Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


11 settembre : Accessibilità alla demolizione delle Torri del World Trade Center
Inviato da Redazione il 29/7/2009 10:40:00 (11572 letture)

di Kevin R. Ryan

Più volte George W. Bush ha invitato la popolazione a non prendere in considerazione certe teorie del complotto. Bush ha fatto questa richiesta ogni volta che qualcuno indagava su reati per i quali avrebbe potuto risultare responsabile.

Per esempio, quando nel 1994 la Harken Energy, una società di cui Bush era stato proprietario, risultò legata da diversi investitori alla fasulla Bank of Credit and Commerce International (BCCI), il portavoce di Bush, Karen Hughes, mise a tacere l'inchiesta dichiarando all'Associated Press: "Noi non rispondiamo alle stupide teorie del complotto". In un'altra occasione, parlando in TV Bush disse: "Che non siano mai tollerate certe vergognose teorie del complotto sugli attacchi dell'11 settembre".

Paradossalmente, ci è stato anche chiesto di credere alla vergognosa teoria del complotto presentata da Bush sull'11 Settembre, che è stata dimostrata falsa più di una volta.

Un modo valido per capire la falsità della teoria del complotto sostenuta da Bush è di considerare che le torri del World Trade Center sarebbero potute crollare nel modo in cui sono crollate solo con l'utilizzo di esplosivi. Questo fatto è stato accertato da diversi studi scientifici indipendenti [1,2,3,4], ma furono gli stessi analisti del National Institute of Standards and Technology (NIST) di Bush, a dimostrare in modo definitivo la necessità di usare esplosivi, non riuscendo a difendere in modo convincente la versione ufficiale. [2,5,6,7]

Questo ovviamente porta a chiedersi "chi mai avrebbe potuto piazzare degli esplosivi nel World Trade Center?"

Per rispondere a questa domanda dobbiamo prima stabilire quali persone avessero accesso agli edifici, ...

... in particolar modo alle zone delle torri che sono direttamente interessate ad una demolizione controllata. Inoltre dovremmo considerare i periodi di tempo che erano necessari, e coloro che vi potevano accedere in quei periodi andrebbero a loro volta indagati sulla possibilità di procurarsi le tecnologie esplosive e la necessaria consulenza, sulla loro capacità di agire di nascosto, e sull'eventuale loro interesse nella distruzione del WTC o nella conseguente "Guerra al Terrorismo".

Ma una cosa è certa: a meno che il tutto sia stato fatto da una sola persona, deve essere stato per forza un complotto. [N.d.t: la definizione ufficiale di complotto prevede "la partecipazione ad un crimine di due o più individui"].

Le Torri Gemelle e il WTC 7, edifici altamente protetti, erano facilmente accessibili ai locatari, al personale di sicurezza, agli amministratori degli edifici e alle ditte incaricate di fare lavori al loro interno.

Diversi indizi suggeriscono che il periodo interessato vada dall'attentato al WTC del 1993 all'11 Settembre 2001. Questi indizi comprendono l'avvertimento del cospiratore responsabile dell'attentato del 1993, Nidal Ayyad, che avrebbe scritto - ci dicono - "la prossima volta sarò più preciso." [8]

Inoltre, indizi di un complotto pluriennale comprendono le informazioni dettagliate ricevute in prigione dal capo-mafia e informatore dell'FBI Gregory Scarpa Jr., a lui fornite fin dal 1996 dal membro di Al-Qaeda Ramzi Yousef, prigioniero nella cella accanto.

Yousef gli racconò di piani per "mettere in ginocchio New York", facendo saltare in aria il World Trade Center con "potenti bombe volanti" in possesso degli americani. Scarpa Jr. passò queste informazioni al sostituto procuratore Patrick Fitzgerald e all'avvocato dell'FBI Valerie Caproni, che però non sembrarono molto interessati. [9]

Un altro esempio è la conversazione registrata tra l'informatore dell'FBI Randy Glass e l'agente pakistano dell'ISI Raja Gulum Abbas, in cui Abbas afferma "quelle torri verranno giù", rivelando che il progetto era già attivo nel luglio del 1999. [10]

Nel corso della loro vita le Torri Gemelle hanno subito diverse modifiche alla struttura di ciascun edificio, con miglioramenti all'impianto elettrico, alle protezioni antincendio, al sistema di ascensori e altre opere costruttive generiche.

Normalmente era la Porth Authority di New York e New Jersey (PANYNJ) [n.d.t.: proprietaria del WTC] a dare inizio alle modifiche, che venivano poi completate dai diversi locatari nello spazio da loro affittato. [11]

Per questo motivo, le società affittuarie sarebbero state in grado di coordinare tra loro l'installazione di materiali esplosivi e altre apparecchiature, con la relativa certezza che quei materiali non sarebbero stati scoperti da altri.

In ogni caso, affinché la demolizione potesse andare a buon fine, era necessario gestire gli affittuari come un gruppo unico, in modo da poter piazzare gli esplosivi su un numero di piani sufficiente ad assicurare il crollo di ciascun edificio, attraverso quella che sarebbe stata invece una via di massima resistenza.
Nel prendere in esame gli affittuari di ciascuna zona interessata dovremmo anche domandarci "cui prodest?", ovvero chi ha tratto vantaggio dalla distruzione degli edifici del WTC e dalla conseguente Guerra al Terrore?

La risposta più ovvia implica, prima di tutti, l'amministrazione Bush e i suoi amici, a cui si sovrappongono gruppi di società di gas e petrolio, società di armamenti, e tutti coloro che che cercavano di esercitare un'influenza illegittima sulla politica internazionale, rispetto ad una serie di questioni che vanno dai diritti civili al controllo dello spazio.

L'11 di settembre il volo American Airlines 11 ha colpito la facciata nord della Torre Nord (WTC 1), fra il 94° e il 99° piano. Con casualità stupefacente, questi piani comprendono proprio quelli che avevano appena subito una revisione del sistema antincendio, poco prima dell'11 settembre.[12]

Ancora più stupefacente è il fatto che tutti quei piani fossero occupati da un singolo affittuario, la Marsh & McLennan (Marsh), che era allora la più grande società mondiale di brokeraggio assicurativo. Un altro affittuario, la Sumitomo Bank, condivideva con la Marsh una parte del 96° piano.

Nel periodo dal 1993 al 2001, la Marsh ha fatto diverse modifiche a quei piani, oltre alla revisione del sistema antincendio di cui sopra. Secondo il National Institute of Standards and Technology (NIST), la Marsh ha apportato modifiche alla parte sud del 94° piano nel 1998. Nello stesso anno la Port Authority di New York ha aiutato la Marsh a demolire i piani dal 95° al 98°, per rifare il sistema di allarme e di annaffiamento antincendio. Altre modifiche sono state apportate dalla Marsh al 95° piano nel 2000 [13].

L'intera revisione del sistema antincendio, dal 93° al 100° piano, è stata eseguita tra l'agosto e il novembre del '98, eccetto per il 94° piano, che è stato revisionato nel dicembre 1996.

La Marsh era una grande società con diverse sussidiarie, tra cui la Putnam Investments, la Mercer, la Johnson & Higgins, e la Guy Carpenter, una società che occupava dal 47° al 54° piano della Torre Sud. La Marsh era anche nota per un atteggiamento particolarmente misterioso, ed era stata paragonata alla CIA.

Il suo massimo dirigente l'11 di settembre era Jeffrey Greenberg, membro della Brookings Institution, della Trilateral Commission, e figlio del presidente dell'American International Group (AIG), Maurice Greenberg.

Si dice che la AIG sia stata il centro di diverse operazioni della CIA.[15]

Jeffrey Greenberg era salito velocemente ai vertici della Marsh, dopo esservi arrivato direttamente dalla AIG nel 1995, per poi diventarne il presidente in soli 4 anni. Al Brookings, Greenberg era a contatto di gomito con Lee Hamilton, il co-presidente della Commissione 11 settembre, e con l'iracheno Nemir Amin Kirdar, presidente della Investcorp, una società collegata alla BCCI fondata dal saudita Abdullah Taha Bakhsh.[16]

La BBCI era stata fondata da un pakistano di nome Agha Hasan Abedie, ed era costituita da molteplici strati di entità diverse, collegate fra loro tramite una serie impenetrabile di holdings, affiliate, sussidiarie, banche-dentro-le-banche, accordi interni e rapporti fra i titolari.

All'inizio degli anni '90 di BCCI è stata indagata a fondo per riciclaggio di denaro e finanziamento al terrorismo, e alla fine è stata liquidata dalla Bank of England, nel 1992.[17]

Come la BCCI, anche la AIG ha sviluppato una ragnatela di sussidiarie difficile da ricostruire, che si estendeva per 130 nazioni sotto 400 diversi regolatori. [18]

Altre persone molto potenti e con ottime relazioni lavoravano alla dirigenza della Marsh. Fra di loro c'era Stephen Friedman, un vecchio azionista della Marsh Capital ed ex-socio alla Goldman Sachs, divenuto in seguito il maggior consigliere economico di George W. Bush.

Friedman era anche membro della Brookings Institution, del Bilderberg Group, del Comitato Governativo per l'Intelligence Internazionale, e del C.d.A. della In-Q-Tel, la società di investimenti fondata dalla CIA nel 1998.

La In-Q-Tel investe in tecnologie avanzate relative al lavoro di intelligence e della difesa, compreso nanotecnologie e tecnologie chimiche, secondo il loro sito web.[19]

In un'altra coincidenza interessante, Friedman fece parte, attraverso la Cornell University, di una società segreta chiamata Quill and Dagger, tra cui figuravano anche Paul Wolfowitz, Sandy Berger e Stephen Hadley.

Wolfowitz è il neocons, vice-ministro della difesa nell'amministrazione Bush, che nel 1992 mise a punto la "dottrina-Wolfowitz", che prevede la guerra di aggressione.

Wolfowitz parlò anche di "una sorpresa come Pearl Harbour" mesi prima dell'11 settembre, e incontrò il generale dell'ISI pakistano Mahmud Ahmed la settimana prima del 9/11.[20]

Berger, consigliere della National Security di Bill Clinton, venne sorpreso in seguito a sottrarre documenti dalle indagini della Commissione 11 Settembre.[21]

Berger era anche il capo della Casa Bianca dello "zar" dell'antiterrorismo Richard Clarke, e insieme ad Hadley - che fu vice di Condoleeza Rice - fu responsabile per aver ostacolato o rallentato i piani di Clarke per fermare Al Qaeda nel gennaio 2001.[22]

Il presidente della Marsh Real Estate Advisors, dal 1982 al 2001, era Craig Stapleton, marito della cugina di George W. Bush, Dorothy Walker Bush.

La sezione Stapleton della Marsh era responsabile per la negoziazione dei contratti d'affitto degli uffici negli Stati Uniti, in Canada e in Europa.

Stapleton era stato co-proprietario dei Texas Rangers insieme a George W. Bush, un investimento eccezionale per tutti quelli che vi parteciparono.

Nel 1997 Stapleton era membro del consiglio di amministrazione di una società chiamata Cendant, che venne accusata nel 1998 di una mastodontica frode contabile.

Il presidente della Cendant all'epoca era Henry Silverman, un ex- socio di Blackstone Group e in seguito vice-amministratore della Port Authority di New York. Stapleton entrò poi nella Winston Partners, una compagnia privata di investimenti fondata nel 1993 e diretta dal fratello di George W. Bush, Marvin.

Il vice-amministratore della Mars, l'11 di settembre, era Mathis Cabiallavetta, un cittadino svizzero. Nonostante Cabiallavetta fosse membro del consiglio della Marsh dal 1993 al 2000, divenne vice-presidente nel 1999, dopo essere stato presidente della UBS (Unione Banche Svizzere) dal 1996 al 1998.

E' la stessa UBS che aveva salvato la Harken Energy di George W. Bush nel 1987, con l'aiuto del miliardario Jackson Stephens. UBS era collegata in altri modi alla BCCI, la banca fasulla che finanziava il terrorismo.[16, 23]

Un altro legame con la famiglia Bush può essere individuato nell'acquisizione da parte di Marsh, nel marzo del 1997, della Johnson and Higgins, società di brokeraggio assicurativo di New York. La Johnson & Higgins è stata per lungo tempo il datore di lavoro di Prescott Bush Jr., fratello di George H.W. Bush.

Sebbene Prescott Jr. non lavorasse più in quella società, aveva passato 33 anni presso la Johnson & Higgins, uscendone come primo vicepresidente. Dopo le dimissioni, Bush continuò come consulente della società per i suoi affari in Asia.

Con Prescott Jr., Friedman e Stapleton, la Marsh presentava chiaramente forti legami con la rete societaria di Bush. Inoltre, appare possibile che alcuni membri della dirigenza Marsh - in particolare Stephen Friedman, attraverso la In-Q-Tel - abbiano avuto accesso a tecnologie che possono essere state utilizzate nella demolizione mascherata degli edifici del WTC.

Si aggiunga al tutto L. Paul Bremer, e i possibili collegamenti tra la Marsh e la tecnologia per demolizioni diventano più chiare. Un mese dopo l'11 settembre, Bremer sarebbe diventato l'amministratore delegato di una nuova divisione chiamata Marsh Crisis ["Marsh Emergenze"].

E' interessante notare che il laureato di Yale Bremer avesse appena completato il Rapporto Nazionale sul Terrorismo, e prima di quello fosse stato il direttore esecutivo della Kissinger Associates.

Secondo un rapporto del senato americano, la Kissinger Associates ebbe un certo numero di incontri con i rappresentanti della BCCI verso la fine degli anni '80 ed i primi anni '90, e si è poi rifiutata di mostrare i documenti richiesti dagli inquirenti del senato.[17]

Bremer ha fatto anche parte del consiglio della Akzo Nobel, la società madre della International Paint, che produceva un macchinario per applicare la protezione antincendio ai grattacieli chiamato Interchar.[24]

Bremer faceva parte del comitato consultivo internazionale della Komatsu, la compagnia giapponese che si occupava di estrazioni minerarie e di macchinari. A quel tempo, la Komatsu partecipò ad una joint-venture con la Dresser Industries, la società di servizi petroliferi/intelligence di facciata con cui Prescott Bush senior e George H. W. Bush iniziarono a lavorare con Neil Mallon.

Il reparto minerario della Komatsu-Dresser fu attivo dal 1988 al 1997. Nel Luglio del '96 brevettò un sistema per demolizioni a base di thermite in grado di "demolire una struttura in cemento con grande efficienza, evitando nel contempo i problemi secondari dovuti a rumore, polvere e frammenti volanti, eccetera." [25]

Residui di thermite, un composto chimico ad alto potenziale energetico, sono stati ritrovati nei campioni di polvere provenienti dal WTC, e l'uso di thermite al WTC risulta anche nei rilevamenti ambientali.[1,2,3,4,26]

La Dresser Industries si è fusa con la Halliburton di Dick Cheney nel 1998.

Quello che pochi sanno è che i rapporti fra Bremer e la Marsh erano iniziati già da prima. L'11 di settembre Bremer era l'amministratore delegato della Sezione Esercitazioni di Rischio Politico della Marsh, ed aveva un ufficio nella Torre Sud.

Quel giorno venne intervistato dalla rete televisiva NBC, e disse che Osama Bin Laden era il responsabile. Disse anche che c'era un possibile coinvolgimento da parte di Iraq e Iran, mentre invocava la più dura risposta militare possibile.

Google ha cancellato tre volte dai propri server l'intervista, e una volta vi ha bloccato l'accesso.[27]

Nel 2003 Bremer fu richiamato dalla Marsh per andare a dirigere l'occupazione in Iraq. Il suo operato in quel ruolo è stato ampiamente criticato.[28]

Fine prima parte

[url=http://www.prisonplanet.com/kevin-r-ryan-demolition-access-to-the-wtc-towers.html Qui [/url] l'originale di Ryan

Traduzione di Schottolo, Teba, Shm per luogocomune.net

La note non sono ancora state tradotte. Le pubblicheremo domani, con la seconda parte.

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
hendrix
Inviato: 29/7/2009 10:59  Aggiornato: 29/7/2009 10:59
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/9/2006
Da:
Inviati: 1048
 Re: Accessibilità alla demolizione delle Torri del World ...
Da uno che censurava le foto satellitari dei ghiacciai per nascondere il riscaldamento globale questo ed altro.

Scusa Massimo, ma i numeretti che hai inserito nell'articolo, immagino siano riferimenti, compariranno nella seconda parte?

Veltro_DXV
Inviato: 29/7/2009 11:00  Aggiornato: 29/7/2009 11:07
So tutto
Iscritto: 12/7/2006
Da:
Inviati: 28
 Re: Accessibilità alla demolizione delle Torri del World ...
Un paio di mesi prima dell'attentato delle torri gemelle, un furgoncino bianco, pieno di esplosivo, guidato da un cittadino israeliano, fu fermato da un poliziotto dal cognome scozzese che cominciava con Mc........, nei pressi di New York.


Ma questo fatto lo ricordo solamente io?

Redazione
Inviato: 29/7/2009 11:07  Aggiornato: 29/7/2009 11:07
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Accessibilità alla demolizione delle Torri del World ...
HENDRIX: "Scusa Massimo, ma i numeretti che hai inserito nell'articolo, immagino siano riferimenti, compariranno nella seconda parte?"

Infatti, ho appena aggiunto la nota in fondo all'articolo.

sigmatau
Inviato: 29/7/2009 12:12  Aggiornato: 29/7/2009 12:16
Mi sento vacillare
Iscritto: 18/9/2007
Da: Provincia di Piacenza
Inviati: 705
 Re: Accessibilità alla demolizione delle Torri del World ...
Ringrazio vivamente Schottolo, Teba, Shm per la pregevole traduzione del recente articolo di Kevin R. Ryan, il cui originale è consultabile qui...

http://www.prisonplanet.com/kevin-r-ryan-demolition-access-to-the-wtc-towers.html

Insieme all'articolo sono cosultabili anche i 'commenti' e il primo di questi, firmato da tal Steve Williams, dice così...

... the buildings didn’t just collapse, they vaporized to dust. Gravity alone didn’t have enough power to cause vaporization...

Una eccellente osservazione che sottoscrivo in pieno!... chi ha qualcosa da aggiungere?...

saluti!...

--------------

... chè perder tempo a chi più sa più spiace... Dante Alighieri, Divina Commedia, Purgatorio, III, 78

… men of few words are the best men… William Shakespeare King Henry V
benitoche
Inviato: 29/7/2009 14:39  Aggiornato: 29/7/2009 14:39
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/9/2006
Da:
Inviati: 1941
 Re: Accessibilità alla demolizione delle Torri del World ...
Autore: Veltro_DXV Inviato: 29/7/2009 11:00:11

Un paio di mesi prima dell'attentato delle torri gemelle, un furgoncino bianco, pieno di esplosivo, guidato da un cittadino israeliano, fu fermato da un poliziotto dal cognome scozzese che cominciava con Mc........, nei pressi di New York.


Cioè tu vuoi dire che .....
Ma incredibile cioè loro......
loro sempre loro.....
i 4 ragazzi che festeggiavano mentre le torri cadevano quindi avevano lo stesso furgone,stessa ditta.....
Questi cospirazionisti fissati con i savi,la verità è che nei pressi di N Y esiste una cava,e quel povero profugo fuggito dalla guerra lavorava onestamente per portare il pane a casa,credi che tutti i camionisti sappiano cosa trasportano?
Maledetti cospirazionisti antisemiti

la religione è indispensabile
soltanto a un’umanità rescissa dal mondo divino-spirituale.
shm
Inviato: 29/7/2009 15:42  Aggiornato: 29/7/2009 15:42
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/8/2007
Da: perugia
Inviati: 1802
 Re: Accessibilità alla demolizione delle Torri del World ...
Massimo non era meglio pubblicarlo in un'unico articolo?

“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
baciccio
Inviato: 29/7/2009 15:56  Aggiornato: 29/7/2009 15:56
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/1/2006
Da: Genova
Inviati: 536
 Re: Accessibilità alla demolizione delle Torri del World ...
Benitoche : "Maledetti cospirazionisti antisemiti".
--Immagino che sia maledettamente e incorregibilmenteante antisemita il solo appurare che, quasi tutti, i cognomi dei protagonisti elencati nell'articolo siano incidentalmente di origine ebraica.

Pyter
Inviato: 29/7/2009 17:14  Aggiornato: 29/7/2009 17:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Accessibilità alla demolizione delle Torri del World ...
Ma se il piano dal 94° al 101° sono stati (sarebbero stati) distrutti dall'impatto dell'aereo, che senso avrebbe avuto minarli con esplosivi?

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
Redazione
Inviato: 29/7/2009 17:28  Aggiornato: 29/7/2009 17:28
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Accessibilità alla demolizione delle Torri del World ...
SHM: Il lavoro di revisione è molto lungo.

blu23
Inviato: 29/7/2009 17:40  Aggiornato: 29/7/2009 17:40
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/2/2009
Da:
Inviati: 585
 Re: Accessibilità alla demolizione delle Torri del World ...
L'articolo sembra fatto da David Icke.... Ma comunque non da (nella prima parte) nessuna ipotesi di come e quando siano stati "minati" gli edifici.
La parte focale di tutta la teoria è appunto questa, è l'ultimo dubbio che deve cadere.... Per tutto il resto tutti sappiamo gli altri dettagli dell'inside job

Ribellatevi al mondo corrotto di Babilonia, emancipate la vostra razza, riconquistate la vostra terra. (Bob Marley)
sigmatau
Inviato: 29/7/2009 17:48  Aggiornato: 29/7/2009 17:48
Mi sento vacillare
Iscritto: 18/9/2007
Da: Provincia di Piacenza
Inviati: 705
 Re: Accessibilità alla demolizione delle Torri del World ...
Blu23 : ... non da (nella prima parte) nessuna ipotesi di come e quando siano stati "minati" gli edifici. La parte focale di tutta la teoria è appunto questa, è l'ultimo dubbio che deve cadere...

... infatti!... solo che è un 'dubbio' che nessuno è mai riuscito a chiarire, al punto che mi viene il sospetto che questa 'teoria' secondo la quale gli edifici sarebbero stati demoliti con impiego di esplosivi 'tradizionali' [termite o altro...] sia stata creata intenzionalmente per 'coprire' la verità...

saluti!...

--------------

... chè perder tempo a chi più sa più spiace... Dante Alighieri, Divina Commedia, Purgatorio, III, 78

… men of few words are the best men… William Shakespeare King Henry V
pensatore
Inviato: 29/7/2009 17:54  Aggiornato: 29/7/2009 17:54
Ho qualche dubbio
Iscritto: 1/6/2006
Da:
Inviati: 173
 Re: Accessibilità alla demolizione delle Torri del World ...
@ Pyter
citazione
"Ma se il piano dal 94° al 101° sono stati (sarebbero stati) distrutti dall'impatto dell'aereo, che senso avrebbe avuto minarli con esplosivi?"

Le colonne danneggiate erano solo una decina e l'incremento di carico sulle restanti non superava il 30%, ampiamente sopportabile.
La maggioranza delle colonne aveva il rivestimento integro e non ha superato i 300°C, temperatura alla quale l'acciaio acquista e non perde resistenza.

La demolizione è cominciata intorno al 97° piano con il taglio contemporaneo di tutte le colonne del nucleo centrale, testimoniata dal primo movimento dell'antenna iniziato in VERTICALE e solo dopo proseguito con una inclinazione dovuta al cedimento della parte perimetrale.

Poichè questo non sarebbe bastato a provocare il crollo generale sono stati minati in sequenza i piani superiori ed inferiori facendoli insaccare sul 92°.
Poi il taglio (sempre delle colonne centrali) non su tutti i piani ma solo ogni decina circa ha guidato la caduta ad imbuto mantenuta anche dalla struttura tubolare del perimetro, grazie alla energia cinetica via via crescente.
Saluti.

Kobayashi
Inviato: 29/7/2009 19:41  Aggiornato: 29/7/2009 19:41
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/4/2009
Da:
Inviati: 42
 Re: Accessibilità alla demolizione delle Torri del World ...
Mazzucco ancora insiste con gli aerei , nulla di nuovo volevo solo ricordargli che sempre piu persone quelle con un pò di cervello e non quelle in malafede, che indagano e cercano notizie sull'11 settembre prima o poi ci arrivano a capirlo che non sono stati usati aerei, chissa se un giorno chi le ha fatto certe promesse manterrà la parola, è un peccato perche sui video falsi dello sbarco sulla luna ben si è comportato nello svelare manipolazioni video e altro, del resto è sempre un regista di Los Angeles.

Teba
Inviato: 29/7/2009 21:16  Aggiornato: 29/7/2009 21:17
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/9/2007
Da:
Inviati: 1846
 Re: Accessibilità alla demolizione delle Torri del World ...
Citazione:
Mazzucco ancora insiste con gli aerei , nulla di nuovo volevo solo ricordargli che sempre piu persone quelle con un pò di cervello e non quelle in malafede, che indagano e cercano notizie sull'11 settembre prima o poi ci arrivano a capirlo che non sono stati usati aerei, chissa se un giorno chi le ha fatto certe promesse manterrà la parola, è un peccato perche sui video falsi dello sbarco sulla luna ben si è comportato nello svelare manipolazioni video e altro, del resto è sempre un regista di Los Angeles.


a parte tutta la teoria "no plane" (leggiti i 3Ds dedicati), volevo capire:

uno diffonde il fatto che l'11/9 è stato un auotoattentato con l'uso di aerei...e lo consideri in malafade?



Redazione
Inviato: 29/7/2009 22:50  Aggiornato: 29/7/2009 22:52
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Accessibilità alla demolizione delle Torri del World ...
KOBAYASHI: tu che sei in buona fede mandaci un articolo in cui si spiega quello che davvero è successo, e lo pubblichiamo.

Visto che “quelli con un pò di cervello” lo hanno capito, sapranno anche spiegarlo a noi stupidi e in malafede, non credi?

Se invece sei qui solo per fare polemica dovrò espellerti dal sito. Sei stato avvisato.

trotzkij
Inviato: 30/7/2009 0:06  Aggiornato: 30/7/2009 0:10
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/9/2006
Da:
Inviati: 3704
 Re: Accessibilità alla demolizione delle Torri del World ...
autorimosso

I complotti non esistono, ... tranne quando ci sono
Freeman
Inviato: 30/7/2009 8:44  Aggiornato: 30/7/2009 8:44
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: Accessibilità alla demolizione delle Torri del World ...
Un consiglio non richiesto: prima di discettare sulla presunta incompletezza dell'articolo, suggerirei di attendere la seconda parte (e vale anche per chi è andato a leggersi l'originale in versione integrale), altrimenti non si sa di cosa si sta parlando.

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
baciccio
Inviato: 31/7/2009 15:07  Aggiornato: 31/7/2009 15:07
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/1/2006
Da: Genova
Inviati: 536
 Re: Accessibilità alla demolizione delle Torri del World ...
Buona notizia: è la prima volta che Google Alert, ( cui ho da mesi affidato il compito di ricerca sull'argomento ) mi comunica una notizia comprendente Luogocomune inerente la "Verità sull'11 settembre".

Google Blogs Alert per: Verità sull'11 settembre

Luogocomune - Accessibilità alla demolizione delle Torri del World ...
Paradossalmente, ci è stato anche chiesto di credere alla vergognosa teoria del complotto presentata da Bush sull'11 Settembre, che è stata dimostrata falsa più di una volta. Un modo valido per capire la falsità della teoria del ..... Questi cospirazionisti fissati con i savi,la verità è che nei pressi di N Y esiste una cava,e quel povero profugo fuggito dalla guerra lavorava onestamente per portare il pane a casa,credi che tutti i camionisti sappiano cosa trasportano? ...
Luogocomune - http://www.luogocomune.net/site/

slump
Inviato: 31/7/2009 22:01  Aggiornato: 31/7/2009 22:01
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/6/2006
Da:
Inviati: 199
 Re: Accessibilità alla demolizione delle Torri del World ...
Se posso permettermi una previsione, senza aver ancora letto la seconda parte, direi che l'autore NON ci dirà affatto come sono state minate le torri e/o da chi -- che sono state minate lo ha già affermato con sicurezza nella prima parte, dicendo che lo ha affermato lo stesso NIST!

Molto probabilmente proseguirà nella ragnatela di conoscenze e parentele (dimenticandosi dei famosi "sei gradi" -- eppure in USA ci hanno fatto anche un telefilm!) e farà qualche accenno a qualche possibilità, nulla di più.

Giustamente, perché se le torri sono state minate sapremo come e da chi solo se qualcuno parla e confessa le modalità -- guardare i video e tutto il resto ci può confermare nell'ipotesi che sono state minate ma non quando e soprattutto da chi.

"In powerful rain, they laid down their heads to die"
(My Dying Bride)
medicialbe
Inviato: 4/8/2009 20:55  Aggiornato: 4/8/2009 20:55
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/2/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: Accessibilità alla demolizione delle Torri del World ...
Illuminante, veramente illuminante per il numero di collegamenti anche impesnabili, è il film-documentario "Who Killed John O'Neill".

Liberamente scaricabile in rete, con sottotitoli in italiano.

Un amico che lavora per la Marsh mi ha confermato i legami che sono tracciati nel film.

Redazione
Inviato: 4/8/2009 21:30  Aggiornato: 4/8/2009 21:30
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Accessibilità alla demolizione delle Torri del World ...
Chiedo scusa per il ritardo, al più presto finisco la revisione della traduzione.

st001
Inviato: 12/8/2009 0:02  Aggiornato: 12/8/2009 0:03
So tutto
Iscritto: 22/10/2004
Da:
Inviati: 12
 Re: Accessibilità alla demolizione delle Torri del World ...
Ciao medicialbe,


Dato che dici che il film-documentario si scarica liberamente in rete con sottotitoli in italiano, ci puoi dare cortesemente il link?


Ti ringrazio
Ciao
Stefano

Stefano
theMatrix
Inviato: 14/8/2009 10:35  Aggiornato: 14/8/2009 10:35
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/4/2007
Da:
Inviati: 86
 Re: Accessibilità alla demolizione delle Torri del World ...


Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA