Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


opinione : "Quelli del nord-est"
Inviato da Redazione il 3/5/2010 10:00:00 (8949 letture)


(QUI la seconda parte del video. GUARDATELO. NE VALE LA PENA)

Ricordo ancora il giorno in cui Bossi comparve sulla scena pubblica. Gridava “Roma ladrona”, aveva la voce rauca, e parlava come l’uomo della strada. Sembrava il giusto vendicatore del popolo oppresso, il condottiero senza paura che avrebbe demolito il palazzo, il nuovo Masaniello che tutti aspettavano da tempo.

Trent’anni dopo Bossi ha ancora la voce rauca, ma non grida più Roma ladrona. La “capitale del vizio” – come lui l’aveva definita - lo ha accolto a braccia aperte, lo ha fatto senatore, e gli ha messo subito in tasca un paio di assegni poco puliti, con i quali ricattarlo nel caso gli venisse di nuovo in mente di mettersi contro il sistema.

Ma non ce n’è stato bisogno: al buon Bossi il “sistema marcio” deve essere piaciuto molto, visto che da allora ha fatto di tutto per allargare la propria base elettorale, in modo da accrescere di pari misura il proprio potere politico nella capitale.

Nel frattempo non ha fatto assolutamente nulla ...


... di quello che prometteva ai suoi elettori: non solo non ha demolito il palazzo, ma il suo principale cavallo di battaglia, il “federalismo”, rimane per ora una chimera tutta da realizzare.

Ma questo non significa affatto che lui abbia fallito, anzi. Il federalismo di Bossi infatti non è mai stato un reale obiettivo politico, ma soltanto uno strumento ideologico con il quale catalizzare intorno a sè il malcontento del nord-est, in modo da accrescere i propri voti.

Il classico specchietto per allodole.

Il problema è che in bocca sua il “federalismo” suona sempre più spesso come un elegante sostituto per il termine “egoismo”, che nessuno naturalmente può pronunciare a voce alta. Nessuno può dire “sono più ricco di te, quello che ho guadagnato me lo tengo, e tu vai fuori dai coglioni”, e quindi si dice “vogliamo poter gestire in prima persona i flussi economici che ci riguardano da vicino”.

Facendo leva su questa particolare “esigenza” dell’essere umano – la paura di perdere quel poco che si ha - Bossi ha saputo disseminare nel corso degli anni una vera e propria cultura di odio e di intolleranza verso “gli altri”, chiunque essi siano. Oggi non sono più solo i “terùn” ad essere odiati da “quelli del nord-est”, ma tutti coloro che parlano lingue diverse, che si amano in modo “diverso”, che praticano religioni diverse, e che la pensano – in ultima analisi – in modo diverso dal loro.

E’ facile andare da quello che ha messo da parte due lire e dirgli: “Io ti difenderò sempre da chi te le vuole prendere”. E’ chiaro che quello il voto te lo darà sempre.

Più difficile sarebbe usare il potere politico per affrontare davvero i grandi problemi sociali, cercando di integrarli in soluzioni costruttive, ma questo significherebbe volere il bene del proprio paese, ed è improbabile che il nostro “celoduro” abbia mai provato una sensazione di quel tipo.

Le uniche volte che ha pestato i piedi sono state per confermare alla propria base – quando magari sentiva sfuggire il supporto popolare - che “adesso basta se no mi incazzo”, ma di sostanziale non ha mai fatto nulla per loro, nè ha mosso un solo passo in direzione di un vero progresso sociale.

A lui il regresso va benissimo.

Il problema è che nel frattempo ha convinto ”quelli del nord-est” di essere diversi, di essere migliori, di essere superiori. Loro guardano con orgoglio alle loro fabbrichette, alle loro villette e alle loro macchinette, e dicono “lo vedete che è possibile perseguire un modello sano e produttivo, senza stare a piagnucolare dal mattino alla sera?”

Certo che è possibile: nessuno nega infatti che il nord-est sia oggi la regione più ricca d’Italia. Ma il nord-est vive forse in un’economia separata dal resto del mondo? Ricava forse le materie prime dal proprio territorio, produce esclusivamente con quelle, vende e consuma tutto all’interno dei proprio confini?

Perchè altrimenti sono capaci tutti a mettere su una “impresa vincente”: basta fare le marmellate con le arance raccolte dagli immigrati in Calabria, dove la manodopera la paghi 5 euro al giorno, oppure basta fare le gonne con la seta lavorata in Viet-Nam, dove la manodopera la paghi un dollaro al giorno, oppure basta fare le caramelle con lo zucchero di Haiti, dove la manodopera la paghi direttamente a bastonate.

Salvo poi scendere in piazza e gridare in coro “Fuori i marocchini da casa mia!”

Massimo Mazzucco

Voto: 6.00 (6 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
medicineno
Inviato: 3/5/2010 10:46  Aggiornato: 3/5/2010 10:46
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/5/2006
Da: Milano
Inviati: 38
 Re: "Quelli del nord-est"
Citazione:
Perchè altrimenti sono capaci tutti a mettere su una “impresa vincente”: basta fare le marmellate con le arance raccolte dagli immigrati in Calabria, dove la manodopera la paghi 5 euro al giorno, oppure basta fare le gonne con la seta lavorata in Viet-Nam, dove la manodopera la paghi un dollaro al giorno, oppure basta fare le caramelle con lo zucchero di Haiti, dove la manodopera la paghi direttamente a bastonate.
Se fosse in tuo potere, come risolveresti questo problema di sfruttamento?

Non visitare i miei siti per piacere, vah!
www.medicinenon.it
www.arnoldehret.it
www.loyaldoctor.org
[url=http://www.transurfing.it/]ww...
Sertes
Inviato: 3/5/2010 10:52  Aggiornato: 3/5/2010 10:52
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: "Quelli del nord-est"
Come ricordavo in un altro intervento, il Bossi un tempo era anche il paladino dell'antipolitica, poi è stato 15 anni al governo, sia con il cosiddetto centro sinistra che con il cosiddetto centro destra.
Forse si vuol tenere vicino alla casta per colpirli a tradimento e di sorpresa... dopo 20 anni che ci mangia assieme, magari.
Anzi, che gli danno da mangiare.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
alsecret7
Inviato: 3/5/2010 10:55  Aggiornato: 3/5/2010 10:55
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/6/2007
Da:
Inviati: 561
 Re: "Quelli del nord-est"
a ragione massimo a lui e ai suoi amichetti delle fabrichette queste cose non gliele dice mai nessuno e non mi pare di averle mai sentite. diceva anche che berlusconi era un mafioso ma a qualcuno forse certe cose dette da lui, passano molto infretta ma chissa perche.il solito cittadino un po quaglioncello ci casca sempre.roma non e piu solo ladrona ma grazie a lui e alla sua plebe e diventata anche razzista,dividi ed impera diceva qualcuno.

Notturno
Inviato: 3/5/2010 11:18  Aggiornato: 3/5/2010 11:18
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/8/2008
Da:
Inviati: 1920
 Re: "Quelli del nord-est"
Berlusconi e altri prima di lui, ci hanno insegnato che per modificare una Società civile in maniera radicale non basta proporre un'idea.

Ci vuole una modifica strutturale dei valori di quella società.

E' questo lo scopo per cui esiste Mediaset.

E Bossi sta seguendo lo stesso iter, per vie un po' diverse.

Ha dato voce, logica e (quasi) dignità al più primordiale e animalesco degli istinti: l'homo homini lupus. Lo stesso esibito bellamente e ferocemente dalle madri dei bambini di Adro.

Si amplificano le paure, si evidenziano i pericoli, si creano i "nemici".

E' QUESTO il motivo per cui la Lega serve a berlusconi ed è la sua alleata migliore.

Gli scopi dell'uno e dell'altra passano, per ora, attraverso lo stesso percorso.

E in questo la Lega sta operando magnificamente.

Sul territorio ha sostituito tutti gli altri partiti nello stare vicino ai cittadini, alla gente, al popolo.

E per ora giocano a distruggere.

E questa è sempre stata la parte facile.

Costruire un castello (anche di sabbia) può costare ore e ci vuole abilità.

Per distruggerlo basta un gesto, una pedata.

E Bossi (tra una Luisa Corna e un ictus) le pedate le sa dare.

Rende Encomiabili Dire No A
Religiosi Orpelli. Mentire Provoca Eccidii.
(Stefano Bartezzaghi)
gronda85
Inviato: 3/5/2010 11:49  Aggiornato: 3/5/2010 11:49
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 2/12/2008
Da:
Inviati: 1957
 Re: "Quelli del nord-est"
"
Re: "Quelli del nord-est"

Autore: Sertes Inviato: 3/5/2010 10:52:31

Come ricordavo in un altro intervento, il Bossi un tempo era anche il paladino dell'antipolitica, poi è stato 15 anni al governo, sia con il cosiddetto centro sinistra che con il cosiddetto centro destra.
Forse si vuol tenere vicino alla casta per colpirli a tradimento e di sorpresa... dopo 20 anni che ci mangia assieme, magari.
Anzi, che gli danno da mangiare."

anzi, che gli diamo da mangiare

non puoi vincere
non puoi pareggiare
non puoi nemmeno ritirarti
Spiderman
Inviato: 3/5/2010 12:39  Aggiornato: 3/5/2010 12:39
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 19/9/2009
Da:
Inviati: 2722
 Re: "Quelli del nord-est"
Citazione:
Anzi, che gli danno da mangiare."

anzi, che gli diamo da mangiare


Nessuna delle due, da "mangiare", se lo prendono.

"Ogni giorno racconto la favola mia, la racconto ogni giorno chiunque tu sia, e mi vesto di sogno per darti se vuoi, l'illusione di un bimbo che gioca agli eroi. (Renato Zero)
ELFLACO
Inviato: 3/5/2010 12:51  Aggiornato: 3/5/2010 12:51
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/10/2005
Da:
Inviati: 1839
 Re: "Quelli del nord-est"
Si vede che non hai un cazzo da fare Mazzucco,per spreccare dello spazio per le scorribande di Bossi quando negli Stati Uniti è TORNATO IL TERRORE!!! Cazzo!!


“Le persone non dovrebbero avere paura dei propri governi, sono i governi a dover aver paura delle persone.”
cherubino
Inviato: 3/5/2010 14:54  Aggiornato: 3/5/2010 14:57
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: "Quelli del nord-est"
Assessore della Lega su Facebook: "Il Tricolore è carta igienica"

Un gruppo su Facebook, "Io il tricolore lo uso cosi, con la bandiera italiana rappresentata come carta igienica, ha scatenato un'accesa polemica a Malnate, comune in provincia di Varese. Fra gli iscritti alla pagina del social network figurerebbe anche l'assessore ai Servizi sociali Barbara Mingardi, della Lega Nord, della quale l'opposizione, come riportano alcune testate locali, ha chiesto "le immediate dimissioni". "Oltre che essersi iscritta al gruppo, l'assessore ha postato un messaggio nel quale scrive: 'Il trico non lo vorrei vedere nemmeno in bagno... meglio abolirlo e basta'", ha spiegato Eugenio Paganini, capogruppo del Pd in Consiglio comunale. "Per questo pretendiamo che chieda scusa ai cittadini, e che si dimetta - ha continuato - perchè la sua non è una semplice opinione ma un'espressione di puro disprezzo verso il simbolo che rappresenta".



L'opposizione ha letto la sua richiesta durante un'accesa seduta di Consiglio, chiedendo infine che il sindaco trasmetta i documenti alla Procura di Varese "per valutare se sono ravvisabili gli estremi del reato di vilipendio alla bandiera nazionale". Il sindaco Sandro Damiani, eletto con una lista civica di centrodestra, esprime "piena fiducia nell'assessore" e si riserva "un'attenta valutazione" della vicenda. "Nella vita privata ciascuno può esprimere le proprie opinioni liberamente - ha commentato - e nella sfera pubblica l'assessore si è sempre comportato in maniera più che rispettosa verso i valori dell'Unità nazionale. Se l'opposizione ritiene che sussista un reato, ha il dovere di denunciarlo personalmente alle autorità".

Fonte: Repubblica.it - Milano

Utente73
Inviato: 3/5/2010 15:43  Aggiornato: 3/5/2010 15:45
So tutto
Iscritto: 7/4/2009
Da:
Inviati: 10
 Re: "Quelli del nord-est"
Povero massimo sei messo male... siete, messi male, la in California, strapieni di immigrati clandestini Messicani de "la raza", goditeli tutti Massimo! Che fra un po arrivano anche quelli dell'Arizona!
Infatti la in Kalifornia siete in bancarotta e la citta' di Los Angeles in particolare e' in deficit bestiale e vicina a dichiarare il default.

Bei progressi.....I VOSTRI.

Ora passero' a commentare alcuni passaggi:


MM: "Il problema è che in bocca sua il “federalismo” suona sempre più spesso come un elegante sostituto per il termine “egoismo”, che nessuno naturalmente può pronunciare a voce alta. Nessuno può dire “sono più ricco di te, quello che ho guadagnato me lo tengo, e tu vai fuori dai coglioni”, e quindi si dice “vogliamo poter gestire in prima persona i flussi economici che ci riguardano da vicino”.

BULLSHIT.
Allora, aggiornamento: come le ultime elezioni regionali hanno dimostrato non e' il "nordest", ma e' l'intero nord'italia compreso il Piemonte. E la Liguria e' scappata per un pelo. In Emilia Romagna la Lega fa proseliti, per tua informazione. Ma soprattutto sono stronzate le cose che dici riguardo alla cultura "dell'odio" e dell'egoismo (hai mai avuto informazioni su cosa fanno in Lazio, agli immigrati?). Primo qua non siamo ricchi per niente: *eravamo* soltanto normali, adesso la crisi morde di brutto anche qui e c'e'
pieno di Italiani alle mense della caritas, Mazzucco informati prima di parlare. Secondo, i nostri padri, madri, nonni e nonne l'hanno messa su questa societa' FACENDO LA FAME per generazioni hai capito MM? Abbi rispetto!
E' pieno nostro diritto difendere i nostri confini, la nostra cultura e la nostra economia.
ma pensa a dove vivi tu piuttosto....


MM: "Bossi ha saputo disseminare nel corso degli anni una vera e propria cultura di odio e di intolleranza verso “gli altri”, chiunque essi siano. Oggi non sono più solo i “terùn” ad essere odiati da “quelli del nord-est”, ma tutti coloro che parlano lingue diverse, che si amano in modo “diverso”, che praticano religioni diverse, e che la pensano – in ultima analisi – in modo diverso dal loro."

BULLSHIT.
Spiegazione: bullshit allo stato puro. Il problema dei meridionali qui al nord c'e' sempre stato. Non e'mica come in America che lo sceriffo, il procuratore eccetera lo elegge la gente. C'era e c'e' ancora adesso per la stragrande maggioranza un'occupazione "bulgara" di cariche dello stato su territorio locale (Prefetti, questori, procuratori, e la lista e' lunghissima) di persone che vengono da fuori il territorio; nella fattispecie dal meridione d'Italia. Prova ad andare tu, laggiu', a vedere se le stesse cariche di cui sopra sono tutte prese al 90% da Piemontesi, Veneti, Lombardi, Friulani..


MM: "Più difficile sarebbe usare il potere politico per affrontare davvero i grandi problemi sociali, cercando di integrarli in soluzioni costruttive"

Ok ecco il MM programma, lungo ben DUE righe. Alzi la mano chi ha capito che cosa volgiono dire, le due righe.


MM: "Il problema è che nel frattempo ha convinto ”quelli del nord-est” di essere diversi, di essere migliori, di essere superiori. Loro guardano con orgoglio alle loro fabbrichette, alle loro villette e alle loro macchinette, e dicono “lo vedete che è possibile perseguire un modello sano e produttivo, senza stare a piagnucolare dal mattino alla sera?”

Mazzucco hai qualche problema... cosa preferisci, lo Zimbabwe? Beh aspetta una po e dove vivi tu adesso, il tuo sogno si realizzera'.


MM: "Certo che è possibile: nessuno nega infatti che il nord-est sia oggi la regione più ricca d’Italia. Ma il nord-est vive forse in un’economia separata dal resto del mondo? Ricava forse le materie prime dal proprio territorio, produce esclusivamente con quelle, vende e consuma tutto all’interno dei proprio confini?"

Madonna, Mazzucco, manchi da troppo tempo..hai perso perfino le nozioni di geografia. Le regioni piu' ricche d'Italia sono quelle a statuto speciale, nella fattispecie Trentino Alto Adige e Sicilia. La Sicilia in particolare, che e' una vera e propria pompa idrovora di denaro, e se non mettono l'oro al
posto dell'asfalto e' perche' hanno una piccolissima trave negli ingranaggi che si chiama MAFIA. Vogliamo metterci ad analizzare i bilanci regionali di chi prende e di chi da? Dei comuni? Delle sanita' regionali, veri buchi neri? Di chi e' in deficit e prende dagli altri?
SI?,Vogliamo?
La storia della materie prime non la commento neanche perche' e' senza senso.


MM: "Perchè altrimenti sono capaci tutti a mettere su una “impresa vincente”: basta fare le marmellate con le arance raccolte dagli immigrati in Calabria, dove la manodopera la paghi 5 euro al giorno, oppure basta
fare le gonne con la seta lavorata in Viet-Nam, dove la manodopera la paghi un dollaro al giorno, oppure basta fare le caramelle con lo zucchero di Haiti, dove la manodopera la paghi direttamente a bastonate."

Mazzucco non ne capisci un'ostrega nemmeno di economia... ma quale impresa vincente? quelli che hai appena citato sono i tipici esempi di corruzione e mala pratica dell'economia che stanno AFFOSSANDOLA, l'economia Italiana e quella del centro-nord in particolare. Tra l'altro Tutte porcherie mondialiste che vengono dal paese in cui vivi tu. Quegli esempi si applicano bene, piuttosto, ai vari Della Valle e combriccola varia, che spostano la produzione all'estero nei posti che dici tu, oppure si applicano ai Cinesi stessi, per esempio, che stanno mettendo a segno una vera e propria invasione, con le loro decine di clandestini segregati a vivere 24/7 dentro la fabbrichetta (qui da noi). Prova ad informarti su cosa succede a Prato, rossissima Toscana, nel distretto del tessile... nessuno stupore che la Laga stia crescendo anche li.

No vedi Mazzucco...... sei proprio fuoristrada su questo.

Le uniche cose giuste le hai dette all'inizio:

MM:"Ricordo ancora il giorno in cui Bossi comparve sulla scena pubblica. Gridava “Roma ladrona”, aveva la voce rauca, e parlava come l’uomo della strada. Sembrava il giusto vendicatore del popolo oppresso, il condottiero senza paura che avrebbe demolito il palazzo, il nuovo Masaniello che tutti aspettavano da tempo.

Trent’anni dopo Bossi ha ancora la voce rauca, ma non grida più Roma ladrona. La “capitale del vizio” – come lui l’aveva definita - lo ha accolto a braccia aperte, lo ha fatto senatore, e gli ha messo subito in tasca un paio di assegni poco puliti, con i quali ricattarlo nel caso gli venisse di nuovo in mente di mettersi contro il sistema.

Ma non ce n’è stato bisogno: al buon Bossi il “sistema marcio” deve essere piaciuto molto, visto che da allora ha fatto di tutto per allargare la propria base elettorale, in modo da accrescere di pari misura il proprio potere politico nella capitale.

Nel frattempo non ha fatto assolutamente nulla ..."


Vedi te lo dico io qual'e' il problema che ha bossi al nord'Italia: il problema che ha si chiama "MANTENERE GLI IMPEGNI PRESI". A questo la lega deve stare attenta. E a non degenerare verso le pratiche comuni a tutti gli altri partiti prima di loro. La Lega si e' posta come movimento popolare e per questo ha grandi numeri. Ma guai a tradire il popolo.

trotzkij
Inviato: 3/5/2010 16:39  Aggiornato: 3/5/2010 16:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/9/2006
Da:
Inviati: 3704
 Re: "Quelli del nord-est"
Citazione:
C'era e c'e' ancora adesso per la stragrande maggioranza un'occupazione "bulgara" di cariche dello stato su territorio locale (Prefetti, questori, procuratori, e la lista e' lunghissima) di persone che vengono da fuori il territorio; nella fattispecie dal meridione d'Italia.


Allora studiate, branco di trote 'gnurant. E se non ce la fate senza il CEPU, andate a ciapà i ratt.

I complotti non esistono, ... tranne quando ci sono
Redazione
Inviato: 3/5/2010 17:07  Aggiornato: 3/5/2010 17:16
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: "Quelli del nord-est"
UTENTE 73: Mi dispiace che qualcosa del mio articolo ti abbia innervosito. Non era mia intenzione farlo.

Citazione:
Ma soprattutto sono stronzate le cose che dici riguardo alla cultura "dell'odio" e dell'egoismo (hai mai avuto informazioni su cosa fanno in Lazio, agli immigrati?)
Vorrà dire che non siete più i soli. Ma la cultura dell'odio rimane.

Citazione:
"siete, messi male, la in California, strapieni di immigrati clandestini Messicani de "la raza", goditeli tutti Massimo!"
A me non danno nessun fastidio. Io non sono razzista.

redna
Inviato: 3/5/2010 17:08  Aggiornato: 3/5/2010 17:26
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: "Quelli del nord-est"
Citazione:

Vedi te lo dico io qual'e' il problema che ha bossi al nord'Italia: il problema che ha si chiama "MANTENERE GLI IMPEGNI PRESI"


gli impegni presi di Bossi quali sono? voleva la secessione.....dov'è la secessione del nord?
possibile che quelli del nord siano stati così allocchi da credere che si potesse cambiare l'assetto dello stato come nulla?
Se continuano a votare la lega è perchè al nord non c'è altro se non quattro disperati che fanno la campagna elettorale in dialetto quando ancora nel dopoguerra, affamati e disperati, la facevano in italiano e si era meno 'colti'.


Citazione:
A questo la lega deve stare attenta. E a non degenerare verso le pratiche comuni a tutti gli altri partiti prima di loro.

non deve stare attenta a nulla ora perchè al nord c'è il vuoto.
Degenera e fa il cacchio che je pare proprio per questo.
Finchè potrà farlo ...s'intende.


Citazione:
La Lega si e' posta come movimento popolare e per questo ha grandi numeri. Ma guai a tradire il popolo.

il movimento popolare della lega sarebbe quello di gridare roma ladrona in 'padania' e poi quando si è arrivati a roma far finta di nulla?
il movimento popolare è quello che fa prende l'acqua del po nelle ampolle?
oppure il matrimonio celtico?
oppure parlare in dialetto e volere le banche del nord quando sono tutte in mano al vaticano.....da sempre?

Il popolo del nord (del nord e non della padania che non esiste) non ha nulla a che spartire con la lega nella quela vede solo gli interessi di roma ladrona a suon di camice verdi e di slogan da osterie di provincia, degni eredi del clientelismo più becero della DC che attraverso accordi di sacrestia ha manovrato e rovinato quello che aveva a portata di mano senza che nessuno fiatasse.



Citazione:
Allora studiate, branco di trote 'gnurant. E se non ce la fate senza il CEPU, andate a ciapà i ratt.

ed è questo il problema del nord. La fabricheeeeta basta quindi non si va a scuola ma si fanno subito i soldi andando a lavorare. La cultura non conta, il conto in banca è meglio e quindi ci sono i soldi ma le 'trote gnurant' resteranno sempre tali.

Ce ne sono moilti che piuttosto di studiare vanno a ciapà i ratt.
E la lega serve anche per questo. Nel nord del duemiladieci.

Ci sono delle province venete che hanno le stesse percentuali di scolarizzazione del meridione.
E se ne vantano pure.

EDIT
http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=7000&mode=thread&order=0&thold=0

Ha suscitato scalpore l’intervista di Enzo Bettiza al Corriere della sera del 26 aprile. Non solo e non tanto perché il prestigioso intellettuale di area liberal-conservatrice ha ammesso di aver votato per la Lega Nord, quanto per le ragioni di questo sostegno. Premesso che Bettiza vede nel leghismo, oramai messi da parte i riti celtici alle sorgenti del Po, un erede della “buona amministrazione asburgica”, ha confessato di non considerare disdicevole il commiato dall’Italia come stato unitario e la rinascita del Lombardo-Veneto come entità geopolitica a sé stante. Tutto assurdo? Meno di quanto si pensi. Quantomeno un campanello d’allarme per la casta politica romana (una casta che ha assunto da tempo tutte le caratteristiche della curia cardinalizia vaticana, decisa a conservare il monopolio nella scelta del clero politico, dal Papa fino ai vescovi delle diocesi) perché mostra che i “buzzurri” della Lega stanno facendo proseliti tra le élites culturali e intellettuali.

al che mi chiedo che razza di elites culturali e intellettuali abbiamo ORA in Italia....

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Starway
Inviato: 3/5/2010 17:14  Aggiornato: 3/5/2010 17:14
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 51
 Re: "Quelli del nord-est"
Utente73, faccio una piccola nota sull'ultima parte del commento e mi tengo fuori dai toni usati nella parte precedente...

"Guai a tradire il popolo", la lega nord tradisce sistematicamente il proprio "popolo" da anni, il punto è che il "popolo" della lega nord è tremendamente ignorante ed ottuso, e grazie alle ultime riforme in materia di istruzione a breve avremo al voto una nuova grandiosa generazione di imbecilli, da non vedere ciò che hanno sotto il naso da anni. Non parlo per partito preso, dico semplicemente ciò che vedo. Vivo in provincia di Bergamo, là dove la lega ha percentuali spaventose, e dove anche, puntualmente, ad ogni raduno-sagra leghista ci scappa il pestaggio o la rissa, sintomo di uno squadrismo dilagante che fortunatamente non ha avuto il successo atteso con la ormai dimenticata manovra delle "ronde".
L'ignoranza, in questa terra (ma anche altrove) è ormai assunta ad orgoglio e sintomo di onestà e franchezza: sono ignorante, non me ne vergogno, mi fido di ciò che dice e che fa chi parla la mia lingua e condivide i miei pensieri più semplici, soprattutto quando si tratta di inveire contro qualsiasi forma di diversità, foss'anche semplice anticonformismo adolescenziale (sigh).
Ho letto su facebook i commenti di persone insospettabili vantarsi della propria condizione di ignoranza, ed ho visto con i miei occhi persone istruite (leghisti) vergognarsi del proprio titolo di studio e del proprio sapere di fronte alla beceraggine dei discorsi da bar.
Sciocchezze? Problemi gravi invece. Questo è l'elettorato della lega nord, il popolo dei cretini, dei paraocchi, dei beceri e degli ignoranti che non sanno fare 2+2 nemmeno dopo 15 anni di lega in parlamento, di lega in senato, di ministri leghisti. Che speranza rimane di fronte a ciò?

Sinder
Inviato: 3/5/2010 17:23  Aggiornato: 3/5/2010 17:23
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/2/2009
Da:
Inviati: 256
 Re: "Quelli del nord-est"
Il problema è che in bocca sua il “federalismo” suona sempre più spesso come un elegante sostituto per il termine “egoismo”, che nessuno naturalmente può pronunciare a voce alta. Nessuno può dire “sono più ricco di te, quello che ho guadagnato me lo tengo, e tu vai fuori dai coglioni”, e quindi si dice “vogliamo poter gestire in prima persona i flussi economici che ci riguardano da vicino”.

FEDERALISMO è solo un'ideologia e come tale una favoletta per nascondere un'altra realtà
così come il termine CAPITALISMO... altro non è che un mito che serve alla legittimazione dell'AVIDITA'

funky1
Inviato: 3/5/2010 17:25  Aggiornato: 3/5/2010 17:25
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/10/2008
Da:
Inviati: 708
 Re: "Quelli del nord-est"
Citazione:
Il problema è che in bocca sua il “federalismo” suona sempre più spesso come un elegante sostituto per il termine “egoismo”, che nessuno naturalmente può pronunciare a voce alta. Nessuno può dire “sono più ricco di te, quello che ho guadagnato me lo tengo, e tu vai fuori dai coglioni”, e quindi si dice “vogliamo poter gestire in prima persona i flussi economici che ci riguardano da vicino”.


Tralasciando Bossi, credo che il vero problema sia vedere la maggior parte dei propri soldi finire in un buco nero di inefficienze e mafia.

Citazione:
Oggi non sono più solo i “terùn” ad essere odiati da “quelli del nord-est”, ma tutti coloro che parlano lingue diverse, che si amano in modo “diverso”, che praticano religioni diverse, e che la pensano – in ultima analisi – in modo diverso dal loro.


Scusa MM, ma ci sei mai stato nel nordest negli ultimi 10 anni? Perché qui a Padova ci sono quasi più bar e discoteche gay che altri. E credo che gli episodi di xenofobia siano un decimo in tutto il nordest di quelli che accadono quotidianamente in città come Roma.

Citazione:
Loro guardano con orgoglio alle loro fabbrichette, alle loro villette e alle loro macchinette, e dicono “lo vedete che è possibile perseguire un modello sano e produttivo, senza stare a piagnucolare dal mattino alla sera?”


Non capisco, come dovrebbero guardare quello che si sono costruiti lavorando una vita? Con disgusto?

Citazione:
"Certo che è possibile: nessuno nega infatti che il nord-est sia oggi la regione più ricca d’Italia. Ma il nord-est vive forse in un’economia separata dal resto del mondo? Ricava forse le materie prime dal proprio territorio, produce esclusivamente con quelle, vende e consuma tutto all’interno dei proprio confini?"


Di questo discorso non arrivo neanche a sfiorare l'obiettivo. Non mi risultano esistere molteplici esempi di autarchie neanche nel resto del mondo.

Citazione:
"Perchè altrimenti sono capaci tutti a mettere su una “impresa vincente”: basta fare le marmellate con le arance raccolte dagli immigrati in Calabria, dove la manodopera la paghi 5 euro al giorno, oppure basta fare le gonne con la seta lavorata in Viet-Nam, dove la manodopera la paghi un dollaro al giorno, oppure basta fare le caramelle con lo zucchero di Haiti, dove la manodopera la paghi direttamente a bastonate."


Se le imprese del nordest stanno affrontando un problema è proprio quello di non avere una struttura abbastanza internazionalizzata e di essere troppo piccole per potersela permettere. E' un'affermazione completamente fuori contesto, veramente.

Il vero fatto è che la Lega in Veneto alle ultime elezioni ha preso il 35%. Pensi che questo 35% (quasi 50% a Treviso) siano tutti imprenditori con le fabbrichette e le macchinette e le piscinette? Penso che in questa analisi banale ed infarcita di stereotipi tu abbia totalmente mancato il bersaglio.

It's better to regret something you did than something you didn't do.
DjGiostra
Inviato: 3/5/2010 18:05  Aggiornato: 3/5/2010 18:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: "Quelli del nord-est"
Minkia Massimo !!! E' da tempo che mi chiedevo quando avresti
scritto un articoletto del genere !!!
Concordo su tutto quello che hai scritto !!!
Tra l'altro Bossi era quello che dalle pagine del suo giornale lanciave
le famose 10 domande al Berlusca !! ( correggetemi se sbaglio perche'
vado a memoria !!!!! )

E notare che io sono un piccolo inprenditore della bassa Bergamasca !!
Nonostante tutto mi sono accorto che nelle zone mie l'analisi di massimo
si adatta perfettamente !! (per lo meno da quello che vedo io !!!)
Evvabbe'.. che dire ?!? al solito ottimo lavoro Massimo..
Continua cosi.
Grazie mille.
Ciao a Tutti.
Damiano.

PS:
Mi suona un po' senza coerenza che al mio comune governato dalla lega
alla festa dei lavoratori abbiano esposto il tricolore, visto che il loro amato Bossi
Cantava cosi :
"Siamo padani... abbiamo un sogno nel cuore....
BRUCIARE IL TRICOLORE.... BRUCIARE IL TRICOLORE..."
Che ne dite ????

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
Redazione
Inviato: 3/5/2010 18:09  Aggiornato: 3/5/2010 18:14
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: "Quelli del nord-est"
FUNKY1 - Ho appena postato un video che dovrebbe rispondere alle tua affermazione su "un decimo in tutto il nordest di quello che succede a Roma". Ormai la xenofobia nel nord-est è diventata una CULTURA, altro che palle.

In ogni caso, trovo folle giustificare il proprio razzismo con quello altrui.

Citazione:
Pensi che questo 35% (quasi 50% a Treviso) siano tutti imprenditori con le fabbrichette e le macchinette e le piscinette?
No. Sono quasi tutti ignoranti che hanno abboccato alla storiella che "è tutta colpa degli immigranti". Non sanno vedere il problema nel suo complesso, e di certo chi cerca i loro voti voti non ha alcun interesse a farglielo capire.

Citazione:
Non capisco, come dovrebbero guardare quello che si sono costruiti lavorando una vita? Con disgusto?
Certo che no. E' l'idea che quel risultato sia dovuto soltanto alle proprie qualità di “lavoratore” che è sbagliata. Tu credi davvero che un marocchino non sappia sudare sette camicie come i lombardo-veneti?

Il problema è che lui non ha le oppurtunità di farlo, perchè da lui lavoro non ce n’è. Come ho già detto, siamo all’interno di progetto globale di ristrutturazione e controllo dei flussi umani ed economici, e vedere la cosa in termini regionali è tristemente limitativo.

a_mensa
Inviato: 3/5/2010 18:47  Aggiornato: 3/5/2010 18:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/6/2009
Da: roncello (mi)
Inviati: 3180
 Re: "Quelli del nord-est"
purtroppo la lega ha da sempre avuto , chiamiamolo istinto, di rivolgersi con un linguaggio semplice, volgare e arrogante, a persone essenzialmente ignoranti.
ovviamente colti e furbi coloro che ne hanno cavalcato il movimento.
ma ciò che occorre per avere seguito nelle osterie, nei bar, è sempre proporre con lamassima sicurezza soluzioni semplici a problemi complessi.
cose che chiunque possa capire, e, anche se false fino al midollo, farle diventare parole d'ordine.
sono quelli che per curare la polmonite suggeriscono di rompere il termometro!
e questa è la ragione per cui, furbescamente, non hanno mai cercato di attuare niente di ciò che propagandavano.
Bossi non è intelligente ma è furbo, è un'altra cosa, un vero animale politico chesa fiutare dove tira il vento e mettersi con le ali spiegate.
persone colte e intelligenti come un Miglio o un Formentini hanno lasciato ora restano i Calderoli e i Castelli (ultima di Castelli: "Fini è incazzato perchè come delfino non riesce a prendere il volo!").
purtroppo dare dell'ignorante ad un ignorante, questi si offende e non ti ascolta (dare dell'ignorante ad un colto , questi ti risponderà che certo, lui ignora molte cose, ma su altre si sente abbastanza erudito), ma se fai leva sulla sua necessità di sentirsi qualcuno, di capire qualche stronzatina presentata come la soluzione dei problemi del mondo, allora si, che si sentirà qualcuno, e ti adorerà per avergli dato questa soddisfazione.
povera italia....


ps. l'ultima perla è portare avanti il federalismo fiscale, soffiando sul malcontento creato dalle casse comunali vuote, ed aver votato la soppressione dell'ICI, unica vera tassa locale.
ecco il sistema, da roma creare il malcontento locale, per soffiare localmente sul fuoco del malcontento.
ma l'opposizione dov'è ? la sinistra "scomparsa" , dov'è ?? perchè non tappezza le strade con queste incongruenze ??

non vorrei mai appartenere ad un club che avesse me come socio.
blu23
Inviato: 3/5/2010 18:56  Aggiornato: 3/5/2010 18:56
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/2/2009
Da:
Inviati: 585
 Re: "Quelli del nord-est"
Non sono propriamente d'accordo ne con Massimo ne con la Lega.

X quanto riguarda quello che Massimo dice, probabilmente non sa che sul territorio la Lega qualche problemino lo risolve davvero anzi sono molto solerti nel mettersi dalla parte del cittadino. A livello nazionale la Lega è una delusione assoluta... tra le tante ipocrisie e le tante violazioni alle idee stesse della Lega vi è un interogativo che da un po mi solletica... Mai visto un leghista schierarsi contro l'immigrazione cinese che poi è quella più devastante per la nostra economia... Perchè???? Io un idea ce l'avrei

Ribellatevi al mondo corrotto di Babilonia, emancipate la vostra razza, riconquistate la vostra terra. (Bob Marley)
Freeman
Inviato: 3/5/2010 19:40  Aggiornato: 3/5/2010 19:49
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: "Quelli del nord-est"
Citazione:
Tralasciando Bossi, credo che il vero problema sia vedere la maggior parte dei propri soldi finire in un buco nero di inefficienze e mafia.

Vero, devi aver visto l'ultima puntata di Report sulla sanità lombarda, immagino ^_^

Citazione:
C'era e c'e' ancora adesso per la stragrande maggioranza un'occupazione "bulgara" di cariche dello stato su territorio locale (Prefetti, questori, procuratori, e la lista e' lunghissima) di persone che vengono da fuori il territorio; nella fattispecie dal meridione d'Italia.

Beh, allora è semplice: studiate ^_^
Colonialismo di ritorno? O legge del contrappasso?
In caso ti stia chiedendo a cosa mi riferisca, ti ricordo che i Savoia rimpinguarono le proprie casse in rosso con 400 milioni di lire in oro provenienti dal sacco di Napoli, regno molto più ricco, culturalmente quanto materialmente, rispetto all'arretrato regno sabaudo.
L'origine della c.d. "questione meridionale" giace in buona parte nella guerra coloniale che ci fanno studiare come "unità d'Italia".

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
Calvero
Inviato: 3/5/2010 20:15  Aggiornato: 3/5/2010 22:24
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: "Quelli del nord-est"
Il discorso pare assai lampante, nonché cristallino.

Abbiamo un movimento politico che dalla nascita ha cavalcato ogni basso istinto possibile; poi per soprammercato qualcuno è riuscito anche (mediaticamente) a mistificare il concetto di genuina goliardia e del parlare come si mangia, con la rozzezza e la cafonaggine di chi non sa neanche fare la O con il bicchiere. Bella roba.

Mai come la Lega ci sta bene quella massima della serie << vedi un corteo andare da qualche parte? bene! mettitici davanti senza preoccuparti dove và e alza una bandiera di un colore diverso>> e il gioco è fatto. Dopo il pifferaio magico li riporterà tutti, comunque, nel trogolo dal quale grugnivano.

Blu23 dice bene, è vero. Ma non è questa la visione di insieme criticata sottolineata da Mazzucco e che è alla sbarra.

Il bene che fa la Lega nel suo piccolo (quando lo fà), sta come le opere di beneficenza stanno alla chiesa. E' semplicemente la propaganda che traina l'ideale che è a monte, e che è stato assolutamente tradito in maniera spudorata.

Ma lo schifo è invece la dignità che tutti stanno perdendo. Una continua confusione di termini e azioni. Il << politicamente scorretto >> non esiste neanche più. La lega ha adottato il << diversamente anti-politico >>. Sono veramente dei bastardi, e non come epiteto offensivo và detto, ma proprio come identificazione della loro filosofia d'azione che mai come forza politica ha svenduto in maniera così esponenziale il cavallo di battaglia che avevano venduto alle masse.

Io non sono un possibilista (come dicono i politici ) sull'immigrazione. L'immigrazione è un problema, punto. E non soltanto per lo Stato che non ha capacità di accoglienza, ma anche per gli immigrati. E' indiscutibile che vi sia un ondata di farabutti tra loro che da parassiti non sono capaci di comprendere cosa significa essere ospiti. Poiché ospiti sono e da ospiti si devono comportare. Allo stesso tempo dovrebbe essere indicativo per le persone che hanno buon senso, che il marchiare lo straniero come il male che delegittima la sicurezza nel territorio è una emerita stronzata. Il sistema politico deve far sì che la delinquenza segua il suo corso (e questa è una volontà internazionale), poiché se la gente si sente sicura i soldi non li mette in banca.

E' un continuo gioco di alti e bassi che fanno muovere le onde e poter dare alla politica l'illusione che essa conti qualcosa e che essa abbia qualcosa da combattere, per distrarre gli elettori dal fatto che le eminenze da combattere stanno NON sulla strada, ma dietro la bandierina verde-pisello-ce-l'ho-duro che tira i fili di questi cafoni razzisti.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Cinqui
Inviato: 3/5/2010 20:57  Aggiornato: 3/5/2010 20:57
Ho qualche dubbio
Iscritto: 24/3/2006
Da:
Inviati: 227
 Re: "Quelli del nord-est"
Citazione:

X quanto riguarda quello che Massimo dice, probabilmente non sa che sul territorio la Lega qualche problemino lo risolve davvero anzi sono molto solerti nel mettersi dalla parte del cittadino


Io mi domando il motivo di questa loro solerzia...
Forse sanno che a certe persone importa solo del proprio orto, ma più il là di quello non guardano!

"Una bella donna non è colei di cui si lodano le gambe o le braccia, ma quella la cui bellezza complessiva è tale da togliere la possibilità di ammirare le singole parti..." - Seneca - .
a_mensa
Inviato: 3/5/2010 21:38  Aggiornato: 3/5/2010 21:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/6/2009
Da: roncello (mi)
Inviati: 3180
 Re: "Quelli del nord-est"
bravo calvero
bell'intervento!
la cosa che comunque mi indigna di più è avere a roma dei leghisti, dentro un governo che crea dei problemi enormi a livello locale, dei parlamentari leghisti che votano tali leggi, e localmente dei facinorosi che imprecano e se la prendono con il potere centrale, raccogliendo il consenso dei pirla che non si accorgono del gioco al massacro che stanno facendo.

non vorrei mai appartenere ad un club che avesse me come socio.
Utente73
Inviato: 3/5/2010 21:52  Aggiornato: 3/5/2010 21:52
So tutto
Iscritto: 7/4/2009
Da:
Inviati: 10
 Re: "Quelli del nord-est"
Massimo Mazzucco sei un'ignorante tremendo, arrogante, superficiale...
...quello che dove vivi tu definiscono un MORON, o un FUCKTARD.

Comunque piu' di ogni altra cosa, MM, non conosci nulla dell'Italia quindi non ti permettere di parlare dell'Italia.

E ti do anche un'altro consiglio: non tornare perche' non ti volgiamo e ti troveresti come un pesce fuor d'acqua: perche', povero disaccorto trotzkysta sperduto che non sei altro, guarda che l'opinione dell'INTERA Italia, riguardo al fatto immigrazione, e' cambiata notevolmente rispetto ai pensieri tuoi preistorici e filmatini diffamatori che posti, ed e' ora molto omogenea su posizioni legalitarie simili a quelle della Lega. Di piu'! Sei un pece fuor d'acqua persino in America, ormai, dovresti andare in Messico, sempre che ti vogliano (dubito, la i clandestini li controllano) dato che persino li in USA (leggi Arizona e molti altri stati che hanno mostrato interesse) - si sono svegliati. E il 70% della popolazione dell'Ariziona (clandestini esclusi) sono FAVOREVOLI alla nuova legislazione. Quindi sei straniero ed in minoranza persino li'!!

Te lo detto, distratto che non sei altro, prova ad andare a domandare ai rossissimi Toscani di Prato, cosa ne pensano dell'immigrazione Cinese, invece di cazzeggiare.

Non c'e' da stupirsi che i debunkers ti facciano il culo a striscie e che adesso tu sia pure sotto causa che sicuramente perderai e quindi dovrai andare a mendicare insieme ai tuoi amiconi ILLEGALI, che tu ami tanto perche' "Non sei razzista". Infatti non sei razzista, sei solo stolto.

Francamente non riesco a capirti, caro MM: vedi che le tue solite tematiche attirano di meno ed allora ti metti a diffamare l'Italia cosi', per sport perche' non sai cos'altro fare?

Sei uno svergognato, come quell'indecenza di filmato che hai postato, spero che ti becchi un'altra causa, e poi un'altra ancora finche' finalmente ti avranno chiuso quella bocca volgare che ti ritrovi, Tu non sei all'altezza della discussione civile. Sei un basso tipo da diffamazione a mezzo stampa. Ma stai attento che adesso i blogger sono responsabili per quello che scrivono.

Io che rispondo no, ma tu che scrivi SI.

Belli comunque questi meridionali perdenti che scrivono peste e corna dei loro "compatrioti" Nordisti qui... ilare specie quello che dice che se tutti i posti sono occupati dai suoi conterranei e' perche' al nord non sappiamo studiare... ci certo, perche' tutti infatti sanno qual'e' il livello della maggiorparte delle universita'-cloaca meridionali e delle loro altre scuole di ogni ordine e grado, dove i titoli sono tutti piu' facili da prendere, sempre quando non sono truffe belle e buone come gli esami di avvocato a Catanzaro o giu di li'.

Coro Massimino, ti sei perso la puntata di Report (Gabanelli, RAI3), dove prendevano per il culo per la 999ima volta quel ridicolo posto in cui non riescono nemmeno a completare uno scvincolo della superstrada da quasi vent'anni. (con condimento di belle immagini dai dintorni).

Quindi, caro Massimo, se un giorno deciderai mai di tornare (io spero di no) vai la', che e' la' il posto tuo e di quelli come te.
Alla salute di tutti i FUCKTARDS.

Pensoso
Inviato: 3/5/2010 22:02  Aggiornato: 3/5/2010 22:15
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/8/2009
Da:
Inviati: 436
 Re: "Quelli del nord-est"
Anch'io sono del nord-est, e volevo svelare il quattordicesimo mistero di Fatima...
al nord ci sono molti impiegati pubblici provenienti dal sud perchè al sud c'è molta più disoccupazione che al nord, ed essendoci per fortuna libertà di circolazione e residenza e lavoro all'interno del territorio nazionale (finchè la Lega Nord non farà la secessione...), qualsiasi italiano può giustamente partecipare a concorsi, selezioni e chiamate pubbliche.
Viceversa, per lo stesso motivo, è più difficile che un abitante del nord vada a fare concorsi (ecc...) al sud, che sono sempre affollatissimi data l'enorme offerta di canditati.

Quando poi si tratta di ottenere l'abilitazione professionale con esame di stato ci sono frotte di compaesani nordici che non schifano affatto una più abordabile selezione in una città del sud.


Per il resto sulla storia della Lega Nord si trova tutto in rete (non fermatevi alla Wikipedia di Riotta!). Dalle origini politiche di "estrema" sinistra giovanile quando era di moda (maoista... pensate un po') o socialista (craxiana e non!) di alcuni suoi storici esponenti, che lì han trovato poca fortuna, all'illusione di essere stati gli artefici contro la Prima Repubblica e la Tangentopoli, in cui sono cascati anche loro appena hanno avuto un minimo di potere, alle partecipazioni di alcuni leader ai gruppi neonazisti in giro per l'Europa, all'impennata del 94/95 contro Berlusconi, quando hanno "scoperto" chi fosse davvero Berlusconi (con critiche che ora fa ancora solo la sinistra o Di Pietro o Santoro o Grillo o Travaglio ecc...), per poi dimenticare quanto scoperto appena finita la successiva legislatura, probabilmente ad un certo prezzo... (nel vero senso della parola), alla diacronia morale tra quanto dicono e quanto fanno, cristianità e dio po' e puttanierismo, tradizione e cocaina, antipolitica e magna-magna, vicinanza al popolo, ma un po' più vicini agli amici banchieri e industriali (piccoli o grandi che siano) di riferimento o parenti o essi stessi.

Attecchisce al nord perchè, come dicono tutti "parla come la gente comune", spesso perchè è gente comune (forse non a caso ha successo soprattutto nel nord-est o comunque in zone non metropolitane, in cui il dialetto è diffusissimo in qualsiasi contesto, anche formale e lavorativo di un certo livello).
Purtroppo per una buona politica il parlare come gente comune non è condizione nè necessaria nè sufficiente (può esserci o non esserci), tutt'al più è un modo per accrescere i propri voti, fine a sè stesso.

Del successo garantito con la "caccia all'immigrato" o alla data minoranza come carpo espiatorio, non è certo necessario fare esempi storici tutt'altro che edificanti.


Sul federalismo fiscale, si tratta di una riforma fiscale che se ben strutturata potrebbe anche essere utile, ma il massimo federalismo politco per uno stato già unitaro è già stato fatto con la riforma del titolo V della Costituzione ed il federalismo amministrativo è già stato fatto ancora prima con le Riforme Bassanini a fine anni '90.
Ora si tratta solo di correggere le attuazioni incongruenti che aveva fatto il precedente governo Berlusconi (e Lega... che cissà perchè in quell'occasione non colse l'attimo fuggente...) ed attuare la riforma fiscale di cui sopra.

Gli interessi politici e le contropartite in gioco anche questa volta sfoceranno o in un nulla di fatto, o in un obrobrio politico, o in un calderone con dentro di tutto e di più.

per finire, gli italiani del nord, specie quelli popolari e della classe medio-bassa credono davvero che la Lega Nord sia una forza politica che cura i loro interessi...? peggio per loro. felici e bastonati (magari senza rendersene conto, o dandone la colpa a qualcun'altro)

(uso non improprio di firma)
Calvero
Inviato: 3/5/2010 22:18  Aggiornato: 3/5/2010 22:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: "Quelli del nord-est"
Citazione:

Coro Massimino, ti sei perso la puntata di Report (Gabanelli, RAI3)..


..dì, vichingo di guerra in tempo di pace, attacca i Flap e plana. Metti la sveglia, che l'epoca in cui si credeva alle favole nordiche è finita da un pezzo.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
redna
Inviato: 3/5/2010 22:20  Aggiornato: 3/5/2010 22:49
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: "Quelli del nord-est"
Citazione:
Sei uno svergognato, come quell'indecenza di filmato che hai postato, spero che ti becchi un'altra causa, e poi un'altra ancora finche' finalmente ti avranno chiuso quella bocca volgare che ti ritrovi,


attenzione perchè la sindaca precedente ha fatto causa a Santoro per un bellissimo servzio che aveva fatto su Verona. La causa l'ha persa e ha dovuto anche pagare.
Pertanto raccontiamo tutto e non parliamo di indecenza quando l'indecenza è altra e la xenofobia la sta facendo da padrona nella città.

Citazione:
Tu non sei all'altezza della discussione civile.

ma tu nemmeno sei all'altezza di una discussione terra a terra se è per questo.


EDIT

nello specifico la causa persa è questa:

Sciuscià vince la causa del professor Marsiglia
L'Unità - 13 Luglio 2004

... «La Sironi - spiegano i giornalisti di Sciuscià - ci accusò di essere dei manipolatori, di aver dipinto una situazione che non corrispondeva alla realtà di Verona, di aver fatto un attacco premeditato diretto a soli scopi politici e annunciò una causa civile promossa dal Comune di Verona». A quel punto Santoro e gli autori del documentario «I Bugiardi» - mandato in onda il 23 gennaio 2001 - che trattava la vicenda del professor Marsiglia, controquerelarono per diffamazione al tribunale di Verona. Contemporanemente la causa intentata dal Comune contro la trasmissione Rai veniva archiviata.
Secondo quanto deciso dal giudice del tribunale di Verona Dario Bertezzolo, l'ex primo cittadino scaligero è stato condannato a pagare 800 euro di multa, oltre alla riparazione pecuniaria di 1000 euro per ciascun giornalista da liquidarsi in separato giudizio. «Sono amareggiata, ma serena e rifarei certamente quello che ho fatto - ha dichiarato la Sironi - come non bastasse sarò io personalmente a pagare la condanna anche se agivo a nome del Comune».
Secondo l’associazione Articolo 21: «Anche in questa occasione i tribunali hanno dovuto riconoscere la lealtà e la correttezza del lavoro svolto da Santoro, dalla redazione e da tutto il gruppo di lavoro - ha commentato l’associazione e ha aggiunto - è tempo che la Rai riconosca l'errore fatto con Santoro e chieda scusa per aver obbedito agli ordini del presidente del Consiglio».

http://www.michelesantoro.it/articoli_unita_130604.htm

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Calvero
Inviato: 3/5/2010 22:27  Aggiornato: 3/5/2010 22:31
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: "Quelli del nord-est"
Edit: così è più bella

dì Redna, da dove è uscito questo "utente" ?? dal panettùn del 73"?

..è incredibile quanto la miopia continui a essere scambiata solo per una malattia degli occhi

PS

poi hai visto? sà anche l'inglese quello di alta scuola

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
peonia
Inviato: 3/5/2010 22:33  Aggiornato: 3/5/2010 22:34
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: "Quelli del nord-est"
com'è difficile dividere questa Terra con certe persone, com'è difficile tollerare l'arroganza e l'ignoranza...com'è difficile vivere oggi in questo Paese disastrato, governato da gente ottusa e avida e corrotta, coabitare con gente ottusa e maleducata...abbi pazienza Max....



e poi....vogliamo parlare dl figlio di Bossi???????????'' cosiì colto e preparato! quanto guadagna???????????????????????????????????????????????????????

fankulo!

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
temponauta
Inviato: 3/5/2010 22:42  Aggiornato: 3/5/2010 22:42
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/4/2010
Da:
Inviati: 2040
 Re: "Quelli del nord-est"
La Lega è solo l'epilogo della decadenza della democrazia come forma di governo della società italiana, i cui mali risalgono alla truffa del Risorgimento.
Eliminando la democrazia si eliminano anche i mali e i suoi rimedi fasulli, come la Lega e la politica in generale.

Spiderman
Inviato: 3/5/2010 22:43  Aggiornato: 3/5/2010 22:43
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 19/9/2009
Da:
Inviati: 2722
 Re: "Quelli del nord-est"
Citazione:
Massimo Mazzucco sei un'ignorante tremendo, arrogante, superficiale...
...quello che dove vivi tu definiscono un MORON, o un FUCKTARD.[...]





"Ogni giorno racconto la favola mia, la racconto ogni giorno chiunque tu sia, e mi vesto di sogno per darti se vuoi, l'illusione di un bimbo che gioca agli eroi. (Renato Zero)
cnj
Inviato: 3/5/2010 22:53  Aggiornato: 3/5/2010 22:53
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da: Romagna
Inviati: 795
 Re: "Quelli del nord-est"
Perché fallì CrediEuronord (La banca della Lega)
FONTE: Il sole 24 ore
26 agosto 2005


In principio fu Gian Maria Galimberti. A lui Umberto Bossi e gli alti papaveri della Lega Nord diedero l'incarico di fondare la banca della Lega. E Galimberti, che forse aveva combinato qualche pasticcetto in passato nel mondo bancario con la Barclays, si mise all'opera.
L'idea era che la politica è una bella cosa, ma, come altri partiti disponevano di strutture economiche e finanziarie già collaudate nei decenni, anche la Lega, un partito di militanti, doveva avere una sua struttura nel mondo finanziario.
Ma fare una banca non è una cosa semplice. In base alle statistiche della Banca d'Italia il 70% delle neobanche finisce in modo inglorioso nei primi due anni, e l'altro 30% sopravvive, ma vivacchia.

I dirigenti della Lega Nord, analfabeti finanziariamente, queste cose non le sapevano e così l'operoso Galimberti cominciò a raccogliere il capitale sociale della costituenda banca CrediNord, poi diventata CrediEuronord per evitare denunce alla magistratura da parte di una banca francese Crédit du Nord fondata nel 1840 per eccessiva assonanza dei due nomi.
Il capitale necessario fu raccolto e non risulta che sia mai stato spiegato da Galimberti il fatto che era per i soci un investimento a rischio e non liquido poiché si trattava di quote di capitale di società non quotata in borsa e non di un credito che i leghisti facevano a CrediEuronord. D'altra parte, come non rispondere al richiamo di " Alberto da Giussano"?! La militanza ha i suoi costi, palesi o occulti che siano. E così, dopo una lunga incubazione, la banca vide la luce e avrebbe anche potuto sopravvivere e avere successo, sebbene le sue dimensioni fossero destinate a restare piccole, anche nell'ambito del gruppo delle più piccole banche popolari e delle più piccole banche di credito cooperativo.

Ma Galimberti sembrava morso dal ragno della smania. A Pontida, a Venezia, nelle Assemblee dei soci lui solo prendeva la parola dicendo: « cresceremo tanto da far male alle altre banche » , come il topolino che ha deciso di strangolare l'elefante. Ma era quando tornava in banca che dava il meglio di sè. Non voleva Presidente ( che allora era chi scrive, poi autosospesosi) o Consiglieri fra i piedi. Lui era la banca, il padre padrone. Disponeva dei soci, delle strutture, di una segreteria megagalattica e del personale, specie femminile. Un padre padrone, quasi un proprietario della banca. E, quando riceveva delle telefonate dall'alto, il suo comportamento era quello per cui la struttura dell'ufficio fidi veniva da lui scavalcata. « Non accetto dei pareri negativi » diceva, quasi anticipando quanto si è letto nel tormentone estivo delle intercettazioni ben note. Il parere che contava era solo quello del padre padrone, il quale, poi, in Consiglio di Amministrazione si presentava con garanzie, fideiussioni, assegni di clienti ( a cui voleva dare dei prestiti) poi rivelatisi carta straccia.

Finita ingloriosamente la vicenda di CrediEuronord, anche perché 4 o 5 clienti affidati si sono guardati bene dal restituire i milioni di euro concessi in prestito su iniziativa imperiosa del padre padrone ( e non si sa bene se siano stati denunciati, poiché molto ammanicati con la Casa delle Libertà, vedi l'ex calciatore Franco Baresi), la Lega Nord ha avuto una nuova bella pensata. Al posto del piccolo Galimberti perché non puntare sul grande banchiere Gianpiero Fiorani? In questo modo la Banca del Nord era già fatta. Si trattava soltanto di chiudere la sgradevole vicenda CrediEuronord facendola rilevare dalla Banca Popolare di Lodi ( ora Banca Popolare Italiana) e di dare una mano al grande banchiere di Lodi per acquisire la Banca AntonVeneta, diluendo le sorprendenti sofferenze della Lodi in un bacino più grande: la nuova Banca del Nord, nata dalla fusione di una banca lombarda con una ben più grande banca veneta.

Gli amici degli amici sono miei amici, dicono i francesi, ma anche gli italiani e, quindi, gli amici di Fiorani e tutti coloro che lo favoriscono in questo ambizioso disegno sono amici della Lega. Non importa che siano palazzinari romani, speculatori di basso rango, etc. L'importante non sono gli uomini. L'importante è il disegno strategico, l'obiettivo della grande politica bancaria della Lega Nord: da una piccola banca creata dal sudore dei leghisti, a una grande banca creata dalla lungimiranza del megabanchiere della ricca e grassa terra agricola lodigiana.
Purtroppo, come la banca CrediEuronord non è finita molto bene ( ma inni si sciolgano al salvatore Gianpiero), così la grande strategia bancaria della Lega ha incontrato in queste ultime settimane qualche piccola difficoltà.
Machiavelli e soci sono rimasti invischiati nel loro machiavellismo.

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. Nikola Tesla
Mande
Inviato: 3/5/2010 23:04  Aggiornato: 3/5/2010 23:04
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/1/2008
Da: Cologna veneta
Inviati: 1301
 Re: "Quelli del nord-est"
Mi spiace Massimo ma questo articolo non lo condivido per nulla. Non è semplice disquisire di argomenti che non si conoscono ed in questo caso hai dato la perfetta dimostrazione di ciò che sarebbe da evitare.

Parto prima commentando Calvero:
Citazione:

Abbiamo un movimento politico che dalla nascita ha cavalcato ogni basso istinto possibile; poi per soprammercato qualcuno è riuscito anche (mediaticamente) a mistificare il concetto di genuina goliardia e del parlare come si mangia, con la rozzezza e la cafonaggine di chi non sa neanche fare la O con il bicchiere. Bella roba.

Quello che tu spregiativamente ed offensivamente se permetti chiami "basso istinto" non è altro che la cultura e volontà politica della maggioranza dei Veneti (ma suppongo del nord-est in generale).
E' sconsolante vedere come le stesse persone che si ritrovano qui a commentare che la politica dovrebbe eseguire la volontà popolare poi suggerisce tutt'altro. In questo tuo intervento lasci infatti trasparire che la cultura e la volontà veneta siano "basso istinto" e che come tali non vadano rispettati ma devono intervenire dei politici "illuminati" che ci elevino con la loro di cultura. La stessa scusante che utilizzano tutti i capi regime la usi anche tu.

Deciditi dunque! O il politico deve rappresentare il popolo oppure deve condizionarlo a seconda della sua personale e secondo lui più "illuminata" cultura.

La lega è uno tra i pochi movimenti nati veramente dal basso e dalla gente. Se dovessi paragonarli ai grillini salta subito all'evidenza che questi nascono già da un gradino più alto ovvero dal loro ispiratore Beppe Grillo.
Curioso dunque vedere persone che lodano i movimenti ispirati dal basso e dal popolo e poi si accaniscono contro il loro più grande esempio ovvero la Lega Nord. Lega che è nata dalla volontà di poche persone che distribuivano volantini senza sedi ne finanziamenti da alcuno.

La coerenza è merce rara oggi giorno.

Che poi la Lega sia diventata un partito di governo che si spartisce la torta come tutti può solo che essere di monito.

Il potere corrompe e per arrivare a certi livelli senza subirne effetti bisogna avere una forza morale senza pari. Forza che a molti è mancata ed a altri è stata tolta.

Dall'articolo
Citazione:

(QUI la seconda parte del video. GUARDATELO. NE VALE LA PENA)

Milioni di inesattezze cercate e volute. L'unica cosa giusta che hanno detto è che qui Tosi è un'istituzione nel vero senso della parola.
Ridicoli poi i riferimenti agli episodi di razzismo. Molti non lo erano affatto ma semplicemente erano fatti di sangue nei quali erano coinvolti altri immigrati. Chiunque abbia seguito un attimo quei fatti sa che il razzismo non era elemento presente o determinante allo svolgimento degli stessi.
D'altronde da una informazione "Gauche" notoriamente razzista nei confronti degli italiani non c'era da aspettarsi nulla di meglio.
Citazione:

Trent’anni dopo Bossi ha ancora la voce rauca, ma non grida più Roma ladrona. La “capitale del vizio” – come lui l’aveva definita - lo ha accolto a braccia aperte, lo ha fatto senatore, e gli ha messo subito in tasca un paio di assegni poco puliti, con i quali ricattarlo nel caso gli venisse di nuovo in mente di mettersi contro il sistema.

Quegli assegni non sono bastati a chiudere la bocca a Bossi. Assegni che non ricevette personalmente ma un membro del partito. Bossi come leader riconobbe l'errore in capo al partito tutto senza usare la vecchia retorica della mela marcia e fece ammenda.
Per rendere più cauto Bossi ci volle uno strano malessere mai pubblicamente esplicitato che lo fece scappare in Svizzera. Nonostante la sanità Italiana abbia delle eccellenze soprattutto per un politico così in vista come lui non se la sentì di farsi curare in Italia. Di cosa avesse paura al tempo non lo disse mai ma di sicuro tornò alla vita politica con temi molto più moderati di prima.
Citazione:

... di quello che prometteva ai suoi elettori: non solo non ha demolito il palazzo, ma il suo principale cavallo di battaglia, il “federalismo”, rimane per ora una chimera tutta da realizzare.

Il federalismo c'è già da un bel pezzo. Proprio dopo le "sparate" di Bossi sulla secessione il governo di centro sinistra di allora varò la prima riforma federalista alla quale ne seguì una seconda. Quello che ancora latita è un federalismo fiscale ma non so se sarà mai possibile raggiungere questo obbiettivo. Prima bisognerebbe mettere tutta l'Italia nelle stesse condizioni di capacità produttiva. Compito quest'ultimo che è nelle agende dei governi da più di un secolo senza che sia mai stato realizzato.
Citazione:

Il problema è che in bocca sua il “federalismo” suona sempre più spesso come un elegante sostituto per il termine “egoismo”, che nessuno naturalmente può pronunciare a voce alta. Nessuno può dire “sono più ricco di te, quello che ho guadagnato me lo tengo, e tu vai fuori dai coglioni”, e quindi si dice “vogliamo poter gestire in prima persona i flussi economici che ci riguardano da vicino”.

Il federalismo non ha mai significato per noi Veneti quello che intendi tu e se non ci si mette d'accordo sui termini non ci si può certo capire.
Federalismo vuol dire per noi avere una legislazione che tenga conto della nostra specifica cultura e tradizione ma soprattutto esigenze.
In un paese altamente disomogeneo come l'Italia le esigenze dei Veneti sono diverse da quelle dei Calabresi a quelle dei Sardi.
Questo è sempre stato il federalismo richiesto e che la Lega ha sempre portato avanti come istanza dai suoi rappresentati. Rappresentati perché nonostante oggi la lega non mantenga più le sue promesse come ogni partito di governo almeno sa quello di cui abbiamo bisogno e quali sono le nostre aspirazioni.
Citazione:

Facendo leva su questa particolare “esigenza” dell’essere umano – la paura di perdere quel poco che si ha - Bossi ha saputo disseminare nel corso degli anni una vera e propria cultura di odio e di intolleranza verso “gli altri”, chiunque essi siano. Oggi non sono più solo i “terùn” ad essere odiati da “quelli del nord-est”, ma tutti coloro che parlano lingue diverse, che si amano in modo “diverso”, che praticano religioni diverse, e che la pensano – in ultima analisi – in modo diverso dal loro.

Bossi non ha mai diffuso nessuna cultura dell'odio. Bossi come chiunque altro qui condivide una cultura che ci accomuna e cioè l'odio per i parassiti della società. In questa categoria rientravano una volta i "terroni" ma oggi non più. Perché?
Perché piano piano le culture si sono amalgamate e quelli che una volta erano gli scansafatiche (nel vero senso della parola ovvero che se c'era un lavoro faticoso scomparivano) oggi non lo sono più.
Oggi gli scansafatiche rimangono i dirigenti di grosse aziende, i dipendenti pubblici, gli spacciatori, i "papponi", categorie di persone verso le quali qui siamo estremamente razzisti. Alle quali si sono aggiunti negli ultimi anni schiere di clandestini che non avendo un lavoro si arrangiano con mezzucci vari che vanno dall'innocua elemosina ai furti nelle abitazioni.
Odiare le persone che non si guadagnano da vivere col sudore della fronte ci fa dei razzisti?
Allora qui siamo nella stragrande maggioranza dei beceri e bastardi razzisti della peggior specie. Ma almeno abbiamo un partito che, ultimamente solo a parole, rappresenta noi e la nostra cultura.
Quando Berlusconi disse la famosa frase "Quei coglioni che votano a sinistra", gli fecero notare che aveva offeso parecchi Italiani.
A chi su questo sito offende le idee (non i risultati) portate avanti dalla Lega nord faccio notare che offende la cultura della maggior parte del nord Italia.
Citazione:

Più difficile sarebbe usare il potere politico per affrontare davvero i grandi problemi sociali, cercando di integrarli in soluzioni costruttive, ma questo significherebbe volere il bene del proprio paese, ed è improbabile che il nostro “celoduro” abbia mai provato una sensazione di quel tipo.

Tolte tutte le ipotesi impossibili, quel che resta, per quanto improbabile è vero.
Citazione:

Certo che è possibile: nessuno nega infatti che il nord-est sia oggi la regione più ricca d’Italia. Ma il nord-est vive forse in un’economia separata dal resto del mondo? Ricava forse le materie prime dal proprio territorio, produce esclusivamente con quelle, vende e consuma tutto all’interno dei proprio confini?

Perchè altrimenti sono capaci tutti a mettere su una “impresa vincente”: basta fare le marmellate con le arance raccolte dagli immigrati in Calabria, dove la manodopera la paghi 5 euro al giorno, oppure basta fare le gonne con la seta lavorata in Viet-Nam, dove la manodopera la paghi un dollaro al giorno, oppure basta fare le caramelle con lo zucchero di Haiti, dove la manodopera la paghi direttamente a bastonate.

Dovresti saperlo da solo che quello che dici non ha ne capo ne coda.
L'Italia ed il nord-est soprattutto sono stati per il mondo negli anni passati quello che la Cina è oggi.
Come la Cina abbiamo svalutato sempre la moneta per poter lavorare e produrre sottocosto per il mondo intero.
Siccome però oggi non possiamo più svalutare allora non siamo più in grado di vendere come prima ed allora si comprimono i salari. Ma non solo quelli degli immigrati ma anche quelli degli italiani.
Ma non puoi dare la colpa di questo agli abitanti del nord-est, te ne rendi conto vero?

Finché venivamo impoveriti dalla "Inflazione malattia primaria" (eufemismo austriaco) venivamo arricchiti dalla capacità di esportazione.
Citazione:

Salvo poi scendere in piazza e gridare in coro “Fuori i marocchini da casa mia!”

Io non l'ho mai sentito dire eppure in Veneto ci vivo.
Sarebbe interessante sapere dove l'hai sentito tu.
Ho sentito slogan come:
"Roma ladrona"
D'altronde è la casa dei maggiori parassiti e nullafacenti pubblici dai ministeri ai vari enti governativi.
Ho sentito anche slogan contro i circhi. D'altronde se l'itinerario di un circo casualmente porta con se l'aumento dei furti in casa qualcuno può fare associazioni senza senso dovute solo alla "pancia".
Ho sentito slogan contro gli immigrati clandestini che vivono di espedienti visto che non possono neanche chiedere un minimo sussidio visto che non risultano esistere. Ed espedienti è un eufemismo.

Dove hai sentito tu "fuori i marocchini" è per me un mistero soprattutto seguito da casa mia...
Ma anche ammesso che qualcuno l'abbia detto non vorrai mica affermare che qualcuno può entrarti in casa senza il permesso spero bene.
Un conto è abolire la proprietà privata delle risorse e dei mezzi di produzione ma addirittura della abitazione neanche il comunista più estremista l'ha mai detto.

peonia
Inviato: 3/5/2010 23:26  Aggiornato: 3/5/2010 23:26
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: "Quelli del nord-est"
RIPORTO QUESTO ARTICOLO/RIFLESSIONE DA UN BLOG, POICHE' LO CONDIVIDO IN TOTO

http://pierluigizanata.blog.lastampa.it/il_mio_weblog/2010/04/e-questa-l-italia-in-cui-voglio-vivere.html

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
ELFLACO
Inviato: 3/5/2010 23:33  Aggiornato: 3/5/2010 23:33
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/10/2005
Da:
Inviati: 1839
 Re: "Quelli del nord-est"
Si si tutto molto bello peccato che Bossi e tutta la lega siano stati COMPLICI di tutte le porcate del BANANA !
Si è passati dal dire "che il BANANA era un mafioso" ad essere l'alleato preferito .
E' questo basta per screditare tutto quello che gli esce dalla bocca ,persino i rutti.


“Le persone non dovrebbero avere paura dei propri governi, sono i governi a dover aver paura delle persone.”
redna
Inviato: 3/5/2010 23:35  Aggiornato: 3/5/2010 23:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: "Quelli del nord-est"
Citazione:
Milioni di inesattezze cercate e volute

basterebbe che tu ne elencassi SOLO UNA.
Poi vediamo le altre, con calma.....


Citazione:
L'unica cosa giusta che hanno detto è che qui Tosi è un'istituzione nel vero senso della parola.

come tutti i sindaci che ci sono stati prima. Solo che Tosi va a far salotto da Vespa.Vuoi mettere.

Citazione:
Ridicoli poi i riferimenti agli episodi di razzismo. Molti non lo erano affatto ma semplicemente erano fatti di sangue nei quali erano coinvolti altri immigrati. Chiunque abbia seguito un attimo quei fatti sa che il razzismo non era elemento presente o determinante allo svolgimento degli stessi.

saranno ridicoli per te ma la sostanza non cambia.... la città malgrado (pare) sia più pulita di prima e più sicura (pare) si è macchiata di episodi criminali come il pestaggio a morte di Tommasoli..... e sempre sotto l'amministrazione Tosi.
Episodi ridicoli?
Ti rinfresco la memoria se ti dico che il giovane è stato pestato a sangue perchè non era ben vestito?

Citazione:
D'altronde da una informazione "Gauche" notoriamente razzista nei confronti degli italiani non c'era da aspettarsi nulla di meglio

l'informazione "droite" ce la spieghi tu odobbiamo andare a ricercarla in certi posti?
come saprai nel veneto ce ne sono tanti ....


Citazione:
Nonostante la sanità Italiana abbia delle eccellenze soprattutto per un politico così in vista come lui non se la sentì di farsi curare in Italia.



Da una parte lo scrittore Pietro Citati, dall’altra la Lega Nord, al culmine dell’indignazione in difesa dell’onore ferito del suo leader Umberto Bossi. In mezzo la pietra dello scandalo, ovvero due pasticche di Viagra. Scrive Citati, in un articolo pubblicato su Repubblica martedì 27 aprile, che all’origine dell’ictus che nel 2004 ha colpito il Senatur, icona del “celodurismo” della Lega ancora giovane, ci fu nientemeno che un’overdose di viagra. A dire il vero Citati non si limita a scriverlo, lo racconta con fare divertito: «A sera per provare i suoi doni sessuali, Bossi andò con una ragazza in uno degli innumerevoli alberghi che decorano i paesotti e le cittadine della Pianura Padana. Per accrescere la propria forza, ingoiò non una ma due pasticche di viagra. Gli venne un colpo; e di notte, segretamente, venne portato in una clinica svizzera. Ora, se lo vedi alla televisione, balbetta, biascica, sbrodola».

http://www.blitzquotidiano.it/politica-italiana/bossi-ictus-citati-viagra-349231/

così si capisce meglio perchè è stato portato 'segretamente' in Svizzera?

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Spanna
Inviato: 4/5/2010 0:12  Aggiornato: 4/5/2010 0:15
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/11/2005
Da:
Inviati: 35
 Re: "Quelli del nord-est"
Da morir dal ridere la difesa della "cultura" della lega,come trasformare dei bravi lavoratori onesti in tristi figuri di antica memoria.

Mande
Inviato: 4/5/2010 0:22  Aggiornato: 4/5/2010 0:22
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/1/2008
Da: Cologna veneta
Inviati: 1301
 Re: "Quelli del nord-est"
Redna
Citazione:

basterebbe che tu ne elencassi SOLO UNA.
Poi vediamo le altre, con calma.....

Minuto 3..
Calderoli:
"A casa nostra si fa come si dice a casa nostra"
Seguito da un "In Francia verrebbe condannato"

In Francia condannano forse chi chiede il rispetto della legalità?
Citazione:

saranno ridicoli per te ma la sostanza non cambia.... la città malgrado (pare) sia più pulita di prima e più sicura (pare) si è macchiata di episodi criminali come il pestaggio a morte di Tommasoli..... e sempre sotto l'amministrazione Tosi.
Episodi ridicoli?
Ti rinfresco la memoria se ti dico che il giovane è stato pestato a sangue perchè non era ben vestito?

La tesi che portano avanti è il razzismo contro gli immigrati. Tommasoli non era un immigrato e non è stato aggredito per razzismo ma per futili motivi da parte di un gruppo di disadattati.
Citazione:

così si capisce meglio perchè è stato portato 'segretamente' in Svizzera?

Mancano le prove delle affermazioni fatte da Citati.
Secondo te si può risalire esattamente alla causa farmacologica di un ictus?
Secondo te non esiste la riservatezza medica ed il segreto professionale in Italia ma solo in Svizzera?
Se esisteva la riservatezza in Svizzera ma non in Italia e Bossi si è curato lì per quello come ha fatto a saperlo Citati?

La tua ipotesi non sta minimamente in piedi.

blu23
Inviato: 4/5/2010 0:26  Aggiornato: 4/5/2010 0:26
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/2/2009
Da:
Inviati: 585
 Re: "Quelli del nord-est"
Io mi domando il motivo di questa loro solerzia... Forse sanno che a certe persone importa solo del proprio orto, ma più il là di quello non guardano!

Se c'è una cosa su cui mi sento abbastanza esperto sono la lega e i leghisti.

Quello che volevo far capire è che c'è un enorme ed abissale differenza tra i politicanti leghisti-romani e il leghista stanziale sul territorio. Molti di questi sono persone assolutamente ignoranti (e con queste parole ci metto dentro tuttto) ma vi assicuro che in mezzo a questa marmaglia di beoni si possono trovare persone che veramente si occupano della cosa pubblica intendendola appunto come pubblica, e non come un proprio potentato. La gabanelli si lamenta del sistema sanità in lombardia dove se non sei berlusconiano-ciellino (mi vien schifo solo a scriverlo) non hai niente. Be per dovere di cronaca la gabanelli potrebbe far un giro nel sistema sanità dell'emilia rossa dove la corrente di sinistra si è APPROPRIATA indebitamente della cosa pubblica con il benestare dei cittadini.

Se poi si vuole discutere sulle ultime vicissitudini la lega ha adottato una contraddizione in essere. Come può un movimento autonomista mandare (felice di farlo) esponenti presso l'ente accentratore e livellatore per antonomasia che è la comunità europea? Come può la lega battersi per l'acqua libera e poi approvare la svendita completa del patrimonio idrico pubblico nazionale, come può la lega lamentarsi solo di una parte degli immigrati che popolano le vie e le piazze di questo paese? Potrei andare avanti un bel po ma mi voglio fermare qui.
Mi preme però sottolineare due cose: uno, Zaia è stato l'unico politico ad opporsi con assoluta veemenza agli OGM, due quell'emerito idiota di Borghezio è stato l'unico parlamentare europeo a denunciare pubblicamente l'operato del Bilderberg presso gli enti sovrani della EU... la cosa è stata ovviamente ignorata dal quotidiano "la padania"...

Ribellatevi al mondo corrotto di Babilonia, emancipate la vostra razza, riconquistate la vostra terra. (Bob Marley)
Calvero
Inviato: 4/5/2010 0:30  Aggiornato: 4/5/2010 2:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: "Quelli del nord-est"
Citazione:
Quello che tu spregiativamente ed offensivamente se permetti chiami "basso istinto" non è altro che la cultura e volontà politica della maggioranza dei Veneti (ma suppongo del nord-est in generale).
E' sconsolante vedere come le stesse persone che si ritrovano qui a commentare che la politica dovrebbe eseguire la volontà popolare poi suggerisce tutt'altro. In questo tuo intervento lasci infatti trasparire che la cultura e la volontà veneta siano "basso istinto" e che come tali non vadano rispettati ma devono intervenire dei politici "illuminati" che ci elevino con la loro di cultura. La stessa scusante che utilizzano tutti i capi regime la usi anche tu.


Come ti sbagli caro collega. Il "basso istinto" appartiene a tutti gli Italioti, purtroppo (napoletani compresi, se può farti contento). Ma la coda di paglia ha accecato il tuo raziocinio. Semplicemente la Lega ha avuto modo di mettere in atto una politica che facesse presa su un tipo di risentimento che (contestualmente all'epoca moderna) era il più ovvio da conglomerare in una "nuova" bandiera. E questa, fattene una ragione, è la semplice e merdosa verità. Se la maggioranza dei veneti si è lasciata catturare da questo retaggio di bassa LEGA (nota come le parole cadono a fagiolo) sono stracazzi loro, se permetti. Non ho capito scusa? non è la verità forse.. che il tifo da osteria è rappresentativo e catalizzatore dei voti leghisti? ...almeno vanne orgoglioso Mande, eccheccazzo, e non venire a nascondere quello che è sotto il naso di tutti.

Non ho messo in discussione poi (mi pare che non ci hai fatto caso) propositi che erano effettivamente, almeno quella volta, innovativi: - come un sano federalismo, una sana disobbedienza civile, un sano Roma-Ladrona, una sana voglia di ringiovanire ideologicamente la Partitocrazia, Una sana voglia di rivoluzione culturale che appunto, come dici tu, partisse dal basso ...

...ma pare, anzi è certo, che l'articolo di Mazzucco non abbia detto che la Lega debba vergognarsi perché qualcun'altro fa meglio di lei.. anzi. Ma ha messo in luce l'ipocrisia cavalcante ed esponenziale di un movimento ideologico che ha tradito ancora di PIU' il cittadino: proprio in "virtù" del fatto che lo ha illuso di un ritorno ad una genuina e goliardica volontà popolare che veniva dal basso....

..e invece ... e invece ..e invece .. la sta ri-mettendo in culo dall'alto

Citazione:

Deciditi dunque! O il politico deve rappresentare il popolo oppure deve condizionarlo a seconda della sua personale e secondo lui più "illuminata" cultura.


il dualismo è un duro ostacolo anche per te, eh Mande... peccato.. ti offendi se ti dò del provinciale? credo che vi siano altre opzioni per gli uomini che hanno voglia di una cristallina ripresa sociale

Citazione:

La lega è uno tra i pochi movimenti nati veramente dal basso e dalla gente. Se dovessi paragonarli ai grillini salta subito all'evidenza che questi nascono già da un gradino più alto ovvero dal loro ispiratore Beppe Grillo.


Anche il Nazismo nacque dal basso... ma almeno fù coerente con le sue idee. Grillo è su un gradino più alto? ma di che parli? intanto non mi piace neanche Grillo, quindi non lo difendo... ma paragonare la Lega ai grillini è un analogia che mette in cattiva luce la Lega e non certo i Grillini. Almeno, fino ad ora, non si sono sporcati con la Roma-Ladrona

Citazione:

Curioso dunque vedere persone che lodano i movimenti ispirati dal basso e dal popolo e poi si accaniscono contro il loro più grande esempio ovvero la Lega Nord. Lega che è nata dalla volontà di poche persone che distribuivano volantini senza sedi ne finanziamenti da alcuno.


a ridaje ... la politica è per i mediocri, punto. Tutta. Io ho analizzato le ridicole cadute e ipocrisie di un movimento che è stato più traditore di tutti gli altri, contestualmente all'ideologia abbracciata. Se poi parliamo di Governo ..beh allora, non c'è rischio di sapere chi è il peggiore.. un bel trogolo di maiali. Dall'estrema sinistra all'estrema destra, passando per il centro ovviamente. In un modo o nell'altro, venduti.

Aspettiamo il RESET

Citazione:

La coerenza è merce rara oggi giorno.


..dillo a Bossi e alla sua Cricca

Citazione:

Che poi la Lega sia diventata un partito di governo che si spartisce la torta come tutti può solo che essere di monito.


..detto cazzi i frutti, anche qui, sono marci. Quindi l'albero; quindi le radici ..amen. Né più né meno. Matematica

Citazione:

Il potere corrompe e per arrivare a certi livelli senza subirne effetti bisogna avere una forza morale senza pari. Forza che a molti è mancata ed a altri è stata tolta.


Il Potere corrompe i figli di puttana. Né più, né meno.

Secondo emendamento di politica universale

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Calvero
Inviato: 4/5/2010 0:43  Aggiornato: 4/5/2010 0:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: "Quelli del nord-est"
Citazione:
Quello che volevo far capire è che c'è un enorme ed abissale differenza tra i politicanti leghisti-romani e il leghista stanziale sul territorio. Molti di questi sono persone assolutamente ignoranti (e con queste parole ci metto dentro tuttto) ma vi assicuro che in mezzo a questa marmaglia di beoni si possono trovare persone che veramente si occupano della cosa pubblica intendendola appunto come pubblica, e non come un proprio potentato. La gabanelli si lamenta del sistema sanità in lombardia dove se non sei berlusconiano-ciellino (mi vien schifo solo a scriverlo) non hai niente. Be per dovere di cronaca la gabanelli potrebbe far un giro nel sistema sanità dell'emilia rossa dove la corrente di sinistra si è APPROPRIATA indebitamente della cosa pubblica con il benestare dei cittadini.


...guarda che ti eri spiegato Blu. Qui non si parla di riconoscere eventuali meriti sul campo. Ma cosa facciamo blu? non siamo qui ogni giorno a scrivere di come la visione di insieme più corretta - o la meglio ricercata - sia la prospettiva sensata da dove far partire le migliori critiche?

Cosa credi, ad esempio, che io ho scritto quel che ho scritto, perché sono un figlio dei fiori e voglio che gli extra comunitari debbano essere difesi a spada tratta?? sia mai! Ma il topic, mi pare, verte su una questione di principio che si pone a livello nazionale, come minimo. E verte appunto sulle dinamiche e sui pesi che condizionano la visione raziale in maniera patetica. Lo vogliamo ammettere oppure no?

Dai Blu...

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Redazione
Inviato: 4/5/2010 1:56  Aggiornato: 4/5/2010 2:35
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: "Quelli del nord-est"
Citazione:
Milioni di inesattezze cercate e volute.
Anche a me piacerebbe vederle elencate. Se non mille, almeno tre o quattro. Serie però, non come quella che hai segnalato tu, che temo sia solo il frutto di un tuo errore di traduzione: la speaker non intende certo “condannare” in senso legale/penale, ma lo intende in senso morale. Ma anche se fosse un’inesattezza, riguarda comunque la Francia e non il nord-est.

Vorrei saperne qualche altra, se possibile.

Citazione:
Federalismo vuol dire per noi avere una legislazione che tenga conto della nostra specifica cultura e tradizione ma soprattutto esigenze.
Quello che significa “federalismo” lo so. E come viene interpretato dagli elettori, che io metto in dubbio. Sempre se posso, ovviamente.

Citazione:
Bossi non ha mai diffuso nessuna cultura dell'odio.
“Noi non vogliamo moschee… E’ là che si architettano tutti i programi per distruggere la nostra civiltà, la nostra tradizione, la nostra religione. Tolleranza zero!” – Umberto Bossi

Se avesse detto almeno la verità… Invece dissemina l’odio con le bugie.

Per non parlare del sofisticato Borghezio, che dissemina "amor cristiano" ad ogni passo: “Noi ci lasciamo togliere i canti natalizi da quella banda di cornuti islamici di merda”.

Citazione:
In un paese altamente disomogeneo come l'Italia le esigenze dei Veneti sono diverse da quelle dei Calabresi a quelle dei Sardi.
E’ proprio per quello che si fanno le leggi “uguali per tutti”. Le leggi comuni devono bastare a proteggere le esigenze di ciascuno, SENZA CALPESTARE QUELLE DEGLI ALTRI. Se non bastano, si rifanno le leggi comuni, non si fanno quelle ad hoc per ciascuno. Altrimenti, se ogni cittadino dovesse avere la sua legge personale, che rispetta le “sue” esigenze particolari, torneremmo ad invidiare i Secoli Bui.

Io vivo in una federazione di stati, e ti posso confermare che le leggi locali e quelole federali sono costantemente in conflitto fra loro. Piuttosto chiedete la secessione.

Citazione:
… nonostante oggi la lega non mantenga più le sue promesse come ogni partito di governo almeno sa quello di cui abbiamo bisogno e quali sono le nostre aspirazioni.
Quello a casa mia si chiama prendere per il culo. Ma se a voi va bene così…

Citazione:
[mazzucco] Salvo poi scendere in piazza e gridare in coro “Fuori i marocchini da casa mia!”

[mande]Io non l'ho mai sentito dire eppure in Veneto ci vivo. Sarebbe interessante sapere dove l'hai sentito tu.
Nel video che ho pubblicato, ad esempio:

“Tornino nel deserto a parlare coi cammelli, oppure nella giungla a parlare con le scimmie” – Calderoli

Evidentemente non basta vivere in Veneto, bisogna anche saper ascoltare.

Redazione
Inviato: 4/5/2010 2:03  Aggiornato: 4/5/2010 2:03
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: "Quelli del nord-est"
UTENTE 73: "Massimo Mazzucco sei un'ignorante tremendo, arrogante, superficiale...quello che dove vivi tu definiscono un MORON, o un FUCKTARD."

Ti confesso che invidio molto la tua capacità di argomentare. Vorrei averne soltanto un decimo.

Rispetto al "non venire mai in Italia" devo dire che anche qui mi dicono di andarmene, dopo aver visto "Il nuovo secolo americano". Evidentemente certe verità fanno male dappertutto nello stesso modo.

reby
Inviato: 4/5/2010 3:48  Aggiornato: 4/5/2010 22:12
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/8/2006
Da:
Inviati: 135
 Re: "Quelli del nord-est"
non comprendo per quale motivo se non per interessi legati allo sfruttamento di manodopera ed un pò di sano dumping sociale serva per forza inondare l'Italia di stranieri.

Domande per riflettere:

1) in Italia abbiamo il 37,6% di inattivi, ovvero coloro che non si impegnano neanche più a cercare il lavoro perché hanno perso la speranza di trovarlo.
Percentuale alla quale va sommato il tasso di disoccupazione ufficiale dell'8,8%.

Si arriva ad un totale di quasi 50% di disoccupati.
Quindi, cui prodest?
Qui il tasso degli inattivi e disoccupazione ufficiale


Non rispondiamo con il solito cliché che nessuno vuol fare la badante (anche le badanti spesso hanno anziani genitori che lasciano lontani, coloro che tanto hanno a cuore gli stranieri stranamente non ci pensano, stranamente non si riflette su come mai noi non possiamo occuparci dei nostri anziani, che è il sistema sballato che ce lo "comanda"), o a cogliere la frutta per poche lire.
Vero, ma pensiamo anche a quanti contadini (vedasi Report sugli aiuti all'agricoltura) stessi non raccolgano più frutta e verdura se non per autoconsumo, dichiarano di preferire che marcisca piuttosto che accettare i prezzi che la grande distribuzione impone loro.
Ecco perché servono immigrati, meglio se clandestini da sfruttare, non per i contadini, MA PER LA GRANDE DISTRIBUZIONE gestita da cooperative.
Immagino che i buonisti di tali interessi non parlino, certo è più facile cavarsela dando del razzista a destra e a manca e tacere sul PERCHE'.

2) se una parte dello scenario politico si professa tanto preoccupata della sorte di questa gente in cerca di miglior vita (atto legittimo) come mai giudica razzista la sola richiesta di documenti da parte della polizia?
Cioè, non sarebbe a loro tutela che queste persone dispongano di documenti in regola per accedere ai normali diritti del lavoro (quel poco che è rimasto)?
Il fatto è che la sinistra difende la clandestinità.
La Lega no, ed ha sempre dichiarato che lo straniero che lavora regolarmente è più che benvenuto.
Quindi il discorso è un'altro.Serve la clandestinità, perciò ecco che chiedere documenti diventa razzismo, (perché se chiesti ad un nazionale non è considerato sopruso?).
I clandestini saranno i primi ad essere sfruttati ed a fare da manovalanza per la criminalità, cooperative tra cui rosse e quant'altro.
Nei cantieri delle olimpiadi a Torino cinesi senza contratto né tutele venivano stipati in capanni lontano da occhi indiscreti.
Non è che accusare di razzismo chi non ravvede la necessità di tanta manodpera disposta a tutto, a lavorare per niente, serva a chi in realtà vuole che l'Italia (e la global elité lo pianifica per tutte le nazioni) disponga di persone facilmente ricattabili?
Insomma, non saranno un pò complici, vestiti da buonisti?
In Toscana quando sono state fatte un paio di volte delle retate contro capannoni di cinesi dove non ce ne lavora manco uno in regola ed in delle condizioni subumane, subito si è levata una polemica, la solita demagogia e sloagan "polizia fascista...razzisti e bla bla bla"
Ma se la polizia (a proposito, come mai sindacati ed ispettorati del lavoro non hanno mai detto una parola, ben conoscendo la situazione?)
ha strappato queste persone allo sfruttamento, non dovrebbe essere proprio coloro che dicono di voler trattare dignitosamente loo straniero ad esserne contenta?



Ecco un piccolo indizio

"Il secondo gradiente ha invece permesso l'entrata di milioni di individui extracomunitari, con il solo scopo di offrire loro una occupazione (solitamente di manovalanza) mal retribuita: questo ha consentito a grandi aziende e gruppi industriali di sostenere minori oneri per l'attività manifatturiera ed al contempo ha abbassato copiosamente i livelli reddituali dei lavoratori italiani. Oltre a questa straordinaria opportunità economica per le maestranze operaie italiane, abbiamo dovuto assistere anche alla proliferazione di deliquenza e criminalità dilagante nelle nostre città. Tutto questo perchè l'integrazione (che non esiste di fatto) ci è sempre stata disegnata come una grande opportunità di crescita per il paese. A distanza di anni abbiamo visto solo crescere la delinquenza, la criminalità, lo spaccio di droga, lo sfruttamento della prostituzione ed il disagio di chi vive nelle città oggetto di insediamento da parte di queste etnie. "

estratto da:
http://www.eugeniobenetazzo.com/event/la_pupa_e_il_sermone.htm


Metto anche un altro interessante punto di vista:

sitchinite
Inviato: 4/5/2010 8:14  Aggiornato: 4/5/2010 8:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/6/2007
Da: Roma - Pomezia
Inviati: 3270
 Re: "Quelli del nord-est"
@Redazione:


Non sanno vedere il problema nel suo complesso, e di certo chi cerca i loro voti voti non ha alcun interesse a farglielo capire.


Potresi spiegare tu a noi quale é il problema nel suo complesso? e magari come lo risolveresti?

Freeman
Inviato: 4/5/2010 8:44  Aggiornato: 4/5/2010 9:14
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: "Quelli del nord-est"
Citazione:
Massimo Mazzucco sei un'ignorante tremendo, arrogante, superficiale...

Disse il bue all'asino. E rincara:

Citazione:
E ti do anche un'altro consiglio:

Il consiglio te lo do io, gratis: studia l'italiano prima di dare dell'ignorante agli altri.

Citazione:
Te lo detto, distratto che non sei altro,

Anche tu sei distrattino, ti sei perso un verbo per strada... ("Te l'ho detto", si scrive, sempre che tu voglia scrivere in italiano). Dunque, dicevamo? Ah, sì, studiate ^_^

Citazione:
Belli comunque questi meridionali perdenti che scrivono peste e corna dei loro "compatrioti" Nordisti qui...

Se ti riferisci a me, il "perdente" non lo vedo: sono realizzato e abbastanza soddisfatto della mia professione e della mia vita familiare. e non mi sembra di aver scritto "peste e corna" dei miei compatrioti. Al contrario, alcuni di questi amabili "compatrioti" non mi vedono di buon occhio. Bocciato :D

Citazione:
ilare specie quello che dice che se tutti i posti sono occupati dai suoi conterranei e' perche' al nord non sappiamo studiare...

Guarda che l'ha scritto anche Trotzkij, che può vantare una certa preparazione culturale. Lo so, nella tua mente binaria il concetto che un "meridionale" possa essere anche culturalmente preparato fatica a farsi largo, ma cerca di compiere un piccolo sforzo.
In ogni caso, porti zero argomenti conditi, in compenso, da un'enorme ignoranza, complimenti.

Citazione:
Sei uno svergognato, come quell'indecenza di filmato che hai postato, spero che ti becchi un'altra causa, e poi un'altra ancora finche' finalmente ti avranno chiuso quella bocca volgare che ti ritrovi,

La famosa cultura democratica della Lega: se non la pensi come me, devi TACERE. Bravo.

Citazione:
Tu non sei all'altezza della discussione civile. Sei un basso tipo da diffamazione a mezzo stampa. Ma stai attento che adesso i blogger sono responsabili per quello che scrivono. Io che rispondo no, ma tu che scrivi SI.

A parte che "sì" si scrive con l'accento, ma sei sicuro sicuro sicuro che non ne rispondi? Ad esempio, hai dato dello "svergognato" ad una persona in pubblico, sei proprio sicuro sicuro che se volesse non ci sarebbero gli estremi per querelarti?
Siamo sempre là, ignoranza ed arroganza. Per quanto personalmente ritenga che le cose siano un tantinello più complesse di come le pone Mazzucco, più scrivi, più gli dai ragione, non so se te ne rendi conto...

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
a_mensa
Inviato: 4/5/2010 9:07  Aggiornato: 4/5/2010 9:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/6/2009
Da: roncello (mi)
Inviati: 3180
 Re: "Quelli del nord-est"
@ sitchinite
se mi permetti rubo la risposta a massimo.
negli anni '80, quando è iniziata immigrazione, vi era in italia scarsità di mano d'opera.gli operai venivano contesi da fabbrica a fabbrica, e quindi spuntavano salari decenti.
del problema si fce carico la delinquenza organizzata (vedi varie mafie) che acquistando barconi sgangherati, diffondendo nei paesi pieni di morti di fame l'illusione del paradiso, raccolsero i primi extracomunutari.
persone che non parlavano lastessa lingua, di paesi diversi, li accomunava solo la disperazione, la fame ed il desiderio di affrancarsi da tanta miseria.
si occupò la mafia, a caro prezzo, di raccogliere, caricare su barconi, trasportare, riunire e indirizzare dove c'era richiesta di mano d'opera, questi disgraziati.
poi cadde il muro di berlino , e una quantità di persone dei paesi ex-comunisti, che vedevano le nostre televisioni e ci vedevano come un miraggio di bengodi, decise di approfittare della loro istruzione e venire in italia a raccogliere quella possibilità.
da una parte giungeva mano d'opera non specializzata per i campi di pomodori o gli aranceti e per le industrie siderurgiche o simili, da est giungevano tecnici, infermieri, anche ingegneri, disposti a lavorare tutti per un tozzo di pane, fare una vita da schiavi, accontentarsi di un letto a rotazione dove in 3 si davano i turni per riposare.
poi queste comunità si sono consolidate, lepersone con il ricavato del loro lavoro hanno aperto attività, hanno richiamato le loro famiglie, si sono insediati stavbilmente, accontentandosi di tutti quei lavori, dalla manovalanza agricola, alla manovalanza industriale, dagli ospedali ai ristoranti , pizzerie , ecc...
e ghanno , con i loro contributi, alimentato ancora il benessere di tutti per tutti gli anni 90 e inizio 2000.
gli italiani, volevano il posto fisso, da impiegato, da non sporcarsi le mani, ed erano in calo, fattori di riproduzione inferiore a 2.
chi avrebbe consentito all'edilizia di continuare a costruire e vendere se non l'esigenza abitativa degli extracomunitari ?
e così si sono formate le "isole" dei latino americani, dei nordafricani, dei cinesi, degli albanesi e dei rumeni.
il torto di noi italiani è stato quello di lasciar formare tali "isole" in cui queste persone potevano ricreare usi e costumi dei loro paesi.
ma è stato tutto per incapacità di integrare, di gestire il flusso migratorio.
non fosse per tanti immigratiu, come credi che verrebbero pagate le nostre pensioni ?
vai in un ospedale e vedi chi ti viene a vuotare il pappagallo.
guarda in strada quando passa la raccolta rifiuti e osserva gli addetti, quanti italiani credi di vedere ?
ecco qual è il problema nel suo complesso!

non vorrei mai appartenere ad un club che avesse me come socio.
redna
Inviato: 4/5/2010 9:07  Aggiornato: 4/5/2010 9:22
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: "Quelli del nord-est"
Citazione:
Minuto 3..
Calderoli:
"A casa nostra si fa come si dice a casa nostra"
Seguito da un "In Francia verrebbe condannato"

In Francia condannano forse chi chiede il rispetto della legalità?


ho anche notato, oltre a questo, che si dice pure che MOLTI nel governo sono xenofobi.
Questo mi pare più grave.
Per quanto riguarda la legislazione della Francia non la conosco e quindi se il cronista francese dice che in Francia per simili affermazioni avrebbero condannato Calderoli, penso ne sappia più di me in tema di legislazione francese. Comunque sia perchè allora dire che si sarebbero MILLE motivi per poi arrivare a citarne uno solo?


Citazione:
saranno ridicoli per te ma la sostanza non cambia.... la città malgrado (pare) sia più pulita di prima e più sicura (pare) si è macchiata di episodi criminali come il pestaggio a morte di Tommasoli..... e sempre sotto l'amministrazione Tosi.
Episodi ridicoli?
Ti rinfresco la memoria se ti dico che il giovane è stato pestato a sangue perchè non era ben vestito?

La tesi che portano avanti è il razzismo contro gli immigrati. Tommasoli non era un immigrato e non è stato aggredito per razzismo ma per futili motivi da parte di un gruppo di disadattati.


Le tesi che portano avanti è il razzismo verso tutto e tutti. Prima degli immigrati c'erano i terroni ma da quando sono a roma i leghisti è stato meglio puntare SOLO su immigrati e su disdicevoli cartelli che anche quelli del ventennio si sarebbero vegognati di esporre.
Il fatto che Tommasoli non sia stato un immigrato ma un ragazzo nato nella provincia e che non partecipava alla vita politica è ancora più grave.
I futili motivi dei 'disadattati' (sempre ti rinfresco la memoria che, pare, per TUTTI gli italiani è sempre così maledettamente assente) consistevano poi nell'aiutare a far fuggire dall'italia gli assassini? non so se capisci che cosa significa questo (per inciso significa avere delle appoggia sia interni che esterni) ma si riallaccia a quanto ho esposto circa gruppi di 'droite' che da sempre sono stanziati sul territorio e questo, abbinato al razzismo della lega, è una miscela non solo esplosiva ma terrificante, considerato anche il territorio concesso a basi straniere.
Pestare un ragazzo inerme della città e pestare un extracomunitario sono due cose distinte?
Se per te questo è vero consideri che la violenza non è in se stessa da sradicare ma, di volta in volta, da dargli pesi e misure diverse sulla pelle di chi muore per i violenti che nessuno vede.
E' di questo passo che il nord est va verso la completa rovina morale (se non lo è già) oltre a quella sociale che sta dilangando in luoghi in cui il benessere viene a mancare con la crisi e ritorna l'incubo che non è mai cessato cioè la povertà e la fame.
E di fronte a questo ANCHE lo spettro della violenza ha un suo fascino.


Citazione:
così si capisce meglio perchè è stato portato 'segretamente' in Svizzera?

Mancano le prove delle affermazioni fatte da Citati.
Secondo te si può risalire esattamente alla causa farmacologica di un ictus?
Secondo te non esiste la riservatezza medica ed il segreto professionale in Italia ma solo in Svizzera?
Se esisteva la riservatezza in Svizzera ma non in Italia e Bossi si è curato lì per quello come ha fatto a saperlo Citati?

La tua ipotesi non sta minimamente in piedi.


stai facendo l'errore di molti. Riportare un articolo non è esserne l'autore.
Pertanto la MIA ipotesi NON è mia. Giusto per specificare.
Per specificare meglio Pietro Citati non credo che si voglia sputtanare (giusto per parlare chiaro) dicendo fandonie.
Pertanto la MIA ipotesi (che non è mia) potrebbe essere supportata molto meglio da quanto ho scritto dell'autore.
Le prove delle affermazioni di Pietro Citati le dovreste chiedere a lui.
Quello che posso dire è che di ospedali italiani nella zona se ne trovavano diversi e nelle zone gli ictus si sono sempre curati come in Svizzera.
Sarebbe il caso di guardare al di la della punta del naso.



i ragazzi che studiano fanno fatica a trovar lavoro....




quelli sempre bocciati vengono pagati con i soldi pubblici.
Un bell'esempio per tutti i giovani di oggi.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
rekit
Inviato: 4/5/2010 10:08  Aggiornato: 4/5/2010 10:08
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/9/2006
Da:
Inviati: 1151
 Re: "Quelli del nord-est"
cit:
Belli comunque questi meridionali perdenti che scrivono peste e corna dei loro "compatrioti" Nordisti qui... ilare specie quello che dice che se tutti i posti sono occupati dai suoi conterranei e' perche' al nord non sappiamo studiare... ci certo, perche' tutti infatti sanno qual'e' il livello della maggiorparte delle universita'-cloaca meridionali e delle loro altre scuole di ogni ordine e grado, dove i titoli sono tutti piu' facili da prendere, sempre quando non sono truffe belle e buone come gli esami di avvocato a Catanzaro o giu di li'.
....................

caro utente73,
io non so' esattamente di dove tu sia, io sono lombardo, della "ricca' e opulenta provincia lombarda, quella dove si lavora, quella dove si produce, quella dove non si spreca, quella dove le amministrazioni funzionano!!!.....quella dove ce la si canta e ce la si suona da soli!!!!!

mi sono trasferito in Olanda 5 anni fa e quello che hai scritto tu qui sopra e in generale nei tuoi "illuminanti" post e' grosso modo quello che dicono gli olandesi (ma solo quelli piu ignoranti) degli italiani e dell'Italia...inclusa quella del nord!

SVILUPPALO STO CERVELLO! Ce la puoi fare!

Allochtoon!!!! e'cosi che ti chiamerebbero qui, in italia suonerebbe un po'come "terrone!"

P.S.: impara l'italiano.

TuzzoSan
Inviato: 4/5/2010 11:17  Aggiornato: 4/5/2010 11:17
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/4/2009
Da:
Inviati: 118
 Re: "Quelli del nord-est"

Redna
Citazione:

basterebbe che tu ne elencassi SOLO UNA.
Poi vediamo le altre, con calma.....

Mande Citazione:
Minuto 3..
Calderoli:
"A casa nostra si fa come si dice a casa nostra"
Seguito da un "In Francia verrebbe condannato"

In Francia condannano forse chi chiede il rispetto della legalità?


Mande la frase che tu citi è immediatamente preceduta da “Tornino giù nel deserto a parlare coi cammelli, o nella giungla con le scimmie”. Immagino che il giornalista si riferisse a questo.

Nel video linkato non è Bossi a dire: “Noi non vogliamo moschee… E’ là che si architettano tutti i programi per distruggere la nostra civiltà, la nostra tradizione, la nostra religione. Tolleranza zero!”. non mi sovviene in questo momento l suo nome, ma non è Bossi.

Da qui a dire che Bossi non diffonda un clima d'odio ce ne vuole. Lo ritengo più intelligente dei vari Calderoli e Borghezio. Le sue dichiarazioni sono meno razziste (meglio costruite) e più orientate all'argomento secessione, ma di certo non pacate e moderate. Ti ricordi le continue chiamate alle armi, il vaffanculo, il dito medio, il tricolore carta igienica?


Calvero Inviato: 4/5/2010 0:30

Come ti sbagli caro collega. Il "basso istinto" appartiene a tutti gli Italioti, purtroppo (napoletani compresi, se può farti contento). Ma la coda di paglia ha accecato il tuo raziocinio. Semplicemente la Lega ha avuto modo di mettere in atto una politica che facesse presa su un tipo di risentimento che (contestualmente all'epoca moderna) era il più ovvio da conglomerare in una "nuova" bandiera.


Completamente d'accordo con la tua affermazione.

La lega è l'ennesima applicazione del teorema problema -> soluzione

Teba
Inviato: 4/5/2010 11:35  Aggiornato: 4/5/2010 11:35
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/9/2007
Da:
Inviati: 1846
 Re: "Quelli del nord-est"
Mamma mia, nel filmato ci sono riprese fatte praticamente vicino a casa mia...

Parlo per quello che vedo attorno a me: la maggior parte della popolazione della mia zona è costituita da persone che si sono fatte il mazzo per avere una casa, per avere lavoro, per rifarsi una vita nel dopoguerra.
Tutta la consapevolezza di aver lavorato per anni però non è sempre accompagnata da una cultura sufficientemente adeguata alle questioni più complicate; in questo senso la Lega, che ha sempre avuto una certa capacità di raccogliere i malcontenti di chi "el sè spacà la schiena sui campi" anche grazie ad una forma di comunicazione "terra-terra", ha trovato terreno fertilissimo per diventare guida di questa categoria di persone, in questi luoghi.
Purtroppo il 60enne medio con la schiena rotta, non si rende conto di tutte le cretinate e i limiti ideologici (chiamiamoli così...) che vengono esaltati sotto sotto, ma a lui basta sapere che in qualche modo la terra della sua famiglia viene protetta.

La discrepanza con la Francia, in questo senso è ancora più evidente.
L'equilibrio, spero un giorno ci possa essere; per ora la gente si unisce ad una folla urlante senza preoccuparsi dei lati nefasti della medaglia che si sono attaccati al collo, l'importante è che l'orto di casa sia sempre li.

Davide71
Inviato: 4/5/2010 11:56  Aggiornato: 4/5/2010 11:56
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/7/2006
Da:
Inviati: 2108
 Re: "Quelli del nord-est"
Ciao a tutti:

sugli immigrati c'é un magna magna che fa impressione:
Guadagna :
1) chi li porta in Italia;
2) chi li "ospita" nei "centri d'accoglienza" (campi di concentramento): ricordate che hanno sparato ad un parente di Lunardi qualche anno fa?
3) chi li fa lavorare nei campi (e altrove);
4) chi gli affitta le case;
5) chi li manda a spacciare;
6) chi mette le commissioni sui soldi che mandano a casa per mantenere le famiglie (e poi facciamo anche le gare di generosità per mandare i soldi in Africa...)
7) chi guadagna sulla paura che essi ispirano (la Lega, per esempio, ma non solo)

perciò, cari leghisti, non pensate che la Lega farà mai qualcosa per fermare l'immigrazione! Non conviene nè a lei nè ai suoi compagni di coalizione!

Non date le perle ai cani e ai porci perchè non le mangeranno e vi si rivolteranno contro.
DjGiostra
Inviato: 4/5/2010 12:26  Aggiornato: 4/5/2010 12:26
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: "Quelli del nord-est"
Ma sto utente73 da dove arriva ?
A parte gli errori grammaticali che gli si possono perdonare !!
Ma una lista cosi lunga di insulti veramente non li capisco !!!
Io sono del Nord Italia e condivido appieno (Scritto volutamente
tutto attaccato !!!!! ) cio' che ha detto Massimo.
Si puo' anche dissentire moderando pero' questi termini che
sono al limite dell'insulto se non oltre !!!

Mah.. Comunque Per MAssimo :
Me racumandi !!! va inac ise' !!!!! che ta sbagliet mia !!!!!
TRad: Vai avanti cosi che non sbagli !!!!! !
Io l'inglese lo so' ma mooooooolto poco
Ma il bergamasco lo so' discretamente |!!!!

Ciao a tutti..
Damiano..

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
scrapolla
Inviato: 4/5/2010 12:54  Aggiornato: 4/5/2010 12:55
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/12/2005
Da: puglia, molto puglia
Inviati: 66
 Re: "Quelli del nord-est"

Citazione:
Ultimo avvertimento...
blu23
Inviato: 4/5/2010 13:16  Aggiornato: 4/5/2010 13:16
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/2/2009
Da:
Inviati: 585
 Re: "Quelli del nord-est"
Cosa credi, ad esempio, che io ho scritto quel che ho scritto, perché sono un figlio dei fiori e voglio che gli extra comunitari debbano essere difesi a spada tratta?? sia mai! Ma il topic, mi pare, verte su una questione di principio che si pone a livello nazionale, come minimo. E verte appunto sulle dinamiche e sui pesi che condizionano la visione raziale in maniera patetica. Lo vogliamo ammettere oppure no?

La questione è dunque chiuarire se gli atteggiamenti della lega sono o meno razzisti? Cazzo certo che lo sono, come si potrebbe dire diversamente? Vogliamo chiarire che la stragrande maggioranza degli accoliti leghisti è di fatto alquanto """rurale"""? Cazzo certo che si!
Ma il fenomeno lega, meriterebbe sicuramente un analisi estremamente più approfondita e meno superficiale di quella in corso.

Cos'è poi il razzismo? Gridare ai 4 venti sproloqui contro immigrati (solo una parte e ci tengo a sottolinearlo) e meridionali? Potrebbe essere. Ma visto che ritengo l'ultimo intervento di Davide71 assai pertinente bisognerebbe chiedersi se anche l'accoglienza ad oltranza, il cui "prima durante e dopo" è ben spiegata da Davide71, non sia una forma di razzismo o quanto meno di tacita connivenza con la politica schiavista promossa da UE, mafie, confindustria ecc...

Ribellatevi al mondo corrotto di Babilonia, emancipate la vostra razza, riconquistate la vostra terra. (Bob Marley)
sitchinite
Inviato: 4/5/2010 13:43  Aggiornato: 4/5/2010 13:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/6/2007
Da: Roma - Pomezia
Inviati: 3270
 Re: "Quelli del nord-est"
@Teba:

Tutta la consapevolezza di aver lavorato per anni però non è sempre accompagnata da una cultura sufficientemente adeguata alle questioni più complicate; in questo senso la Lega, che ha sempre avuto una certa capacità di raccogliere i malcontenti di chi "el sè spacà la schiena sui campi" anche grazie ad una forma di comunicazione "terra-terra", ha trovato terreno fertilissimo per diventare guida di questa categoria di persone, in questi luoghi.
Purtroppo il 60enne medio con la schiena rotta, non si rende conto di tutte le cretinate e i limiti ideologici (chiamiamoli così...) che vengono esaltati sotto sotto, ma a lui basta sapere che in qualche modo la terra della sua famiglia viene protetta.


Giustissimo, e il politico, in questo caso bossi o la lega, sfrutta i sentimenti innocenti di voglia di sicurezza per trarne vantaggi... però io penso: la Lega propone, RACCOGLIE i voti, non li crea...
La Lega ha delle idee... ma se qualcuno li vota, vuol dire che molte persone hanno le stesse idee.
La cultura personale perchè deve essere per forza 'adeguata alle questioni più complesse'? Non può essere che siamo 'noi' a vederle così complesse, e invece nella realtà siano molto semplici: la gente che appunto ha lavorato una vita vuole diffendere ciò per cui ha lavorato da 'invasioni'. A prescindere da chi ha la colpa di queste invasioni e dal perchè ci son state.
Chi dice che sia giusto accettare una pluralità di etnie, solo perchè sta accadendo? E chi dice che sia giusto, per esempio, che centinaia di case siano date ad immigrati prima che italiani?
E' giusto solo perchè succede in altri paesi?
La francia é ormai multietnica da parecchio (anche se quella delle tante etnie che convivono pacificamente é una favola) ma chi dice che noi dobbiamo seguire la loro scia? Chi dice che loro siano più'civili' e noi no?

@a_mensa:

se mi permetti rubo la risposta a massimo.
negli anni '80, quando è iniziata immigrazione, vi era in italia scarsità di mano d'opera.gli operai venivano contesi da fabbrica a fabbrica, e quindi spuntavano salari decenti.
del problema si fce carico la delinquenza organizzata (vedi varie mafie) che acquistando barconi sgangherati, diffondendo nei paesi pieni di morti di fame l'illusione del paradiso, raccolsero i primi extracomunutari.
persone che non parlavano lastessa lingua, di paesi diversi, li accomunava solo la disperazione, la fame ed il desiderio di affrancarsi da tanta miseria.
si occupò la mafia, a caro prezzo, di raccogliere, caricare su barconi, trasportare, riunire e indirizzare dove c'era richiesta di mano d'opera, questi disgraziati.
poi cadde il muro di berlino , e una quantità di persone dei paesi ex-comunisti, che vedevano le nostre televisioni e ci vedevano come un miraggio di bengodi, decise di approfittare della loro istruzione e venire in italia a raccogliere quella possibilità.
da una parte giungeva mano d'opera non specializzata per i campi di pomodori o gli aranceti e per le industrie siderurgiche o simili, da est giungevano tecnici, infermieri, anche ingegneri, disposti a lavorare tutti per un tozzo di pane, fare una vita da schiavi, accontentarsi di un letto a rotazione dove in 3 si davano i turni per riposare.
poi queste comunità si sono consolidate, lepersone con il ricavato del loro lavoro hanno aperto attività, hanno richiamato le loro famiglie, si sono insediati stavbilmente, accontentandosi di tutti quei lavori, dalla manovalanza agricola, alla manovalanza industriale, dagli ospedali ai ristoranti , pizzerie , ecc...
e ghanno , con i loro contributi, alimentato ancora il benessere di tutti per tutti gli anni 90 e inizio 2000.
gli italiani, volevano il posto fisso, da impiegato, da non sporcarsi le mani, ed erano in calo, fattori di riproduzione inferiore a 2.
chi avrebbe consentito all'edilizia di continuare a costruire e vendere se non l'esigenza abitativa degli extracomunitari ?
e così si sono formate le "isole" dei latino americani, dei nordafricani, dei cinesi, degli albanesi e dei rumeni.
il torto di noi italiani è stato quello di lasciar formare tali "isole" in cui queste persone potevano ricreare usi e costumi dei loro paesi.
ma è stato tutto per incapacità di integrare, di gestire il flusso migratorio.
non fosse per tanti immigratiu, come credi che verrebbero pagate le nostre pensioni ?
vai in un ospedale e vedi chi ti viene a vuotare il pappagallo.
guarda in strada quando passa la raccolta rifiuti e osserva gli addetti, quanti italiani credi di vedere ?
ecco qual è il problema nel suo complesso!


Grazie per la risposta molto articolata e completa... si in parte condivido quel che dici... però io (tu sei più grande di me e potrai correggermi) ho alcuni ricordi diversi da quelli che hai tu... o forse son diversi perchè la sardegna ha una realtà diversa...

Io ricordo che a fine anni 80 le spiagge sarde erano piene di senegalesi e marocchini, con il loro espositore di legno (chiamato offensivamente 'negrozio') nel quale avevano bracciali in corallo, collane di perle, orologi, occhiali, accendini e ogni sorta di merce. Giravano per chilometri di spiaggai la mattina, e la sera tornavano a sassari o a portotorres e si mettevano in strada a vendere.
Alloggiavano in alcune case disabitate e inagibili del centro storico... abusivamente.
Alcuni di loro erano laureati nel loro paese, mio padre per esempio comprava sempre da un ragazzo marocchino col quale parlava sempre francese...
piano piano il centro storico di sassari é diventato 'il quartiere nero'. Nessuna casa costruita per gli immigrati. Nessuna edilizia che é fiorita per gli imigrati. Occupavano case inagibili, senza servizi, e spesso cagavano nei portoni.
Negli anni 90, se non ricordo male nel 95, c' é stato il primo caso di accoltellamento tra marocchini, a 2 vie di distanza da casa della mia fidanzata dell' epoca.
Fece scoppiare un casino... risolto in cosa? IN niente.. o meglio, l' allora sindaco, Anna Sanna, del partito democratico, si affrettò a far rimettere a nuovo alcuni di quegli appartamenti.
Nel frattempo é stato costituito il primo campo Rom a sassari, che 1 anno dopo é stato incendiato. Vennero spesi centinaia di milioni per realizzarlo, con cessi in ceramica e tutto il resto. Tutto divelto dagli occupanti.
Nel frattempo si é creato il 'mercato' delle battone, spesso erano nere arrivate quando ormai la strada della 'accettazione' era stata propagandata (e imposta) dall' amministrazione comunale...
La cittadinanza si é sempre opposta... il sindaco non ha mai risposto alle lamentele, infatti é stato fatto fuori alle successive elezioni.
Però nei suoi anni di amministrazione, come mai prima, la città é stata invasa da cinesi, neri di ogni etnia, e rom.
Il fenomeno cinesi é stato il peggiore: hano 'comprato' a suon di minacce 5 dei negozi storici di sassari. Due son rimasti con la stessa attività, semplicemente gestita da cinesi. Altri son diventati 'spaccaprezzi cinesi'.
Era l' epoca delle 'bombe nelle cabine telefoniche e nelle serrande dei negozi'.
Il comune non ha mai fatto niente.
Risultato di quegli anni: sassari é una città di circa 150mila abitanti, il cui centro storico é abitato prevalentemente da neri e da cinesi. INtere vie son abitate da prostitute e trans. Tutti immigrati.

Ora io vorrei capire dove é il beneficiodi cui tu parli. Io, nella mia terra, non l' ho mai visto... anzi! Ti ricordo che gli unici negozi che non chiudono mai son quelli dei cinesi che, in mano alla mafia LORO non italiana, possono non pagare tasse. Non pagano affitto perchè hanno acquistato decine di negozi a suon di intimidazioni.
Le altre atività, quelle dei sassaresi, invece chiudono.
Dov' é il beneficio dell' immigrazione? Dov' é la 'crescita culturale'? Che civiltà culturalmente elevata saremo? Quella dei trans jamaicani che hanno occupato le vie storiche della città?

redna
Inviato: 4/5/2010 13:51  Aggiornato: 4/5/2010 13:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: "Quelli del nord-est"
Citazione:
La Lega ha delle idee... ma se qualcuno li vota, vuol dire che molte persone hanno le stesse idee.


sitchinite, prova ad elencare le 'idee' della lega. Almeno una....ma elencala ....

Poi vediamo di 'quali' idee si tratta.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
elle2
Inviato: 4/5/2010 14:05  Aggiornato: 4/5/2010 14:07
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/4/2006
Da:
Inviati: 55
 Re: "Quelli del nord-est"
malpensa:
"il Governo Prodi
ha scelto di trattare in esclusiva la vendita di Alitalia con il vettore Air France-Klm.
Cosa prevede il Piano Industriale?
Il Piano Industriale 2008 – 2010 stabilisce una riduzione dei voli intercontinentali (da 17 a 3) che
saranno spostati da Malpensa a Roma e prevede il consolidamento su Malpensa dell’attività low
cost e cargo a danno di altri aeroporti della Lombardia.
Ma, il Piano Industriale 2008-2010 appare irrazionale: per salvare Alitalia si colpisce Malpensa.
Mentre bisognerebbe distinguere la situazione economico – finanziaria di Alitalia dalla questione
Malpensa.
Non si possono ignorare le conseguenze delle scelte effettuate dal Governo Prodi.
La Lega Nord, come sempre è in prima linea a difesa del territorio e della gente del Nord"

trattato di lisbona:
"La Lega Nord si sta battendo affinché i cittadini del nostro Paese abbiano la possibilità di ratificare
o meno il Trattato sull’Unione europea con un referendum, procedimento previsto in altri Stati ma
non nel nostro. Per questo sosteniamo con forza che i cittadini debbano esprimersi, attraverso lo
strumento principe della democrazia diretta, su un testo che andrà ad incidere fortemente sulla loro
vita quotidiana."

acqua:
"E’ evidente che l’acqua non può cedere alle logiche di mercato:
è un bene comune e, come tale, va gestito pubblicamente."

euro:
"Per questi motivi richiediamo, con urgenza, di indicare i prezzi anche con le vecchie lire (doppia
dicitura Euro e lira) e di introdurre in circolazione la banconota da 1euro.
Si ricorda, inoltre, che la Lega Nord ha raccolto le firme per indire un referendum popolare
sull’Euro, per la reintroduzione di una moneta nazionale. È necessario, infatti, consentire agli Stati
che lo desiderano di ritornare liberamente alla propria moneta nazionale."

sicurezza:
hanno proposto le ronde notturne

energia:
"La Lega Nord propone, quindi, un federalismo energetico da attuarsi a livello nazionale ma
anche a livello regionale, progettando interventi che portino alla produzione di energia dove questa
viene consumata, ed eliminando così il deficit che caratterizza alcune Regioni"

ci sono alcune proposte e idee realizzate come "il principio di parità scolastica" che prevedeva finanziamenti pubblici alle scuole private oppure infrastrutture come il passante di mestre e i lavori sulla tav, ma queste fanno parte anche del programma politico del PDL.
quello che voglio far notare è che qualsiasi idea leghista diversa da quelle del pdl viene ribaltata, peccato però che i parlamentari del "celabbiamoduro" votino anch'essi contro il loro stesso programma.

la lega però a capito una cosa fondamentale: in Italia non si vota, si tifa!

°°°° FSTRIBE °°°°
mangog
Inviato: 4/5/2010 14:23  Aggiornato: 4/5/2010 14:23
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: "Quelli del nord-est"
Citazione:


Autore: redna Inviato: 4/5/2010 13:51:32

Citazione:
La Lega ha delle idee... ma se qualcuno li vota, vuol dire che molte persone hanno le stesse idee.


sitchinite, prova ad elencare le 'idee' della lega. Almeno una....ma elencala ....

Poi vediamo di 'quali' idee si tratta.


Ne hanno una che da sola potrebbe convincere di far "scegliere" al 40-45 % degli abitanti-votanti di Piemonte-Lombardia-Veneto di votare lega nord alle prossime elezioni... e ci metto anche qualche provincia dell'Emilia Romagna ( le meno impegolate con la schifezza giuridica-sociale delle cooperative ).

NON MANDARE TUTTE LE TASSE A ROMA.... ottimo motivo per votare lega non trovate ? Meno tasse a Roma e si potrebbe prospettare il "crollo" dello STATO per costruirne uno meno invasivo e parassitario successivamente ( un ridimensionamento di sicuro che obbligherà molti fanulloni "statali e politici" a trovarsi un'altra alternativa per portare a casa il companatico..magari stavolta SUDANDO dalla fronte.. in fondo il moto originario era ROMA LADRONA per niente razzista)

Il passo successivo deve essere per forza di cose la RIDUZIONE DEL PESO FISCALE.

Non vorrei mai però che il federalismo facesse aumentare la pressione fiscale dando la possibilità alle regioni di fare il bello e brutto tempo con le tasse, senza magari eliminare quelle che vanno già a Roma.

Davide71
Inviato: 4/5/2010 14:40  Aggiornato: 4/5/2010 14:40
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/7/2006
Da:
Inviati: 2108
 Re: "Quelli del nord-est"
Ciao a tutti:

* Sitchinite:

Citazione:
Dov' é il beneficio dell' immigrazione?


Per qualcuno il beneficio c'é sicuramente...

Non date le perle ai cani e ai porci perchè non le mangeranno e vi si rivolteranno contro.
sitchinite
Inviato: 4/5/2010 14:44  Aggiornato: 4/5/2010 14:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/6/2007
Da: Roma - Pomezia
Inviati: 3270
 Re: "Quelli del nord-est"
@davide71:
certamente c' é:
- per i mondezzini che si riforniscono di ganja da loro
- per chi va a mignotte

ma mi piace pensare che si intendessero benefici migliori.

alsecret7
Inviato: 4/5/2010 14:46  Aggiornato: 4/5/2010 14:46
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/6/2007
Da:
Inviati: 561
 Re: "Quelli del nord-est"
mi piacerebbe se voi della lega andaste in vacanza o a fare affari in un paese qualsiasi straniero e poi non vi facessero entrare mi picerebbe vedere la scena ci sarebbe da divertirsi. non vi rendete conto che se continuate cosi veramente non uscirete piu dal vostro territorio.

reby
Inviato: 4/5/2010 15:11  Aggiornato: 4/5/2010 15:15
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/8/2006
Da:
Inviati: 135
 Re: "Quelli del nord-est"
@alsecret7

beh se per affari intendi spacciare o assoldare manovalanza per la criminalità o rapire ragazze da prostituire direi fortuna che le autorità lo impediscano, sia per i locali sia per chi finirebbe in queste trappole.

Per chi si chiede se sia questo il paese in cui voglio vivere perché esiste la Lega dico semplicemente che non è questo il paese in cui voglio vivere, un paese dove si rischia di finire stuprate nell'androne di casa

http://www.adnkronos.com/IGN/News/Cronaca/?id=3.0.3955659512

dove una romena orgogliosa di fare la prostituta per comprarsi abiti belli (dichiarazioni della stessa) può uccidere un'altra persona con un ombrello ed i media si son prodigati a dire che Vanessa avendo un passato di drogata quasi se la fosse cercata

http://www.vip.it/condanna-confermata-per-doina-matei/

O finire ucciso per aver contestato il furto della bicicletta
http://ilcentro.gelocal.it/dettaglio/omicidio-de-meo-a-martinsicuro-condannati-i-due-minorenni-rom/1882219

Dopo un precedente come questo, gli stessi autori hanno ucciso tre mesi dopo un altro ragazzo viene chiesta la messa in prova.Fortunatamente negata, ma se avessero messo dentro subito i responsabili dell'assassinio di De Meo ora Emanuele Fadani sarebbe vivo.

Caso coniugi Pellicciardi
http://www.crimeblog.it/post/1283/omicidio-coniugi-pellicciardi-a-treviso-oggi-la-sentenza-del-giudice

Guardia medica stuprata
http://www.sciclinews.com/articolo/14798/Extracomunitario-stupra-e-picchia-dottoressa-della-Guardia-Medica-e-la-manda-in-ospedale

Nigeriane violente
http://lnx.casertasette.com/modules.php?name=News&file=print&sid=10387

Basta fare con google una ricerca per avere un elenco ben nutrito di episodi del genere.
Se non sappiamo tenere a bada i nostri di criminali, vi sembra responsabile importarne?
Provatelo a chiedere ai familiari delle vittime.
Vorrei vedere a confronto chi sostiene che questo paese è invivibile a causa della lega parlare con chi dagli extracomunitari subisce ogni angeria.

Il caso dei casalesi e l'eccidio dei nigeriani, chiunque conosce la camorra/mafia sa benissimo che agisce con sparatorie per il controllo del territorio e chi specula sul discorso razzismo cela volutamente questa realtà.
Poi si può sempre far finta come fa la sinistra che questi episodi siano frutto di pura invenzione propagandistica della Lega negando che queste vittime non esistano.
C'è di che sentirsi protetti da sti qua.

sitchinite
Inviato: 4/5/2010 15:51  Aggiornato: 4/5/2010 15:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/6/2007
Da: Roma - Pomezia
Inviati: 3270
 Re: "Quelli del nord-est"

mi piacerebbe se voi della lega andaste in vacanza o a fare affari in un paese qualsiasi straniero e poi non vi facessero entrare mi picerebbe vedere la scena ci sarebbe da divertirsi. non vi rendete conto che se continuate cosi veramente non uscirete piu dal vostro territorio


io, che non sono della lega, vorrei vedere la tua faccia se ti dicessero: scusa, la tua casa la dobbiamo dare a 6 immigrati.

Stephan
Inviato: 4/5/2010 15:51  Aggiornato: 4/5/2010 15:51
So tutto
Iscritto: 4/5/2010
Da:
Inviati: 1
 Re: "Quelli del nord-est"
La questione del razzismo è cosa complessa che va esaminata con attenzione.
Politici di tutte le fazioni strumentalizzano il problema, fingendo di rappresentare il sentire della gente, in realtà si tratta di disinformazione, a volte intenzionale, a volte frutto di ignoranza.

Non si può denunciare il progetto di Nuovo Ordine Mondiale senza sapere che una sua tappa fondamentale è l’abbattimento delle frontiere e la libera circolazione di popolazioni e merci.
La sinistra cavalca la questione della tolleranza, senza aver mai messo in atto alcuna politica di accoglimento e soprattutto senza tener conto delle alte percentuali di disoccupazione nel nostro paese. Il problema è globale, le istanze dei leghisti sono le stesse che porta avanti Alex Jones dal Texas, diversi i luoghi, diversi gli stranieri, ma identica è la denuncia di false politiche di tolleranza. Gli unici a rimetterci sono gli immigrati costretti a vivere in condizioni disumane e i cittadini che vedono così scadere la qualità di vita nelle proprie nazioni.

Poi si ribadisce la questione dei rifugiati dalle zone di guerra, senza tener conto che siamo noi occidentali a fomentare tali guerre e siamo noi a vendergli le armi e instaurare dittature nei loro paesi di origine. Quello che molti chiamano razzismo è in realtà insofferenza per una situazione che è sotto gli occhi di tutti, non va, non funziona, non c’è integrazione ma solo ghettizzazione, non c’è condivisione, ma guerra tra poveri.

Gli unici a giovarsi di questa situazione sono i mafiosi che sfruttano la manovalanza, così come le grandi industrie, tra queste l’industria del mattone, che vedrebbe altrimenti scoppiare la bolla immobiliare e per finire lo stato autoritario che diventa punto di riferimento quando le società vivono nel caos.

Anche difendere l’unità d’Italia è dal mio punto di vista una cosa sbagliata, prima che la massoneria internazionale tanto si prodigasse, noi qui avevamo una repubblica quasi millenaria, la Serenissima Repubblica di Venezia. Noi veneti con i siciliani abbiamo ben poco da spartire, perché dovremmo difendere uno stato unitario? Possiamo restare buoni amici anche se viviamo in nazioni diverse.

Heitz
Inviato: 4/5/2010 15:56  Aggiornato: 4/5/2010 15:56
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/11/2008
Da:
Inviati: 139
 Re: "Quelli del nord-est"
Citazione:
io, che non sono della lega, vorrei vedere la tua faccia se ti dicessero: scusa, la tua casa la dobbiamo dare a 6 immigrati.

che praticamente e' quello che e' successo ai palestinesi...
...senza pero' chiedergli scusa...

sitchinite
Inviato: 4/5/2010 16:07  Aggiornato: 4/5/2010 16:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/6/2007
Da: Roma - Pomezia
Inviati: 3270
 Re: "Quelli del nord-est"
"Noi veneti con i siciliani abbiamo ben poco da spartire, perché dovremmo difendere uno stato unitario? Possiamo restare buoni amici anche se viviamo in nazioni diverse."

perfettamente d' accordo... io auspicherei un referendum sull' unità d' italia... chissà cosa tutto verrebbe fuori.

Calvero
Inviato: 4/5/2010 16:34  Aggiornato: 4/5/2010 16:34
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: "Quelli del nord-est"
Citazione:
Il caso dei casalesi e l'eccidio dei nigeriani, chiunque conosce la camorra/mafia sa benissimo che agisce con sparatorie per il controllo del territorio e chi specula sul discorso razzismo cela volutamente questa realtà.



.. questo è vero, qui ti dò ragione. Infatti è la parte del video che subdolamente ha cercato ragioni dove non le aveva. E non serviva, oltretutto.

Forse tutti si sono scordati che l'unico partito veramente democratico e onesto che c'è in Italia è la delinquenza organizzata.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
mangog
Inviato: 4/5/2010 16:36  Aggiornato: 4/5/2010 16:42
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: "Quelli del nord-est"
Citazione:

Autore: Stephan Inviato: 4/5/2010 15:51:51


Poi si ribadisce la questione dei rifugiati dalle zone di guerra, senza tener conto che siamo noi occidentali a fomentare tali guerre e siamo noi a vendergli le armi e instaurare dittature nei loro paesi di origine. Quello che molti chiamano razzismo è in realtà insofferenza per una situazione che è sotto gli occhi di tutti, non va, non funziona, non c’è integrazione ma solo ghettizzazione, non c’è condivisione, ma guerra tra poveri.



Vero in parte, in Africa si fanno la guerra dalla notte dei tempi anche con il machete, con centinaia di migliaia di morti lo stesso. Contenti loro.....
Avevo letto da qualche parte che erano gli stessi africani a proporre e vendere direttamente sulle spiagge ai portoghesi spagnoli e poi inglesi i prigionieri di guerra delle tribù antagoniste da usare come schiavi. Praticamente i primi negrieri erano gli indigeni locali ? Forse la mentalità tribale sanguinaria resiste ancora in certi paesi. Per di più adesso ci sono gli interessi economici legati alle materie prime che alimentano guerre e guerricciole.
A proposito è vero che i cinesi volevano prendere in affitto tutto il Madagascar?..

Calvero
Inviato: 4/5/2010 16:37  Aggiornato: 4/5/2010 16:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: "Quelli del nord-est"
Ottimo intervento Stephan

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
alsecret7
Inviato: 4/5/2010 17:11  Aggiornato: 4/5/2010 17:11
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/6/2007
Da:
Inviati: 561
 Re: "Quelli del nord-est"
purtroppo vedo che non avete risposto alla mia domanda se voi andaste allestero a lavorare e vi dicessero voi italiani non vi vogliamo e non ce bisogno di essere dei delinquenti e stupratori per essere cacciati o mal visti che direste? e poi doveravate voi della lega quando il problema stranieri non cera ma cerano solo stupratori italini ladri mafiosi? e perche non dite che alcune fabbrichette del nord e non solo vanno nei paesi esteri vedi cina a speculare sulla manodopera di bambini e facendoli lavorare 24 ore su 24 come bestie senza diritti ne sindacati pagandoli neanche un dollaro al giorno dove siete voi qui? eppure questi anno anche fabbriche da voi oppure e tutto lecito tanto a voi non interessa? a voi non frega niente, stupratore o no voi non volete lo straniero non volete l'inno italiano volete solo le vostre bandiere e i vostri confini a voi non frega niente di nessuno ma solo di voi stessi.

mangog
Inviato: 4/5/2010 17:30  Aggiornato: 4/5/2010 17:51
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: "Quelli del nord-est"
Citazione:

Autore: alsecret7 Inviato: 4/5/2010 17:11:04

purtroppo vedo che non avete risposto alla mia domanda se voi andaste allestero a lavorare e vi dicessero voi italiani non vi vogliamo e non ce bisogno di essere dei delinquenti e stupratori per essere cacciati o mal visti che direste? e poi doveravate voi della lega quando il problema stranieri non cera ma cerano solo stupratori italini ladri mafiosi? e perche non dite che alcune fabbrichette del nord e non solo vanno nei paesi esteri vedi cina a speculare sulla manodopera di bambini e facendoli lavorare 24 ore su 24 come bestie senza diritti ne sindacati pagandoli neanche un dollaro al giorno dove siete voi qui? eppure questi anno anche fabbriche da voi oppure e tutto lecito tanto a voi non interessa? a voi non frega niente, stupratore o no voi non volete lo straniero non volete l'inno italiano volete solo le vostre bandiere e i vostri confini a voi non frega niente di nessuno ma solo di voi stessi.



Hai fatto l'esempio sbagliato citando la Cina.
Vediamo quali altri stati sono la meta agognata dei piccoli imprenditori.
Scarta già l'India... perchè in India appena una ditta straniera apre qualche attività i salari diventano doppi o tripli rispetto alla media locale.
Chi trae vantaggio ?
Ma per piacere.. per "piantare" una fabbrica all'estero ( Romania Ungheria ecc ecc sono mercati casalinghi che ricevono i fondi europei ) devi essere per forza grande ed in Cina SOLO le multinazionali da centinaia di milioni di euro di fatturato ( forse miliardi ) possono iniziare qualche "collaborazione" locale ( I cinesi snobbano le piccole realtà ed i piccoli numeri ) visto che Pechino diventa SEMPRE socio al 50% di qualsiasi attività sul suolo cinese che non diventerà mai di proprietà delle imprese straniere.
Non sarebbe male informarsi prima.

blu23
Inviato: 4/5/2010 17:32  Aggiornato: 4/5/2010 17:32
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/2/2009
Da:
Inviati: 585
 Re: "Quelli del nord-est"
purtroppo vedo che non avete risposto alla mia domanda se voi andaste allestero a lavorare e vi dicessero voi italiani non vi vogliamo e non ce bisogno di essere dei delinquenti e stupratori per essere cacciati o mal visti che direste? e poi doveravate voi della lega quando il problema stranieri non cera ma cerano solo stupratori italini ladri mafiosi? e perche non dite che alcune fabbrichette del nord e non solo vanno nei paesi esteri vedi cina a speculare sulla manodopera di bambini e facendoli lavorare 24 ore su 24 come bestie senza diritti ne sindacati pagandoli neanche un dollaro al giorno dove siete voi qui? eppure questi anno anche fabbriche da voi oppure e tutto lecito tanto a voi non interessa? a voi non frega niente, stupratore o no voi non volete lo straniero non volete l'inno italiano volete solo le vostre bandiere e i vostri confini a voi non frega niente di nessuno ma solo di voi stessi

Stephan ti ha risposto, anzi penso che se cerchi risposte e hai la pazienza di leggerti gli interventi le troverai.
Questo è quello che ti risponderebbe un leghista... Ti consiglio di andarti a cercare le dichiarazioni del marito, le ho sentite per radio, sono da crimine contro l'umanità (come del resto molte affermazioni leghiste)

Ribellatevi al mondo corrotto di Babilonia, emancipate la vostra razza, riconquistate la vostra terra. (Bob Marley)
Freeman
Inviato: 4/5/2010 17:51  Aggiornato: 4/5/2010 19:17
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: "Quelli del nord-est"
Citazione:
A parte gli errori grammaticali che gli si possono perdonare !!

Certo, infatti io ho cominciato a sottolinearli solo nel momento in cui è salito in cattedra e si è messo a lanciare invettive e strali contro l'altrui ignoranza. Diciamo che era un invito all'autocritica e a riflettere due volte prima di sputare sentenze (da me i vecchi dicono "non sputà 'ncielo ca 'nfaccia ti vene").

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
Davide71
Inviato: 4/5/2010 18:12  Aggiornato: 4/5/2010 18:12
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/7/2006
Da:
Inviati: 2108
 Re: "Quelli del nord-est"
Ciao a tutti:

Citazione:
io, che non sono della lega, vorrei vedere la tua faccia se ti dicessero: scusa, la tua casa la dobbiamo dare a 6 immigrati.


Meglio ancora: scusa, la tua casa se la sono presa 6 immigrati e non c'è modo di mandarli via...

Diciamocela tutta: i soliti ignoti stanno usando gli immigrati come una volta usavano le bombe...

Non date le perle ai cani e ai porci perchè non le mangeranno e vi si rivolteranno contro.
Mande
Inviato: 4/5/2010 18:37  Aggiornato: 4/5/2010 18:37
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/1/2008
Da: Cologna veneta
Inviati: 1301
 Re: "Quelli del nord-est"
Redazione
Citazione:

Anche a me piacerebbe vederle elencate. Se non mille, almeno tre o quattro. Serie però, non come quella che hai segnalato tu, che temo sia solo il frutto di un tuo errore di traduzione: la speaker non intende certo “condannare” in senso legale/penale, ma lo intende in senso morale. Ma anche se fosse un’inesattezza, riguarda comunque la Francia e non il nord-est.

Le parole sono come pietre e nel video il commento esatto è:
"Quest'uomo in Francia verrebbe probabilmente condannato"
Ed il probabilmente vale come qui lo dico e qui lo nego perché so che non è vero ma intanto posso permettermi di insinuare il dubbio e quello resta.

Il video non dice inesattezze plateali ma usa dichiarazioni e fatti fuori contesto per dipingere una situazione diversa dal reale. Mistificazione bella e buona.

Prima scorrettezza.

Si comincia mostrando Tosi in una partita di calcio di beneficenza dove concludono con "bella dimostrazione di generosità" solo per dare il primo affondo:
"Non è per questo che è stato eletto".

Seconda scorrettezza.

Intervistano alcuni dagli spalti che parlano di come abbia liberato Verona da criminali abituali. Il tutto detto con parole semplici ma per chi è del posto comprensibili parlando del campo nomadi o stranieri che nuocevano all'immagine.
Concludendo che quelle persone erano razziste ovvero politicamente scorrette. Se chi guarda il video non sa che queste persone si riferivano a delinquenti abituali arrestati e rilasciati più volte per questioni burocratiche italiane potrebbe pensare anche fossero dei razzisti.
Spezzoni estremisti.
Si prendono tre dichiarazioni di politici leghisti (non c'è Bossi) e poi si finisce commentando l'ultima che verrebbe condannato in Francia.
Per essere condannato ha fatto un richiamo alla legalità preceduto da un tornino coi cammelli e con le scimmie. Come se ad un ex-contadino dicessero torna nei campi con le mucche ed i polli...
Ma in Francia lo condannerebbero... altro che la patria di Voltaire.
Se la Francia fosse la patria di Voltaire sarebbe libero di dire quel che vuole senza subire condanne men che meno morali. Al limite si argomenterebbe sul perché ha torto ma condannarlo?

Nominano fatti senza conoscerli.

Calderoli ha fatto "pascolare" realmente un maiale in una zona dove doveva essere costruita una moschea. Con questo gesto voleva comunicare agli islamici che il terreno non gli conveniva usarlo poiché era stato contaminato da un animale impuro come il maiale.
Calderoli in quel caso ha dimostrato arguzia risolvendo un problema che la popolazione locale considerava tale con una mossa creativa sfruttando la credenza religiosa islamica secondo la quale il maiale è un essere impuro. Avrebbe dovuto mandare i militari col manganello o l'esercito per risolvere altrimenti la situazione? Un razzista probabilmente si ma non lo fece Calderoli se pur era al governo.

Fatti senza attinenza.

Bisognava tirare dentro Bossi comunque e dunque si ricorda che voleva la secessione mentre giura sulla costituzione. A parte che la secessione la voleva prima di entrare al governo cosa altro si aspettavano da un politico? Coerenza?
Zaia reclama la schedatura DNA degli immigrati? Forse lo può aver fatto ma non ne sarei così sicuro. Si parlava di impronte digitali ma non vedo cosa c'entri il razzismo in questo. Lo si chiede anche nelle nuove carte di identità degli italiani. Può essere controllo statale eccessivo forse ma non razzismo.

Frasi forzate e senza virgolette.

E quando avrebbe detto Maroni di grazia che bisogna essere duri con gli immigrati? Al massimo come ministro dell'interno può aver detto che bisogna essere rigorosi nell'applicazione della legge. Si può discutere se esistono leggi razziste in Italia come nel ventennio ma finché esistono il ministro degli interni è responsabile della loro applicazione.

Conclusione:

"Quattro ministri di un partito apertamente xenofobo nel governo Berlusconi".

Xenofobia potrebbe anche starci come termine ma è ben diverso da razzismo ed i due termini si elidono a vicenda. O una persona/movimento è xenofobo o è razzista.

http://it.wikipedia.org/wiki/Xenofobia
Citazione:

Io vivo in una federazione di stati, e ti posso confermare che le leggi locali e quelole federali sono costantemente in conflitto fra loro. Piuttosto chiedete la secessione.

Cosa già fatta ma non viene concessa. Che alternative proponi così tanto per dire?

ClaudioC
Inviato: 4/5/2010 18:44  Aggiornato: 4/5/2010 18:44
So tutto
Iscritto: 4/1/2009
Da:
Inviati: 22
 Re: "Quelli del nord-est"
Non volevo credere che i primi campi di concentramento e sterminio in Europa li istituirono gli italiani del Nord, per tormentare e farvi morire gli italiani del Sud, a migliaia, forse decine di migliaia (non si sa, perché li squagliavano nella calce), come nell’Unione Sovietica di Stalin.
Ignoravo che il ministero degli Esteri dell’Italia unita cercò per anni «una landa desolata», fra Patagonia, Borneo e altri sperduti lidi, per deportarvi i meridionali e annientarli lontano da occhi indiscreti.


http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=7015&mode=&order=0&thold=0

A presto!


-Claudio-

Mande
Inviato: 4/5/2010 18:49  Aggiornato: 4/5/2010 18:49
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/1/2008
Da: Cologna veneta
Inviati: 1301
 Re: "Quelli del nord-est"
Redna
Citazione:

Comunque sia perchè allora dire che si sarebbero MILLE motivi per poi arrivare a citarne uno solo?

Tu me ne avevi chiesto UNO, dimmene UNO solo se ne sei capace.
Alla richiesta di uno ti ho detto il più evidente. Per la Redazione ho appena commentato i primi quattro minuti su venti.
Il video postato è propaganda della peggior specie. Semplice mistificazione della realtà.
Citazione:

Pestare un ragazzo inerme della città e pestare un extracomunitario sono due cose distinte?
Se per te questo è vero consideri che la violenza non è in se stessa da sradicare ma, di volta in volta, da dargli pesi e misure diverse sulla pelle di chi muore per i violenti che nessuno vede.

Pestare un extracomunitario per il solo fatto di esserlo è razzismo.
Non tutti i crimini sono razzismo e non lo è certo quello da te citato. La tesi che volevi dimostrare è che a Verona è pieno di razzisti cosa nella quale non sei riuscita. Hai dimostrato che come ovunque al mondo esistono dei criminali.
Citazione:

stai facendo l'errore di molti. Riportare un articolo non è esserne l'autore.
Pertanto la MIA ipotesi NON è mia. Giusto per specificare.

Non ti sto accusando. Pietro Citati afferma che l'ictus di Bossi sia stato provocato dal viagra e tu dici che è andato a curarsi in svizzera perché non si sapesse...
A me non quadra assolutamente e basta.

Mande
Inviato: 4/5/2010 18:57  Aggiornato: 4/5/2010 18:57
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/1/2008
Da: Cologna veneta
Inviati: 1301
 Re: "Quelli del nord-est"
ClaudioC
Citazione:

Non volevo credere che i primi campi di concentramento e sterminio in Europa li istituirono gli italiani del Nord

Certo come no...
Non furono mica i Savoia ma i polentoni che fecero i campi di concentramento. Poi in un altro passo del libro magari ci spiegherà come i Savoia non erano a Torino ma nel nord-est così riscriviamo tutta la storia per farla combaciare con quello che noi vorremmo fosse.

Citazione:

Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero
Anonimo

alsecret7
Inviato: 4/5/2010 19:02  Aggiornato: 4/5/2010 19:02
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/6/2007
Da:
Inviati: 561
 Re: "Quelli del nord-est"
non e vero niente che le tue fabbrichette non vanno in cina a speculare o in romania o in india altrimenti avrebbero gia fallito questo lo capisce anche un bambino. il problema della lega non e solo questo e il fatto che non acettatate l'italia come vostro stato altrimenti non odiereste l'inno nazionale e non cantereste il va pensiero non sputereste sulla bandiera italiana e non vi ci pulireste il culo come a detto il vostro senatur.percio non ce bisogno tanto di studiare per sapere che cose la lega, lo vediamo tutti i giorni.

masmor
Inviato: 4/5/2010 19:07  Aggiornato: 4/5/2010 19:07
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/10/2008
Da: pianeta verde
Inviati: 66
 Re: "Quelli del nord-est"
MANDE, i sofismi con cui contesti l'articolo non pesano un grammo. non è un saggio che vuole argomentare in modo irrevocabile l'idiozia dei leghisti. è un racconto che descrive quello che è verona, quello che tutti sanno e vedono. una città esempio della degenerata cultura leghista. non lo vede solo chi è oggetto dell'osservazione... il fatto che l'articolo contenga delle imprecisioni non cambia di una virgola la palesità di quel che descrive: la tristezza di una città stupenda quale verona abbandonata dai suoi cittadini alla mercè di una cultura razzista, xenofoba, violenta (verona è leghista tra i "vecchi", ma nazista tra i "giovani"), ignorante e soprattutto basata su presupposti ipocriti ed idioti.

un veronese. (che resiste al "clima" solo grazie alla bellezza della valpolicella, del garda, della lessinia)

redna
Inviato: 4/5/2010 19:13  Aggiornato: 4/5/2010 19:13
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: "Quelli del nord-est"
siccome sitchinte alla domanda precisa 'quali sarebbero le idee della lega' deve ancora rispondre (probabilmente perchè ne deve ancora trovare una, suppongo....)
rispondo a Mande (poi dicono che si scrivono tanti post.....certo che se non si vuole leggere ma solo inerpretare....)





Citazione:
Comunque sia perchè allora dire che si sarebbero MILLE motivi per poi arrivare a citarne uno solo?

Tu me ne avevi chiesto UNO, dimmene UNO solo se ne sei capace.
Alla richiesta di uno ti ho detto il più evidente. Per la Redazione ho appena commentato i primi quattro minuti su venti.
Il video postato è propaganda della peggior specie. Semplice mistificazione della realtà.


io te ne ho chiesto UNO solo di motivi ma tu hai detto che ce ne sarebbero mille.....ne mancano ancora 999.... Il video postato è un video francese che guarda la città di Verona dal loro punto di vista e secondo il loro modo che hanno di vedere la xenofobia.
Se a te questo non interessa è un altro conto. Il reportage era su questo e oltrettutto non vedo che genere di propaganda possa essere e anche perchè proprio di Verona si continui a dire e ripetere le stesse cose ormai da decenni: la città è xenofoba e la la lega non fa altro che aumentare questa senofobia diffusa.

Citazione:
Pestare un ragazzo inerme della città e pestare un extracomunitario sono due cose distinte?
Se per te questo è vero consideri che la violenza non è in se stessa da sradicare ma, di volta in volta, da dargli pesi e misure diverse sulla pelle di chi muore per i violenti che nessuno vede.

Pestare un extracomunitario per il solo fatto di esserlo è razzismo.
Non tutti i crimini sono razzismo e non lo è certo quello da te citato. La tesi che volevi dimostrare è che a Verona è pieno di razzisti cosa nella quale non sei riuscita. Hai dimostrato che come ovunque al mondo esistono dei criminali


Se pestare un extracomunitario è razzismo uccidere un ragazzo per futili motivi è essere assassini incalliti e fomentati a dovere per esserlo. E questi erano ragazzi della città a cui sono stati dati dei visti per andare in austria. Se per questo tu non fai una piega non ha importanza. Il delitto rimane anche se non è xenofobia e allora la mia tesi che Verona è una città violenta, xenofoba razzista e di destra è comprovata.
Se nel mondo esistono i criminali esistono anche delle città dove i crimiinali e i violenti sono riuniti e sono anche impuniti, se è per questo.
E si chiama OMERTA' quello che le persone sanno e non vogliono che sia e fanno finta di non vedere.
Ti rinfresco ancora la memoria nel dirti che i veneti sono i terroni del nord? ...l'omertà, in questo caso, non è fuoriluogo.

Citazione:
stai facendo l'errore di molti. Riportare un articolo non è esserne l'autore.
Pertanto la MIA ipotesi NON è mia. Giusto per specificare.

Non ti sto accusando. Pietro Citati afferma che l'ictus di Bossi sia stato provocato dal viagra e tu dici che è andato a curarsi in svizzera perché non si sapesse...
A me non quadra assolutamente e basta.


l'articolo postato è questo: http://www.blitzquotidiano.it/politica-italiana/bossi-ictus-citati-viagra-349231/ dove si legge:


A dire il vero Citati non si limita a scriverlo, lo racconta con fare divertito: «A sera per provare i suoi doni sessuali, Bossi andò con una ragazza in uno degli innumerevoli alberghi che decorano i paesotti e le cittadine della Pianura Padana. Per accrescere la propria forza, ingoiò non una ma due pasticche di viagra. Gli venne un colpo; e di notte, segretamente, venne portato in una clinica svizzera. Ora, se lo vedi alla televisione, balbetta, biascica, sbrodola».

come puoi notare chi ha parlato di un colpo e che di notte è stato portato segretamente in una clinica svizzera ......In effetti LO HANNO portato in svizzera perchè NON si sapesse....La diversità è questa.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Mande
Inviato: 4/5/2010 19:30  Aggiornato: 4/5/2010 19:30
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/1/2008
Da: Cologna veneta
Inviati: 1301
 Re: "Quelli del nord-est"
masmor
Citazione:

MANDE, i sofismi con cui contesti l'articolo non pesano un grammo. non è un saggio che vuole argomentare in modo irrevocabile l'idiozia dei leghisti. è un racconto che descrive quello che è verona, quello che tutti sanno e vedono.

Lo sanno tutti che... non funziona con tutti ma solo con chi abbocca.
Il video vuole provare il razzismo della lega nord.
Citazione:

una città esempio della degenerata cultura leghista.

Se tu fossi un veneto sapresti bene che è esattamente l'opposto. E' la cultura veneta che viene rappresentata dalla lega non il contrario.
Citazione:

il fatto che l'articolo contenga delle imprecisioni non cambia di una virgola la palesità di quel che descrive: la tristezza di una città stupenda quale verona abbandonata dai suoi cittadini alla mercè di una cultura razzista, xenofoba, violenta

Dove descriverebbe questo l'articolo od il video?
Il video parla di una Verona entusiasta del suo sindaco tanto che raccoglie il 60% dei voti e stringe le mani al mercato.
Il video racconta infatti il vero dicendo che la cultura veneta degli intervistati è rappresentata dalla lega. Quello che è mistificazione è nel volerci far passare per razzisti contro gli immigrati.
Citazione:

(verona è leghista tra i "vecchi", ma nazista tra i "giovani"), ignorante e soprattutto basata su presupposti ipocriti ed idioti.

Se tu non condivi la cultura della terra in cui vivi ti senti autorizzato ad offenderla?
Citazione:

un veronese. (che resiste al "clima" solo grazie alla bellezza della valpolicella, del garda, della lessinia)

Invece di resistere esci di casa, incontra persone, discuti e capisci da dove deriva questa cultura. Chissà che comprendendo la tua vita passi da resistenza passiva a partecipazione nella tua comunità.

sitchinite
Inviato: 4/5/2010 19:34  Aggiornato: 4/5/2010 19:34
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/6/2007
Da: Roma - Pomezia
Inviati: 3270
 Re: "Quelli del nord-est"

siccome sitchinte alla domanda precisa 'quali sarebbero le idee della lega' deve ancora rispondre (probabilmente perchè ne deve ancora trovare una, suppongo....)


non ho risposto e non risponderò perchè non mi interessa discutere la validità delle idee della lega. Lo facciano i leghisti. Non é questo il tema.

bernie
Inviato: 4/5/2010 19:41  Aggiornato: 4/5/2010 19:41
So tutto
Iscritto: 4/9/2007
Da: Milano
Inviati: 14
 Re: "Quelli del nord-est"
Grande Massimo, condivido al 100%. Anche perché, grazie ai nonni e ai loro slogan della Lega, mi si sono sviluppati gli anticorpi anti-cazzate .
Ma finché la Lega (che non è imbecille ) non farà un passo falso plateale, sarà difficile scuotere le idee profonde di chi li vota.
D'altronde se uno ha imparato dai genitori che la PENNA si chiama FARFALLA, anche tirando fuori gli Zingarelli degli ultimi 100 anni, sarà sempre convinto che la PENNA si chiamerà FARFALLA...

PikeBishop
Inviato: 4/5/2010 20:30  Aggiornato: 4/5/2010 20:30
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: "Quelli del nord-est"
Citazione:
negli anni '80, quando è iniziata immigrazione, vi era in italia scarsità di mano d'opera.gli operai venivano contesi da fabbrica a fabbrica,

Doveva essere quando anche le marmotte erano molto richieste per l'imballaggio della cioccolata....

Gli immigrati sono stati fatti arrivare proprio per innescare una guerra fra poveri in un momento in cui si stavano abbattendo fabbriche per dislocarle nel terzo mondo. Di fronte alla prospettiva di avere a che vedere con una classe operaia ancora piuttosto agguerrita (ma proprio se li sono dimenticati tutti gli scioperi del 79-80, quando la FIAT blocco' in maniera pressoche' definitiva le assunzioni con la scusa del terrorismo?), il capitalismo nostrano fece come facevano all'estero: presento' un nuovo problema, una reazione ed una soluzione che faceva comodo (il fucking melting bloody pot) cosi' da cambiare il bersaglio delle ire della defunta classe operaia che invece di prendere a forconate nel culo banchieri e industriali della puttana della loro sorella che tutti sono capaci a fare gli industriali coi soldi delle tasse ebbe il problema e la soluzione portate direttamente a casa loro: solo che la soluzione era "siete voi che siete razzisti, fottetevi".

Ora anche se un po' scemi, era chiaro che l'ex classe operaia (in parte riciclatasi con numeri da circo, doppi avvitamenti e salti mortali in micro-imprenditori) di essere cornuta e pure mazziata non era contenta, cosi' si e' rivolta in massa a chi almeno non li insultava.

Il problema dell'immigrazione, indotto o no che sia, e' reale e la Lega e' l'unico partito che ne parli apertamente come un problema, piacciano o no le soluzioni che propone.
Anzi, La Lega e' rimasto L'UNICO PARTITO POPOLARE in Italia, con sezioni legate al territorio e influenti sulla realta' sociale.

Andare a rivoltare i morti dei campi di concentramento dei Savoia, pure reali, per parlar male della Lega e' del tutto inaccettabile, demagogico e farlocco.

La Lega resta l'unico partito che si occupi di problemi reali delle popolazioni del Nord. Il fatto che non abbia nessuna soluzione, teoria o prassi per affrontarli in maniera risolutiva non ha molta importanza: il resto e' deserto e tanto basta.

Percio', saranno cafoni, saranno falsi, saranno come saranno ma sono destinati a crescere, piaccia o no.

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
Calvero
Inviato: 4/5/2010 21:01  Aggiornato: 4/5/2010 21:03
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: "Quelli del nord-est"
Citazione:
La Lega resta l'unico partito che si occupi di problemi reali delle popolazioni del Nord. Il fatto che non abbia nessuna soluzione, teoria o prassi per affrontarli in maniera risolutiva non ha molta importanza: il resto e' deserto e tanto basta.

Percio', saranno cafoni, saranno falsi, saranno come saranno ma sono destinati a crescere, piaccia o no.


..non vorrai dirmi che non bisogna sapere fare i precisi distinguo no??

Il problema degli immigrati c'è e alla grande, e soltanto chi ha il suo orticello tranquillo e non gli viene calpestato è capace di fare il moralizzatore buonista.

Ma, come detto prima, a me fa rivoltare lo stomaco vedere come i media girino la merda delle rese dei conti della delinquenza organizzata sparse sui territori più pericolosi, e quando sul selciato rimangono dei marocchini, sembra che siano stati uccisi perché c'è la cultura dell'odio

edit:
ergo, sono d'accordo con te, fino al punto in cui ..scegliere il male minore dovrebbe essere quell'esigenza che legittima l'ipocrisia di un partito che ha tradito, sulle poltrone di Roma, il suo ideale. Questo no.

Che siano destinati a crescere, ne sono convinto anch'io. Non oso immaginare però, nella maggioranza (spinta da questi machiavellismi popolari) quali frustrati e rincoglioniti si nascondano per sentirsi finalmente qualcuno nella vita.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
redna
Inviato: 4/5/2010 21:58  Aggiornato: 4/5/2010 22:13
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: "Quelli del nord-est"
Citazione:
siccome sitchinte alla domanda precisa 'quali sarebbero le idee della lega' deve ancora rispondre (probabilmente perchè ne deve ancora trovare una, suppongo....)

non ho risposto e non risponderò perchè non mi interessa discutere la validità delle idee della lega. Lo facciano i leghisti. Non é questo il tema.


sitchinite, ma allora se non sappiamo le 'idee' di un partito, di che cosa discutiamo?
Non si tratta di discutere la validità delle idee.Si tratta di capire QUALI SONO LE IDEE che nessuno sa al momento ma che comunque si sa di certo che sono xenofobe.
Già un partito che si forma dicendo che vuole la secessione sarebbe un partito da metter dentro, considerato che la costituzione dice che l'attuale assetto dello stato NON si cambia (e chi tenta questo ha l'ergastolo)..... Sarebbe il caso di VOLER sapere le cose e di rispondere e di interessarsi anche NON per la loro validità ma per la loro 'sostanza'.
I leghisti quello che fanno lo sai e lo vedi ma nessuno vede le insidie che si celano dietro e nemmeno che Fini e c. continuano ad affermare che NON ce l'hanno con la lega.
Fra poco vedremo il verde e il nero unito. Probabilmente con una bella camicia a righe nero-verdi che vanno dal nord al sud........e questo perchè nessuno si è preso la briga di capire che cosa volevano veramente quelli che sbraitavano contro i meridiionali e poi verso di extracomunitari e tutti sembrava molto folkloristico e quasi 'normale'.Peccato che altri invece, avvezzi ai manganelli, avessero i loro piani e nemmeno a lungo termine.


Citazione:
Il video parla di una Verona entusiasta del suo sindaco tanto che raccoglie il 60% dei voti e stringe le mani al mercato.
Il video racconta infatti il vero dicendo che la cultura veneta degli intervistati è rappresentata dalla lega. Quello che è mistificazione è nel volerci far passare per razzisti contro gli immigrati.


La Verona entusiasta del 'suo' sindaco la vedi solo tu e questo effetto l'ha fatto il salotto di Vespa.
Molti pensano che in questo modo la città abbia un valore in più.
Ma è solo apparenza e la sostanza l'ho già descritta e gli assassini e le violenze sono quelle.
La lega non rappresenta nulla rispetto a prima nella città e la città rimane quello che è sempre stata.
Fascista prima e di destra e xenofoba oggi con l'aggravante che il clero (che con i suoi istituti, a pagamento, la fa da padrona) non è mai riuscito a farla diventare 'normale'.
Consisteva anche in questo la causa del sindaco di allora contro una trasmissione di Santoro.
Mettersi la polvere sotto il tappeto fa solo danni al padrone di casa e si è visto.
Ma almeno quel sindaco non era stato accusato di istigazione all'odio razziale.

Citazione:
(verona è leghista tra i "vecchi", ma nazista tra i "giovani"), ignorante e soprattutto basata su presupposti ipocriti ed idioti.

Se tu non condivi la cultura della terra in cui vivi ti senti autorizzato ad offenderla?


e questa sarebbe 'cultura? essere legista, nazista ignorante e basata su presupposti ipocriti e idioti....questa sarebbe ' cultura della terra in cui vivi'?
Una terra del genere non ha cultura ma solo è imbarbarita fino all'osso.
Non solo la offendo una terra del genere ma mi vergogno profondamente che qualcuno questa la chiami 'cultura' e quindi comprendo che questa terra è maledettamente condannata ad essere sempre più ignorante e in balia della cosa per cui vivono e muoiono: il vil denaro.
Quindi mi aspetto più assassini e maggiori azioni xenofobe e tutto per la gioia della 'cultura' del luogo.
E che l'adige lavi questo sporco che si deposita nella mente di questa disgraziata città.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Redazione
Inviato: 4/5/2010 22:10  Aggiornato: 4/5/2010 22:10
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: "Quelli del nord-est"
MANDE: anche se tutto il video fosse una mistificazione, come tu dici, i discorsi di Bossi, Borghezio e Calderoli rimangono quelli che sono.

QUELLO è il modo in cui raccolgono voti, e quindi nessuna persona intelligente può negare che facciano leva sui più bassi istinti per ottenerli.

Che era poi il senso del mio articolo.

ivan
Inviato: 4/5/2010 22:26  Aggiornato: 4/5/2010 22:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: "Quelli del nord-est"
Citazione:


....
i ragazzi che studiano fanno fatica a trovar lavoro....

...

quelli sempre bocciati vengono pagati con i soldi pubblici.
Un bell'esempio per tutti i giovani di oggi.


E' un esempio a quanto pare gradito visto che leggiamo:

Citazione:


Renzo Bossi è il più votato a Brescia
"All'inizio è stato un po' così, ma poi mi ha incoraggiato e ieri sera era contento": così Renzo Bossi descrive il sostegno ricevuto dal padre Umberto, all'indomani del voto regionale, che lo ha premiato con quasi 13 mila preferenze e lo ha reso la star di queste elezioni lombarde.



(da http://politica.liquida.it/focus/renzo-bossi-e-il-piu-votato-a-brescia/ )

Cinqui
Inviato: 4/5/2010 22:34  Aggiornato: 4/5/2010 22:34
Ho qualche dubbio
Iscritto: 24/3/2006
Da:
Inviati: 227
 Re: "Quelli del nord-est"
OTall'ennesima potenza
raz degan sta parlando, su italia uno, .....delle scie chimiche..........

"Una bella donna non è colei di cui si lodano le gambe o le braccia, ma quella la cui bellezza complessiva è tale da togliere la possibilità di ammirare le singole parti..." - Seneca - .
Mande
Inviato: 4/5/2010 22:36  Aggiornato: 4/5/2010 22:41
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/1/2008
Da: Cologna veneta
Inviati: 1301
 Re: "Quelli del nord-est"
Redazione
Citazione:

MANDE: anche se tutto il video fosse una mistificazione, come tu dici, i discorsi di Bossi, Borghezio e Calderoli rimangono quelli che sono.

QUELLO è il modo in cui raccolgono voti, e quindi nessuna persona intelligente può negare che facciano leva sui più bassi istinti per ottenerli.

Che era poi il senso del mio articolo.

Del tuo articolo ho contestato alcuni punti precisi.
Quello che non ci trova affatto concordi e con il quale mi sono scontrato anche con Calvero è se sia nato prima l'uovo o la gallina.

Essendo nato e vissuto sempre in Veneto posso dirti che quelli che tu chiami "bassi istinti" fanno parte integrante della nostra cultura e non sono stati creati artificialmente da un partito per poi cavalcarli.

Semplicemente la lega è nata in seguito al fatto che nessun partito politico prendeva in considerazione quelli che sono i bisogni e le richieste venete (nord-est in generale probabilmente). In questo la lega si è fatta portavoce nel parlamento.

Che poi abbia ottenuto poco o nulla come risultati è sotto gli occhi di tutti.

Rispondo già che ci sono alle reiterate richieste di Redna.
La lega nord ha uno dei programmi politici migliori del parlamento italiano.

http://www.leganord.org/elezioni/2008/lega/default.asp

Per citare i punti più famosi:
-Il referendum per approvare il trattato di Lisbona.
-Dazi doganali antidumping.
-Ritorno ad un'acqua pubblica.

Peccato che sono solo parole al vento. Il trattato di Lisbona ormai è già passato senza referendum. I dazi li promettono da anni ma non si sono mai visti. L'acqua è in via di completa privatizzazione.

Il problema non sono le idee ma il fatto che se pur al governo non abbiano la capacità/volontà di portarle avanti.

Per la donna?
Citazione:

La Lega Nord ritiene che, per realizzare i diritti delle donne, occorra un dibattito concreto, teso alla risoluzione di altrettanto concreti e scottanti problemi.

E’ opinione consolidata che le donne, per garantirsi un’accettabile qualità di vita, debbano conseguire tre diritti: salute, conciliazione fra professione e cura familiare e benessere, ove i primi due diritti sono il presupposto del terzo. Non può esservi benessere, in assenza di salute e conciliazione. Che questi diritti siano fondamentali per le donne lo sancisce l’art. 37 del nostro ordinamento costituzionale, il quale afferma che “la donna lavoratrice ha gli stessi diritti e, a parità di lavoro, le stesse retribuzioni
che spettano al lavoratore. Le condizioni di lavoro devono consentire l'adempimento della sua essenziale funzione familiare e assicurare alla madre e al bambino una speciale adeguata protezione”.

Ma sono molti i settori in cui il ruolo femminile deve essere valorizzato.
Occorrono però interventi che siano di concreto aiuto per le donne come, ad esempio, la diffusione degli asili nido, anche aziendali, che la Lega Nord ha fortemente voluto durante l’attività di governo della Casa delle Libertà, la possibilità di dedurre le spese connesse alla crescita e all’educazione dei figli, la modulazione degli orari degli uffici, anche pubblici, che consentano di gestire meglio impegni e tempo.

Anche nei campi più spinosi la Lega Nord si è mossa a difesa delle donne. Si ricorda, ad esempio, la Proposta di legge n° 950, Nuove disposizioni in materia di delitti contro la vita e l'incolumità individuale, che ha inasprito le pene previste dal codice penale, per chi si macchia di un reato aberrante come la violenza sulle donne.

Belle parole ma i fatti?

Se vuoi criticare la lega nord per quello che promette ma no fa sei liberissima di farlo.

Se invece vuoi criticare le idee della lega (che fanno parte della cultura veneta) partendo dal pregiudizio che siano sbagliate perché provenienti da "xenofobi" ti conviene realmente informarti al di fuori del circuito mediatico televisivo.

gronda85
Inviato: 4/5/2010 22:39  Aggiornato: 4/5/2010 22:39
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 2/12/2008
Da:
Inviati: 1957
 Re: "Quelli del nord-est"
ot @redazione:
dopo matrix, anche mistero....
se arrivi da fede fammi sapere che ti accompagno......
che ne pensi del servizio sulle scie chimiche?

non puoi vincere
non puoi pareggiare
non puoi nemmeno ritirarti
redna
Inviato: 4/5/2010 22:54  Aggiornato: 4/5/2010 22:56
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: "Quelli del nord-est"
Citazione:
La lega nord ha uno dei programmi politici migliori del parlamento italiano.

http://www.leganord.org/elezioni/2008/lega/default.asp

Per citare i punti più famosi:
-Il referendum per approvare il trattato di Lisbona.
-Dazi doganali antidumping.
-Ritorno ad un'acqua pubblica.

Peccato che sono solo parole al vento. Il trattato di Lisbona ormai è già passato senza referendum. I dazi li promettono da anni ma non si sono mai visti. L'acqua è in via di completa privatizzazione.


se permetti gli altri partiti hanno ben altri programmi e ben altri obiettivi.
Quello che hai elencato non sono certo programmi politici migliori.



Citazione:
Se invece vuoi criticare le idee della lega (che fanno parte della cultura veneta) partendo dal pregiudizio che siano sbagliate perché provenienti da "xenofobi" ti conviene realmente informarti al di fuori del circuito mediatico televisivo.


le idee della lega NON fanno parte della cultura veneta nel modo più assoluto.Perchè qualcuno si mette a fare la campagna elettorale in dialetto veneto non significa che comprenda quella popolazione e come tutti i politici ha come obiettivo di essere eletto e quindi essere pagato dalla popolazione.
Punto.
Non guardo la tv e nemmeno Vespa ma invece li ci vanno quelli della lega e gli stessi del circuito mediatico sono molto interessati e questo non corrisponde alla cultura veneta ma alla 'loro' cultura che al momento non si sa nemmeno quale sia e che nessuno si azzarda nemmeno a metter qualcosa di scritto.

Ti dovresti preoccupare dei leghisti che sono sempre in tv e non di quelli che ti dicono come sono le cose in una città che sembra solo abitata da te , la lega e da nessun altro.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Calvero
Inviato: 4/5/2010 23:10  Aggiornato: 4/5/2010 23:10
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: "Quelli del nord-est"
Citazione:

Essendo nato e vissuto sempre in Veneto posso dirti che quelli che tu chiami "bassi istinti" fanno parte integrante della nostra cultura e non sono stati creati artificialmente da un partito per poi cavalcarli.


Scusa Mande, a questo punto sarebbe sensato che tu mi dicessi ...i punti cardine della vostra Cultura. Non lo dico per provocarti. Ma mi pare che l'equazione per cui si cozza contro di te, sia quella legata al fatto che tu dai una visione culturale implicita nella forma mentis Veneta..

..ma, al di là della risposta che darai, non credo si possa dare per scontato che non essendo stati creati artificialmente (cosa che non ho sostenuto), significa che abbiano una legittimità onesta e coerente.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Mande
Inviato: 5/5/2010 0:24  Aggiornato: 5/5/2010 0:24
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/1/2008
Da: Cologna veneta
Inviati: 1301
 Re: "Quelli del nord-est"
Calvero
Citazione:

Scusa Mande, a questo punto sarebbe sensato che tu mi dicessi ...i punti cardine della vostra Cultura

Ovviamente varia se pur di poco da provincia a provincia come il dialetto veronese da quello vicentino, padovano e veneziano.
Comunque esistono dei cardini come dici tu comuni.

Il primo è la cultura cristiana. Se pur io non frequenti assiduamente la chiesa per ovvi motivi che vengono discussi anche qui sui forum ciò non vuol dire che la mia cultura come quella della maggioranza dei Veneti non risenta pesantemente della dottrina cattolica.

Per secondo la famiglia. Il matrimonio è una istituzione sacra ed inviolabile ed i divorzi, assenti totalmente tra i nostri nonni, sono visti col fumo negli occhi.

Terzo punto cardine è sicuramente il lavoro, in prima fila quello direttamente produttivo come l'artigiano-operaio. Per noi è il lavoro a nobilitare l'uomo e da questo come ho già detto prima deriva anche quello che se vogliamo può essere il nostro "razzismo".
Tanto per esplicitarti meglio questo concetto quando si è sposata mia cugina ci siamo incontrati al pranzo di nozze con i parenti toscani del marito. Tra di loro c'era una persona anziana alla quale, così per curiosità, ho domandato che lavoro facesse. Tra l'imbarazzato e l'impaurito mi ha detto a bassa voce "Il banchiere". Nessuno gli aveva detto che sono particolarmente critico contro quei parassiti ma per la nostra cultura sapeva benissimo che sono l'ultimo gradino della società. Un Veneto che spala letame da mattina a sera ti direbbe che lavoro fa con più orgoglio che non un dipendente pubblico.

Poi ovviamente ci sono i dialetti, i prodotti della terra, le osterie, lo "struscio" serale, le sagre paesane...

La lega si fa interprete di questo e di molto altro nel senso che è presente, vede, sente e ne parla.

Quando con l'inizio della crisi sono stati messi a rischio molti posti di lavoro l'unico partito politico che si è recato nelle fabbriche per raccogliere le istanze degli operai qual'è stato secondo te?
Ovviamente la lega.

Non è per nulla strano quando un'esponente della lega si oppone alle moschee perché questo è il volere della maggioranza che è indubbiamente cattolica.

Quando un sindaco come Tosi libera un campo nomadi piuttosto che insediamenti di clandestini volenti o nolenti i furti nelle abitazioni diminuiscono.

Se sai cosa vuol dire svegliarti nel cuore della notte. Alzarti in mutande per vedere chi ti sta forzando un infisso e spaventarlo per farlo fuggire sai di cosa parlo. Anche perché non si curano minimamente di tenerti d'occhio e passare quando non ci sei. Vengono a casaccio anche se sanno che sei in casa. Finché sei un uomo grande e grosso come me non ti preoccupa più di tanto ma molte donne non si sentono più sicure nemmeno a casa loro.
Eravamo arrivati a dei punti dove non si sentivano più sicure neanche di girare la sera da sole.
Citazione:

..ma, al di là della risposta che darai, non credo si possa dare per scontato che non essendo stati creati artificialmente (cosa che non ho sostenuto), significa che abbiano una legittimità onesta e coerente.

Torno a ripeterlo. Se un partito politico deve rappresentare la volontà dei propri elettori deve guardare alle loro richieste. I problemi sollevati dai Veneti trovano rappresentanza solo nella lega. Il fatto poi che non agisca di conseguenza rispetto alle proposte che fa è il motivo per cui non voto da anni ma questa è un'altra storia.

Redazione
Inviato: 5/5/2010 2:14  Aggiornato: 5/5/2010 2:14
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: "Quelli del nord-est"
Gronda: "dopo matrix, anche mistero.... che ne pensi del servizio sulle scie chimiche?"

Gli avevo mandato dei materiali, ma la trasmissione non ho potuto vederla. Che cosa hanno messo in onda?

Redazione
Inviato: 5/5/2010 2:20  Aggiornato: 5/5/2010 2:20
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: "Quelli del nord-est"
MANDE: "Essendo nato e vissuto sempre in Veneto posso dirti che quelli che tu chiami "bassi istinti" fanno parte integrante della nostra cultura e non sono stati creati artificialmente da un partito per poi cavalcarli."

Mi stai dicendo che xenofobia e odio razziale fanno parte della natura dei veneti? (lo chiedo senza ironia. Io questo ho capito).

Mande
Inviato: 5/5/2010 3:03  Aggiornato: 5/5/2010 3:03
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/1/2008
Da: Cologna veneta
Inviati: 1301
 Re: "Quelli del nord-est"
Razzismo è un termine un po esagerato che tiene in considerazione anche aggressioni fisiche. Di sicuro una intolleranza diffusa verso chi vive di espedienti dal piccolo truffatore al grande banchiere esiste. Lo stesso vale per chi vive di espedienti come di furti o sfruttamento della prostituzione piuttosto che spaccio.

Anche parlare di xenofobia è un po sopra le righe ma non troppo. La maggior parte della popolazione Veneta non vive nelle città ma in paesi medio piccoli dove "tutti conoscono tutti". In questa situazione ogni "estraneo" alla comunità che passa di lì è squadrato ed osservato bene prima di essere accettato. E l'accettazione varia a seconda se condivida o meno i valori fondanti della comunità. Questo è ancora più marcato più ci si spinge verso le valli e le comunità montane.

Raggiunge l'apice in Trentino Alto Adige dove questi comportamenti sfiorano realmente il razzismo. Ho visto con i miei occhi dei ragazzi chiedere in italiano dov'era il bagno e sentirsi dire "prima ordinate qualcosa". Quando poi sono arrivati altri altoatesini gli è stato indicato senza dire nulla.

Non è natura comunque ma cultura.

ivan
Inviato: 5/5/2010 4:08  Aggiornato: 5/5/2010 4:12
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: "Quelli del nord-est"
Citazione:


.... anche se tutto il video fosse una mistificazione, come tu dici, i discorsi di Bossi, Borghezio e Calderoli rimangono quelli che sono.

QUELLO è il modo in cui raccolgono voti, e quindi nessuna persona intelligente può negare che facciano leva sui più bassi istinti per ottenerli.


E' una ben nota strategia di marketing che ancora una volta si è dimostrata funzionante; è un modello di marketing adottati da tanti specialmente in poltica e questo genera uan serie di tristi spettacoli di gente che recita la parte del "cattivo che rimetterà le cose a posto" (come nei migliori films usa e getta).


Citazione:


Il problema dell'immigrazione, indotto o no che sia, e' reale e la Lega e' l'unico partito che ne parli apertamente come un problema, piacciano o no le soluzioni che propone.



L'immigrazione vista come un problema. Semmai l'immigrazione viene presentata per quello che non è per motivi di marketing ossia viene sfruttata oltre che fisicamente nel mondo del lavoro anche come immagine dal marketing della politica.

La realtà è l'opposto: è l'immigrazione la colonna portante dell'economia, senza l'immigrazione l'economia sarebbe andata rotoli da un pezzo.

Tanti immigrati vuol dire tanti portafogli che spendono, sopratutto per l'alloggio: non c'è un appartamento vuoto, una casa sfitta in gito che non venga subito affittato o venduto a caro prezzo agli immigrati.

Gli immigrati quale manodopera a basso costo sono ovunque : dai cantieri edili alle fattorie, dagli alberghi di rinomate località turistiche agli allevamenti per finire poi alle badanti per anziani e malati.

Sezna gli immigrati la pastorizia, l'agricoltura, l'edilizia semplicemente non dico che sarebbero crollati ma semplicemente avrebbero preso un'altra piega.

Chi c'è nei cantieri edili a fornire manodopera ? Generalmente albanesi.

Chi c'è ad accudire il bestiame nelle fattorie? Generalmente indiani.

Chi c'è ad accudire vecchi e malati? Generalmente donne rumene .

Chi c'è nei campi di pomodori con la schiena piegata ? Generalmente polacchi .

Chi c'è nei fruttetti nel periodo della raccolta ? Generalmente gente di colore.

E l'elenco potrebbe continuare: filippini nella distribuzione, cinesi nell'importazione di merci a basso costo, donne polacche nelle imprese di pulizia e così via.

Chi c'è poi dietro questo giro di manodopera a basso costo non è che ci vuole poi molto ad indovinare.

Ma di tutto questo non si parla, non si parla dell'aspetto ecomomico e del mondo che gira intorno al fenomeno dell'immigrazione, si parla solo degli aspetti che fa comodo per ragioni di consenso elettorale che si parli.

Redazione
Inviato: 5/5/2010 5:34  Aggiornato: 5/5/2010 5:34
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: "Quelli del nord-est"
MANDE: "Non è natura comunque ma cultura."

Ora mi è tutto più chiaro. Grazie per il discorso onesto.

Capisco anche quando parlavi dell'uovo e della gallina. I leader della Lega avrebbero semplicemente approfittato di un sentimento "in pectore", già esistente, magari esasperandolo a proprio uso e consumo.

redna
Inviato: 5/5/2010 9:27  Aggiornato: 5/5/2010 9:31
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: "Quelli del nord-est"
Citazione:
Anche parlare di xenofobia è un po sopra le righe ma non troppo. La maggior parte della popolazione Veneta non vive nelle città ma in paesi medio piccoli dove "tutti conoscono tutti". In questa situazione ogni "estraneo" alla comunità che passa di lì è squadrato ed osservato bene prima di essere accettato.


e chi sarebbe la comunità secondo il tuo modo di vedere il veneto? il prete e il sindaco e il medico come 80 anni fa?
il veneto non è questo e anche i piccoli e medi paesi sono mescolati con gente che viene da fuori e questa mentalità o l'ha abbandonato da solo oppure ha dovuta abbandonarla.
Il veneto che descrivi è quello di 'signori e signore ' e quello dell'immaginario collettivo ma che non ha riscontro nella realtà di oggi.



Citazione:
E l'accettazione varia a seconda se condivida o meno i valori fondanti della comunità. Questo è ancora più marcato più ci si spinge verso le valli e le comunità montane.

quello che chiami accettazione si chiama al giorno d'oggi leggi da rispettae e la comunità è una fantasia da abbandonare. Considerato che tutto viene regolato da leggi è facile capire che la 'comunità' serve solo per i propri interessi a scapito di quelli degli altri ovviamente per chi viene 'da fuori' di questa comunità.
Non per nulla ho parlato anche di omertà.

Citazione:
Raggiunge l'apice in Trentino Alto Adige dove questi comportamenti sfiorano realmente il razzismo. Ho visto con i miei occhi dei ragazzi chiedere in italiano dov'era il bagno e sentirsi dire "prima ordinate qualcosa". Quando poi sono arrivati altri altoatesini gli è stato indicato senza dire nulla.

l'apice non è assolutamente nè in trentino e nemmeno in alto adige.
I comportamenti non sono razzisti e conosco benissimo molte persone di quella regione per dire questo.
Casomai dovresti notare che sono una regione a statuto speciale e per questo hanno dei privilgi.
Amano la loro terra e la trattano bene cosa che i veneti non hanno mai saputo fare e si vede, considerato come da sempre i politici ce l'hanno rovinata e indisturbati continuano a farlo.
Il 'prima ordinate qualcosa' lo fanno dappertutto e non solo in trentino alto adige. Anche a verona e provincia e ormai è una consuetudine che se si ha bisgono del bagno si ordina qualcosa.Non è una novità solo in trentino, è quasi una consuetudine radicata della penisola (isole comprese) te lo posso assicurare.



Citazione:
Non è natura comunque ma cultura.

queste sono tue opionio e basta e la cultura non c'entra proprio nulla.La cultura è altro e non è quello di trovare comunità fittizie per far piacere a qualcuno e per far dire alla lega che ha un legame con il territorio.
Il veneto non è nemmeno cattolico considerato quante religioni/associazioni si contano, la famigilia è bistrattata e le separazioni non si contano più e l'identità, l'identità alla fine non c'è mai stata e per questo le 'comunità', come gruppi omertosi/mafiosi, per tanto tempo l'hanno fatta da padroni.
Poi è arrivata la lega.
Prima c'era la DC, quella del clientelismo e degli accordi di sacrestia. Praticamente i genitori di quelli che oggi gli hanno detto che sono leghisti.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
masmor
Inviato: 5/5/2010 12:23  Aggiornato: 5/5/2010 12:23
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/10/2008
Da: pianeta verde
Inviati: 66
 Re: "Quelli del nord-est"
MANDE: "Essendo nato e vissuto sempre in Veneto posso dirti che quelli che tu chiami "bassi istinti" fanno parte integrante della nostra cultura e non sono stati creati artificialmente da un partito per poi cavalcarli."

REDAZIONE:Mi stai dicendo che xenofobia e odio razziale fanno parte della natura dei veneti? (lo chiedo senza ironia. Io questo ho capito).

MANDE: "Non è natura comunque ma cultura."

REDAZIONE: "Ora mi è tutto più chiaro. Grazie per il discorso onesto.

"Capisco anche quando parlavi dell'uovo e della gallina. I leader della Lega avrebbero semplicemente approfittato di un sentimento "in pectore", già esistente, magari esasperandolo a proprio uso e consumo."


Mi re-inserisco. Sono il veronese che prima contestava un post di MANDE. Non accetto che si lasci questo errato racconto del veneto e di verona. In veneto gli ignoranti xenofobi e razzisti sono quanti ve ne sono nella media regionale italiana. La differenza sta solo nella lega. In molte regioni italiane
vi sono diffusi sentimenti negativi nei confronti dei migranti. Sentimenti un pò ovunque aizzati da rigorose campagne di PROPAGANDA. La lega si è affermata al nord con la questione anti-politica ed economica:

"roma ladrona, i politici son tutti uguali, (noi siam diversi)" e " noi siamo la regione più produttiva se ci staccassimo dai terroni che manteniamo saremmo più ricchi della svizzera"

è con QUESTI concetti che la lega si è affermata, dopodichè ha cavalcato ed incrementato la demenziale propaganda ( già iniziata da altri) contro gli immigrati. demenziale ed ipocrita per ovvi motivi che di certo non mi metto a riassumere (credo fosse A-MENSA, più su, ad ever fatto un discreto sunto della questione). Non dimentichiamo, poi, che la lega rappresenta numericamente il 30% dei veneti.

ergo, ogni discorso di MANDE sulla cultura veneta rappresentata dalla lega è una boiata quanto lo sarebbe dire che la cultura laziale è fascista in seguito alla vittoria di Alemannno.

credo che voler descrivere in modo univoco la cultura di una regione sia impossibile. a meno di cadere in luoghicomuni quali le radici cristiane (quando qualcuno mi spiegherà che cosa sono gli sarò molto grato, per ora mi suonano solo come "NON siamo musulmani") o la "passione per il lavoro". se stessi, infatti, sulla stessa linea argomentativa potrei confutare questo punto ricordando a MANDE un detto che conosce di certo " meo bear sforsè che laorar de gusto", affermando così l'unico vero tratto comune dei veronesi, l'alcolismo.(?)

ciao

tommy79
Inviato: 5/5/2010 16:42  Aggiornato: 5/5/2010 16:42
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/6/2004
Da:
Inviati: 1131
 Re: "Quelli del nord-est"
Io suggerirei ai cari "amici" d'Oltralpe di pensare al mondiale che hanno perso e di imparare finalmente a pronunciare i nomi italiani, prima di farsi i cazzi nostri. Quello che in questo fazioso filmato viene mostrato non riesce a dimostrare nulla.....al massimo solo che la lega ha fatto cose giuste, per quel poco che è riuscita a realizzare.
Se è xenofobia cacciare dei nomadi che fanno prostituire i loro bambini, se è xenofobia dare le case popolari agli italiani prima di tutto, se è xenofobia cercare gli immigrati irregolari e mandarli a casa, bene io sono xenofobo...anzi la maggior parte degli italiani lo è e che non ci scassassero i coglioni.

redna
Inviato: 5/5/2010 17:06  Aggiornato: 5/5/2010 17:06
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: "Quelli del nord-est"
Citazione:
Quello che in questo fazioso filmato viene mostrato non riesce a dimostrare nulla.....al massimo solo che la lega ha fatto cose giuste, per quel poco che è riuscita a realizzare.


viene detto che la MAGGIOR parte del governo è xenofobo.
Quando si dice guardare ma non vedere!
La lega non ha nemmeno incominicato fare qualcosa. Casomai quando oltre a parlare cominicerà a far qualcosa si potrebbe vedere realmente quello che realizza.Ovviamente come tutti dirà che a causa della crisi non ha potuto fare.....come al solito, come tutti. Intanto Borghezio e gli altri continueranno a vomitare discorsi senza senso....


Citazione:
Se è xenofobia cacciare dei nomadi che fanno prostituire i loro bambini, se è xenofobia dare le case popolari agli italiani prima di tutto, se è xenofobia cercare gli immigrati irregolari e mandarli a casa, bene io sono xenofobo...anzi la maggior parte degli italiani lo è e che non ci scassassero i coglioni.


i nomadi che fanno prostituire i loro bambini pensi che siano stati cacciati o inveci 'mandati da altre parti? credi proprio che questo sia stato fatto per salvare i bambini e non per ottenere riscontri politici in modo che si pensi che la lega 'marca' il territorio?
Le case agli italiani non le davano nemmeno prima che ci fossero gli extracomunitari e la memoria è corta, come al solito, nel non ricordare che sulle case sfitte, non molti anni fa c'era il cartello ' affittasi ma non ai meridionali' e i meridionali erano italiani. Mi pare che non si sia capito nulla....
Gli immigrati irregolari NON possono mandarli a casa ma, in compenso, gli si danno case fatiscenti a prezzi esorbitanti. E sono sempre italiani che fanno questo e a loro NESSUNO dice nulla.

Se TU sei xenofofo tientelo come marchio ma NON dire che la maggior parte degli italiani lo è.

La maggior parte degli italiani non accetta quello che per te sembra normale come ad esempio la xenofobia latente.

Curati.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
mangog
Inviato: 5/5/2010 17:11  Aggiornato: 6/5/2010 7:18
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: "Quelli del nord-est"
Citazione:

Autore: tommy79 Inviato: 5/5/2010 16:42:22

Io suggerirei ai cari "amici" d'Oltralpe di pensare al mondiale che hanno perso e di imparare finalmente a pronunciare i nomi italiani, prima di farsi i cazzi nostri



Mi domando come qualcuno possa aver deciso di andare a vivere in Olanda ( per amore? DEVE ESSERE UN GRANDE AMORE ).. se devo fare il lavapiatti lo faccia a casa mia.. se devo fare il tecnico lo faccio a casa mia.
Gli Olandesi sono il popolo più razzista che esiste... molto di più degli Inglesi dei quali si ritengono i maestri per aver loro insegnato a come gestire le colonie.
Questa mania di andare nel mondo anglosassone sotto sotto emerge sempre...dico mania per non dire complesso d'inferiorità.

Redazione
Inviato: 5/5/2010 18:54  Aggiornato: 5/5/2010 18:54
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: "Quelli del nord-est"
MANDE: MI aspetterei una tua risposta a MASMOR.

sitchinite
Inviato: 5/5/2010 20:09  Aggiornato: 5/5/2010 20:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/6/2007
Da: Roma - Pomezia
Inviati: 3270
 Re: "Quelli del nord-est"
@masmor

In veneto gli ignoranti xenofobi e razzisti sono quanti ve ne sono nella media regionale italiana.


pur non essendo veneto non posso non rispondere, perchè il concetto é 'universale'.

Masmor mi spieghi perchè chi è xenofobo, o razzista, é ignorante?
Ti ricordo che parole come 'xenofobo' sono state coniate con accezione negativa per descrivere un concetto che prima poteva non esserlo.
E' il procedimento contrario di quello che ha portato a rinominare i ciechi in 'videolesi' o gli spazzini in 'operatori ecologici'. Un buonismo (del cazzo) al contrario.

tommy79
Inviato: 5/5/2010 20:09  Aggiornato: 5/5/2010 20:09
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/6/2004
Da:
Inviati: 1131
 Re: "Quelli del nord-est"
"viene detto che la MAGGIOR parte del governo è xenofobo.
Quando si dice guardare ma non vedere!
La lega non ha nemmeno incominicato fare qualcosa. Casomai quando oltre a parlare cominicerà a far qualcosa si potrebbe vedere realmente quello che realizza.Ovviamente come tutti dirà che a causa della crisi non ha potuto fare.....come al solito, come tutti. Intanto Borghezio e gli altri continueranno a vomitare discorsi senza senso"

La lega non è l'unico partito di governo......e qui, come saprai bene, prima di fare una legge bisogna passare da un labirinto fatto di ostruzionismi da: opposizione, magistratura e persino "alleati". Quello che poteva lo ha fatto forse non tutto....ma dire che non ha fatto niente è una falsità pura.

"Gli immigrati irregolari NON possono mandarli a casa ma, in compenso, gli si danno case fatiscenti a prezzi esorbitanti. E sono sempre italiani che fanno questo e a loro NESSUNO dice nulla."

Qui siamo d'accordo.......ma stavamo parlando delle case popolari che è tutta un'altra storia e, se proprio si vuole, è stato questo governo ad introdurre notevoli inasprimenti di pena e di controlli verso i proprietari che lucrano ad affittare le case agli immigrati petr lucrare sui prezzi dell'affitto. Sul perchè non si possa mandarli a casa vorrei mi illuminassi......

"Se TU sei xenofofo tientelo come marchio ma NON dire che la maggior parte degli italiani lo è."

Infatti non lo sono e l'etichetta me la appiccicano addosso i soliti benpensanti....e se questo li fa stare meglio che facciano pure.

Mande
Inviato: 5/5/2010 20:10  Aggiornato: 5/5/2010 20:10
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/1/2008
Da: Cologna veneta
Inviati: 1301
 Re: "Quelli del nord-est"
Redazione
Citazione:

MANDE: MI aspetterei una tua risposta a MASMOR.

Il tempo è tiranno e l'argomento è vasto. Utilizzerò l'ottimo intervento di Masmor per cercare di chiarire molte cose che non sono riuscito a comunicare ieri.

Masmor
Citazione:

credo che voler descrivere in modo univoco la cultura di una regione sia impossibile

Questo è ovvio anche perché la cultura è specifica e personale. Ho cercato rispondendo a Calvero di denominare alcuni tratti comuni.
Citazione:

a meno di cadere in luoghicomuni quali le radici cristiane (quando qualcuno mi spiegherà che cosa sono gli sarò molto grato, per ora mi suonano solo come "NON siamo musulmani") o la "passione per il lavoro". se stessi, infatti, sulla stessa linea argomentativa potrei confutare questo punto ricordando a MANDE un detto che conosce di certo " meo bear sforsè che laorar de gusto", affermando così l'unico vero tratto comune dei veronesi, l'alcolismo.(?)

La chiesa come fondante e collante della nostra società è difficilmente negabile. Chiesa intesa non solo come edificio ma come gruppo partecipativo. Non conosco nessun figlio di atei che non abbia frequentato la parrocchia fosse anche solo per i campetti di calcio o altri luoghi di aggregazione che mettono a disposizione. Nessuno che non si presenti al catechismo piuttosto che all'ACR anche se non è cristiano.
L'importante è sempre stato rimanere uniti e divertirsi fin da giovani.
Per quanto riguarda l'alcol hai perfettamente ragione. Di fronte ad un bicchiere di vino siamo tutti d'accordo ed ogni differenza scompare.
Il detto "meglio bere sforzati che lavorare di gusto" non appartiene alla mia realtà ma sono piccole differenze tra luogo e luogo. Questo non vuol dire che il lavoro è sottovalutato ma che si preferisce l'alcol nella scala dei valori.
Citazione:

La lega si è affermata al nord con la questione anti-politica ed economica:

"roma ladrona, i politici son tutti uguali, (noi siam diversi)" e " noi siamo la regione più produttiva se ci staccassimo dai terroni che manteniamo saremmo più ricchi della svizzera"

La questione dell'elevata tassazione e conseguente tentativo di evasione/elusione viene prima della nascita della lega come il fatto che ingenti quantitativi di tasse finivano perse in inutili e falsi tentativi a pioggia di industrializzare il sud.
La lega ha spostato l'obbiettivo da "un terrone su ogni spalla da mantenere" a Roma ladrona. Ovvero ha indirizzato se vuoi il nostro malcontento che storicamente vedeva come bersaglio anche i meridionali verso chi quelle politiche promuoveva.
Dunque da un problema preesistente ovvero l'alta tassazione hanno proposto la soluzione federalismo fiscale.
L'elevata tassazione ed il malcontento per essa vengono prima della Lega per cui è inutile mettere il carro davanti ai buoi fingendo che prima le tasse piacessero a tutti e poi arriva la lega a convincerci che sono un furto.
Citazione:

Non dimentichiamo, poi, che la lega rappresenta numericamente il 30% dei veneti.

Chi vota la lega rappresenta circa il 30% degli aventi diritto ma questo non significa nulla.
Il problema è comune a tutti ed ognuno cerca le soluzioni all'interno di una propria forza politica alla quale si sente più legato. Il sindaco Zanonato di Padova in forza al PD ha costruito un muro per il quartiere di via Anelli come gli Israeliani con i Palestinesi. Semplicemente il partito democratico a Padova ha saputo essere molto più oltranzista dei leghisti ed ha proposto soluzioni più radicali e politicamente scorrette. Ma alla fine se il PD nazionale è a favore dell'immigrazione il PD Veneto costruisce ghetti per i gruppi di immigrati più facinorosi.
Questo perché ogni partito che si presenta alle elezioni deve tener conto della cultura e delle necessità del popolo che intende governare.
Un qualsiasi partito che promuovesse l'illegalità qui non avrebbe futuro.
E' lo stesso motivo per cui quando il PD si trova in Campania con Bassolino arriva ad istituire il reddito di cittadinanza ma si guarda bene dal farlo a livello nazionale.
Citazione:

In veneto gli ignoranti xenofobi e razzisti sono quanti ve ne sono nella media regionale italiana. La differenza sta solo nella lega. In molte regioni italiane vi sono diffusi sentimenti negativi nei confronti dei migranti.

Ma quello che non sono riuscito a spiegare bene ieri vediamo di approfondirlo oggi anche perché evidentemente la neolingua orwelliana non aiuta.

Razzismo
Il suo significato dovrebbe essere odio per un'altra razza con connotati di superiorità. I veneti sono sostanzialmente razzisti? Mai detto.

Però nella neolingua chiunque denunci Israele come governo criminale perché perseguita i Palestinesi è colpevole di razzismo.
Dunque ecco che quando un Veneto prova disgusto per i criminali ed approfittatori tra i quali una piccola fetta sono anche i clandestini allora diventa razzista. Si, dunque, nella neolingua avercela con i delinquenti è razzismo poiché li si riduce ad una razza unica e li si odia.
Usando la neolingua dunque chi denuncia i criminali è razzista.

Xenofobia
Il suo significato è il timore o paura per il diverso.

In questo contesto quando qualcuno appena iscritto al forum di Luogocomune si esprime per le prime volte viene guardato con diffidenza e se si dimostra aggressivo rispetto alla cultura dominante viene ignorato, attaccato o finanche escluso.
Siamo dunque tutti xenofobi? In base alla definizione pare di si.
Ma questo atteggiamento vale per ogni comunità fin dalla più piccola ovvero la famiglia.
Affidereste i vostri bambini ad uno sconosciuto?
Xenofobia.
Permettereste a chiunque di entrare a far parte del vostro gruppo (calcio, scacchi o qualsiasi altro) senza prima conoscerlo e vedere se andate d'accordo?
Xenofobia.
Questo perché la xenofobia non è altro che il sentimento di protezione del gruppo verso potenziali aggressioni esterne. Senza questo tipo di solidarietà non esiste un gruppo ma solo somme di individui senza legami tra loro.
Combattere la Xenofobia vuol dire combattere la famiglia, i gruppi e le comunità di persone al fine di rendere ogni individuo isolato e quindi più facilmente manipolabile.
Non è un caso se la lotta alla xenofobia sia uno dei principali punti dei globalizzatori qui rappresentati dall'unione Europea.

Con questo spero di essere stato più chiaro anche perché per oggi il mio tempo è esaurito.

cct
Inviato: 5/5/2010 20:33  Aggiornato: 5/5/2010 20:36
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/2/2006
Da: Lago Maggiore near Swiss
Inviati: 480
 Re: "Quelli del nord-est"
Citazione:
Autore: tommy79 Inviato: 5/5/2010 16:42:22 Io suggerirei ai cari "amici" d'Oltralpe di pensare al mondiale che hanno perso e di imparare finalmente a pronunciare i nomi italiani, prima di farsi i cazzi nostri. Quello che in questo fazioso filmato viene mostrato non riesce a dimostrare nulla.....al massimo solo che la lega ha fatto cose giuste, per quel poco che è riuscita a realizzare. Se è xenofobia cacciare dei nomadi che fanno prostituire i loro bambini, se è xenofobia dare le case popolari agli italiani prima di tutto, se è xenofobia cercare gli immigrati irregolari e mandarli a casa, bene io sono xenofobo...anzi la maggior parte degli italiani lo è e che non ci scassassero i coglioni.


http://www.repubblica.it/cronaca/2010/04/30/news/yoon_lettera-3707714/

"Niente aereo perché ho la pelle gialla"
Il ministro: "L'Enac faccia chiarezza"

-----------------------------------------------------------------

Tutto il mondo e' paese. Io ho visto come i Francesi trattano e fanno vivere la popolazione delle Reunion, e vedo anche che l'Italia sta' prendendo( o meglio ripercorrendo) una brutta strada, e sta' tirando fuori i suoi piu' brutti istinti.....

Ricordo pure quando c'erano i cartelli "non si affitta ai teroni"...... ma naturalmente gli Italiani non sono razzisti.

"chentu concasa, dughentos corros"
tommy79
Inviato: 5/5/2010 21:07  Aggiornato: 5/5/2010 21:07
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/6/2004
Da:
Inviati: 1131
 Re: "Quelli del nord-est"
"http://www.repubblica.it/cronaca/2010/04/30/news/yoon_lettera-3707714/

"Niente aereo perché ho la pelle gialla"
Il ministro: "L'Enac faccia chiarezza"

Mi sa tanto di minchiata spaziale......

redna
Inviato: 5/5/2010 21:12  Aggiornato: 5/5/2010 21:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: "Quelli del nord-est"
Citazione:
La lega non è l'unico partito di governo......e qui, come saprai bene, prima di fare una legge bisogna passare da un labirinto fatto di ostruzionismi da: opposizione, magistratura e persino "alleati". Quello che poteva lo ha fatto forse non tutto....ma dire che non ha fatto niente è una falsità pura.


se tu metti per iscritto quello che ha fatto ti potrei anche credere. Ma prima mettilo per iscritto.
A meno che tu non faccia come sitchinite che dice che non 'intende rispondere'.
Si può dire che è falsità pura solo dopo avere dato le prove di quello che realmente ha fatto la lega, non prima.

Anche sitchinite non sa ancora le idee che ha la lega e non vuole parlarne.

Citazione:
Qui siamo d'accordo.......ma stavamo parlando delle case popolari che è tutta un'altra storia e, se proprio si vuole, è stato questo governo ad introdurre notevoli inasprimenti di pena e di controlli verso i proprietari che lucrano ad affittare le case agli immigrati petr lucrare sui prezzi dell'affitto. Sul perchè non si possa mandarli a casa vorrei mi illuminassi......


Le case 'popolari' chi è che le costruisce?
Il fatto che ora il governo faccia controlli non trova mai chi affitta le cose fatiscenti agli extracomunitari e loro vivono nell'indigenza pagando senza soluzione di sorta. Non si tratta di lucrare sui prezzi di affitto si tratta che in certe case non ci vivrebbero nemmeno i topi.... Resta sempre il fatto che poi il proprietario fa quello che vuole del suo appartamento e se non vuole extracomunitari nessuno glieli può metter dentro (alla stessa maniera di quanto non si volevano i meridionali).
Non si possono mandare a casa per il semplice fatto che NON si dovevano far entrare in italia se non erano in regola. Questo equivale a dire che in italia ci può entrare chiunque e, credi, questo è un pò inquietante.Inquietante ma vero, considerato che in germania e austria questo non succederebbe nel modo più assoluto.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
sitchinite
Inviato: 6/5/2010 0:26  Aggiornato: 6/5/2010 0:26
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/6/2007
Da: Roma - Pomezia
Inviati: 3270
 Re: "Quelli del nord-est"
"Anche sitchinite non sa ancora le idee che ha la lega e non vuole parlarne."

redna hai abbondantemente rotto le palle...
IO sto parlando di immigrati, TU stai parlando di altro per sviare.
Non mettermi più in mezzo per favore.
IO posso parlare di immigrati senza dover mettere in mezzo le idee altrui.
Tu ci riesci?

Pensoso
Inviato: 6/5/2010 1:17  Aggiornato: 6/5/2010 1:25
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/8/2009
Da:
Inviati: 436
 Re: "Quelli del nord-est"
non che io ritenga la Lega "il male assoluto", o che non possano aver fatto/fare qualcosa di buono a livello locale e nazionale (cose che posso dire di qualsiasi partito, del passato/presente/futuro, dato che sono formati da molti esseri umani, diversi tra loro, e ciascuno con diverse attitudini anche nella propria individualità)...
ma come si è detto anche qui:
- l'impostazione politica è ben CHIARA
- la pratica politica, per chi vuole conoscerla, è altrettanto chiara, e spesso e volentieri è ALTRA rispetto a quanto propagandato al proprio elettorato.
(da notare che la chiarezza propagandistica è strumentale alla pratica discordante, e veramente interesse della sua classe politica, che viene attuata)


si continua a dire che la Lega è un movimento nato dal basso, ma ripeto i suoi fondatori ed i principali leader vengono dal movimento studentesco del '68, o dal PSI o dalla DC, fondano i primi movimenti localistici verso i primi anni '80, quando si accorgono improvvisamente di non essere nè comunisti nè socialisti nè democristiani; anche i successivi ingressi negli anni '90 sono soprattutto da DC e PSI in dissoluzione.
gli stessi elettori al nord, in quegli anni di crescita elettorale, sono prevalentemente un travaso di elettori da DC e PSI craxiano e non.
solo "grazie" all'ingresso in politica di Berlusconi le percentuali di voti alla Lega diminuiscono o rallentano la crescita.

Penso che tutti, anch'io, anche i buonisti siano contro la criminalità (solo straniera?) che sfrutta gli immigrati, contro i gruppi della grande distribuzione dei prodotti agricoli (straniera?) che sfrutta gli immigrati, contro la Confindustria (straniera!?!?!?) che sfrutta gli immigrati.
I dubbi sorgono quando si sostiene che la Lega sia contro la criminalità anche italiana, contro la grande distribuzione agricola di qualsiasi nazionalità sia, e contro la Confindustria... occupiamoci qui solo di quella italiana ok?
Io direi che le Lega è ben immischiata un po' in tutti questi gruppi d'interesse, checchè dica nei suoi proclami pubblici e checchè ne edulcorino i suoi elettori "gente comune" (in molti casi essere gente comune è sfruttato da chi tanto comune non è, Lega Nord inclusa, e frega la gente comune proprio per la sua "semplicità").
Quindi alla fine il problema, non sono tanto CRIMINANITA'-GRANDE DISTRIBUZIONE-CONFINDUSTRIA, ma il fatto che queste siano italiane o meno, insomma un "razzismo" al negativo, ossia, che queste organizzazioni facciano abbastanza tranquille i loro sporchi affare se sono italiane, ma altolà se sono straniere (anche il "mestiere più vecchio del mondo" è ovviamente cosa recente arrivata con l'immigrazione, e la stessa legge della domanda/offerta e della mano invisibile del mercato, qui non è più valida; e beh, troppo comodo, anch'io voglio scegliere quando dev'essere valida allora!).
La contro-prova ci sarebbe se la Lega avesse sconfitto le mafie-grandi distribuzioni-confindustrie italiane... ma se in Italia non siamo nemmeno in grado di fare questo, il fatto di discriminare le orgamizzazioni straniere equivale, paradossalmente, a mettersi dalla parte di quelle italiane... cosa, ad esempio del caso delle mafie, che è una assolta novità in Italia vero? la politica che è connivente con la mafia... grande novità!

purchè tricolore ovviamente...


io dico che sarebbe stata cosa molto buona allenarsi a contrastare i grandi gruppi economici italiani (quando doveroso) e la criminalità italiana (sempre). Magari quando sono arrivati quelli stranieri saremmo stati più pronti ed efficaci nel contrastarli, e la grande forza poltica della Lega e della gente comune non si sarebbe riversata contro i generici immigrati in quanto tali, ma davvero solo contro le grandi distribuzioni e le criminalità, di qualsiasi etina.
e senza le frasi del tipo indicato dai vostri post contro i "marocchini", frasi che qua a nord e non solo, si vedono anche in versioni molto peggiori di quella da voi citata, scritte sui muri, discorsi nei bar, discorsi per strada, discorsi nei posti di lavoro.
non nominiamo nemmeno la simpatica usanza di parlare sempre, anche tra noi gente comune, di "immigrati onesti" o "immigrati disonesti"... mentre rarissimamente mi è capitato di sentire dire "italiani onesti" o "italiani disonesti" (certo... perchè siamo tutti onesti ovviamente, quindi non serve precisare)

non parliamo nemmeno delle imprecazioni contro i rumeni, che non possono essere da anni clandestini o extracomunitari (nemmeno se lo volessero a tutti i costi), essendo parte della UE da inizio 2007, o delle imprecazioni contro gli zingari (rapiscono i bambini? eppure non risulta da nessuna indagine sul fenomeno ad oggi) che quando zingari apolidi sono "clandestini" ovunque per definzione, e quando regolarmente italiani da molte generazioni ci si dimentica/ignora/da per scontato rapidamente del fatto che siano italiani (se non è razzismo questo... di certo non è xenofobia essendo loro italiani, andiamo per esclusione, forse è solo antipatia per una certa etnia? non lo so, ed in ogni caso se sfocia in discriminazioni e/o imprecazioni generiche è già razzismo, senza dover arrivare agli estremi dell'apartheid o al nazismo).

in fine i complimenti alla Lega che lotta con noi e "dal basso" (alla conquista delle banche, per non stare troppo in basso però) contro la Confindustria, i grandi gruppi economici e la criminalità tutta stando al governo con il Popolo delle Libertà (serve spiegare gli interessi economici dietro i Berlusconiani, o dietro ai Finiani, o dierto agli ex-democristiani?) ed il Movimento per l'Autonomia (del governatore della Sicilia, che giustamente conosce bene il problema della mafia).

(uso non improprio di firma)
mangog
Inviato: 6/5/2010 8:10  Aggiornato: 6/5/2010 11:29
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: "Quelli del nord-est"
Quante parole per dire niente sulla lega.. la gente vota lega solamente per un motivo: LE TASSE non le vogliono più mandare a Roma e non servono i FILOSOFI O LE PERSONE "STUDIATE" PER CAPIRLO ( Uno stato che preleva forzatamente oltre il 50% del tuo reddito, che è dominato dalla casta eterna di manager e direttori che posano il culo sulle sedie del comando dopo aver vinto un concorso di merda pubblico, NECESSITA' UN PROFONDO RIDIMENSIONAMENTO ...... I POLITICI non possono far niente usando le buone maniere contro le centinaia di migliaia di impiegati di 7 livello e di direttori pubblici, che non possono mai essere rimossi o licenziati ... immaginate un ministro che arriva fresco di nomina a Roma.. chiama a raccolta i direttori sparsi nei meandri della burocrazia e si fa spiegare la situazione per prendere delle decisioni che devono per forza basarsi su quello che i burocrati raccontano, e sottolineo RACCONTANO perchè nessuno tranne il burocrato sa come "muoversi" nei meandri dello stato, e sono loro i veri padroni e non il politico che almeno mostra la faccia contro la quale si potrà sputare.)
Creare un partito sulla voglia di tenersi le tasse sulla ricchezza vera prodotta nel contesto del territorio CATALIZZA I VOTI DI MILIONI DI PERSONE.
Tirate via le fette di salame davanti gli occhi, la gente del nord si VANTA di avere le fabbriche e le fabbrichette e giustamente vogliono tenere al nord la ricchezza vera prodotta ed ogni persona che non lavora viene vista come un mantenuto dello stato prima o dopo.
Se è facile come qualcuno ha detto "impiantare" una fabbichetta SI FACCIA AVANTI e la crei subito. Non ha i soldi ? ah che bella scusa... Non esiste il contesto ? Ah che bella scusa... Ci vuole tempo e fatica ? ah che bella novità...E più facile trovarla già bella costruita.
Comunque la ricchezza di un paese è direttamente legata alla quantità di imprese che a loro volta sono "alimentate" dai tecnici che si possono trovare sul mercato. Al nord si possono trovare i tecnici, al sud molto meno..
Non "volete" i tecnici specializzati ? Rinunciate ai prodotti e buonanotte e si ritorna ad un'economia di sussistenza senza PC senza TV senza auto,, senza trattori, senza lavatrice ( le femminste dovrebbero fare il monumento alla lavatrice ).. ecc ecc...
Più tecnici e meno chiacchiere è il mio consiglio.


Anche gli USA sono nati per l'insofferenza verso le tasse.

Notturno
Inviato: 6/5/2010 11:10  Aggiornato: 6/5/2010 11:10
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/8/2008
Da:
Inviati: 1920
 Re: "Quelli del nord-est"
Citazione:

Mangog ha scritto:
Tirate via le fette di salame davanti gli occhi, la gente del nord si VANTA di avere le fabbriche e le fabbrichette e giustamente vogliono tenere al nord la ricchezza vera prodotta ed ogni persona che non lavora viene vista come un mantenuto dello stato prima o dopo.
Se è facile come qualcuno ha detto "impiantare" una fabbichetta SI FACCIA AVANTI e la crei subito. Non ha i soldi ? ah che bella scusa... Non esiste il contesto ? Ah che bella scusa... Ci vuole tempo e fatica ? ah che bella novità...E più facile trovarla già bella costruita.
Comunque la ricchezza di un paese è direttamente legata alla quantità di imprese che a loro volta sono "alimentate" dai tecnici che si possono trovare sul mercato. Al nord si possono trovare i tecnici, al sud molto meno..


Permettimi un consiglio: cerca qualcosa sulla storia del risorgimento, dell'annessione del Regno delle Due Sicilie e sul "brigantaggio".

Secondo me cambierai opinione.

Rende Encomiabili Dire No A
Religiosi Orpelli. Mentire Provoca Eccidii.
(Stefano Bartezzaghi)
tccom
Inviato: 6/5/2010 13:22  Aggiornato: 6/5/2010 13:23
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/11/2005
Da: civitavecchia
Inviati: 903
 Re: "Quelli del nord-est"
@Mande

un altro buffone razzista.
Della peggior specie....di quelli che "ragioniamo, perchè non sapete come stanno le cose"
Citazione:
Quegli assegni non sono bastati a chiudere la bocca a Bossi. Assegni che non ricevette personalmente ma un membro del partito. Bossi come leader riconobbe l'errore in capo al partito tutto senza usare la vecchia retorica della mela marcia e fece ammenda.

ma fammi il cazzo del piacere!
il tuo "fare ammenda" si chiama CONDANNA PER VIOLAZIONE DELLA LEGGE SUL FINANZIAMENTO PUBBLICO AI PARTITI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

....ha fatto ammenda...dopo aver sdoganato i terun e aver combattuto gli islamici cattivi, chi con ve la prenderete? chi sarà il prossimo assaltatore del vostro orticello??? perchè ve ne serve uno e non ci vuole la psicoanalisi per capirlo

io mi butterei sulle formiche
ma ci pensi!!!!
entrano nelle nostre case da qualsiasi buco, anche invisibile, e pretendono di mangiarsi le birciole della torta della nonna!!!!!!!!!
al rogo!!!!!

buffoni inutili...anzi, dannosi

...gli Stati Uniti non ci hanno guadagnato nulla dall'11 settembre (c'è bisogno di dirlo?)...[].... Ragioniamo: chi ci guadagna quando piove? i produttori di ombrelli. Da questo si deduce che i produttori di ombrelli controllano la pioggia.
redna
Inviato: 6/5/2010 13:34  Aggiornato: 6/5/2010 14:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: "Quelli del nord-est"
Citazione:
il tuo "fare ammenda" si chiama CONDANNA PER VIOLAZIONE DELLA LEGGE SUL FINANZIAMENTO PUBBLICO AI PARTITI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!



considerato che sei l'unico nel forum che chiami le cose col proprio nome, forse ti potrebbero dar retta e vedere in che cosa significa, anche, ISTIGAZIONE ALL'ODIO RAZZIALE.
Qui pare che nessuno lo sappia. Oltre ad essere preoccupante da anche la visione chiara del popolo che siamo e della ignoranza in cui ci hanno gettato e di cui la lega ne gode i frutti.


Citazione:
buffoni inutili...anzi, dannosi

bisognava svegliarsi prima che se fosse impartita una potente ANESTESIA attraverso i media e le tv riunite. Ma con la crisi in cui ci imbatteremo in un futuro non lontano, sarà evidente l'illusione senza via di uscita in cui qualcuno si era addormentato dentro.


Citazione:
Bossi come leader riconobbe l'errore in capo al partito tutto senza usare la vecchia retorica della mela marcia e fece ammenda.

ma non disse mai la provenienza di quei soldi. Della maxi-tangente Enimont si sa ancora poco che proprio questa ha 'prodotto' eccelenti suicidi come Cagliari e Gardini, e questo da l'esatta misura di
quello che è successo in realtà nel nostro paese.
Semprechè le cose si vogliano osservare i modo serio e non superficiale o, come ora, solo all'apparenza e solo di facciata.

EDIT
http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=7018

IL CLUB DI LONDRA VUOLE UN’ITALIA DIVISA E DENIGRATA


Con un editoriale provocatorio (Redrawing the map) , la rivista The Economist traccia un'immaginaria cartina dell'Europa che più si addice alla situazione attuale politica ed economica degli Stati, viste le diverse 'antipatie o simpatie' tra i popoli e le nuove e future affinità che si verranno a creare. Un'analisi che non ha nulla di eccezionale per molti di loro, ma diventa spietata per altri, come per esempio per l'Italia, divisa in due parti, con il Nord-Est suddiviso tra Slovenia e Croazia, e il Mezzogiorno isolato, chiamato addirittura 'bordello' in senso dispregiativo e denigrante: il Regno delle Due Sicilie, per il quale non si può trovare nessuna soluzione.

Sembra quasi che l'intero articolo sia stato fatto per colpire l'Italia, un po' per ricordargli di essere sempre "una terra invasa da stranieri" e mai libera e sovrana. Per questo nuovo Stato, definito “Bordello”, si dovrebbe creare un'unione monetaria con la Grecia ma nient'altro si potrebbe fare. Viste queste parole, non crediamo che vi siano più dubbi sulla mala fede che scorre tra i media britannici, che continuano ad attaccare l'Italia con sottili provocazioni e diretti sabotaggi. Dopo il Times, anche l'Economist rilancia, e si inventa un editoriale assurdo ed inverosimile, che viene chiuso con il colpo di tacco all'Italia: ancora una volta spezzettata tra i diversi padroni, riportata indietro di oltre 100 anni, cancellando la sua storia. Ci aspettavamo però questo tipo di reazioni, il club di Londra continua ad essere colpito al cuore, e non solo dalla crisi.

...l'Italia divisa è sempre stato il sogno dei leghisti. Vedi ora che 'anche' gli inglesi la vedono così...
Nè gli uni e nè gli altri ne provano vergogna.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Pensoso
Inviato: 6/5/2010 21:24  Aggiornato: 6/5/2010 21:24
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/8/2009
Da:
Inviati: 436
 Re: "Quelli del nord-est"
a me sembra invece che tutti stiamo dicendo cose che rappresentano la Lega, cose spesso contraddittorie e ambigue, proprio perchè come molti partiti non è un monolite, non è coerente al 100%, non tutti i suoi membri ed i suoi elettori la pensano allo stesso modo, nè agiscono allo stesso mondo, perchè la propaganda univoca è diversa dal concreto agire nelle diverse situazioni.

non si è forse parlato di tasse perchè tutti i movimenti politici, e/o i loro elettori promettono/desiderano la diminuzione delle tasse.

questo ci permette di citare un altra cosa in cui la Lega predica in un modo e poi agisce in un altro, chiedere al loro amico ministro Tremonti se le tasse sono diminuite, e se come quanto promesso da 20 anni di elezioni di cui metà al governo.


qui al nord-est tutti sono giustamente contro le tasse alte, però lavoratori autonomi e liberi professionisti e grandi o piccoli imprenditori possono, e spesso lo fanno, evadere le tasse, coerentemente...
solo che alcuni lo fanno, o lo vorrebbero fare perchè davvero sono in difficoltà, o perchè sono tasse eccessive, altri lo fanno per comprarsi motoscafi, macchine di lusso, seconde e terze case, elicotteri ecc...
Tra queste varie figure positive e negative si trovano anche membri ed elettori della Lega.
Quelli che se la passano bene evadendo fanno in modo che i piccoli evasori se la passino anche peggio e che i non evasori autonomi o dipendenti o imprenditori, se la passino ancora peggio pagando più tasse.

quindi giustamente, non solo razzismo, non dimentichiamo l'evasione fiscale, altro cavallo di battaglia della Lega....

(uso non improprio di firma)
sleepy
Inviato: 7/5/2010 13:02  Aggiornato: 7/5/2010 13:02
So tutto
Iscritto: 7/5/2010
Da:
Inviati: 10
 Re: "Quelli del nord-est"
Una cosa che mi chiedo da tempo: ma perché non gli facciamo fare sta benedetta secessione e ce li leviamo dal ca**o una buona volta? Si prendono tre o quattro regioni e ci si murano dentro, di giorno a intossicarsi col fumo delle loro fabbrichette, di notte a fare la guardia per non far entrare neanche una mosca albanese. Che problema c'è?

Chiaramente so bene che non dipende né da loro, né da noi, né dai quattro (milioni di) ignoranti che li votano, ma sul piano della cosiddetta "opinione pubblica" (artificio retorico che serve a mettere in bocca a tanti il pensiero di pochi) che ce ne frega?

Si perderanno diverse risorse economiche, ma intanto ci si leva un bel po' di imbecilli di torno. Personalmente, firmerei subito.

mangog
Inviato: 7/5/2010 14:43  Aggiornato: 7/5/2010 14:53
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: "Quelli del nord-est"
Citazione:

Autore: Pensoso Inviato: 6/5/2010 21:24:13

non si è forse parlato di tasse perchè tutti i movimenti politici, e/o i loro elettori promettono/desiderano la diminuzione delle tasse.



La lega nord è l'unico partito che ha nel programma l'obiettivo di far restare alle varie regione buona parte delle tasse riscosse in quelle regioni. Ti risulta ?

Citazione:

quindi giustamente, non solo razzismo, non dimentichiamo l'evasione fiscale, altro cavallo di battaglia della Lega....


Scambi per istigazione all'evasione fiscale l'obiettivo palese della lega nord di non mandare più le tasse a Roma. Ti pare che un partito possa cavalcare la voglia di non pagare le tasse? L'evasione delle tasse è come il sesso fuori dal matrimonio.. si fa e non si dice.
Non per fare l'antimeridionalista ma al sud il sommerso è 10 volte più grande in percentuale che al nord. Altrimenti con il cavolo che potrebbero comprarsi l'automobile od il pc...


A me della lega frega poco o nulla MI INTERESSA CHE LO STATO SI RIDUCA AL LUMICINO...(Godrei come non mai nel vedere sudare dalla fronte, per portare a casa il companatico necessario, i dirigenti- manager- impiegati 6-7 livello paraculo e parastatali burocrati con nessuna capacità professionale se non quella di muoversi nei meandri degli archivi e delle leggine assurde che regolamentano la burocrazia vessatoria asfissiante vergognosa ignobile volgare ROMANA )

sleepy
Inviato: 7/5/2010 16:07  Aggiornato: 7/5/2010 16:07
So tutto
Iscritto: 7/5/2010
Da:
Inviati: 10
 Re: "Quelli del nord-est"
Visto che si parla di lega, qualcuno sa spiegarmi questo?

http://www.youtube.com/watch?v=0gZ7gDBs5WY


Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA