Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


Commenti Liberi : Commenti liberi
Inviato da Redazione il 29/1/2011 14:25:43 (8980 letture)

Commenti e segnalazioni degli utenti sulle notizie piu recenti.

Voto: 10.00 (1 voto) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
joke2k
Inviato: 29/1/2011 15:09  Aggiornato: 29/1/2011 15:09
So tutto
Iscritto: 18/1/2009
Da:
Inviati: 16
 Re: Commenti liberi
Ho paura che accada qui quello che è accaduto tutto intorno a noi, egitto, tunisia.. albania...
Non so precisamente cosa sia accaduto e come si sistemerà, ma ad occhio e croce anche qui si vuole destituire il capoccia di turno.
Il nuovo potere si instaurarà anche qui, regno della restaurazione.

Sarà emozionante osservare forse per l'ultima volta una manifestazione di massa, perchè io a mani pulite ero troppo piccolo.

p.s. io prevedo che sarà sufficiente alzare il costo della benzina per creare una manifestazione in italia, voi?

superava
Inviato: 29/1/2011 17:12  Aggiornato: 29/1/2011 17:12
Mi sento vacillare
Iscritto: 28/8/2008
Da: Riolo Terme
Inviati: 416
 Re: Commenti liberi

manuel
Inviato: 29/1/2011 17:33  Aggiornato: 29/1/2011 17:33
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/5/2006
Da:
Inviati: 103
 Re: Commenti liberi

edo
Inviato: 29/1/2011 17:35  Aggiornato: 29/1/2011 17:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 9/2/2006
Da: casa
Inviati: 4529
 Re: Commenti liberi
Riprendo QUESTO link di Trotzkij da homepage.

dr_julius
Inviato: 29/1/2011 17:38  Aggiornato: 29/1/2011 17:38
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/8/2006
Da:
Inviati: 1637
 Re: Commenti liberi
Citazione:

Ti DIFFIDO dal continuare a tenere sciolti “i tuoi cani-cortigiani” contro il leale, legittimo ma fermo dissenso, all’interno del PDL, portato aventi (doverosamente) dagli Onorevoli Fini, Bocchino, Granata, Buongiorno, Della Vedova, Urso e da tutti gli altri parlamentari che ovviamente non ritengono il centro-destra come COSA TUA, bensì come la rappresentanza democratica e liberale di tanta parte dell’elettorato italiano. TI INVITO, anzi, a promuovere una strutturazione del PDL come un vero partito/movimento democratico
...
Ti DIFFIDO dal perseverare nei tentativi spudorati e ignobili di defenestrare uno dei pochi spazi di libera inchiesta giornalistica italiana: il TEAM di “ANNOZERO” di MICHELE SANTORO, Marco Travaglio incluso (altro che velenose profferte e “distinguo” del Tuo FRATERNO AMICO CONFALONIERI…).A questo proposito, stia in campana anche il Direttore Generale della RAI Mauro Masi e la smetta di fare “mobbing” su Santoro per compiacere TE, GRANDE FRATELLO SILVIO.


Due estratti dalla lettera aperta di Gioele Magaldi al fratello Silvio Berlusconi (26 luglio 2010).


Mi sembra si possa dire che l'oggetto della lettera abbia accettato la sfida e ignorato le diffide. Siamo nel bel mezzo degli effetti di questa "battaglia"???

.... pochi giorni fà anche Licio Gelli ha "scaricato" S.B.




riporto per intero il Post Scriptum della lettera precedente:

Citazione:
P.S. Che non venga in mente al Fratello Silvio Berlusconi e/o al Fratello Gustavo Raffi e/o a qualche loro scagnozzo o cortigiano di intraprendere azioni improprie e illegali nei riguardi di nessun membro di Grande Oriente Democratico… Primo: non siamo gente che “porge l’altra guancia”; secondo: per ogni “azione” simile c’è il rischio di una reazione dieci volte più incisiva e dolorosa; terzo: credeteci, non ci sono le condizioni internazionali perché vi possiate consentire “certe libertà”. Rischiereste di farvi molto, ma molto male e di screditarvi definitivamente dinanzi a chi vi osserva e vi giudica, con la piena autorità per farlo. E la forza necessaria a sanzionarvi pesantemente.

Per rifornire di elettricità un terzo dell’Italia, un’area equivalente a 15 centrali nucleari da un gigawatt, basterebbe un anello solare grande come il raccordo di Roma. (Carlo Rubbia)
Vinci
Inviato: 29/1/2011 18:24  Aggiornato: 29/1/2011 18:24
So tutto
Iscritto: 25/10/2009
Da:
Inviati: 15
 Re: Commenti liberi
joke2k, temo che stiamo arrivando proprio ad un punto di rottura. Nella storia è sempre dai paesi o popoli più poveri, o che si sono ritrovati in maggiore difficoltà economica, che sono partiti gli "stravolgimenti". Questi ultimi sono l'occasione per nuove prospettive di governo e nuovi modi di fare economia, di affermarsi; come nell'antichità gli stravolgimenti attraverso invasioni e conquiste erano il modo per nuove civiltà di affermarsi.

utrevolver
Inviato: 29/1/2011 23:15  Aggiornato: 29/1/2011 23:15
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/6/2007
Da: Sandalia
Inviati: 411
 Re: Commenti liberi
Citazione:
Nella storia è sempre dai paesi o popoli più poveri, o che si sono ritrovati in maggiore difficoltà economica, che sono partiti gli "stravolgimenti".


Ad esempio? Non mi sembra che Rivoluzione Francese e Rivoluzione Americana nascano da paesi o popoli poveri, a meno che tu intenda classi sociali disagiate.

Matkshonov
Inviato: 30/1/2011 0:16  Aggiornato: 30/1/2011 0:16
Ho qualche dubbio
Iscritto: 29/11/2010
Da: Cesso
Inviati: 278
 Re: Commenti liberi

Per cortesia, dite ai bambini che testa di parallelepipedo vuoto non è il suo nome (ecchè diamine, mica pesa 500.000 tonnellate),lui si chiama alberto angela
Inenascio
Inviato: 30/1/2011 3:16  Aggiornato: 30/1/2011 3:16
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/9/2010
Da: Provincia di Napoli
Inviati: 166
 Re: Commenti liberi
La Teoria dell’Evoluzione è un fatto o una semplice credenza?

Approfitto di questo spazio libero per copincollare un mio poderoso commento, postato ieri, dopo aver visionato un interessantissimo video-documentario Google, che risponde magnificamente alla domanda riportata nel titolo. http://tinyurl.com/68yneo4

Secondo me, la risposta definitivamente acclarata a tale domanda, è fondamentale, per rivoltare benevolmente il mondo come un calzino.
Senza versare una sola goccia di sangue, con buona Pace di tutti.
Questo è stato il mio commento:

Inenascio Padidio:
Your comment is awaiting moderation.
January 29, 2011 at 12:36 pm

Magnifico video!
Mi sono posto alla ricerca della Verità o Realtà di DIO (per addivenire alla conoscenza atomica della mente divina), a partire dall’inizio del 1990, all’età di 52 anni.
Ho impiegato 10 anni. Un vero successo! Lo scorso giorno 23 ho compiuto 72 anni.

Dimostro DIO con la Filosofia, applicando il “Principio di verificazione“, o “Verificazionismo“, definito dai filosofi del c.d. “Circolo di Vienna” nella prima metà del secolo scorso.

Lo dimostro con il “Metodo scientifico galileiano“, metro di misura della Scienza, che recita: “Tutto ciò che non è riproducibile non esiste“. Nella mia persona ho riprodotto la 7/miliardesima particella intellettiva, della MENTE CREATRICE dell’Architetto Celeste.

Lo dimostro con la comune retta ragione, di cui sono dotati gli uomini di buona volontà.
Purtroppo, il divulgatore scientifico Piero Angela e Massimo Polidoro del CICAP (di cui sono Socio Animatore dal Giugno 2000 – Tessera N. 14937), il matematico irriducibile dell’UAAR Piergiorgio Odifreddi, lo scienziato genetista Edoardo Boncinelli, e tanti altri, fanno tutti “orecchio da mercante” (divengono sordi e muti ai miei messaggi). Si rifiutano di verificare! Idem, personalità politiche, giuridiche, imprenditoriali, culturali e religiose, a cui mi sono rivolto nell’arco degli ultimi 15 anni.

Una PERLA incommensurabilmente bella nella “monnezza napoletana” nessuno la vuole vedere! Ciechi!

Cosi, dal 01/01/2001 sono entrato in CONTROVERSIA (causa) con tutti gli amati connazionali.
Qual è la fattispecie della causa, o l’oggetto del contendere?
Ci accusiamo, reciprocamente (io dal 01/01/2001, i connazionali dal 08/05/2006), di essere “Totalmente incapaci d’intendere e volere. Pertanto, sempre reciprocamente, NON IMPUTABILI d’alcunché.
Intanto, io, dotato d’immensa compassione e misericordia (al pari del dimostrabile DIO), vivo da oltre 15 anni in “Manicomio familiare” di mq 16, condannato di fatto alla “Morte civile” (proprio come Cristo alla “Morte di Croce”) agli occhi delle mie 2 dilette figlie superstiti (vergognosissime del loro papino pazzo), emarginato da familiari, amici e parenti.

Questo rappresenta il c.d. “Onere della prova“, che i non-credenti domandano ai credenti, a DIMOSTRAZIONE del Intelligent design, da me intrapresa 20 anni fa, con una tenace volontà “forte come la morte”, per salvare l’Italia e, conseguentemente, il mondo intero. “Il problema di DIO è un problema immenso!", esclamò nell’Agosto 2002 il Nobel Rita Levi-Montalcini in una intervista trasmessa da “Radio Radicale”.

Così la palla si trova in gioco nell’opportuna sfera giuridica, nella Patria dello “Stato di diritto”, che dovrà vedere stravinta in partenza la mia CAUSA, a beneficio immenso dell’intera umanità.

Per riconoscere il meraviglioso Creatore emerge che, per le creature umane, non vi è alcun “prezzo proibitivo da pagare”; anzi, l’esatto contrario: si vivrà finalmente LIBERI e tutti saranno SERVI delle leggi codificate nel nostro “Diritto positivo” in vigore, riveduto e corretto. La Religione non c’entra! Lo Stato Italiano è laico!

Per questo motivo, l’altro ieri, mi sono registrato al portale dell’Enciclopedia http://www.treccani.it, per poter postare un breve commento al magistrale articolo: Giusnaturalismo e giuspositivismo del compianto Norberto Bobbio, in onore alla memoria. Dove ho pure invitato, chiunque vorrà approfondire, di contattarmi per email.

Da questo video ho appena conosciuto, con immenso piacere, lo scrittore genetista Giuseppe Sermonti, scienziato vero, perché in armonia con la Verità. Gli invierò una mail con l’invito accorato a dialogare con me, senza rifiutarsi, perché la stragrande parte degli uomini di Scienza (quella pseudo-scientifica), che si spaccia per vera, in buona o malafede, come pure gli uomini della Politica (ammorbata totalmente, perché schiava dell’Economia e Finanza), la dovranno smettere definitivamente di massacrare il genere umano e l’ambiente, deturpando la meravigliosa bellezza del Creato. La Natura non lo permette, e cosa ha fatto? Semplicissimo! Ha fatto sorgere il Giusnaturalista perfetto Inenascio Padidio.
Grazie e sereno fine settimana a chi mi leggerà.

************

ATTENZIONE!

Tutti gli utenti di LUOGO COMUNE, dal messaggio riportato, sono da me chiamati in CAUSA implicitamente e, pertanto, si dovranno responsabilizzare", per onorare la loro incommensurabile dignità di persona, del tutto e per tutto uguale alla mia.
Mi attendo qui tante e tante domande, in totale incondizionata libertà, caratteristica bellezza del CRISTIANESIMO, di cui, la nostra indimenticabile ORIANA FALLACI ha definito un "inno alla Libertà e alla Ragione". La scrittrice-giornalista, rispondendo al saggio di BENEDETTO CROCE:[/b] Perché non possiamo non dirci cristiani, riportò la frase del filosofo napoletano, da scolpire su tavole di pietra: "Il cristianesimo è stato la più grande rivoluzione che l'umanità abbia mai compiuto, nessun'altra regge al confronto, rispetto a lei tutte sembrano limitate".
Coraggio! Rispondete, prego. Non abbiate paura! Serena Domenica

Unico IMBECILLE al mondo, per avere la Fede in Cristo senza il dubbio
superava
Inviato: 30/1/2011 3:21  Aggiornato: 30/1/2011 3:21
Mi sento vacillare
Iscritto: 28/8/2008
Da: Riolo Terme
Inviati: 416
 Re: Commenti liberi
Sempre a riguardo delle scie chimiche e non solo e pieno di link ho trovato questo articolo:

http://scienzamarcia.altervista.org/dossier9.html

Redazione
Inviato: 30/1/2011 8:20  Aggiornato: 30/1/2011 8:20
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Commenti liberi
Se c'è qualcuno che ha seguito le vicende dell'Egitto mi farebbe piacere avere un chiarimento su quello che succede. In questi giorni non ho potuto seguire da vicino. Grazie.

DjGiostra
Inviato: 30/1/2011 8:40  Aggiornato: 30/1/2011 8:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Commenti liberi
Inenascio dice:
Citazione:
Mi sono posto alla ricerca della Verità o Realtà di DIO (per addivenire alla conoscenza atomica della mente divina), a partire dall’inizio del 1990, all’età di 52 anni. Ho impiegato 10 anni. Un vero successo! Lo scorso giorno 23 ho compiuto 72 anni.


Devo dedurre che tu hai le risposte certe sul fatto chedio esista o no..
Dimmi: secondo te esiste o no ?

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
baciccio
Inviato: 30/1/2011 9:44  Aggiornato: 30/1/2011 9:44
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/1/2006
Da: Genova
Inviati: 536
 Re: Commenti liberi
E, aggiungo io, se la rsposta è si; dov'è'?
Di cosa si occupa?

NiHiLaNtH
Inviato: 30/1/2011 9:55  Aggiornato: 30/1/2011 9:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Commenti liberi
ma perchè non mettete i link che riguardano le scie chimiche nella sezione del forum che riguarda le scie chimiche?

Rickard
Inviato: 30/1/2011 10:08  Aggiornato: 30/1/2011 10:08
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/9/2007
Da: Un mondo pervaso di follia
Inviati: 1609
 Re: Commenti liberi
Redazione
Citazione:
Se c'è qualcuno che ha seguito le vicende dell'Egitto mi farebbe piacere avere un chiarimento su quello che succede. In questi giorni non ho potuto seguire da vicino. Grazie.

Non so se è esattamente quello che cerchi, ma ecco un'analisi di Tarpley sulla vicenda.

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. - Nikola Tesla
Lezik85
Inviato: 30/1/2011 11:05  Aggiornato: 30/1/2011 11:05
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/4/2009
Da: Freedonia
Inviati: 1463
 Re: Commenti liberi
Citazione:
Se c'è qualcuno che ha seguito le vicende dell'Egitto mi farebbe piacere avere un chiarimento su quello che succede. In questi giorni non ho potuto seguire da vicino. Grazie.


Il blog di Capretta l'ha seguita abbastanza regolarmente: http://informazionescorretta.blogspot.com/2011/01/rivoluzione-in-egitto-quinto-giorno.html

peonia
Inviato: 30/1/2011 11:28  Aggiornato: 30/1/2011 11:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Commenti liberi
per chi non l'avesse ancora saputo, è uscito questo terzo ZEITGEIST: MOVING FORWARD
http://www.youtube.com/watch?v=4Z9WVZddH9w

non ho ancora finito di vederlo perchè dura 2ore e 40, mi sembra però molto interessante e mi chiedo come mai ci siano tanti detrattori del regista....dopo che lo avrete visionato se vi va ditemi che ne pensate.

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Manfred
Inviato: 30/1/2011 11:36  Aggiornato: 30/1/2011 11:39
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 3/11/2009
Da: Osnabrück
Inviati: 2094
 Re: Commenti liberi
Finalmente qualcuno che si ricorda della fantasia al potere.



http://www.youtube.com/watch?v=-4ob2rJgcRo

Truth79
Inviato: 30/1/2011 12:01  Aggiornato: 30/1/2011 12:01
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/8/2009
Da:
Inviati: 244
 Re: Commenti liberi
Ma è proprio così necessario che esista un Dio?Un qualcosa di superiore?Davvero l'uomo non può vivere senza credere in qualcosa?MAH...

Di tutte le cose sicure,la piú certa è il dubbio.
AlbaKan
Inviato: 30/1/2011 12:43  Aggiornato: 30/1/2011 12:46
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/3/2009
Da:
Inviati: 117
 Re: Commenti liberi
Citazione:
Ho paura che accada qui quello che è accaduto tutto intorno a noi, egitto, tunisia.. albania... Non so precisamente cosa sia accaduto e come si sistemerà, ma ad occhio e croce anche qui si vuole destituire il capoccia di turno. Il nuovo potere si instaurarà anche qui, regno della restaurazione.
(joke2k)

Sei contrario alle rivoluzioni?
...sono così belle...portano un pò di colore...questa com'è arancione, verde, azzurra?
Di certo Mubarak non è in pericolo, se le cose si mettono male può sempre dire che è lo zio di Ruby!

Cambiando argomento volevo segnalare una notizia di Al Jazeera...che spero possa essere smentita al più presto...

Le “carte palestinesi” pubblicate da Al-Jazeera, confermano fino al più piccolo dettaglio quello che molti palestinesi sospettavano da molto tempo: i suoi leader stavano collaborando nel modo più vergognoso con Israele e gli Stati Uniti.

Il loro servilismo si descrive con grandi dettagli. Il processo, anche se pochi lo accettano in questo momento, è cominciato con i tanto decantanti Accordi di Oslo, descritti da Edward Said a LRB come una “Versailles palestinese”. Anche lui stesso si era sorpreso per la grandezza con la quale i leaders della OLP erano disposti a consegnare virtualmente tutto, tranne i loro stipendi. La loro debolezza, incompetenza e vigliaccheria sono adesso di dominio pubblico.

Fonte

"Ai liberali che non sono tutti usurai, chiedo: come mai gli usurai sono tutti liberali"? Ezra Pound
Spiderman
Inviato: 30/1/2011 12:49  Aggiornato: 30/1/2011 12:49
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 19/9/2009
Da:
Inviati: 2722
 Re: Commenti liberi

"Ogni giorno racconto la favola mia, la racconto ogni giorno chiunque tu sia, e mi vesto di sogno per darti se vuoi, l'illusione di un bimbo che gioca agli eroi. (Renato Zero)
fefochip
Inviato: 30/1/2011 14:18  Aggiornato: 30/1/2011 14:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Commenti liberi
Citazione:
Se c'è qualcuno che ha seguito le vicende dell'Egitto mi farebbe piacere avere un chiarimento su quello che succede. In questi giorni non ho potuto seguire da vicino. Grazie.


questo articolo di comedoncicciotte fa luce su alcuni aspetti

qui invece un articolo da cui si possono fare interessanti considerazioni riguardo l'aspetto della rete legato ai recenti accadimenti egiziani

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
redna
Inviato: 30/1/2011 15:01  Aggiornato: 30/1/2011 15:06
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Commenti liberi
A parte la situzione del nord africa, nemmeno qui da noi ci facciamo mancar nulla tanto che Napolitano deve mettersi lui stesso a pilotare la crisi.
Evidentemente troppo presi a tenersi la poltrona per i benefit della legislazione, i politici nemmeno sono capaci loro di uscire nell'impasse in cui si sono cacciati da loro stessi.....


Alta preoccupazione istituzionale. Il Quirinale s’interroga su come uscire da uno scontro in atto che promette di raggiungere livelli sempre più alti e dalle conseguenze difficilmente prevedibili. Pressato anche a livello internazionale e da un’immagine dell’Italia in crescente declino,



Giorgio Napolitano da giorni ha attivato i suoi “ambasciatori” per sollecitare il governo, via Gianni Letta, a prendere iniziative che scongiurino le elezioni anticipate e mettano mano con forza alla soluzione dei problemi del Paese. Messaggi rimasti, al momento, per lo più inascoltati, al punto che ieri dopo l’ultima sfuriata berlusconiana a sole 48 ore dall’annuncio del ricorso alla piazza “contro i giudici politicizzati”, Napolitano ha seriamente pensato di prendere un’iniziativa istituzionale straordinaria, ovvero di convocare al più presto (ma non martedì prossimo come scriveva ieri mattina il “Foglio”, smentito nella data direttamente dal Colle) i presidenti delle Camere per imprimere un svolta significativa alla crisi; se possibile non verso le urne, ma se proprio non se ne può più fare a meno allora anche quelle.

Non sarà martedì, si diceva, questo incontro tra le più alte cariche dello Stato, ma potrebbe avvenire, invece, nella cornice di un prossimo evento di caratura internazionale con tutte e tre le alte cariche presenti. La data, dunque, non c’è, ma di sicuro Napolitano è deciso a farsi parte attiva al più presto per imprimere una svolta politica che porti il Paese fuori dal pantano della bufera hard che ha travolto il Cavaliere. Già più di dieci giorni fa il capo dello Stato si era detto “ben consapevole del turbamento dell’opinione pubblica” auspicando “che nelle previste sedi giudiziarie si proceda al più presto a una compiuta verifica delle risultanze investigative”. Appelli caduti nel vuoto. E quello che oggi il Colle fotografa con nitidezza è una situazione d’empasse istituzionale che renderebbe il Parlamento, già da ora, incapace di svolgere le sue funzioni prioritarie. E questo perché, come sotto gli occhi di tutti, Fini è assediato dall’aggressione della maggioranza che vuole le sue dimissioni per vendetta del tradimento subito, Renato Schifani è contestato pesantemente dall’opposizione per i suoi presunti rapporto con la mafia, il ministro degli Esteri Franco Frattini è accusato di abuso d’ufficio per la questione dei documenti sulla casa di Montecarlo ex di An e Berlusconi, nelle prossime settimane, potrebbe ricevere nuove e ben peggiori notizie da parte della Procura di Milano. “Sappiate che, in questa situazione, prima o poi dovrò fare qualcosa…” avrebbe commentato qualche sera fa il Presidente della Repubblica con alcuni collaboratori. Non stupisce, dunque, che l’altro giorno abbia mandato messaggi chiari ai ministri chiedendo al più presto visibili segnali di cambiamento. Anche perché – e questa sarebbe l’effettiva preoccupazione del Capo dello Stato – senza un robusto cambio di passo, la paralisi istituzionale è nelle cose, ma visto che Berlusconi non farà mai un passo indietro, perché conscio di finire immediatamente sotto la tutela della magistratura, l’unico modo di non far affondare il Paese insieme alla sua attuale classe politica di maggioranza sembrerebbe quella di “pilotare” in qualche modo la crisi. Già, ma come?

Ieri Berlusconi, avvisato dell’attivismo del Colle, ha voluto alzare ancora di più il tiro, sottolineando che “chi vuole le elezioni oggi lo fa solo per interessi personali” e che “c’è un’opposizione che sa dire solo di no, che alza muri mentre noi siamo sereni, continuiamo a governare, abbiamo vinto 7 a 0 e non c’è alternativa al nostro governo”. Parole che hanno creato ulteriore inquietudine al Quirinale; la degenerazione dei toni, l’invocazione alla piazza per il 13 febbraio (che, comunque, i più stretti collaboratori di Berlusconi hanno cancellato ufficialmente) e il cul de sac rappresentato dal voto sul federalismo in commissione (previsto per il 2 febbraio) ha convinto, nei giorni scorsi, Napolitano ad un avvicinamento con Umberto Bossi che avrebbe prodotto un’immediata retromarcia del Senatùr riguardo la questione Montecarlo e le dimissioni di Gianfranco Fini, prima richieste a gran voce: “Su questa storia – ha infatti commentato il leader del Carroccio – bisogna fare meno casini”. Un segnale che anche in futuro Napolitano potrà contare, in qualche modo, sulla sponda della Lega. Ma in futuro. Ora non c’è nulla che da solo possa far pensare ad una soluzione non solo momentanea dei gravi problemi sul tappeto.

Così si attende, da un giorno all’altro, un passo deciso della più alta carica dello Stato, probabilmente dopo che la questione del federalismo comunale si sarà chiarita con il voto della commissione Bicamerale sul Fedralismo; sotto la lente d’ingrandimento del Colle il comportamento delle opposizioni e il loro, possibile, uscire allo scoperto per prendersi la responsabilità politica di riportare il Paese alle elezioni. Se questo non dovesse avvenire, diventerebbe sempre più urgente un suo intervento diretto per sbloccare uno status a quel punto davvero cristallizzato. “Il Paese vuole risposte – ha detto chiaro il Capo dello Stato a Gianni Letta – abbiamo bisogno di persone che invece dello scontro politico reggano con forza le regole e le procedure”. Così non è, tanto che al Quirinale si è rispolverata l’interpretazione autentica dell’articolo 88 della Costituzione (il Presidente della Repubblica, sentiti i presidenti dei due rami del Parlamento, può sciogliere le Camere o solo una di essere) solo per far capire che, se proprio non ci saranno altre strade, se proprio si continueranno ad alzare i toni oltre l’accettabile, si potrà fare anche a meno di una crisi formale per mandare a casa in governo. E non pare proprio che si tratti solo di una semplice minaccia.



articolo qui............

tutto questo mentre D'Alema dice che occorre il voto anticipato per "salvare l'Italia"...

per salvare l'Italia serve voto anticipato e governo di responsabilità

Il presidente del Copasir: ''Il Paese attraversa una crisi democratica gravissima, siamo al conflitto tra poteri dello Stato innescati da un premier che rifiuta la legge". Urso: "No al tutti contro Berlusconi". Matteoli: "Non ci sono le condizioni per le elezioni". Di Pietro: "Sì al voto ma non ad accoppiamenti contro natura". Il Cavaliere: "Chi vuole andare al voto pensa solo ai propri interessi"


altro che Tunisia o Egitto.......è qui che siamo ancora in altro mare.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
alsecret7
Inviato: 30/1/2011 15:24  Aggiornato: 30/1/2011 15:24
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/6/2007
Da:
Inviati: 561
 Re: Commenti liberi
in tutto il mondo si fanno rivoluzioni per togliere i dittatori dal potere,l'italia cosa aspetta? mi do anche la risposta l'italia e un paese addormentato corrotto i cervelli sono spenti e la gente si accontenta. infatti l'italia e uno dei pochissimi paesi che non avuto mai una rivoluzione qualcosa che non va evidentemente ce!! no?

manuel
Inviato: 30/1/2011 16:12  Aggiornato: 30/1/2011 16:12
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/5/2006
Da:
Inviati: 103
 Re: Commenti liberi
Cit. NiHiLaNtH:

Citazione:
ma perchè non mettete i link che riguardano le scie chimiche nella sezione del forum che riguarda le scie chimiche?


Perché qui hanno più visibilità, NiHiLaNtH.

Ed è decisamente opportuno che ne abbiano il più possibile.

Indottrinamneto e plagio delle nuove generazioni

Virgil
Inviato: 30/1/2011 16:16  Aggiornato: 30/1/2011 16:16
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/8/2010
Da:
Inviati: 384
 Re: Commenti liberi
caro inenascio leggendo il tuo post ho notato che tu hai portato la tua idea del perchè credere in Dio e nel Cristianesimo sia cosa giusta e buona...tralasciando questo passaggio:
Citazione:
Purtroppo, il divulgatore scientifico Piero Angela e Massimo Polidoro del CICAP (di cui sono Socio Animatore dal Giugno 2000 – Tessera N. 14937), il matematico irriducibile dell’UAAR Piergiorgio Odifreddi, lo scienziato genetista Edoardo Boncinelli, e tanti altri, fanno tutti “orecchio da mercante” (divengono sordi e muti ai miei messaggi). Si rifiutano di verificare! Idem, personalità politiche, giuridiche, imprenditoriali, culturali e religiose, a cui mi sono rivolto nell’arco degli ultimi 15 anni.

che mi infastidisce per le persone e le organizzazioni da te citate che reputo di basso livello ti vorrei fare una domanda:
"Come mai altri miliardi di persone che non condividono la tua religione vivono ugualmente bene e a volte anche meglio seguendo (o non seguendo ) altre religioni e senza conoscere la vera fede e Dio? sarà forse tutto nella mente dell'uomo? sarà forse che Dio prima che nell'universo che ci circonda vive nella nostra mente?"
Rispondimi per favore...:)

Virgil
Inviato: 30/1/2011 17:04  Aggiornato: 30/1/2011 18:00
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/8/2010
Da:
Inviati: 384
 Re: Commenti liberi
@Rickard
dal tuo link:

" I pianificatori dell’imperialismo sono convinti di poter adesso rovesciare o indebolire i governi di Libia, Egitto, Siria, Giordania, Algeria, Yemen e forse anche altri, mentre gli sforzi incessanti della CIA per rimuovere il primo ministro italiano Silvio Berlusconi (a causa della sua amicizia con Putin e del suo sostegno al gasdotto Southstream) evidenziano che quest’orgia di destabilizzazione non riguarda solo il mondo arabo, ma ha un carattere pan-mediterraneo."

certo è l'amicizia con putin che ha spinto la cia a creare il rubygate, con ruby agente del mossad immagino, e non quello che il pdc di solito faceva da tempo come detto da veronica lario...certo certo

Ma ci credete davvero a ste stronzate? davvero potete credere a chi dice che il pdc viene boicottato per l'allenza (?) con putin e il gasdotto (che tra l'altro era già incominciata, la trattativa, con il precedente governo Prodi) perchè da fastidio agli USA quando fino all'altro ieri è stato pappa e ciccia con bush? io credo che Tarpley complessivamente scriva ottimi articoli, ma spesso si lascia prendere la mano proponendo una visone della realtà un po troppo "creativa" per voler far combaciare tutto....e questo non fa altro che screditarlo agli occhi di chi magari conosce un po meglio certi argomenti.

Altro esempio è l'articolo sulle scie chimiche postato...un pezzo dell'articolo recita:
"perché diretta nei confronti delle nuove generazioni particolarmente vulnerabili ai messaggi provenienti dal sistema satanico."
ora non vi sembra il caso di usare toni meno da "fumati" di testa (sistema satanico) e piu da esperti? perchè se è vero che è il contenuto ad essere importante lo è anche la sintassi visto che non si conosce l'interlocutore e porsi con simili frasi non fa altro che incentivare i vari "attivissimi" (che tra l'altro ha fatto una figura di merda su i lavoratori e le loro eventuali pensioni) a osteggiare certi personaggi.

dr_julius
Inviato: 30/1/2011 18:38  Aggiornato: 30/1/2011 18:38
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/8/2006
Da:
Inviati: 1637
 Re: Commenti liberi
@Redazione: una sintesi aggiornata sul "caldo gennaio" di Egitto? Impresa titanica. Esiste molto materiale. Anche troppo.
Non mancano i fake neanche su Youtube. Esiste molto materiale che propende sulle cause per l'ennesima rivoluzione colorata targata USA.
(Talmente tanto materiale in tale direzione da pensare ad una false flag all'incontrario?!?)
Comunque, mi cimento e provo a inserire i link più interessanti (non segnalati dai "colleghi" utenti di LC).

Personalmente consiglio:


1) in presa diretta
* selezione di video delle proteste in Egitto:
http://www.ilpost.it/2011/01/30/video-proteste-egitto/
da Newsweek: http://www.newsweek.com/2011/01/28/youtube-captures-scenes-from-egypt-protests.html

2) Fenomeni e fatti marginale, ma più leggibili:
* la caduta della rete web:

link

* cautele da imparare:
mantellini.it

* coprifuoco e Al Jazeera oscurata:
informazionescorretta.blogspot.com

3) Commenti
* dai commenti nel blog di Gianluca Freda Citazione:

"molto prima che Wikileaks tirasse fuori il solito "scoop" decotto, alcune centinaia di siti internet in tutto il globo avevano detto e spiegato nel dettaglio le stesse cose; compresi Thierry Meyssan, Michel Chossudowski... esattamente a cosa dovrebbe servire questo Wikileaks se non a "rivelarci" cose che sappiamo già a menadito, mescolate ad informazioni vere e false miranti a colpire i governi che infastidiscono USA e Israele?"


* traduzione dell'articolo di Chossudovsky:
sitoaurora.xoom.it


4) Analisi semplice e non complottista
* "Primum vivere, deinde philosophari".
La chiusura di Phastidio.net nell'articolo che attua una ottima sintesi e mette l'accento sui dati economici, prima che su quelli politici. All'interno un link più dettagliato, ricco di dati.
phastidio.net



---

Per rifornire di elettricità un terzo dell’Italia, un’area equivalente a 15 centrali nucleari da un gigawatt, basterebbe un anello solare grande come il raccordo di Roma. (Carlo Rubbia)
dr_julius
Inviato: 30/1/2011 18:49  Aggiornato: 30/1/2011 18:51
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/8/2006
Da:
Inviati: 1637
 Re: Commenti liberi Marea Nera
@Spiderman: dai 17 metri cubi iniziali siamo arrivati ad ammetterne 46.




E.on. Indagini in corso (La Nuova Sardegna)

Citazione:

Nonostante i primi interventi di pulizia quella che è stata definita come “marea nera” continua a propagarsi in diverse forme di inquinamento determinando rilevanti danni ambientali ed economici e destando la ragionevole preoccupazione che le condizioni atmosferiche e le correnti marine spingano questo elemento inquinante verso altre zone tra le quali quelle di elevato interesse naturalistico come l’Arcipelago della Maddalena e il Parco marino dell’Asinara


Il catrame arriva alla Pelosa



Per rifornire di elettricità un terzo dell’Italia, un’area equivalente a 15 centrali nucleari da un gigawatt, basterebbe un anello solare grande come il raccordo di Roma. (Carlo Rubbia)
cnj
Inviato: 30/1/2011 19:23  Aggiornato: 30/1/2011 19:23
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da: Romagna
Inviati: 795
 Re: Commenti liberi
Marchionne (du du du)

A Tony Troja potrebbero anche invitarlo a San Remo!

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. Nikola Tesla
bin
Inviato: 30/1/2011 21:20  Aggiornato: 30/1/2011 21:20
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/5/2006
Da:
Inviati: 32
 Re: Commenti liberi
Se c'è qualcuno che ha seguito le vicende dell'Egitto mi farebbe piacere avere un chiarimento su quello che succede. In questi giorni non ho potuto seguire da vicino. Grazie.

http://dailymotion.virgilio.it/video/xgtf8l_ramadan-tariq-crise-en-egypte_webcam

clausneghe
Inviato: 30/1/2011 21:53  Aggiornato: 30/1/2011 21:53
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/4/2006
Da: nordcentro
Inviati: 1679
 Re: Commenti liberi
Qual vento soffia tra le dune?
Non certo quello Divino mi vien da pensare, guardando i video che scorrono in rete, mostrando primi piani di occhi marroni allargati dall'adrenalina primordiale che scaturisce dalla paura e dalla violenza.
Vedo folle di persone mosse dalla particolare e nefasta energia che solo il tumulto di massa riesce a caricare sull'individuo, trasformandolo in "energumeno".
In queste ore,per adesso ancora da spettatori, stiamo assistendo ad un crollo epocale e sistemico che può essere paragonato, salvo le ovvie differenze, alla caduta del muro di Berlino nell'oramai lontano 1989 ma che avrà forse conseguenze ancora più dirompenti.
Mi riferisco come tutti avrete capito, ai torbidi che stanno insanguinando
nord Africa e vicino Oriente, dove vecchi Satrapi, alcuni in fuga, altri
barricati nei palazzi stanno vivendo nel panico l'unico vero terrore che conoscono e temono,la paura di essere dati in pasto alla folla inferocita.
E' il caso del decrepito "faraone" Mubarak che non avendo buona gamba per fuggire come ha fatto il più giovane "leoncello" Ben Alì, si è blindato nel bunker circondato dai fedelissimi e coinvolti vertici militari,da dove tenta la contro-sommossa scaricando sulle turbe quintalate di munizioni gommate e altri simili macabri gingilli non troppo letali (solo un centinaio di morti) che pare gli fornisca in tempo reale, tramite apposito ponte aereo taroccato con livrea "umanitaria",il suo buon amico-sodale, nonchè esperto spacciatore di morte, il truce e famigerato kipputo Sion.
Disdegnato-come una faraona afflosciata sulla sabbia- dalla grossa Aquila predona ma sognatrice, che non intende appesantire ulteriormente le sue ali già acciaccate con una lesta quanto improbabile artigliata salvivica, Mubarak il Faraone sembra disposto a tutto,anche al bagno nel sangue dei suoi sudditi pur di salvarsi le penne.
Fuor di metafora pennuta,appare oramai irreversibile un cambiamento geo-politico per questo scenario che vede al centro sempre il nodo gordiano di Israele, avviluppato come edera soffocante al tronco vitale del mondo.
Da come evolveranno questi eventi dipenderà l'immediato futuro,ovvero se ci sarà una accelerazione verso il profetizzato Armagheddon finale, oppure se il Destino imperscrutabile concederà ancora una tregua, seppur temporanea.
La domanda da porsi è la seguente: Questo movimento che scuote il mondo Musulmano con le spire di un virtuale serpente sotterraneo che si contorce frenetico dalle oasi alle piramidi passando per la Mecca- è davvero una rivolta spontanea che si auto alimenta nel popolo, oppure siamo di fronte all'ennesima "rivoluzione colorata" ispirata e guidata, più che dai sani e legittimi sentimenti ribelli, dalle note tecnologie multimediali che sembra abbiano sostituito egregiamente schioppi forconi
& molotov, un tempo indispensabili attrezzi per la buona riuscita di qualsiasi rivoluzione, che era quasi sempre di colore rosso?..
Io, per conto mio- dietro a tutto questo vedo la solita mano nera dei
Globocrati Elitari, ovvero coloro che stilano l'Agenda NWO, nuovo ordine mondiale, dove all'ordine del giorno c'è l'attuazione della parola magica "Ordo ab chaos" (dal caos l'ordine), cui seguirebbe presto l'altrettanto inquietante "E pluribus unum",(dai tutti l'Uno)..
Presto l'incendio Arabo potrebbe degenerare, mettendo in serio pericolo la supremazia Usraeliana nell'area, se così sarà, allora vedremo all'opera il trucco semantico "Problema-Reazione-Soluzione", dove la soluzione sarà probabilmente quella finale...
Pubblicato da clausneghe

redna
Inviato: 30/1/2011 21:56  Aggiornato: 30/1/2011 22:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Commenti liberi
gli aggiornamenti sulle vicende dell'Egitto sono sempre più preoccupanti:


Egitto: 150 morti, vicini a guerra civile El Baradei: ora non si torna indietro Gli Usa richiamano l'ambasciatore e scaricano Mubarak. La Clinton: delusi. Turisti bloccati a Sharm. Riprese a oltranza le manifestazioni. Chiusa Al Jazeera al Cairo. Evasioni di massa dalle carceri

IL CAIRO - Detenuti che evadono in massa, sicurezza in pericolo e esodo di stranieri dal paese. È questo lo scenario stamani in Egitto, sconvolto da giorni dalla rivolta anti-Mubarak. L'Egitto sta vivendo tensioni in ogni parte del Paese dove si moltiplicano le manifestazioni.

Il fronte della sicurezza si sta incrinando insieme a quello politico. Gli Usa sembrano scaricare il vecchio leader Mubarak e guardano con interesse a El Baradei come traghettaore verso una fase politica nuova per l'Egitto.

Clinton: delusi da Mubarak. Il segretario di Stato Usa Hillary Clinton ha detto che gli Stati Uniti desiderano una «transizione ordinata» di poteri in Egitto che eviti il caos e l'anarchia. Gli Stati Uniti non stanno per il momento considerando la sospensione degli aiuti all'Egitto (pari a 1,5 miliardi di dollari l'anno), ha dichiarato Clinton, in un'altra intervista ai programmi televisivi domenicali, a «This Week» della ABC. La nomina di un vice presidente, da parte di Hosny Mubarak, non è che «un mero inizio» della lunga lista delle riforme di cui ha bisogno l'Egitto.

El Baradei: gli Stati Uniti «perdono la propria credibilità» nel supporto alla democratizzazione in Egitto «continuando a sostenere» il presidente Hosni Mubarak. Lo ha detto oggi il premio Nobel per la pace ed ex direttore Aiea Mohamed El Baradei in una intervista alla Cbs. «Ho grande rispetto e ammirazione per il presidente Obama - ha detto El Baradei, intervistato dalla CNN dagli studi di Washington in collegamento con la abitazione al Cairo -. Ma ormai è chiaro a tutti che il popolo egiziano non vuole più Mubarak. Per questo Obama dovrebbe fare di più rispetto a quanto fatto finora e chiedere pubblicamente a Mubarak di lasciare».

El Baradei alla piazza: via Mubarak. «Vogliamo far cadere questo presidente»: queste è lo slogan che ritmicamente scandiscono le migliaia di persone presenti nella piazza Tahrir (Liberazione) mentre è arrivato e sta parlando Mohammed el Baradei.

«Indietro non si torna». È quanto ha detto il leader dell'opposizione egiziana, Mohammed ElBaradei, nel corso del comizio che sta tenendo in questi minuti ai manifestanti di piazza Tahrir al Cairo. «Se abbiamo iniziato e siamo arrivati fino a quì - ha affermato - vuol dire che indietro non torniamo: qui comincia una nuova fase».

Sedici carri armati dell'Esercito sono a ridosso di piazza Tahrir, dove da oltre un'ora si sono radunate migliaia di persone. Lo riferisce la rete satellitare Al Arabiya e lo confermano testimoni oculari.

Stamani dopo la seconda notte di coprifuoco gli elicotteri volavano bassi al Cairo, più numerosi dei giorni precedenti. In centro, carri armati e posti di blocco. L'esercito ha chiuso l'accesso a piazza Tahrir, teatro principale delle manifestazioni. La tv mostra arresti di saccheggiatori, fonte di paura, accresciuta dalle evasioni di detenuti.

Migliaia di detenuti sarebbero fuggiti dal carcere di Wadi Natrun, 100 km a nord del Cairo, dopo una rivolta. Secondo fonti della sicurezza, molti sarebbero estremisti islamici. Decine di cadaveri giacciono in strada,nei pressi di un prigione non lontana dal Cairo, che è stata teatro di una rivolta nella notte. Alcuni Fratelli musulmani sarebbero gli evasi da un altro carcere, nei pressi del Cairo. E decine di cadaveri sono stati rinvenuti in strada vicino a una prigione nella capitale, teatro di una rivolta nella notte.

Dopo il Museo Egizio al Cairo, nel Sinai è stato preso oggi d'assalto da saccheggiatori un importante museo archeologico, ad Al Qantara.

Black out delle informazioni. «Le autorità egiziane hanno deciso la chiusura dell'ufficio di Al Jazeera al Cairo e ritirano gli accrediti ai suoi corrispondenti»: lo ha annunciato la stessa tv satellitare in una scritta in sovrimpressione.

È drammaticamente salito a 150 persone uccise. il bilancio dei morti delle proteste in Egitto, rende noto l'emittente televisiva in lingua araba al Jazeera.

L'ambasciata americana al Cairo ha invitato i cittadini statunitensi a lasciare l'Egitto prima possibile. I voli cominceranno domani. La Turchia ha mandato due aerei di linea per portare via i suoi cittadini.

Gruppi di turisti italiani stanno tentando di lasciare Sharm el Sheikh, ma hanno difficoltà a partire. Gli aerei della Egypt Air sono bloccati a causa della mancanza di connessioni alla capitale con voli internazionali. Lunghe code di auto si sono formati sulle arterie che portano all'aeroporto del Cairo.

Ambasciatore italiano: sicurezza al collasso. «La situazione è molto delicata, non solo a Cairo, ma in tutto il paese. È collassato ogni servizio di sicurezza». Lo ha detto a Sky Tg24 l’ambasciatore italiano in Egitto, Claudio Pacifico, spiegando, che ormai non più solo i palazzi ufficiali e istituzionali ma tutti sono esposti a bande criminali, che, con le armi sottratte alla polizia, stanno saccheggiando e terrorizzando l’intero paese. «Si stanno formando - ha spiegato - gruppi di autodifesa. Noi stessi stiamo cercando di difendere l’ambasciata con i carabinieri e con addetti locali trasformati in guardiani».

Quanto agli italiani che si trovano nel paese, ha assicurato l’ambasciatore, «stiamo cercando con tutte le nostre strutture di garantire che escano indenni da questa brutta avventura». Punto di raccolta, ha riferito, è l’Ospedale italiano del Cairo, dove i nostri connazionali che lo richiedono potranno trovare riparo. «Stiamo cercando inoltre -ha detto- di favorire la partenza» di tutti coloro che spaventati vogliono lasciare il paese.


Il premier israeliano Netanyahu ha rotto stamani il silenzio e ha detto di voler garantire la pace trentennale con l'Egitto. Ma per l'oppositore di Mubarak Mohamed El Baradei, premio Nobel per la Pace come capo dell'Agenzia Onu per l'energia nucleare, il tempo del rais «è finito». Serve un «governo di transizione» che riformi la Costituzione in senso democratico e porti il paese alle elezioni.

Fuga dal Cairo dei ricchi egiziani. Esponenti di spicco della nomenklatura egiziana, diplomatici, uomini d’affari ed esponenti dell’elite, ma anche stranieri, europei e arabi, stanno lasciando il paese a bordo di aerei privati. Sono almeno 45 i jet privati, presi a noleggio o di proprietà, decollati dal terminal 4 dell’aeroporto del Cairo oggi.

Domenica 30 Gennaio 2011 - 11:21 Ultimo aggiornamento: 18:10

articolo qui

---------

Nasrallah mette in guardia i tunisini contro la cospirazione degli Stati Uniti

Rivolgendosi al popolo tunisino, Sayyed Hassan Nasrallah ha salutato il suo anelito alla libertà e la sua azione.

Il Segretario Generale dell’Hezbollah libanese ha detto che l’arrivo a Tunisi di Jeffrey Feltman, assistente del segretario di stato USA per il Medio Oriente, era di per sé foriera di sventure.

"Il popolo tunisino dovrebbe respingere l’ingerenza degli Stati Uniti" (...) deve premunirsi "contro la cospirazione che gli Stati Uniti ordiscono contro la Rivoluzione".

(Martedì 25 Gennaio 2010, 15:37)

articolo qui

---------



Da Washington a Tel Aviv cancellerie, ambasciate e servizi segreti sono all'erta: "Siamo al 1989 arabo?"



Uno spettro si aggira per il Medio Oriente, lo spettro di un nuovo "1989", che questa volta scuota i paesi arabi invece di quelli slavi e balcanici, che faccia rotolare giù dai troni (oltre a Ben Ali), i Mubarak, gli Ali Saleh, i Re Abdullah come già rotolarono gli Zhivkov, i Ceausescu, gli Honecker, come in un cataclisma tellurico le onde della protesta e della rivolta spandono lungo una "cintura di fuoco" che va da Algeri fino a Sanaa passando per Alessandria, il Cairo e Amman.


Non direttamente coinvolto dalle scosse ma potenzialmente espostissimo alle loro conseguenze, lo Stato ebraico, rinserrato dietro le sue muraglie e le sue barriere di Apartheid osserva interdetto e spaurito, temendo il momento in cui i satrapi e i reucci di stretta osservanca imperialista e filo-occidentale potrebbero venire sostituiti da sistemi democratici, epressione di popoli che certono non vedono di buon occhio le politiche aggressive, razziste, persecutorie che costituiscono il pane quotidiano dei politici e dei militari israeliani.


Se per esempio Mubarak, finora vittima della rivolta più imponente e prolungata, dovesse cadere, sostituito da governante appena appena meno legato a Israele e Usa, é certo che a Tel Aviv andrebbero totalmente nel panico; dopo la complete rottura dei rapporti con la Turchia, la perdita anche della "vacca che ride" lascerebbe lo Stato sionista con una grossa, grossissima incognita per quanto riguarda Sinai e Gaza, ultima preoccupazione di uno scenario regionale che lo vede sempre più isolato.

Aluff Benn, il pelato ed inespressivo "giornalista" dalla faccia da Mohai di cui avevamo segnalato i bellicosi deliri in occasione dell'incendio sul monte Carmelo, é particolarmente preoccupato dalla prospettiva, cui ha dedicato un suo 'editoriale' (parole grosse) su Haaretz il giornale dei 'pacifisti' e 'progressisti' filo-sionisti (quindi niente affatto progressisti e niente affatto pacifisti).





Il timor panico israeliano nei confronti delle proteste per la democrazia nei regimi arabi filo-occidentali é veramente divertente e fa tornare in mente il "tifo" sfegatato messo su da Tel Aviv in quattro e quattr'otto a favore degli immaginari "rivoluzionari verdi", che, secondo le gazzette della Fox e della Cnn, erano sul punto di rovesciare il 'malvagio regime' di Teheran (ovviamente 'malvagio' perché anti-imperialista e anti-sionista). Intervistato da un reporter particolarmente sarcastico sul perché la famigerata loggia filosionista "The Israel Project" non stesse organizzando le stesse cagnare e gazzarre che aveva messo su in occasione della regolare e democratica rielezione di Ahmadinejad il suo componente Alan Elsner (il cui ceffo trovate effigiato in foto qui a fianco) non ha saputo rispondere altro che un poco convinto e poco convincente: "La situazione attuale é un problema interno egiziano".

Preoccupatissima deve essere anche la cosiddetta "Autorità nazionale palestinese", cioé il governo-fantoccio della Cisgiordania che Fatah ha impiantato nella cittadina di Ramallah; già colpita mortalmente nella propria credibilità politica e diplomatica dalle rivelazioni di Al-Jazeera riguardo i suoi accordi sottobanco con Israele la fazione di Abbas e complici potrebbe doversi trovare ad affrontare una massiccia insurrezione dei suoi 'sudditi' della West Bank, i quali già nel 2006 avevano votato in maggioranza assoluta per Hamas e che negli oltre cinquanta mesi intervenuti da allora hanno avuto modo di assaggiare le "plaisanteries" del regime degli ascari filosionisti in cui Fatah si é lentamente trasformata.

Israele, grazie al suo Apartheid, alle parziali e disoneste 'mediazioni' americane e ai soldi (e al silenzio complice e colpevole) dell'Unione Europea pensava di essere sul punto di "mettere al sicuro" anche il suo confine Cisgiordano grazie al collaborazionismo di Abu Mazen e dei suoi ascari, ma, ora, con Libano ed Egitto in fermento per motivi diversissimi, ma apparentemente avviati su strade contrarie ai desiderata sionisti, persino la Cisgiordania potrebbe 'andare con la corrente' e trasformarsi di nuovo in un terreno 'caldo'.


articolo qui

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
peonia
Inviato: 31/1/2011 12:19  Aggiornato: 31/1/2011 12:19
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Commenti liberi
ricevo e condivido da CODEPINK un'associazione di donne americane:
----Messaggio originale----
Da: codepink@mail.democracyinaction.org

Ogg: Stand with Egypt

Share this message on Facebook!

Tweet this message!

January 30, 2011

Dear Marina,

After several cancelled flights, I am finally on my way to Egypt to join my CODEPINK colleagues who are already there. We were supposed to be leading a delegation to Gaza right now, traveling through the Sinai to get to Gaza's southern border. The Rafa crossing into Gaza has been closed, our delegation is unable to leave Cairo, and we have been caught up in the breath-taking people's movement that is sweeping Egypt. CODEPINK’s Tighe Barry has been out on the streets of Cairo all week long. You can hear a compelling report from him here.

When CODEPINK was in Cairo for the Gaza Freedom March last year, we led and participated in small, peaceful protests that were set upon by hundreds of riot police at the behest of repressive Mubarak regime.

But now there has been a seismic shift. There are not 50 people rallying in Cairo, but hundreds of thousands protesting across the nation. Dozens have been killed; hundreds have been wounded.

But the Egyptian people will not be turned back. They feel their power and are determined to seize the moment.

The US has given Egypt $68 billion since 1948, and since 1979, Egypt has been the second-biggest recipient of US aid after Israel. Our government currently gives $1.3 billion a year of our tax dollars in military aid to the Mubarak regime.

Join us in telling President Obama, Secretary of State Hillary Clinton and the U.S. Congress to stop funding the Mubarak regime now, to call on Mubarak to resign, and to expressly say that our government stands with the Egyptian people. After all, in his recent State of the Union Address, President Obama declared: “The United States stands with the people of Tunisia.” Shouldn’t we also stand with the Egyptians?

Sign here to stand in solidarity with people who are giving their government, our government and the world a lesson in democracy.

Mubarak is refusing to leave. But our government can—and must—break its ties to this dictator. As courageous Egyptian citizens are being assaulted with U.S. tear gas and other Made-in-the-USA weapons, we must say: Enough.

In solidarity,
Medea Benjamin

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
BaBaJaN
Inviato: 31/1/2011 21:52  Aggiornato: 31/1/2011 21:52
Ho qualche dubbio
Iscritto: 24/8/2008
Da: Terra?
Inviati: 179
 Ma dove e' finito massimo tartaglia?
Sbaglio o anche in rete non si trova nulla?

BaBaJaN
Inviato: 31/1/2011 21:53  Aggiornato: 31/1/2011 21:53
Ho qualche dubbio
Iscritto: 24/8/2008
Da: Terra?
Inviati: 179
 Re: Commenti liberi
Tony Troja n1

Spiderman
Inviato: 1/2/2011 6:57  Aggiornato: 1/2/2011 6:57
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 19/9/2009
Da:
Inviati: 2722
 Re: Commenti liberi

"Ogni giorno racconto la favola mia, la racconto ogni giorno chiunque tu sia, e mi vesto di sogno per darti se vuoi, l'illusione di un bimbo che gioca agli eroi. (Renato Zero)
Polonio
Inviato: 1/2/2011 16:18  Aggiornato: 1/2/2011 16:18
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/8/2009
Da:
Inviati: 797
 Re: Commenti liberi

Spiderman
Inviato: 3/2/2011 20:04  Aggiornato: 3/2/2011 20:04
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 19/9/2009
Da:
Inviati: 2722
 Re: Commenti liberi

"Ogni giorno racconto la favola mia, la racconto ogni giorno chiunque tu sia, e mi vesto di sogno per darti se vuoi, l'illusione di un bimbo che gioca agli eroi. (Renato Zero)
Polonio
Inviato: 4/2/2011 4:30  Aggiornato: 4/2/2011 4:30
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/8/2009
Da:
Inviati: 797
 Re: Commenti liberi

Spiderman
Inviato: 4/2/2011 12:56  Aggiornato: 4/2/2011 12:56
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 19/9/2009
Da:
Inviati: 2722
 Re: Commenti liberi

"Ogni giorno racconto la favola mia, la racconto ogni giorno chiunque tu sia, e mi vesto di sogno per darti se vuoi, l'illusione di un bimbo che gioca agli eroi. (Renato Zero)
Decalagon
Inviato: 5/2/2011 23:32  Aggiornato: 5/2/2011 23:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Commenti liberi
Richard Gage on CCTV

L'inglese parlato lo mastico abbastanza male, ma ho apprezzato la chiarezza della risposta di Gage e il modo in cui ha zittito quel dubbio personaggio

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»
abbidubbi
Inviato: 6/2/2011 0:33  Aggiornato: 6/2/2011 0:33
Mi sento vacillare
Iscritto: 31/8/2005
Da: roma
Inviati: 671
 Re: Commenti liberi


da Diabolik n.5 del 1968, "Diabolik, chi sei?"

Io sto mentendo. (Eubulide, V secolo a.C.)
Polonio
Inviato: 7/2/2011 15:23  Aggiornato: 7/2/2011 15:23
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/8/2009
Da:
Inviati: 797
 Re: Commenti liberi

ildieffe
Inviato: 7/2/2011 20:58  Aggiornato: 7/2/2011 20:58
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/12/2009
Da:
Inviati: 141
 Re: Commenti liberi
ho saputo con dispiacere che la fortunata (e secondo me straordinaria) serie tv "Rubicon" è stata cancellata dopo la prima stagione nonostante i buoni indici d'ascolto e gli ottimi giudizi della critica.

Vi inoltro un post con un commento di un utente, dal quale qui di seguito ho estratto le frasi finali:

"Rubicon ci ha contagiato, diventiamo sospettosi e vogliamo anche noi vedere una cospirazione dietro la chiusura del telefilm: che a qualcuno, la negli States, non siano andati giu alcuni riferimenti tra gli episodi raccontati in Rubicon e l’11 settembre, o non abbia digerito le poco velate critiche alle connessioni tra politica ed intelligence in America?
Mha…queste sono solo allusioni fantascientifiche…ed a noi, lo abbiamo già detto prima, la fantascienza non piace nemmeno troppo…"

Per leggere tutto l'articolo
http://casapizza.wordpress.com/2010/11/21/rubicon-un-piccolo-gioiello-scheggiato/

NiHiLaNtH
Inviato: 8/2/2011 11:48  Aggiornato: 8/2/2011 11:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Commenti liberi
anche Invasion e Surface sono stati sospesi perchè dicevano troppo

a_mensa
Inviato: 11/2/2011 23:06  Aggiornato: 11/2/2011 23:06
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/6/2009
Da: roncello (mi)
Inviati: 3180
 Re: Commenti liberi
avrei un interessante post da inserire, ma mi serve poter inserire una immagine jpeg.
c'è qualcuno che sa dirmi se si può ed eventualmente come ?

non vorrei mai appartenere ad un club che avesse me come socio.
Polonio
Inviato: 17/2/2011 12:05  Aggiornato: 17/2/2011 12:05
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/8/2009
Da:
Inviati: 797
 Re: Commenti liberi

Sertes
Inviato: 17/2/2011 12:10  Aggiornato: 17/2/2011 12:10
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Commenti liberi
Per screditare Wikileaks bastano e avanzano le affermazioni di Julian Assange.

Però ora che gli hanno creato un ulteriore nemico Wikileaks acquisterà altra credibilità presso le pecore da televisore

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Polonio
Inviato: 17/2/2011 12:22  Aggiornato: 17/2/2011 12:22
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/8/2009
Da:
Inviati: 797
 Re: Commenti liberi
sinceramente non è di wikileaks che mi preoccupo.
il punto è che, ancora una volta, si dimostra che i complotti governativi per insabbiare/screditare/manipolare esistono.

Klaatu
Inviato: 17/2/2011 13:10  Aggiornato: 17/2/2011 13:10
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/1/2011
Da:
Inviati: 871
 Re: Commenti liberi
Come si può constatare dalle insurrezioni nel nord Africa e, con uno sfasamento temporale, nel resto del mondo arabo, l'onda della rivolta si trasformerà in uno tsunami e chi dovrà perdere il potere preferirà lo scontro internazionale, per canalizzare la rabbia della massa contro un nemico esterno.
Senza tirare in ballo atteggiamenti profetici, ma solo basandosi su calcoli probabilistici, i venti di una guerra ampia e devastante si stanno rinforzando sempre di più ed è bene tenerne conto.
Se si ha il vantaggio di smettere di acoltare l'orchestrina che suona e salire in plancia per vedere l'iceberg in rotta di collisione, si possono prendere opportune misure per cercare di non affondare con tutta la nave.
Meglio lasciar perdere il superfluo e dedicarsi alle cose concrete e utili per un futuro che si profila molto poco sorridente.
Insomma oggi più che mai è meglio essere formiche che cicale.
In amicizia.
Klaatu

Sertes
Inviato: 17/2/2011 14:04  Aggiornato: 17/2/2011 14:04
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Commenti liberi
Citazione:
Polonio ha scritto:
sinceramente non è di wikileaks che mi preoccupo.
il punto è che, ancora una volta, si dimostra che i complotti governativi per insabbiare/screditare/manipolare esistono.


Sì, uno si chiama wikileaks. Questo è il punto.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Polonio
Inviato: 17/2/2011 18:33  Aggiornato: 17/2/2011 18:33
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/8/2009
Da:
Inviati: 797
 Re: Commenti liberi
Citazione:
Sì, uno si chiama wikileaks. Questo è il punto.

ok, allora tu fissati su wikileaks e non pensare a nient'altro.
il MIO punto invece continua a essere che, ribadire l'esistenza della malafede, ogni volta che si presenta, in qualsiasi forma, non può che far bene.
poi vedila come ti pare.

Sertes
Inviato: 17/2/2011 18:59  Aggiornato: 17/2/2011 19:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Commenti liberi
Citazione:
polonio ha scritto:
ok, allora tu fissati su wikileaks e non pensare a nient'altro.


hai dimenticato di scrivere: gne gne gne!

Citazione:
il MIO punto invece continua a essere che, ribadire l'esistenza della malafede, ogni volta che si presenta, in qualsiasi forma, non può che far bene.


Appunto, solo che a te non va di sentire che è wikileaks ad essere il peggior caso di malafede. Dai, vai a cercare le affermazioni di Assange sul 9/11 e poi mi dici cosa ne pensi.

E guarda che caso, Berlusconi vacilla e domani escono dei leaks!

Espresso e Repubblica, nuovi cablo WikiLeaks
da domani in edicola e sul web i file segreti

In esclusiva mondiale oltre 4 mila documenti sui rapporti tra Italia e Stati Uniti dal 2002 all'aprile 2010. Uno squarcio impressionante di notizie finora rimaste nascoste



I temi al centro delle rivelazioni di Wikileaks sono numerosissimi. Si parla naturalmente (e moltissimo) di Silvio Berlusconi. I rapporti trasmessi dall'ambasciata di Roma personalmente a Barack Obama e al segretario di Stato Hillary Clinton rivelano quello che gli americani pensano realmente del nostro premier: descrivono il suo modo di fare politica, le sue debolezze, i suoi punti di forza. Riconoscendo di avere ottenuto in Italia grazie a lui risultati oltre ogni aspettativa.

Repubblica

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Polonio
Inviato: 17/2/2011 19:46  Aggiornato: 17/2/2011 19:53
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/8/2009
Da:
Inviati: 797
 Re: Commenti liberi
Citazione:
Appunto, solo che a te non va di sentire che è wikileaks ad essere il peggior caso di malafede.

a me non va di sentirlo dire? e da dove hai tratto questa convinzione? lettura del pensiero?
quello di mettere pensieri tuoi in testa ad altri è quanto meno banale.
semmai io vedo che sei tu che vuoi sentir dire solo quello.
te lo ripeto: tu fissati su wikileaks e non pensare a nient'altro.

Citazione:
Dai, vai a cercare le affermazioni di Assange sul 9/11 e poi mi dici cosa ne pensi.

no, dimmi tu quali sono le affermazioni di assange sull'11 settembre. io ho trovato solo che lui si dichiara annoiato dalla questione.
come interpreti tu questo fatto sono affari tuoi.

vuoi che assange parli per forza di 11 settembre per risultare credibile.
mi ricorda tanto l'atteggiamento di chi ha a cuore la questione del signoraggio bancario: se non parli di signoraggio sei colluso.
pensa che anche a me annoia sentire parlare di signoraggio, eppure sono convinto che sia un problema reale.

Polonio
Inviato: 17/2/2011 19:57  Aggiornato: 17/2/2011 20:01
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/8/2009
Da:
Inviati: 797
 Re: Commenti liberi
“Posso solo affermare che sull’11 settembre ci sono troppi segreti, cioè che le informazioni in cui esistono specifiche risposte concrete e credibili non sono state messe rese pubbliche e che la non rivelazione di quei segreti ha intaccato la fiducia pubblica nel governo da cui deriva la sua sicurezza”
Julian Assange, Intervista al Belfast Telegraph, 19 luglio 2010.

sarebbe il caso di sapere (chiedergli) cosa esattamente trovi di sbagliato nelle teorie sull'11 settembre.
se si è rotto le palle di tutte le baggianate (ologrammi, cgi, allucinazione collettiva tramite controllo della mente) che girano per la rete non posso che essere d'accordo con lui.

Sertes
Inviato: 17/2/2011 19:59  Aggiornato: 17/2/2011 19:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Commenti liberi
Citazione:
Polonio ha scritto
no, dimmi tu quali sono le affermazioni di assange sull'11 settembre. io ho trovato solo che lui si dichiara annoiato dalla questione.
come interpreti tu questo fatto sono affari tuoi.

vuoi che assange parli per forza di 11 settembre per risultare credibile.
mi ricorda tanto l'atteggiamento di chi ha a cuore la questione del signoraggio bancario: se non parli di signoraggio sei colluso.


Veramente per un signoraggista chi nega il signoraggio è un colluso. Chi non ne parla magari non si è mai informato, o lo considera non essenziale, che è una posizione legittima.

Assange non dice di essere annoiato della questione 9/11. Dice di essere scocciato del fatto che la gente perda tempo dietro a falsi complotti come il 9/11 quando loro forniscono le prove di complotti veri, per la guerra e per la frode finanziaria.
Se permetti c'è una bella differenza.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Sertes
Inviato: 17/2/2011 20:03  Aggiornato: 17/2/2011 20:03
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Commenti liberi
Citazione:
Polonio ha scritto:
“Posso solo affermare che sull’11 settembre ci sono troppi segreti, cioè che le informazioni in cui esistono specifiche risposte concrete e credibili non sono state messe rese pubbliche e che la non rivelazione di quei segreti ha intaccato la fiducia pubblica nel governo da cui deriva la sua sicurezza”
Julian Assange, Intervista al Belfast Telegraph, 19 luglio 2010.


L'intervista di Assange al Belfast Telegraph del 19 luglio 2010 è a questo link

Dov'è il brano che hai riportato tu?

Io trovo solo:

Citazione:
What about 9/11? "I'm constantly annoyed that people are distracted by false conspiracies such as 9/11, when all around we provide evidence of real conspiracies, for war or mass financial fraud."

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Polonio
Inviato: 17/2/2011 20:04  Aggiornato: 17/2/2011 20:05
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/8/2009
Da:
Inviati: 797
 Re: Commenti liberi
Citazione:
Dice di essere scocciato del fatto che la gente perda tempo dietro a falsi complotti come il 9/11 quando loro forniscono le prove di complotti veri, per la guerra e per la frode finanziaria.

certo, ti ripeto che in internet girano un mucchio di teorie idiote sull'11 settembre. e anche io preferirei andare su notizie certe se le avessi a disposizione, piuttosto che rischiare di perdere la faccia parlando di ologrammi.
tu se sicuro che lui abbia notizie certe da fornire sul 9/11?

Polonio
Inviato: 17/2/2011 20:05  Aggiornato: 17/2/2011 20:16
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/8/2009
Da:
Inviati: 797
 Re: Commenti liberi
Citazione:
L'intervista di Assange al Belfast Telegraph del 19 luglio 2010 è a questo link

Dov'è il brano che hai riportato tu?


l'ho preso da qui.

http://www.ecplanet.com/node/1937

in effetti ho fatto confusione. quel brano è tratto da un'intervista alla bbc.

[edit] scusa, ho preso un granchio. l'ntervista è dell'ex senatore bob graham, non di assange.

Polonio
Inviato: 17/2/2011 20:10  Aggiornato: 17/2/2011 20:10
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/8/2009
Da:
Inviati: 797
 Re: Commenti liberi
Citazione:
Veramente per un signoraggista chi nega il signoraggio è un colluso.


vero, ma per loro sei un idiota se anche solo non ne parli. perché il signoraggio è la madre di tutti i problemi a sentir loro. non la mentalità delle persone. non l'inerzia delle persone. non l'ingnoranza delle persone.
l'unico vero problema è il signoraggio.

Sertes
Inviato: 17/2/2011 20:17  Aggiornato: 17/2/2011 20:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Commenti liberi
Citazione:
vero, ma per loro sei un idiota se anche solo non ne parli. perché il signoraggio è la madre di tutti i problemi a sentir loro. non la mentalità delle persone. non l'inerzia delle persone. non l'ingnoranza delle persone.
l'unico vero problema è il signoraggio.


Sì, molti ne hanno fatto una religione.

E in quel caso hai ragione al 100%, te ne accorgi perchè dividono il mondo in due, fedeli o nemici: non esiste che Travaglio risponda che non ne sa nulla perchè lui è un giornalista di cronaca! Un signoraggista mi ha rinfacciato: beh, c'è una sentenza, se davvero Travaglio è uno che si occupa di cronaca dovrebbe comunque conoscerla!

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Polonio
Inviato: 17/2/2011 20:23  Aggiornato: 17/2/2011 20:24
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/8/2009
Da:
Inviati: 797
 Re: Commenti liberi
Citazione:
Sì, molti ne hanno fatto una religione.
E in quel caso hai ragione al 100%, te ne accorgi perchè dividono il mondo in due, fedeli o nemici: non esiste che Travaglio risponda che non ne sa nulla perchè lui è un giornalista di cronaca! Un signoraggista mi ha rinfacciato: beh, c'è una sentenza, se davvero Travaglio è uno che si occupa di cronaca dovrebbe comunque conoscerla!


è proprio questo il punto.
anche a me rompe un bel po' che wikileaks non pubblichi nulla sul 9/11, ma prima di farne una cospirazione vorrei conoscere bene il pensiero di assange nel merito.
fra l'altro vedo che in pratica l'unica dichiarazione che viene ripresa è quella dell'intervista al belfast telegraph. possibile che non abbia detto altro (o non abbia nient'altro da dire) sulla questione?
sarebbe interessante intervistarlo un po' più approfonditamente...

Decalagon
Inviato: 18/2/2011 16:58  Aggiornato: 18/2/2011 16:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Commenti liberi

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»
Polonio
Inviato: 21/2/2011 18:36  Aggiornato: 21/2/2011 18:42
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/8/2009
Da:
Inviati: 797
 Re: Commenti liberi
"it's great that watson can play jeopardy so well, but belive me, there's much more in the future for this computer system..."

giorno 1 - 1/2 - 2/2
giorno 2 - 1/2 - 2/2
giorno 3 - 1/2 - 2/2

mc
Inviato: 22/2/2011 14:17  Aggiornato: 22/2/2011 14:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/5/2004
Da:
Inviati: 7222
 Re: Commenti liberi
Oggi leggevo un articolo on line... un trafiletto morto dal freddo che ha destato la mia attenzione, non so ancora adesso darmene un perche'.
E' la cronaca di un' "assoluzione" avvenuta a Palermo in un processo per omicidio di mafia.
Il fatto che per primo mi ha colpito e' che il Primo grado ed il secondo non solo non hanno creduto agli avvocati della difesa, ma hanno confermato la condanna a 10 anni di carcere (di cui solo uno e' stato trascorso dentro), per poi venire completamente vanificati in appello dove e' sopraggiunta l'assoluzione.

Ora per non farla troppo lunga, mi sono andato a cercare delle informazioni al riguardo del pm interessato nella vicenda, cioe' volevo sapere di piu' sul giudice che aveva permesso tutto cio' e per la prima volta ho conosciuto questo figuro:
Biagio Insacco.

Ho pensato che la sua pagina di 123people sarebbe stata abbastanza adatta a scoprire qualche informazione, anche solo superficiale da approfondire in seguito e invece la sorpresa...!

La rassegna stampa linkata in questa pagina e' incredibile:


+++++++++++++++++++

PALERMO – La corte d'assise d'appello di Palermo, presieduta da Biagio Insacco, ha assolto il boss di Altofonte Mimmo Raccuglia dall'accusa di omicidio. In primo grado aveva avuto l'ergastolo. Il processo riguarda l'assassinio di Pietro Romeo eliminato nel '97 col metodo della lupara bianca. La vittima, fratello di un imprenditore assassinato l'anno scorso, avrebbe cercato di affermarsi all'interno di cosa nostra. Sarebbe stato eliminato per bloccare la sua escalation criminale.

+++++++++++++++++++

PALERMO - Niente più isolamento diurno per il boss della mafia Totò Riina. Il regime noto come 41 bis, cui era sottoposto nel carcere di Ascoli Piceno dov'è detenuto, è stato "ammorbidito" su decisione della Corte di Assise di Appello di Palermo, presieduta da Biagio Insacco, che ha accolto la richiesta del difensore di Riina, l'avvocato Cristoforo Fileccia.

Arrestato il 15 gennaio del 1993 dopo 27 anni di latitanza, Riina era finora sempre stato detenuto in isolamento. E a questo regime sarebbe dovuto rimanere fino al 1 dicembre prossimo. Ma, secondo il collegio presieduto da Biagio Insacco, non sussistono i presupposti indicati dalla Suprema corte per prorogare ulteriormente l'isolamento, sanzione accessoria rispetto alla condanna all'ergastolo. L'isolamento diurno ora revocato veniva imposto a Riina perché previsto, per la durata tre anni, come pena accessoria di una delle 12 condanne all'ergastolo subite dal boss. Trascorso il termine dei tre anni, i suoi legali avevano chiesto il ripristino della vita comune con gli altri detenuti. Ma quell'istanza era stata rigettata dalla magistratura palermitana, e i difensori avevano presentato ricorso in Cassazione. La Corte Suprema aveva annullato il rigetto e rimesso gli atti a una diversa sezione della Corte di assise di appello, per un nuovo esame della richiesta. Ora la corte palermitana, uniformandosi ai principi enunciati dalla Cassazione, ha sospeso la misura carceraria.

+++++++++++++++++++

23 dicembre 2010 - La sesta sezione della Corte d’appello di Palermo, presieduta da Biagio Insacco, ha ridotto le pene a sei imputati, assolvendone altri due, nel processo denominato “Occidente”, contro un gruppo di estortori vicini al clan dei boss Salvatore e Sandro Lo Piccolo.

La decisione, pronunciata dopo sei ore di camera di consiglio, scagiona l’imprenditore di Carini Lorenzo Altadonna, che in tribunale aveva avuto 12 anni per mafia ed estorsioni, e che è stato rimesso in libertà dopo 17 mesi di cella, e Francesco Biondo, che però rimane in carcere dove sta scontando un’altra condanna.
Pene ridotte poi per quattro degli altri sei imputati: Angelo Conigliaro, pure lui di Carini, ha avuto 14 anni, contro i 15 del primo giudizio; Vincenzo Curulli da 6 anni è sceso a 4 anni e 6 mesi; Antonio Cusimano da 8 a 4; Giorgio Iaquinto da 5 e mezzo a 4 anni.

Condanne confermate per Vincenzo Collesano (13 anni) e Antonino De Luca (12). Confermati pure i risarcimenti di primo grado e disposto il pagamento delle spese legali in favore delle parti civili ammesse nel giudizio: si tratta del Comune di Carini, della Provincia di Palermo e delle associazioni Addiopizzo, Fai (Federazione antiracket), Assindustria provinciale e regionale, Sos Impresa, Confcommercio, Centro Pio La Torre.

Gli imputati furono arrestati in un blitz di polizia e carabinieri del 27 gennaio 2007. Una parte di loro è stata giudicata col rito abbreviato.


++++++++++++++++++++++

Condannato a 12 anni in primo grado, torna in libertà Carini Lorenzo Altadonna
Mafia. Assolto imprenditore palermitano. Era in carcere da un anno
PALERMO. La sesta sezione della Corte d'appello del capoluogo siciliano ha assolto l'imprenditore di Carini Lorenzo Altadonna, condannato a 12 anni in primo grado per concorso in associazione mafiosa, e in cella dal 10 luglio dell'anno scorso: i giudici ne hanno anche disposto l'immediata remissione in libertà. Assieme ad Altadonna è stato assolto anche Francesco Biondo, che in primo grado, col meccanismo della continuazione, aveva avuto 11 anni e 5 mesi: detenuto per altro, Biondo rimane comunque in carcere. La sentenza d'appello del processo denominato 'Occidente', contro gli estortori al soldo delle famiglie mafiose palermitane di Tommaso Natale e della Noce, ha nel complesso fortemente ridotto le pene, rispetto al primo grado di giudizio: dai poco più di 80 anni di carcere, inflitti in tribunale agli otto imputati, si è passati infatti a due assoluzioni e sei condanne, per poco più di mezzo secolo di carcere. Nel dibattimento celebrato in tribunale era imputato anche il boss Salvatore Lo Piccolo, che rispondeva di due estorsioni ed era stato assolto; la Procura non aveva appellato la sentenza. La pena più alta è stata inflitta ad Angelo Conigliaro, di Carini, che passa da 15 a 14 anni; pena confermata (13 anni) per Vincenzo Collesano; Vincenzo Curulli passa da 6 anni a 4 anni e 6 mesi; condanna dimezzata per Antonio Cusimano, che da 8 anni passa a 4; Giorgio Iaquinoto dovrà scontare 4 anni, contro i 5 e 6 mesi che aveva avuto in tribunale; confermati infine 12 anni per Antonino De Luca. Il collegio presieduto da Biagio Insacco ha anche ribadito i risarcimenti e il pagamento delle spese legali disposti in favore delle parti civili, il Comune di Carini, la Provincia di Palermo, le associazioni Addiopizzo, Fai (Federazione antiracket), Assindustria provinciale e regionale, Sos Impresa, Confcommercio, Centro Pio La Torre. Col rito abbreviato, in un processo separato sono stati processati altri 24 imputati.
giovedì 23 dicembre 2010
++++++++++++++++++++

Il collaboratore di giustizia Salvatore Giordano ha rivelato l'esistenza di una talpa che, dall'interno della procura di Palermo, gli avrebbe fornito un video contenente le immagini del matrimonio di Claudio Lo Piccolo, uno dei figli del capomafia palermitano erede della leadership di Provenzano, Salvatore Lo Piccolo.
La vicenda è stata raccontata dal pentito, ex pescivendolo dello Zen, durante la sua deposizione al processo d'appello "Addiopizzo".
Rispondendo alle domande dei difensori degli imputati, Giordano ha sostenuto di avere ricevuto il dvd contenente le immagini girate di nascosto dalla polizia al matrimonio di Lo Piccolo jr, incensurato ma fratello dei due boss Sandro e Calogero: "Me lo hanno fatto avere per consegnarlo ai Lo Piccolo", ha spiegato, aggiungendo che a darglielo sarebbe stato "un signore che lo ha preso dentro la procura, dice lui".
L'esistenza della talpa non era conosciuta dagli stessi magistrati del pool coordinato dal procuratore aggiunto Antonio Ingroia, perché nel corso degli interrogatori resi durante le indagini, Giordano era stato confuso e oscuro. Adesso i pm Marcello Viola, Francesco Del Bene e Annamaria Picozzi dovranno approfondire il tema.
Giordano ha detto di conoscere l'informatore che avrebbe agito all'interno degli uffici giudiziari, ma il presidente della sesta sezione della Corte d'appello, Biagio Insacco, per motivi investigativi, gli ha impedito di farne il nome. In aula Giordano non ha nemmeno nascosto di leggere i giornali e di aggiornarsi su Internet. Cosa che in qualche caso dà un aiuto alla sua memoria. In questo modo ha individuato il reggente di Cruillas-Noce, Giancarlo Seidita, che durante le indagini non aveva riconosciuto subito. Poi aveva detto di avere saputo che nei giorni precedenti la sua deposizione era stato arrestato Giuseppe Lo Cascio: "Allora, io parlo... perché io ci ho Internet a casa, io lo posso dire e lo dico, l'ho visto anche in Internet, lo hanno fatto vedere... è una cosa che la vedono tutti, la vedono tutti".
++++++++


SEMBRA O NO UN CURRICULUM VITAE ?

-----------------
....i Lo Piccolo sembrano ricorrenti nella crono-storia dei processi citati ed, abbastanza, favoriti anche dalle sentenze assolutorie.

Mi sono fermato per noia... ma ce ne sono molti altri di questi casi!


mc



p.s.:
Lungi da me fornire un alibi ai vaneggiamenti riguardo le congiure nei confronti del premier di questa nazione, io sono profondamente convinto che siano le persone a fare la differenza e non le istituzioni in quanto tali, per cui nessuna intenzione in quella direzione (evitare quindi).


pp.ss.:
ahaha...
L'articolo finale che parla di una talpa in procura mi fa impazzire...

audisio
Inviato: 22/2/2011 14:29  Aggiornato: 22/2/2011 14:29
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Commenti liberi
Rispondo, per quello che è nelle mie possibilità, alla richiesta
di informazioni di Massimo sull'Egitto.
La situazione, a oggi, è molto complessa e poco intelligibile.
Comunque, i fatti sono questi.
La rivolta è partita con un effetto contagio dalla Tunisia e ha
due aspetti diversi.
Quello mediatico, molto spinto dai media occidentali che veicola
l'immagine della rivolta come egemonizzata dal Movimento 6 Aprile,
che è sicuramente (per ammissione degli stessi promotori) una
emanazione dell'Open Society di Soros.
L'altro aspetto è quello più autenticamente popolare che ha portato
in piazza milioni di persone e che sarebbe ingenuo pensare possano
essere mobilitate da un'associazione di stampo elitario, considerando
tra l'altro che la stragrande maggioranza di queste persone non ha
neanche un computer, figuriamoci Facebook.
Tra l'altro, i Fratelli Musulmani hanno appoggiato la rivolta pur non
egemonizzandola, Israele è molto preoccupato e ha cercato di
appoggiare anche militarmente Mubarak fino all'ultimo.
Gli ultimi sviluppi parlano, tra l'altro, di due navi da guerra iraniane
fatte passare dal Canale di Suez per la prima volta dopo 20 anni.
E di una possibile riapertura a breve del valico di Rafah e, dunque,
del canale di collegamento con la striscia di Gaza.
Il potere è ora esercitato dai militari che tengono consultazioni con
tutte le forze politiche all'opposizione del precedente regime, compresi
i Fratelli Musulmani.
L'obiettivo è quello di traghettare il paese, senza grossi danni per
l'economia, fino alle prossime elezioni politiche.
Questo, in soldoni, ciò che si sa ad oggi...


Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA