Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


politica italiana : "La voce del padrone" fa tremare le macerie… d'Italia
Inviato da Redazione il 10/7/2009 15:30:00 (11132 letture)

di Enrico Galoppini

Cronache dalla colonia-Italia, alla ricerca d'un barlume di dignità e di sovranità.

Che Berlusconi non sia gradito all'Angloamerica e alla GF&ID (Grande Finanza e Industria Decotta, per usare una felice definizione di Gianfranco La Grassa) ormai è un fatto acclarato che solo chi è mosso da faziosità ideologica preconcetta può non riconoscere. Il perché è ben spiegato in varie analisi uscite in questi giorni, di fronte alle quali i solerti "anticonformisti" del massimalismo rivoluzionario parolaio non hanno saputo fare di meglio che lanciare l'accusa di "filo-berlusconismo" (che nella scala gerarchica dell'infamia viene seconda solo a quella di "filo-fascismo").

Che costoro - che pure si considerano "politicamente impegnati" - continuino a scambiare la politica per la prateria nella quale far scorazzare i loro sogni frustrati è un fatto che concerne solo la psichiatria. La politica, in specie quella estera, è questione di rapporti di forza e di sfere d'influenza. Il resto è aria fritta.

Veniamo alle cose serie, anzi gravi, gravissime accadute in questi giorni in Italia, ...

...che fanno seguito ad altre cose poco simpatiche come la canea contro Gheddafi imbastita da un'accozzaglia eterogenea di desperados della politica.

C'è il G8 dell'Aquila, in mezzo alle macerie del terremoto (una 'trovata' utile per spillare dai "grandi" un po' di quattrini per la ricostruzione), al quale è stata invitata anche la Cina. La "stampa internazionale" (eufemismo) è dedita anima e corpo alla lapidazione di Berlusconi (non è la stampa "di sinistra" a "tirare la volata" come, per prudenza, anche la stampa vicina a Berlusconi ripete).

È un crescendo wagneriano di accuse e maldicenze: "Disorganizzazione del G8", "Berlusconi pensa solo alle donne" (ma Kennedy, il totem della sinistra obamiana, predicava forse la castità?), "Berlusconi incapace", "fuori l'Italia dentro la Spagna" ed una copertina spregevole de "L'Express" (v. foto)… Poi arriva la bordata: "Obama assuma la guida del G8!".

Tradotto in linguaggio concreto ciò vuol dire: "Ora facciamo capire chi comanda in Italia a quel pazzo di Berlusconi". Così, con la scusa degli uiguri "in rivolta", Hu Jintao ha capito che era meglio tornare a casa, prima del G8, ma figuriamoci se la sua decisione è stata determinata da una tempesta in un bicchier d'acqua spacciata per uno tsunami dalla Cia, dal "corrispondente" della Rai, più gli untori del "pericolo giallo", i Radicali, i "bonzi per i gonzi" e i "saraceni dello Zio Sam".

È il padrone che ha ordinato all'Italia serva di rimandare a casa l'indesiderato ospite che s'era permessa d'invitare (con grave disappunto della GF&ID, alleata di ferro degli USA) e che stava sottraendo quote di mercato alle corporation del "negretto abbronzato".

Nella stessa logica va inquadrato l'ostentato idillio di Obama con Napolitano, il "gentiluomo dall'alto profilo morale" (Obama dixit), il "comunista (da sempre) di casa a Washington" che all'impassibile Hu Jintao - soddisfatto per gli affari conclusi dalla delegazione d'imprenditori cinesi - ha tenuto la lezioncina sui "diritti umani"… Poteva tenerla anche a Obama, no?, visto che dall'Iraq all'Afghanistan, passando per la Palestina, è tutto un rispetto per questa nuova "religione dell'umanità"!

Il resto, dai gelatini fatti dalle "adorabili bambine" alla loro maglietta "pacifista", all'unico leader ritratto nelle prime pagine dei giornali-zerbino che è solo e sempre Obama, rientra nella solita nauseabonda propaganda di una Repubblica delle banane, della quale è cittadino a tutti gli effetti anche Di Pietro che, eccitatissimo davanti alla "stampa internazionale", s'è prodotto in uno dei suoi migliori spettacoli cabarettistici, tacciando in un colpo solo Berlusconi di "pidduismo", "fascismo" e "razzismo".

La partenza (o meglio 'l'invito ad andarsene' su ordine Angloamericano) di Hu Jintao è un fatto d'una gravità inaudita, che segue l'annullamento della visita di Frattini in Iran, il mancato arrivo degli iraniani al G8 dei Ministri degli Esteri a Trieste e l'annullamento del viaggio di Berlusconi a Tripoli, giusto per non attribuire un "riconoscimento" di fatto al presidente Ahmadinejad, contro il quale, al di là delle rituali "condanne", il G8 non ha prodotto alcunché dato che la Russia non ne vuol sapere di veder occupato ulteriormente il suo "estero vicino".

Di questo passo, c'è da attendersi ogni carognata. Che piaccia o meno, l'Italia può evitare un disastro al cui confronto l'attuale situazione è una manna solo se riacquista la sua funzione geopolitica, ovvero se - dopo il buco nero degli anni Novanta, che hanno visto addirittura una guerra alle porte di casa (con l'appoggio della sinistra)! - saprà rendersi di nuovo "indispensabile" nel nuovo scenario multipolare, che implica "l'amicizia" con la Russia, la Cina, la Libia e l'Iran… Questa è l'unica linea sensata che un uomo politico italiano deve seguire, non per "antiamericanismo" o altre posizioni ideologiche, ma per la pura pragmatica sopravvivenza di questo Paese e per dargli una concreta speranza di autonomia, al di là degli slogan dei professionisti della "rivoluzione" e dei "mondi migliori".

Che piaccia o meno, il mondo è diviso in chi comanda e chi ubbidisce, in chi conta e chi non conta un accidente. Noi, sinceramente, che già mal sopportiamo di contare ben poco, vorremmo contare un po' di più ed avremmo preferito vedere Hu Jintao passeggiare col gelato a Roma.

Enrico Galoppini

Fonte Eurasia

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
sisifo
Inviato: 10/7/2009 18:25  Aggiornato: 10/7/2009 18:25
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/4/2008
Da:
Inviati: 58
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Non c’è dubbio che l’accanimento della stampa internazionale su Berlusconi nasconde ben altre necessità, che vanno oltre al semplice dileggio cui la spazzatura mediatica sembra felicissima di abbandonarsi (chiariamo subito che non sono un ultras del cavaliere). Basterebbe pensare alle nefandezze compiute, per esempio, da Bliar e al silenzio che ancora regna sovrano sul suo operato, per capire che qualcosa non quadra.
Come detto nell’articolo, in un sistema di potere l’unico modo di non farsi schiacciare è trovare qualcosa da barattare per sopravvivere.

Io però comincio a pensare che dovremmo sganciarci da tutto e tentare di andare avanti da soli.
Anche perché la partita che si sta svolgendo, a differenza del passato, non mi pare si possa concludere con una risoluzione accettabile, sia pure che la vogliamo intendere per difetto.
Ci sono altre nazioni che ci stanno provando, e con cui potremmo tentare di saltare il fosso. Penso, per esempio, alle interessanti evoluzioni che si osservano in america latina. Sarebbe un passo avanti per tentare di uscire dal controllo dei paesi colonialisti, e per guardare avanti con un rinnovato ottimismo.
Non sarà facile ma, sembra che ci sia ben poco da perdere.

Dr-Jackal
Inviato: 10/7/2009 18:36  Aggiornato: 10/7/2009 18:36
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/3/2006
Da:
Inviati: 1028
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
C'è un errore di ortografia:

Citazione:
ormai è un fatto acclarato che solo chi è mosso da faziosità ideologica preconcetta NON può non riconoscere.

Cancellate il primo NON. Due negazioni affermano.

yarebon
Inviato: 10/7/2009 18:38  Aggiornato: 10/7/2009 18:38
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2366
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
le accuse maggiori vengono dall'Inghilterra probabilmente anche per il fatto che è stata scalzata dall'Italia come referente tra Russia e America e Russia Iran che vede sempre più spesso l'Italia protagonista anche grazie airisultati raggiunti dall'eni (accordo con Gazprom, accordo Italia-Russia-Libia), insomma sono giochetti che alla vecchia albione (sempre più vecchia e decrepita) probabilmente non piacciono, anche perchè al g8 Obama mi è sembrato abbastanza cordiale, anche per il fatto che volente o meno l'Italia è diventato lo stato occidentale con cui mediare e parlare in diverse questioni (Russia e Iran, attualmente infatti L'Italia è lo stato occidentale più vicino a Putin), quindi il nostro caro piduista sembra aver cambiato alcune mosse geopolitiche che in genere vedevano l'Italia come semplice vassallo.
Naturalmente tutto ciò non migliorerà la vita di tutti noi, ma è bello vedere quei puzzoni anglosassoni che rosicano.
Per ora Berlusconi gode di qualche protezione, anche se le sue amicizie pericolose e le sue varie malefatte lo rendono un personaggio tutto sommato fragile.
Potremo assistere ad una nuova tangentopoli...vedremo

a_mensa
Inviato: 10/7/2009 18:50  Aggiornato: 10/7/2009 18:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/6/2009
Da: roncello (mi)
Inviati: 3180
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
non amo Berlusconi, anzi lo detesto, ma mi secca che dall'estero tendano a "farci la morale".
avendo girato il mondo in lungo e in largo per decenni, capisco benissimo che quanto emerge nei suoi confronti lo renda incompatibile con quanto viene ritenuto il minimo standard, ma, pur se nazioni dove un ministro si dimette per non aver pagato i contributi alla baby sitter, oppure messo in nota spese la cassetta pornografica, non capiscano come da noi possa stare al governo uno come B., questo non credo dia loro il diritto di dileggiare lui, e quindi noi.
se c'è qualcuno che mi fa inc...re veramente sono i miei compatrioti, che l'hanno eletto, perchè lui , il B. non si è mai mostrato diverso da quello che è, fosse la sua unica qualità, gliela riiconosco.(a parte la propaganda autocelebrativa, ma tutti sanno quanto la propaganda sia falsa, per cui pollo chi ci ha creduto)
avesse un minimo di rispetto, per noi italiani, però, si dimetterebbe, e poi, visto la potenza mediatica di cui dispone (notare che è lui a sostenere che i direttori dovrebbero "gestire" le redazioni), comincerei a rispondere per le rime.
con i suoi comportamenti si è attirato gli strali di tutti, onesti e ipocriti, e perciò ora rappresenta un vero vulnus per l'italia e gli italiani.
giusto o sbagliato, cosa è stato è stato, e per un minimo di amor patrio dovrebbe, e potrebbe farlo proprio sull'onda del successo raccolto al g8, uscire di scena.
chissà se lo farà ? vedremo quanto ci tiene, nei fatti, all'italia e agli italiani.

non vorrei mai appartenere ad un club che avesse me come socio.
martin
Inviato: 10/7/2009 18:58  Aggiornato: 10/7/2009 18:58
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/7/2007
Da: Montpellier
Inviati: 144
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
... e i giornali inglesi, anzi di Rupert Murdoch, hanno i loro grattacapi:

Articolo su Le Monde.

Spiare un'attricetta per fini scandalistici è un conto, spiare il vice primo ministro è un altro...

BRADI
Inviato: 10/7/2009 19:05  Aggiornato: 10/7/2009 19:05
So tutto
Iscritto: 26/7/2005
Da:
Inviati: 24
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Citazione:
Io però comincio a pensare che dovremmo sganciarci da tutto e tentare di andare avanti da soli.


Citazione:
Penso, per esempio, alle interessanti evoluzioni che si osservano in america latina.


È vero. In Sudamerica ci stanno provando a conquistarsi un minimo di autonomia dal tallone statunitense ma "personaggi" come Chavez (ma anche Morales), al di là della loro retorica che attecchisce bene in quei paesi, non sbucano fuori dal nulla: prima di tutto è sempre stato un militare (credo un colonnello), tentò un colpo di stato contro il corruttissimo governo fantoccio di allora, scontò una parte della pena (per il golpe fallito) in carcere e solo dopo si presentò democraticamente alle elezioni e sfondò grazie alla sua popolarità, ottenuta proprio grazie al tentato golpe e al fatto che nella popolazione, ormai la misura era colma (stiamo parlando di miseria).
E anche il "personaggio" Morales proviene da una lunga storia di battaglie con le quali si è conquistato notorietà.

È probabile che anche noi, una volta toccato il fondo (il vero fondo) riusciremo a partorire qualche "personaggio" del genere. Perché, io credo, senza un "personaggio", dubito che si creerà mai il consenso necessario a cambiare le cose per via "democratica".

Le proposte di democrazia dal basso, a mio parere, sono bellissime e servono proprio per far prendere coscienza alle persone di come stanno veramente le cose (cioè che noi non contiamo un bel niente).
Ma se l'obiettivo è "prendere il potere" per cambiare la situazione per via democratica, penso che non sia praticabile in tempi decenti (intendo... la vita di un essere umano).

Detto questo nel corso degli anni sono stato decisamente ostile verso Berlusconi e e i suoi passati governi, sia per ragioni politiche (la guerra, l'aziandalismo sfegatato, ecc), che per ragioni morali (la corruzione, la P2, il conflitto di interessi, ecc.).
In questo momento però ritengo che il nostro paese (e quindi tutti noi) sia seriamente in pericolo: e questo governo (che tra l'altro su temi prettamente geopolitici non mi sta dispiacendo affatto) è l'unico argine alla svendita totale di quanto ci resta (compresi noi).

Ricordiamoci che dietro un "personaggio" c'è sempre una (o più di una) lobby di interessi. E quelle che ci sono dietro i vari Draghi, Prodi, Fini, ecc. non mi piacciono per niente. Ancor meno di Berlusconi.

Inoltre - e qui parlo a coloro che si ritengono "democratici" (non il partito... ma la Democrazia!) - ritenete giusto che il governo che ha ricevuto il più ampio consenso mai ottenuto nella storia della Repubblica, venga rovesciato da pressioni che provengono da fuori il nostro paese?

Perché - in termini di "Democrazia" - se Berlusconi (e solo lui, visto che il consenso è di questo governo è tutto suo!) non ha diritto a governare, bhe... allora non ce l'ha nessun altro in questo povero paese!

Scusate se sono stato prolisso...

Redazione
Inviato: 10/7/2009 20:01  Aggiornato: 10/7/2009 20:10
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Sisifo (ciao): “Ci sono altre nazioni che ci stanno provando, e con cui potremmo tentare di saltare il fosso. Penso, per esempio, alle interessanti evoluzioni che si osservano in america latina.”

In realtà noi non avremmo nessun fosso da saltare. La Spagna ci ha messo 5 minuti a mandare in culo Bush, e qualunque paese europeo potrebbe permetterselo oggi, senza eccessive difficoltà. (Per “mandare in culo”, ovviamente intendo “rivedere certi equilibri alla luce dell’ attuale quadro storico”).

Il problema è la leadership, e il nostro purtroppo è un paese dove quella parola è ormai scomparsa dal vocabolario. E non certo per caso.

Sull’America Latina invece sarei più prudente. Non so se hai visto il documentrario su Guevara, ma lì chiaramente è un problema di dipendenza economica. I leader volendo li hanno, ma non credo che bastino (eccetto per Chavez, che casualmente nuota nel suo petrolio).

°°°

Dr. Jackal: ho segnalato la correzione a Galoppini. Attendo conferma. Grazie nel frattempo.

(In realtà sono TRE negazioni. E' il termine "solo" che ti fotte. Se la frase fosse: "chi è mosso da faziosità ideologica preconcetta non può non riconoscere..." starebbe perfettamente in piedi. Con il "solo" davanti invece il doppio "non" diventa ridondante.)

padegre
Inviato: 10/7/2009 20:45  Aggiornato: 10/7/2009 20:45
Mi sento vacillare
Iscritto: 28/11/2007
Da:
Inviati: 496
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Per prima cosa trovo enormemente ridicolo il fatto che tra i “grandi della terra” vi sia l’Italia e non la Cina, giudico irrilevante un organismo che rappresenta il 13% della popolazione mondiale, penso che l’Europa faccia una figura di merda visto che dopo 50 anni di UE non riesce a parlare con una voce sola, ritengo che questo organismo delegittimi l’ONU che è l’unica sede in cui i problemi mondiali vanno trattati, e altresì mi sembra indecente spendere grosse cifre per questi avvenimenti che, ripeto, dovrebbero essere tenuti ordinariamente nella sede centrale dell’ONU.
Bisogna screditare in ogni modo la tentazione di creare (anche con il G20 di settembre) la aggregazione di un gruppo di Stati che cerca di prendere decisioni di livello globale escludendo l’ONU, che diventerebbe presto un ente inutile o il certificatore di decisioni prese in altre sedi.
Naturalmente, per rispondere a queste iniziative del G8, ci vorrebbe una forte mobilitazione internazionale per una riforma della Carta dell’ONU, che abolisca le arcaiche norme del “diritto di veto” e porti le decisioni dell’Assemblea sul terreno ordinario della democrazia, con decisioni prese a maggioranza, dove la maggioranza deve esprimere la maggioranza della popolazione mondiale, e non il numero aritmetico degli Stati membri.
Ci dovrebbe far riflettere il fatto che proprio i paesi che maggiormente straparlano di democrazia, e che addirittura la vogliono esportare, magari con la guerra, siano i più refrattari a riformare l’ONU in senso democratico, e che proprio l’Europa, culla della democrazia, abbia delle norme, come quella della unanimità, che di fatto ne bloccano da 50 anni la integrazione politica.
G8 e mantenimento del diritto di veto all’ONU testimoniano la antidemocratica pervicace volontà dei più ricchi e più forti militarmente di mantenere l’egemonia politica ed economica, costituiscono una alleanza militare nella NATO che agisce ancora dove e come vuole da gendarme mondiale, sotto la guida degli Usa che con 900 basi militari al di fuori del proprio territorio è l’unico paese al mondo a fare politica con la minaccia di intervento militare (Obama compreso).
Purtroppo la democrazia dobbiamo ancora inventarla e soprattutto praticarla.
Paolo De Gregorio
10.7.09

alsecret7
Inviato: 10/7/2009 20:51  Aggiornato: 10/7/2009 20:51
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/6/2007
Da:
Inviati: 561
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
ma scusatemi possibile che celabbiate tutti con di pietro? ma se e' lunico che in italia fa oppozizione vera cazzo, come fate ancora ooggi a dire che quello che dice non sia vero oppure quello che dice travaglio. infondo e tutto documentato non mi sembra che sparino al vento ditemi voi se quelle cose che dicono siano balle daltronde che cosa bisognerebbe fare? forse come a fatto la sinistra che e sparita e glia dato pure una mano per essere dove? io dico che sei fatti ci sono bisogna dirli anche se a qualcuno questi personaggi che queste cose le dicano siano antipatici io non vi capisco ci si lamenta che le verita in italia non vengano mai dette e se ce qualcuno che le dice ci sputate sopra ma perpiacere.

Garrett
Inviato: 10/7/2009 21:29  Aggiornato: 10/7/2009 21:29
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/7/2009
Da: The Lost City
Inviati: 685
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
C'è il G8 dell'Aquila, in mezzo alle macerie del terremoto (una 'trovata' utile per spillare dai "grandi" un po' di quattrini per la ricostruzione), al quale è stata invitata anche la Cina.

In realtà tenendo presente il motto del gi-otto "sfamiamo il terzo mondo e salviamo l'ambiente" verrebbe da pensare che siano i "grandi" ad aver avuto una trovata utile per spillare soldi (anche) all'Italia oltre che ai contribuenti dei loro rispettivi paesi.
L'Italia dovrà fornire almeno uno 0,15% in più del suo PIL in aiuti al terzo mondo cioè a occhio e croce 2-3 miliardi di euro all'anno in più: forse è un po' di più di quelle 2-3 chiesette che i "grandi" si sono impegnati a ristrutturare.
L'unica alternativa è che l'Italia venga finalmente dichiarata a tutti gli effetti paese del terzo mondo.
Nessuno però ha osservato che un ottimo sistema per aiutare il terzo mondo sarebbe evitare nefandezze come queste:
Migliaia di Nigeriani in viaggio verso l'Italia. Il finto accordo tra Berlusconi e Gheddafi e la vera guerra francese per l'uranio. La video inchiesta di Fabrizio Gatti

Riprende la guerra dell´uranio del Niger

Ottima anche l'inchiesta di Report se qualcuno la ricorda.
Ciò è comprensibile perchè si sarebbe rovinato il clima di allegra goliardia e glamour.
In compenso avrebbe svelato il mistero di tutte quelle bonarie pacche sulle spalle a Gheddafi e sarebbe ottima pubblicità anche all'imminente ritorno del nucleare in Italia.

La "stampa internazionale" (eufemismo) è dedita anima e corpo alla lapidazione di Berlusconi

La lapidazione funzionerebbe meglio se si usassero blocchi di granito anzichè limitarsi ai soliti scandali sessuali.

È un crescendo wagneriano di accuse e maldicenze: "Disorganizzazione del G8", "Berlusconi pensa solo alle donne"

Tutto ciò, provenendo dalla stampa straniera (dunque per definizione contraria a Berlusconi), non può che essere ovviamente falso; ergo il G8 è stato un successo, specie le decisioni in ambito climatico, e a Berlusconi non piacciono le donne.

(ma Kennedy, il totem della sinistra obamiana, predicava forse la castità?)

No però nemmeno riempiva i ministeri di Marylin Monroe.

una copertina spregevole de "L'Express"

Chiediamoci perchè si osa accostare la parola "buffone" a quella di Berlusconi... qualche video tratto dai Best of magari aiuta:
Berlusconi fa cucù alla Merkel nel vertice Italia Germania
Berlusconi al vertice NATO
Al G20 la Regina rimprovera Berlusconi
Silvio Berlusconi vs Martin Schulz
L'istrione Berlusconi

Poi arriva la bordata: "Obama assuma la guida del G8!"

Orrore! Come se l'Italia non fosse sempre stata colonia USA!

Hu Jintao ha capito che era meglio tornare a casa

Saggezza cinese

ma figuriamoci se la sua decisione è stata determinata da una tempesta in un bicchier d'acqua spacciata per uno tsunami dalla Cia, dal "corrispondente" della Rai, più gli untori del "pericolo giallo", i Radicali, i "bonzi per i gonzi" e i "saraceni dello Zio Sam"

Quindi è partito dopo aver visto le foto di Berlusconi su El Pais?

È il padrone che ha ordinato all'Italia serva di rimandare a casa l'indesiderato ospite che s'era permessa d'invitare (con grave disappunto della GF&ID, alleata di ferro degli USA) e che stava sottraendo quote di mercato alle corporation del "negretto abbronzato".

E' stata sicuramente una mossa a sorpresa quella di aver invitato la Cina, membro permanente ONU, al G8.
Cosa gli avrà detto per scacciarlo? Che sono finiti gli involtini primavera?
Oppure Hu Jintao era preoccupato che gli cucinassero bambini bolliti?

Nella stessa logica va inquadrato l'ostentato idillio di Obama con Napolitano, il "gentiluomo dall'alto profilo morale" (Obama dixit), il "comunista (da sempre) di casa a Washington" che all'impassibile Hu Jintao - soddisfatto per gli affari conclusi dalla delegazione d'imprenditori cinesi - ha tenuto la lezioncina sui "diritti umani"… Poteva tenerla anche a Obama, no?, visto che dall'Iraq all'Afghanistan, passando per la Palestina, è tutto un rispetto per questa nuova "religione dell'umanità"!

Visto il quadretto c'è posto persino per Gheddafi..

Lestaat
Inviato: 10/7/2009 22:31  Aggiornato: 10/7/2009 22:31
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/7/2005
Da: Perugia
Inviati: 1774
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Citazione:
Sull’America Latina invece sarei più prudente. Non so se hai visto il documentrario su Guevara, ma lì chiaramente è un problema di dipendenza economica. I leader volendo li hanno, ma non credo che bastino (eccetto per Chavez, che casualmente nuota nel suo petrolio).

...mmm....non lo so Massimo.
Gli ultimi eventi inHonduras sembrano al contrario dimostrare una forza politica considerevole non di Chavez, ma dell'ALBA che compattamente e PRIMA di una dichiarazione conciliante di Obama (dopo quella imbarazzata della Clinton) ha appoggiato iil presidente eletto e l'appoggio alla dichiarazione di disponibilità militare di Chavez.
E' la prima volta nella storia che un colpo di stato in sud-america sta fallendo.
Ma forse sono solo meno prudente di te.

In nomine libertatis vincula edificamus.
In nomine veritatis mendacia efferimus.
BRADI
Inviato: 10/7/2009 22:58  Aggiornato: 10/7/2009 22:58
So tutto
Iscritto: 26/7/2005
Da:
Inviati: 24
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Sinceramente mi sono fatto l'idea che ormai in Italia quando si parla di Berlusconi e del suo governo si tratti di una questione di tifo: o pro, o contro.

Non è che siccome quello che dice Berlusconi è falso (propaganda) significa che quello che dicono i suoi nemici (o detrattori) sia automaticamente vero!

Personalmente, proprio non piacendomi il personaggio, ci ho messo un po' a superare il pregiudizio per questo governo. Che non è certamente quello che vorrei (vanno però distinti i desideri dalla realtà!).
Sono sempre più convinto che gli attacchi a Berlusconi come "personaggio" siano in realtà mirati a determinati esponenti del suo governo... tipo Tremonti, detestato da Fini (lo ha già fatto dimettere una volta), Draghi (non regala soldi alle banche come lui vorrebbe... inoltre ha messo i prefetti a vigilare), Maroni (sta facendo qualcosa contro la camorra... a cui Berlusconi probabilmente ha promesso qualcosa che non riesce a mantenere), ecc., ecc.

Certo, questo governo ha appalto completamente il ministero degli esteri ad Israele (Frattini, Nierestein, e quell'altro dell'ADL di cui non ricordo il nome...) ma nella cosiddetta seconda repubblica qualcuno ha visto un governo con maggiore autonomia di questo?

Tutti faremmo a meno di Berlusconi: a tratti è davvero grottesco!

Ma l'alternativa qual'è?

Non l'ho votato. Ormai non voto da diversi anni e su questo sono completamente d'accordo con l'articolo che Massimo proprone spesso sulla questione "voto=legittimazione di questi farabutti".
Ma se questo governo dovesse cadere a causa delle pressioni della stampa inglese (sempre che prima non "cada" l'Inghilterra intera) e Berlusconi si dovesse riproporre come canditato probabilmente lo voterei.
Qui la situazione è grave... siamo sotto attacco: hai voglia a fare la persona moralmente integra quando il rischio è quello di trovarsi un bel governo tecnico che ci farebbe il pelo e contropelo! Riforme tipo: "rinnovare il patto generazionale in nome della stabilità" (Draghi, leggi: vai in pensione a ottant'anni perché coi tuoi soldi dobbiamo riempire i buchi delle banche) o separare la rete di acquisizione di energia da quella di distribuzione per "aumentare la concorrenza" (Bersani, leggi: smembrare l'Eni, così imparate a fare affari con Russia, Iran e Libia) o cedere sovranità in nome dellìintegrazione europea (Fini, leggi: NWO).
Non è la scelta del meno peggio: qui il pericolo è imcombente (non si spiegherebbe altrimenti l'incremento concentrico degli attacchi verso Berlusconi).

In questo particolare momento non giocherei al "muoia Sansone con tutti i filistei": potrebbe essere pericoloso. Moralmente integro ma assai pericoloso...

redna
Inviato: 10/7/2009 23:06  Aggiornato: 10/7/2009 23:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Citazione:
Così, con la scusa degli uiguri "in rivolta", Hu Jintao ha capito che era meglio tornare a casa, prima del G8, ma figuriamoci se la sua decisione è stata determinata da una tempesta in un bicchier d'acqua spacciata per uno tsunami dalla Cia,


La Cina aveva come programma al G8...

Al G8 la Cina spinge per una alternativa al dollaro

Il presidente cinese Hu Jintao proporrà l’adozione di valute mondiali di riferimento. Esperti: Pechino non vuole davvero mutamenti immediati, perché ha riserve valutarie in moneta Usa per 1.500 miliardi di dollari.


La crisi finanziaria statunitense preoccupa quindi Pechino, che subirebbe gravi conseguenze da un immediato deprezzamento del dollaro. La Cina ha perciò interesse solo a una graduale perdita di centralità e di valore della valuta Usa, che le permetta intanto di diversificare le sue riserve e che sia compensata dall’affermazione dello yuan.

...rispedire in Cina il presidente era prioritario.

Citazione:
La partenza (o meglio 'l'invito ad andarsene' su ordine Angloamericano) di Hu Jintao è un fatto d'una gravità inaudita,

se parlava sarebbe stato peggio (per gli angloamericani...)
I cinesi sono saggi: se ne vanno ma aspettano e dicono....vedremo!

EDIT
No al protezionismo
Nessuna menzione invece sulla nuova moneta della riserva globale alternativa al dollaro, e caldeggiata soprattutto dalla Cina. Nella dichiarazione si fa soltanto cenno a "squilibri" globali. Squilibri che, si legge nella bozza, vanno governati sempre al fine di "una ripresa stabile e sostenibile nel lungo termine". Infine, il testo prevede un richiamo forte alla necessità di resistere a qualsiasi tentazione di "protezionismo" ma di considerare la dimensione sociale della crisi, mettendo la persona al primo posto.
http://www.rainews24.it/it/news.php?newsid=123991

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
nicoforca
Inviato: 10/7/2009 23:37  Aggiornato: 10/7/2009 23:37
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/4/2007
Da:
Inviati: 161
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Davvero Massimo pensi che non ci vorrebbe niente a rimandarli a casa???
Forse dimentichi che siamo un paese pivot...che la nato ha scelto per situazione geopolitica e facilità di penetrazione grazie a mafia gladio P2 e quant'altro

marius
Inviato: 10/7/2009 23:39  Aggiornato: 10/7/2009 23:39
Ho qualche dubbio
Iscritto: 22/2/2007
Da:
Inviati: 36
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Bah sará che la stampa anglosassone attacchi Berlusconi per qualche ragione diversa dalle ragioni apparenti ...(dubito , secondo me alla stampa straniera delle vicende italiane non gliene puo' frega de meno , vivo all'estero e sull'italia si legge qualche riga in fondo a pagina 20 ogni tanto ..e poi scusate la stampa anglosassone cosa é ? un monolito dove tutti i giornalisti marciano hitleriani e obbedienti allo stesso passo alla stessa idea? bah)
in ogni caso ben venga , perché il signori B. é molto pericoloso per la democrazia italiana.massacratelo , semplicemente raccontando le sue porcate !

vulcan
Inviato: 11/7/2009 0:03  Aggiornato: 11/7/2009 0:03
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/1/2005
Da: Sardigna
Inviati: 2092
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Citazione:
a_mensa ---avesse un minimo di rispetto, per noi italiani, però, si dimetterebbe///vedremo quanto ci tiene, nei fatti, all'italia e agli italiani.


Per quale ragione dovrenne dimettersi, quando la maggioranza fegli Italiani lo ha eletto?
In fin dei conti lui è, e fa quello che gli Italiani gli hanno chesto di essere e fare...

Il vero problema in Italia, infatti, "non è affatto Berlusconi", il vero problema in italia sono gli Italiani!

"Indaga le parole a partire dalle cose e non le cose a partire dalle parole." Misone
Garrett
Inviato: 11/7/2009 0:50  Aggiornato: 11/7/2009 8:41
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/7/2009
Da: The Lost City
Inviati: 685
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Per me non c'è stato nessun ordine anglo-americano per "mandare a casa il premier cinese".
In primo luogo perchè l'idea stessa è ridicola e poi perchè la Cina è, di fatto, membro permanente ONU, membro G8, ha licenza nucleare e soprattutto è la seconda potenza economica mondiale.
Il messaggio implicito piuttosto era: con il rientro del premier la Cina mantiene un profilo basso senza forzare sulla faccenda del dollaro. In cambio: nessun limite alle emissioni inquinanti e nessun cazziatone sulle violenze nello Xinjiang (casualmente il motivo del rientro anticipato di Hu Jintao).
E infatti così è andata.

La crisi finanziaria statunitense preoccupa quindi Pechino, che subirebbe gravi conseguenze da un immediato deprezzamento del dollaro. La Cina ha perciò interesse solo a una graduale perdita di centralità e di valore della valuta Usa, che le permetta intanto di diversificare le sue riserve e che sia compensata dall’affermazione dello yuan.

La Cina, per tenere alte le esportazioni e attirare industrie, non ha alcun interesse nell'apprezzamento dello yuan.
Un deprezzamento del dollaro significherebbe invece una perdita sulle trilionarie riserve in bonds del tesoro statunitense e minori eportazioni verso gli USA.

EDIT: mi correggo.. secondo il manuale delle giovani marmotte non è chiaro a quale Gx appartenga la Cina che anzi sembra non comparire affatto.
Intanto la Cina toglie a Berlino il 3° posto nella classifica dei PIL

nicoforca
Inviato: 11/7/2009 0:51  Aggiornato: 11/7/2009 0:51
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/4/2007
Da:
Inviati: 161
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
non c'è niente di piu pernicioso della propaganda della stampa anglosassone che contrariamente a quello che pensi è abbastanza un blocco monolitico basta arrivare - molto difficile - agli azionisti prinicpali dei vari (murdoch soros ecc)

la prova dei suoi effetti è che gli italiani all'estero vicini alla sfera d'influenza o brussellese o angloamericana sono tutti pappagallescamente antiberlusconiani senza sapere di che cosa parlano.

Sto diventando rapidamente un'ammiratrice di quello che Berlusconi vorrebbe fare come politica e capisco sempre di piu che ha tutto che rema contro, tranne tremonti. Mi posso sbagliare come mi sbagliai profondamente su Di Pietro. Ma gli attacchi della stampa che ha subito sarebbero stati semplicemente degli avvertimenti in codice alla tessera P2 per metterlo in guardia di non sgarrare. E comincio a vedere dove in tutti questi lunghi mesi lui e alcuni vicini al suo governo stavano "sgarrando", e per iniziare dall'inizio:

le dichiarazioni di mantenere alitalia italiana contro il parere del clan britannia poi è dovuto scendere a compromessi e svendere a quelli che non sono proprio i suoi amichetti ma prestanomi delle banche e piu amici dei vari prodi padoa e casini che altro

la volontà piu volte ribadita da trmeonti e berlusconi di annullare i derivati in corso agli enti locali, e comunque la sospensione per anno di futuri derivati nel futuro al pubblico da parte di tremonti

la noemigate del 28 aprile è nata il giorno in cui la procura di milano ha sequestrato quattro banche responsabili di frode al comune di milano per i derivati con relativo sequestro - inedito - di 400 milioni di euro da parte della procura

la social card, poi compromessi con mastercard ecc

i superprocuratori di tremonti per controllare che le banche eroghino i prestiti alle imprese

una lista di misure finanziarie dette a obama al suo incontro negli USA in pieno tormento pompinogate passato completamente inosservato, visto che la stampa preferiva contare il numero di "my friend" pronunciato dall'uno all'altro

l'asse con Mosca per il gas grazie al quale si prevede una riduzione dei prezzi e poi con la Libia per mettere al riparo le aziende malandate in Italia con la creazione di una zona franca

In occasione dell'attacco della Georgia sull'Ossezia le dichiarazioni che contrariamente ai media mainstream era proprio la Georgia ad avere attaccato per prima e non la Russia, come poi si è avverato

e altre dichiarazioni "interessanti" come quando parla di "economia sociale di mercato" e dulcis in fundo la sua legge 262 del 2005 (e tremonti) che prevedeva la rinazionalizzazione di bankitalia, poi è subito subentrato il supertecnico bancario prodi, lui si un vero criminale che ha insabbiato del resto tutte le indagini in cui figurava come connesso a massoneria e affari loschi (comunque amico di bisignani e non sto a ripetermi sulle malefatte di prodi, tutti i cittadini che vivono in Italia se ne saranno accorti)

Berlusconi deve dare segnali di subordinazione ai suoi padroni e li lancia ma nel contempo ne lancia sempre di piu di altro tipo, assieme a tremonti. Nel suo stesso governo remano tutti contro o sono tutti acquistati alla missione del NOM. Tutti gli scandali prefabbricati della stampa dei magnati erano avvertimenti per farlo rigare dritto, e piu aumentavano gli avvertimenti piu la persona mi diventava simpatica e incuriosita mi chiedevo quale fosse la vera posta in gioco.

Poi il crescendo prima del G8; essendosi placate le voci temo ahimé che ci sia stato qualche accordo dietro alle quinte di ulteriore svendita del nostro paese, segnatamente dell'Abruzzo. Le visite dei capi di Stato e soprattutto l'aria arrogante con la quale l'ospite abbronzato precedeva l'oste nella visita della città devastata dell'Aquila mi ha fatto pensare al compratore ad affare concluso che visita il suo bene, tutto entusiasta. Compratore per modo di dire, diciamo il nuovo - ma non il solo - proprietario senza comprare, questo è il genio. Tu mi ripari la città o mi adotti un monumento, e in cambio tu avrai diritti speciali o privilegi rispetto ai beni, poiché la liquidità per le riparazioni e le ricostruzioni gli aquilani le pagheranno carissime, visto che gli aiuti nella mentalità occidentali non sono mai aiuti, ma sempre investimenti produttivi, o finanziamenti ipotecati...

nicoforca
Inviato: 11/7/2009 0:57  Aggiornato: 11/7/2009 0:57
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/4/2007
Da:
Inviati: 161
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
in quanto al rinvio della cina da parte degli americani la vera ragione sono le dichiarazioni cinesi di volere una supervaluta ALTERNATIVA al dollaro
mentrei profeti del NOM ci vogliono propinare invece una supervaluta ATTORNO AL DOLLARO carta straccia dove appunto gli altri paesi satelliti continuino come abbiamo fatto fino ad oggi a sostenergli le braghe a lui alla sterlina e all'euro
N

marius
Inviato: 11/7/2009 2:33  Aggiornato: 11/7/2009 2:33
Ho qualche dubbio
Iscritto: 22/2/2007
Da:
Inviati: 36
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
la stampa in paesi democratici o pseudodemocratici e' comunque fatta di molti attori .padroni , lettori , lavoratori , inserzionisti .Gia mettere daccordo questi gruppi di interesse e' un casino ,ma che poi tutti i giornali del mondo anglosassone marcino compatti questo e' decisamente troppo.consigliabile un bagno di realta'.

sisifo
Inviato: 11/7/2009 3:03  Aggiornato: 11/7/2009 3:03
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/4/2008
Da:
Inviati: 58
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Ciao Massimo,
Sì, effettivamente la situazione non è delle migliori. A guardare bene non abbiamo mai avuto dei veri leaders, escluso Enrico Berlinguer che , per quanto riguarda la sinistra, è stata l’esperienza più significativa e autorevole del post-moderno. (alle volte ancora penso cosa avrebbe potuto essere se Berlinguer fosse sopravvissuto per altri dieci anni).
Certo di acqua ne è passata sotto i ponti, e con il disincanto di oggi è inevitabile ridimensionare anche quella raltà che, a quel tempo, sembrava senza ombre.

Non ho ancora visto il documentario, mi pare che sia bello corposo e mi riprometto di gustarlo appena trovo un po’ di spazio tra la routine delle cose quotidiane.

Forse la cosa che mi pare degna di nota è proprio la differenza tra l’esperienza politica di sinistra italiana, che pure è stata forte, e quella sud americana.
Come faceva giustamente notare BRADI, le differenze socio culturali sono rilevanti e determinano scenari da noi difficilmente ripercorribili.
Ma vedere paesi come il Venezuela che, nonostante l’oppressione subita, ancora ricerca e crede nella possibilità di instaurare un sistema anticapitalista, mi fa sentire quanto distanti ci troviamo noi qui che viviamo in una disillusione cronica che pare non lasciare spazi alla speranza.
Ecco, provo una punta di invidia nei confronti dell’america latina perché nonostante tutto hanno ancora quella speranza che da noi pare sia irrimediabilmente persa.

superava
Inviato: 11/7/2009 3:42  Aggiornato: 11/7/2009 3:42
Mi sento vacillare
Iscritto: 28/8/2008
Da: Riolo Terme
Inviati: 416
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
"Che piaccia o meno, il mondo è diviso in chi comanda e chi ubbidisce, in chi conta e chi non conta un accidente."

Che bel punto di vista che ha questo giornalista da 4 soldi...Quindi viva il piu' forte!! Anbbiamo un presidente indiziato piu' volte di avere contatti con la mafia,massoneria deviata e che ha fatto l'imprenditore con soldi pubblici e di origine ignota... da come dici in italia dovremo solo ubbidire.
Certo che se ragioniamo cosi si va avanti ancora di meno.. Ma questa Angloamerica sarei tanto curioso di sapere cosa vuole...in questo periodo storico che necessiterebbe di un netto cambiamento dei nostri stili di vita..dovrebbero pensare a non rovinare l'ambiente..e fare come hanno iniziato in molte zone della Germania. Noi intanto per rimanere "indipendenti e puliti" compriamo le centrali nucleari dalla Francia..
La soluzione non penso che sia quello che dice questo giornalista..per fortuna..ma gente e comuni come questi www.comunivirtuosi.org

a_mensa
Inviato: 11/7/2009 4:00  Aggiornato: 11/7/2009 4:02
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/6/2009
Da: roncello (mi)
Inviati: 3180
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
@ vulcan

"Per quale ragione dovrenne dimettersi, quando la maggioranza fegli Italiani lo ha eletto?
In fin dei conti lui è, e fa quello che gli Italiani gli hanno chesto di essere e fare...

Il vero problema in Italia, infatti, "non è affatto Berlusconi", il vero problema in italia sono gli Italiani!"

innanzitutto pienamente d'accordo con l'ultima frase.

poi "perchè dovrebbe dimettersi..." se l'italia fosse un'isola perfettamente autosufficiente, sarei d'accordo, ogni suo interesse inizierebbe e finirebbe entro i suoi confini.
ma così non è. siamo parte di strutture molto più grandi e complesse, tenute insieme da rapporti economico/finanziari, in cui il prestigio è un valore.
non sto a discutere se la demolizione del personaggio sia stata corretta o meno, non sto a discutere se fosse meritata o meno, sono argomenti da trattare in altra sede, quello che sto a vedere è che il personaggio B. è diventato impresentabile.
credo che ogni capo di stato si vergogni un po a farsi fotografare con lui, credo che ogni capo di stato si trattenga un sorriso, quando lo incontra, e tutto ciò è uno svantaggio per il paese.
un paese rappresentato da un uomo serio, affidabile, compassato (anche se un po retrò) ha un peso, uno rappresentato da un giullare schernito e deriso, un'altro.
tutto qui.

non vorrei mai appartenere ad un club che avesse me come socio.
mangog
Inviato: 11/7/2009 8:45  Aggiornato: 11/7/2009 8:45
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Citazione:

Autore: alsecret7 Inviato: 10/7/2009 20:51:39

ma scusatemi possibile che celabbiate tutti con di pietro? ma se e' lunico che in italia fa oppozizione vera cazzo.


Questo è il requiem di Di Pietro. Mai visto un pseudo-politico Italiano arrivare a tali nefandezze. Si è inchiappettato da solo.. ( forse le pecore non gli bastavano più ). Passato Berlusconi e passato il somaro, gli snob anglosassoni, sparsi un pò dovunque sulle sponde dell'atlantico ( arrivando perfino in Australia e Sudafrica non dimenticando i vari imitatori sparsi nei posti più disparati ) avranno ulteriore motivo per mettere alla berlina tutti gli Italiani. I panni sporchi si lavano in casa.... i voti degi inglesi non servono a Di Pietro.

Garrett
Inviato: 11/7/2009 9:35  Aggiornato: 11/7/2009 9:35
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/7/2009
Da: The Lost City
Inviati: 685
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Di Pietro, anzichè frignare davanti alle telecamere, vada al Parlamento Europeo visto che è uno dei peggiori assenteisti: se preferisce fare il buffone lasci ad altri il compito di occuparsi di cose serie.

blu23
Inviato: 11/7/2009 11:51  Aggiornato: 11/7/2009 11:51
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/2/2009
Da:
Inviati: 585
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
E se invece di tramutarci da zerbini degli americani in zerbini russo-cinesi, per una volta l'Europa mostrasse veramente le palle, si mandassero tutti i presunti """""amici"""""" a quel paese e finalmente ci dotassimo di tutto quanto serve per essere indipendenti da tutti e da tutto?????????? L'Italia e l'Europa devono smettere di mostrare sottomissione basta guerre con gli americani, basta vedersi acquistare in toto dai cinesi, basta essere gli schiavi invernali dei russi!!! Alziamo la testa gente!

Ribellatevi al mondo corrotto di Babilonia, emancipate la vostra razza, riconquistate la vostra terra. (Bob Marley)
eduCattivo
Inviato: 11/7/2009 12:37  Aggiornato: 11/7/2009 12:37
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/4/2007
Da: Rinteln, Niedersachsen -D-
Inviati: 52
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Per alsecret7 Inviato: 10/7/2009 20:51

CITAZIONE: ...che celabbiate tutti con di pietro? ...infondo e tutto documentato... balle daltronde che cosa....... ....forse come a fatto la sinistra che e sparita e glia dato pure ... io dico che sei fatti ci sono..... ci si lamenta che le verita in italia non vengano mai dette e se ce qualcuno che le dice ci sputate sopra ma perpiacere.

**************************

Va bene che sostieni Di Pietro, ma qui si nota addirittura un transfer di personalità, visto che scrivi come lui parla. ///(*_*)\\\
O forse sei proprio lui sotto pseudonimo? Se non sei lui scusa il mio humor, inglese credo, come i giornali su cui l'Antonio attacca il Berlusca e indirettamente anche me come italiano, anche se non voto da 15 anni e quindi i Berluschi di Pietri d'Alemi e Brodi vari non mi rappresentano più di tanto.

L.

Se vuoi renderti interessante, aggiungi ''Confucio'' alla fine dei tuoi scritti.

Confucio
eduCattivo
Inviato: 11/7/2009 13:20  Aggiornato: 11/7/2009 13:20
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/4/2007
Da: Rinteln, Niedersachsen -D-
Inviati: 52
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
L'uomo che è andato al G8 per guidare le altre nazioni verso la salvezza del pianeta e il benessere generale:

part 1:

http://www.thepeoplesvoice.org/TPV3/News.php

part 2:

http://www.redicecreations.com/article.php?id=5230

Se vuoi renderti interessante, aggiungi ''Confucio'' alla fine dei tuoi scritti.

Confucio
clausneghe
Inviato: 11/7/2009 13:37  Aggiornato: 11/7/2009 13:37
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/4/2006
Da: nordcentro
Inviati: 1679
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Citazione:
il mancato arrivo degli iraniani al G8 dei Ministri degli Esteri a Trieste e l'annullamento del viaggio di Berlusconi a Tripoli, giusto per non attribuire un "riconoscimento" di fatto al presidente Ahmadinejad,


Capisco male forse, ma Tripoli non è in Iran, o no?

redna
Inviato: 11/7/2009 15:20  Aggiornato: 11/7/2009 15:56
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Citazione:
L'Italia e l'Europa devono smettere di mostrare sottomissione basta guerre con gli americani,

Ok....solo LaRussa non sarà d'accordo....ma se ne farà anche lui una ragione...

Citazione:
basta vedersi acquistare in toto dai cinesi,

ok....di quello che vendono i cinesi ne possiamo fare a meno...

Citazione:
basta essere gli schiavi invernali dei russi!!!

ok...ma mi spieghi che cosa bruciamo in inverno per scaldarci se non abbiamo il 'loro' gas?


Citazione:
Alziamo la testa gente

ok....ma prima occorre:
- tirar via dall'italia le 90 e passa testate atomiche americane , senza contare le 'altre' armi (più o meno convenzionali...)
- tirar via i militari americani che ci sono in italia e tutta la loro corte;
- tirar via dal parlamento i 'loro' zerbini....
praticamente significherebbe ritornare a 'prima' dell'avvento della repubblica. Qualcuno se la sentirebbe? (senza contare che chi 'tenta' all'attuale assetto dello stato gli danno l'ergastolo senza batter ciglia...)


Senza contare che all'Europa non passa nemmeno per la testa di fare una politica 'distaccata' dagli USA.
***
Citazione:
Per quale ragione dovrenne dimettersi, quando la maggioranza fegli Italiani lo ha eletto? In fin dei conti lui è, e fa quello che gli Italiani gli hanno chesto di essere e fare...

Il vero problema in Italia, infatti, "non è affatto Berlusconi", il vero problema in italia sono gli Italiani!"

Berlusconi fa quel cacchio che je pare a lui e alla sua corte.
Senza contare che NON tutti gli italiani lo hanno votato. Ma saranno più incazzati quelli che lo hanno votato o gli altri?
Il problema degli italiani è berlusconi ma la stampa di berlusconi dice che il problema sono gli italiani.



EDIT
TUTTI gli elettori hanno votato sapendo di questo?
Massimo Ciancimino: «La lettera per Berlusconi me la diede Provenzano». È un vero colpo di scena quello che è avvenuto alle 10.27 minuti di ieri al tribunale di Palermo nel corso del processo d’appello al senatore Marcello Dell’Utri. Tutti aspettavano la requisitoria del Pg Antonino Gatto. E invece il magistrato ha chiesto di poter interrogare Massimo Ciancimino, il figlio del boss democristiano, in relazione ad una lettera di minaccia che Cosa nostra avrebbe inviato a Silvio Berlusconi dopo il suo ingresso in politica. La minaccia riguarderebbe la vita di uno dei figli di Berlusconi, in cambio della quale i boss chiedevano l’uso di una delle reti del Cavaliere.


La Corte dei Conti lancia l'allarme corruzione nelle pubbliche amministrazioni

La Corte dei Conti lancia l'allarme corruzione nelle pubbliche amministrazioni nel suo Giudizio sul Rendiconto generale dello Stato. «Il fenomeno della corruzione all'interno della P.a. - si legge nella memoria del procuratore generale della magistratura contabile - è talmente rilevante e gravido di conseguenze in tempi di crisi come quelli attuali, da far più che ragionevolmente temere che il suo impatto sociale possa incidere sullo sviluppo economico del Paese anche oltre le stime effettuate dal Saet (Servizio Anticorruzione e Trasparenza del ministero della Pubblica amministrazione e dell'Innovazione) nella misura prossima a 50/60 miliardi di euro all'anno, costituenti una vera e propria 'tassa immorale e occulta pagata con i soldi prelevati dalle tasche dei cittadinì».

Dai dati pervenuti dal comando generale dei Carabinieri risultano inoltre 182 soggetti arrestati e/o denunciati per istigazione alla corruzione: un dato che rispetto all'anno precedente risulta in crescita del 30% e che, osserva la Corte, «fotografa la percezione che soggetti privati, portatori di interessi illeciti, hanno della facile permeabilità degli apparati della pubblica amministrazione».

qui

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
BRADI
Inviato: 11/7/2009 16:19  Aggiornato: 11/7/2009 16:19
So tutto
Iscritto: 26/7/2005
Da:
Inviati: 24
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Lo ripeto: se l'Italia o l'Europa vogliono staccarsi dagli Stati Uniti Berlusconi è l'unica alternativa che abbiamo.

Tutto il resto è di gran lunga peggio (in termini di sudditanza).

Tutti 'sti discorsi tipo "dovrebbe dimettersi", "mandiamolo a casa", ecc. - a mio parere - lasciano il tempo che trovano.

E poi? Dopo che Berlusconi è andato a casa, cosa ci ritroviamo?

Insieme a lui vanno a casa anche le uniche persone serie di questo governo, tipo Maroni (non ce la vedo la Lega in un governo di "unità nazionale" o un governo "tecnico"), Tremonti (ormai lo odiano tutti: sia l'opposizione che perfino parte della maggioranza che sostiene questo governo), Brunetta, Sacconi, ecc.

Capisco il disprezzo nei confronti di Berlusconi (ormai ne ha fatte così tante, perfino a sui elettori, che è difficile perdonarlo ancora) ma questo governo (parlo della sua "azione" complessiva) non mi pare proprio così malvagio (in rapporto a quello che abbiamo avuto negli ultimi vent'anni): cosa dovevano fare?

Assumere tutti nello stato per garantire a tutti un posto di lavoro sicuro?

Aumentare per legge lo stipendio di tutti i lavoratori come dicono le varie frattaglie dei micro-parititini comunisti rimasti? E poi voglio proprio vedere come riuscirebbero a mettere in pratica un legge del genere...

Forse ci dimentichiamo che siamo di fronte ad un crisi economica di enormi dimensioni e che, da solo, il nostro paese non può fare un bel niente...

Mi sembra che questo governo, anche in Europa, abbia cercato di far valere le ragioni degli Europei (proprio per questo si è messo in attrito con l'eurocrazia prona agli USA).
Anche nel merito del famoso 20-20-20 di Kyoto: ci mancava solo che, in un periodo così difficile per l'industria italiana (che non è composta da corporation: il 90% delle imprese italiane sono micro-aziendine con pochissimi adetti, messe su da ex-dipententi), ci tassassero pure l'inquinamento!

Perché le soluzione che vengono dalla cosiddetta opposizione sono quelle: sentivo proprio l'altro giorno su GR Rai Parlamento una intervista al probabile futuro leader del principale partito d'opposizione: Bersani.

Bene, incalzato dal giornalista che gli diceva più o meno: ok, ma a parte parlar male di questo governo e di Berlusconi, quali sono le vostre proposte per rilanciare l'economia in questa fase di crisi? A questo punto l'intervistato ha cambiato tono, si è fatto serio e... in pratica ha detto che loro avrebbero fatto le stesse cose che ha fatto questo governo... ma le avrebbero fatte meglio! Ah, inoltre avrebbero aumentato le tasse per non utilizzare gli ammortizzatori sociali in deficit!

Ovvio, non è che Bersani rappresenti tutti coloro che sono contrari a Berlusconi: però lui (e il suo partito) è l'unico che abbia una minima possibillità di prendere il potere per via "democratica".

Perché se dovessere mettere al posto di Berlusconi un Draghi o un Monti... bhe... sarebbe un colpo di stato in piena regola.

E a questo punto tutti quelli che si sciacquano la bocca da mane a sera con la parola "Democrazia" perderebbero anche l'ultima foglia di fico... a quel punto sì che non ci sarebbero più freni per le vie "non democratiche"!

BRADI
Inviato: 11/7/2009 16:42  Aggiornato: 11/7/2009 16:42
So tutto
Iscritto: 26/7/2005
Da:
Inviati: 24
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
E anche sulla questione energetica si dice: "non diventiamo schiavi di Russia, Libia o Iran!".

D'accordo, poi come li facciamo andare i condizionatori o i riscaldamenti?

Non ho una competenza adeguata a capire se le energie rinnovabili possano coprire tutto il fabbisogno energetico del nostro paese (o addirittura dell'Europa intera) ma comunque dubito che questo possa avvenire nel breve periodo.

E nel frattempo?

Forse è meglio essere gli zerbini di chi ci tiene al caldo d'inverno (e al fresco d'estate) che degli USA, che a parte le loro bolle finanziarie, hanno poco da darci.

Sarebbe meglio che in questa direzione si muovesse l'Europa, per aver maggior peso politico e potere contrattuale, ma... intanto che l'Europa è ancora quella dei banchieri prona agli USA?

Infatti, anche sulle centrali nucleari, pure l'opposizione italiana è d'accordo a farle!
Tutta l'opposizione: dal PD all'UDC... solo Di Pietro è contrario, perché deve raccogliere i voti dei comunisti! (questo argomento meriterebbe una discussione a parte: che i comunisti si siano ridotti a votare tutti entusiasti per un ex-magistrato forcaiolo e fascistoide è un caso di studio!)
Bhe, l'opposizione non è d'accordo solo su come sta procedendo questo governo perché... loro l'avrebbero fatto meglio!!! (parole testuali: ho sentito ieri pomeriggio la discussione in aula sempre su GR Rai Parlamento... radio che consiglio vivamente a tutti: ci si fanno un sacco di risate!)

Garrett
Inviato: 11/7/2009 16:57  Aggiornato: 11/7/2009 17:03
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/7/2009
Da: The Lost City
Inviati: 685
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Lo ripeto: se l'Italia o l'Europa vogliono staccarsi dagli Stati Uniti Berlusconi è l'unica alternativa che abbiamo.
Tutto il resto è di gran lunga peggio (in termini di sudditanza).


Francamente mi sembra la negazione della realtà: dovendo scegliere meglio diventare le Hawaii del Mediterraneo che un deposito di scorie nucleari della camorra.

E poi? Dopo che Berlusconi è andato a casa, cosa ci ritroviamo?

Quindi lo facciamo Papa a vita per paura di perdere un premier di tale statura?

Insieme a lui vanno a casa anche le uniche persone serie di questo governo, tipo Maroni, Tremonti, Brunetta, ecc..



Infatti, anche sulle centrali nucleari, pure l'opposizione italiana è d'accordo a farle!

E allora ti che ti spaventi? Quando fra poco Berlusconi se ne andrà a casa arriveranno persone altrettanto serie a prenderne il posto.
(Di Pietro, Mastella, Weltroni, ecc...)

BRADI
Inviato: 11/7/2009 17:05  Aggiornato: 11/7/2009 17:05
So tutto
Iscritto: 26/7/2005
Da:
Inviati: 24
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Citazione:
Quindi lo facciamo Papa a vita per paura di perdere un premier di tale statura?


Nessuno ha mai detto di farlo papa (e poi sarebbero problemi del Vaticano al quel punto!)

Ho detto solo che è il meno peggio che ci possiamo permettere.

Quali sarebbero le VALIDE alternative?

Perché qualcuno deve pur governare... o no?

Oppure facciamo l'allegro paese dell'anarchia?

Non è che si può sempre dire no... ogni tanto bisogna anche proprorre qualcosa: si chiama critica costruttiva!


BRADI
Inviato: 11/7/2009 17:15  Aggiornato: 11/7/2009 17:15
So tutto
Iscritto: 26/7/2005
Da:
Inviati: 24
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Citazione:
Quando fra poco Berlusconi se ne andrà a casa arriveranno persone altrettanto serie a prenderne il posto. (Di Pietro, Mastella, Weltroni, ecc...)


Non ALTRETTANTO, ma MENO serie.

In termini RELATIVI, ovviamente.

Berlusconi sarà pure ricattato dalla camorra ma il suo ministro dell'interno (Maroni) un po'di pulizia la sta facendo (Berlusconi nei guai con la malavita organizzata - ore contate

Garrett
Inviato: 11/7/2009 17:24  Aggiornato: 11/7/2009 17:24
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/7/2009
Da: The Lost City
Inviati: 685
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Ho detto solo che è il meno peggio che ci possiamo permettere.

A me non pare.

Quali sarebbero le VALIDE alternative?

Diventare protettorato americano: le basi ci sono già e in più pagano l'affitto.
Perchè non tagliare i rami secchi carichi di parassiti?

Perché qualcuno deve pur governare... o no?

Qualcuno disposto a governare lo si trova sempre, non ti preoccupare.

Oppure facciamo l'allegro paese dell'anarchia?

Perchè no?

Non è che si può sempre dire no...

..neanche sempre di sì

ogni tanto bisogna anche proprorre qualcosa: si chiama critica costruttiva!

Per proporre qualcosa bisognerebbe anche sapere quale sia esattamente il problema che hai.

clausneghe
Inviato: 11/7/2009 17:30  Aggiornato: 11/7/2009 17:30
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/4/2006
Da: nordcentro
Inviati: 1679
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Citazione:
Non è che si può sempre dire no... ogni tanto bisogna anche proprorre qualcosa: si chiama critica costruttiva!


Toh! Eccoti, o lenta scimmietta, un mio programma alternativo che sono certo, ti piacerà.. No, dici? Uhmm...

E' un partito che ancora non c'è, ma chissà..

1) Ripristino della sovranità nazionale da ottenersi con la chiusura immediata di tutte le basi militari estere presenti sul suolo Italiano. Proclamazione di "Nazione libera da guerra" e uscita da tutte le alleanze militari.
Ridimensionamento di tutti i corpi militari, con scioglimento immediato di
quei settori che si sono distinti nella repressione popolare, ideologica e politica.
I militari disarmati che lo vorranno potranno optare per il settore della protezione civile, adeguatamente rivisto e riformato.
Creazione della guardia rivoluzionaria che prende la guida e il controllo di quel che resta delle altre forze armate.

2)Abolizione della proprietà privata in eccesso, tutte le persone hanno diritto ai beni privati secondo le giuste necessità umane riconosciute, non oltre.
Confisca immediata dei beni in eccesso, siano essi di privati o enti, comprese le banche che saranno chiuse d'autorità e sostituite con la banca unica del Popolo, con nuove regole e nuova forma di denaro non cartaceo, svincolato dai meccanismi attuali e fondato sul solo contro-valore in lavoro e opere umane.

3)Chiusura immediata di tutte le realtà produttive tossiche, criminali e amorali, in particolare smantellamento delle industrie belliche, con a seguire le industrie che producono beni superflui, obsoleti e inquinanti, leggasi industria dei trasporti di massa. Riconversione dei mezzi di produzione, così sottratti al capitalismo terminale, al fine di produrre beni e servizi tecnologicamente validi, eco-compatibili e per tutti, tesi al miglioramento reale delle nostre condizioni di vita.

4)Abolizione di tutta la legislazione proibizionista, lesiva dei diritti umani e universali. Ogni persona è libera di detenere, produrre e consumare le sostanze che desidera.

5)Nuovo e veritiero censimento generale al fine di riconsiderare la posizione dei recenti immigrati ai quali sarà riservata ogni comprensione e solidarietà, ma solo dopo attenta verifica che escluda tra di loro i criminali mimetizzati.
Gli sfruttatori del lavoro di questi stranieri, che sono stati usati come clava crumira contro i lavoratori italiani, saranno sanzionati.

6)Azzeramento dello Status-quo e di tutta l'amministrazione pubblica, abolizione di tutte le tasse e balzelli. Sono abolite tutte quelle attività burocratiche che non producono beni tangibili usufruibili dalle persone, siano essi materiali o virtuali.
Ripristino della Legge fondata sul diritto umano universale e non su astrusi cavilli legali.
Saranno i comitati rivoluzionari, applicando le direttive del Partito a celebrare i processi. Riforma del sistema repressivo, in carcere resteranno solo i nemici del Popolo, assieme a ladri, truffatori, assassini, inquinatori e avvelenatori.

7)Riforma radicale del settore sanità, con chiusura immediata dei numerosi ospedali fatiscenti, fonti di ulteriori infezioni e malattie, come ben noto.
Eradicazione delle baronie pseudo scientifiche che per amor di casta e di denaro, impediscono la vera ricerca tesa a curare e migliorare la vita dell'uomo, non prendendo in considerazione ogni valido metodo terapeutico alternativo alla medicina ufficiale.

8)Attivazione immediata degli organi operativi del nuovo Potere affinchè cessino quei fenomeni imposti e del tutto innaturali, quali sono le famigerate scie aeree che deturpano i cieli o le onde elettromagnetiche nocive, unite all'inquinamento acustico e visivo che sempre più invasivamente attentano alla integrità psico-fisica delle persone. Tutti questi fenomeni dannosi, per il vantaggio dei pochi contro la salute dei molti, devono cessare immediatamente.

9)Sono aboliti tutti i privilegi di casta o censo, tutti siamo uguali, nessuno è più uguale e l'unica legge è: Fai ciò che vuoi, ma non fare al prossimo quello che non vuoi sia fatto a te.

10)Le organizzazioni religiose tutte, saranno consentite solo come entità operanti nell'ambito della pura spiritualità disgiunta da ogni materialità e da ogni lucro.

Garrett
Inviato: 11/7/2009 17:35  Aggiornato: 11/7/2009 17:35
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/7/2009
Da: The Lost City
Inviati: 685
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Berlusconi sarà pure ricattato dalla camorra ma il suo ministro dell'interno (Maroni) un po'di pulizia la sta facendo

Difendi Berlusconi perchè ha come Ministro uno che, evidentemente per sbaglio, ha colpito gli interessi camorristici dello stesso Berlusconi?

Garrett
Inviato: 11/7/2009 17:39  Aggiornato: 11/7/2009 17:39
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/7/2009
Da: The Lost City
Inviati: 685
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
clausneghe:
Mao approverebbe..

BRADI
Inviato: 11/7/2009 17:43  Aggiornato: 11/7/2009 17:43
So tutto
Iscritto: 26/7/2005
Da:
Inviati: 24
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Non amo le risposte alle singole frasi, ma visto che qui va di moda...

Citazione:
Diventare protettorato americano: le basi ci sono già e in più pagano l'affitto.


Vediamo per quanto tempo lo pagheranno ancora l'affitto (ammesso che lo paghino: non mi stupirei del contrario!): presto avranno ben altri problemi per la testa.

Citazione:
Qualcuno disposto a governare lo si trova sempre, non ti preoccupare.


Peccato che, almeno per ora, perché qualcuno governi, qualcun'altro lo deve votare.
E tanti "qualcuno" come Berlusconi non ne ha mai ammassati nussuno.
Quindi, se c'è qualcuno con quel diritto, oggi è lui (piaccia o meno).

Citazione:
Oppure facciamo l'allegro paese dell'anarchia?
Perchè no?


Perchè sì?

Citazione:
Non è che si può sempre dire no...
..neanche sempre di sì


Se avessi letto quello che ho scritto sopra sapresti che io Berlusconi non l'ho mai votato. Anzi... a lungo ho osteggiato tutti suoi passati governi.
Il punto è che - a mio parere - in questo particolare momento storico, un personaggio come Berlusconi è meno pericoloso di qualsiasi altra alternativa praticabile.
Non mi pare che significhi "dire sempre sì".

Citazione:
Per proporre qualcosa bisognerebbe anche sapere quale sia esattamente il problema che hai.


Io non ho proprio nessun problema.
Obiettavo semplicemente a tutti coloro che, pur di liberarsi di Berlusconi (che gli avrà fatto mai, poi?), sono disposti a sottomettersi a padroni ben peggiori...

...secondo me, ovviamente!

BRADI
Inviato: 11/7/2009 17:55  Aggiornato: 11/7/2009 17:55
So tutto
Iscritto: 26/7/2005
Da:
Inviati: 24
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Citazione:
Toh! Eccoti, o lenta scimmietta, un mio programma alternativo che sono certo, ti piacerà.. No, dici? Uhmm... E' un partito che ancora non c'è, ma chissà..


Sinceramente non è affatto male: hai il mio voto!
Scherzi a parte, anche se hai scritto tutte cose intelligenti e condivisibili, credi forse di riuscire mai ad ottenere il consenso per attuare un programma di questo tipo?

Perché è dal primo post che dico che senza consenso... ciccia!

E il consenso ce l'hanno solo i "personaggi" (citatemi un solo sconosciuto che abbia mai preso il potere dall'oggi al domani in un qualsiasi posto del mondo per "via democratica").

E - secondo me - tra i "personaggi", OGGI, il meno peggio è quello che ci troviamo.

Meno peggio rispetto a quello che ci troveremmo se questo governo cadesse.

A meno che tu voglia fare... LA RIVOLUZIONE!

In tal caso, spero tu stia mettendo da parte le armi... e parecchie!

BRADI
Inviato: 11/7/2009 17:59  Aggiornato: 11/7/2009 17:59
So tutto
Iscritto: 26/7/2005
Da:
Inviati: 24
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Citazione:
Difendi Berlusconi perchè ha come Ministro uno che, evidentemente per sbaglio, ha colpito gli interessi camorristici dello stesso Berlusconi?


Difendo Berlusconi, in questo frangente, perché se non ci fosse Berlusconi non ci sarebbe nemmeno il suo ministro che, magari per sbaglio (o magari no) qualcosa l'ha fatto.

Qualcosa che il suo predecessore sulla stessa poltrona (Amato) non aveva fatto.

E siccome da qualche parte bisogna pur cominciare... meglio poco che niente.

Paulo
Inviato: 11/7/2009 18:02  Aggiornato: 11/7/2009 18:02
Mi sento vacillare
Iscritto: 24/12/2005
Da:
Inviati: 507
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Della serie "La Voce del Padrone" è pure la candidatura del PPE alla Presidenza del Parlamento Europeo di un parlamentare della neo-arrivata Polonia. Si sa che specialmente alla Polonia, ma anche alla Rumania, alla Bulgaria ed ai Baltici (la "Nuova Europa" di Bush) sono stati fatti ampi sconti pur di ingolfare il Parlamento europeo di elementi al soldo della N.E.D. Non che nella "Vecchia Europa" non mancassero i disponibili, solo che tra i nuovi con pochi $ se ne comprano di più.
Non basta: a loro occorre dare anche la Presidenza, per far capire che sono loro a contare.
È sintomatico come improvvisamente non solo nel PPE, ma anche nell'ALDE tutti si siano improvvisamente innamorati del candidato polacco, mentre quello italiano aveva qualifiche insuperabili quanto ad esperienza ed affidabilità.
Si sa che nel PPE, come nell'ALDE, il consenso di Washington conta pesantemente.
Non che nel PSE sia tanto meglio, da cui l'accordo sul candidato polacco.
Chi ha votato il candidato del PdL nell'ingenua speranza di favorire in candidato italiano deve ora constatare che il suo voto è servito a rafforzare il servo diverso che il padrone ha predisposto.

clausneghe
Inviato: 11/7/2009 18:28  Aggiornato: 11/7/2009 18:28
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/4/2006
Da: nordcentro
Inviati: 1679
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Citazione:
A meno che tu voglia fare... LA RIVOLUZIONE!

In tal caso, spero tu stia mettendo da parte le armi... e parecchie!


E proprio lì casca l'asino...
Come riuscire a fare una RI-EVOLUZIONE senza spargere sangue e budella, quì stà il vero punto di rottura tra la teoria e la pratica...
Eppure questo è il passaggio obbligato, la rivoluzione, che unica può portare alla salvezza dei Popoli nel mondo...
Bisogna che questo "giro" del mondo finisca prima che diventi "infernale"
e che prenda l'avvio una nuova "evoluzione" attorno all'uomo, al suo pensiero e al modo di porsi davanti al creato, sempre più minacciato dalle insane attività della nostra razza...

BRADI
Inviato: 11/7/2009 18:54  Aggiornato: 11/7/2009 18:54
So tutto
Iscritto: 26/7/2005
Da:
Inviati: 24
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Citazione:
E proprio lì casca l'asino...
Come riuscire a fare una RI-EVOLUZIONE senza spargere sangue e budella, quì stà il vero punto di rottura tra la teoria e la pratica...
Eppure questo è il passaggio obbligato, la rivoluzione, che unica può portare alla salvezza dei Popoli nel mondo...
Bisogna che questo "giro" del mondo finisca prima che diventi "infernale"
e che prenda l'avvio una nuova "evoluzione" attorno all'uomo, al suo pensiero e al modo di porsi davanti al creato, sempre più minacciato dalle insane attività della nostra razza...


Sono completamente d'accordo.

Questo potrebbe essere il progetto a lungo termine.

Ed è grazie a spazi come Luogocomune che ci spero ancora.

Quello di cui parlavo però... è contingente. È ora, adesso.

La mia difesa di Berlusconi, in questo frangente, non assolve il personaggio da tutte le sue colpe: certamente quello che scrivono ora di lui (e cha hanno scritto in passato) è vero.

Ciò non toglie che qualsiasi altra alternativa praticabile ORA sarebbe peggio.

È per questo che spero che i "giochini" intorno a questo governo non riescano: non perché sono innamorato di Berlusconi o perché questo governo sia il non plus ultra.
Ma perché la situazione internazionale sta precipitando e non è un caso che anche i burattinai abbiano fretta di disfarsi di questo burattino difettoso.

Certo, se Berlusconi avesse le palle, questo sarebbe il momento di dare una sterzata alla nostra politica e abbandonare gli Stati Uniti proprio nel momento in cui sono (o diventeranno presto) più deboli, riposizionandosi sullo scacchiere geopolitico.

Ma non sarebbe "italiano".

Da buon "italiano" (qui intendo l'antica "arte" democristiana del "piede in 5 scarpe") preferisce tenersi aperte tutte le porte per saltare sul carro del vincitore quando si capirà chi sarà (o chi saranno).

Come hanno sempre fatto gli italiani, d'altronde.

clausneghe
Inviato: 11/7/2009 18:55  Aggiornato: 11/7/2009 19:13
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/4/2006
Da: nordcentro
Inviati: 1679
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Ciao, volonteroso padegre
Purtroppo ti devo dare una brutta notizia: L'ONU è morto, già malandato è stato finito dagli ultimi colpi presi a Gaza, dal criminale internazionale e impunito che non possiamo nominare
Sempre più prolifereranno i G... G5,G8, G16, G20, G30 e così via..
Sono prove pratiche di NUOVO GOVERNO MONDIALE, quello in Agenda e che prevede il solito ritornello: Unico Stato,unica banca, unica legge, unico esercito, unica religione.
L'esercito, non essendoci più altri stati nemici, è diretto contro la popolazione, ovviamente...
Popolazione che sarà microchippata, sempre ovviamente.

@ BRADI
Concordo su "Italiani brava gente sempre pronta a salire sul carro del vincitore" e ridajje
Un pò meno sul fatto che il Berlusca sia così insostituibile...
Sono pieni i cimiteri di gente che pensava di essere indispensabile..
In realtà Lui è solo un fantoccio animato dai poteri dietro le quinte e fà solo le mosse consentite, recitando assieme agli altri fantocci che animano il teatro della politica- spettacolo.
I Poteri che comandano sono ben altro che questi sciatti signori che abbiamo visto riuniti tutti quanti in quella sorta di "Braccobaldo show"
come è stato l'appena passato G8 delle macerie..

Pyter
Inviato: 11/7/2009 18:56  Aggiornato: 11/7/2009 18:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
taken from le
tavole di clausneghe:
1) Ripristino della sovranità nazionale da ottenersi con la chiusura immediata di tutte le basi militari estere presenti sul suolo Italiano. Proclamazione di "Nazione libera da guerra" e uscita da tutte le alleanze militari. Ridimensionamento di tutti i corpi militari, con scioglimento immediato di quei settori che si sono distinti nella repressione popolare, ideologica e politica. I militari disarmati che lo vorranno potranno optare per il settore della protezione civile, adeguatamente rivisto e riformato. Creazione della guardia rivoluzionaria che prende la guida e il controllo di quel che resta delle altre forze armate. 2)Abolizione della proprietà privata in eccesso, tutte le persone hanno diritto ai beni privati secondo le giuste necessità umane riconosciute, non oltre. Confisca immediata dei beni in eccesso, siano essi di privati o enti, comprese le banche che saranno chiuse d'autorità e sostituite con la banca unica del Popolo, con nuove regole e nuova forma di denaro non cartaceo, svincolato dai meccanismi attuali e fondato sul solo contro-valore in lavoro e opere umane. 3)Chiusura immediata di tutte le realtà produttive tossiche, criminali e amorali, in particolare smantellamento delle industrie belliche, con a seguire le industrie che producono beni superflui, obsoleti e inquinanti, leggasi industria dei trasporti di massa. Riconversione dei mezzi di produzione, così sottratti al capitalismo terminale, al fine di produrre beni e servizi tecnologicamente validi, eco-compatibili e per tutti, tesi al miglioramento reale delle nostre condizioni di vita. 4)Abolizione di tutta la legislazione proibizionista, lesiva dei diritti umani e universali. Ogni persona è libera di detenere, produrre e consumare le sostanze che desidera. 5)Nuovo e veritiero censimento generale al fine di riconsiderare la posizione dei recenti immigrati ai quali sarà riservata ogni comprensione e solidarietà, ma solo dopo attenta verifica che escluda tra di loro i criminali mimetizzati. Gli sfruttatori del lavoro di questi stranieri, che sono stati usati come clava crumira contro i lavoratori italiani, saranno sanzionati. 6)Azzeramento dello Status-quo e di tutta l'amministrazione pubblica, abolizione di tutte le tasse e balzelli. Sono abolite tutte quelle attività burocratiche che non producono beni tangibili usufruibili dalle persone, siano essi materiali o virtuali. Ripristino della Legge fondata sul diritto umano universale e non su astrusi cavilli legali. Saranno i comitati rivoluzionari, applicando le direttive del Partito a celebrare i processi. Riforma del sistema repressivo, in carcere resteranno solo i nemici del Popolo, assieme a ladri, truffatori, assassini, inquinatori e avvelenatori. 7)Riforma radicale del settore sanità, con chiusura immediata dei numerosi ospedali fatiscenti, fonti di ulteriori infezioni e malattie, come ben noto. Eradicazione delle baronie pseudo scientifiche che per amor di casta e di denaro, impediscono la vera ricerca tesa a curare e migliorare la vita dell'uomo, non prendendo in considerazione ogni valido metodo terapeutico alternativo alla medicina ufficiale.
8)Attivazione immediata degli organi operativi del nuovo Potere affinchè cessino quei fenomeni imposti e del tutto innaturali, quali sono le famigerate scie aeree che deturpano i cieli o le onde elettromagnetiche nocive, unite all'inquinamento acustico e visivo che sempre più invasivamente attentano alla integrità psico-fisica delle persone. Tutti questi fenomeni dannosi, per il vantaggio dei pochi contro la salute dei molti, devono cessare immediatamente.
9)Sono aboliti tutti i privilegi di casta o censo, tutti siamo uguali, nessuno è più uguale e l'unica legge è: Fai ciò che vuoi, ma non fare al prossimo quello che non vuoi sia fatto a te.
10)Le organizzazioni religiose tutte, saranno consentite solo come entità operanti nell'ambito della pura spiritualità disgiunta da ogni materialità e da ogni lucro.


Per la perfetta riuscita mancano provvedimenti sul tema ambientale.
Bisogna lasciare ai nostri figli un ambiente sano e vivibile.
Il problema è come riuscire a trasformare il suolo marziano rendendolo compatibile per l'uomo.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
vulcan
Inviato: 11/7/2009 19:28  Aggiornato: 11/7/2009 19:28
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/1/2005
Da: Sardigna
Inviati: 2092
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Citazione:
a_mensa------- il prestigio è un valore


Sono d'accorso, infatti ironizzavo e non era poi tanto chiaro.

A torto o a ragione l'immagine di B è solo un efffeto negativo per l'Italia.. dovrebbe farsi da parte e il centro destra, forse avrebbe da guadagnare...

o forse si "sfascierebbe" perchè il percorso di fini in direzione del centro , non è sfuggito a nessuno...

"Indaga le parole a partire dalle cose e non le cose a partire dalle parole." Misone
alsecret7
Inviato: 11/7/2009 19:47  Aggiornato: 11/7/2009 19:47
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/6/2007
Da:
Inviati: 561
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
non ce bisogno di scrivere bene ne di parlare bene se le cose sono giuste vanno dette e scritte qui non si tratta di essere con di pietro o no dice cose giuste e basta e che capiscono anche i bambini non ce nietaltro da dire e cosi e basta voi state dove vi pare e chi senefrega inftti i risultati si vedono auguri.

redna
Inviato: 11/7/2009 20:04  Aggiornato: 11/7/2009 20:11
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Citazione:
È per questo che spero che i "giochini" intorno a questo governo non riescano: non perché sono innamorato di Berlusconi o perché questo governo sia il non plus ultra.

e allora perchè? considera che MOLTI NON hanno votato berlusconi e si augurano che i giochini, invece, riescano e subito...

Citazione:
C iò non toglie che qualsiasi altra alternativa praticabile ORA sarebbe peggio.

vorrei vedere 'qualsiasi altra alternativa' e poi potrei dire se è MEGLIO o PEGGIO di ORA...

Citazione:
Certo, se Berlusconi avesse le palle, questo sarebbe il momento di dare una sterzata alla nostra politica e abbandonare gli Stati Uniti proprio nel momento in cui sono (o diventeranno presto) più deboli, riposizionandosi sullo scacchiere geopolitico.

gli USA sono deboli e lo sanno tutti. Lo sa l'Europa e anche berlusconi....
Ma chi ha tante armi come gli USA?
ragazzi, mettete i piedi per terra...
Riposizionarsi sullo scacchiere geolopitico? che significa?
si vuole forse dire che esiste una politica estera italiana?
per cortesia....e se avete delle velleità che tutto ciò possa esistere andate 'geopolicamente' nei pressi di via veneto o villa taverna ....quella è l'unica geopolitica che conosce il 'governo' italiano; con le buone o con le cattive gliela spiegano subito. Eventualmente c'è sempre ' er cupolone' che fa l'assist, è talmente abituato che tutti i presidenti USA si prostrano ai piedi. Non di gesucristo, s'intende....


Citazione:
Come hanno sempre fatto gli italiani, d'altronde

quali italiani?
tieni presente che ci sono mille italie e 60milioni di italiani che ci abitano!
e quelli al governo non rappresentano 'gli italiani' ma gli interessi di altri.

****

Citazione:
A torto o a ragione l'immagine di B è solo un efffeto negativo per l'Italia.. dovrebbe farsi da parte e il centro destra, forse avrebbe da guadagnare... o forse si "sfascierebbe" perchè il percorso di fini in direzione del centro , non è sfuggito a nessuno...

il percorso di fini è a zig zag....almirante penso si stia rimuovendo nella tomba...
Dopo la kippah, comunque, è peggiorato.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Garrett
Inviato: 11/7/2009 21:25  Aggiornato: 11/7/2009 21:36
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/7/2009
Da: The Lost City
Inviati: 685
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Vediamo per quanto tempo lo pagheranno ancora l'affitto (ammesso che lo paghino: non mi stupirei del contrario!)

In compenso dobbiamo mantenere un esercito il cui unico utilizzo all'estero è reggere il moccio ad americani, inglesi ed israeliani mentre in patria randella chi non approva la scelta di "siti di interesse strategico nazionale".
Perchè scegliere brutte copie e pagarle il doppio?

Difendo Berlusconi, in questo frangente, perché se non ci fosse Berlusconi non ci sarebbe nemmeno il suo ministro che, magari per sbaglio (o magari no) qualcosa l'ha fatto.

Anche Mussolini, Hitler o Stalin, per la legge dei grandi numeri, qualcosa di buono (non so cosa) l'avranno pur fatto: non è una buona ragione per dare carta bianca a ogni social-populista baffuto o pelato.

Qualcosa che il suo predecessore sulla stessa poltrona (Amato) non aveva fatto.
E siccome da qualche parte bisogna pur cominciare... meglio poco che niente.


Credo che tutti i governi diano qualche colpetto alle mafie, giusto per far credere al gioco democratico o più probabilmente per eliminare i clan avversari.
Peccato che sia tutto fumo negli occhi, come si può intuire dai volumi di stupefacenti importati da organizzazioni criminali (con la complicità di molti paesi europei) e dall'evasione fiscale fuori controllo (terreno fertile per le organizzazioni criminali).
A tal proposito.. come è arci-noto in Parlamento siedono persone condannate, fra le altre cose, anche per associazione mafiosa: nessun governo o partito politico che non allontani personaggi simili sarà mai ritenuto da parte mia serio e/o credibile.
Tra i condannati in via definitiva, per aver addentato il polpaccio a un poliziotto, oltraggiato le forze dell'ordine e aver istigato alla "rivoluzione armata", c'è anche il tuo esempio di "serietà", oggi Ministro degli Interni.
E chi sono le altre persone serie che ci difenderebbero dalle "cospirazioni plutocratiche"?
Tremonti detto anche il-robin-hood-de-mei-cojoni?
Che fa quindi Tremonti, dopo aver avallato la sontuosa buonuscita di Cimoli [7 milioni di euro] dalle FS? Lo nomina capo-azienda di Alitalia, il 6 maggio 2004. Quel Tremonti lì non è affatto omonimo del Tremonti Presidente dell'Aspen Italia; con vicepresidente Enrico Letta, nipote del Gianni, sono sicuro che chiunque venga dopo Berlusconi e Tremonti saprà essere perfettamente all'altezza delle tue aspettative: usualmente servile nei confronti degli USA e impegnato a svendere quel poco che resta dello Stato a speculatori creativi (che siano stranieri o amici degli amici poco importa!).
Di Brunetta non parlo perchè mi viene da vomitare al solo pensiero..
Non entro nemmeno nel merito delle recenti proposte di legge per chiudere la rete e cancellare le informazioni relative ai criminali che siedono in Parlamento!
Mi limito solo ad osservare che l'Italia, nonostante le tue stravaganti xenofobie, è senza dubbio un caso unico e pessimo in tutto il panorama mondiale: prima di arrivare all'anarchia o alle rivoluzioni spaziali di clausneghe ci sono quindi ampi e oggettivi margini di miglioramento.

BRADI
Inviato: 11/7/2009 21:40  Aggiornato: 11/7/2009 21:40
So tutto
Iscritto: 26/7/2005
Da:
Inviati: 24
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Citazione:
e allora perchè? considera che MOLTI NON hanno votato berlusconi e si augurano che i giochini, invece, riescano e subito...


L'ho già scritto più sopra per quali motivi, secondo me, in questo momento (e solo in questo momento), è meglio tenersi Berlusconi.
E comunque, la caduta del governo con la più ampia maggioranza mai avuto nella storia della nostra repubblica, creerebbe un precedente pericolosissimo: che legittimità avrebbe un altro governo (di qualsiasi colore sia) con una maggioranza inferiore?

Citazione:
vorrei vedere 'qualsiasi altra alternativa' e poi potrei dire se è MEGLIO o PEGGIO di ORA...


Le alternative si chiamano Fini, Draghi, Monti e compagnia cantante.
Ossia: NWO a tutta velocità.
Quando le vedi... ormai è troppo tardi! Te le tieni...

Citazione:
Riposizionarsi sullo scacchiere geolopitico? che significa?


Significa quello che sta facendo questo governo.
In maniera goffa e incerta e non certo nei modi e nei tempi che vorrei.
Ma sempre meglio di niente.
Gli accordi dell'Eni con Gazprom e Sonatrach, ad esempio.
Lo smarcarsi di Berlusconi sull'aggresione Georgia (ricordiamoci di Prodi che prendeva ordini fuori onda da Olmert).

Citazione:
si vuole forse dire che esiste una politica estera italiana?


Non è mai esistita una politica estera "italiana", ma almeno i governi della prima repubblica un minino di automia ce l'avevano e la usavano.
Nel breve periodo mi basterebbe tornare a quei livelli.
O forse si crede che con l'allontanamento di Berlusconi e del suo governo diventeremmo di colpo il paradiso dell'indipendenza?

Citazione:
quali italiani? tieni presente che ci sono mille italie e 60milioni di italiani che ci abitano! e quelli al governo non rappresentano 'gli italiani' ma gli interessi di altri.


Non parlavo dei cittadini "italiani", ma di quei personaggi che, nel corso dei secoli, hanno governato questo povero paese. E del fatto che alla soluzione dei nostri problemi "interni" si spera sempre nell'aiuto "esterno"... com'è accaduto più volte nella storia del nostro povero paese (poi i dazi... si pagano).

Si continua ad obiettare che questo governo fa schifo e che tanto non cambia niente.

Sarà anche vero ma personalmente preferisco attraversare questa crisi con questo governo, che ha la leggittimità di agire (che poi lo faccia, e in quale modo, è un'altro discorso), piuttosto che con il precedente governo instabile e precario (con il ricatto del voto dei senatori a vita: altra lobby a cui rispondere).
O addirittura con un bel "governo tecnico" non votato da nessuno.

Non si può continuare a parlare di democrazia e poi buttarla nel cesso quando il governo non ci piace: l'hanno votato la maggioranza degli elettori, quindi ha diritto di governare.
Io non credo nella democrazia così com'è (ma sarebbe da aprirci un'altra discussione), ma almeno non la porto come pretesto per delegittimare miei evetuali avversari politici (non sto parlando di nessuno in particolare in questo sito, quindi nessuno se la prenda come una accusa personale).

Come ho detto precedentemente la politica del "muoia Sansone con tutti filistei" non mi piace per niente. Soprattutto se i "filistei" siamo noi.

BRADI
Inviato: 11/7/2009 21:55  Aggiornato: 11/7/2009 21:55
So tutto
Iscritto: 26/7/2005
Da:
Inviati: 24
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Citazione:
nonostante le tue stravaganti xenofobie


Presumo intedessi: "nonstante le sue stravaganti xenofobie".

E comunque non vorrei passare qui per un fanatico sostenitore di questo governo-

Riconosco senza problemi tutte le nefandezze di Berlusconi e i limiti che ha.

Il punto è un'altro.

Visto che Berlusconi è un "problema" italiano non vedo perché dovrebbe risolvercelo la stampa straniera.

Se non siamo in grado, come paese, di esprimere una alternativa valida a questo schifo di classe dirigente che ci troviamo, forse ci meritiamo Berlusconi, con tutti i suoi limiti.

Perché se gli permettiamo di intervenire ora, che c'è un governo che magari non ci piace, questi saranno legittimati a intervenire anche un domani, quando ci sarà un governo che magari ci piacerà.

Citazione:
prima di arrivare all'anarchia o alle rivoluzioni spaziali di clausneghe ci sono quindi ampi e oggettivi margini di miglioramento


Sì. Però prima di migliorare ci dovremo pur mandare qualcuno a governare?

E chi ci mandiamo adesso se ci liberiamo di Berlusconi?

marius
Inviato: 11/7/2009 22:50  Aggiornato: 11/7/2009 22:50
Ho qualche dubbio
Iscritto: 22/2/2007
Da:
Inviati: 36
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Qualuno ha detto che Tremonti ha fatto qualcosa di buono e che Prodi e' uomo dei poteri forti , delle banche immagino .
un piccolo contributo alla discussione : con Tremonti il debito e' sempre aumentato , con Prodi il debito e' sempre diminuito .Io credo che se c'e' piu debito le banche stappano lo champagne , e se ce ne di meno magari non sono tanto contente. ma magari sono io che ne capisco poco.

redna
Inviato: 11/7/2009 22:56  Aggiornato: 11/7/2009 22:56
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Citazione:
L'ho già scritto più sopra per quali motivi, secondo me, in questo momento (e solo in questo momento), è meglio tenersi Berlusconi. E comunque, la caduta del governo con la più ampia maggioranza mai avuto nella storia della nostra repubblica, creerebbe un precedente pericolosissimo: che legittimità avrebbe un altro governo (di qualsiasi colore sia) con una maggioranza inferiore?



C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Linucs
Inviato: 11/7/2009 23:40  Aggiornato: 11/7/2009 23:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
2)Abolizione della proprietà privata in eccesso, tutte le persone hanno diritto ai beni privati secondo le giuste necessità umane riconosciute, non oltre. Confisca immediata dei beni in eccesso, siano essi di privati o enti, comprese le banche che saranno chiuse d'autorità e sostituite con la banca unica del Popolo, con nuove regole e nuova forma di denaro non cartaceo, svincolato dai meccanismi attuali e fondato sul solo contro-valore in lavoro e opere umane.

E meno male che in Cina c'è ancora spazio, così con qualche ora di volo ci scampiamo anche questa merda...

peonia
Inviato: 12/7/2009 0:38  Aggiornato: 12/7/2009 0:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Questo è il requiem di Di Pietro. Mai visto un pseudo-politico Italiano arrivare a tali nefandezze


Sinceramente non capisco, avercela con Di Pietro piuttosto che con TUTTI gli altri! Ma forse non si vuole ammettere che siete stati presi per i fondelli per anni e anni....allora giustamente Di Pietro e' il capro espiatorio...
Boni gli altri!!!!

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Garrett
Inviato: 12/7/2009 1:48  Aggiornato: 12/7/2009 9:10
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/7/2009
Da: The Lost City
Inviati: 685
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Bradi:
Presumo intedessi: "nonstante le sue stravaganti xenofobie"

Volevo dire che le TUE xenofobie da cospirazione plutocratica, se anche fossero fondate, non potrebbero giustificare in alcun modo Berlusconi e il suo entourage, tanto più che la loro partecipazione in posti di riguardo negli esclusivi club (che giustamente ti inquietano) è ampia e trasversale.

Visto che Berlusconi è un "problema" italiano non vedo perché dovrebbe risolvercelo la stampa straniera.

Le virgolette attorno a "problema" hanno forse lo stesso impiego eufemistico di quelle usate attorno a "escort" per indicare una puttana?
Però non credo che la stampa straniera abbia alcuna reale pretesa di risolvere il "problema": narra solo gli scandali sessual-giudiziari del "problema" in modo analogo a come giornali e TV, inclusi quelli italiani, hanno sempre seguito scrupolosamente le vicissitudini amorose di Carlo&Camilla, Sarko&Carlà, ecc..
Non si può dire che materiale ne manchi per uno come Berlusconi!
Se uno dei Geni del G8 finisse in uno scandalo di queste proporzioni, da noi non ci sarebbe stata notizia?

Se non siamo in grado, come paese, di esprimere una alternativa valida a questo schifo di classe dirigente che ci troviamo, forse ci meritiamo Berlusconi, con tutti i suoi limiti.

All'inizio Berlusconi era un baluardo dell'Italianità.
In seguito lo raffiguravi, più modestamente, come il "meno peggio".
Poi è diventato "il problema italiano".
Ora il climax culmina addirittura in una sorta di punizione divina, tipo le sette piaghe d'egitto o il kraken, contro un popolo stupido incapace di esprimere alternative valide.
Il che è giusto: se c'è un popolo eletto, per bilanciare, ce ne dev'essere pure uno che si merita Berlusconi.

Perché se gli permettiamo di intervenire ora, che c'è un governo che magari non ci piace, questi saranno legittimati a intervenire anche un domani, quando ci sarà un governo che magari ci piacerà.

Loro chi, scusa? Fammi indovinare: i biechi plutocrati internazionali?
Ma intervengano pure: più sputtanamento c'è e meglio è.
Il prossimo capirà che se sei una carica pubblica importante non puoi fare TUTTO quel che ti pare.
Gli scandali sessuali sono un po' mosci? Sempre meglio di niente.

Sì. Però prima di migliorare ci dovremo pur mandare qualcuno a governare?

Per migliorare basta ripetere 10 volte: il "meno peggio" è una "piaga".

E chi ci mandiamo adesso se ci liberiamo di Berlusconi?

Allo stato attuale, con il sistema informativo e quello elettorale, non c'è nessuno, almeno a livello nazionale, che ritenga utile votare. Non considero affatto Berlusconi il meno peggio: gli attacchi inauditi ANCHE alla libertà in rete potrebbero compromettere qualsiasi opposizione alla politica putrida.
Se anche fosse (ma non lo è di sicuro), non mi interessa votare il "meno peggio": non legittimo nè i furfanti nè i delinquenti.

Lezik85
Inviato: 12/7/2009 2:31  Aggiornato: 12/7/2009 2:31
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/4/2009
Da: Freedonia
Inviati: 1463
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Citazione:
L'ho già scritto più sopra per quali motivi, secondo me, in questo momento (e solo in questo momento), è meglio tenersi Berlusconi.


C'è qualcun'altro che la pensa come te e nel corso del tempo si è visto che entrambi sono fatti l'uno per l'altro: D'Alema con Napolitano: meglio tenersi il governo

Se questa è l'opposizione...


PS

redna, magnifica la scelta della foto

BRADI
Inviato: 12/7/2009 10:35  Aggiornato: 12/7/2009 10:35
So tutto
Iscritto: 26/7/2005
Da:
Inviati: 24
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Citazione:
Volevo dire che le TUE xenofobie da cospirazione plutocratica, se anche fossero fondate, non potrebbero giustificare in alcun modo Berlusconi e il suo entourage, tanto più che la loro partecipazione in posti di riguardo negli esclusivi club (che giustamente ti inquietano) è ampia e trasversale.


Sarò anche eccessivamente complottista (spero di sbagliarmi), ma non mi pare di avere "xenofobie da cospirazione plutocratica". Quanto meno mi pare inadeguata la parola xenofobia.

Citazione:
Loro chi, scusa? Fammi indovinare: i biechi plutocrati internazionali? Ma intervengano pure: più sputtanamento c'è e meglio è.


Appunto: muoia Sansone con tutti i filistei.

Citazione:
gli attacchi inauditi ANCHE alla libertà in rete potrebbero compromettere qualsiasi opposizione alla politica putrida


Gli attacchi alla libertà in rete erano stati introdotti dal precedente governo.
A riprova che (forse) qualche "cospirazione plutocratica" c'è...

Citazione:
Gli scandali sessuali sono un po' mosci? Sempre meglio di niente.


Con tutto quello che c'è da rimproverare a Berlusconi e al suo passato oscuro, sarebbe veramente un comica se cadesse perché non sa tenere a freno il suo...

Citazione:
Per migliorare basta ripetere 10 volte: il "meno peggio" è una "piaga".


Colgo una sottile ironia...

In ogni caso penso che gli attacchi a Berlusconi siano solo cominciati.
Secondo me, finché non sono certi (i cospirazionisti plutocratici) che accetteremo supinamente il suo sostituto non lo faranno fuori.
Non credo saranno tempi lunghi... penso non durerà la legislatura.

BRADI
Inviato: 12/7/2009 10:38  Aggiornato: 12/7/2009 10:38
So tutto
Iscritto: 26/7/2005
Da:
Inviati: 24
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
A redna:

La vignetta è stupenda, ma non capisco cosa c'entra con quello che ho scritto.

Saluti.

redna
Inviato: 12/7/2009 10:52  Aggiornato: 12/7/2009 11:06
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Citazione:
La vignetta è stupenda, ma non capisco cosa c'entra con quello che ho scritto.


proprio stamattina repubblica.it pubblica un articolo nel quale è spiegata 'anche' la vignetta...

I racconti delle escort (nel senso di prostitute)....

l "sultano" - ingenuo e ignaro - fa sesso con una di quelle ragazze (Patrizia D'Addario). Emerso l'episodio, il "sultano" muove in tre mosse. Nega l'episodio ("Non ricordo la faccia di questa Patrizia"). Scredita la testimone ("I miei nemici politici l'hanno pagata per accusarmi"). Banalizza quel che è accaduto ("Ho soltanto scelto ospiti sbagliati").
il sultano in questione è l'attuale premier italiano

Diciamolo con le parole di Nicolò Ghedini: Berlusconi è soltanto un "soggetto inconsapevole. Se io vado a casa del presidente e, per fare bella figura, mi presento con un'accompagnatrice, è difficile che lui possa saperlo. E, se anche poi vi fossero rapporti [sessuali tra il presidente e quella donna], lui continuerebbe a non sapere e quindi [il fatto] non può avere nessuna implicazione né giuridica né morale" (Agi, 18 giugno).
quindi Mavalà Ghedini ammette che il premier non sa,
Non sa quando una donna è una prostituta, quando non lo è e continua anche a non saperlo dopo che ha avuto rapporti sessuali.
Quindi il premier, a detta del suo avvocato (da noi pagato perchè siede in parlamento...) non sa nemmeno a cosa corrisponda prostituzione/rapporti sessuali/integrità morale per il ruolo coperto nelle istituzioni.
Semplicemente NON SA....arrivati a questo punto lo stato potrebbe essere in pericolo ( o di fatto GIA' in mano di altri...)

Quel che significa (lo ha già scritto qui Stefano Rodotà) interpella l'etica pubblica. "Un uomo politico non può mentire. Deve accettare la pubblicità di ogni sua attività quando questa serve per valutare la coerenza tra i valori proclamati e comportamenti tenuti" (Repubblica, 10 luglio). Da questo punto di vista, la scena è chiara. Berlusconi ha una volta di più, in questa storia, ingannato il Paese: non ignora che le "ragazze" che affollano il "lettone di Putin" siano prostitute e prostitute chiede, per le sue "torte", ai prosseneti che siedono al suo tavolo (non esita a "smanacciarle" subito sotto gli occhi della sua scorta).
Un premier non può mentire e nemmeno ingannare !!!A meno che come dice Ghedini non sappia, ma allora occorrerebbe dire che il premier è un incapace e non è più in grado di guidare il governo.

Il comportamento privato del capo del governo è in fragorosa contraddizione con i valori (Dio, famiglia) che proclama in pubblico e con le leggi che propone al Parlamento (severe punizioni per chi favorisce la prostituzione e per chi fa sesso con le prostitute). E' questo lo stato delle cose che Berlusconi dovrebbe finalmente affrontare in pubblico, quali che siano gli esiti per la sua reputazione e per il suo destino politico.
quindi è messo male con il papa e il voto dei cattolici, è messo male con le leggi proposte dal parlamento in materia di prostituzione, è messo male di per se per l'età avanzata.

Di fatto CHI governa ora l'italia?



la foto vorrebbe anche dire che l'unica 'escort' che un premier si può permettere, durante l'esercizio del suo mandato, è RIGOROSAMENTE quella.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Garrett
Inviato: 12/7/2009 11:04  Aggiornato: 12/7/2009 13:38
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/7/2009
Da: The Lost City
Inviati: 685
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Gli attacchi alla libertà in rete erano stati introdotti dal precedente governo.

Il potere tenta sempre di attaccare la libertà ma, devo prenderne atto, il DDL sulle rettifiche e le multe l'ha approvato questo governo ed è solo l'inizio di una lunga catena di simpatiche riforme! (2)

A riprova che (forse) qualche "cospirazione plutocratica" c'è...

Sì. E' quella che fa capo alla lobby dei parassiti. Solo che non è straniera ma italianissima. Se è ampia e trasversale come dici dimostra ancora una volta che non esiste il "meno peggio".

Con tutto quello che c'è da rimproverare a Berlusconi e al suo passato oscuro, sarebbe veramente un comica se cadesse perché non sa tenere a freno il suo

Al Capone fu condannato per evasione fiscale. (1)

EDIT:
1) la vera ironia è che Berlusconi è stato colpito proprio sul terreno su cui ha costruito il consenso popolare cioè quello dell'immagine.
2) Italy vs. Internet, l’impotenza della ragione contro il governo dell’indecenza
Oblio di Stato - Marco Travaglio

redna
Inviato: 12/7/2009 11:17  Aggiornato: 12/7/2009 14:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Citazione:
Al Capone fu condannato per evasione fiscale


sarà per questo che hanno fatto un 'NUOVO'scudo fiscale...

Chi riporterà i soldi in Italia beneficerà anche di una sanatoria per falso in bilancio e bancarotta
Due aliquote per sanare i beni rientrati. Il provvedimento si estende fino al dicembre 2007

La sanatoria prevede, per chi aderisce, l'"esclusione di punibilità" per una nutrita serie di reati penali di carattere economico: dal falso in bilancio, alla bancarotta fraudolenta, dall'emissione di fatture false a tutti i reati tributari. Per chi ha costituito fondi nero all'estero c'è l'opportunità di farla franca.

Il ricavato, come spiega il comma 3, con il vago sapore dell'alibi, è destinato alla "ricostruzione dei territori interessati al sisma del 6 aprile 2009". Il secondo meccanismo di rimpatrio è quello senza vincoli e costerà di più, molto probabilmente il 7-8 per cento delle attività finanziarie.

La ricostruzione de L'Aquila è 'prioritaria' alla ricostruzione dell'irpinia e del Belice ma anche di altri terremotati d cui nessuno parla più?
Pertanto il vago sapore dell'alibi ha solo lo scopo di mettere a posto la coscienza di quelli che CONTINUANO a fare leggi di questo 'losco' tipo.
°°°°
quanto è costato il G8?

Quanto è costato questo G8? Guido Bertolaso, regista del successo del summit, aveva accennato a una cifra pari a circa 50 milioni di euro, compreso l’aeroporto di Preturo (12 milioni) di cui però non è ancora chiaro quanto resterà effettivamente all’Aquila (molte delle strumentazioni, luci e radar, sono prestate dall’Enav). Il punto è che se il G8 doveva servire, anche, a raccogliere donazioni per la ricostruzione della città, alla fine di tutto, fatti due conti, è grassa se si arriverà a fare pari tra quello che è costato e quello che ha «incassato». Spenti i riflettori, par di capire che la «lista di nozze» inventata da Berlusconi non abbia avuto un grande successo
con 50 milioni di euro cosa si poteva fare per la popolazione terremotata?
ma sono stati realmente aiutati?

EDIT
Roma, 13:11
SCUDO FISCALE: PALAZZO CHIGI, NOTIZIE PRIVE DI FONDAMENTO
"Quanto pubblicato da 'La Repubblica' su un inesistente piano fiscale di sei pagine e' totalmente destituito di fondamento". Lo precisa una nota di Palazzo Chigi in merito alle indiscrezioni sullo scudo fiscale.
(fonte: repubblica.it)

ECONOMIA
"Scudo fiscale, notizie false"

ROMA - Il ministero dell'Economia smentisce l'articolo pubblicato oggi da 'Repubblica' sotto il titolo "Scudo fiscale, ecco il piano". E' "totalmente falso" afferma in una nota il Tesoro.

Poco dopo arriva anche un comunicato di Palazzo Chigi. "Quanto pubblicato da 'La Repubblica' su un inesistente piano fiscale di sei pagine è totalmente destituito di fondamento", si legge nella nota della Presidenza del Consiglio.
(12 luglio 2009)

qui
°°°°°

Su questa immensa fortuna esportata in un quarantennio per sfuggire agli occhi del fisco, tira però già da qualche mese un'aria di bufera. I primi scricchiolii sono stati avvertiti quando un ex impiegato della Ltg, una riservatissima banca del Liechtenstein, ha venduto agli 007 tedeschi l'elenco dei clienti stranieri dell'istituto, finiti poi nelle mani dei vari erari europei. Sembrava solo un incidente di percorso. Ma la crisi finanziaria ha improvvisamente acceso un faro internazionale su questi esotici e (fino a poco fa) tranquillissimi paradisi fiscali.
chi saranno mai questi clienti stranieri?
I paradisi offshore, insomma, sono un po' meno paradisi di un tempo. E Tremonti conta anche su questo clima per convincere gli italiani a riportare in patria i loro sudati risparmi (finora esentasse). Il successo della terza versione dello scudo dipenderà molto dall'aliquota che sarà richiesta per perdonare gli evasori. Il 2,5% delle prime due edizioni è stato un vero regalo. Il Belgio al suo scudo ha imposto il 9%. La Germania un ben più severo 25%. Se applicato ai nostri 550 miliardi, sarebbero quasi 140 miliardi di tasse da pagare.
http://www.repubblica.it/2009/07/sezioni/economia/scudo-fiscale/tesoro-estero/tesoro-estero.html
le voci infondate corrispondono al fatto che ancora non è stata stabilita una aliquota per il "perdono" degli evasori. Ma gli 007 tedeschi che cosa ne faranno dell'elenco dei clienti stranieri dell'istituto?

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
clausneghe
Inviato: 12/7/2009 12:58  Aggiornato: 12/7/2009 12:58
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/4/2006
Da: nordcentro
Inviati: 1679
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Questi grandi sembra che godano della protezione sopranaturale, divina o diabolica che sia, riescono sempre a farla franca, anche con il terremoto..
E' di poco fà infatti la notizia (oramai banale e consueta) di un'altra scossa a due km dall'Aquila, di magnitudo quattro, che se si fosse verificata nei giorni del G8 li avrebbe almeno costretti ad una fuga precipitosa, con tanto di "cagotto" molto questo sì, egualitario..

PikeBishop
Inviato: 12/7/2009 13:52  Aggiornato: 12/7/2009 13:53
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Citazione:
Questi grandi sembra che godano della protezione sopranaturale, divina o diabolica che sia, riescono sempre a farla franca, anche con il terremoto..

Questo solo se dai retta alla vulgata governativa secondo la quale "i terremoti non si possono prevedere".

Ma se si tiene conto che proprio in Abruzzo c'e' stato chi ha previsto, tutto cambia. Si chiama sterminio. E si chiama presa per il culo.

Mi ricorda il mai troppo lodato Uomini contro, in particolare la scena in cui il Generale Leone si affaccia alla feritoia della ridotta dove decine di uomini erano stati uccisi da un implacabile cecchino austriaco ed il cecchino, inspiegabilmente, non spara. Tutti sono stupiti, ma invece se ci pensate un po' e' chiaro come quelli della razza bastarda del Generale Leone abbiano qualche trucchetto nel cappello che evita loro di essere ammazzati.

Non sono come noi perche' sanno cose che noi non sappiamo. Come quando e perche' non conviene bere il vino della "Ditta Odore" di quel tale Ciravegna che continua a produrre vino. Il disgraziato normale non lo sa e crepa.

Percio' niente cagotto, e la percezione di noi poveri scemi e' che siano protetti dalle divinita'.

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
clausneghe
Inviato: 12/7/2009 14:55  Aggiornato: 12/7/2009 15:01
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/4/2006
Da: nordcentro
Inviati: 1679
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Ciao grande Pike!
Se poi oltre che scemi si è anche "complottisti"
come il generale MINI, si può tranquillamente sentire puzza di zolfo
Che ci sia una stanza dei bottoni tellurici nel segreto regno dei burattinai ?

Ooops! Mi sono accorto ora controllando il link che al posto della video intervista appare "questo video è stato rimosso perchè non rispettava ecc.ecc."
Peccato, ma per chi ha voglia di cercarsela, questa intervista si trova in Rete.

redna
Inviato: 12/7/2009 15:26  Aggiornato: 12/7/2009 15:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
questo articolo è del 29 marzo, pochi giorni prima del terremoto in abruzzo:

Le Medoilgas e' l'ente petrolifero che ha il 100% dei diritti di trivellare nei mari antistanti Ortona. Il pozzo Ombrina Mare, a pochi chilometri dalla costa e' di loro proprieta'. In Abruzzo hanno il diritto di trivellare anche nelle localita' di San Buono, Civita, Agnone, San Basile, Castel di Lama, Settecerri, San Mauro, Villa Carbone, Corropoli, Colle dei Nidi, Villa Mazzarosa, Guardia Vomano e Sulmona, o da soli o in amicizia con l'ENI ed altre ditte affiliate.

Negli scorsi giorni il Comitato Natura Verde e Impronte hanno diffuso un comunicato dove si mettono in guardia le comunita' locali sui pericoli delle trivelle operate dalla MOG un po in tutto l'Abruzzo. Ne abbiamo parlato anche su questo blog.

La mappa delle operazioni petrolifere della MOG in Italia e' qui.

Come si puo' vedere, la ditta di Mr Sergio Morandi e' attiva anche in Basilicata - come sempre. Li ci sono le estrazioni a Serra San Bernanrdo, Masseria La Rocca, Montalbano, Scanzano, Monte Verdese, Torrente La Vella, Masseria la Vella e San Teodoro.

Come sempre, basta dare uno sguardo a quella povera terra martoriata per vedere come opera, non solo l'ENI, ma anche la MOG, prima nota come Intergas Plus Italia.

Nel Dicembre del 2007 il Corpo Forestale dello Stato di Potenza rilevava “movimenti terra illegittimi alla luce delle normative paesaggistiche" presso il pozzo petrolifero della Medoilgas Montegrosso 2, nell'area Serra San Bernardo, appena fuori Potenza. Furono sequestrati 4.000 dei 50.000 metri quadrati dell'area.

Questo pozzo si trova nella FORESTA DEMANIALE REGIONAL GRANCIA CATERINA dove vigono speciali normative paesaggistiche e vincoli idrogeologici a causa del fatto che nella zona ci sono una quarantina di sorgenti idriche ed il pericolo di inquinare la falde acquifere e' rilevante. Gia' avevano provato a bucare il terreno negli anni '90 e la ditta proprietaria dell'epoca dovette desistere a causa di una frana dovuta alla mollezza del terreno.

Il parco Grancia Caterina e' considerato uno dei più importanti parchi rurali del sud Italia, ed e' stato costruito con i soldi del contribuente pubblico italiano.

Gia dal 2007 secondo le accuse, la MOG trivellava in quella zona senza avere mai presentato procedure autorizzative o richieste di pareri ambientali dei Ministeri e degli Enti competenti. Ai cittadini che facevano domande, negavano che cattivi odori, fumi e frane provenivano dal loro pozzo. Anzi, negavano pure che il pozzo fosse in funzione.

Sono andati a trivellare in un parco senza chiedere niente a nessuno e negando tutto!

Nonostante il primo sequestro parziale, la Medoilgas e' stata recidiva e ha continuato a sventrare la terra senza regole e senza rispetto, cosi' il 14 Febbraio 2009, il Corpo Forestale dello Stato ha chiuso l'intera area estrattiva.

Tra le ipotesi formulate dalla Magistratura c'e' il fatto che oltre a estrarre petrolio senza autorizzazioni, tutti questi sconquassamenti del terreno servivano per L'OCCULTAMENTO DI RIFIUTI DI NATURA INDUSTRIALE, che sono spesso cancerogeni e tossici.

I parchi e le foreste lucane, come il nostro mare non hanno diritti.

Naturalmente la MOG, dai suoi uffici di Londra, smentisce tutto e dice "no, in quella zona non ci sono vincoli paesaggistici" e che il sito sara' sfruttato appena gli darano tutti i permessi.

Nel loro sito web lo ribadiscono sotto il titolo "Chiarezza e Trasparenza a Montegrosso". Addirittura mandano i propri emissari ad incontrare la popolazione per dirgli che non ci sono rischi sismici, di inquinamento della falde acquifere, che le loro attivita' sono compatibili con l'ambiente. Praticamente sono dei santi e promfumeranno la terra.

Non ci provassero nemmeno a venire in Abruzzo a dire tali baggianate!

Come fanno a sapere queste cose? Nessuno puo' conoscere i corsi delle falde acquifere! Se ci sono 40 ruscelli e frane, questo vuol dire che sicuramente il sottosuolo e' ricco di acqua.

E poi, se ancora aspettano i permessi, per loro stessa ammissione, perche' provavano a trivellare PRIMA che se ne accorgesse la magistratura? Dove erano i permessi per estrarre petrolio PRIMA che arrivasse il corpo forestale dello stato? Misteri.

Di questa gente, come dell'ENI, non c'e' assolutamente da fidarsi. Se hanno provato a nascondere robaccia nelle foreste lucane e a trivellare come meglio gli andava comodo, come mai potremmo accertarci di cosa faranno al nostro mare?

Salviamo la costa d'Abruzzo prima che sia troppo tardi.
http://dorsogna.blogspot.com/2009/03/gli-inganni-della-medoilgas-italia.html

non occorre andare troppo lontano per capire da dove arrivano tutti i nostri guai.
****
Dopo il G8 ancora scosse a L'Aquila. Coincidenze?

Dopo qualche giorno di tregua con scosse minori, che è coinciso con l'appuntamento internazionale del G8, lo sciame sismico è tornato a colpire con una scossa di rilievo. La gente, si è riversata sulle strade, chiedendosi, ancora una volta, quando finirà questo incubo.
Citazione:
Tutti sono stupiti, ma invece se ci pensate un po' e' chiaro come quelli della razza bastarda del Generale Leone abbiano qualche trucchetto nel cappello che evita loro di essere ammazzati.


C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
peonia
Inviato: 12/7/2009 19:14  Aggiornato: 12/7/2009 19:16
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Penso che dato che nessuno ne ha parlato e siete troppo snob per andare su Facebook, miei cari intellettuali sarebbe il casoche vedeste questo video e leggeste questo libro...per capire che dagli anni '80 circa, dopo Berlinguer, la sinistra e' stata comprata dal perseguitato dai comunisti....
Non dite "a", se prima non guardate il video, e quello che posto ora e' solo un brano, poi ce ne e' un altro, tratto da www.radioradicale.it, in cui Travaglio lo presenta ancora piu' interessante...le cose sono documentate quindi niente bugie....prendetene atto!

quando Silvio finanziava i comunisti
http://www.youtube.com/watch?v=CEpGnLYuLPs

e viva Di Pietro!

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
redna
Inviato: 12/7/2009 21:33  Aggiornato: 12/7/2009 21:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Citazione:
Penso che dato che nessuno ne ha parlato e siete troppo snob per andare su Facebook, miei cari intellettuali sarebbe il casoche vedeste questo video e leggeste questo libro...per capire che dagli anni '80 circa, dopo Berlinguer, la sinistra e' stata comprata dal perseguitato dai comunisti....


http://www.antimafiaduemila.com/content/view/17770/78/
Il testo della missiva vergata a mano non è completo (Ciancimino dice che originariamente era intera), ciò che è possibile leggere è la parte finale di una richiesta minacciosa all’attuale Presidente del Consiglio: “… posizione politica intendo portare il mio contributo (che non sarà di poco) perché questo triste evento non ne abbia a verificarsi. Sono convinto che questo evento onorevole Berlusconi vorrà mettere a disposizione le sue reti televisive”. Una frase enigmatica che richiama il rapporto Fininvest - Cosa Nostra di cui si trova traccia nelle sentenze sulle stragi del biennio ’92-’93 e nella sentenza di condanna a nove anni per concorso esterno in associazione mafiosa a carico di Dell’Utri. La cosa più interessante è che la lettera, che era indirizzata proprio a Dell’Utri, è stata data a Massimo Ciancimino nella casa di Pino Lipari a San Vito Lo Capo alla presenza di Provenzano.
e mi pare che le reti televisive siano state oggetto del contendere di 'altri'!

La riunione negli uffici della Edilnord segna quindi l’inizio di un rapporto tra Berlusconi e Cosa Nostra siciliana basato su favori ed estorsioni: l’organizzazione criminale minacciava, chiedeva, offriva. Il Cavaliere rispondeva.

È evidente che siamo di fronte a una questione di estrema rilevanza investigativa nell’ambito dei rapporti tra Dell’Utri e Cosa Nostra e tra il premier e la stessa mafia corleonese di cui Vito Ciancimino era portavoce e consigliere essendo come aveva detto Giuffrè “la mente grigia” di Provenzano. Sul piano della questione morale tutto ciò fa impallidire lo scandalo sui festini del Presidente del Consiglio. Per squallidi e disonorevoli che siano i suoi vizietti, sembra assurdo che le ragioni principali del suo declino elettorale da parte degli italiani possa essere dovuto a queste vicende e non ai suoi rapporti con Cosa Nostra. Questo forse è il più grande scandalo italiano
già, perchè ANCORA in pochi riescono a capirlo?!

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
peonia
Inviato: 12/7/2009 22:37  Aggiornato: 12/7/2009 22:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Questo forse è il più grande scandalo italiano già, perchè ANCORA in pochi riescono a capirlo?!

REDNA non l'hai visto pero' il video, vero? anche quello e' un grande , grandissimo scandalo italiano....
D'altronde la mafia mica ha aspettato le Tv di Berlusconi per agire, da mo' che e' entrata in politica! solo che Andreotti era ben altro uomo, altra statura,non una caricatura! e guardatelo sto video!!!siente amme'!

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
mangog
Inviato: 13/7/2009 8:17  Aggiornato: 13/7/2009 8:41
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Citazione:

Autore: peonia Inviato: 12/7/2009 0:38:59

Questo è il requiem di Di Pietro. Mai visto un pseudo-politico Italiano arrivare a tali nefandezze


Sinceramente non capisco, avercela con Di Pietro piuttosto che con TUTTI gli altri!



Un ex-giudice, a nome suo e di qualche altro manovratore ben nascosto, è arrivato a mettere alla berlina la serietà del popolo Italiano (se non siamo seri c'è lo diciamo tra di noi Italiani in Italia ) per motivi di esaltazione politica ed io NON CI STO, come la stragrande parte degli Italiani . Il connubio di un successo elettorale con un' ego esaltato e megalomane ha fatto partorire la bella idea di far sputtanare davanti agli Inglesi TUTTI GLI ITALIANI, adesso ci considereranno veramente la repubblica delle banane, e magari per qualcuno non è una novità , ma un conto è dircelo tra di noi un conto è suggerirlo DALLE PAGINE DI UN QUOTIDIANO DEGLI INGLESI che già secoli prima dell'avvento di Berlusconi ci consideravano più o meno così .... non esiste nella storia della nostra republica un fatto di tale gravità,( cosa sperava Di Pietro ? Che gli Inglesi si commuovessero al punto di prendere il passaporto Italiano per votare lui alle prossime elezioni? ) e comincio ad avere il dubbio che Di Pietro tanto equilbirato non lo era nemmeno da giudice a questo punto ... altro che equilibrio mentale... forse fare un'esame psichiatrico ai giudci sarebbe un dovere annuale...come quello che l'altro giorno ha preso a calci l'auto dei carabinieri.. in virtù del delirio di onnipotenza che penetra nei meandri del loro cervello dopo aver vinto chissà come un concorso pubblico, magari dopo raccomdanzione o peggio....

Credimi Peonia.. Di Pietro è una piaga STATALE bibblica pericolosa.

Se Grillo si presenterà veramente per la corsa alla presidenza del PD... per i fondelli indovina chi verrà preso ?

peonia
Inviato: 13/7/2009 8:45  Aggiornato: 13/7/2009 9:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
A MANGOG

Ma veramente lo psicopatico, l'anomalia, il mitomane e' Di Pietro?
e come mai un sacco di gente lo ha votato, stufa dell'altro psicopatico, vero anomalo e megalomane?
Mangog, la storia ci dira' chi sbaglia, a me viene il sangue alla testa a sentire queste analisi......manco mi va di rispondere oltre...noto comunque che il video non lo hai visto nemmeno tu, certo sono io a suggerirlo....vale poco.
"la piaga statale bibblica perciolosa" e' la POLITICA cosi' come fatta dagli
italiani furbetti e un po ladroni...
Non c'era bisogno di Di Pietro per far si che all'estero ci prendessero per il culo, risale a molto prima, molto prima...E' solo qui in Italia, dove esiste una dittatura dell'informazione, che doveva sembrare tutto diverso....
Se Grillo* entrera' davvero nel PD, ammesso che quelli che inciuciano con Berlusconi e la mafia glielo permettano, sara' solo per stravolgerlo....e rifare un partito di sinistra meno corrotto per quelli che ai partiti ci credono....ma questa e' un'altra storia e guarda con attenzioneil video...

*Il 25 ottobre ci saranno le primarie del PDmenoelle. Voterà ogni potenziale elettore. Chi otterrà più voti potrà diventare il successore di gente del calibro di Franceschini, Fassino e Veltroni. Io mi candiderò. Dalla morte di Enrico Berlinguer nella sinistra c'è il Vuoto. Un Vuoto di idee, di proposte, di coraggio, di uomini. Una sinistra senza programmi, inciucista, radicata solo nello sfruttamento delle amministrazioni locali. Muta di fronte alla militarizzazione di Vicenza e all'introduzione delle centrali nucleari. Alfiere di inceneritori e della privatizzazione dell'acqua. Un mostro politico, nato dalla sinistra e finito in Vaticano. La stampella di tutti i conflitti di interesse. Una creatura ambigua che ha generato Consorte, Violante, D'Alema, riproduzioni speculari e fedeli dei piduisti che affollanno la corte dello psiconano. Un soggetto non più politico, ma consortile, affaristico, affascinato dal suo doppio berlusconiano. Una collezione di tessere e distintivi. Una galleria di anime morte, preoccupate della loro permanenza al potere. Un partito che ha regalato le televisioni a Berlusconi e agli italiani l'indulto.
Io mi candido, sarò il quarto con Franceschini, Bersani e Marino. Partecipo per rifondare un movimento che ha tolto ogni speranza di opposizione a questo Paese, per offrire un'alternativa al Nulla.
Il mio programma sarà quello dei Comuni a Cinque Stelle a livello nazionale, la restituzione della dignità alla Repubblica con l'applicazione delle leggi popolari di Parlamento Pulito e un'informazione libera con il ritiro delle concessioni televisive di Stato ad ogni soggetto politico, a partire da Silvio Berlusconi. Temi troppo duri per le delicate orecchie di un Rutelli e di un Chiamparino. Ci sono milioni di elettori del PDmenoelle che vorrebbero avere un PDcinquestelle. Con questo apparato affaristico e venduto non hanno alcuna speranza. Il PDmenoelle è l'assicurazione sulla vita di Berlusconi, è arrivato il momento di non rinnovare più la polizza. Arrivederci al 25 ottobre!

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
redna
Inviato: 13/7/2009 9:21  Aggiornato: 13/7/2009 9:29
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Citazione:
D'altronde la mafia mica ha aspettato le Tv di Berlusconi per agire, da mo' che e' entrata in politica! solo che Andreotti era ben altro uomo, altra statura,non una caricatura!

non so esattamente che cosa intendi per mafia.
Se per mafia intendi SOLO quelli che sono al sud o i capocosca allora non ci capiamo. Per mafia si intende anche Dell'Utri e Mangano che sono stati collaboratori dell'attuale premier....per mafia si intende i riciclo di denaro e l'indubbia provenieza degli stessi, proprio quelle somme di denaro che hanno fatto la fortuna di fininvest e del proprietario a cavallo degli ultimi anni settanta...Non ti dice nulla?...eppure è fondamentale !!!

Per quanto riguarda la statura di Andreotti spero ti riferisca solo a quella fisica...un bacio ad mafioso glielo ha pur sempre dato! ....ed è sempre stato uomo delle istituzioni e sulle spalle dei contribuenti italiani a VITA!
Famosa la caricatura della sua gobba.... e ha avuto dei processi per mafia, che credo non sia un fatto irrilevante.
Citazione:
La riunione negli uffici della Edilnord segna quindi l’inizio di un rapporto tra Berlusconi e Cosa Nostra siciliana basato su favori ed estorsioni: l’organizzazione criminale minacciava, chiedeva, offriva. Il Cavaliere rispondeva.

questa è l'Italia. Basta mettere sotto gli occhi di tutti le nefandezze e nessuno le vede, è il più vecchio sistema che esiste!

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
peonia
Inviato: 13/7/2009 9:23  Aggiornato: 13/7/2009 9:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
CLAUSNEGHE

fonda un partito,con quel programma avresti un sacco di voti!
ilmio in primis.....

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Garrett
Inviato: 13/7/2009 9:27  Aggiornato: 13/7/2009 12:40
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/7/2009
Da: The Lost City
Inviati: 685
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Se Grillo si presenterà veramente per la corsa alla presidenza del PD... per i fondelli indovina chi verrà preso?

Quella di Grillo mi sembra più una provocazione (geniale) atta a dimostrare che non è possibile un "movimento di idee dal basso" all'interno dei partiti.
Per uno che muove milioni di persone in piazza e riceve decine di migliaia di visite al giorno sul blog (praticamente il più visitato in Italia) non sarà un grosso problema raccogliere le 2000 firme necessarie a candidarsi ma già sono pronte obiezioni e cavilli burocratici che glielo impediranno.
La cosa è comprensibile perchè i partiti sono monoblocchi ideologici, lobby camuffate, piramidi di potere organizzate in precise gerarchie: se al primo posto ci fossero le idee, i partiti non avrebbero ragione di esistere.
Il problema è che il sistema è impermeabile a idee provenienti dalla base anche a causa delle leggi elettorali, volute dagli stessi partiti, che favoriscono i grandi schieramenti, penalizzano i piccoli partiti e sbarrano la strada agli indipendenti.
Rimane l'ironia che Grillo, normalmente censurato dai media italiani DOC, ha obbligato (molti) giornali e TV a parlare finalmente di lui.

peonia
Inviato: 13/7/2009 9:29  Aggiornato: 13/7/2009 9:29
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
non so esattamente che cosa intendi per mafia.

che pensi che intenda? quello che e', quella che comanda sopra i nostri politici, quella che ammazza, ruba, ricicla, traffica con la droga e la armi, costruisce case con farina, inquina la terra, opprime la societa', insomma quella congrega violenta che gestisce il potere nel mondo...
Andreotti, per la Democrazia Cristiana, e' il primo rappresentante (che io conosca) della collusione mafia/politica, ma la sua statura non FISICA, era quella di uno statista intelligente, ben diverso dal nano buffone.
Andreotti ha tutti nel pugno, con il suo famoso archivio..., mentre Berlusconi e' nel pugno di tanti....

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
mangog
Inviato: 13/7/2009 9:41  Aggiornato: 13/7/2009 9:42
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Citazione:

Autore: peonia Inviato: 13/7/2009 8:45:23

Dalla morte di Enrico Berlinguer nella sinistra c'è il Vuoto. Un Vuoto di idee, di proposte, di coraggio, di uomini. Una sinistra senza programmi, inciucista, radicata solo nello sfruttamento delle amministrazioni locali. Muta di fronte alla militarizzazione di Vicenza e all'introduzione delle centrali nucleari. Alfiere di inceneritori e della privatizzazione dell'acqua. Un mostro politico, nato dalla sinistra e finito in Vaticano. La stampella di tutti i conflitti di interesse. Una creatura ambigua che ha generato Consorte, Violante, D'Alema, riproduzioni speculari e fedeli dei piduisti che affollanno la corte dello psiconano. Un soggetto non più politico, ma consortile, affaristico, affascinato dal suo doppio berlusconiano. Una collezione di tessere e distintivi. Una galleria di anime morte, preoccupate della loro permanenza al potere. Un partito che ha regalato le televisioni a Berlusconi e agli italiani l'indulto.
Io mi candido, sarò il quarto con Franceschini, Bersani e Marino. Partecipo per rifondare un movimento che ha tolto ogni speranza di opposizione a questo Paese, per offrire un'alternativa al Nulla.



Gurda che Berlinguer era un comunista, quello con la falce e martello, che ha impiegato 20 anni a capire di che pasta era fatta l'ex unionesovietica.

Ps. dopo la caduta del comunismo russo nemmeno 10 Berlinguer messi insieme avrebbero potuto fare qualcosa.


Per quanto riguarda Di Pietro, ha tutte le ragioni del mondo a lottare contro Berlusconi, ma deve convincere gli Italiani.. NON MENDICARE SPAZIO SUI GIORNALI INGLESI.. ( perchè non quelli Cinesi O Russi.. visto che l'import export è poca cosa con l'Inghilterra )

florizel
Inviato: 13/7/2009 11:07  Aggiornato: 13/7/2009 11:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Claus
Citazione:
un'altra scossa a due km dall'Aquila, di magnitudo quattro, che se si fosse verificata nei giorni del G8 li avrebbe almeno costretti ad una fuga precipitosa, con tanto di "cagotto" molto questo sì, egualitario..

Credo che in molti abbiano fatto la stessa considerazione, e tra questi non so quanti abbiano di conseguenza ipotizzato che niente accade mai per caso...
Quello che accade sotto il suolo in seguito allo sfruttamento degli idrocarburi non è materia di divulgazione pubblica...

Se può interessare, c'è qui qualcosa di molto interessante da approfondire, malgrado possa sembrare inverosimile e "campato in aria" da (purtroppo) ancora molta gente.

"Lo sfruttamento petrolifero a lungo termine puo' disturbare le condizioni del sottosuolo attorno ai giacimenti di petrolio e di gas in molti modi. I fluidi di riempimento possono propagarsi e penetrare nelle crepe e nell fratture contribuendo allo spostamento di roccia, al propagarsi di crepe, sfalsando gli equilibri e aggiungendo maggiori pressioni in punti vulnerabili e gia' sismici di per se. Lo stesso vale per l'estrazione di petrolio che puo' spostare sulle roccie circostanti pressioni e forze che prima erano equilibrate...

...Non siamo neanche capaci di costruire condomini e ospedali con i criteri giusti, figuriamoci l'infrastruttura petrolifera. Chi mai controllera' che quando si scavano i pozzi verra' tutto fatto a regola d'arte? Chi studiera' il terreno? Chi potra' mai sapere cosa si incontra quando si scava? Chi potra' mai prevedere come il nostro terreno, gia' sismico di per se, potra' reagire alle trivelle? NESSUNO.


Invece qui c'è un ottimo articolo di Nicoletta Forcheri sui "progetti preventivi" di chi sui disastri ci campa, e alla grande.

peonia
Citazione:
quando Silvio finanziava i comunisti

Il video l'ho visto, e la domanda sorge spontanea: quando silvio finanziava i comunisti, i comunisti NON sapevano già cosa si prospettava per l'URSS e per la politica internazionale degli anni a venire?

Ma davvero crediamo che le cose accadano a prescindere da precisi accordi presi negli altissimi vertici delle elites di dominio?

Davvero crediamo che il PCI sia stato "travolto" dalla "caduta" del "comunismo sovietico" (il comunismo... questo sconosciuto...) mentre veniva finanziato da quelle stesse classi dirigenti prima, e dalle combriccole di potere economico di "casa nostra" poi?

Quella (apparente) rottura significava una sola cosa: che per le CLASSI DIRIGENTI era necessario che passasse l'idea che il "comunismo" O era perseguibile attraverso il "modello sovietico", o NON era realizzabile.
E DOVEVA essere così.
Continuazione della politica togliattiana del primo dopoguerra, durante il quale il "pericolo" (come sempre) era rappresentato dalle potenzialità delle cosiddette "masse", non certo dal "nemico" di turno.

Una "rivoluzione", per quanto limitata e tutta da compiersi, avrebbe prospettato la messa in discussione del criterio stesso di elites di governo, e questo era un pericolo per TUTTI gli apparati di potere, non solo quelli "comunisti".

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
peonia
Inviato: 13/7/2009 11:57  Aggiornato: 13/7/2009 11:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
FLORIZEL

DUE COSE:
1) L'articolo della Forcheri prefigura scenari ben peggiori di chi guadagna con che...ma non mi stupisce, in fondo sto cavolo di NWO in qualche modo si dovra' applicare...quelle sono le prove generali...

2) La disamina del PC e dell'Unione Sovietica che hai fatto, scusa ma non c'entra nulla con il fatto che oggi, dagli anni '80 in poi, sinistra e destra siano EVIDENTEMENTE colluse in un teatrino della politica, che abbindola gonzi...
questo thread parlava della voce del padrone che accusa sempre complotti comunisti....il video proposto parla degli inciuci dei due attori....
questo e' il grosso scandalo, confermato finalmente!!!

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
redna
Inviato: 13/7/2009 12:04  Aggiornato: 13/7/2009 12:35
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Citazione:
Una "rivoluzione", per quanto limitata e tutta da compiersi, avrebbe prospettato la messa in discussione del criterio stesso di elites di governo, e questo era un pericolo per TUTTI gli apparati di potere, non solo quelli "comunisti".


una rivoluzione che passava anche attraverso il 'compromesso storico' di cui conosciamo tutta la tragedia.
Una tragedia tale che la politica se la porta ancora addosso perchè SB non è che la continuazione di Craxi che è stato quello che l'ha spuntata in quegli anni, che ha avuto un governo quando era presidente Cossiga, che ha dato inizio all'era delle tangenti e di tutto il saccheggio della penisola ....

Pertanto CAPIRE che la situazione di oggi, con queste persone al governo, è solo il proseguo dovrebbe essere essenziale. Certo che se ci si perde nei rigagnoli tipo.....i comunisti sono peggio della mafia, .....no quello che dico io è 'più' grave di quello che dici tu....non porta a nulla.

Citazione:
La disamina del PC e dell'Unione Sovietica che hai fatto, scusa ma non c'entra nulla con il fatto che oggi, dagli anni '80 in poi, sinistra e destra siano EVIDENTEMENTE colluse in un teatrino della politica, che abbindola gonzi...

non è affatto vero peonia. Nulla NON c'entra in politica perchè TUTTO è un proseguo di quello che hanno fatto i personaggi in carica...
Se comprendi che dagli anni 80 in poi sinistra e destra sono colluse, dovresti anche andarne in fondo e capirne il motivo, che sopra ho tentato di descrivere. La politica NON abbindola gonzi, la politica persegue sempre se stessa. Se gli italiani - si dice - abbiano della continue amnesie, la poltica italiano NON ne ha affatto e da 60 e passa anni continua imperterrita a replicare se stessa
I gonzi sono quelli che propongono il 'nuovo' che sanno che non sarà mai possibile. I gonzi sono quelli che parlano di democrazia e si comportano da sovrani con la corte zerbina.
I gonzi sono anche quelli che fanno fatica a leggere cosa è accaduto PRIMA, DURANTE e ADESSO in questo preciso momento, alla 'presunta' democrazia che - si dice - abbiamo in Italia.

Citazione:
Per quanto riguarda Di Pietro, ha tutte le ragioni del mondo a lottare contro Berlusconi, ma deve convincere gli Italiani.. NON MENDICARE SPAZIO SUI GIORNALI INGLESI.. ( perchè non quelli Cinesi O Russi.. visto che l'import export è poca cosa con l'Inghilterra )

mangog
potrebbe essere un segnale alla massoneria britannica(leggi Cossiga?)
...è solo un'ipotesi, s'intende!

EDIT

http://www.repubblica.it/2009/07/sezioni/economia/scudo-fiscale/scontro-scudo/scontro-scudo.html
malgrado sia il tesoro che palazzo abbiano smentito:

Le indiscrezioni sulla bozza hanno provocato la rivolta delle opposizioni. "Tutti sanno che si sta lavorando a una sanatoria che nessun paese europeo concepirebbe neppure lontanamente", ha detto Pierluigi Bersani del Pd aggiungendo che "su questa strada si distrugge un paese, sia economicamente sia civilmente. Spero solo - ha concluso - che il comune senso del pudore trattenga il governo dal fare dei terremotati d'Abruzzo lo scudo umano dello scudo fiscale".
Ora la nuova porcata viene giustificata con la necessità di trovare i fondi per la ricostruzione dell'Abruzzo". "Riciclaggio di Stato - aggiunge Di Pietro - perché l'unico denaro depositato all'estero che finora non poteva e non può essere fatto rientrare in Italia è quello di provenienza illecita. Si avvantaggerebbero non solo mafiosi, camorristi e potenti della 'ndrangheta, ma anche i tanti furbetti del quartierino".

Berlusconi ad un contestatote:metta lei 75 mln
Dopo gli impegni del G8, per il presidente del Consiglio un'intera giornata dedicata al suo Milan.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
PikeBishop
Inviato: 13/7/2009 13:02  Aggiornato: 13/7/2009 13:04
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Citazione:
oggi, dagli anni '80 in poi, sinistra e destra siano EVIDENTEMENTE colluse in un teatrino della politica

Forse prima non era cosi' EVIDENTE. Dovevano venderci alcune favolette che la popolazione non riusciva a comprare se non con l'inganno.

A me (ed a MOLTISSIMI altri) la collusione dal dopoguerra in poi della sinistra e della destra nel teatrino (o meglio il circo) della politica sembrava gia EVIDENTISSIMA all'inizio degli anni '70. E non bisogna dimenticarsi che il famoso '68, prima di essere rapito da infiltrati della CIA, era nato proprio da gente che aveva ben presente cotale evidenza.

Quando hai il partito comunista piu' forte dell'occidente con quote di iscritti che facevano impallidire quelle di qualsiasi altro partito o movimento e SAI che non potrai MAI andare al governo se non con escamotages (come il compromesso storico, la manovra piu' schifosa mai considerata in un ambiente schifoso come quello politico) e, si e' visto poi, neanche con quelli, e ti ostini ad appoggiare non solo una Repubblica in cui non ti dovresti riconoscere, ma anche ogni singolo governo della opposta fazione quando e' in difficolta' in cambio di cadreghini e soldini invece che tentare la spallata, violenta o no che possa essere, beh, come ti si puo' chiamare altro che COLLABO e traditore?

Il partito comunista ed i suoi satelliti sono SEMPRE serviti a incanalare il dissenso e a neutralizzarlo. Ovvio che nella situazione odierna ormai il dissenso sia ormai morto di noia e non ci sia piu' niente da incanalare, cosi' vediamo senza la maschera la loro bella faccia di merda. Ora si uniscono anche i giullari, sembra (e non sarebbe la prima volta, Dariofofrancarrame sono stati i primi).

Ma, da sempre, quando facevi presente che c'era qualcosa di profondamente sbagliato nei Kari Kompagni, ti davano sempre del Fascista o dell'Estremista, proprio come quando ora hai a che fare coi grillini...

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
florizel
Inviato: 13/7/2009 14:16  Aggiornato: 13/7/2009 14:22
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
peonia
Citazione:
La disamina del PC e dell'Unione Sovietica che hai fatto, scusa ma non c'entra nulla con il fatto che oggi, dagli anni '80 in poi, sinistra e destra siano EVIDENTEMENTE colluse in un teatrino della politica, che abbindola gonzi... questo thread parlava della voce del padrone che accusa sempre complotti comunisti....il video proposto parla degli inciuci dei due attori....

Come la cosa non riguardi solo gli anni 80, l'ha illustrato Pike più efficacemente di come avrei fatto io.


Mi rendo conto del fatto che l'ovvietà di certe cose, che vengono fuori quando non creano più clamore, fa a pugni con l'incredulità a ritenerle vere (ma d'altra parte, l'11 settembre insegna anche che quanti più danni crea la bugia, tanto più facile è spacciarla come verità).

Ma non fu Togliatti che subito in seguito ad un "attentato", il 14 luglio 1948, "invitò" i partigiani COMUNISTI a deporre le armi, fermando una possibile rivolta e paventando un coinvolgimento dei servizi segreti americani in intreccio con la mafia, e ad erogare loro pene detentive per centinaia di anni?

Non fu lui che in veste di ministro della giustizia concesse l'amnistia ai fascisti, riabilitò tutti i magistrati che avevano collaborato con la repubblica di Salò, e a firmare la "pace" con la chiesa costituzionalmente?

Ora, è ipotizzabile che il più GRANDE partito comunista dell'occidente, che si prefigge la meta della "rivoluzione" sovietica, di fronte alla minaccia dell'imperialismo USA non abbia di meglio da proporre che la "resa" ai milioni e milioni di suoi aderenti?

Dov'è l'inghippo?

Se non capiamo che la II GM è stata la fucina dell'attuale assetto politico mondiale (passando attraverso i tre più vistosi eventi storici dal dopoguerra in poi: Guerra Fredda, Hiroshima e 11 settembre), temo che ci perderemo il quadro d'insieme in cui collocare quelli che SEMBRANO errori o fatalità nel migliore dei casi, che nel peggiore invece riteniamo siano "contrapposizioni" e "sconfitte".

Il più grande sconfitto della Storia, finora, è l'umanità dei "semplici".
Ed è anche l'elemento più temuto da ogni elite.
Bisogna incanalare e frammentare quella potenziale forza.
Per questo c'è SEMPRE bisogno di una "voce del padrone" a creare false contrapposizioni e ad illudere che ci sia qualcuno da combattere attraverso qualcun altro che ci "rappresenti".
Anche in questo caso, urlare al complotto comunista è pratica collaudata e consueta.

(La rivoluzione spagnola, in questo senso, crea un elemento dissonante: il complotto, in quel caso, era "anarchico". Tant'è che Togliatti inviò i "comunisti" a sparare addosso ai "traditori della causa popolare...).

Scusa se non sono stata esaustiva come l'argomento richiederebbe, ma non è possibile liquidarlo con un post.

redna
Citazione:
una rivoluzione che passava anche attraverso il 'compromesso storico' di cui conosciamo tutta la tragedia.

Quello fu la svendita dei fermenti sociali degli anni 70, e resta sempre da chiarire perchè MAI le cosiddette BR "scelsero" di rapire Moro e non Berlinguer... Se "traditore" della "causa popolare" c'era, si identificava più col PCI che con la DC.

Però questo avrebbe causato la reazione di quella enorme parte di gente che si riconosceva nella sinistra: cazzi amari.
Rapire Moro, invece, avrebbe significato ricorrere alla sempre utile "unità nazionale".

In questo, niente di più lucido che affermare che SB non è che la continuazione di quello che si prefigura come un preciso "programma" che avrebbe traghettato l'Italia (ma non solo l'Italia) fino ad oggi.

Sembra tutto molto semplice da spiegarsi, ora; il problema è capire quanto e "grazie" a quali meccanismi, sia stato pianificato e reso possibile il livello di coinvolgimento sociale in certi eventi, al punto da rendere tutti ciechi di fronte a quelle che oggi definiremmo delle "ovvietà" (vedi il sottolineato sopra...)

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
peonia
Inviato: 13/7/2009 15:16  Aggiornato: 13/7/2009 15:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Come la cosa non riguardi solo gli anni 80, l'ha illustrato Pike più efficacemente di come avrei fatto io.

Non volevo ne' sminuire ne' tantomeno negare l'analisi della Storia come l'hai fatta, volevo riportare soprattutto al dato odierno, senza ripercorrere troppi anni indietro, per non perderci/mi...

Icke riconduce l'inciucio addirittura ai tempi di Marx per questo...solo che volevo rimanere concentrata su Berlusconi e D'Alema/Veltroni, perche noi oggi abbiamo questi personaggi da controbattere e i loro idealisti e fedeli votanti da svegliare....

Non sono brava, come sai, a dilungarmi in accurate analisi, io sono per forma mentis sintetica, a volte troppo concisa... e mi capisco da sola...naggia!!! n


aggiungo Florizel che rileggendo la mia frase " non 'centra nulla" in effetti era detto male, piu' che altro, secondo me, c'entrava ma spostava il focus...

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
titano75
Inviato: 13/7/2009 15:16  Aggiornato: 13/7/2009 15:18
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/4/2005
Da: Roma
Inviati: 704
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Citazione:
Sembra tutto molto semplice da spiegarsi, ora; il problema è capire quanto e "grazie" a quali meccanismi, sia stato pianificato e reso possibile il livello di coinvolgimento sociale in certi eventi, al punto da rendere tutti ciechi di fronte a quelle che oggi definiremmo delle "ovvietà" (vedi il sottolineato sopra...)


Dividerei la risposta in 3 tronconi distinti :

1) una parte di popolazione a cui nn "FREGA" assolutamente un cazzo di tutto questo perchè presa dal suo micro-cosmo e quindi anche se consapevole , magari, preferisce guardare altrove e "sognare" il tempo rimastogli.... ( li definirei semplicemente i ... VOLTATI non so IN quanti siamo ..... io sono tra questi )

2) una parte di popolazione ( penso la maggioranza ) che un pò per ignoranza, un pò per "pigrizia" di coscienza , non accetta MAI le voci fuori dal coro e fuori dalla "storia" di regime... ( li definirei i VERI CECHI )

3) una parte della popolazione che HA decisi interessi nel continuare a perseverare in questo sistema GODENDO della bugia perchè una vera MANNA per i loro "affarucci"... ( li definirei i PARACULI ... )

Emiliano

Ps: ovviamente questo è solo una personale suddivisione di "coinvolgimento" ATTUALE.....

a faccià in giù su di uno specchio d'acqua....
ascolto il mondo e vedo il fondo...
peonia
Inviato: 13/7/2009 15:23  Aggiornato: 13/7/2009 15:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
EMILIANO

io non sto in nessuna delle tre, come faccio??? forse la prima? ma non mi pare che se stiamo qui a discutere non ce ne freghi un...

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
titano75
Inviato: 13/7/2009 15:40  Aggiornato: 13/7/2009 15:40
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/4/2005
Da: Roma
Inviati: 704
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Eheh non volevo assolutamente suddividere la Pop. di luogocomune, ognuno di Noi è qui per i suoi personali motivi, magari anche per la semplice condivisione di idee o di impressioni o di pensieri....

Essere qui, non significa quindi fregarsene o meno....

Sai che c'è, non vedo all'orizzonte niente che mi faccia credere che ci sia una REALE posizione ATTIVA affinchè si possa uscire dalla "giostra"....

La mia idea è che consapevoli o meno , menefreghisti o no, facciamo TUTTI quanti comunque parte del "sistema"....

Emiliano

a faccià in giù su di uno specchio d'acqua....
ascolto il mondo e vedo il fondo...
florizel
Inviato: 13/7/2009 16:35  Aggiornato: 14/7/2009 0:02
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Citazione:
consapevoli o meno , menefreghisti o no, facciamo TUTTI quanti comunque parte del "sistema"....

Vero, ma un conto è farne parte per propaganda tesa a dimostrare che "lo stato (ed il sistema) siamo noi"; altro conto è farne parte, nostro malgrado, per la sua invasività anche in ambiti creati per opporsi ad esso.

Tra voltati, ciechi e paraculi, c'è sicuramente una sostanziale differenza, e non sottovaluterei l'elemento comune: l'essere costretti sempre ad adeguare la propria vita ai modelli e ai traguardi imposti dal sistema; laddove per i primi è stato progettato che dovessero essere tanto ma tanto impegnati a tirare avanti la baracca per campare pur di non volgere lo sguardo alla "rivolta", per i secondi è bastato fornirgli qualche agio in più rispetto ai primi; per i terzi, che sembrano una più ristretta cerchia di individui, c'è la ricattabilità preventiva ed intrinseca...

Cercare le cause del perenne obnubilamento generale, significa cominciare a svegliarsi...
Figuriamoci trovarle...

peonia
Citazione:
Non sono brava, come sai, a dilungarmi in accurate analisi, io sono per forma mentis sintetica, a volte troppo concisa... e mi capisco da sola...

Peonia, quella non era un'accurata analisi, ma un riassunto del riassunto del riassunto di tutto quello che ci sarebbe da dire e da indagare sulla truffa della sinistra istituzionale, dal suo nascere ad oggi.
Anch'io opto per la sinteticità. Ma spesso si cade nell'errore di attribuire certe cose ad eventi contingenti, e si perde lo sguardo d'insieme e l'interconnessione tra i fatti che, invece, dicono molto più di qualunque altra cosa.

Ciao.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
redna
Inviato: 13/7/2009 16:38  Aggiornato: 13/7/2009 16:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Citazione:
Sai che c'è, non vedo all'orizzonte niente che mi faccia credere che ci sia una REALE posizione ATTIVA affinchè si possa uscire dalla "giostra"....

e intanto il potere replica sempre se stesso:

L'assoluzione di papi da parte del papa passa attraverso il biotestamento
Un primo segnale per cercare di tornare nelle grazie della Chiesa c’è stato: affrettarsi a incardinare alla Camera la discussione sul testamento biologico, blindarne il testo uscito dal Senato, con l’azzeramento della volontà individuale sul proprio destino.
quindi, per lo stato italiano, la volontà individuale si può barattare con il vaticano con il fine di avere il 'perdono' papale per papisilvio.

La volontà di rabbonire il Vaticano sul bio-testamento potrebbe esserci, per Livia Turco: «Spero però che la Chiesa non faccia sconti al governo». Dalla maggioranza il segnale Oltretevere è stato lanciato. Sul testamento biologico il Pdl è diviso, fra i laici forzisti e i finiani che si stanno compattando. Il radicale del Pdl Benedetto Della Vedova non crede alle riparazioni per i peccati di Papi-Silvio: «Mi stupirei se le gerarchie ecclesiastiche ragionassero in termini di scambio». Con una minoranza nel Pdl auspica «un disarmo bilaterale per discutere a fondo, se non rivedere, un testo che, così com’è uscito dal Senato, verrebbe smontato dalla Corte Costituzionale».

la chiesa pare pronta allo 'scambio'...
Il problema, in fondo, non è il Vaticano, anche in questo momento. È il venir meno dell’adagio liberale, libera Chiesa in libero Stato. Non resta che vedere come andrà a finire in una lotta affidata ai freni e contrappesi di maggioranza. Se vincerà Voldemort-Sacconi o Harry Potter-Fini, che sul testamento biologico ha opinioni non integraliste. La posta: lo Stato laico o l’indulgenza per il peccatore-premier.
insomma un gioco in cui ci sono in palio decisioni di vita o di morte che spetterebbe ad ogni singolo individuo in qualsiasi parte del mondo meno qui, in italia. Ma potrebbe essere anche il momento in cui cade la maschera sia del papa che di papi. Libera chiesa in libero stato? o prigionieri entrambi per non soccombere?

Citazione:
La mia idea è che consapevoli o meno , menefreghisti o no, facciamo TUTTI quanti comunque parte del "sistema"....

un sistema di sarà sempre e comunque. Ma sarebbe auspicabile che fosse la popolazione a decidere sui temi che riguarda se stessa e non qualcuno che 'baratta' a sua insaputa questioni che 'moralmente' sono troppo delicate. Le veline, le escort e le prostitute (che papi non distingue...del resto) sono argomenti che implicano 'moralità'?

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Merlino
Inviato: 13/7/2009 20:30  Aggiornato: 13/7/2009 20:33
So tutto
Iscritto: 27/4/2007
Da: roma
Inviati: 25
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Non vedete forti similitudini con l'azione di disturbo alla "cupola" che un tale Mattei provocò mezzo secolo fa? Stessi attori internazionali...stesso gioco di equilibri...speriamo non stessa fine....
Un altra considerazione: di Mattei si è detto molto ma pochi affermano che non abbia lottato per gli interessi nazionali...e se Silvio, zitto zitto, tra una ford escort ed una fiat cabriolet, tra una legge Alfano ed un Previti per amico ....non ci stia comunque tutelando!! A volte mi viene il sospetto che abbia sciolto il guinzaglio del suo padrone....un po megalomane lo sappiano ma mettersi contro le aquile decadute!...bella partita a scacchi....speriamo in una patta....oggi sono ottimista.

Garrett
Inviato: 13/7/2009 20:59  Aggiornato: 13/7/2009 21:06
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/7/2009
Da: The Lost City
Inviati: 685
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Un altra considerazione: di Mattei si è detto molto ma pochi affermano che non abbia lottato per gli interessi nazionali...e se Silvio, zitto zitto, tra una ford escort ed una fiat cabriolet, tra una legge Alfano ed un Previti per amico ....non ci stia comunque tutelando!!

Berlusconi era socio della P2 e, a parte che sta dando le ultime rifiniture al leggendario Piano di Rinascita Democratica di cui Gelli ha chiesto gli venissero riconosciuti i diritti d'autore (!), l'ultima fottuta cosa che la P2 ha mai fatto sul pianeta è stato tutelare qualcuno!

redna
Inviato: 13/7/2009 22:50  Aggiornato: 13/7/2009 23:06
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Citazione:
Quello fu la svendita dei fermenti sociali degli anni 70, e resta sempre da chiarire perchè MAI le cosiddette BR "scelsero" di rapire Moro e non Berlinguer... Se "traditore" della "causa popolare" c'era, si identificava più col PCI che con la DC. Però questo avrebbe causato la reazione di quella enorme parte di gente che si riconosceva nella sinistra: cazzi amari.


e i russi non volevano il compromesso storico:
Un ex colonnello del Kgb, rifugiatosi in Occidente nel 1985, in un libro scritto con Christopher Andrew e pubblicato in Italia da Rizzoli, ha scritto chiaramente che quando il Pci chiese a Mosca di appoggiare l'idea di un compromesso storico con la Dc, Mosca esitò: «Era disturbata dalla prospettiva che il Pci con il quale già aveva alcune divergenze di vedute, entrasse a far parte di un governo di coalizione, o addirittura ne divenisse il partito guida. La proposta fu resa accettabile dal fatto che il Pci avrebbe appoggiato il governo Dc, ma non sarebbe entrato a farne parte». Come infatti accadde. Il 3 ottobre del 1973, vale a dire nei giorni in cui Berlinguer lanciava su «Rinascita» la prima idea del compromesso storico con la Dc, Berlinguer subì in Bulgaria un attentato viaggiando in auto verso l'aeroporto di Sofia. L'auto non precipitò da un cavalcavia perché miracolosamente fermata da un palo della luce. Berlinguer riportò un trauma cranico e varie ferite. L'interprete morì sul colpo. Condotto in ospedale Berlinguer rifiutò di restarci e ottenne dal governo italiano di allora, presieduto da Mariano Rumor, ministro degli Esteri Aldo Moro, un aereo speciale che lo condusse segretamente a Roma, all'aeroporto di Ciampino, senza giornalisti. Né «l'Unità» né altri giornali diedero mai notizia di un Berlinguer ferito e anche il governo restò muto. Berlinguer disse poi a Emanuele Macaluso di sospettare un attentato, ma lo pregò di tacere.

Probabilmente la notizia più straordinaria concerne proprio tali silenzi, soprattutto da parte di Rumor e Moro, silenzi che aiutano a capire il tabù di cui parlavo. Non si vuole svelare il divieto sovietico alla partecipazione del Pci al governo perché in tal caso tutta la storia che ci viene di solito raccontata andrebbe a gambe all'aria. Chi salvò l'Italia dal comunismo non furono la Dc o gli Usa, ma proprio Stalin e i suoi eredi, come venne riconosciuto da un grande storico inglese A.J.P. Taylor. Dopo l'attentato a Berlinguer la Dc tacque perché le conveniva proteggere il Pci. Finché la guida dell'opposizione fosse rimasta al Pci, nessuno l'avrebbe scalzata dal governo..

Infatti la DC non fu scalzata dal PCI, come da programma, ma dal 'socialista' Craxi dopo che, facilmente, mise in disparte i comunisti...
Craxi regalò le tv ad un imprenditore del nord per ammaestrare le genti italiche su quante fosse bella la 'milano da bere' e la conseguente corruzione della penisola. L'imprenditore ora la governo ha completato l'opera e ha mandato via i comunisti (lui dice) dal governo.
Ma è proprio ora che contro di lui si accaniscono tutti

link

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
jataka
Inviato: 13/7/2009 23:51  Aggiornato: 13/7/2009 23:51
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/5/2006
Da: casa mia
Inviati: 292
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
beh, di tutto mi sarei aspettato su questo sito, e me lo aspetto ancora, ma non l'esaltazione di silvio il piccolo
questo fatto mi lascia alquanto perplesso, non fosse altro che per la marea di cagate internazionali espulse dallo stesso
arrivare poi a dire che lui è il meno peggio credo sia pazzesco
se intendi dire che è il meno peggio che si meritano gli italiani posso anche concordare, vista la cecità galoppante nella penisola, ma come capacità politiche ho i miei (miei, non di altri) dubbi
certo, è stato votato ed è legittimamente al suo posto, ma ciò non gli consente (x modo di dire, visto che lui si consente da solo) di fare quel che vuole x sè e x gli amici
eppure lo fa e nessuno (o quasi) dice nulla (anche x le impossibilità numeriche)
io lavoro in un luogo dove nessuno, ma proprio nessuno, dice di averlo votato, eppure, il giorno dopo le elezioni c'erano parecchi visi sorridenti
che c'è? ci si vergogna?

Ho accarezzato il cielo con la mano. Era terso, un azzurro fantastico che diceva: senti come sono morbido. Lo era davvero e ho deciso di sdraiarmici sopra. E mi sono ritrovato in volo, trasportato dal respiro del cielo stesso verso l’ultimo orizzonte, ...
redna
Inviato: 14/7/2009 9:21  Aggiornato: 14/7/2009 9:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
http://www.antimafiaduemila.com/content/view/17784/78/

..di aver scritto, insieme con il giornalista tedesco Udo Gumpel, per Rizzoli, un libro intitolato L’unto del signore (pp.300,11 euro) che rappresenta uno dei lavori più informati e interessanti sulla carriera di Silvio Berlusconi, attuale presidente del Consiglio in Italia, e sui suoi rapporti, stretti e intensi, con il Vaticano, con il Papa e con le alte gerarchie della Chiesa cattolica.
L’ho letto con particolare attenzione.
Ora desidero parlarne nel mio blog e mi riprometto, se mi sarà possibile, parlarne nella stampa italiana,
probabilmente in quella on-line che è sicuramente più libera di quella che appare nelle edicole, e di parlarne adeguatamente perché gli italiani sappiano (almeno quelli che riusciremo a raggiungere) del pactum sceleris -direbbero i latini - che lega da molti anni il leader del Popolo della Libertà con l’istituzione ecclesiastica, non con i cattolici italiani, tanti dei quali sono oggi, e magari da tempo, all’opposizione del suo governo e, in ogni caso, non immaginano nemmeno natura e obbiettivi di quel patto di potere.
Silvio Berlusconi, già durante gli anni universitari, frequenta la residenza universitaria Torrescalla, un collegio dell’Opus Dei, e qui incontra quello che diventerà il suo più stretto collaboratore, il dottor, oggi senatore, Marcello Dell’Utri.
Il quale ha raccontato: ”A presentarmi Silvio Berlusconi fu il direttore della residenza universitaria di Palermo. Segesta, Bruno Padula, oggi vicario della Pelatura dell’Opus Dei in Sicilia.” E, anche se Berlusconi è vicino alla laurea mentre Marcello è una matricola, tra i due si sviluppa un’immediata simpatia e quindi un sodalizio destinato a durare tutta la vita (p.15-16).
La carriera imprenditoriale di Silvio, che Pinotti ripercorre analiticamente prima di parlare del patto con il Vaticano , è assai veloce.
Grazie a un prestito concesso dalla Banca Rasini, di cui il padre Luigi è direttore, Berlusconi fonda con Pietro Canali, la Cantieri Riuniti Milanesi e costruisce quattro palazzine per gli immigrati in via Alciati alla periferia di Milano.
Quindi nel 1963 fonda la Edilnord Sas, di cui è socio di opera. I capitali li fornisce la Finanzierunggesellschaft fur Residenten Ag di Lugano.
La società costruisce un complesso di quattromila appartamenti a Brugherio, vicino Milano. E offre a Marcello Dell’Utri un lavoro come segretario del presidente dal 1964 al 1965. Tre anni dopo, nel 1968, per costruire Milano 2, Berlusconi fonda un’altra società La Edilnord Centri Residenziali. I capitali vengono da un’altra società svizzera Aktiengesellshaft fur Immobilienlagen in Residezzentren AG, una società rappresentata come la svizzera precedente, da Renzo Rezzonico.
Proprio, in quel periodo, Berlusconi inizia a frequentare il mondo cattolico che conta. Del resto la Banca Rasini è un terminale forte della finanza vaticana.
Dai documenti presenti nelle inchieste giudiziarie che lo hanno riguardato, ma anche in quelle giornalistiche che ne hanno seguito il percorso, emerge con chiarezza che la Rasini non era solo la banca nella quale lavorava il padre di Silvio ma anche l’istituto che finanziò i suoi inizi imprenditoriali negli anni sessanta e con l’aiuto del quale nacque, nella seconda metà degli anni settanta, la complessa costruzione societaria delle holding che detenevano il controllo della Fininvest.
“Vale a dire - raccontano Pinotti e Gumpel - 23 Srl, fondate nel 1978, intestate per il 90 per cento a Nicla Crocitto,
un’anziana casalinga abitante a Milano 2 e per il 10 per cento al marito Armando Minna, già sindaco della Banca Rasini. Alla fine dell’anno escono di scena i due coniugi e subentrano due fiduciarie, Saf e Parmasid. In poco tempo il capitale sociale della Fininvest è quasi interamente controllato da questo opaco sistema di scatole cinesi, dietro cui il nome di Silvio scompare. Tra il 1978 e il 1983 nelle holding fluisce un fiume di denaro di provenienza non sempre verificabile attraverso la documentazione bancaria.”
Da verbali che provengono dagli atti del processo di primo grado contro Marcello Dell’Utri emerge: “Da tabulati rinvenuti presso gli archivi della Banca Rasini si è rilevato che le denominazioni sociali delle holding “dalla prima alla ventiduesima” venivano censite come “servizi di parruccheria ed istituti di bellezza”. Inoltre si veniva a conoscenza che le holding non erano solamente ventidue ma “trentotto” come peraltro riscontrato nelle schede di censimento.” A queste si aggiungono altre cinque società, denominate Hodfin, nonché una società denominata Holding Elite.
“Quasi tutte le holding - commentano gli autori - cessavano i propri rapporti di conto corrente con la Rasini pochi mesi dopo il blitz antimafia del 14 febbraio 1983.” (p.21)
La Banca Rasini alla metà degli anni cinquanta era composta, per quanto riguarda la composizione societaria, quasi esclusivamente da milanesi (tra cui Carlo e Gian Angelo Rasini) eccetto il siciliano Giuseppe Azzaretto.
Successivamente, negli anni sessanta e settanta, cresce il ruolo dei soci siciliani, rappresentati anche dal figlio di Azzaretto, Dario.
Giuseppe Azzaretto, nato nel 1909 a Misilmeri, piccola frazione nell’hinterland di Palermo, può contare nella sua carriera imprenditoriale di forti appoggi della Santa Sede.
Appartiene - ricorda Pinotti - ai potenti Cavalieri dell’Ordine di Malta e ai Cavalieri del Santo Sepolcro che hanno visto tra i propri adepti personaggi come Licio Gelli e Umberto Ortolani. In effetti, appena acquistarono il controllo della Banca Rasini il presidente dell’Istituto divenne Carlo Nasali Rocca di Corneliano, Cavaliere di Malta e fratello del cardinale Mario Nasali Rocca.
La baronessa Maria Giuseppina Cordopatri, a lungo cliente privilegiata della Banca Rasini, in una lettera a Max Parisi del giornale “La Padania” scrive già nel 1998 che la Banca “formalmente era intestata alla famiglia Azzaretto ma nella realtà la Banca era controllata da Giulio Andreotti. Il commendator Giuseppe Azzaretto era all’epoca uomo di fiducia di Andreotti. Il punto saliente (…) che non è stato evidenziato è che quando la mafia siciliana si impossessa della Banca Rasini, la banca è già di Andreotti. Lasciai la Banca Rasini quando la lasciarono gli Azzaretto, cui subentrò, mi fu detto, una società svizzera.” (p.23)
Pinotti e Gumpel fanno seguire a questa importante testimonianza un lungo racconto sui particolari di quei rapporti e ricordano che, tra il 1983 e il 1984, la Banca entra nel controllo azionario dei Rovelli, una famiglia di imprenditori legata all’uomo politico siciliano e implicato nello scandalo Imi-Sir e concludono: ”La Banca Rasini, dunque, sembra essere un vero e proprio feudo andreottiano e della finanza vaticana.”(p.28)
Infine, tra il 1991 e il 1992, la Banca viene acquisita da un altro istituto noto: la Banca Popolare di Lodi che sarà protagonista, sotto la guida di Gianpiero Fiorani, di uno scandalo più recente di enormi proporzioni.
A questo punto i due autori riportano parte di una testimonianza di Ezio Cartotto, l’ex dirigente democristiano che ha vissuto gli anni dell’esordio politico a fianco di Berlusconi. Nei vari incontri con Pinotti e Gumpel, Cartotto ha detto cose assai interessanti: ”Ho sentito parlare dell’idea di Berlusconi di scendere in campo nel 1992, dopo le stragi, ma l’elaborazione era in effetti iniziata già prima.
Personalmente ritenevo che la situazione italiana fosse destinata a cambiare radicalmente, tanto che nel 1991, prima delle stragi, ne avevo parlato con Arnaldo Forlani: già allora nell’aria c’era un’idea di rinnovamento.” (p.113)
Continua Cartotto: ”Con Dell’Utri ci siamo incontrati nel 1992, dopo la morte di Salvo Lima. Era un fatto grosso: chiunque abbia visto i funerali e la faccia di Andreotti in quell’occasione, aveva potuto rendersene conto.
Era come se gli fosse caduto un masso addosso, era impetrito, una statua, distrutto. La classe politica era in fibrillazione. De Mita stava per dare mano libera ai suoi perché votassero Andreotti alla presidenza della repubblica, ma Falcone fu ucciso e allora Craxi stesso propose l’elezione di Scalfaro, dicendo: “ E’ stato mio ministro per cinque anni, è una persona per bene di cui ci si può fidare.” Ma poi Scalfaro non chiama Craxi a formare il governo perché nel frattempo Bettino a Milano ha ricevuto un avviso di garanzia. Una sequenza di fatti che ha cambiato l’Italia.” (p.114)
Il progetto del partito di Berlusconi, insomma, nato tra il 1991 e il 1992, si concretizza nel 1993, in vista delle elezioni politiche del 1994. Secondo i magistrati di Palermo, Dell’Utri in quella fase - ricordano gli autori, è “il referente privilegiato di Cosa Nostra ancora prima della nascita della nuova formazione politica.”(p.115).
Secondo la lunga testimonianza di Cartotto, che non è stata mai smentita finora, Berlusconi tramite Gianni Letta, ex uomo e a lungo di Andreotti e il cardinale Bertone,
segretario di Stato, è vicino all’attuale pontefice Joseph Ratzinger. Conta inoltre di rafforzare i rapporti con il Vaticano l’amicizia che il leader del Popolo della Libertà ha da molti anni con Comunione e Liberazione e la Compagnia delle Opere attraverso Roberto Formigoni che potrebbe essere alla fine il suo erede politico.
Il libro di Pinotti e Gumpel, nella seconda parte, riporta a ragione una serie di testimonianze di uomini della Chiesa cattolica, da don Vinicio Albanesi a don Albino Bazzotto, al vaticanista Giancarlo Zizola che sono, non da oggi, critici sull’intesa tra il Vaticano e Berlusconi e ne mettono in luce con chiarezza i veri obbiettivi di potere e di scambio di denaro che li caratterizzano dall’inizio ma che non hanno la forza di mettere in crisi l’accordo di vertice che dura ormai da più di quindici anni.
Un principio fondamentale della nostra costituzione, come la laicità dello Stato e delle istituzioni pubbliche, è stato scambiato dalla classe politica di governo (e da parte della opposizione) per ottenere l’appoggio politico e culturale del papato e delle alte gerarchie cattoliche. Oggi non esiste più e lo si vede con una legislazione sulle coppie di fatto, sulla fecondazione assistita, sul testamento biologico che non è degna di un paese moderno e civile.
Se, nel nostro paese, esistesse una grande stampa libera e ci fossero canali televisivi indipendenti, l’intesa sarebbe stata da tempo denunciata e analizzata a fondo e, probabilmente, sarebbe entrata in crisi.
Ma, con l’attuale situazione dei mass media, gran parte degli italiani non sa ancora nulla dei corposi retroscena dell’accordo e delle sue effettive motivazioni e non è in grado di respingere la propaganda ossessiva che le due parti, il Vaticano, da una parte, e il governo Berlusconi,
dall’altra, fanno per nascondere la verità e andare avanti come nel passato.
Per riassumere i risultati della ricerca sul percorso di Berlusconi e la sua politica che dura ormai da quasi vent’anni nel nostro paese è necessario sottolineare due punti, di solito assenti o secondari nella letteratura storica esistente.
In primo luogo l’aiuto della finanza vaticana e di uomini politici legati al Vaticano come Giulio Andreotti che sono stati dall’inizio importanti per l’ascesa economica e poi politica dell’attuale presidente del Consiglio e leader del centro-destra.
I suoi rapporti con le associazioni mafiose, come quelli del Vaticano, rimontano agli anni sessanta e settanta. Marcello Dell’Utri è stato, con ogni probabilità, il tramite principale di questi rapporti.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
peonia
Inviato: 14/7/2009 11:11  Aggiornato: 14/7/2009 11:11
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
In aggiunta a quanto sopra citato da Redna, tratto da antimafiaduemila,
ho estrapolato un testo di un docente universitario romano che ha fatto le seguenti domande a Berlusconi, citando fatti che io ignoravo e non so se voi tutti li conosciate,in effetti tutti i pezzi del puzzle stanno mettendosi a posto...



"Signor Berlusconi,
potrebbe rispondere pubblicamente a queste domande?
Premessa:
La Banca Rasini di Milano, di proprietà negli anni ’70 di Carlo Rasini, è stata indicata da Sindona e in molti documenti ufficiali di magistrati che hanno indagato sulla mafia, come la principale banca utilizzata dalla mafia per il riciclo del denaro sporco nel Nord - Italia.
Di questa Banca sono stati clienti Pippo Calò, Totò Riina e Bernardo Provenzano, negli anni in cui formavano la cupola della mafia.
In quegli stessi anni il Sig. Luigi Berlusconi lavorava presso la Banca, prima come impiegato, poi come Procuratore con diritto di firma e infine come Direttore.
1)
Nel 1970, il procuratore della banca Luigi Berlusconi ratifica un'operazione molto particolare: la banca Rasini acquisisce una quota della Brittener Anstalt, una società di Nassau legata alla Cisalpina Overseas Nassau Bank, nel cui consiglio d'amministrazione figurano Roberto Calvi, Licio Gelli, Michele Sindona e monsignor Paul Marcinkus. Questo Luigi Berlusconi, procuratore con diritto di firma della banca Rasini, era suo padre?
2)
Sempre intorno agli anni ’70 il Sig. Silvio Berlusconi ha registrato presso la banca Rasini ventitré holding come “negozi di parrucchiere ed estetista”, è lei questo Signor Silvio Berlusconi?
3)
Lei ha registrato presso la banca Rasini, ventitré “Holding Italiane” che hanno detenuto per molto tempo il capitale della Fininvest, ed altre 15 Holding, incaricate di operazioni su mercati esteri. Le ventitré holding di parrucchiere, che non furono trovate ad una prima indagine della guardia di finanza, e le ventitré Holding italiane, sono la stessa cosa?
4)
Nel 1979 il finanziere Massimo Maria Berruti che dirigeva e poi archiviò l’indagine della Guardia di Finanza sulle ventitré holding della Banca Rasini, si dimise dalla Guardia di Finanza. Questo signor Massimo Maria Berruti è lo stesso che fu assunto dalla Fininvest subito dopo le dimissioni dalla Guardia di Finanza, fu poi condannato per corruzione, eletto in seguito parlamentare nelle file di Forza Italia, e incaricato dei rapporti delle quattro società Fininvest con l’avvocato londinese David Mills, appena condannato in Italia su segnalazione della magistratura inglese?
5)
Nel 1973 il tutore dell’allora minorenne ereditiera Anna Maria Casati Stampa si occupò della vendita al Sig. Silvio Berlusconi della tenuta della famiglia Casati ad Arcore. La tenuta dei Casati consisteva in una tenuta di un milione di metri quadrati, un edificio settecentesco con annesso parco, villa San Martino, di circa 3’500 metri quadri, 147 stanze, una pinacoteca con opere del Quattrocento e Cinquecento, una biblioteca con circa 3000 volumi antichi, un parco immenso, scuderie e piscine. Un valore inestimabile che fu venduto per la cifra di 500 milioni di lire (250'000 euro) in titoli azionari di società all'epoca non quotate in borsa, che furono da lei riacquistati pochi anni dopo per 250 milioni.(125'000 euro). Il tutore della Casati Stampa era un avvocato di nome Cesare Previti. Questo avvocato è lo stesso che poi è diventato suo avvocato della Fininvest, senatore di Forza Italia, Ministro della Difesa, condannato per corruzione ai giudici, interdetto dai diritti civili e dai pubblici uffici, e che lei continua a frequentare?
6)
A Milano, in via Sant’Orsola 3, nacque nel 1978 una società denominata Par.Ma.Fid. La Par.Ma.Fid. è la medesima società fiduciaria che ha gestito tutti i beni di Antonio Virgilio, finanziere di Cosa Nostra e riciclatore di capitali per conto dei clan di Giuseppe e Alfredo Bono, Salvatore Enea, Gaetano Fidanzati, Gaetano Carollo, Carmelo Gaeta e altri boss – di area corleonese e non – operanti a Milano nel traffico di stupefacenti a livello mondiale e nei sequestri di persona. Signor Berlusconi, importanti quote di diverse delle suddette ventitré Holding verranno da lei intestate proprio alla Par. Ma.Fid. Per conto di chi la Par.Ma.Fid. ha gestito questa grande fetta del Gruppo Fininvest e perché lei decise di affidare proprio a questa società una parte così notevole dei suoi beni?
7)
Signor Berlusconi da dove sono venuti gli immensi capitali che hanno dato inizio, all’età di ventisette anni, alla sua scalata al mondo finanziario italiano?
Vede, Signor Berlusconi, tutti gli eventuali reati cui si riferiscono le domande di cui sopra sono oramai prescritti. Ma il problema è che i favori ricevuti dalla mafia non cadono mai in prescrizione, i cittadini italiani, europei, i primi ministri dei paesi con cui lei vuole incontrarsi, hanno il diritto di sapere se lei sia ricattabile o se sia una persona libera.
P.S. Dato che lei è già stato condannato in via definitiva per dichiarazioni false rese ad un giudice in un tribunale, dovrebbe farci la cortesia di fornire anche le prove di quello che dice, le sole risposte non essendo ovviamente sufficienti.

Prof. Carlo Cosmelli
Dipartimento di Fisica
Università La Sapienza

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
PikeBishop
Inviato: 14/7/2009 11:47  Aggiornato: 14/7/2009 11:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Citazione:
i cittadini italiani, europei, i primi ministri dei paesi con cui lei vuole incontrarsi, hanno il diritto di sapere se lei sia ricattabile o se sia una persona libera.


Mi ha fatto quasi piangere dal ridere...per essere un frescone simile uno deve essere professore universitario di Fisica. Se si occupasse di cio' che puo' capire, magari, si farebbe il sangue meno amaro e vivrebbe piu' a lungo. A meno che non stia fingendo...

SE BERLUSCONI, COME QUALSIASI ALTRO POLITICO, NON FOSSE RICATTABILE, NON SAREBBE NELLA POSIZIONE IN CUI E'.

SONO TUTTI RICATTABILI.

Quelli che non lo erano sono stati lavorati ber benino. A cosa credete che servano i servizi segreti che voi pagate munificamente? Ecco il significato dei famosi "servizi" che avete in cambio della rapina fiscale.

Auguri.

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
redna
Inviato: 14/7/2009 12:18  Aggiornato: 14/7/2009 12:22
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Citazione:
SE BERLUSCONI, COME QUALSIASI ALTRO POLITICO, NON FOSSE RICATTABILE, NON SAREBBE NELLA POSIZIONE IN CUI E'.

SONO TUTTI RICATTABILI.


Lo cercano da quando venne ucciso Paolo Borsellino, diciassette anni fa. Un foglio di carta, uno solo. Con la scrittura incerta di Totò Riina e, in fondo, la sua firma. È il famoso "papello", le richieste dei Corleonesi allo Stato per fermare le stragi in Sicilia e in Italia. "Ve lo consegno io nelle prossime ore", ha giurato qualche giorno fa Massimo Ciancimino, testimone eccellente ormai sotto scorta come un pentito. È forse l'epilogo della più intricata vicenda siciliana di questi ultimi anni: la trattativa fra Stato e Mafia.

All'improvviso, la settimana scorsa e dopo un ultimatum della procura di Palermo, Massimo Ciancimino però ha ceduto: "Garantito: adesso il papello ve lo do". Nessuno sa dove sia stato custodito in tutti questi anni, molti pensavano e ancora pensano in una cassetta di sicurezza di una banca da qualche parte in Europa. Un sospetto, un mese fa, aveva portato gli investigatori in Francia. Una mossa di Massimo Ciancimino e una contromossa degli inquirenti. Ma non quelli di Palermo, gli altri di Caltanissetta. Tutti erano e sono ancora a caccia del "papello".

Sarà il "papello" a certificare una volta per tutte l'attendibilità del figlio di don Vito. Tutto un impasto, fra i più pericolosi mafiosi latitanti e alti funzionari degli apparati. Tutto un impasto che ora fa molta paura al giovane figlio di don Vito, condannato in primo grado a 5 anni e 8 mesi per avere riciclato il "tesoro" di suo padre. Dal novembre scorso è stato costretto a lasciare la sua casa di Palermo e vivere 24 ore su 24 con auto blindata e "tutela". Dopo un paio di episodi inquietanti accaduti in Sicilia, Massimo Ciancimino è stato contattato da falsi carabinieri e poi ha ricevuto una lettera di minacce. Dentro la busta tre proiettili. Uno era destinato a lui, il secondo al procuratore Ingroia, il terzo al sostituto Di Matteo.

ma quando verrà 'svelato' sto papello?

Se il più piccolo dei cinque figli di quello che fu il sindaco mafioso di Palermo manterrà la sua promessa, fra qualche giorno - proprio alla vigilia dell'anniversario della morte di Borsellino, il 19 luglio - il famigerato documento del patto fra boss e misteriosi apparati di sicurezza finirà nelle mani dei magistrati di Palermo e poi quelli di Caltanissetta e Firenze, tutte le procure che indagano direttamente o indirettamente sugli attentati mafiosi fra il 1992 e il 1993. "Questa volta ve lo porterò davvero, questa volta non faccio bluff", ha assicurato Ciancimino junior nel suo ultimo interrogatorio dopo un tira e molla durato un anno.

oggi siamo 'solo' al 14 luglio.

Fonte: repubblica.it

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
peonia
Inviato: 14/7/2009 12:25  Aggiornato: 14/7/2009 12:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
oggi siamo 'solo' al 14 luglio

nel senso che anche tu temoi lo facciano fuori? visto che il marcio e' dentro lo Stato e tutto il resto? Speriamo di no, un bel terremoto dell'ottavo grado sarebbe salutare per sto paese morente!!

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
peonia
Inviato: 14/7/2009 12:27  Aggiornato: 14/7/2009 12:31
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Mi ha fatto quasi piangere dal ridere...per essere un frescone simile uno deve essere professore universitario di Fisica. Se si occupasse di cio' che puo' capire, magari, si farebbe il sangue meno amaro e vivrebbe piu' a lungo. A meno che non stia fingendo...

Pike sono contenta che ti abbia fatto ridere tanto, ma non erano quelle le cose importanti da rilevare...che il professore sia un ingenuo e' possibile anche, chissa'...mi spiace tanto aver messo il suo nome a questo punto, va a finire che diventa lui oggetto di discussione!


da wikipedia:
L'ultimo Casati-Stampa, il marchese Camillo, morì suicida a Roma, nel 1970, dopo avere ucciso la moglie e il giovane amante in una brutta storia che fece epoca nelle cronache del tempo. Ma oltre a dare motivo di chiacchiere alle gazzette, il marchese aveva lasciato una figlia minorenne, Annamaria Casati Stampa, e grandi sospesi con il fisco. L'ereditiera Annamaria, avendo nel frattempo lasciato l'Italia per il Brasile, su consiglio del suo pro-tutore, l'allora giovane avvocato Cesare Previti, accettò una volta divenuta maggiorenne di vendere l'intera proprietà San Martino nel 1974 all'allora imprenditore edile Silvio Berlusconi (la villa, completa di pinacoteca, biblioteca di 10mila volumi - per curare i quali venne assunto come bibliotecario Marcello Dell'Utri - arredi e parco con scuderia in cui fu assunto come stalliere Vittorio Mangano, era all'epoca valutata circa 1.700 milioni di lire [2]) in cambio della cifra, molto inferiore alla valutazione, di 500 milioni di lire [3] in titoli azionari (di società all'epoca non quotate in borsa), pagamento dilazionato nel tempo. L'ereditiera non riuscì a monetizzare, se non con un accordo con gli stessi Previti e Berlusconi, che li riacquistarono per 250 milioni, ossia la metà di quanto avrebbero dovuto valere[4].


Delitto passionale??????????????????????????????????????????????

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
redna
Inviato: 14/7/2009 12:41  Aggiornato: 14/7/2009 12:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Citazione:
nel senso che anche tu temoi lo facciano fuori? visto che il marcio e' dentro lo Stato e tutto il resto? Speriamo di no, un bel terremoto dell'ottavo grado sarebbe salutare per sto paese morente!!

i proiettili che sono stati recapitati a Ciancimino erano tre.
E vedi caso due erano per dei magistrati...

Se il papello fosse veramente uno tsunami politico e il 'pentito' avesse tanta paura sarebbe ragionevole che fosse GIA' stato tirato fuori senza tante attese. Che cosa trattiene tanto 'l 'pentito' a mostrare le prove della collusione?

La collusione è a tre: stato-mafia-vaticano e fra la cupola e 'er cupolone' lo stato si barcamena. Ma è sempre quello che paga in termini d vite umane.

EDIT


Chi è Cesare Previti
Nato a Reggio Calabria il 21 ottobre 1934, Cesare Previti si laurea in Giurisprudenza con lode a Roma nel 1956. Diventa avvocato e si iscrive all'Albo nel 1958. Nel 1971, la sua professione di avvocato civilista lo avvicina a Silvio Berlusconi: un anno prima a Roma il marchese Camillo Casati Stampa ha ucciso la moglie Anna Fallarino e l' amante di lei, poi si è tolto la vita. L'unica erede, Annamaria, ha 19 anni. Previti la assiste legalmente e cura la mediazione con Berlusconi per la compravendita della settecentesca residenza familiare ad Arcore.

La villa, 3.500 metri quadrati, circondata da un grande parco, cambia proprietario per 500 milioni. Negli anni Ottanta Previti diventa un avvocato famoso e dal suo studio passano cause importanti. Segue fin dalle origini il gruppo Fininvest ed è vicepresidente di Fininvest Comunicazioni fino a quando entra in Parlamento nel 1994. Prima, al momento della «discesa in campo» di Berlusconi, viene incaricato dal futuro Presidente del Consiglio di coordinare i club azzurri di Forza Italia. Il 27 marzo 1994 viene eletto senatore nel collegio uninominale di Roma-3 con il 43,6% dei voti.

Diventa presidente del gruppo di Forza Italia a Palazzo Madama fino alla nomina a ministro della Difesa del primo governo Berlusconi, dopo essere stato inutilmente candidato (qualcuno parlò allora di un veto del Quirinale) per l' ambito ministero della Giustizia. Lascia l'incarico di coordinatore di Forza Italia quando nel dicembre 1994 cade il primo governo Berlusconi e il Cavaliere torna ad occuparsi in prima persona del partito. Alle elezioni politiche del 1996, vinte dall'Ulivo, lascia il collegio senatoriale e passa alla Camera, eletto a Roma, dove sarà rieletto anche nel 2001.

Fermo sostenitore della separazione delle carriere di giudici e pm, e della riforma del Csm, durante i lavori della Bicamerale, nel 1997, viene più volte indicato dai suoi avversari come uno degli ispiratori delle proposte di riforma della giustizia di Forza Italia. Finisce nel mirino della Procura di Milano più volte, sostanzalmente sempre per la stessa ipotesi di reato: corruzione in atti giudiziari. È lui, sostiene l'accusa, che ha pagato i giudici di Roma per orientare le sentenze Cir-Sme, Imi-Sir e lodo Mondadori. Per lui, i giudici milanesi chiedono anche l'arresto, ma il 20 gennaio 1998 la Camera respinge la richiesta di arresto.
(da corriere.it)
ipotesi di reato: corruzione in atti giudiziari.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
peonia
Inviato: 14/7/2009 13:37  Aggiornato: 14/7/2009 13:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
E se invece li avessero fatti fuori apposta i genitori e quel poveraccio, che si sara' trovato di mezzo per sbaglio, per raggirare meglio la figlia minorenne Anna Maria Casati Stampa? vista la sola che le hanno rifilato?? e visto quello che si ritrova come patrimonio? e se il Marchese sapeva troppe cose?? ci sarebbe da scriverci un bel giallo....strano non ci abbiano mai pensato....

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
redna
Inviato: 15/7/2009 0:11  Aggiornato: 15/7/2009 0:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Citazione:
e se il Marchese sapeva troppe cose?? ci sarebbe da scriverci un bel giallo....strano non ci abbiano mai pensato....


Flamigni sostiene che fu proprio Moretti a manovrare le Br dall'interno: questa argomentazione si ricollega certamente all'oscuro passato del capo brigatista. Moretti infatti in gioventù fu in contatto con Annamaria Casati Stampa, nobildonna di amicizie fasciste; inoltre amici d'infanzia testimoniano le convinte simpatie del terrorista per il fascismo. E' un discorso che si riallaccia alla tesi secondo la quale le Br furono create ad hoc dai servizi segreti per essere utilizzate nel periodo degli "anni di piombo": una tesi che non possiamo sviluppare in questa sede.

http://scrigno.netsons.org/node/302

Il tutto non è che un tassello dell'enigmatico scenario degli anni della strategia della tensione. Anni per i quali l'Italia non ha provato abbastanza vergogna, in cui si è fatta manovrare. anni scordati troppo in fretta.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
hi-speed
Inviato: 21/7/2009 17:56  Aggiornato: 21/7/2009 17:56
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/12/2004
Da: preda lunga
Inviati: 3211
 Re: "La voce del padrone" fa tremare le macerie...
Non so se sono state postate da qualche altra parte, comunque metto il link.

Silvio & Co

Hi-speed

Cosa Sta Succedendo? Madre, madre Ci sono troppi di voi che piangono Fratello, fratello, fratello Ci sono troppi di voi che stanno morendo Sai che dobbiamo trovare una maniera Per portare un pò di amore qui oggi

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA