Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


Medicina : "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Inviato da Dusty il 25/7/2010 7:30:00 (23800 letture)

(Il documentario è all'interno. L'articolo resterà in testa per qualche giorno, per dare modo a tutti di vedere il film completo e commentarlo).

Vaccine Nation è un documentario che racconta l'incredibile storia di Alan Yurko e della sua famiglia.

Il figlio di Alan muore improvvisamente poco dopo che gli viene somministrata la vaccinazione al quarto mese di vita.

Ma ciò che rende particolare questa vicenda (purtroppo fin troppo comune nonostante se ne parli poco) è che, a seguito dei referti medici e dell'autopsia, non è stata presa in esame la possibilità della vaccinazione come causa della morte ma il padre viene prima accusato e poi dichiarato colpevole di aver ucciso il suo bambino percuotendolo volontariamente e ripetutamente al capo nella modalità che la medicina tradizionale definisce "sindrome del bambino scosso".

Alan è stato quindi condannato all'ergastolo più 10 anni di reclusione, senza possibilità di libertà condizionata.

Una volta in carcere, il genitore, ripresosi dallo shock iniziale, ed essendo additato come un criminale della peggior specie (anche tra i detenuti esiste un codice di rispetto e chi uccide un bambino è chiaramente al gradino più basso), decide di farsi forza e cominciare a studiare a fondo quello che è successo a suo figlio, In breve diventa relativamente esperto dell'argomento e scopre tutta una serie di cose che gli dimostrano una realtà molto diversa e, fino a quel momento, per lui insospettabile.

Decide quindi che è arrivato il momento di provare a riportare in tribunale il suo caso ...

...e scrive, a mano, più di 40.000 lettere a dottori, ricercatori e chiunque altro possa essere interessato all'argomento.

Nel ricostruire tali vicende, il documentario spazia ad ampio raggio su vari argomenti correlati ai vaccini, a partire da come fu "concepito" il primo vaccino, quello per il vaiolo, fino ad illustrare le modalità con cui (non) vengono testati i vaccini al giorno d'oggi prima d'essere messi in commercio passando attraverso la pericolosità dei componenti che spesso sono parte integrante della terapia.

E' possibile scaricare il documentario completo a questo indirizzo oppure vederlo direttamente in streaming su youtube qui di seguito.

Ringrazio Eileen per l'aiuto nella traduzione.

Articolo e sottotitoli di Dusty – Il Portico Dipinto
 





Voto: 10.00 (20 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
Redazione
Inviato: 25/7/2010 8:02  Aggiornato: 25/7/2010 8:02
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Dusty ha ringraziato Eileen, e noi ringraziamo lui per il mazzo che si è fatto. Ci vogliono mesi per sottotitolare un documentario del genere, lavorando solo nei ritagli di tempo.

eduCattivo
Inviato: 25/7/2010 10:27  Aggiornato: 25/7/2010 10:27
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/4/2007
Da: Rinteln, Niedersachsen -D-
Inviati: 52
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Ne ho guardato un po' per adesso, il resto dopo. Mi è tornata in mente la mia odissea personale di diversi anni fa quando, a causa del mio lavoro, avrei dovuto fare un bel po' di vaccinazioni. Oltre a diventare abbastanza informato sull'argomento, spesi anche un sacco di soldi per analisi che attestassero che io gli anticorpi di un determinato tipo li avevo. Anche con le analisi in mano che dimostravano un valore accettabile di anticorpi, ad esempio per il tetano, ti sentivi dire da alcuni pseudo-dottori che sarebbe meglio spararsi un'altra antitetanica giusto per avere i valori al massimo, che fa sempre bene. Chieder loro se erano a conoscenza del fatto che in alcuni vaccini ci fossero formaldeide, alluminio e mercurio, e altre porcherie (alcune delle quali servono solo a tenere insieme diversi vaccini in un'unica fiala stabilizzandoli, ma poi lo stato li paga come se fossero venduti singolarmente; i vaccini singoli avrebbero bisogno di meno porcheria all'interno), non serviva a niente; secondo lui le sostanze in quelle quantità erano innocue. Alla fine ne ho fatto solo uno di vaccino, grazie agli anticorpi sviluppati con le malattie della mia infanzia, ma in Italia era disponibile solo come trivalente e allora l'ho fatto arrivare come singolo se non ricordo male dalla Danimarca. Pure in questo caso discussione, visto che avrei potuto spararmi un trivalente gratis, e invece io testardo ho voluto sperperare i miei soldi. Ah, le pastiglie che mi diedero per il tifo e che dovevo tenere in frigo e consumare in diversi giorni, fecero una brutta fine.

Se vuoi renderti interessante, aggiungi ''Confucio'' alla fine dei tuoi scritti.

Confucio
DjGiostra
Inviato: 25/7/2010 11:35  Aggiornato: 25/7/2010 11:35
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
un ricordo al piccolo Alan Jr e a tutti i bambini ammalatisi per colpa
dei vaccini !!!!
Una sola parola per questi costruttori di morte: BASTARDI !!!!!
A Alan Senior: forza e coraggio e un grosso in bocca al lupo !!!!
Ciao a tutti..
Damiano.

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
furion2012
Inviato: 25/7/2010 12:18  Aggiornato: 25/7/2010 12:18
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/8/2009
Da:
Inviati: 174
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
salve

ma esiste qualche vaccino indispensabile ??????????

tipo malaria o altro ?????

ma dico io , una volta per tutte non si può provare l efficacia dei vaccini in questo modo:

i dottori che propongono il vaccino quelli che lo creano, vengono messi in una casa controllata da telecamere 24 su 24 , gli viene iniettato il vaccino e dopo qualche settimana gli vieni iniettato il virus , in modo da verificare l efficacia del vaccino se si ammalano tutti il vaccino e una buffala.

Skafloc
Inviato: 25/7/2010 12:57  Aggiornato: 25/7/2010 12:57
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/3/2006
Da: ROMA
Inviati: 188
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Massimo, scusa come funziona, negli USA non puoi scegliere il pediatra?
E' una questione di assicurazione?

Le cose urgenti vanno fatte con calma
Davide71
Inviato: 25/7/2010 13:45  Aggiornato: 25/7/2010 13:45
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/7/2006
Da:
Inviati: 2108
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
ciao a tutti:

Bel documentario, che affronta quasi tutti i temi tipici del dibattito in materia, e espone posizioni che mi trovano abbastanza favorevole.
ho deciso di commentare ogni singola parte del documentario (fino alla terza in questo post):
sulla prima vi é un'inesattezza:
il termine "vaccino" richiama il fatto che i contadini ammalati di peste bovina risultavano poi immuni da quella bubbonica (e venivano perciò usati come "becchini" durante le epidemie). Vaccino richiama perciò il termine "vacca" e perciò la teoria è molto più antica di quanto prospettato. Inoltre è noto che i bambini che si prendono certe malattie poi sono immunizzati contro le stesse, perciò non era infrequente che le mamme stimolassero le loro figlie a prendere la rosolia, o i figli gli orecchioni, perché la stessa malattia, presa da grandi, può condurre effetti collaterali assai antipatici (feti malformati nel primo caso, infertilità dall'altro). Si tratta di cose note da moltissimo tempo.
L'idea di sviluppare ceppi meno virulenti per immunizzare le persone da quelli più virulenti non è perciò "campata in aria".
Perciò mi sembra un utile presidio medico in situazioni particolari, (personale sanitario operante in paesi colpiti da epidemie) purché confezionato con cura e senza porcherie.
Per il resto mi ha lasciato assai perplesso il fatto che in America siano numerosi i genitori incarcerati per "avere scosso a morte il figlio". Chi mai ucciderebbe un bambino in quel modo? Non solo, ma esiste proprio una "sindrome del bambino scosso"!
La seconda parte afferma cose fin troppo note, purtroppo (i meschini interessi economici delle aziende farmaceutiche), ma contiene un inesattezza:
non è affatto vero che il sistema immunitario di un bambino sia più debole di quello di un adulto. In realtà è immensamente più forte; se non fosse così non si spiegherebbe perché un bambino può ammalarsi senza conseguenze per malattie che da adulto potrebbero ucciderlo! Ovviamente non parlo dei neonati...
Un aspetto che dubito che il documentario tratterà mai è quello della "malvagità" dei virus. Oggi si pensa che essi siano delle creature che hanno il solo scopo di far morire la gente per potersi riprodurre a volontà. Io la penso diversamente, ma il discorso sarebbe troppo lungo da fare qua. Forse ci provo in un prossimo post.
Nella terza parte vi è un errore non marginale di traduzione:
Lindsay non muore per il vaccino ma sviene, anche perché poi non si capisce coma fa a succederle tutto il resto...(passed out significa "svenire"); questo non vuole sminuire l'ottimo lavoro svolto dal traduttore; infatti ho controllato solo perché quella frase non era coerente con il resto (faccio fatica infatti a seguire i dialoghi in inglese, anche se lo conosco).
Per il resto trovo corretto che lo Stato, una volta che renda obbligatoria la vaccinazione, si addossi la responsabilità delle sue conseguenze. Dovrebbe essere altresì lo Stato, in quel caso, a controllare che i vaccini sono fatti a regola d'arte e somministrati alla bisogna. Ma si capisce molto bene nel documentario come funzionano le cose in quel Paese.

Non date le perle ai cani e ai porci perchè non le mangeranno e vi si rivolteranno contro.
benitoche
Inviato: 25/7/2010 14:27  Aggiornato: 25/7/2010 14:27
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/9/2006
Da:
Inviati: 1941
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
1) I soldi sono solo lo specchietto per le allodole,l'olio che unge il motore,(i medici).
Lo scopo è chiaramente il controllo demografico

2) Il vaccino per ragazze undicenni Gardasil,mira all'infecondità

3)I medici sono il punto debole della catena,coloro i quali dovrebbero difenderci da tali attacchi alla nostra salute
Giustifico perfino gli informatori scientifici,ignoranti arrivisti,ma non i medici
Sarebbe come voler fare un furto e comprarsi il guardiano,i medici abbassano la nostra soglia difensiva,attraverso il sempre valido camice bianco pro rispetto per l'autorità
Se non ci fossero dovremmo decidere da soli,propabilmente guidati solo dal nostro istinto,faremmo la scelta giusta

4) "In questa nazione (l'America) è ILLEGALE far causa a case farmaceuttiche e dottori

la religione è indispensabile
soltanto a un’umanità rescissa dal mondo divino-spirituale.
temponauta
Inviato: 25/7/2010 15:06  Aggiornato: 25/7/2010 15:07
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/4/2010
Da:
Inviati: 2040
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Quando oggi assumiamo medicine, anche quelle prescritte dal medico, l'unica differenza che esiste è tra la posologia per adulti o quella per bambini.
Si tratta cioè di cure "inpersonali", per cui è il corpo che si deve adeguare alle medicine e non queste che devono essere perfettamente tarate al corpo da curare.
Nel caso dei vaccini si va ancora oltre: sono cure "statistiche", ovvero si somministrano ad individui con la previsione matematica (nota, ma non ammessa) che una parte di questi è destinata a pagare le conseguenze anche con la morte.
I ricchi però hanno mappato il loro patrimonio genetico, girano con una sacca del proprio sangue congelato di scorta e sono assistiti sempre da medici di qualità che li conoscono benissimo.
Diciamo che la vaccinazione di massa serve a "sterilizzare" l'ambiente dove devono vivere, che purtroppo devono condividere con i comuni mortali untori.

a_mensa
Inviato: 25/7/2010 21:02  Aggiornato: 25/7/2010 21:02
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/6/2009
Da: roncello (mi)
Inviati: 3180
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
medici e vaccini.
narro una esperienza personale, forse un po' OT ma nemmeno troppo.
dalla prima moglie ebbi 3 figli.
quando nacque il terzo, abitavo a Banchette d'ivrea ed il primo aveva 3 anni compiuti l'ottobre precedente ed il secondo 2.
il primo frequentava l'asilo e contrasse la pertosse in forma molto lieve, tanto che non fu riconosciuta subito.
a tre mesi, il terzo contrasse a sua volta la pertosse , in forma molto più forte.
il pediatra, dott. Perin (che dio lo maledica) visitandolo diagnosticò la pertosse e prescrisse il vaccino (gammaglobulina).
fatto il vaccino, la pertosse deflagrò al massimo.
richiamato il pediatra, l'unico consiglio che ci diede fu di pregare.
interpellammo l'anziana pediatra dott.sa Lattes che avevamo a Torino prima di trasferirci ad Ivrea, facemmo una corsa fino a Torino per portarglielo, e ci ordinò di procurarci immediatamente una bombola di ossigeno, da somministrargli negli attacchi di tosse. ci consigliò di portarlo in montagna oltre i 1500 metri, e quando le dicemmo del vaccino, inorridì per l'ignoranza del pediatra che ce l'aveva prescritto.
infatti sarebbe stato da somministrare, visto il peso del bambino, al massimo tra 1/3 e 1/2 della dose.
la dose completa ebbe in effetti l'esito esattamente opposto, essendo troppo forte per le dimensioni del bambino in effetti ignettò altro male nel bambino già provato.
dopo 4 mesi il bambino pesava esattamente come quando nacque, ma tra la montagna e l'ossigeno lo salvammo.
ero troppo giovane per sapere cosa fare di quel medico, che avrebbe meritato una denuncia, se non per altro per impedirgli di fare del male ad altri, ma non lo feci, pago e soddisfatto di aver salvato comunque mio figlio Roberto.

non vorrei mai appartenere ad un club che avesse me come socio.
Dusty
Inviato: 25/7/2010 21:43  Aggiornato: 26/7/2010 11:04
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 3/10/2005
Da: Mondo
Inviati: 2248
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Citazione:
L'idea di sviluppare ceppi meno virulenti per immunizzare le persone da quelli più virulenti non è perciò "campata in aria".

Certo che no: il messaggio che (secondo me) vuol comunicare il documentario è "attenzione, ci hanno fatto credere che i vaccini sono medicinali solo positivi che non hanno controindicazioni, ma non è così".
In altre parole, prima di somministrare un vaccino, così come per qualunque altro medicinale, vanno valutati pro e contro relativamente (quantomeno) alla persona, alla sua età, al suo stato di salute ed all'ambiente in cui deve vivere.
La conseguenza di questo (cioè di non capire questa cosa) è il fatto che praticamente ogni volta che viene sviluppato un nuovo vaccino questo va velocemente a far parte della lista consigliata.

Citazione:
Nella terza parte vi è un errore non marginale di traduzione: [...] (passed out significa "svenire");

Accidenti, è vero :-/
Grazie per la segnalazione, ho corretto ed entro domani sistemo la versione del filmato da scaricare, quella su youtube invece resterà così perchè sostituirla implica un certo casino...

Dusty

EDIT: La nuova versione del file corretta è online

"Tu non ruberai, se non avendo la maggioranza dei voti"
-- Dal Vangelo Secondo Keynes, Capitolo 1, verso 1.
Il portico dipinto
Homero
Inviato: 26/7/2010 8:41  Aggiornato: 26/7/2010 8:42
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/4/2007
Da:
Inviati: 466
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Io ho una fortuna: il pediatra di mia figlia è (anche se non ufficialmente, causa leggi italiane) mio padre, medico pediatra da più di 40 anni...
qualche settimana fa le abbiamo fatto la trivalente obbligatoria per tutti i bimbi, visto che poi dovevamo partire per vacanza in montagna...ma ho rifiutato decisamente, su consiglio di mio padre, l"aggiunta" (così l'anno chiamata al centro vaccinazioni) di un nuovo tipo di vaccino
e, sempre su consiglio del mio vecchio, non farò fare a mia figlia più nessuna vaccinazione, poichè la trivalente obbligatoria è più che sufficiente per il perfetto sistema immunitario di una bimba di 4 mesi

music-band
Inviato: 26/7/2010 10:28  Aggiornato: 26/7/2010 10:28
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Citazione:
poichè la trivalente obbligatoria è più che sufficiente per il perfetto sistema immunitario di una bimba di 4 mesi


Augurando tutto il bene e la salute possibile a tua figlia e alla tua famiglia, mi spiace ma devo dirti che hai affermato una sciocchezza enorme. Questo genere di ignoranza è grave per le conseguenze a cui può portare.

Informatevi prima di esibire queste certezze; e non me ne voglia tuo padre con i suoi 40 anni di esperienza, ma sui vaccini, il sistema immunitario, e tutte le problematiche legate a questa tematica esiste una documentazione completa solo che nessuno si prende la briga di leggerla.

Segnalo per la millesima volta questo libro fondamentale: più di 135.000 fonti mediche ufficiali citate:

"Le vaccinazioni pediatriche revisione delle conoscenze scientifiche"

Dott. Roberto Gava, Cardiologo, Tossicologo e Farmacologo, Università di Padova

La trivalente è una pericolosa bomba chimica; tutte le informazioni dettagliate, gli studi e i loro risultati puoi leggerli nel libro con tutti i riferimenti e le fonti.

il sistema immunitario di un bambino non è completo fino al tredicesimo anno di età; per una qualche risposta non passiva bisogna attendere i due anni. E' necessario inoltre capire bene come funziona la stimolazione del sistema immunitario di un vaccino e cosa invece compromette il sistema immunitario sempre in un vaccino.

Tutte queste informazioni con tanto di riferimenti e fonti mediche sono sempre presenti nel libro.

Questo libro è stato scritto per i medici, anche per tuo padre, ed è un lavoro monumentale di documentazione davvero completo ed esauriente.

purtroppo anche molti medici in buona fede hanno una errata cognizione in tema e Roberto Gava era uno di loro; ha deciso di informarsi in modo approfondito per poi scrivere questo libro dopo che le sue convinzioni di medico con molti anni di esperienza alle spalle sono stati messi a dura prova dall'esperienza diretta del lavoro in ospedale... Quando si è reso conto che il 90% dei bambini che andavano a vaccinarsi svulippavano problemi di qualche tipo, più o meno grave.

I danni da vaccino infine si dividono in due categorie: danni a breve termine e danni a lungo termine.

Ci sono persone che subiscono danni da vaccino a distanza di anche 30 o 40 anni

E' stato recentemente riconosciuto in tribunale un danno da vaccino che ha provocato la cecità di una persona a 40 anni di distanza dalla sua assunzione.

Informatevi per cortesia.

Floh
Inviato: 26/7/2010 10:40  Aggiornato: 26/7/2010 10:40
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/12/2009
Da: Milano
Inviati: 1056
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
@ Benitoche

4) "In questa nazione (l'America) è ILLEGALE far causa a case farmaceuttiche e dottori

Sarà impossibile vincerla...ma com'è possibile quello che sostieni tu?

Ci sono più cose in cielo e in terra, Orazio, di quante ne sogni la tua filosofia (William Shakespeare, da Amleto)
mangog
Inviato: 26/7/2010 11:04  Aggiornato: 26/7/2010 11:11
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Prima di sparare a zero contro i vaccini vorrei sapere se qualcuno si ricorda della poliomelite.
Che i vaccini possano causare reazione pericolose è cosa ben nota, ma l'alternativa al vaccino antipolio quale sarebbe ?
Ci sono ancora molti zoppi e claudicanti ( i morti si dimenticano ) della mia età perchè io mi possa dimenticare del terrore che si provava solo a sentire la parola poliomelite negli anni 50 quando andavo alle elementari.
Forse non è il vaccino da mettere in discussione ma il fatto che ogni persona deve forse avere un vaccino personalizzato.
Ognuno ha una reazione diversa agli antigeni, magari una calibrazione ad personam non sarebbe male.

Dusty
Inviato: 26/7/2010 11:18  Aggiornato: 19/8/2010 15:48
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 3/10/2005
Da: Mondo
Inviati: 2248
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Citazione:
poichè la trivalente obbligatoria è più che sufficiente per il perfetto sistema immunitario di una bimba di 4 mesi

Aggiungo, oltre a quello che giustamente ti ha risposto music band ed a rinnovarti l'invito di leggere il libro del dott. Gava, a ragionare su queste cose, cosa possibile anche senza avere approfondite conoscene mediche:
Dato che il vaccino, per stimolare la creazione di anticorpi specifici, provoca una infezione per il virus X (attenuato o "morto"), è normale e/o possibile che:
- una bimba (o bimbo) di pochi mesi si infetti naturalmente con quel virus? (hint: no, la maggior parte delle malattie per cui si vaccina così presto viene in genere sivluppata in età più avanzata)
- una bimba (o bimbo) è normale che si ammali *contemporaneamente* di quelle tre malattie per cui stai vaccinando? (hint: no) Perchè questo è lo sforzo a cui si sottopone il sistema immunitario con una vaccinazione multipla

Da queste due semplici considerazioni puoi già intuire che eseguire più di una vaccinazione alla volta aumenta il rischio che il sistema immunitario non ancora ben sviluppato di un piccolo non reagisca nel modo corretto ed anzi in qualche modo venga danneggiato.

Ci si può poi chiedere se le industrie farmaceutiche che propongono le vaccinazioni multiple abbiano eseguito degli studi per verificare che questa pratica non possa in qualche modo:
- compromettere il buon esito della vaccinazione (cioè creare la giusta immunità)
- creare problematiche dovute alla stimolazione del sistema immunitario a diversi agenti patogeni simultaneamente

Curiosamente, la risposta è: NO.

Non esiste nessuno studio che in qualche modo avvalla questa pratica, ma ciononastante viene sempre più utilizzata (fino all'incredibile esavalente attuale).

"Tu non ruberai, se non avendo la maggioranza dei voti"
-- Dal Vangelo Secondo Keynes, Capitolo 1, verso 1.
Il portico dipinto
Dusty
Inviato: 26/7/2010 11:21  Aggiornato: 19/8/2010 15:49
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 3/10/2005
Da: Mondo
Inviati: 2248
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Citazione:
Prima di sparare a zero contro i vaccini vorrei sapere se qualcuno si ricorda della poliomelite.

Non possiamo non ricordarcelo, è ancora lo spauracchio principale per cui il 99% delle persone è terrorizzato all'idea di non vaccinare i propri figli.

Prima di sparare a zero contro chi non vaccina bisognerebbe invece prendersi la briga di studiare i dati per verificare se è vero o meno che i vaccini hanno contribuito alla debellazione delle più gravi malattie infettive. (Hint: non solo non hanno aiutato, ma in alcuni casi hanno peggiorato la situazione... vedi l'eradicazione del vaiolo)

"Tu non ruberai, se non avendo la maggioranza dei voti"
-- Dal Vangelo Secondo Keynes, Capitolo 1, verso 1.
Il portico dipinto
mangog
Inviato: 26/7/2010 11:34  Aggiornato: 26/7/2010 11:35
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Citazione:

Autore: Dusty Inviato: 26/7/2010 11:21:49



Prima di sparare a zero contro chi non vaccina bisognerebbe invece prendersi la briga di studiare i dati per verificare se è vero o meno che i vaccini hanno contribuito alla debellazione delle più gravi malattie infettive. (Hint: non solo non hanno aiutato, ma in alcuni casi hanno peggiorato la situazione...)


Guarda Dusty ti assicuro che dopo la vaccinazione contro la polio io non ho più sentito parlare di bambini morti o semiparalizzati nelle scuole del mio paese natio, dove le piccole epidemie scoppiavano un'anno si ed uno no.
Non mettiamo nel calderone a casaccio tutti i vaccini.
La polio è stata debellata per la vaccinazione, e non voglio sostenere che il vaccino non comporti conseguenze, visto che anche la semplice aspirina ne ha una fila lunga che non finisce più, affermo solamente che con la vaccinazione antipolio il virus nel giro di qualche decennio sembra svanito dalla circolazione. Come pesiamo i pro ed i contro ?

Davide71
Inviato: 26/7/2010 11:56  Aggiornato: 26/7/2010 11:56
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/7/2006
Da:
Inviati: 2108
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Ciao a tutti:
ho guardato le parti 4-5-6 del documentario e non ho niente di particolare da segnalare.
La mia impressione è che Yurko sia stato "incastrato", come usano dire lì. Comunque io non credo nella buona fede dell'industria farmaceutica. Non so cosa ci sia sotto, ma non ci credo.

Non date le perle ai cani e ai porci perchè non le mangeranno e vi si rivolteranno contro.
music-band
Inviato: 26/7/2010 12:12  Aggiornato: 26/7/2010 12:17
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Interessante come arrivino le accuse di sparare a zero da gente che continua a parlare senza essere minimamente informata.

La Polio "NON" è stata debellata dalla vaccinazione, come dimostrano tutti gli studi e le osservazioni dei CDC di tutto il mondo, piantiamola di dire inesattezze se non si conoscono i dati per cortesia.

Io non voglio litigare con nessuno ma se prima di scrivere vi prendeste la briga di informarvi non sarebbe male, altrimenti poi sembra che vi interessa soltanto la caciara e dimostrare quanto bravi siete.

La prima vaccinazione di massa antipolio ha avuto luogo in America con il vaccino antipolio di Salk. Ritirato in fretta e furia dopo che erano già stati vaccinati 6 milioni di americani perchè si sono resi conto che assieme al vaccino avevano trasmesso un virus (SV 40) che provocava il cancro nelle cavie su cui fu iniettato.

Perchè il vaccino trasmetteva questo virus?

Perchè le coltivazioni del virus della polio venivano fatte su organi di scimmia (il macaco per l'esattezza) ad esempio le reni o il cervello. Avendo bisogno di milioni di dosi furono importati migliaia e migliaia di macachi che sono portatori di questo virus SV40

Fortunatamente era pronto il vaccino antipolio di Sabin e iniziarono a somministrare quello che fu poi lo stesso che arrivò in Italia nel 1962 sostituendo il Salk che veniva somministrato dal 1957

Purtroppo però gli effetti collaterali del Sabin sono ormai tristemente noti; Giorgio Tremante è soltanto uno dei migliaia di genitori sulla cui pelle ha sperimentato gli effetti di questo vaccino; due figli morti e un terzo cerebroleso. La morte di due figli e i danni al terzo sono stati riconosciuti dal ministero della sanità come provocati dal vaccino antipolio di Sabin.

Dopo le molte denunce arrivate ormai da tutta Italia e dal resto del mondo a casua del vaccino antipolio di Sabin, ma sopratutto dopo che si è appurato che somministrando il Sabin si aumentavano i casi di poliomelite grazie al fatto che si riattivava il virus presente nel vaccino, lo stato
Italiano ha deciso di correre ai ripari e che ha fatto?

Ha ritirato il Sabin e re-introdotto il Salk vantandosi di aver introdotto un nuovo vaccino molto più sicuro. Lo garantiscono anche molti pediatri che è più sicuro per tranquillizare i genitori e probabilmente manco loro sanno che il Salk fu il primo vaccino antipolio ritirato per i motivi che vi ho descritto.

Appunto importante: vengono ancora usati gli organi di scimmia per le coltivazioni dei virus perchè è il sistema più economico.

Ora c'è da aggiungere ai già lati oscuri legati alla vaccinazione antipolio con la trasmissione del virus SV40 avvenuta anche con il vaccino di Sabin, anche se in molti meno casi rispetto al Salk, che ci sono altri dati importanti:

Nel 1985 in Finlandia è stata organizzata una campagna di vaccinazione di massa con la somministrazione di 4,5 milioni di dosi di vaccino Sabin e ci fu un inaspettato e netto aumento dei casi di sindrome di Guillan Barrè attribuita alla vaccinazione. Questo dato ha permesso di far capire la correlazione tra il vaccino e questa patologia neurologica.

E' dimostrato che la vaccinazione di sabin ha provocato molti casi di poliomelite

Non potendo continuare a postare pagine di dati e sopratutto non potendo scrivere un libro per spiegare tutto ciò che c'è da spiegare, anche perchè fortunatamente c'è chi lo ha già scritto...

...Non posso fare altro che invitarvi ad informarvi.

Homero
Inviato: 26/7/2010 12:30  Aggiornato: 26/7/2010 12:30
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/4/2007
Da:
Inviati: 466
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Ragazzi, forse non avete capito il mio intervento...io sono CONTRO i vaccini, e lo è anche il mio vecchio...
Il problema è che questa vaccinazione che abbiamo fatto (difterite, tetano, poliomielite, epatite virale B) è OBBLIGATORIA
Chunque sia genitore lo sa...quindi presumo che nessuno di voi lo sia

Scherzi a parte, la faccenda della vaccinazioni è cosa molto seria...prima dell'invenzione dei vaccini la gente moriva come mosche per malattie che oggi non mietono (quasi) più vittime...ma è altrettanto vero che molti vaccini causano, in certi individui, effetti collaterali gravissimi, che possono anche portare alla morte...

Davide71
Inviato: 26/7/2010 12:37  Aggiornato: 26/7/2010 12:37
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/7/2006
Da:
Inviati: 2108
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Ciao Music Band:
avresti potuto benissimo scrivere questo:
"Il vaccino anti polieomielite PROVOCA LA POLIOMIELITE in tutti quelli che sono predisposti. Una volta scatenata la malattia, quelli che muoiono muoino, quelli storpi rimangono storpi e gli altri che l'hanno superata senza magari neanche i sintomi più lievi sopravvivono allegramente".
Ecco come funziona il vaccino! Per questo scompare il vaiolo, la polio e le altre malattie! A questo si aggiungono gli effetti collaterali. A questi si aggiungono gli effetti collaterali dei vaccini prodotti "in massa" per ragioni di economia.
E comunque per dare l'impressione di vivere in un paese sano basta non parlare di tutte le malattie che lo agitano! Nessuno parla dell'autismo in drammatico aumento, della celiachia, del diabete, di quante mamme sono sterili, abortiscono spontaneamente o perdono il figlio alla nascita etc. (lo vengono a sapere esse stesse solo dopo che è successo)
Ma soprattutto nessuno ti dice che nel miglioramento delle condizioni sanitarie la parte del leone lo hanno fatto il miglioramento delle condizioni igieniche, con particolare riferimento alle fogne interrate e allo smaltimento dei rifiuti.
Senza contare la diffusione del riscaldamento e l'aumento della disponibilità di cibo e di acqua (dico questo perché rido all'idea di mandare vaccini in Africa...)
Nessuno ti dice che le condizioni sanitarie dell'antica Roma erano più o meno le stesse dell'Europa di metà Ottocento, e che la medicina ha cominciato a funzionare solo dagli Anni Cinquanta ( a livello di popolazione intendo). Che nessuna epidemia ha fatto i danni della Spagnola tra la Prima e la Seconda Guerra Mondiale.
E, soprattutto, nessuno ammette che la medicina è un'arte difficile, e che ci sono troppi medici perché siano tutti bravi!

Non date le perle ai cani e ai porci perchè non le mangeranno e vi si rivolteranno contro.
Homero
Inviato: 26/7/2010 12:38  Aggiornato: 26/7/2010 12:38
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/4/2007
Da:
Inviati: 466
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Vi lascio con questo link molto interessante sulla questione vaccinazioni obbligatorie: http://www.altrainformazione.it/wp/vaccini-killer/il-lato-oscuro-delle-vaccinazioni-obbligatorie/

Uno dei problemi più gravi è la presenza del mercurio...mio padre da anni si batte perchè venga tolto dai vaccini, ma sapete il muro di gomma è forte...
l'unica cosa che si può fare è farsi sentire, protestare, per cambiare la situazione, per avere vaccini più sicuri e con dentro meno schifezze...

p.s. mia figlia, per fortuna, ha solo avuto un po' di febbre (reazione normale alla situazione)

music-band
Inviato: 26/7/2010 12:55  Aggiornato: 26/7/2010 12:55
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Davide71

Citazione:
avresti potuto benissimo scrivere questo...



Avrei potuto scrivere tante cose, ma come ti ha appena dimostrato Homero qui sopra, non legge nessuno, e se ha letto non si è manco sforzato di capire quello che ho detto.

Dalla risposta che ha dato dubito che sia andato oltre la prima riga che ho scritto.

Aspettiamo il prossimo che salta a piè pari tutto quello che è stato scritto finora, articolo e documentario compresi, che piomba qui dentro dicendo che i vaccini hanno salvato il mondo.

senoniochi
Inviato: 26/7/2010 13:18  Aggiornato: 26/7/2010 13:18
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/2/2006
Da: roma
Inviati: 58
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Premesso che certi contenuti e certe conclusioni del documentario le ritengo condivisibili... in special modo, che i medici (si) informino e che sia possibile un consenso informato, anziché obbligato, in quanto trattamento sanitario rischioso, e altro ancora;

premesso anche che chi si è occupato di sottotitolare e divulgare il documentario ha fatto certamente opera buona, in quanto per molti (a partire da me) esso può rappresentare una buona "mappa" per iniziare a esplorare l'argomento;

premesso anche che vorrei ringraziare chi ha segnalato il libro di Gava;

vorrei però sollevare una questione sul documentario in sé, che può apparire OT e forse però non lo è.

Mi riferisco alla sua attendibilità in senso lato.

Mi sono informato sulla vicenda di Alan Yurke. In particolare, mi sono soffermato sulle fonti "contro".
Una, in particolare, mi ha fatto riflettere:
http://www.ratbags.com/rsoles/comment/yurko1.htm

Si tratta chiaramente di una pagina "troll" contro il personaggio. Per demonizzare gli "anti-vaccino", fa leva principalmente sulla fedina penale pluri-sporcata dello Yurke, che risulterebbe essere soggetto violento già prima del fattaccio.

Ma non è questo che mi lascia perplesso nei confronti del documentario: in fin dei conti, nulla vieta che uno spietato assassino si riveli un padre amorevole e un rispettato membro della società invece un padre violento o peggio.

Quello che mi lascia perplesso è che il documentario, pur essendo stato confezionato DOPO la revisione del processo di Yurke, ne falsifica palesemente l'esito, facendo un'operazione praticamente identica a quelle ormai famigerate di minzoliniana memoria.

Alzi la mano chi, dopo il documentario, non ha pensato che il secondo giudice abbia dato pienamente ragione a Yurke (=assolto)
Ebbene, le cose non sono andate proprio così.
Dal link riportato, oltre all'argomento contra personam, si possono evincere anche dei FATTI, e cioè:

Il secondo giudice ha riconosciuto che il referto dell'autopsia conteneva troppi errori e che questo imponeva un nuovo giudizio. Nel corso di questo nuovo giudizio, Yurke in pratica ha fatto una specie di patteggiamento per omicidio preterintenzionale (nolo contendere per manslaughter - la redazione mi corregga se sbaglio).

Allora, la mia riflessione è questa: è vero che alla fine il documentario fa una sorta di disclaimer (non si sa quanto in buona fede, a questo punto), dicendo che certe questioni non era il caso di approfondirle in quella sede, però far passare UNA COSA PER UN'ALTRA, far passare una riduzione di pena per un'assoluzione (tecnicamente non è proprio così, ma ci siamo molto vicini), è un fatto che, una volta scoperto va a grande danno della fiducia che posso riporre sul resto del documentario. Non a caso per questioni simili in Italia si è sollevato un polverone.*

Così, sebbene possa condividerne la logica generale, mi viene spontaneo chiedermi: quanti altri dati sono stati manipolati per presentare "al meglio" quella tesi? Quanto resta affidabile, in relazione ai DATI presentati, questo documentario?





* per favore, non mi si venga a dire che sono due cose tanto diverse da non giustificare l'accostamento, visto che in entrambi i casi si vuole fare informazione. Che il soggetto in questione sia di derivazione pubblica o privata, sia pagato per farlo o rischi del suo, non dovrebbe essere una discriminante.
Poi, in buona fede, tutti possono sbagliare.

music-band
Inviato: 26/7/2010 13:49  Aggiornato: 26/7/2010 13:49
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
senoniochi

Non conosco bene la vicenda di Alan Yurko nè ho ancora avuto modo di visionare Vaccine Nation.

Credo sia certamente opportuno verificare e approfondire i dubbi da te sollevati così come credo sia necessario farsi venire dubbi e approfondirli su questa materia dei vaccini.

Ecco perchè insisto a dire che è necessario informarsi e il libro del Dott. Gava è un ottimo e fondamentale inizio grazie alle più di 135.000 fonti mediche ufficiali citate.

Nessuno prima di Gava aveva raccolto in un unico volume tutta la conoscenza medica, i dati, le statistiche e le ricerche della medicina ufficiale sui vaccini.

Calvero
Inviato: 26/7/2010 13:58  Aggiornato: 26/7/2010 13:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Vorrei fare una riflessione parallela. Che comunque è un comune denominatore, che permea queste argomentazioni e il loro essere messe in discussione.

In primis, non comprendo come non si possa che essere grati al fatto che utenti come Music-band si sforzino di essere così pazienti e allo stesso tempo corroboranti alla causa, cercando di contribuire alla migliore informazione possibile.

Io vorrei sapere

..ma cos'è che vi turba così tanto al punto dal non essere sereni e privi di preconcetti, quando si tocca questo cazzo di "ordine" Costituito?? Neanche l'ordine Costituito (sia esso farmaceutico o politico ..cambia una fava) fosse la palese dimostrazione di una funzionale macchina al servizio dei popoli e della povera gente.

Meglio metterla come firma dei veri nemici della verità:

- prima dei carnefici sono le vittime a nascere -

Avanti popolo con questa distorsione prospettica! Finché le catene verranno vissute come braccialetti dell'amicizia, è inutile volere la libertà.

Buon codice a barre a tutti

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Calvero
Inviato: 26/7/2010 14:03  Aggiornato: 26/7/2010 14:03
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Vorrei che il Terrorismo fosse almeno esistito veramente!

..almeno quella volta, invece dei ripetitori e delle Stazioni ferroviarie, avrebbero fatto saltare per aria le Farmacie

... e Dio sia lodato

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Dusty
Inviato: 26/7/2010 14:15  Aggiornato: 26/7/2010 14:21
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 3/10/2005
Da: Mondo
Inviati: 2248
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
@homero:
Citazione:
Scherzi a parte, la faccenda della vaccinazioni è cosa molto seria...prima dell'invenzione dei vaccini la gente moriva come mosche per malattie che oggi non mietono (quasi) più vittime

Ti invito a portare una documentazione scientifica che supporti la tesi che le vaccinazioni siano state importanti nel debellamento delle più pericolose malattie infettive.
Immagino infatti che tu sia a conoscenza del fatto che se qualcuno fa una affermazione (particolarmente "forte" poi, come in questo caso), l'onere della prova spetta a lui.

Se invece vuoi una tonnellata di dati scientifici che asseriscono esattamente l'opposto ti consiglio di consultare il capitolo 9 del libro "le vaccinazioni pediatriche" di Roberto Gava, in particolare le pagine dalla 199 alla 205.

Per quanto riguarda l'obbligatorietà dei vaccini che riporti, ti faccio presente che è possibile comunque fare "obiezione" ed evitare l'obbligatorietà, in alcune regioni come il Veneto la cosa è particolarmente semplice perchè l'obbligo non c'è già più (pare che il motivo sia stato tolto proprio a seguito di un caso di danno da vaccini avvenuto al figlio di un politicante ma prendila come una voce di corridoio).

In ogni modo sul libro di Gava c'è un apposito capitolo (il 21) proprio dedicato a chi sceglie di seguire questo percorso.

@senoniochi
Grazie per la segnalazione: così a pelle la pagina indicata mi pare quella di un troll e per stabilirlo bisognerebbe verificare ognuna delle forti asserzioni che fa.
Sarebbe sicuramente interessante farlo ma secondo me distoglierebbe dal vero succo del discorso e cioè della sconosciuta (per il grande pubblico) pericolosità dei vaccini, in particolar modo nella modalità e nei tempi in cui vengono somministrati ai nostri piccoli.

Ciao,
Dusty

P.S.: E' Yurko e non Yurke

"Tu non ruberai, se non avendo la maggioranza dei voti"
-- Dal Vangelo Secondo Keynes, Capitolo 1, verso 1.
Il portico dipinto
Homero
Inviato: 26/7/2010 14:31  Aggiornato: 26/7/2010 14:31
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/4/2007
Da:
Inviati: 466
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
@ Dusty, MusicBand

Ripeto, perchè forse le mie parole sono suonate ambigue: io sono CONTRO le vaccinazioni, tanto è vero che ho postato un link molto critico nei confronti delle vaccinazioni obbligatorie...sono figlio di un medico, ma non sono un medico quindi le mie sono solo opinioni...
in ogni caso, non me ne vogliate, l'unica persona al mondo di cui mi fidi in questo campo è mio padre, non solo per la sua lunga esperienza sul campo e per la sua integrità professionale (che per inciso gli ha fatto perdere possibilità di diventare primario), ma perchè io sono la prova vivente di come si possa crescere una persona sana senza riempirla di farmaci...vedo continuamente genitori con bambini di pochi mesi andare da mio padre preoccupatio perchè, leggendo riviste specializzate, scoprono che il figlio ha quel disturbo, oppure ha bisogno di un farmaco o vaccinazione...mio padre, medico, dice puntualmente che sono tutte cazzate sparse ai quattro venti dalle multinazionali farmaceutiche, che tutto hanno fuorchè l'interesse verso la salute del popolo

Non vi dico cosa disse la prima volta che sentì del vaccino contro la "suina", e prima ancora l'aviaria

Davide71
Inviato: 26/7/2010 14:40  Aggiornato: 26/7/2010 14:40
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/7/2006
Da:
Inviati: 2108
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Ciao a tutti:
anche secondo me il documentario è solo un buon punto di partenza. Su questo argomento occorre leggere dei libri.
Purtroppo la medicina è il campo in cui più di ogni altro la propaganda mette le mani, visti gli ENORMI interessi economici (ma anche politici e ideologici) in ballo.

Io di mio sono favolrevole ai vaccini come presidio medico chirurgico, ma sono contrario alle vaccinazioni di massa, anche quaqndo effettuate in buona fede, e ultimamente dubito che sia questo il caso. Non so dire se dietro vi sia solo avidità di denaro, progetti di eugenetica o altre manovre per controllare la popolazione, ma non mi fido per niente!

Non date le perle ai cani e ai porci perchè non le mangeranno e vi si rivolteranno contro.
mangog
Inviato: 26/7/2010 14:42  Aggiornato: 26/7/2010 15:25
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Citazione:

Autore: music-band Inviato: 26/7/2010 12:12:11

Interessante come arrivino le accuse di sparare a zero da gente che continua a parlare senza essere minimamente informata.

La Polio "NON" è stata debellata dalla vaccinazione, come dimostrano tutti gli studi e le osservazioni dei CDC di tutto il mondo, piantiamola di dire inesattezze se non si conoscono i dati per cortesia.




Music band.. cominciano a fare la gare di chi riporta più vagonate di link ( che ti faccio notare non hai nemmeno allegato ) ? Mi ero limitato a riferire le mie esperienze che ho vissuto molti anni prima dell'era internettiana.
Se escludiamo che non è possibile disinfettare tutto l'ambiente, o eliminare ogni possibile serbatoio ( mi sembra che fosse anche l'uomo stesso il serbatoio del virus della poliomelite) cosa resta PER SPIEGARE la drammatica riduzione dei contagi sia nei paesi "evoluti" e sottosviluppati con i soliti problemi di sporciza e fame ? Ovvio che passare da milioni di contagi solo in Europa USA a qualche migliaio di casi in tutto il mondo mi legittima l'uso del termine debellare ( la polio sarà eradicata tra poco.. come per il vaiolo negli anni scorsi )
Non ci fidiamo delle statistiche? Bene mi basta la mia esperienza.

In base a quale criterio dovrei scegliere il link al quale credere ?
La scienza dei vaccini non ha niente a che vedere con il business delle case farmaceutiche.

music-band
Inviato: 26/7/2010 15:30  Aggiornato: 26/7/2010 15:30
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Homero
Citazione:
Ripeto, perchè forse le mie parole sono suonate ambigue: io sono CONTRO le vaccinazioni...


Ripeto perchè forse parlo arabo: le tue parole non sono suonate ambigue, hai semplicemente fatto delle asserzioni totalmente inesatte e ti ho invitato a informarti dato che le cose stanno diversamente rispetto a quanto hai detto

Poi non siamo allo stadio, non si tratta di essere a favore o contro questa o quella squadra... Si tratta di essere informati o meno.

Non si tratta nemmeno di fiducia o dell'integrità morale di tuo padre; cose che non sono in discussione. Si tratta soltanto di informazione, lo ripeto ancora una volta.


mangog

Citazione:
Music band.. cominciano a fare la gare di chi riporta più vagonate di link ( che ti faccio notare non hai nemmeno allegato )


Io non faccio gare, quelle le lascio agli adolescenti; quali link avrei dovuto allegarti? dato che ho parlato di un libro?

Citazione:
cosa resta PER SPIEGARE la drammatica riduzione dei contagi.. sia nei paesi "evoluti" e sottosviluppati ?


Resta anche per te l'informazione che non hai, beati i sordi... I dati ufficiali raccolti da tutti gli organismi di controllo sanitari mondiali o CDC, sono assolutamente pubblici e consultabili; il Dott. Gava ha fatto l'enorme lavoro di raccoglierli tutti in un unico libro facilmente consultabile; essi dimostrano fondamentalmente due cose (e se ti interessa approfondire te li vai a consultare);

1) che la poliomelite era già quasi del tutto scomparsa, "PRIMA" dell'introduzione delle vaccinazioni di massa e questo nei paesi occidentali è spiegabile grazie al cambiamento avuto nelle abitudini igienico/alimentari della gente

2) che l'inizio delle vaccinazioni di massa antipolio ha portato a una nuova ondata di casi di poliomelite

3) il vaccino di Sabin è stato eliminato perchè causava in molti casi la malattia stessa oltre a tutte le altre conseguenze

Questi sono dati medici ufficiali, non invenzioni mie... tutta la bibliografia, le fonti, i dati... è tutto pubblicato, e grazie a Gava non devi nemmeno girare tonnellate di link o libri, te ne basta uno. Bisogna anche avere voglia di leggere e capire però e questa cosa io non te la posso dare.

Inoltre sul vaccino della polio posso aggiungere:

Nei 30 giorni seguenti la vaccinazione di Sabin, la persona vaccinata elimina un gran numero di virus vivi con le feci e proprio per questo non sono rari i casi di infezione da poliovirus con possibilità di paralisi anche in adulti che sono venuti a contatto con il bambino vaccinato; comprei adulti che erano già stati vaccinati da piccoli contro la poliomelite e questo è dovuto al fatto che non sono ovviamente protetti verso i nuovi virus geneticamente mutati formatisi dai virus vivi del vaccino.

Nel 1968 in Polonia è stata registrata un'epidemia di poliomelite causata dagli dagli stessi ceppi virali usati per la vaccinazione di massa.

Negli anni più recenti i casi si sono poi moltiplicati;
le statistiche dimostrano che in Africa i casi di poliomelite erano inferiori a quelli attuali prima dell'inizio delle vaccinazioni di massa. E non è difficile capire il perchè

In Egitto ci sono segnalazioni di casi di poliomelite post vaccinale negli anni 83-93

In Albania dal 1980 al 1995 ci sono stati 93 casi di poliomelite provocati dalla vaccinazione di massa con il Sabin
Malgrado questo nell'aprile del 1996 venne iniziata una nuova campagna di vaccinazioni di massa con la conseguenza che poche settimane dopo si ebbero 68 nuovi casi di poliomelite da virus vaccinico e la presenza di un polivirus vaccinico (derivato dal Sabin con alcune mutazioni genetiche) che fu trovato sia nei malati che nei corsi d'acqua delle zone epidemiche.

tra il 1999 e il 2000 si verificarono in India varie epidemie di poliomelite in bambini già vaccinati, con decine di morti e centinaia di ricoveri nella regione di Silchar dopo dopo che si erano svolte le vaccinazioni gratuite di massa.

Nel 2000 nella Repubblica Domenicana e ad Haiti si sono avuti 21 casi di paralisi flaccida dovuti al virus del vaccino di Sabin usato per le vaccinazioni di massa che, dopo aver circolato per alcuni anni nell'ambiente aveva accumulato modificazioni genetiche tali da riaquistare la sua naturale neurovirulenza.

Nel 2001 ci sono state segnalazioni analoghe nelle Filippine e nel 2003 ci fu un'epidemia a Cuba

Mi fermo qui per il momento se vuoi tutti gli approfondimenti del caso li puoi trovare nel libro di Gava

Sarebbe il caso di smettere di "credere di sapere" e informarsi un pò di più

Dusty
Inviato: 26/7/2010 15:39  Aggiornato: 26/7/2010 15:41
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 3/10/2005
Da: Mondo
Inviati: 2248
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Citazione:
In base a quale criterio dovrei scegliere il link al quale credere?

Come ti ha giustamente spiegato poco sopra MusicBand, non si tratta di credere proprio a nessuno: si tratta solo di sapere.
Quando uno afferma X dovrebbe addurre un ragionamento che lo avvalla: tu prendi questo ragionamento e ne verifichi i passi, dopo di che procedi con le altre asserzioni e così via finchè (di solito) si comincia ad avere una più chiara senza dover "credere" ai dati che vengono utilizzati per i ragionamenti (e su cui, eventualmente, si può discutere).

Nel caso in questione, i dati su cui fare tutti i ragionamenti sono solo quelli ufficiali dell'OMS, quindi vedi un po' te: sono gli stessi dati forniti da chi ti obbliga a vaccinarti che ti dicono che è assurdo farlo.

Se vogliamo cominciare a fare un po' di esercizio ti invito a prendere il ragionamento a base del quale si da per scontato che i vaccini siano stati utili nel debellare le malattie infettive, così lo commentiamo assieme.

Se per caso questo ragionamento non lo trovassi o non ti sembrasse tale non ti preoccupare, non saresti né il primo né l'ultimo a cui accade

"Tu non ruberai, se non avendo la maggioranza dei voti"
-- Dal Vangelo Secondo Keynes, Capitolo 1, verso 1.
Il portico dipinto
Homero
Inviato: 26/7/2010 15:40  Aggiornato: 26/7/2010 15:40
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/4/2007
Da:
Inviati: 466
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
@Music-Band

cit. "...prima dell'invenzione dei vaccini la gente moriva come mosche per malattie che oggi non mietono (quasi) più vittime..."

è questa la frase incriminata? Perchè per il resto io e te sosteniamo la stessa cosa, cioè quello di informarsi...io ho la fortuna di avere un medico esperto vicino, ma altre persone sono "costrette" a trovare altri canali d'informazione
Ammetto che la mia affermazione è scorretta: sulla polio, ad esempio, è certo che stava già scomparendo per i cavoli suoi

mangog
Inviato: 26/7/2010 16:07  Aggiornato: 26/7/2010 16:42
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Citazione:

Autore: music-band Inviato: 26/7/2010 15:30:32

1) che la poliomelite era già quasi del tutto scomparsa, "PRIMA" dell'introduzione delle vaccinazioni di massa e questo nei paesi occidentali è spiegabile grazie al cambiamento avuto nelle abitudini igienico/alimentari della gente



Music band... non so quanti anni hai.. ma io nel 1959 facevo la seconda elementare e sono stato a casa 20 giorni, con tutta la scuola, perchè due compagni di scuola avevano preso la polio, uno non ha avuto conseguenze l'altro invece è zoppo. Non era una cosa eccezionale questa epidemia e non stava affatto scomparendo, e le abitudine igienico alimentari tra la fine anni 50 e fine anni 60 non sono cambiate di una virgola in Italia.
Mi meraviglio come sia facile distorcere quello che è veramente stato solo leggendo un libro.
Io mi ricordo benissimo la paura che incuteva la parola polio.

Citare un libro che cita i CDC( che dovrebbero avallare la tesi dell'autore ed anche quella di Music-band senza tanti giri di parole..) senza prendersi la briga di informarsi sulle vaccinazioni consigliate dai CDC stessi quando si viaggia... be fa pensare.


Ho preso come riferimento l'India perchè ho fatto dei viaggi con relative varie profilassi e vaccinazioni per le malattie infettive.

Vaccine recommendations are based on the best available risk information. Please note that the level of risk for vaccine-preventable diseases can change at any time.

Polio Recommended for adult travelers who have received a primary series with either inactivated poliovirus vaccine (IPV) or oral polio vaccine (OPV). They should receive another dose of IPV before departure. For adults, available data do not indicate the need for more than a single lifetime booster dose with IPV.


http://wwwnc.cdc.gov/travel/destinations/india.aspx

Homero
Inviato: 26/7/2010 16:38  Aggiornato: 26/7/2010 16:41
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/4/2007
Da:
Inviati: 466
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
@ Mangog

è vero ciò che dici, anche mio padre mi ha raccontato di alcuni bambini suoi coetanei che si erano presi la polio
è però altrettanto vero che a distanza di decenni le cose si possono vedere sotto un'altra luce...
posto questo perchè mi pare molto interessante: http://www.mednat.org/vaccini/polio_paralisi.htm

mangog
Inviato: 26/7/2010 16:45  Aggiornato: 26/7/2010 16:51
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Citazione:

Autore: Homero Inviato: 26/7/2010 16:38:20

@ Mangog

è vero ciò che dici, anche mio padre mi ha raccontato di alcuni bambini suoi coetanei che si erano presi la polio
è però altrettanto vero che a distanza di decenni le cose si possono vedere sotto un'altra luce...
posto questo perchè mi pare molto interessante: http://www.mednat.org/vaccini/polio_paralisi.htm


Ma non citare link scrivendo che a distanza di decenni con la vaccinazione di mezzo le cose si possono vedere sotto un'altra luce ( ma quale? quella più fantasiosa ? ) ... non mi interessa molto ( da piccolo sentivo dire che una cosa era vera perchè lo avevano detto in TV..adesso ci sono i link ) io ho vissuto nell'epoca in cui la gente restava anche paralizzata per colpa di un virus, soprattutto i bambini ( i sfortunati morivano e gli sfortunatssimi dovevano vivere dentro il polmone d'acciaio )

_gaia_
Inviato: 26/7/2010 16:54  Aggiornato: 26/7/2010 16:54
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/2/2006
Da:
Inviati: 1460
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Per chi non volesse leggere la documentazione messa assieme da Gava (ma perché non leggerla? la si può anche solo richiedere in biblioteca), segnalo una conferenza dove lui stesso ne sintetizza i punti fondamentali:
Conferenza dr. Gava - Vaccinazioni pediatriche
(dal min. 1:40)

La nostra esperienza personale è sempre limitata, nello spazio e nel tempo. Per avere un'idea se un vaccino è stato effettivamente o meno la causa della sparizione di una malattia, bisogna fare riferimento a dati di più ampio respiro.
Mi verrebbero in mente diversi esempi ma penso che il concetto sia chiaro.

Homero
Inviato: 26/7/2010 17:03  Aggiornato: 26/7/2010 17:03
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/4/2007
Da:
Inviati: 466
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Mi viene il dubbio che le scie chimiche servano in realtà a rendere difficoltosa la comunicazione fra le persone
Scherzo, ovviamente...Mangog, io non intendo dire che i "link" siano la Verità Assoluta, lungi da me affermarlo...quello che volevo sottolineare è solo che molti eventi storici, a distanza di anni, possono rivelarsi sotto una luce nuova, grazie alla ricerca storica e al passare del tempo...pensa a Pearl Harbour: coloro che lo hanno vissuto, indirettamente o direttamente, ricordano la sopresa e lo sgomento per l'attacco giapponese...oggi sappiamo che l'attacco era ampiamente previsto e fu il governo USA a permettere che tutto ciò accadesse per entrare in guerra

mangog
Inviato: 26/7/2010 17:15  Aggiornato: 26/7/2010 17:15
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Citazione:

Autore: Homero Inviato: 26/7/2010 17:03:39

Mi viene il dubbio che le scie chimiche servano in realtà a rendere difficoltosa la comunicazione fra le persone
Scherzo, ovviamente...Mangog, io non intendo dire che i "link" siano la Verità Assoluta, lungi da me affermarlo...quello che volevo sottolineare è solo che molti eventi storici, a distanza di anni, possono rivelarsi sotto una luce nuova, grazie alla ricerca storica e al passare del tempo...pensa a Pearl Harbour: coloro che lo hanno vissuto, indirettamente o direttamente, ricordano la sopresa e lo sgomento per l'attacco giapponese...oggi sappiamo che l'attacco era ampiamente previsto e fu il governo USA a permettere che tutto ciò accadesse per entrare in guerra



Ma ti sembra che si possa paragonare un'attacco aereo, voluto da esseri umani, con il contagio infettivo? Certamente una volta usavano batteri e virus come armi..ma negli anni 50 nel mio paese non credo proprio ci fosse qualcosa o qualcuno che orchestrava il contagio.

music-band
Inviato: 26/7/2010 17:18  Aggiornato: 26/7/2010 17:18
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Mangog

Citazione:
Non era una cosa eccezionale questa epidemia e non stava affatto scomparendo, e le abitudine igienico alimentari tra la fine anni 50 e fine anni 60 non sono cambiate di una virgola in Italia. Mi meraviglio come sia facile distorcere quello che è veramente stato solo leggendo un libro


Io mi meraviglio invece di quanto ti sia facile distorcere quello che scrivo o ignorarlo proprio del tutto;

in quegli anni e fin oltre il 62 ci fu proprio un picco di casi di poliomelite grazie all'inizio delle vaccinazioni di massa partite nel 57. Ma probabilmente sto parlando da solo in questo thread.

Citazione:
Citare un libro che cita i CDC che dovrebbero avallare la tesi dell'autore ed anche quella di Music-band senza tanti giri di parole


Se ti preoccupassi di essere un pò meno arrogante, forse diresti qualche scemenza di meno; non esiste una "tesi" di music-band o una "tesi" del Dottor Gava. Si tratta di semplice informazione; uno può decidere di documentarsi oppure no;

Io per un mio preciso interesse personale mi sono documentato a fondo sulla questione e posso portarti tutta la documentazione in merito per rispondere ad ogni tuo singolo argomento o a ogni ricordo che hai delle elementari ma dovresti anche spiegarmi perchè dovrei dedicarti tutto il mio tempo dato che per quel poco di informazione che ho provato a portare finora, invece di suscitare la tua attenzione o il tuo interesse a saperne o capirne di più, sono riuscito a scatenare soltanto le tue sbruffonate nei miei confronti.

mangog
Inviato: 26/7/2010 17:40  Aggiornato: 26/7/2010 17:56
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Music-band hai scritto riferendoti a me ( non credo di sbagliarmi ) quanto segue:


Interessante come arrivino le accuse di sparare a zero da gente che continua a parlare senza essere minimamente informata.


Ed avevo anche indicato che riportavo un'esperienza personale senza bisogno di allegare link o leggere i libri come hai fatto tu.


Mi sa che il sbruffoncello sei tu prima di accusarmi d'esserlo...... di che cazzo vuoi che mi informi se la polio ha colpito la mia scuola delle elementari ? ..... e non è un vero un cazzo che il picco è avvenuto dopo l'introduzione del vaccino perchè anche i miei genitori riportavano le stesse esperienze. La tua disinformazione ha le gambe corte caro mio, probabilmente pensi che gli internauti siano solo e sempre i ragazzini della terza liceo ( non che siano dei somari ma per motivi anagrafici non possono testimoniare direttamente su qualcosa che risale agli anni 50 o 60 )
Internet ha un difetto, trovi tutto ed il contrario di tutto.
Ed un libro scritto 50 anni dopo dovrebbe farmi cambiare opinione su qualcosa che io e tutti gli altri della mia età e della generazione precedenti abbiamo vissuto ? Ma andiamo.....senza rancore per carità.

music-band
Inviato: 26/7/2010 17:56  Aggiornato: 26/7/2010 17:56
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
in internet trovi di tutto infatti: gente come me che quando parla di diffusione a livello nazionale di una malattia porta le statistiche dell'OMS, ed anche gente come te che per parlare dello stesso argomento porta come esempio il numero di persone che hanno contratto la malattia nella sua scuola elementare.

Ti diverti tanto a cercare lo scontro personale a tutti i costi? E prima di parlare di disinformazione, rileggi magari quello che scrivi o controlla ciò che scrivono gli altri

Jacomodino
Inviato: 26/7/2010 17:57  Aggiornato: 26/7/2010 17:57
So tutto
Iscritto: 26/7/2010
Da:
Inviati: 6
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Esperienza personale di un Veneto.
Nel 2003 ho cercato info sui vaccini solo perché non volevo far fare il vaccino esavalente a mia figlia. La mia intenzione era di fare solo quelli obbligatori: Tetano, Pertosse, Difterite e Epatite B e non capivo perché dovessi farle fare anche quelli facoltativi. Dopo qualche secondo di ricerca, mi si è aperto un mondo. Il giorno dopo avevo già deciso che non avrei mai vaccinato mia figlia. Convincere mia moglie e i parenti è stato abbastanza facile, di fronte ad articoli ben documentati, tutte le obiezioni si sono dissolte in breve tempo.
Grazie a queste persone (tra cui il già citato Dott. Gava) oggi posso dire di essere stra-contento di non avere rovinato irrimediabilmente il sistema immunitario di mia figlia. Il confronto con i bambini vaccinati è impressionante.
La velocità e facilità di "uscita" dalle classiche malattie infantili (es. varicella e scarlattina) ha dell'incredibile. All'asilo SOLO mia figlia non era vaccinata e SOLO mia figlia ha superato le malattie tranquillamente senza farmaci e senza neanche perdere un'ora di sonno. Forse sono solo coincidenze, ma fanno pensare.
Le piccole "grane" giudiziarie a cui sono andato in contro perché non ancora approvata la legge che rendeva facoltative le vaccinazioni nella mia regione, sono nulla in confronto alla consapevolezza di aver fatto il meglio per mia figlia. Se può interessare a qualcuno, eventualmente in un altro post vi spiego l'iter da seguire.

P.S. Cit (Dusty): "pare che il motivo sia stato tolto proprio a seguito di un caso di danno da vaccini avvenuto al figlio di un politicante ma prendila come una voce di corridoio".

E' più di una voce di corridoio. Lo stesso politicante lo ha detto in pubblico poco prima della approvazione alla regione Veneto. Io ero presente e posso testimoniarlo.

mangog
Inviato: 26/7/2010 17:59  Aggiornato: 26/7/2010 18:36
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Citazione:

Autore: music-band Inviato: 26/7/2010 17:56:54

in internet trovi di tutto infatti: gente come me che quando parla di diffusione a livello nazionale di una malattia porta le statistiche dell'OMS, ed anche gente come te che per parlare dello stesso argomento porta come esempio il numero di persone che hanno contratto la malattia nella sua scuola elementare.

Ti diverti tanto a cercare lo scontro personale a tutti i costi? E prima di parlare di disinformazione, rileggi magari quello che scrivi o controlla ciò che scrivono gli altri


Lungi da me .. non voglio assolutamente uno scontro, che non serve nè a me nè a te.
Ho solo riportato un fatto personale condivisibile dalla stragrande maggioranza delle persone della mia età o più vecchie.... tra 50 anni quando non ci sarà più nessuno che potrà testimoniare quei fatti.. si peseranno link e libri.


Citazione:

La mia intenzione era di fare solo quelli obbligatori: Tetano, Pertosse, Difterite e Epatite B e non capivo perché dovessi farle fare anche quelli facoltativi. Dopo qualche secondo di ricerca, mi si è aperto un mondo. Il giorno dopo avevo già deciso che non avrei mai vaccinato mia figlia



Se tua figlia si fa un taglio profondo non le farai fare l'antitetanica ?
In Italia la gente muore tra troci dolori ancora per il tetano... tutti non vaccinati. Forse è l'unico vaccino con quello antirabbico che riduce quasi a zero il rischio, altrimenti mortale, anche dopo il contagio.

Posso capire i dubbi sulla vaccinazione in tenera età ma rifiutare in blocco la vaccinazione mi sembra da irresponsabili, Troppe le idee personali, troppa la presunzione, troppa la superficialità, al giorno d'oggi nessun medico può manifestare idee "personali" (a meno che non sia un serio ricercatore). Un medico serio non può più dire come una volta "Secondo me..

PS i dati USA sulle conseguenze drammatiche delle vaccinazioni li prenderei con le pinze, ben sapendo che l'avvocato di turno per far causa contro l'ospedale o compagnia si appella alle più flebili possibilità.

Dusty
Inviato: 26/7/2010 18:11  Aggiornato: 26/7/2010 18:12
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 3/10/2005
Da: Mondo
Inviati: 2248
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
@mangog:
Ho fatto una sola richiesta, e mi pare sia anche sufficientemente chiara: rimango in attesa dello studio (possibilmente scientifico) che conferma ciò che asserisci.

Ti informo inoltre che né chi in genere è contrario alle vaccinazioni pediatriche, né in particolare Gava (che dedica diverse pagine all'argomento) sottostima l'enorme pericolosità di patologie come la poliomielite.

Visto che parli inoltre del CDC e del fatto che consigli le vaccinazioni, ci tengo a rimarcare una cosa che probabilmente non è stata trasmessa in maniera sufficientemente chiara: sono modalità e tempi in particolare di quelle pediatriche e la loro applicazione diffusa ed obbligatoria ad essere messa (pesantemente) in discussione.

In particolare, la cosa da conoscere studiando, e che vale la pena sapere, è che, nella gran parte del mondo cosiddetto occidentale in cui viviamo, i rischi che si corrono a vaccinare in tale quantità ed in tale tenera età sono grandemente superiori a quelli che si corre non vaccinando.

A proposito invece di vaccinazione di massa potrebbe essere interessante rispondere alla domanda di Nadia Gatti (presidentessa del CONDAV - Coordinamento Nazionale Danneggiati da Vaccino) che nel 2001 chiese al Ministero della Salute: "La vaccinazione antipolio Sabin ci induce a fare alcune riflessioni importanti: la malattia viene debellata oppure alimentata dal vaccino Sabin?"

La risposta (molto scientifica...) fu una risatina sarcastica ed un secco "Questa ipotesi è priva di fondamento scientifico. Lei si preoccupi di curare la sua bambina che a queste cose pensiamo noi..."!

Ed è propio interessante sapere che qualche anno prima, nel 1996, gli USA avevano deciso di dimezzare il numero delle somministrazioni della vaccinazione antipoliomielitica di Sabin proprio per la motivazione sollevata dalla Singora Nadia Gatti. Ecco il testo originale che trascrivo dalla pagina 419 del libro di Gava:

"In seguito ad un lungo ed acceso dibattito tra i funzionari delle autorità sanitarie, il Governo degli Stati Uniti ha annunciato un cambiamento nel piano di vaccinazione antipolio. Si raccomanda di somministrare in futuro, tramite iniezione, solo le prime due vaccinazioni delle quattro inizialmente proposte per via orale. Questa decisione è stata presa dal momento che la consueta vaccinazione per via orale ha causato ad alcuni soggetti la poliomielite, malattia dalla quale la vaccinazione dovrebbe proteggere. Dei circa 8 casi di poliomilieite resi noti negli USA ogni anno a partire dal 1979 [cioè circa 160 casi negli utimi 20 anni ndr] nessuno è stato causato dai virus originari naturali, ma dai virus del vaccino stesso preso per via orale che contiene una forma del virus attenuato in laboratorio. Ci si aspetta che l'utilizzo del metodo di iniezione per le prime due vaccinazioni riduca i casi di poliomielite causati dal vaccino stesso del 50/70%" (David Satcher per l'Ufficio Federale degli USA).

Come giustamente si chiede Gava, quello che è interessante notare è che dopo aver praticamente ammesso che negli ultimi 20 anni non c'è stato nessun nuovo caso di poliomielite causato dal virus naturale, bensì dal virus del vaccino, invece di sospendere la obbligatorietà dello schema vaccinale come si sarebbe potuto pensare, ci si limita a dimezzare i vaccini orali sperando di ridurre del 50/70% i nuovi casi di poliomielite invece di annullarli...

Dusty

P.S.: Jacomodino, grazie per la tua interessante testimonianza

"Tu non ruberai, se non avendo la maggioranza dei voti"
-- Dal Vangelo Secondo Keynes, Capitolo 1, verso 1.
Il portico dipinto
Silver
Inviato: 26/7/2010 18:21  Aggiornato: 26/7/2010 18:21
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/9/2005
Da: Torino
Inviati: 615
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Finito di vedere il documentario.

Uno in più ai tanti che già ci sono sulla realtà dei vaccini.

E' davvero doloroso sentire certe testimonianze.

E sottolineo un passaggio del video: la colpa è anche di chi si fida ciecamente (cioè rimanendo ignorante) delle autorità mediche e (pseudo)scientifiche.

superanima
Inviato: 26/7/2010 18:34  Aggiornato: 26/7/2010 18:34
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/8/2007
Da:
Inviati: 300
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Citazione:
e non è un vero un cazzo che il picco è avvenuto dopo l'introduzione del vaccino perchè anche i miei genitori riportavano le stesse esperienze.


Ed io che vorrei informarmi sull'argomento, dovrei fidarmi di studi e raccolte di dati effettuati da medici che lavorano nel campo, o dei ricordi vecchi di 50 anni di un bambino delle elementari terrorizzato dal baubab?

Ma per piacere.

Non per sminuire i tuoi genitori, ma la loro esperienza non credo valga molto, a parte testimoniare che la poliomelite è una brutta malattia.

Tu, piuttosto, come ti metti di fronte a tutte quelle persone che hanno avuto seri danni come conseguenza della vaccinazione antipolio?

mc
Inviato: 26/7/2010 18:38  Aggiornato: 26/7/2010 18:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/5/2004
Da:
Inviati: 7222
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Stessa esperienza di Jacomodino senza problemi in regione pero': noi fortunati del piemonte siamo all'avanguardia nel recepire le direttive comunitarie sulla vaccinazione obbligatoria... (addirittura anche il nome e' ufficialmente cambiato da obbligatorie e consigliate a primarie e secondarie... mi pare).

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°


La mia esperienza e' stata piu' che altro dettata dalla statistica:
guardando le malattie e le casistiche paese per paese (a livello europeo) mi sono accorto che la possibilita' di contrarre malattie scomparse risulta veramente ridicola.
Se si unisce questa osservazione al fatto che l'avvelanamento da metalli pesanti e' certa al 100% e che gli antiossidanti dei vaccini sono derivati di metalli pesanti (anche in quelli che non contengono mercurio!!!!... li', adesso c'e' alluminio).
Poi e' anche necessario notare che i danni da metalli pesanti sono per lo piu' danni cerebrali e le percentuali allarmanti di casi di autismo attuali, si sono incrementate negli ultimi anni in maniera decisamente strana...
... Ultimamente si e' passati dai vaccini singoli a quelli trivalenti... e poi a quelli penta - esavalenti...

Per trovare controprova cercare:
- i tassi di mortalita' (le cifre ufficiali) della malattie trattate dai vaccini
- i dati e gli studi sull'avvelenamento da metalli pesanti (in particolare il mercurio e l'alluminio)
- ed infine i dati sull'autismo.

Se non doveste convincervi cosi', almeno vi siete fatti una idea.
Non vi do fonti mie. Cercate cio' che vi sembri opportuno sui temi che suggerivo.

mc

mangog
Inviato: 26/7/2010 18:39  Aggiornato: 26/7/2010 18:52
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Citazione:

Autore: superanima Inviato: 26/7/2010 18:34:12

Citazione:
e non è un vero un cazzo che il picco è avvenuto dopo l'introduzione del vaccino perchè anche i miei genitori riportavano le stesse esperienze.


Ed io che vorrei informarmi sull'argomento, dovrei fidarmi di studi e raccolte di dati effettuati da medici che lavorano nel campo, o dei ricordi vecchi di 50 anni di un bambino delle elementari terrorizzato dal baubab?

Ma per piacere.

Non per sminuire i tuoi genitori, ma la loro esperienza non credo valga molto, a parte testimoniare che la poliomelite è una brutta malattia.

Tu, piuttosto, come ti metti di fronte a tutte quelle persone che hanno avuto seri danni come conseguenza della vaccinazione antipolio?


Ecco la generazione di internet ( che non legge tutti i post perchè altrimenti non avrebbe indicato che l'esperienza dei miei genitori ecc ecc.. quando ho scritto che negli anni 50 la paura giustificatissima della polio era condivisa da tutti NON SOLO DA ME ed i miei genitori li ho tirati in ballo solo come testimonianza di quello che capitava negli anni 40 e 30... ), trovano una notizia - ANTI- e via con la tiritera.
Nessuno nega che un caso su centomila possa avere conseguenze ma si sceglie il male minore.
Il fatto che in Europa non ci siano casi di polio non mi da nessuna garanzia sulla sagggezza di un'eventuale rifiuto alla vaccinazione perchè il primo Indiano che arriva, che sta incubando la malattia, può innescare una bella epidemia.

music-band
Inviato: 26/7/2010 19:01  Aggiornato: 26/7/2010 19:01
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Citazione:
In Italia la gente muore tra troci dolori ancora per il tetano... tutti non vaccinati. Forse è l'unico vaccino che riduce a zero l'infezione mortale anche dopo il contagio altrimenti i morti sarebbero migliaia solamente in Italia.


Insisti ad affermare queste inesattezze? Poi sono io il disinformatore?

Ti posto due note sul Tetano:

Il tetano è una malattia batterica non contagiosa. Ogni anno in Italia vengono registrati circa un centinaio di casi tra gli adulti mentre nei bambini (anche nei non vaccinati) l'infezione è praticamente scomparsa.

L'ultimo caso neonatale di tetano risale al 1982 ma nel 2006 c'è stato un caso di un bambino Torinese di 34 mesi.

il tetano è un batterio sporigeno anaerobio obbligato e tipicamente non invasivo; l'infezione sostenuta da questo germe rimane quindi localizzata nel punto in cui le spore, penetrate nei tessuti in seguito a lesioni contaminate da detriti o materiale terroso (che però devono ovviamente contenere le spore stesse), germinando danno luogo alle forme vegetative del batterio stesso.

In Italia, grazie alle misure igieniche, questa malattia è rara; la sua mortalità comunque non è irrilevante perchè varia dal 20% al 39% quasi sempre causata dal fatto che il ferito non pone sufficente attenzione alla ferita subita.

Nel 1985 alcuni ricercatori hanno pubblicato un articolo (British Medical Journal 291:648; 1985) in cui dichiarano che nei paesi del terzo mondo era possibile raggiungere il 93% di guarigione tra le persone malate di Tetano servendosi, ad esempio, di farmaci come il "metronidazolo".

Nel caso di soggetti adulti che non abbiano mai ricevuto la vaccinazione antitetanica e subiscano ferite contaminate, il trattamento prevede la somministrazione di 250 UI di immunoglobuline antitetaniche umane...

Un dato significativo che sta emergendo in questi ultimi anni è il riscontro ematochimico della presenza di un significativo titolo anticorporale (in quantità sufficente per dare una protezione immunitaria contro il tetano) anche in bambini e adulti che non sono stati vaccinati.

Per questo motivo, prima di somministrare la vaccinazione ad un soggetto sarebbe da richiedere il dosaggio plasmatico del titolo degli anticorpi contro il tetano.

Infatti se il bambino viene vaccinato pur avendo già una quantità sufficente di anticorpi specifici nel suo sangue va incontro a una iperimmunizzazione e questa può essere molto pericolosa perchè aumenta il rischio delle patologie allergiche, tra l'altro aumentate anche proprio dallo stesso vaccino che contiene mercurio e alluminio.

Un altro dato importante viene espresso in uno studio condotto nel 1992 (neurology) dove si dimostra che 3 casi di tetano di cui uno purtroppo mortale, si sono manifestati in 3 soggetti che avevano regolarmente ricevuto il vaccino antitetanico e che avevano elevati titoli anticorporali. Uno di questi pazienti era stato addirittura iperimmunizzato per fargli produrre immunoglobuline.

Redazione
Inviato: 26/7/2010 19:04  Aggiornato: 26/7/2010 19:04
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
MANGOG: Credo che la richiesta che ti ha fatto Dusty sia molto importante. Non solo per te, che vuoi sostenere la tua posizione, ma per tutti quelli che ci leggono. Ti prego di non sottovalutarla.

music-band
Inviato: 26/7/2010 19:08  Aggiornato: 26/7/2010 19:08
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Citazione:
Nessuno nega che un caso su centomila possa avere conseguenze ma si sceglie il male minore


In America si è passati da un caso di autismo ogni 600.000 bambini di 30 anni fa a un caso ogni 60 dei giorni nostri, tanto che si parla di "epidemia" di autismo.

Devo anche postarti tutti gli studi che provano la correlazione tra autismo e vaccini?

O finalmente decidi di comportarti in modo ragionevole e prima di continuare a dire cose a vanvera ti prendi un pò di tempo per informarti?

ggca
Inviato: 26/7/2010 19:25  Aggiornato: 26/7/2010 20:22
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/7/2010
Da:
Inviati: 78
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
@music-band
cit

Devo anche postarti tutti gli studi che provano la correlazione tra autismo e vaccini?


te ne sarei grato, se possibile non link a Wakefield o roba collegata

Heitz
Inviato: 26/7/2010 20:45  Aggiornato: 26/7/2010 20:45
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/11/2008
Da:
Inviati: 139
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
io consiglio inoltre l'interessantissimo sito del Comilva visto che nessuno lo ha ancora citato

Jacomodino
Inviato: 26/7/2010 21:27  Aggiornato: 26/7/2010 21:46
So tutto
Iscritto: 26/7/2010
Da:
Inviati: 6
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Ops. Scusate la quarta vaccinazione obbligatoria è l'antipolio e non l'anti pertosse come erroneamente avevo detto nel mio primo post.

Cit (mangog): "Se tua figlia si fa un taglio profondo non le farai fare l'antitetanica ?".
No di certo! Sulla natura e pericolosità del Tetano, ha già risposto esaurientemente music-band. Non ho nulla da aggiungere.

Piuttosto, visto che mi ero già posto il problema per sapere cosa fare nel caso succedesse un incidente a mia figlia che mi costringesse a recarmi al pronto soccorso e dato che la vaccinazione anti tetano sembra sia la prima cosa che fanno, ho scoperto che ci si può opporre alla vaccinazione.
Se il medico insistesse adducendo che ne impedisco il lavoro e che metto a repentaglio la vita di mia figlia, è sufficiente chiedere che dichiari su carta firmata di suo pugno (magari con la presenza di un testimone) che il vaccino che le farebbero non avrà nessuna conseguenza e vedrai che a quel punto il medico non sarà più tanto sicuro del suo vaccino. Ricordatevi anche che il medico poi non può rifiutarsi di curare comunque la ferita visto che il rischio maggiore in quel momento non è il tetano, semmai il taglio e la perdita di sangue conseguente.

Anch'io segnalo volentieri un sito: www.corvelva.org

Davide71
Inviato: 27/7/2010 0:29  Aggiornato: 27/7/2010 0:29
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/7/2006
Da:
Inviati: 2108
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Ciao a tutti:
Mangog dovrebbe portare studi scientifici a sostegno della propria esperienza personale? Ma scherziamo? La sua esperienza personale vale per quello che vale ogni esperienza, e la sua buona fede mi sembra fuori discussione.
Piuttosto bisognerebbe che notasse questo:
1) sicuramente è stato vaccinato contro la polio NON a 4 mesi, e neanche a 4 anni. Dieci anni? 11? Sappia che, in tali casi, tutti i pericoli prospettati nel documentario sono praticamente minimizzati, mentre nessuno contesta l'efficacia del vaccino!
2) lui aveva paura della polio? Bene. Ha meno paura del morbo di Alzhaimer, del Parkinson, di avere un figlio epilettico, autistico o altrimenti invalido psichico? Perché queste sono le conseguenze di esposizioni massicce a neurotossine come quelle contenute nei vaccini prodotti in massa!
Adesso, esiste qualcuno che contesta l'efficacia teorica del vaccino. Mi piacerebbe sapere come...
Attenzione: io non dico che sarebbe meglio sottoporre la popolazione al rischio della malattia piuttosto che vaccinarla in massa, e in questo senso il vaccino è "inutile". Io parlo dell'efficacia del vaccino in sé nell'impedire l'insorgere della malattia nella sua forma virulenta.

Non date le perle ai cani e ai porci perchè non le mangeranno e vi si rivolteranno contro.
Dusty
Inviato: 27/7/2010 7:28  Aggiornato: 27/7/2010 7:28
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 3/10/2005
Da: Mondo
Inviati: 2248
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Citazione:
Mangog dovrebbe portare studi scientifici a sostegno della propria esperienza personale? Ma scherziamo?

Ma ci mancherebbe... Quello che ho chiesto a lui, homero, case farmaceutiche, istituto superiore della sanità e quant'altri ci raccontano che le vaccinazioni abbiano salvato il mondo è:

Citazione:
Ti invito a portare una documentazione scientifica che supporti la tesi che le vaccinazioni siano state importanti nel debellamento delle più pericolose malattie infettive.
Immagino infatti che tu sia a conoscenza del fatto che se qualcuno fa una affermazione (particolarmente "forte" poi, come in questo caso), l'onere della prova spetta a lui.

Ma ovviamente è una domanda retorica in quanto queste prove non esistono (mentre esistono le prove del contrario).

"Tu non ruberai, se non avendo la maggioranza dei voti"
-- Dal Vangelo Secondo Keynes, Capitolo 1, verso 1.
Il portico dipinto
mangog
Inviato: 27/7/2010 8:20  Aggiornato: 27/7/2010 8:37
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Citazione:

Autore: music-band Inviato: 26/7/2010 19:08:57

Citazione:
Nessuno nega che un caso su centomila possa avere conseguenze ma si sceglie il male minore


In America si è passati da un caso di autismo ogni 600.000 bambini di 30 anni fa a un caso ogni 60 dei giorni nostri, tanto che si parla di "epidemia" di autismo.

Devo anche postarti tutti gli studi che provano la correlazione tra autismo e vaccini?

O finalmente decidi di comportarti in modo ragionevole e prima di continuare a dire cose a vanvera ti prendi un pò di tempo per informarti?


Vedo che non perdi il vizio ... ok sei fatto così e non posso farci niente per le tue provocazioni ( a vanvera sarà scritto il tuo libro )

La rivista peer-review medica più prestigiosa del mondo - LANCET- in febbraio di questo anno ha ritirato gli articoli degli anni precedenti sui possibili collegamenti tra autismo e vaccino trivalente, ACCUSANDO PERFINO UNO DEI SOSTENITORI della campagna antivaccino il dott. Wakefield DI FALSO..( non hanno discusso sull'interpretazione dei dati statistici che porta sempre ad un "botta e risposta" a suon di articoli peer-review, ma hanno rigettato i lavori PERCHE' FALSI )

Io non nego che il vaccino possa non avere conseguenze al 100%, difatti sul bugiardino si leggono molte cose sugli effetti collaterali, però posso leggere le riviste peer-review ( mio fratello medico è abbonato a LANCET )... TUTTE LE DISCUSSIONI CHE I NON ESPERTI PORTANO AVANTI VALGONO POCO.


Anche escludendo le riviste peer-review posso avvalermi delle mie esperienze personali.. e confermo che il vaccino antipolio lo rifarei senza ombra di dubbio ( lo ho fatto in 4 elementare )

music-band
Inviato: 27/7/2010 9:02  Aggiornato: 27/7/2010 9:02
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Citazione:
Vedo che non perdi il vizio ... ok sei fatto così e non posso farci niente per le tue provocazioni


Il vizio? Le mie provocazioni? Cioè l'epidemia di autismo me la sarei inventata io?

Citazione:
TUTTE LE DISCUSSIONI CHE I NON ESPERTI PORTANO AVANTI VALGONO POCO


Sei straordinario mangog, stiamo parlando di un argomento dove si può tranquillamente evitare di esporre la propria idea personale perchè esiste una documentazione completa da parte della scienza medica ufficiale e tu fai finta semplicemente che tutto questo non esista; continui a parlare di:

Le tesi di music band... Le tesi di Gava... E di quello che hai fatto alle elementari...

Beh! abbi pazienza ma non mi ci metto con un fondamentalista. Tieniti pure la tua fede, ci mancherebbe.

Non hai risposto ne preso in considerazione uno... uno solo di tutti gli argomenti che ho portato nei post precedenti; ti sei limitato a inveire contro un pressapochismo di non esperti che non si capisce bene chi siano avvalendoti del fatto che hai visto due malati di polio nella tua classe... Nemmeno ti ha scalfito il fatto che si sa per certo che tutti i casi di polio degli anni di cui parli tu sono stati provocati dal vaccino Sabin...

Che vuoi che ti dica... Buona vita a te

E' giusto però che la gente sia al corrente del fatto che se vuole avere informazioni sui vaccini, non solo ha il diritto, ma anche la possibilità di averle e non dai "complottisti" ma da quella stessa medicina ufficiale che usa il ricatto della paura approfittando dell'ignoranza e del fatto che tanti non vanno a leggere o a documentarsi.

mangog
Inviato: 27/7/2010 9:13  Aggiornato: 27/7/2010 9:18
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Citazione:

Autore: music-band Inviato: 27/7/2010 9:02:40

Citazione:
Vedo che non perdi il vizio ... ok sei fatto così e non posso farci niente per le tue provocazioni


Il vizio? Le mie provocazioni? Cioè l'epidemia di autismo me la sarei inventata io?

Citazione:
TUTTE LE DISCUSSIONI CHE I NON ESPERTI PORTANO AVANTI VALGONO POCO


Sei straordinario mangog, stiamo parlando di un argomento dove si può tranquillamente evitare di esporre la propria idea personale perchè esiste una documentazione completa da parte della scienza medica ufficiale e tu fai finta semplicemente che tutto questo non esista; continui a parlare di:

Le tesi di music band... Le tesi di Gava... E di quello che hai fatto alle elementari...

Beh! abbi pazienza ma non mi ci metto con un fondamentalista. Tieniti pure la tua fede, ci mancherebbe.


Tipico di chi non ha argomenti denigrare ed etichettare.

Il dottore che ha montato il caso è stato accusato di essere un F-A-L-S-A-R-I-O-... che conclusioni possono essere dedotte ? magari accusare le riviste quotate di essere alla mercè della case farmaceutche.


Lancet ha sempre pubblicato gli studi su eventuali conseguenze tra autismo e vaccini ed alla fine ha rigettato il tutto perchè la parte che sostenva la tesi VACCINO= AUTISMO era semplicemente un falsario.
Peggio di così...
Probabilmente il dottore falsario ha fatto più male che bene a coloro che veramente in buonafede stanno lavorando per mettere i discussione le certezze ( anche se è risaputo che nella medicina la certezza non esiste ) della scienza dei vaccini.

music-band
Inviato: 27/7/2010 9:53  Aggiornato: 27/7/2010 9:53
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
mangog ha detto:

Tipico di chi non ha argomenti denigrare ed etichettare


Ma dai mangog... Te lo dico in amicizia, finiamola qui, non puoi dire sul serio, con tutta la buona volontà di questo mondo non riesco a credere che tu stia dicendo sul serio... Ci sono 60 post qui sopra... Io mica voglio farti cambiare idea, ma non dire queste cose che fanno a pugni con l'evidenza e con chiunque abbia semplicemente voglia di andare a controllare...

Posso anche starti sulle balle ma non trasformiamo il thread in una farsa

mangog
Inviato: 27/7/2010 10:13  Aggiornato: 27/7/2010 10:13
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Citazione:

Autore: music-band Inviato: 27/7/2010 9:53:19

Posso anche starti sulle balle ma non trasformiamo il thread in una farsa



A me sta sulle balle solo lo stato.. Non tu certamente.
Avevo esordito riportando una mia esperienza personale. Tutto qua.
Non nego che i vaccini non possano fare del male (o meglio non iniettano acqua e sale) e siccome il sistema immunitario non è ancora ben chiaro come funziona possono esserci molti scenari in futuro che faranno cambiare le metodiche di preparazione del vaccino tirando via questo o quell'elemento ( aggiunti magari solamente per non tenere il vaccino in frigorifero ecc ecc )... ma io sono convinto che il vaccino è una delle grandi conquiste dell'uomo.
Anche se diventa complicato stabilire se l'autismo o le malattie neurodegenerative sono la conseguenza dei vaccini o della alimentazione o di chissà cosa altro
Quello che non bisogna tollerare è il riportare DATI FALSI come ha fatto il dottore in questione.

anakyn
Inviato: 27/7/2010 10:36  Aggiornato: 27/7/2010 10:36
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/1/2010
Da:
Inviati: 1428
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
E' sicuro che quel dottore sia un falsario?
Su cosa si basa tale accusa?

Sarei curioso di saperlo, per un paio di motivi:
1) se è vero, come dice music-band, che il dottore in questione basa le sue analisi su dati ufficiali, non si capisce come possa essere un falsario, a meno di non falsificare dati pubblici e visibili a tutti. In altre parole, sarebbe un perfetto cretino molto prima che un falsario.
2) non mi stupirei se, visti gli interessi che va a toccare, fosse preso di mira da chi quegli interessi li coltiva.

Bisognerebbe chiarire la questione.

Jacomodino
Inviato: 27/7/2010 10:50  Aggiornato: 27/7/2010 10:50
So tutto
Iscritto: 26/7/2010
Da:
Inviati: 6
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Tanto per far capire come vengono decisi quali vaccini inserire nei protocolli vaccinali, riporto una nota presa dal sito del corvelva sul vaccino obbligatorio anti epatite B.

"In tutto il mondo, è obbligatorio solo in Italia il vaccino anti epatite B, pensiamo sia bene sottolinearglielo, questo, grazie ad una tangente che l’ex Ministro De Lorenzo ha intascato (per questo è stato giudicato e condannato). Non sappiamo se Lei giudica in modo favorevole questa prassi, pensiamo, proprio di no!
Troverebbe all’ora serio che noi facessimo vaccinare nostro figlio solo perché bisogna giustificare una tangente?

Oltre a questa ridicola situazione Le sottolineiamo alcune cose molto più serie:
è un vaccino non studiato. MANCANO GLI STUDI SCIENTIFICI PER CONOSCERE
GLI EFFETTI COLLATERALI DEL VACCINO ANTI – EPATITE B

Il CDC (Centro Americano di Controllo delle Malattie) di Atlanta non è in grado di fornire nessun studio INDIPENDENTE sulla sicurezza del vaccino anti- epatite B".

Da qui forse si capisce anche come mai il numero di vaccini aumenti (esavalente, eptavalente) anche se per la legge non sono obbligatori.
Che ci sia dietro la solita BigPharma?

Ghilgamesh
Inviato: 27/7/2010 10:55  Aggiornato: 27/7/2010 10:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Citazione:
Autore: mangog Inviato: 27/7/2010 10:13:39

Anche se diventa complicato stabilire se l'autismo o le malattie neurodegenerative sono la conseguenza dei vaccini o della alimentazione o di chissà cosa altro

ma io sono convinto che il vaccino è una delle grandi conquiste dell'uomo.


Verissima l'ultima frase, peccato che le case farmaceutiche siano invece una delle piaghe dell'umanità.

Infatti da quello che so, è molto probabile che un vaccino ben fatto (quindi non ci rientrano molti vaccini, tipo quello per l'H1N1) non faccia male ... ma che gli lementi dannosi siano quelli che servono alla compagnia per fare più soldi.

A questo proposito consiglio la visione del primo episodio di Eli Stone ... spiega molto bene il tutto anche se con altri nomi.

digitalkey
Inviato: 27/7/2010 11:15  Aggiornato: 27/7/2010 11:42
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/3/2008
Da: Ferrara
Inviati: 44
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Bisogna partire dal presupposto che le industrie farmaceutiche NON sono organizzazioni benefiche senza scopo di lucro e che l'unico interesse che hanno è di fare soldi.
E come fa un'industria farmaceutica a fare soldi? il sistema più semplice è avere un bel po di persone ammalate, magari croniche.
E come si fa a raggiungere questo "equilibrio" di malattia cronica ?
Loro lo hanno scoperto da un bel po di tempo: si vaccinano le persone fin da piccole, distruggendogli il sistema immunitario, in modo da avere il maggior numero di persone cronicamente malaticce che siano "obbligate" a comprare il loro farmaci. Il problema è che la maggioranza conduce una vita con questo stato di malattia cronica più o meno grave ( dalla semplice rinite allergica all'autismo ), ma alcuni hanno conseguenze ben più gravi ( morte compresa ).
E come si obbliga le persone a ricorrere al vaccino ? semplice, prima le si terrorizza e poi le si imbonisce di promesse.

Ho un figlio di 21 mesi e quando sono andato a discutere con l'ASL della mia città che m'imponeva le vaccinazioni, ho fatto una semplice domanda alla quale i due medici a cui non hanno nemmeno tentato di rispondere: " mi spiegate come fa mio figlio di 2 mesi a prendersi il tetano ? visto che vive in una culla o in braccio alla mamma ? e non razzola in un cortile di terra dove ci sono ferri arrugginiti su cui pascolano mucche e cavalli. "

Detto questo, non è il principio su cui si basa il vaccino in se che è sbagliato, ma la massificazione, unicamente a scopo di lucro, che viene fatta. I vaccini non hanno alcuna sperimentazione a doppio cieco incrociato su un periodo di almeno 15/20 anni sulla cui base si avrebbero dati certi sulla loro funzionalità e pericolosità, il motivo è perchè costa troppo e a chi li produce non conviene ( ovviamente ). Ad ogni singolo essere umano, l'eventuale vaccino, dovrebbe essere fatto previa analisi ad personam specifiche, ma le ASL non possono permettersi di fare analisi costosissime ad ogni bimbo da vaccinare, si fa prima a vaccinare tutti e poi istituire un bel rimborso da danni da vaccino.

Resto sempre con la speranza che le persone si sveglino.....ma a quanto pare la maggioranza preferisce continuare a credere alla favole.

music-band
Inviato: 27/7/2010 11:43  Aggiornato: 27/7/2010 11:43
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Mangog:

Citazione:
...e siccome il sistema immunitario non è ancora ben chiaro come funziona...


Il Dottor Filippo Ongaro, uno dei medici ricercatori attualmente più stimati in ambito internazionale; medico dell'equipaggio degli astronauti che ha lavorato in Russia e in America e che conosco personalmente essendo amico di suo padre QUI UN PAIO DI NOTE ha fatto delle ricerche importanti sul sistema immunitario; ricerche che sono sefvite a comprendere molto meglio anche l'effetto dei vaccini. Lo stesso Ongaro ha preso posizioni forti contro il terrorismo praticato a livello mediatico per i vaccini. I suoi libri e i risultati delle sue ricerche sono pubblicati se può essere di tuo interesse.

Citazione:
...Anche se diventa complicato stabilire se l'autismo o le malattie neurodegenerative sono la conseguenza dei vaccini o della alimentazione o di chissà cosa altro...


E' già stato stabilito che molte malattie neurovegetative sono provocate dai vaccini, e sempre se ti interessa gli studi sono tutti pubblicati; basta avere voglia di andare a leggerseli

Anakyn

Citazione:
se è vero, come dice music-band, che il dottore in questione basa le sue analisi su dati ufficiali, non si capisce come possa essere un falsario, a meno di non falsificare dati pubblici e visibili a tutti. In altre parole, sarebbe un perfetto cretino molto prima che un falsario


Se parliamo del Dottor Roberto Gava, come ho ripetuto fino alla nausea, nel suo libro sono raccolte oltre 135.000 fonti citate della medicina ufficiale; questo significa che per ogni asserzione c'è la fonte originale che uno può andare a verificare e controllare; è un libro medico scritto per i medici, non un bestseller da gossip.

Davide71
Inviato: 27/7/2010 11:53  Aggiornato: 27/7/2010 11:53
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/7/2006
Da:
Inviati: 2108
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Ciao a tutti:
ho visto le ultime tre parti, e ho scoperto una cosa che purtroppo già sospettavo, cioé che gli stessi che promuovono la vaccinazione di massa ai loro figli (o nipoti) propinano altre sostanze...
Sono contento che Mangog abbia risposto alla richiesta di "studi scientifici" avanzata da gente che dovrebbe sapere quanto la propaganda si sia particolarmente interessata a manipolare le statistiche mediche più o meno recenti, se non a inventare di sana pianta cose che non sono mai esistite.
Vediamo un po' i problemi:
1) la natura dei virus presenta dei punti oscuri, anche perché (ne sono convinto) alcune loro caratteristiche sono coperte da segreto militare;
2) le caratteristiche del sistema immunitario umano sono di difficile analisi dal punto di vista scientifico, vista la sua complessità;
3) esistono delle tecniche per far dire alle statistiche tutto quello che si vuole. Io ho studiato statistica, e ho potuto constatare di persona la presenza di facilonerie e fallacie logiche vere e proprie (soprattutto sulle stime);
Perciò, in effetti, una certa competenza in materia ci vuole, oppure ci si fida di "Lancet" come fa Mangog.
Oppure ci si rifà ai princìpi. Esattamente come non si può distribuire tartufi alla popolazione senza ridurre in qualche modo la qualità del tartufo (per es. sofisticandolo, o allevandolo con i sistemi moderni etc.) in misura tale da rendere insensata un'idea del genere, allo stesso modo non ha senso una vaccinazione di massa. Poiché i vaccini sono qualche cosa che deve essere fabbricato con molta cura per essere efficace (non è un prodotto chimico come lo zucchero, ma biologico come il latte) la produzione di massa è semplicemente incompatibile con gli standard qualitativi che sono richiesti al vaccino per essere efficaci. Perciò i casi sono due:
a) ci iniettano acqua fresca;
b) ci iniettano qualche cosa che potrebbe con facilità farci del male;
a questo si aggiunge il fatto che la vaccinazione di massa consente la sperimentazione di massa di praticamente qualunque cosa, tentazione irresistibile per la scienza moderna, per la quale la sperimentazione è un momento fondamentale della scoperta scientifica.

Non date le perle ai cani e ai porci perchè non le mangeranno e vi si rivolteranno contro.
digitalkey
Inviato: 27/7/2010 12:15  Aggiornato: 27/7/2010 12:18
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/3/2008
Da: Ferrara
Inviati: 44
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
mi permetto di ricordare il "pietoso" caso del ex ministro De Lorenzo che nel 1991 intascò 600.000.000 dalla Smith Kline Beecham per rendere obbligatoria in italia la vaccinazione contro l'epatite B e per cui fu condannato.
Si trattava quindi della 4° vaccinazione obbligatoria da farsi sempre nei primi mesi di vita.
Ecco...se conoscete i metodi di contagio dell'epatite B spiegatemi come fa un bimbo di 2 mesi ad avere rapporti sessuali non protetti, a fare piercing, ad andare dal barbiere, ecc ecc.

E chissà perchè nonostante la condanna di De Lorenzo, il vaccino è rimasto obbligatorio....

sempre nella speranza che qualcuno si svegli....

Sinder
Inviato: 27/7/2010 12:54  Aggiornato: 27/7/2010 12:54
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/2/2009
Da:
Inviati: 256
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
cit. mc

Per trovare controprova cercare:
- i tassi di mortalita' (le cifre ufficiali) della malattie trattate dai vaccini
- i dati e gli studi sull'avvelenamento da metalli pesanti (in particolare il mercurio e l'alluminio)
- ed infine i dati sull'autismo.


nel nostro metabolismo circolano sicuramente più metalli pesanti, ma solo perché ci siamo vaccinati? non sarà più che altro che l'ambiente in cui viviamo è sempre più inquinato?

il grafico dei casi di autismo negli anni riguarda le segnalazioni di diagnosi di autismo, non che prima non ci fossero, è che molti non erano diagnosticati come tali.

audisio
Inviato: 27/7/2010 14:00  Aggiornato: 27/7/2010 14:01
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Non è collegato direttamente ai vaccini, ma per quanto riguarda gli
effetti negativi a lungo termine della medicina tradizionale, posso dire
che ho una ipogammaglobulinemia indotta da consumo di cortisone in
età pediatrica causa un'asma allergica che allora non si sapeva fosse
allergica.
La cosa mi è stata certificata da un ematologo come fosse la cosa più
risaputa del mondo.
Ma i bamibini continuano ad ingurgitare cortisone e nessuno avverte i
genitori di questa cosa.

astro7
Inviato: 27/7/2010 14:06  Aggiornato: 27/7/2010 14:06
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/11/2007
Da: questa sconosciuta terra di mezzo
Inviati: 472
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Citazione:
una ipogammaglobulinemia indotta da consumo di cortisone


scusami Audisio, e chiedo scusa agli altri per il semi-OT, ma potresti spiegarla meglio ? mi interesserebbe molto.... grazie.
(va bene anche in pm)

audisio
Inviato: 27/7/2010 14:13  Aggiornato: 27/7/2010 14:13
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Homero, io sono un portatore di lenti a contatto.
Ho portato per anni le lenti annuali o pluriannuali (grazie a Dio, hanno
inventato le usa e getta).
E per anni ho consumato i famigerati liquidi di conservazione che erano
la disperazione dei portatori di lenti perchè finivano sempre nelle
situazioni più complicate.
Bene, solo dopo anni ho scoperto che il principio attivo dal nome
altisonante e mysterioso che era contenuto nella totalità di quei liquidi, il
Thimerosal, non era altro che un conservante a base di mercurio.
Tenendo conto che le mucose degli occhi sono molto più permeabili e
assorbenti della pelle, ho introitato nel mio corpo per anni mercurio che
si è aggiunto a quello che avevo negli amalgami delle otturazioni e così via.
E poi i medici dei miei coglioni ti dicono che a quelle dosi il mercurio non
è pericoloso.
Primo, bisogna vedere se è vero visto che ci raccontano tante balle.
Secondo, non considerano mai che sono mille i veicoli attraverso i quali
assumiamo queste schifezze che si sommano fino a raggiungere la massa
critica...

audisio
Inviato: 27/7/2010 14:22  Aggiornato: 27/7/2010 14:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Astro, ti racconto cosa mi è successo.
Qualche anno fa ebbi un periodo di strani malesseri che non sapevo
spiegarmi ma come mio solito rifuggivo dal fare analisi, recarmi dai dottori
ecc., non foss'altro perchè tutte le volte che ho dovuto farvi ricorso le
risposte erano del tipo "la colpa è di sua madre che l'ha fatto così", cosa
che poteva dirmi anche il meccanico sotto casa.
Alla fine, però, mi convincono a fare le analisi del sangue e risulta un
tasso piastrinico molto basso.
Al che ho sbiancato, visto che la carenza di piastrine è una cosa terribile,
dalle mille conseguenze in genere letali.
Sono quindi corso da un ematologo che per prima cosa mi ha fatto rifare
le analisi. Fatto sta che tra il tempo necessario per avere
l'appuntamento dall'ematologo e quello per avere i risultati, dal riscontro
viene fuori che le piastrine sono di nuovo normali.
Allora, per scongiurare un errore del laboratorio, l'ematologo mi fa fare
un esame specifico (evidentemente aveva già subodorato), ossia un
test sugli anticorpi anti-piastrine e lì sono risultato positivo.
In sostanza, avevo avuto un episodio autoimmune contro le piastrine e
in più avevo le gammaglobuline basse e le IGE alte e così è stato sempre
nei successivi controlli.
Quindi mi ha chiesto se avessi fatto uso di cortisone da piccolo e alla mia
conferma mi ha detto che la causa era proprio il cortisone che, assunto
in età pedriatrica ed evolutiva, danneggia gravemente il sistema
immunitario.
Successivamente mi sono informato e ho scoperto che il cortisone
danneggia anche le articolazioni e le cartilagini e infatti ora ho dei grossi
problemi con ginocchia, cavilgie, polsi ecc. ecc.

digitalkey
Inviato: 27/7/2010 16:26  Aggiornato: 27/7/2010 18:40
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/3/2008
Da: Ferrara
Inviati: 44
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
A chi interessa svegliarsi...e andare oltre i luoghi comuni...

" - I vaccini a virus vivi attenuati (come la vaccinazione antimorbillosa, antiparotitica, antirosolia, ecc.), proprio perché i virus passano (come è normale che facciano) all'interno delle cellule, inducono un 'iperstimolazione della risposta di tipo 1, perché stimolano le cellule dendritiche e quindi anche le cellule T citotossiche inducendo una eccessiva produzione di interferone gamma e di conseguenza di monossido di azoto con una intensificazione dell'immunità Thl che agisce specificatamente contro le infezioni da patogeni intracellulari (infatti, i virus vivi penetrano nelle cellule e quindi per debellarli è necessario attivare quella parte del sistema immunitario che sa distruggere una cellula intera infettata). Se vi è una forte ed eccessiva produzione di monossido di azoto, questo oltrepassa sia le membrane cellulari esterne che quelle interne raggiungendo anche cellule che non sono infettate dal virus e soprattutto penetrando nei mitocondri delle cellule sane e danneggiandoli (i mitocondri sono le strutture preposte alla respirazione cellulare e forniscono il 90% dell'energia della cellula). Inoltre, a causa delle cellule della memoria immunitaria, che tengono conto del passato storico della persona, nel corso della vita il sistema immunitario potrebbe rispondere più facilmente del solito con una iperstimolazione delle cellule T citotossiche di fronte a qualsiasi virus e alla fine indurre delle reazioni biologiche croniche che possono diventare la causa diretta di patologie su base autoimmunitaria che oggi sono sempre più frequenti.

-I vaccini contenenti germi morti o frazioni di germi (come la vaccinazione antitetanica, antiemofilo, antipertossica, antidifterica, ecc.) o quella a virus inattivati (come l'antipoliomielitica Salk) e certi adiuvanti come l'idrossido di alluminio, stimolano una risposta anticorpale dei linfociti B inducendo una iperstimolazione della risposta di tipo 2 che attacca le cellule estranee circolanti nel sangue o nei tessuti e comunque esclusivamente extracellulari. La conseguenza clinica è rappresentata dalle patologie allergiche oggi frequentissime e dalle altrettanto sempre più numerose intolleranze a cibi, farmaci, pollini, sostanze inalate, ecc. Questo danno è aggravato ed è più facile nei neonati dato che nei primi mesi di vita c'è già una fisiologica iperattivazione del meccanismo di tipo 2 (che è un residuo dell'iperattivazione Th2 che è indispensabile per mantenere la gravidanza).
Dato però che i bambini piccoli non ricevono un solo vaccino per volta ma una miscela formata da tipi diversi di vaccini, l'effetto finale sul sistema immunitario è difficilmente prevedibile e probabilmente influenzato anche da altri fattori come la predisposizione genetica, altre precedenti infezioni o trattamenti immunoalteranti, ecc. È per questo che il danno dei vaccini pediatrici può presentarsi a 360 gradi e, in base alla 'robustezza' dell'organismo, può anche manifestarsi con un periodo di latenza altrettanto vario.
In ogni caso, con le conoscenze di immunologia di cui disponiamo oggi, pensare che la somministrazione di una enorme varietà di elevate quantità di sostanze estranee all'organismo (virus vivi o morii, batteri, parti di DNA, frazioni antigeniche, tossine, proteine etcrologhe, prioni, antibiotici, mercurio, fenolo, alluminio, formaldeide, fenossietanolo, oli e innumerevoli nuovi composti ad azione conservante o adiuvante) a neonati di 2-3 mesi di vita sia totalmente innocua è veramente da stolti e ... da incoscienti!

Importanza del contatto con i germi

Le malattie contratte in modo normale vengono abitualmente filtrate attraverso una serie di difese immunologiche (ne sono un esempio quelle posizionate a livello di cute e mucose), ma quando gli antigeni di un vaccino vengono iniettati direttamente nella circolazione sanguigna del bambino, ottengono accesso a tutti i tessuti e gli organi del corpo bypassando l'intero apparato immunitario di difesa di superficie (nel caso di un vaccino somministrato per via parenterale, ad esempio, si perde completamente il grande aiuto offerto dalle difese che il nostro corpo schiera a livello della pelle e delle mucose che sono a contatto con l'ambiente esterno, da dove cioè l'organismo si aspetta che debba giungere un 'nemico').
La ricerca dimostra che il sistema immunitario immaturo del bambino viene stimolato, rafforzato e maturato proprio grazie ai piccoli o grandi combattimenti che lo impegnano fisiologicamente in molte sfide quotidiane. Quando il bambino viene gradualmente esposto fin da piccolo ai normali e molteplici microrganismi (virali, batterici e micotici) e allergeni presenti nell'ambiente, è costretto ad attivarsi per combatterli e, dato che in fisiologia sappiamo bene che la funzione di un organo o apparato è mantenuta dalla sua stimolazione o comunque dal lavoro che compie, in cambio si ottiene un adeguato sviluppo e rinforzo dell'intero sistema immunitario che cresce gradualmente con il crescere dell'intensità delle noxe esterne.
Se invece il sistema immunitario di un bambino molto piccolo viene forzato improvvisamente e violentemente a reagire contro germi o sostanze estranee (quelle dei vaccini) iniettati direttamente all'interno delle sue normali barriere di superficie, si viene a creare una situazione grave, inaspettata e improvvisa che crea uno stato di grande shock immunitario in cui, di solito, l'apparato difensivo del bambino viene totalmente e a volte (proprio perché è debole e immaturo) irreversibilmente alterato. Da questa situazione alcuni bambini non sanno rialzarsi e restano per tutta la vita con uno squilibrio immunitario a causa del quale, specie se hanno alcune particolari predisposizioni genetiche, insorgono patologie gravi che persisteranno cronicamente.
11 sistema immunitario è costituito in modo da permettere all'organismo di distinguere il sé da qualsiasi altra sostanza estranea e potenzialmente pericolosa. In condizioni normali, i germi nemici vengono attaccati e resi innocui dal sistema immunitario, ma quando questo è immaturo (come avviene nei bambini piccoli) può non riuscire ad eliminare prontamente i germi o le sostanze estranee e inoltre può permettere che virus vaccinali attenuati convivano nelle cellule sane e continuino a riprodursi in esse. Ciò può indurre uno stato di tale squilibrio immunitario che il nostro apparato di difesa non riesce più a distinguere una condizione dannosa da una innocua e in queste circostanze non è difficile che il sistema immunitario inizi ad attaccare le sue stesse cellule dando il via a malattie autoimmunitarie.

Utilità delle malattie infettive pediatriche

Un aspetto che dovremmo conoscere e che comunque dimentichiamo sempre di sottolineare è che molti ricercatori hanno dimostrato che c'è una correlazione positiva tra la mancanza delle comuni malattie infettive nel bambino (dimostrata specialmente per parotite, morbillo, rosolia) e l'aumento di alcune patologie immunitarie (allergiche e autoimmunitarie) e di alcune patologie degenerative sia nel bambino che nell'adulto. È stato cioè praticamente accertato che le patologie infettive infantili stimolano il sistema immunitario fortificandolo al punto da renderlo meno suscettibile ad ammalarsi nei decenni successivi. Per questo motivo, due Autori hanno addirittura intitolato un loro studio con le parole: "Give us this day our daily germs " ["Dacci oggi i nostri germi quotidiani"].
Ma se noi togliamo all'organismo la possibilità di essere stimolato dai germi (perché lo vacciniamo) e di reagire con la febbre e con l'attivazione immunitaria (perché somministriamo antipiretici, antibiotici e cortisonici) ... come farà a fortificarsi?
Ciò spiega perché gli asili sono pieni di bambini sempre più trattati farmacologicamente sempre più vaccinati ... ma sempre più malati.
Sappiamo che il sistema immunitario umano risponde alle aggressioni virali, batteriche, fungine, neoplastiche o tossiche, attivando l'uno o l'altro dei due sistemi immunitari linfocitari di cui disponiamo e che, come abbiamo visto, vengono denominati Thl e Th2.
Il fatto interessante è che i due sistemi sono in stretta relazione tra loro: sono come due piatti di una bilancia, nel senso che se si stimola troppo uno, si deprime automaticamente l'altro. Quindi, il corretto funzionamento del sistema immunitario dipende anche da questo delicato equilibrio tra immunità cellulare (risposta Thl o di tipo 1) e risposta anticorpale (risposta Th2 o di tipo 2).
In conclusione, molti ricercatori stanno portando avanti quella che sta diventando famosa come L'ipotesi igienista e cioè l'ipotesi che una igiene eccessiva e l'uso esteso delle vaccinazioni in un'età molto precoce impedisca il contatto dell'organismo con molti germi che invece avrebbero il preciso scopo di irrobustire il sistema immunitario favorendo lo sviluppo di un normale e fisiologico equilibrio tra le risposte Th1 e Th2 e in definitiva di tutto l'apparato difensivo.
Questa ipotesi, quindi, condanna non solo le vaccinazioni precoci, ma anche l'uso indiscriminato che si sta facendo oggi di antibiotici, cortisonici, antiinfiammatori, ecc. e cioè di tutte quelle sostanze che, oltre ad essere "tossiche" per il delicato equilibrio del bambino, gli impediscono di "allenarsi" ad affrontare le piccole battaglie biologiche quotidiane che gli permetteranno poi, più avanti, di saper affrontare e vincere anche le grandi battaglie della vita. "

Redazione
Inviato: 27/7/2010 16:44  Aggiornato: 27/7/2010 16:45
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
MANGOG: Dopo che tu hai scritto “Il dottore che ha montato il caso è stato accusato di essere un F-A-L-S-A-R-I-O-... “, ANAKYN ti ha fatto delle domande precise.

Sei pregato di rispondere.

Siamo qui per dialogare, non per spandere merda a casaccio.

mangog
Inviato: 27/7/2010 17:23  Aggiornato: 27/7/2010 17:42
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Rispondo ad ANAKYN

Wakefield riceveva ingenti somme di denaro da studi legali specializzati in cause collettive.

http://www.channel4.com/news/media/2010/01/day28/GMC_Charge_sheet.pdf

L'anno scorso l'altra importantissima rivista peer-review Nature aveva pubblicato questo articolo.

http://www.nature.com/nature/journal/v459/n7246/full/nature07953.html

Autism genome-wide copy number variation reveals ubiquitin and neuronal genes

Ribadisco ancora che se non ci fidiamo delle fonti, non rimane che l'esperienza personale.. ed io che sono nato nei primi anni 50... dico che la vaccinazione contro la polio è stata una delle grandi conquiste della medicina.

digitalkey
Inviato: 27/7/2010 17:58  Aggiornato: 27/7/2010 18:45
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/3/2008
Da: Ferrara
Inviati: 44
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
" dico che la vaccinazione contro la polio è stata una delle grandi conquiste della medicina "

esatto, insieme a tutte le altre vaccinazioni:
peccato che alla medicina, non interessi minimamente farci crescere sani, ma interessi farci campare malaticci, se no a chi li vendono i farmaci...

continua pure a dormire e credere alle favole....


Ps: la tua citazione finale per me ha lo stesso valore che se avessi scritto:
" Berlusconi è la più grande conquista della democrazia "

music-band
Inviato: 27/7/2010 18:31  Aggiornato: 27/7/2010 18:31
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Citazione:
dico che la vaccinazione contro la polio è stata una delle grandi conquiste della medicina.


Mi sembra evidente che non hai letto una riga di ciò che è stato scritto finora.

e se hai letto il tuo è un rifiuto perentorio di ogni informazione che non sia in linea con il tuo pensiero. Non ti interessa controllare ne verificare.

A questo punto, dato che continui con queste affermazioni, ti pregherei cortesemente di motivarmi questa tua ultima affermazione: in base a che cosa puoi dire che la vaccinazione contro la polio è stata una delle grandi conquiste della medicina?

Redazione
Inviato: 27/7/2010 19:29  Aggiornato: 27/7/2010 19:29
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
MANGOG: "Ribadisco ancora che se non ci fidiamo delle fonti, non rimane che l'esperienza personale.. ed io che sono nato nei primi anni 50... dico che la vaccinazione contro la polio è stata una delle grandi conquiste della medicina."

Io ho visto delle statistiche in cui TUTTE le malattie "da vaccinazione" erano in declino già da PRIMA che iniziassero le vaccinazioni di massa. Se non ci fidiamo delle fonti....

music-band
Inviato: 27/7/2010 20:18  Aggiornato: 27/7/2010 20:18
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Eccoti la tua conquista della medicina Mangog:

quella che segue è soltanto una piccola parte di dati che si aggiunge a quelli che ho già postato, ma ce ne sono ancora molti, solo che non posso stare qui 24 ore al giorno.

Resto in attesa di tue argomentazioni a sostegno di quanto affermi

Incidenza della Poliomelite

Dai dati pubblicati dal nostro ministero della salute emerge che i casi Italiani di poliomelite erano circa 1500-2000/anno fino a prima della seconda guerra mondiale; dati che erano del tutto sovrapponibili a quelli di Inghilterra e Galles diffusi dal Servizio Sanitario Nazionale Inglese (circa 500-1500 casi/anno)

Durante il conflitto bellico 1939/1945, invece i casi segnalati nel nostro paese aumentarono dai precedenti 3-4 casi/anno ogni 100.000 abitanti a circa 16-18 casi/anno/100.000, così come aumentarono in Inghilterra e con una numerosità molto simile, pure negli Stati Uniti.

Negli Usa a dire il vero, il calo postbellico fu molto lieve e breve e poi la curva riprese a crescere con un picco di casi di poliomelite verso gli anni 1953-54 (circa 35-37 casi/anno/100.000 abitanti), a cui seguì una rapida e definitiva caduta dei tassi di malattia che comunque non è spiegata dall'introduzione della vaccinazione che iniziò soltanto verso la fine del 1955 e fu più diffusa a partire dall'inizio del 1957 quando i casi erano già nell'ordine di circa 13-15 anno ogni 100.000 abitanti.

Fatto questo distinguo per gli Stati Uniti, dopo la fine del secondo conflitto bellico, i casi di poliomelite scesero in tutti i paesi, ma non tornarono in nessuno di questi ai bassi livelli degli anni 1920-1930 e poi si ebbe ovunque un nuovo aumento che da vari studiosi viene imputato proprio alla vaccinazione.

Ecco cosa accadde cronologicamente:

Germania:

nel 1954 si iniziò a vaccinare con il Salk e subito dopo si registrò un aumento del tasso di mortalità per poliomelite.

Nel 1955 la vaccinazione fu interrotta imitando prontamente gli Usa dove le autorità sanitarie sospesero la campagna di vaccinazione a seguito di un grosso incidente che causò ufficialmente 75 casi di poliomelite ma ufficiosamente ben più di 1.000. La causa fu un errore di preparazione.

Nel 1958 la Germania riprese la vaccinazione di massa con il Salk e si ebbe un nuovo aumento di casi letali che raddoppiarono poco dopo il 1960 (anno in cui il vaccino fu nuovamente sospeso), per poi calare drasticamente dopo la sospensione.

Quando nel 1961 in Germania iniziarono le vaccinazioni orali con il Sabin, i casi letali erano già notevolmente calati. Quindi, la vaccinazione orale, contrariamente a quanto sostenuto, non può essere l'unico motivo di regresso dei casi mortali di poliomelite.

Italia: (la tua epoca del terrore che citi in continuazione mangog)

Il programma Italiano iniziò nel 1957 con la somministrazione non obbligatoria del vaccino di Salk e anche da noi si ebbe subito un aumento rapidissimo dei casi di poliomelite a cui seguì però una spontanea diminuzione (anche il nostro vaccino a virus uccisi in realtà conteneva dei virus vivi neurovirulenti?).

Dal 1958 al 1962, dopo 6 anni di vaccinazione, malgrado un uso sempre più intensivo del vaccino Salk, il problema della poliomelite in Italia era ben lungi dall'essere risolto.

Si passò quindi al vaccino orale di Sabin che verrà utilizzato nel nostro paese fino al 2002 perchè nell'agosto di quell'anno a causa delle sempre più frequenti segnalazioni di casi di poliomelite da vaccino per riattivazione della virulenza del virus, si è nuovamente passati alla riutilizzazione del Salk per tutte e 4 le dosi pediatriche obbligatorie...

…E se noti la tragica ironia della cosa fatti pure una risata...

Sempre nel 2002 però, nel nostro paese il virus non esisteva più e l'europa ottenne dall' OMS il titolo di “polio free” e cioè: “Continente libero dall'infezione poliomelitica”

E' interessante notare a questo punto che la riduzione dei casi di poliomelite è avvenuta in tutta Europa sia nei paesi dove era obbligatorio il vaccino sia in quelli dove non lo era (ad esempio paesi scandinavi e Inghilterra)

E' utile anche ricordare che la polio è apparsa nel terzo mondo soltanto dopo le campagne vaccinali fatte per salvarli dalla poliomelite.

Anche la campagna antipolio del 1966 in Albania (organizzata dall'Italia) ha causato una grave epidemia (76 casi in perfetta concomitanza di tempo, per lo più tra le persone a contatto dei vaccinati) dimostrando così la pericolosità di questa vaccinazione con virus vivoattenuato in popolazioni con cattiva nutrizione e igiene e la sua inutilità nei “Paesi Ricchi”

Inoltre prima che la vaccinazione antipoliomelitica venisse applicata estesamente nei paesi sottosviluppati (specie nelle zone tropicali e sub-tropicali), questa malattia si presentava solo con casi sporadici (inferiori a quanto accadeva da noi negli anni 20-30), mentre dopo l'inizio della vaccinazione dei bambini nel terzo mondo, iniziarono anche da loro epidemie di poliomelite che interessano indistintamente i vaccinati e i non vaccinati

L'esperienza Indiana

“the Times of India” 23 settembre 2006:

“C'è qualcosa di sbagliato nel Programma di Eradicazione della Poliomelite in India... L'Indian Medical Association si è ora convinta che ci sia un collegamento tra le campagne vaccinali e il vertiginoso aumento dei casi di paralisi flaccida (da 1 caso ogni 100.000 abitanti a 13-15 casi ogni 100.000 dopo l'inizio delle vaccinazioni), ma il governo smentisce categoricamente.

L'incidenza della malattia è aumentata dai 3047 casi del 1997 quando è iniziata la vaccinazione di massa, ai 27.000 casi del 2005, e questi dati non possono essere confutati dal momento che la malattia ha colpito bambini che erano stati vaccinati.

Ci sono inoltre rapporti che sostengono la diffusione della malattia in aree considerate esenti come Andhra, Pradesh, Assam, Karnataka e Tamil Nadu...

...Alcuni ricercatori associano le vaccinazioni a possibili disordini neurologici.

In India i bambini ricevono fino a 25 dosi di vaccino antipolio: una cosa mai vista in nessun altro paese al mondo.

Il governo ha comunque deciso di non informare la popolazione riguardo alle controindicazioni della vaccinazione.”

Sottolineiamo che questo editoriale si espone pubblicamente con affermazioni pesanti:

-la gente non sa nulla

-la situazione sanitaria della poliomelite infantile indiana si sta aggravando tragicamente

-il governo indiano e le organizzazioni internazionali umanitarie (che tra l'altro sono sempre le stesse) sono consapevoli della realtà, ma non cambiano i loro programmi e anzi, decidono di nascondere la verità alla gente.

Perchè?

Eccoti infine il grafico del ministero della sanità con l'incidenza della poliomelite in Italia; devo commentarlo o riesci a capirlo da te?


ggca
Inviato: 27/7/2010 21:17  Aggiornato: 27/7/2010 22:09
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/7/2010
Da:
Inviati: 78
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
non so dove tu abbia preso quel grafico, il CENTRO NAZIONALE DI EPIDEMIOLOGIA riporta sto pdf che per essere gentili è completamente diverso...

http://www.epicentro.iss.it/temi/vaccinazioni/pdf/Vaccinazioni_Cnesps.pdf

figura 1 pag 2

il picco massimo è stato di 8300 casi nel 1958...

invterei poi a leggere questo:

LINK


dove si accusa il governo di non aver imposto la vaccinazione obbligatoria con la legge 695 del 1959.

music-band
Inviato: 27/7/2010 21:37  Aggiornato: 27/7/2010 21:40
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Il grafico è quello diffuso dal ministero della sanità, come ho già detto, ed è identico a quello che hai postato tu.

i dati rispetto alle vaccinazioni quindi non cambiano

La differenza sta nella scala del numero di persone che nel grafico da te postato e ridotta.

Va a chiederglielo tu a quelli del centro nazionale di epidemiologia perchè hanno una scala per numero di persone diversa da quelli del ministero della sanità pur avendo lo stesso identico grafico.

e comunque i dati in cifre li ho scritti nel post.

Homero
Inviato: 27/7/2010 22:02  Aggiornato: 27/7/2010 22:02
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/4/2007
Da:
Inviati: 466
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Citazione Audisio

"Homero, io sono un portatore di lenti a contatto.
Ho portato per anni le lenti annuali o pluriannuali (grazie a Dio, hanno
inventato le usa e getta).
E per anni ho consumato i famigerati liquidi di conservazione che erano
la disperazione dei portatori di lenti perchè finivano sempre nelle
situazioni più complicate.
Bene, solo dopo anni ho scoperto che il principio attivo dal nome
altisonante e mysterioso che era contenuto nella totalità di quei liquidi, il
Thimerosal, non era altro che un conservante a base di mercurio.
Tenendo conto che le mucose degli occhi sono molto più permeabili e
assorbenti della pelle, ho introitato nel mio corpo per anni mercurio che
si è aggiunto a quello che avevo negli amalgami delle otturazioni e così via.
E poi i medici dei miei coglioni ti dicono che a quelle dosi il mercurio non
è pericoloso."

Anche io sono portatore di lenti a contatto, da anni ormai...appeno ho letto quello che hai scritto sono andato a controllare il mio liquido per le lenti
per fortuna il Thimerosal non lo utilizzano più...
in ogni caso bisogna sempre ringraziare chi cerca di informare su temi così importanti come la salute, soprattutto quando riguarda i bambini

manuel
Inviato: 27/7/2010 22:16  Aggiornato: 27/7/2010 22:16
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/5/2006
Da:
Inviati: 103
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Ho messo a confronto i due grafici.

Il trend è lo stesso, effettivamente, e curiosamente, cambia la scala.


digitalkey
Inviato: 27/7/2010 22:53  Aggiornato: 27/7/2010 22:53
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/3/2008
Da: Ferrara
Inviati: 44
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
chissà perchè mai il grafico del centro epidemiologico ha la curva che parte dagli anni 39-40, ovvero quando, a seguito delle peggiorate condizioni igienico sanitarie causate dalla seconda guerra mondiale, i casi di polio erano aumentati e non evidenzia, come invece fa l'altro grafico, che prima i casi erano molti ma molti meno. Chissà perchè?
Evito ovviamente di rispondere perchè è talmente palese che ci arriva anche il mio cane a capirlo.

Chissà perchè anche nei paesi dove la vaccinazione non è mai stata fatta i casi, e quindi la curva, ha seguito esattamente lo stesso andamento ?

Sono l'acqua potabile e le fogne che hanno azzerato tutte le malattie infettive, altro che vaccini.
Purtroppo ( per noi ) acqua potabile e fogne non fanno fare soldi alle aziende farmaceutiche.
....sarebbe meglio che in africa e in india invece di sparare vaccini a tonnellate, facessero impianti fognari e portassero l'acqua potabile ovunque. Ma questa che vi racconto è la realtà parallela di un mondo che non si muove col denaro speculando e terrorizzando la gente.

Invece nella realtà del nostro mondo, non bastassero i vaccini obbligatori ai neonati, si inventano pure le pandemie di suina, di ovina e altre cazzate, perchè vendere i soli i vaccini obbligatori non rende abbastanza.

Gente....è ora di aprire gli occhi e svegliarvi.....SVEGLIAAAAAAAAAAAA

manuel
Inviato: 27/7/2010 23:22  Aggiornato: 27/7/2010 23:22
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/5/2006
Da:
Inviati: 103
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
La cosa più interessante, verificabile da entrambi i grafici,
è come addirittura una guerra mondiale non sia riuscita
ad eguagliare l'introduzione di un vaccino per aumentare
i casi di poliomelite riscontrati.

Basterebbe questo fatto per capire come stanno le cose.

Al2012
Inviato: 28/7/2010 0:17  Aggiornato: 28/7/2010 0:17
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2158
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Esiste la possibilità di rifiuto delle vaccinazioni obbligatorie ??

“DISSENSO INFORMATO” dal sito di COMILVA copio/incollo un intervento di un utente (avvocato)
http://www.comilva.org/forum/topic.asp?TOPIC_ID=2069


Citazione:
Ricordate bene che alla luce dei tempi attuali e di qualche TdM troppo solerte, oggi l'obiezione va praticata molto bene.

Vi ricordo qui di seguito le indicazioni per l'obiezione, ed in allegato inserisco il modello di dissenso informato.
Tutte cose che nel forum ci sono comunque già.

LINEE GUIDA PER L''OBIEZIONE ATTIVA
(niente fuga e niente silenzio)

Oggi praticare l'obiezione di coscienza, alla luce delle ultime Leggi regionali che stanno abolendo l'obbligo un po'' in tutta Italia (Regioni : Veneto, Lombardia, Piemonte, Toscana, Sardegna, Emilia Romagna, altre in arrivo in queste settimane), e dopo tante battaglie degli ultimi anni, è semplice e soddisfacente.

Nonchè doveroso, per il bene dei figli.

IMPORTANTE ! Per praticare l'obiezione è comunque SEMPRE necessario prendere posizione formalmente con racc.ta a.r. da inviarsi all'ASL, nonchè presentarsi SEMPRE ai colloqui, meglio ancora con del materiale. (la bozza di lettera è fornita dal COMILVA agli associati).

Ugualmente il Comilva fornisce agli associati un modello di dissenso informato contenente le modifiche opportune (firmare il modello proposto dall'asl è rischioso).

Assolutamente sconsigliato nascondersi, o ignorare gli inviti e le missive dell''''ASL.
Non sarebbe OBIEZIONE, ma semplice fuga o inerzia.

L'OBIEZIONE DI COSCIENZA è un comportamento 'attivo' dal punto di vista etico e civico, serve a manifestare regolarità genitoriale (altrimenti potrebbero sostenere che i genitori 'se ne fregano' della salute dei figli, nonchè delle Istituzioni), ed a diffondere le nostre tesi (ed il nostro materiale).

Segnalo che ultimamente alcuni TdM hanno ricominciato le procedure sulla potestà, proprio nei confronti degli obiettori silenti ed inattivi.

Inoltre praticare l''obiezione serve a dare all'asl la dimensione del dissenso sul territorio.
Altrimenti dicono che "l'obiezione non esiste !"

Agli associati viene inviato il seguente materiale :

- due modelli di lettera da inviare come racc.ta a.r. (mi raccomando !!) quanto prima all'asl;
- il modello di dissenso informato contenente le modifiche da apportare a quello propostoVi dall’asl;
- del materiale generico sulle vaccinazioni;

Consiglio pertanto di associarsi, e di praticare l''''obiezione attiva.

Avv. Luca Ventaloro

Allegato:DISSENSO-INF2.doc

“Capire … significa trasformare quello che è"
mangog
Inviato: 28/7/2010 8:29  Aggiornato: 28/7/2010 11:31
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Music-band .. ti ho allegato due link su due studi peer-review ( uno quello di Lancet RIGETTAVA tutta la discussione peer-review portata avanti da un FALSARIO ) e tu mi fai copia incolla di un quotidiano ? Il Times da quando è diventato fonte nelle dispute scientifiche? Da quando lo hai deciso tu? E magari le notizie che non ti garbano ti autorizzano a sostenere che il Times è poco autorevole o piegato ai poteri forti?...Da ora in poi IL TIMES SARA' LA TUA BIBBIA ?( magari il proprietario è lo stesso magnate dei ben più famosi TIMES )
Almeno nelle dispute peer-review ci sono nomi e cognomi dei ricercatori e non la firma ( a volte ) di un giornalista che non sa nemmeno dove sta di casa la scienza ( al massimo fa copia incolla dalla riviste peer-review se vuole darsi un pò di professionalità )
Ma lasciamo stare....( la prossima volta cosa copi ed incolli ? )

Le discussioni scientifiche, dalla fisica alla chimica alla biologia alla medicina si fanno con il sistema peer-review... Tu sei libero di credere a chi vuoi anche ai giornalisti del TIMES o al primo ciarlatano che passa per la strada.

I diagrammi bisogna saperli leggere e bisogna anche sapere che il vaccino non sempre impedisce il contagio ( anzi non lo impedisce per niente ) ma attenua la fase acuta della malattia, quella mortale, nel caso in cui un virione, attenuato o wilde type, inneschi la replicazione virale dopo l'entrata delle particelle virali nel nucleo della cellula.

Senza litigare ognuno è libero di pensare e credere a quello che vuole, io scelgo la scienza discussa con il sistema peer-review.

Se in futuro con il sistema peer-review si arriverà a ribaltare qualcosa sui vaccini ( cosa che non escludo a priori ) non mi metterò fuori del coro sputando contro il sistema peer-review, e non mi considero certo omologato al sistema senza un briciolo di spirito critico.
La scienza deve sapersi sempre mettere in disussione altrimenti diventa dogmatica, ma la discussione deve avvenire con professionalità e certezza, ed il sistema ancora migliore adesso è quello peer-review.
Sistema usato da EInstein, Fermi, Max Plank e tutti i grandi biologi e chimici e medici.


PS... Vuoi iniziare un 3D sul sistema peer-review ?

digitalkey
Inviato: 28/7/2010 9:41  Aggiornato: 28/7/2010 10:12
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/3/2008
Da: Ferrara
Inviati: 44
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Mangog : non è questione di sistema peer-review o altri sistemi, è questione di avere la mente aperta e saper leggere i dati con cognizione di causa senza farsi imbonire da chi ha sempre un tornaconto economico per ogni affermazione che fa o verità che non dice.

Rispondimi: perchè nel 2010 un genitore è costretto, previo trattamento terrorizzante da parte di personale medico e paramedico corrotto o ignorante o menefreghista, a far iniettare 6 vaccini ( l'esavalente è l'unica disponibile in italia e in gran parte del mondo, nonostante le obbligatorie siano 4 di cui 1 comprata tramite il corrotto De Lorenzo ) al proprio figlio contro malattie che nemmeno esistono più o contro cui il bambino non potrebbe mai venire in contatto ?
perchè le ASL ai genitori continuano a dire che i vaccini sono efficaci e sicuri, quando perfino nella pubblicità in TV delle aspirine viene citato che può creare gravi rischi per la salute ? ( e non mi dire che sei convinto che un vaccino faccia meno male di un'aspirina eh? )
perchè se un medico-pediatra ha studiato con professionalità non dovrebbe avvisare i genitori che nel 2010 iniettando l'esavalente ha la sola certezza di alterare negativamente se non distruggere il sistema immunitario del proprio figlio di 2 mesi creandogli danni cronici ?

fare un vaccino è un po come se uno la mattina, prima di uscire per andare al lavoro si prendesse un po di antibiotici, un po di antipiretici, un po di ansiolitici, un po di antinfiammatori, facesse un un bel ciclo di chemio, perchè non si sa mai...

fa ridere ma in realtà prima o poi arriveranno a volerci convincere anche di fare questo

e mi ripeto: non è il principio di funzionamento bio-chimico dei vaccini che è in discussione, è il modus operandi delle aziende che li fabbricano e vendono che è solo, e ripeto, solo legato al loro tornaconto economico.
Non è Sabin in discussione ( lui pur sbagliando e lo ha pure ammesso in un'intervsita, era un ricercatore ritengo in buona fede ), ma è il modo col quale è stata usata e sfruttata la sua scoperta che è da fucilare.

Ad ogni modo da come scrivi dubito che tu possa mai cambiare idea, per cui continua tranquillamente a credere alle tue favole, per quanto mi riguarda, per vaccinare mio figlio, dovrebbero spararmi e seppellirmi sotto 100 tonnellate di cemento armato

mangog
Inviato: 28/7/2010 10:12  Aggiornato: 28/7/2010 10:28
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Citazione:


Autore: digitalkey Inviato: 28/7/2010 9:41:26

Mangog : non è questione di sistema peer-review o altri sistemi, è questione di avere la mente aperta e saper leggere i dati con cognizione di causa senza farsi imbonire da chi ha sempre un tornaconto economico per ogni affermazione che fa o verità che non dice.


Invece è proprio questione di peer-review. La mente aperte la devono avere i ricercatori e gli esperti. Sei un ricercatore? sai leggerere e capire una ricerca peer-review? altrimenti ti devi fidare...


Prova a prenderti la tubercolosi MDR XMR e prova a rifiutare le cure ( per modo di dire perchè non esiste ma per disperazione ti imbottiscono di tutto.). Ti mettono in prigione, e vediamo dove a finire la tua eventuale mente aperta. Vuoi sapere il perchè ?

PS... la tubercolosi MDR XMR non ha nessun antibiotico approvato che la possa curare ( la cura è ancora sperimentale e senza garanzia ) ed è altamente infettiva ed il vaccino non funziona perchè è una nuova variante.

digitalkey
Inviato: 28/7/2010 10:15  Aggiornato: 28/7/2010 10:20
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/3/2008
Da: Ferrara
Inviati: 44
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
tu prima rispondi alle mie domande e poi io rispondo alla tua, non si risponde alle domande con una domanda, non funziona così un dialogo

e ti faccio notare che tu non leggi quello che scrivo, RIPETO, non sono contro il vaccino in se, ma come viene massificamente usato in una realtà in cui sono molto più i rischi a farlo che i rischi a non farlo e solo per gratificare i conti di chi i vaccini li produce

mangog
Inviato: 28/7/2010 10:20  Aggiornato: 28/7/2010 10:24
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Citazione:


Autore: digitalkey Inviato: 28/7/2010 10:15:21

tu prima rispondi alle mie domande e poi io rispondo alla tua, non si risponde alle domande con una domanda, non funziona così un dialogo



E che domande ti poni tu che non si sono già posti gli esperti delle ricerche peer-review ?
Adesso non sei contro il vaccino ma però le big-pharma ecc ecc...

franat
Inviato: 28/7/2010 10:26  Aggiornato: 28/7/2010 10:26
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/3/2009
Da: roma
Inviati: 93
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
il film lo ho visto tutto e sono molti i temi importanti che tocca, quindi, errori o scorrettezze a parte, ne consiglio vivamente la visione e la diffusione.
dobbiamo ricordarci però che in questo sito si confrontano persone con una predisposizione marcata al dialogo ed all'aperturta mentale cosa che non contraddistingue purtroppo la maggior parte della popolazione.
per questo motivo il mio grazie va in particolare a mangog senza il quale altri utenti (musicband, dusty ecc) più pazienti e informati della media non avrebbero diffuso tanti spunti utili.
ritorno però al punto più importante secondo me: dobbiamo trovare la via, ognuno a suo modo, di inviare più input possibili per inoculare nel maggior numero di persone possibile la curiosità, il dubbio, la voglia di informarsi e capire che il mondo non è quello che ci dipingono; ritengo pertanto che la questione della salute sia una delle argomentazioni più potenti per riuscire nello scopo.

digitalkey
Inviato: 28/7/2010 10:28  Aggiornato: 28/7/2010 10:28
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/3/2008
Da: Ferrara
Inviati: 44
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Vaiolo

Dopo gli attacchi terroristici dell'11 settembre 2001, il governo degli Stati Uniti si è allertato contro il rischio di un attacco bioterroristico. Sono stati prodotti un gran numero di nuove dosi di vaccino per essere in grado di immunizzare la popolazione americana nel caso di una nuova epidemia di vaiolo e, nel dicembre 2002 il presidente statunitense George W. Bush offrì la possibilità, a qualunque cittadino lo desiderasse, di vaccinarsi contro il virus del vaiolo.
L'Italia possiede cinque milioni di dosi di vaccino che, in caso di estrema necessità, possono essere diluite con la possibilità di vaccinare 25 milioni di persone.

ultimo caso di vaiolo nel 1977 in africa

chi pensi abbia avuto interesse da questo clima di terrore ?

mangog
Inviato: 28/7/2010 10:33  Aggiornato: 28/7/2010 10:43
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Citazione:


per questo motivo il mio grazie va in particolare a mangog senza il quale altri utenti (musicband, dusty ecc) più pazienti e informati della media non avrebbero diffuso tanti spunti utili.




Un conto è la curiosità, ma quando si affrontano questioni scientifiche o sei all'altezza o si da retta agli esperti ( che è segno anche ti maturità e di buonsenso ). Gli esperti discutono a suon di ricerche peer-review...Gli altri sono ciarlatani...
Anche per te... prova a beccarti la tubercolosi MDR XDR e subito ti metterai ( se non lo fai ti mettono dentro ) nelle mani, piangente e disperato, del primo inffetivologo che trovi.


Citazione:

ti faccio notare che tu non leggi quello che scrivo, RIPETO, non sono contro il vaccino in se, ma come viene massificamente usato in una realtà in cui sono molto più i rischi a farlo che i rischi a non farlo e solo per gratificare i conti di chi i vaccini li produce


Escludendo il fatto che se lo dici tu non ho l'obbligo di darti retta, possiamo elencare ricerche peer-review a sostegno della tua tesi ?
Ci sono circa una decina di riviste specialiizzate in virologia.. la più autorevole HA RIGETTATO IN BLOCCO tutto ( per motivi di falso e di soldi presi da avvocati che poco centrano con la scienza medica ), dopo essere stata il ring per anni e anni di botte e risposte a suon di peer-review sul vaccino e l'autismo.

manuel
Inviato: 28/7/2010 10:37  Aggiornato: 28/7/2010 10:37
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/5/2006
Da:
Inviati: 103
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
A proposito dell'attendibilità degli studi peer-review:

http://forum.ubuntu-it.org/index.php?action=dlattach;topic=319935.0;attach=64018

(intervista al Manifesto di Richard Smith, ex direttore del British Medical Journal)

digitalkey
Inviato: 28/7/2010 10:37  Aggiornato: 28/7/2010 10:45
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/3/2008
Da: Ferrara
Inviati: 44
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Mangog: citazione " adesso non sei contro il vaccino "

aridagli, ma proprio non leggi quello che scrivo, l'ho scritto fin da subito che non è l'idea del vaccino in se che non condivido, se il rapporto rischio beneficio è a favore del vaccino faccio il vaccino, ma come posso vaccinare tranquillamente fischiettando mio figlio a 2 mesi contro il tetano se non esiste una sola possibilità che lo prenda ? perchè lo dovrei fare ? per fare un piacere a chi li vende ? sapendo che al 99% gli altero il sistema immunitario per sempre

la polvere da sparo si può usare per fare i fuochi d'artificio o anche per armare armi o far esplodere bombe ( secondo te sono la stessa cosa ? )

mangog
Inviato: 28/7/2010 10:47  Aggiornato: 28/7/2010 10:49
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Citazione:

Autore: manuel Inviato: 28/7/2010 10:37:01

A proposito dell'attendibilità degli studi peer-review:

http://forum.ubuntu-it.org/index.php?action=dlattach;topic=319935.0;attach=64018

(intervista al Manifesto di Richard Smith, ex direttore del British Medical Journal)


E' sufficiente far pubblicare su un'altra rivista una ricerca peer-review per confutare qualche altra ricerca peer-review.
Ma ci deve essere un termine ultimo come ha fatto Lancet ( che non deve mai diventare un dogma...ma il sistema è sempre quello PEER-REVIEW....)

Citazione:

aridagli, ma proprio non leggi quello che scrivo, l'ho scritto fin da subito che non è l'idea del vaccino in se che non condivido, se il rapporto rischio beneficio è a favore del vaccino faccio il vaccino, ma come posso vaccinare tranquillamente fischiettando mio figlio a 2 mesi contro il tetano se non esiste una sola possibilità che lo prenda ? perchè lo dovrei fare ? per fare un piacere a chi li vende ? sapendo che al 99% gli altero il sistema immunitario per sempre

la polvere da sparo si può usare per fare i fuochi d'artificio o anche per armare armi o far esplodere bombe ( secondo te sono la stessa cosa ? )


Sei di coccio... i rischi e benifici vengono discussi con ricerche peer-review e dopo anche anni si arriva ad una conclusione ( non dando ascolto alla vispa teresa )

digitalkey
Inviato: 28/7/2010 11:00  Aggiornato: 28/7/2010 11:00
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/3/2008
Da: Ferrara
Inviati: 44
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
no tu sei di coccio

i rischi benefici si fanno anche con le ricerche a doppio cieco incrociato che nessuna azienda farmaceutica fa fa perchè servono troppi soldi e troppo tempo e nessun vantaggio economico e che nessun privato può fare perchè non può permetterselo

anakyn
Inviato: 28/7/2010 11:01  Aggiornato: 28/7/2010 11:01
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/1/2010
Da:
Inviati: 1428
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
A proposito dell'attendibilità degli studi peer-review:

http://forum.ubuntu-it.org/index.php?action=dlattach;topic=319935.0;attach=64018

(intervista al Manifesto di Richard Smith, ex direttore del British Medical Journal)



Quel link sembra non condurre ad alcuna pagina specifica: potresti verificarlo, please?
Forse l'hai scritto male.

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

In ogni caso, credo che la dinamica del peer-review sia ottima, probabilmente tra le migliori concepibili, ma non per questo inattaccabile nè infallibile.

Proviene da peer-review, ad esempio, un'analisi che andrebbe a dimostrare la presenza di materiale thermitico nelle macerie di ground zero, e che dunque implicherebbe la validità della teoria dell'auto-attentato riguardo l'11/9; però, nonostante il peer-review, non mi pare sia stata diffusamente accettata.

Ho idea che dal peer-review, se fosse esistito a quei tempi, sarebbe uscito con le ossa malconce persino Galileo Galilei, quando propose che era la terra a girare e non a stare ferma.

Per dire che il peer-review, probabilmente, in una certa misura può rispecchiare quella che è l'idea dominante nel campo in cui si indaga.

Sventolarlo come fosse la Bibbia, nel caso in cui smentisca una teoria che però sembra convalidata da dati ufficiali e statistici, mi sembra più un invito ad ascoltare l'Autorità piuttosto che il buonsenso.

mangog
Inviato: 28/7/2010 11:06  Aggiornato: 28/7/2010 11:13
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Citazione:


Autore: digitalkey Inviato: 28/7/2010 11:00:09

no tu sei di coccio

i rischi benefici si fanno anche con le ricerche a doppio cieco incrociato che nessuna azienda farmaceutica fa fa perchè servono troppi soldi e troppo tempo e nessun vantaggio economico e che nessun privato può fare perchè non può permetterselo


Io le tasse le pago allo stato.. Tu le paghi alle big-pharma ?
Dove sta scritto che un clinical trial in doppio cieco è di assoluta pertinenza delle big-pharma ? ( che sono private )

Bene bene.. andiamo a parlare male dello stato? ... ho tanta voglia...

Anakyn deciditi sulle peer-review....ti faccio notare che una sola ricerca peer-review non basta per far cambiare la "corrente" imperante, ci vogliono altre ricerche peer-review di terzi per avallare qualche "novita" scientifica o per confutarla.

anakyn
Inviato: 28/7/2010 11:26  Aggiornato: 28/7/2010 11:28
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/1/2010
Da:
Inviati: 1428
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Anakyn deciditi sulle peer-review....ti faccio notare che una sola ricerca peer-review non basta per far cambiare la "corrente" imperante, ci vogliono altre ricerche peer-review di terzi per avallare qualche "novita" scientifica o per confutarla.


Appunto!

E' un processo lungo e potenzialmente interminabile, o per meglio dire infinito: è la stessa ricerca scientifica ad essere peer-review se vogliamo, ed è lei stessa a procedere secondo scoperte progressive, ad accellerare, decelerare, cambiare direzione improvvisamente, ed insomma seguire un percorso per nulla prevedibile, e molto probabilmente senza fine.

Quindi attaccarsi ad una peer-review per dimostrare la propria tesi ha una legittimità abbastanza limitata, perchè rispecchia solo ciò che in quel preciso momento viene considerato valido dalla maggioranza degli studiosi, e che potrebbe essere demolito dalla prossima peer-review o dalla prossima ricerca.

Se invece mi si propone una statistica ufficiale da cui emerge che in seguito alla diffusione del vaccino contro la malattia X c'è stata un'impennata dei casi di malattia X, non ho bisogno di una peer-review per sollevare il sopracciglio.
O in qualche modo mi si convince che tali dati sono FALSI (ma provengono da fonti ministeriali), o mi si introduce una teoria/analisi (peer-review o meno) che spieghi tali dati senza attribuirne la responsabilità al vaccino stesso.
Sbaglio?

digitalkey
Inviato: 28/7/2010 11:37  Aggiornato: 28/7/2010 11:45
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/3/2008
Da: Ferrara
Inviati: 44
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
per Mangog: visto che secondo te i vaccini sono sicuri, innocui ed efficaci, anzi sono la più grande scoperta della medicina, mi spieghi perchè hanno introdotto in italia l'indennizzo per danni/morte da vaccino ?
rispondo io perchè tanto tu alle mie domande non rispondi mai

perchè nel 2010 è più facile morire o restare fisicamente e/o mentalmente menomati
per un vaccino che morire di morbillo o rischiare di prendersi la difterite o la poliomelite, e soprattutto perchè ci sono persone che hanno combattuto per ottenere questo dopo aver visto morire i propri figli dopo un "innocuo" ed inutile vaccino

ti faccio notare che non hai ancora risposto a NESSUNA delle mie domande

non ci stai facendo una gran bella figura

music-band
Inviato: 28/7/2010 11:38  Aggiornato: 28/7/2010 11:38
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Mangog:

tu hai tutto il diritto di essere un fondamentalista religioso però non devi approfittartene.

Se non leggi quello che scrivo ma ti limiti a lanciare i tuoi anatemi io non posso farci nulla.

Tutti i dati che ti ho postato, tutti!!! Sono dati ufficiali dei vari ministeri della sanità nei paesi dove sono stati registrati

L'articolo citato alla fine del lungo post che ho scritto che è l'unica cosa che hai preso in considerazione senza peraltro capirla...

NON esprime opinioni di un giornalista ma riporta le dichiarazioni dell' Indian Medical Association

Se continui ad accanirti in questo modo senza rispondere a nessuna delle domande che ti vengono fatte e travisando di continuo le due righe che leggi dimostri soltanto malafede o nella migliore delle ipotesi di avere un dogma di fede al posto di una mente razionale

audisio
Inviato: 28/7/2010 11:39  Aggiornato: 28/7/2010 11:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Homero, il Thimerosal non lo usano più proprio da quando questi fissati
delle medicine alternative hanno cominciato a rompere le palle su tutti gli
additivi che ci rifilano e che contengono mercurio e metalli pesanti.
Fatto sta che il sottoscritto (e altri disgraziati) se l'è sorbito per una
quindicina d'anni.
Tutti i gioni...

mangog
Inviato: 28/7/2010 11:43  Aggiornato: 28/7/2010 11:43
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Citazione:

Autore: digitalkey Inviato: 28/7/2010 11:37:37

per Mangog: visto che secondo te i vaccini sono sicuri, innocui ed efficaci, anzi sono la più grande scoperta della medicina, mi spieghi perchè hanno introdotto in italia l'indennizzo per danni/morte da vaccino ?
rispondo io perchè tanto tu alle mie domande non rispondi mai



Tu non rispondi alle mie..

Per lo stesso principio con il quale un chirurgo viene citato per danni.
Aboliamo tutta la chirurgia.. olè...

manuel
Inviato: 28/7/2010 11:46  Aggiornato: 28/7/2010 11:46
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/5/2006
Da:
Inviati: 103
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
@ anakin:

"Quel link sembra non condurre ad alcuna pagina specifica: potresti verificarlo, please?
Forse l'hai scritto male."

Eccolo di nuovo. La qualità è quella che è,
ma non dipende da me:

http://img831.imageshack.us/img831/9969/smith.png

digitalkey
Inviato: 28/7/2010 11:50  Aggiornato: 28/7/2010 11:50
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/3/2008
Da: Ferrara
Inviati: 44
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
1) le domande ho iniziato io a farle e quindi tocca prima te rispondere

2) stiamo parlando di vaccini ( secondo la medicina: una pratica sicura ed efficace ) e non di chirurgia ( hai mai letto che la chirurgia è una pratica sicura ed efficace ? )

ma da che pianeta arrivi ?

mangog
Inviato: 28/7/2010 11:53  Aggiornato: 28/7/2010 12:01
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Citazione:


Autore: digitalkey Inviato: 28/7/2010 11:50:11

stiamo parlando di vaccini ( secondo la medicina: una pratica sicura ed efficace )



La fonte prego di questa tua affermazione.Oppure è tua tua.. punto e basta?

Music-band.. avevo scritto da qualche parte che non si può rigettare in blocco tutta la scienza dei vaccini, e non escludo che qualche coadiuvante per meglio conservarli o per ridurre i costi siano nocivi. Ho solo ribadito che non ho altra alternativa che fidarmi delle ricerche peer-review visto che non credo alla medicina fai da te.
Ho anche scritto che il famoso paladino Inglese che portava avanti la sua battaglia a suon di peer-review sulla rivista Lancet ha fatto più male che bene a coloro che erano e sono in buonafede perchè sfalsava i dati e prendeva soldi dagli avvoltoi.
Siccome la scienza non deve essere mai dogmatica attendiamo l'evolversi della situazione. Nel frattempo tu ti fidi dei diagrammi io invece aspetto qualche cosa di più concreto. Stiamo parlano di malattie infettive che causavano milioni di morti nel passato.

digitalkey
Inviato: 28/7/2010 11:58  Aggiornato: 28/7/2010 12:06
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/3/2008
Da: Ferrara
Inviati: 44
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
la fonte è la medicina ufficiale:
vai in qualsiasi ambulatorio pediatrico di qualsiasi ASL d'italia ed è ciò che leggi a proposito dei vaccini quando chiedi informazioni

testuali parole

E' UNA PRATICA SICURA ED EFFICACE

ribadisco l'assurdità del messaggio che ne vien fuori:

- se prendi un'aspirina ti dicono che può nuocere gravemente alla salute

- se inietti 1 bomba di virus, vivi e morti, di sostanze chimiche e conservanti a tuo figlio di 2 mesi invece è una pratica sicura ed efficace

ma pure un cerebroleso intuisce che qualcosa non quadra

Freeanimal
Inviato: 28/7/2010 12:01  Aggiornato: 28/7/2010 12:01
Mi sento vacillare
Iscritto: 17/5/2009
Da: Codroipo (UD)
Inviati: 705
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Anni fa, in Italia, un bambino di pochi mesi morì con vistosi ematomi nella zona rettale. Il padre fu accusato di violenza sessuale su minore, con conseguente decesso del medesimo, e incarcerato. La moglie pure finì in carcere come complice. In prigione l’uomo fu picchiato da secondini e detenuti e fu solo quando fu fatta una seconda autopsia al bambino che i medici si accorsero che i loro colleghi della prima autopsia avevano commesso un errore. Il bimbo era morto per un cancro devastante al retto e non per le violenze subite dal genitore. Il quale fu scarcerato con tante scuse, con la vita e la reputazione distrutte. Non so se fu risarcito.
La morale di questa storia è che gli italiani sono un popolo sessualmente morboso e sospettoso e che i bambini sono sacri. Sul secondo assunto non si può non essere d’accordo, mentre il primo, drammaticamente vero, porta a sgradevoli conseguenze. Evidentemente, gli americani, dopo anni di plagio da parte della pubblicità farmaceutica, considerano le vaccinazioni in maniera idolatrica, come un feticcio intoccabile. Noi abbiamo duemila anni di storia in cui la Chiesa ci ha fatto diventare quello che siamo, ma agli americani è bastato qualche decennio del Ventesimo secolo per abdicare al proprio giudizio critico e diventare quegli automi consumistici che mi pare siano diventati. In un contesto così, Massimo Mazzucco, quel “diable d’italien”, assume forse un ruolo di rompiscatole eretico, come si è visto anche all’assemblea del venditore di bacchette magiche. Spero che Mazzucco non si metta nei guai con il potere costituito, perché il suo lavoro di giornalista è troppo prezioso.

anakyn
Inviato: 28/7/2010 12:11  Aggiornato: 28/7/2010 12:11
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/1/2010
Da:
Inviati: 1428
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Mangog, un paio di cose.

1) Se non sbaglio all'inizio di questo topic la tua accusa di falsario era rivolta al dott. Gava, l'autore del libro sulla dannosità dei vaccini.
Era di questa accusa che ti rendevo conto, non di altre. Tu invece poi hai parlato di un'altra persona.
Se invece ho intepretato male le tue parole e tu non ti fossi mai riferito al dott. Gava, ritiro la richiesta di spiegazioni più approfondite.

2) prima glorifichi la peer-review, poi scrivi
il famoso paladino Inglese che portava avanti la sua battaglia a suon di peer-review sulla rivista Lancet ha fatto più male che bene
Allora forse sei proprio tu il primo a capire che "peer-review" non è sinonimo di affidabilità.
Ti consiglio a tal proposito la lettura dell'intervista a Smith sopra linkata da Manuel (che ringrazio).

audisio
Inviato: 28/7/2010 12:18  Aggiornato: 28/7/2010 12:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Ci sarebbe poi da parlare dei virus, della loro natura ed essenza.
I virus non sono come i germi, sono pezzi di DNA.
In realtà gli abbiamo dato questo nome che sembra evocare un
qualcosa a sè stante di preciso, di vivente, un animale che ci attacca.
Ma, appunto, i virus sono pezzi di DNA autoreplicante.
E il DNA ha una regola di base, il programma primario.
La propria conservazione e proliferazione.
Ciò mi ha sempre suggerito una domanda fondamentale alla quale
nessuno sa rispondermi.
Se il virus è un DNA saprofita, perchè mai dovrebbe uccidere il suo
ospite?
Meglio ancora, perchè mai dovrebbe mirare ad annientare l'intera specie
ospite come vogliono farci credere con la storia delle pandemie?
Trattasi di DNA suicida?
Io, invece, credo che le morti per infezioni da virus avvengano per una
risposta sbagliata, eccessiva da parte dell'organismo colonizzato, a causa
di disfunzioni già presenti nel sistema immunitario indotte da
intossicazioni varie.
E i vaccini non fanno che amplificare questo problema...

audisio
Inviato: 28/7/2010 12:21  Aggiornato: 28/7/2010 12:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Un esempio tipico è il virus dell'herpes.
Non ha mai ammazzato nessuno perchè riesce a nascondersi al sistema
immunitario.
Quindi se ne sta tranquillo e si fa i cazzi suoi.
Allora perchè mai gli altri virus dovrebbero essere più cattivi dell'herpes,
anzi folli e suicidi?
E' più probabile che i cosiddetti virus mortali non riescano a nascondersi
al sistema immunitario che, malfunzionante, comincia a sparare alle
mosche con i cannoni autodistruggendosi...

digitalkey
Inviato: 28/7/2010 12:34  Aggiornato: 28/7/2010 12:34
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/3/2008
Da: Ferrara
Inviati: 44
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
squilibrando la risposta immunitaria th1 e th2, i vaccini coprono ( e nemmeno totalmente ) da 6 virus, perchè l'iniezione induce questa risposta nell'organismo, ma lascia aperte molte altre porte e rendono l'essere umano più debole.
Sarebbe come usare tutte le forze armate per fare una barricata per difendersi da un attacco frontale, non pensando che il nemico può sorprenderti alle spalle e ucciderti.
Se uno invece intelligentemente usa le sue forze su tutto il territorio, come fa un sistema immunitario integro e normale, e come farebbe un bravo stratega militare, allora è probabile che possa avere qualche perdita ma alla fine riuscire a sopravvivere.

ggca
Inviato: 28/7/2010 13:01  Aggiornato: 28/7/2010 13:06
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/7/2010
Da:
Inviati: 78
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
cit
I virus non sono come i germi, sono pezzi di DNA.

esistono virus a solo RNA, il nome deriva dal latino e significa veleno

vennero ientificati con il filytaggio della candela ceramica

cit
Se il virus è un DNA saprofita, perchè mai dovrebbe uccidere il suo
ospite?

Presupporebbe una intelligenza, una finalità che non è la loro, non è ancora stato dimostrato istinto di sopravvivenza in virus, per ora, o forse vuoi ipotizzare che i virus pensino ed elaborino strategie?

non vorrei deluderti ma, i virus (a tal proposito esiste ancora un dibattito se devono essere considerate forme di vita) sono molecole, molecole che svolgono un compito ma niente altro

ci si potrebbe chiedere dunque se il catino si possa lamentare dell'acqua troppo calda o troppo fredda

audisio
Inviato: 28/7/2010 13:07  Aggiornato: 28/7/2010 13:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Guarda che l'istinto di sopravvivenza nelle specie animali non è un'entità
metafisica.
E' istinto di sopravvivenza del codice genetico e non potrebbe essere
altrimenti.
In realtà lo chiamiamo istinto di sopravvivenza ma è un programma
primario...
I virus a RNA o i prioni, semplificando, non sono altro che proteine in
libertà.
Ha senso inoculare vaccini perr combattere una proteina?

mangog
Inviato: 28/7/2010 14:07  Aggiornato: 28/7/2010 14:08
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Audisio ha mai sentito parlare di epatite B -C- D- E- F - G - acuta e fulminante ?.. il virus ti "scioglie" il fegato in 2-3 giorni. ( anche se la maggior parte del danno lo fa il sistema immunitario impegnato a far fuori virus e cellule infettate ) ed è una delle cause di trapianto del fegato, l'altra causa è il cancro... dovuto quasi sempre alla cronicità dell'infezione che causa la cirrosi ed anche cancro vero e proprio.
Virus e prioni ( quello della mucca pazza) sono due cose diverse.

ggca
Inviato: 28/7/2010 14:18  Aggiornato: 28/7/2010 14:19
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/7/2010
Da:
Inviati: 78
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
cit
Guarda che l'istinto di sopravvivenza nelle specie animali non è un'entità
metafisica.

e dove lo avrei affernato? non penso che sia situato nel capside del virus però...


cit

In realtà lo chiamiamo istinto di sopravvivenza ma è un programma
primario...

ne esistono di secondari? l'omeostasi come la consideriamo?

cit
I virus a RNA o i prioni, semplificando, non sono altro che proteine in
libertà.

mica tanto visto che la spongiforme dipende da loro.

cit
Ha senso inoculare vaccini perr combattere una proteina?

e perchè no? le cellule sono piene di proteine, transmembrana etc etc . guarda caso il gene cosa codifica?
proteine...

audisio
Inviato: 28/7/2010 14:32  Aggiornato: 28/7/2010 14:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Mangog, il caso delle epatiti esemplifica proprio il mio ragionamento.
Tu parli di epatiti fulminanti ma cosa le differenzia dalle non fulminanti?
Nulla, il virus è lo stesso.
E allora perchè quelle sono fulminanti?
L'unica spiegazione è che dipende dalla risposta del sistema immunitario.
Le epatiti divengono mortali quando la risposta immunitaria è troppo
forte, non quando è troppo debole.
Mia madre ha l'epatite C.
E' stata male fin quando ha preso medicine, quando ha smesso l'epatite
si è stabilizzata e non da praticamente più sintomi, tranne l'inappetenza.
Anche i medici le dicono che morirà di altre cose, nel suo caso problemi
respiratori, non certo per l'epatite.
Del resto, tutti i depliant informativi sull'epatite C recitano:
"il 20% degli infettati diventerà cronico, il 20% di questi svilupperà cirrosi
e il tutto nell'arco di 20-30 anni".
Se la matematica non è un'opinione, solo il 4% muore non per epatite
ma per malattia connessa e solo dopo 20-30 anni.
Se prima non muore di vecchiaia.
E l'80% guarisce spontaneamente sviluppando gli anticorpi.
Appunto, con un'adeguata risposta del sistema immunitario.
Se poi si va a vedere, le percentuali di guarigione diminuiscono
sensibilmente in chi è sottoposto ad interferone.
Sembra che guarisci ma a distanza di tempo ci sono le riattivazioni...

P.S.: dimenticavo, mia madre ha scoperto di avere l'epatite C dopo
aver preso il vaccino antinfluenzale. Ha accusato forti malesseri e dalle
analisi è venuta fuori l'infezione.
Quindi, o il vaccino si basa su colture non sicure che possono contenere
anche altri virus o, più probabilmente, ha attivato un virus latente
scatenando una risposta violenta e generalizzata del sistema immunitario.

Dusty
Inviato: 28/7/2010 14:41  Aggiornato: 28/7/2010 14:43
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 3/10/2005
Da: Mondo
Inviati: 2248
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
@mangog
Caro amante delle pubblicazione peer-review che contemporaneamente fa notare quanto danno possano fare, ti faccio presente che dal mio primo messaggio del 26/7/2010 inviato alle 11:21 ti ho fatto una semplice domanda a cui non ho ancora avuto risposta.

Te la ripropongo, certo che le numerose volte che hai tralasciato di rispondere siano avvenute per una semplice dimenticanza, troppo indaffarato a parlare d'altro:

Siccome hai asserito in più riprese che il debellamento di malattie gravi come la poliomielite è avvenuto grazie alle vaccinazioni, da cosa trai questa certezza?

Visto tutto il bailamme che hai fatto, come minimo mi aspetto che mi linki uno studio peer-review che dimostri questa cosa.

Ma siccome sono di bocca buona, nell'improbabile caso in cui tu non abbia disponibile lo studio peer-review mi accontenterò anche di un semplice ragionamento che possa verificare con la mia testolina.

Nel caso tu non sia in grado di rispondere alla domanda avremo finalmente verificato che le tue convinzioni provengono da dogmi e non da ragionamenti, e sarai invitato a dare i tuoi contributi nell'area dei forum dove si discute di religione.

Qui noi stiamo discutendo invece di scienza.

Cordialmente,
Dusty

"Tu non ruberai, se non avendo la maggioranza dei voti"
-- Dal Vangelo Secondo Keynes, Capitolo 1, verso 1.
Il portico dipinto
mangog
Inviato: 28/7/2010 14:48  Aggiornato: 28/7/2010 15:09
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Citazione:

Autore: audisio Inviato: 28/7/2010 14:32:54


E l'80% guarisce spontaneamente sviluppando gli anticorpi.



Questa è la percentuale della cronicità dopo il contagio con HCV...
Ci sono 4 subtipi - genotipo di HCV, 2 rispondono alla cura con qualche successo ( orrenda dicono ) cioè negativizzando la viremia in maniera sostenuta proprio con l'interferone.
Perchè hai scritto che l'interferone la riattiva ?

I virus dell'epatite sono ultraresistenti e molto molto infettivi non muoiono nemmeno nell'acqua bollente.

Il virus dell'epatite C è stato scoperto nel 1989, prima l'epatite C si chiamava non A e non B...e sono portatori cronici ben 300.000.000 di persone.


Sono stati contagiati dal virus HBV ben 2 miliardi di persone ( però la guarigione spontanea è molto alta.. oltre il 95% per gli altri non esiste nessuna cura a differenza dell'epatite C che risponde all'interferone )

In Italia ci sono ben 2.5 milioni di persone con epatite cronica B o C ( 1.5 HCV e 1 HBV )


Ora le epatiti B acute (spesso sono fulminanti e perciò mortali ) sono drammaticamente ridotte perchè le nuove generazioni sono vaccinate
Senza vaccino i portatori cronici sarebbero milioni in più.
Se anche il 4% muore in seguito alla cronicità fate un pò i conti voi ( solo una piccola parte dei portatori cronici non ha grossi problemi di transaminasi fuori scala )

Con questa ultima affermazione ho risposto alla curiosità di Dusty.
Non serve una laurea in filosofia o logica per capire cosa serve il vaccino.

audisio
Inviato: 28/7/2010 14:58  Aggiornato: 28/7/2010 15:02
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Mangog, non ho scritto che l'interferone riattiva il virus.
Ho scritto che è frequentissimo che infettati da B e C vedano azzerato il
virus (l'RNA quantitativo) a seguito dell'assunzione di interferone e poi,
qualche mese dopo il termine della terapia, il virus ricompare.
Quindi, non serve praticamente a nulla fare una cura per di più molto
invasiva, per la quale stai malissimo...
E comunque stiamo sempre parlando di virus che si cerca di cancellare
dall'organismo.
Ma la malattia è un'altra cosa, la malattia sono sintomi.
Senza sintomi, per me, non c'è malattia.
E' come la storia del colesterolo, abbassano il limite massimo e si
inventano una malattia...

audisio
Inviato: 28/7/2010 15:01  Aggiornato: 28/7/2010 15:01
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Insomma, per riassumere la mia tesi:
per me le malattie da virus sono nient'altro che malfunzionamenti
del sistema immunitario.
Non bisognerebbe cercare di eliminare artificialmente il virus
dall'organismo, ma cercare di raddrizzare e fortificare il sistema
immunitario, ovviamente ripulendo l'organismo dalle numerose
intossicazioni cui è sottoposto.

audisio
Inviato: 28/7/2010 15:08  Aggiornato: 28/7/2010 15:10
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Tra l'altro, Mangog, hai detto una cosa molto interessante.
Ci sono moltissimi portatori sani di epatite.
E se approfondisci la questione scoprirai che la maggior parte sono
anziani.
Come mai?
Non fanno parte di categorie a rischio di una malattia che si trasmette
col sangue, uno ci si aspetta che siano di più i giovani.
No, sono gli anziani perchè tutti entrano prima o poi a contatto col
virus, specialmente una volta che non c'erano condizioni igieniche
adeguate, che si facevano iniezioni a più persone con la stessa siringa
ecc.
Ma quegli anziani avevano l'organismo libero da intossicazioni e da vaccini
per cui il loro sistema immunitario li ha immunizzati.
Purtroppo è anche vero che molti anziani si stanno ora "ammalando"
come mia madre.
Come mai?
La mia risposta, e ho l'esempio di mia madre a confortarmi, è che la
causa di ciò è il vaccino antinfluenzale che confonde la risposta
anticorpale riattivando un virus che non può essere mai completamente
debellato ma che si mette in latenza.

mangog
Inviato: 28/7/2010 15:13  Aggiornato: 28/7/2010 15:24
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Citazione:


Autore: audisio Inviato: 28/7/2010 15:08:56

Tra l'altro, Mangog, hai detto una cosa molto interessante.
Ci sono moltissimi portatori sani di epatite.
E se approfondisci la questione scoprirai che la maggior parte sono
anziani.



Guarda che i contagiati da HCV sono ancora migliaia e migliaia solo in Italia, nonostante i controlli e le supersterilizzazioni, mi sembra normale che ci sia stato un calo.
Se non ci fosse stato il vaccino antiepatite B......che resta infettivo anche dopo 6 mesi all'aria aperta... i portatori cronici di epatite B sarebbero milioni.
Praticamente il 30-40% degli Italiani oltre i 35 anni ha gli anticorpi dell'epatite B e per fortuna che nel 90-95% dei casi si arriva alla guarigione e pertanto i portatori cronici sono poco meno di 1 milione ( e solo una parte non ha grossi problemi )

audisio
Inviato: 28/7/2010 15:29  Aggiornato: 28/7/2010 15:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Ahi ahi, Mangog, mi ero dimenticato di dire una cosa
che oggettivamente mi pone in una posizione di vantaggio
nei tuoi riguardi in questa discussione, ma ti giuro che è verissima.
Mia madre è anche positiva immunizzata alla B e ci hanno detto che
probabilmente è una cosa molto vecchia, calcola che sapevamo già
di questa immunità molto tempo prima che risultasse positiva alla C.
Aggiungo una cosa altrimenti non si capisce, in famiglia comunque ci
ricordiamo di un periodo in cui mia madre accusava inspiegabili febbrette
che a posteriori indicavano il probabile contatto col virus B.
Quindi. non parliamo dell'infanzia ma di un periodo sovrapponibile con la
vita in famiglia.
Ora, per la recente infezione da C di mia madre, io mi controllo due
volte l'anno e sono negativo sia per B che per C.
Assoluta assenza di contatto col virus, almeno finora...
Come si spiega col fatto che ho vissuto con mia madre fino ad età
avanzata, causa disoccupazione?
Ho condiviso con lei la vita di una casa normale, con posate lavate
a mano e senza lavastoviglie, asciugamani lavati a 60° e poi scambiati,
magari anche spazzolini che vengono in contatto nell'apposito bicchiere
nell'unico bagno della casa...
Come si concilia tutto ciò col terrible virus di cui parli tu che sopravvive
6 mesi all'aria aperta?
La questione fa il paio con le mogli ignare dei mariti puttanieri e
sieropositivi che non si infettano di HIV nonostante i rapporti non
protetti o con i bambini che nati nel mare di sangue materno del parto
si negativizzano magicamente.
C'è qualcosa che non quadra in questa narrazione mitica...

digitalkey
Inviato: 28/7/2010 16:06  Aggiornato: 28/7/2010 16:07
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/3/2008
Da: Ferrara
Inviati: 44
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
caspita ma allora l'ex ministro De Lorenzo ha fatto bene ad intascare 600 milioni e poi andare in galera per aver venduto l'obbligatorietà dell vaccino anti Epatite B alla Smith Kline Beecham
già che c'era poteva vendersi anche per l'anti aviaria, per l'anti suina, per l'anti pinco pallino.....
tanto, prima o poi, su questo forum, sarebbe diventato un eroe


mangog
Inviato: 28/7/2010 16:06  Aggiornato: 28/7/2010 16:10
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Citazione:


Autore: audisio Inviato: 28/7/2010 15:29:23

Ora, per la recente infezione da C di mia madre, io mi controllo due
volte l'anno e sono negativo sia per B che per C.
Assoluta assenza di contatto col virus, almeno finora...
Come si spiega col fatto che ho vissuto con mia madre fino ad età
avanzata, causa disoccupazione?



Tua madre è positiva agli anticorpi neutralzzanti HBsAb e perciò non ha più il virus dentro di se, cosa che capita al 90/95 % dei contagiati all HBV in età matura entro 6 mesi dal contagio. I bambini che nascono da madre portatrice cronica di HBV invece hanno un decorso clinico sempre sfavorevole diventando quasi al 100% portatori cronici dell'infezione, con gravissimi problemi. Ecco perchè si fa il vaccino in giovane eta?...
Il virus HCV si trasmette per via ematica quasi solamente, a differenza del virus HBV che è presente anche nella saliva.
Non esiste il vaccino per HCV e nonostante i controlli e lo screening del sangue i contagi sono sempre milgliaia e migliaia.
Per l'epatite B esiste il vaccino ed i contagi si sono drammaticamente ridotti.

audisio
Inviato: 28/7/2010 16:33  Aggiornato: 28/7/2010 16:34
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Mangog, cerca di leggere bene le cose che scrivo perchè mi rispondi a
cacchio.
C'è stato un periodo in cui mia madre aveva il virus attivo e mio padre,
me e mia sorella vivevamo con lei senza particolari precauzioni.
Come mai non siamo entrati in contatto col virus?
Nessuno dei tre?
Riguardo al discorso dei bambini, mi riferivo all'HIV.
Nascendo in un lago di sangue, tutti i bambini nati da madri HIV positive
dovrebbero essere HIV positivi.
Non è così e molti di quelli che lo sono si negativizzano successivamente.
Non ho poi capito dove parava il tuo discorso sull'HCV.
Per finire, pochissimi adulti oggi sono vaccinati contro l'HBV,
praticamente solo chi fa determinati mestieri, infermieri, medici ecc.
Quindi, il tuo discorso sul decremento di infezioni da HBV per il vaccino
è fuori luogo, caso mai è stato lo spauracchio AIDS che ha fatto
aumentare le misure igieniche in ospedale e soprattutto in ambito
dentistico.

digitalkey
Inviato: 28/7/2010 16:34  Aggiornato: 28/7/2010 16:34
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/3/2008
Da: Ferrara
Inviati: 44
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
@ mangog

a me pare che tu stia andando un po fuori tema

tu parli di vari vaccini, della loro efficacia nel combattere e neutralizzare il tal virus, ma questo non è indubbio, è chiaro che se un soggetto adulto per il lavoro che fa è a rischio contagio possa decidere che è meglio fare il vaccino che rischiare di ammalarsi ( anche se anche qui ci sarebbe da discutere perchè la protezione totale non esiste e a volte diventa il vaccino stesso causa di contagio - vedi Sabin ), ma io parlo di sistema, del sistema che obbliga una vaccinazione di massa in età assurda ( 2 mesi ) con ben minimo 6 vaccini, condizionando per sempre il sistema immunitario ancora in formazione del giovane essere umano. Ogni vaccinazione dovrebbe essere fata previe analisi per verificare possibili allergie e reazioni che ogni singola persona può avere ( o per caso siamo tutti uguali secondo te? ), dovrebbe essere fatta perlomeno dopo i 2 anni di età ( come è d'obbligo in Giappone ) e dovrebbe essere fatta se esiste un reale rischio di contagio ( ripeto: come c...o fa un bimbo di 2 mesi che sta in braccio alla madre o dorme in culla a prendersi il tetano... SPIEGAMELO )
a parer tuo ogni farmaco ha la stessa identica reazione in ogni essere umano ?
qui si parla di vaccinazione di massa giustificata solo dalla voglia di denaro di chi fabbrica vaccini.

music-band
Inviato: 28/7/2010 16:45  Aggiornato: 28/7/2010 17:02
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
@Mangog
Più insisti a non rispondere a nessuno e ad affermare inesattezze come se si trattasse di leggi divine e più stai facendo la figura del cioccolataio.

Io non ho nessun problema a lasciarti le tue convinzioni ma se continui a sparare certe assurdità devo per forza intervenire e portarti sempre ai dati e al ragionamento obiettivo perchè qui legge molta gente.

EPATITE B

In Italia. come già sottolineato da digitalkey, il vaccino dell'epatite B è stato reso obbligatorio a tutti i neonati dal 1991 grazie a una tangente presa dall'allora ministro De Lorenzo. Tangente per cui è stato condannato, ma l'obbligo però è rimasto.

Nel 1992 in una rivista Tedesca (Mueller R. Oeffentliches Gesundheitswesen 53: 3; 1992) è stato pubblicato un articolo molto significativo: "I programmi di vaccinazione per i gruppi ad alto rischio sono falliti" In questa pubblicazione si ammette che, dopo quasi 20 anni di vaccinazione contro l'epatite B non si può parlare di successo significativo. Gli autori però, invece di mettere in discussione la vaccinazione hanno ipotizzato che forse non è stata ben individuata la via di trasmissione dell'infezione e hanno affermato che probabilmente, più che attraverso il sangue, è possibile che si propaghi con i rapporti sessuali.

Dopo questa deduzione, una persona ragionevole potrebbe pensare che allora i programmi di vaccinazione dovrebbero essere estesi ai gruppi della popolazione che hanno rapporti sessuali a rischio...

...e invece no. Gli esperti dell' OMS consigliano di vaccinare tutti i bambini!

E hanno proposto autorevolmente questo quando ancora non sapevano quanto durava la protezione offerta dal vaccino.

E continuano a proporlo anche oggi che sanno benissimo che la durata media è di soli 10 anni quando va bene. (Nel foglietto illustrativo del vaccino sta scritto che protegge per alcuni anni... Un'informazione alquanto generica non ti pare?)

L'OMS nel convegno di Cannes del 1992 si prefisse di intensificare tutti i programmi nazionali di vaccinazione in modo da ottenere entro il 1997 un buon controllo di questa patologia infettiva (cosa che in realtà non è avvenuta).

La storia del vaccino contro l'epatite B iniziò a San Francisco nel 1978 dove 6500 omosessuali accettarono di sperimentare il vaccino prodotto dalla Merck Sharp & Dohme. In quel periodo il virus dell'aids non era ancora stato scoperto e quindi solo più tardi ci si accorse che il 4% del gruppo era risultato positivo al test dell'hiv e che in 5 anni la percentuale sarebbe salita al 68%.

In seguito a ciò si scoprì che per la produzione del vaccino era stato usato sangue infettato da virus dell'aids e proprio per questo nel 1983 scoppiò uno scandalo scientifico che trovò spazio anche nella prestigiosa rivista "Nature".

Perchè si accusava l'istituto pasteur di Parigi di importare sangue infetto dagli stati uniti che non era stato sottoposto ai controlli dei CDC.

Più tardi si scoprì che i 6500 omosessuali di San Francisco erano tutti morti.

Successivamente la Merck modificò il vaccino producendolo con tecnologia genetica e assicurando l'Europa che era sicuro e ch non aveva controindicazioni perchè era stato sperimentato per tre anni (come se 3 anni bastassero ad evidenziare i danni immunitari e particolarmente quelli autoimmunitari).

L'Italia, grazie a quella tangente fu uno dei primi paesi ad accogliere questa proposta americana e nel 1991 la rese obbligatoria non solo per le categorie a rischio ma addirittura per tutti i neonati a partire dal terzo mese di vita.

Solo negli anni successivi si scopriranno gli effetti indesiderati causati da questa vaccinazione che ci hanno imposto "garantendoci" che era perfettamente sicura.

Osservando i dati della tabella diffusi da SEIEVA 1985-1998 si evidenzia immediatamente che i casi di epatite B denunciati nel nostro paese sono in calo da parecchi anni e in tutte le fasce di età... E che il vaccino introdotto nel 1991 non ha minimamente modificato la velocità di questa tendenza alla diminuzione.

Osservando i dati appare assolutamente ingiustificabile l'intervento obbligatorio su tutti i neonati specialmente se si considera che:

- I danni che tutti i vaccini causano sul delicato equilibrio immunitario dei neonati

- I danni gravi che il vaccino antiepatico B può causare nei vaccinati

- Il rilievo che i soli casi di epatite B infantile si presentavano in casi eccezionali e in particolar modo in famiglie affette da epatite B e quindi in situazioni ben identificabili e isolabili.

Se si guardano i numeri reali emersi dagli studi epidemiologici italiani (dati SEIVA 1985-2006) non si può non rimanere stupiti per la decisione di vaccinare tutti i neonati in modo obbligatorio. (tab. 15)

Ancora più chiari sono i dati pubblicati dal ministero della salute dal 1998 al 2006 che considerano non i malati ogni 100.000 abitanti, bensì il numero totale dei malati per i tre tipi di epatite. (Tab. 16)

E' anche interessante notare che pure le epatiti che in passato venivano chiamate "nonA nonB" al cui gruppo appartiene ad esempio l'epatite C e per le quali non esiste il vaccino, sono andate calando di pari passo con le epatiti B.

Pertanto questo conferma che il calo delle epatiti B non è legato alle vaccinazioni.

A tutt'oggi non esiste una terapia specifica per la cura e i farmaci in uso per le forme croniche sono di limitata efficacia; fortunatamente però la guarigione dall'epatite B rappresenta la regola e avviene nel 90-95% percento dei casi.

Danni da vaccino antiepatite B

Secondo i dati VAERS riportati dalla Dr.ssa Jane Orient, i casi di complicanze gravi indotte dalla vaccinazione sono di 4 ogni 1000 vaccinati, cioè 4.000 su un milione di vaccinati; poi se è vero quello che afferma la FDA americana che i con il sistema di sorveglianza passivo i dati sono sottostimati del 90% sarebbe da concludere che i rischi di questo vaccino sono da 600 a 4000 volte superiori a quelli della malattia.

DIMENTICAVO:

Mortalità della malattia:

I soggetti che sviluppano cirrosi o cancro sono nell'ordine di: 0,1 - 0,6 ogni 100.000 soggetti che contraggono la malattia; ciò significa 1-6 casi su un milione.

Piantala di sparare a casaccio e INFORMATI!!!


mangog
Inviato: 28/7/2010 16:46  Aggiornato: 28/7/2010 16:47
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Citazione:

Autore: audisio Inviato: 28/7/2010 16:33:33

Mangog, cerca di leggere bene le cose che scrivo perchè mi rispondi a
cacchio.
C'è stato un periodo in cui mia madre aveva il virus attivo e mio padre,
me e mia sorella vivevamo con lei senza particolari precauzioni.
Come mai non siamo entrati in contatto col virus?
Nessuno dei tre?


Tua madre ha avuto il virus HBV solo per 6 mesi dopo lo ha eradicato, cosa che capita nel 90-95 % dei casi in età adulta ( ma non nei bambini e ragazzi invece ). Evidentemente tu non hai avuto rapporti sessuali con lei e neppure scambiavate baci con la lingua in bocca. Cosa vuoi ti dica.. sei stato fortunato.
Ma se invece di guarire fosse diventata portatrice cronica ( non tutti sono infettivi se la viremia è molto bassa ) ci sarebbero state più chance per il contagio.

mangog
Inviato: 28/7/2010 16:55  Aggiornato: 28/7/2010 17:01
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Citazione:

Autore: music-band Inviato: 28/7/2010 16:45:36

Piantala di sparare a casaccio e INFORMATI!!!



L'obbligo della notifica, il dato delle tue tabelline, , avviene solo in caso di epatite ACUTA che richiede l'ospedalizzazione. INFORMATI IGNORANTE ( senza offesa ) ... la maggior parte delle epatiti E' SILENTE...IGNORANTE.
Ma lascia stare e stai distante da wikipedia e menate varie.
Ho appena chiamato mio fratello medico ( non infettivologo ) per conferma.

manuel
Inviato: 28/7/2010 17:02  Aggiornato: 28/7/2010 17:02
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/5/2006
Da:
Inviati: 103
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Cosa si nasconde dietro la recente ritrattazione del Lancet di uno studio che attribuiva al vaccino MPR il danno autistico? [1]

di Roberto Gava

Lo scorso 2 febbraio la rivista medica The Lancet pubblica un brevissimo comunicato in cui ritira uno studio del Dr. Wakefield e Collaboratori pubblicato ben 12 anni fa che asseriva ci fosse una relazione tra il vaccino MPR (contro morbillo, parotite e rosolia) e l’autismo. La notizia viene immediatamente ripresa dai media e viene diffusa come se la relazione tra vaccino MPR e autismo fosse una menzogna, cosa che il suddetto comunicato non ha assolutamente affermato. Tutto questo sorprende per molte ragioni.

1 - Il Lancet critica lo studio per una inesattezza marginale e i media pubblicano comunicati che negano che il vaccino MPR causi l’autismo
Gli Editors del The Lancet non negano assolutamente la relazione tra vaccino e autismo, ma si limitano in modo sinteticissimo ad affermare che hanno deciso di ritirare dal registro delle loro pubblicazioni il lavoro di Wakefield e Colleghi semplicemente perché ritengono che contenga delle scorrettezze che essi stessi riportano: i bambini oggetto dello studio non erano stati arruolati consecutivamente e la ricerca non era stata approvata dal Comitato Etico, come invece gli Autori avevano asserito. Allora mi chiedo:
Perché si passa da alcune irregolarità di “forma” (che comunque vanno dimostrate, perché Wakefield aveva negato decisamente queste critiche) a etichettare tutto lo studio come una truffa e infangare completamente i suoi risultati? Forse che se lo studio avesse avuto o meno l’approvazione del Comitato Etico i risultati laboratoristici (referti ematochimici e istologici), e quindi la vera “sostanza” della ricerca, non sarebbero stati validi?
E poi, perché queste critiche sono giunte ora dopo 12 anni? Verrebbe da pensare che si volesse ridare credito ai vaccini che in questi giorni, a causa della bufala della vaccinazione antinfluenzale A/H1N1 (detta “Suina”), erano stati gravemente svalutati. La cosa non stupirebbe certamente coloro che quando è scattata la meningite-fobia nel Veneto (tra fine 2007 e inizio 2008) l’hanno collegata alla decisione regionale di liberalizzare le vaccinazioni pediatriche dall’1 gennaio 2008: se non si teneva alta la paura delle malattie infettive c’era il grande rischio che le vendite dei vaccini crollassero, come sono crollate le vendite del vaccino MPR nel Regno Unito dopo la pubblicazione del lavoro di Wakefield nel 1998. È per questo che negli USA in questi giorni scrivono: “Per assicurarsi i guadagni futuri, Big Pharma ha bisogno di distruggere la credibilità del Dr. Wakefield”. Comunque, se non era per tenere alta la credibilità dei vaccini, perché allarmare il Veneto e non la Lombardia o il Piemonte che ogni anno registrano più casi di meningite da meningococco e conseguentemente più morti?

2 – Chi sostiene che i vaccini pediatrici non sono pericolosi dimostra solo una grande ignoranza in campo vaccinale
In questi ultimissimi giorni sia nel nostro Paese che in tutto il mondo si sono riaccese grandi critiche alle conclusioni di Wakefield sulla sua affermazione che il vaccino MPR possa in alcuni casi predisposti scatenare l’autismo e qualcuno ha addirittura denominato i contrari ai vaccini con l’epiteto di “untori dell'ignoranza”.
La cosa stupisce molto, dato che l’ignoranza sta forse proprio tra coloro che difendono l’innocuità e l’efficacia di tutti i vaccini, così come vengono proposti/imposti oggi, come fosse un dogma di fede. In realtà, i vaccini godono ancora della fama di estrema maneggevolezza e di totale sicurezza che avevano fino a 20-30 anni fa, quando le condizioni alimentari, igieniche, culturali e sociali della popolazione erano molto diverse dalle attuali. Oggi però le condizioni sono nettamente diverse e ci sono migliaia di studi scientifici che documentano i pericoli dei moderni vaccini pediatrici.

3 – Non sono stati i vaccini, ma le migliorate condizioni igieniche a debellare le malattie infettive pediatriche
Tra le polemiche sorte in seguito al comunicato del The Lancet c’è ancora chi continua a scrivere che sono stati i vaccini ad eliminare le malattie infettive pediatriche, mentre sappiamo che nella storia, la maggior diminuzione della morbilità e mortalità causate dalle malattie infettive non è stata merito dei moderni antibiotici o dei vaccini, ma dell’introduzione dell’acqua pulita e delle fognature e quindi delle migliorate condizioni igienico-alimentari.
Nel 1977 la stessa OMS ha comunicato che il vaiolo è stato debellato dal cosiddetto programma “modificato”, cioè dall’aver rinunciato ad una vaccinazione di massa incontrollata e dando invece importanza ad una precisa vigilanza, ad un corretto isolamento dei malati e alla disinfezione di tutti gli oggetti entrati in contatto con essi.

4 – Non è stato il vaccino antimorbilloso a debellare il morbillo
Si legge che il vaccino MPR ha fatto crollare i casi di morbillo nel mondo, ma non è vero. Probabilmente ha contribuito a far calare i casi di morbillo, ma il merito principale non è assolutamente solo suo, ma prima di tutto delle migliorate condizioni igieniche, alimentari e sociali della popolazione. Spesso si mostrano tabelle e figure che evidenziano come negli anni ’60 c’erano annualmente circa 500 casi di morbillo ogni 100.000 abitanti (dati USA) e poi è iniziata la vaccinazione antimorbillosa e i casi di malattia sono calati rapidamente fino a poche migliaia all’anno in tutti gli USA. L’effetto ottico della curva in netto calo è rilevantissimo, ma se ci si chiede quanti erano i casi di morbillo nei decenni precedenti gli anni ’60, si scopre una realtà che vale per tutte le malattie infettive pediatriche: erano enormemente di più (circa 30-50 volte maggiori 50-100 anni prima) e sono calati senza alcuna vaccinazione. Anzi, noi abbiamo iniziato a vaccinare quando i casi erano numericamente poco rilevanti. E poi: come sono scomparse le epidemie di peste del 1300-1400 che uccidevano milioni di persone? Grazie ai vaccini o alle modificate condizioni di vita di quelle popolazioni?

5 – Dietro i vaccini ci sono enormi interessi economici
Le dimostrazioni della realtà che dietro i vaccini ci siano enormi interessi economici sono tanto gravi quanto numerose e sono stati pubblicati libri con centinaia di documenti bibliografici. Inoltre, mentre una volta c’era un po’ di moralità e di pudore che limitavano gli inganni, oggi tutto avviene spudoratamente alla luce del sole. Si pensi solamente all’accordo che i nostri politici hanno recentemente firmato con la Casa Farmaceutica Novartis per l’acquisto dell’inutile vaccino antinfluenzale contro il virus A/H1N1: 184 milioni di euro delle nostre tasse con un contratto commerciale che nessuna persona dotata di buon senso avrebbe firmato. Già da questo si capisce che gli interessi economici dietro la vendita dei vaccini devono essere veramente enormi e se l’Industria Farmaceutica è così potente da corrompere i nostri politici, perché non dovrebbe farlo anche con i medici, con gli editori e i mass-media? Il 18 maggio 1999, durante la sua relazione ad un congresso USA, Michael Belkin ha affermato: “Tutte le raccomandazioni ufficiali americane a proposito delle vaccinazioni sono inquinate senza speranza dall’intreccio di interessi esistente fra le Ditte produttrici di vaccini, l’American Academy of Pediatrics e i Centers for Disease Prevention and Control”. Pertanto, prima di dare credito ad un lavoro scientifico sarebbe da verificarne l’argomento e il contenuto, ma anche se gli Autori sono stati finanziati o meno da una Ditta Farmaceutica, che sappiamo avere in mano l’85-90% della ricerca scientifica mondiale. Ebbene, è palese che Wakefield non avesse alcun legame con l’Industria Farmaceutica.

6 – Il vaccino MPR non è esente dal causare danni anche gravi
Negli ultimi anni della mia pratica clinica sono stato consultato troppe volte per effetti indesiderati, talvolta anche gravi, causati dalla vaccinazione MPR. Conosco due bambini di 15 e 24 mesi morti pochi giorni dopo la vaccinazione MPR e in uno di questi il virus morbilloso vaccinale è stato isolato nel cervello e in vari tessuti autoptici. Prima della vaccinazione questi bambini stavano bene. Ho anche visitato, a distanza di 1 mese tra loro, 2 bambini di 8 anni che avevano improvvisamente sviluppato un diabete mellito di 1° tipo 20-25 giorni dopo la vaccinazione MPR e da allora stanno ricevendo 4 iniezioni al giorno di insulina. Anch’essi prima della vaccinazione stavano benissimo. Una mia piccola paziente di 17 mesi ha infine presentato una gravissima trombocitopenia autoimmune (aveva solo 2000 piastrine/mmc) dopo 3 giorni dalle vaccinazioni MPR + antivaricella. Pure lei stava bene prima della vaccinazione. Pochi giorni fa mi ha ripetuto lo stesso concetto anche la nonna di un ragazzo che dopo la vaccinazione ha avuto un cambiamento caratteriale e una regressione ad una età più infantile e poi una chiusura al mondo fino alla diagnosi conclusiva di autismo.
Questa è stata una mia casuale esperienza con alcuni bambini padovani, ma quanti altri bambini padovani sono stati danneggiati da questa vaccinazione? E quanti bambini in Italia? E quanti nel mondo? Nessuno lo sa, perché nessuno li conta e quando i genitori vanno dai medici e rilevano dei danni post-vaccinali, nella quasi totalità dei casi si sentono rispondere che i vaccini non c’entrano.

7 – Il vaccino MPR può scatenare l’autismo ma anche selezionare pericolosi virus morbillosi ipermutati
Oggi si parla di “epidemia” di autismo negli Stati Uniti e il termine, per quanto improprio, rende bene l’idea dello sviluppo di questa gravissima patologia che negli USA è cresciuta in dieci anni del 1700%. Anche se per i suoi studi sulla relazione tra vaccino MPR e autismo Wakefield ha perso il lavoro al Royal Free and University College Medical School di Londra, ora continua a lavorare negli USA e in questi anni vari studi hanno confermato i suoi dati. Famoso è quello danese del 2004 che dimostrò inequivocabilmente come i bambini danesi siano passati da una media di 18,8 casi di autismo ogni 100,000 abitanti negli anni ’80-‘85 (prima della vaccinazione MPR di massa, che iniziò nel 1987) a 146,4 casi nel 2002. Le prove di questo studio sono schiaccianti, ma l’Industria Farmaceutica non si rassegna e forse la ritrattazione di questi giorni del The Lancet ci dimostra che vuole veramente distruggere la credibilità di Wakefield per ristabilire le vendite del vaccino MPR che la ricerca di quel medico avevano fatto crollare nel Regno Unito.
Ma le vaccinazioni di massa con virus a RNA vivi e attenuati (come quelli contenuti nel vaccino MPR) nasconde immensi pericoli, il principale dei quali riguarda la selezione di ceppi virali ipermutati (cioè modificati) che si stanno svelando molto pericolosi. Famoso è lo studio di Mudur del 2001 pubblicato sul British Medical Journal che denuncia la vaccinazione MPR come inducente un virus morbilloso letale che causa encefalite in adulti e bambini con una mortalità estremamente alta. Da allora le segnalazioni di virus morbillosi ipermutati sono aumentate e tutto lascia supporre che in futuro dovremmo combattere contro vecchi virus diventati “nuovi” proprio a causa delle vaccinazioni pediatriche di massa.

Conclusione
Quindi, come l’uso indiscriminati degli antibiotici sta selezionando ceppi sempre più numerosi e aggressivi di batteri antibiotico-resistenti, l’uso indiscriminato delle vaccinazioni di massa, oltre ad indebolire il sistema immunitario dei neonati, selezionerà inevitabilmente ceppi sempre più numerosi e aggressivi di virus vaccino-resistenti. L’Industria Farmaceutica allora sintetizzerà nuovi farmaci e nuovi vaccini sempre più potenti e sempre più pericolosi e alla fine, forse, il PIL dei Paesi Industrializzati crescerà, ma noi, i nostri figli e le future generazioni diventeremo sempre più deboli e sempre più malati. Osserviamo gli asili e le scuole primarie e secondarie: i bambini che le frequentano sono sempre più medicalizzati con sempre più farmaci e vaccini, ma sono anche sempre più malati! Perché non ci chiediamo il motivo?
La soluzione non è fornire un’immunità specifica contro uno, tre o dieci germi, ma aiutare il bambino a potenziare la sua immunità aspecifica che gli permette di affrontare tutti i germi e tutte le patologie. Le conoscenze e i mezzi per fare questo esistono. Non scordiamo una colonna portante della Medicina Clinica: ogni trattamento va strettamente personalizzato in base alla storia biopatografica del malato. E questo vale in particolare quando il malato, come nel caso dei vaccini pediatrici, è un bambino sano che non possiamo assolutamente ammalare.


[1] http://www.informasalus.it/it/articoli/vaccino_mpr.php

digitalkey
Inviato: 28/7/2010 17:02  Aggiornato: 28/7/2010 17:02
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/3/2008
Da: Ferrara
Inviati: 44
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
@ mangog

ecco bravo visto che tu non sai rispondere, fai rispondere a tuo fratello MEDICO alle mie domande

music-band
Inviato: 28/7/2010 17:07  Aggiornato: 28/7/2010 17:07
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Citazione:
Ma lascia stare e stai distante da wikipedia e menate varie.


Non la ho nemmeno aperta Wikipedia, volpone!

Meno male che hai chiamato tuo fratello!



INFORMATI!!!

music-band
Inviato: 28/7/2010 17:12  Aggiornato: 28/7/2010 17:12
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Hai un thread con tonnellate di dati e informazioni da approfondire...


e poi c'è tutta la tua fuffa!


e non hai ancora l'umiltà e la saggezza di fermarti


INFORMATI!!!

mangog
Inviato: 28/7/2010 17:17  Aggiornato: 28/7/2010 17:17
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Citazione:


Autore: digitalkey Inviato: 28/7/2010 17:02:59

@ mangog

ecco bravo visto che tu non sai rispondere, fai rispondere a tuo fratello MEDICO alle mie domande




Non lavoro in ospedale.. Tu a chi avresti chiesto conferma? ai ragazzini che frequenti ?

Le epatiti e le infezioni in genere, vengono NOTIFICATE solamente se c'è il ricovero cioè se sei in pericolo di vita... L'EPATITE E' SUBDOLA NON DA NESSUNA MANIFESTAZIONE QUASI SEMPRE. ( grido perchè Music-band ha dato l'esempio )

audisio
Inviato: 28/7/2010 17:22  Aggiornato: 28/7/2010 17:22
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Mangog, ma non hai detto tu che il virus dell'epatite B è
super infettivo e resistentissimo per 6 mesi?
Come la mettiamo con le posate lavate ad acqua e Nelsen piatti?
E il tubetto che deposita il dentifricio sugli spazzolini entra in contatto
con le setole...
E gli asciugamani?
E i bicchieri?
E le volte che mia madre si sarà tagliata un dito affettando zucchine,
carote e melanzane?
Se il virus fosse davvero così infettivo statisticamente non ci sarebbe
stato scampo.
Te lo dico perchè mi sono fatto mentalmente i calcoli su tutte le possibili
occasioni di contagio e sono impressionanti.
Quindi è tutta una cazzata.
Anche perchè nessuno dovrebbe più prendere l'autobus.
Sai le volte che mi sono tagliato magari con la carta delle fotocopie e poi
ho tranquillamente spalmato il mio sangue sui mezzi pubblici, non avendo
un cerotto a disposizione?
E credo sia capitato a tutti...
E al bar?
Non crederete mica che lavano tutti i bicchieri con cui vi danno l'acqua
del rubinetto (gratis mentre la lavastoviglie costa) o tutti i cucchiaini del
caffè, quelli si sciacquano e basta.
E quante persone ho visto leccarsi il cucchiaino...

audisio
Inviato: 28/7/2010 17:26  Aggiornato: 28/7/2010 17:26
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Mangog, se l'epatite (e qualsiasi altra "infezione") non dà sintomi
NON E' UNA MALATTIA!!!
E' questo che ha fatto la medicina allopatica, ossia tradizionale.
HA ISTITUITO DELLE MALATTIE PER DECRETO!!!
Ma se io sto bene, perchè devo farmi l'interferone o l'AZT?
O addirittura, vaccinarmi in anticipo?

digitalkey
Inviato: 28/7/2010 17:27  Aggiornato: 28/7/2010 17:27
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/3/2008
Da: Ferrara
Inviati: 44
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
@ mangog

ma ci fai o ci sei ? ma secondo te bisogna lavorare in ospedale per rispondere alla mie domande ?
fammi un favore chiudi il rubinetto delle cazzate e apri quello del buon senso, leggiti quello che ho scritto dall'inizio e rispondi.
Se invece non hai voglia o non ti interessa leggere, fammi un altro favore, smetti anche di scrivere.
Grazie

audisio
Inviato: 28/7/2010 17:33  Aggiornato: 28/7/2010 17:34
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Un'altra cosa.
Sono stato in Africa e ho fatto la profilassi antimalarica,
primo perchè sono un soggetto che attira le zanzare (mi massacrano),
secondo perchè non sapevo cosa fosse la profilassi antimalarica.
Ho preso il Lariam.
Devastante!
Non ho dormito per settimane, sudorazione pazzesca, angoscia,
ipereccitazione, palpitazioni.
Altri che facevano il viaggio con me hanno avuto allucinazioni...
Cazzo, ma se decenni di ricerca e scienza medica non hanno saputo
produrre di meglio contro una misera zanzara, bè credo che tutta la
classe medica dovrebbe suicidarsi in massa...
Però, c'è un però.
La malaria è l'unica malattia per cui non hanno mai studiato un vaccino
(inteso come farmaco preventivo).
Due possibili spiegazioni:
1) gli africani come consumatori non valgono una minchia, quindi il
business è poco lucrativo
2) il potere economico-politico di chi produce Lariam e Malarone (farmaci
in posizione dominante) ha decisamente la meglio.

mangog
Inviato: 28/7/2010 17:37  Aggiornato: 28/7/2010 17:45
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Citazione:

Autore: audisio Inviato: 28/7/2010 17:26:02

Mangog, se l'epatite (e qualsiasi altra "infezione") non dà sintomi
NON E' UNA MALATTIA!!!
E' questo che ha fatto la medicina allopatica, ossia tradizionale.
HA ISTITUITO DELLE MALATTIE PER DECRETO!!!
Ma se io sto bene, perchè devo farmi l'interferone o l'AZT?
O addirittura, vaccinarmi in anticipo?


Be tra Audisio il ragazzino e Music-band sta diventando paradossale questo 3D...
Audisio sembra quasi lamentarsi perchè non è stato contagiato dalla madre ( che fortunamente ha eradicato l'infezione )...quando 2 miliardi di persone nel mondo non sono state fortunate come lui...

http://npsitalia.net/modules.php?name=News&file=article&sid=1723

Il virus dell'epatite B è 100 volte più contagioso di quello dell'HIV, che causa l'Aids. L'infezione cronica è considerata fattore responsabile dell'80% dei casi di cancro del fegato al mondo.

Ma il cancro forse non è un malattia secondo Audisio.. Guarda che puoi anche smettere di far finta di fare il bastian contrario.. hai la madre con l'epatite C .

audisio
Inviato: 28/7/2010 17:49  Aggiornato: 28/7/2010 17:49
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Prendo atto che è impossibile discutere seriamente con mangog...
Che devo dirti, continua ad imbottirti di cortisone, antibiotici, tri-quadri-
esavalenti, antisuina, antiaviaria, antitetanica ecc.
A proposito di antitetanica, come ti fai un graffietto tutti lì pronti a
proporti una bella dose non si sa come prodotta.
Poi vai a vedere e il rischio di tetano è infinitesimo.
Se ci pensate è come se uno dovesse uscire da casa sempre con una
corazza da Re Artù perchè c'è l'ipotetica possibilità di essere investito
da un'automobile o di prendere un vaso in testa...

digitalkey
Inviato: 28/7/2010 17:53  Aggiornato: 28/7/2010 17:53
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/3/2008
Da: Ferrara
Inviati: 44
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
ho capito ci sei...
e vabbè caro "anzianotto", cose che capitano perchè non siamo ( per fortuna ) tutti uguali
prima di chiudere, perchè tanto non leggi e non rispondi, ti informo che in edicola vendono il kit FAI DA TE con tutti i vaccini che ti mancano alla collezione e in allegato il libro delle favole
buona notte

audisio
Inviato: 28/7/2010 17:53  Aggiornato: 28/7/2010 17:53
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Mangog, ma 10 anni fa non dicevano che l'Aids era la peste
del secolo e che avrebbe decimato l'umanità?
Ora non conta più una mazza?
Tranne che in Africa ovviamente.
Ma quella non è Aids, ma febbre, dimagrimento e linfociti bassi.
Ossia FAME!
Infatti, lo cercano 'sto HIV ma non lo trovano mai in questi "malati".
Sò sempre i soliti negri.
NEANCHE I MALATI D'AIDS SANNO FA'...

Jacomodino
Inviato: 28/7/2010 17:53  Aggiornato: 28/7/2010 17:53
So tutto
Iscritto: 26/7/2010
Da:
Inviati: 6
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Uau che bel thread!
Continuate così ragazzi. Ho imparato così tante cose dalle risposte esaurienti alle obiezioni di mangog, che quasi quasi mi fa piacere che continui a ribattere a tutta 'sta serie di dati.

Vai mangog ribatti, ribatti... (senza offesa)

mangog
Inviato: 28/7/2010 17:55  Aggiornato: 28/7/2010 17:55
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Citazione:

Autore: audisio Inviato: 28/7/2010 17:49:00

Prendo atto che è impossibile discutere seriamente con mangog...


Ti faccio notare che hai postato qualcosa sul fatto che tua madre, poverina, ha l'epatite C e che si era beccata perfino l'epatite B.
Sei una testimonianza preziosa.
Perchè non hai detto quello che i medici continuano a dire a tua madre?
Biopsie per vedere eventuali cirrosi... monitorare le transaminasi.. attenzione alla dieta... ( nei casi fortunati tutto questo )...

mangog
Inviato: 28/7/2010 17:58  Aggiornato: 28/7/2010 17:58
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Citazione:


Autore: Jacomodino Inviato: 28/7/2010 17:53:44

Uau che bel thread!
Continuate così ragazzi. Ho imparato così tante cose dalle risposte esaurienti alle obiezioni di mangog, che quasi quasi mi fa piacere che continui a ribattere a tutta 'sta serie di dati.

Vai mangog ribatti, ribatti... (senza offesa)



Beh magari io ed Audisio ( se non mi ricordo male ) fossimo dei ragazzini.
TU INVECE SENZA DUBBIO LO SEI.

Rolly
Inviato: 28/7/2010 18:03  Aggiornato: 28/7/2010 18:13
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/10/2005
Da: Valle d'Aosta
Inviati: 104
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
audisio mi spiace ma hai detto una riga di castronerie tali che è impossibile non risponderti duramente.

Citazione:
Ci sarebbe poi da parlare dei virus, della loro natura ed essenza.
I virus non sono come i germi, sono pezzi di DNA.
In realtà gli abbiamo dato questo nome che sembra evocare un
qualcosa a sè stante di preciso, di vivente, un animale che ci attacca.
Ma, appunto, i virus sono pezzi di DNA autoreplicante.
E il DNA ha una regola di base, il programma primario.
La propria conservazione e proliferazione.
Ciò mi ha sempre suggerito una domanda fondamentale alla quale
nessuno sa rispondermi.
Se il virus è un DNA saprofita, perchè mai dovrebbe uccidere il suo
ospite?


Il virus è dibattuto se sia o meno vivente, ma tecnicamente lo si può considerare tale: come ogni organismo vivente ha una nascita, una nutrizione che porta alla duplicazione, un'interazione con l'ambiente (le cellule ospiti), una riproduzione ed una morte. Quindi il virus *è* vivo, anche se è un parassita obbligato.

Il virus *non* è "pezzi di DNA" bensì sono formati da un "involucro" (capside), con strutture atte a permettere l'adesione e la penetrazione nelle cellule, che contiene un genoma DNA o RNA.

L'obiettivo del virus non è di uccidere il proprio ospite, bensì di replicarsi; per poterlo fare, aggredisce una singola cellula ed inietta il proprio genoma; una volta iniettato il genoma il capside rimane vuoto (morto?) mentre il genoma all'interno della cellula viene messo in replicazione dalla cellula stessa che crea lei stessa i nuovi virus. Poi i nuovi virus vengono rilasciati, questo comportando la morte della cellula ospite.

Tutto questo processo non implica ma morte dell'ospite, ma la morte della singola cellula ospite. A quel punto l'ospite può contagiare altri ospiti tramite modalità virus-specifiche (saliva/aerosol, contatto di pelle, sangue, feci, etc.).

Citazione:
Meglio ancora, perchè mai dovrebbe mirare ad annientare l'intera specie
ospite come vogliono farci credere con la storia delle pandemie?
Trattasi di DNA suicida?


Il fatto che l'ospite possa morire è un effetto indesiderato, niente più: il virus nel frattempo si è trasmesso ad altre centinaia di persone quindi la sopravvivenza della specie è assicurata; alla natura non è mai importato nulla della sopravvivenza del *singolo* ma della *specie*.

Citazione:
Un esempio tipico è il virus dell'herpes.
Non ha mai ammazzato nessuno perchè riesce a nascondersi al sistema
immunitario.
Quindi se ne sta tranquillo e si fa i cazzi suoi.


Questa è una castroneria dalla quale ho faticato per riprendermi.
Hai mai sentito parlare di encefalite da herpes? Evidentemente no. La mortalità è piuttosto alta. Nel neonato circa l'85%. Il 95% dei sopravvissuti ha esiti neurologici gravi.

Un tipico esempio di virus che "si fa i cazzi suoi" forse allora per te è l'Ebola... Conosci?

Studia, va: Infezione neonatale da Herpes Simplex Virus, Encefaliti virali acute

Citazione:
I virus a RNA o i prioni, semplificando, non sono altro che proteine in
libertà.
Ha senso inoculare vaccini perr combattere una proteina?


Non voglio parlare dei vaccini ma mi limiterò a rispondere al "per curare una proteina".

Sì; assolutamente sì. La tossina botulinica è una proteina. Può essere mortale. Il veleno iniettato dai serpenti è composto da proteine. Ci sono una valanga di esempi di proteine mortali.

Citazione:
Tu parli di epatiti fulminanti ma cosa le differenzia dalle non fulminanti?
Nulla, il virus è lo stesso.
E allora perchè quelle sono fulminanti?
L'unica spiegazione è che dipende dalla risposta del sistema immunitario.


L'unica *tua* spiegazione. Che forse ignori che ci sono almeno 6 genotipi diversi di HCV; ed ogni genotipo ha diversi sottotipi. Tradotto per gli ignoranti: ci sono molti diversi sottotipi di virus dell'epatite C.

Diverso genotipo, possibile diverso quadro clinico, diverso trattamento farmacologico.

Citazione:
Ho scritto che è frequentissimo che infettati da B e C vedano azzerato il
virus (l'RNA quantitativo) a seguito dell'assunzione di interferone e poi,
qualche mese dopo il termine della terapia, il virus ricompare.


Caspita, hai scoperto l'America!

Quindi mi vuoi dire che -ad esempio- dall'Herpes Labialis non si guarisce davvero? Hai il sospetto che il virus dell'Herpes labiale quando smette di dar segno di sè non sia morto ma si annidi da qualche parte nell'organismo -magari nei meandri del sistema nervoso- e che poi ogni tanto si riattivi?

Quindi magari hai il sospetto che il cosiddetto "fuoco di sant'Antonio" sia una riattivazione dell'Herpes Zoster che ci ha contagiati quando da piccoli abbiamo fatto la varicella e che non abbiamo veramente sconfitto appieno ma che poi il piccolo bastardo si è nascosto nei gangli nervosi in attesa di ridar segno di sè.?

Complimentoni!!! Hai scoperto qualche concetto di medicina ufficiale noto da decine e decine di anni! Eureka per audisio ed a lui sia tributato un premio IgNobel per la scoperta!

Citazione:
Non bisognerebbe cercare di eliminare artificialmente il virus
dall'organismo, ma cercare di raddrizzare e fortificare il sistema
immunitario, ovviamente ripulendo l'organismo dalle numerose
intossicazioni cui è sottoposto.


E fin qui siamo (quasi) tutti d'accordo; infatti le linee guida ufficiali non consigliano trattamento antivirale per la varicella o per l'influenza o per l'enterite da rotavirus o adenovirus.

Citazione:
Insomma, per riassumere la mia tesi:
per me le malattie da virus sono nient'altro che malfunzionamenti
del sistema immunitario.


Spiegalo a chi ha l'Ebola o il Marburg.

Seppure ancora non si riescano a combattere, magari CERCARE di fare qualche trattamento per i virus del Marburg o dell'Ebola potrebbe essere un'idea... Mortalità fino al 90%. Un bel problema.

Massì dai, facciamo come dice audisio, facciamoci i cazzi nostri mentre il virus si fa i suoi.

Se non altro se l'Ebola arrivasse nelle metropoli risolveremmo il problema della sovrappopolazione mondiale.

Citazione:
Ci sono moltissimi portatori sani di epatite.
E se approfondisci la questione scoprirai che la maggior parte sono
anziani.
Come mai?


Perchè gli altri affetti da epatite C sono morti giovani? Magari proprio a causa dell'epatite C?

Citazione:
Non fanno parte di categorie a rischio di una malattia che si trasmette col sangue


No infatti per fortuna ti rispondi poi da solo: "una volta che non c'erano condizioni igieniche adeguate, che si facevano iniezioni a più persone con la stessa siringa"

Citazione:
Come si spiega col fatto che ho vissuto con mia madre fino ad età
avanzata, causa disoccupazione?
Ho condiviso con lei la vita di una casa normale, con posate lavate
a mano e senza lavastoviglie, asciugamani lavati a 60° e poi scambiati,
magari anche spazzolini che vengono in contatto nell'apposito bicchiere
nell'unico bagno della casa...
Come si concilia tutto ciò col terrible virus di cui parli tu che sopravvive
6 mesi all'aria aperta?


Si spiega col fatto che non ti sei scopato tua madre e che da lei non hai ricevuto donazioni di sangue? L'HCV si trasmette tramite sangue o rapporto sessuale!

mangog parlava dell'HBV che sopravvive 6 mesi all'aria aperta, tu rispondi circa l'HCV. Un dialogo fra sordi... Complimentoni

Citazione:
La questione fa il paio con le mogli ignare dei mariti puttanieri e
sieropositivi che non si infettano di HIV nonostante i rapporti non
protetti


Guarda che le percentuali di rischio sono relativamente basse: se ti scopi una prostituta sieropositiva hai il 0.03%-0.09% di probabilità di contrarre l'HIV. Se tu vai a mignotte e torni a casa con l'HIV, tua moglie ha il 0.05%-0.2% di probabilità di prendersi l'HIV da te.

Se tu invece vieni sodomizzato da un trans sieropositivo hai la probabilità più alta (rapporto sessuale ricettivo anale), che è comunque solo dello 0.3%-0.8%.

Non vorrei farti notare che di solito i "mariti puttanieri" vanno con le meretrici perché non fanno sesso tutti i giorni con le mogli (o perché queste non accettano il sesso anale)... Ed entrambi questi fattori abbassano il rischio i contagio per le mogli.

Citazione:
o con i bambini che nati nel mare di sangue materno del parto
si negativizzano magicamente.


Non è che si "negativizzino" (che presuppone una positività che POI diventa negativa), RIMANGONO negativi. Alcuni si positivizzano eccome, ahimè.

È questione (anche) di fortuna. Per annullare il rischio del contagio nel canale del parto lo sai che esiste un metodo NUOVISSIMO per evitarlo? Si chiama "parto cesareo"; ne hai mai sentito parlare?

Citazione:
C'è stato un periodo in cui mia madre aveva il virus attivo e mio padre, me e mia sorella vivevamo con lei senza particolari precauzioni.
Come mai non siamo entrati in contatto col virus?
Nessuno dei tre?


Evidentemente l'unico di casa che aveva rapporti sessuali con lei usava una protezione.

Citazione:
Ma la malattia è un'altra cosa, la malattia sono sintomi.
Senza sintomi, per me, non c'è malattia. E' come la storia del colesterolo, abbassano il limite massimo e si inventano una malattia...


Certo... "per te" è così. Chi se ne fotte della medicina ufficiale.

Evidentemente tua madre nella fase asintomatica dell'epatite C non era malata. Infatti poi non le è successo nulla, ha continuato a fare i salti di gioia...

Lo sai che ci sono TANTI tumori che sono asintomatici? Quando danno segno di sè ormai sei un morto che cammina. Però fino al giorno prima eri asintomatico. Vuoi dirmi che quelle persone che non avevano sintomi ma che avevano un male che cresceva dentro di loro NON erano malati?

Ma non diciamo cazzate!!!

Credo sia fuori delle regole di LC mandarti dove avrei voglia...

Se il sig. Ratzinger mi scomunicasse sarebbe per me motivo di orgoglio.
audisio
Inviato: 28/7/2010 18:08  Aggiornato: 28/7/2010 18:08
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
No mangog, attenzione.
Mia madre ha avuto il virus dell'epatite B e ha quello della C in corpo.
Io posso dire solo questo.
Che questo corrisponda ad una malattia lo dicono i medici, ma io
non ho potuto osservarlo direttamente.
Mia madre non mostra alcun sintomo.
Le sue transaminasi sono più basse delle mie (bevicchio eh eh),
gammagt regolare, bilirubina pure.
Solo qualche problema alla colecisti dovuto ad una steatosi.
Ma la steatosi ce l'ho anch'io che mangio e bevo.
Allora siamo tutti malati?
E' quello che vogliono farci credere ma la malattia va intesa come un
degrado dell'organismo che ne metta a repentaglio la sopravvivenza.
Perchè la perfezione, la salute totale è un'utopia.
Attualmente mia madre non sta prendendo nulla perchè l'interferone
l'avrebbe ammazzata.
Ma se fosse stata giovane avrebbe preso l'interferone e sarebbero
risultate le transaminasi a mille, ma perchè l'interferone ammazza il
fegato!
Ma vi rendete conto che paradossi assurdi?
Per curare il fegato lo distruggo?

audisio
Inviato: 28/7/2010 18:15  Aggiornato: 28/7/2010 18:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Rolly, la cosa più divertente delle tue minchiate sono le statistiche
sull'infezione da HIV a seguito di incularella.
Da ritagliare e conservare!!!
Ma tu davvero credi a 'ste stronzate?
Ma sai come si arriva ai dati statistici che si allegano alle ricerche su
Nature e altre riviste del genere?
Sai cosa vuol dire intervallo di confidenza al 95%?
Lo sai veramente?
Basterebbe sapere questo per capire che la scienza medica è una
puttanata colossale...

audisio
Inviato: 28/7/2010 18:17  Aggiornato: 28/7/2010 18:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Ah Rolly, mangog e io in quel passo stavamo parlando della B.
Mia madre ha avuto anche la B e la B si trasmetterebbe anche
con la saliva.
I preservativi non c'entrano nulla o perlomeno io non li usavo per
bere dal bicchiere di mia madre...
Magari se qualche volta evitando di essere accecato dalla tua
arroganza riuscissi anche a leggere ciò che si scrive...

audisio
Inviato: 28/7/2010 18:22  Aggiornato: 28/7/2010 18:22
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
No ma poi, ma da dove cazzo esce fuori 'sto Rolly?
Uno che usa ancora il termine "meretrici".
Pensavo fossero scomparsi...
E gli uomini vanno a mignotte perchè le mogli non la danno.
UAH UAH UAH
Eppure la moglie di Berluska non mi sembrava una verginella...
UAH UAH UAH
Non è perchè considerano le donne come merce da possedere, no?
E' colpa delle mogli...
Ma vaff...

digitalkey
Inviato: 28/7/2010 18:26  Aggiornato: 28/7/2010 18:26
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/3/2008
Da: Ferrara
Inviati: 44
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
@ Rolly

Ehm...qui però si parla di vaccinazione di massa, il thread "spetta che provo a distruggere le affermazioni di Audisio" è un altro !
Se proprio ti va di scrivere rispondi alle mie domande, che tanto l'anzianotto non ci riesce.

Grazie


music-band
Inviato: 28/7/2010 18:27  Aggiornato: 28/7/2010 18:30
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
I dati sulla mortalità per cirrosi e cancro te li ho portati mangog, e sono i dati ufficiali della sanità...

ma tanto non leggi e continui ad affermare le tue verità senza portare nessun argomento, nessuna fonte e nessuna risposta ai molti quesiti; ne hai minimamente argomentato tutto ciò che ti è stato sottoposto, hai semplicemente glissato in toto...

Non hai risposto a nessuna delle persone che ti hanno portato argomenti, hai dimostrato di non leggere nemmeno.

E' perfettamente inutile continuare, stai parlando da solo.

Fortunatamente è tutto scritto nel thread e ogni persona che verrà a leggere potrà farsi la sua idea.

Buona vita, non ce l'ho con te ma non ti risponderò più, a meno che tu non cambi atteggiamento; se vuoi continuare a dare spettacolo accomodati.

music-band
Inviato: 28/7/2010 18:36  Aggiornato: 28/7/2010 22:02
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Questo non è il Thread dell HIV, ma prima di sbilanciarvi pure li, magari sarebbe utile che guardaste questi:

La reazione della commissione esaminatrice alla fine è spettacolare!!!








Freeanimal
Inviato: 28/7/2010 19:39  Aggiornato: 28/7/2010 19:39
Mi sento vacillare
Iscritto: 17/5/2009
Da: Codroipo (UD)
Inviati: 705
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Lunga maratona di lettura! Ho gli occhi che mi bruciano!
Sono d’accordo con Audisio: il sistema immunitario è la nostra forza naturale, acquisita in milioni d’anni d’evoluzione. Sarebbe importante mantenerla ben funzionante. Se, all’inizio della storia della medicina, i medici si interessavano alle persone (non è del tutto vero perché Galeno era, già a quei tempi, un figlio di buona donna che vivisezionava animali nei luoghi di mercato), poi, col passare dei secoli e il manifestarsi del consumismo capitalistico, la medicina è diventata un business come gli altri. Diffidare dei medici, anche di quelli in buona fede, è il primo requisito per stare in buona salute. Purtroppo, milioni di “golem” come Mangog (sia detto con il dovuto rispetto) ci confermano che la filosofia dei vaccini e degli altri interventi chimici sul nostro organismo, sta mietendo vittime a josa. Vittime che non sanno di esserlo (criptovittime) e che hanno giurato fedeltà fideistica ai medici e alle loro strutture. Forse anche questo è un virus: il virus della cieca fede. Non so, a questo punto, cosa è più pernicioso, se la cecità che Mangog rappresenta e personifica, o i virus e gli altri agenti patogeni con cui entriamo in contatto.

Rolly
Inviato: 28/7/2010 21:51  Aggiornato: 28/7/2010 21:51
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/10/2005
Da: Valle d'Aosta
Inviati: 104
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Citazione:
Da ritagliare e conservare!!! Ma tu davvero credi a 'ste stronzate?

Io non ho detto che ci credo o meno; io ho citato dei dati ufficiali che, evidentemente, tu -dall'alto della tua PROFONDA conoscenza della scienza medica- non condividi.

Saranno sicuramente anche "stronzate", ma credo che per poterlo affermare andrebbe indicato qualcosa che con metodo scientifico confuta questi dati. Mi indichi i lavori che hai prodotto in merito?

Citazione:
Basterebbe sapere questo per capire che la scienza medica è una puttanata colossale...

Sono certo che quando ti dovessero portare in gravi condizioni in un Pronto Soccorso tu SENZA DUBBIO dirai queste stesse ai medici e ti allontanerai senza cure accettando il destino e curandoti con i tuoi rimedi da sciamano.

Citazione:
Uno che usa ancora il termine "meretrici".

Non credevo che un minimo di conoscenza dell'italiano potesse meravigliare...

Citazione:
Non è perchè considerano le donne come merce da possedere, no? E' colpa delle mogli...

Sei l'ennesimo di quei troll che mette in bocca ad altri cose che non hanno detto. Io non ho detto che è colpa delle mogli. Se mia moglie non me la da perché puzzo, perché non mi lavo, perché la tratto male, perché non ho mai un secondo da dedicarle, la colpa è mia... Io non faccio così ed ho la mia normale vita coniugale, altri invece cercano il sesso mercenario (è più facile).

Citazione:
Mia madre ha avuto anche la B e la B si trasmetterebbe anche con la saliva.

Sì ma non con la saliva che ti arriva sul polsino della camicia...

Cito: "Tutti i soggetti portatori di epatite B sono potenzialmente contagiosi. La trasmissione dell’infezione può avvenire per quantità anche minime di sangue od emoderivati per via percutanea diretta (endovenosa, intramuscolare, sottocutanea o intradermica); o attraverso esposizione delle mucose a sangue o siero o secrezioni sessuali.".

Citazione:
Magari se qualche volta evitando di essere accecato dalla tua arroganza riuscissi anche a leggere ciò che si scrive...

Leggo e come vedi rispondo... Mi sembra che però al 90% delle contestazioni da me fatte con riferimenti scientifici non hai fatto altro che rispondere con tue impressioni personali, penosa ironia, dati desunti dalla tua personale esperienza limitata a casi famigliari.

La medicina ufficiale sarà anche "stronzate" come dici tu, ma le tue argomentazioni non hanno fondamenta.

Citazione:
Eppure la moglie di Berluska non mi sembrava una verginella...

Chi sei tu per esprimere giudizi sulla vita sessuale di una donna che non conosci?

Se il sig. Ratzinger mi scomunicasse sarebbe per me motivo di orgoglio.
Rolly
Inviato: 28/7/2010 22:04  Aggiornato: 28/7/2010 22:04
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/10/2005
Da: Valle d'Aosta
Inviati: 104
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Citazione:
il sistema immunitario è la nostra forza naturale, acquisita in milioni d’anni d’evoluzione. Sarebbe importante mantenerla ben funzionante.

Concordo al 100%.

Citazione:
la medicina è diventata un business come gli altri.

E fin qui tutto bene.

Citazione:
Diffidare dei medici, anche di quelli in buona fede, è il primo requisito per stare in buona salute.

Su questo non concordo più. Il requisito fondamentale nel rapporto medico-paziente è la fiducia reciproca.

Fiducia non vuol dire cecità mentale. Credo che il 99% dei medici sia in buona fede e cerchi di usare la scienza medica secondo coscienza; spesso si è, però, sviati da risultati di studi scientifici falsati o prezzolati. Il medico è vittima di questo business esattamente come i pazienti. Sono rari quei casi di medici che consapevolmente nuocciono ai propri pazienti. I medici vaccinatori sono in buona fede convinti che le vaccinazioni siano utili per i bambini, perché per anni è stato insegnato loro questo, e sono stati posti come assiomi della medicina, indiscussi ed indiscutibili.

Più che dare addosso ai medici, bisognerebbe cercare di trovare il modo di ristrutturare le basi della scienza medica in modo che la ricerca sia indipendente e finanziata da soldi pubblici, non da enti privati (cioè aziende farmaceutiche) che hanno il loro tornaconto. Bisognerebbe anche pensare che lo Stato stesso potrebbe avere stabilimenti di produzione di farmaci generici, in modo tale da avere un attivo proprio anzichè portare quattrini alle aziende; questo diminuirebbe i costi dei farmaci generici. E con l'attivo derivante dal risparmio dei farmaci, lo Stato potrebbe investire in ricerca indipendente. E non è fantascienza: molti farmaci generici nel Regno Unito costano UN VENTESIMO che da noi.

Quello che è utopia è che nessuno Stato si metterà mai contro le aziende farmaceutiche. Sigh

Se il sig. Ratzinger mi scomunicasse sarebbe per me motivo di orgoglio.
Redazione
Inviato: 28/7/2010 22:04  Aggiornato: 28/7/2010 22:04
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
MUSICBAND: Per postare i video di youtube devi abilitare l'opzione tag HTML.

alfridus
Inviato: 28/7/2010 22:27  Aggiornato: 28/7/2010 22:29
Ho qualche dubbio
Iscritto: 12/4/2007
Da: Lugoj, Romania
Inviati: 120
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Vaccini sì, vaccini no; vaccini contro, vaccini pro...
Posso dire anch'io un po' di baggianate?
Iniziamo a dire che tutta la montatura creata attorno alla mappatura del Genoma, ed alla sua importanza, fondamentale per comprendere il comportamento dei geni nell'organizzare la vita, dal concepimento alla morte, si è rivelata una montagna di illusioni, quando si sono accorti che il DNA può codificare più di 100.000 proteine diverse, utilizzando i soli 20.000 geni disponibili; e sono stati costretti ad ammettere che il funzionamento di questo deposito di codici ha una modalità che definire dinamica è poco: in realtà è addirittura reattiva, si adatta cioè alle circostanze ambientali, vuoi interne, vuoi esterne, per fornire la migliore risposta possibile.

Alla fine, come ho sempre pensato, su questa terra non esiste - non è mai esistita, né mai potrebbe esistere - un'affezione totalmente, ed ineluttabilmente, mortale. Se una tale affezione esistesse, o si determinasse in futuro, la nostra specie, e forse la vita stessa, sparirebbe in un breve volgere di tempo da questo pianeta.

Perché?
Ma perché la risposta della vita non tarderebbe a modularsi sui profili dell'attacco che sta subendo, per poterlo contrastare con la migliore efficienza ed il minimo spreco di risorse. Quando le condizioni ambientali lo consentano, ed anche quando siano proprio queste ad essere tanto sfavorevoli da configurare un serio pericolo.
Che a questo proposito esistano dei piani ben precisi di diminuzione demografica forzata non cambia che di pochissimo il panorama: semplicemente, la reazione al pericolo imminemte sarà più rapida, forse anche scoordinata all'inizio; ma la conclusione non potrà comunque essere diversa dalla vittoria sull'estinzione, sul pericolo, sulla malattia, sull'aggressione.

Con il passare dei millenni la vita ha acquisita una versatilità, ed una capacità di risposta a tutto ciò che l'ha minacciata, che neanche la criminale malvagità dell'uomo stesso contro i suoi simili potrà mai sopraffare.
E' così che, migliorando le proprie difese, vengono vinte e superate avversità e pestilenze.

E veniamo ora ai vaccini. Una trovata sperimentale, null'altro; ed anche maldestra, bisogna ammetterlo. E non è che sia migliorata, con il tempo e le ricerche, anche ammettendo che il tempo non sia stato utilizzato a dovere, e che le ricerche siano state mirate ad un successo commerciale, più che scientifico, con buona pace di quanti hanno sacrificato vita, carriera, e famiglia, per dei risultati interessanti, sì, ma la cui conoscenza non è stata diffusa a sufficienza.

Il paradigma attualmente utilizzato per la creazione di un vaccino prevede la presenza di potenti tossine associate ad un marcatore virale o batterico, che, introdotte a forza in un organismo vivente, ne provocano una reazione violenta alle sostanze tossiche, ed insieme al marcatore ad esse associato, che in occasione di un successivo incontro sarà attaccato con la medesima violenza, e presumibilmente distrutto.

Il tutto senza tener in alcun conto dei danni che le sostanze tossiche introdotte possono provocare in immediato o in tempi anche di molto successivi?

Che tutto ciò sia fatto a bella posta, per scopi che non interessa esplorare in questa sede, è dimostrato dalla scelta ben oculata delle tossine adoperate: per lo più metalli pesanti, che il nostro patrimonio genetico non sa come espellere per liberarsene, i cui effetti tossici possono danneggiare quasi tutti gli organi, anche e specialmente gli organi nervosi periferici e centrali, con immediatezza, o a distanza di tempo, con un'azione lenta, ma devastante. Ed anche questo è ormai palese e dimostrato. E non mi si venga a raccontare che chi ha operato in questo modo non sapesse cosa stava facendo: semplicemente, non gli crederei.

Ecco: sono contrario ai vaccini, alle vaccinazioni, ai vaccinatori: ed anche alle medicine chimiche, di sintesi, se é per questo. Perché sono un ignorante, e non riesco mai a capire che cosa hanno sintetizzato, e perché.

doct.alfridus
--------------------------------------
...se il Padreterno ci ha creati a sua immagine e somiglianza... bhe', c'e' da rifletterci!

[ Andiamo sempre più giù, più giù... Qualcuno deve aver tirata la catena! ]
digitalkey
Inviato: 28/7/2010 22:33  Aggiornato: 28/7/2010 22:33
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/3/2008
Da: Ferrara
Inviati: 44
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
la medicina e la farmacologia, nel modo in cui ci vengono propinate, stanno indebolendo sempre più la razza umana

la selezione naturale non esiste praticamente più, ora c'è la selezione "industriale"

la più grande scoperta del xx secolo, a livello di salute, è stata l'acqua potabile e i sistemi fognari chiusi, altro che vaccini e antibiotici.

O c'è ancora qualche stolto che crede che la medicina moderna stia rendendo la razza umana più forte ?

NERONE
Inviato: 28/7/2010 22:39  Aggiornato: 28/7/2010 22:39
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/9/2004
Da:
Inviati: 441
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
[color=0033CC]Del resto, tutti i depliant informativi sull'epatite C recitano: "il 20% degli infettati diventerà cronico, il 20% di questi svilupperà cirrosi e il tutto nell'arco di 20-30 anni".[/color


Si
mia madre ha contratto l'epatite a 40 anni, per una trasfusione. A 60 anni , casualmente le venne diagnosticata una epatopatia da tenere sotto controllo e da curarsi esclusivamente con dieta alimentare. A 69 anni si manifesto' il cancrocirrosi e a 70 di questo mori'.

digitalkey
Inviato: 28/7/2010 22:53  Aggiornato: 28/7/2010 22:53
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/3/2008
Da: Ferrara
Inviati: 44
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
@ Rolly " I medici vaccinatori sono in buona fede convinti che le vaccinazioni siano utili per i bambini, perché per anni è stato insegnato loro questo, e sono stati posti come assiomi della medicina, indiscussi ed indiscutibili "

la professione del medico dovrebbe essere una vocazione e con tale presupposto ogni studente che inizia, dovrebbe anche porsi dei dubbi mentre le aziende farmaceutiche lo indottrinano a loro favore, o devo pensare che imparano la medicina come si imparavano le tabelline e le poesie alle elementari ? la buona fede non basta, anzi io la reputo una pericolosa forma di menefreghismo e ignoranza. Se un medico non si pone dubbi, non riflette, non cerca alternative ed agisce solo come gli viene astutamente insegnato da chi ha un tornaconto economico, allora è meglio che vada a vendere pop corn al cinema, che perlomeno fa meno danni.
Non giustifico assolutamente un medico vaccinatore che agisce senza sapere quello che fa...è come far pilotare un Boeing 777 con 400 persone a bordo da un bambino di 2 anni.
Ci saliresti tu su quell'aereo?

Cheto
Inviato: 29/7/2010 0:14  Aggiornato: 29/7/2010 0:16
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/12/2009
Da: Lugano
Inviati: 64
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
@audisio
La malaria è perfettamente e velocemente guaribile, per due soldi, con il clorito di sodio (cerca MMS Miracle Mineral Supplement su Google ). Io l'ho provato, e fa schifo, però ne ho una scorta, in caso di bisogno.

Di MMS se ne è già parlato qua e là su luogocomune. Gli ostacoli per la diffusione di questo rimedio semplice ed efficace non fanno che rafforzare in me il dubbio - che già nasce vedendo quello che succede per le vaccinazioni - che a qualcuno, con potere, non interessi la salute degli esseri umani. Per questo, credo, bisogna combattere per rendere libera la scelta di prendere o non prendere ii medicinali e i vaccini, secondo la propria scelta. Qualcuno vuole fare tutte le vaccinazioni esistenti sul mercato? Va bene! Scelta sua, non ho niente in contrario. Ma per favore non obblighi me a fare le vaccinazioni che vuole lui! Siccome la medicina non è una scienza esatta (lo si evince anche dalle discussioni qui sopra), ma si avvicina (questo credo io), talvolta, più a una scienza spirituale, questa imposizione equivarrebbe ad obbligarmi ad avere una certa religione o credenza.

Summa scientia nihil scire
Rolly
Inviato: 29/7/2010 0:16  Aggiornato: 29/7/2010 0:16
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/10/2005
Da: Valle d'Aosta
Inviati: 104
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Citazione:
la più grande scoperta del xx secolo, a livello di salute, è stata l'acqua potabile e i sistemi fognari chiusi




Citazione:
O c'è ancora qualche stolto che crede che la medicina moderna stia rendendo la razza umana più forte ?


Personalmente ritengo che la medicina stia rendendo la razza umana più debole.

Per quanto possa sembrare brutale ed incivile, il Taigeto aveva il suo significato...

Se il sig. Ratzinger mi scomunicasse sarebbe per me motivo di orgoglio.
Al2012
Inviato: 29/7/2010 0:24  Aggiornato: 29/7/2010 0:29
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2158
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Citazione:
Più che dare addosso ai medici, bisognerebbe cercare di trovare il modo di ristrutturare le basi della scienza medica in modo che la ricerca sia indipendente e finanziata da soldi pubblici, non da enti privati (cioè aziende farmaceutiche) che hanno il loro tornaconto.

Bisognerebbe anche pensare che lo Stato stesso potrebbe avere stabilimenti di produzione di farmaci generici, in modo tale da avere un attivo proprio anzichè portare quattrini alle aziende; questo diminuirebbe i costi dei farmaci generici.
E con l'attivo derivante dal risparmio dei farmaci, lo Stato potrebbe investire in ricerca indipendente. E non è fantascienza: molti farmaci generici nel Regno Unito costano UN VENTESIMO che da noi.

Quello che è utopia è che nessuno Stato si metterà mai contro le aziende farmaceutiche.


Questo pensiero lo condivido …..

Dal mio punto di vista ha un po’ ragione Rolly, come altrettanta percentuale di ragione la do ad Audisio …..
Il mondo non è o bianco o nero, il “buon senso” dovrebbe guidarci nella gincana, e dagli errori dovremmo imparare, … banalità ! Che comunque viene sistematicamente ignorata…

La medicina ufficiale non è tutta da buttare i progressi tecnici e diagnostici sono notevolmente migliorati, tecnicamente siamo migliorati, la conoscenza del corpo biologico umano è migliorata.
La medicina ufficiale “occidentale” è all’ avanguardia per tecnologia medica e conoscenza biologica dell’organismo vivente e della vita in generale.
E questo non è da buttare.

I problemi comunque ci sono e si sono evoluti crescendo in senso negativo.

Il primo problema è l’approccio parziale, aggiungerei arrogante … (l’arroganza dei conquistatori)

Altro problema è il considerare scindibile l’Essere, (potrei dire il “Sé”) in una parte biologica materiale, ben tangibile e percepita dai nostri sensi, l’altra parte tutt’altro che tangibile.
Creando la scissione, abbiamo creato la separazione in “zone di competenza”

Questo è la base su cui abbiamo costruito una “cultura” che si assesta e si consolida rafforzando le separazioni.

Ma l’ “Essere” (il Sé) non è scindibile, quel qualcosa di “non tangibile” non può NON essere considerato se si vuole comprendere meglio il “funzionamento” biologico.

Da questo punto di vista sono concorde con Audisio …..

Altro problema è la “mercificazione” della salute con tutte le sue meschinità e crimini, cose analoghe in tutta la scienza, perché questa “mercificazione” è consolidato nella cultura dominante.

Gli sciamani per curarti guardano (percepiscono) il “non tangibile” che è sicuramente malato, perché esiste non separatamente dal “tangibile”.
In questo caso l’errore è non comprendere che questo approccio non è frutto di “usanze tribali” oltre la ritualità e la visione propria della cultura c’è un nocciolo di conoscenza che poggia su una visione olistica della vita

Io, essendo “figlio” di una cultura, devo cercare degli appigli che siano ragionevoli secondo la mia razionalità, accettando sempre il postulato che, avendo ancora molto da comprendere, quello che mi pare irrazionale potrebbe essere razionale per un’altra cultura.

L’essere umano, se non ha problemi genetici gravi, nasce per la maggioranza sano.

“Nuotiamo” in un mare biologico/energetico pieno di insidie, ma il fatto di esistere vuol dire che abbiamo trovato il modo e le difese idonee (fatta le dovute eccezioni in caso di situazioni particolari) è questo equilibrio tra “forze” che ci fa essere sani.

Le vaccinazioni devono essere guidate dal “buon senso” e non dalla “mercificazione” la medicina occidentale deve essere più umile per poter comprendere le altre culture di medicina.

°°°

Un passo avanti sarebbe quello di togliere l’obbligo delle vaccinazioni pediatrica e trovo assurdo che alcune regioni italiana questo è possibile e in altre no!!

Io non voglio obbligare nessuno a non fare la vaccinazione, chi ci crede, per lui è cosa giusta, benissimo fai pure le vaccinazioni.

Quello che NON voglio e l’obbligo di farle ….

Quello che voglio è più informazione libera e correttamente imparziale.
Più scienza libera da giochi di potere/profitto che indirizzano, controllano, determinano ogni “giudizio di pari”

“Capire … significa trasformare quello che è"
Rolly
Inviato: 29/7/2010 0:41  Aggiornato: 29/7/2010 0:41
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/10/2005
Da: Valle d'Aosta
Inviati: 104
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Citazione:
la professione del medico dovrebbe essere una vocazione e con tale presupposto ogni studente che inizia, dovrebbe anche porsi dei dubbi mentre le aziende farmaceutiche lo indottrinano a loro favore, o devo pensare che imparano la medicina come si imparavano le tabelline e le poesie alle elementari ?


Ancora con 'sta storia della "vocazione"... Non è una vocazione, è un lavoro che dev'essere fatto con dedizione, ma è e rimane un lavoro.

Ma scusa... Uno studente di ingegneria che studia che l'acciaio inox austenitico fonde a 1435°C che cosa deve fare? Deve prendersi un bell'altoforno e controllare? Oppure parte dal presupposto che i libri di testo, che recitano decine di voci bibliografiche, dicano il vero? Anche l'ingegnere ha l'obbligo di verificare, perché nel grattacielo che farà costruire ci saranno migliaia di persone. Il geometra che prenderà le misure, poi, dovrà controllare che il metro sia VERAMENTE lo spazio percorso dalla luce in 1/299792458 secondo oppure che sia conforme alla barra campione di platino-iridio...

Non è fattibile.

Che ci vada spirito critico è indubbio, ma che ogni singolo medico debba sistematicamente mettere in dubbio *ogni* cosa studiata dai predecessori è assolutamente impossibile.

Quello su cui sono d'accordo è che sarebbe da chiedere un po' di apertura mentale. Quando qualcosa incomincia a non "tornare" è giusto che sorgano i dubbi ed è giusto che si debba procedere criticamente in maniera imparziale.

Questo, purtroppo, non accade... Il trattamento riservato al "Metodo Di Bella" ne è stato un tristissimo esempio: migliaia di medici che non avevano interesse economico in ballo hanno mostrato un'ostilità aprioristica assolutamente indecente.

Ciò che a queste migliaia di medici dovrebbe venire in mente è che ci sono tanti studiosi al mondo che indipendentemente giungono a conclusioni simili per ambiti differenti: il metodo Di Bella si basava sull'idea di potenziare il sistema immunitario per sconfiggere il tumore; Linus Pauling insisteva che la Vitamina C è indispensabile per sconfiggere le malattie attraverso un aumento delle difese immunitarie; Simoncini parla di etiologia infettiva del cancro; altri studiosi di medicina naturale sostengono che la salute passa attraverso fitoterapia, vitamine e minerali; molti studiosi si avventano contro le vaccinazioni portando dati apparentemente credibili a supporto, ed i loro dati collimano con le statistiche in aumento di allergie, patologie autoimmuni, autismo, etc...

Direi che ce ne sarebbe a sufficienza per cercare di tentare degli studi SERI per rivoluzionare la medicina.

Ma sopra ai medici ci sono gli ordini professionali, quelli stessi che hanno radiato Simoncini. Ci sono le direzioni ospedaliere. Ci sono i ministeri, i tribunali. E non ci sono i soldi. E' il sistema stesso che impedisce studi a favore dell'umanità

Se il sig. Ratzinger mi scomunicasse sarebbe per me motivo di orgoglio.
Rolly
Inviato: 29/7/2010 0:59  Aggiornato: 29/7/2010 0:59
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/10/2005
Da: Valle d'Aosta
Inviati: 104
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Al2012 ho gradito assai il tuo post.

Citazione:
Un passo avanti sarebbe quello di togliere l’obbligo delle vaccinazioni pediatrica e trovo assurdo che alcune regioni italiana questo è possibile e in altre no!!
Io non voglio obbligare nessuno a non fare la vaccinazione, chi ci crede, per lui è cosa giusta, benissimo fai pure le vaccinazioni.
Quello che NON voglio e l’obbligo di farle ….

E' un percorso dannatamente difficile, per un po' di motivi:
- chi comanda (Ministeri etc.) in passato si è dimostrato aver avuto interesse economico in merito (si veda De Lorenzo e la vaccinazione per l'Epatite B);
- nessuno vuol prendersi la responsabilità di eventuali morti per malattie vaccinabili; muore un bambino per un vaccino antidifterite? il ministro può lavarsi la coscienza dicendo che la legge non l'ha mica fatta lui; se invece morisse un bambino di difterite perchè il ministro ha abolito quella vaccinazione, sarebbe crocifisso sulla pubblica piazza; in pratica l'inedia paga;
- gli epidemiologi ritengono che l'attuale assenza di focolai di malattie eradicate in Europa (ad es. la polio) sia dovuta ad una campagna vaccinale attiva; secondo loro l'epidemia in Albania nel '96 è stata dovuta ad una campagna vaccinale irregolare;
- gli interessi economici multimiliardari fanno sì che le industrie farmaceutiche remino contro questa scelta.
Eccetera.

Io, prima ancora di rendere non obbligatorie le vaccinazioni, vorrei che qualcuno si svegliasse e pensasse "e che cazzo... è piuttosto improbabile che un bambino che NEANCHE gattona possa prendersi IL TETANO... spostiamo la vaccinazione più in là nel tempo, quando il suo sistema immunitario è più maturo", oppure che dicessero "beh, in effetti forse inoculare SETTE vaccini contemporaneamente può sballare un po' il sistema immunitario di un lattante; anche se è una rottura di cazzo, perché non vacciniamo per UN SOLO patogeno alla volta???".

Sarebbe già un passo avanti significativo.

Se il sig. Ratzinger mi scomunicasse sarebbe per me motivo di orgoglio.
digitalkey
Inviato: 29/7/2010 7:05  Aggiornato: 29/7/2010 7:08
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/3/2008
Da: Ferrara
Inviati: 44
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
citazione " Ancora con 'sta storia della "vocazione"... Non è una vocazione, è un lavoro che dev'essere fatto con dedizione, ma è e rimane un lavoro "

chiamalo come ti pare, ma fare il medico non è un mestiere perchè non ha lo stesso impatto che vendere pop corn al cinema, è una situazione molto più complessa e importante per la vita di un essere umano.

Come diceva uno che la sapeva lunga: la verità stà nel mezzo.
Io non metto in discussione tutta la medicina nata nella notte dei tempi, io voglio farvi notare che se io, padre di un bimbo appena nato, mi sono documentato ed ho deciso, soppesando i pro e i contro, che non vaccinerò mai mio figlio, perchè ritengo che la pratica vaccinale non è assolutamente sicura ed efficace ( non lo dice chi vende pop corn, lo dice la medicina ufficiale ),

PRETENDO

che ogni medico pediatra debba documentarsi, aggiornarsi, uscire fuori dal coro ogni tanto e ragionare con il buon senso ( a me è bastato quello, la laurea non mi è servita ) e non con le casse risonanti di denaro delle aziende farmaceutiche, per poi informare adeguatamente i neo genitori che potranno a loro volta decidere che fare. Se non è in grado di fare questo è MEGLIO che non faccia il medico.

Quando ho comunicato a mia madre che non avrei vaccinato mio figlio, si è messa a piangere, terrorizzata, poi con calma le ho spiegato come stanno le cose, l'ho documentata come ho fatto io ed ha capito.
Le persone sono TERRORIZZATE, ma vi rendete conto di che teatrino hanno messo in piedi questi "signori" dei vaccini ?

mangog
Inviato: 29/7/2010 8:31  Aggiornato: 29/7/2010 9:30
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Citazione:

Autore: Rolly Inviato: 28/7/2010 21:51:26

Mia madre ha avuto anche la B e la B si trasmetterebbe anche con la saliva.

Sì ma non con la saliva che ti arriva sul polsino della camicia...

Cito: "Tutti i soggetti portatori di epatite B sono potenzialmente contagiosi. La trasmissione dell’infezione può avvenire per quantità anche minime di sangue od emoderivati per via percutanea diretta (endovenosa, intramuscolare, sottocutanea o intradermica); o attraverso esposizione delle mucose a sangue o siero o secrezioni sessuali.".


Hai dimenticato una cosa importante, nell'adulto il contagio con il virus HBV non da inizio ad un'infezione cronica nel 90-95% dei casi mentre in un bambino o neonato il contagio da inizio ad UN'INFEZIONE CRONICA nel 95-100% dei casi. Penso sia chiaro a quale età fare il vaccino.
Partendo dal fatto che le epatiti non danno sintomo TUTTI POSSONO ESSERE POTENZIALMENTE INFETTI, tranne ovviamente coloro che hanno gli anticorpi-neutralizzanti dovuti al vaccino o per avere superato , guarendo, l'infezione.
Ad ogni modo un'epatite acuta ( le uniche che richiedono l'ospedalizzazione e che vengono notificate.. ma sono solo una piccola percentuale.. forse 1 - 2 % dei contagi annuali ) può diventare mortale . ( muori in 2-3 giorni )

Dopo 20-30 anni di infezione cronica attiva, cioè con viremia in milioni di copie, IL FEGATO non funziona più o viene aggredito dal cancro.

Per l'epatite B non esiste cura, chi ha l'epatite B cronica NON HA POSSIBILITA' DI GUARIGIONE.

In Cina, che ha cominciato molto tardi la vaccinazione per l'epatite B QUASI IL 10% DELLA POPOLAZIONE, cioè 120.000.000 di persone, ha l'epatite cronica, TUTTI FONTE DI CONTAGIO POTENZIALE... entro 20-30 anni decine di milioni di loro avranno cirrosi o il cancro tenendo presente che gli altri sono sempre dei malati cronici con tante magagne lo stesso.
SARA' UN GROSSO PROBLEMA PER LA CINA.

PS.. praticamente in Cina buona parte della popolazione ha avuto il contagio se ben 120.000.000 risulta cronicamente infetto, alla faccia della poca trasmissibilità.
Ora vaccinano i bambini.

http://lescienze.espresso.repubblica.it/articolo/default/1283296

La morte per cirrosi non è molto dolorosa ( almeno quella del mio suocero nel 1993 ), ti si gonfia la pancia in maniera impressionante e diventi giallo grigio e dopo un pò entri in coma e muori.

Dunque con un virus come HBV che dobbiamo fare? LE CONDIZIONI IGIENICHE NON BASTANO.. visto che il serbatoio è proprio l'essere umano.

Coloro che in Italia nel 2010 sono contrari alla vaccinazione dell'epatite B dovrebbero ponderare bene la loro scelta, ma se non ci sono i numeri CINESI lo dobbiamo anche alla vaccinazione obbligatoria.
( fortunatamente perchè in CINA il 10% della popolazione ha l'infezione HBV cronica senza cura a differenza della HCV che può essere curata con CURE lunghe e pesantissime che di sicuro un bambino non è in grado di sopportare.... fate conto una chemio per 12 mesi ogni settimana..).

PS.. contro le infezioni virali esiste solo un'arma IL VACCINO e gli antivirali non eradicano nessuna infezione.. mentre per le infezioni batteriche esistono i vaccini ed eventualmente dopo il contagio gli antibiotici.


Comunque è curioso il fatto che adesso, con le infezioni ridotte di molto, qualcuno non riesca a capire che il merito è dovuto ai vaccini, non escludendo la maggiore attenzione e migliori condizioni igieniche.
Le eventuali controversie devono essere risolte in ambiente scientifico e LANCET ha messo una pietra pesantissima sopra ( Chiedete ad un medico quanta importanza hanno le riviste peer-review quotate ). Per reiniziare una discussione a suon di peer-review dovranno esserci studi molto più concreti e solidi di quelli presentati in passato... e se dovesse capitare la discussione potrà durare 12 anni come quella portata avanti da LANCET.

Facile fare il bastian contrario DOPO... però dobbiamo stare attenti che le epidemie possono ripartire. Se gli Italiani adulti sono ormai vccinati, questo non si può dire per gli altri, extracomunitari compresi.

Rolly
Inviato: 29/7/2010 8:51  Aggiornato: 29/7/2010 8:51
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/10/2005
Da: Valle d'Aosta
Inviati: 104
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Citazione:
Hai dimenticato una cosa importante, nell'adulto il contagio con il virus HBV non da inizio ad un'infezione cronica nel 90-95% dei casi mentre in un bambino o neonato il contagio da inizio ad UN'INFEZIONE CRONICA nel 95-100% dei casi

Non è preciso. Il rischio di sviluppare un'infezione cronica è inversamente proporzionale all'età al momento del contagio: è pari all' 85-90% per i neonati infetti e scende rapidamente al 6-10% nei bambini più grandi e negli adulti.

La possibilità di contagio neonatale è legata pressocché esclusivamente alla trasmissione materno-neonatale (i neonati le cui madri risultano positive per l'antigene e dell'HBV (HBeAg) hanno il 70-90% di probabilità di infettarsi nel periodo perinatale).

In questi casi comunque il solo vaccino non basta: se somministrato da solo, ha un'efficacia del 70-85%, mentre il vaccino associato ad una singola dose di immunoglobuline specifiche somministrata entro 12 ore dalla nascita è in grado di prevenire l'infezione cronica da HBV nel 85-90% dei casi.

Citazione:
Penso sia chiaro a quale età fare il vaccino.

La questione non è l'età alla quale vaccinare, ma le condizioni di rischio (HBsAg materno positivo). Escluse le condizioni di rischio già note alla nascita, le probabilità che un neonato venga infettato da HBV sono estremamente basse. Il rischio di cronicizzazione come detto prima scende rapidamente nei primi anni di vita, purché le condizioni igieniche siano buone.

Se il sig. Ratzinger mi scomunicasse sarebbe per me motivo di orgoglio.
mangog
Inviato: 29/7/2010 8:58  Aggiornato: 29/7/2010 9:26
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Citazione:

Autore: Rolly Inviato: 29/7/2010 8:51:01

Citazione:
Penso sia chiaro a quale età fare il vaccino.

La questione non è l'età alla quale vaccinare, ma le condizioni di rischio (HBsAg materno positivo). Escluse le condizioni di rischio già note alla nascita, le probabilità che un neonato venga infettato da HBV sono estremamente basse. Il rischio di cronicizzazione come detto prima scende rapidamente nei primi anni di vita, purché le condizioni igieniche siano buone.



Posso anche concordare con quanto tu affermi, ma in un paese come la Cina i cinesi arriveranno a queste conclusioni tra 30 anni. Nel frattempo che devono fare?..
Tu praticamente lasci al buon senso dei famigliari la scelta della vaccinazione per tanti motivi che non andiamo a sindacare. Facciamo il caso che la tua bambina di 3 anni vada all'asilo e ci sia un bambino con HBV cronica... giocando graffiandosi ed altro ci sono dei seri rischi di contagio. Tu come ti comporteresti?..

Anche mia figlia è stata vaccinata, non in tenera età. Oltre a me mia moglie e tutti i parenti. Ho visto morire il suocero di cirrosi causata da epatite B nel 1993.

digitalkey
Inviato: 29/7/2010 9:33  Aggiornato: 29/7/2010 9:39
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/3/2008
Da: Ferrara
Inviati: 44
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Facciamo il caso che hai 3 figli e il primo di 2 anni dopo un richiamo da vaccino muoia, poi muore per lo stesso motivo anche il 2° gemellino, come ti comporti col terzo ?

ecco vallo a chiedere a Giorgio Tremante che a causa del vaccino antipolio ha perso 2 figli e il terzo è tenuto in vita da un respiratore.

Facciamo il caso che tu abbia 2 figli e 1 uscendo di casa viene travolto da un auto e ucciso, come ti comporti col secondo ? lo chiudi in casa ? lo metti in una stanza iperbarica asettica ?

TU mangog continui a non leggere, a non rispondere, ad andare fuori tema del thread

per favore apriti un forum tutto tuo, dove scrivi solo tu e cosi forse riesci anche a risponderti

mangog
Inviato: 29/7/2010 10:23  Aggiornato: 29/7/2010 10:23
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Citazione:

Autore: digitalkey Inviato: 29/7/2010 9:33:08

TU mangog continui a non leggere, a non rispondere, ad andare fuori tema del thread

per favore apriti un forum tutto tuo, dove scrivi solo tu e cosi forse riesci anche a risponderti



Scusa ma dare retta ad uno come te è una perdita di tempo.
Non sai formulare chiaramente una domanda e non sai capire quello che leggi( cosa ancora più grave del non saper leggere )

digitalkey
Inviato: 29/7/2010 10:37  Aggiornato: 29/7/2010 10:37
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/3/2008
Da: Ferrara
Inviati: 44
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
sei patetico e ormai fai solo ridere
non sai più dove aggrapparti se non con le offese

audisio
Inviato: 29/7/2010 11:43  Aggiornato: 29/7/2010 11:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
X Nerone:
so perfettamente che la morte è morte e nulla consola al riguardo,
ma tua madre è vissuta 30 anni dopo l'infezione.
E per 20 anni senza sintomi.
E guarda caso, perchè non si è praticamente curata vista l'età non
più giovane.
Vorrei che fosse chiaro che noi tutti cominciamo a morire appena nati.
Sono convinto che se avesse preso l'interferone non sarebbe campata
così tanto.
Voglio chiederti una cosa:
tua madre ha fatto i vaccini antinfluenzali?
Se sì, prima o dopo aver scoperto l'epatopatia?

audisio
Inviato: 29/7/2010 11:45  Aggiornato: 29/7/2010 11:45
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Citazione da Rolly
Personalmente ritengo che la medicina stia rendendo la razza umana più debole.
------------------------------------------------------
A questo punto non ti seguo più.
Me sò perso...

audisio
Inviato: 29/7/2010 11:50  Aggiornato: 29/7/2010 11:50
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
X Al2012:
forse non ho chiarito bene la mia posizione.
Non sono un fondamentalista, nè in questa materia nè in nessun'altra.
Se ho una febbre a 40° che non passa, non sono idiota, sono
perfettamente consapevole che posso avere una polmonite in corso.
E a quel punto anch'io come tutti mi sparo gli antibiotici.
Per una ragione molto semplice, che quella febbre che non passa
(tre-quattro giorni è il limite) è un chiaro indicatore del fatto che il mio
sistema immunitario non ce la fa.
Le cause io le conosco bene ma quello che conta in quel momento è
sopravvivere.
Sarebbe stupido difendere il bidone di benzina quando l'esercito se
n'è scappato.
La chiamerei ritirata strategica...

audisio
Inviato: 29/7/2010 12:02  Aggiornato: 29/7/2010 12:03
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Sapete che gli Amish non hanno casi di autismo nella loro
popolazione?
Indovinate perchè...


P.S.: l'autismo sta dilagando in maniera impressionante.
Le ultime statistiche USA parlano di un bambino su 110!

audisio
Inviato: 29/7/2010 12:17  Aggiornato: 29/7/2010 12:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Ovviamente gli Amish non vaccinano i propri bambini.
Un reporter del Washington Times ha fatto un'inchiesta e ha
trovato che dei 200 casi attesi, nella comunità Amish ce n'erano
stati solo 3.
E ha poi scoperto che di quei 3 casi, due erano stati vaccinati in
violazione delle regole della comunità.
Il terzo caso non si sa se sia stato vaccinato o meno ma mi ci giocherei
i cabbasisi...
Per spiegare la stupidità della vaccinazione, prendiamo per buono ciò
che dice Mangog, ossia che in Cina ci sono 120 milioni di entrati in
contatto con l'HBV.
Le statistiche parlano del 98% di immunizzazioni spontanee.
Dunque, solo il 2% ossia 2,4 milioni cronicizza.
Di questi, solo una parte sviluppa cirrosi, diciamo il solito 20%.
Quindi, 480.000 persone in Cina.
E parliamo di conteggio a regime, non di generazioni.
Ma il vaccino provoca altresì l'1% di autismo.
Se facciamo la proiezione a regime con l'attuale popolazione della Cina,
stiamo parlando di 12 milioni di bimbi autistici!!!
Da subito, dall'inizio della loro vita e per tutta la loro vita!
E questo per evitare che 480.000 persone muoiano di cirrosi dopo
30 anni, se nel frattempo non muoiono per altre cause?
Ma per cortesia...
E questo solo per l'autismo...

audisio
Inviato: 29/7/2010 12:21  Aggiornato: 29/7/2010 12:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Altri dati:
negli USA 15 anni fa la percentuale di autismo era di un caso
ogni mille nati.
Negli ultimi 10 anni, la media è stata di 1 su 250.
Nel 2010 siamo a 1 su 110 e in alcuni Stati addirittura
1 SU 80!!!
Questo, guarda caso, in concomitanza con una esplosione di
vaccinazioni sui bambini...
http://www.mednat.org/vaccini/autismo%20276.htm

mangog
Inviato: 29/7/2010 12:26  Aggiornato: 29/7/2010 12:28
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Citazione:

re: audisio Inviato: 29/7/2010 12:17:01

Ovviamente gli Amish non vaccinano i propri bambini.
Un reporter del Washington Times ha fatto un'inchiesta e ha
trovato che dei 200 casi attesi, nella comunità Amish ce n'erano
stati solo 3.
E ha poi scoperto che di quei 3 casi, due erano stati vaccinati in
violazione delle regole della comunità.
Il terzo caso non si sa se sia stato vaccinato o meno ma mi ci giocherei
i cabbasisi...
Per spiegare la stupidità della vaccinazione, prendiamo per buono ciò
che dice Mangog, ossia che in Cina ci sono 120 milioni di entrati in
contatto con l'HBV.
Le statistiche parlano del 98% di immunizzazioni spontanee.
Dunque, solo il 2% ossia 2,4 milioni cronicizza.
Di questi, solo una parte sviluppa cirrosi, diciamo il solito 20%.
Quindi, 480.000 persone in Cina.
E parliamo di conteggio a regime, non di generazioni.
Ma il vaccino provoca altresì l'1% di autismo.
Se facciamo la proiezione a regime con l'attuale popolazione della Cina,
stiamo parlando di 12 milioni di bimbi autistici!!!
Da subito, dall'inizio della loro vita e per tutta la loro vita!
E questo per evitare che 480.000 persone muoiano di cirrosi dopo
30 anni, se nel frattempo non muoiono per altre cause?
Ma per cortesia...
E questo solo per l'autismo...


Sbagli sempre. In Cina ci sono 120.000.000 di persone che hanno HBV cronica ( i contagi sono stati molti di più .... praticamente buona parte dei Cinesi è stata contagiata dal virus HBV.... prima o dopo... )... non guariscono più e tra 20-30 anni avranno la cirrosi o il cancro a decine di milioni.

Nel mondo sono state contagiate da HBV 2.000.000.000 di persone e circa 400.000.000 hanno l'infezione cronica ATTIVA .( ricordiamoci che da bambini la percentuale di cronicizzazione è molto elevata.. solo da adulti diventa cronica nel 5% dei casi )

audisio
Inviato: 29/7/2010 12:41  Aggiornato: 29/7/2010 12:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Innanzitutto, le tue care statistiche parlano di 20 milioni e non 120.
Ti sei sbagliato di 100 milioni, cosa vuoi che sia.
Poi, questi comunicati diffusi in uno dei simposi internazionali a matrice
OMS (te li raccomando) parlano di portatori cronici.
Che non vuole dire nulla.
Il portatore è colui che ha il virus, per essere definito cronico devi avere
dei parametri clinici del fegato negativi, ad esempio un certo grado di
fibrosi.
E poichè la maggior parte sono bambini è difficile credere che abbiano
così velocemente sviluppato fibrosi che è un processo lungo.
Insomma, è la solita cazzta per vaccinare i bambini cinesi che
costituiscono un mercato molto appetibile.
Sono miliardi di dollari in ballo!!!
Anche perchè non si capisce come mai il tasso di cronicità dovrebbe
essere più alto nei cinesi.
Dice, perchè nei bambini è più alto e lì si infettano soprattutto i bambini.
Ma le condizioni di vita nell'Italia del dopoguerra erano le stesse della
Cina.
Tanto è vero che sono proprio gli anziani in Italia ad essere entrati nella
loro vita in contatto col virus e ovviamente in età infantile.
E non mi risulta che ci siano state queste epidemie, altrimenti la nostra
popolazione sarebbe dimezzata.
Ancora credete alle stronzate dell'OMS?

soulsaver
Inviato: 29/7/2010 12:44  Aggiornato: 29/7/2010 12:45
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/11/2005
Da: Roma
Inviati: 613
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Citazione:
mangog: Le eventuali controversie devono essere risolte in ambiente scientifico e LANCET ha messo una pietra pesantissima sopra ( Chiedete ad un medico quanta importanza hanno le riviste peer-review quotate ).


Hai letto l'intervento di Gava riguardo la famosa pietra pesantissima sopra postato da Manuel alle 17:02?
Continui a fare riferimento a questo articolo di Lancet come un argomento pesante per le tue affermazioni, quando sembra la realtà sia sensibilmente differente. La questione sembra molto più politica che medica.

Free from the need to be free "Mommy what's a Funkadelic, George Clinton 1970"
audisio
Inviato: 29/7/2010 12:46  Aggiornato: 29/7/2010 12:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
L'OMS dice anche che per essere considerato malato di AIDS in
Africa, basta avere 3 sintomi di cui due sono febbre e dimagrimento.
Anche se non si trova l'HIV nel sangue.
Considerato poi che il test antiHIV tende a realizzare più falsi positivi che
falsi negativi.
Basta essere incinte per risultare positivi.
Anche la malaria rende positivo il test.
Insomma, una buffonata a targa OMS che invece dovremmo considerare
attendibile riguardo la presunta epidemia di epatite B in Cina.

P.S.: le stesse regole dell'Africa non valgono in Europa.
Sarà perchè così si fanno fuori un bel pò di africani a suon di AZT
generosamente concesso gratis da ONG al di sopra di ogni sospetto?

audisio
Inviato: 29/7/2010 12:52  Aggiornato: 29/7/2010 12:52
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Sapete come nascono le malattie?
Sapete cosa significano quei valori estremi che trovate sui risultati
delle analisi?
Bene, quei valori indicano che, mediamente, il 5% della popolazione
presenta valori al di sopra o al di sotto di quegli standard.
Questo non dovrebbe automaticamente definire che sei malato se superi
quegli estremi, altrimenti è come definire a priori che il 5% della
popolazione è malato di quella malattia.
E' una tautologia, ma funziona esattamente così.
Se la tua pressione supera i 150 vai con le pasticche.
Anche se magari è sempre stata di 150 ma tu non lo sapevi perchè non
la misuravi.
E a prescindere dal fatto che tu abbia 20,30,40 o 60 anni.
Il tuo colesterolo supera quel limite (limite simile a quello dell'atrazina
nell'acqua, modificabile di giorno in giorno secondo le esigenze)?
Vai con le pasticche.
E così via.
Una gran presa per il culo...

audisio
Inviato: 29/7/2010 12:58  Aggiornato: 29/7/2010 13:02
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
In realtà, potresti parlare di malattia solo in casi molto anomali,
valori 5,10 o 20 volte superiori a quegli estremi.
Per il resto, dovrebbe essere solo un campanello d'allarme e attivare
altri esami.
Ma non funziona così.
Il medico parte con la pasticca ma non perchè è stupido.
Perchè ci guadagna...
A mia madre hanno prescritto le pasticche per la pressione.
Ma lei qualche volta ha 150, anche 160, a volte 120, addirittura 110.
Se avessi seguito le prescrizioni mediche, da quel dì che se ne sarebbe
andata.
Infatti, una volta ebbe un collasso con il famoso Cordura.
Il medico cadde dalle nuvole.
"Ma non ha mai dato problemi questo farmaco!!!"
E vorrà dire che mia madre è un'aliena (si spiegherebbero anche tante
mie attitudini )...
Da quel momento, solo mezza pasticchina la mattina di Enapril, molto
più leggero.

P.S.: ma quanti anziani, magari soli, seguono le prescrizioni e crepano?
Tanto dopo si dirà: "Bè, aveva la pressione alta" quando magari il
tizio è morto per l'esatto opposto.

mangog
Inviato: 29/7/2010 14:09  Aggiornato: 29/7/2010 14:27
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Citazione:



Autore: audisio Inviato: 29/7/2010 12:41:48

Innanzitutto, le tue care statistiche parlano di 20 milioni e non 120.
Ti sei sbagliato di 100 milioni, cosa vuoi che sia.
Poi, questi comunicati diffusi in uno dei simposi internazionali


Audisio la finisci di comportarti come un ragazzino, visto che a differenza di altri anagraficamente non lo sei ? Se devi guardare un link che almeno abbia una parvenza seria.
La Cina ha un'alta incidenza dell'epatite B e i portatori cronici sono 120.000.0000 CENTOVENTIMILIONI.

http://www.who.int/csr/disease/hepatitis/whocdscsrlyo20022/en/index4.html

Citazione:


E poichè la maggior parte sono bambini è difficile credere che abbiano
così velocemente sviluppato fibrosi che è un processo lungo.
Insomma, è la solita cazzta per vaccinare i bambini cinesi che
costituiscono un mercato molto appetibile.



Sei senza speranza... l'epatite B non ha una cura.. una volta infettato lo sei per sempre, e con il passare degli anni e dei decenni il tuo fegato va incontro alla cirrosi con percentuali sempre più alte. Concorderai con me che prendere l'infezione HBV a 10 o 5 anni o prenderla a 50 è un filino diverso, partendo dal fatto comprovato scientificamente che dopo 20-30 anni aumentano in maniera esponenziale le chance di andare in cirrosi, per non dire del cancro ? L'epatite B cronica è quasi semrpe rognosa fin dall'inizio a prescindere dalla cirrosi.. STAI MALE E' UNA MALATTIA DEBILITANTE.
Un conto è andare in cirrosi a 80 anni un conto è andare in cirrosi a 40
anni...



Citazione:

Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Citazione:
mangog: Le eventuali controversie devono essere risolte in ambiente scientifico e LANCET ha messo una pietra pesantissima sopra ( Chiedete ad un medico quanta importanza hanno le riviste peer-review quotate ).


Hai letto l'intervento di Gava riguardo la famosa pietra pesantissima sopra postato da Manuel alle 17:02?
Continui a fare riferimento a questo articolo di Lancet come un argomento pesante per le tue affermazioni, quando sembra la realtà sia sensibilmente differente. La questione sembra molto più politica che medica.



Gava non deve convincere me o te, che non siamo esperti virologi.. deve affrontare la questione con persone competenti, l'atteggiamento sospettoso serve a niente se non ho le conoscenze per giudicare. Convincere i ragazzini basta il primo cialtrone che passa o che abbia voglia di scrivere un libro invece di affrontare la questione con studi peer-review. Gava è convinto del suo lavoro.. che mandi uno studio ad un'altra rivista peer-review nel campo della virologia...ed inizi un confronto con pari ... non con ragazzini da forum ed internet.
Se lo stato obbliga alle cure obbligatorie ( pena l'arresto) ai tubercolosi qualche fondatezza può avere l'obbligatorietà dei vaccini.

audisio
Inviato: 29/7/2010 14:20  Aggiornato: 29/7/2010 14:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Il tuo link non riporta alcuna cifra sulla Cina, solo un ventaglio di
percentuali riferite ad un complesso di paesi.
Mentre io ho riportato le cifre ufficiali fornite dal Congresso dell'APASL:
http://www.salutedomani.com/il_weblog_di_antonio/2010/03/epatite-
b-impegno-fondazione-bms-in-cina-congresso-apasl-pechino-entecavir.html
Ma devo essere io a riportare correttamente dati che personalmente
ritengo fuorvianti?
Ma fai bene il tuo mestiere perlomeno, mangog...
Quanto alla cronicità, alle future cirrosi ma fra 10, massimo 20 anni non
ci saranno le staminali?
Altra ragione per cui è inutile, anzi dannoso vaccinarsi.
Scambiare un'ipotetica malattia domani, tra l'altro con le conoscenze
future con una fortemente probabile oggi, mi pare una strunzata...

audisio
Inviato: 29/7/2010 14:27  Aggiornato: 29/7/2010 15:10
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
A questo link un aticolo del grande scienziato Peter Duisberg
sulla truufa dell'epatite C:
http://www.communicationagents.com/ivaningrilli/2003/10/23/epatite_c
_speculazioni_e_abusi_in_campo_sanitario.htm

mangog
Inviato: 29/7/2010 14:30  Aggiornato: 29/7/2010 14:30
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Citazione:

Autore: audisio Inviato: 29/7/2010 14:27:31

A questo link un aticolo del grande scienziato Peter Duisburg
sulla truufa dell'epatite C:
http://www.communicationagents.com/ivaningrilli/2003/10/23/epatite_c
_speculazioni_e_abusi_in_campo_sanitario.htm



Sei fuori come un balcone.. MA SE HA TUA MADRE HA L'EPATITE C.. E' HA DEI PROBLEMI.. NON TI BASTA? ed è molto diffusa.. fai un sondaggio su luogocomune.. vedrai quante persone sono coinvolte.. loro o i loro parenti.

digitalkey
Inviato: 29/7/2010 14:52  Aggiornato: 29/7/2010 15:53
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/3/2008
Da: Ferrara
Inviati: 44
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
visto che non leggi
guarda questo Mangog
e vergognati te e i tuoi amici vaccinatori
spero tanto che inventino un vaccino contro l'arroganza così puoi proporti come volontario

Giorgio Tremante



Rolly
Inviato: 29/7/2010 15:10  Aggiornato: 29/7/2010 15:10
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/10/2005
Da: Valle d'Aosta
Inviati: 104
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Citazione:
Citazione da Rolly
Personalmente ritengo che la medicina stia rendendo la razza umana più debole.
------------------------------------------------------
A questo punto non ti seguo più.
Me sò perso...


Ognuno di noi ha delle idee complesse; personalmente ritengo che non stiamo rendendo un favore all'umanità a salvare tutti quei "catorci" che che solo un secolo fa erano destinati a morire neonati o in tenera età.

Ma pensi che un medico anche se pensa che stiamo andando contro la legge della selezione naturale possa esimersi dal cercare di salvar la pelle ad un bambino?

E mettiti dall'altra parte... Fai conto di esser tu il papà di un bambino di 4 anni che è pieno di problemi e che può sopravvivere grazie alla medicina... Pensi che accetteresti di lasciarlo morire?

La maggior parte dei genitori di bambini terminali non riesce neanche a pensare di permettere di abbreviare la terribile agonia senza speranza di proprio figlio... Figurati un po' lasciar morire chi potrebbe aver una flebile speranza.

Il pensare che stiamo rendendo la razza umana più debole nel mio caso si scontra con il dilemma etico di salvaguardare la vita.

Se il sig. Ratzinger mi scomunicasse sarebbe per me motivo di orgoglio.
soulsaver
Inviato: 29/7/2010 15:16  Aggiornato: 29/7/2010 15:16
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/11/2005
Da: Roma
Inviati: 613
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Citazione:
Mangog: Convincere i ragazzini basta il primo cialtrone che passa o che abbia voglia di scrivere un libro invece di affrontare la questione con studi peer-review. Gava è convinto del suo lavoro.. che mandi uno studio ad un'altra rivista peer-review nel campo della virologia...ed inizi un confronto con pari ... non con ragazzini da forum ed internet.


Infatti qui non c'è Gava che tenta di convincere me ed altri ragazzini (magari un tempo) di cosa sia giusto o sbagliato... C'è un confronto qualche volta proficuo di persone più o meno preparate che vorrebbero dare spunti per informare...

Da quello che ho capito il buon Gava ha messo il proprio nome e la sua faccia su un libro che a detta di MusicBand conta di 135.000 fonti mediche che insomma non mi sembra cosa da poco.

non l'ho ancora letto ma visto l'arrivo di un nipotino tra un paio di mesi ho intenzione di farlo al più presto, diciamo entro la fine di novembre...

Free from the need to be free "Mommy what's a Funkadelic, George Clinton 1970"
audisio
Inviato: 29/7/2010 15:21  Aggiornato: 29/7/2010 15:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Mangog, non mi basta no.
Mia madre ha un RNA quantitativo considerevole (tra l'altro!) di un
virus denominato HBV di ceppo definito malevolo.
Punto.
Non ho altre informazioni in merito.
Mia madre non ha sintomi tranne inappetenza.
Non ha febbre, non ha vomito o diarrea, non ha prurito.
Nonostante l'inappetenza la perdita di peso è modesta (dovuta più
alla drastica riduzione dell'uso di sale).
Ora, uno scienziato con le palle mi dice che come per l'HIV anche
l'HBV non è la causa bensì l'effetto della malattia quando c'è (e per mia
madre non ci sono sintomi) e che la speranza di vita dei sintomatici e
degli asintomatici è la stessa.
Alla luce dei dati e delle incongruenze svelate da Duisberg, sembra di
poter dire che i fegati si ammalano per altre questioni (forse le
montagne di schifezze che ingurgitiamo) e che i virologi danno la colpa
ai virus esclusivamente per ragioni di bottega...


P.S.: ho detto che il virus di mia madre ha un RNA elevato.
Significa che si replica a rotta di collo, se fosse così nocivo per le
cellule epatiche avrebbe già dovuto uccidere una persona tra l'altro
anziana e quindi con capacità rigenerativa del fegato ridotta...

digitalkey
Inviato: 29/7/2010 15:29  Aggiornato: 29/7/2010 15:29
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/3/2008
Da: Ferrara
Inviati: 44
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
la mia esperienza di padre di un bimbo di 21 mesi non vaccinato dice che:
non ha mai preso nemmeno un raffreddore, ne ha avuto diarrea, febbre, eruzioni cutanee, pur frequentando ogni tipo di ambiente, dal super affollato centro commerciale in pieno inverno, luoghi chiusi pieni di bambini che giocano, pur mettendosi le mani in bocca non pulite, pur avendo un cane in casa che gioca con lui, pur avendo assaggiato l'acqua del mare adriatico, frequentando piscine pubbliche, mangiando qualsiasi tipo di alimento

per contro i suoi coetanei vaccinati, sono costantemente alle prese con febbri, riniti, diarrea, tosse, asma, ecc ecc

ne deduco che: o mio figlio è un superman oppure semplicemente è sano perchè il suo sistema immunitario non è stato distrutto dai vaccini

e tenete presente che non ha nemmeno preso il latte materno

audisio
Inviato: 29/7/2010 15:37  Aggiornato: 29/7/2010 15:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
C'è poi un problema epistemologico.
L'ipotizzare che esistano portatori sani di un virus patogeno, ossia
persone che pur avendo un virus che determina una malattia non
se ne ammalano, elimina a priori la possibilità di fare scienza in
quest'ambito.
Infatti, una volta ammesso questo grimaldello della logica, io potrei
prendere un segmento della popolazione positivo ad un certo virus,
indagare sulla patologia più diffusa in questo segmento e additare
il virus come responsabile di quella patologia.
La parte di individui aventi il virus ma non la patologia sarebbero
automaticamente portatori sani.
E questo, ovviamente, per interessi economici.
Il problema è che la gente non conosce la statistica.
Associazione non significa correlazione e correlazione non equivale a
dipendenza...

ggca
Inviato: 29/7/2010 15:41  Aggiornato: 29/7/2010 15:41
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/7/2010
Da:
Inviati: 78
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
@soulsaver
cit

Da quello che ho capito il buon Gava ha messo il proprio nome e la sua faccia su un libro

se il buongiorno si vede dal mattino... auguri

"Circa l’efficacia del vaccino antipneumococcico nella prevenzione della sepsi pneumococcica, i dati ministeriali parlano di una protezione che va dal 30% al 47% ed è proprio per tutto questo insieme di motivi che il nostro Ministero della Salute raccomanda questa vaccinazione solo nei soggetti considerati ad alto rischio di avere malattie gravi da Pneumococco e non certo in tutti i bambini come ha scritto nel suo articolo il giornalista.

Dr. Roberto Gava, 1. Nov. 2007
Da una sua lettera al giornale Alto Adige in risposta alla notizia della morte di una bambina di cinque mesi per sepsi da pneumococco.


Ecco il documento che si trova nel sito del Ministero della Salute:

http://www.ministerosalute.it/imgs/C_17_normativa_526_ulterioriallegati_ulterioreallegato_0_alleg.pdf
Alla voce "vaccino anti-pneumococcico per gli anziani e per gli adulti a rischio" si trova la percentuale di efficacia contro infezione invasiva dal 30 al 47%."

Il vaccino in questione non è però quello usato per i bambini di meno di 2 anni ma il vaccino "polisaccaridico". Per i bambini di meno di 2 anni c'è un'altro tipo di vaccino quello "coniugato" che è altamente efficace contro infezione invasiva (va. il 93 - 97% contro i sierotipi contenuti nel vaccino) e non - come scrive Gava - del 30-47%. Inoltre nel documento del Ministero della Salute viene spiegato che l'efficacia del vaccino polisaccaridico scende con l'età a causa del progressivo indebolimento del sistema immunitario.

Quindi Gava parla non solo di un gruppo di persone che è lontano dai bambini di meno di 2 anni (anziani e adulti a rischio) ma anche di un vaccino completamente diverso (quello polisaccaridico) che non si usa nei bambini di meno di due anni perché non è efficace a quell'età. Per i bambini piccoli è stato sviluppato un vaccino adatto per le particolarietà del loro sistema immunitario, quello coniugato. Proprio perché il loro sistema immunitario non funziona ancora bene contro batteri come il pneumococco, il meningococco e il Haemophilus influenzae (HIB), nei primi due anni di vita sono particolarmente a rischio per complicazioni come la meningite e la sepsi

audisio
Inviato: 29/7/2010 15:50  Aggiornato: 29/7/2010 15:50
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Cosa si utilizza nel vaccino polisaccaridico?
Fenolo, un derivato del benzene.
Altamente tossico (e il benzene è anche notoriamente cancerogeno), si
usava nel campo di concentramento di Birkenau.
Certo, certo, le dosi sono diverse.
Diverso è anche un bimbo di 2 anni...
Fatto sta che nei prospetti informativi non citano mai le morti.
Nei bugiardini dei farmaci, per parare il culo alle aziende dalle cause per
risarcimenti, ti citano anche gli effetti collaterali con 1 caso su un
milione...
Sui vaccini no, tanto sono obbligatori e la colpa caso mai se la prende lo
Stato con i soldi pubblici...

ggca
Inviato: 29/7/2010 16:15  Aggiornato: 29/7/2010 16:15
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/7/2010
Da:
Inviati: 78
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
@audisio

cit
Cosa si utilizza nel vaccino polisaccaridico?
Fenolo, un derivato del benzene.

in inglese questo modo di rispondere viene definito "arabesco laterale"

io ti dimostro, quanto meno, la faciloneria di un guru antivaccino e tu non trovi di meglio che replicare con l'olocausto...

superanima
Inviato: 29/7/2010 17:24  Aggiornato: 29/7/2010 17:24
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/8/2007
Da:
Inviati: 300
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Citazione:
Ecco la generazione di internet ( che non legge tutti i post


mi sa che se te a non leggere i post, vedi sotto

Citazione:
perchè altrimenti non avrebbe indicato che l'esperienza dei miei genitori ecc ecc.. quando ho scritto che negli anni 50 la paura giustificatissima della polio era condivisa da tutti NON SOLO DA ME ed i miei genitori li ho tirati in ballo solo come testimonianza di quello che capitava negli anni 40 e 30... ),


e questa circostanza, secondo te, è la prova del fatto che il picco della malattia, ti riporto sotto la tua frase esatta:

Citazione:
Mi sa che il sbruffoncello sei tu prima di accusarmi d'esserlo...... di che cazzo vuoi che mi informi se la polio ha colpito la mia scuola delle elementari ? ..... e non è un vero un cazzo che il picco è avvenuto dopo l'introduzione del vaccino perchè anche i miei genitori riportavano le stesse esperienze. La tua disinformazione ha le gambe corte caro mio, probabilmente pensi che gli internauti siano solo e sempre i ragazzini della terza liceo ( non che siano dei somari ma per motivi anagrafici non possono testimoniare direttamente su qualcosa che risale agli anni 50 o 60 )


Cioè i dati statistici raccolti dalle strutture sanitarie in quel periodo sono meno affidabili dei ricordi dei tuoi genitori.
MA CI SEI O CI FAI!

Certo, mi dispiace che tu abbia dovuto affrontare delle situazioni di quel tipo nella tua infanzia, ovvero il timore strisciante di contrarre una malattia potenzialmente devastante, lo strazio di vedere i tuoi compagni di squola colpiti etc. etc., ma questo non ti fa guadagnare nessun titolo di merito sull'argomento. PUNTO E BASTA. Mi sembra chiaro come l'acqua, se poi tu non vuoi capire sono fatti tuoi.



Citazione:
Nessuno nega che un caso su centomila possa avere conseguenze ma si sceglie il male minore.
Il fatto che in Europa non ci siano casi di polio non mi da nessuna garanzia sulla sagggezza di un'eventuale rifiuto alla vaccinazione perchè il primo Indiano che arriva, che sta incubando la malattia, può innescare una bella epidemia.

Freeanimal
Inviato: 29/7/2010 21:00  Aggiornato: 29/7/2010 21:00
Mi sento vacillare
Iscritto: 17/5/2009
Da: Codroipo (UD)
Inviati: 705
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Vi sarei grato se poteste fare qualche ipotesi su questa notizia. Temo che sia collegata alle vaccinazioni e che si stia raccogliendo (tempesta) ciò che per decenni abbiamo seminato (vento).
O, come al solito, non c'è alcuna prova e, come al solito, verrà messo tutto a tacere?


http://www.ilgazzettino.it/articolo.php?id=112768&sez=NORDEST

digitalkey
Inviato: 29/7/2010 22:14  Aggiornato: 29/7/2010 22:19
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/3/2008
Da: Ferrara
Inviati: 44
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Il CIRCOLO VIZIOSO o CERCHIO DELLA MORTE

nasci e ti vaccinano e inizi subito a indebolirti
essendo più debole sei più soggetto a contrarre virus
cosi' ti vaccini ancora
e diventi sempre più debole
arriva l'influenza che facilmente contrai
allora l'anno dopo ti vaccini anche per quella
ma diventi ancora più debole
e ti vaccini anche per la meningite
e diventi ancora più debole
e ormai i virus e i batteri trovano falle in tutto il tuo sistema immunitario
alla sesta vaccinazione antinfluenzale ti chiedi perchè poi l'influenza la contrai lo stesso,
ma continui perchè il medico dice che senza vaccino saresti già morto
e ovviamente essendo un supervaccinato la tua mente non è più molto lucida per ragionare col buon senso
finchè un bel giorno di primavera, un virus ignoto trova tutte le porte spalancate che non gli par vero
e ti annienta
qualcuno alla XXX Pharma maledice quel virus ignoto che gli ha fatto perdere un cliente,
ma poi pensa che hanno già iniziato a vaccinare il figlio
e un bieco sorriso gli si stampa in volto

e si ricomincia....

NERONE
Inviato: 30/7/2010 2:59  Aggiornato: 30/7/2010 2:59
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/9/2004
Da:
Inviati: 441
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
X Audisio
penso che hai ragione ed è per questo che ho raccontato un fatto cosi' personale. Inoltre , quando le fu diagnosticato il cancrocirrosi , le furono dati sei mesi di vita. Non fece alcuna terapia anticancro e nessun altro tipo di cura e nemmeno un giorno di ospedale : visse un anno e mezzo (e tutto sommato bene).
Il vaccino antinfluenzale lo fece , perchè cardiopatica, e decisamente prima che le fosse diagnosticato il cancro.

mangog
Inviato: 30/7/2010 8:42  Aggiornato: 30/7/2010 8:58
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Citazione:

Autore: audisio Inviato: 29/7/2010 15:21:14

Mangog, non mi basta no.
Mia madre ha un RNA quantitativo considerevole (tra l'altro!) di un
virus denominato HBV di ceppo definito malevolo.
Punto.
Non ho altre informazioni in merito.
Mia madre non ha sintomi tranne inappetenza.
Non ha febbre, non ha vomito o diarrea, non ha prurito.
Nonostante l'inappetenza la perdita di peso è modesta (dovuta più
alla drastica riduzione dell'uso di sale).

P.S.: ho detto che il virus di mia madre ha un RNA elevato.
Significa che si replica a rotta di collo, se fosse così nocivo per le
cellule epatiche avrebbe già dovuto uccidere una persona tra l'altro
anziana e quindi con capacità rigenerativa del fegato ridotta...




La devi piantare di sparare cazzate... un'elevatissima viremia, causa HCV O HBV, richiede frequenti controlli ed esami del sangue, tac, biopsie, ed è un preoccupante segnale sul fatto che il fegato di tua madre ha elevate chance di andare incontro alla cirrosi, che non da sintomi o dolori nemmeno quando sei sul letto dell'ospedale e stai per morire. La cirrosi non è un'invenzione o una fantasia E' UNA MALATTIA GRAVISSIMA lenta ma inesorabile.
Lo vuoi capire ? E smettila una buona volta di fare il bastian contrario per il puro gusto della polemica, ci sono fin troppi ragazzini che prendono fischi per fiaschi.

Citazione:

io ti dimostro, quanto meno, la faciloneria di un guru antivaccino e tu non trovi di meglio che replicare con l'olocausto...


Dunque un guru antivaccino pensa che la sua faciloneria possa essere presa sul serio ? Per carità avrà avuto le sue ragioni ma basta così poco per innescare la curiosità che RESTA CIRCOSCRITTA ALLE PAGINE DEL LIBRO ? O meglio se questo libro ha stimolato la curiosità si dovrebbe proseguire in maniera seria e compente passando dalla lettura di un semplice libro ALLE CENTINAIA DI RICERCHE PEER-REVIEW... troppo faticoso vero ? .. Già uno come Audisio comincia a credere che la cirrosi dovuta all'HCV è un' invezione del sistema che vuole combattere.

La gente anti vaccino è contro il vaccino o è contro al fatto che lo stato impone le vaccinazioni obbligatorie ? Non è la stessa cosa.

digitalkey
Inviato: 30/7/2010 8:59  Aggiornato: 30/7/2010 8:59
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/3/2008
Da: Ferrara
Inviati: 44
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
@ mangog

il libro di gava dovresti leggerlo tutto prima di dare giudizi ( ma è tua abitudine dare giudizi senza conoscere ) e leggerti anche i migliaia di riferimenti a pubblicazioni, studi, ricerche segnalati nel libro per ogni dato riportato.

la gente di buon senso non è anti vaccino, ( ancora non l'hai capito, ed è la TERZA volta che te lo scrivo ) è contro la vaccinazione di massa giustificata solo dal tornaconto delle aziende farmaceutiche.

mi sa che con tutti i vaccini che ti sei sparato nella tua vita inizi ad avere problemi cognitivi, come ovvia conseguenza

mangog
Inviato: 30/7/2010 9:59  Aggiornato: 30/7/2010 13:53
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Citazione:

Autore: digitalkey Inviato: 30/7/2010 8:59:26

mi sa che con tutti i vaccini che ti sei sparato nella tua vita inizi ad avere problemi cognitivi, come ovvia conseguenza




I problemi cognitivi li ha quella che ti ha sposato.


La gente di buonsenso non è contro il vaccino, e si presume che non abbia problemi a vaccinarsi, invece quella senza buonsenso è contro il vaccino e mette a repentaglio lal salute pubblica ?

Bene... allora prima di mandare i bambini all'asilo si deve richiedere il test per un'infinita di malattie infettive a tutti gli altri bambini.. sapete io sono contro il vaccino ma non vorrei mai che si prendesse una brutta malattia il mio pargolo. E siccome un bambino ( ma non il il mio che vive nel massimo dell'igene e pertanto garantisco al 100% che non potrà mai incontrare un microbo perchè sotto vigilanza armata ) si può beccare una malattia infettiva grave in ogni momento.. VOGLIO LA QUARANTENA PER TUTTI I BAMBINI degli altri ovviamente...( e per le malattie subdole come si fa ?)

digitalkey
Inviato: 30/7/2010 10:05  Aggiornato: 30/7/2010 19:02
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/3/2008
Da: Ferrara
Inviati: 44
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
mangog mi fai pena: la tua arroganza è pari solo alla tua ignoranza

citazione " invece quella senza buonsenso è contro il vaccino e mette a repentaglio lal salute pubblica "

curioso che invece siano proprio i vaccini a mettere a repentaglio la salute pubblica indebolendo sempre di più la razza umana

all'asilo i problemi li hanno i bimbi vaccinati che si ammalano continuamente, non certo quelli con il sistema immunitario integro che invece risultano sempre i più forti e nei quali le malattie vengono debellate in breve tempo

mangog
Inviato: 30/7/2010 10:07  Aggiornato: 30/7/2010 10:16
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Citazione:

Autore: digitalkey Inviato: 30/7/2010 10:05:31

mangog mi fai pena: la tua arroganza è pari solo alla tua ignoranza


Non ai livelli di quella che ti ha sposato.
Ignoranza non è un peccato mortale... e la supponenza dell'ignorante come te che fa paura.

Provocatore

digitalkey
Inviato: 30/7/2010 10:14  Aggiornato: 30/7/2010 10:14
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/3/2008
Da: Ferrara
Inviati: 44
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
arrampicati pure sugli specchi, tanto la figura di merda la stai facendo tu

audisio
Inviato: 30/7/2010 12:00  Aggiornato: 30/7/2010 12:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Nerone, sono sicuro che la colpa della degenerazione finale
sia tutta del vaccino antinfluenzale.
Il virus e il sistema immunitario di tua madre avevano raggiunto un
modus vivendi.
Il virus entra in fase di replicazione, fa un sacco di copie di sè stesso
che penetrano nelle cellule epatiche, oggettivamente danneggiandole.
Poi, quando l'organismo ospite entra in crisi, il virus smette di replicarsi a
quella velocità dando il tempo al fegato di rigenerarsi.
E' quello che ho potuto osservare dall'andamento temporale delle
analisi di mia madre.
Quando tua madre ha fatto il vaccino antinfluenzale, si è scatenata una
risposta abnorme del sistema immunitario che ha attaccato anche il virus
il quale, ovviamente, si è difeso cominciando a replicarsi in maniera
spasmodica per riparare alle proprie perdite.
E questo ha fatto precipitare tutto.
Se non avesse fatto il vaccino antinfluenzale, tua madre avrebbe
campato minimo altri 20 anni.
Mi spiace dirti ciò perchè riapre una ferita, ma sono abbastanza certo di
quello che ho scritto...

audisio
Inviato: 30/7/2010 12:07  Aggiornato: 30/7/2010 12:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Nerone, ti dico questo perchè mia madre è entrata nella fase acuta
dell'epatite (prima non sapevamo avesse il virus) dopo aver fatto il
vaccino antinfluenzale.
Quindi, delle due l'una:
o il virus era contenuto nel vaccino oppure il vaccino ha scatenato la
risposta immunitaria che ha attivato il virus.
Caro mangog, mentre tu ripeti le stronzate di medici che basano
innovazioni farmacologiche e terapeutiche su calcoli statistici quando
la quasi totalità di essi non sa fare 2+2, io ho osservato attentamente
ciò che è successo a mia madre.
E constato che le mie osservazioni sono confermate anche da altri...

Al2012
Inviato: 30/7/2010 13:04  Aggiornato: 30/7/2010 13:06
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2158
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
@ Rolly - io ho gradito che tu abbia gradito !!

Perché la gente si svegli occorre informazione, anzi occorre che la gente capisca l’importanza della informazione e VOGLIA INFORMARSI, perché non c’è altro modo per poter sviluppare un “senso critico”.
La storia ci insegna: che è cattiva norma fidarsi del “giudizio ufficiale” e la “grancassa della ufficialità” è umanamente composta con tutti i suoi difetti, che la gestione del potere sembra esaltare.

Il NON obbligo di vaccinazione è già una realtà in alcuni paesi e in Italia le regioni libere dall’obbligo sono:
Veneto, Lombardia, Piemonte, Toscana, Sardegna, Emilia Romagna (da verificare) e se ricordo bene entro 2011 anche Trentino.

In Italia sono obbligatorie per tutti i neonati le vaccinazioni contro difterite, tetano, poliomielite, epatite virale B.
Il vaccino esavalente, quello che ti passa il convento, fornisce protezione contro la difterite, tetano, poliomielite, l'epatite B, - consigliate, ma obbligatorie - pertosse ( acellulare ) e le infezioni da Haemophilus influenzae di tipo b (Hib) (se sono SETTE ne manca una ..)

L’apice della “follia” è che questa mistura è obbligatoria per tutti i neonati a partire dal secondo mese di vita e come dose di richiamo.

A partire dal secondo mese di vita !!!! … Benvenuto nel mondo dell’homo sapient sapient

Che dire … di sapienza non ne vedo né razionalità né buon senso , vedo solo follia .
Il sistema immunitario del bambino è in pieno e frenetico sviluppo , … ha già tante lezioni da imparare, ma l’organismo sa come apprendere e stabilizzare l’equilibrio naturale, fatta ovviamente eccezione per eventi straordinari è beccarsi una “esavalente” è sicuramente un evento Straordinario che può compromettere in modo cronico l’equilibrio di un sistema immunitario che si sta sviluppando …

°°°

@ Audisio

So che non sei un fondamentalista, so anche che abbiamo molti punti di vista in comune e condivido il tuo interesse sulla fisica quantistica e il concetto di medicina solistica.

A tale proposito vorrei lanciare un video sulla medicina omeopatica, lo so sono fuori tema, ma può aiutare e stimolare la curiosità e capire che esistono approcci alla malattia differenti …

A me è piaciuto e consiglio la visione a tutti:

Introduzione alla Medicina Omeopatica (11 pezzi)
PLAY LIST

“Capire … significa trasformare quello che è"
mangog
Inviato: 30/7/2010 13:59  Aggiornato: 30/7/2010 13:59
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Citazione:

Autore: audisio Inviato: 30/7/2010 12:07:14

.
Caro mangog, mentre tu ripeti le stronzate di medici che basano
innovazioni farmacologiche e terapeutiche su calcoli statistici quando
la quasi totalità di essi non sa fare 2+2, io ho osservato attentamente
ciò che è successo a mia madre.
E constato che le mie osservazioni sono confermate anche da altri...



Puoi citare le ricerche peer-review ? Sei stupefacente... vai a fare l'esame HCV-HBV-RNA a tua madre e dopo spari le boiate ?
Ma vai dallo stregone la prossima volta.. saresti più coerente.

audisio
Inviato: 30/7/2010 14:26  Aggiornato: 30/7/2010 14:32
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Mangog, ti ho già detto che non sono un fondamentalista nè
aderisco ad una religione New Age.
Quindi, la mia posizione sulla medicina ufficiale è maturata in seguito
alle mie esperienze con essa.
Dal fatto che la medicina ufficiale mi è sempre servita solamente per
curare disturbi e sintomi immediati, i mal di testa col Moment, la febbre
con la Tachipirna e via dicendo, mai per guarire "veramente" da una
malattia.
L'asma, nonostante 10 anni di terapia desensibilizzante, è sparita
quando avevano previsto gli stessi allegologi ossia all'età dello sviluppo,
quando il sistema immunitario si è assestato e questo spiega ancor
meglio perchè i vaccini sono devastanti specie nell'infanzia.
Lo stesso è successo per la psoriasi, quando ho smesso di massacrarmi
l'inconscio anch'essa si è fatta da parte.
Per tutti i problemi che ho avuto la soluzione è sempre stata spontanea,
quando il mio sistema immunitario si è riassestato, nessun medico mi ha
mai curato nè ha mai pensato di poterlo fare.
Anche mio padre e mia madre non hanno avuto mai alcun beneficio
da farmaci e mediconzoli vari.
Non solo, ogni medico guarda solo il suo orticello e addirittura si
incazza quando tu pretendi di raccontargli la tua storia psicologica e
clinica.
Dunque, una medicina che non cura e non guarisce che medicina è?
E' nient'altro che una religione con i suoi riti e i suoi linguaggi codificati.
Ma allora, se devo seguire una religione me la scelgo da solo.
Grazie...


P.S.: sottolineo che mentre io discuto con te pacatamente, tu continui
ad essere aggressivo e insultante solo perchè affermo cose che non ti
piacciono. E' il classico atteggiamento dei baroni della medicina, deridono
e massacrano un Di Bella e poi dopo qualche anno te li ritrovi a seguirne
le orme, magari in maniera non ufficiale e clandestina.
Esperienza personale...

Freeman
Inviato: 30/7/2010 16:33  Aggiornato: 30/7/2010 16:59
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
Scusami Freeman, ma quando ce vò ce vò. (Ho passato il tuo pezzo in home).

M.M.

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
Freeman
Inviato: 30/7/2010 17:09  Aggiornato: 30/7/2010 17:09
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
azz, Mazzuccus, non mi assumo l'onere di replicare alla bagarre che seguirà, sia chiaro ^_^

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
gato
Inviato: 30/7/2010 20:16  Aggiornato: 30/7/2010 20:16
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/1/2006
Da: camposanto + +
Inviati: 175
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
@Al2012
Anche in Emilia Romagna non sono più obbligatori i vaccini. Mio figlio ha 6 mesi e non ha fatto nessun vaccino (e non farà niente neanche in futuro). Tra l'altro c'è anche una delibera reggionale del 2009 che regolamento questo.

elena20
Inviato: 21/8/2010 14:38  Aggiornato: 21/8/2010 14:38
So tutto
Iscritto: 16/6/2007
Da:
Inviati: 6
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
pazzesco scaricato e lo guarderò sicuramente!grazie per questo documentario!

Dusty
Inviato: 24/8/2010 15:00  Aggiornato: 24/8/2010 15:00
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 3/10/2005
Da: Mondo
Inviati: 2248
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano
@ggca:
Citazione:
se il buongiorno si vede dal mattino... auguri
[...]
Quindi Gava parla non solo di un gruppo di persone che è lontano dai bambini di meno di 2 anni (anziani e adulti a rischio) ma anche di un vaccino completamente diverso (quello polisaccaridico) che non si usa nei bambini di meno di due anni perché non è efficace a quell'età. Per i bambini piccoli è stato sviluppato un vaccino adatto per le particolarietà del loro sistema immunitario, quello coniugato. Proprio perché il loro sistema immunitario non funziona ancora bene contro batteri come il pneumococco, il meningococco e il Haemophilus influenzae (HIB), nei primi due anni di vita sono particolarmente a rischio per complicazioni come la meningite e la sepsi


Non essendo sufficientemente esperto dell'argomento ho provveduto a contattare il dott. Gava che è stato così gentile da preparare una risposta esauriente a questa tua critica.
Ne giro qui di seguito il suo contenuto integrale.

===
Efficacia del vaccino antipneumococcico pediatrico


Ringrazio per avere l’occasione per riprendere il discorso sull’efficacia della vaccinazione antipneumococcica pediatrica.

Anche se non sono riuscito ad entrare nel PDF che mi è stato segnalato [1] confermo il commento al mio scritto inviato al giornale Alto Adige sulla vaccinazione antipneumococcica e in particolare sulle differenze tra vaccino antipneumococcico eptavalente coniugato (usato nei bambini sotto i 2 anni di vita) e quello 23-valente polisaccaridico (usato nei bambini sopra i 2-5 anni di vita e in particolare in adulti e anziani). Queste nozioni, d’altra parte, sono note a tutti e io stesso le ho più ampiamente descritte nel mio libro sulle vaccinazioni pediatriche [2].

Il problema però è l’efficacia della vaccinazione pediatrica sotto i 2 anni di vita (quindi quella con il vaccino antipneumococcico eptavalente coniugato).

Bisogna subito ricordare che c’è una marcata differenza tra efficacia teorica di una vaccinazione (cioè quella laboratoristica che in inglese viene definita efficacy) e che corrisponde alla valutazione dell’aumento del titolo anticorpale fino al range considerato teoricamente protettivo e l’efficacia reale (in inglese definita effectiveness) che si riscontra nella pratica clinica e che corrisponde alla misurazione della reale riduzione dei casi di patologia verso cui è stato usato il vaccino.

Ebbene, la maggior parte degli studi disponibili in letteratura, che sono praticamente tutti studi condotti o finanziati dall’industria farmaceutica che ovviamente cerca di pubblicizzare solo gli aspetti positivi della vaccinazione, sono condotti valutando prevalentemente l’efficacia teorica (o efficacy), che ovviamente risulta essere elevata. Ma quello che dovrebbe interessare ad un medico o ai genitori è che il bambino non si ammali, non che abbia un elevato titolo anticorpale contro un certo germe (è ben noto che l’elevato titolo anticorpale non sempre esclude un’infezione).

Alla luce di queste considerazioni, si è visto che il vaccino antipneumococcico coniugato ha 3 importanti caratteristiche che non possiamo dimenticare:

1 - Aumenta il titolo anticorpale nel sangue di una grande maggioranza (circa il 90-95%) dei soggetti vaccinati verso i 7 tipi di pneumococco i cui antigeni sono contenuti nel vaccino (quindi questo vaccino ha una efficacy del 90-95%, che però può non dirci molto a livello pratico).

2 - Ha un effetto protettivo pratico (effectiveness) percentualmente molto inferiore verso i 7 batterici contenuti nel vaccino (ho provato a cercare il valore esatto di questa percentuale negli studi scientifici di alcuni enti governativi ufficiali come ad esempio i Centers for Disease Control and Prevention [CDC] di Atlanta, ma quasi sempre ci si limita ad affermare che il vaccino è efficace senza però indicare la percentuale di efficacia e anche il nostro Ministero della Salute, nel Piano Nazionale Vaccini del 2005 [3], non riporta l’effectiveness del vaccino coniugato, ma si limita ad affermare che i 7 sierogruppi di pneumococco contenuti nel vaccino sono responsabili del 78-89% [a seconda degli studi] delle forme invasive di infezioni pediatriche da pneumococco [4], lasciando dedurre al Lettore che il vaccino dovrebbe avere un’efficacia del 78-89%, ma invece questa è solo teoria e l’esperienza di chi fa ricerca su questo punto insegna che il passare dalla teoria alla pratica comporta un dimezzamento delle percentuali di efficacia).

3 - Il vaccino antipneumococcico coniugato ha un effetto protettivo pratico (effectiveness) percentualmente molto basso verso qualsiasi sierotipo pneumococcico (va ricordato che sono stati identificati più di 90 tipi di pneumococco). È palese che avendo gli antigeni di soli 7 sierotipi di pneumococchi, il vaccino non possa proteggere anche verso gli altri 83 sierotipi, ma è proprio questo il grande limite di questo vaccino e i genitori devono sapere che ci sono altri 83 tipi di pneumococco non coperti dal vaccino e che possono ugualmente causare malattia, anche se in genere sono percentualmente meno patogeni dei suddetti 7.
In conclusione, si ritiene che la protezione offerta da questo vaccino verso tutte le infezioni da pneumococco sia dell’ordine del 30%, ma, come abbiamo detto, secondo alcuni Autori in bambini sotto i 2 anni di vita pare che sia anche meno del 30%, per lo meno nei confronti della polmonite pneumococcica (5). Questo studio a cui mi riferisco, ad esempio, dimostra che l’efficacia di questa vaccinazione nel prevenire le infezioni polmonari pneumococciche è del 32,2% se il vaccino viene somministrato a bambini sotto l’anno di vita, del 23,4% se somministrato a bambini sotto i 2 anni di vita e solo del 9,1% in bambini sopra i 2 anni di vita.
Comunque, nonostante ciò, i ricercatori concludono dicendo che la vaccinazione antipneumococcica eptavalente coniugata è efficace nei bambini (!), anche se io penso che un’efficacia del 25-30% sia così bassa da dover essere confrontata anche con gli effetti indesiderati della vaccinazione (effetti che però, come spesso accade, vengono o tacciuti o sminuiti.

Ma c’è di più, molto di più.

Per valutare l’efficacia di un vaccino bisogna considerare molti altri aspetti e per fare questo bisogna condurre studi longitudinali che valutino gli effetti a lungo termine (anni) della vaccinazione non solo nel gruppo di soggetti vaccinati, ma anche nella popolazione. Peccato che questi studi non si facciano per vari motivi, alcuni anche intuibili, dato che chi finanzia gli studi è essenzialmente l’industria farmaceutica nell’85- 90% dei casi.

Come ho scritto nel mio libro sulle Vaccinazioni Pediatriche:
"In questi ultimi anni, con l’introduzione generalizzata della vaccinazione di massa dei bambini con il vaccino antipneumococcico coniugato eptavalente, è andato affermandosi con sempre maggiore gravità ed estensione anche il problema della modificazione dei ceppi batterici che causano la meningite."

Infatti, si sta sempre più assistendo a 2 realtà che con il tempo, secondo alcuni ricercatori israeliani [6], potrebbero diventare anche veramente gravi:

1 - il cambiamento dei batteri di solito imputati;

2 - il cambiamento dei sierotipi di Pneumococco con spostamento verso i tipi non contenuti nel vaccino, che quindi si moltiplicano prendendo il sopravvento e acquisendo una forte resistenza agli antibiotici, soprattutto alle penicilline, con inevitabili conseguenze problematiche sulla possibilità e sulla efficacia di una cura risolutiva. I ricercatori israeliani concludono il loro lavoro dicendo addirittura che 'i sierotipi di pneumococco resistenti agli antibiotici derivano dalla trasformazione capsulare dei sierotipi contenuti nel vaccino'.

Lo studio israeliano, in realtà, non fa altro che confermare un’ipotesi già annunciata nel 2000 dal National Vaccine Information Center americano (NVIC), l’agenzia di informazione critica sui vaccini che conta negli USA, tra le proprie fila, validissimi medici ed esperti. Barbara Loe Fisher, presidente del NVIC [7], ha infatti ricordato che nel 1996, alla seconda conferenza pubblica internazionale sulle vaccinazioni, la Dr.ssa Erdem Cantekin aveva già predetto quanto poi è stato dimostrato e cioè che l’utilizzo massiccio del nuovo vaccino coniugato avrebbe creato una situazione per cui sarebbe accaduto sia che i sierotipi del vaccino si sarebbero modificati diventando resistenti al vaccino (proprio perché la maggior parte dei microrganismi si adatta a sopravvivere quando una vaccinazione di massa tenta di eliminarli), sia che i ceppi di pneumococchi non contenuti nel vaccino sarebbero diventati percentualmente molto più frequenti causando a loro volta infezioni pneumococciche diverse da quelle che noi conosciamo e probabilmente più pericolose.

Allo stato attuale, pertanto, secondo le mie conoscenze e il mio parere, direi che questa vaccinazione non è consigliata perché:

- il vaccino eptavalente copre solo verso 7 degli almeno 90 sierotipi di Pneumococco e l’efficacia protettiva nei confronti di quei 7 sierotipi è scarsa (nella più ottimistica delle ipotesi si pensa che sia del 40-50%, sia negli adulti che nei bambini), anche se abbiamo già visto che secondo alcuni Autori, nei bambini sotto i 2 anni di vita, è anche inferiore al 30%;

- studi di farmacovigilanza compiuti nel Regno Unito dopo vaccinazioni di massa eseguite nel 2006 hanno dimostrato che la vaccinazione antipneumococcica eptavalente coniugata riduce inizialmente l’incidenza delle infezioni pneumococciche invasive e non invasive verso i sierotipi presenti nel vaccino, ma nello stesso tempo fa aumentare le infezioni pneumococciche invasive causate dai sierotipi batterici non presenti nel vaccino (dati ufficiali del Department of Health inglese [8, 9]);

- la vaccinazione può causare effetti indesiderati anche gravi e pure con una frequenza non trascurabile;

- mancano studi a lungo termine che dimostrino l’efficacia nel tempo di questo vaccino somministrato da solo o in combinazione con altri vaccini;

- ogni fiala del vaccino eptavalente contiene 0,125 mg di alluminio, che è un metallo neurotossico [10];

- la stessa Ditta produttrice dichiara che questo vaccino (analogamente comunque a tutti gli altri vaccini) non è stato testato per sapere se è privo di effetti cancerogeni o mutageni o di alterazione della fertilità;

- la Ditta produttrice dichiara infine che il vaccino antipneumococcico eptavalente riduce l’efficacia di altri vaccini pediatrici somministrati contemporaneamente (in particolare i vaccini antiemofilo, antipertossico e antipolio, cioè 3 vaccini contenuti nella fiala del vaccino esavalente che oggi viene comunemente somministrato ai nostri figli neonati proprio insieme al vaccino antipneumococcico eptavalente coniugato) [11].

Nonostante questi dati, però, la Ditta produttrice (aiutata dalle dichiarazioni dei CDC e dell’Accademia dei Pediatri americani) ha organizzato una campagna di promozione del vaccino antipneumococcico che è stata così capillare e così efficace che negli USA le vendite nel solo anno 2000 sono state pari a 461 milioni di dollari e questo vaccino si è piazzato tra i farmaci più venduti [12].

A questo punto, ognuno tiri le sue conclusioni e decida se utilizzare o meno questa vaccinazione.

Dr. Roberto Gava

Bibliografia
[1] - http://www.ministerosalute.it/imgs/C_17_normativa_526_ulterioriallegati_ulterioreallegato_0_alleg.pdf.
[2] - Gava R. Le Vaccinazioni Pediatriche, Ed. Salus Infirmorum, Padova, 3a ed., 2010, pagg. 73-77.
[3] - Piano Nazionale Vaccini 2005-2007. Suppl. Ordinario alla Gazzetta Ufficiale del 14 aprile 2005.
[4] - Nazionale Vaccini 2005-2007, pag. 33-34.
[5] - Black S. B. et al. Effectiveness of heptavalent pneumococcal conjugate vaccine in children younger than five years of age for prevention of pneumonia. Pediatr Infect Dis J. 2002; Sep; 21 (9): 810-5.
[6] - Porat et al. Emergence of penicillin-nonsusceptible streptococcus pneumoniae clones expressing serotypes not present in the antipneumococcal conjugate vaccine. Journal of Infectious Diseases 190 (12): 2154; 2004.
[7] - www.nvic.org.
[8] - http://www.dh.gov.uk/en/Healthcare/index.htm.
[9] Entrare nel sito: http://www.dh.gov.uk/en/Publicationsandstatistics/Publications/PublicationsPolicyAndGuidance/DH_079917 e poi scaricare il PDF intitolato “Download Chapter 25: Pneumococcal - updated 6 April 2010”.
[10] - Aluminum Toxicity in Infants and Children (RE9607). Pediatrics March 1996; 97 (3).
[11] - Wyeth-Lederle Product Manufacturer Insert (Pneumococcal 7-Valent Conjugate Vaccine (PREVNAR). Issued February 2000.
[12] - O’Reiley T. Vaccine Tops Sales Chart. March 4, 2001. Daily Record (Morris County, NJ).

"Tu non ruberai, se non avendo la maggioranza dei voti"
-- Dal Vangelo Secondo Keynes, Capitolo 1, verso 1.
Il portico dipinto
Sinder
Inviato: 24/8/2010 16:02  Aggiornato: 24/8/2010 17:32
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/2/2009
Da:
Inviati: 256
 Re: "Vaccine Nation" sottotitolato in italiano


Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA