Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


politica italiana :  In Val di Susa torna l'incubo TAV e il no si fa assordante
Inviato da Redazione il 5/10/2010 4:30:00 (4323 letture)

di Marco Cedolin

Sembrano ormai giunti al termine gli ultimi cinque anni di melina politica, condotti all'ombra dell'Osservatorio presieduto da Mario Virano, con lo scopo di smorzare le resistenze delle amministrazioni locali, spostandone le posizioni dalla belligeranza attiva al collaborazionismo semi incosciente.

Anni durante i quali l'incubo del TAV è sopravvissuto in atmosfere chiaroscurali dietro le porte chiuse, dispensando equilibrismi onirici sotto forma di suggestioni, prebende ed accordi sottobanco travestiti da mediazioni e ingenui tentennamenti elevati al rango di condivisione dell'opera.

Un periodo interlocutorio iniziato nel dicembre 2005 dopo lo sgombero del cantiere di Venaus da parte della popolazione e giunto in dirittura d'arrivo lo scorso mese di gennaio, quando Mario Virano ha inaugurato la stagione dei sondaggi farsa, volta a saggiare l'entità del presunto ridimensionamento della contestazione NO TAV, ...

... per poi abbandonarli lestamente non appena preso coscienza del fatto che la defezione di molti amministratori non aveva scalfito minimamente l'entusiasmo e la tenacia delle decine di migliaia di cittadini che continuano ad opporsi all'opera, anche mettendo a rischio la propria incolumità personale.

Lo scorso mese di agosto, probabilmente confidando nelle proprietà taumaturgiche del “periodo balneare” il gruppo di potere economico e politico che da vent'anni si propone la devastazione della Valle di Susa in funzione di una linea per treni ad alta velocità che non hanno né avranno merci o passeggeri da trasportare, ha definitivamente calato la maschera, presentando ufficialmente il nuovo progetto preliminare dell'opera. Un progetto messo a punto “segretamente” durante questi cinque anni nel buio delle stanze del potere, dove è opinione diffusa che sia cosa buona e giusta decidere del futuro dei territori e dei cittadini che li abitano, passando direttamente sopra la loro testa, senza neppure prendersi il disturbo d'interpellarli.

Sarà forse a causa della scarsa dimestichezza che gli italiani in questi ultimi di tempi stanno manifestando nei confronti delle vacanze, o piuttosto andrebbe imputato a quel fastidioso istinto di sopravvivenza che accompagna la natura umana ed è così difficile da sradicare, o ancora al carattere rissoso, intransigente e poco avvezzo alla condiscendenza proprio dei valsusini, ma sta di fatto che l'accaduto non è passato inosservato ed in molti si sono messi all'opera.

Il nuovo progetto preliminare, in verità assai più impattante oltre che costoso del precedente, è stato analizzato, vagliato, sezionato e poi illustrato alle amministrazioni dei comuni interessati ed ai cittadini.

Il tutto con risultati estremamente dirompenti, poiché l'esperienza consistente nel discorrere di suggestioni, analisi dei flussi di merci e passeggeri, riconversioni modali, esperienze oniriche e sfide proiettate nel futuro è profondamente diversa da quella di leggere nero su bianco il destino che ti aspetta nel prossimo futuro, enunciato “per bocca” dalla stessa LTF che sarà deputata alla costruzione dell'opera.

Gli amministratori ed i cittadini valsusini non sono così riusciti a cogliere fascinose suggestioni nel constatare gli impatti del TAV prospettati da chi propone l'opera. Sorgenti essiccate, falde acquifere intercettate, paesi che rimarranno senz'acqua e dovranno venire riforniti con gli autobotte, tonnellate di materiale amiantifero presenti nel materiale di risulta, centinaia e centinaia di persone che a causa dei lavori contrarranno giocoforza patologie, polveri di ogni genere, stravolgimento della viabilità. E poi case abbattute, terreni espropriati, edifici massacrati dalle vibrazioni e si potrebbe andare avanti per alcune pagine. Il tutto sillabato per filo e per segno all'interno dei documenti che costituiscono il progetto preliminare, senza che sia stata “necessaria” alcuna interpretazione o intermediazione da parte degli esperti del movimento, per rendere più cruda la realtà.

Credo non ci sia molto da stupirsi del fatto che dopo avere preso visione del progetto di devastazione della Valle (le serate organizzate dai comuni e concernenti la presentazione del progetto alla cittadinanza sono ancora in corso) tanto le amministrazioni quanto la popolazione di sfida si siano sentiti in grado di raccoglierne una sola. Quella che li porterà ad opporsi a chi intende annientare l'habitat in cui vivono, la loro salute ed ogni prospettiva di futuro.

Quasi tutti i comuni interessati dall'opera hanno già deliberato in questo mese di settembre (spesso all'unanimità) la propria contrarietà al TAV, le serate di presentazione del progetto si susseguono senza sosta, partecipate come non mai anche da parte di cittadini che finora non avevano mai preso parte alla contestazione contro l'alta velocità. I sindaci, anche quelli legati al PD e maggiormente recalcitranti ad opporsi all'opera durante gli scorsi anni, sembrano avere ritrovato lo smalto del 2005, fino ad arrivare ad indire una manifestazione NO TAV per sabato 9 ottobre, con corteo che si dipanerà da Vaie a S.Ambrogio, due fra i comuni che rischiano di venire maggiormente devastati dall'opera.

Mentre Mario Virano ha annunciato la sospensione a tempo indefinito dei sondaggi farsa, per concentrare l'attenzione sullo scavo del tunnel geognostico di Chiomonte, previsto fra dicembre e gennaio, le fila del movimento NO TAV si stanno ingrossando a dismisura, raccogliendo in pratica chiunque sappia leggere ed abbia preso coscienza del progetto. Il tutto dopo avere ritrovato l'appoggio degli amministratori, tornati a casa come il figliol prodigo.

Non resta che augurarsi si tratti veramente dell'ultimo incubo, affinché si possa finalmente scrivere (come da tempo auspichiamo) di un futuro fatto di treni costruiti per essere utili alla qualità di vita dell’uomo e non di uomini sacrificati nel nome dei treni e della velocità.

Marco Cedolin

http://ilcorrosivo.blogspot.com/
http://marcocedolin.blogspot.com/

Voto: 8.00 (2 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
spettatore
Inviato: 5/10/2010 8:04  Aggiornato: 5/10/2010 8:04
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da:
Inviati: 883
 Re: In Val di Susa torna l'incubo TAV e il no si fa...
Resistete valsusini !!! Anche noi qui lottiamo affinchè un cementificio non diventi inceneritore! Siamo in guerra ormai...la lotta dello spirito che annulla la materia alla luce della verità.


Lo spettatore

Citazione:
Non metterti a discutere con un idiota. La gente potrebbe non accorgersi della differenza.
DjGiostra
Inviato: 5/10/2010 10:22  Aggiornato: 5/10/2010 10:22
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: In Val di Susa torna l'incubo TAV e il no si fa...
Mi associo a spettatore !!!!!!
E' incredibile come vogliano a tutti i costi distruggere una valle
per una tav che non serve a un cazzo!!!!!
Forza Valsusini !!!!!!!!
Ce la farete !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Ammiro il vostro coraggio e la vostra dedizione !!!
Fossimo tutti come voi !!!!

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
Notturno
Inviato: 5/10/2010 15:58  Aggiornato: 5/10/2010 15:58
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/8/2008
Da:
Inviati: 1920
 Re: In Val di Susa torna l'incubo TAV e il no si fa...
Sono ammirato dalla tenacia e dalla forza dimostrata dai valsusini.

Fossero tutti come loro, questo paese sarebbe senz'altro migliore.

Forza ragazzi!!!

Rende Encomiabili Dire No A
Religiosi Orpelli. Mentire Provoca Eccidii.
(Stefano Bartezzaghi)
mancio
Inviato: 5/10/2010 19:26  Aggiornato: 5/10/2010 19:26
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/5/2006
Da:
Inviati: 54
 Re: In Val di Susa torna l'incubo TAV e il no si fa...
Vorrei che questo mio commento non fosse preso come una polemica o una provocazione...
... sarebbe bello che nei commenti potessimo tutti parlare come se la questione ci riguardasse personalmente, sarebbe bello che quando ci sono le proteste, tutti (me compreso) fossimo in Val di Susa, ho paura però che quando gli eventi sono lontani geograficamente non li sentiamo come "nostri" ed è molto facile fare del "tifo" per qualcuno.

Voglio ribadire il concetto che non sto giudicando i commenti degli utenti che hanno postato prima di me.

Prima di adesso non me ne ero mai accorto, ma da qundo c'è la possibilità che costruiscano una specie di centrale a biomassa nella mia zona e che non si sa cosa veramente ci bruceranno dentro, mi sento VERAMENTE vicino a quelle persone.

Dovremmo tutti andare là a protestare e a prendere (e dare) anche le botte di regime (destra o sinistra che sia), ma capisco anche chi non se la sente...
... ho un bimbo piccolo non so neanche se avrò il coraggio di andare quando toccherà a noi...
... quanto vorrei, essere con loro ed aiutare la loro causa, ma non credo che potrò, se non da queste righe...

...scusate lo sfogo ma qualcosa dovevo dire, nessuno si senta chiamato in causa


...il problema maggiore per il mondo è che le persone intelligenti sono piene di dubbi, mentre gli stupidi sono strasicuri di se.
mancio
Inviato: 5/10/2010 19:33  Aggiornato: 5/10/2010 19:33
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/5/2006
Da:
Inviati: 54
 Re: In Val di Susa torna l'incubo TAV e il no si fa...
riassumo il commento precedente...

... tutta la mia più grande solidarietà per i Valsusini, ma mi sento uno stronzo a non potere andare ad aiutarli fisicamente,.

...il problema maggiore per il mondo è che le persone intelligenti sono piene di dubbi, mentre gli stupidi sono strasicuri di se.
Notturno
Inviato: 5/10/2010 19:36  Aggiornato: 5/10/2010 19:36
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/8/2008
Da:
Inviati: 1920
 Re: In Val di Susa torna l'incubo TAV e il no si fa...
Lancio una folle idea:

una piccola raccolta di fondi qui, su questo sito, per dare un segno tangibile di solidarietà a quelle persone?

Che ne pensate?

Rende Encomiabili Dire No A
Religiosi Orpelli. Mentire Provoca Eccidii.
(Stefano Bartezzaghi)
eduCattivo
Inviato: 6/10/2010 1:29  Aggiornato: 6/10/2010 1:29
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/4/2007
Da: Rinteln, Niedersachsen -D-
Inviati: 52
 Re: In Val di Susa torna l'incubo TAV e il no si fa...
Triste da dire, ma per colpa di questi schifosi politici ignoranti e corrotti, di ogni partito, e dei giornalisti di regime, ho deciso di cambiare nazione: hanno reso questo paese invivibile e la maggior parte dei suoi abitanti son stati lobotomizzati dalla informazione fasulla e dai grandi e piccoli fratelli. Non c'è più speranza, anzi un po' c'è quando vedo la gente della no-tav che per difendere il territorio è pronta a prendere le botte. Troppo pochi però per poter (ri)fare dell'Italia un paese vivibile. E come nei commenti sopra, non tutti siamo pronti a unirci per dividere con voi le manganellate. Vi ammiro tantissimo.

Se vuoi renderti interessante, aggiungi ''Confucio'' alla fine dei tuoi scritti.

Confucio
DjGiostra
Inviato: 6/10/2010 12:18  Aggiornato: 6/10/2010 12:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: In Val di Susa torna l'incubo TAV e il no si fa...
Mancio dice:
Citazione:
Vorrei che questo mio commento non fosse preso come una polemica o una provocazione...

Tranquillo.. da parte mia concordo con te...
Citazione:
... sarebbe bello che nei commenti potessimo tutti parlare come se la questione ci riguardasse personalmente,

Il fatto e' che la cosa ci riguarda personalmente a tutti.
Come la storia dei rifiuti a napoli o la discarica di Chiaiano.
Tutti che ci piaccia o no siamo coinvolti.
Citazione:
Prima di adesso non me ne ero mai accorto, ma da qundo c'è la possibilità che costruiscano una specie di centrale a biomassa nella mia zona e che non si sa cosa veramente ci bruceranno dentro, mi sento VERAMENTE vicino a quelle persone.

Vicino a me passera' la BreBeMi , un'autostrada che gli esperti dicono
essere perfettamente inutile e dannosa per l'ambiente.
Quindi anche io sono vicino a te e ai valsusini !!
Citazione:
Dovremmo tutti andare là a protestare e a prendere (e dare) anche le botte di regime (destra o sinistra che sia), ma capisco anche chi non se la sente... ... ho un bimbo piccolo non so neanche se avrò il coraggio di andare quando toccherà a noi... ... quanto vorrei, essere con loro ed aiutare la loro causa, ma non credo che potrò, se non da queste righe...

Straquoto al cento e ti ammiro per l'ammettere cio'..
Anche io non so' se avrei il coraggio. quindi ti capisco.

Citazione:
...scusate lo sfogo ma qualcosa dovevo dire, nessuno si senta chiamato in causa

Io mi sento chiamato in causa e quindi mi associo a te..
Spero che altri del sito lo facciano.
Forza valsusini !!!!!!!!!!!!!!
Siamo con voi !!

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
InFlames
Inviato: 6/10/2010 13:04  Aggiornato: 6/10/2010 13:04
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/3/2008
Da:
Inviati: 300
 Re: In Val di Susa torna l'incubo TAV e il no si fa...
Reagire tutti lo si può fare, la situazione è talmente schifosa che ce ne per tutti. Vicino a Torino vogliono fare un inceneritore, di quelli belli con tanto di scaletta per arrivare fino in cima alla ciminiera per poter osservare (e aspirare) di persona l'aria pulita che ne esce. L'unico problema è un altro, se ne fregano tutti.
In val susa c'è resistenza perchè è una valle dove bene o male si conoscon tutti, insomma un ambiente chiuso, altrove è menefreghismo totale. C'è gente che s'informa e sa un pò come vanno le cose, ma ci servono i numeri per ottenere risultati e anche una sana dose di pelo sui co....ni per scendere in strada a far casino, ovviamente mirato la violenza gratuita verso tutto e tutti oltre che palesemente dannosa e soprattutto inutile.
Finchè avremo troppo da perdere non muoveremo un dito, solo quando non hai niente sei veramente libero disse qualcuno e penso avesse pienamente ragione.

Tutto sarà rivelato
mazingazet
Inviato: 6/10/2010 17:09  Aggiornato: 6/10/2010 17:09
So tutto
Iscritto: 10/9/2010
Da: Base alpha
Inviati: 9
 Re: In Val di Susa torna l'incubo TAV e il no si fa...
...si trattava di bob dylan "When you got nothing, you got nothing to loose".
Ma se il progetto subisce la contrarietà di tutti gli abitanti, perchè si inizerà a scavare il tunnel in dicembre ? in quale legge o decreto è scritta tale autorizzazione ? è stata votata dal consiglio reg.le del Piemonte ?

"è inammissibile che un uomo non lasci traccia del proprio passaggio sulla Terra" andrè Breton poeta dada
Virgil
Inviato: 7/10/2010 11:27  Aggiornato: 7/10/2010 11:27
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/8/2010
Da:
Inviati: 384
 Re: In Val di Susa torna l'incubo TAV e il no si fa...
Il no a TAV, inceneritori, centrali nucleari dimostra solo una cosa..."fate tutto quello che vi pare ma lontano dal mio culo" che tanto interessa a tanta gente.
Un modo stupido di ragionare che rispecchia la metalità tipica dell'italiano medio.

marcocedol
Inviato: 7/10/2010 14:26  Aggiornato: 7/10/2010 14:26
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/6/2006
Da: Torino
Inviati: 1340
 Re: In Val di Susa torna l'incubo TAV e il no si fa...
Citazione:
Il no a TAV, inceneritori, centrali nucleari dimostra solo una cosa..."fate tutto quello che vi pare ma lontano dal mio culo" che tanto interessa a tanta gente. Un modo stupido di ragionare che rispecchia la metalità tipica dell'italiano medio.


Virgil, confesso di non avere compreso il senso della tua affermazione.
Quale correlazione c'è fra dire no al TAV, agli inceneritori o alle centrali nucleari e "fate tutto quello che vi pare ma lontano dal mio culo"?
Questa è un'esternazione esperita da te che non trova riscontro nelle posizioni di nessun comitato che in Italia si batta contro grandi opere e nocività.
Senza dubbio è un modo stupido di ragionare, ma allora perchè fare ragionamenti di questo genere?

Virgil
Inviato: 7/10/2010 15:15  Aggiornato: 7/10/2010 15:15
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/8/2010
Da:
Inviati: 384
 Re: In Val di Susa torna l'incubo TAV e il no si fa...
@marcocedol
la correlazione sta nel fatto che alla "gente" non importa del problema in senso generale (per questo facevo riferimento a tav, centrali, inceneritori...considerando i post precedenti) e quindi se costruire centrali, inceneritori o tav possa essere dannoso o meno per la popolazione italiana, estera e mondiale, ma importa che quel problema nello specifico quello che li riguarda da vicino (quindi tav o inceneritore o centrale) non avvenga nel loro orticello.
Le centrali nucleari le abbiamo al confine, ma non le vogliamo in italia, gli inceneritori li abbiamo dapperutto intorno a noi e non fanno peggio (se adeguatamente revisionati ) delle discariche ma non le vogliamo nell'orticello di casa, lo stesso discasi per la tav e i problemi ambientali.
Io vorrei una maggiore responsabilità sociale, con le dovute misure di legge che impediscano affari poco puliti e meno interessi personali relegati al proprio paesino (ovvio che non ci devono essere situazioni paradossali).
Per questo parlavo di ipocrisia, era piu che altro un pensiero che ho esternato... :)

marcocedol
Inviato: 7/10/2010 17:08  Aggiornato: 7/10/2010 17:08
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/6/2006
Da: Torino
Inviati: 1340
 Re: In Val di Susa torna l'incubo TAV e il no si fa...
Citazione:
a correlazione sta nel fatto che alla "gente" non importa del problema in senso generale (per questo facevo riferimento a tav, centrali, inceneritori...considerando i post precedenti) e quindi se costruire centrali, inceneritori o tav possa essere dannoso o meno per la popolazione italiana, estera e mondiale, ma importa che quel problema nello specifico quello che li riguarda da vicino (quindi tav o inceneritore o centrale) non avvenga nel loro orticello.


Virgil, quello di "gente" è ovviamente un concetto generale. La maggior parte delle persone sono esattamente come dici tu. Al contrario le poche persone che si battono contro grandi opere e nocività, spaccandosi il culo tutto il giorno, sono contrarie a prescindere da quanto siano vicine all'opera o alla fonte.

Citazione:
Le centrali nucleari le abbiamo al confine, ma non le vogliamo in italia, gli inceneritori li abbiamo dapperutto intorno a noi e non fanno peggio (se adeguatamente revisionati ) delle discariche ma non le vogliamo nell'orticello di casa, lo stesso discasi per la tav e i problemi ambientali.


Il fatto che appena dietro il confine francese ci siano le centrali nucleari non costituisce un'agomentazione di qualche valenza in favore dell'atomo. Se in Francia o in Svizzera la pedofilia fosse permessa dalla legge non costituerebbe il viatico per renderla in Italia una pratica meno aberrante.

Presupponendo impianti e strutture in ordine, l'incenerimento dei rifiuti è sempre un male peggiore rispetto al conferimento in discarica, dal momento che anche i rifiuti in origine scarsamente nocivi (come una buccia di mela) nocivi lo diventano attraverso la combustione.

Detto ciò una maggiore responsabilità sociale sarebbe sempre e comunque auspicabile

Virgil
Inviato: 7/10/2010 17:15  Aggiornato: 7/10/2010 17:15
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/8/2010
Da:
Inviati: 384
 Re: In Val di Susa torna l'incubo TAV e il no si fa...
@marco
"sono contrarie a prescindere da quanto siano vicine all'opera o alla fonte."
1)dici?non ne sono così convinto ;)
"Il fatto che appena dietro il confine francese ci siano le centrali nucleari non costituisce un'agomentazione di qualche valenza in favore dell'atomo. Se in Francia o in Svizzera la pedofilia fosse permessa dalla legge non costituerebbe il viatico per renderla in Italia una pratica meno aberrante"
2)vedi purtoppo non si tratta di leggi su ciò che possono fare i singoli individui, ma si tratta di prodotti che fanno parte dell'ambiente e che come tali sono soggetti alle leggi fisiche, leggi che dicono che se c'è un malfunzionamento alle centrali tu e io che viviamo a 1000 km di distanza subiamo gli stessi problemi di quelli che sono a 100 km, il fatto è che l'energia serve e sistemi che la producono che siano qui o a 1000 km cambia poco per problemi che possano esserci ;)
"Presupponendo impianti e strutture in ordine, l'incenerimento dei rifiuti è sempre un male peggiore rispetto al conferimento in discarica, dal momento che anche i rifiuti in origine scarsamente nocivi (come una buccia di mela) nocivi lo diventano attraverso la combustione."
3) se la combustione è corretta è meno problematico un inceneritore con filtri che una discarica.

marcocedol
Inviato: 7/10/2010 18:35  Aggiornato: 7/10/2010 18:35
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/6/2006
Da: Torino
Inviati: 1340
 Re: In Val di Susa torna l'incubo TAV e il no si fa...
Citazione:
"sono contrarie a prescindere da quanto siano vicine all'opera o alla fonte." 1)dici?non ne sono così convinto ;)


Virgil, io faccio riferimento alle persone che seriamente si spendono, mettendo a rischio la propria incolumità personale, per combattere grandi opere e nocività. Non naturalmente a politicanti e venditori di fumo vari che colgono occasioni di lotta per dare lustro alla propria carriera.
Passa una decina di anni all'interno di comitati che lottano contro grandi opere e nocività, come ho fatto io, e vedrai che oltre ad imparare la sottile arte di fare i debiti distinguo, acquisterai anche la convinzione

Io vivo a 100 km dalle centrali nucleari, essendo al confine con la Francia, ma ciò non significa che sia disposto ad accettare la cotruzione di una centrale atomica sul territorio del quale sono cittadino. Senza dubbio l'energia serve, ma credo occorra iniziare a razionalizzare i consumi, eliminare gli sprechi e produrla partendo dai sistemi meno pericolosi e impattanti. Il nucleare in questa scala si trova esattamente all'ultimo posto.

Citazione:
se la combustione è corretta è meno problematico un inceneritore con filtri che una discarica.


Non sono assolutamente d'accordo, se una discarica è realizzata correttamente risulta molto meno pericolosa dell'incenerimento, per i motivi che ti ho spiegato prima.
Comunque ognuno è libero di mantenere le proprie idee

marcocedol
Inviato: 11/10/2010 20:27  Aggiornato: 11/10/2010 20:27
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/6/2006
Da: Torino
Inviati: 1340
 Re: In Val di Susa torna l'incubo TAV e il no si fa...
La manifestazione di sabato è stata un grande successo. Una folla oceanica (50.000 persone in una valle che conta 60.000 residenti) che hanno dimostrato ancora una volta come il TAV in Val di Susa non passerà ne oggi nè mai.
Naturalmente, nonostante l'estrema imponenza dei numeri, l'avvenimento è stato sistematicamente epurato da giornali e telegiornali nazionali


Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA