima "speranza" è riposta forse nel 2012, ma anche li è possibile che la lettura di calendari sia stata errata, oppure che non vi sia nessun cambiamento importante che debba avverarsi.

Una cosa è sicura; se a Natale del 2012 saremo qui ancora tranquilli a discutere sul sito, sarà una bella botta per le profezie in generale, anzi penso che sarà il ko definitivo :o)

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Calvero
Inviato: 12/2/2011 2:33  Aggiornato: 12/2/2011 2:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Citazione:
CALVERO FAREI MOLTA ATTENZIONE A PARLARE DI MERDA NEW AGE...ALMENO FA STAR BENE.


Peonia, credo tu sia una persona genuina ..e mi piace come ti arrabbi Detto questo, aggiungo:

Io credo che ogni scorciatoia, ogni sovrastruttura atta a farci stare bene sia un male. E facciamo anche la conseguente osservazione per non essere fraintesi: non è che serve una "flagellazione" dello spirito per stare bene, il punto è che ogni percorso è un miracolo a sé. Nel momento in cui la New Age nelle sue direttive e sotto/trame si è posta a metodo si è auto/distrutta. E, of course, auto/distrugge.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
benitoche
Inviato: 12/2/2011 2:38  Aggiornato: 12/2/2011 2:41
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/9/2006
Da:
Inviati: 1941
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Jurij
l'unica profezia da scartare è il 2012,quelle di Cayce non le sottovaluterei troppo

la religione è indispensabile
soltanto a un’umanità rescissa dal mondo divino-spirituale.
Calvero
Inviato: 12/2/2011 2:44  Aggiornato: 12/2/2011 2:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Citazione:
'unica profezia da scartare è il 2012,quelle di Cayce non le sottovaluterei troppo


ehi, amico della notte

le profezie più belle sono i nostri sogni, forse le uniche, e quando li spezziamo qualcosa in noi non tornerà, mai più

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Calvero
Inviato: 12/2/2011 2:47  Aggiornato: 12/2/2011 2:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Citazione:
Ho usato il termine nuova frontiera anche come simbolo della sfida di oggi.


messaggio ricevuto

Alabarda Spaziale!

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Calvero
Inviato: 12/2/2011 2:52  Aggiornato: 12/2/2011 2:53
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Citazione:
Gli scienziati assieme ai profeti hanno perduto una stupenda occasione, mantenere avulsa da ogni lusinga terrena, quella conoscenza che solo nel silenzio dell'essere, conserva imparziale la sua pericolosa realtà.
Invece come ragazzi sperduti nel vento di primavera, ma senza avere la giustificazione dell'età, resi simili tra loro, per opposta visione del creato, nella febbre di un' anomala sobrietà, gettano sulle spalle del mondo, del loro ingordo rifugio, la falsità.


... ottima recensione Manfred perfettamente sintetizzata la propaganda,

perfettamente malinconico il suo effetto sulla nostra stupenda natura. Che peccato collega

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Jurij
Inviato: 12/2/2011 10:08  Aggiornato: 12/2/2011 10:08
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
...si dice che la stanza sotto la sfinge sia stata già perta da Zahi Hawass e che il suo contenuto sia stato consegnato al governo egiziano...

Ma veramente qualcuno pensa che se le ex dittature in Egitto avessero saputo che sotto la Sfinge ci fosse un qualcosa d'importante, non avrebbero scavato per tirarlo fuori?

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Klaatu
Inviato: 12/2/2011 12:31  Aggiornato: 12/2/2011 12:33
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/1/2011
Da:
Inviati: 871
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Il segreto della stanza atlantidea non era tanto basato sulle conoscenze tecnologiche, peraltro diffuse anche in oriente (vril, vimana, levitazione acustica, energia dei cristalli, oro monoatomico, ecc.), quanto sulla verità che il pianeta Terra e il suo principale abitante, l'uomo. sono stati oggetti di ripetute attività di "creazione" da parte di civiltà umanoidi molto evolute, e che queste si trovano a combattere periodicamente battaglie in nostra difesa (il bene contro il male) che originano nel tempo, di cui governano i flussi, e si materializzano nello spazio dimensionale che ci è proprio.
Questa conoscenza è agli esatti antipodi della falsa conoscenza su cui le elites terrestri hanno costruito il loro dominio a danno dei propri simili.
Pensano di essere in grado di gestire a modo loro il rapporto con i creatori, ma si illudono (e saranno punite).

Bigfoot
Inviato: 12/2/2011 13:04  Aggiornato: 12/2/2011 13:04
So tutto
Iscritto: 11/4/2010
Da:
Inviati: 6
 Il volto della 'Fonte'
La 'Fonte' in oggetto non è altro che l'Anima che rende vitale il contenitore di Edgar (Jung la chiama Inconscio). Infatti l'Anima quando si esprime usa sempre la prima persona plurale in quanto è pura Coscienza che illumina tutto l'universo, ossia l'Uno in Tutti (quello che poi Jung arriverà a chiamare inconscio collettivo), a differenza dello Spirito, che è Tutti in Uno. Quindi Anima è una sola, ma ramificata in molti, come fotoni provenienti dalla stessa fonte di luce dove ogni fotone esegue un proprio percorso.

Per parlare con la proprio Anima (non tutti ce l'hanno, vedi anche Genesi), lo strumento ideale è l'ipnosi condotta con una certa tecnica, ma la 'meditazione' permette un dialogo diretto con la propria Anima, come se fosse un'autoipnosi. E qui si possono raggiungere dialoghi eccezionali, che la medicina li classifica come miracoli.

Edgar aveva un'Anima molto antica con un elevato grado di Coscienza, che ha permesso agli ipnologi di instaurare un ottimo dialogo. Putroppo non funziona con tutte le Anime, perchè ognuna ha un livello di Coscienza differente mediamente molto più basso in questo spazio-tempo-energetico.

scrapolla
Inviato: 12/2/2011 13:31  Aggiornato: 12/2/2011 13:31
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/12/2005
Da: puglia, molto puglia
Inviati: 66
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
benitoche... nuoto nella rete e ti ho ad un passo...
guardo il mare dalle colonne!

____

porte si aprono, muri si sgretolano

Citazione:
Ultimo avvertimento...
Calvero
Inviato: 12/2/2011 13:39  Aggiornato: 12/2/2011 13:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Citazione:
.... da grandi domande, e molto meno spesso da risposte precise.


... come Natura "comanda". Ogni grande risposta (cioè precisa) risiede solamente in noi stessi.

Il problema, in cui a sua volta la scienza induce a ingannarci, è che si è dato velatamente per scontato che la soggettività nella collettività sia figlia di un Dio minore rispetto all'oggettività (poiché quest'ultima è come se avesse un peso di maggior raziocinio alle sue fondamenta) ... mentre questi due "pesi" poggiano entrambi ed equamente nella coscienza di un uomo, indi sulla collettività.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Calvero
Inviato: 12/2/2011 13:58  Aggiornato: 12/2/2011 13:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
sono gli stessi "miracoli"

..quando l'uomo ritrova sé stesso la natura non può che concordare

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Makk
Inviato: 12/2/2011 14:20  Aggiornato: 12/2/2011 14:20
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/12/2009
Da:
Inviati: 933
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Citazione:
Autore: Klaatu Inviato: 11/2/2011 21:46:18
Prima di sputare sentenze attendete di sapere perchè il Governatore di questo sito ha tirato fuori l'argomento Cayce

Per consigiarci di andare a vivere sull'appennino o sulle Dolomiti così sopravviveremo su questa terra a combattere gli emissari di Satana della terza densità (che, grazie al grande raccolto, potranno trasmigrare alla quarta) in attesa del futuro raccolto fra 25.000 anni?

Citazione:
Il potere della mente va ben oltre la "fisicità" del cervello.

Secondo me sbagli obbiettivo.
Non è la mente il problema.
E' l'amore, che è la sostanza più psicoattiva disponibile. Sono contento che faccia effetto su te e peonia.
Le dosi che assumo io mi permettono giusto giusto l'inutile compassione per i miei simili, purché indifesi e oppressi.
Inutile perché la compassione è roba da quarta densità, a noi di terza invece spetta lo stupidissimo libero arbitrio per comprendere l'importanza di bene e male nelle loro essenze, incluso l'amare i figli di puttana alla Rotschild e la loro funzione pedagogica.

Ammetto di non essere pronto.

Però sono contento per te e peonia, davvero.
Respect, bro'







Solo, non rompete troppo i maroni che bisogna vedere le stesse farfalle di bronzo e spirali frattali che vedete voi (o, più estremo ancora, prenderle per reali e valide).

Polonio
Inviato: 12/2/2011 14:32  Aggiornato: 12/2/2011 14:32
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/8/2009
Da:
Inviati: 797
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
per ora solo un'annotazione (sto uscendo, ma mi propongo di essere più esaustivo in seguito):
il buddhismo, o perlomeno il buddha storico, non prevede nessun creatore.

stg44
Inviato: 12/2/2011 15:09  Aggiornato: 12/2/2011 15:09
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/3/2008
Da:
Inviati: 79
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Bisogna fare un FILM su questa storia.
Troviamo un produttore, ci riuniamo in un posto comodo, facciamo una bella mangiata, beviamo un buon vino, ci facciamo mille cannoni e scriviamo la sceneggiatura!

Manfred
Inviato: 12/2/2011 15:21  Aggiornato: 12/2/2011 16:05
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 3/11/2009
Da: Osnabrück
Inviati: 2094
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
A differenza di quanto sbandierano i mistici riguardo amore e compassione, non necessita odiare, perché risulta semplicemente una perdita di tempo ed energia, la vita è breve, non possiamo sprecarne nemmeno un istante; questo non toglie che i grandi manipolatori dell'odio, vadano combattuti con armi valide, ovviamente non l'odio stesso,ma prima fra tutte la pazienza, che accelera la loro meritata fine, come natura dispone.

benitoche
Inviato: 12/2/2011 15:31  Aggiornato: 12/2/2011 15:31
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/9/2006
Da:
Inviati: 1941
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Nella stanza sembra ci siano strumenti tecnologici usati dagli atlantidei per utilizzare la forza eterica delle piante

stg44,ci sto tu porta il vitto io il companatico,Calvè te ci stai?

Scrapollaaaaaaaaaaaa ciaooooo,ti voglio bene fratello,lo sai,noi dobbiamo scavare sotto il tempio di san Giovanni hahahahah,altro che sfinge
Alla tua

la religione è indispensabile
soltanto a un’umanità rescissa dal mondo divino-spirituale.
incredulo
Inviato: 12/2/2011 16:57  Aggiornato: 12/2/2011 16:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Citazione

Nella stanza sembra ci siano strumenti tecnologici usati dagli atlantidei per utilizzare la forza eterica delle piante stg44,ci sto tu porta il vitto io il companatico,Calvè te ci stai?

C'e' una festa e non mi invitate???????

Che manica di stronzi........

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
Al2012
Inviato: 12/2/2011 19:16  Aggiornato: 12/2/2011 19:16
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2158
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
La mia impressione è che la nostra “visione” del mondo è falsata dal nostro “ego” che è fortemente connesso alla materialità della vita, ponendo l’ essere materiale al centro dell’esistente, e la morte come la fine dell’ esistenza.
La morte è la madre di tutte le paure, il distacco definitivo dal mondo materiale, la fine dei nostri “possessi” sia affettivi che materiali.

La dimensione temporale e spaziale è prerogativa dell’ essere materiale e quindi del nostro “ego” che è sempre proiettato verso un tempo passato o verso un tempo futuro, mentre il tempo presente è il meno vissuto e percepito, pur essendo l’unico reale nel piano della nostra esistenza.

Il nostro essere individualità è trasformato, sempre dalla visione egocentrica, in individualismo, ovvero una competizione con altri individualismi che trasformando la vita in una lotta per realizzare le nostre aspettative, che, il più delle volte, sono orientate sempre nell’ottica del possedere sia che siano affetti o beni materiali.

La storia della umanità è costellata da personaggi che in un modo o nell’altro e in ambiti differenti, danno prova di poter accedere ad “informazioni” che non appartengono al singolo individuo , né alla sua cultura e né al suo tempo e luogo, come se tutto quello che è stato, è, e sarà sia custodito in un archivio, l’archivio Akashico

°°°

(…) Per quanto riguarda le intuizioni moderne, forse la più completa fonte di informazioni sull’Archivio Akashico viene dall’opera chiaroveggente di Edgar Cayce

(…)Quando era interrogato sulle fonti delle sue informazioni, Cayce rispondeva che erano essenzialmente due.
La prima era la mente subconscia dell’individuo cui stava dando la “lettura”, la seconda era l’Archivio Akashico.

(…) Una volta presa in mano la documentazione, Cayce aveva la capacità di selezionare le informazioni più utili per l’individuo in quel momento della sua vita.

Frequentemente, una lettura poteva lasciare capire che era stata fornita solo una selezione del materiale disponibile, ma che all’individuo venivano date le cose “più utili e promettenti”.
Intuizioni aggiuntive erano spesso fornite in letture successive, dopo che l’individuo aveva cercato di lavorare e mettere in pratica le informazioni già ricevute.

Forse per alludere al fatto che l’Archivio Akashico non era semplicemente una trascrizione del passato, ma includeva il presente, il futuro e alcune possibilità, nella lettura 304-5 Cayce fece una curiosa dichiarazione introduttiva.
Discutendo del Libro della Vita, egli affermò che era “L’archivio di Dio, di te, della tua anima interiore e della conoscenza di essa” (281-33).

In un’altra occasione (2533-8), fu chiesto a Cayce di spiegare la differenza tra il Libro della Vita e l’Archivio Akashico:

“Domanda: [Cosa si intende con] il Libro della Vita?

Risposta: L’archivio che l’entità stessa scrive pazientemente sopra la matassa del tempo e dello spazio. Esso viene aperto quando il sé è sintonizzato con l’infinito, e può essere letto da coloro che si stanno armonizzando con tale consapevolezza…

D: Il libro dei Ricordi di Dio?

R: Questo è il Libro della Vita.

D: L’Archivio Akashico?

R: Quelli creati dall’individuo, come appena indicato.
Lettura 2533-8


Le letture di Edgar Cayce suggeriscono che tutti noi scriviamo la storia della nostra vita tramite i nostri pensieri, le nostre azioni e la nostra interazione con il resto della Creazione.
Queste informazioni hanno un effetto su di noi nel qui e ora.

Di fatto, l’Archivio Akashico ha un tale impatto sulle nostre vite e le potenzialità che attiriamo su di noi, che qualsiasi indagine su di esso non può fare a meno di darci intuizioni sulla natura di noi stessi e della nostra relazione con l’universo.

Ci sono molte più cose nella nostra vita, nella nostra storia e nella nostra influenza individuale sul domani di quante, forse, abbiamo mai avuto il coraggio di immaginare.

Avendo accesso alle informazioni dell’Archivio Akashico, il database dell’universo, molte cose potrebbero esserci rivelate.
Il mondo, così come lo abbiamo collettivamente percepito, non è che una pallida ombra della realtà.

Nel tempo e nello spazio sono scritti i pensieri, le azioni, le attività di un’entità: nella loro relazione all’ambiente, alla sua influenza ereditaria; e nel loro essere guidati, ovvero diretti dal giudizio o in accordo a ciò che l’entità ritiene ideale.

Per questo, come spesso è stato definito, l’archivio è il libro dei ricordi di Dio; e ogni entità, ogni anima… Riguardo le sue attività quotidiane, ne compie alcune bene, altre male e altre ancora in modo neutro, a seconda dell’applicazione del sé dell’entità a quella che è la maniera ideale di utilizzare il tempo, l’opportunità e l’espressione di ciò per cui ogni anima entra in una manifestazione materiale.

L’interpretazione, come è stata formulata qui, viene data con il desiderio e la speranza che, nel rivelare questo all’entità, l’esperienza possa essere utile e promettente.
Edgar Cayce, lettura 1650-1

Sì, abbiamo il corpo qui, e la documentazione come è stata prodotta e come potrebbe essere prodotta con l’esercizio della volontà, e la condizione – così come è stata creata – che prescinde dall’influenza o gli effetti della volontà.
Abbiamo condizioni che potrebbero essere state, che sono e che potrebbero essere.
Non mischiate le tre, e non incrociate i loro intenti.
Lettura 340-5

Il Libro della Vita – o l’Archivio Akashico – è il magazzino di tutte le informazioni riguardanti ogni individuo mai vissuto sulla Terra: esso contiene ogni parola, azione, sentimento, pensiero e intenzione mai avvenuti.
Apprendi in che modo hai il controllo del tuo destino e come puoi utilizzare il tuo archivio – le tue vite passate, le tue esperienze presenti e il tuo futuro non ancora dischiuso – per creare la vita che desideri.


Tratto da :
L’Archivio Akashico: Il libro della vita
di Kevin J. Todeschi
http://www.innernet.it/larchivio-akashico-il-libro-della-vita/

“Capire … significa trasformare quello che è"
McOrion
Inviato: 12/2/2011 21:11  Aggiornato: 12/2/2011 21:11
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/2/2010
Da: Etna
Inviati: 97
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
@Peonia

Ho letto l'articolo e arrivato faticosamente alle 'profezie' (ne avesse indovinata mezza) l'ho mollato. Diciamo che è una buona base per un romanzo o diciamo che non ho capito il vero profondo messaggio nascosto nel testo.

McOrion

Redazione
Inviato: 12/2/2011 21:18  Aggiornato: 12/2/2011 21:25
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
KLAATU: “Prima di sputare sentenze attendete di sapere perchè il Governatore di questo sito ha tirato fuori l'argomento Cayce.”

Il governatore di questo sito ha appena finito di leggere la biografia di Cayce scritta da Kirkpatrik, ne è rimasto colpito, e ha voluto provare a raccontarla facendoci un articolo. Il resto del problema temo che risieda tutto nel tuo cervello.

***

STG44: “Bisogna fare un FILM su questa storia.”

Mi sono informato in proposito, perchè mi stupiva il fatto che ancora nessuno ci avesse provato. Mi è stato detto che sono state scritte molte sceneggiature su Cayce, nel corso degli anni, ma che nessuna è risultata abbastanza convincente da venire prodotta. Il problema nel voler “narrare” la storia di Cayce è strettamente strutturale. (E’ un problema tecnico, relativo ai concetti elementari della struttura narrativa, che rende molto difficile trovare la giusta formula per soddisfare i requisiti essenziali di una buona sceneggiatura. Ci ho provato, e mi ci sono scontrato subito anch'io).

McOrion
Inviato: 12/2/2011 21:25  Aggiornato: 12/2/2011 21:25
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/2/2010
Da: Etna
Inviati: 97
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Chiedo perdono, ignoratemi (al contrario di Peonia!) ma tra tanti articoli e tonnellate di informazioni che contengono tutto e il contrario di tutto e le più disparate convinzioni dei fruitori di questo spazio (me incluso, per carità) vi giuro che è davvero difficile distillare qualche goccia di verità da un immenso mare di immondizia.

Mi spiace scriverlo come lo scriverebbe un troll e se anzi vi viene il dubbio che io lo sia ignoratemi perché è giusto così con i troll; non abboccate alla facile provocazione, passate oltre e disquisite senza pensare a me.

Voglio solo ricordarVi che smantellata tutta la presunta verità che abbiamo intorno "credere" potrebbe essere un inganno ancora più grande e che a volte una cacca calpestata per strada può non essere un incontrovertibile segno dell'imm... no, è solo una merda

Vi chiedo di perdonarmi anticipatamente, fate conto che sono profondamente ignorante.

McOrion

Calvero
Inviato: 12/2/2011 21:43  Aggiornato: 12/2/2011 21:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Obiettivamente il perdono qui non avrebbe senso... poiché questo è quel che pensi. Ma detto questo, hai saltato un fattore: non lo hai argomentato in maniera debita rispetto ad un articolo che non è stato scritto senza un debita ricerca e debiti collegamenti.

Quindi in senso ampio, obiettivamente, l'immenso "mare di immondizia" è semplicemente una triste considerazione, degna di poco impegno intellettivo. E questo tenendo conto che i riferimenti sono sufficienti a entrare in gioco con maturità. Maturità che non hai avuto, in nessun senso. Credere o non credere, non è in discussione.

Personalmente io posso dire che mi fa tenerezza l'obiezione dogmatica che hai posto; il tuo dissenso senza capo né coda. Ma è molto personale, visto che a me cose che sono in frequenza con quelle di Edgar "capitano".. e attenzione, sono io il primo a dirti: non considerarmi. Ti faresti un favore

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
rekit
Inviato: 12/2/2011 21:45  Aggiornato: 12/2/2011 21:45
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/9/2006
Da:
Inviati: 1151
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
cit:
Vi chiedo di perdonarmi anticipatamente, fate conto che sono profondamente ignorante.
...........................
Non sei ignorante, sei solo fermo alla terza densita', che diamine pretendi?

Redazione
Inviato: 12/2/2011 21:52  Aggiornato: 12/2/2011 21:52
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
POLONIO: “il buddhismo, o perlomeno il buddha storico, non prevede nessun creatore.”

E’ vero, anzi direi che addirittura lo rifiuta esplicitamente, facendone un argomento di primaria importanza nella diatriba fra le varie dottrine buddhiste. (Se i cristiani pensano di essere gli unici ad essersi “scismati…”).

Ma non era certo questo lo spazio per entrare in dissertazioni di quel tipo. Io mi sono limitato a dire che i punti essenziali (sostenuti da Cayce) “coincidono sostanzialmente con le dottrine spirituali dell’Oriente”, riferendomi soprattutto al concetto dei cicli vitali (karma e reincarnazione).

In ogni caso – questo è un mio parere personale – l’attenimento del “nirvana” nel buddhismo, con la conseguente “liberazione” dalla schiavitù della sofferenza, si avvicina molto al concetto di illuminazione finale dell’anima descritto da Cayce, quando completa la serie dei suoi cicli vitali.

La cosa davvero interessante è vedere come Cayce sia riuscito ad interpretare il cristianesimo – o meglio il concetto cristico – in luce delle nuove conoscenze ricevute.

Manfred
Inviato: 12/2/2011 21:53  Aggiornato: 12/2/2011 21:53
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 3/11/2009
Da: Osnabrück
Inviati: 2094
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Che diamine pretendi?
Di saper separare la pula dal grano?
Questo onore spetta solo ai risvegliati.

Manfred
Inviato: 12/2/2011 21:56  Aggiornato: 12/2/2011 21:56
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 3/11/2009
Da: Osnabrück
Inviati: 2094
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
La cosa davvero interessante è vedere come Cayce sia riuscito ad interpretare il cristianesimo – o meglio il concetto cristico – in luce delle nuove conoscenze ricevute.


Nuove e profondamente antiche, nemmeno tanto originali, vi hanno attinto tutti a piene mani.

Redazione
Inviato: 12/2/2011 22:18  Aggiornato: 12/2/2011 22:18
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
MANFRED: "Nuove e profondamente antiche, nemmeno tanto originali, vi hanno attinto tutti a piene mani."

Nuove per lui, intendevo dire.

Fino a quel giorno Cayce aveva letto solo la Bibbia.

Manfred
Inviato: 12/2/2011 22:34  Aggiornato: 12/2/2011 22:34
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 3/11/2009
Da: Osnabrück
Inviati: 2094
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
La bibbia stessa proprio per le sue origini, contiene le matrici della conoscenza orientale, naturalmente a livello delle masse credenti, non facilmente riconoscibili

Klaatu
Inviato: 12/2/2011 23:04  Aggiornato: 12/2/2011 23:04
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/1/2011
Da:
Inviati: 871
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Autore: Redazione

KLAATU: “Prima di sputare sentenze attendete di sapere perchè il Governatore di questo sito ha tirato fuori l'argomento Cayce.”

Il governatore di questo sito ha appena finito di leggere la biografia di Cayce scritta da Kirkpatrik, ne è rimasto colpito, e ha voluto provare a raccontarla facendoci un articolo. Il resto del problema temo che risieda tutto nel tuo cervello.


Invece il problema è oggettivo.
Accettare Cayce significa togliere il primato alla logica razionale e, se non proprio confinarla, ammettere che sia affiancata da una METALOGICA.
Se la conclusione dell'articolo non invertirà l'orientamento pro-Cayce fin qui apprezzato, la conclusione è che l'autore dell'articolo ammette come possibile la metalogica e le conseguenze che ne derivano (mondo ultra-sensibile, proiezioni astrali, reincarnazione, ecc.).
A me sta benissimo così: vedremo cosa ne pensano i paladini della scienza esatta.

Redazione
Inviato: 12/2/2011 23:24  Aggiornato: 12/2/2011 23:24
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
KLAATU: "Accettare Cayce significa togliere il primato alla logica razionale ..."

Io non ho "accettato" nulla, ho solo raccontato dei fatti storici.

Poi quello che ciascuno crede sono affari suoi.

Redazione
Inviato: 12/2/2011 23:25  Aggiornato: 12/2/2011 23:25
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
MANFRED: "La bibbia stessa proprio per le sue origini, contiene le matrici della conoscenza orientale, naturalmente a livello delle masse credenti, non facilmente riconoscibili"

Concordo.

Rickard
Inviato: 13/2/2011 0:42  Aggiornato: 13/2/2011 0:42
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/9/2007
Da: Un mondo pervaso di follia
Inviati: 1609
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Redazione
Citazione:
KLAATU: "Accettare Cayce significa togliere il primato alla logica razionale ..."

Io non ho "accettato" nulla, ho solo raccontato dei fatti storici.

Poi quello che ciascuno crede sono affari suoi.

Solo fatti storici? Forse, chissà.

Ma in queste storie cosa è storico e cosa è leggendario? Mi spiego, esattamente come si fa a discernere i fatti nudi e crudi (per poi analizzarli e trarne qualsiasi valutazione vogliamo) dal mito, dall'abbellimento, dalla (appunto) leggenda?

Non conosco nello specifico la storia di Cayce perciò non dò giudizi ma mi sembra di vedere anche qui i tipici "segnali" di una storia a cui è stato aggiunto molto. Per esempio la capacità di "leggere" un libro dormendoci sopra o le autoguarigioni tramite sedute ipnotiche... dove in questi fatti finisce la storia e inizia il mito? Quanto è stato aggiunto per rendere più "pittoresca" la vicenda? Perché non possiamo dare per scontato che la storia (e soprattutto la biografia) di un personaggio così incredibile (in tutti i sensi del termine) non sia stata contaminata da tutti gli "arricchimenti" che inevitabilmente contagiano questo tipo di storie (personaggio unico con "poteri" unici, implicazioni mistico-religiose ecc. ecc.)

Tanto per fare un altro esempio, su Rasputin si è detto di tutto e di più, e anche leggendo molte biografie di quel personaggio (storico) si tirano in ballo "poteri", "misticismi", il soprannaturale e dintorni (abbellimenti e dettagli "pittoreschi"); ad esempio i misteriosi pellegrinaggi fino al Monte Athos, la miracolosa temporanea guarigione di Aleksej Romanov al suo primo incontro con Rasputin, il fatto che il santone fu avvelenato con abbondanti dosi di cianuro, colpito da almeno tre pallottole (di cui una in fronte) e scaricato nel fiume Neva ma quando fu ripescato l'autopsia rivelò che il corpo di Rasputin non presentava tracce di veleno e aveva acqua nei polmoni, quindi era ancora vivo quando fu gettato nelle acque gelide.

Tutto molto "strano" e al contempo affascinante, vero? Ma dove finisce il Rasputin storico? Secondo me molto prima delle guarigioni miracolose e dell'invulnerabilità a veleno/pallottole. Allo stesso modo, dove finisce l'Edgar Cayce storico? Prima o dopo gli aspetti più "incredibili" (sempre in tutti i sensi) della sua vita? è una domanda che vale la pena porsi e la risposta non è scontata (né in un senso né nell'altro).

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. - Nikola Tesla
Calvero
Inviato: 13/2/2011 0:50  Aggiornato: 13/2/2011 1:03
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
@ Manfred in particolar modo

Il problema risiede nell'ostinazione ad applicare una funzione/metodo/morale a ciò che concerne il contatto col nostro io. Ancora più grave è l'insistenza a dare per scontato che certi doni siano un veicolo che possa tendere all'amore universale. Chi lo ha detto? e ci risiamo: sempre l'esigenza malsana che si debba applicare una funzione/metodo/morale ad un riscoprirsi in sé stessi. L'ennesima impalcatura. E il bello è che ciò è controproducente, cioè una contraddizione. Poiché una patologia della debolezza di spirito è quella di sentire il bisogno di predicare un "Verbo" (qualunque esso sia) .. una maniera cioè di sentirsi approvati dalla collettività. Uguale debolezza = spreco. Ma colui che è forte di spirito la rifiuta la collettività e si pone semplicemente in sé medesimo, e se questo lo potrà rendere indirettamente un esempio e/o utile, allora la sua "luce" (molto tra virgolette) potrà essere un messaggio per qualcun altro.

Mi meraviglio in senso positivo di Edgar che pare sia riuscito a non lucrare spiritualmente sul suo dono. La trappola di divenire un Guru credo sia subdola quanto la forza del dono che si possiede.

.. e a riprova ecco l'altra faccia della medaglia:

Citazione:
Invece il problema è oggettivo.
Accettare Cayce significa togliere il primato alla logica razionale


Il problema è che non c'è alcun problema. Il problema è che ci siamo voluti inventare i nomi per definire i processi vitali della nostra natura, del nostro essere omni-comprensivi, della nostra esistenza. Vanità, vanità, e ancora vanità! E infatti ecco il prezzo da pagare: cercare di capire dove sia la ragione! ..ma basta... cristo santo, uno degli atti più stupidi che (naturalmente) ha messo in piedi, concimandone il terreno, quell'infinito ballottaggio/dualismo per i .....Citazione:
.... grandi manipolatori dell'odio
...che hanno strutturato una propaganda in esponenziale work-in-progress e dobbiamo così giungere (cioè ridiscendere agli scalini più bassi, umiliandoci) a parlare di logica, metalogica, e altre stra-metacazzate-umane. E vai di stronzate. Come se lo spirito, la coscienza e la conoscenza di sé, possa essere "antropomorfizzato" ai dettami della comprensione esterna.

Vorrei chiedere a Massimo se nelle sue letture ha intravisto il carattere o l'emotività di Edgar in seno alla sua vicenda.

EDIT - vari errori

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
peonia
Inviato: 13/2/2011 1:05  Aggiornato: 13/2/2011 1:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Ben presto dovrete rendervi conto di quante cose "meravigliose" vi siete persi per seguire e servire solo la Ragione e la Logica e la Scienza....

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Redazione
Inviato: 13/2/2011 3:58  Aggiornato: 13/2/2011 4:05
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
RICKARD: "Per esempio la capacità di "leggere" un libro dormendoci sopra o le autoguarigioni tramite sedute ipnotiche... dove in questi fatti finisce la storia e inizia il mito?"

Io direi piuttosto dove finisce la storia e dove inizia la nostra ignoranza. Solo perchè non sappiamo fare una cosa, pensiamo subito che sia "impossibile".

La vita di Cayce è forse la più documentata di tutte, fra quelle dei personaggi dotati di poteri paranormali. Mettere in dubbio che potesse memorizzare un libro dormendoci sopra signfica mettere in dubbio una dozzina di biografie basate sui documenti di cronaca dell’epoca (ci sono gli articoli dei giornali, con le testimonianze dei dottori), sui racconti di chi lo ha conosciuto (la prima biografia fu scritta quando Cayce era ancora in vita, quindi si potevano intervistare direttamente i testimoni oculari), sulle tonnellate di carteggio incrociato di tutte le persone coinvolte nella sua vita, e soprattutto su certi fatti che una intera città conosceva, raccontava e dava per scontati. (La prima ipnosi di autoguarigione si svolse al teatro dell'opera, di fronte a più di 1000 persone).

Sta tutto archiviato alla sede di Virginia Beach. Ci sono letteralmente migliaia di studiosi che hanno analizzato quegli archivi, e non c’è mai stato nessuno che si sia sognato di mettere in dubbio i fatti riportati sulle sue capacità paranormali.

La documentazione su Rasputin in confronto fa ridere.

Inoltre, i reading di Cayce sono tutti datati, e sono lì da vedere. Se tu sai spiegare come facess Cayce nel ‘36 a raccontare che c’erano gli Esseni a Qumran – senza nemmeno bisogno di nominare Gesù - ti faccio i miei complimenti.

Calvero
Inviato: 13/2/2011 4:47  Aggiornato: 13/2/2011 4:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Citazione:
Ben presto dovrete rendervi conto di quante cose "meravigliose" vi siete persi per seguire e servire solo la Ragione e la Logica e la Scienza....


Peonia io potrei anche essere d'accordo, ma quello che io credo tu sbagli è il tuo « Ben presto dovrete» ... ed è qui che si insidia un brutto atteggiamento di chiusura, non solo: questo mette la discussione su piani e gerarchie indisponenti. Finiamola con le gerarchie e con le imposizioni di un futuro che deve sempre arrivare, finiamola.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Calvero
Inviato: 13/2/2011 5:55  Aggiornato: 13/2/2011 5:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Massimo: piccolo OT

lo aveva riportato Red in un altro Topic,

non sarebbe da Home Page?

VEDI TU

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
SilvioDell
Inviato: 13/2/2011 7:42  Aggiornato: 13/2/2011 7:42
So tutto
Iscritto: 31/12/2010
Da:
Inviati: 20
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Ottimo articolo. Grazie! www.silviodellaccio.it

peonia
Inviato: 13/2/2011 9:08  Aggiornato: 13/2/2011 9:08
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Calvero
"ben presto" non chiude nulla, è profetico.
Sono convinta che questi siano tempi di Rivelazione e quando la Verità emergerà prorompente, tutti i veli cadranno. Tutto qui.
Chi vuole ancora negare che stiamo vivendo un Tempo speciale...ci resterà di stucco...

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
McOrion
Inviato: 13/2/2011 9:36  Aggiornato: 13/2/2011 9:36
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/2/2010
Da: Etna
Inviati: 97
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
@Calvero, grazie della risposta. Chiedo perdono perché sono fuori dalle cose che la maggior parte dei lettori e commentatori ha acquisito e non vorrei offendere o appunto trollare.

Non mi riferivo però all'articolo (che prendo per come è sospendendo il giudizio finché non potrò guadagnare qualche prova a favore o contro - e comunque con tutto il tempo che è passato chissà che babele ne salterà fuori). Mi riferisco ai commenti a questo ma soprattutto a tutti gli articoli precedenti.

L'impressione mia è che molta gente voglia credere per forza e in qualcosa e cerchi uno strato più profondo in tutto quello che incontra. Per carità, rispetto l'indagine ed è sinonimo di intelligenza ma troppo spesso e nonostante io cerchi di tenere la mente aperta quello che ne ricavo è l'impressione che si stia sostituendo ad una verità apparente una verità inventata.

Faccio un solo esempio, dovrebbe bastare ad inquadrarmi: se ascolto con interesse un documentario su Atlantide e sono pronto ad accettare che una civiltà più evoluta sia stata colpita da un disastro e abbia poi civilizzato e influenzato umani primitivi sono molto meno pronto ad accettare acque superfluide e spiritualità superiori.

Lunghetto, lo so, ma doveroso vista la giusta obiezione di non aver argomentato (francamente avevo paura di un'aggressione verbale e son stato piuttosto titubante).

Aggiungo solo un dettaglio: quante persone all'epoca della pubblicazione han letto il testo linkato da Peonia restandone affascinate? A distanza di tempo [però attenzione, non l'ho letto tutto quindi il mio giudizio è parziale] è chiaro che è soltanto un meraviglioso testo ben strutturato secondo regole che Makk ha definito "del Chiromante" ma lì per lì quanti se lo son bevuto? Ecco il mio timore, ecco cosa intendo per distillare "verità" da tonnellate di testi 'disallineati' dal 'credere comunemente accettato'.

Un razionalista come me fa una fatica doppia a leggere molti di questi articoli per contro di tanto in tanto mi sento in vantaggio rispetto a quanto (anche tra gli amici 'in carne ed ossa') si sciroppano tutto quello che passa che abbia un qualche odore di misticismo e magia (e poi finisce con un Power Balance al polso, però per difendersi da quello basta sfruttare le cose buone che pubblica Paolo Attivissimo che sarei anche io felice accettasse un confronto sull'11/09, argomento sul quale son tornato in 'sospensione di giudizio').

Mannaggia, doveva essere un dettaglio e invece mi son dilungato ancora. Si, seguo questo e quel blog e con essi tanti altri, incrocio le reciproche opinioni e le confronto, non sopporto alcuni comportamenti da un lato e dall'altro e a pelle dovendo scegliere non andrei a cena fuori con Attivissimo (oppure si ma senza parlare di idee alle quali è contrario e che non riesce ad affrontare con serenità).

Lunghetto, si, ma è un distillato in gocce del McOrion pensiero scritto in una lunga pausa di lavoro (ieri tempo ne avevo meno).

Grazie all'autore per il magnifico sito (che continuo a seguire con interesse) e grazie ai partecipanti ai commenti (che un paio di anni fa non leggevo e che adesso seguo assiduamente, anche quando mi trovano scettico).

Davide "McOrion" Corsaro (nome e cognome sono un buon sistema per garantire la mancanza di trollaggio)

McOrion
Inviato: 13/2/2011 9:56  Aggiornato: 13/2/2011 9:56
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/2/2010
Da: Etna
Inviati: 97
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
KLAATU: "Accettare Cayce significa togliere il primato alla logica razionale ..."

Come la vedo io? No, significherebbe solo integrare la logica razionale con nuove informazioni e lasciarla invariata. La logica razionale non viene scalfita dall'imparare che i fulmini non sono lanciati dagli dei, al contrario.

Ecco una cosa che mi piace poco, qualunque discussione che vada contro alla "verità comunemente accettata" o contro "la Scienza" sembra dimostrare che logica e scienza siano fallaci. E'il contrario, logica e Scienza (che non è sinonimo di "scienziati") adorano crescere e far propria qualunque scoperta.

C'è un desiderio di spiritualismo che mi inquieta perché la cosa che più ha fatto danno all'umanità non è la Scienza o la logica ma lo spiritualismo (condensato nelle religioni o nelle grandi ideologie). Quello che semmai non abbiamo mai raggiunto è l'età della logica e della Scienza, non certo lo spiritualismo.

Sarò anche al terzo livello di qualcosa ma vi viene mai il dubbio che il livello al quale aspirare non sia il primo ma il sesto?

McOrion

Klaatu
Inviato: 13/2/2011 11:22  Aggiornato: 13/2/2011 11:22
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/1/2011
Da:
Inviati: 871
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Autore: McOrion
Citazione:

KLAATU: "Accettare Cayce significa togliere il primato alla logica razionale ..."

Come la vedo io? No, significherebbe solo integrare la logica razionale con nuove informazioni e lasciarla invariata. La logica razionale non viene scalfita dall'imparare che i fulmini non sono lanciati dagli dei, al contrario.



Puoi ben comprendere che se per leggere e imparare un intero libro basta una sola notte utilizzando una tecnica "astrale" (metalogica), la faticosa lettura occhi-cervello-tenuta fisica comunemente usata secondo logica razionale va direttamente a farsi benedire.
Tra l'altro, visto che si parla di fatti storici, ovvero che documentano come reali e veritiere tecniche "irrazionali", occorre rivalutare anche l'esistenza della "magia", termine che raccoglie ogni tipo di "tecnica" produttiva di risultati non spiegabile secondo i parametri della logica e della scienza esatta.

Manfred
Inviato: 13/2/2011 11:50  Aggiornato: 13/2/2011 11:50
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 3/11/2009
Da: Osnabrück
Inviati: 2094
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Arrivate in ritardo, solo dopo che i media e la letteratura hanno martellato i coglioni per decenni e ancora vi permettete di fare i santoni fotocopia, senza originalità, senza esperienze non indotte, senza distinguere il vero dalla propaganda, pensando di avere scoperto la verità del tempo dei tempi ed è invece solo acqua calda, per giunta portata al mulino del sistema.

Calvero

Il sociale non esiste, capirlo porta a non dargli l'importanza che gli attribuiscono, pur mantenendo i contatti con gli altri.

McOrion
Inviato: 13/2/2011 12:16  Aggiornato: 13/2/2011 12:17
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/2/2010
Da: Etna
Inviati: 97
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
@KLAATU: no, contesto (bonariamente) la frase "Puoi ben comprendere che se per leggere e imparare un intero libro basta una sola notte utilizzando una tecnica "astrale" (metalogica), la faticosa lettura occhi-cervello-tenuta fisica comunemente usata secondo logica razionale va direttamente a farsi benedire."

Quello che voglio dire è che quello che andrebbe a farsi benedire è la scienza contemporanea, non la Scienza.

Probabilmente la Scienza (se l'episodio è vero, credo sbaglieremmo tutti a non tenere il beneficio del dubbio) un giorno spiegherà che Cayce non leggeva affatto tramite il cuscino ma con un sistema di tipo telepatico condivideva la mente con chi quel libro lo aveva messo sotto il suo cuscino (e probabilmente letto).

Ecco un esempio di logica che smonta la magia. Mi direte "ma la Scienza rifiuta la telepatia": questo a me non risulta. E' la scienza contemporanea (o gli scienziati), lei si, ad essere scettica verso la telepatia, non certo la Scienza.

C'è una logica anche nella magia... ed è la logica che separa il non conosciuto dalla 'magia' (alla Harry Potter).

Se si scoprisse l'esistenza certa della telepatia (e la possibilità di replicare la cosa facilmente, estendendola ed insegnandola fino alle sue applicazioni nel campo della Tecnologia) magari si scoprirebbe che l'uso della telepatia consuma 10Kcal per Kb trasmesso (perché mai dovrebbe essere 'gratis?'), che la telecinesi consuma 1000Kcal al Kg e così via e che no, non si può comunicare telepaticamente con gli uomini in missione su Marte perché anche la telepatia decresce col quadrato della distanza.

McOrion

EDIT: modificate alcune maiuscole alla parola scienza

peonia
Inviato: 13/2/2011 12:18  Aggiornato: 13/2/2011 12:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Aggiungo solo un dettaglio: quante persone all'epoca della pubblicazione han letto il testo linkato da Peonia restandone affascinate? A distanza di tempo [però attenzione, non l'ho letto tutto quindi il mio giudizio è parziale] è chiaro che è soltanto un meraviglioso testo ben strutturato secondo regole che Makk ha definito "del Chiromante" ma lì per lì quanti se lo son bevuto? Ecco il mio timore, ecco cosa intendo per distillare "verità" da tonnellate di testi 'disallineati' dal 'credere comunemente accettato'. Un razionalista come me fa una fatica doppia a leggere molti di questi articoli per contro di tanto in tanto mi sento in vantaggio rispetto a quanto (anche tra gli amici 'in carne ed ossa') si sciroppano tutto quello che passa che abbia un qualche odore di misticismo e magia (e poi finisce con un Power Balance al polso, però per difendersi da quello basta sfruttare le cose buone che pubblica Paolo Attivissimo che sarei anche io felice accettasse un confronto sull'11/09, argomento sul quale son tornato in 'sospensione di giudizio').


Il primo errore è già non averlo letto tutto, ma capisco che quando una cosa non interessa si possa troncare la lettura, ma si dovrebbe poi non giudicare.
Passi questo, quello che vorrei dirti McOrion è che tu ti autodefinisci RAZIONALISTA e questo è il problema: scarti automaticamente tutto ciò che esula dal ragionamento logico, verificabile, dimostrabile, arrivando a citarmi pure Attivissimo!!! come possiamo dialogare? non ci sono proprio nè i termini nè le condizioni...e così come con te con i 3/4 dei lettori di questo forum, cresciuti nel Materialismo storico e ateo.
Non possiamo confrontarci perchè troppo distanti, con ciò non c'è giudizio, secondo il mio parametro ognuno sceglie la propria esperienza di vita e come dice Hidden Hands, per ultimo dopo una serie infinita di altri prima di lui, non saremo giudicati, torneremo tutti alla Fonte, per strade, modi diversi, ma siamo tutti UNO!
che ci crediate ora o meno, per me è ininfluente, il mio link arriverà a chi deve arrivare, anche se solo ad una persona, poco importa.

Sul fatto che HH non abbia azzeccato le predizioni, vorrei farvi notare che più di qualcuno ha detto, anche alla luce della fisica, che non esiste un solo futuro e che dipende dalle nostre scelte quale realizzare....

Per finire, la cosa fondamentale del discorso di HH secondo me è questa:
"Sii buono con te stesso. Coltiva un vero e proprio amore per la vita e per l'essere.

Sii veramente grato ogni giorno verso il Creatore Infinito, perché ti ha dato la opportunità di essere, e per la sua generosità. Sei 'sopravvissuto' fino a questo punto, non è vero? Non si può avere tutto ciò che si desidera, ma si possiede tutto il necessario al fine di completare la missione per cui ci si è incarnati qui. Rendi grazie per questo. Mostra riconoscenza e gratitudine verso l'Infinito Creatore per tutto ciò che ha fatto e sta facendo per te. Egli ti ha fatto dono della esperienza di vita e ti ha offerto il libero arbitrio per decidere cosa creare attraverso esso. Presta molta attenzione ai tuoi pensieri, in quanto sono più potenti di quanto tu possa immaginare. Quando si proviene da un luogo di amore e servizio al tuo Creatore, una vita al servizio degli altri diventerà una naturale conseguenza. Poniti sempre in cerca del modo con cui puoi renderti di aiuto per i tuoi simili. Tira su le persone, e non buttarle giù. Sii un faro di luce in un mondo oscuro.



Magari la vecchia signora ha bisogno di una mano con le borse della spesa? Come trattate i senzatetto che vi chiedono qualche spicciolo di elemosina? Avete mai sentito parlare di Angeli in Incognito? Sforzatevi di vedere la scintilla divina nel cuore di tutti gli esseri. Trattateli come vorreste essere trattati voi stessi, e come se fossero il vostro Creatore che stia parlandovi direttamente. 'Infatti, ciò che farete all'ultimo di questi, voi lo starete facendo a me.' Tenete presente le leggi di radiazione ed attrazione. I vostri pensieri, parole e azioni vi ritornano indietro. In definitiva, coltivate uno spirito di umile gratitudine. Non si può sbagliare in questo. Il desiderio di servire fluisce naturalmente da un cuore riconoscente."

CREDO POSSA BASTARE!

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
McOrion
Inviato: 13/2/2011 12:29  Aggiornato: 13/2/2011 12:29
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/2/2010
Da: Etna
Inviati: 97
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
@PEONIA: ti parrà strano ma invece siamo in sintonia (negli scopi) e quindi è formalmente corretto il tuo discorso sulle strade che ci riuniranno (o non ci riuniranno ma almeno ci accomunano).

Un esempio di razionalismo l'ho dato poco sopra (scrivevamo in contemporanea e non hai avuto modo di leggerlo). E'così tanto sbagliato o è uno strumento che ti precludi e che integrato a quelli che già usi può darti delle soluzioni nuove?

Sto provando a estendere la mia cassetta degli attrezzi e se tu citi "Sii buono con te stesso. Coltiva un vero e proprio amore per la vita e per l'essere." mi trovi d'accordo e ti rispondo con Osho "Conosci te stesso. E medita"... Osho del quale ho cercato di separare il pensiero dalla sua vita reale, piuttosto impresentabile negli ultimi anni pur volendo dare ascolto a chi diceva che era malato.

Non sono grato ne all'Infinito ne al Creatore ma se esistono e vogliono mandarmi un bigliettino di ringraziamento loro lascio la porta aperta.

Quanto all'ultimo paragrafo condivido al 100% ma non aggiungo altro. Essere atei non significa essere privi di etica e di morale, anzi, spesso è il contrario e invece di delegare al divino il distante Giudizio Finale (addirittura con le 'attenuanti' che gruppi come quello cattolico cercano di garantirsi con confessione e perdono) il processo avviene dentro se stessi ogni giorno.

McOrion

peonia
Inviato: 13/2/2011 12:43  Aggiornato: 13/2/2011 12:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
McOrion, non ho detto da nessuna parte che essere atei significhi essere privi di etica e di morale, significa semmai non credere, ad esempio, nel Trascendente, in una Vita dopo questa, ecc. quindi tutta la Cosmogonia spirituale è esclusa a priori....
Il "giudizio finale" non è previsto nella mia filosofia spirituale, semmai io stessa giudicherò il mio operato, se necessita di aggiustamenti, ma solo per una migliore comprensione delle cose, da cui il karma.
Io non ho maestri, nè guru, seguo e studio tutto ma sempre secondo il mio istinto, certo ammetto che mi sono profondamente impregnata sin da piuccola del messaggio cristico, ma non cattolico!!!
Sono aconfessionale e anticlericale...
Uso la Logica, la Ragione e l'Intelletto ove servono per vivere meglio, accettando con molta umiltà, però, che confinata in un corpo non posso assolutamente comprendere il Tutto....
Fra le varie e innumerevoli Teorie che circolano, scelgo quelle che più mi risuonano dentro, come credo tutti, e sicuramente ha un senso per la nostra scelta evolutiva....

non amo dilungarmi, spero di essermi un pochino spiegata.
Buona vita a tutti!!!

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Klaatu
Inviato: 13/2/2011 12:49  Aggiornato: 13/2/2011 12:49
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/1/2011
Da:
Inviati: 871
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Consentimi di pensare che stai facendo confusione: non esiste una scienza moderna (e "tecnologica") diversa da una scienza classica (di più ampio respiro).
Se c'è una differenza, questa è tra "scienza" (forma di conoscenza che utilizza i suoi fondamenti e le sue regole basate su contenuti "razionali") e "sapienza" (forma di conoscenza che usa fondamenti non vincolati alla razionalità e al relativo metodo).
La sapienza può includere la magia: la scienza no.

McOrion
Inviato: 13/2/2011 13:18  Aggiornato: 13/2/2011 13:18
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/2/2010
Da: Etna
Inviati: 97
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
@Peonia: chiarissimo, mi sa che abbiamo radici e percorsi più in comune di quanto pensavamo qualche post fa.

@Klatuu: non distinguo scienza moderna da scienza classica ma entrambe da Scienza che calza nella tua seconda definizione ma che reputo conciliabilissima con la definizione che dai di sapienza e quello che oggi chiamiamo magia (e che altro erano un fulmine o lo scorrere di un fiume o la terra tonda o il fuoco o la fosforescenza notturna nei cimiteri o l'elettricità?).

Distinguerei con attenzione la ciarlataneria dall'ignoto e, tornando al mio 'sfogo' iniziale e posto finalmente che siamo arrivati all'ignoto "reale" è davvero difficile distillare qualche verità dalla marea di cose che sento e che vedo linkate da mesi nei commenti.

Ognuno prende una strada, come dice Peonia quella che risuona meglio, questo però può garantire la felicità o il sentirsi nel giusto ma quanto alla 'Verità' dubito che la strada scelta da Peonia sia valida (almeno quanto dubito della mia, altrimenti non passerei le giornate a leggere ed indagare e aumenterei il fatturato aziendale del 3%)

McOrion

DjGiostra
Inviato: 13/2/2011 13:33  Aggiornato: 13/2/2011 13:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
piccola puntualizzazione!
Peonia dice:
Citazione:
McOrion, non ho detto da nessuna parte che essere atei significhi essere privi di etica e di morale

Concordo..

Citazione:
significa semmai non credere, ad esempio, nel Trascendente, in una Vita dopo questa, ecc.

Qui dissento: Ateo da quel che ne so' io vuol dire non credere in un dio.
Non vuol dire non credere in una vita dopo di questa o nella non esistenza
dello spirito e via discorrendo.. Correggimi se sbaglio..

Citazione:
Fra le varie e innumerevoli Teorie che circolano, scelgo quelle che più mi risuonano dentro, come credo tutti, e sicuramente ha un senso per la nostra scelta evolutiva....

Quoto il tutto tranne il "come credo tutti" !!!!
Io sono convinto che per la stragrande maggioranza della gente in tema
religioso e spirituale parli per partito preso e non indaga se su quello che gli
viene detto sia vero o per lo meno abbia una logica.. lo accettano e basta!!

Per il resto concordo pienamente.
Per quanto riguarda il discorso di Edgar io non ne avevo mai sentito parlare
ma la cosa non mi meraviglia visto che sono straconvinto che le capacita'
di un essere umano sono molto piu' forti di quello che ci vogliono far credere.
Non so' cosa intendesse Edgar con il termine creatore ma secondo me
non si trattava di un essere onnipotente,perfetto e misericordioso come
insegnato dai cattolici e questo e' il mio unico dubbio sulla vicenda:
Come fa un uomo a vivere un'esperienza come questa e continuare
a credere nella fede cattolica !!!!
Fermo restando che questa e' una mia opinione !!!! (lo sottolineo !!!)

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
McOrion
Inviato: 13/2/2011 13:52  Aggiornato: 13/2/2011 13:52
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/2/2010
Da: Etna
Inviati: 97
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Esistono tanti ateismi diversi quante sono le persone che si professano atee quindi si, se mi ci fai riflettere direi che il generale l'ateo non crede in dio ma è libero di credere nel mondo digitale di Matrix (come nel film, siamo in un super-computer), negli alieni che ci stanno allevando o ci han portati qui, nella reincarnazione degli atomi, in qualcosa di superiore inteso come energia ancora ignota, nelle dimensioni parallele o negli universi paralleli.

Di fatto la stessa associazione italiana riconosciuta, U.A.A.R. (http://www.uaar.it/) è l'Unione degli Atei e Agnostici con aggiunto "Razionalisti".

In realtà la stessa definizione di ateo è assurda perché dipende dall'esistenza di una religione. Sono anche ababbonatalista, ateieresospesenelvuototranoiemarte, apuffiblutraifunghi e a-qualunque cosa in cui crede qualcun altro che io non credo.

McOrion
Inviato: 13/2/2011 13:56  Aggiornato: 13/2/2011 13:56
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/2/2010
Da: Etna
Inviati: 97
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
@DjGiostra, "er la stragrande maggioranza della gente in tema
religioso e spirituale parli per partito preso e non indaga se su quello che gli
viene detto sia vero o per lo meno abbia una logica.. lo accettano e basta!!"

Sante parole. Preferisco litigare a morsi con un evangelista che vuole per forza convertirmi per salvare la mia anima che star seduto sulla sponda del fiume vedendo passare tante persone che hanno in testa un cervello e non lo usano nemmeno per approfittare del loro sacrosanto diritto di sbagliare.

McOrion

incredulo
Inviato: 13/2/2011 14:01  Aggiornato: 13/2/2011 14:01
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Quello che ancora una volta colpisce nella vicenda di Edgar Cayce, soprattutto dopo avere letto la seconda parte, non e' l'importanza dell' "uomo" Cayce o la sua vita straordinaria.

Quello che mi colpisce e' il fatto che Cayce era il Mezzo, o medium di qualcos'altro.

Cayce entrava in trance ed entrava in una dimensione alternativa, dove qualcos'altro sembrava guidarlo.

All'uscita da quello stato, Cayce non ricordava nulla.

Qui sta il vero mistero della vicenda di Edgar Cayce, cos'era la Fonte, quella dimensione che sembra sapesse tutto su tutto?

Noi funzioniamo come antenne e riceviamo stimoli dal mondo che interpretiamo in base alla nostra consapevolezza.

La mia domanda e': "siamo tutti potenzialmente in grado di sintonizzarci su quella frequenza?"

Ancora: "da dove proviene quella frequenza, cos'e'?"

Un saluto

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
fefochip
Inviato: 13/2/2011 14:49  Aggiornato: 13/2/2011 14:49
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
massimo:
Citazione:
La vita di Cayce è forse la più documentata di tutte, fra quelle dei personaggi dotati di poteri paranormali. Mettere in dubbio che potesse memorizzare un libro dormendoci sopra signfica mettere in dubbio una dozzina di biografie basate sui documenti di cronaca dell’epoca (ci sono gli articoli dei giornali, con le testimonianze dei dottori), sui racconti di chi lo ha conosciuto (la prima biografia fu scritta quando Cayce era ancora in vita, quindi si potevano intervistare direttamente i testimoni oculari), sulle tonnellate di carteggio incrociato di tutte le persone coinvolte nella sua vita, e soprattutto su certi fatti che una intera città conosceva, raccontava e dava per scontati. (La prima ipnosi di autoguarigione si svolse al teatro dell'opera, di fronte a più di 1000 persone).


una cosa curiosa da evidenziare è che lo scietticismo che si abbatte su cayce non viene applicato a gesù cristo.
segno di questo che addirittura dopo 2000 anni uno che fa "miracoli" è considerato il figlio di dio .... dovrebbe far riflettere sull'immane operazione di marketing messo in moto nel tempo.

poi mi vieni in mente una cosa ma.....
lui era in grado di moltiplicare pane e pesci ma il cicap non se ne interessa?

eppure loro rappresenterebbero il sedicente" comitato per il controllo sulle affermazioni sul paranormale" ...prima di scassare la minchia agli attuali maghi perche non controllano la piu vecchia delle affermazioni paranormali ?

forse la nostra propensione a credere ai luoghi comuni anche se assurdi ma affermati e condivisi piuttosto che a qualunque cosa anche se documentata ma poco condivisa rappresenta tutta la nostra ottusità.

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
McOrion
Inviato: 13/2/2011 14:56  Aggiornato: 13/2/2011 14:58
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/2/2010
Da: Etna
Inviati: 97
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Beh, in "certi" ambienti la figura del Cristo è pari a quella di Babbo Natale o al massimo quella di un uomo davvero vissuto sul quale son stati cuciti addosso innumerevoli miti e legende di varia provenienza.

Comunque si, il CICAP per coerenza dovrebbe dedicare molto più tempo a Padri Pii, Madri Terese di Calcutta e Gesù vari.

superanima
Inviato: 13/2/2011 15:08  Aggiornato: 13/2/2011 15:08
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/8/2007
Da:
Inviati: 300
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Citazione:
KLAATU: "Accettare Cayce significa togliere il primato alla logica razionale ..."


un trentina di anni fa fu dimostrato con un esperimento scientifico che ad un certo livello della materia lo spazio semplicemente non esiste, essendo la materia interconessa localmente. (entanglement)
poco tempo fa si è dimostrato in maniera analoga che il tempo non esiste.

se ti riesce di accettare questi due risultati scientifici (ovvero razionali ?) senza togliere il primato alla logica razionale, fammi un fischio.

Rickard
Inviato: 13/2/2011 15:23  Aggiornato: 13/2/2011 15:23
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/9/2007
Da: Un mondo pervaso di follia
Inviati: 1609
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Redazione
Citazione:
Io direi piuttosto dove finisce la storia e dove inizia la nostra ignoranza. Solo perchè non sappiamo fare una cosa, pensiamo subito che sia "impossibile".

Ma non per questo qualunque cosa che non sappiamo fare è possibile. Ci sono un sacco di cose che io non so fare pur sapendo che sono possibili, questo non significa che tutto è possibile.

Comunque io non sono (né voglio essere) "debuncher" nella vicenda di Cayce. Ho letto delle numerosissime testimonianze, della marea di dati incrociati sulle guarigioni e via dicendoi. è innegabile che qualcosa ci sia.

Sono d'accordo sul fatto che ci sia una dimensione di fenomeni che non conosciamo (o che conosciamo poco).

Quello a cui sono contrario è un approccio esclusivamente (o quasi) mistico-spirituale a queste vicende, che analizzano la cosa solo da un punto di vista quasi teologico senza cercare nel concreto le spiegazioni, le ragioni e i meccanismi che regolano questi fenomeni. Sono contrario al crearsi di finte contrapposizioni dualistiche in cui da una parte ci sono i mistici, mentre dall'altra gli scientisti, come se la Scienza (quella vera) fosse sinonimo di chiusura e ristrettezza mentale o come se il credere all'esistenza di questi fenomeni fosse sinonimo di essere dei "santoni" scoppiati con vaghi atteggiamenti anacoretici.

Io nel post di prima mi sono limitato a dire che proprio perché si è trattato di un personaggio straordinario è quasi inevitabile che ai racconti, alle testimonianze e a tutta la massa di dati raccolta sia stato aggiunto/modificato qualcosa, e che questo rende più difficile il capire con certezza la fine dell'Edgar Cayce storico e l'inizio dell'Edgar Cayce leggendario.

C'è anche da chiedersi se fare il gioco di scientisti contro mistici non sia sempre parte del vecchio divide et impera, se queste contrapposizioni non vengano alimentate proprio perché impediscono di capire davvero, aldilà degli scietticismi scientifici o degli "inquinamenti" teologico-spirituali, cosa sono questi fenomeni, in modo da impedire il vero raggiungimento di un nuovo stadio di consapevolezza umana.

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. - Nikola Tesla
Rickard
Inviato: 13/2/2011 15:25  Aggiornato: 13/2/2011 15:25
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/9/2007
Da: Un mondo pervaso di follia
Inviati: 1609
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
fefochip
Citazione:
una cosa curiosa da evidenziare è che lo scietticismo che si abbatte su cayce non viene applicato a gesù cristo.
segno di questo che addirittura dopo 2000 anni uno che fa "miracoli" è considerato il figlio di dio .... dovrebbe far riflettere sull'immane operazione di marketing messo in moto nel tempo.

Straquoto.

Appunto, sempre lì: la finta contrapposizione tra scientisti (fanatici finti scienziati alla CICAP) e mistici (fanatici teologico-spirituali aspiranti eremiti).

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. - Nikola Tesla
fefochip
Inviato: 13/2/2011 15:28  Aggiornato: 13/2/2011 15:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Citazione:
La sapienza può includere la magia: la scienza no.


e qui casca l'asino

cosa è la magia?
in questo contesto possiamo ridurci a dire che nella magia il soggetto è parte integrante del fenomeno e il "mago" con le sue arti conoscenze cambia il fenomeno.
lo stesso fenomeno non viene portato a termine dallo scienziato come mai ?
la scienza in pratica incentra su questo la differenza tra una "magia" e un esperimento riproducibile ovvero detto in altri termini la "magia" per essere scienza deve poter essere fatta da chiunque.

tralasciando il fatto che le formule magiche precise sono in questa accezione "scientifiche" il famoso esperimento di alan aspect ha aperto il mondo scientifico a quello che è il paradosso di einstein che in qualche modo gettava le basi della fisica quantistica.

questa branca della scienza ci ha dimostrato che il soggetto (osservatore) non può essere considerato come lo ha fatto fin ora la fisca classica ovvero un "occhio di dio" che non interviene o interagisce in alcun modo con la materia(fenomeno) che esisterebbe a prescindere dall'osservatore.
come dicevo la fisica quantistica ha DIMOSTRATO che l'osservatore è parte intergrate del fenomeno ergo la distinzione tra scienza e magia sopra descritta non è piu valida.
il soggetto (non piu ormai definito mero "osservatore") può cambiare le carte in tavola in un esperimento detto ancora in altre parole il grado di consapevolezza del fenomeno che ha un osservatore cambia il fenomeno stesso ...questa è la moderna fisica che stenta a trovare applicazione tra gli scienziati stessi .

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
incredulo
Inviato: 13/2/2011 15:33  Aggiornato: 13/2/2011 15:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Citazione Rickard

C'è anche da chiedersi se fare il gioco di scientisti contro mistici non sia sempre parte del vecchio divide et impera, se queste contrapposizioni non vengano alimentate proprio perché impediscono di capire davvero, aldilà degli scietticismi scientifici o degli "inquinamenti" teologico-spirituali, cosa sono questi fenomeni, in modo da impedire il vero raggiungimento di un nuovo stadio di consapevolezza umana.

Straquoto questo passaggio, una domanda da farci tutti senza "scelte di campo"...

Un saluto

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
fefochip
Inviato: 13/2/2011 15:37  Aggiornato: 13/2/2011 15:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Citazione:
un trentina di anni fa fu dimostrato con un esperimento scientifico che ad un certo livello della materia lo spazio semplicemente non esiste, essendo la materia interconessa localmente.


forse volevi dire :
un trentina di anni fa fu dimostrato con un esperimento scientifico che ad un certo livello della materia lo spazio semplicemente non esiste, essendo la materia interconessa NON localmente

da quello che mi risulta è proprio il concetto di NON località che einstein riteneva impossibile nella sua teoria e per questo aveva espresso un ideale esperimento ,esperimento che di fatto fu realizzato e provò proprio che einstein aveva torto e ci sono dei rapporti (a livello sub atomico) NON locali

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
fefochip
Inviato: 13/2/2011 15:45  Aggiornato: 13/2/2011 15:50
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
vorrei esortare tutti a cominciare ad accettare le conseguenze che porta con se la fisica quantistica perche gli scienziati tra i primi sono restii ad applicarela.

è uno stravolgimento del mondo e lo dovrebbe essere nel modo di pensare delle persone
la materia non è piu come l'avevamo pensata fin ora ovvero come qualcosa che esiste a prescindere da noi .sappiamo che il soggetto e quindi il libero arbitrio può cambiare gli stati energetici della materia e di conseguenza la materia stessa (un po alla matrix per intenderci ).

cominciare quindi a pensare che esistono relazioni "non locali" tra la materia
cominciare a pensare che la nostra "volontà" e la nostra "consapevolezza" (di un fenomeno per esempio) cambioano FISICAMENTE il mondo

la cosa interessante è pensare che queste affermazioni sono la conseguenza di studi fatti non da maghi con tarocchi alla mano ma da scienziati di livello di einstein .
tuttavia siamo ancora troppo attaccati al concetto di materia-oggettività-verità che il pensiero umano si è portato con se fin ora.

tutto questo per dire che parlare con una "fonte" , attingere liberamente dal passato di una persona o dal suo futuro ,parlare di anima e di vita dopo la morte assumono "tinte razionali"nel momento che si danno per buoni i concetti sopra esposti .

è la nostra mente limitata dai luoghi comuni (o se volete dale attuali conoscenze scientifiche di fisica classica) che ci fa vedere esperienze come quelle di cayce come qualcosa da relegare nel misticismo senza "patenti" di "razionalità"

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Calvero
Inviato: 13/2/2011 16:02  Aggiornato: 13/2/2011 16:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Citazione:
"ben presto" non chiude nulla, è profetico.


Peonia mannaggia a te

non dovresti far finta di non comprendere cosa ti stavo dicendo

hai levato il "dovrete" ..dalla frase incriminata. Io ti sto dicendo un altra cosa. Può essere profetico quanto vuoi, ma è l'atteggiamento che denota chiusura, poiché implica un puntare il dito che comunque a nessuno compete. E siccome siamo imperfetti (ma non peccatori) si deve avere l'umiltà di non mostrare certezza "condanna", ma al limite amore per quel che riteniamo sapere. E' la maniera migliore, a mio avviso, che abbiamo per comunicare col prossimo.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Calvero
Inviato: 13/2/2011 16:15  Aggiornato: 13/2/2011 16:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
@ McOrion

apprezzo la tua dialettica equilibrata (io non ce l'ho) e, detto questo, credo tu abbia messo in piedi una critica parallela. Nonché veritiera. Ma parallela al nocciolo indagato.

Tu stai parlando di quella che "semplicemente" è la lascività del comportamento umano di fronte ai concetti che toccano le corde del cosiddetto "oltre". Quindi stiamo parlando di una psicologica che a livello antropologico è possibile riconoscerla nei percorsi storici a qualsiasi livello.

Il grado di suggestione e la capacità intrinseca di filtrare le realtà e le vicende esterne (di cui ognuno ne ha soggettivamente diversi parametri), siano esse toccate con mano o documentate, sono anche la comprova che le stesse possono essere sfruttate da meccanismi disonesti. Cui prodest? E questo sassolino mette sulla bilancia non solo la debolezza umana con, appunto, la sua lascività (di cui tu giustamente ne riconosci la falsità), ma anche un riscontro che il gioco/giogo messo in piedi nello sfruttarla è una comprova che qualcosa debba essere mistificato. Poiché quel qualcosa può essere foriero di scintille e capacità omni-comprensive che darebbero all'uomo altre possibilità per scrollarsi di dosso quel che di spurio lo contamina. Vale per la medicina, vale per la scienza, vale per molti campi che ci appartengono e sono stati messi in prospettive falsate.

Falsate, come dice Manfred, da scienza e misticismi ingannatori.

PS

Manfred per cortesia non essere troppo criptico

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Calvero
Inviato: 13/2/2011 16:30  Aggiornato: 13/2/2011 16:34
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Citazione:
è innegabile che qualcosa ci sia.


- qualcosa - ?? e tu lo impoverisci a tal punto, quel qualcosa, qualsiasi cosa esso sia? o quantomeno questa è l'impressione e il peso che hanno dato i tuoi interventi nel loro insieme. Correggimi se sbaglio. Se questo qualcosa c'è - edit - (e tu stesso lo dici, e ne rilevi l'importanza) allora non so se ci rendiamo conto di quale scissione nei paradigmi bigotti potrebbe instaurare una simile messa in discussione degli stessi.

Quindi quando tu ti trovi davanti a un articolo del genere (documentato in siffatta maniera) e ti sei reso conto che l'accostamento con un Rasputin o di "una madonna che gli sanguinano gli occhi", è semplicemente (senza offesa) ridicolo, dovresti cercare di dare una ri-dimensionata alla tua visione. Anche perché oltre ai File ci sono spiegazioni che razionalmente portano a dedurre che il suo è un "dono" ( o chiamiamolo come vogliamo) oltre i paradigmi accettati convenzionalmente.


Citazione:
Io nel post di prima mi sono limitato a dire che proprio perché si è trattato di un personaggio straordinario è quasi inevitabile che ai racconti, alle testimonianze e a tutta la massa di dati raccolta sia stato aggiunto/modificato qualcosa, e che questo rende più difficile il capire con certezza la fine dell'Edgar Cayce storico e l'inizio dell'Edgar Cayce leggendario.


Permettimi. Non è vero che ti sei limitato. Ma hai fatto veramente un bel minestrone. Ti sei imposto una certa miopia nel giudicare questa vicenda. Ed è un peccato poiché come dici tu: ..

Citazione:
se queste contrapposizioni non vengano alimentate proprio perché impediscono di capire davvero, aldilà degli scietticismi scientifici o degli "inquinamenti" teologico-spirituali, cosa sono questi fenomeni, in modo da impedire il vero raggiungimento di un nuovo stadio di consapevolezza umana.



Bene, allora cominciamo a dare, quando finalmente può essere il momento, i primi apporti sani a una contro/informazione sana quando ci capita l'occasione. Non si tratta né di fede, né di accettazione. Poiché, a meno di volersi raccontare le favole, qui è proprio razionalmente che si stanno mostrando le crepe di un Sistema (in primis per la medicina) che deve (e qui il deve ci vuole) crollare in tutte le sue saccenti presunzioni, dogmi e manipolazioni sull'individuo e sulla stupefacente macchina biologica e di psiche che lo compone.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Al2012
Inviato: 13/2/2011 16:41  Aggiornato: 13/2/2011 16:41
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2158
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
In merito a quanto accennato da fefochip, se avete voglia leggete questo articolo ….

Sull'opera di Massimo Teodorani
http://www.scienzaeconoscenza.it/articolo/sull-039-opera-di-massimo-teodorani.php

La parapsicologia, o meglio, la metapsichica (il termine ottocentesco pare essere indubbiamente più calzante ed anche esteticamente migliore) che parimenti useremo si occupa di studiare quei fenomeni che non rientrano a pieno titolo nei normali campi della scienza propriamente detta e accademicamente accettata.

Intanto c’è subito da dire che il territorio che la scienza bonifica al mistero si allarga di giorno in giorno e diviene sempre più consistente; il metodo scientifico, infatti, permette anche in questo campo un progresso continuo ed un raffinamento delle metodologie oltre che una maturazione culturale dello stesso campo d’indagine.

C’è anche subito da dire che pochi sono stati i fatti eclatanti che si sono manifestati nel lento procedere della scienza in questi territori al confine con il pericoloso mondo della superstizione.

Dal punto di vista strettamente sperimentale infatti e per la stessa natura ambigua ed elusiva della fenomenologia nulla di nuovo è avvenuto dal XIX secolo che possiamo prendere come punto di partenza ideale dell’indagine in questo campo.

Infatti, per la loro stessa natura, i fenomeni “non usuali” (chiamiamoli così) “classici” quali quelli ESP (acronimo inglese di Extra Sensorial Perception ovverosia Percezione Extra Sensoriale) e legati al mondo psichico quali, ad esempio, telepatia, chiaroveggenza, precognizione, psicoscopia o psicometria d’ambiente e quelli PK legati al mondo fisico quali la psicocinesi sono non riproducibili e cioè non possono rientrare nella prassi della scienza galileiana di osservazione, esperienza, ipotesi e teoria, ma c’è anche da dire subito che la categoria dell’“esperienza” non lo è neanche per alcuni fenomeni fisici ben noti come, ad esempio, l’esplosione di una supernova che in laboratorio non si può ripetere, ma è chiaramente un evento reale. (…)

(…)Ma quali sono i punti chiave del suo pensiero?

È presto detto; riportiamo di seguito una lista di key words che ci aiutano subito ad inquadrare il problema.
Interpretazione di Bohm della meccanica quantistica, Entanglement quantistico, Sincronicità Teletrasporto, Sfere di luce, Mente di Dio.

Iniziamo a vedere i singoli elementi di questa lista così, diciamo, indubbiamente impegnativa.(…)

“Capire … significa trasformare quello che è"
Calvero
Inviato: 13/2/2011 16:51  Aggiornato: 13/2/2011 16:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Citazione:
è la nostra mente limitata dai luoghi comuni (o se volete dale attuali conoscenze scientifiche di fisica classica) che ci fa vedere esperienze come quelle di cayce come qualcosa da relegare nel misticismo senza "patenti" di "razionalità"


quoto

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Nuit
Inviato: 13/2/2011 17:31  Aggiornato: 13/2/2011 17:31
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/9/2010
Da: Messina
Inviati: 346
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
@Peonia 13/2/2011 12:18,
condivido in toto, avevo già letto l'articolo che mi ha portato poi a leggere "Ra la legge dell uno" .
Credo che ci sia un filo comune che lega tutte le religioni sia esse monoteiste che non, come le religioni e le filosofie dell'estremo oriente che si fondano su un rapporto olistico dell’universo in cui l'uomo e il cosmo fanno parte di un unico essere, (HH).
Ad esempio per gli orientali la medicina non è rivolta solo al corpo ma a tutto l’essere: in Cina non si può parlare di medicina senza parlare di filosofia.
Non si tratta di credere o non credere c'è solo da dedurre che..... più coincidenze fanno una prova!!!

Makk
Inviato: 13/2/2011 18:00  Aggiornato: 13/2/2011 18:13
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/12/2009
Da:
Inviati: 933
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Sinceramente mi sono letto un po' di cose su Cayce in questi giorni.
Controversie ve ne sono, ma non "ad hominem", nel senso che è descritto genericamente come una bravissima persona, modesta e pia, con difficoltà a conciliare le sue abilità con il suo stesso credo, determinata a mettersi a disposizione dei sofferenti (è il focus della massa delle sue "letture"), occasionalmente preda di chi gli proponeva di mettersi in affari per servire meglio l'umanità.

EDIT: e quanto ai libri, il "rain men" della vita reale (al secolo Kim Peek) era meno "paranormale" (li sfogliava velocemente) ma anche più incredibile di Cayce, essendo un cerebroleso.

Le controversie sono sostanzialmente posteriori a lui. I suoi "credenti" non gli fanno un buon servizio, cercando di renderlo un vero e proprio santo (e profeta).

La fondazione che ha lasciato dietro di se è piuttosto ricca e ha finanziato la scoperta dell'ombra vuota sotto la zampa della sfinge, nonché la datazione della piramide (che ha dimostrato di essere più vecchia di come credevano gli egittologi, ma ahime, 6.000 anni più giovane di quanto diceva Cayce).

Le letture sono aneddotiche, interessanti ma raccolte da persone non neutrali (la segretaria e la moglie).

I figli hanno cercato di tracciare a posteriori (errore metodologico) la precisione delle sue diagnosi, riportando dati contraddittorii: le percentuali di esattezza diagnostica sono su un campione di ciò che sono riusciti a tracciare, cioè una frazione delle diagnosi effettuate. E' l'effetto "smetto di fumare": chi riesce si fa notare, la maggioranza che falliscono non danno "report" alcuno.

In un caso ha diagnosticato una ragazza senza accorgersi che nel ritardo postale (la maggior parte delle volte lavorava per corrispondenza) era già morta.

Le profezie, lette una per una nei siti degli accoliti, sono deboli e incertamente argomentate come rappresentative di effettiva realtà (i due presidenti morti in carica che però con Lincoln diventano 3, la strada sommersa di Bimini che dovrebbe essere conferma della previsione sulla riemersione di Atlantide, altre...).
Non ce né una, spacciata per incontestabilmente inverantesi, che non sia opinabile.

Il fatto che prescriveva diete ma lui per primo non le seguiva.

E che i "prodotti alimentari e di bellezza" Cayce sono remunerativamente a disposizione di chi li vuole acquistare (no refunds).



Questo per un debunker inficia definitavemente e irrevocabilmente Cayce.
Per me no.
Io non mi spiego tante cose che ho visto succedere: il bicchierino delle sedute spiritiche frantumato sul muro con una forza che nessuno poteva applicare, non senza prima aver scritto che mi voleva fuori dal circolo; il tavolo di marmo che si muove dall'altro lato dello stanzone nella notte e che abbiamo fatto una fatica bestia a riportare al suo posto (escludendo che gli altri due mi avessero fatto una burla); il sollevare una persona con un dito e senza sforzo; la mia mano che formicola sotto l'imposizione per 15 secondi di un normalissimo agopressore (non un "santone", un semplice "massaggiatore" occidentale che però aveva studiato in thailandia);

C'è qualcosa là fuori. O dentro di noi. Che probabilmente è lo stesso. E non sappiamo sfruttarlo.
E così mi sono giocato la chiamata honoris causa a membro del CICAP.



Però credere è un'altra cosa.
"Siate buoni e il resto verrà da se", mi dispiace, ma il film è vecchio e il regista un figlio di puttana coi fiocchi.

La verità rende liberi. Io aspetto.
Questa la firma di peonia.
Condivido.
Infatti aspetto.

E ringrazio Max per gli ottimi articoli di chi si guarda sempre intorno con mente aperta.

AFrayn
Inviato: 13/2/2011 18:10  Aggiornato: 13/2/2011 18:47
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/3/2009
Da: Colônia Cecília, Paraná, Brasil
Inviati: 399
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Complimenti, articolo interessantissimo.

Quello che sto postando é la mia traduzione (perdonate le eventuali inesattezze, sicuramente ce ne saranno visti i passaggi francese->portoghese->italiano) di un estratto dal libro “Il mattino dei maghi” (1960) di Louis Pauwels e Jaques Bergier, considerato il “precursore” del realismo fantastico. Alcune frasi, alla luce delle tecnologie attuali, possono parere un poco ingenue; é comunque un interessante complemento all'eccellente articolo di Mazzucco.

Citazione:
Edgar Cayce morì il 5 gennaio 1945, portando com sè un segreto che lui stesso non avrebbe saputo svelare e che l'avrebbe spaventato per tutta la vita. La Fondazione Edgar Cayce di Virginia Beach, dove lavorano medici e psicologi, prosegue nell'analisi dei “dossier”. Sin dal 1958 negli Stai Uniti gli studi sulla chiaroveggenza godono di grande credito. Si pensa ai servigi che potrebbero rendere in ambito militare uomini dotati di telepatia e capacità premonitorie. Tra tutti i casi di chiaroveggenza, il più evidente e straordinario é quello di Cayce. Da piccolo, Cayce cadde ammalato. Il medico locale stava al suo capezzale, non c'era nulla che potesse fare per sottrarlo allo stato di coma. Improvvisamente, la voce di Edgar si innalzò, chiara e tranquilla. Ma nel frattempo, lui dormiva. “Vi dirò cosa mi è successo. Ho ricevuto un colpo di palla da baseball alla colonna vertebrale. É necessario applicare un cataplasma speciale alla base del collo.” Con la stessa voce, il ragazzo dettò una lista di piante che era necessario mescolare e preparare. “Sbrigatevi, altrimenti sarà colpito il cervello.” Per sgravio di coscienza, gli obbedirono. Durante la notte, la febbre sarebbe scesa. Il giorno successivo, Edgar lasciava il letto, fresco come una rosa. Non ricordava nulla. Non sapeva nulla riguardo la maggior parte delle piante che aveva elencato. (Cf. opera di Yoseph Millard su Cayce, non tradotta, Copyright Cayce Foundation; lo studio di John W. Campbell su Astounding S.F., marzo 1957; e Thomas Sugrue: Edgar Cayce Dell Brook).
Inizia cosí una delle storie più stupefacenti della medicina. Cayce, campagnolo del Kentucky, totalmente ignorante, poco propenso all'uso del suo dono, rammaricandosi costantemente di non essere “come tutto il resto della gente”, avrebbe trattato e curato in stato di sonno ipnotico, più di quindicimila ammalati debitamente convalidati. Lavoratore agricolo nella proprietà di uno zio, in seguito scrivano in una libreria di Hopkinsville, infine proprietario di una piccola attività di fotografo dove ritiene di poter trascorrere tranquillamente i suoi giorni, reciterà controvoglia il ruolo di taumaturgo. Il suo amico di infanzia Al Layne e la sua fidanzata Gertrude faranno tutto il necessario per convincerlo. Assolutamente non per ambizione, ma perché non ha il diritto di tenere per sé quel potere, rifiutandosi di assistere gli afflitti. Al Lane é sempre debole, sempre ammalato. Si trascina. Cayce accetta di “addormentarsi”: descrive l'origine della malattia e prescrive medicine. Quando si sveglia: “Ma non é possibile, non conosco metà delle parole che hai annotato. Non prendere quei farmaci, é pericoloso! Non ci capisco nulla, é tutta magia!” Rifiuta di vedere Al di nuovo, e si rinchiude nel suo negozio di fotografo. Otto giorni dopo, Al forza la porta: non si é mai sentito meglio in vita sua. Il villaggio é in fermento, tutti vogliono farsi fare una visita. “Non é solo perché parlo durante il sonno, che mi metterò a trattare la gente”. Ma finisce con l'accettare. Alla condizione di non vedere i pazienti, temendo che nel conoscerli la sua decisione ne sia influenzata. Alla condizione che alcuni medici assistano alle sessioni. E alla condizione di non ricevere né denaro, ne un regalo per quanto piccolo.
Le diagnosi e le ricette fatte in stato di ipnosi sono di tale precisione e acutezza, che i medici sospettano trattarsi di un collega mascherato da guaritore. Egli si limita a due sessioni giornaliere. Non perché tema la fatica: si sveglia da questi sonni molto riposato. Ma insiste nel continuare la sua attività di fotografo. Non cerca in maniera alcuna di acquisire conoscenze mediche. Non legge nulla, continuando ad essere un figlio di agricoltori dotato di un oscuro certificato di studi corrispondente alla quarta elementare. E continua a ribellarsi alla sua strana facoltà. Ma non appena decide di non servirsene più, diventa afono.
Un magnate delle ferrovie americane, James Andrews, si reca da lui per una consulta. In stato di ipnosi, gli prescrive una serie di farmaci tra i quali una certa acqua di salvia. É una medicina impossibile da trovare. Andrews pubblica annunci sulle riviste mediche, senza alcun risultato. Durante un'altra sessione, Cayce fornisce in dettaglio la composizione di quell'acqua, estremamente complessa. A quel punto Andrews riceve la risposta di un giovane medico parigino: era stato suo padre, medico anche lui, a elaborare quell'acqua di salvia, ma ne aveva cessato l'uso cinquant'anni prima. La compisizione é identica a quella dettata dal fotografo.
Il segretario del Sindacato Medico locale, John Blackburn, si appassiona al caso Cayce. Riunisce una commissione di tre membri che assiste a tutte le sessioni, con grande stupore. Il Sindacato Generale Americano riconosce le facoltà di Cayce e lo autorizza ufficilamente a effettuare “visite psichiche”.
Cayce si sarebbe quindi sposato. Ha un figli di otto anni, Hug Lynn. Giocando con dei fiammiferi, il bambino provoca l'esplosione di un deposito di magnesio. Gli specialisti interpellati concludono che si tratta di cecità totale e propongono l'estrazione di un occhio. Terrorizzato, Cayce cade in uno dei suoi sonni e, durante l'ipnosi, si oppone all'estrazione prescrivendo quindici giorni di medicazione a base di acido tannico. Secondo gli specialisti, una pazzia. Ma Cayce, in preda ai maggiori tormenti, non se la sente di disobbedire alle sue voci. Quindici giorni dopo, Hugh Lynn é guarito.
Un giorno, dopo una visita, continua nel suo sonno e detta in successione quattro ricette molto dettagliate. Non si sa a chi siano dirette: sono in anticipo di quarantotto ore rispetto ai malati che si presenteranno. Durante una sessione,prescrive un farmaco chiamato Codiron e fornisce l'indirizzo del laboratorio che lo produce a Chicago. Telefonano al laboratorio: “Come avete saputo del Codiron? Non é stato ancora messo in vendita. Abbiamo appena elaborato la formula e deciso il nome.”
Cayce, colpito da una malattia incurabile che solo lui conosce, muore nel giorno e all'ora che aveva preconizzato: “Il giorno cinque, al pomeriggio, sarò definitivamente guarito.” Guarito da “qualsiasi altra cosa”.
Interrogato in stato di sonno riguardo il suo metodo, dichiarò (per non ricordare in seguito più nulla, come d'abitudine) di poter entrare in contatto con qualsiasi cervello umano vivente e di poter utilizzare le informazioni contenute in questo cervello, o in questi cervelli, per la diagnosi e il trattamento dei casi che si presentavano. Forse si trattava di un'intelligenza diversa che si manifestava in Cayce e usava tutte le conoscenze in circolazione nell'umanità, allo stesso modo in cui si userebbe una biblioteca, ma in forma istantanea, o perlomeno alla velocità della luce o elettromagnetica. Man non c'è nulla che ci permetta di spiegare il caso di Edgar Cayce in questa forma, o in qualsiasi altra. Tutto quel che si sa, é che un fotografo di una cittadina di provincia, privo di cultura o curiosità, poteva collocarsi a volontà in uno stato in cui il suo spirito funzionava come quello di un medico di genio, o meglio, come tutti gli spiriti di tutti i medici simultaneamente.

Molṑn labé - Quocunque Jeceris Stabit
fefochip
Inviato: 13/2/2011 18:13  Aggiornato: 13/2/2011 18:13
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
makk
Citazione:
Le controversie sono sostanzialmente posteriori a lui. I suoi "credenti" non gli fanno un buon servizio, cercando di renderlo un vero e proprio santo (e profeta).




di chi stiamo parlando ?

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Makk
Inviato: 13/2/2011 19:19  Aggiornato: 13/2/2011 19:20
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/12/2009
Da:
Inviati: 933
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Citazione:
fefochip Inviato: 13/2/2011 18:13:21
Citazione:
makk
Citazione:
Le controversie sono sostanzialmente posteriori a lui. I suoi "credenti" non gli fanno un buon servizio, cercando di renderlo un vero e proprio santo (e profeta).

di chi stiamo parlando?

Se stai astutamente cercando di farmi bannare per insulto al "Governatore", sei fuori strada
"Profeta dell'inconscio" non è la stessa cosa che "santo e profeta".
Che spaccino Cayce per un padre della NewAge è un insulto a lui e alla sua memoria che non ravviso in ciò che scrive The Governor.

Quanto ai "credenti" di cui parlo, sappi - oh, malizioso martellatore - che non è nessuno che abbia postato qui. Fin'ora i frequentatori in malafede del sito sono stati alla larga da questo topic.

Mi riferivo a quelli di cui ho letto (su "istigazione" del nostro MadMax), che spesso hanno la tentazione di "acquisire" Cayce in modi che mi ricordano quelli della (graziosa) fanciulla che mi cercava di convincere della bontà del buddismo:
"Io erah truiste e depruessah. Ei avevou grande problema echonomicou. Alora io recito na-mio-ren-ge-ki-o thanto thanto ed ecco che vincou thredici a totocalciou. Senza guida di Buddha io may giocato totocalciou. Thu vedi come preghierai aiuta te?"
[giuro! Mi è successo davvero]

Redazione
Inviato: 13/2/2011 20:57  Aggiornato: 13/2/2011 20:57
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
RICKARD: ”Quello a cui sono contrario è un approccio esclusivamente (o quasi) mistico-spirituale a queste vicende, …”

Infatti io mi sono limitato a parlare dei fatti accertati, riducendo al minimo l’aspetto mistico-spirituale della vicenda (cito dall’articolo): L’intero percorso di ricerca fatto da Cayce sulle questioni di tipo religioso-spirituale è estremamente interessante, ma esula dalle ambizioni di questo articolo, poichè ci porterebbe nei meandri di una speculazione filosofica su cui non abbiamo elementi di riscontro.

***

MAKK: Mi piace “The Governor” . Lo considero un’ottima alternativa a “Redazzucco”.

Redazione
Inviato: 13/2/2011 20:58  Aggiornato: 13/2/2011 20:58
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
AFRAYN: Grazie per la tua aggiunta. Molto interessante.

Rickard
Inviato: 13/2/2011 21:45  Aggiornato: 13/2/2011 23:29
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/9/2007
Da: Un mondo pervaso di follia
Inviati: 1609
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Redazione
Citazione:
RICKARD: ”Quello a cui sono contrario è un approccio esclusivamente (o quasi) mistico-spirituale a queste vicende, …”

Infatti io mi sono limitato a parlare dei fatti accertati, riducendo al minimo l’aspetto mistico-spirituale della vicenda (cito dall’articolo): L’intero percorso di ricerca fatto da Cayce sulle questioni di tipo religioso-spirituale è estremamente interessante, ma esula dalle ambizioni di questo articolo, poichè ci porterebbe nei meandri di una speculazione filosofica su cui non abbiamo elementi di riscontro.

Sì, certo, infatti non ho detto che è il tuo articolo ad avere un simile approccio, semmai sono quelle molte persone (e anche utenti) che appena sentita una notizia simile letteralmente partono in quarta a snocciolare pipponi mistico-esistenzialistici e in breve la discussione degenera nel (solito) giochino scientisti contro mistici di cui parlavo prima, mentre le cause e i meccanismi del fenomeno rimangono ignoti.

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. - Nikola Tesla
Klaatu
Inviato: 13/2/2011 22:18  Aggiornato: 13/2/2011 22:18
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/1/2011
Da:
Inviati: 871
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Citazione:

Sì, certo, infatti non dico che è il tuo articolo ad avere un simile approccio, semmai sono quelle molte persone (e anche utenti) che appena sentita una notizia simile partono in quarta a snocciolare pipponi mistico-esistenzialistici e in breve la situazione degenera nel giochini scientisti contro mistici di cui parlavo prima, mentre le cause e i meccanismi del fenomeno rimangono ignote.



E' esattamente questo il senso del mio intervento che il Governatore non ha voluto (?) intendere.
Al di fuori della paventata (ma certa) degenerazione tra scientisti e mistici, è comunque possibile discutere del fenomeno Cayce a livello "tecnico" (la mente è il primo strumento dell'osservatore), purchè si accetti almeno in minima parte che il mondo ESP è reale.
In caso contrario non vale nemmeno la pena alimentare la diatriba.

Manfred
Inviato: 13/2/2011 22:36  Aggiornato: 13/2/2011 22:47
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 3/11/2009
Da: Osnabrück
Inviati: 2094
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
La mente è l'unico strumento dell'osservatore, che non gli farà comprendere assolutamente nulla di questi fenomeni.

Redazione
Inviato: 13/2/2011 22:48  Aggiornato: 13/2/2011 22:49
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
KLAATU: OK, allora non ti avevo capito. Ora sì.

Siamo sostanzialmente d'accordo (idem per Rickard).

Gisar
Inviato: 13/2/2011 23:06  Aggiornato: 13/2/2011 23:09
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/1/2010
Da: Umania
Inviati: 270
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Potrebbe aiutare a spiegare lo spirito in modo scentifico, e a credere che i miracoli non sono un'eccezzione bensi una norma in questo nostro mondo....


http://www.youtube.com/watch?v=18BfgLbmMBY&playnext=1&list=PL0CB30D04D7C7B0BC


http://www.youtube.com/watch?v=Zfja6yI-EBw&playnext=1&list=PL049E421DB18C0260


Instauratio ab imis fundamentis
Manfred
Inviato: 13/2/2011 23:17  Aggiornato: 13/2/2011 23:17
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 3/11/2009
Da: Osnabrück
Inviati: 2094
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Certamente la nuova religione, il misticismo scientifico,
finalmente riuniti i falsi opposti nel grande fratello cosmico.

Gisar
Inviato: 13/2/2011 23:32  Aggiornato: 13/2/2011 23:32
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/1/2010
Da: Umania
Inviati: 270
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Chiamala nuova religione se vuoi solo che in questa religione i guru siamo noi ...

Prima però farei lo sforzo di guardarli sti video e di cercare di capire, sia pur in modo critico cosa queste persone ci dicono.....

poi si discute .....

Instauratio ab imis fundamentis
fefochip
Inviato: 14/2/2011 0:18  Aggiornato: 14/2/2011 0:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Citazione:
Se stai astutamente cercando di farmi bannare per insulto al "Governatore", sei fuori strada


no sei fuori strada ...la mia battuta era una proposta stringata e provocatoria(basata sul evidente doppio senso della frase citata nella quale si può tranquillamente sostituire il soggetto mantendendo il senso perfettamente) per riconsiderare quello che è stato gesù cristo alla luce di quello che hanno scritto su di lui e quello che ne è venuto fuori dalla sua storia....
tradotto
se gesù cristo avesse visto la storia dell'uomo da lui in poi e la strumentalizzazione a fini di lucro e potere della sua figura avrebbe pensato all'utilizzo della rupe tarpea?
a un ritiro spirituale il prima possibile? all'epurazione tramite decollamento dei suoi discepoli (i suoi "credenti")?

insomma i "capi" non sarebbero nulla senza i seguaci e la "bontà" di determinati movimenti risiede non tanto nelle intenzioni iniziali (capi) quanto in come vengono sviluppate dai "seguaci".

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
fefochip
Inviato: 14/2/2011 2:20  Aggiornato: 14/2/2011 2:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
non so se è stato segnalato un servizio di history channel su cayce

basta ricercare " Edgar Cayce - il Profeta Dormiente "
su you tube

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
MATITA
Inviato: 14/2/2011 17:19  Aggiornato: 14/2/2011 17:19
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/5/2010
Da:
Inviati: 46
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Ho visitato il sito in italiano del personaggio in oggetto.
Da quel poco che ho potuto leggere vi e una scarsa linea di pensiero coerente.
Non vi è una matrice ben definita e molte cose sono raffazzonate e spesso tra di esse inconguenti.ù
Se poi si va nella sezione cibi,ossia alimentazione......si consiglia,,ad esempio il sangue di bue il che è tutto dire sia da un punto di vista salutistico che morale,per uno poi che parla di Gesù...(ce lo vedete il profete esseno Gesu mentre sgozza un bue e ne beve o ne fa bere il il sangue?.per sfiga loro il vangelo esseno della pace non era ancora noto ,andrebbe da tutti letto per valutere l'attendibilita del Cayce ) ..assoluttamente equivoco,inaffidabile e senza senso
Da quel che ho capito propinava consgli e verità sotto ipnosi salvo poi non ricordare nulla al suo risveglio.
Tradotto: chi lo interrogava aveva poi il libero arbitrio di concordare la verità a suo piacimento..,se non addiritura le risposte....e per dei cmplottisti gia questo sarebbe più che sufficiente a delegittimare il personaggio,troppo facile manipolarlo e modificarne il pensiero.
Il che si denota dalla assoluta mancanza di una linea coerente.
Non capisco perchè i buon Massimo rispolveri un personaggio cosi poco attendibile e tanto equivoco.Un personaggio che aggiunge confusione e disorientamento
Perche?Perchè

benitoche
Inviato: 15/2/2011 2:49  Aggiornato: 15/2/2011 2:55
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/9/2006
Da:
Inviati: 1941
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Citazione:
Matita ha scritto:
si consiglia,,ad esempio il sangue di bue


Premesso che una persona con problemi di anemia dovrebbe mangiare fragole di bosco,quelle piccoline,non quelle normalmente in uso belle e grandi che devono la loro crescita esagerata propio al fatto di non trovare ferro nell'ambiente circostante

Premesso ancora che una persona con problemi di deliquo dovrebbe nutrirsi di carne

Al sito ufficiale ho dato un'occhiata ed il sangue di bue non c'è
Ho trovato il il succo di bue

Citazione:
chi lo interrogava aveva poi il libero arbitrio di concordare la verità a suo piacimento


Per quanto ne posso sapere tutto veniva dattiloscritto

Ora,se avessi il dubbio che stai denigrando non ti avrei risposto,credo invece tu sia confuso
ciao

la religione è indispensabile
soltanto a un’umanità rescissa dal mondo divino-spirituale.
Calvero
Inviato: 15/2/2011 4:04  Aggiornato: 15/2/2011 6:31
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Citazione:
Da quel poco che ho potuto leggere


apposto siamo, e teniamone conto di come questa tua premessa spieghi molto (o tutto) del tuo intervento che poi addirittura, alla fine, ne azzarda un giudizio completo, mentre ammetti di non averlo approfondito ... e al punto di sottolinearlo con un "tragico" .. ma « perché? perché» .. :

Citazione:
Da quel che ho capito propinava consgli e verità sotto ipnosi salvo poi non ricordare nulla al suo risveglio.


il colore che dai a questa informazione ha in sé qualcosa di spregiativo, di cui non se ne capisce realmente il perché, ma forse mi sbaglio. Vediamo;

Citazione:
Tradotto: chi lo interrogava aveva poi il libero arbitrio di concordare la verità a suo piacimento..,


?? ?? che significa?? ...credo che tu non abbia letto attentamente come la documentazione di questa vicenda sia articolata.

Citazione:

se non addiritura le risposte....e per dei cmplottisti gia questo sarebbe più che sufficiente a delegittimare il personaggio,troppo facile manipolarlo e modificarne il pensiero.



1) Probabilmente qualsiasi persona che si avvicinasse con tanta leggerezza e sciatteria alla disamina di questa vicenda, potrebbe credere di confutare quello che vuole... ci mancherebbe ma di argomentarlo seriamente non ne avrebbe possibilità. Se poi, con ciò, forse volevi intendere che basta poco a un qualsiasi "Attiivissimo" di turno per catalogarlo come fandonia, beh .. è un problema solo per chi dovrà dimostrarlo.

2) quel che si può generare in un percorso storico a seguito di un "lascito" o di una "eredità", NON ha effetto retroattivo su quanto è stato effettivamente documentato. Questo è un dato logico, razionale e inoppugnabile. Se tu avessi ragione, sarebbe come a dire che se da qualche parte, oggi, nascesse una nuova ipotetica Comunità in nome di "Tesla" che ne ridicolizzasse il suo lavoro, allora così ne sarebbe colpevole Tesla stesso ... sì come no, booonanotte.... e sempre se così fosse! ma valutando anche la risposta che ti ha dato Benitoche, ho anche paura che nemmeno ciò giochi a favore di quel che stai dicendo.


Citazione:
Non capisco perchè i buon Massimo rispolveri un personaggio cosi poco attendibile e tanto equivoco.Un personaggio che aggiunge confusione e disorientamento


Se sommiamo il tuo «poco attendibile» al «poco che hai letto» e a come hai messo in piedi questa critica, DUE sono le cose: o non hai veramente letto con attenzione l'articolo, o avevi già costruito la tua idea in base a preconcetti falsati.

Citazione:
Il che si denota dalla assoluta mancanza di una linea coerente.


Credo denoti invece che di coerenza non sei stato all'altezza di parlarne, e questo al di là del fatto di poter sapere cosa sia o meno un fenomeno "paranormale"...

Citazione:
Non capisco perchè


ma sei serio?

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
MATITA
Inviato: 15/2/2011 11:31  Aggiornato: 15/2/2011 11:31
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/5/2010
Da:
Inviati: 46
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Benitoche parla ,giustamente,di succo di bue.....nella mia visione della vita esiste solo il succo di arance,carote.....e affini...il succo di bue non esiste .idem per il creatore , certo non ha previsto che per curare un essere da lui creato si debba togliere la vita ad un' altro.....gia qui casca tutto il teorema del vostro Cayce, visto che è basato sul divino amore per tutte le creature....ma si sa l'ipocrisia la fa sempre da padrona
sulla questione dell'uso della carne per chi ha problemi particolari di salute vale quanto sopra e non solo ma dovrei spiegare troppe cose sulla alimentazione corretta,su proteine vitamine aminoacidi e non è il caso....del resto voi sapete gia tutto....il guaio è che la verita spesso è scomoda
Tutto veniva dattilografato per quel che ne so....appunto per quel che ne sappiamo e per quel che ci hanno detto....
i commenti di Calvero li ho riletti più volte e sinceramente non ho nulla da rispondere perchè non dice nulla...vorrei solo consigliargli di leggersi i vangeli apocrifi ,rifletterci sopra,e poi tornare a rileggersi il fenomeno edgard....
vi inviterei tutti a riflettere che il confine tra il bene e il male è sottile ed è facile venir tratti in inganno....a volte certe manifestazioni possono aver origine dal male,anzi il piu delle volte e cosi.e in un momento cosi delicato non riesco a capire perchè venga rispolverato un personaggio che a mio avviso potrebbe essere stato manipolato ,che sicuramente aveva doti particolari ma che mi sembrano frutto di un contatto con un mondo che non mira al bene umano ,il bene umano inteso non nella carne......in questa ottica questo articolo,in questo momento genera solo confusione e gia ne abbiamo abbastanza

VABBHE scusate se ho espresso la mia opinione diversa dal coro e quindi fastidiosa....vi inviterei a leggere e a documentarvi ma poi anche a rifletterci sopra

etrnlchild
Inviato: 15/2/2011 15:17  Aggiornato: 15/2/2011 15:17
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 1200
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Citazione:
Certamente la nuova religione, il misticismo scientifico,

Nuova religione? A vedere quanta gente ancora affolla chiese, sinagoghe etc... non si direbbe...
Poi nuova non direi proprio, e' roba piuttosto antica.
Diciamo che ogni tanto si riunifica cio' che l'uomo tenta di separare con accanimento e sforzo costanti. Filosofia, scienza, misticismo, un sapere unico, i nostri antenati erano piu' avanti, senza telescopi, microscopi e Internet.

"Lo spirito del guerriero non conosce né il lasciarsi andare né il lagnarsi, né conosce il vincere o il perdere."
benitoche
Inviato: 15/2/2011 16:23  Aggiornato: 15/2/2011 16:23
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/9/2006
Da:
Inviati: 1941
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Carissimo Matita
Mi spiace tu non abbia compreso il mio messaggio,cercherò di chiarirlo,ma dovresti comprendere quanto comunicare attraverso degli scritti facilmente porta a dei fraintendimenti

Innanzitutto le mie premesse,avevo scritto:
fosse per me l'anemia la curerei con le fragoline di bosco;
persone che hanno facilità a perdere i sensi dovrebbero mangiare carne.

Sono vegetariano ormai da quasi vent'anni,ne ho 40 quindi ...alle mie bimbe cerco di dare il seidan,pur di evitare l'assunzione di carne,oltre chiaramente ad una buona dose di verdure e cereali vari

Il problema è che non a tutti e concesso il vegetarianesimo.....

Riguardo il gesù esseno,a parte i vangeli apocrifi,propabilmente tu ti rifai a Papa Benedetto XVI che nel 2007, durante l’omelia Pasquale ha detto dopo la lavanda dei piedi Gesù non ha mangiato l’agnello nell’ultima cena e che non seguì la tradizione della Pasqua ebraica ma quella della Pasqua degli Esseni, che erano vegetariani.

Anche Papa Pio XII, si rifece ancora a tale principio: “Ogni impulso di uccidere gli animali senza giustificazione, ogni maltrattamento e ogni crudeltà verso di loro vanno senz’altro condannati. Anche perchè tale comportamento esercita una nefasta influenza sull’animo dell’uomo e lo rende abietto”

Ti ci metto del mio e dico che pratiche di magia nera prevedono uccisioni di animali,conficcando in punti "particolari"la lama,e dulcis in fundo bere il sangue degli stessi
A tal proposito è giusto rammentare ai più come la vivisezione sia appunto una pratica di magia nera

Ora se Cayce dava dei consigli non certo vegetariani,questo non vuol dire che non fossero corretti,renditi conto che parliamo dei primi del 900,il vegetarianesimo era ancora lontano come i maltrattamenti agli animali
Il tuo metro di valutazione mi sembra troppo semplicistico,non puoi dividere fra nero e bianco semplicemente dicendo i buoni sono vegetariani i cattivi mangiano la carne

Riguardo la sua stenografa quì min.3.00circa trovi un intervista a Gladys Davis,se poi ti và di guardare l'intero documentario lo ritengo interessante

Per concludere vorrei dirti perchè quest'uomo mi ha colpito
Due sono gli aspetti di maggior rilevanza,il primo riguarda Atlantide, il suo posizionamento la struttura degli Atlantidei e molto ancora;il secondo riguarda la figura del Cristo
Credimi questa persona ha detto cose di notevole spessore

Un solo dubbio mi sovviene,in quanto non ho molta simpatia per i medium e per lo spiritismo in generale,la Fonte come dice il governatore del sito,andrebbe valutata attentamente

ciao

la religione è indispensabile
soltanto a un’umanità rescissa dal mondo divino-spirituale.
Calvero
Inviato: 15/2/2011 16:36  Aggiornato: 15/2/2011 16:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Citazione:
in questa ottica questo articolo,in questo momento genera solo confusione e gia ne abbiamo abbastanza

VABBHE scusate se ho espresso la mia opinione diversa dal coro e quindi fastidiosa....vi inviterei a leggere e a documentarvi ma poi anche a rifletterci sopra


Guarda Matita, mettiamo pure che Edgar sia Satana redivivo ... ma il tuo relativismo per argomentare perché ciò possa essere ritenuto valido al punto che questo articolo generi confusione, devi imparare ad argomentarlo. Intanto invece di dire che non ho detto nulla, dovresti rispondere.

Tu hai parlato delle associazioni Post Edgar e ti ho dimostrato che di retroattivo ci sono solo i tuo preconcetti.

Parti dando per scontato che qui ci sia gente che non sappia cosa siano i Vangeli Apocrifi, ma questo è un problema tuo e di vanità .. più che altro.

Cos'è che ti ha infastidito Matita? visto che al tuo primo post sembra che vi sia un rancore che copre la voglia di argomentare? io dico che stai facendo una bella figura di cacca e questo anche tenendo conto che Massimo ha esulato dalle speculazioni mistico/filosofiche (e lo ha anche ribadito).

E risparmia, te lo dico serenamente, l'idea che tu sia una voce fuori dal coro ... perché come dicono a Napoli - a'cchà nisciun'è fesso -


Citazione:
a volte certe manifestazioni possono aver origine dal male,anzi il piu delle volte e cosi


potrebbe essere anche vero, potrebbe non esserlo, potrei crederti o forse no, ma questa è speculazione filosofica fuori luogo non perché non abbia importanza, ma perché in Home Page non è stata messa alla sbarra. Possiamo certo dare il contributo a quel che crediamo oppure no, ma non puoi bollare di leggerezza e superficialità questa "indagine" ..

La redazione ha portato, dati e informazioni. Aspettiamo i tuoi ... anch'io sono capace di parlare di bene e male e attaccarlo dove più mi comoda.

edit - vari errori

Hai anche dato per scontato il fatto che avendo in te generato confusione, significa che sia accaduto anche agli altri. Rifletti su questo, che non ci sono tanti bambini in giro come credi. In ogni caso, la persona bigottamente chiusa... non accetterebbe mai nessun tipo di apertura a queste tematiche.

O forse sei tu che vuoi dipingere Edgar come una sorta di "santo" e da questa prospettiva, che è solo tua, hai cominciato a dire "state attenti"?

Edgar era imperfetto come tutti noi e la vicenda è sufficientemente valida per discuterla razionalmente.

Citazione:
VABBHE scusate se ho espresso la mia opinione diversa


... da parte mia, molto personalmente, non parlo per conto di nessuno, NON ti scuso ... (visto che oltretutto il tuo è anche un sarcasmo) .. e più che Edgar, il fenomeno lo stai facendo tu.

Per il resto, se ne trova ragioni, risponderà Mazzucco

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
MATITA
Inviato: 15/2/2011 17:42  Aggiornato: 15/2/2011 17:42
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/5/2010
Da:
Inviati: 46
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Carissimo benitoche hai proprio ragione,postare commenti spesso genera fraintendimenti un po per la fretta un po per l'impulsività.
per questo mi aspengo dal farlo se non raramente.
io ho una mia idea piu o meno precisa delle questioni inenti la religione,santi santini madonne varie e il Cristo.
Ma evito di semplificare il mio pensiero per non alzare un polverone dialettico.
Di mio ammetto che non mi piaciono questo tipo di personaggi con contatti estrasenzoriali,alla gustavo rol,perchè sostanzialmente in contrasto con le mie convinzioni chiamiamole di fede.......non che non creda nei loro chiamiamoli poterri ma perchè non credo siano ispirati dalla vera luce dal vero Dio per cui ho nei loro confronti sicuramente un preconcetto.
Per uno che per ragioni di salute,sperimentandoli sulla propria pelle in positivo, si è accostato al veganesimo leggendo testi di gerson e ehret e altre fonti e si ritrova a leggere i consigli alimentari di Cayce si ritrova non confuso come altri mi credono ma inorridito.........non vale la tua tesi che egli dava consigli in epoca in cui il vegetarianismo non era diffuso in quanto i suoi erano consigli ispirati da "Dio?"sotto ipnosi e quindi evidentemente il suo Dio non è il mio.
Cascandomi questo assunto mi crolla tutto il resto....leggero comunque quanto da te indicatomi e approfondiro il personaggio.....e se vi sara modo ti faro sapere
Per quanto concerne la questione che non tutti possono essere vegani ti invito a visitare il blog di Valdo Vaccaro e eventualmente scrivergli dei tuoi dubbi....è persona molto disponibile cordiale e soprattutto coerente ciao e grazie per aver compreso e stemperato la discussione

alexbell64
Inviato: 16/2/2011 8:09  Aggiornato: 16/2/2011 8:09
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/9/2007
Da:
Inviati: 238
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Scusate, una domanda..
Edgar cayce o la sua "entità curatrice" hanno mai curato o guarito qualcuno affetto da cancro? Ci sono documentazioni a riguardo?
Se sì, che metodo di cura è stato suggerito?
Grazie.

polaris_40
Inviato: 16/2/2011 9:53  Aggiornato: 16/2/2011 9:53
Ho qualche dubbio
Iscritto: 1/10/2006
Da:
Inviati: 242
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Ringrazio Massimo per aver affrontato il caso Cayce, difficilmente si può parlarne nel quotidiano, sinceramente mi piacerebbe tanto anche leggere qualche cosa sul nostro Adolfo Gustavo Rhol che possedeva capacità non comuni che gli permisero di stupire il mondo non solo il nostro provincialotto stivale...

weboy
Inviato: 20/2/2011 1:29  Aggiornato: 20/2/2011 19:49
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/10/2006
Da:
Inviati: 42
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
ciao a tutti ragazzi
è un po di tempo che mi interesso di Edgar Cayce
mi sta un po a cuore perchè quando scoprii il sito italiano iniziai per curiosità a leggere e vi consiglio di farlo..già questo potrebbe smuovere qualcosa dentro di voi e portarvi a percepire se può essere una guida seria o meno
Nel frattempo ho studiato diverso altro materiale partendo dai libri di Wilcock che molti ritengono pieni di pseudoscienza, ma ci sarà da rivedere invece molta della nostra attuale scienza...

Leggendo nel sito troverete diverse risposte a domande che possono essere messe in parallelo con attuali teorie o prove scientifiche

Poiché ogni fase di tempo, ogni fase di spazio dipende come un atomo dall’altro. E non c’è vuoto, poiché questo, come può essere indicato nell’Universo, è un’impossibilità con Dio. Quindi non c’è tempo, non c’è spazio quando la pazienza si manifesta nell’amore. 3161-1

http://www.edgarcayce.it/media/tempospazioepazienza.htm

http://en.wikipedia.org/wiki/Vacuum_energy

--------
Si è visto che ogni atomo, ogni corpuscolo, ha all'interno la stessa forma dell'intero universo - dentro la sua STESSA struttura. ( Edgar Cayce - Lettura 281-024 29/06/35)

http://www.youtube.com/watch?v=5h3Y3qs6Up8
http://www.theresonanceproject.org/pdf/AIP_CP_SProton_Haramein.pdf
http://www.youtube.com/watch?v=8GY-RbTPqWA
-------
http://www.youtube.com/watch?v=Y-49vUWWWsU
D- Quale argomento sarebbe più conclusivo per provare che il sole non è caldissimo in superficie ?
R- La disintegrazione dei raggi, proprio come è stato descritto, in quanto assorbe e emette, essendo sia positivo che negativo. 195-70
http://www.youtube.com/watch?v=xob6nGAFej8

http://www.newscientist.com/article/dn18020-suns-rain-could-explain-why-corona-heat-is-insane.html


Recentemente furono trovate in Etiopia le ossa di una femmina di tre anni, datate 3,3 milioni di anni fa. Aveva la parte superiore del corpo come una scimmia e la parte inferiore di un umano. E’ classificata come Australopithecus afarensis, che è nella linea ancestrale dell’Homo sapiens, ma più simile alle scimmie che umano. Cayce sostenne chiaramente che gli umani non provengono dalla scimmia, piuttosto fu creata una forma specifica per le anime umane e queste forme si sono evolute secondo le leggi della natura. (3744-5)
http://www.edgarcayce.it/media/anticoDNA.htm

http://ilfattostorico.com/2011/02/12/gli-australopitechi-camminavano-in-posizione-eretta/
------------
Ora mi vengono in mente questi esempi rapidi ma nel tempo continua a saltarmi in mente qualche frase dal sito di Cayce mentre leggo tutt'altro..
apparentemente incompatibile

Non ho altro da dirvi se non..
leggetelo e non sottovalutate.. ciao ;)

weboy
Inviato: 22/2/2011 14:21  Aggiornato: 22/2/2011 14:21
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/10/2006
Da:
Inviati: 42
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio

weboy
Inviato: 22/2/2011 14:30  Aggiornato: 22/2/2011 14:30
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/10/2006
Da:
Inviati: 42
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Per quanto riguarda le profezie catastrofiche sembra che Cayce fosse finito sotto l'influsso di una entità "negativa" come si dice..
Halaliel

Questo probabilmente perchè era stanco e molto amareggiato per chi ha cercato di abusare delle sue capacità
http://www.google.it/search?as_q=halaliel&as_epq=&as_oq=&as_eq=&hl=it&client=firefox-a&hs=YUY&rls=org.mozilla%3Ait%3Aofficial&num=10&lr=&cr=&as_ft=i&as_filetype=&as_qdr=all&as_occt=any&as_dt=i&as_sitesearch=http%3A%2F%2Fwww.edgarcayce.it%2F&as_rights=&safe=images&btnG=Cerca+con+Google

Matteo84
Inviato: 11/3/2011 18:17  Aggiornato: 11/3/2011 18:17
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/12/2010
Da: Servigliano (Marche)
Inviati: 38
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
VISTO IN GIAPPONE RAGAZZIIIIII?!??!?!?!?!

Amo la vita! Amo la Natura! Amo i rapporti sociali! Sono una persona di successo!
Manfred
Inviato: 11/3/2011 18:25  Aggiornato: 11/3/2011 18:25
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 3/11/2009
Da: Osnabrück
Inviati: 2094
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Visto cosa? L'isola dei terremoti?

Matteo84
Inviato: 12/3/2011 3:04  Aggiornato: 12/3/2011 3:04
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/12/2010
Da: Servigliano (Marche)
Inviati: 38
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
b'è un 8.9 non è il classico terremoto del giappone....è il 7° di sempre per intensità nel mondo....ha spostato l'asse terrestre di 10cm e una rivelazione di cayce era l'inabissamento del giappone nei primi anni del 2000....diciamo che ci sta andando vicino.....

Amo la vita! Amo la Natura! Amo i rapporti sociali! Sono una persona di successo!
Giggione
Inviato: 13/3/2011 23:35  Aggiornato: 13/3/2011 23:42
Ho qualche dubbio
Iscritto: 16/7/2005
Da:
Inviati: 49
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Non posso fare a meno di collegare questo interessante articolo ad alcuni studi di Jung e dei suoi collaboratori.
Quest'ultimo infatti scoprì attraverso studi su diversi pazienti che la mente umana tende a risolvere alcuni conflitti attraverso dei simboli comuni. Analizzando le varie religioni si accorse che le più vicine ai sogni delle persone erano proprio quelle orientali (come budhismo e induismo).
In particolare scoprì che spesso le persone che durante la psicoterapia raggiungevano un certo livello di maturità psicologica tendevano a sognare dei simboli che somigliavano incredibilmente come idea ai mandala tibetani.
E questo avveniva in persone che dei mandala tibetani non sapevano assolutamente nulla.
(in estrema sintesi il mandala è una rappresentazione geometrica della realtà cosmica).
In queste persone il mandala in questione si traduceva in forme diverse. Per fare un esempio tra tanti, una donna sognò un prato e una montagna che una volta descritti a voce alta l'analizzatore si accorse avevano una disposizione geometrica appunto analoga a quella dei mandala.
Questo portò Jung a ipotizzare che queste figure e questi modi di rappresentare la realtà fossero insiti nella mente umana e nei simboli collettivi che essa porta dentro e che emergono quando si raggiunge un certo livello di maturità spirituale.
In questo senso non mi stupisce più di tanto che la spiritualità descritta da Cayce (o dalla Fonte come lui la chiamava) fosse molto simile a quella del buddhismo e dell'induismo.
Questi ultimi infatti sono (in base agli studi di Jung) le religioni di maturità spirituale più alta e più simile all'idea descritta nel modello psicoanalitico.

Edit: ovviamente per dovere di croanaca mi sento di dover puntualizzare che Jung (e i suoi collaboratori) non ritenevano nessuna religione esaustiva dal punto di vista psichico. Mi spiego meglio: anche le più vicine all'idea psiconalaitica avevano il difetto di forzare la realtà verso certe interpretazioni piuttosto che altre. Cosa che a livello psichico equivale ad una mancata crescita in quando ogni religione è di per se una "visione", un "sogno" di un essere umano vissuto in una qualche epoca e non ha senso che questo "sogno" abbia dei seguaci in quanto ognuno di noi ha un suo percorso e un proprio "sogno" da seguire per raggiungere la piena maturità psichica. In questo sta, secondo Jung, quello che è in qualche modo il fallimento di tutte le religioni in senso lato (anche le più "alte" come livello spirituale).

Chiedo scusa per il mio linguaggio che siguramente non è adeguato a spiegare perfettamente i concetti sperimentati da Jung e non resituisce appieno il profondo significato dei suoi studi sui pazienti.

Come sono geniali gli Americani, te la mettono lì, la libertà è alla portata di tutti come la chitarra: ognuno suona come vuole e tutti suonano come vuole la libertà -
da L'America di Giorgio Gaber & Sandro Luporini
Redazione
Inviato: 15/12/2011 4:11  Aggiornato: 15/12/2011 4:11
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
I commenti alla nuova pubblicazione iniziano qui.

Redazione
Inviato: 15/12/2011 4:16  Aggiornato: 15/12/2011 4:20
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Non preoccupatevi (parlo agli atei/materialisti ), non sto dando una "svolta spirituale" al sito. Anzi, mi sembrava interessante riproporre Cayce, in coda alla discussione più recente, proprio perchè è uno dei rarissimi casi di esperienza metafisica verificata e confermata.

Kolza
Inviato: 15/12/2011 8:55  Aggiornato: 15/12/2011 8:55
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/6/2004
Da: MMMMMMonza
Inviati: 916
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Sulle stanze segrete sotto la Sfinge si è molto discusso, però va detto che l'Egitto è il secondo destinatario mondiale degli aiuti USA (indovinate il primo chi è?).
Se Washington fosse interessata (e sicuramento lo è), scavalca l'onnipotente Zahi Hawass (i cui studi furono pagati proprio dalla Edgar Cayce Foundation!) e scava tutto lo scavabile :)

VIMS
Inviato: 15/12/2011 9:49  Aggiornato: 15/12/2011 9:49
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/11/2011
Da: Ai piedi del monte
Inviati: 334
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Articolo interessante che avevo avuto modo di apprezzare dopo la prima pubblicazione.

Interessantissimo il legame con le linee di pensiero orientali.

Peccato che oggi si siano demonizzati (grazie agli amici del CICAP, di Striscia etc) i fenomeni extramateriali, di cui ognuno può rendersi conto. A quanti è mai sorta la sensazione che non siamo esclusivamente cellule collegate l'un-l'altra che collaborano in modo meraviglioso? Senza scomodare nessuna religione, intendo.


VIMS

La Virtù sta nel mezzo
perspicace
Inviato: 15/12/2011 11:22  Aggiornato: 15/12/2011 11:22
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Infatti quella di Cayce é davvero una svolta a differenza di Nostradamus o altri profeti dell'antichità su Edgar cè una documentazione vastissima credo che sia un passaggio obbligatorio per un percorso di analisi della spiritualità.


Quanto alla stanza sotto hai piedi della sfinge, prima che scoppiasse il delirio in Egitto ho letto che il responsabile degli scavi nella valle era stato arrestato perché aveva ricevuto tangenti, e si sospetta che per anni faceva uscire illegalmente reperti antichi di proprietà egiziana.



"Uno dei ministri più noti che sono stati sostituiti ieri è Zahi Hawass, che per dieci anni è stato a capo del ministero per l’Archeologia e che è stato ripetutamente accusato di corruzione." [1]



EGITTO, PATRIMONIO A RISCHIO

---------

Resta comunque impressionante a mio avviso l'anticipazione sugli esseni e Gesù quando le "pergamene del mar morto" erano ancora nella grotta.


Ci sono più cose in cielo e in terra di quante i nostri occhi possano vederne.


perspicace

Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
alsecret7
Inviato: 15/12/2011 11:28  Aggiornato: 15/12/2011 11:28
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/6/2007
Da:
Inviati: 561
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
sarei curioso di sapere in chi si e reicarnato oggi, e chi a i suoi poteri sperando non sia in mano dei militari.

ursog
Inviato: 15/12/2011 11:44  Aggiornato: 15/12/2011 11:44
So tutto
Iscritto: 9/1/2008
Da:
Inviati: 29
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio

piggaz
Inviato: 15/12/2011 12:25  Aggiornato: 15/12/2011 12:25
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/3/2009
Da:
Inviati: 167
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
"Il Tao della fisica" di Fritjof Capra e' un libro del 1975 scritto da un fisico dopo avere avuto delle esperienze mistiche.
Mostra le affinita' fra fisica dei quanti e della relativita' e misticismo.
E' super interessante... conoscente altri libri simili?

perspicace
Inviato: 15/12/2011 12:38  Aggiornato: 15/12/2011 12:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
LE SETTE PROFEZIE NON ANCORA AVVERATESI

2. Scopriremo il progetto per una macchina a moto perpetuo che si auto alimenta?

Forse con l’interesse attuale per le risorse rinnovabili e il risparmio
energetico vedremo questa profezia avverarsi durante la nostra vita.

“Avrai davanti a te il motore senza benzina inventato da [4666].

“Edgar Cayce: Sì, abbiamo il corpo e la mente avida di sapere di [4666],
inoltre le associazioni e quelle condizioni che circondano il perfezionamento
del motore che svilupperà potenza durante il proprio funzionamento. Come
è stato detto, l’idea e i progetti che sono stati elaborati in parte secondo
quei criteri che ricavano più potenza di quanta prodotta in compressione
nel cilindro, con i “piombi” fatti in modo da raccogliere vibrazioni dall’aria
che viene forzata attraverso il cilindro, sono, come troviamo, l’applicazione
migliore dell’energia creata. Nelle camme che sono state usate si è lasciato
troppo gioco nella loro rotazione. E’ nell’azione della testa del cilindro che il
loro gioco deve essere ridotto.

“Il rapporto di [195] e [900] con lo stesso – la cosa migliore sarebbe avere
le operazioni di [4666] sotto la loro più stretta osservazione quando si è
quasi arrivato al prodotto ultimato.

“(D) Come possiamo tenerlo sotto osservazione?
(R) Portatelo in Ohio o a New York.
(D) Questa macchina è la stessa di quella che è stata ora portata a
Washington da Lindbergh? [Charles A. Lindbergh]
(R) No. Questa macchina di [4666] farebbe leva sulle forze di spinta a
condizioni fisse; come nei motori a benzina – perché, come è stato
provato da altri, ha più a che fare con ciò che viene gettato in aria e
ottiene la sua forza di spinta da quella fonte.
(D) Funzionerebbe perpetuamente se fosse completata?
(R) Non in modo perpetuo, ma una volta avviata la si potrebbe tenere in
moto per mezzo dell’energia creata dalla sua stessa fonte. Altrimenti
deve avere qualche fonte impellente.” Lettura 4665-1 dell’8 marzo
1928.

MOTORE MAGNETICO FUNZIONANTE


Anche questa profezia si è avverata.

Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
Paolo69
Inviato: 15/12/2011 13:59  Aggiornato: 15/12/2011 13:59
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/7/2004
Da:
Inviati: 1173
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Articolo interessante , visto solo ora.
Massimo è singolare (per me) il tempismo con cui affronti questo tema!
Lo spiritismo "di massa" nasce nell'800 con Allan Kardek.
Dopo anni di "lavoro" getta le basi fondamentali spiegando in dettaglio l'universo spirituale.
Sui suoi studi poi si basano tutte le varie "correnti di pensiero" spiritiste.
Lo stesso Cayce appartiene ad una di queste.
Una volta compreso l'universo spiritista , si possono poi affrontare i temi legati alle diverse tipologie di medianità , a cui Cayce appartiene.
Le capacità medianiche si suddividono in varie tipologie , c'è chi va in trance per parlare con gli spiriti , chi li vede da sveglio , chi ricorre alla scrittura , al lapis , chi ha la capacità di lievitare ed altro ancora.
Un fatto singolare è che chiunque faccia queste pratiche ha sempre come base gli stessi concetti illustrati da Kardek , a riprova del fatto che esistono evidentemente delle regole universali immutabili.
La "vita spirituale" di Cayce è un esempio storico molto interessante e documentato , sicuramente da approfondire per chi è interessato a questi temi , ma in generale direi per tutti.

Clodoveo
Inviato: 15/12/2011 14:32  Aggiornato: 15/12/2011 14:32
So tutto
Iscritto: 17/8/2011
Da:
Inviati: 3
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
" ......In quel periodo Cayce non poteva sapere che in realtà il cristianesimo originale insegnasse la reincarnazione, e che questo concetto fosse stato rimosso dai Padri della Chiesa nel lungo processo che portò alla definizione del cristianesimo attuale........ "

Ragazzi , questa è un'enorme cazzata ! Il Cristianesimo NON ha mai ammesso la reincarnazione.

Peccato rovinare un bell'articolo con una balla del genere...

nonaligned
Inviato: 15/12/2011 14:39  Aggiornato: 15/12/2011 14:39
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/10/2011
Da:
Inviati: 247
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Ammetto che sono un po' scettico: pur non rifiutando la dimensione spirituale della vita, preferisco viverla abbastanza personalmente(e soprattutto non mi piace delimitare lo spazio fisico/spazio metafisico), tendendo a "diffidare" da profeti di ogni tipo( non solo del paranormale).

Dunque chiedo: in che modo questi suoi "poteri" sono stati "verificati"?

ohmygod
Inviato: 15/12/2011 14:40  Aggiornato: 15/12/2011 14:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 16/10/2007
Da:
Inviati: 3652
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Azzzz,per motivi "goliardici", il tempo mi aveva allontanato dai luoghi della informazione "comune".
Ieri dando una scorsa al topic " Ufo-ipotesi-etc", vi ho trovato un rimando
"eccoti servito".
Ho inziato a scorrere le righe del thread e prima,stupidamente,mi sono chiesto il perchè chi ha steso l'articolo abbia evidenziato,giallo, tutte le scritte "Edgar Cayce".
Poi l'ho messo tra i "preferiti" per riprendere con calma la lettura.

Sorpresa. Oggi,entrando nel sito,noto che Redazione ha riproposto,in home page - se così si può dire, l'articolo su Edgar Cayce.
Si è anche sobbarcato di ripulirlo in quanto è sparita la "traccia" evidenziata!

Forse ado(a)ttandone la forma de "il curioso caso di Benjamin Button" $e ne potrebbe persino ricavare un film.

Chissà quante domande "astruse" gli si sarebbero potuto porre oggi.
Per quanto riguarda il tema di una energia alternativa...la materia,dal punto di vista geopolitico,è di una "complessità" ardua.
Lasciando liberare l'immaginazione:petrolio e relative tasse-organismi internazionali e relativa avidità.
Il resto e ve ne è tanto lo lascio alla libera immaginazione di ogni mente.

clodoveo
Ragazzi , questa è un'enorme cazzata ! Il Cristianesimo NON ha mai ammesso la reincarnazione.

Uno fra i tanti
http://www.disinformazione.it/cristianesimo_reincarnazione.htm

liberta11
Inviato: 15/12/2011 15:19  Aggiornato: 15/12/2011 15:31
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/10/2011
Da:
Inviati: 388
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
@Massimo Mazzucco

Bell'articolo, decisamente interessante. Di Cayce ne ho sentito parlare spesso, ma non ho mai avuto modo di leggerne qualche libro.

Al momento sto leggendo Charles Fort e in futuro mi toccherà Tesla (amatissimo dal sottoscritto, come scienziato e uomo).

Un film su Cayce, per come la vedo io, potrebbe farlo solo uno come Christopher Nolan.

P.S. A tutti, leggettevi qualcosa su Gustavo Rol e guardatevi questo documentario, ne vale la pena:

http://www.lastoriasiamonoi.rai.it/puntata.aspx?id=432

TWNP
Inviato: 15/12/2011 15:20  Aggiornato: 15/12/2011 15:22
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 642
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
AUTORIMOSSO.

Ho sbagliato thread.


branzac
Inviato: 15/12/2011 16:14  Aggiornato: 15/12/2011 19:57
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/8/2009
Da:
Inviati: 416
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Magari è un po OT, però guardate qui....

E' un sito che tratta anche Cayce.
Ma guardate questa immagine....
FOTO

Certo che l'ex premier si dava proprio da fare....

Per capire di cosa si tratta, vi consiglio di leggere l'articolo in questione.
Il mio inglese è pessimo e riuscirei solo a dare una versione smozzicata del tutto....

Una volta è caso, due è coincidenza ma tre è voluto.
Kolza
Inviato: 15/12/2011 17:55  Aggiornato: 15/12/2011 17:56
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/6/2004
Da: MMMMMMonza
Inviati: 916
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Caro Clodoveo,
Nel Cristianesimo la reincarnazione è da sempre oggetto di innumerevoli infervorate discussioni tra i teologi. Origene (II-III sec d.C.), uno dei padri della Chiesa, dichiarava l'esistenza precedente delle anime, in maniera tale per cui gli sembrava logica conseguenza la dottrina dell'immortalità. Tale pensiero andava giocoforza a scontrarsi con le tesi "riduzioniste" dell'epoca (e che tanti danni hanno compiuto sinora) riguardanti il giorno del giudizio e la resurrezione dei morti.
Nel Concilio di Costantinopoli del 553 (Costantinopoli II) vi fu l'apparente condanna dell'insegnamento della reincarnazione e di altri insegnamenti di Origene: in realtà la decisione del Quinto Concilio Ecumenico (Secondo Concilio di Costantinopoli) che doveva ratificare la condanna non è valida, in quanto non fu presente alcun rappresentante di Roma. Difatti Papa Vigilio era si a Costantinopoli, ma si rifiutò di partecipare al Concilio e protestò veementemente contro le decisioni dello stesso.
Il vero deus ex machina del Concilio fu l'imperatore Giustiniano, che aveva tenuto Papa Vigilio prigioniero per parecchi anni per fare i comodi propri. Quindi, tecnicamente, ancora oggi nulla impedisce alla Chiesa di rivalutare gli insegnamenti di Origine. (Fonte: Catholic Encyclopedia, edizione del 1913, IV, pagg. 308-9; XI, pag. 311. citato nel sito altrementi.com)
L'ultimo dei Merovingi :)

PadijtLee
Inviato: 15/12/2011 17:56  Aggiornato: 15/12/2011 18:02
Mi sento vacillare
Iscritto: 4/6/2010
Da:
Inviati: 447
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
@Redazione

Citazione:


perchè è uno dei rarissimi casi di esperienza metafisica verificata e confermata.




Quella del Remote Viewing ( per citarne uno, Joseph McMoneagle che è quello del video postato) è una delle capacità parapsichiche che appartiene ai casi di esperienze metafisiche confermate?

noalgregge
Inviato: 15/12/2011 18:10  Aggiornato: 15/12/2011 18:10
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2010
Da:
Inviati: 307
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Grazie Massimo!

...ne ignoravo completamente l'esistenza.

"Non troverai mai la verità se non sei disposto ad accettare anche ciò che non ti aspetti." Eraclito
Akane
Inviato: 15/12/2011 18:40  Aggiornato: 15/12/2011 18:40
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/7/2011
Da: Austria
Inviati: 135
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Molto interessante...

liberta11
Inviato: 15/12/2011 18:57  Aggiornato: 15/12/2011 18:57
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/10/2011
Da:
Inviati: 388
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
@Massimo Mazzucco

Hai mai pensato di fare un film sullo "Stargate Project"?

liberta11
Inviato: 15/12/2011 18:58  Aggiornato: 15/12/2011 18:58
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/10/2011
Da:
Inviati: 388
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
@noalgregge

Guardati il link di Gustavo Rol che ho postato, rimarrai senza parole.

PikeBishop
Inviato: 15/12/2011 19:25  Aggiornato: 15/12/2011 19:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Me lo chiedo anche io: tutta questa storia ha un puzzo che si sente intenso a miglia di distanza:

Perhaps it is connected with the prophecies of the American psychic Edgar Cayce - for whom Hancock and Bauval seem to have a great deal of respect. Edgar Cayce, known as the ‘Sleeping Prophet’, who died in 1945, is widely believed to be a simple, uneducated Kentucky man, who entered a trance state and made pronouncements about the ancient past as well as giving predictions for the future. According to Cayce, the Great Pyramid and Sphinx were built by survivors from Atlantis - in 10500 BC. He said that the Atlanteans had built an underground ‘Hall of Records’ that contains the collected wisdom of their race and which, he said, would be discovered in 1998. This would somehow trigger a New Age, and the emergence of a new race.

We spent a lot of time looking at Cayce’s predictions - and found that, despite the fact that his followers claim that he was ‘close to one hundred per cent accurate’, you would be hard pressed to find even one of his prophecies that has come true.
For example, recently someone told us that Cayce was a brilliant prophet because, in the early 1940s, he predicted that China would become Communist by 1968. Of course, if true, that would be impressive. Unfortunately, what Cayce actually said was that China would become Christian by 1968.

But even so Cayce is extremely interesting. Far from being a virtual simpleton, he was extremely widely read, and as a young man worked in several bookstores. He was also entrusted with setting up new lodges for his fellow Freemasons. But more significant than that were his contacts. We discovered that, just after the First World War, Cayce was called in to advise President Woodrow Wilson. The person who arranged this was a close friend of Cayce’s, Colonel Edmond Starling, who was head of the US Secret Service.

Cayce was best known for the cures that he prescribed while in trance, which were often genuinely impressive. This is what hooked his admirers, who made the fatal error of assuming that all his psychic abilities were just as good. However, as we have seen, it turns out that this is not the case. But people at the time did not know that his predictions would fail, and he was feted by leading industrialists, top politicians - including at least one President - senior Army commanders, and members of the intelligence services.

Cayce, as we have seen, predicted the finding of the Hall of Records at Giza. It is interesting that there have been many attempts to find the Hall of Records there in the last 25 years. It needs to be pointed out that the ancient Egyptians themselves never mentioned any such thing in the context of Giza, nor is there any archaeological evidence for it. The concept of the Hall of Records comes entirely from Edgar Cayce. As we would expect, the prime movers in the search for the Hall of Records have been the Association for Research and Enlightenment (ARE), which was formed by Cayce in the 1930s and continues to promote his work.

Other key players on the Giza plateau (sometimes working in collaboration with ARE) have been a team from a very interesting organization called SRI International (Stanford Research Institute). This is one of the world’s biggest private scientific research institutes, and it has a reputation - which we discovered is justified - for working closely with the American military and intelligence community. Around 75 per cent of SRI’s income comes from contracts with the Pentagon and other US government agencies, including the CIA.

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
Al2012
Inviato: 15/12/2011 19:49  Aggiornato: 15/12/2011 19:49
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2158
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
@ branzac

LA TUA IMMAGINE DEFORMA LA PAGINA !!!!

Ti sarei grato se la ridimensioni …… Grazie

°°°

@ Liberta11

Gustavo Rol : << La Scienza potrà analizzare lo Spirito nell’istante stesso in cui perverrà a identificarlo. Sono certo che a tanto giungerà l’ansia dell’Uomo >>



°°°
@ Piggaz

Il segreto dell’universo del fisico Fabrizio Coppola .

Indice del libro con 1 e 3 capitolo online

°°°
@ alsecret7

Citazione:
sarei curioso di sapere in chi si e reicarnato oggi, e chi a i suoi poteri sperando non sia in mano dei militari.


David Wilcok (may be)

°°°

“Capire … significa trasformare quello che è"
Redazione
Inviato: 15/12/2011 19:54  Aggiornato: 15/12/2011 20:12
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
PIKE: Maddài, hai trovato un sito di debunking su Cayce? Diggiùro!

"Cayce was best known for the cures that he prescribed while in trance, which were often genuinely impressive. This is what hooked his admirers, who made the fatal error of assuming that all his psychic abilities were just as good."

Ah ah ah..... Che stupidini, i suoi "admirers". Hanno commesso l'errore fatale di credere che TUTTE le sua capacità psichiche fossero valide, invece erano solo l'80%!!!!! (Ha azzeccato SOLTANTO 14.000 diagnosi a distanza su 17.000, questo pezzente).

Nemmeno Attivissimo usa più la tecnica "bundle and destroy" di questi microcefali.

***

Se leggi seriamente Cayce, scopri che le "predizioni del futuro" non sono delle semplici visite dall'indovino, che ti dice "domani vincerai al totocalcio". Il futuro è qualcosa di molto più complesso e relativo insieme, nel quale interagiscono anche le mille variabili disponibili nel presente. Anche, ma non soltanto.

In ogni caso, la cosa affascinante di Cayce è che queste cose lui le diceva in trance, ma da sveglio non riusciva nemmeno a capire cosa cazzo avesse detto.

Redazione
Inviato: 15/12/2011 20:00  Aggiornato: 15/12/2011 20:00
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
LIBERTA11: fare un film oggi è complicatissimo, qualunque sia il soggetto. (Farlo come vuoi tu, intendo dire. Fare quello che ti dicono gli altri è molto più facile).

PikeBishop
Inviato: 15/12/2011 20:17  Aggiornato: 15/12/2011 20:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Citazione:
hai trovato un sito di debunking su Cayce? Diggiùro!

Non e' un sito di debunking (e' un link e si puo' appurare) e i Microcefali sono due scrittori "gombloddisti" piuttosto famosi.

La questione non e' se abbia azzeccato l'80, il 90 o piuttosto il 95% delle predizioni, la questione e' capire:

1. Se il racconto della vita e delle opere di Cayce siano verosimili: sembra essere un personaggio costruito a tavolino.
2. Se il fatto di avere suggestioni su cure mentre si e' in trance significhi che ogni altra cosa che si dica, si proclami e si pensi sia vera.
3. Capire anche come certe conoscenze (Servizio Segreto) abbiano contribuito alla diffusione del suo mito, poiche' e' fuori di ogni dubbio che anche se lui fosse (come sembra) genuino nei suoi stati di trance, quel che e' seguito alla sua morte non sembra affatto esserlo.

Se bisogna credere ad una fonte sola per non essere debunkers, mettimi dalla parte dei debunkers gia' fin d'ora...

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
Clodoveo
Inviato: 15/12/2011 20:23  Aggiornato: 15/12/2011 20:23
So tutto
Iscritto: 17/8/2011
Da:
Inviati: 3
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Caro Kolza, la tua "dotta" disquisizione non cambia di un millimetro la Sostanza, sempre che a te come interessi andare alla fonte . Per il Cristianesimo Cattolico Romano Apostolico, la reincarnazione è come dice S.Paolo, una delle tante storielle a cui molti stolti si rivolgeranno :.....

Sperando di non dare le classiche perle ai porci,ma per coloro che sono in buona fede, cito testuale.

2 Timoteo 4: Paolo poco prima di morire

... Ti scongiuro, davanti a Dio e a Cristo Gesù che deve giudicare i vivi e i morti, per la sua apparizione e il suo regno: 2 predica la parola, insisti in ogni occasione favorevole e sfavorevole, convinci, rimprovera, esorta con ogni tipo di insegnamento e pazienza. 3 Infatti verrà il tempo che non sopporteranno più la sana dottrina, ma, per prurito di udire, si cercheranno maestri in gran numero secondo le proprie voglie, 4 e distoglieranno le orecchie dalla verità e si volgeranno alle favole. 5 Ma tu sii vigilante in ogni cosa, sopporta le sofferenze, svolgi il compito di evangelista, adempi fedelmente il tuo servizio.

AMEN

yarebon
Inviato: 15/12/2011 20:26  Aggiornato: 15/12/2011 20:26
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2366
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Le testimonianze sull'opera di Cayce sono tante, il problema non sta sulla veridicità o meno e neanche sulle profezie azzeccate o meno, tutti sanno che chi ha a che fare con questi fenomeni, ha a che fare anche con un campo in cui vi sono inesattezze e bugie che non sconfessano affatto il fenomeno, semmai ci mettono dinanzi al problema delle "fonti", stesso Cayce e chi lo ha seguito sa che ha avuto a che fare anche con entità non positive e che hanno approfittato delle sue capacità, quindi distinguerei il fenomeno dal contenuto che è qualcosa di diverso.
Però spesso dimentichiamo questo importante fatto ed agiamo come il Cicap con un ragionamento del tipo "molte sue profezie non si sono avverate quindi inevitabilmente dice bugie" (sic), appunto idealiziamo e rendiamo sovra-umano ciò che comunque è semplicemente un essere umano, con i suoi errori e che si trova di fronte ad una realtà più grande di lui, i profeti ed i santi perfetti lasciamoli ai testi sacri e alle mitologie, nella vita reale tutto è diverso.
Qualcuno chiedeva se Cayce si fosse reincarnato, David Wilcock si dichiara la reincarnazione di Cayce detta così sembra un enorme fesseria e chissà forse lo è, però chi crede in queste cose e legge alcuni suoi documenti troverà informazioni interessanti. Purtroppo in un mondo caotico come il nostro non è dato sapere come stanno davvero le cose.

giaggia
Inviato: 15/12/2011 20:46  Aggiornato: 15/12/2011 20:46
So tutto
Iscritto: 15/12/2011
Da:
Inviati: 2
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
ciao sono appena entrato in questo sito e lanciato nella lettura!
non voglio essere scortese già alla prima :) ma non capisco quando scrivi di "strato della materia" cosa intendi nella differenza tra "biologica" e "meramente fisica",potresti precisarlo?
grazie

Redazione
Inviato: 15/12/2011 21:35  Aggiornato: 15/12/2011 22:00
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
PIKE: Citazione:
1. Se il racconto della vita e delle opere di Cayce siano verosimili: sembra essere un personaggio costruito a tavolino.
E’ verosimile quanto possono esserlo dieci biografie diverse, tutte ampiamente documentate (basate cioè su documentazione originale), scritte da persone completamente diverse, mai contestate da nessuno, che coincidono su tutti i passaggi più importanti della sua vita.

Non so cosa tu intenda per verosimile, ma per me… it doesn’t get any better than that.

In Virginia c'è addirittura l'archivio con tutti i documenti originali, visitabile da chiunque (non è però "liberamente scaricabile da internet" )

Citazione:
2. Se il fatto di avere suggestioni su cure mentre si e' in trance significhi che ogni altra cosa che si dica, si proclami e si pensi sia vera.
Non credo che questo sia mai successo. Anzi, succedeva il contrario. Quando era in trance parlava di cose complicatissime (anatomia soprattutto) che da sveglio non sapeva nemmeno che esistessero.

Citazione:
3. Capire anche come certe conoscenze (Servizio Segreto) abbiano contribuito alla diffusione del suo mito, poiche' e' fuori di ogni dubbio che anche se lui fosse (come sembra) genuino nei suoi stati di trance, quel che e' seguito alla sua morte non sembra affatto esserlo.
Come sempre in questi casi eccezionali, quello che succede dopo la morte cerca sempre di influenzare la lettura a posteriori, in un senso come nell’altro. Ci sarà sicuramente chi cerca di esagerare la portata di Cayce, come c’è anche – tu stesso lo hai riportato – chi cerca di sminuirla.

Ma noi siamo abbastanza furbi da limitarci ai fatti e non cascare mai nelle trappole dello spin, vero?

Citazione:
Se bisogna credere ad una fonte sola per non essere debunkers, mettimi dalla parte dei debunkers gia' fin d'ora...
Non mi sarei mai permesso di arrivare a tanto. Però nel caso di Cayce bisogna saper rispettare l’INTEGRALITA’ della sua esperienza, prima di provare a debunkarla. Poi ben venga qualunque scetticismo, ci mancherebbe, ma che sia fatto in modo serio e analitico, non alla cazzo di DJ.

E' facile puntare il dito su una "profezia" che non si è avverata, ignorando nel frattempo 14.000 diagnosi a distanza, precise ed accurate, fatte su persone che non aveva e non avrebbe mai incontrato nella sua vita.

Quando hai davanti dozzine di lettere originali di dottori stupefatti, che ti scrivono "Come cazzo ha fatto a capire cosa aveva il mio paziente?" (sottinteso: "che io da mesi non ci riuscivo") bisogna accettare questa realtà e introdurla nell'equazione.

giaggia
Inviato: 15/12/2011 21:36  Aggiornato: 15/12/2011 21:36
So tutto
Iscritto: 15/12/2011
Da:
Inviati: 2
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
MATITA

certo non ha previsto che per curare un essere da lui creato si debba togliere la vita ad un' altro.....gia qui casca tutto il teorema del vostro Cayce, visto che è basato sul divino amore per tutte le creature.

Non è del tutto vero:life feeds on life e cioè la vita si nutre divita....senza questa regola la Natura non esisterebbe,a meno che non ti metti a preparare un'insalata mista al bel tigrotto :)(scusa l'ironia sono nuovo ma in buone fede).Che poi,l'insalata pure sarebbe viva,possiamo parcellizzare finchè se ne vuole,considerando però l'imperfezione della nostra natura quale osservatore!!!!!!!! Però debbo ammettere che l'uso della carne per come ne ha parlato benitoche difetta di prospettiva antropocentrica:in Natura,quella vera,non quella di cui se ne parla,chi non si può "curare"...fa spazio!!


i commenti di Calvero li ho riletti più volte e sinceramente non ho nulla da rispondere perchè non dice nulla

ti do ragione anche su Calvero:potrebbe fare "qualunquemente 2",eheheh,scusa Calvero ripeto sono nuovo in buona fede! si percepisce però che hai una certa passione grammatical/sintattica per una letteratura mittle europea:kant o schopenhauer(discepoli...)?? :)


P.S. l'alimentazione è sacra caro/a Matita:però allo stesso modo,che ne sai che tutto ciò che sai è Vero,importa che sia comodo e credibile,il cibo intendo!

Ciaooo a tutti

DjGiostra
Inviato: 15/12/2011 22:47  Aggiornato: 15/12/2011 22:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
@Redazione:
Citazione:
non alla cazzo di DJ.

Per inciso.. Non stai parlando di me vero ???

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
Ghilgamesh
Inviato: 15/12/2011 23:13  Aggiornato: 15/12/2011 23:13
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Citazione:
Autore: Redazione Inviato: 15/12/2011 21:35:25

Come sempre in questi casi eccezionali, quello che succede dopo la morte cerca sempre di influenzare la lettura a posteriori, in un senso come nell’altro. Ci sarà sicuramente chi cerca di esagerare la portata di Cayce, come c’è anche – tu stesso lo hai riportato – chi cerca di sminuirla.


Volevo solo far notare che Cayce è uno di quelli che la storia cerca di far scomparire, voglio dire, fate il confronto con Nostradamus, la mole di dati, la chiarezza espositiva, non c'è confronto ... e chiedete in giro ai vostri amici chi conoscono dei due.

Mi ricorda un pò Tesla, nettamente superiore ad Edison in praticamente tutto, ormai ignorato dai più a differenza del collega.

In genere mi piacciono i personaggi che la storia vuol far scomparire.

peonia
Inviato: 15/12/2011 23:54  Aggiornato: 15/12/2011 23:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Non preoccupatevi (parlo agli atei/materialisti ), non sto dando una "svolta spirituale" al sito. Anzi, mi sembrava interessante riproporre Cayce, in coda alla discussione più recente, proprio perchè è uno dei rarissimi casi di esperienza metafisica verificata e confermata.

@ Massimo, peccato, ci speravo....un lieve tocco di qualcosa meno materialistico almeno per Natale non ci stava male!

ma chi non vuol vedere negherà sempre anche davanti all'evidenza....

avevo postato quel link sull'esperienza della dott. JillBolton ed il suo ictus che diceva cose bellissime sul funzionamento del nostro cervello, ma anche della materia di cui siamo fatti...ignorato totalmente, tranne Giano ...

meglio rimanere bassi, occhi e piedi puntati sulla terra....non si sa mai...volassimo.

@ clodoveo

non insistere sulla reincarnazione sempre negata, non è vero, la Reincarnazione nel Cristianesimo era accettata sino al 325 d.C. Ed è stata resa Eretica solo dopo il Concilio di Costantinopoli del 533 d.C.

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
perspicace
Inviato: 16/12/2011 0:00  Aggiornato: 16/12/2011 0:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Autore: Ghilgamesh

Citazione:
In genere mi piacciono i personaggi che la storia vuol far scomparire.


Idem


Mi è venuto in mente l'altro giorno mentre ero nel forum su E.T. parafisico la stessa cosa, avevo visto questo DOC qualche anno fa e l'avevo quasi dimenticato, poi però come sentivo che si cercava di comprendere l'incomprensibile, bèh come un fulmine a ciel sereno ecco che ricompare Edgar.

Da notare che come lui anche Tesla riceveva informazioni-illuminazioni in sogno su come realizzare i suoi progetti tra cui il motore magnetico.

@ Redazione

Ma un bel articolo sul Sogno?

Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
captcha
Inviato: 16/12/2011 0:14  Aggiornato: 16/12/2011 0:14
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/3/2010
Da:
Inviati: 832
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Dedicata a Pike.

“Ebbene, Michael Wells Mandeville, un ricercatore americano indipendente, che, come si è detto, ha dedicato anni di studio ai reading di Cayce, esaminando scientificamente tutte le sue previsioni nei più svariati ambiti, è giunto alla conclusione – i dati sono pubblicati in una imponente trilogia di ben 1438 pagine, Return of the Phoenix - che la percentuale di profezie di Cayce ad oggi realizzatesi raggiunge il 92%!”

Kolza
Inviato: 16/12/2011 0:52  Aggiornato: 16/12/2011 8:10
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/6/2004
Da: MMMMMMonza
Inviati: 916
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Caro Clodoveo,
Su Paolo/Saul di Tarso vi sono parecchi dubbi: in particolare la sua produzione (che pare incoerente in taluni punti) è talmente vasta e non applicabile tout court ai dogmi di Chiesa (si vedano in tal senso le donne-diacono cui fa riferimento in più lettere). Taluni esegeti biblici, difatti, parlano più correttamente di diversi autori che utilizzano il medesimo nome.
Paolo, inoltre, è stato il vero fautore dell'internalizzazione del Cristianesimo (basti pensare alla fine del dogma della circoncisione) con il distaccamento definitivo dal mondo ebraico: si potrebbe tranquillamente parlare di Paolo-Cristianesimo (la versione occidentale) contrapposta al giudeo-cristianesimo che prosperò in Medio-Oriente fino al VI-VII secolo d.C. e che ricolloca l'avvento di Gesù come Messia nell'ortodossia ebraica (in tal senso si può suggerire una comparazione con Rev Hillel, la cui scuola mostra sorprendenti parentele con il messaggio di Gesù).
La verità, tuttavia, è che qualsiasi religione viene definita da e per uomini, subendo ripetute modifiche: il messaggio di Gesù (che si può ricostruire anche storicamente comparandolo con gli autori religiosi del suo tempo) è stato spesso distorto dai "successori" in base agli interessi del momento (quanti concilii sono stati deviati dal cesaropapismo...) corrompendo a lungo il cristianesimo nella sua essenza di messaggio di speranza, carità e serenità.
Sulla reincarnazione un amico molto praticante mi suggeriva l'episodio del cieco come metafora della reincarnazione. Tuttavia, il rimaneggiamento e l'interpolazione dei Vangeli ha portato ad alcuni "bachi di sistema".
Ma in fondo, ognuno creda a ciò che vuole.
Come disse Kant "Il cielo stellato sopra di me e la legge morale dentro di me." :)

Pispax
Inviato: 16/12/2011 3:25  Aggiornato: 16/12/2011 3:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Clodoveo



Citazione:
3 Infatti verrà il tempo che non sopporteranno più la sana dottrina, ma, per prurito di udire, si cercheranno maestri in gran numero secondo le proprie voglie, 4 e distoglieranno le orecchie dalla verità e si volgeranno alle favole.


Questa roba è persino meglio di Cayce.
Ben 2.000 anni prima avevano preconizzato con grande accuratezza che ci sarebbe stata la cultura New Age.

In effetti più che smentita della reincarnazione quella sembra una smentita della cromoterapia.

NeWorld
Inviato: 16/12/2011 3:34  Aggiornato: 16/12/2011 3:37
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/1/2011
Da: Around the World
Inviati: 629
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Massimo hai fatto bene a riprendere questo articolo,quando è stato pubblicato la prima volta non ho avuto modo di leggerlo e poi me ne sono dimenticato. Ora l'ho letto tutto.

Non nutro dubbi sul fatto che questi fenomeni esistano,anzi,questa è per me l'ennesima conferma (anche documentata) della presenza di esseri "spirituali".
Il problema è comprendere chi siano questi esseri e quale siano i loro piani e obbiettivi.

Ora espongo la mia lettura di ciò che a mio avviso successe a Cayce (la mia chiave di lettura è basata sul libro che nel corso della storia ha subìto più attacchi di ogni altro..proprio a causa della presenza di queste "entità spirituali"....La Bibbia):

Ora vi spiego da quali aspetti ho tratto le mie conclusioni.

poteva parlare a piacimento con lo spirito del nonno defunto – sosteneva - e spesso si ritrovava a giocare con piccoli “amici immaginari” che lui diceva essere spiriti dell’aldilà.

I morti non possono comunicare con i vivi:
“I viventi sono consci che moriranno; ma in quanto ai morti, non sono consci di nulla”. (Ecclesiaste 9:5)

 "Tutto ciò che la tua mano trova da fare, fallo con la tua medesima potenza, poiché non c’è lavoro né disegno né conoscenza né sapienza nello Sceol, il luogo al quale vai. " (Ecclesiaste 9:9-10)

Quindi chi erano gli spiriti dell'aldilà?

Continuava a straparlare, come se fosse in trance, e ad un certo punto dettò una strana ricetta per un impacco che doveva venirgli applicato sulla schiena...

la sua capacità di dormire con un libro sotto il cuscino, e di saperne recitare l’intero contenuto il giorno seguente, senza mai averne aperto una sola pagina...

non appena Cayce andò in trance tornò a parlare con la sua voce normale.


Sono straconvinto che chi stava parlando non era Cayce,ma andiamo avanti..

si resero conto che Edgar aveva parlato nella prima persona plurale: “abbiamo qui davanti il corpo fisico di Edgar Cayce”, aveva detto la sua voce, suggerendo sia una “pluralità” nella fonte che un distacco della medesima dalla persona fisica che parlava.

"Ma sceso a terra, gli venne incontro dalla città un uomo che aveva dei demoni. E per un tempo considerevole egli non aveva indossato vestiti, e non stava in casa, ma fra le tombe. Alla vista di Gesù gridò e gli cadde davanti, e disse ad alta voce: “Che ho a che fare con te, Gesù, Figlio dell’Iddio Altissimo? Ti imploro di non tormentarmi”. (Poiché aveva ordinato allo spirito impuro di uscire dall’uomo. Infatti se ne era impadronito da molto tempo, ed egli era stato ripetutamente legato con catene e ceppi sotto custodia, ma rompeva i legami ed era condotto dal demonio nei luoghi solitari). Gesù gli chiese: “Qual è il tuo nome?” Disse: “Legione”, perché in lui erano entrati molti demoni. Ed essi lo supplicavano di non ordinar loro di andare nell’abisso.(Luca 8:27-31)

Notato l'analogia?

le predizioni del futuro, che Cayce ha fatto più volte

"E accadde che mentre andavamo al luogo di preghiera, una serva con uno spirito, un demonio di divinazione, ci venne incontro. Essa forniva ai suoi signori molto guadagno praticando l’arte della predizione." (Atti 16:16)

Oh,oh altra analogia!

Dopodiché il dottore metteva Cayce in trance, e gli sottoponeva il caso della persona malata. A quel punto Cayce iniziava a descrivere l’esatta sintomatologia del paziente, con le relative cure che andavano effettuate. Il dottore prendeva nota di tutto, dopodichè spediva al paziente - oppure al suo medico curante - sia la diagnosi che la cura prescritta. Quando Cayce si svegliava dal trance, non sapeva assolutamente nulla di quello che aveva detto....

ma furono soprattutto colpiti dal fatto che Cayce, in trance, dimostrasse una perfetta ed assoluta conoscenza dell’anatomia e della fisiologia del corpo umano - cose che naturalmente non aveva mai studiato in vita sua. Cayce non aveva nemmeno completato la terza media.


Altra conferma che non era lui a fare diagnosi "paranormali"...ma chi poteva avere un tale potere? Proseguiamo...

Cayce gli aveva descritto fin nel minimo dettaglio avvenimenti del suo passato ai quali certamente non poteva aver assistito.

Ma se Cayce non poteva aver assistito a quegli avvenimenti CHI poteva averli visti?

Cominciò ad apparire evidente che le informazioni riportate da Cayce non provenissero da lui, ma da una "entità" situata esternamente al suo corpo fisico, e collocata su un piano “spazio-temporale” diverso dal suo. Cayce accettò con grande umiltà l’idea di essere un semplice canale di comunicazione per quell'entità, che lui iniziò a chiamare “the Source”, ovvero “la Fonte”.

Siamo al punto centrale. Piano “spazio-temporale” diverso dal suo o altra dimensione ossia dimensione "spirituale". Erano esseri spirituali quindi. Ma ora è importante comprendere i loro piani o obbiettivi.

Nel corso degli anni Cayce avrebbe imparato che tutte le richieste di informazioni intese a soddisfare egoismo e avidità personali non sarebbero state soddisfatte, mentre le informazioni finalizzate ad un gesto altruistico, anche se “a scopo di lucro”, sarebbero state date...

Risultò così che circa il 90% di loro era effettivamente guarito dalle proprie malattie, mentre l’insuccesso del restante 10% era attribuibile, nella maggioranza dei casi, ad una errata applicazione della terapia prescritta.


Pare sia a fin di bene...ma...

"Satana stesso continua a trasformarsi in angelo di luce.Perciò non è nulla di grande se anche i suoi ministri continuano a trasformarsi in ministri di giustizia." (2 Corinti 11:14-15)

Ma a quel punto la Fonte aveva dato a Cayce sufficienti informazioni sui meccanismi e sui cicli della vita, sulle origini e sulla natura stessa dell’umanità, perché Cayce divenisse profondamente convinto che la reincarnazione sia un fatto reale...
La Fonte infatti gli mostrò come certi passaggi biblici potessero essere letti tranquillamente come una conferma della reincarnazione, e questo tranquillizzò decisamente il devotissimo Edgar.


Interessante.. ci siamo ecco l' OBBIETTIVO! In effetti la reincarnazione è un concetto in contrasto con gli insegnamenti della Bibbia

"Ma la presenza dell’illegale è secondo l’operazione di Satana con ogni opera potente, e segni e portenti di menzogna." (2 Tessalonicesi 2:9)

fu chiesto a Cayce: “Chi era Gesù?”. Cayce rispose senza la minima esitazione che Gesù era un predicatore vissuto in Palestina ai tempi di Erode. Questo predicatore era nato ed era stato allevato nella comunità degli Esseni, una setta religiosa che nel secolo precedente si era ribellata ai rabbini di Gerusalemme, e si era stabilita in una località desertica sulle rive del Giordano, chiamata Qumran.

OBIETTIVO n.2 raggiunto. Screditare Cristo.

In diverse occasioni Cayce avrebbe dichiarato - sempre in stato di trance – che “nemmeno il Creatore è davvero in grado di prevedere con precisione l’esito di un certo evento”

OBIETTIVO n.3. Altro insegnamento in netto contrasto con la Bibbia,con lo scopo di indebolire l'immagine del Creatore.

La finalità del percorso di crescita degli esseri umani (inteso nell’insieme dei loro cicli vitali) è di abbandonare la tendenza a soddisfare gli impulsi egoistici di tipo materiale, a favore di un comportamento altruistico, che abbia come scopo ultimo la realizzazione di appartenere tutti ad una singola “umanità”. (E’ in questa luce, fra le altre cose, che in seguito Cayce avrebbe spiegato la strana “abitudine” della Fonte di parlare sempre al plurale).

Singola umanità (suona anche NWO ?) sotto l'influenza della Fonte ossia i Demoni. Comunque la centralizzazione dell'uomo con evidente esclusione di DIO.

In conclusione:

I Demoni sono in grado di osservarci senza che noi ce ne accorgiamo (sono invisibili) quindi conoscono molte cose di noi. Hanno conoscenza superiori alle nostre in quanto ci osservano da millenni ...anche in campo medico. Così possono prevedere avvenimenti (e a volte causarli). Il loro principale obbiettivo è allontanare l'uomo da Dio,e (purtroppo) ci stanno riuscendo alla grande.
Sono maledettamente furbi. L'analisi di questo articolo me lo conferma ancora una volta.
Se non riconosciamo che esistono abbiamo gia perso in partenza.

"perché abbiamo un combattimento non contro sangue e carne, ma contro i governi, contro le autorità, contro i governanti mondiali di queste tenebre, contro le malvage forze spirituali che sono nei luoghi celesti. " (Efesini 6:12)

Ed eravamo anche stati avvisati...

"perché abbiamo un combattimento non contro sangue e carne, ma contro i governi, contro le autorità, contro i governanti mondiali di queste tenebre, contro le malvage forze spirituali che sono nei luoghi celesti"
shrek76
Inviato: 16/12/2011 6:41  Aggiornato: 16/12/2011 6:41
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/5/2006
Da:
Inviati: 129
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Quante parole sprecate per un semplice indemoniato.
Channelling, ma via...

Ci voleva ma un esorcista!!!!
Per la Blavatsky pure, anzi, per lei il rogo, da vecchia strega qual'era, il rogo o la pubblica abiura delle sue tesi. Steiner buono anche lui, con teosofisti, archeosofisti e compagnia varia tutta. Pace all'anima loro ed anche alla tua Massimo, con sta roba ti perdi. Questi scambiano mammona per il Creatore, chi in buona e chi in cattiva fede, ma il risultato non cambia!

Apri gli occhi e manda questa robaccia dove si merita di essere mandata.....

Kolza
Inviato: 16/12/2011 8:16  Aggiornato: 16/12/2011 8:17
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/6/2004
Da: MMMMMMonza
Inviati: 916
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Caro NeWorld,
Senza scomodare Jacques Valleè e le sue entità parafisiche (con agganci agli jinn di coranica memoria), il discorso che fai e che riallacci alla Bibbia, si potrebbe applicare ad eventuali esseri alieni, che nell'Antico Testamento fanno capolino ben più di una volta...

Paolo69
Inviato: 16/12/2011 9:03  Aggiornato: 16/12/2011 9:03
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/7/2004
Da:
Inviati: 1173
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Le predizioni del futuro secondo gli spiritisti non possono mai essere sicure al 100% , a meno che non intervenga qualche entità superiore con capacità "fuori dal comune".
Nel mondo "parallelo" i fatti che avvengono possono in buona misura essere previsti in quanto riescono a vedere come una certa persona si comporterà a seguito di certi eventi, e come gli eventi generali si svilupperanno , diciamo cosi sommando le intenzioni dei singoli; è abbastanza compicata la cosa. Gli eventi generali poi sono seguiti da entità superiori , che cercano di guidarli verso un percorso migliore per tutti.......Nostradamus c'entra veramente poco!

NiHiLaNtH
Inviato: 16/12/2011 9:24  Aggiornato: 16/12/2011 9:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Citazione:
Interessante.. ci siamo ecco l' OBBIETTIVO! In effetti la reincarnazione è un concetto in contrasto con gli insegnamenti della Bibbia


per me la reincarnazione è il sistema perfetto che può esser stato creato solo da un essere perfetto

purtroppo c'è gente nel 2011 crede ancora al paradiso, all'inferno e hai demoni corporei che puzzano di zolfo

Citazione:
Il loro principale obbiettivo è allontanare l'uomo da Dio


si ma buona parte del lavoro lo hanno fatto e continuano a farlo le grandi religioni di massa

Paolo69
Inviato: 16/12/2011 9:33  Aggiornato: 16/12/2011 9:33
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/7/2004
Da:
Inviati: 1173
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Citazione:
la reincarnazione è il sistema perfetto ce può esser stato creato solo da un essere perfetto, purtroppo c'è gente nel 2011 crede ancora al paradiso, all'inferno e hai demoni corporei che puzzano di zolfo

in realtà la dottrina spiritista conferma l'esistenza di paradiso , inferno , demoni , angeli etc , nonchè la reincarnazione.
La differenza sta nella spiegazione (e non è poco) di questi "stati d'animo".
Fatto salvo che uno spirito puo decidere se , come , quando e dove reincarnarsi , esiste un mondo degli spiriti dove le anime stanno quando non si incarnano , in cui ci sono anche anime che , per il loro grado di elevazione spirituale , non si incarnano piu , ma restano in forma spirituale (angeli).
quando uno spirito invece ha un basso grado di purezza allora cerca di reincarnarsi il prima possibile per progredire , alcuni di questi sono talmente poco evoluti che non hanno neppure questa possibilita(demoni) almeno per un certo periodo di tempo , magari perchè devono espiare colpe commesse(inferno).

NiHiLaNtH
Inviato: 16/12/2011 9:43  Aggiornato: 16/12/2011 9:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Citazione:
(E’ in questa luce, fra le altre cose, che in seguito Cayce avrebbe spiegato la strana “abitudine” della Fonte di parlare sempre al plurale).


come nel corano?

noalgregge
Inviato: 16/12/2011 10:48  Aggiornato: 16/12/2011 10:48
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2010
Da:
Inviati: 307
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Citazione:
liberta11 Inviato: 15/12/2011 18:58:11

@noalgregge Guardati il link di Gustavo Rol che ho postato, rimarrai senza parole.


Grazie Liberta, conosco (approssimativamente) la storia di Rol, penso sia diversa da Cayce perchè Rol era ben cosciente di quello che diceva/vedeva, mentre da quello che ho capito Cayce parlava in stato di trance.

"Non troverai mai la verità se non sei disposto ad accettare anche ciò che non ti aspetti." Eraclito
NeWorld
Inviato: 16/12/2011 11:10  Aggiornato: 16/12/2011 11:10
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/1/2011
Da: Around the World
Inviati: 629
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Kolza:
Caro NeWorld, Senza scomodare Jacques Valleè e le sue entità parafisiche (con agganci agli jinn di coranica memoria), il discorso che fai e che riallacci alla Bibbia, si potrebbe applicare ad eventuali esseri alieni, che nell'Antico Testamento fanno capolino ben più di una volta...


Alieni si,ma di che genere? I Demoni non sono Alieni? Lo sono perchè provengono da una altra dimensione (i cieli) e da ormai circa un secolo "abitano" la terra.

"...E scoppiò la guerra in cielo: Michele e i suoi angeli guerreggiarono contro il dragone, e il dragone e i suoi angeli guerreggiarono, ma esso non prevalse, né fu più trovato posto per loro in cielo. E il gran dragone fu scagliato, l’originale serpente,colui che è chiamato Diavolo e Satana, che svia l’intera terra abitata ; fu scagliato sulla terra, e i suoi angeli furono scagliati con lui.
...Per questo motivo rallegratevi, o cieli e voi che risiedete in essi! Guai alla terra e al mare, perché il Diavolo è sceso a voi, avendo grande ira, sapendo che ha un breve periodo di tempo."(Apocalisse 12:7-9,12)

Questo aspetto,da solo,spiegherebbe moltissime cose riguardo all'ultimo secolo.

1)L'aumento esponenziale delle conoscenze tecnico-scientifiche umane (lo stesso Tesla per esempio disse più volte che le idee gli apparivano come in "visioni") usate spesso per fini dannosi per l'umanità (vedi scoperte di Einstein)

2)Il rapido e progressivo deterioramento dei valori umani,con il prevalere dietro le quinte di un Elite di potere malvagia influenzata direttamente da tali Demoni, che hanno sparso inganni in tutte le direzioni,per confondere gli uomini.

3)Gli stravolgimenti senza precedenti del nostro pianeta sul piano geofisico (terremoti,uragani,tsunami,alluvioni,ecc..)

4) Guerre con un ampiezza e distruttività senza precedenti. Solo nel nostro secolo si parla di guerre mondiali.

...e potrei ancora continuare.

Se intendi esseri di altri pianeti con corpo materiale,non so che dirti,ma sospetto che dietro ad molte di queste "apparizioni" ci siano sempre i Demoni.

NiHiLaNtH:
purtroppo c'è gente nel 2011 crede ancora al paradiso, all'inferno e hai demoni corporei che puzzano di zolfo


Hai perfettamente ragione. In realtà la Bibbia non insegna da nessuna parte che esistano paradiso e inferno...è un invenzione di alcune religioni. E i Demoni non hanno affatto un corpo e sembianze come quelle descritte da Dante Alighieri. Pura fantasia. Sono "spirituali" ossia immateriali.

si ma buona parte del lavoro lo hanno fatto e continuano a farlo le grandi religioni di massa

Quoto e straquoto la tua frase! Se queste religioni avessero portato il VERO cristianesimo sarebbe stato evidente dai loro frutti:

“Entrate per la porta stretta; perché ampia e spaziosa è la strada che conduce alla distruzione, e molti sono quelli che vi entrano; mentre stretta è la porta e angusta la strada che conduce alla vita, e pochi sono quelli che la trovano.
“Guardatevi dai falsi profeti che vengono a voi in manto da pecore, ma dentro sono lupi rapaci. Li riconoscerete dai loro frutti. Non si coglie uva dalle spine né fichi dai cardi, vi pare? Similmente ogni albero buono produce frutti eccellenti, ma ogni albero marcio produce frutti spregevoli; l’albero buono non può dare frutti spregevoli, né l’albero marcio può produrre frutti eccellenti. Ogni albero che non produce frutti eccellenti è tagliato e gettato nel fuoco. Realmente, quindi, riconoscerete quegli uomini dai loro frutti.(Matteo 7:13-20)

"perché abbiamo un combattimento non contro sangue e carne, ma contro i governi, contro le autorità, contro i governanti mondiali di queste tenebre, contro le malvage forze spirituali che sono nei luoghi celesti"
perspicace
Inviato: 16/12/2011 11:31  Aggiornato: 16/12/2011 11:50
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
bibbia, bibbia,bibbia, ma in Giappone i demoni non sono per forza di cose il male hanno scopi ben determinati hanno un destino.

E voler vedere il mondo sempre e solo con gli stessi occhi (quelli occidentali) che ci porta a distorcere la realtà e ci impedisce di comprenderla.















































Nella mitologia giapponese, si credeva che questi animali possedessero una grande intelligenza, vivessero a lungo ed avessero poteri magici. Il principale tra questi ultimi è l'abilità di cambiare aspetto ed assumere sembianze umane; si dice che una volpe impari a far questo quando raggiunge una determinata età. Le Kitsune appaiono spesso con l'aspetto di una donna bellissima, una dolce ragazzina o un vecchio, ma mai come una donna anziana.

Altri poteri che sono spesso attribuiti alla Kitsune includono la possessione, la capacità di appiccare il fuoco con la/e coda/e o di sputare fuoco, il potere di entrare nei sogni e l'abilità di creare illusioni così complesse da essere quasi indistinguibili dalla realtà. Alcuni racconti vanno oltre, parlando di Kitsune con la capacità di piegare il tempo e lo spazio, di far impazzire, o di assumere altre forme oltre a quelle umane, come un albero altissimo o una seconda luna in cielo.

Occasionalmente le Kitsune sono descritte in termini simili ai vampiri o ai succubi - queste Kitsune si nutrono della vita o dell'anima degli umani, generalmente attraverso contatto sessuale.

fonte

Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
yarebon
Inviato: 16/12/2011 11:39  Aggiornato: 16/12/2011 11:39
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2366
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Bravo perspicace, alla fine è tutto un gioco di scatole cinesi, chi usa la bibbia come interpretazione, un libro manipolato ed imperfetto fa lo stesso errore dell'accusato, purtroppo è il limite occidentale quello di vedere fuffa in ogni cosa che si discosti anche solo un pò dal cristianesimo, questo vuol dire farsi influenzare dalla propria cultura e non andare oltre ed avere una panoramica obiettiva.

Spiderman
Inviato: 16/12/2011 12:21  Aggiornato: 16/12/2011 12:21
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 19/9/2009
Da:
Inviati: 2722
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Personaggio molto, ma molto affascinante! Tènchiù!

"Ogni giorno racconto la favola mia, la racconto ogni giorno chiunque tu sia, e mi vesto di sogno per darti se vuoi, l'illusione di un bimbo che gioca agli eroi. (Renato Zero)
incredulo
Inviato: 16/12/2011 12:26  Aggiornato: 16/12/2011 12:26
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
@yarebon

Bravo perspicace, alla fine è tutto un gioco di scatole cinesi, chi usa la bibbia come interpretazione, un libro manipolato ed imperfetto fa lo stesso errore dell'accusato, purtroppo è il limite occidentale quello di vedere fuffa in ogni cosa che si discosti anche solo un pò dal cristianesimo, questo vuol dire farsi influenzare dalla propria cultura e non andare oltre ed avere una panoramica obiettiva.

Ogni CULTURA ha i suoi miti, e ogni CULTURA si serve dei propri miti per sciogliere il velo ultimo che ci separa dalla COMPRENSIONE.

In occidente le tre religione monoteistiche, partono tutte dallo stesso libro.

Libro che è IMPOSSIBILE interpretare razionalmente, un libro manipolato ed ermetico ma BASE di una ricerca spirituale comune.

In oriente, gli stessi miti sono presenti in altre forme e altri testi e nel buddismo, per esempio ci si divide su quale sia il sutra più importante del testo che raccoglie gli insegnamenti ORALI del Buddha, nell'Induismo con i testi più antichi che si conoscono, nel Taoismo che è più un SISTEMA DI VITA che una religione.

La questione interessante è che esiste una REALTA' COMUNE in tutti i miti del mondo.

Quei miti che la nostra CULTURA odierna relega nel campo della superstizione e della fuffa, roba per creduloni e decerebrati, gente paranoica che starebbe bene rinchiusa, per informazioni chiedere allo "scientifico" CICAP, quei miti che SERVONO per vedere la REALTA' da altri punti di vista, che SERVONO ad aprire porte di consapevolezza.

La loro DIVISIONE è solo apparente.

Saluti

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
o_dotor
Inviato: 16/12/2011 14:02  Aggiornato: 16/12/2011 14:24
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/11/2006
Da:
Inviati: 82
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Domanda tecnica:

Se Cayce, nei suoi momenti di incoscienza, si è trovato ad essere un tramite fisico, appartenente a questa nostra dimensione , per entità non meglio note, significa che queste stesse entità avevano necessità di utilizzare le doti medianiche di Cayce ma anche la sua persona fisica,
cioè dovevano utilizzare il suo apparato fonatorio per palesarsi in questo mondo.

Allora mi chiedo
quando Cayce ebbe una paralisi ai muscoli delle corde vocali, originata sì da un atteggiamento psicologico, ma causata una scarsa affluenza di sangue, quindi da un problema fisiologico oggettivo, non un semplice blocco psichico, che egli avrebbe curato e risolto sotto ipnosi (quindi era un problema presente anche in quel momento)... come minchia faceva a parlare?


Altra domandina:

quale sarebbe il senso del libro sotto il cuscino?
Cioè, cosa si dovrebbe supporre? Che in questo fenomeno conta quanto sia vicina alla testa una pagina stampata?
Se, ammettiamo, Cayce si faceva un pisolino su una sedia con un libro di cucina sotto il culo, si svegliava forse con la pancia piena?

Al di là delle battute, vogliamo pensare che esista un nesso fra la pagina di carta, l’inchiostro per stampare i caratteri visibili ai nostri occhi, ed i concetti da loro veicolati grazie all’utilizzo dell’organo visivo e della educazione del nostro cervello ad interpretare i segni convenzionali del linguaggio scritto, ossia che i libri contengano davvero ciò di cui parlano e che quindi il cervello possa “leggerli” e memorizzarli anche attraverso poteri sensoriali a noi sconosciuti?

Certo, quelle entità esterne avrebbero potuto aiutare Cayce, in qualche modo "leggendo" per lui il contenuto. Ma allora qual’era il senso del libro sotto il cuscino? Forse un segnale per quelle entità che quella notte aveva voglia di leggersi quel certo libro?

Queste storie mi piacciono e mi piace crederci il più possibile. Resto un po’ sorpreso leggerle qui sopra, dove si smontano le “versioni ufficiali”, che anch’io voglio smontare il più possibile.

edo
Inviato: 16/12/2011 15:03  Aggiornato: 16/12/2011 15:03
Sono certo di non sapere
Iscritto: 9/2/2006
Da: casa
Inviati: 4529
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Citazione:
quando Cayce ebbe una paralisi ai muscoli delle corde vocali, originata sì da un atteggiamento psicologico, ma causata una scarsa affluenza di sangue, quindi da un problema fisiologico oggettivo, non un semplice blocco psichico, che egli avrebbe curato e risolto sotto ipnosi (quindi era un problema presente anche in quel momento)... come minchia faceva a parlare?


Fai la TUA premessa e (ovviamente) arrivi alla TUA conclusione.
Quando andava in trance il problema spariva EPPERCIO' poteva parlare.
E' scritto chiaramente, poi ovviamente, puoi non crederci... nessuno ti punta contro alcuna rivoltella.

Citazione:
quale sarebbe il senso del libro sotto il cuscino?


Ti citerò un altro esempio; per quanto ricordi di aver letto a proposito di Giordano Bruno, a lui bastava far scorrere velocemente, in pochi secondi, le pagine di un qualsiasi libro per ricordare ogni particolare che vi fosse scritto, compresa la citazione della pagina e la riga.
Tant'è che il suo livello spirituale non lasciò indifferente neppure quel macellaio porporato del cardinale bellarmino.

Non voglio dilungarmi più di tanto (anche perchè sarebbe tempo perso) ma se vuoi avvicinarti a ipotesi un po' meno pedestri di quelle che ipotizzi, ti consiglio di guardare (e capire) ciò che dice QUESTO SIGNORE (che per inciso ha un curriculum scientifico di tutto rispetto... se non ci credi, verifica).

furion2012
Inviato: 16/12/2011 18:44  Aggiornato: 16/12/2011 18:44
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/8/2009
Da:
Inviati: 174
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
missa che gli unici ciarlatani sino ad ora sono gli scienziati non chi ha sostenuta di avere capacità speciali non spiegabili.

che mondo strano .

l' uomo dimentica il suo passato e crede ancora oggi di essere più intelligente degli egizi di 4000 o 10000 anni fa.

leggiamo la vera traduzione della bibbia e non parla nemmeno lontanamente di un dio buono e giusto, ma di un killer di popoli e genocidi.


ma che strana la vita cercano sempre di infinocchiarti in qualsiasi modo.

Redazione
Inviato: 16/12/2011 20:09  Aggiornato: 16/12/2011 20:24
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Peonia: “ignorato totalmente”

Questo lo dici tu. Non sempre è necessario fare un pubblico applauso.

***

NEWORLD: “OBIETTIVO n.2 raggiunto. Screditare Cristo.”

Forse faresti bene a leggere la sua biografia. Se c’era una cosa che lo DEVASTAVA quotidianamente era proprio l’immagine del Cristo storico che usciva dai suoi trance, e che non combaciava assolutamente con quella canonica.

Cayce era un cristiano bigotto, quasi fondamentalista (insegnava letture della Bibbbia ogni domenica), e la cosa più difficile per lui è stata quella di riconciliare la sua visione ristretta, tipica del Bible Belt, con un concetto cristico molto più ampio e universale.

In ogni caso, non c’era bisogno di Cayce per scoprire l’ipotesi del Cristo essenico. Lui casomai l’avrebbe solo confermata.

***

SHREK: “Quante parole sprecate per un semplice indemoniato. Channelling, ma via... Steiner buono anche lui, con teosofisti, archeosofisti e compagnia varia tutta. Pace all'anima loro ed anche alla tua Massimo, con sta roba ti perdi. Apri gli occhi e manda questa robaccia dove si merita di essere mandata.....”

D’accordo, farò come dici tu.

(Grazie per avermi salvato: ero già sull’orlo del baratro)

DjGiostra
Inviato: 16/12/2011 20:17  Aggiornato: 16/12/2011 20:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
@NeWorld:
Continui a citare la bibbia a memoria..
Ma hai una vaga idea di quello che dice ??
Io me la sono fatta sentendo uno che la bibbia la conosce bene a quanto pare..
e ci ho messo 2 ore circa !!!!
Solo un idea !!!! Vatti a vedere i video postati da Redna nel topic sulla bibbia
e vedi di rispondere alle domande !!!!!

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
PikeBishop
Inviato: 16/12/2011 21:03  Aggiornato: 16/12/2011 21:03
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Citazione:
Vatti a vedere i video postati da Redna nel topic sulla bibbia

Su, bambini, siamo seri...

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
Paolo69
Inviato: 16/12/2011 21:09  Aggiornato: 16/12/2011 21:10
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/7/2004
Da:
Inviati: 1173
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Non e' che voglio essere ripetitivo , ma leggo tanti commenti "astratti"......
Il tutto si inquadra perfettamente nella dottrina spiritista di allan kardek.
Se interessa capire di piu basta leggere il libro dei medium oppure il vangelo secondo gli spiriti dello stesso autore.
Non esiste un medium che non rispetti quanto descritto in quei libri.

Morpheo70
Inviato: 16/12/2011 21:13  Aggiornato: 16/12/2011 21:13
Ho qualche dubbio
Iscritto: 12/5/2011
Da:
Inviati: 88
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Interessante quest uomo, non lo conoscevo....Grazie

ho visto anche questo ..... e come al solito non dicono tutto.

http://www.youtube.com/watch?v=hnRSd_dvcik&feature=related

peonia
Inviato: 16/12/2011 23:51  Aggiornato: 16/12/2011 23:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Massimo non è che quando posto qualcosa che mi sembra molto interessante è per avere un plauso....però un feedback per magari intavolare un dialogo, come rilfessione sul tema sì.....certe persone straparlano su argomenti spesso nemmeno attinenti ma triti e ritriti...
qualcosa di "eccezionale", come la testimonianza in questione, ogni tanto non sarebbe male. Sono certa che se invece che io l'avesse postato qualcun altro....se ne parlava!
(e non sono paranoica..) Tutto qui.

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
NeWorld
Inviato: 17/12/2011 2:10  Aggiornato: 17/12/2011 2:10
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/1/2011
Da: Around the World
Inviati: 629
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
perspicace:
bibbia, bibbia,bibbia, ma in Giappone i demoni non sono per forza di cose il male hanno scopi ben determinati hanno un destino.


Ma la descrizione che ne fai in seguito non mi sembra affatto positiva.Anzi.

E voler vedere il mondo sempre e solo con gli stessi occhi (quelli occidentali) che ci porta a distorcere la realtà e ci impedisce di comprenderla.

Qui non è questione di oriente o occidente,ma di capire CHI sono questi Demoni e quali sono i loro obiettivi. Se riescono addirittura a passare per esseri buoni,l'inganno è totale!

Quello che mi dici mi conferma ancora di più le cose che ho detto in precedenza.

Redazione:
Forse faresti bene a leggere la sua biografia. Se c’era una cosa che lo DEVASTAVA quotidianamente era proprio l’immagine del Cristo storico che usciva dai suoi trance, e che non combaciava assolutamente con quella canonica. Cayce era un cristiano bigotto, quasi fondamentalista (insegnava letture della Bibbbia ogni domenica), e la cosa più difficile per lui è stata quella di riconciliare la sua visione ristretta, tipica del Bible Belt, con un concetto cristico molto più ampio e universale. In ogni caso, non c’era bisogno di Cayce per scoprire l’ipotesi del Cristo essenico. Lui casomai l’avrebbe solo confermata.


Infatti gli obiettivi di cui parlo non erano di Cayce,ma di chi ne assumeva il controllo nei momenti di trance o ipnosi. Lui è stato solo un mezzo per i Demoni per raggiungere i loro scopi e il fatto che abbiano scelto una persona così legata alla Bibbia mi fa riflettere ancora di più su quanto siano astute e subdole le loro tecniche per screditare tale Libro.

E direi che se oggi molti considerano attendibili le ipotesi del Cristo essenico,hanno avuto successo in questo (e non solo con l'ausilio di Cayce...non sottovalutiamo la loro ampia sfera di influenza sugli esseri umani).

Lo so a molti potrebbe sembrare un discorso chiuso,ma vi garantisco che io stesso a volte rimango sconcertato di come leggendo molti avvenimenti alla luce delle conoscenze bibliche,si trovi una spiegazione. E senza fare forzature.

DjGiostra:
@NeWorld: Continui a citare la bibbia a memoria.. Ma hai una vaga idea di quello che dice ?? Io me la sono fatta sentendo uno che la bibbia la conosce bene a quanto pare.. e ci ho messo 2 ore circa !!!! Solo un idea !!!! Vatti a vedere i video postati da Redna nel topic sulla bibbia e vedi di rispondere alle domande !!!!!


Domani me li vedo

"perché abbiamo un combattimento non contro sangue e carne, ma contro i governi, contro le autorità, contro i governanti mondiali di queste tenebre, contro le malvage forze spirituali che sono nei luoghi celesti"
noalgregge
Inviato: 17/12/2011 10:57  Aggiornato: 17/12/2011 10:57
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2010
Da:
Inviati: 307
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Citazione:
Autore: PikeBishop Inviato: 16/12/2011 21:03:46

Citazione: Vatti a vedere i video postati da Redna nel topic sulla bibbia

Su, bambini, siamo seri...


Purtroppo sono al lavoro e non ho tanto tempo per andare a cercare il post di redna sulla bibbia, ma posso presumere che parli di Biglino... mi sbaglio?

Se è corretto, Pike non capisco il tuo post.

"Non troverai mai la verità se non sei disposto ad accettare anche ciò che non ti aspetti." Eraclito
DjGiostra
Inviato: 17/12/2011 11:00  Aggiornato: 17/12/2011 11:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
@Noalgregge:
Hai azzeccato.. sono 4 video di circa mezzora l'uno molto illuminanti
secondo me !!!!!! li consiglio !!!

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
noalgregge
Inviato: 17/12/2011 11:21  Aggiornato: 17/12/2011 11:21
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2010
Da:
Inviati: 307
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Grazie DjGiostra, potresti linkarli?

Prendere spunto per riflessioni dalle traduzioni della bibbia è a mio avviso quantomai rischioso. Quelle non sono traduzioni, sono interpretazioni. Al contrario Biglino propone una traduzione letterale del testo antico, anche se non ho avuto modo di approfondire sia sul personaggio che sul suo lavoro, ma andando a sensazioni penso che non dica cazzate.

"Non troverai mai la verità se non sei disposto ad accettare anche ciò che non ti aspetti." Eraclito
DjGiostra
Inviato: 17/12/2011 11:28  Aggiornato: 17/12/2011 11:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
@Noalgregge:
Ecco qui
Il post e' il 1101 ed e' alla fine..
Tra l'altro, per tornare in tema, Cayce afferma che la fonte gli ha
detto che l'obiettivo finale del ciclo di vite e' diventare altruisti
piuttosto di egosisti come siamo adesso.
Bene a questo punto mi viene da credere che gli Eloim della bibbia
siano i "cattivi" mentre la fonte sia buona....
Si spiegherebbero molte cose....

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
Spiderman
Inviato: 17/12/2011 11:53  Aggiornato: 17/12/2011 11:53
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 19/9/2009
Da:
Inviati: 2722
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
@noalgregge
Video su Biglino li Trovi qui. Non li ho ancora visti, ma leggere di questo personaggio (Cayce) e leggere certi commenti mi ha messo una curiosità incredibile!! Cayce mi mette la stessa "euforia" di Tesla.

"Ogni giorno racconto la favola mia, la racconto ogni giorno chiunque tu sia, e mi vesto di sogno per darti se vuoi, l'illusione di un bimbo che gioca agli eroi. (Renato Zero)
NeWorld
Inviato: 17/12/2011 12:18  Aggiornato: 17/12/2011 12:18
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/1/2011
Da: Around the World
Inviati: 629
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
DjGiostra:
Cayce afferma che la fonte gli ha detto che l'obiettivo finale del ciclo di vite e' diventare altruisti piuttosto di egosisti come siamo adesso.


E tu credi a questra "fonte"?

"Satana stesso continua a trasformarsi in angelo di luce.Perciò non è nulla di grande se anche i suoi ministri continuano a trasformarsi in ministri di giustizia." (2 Corinti 11:14-15)

Io non mi fido per niente,anzi,considero questa "fonte" un pericolo!!!

Bene a questo punto mi viene da credere che gli Eloim della bibbia siano i "cattivi" mentre la fonte sia buona....

Obiettivo raggiunto! Comunque il tempo rivelerà tutto.

"perché abbiamo un combattimento non contro sangue e carne, ma contro i governi, contro le autorità, contro i governanti mondiali di queste tenebre, contro le malvage forze spirituali che sono nei luoghi celesti"
DjGiostra
Inviato: 17/12/2011 12:57  Aggiornato: 17/12/2011 12:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
@NeWorld:

Citazione:
E tu credi a questra "fonte"?


e tu credi alla bibbia ??
(Ti rinnovo l'invito a vedere cosa dice un traduttore che la bibbia a quanto pare
la conosce benissimo !!!!!!!! )

Citazione:
Io non mi fido per niente,anzi,considero questa "fonte" un pericolo!!!

Una fonte che dice che il nostro scopo e' diventare puramente altruisti e'
un pericolo ???????? Ma che cazzo dici ????
E una bibbia che dice che il tuo dio a ammazzato un bel po' di gente cos'e' ???
E non dirmi che non e' vero perche' un episodio lo hanno raccontato nella
sala del regno ed ero presente !!!!!!!

Citazione:
Obiettivo raggiunto! Comunque il tempo rivelerà tutto.

La mia era una pura e semplice opinione !!!!!

Citazione:
Comunque il tempo rivelerà tutto.

Probabilmente e' cosi.. ma potrebbe anche rivelare che te credi a qualcosa
che non si avverera'...
Auguri !!!!

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
Calvero
Inviato: 17/12/2011 13:03  Aggiornato: 17/12/2011 13:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Citazione:
E tu credi a questra "fonte"?


E tu a quale credi?

Il punto è che tu non puoi fare un ragionamento che possa detrarre credibilità ad un altro, quando tu stesso ne usi uno Tuo che non ha maggiore credibilità.

Citazione:

"Satana stesso continua a trasformarsi in angelo di luce.Perciò non è nulla di grande se anche i suoi ministri continuano a trasformarsi in ministri di giustizia." (2 Corinti 11:14-15)


E chi se ne fotte, NeWorld. Ha ragione la Bibbia, non ce l'ha? Sei nelle sabbie mobili obiettivamente, che ti piaccia oppure no. Oppure è cosa certa, certo, se è una questione di Fede ... ma il discorso diventa tutt'altra storia.


Citazione:

Io non mi fido per niente,anzi,considero questa "fonte" un pericolo!!!


A beh .. QUESTA E' VERAMENTE BELLA ....su questo punto invece, stendiamo un Velo pietoso che dovrebbe avere per misura la stessa superficie del Pianeta Terra. Visto che grazie alla Bibbia c'è stata più ingiustizia, sangue, violenza, morte, prevaricazione, fascismi, dispotismi, odio, genocidi, massacri, assassinii e una lista INFINITA di abomini, depravazioni, arroganze, torture, umiliazioni, farneticazioni, falsità, ingiurie, processi, inquisizioni, lavaggi del cervello ... che è assolutamente LOGICO E RAZIONALE ASSERIRE CHE SIA LA BIBBIA L'OPERA DEL DIAVOLO...

... ma un vaffanculo no, NeWorld?

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
DjGiostra
Inviato: 17/12/2011 13:10  Aggiornato: 17/12/2011 13:10
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
@Calvero:
Stramegaquoto !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
Spiderman
Inviato: 17/12/2011 13:20  Aggiornato: 17/12/2011 13:20
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 19/9/2009
Da:
Inviati: 2722
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Sono a metà del primo video di Biglino, ASSOLUTAMENTE da vedere!!

"Ogni giorno racconto la favola mia, la racconto ogni giorno chiunque tu sia, e mi vesto di sogno per darti se vuoi, l'illusione di un bimbo che gioca agli eroi. (Renato Zero)
NeWorld
Inviato: 17/12/2011 13:37  Aggiornato: 17/12/2011 13:38
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/1/2011
Da: Around the World
Inviati: 629
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
DjGiostra:
E una bibbia che dice che il tuo dio a ammazzato un bel po' di gente cos'e' ??? E non dirmi che non e' vero perche' un episodio lo hanno raccontato nella sala del regno ed ero presente !!!!!!!


Non è sbagliato. Confermo quello che dici. Dio è intervenuto in diverse occasioni togliendo la vita a esseri umani.
Ma detto così,si evita di analizzarne le circostanze,i motivi,le modalità e tutto quello che è NECESSARIO per comprendere bene le implicazioni legate ad ogni SINGOLO avvenimento raccontato nella Bibbia.

Probabilmente e' cosi.. ma potrebbe anche rivelare che te credi a qualcosa che non si avverera'...

Certamente. Vale anche per quello in cui credo io.

Calvero:
E chi se ne fotte, NeWorld. Ha ragione la Bibbia, non ce l'ha?


Anni fa mi posi questa domanda,e la ricerca continua. Ritengo la risposta a questa domanda di importanza vitale. La mia posizione la conoscete ed è dovuta al fatto che sull'ago della bilancia (in base alle mie conoscenze ed esperienze di vita) pesano molto di più prove ed evidenze maggiori in una direzione piuttosto che in un altra.

è assolutamente LOGICO E RAZIONALE ASSERIRE CHE SIA LA BIBBIA L'OPERA DEL DIAVOLO...


"perché abbiamo un combattimento non contro sangue e carne, ma contro i governi, contro le autorità, contro i governanti mondiali di queste tenebre, contro le malvage forze spirituali che sono nei luoghi celesti"
DjGiostra
Inviato: 17/12/2011 13:44  Aggiornato: 17/12/2011 13:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
@NeWorld:
Certo che sei incorreggibile !!!!
Alla Prima domanda che ti ho posto hai fatto a fisnta di niente !!!
Rigiri la frittata come ti pare a piace e eviti di rispondere !!!

Citazione:
Certamente. Vale anche per quello in cui credo io.

Ma hai letto quello che ho scritto ??
Quello che ho scritto era riferito a quello che credi tu !!!!!

Citazione:
e la ricerca continua.

Ecco bravo.. senti cosa dice chi della bibbia ne sa' veramente qualcosa !!!
Uno che ;da quel che ne so' io, non appartiene a nessuna religione priprio
perche' la bibbia la conosce veramente !!!!!

Citazione:
La mia posizione la conoscete ed è dovuta al fatto che sull'ago della bilancia (in base alle mie conoscenze ed esperienze di vita) pesano molto di più prove ed evidenze maggiori in una direzione piuttosto che in un altra.

Forse perche' le prove e le evidenze contrarie le eviti come la peste !!!!!!

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
NeWorld
Inviato: 17/12/2011 14:26  Aggiornato: 17/12/2011 14:26
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/1/2011
Da: Around the World
Inviati: 629
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
DjGiostra:
Certo che sei incorreggibile !!!! Alla Prima domanda che ti ho posto hai fatto a fisnta di niente !!!


Chiedo schiuma ora rispondo...

e tu credi alla bibbia ?? (Ti rinnovo l'invito a vedere cosa dice un traduttore che la bibbia a quanto pare la conosce benissimo !!!!!!!! )

Si,credo al messaggio della Bibbia. Te l'ho detto ieri che oggi me li sarei guardati i video!

Forse perche' le prove e le evidenze contrarie le eviti come la peste !!!!!!

Evitare? Si vede che non mi conosci. Invece le analizzo,ma ci vuole tempo. Infatti proprio ora mi sto a vede i video...ma per le risposte non credere che ci vorrà poco tempo.
Prima di tutto devo vedere su quali fonti si basa Biglino e poi fare ricerche...
è lunga..

"perché abbiamo un combattimento non contro sangue e carne, ma contro i governi, contro le autorità, contro i governanti mondiali di queste tenebre, contro le malvage forze spirituali che sono nei luoghi celesti"
Calvero
Inviato: 17/12/2011 14:30  Aggiornato: 17/12/2011 17:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
_____________________
_____________

NeWorld, inutile per tutti gli altri (utile a te) che metti la "faccina" come risposta alla mia riflessione. Quella riflessione è un dato di fatto. Inconfutabile, matematica al di là di ogni ragionevole dubbio. Riflessione, oltretutto, che segue proprio la prospettiva del tuo modo di indagare/giudicare le cosiddette "fonti".

Ti dico anche qualcosa di più.

Non sarei sceso a questo livello di chiave critica dogmatica, visto che sono giudizi i tuoi (così espressi) che abbisognano di avere la Mente subordinata a concetti eterei e fumosi che soltanto la fede può renderli, in apparenza, logici. Perciò: non mi riguarda o, meglio ancora, non mi riguarderebbe. Ma il fatto è che questo tipo di attriti invece mettono in luce proprio le evidenze necessarie per comprendere come fenomeni alla Edgar Cayce siano necessari tasselli per comprendere la "macchina biologica Uomo" nella sua complessità. Complessità che al di là di ragione e torti, fungono da spartiacque alla percezione distorta, morbosamente e abominevolmente contorta che il fenomeno BIBBIA sin d'ora (così come assimilato dalla coscienza collettiva) a tutti gli effetti è, è stato e, giustamente, va verso la sua distruzione. Adepti inclusi nel prezzo.

Ma visto che in questo caso fai lo gnorri, e non è una mia impressione, allora ti dico anche dove hai interrotto il tuo discorso che, naturalmente, ha messo in luce la fallacia del tuo intervento :

Citazione:
.... anzi,considero questa "fonte" un pericolo!!! ....


.. per il mio dogma -

Così è come avresti dovuto terminare quella frase. Quantomeno per coerenza alla prospettiva con cui hai inteso criticare il fenomeno "Cayce".

POI

Citazione:
Obiettivo raggiunto! Comunque il tempo rivelerà tutto.


Un "andate in pace fratelli" non ce lo metti? E' evidente che questa tua affermazione che ho quotato è in contraddizione con questa che hai fatto seguire dopo:

Citazione:
Anni fa mi posi questa domanda,e la ricerca continua


.. e meno male che continua ... poiché risulta che gli "obiettivi raggiunti" possono essere categorici/perentori solo quando si ha la certezza di aver terminato un percorso o quando si ha certezza di poter comprovarne agli altri il perché edit lo si sarebbe .. si sarebbero raggiunti. Quindi, per cortesia e in amicizia, evita di affossare le tue stesse buone intenzioni.

Citazione:
La mia posizione la conoscete ed è dovuta al fatto che sull'ago della bilancia (in base alle mie conoscenze ed esperienze di vita) pesano molto di più prove ed evidenze maggiori in una direzione piuttosto che in un altra.


BENE! Orsù ... allora evitiamo di saltare da critiche razionali a riflessioni dogmatiche, a seconda dei gusti, credendo di poter infinocchiare l'argomento. E magari anche un po più di buon senso non guasterebbe, sai? perché l'ago della bilancia sulla storia dell'umanità, prima che nascessimo io, Te, Massimo, DJ, Cayce .... mostra la Bibbia più come Opera del Diavolo che come Opera di DIO. Sempre che tu voglia usare il raziocinio per muovere critiche che si basano sui fatti e non sui "CREDI".

___________________

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Calvero
Inviato: 17/12/2011 14:33  Aggiornato: 17/12/2011 14:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
________________________

porca di una puttana

(credo che sia colpa del LINK di WeBoy o di AL2012)


.. il LAYOUT!!!!!!!!!!!!!!!

... che devo prendere l'autobus per andare a finire di leggere un POST

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Pyter
Inviato: 17/12/2011 16:23  Aggiornato: 17/12/2011 16:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Partendo dal presupposto che sia tutto vero e che la cosa possa essere studiata e approfondita in un prossimo futuro, le conseguenze ovviamente non potranno essere che positive e sarebbe una rivoluzione paragonabile alla scoperta dei mezzi di comunicazione di massa.

La prima cosa che mi è venuta in mente è che cercando di controllare questi poteri, in pochi decenni molti si potrebbero collegare ad internet senza pagare l'adsl, cosa anche adesso possibile, però fregando la banda a qualcun altro.

Gli studenti universitari potrebbero dormire con il testo di anatoia sotto il cuscino la notte prima dell'esame. E oplà, esame passato.

Certo bisogna vedere se l'interrogazione in trance potrà avere valore giuridico, ma sono cose che si potrebbero superare.

Ma ne vale davvero la pena?
Avrebbe senso la vita?

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
Calvero
Inviato: 17/12/2011 17:06  Aggiornato: 17/12/2011 17:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Citazione:

Ma ne vale davvero la pena?
Avrebbe senso la vita?


Tra il "serio & faceto" ti rispondo, sì.

E' la morale umana predominante che idiotamente, indifferentemente da ciò in cui credono o non credono le genti, immagina che un uomo con "nuove" potenzialità si avvicini in qualche modo a qualcosa di più o meno giusto o di superiore invece che inferiore. Cazzate. E' il solito gioco dei retaggi che ci inducono a pensare di dover guardare le cose dal basso. Ma il basso NON esiste. Esiste «l'individuarsi».

Citazione:
Partendo dal presupposto che sia tutto vero e che la cosa possa essere studiata e approfondita in un prossimo futuro ...


... ci si allineerebbe verso Mete che si pongono più libere da inquinamenti culturali e da processi psicologici tutt'ora troppo legati al sentimento storico che, invece di porci nella condizione di comprendere dove andare (infatti l'illusione della propaganda/educazione è che la Storia possa essere insegnata), ... zavorra e annebbia l'indipendenza di pensiero. Le ripercussioni sociali sarebbero anche contestualmente spinte a indirizzarsi verso bisogni meno effimeri edit e non come quelli noti, stile: carriere, agonismo, esami, mitica del Lavoro. Eccetera eccetera.

Citazione:
Certo bisogna vedere se l'interrogazione in trance potrà avere valore giuridico



Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
benitoche
Inviato: 17/12/2011 17:20  Aggiornato: 17/12/2011 17:20
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/9/2006
Da:
Inviati: 1941
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
No sapete il fatto è che IOIOIO parlo a braccio ,ma mi faccia il piacere un piccolo essere che pensa di poter sfanculare i saggi dell'intera umanità da maestro Eckart a Giordano Bruno a Steiner ahaah ,ma mi faccia i piacere Biglinoooooooo

la religione è indispensabile
soltanto a un’umanità rescissa dal mondo divino-spirituale.
perspicace
Inviato: 17/12/2011 19:20  Aggiornato: 17/12/2011 19:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Citazione:
Autore: NeWorld

perspicace: bibbia, bibbia,bibbia, ma in Giappone i demoni non sono per forza di cose il male hanno scopi ben determinati hanno un destino.

Ma la descrizione che ne fai in seguito non mi sembra affatto positiva.Anzi.


Il nove code era solo un esempio, volevo solo proporti di non usare la Bibbia come metro d'analisi o come strumento per comprendere queste "esistenze" (angeli o demoni o Demoni) e magari per capire come relazionarci - interagirci.

Ho scelto il nove code per proporre Il sogno come piattaforma per interagire con questi "esseri" dato che questo potrebbe essere il comune denominatore.



Ps. Forse questo è più positivo.


Il mio vicino Totoro
















.

Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
Morpheo70
Inviato: 17/12/2011 19:24  Aggiornato: 17/12/2011 19:24
Ho qualche dubbio
Iscritto: 12/5/2011
Da:
Inviati: 88
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Ho visto il video di Biglino, sara' la mia voglia di conoscenza ma l' ho trovato interessante,
mi chiedevo se Biglino sappia da quello che ha decifrato nella Bibbia dove sono finiti questi esseri, cioe' .... la Bibbia ci dice qualcosa se sono andati via o sono ancora tra noi?

noalgregge
Inviato: 17/12/2011 21:09  Aggiornato: 17/12/2011 21:09
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2010
Da:
Inviati: 307
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
DJGiostra - spiderman

Grazie.

voglio fare un giro su un cherubino, cazzo!

"Non troverai mai la verità se non sei disposto ad accettare anche ciò che non ti aspetti." Eraclito
sonsokh
Inviato: 17/12/2011 21:25  Aggiornato: 17/12/2011 21:25
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/11/2010
Da: Lecco
Inviati: 238
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
@benitoche
ciao
non mi pare abbia mai sfanculato nessuno, si limita solo a ciò che gli compete
cioè tradurre dall'ebraico, poi lui stesso dice, ognuno ne faccia ciò che vuole
e resti pure con le sue convinzioni. ha detto chiaramente che dei mondi spirituali non ne sa nulla e non vuole neanche entrare nel merito.

@morpheus70
ciao
innanzitutto Biglino tiene sempre a precisare che non si occupa di ufo e che non ne sa nulla, comunque in un paio di conferenze ( ne trovi 5/6 su you tube) cita lo storico Giuseppe Flavio che racconta (vado a memoria) "nel 68 dc avvenne un fatto che se non fosse stato visto da molte persone sarebbe incredibile. si udì un fragore enorme e delle voci che dicevano "lasciamo quasto luogo" e si videro molti carri volanti sparire tra le nubi"
quindi almeno quelli se ne sarebbero andati..

perspicace
Inviato: 17/12/2011 22:17  Aggiornato: 17/12/2011 22:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Quello della Telomerasi è un argomento interessantissimo.

Citazione:
voglio fare un giro su un cherubino, cazzo!



Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
fiodenamig
Inviato: 17/12/2011 23:07  Aggiornato: 20/12/2011 3:52
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/5/2011
Da:
Inviati: 332
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Morpheo70 ha scritto:
Ho visto il video di Biglino, sara' la mia voglia di conoscenza ma l' ho trovato interessante,
mi chiedevo se Biglino sappia da quello che ha decifrato nella Bibbia dove sono finiti questi esseri, cioe' .... la Bibbia ci dice qualcosa se sono andati via o sono ancora tra noi?


Béh, per quello c'è Corrado Malanga!

A parte gli scherzi (che non sono scherzi): Mauro Biglino è uno studioso della bibbia e un appassionato di testi antichi tra cui i testi sumerici.

Il riferimento a fatti più recenti che Mauro Biglino ha riportato, riguarda la cronaca quasi contemporanea dell'assedio di Gerusalemme del 70 dopo Cristo fatta da Giuseppe Flavio. Giuseppe Flavio era un letterato e storico ebreo dell'epoca che era passato dalla parte dei romani. Uomo dalla cultura straordinaria, scrisse le sue opere in latino e prese parte alla spedizione romana facendo anche da mediatore ufficiale tra romani ed ebrei (cioè varie volte andò davani all'esercito romano e parlò con gli assediati, e per poco non ci lasciò le penne per questo).

Ebbene, come giustamente riporta Biglino (sono andato a controllare sul testo originale da lui citato di Giuseppe Flavio ed effettivamente è così), poco tempo prima della distruzione del tempo di Gerusalemme da parte dei romani, ci fu un evento straordinario: il cielo si oscurò, una voce stentorea proveniente dalla parte più recondita del tempio (quella dove solo i sacerdoti erano ammessi) urlò: "ora noi lasciamo questo luogo", la terra vibrò enormemente, si udì un frastuono immenso e una fila numerosissima di dischi volanti emerse dal tempio per poi allontanarsi nel cielo.

Nel racconto Flavio prosegue affermando che si era trattato di un evento che egli vide con i suoi stessi occhi e che ebbe il coraggio di scrivere solo perché numerosissime altre persone furono testimoni di ciò (insomma anch'egli aveva paura di essere preso per un visionario a scrivere di cose simili).

Questo racconto di Flavio, sommato agli altri racconti biblici, ci farebbe intendere che parte della casta sacerdotale del popolo ebraico era in diretto contatto con questi esseri sin dai tempi di Aronne. Ergo per circa 1500 anni consecutivamente questi alieni ebbero dimora nel tempio sacro degli ebrei e perciò il tempio in realtà era, appunto, dimora per questi soggetti qui. Ai tempi di Aronne il tempio/dimora di questi esseri qui era una sorta di accampamento, e veniva stabilito sempre distante di qualche kilometro dall'accampamento principale dove stavano gli ebrei. Solo membri selezionati della stirpe di Aronne, la quale era la stirpe dei Levi, poteva avvicinarsi all'accampamento/tempio degli Elohim e solo in momenti precisi e per portare agli elohim le offerte (cioè il cibo) ed eseguire gli olocausti (ovverosia il rituale della carne bruciata).

Insomma questi elohim qui sembrerebbe proprio che rimasero a prendere offerte e olocausti fino al 70 dopo Cristo. Questo è ciò afferma Mauro Biglino.

Poi, cosa sia successo dal 70 dopo Cristo in avanti, è tutto un altro capitolo...


CURIOSITA'
VIDEO DI MAURO BIGLINO CON SOTTOTITOLI IN INGLESE:

http://www.youtube.com/watch?v=j4MXLB6SwPg

http://www.youtube.com/watch?v=f2-D8rcvAnM

http://www.youtube.com/watch?v=vRAXpw8QL1Q

http://www.youtube.com/watch?v=KpNHIGCPhQc

http://www.youtube.com/watch?v=KnKCAHMUJRE

DjGiostra
Inviato: 17/12/2011 23:12  Aggiornato: 17/12/2011 23:12
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
@Noalgregge:
De nada !! Felice di esserti stato utile !!!

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
benitoche
Inviato: 18/12/2011 3:13  Aggiornato: 18/12/2011 3:55
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/9/2006
Da:
Inviati: 1941
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
sonsokh Inviato: 17/12/2011 21:25:12
non mi pare abbia mai sfanculato nessuno,ha detto chiaramente che dei mondi spirituali non ne sa nulla e non vuole neanche entrare nel merito

E meno male, inizia a parlare di motori al plasma e compagnia bella e non vuole entrare nel merito?perdonami sonsokh,comprendo come ogni epoca per motivi inerenti l'evoluzione umana debba confrontarsi con interpretazioni della Bibbia sempre maggiormente votate ad una visione prettamente materialistica,(vedi Testimoni di Geova)comprendo come in questa epoca una particolare deriva porti a trarre conclusioni alla Baglino degne della migliore componente Arimanica,ma non dirmi che non vuole entrare nel merito lo vuole fare, ne è consapevole e crede di essere più sveglio di tutti e di aver compreso ciò che l'umanità per millenni avrebbe distorto con interpretazioni fallaci,e tutto perchè riesce a tradurre l'ebraico !!!!!E' davvero un folle
Lo spirito di Dio (L'UOMO)che aleggiava sulle acque è una navicella spaziale e i Cherubini sono chiaramente oggetti meccanici,assurdo un pazzo da legare stretto

Ora,il solo ascoltare quest'uomo mi irrita,ogni frase ci mette IO IO IO IO IO non puoi non essertene accorto,segno inequivocabile di una personalità talmente piena di quel sè inferiore che non può dare respiro al suo vero Sè superiore,è un suo problema non me ne può fregar di meno;ciò che mi fà male è invece il numero di utenti che vedono nel Baglino una fonte di sapere,per questo mi sono sentito in dovere di intervenire e solo per questo continuo a ripetere che a causa di una superbia senza limiti questo ignobile piccolo insignificante essere pretende di sfanculare senza alcun rispetto tutte quelle personalità che per millenni hanno accompagnato con mani sagge e sapienti l'Uomo nel suo percorso evolutivo

PS
Hai notato i suoi tic? visiona il secondo video min 2 e 30 secondi è impressionante cmq annuisce di continuo

la religione è indispensabile
soltanto a un’umanità rescissa dal mondo divino-spirituale.
fiodenamig
Inviato: 18/12/2011 7:12  Aggiornato: 18/12/2011 15:27
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/5/2011
Da:
Inviati: 332
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
MAURO BIGLINO NON PUO' CHE AVERE RAGIONE

C'è poco da fare.

Per capirlo è sufficiente aprire la bibbia, qualunque bibbia, e leggere dell'incontro fra Mosé e il nostro caro mister Y H W H sul kevod, alias gloriadidio.

Non c'è alcunché da fare: quella di Biglino è per forza l'interpretazione corretta.


E S O D O


33,14
L'Eterno rispose: «La mia presenza andrà con te, e ti darò riposo».
33,15
Mosè allora gli disse: «Se la tua presenza non viene con me, non farci partire di qui.
33,16
Come si potrà ora conoscere che io e il tuo popolo abbiamo trovato grazia ai tuoi occhi Non è forse perché tu vieni con noi? Così noi saremo distinti, io e il tuo popolo, da tutti i popoli che sono sulla faccia della terra».

33,18
Allora Mosè disse: «De, fammi vedere la tua gloria!».



TRADUZIONE MIA (CHE NON E' QUELLA LETTERALE DI MAURO BIGLINO, MA PER RENDERE L'IDEA...)


IL TIZIO: da oggi io sono il tuo padrino

MOSE': per me va bene ma questi pezzenti che mi sono portato dietro mica si fidano così, alla cieca. Fammi vedere qualche cosa di modo tale che io possa garantire loro che tu sei un padrino che sa farsi valere e proteggere i suoi schiav... ehm, volevo dire, il tuo popolo cioè noi

_______________________________


33,21
Quindi l'Eterno disse: «Ecco un luogo vicino a me; tu starai sulla roccia;
33,22
e mentre passerà la mia gloria, io ti metterò in una fenditura della roccia e ti coprirò con la mia mano, finché io sia passato;


IL TIZIO: ecco tu piazzati qui che adesso ti faccio vedere come faccio bene le manovre acrobatiche con il mio kevod (=gloriadidio), occhio a restare imboscato nella fenditura della roccia che se non per te sono cazzi

______________________________


34,29
Or Mosè, quando scese dal monte Sinai (scendendo dal monte Mosè aveva in mano le due tavole della testimonianza), non sapeva che la pelle del suo volto era divenuta raggiante, perché era stato a parlare con l'Eterno.
34,30
Così, quando Aaronne e tutti i figli d'Israele videro Mosè, ecco che la pelle del suo volto era raggiante ed essi avevano paura di avvicinarsi a lui.
34,31
Ma Mosè li chiamò ed Aaronne e tutti i capi dell'assemblea ritornarono da lui, e Mosè parlò loro.
34,32
Dopo di che, tutti i figli d'Israele si avvicinarono, ed egli ordinò loro di fare tutto ciò che l'Eterno gli aveva detto sul monte Sinai.
34,33
Come Mosè ebbe finito di parlare con loro, mise un velo sul suo volto.
34,34
Quando però Mosè entrava davanti all'Eterno per parlare con lui, si toglieva il velo finché usciva fuori; uscendo fuori, diceva ai figli d'Israele ciò che gli era stato comandato.


Mosé scende dal monte (dopo avere deciso che questo tizio qui aveva le carte in regola per essere il padrino loro), ma non si era accorto di avere la faccia "abbronzata" causa motori al plasma del kevod, che gli era passato vicino a volo radente mentre lui si era messo nell'anfratto tra le rocce, del tizio.

Così, quando Aronne e gli altri suoi compari lo vedono, dicono: "cazzo, ma il tipo lì quando ti è passato di fianco col kevod ti ha ustionato la faccia!"

Mosé allora parla con Aronne e gli altri, spiega loro la situazione, dice che questo qui vuole fare il padrino loro, che è uno potente, che tutto sommato l'accordo ci può stare. E illustra le condizioni del patto per filo e per segno.

Poi Mosé si copre il volto visto che andare in giro ustionato non faceva bello. Ma solo con i suoi, perché quando ritornava a parlare con il padrino (oramai accettato in quanto tale) lo faceva a visto scoperto. (Si vede che Mosé aveva capito che andare a parlare da questo qui coprendosi il volto faceva brutto)


(NOTA: in realtà Mosé in quello specifico caso aveva il volto scoperto perché si trovava ivi in un ambiente coperto, cioè al riparo dal sole. Probabilmente lui e l'elohim s'incontravano in un ambiente coperto)

Se si legge tutto il passo biblico si tratta di un rebus irrisolvibile senza l'interpretazione di Biglino: perché Mosé deve coprirsi dalla gloriadidio per non morire? Perché Mosé deve stare tra gli anfratti della roccia quando passa la gloriadidio visto che se non lo fa crepa?

In altre parole, questa cavolo di gloriadidio ovverosia kevod (=oggetto grande e potente) non può che essere un UFO/discovolante di qualche sorta, probabilmente alimentato da motori al plasma.

E ho riportato parte del testo biblico proprio perché non c'è bisogno di Biglino a dirti che il termine originario ebraico per gloriadidio sia kevod (=oggetto grande e potente) perché anche senza sapere il termine ebraico corretto si comprende benissimo che si tratta di un oggetto che passa davanti a Mosé!

Insomma: Y H W H altri non è che un ca**o di alieno di me**a il quale passa sul Monte Sinai volteggiando con il suo UFO/kevod (=gloriadidio) sopra la testa di Mosé... Come volevasi dimostrare, la verità dei fatti era di fronte ai nostri occhi là, scritta nero su bianco da centinaia di anni. Purtroppo noi finora non avevamo la capacità di leggerla propriamente.

Spiderman
Inviato: 18/12/2011 9:19  Aggiornato: 18/12/2011 9:19
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 19/9/2009
Da:
Inviati: 2722
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Citazione:
Ora,il solo ascoltare quest'uomo mi irrita,ogni frase ci mette IO IO IO IO IO non puoi non essertene accorto,segno inequivocabile di una personalità talmente piena di quel sè inferiore che non può dare respiro al suo vero Sè superiore,è un suo problema non me ne può fregar di meno


Sarai mica un Elohim?

"Ogni giorno racconto la favola mia, la racconto ogni giorno chiunque tu sia, e mi vesto di sogno per darti se vuoi, l'illusione di un bimbo che gioca agli eroi. (Renato Zero)
FedeV
Inviato: 18/12/2011 11:08  Aggiornato: 18/12/2011 11:08
Mi sento vacillare
Iscritto: 18/10/2006
Da:
Inviati: 445
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
I video di Biglino mi hanno dato qualche conferma a quel poco che sapevo e molto interesse su quel molto che devo approfondire. L'argomento è interessantissimo e importantissimo.

Quello che mi lascia molto perplesso è la storia degli esseri provenenti per forza dallo spazio. Il fatto che questi fossero più evoluti tecnologicamente non necessariamente implica che fossero alieni ma potrebbe essere che avessero della tecnologia incomprensibile per molta gente.

L'esempio del motore al plasma, che andrebbe definito nelle sue caratteristiche con precisone prima di parlarne con tanta sicurezza, per me è significativo: qualsiasi fonte di calore particolarmente forte si adatta alla situazione descritta da biglino. Insomma prima di scomodare gli alieni esaminerei l'ipotesi più terrestre di qualche antica civiltà perduta che possedeva tecnologie particolari che oggi semplicemente facciamo fatica ad immaginare.

PadijtLee
Inviato: 18/12/2011 11:42  Aggiornato: 18/12/2011 11:42
Mi sento vacillare
Iscritto: 4/6/2010
Da:
Inviati: 447
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Citazione:


Video su Biglino li Trovi qui.




Grazie per queste due ore di video. Non dormivo così da anni. Al minuto 8 [otto] cadi in un sonno catatonico irresistibile e improcrastinabile.

E' un ottimo rimedio per chi soffre d'insonnia. Mai provato un impulso così narcolettico.

Spiderman
Inviato: 18/12/2011 11:54  Aggiornato: 18/12/2011 11:54
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 19/9/2009
Da:
Inviati: 2722
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Citazione:
E' un ottimo rimedio per chi soffre d'insonnia. Mai provato un impulso così narcolettico.


Strano A giudicare da come e cosa scrivi in giro per luogocomune, la tua forma di narcolessia sembra essere perenne, probabilmente ti sei addormentato e hai attribuito la responsabilità a Biglino, non è colpa sua...

"Ogni giorno racconto la favola mia, la racconto ogni giorno chiunque tu sia, e mi vesto di sogno per darti se vuoi, l'illusione di un bimbo che gioca agli eroi. (Renato Zero)
koldar
Inviato: 18/12/2011 12:24  Aggiornato: 18/12/2011 12:24
So tutto
Iscritto: 13/7/2004
Da: Genova
Inviati: 13
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Concordo con Shrek. Uno può anche andare a dare un'occhiata al baratro, perché no. L'animo e l'intelletto umano protendono naturalmente verso la ricerca delle ragioni prime e ognuno si fa il suo bel percorso interiore come crede. Continua i tuoi studi e le tue ricerche con l'onestà intellettuale che ti contraddistingue Massimo, lo sai: "bussate e vi sarà aperto". Ma quando inviti i tuoi fedeli lettori ad avvicinarsi, che so io, al teosofismo tieni presente che ti assumi una bella responsabilità. Sull'orlo del baratro potresti condurci, tenendoli per la manina, anche tanti ignari individui confusi che non possedendo le tue stesse doti o conoscenze nel baratro potrebbero finirci davvero.

edo
Inviato: 18/12/2011 12:57  Aggiornato: 18/12/2011 12:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 9/2/2006
Da: casa
Inviati: 4529
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
I video di Biglino dovrebbero andare in homepage, con un bell'articolo.

Altro che narcolessia di la verità, che ti sei fumato?

sonsokh
Inviato: 18/12/2011 13:00  Aggiornato: 18/12/2011 13:01
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/11/2010
Da: Lecco
Inviati: 238
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
attenzione, l'affermazione sul motore al plasma non è di Biglino.
è una speigazione data da un fisico ( mi pare) presente ad una sua conferenza.
Biglino non è così sprovveduto da addentrarsi in terreni speculativi che non puo dimostrare, perchè quello che sta facendo è gia abbastanza per ricevere insulti e minacce..

PS. bella spiderman !!!

sonsokh
Inviato: 18/12/2011 13:11  Aggiornato: 18/12/2011 13:11
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/11/2010
Da: Lecco
Inviati: 238
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
@benitoche
sarà vero che è pieno di sè e pieno di tic, però quì dovremmo essere abituati a giudicare il messaggio e non il messaggero.
E, a meno che lui non si inventi le traduzioni, la bibbia ci racconta un'altra storia. e non è detto che sia vera!
ma se non è vera la storia letterale come posso credere alle mille interpretazioni che varie chiese, teologie e quant'altro, fanno in modo assolutamente arbitrario, ognuno "pro domo sua"?

NeWorld
Inviato: 18/12/2011 13:49  Aggiornato: 18/12/2011 13:49
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/1/2011
Da: Around the World
Inviati: 629
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
benitoche:
comprendo come ogni epoca per motivi inerenti l'evoluzione umana debba confrontarsi con interpretazioni della Bibbia sempre maggiormente votate ad una visione prettamente materialistica,(vedi Testimoni di Geova)


Vorrei correggere questa frase. La visione del messaggio Biblico da parte dei TdG è "spirituale" e non materialistica.
I TdG lasciano che sia la Bibbia stessa a spiegarsi e (forse volevi dire) che in molti casi (ma non in tutti) la intendono LETTERALMENTE.


crede di essere più sveglio di tutti e di aver compreso ciò che l'umanità per millenni avrebbe distorto con interpretazioni fallaci,e tutto perchè riesce a tradurre l'ebraico !!!!!E' davvero un folle Lo spirito di Dio (L'UOMO)che aleggiava sulle acque è una navicella spaziale e i Cherubini sono chiaramente oggetti meccanici,assurdo un pazzo da legare stretto

"perché abbiamo un combattimento non contro sangue e carne, ma contro i governi, contro le autorità, contro i governanti mondiali di queste tenebre, contro le malvage forze spirituali che sono nei luoghi celesti"
fiodenamig
Inviato: 18/12/2011 15:44  Aggiornato: 18/12/2011 16:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/5/2011
Da:
Inviati: 332
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
FedeV ha scritto:
I video di Biglino mi hanno dato qualche conferma a quel poco che sapevo e molto interesse su quel molto che devo approfondire. L'argomento è interessantissimo e importantissimo.

Quello che mi lascia molto perplesso è la storia degli esseri provenenti per forza dallo spazio. Il fatto che questi fossero più evoluti tecnologicamente non necessariamente implica che fossero alieni ma potrebbe essere che avessero della tecnologia incomprensibile per molta gente.

L'esempio del motore al plasma, che andrebbe definito nelle sue caratteristiche con precisone prima di parlarne con tanta sicurezza, per me è significativo: qualsiasi fonte di calore particolarmente forte si adatta alla situazione descritta da biglino. Insomma prima di scomodare gli alieni esaminerei l'ipotesi più terrestre di qualche antica civiltà perduta che possedeva tecnologie particolari che oggi semplicemente facciamo fatica ad immaginare.




C'è un passo della bibbia, su cui Biglino aveva dedicato mezza conferenza, ove si afferma che la Terra venne divisa secondo il numero degli elohim. In altre parole questi arrivarono e si spartirono il bottino, alias il territorio. Voglio dire, più chiaro di così...

Inoltre la bibbia non parla di una razza sola. C'erano gli elohim, ok, ma poi c'erano anche i nephilim che stavano sotto agli elohim, e questi nephilim agivano come il braccio armato degli elohim ed erano particolarmente spietati e brutali. Insomma, anche nella bibbia si ritrova le descrizione per sommi capi di tutto un bestiario alieno mica da ridere, tra quelli che avevano sei dita per arto per un totale di ventiquattro, a quelli che facevano gli esperimenti genetici, a quegli altri che avevano fatto i figli con le donne terrestri, con le battaglie tra le varie fazioni di alieni che si scannavano tra di loro, 'azz c'è pure il Consiglio dei Guardiani dove questi soggetti alieni qui s'incontravano e prendevano le decisioni... E poi il fatto che questi esseri qui si facessero fare gli olocausti per assaporare l'odore di carne bruciata, che è l'odore che tutti gli astronauti sentono nello spazio? Questi sono alieni militari venuti da chissà quale parte dell'universo, di sicuro provengono dal di fuori della Terra. Insomma come direbbe il mio vicino di casa leghista questi sono degli extraterroni.

o_dotor
Inviato: 19/12/2011 13:02  Aggiornato: 19/12/2011 13:21
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/11/2006
Da:
Inviati: 82
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
@edo

Grazie per esserti preso la briga di rispondere al mio post, ma le tue argomentazioni appaiono debunkeriane: accetti una versione perché è scritta, senza porti dubbi sulla logica di certe affermazioni.

Secondo me se Cayce si cura i muscoli fonatori in trance, attraverso l’afflusso maggiore di sangue, prima di allora non doveva poter parlare. Se si accetta che entità sconosciute per manifestarsi abbiano bisogno di un tramite fisico in questa nostra dimensione, si deve supporre anche che quel tramite patisca tutte le limitazioni del mondo fisico in cui vive.

Se la biografia avesse parlato solo di un’origine nervosa del problema di Cayce, un problema di tensione che causava un temporaneo minor afflusso di sangue e quindi l’impossibilità di parlare, sarebbe stato più logico, ma in questo caso non avrebbe avuto senso curarlo durante lo stato di trance, nel quale i muscoli erano irrorati e funzionavano regolarmente.

Cioè il mio non è uno scetticismo sul fenomeno in se, ma su certi aspetti forse leggendari che inficiano ai miei occhi la possibilità di accettare il resto. Come la storia del libro sotto il cuscino.

Poi è chiaro che se uno ci vuol credere ci crede. Se si deve trattare solo di avere fede o non averla, come si dice a proposito delle religioni, il discorso cambia…
Diciamo che in certi passaggi sembra di sentir parlare di “Mio cuggino” di Elio e le storie tese.

In questo momento non ho tempo di guardare il video che hai linkato, ma intendo farlo appena possibile. Intanto però ti metto in guardia dall’attribuire credibilità sulla base di curricula più o meno scientifici, altrimenti Superquark sulle torri gemelle acquista una sua certa credibilità a prescindere dalle minchiate che dice.

FedeV
Inviato: 19/12/2011 14:04  Aggiornato: 19/12/2011 14:04
Mi sento vacillare
Iscritto: 18/10/2006
Da:
Inviati: 445
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Autore: fiodenamig Inviato: 18/12/2011 15:44:16

Questi sono alieni militari venuti da chissà quale parte dell'universo, di sicuro provengono dal di fuori della Terra.
---------------------

Io ci andrei molto piano con questo tipo di certezze considerato anche che Biglino stesso dice che la sua traduzione alla fine è un interpretazione (hai presente la parte sulla vocalizzazione?).

sonsokh
Inviato: 19/12/2011 21:24  Aggiornato: 19/12/2011 21:25
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/11/2010
Da: Lecco
Inviati: 238
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
@FedeV
Io ci andrei molto piano con questo tipo di certezze considerato anche che Biglino stesso dice che la sua traduzione alla fine è un interpretazione (hai presente la parte sulla vocalizzazione?).

ok con l'andarci cauti, ma per precisare, l'interpretazione-la vocalizzazione-
non l'ha fatta lui, ma i masoreti. lui si attiene a quella.

FedeV
Inviato: 20/12/2011 13:39  Aggiornato: 20/12/2011 13:39
Mi sento vacillare
Iscritto: 18/10/2006
Da:
Inviati: 445
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
Autore: sonsokh Inviato: 19/12/2011 21:24:28

ok con l'andarci cauti, ma per precisare, l'interpretazione-la vocalizzazione-
non l'ha fatta lui, ma i masoreti. lui si attiene a quella

---------------------

Appunto. Questo mi è chiaro. Metti che un altro traduca con una vocalizzazione diversa il risultato cambia. Biglino stesso lo ammette. E' per questo che dico di andarci piano.

Il passaggio da "la traduzione della bibbia è manipolata" a "questo è un motore al plasma/tecnologia aliena" non è per niente automatico.

NovaEra
Inviato: 30/12/2011 16:02  Aggiornato: 30/12/2011 17:06
So tutto
Iscritto: 29/12/2011
Da:
Inviati: 20
 Re: Edgar Cayce: il profeta dell’inconscio
"Talmente stupiti erano rimasti i presenti da quella guarigione, che solo in seguito, ricostruendo le “istruzioni” di Cayce parola per parola, si resero conto che Edgar aveva parlato nella prima persona plurale: “abbiamo qui davanti il corpo fisico di Edgar Cayce”, aveva detto la sua voce, suggerendo sia una “pluralità” nella fonte che un distacco della medesima dalla persona fisica che parlava."

Quanti ne aveva dentro di sè Cayce? Una pluralità?!?!


http://cafarus.ch/GiovanniCroce.html

SAN GIOVANNI DELLA CROCE (1542-1591) Dottore della Chiesa, SALITA DEL MONTE CARMELO, alcune selezioni del secondo libro.

Si parla dell’impedimento e del danno che vi possono essere nelle percezioni dell’intelletto per mezzo di ciò che soprannaturalmente si rappresenta ai sensi esterni e si tratta del modo in cui l’anima deve comportarsi.
Perciò in questo capitolo mi occuperò soltanto delle apprensioni soprannaturali che l’intelletto riceve attraverso i sensi esterni, vista udito odorato gusto e tatto, intorno ai quali possono e sogliono nascere nelle persone spirituali immagini e oggetti soprannaturali. Circa la vista sogliono presentarsi loro figure e personaggi dell’altra vita, sembianti di santi e di angeli, buoni e cattivi, luci e splendori straordinari. Con l’udito possono percepire parole strane, ora pronunziate dalle figure loro apparse, ora senza vedere chi le proferisce. Con l’odorato avvertono talvolta odori soavissimi, senza sapere di dove provengano.
Colui dunque che fa stima di queste cose erra molto e si espone al grande pericolo di essere ingannato o per lo meno, troverà in sé un grave impedimento a passare nella via dello spirito, perché tutte queste notizie corporee, come ho detto, non hanno alcuna proporzione con quelle spirituali. Perciò si deve sempre ritenere come cosa più probabile che tali notizie più che da Dio provengano dal demonio, il quale ha maggiore possibilità di agire e di tessere inganni in ciò che è esterno e corporeo che in quello che è interno e spirituale.


CAPITOLO 27

3 — Il demonio può intromettersi molto nei confronti di questa specie di rivelazioni. Poiché esse ordinariamente avvengono per mezzo di parole, di figure, di somiglianze ecc., egli può fingere qualche cosa di simile con più facilità di quando sono puramente spirituali.
Infine, se non vuole essere ingannata, non presti credito né attenzione a queste verità di fede nuovamente rivelate, quantunque le sembrino conformi e vere. Il demonio infatti, per ingannare e per insinuare menzogne, alimenta in primo luogo con verità o con cose verosimili, onde genenare sicurezza e subito dopo trarre in inganno.

Queste cose prima erano ben note alla Chiesa cattolica: Satana si presenta come un'apparizione sia buia che bellissima come un angelo luminoso occhi azzurissimi e soave con diverse sembianze, si sentono odori e profumi inconsueti, e si interagisce con tali entità che ti rivelano cose, avvenimenti che ti stupiscono, perchè possono avverarsi, ma a cura di Satana chiaramente.
Tali mezze verità, servono per carpire la fiducia di chi ci casca come un pollo, facendosi impossessare completamente.
Però, visto che nei ultimi anni, questa istituzione religiosa, ha subito un grave calo di audience, dati i suoi Dogmi e gli scandali atroci dei pedofili, stà cavancaldo l'onda delle apparizioni mariane, guardandosi bene dal pronunciarsi definitivamente, sulla veridicità di queste persone che dicono di parlare in diretta con il Paradiso completo: le Madonne ARIANE con gli occhi azzurrissimi, Gesù in persona, gli esseri di luce alieni, San Giuseppe, San Pietro, San Paolo e perfino con le Anime del Purgatorio, perchè ciò gli stà conducendo persone, soldoni e Potere.
Allora se vedi un angelo di luce che ti appare e ti Elegge messaggero, non metterà MAI in dubbio che potrebbe essere il Lucifero in persona, che ti Illude e ti lusinga, ma ti dirà che tutto d'un botto sei diventato un pieno di Grazia, un prescelto....Ma di chi? Ciò non ha importanza!

"Alla base e oltre l’Universo di tempo, spazio e divenire, si trova la Verità fondamentale, la Realtà sostanziale". (Kybalion)

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA