Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


news internazionali : Un secco no all’Europa di burocrati e banchieri
Inviato da Redazione il 8/6/2009 12:00:00 (6077 letture)

di Marco Cedolin

Solamente il 43% dei cittadini europei si è recato alle urne per eleggere i parlamentari che prenderanno la via di Bruxelles per trascorrervi 5 anni di vacanza lautamente remunerata a spese dei contribuenti. Si tratta del gradino più basso sul percorso di un’Europa che dalle prime elezioni del 1979, quando a votare furono il 62% degli aventi diritto, ha continuato a percorrere una drammatica parabola discendente lunga 30 anni, perdendo progressivamente la considerazione ed il consenso dei propri cittadini.

Se il 57% degli europei ha ritenuto giusto bocciare l’Europa del trattato di Lisbona e della Bolkenstein, del succo di arancia senza arance e delle quote latte, dominata dalla BCE e dalla burocrazia, semplicemente disertando le urne, anche fra coloro che si sono recati a votare non è mancato lo scetticismo. Una parte cospicua dei 736 parlamentari che si recheranno a Bruxelles appartiene infatti a formazioni politiche euroscettiche, o comunque fortemente critiche nei confronti del percorso fino ad oggi intrapreso dalla UE. Formazioni politiche che in molti paesi hanno incrementato il proprio peso ottenendo successi anche considerevoli.

Da segnalare anche gli ottimi risultati ottenuti in alcuni paesi (Francia e Danimarca su tutti) dai partiti ambientalisti, ...

... inspiegabilmente scomparsi in Italia e l’exploit in Svezia del “partito dei Pirati” che aspira ad ottenere il libero scambio di file in rete ed ha ottenuto il 7,1% dei consensi conquistando un seggio a Bruxelles.

Giornalisti, mestieranti della politica e affabulatori di mestiere, costretti per una notte a disertare le feste private ed i localini per vip, continuano ad effondersi in dotte elucubrazioni concernenti la vittoria in Europa dei partiti di centrodestra a spese di quelli del centrosinistra. Il tutto rendendoci edotti del fatto che nel nuovo parlamento con tutta probabilità il gruppo dei popolari conquisterà 270 seggi, mentre i socialisti scenderanno a 170. Neppure un cenno riguardo al fatto che le scelte e le politiche portate avanti fino ad oggi da entrambi i principali gruppi del parlamento europeo si sono dimostrate totalmente fallimentari, fino al punto di renderli espressione di un’Europa che non c’è più se non sulla carta. Neppure un tentativo di portare qualche riflessione in merito al fatto che almeno 6 cittadini su 10 hanno ormai sonoramente bocciato questo modello di UE ed aspirano a un’Europa profondamente differente che sappia essere espressione dei popoli che la compongono, tutelandone i diritti anziché annientarli. Solamente un marasma di frasi fatte, conglomerati senza costrutto di parole stantie e castelli di carta costruiti giocando sulla duttilità dei numeri, nel tentativo di veicolare il messaggio che anche se chi governerà risulta espressione della minoranza dei cittadini, in fondo va bene così e non occorre affatto porsi delle domande.

In Italia (che resta il paese dove si è votato di più anche se la percentuale dei votanti è scesa del 7%) la campagna elettorale incentrata esclusivamente sul gossip intorno alla persona di Berlusconi, non ha portato fortuna al Cavaliere ma neppure a Franceschini. Il PDL si è fermato infatti al 35% senza ottenere il plebiscito auspicato dal premier, ed il PD ha superato di poco il 26% (alcuni punti sotto al risultato di un anno fa) mettendo a rischio il futuro di un progetto politico che appare ogni giorno di più senza prospettive. La Lega di Bossi ha raddoppiato i voti ottenuti alle scorse europee, arrivando a superare il 10%, essendo riuscita ad intercettare il malessere diffuso conseguente al problema immigrazione, che negli altri paesi ha portato consensi ai partiti di estrema destra. Voti raddoppiati anche per l’IDV di Antonio Di Pietro, arrivato a sfiorare l’8%, grazie al fatto di essersi manifestato quale unico partito che in parlamento abbia espresso una qualche opposizione, all’appoggio di Beppe Grillo e alla scelta di alcuni candidati estremamente popolari, De Magistris su tutti.

Ennesima debacle invece per i due partiti della sinistra radicale, Rifondazione di Ferrero e SL di Nichi Vendola che hanno condotto un testa a testa sul filo del 3%, risultando alla fine entrambi estromessi dall’Europa. Sicuramente in seno alla sinistra sarà necessaria una lunga serie di riflessioni, ricordando che nel 2004 Rifondazione, Verdi e PDCI riuscirono ad ottenere ben 9 seggi all’europarlamento.

Marco Cedolin

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
Io_sono
Inviato: 8/6/2009 13:49  Aggiornato: 8/6/2009 13:49
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/4/2008
Da: Nürnberg
Inviati: 373
 Re: Un secco no all’Europa di burocrati e banchieri
Ciao Marco,

condivido in larga parte la tua analisi.
Mi daresti, se possibile anche un commento sull´avanzata dei partiti di estrema destra in tutta Europa?

Vorrei tra l´altro far notare come da noi invece, in controtendenza anche in questo caso, così come per l´affluenza, l´estrema destra e l´estrema sinistra raccolgono bricciole. In Germania i Grün (verdi) e la Linke(estrema sinistra) hanno quasi il 20% insieme. E viaggiano da soli...

CiEmme
Inviato: 8/6/2009 14:18  Aggiornato: 8/6/2009 14:18
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/2/2008
Da: Roma
Inviati: 446
 Re: Un secco no all’Europa di burocrati e banchieri
Citaz:

La Lega di Bossi ha raddoppiato i voti ottenuti alle scorse europee, arrivando a sfiorare l’11%, essendo riuscita ad intercettare il malessere diffuso conseguente al problema immigrazione, che negli altri paesi ha portato consensi ai partiti di estrema destra.

Se questa affermazione e' vera, trovo che sia la controprova di quanto va sostenendo Massimo nell'altro articolo: "Caro candidato, se fai quel che io voglio, ti do' e rido' il voto..."

Allora, se cosi e' come mai il PD si ostina a insultare (giustamente o meno, non interessa qui) Berlosconi invece di presentare una serie completa di inziative, es: energie rinnovabili, ecc.? vale a dire prendere UNA POSIZIONE CERTA E DURATURA!

Una bussola non dispensa dal remare.
marcocedol
Inviato: 8/6/2009 14:31  Aggiornato: 8/6/2009 14:38
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/6/2006
Da: Torino
Inviati: 1340
 Re: Un secco no all’Europa di burocrati e banchieri
Ciao Io_sono,
come facevo notare nell'articolo, non esistendo in molti paesi europei partiti assimilabilabili alla lega, il malessere conseguente all'immigrazione è stato in larga parte intercettato dai partiti di estrema destra.

Da noi come giustamente dici tu l'estrema destra raccoglie briciole, secondo me proprio perchè la grande salita della lega ha intercettato larga parte di quello che avrebbe potuto essere il suo elettorato.

L'estrema sinistra e l'area ambientalista (fortissima in alcuni paesi europei) raccolgono altrettante briciole, a causa di tutta una serie di colpe ed errori che sarebbe lungo elencare.

marcocedol
Inviato: 8/6/2009 14:37  Aggiornato: 8/6/2009 14:37
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/6/2006
Da: Torino
Inviati: 1340
 Re: Un secco no all’Europa di burocrati e banchieri
Ciao Ciemme,
credo perchè al PD, partito nelle mani della lobby dei cementificatori tanto quanto Berlusconi, delle energie rinnovabili e dell'ambiente non importi assolutamente nulla. Tranne naturalmente quando si tratta di fare propaganda o rubacchiare quattrini, insieme a Legambiente, costruendo torri eoliche di cemento alte 120 metri.

edo
Inviato: 8/6/2009 15:28  Aggiornato: 8/6/2009 15:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 9/2/2006
Da: casa
Inviati: 4529
 Re: Un secco no all’Europa di burocrati e banchieri
Oggi ho sentito parlare per la prima volta dei "partiti antieuropeisti" che evidente esistono in paesi più civili del nostro.
Qualcuno è informato sull'argomento? (in italiano... ).

Io_sono
Inviato: 8/6/2009 15:34  Aggiornato: 8/6/2009 15:34
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/4/2008
Da: Nürnberg
Inviati: 373
 Re: Un secco no all’Europa di burocrati e banchieri
Ciao edo,

da quello che ho capito i più "forti" dovrebbero essere in Scandinavia, ma anche in Lettonia e nelle repubbliche baltiche (che stanno vivendo una crisi senza precedenti e dove molti partiti filorussi la stanno facendo da padrone).

In Europa penso ad alcuni partiti di sinistra in Francia, così come la Linke in Germania, per quanto non espressamente anti-europeista, aveva nel suo programma punti forti tipo la lotta al capitalismo finanziario.

Per il resto penso che Marco possa aiutarti di più...

Ghilgamesh
Inviato: 8/6/2009 15:49  Aggiornato: 8/6/2009 15:49
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: Un secco no all’Europa di burocrati e banchieri
Da segnalare anche gli ottimi risultati ottenuti in alcuni paesi (Francia e Danimarca su tutti) dai partiti ambientalisti, ...

... inspiegabilmente scomparsi in Italia


Inspiegabile? Perchè?
A me sembra spiegabilissimo che da noi un finto partito ambientalista, come i finti partiti di sinistra, si sciolga come neve al sole ... almeno, ad oggi non mi risulta UNA proposta riguardante l'ambiente fatta dagli "ambientalisti".

A Frascati hanno fatto la fusione fredda (rapporto41) Qualcuno dei "verdi" secondo voi si è svegliato per chiedere investimenti in merito? No!

Avete sentito proteste in merito allo scempio dei rifiuti in campania? Allo smaltimento di scorie radioattive sul territorio? No!

Ma in compenso rompono i coglioni almeno na volta al giorno contro l'eolico che "deturpa r paesaggio".


p.s. Ma quando arriveranno a votare solo i delinquenti e i politici (che spesso coincidono), e quindi saranno circa il 10%, gli potremo dire: si vabbe, mo giocate pe conto vostro, annatevene affanculo!

Io_sono
Inviato: 8/6/2009 15:55  Aggiornato: 8/6/2009 15:55
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/4/2008
Da: Nürnberg
Inviati: 373
 Re: Un secco no all’Europa di burocrati e banchieri
Citazione:
p.s. Ma quando arriveranno a votare solo i delinquenti e i politici (che spesso coincidono), e quindi saranno circa il 10%, gli potremo dire: si vabbe, mo giocate pe conto vostro, annatevene affanculo!





Dio, mi sto scompisciando dalle risate!!!!
Grazie Ghilgamesh

marcocedol
Inviato: 8/6/2009 16:10  Aggiornato: 8/6/2009 16:10
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/6/2006
Da: Torino
Inviati: 1340
 Re: Un secco no all’Europa di burocrati e banchieri
Ciao Edo,
i partiti euroscettici o comunque critici nei confronti di questa Europa sono molti, piccoli e meno piccoli ed esistono in quasi tutti gli stati.
Analizzarli nel dettaglio è un lavoro complesso, poichè i grandi media (come sempre servili nei confronti della mano che li foraggia) tendono a liquidarli definendoli populisti, estremisti (di destra o di sinistra) xenofobi e quant'altro, facendo si che nell'immaginario collettivo chi si oppone a questa Europa possa venire etichettato come persona antidemocratica o peggio.

Occorrerebbe un lungo lavoro di cesello, bypassando i grandi media, per riuscire a comprendere quali partiti hanno realmente caratteristiche estremiste e quali invece semplicemente si oppongono alla UE dei banchieri e per questo vengono liquidati impropriamente come tali risultando scomodi. Se riuscirò a farlo conto di dedicare un articolo all'argomento.

marcocedol
Inviato: 8/6/2009 16:15  Aggiornato: 8/6/2009 16:15
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/6/2006
Da: Torino
Inviati: 1340
 Re: Un secco no all’Europa di burocrati e banchieri
Ciao Ghilgamesh,

Il mio "inspiegabilmente" conteneva infatti una nota ironica.

I finti ambientalisti in Italia si sono comportati esattamente come dici tu (Legambiente è l'esempio più eclatante ma non il solo) ed il fatto che siano scomparsi rappresenta la logica conseguenza alla loro impalpabile inanità.

soter
Inviato: 8/6/2009 16:17  Aggiornato: 8/6/2009 16:17
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/9/2007
Da:
Inviati: 88
 Re: Un secco no all’Europa di burocrati e banchieri
Ennesima dimostrazione che l'Europa così come la vogliono non è altro che un super-stato fascista che vuole centralizzare il potere. Non vi è nessuna nobile idea dietro l'Europa unita. E il fatto che la Impongano in maniera sempre più lontana dalla volontà del popolo è la testimonianza della nostra Libertà solo nominale.

donfrengo
Inviato: 8/6/2009 16:27  Aggiornato: 8/6/2009 16:27
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/11/2008
Da:
Inviati: 62
 Re: Un secco no all’Europa di burocrati e banchieri
Proverbio del giorno

"Meglio una pipa al papi
che stare in pari al cepu"

Quando parli con me ti devi stare zitto
"Sani & Sponsorizzati" : contro il ceto medio
Lezik85
Inviato: 8/6/2009 16:37  Aggiornato: 8/6/2009 16:37
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/4/2009
Da: Freedonia
Inviati: 1463
 Re: Un secco no all’Europa di burocrati e banchieri
Citazione:
Allora, se cosi e' come mai il PD si ostina a insultare (giustamente o meno, non interessa qui) Berlosconi invece di presentare una serie completa di inziative


Citazione:
vale a dire prendere UNA POSIZIONE CERTA E DURATURA!




AutminRic
Inviato: 8/6/2009 18:42  Aggiornato: 8/6/2009 18:42
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/11/2005
Da:
Inviati: 163
 Re: Un secco no all’Europa di burocrati e banchieri
A prescindere,

posso dire che sta vignetta qui sopra fa veramente schifo?

Almeno facesse ridere...

LoneWolf58
Inviato: 8/6/2009 18:49  Aggiornato: 8/6/2009 18:49
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: Un secco no all’Europa di burocrati e banchieri
Citazione:
p.s. Ma quando arriveranno a votare solo i delinquenti e i politici (che spesso coincidono), e quindi saranno circa il 10%, gli potremo dire: si vabbe, mo giocate pe conto vostro, annatevene affanculo!
Solo il 10%... azz se sei ottimista.

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
NapoStunt
Inviato: 8/6/2009 19:21  Aggiornato: 8/6/2009 19:21
Ho qualche dubbio
Iscritto: 12/5/2009
Da: bologna
Inviati: 33
 Re: Un secco no all’Europa di burocrati e banchieri
Secondo me la questione è semplice, si parla tanto di diminuire il numero dei parlamentari, gente che non si sente rappresentata da nessuno ecc. ecc., beh ve la do io una soluzione! Gratis e rappresentativa!

Se un terzo delle persone non si sono sentite rappresentate da nessuno tanto da annullare il loro voto, un terzo delle poltrone DEVONO essere lasciate vuote!!
Troppo facile che se votano in dieci, seicento e passa persone si spartiscono le sedie in modo proporzionale solo a quei 10!!

Con un parlamento in costante diminuzione di rappresentanti (proporzionalmente a chi si sente rappresentato) e con posti vuoti disponibili per NUOVE PERSONE E NUOVE IDEE le cose potrebbero migliorare a parere mio di parecchio!
Se il non-voto fosse rappresentato come descritto sopra da posti vuoti, tutti coloro che votano "tanto non cambia nulla" troverebbero una loro rappresentazione in parlamento.

"L'individuo ha l'handicap di trovarsi di fronte ad una cospirazione così mostruosa che non può credere che esista"
J. Edgar Hoover (massone del 33° grado)
ivan
Inviato: 8/6/2009 22:13  Aggiornato: 8/6/2009 22:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: Un secco no all’Europa di burocrati e banchieri
A proposito di burocrati e bancheiri, una notiziola passata in sordina:

Citazione:


205 milioni di dollari sequestrati ai narcotrafficanti.

Una cifra pari ad un CINQUECENTESIMO di quella di cui si parla in questo post.

Una notizia davvero clamorosa, segnalata peraltro da un lettore del nostro forum, è passata quasi completamente sotto silenzio.

Durante un normale controllo di routine, la Guardia di finanza Italiana e la polizia di frontiera Svizzera hanno fermato un paio di distinti giapponesi con una bella valigia.


Forse li ha insospettiti il vederli tutti impettiti in un treno di pendolari, di quelli che si fermano a tutte, ma proprio tutte le fermate.



Forse è stato il sesto senso dei nostri "canarini".

Fatto è che, dopo aver dichiarato che non avevano nulla da dichiarare, i due hanno aperto la valigia e, in un doppio fondo, sono stati trovati dei titoli di stato americani.

Per 138 miliardi di dollari.

Miliardi, si.

Sono, tra l'altro, dei titoli MOLTO particolari, in tagli da 500 milioni e da un miliardo di dollari L'UNO.

Come è evidente sono titoli che NON si usano nelle transazioni tra privati ma solo ed esclusivamente in quelle tra stati.

Ci sono parecchi campanelli che trillano nelle orecchie dei complottisti come me e Debora, in questa vicenda.

Punto 1: Sono falsi? ancora non si sa, stanno cercando di capire.

SE sono falsi sembrano fatti da veri e propri maestri del settore, imitati perfettamente, grana, filigrana e tutto il resto. Il gioco, ovviamente, varrebbe la candela.

SE sono falsi la stangata ( la più grande di sempre, immagino) era destinata non certo a un qualche facoltoso tonto ma, probabilmente, a un qualche "potente", desideroso di garantirsi un futuro per qualche secolo in cambio di servigi, con tutta evidenza, cospicui.

Ma se invece fossero veri?

Beh, a maggor ragione, la cosa fa rizzare le antenne.

Poniamo che qualcuno dei potenti di cui sopra abbia una qualche ideina su come butta nell'immediato futuro e che questa ideina non sia per niente positiva.

Poniamo che stia disegnando una bella traiettoria di uscita...

Poniamo che ci sia URGENTE bisogno di garantire a qualcuno una ENORME pensione in cambio di ENORMI favori....

Per dare una idea delle dimensioni della vicenda, potete verificare da soli (forse meglio qui) che la cifra in questione, del tutto casualmente, corrisponde all'importo TOTALE dei bonds che a Marzo 2009 erano nelle mani di investitori russi.

Casualmente?

Mbuh...ecco...

L'intrigo è spesso, pazzesco, tutto da scoprire.

Ovviamente, tra i nostri giornali, almeno finora non se ne è accorto quasi nessuno.

Eccerto: cosa volete che sia una cosuccia come questa in confronto della prematura diperatita per altri lidi di KAKA.

O tempora o Mores...
UPDATE: ancora nessuna notizia.

Eppure NON è una bufala.

La cosa DEVE essere grossa.

Se ne trova traccia anche sul sito della Guardia di Finanza, qui.

Notate che nel titolo parlano di 96 MILIONI di euro.

Mentre nel testo si fa riferimento, correttamente, a 96 MILIARDI di euro.

Correttamente perchè, a parte i lanci di agenzia italici, potrete trovare un facile riscontro sul "Ticino on line", giornale svizzero...


Link: http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=5978

Link 1: http://www.tio.ch/aa_pagine_comuni/articolo_interna.asp?idarticolo=464556&idsezione=1&idsito=1&idtipo=3


Dice un commento su c.d.c: "Il sito della GdF ha corretto anche il titolo: i miliardi di dollari sono davvero 96, quante finanziarie sono ?"

Quei soldi che fine faranno una volta incamerati dall'erario ?

Avremo finanziare meno pesanti in futuro ?

Ci saranno finalmente i soldi per ?

eduCattivo
Inviato: 9/6/2009 0:52  Aggiornato: 9/6/2009 0:52
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/4/2007
Da: Rinteln, Niedersachsen -D-
Inviati: 52
 Re: Un secco no all’Europa di burocrati e banchieri
Certo che la Bonino non ha potuto prendere il 10% come dieci anni fa dopo aver partecipato al Bilderberg. Hai voglia a monopolizzare le tv, non basta se non passi prima dal Bilderberg.
Come la Merkel, che era nessuno e poi fu eletta dopo la sua partecipazione.
Quest'anno in Grecia al Bilderberg Group tra gli altri c'era anche il Prodi, (sarà andato in bus)?? oltre ai soliti Bernabei, Schioppa, Draghi, Elkan, Monti and so on.
E a sinistra ancora pensano che il Prodi faccia gli interessi del popolo, e il Draghi gli interessi dei nostri soldi.
Prendi anche il Riotta che un paio d'anni fa a un giornalista scomodo rispose che lui era lì solo come giornalista invitato a una riunione internazionale (sic), dimenticando di dire che i giornalisti al Bilderberg non sono ammessi. E così ce lo ritrovammo direttore del tiggì.
Più spiaggia e meno cabine elettorali per tutti, almeno fino a che al tiggì non diranno di cosa si parla durante queste riunioni.

http://www.infowars.com/bilderberg-2009-attendee-list/

Se vuoi renderti interessante, aggiungi ''Confucio'' alla fine dei tuoi scritti.

Confucio
Lezik85
Inviato: 9/6/2009 1:09  Aggiornato: 9/6/2009 1:09
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/4/2009
Da: Freedonia
Inviati: 1463
 Re: Un secco no all’Europa di burocrati e banchieri
Citazione:
Quest'anno in Grecia al Bilderberg Group tra gli altri c'era anche il Prodi, (sarà andato in bus)?? oltre ai soliti Bernabei, Schioppa, Draghi, Elkan, Monti and so on.


David Rockefeller, United States

chissà perchè questo nome non mi è nuovo...

elle2
Inviato: 9/6/2009 10:30  Aggiornato: 9/6/2009 10:30
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/4/2006
Da:
Inviati: 55
 Re: Un secco no all’Europa di burocrati e banchieri
aggiungo
le schede bianche o nulle sono il 6,4%, nella precedente elezione erano l'8,96%
questo per quanto riguarda l'italia, qualcuno sa dirmi il totale per tutta l'europa? -grazie-

°°°° FSTRIBE °°°°
CiEmme
Inviato: 9/6/2009 11:13  Aggiornato: 9/6/2009 11:29
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/2/2008
Da: Roma
Inviati: 446
 Re: Un secco no all’Europa di burocrati e banchieri
Cito NapoStunt:

Se un terzo delle persone non si sono sentite rappresentate da nessuno tanto da annullare il loro voto, un terzo delle poltrone DEVONO essere lasciate vuote!!

Non credo che la legge elettorale sulla rappresentativita' possa essere interpretata cosi.

Tuttavia, ritengo che possa essere dimostrato legalmente che viene meno la rappresentativita' soprattuto se la percentuale dei non votanti e' piu' del 50% degli aventi diritto al voto.

In questo caso, credo che si possa dimostrare abbastanza agevolmente che l'Europarlamento rappresenta meno della maggioranza della popolazione e che quindi cessa di essere uno strumento di rappresentativita' valido sotto il profilo costituzionale.

.... a meno che nella costituzione non sia scritto che bastano quattro gatti a governare un intero paese o l'intera Europa....

Si tratta di trovare l'organo giudiziario che possa giudicare in merito.....

...senza che qualcuno inizi a gridare al pericolo di un governo dei giudici.

Una bussola non dispensa dal remare.
NapoStunt
Inviato: 9/6/2009 13:35  Aggiornato: 9/6/2009 13:35
Ho qualche dubbio
Iscritto: 12/5/2009
Da: bologna
Inviati: 33
 Re: Un secco no all’Europa di burocrati e banchieri
Se gia il 30% degli aventi diritto non si sente rappresentato e annulla il voto, e se il 70% rimanente se lo dividono in 5 o 6 partiti la maggioranza è gia quella non rappresentata.
Se quelli che "tanto non cambia nulla" vedessero concretamente la poltrona vuota equivalere al loro non-voto, ebbene a parere mio la percentuale dei non rappresentati salirebbe vertiginosamente perchè il cambiamento sarebbe visibile e immdiato!

Vi cito Paolo Barnard (tanto per cambiare) che ieri ha scritto un articolo degno di essere preso in considerazione, se a qualcuno interessa può aprirci un post per discuterne in maniera approfondita.

http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=111

"L'individuo ha l'handicap di trovarsi di fronte ad una cospirazione così mostruosa che non può credere che esista"
J. Edgar Hoover (massone del 33° grado)
masmarupor
Inviato: 14/6/2009 1:35  Aggiornato: 14/6/2009 1:35
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/1/2006
Da: treviso
Inviati: 64
 Re: Un secco no all’Europa di burocrati e banchieri
Citazione:
Autore: soter Inviato: 8/6/2009 16:17:29

Ennesima dimostrazione che l'Europa così come la vogliono non è altro che un super-stato fascista che vuole centralizzare il potere. Non vi è nessuna nobile idea dietro l'Europa unita. E il fatto che la Impongano in maniera sempre più lontana dalla volontà del popolo è la testimonianza della nostra Libertà solo nominale.


concordo... infatti dal mio blog...
Citazione:
ragazzi il clima é pesante, ed il rischio di fascismo globalizzato incombe sulle nostre teste.
come già avvertito in passato la scure della censura sulla stampa é già un dato di fatto e quella sulle nostre menti e le nostre libertà avanza a piè sospinto.
un ulteriore censura nella rete sul solito youtube.
menphis75 OSCURATO su youtube.
il CANALE di questo importante videoblogger CHIUSO! con la solita scusante della violazione delle regole della comunity... ma come CAZZO e possibile che siano sempre personaggi che pubblicano materiale SCOMODO PER I POTENTI a violare queste fantomatiche regole??? mentre sul tubo si trova DI TUTTO! in canali che pubblicano stronzate coperte da copyr!!!
forse la più importante di queste regole dice NON RIFLETTERE!?
il canale di menphis75 pubblicava materiali riguardanti -Nuovo Ordine Mondiale-2012 – controllo mentale e fisico dei cittadini – censura – ecc...

scusate se parzialmente OT ma volevo informare dell'ennesima cenura del tubo

ci sono persone che sanno tutto...
e purtoppo e tutto quello he sanno!!!
O.Wilde
masmarupor.blogspot

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA