Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


storia & cultura : "The dark side of the Moon" – Un capolavoro assoluto di disinformazione
Inviato da Redazione il 1/8/2009 14:10:00 (19154 letture)

Se qualcuno volesse misurarsi in un difficile esercizio di “ricerca della verità”, può utilizzare il documentario di William Karel “The Dark Side of the Moon”, uscito nel 2001, nel quale si rivela la partecipazione di Stanley Kubrick al presunto “falso lunare”.

Sarebbe stato cioè Kubrick, come molte voci già sostengono da tempo, a realizzare i falsi filmati delle passeggiate lunari di Apollo 11, con quali la NASA avrebbe poi ingannato il mondo intero.



Ma i livelli di bugia e di verità, di storia e di fiction, di invenzioni plateali e di distorsioni impercettibili sono talmente tanti, nel film di Karel, da rendere il suo documentario una delle più complesse e sofisticate operazioni di disinformazione nella storia della comunicazione. (Potrebbe essere interessante, per chi già non lo conoscesse, vedere il documentario prima di leggere il resto dell'articolo, per valutare da solo cosa possa essere vero e cosa no).

L’efficacia di questa diabolica macchina narrativa, capace di rivelare le verità più nascoste come di nascondere quelle più eclatanti, è moltiplicata da un ulteriore velo di incertezza, che è determinato dalla preparazione specifica dello spettatore sull’argomento dei viaggi lunari : si va da un estremo nel quale uno spettatore meno preparato potrebbe teoricamente prendere per vero tutto quello che passa sullo schermo, …

… ad uno in cui lo spettatore più smaliziato si accorge presto dell’inganno, e finisce per comporre una sua mappa della verità, tanto più intricata quanto maggiore sia la sua conoscenza dell’argomento.

Facciamo un esempio: ad un certo punto del documentario viene intervistato un certo Dimitri Muffley, un ex-agente del KGB che denuncia il falso americano dell’allunaggio, elencando per filo e per segno tutte le maggiori incongruenze fotografiche riscontrate nelle immagini lunari. Lo spettatore poco esperto molto probabilmente penserebbe: “Visto? E’ chiaro che lo sapevano! I russi non potevano non saperlo”. Un altro spettatore potrebbe invece accorgersi che “Dimitri Muffley” – un nome già curioso per un russo, bisogna riconoscerlo – non è che la somma dei cognomi dei due presidenti di “Dottor Stranamore“ (quello russo e quello americano), un film diretto, guarda caso, proprio da Kubrick.

Che fare a questo punto? E’ chiaro che “Dimitri Muffley” non è mai esistito, e che quindi il film vuole essere solo una parodia dei documentari sui falsi allunaggi, ma questo significa che anche le varie “patacche” fotografiche denunciate da “Muffley” non sono tali? Oppure Karel sta cercando di far passare alcune verità scomode, con la scusa di una parodia senza importanza? Oppure ancora, sta fingendo di far passare di nascosto quelle verità – che molti già sospettano essere tali – mentre in realtà vuole avvelenarle, inquinandole con la bugia dichiarata?

Ma è solo collocando ogni scena nella struttura complessiva del documentario che ci si può rendere conto della feroce ambiguità del lavoro di Karel.

Il documentario infatti è diviso in tre parti, che non sono espressamente indicate, ma si possono percepire dal diverso taglio stilistico che adottano: la prima parte, a taglio storico, descrive in modo credibile i motivi che avrebbero portato gli americani alla necessità di falsificare i viaggi lunari. La competizione con i russi, soprattutto, con il conseguente ruolo di leader nel mondo ricercato da ambedue le nazioni.

La seconda parte, con taglio da reportage “scandalistico”, ci rivela i retroscena che avrebbero portato a decidere di interpellare Kubrick, per chiedergli di “falsificare” le immagini lunari nel suo studio in Inghilterra. A raccontarlo sono personaggi di primissimo piano come Henry Kissinger, Donald Rumsfeld, Lawrence Eagleburger, Alexander Haig, e l’ex-direttore della CIA Richard Helms. Tutti costoro partecipano ad una riunione, filmata da Karel, a cui è presente anche la ex-segretaria di Nixon, che fornisce i dettagli e completa la ricostruzione.

Ne emerge che la NASA non fosse sicura di poter mandare a terra le immagini in diretta dell’allunaggio, e che di fronte a questo rischio Nixon abbia preteso a tutti i costi una garanzia alternativa. Fu così che Rumsfeld e Kissinger - dicono sempre i vari personaggi – partirono alla volta di Londra, per convincere il famoso regista ad aiutarli. Ma Kubrick - che aveva finito da poco le riprese di “2001 Odissea nello Spazio” – inizialmente si rifiutò, e solo dopo lunghe insistenze acconsentì a “prestare” i suoi set agli uomini della CIA, che li avrebbero usati per girare il falso allunaggio.

A questo punto il racconto passa alla moglie stessa di Kubrick (intervistata in Inghilterra, a casa sua), che rivela come Stanley, “che ere un perfezionista”, sia rimasto talmente disgustato dalla qualità del lavoro della CIA, che si offrì di prendere personalmente in mano la produzione di quei filmati.

Fu così che Stanley Kubrick, secondo il documentario di Karel, realizzò i falsi filmati lunari.

A questo punto della racconto però molti hanno già capito che si tratta di una parodia, e anche i meno attenti non possono non aver provato un certo stupore nel sentirsi raccontare una storia del genere da gente di quel calibro. Chi invece il cinema lo fa di mestiere si è addirittura accorto che i vari personaggi - Rumsfeld, Kissinger, ecc. - sono tutti inquadrati su sfondi diversi, e che di fatto non c’è una sola inquadratura, di quella curiosa “riunione”, che li ritragga tutti insieme.

Il regista ha preso delle interviste separate, e ne ha estratto e cucito con sapienza frammenti diversi da frasi diverse, creando una realtà che non è mai esistita.

Se infatti si riguarda il filmato in quest’ottica, ci si accorge che ogni frase pronunciata può essere riferita a mille cose diverse. E’ solo la premessa che costoro "si siano riuniti per decidere di interpellare Kubrick", sapientemente inoculata nel nostro cervello prima di assistere alla scena, a farcela leggere in quel modo.

La cosa folle è che qualcuno potrebbe in seguito sostenere che “furono Rumsfeld e Kissinger a volere i falsi lunari da Kubrick”, e di fronte alle prevedibili obiezioni direbbe convinto: “Te lo giuro, li ho visti con i miei occhi e sentiti con le mie orecchie, mentre lo raccontavano!”

Tale è il potere dell’immagine, specialmente se il cervello viene usato come amplificatore della suggestione, e non come filtro a protezione dalla medesima.

La terza parte del documentario racconta come i componenti della troupe di Kubrick che girarono i falsi allunaggi siano stati poi eliminati dalla CIA, uno per uno, per garantire al meglio la protezione di un segreto così importante. Tutto ciò è raccontato dallo stesso ex-direttore della CIA Richard Helms, e denuncia chiaramente come il vero ruolo del terzo segmento sia quello di confondere le acque, dopo aver portato a termine con successo, nel secondo, la missione principale.

Mentre infatti lo spettatore medio si perde nei fumi della fiction di serie B, quello più attento si ritrova a domandarsi come mai lo stesso direttore della CIA denunci con tale disinvoltura una lunga serie di omicidi commessi dai suoi agenti, senza alcun bisogno di farlo. Ma per lui Karel, che pensa a tutto, ha già predisposto lo “scivolo di emergenza”, facendogli sapere che fu in realtà una “branca impazzita” della CIA a fare fuori tutta la troupe, nonostante da Langley cercassero in tutti i modi di fermarli. A questo punto solo chi conosca a fondo il modus operandi dell’agenzia americana può ancora mettersi a ridere, ma la stragrande maggioranza degli spettatori ha accettato quella spiegazione.

Nel frattempo tutti, ma assolutamente tutti, hanno già “digerito” incosciamente quanto segue:

A) Le immagini lunari sono false, ma sulla Luna ci siamo andati davvero.
B) Kubrick ha partecipato alla messinscena, ma solo perchè “gli facevano pena” i realizzatori della CIA.

E così abbiamo messo una pezza alla diceria che sulla Luna non siamo mai andati, e abbiamo anche parato il culo al “povero” Kubrick, nel caso la verità sulla sua partecipazione all’inganno lunare dovesse mai arrivare a livello mainstream.

Niente male, per una parodia fatta solo per scherzare.

Resta infine da notare come questo capolavoro di disinformazione sia arrivato proprio nel periodo in cui la NASA cerca in tutti i modi di rilanciare i “viaggi lunari”, e si prepara a chiedere fondi ingenti per finanziare un nuovo ciclo di “imprese spaziali”, nelle quali l’ultimo obiettivo, naturalmente, sarà quello di portare uomini sulla Luna.

Massimo Mazzucco

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
LoneWolf58
Inviato: 1/8/2009 15:21  Aggiornato: 1/8/2009 15:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Io, intanto, aspetto un "tuo" documentario sull'argomento
Senza fretta...
Ma aspetto...

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
Calvero
Inviato: 1/8/2009 15:55  Aggiornato: 1/8/2009 15:56
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Molto, molto interessante.. nonché preoccupante.

Se si riesce ad organizzare capolavori di disinformazione di tale portata, l'avremo sempre più dura a reagire in maniera corroborante per la verità. Diciamo pure che la visione Orwelliana è ormai un eufemismo rispetto alla tragicità in cui l'umanità sempre più.. dovrà trovare mezzi ed energie potentissimi per dissolvere tutta questa nebbia che ci avvolge ogni giorno di più.

Per il documentario, dò per scontato che Mazzucco abbia fatto un analisi corretta, visto che l'inglese non lo comprendo. E mi domando: ma le parole della moglie di kubrik cosa dicono? la verità?

.. e levami una curiosità Mazzucco, che non ho purtroppo compreso. Ma gli obiettivi usati per le riprese di Barry Lindon erano veramente realizzati dalla Nasa o è una bufala anche quella.. Da fotografo e cinefilo che sono, la cosa mi interessa in maniera molto appassionata

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Homero
Inviato: 1/8/2009 18:17  Aggiornato: 1/8/2009 18:17
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/4/2007
Da:
Inviati: 466
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
da http://www.archiviokubrick.it/risorse/documentari/altri.html:

Un mockumentary, cioè un finto documentario, sull'allunaggio del 1969: interviste a scienziati, politici e alla famiglia Kubrick raccontano di come la NASA avrebbe chiesto a Stanley Kubrick di filmare una finta missione spaziale per dimostrare di essere in grado di mandare i propri astronauti sulla Luna. Alcuni personaggi come Buzz Aldrin e il presidente Nixon sono involontari testimoni dello scherzo, mentre altri, come Christiane Kubrick e vari "esperti" di storia e politica si sono prestati apertamente al gioco, svelato dopo i titoli di coda. Esilaranti i nomi scelti per i testimoni: ascoltiamo Jack Torrance parlare di strategie aerospaziali, David Bowman e Dmitri Muffley di politica estera tra le superpotenze, tutti nomi ben noti agli amanti del cinema di Kubrick.

la cosa in effetti puzza un po'...per quanto riguarda il ruolo di Kubrick in questa vicenda sono sempre rimasto convinto che si tratti di una leggenda metropolitana, ma il resto del "mockumentary" non mi pare così improbabile


SpikeZ
Inviato: 1/8/2009 18:24  Aggiornato: 1/8/2009 18:24
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/9/2007
Da: Karalis
Inviati: 341
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
"Resta infine da notare come questo capolavoro di disinformazione sia arrivato proprio nel periodo in cui la NASA cerca in tutti i modi di rilanciare i “viaggi lunari”, e si prepara a chiedere fondi ingenti per finanziare un nuovo ciclo di “imprese spaziali”, nelle quali l’ultimo obiettivo, naturalmente, sarà quello di portare uomini sulla Luna."

Occhio Massimo, questo finto documentario è vecchissimo. L'avevo visto nel 2001 o 2002 (non ricordo in effetti) e nella versione che avevo visto io, alla fine del filmato, ci sono i bloopers. Da li si capisce che tutti leggevano un copione. Non è un caso che The dark side of the Moon è catalogato come Mockumentary.

Redazione
Inviato: 1/8/2009 19:11  Aggiornato: 1/8/2009 19:11
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
SPIKEZ: "Occhio Massimo, questo finto documentario è vecchissimo. L'avevo visto nel 2001 o 2002 ..."

infatti, è del 2001, come dice la prima dì frase dell'articolo .

E' da allora che hanno cominciato a girare le prime voci di un "ritorno sulla luna".

illupodeicieli
Inviato: 1/8/2009 19:37  Aggiornato: 1/8/2009 19:37
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/1/2005
Da:
Inviati: 323
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Dove gireranno il prossimo film sul ritorno dell'uomo sulla Luna?

Redazione
Inviato: 1/8/2009 19:51  Aggiornato: 1/8/2009 19:59
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
CALVERO: Citazione:
Le parole della moglie di kubrik cosa dicono? la verità?
La moglie racconta, come dice l’articolo, che Kubrick decise di fare lui le riprese dopo aver visto la sciatteria di quelle fatte dalla CIA. Che quella sia la verità lo dubito.

nel frattempo, curiosasmente, ha fato passare la faccenda che il marito abbia girato i filmati lunari.

Voglio dire: se suo marito non ha mai avuto niente a che vedere con i filmati lunari, perchè mai scomodarsi ad ammetterlo, "anche se solo per gioco"?

Te la vedi la moglie di Andreotti che dichiara "mio marito aveva rapporti con la mafia", all'interno di un mockumentary sulla mafia? Come cazzo ti è venuta in mente una cosa del genere, se lui di rapporti con la mafia davvero non ne ha mai avuti?

***

Citazione:
Ma gli obiettivi usati per le riprese di Barry Lindon erano veramente realizzati dalla Nasa o è una bufala anche quella.
Se Kubrick avesse dovuto aspettare gli obiettivi della NASA, Barry Lyndon sarebbe ancora tutto da girare.

Kubrick era a) un geniale innovatore, b) un grandissimo conoscitore della tecnica, e c) uno scassaminchie cosmico. Queste tre caratteristiche gli permisero di far sviluppare - per se stesso, cioè per Barry Lyndon – una cinepresa modificata, che potesse alloggiare degli obiettivi fotografici super-luminosi (f/ 0.7, mi sembra) che si era procurato non so dove, con cui filmare a luce di candela.

La storia dell’ “obiettivo della NASA” nasce probabilmente dalla necessità di spiegare in qualche modo i continui rapporti fra un regista come lui e l’agenzia spaziale, nati ancora prima del “Dottor Stranamore”.

Pochi si sono chiesti come mai Kubrick abbia potuto filmare gli interni del bombardiere di “Stranamore” in un VERO bombardiere militare.

La chiave del segreto di Kubrick sta tutta lì. Chi la scopre scopre anche chi fece i filmati lunari, e perchè li abbia fatti.

Calvero
Inviato: 1/8/2009 19:59  Aggiornato: 1/8/2009 19:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Mazzucco:
La moglie racconta, come dice l’articolo, che Kubrick decise di fare lui le riprese dopo aver visto la sciatteria di quelle fatte dalla CIA. Che quella sia la verità lo dubito.

..ok.. ma appunto, mi domando, è mica cosa da poco il fatto che la moglie menta. Perché mai dovrebbe farlo..?.. ritenendo poi che Kubrik non si sarebbe certo sposato una stupida.. è tutto molto strano, sia in una eventualità che la moglie dica il vero, sia che dica il falso. Assurdo. Surreale..


f/0.7 !!!!! ..

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Redazione
Inviato: 1/8/2009 20:00  Aggiornato: 1/8/2009 20:07
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
CALVERO: Ho "sviluppato" la mia risposta mentre tu scrivevi (rileggila please), perchè nel frattempo mi ero posto la stessa domanda.

F/ 0.7: Ma non basta! Mi sembra che abbia anche voluto che gli trasformassero l'obiettivo in un grandangolo, perchè quello era un normale. Te l'ho detto, scassaminchie cosmico è un eufemismo.

Il tutto per girare quella cagata di film che se non fosse per la "scena delle candele" non lo ricorderebbe nessuno. (Che poi ha dovuto usarne talmente tante, per vederci qualcosa, che alla fine il famoso "realismo" che voleva ottenere è andato a farsi fottere. Quella scena sembra Fuorigrotta la sera di capodanno, altro che un "ombroso castello inglese").

EL_GUERCIO
Inviato: 1/8/2009 20:11  Aggiornato: 1/8/2009 20:11
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/11/2006
Da:
Inviati: 177
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
un finto documentario che mostra il vero in chiave ironica, per annullarlo nel momento stesso in cui lo mostra?

"Non si dicono mai tante bugie quante se ne dicono prima delle elezioni, durante una guerra e dopo la caccia". Otto von Bismarck
EL_GUERCIO
Inviato: 1/8/2009 20:14  Aggiornato: 1/8/2009 20:14
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/11/2006
Da:
Inviati: 177
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
non è un po lo stesso meccanismo usato per gli ufo, per screditare certe verità (qualunque cosa siano gli "ufo")?
si mostra il tutto in un calderone di indizi, prove scientifiche, testimonianze attendibili e non, sensazionalismo ecc e il risultato è che alla fine lo spettatore ha si qualche dubbio, ma pensa ormai che l'argomento sia una boutade

"Non si dicono mai tante bugie quante se ne dicono prima delle elezioni, durante una guerra e dopo la caccia". Otto von Bismarck
Homero
Inviato: 1/8/2009 20:16  Aggiornato: 1/8/2009 20:16
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/4/2007
Da:
Inviati: 466
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
dai Massimo, Barry Lyndon non è poi tanto male come film

anche se Kubrick ha fatto decisamente di meglio

blu23
Inviato: 1/8/2009 20:22  Aggiornato: 1/8/2009 20:22
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/2/2009
Da:
Inviati: 585
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Qualche giorno fa ho visto il video "Secret space 2- L'invasione aliena"... Tra le mille e più informazioni e prove documentali che vengono riportate, vi è una vera e propria sezione del video che parla del rapporto tra la civiltà umana e la Luna. Il video parte dall'assunto che sulla Luna gli americani ci sono effettivamente stati da li poi seguono altre considerazioni sui rapporti con gli alieni che hanno sul satellite vere e proprie basi...
Ora, come mettere in relazione queste teorie?

Ribellatevi al mondo corrotto di Babilonia, emancipate la vostra razza, riconquistate la vostra terra. (Bob Marley)
Redazione
Inviato: 1/8/2009 20:26  Aggiornato: 1/8/2009 20:36
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
EL GUERCIO: Citazione:
Un finto documentario che mostra il vero in chiave ironica, per annullarlo nel momento stesso in cui lo mostra? non è un po lo stesso meccanismo usato per gli ufo, per screditare certe verità (qualunque cosa siano gli "ufo")? si mostra il tutto in un calderone di indizi, prove scientifiche, testimonianze attendibili e non, sensazionalismo, ma pensa ormai che l'argomento sia una boutade.
Secondo me qui c’è un livello in più. Quello che descrivi tu è la normale disinformazione, dove si inseriscono false “verità scomode” in mezzo a quelle scomode davvero, per poi dimostrare che quelle false sono false, e "quindi" anche quelle vere sono solo delle bufale.

Vedi ad esempio la storia che “nessun ebreo andò a lavorare alle torri gemelle l’11 di settembre”. Quella fregnaccia – facilmente smentibile - è stata chiaramente alimentata da chi vuole coprire le vere responsabilità dell’11 settembre. Ti dimostra in 2 minuti che è falsa, a poi ti dice “lo vedi che i complottisti raccontano solo palle?”

Attivissimo in questo è un maestro.

Karel invece aggiunge un livello in più, “dichiarando” già in partenza che lui mente. Ma non lo dice apertamente, che sta mentendo, lo dice solo “a chi se ne intende”. In questo modo si para li culo da eventuali contrattacchi degli esperti, mentre la massa si beve per intero tutto quello che vuole lui.

EL_GUERCIO
Inviato: 1/8/2009 20:27  Aggiornato: 1/8/2009 20:27
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/11/2006
Da:
Inviati: 177
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
@blu23

boh? per me certe cose agiscono come il fumo negli occhi

"Non si dicono mai tante bugie quante se ne dicono prima delle elezioni, durante una guerra e dopo la caccia". Otto von Bismarck
EL_GUERCIO
Inviato: 1/8/2009 20:31  Aggiornato: 1/8/2009 20:31
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/11/2006
Da:
Inviati: 177
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
@ massimo

ok ho capito cosa intendi, è come quando uno fa una battuta pesante e se passa è tutto ok, se invece non passa e qualcuno si offende puo sempre dire che stava scherzando

(non so in california, ma qui con sto caldo è un casino articolare i pensieri )

"Non si dicono mai tante bugie quante se ne dicono prima delle elezioni, durante una guerra e dopo la caccia". Otto von Bismarck
Redazione
Inviato: 1/8/2009 20:34  Aggiornato: 1/8/2009 20:37
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
HOMERO: “dai Massimo, Barry Lyndon non è poi tanto male come film”

Sappiamo tutti che nel cinema la mia opinione vale come la tua, e tutt’e due valgono meno di zero.

Io trovo Barry Lyndon un film assolutamente inutile, che gronda di autocompiacimento da ogni poro. Proprio perchè – come dici tu - Kubrick ha fatto decisamente di meglio,.

Certo, se lo avesse fatto mio cugino mi sarei agitato un attimino di più.


***

ELGUERCIO: "(non so in california, ma qui con sto caldo è un casino articolare i pensieri "

Qui è ancora mattino, fra un pò arriva il caldo anche qui. (Per quello gli articoli li scrivo di sera )

EDIT: Scusa, prima avevo sbagliato la citazione (è il caldo che arriva, evidentemente).

Redazione
Inviato: 1/8/2009 20:38  Aggiornato: 1/8/2009 20:38
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
BLU 23: Secret Space

Un attimo che scrivo...

EL_GUERCIO
Inviato: 1/8/2009 20:39  Aggiornato: 1/8/2009 20:39
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/11/2006
Da:
Inviati: 177
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
comunque in quanto a inutilità eyes wide shut non scherza. ma kubrik è kubrik, e gli si perdona tutto, anche il moon hoax

secondo me, in ogni caso, la domanda vera sulle missioni lunari è (dato per plausibile l'inganno dei filmati): se non siamo andati sulla luna, almeno allora, tutti sti cazzi di milioni di dollari investiti per il programma spaziale dove sono finiti? forse in progetti più fattibili, tipo haarp?

"Non si dicono mai tante bugie quante se ne dicono prima delle elezioni, durante una guerra e dopo la caccia". Otto von Bismarck
Redazione
Inviato: 1/8/2009 21:33  Aggiornato: 1/8/2009 21:33
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
EL GUERCIO: "se non siamo andati sulla luna, almeno allora, tutti sti cazzi di milioni di dollari investiti per il programma spaziale dove sono finiti?"

Bingo! Vedo che nonostante il caldo i meccanismi ESSENZIALI del cervello continuano a funzionare.

In questo modo si risponde anche alla domanda di BLU 23. Purtroppo Secret Space è fatto malissimo, al punto di risultare spesso irritante, ma è il primo tentativo "onesto" di mettere in correlazione i due problemi (moonhoax e Ufo).

C'è una realtà trasversale, lì in mezzo, che solo ora si sta iniziando a definire.

Per chi fosse interessato, consiglio di andare a fare un giretto su projectcamelot (e di restarci almeno per un paio di settimane )

Blade1960
Inviato: 1/8/2009 22:37  Aggiornato: 1/8/2009 22:37
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/11/2006
Da:
Inviati: 264
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Ciao a tutti
Mi chiedo PERCHE' l'allora CCCP non sputtano' la nasa.

peonia
Inviato: 2/8/2009 0:02  Aggiornato: 2/8/2009 0:02
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Caro Max hai sbagliato mestiere! Non dovevi fare nè il fotografo, nè il regista, nè il giornalista...dovevi fare l'investigatore!!!! miiiiiiiiiiiiii li fregavi tutti!
Molto interessante la tua analisi.

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Trystero
Inviato: 2/8/2009 0:13  Aggiornato: 2/8/2009 1:12
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/5/2006
Da:
Inviati: 359
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Avevo scritto un messaggio lunghissimo per commentare quel film geniale che è "Dark Side Of The Moon", in italiano "Operazione Luna", una coproduzione franco-tedesca del canale televisivo ARTE.
Un film che, a parte i primi dieci minuti in cui mi ero seriamente indignato pensando "No! Un'altra bufala lunare", mi ha poi divertito enormemente, soprattutto per le fitte citazioni cinefile inserite ovunque. Il momento in cui ho capito che si trattava di una burla e non dell'ennesimo filmato complottista è quello in cui viene intervistato "Jack Torrance" che racconta di quando arrivarono a Cape Canaveral 700 tecnici, scenografi e costumisti di Hollywood e iniziarono a pretendere di modificare tutto per renderlo "bigger, better and more beautiful"

Poi, mentre scrivevo delle tante citazioni hitcockiane (Ambrose Chapel, Eva Kendall, George Kaplan... accompagnate dalle musiche di Bernard Herrmann) improvvisamente il computer si è spento e ho perso il testo. Alta Tensione? Il Grande Caldo? Sabotaggio? non lo so.

A questo punto non ho voglia di riscrivere tutto. Mi limito ad osservare due cose:

1) Kubrick impiegò due anni a girare 2001 Odissea nello Spazio, dal dicembre 1965 all'inizio del 1968. Dopo l'uscita del film, tra il 1968 e il 1969 fu impegnato con sceneggiatori, scenografi e costumisti alla preparazione di un film su Napoleone che doveva essere interpretato da Jack Nicholson. Kubrick dall'inizio degli anni '60 non risiedeva più negli USA ma in Inghilterra (e proprio in Inghilterra fu girato 2001, non in America), ed è proverbiale la sua fobia per i viaggi, soprattutto in aereo. Dal 1962 Kubrick ha lavorato solo in Inghilterra, realizzando i suoi film negli studi Pinewood, Shepperton e Elstree. In tutti i libri sul regista ci sono testimonianze delle persone che furono coinvolte nel progetto "Napoleone", poi non realizzato, nonostante fossero già stati commissionati e disegnati i costumi e decise le locations per le riprese, a causa del mezzo fallimento della casa di produzione che doveva finanziarlo, la United Artists che si ritirò dal progetto (Vincent Lo Brutto, Stanley Kubrick l'uomo dietro la leggenda, pag 344-353).

Citazione:
Redazione ha scritto:
Pochi si sono chiesti come mai Kubrick abbia potuto filmare gli interni del bombardiere di “Stranamore” in un VERO bombardiere militare.

2) Se lo sono chiesto in pochi perché il bombardiere del Dottor Stranamore non è vero ma ricostruito in studio. Non avendo avuto il permesso di girare certe scene all'interno di un vero B52 Kubrick e lo scenografo Ken Adam si rivolsero a una ditta specializzata in recupero di residuati bellici. Trovarono poi diverse illustrazioni dell'interno di un B52 in "Janes" (http://www.janes-defence-weekly.com/), una rivista tecnica aeronautica e in base a quelle ricrearono un modello di interno abbastanza credibile. Mancavano certi particolari come ad esempio il CRM, un dispositivo di sicurezza, sull'aspetto del quale non erano sicuri di essere riusciti ad ottenere una buona riproduzone. Allora Ken Adam racconta che "durante le riprese invitammo alcuni membri della forza aerea a visitare il set, i quali impallidirono quando videro il CRM, così capimmo che doveva essere piuttoso simile." Ma anche quello era stato ricavato dalle informazioni trovate sulle riviste di settore. (Vincent Lo Brutto, Stanley Kubrick l'uomo dietro la leggenda, pag 261).

Dr-Jackal
Inviato: 2/8/2009 1:06  Aggiornato: 2/8/2009 1:06
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/3/2006
Da:
Inviati: 1028
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Citazione:
Mi chiedo PERCHE' l'allora CCCP non sputtano' la nasa.

Come è già stato detto una miriade di volte, l'allora CCCP non ha sputtanato la NASA per 2 ragioni:
1- Nessuno gli avrebbe creduto, avrebbero pensato che si trattasse dei latrati del cane sconfitto.
2- Perchè mettersi contro la NASA e fare la figura di chi mente perchè non sa perdere, quando invece si possono stipulare accordi col vincitore per beneficiare delle sue "vittorie", vere o presunte (e quindi creare un programma spaziale condiviso russo-americano)?

Redazione
Inviato: 2/8/2009 1:23  Aggiornato: 2/8/2009 1:27
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
TRYSTERO: Per quel che riguarda l'uso del bombardiere, a me risulta diversamente, tanto che ricordo di aver collocato quell'informazione nella casella "Aha! Visto che Kubrick se la faceva con il Pentagono?!". Comunque posso anche essermi sbagliato, andrò a riguardare.

Vorrei invece capire a che scopo tu hai "osservato" che dopo "Odissea" Kubrick fu impegnato a preparare "Napoleone". Stai forse suggerendo che non avrebbe avuto il tempo di fare i filmati lunari?

Trystero
Inviato: 2/8/2009 1:37  Aggiornato: 2/8/2009 1:38
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/5/2006
Da:
Inviati: 359
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Citazione:
Calòvero ha scritto:
..ok.. ma appunto, mi domando, è mica cosa da poco il fatto che la moglie menta. Perché mai dovrebbe farlo..?.. ritenendo poi che Kubrik non si sarebbe certo sposato una stupida.. è tutto molto strano, sia in una eventualità che la moglie dica il vero, sia che dica il falso. Assurdo. Surreale..

Ma l'hai visto il film?
E' un lento progredire di bufale, da un inizio abbastanza credibile che descrive il contesto politico della competizione USA-URSS, fino all'entrata in scena di personaggi assurdi che hanno i nomi presi dai film di Kubrick. In altre scene invece vengono citati come sicari o ex agenti della CIA personaggi di Hitchcock.
I "complici", quelli che consapevolmente hanno recitato una parte, sono alcuni familiari di Kubrick, come il cognato Jan Harlan (produttore cinematografico) e la moglie, che nella scena di apertura sembra sogghignare pensando allo scherzo.
Alla fine, se lo spettatore non guarda tutti i titoli di coda dove gli attori rivelano che stavano recitando, e se non conosce bene Kubrick, potrebbe anche credere a quello che è stato raccontato (in diversi siti web e forum complottisti all'inizio il film è stato creduto).

E' questo il pregio e la genialità del regista.
Ha mostrato come scene prese da contesti differenti (ad esempio le interviste ai militari e ai politici che stanno parlando di tutt'altro) se montate assieme e accompagnate da una voce fuori campo che "aggiusta" le cose e le collega, possono assumere significati diversissimi.
E' la tecnica usata anche da Bart Sibrel per il suo falso filmato sulle false missioni Apollo.
Ha preso scene che si trovano nei normali DVD sull'Apollo 11, le ha rimontate in modo da dare l'idea di un complotto e di una falsificazione in studio e le ha commentate dicendo che si trattava di materiale "top secret".

Quello che "Dark side of the moon" denuncia (divertendo moltissimo) è proprio la possibilità di manipolare materiali di cronaca estrapolati dal loro contesto e montandoli in maniera arbitraria per creare false ipotesi di complotto.

Trystero
Inviato: 2/8/2009 1:50  Aggiornato: 2/8/2009 1:56
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/5/2006
Da:
Inviati: 359
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Citazione:
Redazione ha scritto:
Vorrei invece capire a che scopo tu hai "osservato" che dopo "Odissea" Kubrick fu impegnato a preparare "Napoleone". Stai forse suggerendo che non avrebbe avuto il tempo di fare i filmati lunari?


La vita e l'opera di Stanley Kubrick si trovano descritte nei minimi particolari in decine di libri e libroni, con dettagliate testimonianze scritte e fotografiche su chi lavorò con lui, quando e dove. Io sarò fanatico ma ho moltissimo materiale su Kubrick, e i suoi film me li godo e rigodo ogni volta che posso (e ritengo "Eyes Wide Shut" un capolavoro)
Chi fa ipotesi sul coinvolgimento di Kubrick nelle presunte falsificazioni lunari invece si limita solo a dire "potrebbe essere stato lui". Non va mai oltre, non fornisce dettagli, prove, indizi, insomma NON CONOSCE KUBRICK.

Così come non produce mai prove e spiegazioni su come e dove potrebbero essere stati realizzati lunghissimi filmati che durano ore, senza tagli, senza montaggio, con riprese a 360° in paesaggi vastissimi, disponibili da anni per chi volesse davvero informarsi seriamente (e non su certi straccetti che circolano su YouTube).

Trystero
Inviato: 2/8/2009 3:33  Aggiornato: 2/8/2009 3:33
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/5/2006
Da:
Inviati: 359
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Citazione:
Redazione ha scritto:
Purtroppo Secret Space è fatto malissimo, al punto di risultare spesso irritante, ma è il primo tentativo "onesto" di mettere in correlazione i due problemi (moonhoax e Ufo).
C'è una realtà trasversale, lì in mezzo, che solo ora si sta iniziando a definire.


Vuoi dire che chi sostiene "Non siamo mai andati sulla luna, è stato tutto girato sulla Terra. La NASA nasconde le prove" si sta mettendo d'accordo con chi invece sostiene "Siamo sicuramente andati sulla Luna e ci abbiamo trovato gli UFO. La Nasa nasconde le prove" ?

Non vedo l'ora di sapere che razza di complotto barocco riusciranno a inventare per far coincidere le due posizioni.
Intanto preparo cocacola e popcorn

Redazione
Inviato: 2/8/2009 3:49  Aggiornato: 2/8/2009 4:04
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
TRYSTERO: Noto quindi che la faccenda di Napoleone non ha la minima attinenza con il discorso sui presunti falsi lunari di Kubrick. Il solito polverone inutile, come sospettavo.

Citazione:
Quello che "Dark side of the moon" denuncia (divertendo moltissimo) è proprio la possibilità di manipolare materiali di cronaca estrapolati dal loro contesto e montandoli in maniera arbitraria per creare false ipotesi di complotto.
Peccato che lo “denunci” solo per chi lo capisce. Chi non se ne intende rischia di credere ad ogni singolo fotogramma di quel film.

Io questo non lo chiamo “divertimento”, ma disinformazione del genere più laido e ributtante.

Citazione:
La vita e l'opera di Stanley Kubrick si trovano descritte nei minimi particolari in decine di libri e libroni, con dettagliate testimonianze scritte e fotografiche su chi lavorò con lui, quando e dove. […] Chi fa ipotesi sul coinvolgimento di Kubrick nelle presunte falsificazioni lunari invece si limita solo a dire "potrebbe essere stato lui". Non va mai oltre, non fornisce dettagli, prove, indizi, insomma NON CONOSCE KUBRICK.
Quindi chi legge i libroni, come tu hai fatto, “conosce Kubrick”. Andiamo bene.

Chi invece fa le ipotesi “non lo conosce”.

Dal che si deduce che che le “presunte falsificazioni” dovrebbero stare scritte nei famosi libroni, altrimenti vuole dire che non le ha fatte lui.

Mi piacciono i ragionamenti ineccepibili come il tuo.

Citazione:
Così come non produce mai prove e spiegazioni su come e dove potrebbero essere stati realizzati lunghissimi filmati che durano ore, senza tagli, senza montaggio, con riprese a 360° in paesaggi vastissimi, disponibili da anni per chi volesse davvero informarsi seriamente (e non su certi straccetti che circolano su YouTube).
Come al solito, il fatto che tu non sappia come realizzare “una ripresa 360° in paesaggi vastissimi” in uno studio significa che bisogna dimostrartelo con i fatti alla mano, altrimenti la cosa ”non è possibile”.

Era accaduta la stessa cosa per i cavi d’acciaio “oh-mio-Dio-così-ingrovigliati” che tenevano su gli astronauti, poi ti abbiamo mostrato come si fa e di colpo non ne hai più parlato, per cui mi risparmio questa seconda, inutile fatica.

In compenso, io di filmati “che durano ore, senza tagli”, non ne conosco mezzo al mondo, nè fra quelli lunari nè di qualunque altro tipo. Se tu “che ti informi davvero seriamente” volessi indicarmene uno soltanto, te ne sarei profondamente grato.

Altrimenti mi toccherà concludere che hai sparato l’ennesima cazzata gratuita. (E per fortuna che sei informato.)

***

Riguardo al mio ultimo post, non ti preoccupare. La risposta non era diretta a te, e non è necessario che tu la capisca fino in fondo.

Cerca invece di renderti almeno responsabile per le cose che affermi tu.

Kingu
Inviato: 2/8/2009 5:59  Aggiornato: 2/8/2009 5:59
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/11/2008
Da: Treblinka
Inviati: 302
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
lo vidi un paio d'anni fa e quando vidi Kissinger capii tutto

Calvero
Inviato: 2/8/2009 11:13  Aggiornato: 2/8/2009 11:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
PER TRYSTERO:

io non dico che tu debba saper rispondere alla mia domanda, ma se non hai la risposta.. non improvvisarne una a metà..

Innanzitutto non chiedermi se ho visto il film, quando ho già specificato che non comprendo assolutamente l'inglese, quindi non posso sommare con coerenza le deduzioni tra comportamento dei personaggi e i loro dialoghi.

Seconda cosa, ho chiesto quali mai potrebbero essere state le intenzioni (nell'eventualità) della moglie di Kubrik a seminare disinformazione (perché di questo si parla, l'ipotesi giocosa a mio vedere non stà in piedi) e mettere in campo il nome del defunto marito in queste vicende ambigue. Quindi se ha mentito non lo ha fatto per giocare, se ha mentito in parte doveva avere comunque uno scopo, se ha detto la verità sapeva quali conseguenze poteva muovere..

..alla mia domanda, e cioè: perché mai dovrebbe farlo? - non hai risposto minimamente.. e ripeto, nessuno dice che devi rispondermi, ma o mi dici che è una domanda idiota, o che non ti interessa, o - che so io.. - me ne fai un'altra per ragionare insieme.

Ma non appoggiarti a una questione per incasinare le cose..

Per il discorso Kubrik, sono ferrato anch'io.. e nonostante i libri dicano molto della vita di quest'uomo più unico che raro nonché geniale.. Molto altro non possono dirci della sua intimità e quanto effettivamente ha fatto nella sua vita. Della serie: il tuo discorso è sensato sicuramente, ma non può dare per scontato che Kubrik non sia coinvolto.. anzi..

The dark side of Trystero

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Alberto
Inviato: 2/8/2009 12:56  Aggiornato: 2/8/2009 12:56
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/4/2007
Da:
Inviati: 113
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Lo vidi di sfuggita, più che altro a scene...con un paio di amici, ed effettivamente ci cascai/ammo (quasi) in pieno.. poi rivedendolo capimmo che era altro...
effettivamente ha un che di "diabolico"

Pyter
Inviato: 2/8/2009 14:06  Aggiornato: 2/8/2009 14:08
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Checchè se ne dica, "The dark side of the moon" rimane un capolavoro nel suo genere.
Il pezzo che è piaciuto di più è "Money".
Ma anche "the great gig in the sky" non è male.
A seguire poi metterei "Brain damage".

certo, dipende dai gusti e dalle aspettative che uno ha...

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
Trystero
Inviato: 2/8/2009 14:56  Aggiornato: 2/8/2009 16:14
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/5/2006
Da:
Inviati: 359
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Citazione:
Redazione ha scritto:
In compenso, io di filmati “che durano ore, senza tagli”, non ne conosco mezzo al mondo, nè fra quelli lunari nè di qualunque altro tipo. Se tu “che ti informi davvero seriamente” volessi indicarmene uno soltanto, te ne sarei profondamente grato.


Nel cofanetto di 6 DVD dell'Apollo 16 ci sono moltissime scene girate con la telecamera del Rover senza stacchi. La maggior parte dura 30-40 minuti, ma le più lunghe sono:
EVA 1 - Alsep (2:00:00)
EVA 3 - Station 11 (1:20:44)

La prima ha un difetto, c'è infatti un graffio nel DVD (ho comprato il cofanetto usato in Amazon) e si blocca con un errore (damaged sector) circa a metà, poi riprende più avanti, ma ripparlo in un file unico sembra impossibile. Al momento ho ottenuto due file di circa 400 e 100 mega (non credo sia un sistema anticopia, è proprio difettoso perché si blocca anche sul lettore della TV)

Intanto ho rippato la "EVA 3 - Station 11" riducendone la qualità, ma lo stesso pesa 700 mega. Sto cercando di ridurla ancora in modo da poterla inserire in Rapidshare, ma fino ad ora non sono riuscito a scendere al di sotto di 300mb.

Al cinema spero tu abbia visto "Arca Russa" di Alexander Sokurov, un affascinante viaggio nel tempo all'interno dell'Hermitage di San Pietroburgo. E' un unico piano sequenza di un'ora e 40 minuti girato con la cinepresa digitale

http://www.movieconnection.it/schede/arca_russa.htm
http://www.cineforum.bz.it/pellicola/archivio/film/schede/arca_russa/index.htm

"Alexander Sokurov (indicato dall’ Accademia del cinema europeo come uno dei migliori registi del momento) riesce in un’impresa che fa rabbrividire: un unico piano sequenza di 90 minuti (il primo “vero” piano sequenza totale della storia del cinema) all’interno dell’onirico labirinto architettonico dell’Hermitage di San Pietroburgo, uno dei musei più celebri e splendidi del pianeta, antico epicentro dei leggendari zar di Russia. Un’impresa che annovera l’equivalente di 33 set illuminati contemporaneamente per permettere alla steadycam guidata dal bravissimo Tilman Büttner (già applaudito per le acrobazie di Lola Corre di Tom Tykwer) di muoversi in piena libertà lungo i 1300 metri del percorso che lo spettatore attraversa. 867 attori, centinaia di comparse, tre orchestre e 22 assistenti alla regia. Un film ambizioso sul quale è d’obbligo rimanere in disparte con timore reverenziale, tale è lo spessore e il valore espressivo, tecnico e umano.
Girato in digitale grazie ad un sistema sperimentale tedesco di registrazione su hard disk che permette un’autonomia di ripresa di 100 minuti"


E' ovvio che cose del genere sono possibili con la telecamera TV del Rover o con la cinepresa digitale usata da Sokurov. In pellicola sarebbe stato impossibile.

Se poi vogliamo trovare filmati di ore e ore e ore senza tagli basta pensare alle webcam. La telecamera TV del Rover non era altro che una specie di webcam che si muoveva seguendo gli astronauti dal primo all'ultimo minuto di ogni "tappa" delle diverse EVA. Veniva attivata all'inizio e spenta nel momento in cui il Rover ripartiva per la tappa successiva.

Citazione:
Redazione ha scritto
Era accaduta la stessa cosa per i cavi d’acciaio “oh-mio-Dio-così-ingrovigliati” che tenevano su gli astronauti, poi ti abbiamo mostrato come si fa e di colpo non ne hai più parlato, per cui mi risparmio questa seconda, inutile fatica.

Non hai mostrato NIENTE, se non il set del film IMAX. Non c'entra niente.
Quello è un set limitato, in cui le scene girate duravano pochi minuti. Niente a che vedere con le scene dei filmati Apollo che si trovano nei DVD integrali.

Trystero
Inviato: 2/8/2009 15:13  Aggiornato: 2/8/2009 15:13
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/5/2006
Da:
Inviati: 359
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Citazione:
Calvero ha scritto:
ho chiesto quali mai potrebbero essere state le intenzioni (nell'eventualità) della moglie di Kubrik a seminare disinformazione (perché di questo si parla, l'ipotesi giocosa a mio vedere non stà in piedi) e mettere in campo il nome del defunto marito in queste vicende ambigue. Quindi se ha mentito non lo ha fatto per giocare, se ha mentito in parte doveva avere comunque uno scopo, se ha detto la verità sapeva quali conseguenze poteva muovere..
..alla mia domanda, e cioè: perché mai dovrebbe farlo? - non hai risposto minimamente.. e ripeto, nessuno dice che devi rispondermi, ma o mi dici che è una domanda idiota, o che non ti interessa, o - che so io.. - me ne fai un'altra per ragionare insieme.


La mia risposta è questa: l'ipotesi che Stanley Kubrick abbia filmato i finti allunaggi è talmente immotivata, ridicola, assurda, demenziale, paranoica... che giustamente la moglie e il cognato hanno voluto ridicolizzarla ulteriormente partecipando (divertendosi) a quel film che ridicolizza il complottismo lunare.

Tempo prima anche Arthur C. Clarke aveva scherzato su questo tema. Lo scrittore, dopo aver letto in un tabloid americano che le missioni spaziali sarebbero state una messa in scena realizzata da Kubrick sulla base dei suoi lavori, ha scritto ai dirigenti della NASA: "Dear Sir, on checking my records, I see that I have never received payment for this work. Could you please look into this matter with some urgency? Otherwise you will be hearing from my solicitors, Messrs Geldsnatch, Geldsnatch and Blubberclutch."
http://www.bbc.co.uk/worldservice/people/highlights/010104_arthur.shtml

andmaz
Inviato: 2/8/2009 16:19  Aggiornato: 2/8/2009 16:19
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/8/2006
Da:
Inviati: 42
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Scusate l 'OT volevo semplicemente chiedere se le spedizioni del DVD sul cancro sono già attive.
avendo comperato il dvd 3 settimane fa...
grazie.

Calvero
Inviato: 2/8/2009 17:38  Aggiornato: 2/8/2009 17:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
TRYSTERO ha detto:
La mia risposta è questa: l'ipotesi che Stanley Kubrick abbia filmato i finti allunaggi è talmente immotivata, ridicola, assurda, demenziale, paranoica... che giustamente la moglie e il cognato hanno voluto ridicolizzarla ulteriormente partecipando (divertendosi) a quel film che ridicolizza il complottismo lunare.

Ok ..ora ci siamo e comprendo cosa vuoi dirmi. Ma trovo che l'impegno profuso per un documentario del genere, sia un po' sopra le righe.. a me pare che la riservatezza della famiglia Kubrik sia proverbiale, e mi par strano che la moglie si muova in un "gioco" le cui conseguenze, lo sapevano benissimo, sarebbero state comunque serie nel scatenare determinate opninioni, piuttosto che altre..

..questo è il mio parere..

Per quello che ha detto Arthur C. Clarke, esprimo riserva (tra 2 anni circa) di aver imparato l'inglese..

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
totalrec
Inviato: 2/8/2009 17:51  Aggiornato: 2/8/2009 17:51
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
A proposito dell'Apollo 16, degli "immensi spazi" in cui si muove il Rover e dei "lunghissimi filmati:

io non ho il DVD della Spacecraft ma solo alcuni spezzoni filmati "in loco" sul Rover nelle varie stazioni. Però per sfizio sono andato a dare un'occhiata al sommario del DVD che si trova QUI.

Già dal sommario si nota una cosa curiosa, di cui chiedo conferma (possibilmente a qualcuno meno devoto di Trystero al culto delle missioni lunari): sembra che non esista nessun filmato dei trasferimenti col Rover da una stazione all'altra, né dal sito di allunaggio alla Stazione 1, né del ritorno dalla Stazione 13. In pratica tutti i filmati che abbiamo dei picnic col Rover sono stati girati all'arrivo nelle stazioni; dei trasferimenti da un luogo all'altro pare non ci sia alcun filmato, ma solo fotografie e audio.

Idem con patate per l'Apollo 17.

E' così?
Se è così la cosa non è leggermente sospetta?

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
Trystero
Inviato: 2/8/2009 18:42  Aggiornato: 2/8/2009 18:42
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/5/2006
Da:
Inviati: 359
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Citazione:
Totalrec ha scritto:
sembra che non esista nessun filmato dei trasferimenti col Rover da una stazione all'altra, né dal sito di allunaggio alla Stazione 1, né del ritorno dalla Stazione 13. In pratica tutti i filmati che abbiamo dei picnic col Rover sono stati girati all'arrivo nelle stazioni; dei trasferimenti da un luogo all'altro pare non ci sia alcun filmato, ma solo fotografie e audio.


Cosa intendi per "trasferimenti"? riprese fatte dal Rover in movimento?
Quelle ci sono. Ad esempio questi due spezzoni che ho estratto:
http://rapidshare.com/files/169916955/A16-Rover_Run2.avi
http://rapidshare.com/files/169916951/A16-Rover_Run1.avi

Ma ce ne sono anche nell'Apollo 15. Non ho i DVD dell'Apollo 17, che conto di ordinare dopo le ferie.



-------

"Io li odio i nazisti dell'Illinois" (Jake Blues)

totalrec
Inviato: 2/8/2009 19:15  Aggiornato: 2/8/2009 19:15
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Citazione:
Cosa intendi per "trasferimenti"? riprese fatte dal Rover in movimento?


No, quelle ce le ho già. Intendo dire che dal sommario del DVD sembra che non esista nessun filmato del tragitto tra una stazione e l'altra (o tra le stazioni e il landing site).
Il sommario del DVD riporta immagini filmate del Rover in movimento solo quando si trova già "in loco" nelle varie stazioni. Ma per i tragitti da un luogo all'altro c'è sempre la dicitura "audio only" (più foto).
Vero è che ogni turista è fatto a modo suo, ma io quando sono andato in Giappone riprendevo anche il panorama dal finestrino del treno.
Questi sono andati sulla luna e non gli è venuto in mente di riprendere qualche immagine filmata dei vari spostamenti da una zona all'altra?

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
Cassandra
Inviato: 2/8/2009 20:01  Aggiornato: 2/8/2009 20:01
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 10/5/2006
Da:
Inviati: 1551
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
(Domandina en passant: ma gli attivissimi si sono suddivisi gli argomenti a tavolino? Non è una battuta, certe volte proprio mi viene il sospetto... )

"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto,
per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)
Redazione
Inviato: 2/8/2009 20:05  Aggiornato: 2/8/2009 21:21
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
TRYSTERO: Citazione:
l'ipotesi che Stanley Kubrick abbia filmato i finti allunaggi è talmente immotivata, ridicola, assurda, demenziale, paranoica...
Come al solito, il fatto che tu sia all'oscuro di certe cose significa automaticamente che non esistano. Beata ignoranza.

Citazione:
Nel cofanetto di 6 DVD dell'Apollo 16 ci sono moltissime scene girate con la telecamera del Rover senza stacchi.
Ah ecco, parlavi di “videoriprese”, non di “filmati”. Ora ci siamo.

Visto che continui a ripetere che tu sei “informatissimo”, dovresti stare anche più attento ai termini che usi, invece di essere continuamente obbligato a fare marcia indietro.

Citazione:
Non hai mostrato NIENTE, se non il set del film IMAX. Non c'entra niente.
Tu avevi detto che che era impossibile usare i fili, perchè “oh mio Dio si sarebbero ingrovigliati”, e io ti ho mostrato che invece è possibile.

Se poi tu non capisci nemmeno perchè ti vengano spiegate le cose, non è colpa mia.

Non stupirti però se poi non perdo altro tempo per spiegartene altre.

matrix23
Inviato: 2/8/2009 21:38  Aggiornato: 2/8/2009 21:38
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/6/2008
Da:
Inviati: 39
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Ho letto tutti i vari botta e risposta, e pur concedendo a chiunque il diritto al dubbio e allo scetticismo, come non riconoscere dietro quel documentario ( e in tutta un'altra serie di "messaggi") che in questi giorni dell'anniversario dello "sbarco"vengono continuamente trasmessi, un abile e raffinata regia che porta avanti una politica di disnformazione e di debunking di altissimo livello- vista anche la portata dell'argomento-, capace di provocare dubbi, contraddizioni, divisioni persino all'interno degli stessi gruppi di "dissidenti" (delle versioni ufficiali)?
Penso che convenga concentrarsi di piu' sul perche' nasa, cia e gli altri enti governativi americani, nonche' la maggior parte degli organi di stampa ufficiali, si stiano dando tanto da fare per rafforzare in quest'ultimo periodo la veridicita' di un fatto che e' comunque assodato e scontato nell'immaginario comune e al quale non credono che una manciata di "stolti" (tra i quali il sottoscritto), anziche' infischiarsene e lasciarci "starnazzare" sulle nostre "deliranti"- per loro- teorie?

Al2012
Inviato: 2/8/2009 22:42  Aggiornato: 2/8/2009 22:42
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2158
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
@ Andmaz

OT.
Anch’io ho condiviso la tua preoccupazione :

Le spedizioni del dvd sul cancro sono bloccate in attesa dei bollini siae … (è una questione di “pizzo”)

“Capire … significa trasformare quello che è"
Polidoro
Inviato: 3/8/2009 0:29  Aggiornato: 3/8/2009 0:29
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/4/2005
Da:
Inviati: 488
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Per quanto riguarda l'obiettivo usato in "Barry Lindon":

L'obiettivo Zeiss da 50mm e 36.5mm, f/0.7, usato per le scene a lume di candela di Barry Lyndon senza l'aggiunta di luce artificiale, era in origine un obiettivo per macchina fotografica sviluppato per il programma Apollo di sbarco sulla Luna della NASA e modificato dalla Cinema Products Corp.

Archivio Kubrick

"Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuovi orizzonti ma nell'avere nuovi occhi." Marcel Proust
Red_Knight
Inviato: 3/8/2009 0:46  Aggiornato: 3/8/2009 0:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Scusate, riguardo l'obiezione "perché l'URSS non sputtanò la NASA?" sento spesso rispondere che nessuno le avrebbe creduto e che stando zitta ha potuto ottenere la collaborazione per un programma spaziale congiunto. Ora, premettendo che non so ancora cosa pensare sull'allunaggio, riguardo questo vorrei far notare che:

1) Molta gente crede al complotto lunare, vera o falsa che sia la tesi, senza che l'URSS abbia parlato. E' contraddittorio affermare che nessuno avrebbe creduto ai sovietici quando proprio fra di noi così tanti ci credono. Inoltre i sovietici avrebbero potuto provare che sulla Luna l'Apollo non c'era andato, e in ogni caso sicuramente c'era molta gente che avrebbe creduto ciecamente ai sovietici anche se avessermo mentito proprio per invidia.

2) Se i sovietici avessero sputtanato la NASA avrebbero VINTO la corsa allo spazio. Con il programma condiviso hanno a malapena pareggiato dopo la sconfitta lunare. Chi mai, potendo vincere, perderebbe volontariamente per poter pareggiare successivamente? I sovietici erano avanzatissimi e non erano indietro rispetto ali americani, e se lo erano potevano sempre colmare il gap; avrebbero addirittura potuto inscenare anche un loro allunaggio, volendo (e lì sì che la NASA non avrebbe potuto sputtanare loro).

Con questo non voglio affermare nulla sulla bontà di entrambe le tesi sull'allunaggio, ma non riesco a vedere un vantaggio per l'Unione Sovietica nel suo nel suo silenzio se è stata veramente tutta una montatura.

trotzkij
Inviato: 3/8/2009 1:10  Aggiornato: 3/8/2009 1:10
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/9/2006
Da:
Inviati: 3704
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...

I complotti non esistono, ... tranne quando ci sono
edo
Inviato: 3/8/2009 9:16  Aggiornato: 3/8/2009 9:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 9/2/2006
Da: casa
Inviati: 4529
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
red_: Molta gente crede al complotto lunare

Non solo, a me capita sempre più spesso di verificare la sempre maggiore disponibilità e semplicità con cui le persone tendono a sviluppare il dubbio anche su altri eventi per i quali il battage pubblicitario mainstream (a senso unico) è stato massacrante.
Questo cambio d'atteggiamnto avviene con la stessa naturalità con cui (prima) la nostra coscienza accettava a "maggioranza bulgara" la versione ufficiale.

Tristero: sembra che gli unici problemi logici te li crei la testimonianza della vedova Kubric

Pyter
Inviato: 3/8/2009 10:32  Aggiornato: 3/8/2009 10:32
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
I russi e gli americani si passavano le informazioni e le coordinate perchè c'era il rischio che le due navette, Apollo 11 e Luna 15, si scontrassero nello spazio.

LUNA 15 e APOLLO 11 Spionaggio nello spazio

Russi e americani si scambiarono informazioni sui piani di volo, per evitare che Apollo 11 e Luna 15 potessero disturbarsi a vicenda o - nella peggiore delle ipotesi - potessero arrivare a collidere durante le operazioni intorno alla Luna.

La strada per la Luna era talmente stretta da eseere quasi una mulattiera.
Niente segnali stradali e nessuno aveva ancora letto la "Guida galattica per autostoppisti"!

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
dr_julius
Inviato: 3/8/2009 11:10  Aggiornato: 3/8/2009 11:10
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/8/2006
Da:
Inviati: 1637
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Citazione:
Per chi fosse interessato, consiglio di andare a fare un giretto su projectcamelot (e di restarci almeno per un paio di settimane )


Intendi il sito di seguaci di Icke (http://www.projectcamelot.org/) oppure intendi di andare a riesumare la interessante storia del Project Camelot, del Army Office of Research and Development USA che nel 1963 studiava come vincere la guerra fredda in Yemen, Congo Belga e Cile?!? (en.wikipedia)

Vada per tutti e due? (almeno tre settimane)

Per rifornire di elettricità un terzo dell’Italia, un’area equivalente a 15 centrali nucleari da un gigawatt, basterebbe un anello solare grande come il raccordo di Roma. (Carlo Rubbia)
redna
Inviato: 3/8/2009 11:43  Aggiornato: 3/8/2009 11:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Noonostante aleggiassero mistero e diffidenza intorno a Luna 15, la controversa missione last minute dell’URSS confermò la voglia di collaborazione tra i due blocchi al di fuori della propaganda e della necessità di affermare la superiorità da parte dei due campi



Per precauzione, la sonda sovietica fu comunque costantemente tenuta sotto controllo dalla NASA, come testimonia il rapporto sulle comunicazioni dalla Terra alla navicella spaziale in viaggio verso la Luna.


la precauzione della NASA appare tanto eccessiva che fa sembrar la sonda sovietica 'di proprietà' della NASA.
I sovietici mandavano sonde perchè ' il nemico ' le tenesse sotto controllo?!
E pensare che il programma sovietico spaziale era in mano ai militari e segretissimo!

Citazione:
La strada per la Luna era talmente stretta da eseere quasi una mulattiera.

...colpa delle fasce di VanAllen....!!!...forse una fasciatura troppo ...aderente?!

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
luca2012
Inviato: 3/8/2009 12:02  Aggiornato: 3/8/2009 12:02
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/12/2006
Da:
Inviati: 69
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Ma ora che uscirà Moonscape con i filmati in HD i vostri cavetti dove andranno a finire?

Pyter
Inviato: 3/8/2009 12:16  Aggiornato: 3/8/2009 12:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
"Dear Sir, on checking my records, I see that I have never received payment for this work. Could you please look into this matter with some urgency? Otherwise you will be hearing from my solicitors, Messrs Geldsnatch, Geldsnatch and Blubberclutch."

Quindi è chiaro perchè la moglie di Kubrick sta facendo tutto questo chiasso. Neanche lei ancora è stata pagata per il lavoro del marito.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
Pyter
Inviato: 3/8/2009 12:18  Aggiornato: 3/8/2009 12:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
i vostri cavetti dove andranno a finire?

I cavetti non sono nostri.
La Nasa li ha restituiti al legittimo propietario, il contribuente americano.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
hi-speed
Inviato: 3/8/2009 12:59  Aggiornato: 3/8/2009 12:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/12/2004
Da: preda lunga
Inviati: 3211
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Curiosità:
ci lasciò le penne il generale Vernon Walters?

Hi-speed

Cosa Sta Succedendo? Madre, madre Ci sono troppi di voi che piangono Fratello, fratello, fratello Ci sono troppi di voi che stanno morendo Sai che dobbiamo trovare una maniera Per portare un pò di amore qui oggi
pit71
Inviato: 3/8/2009 15:22  Aggiornato: 3/8/2009 15:22
So tutto
Iscritto: 27/6/2008
Da:
Inviati: 25
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Scusate il probabile OT , vorrei sapere come si conciliano le teorie del finto allunaggio con le teorie di presenze aliene sulla luna ed abilmente occultate dalla NASA . Possono essere conciliate entrambe? Esiste una relazione tra le due teorie?

Sinder
Inviato: 3/8/2009 15:50  Aggiornato: 3/8/2009 15:50
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/2/2009
Da:
Inviati: 256
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...

Ghilgamesh
Inviato: 3/8/2009 16:05  Aggiornato: 3/8/2009 16:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Autore: Redazione Inviato: 1/8/2009 21:33:15

EL GUERCIO: "se non siamo andati sulla luna, almeno allora, tutti sti cazzi di milioni di dollari investiti per il programma spaziale dove sono finiti?"

Bingo! Vedo che nonostante il caldo i meccanismi ESSENZIALI del cervello continuano a funzionare.

In questo modo si risponde anche alla domanda di BLU 23. Purtroppo Secret Space è fatto malissimo, al punto di risultare spesso irritante, ma è il primo tentativo "onesto" di mettere in correlazione i due problemi (moonhoax e Ufo).

C'è una realtà trasversale, lì in mezzo, che solo ora si sta iniziando a definire.

Per chi fosse interessato, consiglio di andare a fare un giretto su projectcamelot (e di restarci almeno per un paio di settimane )


QUOTATA DELLA SETTIMANA!

luca2012
Inviato: 3/8/2009 16:32  Aggiornato: 3/8/2009 16:32
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/12/2006
Da:
Inviati: 69
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Da projectcamelot

Citazione:
The visitors who crashed at Roswell were future humans. They were not from another planet, but from a future Earth – stepping (which may be a better word than traveling) back in time to 1947 to attempt to deal with serious problems which had occurred in their history.


http://www.projectcamelot.org/big_picture.html

Decisamente un sito affidabile, non c'è dubbio.

renato
Inviato: 3/8/2009 16:36  Aggiornato: 3/8/2009 16:36
So tutto
Iscritto: 28/9/2006
Da:
Inviati: 6
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Alcune considerazione tecniche:

considerato che
gli astronauti per uscire o rientrare dal LEM dovevano depressurizzare o pressurizzare l'intero abitacolo in quanto il modulo non disponeva di una zona intermedia stagna

e considerato che
a quei tempi gli indicatori luminosi della strumentazione, le spie e i display, se ho ben capito da un documentario, erano di tipo fluorescente preferibili alle normali lampadine spie e per questioni di affidabilità

mi chiedo:
quando l'abitacolo si trovava a pressione zero, ovvero con il portello aperto, come mai gli indicatori non sono esplosi ?
e le temperature ? Come rispondevano tali strumentazioni alle temperature in quell'istante?
Senza parlare poi di tutti quei strumenti, interruttori e vari, e il computer di bordo che si sarebbero trovati a pressione zero e a temperature elevate sia alte che basse ?

Qualcuno ha delle nozioni in merito?

Fabrizio70
Inviato: 3/8/2009 16:45  Aggiornato: 3/8/2009 18:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Citazione:
Ma ora che uscirà Moonscape con i filmati in HD i vostri cavetti dove andranno a finire?


Devi attendere ancora un pochino , si sono accorti che qualche cavo era rimasto e lo devono levare....

http://complottilunari.blogspot.com/2009/08/in-arrivo-versione-restaurata-del-16-mm.html#links

Citazione:
La notizia arriva da Footagevault.com in seguito a una mia richiesta di chiarimento a proposito di un difetto osservabile nei video in HD: la zona centrale dell'immagine è bene a fuoco, ma ai lati vi sono vistose sfocature, come si può vedere nell'immagine qui sotto, cliccabile per ingrandirla. L'astronauta a sinistra (probabilmente Aldrin mentre scatta la celebre foto dell'orma sul suolo lunare) è fortemente sfocato, mentre l'asta della bandiera, il cavo televisivo e il treppiede della telecamera sono nitidi.

Il chiarimento arrivato da Footagevault, che pubblico qui con il permesso dell'azienda, è molto interessante: l'attuale versione HD proviene dalla digitalizzazione, effettuata nel 2005, di una copia diretta della pellicola originale, quindi con un solo passaggio analogico intermedio, e la sfocatura è un errore prodotto da questo passaggio intermedio su pellicola effettuato dalla NASA: durante il trascinamento, la pellicola non era piana e quindi è in parte fuori fuoco.

Questo significa che il difetto di sfocatura esiste nella copia, ma non nell'originale. Footagevault mi ha informato che nel 2008 è stato realizzato un nuovo riversamento, che dovrebbe sanare questo problema ma è sotto embargo per i media fino all'estate del 2009. Footagevault sta lavorando per ottenerne una copia, che verrà fornita al progetto Moonscape senza ulteriori spese entro fine 2009, a patto che non usiamo la versione HD attuale se non come copia di lavorazione.


Uno spende migliaia di euro nel 2009 per accorgersi che ci sono delle sfocature , alla richiesta di chiarimenti la ditta risponde che se ne erano accorti da tempo ma fino a quando qualcuno non se ne accorgeva non avevano provveduto a sistemare meglio il filmato..

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
Redazione
Inviato: 3/8/2009 18:03  Aggiornato: 3/8/2009 18:03
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
DR_JULIUS: “Intendi il sito di seguaci di Icke“
LUCA 2012: “Decisamente un sito affidabile, non c'è dubbio.”

Quel sito è un semplice raccoglitore di interviste, che vengono dai luoghi e dalle persone più disparate del mondo. Chiunque si illuda di poterle catalogare tutte sotto una singola etichetta - positiva o negativa che sia – ha ancora molta strada da fare prima di scoprire a cosa serve il proprio cervello.

Per quel motivo suggerivo – agli altri – di rimanerci almeno un paio di settimane.

Redazione
Inviato: 3/8/2009 18:05  Aggiornato: 3/8/2009 18:05
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
FABRIZIO: Non preoccuparti, vedrai che prima o poi riusciranno a correggere anche quella sfuocatura.

Così si vedrà chiaramente, in quel punto, la scritta "fesso chi legge".

Fabrizio70
Inviato: 3/8/2009 18:17  Aggiornato: 3/8/2009 18:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Citazione:

Così si vedrà chiaramente, in quel puntio, la scritta "fesso chi legge".


Per questo in 40 anni a nessuno è venuto in mente di fare una semplice FOIA visto che gli originali 16 mm ci sono....

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
Redazione
Inviato: 3/8/2009 18:24  Aggiornato: 3/8/2009 18:28
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
POLIDORO: "L'obiettivo Zeiss da 50mm e 36.5mm, f/0.7, usato per le scene a lume di candela di Barry Lyndon senza l'aggiunta di luce artificiale, era in origine un obiettivo per macchina fotografica sviluppato per il programma Apollo di sbarco sulla Luna della NASA e modificato dalla Cinema Products Corp."

"Sviluppato" DALLA ZEISS, ovviamente, non certo dalla NASA. Infatti l'articolo da te citato dice che Kubrick “girò in lungo e in largo per il mondo alla ricerca di obiettivi ultra-veloci”, e poi chiese a Cinema Products di adattare “l'obiettivo Zeiss che si era appena procurato”.

Non fu certo la NASA a “prestare” il suo prezioso obiettivo “unico al mondo” a Kubrick, come dice il CAPOLAVORO della disinfornazione di Karel.

Confesso che questo “pacco” iniziale mi era sfuggito.

Quindi Karel cosa ha fatto, per giustificare il suo lavoro in primo luogo? Non potendo - o volendo – dire che già ci sono dei pesanti sospetti su Kubrick autore dei falsi, ha usato questa bugia iniziale, della NASA che egli presta l’obiettivo “unico al mondo”, per giustificare il collegamento che poi cerca di sfatare.

Che figlio di puttana.

Redazione
Inviato: 3/8/2009 18:27  Aggiornato: 3/8/2009 18:34
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
FABRIZIO: "Per questo in 40 anni a nessuno è venuto in mente di fare una semplice FOIA visto che gli originali 16 mm ci sono...."

A parte che 40 anni fa il FOIA non c'era ancora, ma il proverbio dice "Chi di FOIA colpisce di FOIA morisce", non lo sapevi?

L'altro proverbio è "Ogni FOIA è bello a mamma sua", nel senso che il FOIA si ferma dove inizia la "National Security", ovvero dove cazzo pare e piace a loro. Da lì non caverai mai un ragno dal buco.

pit71
Inviato: 3/8/2009 18:30  Aggiornato: 3/8/2009 18:30
So tutto
Iscritto: 27/6/2008
Da:
Inviati: 25
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Grazie sinder, ma speravo in una spiegazione un po meno.... "trascendentale".

Redazione
Inviato: 3/8/2009 18:32  Aggiornato: 3/8/2009 18:32
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
RED_NIGHT: "Con questo non voglio affermare nulla sulla bontà di entrambe le tesi sull'allunaggio, ma non riesco a vedere un vantaggio per l'Unione Sovietica nel suo nel suo silenzio se è stata veramente tutta una montatura."

Perdona la brutalità, ma non c’è nessun vantaggio nel “non agitarsi” quando ce l’hai nel culo. Nonostante questo, conviene decisamente stare fermi.

Redazione
Inviato: 3/8/2009 18:33  Aggiornato: 3/8/2009 18:33
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
pit71: "Grazie sinder, ma speravo in una spiegazione un po meno.... "trascendentale".

Allora ti conviene fare domande più "terra-terra" .

Redazione
Inviato: 3/8/2009 18:37  Aggiornato: 3/8/2009 18:39
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
MATRIX23: "Penso che convenga concentrarsi di piu' sul perche' nasa, cia e gli altri enti governativi americani, nonche' la maggior parte degli organi di stampa ufficiali, si stiano dando tanto da fare per rafforzare in quest'ultimo periodo la veridicita' di un fatto che e' comunque assodato e scontato nell'immaginario comune e al quale non credono che una manciata di "stolti" (tra i quali il sottoscritto), anziche' infischiarsene e lasciarci "starnazzare" sulle nostre "deliranti"- per loro- teorie?"

Benvenuto a bordo.

I romani la chiamavano "excusatio non petita", che per loro equivaleva ad "accusatio manifesta". Dicesi anche coda di paglia.

Stella
Inviato: 3/8/2009 20:17  Aggiornato: 3/8/2009 20:17
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/6/2007
Da:
Inviati: 88
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Avete visto il film "Wag the dog"?
Cercatelo.
Me lo ha consigliato un amico, scienziato, americano che NON ci crede.

Redazione
Inviato: 3/8/2009 20:45  Aggiornato: 3/8/2009 20:46
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
STELLA: Ti riferisci per caso alla frase di Dustin Hoffman, che dice "la verità non potrà mai venir fuori, STANLEY", parlando ad un REGISTA?

pit71
Inviato: 3/8/2009 20:49  Aggiornato: 3/8/2009 20:49
So tutto
Iscritto: 27/6/2008
Da:
Inviati: 25
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Massimo il mio commento era in relazione al link, in cui si sostiene che la luna in realtà è un ologramma , il "trascendentale" era riferito a quello.
.
Ho trovato invece discussioni molto ben argomentate riguardo la presenza di alieni durante le varie missioni lunari, tra cui anche alcune comunicazioni a riguardo tra la NASA e gli equipaggi dei vari apollo, tra cui anche Aldrin. Per questo sono un po perplesso, ci siamo andati ma ci sono problemi legati a "presenze" aliene o è tutto una bufala , compreso quindi l'elemento ufo? O esiste una spiegazione che concilia le due teorie?

Trystero
Inviato: 3/8/2009 21:35  Aggiornato: 3/8/2009 22:12
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/5/2006
Da:
Inviati: 359
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Citazione:
Totalrec ha scritto:
dal sommario del DVD sembra che non esista nessun filmato del tragitto tra una stazione e l'altra (o tra le stazioni e il landing site).
Il sommario del DVD riporta immagini filmate del Rover in movimento solo quando si trova già "in loco" nelle varie stazioni. Ma per i tragitti da un luogo all'altro c'è sempre la dicitura "audio only" (più foto).
Vero è che ogni turista è fatto a modo suo, ma io quando sono andato in Giappone riprendevo anche il panorama dal finestrino del treno.
Questi sono andati sulla luna e non gli è venuto in mente di riprendere qualche immagine filmata dei vari spostamenti da una zona all'altra?


Per prima cosa non sono andati sulla Luna in gita turistica come hai fatto tu in Giappone.
Secondo non sono andati sulla Luna per costruire prove destinate a dimostrare ai futuri increduli di esserci andati.
Sono andati sulla Luna a fare il loro lavoro, ovvero tutti gli esperimenti scientifici programmati in precedenza e descritti in tonnellate di documenti analizzati poi dagli scienziati di tutto il mondo.
Già... non ci sono solo le quattro fotine sfocate che si trovano nei siti dei moon-hoaxers.

Ma veniamo alla tua domanda sulla telecamera del Rover.
http://www.myspacemuseum.com/apollocams.htm

La ragione per cui non ci sono riprese in movimento effettuate con la telecamera TV del Rover stesso è semplicissima. Per poter trasmettere le immagini sulla S-band quella telecamera aveva bisogno che le antenne, quella specie di ombrello aperto (high-gain) e quell'altra più piccola (low-gain), fossero ferme e ben direzionate verso la Terra. Se il Rover fosse stato in movimento gli scossoni e le curve avrebbero continuamente interrotto il segnale.
Per questo motivo decisero di utilizzare la telecamera TV del Rover solo durante le soste, mentre durante gli spostamenti sarebbero state effettuate fotografie o filmati con la cinepresa 16mm.

Ecco due filmati realizzati con la cinepresa 16mm dell'Apollo 15
http://rapidshare.com/files/263201693/A15_4_EVA2a_16mm.avi
http://rapidshare.com/files/263062413/A15_4_EVA2b_16mm.avi
Nel primo dopo 30 secondi c'è una parte di solo audio che dura circa 2 minuti, poi ricomincia il video.

Questo è un altro filmato 16mm dal Rover dell'Apollo16, parte del ritorno verso il LEM prima della partenza:
http://rapidshare.com/files/263344258/A16_5-5_Return_to_LM.avi

Questi due dell'Apollo 16 li avevo già mostrati ma ricopio lo stesso i link:
http://rapidshare.com/files/169916951/A16-Rover_Run1.avi
http://rapidshare.com/files/169916955/A16-Rover_Run2.avi

Non ho i DVD dell'Apollo 17 ma so che anche in quel caso ci sono diverse riprese dal Rover in viaggio fatte con la cinepresa 16mm. Alla fine dell'ultima EVA però, mentre il Rover veniva portato nella postazione VIP (quella finale dalla quale venne poi filmata la partenza) per qualche secondo la telecamera del Rover venne lasciata in funzione, ma al primo scossone il segnale si interruppe, ecco il frammento:
http://history.nasa.gov/alsj/a17/a17v1695942.mpg

Di nuovo chiedo: qualcuno sa spiegare con quale tecnica fantascientifica nel 1971 e 1972 sarebbe stato possibile girare scene del genere in uno studio cinematografico sulla Terra illuminando in modo uniforme con un solo faro (c'è sempre e solo un'unica ombra) un paesaggio così vasto e con un immenso soffitto nero esteso per chilometri? E soprattutto come sarebbe stato possibile avere sempre l'ombra dell'antenna della stessa identica dimensione davanti al Rover se il veicolo si stava allontanando dall'unico faro che illuminava tutto il set? (vedi due filmati dell'Apollo 15)

Oppure, per chi sostiene l'altra ipotesi di complotto ovvero che quelle scene sono state girate in un deserto terrestre con il Sole che illuminava in modo uniforme la scena, come sarebbe stato possibile con la tecnica di quegli anni scontornare e annerire non solo il cielo nel paesaggio di sfondo ma anche lo stesso cielo che si rifletteva nei caschi degli astronauti, nel mylar e in ogni superficie lucida?

Nessuno al mondo ha mai dato risposte a queste domande e ha mai fornito neppure uno scampolo di filmato perfettamente scontornato (con i mezzi dei primi anni '70, ovviamente niente computergrafica) per dimostrare la tecnica usata.
Volete essere i primi a proporre una ipotesi CREDIBILE?

Un ultimo piccolo particolare che voglio far notare: nelle riprese dal Rover dell'Apollo 15 si vede un pannello rivestito di mylar che ad ogni buca, ad ogni scossone, si alza e si abbassa proprio davanti al "muso" del Rover. Provate a immaginare cosa sarebbe successo sulla Terra, con l'aria, ad un pannello leggero di quel tipo montato davanti ad un veicolo in movimento. Sarebbe sempre ricaduto in avanti (controvento) o dopo il primo rimbalzo sarebbe rimasto ripiegato all'indietro a causa dell'attrito causato dall'atmosfera?

Trystero
Inviato: 3/8/2009 21:50  Aggiornato: 3/8/2009 22:24
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/5/2006
Da:
Inviati: 359
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Citazione:
Redazione ha scritto:
FABRIZIO: Non preoccuparti, vedrai che prima o poi riusciranno a correggere anche quella sfuocatura.
Così si vedrà chiaramente, in quel punto, la scritta "fesso chi legge".


Quegli stessi filmati 16mm dell'Apollo 11 erano già stati scansionati in precedenza, non in HD ma alla normale definizione DV per i DVD della Spacecraftfilms.
Li ho tutti nel cofanetto triplo "Apollo 11 Men On The Moon" pubblicato nel 2002, e NON SONO SFOCATI.

Trystero
Inviato: 3/8/2009 22:23  Aggiornato: 3/8/2009 22:23
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/5/2006
Da:
Inviati: 359
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Citazione:
Redazione ha scritto:
Ti riferisci per caso alla frase di Dustin Hoffman, che dice "la verità non potrà mai venir fuori, STANLEY", parlando ad un REGISTA?


Strano che in quel film Dustin Hoffman si rivolga a qualcun altro chiamandolo Stanley.
E' lui infatti che interpreta il produttore cinematografico Stanley Motss.

http://www.imdb.com/title/tt0120885/
http://en.wikipedia.org/wiki/Wag_the_Dog

javaseth
Inviato: 3/8/2009 22:52  Aggiornato: 3/8/2009 22:53
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/3/2006
Da:
Inviati: 1182
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Simpatica la scritta che appare alla fine del "mockumentario", nella "cast list" (non in questa versione postata qui, che è stata tagliata di parte dei titoli di coda)

"No goy was mistreated during the filming of this documentary"



Ciao
-javaseth

"..io vi mando come pecore in mezzo ai lupi; siate dunque prudenti come serpenti e semplici come colombe"
luca2012
Inviato: 3/8/2009 23:06  Aggiornato: 3/8/2009 23:06
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/12/2006
Da:
Inviati: 69
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
redazione ha scritto:
Citazione:
DR_JULIUS: “Intendi il sito di seguaci di Icke“ LUCA 2012: “Decisamente un sito affidabile, non c'è dubbio.” Quel sito è un semplice raccoglitore di interviste, che vengono dai luoghi e dalle persone più disparate del mondo. Chiunque si illuda di poterle catalogare tutte sotto una singola etichetta - positiva o negativa che sia – ha ancora molta strada da fare prima di scoprire a cosa serve il proprio cervello.


Infatti io catalogavo i curatori del sito, cioè quelli che hanno scritto la sezione The big picture. La battuta sul cervello, detta da uno che spara minchiate dalla mattina alla sera, la prendo come un complimento.

Un video creato per prendere per il culo voi moonhoaxisti ora è diventato un'operazione di disinformazione.

Trystero
Inviato: 3/8/2009 23:17  Aggiornato: 3/8/2009 23:23
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/5/2006
Da:
Inviati: 359
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Citazione:
Redazione ha scritto:
Non fu certo la NASA a “prestare” il suo prezioso obiettivo “unico al mondo” a Kubrick, come dice il CAPOLAVORO della disinfornazione di Karel.
Confesso che questo “pacco” iniziale mi era sfuggito.
Quindi Karel cosa ha fatto, per giustificare il suo lavoro in primo luogo? Non potendo - o volendo – dire che già ci sono dei pesanti sospetti su Kubrick autore dei falsi, ha usato questa bugia iniziale, della NASA che egli presta l’obiettivo “unico al mondo”, per giustificare il collegamento che poi cerca di sfatare.

Che figlio di puttana.

Che reazione incomprensibile.

Hai mai sentito parlare di "finzione" al cinema?
Questo film, nel suo giocare col vero-falso e falso-falso mi ha ricordato, oltre a certi racconti di Borges, in parte anche "F For Fake" di Orson Welles.
All'inizio di quel film Welles dichiara che quello che mostrerà nell'ora successiva sarà tutto vero. E già questo è ironico perché il film racconta la storia di famosi falsari: un pittore che falsificò dipinti post-impressionisti, un giornalista che falsificò una biografia di Howard Hughes, il padre di una modella/amante di Picasso che ne falsificò i ritratti.
Ma alla fine Welles rivela che l'ultima breve storia è falsa. E, nonostante questo, la sua promessa di raccontare solo cose vere è stata mantenuta, perché quando inizia l'ultima storia l'ora è già passata.

La tua reazione a "Dark Side Of The Moon" mi stupisce, perché da regista cinematografico avresti dovuto invece apprezzare lo straordinario gioco di realtà e finzione, quello delle citazioni cinefile, e soprattutto il tema principale del mokumentario, ovvero come sia possibile manipolare la realtà facendo dei taglia&cuci di scene decontestualizzate e rimontate in modo da falsarne il significato (proprio il gioco perverso di Bart Sibrel coi filmati della NASA).

"L'arte è una menzogna che ci fa capire la verità." (Orson Welles che cita Picasso in "F For Fake")

totalrec
Inviato: 3/8/2009 23:34  Aggiornato: 3/8/2009 23:35
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Javaseth: Citazione:
Simpatica la scritta che appare alla fine del "mockumentario", nella "cast list" (non in questa versione postata qui, che è stata tagliata di parte dei titoli di coda) "No goy was mistreated during the filming of this documentary"


Wikipedia dice di William Karel, il regista del documentario:
"After studying in Paris, Karel emigrated to Israel where he lived for about 10 years in a kibbutz".

Sarà un caso ma ogni volta che ci si occupa di prese per i fondelli mediatiche ci si ritrova sempre a sbattere contro certa gente.

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
slump
Inviato: 4/8/2009 0:17  Aggiornato: 4/8/2009 0:17
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/6/2006
Da:
Inviati: 199
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
@ Trystero

Citazione:
Di nuovo chiedo: qualcuno sa spiegare con quale tecnica fantascientifica nel 1971 e 1972 sarebbe stato possibile girare scene del genere in uno studio cinematografico sulla Terra illuminando in modo uniforme con un solo faro (c'è sempre e solo un'unica ombra) un paesaggio così vasto e con un immenso soffitto nero esteso per chilometri? E soprattutto come sarebbe stato possibile avere sempre l'ombra dell'antenna della stessa identica dimensione davanti al Rover se il veicolo si stava allontanando dall'unico faro che illuminava tutto il set? (vedi due filmati dell'Apollo 15)


La risposta mi pare ovvia: è stato quel genio di Kubrick mentre girava nei suoi studi londinesi un'edizione speciale per la NASA dei "Thunderbirds"! (E trovo veramente strano che nessuno tra i gomblottisti lunari abbia mai pensato a filmati realizzati con modelli in scala).

Kubrick ha solo portato a perfezione un talento britannico, più che statunitense, per la SF televisiva, da Dr. Who, ai Thunderbirds, al Prigioniero a UFO... È chiaro perciò che la NASA si è rivolta al suo talento e a quello degli artigiani britannici per risolvere tanti grattacapi che affliggevano la sua produzione lunare: il più grande dei quali è che sulla Luna non volevano proprio andarci perché sapevano di trovare i Dalek!

"In powerful rain, they laid down their heads to die"
(My Dying Bride)
slump
Inviato: 4/8/2009 0:58  Aggiornato: 4/8/2009 0:58
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/6/2006
Da:
Inviati: 199
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
@ Trystero

Citazione:
La tua reazione a "Dark Side Of The Moon" mi stupisce, perché da regista cinematografico avresti dovuto invece apprezzare lo straordinario gioco di realtà e finzione, quello delle citazioni cinefile, e soprattutto il tema principale del mokumentario, ovvero come sia possibile manipolare la realtà facendo dei taglia&cuci di scene decontestualizzate e rimontate in modo da falsarne il significato (proprio il gioco perverso di Bart Sibrel coi filmati della NASA).


Non è però, Trystero, che uno perché è regista debba anche di necessità essere "artista", così come un buon geometra non è per forza un gran architetto (ahi la Massoneria! ): passare dalla "lettera" alla metafora o al simbolo non è cosa semplice da fare né, tantomeno, da apprezzare -- si può capire la "tecnica" ma non necessariamente l'intento, che può essere assolutamente travisato o incompreso. Il che è ribadito dal fatto (mi scuso per l'eventuale OT) che Redazione ha definito "cagata" il "Barry Lindon" di Kubrick: ora certo ogni giudizio è relativo, se quella è una "cagata" probabilmente "Arancia meccanica" è un peto e "Odissea" un ruttino -- tutti corporalmente superiori -- ma è solo una mia supposizione, non ho fatti, cioè foto e video, per dimostrarlo.

PS: in uno dei tuoi tanti ragionevoli post contro il gomblottismo lunare (non ricordo in quale thread) mi hai redarguito perché parlavo di "foto e video taroccati chissà quante volte e da chi": in realtà, per troppa sintesi, ho tralasciato di aggiungere che mi riferivo alle millanta immagini che si trovano su altrettanti siti più o meno affidabili e di cui giudicare la "fedeltà" agli originali è assai complicato. D'altra parte proprio il film di Karel mostra, a chi vuol vedere, come sia piuttosto semplice creare verità alternative -- e se non ci fossero disseminati chiari indizi (come le citazioni cinefile) anche il suo video parrebbe proprio "vero".

O certo, dimenticavo, Karel ha vissuto per anni in un kibbutz e solo lì ha potuto imparare certe sottigliezze giudaiche riguardo ai nomi di Dio, cioè alla Verità -- mentre coltivava pompelmi.

Intanto ho saputo che New York esiste ormai solo come finzione virtuale olografica voluta dal sistema giudo/finanziario perché in realtà è stata distrutta da un mostro [rettiliano?]: lo testimonia un filmato girato da un ragazzo che trovi anche da Blockbuster. Strano vero che risalga proprio a poco prima dell'ultima grande crisi finanziaria?.

Il problema, in fondo, non è se siamo o non siamo andati sulla Luna ma se ci siamo con la testa!

"In powerful rain, they laid down their heads to die"
(My Dying Bride)
Trystero
Inviato: 4/8/2009 1:45  Aggiornato: 4/8/2009 1:45
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/5/2006
Da:
Inviati: 359
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Citazione:
slump ha scritto:
passare dalla "lettera" alla metafora o al simbolo non è cosa semplice da fare né, tantomeno, da apprezzare -- si può capire la "tecnica" ma non necessariamente l'intento, che può essere assolutamente travisato o incompreso. Il che è ribadito dal fatto (mi scuso per l'eventuale OT) che Redazione ha definito "cagata" il "Barry Lindon" di Kubrick

OT per OT (neanche tanto poi, visto che il tema iniziale è proprio la possibilità che Kubrick abbia girato le missioni Apollo) ti devo dire che in quel momento mi stavo trasformando, in omaggio all'esilio britannico di Kubrick, nel Lupo Mannaro Americano a Londra, pronto ad azzannare il bestemmiatore anche se nella mia personalissima classifica nell'alto dei cieli ci sono Eyes Wide Shut, Lolita, Shining, 2001
Citazione:
slump ha scritto:PS: in uno dei tuoi tanti ragionevoli post contro il gomblottismo lunare (non ricordo in quale thread) mi hai redarguito perché parlavo di "foto e video taroccati chissà quante volte e da chi": in realtà, per troppa sintesi, ho tralasciato di aggiungere che mi riferivo alle millanta immagini che si trovano su altrettanti siti più o meno affidabili e di cui giudicare la "fedeltà" agli originali è assai complicato.

Scusami, nella foga della discussione devo aver capito che sospettavi che le scansioni più recenti fossero taroccate in quanto aggiornate dopo le prime pubblicazioni anni fa. In ogni modo, avendo salvato su diversi CD nel 2002 lo "stato di fatto" di allora posso anche fare confronti, e nel caso qualcuno sostenga che "qualcosa è cambiato" posso trovare le immagini per fare confronti.
Certo di siti NASA ce ne sono tanti, e a volte la qualità e la definizione delle immagini (a parte quelli con le scansioni ad alta definizione) lascia a desiderare. Ma lo scopo è diverso. Alcuni sono siti divulgativi, altri tecnici, altri ancora archivi di materiale stampato molti anni fa e ripubblicato in PDF...

Dovessero aggiornare tutto utilizzando le ultime scansioni ci metterebbero anni. E' già tanto che lo facciano con i siti principali come il Lunar Surface Journal o l'Apollo Image Gallery man mano che progredisce la tecnica e la qualità delle scansioni ottenibili dal materiale originale.

totalrec
Inviato: 4/8/2009 2:02  Aggiornato: 4/8/2009 2:02
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Trystero: Citazione:
La ragione per cui non ci sono riprese in movimento effettuate con la telecamera TV del Rover stesso è semplicissima. Per poter trasmettere le immagini sulla S-band quella telecamera aveva bisogno che le antenne, quella specie di ombrello aperto (high-gain) e quell'altra più piccola (low-gain), fossero ferme e ben direzionate verso la Terra. Se il Rover fosse stato in movimento gli scossoni e le curve avrebbero continuamente interrotto il segnale.
Per questo motivo decisero di utilizzare la telecamera TV del Rover solo durante le soste, mentre durante gli spostamenti sarebbero state effettuate fotografie o filmati con la cinepresa 16mm.


Quindi se capisco bene non esiste nessuna ripresa “chilometrica” delle corse in rover, ma solo filmati in 16 mm della durata di uno-due minuti, o poco più. In particolare, nei filmati che hai indicato:
- In quello dell’Apollo 15 la “corsa” filmata dura circa 1 minuto e 15 secondi prima che il Rover si fermi per far scendere gli astronauti ad ammirare il panorama. Calcolando una velocità di 8-10 km/h, in quell’arco di tempo saranno stati percorsi 150 metri o poco più, di certo non chilometri. Più o meno la lunghezza di un capannone...

- Nel filmato dell’Apollo 16 la corsa dura un po’ di più, due minuti e qualcosa, ma il Rover continua a girare in tondo e a ripassare sulle tracce che ha appena lasciato. Tanto che perfino Duke, a un certo punto, ci scherza su, esclamando: “To me it’s like we just go round in circles, this journey”.

Citazione:
Di nuovo chiedo: qualcuno sa spiegare con quale tecnica fantascientifica nel 1971 e 1972 sarebbe stato possibile girare scene del genere in uno studio cinematografico sulla Terra illuminando in modo uniforme con un solo faro (c'è sempre e solo un'unica ombra) un paesaggio così vasto e con un immenso soffitto nero esteso per chilometri? E soprattutto come sarebbe stato possibile avere sempre l'ombra dell'antenna della stessa identica dimensione davanti al Rover se il veicolo si stava allontanando dall'unico faro che illuminava tutto il set? (vedi due filmati dell'Apollo 15)


Questo dovrebbe spiegarlo eventualmente il regista, visto che i filmati li ha fatti lui. In ogni caso se le “prove” dell’allunaggio si riducono alla raffinatezza delle tecniche d’illuminazione del set, direi che siamo piuttosto alla frutta...

Citazione:
nelle riprese dal Rover dell'Apollo 15 si vede un pannello rivestito di mylar che ad ogni buca, ad ogni scossone, si alza e si abbassa proprio davanti al "muso" del Rover. Provate a immaginare cosa sarebbe successo sulla Terra, con l'aria, ad un pannello leggero di quel tipo


A una velocità di 10 km/h (e anche meno) sarebbe accaduto probabilmente ciò che si vede nel filmato. Su una Lamborghini lanciata ai 200 all’ora non saprei.

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
totalrec
Inviato: 4/8/2009 2:03  Aggiornato: 4/8/2009 2:03
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Slump: Citazione:
parlavo di "foto e video taroccati chissà quante volte e da chi": in realtà, per troppa sintesi, ho tralasciato di aggiungere che mi riferivo alle millanta immagini che si trovano su altrettanti siti più o meno affidabili e di cui giudicare la "fedeltà" agli originali è assai complicato.


E perché dimenticare la NASA, che continua a rilasciare, attraverso la Spacecraft Films, sempre nuovi, mirabolanti “director’s cut” in alta definizione dei suoi celebri blockbuster? Adesso col progetto Moonscape contano di risolvere definitivamente il problema. Ho già fatto notare qualche giorno fa come nei DVD della Spacecraft siano spariti i “cavetti” che si vedevano nelle vecchie versioni. Ecco perché, se devo fare delle ricerche sull’argomento, tendo a tenermi ben lontano dai filmati in alta definizione e a tenermi strette le care, vecchie videocassette.

Slump: Citazione:
D'altra parte proprio il film di Karel mostra, a chi vuol vedere, come sia piuttosto semplice creare verità alternative -- e se non ci fossero disseminati chiari indizi (come le citazioni cinefile) anche il suo video parrebbe proprio "vero".


Il suo video appare una patacca, e questo nonostante il dispiego di mezzi e la collaborazione di noti volti della pompelmicoltura. Il montaggio con Kissinger, Rumsfeld & C. sarebbe stato debunkato in due secondi anche da uno che non avesse mai visto un film di Kubrick in vita sua. Resta da capire perché tanti nomi eccellenti abbiano accettato con gioia di partecipare a questa pagliacciata predisposta da un pompelmicoltore qualsiasi. Forse perché la Lobby degli Agrumi non nega mai un favore a un collega (e viceversa). I pompelmi del resto piacciono a tutti. Kissinger e Eagleburger, ad esempio, ne vanno matti, e so per certo che anche a Haig non dispiacciono affatto.

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
Fabrizio70
Inviato: 4/8/2009 8:07  Aggiornato: 4/8/2009 8:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Citazione:

Di nuovo chiedo: qualcuno sa spiegare con quale tecnica fantascientifica nel 1971 e 1972 sarebbe stato possibile girare scene del genere in uno studio cinematografico sulla Terra[omiss]

Nessuno al mondo ha mai dato risposte a queste domande e ha mai fornito neppure uno scampolo di filmato perfettamente scontornato (con i mezzi dei primi anni '70, ovviamente niente computergrafica) per dimostrare la tecnica usata.
Volete essere i primi a proporre una ipotesi CREDIBILE?


Di misteri nella vita ce ne sono a bizzeffe , il fatto di non saperli spiegare non significa che non esistono , ad esempio sono circa 300 anni che NESSUNO è riuscito a spiegare o riprodurre le macchine alchemiche , eppure sono lì...





Secondo il tuo ragionamento non dovrebbero esistere....

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
Pyter
Inviato: 4/8/2009 9:19  Aggiornato: 4/8/2009 9:19
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
slump:
O certo, dimenticavo, Karel ha vissuto per anni in un kibbutz e solo lì ha potuto imparare certe sottigliezze giudaiche riguardo ai nomi di Dio, cioè alla Verità -- mentre coltivava pompelmi.

Ma non si era stabilito, nel "thread su Sibrel", che quando un giornalista spari minchiate lo si debba definire furfante e disonesto?

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
Redazione
Inviato: 4/8/2009 9:22  Aggiornato: 4/8/2009 9:28
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
TRYSTERO: Citazione:
“Nessuno al mondo ha mai dato risposte a queste domande e ha mai fornito neppure uno scampolo di filmato perfettamente scontornato (con i mezzi dei primi anni '70, ovviamente niente computergrafica) per dimostrare la tecnica usata”.
Perchè il mondo di mestiere non fa i corsi di fotografia.

Nonostante il filmato a cui ti riferisci fosse oggettivamente il più difficile di tutti, il modo di farlo c’era eccome. Ma non te lo dico nemmeno se mi paghi. (Comincia per "S")

Citazione:
La tua reazione a "Dark Side Of The Moon" mi stupisce, perché da regista cinematografico avresti dovuto invece apprezzare lo straordinario gioco di realtà e finzione, …
Il fatto di sapere come si costruisce una bomba atomica non significa necessariamente apprezzare chi la usa contro i civili. Anzi, ti permette di disprezzarli a ragion veduta.

***

SLUMP: Citazione:
“Il che è ribadito dal fatto (mi scuso per l'eventuale OT) che Redazione ha definito "cagata" il "Barry Lindon" di Kubrick…”
Redazione ha anche detto, subito dopo, che i giudizi sul cinema sono soggettivi, che “il mio vale quanto il tuo, e che ambedue valgono meno di zero”. Se quindi vuoi citare gli altri, per costruire i tuoi "ragionamenti", fallo per intero. Così almeno vedi se stanno davvero in piedi.

Citazione:
D'altra parte proprio il film di Karel mostra, a chi vuol vedere, come sia piuttosto semplice creare verità alternative -- e se non ci fossero disseminati chiari indizi (come le citazioni cinefile) anche il suo video parrebbe proprio "vero".
Questo lo dici tu. In realtà, se avesse usato nomi farlocchi (inventati), invece che “citazioni colte”, ci volevano dai 14 ai 18 secondi per accorgersi che era un falso.

Il problema è che anche così INGANNA la maggior parte delle persone, per cui i tuoi richiami al “cinema colto“ c’entrano come i cavoli a merenda: un documentario infatti non è “cinema”, per cui paragonare “F for Fake” al documentario di Karel è semplicemente ridicolo.

Redazione
Inviato: 4/8/2009 9:44  Aggiornato: 4/8/2009 9:44
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
I compagni di merenda:



FREDRICK ORDWAY – NASA, Consulente tecnico

DEKE SLAYTON – NASA, stabiliva gli equipaggi del progetto Apollo

Arthur Clarke

Stanley Kubrick

GEORGE MUELLER - NASA Direttore OMSF

Redazione
Inviato: 4/8/2009 9:51  Aggiornato: 4/8/2009 9:54
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
PIT71: "Ho trovato invece discussioni molto ben argomentate riguardo la presenza di alieni durante le varie missioni lunari, tra cui anche alcune comunicazioni a riguardo tra la NASA e gli equipaggi dei vari apollo, tra cui anche Aldrin. Per questo sono un po perplesso, ci siamo andati ma ci sono problemi legati a "presenze" aliene o è tutto una bufala , compreso quindi l'elemento ufo? O esiste una spiegazione che concilia le due teorie?"

Di spiegazioni, a quel che ne so, ne esistono più di una. Il vero problema è stabilire, nella faccenda degli UFO, dove finiscano i fatti reali e dove inizi la disinformazione.

Se riesci a fare quello, a mio parere, hai già fatto un enorme passo avanti. Ma questo non è l'ambiente adatto per discuterne con serentità.

***

TRYSTERO: "Strano che in quel film Dustin Hoffman si rivolga a qualcun altro chiamandolo Stanley. E' lui infatti che interpreta il produttore cinematografico Stanley Motss."

Allora mi sono sbagliato, qualcun altro lo diceva a lui (cazzo, ma sei proprio un "secchione", Trystero! Le sai tutte!)

Sinder
Inviato: 4/8/2009 9:56  Aggiornato: 4/8/2009 9:56
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/2/2009
Da:
Inviati: 256
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
« ... tenermi strette le care, vecchie videocassette... »
eh già, così ogni piccola imperfezione della pellicola può diventare un cavetto, un manufatto di origine ignota o un astronauta segreto...

stilx
Inviato: 4/8/2009 10:53  Aggiornato: 4/8/2009 10:54
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/9/2007
Da:
Inviati: 119
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Sarà un caso ma ogni volta che ci si occupa di prese per i fondelli mediatiche ci si ritrova sempre a sbattere contro certa gente.

freda, freda non sei ancora guarito

Trystero
Inviato: 4/8/2009 12:57  Aggiornato: 4/8/2009 15:32
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/5/2006
Da:
Inviati: 359
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Citazione:
totalrec ha scritto:
Adesso col progetto Moonscape contano di risolvere definitivamente il problema. Ho già fatto notare qualche giorno fa come nei DVD della Spacecraft siano spariti i “cavetti” che si vedevano nelle vecchie versioni.

Guarda che con il "progetto Moonscape" la NASA non c'entra niente.
E' un progetto privato, italiano, organizato da Paolo Attivissimo: acquistare i filmati ad alta definizione e metterli a disposizione gratuitamente per chiunque voglia scaricarli e masterizzarli su DVD. Cosa possibile secondo le regole sui diritti di quel materiale.
Chiunque può contribuire al progetto, oppure se non vuole contribuire può anche solo aspettare che il DVD sia pronto e scaricarselo.

Citazione:
totalrec ha scritto:
Ecco perché, se devo fare delle ricerche sull’argomento, tendo a tenermi ben lontano dai filmati in alta definizione e a tenermi strette le care, vecchie videocassette.

"Le buone vecchie cose" di cui parlava Guido Gozzano?
Alcune di quelle care vecchie videocassette della nonna, sgranate e con colori sbiaditi, digitalizzate e depositate nell'Internet Archive in quanto "Open Source Movies" le può scaricare chiunque se vuole. Eccone alcune:

Apollo 13:
http://www.archive.org/details/HoustonWeveGotAProblem

Apollo 15:
http://www.archive.org/details/IntheMountainsOfTheMoonApollo15
http://www.archive.org/details/InTheMountainsOfTheMoon

Apollo 16:
http://www.archive.org/details/NothingSoHiddenApollo16
http://www.archive.org/details/NothingSoHidden

Citazione:
totalrec ha scritto:
Nel filmato dell’Apollo 16 la corsa dura un po’ di più, due minuti e qualcosa, ma il Rover continua a girare in tondo e a ripassare sulle tracce che ha appena lasciato. Tanto che perfino Duke, a un certo punto, ci scherza su, esclamando: “To me it’s like we just go round in circles, this journey”.

E allora?
Il Rover in quel caso non gira in tondo, anche se Duke fa una battuta guardando le tracce per terra. Sta tornando da dove era venuto (il percorso è quello dalla Station 13 al LEM), per questo ci sono le tracce del percorso di arrivo. Cos'è? avrebbero sempre dovuto fare strade diverse per essere creduti dai futuri complottisti?
I dialoghi di quel filmato sono trascritti qui: http://history.nasa.gov/alsj/a16/a16.html


Citazione:
Trystero ha scritto
Di nuovo chiedo: qualcuno sa spiegare con quale tecnica fantascientifica nel 1971 e 1972 sarebbe stato possibile girare scene del genere in uno studio cinematografico sulla Terra illuminando in modo uniforme con un solo faro...
Citazione:
Totalrec ha scritto:
Questo dovrebbe spiegarlo eventualmente il regista, visto che i filmati li ha fatti lui. In ogni caso se le “prove” dell’allunaggio si riducono alla raffinatezza delle tecniche d’illuminazione del set, direi che siamo piuttosto alla frutta...

Patetico.
Non hai argomenti, altro che frutta.
Non sai neppure spiegare le tue stesse ipotesi e pretendi che chi accusi di aver falsificato le missioni Apollo confessi spontaneamente di fronte alle tue inesistenti argomentazioni? questa è davvero comica.

Ma datti da fare e non copiare le balle raccontate da altri! fornisci un tuo straccio di spiegazione su come sarebbe stato possibile falsificare quei filmati del Rover.
Su! avanti, non essere timido...
Prima di tutto decidi a quale corrente di pensiero vuoi aderire, se la (1) che propone l'ipotesi "deserto" o la (2) che sostiene invece l'ipotesi "studio cinematografico" (ma anche tanti altri non hanno ancora deciso) e spiega la motivazione della tua scelta, poi a seconda di ciò che preferisci cerchi anche di spiegare come...
ipotesi 1) ...lo scontorno del cielo e il ritocco di ogni superficie lucida che lo rifletteva sia stato possibile su diapo a colori, negativi in bianco e nero, filmati 16mm e riprese TV con una tecnica disponibile in quegli anni.
ipotesi 2) ...nei filmati 16mm ripresi dal Rover dell'Apollo15 in movimento l'unica ombra dell'antenna TV sia sempre della stessa dimensione e nella stessa direzione nonostante il veicolo si allontani molto dal punto di partenza e quindi dall'unico faro che avrebbe dovuto illuminare in modo uniforme tutto l'immenso set.

E così via...

---
"Io li odio i nazisti dell'Illinois" (Jake Blues)

Trystero
Inviato: 4/8/2009 12:58  Aggiornato: 4/8/2009 12:58
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/5/2006
Da:
Inviati: 359
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Citazione:
Redazione ha scritto:
I compagni di merenda:
FREDRICK ORDWAY – NASA, Consulente tecnico
DEKE SLAYTON – NASA, stabiliva gli equipaggi del progetto Apollo
Arthur Clarke
Stanley Kubrick
GEORGE MUELLER - NASA Direttore OMSF

E a chi doveva rivolgersi Kubrick secondo te per avere consulenze tecniche per un film che tratta di astronavi e viaggi spaziali? A Leonard Nimoy?
Pazzesco... ma continuate così che va benissimo. Lo spettacolo del complottismo più sgangherato è assicurato.

Pyter
Inviato: 4/8/2009 13:08  Aggiornato: 4/8/2009 13:08
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
E' stato Kubrick a rivolgersi alla Nasa, o è stata la Nasa a rivolgersi a Kubrick?

E' stata la fantascienza a soccorrere la scienza o è stata la scienza a costruire fantascienza?

Restate sintonizzati, perchè i cavi si aggrovigliano sempre di più.
Un saluto da Orson Welles e alla prossima puntata parleremo di marziani.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
Sinder
Inviato: 4/8/2009 13:10  Aggiornato: 4/8/2009 13:12
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/2/2009
Da:
Inviati: 256
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
On the recommendation of Clarke, Kubrick hired spacecraft consultants Frederick Ordway and Harry Lange, who had assisted some of the major contractors in the aerospace industry and NASA with developing advanced space vehicle concepts, as technical advisors on the film. Ordway was able to convince dozens of aerospace giants such as IBM, Honeywell, Boeing, General Dynamics, Grumman, Bell Telephone, and General Electric that participating in the production of "2001" would generate good publicity for them.

Clarke: «We were particularly pleased when, on the 25th of September 1965, the director of NASA's Office of Manned Space Flight, George Mueller, and astronaut Deke Slayton arrived at the studios. When Mueller saw the amount of documentation Lange and I had brought with us from the States, he dubbed our office complex "NASA East"».

Però non vale, i documenti sono sempre prodotti dagli appartenenti al complotto...

totalrec
Inviato: 4/8/2009 15:10  Aggiornato: 4/8/2009 15:10
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Citazione:
Alcune di quelle care vecchie videocassette della nonna, sgranate e con colori sbiaditi, digitalizzate e depositate nell'Internet Archive in quanto "Open Source Movies" le può scaricare chiunque se vuole.


Sì, sì. E' quell'"alcune" che mi preoccupa un po'...

Citazione:
Il Rover in quel caso non gira in tondo, anche se Duke fa una battuta guardando le tracce per terra. Sta tornando da dove era venuto (il percorso è quello dalla Station 13 al LEM), per questo ci sono le tracce del percorso di arrivo. Cos'è? avrebbero sempre dovuto fare strade diverse per essere creduti dai futuri complottisti?


E' comprensibile che essere creduti non gli interessi. E' altrettanto comprensibile che un ricercatore (non "complottista": complottista è chi i complotti li ordisce non chi tenta di smascherarli, cominciamo a buttare il newspeak nel cesso, please) di fronte a filmati di un minuto, con il rover che ripassa sempre negli stessi punti, spacciati come prova degli "interminati spazi" visibili nei filmati lunari si mostri un po' scettico e si faccia qualche grassa risata.

Citazione:
Patetico. Non hai argomenti, altro che frutta.


Argomenti per dimostrare cosa? Che i viaggi lunari sono una fregnaccia? Per questo basterebbe e avanzerebbe la semplice considerazione che sulla luna non ci si può andare e non ci si va neanche oggi, con mezzi tecnici infinitamente più avanzati (e per pietà non ripropinarmi la stronzata della "carenza di ritorno economico"). Non ci sarebbe nemmeno bisogno di scomodare i filmati originali perduti, le foto ridicole, le amnesie degli astronauti, i filmati con tanto di montaggio spacciati per trasmissioni in diretta (proseguire la lista a piacere).
E io dovrei convincermi che un branco di affiliati alla massoneria è in grado di passeggiare sulla luna solo perché, tra tanti filmati fatti a cazzo di cane, ne hanno girato un paio con illuminazione un po' meno ignobile?
Con tutto il rispetto, posso provare al massimo una tiepida curiosità tecnica per l'argomento (che può essere soddisfatta solo dagli autori dell'opera o da esperti del settore), ma considerarlo una "prova" a favore o contro gli allunaggi è - questo sì - da gente a corto di argomenti migliori.

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
Trystero
Inviato: 4/8/2009 15:22  Aggiornato: 4/8/2009 15:23
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/5/2006
Da:
Inviati: 359
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Citazione:
fabrizio70 ha scritto:
Di misteri nella vita ce ne sono a bizzeffe , il fatto di non saperli spiegare non significa che non esistono, ad esempio sono circa 300 anni che NESSUNO è riuscito a spiegare o riprodurre le macchine alchemiche , eppure sono lì... [foto delle "macchine di Raimondo di Sangro, principe di Sansevero"]
Secondo il tuo ragionamento non dovrebbero esistere....


La delusone più grossa è stata quando ho visto quei modelli/manichini la prima volta.
Si vedeva benissimo il fil di ferro dentro alle "vene" aggrovigliate che avevano perduto il loro rivestimento colorato.

E infatti...

"La verità della cava della Cappella Sansevero
I due scheletri “pietrificati” si ritiene che fossero i servi del principe, ma per ogni leggenda che si rispetti c’è anche una versione più verosimile dei fatti. Atti notarli ritrovati più tardi, documentano l’esistenza di un contratto stipulato tra il Principe e il dottor Salerno, secondo cui il medico aveva il compito di realizzare due scheletri sui quali avrebbe dovuto installare il sistema cardiovascolatorio preparato dall’alchimista provetto. Nell’atto è chiaramente specificato che il sistema di artiere e vene è costituito da fil di ferro e cera colorata, trattata con sostanze segrete, e che i modelli avevano solo uno scopo didattico. La curiosa leggenda prende forma solo perché l’ente proprietario si è sempre opposto all’analisi scientifica delle “macchine anatomiche” e ha così fomentato tutte le dicerie sulla personalità un po’ maligna del Principe.
"
http://www.10cose.it/guida/napoli/10-e-lode/cappella-sansevero-e-cristo-velato-di-napoli/

"Al di là della leggenda, grazie anche a documenti rinvenuti in archivi notarili napoletani attestanti un contratto tra il Principe di Sansevero (che si impegnava a fornire "cera colorata" secondo un metodo solo a lui noto) ed il Dottor Salerno, e grazie al nome stesso assegnato alle due "macchine" così come risulta, peraltro, da un antico inventario dei beni della Famiglia Sansevero, si ritiene che i due corpi costituiscano una sorta di ausilio didattico realizzato ricostruendo il circuito sanguigno su scheletri autentici mediante fil di ferro e cera colorata (non è possibile un riscontro di tale affermazione giacché l'ente proprietario delle "macchine" non ha mai acconsentito a far eseguire prelievi di materiale da sottoporre ad analisi). Un esame visivo da parte di medici ha comunque consentito di appurare che vi sarebbero "errori" nella riproduzione del circuito sanguigno, il che andrebbe ad avvalorare l'ipotesi "didattica" delle due "macchine"."
http://it.wikipedia.org/wiki/Macchine_anatomiche

La cosa più bella della Cappella Sansevero sono le statue in marmo, non certo quegli scheletri, che impressionano i ragazzini o i fans di programmi come Voyager o Misteri.

Trystero
Inviato: 4/8/2009 15:26  Aggiornato: 4/8/2009 15:29
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/5/2006
Da:
Inviati: 359
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Citazione:
totalrec ha scritto:
Argomenti per dimostrare cosa? Che i viaggi lunari sono una fregnaccia? Per questo basterebbe e avanzerebbe la semplice considerazione che sulla luna non ci si può andare e non ci si va neanche oggi, con mezzi tecnici infinitamente più avanzati


Cosa dicevo?
Non hai il minimo argomento. E lo confermi ad ogni messaggio.
Grazie per l'impegno che metti nel rendere ridicole le ipotesi di moon-hoax.
Fin che ci sono complottisti come te...


-------

"Io li odio i nazisti dell'Illinois" (Jake Blues)

Redazione
Inviato: 4/8/2009 16:04  Aggiornato: 4/8/2009 16:08
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
TRYSTERO: "E a chi doveva rivolgersi Kubrick secondo te per avere consulenze tecniche per un film che tratta di astronavi e viaggi spaziali? A Leonard Nimoy?

Si vede chiaramente dalla foto che Clarke e Kubrick stanno "chiedendo consulenze tecniche" a quelli della NASA. Camminano al centro del gruppo, come i baroni in ospedale, seguiti dal codazzo di studentelli leccaculo.

Caro amico, quei due le consulenze le DAVANO alla NASA, altro che chiederle.

(E comunque, se le avessero chieste, non si rivolgevano certo al direttore dello OMSF).

Citazione:
Pazzesco... ma continuate così che va benissimo. Lo spettacolo del complottismo più sgangherato è assicurato.
Fossi in te, Trystero, mi preoccuperei prima di tutto di quello che scrivi tu.

A proposito di belle figure, non mi hai mai detto come faceva a rialzarsi l'astronauta del video che ho postato, quello che ho soprannominato "volpino in trappola".

Te lo chiedo ancora, se non ti spiace: quale forza, secondo te, rialza quell'uomo da terra? (Te lo chiedo perchè tu hai le versioni ad alta definizione, mica quella robaccia spappolata di youtube, per cui dovresti essere in grado di vedere bene come fa ad alzarsi. )

Grazie.

Ghilgamesh
Inviato: 4/8/2009 17:07  Aggiornato: 4/8/2009 17:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Autore: Trystero Inviato: 4/8/2009 15:26:10

Citazione:

totalrec ha scritto:
Argomenti per dimostrare cosa? Che i viaggi lunari sono una fregnaccia? Per questo basterebbe e avanzerebbe la semplice considerazione che sulla luna non ci si può andare e non ci si va neanche oggi, con mezzi tecnici infinitamente più avanzati



Cosa dicevo?
Non hai il minimo argomento. E lo confermi ad ogni messaggio.
Grazie per l'impegno che metti nel rendere ridicole le ipotesi di moon-hoax.
Fin che ci sono complottisti come te...


Scusa ma ... de che?

Questo E' un argomento.

Se tu mi dici che nel '69 facevano macchine che andavano a 2000 km/h, io posso DIMOSTRARTI che non è vero, adducendo il fatto che OGGI NUN VANNO COSI' VELOCI!

Come argomentazione è pure troppo semplice ...

Sinder
Inviato: 4/8/2009 17:19  Aggiornato: 4/8/2009 17:27
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/2/2009
Da:
Inviati: 256
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Si vede chiaramente dalla foto che Clarke e Kubrick stanno "chiedendo consulenze tecniche" a quelli della NASA. Camminano al centro del gruppo, come i baroni in ospedale, seguiti dal codazzo di studentelli leccaculo.

Questa è un'impressione personale che nasce dalla lente deformante del pregiudizio sulla Nasa e Kubrick

I miei occhiali distorsori invece mi fanno vedere Kubrick e Clarke nei loro studios che fanno da ciceroni a delle personalità in visita.

Sinder
Inviato: 4/8/2009 17:21  Aggiornato: 4/8/2009 17:25
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/2/2009
Da:
Inviati: 256
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Se tu mi dici che nel '69 facevano macchine che andavano a 2000 km/h, io posso DIMOSTRARTI che non è vero, adducendo il fatto che OGGI NUN VANNO COSI' VELOCI!

Come argomentazione è pure troppo semplice ...


un'argomentazione che non dimostra che oggi le auto vanno a duemilallora, perché in realtà ci sono, ma tenute nascoste...

stilx
Inviato: 4/8/2009 17:25  Aggiornato: 4/8/2009 17:26
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/9/2007
Da:
Inviati: 119
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Questa della foto è veramente comica!!! Una foto del cazzo dimostrerebbe tutto e centinaia di foto e filmati dell'uomo sulla luna non dimostrano niente.

Trystero
Inviato: 4/8/2009 18:42  Aggiornato: 4/8/2009 18:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/5/2006
Da:
Inviati: 359
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Citazione:
Redazione ha scritto:
A proposito di belle figure, non mi hai mai detto come faceva a rialzarsi l'astronauta del video che ho postato, quello che ho soprannominato "volpino in trappola".
Te lo chiedo ancora, se non ti spiace: quale forza, secondo te, rialza quell'uomo da terra? (Te lo chiedo perchè tu hai le versioni ad alta definizione, mica quella robaccia spappolata di youtube, per cui dovresti essere in grado di vedere bene come fa ad alzarsi.


Se provi piacere a guardare astronauti che cadono di filmati del genere ne puoi trovare molti altri nel web.

In questo non vedo niente di strano, perché si capisce benissimo come fa a rialzarsi, anche se il filmato è spappolato.
Si aggrappa col braccio destro all'altro astronauta, prima all'altezza del ginocchio e poi più in alto, e si tira su.
Il braccio destro è chiaro e per questo si vede male all'interno di quel frappé di pixel, ma si vede lo stesso in che posizione si trova.

luca2012
Inviato: 4/8/2009 18:48  Aggiornato: 4/8/2009 18:48
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/12/2006
Da:
Inviati: 69
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
E poi non sarebbero dovuti essere supersegreti gli incontri tra Kubrick, Clarke e la NASA sulla falsificazione dell'allunaggio? Andavano in giro liberamente a farsi fotografare mentre discutevano su come disporre i cavetti?
Comunque chissà perché quando tutti parlano della sonda LRO qui si parla di un documentario satirico...

Redazione
Inviato: 4/8/2009 20:08  Aggiornato: 4/8/2009 20:59
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
E' divertente vedere quanto panico sia riuscito a scatenare una semplice fotografia. "Non dimostra nulla!" "E' una distorsione mentale!" "E' ovvio che fossero insieme, gli facevano da consulenti!" "Una foto del cazzo dimostrerebbe tutto e centinaia di foto e filmati dell'uomo sulla luna non dimostrano niente."

E chi ha mai detto che dimostrasse qualcosa, scusate?

L'unica cosa che dimostra quella foto, a quanto pare, è il TERRORE da parte dei pro-moon che salti fuori qualcosa contro la "preziosa versione ufficiale".

Ah ah ah ah!!!!

Redazione
Inviato: 4/8/2009 20:11  Aggiornato: 4/8/2009 20:15
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
TRYSTERO: "Si aggrappa col braccio destro all'altro astronauta, prima all'altezza del ginocchio e poi più in alto, e si tira su."

Grazie.

totalrec
Inviato: 4/8/2009 20:12  Aggiornato: 4/8/2009 20:26
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Stilx: Citazione:
Una foto del cazzo dimostrerebbe tutto e centinaia di foto e filmati dell'uomo sulla luna non dimostrano niente.


Come minimo la "foto del cazzo" dimostra che esistevano stretti rapporti tra Kubrick e la NASA, non solo prima degli "allunaggi" ma addirittura prima della realizzazione di "2001". Fa piacere sapere che si tratta ora di un FATTO che non può essere negato, come cercava di fare Trystero all'inizio del thread affermando:

Citazione:
Kubrick impiegò due anni a girare 2001 Odissea nello Spazio, dal dicembre 1965 all'inizio del 1968. Dopo l'uscita del film, tra il 1968 e il 1969 fu impegnato con sceneggiatori, scenografi e costumisti alla preparazione di un film su Napoleone che doveva essere interpretato da Jack Nicholson, ecc.


Detto ciò in questa faccenda non esistono e non esisteranno mai "prove" definitive a favore di una tesi o dell'altra, ma solo modi di pensare razionali e altri meno razionali. Se uno ritiene che i viaggi sulla luna nel 1969 (ma anche nel 2009, se è per quello) siano razionali e credibili, il problema è tutto suo. Nel mio piccolo, io preferisco restare con i piedi per terra.

EDIT: a pensarci bene, il fatto che dopo 40 anni non esistano prove definitive a favore di nessuna delle due tesi è, di per sé stesso, un argomento formidabile a favore dei moonhoaxisti.

Luca2012: Citazione:
Comunque chissà perché quando tutti parlano della sonda LRO qui si parla di un documentario satirico...


Giusto. Perché tra due documentari satirici si è scelto quello meno divertente??

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
Redazione
Inviato: 4/8/2009 20:16  Aggiornato: 4/8/2009 20:16
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
LUCA2012: "Comunque chissà perché quando tutti parlano della sonda LRO qui si parla di un documentario satirico... "

Pare che sia l'argomento dell'articolo.

Va benissimo uscire di strada e parlare di LRO, ma addirittura stupirsi che qualcuno torni in tema mi pare un pò troppo.

Pyter
Inviato: 4/8/2009 20:28  Aggiornato: 4/8/2009 20:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
TRYSTERO: "Si aggrappa col braccio destro all'altro astronauta, prima all'altezza del ginocchio e poi più in alto, e si tira su."

PULL IT!

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
Redazione
Inviato: 4/8/2009 21:23  Aggiornato: 4/8/2009 21:23
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
TRYSTERO: Ho provato a scaricare i filmati del Rover, ma Rapidshare mi permette di scaricarene solo uno al giorno. E' giusto, o c'è qualcosa che non so?

Fabrizio70
Inviato: 4/8/2009 21:25  Aggiornato: 4/8/2009 21:29
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Citazione:

La delusone più grossa è stata quando ho visto quei modelli/manichini la prima volta.
Si vedeva benissimo il fil di ferro dentro alle "vene" aggrovigliate che avevano perduto il loro rivestimento colorato.


Figurati la mia di delusione che dopo una trentina d'anni ho capito che la serie Apollo era una serie di film

Citazione:

La cosa più bella della Cappella Sansevero sono le statue in marmo, non certo quegli scheletri, che impressionano i ragazzini o i fans di programmi come Voyager o Misteri.



Pudicizia velata


Disinganno




Cristo velato

Scusa tanto , dato che sei un appassionato di fantascienza (hai tutta la serie Apollo) pensavo che ti appassionassero di più le macchine , in effetti hai ragione , vediamo cosa dice delle statua del Cristo velato il link da te proposto...

Citazione:

La leggenda del Velo della Cappella Sansevero

Il velo che si adagia delicatamente sul corpo del Cristo è oggetto di numerosi dibattiti ed è fonte di una curiosa leggenda: la marmorizzazione del velo effettuata dal Principe di Sansevero. Infatti il velo, pur essendo di marmo, appare fin troppo soffice e delicato per un effetto incredibilmente vicino alla realtà. La leggenda vuole che la morbidezza del velo non sia dovuta all’abilità scultorea di Giuseppe Sanmartino, ma sia da attribuire ai poteri esoterici del Principe Raimondo di Sangro, che sembrava essere in grado di solidificare, con un liquido di sua invenzione, tessuti e persino organi del corpo. Quale sarà la verità?


Dunque dopo 300 anni neanche gli esperti riescono a capirci qualche cosa , secondo il tuo ragionamento quella chiesa non dovrebbe esistere , eppure ci sei stato....

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
totalrec
Inviato: 4/8/2009 21:31  Aggiornato: 4/8/2009 21:31
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Non so se avevate mai notato questa immagine in "Shining" di Stanley Kubrick:



Il maglione di Danny è carino, non trovate?

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
Homero
Inviato: 4/8/2009 22:09  Aggiornato: 4/8/2009 22:09
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/4/2007
Da:
Inviati: 466
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
complimenti totalrec, io ho visto Shining decine di volte e non mi ricordavo questo particolare

tornando al mockumentary, mi pare che, come al solito, ogni volta che ci si avvicina ad una verità si prova ad intorbidire le acque...

Redazione
Inviato: 4/8/2009 22:30  Aggiornato: 4/8/2009 22:30
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
.
.
Ragazzi, ferma. La divagazione sulle statue mi pare eccessiva.

Divaghiamo pure, ma sempre in tema di missioni lunari.

Redazione
Inviato: 4/8/2009 22:34  Aggiornato: 4/8/2009 22:34
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
C'era anche una missione, non ricordo più quale, in cui Houston dava il buongiorno agli astronauti con "un saluto da parte di Stanley Kubrick e Arthur Clarke".

Si vede che a furia di "farsi consulenze" reciproche sono rimasti molto affezionati fra di loro.

totalrec
Inviato: 4/8/2009 23:00  Aggiornato: 4/8/2009 23:01
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Dal sito di Lucio Lepri:

Lo Zeiss Planar 50mm f/0,7 è un obiettivo molto favoleggiato, che ha avuto in dote dalla sorte una vita attiva degna di un romanzo, passando dalle mani della NASA (era nato per non meglio precisate riprese in condizione di luce critica nei voli spaziali di preparazione all'allunaggio umano) a quelle del maestro del cinema Stanley Kubrick, che adattando faticosamente questo specialissimo obiettivo ad una cinepresa intraprese uno dei voli più alti della sua carriera, firmando le scene a lume di candela negli interni di "Barry Lyndon".

Se tutto questo non bastasse ad alimentare l'aura di leggenda attorno a quest'obiettivo, altrettanto eccezionali ed inquietanti sono le origini tecniche del suo schema ottico; infatti, quando il progetto del Planar 50mm f/0,7 fu iniziato, ad inizio anni '60, i progettisti non partirono dal foglio bianco, ma si ispirarono direttamente a documenti relativi ad obiettivi superluminosi destinati a visori notturni con tubo catodico, realizzati al tempo di guerra per vari sistemi d'arma dell'esercito nazista, informazioni tecniche salvate dal caos e dalle mani sovietiche grazie agli uomini della Operation Paperclip, che recuperarono i preziosi schemi e li misero a disposizione della neonata Zeiss occidentale, che nel frattempo si stava rifondando (prima a Coburg e poi ad Oberkochen) [...]




una rara immagine ufficiale del Planar 50mm f/0,7 nella configurazione originale, prevista per la NASA; l'obiettivo presentava un grosso otturatore centrale Compur Electronic #3 con tempi 1" - 1/200" che fungeva anche da diaframma e pesava 1,85kg; per l'adattamento alla cinepresa di Kubrick (una vecchia Mitchell non reflex, come richiesto dall'ultima lente quasi appoggiata alla pellicola) l'otturatore fu eliminato a causa del suo ingombro e sostituito da un distanziale di eguale tiraggio; l'obiettivo risulta essere stato prodotto in 10 esemplari, dei quali 6 forniti alla NASA, 1 rimasto alla Zeiss e 3 acquistati poi da Kubrick (dei quali uno utilizzato come 50mm, un'altro modificato con l'adozione di un aggiuntivo da 36,5mm ed un'altro - mai usato nel film - accorciato a 24mm con un aggiuntivo di diversa fattura), tuttavia nel catalogo di fabbricazione della Zeiss di Oberkochen risulta la produzione di un solo esemplare, nel 1966

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
luca2012
Inviato: 4/8/2009 23:02  Aggiornato: 4/8/2009 23:02
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/12/2006
Da:
Inviati: 69
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
REDAZIONE ha scritto:
Citazione:
LUCA2012: "Comunque chissà perché quando tutti parlano della sonda LRO qui si parla di un documentario satirico... " Pare che sia l'argomento dell'articolo. Va benissimo uscire di strada e parlare di LRO, ma addirittura stupirsi che qualcuno torni in tema mi pare un pò troppo.

Infatti intendevo proprio che invece di fare un articolo sull'LRO, che credo tutti (sia lunacomplottisti che non) stiano aspettando, ti metti a commentare bandiere che sventolano e falsi documentari.

luca2012
Inviato: 4/8/2009 23:10  Aggiornato: 4/8/2009 23:10
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/12/2006
Da:
Inviati: 69
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
REDAZIONE ha scritto:
Citazione:
C'era anche una missione, non ricordo più quale, in cui Houston dava il buongiorno agli astronauti con "un saluto da parte di Stanley Kubrick e Arthur Clarke". Si vede che a furia di "farsi consulenze" reciproche sono rimasti molto affezionati fra di loro.

Alla faccia del complotto supersegreto...

luca2012
Inviato: 4/8/2009 23:13  Aggiornato: 4/8/2009 23:13
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/12/2006
Da:
Inviati: 69
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
REDAZIONE ha scritto:
Citazione:
L'unica cosa che dimostra quella foto, a quanto pare, è il TERRORE da parte dei pro-moon che salti fuori qualcosa contro la "preziosa versione ufficiale".

Oddio, le nostre certezze si stanno sgretolando, la verità è troppo dura da accettare!

Ti sopravvaluti, le tue teorie al massimo suscitano ilarità.

totalrec
Inviato: 5/8/2009 0:16  Aggiornato: 5/8/2009 0:17
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Redazione: Citazione:
C'era anche una missione, non ricordo più quale, in cui Houston dava il buongiorno agli astronauti con "un saluto da parte di Stanley Kubrick e Arthur Clarke".


Sì, era l'Apollo 16.

QUI

Gli mettevano anche il "Zarathustra" come sveglia, povera gente, chissà che due maroni...

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
Eiffel
Inviato: 5/8/2009 2:09  Aggiornato: 5/8/2009 2:09
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/3/2009
Da:
Inviati: 41
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Dunque,ricapitoliamo un pò:
L'infima Nasa ed il perfido Kubrick organizzano di comune accordo la truffa del secolo,filmano in studio il "finto allunaggio",operazione supersegreta volta a confermare la supremazia mondiale Usa.Non è neanche da dire che il riserbo su un presunto fatto come questo debba essere massimo no?Tanto più che gli occhi del mondo sono puntati in quella direzione...e loro che fanno?

1)Si fanno fotografare durante un incontro e permettono che quell'immagine circoli liberamente per 40 anni.

2)Si fanno costruire (non certo in gran segreto) un obbiettivo che useranno solo loro (Nasa e Kubrick)

3)Si scambiano (pubblicamente) gran salutoni via radio

4)Kubrick inserisce un omaggio ad Apollo 11 in un suo film

5)Non abbastanza soddisfatti di tutti questi scivoloni (in un ottica di mantenimento della segretezza ) gli eredi partecipano ad un documentario burla che descrive tutto il megacomplottone.


Insomma,tutti quelli che vengono mostrati come indizi di una collaborazione Nasa-Kubrick sul finto allunaggio in realtà lo smentiscono categoricamente.
Ma pensate veramente che avrebbero commesso degli errori così stupidi?
Pensate veramente che se avessero compiuto la "truffa lunare" si sarebbero fatti le foto e mandato saluti e baci via radio???

totalrec
Inviato: 5/8/2009 3:21  Aggiornato: 5/8/2009 3:21
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Eiffel: Citazione:
Insomma,tutti quelli che vengono mostrati come indizi di una collaborazione Nasa-Kubrick sul finto allunaggio in realtà lo smentiscono categoricamente.


Ragionamento che fila come un orologio, non c'è che dire. Se non trovi le prove contro l'imputato, allora non hai prove; se invece le trovi, allora esse devono essere considerate prove d'innocenza, perché se l'imputato fosse colpevole non sarebbe stato così fesso da lasciarle in giro.

Un centinaio di avvocati come te e potremmo anche chiudere tribunali e patrie galere.

(Ascoltando i tuoi ragionamenti, tra l'altro, si capisce benissimo perché questa gente non abbia troppa paura di lasciare indizi anche vistosi. Se ogni prova a carico viene trasformata nel suo contrario con appropriate convulsioni dialettiche, perché preoccuparsi di restare nell'ombra?)

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
dino
Inviato: 5/8/2009 8:50  Aggiornato: 5/8/2009 8:50
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 2/11/2007
Da:
Inviati: 2315
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Eiffel dice:

[Dunque,ricapitoliamo un pò:
L'infima Nasa ed il perfido Kubrick organizzano di comune accordo la truffa del secolo...]


....la tua conclusione manca di un elemento basilare... il fine...

mentre per Kubrick quale regista di fiction ingannare lo spettatore era paradossalmente il suo mestiere, e meglio gli riusciva più le sue quotazioni artistiche salivano... del resto la parola 'FINCTION' la dice lunga....

Per la Nasa è diverso, perchè è un'organizzazione con scopi scientifici sostenuta dal pubblico denaro e l'inganno è un'azione punibile dal codice penale sotto ogni aspetto giuridico...

Kubrick qualunque sia la verità nessuno può mettere in dubbio la sua cosacrazione a Genio della sua epoca nel suo campo specifico....

la Nasa invece rischia di passare alla storia per un gruppo di malfattori che si etichettavano scienziati con lo scopo di deragliare ingenti capitali pubblici facendo credere di essere un avamposto scientifico....

...la Storia non può che osannare chi fece così bene il suo mestiere di regista da ingannare per 40anni gli spettatori di tutto il mondo... anche se con un consistente e corposo aiuto mediatico....

.... ma la stessa Storia pronuncerà la sua inequivocabile sentenza di condanna per chi approfittando di un regista capace ha messo in piedi la mega truffa ai danni dell'intera Umanità..... ciaodino

Redazione
Inviato: 5/8/2009 9:30  Aggiornato: 5/8/2009 9:30
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
LUCA2012: “Infatti intendevo proprio che invece di fare un articolo sull'LRO, che credo tutti (sia lunacomplottisti che non) stiano aspettando, ti metti a commentare bandiere che sventolano e falsi documentari.”

Su questo sito, se permetti, scrivo gli articoli che pare a me. E’ uno dei pochi lussi che mi rimangono, visto che nessuno mi paga per fare quello che faccio.

Se poi a te dà fastidio che io mostri le bandiere che sventolano, prenditela con la NASA e non con me. Sono loro che hanno ingannato il mondo, non io.

Campolongo
Inviato: 5/8/2009 9:47  Aggiornato: 5/8/2009 9:47
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/8/2009
Da:
Inviati: 31
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Ma scusate io faccio una domanda da "inesperto": dalla prima missione lunare, sono stati riportati indietro campioni di roccia lunare?

Se la risposta fosse positiva, non è questa la prova, che chiude ogni discussione, che sulla luna tutto è andato come abbiamo visto?

Cioè, se si pongono dubbi sulle immagini, sulle foto, sulla sincerità della Nasa, degli astronauti, dei tecnici, di Kubrick, praticamente possiamo dubitare di tutto allora, anche che siamo qui che stiamo discutendo, nella vita non puoi dubitare di tutto (si chiamerebbe paranoia), bene: se un mio amico "racconta" di essere andato alle Maldive, non mi basta una cartolina per crederci, ma se mi regala il cappellino tipico che vendono solo alle Maldive, è scontato, giusto crederci. Sarei paranoico non credendoci...no?

Redazione
Inviato: 5/8/2009 10:01  Aggiornato: 5/8/2009 10:11
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Ciao CAMPOLONGO: e benvenuto. Capisco, in un certo senso, la tua “irritazione”, ma la questione non è così semplice. Qui non si tratta di “dubitare di tutto”, ma di trovare una risposta ad una serie di domande più che legittima: se

a) le foto lunari non fossero quelle porcherie impresentabili che sono
b) le fasce di Van Allen non rappresentassero i problemi che rappresentano
c) le pellicole fossero insensibili alle radiazioni cosmiche
d) gli umani fossero insensibili alle radiazioni cosmiche
e) si potesse lavorare tranquillamente a 120° centigradi
f) eccetera eccetera eccetera

credo che nessuno avrebbe mai sollevato obiezioni sui viaggi lunari.

La paranoia nasce quando non hai motivo di pensare male, ma qui di motivi ce ne sono a bizzeffe.

Le rocce lunari?

La NASA ci DICE di averle date a dozzine di laboratori da esaminare, e i laboratori CI DICONO che siano di origine extraterrestre.

Ma questo noi non possiamo verificarlo, e in ogni caso quelle rocce possono anche essere state prelevate da una sonda automatica.

(Ma poi, sinceramente, te la vedi la NASA che porta a casa le sue preziose rocce lunari, e le dà a destra e a manca come se fossero confetti di un matrimonio?)

Citazione:
se un mio amico "racconta" di essere andato alle Maldive, non mi basta una cartolina per crederci, ma se mi regala il cappellino tipico che vendono solo alle Maldive, è scontato, giusto crederci. Sarei paranoico non credendoci...no?
Casomai è il contrario: "far arrivare" una cartolina dalle Maldive (con il francobollo e il timbro postale delle Maldive, intendo), è molto più difficile che non procurarsi al mercatino delle pulci un cappellino "che vendono solo alle Maldive".

In ogni caso, ho capito cosa vuoi dire: non esiste la prova assoluta di nulla (esistono al massimo prove relative, ma qui il discorso si fa complicato).

packz
Inviato: 5/8/2009 10:25  Aggiornato: 5/8/2009 10:25
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/7/2006
Da:
Inviati: 396
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Citazione:

a) le foto lunari non fossero quelle porcherie impresentabili che sono


non sono un esperto fotografo, ma immagino che senza sapere la sensibilità della pellicola, l'esposizione, cazzi&mazzi non si possono confrontare foto fatte sulla luna con quelle terrestri.

Citazione:

b) le fasce di Van Allen non rappresentassero i problemi che rappresentano


le fasce di van allen non rappresentano un problema insormontabile, quante volte bisogna ripeterlo?
intrappolano radiazione elettromagnetica che è la meno penetrante in assoluto.

Citazione:

c) le pellicole fossero insensibili alle radiazioni cosmiche
d) gli umani fossero insensibili alle radiazioni cosmiche


siccome le radiazioni cosmiche esistono anche appena al di fuori dell'atmosfera non si capisce come abbiano fatto le foto delle passeggiate spaziali in orbita: sono false anche quelle?

Citazione:

e) si potesse lavorare tranquillamente a 120° centigradi


sulla luna non c'è atmosfera, quindi le temperature tra luce e ombra sono temperature al suolo, basta schermare i piedi e voilà l'astronauta sopravvive; si potrebbe discutere di come fanno a prendersi i raggi solari in faccia, ma come il punto precedente questo è un problema anche per quelli che si fanno le passeggiate fuori dalle stazioni spaziali.

Citazione:

f) eccetera eccetera eccetera


riprova, sarai più fortunato...

audisio
Inviato: 5/8/2009 12:41  Aggiornato: 5/8/2009 12:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Caro campolongo, dici "se dubitassimo di tutto, questa sarebbe paranoia".
No caro, è vero proprio il contrario.
Oggi viviamo nella paranoia più assoluta perchè la maggioranza delle persone crede alle cazzate dell'establishment mediatico e non dubita più di nulla.
L'altro giorno ho visto un documentario sulla incredibile truffa letterario-mediatica messa in piedi da tale Norma Khoury, che 4-5 anni fa fece palate di soldi vendendo milioni di libri denunciando l'assassinio d'onore di una sua amica in Giordania.
Diventò un'eroina, il mondo occidentale si indignò contro i selvaggi arabi sguainando la spada in difesa delle povere donne umiliate dall'Islam (mentre il caro berlusca se le inchiappetta al modico prezzo di una collanina).
Peccato che fosse tutta un'incredibile minchiata, smascherata paradossalmente proprio dalle donne giordane che difendono i propri diritti ma che si indignano a vedere ridotto il proprio paese ad una macchietta.
Eppure bastava leggere la prima pagina del libro per capire che la tizia in questione la Giordania l'aveva vista solo in cartolina. Il libro, infatti, inizia con la descrizione fisica di Amman bagnata dal Giordano.
Solo che Amman non è bagnata dal Giordano!!!
E questa era solo una delle 75 enormi c.azzate sparate dalla signora in quel libro tutte facilmente individuabili da chiunque.
Solo che conveniva mettere il mondo arabo sotto accusa nel periodo intorno alla guerra in Iraq e i fessi dei lettori si bevvero tutte le stronzate di questa che poi si scoprì essere addirittura una truffatrice conclamata ricercata dall'FBI per aver derubato una povera vecchia di tutti i suoi beni!!!

audisio
Inviato: 5/8/2009 12:47  Aggiornato: 5/8/2009 12:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Packz, scusa ma sei straordinario!
Non ti sei reso conto di esserti sputtanato da solo.
HI HI HI

chiaro75
Inviato: 5/8/2009 13:46  Aggiornato: 5/8/2009 13:49
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/8/2009
Da:
Inviati: 55
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
>Ah ecco, parlavi di “videoriprese”, non di “filmati”. Ora ci siamo.
>Visto che continui a ripetere che tu sei “informatissimo”, dovresti stare anche più attento ai termini che usi, invece di essere continuamente obbligato a fare marcia indietro.

Infatti in TV dicono sempre "videoripresa" e non filmato... ahahah

>Tu avevi detto che che era impossibile usare i fili, perchè “oh mio Dio si sarebbero ingrovigliati”, e io ti ho mostrato che invece è possibile.

Quindi se è possibile fare delle riprese degli allunaggi, vuol dire che le tesi complottiste sono vere. Allora se hanno fatto un film su papa giovanni, papa giovanni non è mai esistito... ahahahah

viko
Inviato: 16/8/2009 5:41  Aggiornato: 16/8/2009 5:41
Ho qualche dubbio
Iscritto: 29/10/2007
Da: Bari
Inviati: 37
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
@Eiffel: presenta tracce di "PATTIVISSIMO-style"...
in particolare: "Ma pensate veramente che avrebbero commesso degli errori così stupidi?"

Frasi pattivissime prelevate dal blog:
"dato che alla NASA non erano stupidi..."
"i suoi realizzatori non sarebbero stati così stupidi da commettere l'errore grossolano..."
"Alla NASA non erano mica citrulli"

Anche il resto dell'intervento ha caratteristiche molto simili agli interventi pattivissimi.
Solo un sospetto innocente... non me ne volere Eiffel!

@tutti:
ho visto tempo fa questo mockumentary ottimamente realizzato sottotitolato in italiano...
All'inizio mi è sembrato incredibile che personaggi di quel calibro avessero spiattellato ai 4 venti cosi' tante magagne (molte delle quali credibili a dir la verità)...
Se ti scappa di non vedere completamente i titoli di coda rischi di crederci per davvero!

Quello che mi irrita di più è che la meglio feccia della politica americana degli ultimi decenni abbia autorizzato l'uso delle proprie immagini per realizzare questo video burla! Non mi sembra carino che scherzino proprio loro su ipotetici insabbiamenti e operazioni segrete...

Concordo con le tesi di cui sopra: spararle grosse, confondere le idee e poi dire candidamente: e' tutto uno scherzo!
Molto bravi...

Eiffel
Inviato: 18/8/2009 9:04  Aggiornato: 18/8/2009 9:04
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/3/2009
Da:
Inviati: 41
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
@viko
non leggo Attivissimo e ragiono con la mia testa,visto che ne copiincolli le frasi probabilmente lo leggi assiduamente tu.

Quando si tratta di "complotto lunare" cerco informazioni solo sul sito della Nasa,che poi è a fonte primaria.Nel suo archivio c'è tutto,basta aprirlo e cercare invece di andare a fantasticare sui siti di "fate&alieni".

Il fatto è che se uno non si beve le cazzate diventa subito un agente disinformatore al soldo di Attivissimo, Piero Angela e del Mago Silvan.

Mah!

Archimede2
Inviato: 28/8/2009 9:18  Aggiornato: 28/8/2009 11:07
So tutto
Iscritto: 28/8/2009
Da:
Inviati: 7
 "Dark side of the Moon"
http://www.corriere.it/scienze_e_tecnologie/09_agosto_27/olanda_luna_falso_3243612c-930c-11de-9adc-00144f02aabc.shtml

AMSTERDAM - Il sasso di provenienza lunare da vent'anni nelle collezioni del Museo Nazionale olandese di Amsterdam è falso. Cioè non proviene dalla Luna: un'analisi geologica approfondita ha dimostrato senza ombra di dubbio che si tratta di legno fossile. E a meno di ipotizzare che sul nostro satellite naturale ci siano foreste pietrificate - cosa che neanche il più folle scrittore di fantascienza si sognerebbe mai - l'oggetto in questione non è stato raccolto dagli astronauti dell'Apollo 11, come finora si era pensato. «Non vale più di 50 euro», ha commentato il geologo Frank Beunk. Ma se è falso, come è arrivato in uno dei musei europei più prestigiosi?

INTRIGO POLITICO - Il finto reperto ha padri più che nobili e probabilmente del tutto ignari della «bufala», che a questo punto si può ipotizzare messa in atto dalla Nasa o dal dipartimento di Stato americano. Il sasso arrivò al Rijksmuseum nel 1988, dopo la scomparsa dell'ex primo ministro olandese Willem Drees. Il reperto faceva parte della collezione personale del premier e gli venne donato il 9 ottobre 1969 dall'allora ambasciatore americano in Olanda, J. Williams Middendorf, in occasione della visita promozionale nei Paesi Bassi dei tre astronauti dell'Apollo 11. I nomi dei cinque protagonisti «dell'intrigo internazionale» sono infatti riportati nel cartellino che accompagna la roccia. Dopo la missione di Apollo 11, gli Stati Uniti mandarono in giro per il mondo (24 nazioni in 45 giorni) i tre astronauti in un tour promozionale, portando in dono vari reperti raccolti sulla Luna. Uno di questi - raccolto però dall'Apollo 17 - è conservato anche al Museo di scienze naturali di Milano, anche se non gli viene dato troppa evidenza.

DUBBI - Alcuni dubbi sull'autenticità del campione olandese sorsero nel 2006, in occasione della prima esposizione al pubblico del reperto. Un esperto di voli spaziali fece notare che la maggior parte dei reperti regalati dagli americani a un centinaio di nazioni (tra le quali appunto l'Italia) non proviene dall'Apollo 11, ma da missioni successive. Ed è inoltre molto strano che la Nasa avesse regalato una preziosissima roccia lunare a soli due mesi e mezzo dal ritorno sulla Terra di Armstrong, Aldrin e Collins, prima ancora di aver avuto il tempo di analizzarla. Arrivando però dalla collezione di un ex primo ministro, nessuno aveva avuto dubbi, anche se ricercatori della Free University di Amsterdam avevano detto che «a vista» si capiva che quel pezzo non poteva venire dalla Luna. L'ex ambasciatore Middendorf, ora in pensione in Rhode Island, contattato da organi di informazione olandesi, ha detto di non ricordare più a distanza di 40 anni tutti i dettagli ma di essere sicuro che la roccia gli venne consegnata dal dipartimento di Stato Usa.

RISATA - Che fine farà ora il reperto? «La terremo da parte come una curiosità», ha detto Xandra van Gelder, portavoce del museo. «È una bella storia, con molte domande che non hanno ancora una risposta. Comunque possiamo farci una risata». Anche perché questo fatto non farà che rinfocolare le teorie di chi crede che l'uomo non sia mai stato sulla Luna e tutto sia stata una grande presa in giro.

Redazione
Inviato: 28/8/2009 11:05  Aggiornato: 28/8/2009 11:07
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 "The Dark side of the Moon"
ARCHIMEDE NON SI CAMBIANO I TITOLI DEI POST!

Archimede2
Inviato: 28/8/2009 11:41  Aggiornato: 28/8/2009 11:41
So tutto
Iscritto: 28/8/2009
Da:
Inviati: 7
 Re: "The Dark side of the Moon"
Oooooooops....

Mi scuso.... pensavo che si riferisse al titolo della sola risposta (come avviene su altre piattaforme)...

Prometto di non farlo più!!!

wrr
Inviato: 28/8/2009 12:17  Aggiornato: 28/8/2009 12:17
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/1/2009
Da:
Inviati: 44
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
io ho sempre pensato che se davvero esiste un moonhoax, in realtà lo è a metà.. mi spiego: è possibile che un'impresa del genere fosse troppo importante per "fallire" ma lo stesso ci provarono. secondo le immagini dettagliate della luna ottenute dalle varie missioni fotografiche antecedenti lo sbarco, erano emerse alcune anomalie, e c'è il sospetto che uno dei motivi delle missioni Apollo fosse anche fare chiarezza sulle moon bases. Ma alcune cosa che avrebbero potuto trovare lassù non potevano essere rivelate ma soprattutto un' esplosione in diretta tv degli astronauti sarebbe stato un fallimento insostenibile, quindi fecero un bel film per precauzione, sia per il disastro, sia per le possibili "sorprese" che avrebbero potuto incontrare sulla luna gli astronauti, per le quali il mondo non sarebbe ancora stato pronto. ERGO quello che ci è rimasto e quello che mandarono in onda all'epoca (sempre che fosse possibile) è un misto di fiction e di realtà. Mentre Armstrong forse davvero compiva i primi passi sulla luna, tutto il mondo stava guardando il filmato "pulito" girato in studio, e le immagini girate lassù che oggi vediamo restaurate magari sono autentiche.. sarebbe stata la cosa più semplice e meno rischiosa, ma soprattutto più gestibile in caso di incidente.
POSSIBILE NO?

ahmbar
Inviato: 28/8/2009 13:50  Aggiornato: 28/8/2009 13:50
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/3/2007
Da: Milano
Inviati: 1785
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
wrr
Mentre Armstrong forse davvero compiva i primi passi sulla luna, tutto il mondo stava guardando il filmato "pulito" girato in studio, e le immagini girate lassù che oggi vediamo restaurate magari sono autentiche.. sarebbe stata la cosa più semplice e meno rischiosa, ma soprattutto più gestibile in caso di incidente.

Indubbiamente fornirebbe una spiegazione piu' che logica, soprattutto dati i tempi in cui si e' verificata (guerra fredda e smacco subito con sputnik e Gagarin)

Foto e video fatti in studio, poi mischiati a quelli effettivamente girati sulla luna, spiegherebbero tante cose, per prima la incredibile "perdita" dei filmati originali

Io non ero per niente un moon-hoaxer, ma leggere che alla Nasa si sarebbero "persi per un errore" le testimonianze filmate del piu' grande evento nella storia dell'uomo e' davvero difficile da accettare

Per chi desidera informarsi sulla piu' grande menzogna dell'era moderna
FAQ 11 settembre 2001
black
Inviato: 28/8/2009 14:14  Aggiornato: 28/8/2009 14:14
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/8/2009
Da:
Inviati: 844
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
negli anni 60 facevano credere che nel 2000 saremmo volati con le navicelle da una parte all'altra,si è visto dove siamo arrivati non riusciamo neanche a (ri)mandare un uomo sulla luna

wrr
Inviato: 28/8/2009 15:53  Aggiornato: 28/8/2009 15:53
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/1/2009
Da:
Inviati: 44
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
mmm.. ho paura che nè noi nè i nostri figli lo sapremo mai..
http://insolitanotizia.blogspot.com/

martin
Inviato: 13/9/2009 19:59  Aggiornato: 13/9/2009 19:59
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/7/2007
Da: Montpellier
Inviati: 144
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
... e a proposito di falsificazioni e di comode verità, questo articoletto su Repubblica è interessante:

Falso lunare

Decalagon
Inviato: 1/10/2009 19:03  Aggiornato: 1/10/2009 21:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
SSSavio, in un altro argomento, si è lamentato che qualcuno nega il viaggio lunare anche di fronte all'evidenza solamente perché esistono delle foto (messe in discussione dalla prima all'ultima, tra le altre cose).
E in tema di fotografie ho trovato un articolo molto divertente sul blog di Paolo Attivissimo dove viene mostrato un quadratino di suolo lunare dove il presunto modulo LEM è atterrato. Attivissimo ha anche annunciato che in questa foto di vedono perfino le impronte degli astronauti.

SSSavio, visto che mi sembri così convinto mi potresti indicare i dettagli che Paolo ha elencato per favore?



Poi vorrei anche che mi mostrassi delle prove reali di questo simpatico viaggio fra le stelle, così tanto per dimostrare che c'è stato veramente.
Grazie.

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»
ahmbar
Inviato: 1/10/2009 20:36  Aggiornato: 1/10/2009 20:36
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/3/2007
Da: Milano
Inviati: 1785
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Decalagon, permettimi una precisazione che nulla ha a che vedere con la sensatezza o la ragione del tuo post :
potresti anche tu evitare il "noi"?

Questa atmosfera da stadio mi urtava prima, quando si controbatteva per ben altri argomenti, e mi urta tutt'ora, dato che qui ci sono persone che pensano con la loro testa ed esprimono pareri , non squadre

Tenghiu, senza assstio ( ) e senza offesa

Per chi desidera informarsi sulla piu' grande menzogna dell'era moderna
FAQ 11 settembre 2001
Decalagon
Inviato: 1/10/2009 21:04  Aggiornato: 1/10/2009 21:04
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Si scusa.. è la forza dell'abitudine ^_^

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»
bubu7
Inviato: 26/3/2013 20:03  Aggiornato: 26/3/2013 20:03
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/2/2007
Da: Tomania
Inviati: 528
 Re: "The dark side of the Moon" – Un capolavoro...
Ho visto qualche giorno fa "Room 237", interessante documentario che offre una curiosa analisi del film "Shining" nei suoi aspetti più nascosti e tanti indizzi che rivelerebbero la partecipazione di Kubrick alle riprese del falso allunaggio.

Lui che offrì la faccia al vento la gola al vino e mai un pensiero non al denaro, non all'amore né al cielo.

Fabrizio De Andrè

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA