Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


opinione : Eluana, un'occasione sprecata
Inviato da Redazione il 10/2/2009 19:00:00 (6398 letture)

di Piero Cammerinesi

Si è da poco conclusa l’avventura terrena di Eluana Englaro, che ha visto una volta di più l’Italia divisa in due partiti contrapposti, confermando che di questa drammatica vicenda non si è colto – o, meglio, non si è voluto far cogliere – il reale significato spirituale.

I due approcci infatti, quello politico-materialista e quello confessionale-teista, sono entrambi incompleti e pertanto inadeguati ad afferrare il reale significato dell’evento. Che avrebbe richiesto anzitutto due cose: silenzio esteriore e ricerca interiore. Entrambe in larga parte disattese.

Silenzio esteriore: quella di Eluana è stata una vicenda in primo luogo privata, che nella sua tragicità ha coinvolto degli esseri umani, in particolare i genitori, che avrebbero avuto il diritto di non essere esposti alla gogna mediatica solo per il fatto di voler dar seguito alle richieste della propria figlia nel rispetto delle leggi del proprio Paese. Come si può solo immaginare – non dico urlare, come pur è stato fatto - che un padre possa voler ‘ammazzare’ la propria figlia? Dopo averla amorosamente accudita per anni? Come si può essere così incapaci di mettersi nei panni dell’altro, del proprio fratello, colpito da una tragedia di questa entità, da non rispettarne il dolore e le difficili, drammatiche scelte, qualunque esse siano? Quale umanità è quella di chi predica l’amore per la vita ...

... e non è in grado di rispettare neppure il più grande dolore che la vita stessa può riservare ad un essere umano: la morte di un figlio?

Ricerca interiore: la vicenda di Eluana avrebbe dovuto condurre ad una meditazione profonda sul rapporto vita/morte, proprio grazie alla sua condizione border line. La visione materialista, che definisce vita umana solo quella dopo la nascita, e rifiuta che la nascita sia solo un momento di passaggio per l’Essere Spirituale, si è arrogata il diritto di difendere ad oltranza uno stato vitale in cui l’Essere in questione appare a molti non più incarnato sul piano fisico.

La visione confessionale-teista, per converso, propugnata con estrema veemenza da buona parte delle cerchie cattoliche, non ha saputo fare una riflessione neppure sulla istanza di un proprio Papa, Giovanni Paolo II, che chiese espressamente di non essere tenuto in vita artificialmente allorché le sue condizioni si fecero disperate.

Dopo aver scientemente eliminato, con il Concilio di Costantinopoli, la presenza dello Spirito nell’uomo, riducendolo al dualismo corpo-anima, la Chiesa oggi pretende di delimitare i confini della vita senza riconoscere quell’entità squisitamente spirituale che ne rappresenta il senso più autentico e che sola può permettere di comprenderne la differenza tra vita vegetativa e vita permeata dall’Io. In realtà ogni diatriba sul confine vita/morte e sulla definizione di vita è sterile dialettica se non si comprende il senso spirituale dell’esistenza, il destino, l’essenza spirituale dell’uomo.

La vicenda di Eluana ha rappresentato, a mio avviso, una occasione preziosa per consentire pensieri più autenticamente veri sul significato della sua missione sulla Terra nonché sulla dicotomia vita/morte.

Ma è stata un’occasione sprecata.

Invece di portare ad una dignitosa e composta riflessione sul significato reale dell’esistenza, questa vicenda ha costituito solo un pretesto per fini biecamente politici, per tentazioni autoritarie, per manifestazioni di avversione e di gretto manicheismo. Piuttosto che suggerire rispetto per le opinioni degli altri, ha costituito il pretesto per manifestazioni di ‘volontà di potenza’ da parte di improbabili “schieramenti” politici e pseudo-religiosi, che di volta in volta si riconoscono tali solo in funzione dell’ “avversario” da combattere.

La logica del contro anziché del per, della alienazione della responsabilità – io sono nel vero, siete voi a sbagliare…

Eluana ha vissuto per diciassette anni a cavallo tra il mondo terrestre ed il mondo spirituale, quale novello Kaspar Hauser, condannato a non poter realizzare la sua missione sul piano fisico ed al tempo stesso impedito a ritornare – con il distacco dal corpo fisico - nel mondo spirituale.

Un essere, Eluana, che appare come un messaggero tra due mondi, il cui destino è altamente emblematico in un’epoca in cui si vogliono ancora - nonostante i secoli trascorsi dalla vicenda di Galileo - imporre ai popoli verità scientifiche e fedi religiose con la virulenza e l’autorità dell’‘ipse dixit’.

Così ancora una volta si è riusciti a non far pensare liberamente le persone, imponendo loro di allinearsi con il partito, o la chiesa, o con l’esperto di turno.

Ancora una volta si è voluto distogliere l’uomo dal pensare liberamente il mondo, senza dogmi né imposizioni, impedendogli con ciò di realizzare l’autentico senso della sua missione sulla Terra, ovvero conseguire la sua indipendenza interiore e la capacità di cogliere la Verità attraverso l’autonomia del pensare.

Che sono poi le condizioni per la manifestazione dello Spirito.

Piero Cammerinesi

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
Spectral84
Inviato: 10/2/2009 19:20  Aggiornato: 10/2/2009 20:08
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/10/2004
Da: Monfalcone
Inviati: 265
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
bah.

All the Best and Fuck the Rest
Redazione
Inviato: 10/2/2009 19:33  Aggiornato: 10/2/2009 19:33
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
Ricordo che la discussione su Eluana è già nei commenti liberi.

Questo articolo affronta un aspetto molto particolare, che prende spunto da Eluana, ma non parla di lei.

hendrix
Inviato: 10/2/2009 19:51  Aggiornato: 10/2/2009 19:51
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/9/2006
Da:
Inviati: 1048
 Re: Eluana, un'occasione sprecata


" Così ancora una volta si è riusciti a non far pensare liberamente le persone, imponendo loro di allinearsi con il partito, o la chiesa, o con l’esperto di turno. "

Redazione
Inviato: 10/2/2009 19:53  Aggiornato: 10/2/2009 19:54
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
Nel corso della mia vita ho avuto un paio di esperienze "fuori dal corpo".

Stavo facendo un pisolino, durante il giorno, e stavo sognando chissà cosa, quando mi sono reso conto che dovevo rientrare urgentemente nel mio corpo, perché stavo per svegliarmi.

Ricordo con chiarezza estrema l'immagine del mio corpo disteso sul divano che dormiva, e io che lo guardavo dall'alto e provavo repulsione a dover rientrare in quella carne "destinata al decadimento e alla putrefazione".

Se non avessi avuto quelle esperienze, credo che faticherei molto a concepire uno stato di coscienza esterna al corpo stesso.

Cassandra
Inviato: 10/2/2009 19:59  Aggiornato: 10/2/2009 19:59
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 10/5/2006
Da:
Inviati: 1551
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
Grande Massimo. Hai toccato un argomento molto scottante: questa faccenda dei viaggi fuori dal corpo coinvolge molta più gente di quanto non si pensi. Moltissimi insospettabili (gente di "scienza") me lo hanno confessato piuttosto timidamente, quasi tutti però sono più o meno pensatori laterali, come dico io , e consapevoli di quel che sta accadendo nel mondo.
Difficile, insomma, che queste esperienze siano appannaggio dei rimbambiti da Grande Fratello.

Benvenuto nel vasto clan amico mio... anche se, a pensarci, era quasi ovvio!!!

"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto,
per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)
cocis
Inviato: 10/2/2009 20:19  Aggiornato: 10/2/2009 20:40
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/1/2006
Da: V
Inviati: 1430
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
2 "opinioni" a confronto

http://www.repubblica.it/2009/02/sezioni/cronaca/eluana-englaro-4/giornalista-testimone/giornalista-testimone.html

Marinella Chirico è stata invitata dai genitori della donna, che desideravano
che una professionista dell'informazione constatasse in che stato era ormai la figlia

La testimonianza di una giornalista Rai
"Eluana irriconoscibile, devastante vederla"


"Era completamente immobile, gli infermieri e i sanitari erano costretti a spostarla ogni due ore per evitare che il corpo si piagasse. Le orecchie avevano delle lesioni perché l'unica parte che non si poteva tutelare era questa"


http://www.avvenire.it/Cronaca/Eluana+vita+quotidiana.htm
Al mattino, come tutti noi, apriva gli occhi. Più tardi, come capita a tanti disabili, veniva sottoposta a fisioterapia. Nel pomeriggio, quando il tempo lo permetteva, è accompagnata in giardino per la passeggiata. Ecco la quotidianità di Eluana. Fino a quando è stata trasferita a Udine, dove è morta.

gnaffetto
Inviato: 10/2/2009 20:21  Aggiornato: 10/2/2009 20:21
Mi sento vacillare
Iscritto: 4/1/2008
Da:
Inviati: 336
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
vediamo cosa dice la legge...

Legge 29 dicembre 1993, n. 578
Norme per l'accertamento e la certificazione di morte

http://www.scienzemedicolegali.it/lecce/contenuto/legislazione/578%2093.htm


DECRETO 22 AGOSTO 1994, n. 582 (G.U. del 19-10-1994,n. 245)
REGOLAMENTO RECANTE LE MODALITA´ PER L´ACCERTAMENTO E LA CERTIFICAZIONE DI MORTE

http://www.forumtrapianti.org/normativa/DECRETO_22_AGOSTO_1994_n_582.html


Legge 1° aprile 1999, n. 91
"Disposizioni in materia di prelievi e di trapianti di organi e di tessuti"

http://www.parlamento.it/leggi/99091l.htm

stg44
Inviato: 10/2/2009 21:35  Aggiornato: 10/2/2009 21:35
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/3/2008
Da:
Inviati: 79
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
Una volta ho avuto un'esperienza extracorporea,ma per me non fa testo:
avevo preso l' LSD ...
Daltronde un mio amico sostiene che tutto quello che si vede in Trip non è un'allucinazione,bensì qualcosa di perfettamente reale che non riusciamo a percepire in condizioni normali.
La mente umana può arrivare ai confini dell'universo o viaggiare nel tempo con la semplice lettura di un libro, e io trovo questa cosa talmente grandiosa che andare oltre mi vengono i brividi...

aeremita
Inviato: 10/2/2009 21:51  Aggiornato: 10/2/2009 21:51
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/12/2007
Da: Dolceacqua
Inviati: 211
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
E' bene parlare di esperienze extracorporee coscienti. In queste esperienze che capitano piu' o meno a caso, (con o senza LSD) ci sono le memorie delle iniziazioni avute nelle nostre precedenti incarnazioni. Una tecnica collaudata per ritrovarle e' quelle di esercitare la presenza mentale innanzi a tutto quello che si fa durante il giorno e poi di alzare le mani davanti agli occhi ripetutamente, ogni volta che se ne sovviene, come forte richiamo alla propria consapevolezza. L'idea e' quella di fissare e "portare" questa esperienza diurna, nel sogno, in modo da svegliarsi anche li'. Ma che fare quando si e' dall'altra parte? Chiedere immediatamente al nostro angelo guida di vedere quello che c'e' da vedere di importante per noi, perche' se ci si e' svegliati, c'e' un motivo.
Con questo non voglio dimenticare Eluana e il suo corpo che dovra' subire l'ulteriore oltraggio di un'autopsia.
Andrea

peonia
Inviato: 10/2/2009 22:52  Aggiornato: 10/2/2009 22:52
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
Straquoto, chi e' questo Cammerinesi?
Insomma qualcosa si muove.....noto anche qui........evviva!

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Daniele
Inviato: 10/2/2009 23:22  Aggiornato: 10/2/2009 23:22
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/12/2005
Da: Trentino
Inviati: 128
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
Mi associo pienamente alle considerazioni dell'articolo.
Complimenti

blackhawk
Inviato: 10/2/2009 23:31  Aggiornato: 10/2/2009 23:32
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/8/2007
Da:
Inviati: 305
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
"Silenzio esteriore: quella di Eluana è stata una vicenda in primo luogo privata, che nella sua tragicità ha coinvolto degli esseri umani, in particolare i genitori, che avrebbero avuto il diritto di non essere esposti alla gogna mediatica solo per il fatto di voler dar seguito alle richieste della propria figlia nel rispetto delle leggi del proprio Paese"

Già....peccato che quello che davvero voleva Eluana mai lo sapremo. Sulle supposizioni non si ha diritto di scegliere un bel niente.
Bisogna fare una legge sul testamento biologico, è l'unico modo per risolvere casi del genere.

3mind
Inviato: 10/2/2009 23:56  Aggiornato: 10/2/2009 23:56
Ho qualche dubbio
Iscritto: 24/5/2008
Da: Terminus
Inviati: 32
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
Esperienze extracorporee... Molto interessante!!
Sono curioso di sapere, da voi che le avete vissute in prima persona, che cosa pensate che significhino queste esperienze. Che spiegazione ne date?
Pensate sia possibile che l'anima esista anche senza il corpo, oltre che al di fuori di esso?
Personalmente sulla prima ipotesi ho qualche dubbio...

"Il vero valore di un uomo non è determinato dal possesso, supposto o reale, della Verità, ma piuttosto dal suo sincero impegno a cercarla." - Gotthold Lessing
alsecret7
Inviato: 11/2/2009 0:04  Aggiornato: 11/2/2009 0:04
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/6/2007
Da:
Inviati: 561
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
non mi stanchero mai di dire anche questa volta gli italiani ci sono cascati come dei pirla ormai non ce piu niente da fare gli puoi dire qualsisi cosa e loro abboccano ancora una volta il signor berlusca ce la satava per fare, cioe fare i cazzi suoi con la pelle di una persona e gli italiani subito abboccare grazie ad un tam tam mediatico scorretto e corrotto giocando con la vita di un individuo. che qualcuno ci salvi alieni compresi.

Redazione
Inviato: 11/2/2009 0:06  Aggiornato: 11/2/2009 0:06
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
3mind: "Pensate sia possibile che l'anima esista anche senza il corpo, oltre che al di fuori di esso?"

Non credo che in questo caso si parli di anima, ma di spirito.

Nella teoria della reincarnazione, e nelle scuole di pensiero simili, l'anima durante la vita è dormiente, cioè non è cosciente di ciò che fa l'individuo, che è solo una delle sue tante incarnazioni nel lungo percorso verso la purezza.

Mentre lo spirito riflette la personalità di quell'individuo particolare, ed è quindi l'aspetto mentale, cosciente, di quel corpo fisico.

Almeno, io l'ho capita così, però non fidarti, perchè non sono un grande esperto.

ELFLACO
Inviato: 11/2/2009 0:10  Aggiornato: 11/2/2009 0:10
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/10/2005
Da:
Inviati: 1839
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
L'articolo ha colto la vera essenza di tutta questa vicenda.
Quando si usa il buon senso non ci vogliono molte parole.
Complimenti

“Le persone non dovrebbero avere paura dei propri governi, sono i governi a dover aver paura delle persone.”
Red_Knight
Inviato: 11/2/2009 1:04  Aggiornato: 11/2/2009 1:04
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
Perché si parla di due schieramenti? Io ho visto solo i mostri (non meritano di essere chiamati in altro modo) VS Beppino Englaro e i medici direttamente coinvolti. Se volete possiamo anche considerare i tifosi cattotalebani e la maggioranza (per una volta dalla parte giusta?) stupefatta e attonita. Ma fondamentalmente è stata una mattanza.

@aeremita
Citazione:
In queste esperienze che capitano piu' o meno a caso, (con o senza LSD) ci sono le memorie delle iniziazioni avute nelle nostre precedenti incarnazioni.


Come fai a saperlo? Chi te l'ha detto?

3mind
Inviato: 11/2/2009 1:12  Aggiornato: 11/2/2009 1:12
Ho qualche dubbio
Iscritto: 24/5/2008
Da: Terminus
Inviati: 32
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
Beh grazie Massimo, cmq per anima intendevo quello che tu chiami spirito. La coscienza dell'individuo per intenderci. Tra parentesi, non sapevo che anima e spirito fossero due cose diverse! A questo punto nn riesco a cogliere che cosa sia quello che chiami anima..

Quindi la tua risposta alla mia domanda è che lo spirito senza corpo cessa di esistere, e subentra questa fantomatica anima che con il mio spirito non centra niente, ma che si è incarnata nel mio corpo (a che pro poi, se è dormiente e non è cosciente delle mie esperienze?) per elevarsi verso la purezza. Bah.. Ammè me par nà strunzata!!

"Il vero valore di un uomo non è determinato dal possesso, supposto o reale, della Verità, ma piuttosto dal suo sincero impegno a cercarla." - Gotthold Lessing
Silver
Inviato: 11/2/2009 1:51  Aggiornato: 11/2/2009 1:51
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/9/2005
Da: Torino
Inviati: 615
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
Riguardo Eluana, io direi che non si dovrebbe nemmeno arrivare a scomodare spiriti, anime etc.
Ci si dovrebbe fermare prima.

Fermare al diritto di dignità e onorabilità.

Ed, inoltre, oltre che di diritto alla vita, si dovrebbe parlare anche di diritto alla morte.


E insieme, questi due semplici concetti, fanno il diritto ad avere una morte dignitosa.
Diritto che ad Eluana è stato negato.



Senza toccare concetti mistici o teologici, ma molto più scientifici e ripetibili, il viaggio astrale (OBE) e l'esperienza di premorte (NDE), sono stati già molto conosciuti e studiati.
Purtroppo ancora poco divulgati e troppo spesso lo sono in una cornice new age che svia dalla vera natura del fenomeno.
Quanto di paranormale (para=vicino, quindi significa letteralmente vicino al normale) c'è in questi fenomeni, sta diventando sempre più normale.
Si tratta quindi di una branca del sapere che è stata solo bistrattata ma che, grazie a ricercatori seri, sta avendo nuova e viva luce.

DarkAngel
Inviato: 11/2/2009 2:24  Aggiornato: 11/2/2009 2:24
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/12/2005
Da: Amsterdam
Inviati: 57
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
Ottimo articolo, anche se penso che l'occasione non è stata sprecata in quando non è mai esistita!
Parliamo di politica e religione amplificati dai media, qualcuno si asettava forse un teatrino differente?
Proviamo a non sprecarla noi l'occasione, di cose interessanti da parlare ce ne sono tante.

Se tutte le cellule di una persona smettono di funzionare, è facile classificare la persona morta (non viva), la lassificazione invece è meno facile quando si ha un corpo biologicamente vivo che per diverse ragioni si è "dimenticato di svegliarsi".

Se non ho capito male il centro della quiestione non è la pena capitale per i morti viventi che si rifiutano di svegliarsi, ma di dare la possibilità ad una persona considerata da alcuni "viva" di rifiutare le cure mediche come qualunque altra presona viva e attiva può liberamente fare.

In questo caso si darebbe valore alla parola di un parente in mancanza di un atto scritto.
Personalmente lo trovo giusto, anche nel caso il parente menta sono comunque faccende PRIVATE, e non si può dimostrare il contrario a meno che questo non si svegli, ma quel punto non sussiste più il problema (come per chi considera quella persona già morta).

Come molti hanno fatto notare diventa discriminante il concetto di "anima" o "spirito".

Chi non ci crede o non si pone il problema si semplifica notevolmente l'esistenza da innumerevoli seghe mentali e ingombranti impalcature di pensiero basate su solide fondamenta di dogmi.

D'altro canto migliaia di religiosi e mistici nel mondo non possono aver preso tutti quanti un abbaglio, ci sono infatti sempre più persone che a causa di qualche sogno o esperienza allucinogena sono ora convinti di essere un corpo non fisico alla guida di una macchina biologica da aver completamente perso ogni genere di timore verso la morte del proprio abito biologico, ma non hanno ne prove ne sopratutto voglia di dimostrarlo, anche se c'è chi l'ha fatto.

liberta
Inviato: 11/2/2009 2:28  Aggiornato: 11/2/2009 2:28
So tutto
Iscritto: 23/8/2007
Da:
Inviati: 28
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
Anche io ho avuto parecchie esperienze di viaggi extracorporali, specialmente durante il pomeriggio. Ero arrivato ad un punto dove riuscivo quasi pienamente a controllare il fenomeno. Mi ricordo come oggi il dolore che provavo quando cercavo di uscire dal mio corpo. In verita' all'inizio pensavo fosse un infarto solo in seguito dopo innumerevoli esperienze ho capito che non era nulla di tutto cio'. Ricordo come oggi le braccia diventare come luce e l'emozione provata la prima volta che sono riuscito ad alzare la meta' del corpo. Se erano tutte allucinazioni beh erano veramente reali. A proposito di questa signorina invece non ho letto un granche' comuqnue il tutto al solito puzza di bruciato, chissa cosa hanno dovuto coprire per dar tanto risalto ad una notizia cosi' poco importante in fondo sono C..i suoi e dei suoi genitori. Vi ricordate Alfredino? Stessa cosa.

Redazione
Inviato: 11/2/2009 3:17  Aggiornato: 11/2/2009 3:17
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
LIBERTA: "Mi ricordo come oggi il dolore che provavo quando cercavo di uscire dal mio corpo."

Era una cosa che facevi volontariamente, o ti ritrovavi a farlo tuo malgrado?

superava
Inviato: 11/2/2009 3:25  Aggiornato: 11/2/2009 3:25
Mi sento vacillare
Iscritto: 28/8/2008
Da: Riolo Terme
Inviati: 416
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
citazione:

"Nel corso della mia vita ho avuto un paio di esperienze "fuori dal corpo".

Stavo facendo un pisolino, durante il giorno, e stavo sognando chissà cosa, quando mi sono reso conto che dovevo rientrare urgentemente nel mio corpo, perché stavo per svegliarmi.

Ricordo con chiarezza estrema l'immagine del mio corpo disteso sul divano che dormiva, e io che lo guardavo dall'alto e provavo repulsione a dover rientrare in quella carne "destinata al decadimento e alla putrefazione".

Se non avessi avuto quelle esperienze, credo che faticherei molto a concepire uno stato di coscienza esterna al corpo stesso."


Anche a me è capitata una cosa simile, qusi una decina di anni fa mi sembra.
ero nel letto ero parecchio sovrapensiero, concentrato sulla mia vita la mia anima,nn ricordo perchè il motivo che della quale mi ero messo a riflettere e mi sono ritrovato come dici tu fuori dal mio corpo.Ho auto questa senszione molto forte e mi sono spaventato smettendo quasi all'istante di stare cosi
"concentrato" nn ho mai detto a nessuno di sta cosa pero' vedo che è successo pure ad altri

Descartes
Inviato: 11/2/2009 8:46  Aggiornato: 11/2/2009 8:57
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/6/2006
Da: Christ = Sun God
Inviati: 1087
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
Citazione:

Autore: peonia Inviato: 10/2/2009 22:52:56

Straquoto, chi e' questo Cammerinesi?
Insomma qualcosa si muove.....noto anche qui........evviva!


Dal suo blog sembra un fan di Rudolf Steiner (da cui i riferimenti allo "Spirito" maiuscolo).

Per chi non lo sapesse Steiner creò un movimento scismatico di opposizione alla Teosofia massonica della Blavatski, chiamato Antroposofia.

La Teosofia era semplicemente un "outing" strategico dello gnosticismo massonico, in particolare della corrente nominalista risalente alle dottrine di Gioacchino da Fiore (che nel 1200 diede vita all'idea di "Spirito" come metafora occulta della "Ragione", e di avvento dell'Età dello Spirito intesa in termini anticattolici, cosa che poi influenzò tutta la filosofia fino ad Hegel).

Steiner invece era d'accordo sull'impostazione anticattolica generale della Teosofia, ma volle comunque vedere nello Spirito qualcosa di più di una metafora della ragione umana, e quindi lasciargli una componente mistica non riducibile al materialismo, influenzato in gran parte dalle mode delle sedute spiritiche dell'epoca. Con l'Antroposofia allora sviluppò un sistema filosofico che riprendeva le idee della Fenomenologia di Husserl sull'esistenza nel mondo fenomenico e soggettivo (cioè dello "spirito" e delle idee) di un ordine indipendente e quindi non completamente libero e derivato dall'esperienza empirica come invece sosteneva la corrente massonica materialista e nominalista. Steiner arrivò alla fine a reintrodurre addirittura gli stessi valori cattolici come la celebrazione dell'eucaristia.

Qualcuno ritiene che l'antroposofia sia stata appositamente creata dai gesuiti per opporsi alla crescente diffusione della teosofia massonica, ma non si sa nulla di certo. Quello che è sicuro è che l'Antroposofia venne ufficialmente condannata dalla Chiesa Cattolica Romana nel 1919.

Giusto per la cronaca aggiungo che le idee massoniche nominaliste furono dimostrate false negli anni 80 con le prime scoperte nel campo della neurologia e della psicologia evoluzionistica, che confutarono il dogma dell'empirismo dello standard social model e confermarono che il cervello ha realmente principi e idee innate che non sono tratte dall'esperienza come invece sostenevano ingenuamene gli empiristi massonici come Locke e i nominalisti come Okkam. Ciononostante tali regole del mondo delle idee non risultarono di natura soprannaturale o mistica, ma prodotte da adattamenti cognitivi del cervello favoriti dalla selezione naturale per fornire ai nostri sensi una rete preesistente necessaria ad interpretare l'esperienza sensoria in modo utile per la sopravvivenza in certi ambienti. Spazio-tempo, alto-basso, amico-nemico, buono-cattivo, etc. sono concetti "hardwired" e istintivi, una sorta di sistema operativo pre-installato nel cervello senza il quale questi sarebbe vittima del cosiddetto "frame-problem", problema che fu riscoperto indipendentemente dal campo dell'Intelligenza Artificiale quando cercò di creare i primi programmi di AI e realizzò che senza assunti e assiomi pre-inseriti nel programma era impossibile eseguire anche il più elementare dei compiti. Insomma un ordine nello Spirito (cioè nella ragione) c'è come diceva Steiner, ma non è certo un ordine che conduce alle celebrazioni eucaristiche.

Notturno
Inviato: 11/2/2009 9:06  Aggiornato: 11/2/2009 9:06
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/8/2008
Da:
Inviati: 1920
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
Comprendo la posizione di rispetto verso la privacy e il dolore di quella gente.

Però va detto che se noi stiamo qui a parlare di questo è proprio grazie a questa faccenda.

E' normale che sia così.

Com'è normale che siamo stati "sollecitati" a farlo per biechi scopi "distrattorii".

Avrei solo un appunto da fare all'articolo, che peraltro trovo corretto.

Non tutti i materialisti fanno quella distinzione tra vita e morte.

Alcuni ritengono (e non con poche ragioni) che le categorie di vita e di morte siano, come tante altre, illusorie.

In buona sostanza non esiste un confine netto tra i due stati, o, secondo altri ancora, non esisterebbe alcun confine.

Non che non sia possibile riconoscere la differenza, sia ben chiaro.

Ma proprio che è difficile (se non impossibile) stabilirne i confini.

Il concepimento? Il primo respiro? L'autonomia? L'esistenza dell'autocoscienza?

E per la morte? Qual è il confine?

L'arresto cardiaco? La morte cerebrale? La morte dell'intero organismo?

Questioni che ho già avuto modo di trattare con Florizel e Gaia in altro thread.

Malgrado la tragicità del fatto, non ritengo male che se ne parli.

Quantomeno per prendere maggior coscienza di quanto la faccenda sia ingarbugliata.

Rende Encomiabili Dire No A
Religiosi Orpelli. Mentire Provoca Eccidii.
(Stefano Bartezzaghi)
aeremita
Inviato: 11/2/2009 9:07  Aggiornato: 11/2/2009 9:10
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/12/2007
Da: Dolceacqua
Inviati: 211
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
rednight: "In queste esperienze che capitano piu' o meno a caso, (con o senza LSD) ci sono le memorie delle iniziazioni avute nelle nostre precedenti incarnazioni. " Come fai a saperlo? Chi te l'ha detto?

Tutte le scuole iniziatiche del passato di un certo periodo, tendenzialmente a partire dalla fine dell'epoca della chiaroveggenza che era comune a tutti, miravano, tale chiaroveggenza, a ricostruirla. Eravamo finiti completamente nel mondo materiale, e di un corpo materiale imparavano pienamente le funzioni e la gestione, ma era anche importantissimo ritrovare di nuovo la propria matrice astrale pura, per non rimanere imbrigliati nelle miserie terrene.
Per questo in giro per il mondo si trovano dappertutto scuole esoteriche che aiutavano, per mezzo di straordinari ierofanti e tecniche varie, a fare questa fondamentale esperienza che aveva il senso di rompere quei legami fisici e nervosi che fino a quel momento avevano regolato l'io.

In sostanza, ci siamo passati in tanti. E tutto questo al momento opportuno torna con un pisolino, con un acido, con un incidente. Non siamo nell'epoca in cui cerchiamo consapevolmente queste esperienze, perche' non sappiamo bene collocarle e il Cicap e' sempre pronto alle nostre calcagna, ma sono sempre vive e al momento opportuno, quando uno e' pronto.

Come fai a saperlo? Esperienze mie, discussioni con amici esperti, letture (in Rudolf Steiner trovi le pagine piu' belle). Ma soprattutto esperienze mie rette dalla consapevolezza che tali esperienze non sono giochi, ma che sono parti importanti del cammino del mio spirito.

Andrea

Cassandra
Inviato: 11/2/2009 9:46  Aggiornato: 11/2/2009 9:46
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 10/5/2006
Da:
Inviati: 1551
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
Ma guarda guarda che post "strano"...

Anch'io leggo Steiner, e di tutti i vari "esoteristi" devo dire che è quello che mi pare più serio e mi ispira più fiducia (anche se ci sarà sicuramente chi sostiene che anche lui è rettiliano, nwo o chissacosa).
Comunque le mie esperienze fuori dal corpo risalgono a molto prima. Le uscite sono sempre state parziali, prima perché non sapevo neppure cosa diamine stesse succedendo, poi perché francamente avevo strizza a provare ad uscire del tutto. Però ho scoperto che posso farlo quasi sempre a comando e non ci vuole niente.

La cosa divertente che ho menzionato nel post di prima sono stati gli amici "scienziati": un ingegnere e un medico che mi hanno confessato tale esperienza con molto disappunto ma con altrettanta convinzione. Chi l'ha vissuta, insomma, difficilmente dubita che sia stata reale...

"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto,
per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)
feudis
Inviato: 11/2/2009 9:46  Aggiornato: 11/2/2009 9:46
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/1/2008
Da:
Inviati: 98
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
"vita permeata dall’Io"

Trovo questa espressione perfetta.

Cassandra
Inviato: 11/2/2009 9:50  Aggiornato: 11/2/2009 9:50
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 10/5/2006
Da:
Inviati: 1551
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
Aggiungo: Steiner è molto chiaro nel ribadire che queste cose non sono giochetti e che bisogna avere una seria preparazione interiore per avvicinarvisi. E non una preparazione "esoterica", ma proprio psicologica, del carattere direi.
In Rete c'è un forum, frequentato principalmente da ragazzini adolescenti (sono decine, centinaia!) che si "dilettano" coi viaggi fuori dal corpo come fosse un luna park. Trovo la cosa piuttosto inquietante...

"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto,
per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)
Redazione
Inviato: 11/2/2009 9:50  Aggiornato: 11/2/2009 9:50
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
DESCARTES: "Dal suo blog sembra un fan di Rudolf Steiner (da cui i riferimenti allo "Spirito" maiuscolo)."

Cammerinesi è stato, insieme a molte altre cose, traduttore di Steiner dal tedesco all'italiano.

Descartes
Inviato: 11/2/2009 10:26  Aggiornato: 11/2/2009 10:30
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/6/2006
Da: Christ = Sun God
Inviati: 1087
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
Citazione:

Autore: Cassandra Inviato: 11/2/2009 9:46:47

Chi l'ha vissuta, insomma, difficilmente dubita che sia stata reale...


La OBE è molto reale, è stata anche verificata scientificamente e riprodotta in laboratorio. E' una illusione cognitiva riproducibile stimolando elettricamente la zona cerebrale chiamata right temporal-parietal junction:

Research by Olaf Blanke in Switzerland found that it is possible to reliably elicit experiences somewhat similar to the OBE by stimulating regions of the brain called the right temporal-parietal junction (TPJ; a region where the temporal lobe and parietal lobe of the brain come together). Blanke and his collaborators in Switzerland have explored the neural basis of OBEs by showing that they are reliably associated with lesions in the right TPJ region[33] and that they can be reliably elicited with electrical stimulation of this region in a patient with epilepsy.[34] These elicited experiences may include perceptions of transformations of the patient's arm and legs (complex somatosensory responses) and whole-body displacements (vestibular responses).[35][36]
In neurologically normal subjects, Blanke and colleagues then showed that the conscious experience of the self and body being in the same location depends on multisensory integration in the TPJ. Using event-related potentials, Blanke and colleagues showed the selective activation of the TPJ 330-400 ms after stimulus onset when healthy volunteers imagined themselves in the position and visual perspective that generally are reported by people experiencing spontaneous OBEs. Transcranial magnetic stimulation in the same subjects impaired mental transformation of the participant’s own body. No such effects were found with stimulation of another site or for imagined spatial transformations of external objects, suggesting the selective implication of the TPJ in mental imagery of one's own body.[37] In a follow up study, Arzy et al. showed that the location and timing of brain activation depended on whether mental imagery is performed with mentally embodied or disembodied self location. When subjects performed mental imagery with an embodied location, there was increased activation of a region called the "extrastriate body area" (EBA), but when subjects performed mental imagery with a disembodied location, as reported in OBEs, there was increased activation in the region of the TPJ. This leads Arzy et al. to argue that "these data show that distributed brain activity at the EBA and TPJ as well as their timing are crucial for the coding of the self as embodied and as spatially situated within the human body."[38]
Blanke and colleagues thus propose that the right temporal-parietal junction is important for the sense of spatial location of the self, and that when these normal processes go awry, an OBE arises.[39]

fonte: http://en.wikipedia.org/wiki/Out-of-body_experience

Silver
Inviato: 11/2/2009 10:30  Aggiornato: 11/2/2009 10:30
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/9/2005
Da: Torino
Inviati: 615
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
Negli ultimi anni, le ricerche sul paranormale e quindi anche sulle OBE, portano a far credere che lo spirito o l'anima, intesi come l'emanazione di qualche Dio, se mai esistano, si devono spostare ancora un po'.
Intendo dire che nei distacchi dal corpo, è la coscienza o la mente, che sposta la sua sede dalla nostra testa verso lo spazio attorno a noi.
Ciò che si vede durante questi viaggi, è una ricostruzione simbolica della realtà.
Gli spazi intorno a noi possono sembrare identici quando la mente staccata, usa un modello "comportamentale" molto simile a quello avuto fino a quel momento.
Ma anche quando le scene possono apparire identiche, in realtà iniziano ad emergere dettagli inesistenti che sono indice di una realtà simbolica.
Allontanarsi dal corpo, anche a distanze considerevoli, fa aumentare decisamente l'apporto di elementi simbolici e i luoghi iniziano ad essere meno dettagliati.
C'è anche la possibilità di incontrare "entità" (o con qualunque nome vogliate chiamarli), perché lo spazio in cui si muove la mente, è ancora un spazio abitato.
Non è quell' "al di là" spirituale, ma un al di qua materiale che abbiamo iniziato a sondare.
Una materia sottile, ma sempre emanazione di quell'UNO in cui, forse, a sede la Divinità.

Con buona pace per i ragguardevoli ed importanti risultati prodotti da Steiner e la teosofia, ci si dovrebbe accorgere che ormai sono conoscenze "datate" e che i nuovi obiettivi raggiunti dalla odierna esperienza parapsicologica, è decisamente più precisa e chiara.
Da ricordare anche che è dall'800 che la conoscenza del campo era influenzata dallo spiritismo e dall'animismo.
Ancora oggi, l'eco di quei giorni è forte e lo si può vedere sia nel fatto che esistono ancora i -manti (cartomanti, rabdomanti, etc), sia che la new age, ha sincretizzato lo spiritismo occidentale con quello orientale, creando una immensa confusione e dovendosi inventare acrobazie dialettiche pur di apparire più coerente.

Pyter
Inviato: 11/2/2009 11:11  Aggiornato: 11/2/2009 11:11
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
Sono d'accordo con lo spirito generato dall'articolo di Cammarinesi.
Ovviamente tutto conduce alla lotta spietata che questa gente , politica e informazione, conducono contro la libertà individuale e l'autodeterminazione mentale e "religiosa" della persona singola.

Aldilà di manifestazioni più o meno individuali riferiti al paranormale, che proprio perchè individuali devono restare rispettabili.

In base all'esperienza, poi, io posso solo dire che guardando la gente che ci circonda, dai mass media, giornali e anche commenti su internet, risulta secondo me evidente che se molte persone riescono a vivere senza la mente, è probabilissimo e quasi certo che la mente riesca a vivere fuori della persona.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
CiEmme
Inviato: 11/2/2009 12:03  Aggiornato: 11/2/2009 12:04
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/2/2008
Da: Roma
Inviati: 446
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
Staccando l'alimentazione si e' impedito all'anima di Eluana di completare il percorso di purificazione.

Questo, proprio per le argomentazioni che tanto redazione, quanto Descartes hanno portato.

A descartes mi permetto di segnalare questo sito .

Una bussola non dispensa dal remare.
peonia
Inviato: 11/2/2009 12:04  Aggiornato: 11/2/2009 12:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
Quello che io ho capito, in tanti anni, e' che lo Spirito di ognuno e' qualcosa di molto piu' grande e inimmaginabile per noi, che non potrebbe incarnarsi in un corpo se non distruggendolo...Mi spiego meglio (ci provo).
Noi, entita' umane, siamo vivificate cioe' rese vive dall'anima che e' il soffio di vita ed e' a sua volta una emanazione di una infinitesima parte dello Spirito, per questo probabilmente viviamo piu' vite simultanee, in diverse dimensioni...
L'anima insomma e' 'individuazione della personalita' umana, a servizio dello Spirito. Viviamo piu' vite per fare esperienza della infinita Creazione e non solo
Materiale..Siamo anche noi Dio, divini, creatori, e nessuno ci giudica...siamo noi stessi che scegliamo la vita da esperire, quando nascere e quando morire...
Certo la personalita' umana non e' cosciente di cio', ma in futuro forse sara' possibile accedere a queste conoscenze...

Ovviamente questa e' una mia teoria....

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
aeremita
Inviato: 11/2/2009 12:12  Aggiornato: 11/2/2009 12:12
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/12/2007
Da: Dolceacqua
Inviati: 211
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
descartes: "L'OBE E' una illusione cognitiva riproducibile..."
Scusa se te lo dico, ma e'' fantastico come, con in mano niente, pretendi di fare scienza.
Secondariamente, caro Descartes, mi pare che tu sia molto erudito sulla figura di Steiner, ma mi chiedo se hai mai partecipato ad un corso o a una seduta di euritmia. Fammi sapere.
Andrea

vxultrav
Inviato: 11/2/2009 12:15  Aggiornato: 11/2/2009 12:15
So tutto
Iscritto: 11/2/2009
Da:
Inviati: 2
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
Manca la visione metafisica. Sarebbe interessante ampliare la prospettiva semplicemente approfondendola, per capire meglio "i perché" di tanta follia...e di qualsiasi altra.

http://montalk.net/translated/153/origini-aliene-della-sociopatia

yarebon
Inviato: 11/2/2009 12:33  Aggiornato: 11/2/2009 12:33
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2366
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
Citazione:
La OBE è molto reale, è stata anche verificata scientificamente e riprodotta in laboratorio. E' una illusione cognitiva


per chi l'ha vissuta, tra cui il sottoscritto è parsa tutto tranne che un'illusione, soprattutto perchè si possono fare anche degli esperimenti per chi è davvero bravo e io non lo sono perchè le mie esperienze obe sono state indotte, ma ero poco preparato e c'era anche tanta paura, quindi sono durate pochissimo ed in genere è una cosa che si sconsiglia di fare a chi la prende troppo leggermente,proprio perchè non è un'illusione e può essere anche pericolosa.
Le persone molto brave oltre a riuscire a vedere se stessi, riescono a descrivere anche avvenimenti lontani dal proprio raggio d'azione e visivo, cosa che è successa ad esempio a molte persone in ospedale in stato comatoso che hanno descritto per filo e per segno alcuni discorsi dei medici e le fasi delle operazioni e si parla anche di persone "morte apparentemente" per pochi secondi o con nessuna funzione cerebrale temporanea, anche per questo molti parametri scientifici devono essere rivisti ed è un bene che certa scienza si stia muovendo verso questo passo (a dimostrazione che il percorso umano non è evolutivo, ma a spirale o almeno circolare, molte conoscenze sono in realtà vecchie conoscenze).

Redazione
Inviato: 11/2/2009 12:56  Aggiornato: 11/2/2009 12:58
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
CIEMME: Citazione:
"Staccando l'alimentazione si e' impedito all'anima di Eluana di completare il percorso di purificazione".
Scusa, casomai è il contrario. Il ciclo naturale non prevede la "macchina" che ti ritarda la morte, e quindi è l'alimentazione forzata a rallentare il percorso dell'anima, mentre "staccandola" si torna semplicemente al percorso normale. Non trovi?

Citazione:
Questo, proprio per le argomentazioni che tanto redazione, quanto Descartes hanno portato. A descartes mi permetto di segnalare questo sito ."
E io chi sono? Perchè a me niente, scusa?

Redazione
Inviato: 11/2/2009 13:01  Aggiornato: 11/2/2009 13:01
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
PYTER: " se molte persone riescono a vivere senza la mente, è probabilissimo e quasi certo che la mente riesca a vivere fuori della persona."

nel senso che l'hanno persa (le prime), o che non l'hanno mai avuta?

CiEmme
Inviato: 11/2/2009 13:16  Aggiornato: 11/2/2009 13:28
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/2/2008
Da: Roma
Inviati: 446
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
Mah...

Il ciclo naturale non prevede l'incidente...o forse si.

Il ciclo naturale non prevede il farmaco salvavita ....o forse si.

Nel dubbio, occorre errare dal lato della prudenza. Non e' una questione di religione.

Edit: Che poi il politico si esprima secondo quello che lui pensa che il maggior numero di persone possa comprendere (una questione religiosa) e' solo frutto della sua avidita'.

Della religione, ad un politico, non frega nulla a meno che non porti voti.

e perche' a me niente, scusa?

La mia......solo una tecnica di vendita.

Una bussola non dispensa dal remare.
peonia
Inviato: 11/2/2009 14:27  Aggiornato: 11/2/2009 14:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
CiEmme

"Staccando l'alimentazione si e' impedito all'anima di Eluana di completare il percorso di purificazione."


Io non sono d'accordo che dobbiamo purificarci di nulla! E' una visione cattolica delle peggiori: nasciamo gia' col peccato originale, come nasciamo col debito economico....tutte cavolate!!!
Ripeto, noi (IN QUANTO SPIRITO) scegliamo il percorso di vita, per IMPARARE,(percependo la materia dal di dentro, che se rimanessimo puri spiriti non potremmo!) e se non abbiamo svolto il compito prefissatoci e raggiunto il nostro scopo come si deve, ritorniamo in vita (qui presumibilmente, senno' chissa dove!) e riprendiamo da dove abbiamo lasciato...ma non siamo IMPURI....nel senso che noi umani diamo a questo termine!!!!! cavolo!!!!
NOI eravamo, siamo e saremo SEMPRE SPIRITO, PARTE DEL TUTTO CHE CHIAMIAMO DIO, che non riusciamo a percepire e capire, e soprattutto ricordare, quando siamo qui limitati dai nostri sensi umani, che anche la fisica ci ha spiegato quanto siano limitanti!!!!
Vedo che a volte, malgrado qualcuno sia ateo, e' pero' pervaso e infarcito di visioni limitanti...scusa CIEMME chi ti ha detto che siamo IMPURI???
E un'ultima cosa...quella poverina di Eluana dopo 17 anni in quello stato ancora non si era purificata????????????? semmai fosse quella la "verita'?
Ma che Dio misericordioso e' quello? che Padre orribile?
Io affermo invece che la grande anima di Eluana, si e' volutamente prestata a questa esperienza, proprio per insegnare a chi resta qualcosa!!!!!! E ALLORA impariamo qualcosa.....

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
aeremita
Inviato: 11/2/2009 14:31  Aggiornato: 11/2/2009 14:31
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/12/2007
Da: Dolceacqua
Inviati: 211
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
Ciemme: Staccando l'alimentazione si e' impedito all'anima di Eluana di completare il percorso di purificazione

Ciao, non sono del tutto convinto di questo, ma mi interessa. Puoi spiegarti meglio. Grazie
Andrea

CiEmme
Inviato: 11/2/2009 14:39  Aggiornato: 11/2/2009 15:05
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/2/2008
Da: Roma
Inviati: 446
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
Ciao Peonia.

Citaz:

Nella teoria della reincarnazione, e nelle scuole di pensiero simili, l'anima durante la vita è dormiente, cioè non è cosciente di ciò che fa l'individuo, che è solo una delle sue tante incarnazioni nel lungo percorso verso la purezza.

Autore Webmaster ore 0.06 del 11/2/2009.

Mi riferivo a quello.

Cmq, il punto e' quanto si possa o debba interferire con "il ciclo naturale".

Per me, nel dubbio si deve errare dal lato della prudenza.

Come gia' detto sopra: non e' una questione di religione.

E' una questione del codice etico nel quale ciascuno di noi si riconosce.

Io mi riconosco nella prudenza quando c'e' un dubbio.

Se invece tu hai certezze (lo stato vegetativo = morte naturale) allora quello e' il codice etico nel quale ti riconosci e hanno fatto bene quelli che hanno staccato la spina.

Io non sono proprio sicuro al 100% che lo stato vegetativo sia uguale alla morte.

Quindi, non vedo il motivo per cui si e' dovuto staccare la spina.

Una bussola non dispensa dal remare.
aeremita
Inviato: 11/2/2009 14:42  Aggiornato: 11/2/2009 14:42
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/12/2007
Da: Dolceacqua
Inviati: 211
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
a Peonia, a proposito della purezza:
Il coattolicesimo ha dato un senso drammatico a questa questione. In oriente la vivono con piu' distacco e tutta la questione converte in una sola parola: karma. Il karma e' il frutto dell'azione, una legge sempre attiva e onnipresente che insegna alla nostra anima a gestire il potere con responsabiltia'. In questa prospettiva, ogni azione di purificazione altro non e' che un pezzo di karma che suona alla porta per essere riconosciuto e per ridimensionare le pretese di un Io ineducato a gestire divinamente se stesso.
Cosi' la digerisci la questione della purificazione?
Ammetti che uno possa avere del karma da scontare?
Andrea

CiEmme
Inviato: 11/2/2009 14:54  Aggiornato: 11/2/2009 15:08
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/2/2008
Da: Roma
Inviati: 446
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
Per aeremita:

Se riteniamo di essere parte o comunque in comunicazione con un qualcosa di unico e il significato della vita sia quello di un percorso verso l'uno (viviamo infatti nell'uni-verso), la parte non materiale di noi deve poter trascorrere un certo periodo di tempo in un corpo vivente.

Se si mette fine alla vita, si interrrompe questo percorso.

(autorimosso)

Sono teorie new age, di nuova consapevolezza, che trovi riassunte magistralmente nella Library of Halexandriah ovvero qui..

Una bussola non dispensa dal remare.
CiEmme
Inviato: 11/2/2009 15:01  Aggiornato: 11/2/2009 15:01
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/2/2008
Da: Roma
Inviati: 446
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
aeremita:

coattolicesimo.......bellissima!

Una bussola non dispensa dal remare.
Tollani
Inviato: 11/2/2009 15:12  Aggiornato: 11/2/2009 15:12
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/1/2009
Da: NowhereLand
Inviati: 212
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
Citazione:
aeremita: In sostanza, ci siamo passati in tanti. E tutto questo al momento opportuno torna con un pisolino, con un acido, con un incidente. Non siamo nell'epoca in cui cerchiamo consapevolmente queste esperienze, perche' non sappiamo bene collocarle e il Cicap e' sempre pronto alle nostre calcagna, ma sono sempre vive e al momento opportuno, quando uno e' pronto
Grazie di cuore per questo argomento. Ho sempre avuto timore nel parlarne con anima viva
Circa dieci anni fà ho avuto un incidente stradale, l'airbag mi è scoppiato in faccia provocandomi ustioni e ciecità temporanea. Uscito dalla macchina sono riuscito a guidarmi a sedere sul marciapiede senza per altro vederlo, ma mi vedevo da fuori... poi all'arrivo dei primi passanti tutto è divenuto buio... per quasi dieci giorni.
Questo mi è capitato anche alcune volte durante pisolini pomeridiani, in cui mi sembrava di addormentarmi, ma la mia "mente" ispezionava l'ambiente circostante.
Grazie davvero alla redazione ed ai commenti che mi hanno fatto sentire meno solo e mi hanno indicato in quale direzione guardare.

Il coraggio intellettuale della verità e la pratica politica sono due cose inconciliabili in Italia. Pier Paolo Pasolini
peonia
Inviato: 11/2/2009 15:56  Aggiornato: 11/2/2009 15:56
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
Cosi' la digerisci la questione della purificazione?
Ammetti che uno possa avere del karma da scontare?
Andrea


Siamo sempre alla solita difficolta' di capirsi a parole....
Io credo nel karma, ma piu' che "da scontare"....lo vedo come una legge quasi matematica:tu fai del male e quindi, forse, riceverai lo stesso male da altri, in modo che tu comprenda bene cosa sia e le implicazioni della tua azione.
Ma la parola purificazione, come l'avevo intesa io, ha una valenza negativa, sei impuro e devi purificarti, invece siamo solo qui per apprendere e nessuno ti giudica, siamo noi a capire, dopo la morte, dove dobbiamo ripetere e apprendere una lezione che non abbiamo compreso.
Nella letteratura New Age spesso si legge che si rivede il film della propria vita e si vivono le stesse emozioni di tutti gli attori.....quindi c'e' compassione...e comprensione e voglia ditornare a sistemare le cose...
A me piace piu' questa versione, fra le tante proposte, che sono tutte opinabili!!!
D'altronde ho sentito tante testimonianze di persone che hanno avuto l'esperienza di premorte, che hanno visto scorrere tutte le immagini della loro vita cosi velocemente.....


Per tornare al caso in questione, l'accanimento terapeutico non sempre e' una buona cosa, e non si chiamerebbe accanimento....
Allora votiamo per il Testamento biologico, cosi ognuno scegliera' secondo la propria conscienza!

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
peonia
Inviato: 11/2/2009 16:02  Aggiornato: 11/2/2009 16:02
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
Se invece tu hai certezze (lo stato vegetativo = morte naturale) allora quello e' il codice etico nel quale ti riconosci e hanno fatto bene quelli che hanno staccato la spina.

Io non sono proprio sicuro al 100% che lo stato vegetativo sia uguale alla morte.

Quindi, non vedo il motivo per cui si e' dovuto staccare la spina.


CiEmme, io non ho certezza di nulla!!! Anzi piu' passa il tempo, piu' conosco, piu' leggo,mi rendo conto che non sappiamo nulla!! Che la Conoscenza e' talmente vasta da non poter essere afferrata in una vita....
Ma, se la Medicina fosse un po' piu' umile e meno sostitutiva di Dio, forse Eluana sarebbe gia' trapassata molto tempo fa....
ripeto anche che, secondo me, la sua anima ha accettato questo iter per insegnarci qualcosa....
Sperodi essere compresa, altrimenti pazienza....

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
aeremita
Inviato: 11/2/2009 16:08  Aggiornato: 11/2/2009 16:08
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/12/2007
Da: Dolceacqua
Inviati: 211
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
ciemme: "Se si mette fine alla vita, si interrrompe questo percorso."
Evidentemente non paventi neanche lontanamente l'idea che un corpo possa prima o poi non farcela piu' e che l'anima possa costruirsene uno nuovo per fare nuove esperienze. Che senso ha tenere in garage una macchina scassata che non ti puo' piu' far fare niente, e che solo brucia benzina per stare ferma immobile? (sono stato un po' crudo, ma volevo rendere l'idea senza intoppi)

aeremita
Inviato: 11/2/2009 16:16  Aggiornato: 11/2/2009 16:16
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/12/2007
Da: Dolceacqua
Inviati: 211
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
"Siamo sempre alla solita difficolta' di capirsi a parole...."
Si, comunque la sostanza e' la stessa. Se ti interessa una parola nuova che aiuta a chiarire la questione senza avere di mezzo interferenze dalla secolarizzazione cristiana, cercati qualche cosa sul Kamaloka. A presto, Andrea

blu23
Inviato: 11/2/2009 16:32  Aggiornato: 11/2/2009 16:32
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/2/2009
Da:
Inviati: 585
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
Ottimo articolo anche se mi sento di aggiungere che come al solito l'italico sistema d'informazione ha sfruttato l'inumano caso di questa povera ragazza. Come al solito i soloni dell'informazione si sono impegnati al massimo per poter sfruttare al massimo il dolore di questa famiglia, mettendo in piedi un teatrino davvero disgustoso che per chissà quanto tempo andrà ancora avanti. Come scrive giustamente Piero ancora una volta hanno obbligato il popolo bue a schierarsi con questa o quella parte, impedendo ancora una volta all'uomo della strada di poter cimentarsi in una valutazione libera dei fatti.
Comunque una domanda rimane... ancora una volta convogliano l'attenzione sulla cronaca per poter nascondere ciò che realmente succede a questo mondo??? iO PENSO DI SI

Ribellatevi al mondo corrotto di Babilonia, emancipate la vostra razza, riconquistate la vostra terra. (Bob Marley)
Pyter
Inviato: 11/2/2009 16:43  Aggiornato: 11/2/2009 16:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
redazione:
nel senso che l'hanno persa (le prime), o che non l'hanno mai avuta?

La prima, sicuramente: non sono così pessimista e cinico per supportare la seconda.

Probabilmente la mente ci lascia e si stacca da noi perchè in determinate occasioni si sente di troppo, perchè non viene usata nella giusta misura e non la facciamo sentire appagata.
Ma lo fa anche per salvaguardare il nostro sistema e renderlo più "performante". In un sistema infatti più c'è spazio più c'è libertà. La mente più è libera, più funziona.

Ora,
per guardare il GrandeFratello ci vogliono solo 514 kb di memoria ram.
Per guardare un tg ce ne vogliono 1012.
Per guardare un programma sportivo 1056.
Per capire Gasparri ci vuole più memoria, almeno 32 mega, non perchè lui parli difficile, ma perchè bisogna collegarsi
al satellite tramite modem perchè non si capisce che segnali usi per trasmettere.
Per capire le uscite di Kossiga ci vuole uno spazio virtuale nell'hard disk, perchè bisogna interfacciarsi con un altro sistema.

Ora è ovvio che il potenziale della mente non è sfruttato abbastanza, anzi per niente.
Quindi io sono arrivato ad una conclusione logica:
Quando si muore, la parte usata della nostra mente muore col corpo, ma la parte non usata sopravvive e si sposta.
Questo paradosso ci porta a concludere che i programmi televisivi sono fatti per preservare e custodire il nostro potenziale mentale in previsione della nostra morte materiale. In poche parole la teoria economica del risparmio applicato ai misteri della vita dopo la morte.
Lo chiamerei "plusvalore".

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
hendrix
Inviato: 11/2/2009 19:29  Aggiornato: 11/2/2009 19:29
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/9/2006
Da:
Inviati: 1048
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
" Ancora una volta si è voluto distogliere l’uomo dal pensare liberamente il mondo, senza dogmi né imposizioni, impedendogli con ciò di realizzare l’autentico senso della sua missione sulla Terra, ovvero conseguire la sua indipendenza interiore e la capacità di cogliere la Verità attraverso l’autonomia del pensare. "


"

Eluana: rito funebre senza genitori.
A Paluzza (Udine) per evitare assedio mediatico.
(ANSA) - UDINE, 11 FEB - Papa' Beppino e mamma Saturna non parteciperanno al rito funebre per Eluana a Paluzza (Udine). Lo ha detto lo zio di Eluana, Armando.
La decisione - ha aggiunto - e' stata presa per evitare l'assedio mediatico gia' in atto nel paese della Carnia. Il nullaosta per la sepoltura da parte del Procuratore di Udine Biancardi e' atteso per il pomeriggio e solo dopo sara' decisa la data. 'Per organizzare il rito - ha detto il sindaco di Paluzza Maieron - abbiamo bisogna della giornata di domani'.

Redazione
Inviato: 11/2/2009 21:07  Aggiornato: 11/2/2009 21:07
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
PYTER: Citazione:
per guardare il GrandeFratello ci vogliono solo 514 kb di memoria ram.
Per guardare un tg ce ne vogliono 1012.
Per guardare un programma sportivo 1056.
Per capire Gasparri ci vuole più memoria, almeno 32 mega, non perchè lui parli difficile, ma perchè bisogna collegarsi
al satellite tramite modem perchè non si capisce che segnali usi per trasmettere.
Per capire le uscite di Kossiga ci vuole uno spazio virtuale nell'hard disk, perchè bisogna interfacciarsi con un altro sistema.
Deduco che capire cosa dice Di Pietro sia impresa addirittura inconcepibile.

Cassandra
Inviato: 11/2/2009 21:10  Aggiornato: 11/2/2009 21:10
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 10/5/2006
Da:
Inviati: 1551
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
Peonia:
Citazione:
Io affermo invece che la grande anima di Eluana, si e' volutamente prestata a questa esperienza, proprio per insegnare a chi resta qualcosa!!!!!! E ALLORA impariamo qualcosa.....


Quoto absolutely.

"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto,
per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)
DarkAngel
Inviato: 11/2/2009 21:27  Aggiornato: 11/2/2009 21:27
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/12/2005
Da: Amsterdam
Inviati: 57
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
Citazione:
Quando si muore, la parte usata della nostra mente muore col corpo, ma la parte non usata sopravvive e si sposta. Questo paradosso ci porta a concludere che i programmi televisivi sono fatti per preservare e custodire il nostro potenziale mentale in previsione della nostra morte materiale. In poche parole la teoria economica del risparmio applicato ai misteri della vita dopo la morte. Lo chiamerei "plusvalore".


Dunque tutti quelli che hanno smesso di guardare la tv in favore di Internet e libri (e stanno ormai consumando il disco a forza di swappare) rinasceranno un domani totalmente rincoglioniti

DarkAngel
Inviato: 11/2/2009 21:38  Aggiornato: 11/2/2009 21:38
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/12/2005
Da: Amsterdam
Inviati: 57
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
Cosa ne pensate invece a proposito di Gurdjieff, e della filosofia per cui si nasce senza "anima" e solo alcuni si riescono a "svegliare" dal sonno in cui quotidianamente vivono, e lavorando su se stessi ci si riesce a "costruire" un corpo spirituale?

In quest'ottica saremmo quasi tutti degli "addormentati" viventi, proprio come Eulana (spiritualmente parlando).
Quanti persone infatti in perfetta salute fisica si stufano del tran tran quotidiano e si suicidano?

aeremita
Inviato: 11/2/2009 22:42  Aggiornato: 11/2/2009 22:42
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/12/2007
Da: Dolceacqua
Inviati: 211
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
Pyter: Quando si muore, la parte usata della nostra mente muore col corpo, ma la parte non usata sopravvive e si sposta...

Molto creativa la tua idea, caro Pyter, ma non credo che le cose stiano cosi'. Credo piuttosto che l'anima razionale superiore operi una sintesi di tutto quello che ha combinato durante l'incarnazione. Sai, un po' come in quegli spettacoli futuristi in cui la rappresentazione si limitava a due o tre battute in cui era riassunto tutto il messaggio dell'opera. Poi grazie e arrivederci. In un certo senso, tutto cio' che e' significativo viene tenuto, tutto quello che invece non lo e' stato, viene "vaporizzato". Sono profondamente convinto che la vita di una persona, per quante cose faccia, proprio come in quegli spattacoli futuristi, giri intorno a ben poche esperienze. Tutto il resto e' fuffa, inutile dissertazione, categorizzazione. Un po' come anche in matematica, quando ci si trova davanti a quelle funzioni complesse, solo apparentemente complesse, perche' ridotte ai minimi termini sono semplicissime come x=y-2. La mente razionale superiore, quella che non si lascia incantare dalla quantita', ma bada solo alla qualita', opera questa i riduzione, giunge alla funzione offrendo all'anima la nota fondamentale sulla quale si e' animata tutta l'esperienza dell'incarnazione.
E' naturale che piu' uno e' sintonizzato sulla sua nota, piu' e' credibile, profondo, piu' sa dare senso alla sua vita. Non credo proprio che si possa arrivare a tanto, risparmiando potenziale mentale! Anche in una trasmissione come Grande Fratello ci puo' essere qualche cosa di buono. Se sai trarne qualche cosa, se in qualche modo riesci a metterlo in relazione con il tuo vissuto, perche' no. Personalemnte, quando ci fu la prima edizione del Grande Fratello tenni un ciclo di lezioni proprio su questo evento mediatico. E non per sputtanare la trasmissione, ma per spiegare la matrice filosofica e religiosa che c'e' dietro a quell'intuizione.
Insomma, Pyter, perche' ce l'hai con il Grande Fratello. Fossi in te, piuttosto, il prossimo anno mi presenterei a provini. Belin, la' dentro si rimorchia di sicuro. Io ci andrei subito.
Andrea

aeremita
Inviato: 11/2/2009 22:57  Aggiornato: 11/2/2009 22:57
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/12/2007
Da: Dolceacqua
Inviati: 211
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
Dark Angel: "Cosa ne pensate invece a proposito di Gurdjieff, e della filosofia per cui si nasce senza "anima" e solo alcuni si riescono a "svegliare" dal sonno in cui quotidianamente vivono, e lavorando su se stessi ci si riesce a "costruire" un corpo spirituale?

In quest'ottica saremmo quasi tutti degli "addormentati" viventi, proprio come Eulana (spiritualmente parlando).
Quanti persone infatti in perfetta salute fisica si stufano del tran tran quotidiano e si suicida"

Calma. L'anima ce l'abbiamo tutti perche' tutti siamo anima. Poi c'e' un addormentamento di fondo, e tutta una serie di risvegli a mo' di matrioska. Hai presente la scena in cui Keno Reeves in Matrix si ridesta da quella vasca nella quale e' addormentato. Credo che non ci sia scena migliore che possa rappresentare da una parte la natura di questo addormentamento e dall'altra il risveglio.
Il pieno, completo risveglio dell'anima corrisponde alla costruzione del corpo spirituale. Ma il corpo spirituale c'e' gia', e' li'. Piuttosto si tratta di conferire ai piani inferiori quella sottigliezza capace di reggere l'impatto con la pura energia che viene dalla Fonte e di cui il corpo spirituale e' fatto. Non e' roba da poco. E' come far passare 100000 di watt in una lampadina che ne tiene solo 100. Per dare la giusta consistenza al filo di tungsteno ci vuole una vita (intendo in senso lato, cioe' chissa' quante incarnazioni e esperienze di ogni tipo in giro per l'universo).
Che siamo addormentati, non ci piove, ma e' discutibile il fatto che la sia anche Eluana. Magari Eluana, pur non avendo avuto un supporto cerebrale per anni, e' piu' risvegliata di chiunque di noi.

Pyter
Inviato: 11/2/2009 23:02  Aggiornato: 11/2/2009 23:02
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
Insomma, Pyter, perche' ce l'hai con il Grande Fratello. Fossi in te, piuttosto, il prossimo anno mi presenterei a provini. Belin, la' dentro si rimorchia di sicuro. Io ci andrei subito.

Ma anche fuori del grande fratello si rimorchia lo stesso.
Io, comunque, ho deciso che non voglio rimorchiare. Secondo la mia teoria, infatti, meno si usa l'organo sessuale in questa vita, più c'è possibilità che io riesca a completare la prossima reincarnazione con l'uccello al posto suo. I religiosi queste cose le hanno capite ed è per questo che predicano la castità.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
Redazione
Inviato: 11/2/2009 23:58  Aggiornato: 11/2/2009 23:58
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
"Credo piuttosto che l'anima razionale superiore operi una sintesi di tutto quello che ha combinato durante l'incarnazione".

Una volta mio figlio mi raccontò con grande nonchalance che "si ricordava di quando era nelle nuvole, e discuteva con dio di tutto quello che aveva fatto sulla terra".

Aveva 5 anni.

Redazione
Inviato: 11/2/2009 23:59  Aggiornato: 11/2/2009 23:59
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
PYTER: "I religiosi queste cose le hanno capite ed è per questo che predicano la castità."

Degli altri.

Al2012
Inviato: 12/2/2009 0:30  Aggiornato: 12/2/2009 0:30
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2158
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
<< (…) In realtà ogni diatriba sul confine vita/morte e sulla definizione di vita è sterile dialettica se non si comprende il senso spirituale dell’esistenza, il destino, l’essenza spirituale dell’uomo. (…)>>

°°°°°°°

<< La Scienza potrà analizzare lo Spirito nell’istante stesso in cui perverrà a identificarlo.
Sono certo che a tanto giungerà l’ansia dell’Uomo >>
(G. A. Rol)

°°°°°°°

In merito alla NDE:
La Vita oltre la Vita - 6 parti- Esperienze fuori dal corpo
QUI LINK

“Capire … significa trasformare quello che è"
superava
Inviato: 12/2/2009 4:22  Aggiornato: 12/2/2009 4:22
Mi sento vacillare
Iscritto: 28/8/2008
Da: Riolo Terme
Inviati: 416
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
Voglio solo dire che la mia esperienza mi è capitata per caso, e nn l'ho cercata.
Ho letto molte cose interessanti qui riguardo questa cosa.
Non ho sentito accennare nessuno al fatto che Eluana stranamente se ne sia andata proprio nel pieno mediatico di questa faccenda,
io penso che forse veramente la sua anima era fuori e stava vedendo tutto questo scempio che si è fatto e ha deciso di togliere il disturbo e magari sperando che noi apriamo gli occhi sulla merda che ci sta attorno

superava
Inviato: 12/2/2009 4:25  Aggiornato: 12/2/2009 4:25
Mi sento vacillare
Iscritto: 28/8/2008
Da: Riolo Terme
Inviati: 416
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
Anyway...io proporrei il Grande Porcello.. sicuramente è piu interessante. Avrei anche qualche idea sul regolmento

Cassandra
Inviato: 12/2/2009 9:34  Aggiornato: 12/2/2009 9:34
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 10/5/2006
Da:
Inviati: 1551
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
Si anche a me è suonato stranissimo che Eluana sia morta proprio alle 20,10 in pieno TG1.

Non è un'assurdità. In genere le cose si organizzano proprio così: ritorni di militari morti all'estero, eventi importanti, si fanno coincidere proprio con l'orario delle news serali, in modo che siano visti dal maggior numero di persone possibile.

Viene da pensare che magari Eluana sia spirata mezz'ora o un'ora prima, e si sia aspettato a dare l'annuncio...

"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto,
per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)
Linucs
Inviato: 12/2/2009 13:44  Aggiornato: 12/2/2009 13:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
L'avesse detto un prete sarebbero già volati gli ortaggi, "ma questa è spiritualità, mica religione..."

Eluana ha vissuto per diciassette anni a cavallo tra il mondo terrestre ed il mondo spirituale, quale novello Kaspar Hauser, condannato a non poter realizzare la sua missione sul piano fisico ed al tempo stesso impedito a ritornare – con il distacco dal corpo fisico - nel mondo spirituale.

Il mondo spirituale, la missione, Galileo, eccetera.

Sicuro che tra una riflessione e l'altra non ci stai spacciando anche qualcos'altro, vero?

alfridus
Inviato: 12/2/2009 19:02  Aggiornato: 12/2/2009 19:02
Ho qualche dubbio
Iscritto: 12/4/2007
Da: Lugoj, Romania
Inviati: 120
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
@ 3mind
citazione:
"...cosa pensate che significhino queste esperienze. Che spiegazione ne date?"

Constato una volta di più che siamo e ci comportiamo, per lo più, come dei SanTommaso: "credo solo in ciò che vedo e che tocco..."
Ma questo - che vedo e che tocco - è solo un particolare secondario dell'essere, che è sostanzialmente energia che si esprime (=espande) fino al proprio esaurimento vibrazionale.

Tutto potrebbe essere scaturito dalla infinita tensione multipolare che manteneva le energie in equilibrio, fino all'stante in cui la tensione ha finito per spezzarsi: da quel momento in avanti le energie hanno occupato (=creato) lo spazio ed il tempo, due definizioni per uno stesso concetto, utilizzando una parte sempre più grande del proprio potenziale vibrazionale, fino a quel livello che chiamiamo "materia", all'inizio rappresentata dalle prime infinitesime quantità di energia misurabili, forse quanti, o stringhe.
Poichè ogni singola infinitesima parte di energia si crea tutto lo spazio che può, turbinando su se stessa formando una superficie conica che si allarga man mano che si allontana dall'origine, la totalità dell'energia finisce per formare qualcosa di molto simile ad una sfera "piena"; ma, quanto più il cono si allarga, tanti più quanti di tempo/spazio vengono creati/usufruiti, e tanto più l'energia primordiale degrada in forme/quantità misurabili.
E si giunge per gradi alla formazione di unità energetiche più complesse e molteplici, qualcosa di molto simile a ciò che chiamiamo elettroni, che successivamente imprigionano entro il proprio turbinare quantità più degradate, che chiameremo nuclei... ed iniziamo ad avere le prime quantità "macroscopiche", quelli che sono gli atomi più semplici e con minore energia: elio, e subito dopo, idrogeno.
...
Sarebbe interessante seguitare l'illustrazione della formazione di elementi molto più complessi e straordinari, fino ad arrivare alle prime cellule, piccole, instabili bollicine che racchiudono gruppi di molecole capaci di interagire con l'ambiente esterno: è la vita che è nata...
Ma tutto questo lo potete trovare, meglio espresso ed illustrato, nei libri delle superiori.

[Lascio ai credenti di immaginare un'Intelligenza precedente e causante la rottura della tensione energetica iniziale, e predeterminante la conseguente creazione dello spazio/tempo nel quale crediamo di vedere e misurare sia la "materia" che compone le cose attorno a noi, sia noi stessi]

Perciò, saltiamo alcuni altri miliardi di giri intorno a Sole, ed arriviamo ai giorni nostri, dove quel che definiamo materia organica è ancora formata da elementi che risalgono alla disintegrazione dell'energia primordiale in forme vieppiù degradate, ma sempre, purtuttavia, sostanzialmente (sic!) energetiche.

Ed iniziamo a comprendere che noi, esseri organici viventi, siamo un'inifinitesima, "quasi" insignificante parte di questo gran minestrone ribollente... e perchè mai dovremmo ritenere di essere speciali e diversi dall'universo che ci contiene e ci ha formati?
Quale infinito orgoglio ci porta a credere di essere totalmente estranei ed esterni a questo processo creativo?

In questo nostro mondo, gli esseri marini si sono adattati alla vita nell'acqua, quelli volanti si sono adattati a spostarsi in una miscela di gas, molti altri vivono nel terreno, o comunque ne traggono nutrimento; altri ancora si sono adattati e vivere sulle piante o addirittura terra terra...;fra questi ultimi, l'uomo ha trovato alcuni escamotage per invadere anche gli ambienti che la natura gli avrebbe preclusi; ma non è questo che interessa.

Come gli esseri marini vivono nell'acqua naturalmente, così tutti gli esseri viventi trascorrono l'esistenza immersi nella energia/materia universale e primordiale, che permea di sé ogni cosa esistente, che è formata di essa.
C'è una parte di noi tutti che è universale, ognuno di noi è una particella di questo universo esistente: un legame tra ciascuno ed il tutto non è solo probabile, è indiscutibilmente certo, come è certo il legame tra una goccia d'acqua del mare e tutta l'acqua della nostra terra.
Esiste una parte di universo in ciascuno di noi.
Non ce ne rendiamo conto, come un pesce non si rende conto di essere nato nell'acqua.
E non sappiamo in che modo questa parte universale di noi è legata a tutto l'esistente, ma è sicuro che questo legame esiste, e modula tutta la nostra esistenza sulle armoniche universali.

[E' stato provato che, isolando da TUTTI i segnali esterni un individuo altrimenti stabile intellettualmente ed emotivamente, nel volgere di poco tempo - alcune decine di minuti o poco più - inizia a dare chiari segni di squilibrio e disorientamento, sia sensoriale, sia intellettuale: come si suol dire, inizia a dare i numeri]

Quindi, finchè sussistono i segnali esterni, sussiste anche un equilibrio vitale, irriproducibile artificialmente.
Per converso, la presenza, o l'assenza, di un qualsiasi granello di sabbia del deserto, ed a maggior ragione la persistenza, o il venir meno, di un essere vivente, restituisce o meno un'eco - infinitesima quanto si vuole, ma purtuttavia reale - all'armonica dell'esistente, che ne viene modificata - ancora una volta in misura infinitesima, ma reale.
E questo avviene con continuità, come continua è l'armonica universale, che esprime la continua genesi dell'universo; e costituisce un legame fra tutto l'esistente, e scrive nella memoria - che non è una prerogativa dell'essere umano, quanto piuttosto una prerogativa dell'universo - tutto lo svolgersi di qualsiasi esistenza.
Traetene le conclusioni che vi paiono più convincenti... ma resta la sensazione di appartenere ad un'unica realtà della quale facciamo parte prima della nostra nascita, durante tutta la nostra esistenza, e dopo la nostra dissoluzione organica.
E se questo appartenere si chiama spirito, o anima, o essenza, non ve lo so dire.

[Un bel viaggio, eh? Andando indietro nello spazio/tempo, ho incontrata una realtà trina: una sfera energetica grande, una un po' più piccola, ed una terza pari presso a poco alla differenza fra le altre due; con l'intuizione che un quantum prima esistesse un'unica sfera, frattasi in tre parti. Cosa che mi ha anche lasciato perplesso, perchè contrastava con la mia convinzione che qualsiasi campo energetico sia descrivibile in forma bipolare].

doct.alfridus
--------------------------------------
...se il Padreterno ci ha creati a sua immagine e somiglianza... bhe', c'e' da rifletterci!

[ Andiamo sempre più giù, più giù... Qualcuno deve aver tirata la catena! ]
blu23
Inviato: 12/2/2009 23:55  Aggiornato: 12/2/2009 23:55
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/2/2009
Da:
Inviati: 585
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
Parte della verità di Mentana sulle sue dimissioni

http://www.libero-news.it/pills/view/7463

La televisione italiana mi fa sempre più schifo... i "vuoti informativi" il grande fratello... ma andatevene tutti affanc... e lasciate riposare in pace Eluana

Ribellatevi al mondo corrotto di Babilonia, emancipate la vostra razza, riconquistate la vostra terra. (Bob Marley)
Redazione
Inviato: 13/2/2009 1:40  Aggiornato: 13/2/2009 1:40
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
ALFRIDUS: Premetto che parlo da pagano. Secondo te è possibile concepire uno spazio tri-dimensionale la cui densità dei campi vada aumentando fino all'infinito, verso un ipotetico "centro"? (E che quindi tenda a zero, man mano che ci si allontana da quel centro).

Red_Knight
Inviato: 13/2/2009 3:48  Aggiornato: 13/2/2009 3:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
Citazione:
L'avesse detto un prete sarebbero già volati gli ortaggi, "ma questa è spiritualità, mica religione..."


Incontestabile!

sever
Inviato: 13/2/2009 17:04  Aggiornato: 13/2/2009 17:04
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/8/2008
Da:
Inviati: 467
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
Anche se con un po' di ritardo voglio fare i miei complimenti a Piero Cammerinesi. Egli coglie mirabilmente il cuore del problema. L'Essere spirito Eluana è rimasta per 17 anni prigioniera di un corpo immobilizzato e insensibile agli stimoli della sua Coscienza. Era come un essere incatenato, come Prometeo legato alla roccia.

Oggi, con il distacco del suo Spirito, Eluana è finalmente libera di tornare nella sua vera Casa, il mondo spirituale e vivere la Vera Vita. La prigionia è cessata.

aeremita
Inviato: 13/2/2009 22:52  Aggiornato: 13/2/2009 22:52
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/12/2007
Da: Dolceacqua
Inviati: 211
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
...Oggi, con il distacco del suo Spirito, Eluana è finalmente libera di tornare nella sua vera Casa, il mondo spirituale e vivere la Vera Vita. La prigionia è cessata.

...nonche' libera di rifiatare e desiderare ancora un corpo, se il suo spirito lo riterra' utile e necessario

sever
Inviato: 14/2/2009 12:07  Aggiornato: 14/2/2009 12:07
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/8/2008
Da:
Inviati: 467
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
Certamente! Credo fermamente nella reincarnazione dello Spirito. Si ritorna quando si vuole e quando lo si ritiene necessario per la propria evoluzione spirituale. Dio non impone niente a nessuno. E' sempre una libera scelta. Tutto dipende dalle nostre azioni. Gli errori non sono peccati: sono semplicemente delle scelte sbagliate che si imparerà a riconoscerle come tali. Però, riconosciuto l'errore, diviene diabolico perseverare in esso. Lì subentra la malizia, la coscienza piena di ciò che si fa. E' una scelta in piena coscienza. Penso che solo in questo caso si possa parlare di peccato.

alfridus
Inviato: 15/2/2009 20:23  Aggiornato: 15/2/2009 20:23
Ho qualche dubbio
Iscritto: 12/4/2007
Da: Lugoj, Romania
Inviati: 120
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
@Mazzucco
Citazione: Premetto che parlo da pagano...
Caro Massimo,
credo volessi affermare che la tua domanda sia da "laico".
Sì, in un primo tempo anch'io l'avevo vista così: l'universo che conosciamo, che nasce da un "luogo" fuori dallo spazio (=non ne occupa nulla) e dal tempo (che senza spazio, semplicemente non ha ragione di esistere), distinguibile solo per la presenza di un'inimmaginabile energia in equilibrio precario, e come conseguenza della rottura di quell'equilibrio.
Una tale concezione postula un'espansione violenta dell'energia precedentemente in quiete, e quindi la sua graduale degradazione in forme che, nell'arco della loro espansione, assumono caratteristiche che, alla nostra osservazione (del tutto particolare nostra, e niente affatto universalmente valida) risultano materiali.
Questa concezione, però, anche se spiega molto bene in cosa consista la materia, conduce a conseguenze disastrose in campo astrofisico: infatti richiede uno spazio pre-esistente in cui si espande l'energia, una specie di Matriosca che all'inizio conteneva il nulla assoluto - un Universo contenitore, per un'Universo in formazione? - e che resta inesorabilmente inspiegabile.
E' stato ipotizzato una sorta di mare ribollente come magma gestante, entro il quale si formano e si dissolvono infiniti Universi, come le bollicine di vapore in una pentola d'acqua posta al fuoco... ma sarebbe solo una variazione dell'idea della Matriosca, senza risolvere la domanda iniziale, che resta, in ogni caso, "da dove cavolo veniamo?"
E' chiaro, a questo punto, che, allo stato della nostra capacità concettuale, è gioco-forza limitarsi ad esaminare ciò che per noi è l'esistente.
E quello che può spiegare l'esistente è, presso a poco, quanto ho accennato nel post cui ti riferisci: e sì, quello che mi chiedi è ipotizzabile quasi esattamente.
Quasi... perchè esistono delle variabili alquanto "strane", proprio per quanto attiene alla densità/distribuzione dell'energia/materia dell'esistente, proprio a causa della sua generazione tanto violenta quanto improvvisa...
Ne parliamo un'altra volta?

doct.alfridus
--------------------------------------
...se il Padreterno ci ha creati a sua immagine e somiglianza... bhe', c'e' da rifletterci!

[ Andiamo sempre più giù, più giù... Qualcuno deve aver tirata la catena! ]
aeremita
Inviato: 16/2/2009 10:07  Aggiornato: 16/2/2009 10:07
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/12/2007
Da: Dolceacqua
Inviati: 211
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
alfridus: un'espansione violenta dell'energia precedentemente in quiete...
a causa della sua generazione tanto violenta quanto improvvisa...

Ciao. Premetto che non sono esperto di astrofisica e penso solo per intuizione.
Mi chiedo perche' la violenza torni in queste tue affermazioni in modo cosi' rimarcato. E se questo evento violento non ci fosse stato, se fosse solo una ipotesi, se fosse solo un riflesso del momento storico estremamente violento che caratterizza gli ultimi due secoli? Se non ci fosse stato un passaggio violento dalla quiete all'espansione e creazione della materia, se ci fosse stata una decisione, per esempio? In sostanza, se in astrofisica si ritrovano variabili cosi' "strane", non sara' forse per effetto di concezioni obsolete, che non reggono piu' la spinta che viene dal tempo che chiede cambiamento.
Andrea

aulegu
Inviato: 16/2/2009 11:10  Aggiornato: 16/2/2009 11:10
So tutto
Iscritto: 6/12/2008
Da:
Inviati: 22
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
volevo ringraziare tutti per i vostri commenti e gli interessanti link che avete messo. Per quanto riguarda casi come questo, sono assolutamente a favore del testamento biologico, nessuno dovrebbe decidere cosa fare del nostro corpo fisico in determinate circostanze, se non noi stessi

florizel
Inviato: 16/2/2009 12:42  Aggiornato: 16/2/2009 12:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
Un grande Alessandro Bergonzoni:

"Prima di pensare come accettare il legiferare, come arrivare davanti a un notaio per il nostro libero futuro, proviamo ad aprire il dibattito nel nostro parlamento intimo, nel governo privato, nella repubblica interiore, per non farci impalare da persone che pensano senza pensieri, che confondono sogni con desideri, corpo con utilità e vivacità, vita con la "loro" vita, soddisfazioni e progetti con gioventù, esistenza unilaterale e dogmatica, quella sì, privi di forza d'anima.
...
Chiedo molto. Perché è di molto che abbiamo bisogno, il poco abbiamo visto i danni che fa, le metastasi culturali i tumori intellettuali che ci arreca. Forse molti di noi dovrebbero portare la scritta "posso nuocere gravemente alla salute". Certo molti possono dire io non sono così: ma come esiste il fumo passivo, esistono anche altre passività dannosissime se perpetrate, inalate subite. Anche questo rientra nelle libertà subliminali e sublimi, non scordiamolo, dato che giustamente amiano tanto la memoria? Solo che certe malattie la scienza pretende di vederle e curarle altre non le vuole vedere nè guarire perchè significherebbe mettere finalmente in dubbio la propria curassica certezza, i personali poteri (nel senso di limite camuffato), a dispetto di una potenza che all'essere umano non deve essere più preclusa se si vuole continuare a piangere, protestare, pretendere giustizia, desiderare crescere, cambiare la "nostra" condizione condizionata, o troppo umana. Non possiamo più dire di non saperlo."

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
sever
Inviato: 16/2/2009 17:01  Aggiornato: 16/2/2009 17:01
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/8/2008
Da:
Inviati: 467
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
alfridus: un'espansione violenta dell'energia precedentemente in quiete...
a causa della sua generazione tanto violenta quanto improvvisa...

Premetto che anch'io non sono un esperto di astronomia, ma mi affido alla intuizione e alle analogie. Perché tutto ciò che cade sotto i nostri occhi fisici dovrebbe aver avuto origine da una esplosione immane, il Big Bang? E' una semplice ipotesi, che oggi viene quasi universalmente accettata.

Se si ragiona per analogia possiamo paragonare il Cosmo che ci contiene ad un uomo titanico. Come ha origine un corpo umano? Basta pensare e ricordare lo spermatozoo che feconda l'ovulo...

M3ur0
Inviato: 17/2/2009 13:19  Aggiornato: 17/2/2009 13:19
So tutto
Iscritto: 26/3/2007
Da:
Inviati: 1
 Re: Eluana, un'occasione sprecata
Condivido il pensiero su l'opportunità di riflessione regalataci da Eluana, non la visione pessimistica sul suo esito. Io credo che, sebbene nelle alte sfere si sia visto solo il solito balletto politico "acchiappavoti", il caso Englaro abbia invece aperto molti occhi nella gente comune. Molte persone hanno colto davvero lo spunto per fare una riflessione su un tema importante e si siano resi conto ancora di più del marcio che c'è nei nostri ambienti politici e religiosi.
Ogni volta che succede un fatto del genere (NoTav, NoDalMolin, NoPacs, ecc) qualcuno si risveglia, e quando raggiungeremo la famosa soglia critica allora qualcosa cambierà davvero.

Per questo io vedo il caso Englaro come un altro di questi importantissimi passi verso il risveglio globale e non come un fallimento.

Ringrazio di cuore Eluana e la sua famiglia.


Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA