Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


media : "Racconti per non impazzire"
Inviato da Redazione il 30/4/2010 9:00:00 (6447 letture)

Nel 1987 volevo provare a fare un film sulla nascente “Europa unita” – grande argomento di quel periodo - la cui unità in realtà io vedevo allontanarsi di giorno in giorno, invece che realizzarsi.

Avevo ambientato la vicenda nel castello di un ricco produttore di champagne, dove sarebbero convenuti diversi personaggi importanti di tutta Europa, per una festa di matrimonio che era destinata a trasformarsi in tragedia collettiva. Il deus ex-machina era rappresentato dagli artisti di un piccolo circo itinerante, capitato per caso nelle vicinanze del castello, che avrebbero portato lo scompiglio nella “serena armonia” fra i potenti d’Europa. La metafora era forse fin troppo trasparente, ma allora io ero convinto di avere per le mani un’idea degna del migliore Buñuel (avevo in mente un incrocio fra “L’angelo sterminatore” e “Il fascino discreto della borghesia”).

Per scriverla cercavo uno sceneggiatore adatto, ”particolare”, che potesse darmi quella cifra da grand-guignol, che a me mancava, con cui volevo caratterizzare il film.

Un giorno mi giunse per posta il manoscritto di un libro, ...

... mandatomi da uno sconosciuto scrittore marchigiano, che sembrava esprimere al meglio tutte le qualità che andavo cercando nel mio sceneggiatore: gusto del surreale, marcato espressionismo, continui spiazzamenti narrativi, il tutto permeato da una forte critica sociale.

Il manoscritto di intitolava “Racconti per non impazzire”, lo sconosciuto autore si chiamava Ennio Montesi. Lo invitai a Milano, passammo alcune giornate a parlare del film, e nel frattempo diventammo amici.

Accadde poi, come accade spesso nel cinema, che il film non si fece, e quella sceneggiatura non arrivò mai ad avere una forma definitiva. Rimanemmo ambedue molto delusi, perchè nel frattempo ce ne eravamo innamorati, ma nessun produttore sembrava voler finanziare una storia così “folle”. La stessa sorte sembrava toccare al suo manoscritto, che Ennio aveva spedito a tutti gli editori d’Italia, senza ricevere nemmeno un cenno di riscontro da uno soltanto di loro.

Di Ennio, con il tempo, persi le tracce.

Sedici anni dopo, mentre mi apprestavo ad aprire luogocomune, giravo per la rete per cercare di capire come funzionasse, e mi imbattei nuovamente in Ennio Montesi, che in quel periodo gestiva un sito dedicato ad aiutare i bambini orfani della sua zona. Ci sentimmo per telefono, ci raccontammo le reciproche sventure con il “mondo dello spettacolo”, e nel frattempo mi diede anche ottimi consigli per mettere in piedi luogocomune. Naturalmente lo obbligai ad essere fra i primissimi iscritti al sito, e per un certo periodo Ennio contribuì regolarmente alle discussioni, con commenti “coloriti” e “densi di significato” che solo lui poteva partorire.

Ultimamente Ennio ha dedicato i suoi sforzi alla causa di Luigi Cascioli, l’uomo che ha denunciato un prete per aver predicato un “falso storico” dal pulpito (l'esistenza di Gesù, che Cascioli nega in senso storico), e più in generale alla lotta contro le ingerenze delle varie religioni nella vita dei cittadini.

Ieri ho saputo che è in uscita da Mursia un nuovo libro intitolato “Racconti per non impazzire”. E’ scritto da Ennio Montesi. Mi sono detto: “finalmente ce l’ha fatta!”

Ho voluto dedicare questo piccolo ricordo ad un amico sincero, e a tutti coloro che sanno perseguire con tenacia i propri sogni, incuranti degli ostacoli e dei sacrifici che debbono affrontare pur di non doverli mai tradire.

Massimo Mazzucco

Ennio Montesi - Racconti per non impazzire - Mursia Editore

Voto: 5.00 (2 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
peonia
Inviato: 30/4/2010 9:34  Aggiornato: 30/4/2010 9:35
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: "Racconti per non impazzire"
Caro Max, il libro sara' sicuramente interessante e l'autore validissima persona, quello che mi lascia sempre perplessa e' il fatto che in molti affermino che STORICAMENTE Gesu' non sia mai esistito..
Mi piacerebbe molto conoscere le tesi di chi afferma questo; io sono cresciuta con questa figura di Maestro e pur avendo contestato e essendomi allontanata dalla Chiesa cattolica, non mi e' facile abbandonare il "Maestro"...
Dato pero' che lo scopo della mia vita e' la ricerca dell Verita', per me sarebbe estremamente interessante conoscere almeno queste tesi.
Per esempio, presi distacco da Icke nel momento che affermo' la stessa cosa, mi mise in crisi perche' mi son detta "o credo a tutto, o non credo a nulla di cio' che dice.."
Se fosse impossibile per vari motivi farne un articolo vero e proprio, potresti/e consigliarmi cosa leggere in proposito?

P.S.: e' triste constatare che Montesi abbia dovuto attendere 23 anni per la pubblicazione....ma anche altri artisti geniali nemmeno in vita vennero riconosciuti come tali!

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Redazione
Inviato: 30/4/2010 10:19  Aggiornato: 30/4/2010 10:21
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: "Racconti per non impazzire"
PEONIA: Questo è il sito di Cascioli (lui purtroppo è morto, il mese scorso).
http://www.luigicascioli.eu/index.php

Questo è il sito di axteismo
http://nochiesa.blogspot.com/

Noi ne abbiamo parlato qui: IL CASO CASCIOLI E IL CRISTO STORICO . Quello che dicevo nell'articolo rimane più o meno la mia posizione di oggi.

Alla fine ci sono diversi link sulla questione del Cristo storico, che è tutt'altro che semplice.

a_mensa
Inviato: 30/4/2010 10:36  Aggiornato: 30/4/2010 10:36
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/6/2009
Da: roncello (mi)
Inviati: 3180
 Re: "Racconti per non impazzire"
@ peonia
io credo che la tua curiosità debba stabilire a prori cosa riterresti una proiva inconfutabile, o almeno per te valida, dell'esistenza di tale "maestro".
sicuramente non tra documenti ebraici. visto che loro il messia lo stanno ancora aspettando.
potresti forse trovare qualche traccia mei rapporti dalle colonie romane dell'epoca.
un essere che avesse radunato le folle che si narra radunasse gesù, avrebbe allertato sicuramente il proconsole.
un essere che facesse i miracoli che si attribuiscono a Gesù, ne avrebbe comunque attirato l'attenzione.
esaurite queste fonti "ufficiali" resta cosa scritto ma derivato da racconti e testimonianze verbali tramandate di generazione in generazione.
questo non vuol dire che Gesù non sia esistito, ma che difficilmente ne potrai trovare una prova attendibile.
almeno nelle caratteristiche e dimensioni ch ela chiesa presenta.
se analizzi buona parte dei miracoli , essi sono bellissime metafore, ma è difficile inquadrarle testualmente nell'ambiente di allora.
parti dal primo, il miracolo della trasformazione dell'acqua in vino alle nozze di Cana. è credibile che i servi, vedendo mancare il vino anzicchè rivolgersi al padrone di casa si ricolgessero a Maria, una semplice ospite ? Maria non aveva alcun titolo per poter provvedere del vino, per cui a che titolo si rivolsero a lei ? Gesù di miracoli non ne aveva ancora fatti, era un perfetto sconosciuto, e quindi perchè rivolgersi a lui ? non ha senso non trovi ?
vedila come metafora, di chi sa ridare gioia anche nelle avversità, riscattare dalle carenze di questa vita, ecc... allora diventa un'ottima presentazione di chi diventerà Gesù.
insomma, quanto vorrei suggerirti, è che per ascoltare il suo verbo, non è poi così indispensabile credere poi anche alla persona fisica !!

non vorrei mai appartenere ad un club che avesse me come socio.
Floh
Inviato: 30/4/2010 12:19  Aggiornato: 30/4/2010 12:23
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/12/2009
Da: Milano
Inviati: 1056
 Re: "Racconti per non impazzire"
nessun produttore sembrava voler finanziare una storia così “folle”

Oggi ho letto che la moglie di Italo Bocchino (e ho detto tutto) ha ricevuto finanziamenti statali per 6 milioni di euro allo scopo di creare una fiction televisiva.
Se uno vuol fare un film deve per forza avere delle storie di merda da raccontare ed essere apparentato con un parlamentare...
distruggono pure l'arte oltre tutto il resto...

@ Peonia

In questo thread abbiamo parlato un po i Gesù magari può interessti

http://www.luogocomune.net/site/modules/newbb/viewtopic.php?topic_id=5383&forum=47

Ci sono più cose in cielo e in terra, Orazio, di quante ne sogni la tua filosofia (William Shakespeare, da Amleto)
gunny5
Inviato: 30/4/2010 12:57  Aggiornato: 30/4/2010 12:57
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/6/2006
Da:
Inviati: 55
 Re: "Racconti per non impazzire"
Peonia,

Oltre ai link postati da Redazione ti suggerisco anche questo:

Yeshua

Ora è possibile vedere solo alcuni estratti della ricerca effettuata sulla figura storica di Gesù ma è possibile acquistare il libro...

Io ho consultato il sito qualche anno fa quando era completamente visibile la ricerca e ti posso dire che era moooolto interessante...

L'autore del sito e Luigi Cascioli erano amici e condividevano larga parte delle conclusioni a cui sono arrivati nelle loro ricerce. Sulla homepage puoi vedere una dedica alla memoria di Cascioli...

Davide71
Inviato: 30/4/2010 12:59  Aggiornato: 30/4/2010 12:59
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/7/2006
Da:
Inviati: 2108
 Re: "Racconti per non impazzire"
Ciao a tutti:
la mia posizione in materia di Cristo è la seguente:

1) molto poco di quanto scritto dei Vangeli è verità storica; per lo più è "verità mitologica"
La verità mitologica è molto più importante di quella storica. Una volta un amico mi disse: "Gesù è nato ed è morto. Punto." Questa è la conseguenza dell'idea che Cristo sia "solo" un uomo vissuto 2000 anni fa. Nei Vangeli sono contenute verità profondissime in una forma "piacevole" (forse è il più piacevole dei testi sacri)
2) le fonti storiche in merito a Cristo ammontano a zero tondo (non sto scherzando). L'unica citazione di uno storico dell'epoca (Giuseppe Flavio) è con ogni probabilità un'interpolazione.
3) sta di fatto che intorno all'anno zero si diffuse per tutto l'Impero la figura del c.d. "Salvatore", fulcro della dottrina gnostica, di cui il Cristianesimo è un prolungamento. Parliamo di decine di sette più o meno serie, che da qualche parte si devono essere ispirate a qualche cosa di ben reale.
4) una religione non nasce per caso. Io conosco almeno due esempi di "religioni create di sana pianta" (i Mormoni e Dianetics), e non si può certo mettere a paragone la loro performance con quella del Cristianesimo.
Vi sono religioni, come l'induismo e il buddismo, per le quali la rilevanza storica ha un valore molto limitato.
Da qui a dire che Cristo non sia mai esistito ce ne corre. Il Cristianesimo ha avuto una sua origine? Sì. Allora Gesù Cristo, l'origine del Cristianesimo, è esistito. Che poi fosse un uomo solo o solo un uomo è lecito dubitarne e io ne dubito. Ma che guarisse i ciechi e i paralitici, resuscitasse i morti e trasformasse l'acqua in vino questo non lo dubito.

Ritornando in tema: ma è possibile che a Los Angeles non trovi nessuno che ti finanzi il film?

Non date le perle ai cani e ai porci perchè non le mangeranno e vi si rivolteranno contro.
temponauta
Inviato: 30/4/2010 13:04  Aggiornato: 30/4/2010 13:04
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/4/2010
Da:
Inviati: 2040
 Re: "Racconti per non impazzire"
Citazione:

""se analizzi buona parte dei miracoli , essi sono bellissime metafore, ma è difficile inquadrarle testualmente nell'ambiente di allora.
parti dal primo, il miracolo della trasformazione dell'acqua in vino alle nozze di Cana. è credibile che i servi, vedendo mancare il vino anzicchè rivolgersi al padrone di casa si ricolgessero a Maria, una semplice ospite ? Maria non aveva alcun titolo per poter provvedere del vino, per cui a che titolo si rivolsero a lei ? Gesù di miracoli non ne aveva ancora fatti, era un perfetto sconosciuto, e quindi perchè rivolgersi a lui ? non ha senso non trovi ?
vedila come metafora, di chi sa ridare gioia anche nelle avversità, riscattare dalle carenze di questa vita, ecc... allora diventa un'ottima presentazione di chi diventerà Gesù.""

E' abbastanza semplice.
Solo gli invitati potevano bere il vino per festeggiare gli sposi, mentre ai servi era concessa solo l'acqua.
Il maestro Gesù, che predicava l'uguaglianza tra gli uomini ispirandosi alla cultura greca, fece invece bere il vino anche ai servi nel brindisi finale, ed ecco l'acqua che si trasforma in vino.
La cosa più interessante è capire con che autorità Gesù abbia fatto questo.
La logica ci presenta una sola risposta valida: il matrimonio era il suo!

a_mensa
Inviato: 30/4/2010 14:32  Aggiornato: 30/4/2010 14:32
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/6/2009
Da: roncello (mi)
Inviati: 3180
 Re: "Racconti per non impazzire"
@ temponauta

Citazione:
Il maestro Gesù, che predicava l'uguaglianza tra gli uomini ispirandosi alla cultura greca


scusa ma a me risulta che al tempo delle nozze di cana, non avesse ancora cominciato a predicare.
infatti è li ancora con la madre.

non vorrei mai appartenere ad un club che avesse me come socio.
temponauta
Inviato: 30/4/2010 15:18  Aggiornato: 30/4/2010 15:18
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/4/2010
Da:
Inviati: 2040
 Re: "Racconti per non impazzire"
Predicava non nel senso di inizio della vita pubblica, ma nel senso di esternazione dei valori che aveva acquisito durante la sua formazione in giro per India, Persia, Mesopotamia, Grecia.

peppe75
Inviato: 30/4/2010 15:46  Aggiornato: 30/4/2010 15:46
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/10/2006
Da: London
Inviati: 399
 Re: "Racconti per non impazzire"
@Davide71
"una religione non nasce per caso. Io conosco almeno due esempi di "religioni create di sana pianta" (i Mormoni e Dianetics), e non si può certo mettere a paragone la loro performance con quella del Cristianesimo."

Non conosco i Dianetics, ma conosco i Mormoni...ma vuoi scherzare? Considerato il lasso di tempo ridotto rispetto al Cristianesimo, la loro performance e', secondo me, nettamente superiore...Per non parlare di Scientology...

La tua affermazione che gli gnostici avrebbero per forza dovuto avere basi reali, inoltre, non ha prove. E' solo un postulato.

rafterry
Inviato: 30/4/2010 17:25  Aggiornato: 30/4/2010 17:25
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/11/2009
Da:
Inviati: 199
 Re: "Racconti per non impazzire"
Nessuno conosce o ha conosciuto Cristo, quindi penso nessuno sappia la verità.

quello che sappiamo di Lui, finora, è riportato da altri. il Suo Vangelo nn si sa dove sia o se esista davvero.
Credo bisognerebbe concentrartsi sul messaggio più che sul nome a fondo pagina. Probabilmente anche la Sua umiltà gli faceva pensare la stessa cosa.

Chi conosce la storia sa che prima di lui se uno stava male in mezzo alla strada e qualcuno passando gli dava un calcio, era probabile che la folla applaudisse ridendo schernendo il poveraccio. Dopo di lui l'uomo ha compreso il significato della Pietà.

Nessuno cita mai il fatto che ci sia una tomba di Cristo in Giappone. Mistero.

Una possibile rivelazione si trova in un FreeBook dell'australiano Desmarquet: "Thiaoouba Prophecy - Abduction to the 9th planet", cap. 11, "Chi era Cristo?"
chi interessato, mi mandi la propria email in un PM, gliene posso fornire una copia in italiano, in alternativa in rete si trova la versione in inglese e francese.

Floh
Inviato: 30/4/2010 17:57  Aggiornato: 30/4/2010 17:59
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/12/2009
Da: Milano
Inviati: 1056
 Re: "Racconti per non impazzire"
Credo bisognerebbe concentrartsi sul messaggio più che sul nome a fondo pagina.

permetti che ci sia una piccola differenza se per davvero Dio s'è fatto uomo o se è tutta una bella favola?
Lo stesso messaggio nel primo caso acquisterebbe un valore intrinseco a prescindere dalla sua natura (in questo caso è buono ma se fosse stato cattivo averbbe avuto identico valore).

Chi conosce la storia sa che prima di lui se uno stava male in mezzo alla strada e qualcuno passando gli dava un calcio

E questo come lo sai?
Dunque chi è nato in un luogo o in un epoca nella quale il messaggio del Cristo non era stato divulgato non conosceva la compassione ed era una persona che gioiva solo nella sventura altrui?
se ne sentono di tutti i colori

Ci sono più cose in cielo e in terra, Orazio, di quante ne sogni la tua filosofia (William Shakespeare, da Amleto)
a_mensa
Inviato: 30/4/2010 18:49  Aggiornato: 30/4/2010 18:49
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/6/2009
Da: roncello (mi)
Inviati: 3180
 Re: "Racconti per non impazzire"
@ rafterryCitazione:
Chi conosce la storia sa che prima di lui se uno stava male in mezzo alla strada e qualcuno passando gli dava un calcio, era probabile che la folla applaudisse ridendo schernendo il poveraccio. Dopo di lui l'uomo ha compreso il significato della Pietà.

mi sembra un pò forte, questa.... dovrebbe voler dire che coloro che non hanno abbracciato il cristianesimo continuano con questo sport ???
io capisco, anche se non sono su questa lunghezza d'onda, chi ha bisogno di certezze, il mistero della vita è troppo pregnante per non destare voglia di sicurezze.
penso però che o con la fede, che non richiede prove per definizione, altrimenti che fede è, o non ritenendo il problema importante, considerando ciòè la vita e la morte, come semplici accadimenti da percepire nel migliore possibile dei modi, il problema dell'esistenza o meno del Cristo, soprattutto del Cristo che ci hanno descritto, sia del tutto irrilevante se non affrontato solo come mistero storico, buono per gli appassionati di ricerche e analisi di documenti, che per legarlo al messaggio cristiano.

non vorrei mai appartenere ad un club che avesse me come socio.
Redazione
Inviato: 30/4/2010 22:04  Aggiornato: 30/4/2010 23:08
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: "Racconti per non impazzire"
I Rotoli del Mar Morto (i documenti originali della comunità degli Esseni, ritrovati a Qumran nel 1947) offrono una interessante lettura allegorica dei cosiddetti “miracoli“ di Gesù.

Dai Rotoli infatti veniamo a sapere che a) nella comunità degli Esseni il vino era riservato alla elite sacerdotale, mentre tutti gli altri potevano soltanto bere acqua; b) per praticare il battesimo veniva gettato sull’acqua una specie di pontile, che il sacerdote utilizzava per andare e venire dal centro della pozza d’acqua dove avveniva il battesimo; c) per “vergine“ si intendeva una donna non ancora sposata.

Se quindi si accetta l’ipotesi che il “Maestro di Saggezza“ descritto nei Rotoli fosse Gesù, avremmo una lettura metaforica dei miracoli, nella quale a) tramutare l’acqua in vino significa in realtà diffondere nel resto della comunità quella conoscenza superiore che fino ad allora era stata riservata ai soli sacerdoti. Ed è proprio quello che fece la predicazione di Gesù; b) poichè il sacerdote che praticava i battesimi veniva detto dagli Esseni “colui che cammina sull’acqua“, il famoso “miracolo“ attribuito a Gesù non sarebbe che la pratica battesimale da lui operata; c) il “miracolo“ della nascita da una vergine significherebbe semplicemente che Maria era una donna non sposata.

In fondo, a quell’epoca, i preservativi non li avevano ancora inventati.

peonia
Inviato: 30/4/2010 22:19  Aggiornato: 30/4/2010 22:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: "Racconti per non impazzire"
GRAZIE A TUTTI PER GLI SPUNTI INTERESSANTI DATI..

COMUNQUE, SECONDO ME GESU' HA INSEGNATO L'AMORE E LA FRATELLANZA E IL BUDDHA LA COMPASSIONE...

per ulteriore informazione, esistono delle Lettere del Cristo, precisamente 9, ricevute da un canale chiamata" Registratore", la quale ha oggi piu di 90 anni e da poco tradotte in italiano, in cui Cristo spiega quale era veramente il suo messaggio e come e' stato manipolato o mal interpretato.
Ecco l'introduzione:
Io, il CRISTO
sono disceso dai Supremi Regni Celestiali degli Eterni Regni dell'Essere.
Sono venuto a parlare direttamente a voi per mezzo delle mie

LETTERE

canalizzate attraverso la mente del mio devoto Registratore, dopo quasi 50 anni di contatto personale & purificazione graduale della sua mente e delle sue emozioni per permetterle di ricevere le mie elevate vibrazioni spirituali.

Vorrei che comprendeste che, dopo la mia morte mediante la crocifissione, la mia persona umana si dissolse ed ora è il CRISTO risorto che vi parla.

IO SONO VENUTO espressamente per rettificare le interpretazioni erronee dei miei Insegnamenti in Palestina, perché tutti i dogmi della chiesa stanno ostacolando i vostri progressi spirituali as thousands of people are discovering world-wide.
***

Mentre leggete queste Lettere, vi renderete conto che non possono che provenire dalla PIÙ ALTA FONTE SPIRITUALE adattata ai limiti di comprensione del mondo attuale.

***

QUESTE LETTERE sono un CORSO DI STUDIO DEL MAESTRO
per coloro che sono pronti e ansiosi di mettere piede sul medesimo sentiero spirituale da me percorso quando ero sulla terra.

Descrivono il vero CAMMINO di CRISTO che conduce tutti nel glorioso
Stato dell'Essere che io chiamavo: il Regno dei Cieli.

Questo STATO dell'ESSERE può essere manifestato già sulla terra e anche VOI potete crearlo, se riuscite a liberare la vostra mente dall'antica programmazione mentale e avete la volontà e il desiderio di farlo.

***

STUDIATE LE LETTERE e aderite agli Insegnamenti
e allora uomini e donne, ATTRAVERSO L'ILLUMINAZIONE, saranno salvati dall'uso ignorante dell'enorme potere del loro pensiero, esattamente come insegnavo quando mi trovavo in Palestina, ma questo insegnamento è stato velato dal dogma umanamente escogitato delle chiese cristiane.

LE MIE LETTERE
vi diranno esattamente quello che intendevo in realtà quando insegnavo sulla terra.

In base ad esse sarete in grado di comprendere la REALTÀ spirituale/scientifica da cui avete tratto il vostro essere.

Io sono venuto così come venni molto tempo fa - a mostrarvi come liberarvi dai travagli della vostra esistenza.

Non permettete che i miei sforzi siano vani!"

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
Scusate se era lungo....certo che se fosse tutto inventato sarebbe un lavoro pazzesco...le Lettere sono molto belle...

Aggiungo che secondo me, se Gesu e' esistito, era semplicemente un Uomo, come noi, che ha avuto l'Illuminazione attraverso un percorso di Consapevolezza e di Conoscenza, ha scoperto il Dio in lui, cosa che dovremmo fare tutti..

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Redazione
Inviato: 30/4/2010 23:06  Aggiornato: 30/4/2010 23:07
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: "Racconti per non impazzire"
Scusate ma....

[Deliquio mode ON]

Se è vero che gli alieni sono fra noi da migliaia di anni, se è vero che sanno assumere sembianze umane, e se è vero che sono in grado di muoversi nello spazio tempo - ovvero di materializzarsi e smaterializzarsi in/da un qualunque punto della griglia temporale - che cosa impedisce che Gesù fosse un "semplice" alieno, venuto a portarci qualche "dritta" sul cammino da percorrere?

E perchè non anche tutti gli altri avatar, a questo punto?

[Deliquio mode OFF].

simone707
Inviato: 1/5/2010 0:20  Aggiornato: 1/5/2010 0:20
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/4/2009
Da:
Inviati: 148
 Re: "Racconti per non impazzire"
PEONIA !!!!!! Ma perchè non spieghi un po' meglio da dove nasce questa storia (assurda)??
Cos'è questo " CANALE" ?? e questo REGISTRATORE??
E chi è che ha 90 anni???
Almeno in questi dati potresti essere più precisa, non ti pare?

Comunque la storia che tu citi non sta in piedi, anzi è assurda, totalmente assurda.
Per quanto riguarda l'autore delle (numerose) lettere cosa c'è di strano? Chiunque abbia delle capacità da scrittore e abbia intenzione di spacciarsi per Cristo può farcela tranquillamente, basta che pensi a Joseph Smith, fondatore del cristianesimo dei Mormoni. Ha scritto addirittura un nuovo Vangelo......

Al2012
Inviato: 1/5/2010 0:46  Aggiornato: 1/5/2010 0:46
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2158
 Re: "Racconti per non impazzire"
Cito Peonia:

“Aggiungo che secondo me, se Gesu e' esistito, era semplicemente un Uomo, come noi, che ha avuto l'Illuminazione attraverso un percorso di Consapevolezza e di Conoscenza, ha scoperto il Dio in lui, cosa che dovremmo fare tutti..

Dal Vangelo di Filippo:

21 - Coloro che dicono che il Signore prima è morto e poi è risuscitato, si sbagliano, perché egli prima è risuscitato e poi è morto. Se uno non consegue prima la resurrezione non morirà, perché, come è vero che Dio vive, egli sarà già morto.

63 - [...] Mentre siamo in questo mondo, è necessario per noi acquistare la resurrezione, cosicché, quando ci spogliamo della carne, possiamo essere trovati nella Quiete [...]

90 - Coloro che dicono che prima si muore e poi si risorge, si sbagliano. Se non si riceve prima la resurrezione, mentre si è vivi, quando si muore non si riceverà nulla. Così pure si parla riguardo al battesimo, dicendo che il battesimo è una grande cosa, perché se si riceve si vivrà.


°°°

L’ho già detto altre volte, (scusate se mi ripeto) comunque questo è solo un mio ragionamento, non è certo “la verità” ….

Il nostro è un percorso evolutivo sia individuale che collettivo e che riguarda principalmente l’evoluzione della “coscienza” sia individuale che collettiva.

La mia impressione è che ogni tanto “emergano” individualità più evolute con lo scopo di stimolare la coscienza collettiva.

Queste individualità portano un particolare messaggio, o informazione, che può essere relativa e limitata ad un specifico campo, può interessare la scienza, la socialità, la filosofia, la spiritualità, ed altro…. ognuno con il proprio linguaggio o con la propria frequenza, che può stimolare individualità differenti tra loro in base alle relative “frequenze di risonanza”.
Non è neanche necessario che siano consapevoli del proprio ruolo, perché possono anche essere come superfici che rifletto senza esserne pienamente consapevoli.
L’evoluzione individuale ha comunque effetti su quella collettiva e viceversa, ovvero l’evoluzione collettiva può stimolare l’evoluzione individuale anche se questa non è pienamente consapevole.

Queste individualità danno solo alcune indicazioni, segnali che possono essere ricevuti o meno, che non sono mai dirompenti, perché lo scopo non è quello di forzare l’evoluzione, ma di stimolarla …

In pratica è un percorso iniziatico che dobbiamo affrontare utilizzando le nostre individuali capacità, è uno sforzo che coinvolge tutto il nostro essere che ci porta non in un luogo nuovo, ma ci riporta al “punto” o “unità” di cui siamo parte individualizzata, ma con una consapevolezza acquista attraverso l’esperienze fatte …


“Capire … significa trasformare quello che è"
HapCollins
Inviato: 1/5/2010 1:05  Aggiornato: 1/5/2010 1:05
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/8/2009
Da: Torino
Inviati: 110
 Re: "Racconti per non impazzire"
Ciao a tutti.
PEONIA: ti consiglio di leggere questo: http://www.ibs.it/code/9788854111240/-leedom-t/libro-che-la-tua.html

molto ma molto esauriente su questo argomento e non solo


e dopo per farti anche due risate di guardarti questo:

http://www.ibs.it/dvd/8031179926725/larry-charles/religiolus-vedere-per-credere.html

ciao!!

"Grandezza e progresso morale di una nazione si possono giudicare dal modo in cui tratta gli animali."
Il Mahatma Gandhi

"Vedere ciò che ci sta sotto il naso richiede uno sforzo costante."
George Orwell
Santro
Inviato: 1/5/2010 8:35  Aggiornato: 1/5/2010 8:42
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/11/2005
Da:
Inviati: 748
 Re: "Racconti per non impazzire"
Citazione:
[Deliquio mode ON] Se è vero che gli alieni sono fra noi da migliaia di anni, se è vero che sanno assumere sembianze umane, e se è vero che sono in grado di muoversi nello spazio tempo - ovvero di materializzarsi e smaterializzarsi in/da un qualunque punto della griglia temporale - che cosa impedisce che Gesù fosse un "semplice" alieno, venuto a portarci qualche "dritta" sul cammino da percorrere? E perchè non anche tutti gli altri avatar, a questo punto? [Deliquio mode OFF].

siamo il trastullo dei loro teen-ager..... il loro "video-gioco": oggi facciamo un'apparizione mariana qua, domani tu canalizzi quella la, ieri nascondiamo un rotolo in quella grotta..... e guardiamo (di nascosto) l'effetto che fa.

[Deliquio(?) mode OFF]

ETERNAL SALVATION
(or triple your money back)
temponauta
Inviato: 1/5/2010 9:55  Aggiornato: 1/5/2010 9:55
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/4/2010
Da:
Inviati: 2040
 Re: "Racconti per non impazzire"
redazione:

Scusate ma....

[Deliquio mode ON]

Se è vero che gli alieni sono fra noi da migliaia di anni, se è vero che sanno assumere sembianze umane, e se è vero che sono in grado di muoversi nello spazio tempo - ovvero di materializzarsi e smaterializzarsi in/da un qualunque punto della griglia temporale - che cosa impedisce che Gesù fosse un "semplice" alieno, venuto a portarci qualche "dritta" sul cammino da percorrere?

E perchè non anche tutti gli altri avatar, a questo punto?

[Deliquio mode OFF].


Gesù non era un alieno, ma un umano preso sotto il controllo diretto di un vigilante.
I vigilanti sono i creatori extraterrestri dell'uomo delegati a seguire il cammino evolutivo dell'umanità e a difendere questa porzione del creato da interferenze non in armonia con il programma che ha motivato la creazione.
Sono in numero di 12 e albergano in una zona sovradimensionale del Tibet (8° densità: noi siamo entrati ora nella 4°) con l'incarico di portare a turno, periodicamente e quando necesario, gli strumenti per un "salto" di coscienza collettivo.
Allo stesso modo, quando è necessario, perdispongono il "fuoco" della purificazione (catastrofi planetarie) per riposizionare l'umanità su un nuovo piano da cui ricominciare il cammino.
I 12 vengono chiamati anche "la fratellanza della grande loggia bianca", ma a loro non interessa affatto come sono etichettati.
Dal loro numero sono discesi quelli utilizzati frequentemente in miti e religioni del passato come del presente.
Il significato del 12 è astrologico, ma la vera scienza astrologica non è quella conosciuta oggi.

temponauta
Inviato: 1/5/2010 10:07  Aggiornato: 1/5/2010 10:08
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/4/2010
Da:
Inviati: 2040
 Re: "Racconti per non impazzire"
La visione di Al2012 è corretta.
I vigilanti agiscono personalmente per diffondere i logos "incarnandosi" in soggetti umani predisposti (hanno già capacità particolari).
Dalla storia di queste particolari esperienze nascono i miti o le religioni che servono da volano all'insegnamento dei logos (obiettivi della creazione).
Ma sta poi ad ogni uomo rendersi conto (illuminazione) del valore della matrix che vive e orientarla verso il logos per evolvere come IO coscienza astrale.
In sostanza tutti possono accedere all'illuminazione, cioè ad abbracciare i logos.
Solo in alcuni però, con funzione di guida e riferimento per tutti gli altri, l'illuminazione è gestita direttamente dal vigilante "incarnatosi", ovvero disceso in terza (oggi quarta) densità.

NiHiLaNtH
Inviato: 1/5/2010 10:37  Aggiornato: 1/5/2010 10:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: "Racconti per non impazzire"
e ricordiamo che secondo il vangelo Gesù sarebbe morto a 33
ma guarda un pò anche qui il numero 33, sto numero sta proprio ovunque

peonia lascia perdere quela robaccia, le canalizzazioni possono essere fatte da qualunque entità, infatti non ci danno mai informazioni interessanti che possiamo utilizzare per migliorare le nostre vite

Floh
Inviato: 1/5/2010 11:20  Aggiornato: 1/5/2010 11:20
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/12/2009
Da: Milano
Inviati: 1056
 Re: "Racconti per non impazzire"
A proposito di Gesù:
Bisogna ammettere che lo impersonifica ha delle doti recitative sbalorditive

http://www.youtube.com/watch?v=SmUYn3w2YBs&feature=related

Ci sono più cose in cielo e in terra, Orazio, di quante ne sogni la tua filosofia (William Shakespeare, da Amleto)
Davide71
Inviato: 1/5/2010 13:12  Aggiornato: 1/5/2010 13:13
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/7/2006
Da:
Inviati: 2108
 Re: "Racconti per non impazzire"
Ciao a tutti:



Riprendendo il tema della trasformazione dell'acqua in vino, l'idea che essa si riferisca ad una tecnica per rendere partecipe persone di "casta inferiore" alle conoscenze della "casta sacerdotale" mi piace.
Però io ritengo che, più precisamente, si irferisca ad una tecnica per trasformare una pratica di purificazione (l'acqua) in un mezzo per raggiungere gli stati superiori (l'estasi, rappresentata dal vino) che Gesù avrebbe ideato e trasmesso anche al di fuori della cerchia degli Esseni. Poiché le pratiche di purificazione sono più semplici di quelle di "estasi" si conclude che si allarga la cerchia di persone che possono raggiungere l'estasi. Da qui i riferimenti di San Paolo alle visioni dei primi cristiani e al modo di trattarle.
Peraltro pare che gli Esseni avessero comunque un certo interesse per il mondo ellenico, se è vero che tra i rotoli del Mar Morto compare anche "La Repubblica" di Platone: link
In ogni caso è solo un'ulteriore dimostrazione che la "verità mitologica" è molto più importante e soprattutto interessante della verità storica.
Per mitologia intendo l'utilizzo di storie inventate (ma anche reali) per veicolare conoscenze di ordine superiore.

*BEPPE75:

non intendevo parlare di numero di aderenti, ma di "forza dirompente" che la loro "ideologia" provoca negli animi. Quando è nato l'Islam un gruppo di rozzi caprai ha praticamente conquistato il mondo in cent'anni. Questa è "performance". I Cristiani hanno avuto una "capacità di penetrazione" leggermente inferiore, ma mica poi tanto. Io sto parlando di "fondare nuove civiltà", non di Tom Cruise.

Non date le perle ai cani e ai porci perchè non le mangeranno e vi si rivolteranno contro.
Pispax
Inviato: 1/5/2010 22:46  Aggiornato: 1/5/2010 22:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: "Racconti per non impazzire"
PERSONALMENTE me ne sbatto il cazzo del problema del "Dio storico".


Quando si introduce una qualsiasi falsificazione storica - o persino mitologica - lo si fa per un motivo ben preciso.
I falsificatori cercano di alterare la realtà a proprio uso e consumo. Che cazzo lo farebbero a fare, altrimenti?



Resta il fatto che il messaggio di Cristo è un messaggio PESANTEMENTE rivoluzionario.
E' rivoluzionario al punto che è rivoluzionario persino ai giorni nostri, che pure abbiamo oltrepassato con un certo profitto il Secolo dei Lumi.
E' rivoluzionario al punto che persino la Chiesa a Lui dedicata ne adotta solo una piccola parte e ne rinnega le parti più significative.


Ed era estrememamente più rivoluzionario ancora quando è stato diffuso.

Rivoluzionario contro Roma, Rivoluzionario contro il Sinedrio, Rivoluzionario contro l'"Esercito di Liberazione" palestinese.

Era una roba contro tutti e tutto, che predicava (e predica) l'aspetto salvifico della spiritualità contrapposto alle "brame" secolari.




Uno dei motti di questo sito è "follow the money".
Io ho provato a seguire le "convenienze" del messaggio evangelico*, ma a quanto pare non ci sono traccie che indichino una particolare direzione.
A quanto pare nessuno ne traeva particolari vantaggi.


Dunque?






* Si dice spesso che i Vangeli sono stati contraffatti. Che sono solo una versione edulcorata del messaggio originale.
I cd "Vangeli apocrifi" portano un messaggio ANCORA più estremista di quello trasmesso dai Vangeli "ufficiali".

Di nuovo: dunque?




EDIT.
Non so come mai, ma Ennio Montesi me lo sento già amico.
Sarà per la visione surreale.

Se è possibile sarebbe bello approfondire il discorso dei diritti d'autore.
Se esistono e i proventi vanno ai suoi eredi allora comprerò il libro; se restano all'editore, che in questo caso solo per una singolare coincidenza pubblica il libro solo dopo la morte, allora mi assumo i rischi del caso e lo fotocopierò.

E se spendo di più, pazienza.

Pispax
Inviato: 1/5/2010 23:03  Aggiornato: 1/5/2010 23:04
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: "Racconti per non impazzire"
temponauta


Citazione:
E' abbastanza semplice.
Solo gli invitati potevano bere il vino per festeggiare gli sposi, mentre ai servi era concessa solo l'acqua.
Il maestro Gesù, che predicava l'uguaglianza tra gli uomini ispirandosi alla cultura greca, fece invece bere il vino anche ai servi nel brindisi finale, ed ecco l'acqua che si trasforma in vino.


Minchia.
Chi glielo spiega ora a Berlusconi che Cristo era comunista?

temponauta
Inviato: 1/5/2010 23:53  Aggiornato: 1/5/2010 23:54
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/4/2010
Da:
Inviati: 2040
 Re: "Racconti per non impazzire"
Pispax:

Citazione:

PERSONALMENTE me ne sbatto il cazzo del problema del "Dio storico".

Quando si introduce una qualsiasi falsificazione storica - o persino mitologica - lo si fa per un motivo ben preciso.
I falsificatori cercano di alterare la realtà a proprio uso e consumo. Che cazzo lo farebbero a fare, altrimenti?

Resta il fatto che il messaggio di Cristo è un messaggio PESANTEMENTE rivoluzionario.


Il "simpatico" Pispax non comprende che il messaggio "rivoluzionario" di Cristo è opera dello stesso disegno che ha confezionato falsamente un "dio storico".
Il dio che trasuda dai testi sacri non è un dio rivoluzionario (date a dio quel che è di dio e a cesare...) ma un dio CONSOLATORE, che serve a lenire la sofferenza senza rimuoverla.
Il nocciolo del problema, rivoluzione o consolazione che sia, sta proprio in questo: può l'uomo eliminare la sofferenza, figlia dell'ingiustizia e del non amore, modificando una realtà in cui il "creatore" ha previsto il male come contraltare del bene per l'esercizio del libero arbitrio?
Se non si rimuove questa paccottiglia teologica (dal dualismo non si esce con il libero arbitrio ma con l'illuminazione che porta all'Uno), il messaggio di Gesù rimarrà solo quello che è nelle intenzioni dei grandi manipolatori religiosi: belle parole da non applicare mai, perchè fanno comodo a chi detiene il potere ma, soprattutto, perchè non lo vuole dio (basta la morte e la resurrezione salvifica).

peonia
Inviato: 2/5/2010 0:18  Aggiornato: 2/5/2010 0:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: "Racconti per non impazzire"
Ma perchè non spieghi un po' meglio da dove nasce questa storia (assurda)?? Cos'è questo " CANALE" ?? e questo REGISTRATORE?? E chi è che ha 90 anni??? Almeno in questi dati potresti essere più precisa, non ti pare?

Simone mi sembrava che da quanto ho postato si capisse...ma se non si e' avvezzi forse non e' cosi...

Canale e' il termine che si usa attualmente per la persona che una volta veniva chiamato "medium" ma la differenza e' che quello andava in trance mentre il "canale" riceve in un modo diverso che non so spiegarti meglio, ma in stato di veglia. Il presunto Cristo delle Lettere chiama il suo canale Registratore, la quale donna oggi ha piu di 90 anni e Cristo dice che l'ha preparata fisicamente, mentalmente e spiritualmente per 40 anni prima di dettarle le Lettere...

Rispondo a te ma anche a chi diceva che chiunque poteva scriverle...beh se le leggeste non e' cosi cosi semplice, anche perche' ci sono elementi di fisica, di scienza, insomma la donna che ha scritto la Via del Cristo, non sarebbe stata in grado di scriverle da sola.
C'e da dire che non ha guadagnato nulla in danaro, che e' invalida, ma che secondo lei ha avuto una grande grazia ad essere stata prescelta per questo scopo perche' le Lettere sono di fondamentale importanza ORA per l'Umanita'...

Io sono aperta a tutto, ma come disposta a credere a tutto, non do' per certo ne' scontato nulla...Ho adottato questo escamotage senza attaccamento prendo tutto cio che mi fa star bene e tralascio cio' che non mi fa bene...la Verita' la cerco...ma chissa' quando la trovero'...perche piu conosco e piu capisco di non sapere....

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
peonia
Inviato: 2/5/2010 0:26  Aggiornato: 2/5/2010 0:26
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: "Racconti per non impazzire"
Grazie Hap, ma conosco le storie "altre" riguardo a Gesu'...e non sono religiosa nel senso che si da al termine, ma religo....si, nel termine etimologico, il cielo e la terra.....

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
peonia
Inviato: 2/5/2010 0:31  Aggiornato: 2/5/2010 0:31
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: "Racconti per non impazzire"
le canalizzazioni possono essere fatte da qualunque entità, infatti non ci danno mai informazioni interessanti che possiamo utilizzare per migliorare le nostre vite


Beh qualcuna a me ha dato molto....ma bisogna sempre discernere, questo si!

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Redazione
Inviato: 2/5/2010 9:11  Aggiornato: 2/5/2010 9:11
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: "Racconti per non impazzire"
Suggerisco di sospendere la discussione sul Cristo storico, perchè sto preparando un articolo apposito, che affronta molti degli argomenti sollevati in questo thread.

Credo che la pubblicherò già domani.

ennio
Inviato: 2/5/2010 19:28  Aggiornato: 2/5/2010 19:28
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/5/2004
Da:
Inviati: 57
 Re: "Racconti per non impazzire"
Ti ringrazio Massimo per il resosconto storico della nostra atavica amicizia ed il commento critico al mio libro RACCONTI PER NON IMPAZZIRE.

Agli amici che sono interessati a sapere del personaggio di fantasia denominato Gesù detto il Cristo suggerisco gli studi avanzati di cristologia laica nei quattro volumi coi testi in ordine cronologico degli studi sulle Origini del Cristianesimo. Ecco i libri straordinari:

“La favola di Cristo - Inconfutabile dimostrazione della non esistenza di Gesù” e “La morte di Cristo - Cristiani e Cristicoli” di Luigi Cascioli www.luigicascioli.eu

“La Croce di Spine - Gesù: la storia che non vi è ancora stata raccontata” di Giancarlo Tranfo www.yeshua.it

“Giovanni il Nazireo detto Gesù Cristo e i suoi fratelli” di Emilio Salsi www.vangeliestoria.eu

Buona apertura di occhi.

Ennio Montesi
http://raccontipernonimpazzire.blogspot.com/

Seppuku
Inviato: 2/5/2010 20:11  Aggiornato: 2/5/2010 20:11
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/9/2006
Da:
Inviati: 35
 Re: "Racconti per non impazzire"
Ciao Peonia,
una'interessante lettura con tanti riferimenti storici la trovi qui, http://www.alateus.it/

InVision
Inviato: 3/5/2010 0:34  Aggiornato: 3/5/2010 0:39
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/7/2007
Da:
Inviati: 36
 Re: "Racconti per non impazzire"
Secondo me è troppo presto per confutare. E' normale che i vangeli, scritture e testi sacri prodotti da diversi evangelisti non cozzano. E' normalissimo, purtroppo anche i giornali possono commettere errori di cronaca, possono commettere l'errore di essere poco oggettivi, narrando ognuno quello che ha visto e percepito. E questo è stato il primo gradino a vagliare la verità storiografica. Poi dopo 2000 anni, presunti, ormai sappiamo come lo sa anche la filologia, che i testi non sono immuni a errori, revisioni continue che ancor oggi cambiano anche il senso di alcuni passaggi biblici, se non l'intero discorso. Immaginate quanti passaggi, studiosi che di generazione in generazione hanno prodotto dei manoscritti pieni di errori, di rivedute per adattare i fatti alla mentalità dell'epoca, il linguaggio riammodernato. Niente da fare, se Gesù è esistito, è difficile dire come. Normalmente, è impossibile per qualsiasi oggetto rimanere integro dopo 2000 anni di guerre, papi, passaggi, e avvenimenti vari, la Bibbia è come il partenone, restaurato però- E' ancora presto cantare vittoria per gli atei, pare che solo studi seri e decennali forse appena, potranno rivelare qualcosa. Nessuno può negare che Tizio abbia riveduto Mt. 11- 3 se qualche Papa lo abbia decretato

InVision
Inviato: 3/5/2010 1:16  Aggiornato: 3/5/2010 2:26
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/7/2007
Da:
Inviati: 36
 Re: "Racconti per non impazzire"
http://www.alateus.it/streghe.htm
che l'autore fosse impreparato in quanto scritto da un ricercatore "anonimo", che poco imparziale ateista è ben visibile. Molte cose risultano assurde perchè cerca solo di enfatizzare dei fatti isolati, usando aggettivi diffamatori (excusatio non petita accusatio manifesta), mentre una realtà storica ben diversa viene omessa, ecco che cosa ne pensa uno studioso serio sull'inquisizione, altroche, Galileo non era nemmeno nemico dell'inquisizione:

Galileo:
Nel 1610 scoprì alcune comete e pubblicò il Sidereus nuncius. Gli altri scienziati lo contestarono (oggi atei) ma la scoperta fu confermata dai gesuiti della Specola vaticana (l'Italia della Controriforma in verità pullulava di preti-scienziati) che ne presero le difese, e Galileo venne pure ricevuto in trionfo alla corte pontificia. E ciò malgrado Galileo avesse già tre figli, Virginia, Livia e Vincenzo, nati dalla convivenza more uxorio con la sua lavandaia (che non sposò mai per via della bassa condizione di lei; i figli rimasero anagraficamente sempre «di padre ignoto»); eppure nessun ecclesiastico osò mai rimproverarglielo. Ben altra sarebbe stata la sua sorte nella Ginevra calvinista, dove quelli come lui venivano decapitati senza tanti complimenti. Non solo. Poichè non gli era possibile maritare convenientemente le due figlie femmine, brigò per farle monacare sebbene la più grande avesse solo dieci anni. Una delle due, per questo, passo tutta la vita con gravi problemi psichici. Tutto il favore di cui lo scienziato pisano godeva presso la Corte romana (con gli appannaggi e le pensioni che ne derivavano, denaro di cui Galileo era sempre a corto) gli valse le invidie dei colleghi, che Galileo ricambiava sempre con insulti e sprezzanti motteggi. L'invidia diveniva odio furibondo man mano che le autorità politiche più in vista del tempo si mettevano a gara per contendersi i servigi di Galileo e colmarlo di cariche e onori. Lui, del resto, non faceva altro che aizzare i suoi avversari con la parola e con lo scritto, chiamandoli «la piccionaia» per via del loro leader riconosciuto, Ludovico Delle Colombe. E volutamente li scavalcava scrivendo in volgare per indirizzarsi all'uomo comune, secondo lui ben più intelligente dei suoi colleghi accademici. Solo che per portare questioni così delicate e ancora dubbie a livello popolare era oggettivamente scorretto o, almeno, una grave leggerezza. La Chiesa, cui premeva soprattutto la fede dei semplici, non avrebbe potuto stare a lungo con le mani in mano. Occorreva dunque mettere Galileo in urto con il clero, suo principale protettore.

InVision
Inviato: 3/5/2010 2:18  Aggiornato: 3/5/2010 2:46
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/7/2007
Da:
Inviati: 36
 Re: Alateus e l'inquisizione
Per gli studiosi meno avveduti:

2 Inquisizione
Il fatto è che l'eresia era spesso utilizzata dai potentati per i loro giochi politici; essi le allentavano il guinzaglio o lo stringevano a seconda della convenienza. Molti vescovi, poi, erano generalmente propensi a chiudere un occhio nei confronti delle famiglie ricche che proteggevano i catari.... Dopo questi interventi di forza, all'inizio del XV secolo il catarismo non esisteva quasi più. Solo che, a quel punto, cominciò a profilarsi una pericolosa situazione: i tribunali inquisitoriali, ormai svuotati delle finalità per le quali erano stati istituiti, lentamente scivolarono dalle mani della Chiesa per finire in quelle delle emergenti monarchie nazionali, che non tardarono a cercare di [U]piegarli ai loro scopi[/u]. Lo si vedrà a proposito del processo dei Templari e di quello a Giovanna d'Arco.

3 Le pene

Dove più s'incupisce il nero della leggenda è a proposito della tortura. Anche qui, però, l'Inquisizione rivela un'insospettata modernità. Innanzitutto va detto che la tortura - come mezzo di interrogatorio ma anche come pena - era di uso normalissimo nella giustizia dell'antico regime. Il primo monarca ad abolirla fu infatti Luigi XVI, alla fine del XVIII secolo. Solo nel secolo scorso ('800) cominciò a sparire dal diritto penale. (quindi non era una pratica inquisitoria esclusivamente, ma penale e giudiziaria) La tortura veniva usata nei tribunali laici non solo per estorcere confessioni, ma anche come pena supplementare per delitti particolarmente efferati. Nell'antico regime infatti vigevano le pene corporali; il carcere come pena era sconosciuto, serviva solo come custodia in pendenza di giudizio. L'Inquisizione, invece, non irrogava pense fisiche, il cui compito, in caso di condanna, spettava al braccio secolare. L'eretico pertinace e, in quanto tale, condannato subiva il rogo e basta. Anzi, particolari confraternite ecclesiastiche accompagnavano i condannati (per qualsiasi crimine) al patibolo proprio per impedire che durante il tragitto venissero loro inflitti ulteriori tormenti. Data la speciale natura del delitto di cui si occupava l'Inquisizione (e dato lo stato ecclesiastico della quasi totalità degli imputati), la pena più grave per gli eretici non condannati a morte era il carcere, da intendersi quasi sempre come internamento in un monastero. Ne parleremo subito.
La tortura, dicevamo. Le fonti dimostrano molto chiaramente che l'Inquisizione vi faceva ricorso molto di rado. Lo specialista Bartolomè Benassat, che si è occupato dell'Inquisizione più dura, quella spagnola, parla di un uso della tortura «relativamente poco frequente e generalmente moderata, e il ricorso alla pena capitale, eccezionale dopo il 1500». Il fatto è che gli inquisitori non credevano alla sua efficacia. I manuali per inquisitori invitavano a diffidarne perchè i deboli sotto tortura avrebbero confessato qualsiasi cosa, laddove i "duri" vi avrebbero resistito facilmente. Ora, poichè chi resisteva alla tortura senza confessare era automaticamente rilasciato, va da sè che come mezzo di prova era poco utile. Non solo. La confessione ottenuta tramite tortura doveva essere confermata per iscritto dall'imputato in un secondo tempo, senza tortura (solo così le eventuali ammissioni potevano essere prodotte in giudizio). La cosa poteva dunque dar luogo a ritrattazioni senza fine, a tutto discapito dell'unica cosa che interessava agli inquisitori: la verità.
La tortura poteva essere inflitta solo agli adulti non anziani. Doveva avvenire sotto stretto controllo medico, soltanto in presenza di gravissimi indizi e quando ogni altro mezzo era stato inutilmente esperito. La somministrazione della tortura, che non poteva in nessun caso superare la mezz'ora, doveva arrestarsi citra sanguinem (cioè senza infliggere ferite) e non doveva produrre alcuna diminuzione nell'efficienza fisica del torturato, poichè «Ecclesia abhorret a sanguine». Essa consisteva nei tratti di corda: l'unico sistema di fatto possibile, viste le limitazioni anzidette. (i musei della tortura che ho visitato mi hanno confermato quanto sopra, gli strumenti esposti non venivano nemmeno usati)
Aveva comunque il vantaggio di essere graduabile pressochè all'infinito. Si legavano le mani all'imputato e lo si sospendeva al soffitto, poi lo si lasciava cadere di colpo, una due o tre volte, senza fargli toccare il pavimento. Due o tre sedute al massimo, a distanza di giorni l'una dall'altra. Se l'imputato non confessava, era senz'altro rilasciato. La tortura cadde in disuso già verso la metà del secolo XIV, mentre nei tribunali civili rimase, come si è detto, fino al secolo scorso ('800).

A Tolosa dal 1309 al 1323 su 636 processi venne applicata una sola volta.

Le pene, rogo a parte, andavano da un minimo (l'ammonizione) fino ad un massimo (il carcer perpetuus e il carcer perpetuus irremissibile; il latino medievale non deve trarre in inganno: il primo durava fino a un massimo di tre anni, il secondo fino a otto). La detenzione era di solito in un monastero, se l'inquisitore o il vescovo non avevano prigioni a disposizione. Il linguaggio inquisitoriale ha spesso, a tal proposito, tratto in inganno gli studiosi meno avvertiti: per esempio, l'immuratio non consisteva nel murare vivi i prigionieri, bensì nel custodirli nella cella attigua («ad murum») all'ufficio dell'inquisitore. Un pò quel che accade ancora oggi negli Usa, dove lo sceriffo ha a disposizione una cella nel suo ufficio per detenervi gli arrestati in attesa di giudizio. I termini inquisitoriali «murus strictus» o «murus arctus» stavano ad indicare la facoltà o meno concessa al prigioniero di passeggiare nel cortile della prigione (se ce n'era uno).

Da wikipedia:

Negli ultimi due decenni alcuni studiosi hanno sostenuto l'esistenza di una Leggenda nera dell'Inquisizione o più semplicemente "Leggenda nera". Essi affermano che l'idea di Inquisizione oggi diffusa nell'immaginario collettivo non trovi riscontro nella documentazione storica e sia stata inventata ad arte dalla stampa protestante prima e anticlericale poi a partire dal XVI secolo.

Meditate gente, meditate.

Davide71
Inviato: 3/5/2010 15:01  Aggiornato: 3/5/2010 15:01
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/7/2006
Da:
Inviati: 2108
 Re: Alateus e l'inquisizione
Ciao a tutti:

a proposito di Luca Cascioli e della sua denuncia al parroco:

se noi dovessimo denunciare tutti coloro che ci propinano falsi storici, o ci ammanniscono fatti di cronaca falsi, oppure pretese verità scientifiche penso che sarebbe necessario costituire un tribunale a parte solo per quello con le prime udienze nel 2030! E mi riferisco a quello che compare nei mass media, nei testi scolastici e universitari, non alle chiacchiere da bar...

Non date le perle ai cani e ai porci perchè non le mangeranno e vi si rivolteranno contro.
Makk
Inviato: 4/5/2010 10:51  Aggiornato: 4/5/2010 12:22
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/12/2009
Da:
Inviati: 933
 Re: racconti per non impazzire
Citazione:
se noi dovessimo denunciare tutti coloro che ci propinano falsi storici, o ci ammanniscono fatti di cronaca falsi, oppure pretese verità scientifiche...
La denuncia era per "abuso della credulità popolare", reato realmente esistente,
non per "diffusione di notizie storiche non corroborate", reato inventato da te
E' spiegato nell'articolo. Ho capito che tutti i detrattori della chiesa cattolica sono stupidi, ma così tu e InVision ci fate troppo stupidi.

Altra connotazione che ti sfugge: l'accusa è usata contro maghi, stregoni, guaritori e sette religiose, non contro professori universitari o teologi in malafede, i quali sono legalmente non perseguibili anche se dicono cazzate monumentali.

Unica eccezione moderna a questa graditissima "impunità" delle idee (dono relativamente recente e laico, ricordiamolo, visto che la chiesa non si è mai fatta problemi nel bruciare le idee sotto forma di libri o autori) è quel mostro giuridico creato di recente, dove far ricerca storica sull'olocausto è a rischio di condanna dell'autore.


Già... dal revisionismo olocaustico alla fatwa contro Rushdie ai roghi del codice Da Vinci sui sagrati con parroco e sindaco...
... tutti religiosi...

meditate gente, meditate...

Freeman
Inviato: 4/5/2010 11:15  Aggiornato: 4/5/2010 11:15
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: Alateus e l'inquisizione
InVision et al.: vi ricordo che NON si cambia il nome del topic (come da regolamento).
Mazzucco mi scuserà se ne faccio le veci :D

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
Davide71
Inviato: 4/5/2010 14:50  Aggiornato: 4/5/2010 14:50
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/7/2006
Da:
Inviati: 2108
 Re: "Racconti per non impazzire"
Ciao a tutti:

non mi ero accorto che, rispondendo ad un intervento cambiavo il nome del topic. Per questo da questo momento invio un commento per rispondere agli interventi.

Per Makk:
secondo me, se Cascioli accusa n prete di "abuso della credulità popolare" io potrei tranquillamente rivolgere la stessa accusa, in certi casi, a politici, intellettuali, scienziati, professori universitari, medici e via discorrendo. Chi decide chi sono gli intellettuali e chi i santoni?

Non date le perle ai cani e ai porci perchè non le mangeranno e vi si rivolteranno contro.

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA