Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


opinione : Brindisi amari
Inviato da Redazione il 31/12/2010 7:30:00 (6957 letture)

di Marco Cedolin

S'incrociano i calici, s'increspano le labbra a pronunciare frasi beneauguranti, si brinda al nuovo anno che arriva, ma la sensazione preponderante è quella che mentre il disastroso 2010 finisce, la tragedia continua, infischiandosene degli auguri e delle speranze.

Non occorre essere particolarmente pessimisti per comprendere come l'anno appena trascorso, condensato in una una serie di brutture senza soluzione di continuità, oltre a rendere amaro il vino, abbia costruito i presupposti perchè il 2011 ne ricalchi fedelmente le orme, rendendoci uomini sempre più soli, deprivati di aspirazioni e gioia di vivere, trascinati dentro ad un gioco d'azzardo dove vince solo il banco, mentre con gli sguardi inebetiti continuiamo a restare seduti a giocare e poi a giocare ancora, nonostante l'unica prospettiva sia quella di perdere tutto, in ultimo anche la nostra dignità.

L'anno che si dissolve nei calici resi amarognoli dal vino stantio non verrà ricordato in funzione di eventi eclatanti che abbiano cambiato il corso della storia e probabilmente scivolerà nelle sabbie del tempo senza sussulti, con la sua summa di miserie umane sulle cui fondamenta d'argilla già si stanno costruendo altre miserie umane, destinate ad un futuro che lascia in bocca il sapore acre del metallo.

La svendita dei lavoratori, ricattati, vessati, intimiditi ...

... e indotti a praticare l'autolesionismo,..... presentato loro come il "male minore", perchè in fondo un calcio negli stinchi somiglia quasi ad una carezza quando ti convincono che l'unica alternativa è costituita da una serie di bastonate sulla schiena dalle quali non ti rialzerai più.

Il cedimento sempre più evidente di un territorio violentato in profondità dalla cementificazione selvaggia, figlia di un "progresso" che ha il cervello del malaffare e il passo del gambero, ma viene unanimamente accettato come elemento positivo da coccolare. Poco importa se ogni piovasco ormai è foriero di frane disastrose, alluvioni, morti e feriti. La colpa è sempre del tempo cattivo, del mare in burrasca e della brutta sorte.

I giovani privati di un futuro e destinati al ruolo di agnelli sacrificali all'interno di un mondo del lavoro che non esiste più, se non sotto forma di una babele schizofrenica senza senso nè costrutto. Giovani indotti da "cattivi maestri" a credere che tutti i loro problemi siano incarnati dalla persona di Mariastella Gelmini e condotti per mano a protestare contro un ingranaggio, mentre una macchina immensa, di cui i loro stessi maestri fanno parte, si appresta a dilaniarli e schiacciarli senza pietà.

Il circo mediatico che ha ormai perso ogni contatto con la realtà e dedica ogni briciola del proprio peso immanente all'orientamento del pensiero e al sostegno dei consumi, rendendo il mondo dei TG, della TV e dei giornali molto più virtuale di quanto non lo sia quello di second life.

La classe politica sempre più confusa, abbarbicata agli scranni del potere, impegnata a tempo pieno negli intrighi di palazzo, negli inciuci, nelle congiure, sul punto di abdicare perfino dalla decennale farsa del confronto destra/sinistra. Destra e sinistra sono dinosauri di un passato ormai fossilizzato, la classe politica italiana non governa più nulla, perchè tutte le decisioni vengono prese a Bruxelles ed imposte da comitati privati sovranazionali, l'unica funzione rimasta in mano alla politica è quella concernente la distribuzione degli appalti, dei finanziamenti e dei ruoli di potere, in un rapporto simbiotico con il mondo del malaffare. Si tratta di una verità incontrovertibile, palese agli occhi ditutti, ma è preferibile che la commedia continui, altrimenti una volta scoppiato il bubbone, chissà dove si potrebbe andare a finire, ed è troppo grande la paura che possano sparire anche le briciole, in una società ormai costituita da raccoglitori di briciole.

Si potrebbe spendere qualche parola anche riguardo alla crisi economica, al dramma dell'inquinamento, ai soldi che non esistono impegnati in opere faraoniche, all'incubo di un ritorno delle centrali nucleari, alla speculazione miliardaria imbastita intorno ai rifiuti di Napoli, alla situazione politica internazionale prodromica di nuove guerre d'occupazione, al progressivo smantellamento degli stati nazionali, in funzione della costruzione di un unico stato globale e globalizzato, quando il gambero del progresso avrà terminato la sua corsa.

Ma l'anno nuovo ormai sta già iniziando ed essendo questi argomenti parte delle sue fondamenta non mancherà certo l'occasione di parlarne.

Per adesso buon brindisi e se vi capita di storcere la bocca per il sapore amaro fate attenzione a non farvi notare, l'etichetta di pessimista, in una società votata all'ottimismo anche quando corre verso il baratro, potrebbe risultare un fardello pesante da portare nel corso del viaggio.

Marco Cedolin

http://ilcorrosivo.blogspot.com/
http://marcocedolin.blogspot.com/
http://ariachetira.blogspot.com/




Voto: 10.00 (3 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
incredulo
Inviato: 31/12/2010 8:37  Aggiornato: 31/12/2010 20:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: Brindisi amari
Citazioni:


Avremo un governo mondiale, che vi piaccia o no. La sola questione che si pone è di sapere se questo governo mondiale sarà stabilito col consenso o con la forza.

Oggi, l'ulteriore progresso del mondo è possibile solamente attraverso una ricerca rivolta ad un concetto universale dell'uomo muovendoci verso un "Nuovo Ordine Mondiale”. Esiste un governo ombra dotato di una propria forza aerea e navale, di un proprio sistema di autofinanziamento, capace di manipolare l'opinione pubblica e di perseguire i propri ideali di interesse nazionale, privo da ogni forma di controllo e non sottoposto al rispetto della legge stessa.

Tutta la propaganda deve essere così popolare e a un tale livello intellettuale, che anche il più stupido di quelli a cui è diretta la recepirà... Tramite l'applicazione intelligente e costante della propaganda, la gente può essere spinta a vedere il paradiso come inferno, e anche nel senso opposto, considerare la condizione di vita più miserevole come paradiso.

Quello che ogni uomo teme è l’ignoto. Quando questo scenario si presenta si rinuncia volentieri ai propri diritti in cambio della garanzia del proprio benessere assicurata dal "Governo Mondiale."

"La politica non è che la manifestazione esterna, l'applicazione pratica e momentanea di una visione religiosa delle leggi della vita sulla terra e nel cosmo. Per l'umanità c'è un destino che gli uomini comuni non potrebbero concepire, e di cui non potrebbero sopportare la visione. Questa è riservata ad alcuni iniziati. La politica, non è che la forma pratica e frammentaria di quel destino"

LINK

Questo e' il nostro PRESENTE........


Buon 2011 a TUTTI

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
peonia
Inviato: 31/12/2010 8:52  Aggiornato: 31/12/2010 8:52
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Brindisi amari
Incredulo, mi hai tolto le citazioni di bocca!!!
Purtroppo credo anche io che sia esattamente questo il problema e credo anche che l'unica speranza sia che la Gente si risvegli dall'ipnosi....
Perchè così sta mezzo mondo, unica consolazione è che poco tempo fa era il tre quarti!

BUON TUTTO A TUTTI E SIAMO, NONOSTANTE TUTTO, OTTIMISTI, PERCHE' DOPO L'URAGANO TORNA SEMPRE IL SERENO!!!
Bisogna vedè quanto ce mette.....

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Silvio
Inviato: 31/12/2010 9:36  Aggiornato: 31/12/2010 9:36
So tutto
Iscritto: 29/12/2006
Da: Roma
Inviati: 1
 Re: Brindisi amari
O FORSE NO...
Caro Marco,
(perdona il mio tono confidenziale, ma per molti vecchi come me, diventa difficile dare del lei ed essere formali).
Non credo di essere un “ottimista”, come intendi tu.
Secondo me ci sono buone probabilità di catastrofi globali economiche, ambientali e di guerre…
E potrebbero cancellare la maggior parte dell’umanità e della vita, dalla faccia della terra!
E temo che potrebbe andare perfino peggio…
Ora io sono in una situazione economica tranquilla (ho una pensione di 1000 euro al mese), ma ho vissuto tanti periodi, con pochi soldi e in condizioni rischiose.
Da solo, in mezzo agli oceani, su una piccola barca a vela…
E vorrei anche rifarlo… ( vedi il mio sito: www.silviodellaccio.it )
E ho anche le valvole cardiache difettose e un’aspettativa di vita di meno di 5 anni.
Insomma sono in condizioni che potrebbero giustificare “l’amarezze dei calici” che (per mia scelta) mi berrò da solo, stanotte.
(Se non muoio prima…)
Ma con tutto il rispetto e la considerazione per chi sta peggio di me (e purtroppo credo sia la maggioranza dell’umanità) probabilmente mi godrò anche il prossimo capodanno.
Forse sono matto…
Ma sono affascinato dai mistici e dalle loro storie meravigliose!
Come quella del pover’uomo inseguito da una tigre.
Per sfuggirle si butta in un burrone, ma si accorge che sotto c’è un’altra tigre, con la bocca spalancata…
Sul costone del burrone c’è una fragola meravigliosa...
Lui la prende e se la mangia!
Secondo me, siamo “condannati” ad essere degli eroi, e solo quando ci riusciamo, anche per poco, scopriamo la bellezza della vita!
O forse no...
www.silviodellaccio.it

fefochip
Inviato: 31/12/2010 10:19  Aggiornato: 31/12/2010 20:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Brindisi amari
Citazione:
trascinati dentro ad un gioco d'azzardo dove vince solo il banco


ieri sera accendo la tv per vedermi il mio filmetto registrato e prima di impostare l'entrata esterna rimango pigro e imbambolato su un canale a caso.
c'era il solito gioco a premi di vip .....

non so se avete presente appunto... uno rimane un attimo imbambolato davanti

a un certo punto il conduttore chiede a uno dei gruppi quanto spende di media l'italiano per giochi nazionali in un anno(superenalotto ,gratta e vinci , enalotto ,lotterie ,ecc) .
il primo gruppo dice 500 euro !

e io penso "no non è possibile di media sarà che ne so 50 euro" , il secondo gruppo dice invece "di più"!

vince il secondo gruppo perche l'italiani in media pare spendano 1000 euro !!!

non ci potevo credere ma una breve ricerca su internet
LINK

non posso credere che in media gli italiani sacrificano una tredicesima per darla allo stato per una speranza di vittoria che non esiste.

sono rattristatissimo

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
edo
Inviato: 31/12/2010 10:31  Aggiornato: 31/12/2010 10:31
Sono certo di non sapere
Iscritto: 9/2/2006
Da: casa
Inviati: 4529
 Re: Brindisi amari

Heitz
Inviato: 31/12/2010 10:36  Aggiornato: 31/12/2010 12:13
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/11/2008
Da:
Inviati: 139
 Re: Brindisi amari
Citazione:
e io penso "no non è possibile di media sarà che ne so 50 euro"


L'Italia in tempo reale!

cnj
Inviato: 31/12/2010 10:40  Aggiornato: 31/12/2010 10:40
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da: Romagna
Inviati: 795
 Re: Brindisi amari
Tristemente concordo e mi associo al brindisi amaro.

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. Nikola Tesla
avatar21
Inviato: 31/12/2010 11:10  Aggiornato: 31/12/2010 11:10
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/5/2010
Da: Terrritorio Libero di Trieste
Inviati: 73
 Re: Brindisi amari
Io spero che il 2011 ci porti i seguenti disastri :
1) Il dollaro e l'Euro nella spazzatura .
2) Alcuni paesi europei ritorneranno alle originali monete di scambio .
3) La popolazione italiana che perde ogni giorno posti di lavoro capira' finalmente che i politicanti che parlano di aumetare la conpetitvita di questo paese sono ignoranti il cui cervello e' stato lavato . Non si puo' competere contro paesi che pagano i loro lavoratori due dollari al giono .
4) L'Unione Europea ; questo branco di briganti non eletti al comando che fanno leggi per favorire le compagnie multinazionali , ma non la popolazione ( Vedere a proposito le nuove leggi contro i prodotti naturali e omeopatici ) deve sparire dalla faccia della terra .
5) Continuando di questo passo ci dovrebbe essere una rivoluzione violenta negli USA . Io spero che i cittadini metttano contro il muro i Banchieri responsabili per la distruzione del sistema economico .
6) Anche l'Italia si merita una rivoluzione violenta . Abbiamo troppi politicanti , notabili della chiesa ecc ecc. che sono in effetti venduti ad altri interessi stranieri .

Stiamo vivendo in un mondo corrotto , dove tutto e' truccato . La storia recente , la storia del secolo passato , la storia antica , la scienza , i mercati delle azioni , i mercati dei metalli preziosi , dei diamanti e altre pietre preziose , la politica , il sistema economico e' totalmente corrotto per il tornaconto di alcune famiglie di banchieri , i soldi sono carta straccia usata per schiavizzare la popolazione . Potrei andare avanti ,
ma io sono leggermente ottimista .... se cio' che ho scritto sopra avverra' puo' darsi che c'e ' un barlume di speranza per la popolazione mondiale .

Matteo84
Inviato: 31/12/2010 12:07  Aggiornato: 31/12/2010 12:07
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/12/2010
Da: Servigliano (Marche)
Inviati: 38
 Re: Brindisi amari
Letto l'articolo mi vengonoe le solite e ripetitive domande....."Che fare per migliorare?....Come agire per ripristinare una situazione migliore?.....A chi affidare tale compito?" io risponderei con milioni di soluzioni....ma sarebbero poi giuste?! La corruzzione fisica e mentale nei vari ambiti credo non abbia fine...la voglia di alcuni uomini di potere non finirà mai anche perchè chi ha il potere vero molto spesso è nascosto dalla valanga di "lecchini raccoglitori delle sue briciole" e stanarlo credo sia pressochè impossibile! RIncuoratemi in tal senso vi prego! Nel mio piccolo provo a cambiare un pò le cose ma avvolte sfuggire al sistema anche per me risulta impossibile! Vedo i giovani d'oggi ipnotizzati fin dalla nascita che danno alle cose materiali importanza divina e l'apparire diventa l'unico comandamento! Se il futuro sarà di questi giovani quello che dice Marco sarà buono per tutti i fine anno a venire fino a quando nel nostro pianeta non ci sarà più nessun Uomo! o almeno quando ne rimarrà solo uno...perchè già in due le cose cambiano! BUON 2011 A TUTTI!

p.s. io pensavo addirittura che era di più di 1000euro a testa per i "giochi"!
p.p.s. Ma italiaora.org è attendibile?! o è solo una media statistica in base agli anni passati?!
p.p.p.s. Avessi i soldi fare come il signor Silvio! Complimenti gran belle esperienze!

Amo la vita! Amo la Natura! Amo i rapporti sociali! Sono una persona di successo!
Pyter
Inviato: 31/12/2010 12:19  Aggiornato: 31/12/2010 12:19
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Brindisi amari
avatar21
Io spero che il 2011 ci porti i seguenti disastri :
1) Il dollaro e l'Euro nella spazzatura .


Geniale.
Così finalmente la raccolgono.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
Infettato
Inviato: 31/12/2010 12:41  Aggiornato: 31/12/2010 12:41
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/11/2006
Da: Roma
Inviati: 1499
 Re: Brindisi amari
Citazione:
A chi affidare tale compito?


Ciao Matteo84,
la domanda è sbagliata
siamo in questo stato proprio perchè la maggioranza si affida a qualcuno, delega, aspetta la manna dal cielo.

@Marco alcune cose del tuo articolo non mi piacciono, magari oggi no non mi va di discuterne.

Voglio solo dire a tutti non aspettatevi NULLA da nessuno, contate solo sulle vostre forze, poi se arriva un aiuto tanto meglio.

Infettato dal morbo di Ashcroft
---------------------------------------------
Quando ci immergiamo totalmente negli affari quotidiani, noi smettiamo di fare distinzioni fondamentali, o di porci le domande veramente basilari. Rothbard
Infettato
Inviato: 31/12/2010 12:44  Aggiornato: 31/12/2010 12:44
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/11/2006
Da: Roma
Inviati: 1499
 Re: Brindisi amari
Citazione:
Io spero che il 2011 ci porti i seguenti disastri :
Citazione:
1) Il dollaro e l'Euro nella spazzatura .


Citazione:
Geniale.

Citazione:
Così finalmente la raccolgono.


E' ottima per il termovalorizzatore....

Infettato dal morbo di Ashcroft
---------------------------------------------
Quando ci immergiamo totalmente negli affari quotidiani, noi smettiamo di fare distinzioni fondamentali, o di porci le domande veramente basilari. Rothbard
Jurij
Inviato: 31/12/2010 12:57  Aggiornato: 31/12/2010 12:57
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Brindisi amari
...Avremo un governo mondiale, che vi piaccia o no. La sola questione che si pone è di sapere se questo governo mondiale sarà stabilito col consenso o con la forza....

Col consenso, col consenso e sempre con la stessa tecnica, si crea il problema, si propone la soluzione e la si mette in atto con l'accordo dell'opinione pubblica.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Jurij
Inviato: 31/12/2010 13:00  Aggiornato: 31/12/2010 13:03
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Brindisi amari
...Alcuni paesi europei ritorneranno alle originali monete di scambio ...

Sarebbe troppo bello... la caduta dell'Europa e la fine del sogno massone.


...siamo in questo stato proprio perchè la maggioranza si affida a qualcuno, delega, aspetta la manna dal cielo....

...Voglio solo dire a tutti non aspettatevi NULLA da nessuno, contate solo sulle vostre forze, poi se arriva un aiuto tanto meglio....

Perfetto, pienamente d'accordo con queste due affermazioni !

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
fefochip
Inviato: 31/12/2010 13:15  Aggiornato: 31/12/2010 13:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Brindisi amari
@Silvio

innanzi tutto ben approdato qui su luogocomune silvio.

ho dato un occhiata al tuo sito ...sei un mito!

la tua vita è una metafora della vita stessa dell'uomo:solo in mezzo a forze piu grandi di lui.

come dice pina a fantozzi : ho tantissima stima per te.

chi non ha mai sognato nella vita di prendere una barca e mettersi in mezzo al mare da solo ? certo molti potrebbero risponderti come in un celebre film di alberto sordi in cui sostanzialmente non serve una sega fare una cosa del genere ma l'ammirazione di una vita del genere è troppa per non pensare che se è vero che ti sarai sottoposto a enormi privazioni dall'altra avrai avuto enormi soddisfazioni.

per quanto mi riguarda brindo alla tua salute e ti auguro ogni bene possibile

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Sertes
Inviato: 31/12/2010 13:49  Aggiornato: 31/12/2010 13:49
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Brindisi amari
Afghanistan, un militare italiano ucciso dai colpi di un cecchino. Io pensavo fossero in missione di pace, allora perchè gli sparano addosso? Boh.

Comunque La Russa gioca d'anticipo e dice lui quello che gli si vorrebbe contestare: "Abbiamo avuto troppi lutti".

Invece Napolitano fa i messaggi con il wizard: avanti, avanti, fine: "...Solidale partecipazione al dolore dei famigliari"

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
a_mensa
Inviato: 31/12/2010 13:49  Aggiornato: 31/12/2010 13:49
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/6/2009
Da: roncello (mi)
Inviati: 3180
 Re: Brindisi amari
@ marco cedolin
difficilmente rimando a degli articoli di altri, ma questo su intermarket&more, merita proprio di essere visto.
è una analisi approfondita sulla distribuzione della ricchezza, ch emi pare in questo 3d, assolutamente appropriato
buona lettura!!

http://intermarketandmore.finanza.com/distribuzione-ricchezza-sperequazione-economica-22097.html

credo che una simile raccolta di dati, perfettamente commentati, meriti un vero applauso.
andrea

non vorrei mai appartenere ad un club che avesse me come socio.
Matteo84
Inviato: 31/12/2010 14:16  Aggiornato: 31/12/2010 14:16
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/12/2010
Da: Servigliano (Marche)
Inviati: 38
 Re: Brindisi amari
Non so...secondo me è impossibile avere una società senza ...diciamo...una sorta di "gerarchia".....quindi alla fine uno o due o tre o 15 saranno sempre alla guida della società....la visione dove ognuno fa il proprio bene credo sia anarchia irrealizzabile oggi come oggi. Comunque non sono abbastanza colto da sapere se sia possibile una convivenza fra gli uomini senza questa "gerarchia" o come la si voglia chiamare.

Spero di avere tgempo oggi per leggere l'articolo condiviso da a_mensa ma da quello che ho sbirciato è molto interessante!

Amo la vita! Amo la Natura! Amo i rapporti sociali! Sono una persona di successo!
sonsokh
Inviato: 31/12/2010 14:51  Aggiornato: 31/12/2010 14:51
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/11/2010
Da: Lecco
Inviati: 238
 Re: Brindisi amari
"Destra e sinistra sono dinosauri di un passato ormai fossilizzato, la classe politica italiana non governa più nulla, perchè tutte le decisioni vengono prese a Bruxelles ed imposte da comitati privati sovranazionali, l'unica funzione rimasta in mano alla politica è quella concernente la distribuzione degli appalti, dei finanziamenti e dei ruoli di potere, in un rapporto simbiotico con il mondo del malaffare"

a proposito della nostra classe politica:
se consideriamo importanti problemi strutturali, economici, sociali che il nostro paese aveva, ad esempio negli anni '70 (quando avevo i calzoni corti) possiamo vedere che praticamente niente è stato risolto. Una prova a casaccio come mi vengono in mente ?

Mafia, camorra ecc...
abusivismo edilizio
evasione fiscale
sicurezza sul lavoro e relativi controlli
corruzione
raccomandazioni o mancanza di meritocrazia
sviluppo del mezzogiorno
incendi estivi (dolosi)
giustizia
condizioni detenuti
e chi più ne ha....

quindi veramente questa gente non serve a una cazzo.
Se andassero in vacanza per 2 anni non se ne accorgerebbe nessuno
se non per i mancati disastri procurati al paese....

nygandy
Inviato: 31/12/2010 15:12  Aggiornato: 31/12/2010 15:12
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/10/2009
Da:
Inviati: 483
 Re: Brindisi amari
Citazione:
Avremo un governo mondiale, che vi piaccia o no. La sola questione che si pone è di sapere se questo governo mondiale sarà stabilito col consenso o con la forza.

Lo avremo, forse lo abbiamo già. Con il consenso o con la forza... il problema nemmeno si pone: la grande forza che ti dà il controllo dei mezzi finanziari e quindi dei mezzi di informazione è proprio questa:
ottieni attraverso un diffuso consenso ciò che, altrimenti, se tutti fossimo lasciati liberi di attingere alla libera informazione, dovresti strappare con la forza.

temponauta
Inviato: 31/12/2010 15:41  Aggiornato: 1/1/2011 0:23
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/4/2010
Da:
Inviati: 2040
 Re: Brindisi amari
POST RIMOSSO

peonia
Inviato: 31/12/2010 16:11  Aggiornato: 31/12/2010 16:11
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Brindisi amari
ITALIA IN TEMPO REALE

Mi sono sempre chiesta come fanno ad aggiornare i dati!

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
nygandy
Inviato: 31/12/2010 16:41  Aggiornato: 31/12/2010 16:41
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/10/2009
Da:
Inviati: 483
 Re: Brindisi amari
@ temponauta

Citazione:
Andrà molto peggio di quello che pensate. I crolli non si fermano a mezza altezza.

Si fermano anche a mezza altezza... salvo che non sia stato minato tutto dal basso... ti ricorda qualcosa?

...unita alla sparizione degli zingari.

E che c'azzecca? Ci credi davvero o sei solo un provocatore? Metti insieme chi questa società la controlla con quelli che volutamente la rifiutano e si fanno i beati cacchi loro... ebbene sì anche alla faccia nostra... che siamo dei piccoli borghesi ben inseriti in questa società...

nygandy
Inviato: 31/12/2010 16:45  Aggiornato: 31/12/2010 16:45
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/10/2009
Da:
Inviati: 483
 Re: Brindisi amari
@ peonia

ITALIA IN TEMPO REALE
Mi sono sempre chiesta come fanno ad aggiornare i dati!

Mi sa che è 'na cacchiata... nel senso che fanno una media di determinati valori e poi la spalmano secondo per secondo.
Un po' come Telethon.....
Che ne sanno di preciso di quanto stanno incassando?

Red_Knight
Inviato: 31/12/2010 16:49  Aggiornato: 31/12/2010 16:50
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Brindisi amari
Citazione:
Il mio brindisi è per la fine violenta degli oppressori sinarchicogiudei-massonici-cattolici-politici-criminali, unita alla sparizione degli zingari.


Io invece brindo alla tua Laurea. Spero che consegni quella maledetta tesi in fretta, ti becchi il tuo meritatissimo "110 e lode" e ci lasci per sempre. 9 mesi del resto credo che ti siano stati più che sufficienti, e il tuo entusiasmo è visibilmente calato. Non dimenticare di farci sapere il titolo della pubblicazione!

Spiderman
Inviato: 31/12/2010 17:05  Aggiornato: 31/12/2010 17:05
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 19/9/2009
Da:
Inviati: 2722
 Re: Brindisi amari
Citazione:
Per adesso buon brindisi e se vi capita di storcere la bocca per il sapore amaro fate attenzione a non farvi notare, l'etichetta di pessimista, in una società votata all'ottimismo anche quando corre verso il baratro, potrebbe risultare un fardello pesante da portare nel corso del viaggio.


Amarissima verità.

Buon 2011 a tutti.

"Ogni giorno racconto la favola mia, la racconto ogni giorno chiunque tu sia, e mi vesto di sogno per darti se vuoi, l'illusione di un bimbo che gioca agli eroi. (Renato Zero)
redna
Inviato: 31/12/2010 17:13  Aggiornato: 31/12/2010 17:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Brindisi amari


Andrà molto peggio di quello che pensate. I crolli non si fermano a mezza altezza.

siccome lo dice temponauta è ovvio che il 2011 sarà un anno migliore di questo!

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
superava
Inviato: 31/12/2010 17:23  Aggiornato: 31/12/2010 17:23
Mi sento vacillare
Iscritto: 28/8/2008
Da: Riolo Terme
Inviati: 416
 Re: Brindisi amari
Faccio gli auguri adesso che devo andare al lavoro..Buon 2011 a tutti! ...speriamo :)

temponauta
Inviato: 31/12/2010 17:58  Aggiornato: 31/12/2010 17:58
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/4/2010
Da:
Inviati: 2040
 Re: Brindisi amari
@ nygandy

...unita alla sparizione degli zingari.

E che c'azzecca? Ci credi davvero o sei solo un provocatore? Metti insieme chi questa società la controlla con quelli che volutamente la rifiutano e si fanno i beati cacchi loro... ebbene sì anche alla faccia nostra... che siamo dei piccoli borghesi ben inseriti in questa società...


Provocatore?
Io sono la voce libera del popolo italico (ovviamente stiamo parlando di nazionalismo).
Se si potesse organizzare un referendum per decidere di cacciare gli zingari dal suolo italico, sentiresti il tuono del volere italico.
Ah già, il mito del razzismo nazionalista...
Buon anno.

temponauta
Inviato: 31/12/2010 18:04  Aggiornato: 31/12/2010 18:04
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/4/2010
Da:
Inviati: 2040
 Re: Brindisi amari
@ Red_Knight

Citazione:

Io invece brindo alla tua Laurea. Spero che consegni quella maledetta tesi in fretta, ti becchi il tuo meritatissimo "110 e lode" e ci lasci per sempre. 9 mesi del resto credo che ti siano stati più che sufficienti, e il tuo entusiasmo è visibilmente calato. Non dimenticare di farci sapere il titolo della pubblicazione!



Come si fa a essere entusiasti quando hai a che fare con salottieri della sinistra liberal chic.
Me ne andrò quando non potrò più salvarvi dalla fine imminente.

temponauta
Inviato: 31/12/2010 18:06  Aggiornato: 31/12/2010 18:06
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/4/2010
Da:
Inviati: 2040
 Re: Brindisi amari
@ redna
Citazione:

siccome lo dice temponauta è ovvio che il 2011 sarà un anno migliore di questo!


Purtroppo sarai costretta a ricrederti fin dall'inizio.

redna
Inviato: 31/12/2010 18:40  Aggiornato: 31/12/2010 18:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Brindisi amari
Citazione:
@ redna
Citazione:

siccome lo dice temponauta è ovvio che il 2011 sarà un anno migliore di questo!


Purtroppo sarai costretta a ricrederti fin dall'inizio.


nemmeno tu ti sei ricreduto su quanto di errato hai 'profetizzato'...quindi il primo a ricredersi dovresti esser tu.
Intanto aspettiamo l'anno nuovo....e vedremo CHI è che dovrà ricredersi.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
nygandy
Inviato: 31/12/2010 18:43  Aggiornato: 31/12/2010 18:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/10/2009
Da:
Inviati: 483
 Re: Brindisi amari
Vabbè ragazzi...
E' ora di augurare a tutti voi un bellissimo anno nuovo!

Buon anno Massimo!

temponauta
Inviato: 31/12/2010 19:18  Aggiornato: 31/12/2010 19:18
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/4/2010
Da:
Inviati: 2040
 Re: Brindisi amari
Questo per far vedere che anche qualcun altro fa previsioni "frettolose", e non è un pirla.

florizel
Inviato: 31/12/2010 19:25  Aggiornato: 31/12/2010 19:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Brindisi amari
Che sia l'anno in cui le Rivolte avranno bisogno della Bellezza.

E RESTIAMO UMANI.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
temponauta
Inviato: 31/12/2010 20:28  Aggiornato: 31/12/2010 20:28
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/4/2010
Da:
Inviati: 2040
 Re: Brindisi amari
Buon Anno a Massimo e a tutti gli amici del sito.


Da parte mia, nessun rancore mai, per nessuno.

hi-speed
Inviato: 31/12/2010 20:33  Aggiornato: 31/12/2010 20:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/12/2004
Da: preda lunga
Inviati: 3211
 Re: Brindisi amari
Siccome ci restano due annetti in teoria, potremmo organizzare una bella rivoluzione ed en passant spedire in orbita qualcuno ...

Buon anno!!!



Hi-speed

Cosa Sta Succedendo? Madre, madre Ci sono troppi di voi che piangono Fratello, fratello, fratello Ci sono troppi di voi che stanno morendo Sai che dobbiamo trovare una maniera Per portare un pò di amore qui oggi
trotzkij
Inviato: 31/12/2010 22:42  Aggiornato: 31/12/2010 22:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/9/2006
Da:
Inviati: 3704
 Re: Brindisi amari
Auguri

I complotti non esistono, ... tranne quando ci sono
Redazione
Inviato: 1/1/2011 0:27  Aggiornato: 1/1/2011 0:29
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Brindisi amari
L'utente TEMPONAUTA è stato definitivamente espulso.

Eri stato avvisato più volte, dopo la riammissione.

Se non capisci (o fingi di non capire) quali siano i post che mettono a rischio la sopravvivenza del sito, per te su luogocomune non c'è posto.

benitoche
Inviato: 1/1/2011 2:11  Aggiornato: 1/1/2011 2:22
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/9/2006
Da:
Inviati: 1941
 Re: Brindisi amari
Il male viene a fin di bene,grazie a Dio
Corvi, inutile profetizzare rivoluzioni e catastrofi,la realtà ha dimostrato il contrario,basta inutili allarmismi,l'Italia è il miglior Paese in cui affrontare la crisi,i danni collaterali saranno quasi nulli al confronto di altri Paesi non benedetti come noi
Conteranno le cose reali
La terra lu mare e lu suleeee

Citazione:

Voglio solo dire a tutti non aspettatevi NULLA da nessuno, contate solo sulle vostre forze, poi se arriva un aiuto tanto meglio



Vi dico invece unitevi ,l'unione fà la forza,quanto più ci rinchiuderemo nei nostri negozi di bicchieri di cristallo,tanto più ne pagheremo le conseguenze

Di contro a queste inutili profezie un articolo di gente vera di vita reale di crisi profondissime ,le quali invece che far affiorare la bestialità umana,(come molti Padroni del mondo sperano)hanno permesso la rinascita di valori sani come non mai

l’attivismo ecologico, l’edilizia naturale, l’arte, la musica e la radio comunitaria.Questo è il futuro che ci attende e nessuno potrà togliercelo questa volta
Che sia un grande 2011,che si devastino le economie,che sparisca il denaro,che crollino le istituzioni,che l'uomo possa ritrovare se stesso ritrovando gli altri
Fanculo al Dio denaro e a tutti i suoi adepti



In un lasso di tempo davvero breve, l’Argentina vide l’ascesa e la caduta di cinque presidenti. Le misure adottate per affrontare la crisi economica comprendevano limitazioni sui prelievi bancari. Ai cittadini fu permesso di ritirare circa 200 pesos alla settimana (più o meno 70 dollari americani) ed il governo iniziò a sequestrare le pensioni dei funzionari della pubblica amministrazione. Ne seguì una corsa agli sportelli che portò all’adozione del “Corralito” (piccolo recinto). Inizialmente questo provvedimento bloccò tutti i conti bancari per un periodo di 90 giorni ed ai depositari non fu distribuita valuta americana. Nel dicembre 2001, scoppiarono violente rivolte nel momento in cui la gente richiedeva denaro per gestire le imprese. Il governo reagì passando al “Corralón” (grande recinto) il che significava che tutti i depositi monetari furono sequestrati ed al loro posto vennero emesse delle obbligazioni. Presto, non c’erano più contanti in circolazione all’interno dell’economia argentina.



Nascita di Mercati del Baratto

Il baratto iniziò a diffondersi spontaneamente ovunque nelle comunità. Poche persone avevano una qualche conoscenza o esperienza di mercati del baratto. Quelli che le possedevano, iniziarono rapidamente ad organizzare dei corsi di formazione. All’inizio, le persone si presentavano in spazi pubblici come scuole, parchi e palestre. Diventò ovvio che le comunità con un maggiore grado di produzione locale in aeree a valore aggiunto come cibo, legname, ed anche specialità come il miele, erano più forti di comunità con una minore produzione locale. Non solo erano più adatti a soddisfare il loro stessi bisogni, ma risultavano più forti in generale nel momento in cui le valute locali emergevano, valide solo nelle aree di emissione. Il commercio regionale diventò possibile solo tramite merci a valore aggiunto.

Un’altra importante e rapida scoperta fu che al di là del collasso di sistemi complessi, che spesso non favorivano i migliori interessi di una comunità, la gente apprese cos’era reale per loro. Le cose reali comprendevano non solo quelle necessarie alla sopravvivenza, ma anche elementi che rafforzavano la comunità in generale. I mercati del baratto equilibrano le società in maniere inaspettate. Questa lezione è stata duramente imparata dai funzionari pubblici che hanno costituto l’ultimo riluttante segmento ad unirsi al mercato del baratto. In particolare, i fisici consideravano i loro servizi alla pari di quelli dei contadini e di altri lavoratori con esperienza nella produzione alimentare. Dato che il collasso del governo andava avanti e che le pressioni economiche si accumulavano, si sono rapidamente ritrovati a dover abbassare i loro prezzi. Molti professionisti hanno imparato che la loro conoscenza ed educazione non poteva competere con quella dei contadini organici, degli apicoltori e persino di coloro che fabbricavano strumenti musicali.

Costruire Solidarietà e Democrazia

Mentre i mercati del baratto prendevano piede, le comunità hanno cominciato un lavoro di organizzazione del mercato. Per poter partecipare una persona doveva frequentare i corsi di formazione gestiti dai moderatori. L’idea di solidarietà divenne importante nel momento in cui si sviluppava la valuta locale. Il commercio auto-organizzato regionale e locale iniziò a trascendere i confini stabiliti dai governi nel momento in cui non riflettevano in modo realistico la natura dei servizi e delle merci effettivamente disponibili. Le regioni vennero divise in quartieri e nodi (vedi nota 1).

Le famiglie diventavano membri del mercato del quartiere in cui risiedevano (vedi nota 2). Non più di un membro doveva frequentare almeno 3 dei 4 incontri per la pianificazione e per il mercato. Attraverso la registrazione al mercato, ogni membro riceveva 50 crediti di valuta di scambio. I partecipanti erano tenuti a presentarsi presto ed aiutare a sistemare i banchi. Prima di ogni sessione, le persone davano un’occhiata al mercato in modo da pianificare i loro scambi. Vennero create delle regole e delle linee guida del mercato per favorire una gestione equa e lineare del processo. Sono state inoltre sviluppate strategie per l’intrattenimento dei bambini in modo da tenerli occupati lontani dalle zone di scambio. Teatri di strada, clown, musicisti non solo hanno migliorato l’atmosfera per i giovani, ma hanno anche dato una possibilità di espressione che è servita a dissipare il conflitto. Quindi, accanto al commercio è proliferata una cultura.

Sebbene il processo si sviluppava in modo semplice all’inizio, nel tempo il livello di complessità è cominciato a crescere. Mentre venivano promosse anche le transazioni dirette, avevano luogo problemi nel commercio multi-baratto e nella leadership. Al fine di preservare il più forte senso di democrazia, la leadership veniva divisa in turni. In modo regolare, veniva offerto il ruolo di leader a tre persone per un periodo di circa 2-3 mesi. L’opzione di rifiutarsi di operare era sempre riservata senza ripercussioni, ma ognuno aveva le stesse opportunità. Malgrado ciò, le tensioni continuavano a svilupparsi nel momento in cui le persone incominciavano a dubitare dei loro ruoli. Quelli con delle idee e con una forte base conoscitiva sentivano che i loro servizi andavano altamente valutati, come anche quelli che lavoravano e producevano beni necessari. Quindi, dove venivano lasciati coloro che offrivano meno?



[Max Edleson a Coos Bay]

Fenomeni Sociali e Culturali

Andrebbero fatte alcune distinzioni importanti sulle diverse reazioni sociali alla crisi economica in Argentina. Le città e le aree urbane più grandi hanno subito un livello maggiore di frattura nella coesione sociale. Nel corso del 2001, ci sono state proteste violente, rivolte e saccheggi. Molti supermercati furono presto completamente chiusi nel momento in cui saccheggiatori vi si introducevano e svuotavano gli scaffali. Cittadini arrabbiati scioperarono contro banche, imprese e multi-nazionali, e gli scontri con poliziotti armati divennero più frequenti. Il governo dichiarò disperatamente lo stato di emergenza, ma questo servì solo ad intensificare la violenta reazione populista. Dopo diverse vittime tra i civili nella metà di dicembre, il governo collassò completamente.

Zone rurali come la Patagonia ebbero esperienze molto meno drammatiche. Innanzitutto, bisogna capire, anche le più remote zone dell’Argentina sono abbastanza ben sviluppate. Hanno servizi come l’acqua, l’elettricità, il telefono e dei sistemi di trasporto. Mentre da una parte è vero che ci sono più animali da lavoro nelle fattorie e nei ranch, ci sono anche molti trattori, camion e macchine nuove e di ultimo modello. Tuttavia, una differenza fondamentale nelle percezione e nella reazione alle pressioni economiche si è sviluppata soprattutto per via della natura accessibile delle risorse. Le zone rurali sono considerevolmente meno popolate rispetto alla loro capacità agricola.

Questi fattori hanno notevolmente influenzato la natura del commercio. Nelle città, la maggior parte del baratto ha a che fare con merci usate e di seconda mano come abiti e mobili. Una parte significativa della popolazione cerca e arraffa tra rifiuti e merci riciclate. Di contro, le aree rurali hanno iniziato a produrre rapidamente una svariata gamma di beni durevoli come anche di prodotti come il cibo. Le richieste di servizi ad alta intensità di lavoro erano maggiori. Anche le regole in merito ai diritti di proprietà divvennero più elastiche in quanto gli abusivi non erano più perseguiti dal governo. Poiché le aree meno popolose tendono anche ad avere un più alto livello di responsabilità personale (vedi nota 3), questo ha effettivamente favorito l’incremento della coesione sociale. Il crollo delle norme sociali imposte, che avevano spesso portato al caos nelle città, di fatto aiutò ad apportare una rinascita culturale in molte zone della campagna.

Cooperative Comunitarie

Un incremento delle valute locali combinata ad una diminuzione nella produzione portò all’inflazione. Questo è stato particolarmente evidente quando c’era bisogno di sostituire merci non prodotti localmente. Un pezzo di una macchina poteva essere difficile da trovare e molto costoso. Era cruciale che una comunità possedesse le merci di cui aveva bisogno per funzionare in modo da restare forte. Nel tempo, la gente divenne più ingegnosa. Un esempio di come risolvere un problema in modo creativo era convertire una vecchia lavatrice stile “torchio” in un tritatutto per produrre succhi. Forni esterni e solari divennero più diffusi, sebbene il loro uso si limitava a quello stagionale. I servizi se la cavavano meglio nelle zone in cui erano gestiti da cooperative comunitarie locali i cui membri avevano un forte interesse nel mantenerle.

La Patagonia non era stata regolata tradizionalmente nella misura in cui lo è stata di recente. Si generarono molte problematiche ecologiche riguardo l’industria mineraria ed i diritti delle popolazioni indigene.

Dato che molti hanno cominciato a mettere su fattorie negli ultimi decenni, sono state edificate nuove costruzioni usando materiali naturali. A El Bolsón è stato costruito un asilo dagli stessi genitori. Questa scuola era fatta di pannelli di legno, mattoni, pietra ed adobe [misto di argilla, paglia e sabbia, ndt]. Insegnanti e genitori hanno collaborato al design. La costruzione era strutturata in modo da essere incentrata specialmente sui bambini, con molte finestre basse ed un grande terrazzo per ospitare le ore per la narrazione delle storie, ad alto valore culturale. Tutti coloro che avevano partecipato alla realizzazione della scuola furono contenti del risultato. Questo è un altro esempio di coinvolgimento e responsabilità comunitari, quasi mai visto nelle società urbane “avanzate” ed industrializzate.

Conflitto e Consenso

I mercati comunitari del baratto, come già menzionato, erano gestiti da membri che avevano il ruolo di moderatori. Le decisioni venivano raggiunte tramite il processo del consenso generale. Questo significava essenzialmente che in finale nessuno doveva essere in disaccordo. Questo contrasta con il modo in cui vengono prese molte decisioni nelle società moderne. La maggior parte delle volte, ogni partito tiene duro per ottenere l’accordo migliore possibile personalmente per sé. Nella contrattazione del consenso, si traffica con negoziazioni e compromessi fino a che ogni persona si sente soddisfatta del risultato. Lo scopo finale è di ridurre i conflitti e le tensioni all’interno della comunità mentre si proteggono i bisogni fondamentali di ogni individuo. Questo può risultare difficile a meno che tutte le parti non provengano da una posizione di cooperazione reciproca e, quindi, dovrebbero essere alla base di ogni sistema di baratto.

È inoltre importante riconoscere che periodi di crisi e conflitto influenzano le persone in maniera alquanto unica. Mentre in Patagoni emergevano mercati del baratto e cooperative comunitarie, anche l’intera rete delle relazioni sociali stava cambiando. I mercati e gli altri eventi comunitari divennero centri per lo scambio di informazioni e quello culturale. Musica, teatri di strada e le arti servivano non solo come intrattenimento ma anche come valvole di sfogo per la resistenza e la protesta pubbliche. I murales sugli edifici pubblici riflettevano le lotte culturali in atto contro le forze economiche e politiche. Diversi segmenti della popolazione offrivano e si identificavano con diverse forme di espressione culturale. Tutti questi elementi insieme sono serviti come potenti strumenti di rafforzamento delle comunità.

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=7817

.PS
Il mio sogno

http://www.legalizzala.it/article206.html

la religione è indispensabile
soltanto a un’umanità rescissa dal mondo divino-spirituale.
absinth
Inviato: 1/1/2011 8:52  Aggiornato: 1/1/2011 8:52
Ho qualche dubbio
Iscritto: 22/12/2005
Da: FRIULI VENEZIA GIULIA
Inviati: 249
 Re: Brindisi amari
Un augurio a tutti per un super 2011 all'insegna della verità e della Coscienza

incredulo
Inviato: 1/1/2011 8:58  Aggiornato: 1/1/2011 17:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: Brindisi amari
Citazione

I leader del mondo occidentale hanno evocato i fantasmi del crollo dell’economia mondiale, hanno coniato termini come “too big to fail” per farci credere che tutto il loro operato fosse per il nostro bene. È evidente dai numeri che quello non era neanche il 20% del nostro bene. Ricordo quando Bernanke e compagnia cantante parlavano di “fondi pensioni” di “futuro del popolo americano”… mi chiedo ora di che diavolo stessero parlando, se praticamente è tutto in mano al 10% della popolazione! Oppure che ne so… chi compra e chi vende sul mercato? Ditemelo voi, chi vende e chi compre, visto che 78% delle azioni sono in mano ai quattro soliti noti… ditemelo voi. E quando vi indebitate? A chi vanno i soldi? Sempre a quel 5%, 10%! Siamo sempre li, si lavora per loro, si dipende da loro, si comprano i loro prodotti. E sono diventati impunibili! La nostra ricchezza è solo un danno collaterale, per loro. Non crediate che sia un problema di “moral hazard ” o un problema ideologico. A me piace la ricchezza e non ho nulla contro i ricchi… anzi… . Il problema è che il sistema è stato manomesso, e i numeri sono lì a dimostrarlo. L’alternativa ai fallimenti, qual è? Se i “troppo grandi” non possono fallire nemmeno se sbagliano così pesantemente, per incapacità o per avidità non importa, se l’unico modo per arginare il potere e la ricchezza di pochissimi viene “istituzionalmente” eliminato, quale sarà il destino di tutto il resto della gente? Davvero crediamo che tutto questo non avrà conseguenze? Dovremmo davvero accettare l’idea che per quanto noi possiamo evolverci, per quanto la tecnologia possa migliorare le nostre vite, per quanto ciascuno di noi possa costruire per se e per i propri figli un futuro migliore, per quanto tutto saremo comunque sempre condannati a vivere per pagare, ad esempio, interessi agli altri, sia perché detengono direttamente i nostri debiti sia per il fatto che detengono i debiti del nostro stato? Davvero possiamo pensare che da tutto questo possa uscire qualcosa di buono per il futuro, e con futuro non intendo i prossimi 10 o 20 anni? Pensiamoci su, e pensiamoci su bene stavolta!

Dopo la lettura di tutti i parametri economici, nell'articolo linkato da a_mensa, la conclusione e' questa.

Non risulta evidente a tutti quale "gioco" sia in corso nel nostro mondo?

Non risulta evidente che questo "gioco" lo giochiamo solo noi e non chi e' sopra al gioco ?

Non risulta evidente che questo "gioco" e' quello che noi consideriamo realta' ?

Capire questo significa, a mio modesto parere, essere uomini liberi


Un saluto

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
spettatore
Inviato: 1/1/2011 12:17  Aggiornato: 1/1/2011 12:17
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da:
Inviati: 883
 Re: Brindisi amari

Citazione:
Non metterti a discutere con un idiota. La gente potrebbe non accorgersi della differenza.
Matteo84
Inviato: 1/1/2011 12:40  Aggiornato: 1/1/2011 12:40
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/12/2010
Da: Servigliano (Marche)
Inviati: 38
 Re: Brindisi amari
L'ipotesi del baratto nella "nostra" nazione dove impera la mafia mi fa quasi paura!

Amo la vita! Amo la Natura! Amo i rapporti sociali! Sono una persona di successo!
clausneghe
Inviato: 1/1/2011 12:43  Aggiornato: 1/1/2011 12:43
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/4/2006
Da: nordcentro
Inviati: 1679
 Re: Brindisi amari
Ma sì, brindiam orsù!!
In alto i cuori, che al peggio non c'è mai fine...
Ma noi, che guerrieri siam, di nulla temer dovrem.
Ciao Marco
Salus et bonus auspicus a tutti i Luogocomunensi?

Pyter
Inviato: 1/1/2011 13:54  Aggiornato: 1/1/2011 13:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Brindisi amari
Napolitano, discorso dedicato ai giovani:

INVESTIRE E CREDERE NEI GIOVANI



BEH, si fa quel che si può.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
Matteo84
Inviato: 1/1/2011 14:55  Aggiornato: 1/1/2011 14:55
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/12/2010
Da: Servigliano (Marche)
Inviati: 38
 Re: Brindisi amari
gente qualcuno mi può linkare qualche altro sito tipo luogocomune con notizie da commentare? scusate l'off.topic! semmai mandatemi msg in pvt! Buon anno a tutti!!!!

Amo la vita! Amo la Natura! Amo i rapporti sociali! Sono una persona di successo!
redna
Inviato: 1/1/2011 14:57  Aggiornato: 1/1/2011 14:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Brindisi amari
Citazione:
BEH, si fa quel che si può.



un pò pochino però....



se un gay ventiduenne viene colpito all'occhio da un vetro...

se due ragazzi di 22 e 30 anni muoiono di eroina

e se una ragazza di 16 anni tenta il suicidio sotto un treno e si maciulla una gamba

sono segnali che i giovani sono un 'pochino' allo sbando e, a guardare bene, anche le famiglie e la società intera. Aspettiamo un prossimo discorso in sui verrà esaminata la società intera e anche i motivi che l'hanno portata in queste condizioni.

Ma Bagnasco ha capito tutto e nel suo discorso chiede più finanziamenti alle famiglie e alle parrocchie...
e dice che chi fomenta il clima di sfiducia è un irresponsabile!

un colpo al cerchio e uno alla botte!

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Rickard
Inviato: 1/1/2011 14:58  Aggiornato: 1/1/2011 14:58
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/9/2007
Da: Un mondo pervaso di follia
Inviati: 1609
 Re: Brindisi amari
Buon inizio di anno a tutti.

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. - Nikola Tesla
Jurij
Inviato: 1/1/2011 15:48  Aggiornato: 1/1/2011 15:49
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Brindisi amari
…Voglio solo dire a tutti non aspettatevi NULLA da nessuno, contate solo sulle vostre forze, poi se arriva un aiuto tanto meglio…

“Benitoche”, presumo che quello che voleva dire con questa frase “infettato” non è il rinchiudersi in se stessi, ma semplicemente passare all’azione senza aspettare la collaborazione di altri, poi se gli altri seguono meglio cosi, perché come dici bene tu, l’unione fa la forza :o)

È importante tutto questo perché penso che quasi tutti coloro che visitano questo sito abbiano in fondo le stesse speranze per il futuro.

Buon Anno a tutti comunque e che il destino sia con noi.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Red_Knight
Inviato: 1/1/2011 16:35  Aggiornato: 1/1/2011 16:35
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Brindisi amari
Buon anno a tutto il caro, vecchio, accogliente Luogocomune! Auguri di cuore a Massimo, ai Luogocomunardi e ai semplici lettori.

Piccolo auspicio per l'anno nuovo: che arrivino tanti utenti nuovi e soprattutto che tornino quelli vecchi che negli anni ci hanno lasciato.

Buona digestione postfestiva!

Infettato
Inviato: 1/1/2011 16:58  Aggiornato: 1/1/2011 16:58
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/11/2006
Da: Roma
Inviati: 1499
 Re: Brindisi amari
Citazione:
Vi dico invece unitevi ,l'unione fà la forza,quanto più ci rinchiuderemo nei nostri negozi di bicchieri di cristallo,tanto più ne pagheremo le conseguenze


Per il momento l’unica unione che vedo è quella di scendere in piazza per chiedere ai re-distributori più denaro…
Il senso del mio “non aspettatevi nulla” è proprio quello di attivarsi, di non aspettare le istituzioni, tra le istituzioni includo anche il denaro l’istituzione sociale per eccellenza.
L’articolo postato da Andrea è eccezionale quantomeno per vedere i risultati prodotti da questa politica monetaria.

Citazione:
Che sia un grande 2011,che si devastino le economie,che sparisca il denaro,che crollino le istituzioni,che l'uomo possa ritrovare se stesso ritrovando gli altri Fanculo al Dio denaro e a tutti i suoi adepti


Se il denaro muore anche la gente muore”, uso questa citazione brutale ma quanto mai vera.
Le guerre sono nate dopo le crisi economiche, questa “forse” è la madre di tutte le crisi anche per come i pianificatori la stanno affrontando, senza entrare nei particolari stanno distruggendo il denaro quindi prepariamoci….
La solidarietà il baratto l’unione in piccole comunità questo sistema è stato positivo per affrontare quelle condizioni, ma il funzionamento comporta determinati requisiti che probabilmente oggi rispetto a ieri mancano, parlo delle piccole comunità parlo del tipo di attività parlo della devastazione mentale che porta molte persone ad abbandonarsi a non reagire, a me piace la gente che lavora sacrificandosi mi viene in mente cosa dicono gli operai e la risposta dei sindacati o parte di essi, gli improperi me li tengo per me, anzi spesso vanno direttamente in vivavoce ai diretti interessati che mi ritrovo nei paragi.

A questo punto tiro in ballo anche Marco, io non condivido quando parla di ricatto, se il ricatto è una convenienza sia per l’imprenditore che per il lavoratore dov’è questo ricatto, a me è capitato di lavorare per 10 euri al dì (anche se poi era di notte) nessuno mi ha costretto, in un periodo dove sono rimasto senza lavoro per me era conveniente avere quella miseria piuttosto che stare senza far nulla.
A parte la citazione personale il punto è, qualsiasi accordo tra imprenditore e lavoratore (in realtà anche l’imprenditore è un lavoratore) diciamo tra due persone è liberamente accettato non esiste ricatto, il ricatto la coercizione c’è quando non si possono effettuare le scelte, detto in una parola socialismo.
Lo stato spesso chiamato in causa su queste trattative non dovrebbe proprio entrarci, i sindacati istituzionali neanche, dovremmo essere tutti contenti che queste persone tornino a produrre a mantenersi da soli.

MatteoCitazione:
Non so...secondo me è impossibile avere una società senza ...diciamo...una sorta di "gerarchia".....quindi alla fine uno o due o tre o 15 saranno sempre alla guida della società....


Si anche io credo sia impossibile, la mia è solo una piccola piccolissima speranza.

Infettato dal morbo di Ashcroft
---------------------------------------------
Quando ci immergiamo totalmente negli affari quotidiani, noi smettiamo di fare distinzioni fondamentali, o di porci le domande veramente basilari. Rothbard
benitoche
Inviato: 1/1/2011 18:08  Aggiornato: 1/1/2011 18:08
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/9/2006
Da:
Inviati: 1941
 Re: Brindisi amari
Autore: Matteo84 Inviato: 1/1/2011 14:55:59

Citazione:
gente qualcuno mi può linkare qualche altro sito tipo luogocomune con notizie da commentare? scusate l'off.topic! semmai mandatemi msg in pvt! Buon anno a tutti!!!!




http://www.attivissimo.net/

la religione è indispensabile
soltanto a un’umanità rescissa dal mondo divino-spirituale.
benitoche
Inviato: 1/1/2011 18:19  Aggiornato: 1/1/2011 18:19
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/9/2006
Da:
Inviati: 1941
 Re: Brindisi amari
Autore: Infettato Inviato: 1/1/2011 16:58:54

Citazione:
Il senso del mio “non aspettatevi nulla” è proprio quello di attivarsi, di non aspettare le istituzioni, tra le istituzioni includo anche il denaro l’istituzione sociale per eccellenza.




Cari amici, ormai molti di voi conoscono la Campagna Elian ti raccolta firme.
Vi giro questo appello nella speranza che possiate fare ancora qualcosa.

Amici di Eliant,
necessitiamo un milione di firme e ci impegniamo ad avere una base legale per la libertà di scelta e le possibilità di scelta. Perché l'UE limita le possibilità di scelta dei consumatori.:
- Esempio di alimenti per bambini: Secondo la direttiva 2006/125 dell'UE, che è diventata legge nazionale, è obbligatorio aggiungere anche vitamine artificiali negli alimenti per bambini elaborati nel modo biodinamico di Demeter, perdendo così le proprietà nutritive di un prodotto meramente naturale. Per questo ELIANT esige la modifica di questa direttiva. 

- Esempio di medicamenti: Già dal 2009 in Olanda non è possibile che i pazienti ottengano tutti i loro medicinali antroposofici, che invece si possono liberamente comprare nelle farmacie tedesche. 
Perché? Perché, secondo la direttiva comunitaria 2001/83/EG, la commerciabilità dei prodotti antroposofici non è stata ancora adeguatamente regolata. ELIANT combatte per questo regolamento.

Adesso si tratta di raggiungere le ultime 5.000 firme - e allora raggiungeremo l'obiettivo.

Per questo la supplichiamo di cuore:


Rinvii il nostro messaggio accompagnato da alcune sue parole ad un amico o ad un conoscente che ancora non abbia firmato per questo progetto.

SI PUO' FIRMARE ONLINE:
http://www.eliant.nl/?action=behaviour&actionid=215&lang=it

Unisciti su Facebook
http://www.facebook.com/pages/Action-ELIANT/109337705765773

Unisciti su Twitter
http://twitter.com/eliant#

Ci può anche aiutare in loco:
Faccia circolare una lista di firme in feste familiari e la esponga dove lei stesso ritiene sia conveniente: un festa nella sua scuola, in un asilo infantile, in un negozio di prodotti ecologici o nello studio medico e ci rinvii la lista completa durante le prossime settimane.
Stampare la lista qui www.eliant.eu
Saremmo contenti di inviarle informazioni in modo che lei possa metterle a disposizione di chi è interessato. Per favore scriva a info@eliant.eu o per Fax: +49 7621 168 18 63
Grazie Mille!

A nome dei responsabili dell'Azione ELIANT


Dr. rer. nat. Andreas Biesantz Dr jur Jürgen Erdmenger, Nikolai Fuchs, Dr.med. Michaela Glöckler, Thomas Göing, Günther Schulz, Heike Sommer, Christof Wiechert.

Contatto:
Aktion ELIANT
Postfach 1180
79501 Lörrach
Germania

.PS
@REDNA
Le scuse grazie

la religione è indispensabile
soltanto a un’umanità rescissa dal mondo divino-spirituale.
padegre
Inviato: 1/1/2011 18:50  Aggiornato: 1/1/2011 18:50
Mi sento vacillare
Iscritto: 28/11/2007
Da:
Inviati: 496
 Re: Brindisi amari
Concordo con l'articolo di Marco e mando a Massimo, e a tutti i forumisti, l'augurio di farcela ad affrontare la crisi che il nuovo anno continuerà a portarci, con iniziative, proposte, e idee che ci aiuteranno a resistere.


Per quanto riguarda la situazione italiana, all’orizzonte non si vede nulla che ci possa avvicinare ad un paese civile, con una sinistra e una destra identitarie ed antagoniste, con regole severissime che vietino i monopoli mediatici, con un servizio pubblico televisivo i cui azionisti siano i cittadini che pagano il canone ed eleggono il presidente, con una Chiesa senza finanziamenti statali che si occupi di religione e non di politica.
Nessun partito politico chiede che vengano adottate queste regole che potrebbero portarci in democrazia. Nessuno chiede l’uscita dalla Nato e dalle avventure militari, nessun partito chiede che le nostre enormi spese militari siano abolite ed investite in istruzione e ricerca.

Le decisioni fondamentali oggi sono prese dalle forze economiche, che esportano capitali prodotti in Italia, delocalizzano all’estero le attività produttive per pagare meno gli operai e con questi poteri impongono contratti tipo Pomigliano e Mirafiori, che sono dei diktat contro i quali non c’è difesa.
Nessun partito vuole affrontare questa materia, che poi è la globalizzazione, che ci ha portato crisi finanziarie ed economiche, abnormi flussi migratori, precarietà. Nessuno ci dice la semplice verità: la globalizzazione è un fenomeno selvaggio dove vince chi riesce a produrre con meno costi, e molte nazioni, come l’Italia, sono destinate al declino perché hanno perduto molti mercati che non riconquisteranno più, nemmeno cure alla Marchionne.

L'unica strada lungimirante è quella di uscire dalla WTO, dal FMI, dall’Euro, bloccare i flussi di capitali verso l’estero, e pensare ad un modello di sviluppo che metta al primo posto la nostra autosufficienza energetica (con le rinnovabili) e l’autosufficienza alimentare (con agricoltura tutta biologica), bloccando tutte le importazioni in questi settori, e progettando, producendo e installando in Italia una nuova rete energetica diffusa capillarmente su tutto il territorio.
Una riconversione energetica di questo tipo creerebbe una importante occupazione, soprattutto se pensiamo alle esigenze di auto elettriche, con la diffusione su tutto il territorio di distributori che siano anche unità produttive di energia.

Se nessun partito progetta il futuro, è segno che sono tutti defunti, e bisogna urgentemente pensare a nuovi programmi, nuovi metodi, nuove figure politiche, nuove analisi della realtà.

Matteo84
Inviato: 2/1/2011 11:36  Aggiornato: 2/1/2011 11:36
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/12/2010
Da: Servigliano (Marche)
Inviati: 38
 Re: Brindisi amari
@padegre

Concordo in pieno! Parole sante! l'unica cosa è che io l'euro lo lascierei perchè credo che tornare alla Lira sia una spesa enorme, specialmente in questo periodo!

I miei propositi per il prossimo anno è che i giovani si sveglino e non pensino solo ed esclusivamente alle stronzate che gli vengono propinate dalla TV in generale!!! iniziando dai giovani piano piano si cambierà il mondo!!!

Amo la vita! Amo la Natura! Amo i rapporti sociali! Sono una persona di successo!
Virgil
Inviato: 2/1/2011 14:03  Aggiornato: 2/1/2011 14:03
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/8/2010
Da:
Inviati: 384
 Re: Brindisi amari
Auguri di buon Anno a tutti quelli che partecipano a questo sito e a chi collabora con M.M. per renderlo sempre migliore....grazie

Pyter
Inviato: 2/1/2011 14:45  Aggiornato: 2/1/2011 14:45
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Brindisi amari
2011 !

Buon compleanno Italia !

Sono 150 anni, ma è come se fossi nata ieri !

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
salatino
Inviato: 3/1/2011 6:50  Aggiornato: 3/1/2011 8:57
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/9/2006
Da:
Inviati: 34
 Re: Brindisi amari
sinarchicogiudei-massonici-cattolici-politici-criminali,questa me la spieghi.
Giudei cattolici?
Adesso prendiamocela anche con i musulmani e abbiamo finito di vivere.
Non capisco questo nesso sinarchicogiudei-massonici-cattolici
Cosa c'entrano gli zingari poi?
Dilemma dell'anno?
Il dubbio mi tormenta.
Fecabook,dannato strumento dell'ebreo razzista Zuckerberg,odio i social network,li considero dei potenti mezzi di disgregazione sociale,se fosse stato per me li avrei fatti chiudere tutti di botto.
Il governo italiano doveva far mettere sotto inchiesta quel sito per quel(costruito?) attentato contro Berlusconi e per paura di danneggiare le relazioni con gli Usa e getta,desistette,la solita Italia serva della gleba degli usa e getta.
Se potessi brucerei in piazza la bandiera americana ma prima o poi lo farò.

settemele
Inviato: 3/1/2011 15:11  Aggiornato: 3/1/2011 15:11
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/5/2010
Da:
Inviati: 101
 Re: Brindisi amari
FESSBUC ? (=libro dei fessi)
NO, GRAZIE !

rispondete a tutti così ....

internauti, avete ancora una volta accettato l'invenzione di MONTAGNA DI ZUCCHERO (=zuckerberg)

SVEGLIA !!!!

salatino
Inviato: 3/1/2011 22:12  Aggiornato: 3/1/2011 22:16
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/9/2006
Da:
Inviati: 34
 Re: Brindisi amari
Ma per favore,Fecabook e Fessbook non è altro che un potente mezzo di rincoglionimento sociale vecchio e stravecchio,molto appoggiato da molti siti e dalla tv e purtroppo anche da questo sito,per inebetire il popolo bue.
Non passa giorno in cui sul notiziario www.tgcom.it non si faccia riferimento a Fecabook tramite qualsiasi notizia.
I fini di questo siti(social network) sarebbero fare conoscere nuovi amici agli iscritti,siii come no,si vede...tutti coloro che conosco che sono iscritti in quella pattumiera,continuano a passare una vita di solitudine sperando che su Fecabook possano conoscere il loro "salvatore".
La gente comune vuole rimbambire,...come se non fosse già stordita dalle stronzate come il Grande Fratello,reality show,dai cellullari(dove abito io le ragazzine camminano per strada messaggiando con il rischio di farsi sbattere in aria mentre attraversano la strada) ecc ecc,ai nostri governanti fa piacere rendere sempre più dipendenti i giovani verso queste cose ossia i social netwok.
Li vogliono disadattati,pieni di paure e problemi.
Tutte queste porcherie citate sopra sono sbarcate qui dagli Usa e getta.
Inoltre su questa latrina di sito bisognerebbe mettere i propri dati reali,infischindosene dell'anonimato sempre consigliato in rete,per mandare semplici messaggini.
Che novità,che strabiliante novità,basta andare su qualasiasi forum in rete per scambiarsi i messaggi.
Peccato che l'umanità intera considera questa logorante spazzatura virtuale come un luogo di approdo per nuove esperienze,se dovessero ammazzare Zuckerberg o se dovesse partira un'inchiesta internazionale volta a distruggere questa schifezza di sito io sarei il primo ad appoggiarla.

PERCIO' LUOGOCOMUNISTI SVEGLIAAAAAAAAAA!!!!!
Mettiamo i piedi per terra e abbandoniamo queste cagate,ci sono cose più importanti nella vita.

Pispax
Inviato: 3/1/2011 23:42  Aggiornato: 3/1/2011 23:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Brindisi amari
Matteo84

Citazione:
iniziando dai giovani piano piano si cambierà il mondo!!!


Questa roba fa riflettere.
E' esattamente la stessa cosa che hanno detto nel '68 e nel '75 e nell'83.

C'erano centinaia di assemblee autogestite ogni giorno che GARANTIVANO che "iniziando dai giovani si cambierà il mondo".


Avevano ragione: il mondo è cambiato.
In peggio.
E quelli che erano i peggio di allora hanno saltato il fosso e sono diventati i peggio di oggi.


Matteo84, con tutto il rispetto: ma vaffanculo.

Pispax
Inviato: 3/1/2011 23:46  Aggiornato: 3/1/2011 23:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Brindisi amari
salatino


Citazione:
PERCIO' LUOGOCOMUNISTI SVEGLIAAAAAAAAAA!!!!!


Mi consenta: luogocomunista sarà lei.




Citazione:
Mettiamo i piedi per terra e abbandoniamo queste cagate,ci sono cose più importanti nella vita.


Lei ha perfettamente ragione.
Ma non è che possiamo passare tutto il nostro tempo a chiavare: ogni tanto va bene anche connettersi a internet.
Fosse solo per riposarci un po'.





Citazione:
Se potessi brucerei in piazza la bandiera americana ma prima o poi lo farò.


Le bandiere americane da bruciare le distribuiscono gratis in tutte le ambasciate americane del mondo.
Nei paesi più critici ti offrono anche un piccolo rinfresco quando vai a prenderle, belle impacchettate e pronte per l'uso, con la loro confezione monodose di benzina.


Fino a quando le reazioni più esagerate si limitano al bruciare pezzi di stoffa, il Dipartimento di Stato è contentone.

salatino
Inviato: 4/1/2011 8:55  Aggiornato: 4/1/2011 9:07
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/9/2006
Da:
Inviati: 34
 Re: Brindisi amari
Mi consenta: luogocomunista sarà lei.

No luogocomunista lo è anche lei dato che quotidianamente usufruisce di questo sito

Ma non è che possiamo passare tutto il nostro tempo a chiavare: ogni tanto va bene anche connettersi a internet.
Fosse solo per riposarci un po'.

Chiavare?
Rieccoci con la sessuomania,argomento onnipresente.
Connettersi a internet si ma non passare le ore se non giorni interi davanti al pc,questo no,il troppo stroppia.
Non mi pare poi che l'uso del pc possa fare riposare le persone anzi le radiazioni dei monitor possono nuocere alla salute specie quella visiva e personalmente posso farne a meno.

Per quanto riguarda le bandiere americane,ha già molta dimistichezza con queste pratiche.
Potrebbe insegnarci molto.
Sarò lieto di filmare la sua attività piromane.
Al dipartimento di stato non fa piacere vedere la propria bandiera andare in fiamme,non dimentichiamoci che negli Usa e getta c'è un nazionalismo che noi europei ci siamo dimenticati.
Per quanto riguardo il mio appello sui social network,il modo migliore per contrastarli sarebbe protestare direttante ai vari uffici televisivi "relazioni con il pubblico".
Questo il numero telefonico di Mediaset a cui fare riferimento per contrastare la quotidiana pubblicità verso questa rottura di coglioni che da due anni ci sta tormentando l'anima chiamata Fecabook.
199757782
Una telefonata di pochi secondi e la possibilità remota,molto remota, che la tv possa migliorare.

Le parole non servono,servono i fatti.
Grazie.

redna
Inviato: 4/1/2011 15:22  Aggiornato: 4/1/2011 15:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Brindisi amari
Citazione:
Per quanto riguarda le bandiere americane,ha già molta dimistichezza con queste pratiche.
Potrebbe insegnarci molto.
Sarò lieto di filmare la sua attività piromane.
Al dipartimento di stato non fa piacere vedere la propria bandiera andare in fiamme,non dimentichiamoci che negli Usa e getta c'è un nazionalismo che noi europei ci siamo dimenticati.


e per questo il dipartimento di stato ha mandato la bandiera in altre parti così nessuno gliela brucia ....




questo è un esempio di come il nazionalismo che 'noi europei' ci siamo dimenticati negli USA esiste e spende milioni di dollari per portar in salvo la bandiera


Citazione:
Le parole non servono,servono i fatti.
Grazie.

.......il governo del fare è andato a put..... pertanto


C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
minkiaprof
Inviato: 14/1/2011 22:11  Aggiornato: 14/1/2011 22:11
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/12/2006
Da:
Inviati: 129
 Re: Brindisi amari
buon 2011 ai compagni di mirafiori che stanno votando si. questi sono i vostri (e nostri) padroni.
http://www.dazebaonews.it/economia/item/1404-fiat-democrazia-sconfinata-ecco-il-documentario-rivelazione

E quando ci domanderanno che cosa stiamo facendo, tu potrai rispondere loro: Ricordiamo. (Ray Bradbury, Fahrenheit 451)

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA